Sei sulla pagina 1di 53

Anno 6 - n 45 - Novembre/Dicembre 2012 - euro 4,50

COSTRUZIONI E IMPIANTI
PROFILI

LARMONIA
DELLE PARTI
GEZA - GRI E ZUCCHI ARCHITETTI ASSOCIATI

Ambiente costruito un premio alla qualit / Lab i segreti della


perfezione / Focus tecnologie invisibili / Stile libero vita tra
gli alberi / ritorno allordine / Design la selezione naturale

F o n t s r l - v i a S i u s i 2 0 /a 2 013 2 M i l a n o - S p e d . i n a b b. p o s t a l e 4 5% D. L . 3 5 3 / 2 0 0 3 (c o n v. i n . 27. 0 2. 2 0 0 4 n . 4 6 ) A r t. 1 C o m m a 1 D C B M i l a n o
IPM INDUSTRIA POLIURETANICA
Il rigore formale conferito al prospetto principale dalla scansione regolare dei profili strutturali contrastato dalla trasparenza
dei molteplici elementi architettonici in vetro in un piacevole equilibrio tra vuoti e pieni, esaltato dal marcato cromatismo del
portale di ingresso. Di particolare effetto visivo lampio ballatoio semi-circolare della Hall la cui leggerezza amplificata
dallutilizzo di profili in acciaio di sezione minimale e balaustre di pregevole eleganza formale. La trasparenza come leit motiv
torna nei divisori interni costituiti da vetri accostati con fascia centrale acidata a garantire luminosit e privacy.
Project: Geom. Giuliano Galassi

IL PENSIERO IN OPERA
Ogni realizzazione, a partire da un pensiero creativo frutto di un accurato studio,
di un attento lavoro di squadra. Questo il nostro stile, il nostro modo esclusivo di costruire lOpera.
ph. A. Di Gaspare

tecnologie e strutture per larchitettura


studioconti.biz_2012

Promo SpA - via Montecavallo, 9


62014 Corridonia (MC)
Tel. +39 0733 433542 - Fax + 39 0733 433433
www.promospa.eu - info@promospa.eu
IOARCH Costruzioni e Impianti [ n. 43/2012]

ComoCasaClima 2013
Salone dedicato allefficienza energetica
e alla sostenibilit in edilizia

Cernobbio, Centro Congressi Spazio Villa Erba


22-23-24 febbraio 2013

ComoCasaClima
[2]

Informazioni: tel. +39.031.301037 - mob. +39.366.2405935 - segreteria@comocasaclima.com - www.comocasaclima.com


40 21

IL PARADOSSO DELLA QUALIT


I recenti premi, le selezioni e le manifestazioni internazionali di
cui parliamo in questo numero raccontano di un livello propositivo
e progettuale italiano che non trova riscontri nei precedenti
quarantanni. Ma per completare il padiglione di accesso

30
agli scavi dellArtemision di Vincenzo Latina, medaglia doro
allarchitettura italiana 2012, ci son voluti 25 anni (per costruire

4
il Colosseo ne bastarono dieci). Negli anni scorsi migliaia di
progettisti hanno seguito corsi sullefficienza energetica, non solo
per possedere una nuova specializzazione ma con la convinzione
che oggi non si fa reale progettazione senza un salto qualitativo
e di competenza, e con la passione per una nuova architettura
socialmente e ambientalmente responsabile. Nel frattempo
lassegnazione delle gare pubbliche segue sempre il criterio del
massimo ribasso, lo stock edilizio esistente (venduto e invenduto)
continua ad essere scadente, rotonde e svincoli pavimentano
ettari di terreno agricolo senza portare da nessuna parte e lItalia
continua a perdere posizioni in tutte le classifiche, tranne quella
sulla corruzione.

44 36 12
4 I SEGRETI DELLA PERFEZIONE 36 VITA TRA GLI ALBERI
Il cemento secondo Tadao Ando La casa di un regista

12 LA CONQUISTA DELLO SPAZIO 40 RITORNO ALLORDINE


Dalla XIII Biennale di Venezia 2012 Una ristrutturazione a Catania

21 ASTRAZIONI NELLA FORMA 44 UN PREMIO ALLA QUALIT


Profili: GEZA - Gri e Zucchi Associati Medaglia dOro allArchitettura Italiana 2012
In copertina, Gri e Zucchi Associati: la casa
della musica a Cervignano del Friuli (UD), 30 HOME & BUILDING AUTOMATION 46 LA SELEZIONE NATURALE
2009-2010 (foto Massimo Crivellari). Tecnologie invisibili Adi Design Index 2012

Direttore responsabile Contributi Editore Prezzo di copertina euro 4,50


Sonia Politi Francesca Emily Amato, Font srl, via Siusi 20/a arretrati euro 9,00. Abbonamento (10 numeri)
Roberta Cassi, Mara Corradi, 20132 Milano euro 30,00; estero euro 60,00.
Comitato di direzione Alice Gramigna, Marco Penati, tel. 02 2847274 Pagamento online su www.ioarch.it
IOARCH Costruzioni e Impianti n. 45

Myriam De Cesco, Carlo Ezechieli, Nadia Rossi, Silvia Zotti fax 02 45474060 o bonifico su banca Unicredit: IBAN IT 68H02 008 01642 00000 4685386
Antonio Morlacchi redazione@ioarch.it intestato a Font Srl
Grafica e impaginazione www.ioarch.it
Comitato Tecnico Roberta Basaglia Reg. Tribunale di Milano n. 822 del 23/12/2004.
Sebastiano Abello, Michele Abbonamenti
Caterino, Eric Ezechieli, Walter Fotolito e stampa tel. 02 2847274 - fax 02 45474060 Sped. in abb. postale 45% D.L. 353/2003
Marabelli, Guido Pesaro Pinelli Printing, Milano abbonamenti@ioarch.it (conv. in L. 27.02.2004 n.46) art. 1, comma 1 DCB Milano

Diritti di riproduzione riservati. La responsabilit degli articoli firmati degli autori. Materiali inviati alla redazione salvo diversi accordi, non verranno restituiti. [3]
IOARCH Costruzioni e Impianti [ n. 45/2012]

IL CEMENTO SECONDO TADAO ANDO

I SEGRETI
DELLA PERFEZIONE
Carlo Ezechieli

LA COSTRUZIONE DEL DUVETICA STORE DI MILANO


E IL RESTAURO DI PUNTA DELLE DOGANA DI TADAO ANDO
NEL RACCONTO DI DUE PROTAGONISTI, EUGENIO TRANQUILLI E
LUIGI COCCO. DUE INGEGNERI CHE - A PARTIRE DAL PROGETTO
DELLA SEDE DI FABRICA - SI SONO OCCUPATI, CON INCREDIBILE
MAESTRIA, DELLO SVILUPPO E DEL COORDINAMENTO DELLA
MAGGIOR PARTE DEI LAVORI DI TADAO ANDO IN ITALIA.
LEVENTO DI APERTURA DELLO STORE DUVETICA A MILANO,
PROGETTATO DA TADAO ANDO E REALIZZATO CON LA LORO
COLLABORAZIONE, STATA UNOCCASIONE NON SOLO PER
AMMIRARE UNOPERA CHE SI DISTINGUE PER PERFEZIONE E
CURA DEI DETTAGLI, MA ANCHE PER CONOSCERE, ATTRAVERSO
LA LORO TESTIMONIANZA, QUAL LA STORIA E I PARTICOLARI
DI QUESTE REALIZZAZIONI.

Ingegner Tranquilli, quali sono le peculiarit corrisponde a due tatami. La sua architettura Tadao Ando
principali del lavoro con Tadao Ando? fatta di multipli di tatami.
Tadao Ando (Osaka,1941) uno dei pi noti progettisti
Eugenio Tranquilli Lavoriamo con Ando
contemporanei. Ispirato dallarchitettura tradizionale
dal 1992, ormai da ventanni. Una delle Realizzare opere in cemento faccia a vista in del proprio Paese e allo stesso tempo infl uenzato
caratteristiche principali del suo lavoro, Italia non sempre facile, una tecnica nota dal Movimento Moderno e da Le Corbusier, il suo
come noto, lessenzialit del cemento e comune ma lesecuzione generalmente lavoro si caratterizza per un approccio artigianale
faccia a vista. Ando dice che il muro rompe povera. Come gestite queste lavorazioni? estremamente attento ai dettagli. Tra i numerosi
lo spazio, impedisce e ostacola, altera un Luigi Cocco Normalmente utilizziamo progetti che portano la sua fi rma la Azuma House
di Sumiyoshi (1976), la Chiesa della Luce a Osaka
ordine precedente, e pertanto deve essere ben casseri a travi della Peri con pannelli di
(1989), ledifi cio per la Pulitzer Foundation for the
eseguito. Ando giapponese, una cultura rivestimento in legno di betulla, specifici per Arts a St. Louis (2001), il Museo di Arte Moderna di
ancor oggi molto influenzata dalletica e dai il cemento faccia a vista, anche se purtroppo Fort Worth (2002). Nel corso della carriera, oltre al
codici samurai, e questo in architettura si ormai impossibile trovare casseri di betulla Premio Pritzker nel 1995, ha ricevuto riconoscimenti
converte in onest costruttiva e coerenza ben fatti. Quelli che si trovano normalmente come la Medaglia dOro dallAccademia Francese di
assoluta. Alla fine Ando non ha fatto altro provengono dalle foreste di Finlandia o Architettura nel 1989 e la Medaglia dOro della Union
Internationale des Architectes nel 2005. Membro
che riprendere una tecnica di costruzione Russia e si imbevono parecchio, peggiorando
onorario dellAmerican Institute of Architects e della
del tutto comune - con i tipici pannelli di il risultato finale. Il tema della qualit dei Royal Academy of Arts di Londra, stato anche
casseratura 180x90, la misura del tatami - manti in legno dei casseri cruciale e nel caso visiting professor alle Universit di Yale, Columbia,
riordinandola e portandola alla perfezione. specifico vanno scelti uno per uno, scartando U.C. di Berkeley e Harvard.
E tutto questo segue la cultura dello tsubo: i peggiori, che purtroppo sono sempre pi www.tadao-ando.com
ununit di misurazione delle superfici che frequenti. Li controlliamo uno per uno sia

[4]
[ n. 45/2012] IOARCH Costruzioni e Impianti

Sopra, lintervento di Punta della Dogana a Venezia si articola


attorno a un imponente e astratto volume in cemento faccia-
a-vista inserito allinterno degli antichi magazzini; nella pagina
di sinistra, uno scorcio del negozio monomarca di Duvetica a
Milano (le foto di Duvetica orch_chemollo).

visivamente che con strumenti. Il sistema di organizzato il tutto in modo tale che - pur
cassaforma che utilizziamo normalmente si attraversando il Canale della Giudecca,
chiama Vario GT24 ed un sistema binato trafficatissimo e a rischio di soste fortuite -
di travi in legno reticolari (dipinte di giallo) un tecnico poteva additivare il cemento in
collegate a profili in ferro. Il pannello di caso di soste prolungate. Il getto potrebbe
rivestimento si compone di due manti: uno di peraltro variare notevolmente cambiando il
supporto e laltro a contatto con il getto. Prima tipo di inerte, qualora non ci sia la certezza
di eseguire il getto vanno disegnati i prospetti, che la ghiaia e i vari componenti provengano
interni ed esterni, con la posizione di tutti i tutti dallo stesso luogo. Ed cos che prima di
fori dovuti alle barre dywidag. Ovviamente ogni lavoro di Ando chiediamo al betonista
la precisione del montaggio fondamentale. di immagazzinare tutti i materiali necessari.
Un altro aspetto che va affrontato con la Ciononostante le variazioni sono sempre
massima cura quello del timing, dato che possibili e il colore del calcestruzzo spesso
questo influisce pesantemente sulla qualit dipende anche da umidit, calore eccetera.
finale del cemento. A Punta della Dogana, ad
esempio, mantenere la qualit del cemento era Quali sono le dicolt principali che avete
senzaltro un problema. incontrato?
E.T. Sempre a Punta della Dogana una
Come siete riusciti a controllare il risultato? difficolt era rappresentata dalle onde
L.C. Obbligando il cementista a seguire una presenti in laguna. Con uno sbraccio della
certa granulometria, inerti lavati, la betoniera pompa di 27 metri, unonda di 50 cm fa
deve essere completamente lavata e mantenere ruotare la pompa di 4 metri. Ed anche per
basso il contenuto dacqua. A Punta della questo motivo che i getti venivano eseguiti
Dogana i getti andavano eseguiti verso le di mattina presto con unonda minima.
7 di sera o alle 4 del mattino. Tre betoniere A Milano invece non cera la possibilit di
partivano da terra e impiegavano due ore di trovare mezzi adeguati, tanto che li abbiamo Disegno del muro di cemento studiato
navigazione per arrivare sul sito. Abbiamo fatti arrivare apposta da Treviso. a modulo di tatami giapponese.

[5]
IOARCH Costruzioni e Impianti

TRA GIUDECCA
E CANAL GRANDE
Tra gli altri interventi
di restauro per il museo darte
contemporanea della Fondazione
Pinault, Ando ha inserito in uno
dei magazzini dellantica dogana
da mar un volume in cemento
armato liscio a tutta altezza,
intorno al quale ora ruotano
gli spazi espositivi.

L.C. E poi la qualit della vibrazione del


cemento. Nei muri di Ando servono almeno
due punti di getto e pi punti di vibrazione e
La maquette e alcuni il vibratore deve essere sempre in immersione,
disegni di progetto va spento e poi estratto, viceversa fa schizzare
illustrano bene gli
interventi puntuali gocce sulle casseforme che rimangono visibili
(nuovi setti, scale, una volta scasserato il getto.
percorsi, spazi di
servizio) inseriti
senza mediazioni n Come fa Ando a mantenere sotto controllo la
mimetismi nellantico qualit delle opere, per di pi allestero?
corpo di fabbrica della E.T. Sul cemento Ando ha un libretto di
dogana veneziana
per trasformare caratteristiche prestazionali rigidissime
i magazzini con tolleranze pressoch nulle. Anche se c
del XV secolo una cosa molto curiosa: vero che siamo
nellesposizione della
collezione Pinault di diventati molto bravi, ma talvolta qualche
arte contemporanea. piccola imperfezione c e Ando non vuole
Al centro ben visibile che vengano corrette. Secondo lui il cemento
il volume a tutta
altezza di cui si parla deve essere realizzato in opera, deve essere
nellintervista. un concentrato delle risorse e il risultato del

[6]
[ n. 45/2012] IOARCH Costruzioni e Impianti

I setti in cemento
armato tipici
dellarchitettura di
Ando si sviluppano su
moduli corrispondenti
alla misura del tatami,
di cm 180x90 circa,
dove i fori delle
casseforme (6 per
ogni modulo) sono
essenziali al disegno.

lavoro degli uomini del posto e siccome gli certificare la qualit finale dellopera. Tadao Quali le particolarit nel lavoro di Duvetica?
uomini non sono perfetti, anche se un muro Ando negli anni ha capito che pu fidarsi di E.T. Il primo Concept Store Design di
non perfetto va bene. noi e, pur con tutte le differenze di etichetta Duvetica era a Tokio. Il pavimento del terrazzo
dovute anche alla cultura, considero Ando fu realizzato alla veneziana in cemento grigio
Come lavorate con Ando? un amico e credo che il suo sia un modo con marmorini di intonaco additivando
E.T. Ando fa disegni in scala 1:200 che meraviglioso di lavorare. molto bravo, limpasto con granuli di lapislazzuli blu.
sappiamo come portare a livello di dettaglio. ispirato, il suo atteggiamento esattamente A Milano invece prevale il marmorino o
In fase di sviluppo del progetto il suo capo- il contrario di quello di una star, ama il lintonachino rasato che dappertutto, anche
progetto ci fa visita ogni 2 o 3 mesi. Tra suo lavoro e ama chi lavora per lui. E senza sul pavimento in cemento elicotterato. Credo
laltro, sfruttando la differenza di fuso orario, dubbio un personaggio di una durezza che lelemento caratterizzante di Duvetica sia
possiamo inviare ogni sera allo studio di incredibile. In studio non hanno telefono n la gamma colori, che a Milano risalta in modo
Osaka le foto di cantiere che vengono viste email personale. speciale accostata al cemento faccia a vista.
il mattino seguente. Tutti i disegni vengono Tutti, indipendentemente dalla gerarchia,
trasmessi e revisionati personalmente da lavorano su tavolini 60x40 centimetri e Ando uno dei pochissimi architetti viventi
Ando. Lopera realizzata viene certificata fino alle 9-10 di sera, compreso il sabato. La che abbia realizzato a Venezia opere tanto
in modo rigorosissimo. Per il progetto di domenica libera, ma solo per approfondire importanti. Posizione non facile e compito
Milano ad esempio, il capo progetto Kazuya opere di architettura. Ma ripeto, un arduo, soprattutto quando si ha a che fare con
Okano venuto a Milano qualche giorno gran bel modo di lavorare, che d molte una citt con un passato tanto imponente. E
prima dellinaugurazione per verificare e soddisfazioni. con la burocrazia italiana...

Allinterno
dellarticolata struttura
degli spazi di Punta
della Dogana il grande
A sinistra, rilievo materico con inserimento dei volume centrale
nuovi interventi in corrispondenza della corte introduce una pausa
centrale; qui sopra, schema di intervento per che ne sottolinea il
linserimento degli spazi di servizio e degli ruolo centrale nella
impianti tecnici. composizione.

[7]
IOARCH Costruzioni e Impianti [ n. 45/2012]

DUVETICA A MILANO
The Duvetica brand symbolizes
the fusion of contemporary
sensitivity and the traditional
European cultural climate in
which manufacturers have always
adhered to definitive quality. For
the space presenting the Duvetica
products, I pursued a design
that is based on non-ephemeral
materials and thoroughly
simplified details.
Tadao Ando

E.T. Mettere insieme Ando, Pinault e il cemento armato?


