Sei sulla pagina 1di 24

Poste Italiane spa Giovedì

Sped. abb. postale 18 gennaio 2018


DL 353/2003 anno LI (51° nuova serie)
(conv. in L. numero 2
27/02/2004 n. 46) euro 1,30 - contiene I.P.
art. 1, comma 1
cn/fc/giornale locale
Redazione:
via don Minzoni, 47
47521 Cesena
tel. 0547 1938590
fax 0547 328812 2
Visita pastorale 8 Speciale 9 Sport 21 WWW.CORRIERECESENATE.IT
NUOVO SITO
Il vescovo Douglas Nella missione Andrea Di Giorgio Aggiornamenti quotidiani
ricomincia diocesana “Vi racconto per
da San Rocco in Venezuela la mia Africa” i lettori
onsignor Regattieri ri- na delegazione guidata ultratleta originario di di oggi
M prende la Visita pa-
storale. Dal 21 al 28 gen-
U dal vescovo Douglas ha
visitato Carupano e i terri-
L’Cervia racconta le sue
imprese sportive. Nel cuo-
e di
naio sarà nella parrocchia tori su cui opera il ‘nostro’ re ha la libertà e gli ampi
domani
di don Paolo Pasolini don Derno Giorgetti spazi

Editoriale
Quel rumore tenue
Intervista a tutto tondo al questore Loretta Bignardi, da fine 2016 in servizio a Forlì-Cesena
di Francesco Zanotti PANORAMICA DI CESENA DA VIA DELLE SCALETTE. SOTTO, IL SALUTO DEL
QUESTORE BIGNARDI ALL’ARRIVO DI PAPA FRANCESCO, IN OCCASIONE

T
utti parlano dei terribili e temibili DELLA STORICA VISITA A CESENA, LO SCORSO 1 OTTOBRE
ragazzini di Napoli. Ho sotto mano i (FOTO PIERGIORGIO MARINI
quotidiani di martedì, dopo aver
ascoltato il notiziario delle sei di mattina. I
primi titoli, purtroppo, sono per loro, per
queste baby gang che fanno paura a Napoli, a
Roma, Torino, nelle grandi città come in
quelle di provincia. Crescono e si alimentano
di violenza questi bambini o poco più che
terrorizzano i loro coetanei e anche gli adulti.
Poi scruto meglio i giornali. Li apro, li leggo,
cerco di capirne un po’ di più. Tento di andare
oltre la notizia, di farmi guidare in una realtà
autentica, non solo quella popolata di paure e
di negatività. Mi fermo su un paio di pezzi che
attraggono la mia attenzione e su un foglietto
giunto ieri in redazione, una lettera al
direttore scritta a mano, una rarità in questi
tempi digitali.
Chiara Giaccardi su Avvenire di domenica
scorsa ha redatto l’editoriale in prima pagina
commentando il messaggio di papa Francesco
per la Giornata mondiale del migrante e del

Romagna
rifugiato. “Prevalga la speranza” è già un titolo
che allarga il cuore. Ne consiglio la lettura
integrale. Un testo che andrebbe letto, riletto e
meditato parola per parola tanto è denso e
intenso.
“Non c’è alternativa tra la vita e morte – scrive
la Giaccardi – tra la generatività e la
stagnazione. Ciò che non respira, che non si

Terra
allarga, che non lascia entrare aria da fuori si
spegne per asfissia. Se pensiamo di salvarci
chiudendo porte e finestre, alzando muri,
costruiamo solo la nostra prigione e in fondo
siamo come chi sega il ramo su cui è seduto”.
Concetti solo un po’ diversi da quelli espressi
lunedì scorso dal candidato alla Regione
Lombardia Attilio Fontana che ha parlato, a

accogliente
proposito di immigrazione, di “realtà etnica” e
di “nostra razza bianca” da difendere prima
che sia cancellata. Poi, lo stesso Fontana ha
fatto retromarcia, riferendosi a un lapsus.
Tutti rischiamo di respirare aria ammalata, e
non solo di Pm10. Ci avvolge un clima
impalpabile, ma al tempo stesso pervasivo e
persuasivo, con il quale si racconta solo una
parte di realtà. Non che non esista questa
parte, intendiamoci bene. Ma spesso viene
ingigantita, enfatizzata, come se Dedichiamo l’approfondimento di questa
corrispondesse alla totalità di ciò che avviene settimana ai temi legati alla sicurezza nel Cesena 10 Rubicone 14
attorno a noi. territorio. Siamo stati a colloquio con il Per la Amadori Una nuova
Il rischio di farci travolgere è dietro l’angolo, e questore di Forlì-Cesena, la dottoressa
vale per ciascuno di noi. Da Avvenire di un nuovo impianto interpretazione
martedì prendo un titolo dalla pagina 2 “Idee”. Loretta Bignardi, in servizio in Romagna da 45 milioni sul Rubicone
A Valter Boero dell’università di Torino da poco più di un anno, dopo diversi anni
risponde Marina Corradi. Questo il tema: “Gli trascorsi all’anticrimine e alla Dia, la Direzione investigativa antimafia.
studenti che soccorrono una ragazza e
l’importanza di raccontare il bene”. Il fatto, Non poteva mancare un commento sulla recente visita di papa Francesco a Cesena. Mercato S. 15 Spettacoli 19
una giovane in spiaggia salvata da uno stupro, “Si è trattato di un avvenimento unico – ha detto il questore - e il segno di una
è stato ignorato dai grandi media. Invece, grande premura del Pontefice per Cesena”. Poi, parlando dei reati legati all’uso di Il ‘tesoretto’ A tu per tu
scrive la Corradi, “dovremmo raccontarci di
Internet, ha aggiunto: “Riceviamo tante richieste da famiglie e scuole”. di Paderno con il cantante
più il bene, per non lasciarci smarrire, per non
continua a pag. 3
Primo piano a pag. 5 attende cure Gianni Morandi
Opinioni Giovedì 18 gennaio 2018 3

Nota politic
a Le elezioni e la retorica abolizionista
ella campagna elettorale delle promesse esagerate – non una questo. Piuttosto, tra i partiti

N novità in sé, ma tale per la misura e la diffusione – l’altra dinamica


che spicca è quella “abolizionista”. Nella storia delle idee e del
linguaggio politico il termine ha un’ascendenza importante.
Nell’accezione largamente più conosciuta si riferisce alla lotta per
l’abolizione della schiavitù e, molto in seconda battuta, al movimento che,
impazza la rincorsa a chi dichiara di
voler abolire di più di quanto la
politica italiana sia riuscita a
mettere in piedi soprattutto negli
ultimi anni. Dalla legge Fornero
sempre negli Usa, si propose di abolire il XVIII emendamento della sulle pensioni al Jobs Act, sfiorando
Costituzione, quello che a partire dal 1920 aveva proibito lo spaccio di l’Euro e arrivando fino allo
alcolici e fu effettivamente abrogato nel 1933. stagionatissimo canone Rai. Non è
Un altro significato importante del termine, purtroppo ancora attuale in facile tenere il conto delle sortite
molte parti del mondo, lo riconduce alla mobilitazione per l’abolizione pubbliche e dei rapidi dietro-front
della pena di morte. Quel che sta avvenendo nella campagna elettorale per sui diversi argomenti e, per onestà
le elezioni del prossimo 4 marzo, non ha niente a che vedere con tutto intellettuale, va pur detto che un
conto è mettere in questione il
canone Rai, un conto la legge che
Viene il sospetto che la disinvoltura con cui si promette regola l’intero sistema
previdenziale italiano, con enormi
o si abolisce sia collegata alla consapevolezza che molto implicazioni di bilancio. Ma quel
probabilmente dalle urne non uscirà un vincitore in grado che si vuole qui sottolineare è la
di governare in autonomia e quindi nessuno tendenza a fare politica in negativo,
a smontare più che a costruire. La
sarà chiamato a rendere conto smania abolizionista, a pensarci
FOTO ARCHIVIO SIR
di quanto dichiarato in campagna elettorale bene, è il rovescio della medaglia
delle promesse esagerate. In
entrambi i casi la politica si
dimostra in grave difficoltà a
Informazione“storica”e strade digitali La poesia misurarsi con il futuro in modo
coraggioso e realistico insieme.
Questo rivela un problema molto
Alleanza mediatica che incuriosisce Al Giordano (30 dicembre 2017) serio di classe dirigente – leader
politici non ci si improvvisa,
Un sacco di cose belle da imparare Giunto dalla lontana Galilea servono studio, preparazione ed
iprese dai social appaiono sempre più su giornali e in hai reso pura l’acqua esperienza – ma anche un

R tv notizie che sorprendono. Ormai da tempo le strade


dell’informazione “storica” incrociano le strade
digitali. C’è una sorta di alleanza mediatica che
incuriosisce e merita attenzione. I social hanno raccontato nei
che lava la ferita primordiale.
Oggi contempliamo
- duemila anni dopo -
approccio perverso nei confronti di
quel disagio che i sociologi hanno
descritto come “risentimento”,
“rancore sociale”. Invece di cercare
giorni scorsi di un bimbo cinese arrivato a scuola, dopo aver l’immutato lembo di terra di dare risposte a questo disagio, si
percorso, poco protetto dal freddo, quattro chilometri. che Tu hai percorso, preferisce cavalcarlo,
La temperatura era di 9 gradi sotto zero. Il piccolo, giunto in il grembo di quel fiume strumentalizzarlo. Indicando come
classe, aveva i capelli irrigiditi dal ghiaccio. I compagni lo e lo stesso squarcio di cielo bersaglio non la crisi epocale che ha
hanno soprannominato “Fiocco di neve”. Il maestro ha che di Te si è compiaciuto. coinvolto anche il nostro Paese, ma
postato l’immagine di quel piccolo volto arrossato dall’aria i pur criticabili provvedimenti che
fredda che contrastava con il bianco della capigliatura. Un Ci trema il cuore sono stati adottati per cercare di
quotidiano italiano ha ripreso e rilanciato. “Mi piace molto la come a Giovanni e a Andrea contrastarla. Con il paradosso che
scuola – ha detto lo scolaretto il cui nome, Manfu, significa che quel giorno ti han seguito, proprio mentre qualcosa si è
“Pieno di felicità” – possiamo avere pane con il latte a pranzo al pensiero che hai domandato loro finalmente messo in movimento sul
e si imparano un sacco di cose belle”. Il bambino appartiene a quello che chiedi a noi ogni mattina: piano economico, invece di
quella moltitudine di orfani sociali, chiamati “liushou”, che in che cercate? confrontarsi e competere su come
Cina sono la conseguenza della forzata emigrazione di milioni far fare all’Italia lo scatto decisivo
di contadini costretti ad abbandonare i figli. È uno dei E in noi, mossi da un vuoto che ancora manca, anche
macigni della povertà che il presidente Xi Jinping si è che chiede di essere colmato, correggendo il tiro se fosse
impegnato a rimuovere. Non può essere taciuto, ma le parole avvertire il buio che di dirada necessario, si agita la clava
di Manfu fanno percepire l’orizzonte verso il quale un e il coraggio che si nuovo abolizionista.
ragazzino, vittima di tanta ingiustizia, ogni giorno cammina Ma il futuro non è dietro le nostre
dispiega le sue ali sopra le nostre vite. Franco Casadei (Cesena)
nel freddo per imparare “un sacco cose belle”. spalle, non è tornare – come si sente
Lui cammina, non ha paura della fatica, non ha paura di spesso dire – a prima della crisi. Il
rischiare. Lo sostiene il desiderio di “cose belle” che a scuola EDITORIALE continua da pag. 1 mondo nel frattempo è cambiato,
impara e imparerà. Con le doverose distinzioni non è forse lo tornare indietro è semplicemente
stesso desiderio che un prete suscitava nei ragazzi poveri di finire col convincerci che ormai viviamo in una giungla. Per non diventare impossibile. Di fronte all’evidenza
Barbiana? Non arrivavano a scuola con i capelli ghiacciati cinici e disillusi”. di questo assunto, viene il sospetto
come quelli di “Fiocco di neve”, ma come lui dietro le “cose È quello che scrive la lettrice del Corriere Cesenate, a proposito di uomini che la disinvoltura con cui si
belle” da imparare vedevano un orizzonte con i colori della che molestano le donne, motivo per il quale “viviamo nella paura, non promette o si abolisce sia collegata
speranza. Per raggiungerlo accettavano la fatica di un siamo mai tranquille”. Invece, annota la lettrice (L. E. Zoffoli) “frequento alla consapevolezza che molto
cammino nella neve o sotto la pioggia. Sapevano che le “cose spesso un ricovero per anziani. Vedo mariti che assistono con amore e probabilmente dalle urne non
belle” apprese e da apprendere erano importanti, erano la costanza le mogli gravemente malate. Lo trovo commovente e in quei gesti uscirà un vincitore in grado di
conoscenza, la coscienza critica, la consapevolezza della vedo il per sempre del matrimonio”. governare in autonomia e quindi
dignità, il coraggio di prendere la parola. Sapevano che da “Per non aver paura di far nascere dei figli in questo mondo – conclude la nessuno sarà chiamato a rendere
queste “cose belle”, imparate sfidando il gelo non solo sua risposta Marina Corradi – abbiamo bisogno di imparare a tendere conto sostanzialmente di quanto
atmosferico, sarebbero venute la forza e l’intelligenza per l’orecchio, e imparare, sì, a riconoscere il rumore tenue, ma ampio e dichiarato in campagna elettorale.
cambiare la direzione della propria storia e della storia di altri. fedele, della foresta che cresce”. Francesco Zanotti Stefano De Martis
Paolo Bustaffa
Sito internet
DIOCESI DI CESENA-SARSINA www.corrierecesenate.it
Siamo presenti
campagna anche su Facebook e su Twitter
abbonamenti con lʼaccount @ccesenate

2018 Per info: redazione Corriere Cesenate,


via don Minzoni, 47 - Cesena
tel. 0547 1938590
Settimanale d’informazione fondato nel 1911 redazione@corrierecesenate.it

Sandra e Urbano fotografi


(Cesena)

in omaggio agli abbonati


lʼedizione sfogliabile
per smartphone, tablet e pc

Straordinaria e ordinaria
in pagina la vita
del territorio
Cronaca, attualità, vita della Chiesa, focus, sport, lettere
Per sentirsi protagonisti e compagni di viaggio
Ogni settimana a casa tua
COME ABBONARSI QUOTE ABBONAMENTO (invariate)
● Utilizzando il bollettino di C.C.P. n. 14191472,
intestato a Corriere Cesenate, via don Minzoni 47, Cesena ● Ordinario: 48 euro
● Presso la redazione del Corriere Cesenate, in via don Minzoni 47, Cesena ● Sostenitore: 70 euro
● Alla libreria cattolica “San Giovanni”, corso Sozzi 39, Cesena ● Amico: 100 euro
● Con bonifico bancario. Beneficiario: Diocesi di Cesena-Sarsina per Corriere Cesenate.
Banca: Credito Cooperativo Romagnolo - sede di Cesena ● Estero: 100 euro
Iban:IT 78 W 07070 23900 000000810433
Giovedì 18 gennaio 2018 5

● A colloquio con il questore ● “Il nostro lavoro di prevenzione non ● “La visita del Papa è stato un gesto di
di Forlì-Cesena Loretta Bignardi entra nelle statistiche. Sul tema Internet grande premura verso la città che ha
in carica da novembre 2016 tante richieste da famiglie e scuole” dato i natali a due successori di Pietro”

“La Romagna,terra di accoglienza”

PANORAMICA DI CESENA SCATTATA LUNGO LE SCALETTE


CHE CONDUCONO AL MONTE
(FOTO PIER GIORGIO MARINI)

U
na professione iniziata senza troppa convinzione, demografici e culturali nuovi. Il mondo è cambiato rispetto esempio. Comunque non si possono escludere. Di certo
nel 1988, quasi per caso. “Poi è nato l’amore - dice a 30 anni fa e, soprattutto, rispetto a quanto avevamo abbiamo sul territorio la presenza di personaggi che
il questore Loretta Bignardi che racconta un po’ di idealizzato. Intendiamoci: i fatti rilevanti ci sono e i reati potrebbero non escluderlo, ma al momento non abbiamo
sé durante l’intervista realizzata nel suo ufficio, a pure. Noi ne abbiamo conoscenza e interveniamo sui segnali di allarme. Le ricordo, comunque, che Reggio
Forlì - perché ci si sente sempre dentro alle cose che fenomeni. Certo è anche che sono state compiute alcune Emilia non è lontana… (Il Processo aemilia vede
contano”. Originaria di Desenzano (come il marito), sul scelte normative, per allinearci all’Europa, che possono attualmente alla sbarra 147 imputati a seguito
lago di Garda in provincia di Brescia, oggi la vita del aver fatto aumentare il senso di insicurezza nei nostri dell’operazione con la quale nella notte del 28 gennaio
responsabile della sicurezza e dell’ordine pubblico della concittadini. Mi riferisco, ad esempio, alla riduzione della 2015 vennero arrestate 117 persone, una delle azioni più
nostra provincia si svolge tra la sua terra d’origine, Firenze carcerazione preventiva. Dopo l’arresto, spesso si assiste a importati della Dia nel nord Italia, ndr)”.
e la Romagna. “Ma ormai - aggiunge - trascorro quasi tutto una rimessa in libertà fino al momento del giudizio, per il
il tempo qui, anche perché di solito i maggiori eventi, e quale passa sovente un ampio lasso di tempo. Questo può E i reati legati al mondo della Rete?
anche quelli più a rischio, si tengono nel fine settimana”. fare aumentare il senso di impunità. È uno degli argomenti sui quali abbiamo le maggiori
Alla laurea in giurisprudenza conseguita a Padova, la richieste, in particolare da famiglie e da scuole. Ciò
dottoressa Bignardi ha aggiunto una specializzazione a Si dice che molti cittadini non denuncerebbero più i furti richiede molto impegno da parte della Polizia, oltre a ciò
Bologna e nell’anno 2000 un master a Roma su “Analisi nelle abitazioni. Le risulta? che già mette in campo la Polizia postale. Ci rechiamo di
previsionale” con docenti della Luiss e della Gregoriana. A mio avviso non è vero. Può accadere, ma penso succeda continuo nelle scuole, anche se è mia convinzione che il
“In quell’occasione - aggiunge - ho avuto l’opportunità di solo in qualche caso. Ogni mattina leggo tutte le denunce problema non sia la Rete, ma sono le relazioni, i ragazzi.
studiare fenomeni avanti almeno 25-30 anni. Alcuni di ricevute il giorno precedente. Le aggiungo anche che tutto Lasciare a un giovanissimo la libertà di navigare
questi si sono già manifestati. Questo per dire della validità quello che riusciamo a prevenire non si vede e non entra liberamente in Rete è come affidargli la guida di una
di quegli studi approfonditi e lungimiranti”. nelle statistiche. E noi, soprattutto, cerchiamo di prevenire. Ferrari. Gli strumenti per intervenire e lavorare insieme a
Il curriculum del questore mostra diversi anni trascorsi famiglie e scuole ci sono. Oggi nelle scuole c’è la nuova
nella Dia, la Direzione investigativa antimafia, e Microcriminalità e immigrazione: sono due fatti collega- figura del referente per il cyberbullismo. Questa presenza
all’anticrimine. Un’esperienza forte che ha fatto conoscere bili? ha già dato i suoi frutti. Nelle famiglie invece accade spesso
il Paese e anche diverse sue criticità, con esperienze dirette È possibile, ma in ogni caso l’aumento della popolazione fa che i genitori arrivino tardi, quando i fatti ormai sono
a Torino, Roma, Lodi e in Toscana. aumentare il numero dei reati. Extracomunitari, deflagrati.
comunitari, italiani: tutti compiono furti. Comunque le
Dottoressa, non posso non iniziare col ricordare la storica aggiungo anche che non è compito del questore fare Oggi c’è più allarme per droga o per reati legati al cyber-
visita del primo ottobre scorso di papa Francesco a Cese- valutazioni di livello politico. bullismo?
na. A suo avviso è stata vissuta troppo come un’emergen- Direi per tutti e due. Si tratta di due situazioni di rischio.
za e questo fatto può aver indotto molti a rinunciare dal Ci sono nei nostri territori infiltrazioni tipiche mafiose? Due versanti ai quali dedichiamo massima attenzione.
partecipare? Nelle regioni più ricche, e noi siamo tra queste zone, c’è la L’effetto emulazione per i giovani di oggi è un elemento di
All’evento non è stata data la medesima rilevanza che si è ricerca di acquisire potere economico. Non si registrano grande rischiosità.
avuta nella fase di preparazione. L’orario, domenica qui reati tipici di mafia o fatti imputabili a eventi mafiosi
mattina presto, ha inciso sulla partecipazione. Comunque come quelli comunemente intesi, incendi ed estorsioni, ad Che ne dice delle recenti manifestazioni a Cesena con non
si è trattato di un avvenimento unico e il segno poche tensioni tra frange di destra e di sinistra?
di una grande premura da parte di papa LORETTA BIGNARDI È QUESTORE DI FORLÌ-CESENA DA NOVEMBRE 2016. NELLA FOTO, È IN- Noi cerchiamo di fare ciò che ci compete per
Francesco per Cesena, città che ha avuto due SIEME A MONSIGNOR WALTER AMADUCCI, DURANTE LA CONFERENZA STAMPA CHE HA PRECE- quel che attiene l’ordine e la sicurezza pubblica.
Papi di nascita e due vescovi di Cesena poi DUTO LA VISITA DI PAPA FRANCESCO A CESENA (FOTO PIER GIORGIO MARINI) Il rischio dei facili pretesti è dietro l’angolo. Si
saliti al soglio di Pietro. Per una visita del alzano i toni e l’attenzione mediatica. Ma questo
genere, l’aspetto organizzativo risulta vale per tutta Italia, non solo per Cesena o per
fondamentale, dal nostro punto di vista. In Forlì.
casi simili basta molto poco perché accada
qualcosa. Il Papa rimane una figura a rischio. Il Forlì e Cesena, come si riesce a lavorare in due
territorio, comunque, ha dato voce a un’idea città così vicine eppure così diverse tra loro?
comune, di insieme. E questo ha funzionato. La dualità è evidente e innegabile. La
popolazione romagnola ha un elemento
Tocchiamo ora un tema molto sensibile per comune: l’accoglienza. Si sente subito che uno si
l’opinione pubblica. A volte, soprattutto leg- trova in Romagna. L’accoglienza è un sistema di
gendo certi commenti, si ha l’impressione di vita e di lavoro. Lavorare in due città così, con
vivere nel “Bronx”. Anche dal suo speciale os- oltre centodiecimila abitanti Forlì, quasi
servatorio si ha questa percezione? centomila Cesena a cui occorre aggiungere i
La nostra provincia non è assolutamente come costanti 60-70 mila di Cesenatico
viene dipinta. E non glielo dico per non da giugno a settembre, per il questore costituisce
sufficiente attenzione ai problemi del di sicuro uno stimolo. Vivendo in queste città ci
territorio. In ogni caso il nostro compito si rende conto di un grande fermento che fa
rimane quello di dare risposte ai cittadini. onore al territorio che meriterebbe maggiore
visibilità e dovrebbe essere maggiormente
Sì, ma la sensazione che molti hanno è quella valorizzato. Basterebbe pensare solo alla fattiva
di una insicurezza diffusa... presenza del mondo del volontariato. Una
Le riporto dati di istituti di ricerca di rinomata ricchezza per tutti.
fama. Oggi l’insicurezza è legata a fattori Francesco Zanotti

Bullismo e droga, in aiuto dei ragazzi arriva l’app YouPol. Uno strumento preventivo
U
n’app amica dei ragazzi per inviare questure, anche se il segnalante si trova in emergenza”, metterà in contatto e tablet direttamente da App Store e Play
segnalazioni, anche anonime, di una provincia diversa. Si tratta di uno direttamente l’utente con la sala operativa Store. Il programma è stato realizzato
bullismo e spaccio di droghe. È strumento preventivo, non repressivo. della questura in cui si trova il dispositivo, interamente dal personale tecnico del
YouPol, la nuova app realizzata dalla Polizia La app permette di inviare video, immagini, grazie alla georeferenziazione immediata settore informatico dell’Ufficio relazioni
di Stato, presentata a Roma l’8 novembre segnalazioni, informazioni orali, scritte o in del telefono segnalante e del luogo esterne della Polizia di Stato. Attualmente
scorso davanti a una platea di oltre 300 altra maniera in tempo reale alle sale interessato dall’evento. Le segnalazioni l’app è operativa nelle città di Roma, Milano
studenti. operative per denunciare episodi di saranno verificate immediatamente, e Catania, ma dal prossimo mese sarà estesa
L’app è scaricabile su tutti gli smartphone e bullismo o di spaccio. Inoltre è anche generando non soltanto un meccanismo a tutti i capoluoghi di regione e poi da
tablet e consente di interagire con la Polizia possibile effettuare una chiamata di repressivo, ma soprattutto un approccio agosto in tutte le province italiane.
inviando messaggi o segnalazioni emergenza. Un apposito pulsante di colore preventivo. (Tratto da “Fiamme Oro” n. 4
direttamente alle sale operative delle rosso, con la scritta “chiamata di La app può essere scaricata su smartphone Ottobre-dicembre 2017, pagg. 22-23)
6 Giovedì 18 gennaio 2018 Vita della Diocesi

