Sei sulla pagina 1di 68

Anno 10 - n 63 - Aprile 2016 - euro 6,00

RELOADING
NATURE
perch in architettura il termine natura
ricorre sempre pi spesso?

Wespi de Meuron Romeo


TRE CASE
Modourbano
TRADIZIONE E MODERNIT
Elements
CLIMATIZZAZIONE

FONT Srl - Via Siusi 20/a 20132 Milano - Poste Italiane SpA Sped. in abb. postale 45% D.L. 353/2003 (conv. in. 27.02.2004 n. 46) Art. 1 Comma 1 DCB Milano
TESO colour
Design Dante O. Benini & Luca gOnzO

Composizione libera di forme,nuova ispirazione di decorazione,


TESO, gi disponibile in oltre 200 varianti colore, oggi pu essere richiesto anche
con il maniglione colorato, per composizioni personali e sempre differenti.
TESO pu essere installato sia in orizzontale sia in verticale, e in entrambi i casi pu
anche essere utilizzato come elegante scaldasalviette.
Costituito da un elemento largo 25 cm, installato singolarmente oppure a due o a tre
elementi, pu avere unaltezza variabile di 150, 170 o 200 cm.
TESOcaldo compagno di viaggio: presenza discreta, accomodante, al servizio
dellordine, ma gancio provvidenziale al presunto e insospettato disordine.

Radiatore in alluminio riciclabile


Basso contenuto dacqua
Alta efficienza termica
200 varianti cromatiche

AntrAx It srl
Via BOscaLtO 40 _ 31023 Resana tV
teL. +39 0423 7174 fax +39 0423 717474
www.antRax.it antRax@antRax.it
25 56

TALKING HEADS
Una domanda, cinque risposte. Incominciamo con la 44
natura, la Madre Terra che ci ha partorito. Ne sentiamo il
bisogno, o il richiamo, e ne ha bisogno lambiente. Come
pu larchitettura integrarla nei propri magnifici artifici?
In modo appunto artificiale o con una ricerca espressiva
volta ad eliminare il superfluo? La ricerca tecnico-scientifica
di sistemi e materiali pu fare la sua parte, a condizione
che se ne possa valutare limpatto sullintero ciclo di vita,

48
ma la relazione pi profonda, e la ricerca progettuale pi
impegnativa, perch quel che vogliamo recuperare la sua

12
perduta bellezza.

38

7 RELOADING NATURE 38 TRADIZIONE E MODERNIT


Il respiro della terra Residenze Procaccini 17 a Milano, Modourbano

10 COSTRUIRE IN PIETRA 44 RIQUALIFICAZIONE URBANA


Conversazione con Gilles Perraudin Campus Monneret, Goring & Straja Architects

12 PROGETTI NEL VERDE 48 VILLA DI PIANURA


ACT Romegialli Deamicis architetti in provincia di Pavia

18 ABITARE NEL PAESAGGIO 52 BENESSERE IN UFFICIO


Casa Riga, Comano Terme Studio legale a Milano, Malara Associati

21 IL FLUIDO CONCETTO DI NATURA 56 IL NASTRO ROSSO DELLE FESTE


Intervista a Wolfgang Buttress Gianni Arnaudo per la sede di Maina Panettoni a Fossano
In copertina
padiglione di Villa del Roccolo
progetto act Romegialli 25 ESSENZIALI DIALOGHI CON IL TERRITORIO 61 ELEMENTS
(foto Marcello Mariana). Tre case di Wespi De Meuron Romeo Architetti Climatizzazione

Direttore responsabile Contributi Editore Abbonamenti (6 numeri) Reg. Tribunale di Milano


IOARCH Costruzioni e Impianti n. 63

Sonia Politi Gianandrea Barreca Font srl, via Siusi 20/a Italia euro 36,00 - Europa euro 84,00 n. 822 del 23/12/2004.
Grazia Gamberoni 20132 Milano resto del mondo euro 144,00
Comitato di direzione Moreno Maggi T. 02 2847274 Spedizione in abbonamento
Myriam De Cesco Elisa Elena Mosca redazione@ioarch.it Pagamento online su www.ioarch.it postale 45% D.L. 353/2003
Carlo Ezechieli www.ioarch.it o bonifico a Font Srl - Unicredit Banca (convertito in legge 27.02.2004
Antonio Morlacchi Marketing e Pubblicit IBAN IT 68H02 008 01642 00000 4685386 n.46) art. 1, comma 1
Elena Riolo DCB Milano
Grafica e impaginazione pubblicita@ioarch.it
Cristina Amodeo Prezzo di copertina euro 6,00 T. 02 2847274
Federica Monguzzi Fotolito e stampa Errestampa arretrati euro 12,00 abbonamenti@ioarch.it

Diritti di riproduzione riservati. La responsabilit degli articoli firmati degli autori. Materiali inviati alla redazione salvo diversi accordi non verranno restituiti.
OBITUARY

Heydar Aliyev Center, Baku, Azerbaijan,


101.800 mq, 2007-2012. Principale edificio per

LE FORME DEL LIMITE i programmi culturali della nazione, unopera che


rompe il rigido schema architettonico sovietico
prevalente a Baku (foto Hufton+Crow).

HA TRASFORMATO LIMMAGINAZIONE IN REALT E INAUGURATO


NUOVE POSSIBILIT FORMALI PER LARCHITETTURA.
INIMITABILE ZAHA HADID, SCOMPARSA TROPPO PRESTO

Aspramente criticata in vita e oggi acclamata da tutti, chiss cosa LE OPERE DI ZAHA HADID IN ITALIA:
avrebbe fatto Zaha Hadid se non si fosse iscritta allArchitectural Roma, Museo delle Arti del XXI secolo
Association. Probabilmente comunque larchitetto, perch era il solo (MAXXI), 1998-2009
modo possibile per esprimere nello spazio materiale il dinamismo e la Milano, residenze Citylife, 2004-2014
tensione verso il superamento dei limiti dei suoi amati suprematisti. Milano, torre per uffici Citylife, 2004-2016
Come scriveva Sir Peter Cook pochi mesi fa, quando le venne assegnata Plan de Corones, BZ, Messner Mountain
la RIBA Gold Medal, se la linea di Paul Klee si muoveva per fare una Museum Corones, 2013-2015
passeggiata, Zaha Hadid fa danzare i piani che da quella linea traggono Salerno, stazione marittima, 1999-2016
origine e poi, torcendoli abilmente, li fa viaggiare nello spazio. Afragola, NA, stazione AV, 2003-2017
Prima e unica in tutto, Zaha Hadid: prima donna a ricevere il premio (previsione completamento primo lotto)
Pritzker nel 2004 (dopo di lei al momento solo Kazuyo Sejima) e prima
Gold Medal femminile, unica donna del circo mondiale delle archistar,
meravigliosamente incurante del politically correct, con i suoi progetti
visionari ha cambiato il modo di concepire larchitettura e la scienza
delle costruzioni. Come accadde con larchitettura barocca, ma nel suo
caso ci auguriamo che non diventi scuola: perch lei era inimitabile e
perch forse quella delle sue architetture unepoca ormai conclusa.
Dame Zaha Hadid (foto Mary McCartney). Antonio Morlacchi

Da sinistra: Pierres vives


a Montepellier, Francia,
2002-2012, 35.000 mq:
archivio, biblioteca e
assessorato allo sport
del Departement de
lHrault (foto ZHA);
MAXXI Museo delle arti
del XXI secolo, Roma,
1998-2009. 30.000 mq:
linee confluenti, pareti
che si intersecano e si
separano per creare
spazi interni e esterni
fluidi e dinamici
(foto Iwan Baan); la
stazione dei pompieri nel
Campus Vitra di
Weil am Rhein, lopera
che nel 1993 rese
famosa Zaha Hadid
(foto Christian Richters).

[4] IOARCH_63
DESIGNCAF

PROGETTARE
PER IL BENE COMUNE
A TAMASSOCIATI LA CURATELA DEL PADIGLIONE
ITALIA ALLA 15. BIENNALE DI VENEZIA

Taking care. Progettare per il bene comune il tema


del Padiglione Italia alla XV Mostra Internazionale di
Architettura della Biennale di Venezia (dal 28 maggio al
27 novembre). Per TAMassociati larchitettura deve essere
partecipata, intelligente e al servizio della comunit per
creare un futuro migliore, in particolar modo per quei
luoghi pi soggetti alle trasformazioni, come le periferie,
dove vive gran parte degli abitanti delle citt.
Allestita presso le Tese delle Vergini allArsenale, la
mostra organizzata in sezioni: si aprir col contributo
sul tema del Bene Comune fornito da personalit
di diversa provenienza culturale e professionale, per
proseguire con la presentazione di 20 progetti italiani
La mappa del
percorso espositivo che spaziano tra abitare, lavoro, salute, istruzione e
del Padiglione Italia cultura. Seguir una rassegna di scatti fotografici che
alla XV Biennale di rappresentano lidea di bene comune in Italia. Lultima
Venezia e il team di
TAMassociati: parte sar dedicata alla sperimentazione sul campo e in
Simone Sfriso, un esplicito invito allazione: 5 progetti per le periferie
Massimo Lepore potranno essere personalizzati attraverso il lavoro
e Raul Pantaleo.
Accanto: nello congiunto di progettisti e associazioni per portare
stile dello studio, qualit, bellezza e diritti laddove questi manchino o
il catalogo del risultino limitati. Low-cost lallestimento, privilegiando
Padiglione Italia sar
in forma di graphic la riduzione del superfluo: previsto anche il riuso dei
novel. pannelli lignei provenienti dal dismantling del padiglione
www.takingcare.it dellIrlanda di Expo Milano 2015.

TRA ARCHITETTURA UN MANUALE PER


E PEDAGOGIA LEDILIZIA SCOLASTICA
A seguito di un lavoro quadriennale Annunciato gi nel discorso di fiducia
di ricerca e un accurato ascolto dei alle Camere nel fabbraio 2014, il
punti di vista di architetti, designer, Piano Scuole coinvolger in gradi
insegnati, dirigenti, genitori, esperti diversi una scuola su due con un
e assessori sul tema della scuola, la investimento complessivo di pi di
docente Beate Weyland, coadiuvata un miliardo di euro. Diversi cantieri
dallarchitetto Sandy Attia (di MoDus sono stati avviati, alcuni conclusi ma
Architects), ha messo in luce la la maggior parte degli interventi
relazione tra architettura e pedagogia ancora da finanziare. Questo testo
nel sistema scolastico altoatesino. unottima guida sia per i professionisti
La ristrutturazione delle scuole
Progettare scuole Lintento costruire un linguaggio Soluzioni strutturali, impiantistiche coinvolti in progetti di riqualificazione
Tra pedagogia e architettura interdisciplinare, con vocaboli semplici, e per il risparmio energetico sia per gli uffici tecnici delle
A cura di Beate Weyland e Sandy Attia tra i due mondi per dare vita, basandosi A cura di Eleonora Oleotto e Moira Picotti amministrazioni locali per redigere i
Editore Guerini Scientifica Editore Dario Flaccovio
251 pp- euro 24,00 | edizione italiana sulla progettazione condivisa, a nuovi 140 pp- euro 23,00 | edizione italiana bandi di intervento e seguire i lavori
ISBN 978-88-8107-369-6 scenari per la formazione. ISBN 978-88-579-0489-4 degli edifici scolastici.

[6] IOARCH_63
RELOADING NATURE

IL RESPIRO
DELLA TERRA
EDIFICI AVVOLTI DAL VERDE O SIMILI A PAESAGGI, FORESTE
URBANE E TERZO PAESAGGIO: PERCH IN ARCHITETTURA IL
TERMINE NATURA RICORRE SEMPRE PI SPESSO?
Carlo Ezechieli

IOARCH_63 [7]
RELOADING NATURE

T ra le cose che ci tengono vivi a questo


mondo, di una in particolare proprio
non si pu fare a meno: respirare. Il re-
spiro un moto ciclico, costante che ha una
relazione diretta con un insieme di processi
respiro a una citt avviata a diventare una
metropoli sempre pi soffocante.
Ed forse, come nel caso di Olmsted, per
reazione a una realt che tende a escludere
sistematicamente qualsiasi rapporto pro-
taneo. Opere come losservatorio di Cardada
di Paolo Brgi utilizzano larchitettura per
rivelare strutture e processi che si estendo-
no ben oltre (per riprendere un termine caro
allautore) il luogo. Reloading nature era,
molto esteso e complesso. Insieme a noi, re- fondo ed esteso con la realt ambientale infine, la potente frase programmatica del
spirano gli alberi. Respirano insetti e micro- in cui siamo inevitabilmente immersi, che padiglione austriaco di Expo 2015.
organismi. Respirano gli oceani. Respirano sembra emergere la necessit di una forte In questo numero vogliamo affrontare il
perfino le rocce, il cui ruolo nella composi- riappropriazione, talora in termini simbo- tema dellevoluzione dellarchitettura in
zione dellatmosfera che, appunto, respiria- lici, altre volte pi sostanziali, del rapporto rapporto alla ricerca di un modo differente
In apertura, sezione del mo ben noto. Tutto il pianeta Terra respira, con la natura. di vedere la natura, un concetto quanto mai
padiglione dellAustria di
Expo 2015 Milano secondo uno scambio ciclico, sincronizzato Si costruiscono torri avviluppate dal verde, in via di ridefinizione. Questo grazie ai con-
( team.breathe.austria). che coinvolge uninfinita serie di creature quasi a voler incorporare forme di vita dif- tributi di Wolfgang Buttress, autore di uno
Sopra: unantica e di elementi, e al quale direttamente, per ferenti dai soli abitanti. Shubhendu Shar- dei pi interessanti e acclamati padiglio-
raffigurazione del quanto inconsciamente, partecipiamo. ma, un ex ingegnere della Toyota, progetta ni di Expo 2015, di act Romegialli con due
paesaggio cinese
diretta fonte di La consapevolezza di processi ambienta- e realizza in tutto il mondo foreste urbane notevoli progetti direttamente riconducibili
ispirazione per li ai quali siamo indissolubilmente legati tascabili ma 30 volte pi dense e dotate di al tema del rapporto tra edificio e luogo, e
il progetto della stata presente per millenni in innumerevoli un livello di diversit biologica cento volte con una brillante intervista a Gilles Perrau-
Chongqing Urban
Forest di MAD culture. Come di conseguenza lo stata la superiore a quello di un normale impianto din sul tema della relazione dellarchitettu-
Architects. Secondo capacit di tradurre questa consapevolez- forestale. Ma Yansong, fondatore di MAD ra vernacolare con le condizioni ambientali
lautore la torre za in architettura, dando spesso origine a Architects, progetta edifici che emulano la specifiche.
reincorpora la natura in
un ambiente urbano ad veri e propri capolavori. Del resto, anche il forma di paesaggi. Il botanico e paesaggi- Ray Anderson, Ceo di Interface (la pi gran-
alta densit evocando grandissimo Frederick L. Olmsted, in epo- sta Gilles Clemnt si ormai imposto teo- de realt mondiale nel campo della produ-
lamore per una natura ca non troppo remota, si riferiva al progetto rizzando il rivoluzionario concetto di Terzo zione di tappeti modulari) e guru di nuovi
che nelle citt moderne
si andata perdendo del Central Park con il termine di polmone Paesaggio, ovvero limportanza dei suoli modelli economici, durante le conferenze
(MAD Architects). verde: un pezzo di natura pensato per dare non edificati e lasciati al loro sviluppo spon- soleva invitare i partecipanti a chiudere gli

[8] IOARCH_63
RELOADING NATURE
TALKINGHEADS
Perch in architettura il termine natura cos ricorrente?

Paolo Brgi Mario Cucinella Aurelio Galfetti Renzo Piano Pinuccio Sciola
La natura piace, affascina, Si parla molto di natura Penso che negli ultimi Larchitettura ha Luomo ha bisogno
invita allosservazione; proprio perch tra natura decenni la citt si sia finalmente scoperto di respirare.
misteriosa, profonda e architettura esiste sempre pi aperta (o che la Terra Lurbanizzazione ha
e inesplorata. La sua una grande distanza. diffusa) e di conseguenza fragile. unurgenza sempre soffocato tutto. La
bellezza etica fonte Larchitettura infatti i limiti che definivano ambientale, una sfida natura serve per vivere.
di sorpresa, di stupore; un magnifico artificio, le due chiare realt dei che larchitettura deve La natura nostra madre.
sorgente di immaginazione che talvolta interviene secoli scorsi, la natura e affrontare ma, nello stesso Ricordo che mio padre,
e di ispirazione. La natura contro la natura stessa. lartificio, si siano fuse in tempo, unopportunit. in punto di morte, alla
incute rispetto: attraverso Forse le parole di Papa una nuova realt, molto La ricerca della veneranda et di 98 anni,
losservazione della sua Francesco circa la necessit pi complessa, che le sostenibilit non solo cercava sua madre. Per lo
incommensurabilit di recuperare un rapporto confonde. La ricorrenza tecnico-scientifica ma stesso motivo si cerca la
riconosciamo i nostri ormai compromesso con del termine sta appunto anche espressiva: pi natura: la Madre Terra
confini. Pi ti addentri, la natura identificano uno a significare uno stato elimino il superfluo, pi che ci ha partorito.
pi ti accorgi di quanto dei motivi per cui questo confusionale. ottengo economie dei
la tua conoscenza sia termine viene citato cos materiali. Pi riduco i
limitata: dalla dimensione spesso. Per concludere materiali, pi mi avvicino
immensa fino ai frattali, la - occupandomi di alla natura e dialogo con
natura pi grande. architettura, un magnifico la luce e il vento.
artificio, appunto
natura un termine a cui
preferisco ricorrere il meno
possibile.

occhi e immaginare un luogo di totale tran-


quillit e bellezza. Chiedeva poi di riaprire
gli occhi e di alzare la mano se il luogo in
questione era allaria aperta per scoprire che,
immancabilmente, quasi tutti i presenti ave-
vano la mano alzata. Questo dimostra che,
nonostante si faccia di tutto per ignorarla,
se non reprimerla, esiste uninclinazione co-
mune e profonda che sta alla base della no-
stra pi profonda essenza.
In conclusione, gli ormai sempre pi pres-
santi problemi ambientali non possono
trovare soluzione se non innanzitutto nella
nostra mente, riprogrammando le basi del
nostro sistema culturale attraverso la ri-
connessione a un fondamentale insieme di
elementi di cui abbiamo finito per perdere
progressivamente coscienza

Nature Reloaded era uno degli slogan nella foresta


ricreata allinterno del padiglione austriaco di
Expo2015 ( team.breathe.austria).