Sovrintendente alle Belle Arti di Venezia stato L.C. Ogni volta realizzo dei campioni in
fondamentale, dato che le scelte venivano fatte fase preliminare e specifico per ogni tipo di
da queste tre persone. Cos abbiamo sveltito cantiere. A Venezia ad esempio gli inerti erano
notevolmente il processo. Ando ha avuto un di ghiaia di fiume, che a Milano non esiste ed
grande rispetto per la storia e, nonostante il sostituita dal misto spaccato. Ogni lavoro
rapporto con la complessit delle procedure segue una procedura differente e al risultato
e delle normative italiane, tutto si svolto in desiderato si arriva con un mix design
modo fluido. Punta della Dogana era ed di differente. Partendo da una base, si fanno 2 o
propriet statale ma in abbandono da molti 3 campioni che si raffinano progressivamente.
anni. Il Comune di Venezia ha formalizzato Certo gli ingredienti alla fine sono quelli
un accordo con Palazzo Grassi per restaurarlo standard Rck 350-500, fluidificanti e cos via,
e lasciarlo in concessione per 30 anni. ma cambia il modo di combinarli.

Ingegner Cocco, come si fa a controllare in Qui si chiude lintervista. Unopera di


modo cos accurato la qualit delle opere in architettura dipende da alcuni aspetti

Nelle foto (orch_chemollo), alcune immagini del negozio


Duvetica inaugurato lanno scorso.

DUVETICA STORE,
BELLEZZA E COMFORT
Pianta del piano terra. In via Santo Spirito, nel quadrilatero della moda
(nel riquadro rosso in alto la vetrina su strada) il negozio Duvetica di
DA INDOSSARE
Milano si sviluppa su due livelli, uno dei quali seminterrato (v. sezioni
nella pagina accanto), per un totale di 440 mq.

Stefano Rovoletto di Duvetica con Tadao Ando


allinauguraiuzone dello store. (foto orch_chemollo)

[8]
[ n. 45/2012] IOARCH Costruzioni e Impianti

Ing. Eugenio Tranquilli

Eugenio Tranquilli (Treviso, 1950), si laurea nel 1975


in Ingegneria Civile - sezione Trasporti - presso
lUniversit degli Studi di Padova, specializzandosi
in strutturistica e in seguito, presso il C.T.A. -
Comitato Tecnico dellAcciaio - di Milano, in
calcolo di strutture metalliche. Dal 1986 al 2005
responsabile della Direzione Ingegneria e
Manutenzione presso Benetton Group. In qualit
di capo progetto e coordinatore generale, segue
numerosi interventi per la societ di Treviso, tra cui
il restauro della sede legale e operativa di Ponzano
Veneto su progetto degli architetti Afra e Tobia
Scarpa (1987-1990), il restauro di un edificio storico
in Oxford Circus a Londra per la realizzazione del
primo megastore Benetton (1995 1996) e la
realizzazione della sede di Fabrica SpA su progetto
dellarchitetto Tadao Ando (1992 2000).
Dal 2005 titolare e amministratore unico
della societ Equilibri Srl con sede a Mestre
e coordinatore generale in interventi come
lampliamento funzionale della sede Sfilo Nuovo
Museo dellOcchiale di Padova su progetto
fondamentali: dagli uomini che lhanno dellAtelier Mendini di Milano. Prosegue inoltre
pensata, da quelli che lhanno realizzata, dal la collaborazione con larchitetto Tadao Ando
modo in cui lavorano, dai passi e gli ostacoli per i progetti di restauro, manutenzione e nuovo
fondamentali del cammino di realizzazione allestimento di Palazzo Grassi in Venezia, per il
consolidamento e adeguamento funzionale del
e da come viene abitata. Sono elementi
complesso monumentale di Punta della Dogana
concreti e importanti ma troppo spesso a Venezia e per la realizzazione di quattro negozi
resi secondari dal culto del progetto per monomarca Duvetica.
s, dal culto dellautore, o delle immagini,
la cui importanza sembra ormai prevalere
su quella della realt. Il modo in cui sono
realizzati i progetti di Tadao Ando, come
emerge dal racconto di Eugenio Tranquilli e
Luigi Cocco, rivela invece la realt di opere
di altissimo livello dove la materia, grazie
alla perfezione, trascende il proprio stato e
assume nuovi significati

Duvetica un brand veneziano nato Ing. Luigi Cocco


nel 2004 e specializzato in giacche
(Venezia, 1961) Laureato nel 1990 in ingegneria
imbottite in puro piumino doca grigia edile strutturista a Padova, specializzato in
francese di alta qualit tecnica e comfort calcolo strutturale, progettazione, modellazione a
elementi finiti delle strutture e restauro. Dal 1990
termico. I capi Duvetica si caratterizzano
coopera con la societ Tecnobrevetti e, come
per la vestibilit di una silhouette slim-fit consulente delegato alla stesura dei progetti e
dalle linee rigorose, nettamente distinta alla direzione lavori, con gli architetti Afra e Tobia
dallimmagine del classico trapuntato anni Scarpa restauro e adeguamento del Complesso
del Ridotto, Hotel Monaco, Ex Cinema S. Marco a
80 e declinata in una vastissima gamma Venezia - e Tadao Ando - restauro e ampliamento
di colori saturi. Lo stile minimalista e la del Centro Culturale Villa Pastega di Fabrica,
tecnologia davanguardia dei capi Duvetica restauro e consolidamento del nuovo Centro
dArte Contemporanea di Punta della Dogana,
si riflettono negli store dellazienda nel riqualificazione funzionale del Teatrino presso
mondo, tutti affidati alla progettazione Palazzo Grassi. inoltre consulente per il progetto
di Tadao Ando: oltre a quello di Milano, strutturale nel risanamento e ampliamento delle
gallerie dellAccademia di Venezia (arch. Renata
inaugurato questanno, i negozi Codello) e nella ristrutturazione del complesso Le
monomarca di Tokyo (aperto nel 2010), terrazze di Villorba (arch. Marco Piva).
Courmayeur e Kitzbhel in Austria (2011).

[9]
IOARCH Costruzioni e Impianti [ n. 45/2012]

TACKDRY, e il pavimento si stende senza colle


TACK DRY EVOLUTION UNA
quali cemento primerizzato o
PAVIMENTAZIONE VINILICA elicotterato, pavimenti in resina,
ETEROGENEA COMPOSTA marmo, ceramica con fughe
DA SEI STRATI ACCOPPIATI ridotte, legni e Pvc. Inoltre,
A CALDO TRAMITE grazie allelevata capacit di
PRESSATURA. ADATTA AD
AMBIENTI RESIDENZIALI E
resistenza e alle micro-ventose,
COMMERCIALI, REMOVIBILE la pavimentazione pu essere
E RIPOSIZIONABILE PI riposizionata per nuovi impieghi
VOLTE, LA SOLUZIONE IDEALE anche dopo diversi anni di
PER SOPRAELEVATI E PEDANE utilizzo. In particolari zone
IN AMBIENTI ESPOSITIVI
sottoposte a intenso calpestio,
le singole doghe eventualmente
Come suggerito dal nome, le deteriorate possono essere
doghe del pavimento della linea facilmente rimosse e sostituite.
Tack Dry Evolution di Virag Dopo la posa il pavimento
non devono essere incollate ma immediatamente pedonabile e
restano bloccate al sottofondo non richiede ceratura in quanto
grazie ad un nuovo ed ecologico gi trattato con superficie in
sistema di micro-ventose. La poliuretano puro Pur.
posa rapida e pu essere Tack Dry compatibile inoltre
effettuata su tutte le superfici con il riscaldamento a pannelli
lisce, compatte e prive di polvere radianti.

Nelle foto, pavimento a doghe


riposizionabili effetto Noce americano
e sotto, pavimento in fibra di vetro
Tendency effetto cemento, superficie
rifinita con poliuretano.

IL GIUNTO ANTISISMICO
IN FIBRA DI CARBONIO IL GRUPPO RUBNER
Messo a punto da Reglass in collaborazione PER LA RICOSTRUZIONE IN EMILIA
con il laboratorio Ciri - Edilizia e
costruzioni dellUniversit di Bologna,
Sismocell progettato per contribuire
alladeguamento sismico delle strutture
prefabbricate. Il dispositivo un tubo
cilindrico in metallo e fibra di carbonio
che, montato sul nodo di collegamento
trave-pilastro dei capannoni industriali,
conferisce capacit dissipative alla
struttura limitando gli effetti distruttivi
in caso di sisma. Economico e di facile
applicazione a prefabbricati esistenti senza
alterarne lo schema statico.
www.reglass.it

GRAZIE ALLA PREFABBRICAZIONE permette di ridurre gli spessori


IN LEGNO, LA SCUOLA PRIMARIA delle pareti garantendo
GARIBALDI DI SOLIERA, un ottimo coefficiente
IN PROVINCIA DI MODENA, STATA termico, e copertura in
REALIZZATA IN SOLI 43 GIORNI legno lamellare. Liniziativa
rientra nel programma della
Rubner Objektbau, general Regione Emilia Romagna
contractor per la progettazione per la costruzione di 28
e costruzione di grandi opere, edifici temporanei in grado
e Rubner Haus, specializzata di accogliere i bambini delle
in edilizia residenziale, hanno scuole inagibili e gravemente
collaborato alla realizzazione danneggiate dal sisma dello
delledificio scolastico mediante scorso maggio.
la prefabbricazione a telaio, che www.rubner.com

[ 10 ]
[ n. 45/2012] IOARCH Costruzioni e Impianti

CREATIVIT E INNOVAZIONE
Un viaggio attraverso la storia il
design e la tecnologia di Teuco
Guzzini, lazienda fondata nel 1972
da Virgilio Guzzini. Una realt
italiana specializzata nellambiente
bagno e relax che si affermata
in tutto il mondo grazie a brevetti
come Duralight, materiale
innovativo a base acrilica, o
Hydrosonic, che abbina lazione
degli ultrasuoni allidromassaggio. IL VALORE ECONOMICO
Parte del volume dedicata ad una
selezione di lavori della divisione
DEGLI ALBERI
contract, staff creato per trovare Calcolo del costo ornamentale
possibile ricevere il volume delle alberature
la risposta progettuale migliore scrivendo a service@teuco.it
in ogni ambiente, dai luoghi oppure contattando Una guida operativa che parte da un assunto: il
dellabitare a quelli dellospitalit. il numero verde 800.270.270 valore economico di un albero non pu essere
calcolato unicamente sulla base del valore
indicato dal mercato del legno per le specifi che
essenze, ma deve considerare anche elementi

LE MARCHE AL MADE CON IOARCH legati al contesto, alla storia e alle sue funzioni
terapeutiche, sociali, educative e ambientali.
Autore Mirco Tugnoli
Pubblico numeroso per il convegno Editore Wolters Kluwer Italia, 144 pp - 22,00
dedicato allarchitettura e al paesaggio
delle Marche tenutosi lo scorso 18
ottobre a MadeExpo. Larchitetto
Vittorio Salmoni ha introdotto la storia
urbanistica e i progetti di recupero
di Ancona, mentre larchitetto
Achille Bucci ha illustrato i criteri
per il nuovo piano paesistico della
Regione. Il presidente dellOrdine
degli Architetti PPC di Ancona Sergio
Roccheggiani ha invitato i protagonisti
del processo costruttivo a un
confronto per salvaguardare la qualit
dellarchitettura e del paesaggio e
larchitetto Maurizio Varratta ha
illustrato i vantaggi derivanti da PROGETTARE CASE
unattenta progettazione bioclimatica.
Chiusura dei lavori con una relazione
Con il partocinio di IN LEGNO CON XLAM
dellIngegnere Costanzo di Perna Il volume analizza lintero processo
sullapplicazione del Protocollo Itaca di realizzazione di unabitazione
in Regione. unifamiliare con struttura portante
in legno XLAM in zona sismica,
presentando come esempio un
Nella foto, da sinistra, Costanzo di Perna Main sponsor In collaborazione con progetto per un edifi cio residenziale
(UniAncona), Maurizio Varratta, Vittorio Salmoni,
nel comune di Desenzano sul Garda.
Sergio Roccheggiani, Achille Bucci (Assessorato
Territorio e Ambiente della Regione Marche) e Autore Gianluca Bresciani
Antonio Morlacchi di IoArch. Editore Dario Flaccovio Editore, 144 pp - 28,00

gli incontri di
INVITO . INVITO . INVITO

convegno:

RIGENERAZIONE
URBANA
IN LOMBARDIA SABATO 23 FEBBRAIO
ESEMPI
NORMATIVE ComoCasaClima OPERE DI SOSTEGNO
CASI DI STUDIO Villa Erba, Largo Luchino Visconti, 4 Criteri di calcolo e aspetti realizzativi
Destinato agli specialisti in strutture, il testo tratta
Cernobbio, CO le opere di sostegno avendo come riferimento
le NTC e gli Eurocodici. Aggiornato dal punto di
vista tecnico e normativo, corredato da un cd-
rom contenente calcoli ed esempi in Excel.
Partecipazione gratuita
Autore Antonio Cirillo
previa registrazione a: info@ioarch.it Editore Wolters Kluwer Italia, 480 pp - 75,00

[ 11 ]
Biennale di Architettura

XIII BIENNALE DI VENEZIA 2012

LA CONQUISTA
DELLO SPAZIO
La manifestazione veneziana si appena conclusa con
178.000 visitatori. Un successo pi di pubblico che di
critica per Common Ground, con cui David Chipperfield
ha spostato il confronto dallestetica alletica e al ruolo
sociale dellarchitettura nel mondo globale. Tra i temi emersi,
inclusione, ambiente, distribuzione della ricchezza. Ma anche
le relazioni tra gli architetti e il rapporto con i committenti.

Atto Belloli Ardessi


Biennale di Architettura

Urban-Think Tank e Justin McGuirk


Leone doro per il miglior progetto
Esposto alle Corderie dellArsenale, Torre David / Gran
Horizonte di Urban-Think Tank (Alfredo Brillenbourg,
Hubert Klumpner) e Justin McGuirk stato elogiato per
la potenza di questo progetto trasformazionale: una
comunit spontanea ha creato una nuova casa e una
nuova identit occupando Torre David, e lo ha fatto con
talento e determinazione. Questa iniziativa pu essere
intesa come un modello ispiratore che riconosce la forza
delle associazioni informali.
Il premio va dunque idealmente anche agli abitanti di
Caracas e alle famiglie che insieme ai progettisti hanno
dato una nuova identit a un grattacielo abbandonato e
incompiuto, sperimentando una nuova dimensione del
vivere collettivo in quello che divenuto il pi alto squat
del mondo.

(foto Atto Belloli e Francesco Galli, courtesy la Biennale di


Venezia)

I
n ogni giusta competizione limpor-
tante non vincere.
Cos anche alla XIII Biennale di Ar-
chitettura il trionfo diventa opera di
partecipazione e summa ideologica di in-
tuizioni. Nelledizione di Chipperfield, in-
fatti, battersi per unidea comune porta a
una vittoria condivisa e condivisibile, una
conquista utile al raggiungimento di una
nuova forma di bene comune. Significa in-
fine progettare soluzioni per un dominio
spaziale, pi che estetico, in opposizione
a possibili contrazioni, crisi e occorrenze
territoriali.
Non un caso dunque, che questanno sia
proprio il collettivo Urban-Think Thank e
Justin McGuirk a vincere il Leone doro per Giappone
il progetto Gran Horizonte, premiato come Leone doro per la migliore partecipazione nazionale
migliore installazione negli spazi dellAr-
Con Architecture possible here? Home-for-All il padiglione
senale. Qualche giorno prima della pro- giapponese stato premiato per un progetto che cattura
clamazione, i raffinati avventori di questa pienamente lo spirito di Common Ground. Frutto della
affollata edizione - che ha visto crescere di collaborazione dellarchitetto di fama internazionale Toyo
Ito con un gruppo di giovani architetti - Kumiko Inui, Akihisa
quasi il 40% le presenze del pubblico spe- Irata, Sou Fujimoto - e con le comunit locali, il lavoro
cializzato - al centro dellArsenale sono in- una proposta concreta e allo stesso tempo visionaria
cappati in un bar improvvisato, un locale nellaffrontare la progettazione di un nuovo centro per le
zone del Giappone devastate dallo tsunami del 2011. I
aperto che distribuiva arepas e altre spe- visitatori sono accolti in una toccante dimensione pubblica
cialit venezuelane. Tra muri perimetrali attraverso un vasto spazio scandito da tronchi di cedro
appena accennati, musiche latine, insegne abbattuti dalla furia delle acque e dalle gigantografie
del fotografo Naoya Hatakeyama che documentano la
al neon, caos da slum e un reportage foto- catastrofe e pongono di fronte al quesito: che ruolo pu
grafico di Iwan Baan, stato documentato, avere larchitettura dopo un evento simile?
rappresentato e infine reso vivo un pro- (foto Francesco Galli, courtesy la Biennale di Venezia)

