Sei sulla pagina 1di 52

Anno 5 - n 38 - Ottobre 2011 - euro 4,50

costruzioni e impianti

dietro
il vetro
forma comfort prestazioni

Lab ecoquartieri / Ambiente costruito H-Building a Lambrate


/ la scuola nella banlieu / Focus Holcim Awards / la lezione
di Nervi / Stile libero una villa urbana / lusso a Gardone

Font srl via Siusi 20/a


20132 Milano
Sped. in abb. postale
45% D.L. 353/2003
(conv. in .27.02.2004
n.46) Art. 1, Comma1
DCB Milano
10

19
17
44
inquestonumero
Questo numero di IOArch Costruzioni e Impianti, il primo della
nuova serie, si occupa di vetro, uno dei materiali dellarchitettura
contemporanea. La sua rigidit fisica passa ormai in secondo
piano rispetto alla flessibilit progettuale data dalle soluzioni
offerte dal mercato. Parliamo poi di territorio e delluso che se
ne pu fare per progettare nuove forme di socialit, integrando
spazi privati e spazi collettivi, verde e costruito, pieni e vuoti.
Una scuola pu contribuire a trasformare un ambiente
urbano degradato? Si, nel progetto di Dominque Coulon a
La Courneuve, nei dintorni di Parigi. Mentre a Gardone un
committente illuminato chiama a convegno quattro archistar

28
per valorizzare la bellezza del paesaggio con uno sviluppo
immobiliare di nuova concezione.

23
5 Hi-TECH, Hi-GrEEn 28 sCuola josEpHinE bakEr
Studio Lisciandra, H-Building Dominique Coulon

10 TrasparEnzE E GioCHi 32 palaTino a Torino


Di luCE Massimiliano Fuksas Architetto
Piuarch, sede Dolce&Gabbana e AI Engineering

12 DiETro il vETro 35 sE TElEFonanDo


Vico Magistretti, una mostra
17 ECoquarTiEri 36 Dai CoMponEnTi alla sEDia
Il D_Lab di Donati
21 rus in urbE
Giovanni Sala e Alessandro Belgiojoso
39 piEna luCE in prospETTiva
princic&partners architects
23 Capanna MonTE rosa
Bearth & Deplazes Architekten
42 arCHiTETTura CoME sFiDa
Pier Luigi Nervi, una mostra
26 HolCiM awarDs
Europe & Africa-Middle East 44 prEsTiGio FirMaTo
Archistar a Gardone

Direttore responsabile Contributi Editore abbonamenti


Sonia Politi Nadia Rossi, Mara Corradi, Font srl, via Siusi 20/a tel. 02 2847274 - fax 02 45474060
ioarch Costruzioni e impianti n. 38

Andros Atzeni, Mirko Noris, 20132 Milano abbonamenti@ioarch.it


Comitato di direzione Michele Roda, Marco Penati tel. 02 2847274 - fax 02 45474060
Myriam De Cesco, Carlo Ezechieli, redazione@ioarch.it - www.ioarch.it Prezzo di copertina euro 4,50
Antonio Morlacchi Grafica e impaginazione arretrati euro 9,00. Abbonamento annuale
Roberta Basaglia pubblicit (10 numeri) euro 30,00; estero euro 60,00.
Comitato Tecnico Virginia Gambino Versamento su c.c.p. 64538911 intestato a Font Srl
Michele Caterino, Eric Ezechieli, Fotolito e stampa tel. 02 39260098 - mob. 340 1761951
Walter Marabelli, Guido Pesaro Pinelli Printing, Milano virginia@vgambinoeditore.it Reg. Tribunale di Milano n. 822 del 23/12/2004.

Sped. in abb. postale 45% D.L. 353/2003


Diritti di riproduzione riservati. La responsabilit degli articoli firmati degli autori. Materiali inviati alla redazione (conv. in L. 27.02.2004 n.46) art. 1, comma 1,
salvo diversi accordi, non verranno restituiti. DCB Milano
news/ProDottI/MAtErIALI/FIErE ioarch Costruzioni e impianti [ n. 38/2011]

DisinquinanTE
la nuova MEMbrana pEr CopErTura nox-aCTiv Di iCopal

Realizzata con microgranuli di Mono o Doppio-strato, applicabile


biossido di titanio (TiO2), questa su qualsiasi supporto: legno, cemento,
copertura funge da fotocatalizzatore metallo e isolante termico e in ogni
e attiva un processo che ricorda ambito, residenziale, industriale,
quello della fotosintesi clorofilliana: scolastico e ospedaliero.
favorisce la rapida trasformazione NOx-Activ svolge la sua attivit
degli ossidi di azoto in nitrati, sostanze disinquinante in modo permanente e
pi facilmente degradabili e innocue non necessita di trattamenti speciali
che poi verranno eliminate per alla fine del suo ciclo di vita. Ha
dilavamento dalle acque piovane. ottenuto la certificazione HQE (Haute
NOx-Activ realizzata in bitume Qualit Environnementale) per il
elastomerico SBS, ha elevate propriet ciclo n.1 relativo al Tema dellEco-
elastiche e adesive, si pu allungare costruzione, per il ciclo n.2 relativo
fino a 1000 volte e la sua applicazione al Tema dellEco-costruzione: scelta
richiede una quantit di calore limitata integrata dei prodotti, sistemi e
per la saldatura. Inoltre, lelevata procedimenti di costruzione e per
aderenza della graniglia minerale al il ciclo n.13 sul Tema della salute e
compound bituminoso evita problemi della qualit dellaria. Costi tra i 18
dintasamento degli scarichi pluviali (monostrato) e 24 euro/mq
per perdita di materiale. (doppio strato). per informazioni pi dettagliate
www.icopal.it