IOARCH_63 [9]
RELOADING NATURE

Costruire in pietra
Una conversazione con Gilles Perraudin nellatelier di Vauvert. La sua? La definisce
unarchitettura essenziale. Unavanguardia vernacolare, ecologicamente orientata

Carlo Ezechieli

Da anni Gilles Perraudin una figura di rimento che ricorre in molti miei progetti, e gratuit dellarchitettura che va di moda
riferimento per la ricerca nel campo dellar- come nelle case in pis che ho costruito tanti ultimamente. talmente essenziale che
chitettura ecologicamente orientata. Le sue anni fa e dove riprendevo una tecnica anti- lho costruito da solo, noleggiando la gru
architetture in blocchi di pietra massiccia ca. Al basamento in terra cruda era sovrap- e loperatore e dirigendo le operazioni sul
sono la riedizione dellarchitettura megaliti- posto un po di Icaro, con elementi semi- posto. I blocchi sono a secco e gli impianti
ca, con la differenza che lo sforzo eroico di trasparenti in vetro e acciaio. Un architetto passano a pavimento o a soffitto. Sono solo
decine di uomini viene sostituito dal lavoro pu essere un artista, ma prima di tutto deve quattro materiali, tutti assemblati a secco:
di alta precisione di una gru e di un paio di soddisfare esigenze molto pratiche. Da que- pietra, legno per la struttura di copertura e
operai. Un gigantesco Lego, con elementi sto punto di vista credo che il principio di del pavimento, vetro per le finestre e poli-
di 2 tonnellate ciascuno e un formidabile base sia sempre un ritorno allessenziale, carbonato alveolare per la luce tra una trave
sincretismo tra arcaicit, et delle macchi- alle componenti di base. e laltra. Dovendolo ristrutturare o demolire
ne e design moderno. La cantina-atelier di Il suo lavoro recente sembra orientato ver- i singoli materiali si possono separare mol-
Nelle foto, il museo
dei vini e delle viti di
Vauvert dove ci incontriamo, immersa in un so lutilizzo di tecnologie non convenzionali to facilmente per il successivo riutilizzo e
Patrimonio, in Corsica, disteso paesaggio di vigneti e nella luce lim- e in qualche modo arcaiche, come la pietra riciclaggio. Abbiamo poi ripetuto lo stesso
padiglioni indipendenti pida della Provenza, stata la prima opera in massiccia. principio costruttivo in altre due cantine,
di 10x10 metri distribuiti
a grappolo nel parco.
pietra massiccia di Perraudin. Lutilizzo della pietra massiccia ha avuto nel monastero di Solan e in una scuola a
Pareti in pietra calcarea origine proprio nelledificio in cui ci trovia- Marguerittes, vicino a Nmes.
massiccia di 60 cm di Nonostante alcune opere di impostazione mo, terminato nel 1995. Dovevo costruire a Dove iniziato il suo interesse per lecologia
spessore, per met
locale e per met
apparentemente hi-tech, la sua architettura basso costo e rapidamente un edificio con e lambiente?
proveniente dal Luberon. rivela un approccio ben radicato nella tradi- caratteristiche adatte alla conservazione del Quasi tutto il mio lavoro si sviluppa a par-
Il legno dei frangisole e zione. Da cosa si sviluppa? vino. una struttura ripartita in 5 campate, tire da un interesse profondo per larchi-
delle pavimentazioni di
pino laricio (Pinus nigra
Credo che nel mio lavoro ci sia un riferi- tutte di 5,25 m di larghezza. La costruzio- tettura vernacolare. I migliori esempi di
laricio), una sottospecie mento costante al mito di Icaro e Dedalo: ne si basa sulla sovrapposizione di mono- architettura vernacolare sono una sintesi
mediterranea di pino Dedalo larchitetto, conosce le leggi della liti di 2x1x0,5 metri di spessore secondo perfetta di aspetti come lorientamento, il
nero diffusa in Corsica,
Calabria e Sicilia
materia. Icaro pi etereo, fantasioso, ma schemi necessariamente logici, dato che il corretto utilizzo di materiali e tecnologie, il
(foto Serge Demailly). alla fine si rivela un fallimento. un rife- peso di ogni blocco non permette fronzoli giusto rapporto con lambiente e il paesag-

[ 10 ] IOARCH_63
RELOADING NATURE
gio che si evoluta e perfezionata nel corso
di centinaia, forse migliaia di anni. Il mio
interesse per tutto questo ha avuto inizio,
quando ero ancora studente, durante un pe-
riodo di lavoro e apprendistato con Andr
Ravreau a Mzab in Algeria, dove tra laltro
mi sono avvicinato anche al lavoro di Has-
san Fathy. Sar infine che la mia formazione
era originariamente come ingegnere e solo
successivamente come architetto, ma ogni
mia architettura parte sempre da unanalisi Gilles Perraudin
profonda delle tecnologie e delle soluzioni Dal 1980, anno in cui vince il primo premio in un
tecnico-costruttive, con unattenzione par- concorso internazionale sulle energie solari passive,
ticolare alle culture locali. Gilles Perraudin si imposto sulla scena internazionale
per la sua ricerca nel campo delle tematiche ambientali
Un approccio di tipo funzionalista sembra in architettura, occupandosi da lungo tempo della
essere la forza dominante nel campo dellar- riduzione delle emissioni di CO2 sulla totalit del
chitettura ecologicamente orientata. Non processo di costruzione. Unesperienza che dopo
stiamo perdendo qualcosa per strada? otto anni di studio ha portato alla realizzazione
Lapproccio di tipo funzionalista si rivela dellAccademia del Mont-Cenis a Herne in Germania
completato nel 1999. Gilles Perraudin stato vincitore
con particolare evidenza in soluzioni ad di numerosi premi e riconoscimenti, come la medaglia
alto contenuto tecnologico che si propon- doro del Premio Tessenow nel 2004 ed il premio
gono di risolvere questioni ecologiche. Ma internazionale architettura di pietra nel 2001.
mi sembra che in questo modo si affronti-
no i problemi partendo dagli stessi presup-
posti da cui hanno avuto origine. E questo
ovviamente non funziona. A ben guardare
anche le case ad alta efficienza energetica
mi sembrano una trovata commerciale per
vendere nuovi prodotti e per complicare un
po le cose. Questo anche alla luce del fatto
che, facendo unanalisi attenta, si scopre che
il costo ambientale di isolanti come la lana
di vetro o il polistirene in spessori notevoli
equivale a 30 o 40 anni di riscaldamento in-
vernale. Ma se dopo 30-40 anni un cappotto
da rifare, il bilancio ambientale non mai
rispettato. Ne vale la pena? Non meglio
semplificare? Purtroppo i regolamenti as-
secondano questa tendenza e rendono im-
possibile la realizzazione di alcune soluzioni
come quelle delledificio in cui ci troviamo
in quanto troppo disperdenti. Lossessione
degli ultimi tempi per lisolamento mi ha
esasperato al punto di dire: c un ponte ter-
mico? perfetto! Cos alla fine questo edifi-
cio se non un ponte termico totale?
Lo stesso discorso vale anche per tecnologie
come il solare fotovoltatico?
Forse s. Credo sia sempre importante fare
un bilancio complessivo e sforzarsi di sem-
plificare. Parafrasando Le Corbusier che
diceva che una casa una macchina per
abitare, tutti gli edifici vernacolari sono
delle fantastiche macchine bioclimatiche,
capaci non solo di provvedere ottimamente
al comfort abitativo, ma anche di entrare in
armonia con il luogo e con il paesaggio. Ho
visto edifici in Algeria pensati e articolati
in modo tale che gli abitanti si trovano nei
vari momenti del giorno a occupare il locale
con le condizioni migliori di temperatura e
illuminazione. Tutto il contrario di questi
recenti edifici infernali che, appena si stacca
la spina, muoiono ... con tutti gli abitanti.
Il bello che guardando alla tradizione lei
sta facendo innovazione. Non una specie di
avanguardia?
Avanguardia vernacolare, si. Mi suona bene!
IOARCH_63 [ 11 ]
RELOADING NATURE

ACT ROMEGIALLI

LA PISCINA DEL ROCCOLO


Realizzazione di un padiglione con piscina e conservatory in Alta Brianza

Il progetto nasce dalla richiesta della com- una vista diretta verso lesterno. Inoltre si
mittenza di realizzare un padiglione, con stabilito che il nuovo padiglione non ve-
piscina coperta e spazi di servizio pertinen- nisse realizzato in aderenza al volume della
ti, direttamente collegato alla residenza, che residenza, ma ad una certa distanza, in una
interferisca il meno possibile con la vista posizione strategica e in relazione con il lago
verso il parco, per vivere il giardino in modo artificiale, in modo da creare un luogo total-
pi diretto e coinvolgente. mente nuovo e indipendente, da raggiungere
La residenza principale, una dimora Liberty attraverso un percorso di avvicinamento che
dei primi anni del Novecento, acquistata e re- ne enfatizzasse la riservatezza.
staurata dagli attuali proprietari qualche anno Il padiglione collegato alla residenza princi-
fa, collocata ai margini del vasto parco di pale da un percorso ipogeo che porta attraver-
pertinenza ed era stata realizzata a servizio del so una scala ad uno spazio totalmente vetrato
roccolo di caccia presente sulla collina. Nella che si apre sul parco circostante.
zona sud del parco, allepoca del restauro, era Un sottile collegamento vetrato a ponte mette
Sopra, linfisso stato realizzato un piccolo lago artificiale. in relazione il nuovo conservatory con la villa.
scorrevole sul Partendo da questi presupposti e dopo un La struttura portante del nuovo edificio, co-
fronte Ovest del
padiglione scompare
accurato rilievo topografico del luogo, per stituita da lastre in acciaio, stata portata
completamente interferire il meno possibile con il paesaggio allesterno del perimetro vetrato che conferi-
conferendo totale circostante si deciso di realizzare un padi- sce profondit al volume complessivo e mette
continuit allo spazio
interno ed esterno
glione ipogeo che, interpretando i dislivelli in secondo piano la partitura dei serramenti,
(foto Marcello Mariana). naturali del parco, potesse godere anche di che garantiscono le performances energetiche

[ 12 ] IOARCH_63
RELOADING NATURE

Vista sul patio solarium, elemento di


mediazione tra le forme naturali del parco e
le geometrie lineari del padiglione. Sotto, la
struttura portante del conservatory,, affiancata ad
un edificio dei primi del 1900, costituita da lastre
in acciaio, stata portata allesterno del perimetro
vetrato. Questo conferisce profondit al volume
complessivo mettendo in secondo piano la partitura
dei serramenti (foto Marcello Mariana).

Planimetria generale.
Padiglione con piscina e
conservatory in rapporto
col contesto. La piscina
si trova allo stesso livello
ed in stretta relazione
con un lago artificiale
preesistente.

IOARCH_63 [ 13 ]
RELOADING NATURE
necessarie per potere vivere lo spazio in tutte
le stagioni. La realizzazione di questo nuovo
volume, direttamente collegato con lo spazio
esterno, ha permesso di rimodellare su questo
lato anche il livello del parco, in modo da met-
tere in relazione diretta il piano del giardino
con il piano terra della residenza.
Dalla conservatory,
Lo spazio ipogeo che accoglie piscina, spo- la vista verso il parco
gliatoi, zone fitness/relax e una piccola cucina non viene interferita
e palestra si organizza attraverso una sequen- dal volume ipogeo del
padiglione.
za di volumi dalla geometria elementare. Nella pagina a destra,
Realizzati in legno di rovere o alternativa- sopra, legno di rovere
mente in cemento faccia a vista gli ambienti alternato a cemento
faccia vista e ceramica a
accolgono le varie funzioni presenti. mosaico sono i materiali
Per il materiale di rivestimento della vasca e che caratterizzano le
delle pavimentazioni circostanti si scelto di diverse funzioni interne;
sotto, dettaglio
utilizzare una ceramica a mosaico di colore dellarrivo del ponte
neutro. Questo materiale caratterizza ogni vetrato di collegamento
elemento necessario al corretto funziona- che mette in relazione il
nuovo conservatory
mento della piscina: gradini, bordi, etc. con la villa
Il livello dellacqua della piscina stato pro- (foto Marcello Mariana).
gettato allo stesso livello della superficie del
lago artificiale esterno, mettendo in relazione
diretta i due specchi dacqua. Tutti gli elementi
tecnici necessari per la ventilazione, la clima-
tizzazione, la copertura automatica della vasca
sono inseriti nel modo pi discreto possibile
nel disegno architettonico complessivo.
Il fronte ovest del padiglione caratterizza-
to dalla presenza di un grande serramento
scorrevole che pu scomparire completa-
mente in unintercapedine strutturale con-
ferendo cos nei mesi estivi continuit totale
allo spazio interno ed esterno.
A mettere in relazione i due elementi liquidi
si realizzato un piccolo patio/solarium ri-
bassato di 40 cm rispetto ai livelli dellacqua. Pianta del padiglione e collegamento con la
Questo spazio ribassato e protetto alla vista conservatory. Landamento irregolare del percorso
media il rapporto tra la morbida naturalit ipogeo stato sviluppato per non danneggiare
alcuni alberi dalto fusto preesistenti. Sotto, prospetti
di tutto lintorno e le geometrie pi semplici longitudinale e trasversale dellintervento: rapporto
e lineari del padiglione con la villa e relazione col contesto.

SCHEDA
Localit Alta Brianza
Anno di realizzazione 2015
Progetto ACT Romegialli
Destinazione Piscina coperta privata e spazi di servizio
Strutture c.a. Studio Maffia-Rossetti
Strutture in acciaio Studio Moncecchi Associati
Impianti Studio Bertolini
Impianto piscina Culligan
Landscape Emanuele Bortolotti, AG&P
Impresa edile Seven Srl

[ 14 ] IOARCH_63
RELOADING NATURE

SPANDRIO
Pavimenti-rivestimenti, camini-stufe, piscine-spa

Spandrio, azienda che vanta 50 anni di attivit nel settore, si occupata


della realizzazione di tutti i rivestimenti ceramici del progetto. In particolare
con i prodotti di Murexin stata realizzata limpermeabilizzazione, la posa
e la stuccatura del mosaico ceramico di Appiani nella vasca, nellhammam
e in tutta larea living.
Spandrio opera con i suoi servizi principalmente in Lombardia e nella
vicina Svizzera, ha sede operativa con 900 mq di esposizione a Cosio
Valtellino, Sondrio, e uno show-room nella citt di Lecco.

SPANDRIO SRL
Viale Orobie, 3 - 23013 Cosio Valtellino SO
Via G. di Vittorio, 3 - 23900 Lecco
T. 0342 635556 0341 365743
info@spandrio.com | www.spandrio.com

IOARCH_63 [ 15 ]
RELOADING NATURE

ACT ROMEGIALLI

GREEN BOX
Interessante progetto di riuso di una vecchia autorimessa inutilizzata di una casa di vacanze
sulle Alpi Retiche. Che cos appare completamente integrata nel paesaggio

Green Box un interessante progetto legato al renni, alternate a specie annuali e bulbose, per i connotati architettonici, riduce un edificio a
riuso di una vecchia autorimessa inutilizzata assicurare una tenue ma continua fioritura. una forma archetipica, ben riconoscibile ma
Il padiglione un punto
e annessa a una casa di vacanze nel paesaggio Al suo interno ledificio un deposito di at- ridotta alla sua essenza, rendendolo una sorta
di osservazione delle Alpi Retiche. Il volume esistente viene trezzi per il giardinaggio, grande passione del di anomalia geometrica allinterno del bo-
privilegiato del avvolto da un leggero telaio in acciaio, pensato proprietario, e uno spazio conviviale. Materia- sco che lo circonda.
paesaggio e una
presenza che si
come supporto per una rigogliosa vegetazio- li rustici, grezzi e di uso corrente - acciaio zin- Al contrario di un tipico rustico alpino, que-
trasforma ne rampicante. Il progetto del verde segue un cato, tavole in larice, semplici tubi a vista per sta scatola verde uno spazio che dichiara
continuamente criterio gerarchico semplice ed efficace: unim- gli impianti idraulici vengono qui riproposti la propria abitabilit a sorpresa, solo una volta
e in modo ciclico,
in sintonia con
palcatura primaria e secondaria, prevalente- con singolare cura e attenzione e secondo mo- entrati, o al tramonto, lasciando delicatamen-
lambiente circostante. mente decidua, con una base in erbacee pe- dalit del tutto originali. te trasparire la luce attraverso una filigrana
Rispetto al paesaggio circostante il padiglione vegetale
un punto di osservazione privilegiato e allo
stesso tempo una presenza intrigante, che si
SCHEDA
trasforma continuamente e ciclicamente, in
sincronia e armonia con le stagioni. Localit Cerido, Costiera dei Cech, SO
cancello ripieghevole Appoggiandosi alla struttura in acciaio, la
in lamiera zincata
Anno di realizzazione 2010
pavimentazione in forno a legna massa vegetale assume la forma della tipica Progetto ACT Romegialli
cemento lisciato dimora vernacolare e contadina ricorren-
porta dingresso Destinazione Deposito attrezzi e spazio conviviale
pavimentazione
scorrevole esterna al
muro in legno cucina in lamiera in larice te in questo versante delle Alpi: uno spazio Landscape Gheo Clavarino Bianchi
zincata abitabile, abitualmente costruito in pietra,
chiaramente identificato da elementi archi-
Il volume esistente viene avvolto da un telaio
tettonici come mura, finestre e una copertu- in acciaio, pensato come supporto per una
ra. In questo caso per, la vegetazione azzera rigogliosa vegetazione rampicante.