✎ NOTIZIARIO DIOCESANO IL GIORNO


Festa di San Mauro, patrono della Diocesi
Domenica 21 gennaio alle 18 celebrazione in Cattedrale a Cesena DEL
La festa liturgica
di San Mauro,
SIGNORE
vescovo di
Cesena e Il Regno di Dio è vicino. Convertitevi e credete al Vangelo
patrono
secondario della
Domenica 21 gennaio estremi confini della terra” e non fosse La Parola
3ª Domenica Tempo Ordinario - Anno B
Diocesi, sarà
celebrata Gio 3,1-5.10; Sal 24; 1Cor 7,29-31;
necessaria una missione universale.
Agostino, senza negare l’opera degli
di ogni giorno
domenica 21 Mc 1,14-20 Apostoli, fu il primo a dire che dalle sue lunedì 22 gennaio
gennaio nella parti c’erano popoli che non avevano san Vincenzo

È
Messa solenne il primo sommario che si incontra nel mai sentito parlare del Vangelo. Tante 2Sam 5,1-7.10;
delle 18 che il Vangelo di Marco: la predicazione di figure lo seguirono, nella Sal 88; Mc 3,22-30
vescovo Douglas Gesù “dopo che Giovanni fu consapevolezza e, soprattutto,
presiederà in arrestato”; una prefigurazione del destino di nell’opera missionaria. I soli nomi martedì 23
Cattedrale a Gesù. Il Signore si reca fin da subito in evocano interi paesi e grandi popoli: santa Emerenziana
Cesena. Galilea, la regione che sarà anche il luogo Patrizio, Bonifacio, Cirillo e Metodio, per 2Sam 6,12-15.17-19;
Durante la d’incontro con il Cristo risorto. Gesù rimanere nel primo millennio. Sal 23; Mc 3,31-35
celebrazione, al diffonde il Vangelo di Dio; lui stesso ha Oggi probabilmente ci sentiamo
momento della chiamato il suo messaggio buona notizia, tranquilli e consapevoli che il più, in mercoledì 24
presentazione Vangelo. Invita a convertirsi e chiama i fondo, sia già stato fatto, nonostante i san Francesco
dei doni, un primi quattro discepoli, proprio come tanti appelli e richiami a non sederci, a di Sales
rappresentante esempio concreto di conversione, camminare, a riflettere seriamente sullo 2Sam 7,4-17; Sal 88;
di ogni condizione necessaria per essere cristiani e stato della missione nelle nostre Mc 4,1-20
comunità discepoli, a percorrere la strada del Maestro comunità. Come ai tempi di Agostino,
porterà all’altare e compiere i suoi gesti di preferenza. Ciò anche oggi – “dalle nostre parti” – ci giovedì 25
e consegnerà al che fa il discepolo è la sequela, non sono popoli che non hanno mai sentito conversione
vescovo il frutto l’apprendimento di una dottrina; per parlare del Vangelo e larghi strati di di San Paolo
della raccolta di questo l’essere discepolo è una condizione generazioni ancora “vergini” di Vangelo. At 22,3-16; Sal 116;
carità permanente. Cosa possiamo e vogliamo fare? La Mc 16,15-18
dell’Avvento- La sequela ha a che fare con la missione, comunicazione della fede e la missione
Natale 2017. perché è contagio di esistenza salvata. Lo si ad gentes parte dalle nostre comunità venerdì 26
Quanto raccolto capisce anche da quel “passando lungo il parrocchiali che restano, nonostante santi Timoteo e Tito
sarà devoluto a mare”. L’incontro non è mai casuale, è tutto, il luogo nel quale ci sono i “vicini” 2Tm 1,1-8; Sal 95;
favore della missione diocesana di Carupano, in Venezuela, dove sempre epifania, manifestazione del Messia e i “lontani” e dove ricominciare ad Lc 10,1-9
opera il sacerdote fidei donum don Derno Giorgetti, dove si è che cerca discepoli: “Venite dietro a me”. La annunciare, testimoniare, irradiare la
recato in visita fino al 14 gennaio il vescovo Douglas. La Chiesa missione è dilatazione di discepolato. vita che ci fa felici, che ci salva. sabato 27
di Cesena-Sarsina è accanto ai cristiani del martoriato Paese Com’è andata in questi due millenni? L’ambientazione è sempre quella, sant’Angela Merici
latino-americano sostenendo le campagne di nutrizione e Nei primi secoli del cristianesimo, grazie familiare e ordinaria: un incontro sulla 2Sam 12,1-7.10-17;
sanitaria dei tanti bambini che soffrono le conseguenze della all’opera degli Apostoli, si credeva che il riva di un lago. Sal 50;
crisi umanitaria che ha colpito il Venezuela. Vangelo fosse già stato proclamato “fino agli Angelo Sceppacerca Mc 4,35-41

✎ A MESSA DOVE (La cura nell’aggiornamento degli orari è sempre massima. Ci scusiamo per eventuali disguidi)

Messe feriali Diegaro, Borello, Sant’Andrea in B.,


San Mamante
Cesenatico
Sabato: 16 Villamarina
San Lorenzo in Scanno;
11,15 Crocetta;
Gualdo: 18 (sabato), 11;
Bacciolino: 9,30
a Cesena San Giorgio
18.30 Convento Cappuccini, 10.30 Santuario del Suffragio, 16,30 San Giuseppe, 18 Santuario Crocifisso Sarsina
6.30 San Domenico (giovedì) San Pietro, Sant’Egidio, Casalbono Boschetto Concattedrale: 7 / 9 /
7.00 Convento Cappuccine, Santa Maria della Sper. 11.00 Santuario Addolorata, 17,30 Conv. Cappuccini Mercato Saraceno 11 / 17; Casa di Riposo:
Cappella dell’ospedale Ponte Pietra, Bulgarnò Basilica del Monte, Santa Maria Goretti 10.00; Ciola: 8,30 ore 16 (sabato);
(da lunedì a venerdì) 19.00 Tipano San Paolo, Sant’Egidio, 18 San Giacomo Linaro: 11,15; Tavolicci: 10,30 (liturgia
7.30 Basilica del Monte 20.00 San Pio X, Pioppa, San Bartolo, Villachiaviche, 20 Sala Monastero di Valleripa: 9; della Parola con Eucar.);
San Giovanni Bono,
San Mauro in Valle, Ruffio, Pievesestina, Santo Stefano, San Giorgio, 20,30 Bagnarola Montecastello: 11 Ranchio: 20 (sabato), 11;
Martorano Calisese, Bulgaria, Ronta Calabrina, Calisese, Festivi:8 San Giacomo, Bagnarola, Montejottone: 8.30 Sorbano: 9.30;
7.35 Chiesa Benedettine Gattolino Gattolino, Ponte Pietra, Santa Maria Goretti Montepetra: 8.30 Turrito: 17 (sabato), 10;
8.00 Cattedrale, Madonna del Fuoco, 8,30 Sala Piavola: prefestiva sabato San Martino in Appozzo: 9
San Paolo, Addolorata,
Villachiaviche
Messe festive Bulgaria,
San Mauro in Valle,
9 Cappuccini
9,15 San Pietro
ore 18 (San Giuseppe),
9,30 chiesa parrocchiale;
(liturgia Parola con Eucaristia);
Quarto: 10,30; Pieve di
8.30 Madonna delle Rose, 7.00 Cattedrale, San Mamante Pievesestina, Pioppa, 9,30 Valverde Pieve di San Damiano Rivoschio: 15,30;
San Rocco, Sant’Egidio, 7.30 Santuario dell’Addolorata, Borello, San Carlo, 9,45 Cannucceto 11,30; San Romano: 11; Romagnano: 11,15;
cappella del cimitero, Cappuccine, Martorano, San Vittore, Tipano, 10 Villamarina, Villalta Taibo: 10 Pagno: 16 (seconda dom.
Santo Stefano, Case Finali, Calabrina, Villachiaviche Macerone, Capannaguzzo 10,30 Cappuccini, del mese).
Ponte Pietra 8.00 Basilica del Monte, 11.10 Torre del Moro San Giuseppe Montiano Verghereto
9.00 Suffragio, Addolorata San Pietro, San Pio X, 11.15 Madonna delle Rose, 11 San Giacomo, Sala, ore 20 (sabato); 9. ore 16 (sabato), 9,15;
9.30 Osservanza Santa Maria della Sper. Osservanza, Boschetto Montenovo: Balze (chiesa parr): 11,15;
10.00 Cattedrale San Mauro in Valle, Martorano, Diegaro 11,15 Santa Maria Goretti, ore 18 (sabato), 10,30 Montecoronaro: 9,45;
15.00 Cappella del cimitero San Giovanni Bono, 11.30 Cattedrale, Case Finali, Bagnarola Montecoronaro orat. Ville
18.00 Cattedrale, Calisese, Torre del Moro, San Rocco, San Pietro, 17,30 Cappuccini Roncofreddo (al sabato): 18; Alfero: 17
San Domenico, San Paolo, Madonna del Fuoco, Santa Maria della 18 San Giacomo Sorrivoli: 11,15; (sab.); 11,15; Pereto: 10;
San Rocco Macerone, Borello Speranza, San Pio X Civitella di Romagna Diolaguardia: 9; Riofreddo: 10; Corneto: 11
18.30 San Pietro, San Bartolo, 8.30 Cattedrale, San Rocco, 15.00 Cappella cimitero urbano Giaggiolo: 10,15
Sant’Egidio, Cappuccini, Case Finali, Tipano, 17.00 Cappella ospedale Bufalini Civorio: 9
Santa Maria della Sper. Gattolino, 18.00 Cattedrale, Gambettola
Ponte Pietra San Cristoforo, Roversano San Domenico, Osservanza chiesa Sant’Egidio abate:
19.00 Tipano 8.45 San Martino in Fiume 18.30 Convento Cappuccini, 8,30 / 10 / 11,15 / 17. DIOCESI DI CESENA|SARSINA - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1911
20.00 San Pio X, Gattolino, 9.00 San Giuseppe (Cesena San Pietro, Consolata: 19 (sabato);
“Queste cose vi scriviamo, perché la vostra gioia sia piena” (1Gv 1,4)
San Giovanni Bono, corso Comandini), Sant’Egidio, Ponte Pietra 7,30 / 9,30
Torre del Moro, chiesa Benedettine, 19.00 San Bartolo, Villachiaviche Gatteo Direttore editoriale Redazione, Segreteria e Amministrazione
Martorano (ven.) Sant’Egidio, San Bartolo, ore 20 (sabato); Piero Altieri via don Minzoni, 47
47521 Cesena (Fc) tel. 0547 1938590,
20.30 Villachiaviche,
San Mauro in Valle (merc. e ven.)
Santo Stefano,
Ponte Pietra, Comuni del 9 / 11
Sant’Angelo: 18,30
Direttore responsabile
Francesco Zanotti fax 0547 328812,

Sabato e vigilie San Paolo, San Domenico, comprensorio (sabato); 10; Vicedirettore
Ernesto Diaco
www.corrierecesenate.it
Conto corrente postale n. 14191472
Diegaro, Pievesestina, Casa di riposo: 9. E-mail: redazione@corrierecesenate.it
7,30 San Mauro in Valle Bagnile, Capannaguzzo, Bagno di Romagna Istituto don Ghinelli: 18,30 Membro
8,00 San Paolo Santa Maria Nuova, ore 17,30 (sabato); (sabato), 7,30
della Federazione Abbonamenti
8,30 Madonna delle Rose, Italiana annuo ordinario euro 48;
San Bartolo, San Vittore, San Carlo, 11,15 / 17,30 Gatteo Mare: Sabato 16; Settimanali Cattolici
sostenitore 70 euro;
Cappella cimitero urbano Ruffio, Bulgaria San Piero in Bagno: Festivi 8 / 11,15 Associato di amicizia 100 euro;
9.30 Cappella del cimitero, chiesa parrocchiale Longiano all’Unione estero (via aerea) 100 euro.
15.00 cappella cimitero Cesena, Stampa
Formignano Santuario dell’Addolorata, ore 17 (sabato); Sabato:18 Santuario Periodica Italiana Settimanale d’informazione
15.30 Macerone (Lieto Soggiorno) Madonna delle Rose, 8 / 11 / 17. SS. Crocifisso; Testata che percepisce Autorizz. Trib. Forlì n. 409, 20/2/68 -
17.00 Capp. ospedale “Bufalini”, Osservanza, Villachiaviche, Chiesa San Francesco: 18,30 Crocetta; i contributi pubblici all’editoria Iscrizione al Registro nazionale
Case Finali, Montereale, San Tomaso 10 / 15,30 20 Budrio della stampa n. 4.234
Il Corriere Cesenate, tramite la Fisc
Luzzena (1° sabato mese), 9.45 Bulgarnò Ospedale “Angioloni”: Festivi: ore 7,30 Santuario (Federazione Italiana Settimanali Cattolici) Editore e Proprietà (in corso di variazione)
Bora (2° sabato mese) 10.00 Cattedrale, Case Finali, ore 16 (sabato) SS. Crocifisso; ha aderito allo IAP (Istituto Associazione diocesana Corriere Cesenate
17.30 Santuario del Suffragio San Rocco, San Pietro, Selvapiana: 11,15 8 Budrio; 8,30 Longiano- dell’Autodisciplina Pubblicitaria)
Santuario dell’Addolorata. accettando il Codice di Autodisciplina Stampa
San Vittore San Giovanni Bono, (20,30 sabato); Parrocchia; 9,30 Budrio, della Comunicazione Commerciale. Rotopress
18.00 Cattedrale, San Domenico, Santa Maria Acquapartita: 9 Santuario SS. Crocifisso; Giornale locale ROC (Registro via Brecce - 60025 Loreto (Ancona)
Madonna delle Rose, della Speranza, Valgianna: 10 9,45 Balignano; degli operatori di comunicazione) www.rotoin.it
Osservanza, Santo Stefano, Carpineta, Cappuccini, Bertinoro 10 Badia, Montilgallo; Tiratura del numero 1 del’11 gennaio 2018: 7.979 copie
San Paolo, Torre del Moro, San Pio X, San Giorgio, Santa Maria Nuova: 9 11 Budrio, Longiano- Questo numero del giornale è stato chiuso in redazione
San Mauro in Valle, Torre del Moro, Ronta, (19 sabato) Parrocchia, alle 18 di martedì 16 gennaio 2018
San Rocco, Villachiaviche,
Vita della Diocesi Giovedì 18 gennaio 2018 7

◆ Venerdì 19 gennaio alle 20,45, a San Rocco di Cesena, incontro ecumenico In breve
Convegni
Settimana di preghiera Maria Cristina di Savoia
Nuovo appuntamento dei Convegni Maria
Cristina di Savoia. Lunedì 22 gennaio alle

per l’unità dei cristiani 16 l’ingegner Fernando Lanzi tratterà il


tema “I giovani e l’arte”. L’incontro, aperto
a tutti, si svolgerà presso la sala “E.
Cacciaguerra” della banca Credito
Cooperativo Romagnolo in viale Bovio 72,
a Cesena.

L
a Settimana di preghiera per l’unità dei Vi parteciperanno il ve-
cristiani, con tema “Potente è la tua scovo Douglas Regattieri, Angelina Pirini
mano, Signore” (Es 15,16) si svolge dal il pastore della Chiesa cri-
17 al 25 gennaio. stiana avventista del 7° giorno Giuseppe Cu- brazione della divina liturgia nella festa
Giornata parrocchiale
Ricco, come ogni anno, è il calendario degli pertino, il parroco della Chiesa Rumena unita di San Timoteo, patrono della Chiesa Or- a Sala di Cesenatico
appuntamenti proposti dalla Chiesa cattoli- con Roma Greco Cattolica di Cesena, David todossa di Cesena (chiesa Istituto Luga-
ca (Diocesi di Cesena-Sarsina), dalla Chiesa Mihai e Silviu Sas, parroco della parrocchia or- resi di Cesena). Alle 15: celebrazione del- Domenica 28
cristiana Avventista del 7° giorno, la chiesa todossa rumena in Cesena. la divina liturgia della Chiesa Greco Cat- gennaio, a Sala
rumena unica con Roma (greco-cattolica) e la Di seguito gli altri appuntamenti che com- tolica Romena parrocchia “La Fonte Vivi- di Cesenatico, si
parrocchia Ortodossa rumena “San apostolo pongono la Settimana di preghiera per l’unità ficante”, presso Santa Maria Nascente di terrà la Giornata
Timoteo” (Cesena). In particolare, si terrà ve- dei cristiani: sabato 20 gennaio alle 11, servizio Boccaquattro (Cesena). Alle 18 ci sarò la parrocchiale di
nerdì 19 gennaio alle 20,45, nella chiesa par- di culto nella chiesa cristiana avventista (via festa di San Mauro, liturgia eucaristica Angelina, la
rocchiale di San Rocco di Cesena (via C. Fa- C.E. Gadda, 300, Cesena, zona Case Finali). cattolica nella chiesa Cattedrale di Cese- Serva di Dio
rini, 248) l’incontro ecumenico di preghiera. Domenica 21 gennaio alle 10 si terrà la cele- na. originaria di
Sala, dove è
nata nel 1922 e
morta nel 1940.
Al mattino,
Tre incontri serali per tre giovedì, in Seminario a Cesena Messe alle 8,30 e
11; alle 15,
catechesi presso la Casa della Serva di Dio,
tenuta dal parroco don Luca. Alle 17, in

“Relazioni pericolose” chiesa, preghiera del Vespro.

Percorso formativo Percorso di formazione


Per te che vuoi
per catechisti Sarà declinato il tema“Da adulti, con gli adulti,
partire...

N
ell’attuale anno pastorale il tema na
che il vescovo ha proposto nella sua
Lettera è quello dell’affettività,
per gli adulti”in tre ambiti: nella Bibbia U
opportunità
(giovedì 18 gennaio con il biblista padre Mirko
ambito attorno al quale l’Ufficio per
catechistico diocesano sta indirizzando gli Montaguti dei frati minori conventuali di conoscere e
appuntamenti formativi. Longiano), nella vita quotidiana (giovedì 1 febbraio con le catechiste Maria Grazia Rodella e capire il
Insieme alla fragilità, essa costituisce una MariaTeresa Martinelli) e nell’esperienza pastorale e catechistica (giovedì 8 febbraio con il mondo. Un
delle dimensioni più suggestive e catechista Piero Ganzarolli) viaggio...
importanti della vita umana. Recuperando alla scoperta
questo ambito sottolineato nel convegno L’affettività richiama il grande tema delle rivedere gli amici: per prendersi cura delle di possibili e
ecclesiale di Verona, “intendiamo porci - relazioni. Dove c’è l’essere umano bisogna proprie relazioni”. nuovi
dicono dall’Ufficio catechistico - in affrontare, lo si voglia o no, il tema della In quest’ottica si pone il Percorso orizzonti.
continuità con gli orientamenti pastorali relazione, sempre più necessaria nel formativo per catechisti, educatori e Il Centro
‘Comunicare il vangelo in un mondo che pensiero e nella vita come categoria che operatori pastorali che attraverso tre diocesano di
cambia’ per mostrare il volto materno interpella e rimette in discussione. incontri cercherà di analizzare e animazione missionaria e AnimAfrica
della Chiesa, accompagnando la vita delle In sintesi si può dire che la persona approfondire questo tema complesso e propongono un percorso di formazione
persone con una proposta che sappia umana, secondo l’antropologia cristiana, vasto. Il titolo è: “Relazioni pericolose!?! Da missionaria.
presentare e motivare la bellezza si esprime nelle sue relazioni a un triplice adulti, con gli adulti, per gli adulti: Le quattro tappe del percorso si terranno al
dell’insegnamento evangelico sull’amore, livello: con se stessa (interiorità), con gli - nella Bibbia (giovedì 18 gennaio incontro Cantiere 411 in via Mami 411, a Cesena (casa
reagendo al diffuso ‘analfabetismo altri (reciprocità o alterità) e con Dio con padre Mirko Montaguti ofm); suore francescane della Sacra Famiglia), dalle
affettivo’ con percorsi formativi adeguati e (trascendenza). - nella vita quotidiana (giovedì 1 febbraio 15 alle 18.
una vita familiare ed ecclesiale fondata su “La casa di Betania - concludono i con le catechiste Maria Grazia Rodella e Il primo appuntamento è per domenica 28
relazioni profonde e curate”. responsabili dell’Ucd - ci pare possa Maria Teresa Martinelli); gennaio con l’incontro dal titolo “Come gira il
“Siamo anche convinti - proseguono - che costituire un interessante riferimento - nell’esperienza pastorale e catechistica mondo”.
quest’ambito di vita ci permetta di biblico che illumina le relazioni. Essa, (giovedì 8 febbraio con il catechista Piero Per info e iscrizioni: Milù 340 8030345,
inserirci a pieno titolo negli attuali infatti, è la casa degli affetti e dell’amicizia, Ganzarolli). Francesca 328 4182363, pagina Fb Ora è
Orientamenti pastorali del decennio 2010- anche se in essa non mancano tensioni e Gli incontri si svolgono in Seminario, a tempo di missione Diocesi Cesena-Sarsina.
2020: “Educare alla vita buona del difficoltà. Gesù, a Betania, va per riposarsi Case Finali di Cesena (via del Seminario,
Vangelo”. dalle fatiche apostoliche, per stare bene e 85) con inizio alle 20,45.