il ConTrosoFFiTTo la TEGola
FoTovolTaiCa
24 ConGrEsso
MonDialE Di
a sisTEMa inTEGraTo proTEGGE E proDuCE EnErGia arCHiTETTura
arMsTronG + alDEs + pHilips facile da installare, si
integra perfettamente con le
Dalla collaborazione tra ventilazione e illuminazione tegole tradizionali e produce
Armstrong, Aldes e Philips ottimizzando e semplificando il elettricit per ledificio, la
nasce il nuovo controsoffitto lavoro sia in fase progettuale, sia nuova tegola fotovoltaica C21 di
Armstrong Tech Zone, che in cantiere, poich gli impianti Solarcentury con celle in silicio
integra isolamento acustico, inclusi e predisposti si collegano monocristallino, che si inserisce
sistema antincendio, facilmente. www.amstrong.it Oltre le catastrofi, attraverso
con i tradizionali listelli. la solidariet, verso la
Una C21 sostituisce in larghezza sostenibilit: questo il
4 tegole tradizionali. tema di Design 2050, al
Le tegole fotovoltaiche C21 sono centro del congresso UIA
state scelte da Enel.si, il pi di Tokyo, declinato in tre
grande network di installatori categorie: Ambiente, Scambi
fotovoltaici in Italia sviluppato Culturali e Vita. I lavori si
da Enel Green Power. sono aperti con lintervento
di Christo, il celebre artista
statunitense ispiratore della
Land Art. Nei successivi
convegni keynotes e speech
di importanti protagonisti
della scena mondiale come
Christoph Ingenhoven,
Tadao Ando, Kazuyo
Sejima e Ryue Nishizawa
MaxiMo risparMio
visita il sito
studio Sanaa, Kengo Kuma,
Fumihiko Maki, David
www.solarcentury.it Adjaye, Vladimr lapeta.
Fa risparmiare il 25%
della manodopera la
nuova cassaforma a telaio
per pareti Maximo di
Peri, grazie al tirante MX,
posizionabile da un solo
una sErra FoTovolTaiCa FirMaTa EDF
lato e da parte di un solo Anche il settore agricolo pu trovare nella
addetto. Inoltre riduce al microgenerazione soluzioni per abbassare i
minimo le imperfezioni costi e rispettare lambiente. Edf Enr Solare
della finitura superficiale ha installato una centrale da 1 MWp su una
del calcestruzzo grazie ad grande serra agricola a Merlino, nel lodigiano.
un reticolo ordinato dei La copertura fotovoltaica integrata: i moduli
segni della riquadratura e costituiscono il tetto esposto a sud. Sono moduli
dei fori lasciati dai tiranti senza cornice, semi trasparenti; la distanza tra
di collegamento. le celle consente unintegrazione ottimale con
la serra ed evita lombreggiamento, condizione
per informazioni pi dettagliate www.peri.it indispensabile per questa attivit.
www.edf-enr-solare.com

[3]
ioarch Costruzioni e impianti [ n. 38/2011]

luce vetro lavoro

Hi-TECH
Hi-GrEEn
Di Antonio Morlacchi

milano lambrate. riqualificazione urbana


e ambientale nellh-building firmato
dallo studio lisciandra

HBuilding, articolato su 5 piani per un totale di 10.000 mq con


destinazione uffici, il pi recente progetto edilizio realizzato
dallo studio di Gaetano Lisciandra. Il progetto si sviluppa in zona
Lambrate, a Milano, unarea fortemente caratterizzata dal tessuto
urbanistico industriale del Novecento.

[5]
[ n. 38/2011] ioarch Costruzioni e impianti

ecoquartieri

la CulTura EMErGEnTE

Si tratta di un edificio che, pur comunicando Il progetto risponde alle richieste della committenza
immediatamente il carattere innovativo internazionale in termini di impatto ambientale e di presenza
delle soluzioni e dei sistemi che contiene, di zone di aggregazione per i dipendenti
dialoga con gli edifici confinanti e con
landamento della strada, anche per di raggiungere la quota sopraelevata degli stato progettato tenendo in considerazione
adempiere alle direttive della Commissione ingressi, grandi aiuole fiorite di camelie i parametri delledilizia sostenibile per
edilizia comunale che impongono di proteggeranno la privacy di chi lavora ottenere la certificazione Leed. Sulla base
ricostruire la cortina edilizia su strada allinterno. E tutta la parte laterale e dei criteri di valutazione energetica della
al fine di rinnovare i fronti stradali. Per posteriore, sistemata a verde, accoglier Regione Lombardia H-Building rientra in
questo lo studio Lisciandra ha previsto una arbusti e piccoli alberi, un prato fiorito e aree classe B.
H-Building grande corte di ingresso aperta, due corpi di sosta ombreggiate. Grazie allimpiego Le principali caratteristiche di sostenibilit
in alto, la grande rettangolari e una nonparete di vetro a massiccio di superfici vetrate, il progetto ambientale del progetto sono:
corte aperta di favorire la permeabilit tra spazio pubblico e risponde adeguatamente alle richieste Orientamento e forma del complesso per
ingresso, due corpi
rettangolari e una privato, in un continuo gioco di trasparenze, della committenza internazionale, che ha migliorare le caratteristiche tecniche
nonparete di vetro di aria e di luce. raccomandato particolare attenzione anche Finitura di alta qualit con materiali a
a favorire la Quattro magnolie da fiore disposte in filare, allimpatto ambientale e alla presenza di zone basse emissioni per gli open space
permeabilit tra
spazio pubblico a sottolineare lallineamento stradale. A di aggregazione per i dipendenti. Sul piano Tecnologia di alto livello per migliorare il
e privato. lato della gradinata esterna, che consente delle prestazioni energetiche, H-Building risparmio energetico

[6]
ioarch Costruzioni e impianti [ n. 38/2011]

Facciata con sistemi di schermatura fissi I due edifici principali sono collegati tra loro
(frangisole) da un hub centrale di straordinario impatto Studio Lisciandra
Schermi solari interni (tende) visivo. La superficie vetrata a tutta altezza lo studio lisciandra attivo da quasi quarantanni nella pianificazione
Isolamento termico di qualit sia per le che lo caratterizza garantisce trasparenza urbanistica e nella progettazione architettonica. il fondatore, larchitetto
vetrate che per le pareti in muratura e permeabilit verso la piazza e la massima gaetano lisciandra, laureato nel 1972 allo iuav di venezia, dal 1973
vive e lavora a milano. socio effettivo dellinu (istituto nazionale di
Ottimizzazione dellilluminazione natu- illuminazione naturale degli interni. Scelte
urbanistica), stato presidente della sezione lombarda e membro del
rale e sorgenti di luce artificiale a basso architettoniche sottese a un nuovo modo di consiglio direttivo nazionale. collabora con universit italiane e straniere.
consumo interpretare il lavoro, rivolto soprattutto al conduce studi e ricerche sulla citt, larcheologia industriale e lambiente
Trattamento dellaria con pompe di calore benessere degli utilizzatori, si manifestano anche per conto di comuni, regioni e ministeri. collabora con enti e
ad alta efficienza con recupero di calore e anche nelleleganza e nellarmonia degli istituzioni nel campo della normativa edilizia e urbanistica e ha contribuito,
quale membro dei gruppi di lavoro istituiti da regione lombardia, alla
controllo puntuale della temperatura interna interni. La scelta del legno e della pietra,
stesura del regolamento edilizio tipo e della legge per il governo del
Pannelli fotovoltaici di materiali caldi e accoglienti, i dettagli territorio della regione lombardia (L.R. 11 marzo 2005).
Utilizzo di ventilazione naturale. architettonici, il banco reception: tutto