[ 16 ] IOARCH_63
RELOADING NATURE

act Romegialli
Lo studio, fondato nel 1996 da Gianmatteo Romegialli,
Angela Maria Romegialli, Erika Gaggia van Hardeveld,
si occupa di architettura, disegno urbano, interior,
design e comunicazione. Il valore culturale del fare
architettura, il senso e latmosfera di un luogo, la sua
storia: sono queste le istanze fondanti dellattivit di
progettazione dello studio. La ricerca dei caratteri
essenziali e profondi di un sito, interpretati e resi
contemporanei per valorizzare e rilanciare la storia,
lidentit e la cultura di un territorio. Partendo dal lavoro
sulla sezione e la pianta, si cerca di dare forma e senso
alledificio, legittimandone laspetto esteriore.
Un carattere architettonico resiliente alle mode,
equilibrato rispetto alle importanti quanto spesso
forzatamente invasive istanze contemporanee sulla
sostenibilit e i consumi energetici.
www.actromegialli.it

Materiali grezzi e di uso corrente - acciaio zincato, tavole in larice,


semplici tubi a vista per gli impianti idraulici - vengono riproposti con
singolare cura ed attenzione.
La massa di vegetazione include uno spazio che dichiara la propria
abitabilit solo una volta entrati, o al tramonto, lasciando delicatamente
trasparire la luce attraverso il verde.

soletta in c.a.
pilastro rivestito
in pietra

pilastro rivestito in pietra muro di contenimento


rivestito in cls

IOARCH_63 [ 17 ]
RELOADING NATURE

CASA RIGA, COMANO TERME TN

ABITARE NEL PAESAGGIO


Unarchitettura invisibile con sistemi di climatizzazione passivi. Tra i vincitori del Premio Constructive Alps
2015, il progetto degli architetti Saracino e Tagliabue appare come unincisione nel pendio della collina

Costruire unazienda agricola, la residenza unico insediamento, con una diversa esposi- domotico. Ledificio certificato Casaclima
per i proprietari e un agriturismo per gli zione delle due parti. Labitazione ha il fron- Oro, il massimo livello di efficienza raggiun-
ospiti senza interrompere il delicato paesag- te vetrato a Ovest verso la vallata, lagrituri- gibile nel protocollo CasaClima, con princi-
gio agrario collinare parzialmente terrazza- smo ha il fronte vetrato delle sette camere a pi di casa passiva caratterizzata da consumi
to, composto da un frutteto a prato con un Sud, verso lavvallamento del rio e il bosco: energetici e costi desercizio molto ridotti.
bosco e un ruscello a sud. unesposizione ottimale per unarchitettura Questo risultato raggiunto sia con la parti-
nata cos lidea di unarchitettura invisibile ad elevato risparmio energetico che impiega colare collocazione delledificio nel terreno,
da monte e percepibile come un solo taglio sistemi di climatizzazione passivi per il con- riducendo i fronti esterni esposti al solo af-
orizzontale da valle. trollo dellapporto calorico. faccio a valle, sia con un particolare appro-
Collocata nella parte alta della propriet, Lo sbalzo della gronda con struttura in le- fondimento delle tecniche costruttive nella
allesterno del frutteto in corrispondenza di gno che protegge i fronti vetrati continui ga- definizione dellinvolucro.
un terrazzamento, la costruzione riprende il rantisce un opportuno ombreggiamento nel La struttura degli ambienti abitabili rea-
profilo originario del terreno e si avvale di periodo estivo e un adeguato irraggiamento lizzata in legno a pannelli portanti X-lam,
accessi e viabilit gi esistenti. Lintero in- solare in quello invernale. lasciati a vista negli spazi interni. Questa
tervento si risolve con pochi segni nel pae- Oltre ai sistemi di accumulazione passivi soluzione, oltre a favorire elevati livelli di
saggio: lincisione nel pendio e il vuoto dei dellenergia solare, ledificio riscaldato e comfort e vivibilit interna, risulta ottimale
Lintervento si risolve patii, il prato che continua sulla copertura, i raffrescato da una pompa di calore a bas- per ottenere, in combinazione con materiali
con pochi segni nel fronti vetrati protetti da un aggetto; un edi- sa entalpia accoppiata a sonde geotermi- isolanti quali la fibra di legno, i livelli di iso-
paesaggio: lincisione
nel pendio e il vuoto
ficio che non si colloca sul terreno, ma nel che verticali. La climatizzazione interna lamento termico richiesti.
dei patii, il prato terreno, senza interrompere la continuit del controllata da un impianto di ventilazione Particolare attenzione stata posta nella
che continua sulla paesaggio agrario. Architettura e topografia con pre-riscaldamento e pre-raffrescamen- definizione del pacchetto di copertura, che
copertura, i fronti vetrati
protetti da un aggetto
si fondono. Le due unit funzionali (residen- to dellaria immessa e recupero di calore ricostituisce sopra ledificio in legno il prato
(foto Davide Cornacchini). za privata e agriturismo) sono risolte in un dallaria espulsa, regolato da un impianto preesistente alla sua costruzione.

[ 18 ] IOARCH_63
RELOADING NATURE

IOARCH_63 [ 19 ]
RELOADING NATURE

Stefania Saracino e Franco Tagliabue Architetti


Stefania Saracino si laurea allo IUAV di Venezia
e allUniversit Tecnica di Lisbona con Gonalo
Sousa Byrne e Bernardo Secchi e possiede
altres un master in Gestione e comunicazione dei
beni culturali alla Scuola Normale di Pisa. Franco
Tagliabue si laurea in architettura al Politecnico di
Milano, dove ha svolto attivit didattica nel corso di
Museografia, e ha vinto due edizioni del Premio di
architettura Maestri Comacini.
Lo studio, con sedi a Bolzano e a Como, si
occupa di architettura e interventi paesistici e di
riqualificazione ambientale, indagando il rapporto fra
architettura e paesaggio; ha realizzato costruzioni
ad elevata efficienza energetica e varie opere private
e pubbliche. Fra i riconoscimenti ricevuti, il primo
premio al concorso di progettazione Portanuova-
Brienno sul lago di Como (2006).
Tra i lavori in corso, progetti preliminari per
insediamenti turistici sostenibili a basso impatto
paesistico e unabitazione unifamiliare in legno in
ambito alpino.

La luce penetra negli ambienti interni an-


che tramite una sequenza di patii, collocati
a monte, incisi nella superficie del prato..
Lutilizzo di materiali locali completa lin-
serimento armonico della costruzione nel
paesaggio.
Le parti murarie a vista sono rivestite in
pietra locale, recuperata dai terrazzamenti
preesistenti. Le pareti vetrate sono realizzate
con parti fisse e serramenti apribili in legno
di larice; le lattonerie hanno una finitura in
metallo ossidato. Le pavimentazioni esterne
sono in pietra locale e legno

SCHEDA

Localit Comano Terme TN


Anno di realizzazione 2014
Destinazione Abitazione e Ricettivo
Committente Riga Sas
Progetto Architettonico Stefania Saracino
Architettura e topografia
e Franco Tagliabue Architetti
si fondono. Le due unit
funzionali (residenza Progetto Energetico Energytech Ingegneri
e agriturismo) sono
Certificazione energetica Agenzia CasaClima
risolte in un unico
insediamento, con General contractor Damiani-Holz&Ko - LignoAlp
diversa esposizione. Superficie lorda con copertura a prato 776 mq
Labitazione ha il fronte
vetrato a Ovest, le 7 Indice energetico 9,6 kWh/ma
camere dellagriturismo Fabbisogno energetico complessivo
hanno il fronte vetrato a (raffrescamento, ACS, elettricit) 34,4 kWh/ma
Sud (foto in alto Franco
Tagliabue, sotto Davide Produzione di energia
Cornacchini). da solare termico e geotermia 15,0 kWh/ma

[ 20 ] IOARCH_63
RELOADING NATURE

Il fluido concetto di natura


Un dialogo con Wolfgang Buttress, autore del Padiglione
del Regno Unito di Expo2015, su architettura, arte e natura

Carlo Ezechieli

Pur essendo un artista, Wolfgang Buttress pi ispirazione, attraverso rigorosi appro-


colui che ha ottenuto i pi importanti ri- fondimenti scientifici, dalla natura. Quale
conoscimenti per larchitettura nellambito interlocutore, meglio di Wolfgang Buttress,
dellEsposizione Universale di Milano del pu pertanto aiutarci a comprendere la par-
2015 (tra questi il principale: il BIE Gold ticolare, e ormai costante, attenzione nei
Award per la migliore opera di architettura confronti della natura che caratterizza oggi
e paesaggio). Il padiglione del Regno Unito, il dibattito in architettura.
The Hive, oltre ad essere uninstallazione di Wolfgang, hai una carriera di artista ormai
straordinaria e sottile bellezza anche una ventennale. Qual laspetto principale del tuo
notevole opera dingegneria e una coinvol- lavoro?
gente esperienza di una dimensione che Laspetto principale del mio lavoro la lotta
sembra trascendere sia il luogo che lambien- costante per rendere unopera darte ineffabile
te circostante. [NdT: grande al punto da non poter essere de-
scritta adeguatamente a parole]
Esiste unidea romantica di natura come Qual il tuo concetto di natura?
lespressione del sublime e del primordiale, Esiste unidea romantica di natura come
come pure la consapevolezza che ci che intendiamo lespressione del sublime e del primordiale
come natura solida, ben definibile , ovviamente, come pure la consapevolezza dato che la
un concetto completamente fluido Terra, fin dallingresso nellOlocene, stata
progressivamente alterata dalluomo - che ci
Un aspetto costante del lavoro di Buttress che intendiamo come natura solida, ben de- Lucent (allestita presso il John Hancock Center,
appunto la volont di esprimere lindescrivi- finibile , ovviamente, un concetto completa- Chicago 2015), un elemento emisferico del diametro
bile, ci che risiede nel profondo e sta fuori mente fluido. a partire da questi due punti di 4 m con 3.115 fori che rappresentano le stelle
visibili a occhio nudo nellemisfero settentrionale.
dal tempo. Forse per questo le sue ultime che cerco di esprimere sia limpatto della na- Innervata da fibre ottiche, emette una luce pulsante
opere, come The Hive, traggono sempre di tura su di noi sia il nostro impatto e rapporto diffusa attraverso orbite in vetro soffiato.

IOARCH_63 [ 21 ]
RELOADING NATURE

Wolfgang Buttress
Artista pluripremiato, da 20 anni si relaziona
principalmente con lo spazio pubblico. Il suo lavoro
allude a storie, tracce e memorie personali e
contestuali con lo scopo di esprimere il sublime.
Traendo ispirazione dalla natura e dalla scienza,
Buttress con le sue opere intende stabilire una
connessione con qualcosa di elementare ed eterno.
Oltre al Kajima Gold Award per Space (2014), ha
vinto lo Structural Steel Award (2013). Il Padiglione
del Regno Unito a Expo 2015 stato premiato dal
BIE come migliore padiglione per architettura e
paesaggio.
www.wolfgangbuttress.com

con la natura stessa. vale un senso di profonda responsabilit nei


Da dove venuta lispirazione per un padi- confronti del sito, e in seguito di distensione,
glione il cui soggetto principale sono le api? lasciando serenamente che ogni cosa vada In alto: Rise (Belfast, 2011), due sfere concentriche
Possiamo considerare le api come sentinelle sospese sopra il rumore del traffico e visibili da
ogni punto della citt. La sua struttura si compone
della Terra: pi in salute sono le api e il loro Talvolta meglio ascoltare e abbandonarsi a un di una maglia triangolare in acciaio che riprende
alveare, pi in salute il pianeta. Essendo insieme di cose molto pi grande di noi, piuttosto le strutture geodesiche di Walther Bauersfeld e
inoltre impollinatori, dalle api dipende alme- che voler continuamente gridare e sopraffare Buckminster Fuller. Secondo lautore vuole essere
un simbolo di speranza per Belfast, unita, risorta,
no il 30% di ci che mangiamo. In The Hive la libera da ogni superficiale abbellimento. Sotto: The
mia volont era quella di creare unesperienza al suo posto. La natura ed il tempo avranno Hive, il padiglione del Regno Unito a Expo 2015 di
coinvolgente ed emozionale, sia per esprimere entrambi un effetto fisico sulla scultura e sul Milano. Le luci e i suoni del padiglione riproducevano
in tempo reale a Milano lattivit di un alveare a
limportanza di tutto questo, sia per dare un modo in cui questa viene percepita: entrambi Nottingham in Inghilterra producendo un paesaggio
segnale di allarme, a livello emotivo, circa le sono del tutto al di fuori del mio controllo sonoro.
difficolt e le minacce che le api si trovano at-
tualmente ad affrontare.
Perch il protagonista (finalmente) un essere
vivente differente dagli esseri umani?
Siamo tutti collegati, e tutti siamo fatti di
polvere di stelle. Talvolta meglio ascoltare e
abbandonarsi a un insieme di cose molto pi
grande di noi, piuttosto che voler continua-
mente gridare e sopraffare.
Come vedi il ruolo dellarte e della cultura
in rapporto a una nuova e differente com-
prensione dellambiente in cui viviamo e del-
la natura stessa?
Larte e la cultura possono farci vedere e per-
cepire il mondo in modo diverso. Possono
esprimere una verit, che pu essere delicata
o forte e potente, connetterci alla Terra stessa;
larte ci pu riempire di terrore o meraviglia
e forse insegnarci a essere un po pi umili.
Quali sono le tue principali fonti di ispi-
razione?
Lispirazione intorno a noi, continuamente;
per apprezzarla e coglierla servono occhi, orec-
chie e silenzio.
Come ti piacerebbe che il tuo lavoro fosse ri-
cordato tra 30, 40 o 100 anni?
Quando installo unopera nel paesaggio pre-

[ 22 ] IOARCH_63
Porta larte
nella tua
area bagno

Larte di fare colpo sui tuoi ospiti inizia con la linea Tork Image Design.
Scopri la nostra nuova gamma di dispensers per impreziosire la tua area bagno.

www.tork.it
+39 0331 443896
DESIGNCAF
TUTELA PAESAGGISTICA
E IRRAZIONALIT ITALICHE
Alessandro Ezechieli

noto che, di regola, per realizzare opere edilizie La giurisprudenza prevalente, per, sembra pensarla
in ambiti paesaggisticamente tutelati necessaria diversamente: il paesaggio, come bene oggetto di
una specifica e preventiva autorizzazione diversa dal tutela, non suscettibile n di reintegrazioni,
titolo edilizio. Ma se si realizza senza autorizzazione, n di incrementi: ci giustifica una disciplina
possibile regolarizzare? Dipende. particolarmente rigorosa, che ( ragionevole
I casi in cui ammessa la sanatoria sono ritenere) stata adottata anche per arginare
I RACCONTI DI principalmente due: quando si tratti di lavori che non esperienze pregresse la finalit della norma
MICHELE DE LUCCHI eccedono la manutenzione straordinaria; quando
si tatti di lavori che non abbiano determinato
di costituire un pi solido deterrente contro
gli abusi (al fine di prevenirli) dei privati
Secondo lui ogni progetto ha come creazione di superfici utili o volumi ovvero a tutela di beni costituzionalmente protetti
fondamento concetti, pensieri, memorie aumento di quelli legittimamente realizzati (cfr. (Consiglio di Stato, VI, 2806/2014; cfr. anche Tar
e esperienze personali che devono art. 167.4 D.Lgs. 42/2004). Toscana, III, 332/2016).
essere raccontate al pubblico in In caso di nuove superfici o nuovi volumi, dunque, Pare di capire che lincapacit dello Stato di
modo tale che lopera diventi fruibile niente sanatoria. Ma questa regola ha davvero un svolgere unadeguata tutela del paesaggio
e punto di riflessione per tutti. Per senso? Si noti che lAutorit preposta al rilascio di giustifichi qualunque sacrificio sia dei principi
questo motivo, prima di descrivere le unautorizzazione paesaggistica, in via ordinaria, di ragionevolezza e proporzionalit (Corte cost.
sue opere, De Lucchi ha disposto nel pu autorizzare nuove superfici e nuovi volumi in n. 85/2013), sia di altri valori costituzionalmente
volume riflessioni personali, illustrate zona vincolata. Perch allora non valutare ex post un protetti, tra cui la propriet privata.
con schizzi, nate da unattitudine intervento? Sarebbe molto interessante conoscere lopinione
allosservazione della natura, delluomo, Che senso ha pretendere la demolizione quando del Giudice delle leggi in merito, ma purtroppo
della storia e della societ. quello stesso intervento, in linea teorica, dovremo aspettare finch qualcuno riuscir
potrebbe essere ricostruito identico se valutato a convincere un giudice a investire la Corte
Storie di architettura favorevolmente dellAutorit? Francamente pare costituzionale della questione discostandosi
A cura di Michele De Lucchi pi in linea con i principi costituzionali consentire dallorientamento dominante.
Editore Skira
128 pp euro 19,50 una valutazione postuma, da svolgere caso per
ISBN 978-88-572-3037-5 caso, per evitare un inutile spreco di risorse. alessandro.ezechieli@studiolegalebelvedere.com

IL PAVIMENTO CON LE VENTOSE


veloce, removibile, riposizionabile
LINNOVATIVA PAVIMENTAZIONE
DI VIRAG GRAZIE AD UN SISTEMA
DI MICRO-VENTOSE
PU ESSERE INSTALLATA FACILMENTE
SENZA UTILIZZO DI COLLE Accanto,
le finiture
Effetto pietra,
color ardesia;
Effetto lava color
Tack Dry una pavimentazione vinilica adatta grigio-azzurro;
Tendency effetto
ad ambienti residenziali e commerciali, removibile cemento
e riposizionabile pi volte, la soluzione ideale per
sopraelevati e pedane in ambienti espositivi. Le
doghe della linea Evolution di Virag non devono
essere incollate, restano bloccate al sottofondo
grazie a un ecologico sistema di micro-ventose.
La posa rapida e pu essere effettuata su tutte
le superfici lisce, compatte e prive di polvere
quali cemento primerizzato o elicotterato, Dallalto le finiture
pavimenti in resina, marmo, ceramica con fughe effetto legno:
Rovere Black
ridotte, legni e Pvc. Rovere Francese
In zone a intenso calpestio, le singole doghe Noce Americano
Rovere Grigio
eventualmente deteriorate possono essere Acero Grigio
www.virag.com facilmente rimosse e sostituite.
Nelle foto,
Dopo la posa il pavimento immediatamente Tendency,
pedonabile e non richiede ceratura in quanto gi superfici rifinite
con poliuretano e,
trattato con superficie in poliuretano puro Tack sotto, pavimento
Dry compatibile anche con il riscaldamento a a doghe
riposizionabili
pannelli radianti. effetto Rovere grigio

[ 24 ] IOARCH_63
OCCH

WESPI DE MEURON ROMEO ARCHITETTI

ESSENZIALI DIALOGHI
CON IL TERRITORIO
Unitariet di segno, eleganza ed essenzialit di materiali
caratterizzano il tratto progettuale e accompagnano
levoluzione dello studio Wespi de Meuron Romeo
Architetti. Questi tre esempi ne sintetizzano il lavoro
Testi di Grazia Gamberoni

IOARCH_63 [ 25 ]
WESPI DE MEURON ROMEO

Lidea non tutto, ma senza idea tutto niente.