[ 13 ]
Biennale di Architettura

Grafton Architects
Leone dargento per un promettente
studio di architettura
Anche se la categoria del premio ci pare un po
riduttiva (vedi la nuova sede dellUniversit Bocconi
di Milano) lo studio irlandese tutto femminile
di Yvonne Farrell e Shelley McNamara stato
premiato per la complessa installazione di elementi
tridimensionali che presenta il progetto per il nuovo
campus della UTEC University di Lima ispirato alle
idee di Paulo Mendes da Rocha. Un lavoro che
per le sue qualit spaziali e concettuali dimostra
il considerevole potenziale di questo studio di
architettura nella reinvenzione del paesaggio
urbano.
(foto Giorgio Zucchiatti, courtesy la Biennale di Venezia)

getto unico di architettura informale: un


lvaro Siza Vieira grattacielo di quarantacinque piani eretto
Leone doro alla carriera nel centro finanziario di Caracas durante
il boom del petrolio dei primi anni Novan-
ta e poi abbandonato nel 1993 dopo la mor-
te dellimprenditore David Brillembourg.
Con il successivo crollo delleconomia ve-
nezuelana, ledificio stato occupato al
rustico da una comunit di oltre 750 fami-
glie nellarco di ventanni, diventando noto
come il pi alto squat verticale del mondo,
metafora del sovraffollamento e dellasso-
luta mancanza di spazio a Caracas.
Durante la consegna dei premi Chipper-
field ha ricordato di non aver mai creduto
negli urban decorators: non volevo parla-
re di architetti n di lavori autobiografici e
perfetti. il momento di guardarsi intorno
e di condividere le proprie idee e le attitu-
dini. Larchitettura la pi grande forma di
collaborazione in tempo di pace.
Ecco dunque ulteriormente resa nota la
motivazione del secondo Leone doro,
quello assegnato come migliore partecipa-
Dalla motivazione: ...mentre sembra Polonia Menzione speciale zione nazionale al Padiglione di Toyo Ito.
procedere in direzione opposta rispetto Alle pareti della sala giapponese, le gigan-
al resto della categoria, in realt pare essere Making the walls quake as if they were dilating with the secret knowledge
sempre davanti a tutti, apparentemente of great powers il titolo del radicale lavoro presentato dallarchitetto tografie del fotografo Naoya Hatakeyama
non toccato e non intimorito dalle sfide polacco Katarzyna Krakowiak, uno spazio minimale che invita a un (originario della zona colpita) riproduco-
pratiche e intellettuali che pone a se stesso. approccio differente. Motivazione: questa installazione audace e
coraggiosa rammenta al visitatore non solo di guardare ma anche di no in scala reale la devastazione successi-
(foto Francesco Galli, courtesy la Biennale di Venezia) ascoltare e di percepire il suono del Common Ground. va allo tsunami abbattutosi nel 2011 sulla
(foto Francesco Galli, courtesy la Biennale di Venezia) costa nipponica: 400 chilometri di deser-

[ 14 ]
Biennale di Architettura

Stati Uniti dAmerica


Menzione speciale

Spontaneous Interventions: Design Actions for


the Common Good linstallazione interattiva
presentata dal Padiglione degli Stati Uniti e
organizzata dallInstitute for Urban Design per
conto del Dipartimento dellUfficio di Stato degli
Affari Educativi e Culturali, commissario curatore
Cathy Lang Ho. Questa installazione interattiva
- cos la motivazione - ha colpito la giuria per la
sua celebrazione della capacit degli individui di
cambiare la societ con gesti piccoli ma efficaci.
La presentazione semplice e non pretenziosa
stata incantevole. Si trattava di un sistema di
banner mobili, azionabili dai visitatori a partire da
un problema urbano dichiarato su un contrapopeso
a parete per svelare una di 124 possibili strategie,
proposte da altrettanti studi, collettivi o comunit
urbane statunitensi, per portare immediati
miglioramenti allo spazio pubblico.

(foto Francesco Galli, courtesy la Biennale di Venezia)

tificazione da catastrofe naturale che ha


lasciato circa 400mila persone senza casa.
Il percorso, composto da decine di versio-
ni di maquette a palafitta, stato scandito
in laguna dalluso ricorsivo dei tronchi di
cedro abbattuti dallo tsunami. Il progetto,
dal titolo Home-for-all, iniziato infatti sei
mesi dopo il terremoto e ha visto collabo-
rare tre giovani (seppur gi noti) architetti:
Kumiko Inui, Akihisa Irata, Sou Fujimo-
to, con la gente del luogo. Insieme hanno
lanciato un appello per raccogliere fondi
e contributi a favore della costruzione di
strutture ricreative che potessero dare alle
popolazioni colpite un punto di incontro
dove trovarsi e ristorarsi. Coinvolgendo gli
architetti della zona e ascoltando le esigen-
ze dei residenti, si cercato quindi di defi-
nire unarchitettura che potesse rimettere
in contatto gli individui della cittadina di
Rikuzentakata, situata nei pressi dellepi-
centro del sisma di magnitudo 9.0.
Inui, Irata e Fujimoto, sotto legida di Ito
hanno dovuto ricostruire lidea di una re-
novatio ab originis chiedendosi: che cosa
un uomo, un architetto, possono fare,
Russia Un grande contributo alla menzione per il Padiglione Russo individuabile
come possono porsi di fronte alla situazio- nellallestimento scenografico di i-city curato da Kostantin Chernozatonsky
Menzione
ne? E ancora: c nonostante tutto bisogno speciale e coordinato da Serghey Coban. Un mosaico di tasselli QR permette (foto
dellarchitettura? Esiste qualcosa che lar- la lettura del programma per linsediamento di Skolkovo, vicino Mosca. Francesco
La progettazione di questa i-city completamente destinata alla ricerca Galli,
chitettura possa fare? larchitettura stes- scientifica e universitaria affidata a vari team di architettura tra cui si
courtesy
la Biennale
sa possibile? segnala la presenza italiana dello studio Stefano Boeri Architetti. di Venezia)

[ 15 ]
Biennale di Architettura Domande che gi Alvaro Siza, Leone doro
XIII BIENNALE DI VENEZIA/ alla carriera e Shelley McNamara e Yvonne
Farrel di Grafton Architects (vedi nuova
sede Bocconi), Leone dargento per lo stu-
dio sul nuovo campus della UTEC Univer-
sity a Lima, si sono posti per far si che le
qualit concettuali e spaziali della loro in-
stallazione dimostrassero il considerevole
potenziale di questo studio di architettura
nella reinvenzione del paesaggio urbano.
Oltre che a sistemi e a soluzioni di sussi-
stenza urbano-territoriale (come anche per
i padiglioni Spagnolo e Francese), la giuria
ha voluto conferire menzioni a progetti che
sottolineassero veri e propri vuoti.
Da ricordare dunque il cupo e obliquo pa-
diglione di Polonia per averci trasmesso
il suono del Common Ground; ligloo-di-
gitale della Russia con il progetto i-city
e gli Stati Uniti che, per la prima volta,
espongono una lunga e divertente ricerca
sulle urban interventions. Tra i vincitori
vinti sul Common ground anche Zucchi
riceve una menzione speciale per il pro-
getto Copycat, installazione che vuole ri-
chiamare la complessa rete di relazioni che
modellano il nostro ambiente fisico
Cino Zucchi
LINSTALLAZIONE RACCONTATA
Menzione speciale Le culture formali si propagano
seguendo processi di contagio,
Copycat. Empatia e invidia come generatori di combinando imitazione e innovazione.
forma linstallazione in ferro progettata da Cino Attraverso la diretta testimonianza
Zucchi per simboleggiare linsieme intricato di dellautore e le immagini delle fasi di
relazioni personali che infl uenzano e confi gurano costruzione nelle officine De Castelli,
lambiente fi sico circostante. In uno spazio irregolare il testo ripercorre la nascita delle
che svolge la funzione della piazza, pavimentato forme metalliche dellinstallazione,
con piccoli ciottoli di ferro grezzo esagonale, sono ognuna percorsa da variazioni
disposti grandi armadi metallici, modelli in scala di intorno a un tema comune.Un insieme
edifi ci che presentano sul lato esterno collezioni di eterogeneo che testimonia che il
oggetti e immagini. Ogni superfi cie di tali elementi Copycat dialogo tra gli uomini e le forme dei
caratterizzata da un motivo particolare che mostra editore Marsilio nostri ambienti urbani nascono tanto
una serie di variazioni nella dimensione, proporzione 128 pp - 15,00 dalloriginalit quanto dallimitazione.
e ritmo della costruzione in ferro.

ARCHITETTURA
TRA PASSATO E FUTURO
Tra gli eventi collaterali della Biennale
Traces of Centuries and Future Steps,
uninteressante collettiva a Palazzo Bembo
Al primo piano laffermato artista cinese Ying
Tianqi, per il secondo anno consecutivo
a Venezia (lanno scorso era alla Biennale
Arte) con linstallazione Imprisoned, parte
del percorso di indagine Traces of Centuries Traces of centuries & future steps
A cura di GlobalArtAffairs Foundation
avviato nel 2006 sulla modernit cinese
192 pp
e i suoi effetti. Al secondo Future Steps, info@palazzobembo.org
proposte, visioni e suggestioni di 57 studi
di architettura, a partire dalle rifl essioni sulle
metropoli di Arata Isozaki, tradotte nei modelli Sopra, Imprisoned (2012) di Ying Tianqi.
di un progetto di sviluppo urbano del distretto Lopera riflette la visione delartista in merito alla radicale
cinese di Zhengdong. ricostruzione urbana che ha coinvolto tutti i principali
Traces of Centuries and Future Steps nasce centri della Cina negli ultimi tre decenni distruggendo
da una fruttuosa collaborazione tra Palazzo secoli di storia e cultura locale.
Bembo e Global Art Affairs Foundation, A sinistra, Familial clouds dei neozelandesi Simon
unorganizzazione non-profi t olandese Twose e Andrew Barrie, in realt due progetti distinti fatti
che solo a partire da questa mostra ha di miniature che alle pareti disegnano, con fili sottili, una
sorta di albero genealogico dellarchitettura del Paese
incluso larchitettura tra i temi fi losofi ci di
e su un piano orizzontale le casualit involontarie che
tempo, spazio e esistenza sollevati dallarte riuniscono o allontanano persone e famiglie, e tra loro le
contemporanea. architetture con cui danno vita e modificano le citt (in
A corredo della mostra, il catalogo riporta questo caso Wellington). Un racconto a tre dimensioni
pensieri e immagini dei lavori recenti dei che non privilegia n luomo n larchitettura ma le
partecipanti. connessioni tra le persone nello spazio e nel tempo.

[ 16 ]
Biennale di Architettura

PADIGLIONE ITALIA

LE QUATTRO STAGIONI
DEL MADE IN ITALY
LALLESTIMENTO CURATO DA LUCA
ZEVI NEGLI SPAZI DELLARSENALE
OCCASIONE DI RIFLESSIONE SUL
RAPPORTO TRA ARCHITETTURA,
ECONOMIA, TERRITORIO E LAVORO.
E PRESENTA PI DI UNO SPUNTO
PER INDIVIDUARE I MOTORI DI UNA
NUOVA STAGIONE DI CRESCITA

Il common ground dovrebbe tradursi in


un piano concreto e insieme visionario in
cui le ragioni dellarchitettura, del territo-
rio, dellambiente dialoghino con quelle
dello sviluppo economico. questa la sfida
lanciata dal progetto per il Padiglione Ita-
lia, un viaggio attraverso quattro stagioni
dellarchitettura dello sviluppo industriale
italiano a cura di Luca Zevi. Il percorso nar-
rativo inizia con larea dedicata ad Adriano
Olivetti nostalgia di futuro che mostra come
lesperienza dellimprenditore di Ivrea
nellItalia del secondo dopoguerra sia stata
paradigmatica di un modello di sviluppo in
In alto, la prima sala cui politica industriale, politiche sociali e
del Padiglione Italia; promozione culturale si sono unite in una
a sinistra, una vista
delleposizione nella
innovativa proposta progettuale per la tra-
seconda sala. sformazione del territorio. Ogni complesso

[ 17 ]
Biennale di Architettura

industriale Olivetti frutto del lavoro di modello di un nuovo modo di fare impre- Sopra, in senso
architetti e designer famosi e di unetica sa attento allambiente, al paesaggio, alla orario dallalto: scuola
elementare del quartiere
imprenditoriale attenta alle esigenze dei vita delle persone e alle identit culturali. Canton Vesco a Ivrea
lavoratori e dei territori su cui sorgono gli In una dimensione rivolta al futuro e alla di Ludovico Quaroni
stabilimenti. Unesperienza unica nel suo messa a sistema delle imprese deccellenza (Courtesy Fondazione
Adriano Olivetti, Fondo
genere e allavanguardia per i tempi, teoriz- verso la cosiddetta green economy si giun- Ludovico Quaroni); uffici
zata nel Movimento Comunit e completa- ge alla quarta stagione reMade in Italy e direzionali Bentini a
mente diversa da quelle che hanno segnato alla sfida di Expo 2015 nutrire il pianeta Faenza (RA) di Piuarch;
stabilimento industriale
la seconda stagione dell assalto al territo- per riflettere sul rapporto tra territorio e Perfetti Van Melle a
rio avvenuto durante gli anni 80 per mano ambiente, citt, industrializzazione e pro- Lainate (MI) di Archea
di realt molto vitali dal punto di vista pro- duzione agricola. Attraverso lesempio di Associati.
Sopra, stabilimento industriale Glas Italia a Macherio (foto Pietro Savorelli)
(MB) di Piero Lissoni. (foto Giovanni Gastel) duttivo quanto indifferenti al contesto pae- esperimenti italiani di riqualificazione
saggistico in cui si sono inserite, anonime urbana e spazi pubblici, il Padiglione di-
costruzioni emblemi di un grado zero venta terreno di confronto per progettisti,
dellarchitettura dimpresa. La terza stagio- imprenditori e politici per immaginare e
ne descrive il cambiamento di rotta segnato programmare i nuovi luoghi del vivere e
negli ultimi quindici anni da alcune azien- del lavoro. Il percorso narrativo, scandito
de, paragonabili al modello Olivetti non da strumenti interattivi ed elementi animati
solo per dimensione e specializzazione pro- quali ologrammi, personaggi virtuali e vi-
duttiva ma anche per aver basato su proget- deo proiettati su schermi a rullo appesi al
Sotto, lintervento di Tadao Ando sulla villa veneta ti deccellenza la costruzione delle proprie soffitto e integrati da conversazioni, inter-
trasformata nel 1994 nella sede di Fabrica, centro architetture - stabilimenti e centri direzio- viste e performances, si conclude allester-
di ricerca del gruppo Benetton a Villorba (TV) e,
accanto, la recente sede Salewa a Bolzano di Cino nali. Il percorso espositivo svela dunque le no nel Giardino delle Vergini con lopera di
Zucchi Architetti e Park Associati. realt insediative del Made in Italy divenute Michelangelo Pistoletto LItalia Riciclata

[ 18 ]
Biennale di Architettura

LA CLIMATIZZAZIONE DEL PADIGLIONE ITALIA

ARIA FRESCA ALLARSENALE


Un prototipo di comfort a emissioni generale del programma complessivo della
(quasi) zero il progetto di mostra focalizzato sulle stagioni del Made
allestimento impiantistico coordinato in Italy, si deciso non solo di raccontare
dallarchitetto Maria Luisa Palumbo e della possibilit di nuove economie ovvero
realizzato per migliorare le condizioni di una quarta stagione dellarchitettura ita-
climatiche del Padiglione Italia. liana basata sul recupero e la valorizzazione
Una soluzione innovativa che dellesistente, ma anche di provare a met-
sfrutta lacqua del canale limitrofo tere in campo un esempio di green design
come fonte primaria per alimentare e green economy. Attraverso il coinvolgi-
limpianto di raffrescamento con mento di alcune aziende del settore sta-
gruppo frigorifero fornito da Daikin to realizzato un piccolo prototipo in scala
1:1 di intervento migliorativo - in questo
Spazio Il luogo lArsenale di Venezia e in partico- di Architettura nel 2006, una caratteristica caso delle condizioni di comfort - capace
verde
lare le Tese e il Giardino delle Vergini: due ha accomunato le inaugurazioni succes- di operare una climatizzazione delle Tese,
Spin-bikes / capannoni affiancati lunghi 100 metri co- sive: unopprimente sensazione di caldo e in particolare del padiglione B interamen-
Watt pedalati struiti alla fine dell800 in prossimit dello mancanza daria talmente significativa da te esposto a sud e spazio espositivo princi-
scalo acqueo delle Gaggiandre. Originaria- rendere problematica la visita della mostra. pale. Limpianto di raff rescamento stato
Ventilazione
con pompa mente destinati a deposito di combustibile e Una verifica attraverso lanalisi termo- progettato ragionando sulle caratteristiche
di calore carbone, furono successivamente suddivisi fluidodinamica con un modello virtuale e potenzialit del luogo e immaginando di
Canale in
fibra tessile in quattro porzioni con accessi indipendenti del padiglione in Ecotect ci ha permesso di sfruttare la presenza dellacqua di laguna
microforata
Pompa
e unampia area verde - 14.000 mq sullarea constatare che, a causa della insufficiente - a una temperatura di circa 24- come fon-
di calore dellex monastero di Santa Maria Vergine coibentazione del tetto e della scarsit di te primaria di raff rescamento del gruppo
demolito alla fine dellOttocento - circon- aperture, con una temperatura esterna di frigorifero (di cui vengono cos ridotti for-
Ventilazione data da alte mura. Nel complesso, lArsenale circa 30 e in condizioni di utilizzo - dun- temente i consumi) che alimenta la ventila-
di ricircolo
rappresenta il pi grande centro produttivo que con un carico termico dovuto, oltre che zione nel padiglione B attraverso un canale
Ventilatore depoca preindustriale, costruito a partire alla radiazione diretta e allinvolucro, an- di distribuzione aereo in fibra tessile micro-
dal 1200 come insieme di cantieri, officine che alla presenza di persone e attrezzatu- forata. Nel Giardino delle Vergini, allester-
e depositi per le flotte della Serenissima e re/luci - la temperatura interna raggiunge no, 10 spinbike collegate a generatori off ri-
Sotto, schema
funzionale del canale luogo simbolo della potenza economica, po- quasi 35. Che, associati a una movimenta- vano al pubblico la possibilit di ricaricare
di distribuzione aereo litica e militare della citt in un contesto di zione daria quasi inesistente e unumidit i propri smartphone e cellulari producendo
in fi bra tessile microforata; straordinaria bellezza e valore storico. relativa tra il 50 e il 70%, significano una localmente e senza scarti la propria energia
nella foto piccola in alto a
destra: le spinbike di Watt Eppure, fi n dallinaugurazione del Padi- temperatura percepita di ben oltre 40. ovvero i watt pedalati.
pedalati. glione Italia in occasione della X Biennale Sulla base di queste considerazioni e pi in Maria Luisa Palumbo

ALLESTIMENTO IMPIANTISTICO
CLIMATIZZAZIONE DEL PADIGLIONE ITALIA
Progetto e coordinamento generale Architetto
Maria Luisa Palumbo con Camilla Baldassare, Maria Luisa Palumbo
Veronica Bonanni, Krista Elvey, Claudia Escalona
e Cristina Vessia
Climatizzazione e progetto termo-elettrico
Franco Cipriani e Andrea Marcucci
(Palermo, 1973) si occupa di teoria dellarchitettura
Macchina frigorifera con un approccio interdisciplinare focalizzato sui temi
Daikin del corpo, dellecologia e dei nuovi media.
Spinbike. Watt PedAlati Dal 2003 cura la direzione scientifi ca del Master
Oscar Santilli con Greenfit ed Elettro-Tech. di Architettura Digitale dellIstituto Nazionale di
Architettura IN/Arch.