spECiali FaCCiaTE sCHErManTi


i due corpi laterali di H-Building sono caratterizzati da una speciale sullorizzonte, garantisce lingresso dei raggi solari per aumentare i
facciata schermante che controlla e modula la penetrazione dei raggi guadagni gratuiti (d). inoltre, per evitare effetti di abbagliamento dovuti
solari nei diversi periodi dellanno. in particolare si prevede, davanti alla alla posizione bassa del sole sullorizzonte, pu essere utilizzato
parete vetrata, un sistema costituito nella parte superiore da tre lamelle lelemento schermante mobile. tale soluzione non compromette
fisse in alluminio orientate in una posizione idonea a deflettere la luce comunque il livello di illuminazione nellambiente grazie alla presenza
e nella parte inferiore da un sistema schermante mobile. tale soluzione delle tre lamelle fisse che riflettono la luce sul soffitto, garantendo cos il
permette di ostacolare nel periodo estivo lingresso della radiazione comfort visivo e il livello di illuminazione naturale (400 lux) richiesto dalla
solare diretta (e), mentre nel periodo invernale, con lastro pi basso normativa sul piano di lavoro (c).

A C

Diagrammi di analisi
D dellilluminazione naturale
[A] curve di distribuzione della luce
naturale nellambiente (21 dicembre)
senza elemento schermante mobile.

B [B] curve di distribuzione della luce


naturale nellambiente (21 dicembre)
con elemento schermante mobile.
[C] irraggiamento solare al 21
dicembre h 12: valori di illuminamento
E sul piano di lavoro (h 85 cm) con
elemento schermante mobile.
[D] irraggiamento solare al 21
dicembre h 12: valori di illuminamento
sul piano di lavoro (h 85 cm) senza
elemento schermante mobile.
[E] irraggiamento solare al 21 giugno
h 12: valori di illuminamento sul piano
di lavoro (h 85 cm) senza elemento
schermante mobile.

[7]
[ n. 38/2011] ioarch Costruzioni e impianti

comunica attenzione alle persone e alla qualit


del luogo. In perfetta simbiosi tra solidit e
leggerezza anche gli elementi distributivi, proGETTarE Con rEviT
come gli ascensori vetrati, la scala metallica,
le passerelle aperte sullo spazio sottostante Larchitetto Umberto Beneventano, Studio Lisciandra, ci illustra
che contribuiscono ad elevare la performance i significativi vantaggi dellutilizzo di Revit in termini di qualit,
qualitativa dello spazio. La totale assenza condivisione e possibilit di controllo dellidea progettuale.
di pilastri interni, altra caratteristica del
progetto, consente una distribuzione molto
Il file del progetto HBuilding offerte da Revit Architecture:
razionale degli spazi e massima flessibilit
stato lavorato da quattro persone in la restituzione tridimensionale
duso sia in open space sia con uffici chiusi.
contemporanea e per questo lavoro delledificio progettato offre una
Ampie superfici vetrate garantiscono spazi
abbiamo utilizzato sia la tecnica percezione del tutto verosimile della
illuminati da luce naturale. Pavimenti dei workset, ovvero di condivisione realizzazione in opera e consente di
sopraelevati, controsoffitti con illuminazione del lavoro su un unico file, sia la approcciare il progetto con rapidit,
incas-sata, impianto di riscaldamento e tecnica di smembrare il progetto in assecondando la creativit del
di condizionamento integrati offrono un grossi corpi per poi rimontarlo in un progettista.
ambiente di lavoro confortevole, dinamico file unico di dimensioni contenute, Le idee nascono in 3D e Revit
e piacevole. Le dotazioni continuano con e pertanto molto agevole da ci permette di modellarle con
parcheggi sotterranei, predisposizione fonia- modificare e condividere. estrema facilit. Progettare con
dati, pannelli fotovoltaici per la produzione In questo caso abbiamo lavorato su Revit significa realizzare un modello
tre file: uno per ledificio A, uno per di architettura interrogabile,
di energia a servizio degli spazi comuni e
ledificio B e uno per i piani interrati. consultabile, navigabile e
centralizzazione degli allarmi tecnologici.
I tre file sono poi stati accorpati in rappresentabile nelle diverse forme
Lobiettivo il risparmio delle risorse,
un file centrale su cui sono stati espressive, sperimentando diverse
lefficienza energetica, la qualit dellambiente inseriti i dettagli finali. varianti senza mai buttar via il

e della vita di chi lo abita. dal 2004 che lo Studio Lisciandra lavoro eseguito.
ha scelto di adottare Autodesk Sviluppare e studiare
Revit Architecture in tutte le fasi di simultaneamente diverse alternative
progettazione, dalla modellazione di progetto significa ottenere
base fino alle tavole e ai rendering due vantaggi in un colpo solo:
per la presentazione dei progetti possibile prendere decisioni
in Comune o al cliente, agli progettuali cruciali in modo
esecutivi per il cantiere, con pi consapevole ed possibile
significativi vantaggi sia dal punto presentare ai propri clienti vari
di vista tecnico che da quello schemi in maniera semplice,
dellottimizzazione dei flussi di rappresentando ogni variante nello
lavoro. stesso modello per eseguire analisi
Larchitetto Lisciandra apprezza sui dati e rendere cos pi attento
in particolare le possibilit di il processo decisionale anche da
controllo dellidea progettuale parte dei clienti.

Pianta dei giardini


La superficie esterna si articola in tre
diversi spazi: la corte aperta degli ingressi
pedonali, il giardino pensile sul quale si
appoggia il volume delledificio e il giardino
naturaliforme addossato al muro di confine
del lotto.

[A] la corte aperta degli ingressi pedonali


caratterizzata da ampie vetrate trasparenti,
la corte stata concepita come elemento di
transizione e sosta tra gli ingressi e il contesto
urbano adiacente. sedute in pietra, fioriere e
C una grande magnolia offrono allo sguardo un
B costante dialogo tra la vita delledificio e quella
della citt.