Un colloquio con Jrme de Meuron

Il regno di Wespi de Meuron Romeo Archi- unatmosfera, unidea forte da portare nel unottima alternativa che con le sue caratte-
tetti il Canton Ticino. Qui affonda lanima progetto. ristiche statiche ed estetiche offre tante pos-
progettuale dello studio. Qui la gran parte E dallidea di progetto alla sua realizzazio- sibilit.
delle architetture che dialogano con la natura ne, come operate lungo liter? Avete detto che amate i materiali naturali e
e che, partendo dalla topografia dei luoghi, Progettare diventa sempre pi complesso gli elementi moderni. Quali materiali naturali
intendono restituire qualcosa di affascinante con tutti gli elementi da considerare e per e quali elementi moderni esprimono al meglio
al paesaggio in modi diversi. Come a Cavia- questo vengono coinvolti sempre pi spesso, la vostra sensibilit nelle tre case che presen-
no, proprio a due passi dallatelier, la casa di fin dallinizio, specialisti dei diversi campi. tiamo in questo numero, Caviano del 2015,
Jrme, del 2015, a firma dei tre architetti, la Non sufficiente avere una buona idea, bi- SantAbbondio del 2012, Treia del 2010?
prima che presentiamo in queste pagine. sogna difenderla fino alla fine, convincendo Nella casa di Treia abbiamo cercato di man-
O come negli altri due esempi a firma del duo le persone. tenere il pi possibile i muri esistenti in pie-
Wespi-de Meuron (Luca Romeo entra a far Nellevolversi della formazione dello studio tra e come contrasto abbiamo integrato dei
parte dello studio successivamente): la co- le architetture mantengono grande misura volumi bianchi allinterno.
struzione nella vicina localit di SantAbbon- nellaffrontare i temi del rapporto con la cul- Le altre due case lavorano principalmente
dio, del 2012, che sembra sfidare il contesto tura e il contesto storico dei luoghi nei quali in- con un materiale moderno (cemento a vista)
(la seconda casa di queste pagine) o la siste- tervengono, con un occhio attento alla ricerca che per ricorda la tradizione. Anche i volu-
mazione di un complesso rurale, adagiato ar- e sperimentazione di soluzioni incisive e dialo- mi sono moderni (lineari, semplici, presenza
moniosamente nella campagna di Treia nelle ganti. Esistono ruoli precisi in studio? del tetto piano), ma per i pavimenti dei par-
Marche, una ristrutturazione del 2010 che Noi lavoriamo in team. Per principio elabo- cheggi abbiamo scelto la pietra naturale
chiude il nostro servizio. Questa scelta, pur riamo tutti i progetti insieme. Per noi im- G. G.
limitata, a sole tre opere architettoniche dello portante che gi il primo disegno venga fatto
studio svizzero, su un portfolio ampio e sem-
pre ricco di idee e suggestioni, permette di Architettura radicata, implicita, come
cogliere la qualit del segno progettuale degli qualcosa che sempre stato l, pi scoperta
architetti, lo stretto rapporto con la natura e che invenzione. Creare il nuovo da atmosfere
il luogo, il rigore filologico aperto a qualche conosciute, luce e ombra. Questo ci piace!
incursione nel territorio della fantasia. I pro-
getti realizzati in luoghi e tempi diversi, di- insieme. Nel team ognuno porta le proprie
versi per tipologie e per tipo di intervento, ci idee, che vengono discusse e sviluppate fino
aiutano a comprendere le ragioni e i valori sui ad arrivare a una soluzione che tutti condi-
quali poggia il sodalizio a tre. Ne parliamo vidiamo. In questo modo arriviamo a un ri-
con Jrme de Meuron. sultato pi approfondito, maturato nel tem-
po, pi convincente. Per la fase desecuzione Wespi de Meuron Romeo Architetti
Caviano diventa palestra e palcoscenico per ci dividiamo i vari lavori, per tutti siamo
Markus Wespi, originario di Rorschach sul Lago
una progettazione in armonia con la natura, in coinvolti fino alla fine.
di Costanza, esercita la professione di architetto
grado di non sacrificare mai lidentit del luogo Ma qual la cosa pi importante? dal 1980. Dal 1998 lavora in team con Jrme de
allarchitettura e viceversa, con una sensibilit Lidea non tutto. Ma senza idea, tutto Meuron (Mnsingen, Canton Berna, 1971), con il
per la materia, spesso scarnificata, riportata niente. quale ha fondato nel 2002 uno studio associato a
alla sua essenza. Quali sono i riferimenti cultu- Come definire la vostra architettura? Caviano sul Lago Maggiore. Nel 2012 entrato a
far parte dello studio il ticinese Luca Romeo (1984).
rali e architettonici che vi ispirano? Architettura, acronimo collegato con la cul-
La maggior parte delle opere dello studio Wespi
In generale, cerchiamo di lavorare con la tura architettonica e al luogo, radicata, im- de Meuron Romeo Architetti sono state realizzate
cultura e larchitettura del luogo ove dobbia- plicita, come qualcosa che sempre stato l, nel Canton Ticino e in altre zone della Svizzera, ma
mo intervenire. Ci sembra importante pren- pi scoperta che invenzione. anche in Italia, Croazia e Spagna.
dere riferimenti del luogo che traduciamo in Creare il nuovo da atmosfere conosciute, Tanti i progetti che hanno collezionato premi. Per
limitarci agli ultimi anni: nel 2015 la casa a Scaiano
un linguaggio moderno. Ci piace lavorare luce e ombra. Questo ci piace!
vince nella sua categoria, lEcola Award; nel 2014,
con materiali tradizionali e con elementi Nel 2015 avete vinto lEcola Award, concor- primo premio per il Centro Civico di Monteggio
moderni, per arrivare a un risultato durevo- so che riconosce il meglio nellarchitettura per e secondo premio per lo stabile patrizio e la
le nel tempo. luso dellintonaco, vinto dal vostro studio per sistemazione della piazza di Lodrino; nel 2011 terzo
Allinizio di un progetto, cerchiamo di rac- la categoria abitativa, con la casa a Scaiano. premio con il laboratorio al Ronchetto allosteria
Bellavista a Manno.
cogliere informazioni su tutti i fatti del luo- Cosa esprime e cosa vi lega a questo materiale,
www.wdmra.ch
go, la cultura del cliente, le leggi e cos via. cos presente nelle vostre architetture?
Con questo bagaglio cerchiamo unimma- In Ticino larchitettura in pietra naturale Da sinistra Jrme De Meuron, Markus Wespi
gine che pu anche essere un sentimento, ancora molto presente e il cemento a vista e Luca Romeo

[ 26 ] IOARCH_63
WESPI DE MEURON ROMEO

CAVIANO, 2015

ARCAICA E RUPESTRE
Sopra, il portone in acciaio grezzo che d su un La casa di Jrme de Meuron sul lago Maggiore
piazzale acciottolato,ornato da due palme e apre
- foto sotto - sulla corte di ingresso alla casa come una torre di avvistamento ritagliata nel bosco
(foto Hannes Henz).
Il progetto, che affronta e sviluppa il tema si incastra il volume con pianta poligonale d
della densificazione, risponde allesigenza limpressione che ledificio sia un masso arcai-
di creare un nuovo spazio di vita, senza al- co nel mezzo della foresta, sensazione sottoli-
terare le qualit dellesistente, su un terreno neata dalle superfici grezze in beton lavato che
di appena 128 mq, parte del lotto sul quale vanno via via scurendosi sempre pi, a causa
era stato costruito latelier di architettura nel o grazie agli agenti atmosferici.
lontano 1981. Verso la strada a monte, ledificio si presenta
Come spesso accade in questi casi, la pianta come fosse un volume a un piano con ununi-
del nuovo corpo molto influenzata dallesi- ca apertura costituita da un portone di accia-
genza di ottemperare a una serie di norme io grezzo che apre sulla corte di ingresso alla
edilizie: la linea di arretramento dalla stra- casa, un piazzale largo tre metri, acciottolato e
da, la distanza minima dal bosco, la distanza con due palme.
minima dal vicino studio di architettura, il Sul lato a valle, viceversa, la casa percepita
diritto di costruzione a confine verso il fon- come una torre di tre piani. Una torre non per
do attiguo a sud-ovest. difendersi, ma per dialogare con la natura cos
Il risultato una pianta a pentagono irregola- vicina: le molteplici aperture, che come tanti
re di 79 mq di superficie lorda, allinterno del occhi sembrano spiare lintorno, lungi dalles-
quale iscritto un chiaro rettangolo di 48 mq sere distribuite a caso nelle facciate diseguali,
di superficie lorda, che corrisponde alla zona sono proprio l dove servono per facilitare le
interna riscaldata. relazioni con quanto sta intorno.
La ripida topografia del terreno boscoso dove Il piano superiore, che corrisponde al livello

IOARCH_63 [ 27 ]
WESPI DE MEURON ROMEO

della strada a monte, ospita la zona di in-


gresso, il soggiorno-pranzo e la cucina open
space. Lampio ambiente giorno presenta
due lati totalmente chiusi e gli altri due com-
pletamente vetrati, con finestrature in lari-
ce aperte verso i due cortili, quello del lato
monte e quello verso il lago.
Sono cortili studiati per risolvere due aspet-
ti fondamentali: proteggere la casa dagli
sguardi della strada e permettere un ottimo
soleggiamento e illuminazione, nel cortile
dingresso a monte; liberare la vista sul pa-
esaggio lacustre, grazie a una grande aper-
tura coperta, nel cortile lato valle, peraltro
chiuso tra pareti che permettono alla luce
del sole di riflettersi verso linterno.
Lunitariet tra gli spazi sottolineata anche
dalla coerenza dei materiali: intonaco grez-
zo con una velatura antracite a parete e sof-
fitto e pavimentazioni in betoncino colorato
antracite, colore che viene ripreso nellarma-
diatura a parete e nel rivestimento dei mobi-
li cucina in Viroc, in contrasto col calore dei
mobili in legno di larice, tutti rigorosamente
su disegno. Il piano inferiore ospita i servizi
e due camere, ognuna con la propria loggia
esterna. Infine, una scala porta al piano can-
tina, dove sono stati ricavati un locale tecni-
co e un laboratorio
[ 28 ] IOARCH_63
WESPI DE MEURON ROMEO

SCHEDA
Localit Caviano, Gambarogno, Ticino, Svizzera
Anno di realizzazione 2015
Progetto architettonico
Wespi de Meuron Romeo Architetti
Committente Famiglia Jrme e Paola de Meuron
Impresa costruttrice Canonica SA
Collaboratori De Giorgi & Partners, IFEC Ingegneria SA
Serramenti F.lli Morotti
Intonaci Paolucci SA
Opere di falegnameria Romeo Buss GmbH
Superficie terreno 128 mq
Superficie utile netta 80 mq
Costo di costruzione 750.000 CHF (680.000 euro c.a)

Nella pagina accanto, il lato sud, rivolto a valle:


dove la casa appare come una torre di tre piani.
Riservata, ma disponibile al dialogo con lo spazio
circostante. Sotto, in senso orario le piante del
primo, secondo, terzo e piano di copertura.
In questa pagina, la cucina e qui accanto, la loggia
esterna di una delle camere (foto Hannes Henz).

IOARCH_63 [ 29 ]
WESPI DE MEURON ROMEO

SANTABBONDIO, 2012

COME UN MONOLITE
Una struttura semplice, innestata
nella topografia del luogo, invisibile
dallalto e aperta a sud-ovest sul lago

Il terreno ove si attuato lintervento su


un ripido pendio. I progettisti hanno scelto
una soluzione planivolumetrica che ha la-
sciato inalterata la situazione topografica
preesistente, con la strada di accesso a valle.
La costruzione, che appare quasi aggrappa-
ta al declivio, stata edificata su un lotto
di terreno stretto su tre lati da costruzioni
esistenti. Il quarto lato, a sud-ovest, gode
della vista aperta verso il lago Maggiore e le
montagne e prospetta su unarea di 29 mq,
un cortile di ingresso dalla strada cui si ac-
cede tramite un portoncino in legno di ro-
vere realizzato su disegno: unanticipazione
del materiale che poi si ritrova nellarreda-
mento e nei serramenti.
La chiara volumetria delledificio e la cor-
posit del calcestruzzo, nello stesso colore
delle rocce circostanti, permettono alledifi-
cio di integrarsi con misura nelleterogeneo
contesto dellintorno. Le aperture irregolari
nelle facciate, che sembrano disposte a caso,
donano al monolite (definizione dei proget-
tisti), la forza di una scultura naturale, al cui
interno locali e cortili assumono un aspetto
arcaico, evocativo di unerosione naturale.
Limpiego di pochi materiali di base, ce-
mento, selciato in pietra naturale e legno
(rovere) genera uninterazione arcaica che
fluisce naturalmente tra gli spazi interni
e quelli esterni. Spazi essenziali nelle loro
geometrie e scansioni volumetriche, con
tagli visivi che si aprono orizzontalmente e
verticalmente verso il bosco e le montagne,
lacqua, la luce e il sole. Spazi che vivono
della poesia della natura come sottolinea-
no gli architetti.
Cuore della casa il terzo piano, con una
spettacolare vista su tre lati: destinato a
zona soggiorno, con cucina/pranzo, ha
come punto focale il blocco camino che
diventa parziale cesura dello spazio, senza
interromperne la continuit. Una parete
interamente finestrata mette in contatto
diretto larea interna con la terrazza, vero

A sinistra, il lato sud-


ovest della casa gode
della vista aperta verso
il Lago Maggiore e le
montagne.Le aperture
irregolari nelle facciate,
ospitano terrazze, locali
e cortili. A destra il terzo
piano, zona giorno con
spettacolare vista su tre
lati e la cucina
(foto Hannes Henz).

[ 30 ] IOARCH_63
WESPI DE MEURON ROMEO

IOARCH_63 [ 31 ]
WESPI DE MEURON ROMEO

e proprio soggiorno allaperto. I sottostanti Il progetto riafferma il legame che, in que- SCHEDA
due livelli, con pianta decisamente ridot- sta come in altre opere dello studio, esiste
Localit San Abbondio, Gambarogno, Ticino, Svizzera
ta, derivante dallandamento del pendio, tra architettura e materia.
Anno di realizzazione 2012
hanno ambienti minimali destinati a zona Il beton, affermano i progettisti, si pu
Progetto architettonico
notte e servizi vari. Annullandosi comple- considerare la pietra naturale dellera
Wespi de Meuron Romeo Architetti
tamente il volume architettonico dal lato moderna: corporeo, come volume e come
Direzione lavori arch. Roberto La Rocca
monte, il piano di copertura della costru- massa, utilizzato con la sua insita forza pri-
Strutture Anastasi SA, IFEC Consulenze SA
zione presenta uninaspettata continuit di mordiale quale principale materiale, allin-
livello con il terreno retrostante. terno e allesterno, per pavimenti, pareti e Impresa di costruzione Merlini+Ferrari SA
Una lunga sequenza di gradini collega soffitti. Larchitettura in calcestruzzo vive Opere di falegnameria Romeo Buss GmbH
larea di ingresso dalla strada al primo pia- della semplicit della sua struttura statica, Serramenti esterni Huber Fenster
no dellabitazione, da dove parte la rampa riferendosi alla locale architettura tradi- Superficie lotto 599 mq
che porta ai due piani superiori. zionale in pietra. Superficie costruita 148 mq

In alto, una parete


interamente finestrata
mette in contatto diretto
larea interna con la
terrazza, vero e proprio
soggiorno allaperto
(foto Hannes Henz).
Qui accanto, da sinistra
le piante del primo,
secondo e terzo piano.