Scuola ono aperte le iscrizioni alla Scuola di


Sorganizzata
Dottrina Sociale della Chiesa
occasione della recente visita a Cesena a
prepararsi adeguatamente e a impegnarsi
telefonico all’indirizzo:
pastoralesociale@cesena-
dalla Commissione diocesana in campo politico, viene proposta questa sarsina.chiesacattolica.it oppure tramite
di Dottrina “Gaudium et Spes”.
La Commissione dell’Ufficio diocesano di
scuola a durata biennale di
approfondimento del Magistero sociale.
Sms al numero 338 4649668.
È prevista una quota di iscrizione annuale
sociale Pastorale Sociale ha fra i suoi compiti
quello di promuovere una riflessione sui
Le lezioni si svolgeranno presso il
Seminario diocesano, a Cesena, a partire
di 50 euro da versare tramite bonifico
all’IBAN IT03C0200823907000004512488
problemi socio-politici della nostra società da martedì 13 febbraio, dalle 20,30 alle (diocesi Cesena-Sarsina) specificando nella
della e suscitare iniziative di formazione alla 22,30. Al termine del biennio verrà causale “nome e cognome - Scuola di
Dottrina Sociale della Chiesa. rilasciato un attestato di partecipazione. dottrina sociale” oppure da consegnare
Chiesa A tale scopo, raccogliendo così anche
l’invito rivolto da papa Francesco in
Le iscrizioni potranno avvenire inviando
nome, cognome, indirizzo email e recapito
alla segreteria generale della Curia (Anna
Fantini) in via don Minzoni 47 a Cesena.
8 Giovedì 18 gennaio 2018 Speciale Visita pastorale
ZONA PASTORALE CENTRO URBANO - 4ª Unità pastorale n. 4 (San Paolo, San Rocco, Santa Maria della Speranza)

Parrocchia di SAN ROCCO


Riprende la Visita del vescovo Douglas
opo la pausa natalizia, riprende la Da domenica 21 a domenica 28 gennaio
D visita del vescovo Douglas nella zo-
na pastorale urbana. Dal 21 al 28
gennaio il presule di Cesena-Sarsina salu-
terà la comunità parrocchiale di San Roc-
monsignor Regattieri sarà in Visita pastorale
nella parrocchia di San Rocco di Cesena.
Dal 2008 il parroco è don Paolo Pasolini
co.
Si tratta di una parrocchia antica. Nel 2015
sono stati celebrati i 400 anni di fondazio-
ne. Nacque come parrocchia di San Mi-
chele in Suburbis con l’intento, si legge
nel volume “La parrocchia di San Rocco”
scritto dal professor Otello Amaducci (edi-
to da Il Ponte Vecchio), “di dare conforto
religioso a quella parte della città che era
cresciuta a ridosso della Porta di San Mar-
tino, al di fuori delle mura urbane”, in
quella fetta del ‘Borghetto’ confinante con
San Domenico, oltre il fiume Savio.
La chiesa venne
costruita prima,
intorno al 1433,
nei pressi del
fiume Savio, nel
luogo dove ave-
va soggiornato
San Rocco, pro-
tettore degli
ammalati e dei
bisognosi con la
fama di guarito-
re diffusasi du-
FACCIATA DELLA CHIESA DI SAN ROCCO DI CESENA (VIA L.C. FARINI, 248,
rante le epide-
mie di peste che
CESENA). A SINISTRA, IL PARROCO DON PAOLO PASOLINI CALENDARIO VISITA PASTORALE
colpirono an-
che Cesena. At-
torno alla chie-
continua don Paolo,
“sono presenti un
Tra i gruppi più attivi anche la San Vin-
cenzo de’ Paoli che, dice don Paolo, “svol-
SAN ROCCO DI CESENA
sa sorse anche il supermercato, tre ge un servizio molto efficiente. I volontari da domenica 21
convento di San bar pasticcerie, due si prodigano a favore delle persone in dif- a domenica 28 gennaio
Rocco dei frati tabacchi, una pale- ficoltà, verificano i reali bisogni di queste,
del Terzo Ordine francescano. Dopo la stra, quattro banche e una serie di altre picco- monitorando il territorio. C’è anche una Domenica 21 gennaio
soppressione napoleonica e l’espropria- le attività commerciali come parrucchieri e parte relativa alla distribuzione di generi • ore 11 Inizio Visita pastorale. Accoglienza del
zione del convento, dal 1800 la parrocchia piccoli artigiani. Ancora, due scuole materne, alimentari e vestiario, ma rappresenta la gruppo scout Cesena IV e dei bambini
“occupò gli spazi più ampi del convento e una comunale e l’altra privata (Le Favole), parte minore. Soprattutto si cerca di capi- del catechismo. Messa del vescovo.
potè disporre di una chiesa più bella e una scuola elementare statale, la “Dante Ali- re e di affrontare i bisogni delle famiglie in Segue pranzo in teatro
funzionale, ereditando dai francescani an- ghieri”. In via Ancona si trova la Casa protetta difficoltà, per esempio aiutando a inserire
che le devozioni e le tradizioni come la fe- “Roverella” e, nei pressi, altre strutture di ac- chi non ha un’occupazione in contesti la- Mercoledì 24 gennaio
sta di Santa Margherita”. La festa dedicata coglienza di persone in difficoltà, anziani e vorativi”. • ore 20,30 in chiesa, Rosario per i malati
alla Santa della Penitenza viene celebrata immigrati. Ancora attiva è la comunità Shalom. “Na- • ore 21 incontro dei gruppi sposi (adulti e gio-
ancor oggi la seconda domenica di Quare- In parrocchia don Paolo Pasolini è aiutato da ta a cavallo degli anni 60/70 con don vani)
sima. Era la festa di primavera della città, alcuni Ministri straordinari dell’Eucarestia. Giancarlo Sacchetti – racconta don Pasoli- Giovedì 25 gennaio
mentre oggi ha un po’ perso l’appeal di un “Attualmente sono 10 – spiega il parroco – ma ni – il gruppo si incontra compiendo un • ore 9 visita ad alcune famiglie (San Vin-
tempo anche se nel territorio parrocchiale spero che il numero cresca ancora. Compio- percorso biblico sulle Sacre Scritture”. cenzo)
è ancora sentita. no un prezioso servizio di aiuto alle persone Tra le realtà parrocchiali più vive vi è
• ore 10 Messa al Roverella con anziani e ma-
Nel settembre 1944 la chiesa e il convento sole o ammalate. Attualmente ne seguono quella dei Figli di Abramo. Guidato da
lati (e visita a casa anziani di via La-
vennero distrutti dai bombardamenti. Re- una cinquantina. Mi tengono aggiornato sul- Paola Moretti, “uno dei miei tanti cappel-
stò in piedi solo il campanile, oggi visibile le loro condizioni. Mi piacerebbe si creasse lani”, scherza don Paolo, il gruppo “riuni- mone)
in un piccolo parco a ridosso di via Saffi e una rete di persone che si prenda cura degli sce i figli delle famiglie seguite dalla San • ore 14,30 incontro con le classi medie del cate-
della rotonda del Ponte Vecchio. Si fece ca- altri”. Vincenzo. Viene portato avanti un percor- chismo
rico della nuova costruzione della chiesa, In parrocchia è presente un folto gruppo di so educativo, una sorta di oratorio che si • ore 15,30 incontro con l’associazione “San Vin-
nell’attuale via Farini, quartiere Oltresavio, scout, il Cesena 4°, che vanta una lunga tradi- tiene il sabato pomeriggio. Il nome deriva cenzo”
nell’area detta ‘Campino’, don Primo zione con oltre cinquant’anni di vita, compo- proprio dal fatto che riunisce i praticanti • ore 21 incontro Consiglio pastorale parroc-
Ricci. Per don Primo il problema principa- sto da tutte le branche dell’Agesci e della co- di diverse religioni. Recentemente hanno chiale e Consiglio per gli affari econo-
le fu quello del reperimento dei fondi ne- munità dei capi. tutti contribuito alla realizzazione di un mici
cessari per la costruzione. Mise in piedi un Bambini e ragazzi frequentano il catechismo presepe”.
commercio di legname che dal Friuli giun- dalla seconda elementare alla terza media. In via Mami, nel territorio della parroc- Venerdì 26 gennaio
se a Cesena. La festa di dedicazione della Ma anche dopo aver ricevuto la Cresima mol- chia di San Rocco, c’è la casa generalizia • mattino visita alla scuola elementare “Oltresa-
chiesa a San Michele Arcangelo si tenne il ti di loro rimangono in parrocchia. “Questa delle suore francescane della Sacra Fami- vio” e alle materne
26 settembre 1954. continuità è data anche dall’importanza che glia con le quali c’è una preziosa collabo- • ore 16 Adorazione eucaristica
“Allora quell’area era tutta campagna – attribuiamo all’oratorio estivo, nei mesi di razione: sono loro che spesso guidano in- • ore 17 incontro con i ministri straordinari
spiega il parroco don Paolo Pasolini che giugno e luglio. Si tratta di un mese intenso di contri di formazione in parrocchia. della Comunione
presta servizio a San Rocco dal 2008 -. Una attività, uscite, una tre giorni alle Balze. Ab- Il patrono della parrocchia è San Michele • ore 19 incontro con i giovani delle superiori
volta il territorio parrocchiale era la prima biamo cercato di non dargli le sembianze di arcangelo e viene festeggiato il 29 settem- (e cena)
periferia della città. Oggi è una zona resi- un ‘parcheggio’ estivo per i figli, offrendo ai bre. Tra le opere parrocchiali oltre alla • ore 20,30 incontro con la Comunità dei capi
denziale inserita nel contesto cittadino a ragazzi una proposta chiara. Cerchiamo di chiesa, un teatro, spazi con cucina per scout
tutti gli effetti”. L’urbanizzazione si è avuta provocarli in modo da renderli consapevoli pranzi e cene comunitarie, la canonica • ore 21 incontro con la Comunità Shalom
dagli anni ’60 in poi. Negli anni ’70 il terri- della loro fede, mantenendo un ambiente vi- con aule per il catechismo. Il coro parroc-
torio parrocchiale contava 5.700 abitanti, vo, stimolante, interessante”. chiale anima la Messa di comunità delle Sabato 27 gennaio
oggi poco meno di 5mila. “Ci troviamo al- Anche gli adulti si ritrovano. Due i gruppi fa- 10, mentre gli Scout quella delle 11,30. • ore 9 visita nelle case dei malati
l’interno di un contesto popolare, di miglie che si incontrano mensilmente affron- È ancora attivo il bollettino parrocchiale • ore 14,30 incontro con le classi elementari del
un’area densamente popolata e residen- tando i temi contenuti nella lettera pastorale “Oltresavio”, storico organo di informa- catechismo
ziale. Con una popolazione che si sta in- del vescovo Douglas: uno è formato da cop- zione della parrocchia di San Rocco. Il pri- • ore 15,30 incontro con i “Figli di Abramo”
vecchiando sempre più. Molti sono gli an- pie fino al 25esimo anno di matrimonio, l’al- mo numero uscì il 6 marzo 1954 per vo- • ore 16,30 incontrro con i catechisti
ziani soli, i single o i nuclei familiari for- tro da coppie con più di 25 anni di nozze. lontà di don Primo Ricci. • ore 18 Messa del vescovo presso la casa delle
mati da due persone. Sono 1.900 i nuclei suore della Sacra Famiglia, in via
familiari. 95 le famiglie extracomunitarie Mami (sospesa in parrocchia)
con nuclei più numerosi rispetto alle ita- Prossime tappe della Visita pastorale del vescovo Douglas:
liane. Sono presenti un centinaio di ba- - A Santa Maria della Speranza, dal 28 gennaio al 4 febbraio Domenica 28 gennaio
danti che si occupano degli anziani soli”. • ore 10 Messa presieduta dal vescovo, ani-
Per il suo stampo di area prevalentemente - All’Osservanza, dal 4 all’11 febbraio
mata dalla corale parrocchiale
residenziale la zona di San Rocco, che ve- - A San Giovanni Bono, dall’11 al 18 febbraio
• ore 11 Momento comunitario e conclusione
de il suo cuore nel ‘Campino’, nei pressi - A Madonna delle Rose, dal 25 febbraio al 4 marzo della Visita pastorale
della chiesa, caratterizzata da un dedalo di - A San Bartolo, dal 4 all’11 marzo • ore 11,30 Messa presieduta dal vescovo, ani-
vie e da una morfologia che la colloca sot-
- A San Domenico, dall’11 al 18 marzo mata dai gruppi scout
to il livello del Savio, non vede la presenza
di imprese. Nel territorio parrocchiale, - Parrocchia della Cattedrale, dal 18 al 25 marzo
Speciale Giovedì 18 gennaio 2018 9

IL CALOROSO ABBRACCIO A DON GIORGIO BISSONI, PER TANTI ANNI VENERDÌ 5 GENNAIO, A CARUPANO, NELLA MISSIONE DIO-
MISSIONARIO IN AMERICA LATINA CESANA, L’INAUGURAZIONE DELLA CASA DELLA CARITÀ
“SANTA ANA”, UNA STRUTTURA DI ACCOGLIENZA (CON PRE-
SIDIO MEDICO) PER BIMBI SOLI E POVERI. NELLA FOTO,
DON GIORGIO BISSONI INSIEME AL VESCOVO DOUGLAS

CON IL VESCOVO DOUGLAS E UNA PARROCCHIANA, IL SACERDOTE


FIDEI DONUM DON DERNO GIORGETTI (ACCANTO AL VESCOVO), DON
WALTER AMADUCCI, VICARIO EPISCOPALE PER LA PASTORALE, VALE-
RIO NAVARRA E ROBERTO MAZZOTTI ENTRAMBI DELLA PARROCCHIA
DI SANTA MARIA GORETTI

Un ’estratto’ del diario di viaggio che il vescovo Douglas ha compiuto dal 2 al 14 gennaio nel Paese sudamericano
Tanti giorni sono stati trascorsi nella missione diocesana di Carupano, dove vive il ‘nostro’ don Derno Giorgetti

In Venezuela
el lungo viaggio/visita pa-

D
chilometri da Est a Ovest e 8
storale del vescovo Dou- chilometri da Nord a Sud e con
glas in Venezuela svoltosi un’altezza dal mare che va dagli
dal 2 al 14 gennaio abbiamo da- 800 ai 1.100 metri. Davanti a noi,
to conto sul sito www.corrierece- dopo la città c’è una catena
senate.it con 11 puntate pubbli- montuosa che arriva a 2.100
cate grazie agli scritti inviatici metri di altezza per poi scendere
da don Sauro Bagnoli e da Ro- sull’Atlantico.
berto Mazzotti. Con loro nel Le temperature non scendono
viaggio c’erano anche don Wal- mai sotto i 15 gradi e le massime
ter Amaducci, don Giorgio Bis- si aggirano sui 28/29, un micro-
soni (rimasto assieme al sacer- clima eccellente.
dote fidei donum don Derno Politicamente Annibale definisce
nella missione diocesana di Pla- il governo “delinquente”, un
ya Grande) e Valerio Navarra. burattino ignorante e arrogante
In questa pagina diamo spazio manipolato dai cubani e sfruttato
ad alcuni brani di un lungo rac- dai cinesi.
conto relativo alla visita a Cara- Hanno eliminato ogni
cas, capitale del Venezuela, pri- opposizione utilizzando tutti i
ma della partenza per il ritorno mezzi utili all’obiettivo. Pertanto
in Italia. Dalla narrazione IL 6 GENNAIO, IN CATTEDRALE A CARUPANO, esercito, polizia, sistema
emergono le difficoltà che lo IL VESCOVO DOUGLAS HA ORDINATO
TRE NUOVI SACERDOTI giudiziario è tutto in filiera.
Stato sudamericano sta attra- Con la lunga e decisa campagna
versando, con in evidenza i bar- contro il padrone capitalista

Paese dalle tante contraddizioni


rio in cui vivono milioni di per- hanno ucciso la classe media
sone in una condizione di vita tramite l’impossibilità di
inqualificabile, come si trova mantenere in vita le loro attività
scritto poco sotto. economiche. A conferma di
questo, Pino nel viaggio ci
A Caracas rimaniamo Hanno composto il gruppo il vicario per la pastorale don Walter Amaducci, don Sauro racconta che erano attive altre
impressionati dal primo grande 300 aziende calzaturiere
“cerro” (massa di Bagnoli, Roberto Mazzotti e Valerio Navarra, della parrocchia di Santa Maria Goretti di nell’hinterland di Caracas, oggi
alloggi/baracche “ranchos”
costruite su dirupi/colline)
Cesenatico. Completava la ’squadra’ don Giorgio Bissoni, per 51 anni missionario fidei ritiene 30.
che non ce ne siano più di

denominato “petare”. Siamo nei donum in America Latina, che è rimasto in Venezuela Il pueblo è utile al voto. È
quartieri satelliti della capitale. sottomesso tramite i “claps” e
Penso sia inimmaginabile e altre sussistenze.
inqualificabile la vita in questi ranchos correttamente italiano e viene spesso in “claps” (pacchi con viveri e beni di prima A conferma di quanto diceva Marius, ci
costruiti uno sopra l’altro, senza verde, con Europa: in agosto è stato a Cesena e ha poi necessità). Tutto ciò avviene saltuariamente confermano che lo Stato di Sucre è fra i più
igiene precario... tenuto un intervento al Meeting di Rimini. nelle città poco popolate e lontane da poveri del Venezuela, mentre
Nei vari quartieri “cerro” o “barrio” Marius ha creato la onlus “Associatión civil Caracas. Lo Stato di Sucre certamente è uno paesaggisticamente è uno dei più belli.
dovrebbero viverci almeno 2,5 milioni di Trabajo y Persona” con l’obiettivo di Stato che ben poco riceve e in questo caso i Al di là del petrolio, il Venezuela produce il
persone. formare professionalmente giovani nelle poveri sono in situazione più precaria che migliore cacao del mondo, tanto caffè e
Come prima tappa ci fermiamo nel aree popolari e rurali. Tramite questa Onlus non a Caracas. Questo spiega le proteste che potrebbe puntare sul turismo valorizzando
quartiere El Marches, per consegnare dei canalizza fondi europei presentando in questa settimana sono avvenute in Sucre le coste, il paesaggio interno unito a
viveri alla sorella del giovane progetti dedicati in funzione delle e gli assalti ai camion. cioccolato e caffè. A oggi tutto questo è
neocatecumenale che guida la nostra auto. opportunità deliberate a Bruxelles. Più tardi ci raggiungono due vicini di casa: il semplicemente impossibile.
Un quartiere di standing elevato, ma La chiacchierata con Marius ci consente di signor Annibale Deao, di origini libanesi, Si può pensare a un cambiamento solo con
blindato. Sopra alle alte ringhiere di mettere a fuoco una semplice e triste realtà. figlio di un diplomatico e la moglie. Una una presa di coscienza popolare e/o con il
delimitazione dei palazzi ci sono 5 file di Caracas è il luogo dove si vive meglio in coppia che sta molto bene, con diverse default finanziario all’Argentina,
cavi con la corrente elettrica e nonostante Venezuela - nel contesto dato - perché è una proprietà. Annibale è pilota di arei ed sostengono i nostri interlocutori.
questo hanno poi le inferriate agli infissi. megalopoli e da sola può essere elicotteri, di cui qualcuno di proprietà. Annibale conferma che la Conferenza
Facciamo la conoscenza anche di Alejandro determinante per far mantenere il potere. Annibale ci ha raggiunto mentre facevamo episcopale ha più volte preso le distanze da
Marius, un ingegnere di 47 anni con sangue Pertanto la corrente elettrica nei cerros è delle foto e abbiamo fatto una lunga questo governo e, ad oggi, è l’unica voce
friulano (il nonno), sposato, 4 figlie, parla gratuita, l’acqua pure e vengono garantiti i chiacchierata. La metropoli si sviluppa su 15 autorevole fuori dal coro.

L’11 GENNAIO L’INCONTRO CON DON NELLA FOTO, DA SINISTRA, IL VESCOVO


MARCELLO (A DESTRA, NELLA FOTO CON DI CARUPANO MONSIGNOR JAIME VIL-
DON GIORGIO), SACERDOTE ORIGINARIO LARROEL RODRIGUEZ, IL NUNZIO APO-
DI FORLÌ, COLLABORAORE DELLA PRIMA STOLICO IN VENEZUELA MONSIGNOR
ORA DEI NOSTRI MISSIONARI DON GIOR- ALDO GIORDANO, IL NOSTRO VESCOVO
GIO E DON DERNO. DOUGLAS E DON WALTER AMADUCCI
È LUI CHE HA COSTRUITO L'ATTUALE
CHIESA DI PLAYA GRANDE E HA RICO-
PERTO VARI UFFICI DI RESPONSABILITÀ
NELLA DIOCESI DI CARUPANO

IL 10 GENNAIO DON DERNO GIORGETTI


HA FESTEGGIATO IL COMPLEANNO

DOMENICA 7 GENNAIO NELLA CHIESA DI SAN RAFAEL IL VESCOVO DOUGLAS


HA AMMINISTRATO IL SACRAMENTO DELLA CRESIMA A 14 RAGAZZI E A UNA
DECINA DI ADULTI
10 Giovedì 18 gennaio 2018 Cesena

Sono 50mila le tonnellate di rifiuto indifferenziato che dal 2009 ad oggi non sono state inviate allo smaltimento. Ogni anno i risparmi
derivanti dai mancati smaltimenti sono stati reinvestiti in nuovi progetti

Rifiuti e raccolta differenziata


Dati da non ‘buttare’
Quello dei rifiuti è un servizio che è cambiato
D
al tirare il sacco nel cassonetto
al tirare le somme: è tempo di molto negli ultimi anni a Cesena, con
bilanci sulla gestione dei rifiuti,
in vista del bando di gara europeo per
l’estensione della raccolta “porta a porta” in
individuare il gestore che prenderà, tutto il territorio comunale e nei centri
forse, il posto di Hera. limitrofi, ma che ha visto anche lievitare
Quello dei rifiuti è un servizio che è continuamente il costo a carico di famiglie e
cambiato molto negli ultimi anni a
Cesena, con l’estensione della imprese
raccolta “porta a porta” in tutto il territorio comunale e
nei centri limitrofi, ma che ha visto anche lievitare Paolo Lucchi - con un beneficio non solo locale, ma La mano dura contro gli incivili del cassonetto è
continuamente il costo a carico di famiglie e imprese. dell’intera collettività. Ogni anno i risparmi derivanti dai compensata dalla mano tesa verso i cittadini dubbiosi.
L’ultimo aumento, in ordine di tempo, risale al marzo mancati smaltimenti sono stati reinvestiti in nuovi Hera mette a disposizione di tutti gli utenti una App per il
scorso con un incremento della Tari di due punti e mezzo progetti. Per quanto riguarda il 2017, i dati di raccolta cellulare (il Rifiutologo) pensata proprio per fugare i
percentuali per le famiglie, giustificato dalla necessità di differenziata sono ancora in elaborazione, ma le prime dubbi su dove si debbano buttare certe cose o sui giorni
coprire i costi per l’anno 2017, stimati in 16 milioni e stime vedono un ulteriore aumento del 3 per cento circa”. di esposizione dei bidoncini. Per i meno tecnologici sono
241mila euro. Peggio è andata alle utenze non Nel corso dell’anno si perfezionerà la raccolta porta a comunque disponibili schede e poster cartacei.
domestiche che hanno subito aumenti, a seconda delle porta nel Centro urbano, avviata a fine 2017, creando le Non è detto comunque che il futuro resta in mano al
categorie, tra il 5,4 e il 6,4 per cento. basi per l’applicazione del sistema di tariffazione gruppo Hera. Dopo sei anni di affidamento del servizio in
Eppure, i dati sulla raccolta differenziata sono puntuale (pagare sulla base di quanto effettivamente regime di proroga (l’affidamento alla multi-utility è
incoraggianti: dal 41,7 per cento del 2011 (quando la prodotto e non riciclato), che la Regione vuole applicare scaduto nel 2011), a breve il bando di gara europeo
raccolta porta a porta cominciò in via sperimentale in tutti i Comuni entro il 2020. individuerà un nuovo gestore per i prossimi 15 anni in
all’Oltre Savio) si è passati al 60,38 per cento del 2016, con Il traguardo del 70 per cento di differenziata, fissato dalla gran parte della Romagna. Mentre la società è stata
una riduzione dei rifiuti indifferenziati da quasi 40mila legge, è ancora lontano ma i risultati raggiunti non sono scossa dall’arresto di due suoi funzionari nel ravennate,
tonnellate annue alle 27mila attuali. proprio da buttare via. E i trasgressori non hanno vita accusati di aver preso denaro da ditte appaltatrici. In
“Si possono stimare in 50mila le tonnellate di rifiuto facile: lo scorso anno la polizia municipale, grazie anche questa vicenda Hera si è costituita come persona offesa
indifferenziato che dal 2009 a oggi non sono state inviate a telecamere nascoste vicino ai cassonetti, ha staccato nell’ambito del procedimento.
allo smaltimento - ha commentato il sindaco di Cesena 156 verbali per 20mila euro di multe complessive. MiB

che noi trattiamo un prodotto che finisce sulle


Al via i lavori
Avanguardia e produttività tavole.
La nuova linea, dove si lavorano diverse tipologie
di carne di pollo proveniente dalla macellazione, ■ Condotta
Nuovo stabilimento ha comportato un investimento di 45 milioni di
euro “ma, per stare a passo coi tempi, non
investiamo meno di 50 milioni ogni anno”, dicono
insieme i figli di Francesco Amadori, Flavio e
fognaria
Collegherà
per l’azienda Amadori Denis.
A Cesena, la cittadella di Amadori è una sorta di
quartier generale, con 250 mila metri quadri,
quattro linee produttive, la sede direzionale, gli
uffici amministrativi, la ricerca e sviluppo, il
Pievesestina
al depuratore centrale
Sono iniziati lunedì 15 gennaio in via
La nuova linea è stata inaugurata a San Vittore. Si lavorano diverse controllo di qualità, l’80 per cento di energia Calcinaro i lavori per lo scavo e la posa
autoprodotta provieniente da fonti rinnovabili, di una condotta fognaria a gravità, che
tipologie di carni di pollo proveniente dalla macellazione. una centrale termica, un biodigestore anaerobico andrà poi a collegarsi con l’impianto di
Ha comportato un investimento di 45 milioni di euro e un nuovo depuratore che partirà a marzo in depurazione di Martorano.
grado di servire 140 mila persone. Un vero e Contestualmente si provvederà anche a
proprio “polo produttivo” che anche dalle bonificare alcuni tratti di acquedotto
università vengono a visitare come “case history”, con relativi allacci ai fabbricati
sottolinea Francesca Amadori, figlia di Flavio. esistenti.
“Oggi il consumatore cerca la carne con un plus - L’intervento, che - meteo permettendo -
aggiunge Francesca Amadori -. Vuole che sia dovrebbe concludersi a fine aprile, è
antibiotic free e guarda con favore al benessere affidato alla ditta Cbr e interesserà un
degli animali”. L’azienda cesenate con il pollo tratto di strada lungo circa 1200 metri,
campese, allevato a terra, sembra aver imboccato dall’incrocio con via Cerchia di
la strada giusta. “In provincia di Foggia - dice Martorano fino a oltrepassare incrocio
Denis Amadori - abbiamo 100 allevamenti di con via Boscone.
campese che hanno fornito a numerosi “La realizzazione della condotta
agricoltori l’opportunità di rimanere a lavorare in fognaria in via Calcinaro - ricordano il
campagna. Sono tutti allevamenti sindaco Paolo Lucchi e l’assessore ai
tecnologicamente avanzati e nei prossimi cinque Lavori pubblici Maura Miserocchi -
anni arriveranno a 150. Il settore del campese è rappresenta un ulteriore passo avanti
l’unico che cresce a doppia cifra, anche se per nella concretizzazione del più ampio
rappresenta solo il 10 per cento del nostro progetto avviato nel dicembre 2016 da