[B] Il giardino pensile


nella parte retrostante delledificio, un giardino
A pensile regala una sensazione di grande
naturalit. grandi panchine in pietra e un albero
di magnolia aprono lo sguardo verso il giardino
naturaliforme sullo sfondo. il manto erboso, con
superfici differenti per semina e altezza dellerba,
offre effetti cromatici visibili anche dai piani alti
delledificio.

[C] Il giardino naturaliforme


una sorta di boschetto racchiuso da un muro
rivestito di rampicanti, con ampie sedute
in pietra, allombra di una grande magnolia
grandiflora. leggere variazioni nel terreno,
arbusti e piccoli alberi contribuiscono a creare
unatmosfera di naturale armonia.

[8]
[ n. 38/2011] ioarch Costruzioni e impianti

riqualificazioni

TrasparEnzE
E GioCHi Di luCE

in vetro labito che avvolge


la sede di dolce & gabbana
progettato dallo studio piuarch

La sede di D&G in via Broggi a Milano occupa una superficie di


5mila mq, si sviluppa su cinque piani e due interrati ed il risultato
di un processo di recupero di due edifici adiacenti e collegati tra
loro, uno risalente agli anni Venti, laltro agli anni Sessanta. La
facciata delledificio pi recente stata completamente rifatta
e realizzata in vetro, segnata dal ritmo serrato degli elementi
frangisole verticali in vetro opalino.

[ 10 ]
ioarch Costruzioni e impianti [ n. 38/2011]

Il volume delledificio si sviluppa lungo tre


strade a formare un unico blocco vetrato
dalla forma semplice e di grande effetto: la
trasparenza e la semplicit dei segni utilizzati
determinano infatti un volume schermato
dagli elementi verticali, ma aperto alla luce e
allo sguardo dei passanti. Sulla corte interna
di ciottoli bianchi con aree verdi dalle forme
sinuose, si affaccia il nuovo volume vetrato
di collegamento dei due edifici. Per gli arredi
interni sono stati scelti materiali metallici:
lacciaio lucido per gli elementi portanti
e la lamiera per i piani dappoggio: con il
vetro, permettono alledificio di giocare con
la luce, mostrandosi eclettico e sofisticato.
La facciata appare come una superficie
continua in vetro e alluminio, scandita
dalla trama dei pannelli di vetro da 60 cm
di base, alti fino a 4,2 metri. autoportante,
realizzata su un sistema di montanti in
vetro e traverse in acciaio. I montanti
verticali sono in vetro scatolare di sezione
orizzontale 5 x 30 cm, acidati nella facciata
interna e appoggiati su mensole in acciaio.
Speciali staffe in acciaio zincato fissate in
solette in cemento armato, portano il tutto.
Dettaglio di facciata la sede di d&g
Partendo dallinterno, il tamponamento la facciata autoportante realizzata su un sistema
costituito da un vetrocamera composto da di montanti in vetro e traverse in acciaio.
una coppia di lastre di vetro extrachiaro Committente: dolce & gabbana srl Ingegnerizzazione, costruzione
e posa dellinvolucro:
basso-emissivo rispettivamente di 5 e 6 mm, Progetto: studio piuarch
sicef spa, uboldo (va)
una camera da 16 mm con gas argon e una idraulica. Solo il sistema elettrico inserito Team di progettazione:
luca lazzerotti e miguel pallars, magali
Progettazione statica, termica
coppia di lastre esterne da 6 e 10 mm in vetro a pavimento. Ledificio ha il bollino verde e acustica della facciata:
roig liverato, fortuna parente
stratificato. Lo spessore totale di 43,5 mm. per il risparmio energetico grazie a una pmc srl, milano
Tra lo scheletro esistente e la nuova facciata progettazione impiantistica attenta, con Localit: via Broggi, milano
Lesene in vetro: torsellini vetro,
in vetro sono stati posizionati limpianto illuminazione a basso consumo e impianto Superficie costruita: 5.000 mq gavirate (va)
di fan-coil a gas, le casse acustiche e la rete di climatizzazione a recupero di calore. Anno di completamento: 2006 Facciata in vetro: valentini, Brescia

[ 11 ]
[ n. 38/2011] ioarch Costruzioni e impianti

dietro
performances e tecniche costruttive manager di AGC (www.yourglass.com)
- aumentano anche le dimensioni, da
verificare con maggiore attenzione al fine di
ridurre gli sprechi: la lastra grande infatti
di 6 x 3,20 metri, dunque importante

il vetro
utilizzare tagli che portino a un utilizzo
totale della superficie. Sono privilegiati
colori freddi e neutri, come grigio e azzurro.
La nostra gamma di vetri magnetronici
- il top di gamma - comprende 7 prodotti
neutri pi un verde, un grigio e un blu. In
tale contesto stato sviluppato Planibel Top
1.0, un vetro dallaspetto estetico neutro,
che offre un eccellente isolamento termico:
valore Ug di 1.0 W/(mqK) in vetrata isolante
elemento caratteristico dellarchitettura
con riempimento al 90% di argon e un valido
contemporanea, sempre piu utilizzato negli Fattore Solare (FS = 50%), con significativi
edifici pubblici, commerciali e residenziali risparmi energetici sia in inverno che in
estate.
Larchitettura del vetro prende avvio nel ricerca ha risolto numerosi inconvenienti Sottolinea questa tendenza Giuseppe Vita,
1851, con il Crystal Palace di J. Paxton, uno posti dallimpiego del vetro sempre pi responsabile dei tecnici promoter di Saint-
scrigno in vetro e acciaio nato per ospitare utilizzato in edifici pubblici, commerciali e Gobain Glass (www.saint-gobain.it): La
lExhibition di Londra. A questo seguono residenziali, tanto da diventare un elemento continua richiesta di vetri performanti e la
i progetti di Mies van der Rohe, la parete distintivo dellarchitettura contemporanea. tendenza dellarchitettura verso superfici
monumentale del fronte est della sede del La tendenza verso la trasparenza, la sempre pi trasparenti porta allo sviluppo
Partito comunista francese a Parigi di neutralit e la chiarezza, con un deciso di depositi con trasmittanza Ug di 1.0
Oscar Niemeyer, casa Spiller di Frank O incremento dei clearvision, ad alta e sempre pi neutri sia nel residenziale
Gehry a Venice. Tuttavia lestetica non si trasmissione luminosa, un fattore molto sia nel terziario. Il SGG Planitherm 4S e
unisce alla funzionalit fino alla prima crisi considerato nel corso delle certificazioni il SGG Cool-Lite Xtreme 60/28 ne sono
petrolifera negli anni Settanta. Da allora la Leed - afferma Mauro Lardini, marketing un valido esempio. La crescente richiesta

un iCEbErG nEl FiorDo norvEGEsE


il teatro dellopera di oslo si caratterizza per la sua architettura aperta e invitante.
progettato dallo studio snhetta, ha una copertura marmorea che nasce dal fiordo
e permette ai visitatori di passeggiare sopra ogni parte delledificio. le grandi pareti
vetrate fanno da collegamento tra le parti interne ed esterne delledificio. la scelta
dei vetri stopray safir di agc stata determinata dal richiamo estetico che mette
in relazione terra e mare allargando cos gli spazi interni ed esterni, e dalle sue
caratteristiche funzionali: questo prodotto coniuga un elevato livello disolamento
e un eccellente fattore solare, generando una combinazione perfetta per il clima
norvegese. il progetto ha meritato il premio di architettura contemporanea
dellunione europea, mies van der rohe 2009.
www.agc-glass.eu - www.snoarc.no