[ 32 ] IOARCH_63
WESPI DE MEURON ROMEO

TREIA, 2010

UN CASALE DI CAMPAGNA
Da complesso rurale a casa di vacanze: recupero del passato e inserimenti per contrasto definiscono la nuova identit
In alto, lex fienile Dalla Svizzera allItalia, con il progetto di un dolce paesaggio collinare, a circa 12 km na diventa il principio ispiratore della so-
rivolto a sud, statao
trasformato in una loggia
queste pagine, una scelta volutamente di- dalla citt di Treia, in provincia di Mace- luzione progettuale: un grande ambiente, a
aperta con sala da versa per tipologia, per luogo e per caratte- rata, composto da un edificio principale, tutta altezza, con struttura del tetto a vista.
pranzo e cucina esterna. ristiche dai due precedenti. un casale di circa tre secoli fa, su tre livelli, Qui si sviluppa la sala da pranzo, con tavolo
Sotto, il complesso
nellinsieme
Si tratta della ristrutturazione di un com- (parzialmente distrutto da un incendio nel in legno su disegno e candide sedie Panton
(foto Hannes Henz). plesso rurale, adagiato armoniosamente in 1995) posto sotto tutele ambientale; un pic- S di Vitra con blocco cucina realizzato in
colo volume accessorio, in passato la stalla acciaio inossidabile.
e il forno del complesso rurale; e una sem- Nellampio spazio cos ottenuto sono stati
plice tettoia, destinata a fienile. poi ritagliati tre diversi volumi bianchi che
Il progetto prevedeva, oltre alla ristruttu- contengono la galleria dentrata, le scale e
razione dellunit principale in una casa uno studio.
dabitazione pensata per una vacanza con- La parte sud della casa invece suddivisa
temporanea, anche la trasformazione di un verticalmente in modo classico: al piano
volume accessorio in una piccola residenza terra troviamo il soggiorno con locale ca-
per gli ospiti, la realizzazione di una zona mino, mentre nei due piani superiori sono
pranzo allaperto in luogo del fienile, lag- distribuite quattro camere da letto, ognuna
giunta di una piscina, nonch una soluzio- con il proprio servizio.
ne di armonizzazione tra lampio terreno di Il progetto ha puntato ad esaltare e valo-
pertinenza e gli spazi costruiti e riportati a rizzare la muratura esistente, che stata in
nuova vita. larga misura conservata e risanata, mentre
La porzione nord della casa ridotta in rovi- stata sostituita tutta la struttura in legno

IOARCH_63 [ 33 ]
WESPI DE MEURON ROMEO

Sopra, nella porzione


nord della casa un
ambiente, a tutta
altezza, con struttura
del tetto a vista ospita
la sala da pranzo
con tavolo in legno e
blocco cucina in acciaio
inossidabile. A sinistra,
le piante del piano terra,
primo e secondo piano.
Sotto, sezioni e facciate
dei diversi corpi.

[ 34 ] IOARCH_63
WESPI DE MEURON ROMEO

Tra la casa principale, (solai intermedi e tetto). Nellambito del rispettata e in larga misura conservata.
labitazione per gli SCHEDA
risanamento della struttura statica, sono Lintervento ha riguardato sia la vecchia stal-
ospiti e la loggia stata
realizzata la splendida stati integrati, in modo non visibile, gli ac- la posta a est della casa principale, demolita Localit Treia, Macerata
piscina che per il corgimenti di rinforzo necessari per la si- e ricostruita nella stessa posizione per creare Anno di realizzazione 2010
disegno rimanda ad una
curezza antisismica. ununit abitativa per gli ospiti, caratterizza- Progetto architettonico Wespi de Meuron
grande fontana.
Il linguaggio architettonico affronta il con- ta dallutilizzo di vecchie mattonelle di cot- Direzione lavori Studio Branchesi (Arch. S. Fraticelli),
nubio tra identit del passato e nuovi inter- to, sia la tettoia (ex fienile) posta a sud che Ingegnere civile Vitale Grisostomi Travaglini, Macerata
venti e lo fa a volte con il contrasto e a volte stata trasformata in una loggia aperta con Impianti termo-sanitario
con lintegrazione. Ad esempio, il tetto cucina esterna, mantenendone inalterate le Scuppa engineering, Macerata
stato rifatto in modo tradizionale (travatu- dimensioni preesistenti. Consulente illuminazione Effettoluce, Castelfidardo (An)
ra primaria e secondaria in legno, sottovi- Tra labitazione principale, la residenza per Impresa costruttrice Impresa di Leo Vito, Treia (Mc)
sta con tavelle di terracotta, copertura tetto gli ospiti e la loggia stata realizzata la pi- Piscina Gramaglia, Osimo
con coppi); mentre i nuovi solai intermedi e scina che per il suo disegno rimanda a una
Serramenti esterni C.I.F.A. Jesi (An)
le nuove murature interne sono intonacati grande fontana.
Cucina Arclinea Arredamenti, Caldogno (Vi)
bianchi. Chiari anche i pavimenti in resina. Il complesso stato ridefinito da un filare
Superficie lotto 12.500 mq
La struttura originale dei muri in pietra, di pini a ovest e da un uliveto a est, inseren-
Superficie costruita 311 mq
che divide chiaramente in due parti la dosi cos con una precisa identit nel pae-
pianta della costruzione principale, stata saggio collinare marchigiano

IOARCH_63 [ 35 ]
DESIGNCAF

Jennifer Siegal, vincitrice del IV ArcVision Prize.

Accanto, La Mod.Fab di Taliesin, in Arizona, progettata


e realizzata da studenti e laureati della Frank Lloyd
Wright School of Architecture sotto la guida di Jennifer
Siegal: prototipo di monolocale di 55 mq su una base di
pannelli sandwich coibentati. La casa, dimensionata e
attrezzata per essere trasportata su strada, pu essere
indipendente dalle reti di servizi, affidandosi a impianti
a basso consumo e sistemi di produzione da fonti
rinnovabili (foto Office of Mobile Design Corp).

LARCHITETTURA DELLE DONNE


JENNIFER SIEGAL VINCE LARCVISION PRIZE - WOMEN AND ARCHITECTURE 2016

Il 7 aprile scorso, presso il Teatro dellArte Farrell (Grafton Architects), la giornalista


della Triennale di Milano, si tenuta la pre- Daniela Hamaui, Louisa Hutton (Sauerbruch
miazione della quarta edizione di ArcVision Hutton), lattrice indiana Suhasini, Samia
Prize Women and Architecture. Nkrumah, presidente del Convention Peoples
Vincitrice la statunitense Jennifer Siegal Party del Ghana, Benedetta Tagliabue (Miral-
(1965, Office of Mobile Design-OMD), consi- les Tagliabue EMBT) e Martha Thorne, diret-
derata una coraggiosa pioniera nella ricerca e tore esecutivo del Pritzker Prize.
nello sviluppo di sistemi costruttivi prefabbri- ArcVision Prize Women and Architecture
cati mobili a prezzi contenuti, per utenti e aree il premio internazionale (basato su segna-
di intervento disagiate. lazioni di advisors) istituito nel 2013 da Ital-
Menzioni donore a Pat Hanson (Canada), Elisa cementi per valorizzare il ruolo delle donne
Valero Ramos (Spagna) e Caz Zegers (Cile). nellarchitettura e premiare la capacit di co-
Premio Speciale alla figura di Gae Aulenti, niugare innovazione tecnologica, sostenibili-
architetto e intellettuale cos importante nel- t etica e ambientale e cultura progettuale.
la storia italiana e in quella dellaffermazione
delle qualit di progettiste delle donne.
Coordinata dal curatore scientifico Stefano MENZIONI DONORE
Casciani, anche questanno la giuria era com- A destra dallalto, il Borden Park Pavillion in Canada
posta da sole donne: Shaikha Al Maskari, pre- di Pat Hanson; il nuovo spazio per la scuola Cerrillo de
Maracena di Elisa Valero Ramos in Spagna
sidente di Al Maskari Holding, il sindaco di e lHotel Tierra Patagonia sul Lago Sarmiento in Cile
Betlemme Vera Baboun, Odile Decq, Yvonne di Caz Zegers (foto Pia Vergara).

FEAR OF COLUMNS?
In occasione del trentesimo anniversario della I only want to express it.
ricostruzione del Padiglione di Barcellona Ora le colonne sono 10, e per esprimere la
del 1929 la Fundaci Mies van der Rohe ha necessit di riutilizzare le risorse esistenti
lanciato un concorso per la ricostruzione e il carattere provvisorio dellinstallazione
delle otto colonne joniche di Puig i Cadafalch (sar esposta per 5 mesi, a partire dal 1
che precedevano il padiglione. giugno), Martnez Santa-Maria ha utilizzato
181 le idee giunte da 29 Paesi, tra le quali bidoni di scarto industriale in lamiera posti
la giuria ha scelto quella dellarchitetto Luis uno sopra laltro e saldati insieme.
Martnez Santa-Maria dal titolo Quarto premio agli italiani del Collettivo
I dont want to change the world. Arcipelago di Bari.

[ 36 ] IOARCH_63
acqua
TuTTe le
forme
Dell'

dal 1980 piscine


e wellness blue pool

GramaGlia
GRAMAGLIA Srl
Via dAncona 67 | 60027 Osimo AN | Tel. 071 7108700
info@gramaglia.it | www.gramaglia.it
INNESTI URBANI

PROCACCINI 17, MILANO

TRADIZIONE E MODERNIT
Un nuovo complesso residenziale che fonde i principi abitativi della tradizione
milanese con nuove tipologie costruttive. Progetto Modourbano Architettura

[ 38 ] IOARCH_63
INNESTI URBANI

N el cuore di Milano, nella zona Mo-


numentale caratterizzata da una
cortina edilizia di palazzi storici, al
crocevia tra via Procaccini e via Aleardi, dove
le due ali incontrandosi formano un angolo
acuto, lo studio milanese Modourbano Ar-
chitettura ha progettato un nuovo edificio per
abitazioni. Il complesso, che rispecchia la di-
sposizione della costruzione originaria demo-
lita, con facciate allineate ai limiti della strada,
presenta un approccio innovativo per quanto
riguarda la progettazione residenziale metro-
politana e interagisce con il contesto spaziale
e culturale, abbracciando la tradizione archi-
tettonica milanese del ventesimo secolo il
cosiddetto stile Milano, rappresentato da edi-
fici progettati da architetti come Gio Ponti e
Luigi Caccia Dominioni.
In coerenza con le attuali normative urba-
nistiche, il design delledificio ricostruisce il
tessuto urbano, armonizzando laltezza della
struttura a quella dei palazzi circostanti. Ne
risulta cos un fabbricato di cinque piani fuo-
ri terra che ospita ventidue appartamenti
tra bilocali, trilocali e residenze su due piani
- pi due interrati destinati a parcheggi.
Esternamente, una facciata sobria ed elegante
in pietra Santafiora, interrotta solo dai volu-
mi aggettanti delle logge attrezzate degli ap-
partamenti e dagli ingressi pedonali e carrai,
caratterizza i prospetti su strada, generando
unimmagine dinamica delledificio.
Entrando allinterno del complesso ci si im-
batte in unimmagine che richiama la tipica
corte di ringhiera milanese, con prospetti
caratterizzati da ampie terrazze, lungo lo svi-
luppo dellintero edificio, che si affacciano sul
grande spazio aperto del cortile. Lintonaco
delle facciate interne in tinte ocra, mentre
la copertura dellultimo livello realizzata, in
corrispondenza della corte, con una soluzio-

Il volume chiaramente definito nella cortina urbana dalla


facciata ventilata rivestita in pietra. Accanto, langolo
acuto allincrocio tra le vie Procaccini e Aleardi
(foto Simone Bossi). Sotto, prospetto su via Procaccini.

IOARCH_63 [ 39 ]
INNESTI URBANI

SCHEDA
Localit Milano
Tempi di realizzazione 2015
Committente Immobiliare Procaccini 17 Srl
Progetto Modourbano Architettura
Marco Zuttioni, Luca Romagnoli, Stefano Cergna
Progetto impianti Ing. Francesco Bartoli
Progetto elettrico Ing. Massimo Agostini
Progetto strutturale Ing. Stefano Corsi
General contractor Il Muretto Srl
Facciata ventilata Pietre Santafiora Srl
Illuminazione parti comuni Puraluce Srl
Superficie totale 3.000 mq
Superficie fuori terra 1.284 mq

Sezione trasversale e, a destra,


pianta di un piano-tipo. In
alto altre due immagini del
complesso, con una vista della
corte dal piano interrato
(foto Simone Bossi).

[ 40 ] IOARCH_63
INNESTI URBANI
ne a falde alla francese e abbaini a cappuccina
mentre su strada piana - rivestita con pan-
nelli in lamiera metallica con finitura zinco-
titanio altamente performanti.
Il complesso stato dotato di un impianto
solare - disposto in copertura con pannelli
termici di tipo piano orientati a sud-ovest -
dimensionato in modo da coprire il 70% del
fabbisogno di acqua calda sanitaria dellinte-
ro fabbricato. stato inoltre installato un im-
Modourbano Architettura
pianto fotovoltaico con pannelli policristal-
lini posizionati anchessi in copertura e con Fondato allinizio del 2010 da Alessandro Costa
orientamento sud-ovest -per la produzione di e Marco Zuttioni, un collettivo di professionisti
provenienti da diversi background culturali e
energia elettrica destinata alle parti comuni. con ampia esperienza internazionale. Lo studio
La tranquillit domestica protetta da ser- si occupa dello sviluppo di soluzioni innovative
ramenti in legno lamellare ad elevato livello e sostenibili per larchitettura contemporanea
di insonorizzazione acustica e da murature e il design. Oltre alle attivit di progettazione
monoblocco in calcestruzzo aerato autocla- Modourbano impegnato nella diffusione
delle conoscenze nel campo della sostenibilit
vato intonacato: di ben 42 cm di spessore per urbana attraverso eventi culturali, saggi,
le murature di tamponamento e per quelle articoli e reportage. Nel 2014 Marco Zuttioni e
confinanti con immobili di altra propriet, e Luca Romagnoli hanno fondato MU Associati
di 30 cm di spessore per le pareti tra le diverse Milano, lo studio associato dedicato alle attivit
unit immobiliari. progettuali di Modourbano.
Per aumentare il comfort ambientale, i trilo- www.modourbano. it
cali e gli attici sono stati dotati di un sistema
di ricambio di aria meccanico che sfrutta
laria interna per preriscaldare quella di ri-
cambio proveniente dallesterno e per con-
trollarne il livello di umidit

IOARCH_63 [ 41 ]
INNESTI URBANI

Una delle logge che affacciano su via Procaccini. Nella


progettazione e nella scelta dei materiali si posta
grande attenzione allinsonorizzazione degli ambienti
(foto Simone Bossi).

Rivestimento in lastre di pietra arenaria (tipo Santafiora) Rivestimento in intonaco tinteggiato a campione [RAL 8001]
in finitura piano sega Parapetto e struttura in acciaio zincato
Rivestimento in intonaco tinteggiato e verniciato a campione [RAL 8001]
Parapetto e imbotte in acciaio zincato e verniciato a campione [RAL 8001]
a campione [RAL 8001] Canale a incasso pavimento
Parapetto in acciaio zincato Rivestimento in lastre di pietra arenaria (tipo Santafiora) in finitura piano sega per raccolta acque piovane
e verniciato a campione [RAL 8001] Canale a incasso pavimento per raccolta acque piovane Plafone in Intonaco tinteggiato
Serramenti in legno verniciati a campione [RAL 8001] Rivestimento in intonaco tinteggiato a campione [RAL 8001] a campione [RAL 8001]

[ 42 ] IOARCH_63
INNESTI URBANI

IL MURETTO SRL
IMPRESA DI COSTRUZIONI
Via Martiri della Libert, 2
25030 Torbole Casaglia BS
T. 030 2150377
info@ilmurettosrl.it
www.ilmurettosrl.it

IL MURETTO
Costruzioni, ristrutturazioni urbanizzazioni

Il Muretto unimpresa di costruzioni categoria OG1 classifica V Edifici Civili


affermata nella costruzione e e Industriali. impegnata nella ricerca
ristrutturazione di edifici pubblici e e nello sviluppo tecnico del proprio
privati e nei settori terziario, ricettivo know-how per raggiungere un alto livello
e produttivo. Ha realizzato importanti di qualit e di efficienza nel rispetto delle
e impegnativi interventi tra cui politiche ambientali.
edifici residenziali, concessionarie Grazie a una struttura aziendale solida e
di automobili, case di cura per dinamica ha sviluppato organizzazione,
anziani, centri commerciali, strade, competenze e mezzi per rispondere alle
ristrutturazioni di edifici e capannoni opportunit, alle esigenze e alle sfide di
industriali. mercato attuali e future.
In ogni campo di intervento si attiene a Tra i progetti, oltre a Procaccini
criteri di eccellenza tecnica e gestionale, 17, lIstituto Medico Riabilitativo a
in conformit alle norme UNI EN ISO Gravellona Toce, lampliamento della
9001:2008 per il settore delle costruzioni Concessionaria Automobili a Rezzato
e opere nel campo dei lavori pubblici e un edificio commerciale a Olgiate
LIstituto Medico Riabilitativo di Gravellona Toce, realizzato da Il Muretto Srl;
in virt dellAttestazione SOA per la Comasco. sopra il titolo, lingegnere Fabio Vizzini, legale rappresentante dellimpresa.

PIETRE SANTAFIORA PURALUCE


Grandi lastre per la parete ventilata Illuminazione tech

Pietre Santafiora estrae da oltre cinquantanni da cave proprie e lavora Bucaneve un apparecchio Led da incasso con 120mm.
pietre naturali oggi presenti nelle pi imponenti e importanti realizzazioni, A differenziarlo dalle altre lampade della sua categoria
come opere urbane ed edilizie in Italia e nel mondo. la particolare lente con ottica speciale. Essa risulta infatti
La societ Santafiora si impegna anche nella piena collaborazione con sporgente rispetto alla ghiera di supporto in alluminio e questo
gli studi di progettazione, adoperandosi con estenuante continuit consente di creare un effetto soffitto luminoso garantendo
nellaggiornamento e nelluso della migliore tecnologia al fine di lavorare una bassissima luminanza. Inoltre, essendo realizzata con
una serie di pregiate pietre che, ieri come oggi, ne ribadiscono la metacrilato ad alta trasparenza, fornisce un rendimento
leadership, riscontrabile nelle opere realizzate. luminoso decisamente elevato.
La Pietra Santafiora in particolare, essendo pietra non geliva, con unalta Bucaneve utilizza Led ad alta potenza da 25 e 39 W; il suo ottimo
resistenza allo strappo, particolarmente idonea per rivestimenti a parete indice di resa cromatica (Led CRI 90) permette di ottenere una
ventilata di grandi superfici esposte a salsedine e in zone a rischio sismico. fedelt dei colori degli oggetti illuminati molto pi naturale.