[ 19 ]
IOARCH Costruzioni e Impianti [ n. 45/2012]

ARCHITETTURA ISTANTANEA

SPAZI RURALI PER LEXPO


REALIZZATO DA MORETTI INTERHOLZ, IL PROGETTO VINCITORE DEL CONCORSO
INSTANTHOUSE SOCIAL CLUB UNA PICCOLA STRUTTURA CON VALENZA
DI SERVIZIO CHE VERR UTILIZZATA SUI PERCORSI DI EXPO 2015

Moretti Interholz ha costruito e presentato spazio ad altre necessit e dove sono necessari
a MadeExpo il progetto vincitore del primo altri mobili come tavoli e sedie che si trovano
premio del concorso InstantHouse Social allinterno del magazzino.
Club, promosso da FederlegnoArredo in col- Lultima parte del padiglione costituita dal
laborazione con il Politecnico di Milano, che blocco servizi. Sopra la copertura del magaz-
aveva come obiettivo la costruzione di una zino stata posta una piccola gradinata che
piccola struttura con valenza di servizio da aumenta lofferta funzionale del padiglione,
utilizzare sui percorsi di Expo2015: nasce cos dove sar possibile organizzare conferenze,
il Recinto Rurale dellarch. Fabrizio Fiscaletti.
spettacoli teatrali e musicali
Il progetto stato scelto per la chiarezza con
cui sono espresse le propriet dello spazio
pubblico delledificio. In particolare, il ruolo
del vuoto tridimensionale come spazio aper-
to interno pu essere inteso come una piazza
introversa che rappresenta il nucleo del pro-
getto e che diviene il luogo attrattivo dove
si svolge la vita sociale, capace di sostenere,
anche per la sua scala, tutta la composizione.
Per far ci si creato un semplice quadrato Pianta e prospetto del Recinto Rurale.
Nel render a sinistra, lo spazio polifunzionale che
di circa 12 x 12 m, che esprime tutta la sua
comprende locali ad uso reversibile. La copertura
forza nella semplicit della forma e nellone- del magazzino accoglie una piccola gradinata da cui
st strutturale. assistere a performance e spettacoli improvvisati.

Attorno alla piazza, la sala polifunzionale, i servizi con


magazzino, la cucina. Simili tra loro, sono costituiti da
pannelli in legno bianco con il tetto a una falda che,
insieme al resto della struttura, ricordano i ricoveri
delle cascine rurali.
In alto, collocate lungo La spazialit espressa con la struttura inte-
i percorsi delle Vie laiata di legno lamellare che dona allo spazio
dacqua di Expo 2015,
le installazioni potranno una complessit materiale.
svolgere funzioni di I volumi sono costruiti con il sistema della
ospitalit temporanea facciata e del tetto ventilato, completato con
per forme di turismo
alternativo (trekking, linserimento di isolanti che contrastano la
cicloturismo). dispersione termica. Il tutto poggia sempli-
A destra, il Recinto cemente sul terreno, senza colate di cemento.
Rurale realizzato in scala Una grande vetrata collega la piazza alla sala,
1:1 da Moretti Interholz uno spazio polifunzionale dove sono colloca-
stato esposto nei
padiglioni di MadeExpo ti i mobili per la residenza temporanea: letti,
di questanno. comodini e armadi richiudibili per liberare lo

[ 20 ]
PROFILI [ n. 45/2012] IOARCH Costruzioni e Impianti

GEZA - GRI E ZUCCHI ASSOCIATI

ASTRAZIONI
NELLA FORMA
UNA SINTESI DI IDEE, BELLEZZA E FUNZIONALIT. SU QUESTA
ALCHIMIA CHE GLI ARCHITETTI FRIULANI STEFANO GRI E PIERO ZUCCHI
HANNO FONDATO LA PRATICA PROGETTUALE DELLO STUDIO GEZA.
NELLA COMPLESSIT DI CONCEPT AVENTI CARATTERISTICHE,
DESTINAZIONI E SCALE DIFFERENTI, LATTENZIONE AL DETTAGLIO E
AL RAPPORTO CON IL TERRITORIO E LAMBIENTE, UNITI A SOLUZIONI
CONCRETE PER LEFFICIENZA E LA VIVIBILIT DEGLI SPAZI, SONO
ALCUNE COSTANTI IN GRADO DI DEFINIRE UNA NUOVA ARCHITETTURA
FATTA DI FORMA E DI SOSTANZA.

PROFILI

Un ritratto di Stefano Gri e Piero Zucchi (foto Fernando Guerra).

G
eza - Studio Gri e Zucchi Architetti Associati, fondato nel
1999 dagli architetti Stefano Gri e Piero Zucchi, un gruppo
di lavoro multidisciplinare di professionisti che uniscono
le loro specializzazioni e competenze per seguire tutti gli
aspetti del processo creativo, progettuale e di realizzazione dellopera
architettonica. Masterplan, progetti urbani, architettura residenziale,
design, progettazione dinterni: ogni scala affrontata con risultati
strettamente connessi al contesto in cui il progetto inserito e alla sua
funzione e destinazione duso.
Stefano Gri (Udine 1963) si laurea in architettura nel 1988 presso lo
IUAV di Venezia. Dopo diverse esperienze professionali in Italia, nel
1992 si trasferisce in Spagna collaborando con lo studio di Tonet Sunyer
+ Jordi Badia a Barcellona. Anche Piero Zucchi (Udine 1965), si laurea in
architettura allo IUAV nel 1992, studiando inoltre alla ETSA di Siviglia
e partecipando nel 1994 alla Masterclass al BIA di Amsterdam con Rem
Koolhaas. Dal 1993 al 1998 collabora con lo Studio Valle Architetti
Associati di Udine. Fra le tante attivit condivise, gli architetti Gri e
Zucchi svolgono attivit didattica presso lo Iuav di Venezia dal 1993 al
1996, al Seminario Internazionale di progettazione di Novacella (BZ) nel
1995 e come consulenti per corsi post-diploma di design, pubblicando
articoli su numerosi periodici e quotidiani.
Come studio di architettura Geza sono finalisti nel 2006 al Premio
Medaglia dOro per lArchitettura Italiana alla Triennale di Milano,
selezionati nel 2003 per il Bauwelt Preis a Berlino, nel 2002 per il Premio
Architettura Citt di Oderzo, nel 2001 alla Galleria per le Arti Moderne
di Udine, in diverse edizioni del Piranesi Award a Pirano in Slovenia e
del Premio DOlivo a Udine. Nel 2011 il progetto della Casa della Musica
di Cervignano selezionato al premio internazionale Mies van der Rohe
e al Premio Barbara Cappochin. Il progetto della sede direzionale e
produttiva Pratic Spa vince il Premio Speciale alla Committenza Privata
della Medaglia dOro 2012 per lArchitettura Italiana in Triennale di
Milano ed inserito nellesposizione Made in Italy del Padiglione Italia
alla XIII Biennale dArchitettura di Venezia.

Alcuni lavori recenti di GEZA. Dallalto:



Sviluppo residenziale IFN, Feletto, UD, 1998-2002, volume 14.700 mc
Casa NM, Tarcento, UD, 2000-2004
Hypo Bank, Tavagnacco (UD) con Thom Mayne (Morphosis), 2003-2006,area totale 21.000 mq.
Interiors e direzione artistica a cura di GEZA.
Casa FP, Codroipo, UD, 2003-2005, area totale 1.000 mq
Mixed use in Via Pirelli, Milano, 2011, con Salottobuono (concorso a inviti, 2 classificato)
Sede uffici e conferenze di Faber Industrie SpA, Cividale, UD, 2007-2012 (in corso).
Area totale: 106.000 mq, volume totale: 10.500 mq

[ 22 ]
[ n. 45/2012] IOARCH Costruzioni e Impianti

CASA DELLA MUSICA


Unanima di cemento armato in un guscio di mattoni rossi il segreto
di una ristrutturazione a incastro che trasforma una vecchia
autorimessa in una struttura collettiva dedicata allarte dei suoni

Realizzata in unautorimessa per autobus delle sale prove sorreggono il solaio in cal-
ristrutturata e trasformata, la Casa del- cestruzzo e si presentano come elementi
la Musica contiene in s tutte le soluzio- autonomi nello spazio a doppia altezza. Il
ni strutturali e tecnologiche necessarie, tetto a falde con travi in legno stato rico-
accorpando esigenze e utilizzi diversi in struito con maggiore inclinazione e altez-
spazi di aggregazione e ristoro, aule per le za; il piano primo, in parte aperto verso lo
prove e linsegnamento, sale per esposizio- spazio di distribuzione a doppia altezza,
I serramenti a tutta ni, spettacoli e conferenze e uno studio di occupato dalla sala polifunzionale da 100
altezza della facciata registrazione. La preesistente struttura in posti.
principale sporgono dalla laterizio stata riutilizzata per il sostegno Il prospetto principale definito dai cinque
struttura in mattoni rossi
dellex autorimessa e della copertura mentre una nuova struttura grandi serramenti sporgenti a tutta altezza
lasciano intravedere gli indipendente a due piani in c.a. faccia a vi- che contengono pannellature vetrate e cie-
spazi interni, definiti da sta configura lo spazio interno e garantisce che verticali e orizzontali. La trasparenza
unanima in cemento
faccia a vista (foto le necessarie prestazioni acustiche. della facciata accentua il carattere colletti-
Massimo Crivellari). Al piano terra, i quattro volumi colorati vo delledificio

CASA DELLA MUSICA


Localit Cervignano del Friuli (UD)
Anno di realizzazione 2009-2010
Committente Comune di Cervignano del Friuli
Superficie complessiva 750 mq
Progetto Strutture Studio Nuttassociati, Udine
Progetto Impianti Eng Team & Partners, Pordenone
Impresa appaltatrice
Costruzioni Taiariol srl, Porcia (PN)

[ 23 ]
PROFILI

PREMIO SPECIALE
COMMITTENZA PRIVATA
MINIMALISMO ALLORIZZONTE
Territorio e architettura sostenibile si integrano nel progetto per lheadquarters di
Pratic, vincitore del premio speciale alla committenza privata della Medaglia dOro
allArchitettura Italiana 2012
La nuova sede direzionale e produttiva di ristoro, spazi aperti comuni e privati uti- ghezza), una grande ombra sospesa e vero
Pratic, specializzata in sistemi di oscura- lizzati in tempi e modi differenti. La pro- landmark dellintervento che ne sottolinea
mento per esterni, inserita nel paesaggio gettazione del layout - sviluppato in stret- lorizzontalit. Il disegno degli spazi aperti
agricolo coronato dalla vista sulla collina to contatto con la committenza a partire ha sfruttato la lieve pendenza del terreno
di Fagagna e sulle montagne a nord. Lin- dalloffice space planning - ha coordinato le per evidenziare la leggerezza degli uffici,
sediamento comprende uno stabilimento corrette relazioni fra le parti. Ledificio pro- modificando invece il suolo per accogliere
produttivo, un edificio uffici a sud, zone duttivo caratterizzato da una facciata pre- un grande parcheggio circolare lievemente
Sopra il titolo, di parcheggio, unarea di servizio alla pro- fabbricata dominata da linee verticali, con interrato e abbracciato da un grande argi-
lorizzontalit del duzione e unarea verde di circa 33.000 pannelli di larghezze e fi niture differenti e ne realizzato con il materiale di scavo. Pi
fronte sud degli uffici mq. Realizzato in cemento prefabbricato, serramenti vetrati a tutta altezza. La diffe- intimo il giardino fra gli edifici della pro-
enfatizzata dalla grande
trave nera sospesa il complesso unisce luso di energie rin- rente dimensione della graniglia di marmo duzione e gli uffici, un parco alberato aperto
(foto Fernando Guerra) novabili al controllo della luce solare con nero con cui sono fi niti i pannelli, unita verso il paesaggio agricolo a ovest.
unimmagine architettonica forte che di- al calcestruzzo pigmentato nero, disegna Lutilizzo di energia pulita ha condizionato
Sotto, da sinistra: il
volume principale dello venta elemento del paesaggio riconoscibile una facciata cangiante con parti lucide e tutte le scelte impiantistiche in maniera non
stabilimento produttivo e su grande scala. La sede presenta una com- opache che variano secondo la luce. Gli uf- esibita. Sulla copertura degli edifici e comple-
a destra, vista da ovest plessit di relazioni logistiche: funzioni fici mono-piano sono protetti a sud da una tamente nascosto dallesterno stato installa-
del giardino interno e del
corpo uffici. produttive, direzionali, spazi dedicati alla trave sospesa prefabbricata in calcestruzzo to un impianto fotovoltaico di potenza pari a
(foto Fernando Guerra) comunicazione, showroom, luoghi per il nero di grandi dimensioni (80 m di lun- 400 Kwp che produrr circa 460.000 Kwh di

[ 24 ]
[ n. 45/2012] IOARCH Costruzioni e Impianti

SEDE PRATIC

Localit Fagagna, Udine


Anno di realizzazione 2009-2011
Committente Pratic F.lli Orioli SpA
Area di intervento 45.000 mq
Superficie stabilimento 10.000 mq
Superficie uffici 1.000 mq
Superficie esposizione 550 mq
Superficie carico/scarico 2.700 mq
Superficie sistemazioni esterne 33.000 mq
Area Parcheggio 120 posti
Progetto GEZA - Gri e Zucchi Architetti Associati
Collaboratori Stefania Anzil, Fabio Passon
Arredo interno Multitema Srl
Landscape Enrico Sello
energia ogni anno. Per aumentare il conte-
Progetto strutture Nuttassociati
nimento energetico e migliorare il benessere
Progetto impianti meccanici
ambientale interno sono stati studiati ele- Studio Bulfon Associati
menti architettonici integrati da screen solari Progetto impianti elettrici Studio Battista
(prodotti dalla stessa Pratic), come la grande Impresa costruttrice Edildri costruzioni Srl
trave in calcestruzzo, elemento climatica- Lavori esterni Slurry Italia Srl
mente indispensabile che supporta gli screen Prefabbricati Spav Prefabbricati
filtranti e modula la luce solare diretta. Gli Impianti meccanici
edifici sono in classe A e hanno come obietti- Vaportemica Commerciale Srl
vo lautosufficienza energetica Impianti elettrici Elettrica Ducale Snc

Dettaglio costruttivo: sezione verticale degli imbotti sul fronte nord.