[ 12 ]
ioarch Costruzioni e impianti [ n. 38/2011]

di vetrate di grandi dimensioni impone


lutilizzo di prodotti temprati e/o stratificati
temprati composti in vetrata isolante per
raggiungere le prestazioni energetiche
richieste nonch di sicurezza anti-infortuni
e acustiche. Sul fronte del controllo solare
si possono utilizzare molteplici tipologie
di prodotto, dal colorato SGG Parsol ai
riflettenti SGG Antelio o SGG Cool-Lite, i
selettivi quattrostagioni per il residenziale
SGG Planistar, SGG Planitherm 4S e i
selettivi per il terziario SGG Cool-Lite SKN

errato pensare a una best solution valida


per tutti gli edifici, ogni orientamento richiede
superfici e vetri idonei. Questo consente di ottenere
i migliori risultati in termini energetici e luminosi
e SGG Cool-Lite Xtreme 60/28, ultimo
nato di questa famiglia, che ha permesso di
ottenere uneccellente selettivit.
In fase di scelta del vetro importante
considerare non solo sicurezza e isolamento
termico, ma anche gli aspetti energetici, che
variano da sito a sito.
errato pensare a una best solution valida
per tutti gli edifici: ogni orientamento
richiede il vetro corretto, come ci spiega
Oscar Casadei, direttore ufficio studi e
ricerche di Focchi (www.focchi.it), azienda

isolaMEnTo TErMiCo oTTiMalE


la nuova gamma di vetri pilkington suncool consente di
realizzare edifici efficienti dal punto di vista energetico e
gradevoli per estetica: il costo dellinvestimento si ripaga
in poco tempo grazie alla riduzione dei consumi sia per il
riscaldamento sia per il raffrescamento. il nuovo arrivato
della gamma garantisce uneccellente trasmittanza termica,
ug = 1,0 w/mqK e un fattore solare prossimo al 30%.
la sua applicazione possibile in qualsiasi zona climatica
del paese, anche in assenza di sistemi schermanti esterni.
anche in versione con vetro extrachiaro optiwhite.
www.pilkington.com

Levoluzione delle prestazioni in facciata


Zone vetrate u.d.m. ieri oggi
la pi alTa in TErra basCa trasmittanza termica Uw 3,5 w/mqK 0,9 w/mqK
progettata da pelli clarke pelli architects, la torre
iberdrola di Bilbao ha 40 piani, per unaltezza totale fattore solare
(percentuale di energia che g 60% 50-26%
di 165 metri. zadra vetri ha fornito il vetrocamera attraversa il vetro, effetto serra)
che stato incollato strutturalmente su telaio dal
ferramentista felix (cH); realizzato con vetro trasmissione luminosa Lt 58% 50%
esterno 10 mm temperato agc stopray vision 60t,
selettivo su base clearvision, con intercapedine Zone opache u.d.m. ieri oggi
da 16 mm e interno stratificato 55.2 guardian
trasmittanza termica Up 0,9 w/mqK 0,3 w/mqK
extraclear indurito.
www.zadra.it - www.torreiberdrola.es
sfasamento termico h 1 ora 10 ore k

[ 13 ]
[ n. 38/2011] ioarch Costruzioni e impianti

specializzata nella progettazione e e dinamico, per mantenere condizioni di


realizzazione di facciate continue ad alto comfort interne ottimali al variare di quelle
contenuto tecnologico e di servizio: Questo esterne.
consente di ottenere risultati ottimi in Certo, al centro dellattenzione sono sempre
termini energetici e luminosi, come negli pi i consumi e il benessere di chi vivr in
edifici di Snow Hill a Birmingham e questi edifici. Ma quali sono le principali
Regents Place a Londra, dove per ogni innovazioni in questo senso?
facciata, con i progettisti, abbiamo studiato Lo abbiamo chiesto a Alessandro Michetti,
il pi appropriato fattore solare dei vetri di direttore commerciale Pilkington Italia
tamponamento, le opportune schermature (www.pilkington.it): La tecnologia che
in vetro serigrafato e gli elementi oscuranti, permette alle vetrate isolanti basso
in funzione dellesposizione. Recentemente emissive di ridurre significativamente la
abbiamo ultimato la posa di un involucro dispersione termica si basa sulla capacit
tutto vetrato, per un terzo trasparente e per termoriflettente dei vetri coatizzati, rivestiti
due terzi cieco a Milano per Prelios (sede mediante speciali processi di deposizione
RCS), classificato in Classe A. di ossidi metallici: un trattamento che
Sulle facciate continue, al vetro si possono conferisce caratteristiche avanzate per
abbinare altri materiali come il cotto naturale quanto riguarda lisolamento termico e
(sede Campari di Sesto San Giovanni, le prestazioni energetiche. Il rivestimento
arch. Mario Botta), quello porcellanato metallico conferisce al vetro propriet che
(Regents Place, Terry Farrell and Partners), aumentano la capacit di riflettere il calore
fibrocemento (Torre a Desio, Progetto CMR allinterno del locale, riducendo lentit
Massimo Roj, e Oxford Brookes University, della dispersione termica e riducendo in
Engine Architects), pietra naturale (Carim, un vetrocamera il passaggio di calore per
Cesena, Gregotti Associati), grs porcellanato irraggiamento dalla lastra di vetro pi
(Pirelli 143, Gregotti Associati). Ulteriori calda (interna) a quella pi fredda (esterna),
sviluppi si hanno verso le facciate attive con unulteriore diminuzione della fuga
ed energeticamente produttive. La nuova di calore dalla finestra. La tecnologia dei
frontiera rendere linvolucro auto- vetri selettivi opera inoltre una riflessione
sostenibile dal punto di vista energetico della radiazione solare che nelle giornate