PIETRE SANTAFIORA SRL PURALUCE SRL


S.S. Ortana km. 8,200 - 01030 Vitorchiano VT Via Mattei, 2 - 50038 Scarperia FI
T. 0761 370909 T. 055 848717
info@pietresantafiora.com | www.pietresantafiora.com info@puraluce.com | www.puraluce.com

IOARCH_63 [ 43 ]
TEMPORARY HOUSING

CAMPUS MONNERET, MILANO

RIQUALIFICAZIONE URBANA
Una residenza temporanea di 137 appartamenti per un totale di 268 posti letto nata dalla collaborazione
tra Comune di Milano, Fondazione Housing Sociale, Investire SGR e lo studio Goring and Straja

Il progetto di residenza temporanea in via caratterizzati dai criteri di efficienza energe- ve temporanee di qualit, economicamente
Monneret-de-Villard, in zona Lambrate a tica della classe A. accessibili e atte a migliorare limpatto con
Milano, nasce a seguito di una proficua col- Il progetto dello studio Goring & Straja ha il contesto.
laborazione tra il Comune di Milano, Fon- previsto il recupero/ricostruzione di un vec- Il fabbricato esistente collocato in un tes-
dazione Housing Sociale, Investire SGR e lo chio studentato con lobiettivo di realizzare suto fortemente antropizzato, interessato da
studio Goring & Straja. Lamministrazione un nuovo ed efficiente complesso residenzia- una fitta rete di insediamenti preesistenti.
comunale, al fine di promuovere la valorizza- le studentesco risolvendo una serie di critici- Si scelto perci di rimodulare la linea di
zione del patrimonio edilizio esistente attra- t legate al manufatto esistente, tra cui quelle inviluppo mediante una nuova facciata ca-
verso la riconversione in edilizia universitaria relative alla sicurezza e al consumo energeti- ratterizzata da volumi infisso giocati sulla
Dettaglio di uno dei convenzionata, in deroga agli strumenti ur- co. Gli interventi sono stati altres finalizzati griglia delle murature perimetrali, il tutto
volumi infisso realizzati
sulla nuova facciata. banistici vigenti ha concesso benefici volume- allincremento del numero dei posti alloggio ridefinito nello skyline mediante una riorga-
(foto Stefano Gusmeroli). trici aggiuntivi fino al 40% per gli immobili per studenti fuori sede con soluzioni abitati- nizzazione dei pieni e dei vuoti e laggiunta

[ 44 ] IOARCH_63
TEMPORARY HOUSING

Sopra, la nuova facciata delledificio e alcuni dettagli del cortile interno.


Sotto, i prospetti del corpo che da su via Monneret de Villard
(foto Stefano Gusmeroli).

IOARCH_63 [ 45 ]
TEMPORARY HOUSING

Goring & Straja Architects - GaS


Fondato nel 1996 da Andr Straja, Giacomo Sicuro
e Lenka Lodo, lo studio ha sedi a Milano, Roma
e San Francisco. GaS si occupa di progettazione
integrata, architettonica, interior design,
masterplanning, architettura degli esterni, project
management, riqualificazioni edilizie, risanamento
e restauro, space planning, programmazione e
analisi, pianificazione e riqualificazione urbana e
opera a livello nazionale e internazionale. Luso
di tecnologie complesse e materiali innovativi,
lattenzione allambiente e al risparmio energetico
sono alla base dellindirizzo progettuale. Lo studio
adotta un linguaggio architettonico contemporaneo
ma sempre contestualizzato nellambiente in cui il
progetto si inserisce.
www.gasworkstudio.com

di ulteriori livelli finali. Grazie a questa nuo- di illuminazione. Ai piani terra dei corpi di
va configurazione, lintero isolato assume fabbrica si trovano spazi comuni: aule studio
ora un carattere volumetrico pi omogeneo, e informatiche, palestra, cucina e sala pran-
riconoscibile e pi in armonia con gli edifici zo, zone relax, che favoriscono lo scambio e
dellarea e gli spazi aperti e pubblici che lo la condivisione. La struttura presidiata 24
circondano. ore su 24 e dotata di un sistema di tvcc con
Il nuovo complesso composto da tre edifici videoregistrazione.
di divere altezze, uniti da un corpo centra- Uno studio accurato dei materiali e delle tec-
le dove presente una reception. Gli edifici nologie adottate ha consentito il raggiungi-
sono collegati da passaggi allaperto realiz- mento della classe energetica A.
zati con profi li aperti in acciaio e lamiera Campus Monneret oggetto di un conven-
grecata, dotati di controventi eccentrici in zionamento con il Comune di Milano ed
tubolare di acciaio dipinti di bianco che stato realizzato grazie alla fondamentale Sopra, una visione dinsieme dello
conferiscono alla struttura sospesa maggio- collaborazione dellAmministrazione co- studentato. Sotto, unarea comune
dedicata al relax (foto Stefano Gusmeroli).
re resistenza meccanica e tenuta ai carichi munale, che ha fortemente voluto lattuazio- Nella pagina accanto, la pianta
- e di controsoffitti che ospitano limpianto ne di questo progetto del complesso.

SCHEDA
Localit Milano
Anno di realizzazione 2015
Tipologia Residenza universitaria
Committente Fondazione Housing Sociale
Progettazione integrata Studio Goring & Straja
Architects, D&D srl, Arching srl, Studio Tecnico Locigno
Project Management Investire SGR
Collaboratori Costanza Gammieri, Paolo Battaglia,
Patrizia Scrugli, Fabrizio Volpe, Vlad Ivanescu
Direzione lavori Giacomo Sicuro
Impresa costruttrice LAvvenire 1921 CLA
Sistemi a secco Siniat SpA
Protezione al fuoco Promat SpA
Superficie totale costruita 6.100 mq

[ 46 ] IOARCH_63
TEMPORARY HOUSING
LAVVENIRE 1921
Impresa Generale di Costruzioni

CLA realizza infrastrutture


commerciali, ospedaliere,
impianti sportivi, impianti
tecnologici, campus
universitari, edilizia scolastica
e abitativa e ristrutturazioni
di immobili, anche storici e
di pregio. Collabora con vari
OR e Universit per la ricerca
nel settore delle costruzioni
sia relativamente alluso dei
materiali, sia alla qualit degli
edifici dal punto di vista delle
prestazioni energetiche,
acustiche e del comfort
abitativo. CLA opera secondo
un Sistema di Gestione
Integrato di qualit e possiede
le certificazioni UNI EN ISO
9001, UNI EN ISO 14001, Il team di LAvvenire 1921 che ha operato su Campus
OHSAS 18001 e SA 8000. Monneret. Da sinistra, il presidente del consiglio di
sorveglianza Riccardo Sani; Luigi DElia, tecnico;
il capo commessa Claudio Medaglini; Roberto Brugali
responsabile dellarea commerciale; il capo cantiere
Gianni Neli; Massimiliano Galli, presidente del consiglio
di gestione e Mario Coiai, responsabile area produzione.

LAVVENIRE 1921 S.C.


Via Sammontana, 21
50056 Montelupo Fiorentino FI
T. 0571 51831
info@cla1921.it | www.cla1921.it

SINIAT & PROMAT

Elevate performance meccaniche e acustiche Protezione passiva dal fuoco

La residenza Campus Monneret stata concepita con lobiettivo di realizzare una Gli interventi di riqualificazione antincendio in ambito di smoke management
struttura in grado di offrire il massimo comfort abitativo e sicurezza per i propri hanno interessato il lotto A e B dellintero complesso edilizio, e nello specifico
ospiti. Il sistema LaDura infatti ha garantito alte prestazioni con elevati valori di attraverso la realizzazione di condotte di estrazione fumo e calore che sono in
potere fonoisolante, resistenza al fuoco, resistenza meccanica e agli urti combinati grado di garantirne lo smaltimento allinterno della zona filtro per oltre 120 minuti.
ad elevata tenuta ai carichi sospesi direttamente alle lastre. AquaBoard invece Baustoff+Metall ha provveduto alla fornitura delle lastre Promat
la soluzione scelta per lesterno, nello specifico per i controsoffitti esterni e i piani PROMATECT-L500 nello spessore di 50 mm. Il sistema stato realizzato
pilotis, dove sono state garantite prestazioni di resistenza agli agenti atmosferici sulla base della tipologia Shunt, innestando allinterno di una canna primaria
senza rasatura. Baustoff+Metall ha provveduto alla distribuzione dei materiali. Il le aperture di presa orizzontale dellaria provenienti da canne secondarie: una
complesso cos realizzato con sistemi Siniat rispetta tutti i vincoli progettuali iniziali. soluzione sicura, sia in termini di performance che di certificazione.

SINIAT SPA PROMAT SPA


Via G.G. Winckelmann, 2 - 20146 Milano Via Perlasca, 14 - 27010 Vellezzo Bellini PV
T. 02 424151 T. 0382 45751
siniat.italia@siniat.com info@promat.it

IOARCH_63 [ 47 ]
EVOLUZIONI SUBURBANE

DEAMICISARCHITETTI, PAVIA

VILLA DI PIANURA

[ 48 ] IOARCH_63
EVOLUZIONI SUBURBANE

Deamicisarchitetti
Fondato nel 2005, si pone come obiettivo quello
di realizzare luoghi nuovi e originali negli esiti
e nel significato che rimangano tali nel tempo.
Al centro di ogni progetto vi la valorizzazione
di quella capacit, tipicamente italiana, di
interpretare, contaminare e fondere insieme idee
e lessici provenienti da luoghi, tempi e contesti
culturali diversi.
Il lavoro di deamicisarchitetti si caratterizza
anche per la realizzazione di architetture e
spazi urbani su misura, curati nei dettagli e
capaci di restituire valore economico, duso e
affettivo ai committenti e alla collettivit ponendo
sempre particolare attenzione alla salvaguardia
dellambiente. Si occupa inoltre di signage,
interior design e allestimenti.
www.deamicisarchitetti.it

Rompere la neutralit insediativa del luogo e conferire una nuova personalit


allomogeneo contesto del suburbio pavese sono gli obiettivi che lo studio
deamicisarchitetti ha raggiunto attraverso questo articolato progetto

Per comprendere la struttura dellabita- gibile da tutti i locali, sembra appartenere


zione necessario dimenticare i concetti alla casa. La duplice esposizione delle stanze
SCHEDA
di architettura ordinaria tipica della citt - valorizzata dalle ampie porte-finestre con Localit Pavia
suburbana cui siamo abituati e che in Villa affaccio sul giardino e alcuni camini vuo- Anno di realizzazione 2014
di Pianura sono stati stravolti secondo una ti offrono agli ambienti unabbondante luce Committente Privato
precisa logica. naturale.
Progetto deamicisarchitetti
La prima novit si trova nellubicazione del- Larredamento della casa essenziale ed
Tipologia Residenziale
la casa: pur restando nei margini burocratici parte integrante della struttura: i principali
Superficie 460 mq
del piano di lottizzazione, stata posizio- mobili come la cucina e le librerie fanno par-
Porte e finestre Falegnameria Serrana
nata il pi possibile decentrata, in modo da te dellarchitettura degli interni, come pareti
lasciare uno spazio esposto a sud, ampio e attrezzate. Larredo nasce cio con la villa e
unitario, da dedicare al giardino. La villa non come elemento adattato agli interni in
orientata rispetto ai punti cardinali e ogni un secondo momento
lato verso cui le pareti affacciano acquista un
carattere specifico: la parte su strada ha una
connotazione urbana mentre il lato che da
sul giardino pi chiuso e protettivo.
Un altro elemento che conferisce particolare
carattere alla Villa il tetto in legno scatolare
ricoperto da tegole marsigliesi nere che si pie-
ga fino a diventare una facciata rivolta verso
il lato della strada e che ricorda i grandi tetti
spioventi delle vecchie cascine, tipiche delle
zone rurali del territorio padano.
Nella pagina accanto, Il particolare tetto protegge numerosi spazi
la sequenza di stanze interni ed esterni, molto differenti ma conti-
prive di distribuzioni
ulteriori, tipica delle nui tra loro. Nelle zone interne si alternano
case depoca, che compressioni formate dalle soglie tra un loca-
caratterizza la villa. le e laltro, dilatazioni e doppie altezze.
In questa pagina, la
facciata che da sul Tutti i locali sono dotati di doppia esposizio-
giardino, ricoperta da ne, mentre gli spazi serventi sono stati com-
tegole marsigliesi nere pletamente aboliti per dare spazio a grandi
e la pianta del piano
terreno (foto L.Bartoli, e ariosi locali, scanditi solo da spazi inter-
G.Leo). stiziali. Anche lampio giardino, raggiun-

IOARCH_63 [ 49 ]
EVOLUZIONI SUBURBANE

FALEGNAMERIA SERRANA
Prodotti di eccellenza

Da sempre ispirata da una filosofia deccellenza qualitativa, perseguita


attraverso la combinazione di materiali ricercati, tecnologia innovativa
e design, dopo la creazione nel 2003 della prima finestra a scomparsa
Evolux, nasce nel 2008 Evoline3, uninnovativa serie di porte filomuro,
dal design moderno e minimale. Recentemente lazienda ha sviluppato
una nuova serie di prodotti denominati EVOLUX COMBO, EVOLUX
BGLASS e HS scorrevoli.
Per Villa di Pianura lazienda ha realizzato le porte filomuro e gli infissi
esterni a tutto vetro, personalizzando i prodotti in base alle specifiche
richieste del progettista ed alle esigenze del cantiere.

FALEGNAMERIA SERRANA SNC


Via L. Ceresani, 20 - 60030 Serra dei Conti AN
In alto, la cucina caratterizzata da una particolare pulizia geometrica, T. 0731 879388
ottenuta grazie allutilizzo di pareti attrezzate. Qua sopra, la scala che info@evolux.it | www.evolux.it
porta alla doppia altezza della zona living (foto L.Bartoli, G.Leo). info@evoline3.it | www.evoline3.it

[ 50 ] IOARCH_63
p a v i m e n t i Q u i c k S t e p .

Scopri un mondo
dove ti piacerebbe vivere.

QuickStep
garantisce il piacere di
vivere senza preoccupazioni. Sapevi che grazie alla tecnologia
Scratch Guard i pavimenti QuickStep sono dieci volte pi resistenti

ai graffi? e che il loro insuperabile design estremamente


elegante? Fatti ispirare e scegli il pavimento in laminato, parquet o
Livyn pi adatto al tuo progetto di interior su www.quick-step.it
SPAZI
OCCH DI LAVORO

STUDIO LEGALE, MILANO

BENESSERE IN UFFICIO
Ristrutturazione completa e progetto dinterni esprimono i valori professionali, definiscono
la qualit degli ambienti e favoriscono il comfort di collaboratori e clienti. Il progetto dello
studio Malara Associati nasce da un intenso dialogo con il committente

[ 52 ] IOARCH_63
SPAZI DI LAVORO

LEGENDA
1. ingresso
2. disimpegno
3. ufficio privato
principale
4. small meeting room
F atto di elementi materiali e di sen-
sazioni percepibili attraverso lorga-
nizzazione degli spazi, dalle scelte di
materiali, luci e colori, il branding diventa an-
cora pi importante, seppur impalpabile, nel
5. ufficio privato
6. antibagno caso di unattivit libero-professionale di tipo
7. bagno legale che deve rassicurare, offrire riservatez-
8. segreteria za, trasmettere competenza e confidenza sia
9-10. uffici collaboratori
11. biblioteca mediante spazi funzionali alla natura delle
12. large meeting room relazioni professionali sia con ambienti con-
13. disimpegno fortevoli dove trascorrere lunghe ore di lavo-
14. archivio
15. ufficio collaboratori ro e la cui progettazione pu nascere solo da
16. sala break un intenso dialogo con il committente. Una
17. bagno uomini progettazione su misura pi vicina alla rea-
18. antibagno
19. locale tecnico lizzazione di una residenza privata che allo
20. bagno donne space planning per una multinazionale.
Assumendo lincarico per la progettazione
della nuova sede di uno studio legale, larchi-
tetto Lucilla Malara ha svolto un preliminare
lavoro di analisi delle funzioni del vecchio
studio organizzate in spazi di superficie
decisamente inferiore ai 340 mq della nuova
sede cos da condividere con il committen-
te le necessit esistenti e le nuove funzioni da
implementare, legate anche al benessere dei
professionisti e dei collaboratori che lavorano
ogni giorno nello studio.
La seconda analisi si poi indirizzata verso
le caratteristiche del luogo individuato per
la nuova sede: organizzati su pianta rettan-
A sinistra, lingresso
principale e gli spazi
golare con affacci sui quattro lati, al piano
distributivi verso la sala rialzato di un immobile milanese degli anni
riunioni e la biblioteca Cinquanta con finiture comuni di pregio -
(foto a destra). Sopra,
la pianta dello studio
ingresso a doppia altezza, ampio giardino
legale. Il doppio ingresso centrale, porticato che conduce allingresso
favorisce la riservatezza - gli spazi erano angusti e privi di identit
richiesta dallattivit
professionale
ma con il pregio dellimmobile di rappre-
(foto Lucilla Malara). sentanza, della posizione appartata, delle

IOARCH_63 [ 53 ]
SPAZI DI LAVORO

Malara Associati - Lucilla Malara


Lo studio Malara Associati, con unesperienza
di oltre cinquantanni, opera a livello
interdisciplinare nello studio, programmazione,
sviluppo e realizzazione di iniziative e progetti
urbanistici e architettonici: edifici residenziali,
terziari, scolastici e commerciali, pubblici e
privati. La struttura operativa dello studio,
guidata dagli architetti Empio e Lucilla Malara
(nella foto), costituita da un team di architetti
ideativi e operativi e si avvale di progettisti
specializzati in diverse discipline. Lo studio
sviluppa progetti a piccola e grande scala,
dallinterior design alle ristrutturazioni, dalle
nuove costruzioni ai progetti darea, dal
restauro conservativo ai piani urbanistici.
Il team di architetti progetta spazi per il
benessere di chi li abita, realizza progetti
che si rapportano con il contesto urbano e,
attraverso competenze coordinate e articolate
di programmazione, controlla lesecuzione delle
opere in termini di risparmio di tempi e di costi.
www.malaraassociati.it