[ 25 ]
PROFILI

ABITARE IL PARCO
Uninnovativa tipologia abitativa con ville sospese e giardini pensili
instaura nuovi legami tra la citt medievale e una grande area verde
nel centro storico di Padova
Sopra il titolo, render Nel convergere di due realt urbane, il alto tre piani compone la struttura di base,
con vista interna del quartiere medievale di Padova e le palaz- cui si aggiungono dei volumi al quarto pia-
parco. I fronti trasparenti
degli alloggi permettono zine suburbane circondate dal verde, na- no e quelli che prospettano su via Campa-
alle residenze-giardino sce una nuova tipologia abitativa: le ville gnola rispettando le sagome degli edifici
di instaurare un rapporto sospese. Il parco il centro del progetto. preesistenti. Collegate da grandi terrazze
diretto con la nuova,
grande area verde Tutti gli alloggi hanno la zona giorno af- con giardini pensili, le ville sospese assi-
inserita nel centro storico facciata sul verde e la zona notte rivolta curano una percezione continua del livello
di Padova. verso la citt e il sistema degli accessi pe- superiore, lasciando spazio al cielo e alla
donali. Ogni unit abitativa ha un affaccio luce e risultando dallalto come un insieme
diretto sul parco, evidenziato da una vo- di edifici singoli a perimetro della grande
lumetria continua molto trasparente con area verde. Nel fronte su via Campagno-
ampie aperture per i soggiorni e un lato la il progetto inserisce inoltre due elementi
pi introspettivo per le camere. Ogni abi- fortemente urbani: il giardino recintato e il
tazione diventa una casa-giardino con un portico. Nella zona pi compatta della via, il
ampio panorama sul nuovo paesaggio. Il fronte viene arretrato ampliando il giardino HOUSING IN CENTRO STORICO
volume, pensato come un edificio unico, esistente e ottenendo cos un filtro verde che Localit Padova
capace di rispondere al contesto con scelte assicura una migliore fruibilit dello spazio Cliente Privato
diversificate per assicurare un elevato li- residenziale liberandone la visuale. Il volume Superficie lotto 8.680 mq
vello di privacy e di qualit abitativa, man- sullangolo est della strada svuotato al pia- Cubatura complessiva 25.000 mc
tenendo una relazione con il contesto non no terra per realizzare un grande portico di Progetto Stefano Gri, Piero Zucchi
Sotto, via Campagnola
e a destra, render dominante n invasiva. ingresso allintero complesso da cui partono Team Stefania Anzil, Tina Carletti, Elisabetta Paviotti,
prospetto ovest. Un grande edificio in linea con pianta a M gli accessi pedonali alle residenze Tania Teixeira

[ 26 ]
[ n. 45/2012] IOARCH Costruzioni e Impianti

2
8
8

9
9 7 6 4 5

Pianta piano terra


1. strada principale
2. entrata
3. parcheggio
4. soggiorno
5. camera principale
6. camera

LA CASA IN MONTAGNA
7. spazio per gli ospiti
8. bagno
9. terrazza

Il modello di baita alpina si rinnova e allo stesso tempo mantiene


un forte legame con il paesaggio grazie a elementi della tradizione locale
uniti a soluzioni dal design contemporaneo

Per la realizzazione di una casa unifami- luogo. Anche il tetto a falde coperto con
Sopra il titolo, liare di vacanza inserita sul crinale di una il medesimo materiale posato nello stesso
perfettamente inserita collina a Hohenthurn in Carinzia, la studio modo, creando cos con le pareti perime-
nel paesaggio alpino,
la casa rivestita da ha basato la propria progettazione sullana- trali una superficie materica continua. La
un continuum materico lisi della tipologia abitativa di montagna sia terrazza aggettante che si affaccia a sud sul
di scandole di legno, nella forma che nelluso dei materiali. Il vo- paesaggio montano sottolinea il rapporto CASA A HOHENTHURN
elementi della tradizione
locale posati allo stesso lume, orientato lungo lasse est-ovest e di- diretto delledificio con lesterno, diventan-
Localit Hohenthurn, Austria
modo sia sulle pareti sposto parallelamente alle curve di livello, done un prolungamento e un tuttuno con il
laterali che sul tetto. Anno di realizzazione 2010
adagiato su un basamento di cemento ar- grande camino ancorato al terreno che se-
A destra, interni Superficie complessiva 180 mq
dal forte carattere mato che costituisce il piano seminterrato gna una presenza importante nel paesaggio.
Progetto e direzione dei lavori
contemporaneo e le fondamenta delledificio. La struttura Elementi fondamentali che caratterizzano GEZA - Stefano Gri, Piero Zucchi
definiscono una nuova costituita da setti in cemento armato e da il progetto sono i fori delle finestre a tutta
tipologia di residenza di Team Tania Ebersbach
montagna un telaio in legno massello rivestito este- altezza che sporgono verso sud con cornici Progetto Strutture e impianti
(foto Massimo Crivellari). riormente da scandole in legno tipiche del aggettanti rivestite in alluminio Studio Inarco

[ 27 ]
PROFILI

UNA VILLA URBANA


Un gioco di volumi pieni e superfici lucide scandisce
il progetto di unabitazione che ruota intorno alla presenza
di uno specchio dacqua coperto
Lintervento si articola in tre differenti vo- trasparente, diventa il luogo centrale dellin-
lumi: la casa principale su due livelli fuori tero intervento durante tutte le stagioni, di
terra con un corpo mono-piano affacciato giorno e di notte. La tessitura del calcestruz-
sul giardino interno; la dependance che zo faccia a vista, la cui matrice si legge sul
crea un fronte nord urbano e continuo; la soffitto in larice, unitamente al muoversi
piscina coperta che si chiude a ovest verso dellacqua crea piccole vibrazioni continue
le edificazioni a confine. Un grande piano leggibili internamente ed esternamente. Le
Dai fronti lineari interrato unifica le tre volumetrie e, attra- facciate della casa padronale sono state trat-
dellabitazione
emergono i profili dei verso la creazione di due patii interrati, tate con un sistema ventilato a grandi pan-
camini, il cui disegno ordina una serie di funzioni fra cui una nelli di calcestruzzo granigliato con granito
un vero e proprio grande area wellness. Non esistono luoghi nero assoluto e pigmento antracite. Il dise- Alle lucide pareti in granito nero si alternano grandi
marchio caratteristico aperture vetrate che permettono un rapporto
dello studio Geza specializzati a parte il volume della piscina gno a correre dei pannelli stato mediato da diretto con il verde del giardino
(foto Massimo Crivellari). che, disegnato come un grande contenitore lastre lucide di granito nero e imbotti di al- (foto Massimo Crivellari).

[ 28 ]
[ n. 45/2012] IOARCH Costruzioni e Impianti

10 9 9 3 7 8
9 9
11 11
4

7 8

12

13

VILLA URBANA
luminio lucidato, che contribuiscono a sma- Pianta piano terra
1. accesso pedonale Localit Udine
terializzare lenorme peso della facciata me-
2. accesso carraio Anno di realizzazione 2005-2008
diante superfici a specchio che riflettono il 3. ingresso Progetto Stefano Gri, Piero Zucchi
cielo e gli alberi. Oltre alle viste sullesterno, 4. ingresso depndance
5. ingresso piscina Team Fabio Fulchir, Mirna Faker,
ogni luogo della casa ha un rapporto specia- Alessandro Zuccolo
6. sala da pranzo
le con il landscape disegnato nella propriet, 7. soggiorno Landscape Enrico Sello
restituendo cos un forte carattere di intro- 8. cucina Strutture Andrea Craighero, Fabio Fulchir
versione rispetto allintorno 9. servizio
10. service
Impianti EtaProgetti
Sopra, pianta piano terra. A destra, vista del 11. studio Superficie lotto 1.600 mq
giardino; sul fondo il fronte trasparente che ripara la 12. vasca piscina Superficie complessiva abitazione
piscina coperta (foto Massimo Crivellari). 13. giardino 290 mq, dependance 95 mq, piscina 125 mq

LA CITT DEL FUTURO


La qualit del verde, non la quantit, quello che conta
per il concept di un nuovo quartiere residenziale nella
citt di Atyrau, in Kazakistan

Il progetto sviluppa contemporaneamente tono il freddo invernale mentre le facciate di-


due caratteristiche differenti: un masterplan sposte a sud proteggono dal calore estivo. La
generale e lo studio del layout architettoni- grande piazza, pavimentata con il medesimo
co degli edifici residenziali in relazione con materiale di rivestimento delle facciate, deli-
larea circostante e la citt. Lasse est-ovest nea al piano terreno un sistema di aree aperte
diventa la direttrice principale conferendo un e volumi commerciali intersecati da una serie
senso di continuit architettonica allarea in di corridoi verdi che si connettono allarea
veloce via di sviluppo. verde presente a sud, diventando spazio pro-
Gli edifici e la piazza presentano una forte re- tetto e parzialmente coperto
lazione simbiotica secondo un concept ispira-
to a due mani che si intersecano. Leggermen-
te spostate e ruotate luna rispetto allaltra, le SVILUPPO URBANO A ATYRAU
torri assumono simbologie differenti: quattro Localit Atyrau, Kazakistan
abitanti di Atyrau che dal continente asiatico Anno di progettazione 2012
guardano verso quello europeo se osservate Cliente Privato
da nord, quattro grandi alberi che riparano Progetto Stefano Gri, Piero Zucchi
la piazza centrale se osservate da sud. Le otto Team Stefania Anzil, Tina Carletti, Isabella Moreale,
grandi facciate con differente orientamento Elisabetta Paviotti
rispondono alle esigenze di un clima conti- Superficie residenziale 10.500 mq
nentale: quelle orientate verso nord combat- Superficie commerciale 1.500 mq

[ 29 ]
IOARCH Costruzioni e Impianti [ n. 45/2012]

CAME

VIMAR

TECNOLOGIE INVISIBILI

HOME & BUILDING


AUTOMATION
Dal controllo dellilluminazione alla sicurezza, dalla comunicazione al
risparmio energetico, i sistemi di automazione consentono di gestire
diverse funzioni allinterno degli spazi domestici e degli edifici, rendendoli
pi confortevoli, efficienti, attenti allambiente e al benessere delle persone

Alle soglie del 2013, la realt di tutti i gior- loro e con il sistema di controllo tramite pro-
ni ben diversa dagli scenari futuristici che tocolli che sfruttano diversi tipi di reti - cavi
affascinavano limmaginario collettivo ne- dedicati (bus) o esistenti, ad onde convogliate
gli anni Sessanta: le nostre case non asso- o onde radio. Il sistema di controllo prov-
migliano a navicelle spaziali, non guidiamo vede quindi a svolgere i comandi impartiti
automobili volanti e il teletrasporto ancora dallutente attraverso linterfaccia, come ac-
utopia. Ma questo non significa che il futuro cendere/spegnere le luci di un determinato
si sia fermato. Grandi passi avanti per miglio- ambiente, monitorare parametri ambientali e
rare la qualit degli ambienti costruiti sono gestire regolazioni della temperatura, segna-
stati compiuti grazie alla domotica e alla buil- lare guasti o allarmi.
ding automation, ovvero linsieme di tecno- Le aree di gestione di un sistema domotico
logie e sistemi avanzati di controllo e gestione riguardano principalmente lambiente (cli-
messi a punto per rendere intelligenti gli im- matizzazione, illuminazione, requisiti ener-
pianti e le apparecchiature di unabitazione o getici), il controllo di apparecchi ed elettro-
di un edificio di grandi dimensioni. Tali si- domestici, la comunicazione, la sicurezza.
stemi sono controllati dallutente attraverso Per comprendere meglio quali sono i vantaggi
interfacce e placche di controllo, pulsanti, dei sistemi di gestione automatica in termini
Il futuro gi realt per quanto riguarda la
convergenza fra building automation e gestione telecomandi, schermi touchscreen, tastiere, di efficienza e di comfort abitativo abbiamo
mobile: tra le soluzioni domotiche pi utilizzate riconoscimenti vocali che comunicano con raccolto il parere di alcuni esperti del settore.
nel residenziale, il sistema Chorus di Gewiss ledificio, inviando comandi e ricevendo in- Per Silvano Ronca, Italy Sales Department
completamente integrato attraverso la tecnologia
IP con internet. In questo modo, tutte le funzioni formazioni, per mezzo di un sistema di con- di Came, la Building Automation (BA)
di automazione delledificio sono gestibili e trollo costituito da ununit computerizzata sicuramente uno strumento fondamentale
controllabili da remoto, sia su desktop - per centrale o da un sistema a intelligenza distri- per ottenere un edificio ad elevata efficienza
esempio dallufficio - sia in mobilit tramite tablet
o smartphone. buita. Attraverso una rete ramificata, i diversi energetica. Poter controllare lilluminazione
www.gewiss.it componenti del sistema sono connessi tra di interna in funzione della luce esterna, la po-

[ 30 ]
[ n. 45/2012] IOARCH Costruzioni e Impianti

VIMAR

SOMFY ITALIA

sizione delle schermature solari in funzione


della temperatura e luminosit esterna oppu-
re tramite sonde interne ed esterne, sono solo
alcuni esempi di applicazioni che permettono
un notevole risparmio in termini di consumo
energetico.

vantaggi per luomo e lambiente


Infatti, oltre al comfort per gli utenti, latten-
zione allambiente e alla riduzione dei carichi
energetici una delle prerogative fondamen-
tali alla base di un sistema di automazione,
come ci conferma Graham Martin, chair-
man di EnOcean Alliance: negli edifici, che
rappresentano il 40% del consumo energetico
totale, le tecnologie di automazione e di con- Soccorritore DoMo di Kert
trollo svolgono un ruolo chiave per ridurre i
consumi e quindi i costi. I sistemi di gestione mente i consumi di energia elettrica per lillu-
che utilizzano la tecnologia energy harvesting minazione e indirettamente anche quelli per
wireless di EnOcean tra laltro sono autonomi limpianto di raffrescamento poich si riduce
in termini di energia. Si tratta di una tecnolo- il calore emesso dagli apparecchi di illumina-
gia wireless che funziona senza batterie e non zione. Una corretta gestione della luce com-
richiede cavi poich i dispositivi ricavano porta inoltre un allungamento medio della
lenergia necessaria per il loro funzionamen- vita delle sorgenti con riduzione dei costi di
to dallambiente circostante - dal movimento, manutenzione, che possono essere migliorati
dalle luci o dalle differenze di temperatura - e perch i sistemi di gestione operano un mo-
la producono in completa autonomia, utiliz- nitoraggio costante sullimpianto che porta a
zando specifici sistemi di automazione che modulare i carichi in base alle reali esigenze
non necessitano di alcuna manutenzione. e a verificarne lefficienza e gli eventuali gua-
Una delle pi diffuse applicazioni dei sistemi sti. Per questi motivi la norma EN15232 con-
automatici riguarda la gestione degli impian- sidera specificamente limpatto che i sistemi
Un sistema domotico, progettato per ottimizzare la
ti di illuminazione. Alcuni dati specifici ci automatici di gestione della luce hanno sulla gestione degli edifici, pu diventare un problema al
vengono forniti da Roberto Rota, ammini- classificazione energetica di un edificio. E la venir meno della tensione di rete che lo alimenta. Senza
stratore delegato di Helvar Italia: un utilizzo nuova versione della UNI 11222 relativa alle soccorritore limpianto pu funzionare, ma di fatto non
garantisce la funzionalit in caso di emergenza a lucernari,
corretto dellilluminazione vuol dire usare la procedure di verifica e manutenzione dellil- tende esterne, tapparelle, porte e cancelli elettrici, luci e
giusta quantit di luce e solo quando serve, luminazione demergenza mette in risalto un soprattutto al sistema di sicurezza.
eliminando inutili sprechi e portando a mi- ulteriore vantaggio dellutilizzo dei sistemi di DoMo di Kert, supplendo alla mancanza dellelettricit
da rete e alle variazioni di tensione, assicura la continuit
nori costi, minori emissioni di CO2 e mag- gestione. Diverse le possibilit di configura- del sistema domotico e dei dispositivi ad esso associati.
giore comfort per gli utilizzatori degli spazi. zione: si va da semplici stand-alone che per- DoMo si presenta in due versioni, da 600W e 1200W.
Bisogna per considerare i vantaggi da diver- mettono di controllare gruppi di apparecchi Entrambi i modelli sono dotati di un ampio display che
permette di visualizzarne facilmente le funzioni.
si punti di vista. importante sottolineare per la gestione di piccoli ambienti, ai siste- La connessione diretta al sistema domotico garantita
che la riduzione dei costi riguarda diretta- mi professionali che integrano il controllo attraverso un connettore RJ45. www.kert.it

[ 31 ]
IOARCH Costruzioni e Impianti [ n. 45/2012]

dellilluminazione con quello degli altri im-


pianti tecnologici - ad esempio riscaldamento
e condizionamento o movimentazione delle
serrande. Una casa intelligente contribuisce
anche a modificare positivamente le abitudi-
ni di chi la abita, come ci spiega Michele Pan-
dolfi, product manager di Domo di Gewiss:
domotica e BA generano risparmi energetici
in due modi. Sicuramente in forma diretta,
ad esempio spegnando automaticamente le
luci se in un locale non si registrano presenze.
Ma anche in modo indiretto, come ci stiamo
accorgendo in questi ultimi anni: permet-
tendo allutente di visualizzare i consumi di
energia istantanei o per periodi cresce la con-
Domina Plus di Ave levoluzione del sistema sapevolezza dei costi e si innesca un processo
domotico per la gestione intelligente delle abitazioni.
Comprende una serie di dispositivi touchscreen da di sensibilizzazione che a lungo termine d
incasso a colori di ultima generazione, con display luogo a nuovi comportamenti virtuosi. mentre tutte le altre aree del meridione hanno
da 12 e 5,7 (per un paragone, il display di un percentuali molto basse, con i picchi negativi
iPad misura 9,7) nella versione in alluminio Allumia
Touch e con placca in cristallo bianco o nero lucido Dalla casa alledificio della Basilicata (7%) e della Sicilia (11%).
Ave Touch per il controllo delle diverse funzioni Nonostante la crisi, il ricorso a sistemi di do- Se il settore della domotica per la casa in
dellabitazione. Le mappe grafiche permettono motica un trend in piena crescita in Italia, espansione, lautomazione degli edifici inve-
di visualizzare e gestire in modo intuitivo diversi
ambienti. Una navigazione dimostrativa disponibile come indicato da Anna Sella di Kblue: da ce una realt consolidata da diversi anni e pu
su www.domoticaplus.it e www.ave.it. recenti analisi di mercato (studio effettuato da essere considerata come laccentramento delle
immobiliare.it nei mesi scorsi) in Italia il 59% funzioni della domotica. In un edificio infat-
degli immobili di nuova costruzione dotato ti necessario fornire tutta una serie di servizi
di almeno un elemento di automazione. La - come la distribuzione di acqua, gas, energia
regione italiana pi domotica il Trentino elettrica, del riscaldamento e condizionamen-
Alto Adige, dove il 78% degli immobili di nuo- to, dei segnali televisivi e connessioni alla rete
va costruzione ha almeno un elemento di do- internet, videosorveglianza e sistemi antintru-
motica di base o avanzata. A seguire si trovano sione - ai diversi ambienti di cui si compone. In
la Valle dAosta (63%), il Veneto (61%), la Lom- questo modo gli impianti beneficiano del fatto
bardia (60%) e il Piemonte (55%). Il Sud, inve- di essere comunitari, con un conseguente ri-
ce, per il momento lontano dal poter vantare sparmio dei costi ripartiti su ogni utente e i ser-
una giusta proporzione di abitazioni intelli- vizi distribuiti a livello generale possono essere
genti. Solo la Sardegna supera a fatica il 15%, gestiti dai diversi locali dellabitazione dallim-

1972. IN PRINCIPIO ERA LA CASA TELEMATICA


Linstallazione di Ugo La Pietra alla mostra Italy: The New Domestic
Landscape al MoMa di New York anticipava quarantanni fa un futuro oggi
molto presente grazie a Internet e alla digitalizzazione delle reti.
Tramite gli apporti della telematica e dellinformatica, lo spazio abitativo si
prefigurava infatti come terminale e allo stesso tempo portale di informazioni
e messaggi nello spazio urbano circostante.