TrasparEnza sElETTiva
Ha un elevato livello di trasparenza che assicura
lottimizzazione della luce naturale sgg cool-lite
Xtreme 60/28, la nuova generazione di vetri a controllo
solare a selettivit elevata di saint gobain. Ha un livello
di trasmissione luminosa del 60%, un fattore solare
estremamente basso (blocca fino al 72% della radiazione
il soTTovuoTo
solare) e un eccellente isolamento termico (coefficiente ForMaTo sliM
ug = 1,0 w/mqK - 15 mm, 90% argon). indicato per il vetro sottovuoto vacuumsav di s.a.v.
applicazioni esterne: finestre, facciate continue, facciate 2000 ha lo spessore di un vetro singolo
a doppia pelle, coperture vetrate e lucernari, nonch e le prestazioni termiche delle vetrate
ampie superfici vetrate e verande chiuse. utile soprattutto isolanti. tra le lastre, infatti, viene estratta
laddove non si possano o vogliano installare dispositivi laria, creando il vuoto che, anche se
meccanici di schermatura solare. minimo, molto efficiente nel limitare
www.saint-gobain.it la dispersione termica per conduzione
e convezione; per questo lo spazio tra
i pannelli pu essere ridotto a soli 0,2
mm, mantenuto da distanziali di 0,5 mm
di diametro posizionati a 20 mm luno
dallaltro, per uno spessore complessivo
poco superiore ai 6 mm. il vuoto creato
tramite un foro nella lastra interna che
viene successivamente sigillato. con uno
spessore di 6,2 mm, il valore u uguale
Il valore Ug il coefficiente di trasmittanza termica (in pratica il a 1,4 w/mqK il suo utilizzo indicato in
contributo termico) del vetrocamera normalmente espresso in w/mqK edifici storici, dove necessario sostituire
che la stessa unit di misura della trasmittanza globale dellinfisso le finestre preservando laspetto
uw ( ancora possibile incontrare questi valori espressi in originale. qualora sia riparabile o si trovi
Kcal/mqhc: la conversione si ottiene moltiplicando il valore per 1,163). in uno stato di conservazione accettabile,
questo valore che viene in genere comunicato tramite scheda tecnica
dalla vetreria ed calcolato secondo la norma uni-en 673. questo il sistema permette luso del telaio
valore viene preso in considerazione nel calcolo della trasmittanza originale.
termica dellinfisso contestualmente al valore uf e alle misure www.sav2000.it
geometriche del serramento stesso. ovviamente pi il valore basso
e migliore sar lisolamento termico del serramento.

[ 14 ]
ioarch Costruzioni e impianti [ n. 38/2011]

estive responsabile del surriscaldamento


degli ambienti. Le vetrate a controllo
solare non sono necessariamente colorate
o a specchio: quelle di tipo selettivo, oltre a
combinare isolamento termico e controllo
solare, lasciano passare molta luce e sono
disponibili con colorazioni perfettamente
neutre. Il Gruppo NSG propone con il
marchio Pilkington unampia gamma di
vetri pirolitici o magnetronici selettivi
per il controllo solare che rispondono
alle esigenze del mercato italiano e, in
generale, dei paesi a clima mediterraneo.
Un esempio di vetrata ideale composta
dal vetro Suncool Clear che in grado di
raggiungere prestazioni elevate a un costo
competitivo: Trasmissione Luminosa =
66%; Fattore Solare = 43%; Valore Ug = 1,0
W/mqK. Lazienda produce inoltre il vetro
autopulente Pilkington Activ: si basa sulla
nanotecnologia e migliora la qualit delle
facciate in termini di pulizia, degradando
gli inquinanti organici (idrocarburi),
impedendo o rallentando il deposito di
film organici e disinfettando la superficie
da contaminanti batterici, funghi e virus.
La durata di una facciata in vetro infatti
stimata in 60 anni e il principale costo di
manutenzione proprio la pulizia.
Nadia Rossi
unionE Di TECnoloGia E CrEaTiviT
lo storico comparto produttivo del gruppo rcs di via rizzoli a milano
lo scorso anno ha inaugurato gli edifici blocco a2 e B5 (nella foto),
progettati rispettivamente da studio Boeri e studio Barreca e lavarra,
di cui focchi ha realizzato la fase progettuale esecutiva di cantiere
per circa 12mila mq di facciate. con una tecnologia fondata sul
silicone strutturale e mediante luso di vetrate high performance sono
stati raggiunti valori di isolamento termico inferiori a 1 w/mqK. Ha
facciate a cellule e a doppia pelle ventilata, pensiline in vetro e lamiera
porcellanata, ponti di collegamento e passeggiata in lamiera stirata.
fa da sottofondo la cornice di vetri smaltati in gradazione di colori
complementari applicati su base di vetro low-iron.
www.focchi.it - www.stefanoboeriarchitetti.net

linTEGrazionE a FilM soTTilE


i moduli schco prosol tf (thin film) sono
adatti allutilizzo in finestrature, facciate vetrate o
ventilate e schermature solari e possono essere
realizzati in grandi formati. depositato sottovuoto
su substrato di vetro ultrachiaro ricoperto da ossidi
conduttori trasparenti e protetto da un secondo
vetro, il film sottile in silicio amorfo, fino a 90 volte
pi sottile delle normali celle cristalline, pu avere
un grado di trasparenza variabile dal 5% al 40%.
capace di sfruttare al meglio la luce diffusa,
prosol tf, applicabile anche su superfici opache,
trova collocazione ideale nelle facciate verticali con
possibilit di integrazione architettonica e libert
progettuale impensabili con le tradizionali celle
cristalline. a partire dal colore.
www.schueco.it

[ 15 ]
ecoquartieri

la CulTura
EMErGEnTE
Di Andros Atzeni e Mirko Noris

esportare anche in italia un modo di fare


architettura come laboratorio dazione
sociale, che coinvolga le comunit locali

BedZED a Londra, Hammarby Sjstad a Stoccolma, Bo01 a


Malm, Vauban a Friburgo, Zuidas e GWL ad Amsterdam, Eden
Bio a Parigi, Bonne a Grenoble: otto esempi di insediamenti
residenziali che testimoniano come da qualche anno, in Europa
la sostenibilit in architettura sia sempre pi applicata alla
dimensione urbana e non solo al singolo edificio.