SCHEDA
Localit Milano
Anno di realizzazione 2015
Destinazione Uffici
Progetto Malara Associati - arch. Lucilla Malara
Direzione lavori Malara Associati - arch. Lucilla Malara
Collaboratori Malara Associati - arch. Maurizio Nigro
DL Impianto Elettrico Studio Tecnico dott. Ing. Luigi
DellOrto - P.I. Alessandro Fossati
DL Impianto Meccanico Studio Termotecnico Associato
Geom. Franco Ferrari
Sicurezza Studio di progettazione AD38
arch. Andrea Panozzo
Progetto Illuminotecnico Pollice illuminazione Srl
Marco Pollice
Superficie complessiva 340 mq

viste sul giardino interno e della quiete. fase di progetto esecutivo, evitando sorprese perimetrale realizzata su disegno e distribuiti
Le esigenze professionali e di relazione con la di varianti in corso dopera durante la secon- nei ribassamenti dei controsoffitti, che a loro
clientela richiedevano il ridisegno completo da fase della costruzione e della realizzazione volta modulano gli spazi dei diversi ambienti.
Dallalto in senso orario,
del layout; quelle funzionali riservatezza, di finiture e arredi su disegno. Grande attenzione stata posta al progetto
gli uffici dei soci, larea cablaggi, insonorizzazione la riqualifica- Le pareti sono state realizzate in cartongesso della luce, con lampade a sospensione e a in-
break di impronta quasi zione degli ambienti e infine quelle legate doppia lastra con interposto isolamento per casso dimmerabili e sfondati luminosi che
domestica, il corridoio
di distribuzione e di
al benessere lavorativo la creazione di spazi garantire linsonorizzazione degli ambien- nei corridoi ciechi simulano effetti di luce na-
archiviazione. Nella quasi domestici per momenti di pausa e di ti in modo pi performante. A pavimento turale, mentre nelle sale riunioni si optato
pagina a destra la condivisione del lavoro. Si per questo deciso stato scelto un vinilico di nuova generazio- per gole luminose e tagli di luce molto sottili
small meeting room.
Partizioni parzialmente
di affrontare la ristrutturazione, completata ne in stile legno rovere tendente al grigio, mascherati nei controsoffitti.
vetrate preservano la in 7 mesi, in due fasi: la demolizione ha messo con doghe di grande formato, le cui doti di Colori, luci e materiali, insieme al progetto
riservatezza favorendo a nudo le strutture, le murature perimetrali e assorbimento del calpestio contribuiscono degli spazi e degli arredi contribuiscono cos
tuttavia la luminosit
degli ambienti
gli impianti condominiali, in modo da effet- allinsonorizzazione degli ambienti. I cablag- a creare un ambiente visivo confortevole che
(foto Lucilla Malara). tuare un rilievo preciso prima di passare alla gi sono integrati sotto un mensola-davanzale induce una sensazione di benessere
[ 54 ] IOARCH_63
SPAZI DI LAVORO

SAINT-GOBAIN GYPROC ECO CONTRACT + ECO DESIGN


Sistemi a secco La passione che porta alleccellenza

Saint-Gobain Gyproc,
leader mondiale nel mercato
dei sistemi a secco,
ha fornito le soluzioni
costruttive Habito ActivAir:
pareti divisorie interne,
contropareti e controsoffitti,
dalle elevate prestazioni
di isolamento acustico,
resistenza meccanica e
finitura estetica. Le lastre
Habito sono sviluppate con Fondata nel 1926 a Borgosesia in Piemonte, la Comoletti una realt nazionale
la tecnologia ActivAir, e internazionale per la fornitura di pavimenti nel contract. Opera attivamente
in grado di assorbire e nel settore alberghiero, uffici, negozi, navale, yacht, ferroviario e locali publici di
neutralizzare fino all80% varia natura. Detiene lesclusiva di prestigiosi marchi e industrie produttrici di
della formaldeide contenuta pavimentazioni tessili, in legno, in ecolegno, in ceramica, resilienti e tessuti. La
nellaria degli ambienti Comoletti riuscita con successo ad imporsi sul mercato con i marchi ECO
interni, migliorando quindi CONTRACT ed ECO DESIGN, divenendone un riconosciuto punto di riferimento
lindoor air quality. I sistemi grazie alla passione, alla seriet e alla continua ricerca di prodotti sul panorama
realizzati, oltre alle lastre internazionale allinsegna di qualit, innovazione tecnologica, design e ambiente.
Habito ActivAir (anche Per lufficio dello studio legale di Via Turati, lavorando a stretto contatto con il
nella versione specifica progettista, lazienda ha fornito tutte le pavimentazioni.
per ambienti umidi Habito
Hydro ActivAir), prevedono ECO CONTRACT SRL ECO DESIGN SRL
le lastre Rigidur H, la Via Manin, 13 Via A. Omodeo, 2
SAINT-GOBAIN PPC ITALIA SPA 20121 Milano 25080 Polpenazze del Garda
struttura metallica Gyprofile
Via Ettore Romagnoli, 6 - 20146 Milano T. 02 20241682 T. 0365 676062
e lisolante in lana di vetro T. 02 611151 comoletti@ecocontract.it comoletti@ecodesign.name
Habito Sound. gyproc.italia@saint-gobain.com | www.gyproc.it www.ecocontract.it www.ecodesign.name

IOARCH_63 [ 55 ]
I LUOGHI DELLA PRODUZIONE

AMPLIAMENTO DELLA SEDE DI MAINA PANETTONI A FOSSANO

IL NASTRO ROSSO
DELLE FESTE
Segno architettonico e significato coincidono nel progetto di Gianni Arnaudo
che trasforma un edificio industriale in unicona del territorio

Grazia Gamberoni

[ 56 ] IOARCH_63
I LUOGHI DELLA PRODUZIONE

Gianni Arnaudo
Laureato in Architettura al Politecnico di Torino
nel 1971, inizia la sua lattivit professionale nello
Studio 65, fra il 1970 e il 1975. Appartengono a
quegli anni le prime espressioni di architettura
radicale e la collaborazione con Gufram con
la presentazione dei Multipli allEuroDomus
1972 (Capitello, Bocca, Attica, Babilonia), che
presto si affermeranno sul piano internazionale,
in mostre ed esposizioni come la storica Italy -
New Domestic Landscape del 1972 al MoMA di
New York. Molte le sue opere presenti in musei
di tutto il mondo e molte le aziende di design
con cui collabora, tra cui, oltre a Gufram, Slide,
Poltrona Frau, Fontana Arte, Bertolotto Porte.
Linteresse per il carattere sociale dellarchitettura
emerge in molti suoi progetti in Italia e allestero.
Nel settembre del 2012 stato presidente
del primo Festival dellArchitettura di Cannes.
Arnaudo docente al Laboratorio di Tecnologia
Ambientale presso la Facolt di Architettura del
Politecnico di Torino.
www.gianniarnaudo.com

L opera di Gianni Arnaudo, architet-


to, artista designer, da sempre la
manifestazione di un progetto criti-
co, a cominciare dai primi lavori di design
e architettura radicale creati con Studio 65,
di cui stato tra i principali protagonisti fra
il 1970 e il 1976 (con Audrito, Sampanioti e
Tartaglia). Se le opere singole e realizzate con
lo Studio 65 interpretavano, traducendola in
forme, la spinta evolutiva dalla contestazione
studentesca degli anni Settanta, le espressioni
dellarchitettura recente di Gianni Arnaudo
trattano (questo il termine usato dallarchi-
tetto) di argomenti vivi e attuali. N la forma
n la funzione determinano la progettualit
di Gianni Arnaudo, ma Il suo linguaggio ar-
chitettonico si fonda su un profondo interesse
per la ricerca, la sperimentazione e i rapporti
con il contesto sociale e territoriale.
Dellesperienza passata Arnaudo conserva
un indomito coraggio che gli permette i pi
arditi percorsi con quel piacere per la speri-
mentazione, non avulsa dal contesto reale ma
ogni volta in grado di imprimere un segno e
un cambio di passo.
In questambito va letto il progetto realizzato
per lazienda cuneese Maina Panettoni (a Ta-
gliata di Fossano) che prevedeva un amplia-
mento della superficie di 4.000 metri quadri
e un completo rinnovamento delledificio esi-
stente, parte di un pi ampio quadro di svilup-

IOARCH_63 [ 57 ]
I LUOGHI DELLA PRODUZIONE
La facciata a sud-est si completa con la vetrata
in alluminio che raggiunge la massima altezza
di 14 metri nella testata della hall di ingresso
e si estende sul prospetto nord del capanno-
ne esistente, nella parte adiacente allamplia-
mento. Nelle parti vetrate cieche, tra vetrata e
pannello in c.a. prefabbricato presente uno
strato di lana di roccia di spessore 100 mm per
aumentare lisolamento termico.
Allinterno, nella zona ingresso domina la
scala rossa elicoidale, formata da un cassone
metallico ad altezza costante, mentre ad altez-
za variabile sono i cosciali che bordano il cas-
sone. La scala diventa lelemento dominante
dello spazio e collega il primo piano a quota
5,76 al secondo piano a quota 9,60 m. Gli scali-
ni, in lamiera di 6 mm di spessore, sono saldati
alla struttura del cassone e rivestiti di gomma
per migliorare il comportamento acustico del
sistema. Il cielino sotto la scala un telo ter-
moteso fabbricato su misura delle dimensioni
e forma del locale.
Allesterno, a nord del fabbricato, si estende
per oltre 50 metri il muro rosso in c.a. di altez-
za variabile da 30 cm a 4 metri che riprende la
sinuosit della vela di facciata e mascherer il A sinistra, esterno
del lato nord, con il
futuro controllo accessi al fabbricato. muro rosso in c.a. e
Antistante il muro, uno specchio dacqua ri- lo specchio dacqua
crea la porzione vetrata del fabbricato princi- che riflette la parete
vetrata. A destra, la
pale, cos come landamento del muro ripren- grande scala elicoidale,
de le sinuosit della vela di facciata. A 10 cm elemento dominante
oltre il pelo dellacqua una variazione nello dello spazio interno.
Sotto, pianta e
spessore del muro rosso crea uno scuretto per prospetto delledificio.
lalloggiamento di una striscia di led (foto Gianni Fusaro).

po varato in coincidenza con i 50 anni di vita compagnata da lampade da soffitto Pandoro, a


dellazienda. forma di panettone, come gli sgabelli disegnati
I lavori, durati un anno e mezzo, prevedevano per loccasione da Arnaudo, in uno spazio ar-
tra gli interventi principali la realizzazione di redato con le poltrone Kalla e i tavolini Fizzz,
un nuovo laboratorio per analisi chimiche, fi- sempre di Arnaudo per Slide.
siche e sensoriali su materie prime e prodotto La struttura in pannelli prefabbricati in c.a.
finito, la nuova area degli uffici amministrativi come i rivestimenti esterni, che nella faccia-
e il nuovo punto vendita aziendale. ta di sud-est sono tinteggiati di colore rosso
Ecco che prende vita lidea di Gianni Arnaudo Maina. Rossa anche la veletta a sporgenza
di avvolgere in un grande nastro rosso, come variabile che da leffetto di un nastro girando
quelli che si utilizzano per confezionare i dolci e terminando nella sottile copertura sopra la
da ricorrenza, tutto il fronte del vecchio stabi- vetrata, realizzata in moduli pre-assemblati di
limento che si affaccia sulla Statale 231. un lunghezza di circa 7,7 metri e montati in opera
forte segno architettonico pop, impronta in- tra mensole metalliche sporgenti dai pilastri.
confondibile delle sue opere e che qui si ripre- Scossaline metalliche bordano linvolucro e
senta nella hall, dove la scala ellittica viene ac- raccordano la struttura metallica a quella in c.a.

[ 58 ] IOARCH_63
I LUOGHI DELLA PRODUZIONE

FREA & FREA


Lavorazioni in alluminio

Limpegno costante, la dinamicit, la volont e lesperienza di oltre


35 anni di presenza nel settore fanno si che la Frea & Frea in questi
anni sia cresciuta fino a potersi proporre come azienda specializzata
nella progettazione e costruzione di serramenti in alluminio, facciate
continue tradizionali e a cellule, rivestimenti metallici, carpenteria
metallica e acciaio inox.
La facciata a vetro, il rivestimento in alluminio composito, la scala
elicoidale, le passerelle in carpenteria presenti nel progetto Maina
sono state realizzate interamente allinterno della propria struttura
e rispecchiano la reale attivit della Frea & Frea.

FREA & FREA SRL


Localit Baroli, 5
12040 Baldissero DAlba CN
T. 0172 410313
info@frea.it | www.frea.it

IOARCH_63 [ 59 ]
I LUOGHI DELLA PRODUZIONE

IRONIA E SGUARDO ZOOM


Al centro del lavoro di Arnaudo lidea che design e architettura siano linterpretazione
plastica di una visione critica delle evoluzioni della societ contemporanea nel tempo

Secondo Gianni Arnaudo, mentre un poe- rio, la fabbrica dei panettoni Maina una tavoli/sgabelli doro, e dalle poltrone realiz-
ta si esprime con i versi, larchitetto delinea positiva reazione alla necessit di cercare zate con una finitura lucidissima, in un ros-
Il muro rosso in c.a., il proprio linguaggio con forme e volumi punti di unione tra mondi opposti, Oriente so che le rende quasi golose.
prosegue idealmente
nella grande scala che leggibili in modo immediato, emotivamente e Occidente, espressa con la fraseologia del Si tratta non solo di un gioco con le parole
si svolge nello spazio coinvolgente anche per codici culturali ap- linguaggio pop: lo sguardo zoom e lironia. e di un riferimento ai segni noti di Gianni
interno, quasi un parentemente lontani, ma uniti dalla ricer- Un segno forte e unico, un grande nastro Arnaudo, ma del risultato dellimpegno in-
leggero nastro rosso
che richiama il senso ca della gioia e della positivit e dal conte- rosso, che dallesterno penetra nelledificio faticabile per un dialogo sempre diverso e
della festa e insieme la nuto etico e profondo, soprattutto in questo avvolgendosi in una scala aerea e scultorea, mai banale tra architettura e realt.
grazia dei movimenti di particolare momento storico. per poi uscirne e riflettersi nella superficie
danzatrici dellestremo
Oriente (foto Gianni Larchitettura non una via di fuga dalla real- specchiante di un piccolo lago. Nonostante
Fusaro). t o linterpretazione del mito. Al contra- le dimensioni considerevoli dellopera, non SCHEDA
vi nulla di greve o monumentale in que- Localit Fossano, Cuneo
sta costruzione, unarchitettura emozionale Anno di realizzazione 2015
perch trasmette immediatamente, attra- Committente Maina Panettoni
verso i suoi simboli, il senso della festa, gio-
Progetto architettonico e direzione artistica
cando sul senso di leggerezza del movimento arch. Gianni Arnaudo
di questo lucido nastro di un colore che al Progetto strutturale ing. Marcello Durbano
mondo occidentale e a quello orientale sug-
Progetto VV.FF/sicurezza ing: Mauro Fruttero
geriscono momenti di gioia, di buon augurio
Progetto imp. elettrico Sergio Degiovanni
e di condivisione.
Progetto imp. idrosanitario EQ Ingegneria
Soffermandosi in particolare sulla grande
Progetto imp. termico EQ Ingegneria
scala elicoidale, ardito il riferimento di Ar-
naudo: lo svolgersi nello spazio di questo Impresa di costruzione Zumaglini&Gallina-Torino
nastro rosso richiama la grazia dei movi- Facciate e carpenteria Frea&Frea Srl
menti di danzatrici dellestremo Oriente ed Sistemi di facciata Schco
sottolineata da unironica spirale di lumi- Superficie costruita 4.000 mq
nosi pandori bianchi, che diventano anche Investimento 6 milioni di euro

[ 60 ] IOARCH_63
elements
climatizzazione

Soluzioni e strategie per la qualit degli edifici


Dalla macchina per abitare alledificio-macchina. Secondo il
Cresme in Italia il valore dellimpiantistica nel 2015 pari al
34% dellinvestimento complessivo in costruzioni, quindi circa
46 miliardi di euro.
Un dato che sottolinea limportanza di una progettazione
integrata, mirata alla qualit abitativa e al valore immobiliare
degli edifici mediante la convergenza di strategie attive
gli impianti, dalla produzione di energia alla climatizzazione
e ventilazione e passive per il risparmio energetico, sia
nelle nuove costruzioni, sia nei progetti di riqualificazione
del patrimonio esistente, che oggi costituiscono la quota pi
ampia di interventi. Le tendenze emerse dalla recente Mostra
Convegno Expocomfort sono chiare: integrazione
di pi fonti energetiche, soluzioni di accumulo, tecnologie
digitali di controllo puntuale, ma anche la trasformazione di
sistemi tecnici come caldaie e controller in elementi di design
belli da vedere.
Questo numero di Elements segnala alcune delle proposte
di maggiore interesse.