S
ono sempre grandi numeri quelli in grado di snocciolare all’azienda fatturato”. Hera per collegare Pievesestina al
alimentare Amadori. Il fatturato 2017 sarà sopra il miliardo e 200 milioni di Sono da poco sul mercato anche alcune zuppe depuratore centrale di Cesena. Un’opera
euro, con un margine operativo lordo oltre i 100 milioni, più 20 per cento con marchio Amadori. “Si tratta di prodotti nuovi rilevante da un punto di vista
rispetto al 2016. Sono oltre 7.600 i dipendenti, con 80 nazionalità rappresentate. fatti con vegetali e carni bianche, in linea con i economico (l’importo complessivo
La quota di mercato è del 30 per cento delle carni avicole. Solo a Cesena, dove desideri dei clienti di oggi, sempre più esigenti”, ammonta a 8 milioni di euro, finanziati
l’azienda è nata e si è sviluppata, la Amadori occupa 2.981 dipendenti, cresciuti di viene ribadito durante la conferenza stampa. in gran parte da Romagna Acque), ma
267 unità rispetto all’anno precedente. E poi ancora sei incubatoi, cinque Prodotti che, come tutti gli altri, partono ogni soprattutto sotto l’aspetto del
mangimifici, sei stabilimenti di trasformazione, 19 filiali in Italia, tre piattaforme giorno dai vari stabilimenti e in 24 ore arrivano risanamento ambientale: infatti, con il
logistiche, 800 allevamenti, 22 mila clienti serviti tre volte a settimana con 500 nei punti vendita. nuovo collettore che si sta costruendo,
prodotti e 1.500 referenze diverse. Flavio commenta anche Fico Eataly World, il più tutti i reflui di questa parte del
E non è finita qui, perché l’incontro di martedì mattina con la stampa locale ha grande parco agroalimentare del mondo territorio convergeranno finalmente
offerto l’occasione per fare visitare il nuovo impianto di taglio, un vero e proprio inaugurato a Bologna il 15 novembre 2017: “È una verso l’impianto di via Calcinaro,
stabilimento di 14 mila metri quadrati su due piani, in cui si possono lavorare 25 bella vetrina. Bisogna pedalare e creare eventi”. determinando la dismissione del vecchio
tonnellate di carne all’ora. Un vero e proprio gioiello industriale dal punto di vista Interviene anche la figlia Francesca che aggiunge: depuratore della frazione. Senza
della salute di chi vi opera (420 persone) per le condizioni climatiche, per “Fico è da riempire di contenuti e di dimenticare che il progetto comprende
l’ergonomicità degli impianti, la silenziosità, l’igiene, la pulizia, l’ampiezza degli intrattenimenti. Per noi vale come esperimento anche due nuove dorsali, una di
spazi e dei servizi. Un impianto all’avanguardia, dove si può operare anche con per lo street food”. E poi chiosa con ammirazione acquedotto e una di gas, a servizio della
tre turni da sei ore e mezzo ciascuno, inaugurato il 4 settembre scorso e realizzato sul conto del nonno Francesco, fondatore zona industriale di Pievesestina”.
grazie alla collaborazione dell’Unità Epm (Ergonomia e postura del movimento) dell’azienda assieme al fratello Arnaldo e ora Rientrano nell’ambito dello stesso
del Politecnico di Milano. fresco autore del volume autobiografico “Parole di progetto anche i lavori attualmente in
“Nella pausa notturna, visto che ora stiamo lavorando su due turni - dice Fabio Francesco Amadori” stampato in 1.200 copie già corso a Pievesestina per la posa delle 2
Simoncini che con Francesca Amadori, responsabile della comunicazione, e il andate a ruba: “Il nonno non ha passato la vita sui condotte che serviranno a potenziare le
direttore operations Mauro Masini ha accompagnato i giornalisti durante la visita campi da golf”. reti della fogna nera e del gas in questa
- si lava e si pulisce tutto in maniera maniacale. E questo accade ogni giorno, visto Francesco Zanotti zona.
Cesena Giovedì 18 gennaio 2018 11

La “Comunità l progetto “Comunità


Icittà.
accogliente” si presenta alla
“Comunità accogliente” è promosso
insieme da Caritas diocesana, Arci
gratuitamente a disposizione della Caritas da
don Marco Muratori (le utenze sono in gran
Giovedì 25 gennaio, alle solidarietà, associazione papa Giovanni parte coperte dal Comune di Cesena grazie a
accogliente” 21 al palazzo del Ridotto, a
Cesena, si terrà un incontro
XXIII, Auser Cesena, Cgil Cesena, Cisl
Romagna, Istituto Lugaresi,
una convenzione con la Caritas) ci sono 12
posti letto. La residenza rimane aperta dalle
si presenta. pubblico per presentare
l’esperienza del dormitorio
Misericordia Valle Savio e Spi-Cgil
Cesena, ed è rivolto in particolare (ma
20 alle 8 della mattina seguente e sarà così
fino al 30 aprile prossimo. Con queste persone
aperto dal primo dicembre in via non solo) ai rifugiati e ai richiedenti i volontari cercano di attivare percorsi che
Incontro Costa a Cesena e per asilo che spesso si trovano senza un possano aiutarle nella ricerca di un lavoro,
sensibilizzare tutti i cittadini alloggio e rischiano di rimanere per nell’offrire un luogo accogliente per la notte e
al Ridotto all’accoglienza.
Ricordiamo che il progetto
strada.
Nella struttura di via Costa, messa
nel favorire una crescita culturale, in
particolare insegnando la lingua italiana.

Nella sala “Learnin Common” vicino allo spazio bimbi del centro commerciale, studenti del liceo “Monti” in alternanza In breve
scuola-lavoro sono a disposizione per l’aiuto compiti di ragazzi di terza media e prima e seconda superiore
“La poesia del Vangelo”
in parrocchia
a San Vittore
Si terrà giovedì 25 gennaio alle 20,45, nei
locali parrocchiali di San Vittore di
Cesena, un incontro di catechesi ed
evangelizzazione, tramite la poesia di
“Dante Alighieri”. Franco Casadei.
Il servizio, partito ufficialmente il 15 L’appuntamento è rivolto a giovani e
gennaio, sarà offerto dal lunedì al adulti della parrocchia, della Zona
venerdì, dalle 15,30 alle 18,30. Per pastorale Valle Savio-Dismano
iscriversi è possibile contattare lo e a tutti coloro che possono essere
0547 3330678 o il 340 5562024. I interessati.
partecipanti, 15 al giorno, saranno Il tema sarà” La poesia del Vangelo”:
divisi, per materia, in 5 gruppetti, poesie di Franco Casadei
ognuno dei quali seguito da un che descrivono personaggi
liceale. e fatti del Vangelo dal Natale

Al“Montefiore”gli studenti La sala “Learning Common” è il


frutto di un progetto iniziato due
anni fa, nel quale due classi terze
(ora quinte) dell’indirizzo
alla Resurrezione.

Festa di Sant’Antonio

aiutano nei compiti economico del “Monti” sono state


coinvolte in un concorso di idee,
promosso dal centro “Montefiore”, il
cui scopo era quello di individuare
abate a Villachiaviche
La parrocchia di Villachiaviche ha in
programma, per il prossimo fine
settimana, la festa di Sant’Antonio abate.

I
nedito progetto di alternanza (vicino allo spazio bimbi) ospita da un progetto innovativo che
scuola lavoro al centro qualche giorno attività di aiuto allo valorizzasse un’area del centro Si inizierà alle 15 di sabato 20 gennaio
“Montefiore” di Cesena. Ideata e studio per ragazzi di terza media e di commerciale. con una piccola recita per i bambini del
realizzata da un gruppo di studenti prima e seconda superiore. Per il sindaco Lucchi si tratta di catechismo raccontando la vita di
del Liceo “Monti”, è stata inaugurata Il supporto ai compiti, gratuito salvo “un’opportunità importante per gli Sant’Antonio.
lo scorso 10 gennaio la sala il versamento di una quota studenti del liceo Classico, le cui Alle 18 di sabato 20, e alle Messe di
“Learning Common”. Al taglio del assicurativa di 10 euro, viene fornito occasioni di alternanza scuola lavoro domenica 21 alle 7,30 , 9,30, 11 e 19 si
nastro erano presenti il sindaco di dagli studenti di terza e di quarta del sono inferiori rispetto a quelle degli terrà la benedizione del Pane. Alle 12,15,
Cesena Paolo Lucchi e Luca Liceo “Monti”, attuando così il istituti professionali”. Si tratta poi di sempre domenica 21, la benedizione degli
Pancaldi, responsabile del proprio percorso di alternanza un “servizio utile per le famiglie” che animali.
“Montefiore”. scuola lavoro (per legge sono conferisce una “funzione sociale al Per sabato sera è prevista una cena di
La sala, che si estende in un’area obbligatorie 200 ore in due anni). Ad centro commerciale, che non sia solo beneficenza, nella vicina sede degli
attrezzata e riservata del piano accompagnarli, i coordinatori un luogo di consumo”. alpini.
inferiore del centro commerciale dell’associazione genitori scuola Matteo Venturi Per info: Patrizia, 342 0624996.

Coinvolti bambini e ragazzi, dall’asilo alle superiori


“Teatro ragazzi”in scena
in ricordo di Mescolini

È
dedicata a Franco Mescolini la
39esima edizione del progetto
“Teatro Ragazzi”. L’iniziativa,
promossa da Emilia Romagna Teatro
Fondazione e dal Comune di
Cesena, renderà in questo modo
omaggio al drammaturgo e attore
cesenate morto lo scorso aprile.
Franco Pollini, direttore del Teatro
Bonci ha presentato in una
conferenza stampa tenuta lunedì 15
gennaio le numerose attività che
verranno a costituire la rassegna
2018 del progetto: nella prima
sezione del progetto, i ragazzi delle
scuole aderenti avranno la
possibilità di scegliere da un ricco
catalogo di spettacoli organizzati
dalle migliori compagnie teatrali del territorio. Fiore all’occhiello di questa
rassegna sono il concerto/spettacolo “Inferno. Esercizi per voce o violoncello
sulla Divina Commedia di Dante” di Chiara Guidi e Francesco Guerri e “La
sartoria del coniglio di Juan Rafael: abiti per animali”, visita guidata all’interno
del Teatro Bonci a cura di Katrìem Associazione.
Si vedrà inoltre la collaborazione del conservatorio “Bruno Maderna”, che
arricchirà il programma di concerti e operette, quest’anno dedicate al mondo
della lirica.
La seconda sezione della rassegna sarà dedicata agli spettacoli recitati dai
ragazzi, presentando tre produzioni realizzate in collaborazione con le scuole e
associazioni.
Il progetto coinvolgerà gli istituti secondari superiori, le scuole dell’infanzia,
primarie e secondarie inferiori di 26 Comuni romagnoli, offrendo in tutto 27
spettacoli differenti che avranno luogo nei quattro teatri di Cesena: il Bonci, il
Verdi, il Bogart e il Comandini.
Per informazioni e programma completo: www.teatrobonci.it
Francesco Forti
12 Giovedì 18 gennaio 2018 Cesena

Santa Teresa N uova clinica dentale a Cesena. Sarà


inaugurata sabato 20 gennaio alle 10,30
organizzazione aziendale.
“Applichiamo l’industria 4.0 all’odontoiatria -
procedere con il carico immediato delle
protesi in una sola seduta.
in viale Finali 42 (zona Barriera), la “Santa spiegano i due coniugi -. La nostra è una “Nelle nostre strutture - dicono i titolari - i
La clinica Teresa”. Si tratta del terzo polo in Romagna
per questa struttura all’avanguardia, dopo il
struttura organizzata che supporta un team di
persone con elevate competenze specifiche,
pazienti hanno la possibilità di accedere alle
cure più innovative, a costi contenuti e
dentaria centro nato a Ravenna nel maggio 2014 e
quello aperto nel 2016 a Faenza.
ognuna nel proprio settore, in grado di
fornire al paziente un check up completo,
soffrendo il minimo possibile”.
La clinica cesenate (200 metri quadri) è stata
La “Santa Teresa” è una vera e propria grazie ad attrezzature tecnologiche arredata dal designer di interni Monica
è impresa “impresa di famiglia”. Ha come coordinatore modernissime”. Fra gli strumenti in uso c’è Poletti. Le forme sono pulite e gli spigoli
sanitario l’odontoiatra Fabio Fusconi e come un’innovativa apparecchiatura capace di arrotondati. Il colore bianco è preponderante
di famiglia direttrice amministrativa la moglie Monica
Pezzi, laureata alla Bocconi ed esperta di
realizzare la “maschera chirurgica” con una
stampante 3D e un’altra che consente di
e gli spazi sono ben illuminati, mettendo a
proprio agio il paziente. Mv

Una Pinacoteca
grazie alla somma stanziata dal Mibact,
possiamo intraprendere il percorso verso la
fase attuativa. Di questo desideriamo
In breve
ringraziare il ministro Franceschini per aver
tenuto fede nel migliore dei modi alla Le aurore boreali

al Palazzo Oir promessa di interessamento che aveva


manifestato in occasione della sua visita a
Cesena, ma anche gli onorevoli Enzo Lattuca e
Sandro Gozi, la senatrice Mara Valdinosi che ci
hanno dato il loro supporto. Sin dai prossimi
Nell’aula magna della Malatestiana,
venerdì 19 gennaio alle 17, si svolgerà la
prima conferenza della serie “Andata e
ritorno” con studiosi cesenati e romagnoli

Tesori di città giorni, con la Fondazione e anche con l’istituto


bancario, ci muoveremo per dar corso
all’accordo di dicembre. Il primo passo sarà il
perfezionamento della cessione dell’immobile,
per poi avviare l’attività di progettazione sia
che si sono affermati in Italia e nel mondo.
La gambettolese Ada Grilli, ricercatrice,
scrittrice e fotografa, interverrà sul tema
“Le aurore boreali tra scienza e mito”.

Tre milioni di euro concessi dal Ministero dei beni per quanto riguarda la trasformazione degli Arte e Memoria
spazi in sede museale, sia per quanto riguarda
e delle attività culturali a sostegno del progetto di recupero gli allestimenti e la gestione. Stiamo per A cura dell’Ute, Università della terza età,
martedì 23 gennaio alle 15,30 nella sala
di Palazzo Oir come sede della Pinacoteca della Città gettare le basi di un’opera che contribuirà ad
aumentare ulteriormente il valore di Cesena e “Dallapiccola” del Conservatorio, Laura
di Cesena. La soddisfazione dell’Amministrazione comunale dell’intero territorio, oltre che a completare il Pistolesi tratterà il tema “In memoriam:
percorso di valorizzazione di una parte spiritualità e musica nel rito della Messa”
importante del nostro centro storico, già con le musiche dell’argentino Ariel
avviato con la riqualificazione di piazza della Ramirez, autore della “Misa Criolla”,
Libertà”. eseguite dai musicisti del “Bruno
“Con la firma del decreto da parte del ministro Maderna”.
Franceschini che finanzia la ristrutturazione di Venerdì 19 gennaio alle 15,30 nella sala
Palazzo Oir con 3 milioni si conclude la prima “Nello Vaienti” della Cisl in via Renato
parte di un progetto che viene da lontano – Serra, Giampiero Savini terrà la seconda
ricorda il presidente della Fondazione Carisp lezione su “Giuseppe Milani, pittore del
Guido Pedrelli -. Fin dai primi anni ’80, Settecento”.
quando ancora non c’era stata la scissione fra
Banca e Fondazione, il presidente Davide
Trevisani, con la consulenza del professor
Biagio Dradi Maraldi, aveva dato inizio alla alla Cassa di Risparmio, che ha espresso la
collezione d’arte antica della Pinacoteca, ora disponibilità ad apportare alla futura
della Cassa e Fondazione. Collezione che i più Pinacoteca, a titolo di comodato, i molti
importanti esperti nazionali, dal compianto dipinti di proprietà della Banca”.
Federico Zeri per finire, recentemente, a Con la convenzione siglata nelle scorse
Vittorio Sgarbi, hanno giudicato di alto valore settimane, la Fondazione si è impegnata a
culturale. Fino al 2011 la Fondazione ha donare al Comune il Palazzo Oir (ricostruito
continuato ad arricchire la quadreria che, oggi, tra il 1776 e il 1795 su progetto dell’architetto
comprende 80 opere, spesso richieste da milanese Agostino Azzolini in stile neoclassico,
musei ed espositori in Italia e all’estero, a ove sorgeva il quattrocentesco Ospedale del
testimonianza del loro valore e qualità Santissimo Crocifisso di cui venne rispettato
artistica. Per anni, il sogno degli l’impianto architettonico malatestiano. Per la

S
oddisfazione da parte dell’Amministrazione comunale di Cesena per i 3 amministratori della Fondazione è stato quello sua valenza storico-artistica il Palazzo è
milioni di euro concessi dal Ministero dei beni e delle attività culturali a di donare alla città una Pinacoteca. A questo sottoposto ai vincoli di legge e a concedere a
sostegno del progetto di recupero di Palazzo Oir come sede della Pinacoteca fine fu acquistato il palazzo Oir destinato e titolo di comodato gratuito i dipinti antichi di
della Città di Cesena. vincolato appunto a Pinacoteca. Il progetto si sua proprietà, che attualmente fanno parte
“È davvero una bellissima notizia – commentano il sindaco Paolo Lucchi, l’assessore era arenato negli ultimi anni per mancanza di della Galleria dei dipinti antichi della
alla Cultura Christian Castorri e l’assessore ai Lavori pubblici Maura Miserocchi -. E risorse per le note vicende della Banca Fondazione e della Cassa di Risparmio.
non possiamo che esserne felici: si apre concretamente la strada per dare vita a un conferitaria. Con l’intervento di esponenti In carico al Comune, invece, l’onere di
progetto a lungo accarezzato, che consentirà di creare a Cesena un polo museale di pubblici e privati - il sindaco, i parlamentari ristrutturare il palazzo per metterlo nelle
rilievo. I presupposti per essere ottimisti c’erano tutti, specialmente dopo le parole locali, i presidenti della Fondazione che mi condizioni di ospitare adeguatamente le varie
incoraggianti del ministro Dario Franceschini, ma neppure nelle nostre più rosee hanno preceduto Trevisani e Piraccini - collezioni d’arte (comprese, naturalmente, le
previsioni pensavamo che il finanziamento si concretizzasse così velocemente, ad abbiamo organizzato incontri con il ministro opere ora conservate nella Pinacoteca
appena 20 giorni dalla firma dell’accordo siglato il 20 dicembre scorso tra Comune e Franceschini e i suoi funzionari fino a ottenere comunale).
Fondazione Cassa di Risparmio. Non a caso, nel testo della convenzione si indicava questo risultato che oso definire storico. Al Il costo per dell’intervento – sulla base
prudenzialmente l’obiettivo di ottenerlo entro il 31 dicembre 2019. Il reperimento Ministro va il grazie della Fondazione anche di un progetto già elaborato dalla Fondazione
delle risorse era sicuramente il compito più gravoso, tant’è che la donazione di per la celerità con cui è stata trattata la Carisp - è stimato intorno ai 6 milioni e
Palazzo Oir da parte della Fondazione Carisp era subordinata a questo risultato. Ora, richiesta di finanziamento. Un grazie va anche 600mila euro.

Ponte CENA MEXICANA


sabato 20 gennaio (con prenotazione)
Giorgi Antipasto: Nachos con salsa di pomodoro piccante;
Nachos con formaggio fuso; Salsa di Guacamole,
Enchilada
PIATTO UNICO
TACOS piccante di carne con pollo, manzo, fagioli
rossi, pomodori e lattuga, formaggio Cheddar. BUR-
RITOS con Fajitas di pollo
Peperoni, Pomodori, Guacamole e Insalata
RISO BIANCO con Mais, Carote, CHILI CON CARNE
(piccante), FAJITAS di Manzo, purè di Fagioli Neri e
Salsa Piccante
FRUTTA TROPICALE - 1 SHOT TEQUILA
ACQUA + BIRRA CORONA (durante la cena)
Menù euro 25
Ristorante Albergo Bar
47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc)
Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636
pontegiorgi2004@libero.it Facebook: Pontegiorgi Risto
Cesenatico Giovedì 18 gennaio 2018 13

Zona stazione | Nuovo bar contro il degrado Marco Pantani | Una festa e una poesia
IL 13 GENNAIO “IL PIRATA” PIPPOFOTO
MARCO PANTANI AVREBBE
COMPIUTO 48 ANNI.
La sera precedente, nella piazza
di fronte al bagno Marconi, il com-
pleanno del campione, deceduto
nel 2004, è stato festeggiato, tra
un brindisi e un ricordo, dai suoi
amici. Fra gli organizzatori, il co-
mitato di Zona Centro-Boschetto.
Sabato 13, presso lo “Spazio Pan-
tani”, la poetessa sanmaurese
Caterina Tisselli, insieme al sin-
daco Matteo Gozzoli, ha incon-
trato mamma Tonina e papà
FOTO MAURIZIO FRANZOSI
Paolo Pantani. Nell’occasione la
Tisselli - che negli anni ha otte-
RIAPRE, DOPO MESI DI LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE, LO STORICO BAR DELLA STAZIONE FER- nuto numerosi premi in concorsi
ROVIARIA DI CESENATICO, INTERAMENTE RINNOVATO E CON UNA NUOVA GESTIONE. nazionali - ha donato alla famiglia
L’attività di piazzale Ugo Bassi, rilevata da due coppie di sposi (Franco Carlucci e Bruna Margherita di Marco la delicata poesia
Marra, Angelo Generoso e Loredana Gattuso), ha preso il nome di “Bar caffetteria 30 e lode” e vuole “Cuore impavido”, vincitrice del
essere un presidio di civiltà in una zona - la stazione ferroviaria - spesso identificata come luogo di prestigioso premio nazionale
degrado. Oltre che punto di ristoro, il locale funge da rivendita di tabacchi e di valori bollati. Già in “Città di Fucecchio”, patrocinato
vendita i ticket degli autobus. Da fine mese sarà possibile acquistare i biglietti dei treni (servizio ge- dal Panathlon della Valdarno e
stito con l’Associazione degli albergatori di Cesenatico) ed effettuare ricariche telefoniche. L’orario della Valdelsa nella sezione “Poe-
di apertura del bar coincide con quelli del primo e dell’ultimo treno (attualmente 5,30-19,30). sie per lo sport”.

Valverde e Villamarina comunale come imposto dalla Regione. Il


Comune si trova ora a 29 punti percentuali
al di sotto di questa soglia. I dati provvisori
forniti da Hera relativi al 2017 raccontano
ecologiche mobili sono previste da Hera
per rispondere alle esigenze delle
numerose seconde case presenti nei due
quartieri turistici. A essere coinvolte

Presto il porta a porta di una forte differenza tra le percentuali di


raccolta differenziata registrate in inverno,
primavera e autunno, con un livello di
raccolta differenziata superiore al 40 per
cento e la soglia registrata in estate che
saranno un totale di 4.748 utenze.
“Mi rendo conto - spiega in una nota il
sindaco Matteo Gozzoli - che si tratta di
un cambiamento significativo, ma ritengo
che la scomparsa delle isole ecologiche,
Nei mesi estivi crolla la raccolta differenziata. scende sotto al 35 per cento. spesso oggetto di abbandono di rifiuti, e
Da qui la scelta dell’Amministrazione di l’implementazione del porta a porta
L’Amministrazione ha accelerato i tempi di intervento accelerare e individuare come priorità aumenteranno la qualità dei servizi e
l’allargamento del porta a porta in zone dell’offerta turistica della zona. L’obiettivo
l via nel 2018 un progetto di turistiche, ad alta intensità di attività fissato - prosegue Gozzoli - è quello di

A ampliamento del sistema di


raccolta porta a porta nel
territorio comunale di Cesenatico.
stagionali, proprio per rispondere alla
necessità di migliorare questi dati.
Entro l’estate partirà la raccolta porta a
essere pronti a partire tra maggio e
giugno. Da marzo prenderà il via la
campagna informativa a cura di Hera e
Dopo la partenza lo scorso porta a Villamarina e a Valverde con le degli uffici comunali e saranno coinvolti
settembre nei quartieri di seguenti modalità: “porta a porta associazioni di categoria, cittadini,
Madonnina-Santa Teresa e integrale” con scomparsa delle isole imprenditori e amministratori di
Cannucceto (2.000 utenze ecologiche nelle zone a mare della condominio”.
coinvolte), l’Amministrazione ha ferrovia, da viale delle Nazioni fino a viale “Aumentare la differenziata - conclude il
definito, insieme a Hera, lo start up Dante, e “porta a porta misto” (con ritiro sindaco - non è solo un’azione di civiltà
di altri due quartieri: Villamarina e domestico di indifferenziata e umido) a ma è anche un passo fondamentale per
Valverde. L’obiettivo è quello di monte della ferrovia, da viale delle Nazioni spendere meno come Comune. Nella
raggiungere presto il 70 per cento di fino alla zona artigianale di Villamarina e raccolta dei rifiuti, è l’indifferenziata
raccolta differenziata su base fino alla strada Statale 16. Speciali isole infatti a pesare sui conti”.