La casa telematica uno dei tasselli un futuro molto attuale, specialmente


della realt immaginata da Ugo La Pietra, sotto il profilo dellinterconnessione e delle
architetto, designer, artista e ricercatore reti. Dieci anni dopo la casa telematica
della comunicazione. Una cellula abitativa di Ugo La Pietra riappariva in una mostra
descritta con disegni e collage come luogo alla Fiera di Milano. Ma il focus era ormai
attivo che genera un circuito informativo: solo la televisione, e il modo in cui gli
attraverso i mezzi di comunicazione e arredi domestici potevano adattarsi a un
informazione, i messaggi provenienti dalla medium di cui si percepiva (segnalava?)
realt esterna sono recuperati e raccolti linvasivit. Con gli anni di piombo e di
nella cellula abitativa, che in seguito li Drive In evidentemente e malgrado la
Mitho XL E il terminale multifunzione da incasso rimette in circuito confrontandoli con buona volont la spinta allinnovazione e
di BPT per il controllo intuitivo della casa domotica, altri. In questo modo il nucleo abitativo lentusiasmo si stavano spegnendo e le
con display a colori LCD touchscreen e visualizzazione
dei comandi attraverso le mappe grafiche dei diversi diventa un nodo nella grande rete globale conseguenze sono storia delloggi.
ambienti domestici. Linterfaccia grafica pu essere informatica condivisa. Poco compresa
personalizzata con le fotografie e la planimetria e vista come esperimento radicale fine
dellabitazione. Il terminale affianca alle tradizionali
funzioni domotiche lintegrazione della diffusione a se stesso, linstallazione del 1972,
sonora grazie alla compatibilit con le centrali Mondo che immaginava anche dispositivi Unimmagine della casa telematica di Ugo La
T di Tutondo e Yamaha serie RX-V**67 BPT. Attraverso Pietra presentata al MoMa di New York nel 1972
intelligenti come il Ciceronelettronico e il e, sotto, una della mostra del 1982 in Fiera a
lapplicativo Home Sapiens Web Interface di BPT
possibile avviare il controllo e la gestione degli ambienti videocomunicatore, preconizzava in realt Milano con Gianfranco Bettetini e Aldo Grasso.
anche da remoto. www.bpt.it

[ 32 ]
[ n. 45/2012] IOARCH Costruzioni e Impianti

pianto domotico. Ma chi si dimostra pi inte-


ressato allutilizzo di soluzioni di automazione
per grandi spazi, la committenza o le societ di
gestione? Secondo Giovanni Gambin, diretto-
re sviluppo business di Vimar, difficile fare
una chiara distinzione tra le due aree di clienti
perch molto dipende dalle applicazioni: se si
tratta di comfort e luci, lofferta pi orientata
al committente, se invece si parla di gestione
del consumo energetico e sicurezza, linteresse
si focalizza maggiormente sulla societ di ge-
stione e facility, perch a questi sistemi spesso
si affianca anche un contratto di manutenzio-
ne, a volte necessario proprio per la tipologia
degli impianti. Con la building automation si
pu avere listantanea del funzionamento di
tutti i sistemi presenti nelledificio, acquisendo
Lillustrazione mette in evidenza i misure e dati di diagnostica attraverso i qua-
pi comuni ambiti di applicazione li possibile impostare, con adeguati sistemi
della domotica finalizzati al risparmio
energetico. La loro messa a sistema software di building management, politiche
attraverso le reti di comunicazione di manutenzione. Non solo. Secondo Miche-
introduce il concetto di smart home le Pandolfi la building automation, proprio
(o smart office) come risultato insieme
di progettazione, devices intelligenti, per la possibilit di essere gestita attraverso
sistemi di misurazione puntuali e internet, rende possibile la manutenzione di
fornitori di servizi. un edificio anche da remoto, esternalizzando
Con la nuova interfaccia utente web based
i servizi di manutenzione a societ terze ridu- uSee di Helvar gli utenti diventano autonomi
cendone in modo sensibile i costi. Per quanto nella gestione dellimpianto elettrico e liberi di
riguarda il settore terziario, Somfy contribui- poterlo fare da qualsiasi luogo in cui ci sia una
connessione WiFi. Con uSee possibile accedere
sce allautomazione degli edifici con Animeo, via web al programma di gestione dellimpianto
una gamma specifica di operatori e sistemi di e operare direttamente su di esso in maniera
gestione centralizzata compatibile con i pro- intuitiva da qualsiasi device, (iPad, smartphone,
altri tablet o PC). Il programma permette non
tocolli KNX e LON completamente integra- solo di visualizzare lintero impianto richiamando
bile allinterno di un sistema BMS (Building scene preimpostate, ma di effettuare anche alcune
management system). Recenti studi hanno modifiche, consentendo inoltre di monitorare i
consumi energetici e di intervenire di conseguenza
evidenziato come questa integrazione genera sui carichi adeguando la programmazione.
una riduzione dei consumi energetici giorna- www.helvar.com

La casa
telematica: il
Ciceronelettronico,
videocomunicatore
per memorie
condivise,
fotomontaggio,
1971-1972
(Collezione Frac
Centre, Orlans).

[ 33 ]
IOARCH Costruzioni e Impianti [ n. 45/2012]

GEWISS

lieri tra il 50% e l80%, una diminuzione fino al questi casi gli interventi possono essere meno
28% dei bisogni di climatizzazione e labbassa- invasivi e portare notevoli vantaggi in termi-
EnOcean Alliance unorganizzazione non mento del 25% degli scambi termici tra esterno ni non solo di consumi ma anche di sicurezza
profit con sede in California cui aderiscono e interno afferma Simone Ferro, responsabile generale degli abitanti. La domotica inoltre
pi di 300 aziende nel mondo e che ha
come obiettivo linternazionalizzazione della marketing di Somfy Italia. non pi considerata un bene di lusso e con-
tecnologia energy harvesting wireless e sente di usufruire di alcuni vantaggi, come ci
linteroperabilit tra i prodotti dei partner OEM. Domotica e ristrutturazione spiega Michele Zamparo, product manager
La tecnologia basata sullo standard
internazionale ISO/IEC 14543-3-10, ottimizzato I sistemi di automazione possono essere instal- BPT: unopportunit di sicuro interesse
per le soluzioni wireless con un ridottissimo lati anche nelle costruzioni preesistenti, con- rappresentata dal recente Decreto Sviluppo, il
consumo di energia e soluzioni energy tribuendo notevolmente a migliorare le pre- quale prevede fino al 30 giugno 2013 un bo-
harvesting, ovvero capaci di raccogliere
energia dallambiente trasformandola in energia stazioni e aumentare il valore degli immobili. nus del 50% per le ristrutturazioni edilizie e la
elettrica, rendendo i device indipendenti dalla Guido Carasso, country manager di Devolo detrazione dallIrpef delle spese sostenute per
rete e anche da batterie. Italia, ci illustra come la domotica residen- interventi di ristrutturazione delle abitazioni
www.enocean-alliance.org
ziale e lintegrazione in edifici esistenti sia il e delle parti comuni negli edifici residenziali.
core business dellazienda. I prodotti dLAN Rientrano quindi gli interventi per lammo-
Powerline nascono per garantire le stesse dernamento dellimpianto elettrico e per la re-
prestazioni di una rete informatica attraverso alizzazione di impianti domotici, che in questo
lutilizzo di infrastrutture preesistenti. Nessu- modo arrivano a costare la met.
na modifica strutturale richiesta e i prodotti
sono stati specificamente studiati per essere Gestione a distanza
inseriti in qualsiasi contesto residenziale. Lintegrazione tra sistemi di automazione e
Altra soluzione che si dimostra perfettamente terminali mobili incontra un crescente suc-
compatibile in progetti di ristrutturazione la cesso, soprattutto in campo residenziale, con
tecnologia energy harvesting wireless di EnO- applicazioni specifiche anche di base offerte
cean che, funzionando senza cavi o batterie, dalle diverse aziende. Giovanni Gambin af-
consente unalta flessibilit dinstallazione, ferma che il mobile non si pu ancora de-
come evidenziato da Graham Martin: non finire killer application, come molti preve-
solo aumentano in modo significativo il com- devano, ma sicuramente uno degli elementi
fort in ambiente residenziale, ma consentono di offerta che pi sono decisivi nella scelta di
anche di ridurre le attivit di installazione e a adottare questi sistemi. Lutente infatti per-
lungo termine i costi energetici - spesso 25% in cepisce immediatamente il vantaggio di ave-
meno rispetto a una soluzione cablata. Inoltre, re sempre in tasca il controllo della propria
si riducono sensibilmente il tempo di inattivi- casa, facilitando cos lintero processo dof-
t, le emissioni di polvere e i rumori causati dai ferta. Le novit maggiori sono sempre nel
tradizionali metodi di installazione. Queste settore della sicurezza dove la remotizzazio-
soluzioni sono modulari e i costruttori pos- ne delle telecamere di sorveglianza e lana-
sono iniziare con un sistema di base che pu lisi degli allarmi rimane lapplicazione pi
essere facilmente esteso e ampliato secondo le richiesta soprattutto a livello professionale.
diverse esigenze che si verranno a creare nel Comfort e controllo/risparmio energetico
tempo. Ma bisogna pianificare bene la scelta, guadagnano terreno rapidamente diven-
come avverte Roberto Rota: lintervento su tando la vera prospettiva del futuro e la loro
edifici esistenti evidentemente pi complesso integrazione con il mondo del video porter
I comandi e i dispositivi domotici della serie Eikon Evo
di Vimar, incorniciati da placche in Corian bianco, perch non pu prescindere da unopportuna ad una gestione della casa pi immediata e
permettono di visionare e gestire lattivit del sistema revisione impiantistica e da una valutazione consapevole.
domotico By-me che, grazie a diverse funzioni attenta del rapporto costi/benefici (sostituzio- Ma non tutti i pareri sembrano cos en-
coordinate tra loro - come ad esempio la diffusione
sonora - migliora il comfort tra le pareti domestiche. ne o adeguamento dei cablaggi, sostituzione tusiasti. Silvano Ronca infatti invita alla
Il sistema pu gestire contemporaneamente fino a 4 dei corpi illuminanti, inserimento di sensori prudenza in quanto un dispositivo mobile
diverse sorgenti sonore, anche tramite iPhone o iPod e altra componentistica). Per quanto riguarda pu essere un ottimo elemento ausiliario di
collegati con una docking station.
Il dispositivo, dotato di un touch widescreen, le opportunit, teniamo presente che nellam- controllo del sistema, specialmente quando
incorpora anche la funzione videocitofonica. bito della domotica residenziale possono rien- siamo fuori casa; la supervisione di tutti i di-
Scalabile, la domotica Vimar pu crescere nel trare non solo le installazioni allinterno delle spositivi e la gestione delle varie funzioni
tempo in base alle esigenze, permettendo di avere
sotto controllo da un unico punto tutte le funzioni abitazioni ma anche quelle che controllano la bene per sia realizzata con dispositivi fissi e
delledificio. www.vimar.it luce esterna e quella degli spazi comuni. In dedicati allimpianto di automazione
[ 34 ]
[ n. 45/2012] IOARCH Costruzioni e Impianti

DOMOTICA ED ECOLOGIA IN ESPOSIZIONE

LA CASA SENSORIALE DOMOTICA


Il prototipo di abitazione sostenibile vanti da riciclo o da materiali ecosostenibili
ad alta tecnologia esposto esemplari dellauspicabile integrazione tra
alla XIII Biennale di Architettura si estetica ed ecologia.
basa su moderni criteri di efficienza Tra gli sponsor che con la fornitura di ma-
energetica, versatilit progettuale, teriali, prodotti, sistemi e assistenza hanno
bassi costi di gestione e realizzazione contribuito alla realizzazione dellinstal-
e ospita un percorso didattico sulle lazione, BTicino con il sistema domotico
potenzialit dei sistemi di automazione My Home gestibile in locale o da remoto,
applicati agli ambienti domestici Samsung, Mapei.
Il progetto, che si propone come un nuovo
Da poco concluso, il progetto della Casa format per architetti, progettisti e aziende
Sensoriale Domotica, realizzato presso i rientrava nelle iniziative culturali del Patto
Magazzini del Sale a Venezia a cura dellar- dei Sindaci per lenergia promosso nel 2008
chitetto Lucilla Del Santo dello Studio dalla Commissione Europea allo scopo di
Nealinea&Partners di Firenze, faceva par- sensibilizzare e coinvolgere le citt nello
te degli eventi del Padiglione Italia della sviluppo delle nuove politiche energetiche
Biennale 2012. dellUnione. La Casa Sensoriale Domo-
Lallestimento riproduceva sei ambienti tica persegue inoltre gli obiettivi del 24
tipici di unabitazione disposti lungo un Congresso Mondiale degli architetti De-
percorso espositivo che, con lausilio di sign 2050, Beyond disasters, through soli-
modalit didascaliche, interattive e video, darity, towards sustainability organizzato
presentava ai visitatori i concetti fonda- dallUIA-Unione Internazionale Architetti
mentali e il funzionamento di un sistema nel settembre 2011 a Tokyo. Il 2012 stato
domotico integrato mostrandone i vantag- eletto anno europeo della longevit: svilup-
gi in termini di comfort, di sicurezza, di pare un ambiente domestico intelligente e
risparmio energetico e soprattutto di mag- facilmente accessibile diventa dunque una
gior fruibilit per tutti e in particolare per sfida per soddisfare i crescenti bisogni di
la terza et e le categorie protette. autonomia e mobilit di una fetta sempre
Lallestimento esponeva inoltre opere deri- pi ampia della popolazione

I pannelli di controllo del sistema My Home di BTicino,


tra i main sponsor della Casa Sensoriale Domotica.
Nelle altre foto, due immagini del percorso espositivo:
zona pranzo (sopra il titolo) e living (a sinistra).

[ 35 ]
IOARCH Costruzioni e Impianti [ n. 45/2012]

LA CASA DEL REGISTA

PROGETTI FINALISTI
NUOVI EDIFICI
VITA TRA GLI ALBERI
Inserita nel parco di un residence anni 60 in Brianza, una costruzione lineare
dalla pianta ramificata si apre alla natura circostante e raccorda due distinti
nuclei abitativi attorno a uno spazio comune

Il progetto affidato allo studio di architettura che raccorda le camere raggruppate in due
Liverani/Molteni doveva rispondere a pochi corpi separati, la cucina con portico e la zona
ma essenziali punti fermi. Innanzitutto, lim- dellingresso. I quattro prolungamenti sono
pianto delledificio doveva essere semplice e stati disegnati in modo da rispettare la presen-
flessibile per conciliare le diverse esigenze de- za delle diverse essenze presenti nel parco - ce-
gli abitanti - un regista e la famiglia di sua so- dri, pini, betulle e una magnolia. Similarmente
rella, madre di tre bambini. Inoltre, in quanto alla pianta, le altezze dei prospetti e delle gran-
seconda casa per soggiorni saltuari, avrebbe di aperture vetrate risultano irregolari per via
Sopra il titolo, vista dovuto richiedere poca manutenzione e le della forma inclinata della copertura a doppia
esterna della casa lungo
il lato est. Montaggio spese di costruzione non dovevano superare falda. Con una pendenza minima (7%), le falde
fotografico di scatti in un budget di 500mila euro. La struttura in di copertura, protette come tutto linvolucro
sequenza lungo una cemento armato con piscina, distribuita su da una membrana impermeabilizzante di resi-
linea retta; qui sotto,
N

E
vista interna della sala un unico piano, presenta una pianta a stella na cementizia bianca, consentono allacqua di
irregolare con un ambiente centrale comune defluire lentamente lungo le pareti per essere
O

(foto Walter Mair)


S

Sopra, foto piano


sottotetto con
particolare della
passerella in vetro,
illuminazione colorata,
tecnologia led a
(foto Nome Cognome)

[ 36 ]
[ n. 45/2012] IOARCH Costruzioni e Impianti

Andrea Liverani e Enrico Molteni

Lo studio con sede a Milano viene fondato nel 1999


da Andrea Liverani (1969) ed Enrico Molteni (1969),
entrambi laureati al Politecnico di Milano nel 1994
con esperienze di studio e tirocini tra Danimarca,
Portogallo e Spagna. Lo studio partecipa a
numerosi concorsi di progettazione, vincendo quelli
per il Municipio di Seregno, per piazza Terragni a
Lissone, per il polo scolastico di Capiago Intimiano,
per il quartiere Breunner-nord a Berna e di recente
quello per la Cittadella dellEdilizia a Como. Tra i
riconoscimenti si segnalano il Premio Piranesi 2004
(Slovenia), il Premio Accademia di San Luca 2006 e
lo Swiss Architectural Award BSI 2010.
www.liverani-molteni.it

poi raccolta da una gronda posta nel terreno, ai


piedi della costruzione. In questo modo stato
possibile eliminare grondaie e pluviali e la loro
conseguente manutenzione.
Le diverse tipologie di aperture rispondono
alle esigenze specifiche degli ambienti e sono
state progettate per agevolare al massimo il
rapporto degli abitanti con la natura. Di con-
seguenza i componenti finestrati, le grandi 2
vetrate, le porte e le porte-finestra sono stati
realizzati in maniera estrema per luci, dimen-
1
sioni e pesi eliminando traversi e montanti
laddove era possibile. Le grandi vetrate trape- 9
zoidali a filo esterno presenti nello spazio co-
mune centrale, realizzate con profili in acciaio
a taglio termico Ebe 65 di Secco Sistemi, offro-
no una vista panoramica sul parco esterno e si
possono aprire quasi completamente, trasfor-
5 7

La pianta a croce dellabitazione si sviluppa


in forma irregolare inserendosi tra gli alberi
gi presenti nel lotto (disegno a sinistra).
Gli ambienti privati e di servizio si dipartono
dallo spazio centrale comune (5):
1. ingresso 6. gruppo di cedri
2. primo alloggio 7. gruppo di betulle
3. secondo alloggio 8. magnolia
4. cucina con portico 9. gruppo di abeti

[ 37 ]
IOARCH Costruzioni e Impianti [ n. 45/2012]

mando lambiente in una sorta di portico


che amplifica lesperienza di vivere immersi
in un giardino maturo, simile a un bosco.
Le aperture a tutta altezza delle camere,
della cucina e della zona ingresso presenta-
no una cornice-loggiato con ante oscuranti
In alto, il verde del giardino e degli alberi
ad alto fusto entra nello spazio centrale richiudibili a libro per proteggere lintimit
dellabitazione, che a sua volta si prolunga degli ambienti. La grande sala principale
verso lesterno con il portico della cucina dominata dalla calda tonalit di grigio che
(foto Walter Mair);
sopra, la sezione trasversale mette in evidenza riveste sia il pavimento autolivellante sia le
la lieve pendenza (7%) delle falde di copertura. pareti

2 2
1 1

3 9

8
8 9

10 10

7 6 7 6

RESIDENZA A CASATENOVO

Localit Casatenovo (Lecco) Sopra, un falso telaio


Progetto Studio Liverani/Molteni, Milano funge da grondaia
per le aperture
Collaboratori Andrea Marelli, Sebastian Carella poste allesterno
Anno di realizzazione 2009-2011 del filo murario.
DETTAGLIO COSTRUTTIVO Progettate per
Superficie costruita mq 204 favorire il rapporto
1. Tubolare in acciaio mm 40x40 per scorrimento 5. serramento a taglio termico in acciaio zincato Superfice lotto mq 3.950 con la natura, tutte
acque piovane verniciato RAL 7030 le vetrate, porte e
2. struttura in CA spessore 20 cm e solaio in 6. ghiaia drenante e canale di raccolta acque Serramenti Secco Sistemi porte finestra sono
polistirolo espanso estruso piovane Strutture studio Redesco srl, Ing. Giuliani state costruite ad
3. membrana di impermeabilizzazione in guaina 7. prato hoc utilizzando profili
liquida cementizia elastomerica spessore 3 8. pareti interne e controsoffitto in cartongesso Impianti Aircalor, Ing. Giulio Corti in acciaio a taglio
mm e finitura in resina poliuretanica bianca 9. isolamento termico spessore 85 mm termico Ebe 65 di
Impresa Enrico Molteni & C.
4. cornice in acciaio zincato con profilo a L 10. pavimento autolivellante in resina grigia Secco Sistemi
mm 80x60 RAL 7030 Importo lavori 520.000 euro (foto Walter Mair).