Infografiche realizzate da EC Communication on Heating and Cooling. ec.europa.eu/energy

IOARCH_63 [ 61 ]
elements_climatizzazione

ALBERGHI
P rogettare oggi un albergo un eserci-
zio altamente complesso.
Un hotel contemporaneo, specie se di grande
pati armonicamente tra loro, ma soprattutto
sul tracciato di uno studio preventivo relativo
alle funzioni legate alla climatizzazione inter-

MARCO dimensione, contiene ogni possibile tipologia


di spazio abitativo: camere e suite private, re-
na, alle tipologie di impianti, al loro dimensio-
namento e posizionamento allinterno della

PIVA
ception, hall, ristoranti, bar, negozi, spazi per struttura architettonica che inducono a scelte
meeting e congressi, spa, piscine, fitness, uf- oculate in merito alla tecnologia costruttiva e
fici, cucine, ambienti di lavoro per lo staff, e alla scelta dei materiali costruttivi e di finitura.
molto altro ancora, come ad esempio nellulti- Larchitetto deve contribuire alla costituzione
MARCO PIVA ARCHITETTI mo mio progetto: lExcelsior Hotel Gallia della di una relazione stretta di interscambio con-
Luxury Collection di Starwood che si estende tinuo di informazione con il team di ingegneri
su ben 32.000 metri quadrati tra edifici storici strutturisti e dellarea Mep al fine di far s che
e moderni. i sistemi tutti funzionino in armonia, riducendo
La macchina molto articolata, ogni luogo al massimo i consumi.
ha le sue esigenze specifiche: una struttura di rilevanza strategica, allatto di avvio di un
alberghiera, se mal progettata, oltre ad offri- progetto, stabilire i parametri di efficienza che
re un ambiente privo di adeguato confort per si vogliono raggiungere per definire i probabi-
ospiti e staff, potrebbe divenire una divoratrice li consumi e se possibile, una volta realizzata
di energia. lopera, il raggiungimento di target energetici
Per questo motivo ritengo fondamentale che il di sostenibilit economica ed ambientale, an-
progetto dellarchitettura e conseguentemente che certificabili a livello internazionale come
anche quello dellinterior design siano svilup- Leed o Breeam.

UFFICI
Q uando progettiamo la climatizzazione
degli uffici dobbiamo sempre ragionare
sul concetto edificio-impianto passando dalle
soluzioni tecnologiche adottate devono potersi
adattare alle esigenze in fieri degli utilizzatori.
Ecco perch ci preoccupiamo di progettare

ROBERTO macro situazioni involucro, impianti di


produzione alle soluzioni puntuali presenti
in maniera modulare seguendo le eventuali
griglie di pianificazione e le potenziali chiusure/

CEREDA nellarea operativa.


Lobiettivo di arrivare a progettare un edificio
che sia realmente future proof non solo in
aperture degli uffici e degli spazi.
Questo approccio infatti consentir di poter
installare nelledificio le varie soluzioni (siano
termini di efficienza impiantistica ma anche esse quelle pi tradizionali, come i fan coils,
LOMBARDINI 22 di efficacia per lutilizzatore. Il nostro progetto o quelle pi innovative come i sistemi a bassa
deve cio garantire a chi vive nelledificio: temperatura con travi fredde o soffitti radianti)
controllo, comfort e flessibilit. senza che questi cambiamenti implichino
La vera sfida per chi progetta uffici quella modifiche agli impianti stessi.
di mettere a disposizione degli utenti Questa, tra laltro, una caratteristica molto
spazi confortevoli e almeno parzialmente apprezzata dai developer, che possono cos
controllabili nelle loro funzioni, senza per consegnare ai tenant un edificio future proof,
che questi due aspetti vadano a inficiare come nel caso di Segreen Business Park.
lefficienza globale del sistema edificio, nel E anche molto apprezzata dal tenant, che potr
suo aspetto economico e impiantistico. implementare i layout e le suddivisioni degli
Un buon progetto impiantistico si riconosce spazi senza preoccuparsi di dover eseguire
anche dalla flessibilit che raggiunge. Le modifiche sostanziali sugli impianti.

RESIDENZE
L a progettazione e la realizzazione
di edifici residenziali contemporanei
prevede con sempre maggior frequenza
e la semplificazione delle tecnologie e delle
loro modalit di applicazione, favorendo una
crescente accessibilit e un pi facile approccio

ALESSANDRO innovazioni e stili di comfort mutuati da


altri ambiti dellabitare, come le strutture
anche dal punto di vista economico; ad esempio
oggi possibile prevedere la climatizzazione

FINOZZI dellospitalit e il terziario. Innovazioni e stili gi


da tempo appannaggio degli ambiti residenziali
di pregio vanno via via diffondendosi, magari
degli ambienti attraverso pannelli a pavimento
o a soffitto anche in residenze non esclusive e
questo, legato alla qualit degli involucri e delle
semplificati o solo in forma di predisposizione, finestrature, fa s che le necessit energetiche
CAPUTO PARTNERSHIP anche in altre fasce di riferimento quale siano controllate e sensibilmente contenute.
INTERNATIONAL risposta a un sempre pi diffuso bisogno di La domotica consente ormai di controllare e
qualit e di comfort. calibrare con un altissimo livello di precisione
La domanda sempre pi informata e le performance delledificio anche in termini di
consapevole rispetto alle tematiche proprie flessibilit riferita alla singolarit delle utenze e
dellabitare sia in termini di estetica sia di garantisce con altrettanta capillarit il controllo
qualit, sostiene la parallela crescita di livello delle necessit energetiche espresse nel loro
dellofferta. Offerta influenzata da due driver: insieme da una macchina cos sofisticata e
la crescita culturale rispetto ai temi della complessa.
sostenibilit e levoluzione tecnologica con lo Questo equilibrio conduce di fatto ad
sviluppo della domotica. ambienti pi salubri, con un comfort abitativo
Strettamente connessi tra loro, questi due sensibilmente migliore e un ottimale controllo
aspetti hanno permesso la moltiplicazione delle risorse energetiche necessarie.

[ 62 ] IOARCH_63
elements_climatizzazione

POMPA DI CALORE EW-HT


ECODAN MULTI EW-HT la rivoluzionaria pompa
Semplice e silenziosa tecnologia creata di calore ad acqua di Climaveneta
da Mitshubishi Electric che soddisfa i che, grazie alla produzione di
fabbisogni di riscaldamento ad acqua per acqua calda sanitaria ad altissima
alimentare pannelli radianti e radiatori, temperatura, semplifica gli impianti
produzione e stoccaggio di acqua calda pi complessi, aumentandone
sanitaria, riscaldamento e climatizzazione lefficienza. EW-HT infatti sfrutta
estiva degli edifici moderni. costituito lacqua a media temperatura come
da ununit esterna miniVRF, condotti sorgente per produrre acqua
refrigeranti, modulo idronico tipo Hydrobox calda a 78C, proponendosi come
o Hydrotank e varie unit interne a alternativa ai tradizionali bruciatori
espansione diretta. Il sistema pu essere e caldaie a gas.
gestito da remoto tramite app.
www.climaveneta.com
www.mitsubishielectric.it

UNIT INTERNE
A CASSETTA 360
Rivoluzionario il nuovo
VITALO condizionatore proposto
Gli scaldasalviette ispirati alla natura di da Samsung Electronics:
Zehnder, disponibili in unampia gamma sprovvisto delle classiche
di colori, possiedono una innovativa alette distributrici, permette
tecnologia che garantisce unelevata una distribuzione del flusso
efficienza energetica. Sono dotati di un omnidirezionale, riducendo
comando che consente la programmazione al minimo le perdite nel
giornaliera e settimanale e di un timer che flusso daria e portando a un
permette laccensione e lo spegnimento in raffrescamento degli ambienti
base al fabbisogno. uniforme e pi veloce.

www.zehnder.it www.samsung.com

ANDROID
E ANDROID IQ
LEGGERI COME ORIGAMI
I RADIATORI DISEGNATI DA
LIBESKIND PER ANTRAX IT
Non un semplice radiatore ma una vera e propria
scultura con la quale valorizzare gli ambienti
della propria casa, di un ufficio, di un albergo.
Dinamiche sfaccettature geometriche che
ricordano un origami giapponese creano giochi
di ombre che valorizzano gli ambienti. Disegnato
da Daniel Libeskind anche nel concept,
Android di Antrax anche attento ai temi della
sostenibilit: realizzato in materiale riciclabile
e sfrutta un circuito a ridotto impiego di acqua
che riduce i tempi dellentrata a regime, con un
notevole risparmio energetico. Ad alta efficienza
termica e disponibile in oltre 200 varianti di
colore, Android installabile sia in orizzontale
sia in verticale; pu essere dotato di un apposito
maniglione porta salviette in acciaio che
accompagna lo stile del radiatore e ne accentua
la forza espressiva.
Android IQ la versione pi evoluta del
modello standard, composta da un profilato
tagliato trasversalmente che ne esalta laudacia
progettuale.

ANTRAX IT SRL
T. 0423 7174
www.antrax.it

IOARCH_63 [ 63 ]
elements_climatizzazione

ELFOPACK
LA NUOVA POMPA DI CALORE DI CLIVET

ElfoPack ununit multifunzionale in pompa di calore rinnovabile e per la riduzione dei consumi energetici
per impianti autonomi che soddisfa le esigenze di primari, ElfoPack una soluzione adatta ad abitazioni
riscaldamento, raffreddamento, deumidificazione, monofamiliari e condomini a fabbisogno nearly-zero
produzione di acqua calda sanitaria, ventilazione (Nzeb), di cui migliora la classe energetica.
meccanica controllata con recupero termodinamico e ElfoPack stato selezionato dal comitato scientifico
filtrazione elettronica con efficienza superiore al 99,9%. di Next Energy per lesposizione Oltre la classe A del
Elevata efficienza stagionale che porta alla diminuzione Percorso Efficienza e Innovazione di MCE.
delle emissioni inquinanti e di CO2 nei centri urbani
caratterizza il sistema: durante lestate la produzione di
acqua calda sanitaria gratuita e in particolari condizioni
ambientali il raffreddamento non prevede costi (free- CLIVET SPA
cooling). Per il mantenimento del comfort negli ambienti T. 0439 3131
utilizza i condotti della ventilazione meccanica controllata. info@clivet.it
Per le sue caratteristiche, per lelevato utilizzo di energia www.clivet.com

LOEX HOME X14-X17


il sistema di riscaldamento/raffrescamento
radiante a pavimento progettato da Loex
che coniuga risparmio energetico con costi
di gestione e installazione ridotti.
composto da una rete metallica dotata
di piedino rialzato che, insieme alle clip
di fissaggio, garantisce la corretta posa
delle tubazioni, evitando punti di contatto
con lisolamento. La tubazione in questo
modo avvolta completamente dal massetto
per una maggiore superficie di scambio.

www.loex.it

TECEFLOOR ETHEREA Z/XZ


il nuovo sistema di riscaldamento a I nuovi modelli per il residenziale
pannelli radianti a bassa temperatura di Panasonic sono dotati di
di Tece, realizzato grazie alla sensori intelligenti Econavi, si
circolazione indotta dellacqua in avvalgono dellinnovativo sistema di
tubi posti sotto pavimento, parete purificazione dellaria Nanoe e del
o soffitto. Adatto a riscaldare gas refrigerante R32. Assicurano
ogni tipo di ambiente, consente il unelevata efficienza (classe A+++)
mantenimento di una temperatura ottimo comfort, sono silenziosi:
equilibrata e comfort ambientale solo19 dB(A) e garantiscono un
ed adatto anche per impianti di ambiente sano grazie al filtro
raffrescamento. antiparticolato, oltre ad essere
caratterizzati da un piacevole design.
www.tece.it
www.aircon.panasonic.eu

[ 64 ] IOARCH_63
elements_climatizzazione

SISTEMA NOW
POWERWALL Abbinabile a qualsiasi tipo di
Dalla casa automobilistica californiana caldaia, un sistema intelligente
arriva una batteria riciclabile che, collegata di regolazione degli impianti di
a pannelli fotovoltaici, accumula lenergia riscaldamento creato da Irsap che
prodotta durante la giornata e la conserva, apprende le nostre abitudini e si
permettendo allutente di utilizzare energia adatta fornendo sempre il clima
rinnovabile anche nei momenti di scarsa ideale per il nostro modo di vivere
o nulla produzione. Powerwall in grado la casa, consentendo risparmi
di rispondere alle esigenze energetiche di energetici fino al 42% rispetto
unabitazione tradizionale e pu essere agli apparati tradizionali. Gestibile
collocata in qualsiasi ambiente domestico anche fuori casa grazie allapp
grazie al design elegante e sobrio. che consente il pieno controllo del
comfort dellabitazione.
www.teslamotors.com/energy
www.irsap.it

DANFOSS LINK
La app Danfoss LinkTM comunica con MIRAI
la CC Danfoss LinkTM, la centralina che
Il climatizzatore a parete a basso impatto ambientale di Toshiba,
regola in modalit wireless i termostati
adatto principalmente alle applicazioni residenziali, il primo
per radiatore living Connect di Danfoss
prodotto Toshiba concepito per il mercato europeo funzionante con
permettendo di controllare limpianto di
il refrigerante R32 a basso potenziale di riscaldamento ambientale
riscaldamento domestico da qualsiasi
(GWP). Mirai disponibile in cinque diverse taglie da 5 a 16 KW fino
luogo e in qualsiasi momento.
alla classe energetica A++ in freddo e A+ in caldo.
www.danfoss.it www.toshibaclima.it

OSA
LA CALDAIA DI DESIGN DI UNICAL

Osa la prima caldaia murale a gas che esce dagli


spazi angusti dei ripostigli ed entra a far parte
dellarredamento della casa grazie al suo design
pulito, in forme coerenti con la funzione. Il frontale
pu essere scelto tra varie soluzioni cromatiche
e diventare addirittura lavagna. Elevati gli aspetti
tecnologici e prestazionali: il controller soft-touch
U-fly e lapplicazione U-fly app permettono il controllo
in remoto della caldaia e dellemissione del calore,
portando alla diminuzione dei consumi e alla riduzione
delle emissioni. Porta la firma di Art-U, il design studio
di Unical.
Il modello Slim di soli 18 cm di spessore in classe
energetica A+, il livello pi alto al momento per la
categoria, ottenuto da pochissime altre caldaie.

UNICAL AG SPA
T. 0523 822541
servizioclienti@unicalag.it
www.unicalag.it

IOARCH_63 [ 65 ]
DESIGNCAF

I MELI SELVATICI DEL TIEN SHAN


DAL 12 AL 15 MAGGIO 2016 LA CITT DI TREVISO SAR IL PALCOSCENICO DEGLI EVENTI DEDICATI
ALLA XXVII EDIZIONE DEL PREMIO INTERNAZIONALE CARLO SCARPA PER IL GIARDINO

Per ledizione 2016 del Premio, la Kazakistan, dove la presenza di e sabato 14 maggio che prevedono
campagna di studio e di cura rivolta questi alberi talmente diffusa da linaugurazione di unesposizione, un Un esemplare di Malus
sieversii, di et superiore
a un luogo particolarmente denso aver dato il nome allantica capitale seminario pubblico e la pubblicazione ai cinquantanni, sulla
di valori di natura, memoria e del paese Almaty (luogo delle mele). di un dossier dedicati al tema. Presso steppa arida nella
invenzione, promossa e organizzata La campagna di attenzioni del Premio il teatro comunale della citt avr regione di Aksu Jabagli,
Talasky, Tien Shan,
ogni anno dal 1990 dalla Fondazione Carlo Scarpa 2016 ha avuto inizio a luogo la cerimonia di consegna del Kazakistan sud-
Benetton Studi Ricerche, sono state Milano il 17 marzo con la conferenza sigillo disegnato da Carlo Scarpa ai occidentale.
(foto Catherine Peix-
prese in considerazione le foreste stampa e proseguir a Treviso, nella responsabili del luogo. associazione alma;
dei meli selvatici, Malus sieversii, sede della Fondazione Benetton, La manifestazione proseguir nel Fondazione Benetton
Studi Ricerche-Premio
lungo il versante settentrionale della con la presentazione del 12 maggio corso dellanno con altre iniziative, Internazionale Carlo Scarpa
catena montuosa delTien Shan, in e le giornate pubbliche di venerd 13 anche a carattere internazionale. per il Giardino)

LE 101 STORIE DI ZANOTTA 50 ANNI DI B&B ITALIA


Il volume presenta una selezione di 101 Realizzato in occasione del
prodotti tra i 550 entrati in produzione cinquantesimo anniversario
in oltre sessantanni dattivit che ci dellazienda fondata da Piero
permette di ripercorrere la storia di Ambrogio Busnelli, ne racconta
Zanotta, lazienda nata nel 1954 per passato e presente, mettendo in luce
iniziativa di Aurelio Zanotta. Il volume, lazione imprenditoriale protesa verso
organizzato come un dizionario, mette in il futuro e le tematiche del disegno
luce la capacit del fondatore di registrare industriale per larredamento. Una
in presa diretta il proprio tempo, senza storia raccontata attraverso i progetti
piegarsi alle richieste pi banali, di e i prodotti di architetti e designer
rileggere capolavori e tipologie classiche internazionali sviluppati a partire
e di accorgersi dei nuovi linguaggi dal 1966. Suddiviso in quattro
che stavano nascendo. Il divano senza capitoli: Cera una volta in Italia
imbottitura Throw-away, la poltrona e c ancora, Oggetti dAffezione,
Design: 101 storie Zanotta gonfiabile Blow, lo sgabello Mezzadro, il La lunga vita del design in Italia. Macchine del Tempo e What
A cura di Beppe Finessi tavolino Arabesco, la serie dei Servi e il B&B Italia 50 anni You See Is What You Get, ospita
Editore Silvana Editoriale A cura di Stefano Casciani
416 pp euro 30 | edizione Ita/Eng tavolino Cumano sono solo alcuni degli Editore Skira contributi di Renzo Piano, Ferruccio
ISBN/EAN 978-88-3663-121-6 oggetti raccontati. 360 pp euro 65 | edizione Ita/Eng De Bortoli e Deyan Sudjic.

[ 66 ] IOARCH_63
FONT Srl - illustrazione di Jochen Schittkowski / Germany

Il pavimento
incontra il progetto
Pavimenti tecnici vinilici e in PVC di ultima generazione
in legno prefinito, in laminato, in gomma, linoleum e
moquettes. Soluzioni specifiche per pavimenti ad uso
residenziale, sportivo, industriale, per la nautica, per il
settore scolastico, ospedaliero e contract.
virag.com
evolution-virag.com