Raccolta alimentare dei Quartieri indosseranno una pettorina


identificativa con il logo del Comune e
Per l’assessore al Terzo settore e
volontariato Stefano Tappi (nella foto a
dei Comitati di Zona. fianco) si tratta di “una bella e
Sabato la solidarietà si fa in otto Sarà possibile donare i seguenti
prodotti a lunga conservazione: pasta,
importante iniziativa che ha come
obiettivo quello di tendere una mano a
l Comune di Cesenatico e gli otto Comitati di Zona, in riso, fagioli e piselli in scatola, tonno, chi è più in difficoltà. Una giornata di
Iterritorio,
collaborazione con alcune associazioni di volontariato del
ha organizzato per sabato 20 gennaio la prima
olio, passata di pomodoro, latte a lunga
conservazione, zucchero, succhi di
solidarietà che unisce i Quartieri al
mondo del volontariato e mostra il
“Raccolta alimentare dei Comitati di Zona”. In ogni quartiere, frutta, confettura in barattolo, fette grande cuore solidale di Cesenatico.
davanti ai supermercati, si potranno incontrare i volontari che biscottate, biscotti, merendine, L’iniziativa ha trovato nella Consulta dei
raccoglieranno alimenti e altri prodotti a lunga conservazione da omogeneizzati, pannolini per bambini, Comitati il luogo ideale in cui essere
donare alla Caritas, alla Croce Rossa e all’associazione “Bambini al materiale per l’igiene personale, ideata, sostenuta e organizzata nel
primo posto”, tutte con sede in via Torino. I volontari detersivi. migliore dei modi”.
14 Giovedì 18 gennaio 2018 Valle del Rubicone

na risposta al malcostume che abbiamo ricevuto dai tanti individuate sulla base del numero di che coadiuverà la Polizia municipale
U dell’abbandono dei rifiuti fuori
dai cassonetti. Viene dal sindaco di
cittadini che non si rassegnano alla
maleducazione. Il sistema che
abbandoni e saranno segnalate
dall’apposita cartellonistica.
nella gestione della fase di
sperimentazione. Si rammenta, infine,
Gambettola Roberto Sanulli. "Siccome inizieremo a sperimentare nei prossimi L’obiettivo è quello di prevenire e che si possono conferire
il fenomeno non tende a diminuire - giorni - prosegue Sanulli - prevede scoraggiare il fenomeno. "Saremo gratuitamente i rifiuti nell’isola
dichiara il primo cittadino - e non è l’installazione di speciali fotocamere inflessibili con i trasgressori - afferma ecologica di via Malbona, aperta nelle
possibile assicurare una presenza che verranno posizionate nelle aree Sanulli -. Le sanzioni previste vanno mattinate di lunedì, mercoledì e
costante della Polizia municipale nei ove sono collocati i cassonetti per la da un minimo di 104 a un massimo di sabato e nei pomeriggi di venerdì e
luoghi dove più di frequente si raccolta differenziata. Le riprese 300 euro". sabato. Inoltre, per il ritiro dei rifiuti
GAMBETTOLA verificano abbandoni di materiale al di
fuori degli appositi cassonetti,
permetteranno di individuare gli
esecutori materiali degli
"Contestualmente - prosegue il
sindaco - stiamo predisponendo una
voluminosi, Hera è in grado di
garantire un servizio gratuito a
abbiamo deciso di sperimentare un abbandoni di rifiuti e le targhe dei convenzione da stipulare con le domicilio che si può attivare
Rifiuti e telecamere sistema di videosorveglianza.
Rispondiamo così alle sollecitazioni
mezzi dai quali vengono scaricati".
Le aree da sorvegliare verranno
Guardie ecologiche volontarie (Gev)
per individuare un supporto concreto
prenotandolo al numero verde 800
999500".

Un lettore ci chiede di approfondire la questione


Il Rubicone è il Rubicone
Un’interpretazione nuova
Lo studioso Roberto Garattoni:
“S
e possiamo
tecnicamente prendere
per buona “Il nome del fiume
l’interpretazione che il non deriva da ruber (rosso)
nome del Rubicone può significare
anche “fiume rosso” (il termine latino ma da rubus (rovo),
ruber sta nella radice ed è la pista più a indicare dove terminavano
immediata per una interpretazione in
quella direzione, ma ce ne sono altre, i campi coltivati della prima colonia
ndr) perché mai i Romani avrebbero di Rimini e cominciava la boscaglia PORZIONE DELLA TABULA PEUTINGERIANA (O TAVOLA DI PEUTINGER),
dovuto dare un nome di questo tipo a ANTICA CARTA CHE MOSTRA LE VIE MILITARI DELL'IMPERO ROMANO
un fiume, se non perché questo era
proprio di colore rosso?”. il rosso provenisse da acqua sulfurea contente ferro? Le sostenibile nella osservazione diretta (la sorgente delle
Il mistero ancora fitto su quale sia il vero Rubicone non vicine fonti delle Felloniche, dove tutt’ora si hanno delle Felloniche non è quella del Rubicone e potrebbe
stuzzica solo storici e studiosi, ma anche semplici sorgenti di acqua con queste caratteristiche interferire nel suo corso in misura insignificante). La pista
appassionati come il nostro lettore sammaurese Gabriele probabilmente 2000 anni fa producevano una fuoriuscita del fiume rosso è stata giustificata nel corso di più di un
Rocchi, che ci ha posto la domanda proseguendo nella molto più abbondante. Ecco, questo per me, è sufficiente millennio (cominciando con Sidonio Apollinaire per
sua analisi “…un fiume talmente piccolo, anzi un a provare senza ombra di dubbio, che il vero fiume arrivare a Quirico Filopanti) riferendosi alle ghiaie che
torrentello che non ha nulla di diverso dalle decine di Rubicone è ... il Rubicone. Potete approfondire per noi il nessuno ha mai visto rosse, che non fossero frammenti di
corsi d’acqua e fossi che si susseguono uno dopo l’altro in tema?”. laterizio. Si è pensato di tutto, senza poter provare
quella zona, sarebbe mai potuto diventare confine di Abbiamo sottoposto il quesito a Roberto Garattoni, sperimentalmente nulla: l’unico modestissimo dato di
regione di un impero, se non avesse avuto una docente con una laurea in Lettere classiche, studioso e fatto è il colore rossastro di alcuni blocchi di pietra che
caratteristica che lo rendeva riconoscibile anche senza autore di pubblicazioni di carattere storico, che nel suo fanno da basamento ai piloni del ponte romano di
nessuna indicazione particolare, a chi, intrapreso un ultimo libro “Savignano, un borgo di Romagna detto sul Savignano. Nel mio libro mi sono permesso, a rigor di
viaggio da o verso Roma, si trovava a transitare in quel Rubicone” edito da “Il Ponte Vecchio” tratta la questione latino, di dare del nome Rubicone una spiegazione nuova
luogo? Io penso che il fiume fosse rosso, ma veramente del Rubicone indicando due punti chiave per e diversa: non derivato da ruber (rosso) ma da rubus
rosso! Non so niente di geologia, ma certamente non interpretarne l’identità. Il primo è il riferimento esatto (rovo). Rubicone dunque come fiume dei rovi, qui dove
posso credere che quelle acque si tingessero di rosso delle distanze sia lato monte che lato mare reperibile terminavano i campi coltivati della prima colonia di
perché attraversavano terreni argillosi, come alcuni nella tavola di Peutinger che definisce il Compito come Rimini e cominciava la boscaglia. Ben lo sapeva forse
hanno ipotizzato. E allora l’Uso, la Rigossa e il Pisciatello, Ad Confluentes, il secondo un Itinerario Burdigalense del Giovanni Pascoli, grande latinista che dice il Fiume
non passano negli stessi territori dove passa il Rubicone? 333 d.C. che chiama il Compito Mutatio Competu. scorrere “fra le marruche”, che facevano da sempre le siepi
Quelle acque dovrebbero poi essere ancora oggi di quel Interpellato sull’ipotesi delle acque rosse, Garattoni ai fossi dei poderi (in dialetto nostro marugoun)”.
colore, se questo assunto fosse vero. Non sarà invece che risponde che “l’ipotesi dell’origine sulfurea non è Mariaelena Forti

◆ Il presidente Bonaccini in visita a Montiano Case Missiroli

Fondi regionali per la materna


n’intera mattinata dedicata a Mon- visite nell’entroterra”.

U tiano, quella di venerdì 12 gennaio


per il presidente della regione Emi-
lia Romagna Stefano Bonaccini.
Cenni alla nuova legge urbanistica che “premia
la riqualificazione urbana”, alle fusioni e unio-
ni di Comuni con la Regione intenta a “premia-
Ad accoglierlo, in piazza Maggiore, il pri- re chi lavora insieme e non fa tutto da solo” e al-
mo cittadino Fabio Molari con il consi- la banda ultralarga, “in arrivo in tutti i Comuni
gliere regionale Lia Montalti. Presenti i entro il 2020”. Potature e polemiche
sindaci di Cesena, Paolo Lucchi, e di Mer- Grandi investimenti per la scuola con uno stan- Il taglio degli alberi in via Case Missiroli, tra Longiano e
cato Saraceno, Monica Rossi. ziamento di 110 milioni (compartecipazione Cesena, è finito in Regione. Andrea Bertani, consigliere
Ricevuto nell’aula del Consiglio comu- Stato e Regione) per 300 scuole del territorio re- regionale del MoVimento 5 Stelle, ha presentato
nale, Bonaccini ha colto l’occasione per gionale e l’annuncio dell’avvenuta assegnazio- un’interrogazione criticando duramente l’intervento di
ricordare i risultati del governo regionale. ne di 500mila euro (l’intera somma richiesta) capitozzatura portato avanti sul lato cesenate della
“La Regione - ha detto - sta uscendo in per la realizzazione della nuova scuola materna strada. Bertani ha anche stigmatizzato “l’assenza di un
maniera definitiva dalla crisi. In tre anni a Montenovo. Un risultato più che appagante regolamento del verde sia all’interno del Comune di
la disoccupazione è scesa di tre punti per un Comune che, con i suoi 1.694 abitanti, è Longiano sia in quello di Cesena”.
percentuali. L’Emilia Romagna è la prima fra i cinquanta più piccoli della Regione. I sindaci interessati, Paolo Lucchi ed Ermes Battistini,
Regione in Italia per crescita e per ex- Sono seguite le visite ad alcune aziende agrico- hanno risposto che “via Case Missiroli è una strada
port”. le e artigianali e al luogo dove sorgerà la nuova provinciale e quindi la manutenzione delle alberature è
Ha poi salutato con entusiasmo la nuova materna. in capo alla Provincia”.
legge regionale sul turismo e la creazione Bonaccini ha fatto poi tappa a Sogliano, dove Pare che le condizioni delle piante sul lato longianese
della destinazione turistica “Romagna”, ha incontrato il sindaco Quintino Sabattini e la della strada, in quanto più vecchie, siano peggiori e gli
segnalando “dieci milioni di presenze tu- sua Giunta. DA SINISTRA: PAOLO LUCCHI, STEFANO interventi previsti più drastici. Le polemiche non
BONACCINI, FABIO MOLARI, LIA MONTALTI
ristiche in più in tre anni con un boom di Matteo Venturi DAVANTI AL MUNICIPIO DI MONTIANO sembrano destinate a finire. Mv

FOTO MARIO
GAMBETTOLA
Gambettola, una serata dedicata validità delle intenzioni di preservare il
folclore romagnolo. La valorizzazione e la
bandistico “Città di Gambettola”, dal
cantante Veris Giannetti e dal coro lirico
salvaguardia della cultura popolare “Alessandro Bonci” di Cesena. L’angolo della
alla tradizione e al folclore rappresentano uno degli obiettivi che la
nostra associazione persegue attraverso il
poesia sarà affidato ai poeti dialettali
Antonio Gasperini di Montiano e Mauro
arà il consueto appuntamento della “Serata della tradizione e del recupero e il mantenimento delle tradizioni Vannucci di Forlì. Le tradizioni romagnole
S folclore”, in programma venerdì 26 gennaio dalle 20,45 presso il
cineteatro Metropol a Gambettola, l’atto conclusivo delle
del territorio”. Il programma della Serata del
26 gennaio, che vedrà il popolare Sgabanaza
saranno garantite dalle fruste e dai ballerini
di Romagna del Gruppo frustatori Cassani di
manifestazioni natalizie gambettolesi. La Serata, giunta alla 32esima nelle vesti di presentatore e intrattenitore, Faenza e dai Cantori delle tradizioni di
edizione, è organizzata dal gruppo “Amici della Scuola”, presieduto da prevede il saluto benaugurante per il nuovo Viserba. Al termine della serata,a tutti gli
Denis Togni, con la collaborazione della Banca di Credito Cooperativo anno dei Pasquaroli del gruppo Avis di intervenuti sarà offerto un buffet a base di
Romagnolo e il patrocinio del Comune di Gambettola. Calisese e dei Pasquarul dla Piòpa. Alcuni dolci della tradizione romagnola.
“La manifestazione - afferma Togni - partecipata e sentita, attesta la brani musicali saranno eseguiti dal Corpo Piero Spinosi
Valle del Savio Giovedì 18 gennaio 2018 15

❚❚ Sampierana, Sermec, Cangini, radici in montagna e ali nel mondo ✎Tezzo in festa
Le imprese glocal dellaValsavio cercano Nella zona di Sarsina, fino a qualche decen-
nio fa, le feste di Sant’Antonio duravano vari
giorni. Si era fatto un vero e proprio calen-
dario di feste, nelle quali i sacerdoti a turno
celebravano Sant’Antonio nella loro parroc-

L
a "specializzazione" delle imprese della dei componenti per autoveicoli. Cangini Benne chia invitando i confratelli per le Messe mat-
Valle del Savio si concentra sul settore pri- produce attrezzature e benne per escavatori. tuttine, il pranzo e la benedizione pomeri-
mario (agricoltura e allevamenti) col 27 Da anni queste imprese della Valle del Savio, frut- diana. Tra questi, spicca il ricordo di don
per cento sul totale del territorio, e su to del genio e dell’impegno di famiglie che si tra- Augusto Mosconi di Campiano, morto nel
commercio e turismo col 25 per cento, ma c’è una mandano l’attività in alcuni casi da 120 anni (co- 1971. Anche oggi, in un certo senso, nelle no-
presenza importante nel settore della industria me nel caso dell’Officina Ricci), operano in deci- stre parrocchie si compie la stessa cosa: per 4
meccanica. Poche numericamente ma impor- ne di paesi in tutto il mondo, garantendo ricam- domeniche viene ricordato il Santo Abate.
tanti per l’occupazione e l’economia della valla- bi, interventi ed assistenza. Domenica 21 gennaio, toccherà alla parroc-
ta, sono imprese proiettate verso l’estero e anche Queste imprese del settore industriale, come se- chia di Tezzo di Sarsina. Alle 15 è fissata la
per questo, più resistenti agli impatti della crisi e gnalato anche nella analisi che accompagna il Messa cantata con la distribuzione del Pane
ora, da qualche tempo, in ripresa. progetto "Quale futuro per la Montagna ’" del- benedetto, con i canti popolari dell’assem-
Gruppi come la Sampierana spa (che ha aperto l’Unione dei Comuni e presentato sabato 13 gen- blea. Dopo la Messa si continuerà l’agape
un centro logistico a Modena) dei fratelli Para ed naio al teatro Garibaldi a San Piero in Bagno (nel- fraterna con ciambella, vino e i locali “bi-
il Gruppo Sermec dei fratelli Ricci di S.Piero, o co- la fotografia), avvertono negli ultimi tempi diffi- scotti di Sant’Antonio” che una signora del
me la Cangini Benne dei fratelli Cangini a Valbia- coltà nel reperire manodopera. E a conferma del- luogo non manca di preparare. La vita par-
no di Sarsina, occupano da soli centinaia di per- le prospettive occupazionali i futuri nuovi assun- rocchiale di Tezzo si trasforma, assumendo
sone e sono conosciuti ed apprezzati in tutto il ti, secondo le imprese della vallata, per il 22 per un nuovo stile che poi sarà adottato da altre
mondo. Sampierana spa ed Eurocomach produ- cento dovrebbero provenire da una formazione comunità, inglobando per tutti i servizi nel-
cono carri, sottocarri, cingoli, escavatori, benne. di tipo industriale, con competenze e capacità di la parrocchia di Sarsina, compresa la Messa
Sermec e gruppo "Ricci Industries" è specializza- tipo artigianale e manuale. domenicale, dal 1993.
to nella "rigenerazione" e nel ricondizionamento Alberto Merendi Daniele Bosi

Paderno di Mercato Saraceno non è un luogo noto, ma possiede tutte le


potenzialità per diventarlo grazie a un sorprendente patrimonio architettonico

Un tesoretto che attende cure


PALAZZO BONDANINI (FOTOGRAFIA DI MARINO BRACCI)
volumi e arredo sono in fase

U
na delle maggiori d’inventariazione, in vista
peculiarità del nostro della tutela da parte dello
patrimonio culturale Stato e di una successiva
è quella di essere valorizzazione a fini di studio.
diffuso: tanto a livello La villa Teodorani Fabbri,
paesaggistico-naturalistico voluta da Vito negli anni
quanto storico, così come Trenta, è opera dell’architetto
urbanistico e architettonico, cesenate Aldo Pietro Riceputi
artistico e religioso. Il nostro e nonostante le successive
Paese non è bello soltanto a manomissioni mostra ancora
Firenze e Venezia o alle le suggestive peculiarità
Dolomiti e nella Valle dei architettoniche. Completano
Templi, ma anche al Sacro il "tesoretto" di Paderno la
Monte di Ossuccio (uno dei chiesa di Sant’Apollinare
nove Sacri Monti prealpini vescovo e martire, che
dichiarati dall’Unesco nel divenne parrocchia aggregata
2003 Patrimonio alla diocesi di Sarsina nel
dell’Umanità) sulla riva 1938 allorché fu scorporata da
occidentale del Lago di Como quella del Montefeltro: opera
e a Santa Maria in Valle anch’essa di Riceputi, di
Porclaneta a Rosciolo dei chiara ispirazione
Marsi, L’Aquila (una piacentiniana, fu consacrata
meravigliosa chiesa il 27 ottobre 1940 da Teodoro
monastica del secolo XI che Pallaroni vescovo di Sarsina e
documenta come poche il Pompeo Ghezzi vescovo di
portato benedettino della Sansepolcro; dal 1994 è di
Regula). Dunque ciò vale per proprietà dell’Associazione
le grandi città e i piccoli
centri, per le località maggiori
e minori, molto, poco o
affatto note. Il destino di Da conoscere: Sul colle transita la
talune è poi legato a percorsi
conoscitivi programmati o Palazzo Bondanini, ravennate ma sottoposto alla Terra (un segno di crescente storia del primo
imprevisti, talvolta con vere e
proprie sorprese, legate alla
Villa Teodorani, la giurisdizione ecclesiastica
feretrana (e non sarsinate)
maturità turistica). Palazzo
Bondanini conserva
Novecento, certo in
scoperta o riscoperta di beni chiesa di della pieve di Santo Stefano in pressoché intatto lo studio una stagione
ignorati o caduti nell’oblio Murolo, poi detta di Usano personale di Arnaldo
per le più svariate ragioni.
Sant’Apollinare, il (Montegelli); l’invidiabile Mussolini (Dovia di
drammatica e tragica,
Paderno di Mercato Saraceno cimitero in cui posizione strategica vede Predappio, 11 gennaio 1885 - per il tramite del
non è, senza dubbio, un Paderno al centro di lotte per Milano, 21 dicembre 1931),
luogo molto noto: ma riposano i Mussolini il suo possesso (ad esempio, fratello minore di Benito; fratello del Duce
possiede le potenzialità per nel 1334 vi si aggira Arnaldo, direttore del
diventarlo, in quanto la storia due cognomi che al locale Ferrandino dei Malatesti con quotidiano «Il Popolo d’Italia» Nazionale Famiglie Caduti e
del primo Novecento - certo (Bondanini) addizionano il intenti ‘predatorii’). (sulla scrivania di Paderno Dispersi della Repubblica
in una stagione drammatica e rilievo nazionale (Mussolini). Accade che nei giorni 25-26 campeggia tuttora il telefono Sociale Italiana. Infine il
tragica - vi è transitata per il Sul colle di Paderno (m 282, marzo 2017, Giornate Fai di diretto con la redazione di cimitero, ove riposano
tramite del fratello del Duce. un paio di km lineari a Primavera, la Delegazione Milano), influente sul Duce Arnaldo Mussolini e la moglie
La storia non si cambia, nord/nord-est di Mercato cesenate - grazie (specie sul versante dei Augusta, con il figlio Sandro e
specie a ritroso, e neppure si Saraceno), in destra del Savio all’intelligente disponibilità rapporti con la Chiesa), aveva altri membri della famiglia.
cancella: semmai si conosce, e a suggestivo cavaliere sulla delle famiglie proprietarie - sposato il 14 aprile 1909 Ecco uno spicchio di storia
doverosamente, seriamente, sottostante valle fluviale, si apre alla visita guidata il Augusta Bondanini (sorella di italiana sul colle antico di
serenamente, addensano significativi palazzo Bondanini e la villa un compagno di scuola ad Paderno, protetto da una
realisticamente, edifici: un palazzo, una villa, Teodorani: ed è un successo Agraria di Cesena, 1899- natura rigogliosa, con le
culturalmente. Che cos’è una chiesa e un cimitero. Un clamoroso, con 1.200 1903), che gli diede tre figli impietose rughe del tempo:
Paderno? Che cosa c’è a agglomerato sul sito di quello visitatori in 14 ore, perché (Sandro Italico, 1910, morto bisognoso d’interventi anche
Paderno? Una sorta di insula che nel medioevo era il quel colle e quelle ignote nel 1930; Vito, 1912; Rosina, urgenti, per conservare segni
storico-paesaggistica, castrum Paderni (o Paterni) dimore non attirano soltanto 1917). Lo studio serba cimeli, e memorie di un’epoca
destinata a divenire citato già in un diploma per pura curiosità ma anche libri e documenti di autentico travagliata e tramontata ma
memoriale di un tempo che imperiale del 1220, facente (e soprattutto) per un reale valore storico: attualmente - che fu nostra.
ha segnato l’Italia della prima parte delle Terre del Podere di desiderio di conoscere la ed è già un primo esito Marino Mengozzi
metà del XX secolo mediante proprietà dell’arcivescovo storia e la cultura della nostra dell’apertura Fai - carte,
16 Giovedì 18 gennaio 2018 Vita della Chiesa

La Messa presieduta da papa Francesco nella Giornata mondiale del migrante e del rifugiato
FOTO SIR

Q
ualche anno prima e riconoscere significa
della sua morte, aprirsi alla ricchezza della
avvenuta il 20 diversità senza
aprile 1993, don preconcetti, comprendere
Tonino Bello scrisse una le potenzialità e le
lettera al “fratello speranze dei nuovi arrivati,
marocchino”, un modo per così come la loro
rivolgersi a tutti coloro che vulnerabilità e i loro
arrivavano nel nostro Paese timori”.
scappando da miseria Non è facile entrare nella
fame, violenze e guerre. cultura di persone così
Scriveva: “Il mondo ti è diverse da noi, dice
indifferente… fratello Francesco, “comprenderne
perdonaci. Anche a nome i pensieri e le esperienze”.
di tutti gli emigrati Così spesso rinunciamo
clandestini come te, che all’incontro e “alziamo
sono penetrati in Italia, con barriere per difenderci”. Ci
le astuzie della sono delle paure dall’una e
disperazione, e ora dall’altra parte, il peccato,
sopravvivono adattandosi afferma ancora il Papa,ӏ
ai lavori più umili. Sfruttati, lasciare che queste paure
sottopagati, ricattati, determinino le nostre
costretti al silenzio sotto la risposte, condizionino le
minaccia continua di nostre scelte,

Non alzare barriere


improvvise denunce, che compromettano il rispetto
farebbero scattare il foglio e la generosità, alimentino
di via. Perdonaci”. l’odio e il rifiuto. Il peccato
Domenica un gruppo di è rinunciare all’incontro
uomini, donne e bambini, con l’altro, all’incontro con
migranti e rifugiati, il diverso, all’incontro con
residenti a Roma, erano Domenica 14 gennaio un gruppo di uomini, donne e bambini, il prossimo, che di fatto è
presenti in San Pietro, un’occasione privilegiata
come dire la casa del Papa, migranti e rifugiati, residenti a Roma, di incontro con il Signore”.
per la celebrazione
presieduta da Francesco in
erano presenti in San Pietro, come dire la casa del Papa Messa alla vigilia del
viaggio in Cile e Perù.
occasione della Giornata Viaggio complesso, in una
mondiale del migrante e chiesa, quella cilena, dove,
del rifugiato. Sono un segno dei tempi, persona può essere ognuno di noi, e di ’erano circa le quattro del pomeriggio’. dopo gli anni della dittatura Pinochet,
dice, perché “ogni forestiero che bussa quella domanda che interroga tutti Soltanto un incontro personale con è sceso il consenso, e non poche
alla nostra porta è un’occasione di noi: “Che cosa cercate?”. Gesù genera un cammino di fede e di polemiche hanno accompagnato
incontro con Gesù Cristo, il quale si Ognuno di noi, dice il Papa all’Angelus, discepolato”. l’attesa della visita del Papa. E tornano
identifica con lo straniero accolto o è”alla ricerca: ricerca di felicità, ricerca L’incontro vero con l’altro, afferma il i temi dell’immigrazione, il Cile è meta
rifiutato di ogni epoca. E per il di amore, di vita buona e piena”. In Papa nell’omelia in San Pietro, non si di lavoratori dal Perù, ma anche
forestiero, il migrante, il rifugiato, il questa ricerca “fondamentale” è il ferma all’accoglienza, ma ci impegna Argentina, Bolivia, Ecuador, Brasile e
profugo, il richiedente asilo ogni porta ruolo del testimone. Così nel Vangelo nel proteggere, promuovere e integrare Venezuela. Poi ecco anche la questione
della nuova terra è anche una di Giovanni il testimone è Giovanni queste persone. Per i nuovi arrivati, indigena. Francesco incontra queste
occasione di incontro con Gesù”. Battista che “può orientare i discepoli “accogliere, conoscere e riconoscere popolazioni sia in Cile, gli indigeni
Incontro. È anche la parola che verso Gesù, che li coinvolge in una significa conoscere e rispettare le leggi, Mapuche, che in Perù, le popolazioni
accompagna il Vangelo di questa nuova esperienza dicendo: ‘venite e la cultura e le tradizioni dei Paesi in cui amazzoniche. A loro consegnerà il
domenica, nel quale si racconta dei vedrete’. Ed essi “non potranno più sono accolti. Significa pure testo dell’enciclica “Laudato si’",
primi due discepoli, Andrea e un altro dimenticare la bellezza di comprendere le loro paure e nuovo appello per la difesa
di cui non viene reso noto il nome nel quell’incontro, al punto che apprensioni per il futuro. E per le del Creato.
testo di Giovanni, come dire che quella l’evangelista ne annota persino l’ora: comunità locali, accogliere, conoscere Fabio Zavattaro
Attualità Giovedì 18 gennaio 2018 17

● Intervista al sociologo
Mauro Magatti
● “Di fronte ai populismi
c’è bisogno di un ’68
● “La libertà come
relazione anziché come
Villaggio globale
di Ernesto Diaco
cinquant’anni dopo post soggettivistico” manifestazione dell’io”
MAMMA, POSSO APRIRE
UN PROFILO SU FACEBOOK?