[ n. 38/2011] ioarch Costruzioni e impianti

Il modello di sviluppo sotteso a questa dellintervento. Laspetto sociale, quando


tendenza lEcoquartiere, una tipologia viene considerato, comunque marginale.
insediativa in grado di associare alle Il punto di vista della progettazione di un
tecnologie costruttive e ai principi progettuali Ecoquartiere ristabilisce lequilibrio tra
tipici della bioarchitettura laggregazione fine e mezzo.
sociale, contemplando in tal modo i Mentre in Europa lEcoquartiere un
tre principali fattori della sostenibilit: sistema in espansione sia per la promozione
preservazione dellambiente, fattibilit eco- e le agevolazioni statali e degli enti locali,
sia per gli investimenti di soggetti privati,
in Italia la tipologia non n molto
Lecoquartiere focalizza
diffusa n ben identificata. Anche a livello
lattenzione sulla socialit
degli spazi progettati istituzionale non ci sono chiare linee guida
e gli interventi sono pi isolati, molti
ancora lontani dalla realizzazione, ed
nomica e benessere sociale. Il tema pi meno pianificato il loro sviluppo.
interessante introdotto dallEcoquartiere Tra i progetti italiani a cui va il merito di
quello connesso alla socialit degli diffondere questo nuovo approccio alla
spazi progettati. Troppo spesso, nella progettazione uno dei pi importanti,
quotidianit della professione, lattenzione anche grazie alla visibilit che ha avuto
si focalizza prevalentemente sullaspetto sulla stampa nazionale, 100.000 Home
ambientale ed economico del progetto, dello studio Cucinella, in cui basilare
fraintendendo il mezzo (la tecnica e lidea che labitazione progettata diventi
la tecnologia) con il fine (il benessere Aldo Cibic parte di un agglomerato urbano per la
sopra e in apertura, more with less, abitazioni
degli abitanti) e attribuendo alla classe modulari prefabricate. (Aldo Cibic, Cibicworkshop, costituzione di un sistema sociale.
energetica delledificio progettato la qualit foto Michele Nastasi e Federico Villa) Molti punti in comune con questo progetto

[ 18 ]
ioarch Costruzioni e impianti [ n. 38/2011]

la singola casa concepita


come elemento base di uno
schema aggregativo nuovo, di
condivisione degli spazi in un
mix di pubblico e privato

si trovano nel lavoro di Aldo Cibic, che


con More With Less propone una serie di
abitazioni modulari ecocompatibili con
bassi costi di realizzazione ma non solo: la
singola casa concepita come elemento di
base di uno schema aggregativo innovativo
fondato sullidea di condivisione degli
spazi e delle esperienze e attento alla
socializzazione degli abitanti.
Stessa attenzione alla rete di relazioni che
il progetto genera si legge nel progetto
di concorso per un Villaggio Sostenibile
a Figino (MI) dello studio bresciano
ABDArchitetti. Lobiettivo dei progettisti
la creazione di un sistema urbano
articolato in cui la vita della comunit
centrale e lo spazio collettivo il perno del
progetto. Lispirazione dichiarata la forma
urbana dei borghi storici. Lintenzione
di ristabilire il rapporto tra luomo e
lambiente in cui vive.
Nel progetto della Fornace del Bersaglio
a Faenza (RA) degli architetti Cristofani
e Lelli la committenza una cooperativa
di abitazione, la comunit esiste dunque
prima ancora dellintervento. Nel recupero
dellarea industriale dismessa della fornace
trovano spazio, accanto alle residenze
rigorosamente a basso impatto ambientale
e dal costo contenuto, spazi per attivit ABDArchitetti
collettive come zone espositive, laboratori sopra, progetto di concorso per un villaggio
sostenibile a figino: nel rapporto tra lo
e atelier per giovani artisti. Questo mix di spazio pubblico e quello privato si ricerca un
pubblico e privato si manifesta anche nel equilibrio nuovo tra gli edifici e il paesaggio.

Pedevilla architekten
sonnenschein: vista dellintervento. ogni
edificio dotato di uno spazio verde privato.
(Pedevilla Architekten, foto Georg Hoffer)

[ 19 ]
[ n. 38/2011] ioarch Costruzioni e impianti

Planimetrie
dellintervento. nel
progetto sono previsti
spazi per attivit collaterali
alle residenze collocate
negli edifici della vecchia
fornace.

Cristofani e Lelli
fornace del Bersaglio, faenza, vista
dellintervento. in evidenza il rapporto tra il verde
privato dei patii e, sopra, quello di uso pubblico
per la comunit. (Foto Alberto Muciaccia)

Bibliografia e approfondimenti rapporto con il paesaggio: spazio privato ritrovo e di socializzazione che consenta la
libri e riviste nei patii delle abitazioni e pubblico nelle formazione di unidentit di quartiere.
catherine charlot-valdieu, philippe outrequin, Ecoquartier Mode aree verdi destinate alluso comune. I casi citati, bench riferibili alla filosofia
demploi, Eyrolles, 2009. pascale derm, Vivre ensemble autrement en Sempre una cooperativa ha commissionato degli Ecoquartieri, sono difficilmente
Ecovillages, coquartier, habitat group, Ulmer, 2009.
Villes en Transition, Ecologik numero 19, febbraio/ marzo 2011, edizioni
allo studio Pedevilla Architekten di Brunico comparabili, per dimensione e per impatto
architecture vivre. mario cucinella, Il mio piano casa, Wired la realizzazione del complesso Sonnenchein generale sulla citt, con le realizzazioni
numero 03, maggio 2009. a Sarnes presso Bressanone (Bz). oltre confine. Ci che ancora manca e che
web
Gli undici edifici delle residenze mono- si auspica una cultura dellEcoquartiere,
www.developpement-durable.gouv.fr/plan-ville-durable.html familiari che costituiscono lintervento alla base della quale c sempre una forte
www.architetturaecosostenibile.it/quartiere-ecosostenibile.html sono distribuiti attorno a una corte identit comunitaria, la volont dei
www.mcarchitects.it www.cibicpartners.com www.adbarchitetti.it
www.lellieassociatiarchitettura.it www.pedevilla.info
centrale la cui funzione quella di offrire cittadini e la spinta e il supporto degli enti
agli abitanti del complesso lo spazio di amministrativi.