[ 38 ]
[ n. 45/2012] IOARCH Costruzioni e Impianti

NEWS/

NUOVA GUIDA PER PROMO_LEGNO


Bresciana, 34 anni,
larchitetto Lorena De
Agostini la nuova portavoce
dellassociazione per la
diffusione della cultura
del legno in edilizia,
organizzatrice di eventi
formativi e internazionali
come la mostra Costruire con
il legno di Vienna, organizzata
dal Museo dellArchitettura Lorena De Agostini il nuovo
e dal Dipartimento Legno segretario generale
dellUniversit Tecnica di di promo_legno
Monaco di Baviera. www.promolegno

UNA COMETA SU MILANO ERNESTOMEDA A LIVING KITCHEN


Prima partecipazione per lazienda italiana alla fiera internazionale
Frutto della trasformazione del IL NUOVO COMPLESSO Living Kitchen, in programma dal 14 al 20 gennaio 2013 a Colonia
precedente spazio espositivo FIRMATO DALLARCHITETTO nellambito della fiera dellinterior Imm. Nelloccasione Ernestomeda
del Portello, progettato da presenta Icon, progettata da Giuseppe Bavuso, il cui layout compositivo
Bellini tra il 1993 e il 1997, il
MARIO BELLINI IL PI GRANDE
accosta materiali pregiati come il rovere termo-trattato per la penisola
MiCo (Milano Congressi) CENTRO CONGRESSI DEUROPA estraibile Evolution a materiali innovativi come il Corian di DuPont
composto da corpi metallici impiegato per basi e pensili, e ICONcrete, dalleffetto cemento e adatto
e vetrati su tre livelli con alluso alimentare, per la zona cottura-lavaggio.
viste a 180 sulla citt. La
nuova struttura presenta Living Kitchen, Colonia, 14-20 gennaio 2013 | www.livingkitchen-cologne.com
un manto color argento che
forma una coda lunga 200
metri e conclude la vecchia
testata del Portello rimasta COSTRUIRE IL FUTURO
incompiuta, con a fianco
un auditorium realizzato su Dal 7 al 10 febbraio 2013 si
colonne preesistenti. Unopera tiene a Parma Future Build,
complessa di ristrutturazione prima edizione del salone
che si propone come nuovo della sostenibilit dedicato
landmark urbano e rimanda allarchitettura ecocompatibile,
al progetto di Bellini per il Smart city, social housing,
nuovo Dipartimento delle arti riqualificazione energetica degli
islamiche del Louvre di Parigi. fotoRaffaele Cipolletta edifici esistenti, stili di vita e
aree produttive responsabili.
Con il patrocinio di Regione
Emilia Romagna, ANCE, Unione
GLI ENERTOUR Parmense degli Industriali, GBC
Italia, Kyoto Club.
DI KLIMAHOUSE www.futurebuild.it
Dal 23 al 26 gennaio 2013
Klimahouse organizza visite
tecniche guidate ad alcuni
progetti CasaClima realizzati PREMIO EUROPEO ALLINNOVAZIONE
in Alto Adige, con un focus
sui Net Zero Energy Buildings
IN LEGNO
come la nuova sede Salewa a
Bolzano firmata da Cino Zucchi Lo Schweighofer Prize il
Architetti - Park Associati. riconoscimento biennale
destinato alle migliori idee in
TUTTO Novit di questanno enertour:
architecture, energy & wine, legno che abbiano dato o possano
SUI SERRAMENTI visita alle cantine altoatesine dare un contributo al settore e
alla gestione sostenibile delle
Pfitscher e Tramin, due modelli
Klimainfisso il nuovo salone di integrazione tra architettura, risorse forestali in Europa.
di Fiera Bolzano dedicato sistema energetico sostenibile Il concorso, nato nel 2002 su
interamente al settore dei e produzione vinicola di alta iniziativa dellomonima famiglia
serramenti in programma a qualit, con degustazione di di imprenditori austriaci, prevede
Bolzano dal 7 al 9 marzo 2013. vini locali. Iscrizione online su: un primo premio assegnato
Per la prima edizione della alle attivit di straordinaria
manifestazione si segnala www.klimahouse.it rilevanza per la filiera legno
un convegno internazionale nel suo insieme, e ulteriori
sulle tecnologie organizzato premi allinnovazione dedicati a
in collaborazione con progetti in fase di realizzazione.
IFT Rosenheim, listituto Per partecipare alla prossima
tedesco che conduce prove edizione possibile presentare
di laboratorio e fornisce idee e progetti fino al prossimo
certificazioni su serramenti e 4 febbraio 2013. Informazioni e
sistemi di facciata. bando del concorso allindirizzo:
www.fierabolzano.it/klimainfisso/ www.schweighofer-prize.org.

[ 39 ]
IOARCH Costruzioni e Impianti [ n. 45/2012]

RISTRUTTURAZIONI

RITORNO ALLORDINE
Linee rigorose, bianco ottico, legno e tanta luce naturale sono gli elementi
base di una riqualificazione estetica e funzionale che ha trasformato un PVAarchitetti
anonimo edificio alla periferia di Catania in unequilibrata opera minimale Giuseppe Parisi
Emanuele Varrasi

La costruzione unifamiliare si trova in tava una struttura in c.a. distribuita su tre Lo studio nasce nel 2008
un quartiere residenziale di SantAgata L livelli fuori terra con un locale interrato dalla collaborazione degli
architetti Giuseppe Parisi
Battiati, centro incluso nellarea metro- e giardino. Lesterno della costruzione si (Catania, 1971, laurea presso
politana di Catania e caratterizzato negli caratterizzava per un aspetto complessiva- lUniversit di Reggio Calabria
ultimi decenni da unespansione edilizia mente disomogeneo dovuto alla presenza nel 2000) e Emanuele Varrasi
Gli esterni della villa
disorganizzata e di discutibile qualit ar- di elementi architettonici e materiali dif- (Militello in Val di Catania, 1950,
sono valorizzati da
un uso equilibrato chitettonica e urbanistica. Rispetto a tale ferenti: pensiline, falde inclinate, aggetti e laurea presso il Politecnico di
di materiali e colori Milano nel 1977). Laboratorio di
contesto, il progetto di ristrutturazione tendaggi, cemento armato a vista, blocchi architettura nel quale cooperano
differenti: al bianco
dellintonaco e dei firmato dallo studio PVA Architetti ha as- di pietra lavica, tegole rosse, intonaco bian- giovani figure professionali, lo
pannelli frangisole in sunto una posizione critica ma anche pro- co e infissi di legno. Tutto questo stato studio opera costanti ricerche
alluminio si alternano positiva tesa a conferire un nuovo ordine eliminato da un processo di purificazione su tecnologie e materiali
la trasparenza delle ecosostenibili e i suoi lavori
vetrate e il legno che estetico e funzionale alledificio e ad in- che ha messo a nudo i volumi principali, ha
spaziano dal design alledilizia
riveste il parapetto staurare una diversa relazione con lo spa- superato la netta separazione tra interni ed residenziale alla progettazione
fioriera, la parete al zio circostante rispettando al contempo la esterni per mezzo di ampie superfici vetra-
piano terra e larea
su scala urbana.
intorno alla piscina. tipologia architettonica di base. Risalente te e leggere pensiline metalliche e ha uni- www.pvaarchitetti.it
(foto Studio Indoor) agli inizi degli anni 80, ledificio presen- formato laspetto esteriore della villa grazie

[ 40 ]
45/2012]] IIOOARCH
[[n.n.45/2012 ARCHCostruzioni
CostruzionieeImpianti
Impianti

SISTEMA FRANGISOLE/INFISSO
a unelegante combinazione cromatica dei
materiali. Il bianco dellintonaco delle pa-
4
reti e dei pannelli frangisole che scherma-
no le vetrate si associa al legno che riveste 5 3
parte delle pareti, un parapetto-fioriera e
larea antistante labitazione, dove stata 2
inserita una piscina protetta dal verde degli 6
alberi piantati lungo il perimetro del lot-
to. Loperazione di trasformazione non ha 7 1
interessato solo gli esterni. Loriginaria di-
sposizione interna degli spazi, con ambien- 8
ti piccoli scarsamente illuminati e separati
tra loro, non rispondeva alle attuali esi-
genze della committenza che richiedeva la 10
creazione di ampi spazi illuminati da luce
naturale in stretta relazione con il giar-
dino e la piscina allesterno. La nuova di-
sposizione funzionale ha previsto dunque
al piano terra la zona pranzo e living open 9
space con unarea destinata a uffici privati,
la zona notte al piano primo e un secondo
piano con area benessere/spa.
I diversi piani dellabitazione sono connes- Sotto, prospetti e
sezioni dellabitazione
si tra loro per mezzo di una scala circolare di SantAgata Li
di grande impatto scultoreo. Similarmente Battiati.

1. rasante con rete in fibra di vetro con maglia 5x5 mm + intonaco minerale silossanico
2. coibente in lastre di polistirene espanso sp. 40 mm
3. membrana composita a scaglie ardesiata sp. 4 mm
4. lastra in fibrocemento tipo Aquapanel
5. profilato in acciaio zincato IPE220
6. coibente sp. 40 mm
7. orditura metallica per controsoffitto
8. controsoffitto in cartongesso sp. 13 mm + rasatura e finitura
9. infisso scorrevole a taglio termico con vetro bassoemissivo
10. frangisole orientabile motorizzato in alluminio preverniciato colore RAL 9010 [ 41 ]
IOARCH Costruzioni e Impianti [ n. 45/2012]

Legenda
2. vano servizio
3. ingresso-disimpegno
4. cucina-pranzo
5. living
6. bagno
7. segreteria
8. ufficio
9. wc
10. piscina
11. parcheggio
12. giardino
13. vano scale
14. disimpegno
15. letto

agli esterni, gli spazi interni si caratteriz-


zano per un uso intensivo del bianco abbi-
nato a pavimentazioni differenti: pietra di
Modica per le zone dingresso, gres porcel-
lanato per la zona giorno, resina epossidi-
ca di colore bianco per la scala e il locale-
cantina, mosaico vitreo, tecnoril e corian
per i bagni. La progettazione illuminotec-
nica stata accuratamente diversificata in
base alle esigenze dei diversi ambienti, con
luce indiretta Led a pavimento, luce diretta
con apparecchi a incasso per controsoffit-
ti tramite la realizzazione di gole interne,
luce diffusa tramite soffitto teso barrisol,
lampade a pavimento. Per quanto riguar-
da lilluminazione naturale, limpiego di
pannelli frangisole per gli infissi realizza-
Le piante del piano terra e del primo piano.
Sotto, zona benessere/spa al secondo piano ti con profili estrusi in alluminio a taglio
(foto Studio Indoor). termico e vetri basso-emissivi permette
di schermare e filtrare la luce, contenendo
al minimo laumento di temperatura per Il progetto dinterni (in alto, la zona living) ruota
irraggiamento. Ulteriore comfort abitati- intorno alla scala circolare che connette i vari piani
vo garantito dal rivestimento a cappotto dellabitazione: una scenografica presenza scultorea
in resina epossidica di colore bianco. Sotto, una
termoisolante e fonoisolante dei paramenti vista del bagno (foto Studio Indoor).
murari, costituito da lastre in polistirene
espanso sinterizzato, elasticizzato e ad alta
resistivit acustica. Un impianto fotovoltai-
co con pannelli ibridi per la produzione di
acqua calda sanitaria soddisfa lintero fab-
bisogno energetico dellabitazione.
La climatizzazione degli ambienti avviene
tramite pompa di calore con sistema ca-
nalizzato di diffusore lineare inserito nel
controsoffitto e direttamente collegato ai
pannelli
CASA R

Luogo SantAgata Li Battiati (CT)


Progetto Studio PVA Architetti: Giuseppe Parisi,
Emanuele Varrasi
Inizio lavori 2009
Anno di realizzazione 2011
Superficie lotto 650 mq
Superficie coperta 180 mq

[ 42 ]
[ n. 45/2012] IOARCH Costruzioni e Impianti

SARANNO 227 GLI HOTEL CHE IL GRUPPO COSENTINO


ALLESTIR ENTRO IL PROSSIMO ANNO,
DAL BURJ AL ARAB A DUBAI ALLNH EUROBUILDING
A MADRID, DAL CASA CAMPER HOTEL A BERLINO
AL RITZ-CARLTON DI SHANGHAI

COSENTINO
riveste gli hotel
di tutto il mondo
A sinistra e sotto,
rivestimenti
Silestone by
Cosentino
nell Hotel Burj
Il gruppo spagnolo specializzato Al Arab a Dubai,
nella produzione e distribuzione unico 7 stelle al
di superfici in quarzo e pietre mondo.
naturali da gennaio 2012 ha
installato i suoi prodotti in 107
Le superfici in quarzo Silestone e quelle
hotel di tutto il mondo e ha
confermato che entro il prossimo in materiale riciclato Eco, i rivestimenti in pietra
anno arriver a un totale di 227 Prexury, il granito Sensa e una gamma
strutture. Dallinizio del 2012 di pietre naturali arricchiscono la variet
la multinazionale con sede in di ricerca estetica e tecnologica dei materiali
Almeria ha raggiunto un giro proposti dal Gruppo Cosentino.
daffari di 1.5 milioni di euro con
la nuova area business Diversia,
dedicata ai progetti nel settore
dellospitalit e che nel 2011 aveva
gi fatturato per il gruppo 700mila
euro. Cosentino ha fornito i
materiali per lallestimento degli
interni di prestigiosi hotel come
il Burj Al Arab di Dubai, unico 7
stelle al mondo, lNH Eurobuilding
a Madrid, Casa Camper a Berlino,
lhotel progettato da Jean Nouvel
a Lucerna, il Crown Plaza Hotel a
Semarang in Indonesia, lHilton
a Mosca, il Sandton Grand Hotel Accanto, la
superficie in
Reylof a Gent, Belgio, il Ritz- pietra Prexury
Carlton hotel a Shanghai o il riveste i banconi
Grischa Hotel a Davos, Svizzera. al Sandton Grand
Le superfici Cosentino, grazie alle Hotel Reylof a Gent
in Belgio.
caratteristiche di sostenibilit, A destra in alto,
facile manutenzione, durabilit e superfici in quarzo
design, sono ideali per rivestire le Silestone nellHotel
superfici di buffet, piani di lavoro, NH Eurobuilding a
Madrid e sotto,
aree comuni, piatti doccia, bagni, nell Hotel Grischa
pavimentazioni, scale e molto a Davos in
altro. www.cosentinogroup.net Svizzera.

SKETCHES, schizzi dautore


Come in un taccuino personale,
il volume raccoglie i bozzetti
eseguiti dal 1946 a oggi
dallarchitetto Zvi Hecker

Io sono un artista la cui


professione larchitettura
scrive Zvi Hecker, architetto
israeliano nato a Cracovia
nel 1931 che vive e lavora a
Berlino. La sua personalit
originale si riflette in questo
volume curato personalmente Sopra, a sinistra
assieme ad Andres Lepik, Heinz-Galinski-Schule,
per condurre il lettore nel plan and elevation, 1992,
singolare processo di design matite colorate su carta e,
che ha dato origine a progetti a destra,
Spiral Apartment House, 1986,
come la Spiral Apartment inchiostro su carta.
House di Ramat Gan, Israele,
della Heinz-Galinski-Schule a cura di Andres Lepik A fianco, Nieuwbouw KMar
di Berlino e del Mountains editore Hatje Cantz,, 264 pp - 35,00 District Schiphol, 2003,
Housing Project. (testo in inglese) matite colorate su carta.