“Il ’68 ,vincitore e sconfitto” Alla fine del


2017 Face-
book ha an-
nunciato di
aver creato

L’
anno di svolta nella storia del noi esistiamo all’interno di reti di un social
secondo dopoguerra; per alcuni relazione da cui non possiamo network
l’anno più cruciale del prescindere. La radicale adatto ai
Novecento. È il Sessantotto, numero contrapposizione al principio di bambini. Ri-
assurto a simbolo del movimento che autorità, come se fosse possibile un volto ai mi-
con la sua protesta contro il sistema ha mondo privo di autorità, è invece stata nori di 13
assestato un violento scossone al espressione di un ideologismo che ha anni, ai quali
mondo aprendo una stagione del tutto messo l’idea prima della realtà. era finora precluso l’accesso, il nuovo Mes-
inedita. Compie 50 anni il fenomeno
senger Kids promette numerose garanzie ai
globale che nato a Berkley, in MAURO MAGATTI, SOCIOLOGO DELLA Esattamente il contrario di ciò che ci
genitori. I figli, infatti, possono accedere alla
California, coinvolge progressivamente CATTOLICA E FIRMA DEL CORSERA (FOTO SIR) invita a fare il Papa.
le università del mondo occidentale e la Certo. Francesco non è ideologico, per chat solo tramite l’account di mamma e
cui anima è riassumibile nello slogan “il “arruolato” nei meccanismi del sistema lui la realtà è superiore all’idea. Un papà, a cui spetta anche selezionare i con-
est interdit d’interdire” coniato alla che voleva combattere. conto è criticare una forma concreta di tatti. Inoltre, sono escluse le inserzioni pub-
Sorbona di Parigi dove conosce il suo autorità, ma immaginare un mondo in blicitarie e ogni possibilità di fare acquisti on
apice nel cosiddetto “maggio francese". Ha indubbiamente scardinato il prin- cui non esista autorità alcuna è frutto di line. È invece consentito scambiarsi mes-
Apparso in Italia con le prime cipio d’autorità… un approccio ideologico e insensato al saggi, foto e video.
occupazioni universitarie tra il 1964 e il Da questo punto di vista ha vinto reale. Il colosso fondato da Mark Zuckerberg non è
1967 soprattutto a Trento e a Pisa, si perché anche chi fa discorsi l’unico a interessarsi ai giovanissimi: You-
propaga rapidamente nei principali “antisessantottini” in realtà ha Lei sottolinea l’importanza di distin- Tube e Google hanno già avviato dei pro-
atenei nazionali per raggiungere il assorbito quel modo di pensare guere il movimento studentesco da grammi rivolti ai più piccoli. Si tratta di
culmine nel maggio del ’68 con diventato dominante. Il giudizio che ne quello operaio. un’attenzione che fa riflettere: è difficile che
l’occupazione pressoché totale delle ho, come succede per i grandi Il ’68 degli studenti raccoglie istanze già sia solo passione educativa. I giganti del web
nostre università. Qualche mese dopo fenomeni storici, è molto sfaccettato: espresse in modo più isolato negli anni fanno di tutto per non rinunciare al pubblico
agli studenti si affiancano gli operai con certamente si è affermato in modo precedenti; il movimento degli operai dei bambini. Sono loro, infatti, il futuro.
l’esplosione degli scioperi nelle assai diverso rispetto a quello che nasce da una matrice diversa, si pone Anche dal punto di vista commerciale. Inol-
fabbriche; rivendicazioni che finiranno pensavano i suoi iniziatori. Per un problema di giustizia sociale, di tre, nell’era delle fake news e degli haters
per imboccare strade diverse. comprenderlo a fondo occorre diritti del lavoro. I due fenomeni fanno (odiatori) digitali, migliora notevolmente
La rilettura e il bilancio, a sottolineare che si è prodotto nelle parte di una stessa transizione ma, l’immagine apparire alleati dei genitori nel
cinquant’anni di distanza, di Mauro principali università del mondo nonostante alcune commistioni, difendere i loro figli dai pericoli della Rete.
Magatti, sociologo dell’Università occidentale dove ha costituito nascono da istanze profondamente Sul tema è stato di recente pubblicato un in-
Cattolica e editorialista del Corriere un’avanguardia, ha innescato una diverse e prenderanno strade differenti. teressante volume dalle edizioni Città
della Sera. nuova stagione da cui non si è più Nuova. Il titolo non lascia spazio a interpre-
tornati indietro. Critica dell’autorità e Oggi ci sarebbe bisogno di un altro ’68? tazioni:”Nasci, cresci e posta. I social net-
Professore, pensando al ’68 qual è la soggettivismo sono diventati il criterio Ci potrà mai essere? work sono pieni di bambini: chi li protegge?”.
prima cosa che le viene in mente? per porsi nei rapporti sociali anche in Nella storia le cose non si ripetono mai Lo firmano Simone Cosimi e Alberto Ros-
Che per alcuni aspetti ha vinto quei mondi culturali che nello stesso modo. Il contesto attuale è
setti, un giornalista e uno psicoterapeuta. Il
completamente e per altri è un grande tendenzialmente si sono opposti al ’68. diverso da quello del ’68, sviluppatosi
volume è concepito come una guida, ricco
sconfitto. È stato la punta dell’iceberg Il neoliberismo dieci anni dopo ne ha alla fine di un ciclo di lungo periodo -
dell’emergenza di un’istanza di “ribaltato” l’enfasi sulla libertà di scelta nato con il romanticismo e dipanatosi d’informazioni sia sulle piattaforme social
soggettività individualistica che per trasformandolo in un movimento di fino al secondo dopoguerra - e più comuni sia sui loro regolamenti riguardo
ragioni sociali e culturali è affiorata solo “destra”. caratterizzato dal boom economico che ai ragazzi e alla protezione di dati perso-
nel ’68 degli studenti, non in quello ha reso possibili condizioni di vita nali.”Nasci, cresci e posta” è soprattutto una
degli operai. Nasce non a caso tra gli Ma quale idea di libertà ne è scaturita? storicamente riservate a ristretti gruppi guida per i genitori, visto che il rapporto tra
studenti delle principali università Si è immaginato un “io” in grado di d’élite. Nei sommovimenti confusi della social network e minori è una delle sfide
occidentali, nella prima generazione autodeterminarsi, che non deve niente nostra epoca - simile a quel contesto educative più importanti da affrontare. È
dei figli del benessere, dell’accesso al a nessuno, puramente alla ricerca della solo perché anche oggi ci troviamo alla noto che il fondatore di Apple, Steve Jobs, li-
consumo e alla cultura. Un’istanza che propria realizzazione e quindi esposto a fine di un lungo ciclo storico - mitasse ai propri figli l’uso dell'iPad, sosti-
ha vinto perché alla fine siamo consegnarsi a qualsiasi offerta emergono populismi che esprimono tuito dalla sana e antica abitudine delle cene
diventati tutti “sessantottini” e il valore organizzata per soddisfare questa insoddisfazione, timori, domanda di in famiglia.
della soggettività personale e istanza. nuovo. D’altra parte, all’orizzonte c’è una data im-
dell’autorealizzazione è diventato portantissima: il 25 maggio 2018 diventerà
cultura di massa. Secondo lei, c’è stata più ideologia o Una risposta a queste attese da dove definitivamente applicabile in tutti i Paesi
Dall’altra parte è invece stato sconfitto ingenuità? potrebbe venire? dell’Unione europea un regolamento che
perché, sorto come potente fermento di L’ingenuità del pensiero sessantottino è Possiamo sperare solo in una stagione stabilisce, tra le altre cose, di portare da 13 a
libertà e di innovazione sociale, il non avere compreso che radicalizzare nella quale si rifletta e si sappia fare un 16 anni il limite minimo per iscriversi a Face-
culturale, politica, la sua energia l’idea del soggetto finisce per passo avanti rispetto al ’68 intorno al book, Snapchat, Instagram e agli altri social.
ha finito per produrre un modello di indebolirlo e per smarrire la realtà tema della libertà. Avremmo bisogno di Ogni nazione però ha la facoltà di fare pro-
crescita con lati positivi ma inconfutabile del nostro essere nodi di un ’68 post-soggettivistico, che prie le nuove norme o ignorarle, mante-
che ha anche generato pesanti relazione. concepisca la libertà come relazione e nendo la soglia attuale dei 13 anni, se lo
conseguenze ambientali e La nostra è una libertà parziale, responsabilità anziché come pura riterrà opportuno. Sarà per questo che nes-
demografiche e in termini di condizionata. Non può sfuggire alla manifestazione dell’io. suno dei grandi gestori di social network mo-
disuguaglianze, ed è stato, di fatto, questione della responsabilità perché Giovanna Pasqualin Traversa stra la minima preoccupazione per l’entrata
in vigore del nuovo regolamento europeo?

Organizzazione Tecnica Brevivet, Robintur Viaggi, IOT, Ariminum Travel, Brasini Travel - Polizza assicurava R.C. Allianz n. 74372043

ROMA, 21 APRILE
Pellegrinaggio”Ad limina Sanc Petri”
Udienza speciale di papa Francesco in aula Paolo VI che, alle ore 12,
riceverà i fedeli della nostra Diocesi in comunione con la Diocesi di Bologna
Il pellegrinaggio diocesano sarà presieduto dal vescovo Douglas Regaeri
e terminerà con la celebrazione della Messa di ringraziamento, alle ore 15,
nella Basilica di San Pietro
Partenza alle ore 4,30 in pullman
Foulard di riconoscimento e libreo con la liturgia del giorno
Costo per gli adul: 40 euro - Bambini fino a 10 anni: 35 euro
LE PRENOTAZIONI SONO GIÀ APERTE NELLE SINGOLE PARROCCHIE
18 Giovedì 18 gennaio 2018 Solidarietà

pertura dalle 15 alle 18


Cesena A straordinaria
del mercatino
in uno spazio
sotto il portico
Associazione Caima
indumenti del vescovado,
Apertura Caritas
per una
a Cesena.
Un’occasione a ■ Allenare la memoria
straordinaria settimana,
fino a sabato
prezzi bassi
per una grande Un nuovo corso
Mercatino
20 gennaio.
Il mercatino
solidarietà.
Con il ricavato si
alla “Meridiana” di Cesena
sarà aperto tutti acquisteranno Inizierà lunedì 29 gennaio un nuovo corso per la
Caritas giorni
dalle 9 alle 12 e
indumenti per
gli indigenti.
memoria presso il quartiere Dismano di Cesena e si
svolgerà all’interno della Casa protetta “La
Meridiana”, in via Chiesa di Sant’Andrea, 50,
Sant’Andrea in Bagnolo (Cesena).
Il corso, rivolto a persone con più di 60 anni, sarà
condotto da Donatella Venturi, psicologa esperta in
Il progetto di“Musicaterapia”alla“Barocci”è promosso dai volontari dell’Avo psicologia gerontologica e si terrà il lunedì e il
venerdì pomeriggio, per 12 incontri dalle 16,30 alle
18 (contributo spese di 20 euro).
Per informazioni e iscrizioni: Casa Protetta La
Meridiana, tel. 0547 313101 (dal lunedì al venerdì
Il progetto di musicoterapia è stato dalle 10 alle 12 e il martedì e giovedì dalle 15 alle
sostenuto dalla Banca di Credito 17), oppure all’associazione Caima, via Gadda, 120
Cooperativo di Sarsina che ha Cesena, tel. 0547 646583. Posti limitati.
contribuito anche alla realizzazione Capita con il passare dell’età di avere delle perdite
della festa dell’Epifania. Un’iniziativa di memoria come non riuscire a ricordare i nomi
sempre molto partecipata, e per la delle persone, oppure “avere il nome sulla punta
quale si sono spesi anche altri esercizi della lingua”. Sono tutti fenomeni normali che con
commerciali del paese e privati l’invecchiamento si intensificano, spesso associati a
cittadini. preoccupazione da parte di chi li vive, perché
Il musicista sarsinate Luca Olivieri, con spaventato dalla possibilità di avere i primi sintomi
la sua poliedrica strumentazione di Alzheimer.
composta da fisarmonica, piano, Perché oltre i 60 anni c’è spesso un calo per la

Sarsina
tamburelli e altre percussioni, memoria? In realtà la memoria degli anziani non
intratterrà gli ospiti attraverso l’ascolto subisce un declino, ma è semplicemente più piena.
musicale, il canto, lo stimolo ritmico, il Cosa fare dunque? Arrendersi? No, la memoria si
ballo. I brani saranno di repertorio può allenare. Anche dopo i 60 anni.
comune: canzoni popolari eseguite alla Il nostro cervello è come un muscolo: più lo

Musica senza età fisarmonica per stimolare la memoria. alleniamo, più funziona meglio. Il miglior
“Si inizierà con un approccio non allenamento possibile è la ginnastica mentale da
troppo invasivo - spiega Maria svolgere con veri e propri esercizi cognitivi in centri
Giovanna, la coordinatrice Avo - specializzati, ma anche da soli in casa. Secondo uno

in casa di riposo
cercando di coinvolgere in maniera studio dell’Università di Baltimora, bastano poche
graduale gli anziani. In un secondo lezioni di allenamento per la mente per mantenere
momento gli stimoli arriveranno dagli fresco e scattante il cervello degli anziani, con
ospiti stessi. Lo scopo del progetto è effetti che si vedono anche dieci anni dopo l’ultima
creare divertimento, benessere, un lezione e ricadute positive sulla vita di tutti i giorni.

L
a musica arriva dove le parole non testimone da Stefano Giannini. Il clima di serenità e dare sfogo alla Dunque, gli esercizi cognitivi migliorano sia la
trovano spazio. Col suo potere sodalizio porta avanti dal 1990, presso creatività dell’ospite nel ritmo e nella memoria, sia la capacità e la velocità nei
evocativo è per definizione la struttura, un prezioso servizio di musica cantata e suonata. Il tentativo è ragionamenti. Inoltre, gli stessi anziani
un’attività sociale. A beneficiare dei volontariato attraverso il sostegno di riportare la memoria ai bei tempi riconoscono di essere più scattanti nelle attività
suoi effetti positivi sono, ancora una morale e umano alle persone anziane. passati e alla giovinezza per alleviare le quotidiane.
volta, gli ospiti della Casa di Riposo In occasione della festa dell’Epifania sofferenze e i disturbi della vecchiaia”. È sulla base di importanti ricerche scientifiche come
“Barocci” di Sarsina. Partirà a metà (nella foto) i volontari hanno Il gruppo Avo di Sarsina, conclude queste che l’associazione Caima di Cesena (familiari
marzo una nuova edizione del progetto presentato la proposta della Giovanna, “è composto da sei volontari malati di Alzheimer) organizza da 14 anni a scopo
“Musica senza età” promosso dal continuazione del progetto di che dedicano agli ospiti preventivo, “Corsi di ginnastica per la memoria”
gruppo Avo di Sarsina guidato dalla musicoterapia che ha già ottenuto negli settimanalmente un po’ di tempo sparsi sul territorio.
nuova coordinatrice Maria Giovanna anni passati risultati positivi con il libero con amore. Ma, credetemi, di Dal 2005 a oggi Caima ha coinvolto oltre mille
Alessandrini, che ha ereditato il coinvolgimento di molti ospiti. amore ne riceviamo molto di più”. persone dai 55 ai 95 anni che hanno partecipato a
più di 80 corsi.

NOTIZIARIO PENSIONATI
Reddito di solidarietà: a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL
i primi dati (tel. 0547 644611 - 0547 22803)
e per il Patronato INAS CISL
I primi dati sul Reddito di (tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena
solidarietà in Emilia-Romagna (la
misura attivata dalla Regione a
sostegno delle persone in gravi
difficoltà economiche), sono stati A livello territoriale, le richieste arrivate ai
elaborati dall’Università di Modena
e Reggio Emilia, che ha esaminato
Servizi sociali sono state: 1.556 per la
provincia di Bologna, 912 a Modena, 591
Per iscritti Cisl
il periodo d’avvio del Res,18
settembre-28 novembre,
Rimini, 573 a Ravenna, 571 a Reggio Emilia,
514 a Ferrara, 497 a Parma, 477 a Forlì-
il servizio di patronato rimane gratuito
prendendo in considerazione le Cesena e 368 a Piacenza.
domande ricevute dai servizi sociali Da gennaio 2018, per far fronte
dei Comuni e l’esito dei controlli Positivi i dati Istat ma ora occorre ai tagli alle risorse pubbliche, è
fatti dall’Inps, cui spetta l’ultima previsto, per chi non è iscritto
rafforzare crescita con investimenti, Cisl, un contributo di 15 euro
parola per l’assegnazione del
sussidio.
riforma fiscale per alcune prestazioni. Questo
In due mesi delle 6mila richieste e patto imprese sindacati è un piccolo contributo per un
arrivate, 1.700 sono quelle già Sono positivi i dati Istat sull’occupazione. Ma grande servizio.
accolte, con le restanti in corso di ora bisogna rafforzare la ripresa economica Dal 1°gennaio per gli iscritti
valutazione, ma con buone del Paese con maggiori investimenti pubblici, Cisl non cambia nulla: i servizi
possibilità di risultare idonee, visto una riforma fiscale funzionale allo sviluppo e del patronato Inas rimangono
che le respinte finora non sono un patto imprese-sindacato per nuove gratuiti. Diverso invece per
andate oltre il 15 per cento. E si relazioni industriali. Il lavoro stabile dei tutti gli altri utenti.
prosegue con una media di 800 giovani e la riduzione delle diseguaglianze Il patronato della Cisl ha infatti
domande alla settimana. Il 70 per restano gli obiettivi da raggiungere". sottoscritto, lo scorso 8 novem-
cento dei beneficiari sono cittadini Commenta così la segretaria generale della bre, un’apposita convenzione
italiani, rispetto al 30 per cento Cisl, Annamaria Furlan, con il Ministero del Lavoro che
distribuito fra residenti comunitari sul suo account twitter i dati diffusi prevede il pagamento di un contributo esempio, le ricongiunzioni e i riscatti, la
e extracomunitari. I richiedenti si dall’Istat che nel mese di novembre per i non iscritti di 15 euro per 33 diverse tutela maternità, la tutela dell’handicap, i
dividono pressoché alla pari fra registrano un nuovo record storico degli prestazioni. versamenti volontari, alcune prestazioni
uomini (50,6 per cento) e donne occupati. Dai dati emerge anche un Cifra che non copre il costo dei servizi Inail.
(49,4 per cento). Nel dettaglio abbassamento del tasso di disoccupazione stessi, ma permette al patronato di man- La scelta di Inas è stata condivisa anche
circa la metà dei nuclei familiari all’11,0 per cento, lo 0,1 per cento in meno dagli altri patronati sindacali.
tenere la propria funzione sociale. L’80
finora ammessi al Reddito di rispetto a ottobre. Si tratta Le cause vanno ricercate nei pesanti tagli,
per cento delle prestazioni
solidarietà è composta da una sola del livello più basso da settembre. I giovani intervenuti negli ultimi anni, delle risorse
persona e oltre i due terzi (69 per senza lavoro scendono al 32,7 per cento (- rimarrà comunque gratuita
per tutti, iscritti Cisl e non, come pubbliche assegnate ai patronati.
cento) non ha minori a carico. Il 1,3 punti), il minimo da gennaio 2012. La Scelte governative che hanno penalizzato
14,2 per cento ha un minore, l’11,9 stima delle persone in cerca di occupazione a ad esempio le pratiche di pensione,
assegno sociale, Naspi, richiesta soprattutto i grandi patronati a cui si ri-
per cento due, e solo l’1,1 per cento novembre diminuisce per il quarto mese
e rinnovo permesso di soggiorno o invali- volgono milioni di cittadini anche a se-
ha più di quattro figli. Per quanto consecutivo (-0,6 per cento, -18mila).
dità civile. guito della progressiva chiusura al
riguarda l’età, un terzo delle La diminuzione della disoccupazione
famiglie ha un richiedente con interessa donne e uomini e si concentra nelle Con i 15 euro si potrà invece ottenere as- pubblico degli sportelli Inps e della tele-
almeno 56 anni e circa il 60 per classi di età più giovani, mentre si osserva un sistenza e tutela in pratiche come, ad matizzazione delle procedure.
cento con più di 45 anni. aumento tra gli over 35.
Cultura&Spettacoli Giovedì 18 gennaio 2018 19

In dialogo con il cantante bolognese. Settantatré anni e 40 Cinema di Filippo Cappelli


album per un artista molto amato da intere generazioni
Eliseo Cesena
Uci Cinema (Savignano sul Rubicone)
TRE MANIFESTI A EBBING,
MISSOURI

Al Romagna
di Martin McDonagh
Con i due spettacolari e intimissimi “In Bruges”

ho pping Va lley (2008) e “7 psicopatici” (2012) aveva fatto so-


S icone
spettare un talento sopra le righe. Ora la terza

a no su l Rub opera ne conferma il talento su quei manifesti

di Savign
esplicitati nel titolo: Martin McDonagh si con-
ferma come uno dei più profondi sceneggiatori
e registi che il cinema abbia oggi. Sembra di tro-
varsi di fronte a un film dei fratelli Coen, ma
propositivo, senza il senso di abbandono e va-
GIANNI MORANDI E I cuità, con quel lieve senso di mal di mare che
FAN ROMAGNOLI LO dopo la visione di un film dei due fratellini
SCORSO 12 GENNAIO prende e stringe il cuore. Non è una critica, solo
ACCANTO A LUI un modo diverso di vedere le cose.
IL PRESENTATORE La trama: è un film semplicemente magnifico
ANDREA PRADA
“Tre manifesti a Ebbing Missouri”, già acclamato
alla Mostra di Venezia (“Miglior Sceneggiatura”)
e ai Golden Globe (premiato con quattro). L’arci-

Gianni Morandi, l’amico di Rovazzi gna Mildred Hayes (interpretata da una strepi-
tosa Frances McDormand) dopo sette mesi di
ricerche infruttuose continua ad attendere che
sia catturato l’assassino di sua figlia, stuprata e
poi bruciata. Decide allora di affittare tre cartel-

B
agno di folla per Gianni estati venivo da queste parti - San Rovazzi. Anche la televisione con la loni enormi sulla strada per sollecitare le auto-
Morandi venerdì 12 gennaio Mauro, Bellaria e Riccione - a esibirmi fiction “L’isola di Pietro”, di cui presto rità locali ad andare avanti con le indagini,
al Romagna Shopping Valley nei locali. A Bellaria ho anche un caro faremo una seconda serie, ha soprattutto lo stimato capo della polizia locale,
di Savignano sul Rubicone per amico, Werther Rinaldi. Abbiamo fatto contribuito. L’incontro con Rovazzi è Bill Willoughby (Woody Harrelson). Il suo gesto
promuovere il suo nuovo album, l’adolescenza insieme. In Romagna ho stato molto particolare. La scorsa scatenerà molto velocemente un putiferio, coin-
D’amore d’autore (Sony), e il tour che tanti legami. Al “Petrella” di Longiano, estate c’è stata questa hit (“Volare”, volgendo non solo l’intero corpo di polizia, ma
partirà da Rimini il prossimo 24 Lucio e io abbiamo debuttato con il ndr) che ha portato tutti i ragazzini a
anche preti, medici, commercianti, giornalisti e
febbraio. tour “Dalla/Morandi” nel 1988. A scoprirmi come l’amico di Rovazzi.
Oltre un migliaio i fan di ogni età in Longiano abbiamo fatto tutte le prove Ho sentito mamme e nonne dire “Ma tutti quelli che avranno qualcosa da dire. Con
fila per l’eterno ragazzo, 73 anni e 40 e l’allestimento. lo sai che quando ero giovane io pro e contro: alcuni a sostegno di Mildred e del
album alle spalle. A ognuno di loro quello lì cantava già?” e i bambini suo dolore, altri vicini al capo della polizia, mi-
Morandi ha riservato sorrisi, battute, Oltre mezzo secolo di carriera la tua. rispondere: “No, è l’amico di Rovazzi”. nato e in fin di vita per un cancro. Tra gli agenti
abbracci, foto ricordo e autografi. Cosa è cambiato? di Willoughby spicca per razzismo e rabbia l’in-
Sul palco, con il conduttore Andrea È cambiato molto. Quando iniziai a Lo scorso 1° ottobre hai cantato per genuo Dixon (Sam Rockwell) che non tollera
Prada, il manifesto dell’edizione del cantare c’erano brani come “Legata a papa Francesco, in visita a Bologna l’iniziativa di Mildred e prova a tutti costi, e con
“Festival delle Voci nuove” vinto da un granello di sabbia”, “Sapore di sale” dopo essere stato a Cesena. Cosa hai metodi poco ortodossi, a far fallire l’iniziativa.
Morandi a Bellaria Igea Marina nel e Celentano che vendevano provato? Mildred, però, non ha alcuna intenzione di mol-
lontano 1962, “dove tutto è facilmente milioni di copie di 45 giri. Molta emozione. Eravamo in piazza lare ed è pronta a tutto pur di ottenere giusti-
cominciato”. Oggi è cambiato il mondo. Lanciare Maggiore. Ho cantato per i fedeli in zia...
Prima di incontrare i fan, l’artista di un disco non è più come una volta. attesa dell’arrivo del Papa. Con me Il film stupisce per la capacità di attraversare i
Monghidoro ha dedicato un C’è la Rete. È tutto molto virtuale. Il c’erano vari prelati. Chiedevano generi e passare in un batter d’occhio dal dram-
momento ai giornalisti, durante il contatto con la gente diventa allora attenzione ai contenuti delle canzoni matico al grottesco, con un talento che è solo
quale abbiamo potuto porgli alcune necessario. Fermarsi ad autografare che avrei cantato. “No, ma dei veri geni. Inoltre McDonagh, oltre a scrivere
domande. Morandi è molto cordiale. gli album diventa un momento in cui figuriamoci”, li ho rassicurati. Dovevo e girare come un vero maestro, dirige gli attori
Dispensa pacche sulle spalle come se si possono guardare in faccia le cantare due canzoni. Alla fine sono con mano ferma eppure con una leggerezza ti-
ti conoscesse da una vita. Viene persone, stringere le mani. È un bel state otto. Nel 1997, a settembre, pica di chi non pare aver fatto altro nella vita. Il
naturale dargli del “tu” come si fa con rapporto. Forse sono stato il primo a cantai per Giovanni Paolo II, sempre a cast è perfetto (soprattutto la triade dei protago-
gli amici. fare queste cose quando ancora non Bologna (in occasione del 23esimo nisti) ma anche il resto (Abbie Cornish, Lucas
le faceva nessuno. Oggi è diventato Congresso eucaristico nazionale, ndr). Hedges, Željko Ivanek, Caleb Landry Jones,
Gianni, quali sono i tuoi rapporti con quasi un “codice”. Esce un disco e tutti Fu una cosa meravigliosa. C’erano Clarke Peters, Samara Weaving, nonché John
la Romagna? partono e vanno incontro alla gente. Bob Dylan, Celentano, Lucio Dalla e Hawkes e Peter Dinklage) e alcune battute appa-
Sono molto legato a questa terra. Lo fanno anche gli scrittori nelle altri. Vent’anni dopo mi è capitata iono così spontanee da far venire la pelle d’oca:
L’autrice Caterina Tisselli mi ha librerie. È una maniera per essere questa grande occasione. Mi hanno le lettere di Bill, ma anche gli avventori in un ne-
regalato un suo libro (“Il mare di San presenti, “vivi”, per avere un contatto, chiesto (dalla Curia, ndr): “Verresti a gozio di souvenir, fino a una cena iniziata col
Mauro”, scritto con Raffaello una relazione con le persone. cantare?”. “Sapete che sono
sorriso e finita in un pianto strozzato… Tutto
Dellamotta, edizioni Il Ponte Vecchio, divorziato”, ho risposto
ndr) in cui c’è una mia foto d’epoca. A proposito dei tempi che cambiano. scherzosamente. Mi hanno fatto tocca le parti più intime del cuore e costringe a
Risale ai miei esordi, nell’estate 1961, Qual è il segreto per piacere tanto alle notare che “il Signore apre le porte a guardarsi dentro per tirare fuori quel che ri-
al dancing “Arlecchino” di San Mauro nonne quanto ai ragazzini? tutti”. mane. Come in un manifesto. Anzi, tre.
Mare. Oggi non esiste più. Tutte le Il caso dei ragazzini è un po’ legato a Matteo Venturi Indicazioni: il film è adatto alle famiglie ma, visti
i temi trattati, solo quelle con figli più grandi-
celli.

alla Libreria cattolica SAN GIOVANNI corso Sozzi 39, tel. 0547 29654, Cesena
C’era una volta Volpe che abitava nel profondo di una fitta
CHI SONO? INDOVINA foresta, Per quel che Volpe poteva ricordare, la sua unica
amica era sempre stata Stella, che ogni notte illuminava i
I GRANDI PERSONAGGI DELLA STORIA sentieri della foresta per lui. Finché una notte Stella non
di Juliette Saumande apparve, e Volpe dovette affrontare l’oscurità tutto solo...
Editore: IdeeAli Un’opera di grafica e illustrazione, una storia di amore e as-
Età di lettura: da 6 anni. senza, una parabola che parla di vita e di nostalgia.

Scrittori, scienziati, cineasti, esploratori, musicisti... vissuti JANE, LA VOLPE & IO


nell’antichità, durante il Rinascimento o ai giorni nostri. di Isabelle Arsenault, Fanny Britt
Che cos’hanno in comune? Sono diventati delle celebrità! Editore: Mondadori
Al punto che ormai alcuni simboli bastano per identificarli:
Età di lettura: da 10 anni.
un abito di scena, un paio di occhiali, un eroe dei cartoni
animati o un cappello. Da Ramses II a J.K. Rowling, 75
schede piene di indizi per scoprire (o riscoprire) i grandi Hélène vorrebbe nascondersi da tutto e da tutti: dal mondo
personaggi della storia. grigio che la circonda, dai bulli della scuola, dalla prova co-
stume - che la fa sentire un salsicciotto -, dalla sua solitu-
LA VOLPE E LA STELLA dine. Il suo unico rifugio è un libro, “Jane Eyre”, ed è solo
di Coralie Bickford-Smith nelle pagine del suo romanzo preferito che il mondo si co-
Editore: Salani lora di pace e poesia. Sarà invece la temuta gita di classe a
Età di lettura: da 4 anni. riservare incontri insoliti e inaspettati, e una grande, sem-
plice scoperta: non si è mai soli. Attraverso parole e imma-
Vincitore Premio Andersen 2017 “Miglior libro fatto ad arte”. gini piene di grazia e poesia, un romanzo grafico che parla
Un capolavoro di grafica e illustrazioni, una storia di amore e assenza, una parabola che una lingua universale: quella di chi non ha mai smesso di
parla di vita e di nostalgia. aspettare il proprio incontro speciale.
20 Giovedì 18 gennaio 2018 Cesena&Comprensorio

A Bagno di Romagna R icorre sabato 20 gennaio la


festa di san Sebastiano,
gonfaloni con partenza da via Manin e la
successiva celebrazione della Messa nell’antica
favore e a tutela dei nostri territori e per
ribadire l’importanza del presidio dei valori
patrono delle Polizie locali basilica di Santa Maria Assunta, presieduta da della legalità, dell’educazione civica, del
la festa d’Italia.
La celebrazione della festa, che
monsignor Pier Giulio Diaco, vicario generale
della Diocesi di Cesena-Sarsina. Al termine, il
rispetto delle forze dell’ordine e delle
istituzioni e, ancor di più, occasione per
di San Sebastiano, vede ogni anno coinvolti i corpi
e servizi di Polizia municipale
saluto delle autorità presenti.
“Abbiamo l’onore di poter accogliere alla
coltivarne la consapevolezza sociale. È per
questi motivi che ospitiamo con onore e
della Provincia di Forlì-Cesena, manifestazione i nostri ragazzi del liceo orgoglio questa festa e ringraziamo le
patrono sarà ospitata a Bagno di scientifico “Righi”, sezione di Bagno - così il istituzioni di Cesena e di Forlì per avere scelto
Romagna. Il programma sindaco Marco Baccini, che spiega - la un’area più interna della Provincia, a
delle Polizie locali prevede il corteo dei corpi di
Polizia municipale con relativi
celebrazione è l’occasione per rendere omaggio
al lavoro che la Polizia municipale svolge in
rappresentare l’importanza dell’Appennino
nel contesto territoriale locale”.

CESENA Cesenatico ◗ Gambettola ◗ Savignano sul R. ◗


La mostra di Luciano Caldari Storie di Zhoran La Riforma luterana
Rimarrà aperta fino al 28 gennaio alla Nella Giornata della Memoria, al teatro comunale sarà Nell’aula magna della Rubiconia
Danza e concerto galleria d’arte “Leonardo da Vinci” messo in scena, mercoledì 24 gennaio alle 21, lo spettacolo Accademia dei Filopatridi, domenica
al Bonci l’esposizione di opere del maestro “Storie di Zhoran. Storie di zingari e violini”, scritto e 21 gennaio alle 10, Alberto Melloni,
cesenate Luciano Caldari assieme a dipinti interpretato da Giuseppe Ciciriello con la musica di Piero docente di Storia del Cristianesimo
La compagnia Aterballetto, venerdì 19 e disegni di altri artisti italiani, a cura di Santoro. Accompagnato dalla fisarmonica dell’amico Borhat all’Università di Modena-Reggio
gennaio alle 21, proporrà due spettacoli di Orlando Piraccini. Grande curiosità sta con le melodie della tradizione rom e balcanica, Zhoran lo Emilia, terrà una conferenza su
danza. Il primo “Words and space” con il suscitando la proiezione del Zingaro col suo violino racconta le storie di zingari per non “Lutero, un cristiano: una lettura
coreografo ceco Jiri Pokorny e le musiche del cortometraggio “Incontro d’estate” girato dimenticare lo sterminio nei lager. Ingresso 10 euro, ridotto dell’attesa della Riforma” nel
periodo barocco, il secondo “Bliss” con il nella Cesenatico degli anni ’60 che vede 8. Lo spettacolo sarà replicato giovedì 25 gennaio alle 10 500esimo della Riforma protestante
coreografo svedese Johan Inger e la musica protagonista e interprete il pittore. presso la scuola media. (1517-2017).
di Keith Jarret. Domenica 21 gennaio alle 21
Ladislau Petru Horvath al violino e Susanna
Bertuccioli all’arpa eseguiranno brani di
Bartok, Miyagi, Khatchaturian, Sant’Alfonso
De Liguori (Quando nascette Ninno), Denza
(Funiculi,funicula), Villa Lobos, Gil, Jobim e
◆ Sabato 10 febbraio tutti in farmacia. Lo scorso anno coinvolte 52 farmacie nella provincia
Il Banco Farmaceutico cerca volontari
De Abreu.

Film al San Biagio


Il secondo appuntamento della rassegna

L
a povertà sanitaria è un’emer-
cinematografica “R-Esistenze”, promossa genza con la quale il Paese deve
dall’Ufficio catechistico diocesano e da fare i conti quotidianamente.
Cesena Cinema, è per sabato 20 gennaio alle È da questo bisogno che nasce l’ope-
16,30. Sullo schermo il film di Esmeralda ra del Banco Farmaceutico.
Calabria “Lievito Madre. Le ragazze del Anche quest’anno torna la Giornata
secolo scorso”. Al termine della proiezione ci della raccolta del Farmaco, organizza-
sarà un momento di confronto con la regista, ta dal Banco, che si svolgerà sabato 10
moderato da Andrea Canevaro. Ingresso 3 febbraio. Durante tutta la giornata en-
euro. trando nelle farmacie aderenti si in-
contreranno i volontari del banco far-
Mostra grafica maceutico che spiegheranno l’inizia-
tiva.
alla Malatestiana I farmacisti, a loro volta, rispetto alle
È stata inaugurata alla Malatestiana la domande degli enti assistiti presenti
mostra “Ho ritrovato le mie imperfezioni… sul territorio, consiglieranno il tipo di
Sorridevano” curata dal Centro salute farmaco da banco (ossia che non ri-
mentale di Cesena in collaborazione con chiede prescrizione medica) di cui è
l’Istituto professionale statale “Versari- avvertita la necessità.
Macrelli”. Si tratta di 15 pannelli di varie Fra i più richiesti, ci sono i farmaci di spese sanitarie (fonte Istat), mentre il “Si tratta di un gesto di carità gratuita
dimensioni che rappresentano mondi automedicazione come quelli antitos- bisogno di farmaci degli Enti assisten- che cambia prima di tutto chi lo compie -
fantastici. Si potrà visitare fino al 4 febbraio se, antisettici per la gola, deconge- ziali è aumentato soprattutto riguardo spiega uno dei volontari -. Per noi
negli orari di apertura della Biblioteca. stionanti nasali, antiacidi, lassativi, ai farmaci da prescrizione medica. fondamentale è poter contare su volontari
antimicotici, antistaminici, colliri, ci- Il Banco lo scorso anno ha coinvolto disponibili il giorno della Giornata di Rac-
catrizzanti, disinfettanti, fermenti lat- 52 farmacie tra comunali e private colta del farmaco. Si tratta semplicemente
Commedia dialettale tici, prodotti per bambini. della provincia di Forlì-Cesena. di dedicare poche ore per coprire i turni in
“Il bisogno di farmaci - spiegano i re- Gli enti coinvolti in provincia sono farmacia. Ore che possono fare la differen-
al Bogart sponsabili del Banco Farmaceutico - stati 38, tra i quali: Volontari Caritas za sia per chi si mette in gioco come volon-
Al cineteatro Bogart di Sant’Egidio, sabato non riguarda più solo immigrati e pro- onlus, Arkè, Il Disegno, Auser, San Vin- tario sia per chi aderisce al gesto, ma
20 gennaio alle 21, la compagnia “La fughi, ma sempre più persone e fami- cenzo de’ Paoli, Opera Don Dino, soprattutto per i bisognosi che potran-
Mulnela” di Poggio Torriana presenterà la glie italiane. Istituto Lega suore Sacra Famiglia, no avere i medicinali di cui hanno necessi-
commedia di Ario Righetti “Musica, diamènt e La spesa sanitaria dello Stato, e in par- Centro di Ascolto zonale Caritas San tà”.
mèzi soli”. La regia è di Renato Carichini. ticolare quella farmaceutica, ha subi- Vittore. Per info: Mattia Rossi (328 2062952), Rober-
Ingresso 7 euro, ridotto 6 per under 18, over to una forte contrazione ed è molto I farmaci raccolti sono stati 4.419, ta Foschi (333 3051875), Antonella Belletti
65 e donatori Avis. inferiore a quella di altri importanti per un valore di 29.119,50 euro, di cui (348 0021244), forlicesena@bancofarma-
Paesi europei: sette famiglie su 10 776 a Cesena per un valore di 5.437,42 ceutico.org.
hanno dovuto diminuire le proprie euro. Barbara Baronio
Recital poetico

◗ ◗
Presso il circolo Acli parrocchiale di Calisese,
domenica 21 gennaio dalle 15, si terrà
l’incontro “Diletto dialettando” promosso
dall’associazione “Pro Rubicone”. In
Gatteo Gatteo ◗ Gatteo
Le fughe del mago Harry Houdini Incontri con l’autore Monologo di Roberto Mercadini
programma letture e recite di poesie in
dialetto e italiano con alcuni poeti romagnoli Prenderà in via al teatro “Lina Pagliughi” domenica 21 Tre serate per la presentazione di Per la Giornata della Memoria, il Comune
che hanno partecipato alla festa alle sorgenti gennaio alle 16,30 la 5ª edizione della rassegna di teatro per libri di scrittori locali, editi da “Il ha programmato lo spettacolo con Roberto
dello storico fiume il 3 settembre dell’anno la famiglia “Il Gigante Buono” organizzata da Koinè, società Ponte Vecchio” di Cesena. Si inizierà Mercadini “Fuoco nero su fuoco bianco”.
scorso. cooperativa sociale onlus. Matteo Giorgetti e Marco Mussoni giovedì 18 gennaio alle 21 nella Avrà luogo sabato 27 gennaio alle 21
della “Combriccola dei Lillipuziani” presenteranno “Le biblioteca comunale “Giuseppe nell’oratorio di San Rocco. L’attore farà un
grandi fughe del mago Harry Houdini”, il più grande Ceccarelli” con Mirko Orioli e il libro viaggio nella Bibbia ebraica. Il libro di
Film al Victor escapologo (capace di liberarsi dalle catene) di tutti i tempi. “La Romagna dei Castelli e delle Giona è la rotta di questa navigazione
In visione al cineteatro di San Vittore giovedì Aderiscono all’iniziativa di Koinè i Comuni di Gatteo, Borghi, rocche” scritto assieme ad Angelo attraverso il tempestoso mare della
18, venerdì 19, sabato 20, domenica 21 e Roncofreddo e Savignano sul Rubicone che mettono a Turchini, Marco Viroli, Paola Novara e sapienza ebraica. A ogni capitolo si tocca
martedì 23 gennaio alle 21 il film di Kenneth disposizione i loro teatri per altri spettacoli. Ingresso 4 euro. Cristina Castellari. un porto e si spalanca il mondo.
Branagh “Assassinio sull’Orient Exspress”

◗ ◗ ◗
dall’omonimo romanzo di Agatha Christie.
Domenica 21 alle 15 e alle 17 sarà proiettato
il film d’animazione “Vampiretto”. Ingresso
Longiano Longiano Sogliano al Rubicone
3,50 euro. Concerto di musica jazz Commedia dialettale Monologo di Enrico Lo Verso
Il teatro Petrella ospiterà venerdì 19 gennaio La filodrammatica longianese “Hermanos”, Al teatro comunale “Elisabetta Turroni”,
Cinema al Bogart alle 21,30 quattro musicisti della nuova domenica 21 gennaio alle 15, metterà in sabato 20 gennaio alle 21,
Il film d’animazione “Nut Job - Tutto molto generazione jazzistica italiana: Cristina scena al teatro Petrella “La suocera”, l’attore Enrico Lo Verso presenterà “Uno, nessuno,
divertente” (per bambini e famiglie) sarà Renzetti (voce e chitarra), Federico commedia dialettale in tre atti di Giusi centomila” di Luigi Pirandello (Agrigento 1867-
proiettato al cine-teatro Bogart di Casagrande (chitarre), Francesco Ponticelli Canducci. Roma 1936). Adattamento e regia
Sant’Egidio di Cesena domenica 21 gennaio. (basso) e Alessandro Paternesi (batteria). Interpreti Giusi Canducci, Mario Ronchi, di Alessandra Pizzi. Lo spettacolo ha ottenuto il
Domenica 29 gennaio, “Capitan Mutanda”. Posto unico 15 euro con degustazione dei vini Luca Orlandi, Patrizia Ronchi, Pio Rocchi, premio nazionale “Franco Enriquez”
Proiezioni alle 15 e alle 17. Ingresso 3,50 della tenuta Montaia in collaborazione con “La Piero Coli, Mirco Procucci e Mariarosa per il migliore attore e la migliore regia della
euro. Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli di Forlì e Parini. stagione 2016-2017.
Cesena”. Ingresso 6 euro. Ingresso 15 euro, ridotto 12.
Sport Giovedì 18 gennaio 2018 21

Cervese, classe 1967, l’ultratleta Andrea Di Giorgio ha compiuto imprese sportive


in tutto il mondo, raccogliendo fondi per Amref. Nel cuore ha la libertà

Pelo: “Vi racconto la mia Africa”