[ 43 ]
Architetto Vincenzo Latina.

PADIGLIONE PER LACCESSO


AL TEMPIO DI ARTEMIDE

Committente Comune di Siracusa


Direzione lavori Vincenzo Latina e Silvia Sgariglia
Altri collaboratori Vincenzo Mangione,
Luca Sipala, Cristina Speranza, Fabio Tantillo,
Rossella DAngelo
Progetto strutturale Nicola Impollonia (strutture),
Giuseppe Voza (Soprintendente emerito)
Progetto impiantistico Ingen
Appaltatore generale A.T.I. 2G costruzioni srl,
M.A.C. Restauri Sas, Agrigento

MEDAGLIA DORO ALLARCHITETTURA ITALIANA 2012

UN PREMIO
ALLA QUALIT
... e alla perseveranza, indispensabile alla buona architettura per affermarsi
in Italia, come lopera premiata di Vincenzo Latina, concepita nel 1989 e
conclusa lanno scorso. Ultima apparizione in pubblico di Gae Aulenti, che
ha ricevuto in Triennale una medaglia doro alla carriera
La IV edizione dellevento organizzato dalla per la sede del Consiglio Regolatore della Doc
Triennale di Milano in collaborazione con il per i vini di Burgos in Spagna, allo studio C+S
Mibac, Ministero per i Beni e le Attivit Cul- Associati per il nuovo tribunale di Venezia e a
turali e con Made Expo si distinta come la Geza- Gri e Zucchi Architetti e Associati per
pi ricca di partecipazioni: 53 finalisti dei 315 la sede Pratic di Fagagna (Udine). Un premio
progetti raccolti dal bando e dalle selezioni de- speciale al legno andato alle residenze speri-
gli advisers che testimoniano la vitalit della mentali di Selvino di abda architetti mentre 3
produzione architettonica italiana. Oltre alla medaglie doro alla carriera sono state confe-
medaglia allopera vinta da Vincenzo Latina rite a Gae Aulenti, Maria Giuseppina Grasso
Sequenza di alcune
fasi del progetto: per il Padiglione daccesso agli scavi dellAr- Cannizzo e Vittorio Gregotti. Infine, le men-
posizionamento dei temision di Siracusa, per la prima volta sono zioni donore riferite a 6 diversi ambiti: Nuovi
pilastri su smorzatori stati assegnati premi speciali allopera prima e Edifici, Parchi e giardini, Infrastrutture, Ri-
sismici, trave di
collegamento, alla committenza pubblica e privata, rispetti- conversione e Restauro, Architetture ed Emer-
inserimento dei volumi. vamente allemergente Estudio Barozzi Veiga genza, Architettura, progettazione e futuro

A destra, vista
Sopra il titolo, complessiva degli
vista del padiglione scavi allinterno del
daccesso agli scavi padiglione e del
dellArtemision da percorso espositivo;
piazza Minerva a sotto, landrone
Siracusa. A destra, dingresso e
sezione trasversale uno schizzo di
della piazza. Vincenzo Latina.

[ 44 ]
[ n. 45/2012] IOARCH Costruzioni e Impianti

MEDAGLIA DORO ALLARCHITETTURA ITALIANA 2012 / PREMI SPECIALI

1 3

2 4

1 LCV. Law Court Venice 2 Ampliamento sede 3 Sede direzionale e produttiva 4 Residenze Sperimentali
Venezia del Consiglio Regolatore PRATIC, F.lli Orioli Spa a Selvino
della D.O.C. Fagagna, UD Selvino, BG
2011 Ribera del Duero
C+S Associati 2010 - 2011 2010
Roa, Burgos, Spagna
(foto Pietro Savorelli)
GEZA Abda
2006 - 2011 Gri e Zucchi Architetti Associati (foto Luca Santiago Mora)
Estudio Barozzi Veiga (foto FG+SG Fernando Guerra
(foto Mariela Apollonio) e Srgio Guerra)

[ 45 ]
DESIGN PER LABITARE

MECCANICA
DEMODE ENGINEERED
BY VALCUCINE
designer Gabriele Centazzo
Sistema di mobili cucina
facilmente smontabili,
riutilizzabili e interamente
riciclabili. Struttura semplificata
e prezzo contenuto.
www.valcucine.it

ADI DESIGN INDEX 2012


Il volume che racconta il meglio
del design italiano
LA SELEZIONE NATUR
778 I PRODOTTI E SERVIZI CANDIDATI, 128 QUELLI SELEZIONATI CHE ENTRERANNO
NELLA ROSA DEL PROSSIMO COMPASSO DORO. LADI DESIGN INDEX 2012
Ledizione 2012 dellADI Design Index, pubblicata da ADI VA ALLA RICERCA DEI CONTENUTI DI INNOVAZIONE E DI ORIGINALIT
con leditore Corraini, raccoglie i 111 prodotti e servizi
CHE POSSANO FAVORIRE LA RIPRESA ECONOMICA
di design selezionati dallosservatorio permanente tra
le 778 candidature raccolte e esaminate nel 2011 dalle
commissioni territoriali e tematiche di ADI. Alle dieci Dalla selezione presentata questanno design e la ricerca teorica. lo specchio
sezioni in cui i prodotti e servizi sono organizzati fanno emergono almeno tre aspetti di rilievo. di unItalia pi leggera e anche pi attiva
seguito i 17 progetti candidati alla Targa Giovani, elaborati In primo luogo, le attuali difficolt non nel confronto con il mondo, forse con meno
dagli studenti delle maggiori scuole di design, che hanno inciso sul livello delle proposte e certezze basate sul tradizionale lavoro
concludono la raccolta. sulla qualit creativa e lintelligenza dei industriale ma con maggiori potenzialit se
ADI Design Index 2012 non solo un catalogo: oltre alle
progetti. Al contrario, si nota un grande osservata sotto il profilo della creativit,
immagini e alle schede dei progetti selezionati, il volume
presenta approfondimenti, grafici e saggi (riconoscibili
entusiasmo nelle idee e nella ricerca svolta della contaminazione tra competenze e della
immediatamente dalla carta gialla) che analizzano la per renderle concrete. In secondo luogo la capacit di presentarsi al mondo non pi
situazione e gli sviluppi del design italiano odierno, con produzione: in un mondo globale spesso solo con la mitica valigia del campionario
un nuovo progetto grafico dello studio zup ripensato ancora interamente italiana e, quando non ma con idee fresche. Se questanno i settori
per facilitare la consultazione. I prodotti e servizi lo , con un controllo della filiera minuzioso tradizionali sono stabili, si nota una crescita
pubblicati entreranno come di consueto in gara per il XXIII come avveniva quando i distretti locali di segnalazioni nel design degli strumenti
Compasso dOro ADI. erano ancora in buona salute. Infine la per il lavoro e soprattutto nei progetti di
A cura di Maria Tommasini
fotografia degli ultimi dieci anni e di quello Targa Giovani. Segno che da un lato in
Editore Corraini appena trascorso. Da tempo il termine ripresa la tradizione manifatturiera nazionale
352 pp - euro 30,00 design industriale diventato inadeguato votata alla produzione di macchine utensili
(testo in italiano e inglese) per descrivere la complessit del progetto e dallaltro c molta energia, spesso
in una societ dove, pi che di servizi, i inutilizzata, tra le giovani generazioni.
nuovi mercati sono fatti di beni immateriali. In quali direzioni si indirizzer questa energia,
Per questo, da tempo i settori dellIndex con il sostegno di quali capitali e di quali
comprendono il design dei materiali e politiche? Interrogativi aperti, tra decrescita
dei componenti, il design dei servizi, la (pi o meno felice), riscoperta delle abilit
ricerca per limpresa, il visual e lexhibition manuali e dellartigianato, barriere protettive

DESIGN DEI MATERIALI E COMPONENTI DESIGN PER LABITARE RICERCA PER L IMPRESA

TEKNO OIKOS VENEZIA SORRY GIOTTO 12 CATELLANI & SMITH ASPIRANTI Arte contemporanea
designer Adriani & Rossi Edizioni designer Enzo Catellani ASPIRATORI come strumento di
Porta blindata (antieffrazione in Classe 3) con cerniere a scomparsa. Lampada da sospensione. Si estende FONDAZIONE ricerca dimpresa.
La perfetta complanarit, garantita dalla cerniera brevettata, invisibile da soffitto a pavimento, tenuta in tensione ERMANNO Dieci collage come
a porta chiusa, permette di rivestire la parete dello stesso materiale, per gravit dalla base in ferro. CASOLI potenziali oggetti
ricorrendo agli elementi di Synua Wall System. 15 sorgenti luminose Led warm white da 1W. ELICA destinati a purificare
www.oikos.it www.catellanismith.com artista Sissi laria come risultato

[ 46 ]
[ n. 45/2012] IOARCH Costruzioni e Impianti

DESIGN DEI MATERIALI E COMPONENTI

RALE
PICO CERAMICHE MUTINA
designer Ronan & Erwan Bouroullec
Lastre per la posa di pavimenti e rivestimenti interni ed esterni. Regolare e irregolare, positivo e negativo, up e
down nella lavorazione a punti scavati o in rilievo, le lastre di gres porcellanato non smaltato fino a 120 cm di
lato e 12 mm di spessore sono prodotte con tecnologia Continua. www.mutina.it
O

economiche e di propriet intellettuale o al


contrario apertura, integrazione e ricerca
open source. E ancora, pi specializzazione
verticale o capacit di visione a lungo
termine? Paradossalmente, il disegno
industrriale nasce dalla crisi del 1929, cui si
diede risposta con gli investimenti pubblici DESIGN PER LABITARE
e con il consumo di massa, inconsapevole
per dei limiti ambientali. Oggi la risposta di FOSCARINI
sar inevitabilmente pi complessa. Il mondo COLIBR
designer
ha ancora bisogno di beni di consumo ma ha Odoardo Fioravanti RICERCA TEORICA
bisogno anche di ripensare profondamente le Lampada da lettura
forme di creazione, accumulo e distribuzione orientabile con FUTURO ARTIGIANO
movimenti naturali LINNOVAZIONE NELLE MANI
della ricchezza, considerando come tale DEGLI ITALIANI
grazie a un giunto
anche il patrimonio delle risorse ambientali. Autore Stefano Micelli
speciale.
Esplorando le terre di mezzo, favorendo le Editore Marsilio
contaminazioni e dando spazio a creativit MAKI
designer Nendo Strumento per aprirsi alla
e ricerca ADI si dimostra consapevole di Lampada a DESIGN PER LABITARE globalizzazione, arricchito dalla
questa complessit. Cos, anche questanno, sospensione tecnologia, il metodo artigiano
ogni proposta selezionata non un banale semplice e poetica, SERIE T ANTRAX IT la chiave di volta del successo di
con la luce che ne designer Matteo Thun, Antonio Rodriguez molte storie industriali italiane.
esercizio di stile ma una possibilit per il Radiatore in alluminio estruso (ottima resa termica) con sezione a T www.marsilioeditori.it/
mondo che ci aspetta, e per il futuro del illumina il profilo.
(ridotto contenuto dacqua) disponibile in diverse configurazioni e in component/marsilio/
sistema paese Italia. www.foscarini.com lunghezza a richiesta, fino a 250 cm. www.antrax.it libro/3170960

foto Daniele Iodice

DESIGN PER LABITARE DESIGN DEI SERVIZI

dellatelier creativo di BEND MDF ITALIA CASA .ITALO NTV NUOVO TRASPORTO VIAGGIATORI
Sissi, innestato nello designer Jehs + Laub concept e progetto architettonico Stefano Boeri Architetti
stabilimento Elica per Sedia impilabile. Priva di traverso Centro servizi a supporto del viaggiatore concepito come spazio fluido e tecnologico.
un anno. posteriore, la struttura ingloba la scocca Attrezzato con monitor e ticket vending machines, un fronte esterno interattivo dal
Contaminazione tra nei suoi bordi, trattandola come una riconoscibile profilo rosso offre ai viaggiatori i principali servizi e informazioni,
arte e produzione. superficie tesa e inarcata. ripetute sulla parete attrezzata interna allo spazio di sosta.
www.elica.it www.mdfitalia.it www.italotreno.it

[ 47 ]
IOARCH Costruzioni e Impianti [ n. 45/2012]

Fondazione studio museo Vico Magistretti

STORIE DI DESIGN
UNA MOSTRA-PROGETTO RACCOGLIE
TESTIMONIANZE, RACCONTI E FOTOGRAFIE
RILASCIATE DAI PROPRIETARI DI OGGETTI DI DESIGN
FIRMATI VICO MAGISTRETTI

Il mio Magistretti il progetto espositivo con cui la


Fondazione invita tutti coloro che possiedono un oggetto
di design a diventare voci narranti raccontando la storia
del proprio legame con una creazione di Vico Magistretti e
Sedia Gaud e tavolino Arcadia, Artemide
contribuendo alla formazione di un nuovo archivio, destinato
LA TEORIA DELLARMONIA ad arricchirsi nel tempo, che propone una rilettura dellintera
(foto Ilaria Turba)

Progettare secondo natura produzione di Vico Magistretti. La mostra parte dai contributi
esemplari di tre storici del design e dellarchitettura - Fulvio
Una guida dedicata allapplicazione delle regole Irace, Vanni Pasca e Raimonda Riccini - che raccontano
dellantica disciplina orientale alla progettazione
architettonica e ambientale contemporanea.
il proprio legame con oggetti considerati particolarmente
Lautore analizza le fasi progettuali nellottica rilevanti allinterno della produzione di Magistretti ma anche
del Feng Shui, con approfondimenti sui principi importanti oggetti daffezione che rimandano a un bagaglio di
fondativi e teorici ed esempi applicativi in diversi memorie ed esperienze di vita. Una seconda parte della mostra
contesti e differenti scale dintervento. dedicata allinstallazione Vico-teca immagini collettive
in una stanza, un lavoro di Ilaria Turba realizzato con le
Autore Luigi Bertazzoni fotografie e i contributi di tutti coloro che hanno partecipato al
Editore Wolters Kluwer Italia 256 pp - 40,00
progetto Il mio Magistretti tramite web oppure posando per
il set fotografico appositamente allestito per alcune settimane
nello studio museo. Le storie e le immagini raccolte andranno
a costituire una sorta di archivio in continuo mutamento e
arricchimento. Fino al 13 giugno 2013 sar possibile infatti Raimonda Riccini
partecipare al progetto con immagini e storie condivise sul & Nathalie
sito della Fondazione oppure visitando la mostra e lasciando (foto Ilaria Turba)
la foto del proprio oggetto nellapposito spazio della Vico- Schizzo letto
teca. Il processo di documentazione sar arricchito da Nathalie, Flou (1978)
laboratori, conversazioni e un evento-performance fotografico Archivio Studio
appositamente ideato per il Salone del Mobile 2013. Magistretti

Fondazione studio museo


Vico Magistretti
Via Conservatorio 20, Milano
02 76002964
Una raccolta di interviste ai protagonisti fondazione@vicomagistretti.it
dellindustria culturale britannica, www.vicomagistretti.it
realizzate da Hans Ulrich Obrist e Rem
Koolhass durante la prima leggendaria
maratona organizzata dalla Serpentine
Gallery di Londra nel 2006. Da Damien
Hirst a Ron Arad, da Brian Eno a Zaha
Hadid, Peter Cook, Gilbert e George,
Doris Lessing e altri ancora. Riflessioni
sullidentit della citt d carattere
architettonico, artistico e filosofico. Fulvio Irace & Ospite Vanni Pasca & Eclisse
(foto Ilaria Turba) (foto Ilaria Turba)
Autori Hans Ulrich Obrist, Rem Koolhaas Schizzo letto Ospite, Schizzo lampada
Editore Skira, 384 pp - 25,00 Campeggi (1996) Eclisse, Artemide (1967)
(edizione inglese) Archivio Studio Archivio Studio
Magistretti Magistretti

MEDAGLIA DORO
allArchitettura Italiana 2012
Presentato in occasione del conferimento
delle Medaglie doro allArchitettura
Italiana 2012 della Triennale di Milano,
il volume raccoglie e descrive con testi
critici, tavole progettuali e numerose
immagini i profili e le opere dei premiati
e dei 53 finalisti. Unesauriente guida
CONTRO I LUOGHI COMUNI al meglio dellarchitettura italiana che
raccoglie i contributi di Cecilia Bolognesi,
Rivolto a studenti, ricercatori, operatori e a Ennio Brion, Luca Molinari, Patricia
tutti coloro che desiderano approfondire la Viel, Alberta Ferlenga e dei membri
lettura spesso fuorviante e falsata della realt della giuria Ole Bouman e Massimiliano
africana, il libro indaga lo sviluppo delle citt e Fuksas. Un omaggio, come scrive Claudio
delle culture urbane dellAfrica, spazi dalla forte De Albertis nella prefazione, alla qualit
sperimentazione urbana, di grande ricchezza e
dellarchitettura e al suo ruolo di luogo di Autori AA. VV.
capacit di trasformazione.
incontro per lintera filiera delle costruzioni, Editrice Compositori
A cura di Valerio Bini, Martina Vitale Ney valorizzando il patrimonio di progetti, idee 232 pp - 38,00
Editore Franco Angeli, 168 pp - 22,00 e tecnologie del nostro Paese. (testo italiano/inglese)

[ 48 ]
TUTTE LE FORME
DELLACQUALIT

dal 1980 piscine e wellness


blue pool by GRAMAGLIA

GRAMAGLIA srl
via dAncona 67 | 60027 Osimo (AN) | tel. 071 7108700
info@gramaglia.it | www.gramaglia.it
CONTROPARETE PAVIMENTO VINILICO
FONOASSORBENTE DECORATIVO

www.evolutionpanel.com
www.evolution-virag.com
CONTROPARETE PAVIMENTO VINILICO
FONOASSORBENTE DECORATIVO

www.evolutionpanel.com
www.evolution-virag.com