A
ndrea Di Giorgio, in arte tutte le mie imprese il loro
Pelo, è una forza della nome e ho raccolto fondi. Sono
natura. E di volontà. stato in Mauritania, in Libia,
Cervese di origine, classe Algeria, Capo verde e ora in
1967, con Mara Fullin (maestro "...E allora Congo”.
federale) e Simonetta Manuzzi “In Africa uno rimane
costituisce il team degli istruttori uno si chiede estasiato. Anche nel vedere la
di nordic walking per la Virtus di
Cesena. Ha all’attivo imprese
che gente che si fa 100 chilometri
attaccata alla sbarra di un
sportive e ultrasportive al limite significato ha camion. Ma ammirare le stelle
dell’immaginazione. Basterebbe di notte, durante una gara che
ricordare le 89 ore impiegate per
tutto il nostro dura più giorni, è
percorrere 25 chilometri a nuoto correre dietro un’esperienza che non si può
in mare, due Nove colli (il tragitto descrivere. Qua non si vedono
dell’arcinota Gran fondo che parte ai soldi. certi paesaggi. In quei luoghi
da Cesenatico, lunga 205 km) in
bicicletta e una a piedi. Tutto di
In quei Paesi vivo bene. È un altro respirare.
Ci si stupisce di continuo. Ci si
seguito. Una faticaccia affrontata capisci meraviglia. E’ pieno di
nell’agosto del 2013 e che avrebbe
stancato i più resistenti, di fronte
che non vale bambini che ti si aggrappano
attorno, come è successo a noi
alla quale Di Giorgio dice: “E’ più nulla" quando abbiamo visitato un
faticoso lo stress mentale. Tutti si orfanotrofio con quasi 200
preoccupano della fatica fisica, ospiti. Quei sorrisi ti
ma in certe situazioni il telefono disarmano. È un’emozione
non squilla mai e la stanchezza ANDREA DI GIORGIO dietro l’altra. E allora uno si
passa con una bella dormita”. CERVESE chiede che significato ha tutto
Oppure si può dire della prova dal CLASSE 1967 il nostro correre dietro ai soldi.
ATLETA E AUTORE
nome che è tutto un programma DI IMPRESE SPORTIVE Lì comprendi che non vale
“Io”, 1200 chilometri a piedi da STRAORDINARIE nulla. In Congo non sono
solo con un carretto da 30 chili al REALIZZATE ANCHE stressati come siamo noi”.
traino, da Tarvisio a Courmayer. A FINE BENEFICO Pelo è uno che ama
Ventun giorni dai quali è poi sdrammatizzare sempre. Vive
scaturito il libro per l’edizione col sorriso. “Il sorriso è
Miraggi “Esco a fare quattro contagioso. Vorrei essere
passi”. Ancora si può narrare della leggero ed essere sempre
Adriatic coast run extreme, 930 km allegro. A mio modo mi sento
da Cervia a Santa Maria di Leuca quel grande Paese. Nei diversi che può mancare, alla pulizia di luce o per l’acqua corrente in un sognatore. Quest’anno ho
(Lecce), tutti di corsa, e lungo la incontri sono stati anche a che a volte latita. Ma vedere la casa. Là è diversa la prospettiva e vinto tre gare, ma alzo le mani
spiaggia dove possibile, in favore pranzo con il vescovo di Boma, capitale Kinsasha con i suoi 15 ci si rende conto di quanto sul traguardo anche se arrivo
delle mamme africane, attraverso monsignor Cyprien Mbuka, e a milioni di abitanti e i villaggi di dovremmo considerarci fortunati. centesimo. Ho bisogno di
l’associazione Amref Health Africa cena con il sindaco. “Dopo capanne appena 200 metri I medici dovrebbero prescrivere a libertà per vivere bene”.
alla quale Pelo è legato da almeno quattro ultramaratone nel fuori dalla metropoli con tanti di noi almeno 15 giorni Domani arriva sempre, lo
12 anni. Si possono citare anche la deserto (da quella più breve di accanto le pubblicità delle d’Africa. Un’esperienza che slogan che lo accompagna, si è
Decaironman, la Nuotevole o la 150 km a quella più lunga di maggiori multinazionali al potrebbe cambiare molte trasformato in un pensiero,
Arrowhead 135, tutte prove quasi 300) - continua Di mondo, ti fa sentire in persone”. oltre che nel nome di una
massacranti che Pelo non solo ha Giorgio - uno vive l’Africa sulla difficoltà. L’Africa del lusso e Pelo ama correre da quando era società sportiva. Correvo di
percorso, ma poi ha anche propria pelle. In solitaria, si quella delle capanne accanto: un bambino. Aveva una notte in un deserto della
raccontato con appassionata diventa tutt’uno con la natura. uno stridore che inquieta”. predilezione per chi compiva Mauritania - racconta Di
capacità di coinvolgimento (vedi il Si vive una sensazione di Poi arriva anche la imprese epiche, di qualsiasi Giorgio -. Allora è meglio
suo blog personale libertà incredibile. Io la concretezza, il bello genere. Poi ha iniziato lui e non ha muoversi, mi sono detto, tanto
http://andreapelodigiorgio.blogsp definisco assenza di confini. Il dell’esperienza in un più smesso. “Nel 2007 sono domani arriva sempre. E’ la
ot.it/). verde del Congo è pazzesco e il continente così diverso. “Il andato - ricorda - nel deserto mia filosofia di vita. E una
“L’Africa ti rapisce con le sue fiume omonimo è grandioso, primo giorno se viene meno la come atleta amatoriale. Lì vieni certezza, oltre che una
contraddizioni”, ammette Di largo in certi punti dieci luce uno quasi si arrabbia. rapito anche se non vuoi. Io speranza. E poi lo sport è la
Giorgio che incontro dove lavora, chilometri. E’ un verde nel Dopo due o tre giorni di Congo avverto il bisogno di queste metafora della vita. Insegna
alla Just pilates studio, in via quale ci si perde”. o di qualche altro paese libertà. Poi, avendo visto certe tantissimo. E mi insegna anche
Cerchia Sant’Egidio. È tornato da “Avevo già visto e vissuto similare, nessuno ci fa più situazioni, in me è scattata la che il valore della mia vita è
pochi giorni da un viaggio, l’Africa, ma per Lisa è stata la caso. In Italia se si rimane molla per dare una piccola mano molto di più di quello che con i
assieme a Lisa, in Congo dove prima volta. Non è subito senza corrente elettrica a qualcuno. Scrissi un po’ di soldi potrei acquistare”.
l’attendeva l’amico Maurizio che semplice adattarsi a quegli diventa subito un dramma. In messaggi e Amref mi rispose in Francesco Zanotti
da cinque anni vive e lavora in odori, alle zanzare, all’acqua Congo si fa festa per mezz’ora breve. Da allora ho portato in

❚❚ SERIE B. Il 20 gennaio al Manuzzi i bianconeri incontrano il Bari Nove Colli - Selle Italia 2018

Il Cesena si prepara al gran ritorno


l campionato di serie B ritorna pro- Il Bari ha chiuso il girone d’andata al e con un mezzo piede in zona play-out.

I tagonista questo week-end. E anche


per il Cesena, dopo la sosta, è tempo
di riallacciare gli scarpini.
terzo posto in classifica con 34 punti in
21 gare giocate, a pari punti con l’Em-
poli. Distanti sole tre lunghezze dal se-
Per risalire la china verso il traguardo
agognato della salvezza, i tre punti col
Bari saranno quindi fondamentali, no-
I fari del Manuzzi Orogel Stadium si condo posto (occupato dal Frosinone) nostante le tante partite ancora da gio-
riaccendono per un Cesena-Bari che e a cinque dalla prima (Palermo), i care. Intanto, prima ancora del cam-
sarà il posticipo succoso della prima biancorossi si presenteranno in riva al pionato, è già ripreso il mercato di ri-
giornata di ritorno.
Il fischio d’inizio è fissato per sabato 20
Savio con l’intento di giocarsela fino al-
la fine, anche se il pareggio potrebbe
parazione.
In attesa del gong di fine mese, il Cese-
Aperta la lista d’attesa
gennaio alle 20,30 e i ragazzi allenati da essere un risultato comunque apprez- na si è già mosso assicurandosi le pre- Iscrizioni solo on line
Fabrizio Castori vorranno iniziare be- zabile. stazioni del centrale difensivo Suagher
ne il 2018 davanti ai propri sostenitori. Chi si giocherà la partita con la ferma (che era ad Avellino nonché ex Carpi l 15 gennaio si è aperta la lista d’attesa per la
Il match di andata al San Nicola termi-
nò con una netta sconfitta dei bianco-
intenzione di fare bottino pieno è sicu-
ramente il Cesena.
sotto la guida di Castori) e di Emma-
nuello, centrocampista giunto dal Pe-
IItalia
per la 48esima edizione della Nove Colli - Selle
che si disputerà il prossimo 20 maggio. Le
neri, annichiliti da un netto 3-0 a favo- Assetato di punti, il "Cavalluccio Mari- rugia dove era in prestito dall’Atalanta. iscrizioni possono essere compilate esclusivamente
re dei pugliesi. Un motivo in più per sal- no" vuole continuare la risalita verso Quello che è certo è che il direttore on-line tramite l’apposito modulo sul sito
dare il conto nei confronti dei "Gallet- acque più tranquille. sportivo Foschi è alla ricerca di un ter- www.novecolli.it. Come da regolamento i ripescati,
ti". Dopo lo scivolone di Cremona, i bian- zino sinistro, mentre in uscita pare or- sulla base di eventuali rinunce o disdette, non
L’avversario, allenato dall’ex campione coneri di Romagna avevano terminato mai certa la partenza di Kone, corteg- avranno diritto a spostamenti di griglia in base al
del mondo Fabio Grosso, è di quelli da l’andata al quintultimo posto con 23 giato dal Frosinone. vigente Ranking Nove Colli.
prendere con tutto il rispetto possibile. punti all’attivo, a braccetto col Brescia Eric Malatesta Per info: www.novecolli.it
Sport Csi
Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano
22 Giovedì 18 gennaio 2018 Comitato di Cesena

◆ Calcio a 5 giovanile Beach Tennis


IL PONTE PIETRA

I bambini gli anni 2008 e


2009) parteci-
pano sette
squadre: la Pol.

si divertono Forza Vigne, il


Granata “A” e
“B”, il Ponte
Pietra “A” e “B”,

al torneo in palestra il Dismano


United “A” e
“B”. Nella com-
petizione ri-

L’
attività dei campionati di calcio gio- da gennaio a marzo. volta alla cate-
vanile è sospesa nel periodo inver- Per quanto concer- goria “Esor-
nale ed è sostituita dal torneo in pa- ne la categoria “Pri- dienti-Under
lestra di calcio a 5, aperto a tutte le società. Ha mi Calci-Under 8” 14” (per gioca-
avuto inizio per il momento solo la competi-
zione riservata alla categoria “Pulcini-Under
(rivolta a giocatori
nati negli anni
tori nati negli
anni 2004 e ■ Classifiche
12” (per atleti nati negli anni 2006 e 2007), 2010/11) troviamo 2005) cinque
che registra l’adesione di nove compagini: la
Pol. Forza Vigne Blu e Gialli di Cesena, il Gra-
sette formazioni: la Pol. Forza Vigne Blu e
Gialli, il Granata “A” e “B”, il Ponte Pietra, la
sono le società che lottano per la vittoria fi-
nale: la Pol. Forza Vigne Blu e Gialli, il Ponte
dei campionati
nata “A” e “B” di Bagnarola, il Ponte Pietra “A” Pol. 5 Cerchi di Macerone e il Dismano Uni- Pietra “A” e “B” e il Granata. Trofeo femminile
e “B”, il Dismano, il Romagna Sport (tutte ted, che fanno tutte riferimento alla città di Sono ancora aperte le iscrizioni per le altre
compagini cesenati) e la Longianese “A”. Cesena. due categorie: “Giovanissimi-Under 16” (na-
F.lli Amaducci
Le altre categorie scenderanno in campo suc- Nel torneo che interessa la categoria “Scuola ti negli anni 2002 e 2003) e “Allievi-Under 18” e campionato maschile
cessivamente durante il periodo invernale, Calcio-Under 10” (riservato ad atleti nati ne- (nati negli anni 2000 e 2001).
Dopo la pausa natalizia e di fine anno cogliamo
l’occasione per fare il punto della situazione sui
campionati maschile e femminile di beach tennis.
È una disciplina giovane, in cui occorre un buon
SAN MARCO (CASE FINALI DI CESENA) rapporto con l’attrezzo, riflessi e velocità sulla
Primi sabbia e l’equilibrio fra queste doti porta a far
emergere giocatori con caratteristiche fisiche, che
Calci-Under 8, privilegiano la reattività a discapito della pura
potenza.
Pulcini-Under 12, Le competizioni sono giunte alla settima edizione
e testimoniano del buon lavoro svolto dal
Esordienti-Under 14 comitato cesenate del Csi per diffondere nel
territorio romagnolo questo sport.
e Giovanissimi-Allievi Per quanto concerne il campionato femminile -
“4° Trofeo F.lli Amaducci” - registriamo la
Under 16 presenza di 9 formazioni che danno vita a un unico
girone: troviamo in testa alla classifica generale Il
Cardo di Cervia, che vanta dieci lunghezze di
vantaggio sul New Team (detentrice del titolo) di
Cesenatico e quattordici sulla Crb Academy di
Cesena;più distanziate risultano il Sole Rosso di
Bellaria,le Noire di Savignano sul Rubicone e le
Golden Rakets di Cesena, mentre occupano le
ultime posizioni le Sportive Dentro di Gambettola,

pogliatoi chiusi il Team Out di Cervia e il Blu Team, formazione


S cesenate.
Al campionato maschile partecipano invece 10
le
Pausa inverna
società, racchiuse in un solo raggruppamento: al
comando c’è il Tie Break Team di Cesena, che
precede di ben sedici punti il Gparts-Safe di
Cesenatico, di diciassette Gli Outsider e di diciotto
l’U.S. Bernardini Divise (entrambe difendono i
colori della nostrra città); più lontane restano la

Calcio giovanile, il punto dei campionati Pescheria F.lli Stacchini,compagine cesenate e il


G.P. Vigne Nolorico, sempre di Cesena (campione
uscente),mentre occupano le ultime piazze il
Riviera 69 di Cesenatico, il Bar Santi 1976 di
Savignano sul Rubicone, l’Us F.lli Amaducci di
Forlimpopoli e il San Marco Eat Burger, società

A
pprofittiamo della pausa confronti di un terzetto formato dalla classifica con un vantaggio di sei
invernale per aggiornare la Virtus Cesena “A”, dalla Pol. lunghezze sulla Pol. Aurora San cesenate.
situazione nei vari campionati Longianese e dal Ronta Fc; nel girone Giorgio e sette su una coppia formata
di calcio giovanile, indetti dal “C” lo Sporting Galeata distacca di tre dal Ccs Granata e dal Torre del Moro. Nella foto, la squadra del Tie Break Team,
Comitato Csi di Cesena, da sempre punti la Pol. Aurora di San Giorgio e Per quel che riguarda il campionato dell’Aeronautica Militare di Pisignano,
convinto della grande importanza di sei la Virtus Cesena “B”. della categoria “Esordienti-Under 14” sponsorizzata dal Bagno Benevenuti di
che rappresenta il settore giovanile Quanto al campionato rivolto alla (riservata a giocatori nati negli anni Pinarella: da sinistra, Antonio Cannavacciuolo,
nella pratica sportiva, incentivando categoria “Scuola calcio” (riservata a 2004/2005), in cui sono otto le Raffaele Quarta, Francesco Pellegrino, Marco
le società a continuare a profondere giocatori nati negli anni 2008/2009), società in lizza per la vittoria finale, il Musilli e Andrea Cecchetti.
tempo ed energie a favore dei più che vede l’adesione di quattordici Ccs Granata occupa la prima piazza e
piccoli. compagini suddivise in due precede di due punti il Torre del
Nella competizione riservata alla raggruppamenti: nel girone “A” la Pol. Moro e di tre il Climagas Ponte
categoria “Primi Calci-Under 8” (per
atleti nati negli anni 2010/11) hanno
aderito dieci formazioni suddivise in
Longianese è al comando con sei
lunghezze di vantaggio sul Ccs
Granata e otto nei confronti
Pietra.
Infine, nella competizione rivolta alla
categoria “Giovanissimi/ Allievi-
Torneo scacchistico ◗
Semilampo di cioccolato
tre raggruppamenti: nel girone “A” il dell’Athletic Poggio; nel girone “B” il Under 16” (per atleti nati negli anni
Climagas Ponte Pietra detiene il Rubicone Calisese di Cesena precede 2001/2002/2003), dove si Domenica 21 gennaio alle 15 nella sede del circolo
primato e distanzia di sei punti una di due punti il San Marco Auto Moto contendono il primato otto scacchistico “Paul Morphy” di Cesena, affiliato al
terna composta dalla Pol. Sala, dal e di tre la Pol. Longianese. formazioni, il Romagna Centro di comitato Csi della città, in via Canonico Lugaresi
Ccs Granata di Bagnarola e Nella competizione che interessa la Cesena è solitario in vetta e distanzia 202, si svolgerà il torneo semilampo del cioccolato
dall’Atlethic Poggio di Poggio Berni; categoria “Pulcini-Under 12” (per di ben sei lunghezze una coppia del mese di gennaio. I turni di gioco sono 6 e il
nel girone “B” il San Marco Auto atleti nati negli anni 2006/2007), composta dallo Sporting Galeata e tempo di riflessione per ogni giocatore è di 15
Moto di Cesena guida la classifica dove sono presenti dodici squadre, il dal Torre del Moro e di dieci la Pol. minuti.
con sei lunghezze di vantaggio nei Romagna Sport di Cesena guida la Sala e il Ccs Granata, appaiate. Per eventuali preiscrizioni: Patrizio Di Piazza,
tel. 0547 24125, p.dipiazza@libero.it.
Pagina aperta Giovedì 18 gennaio 2018 23

✎ Il direttore risponde  L’Occhio indiscreto


Le tradizioni e le radici del territorio e della sua cultura
Diego Angeloni aiuta i lettori a fare memoria per comprendere il futuro

Via Zefferino Re, a due passi (due) da piazza del Popolo, a Cesena. Il portico si chiude
con una rampa per disabili, come segnala un affezionato lettore. Si apprezza l’in-
tento, ma la resa resta di difficile fruizione, in quanto l’acciottolato su cui ‘sbuca’ la
rampa è troppo sconnesso...

dotto in modo sempre più approfondito nel cuore, nella necessità, nella bellezza
della preghiera cristiana. Cinque tappe - attraverso cinque lectio - dove la Parola si
fa preghiera e incontro, e con essa si è accompagnati nel mistero del Padre, “che
anela a un cuore libero dalle schiavitù dell’apparenza (Mt 6,5) e che più che parole
(Mt 6,7) desidera figli e figlie” disposti a un incontro che componga una nuova
opera insieme a Lui.
A partire dalla preghiera di Gesù (prima meditazione) e da quella di Maria (seconda
meditazione), si è fatta luce sulla preghiera personale e comunitaria (terza medita-
zione), termometro della nostra fede, che dovrebbe far trasparire qualcosa del mi-
stero di Dio ed essere capace di far desiderare la gioia della preghiera. Si è inoltre
approfondito il Padre nostro (quarta meditazione), che non è semplicemente for-
mula da recitare, ma codice di ogni preghiera rivolta a Dio, guida del nostro rap-
porto con il Signore e regola per la nostra vita. Come ultima tappa, nella
meditazione del capitolo sesto degli Atti degli Apostoli, abbiamo sostato sul martire
Stefano, trasparenza di Cristo: in lui, ricreato da Dio, preghiera e azione si fondono,
tanto da essere trascinato verso il prossimo e spinto a pregare per i propri persecu-
tori come Gesù stesso ha fatto sulla croce.
UN RITROVO DELLA CLASSE DELLA SEZIONE A DEL LICEO CLASSICO “VINCENZO Un ritiro che ha mostrato un orizzonte possibile e stimolante: la possibilità di una
MONTI” DI CESENA (MATURITÀ DEL 1976). preghiera che può essere “totale e sinfonica”, con la capacità di dilatarsi a ogni gesto
IL PROFESSOR GIOBBE GENTILI È IL QUINTO IN PIEDI DA SINISTRA
e farsi vita, nella comunione con i fratelli e con i santi.
Non rimane che ringraziare don Mario per il tempo che ci ha dedicato e per il suo
prezioso servizio, con l’augurio che possa essere sempre testimone della silenziosa
presenza di Dio. Un ringraziamento particolare va inoltre a don Pier Giulio Diaco -
referente della fraternità del diaconato - che ci ha accompagnato e sostenuto in
questo percorso di approfondimento spirituale e alla comunità delle suore Orsoline
di Cesenatico per l’accoglienza discreta e attenta.
Emanuele Testi

Aneddoti e tradizioni Le feste con la “morosa”


La scorsa settimana ho detto che il lo stuolo di amiche che si univano a
periodo del carnevale è un tempo lei per andare alle feste (solo per
pazzo e allora anche noi ci diver- rassicurare, un tempo le consuma-
tiamo con temi frivoli. zioni erano meno care di oggi!). Ma
A riprova che le romagnole sono le le ragazze dovevano essere molto
ragazze migliori, vorrei riportare un prudenti per non essere messe alla
La III A del 1976 ricorda il professor Gentili detto fondamentale: “Sono stato a berlina. La notte del martedì lovo,
Roma e ho visto le romane / Son più infatti, si praticava, la fasulera a
Ciao Giobbe! belle delle veneziane / Le veneziane quelle ragazze che, nonostante i fa-
Magro, elegante, camminavi con la schiena eretta, i piedi paralleli. Sei entrato in classe durante un’ora portano il busto tondo / Le roma- vori concessi durante il tempo del
in cui eravamo scoperti da insegnanti, in V ginnasio, nel 1972. gnole son il fior di tutto il mondo”. E carnevale, non erano riuscite a im-
Fu subito silenzio. Anche coloro che fra noi non sapevano chi eri, furono colpiti dall’aura ed eleganza se vogliamo essere ancora più pre- pegnare a nozze nessun presunto
dell’uomo. cisi: “Chi vo vdè la bela romagnola / moroso e che tuttavia ostentavano
Scarpe ben lustrate e calzoni stretti, profumato e diverso da tutto il resto del corpo insegnanti del Liceo Vada a Bagnacaval e Cutignola / Chi fare le sdegnose e le pudiche. La fa-
“V. Monti” di Cesena, i cui professori assomigliavano chi a Gioacchino Rossini chi a Giacomo Leopardi. vo vdè la romagnola bela / Vada a sulera consisteva nello spargere una
Tu eri una colonna ionica: essenziale. Insegnavi greco e latino… dette lingue morte. Tu le resuscitavi… Bagnacaval e Brisighela”. Un tempo, traccia di fagioli o di ceci o di fave
ci giocavi attualizzandole. Non usavi i libri durante la lezione, andavi a memoria. I tuoi appunti si limi- quando i ragazzi giungevano a per la strada fino alla loro porta di
tavano a tre righe scritte su un foglietto con la tua penna Bic gialla, a punta finissima. quella età, in cui cominciava a svi- casa. Ma vediamo di spiegare il si-
Fumavi la sigaretta con l’ausilio di un bocchino e la spegnevi a malincuore, senza mai schiacciarla, lupparsi il sentimento di scegliere gnificato di tali simboli: i legumi
strofinandola nel portacenere. Non abbiamo mai visto gesti bruschi o violenti. Timido, non ti nascon- una compagna, iniziavano a fre- secchi indicavano che le ragazze
devi… preferivi essere notato e scovato. Ti abbiamo fatto tante domande e tu ci ascoltavi. Dopo la tua quentare le feste da ballo e i luoghi canzonate masticavano amaro pe-
lezione, come gli attori inglesi, scappavi dall’applauso, sparivi… Sapevi tanto, per noi tutto. Ti vole- in cui si radunavano un gran nu- nando, dentro di loro, la rabbia,
vamo più che bene. Eri il “nostro” Giobbe. Pensavamo volessi più bene a noi che alle nostre classi… ma mero di ragazze, al solo scopo di tro- come avrebbero faticato per man-
questo lo pensavano tutti gli studenti. Noi lo pretendevamo. varne una che andasse loro bene e giare i semi rinsecchiti deposti a
Una volta minacciando a qualcuno il rinvio a settembre gli hai detto “e che vuoi che sia… essere riman- tentare di avvicinarla. Per prima loro scherno. Bisogna dire però, che
dati è come portare le calze di lana d’estate”. cosa una volta individuata la pre- senza termini e tempi, la fasulera si
La notizia della perdita del nostro caro Giobbe è rimbalzata, sulla chat della classe, al levar del sole. scelta, il giovane cercava di accom- combinava, in genere, a scherno
Guardando fuori dalla finestra ci ritorna in mente una frase di Omero che lui tradusse con calma e pas- pagnarla nei trasferimenti in città, delle ragazze che avevano fatto
sione: “Quando mattutina apparve Aurora… che allunga le sue mani dalle lunghe dita rosa…”. alle sacre funzioni e per quanto cosa scandalo di sé seppure con l’abito
Con tutto il nostro bene. assai ardita la conduceva fino all’aia dell’onestà più rara; o per le ragazze
Massimo Rocchi e tutta la III A della maturità del ’76 di casa sua. Quando la ragazza si ac- attempate che si industriavano, fol-
Meditazione e preghiera per il ritiro dei diaconi corgeva di avere una simpatia verso leggiando, a trovarsi un marito alla
il giovane accompagnatore, si guar- pari delle ragazzine. A volte poteva
“Signore, insegnaci a pregare!” (Lc 11,1): è la richiesta dei discepoli posta a Cristo. È la domanda che dava dal manifestarla. Ella preferiva anche capitare che qualche spasi-
ogni cristiano dovrebbe porre al proprio padre spirituale ed è stato l’invito che ha mosso il desiderio lasciare parlare il cuore; non di rado mante senza speranze, pur di acca-
della fraternità dei diaconi della Diocesi di incontrarsi presso il soggiorno Cardinal Schuster di Cesena- dopo qualche incontro, i due gio- parrarsi una ragazza molto
tico, dal 28 al 30 dicembre, nel consueto appuntamento per gli esercizi spirituali. vani potevano scoprirsi innamorati corteggiata, facesse, in mala fede, la
Un tempo di grazia, di meditazione, di intenso silenzio e di comunione fraterna che diviene rinnovato e stabilire di chiamarsi a vicenda fasulera per eliminare i possibili
entusiasmo da diffondere nelle rispettive comunità di appartenenza. Non può essere altrimenti: “moroso” e “morosa”. Alle feste la contendenti che avrebbero poi legit-
quando si fa esperienza viva del Signore nella preghiera, solitaria e comunitaria, quando l’orazione di- morosa non poteva accettare l’in- timamente evitato una ragazza
venta autentico respiro dell’anima, non si ha altro desiderio che condividere con chi si ama il tesoro ri- vito a bere di nessun altro se non dal “chiacchierata”, dalla compromessa
scoperto. fidanzato, il quale doveva offrire da moralità. Per oggi è tutto, a giovedì
Monsignor Mario Morigi ha guidato, attraverso la sua esperienza che si fa testimonianza viva, i diaconi bere oltre alla morosa anche a tutto prossimo. Diego Angeloni
e le mogli presenti, in un percorso segnato da cinque tappe, cinque meditazioni che ci hanno intro-