[ 20 ]
ioarch Costruzioni e impianti [ n. 38/2011]

Citt Che rifiorisCono siamo partiti dal mondo che conosciamo degli ecosystem services (servizi di rige-
Ultimamente si parlato molto del ruolo meglio: quello del paesaggio. nerazione ambientale forniti gratuitamente
potenziale di Expo 2015 nella definizione Chi sono i protagonisti di Expo verde? dallecosistema). Sembra incredibile ma, se da
di nuove soluzioni per il problema Per prima cosa Expo Verde intende un lato lagricoltura occupa solo l1.6% della
dellalimentazione mondiale. Attorno a coinvolgere direttamente sia gli operatori popolazione e produce solo il 2% del PIL,
questo tema si sviluppa quello della tutela del verde (paesaggisti, costruttori, asso- dallaltro da questo settore dipende il 75% della
Giovanni Sala della qualit ambientale e si sviluppano ciazioni), sia agricoltori e proprietari. Tra gestione del territorio.
studio land. iniziative parallele a Expo e degne di nota. gli altri, il progetto 100 Cascine raccoglie Expo verde potrebbe quindi contrastare
Abbiamo cercato di scoprirle attraverso intorno a s questi ultimi due soggetti. Expo lattuale tendenza sviluppista?
interviste ai loro promotori. Verde si propone in breve di raccogliere Senza dubbio. Il settore del verde pu dare
Giovanni Sala, fondatore e direttore per le best practices e di innescare ricadute un segnale importante non solo rispetto
25 anni, della rivista Acer in Italia uno positive, potenzialmente notevoli, in termini alla questione del consumo di suolo, ma
dei maggiori esponenti nel campo della di qualit dellambiente e del paesaggio. anche alla ridefinizione del rapporto tra
progettazione del verde e del paesaggio. Vede il tutto in una prospettiva di verde urbano e verde rurale.
Da lui e dal suo studio, lo studio Land, recupero di una dimensione rurale? Come vede la Milano del futuro?
partita lidea di Expo Verde, unimportante Con il progetto 100 cascine, ci si proposti Semplice: i Raggi Verdi, un programma che
estensione del grande evento previsto a di semplificare le normative, di recuperare ora stato assimilato nel PGT (attualmente al
Milano per il 2015. volumi anche per funzioni ricettive o riesame della nuova giunta). Tra questi lasse
Giovanni Sala, ci pu spiegare in sintesi per attivit terziarie, di diversificare gli Milano-Lugano ha una potenzialit enorme.
cos il progetto Milano Verde e da cosa utilizzi offrendo una reale possibilit Con questo programma si ripropone un
nasce lidea? di intervento. I temi sono infiniti, ma rinnovato rapporto tra mondo rurale e
Fin dalla fase di candidatura avevo pensato soprattutto, bisogna tener conto che la mondo urbanizzato. Come agronomo, sono
a come rendere Expo unoccasione per campagna ha un ruolo fondamentale tutti temi rispetto ai quali ritengo di avere
tutto il territorio nazionale. Ed cos che nella gestione delle acque e nella produzione un certo obbligo etico-morale.

rus in urbE
due interviste alla scoperta delle potenzialit
dellexpo di milano nella ridefinizione
della tutela e della qualit ambientale

la CariCa delle 100 CasCine Chi sono i partecipanti al progetto? persi 30 ettari al giorno di suolo vergine,
Lobiettivo del progetto 100 cascine, sem- Si rivolge a proprietari di cascine nellArea vale a dire 200 metri quadrati al minuto.
plice ed efficace, si basa sulla riscoperta di Metropolitana milanese e aree limitrofe, Le pianure, nonostante coprano a mala-
un passato ricchissimo, ma assurdamente siano essi privati o istituzioni. Le con- pena il 18% del territorio, sono intasate da
sottovalutato. Ce ne parla Alessandro Bel- dizioni per poter partecipare sono: essere pi del 60% dellurbanizzazione. Credo sia
giojoso, promotore del progetto. proprietari di una cascina; essere animati da proprio il momento di cambiare!
Alessandro Belgiojoso Come nasce il progetto 100 Cascine? un certo spirito di conservazione e valoriz- Quali sono i risultati ottenuti finora?
fotografo e Nasce da una sorta di outing. Sono zazione dei fabbricati rurali; accettare una Per incominciare nel raggio di unora dal
cultural planner.
proprietario di cascine che, per via delle condizione di inalienabilit tra cascina e centro di Milano ci sono 290 cascine, che
attuali modalit di conduzione delle fondo agricolo di pertinenza e che la ca- hanno gi manifestato il loro interesse per
attivit agricole, sono ora inutilizzate e scina si trovi a non pi di 60 minuti dal liniziativa. Di queste 98 hanno aderito al
richiedono ormai importanti e costosi sito Expo. progetto e sono oggetto di uno studio di
interventi di manutenzione, peraltro fina- Quali sono gli obiettivi nel lungo termine? fattibilit. Questo corrisponde ad un vero
lizzati alla pura conservazione e non al Credo che la cosa pi efficace per spie- e proprio tessuto di 6mila ettari di fondi
riutilizzo. Quando ho iniziato a parlare garlo sia riportare alcuni semplici dati. agricoli e 187mila mq di immobili rurali
di questo problema ho scoperto che una Nel nostro Paese il paesaggio viene urba- con alta valenza storico culturale, che si
moltitudine di altri proprietari si trovava nizzato, o meglio cementificato, al ritmo estende intorno a Milano ad una distanza
esattamente nelle mie stesse condizioni. di 244mila ettari lanno. In Italia vanno media di 48 km dal sito Expo.

[ 21 ]
BF: 14.8

2.90
2'886.40
V
Vorrau m Personalzimmer
Httenwart 2 Schlafpltze
Treppe
Tr
0.000/0.000 Httenwart OG1-01.1 OG1-01.2
OK
K FB: + 2.94 OK
K FB: + 2.94
EG-0
01.2 OK RB: + 2.90 OK RB: + 2.90
BF: 3.6 BF: 7.6

V raum
Vor
OG1-11.1 Bad Httenwart
OK
K FB: + 2.94 OG1-02.2
OK RB: + 2.90 OK
K FB: + 2.94
BF: 9.5 OK RB: + 2.9
2.90
BF: 3.8
8

Garderobe
OG1-02.1
OK
K FB: + 2.94
4
B
OK RB: + 2.90
BF: 5.1

Erschliessung
T eppe
Tr e
OG1-03.1
OK
K FB: + 2.96
EG-G-0
02.3
OK RB: + 2.90
BF: 18.0

una forma compatta tra le rocce


una

nuova Capanna
C

MonTE rosa
D

Di Michele Roda

una capanna alpina a 2.900 metri di quota,


I
sul massiccio del monte rosa

Un edificio per tanti versi straordinario quello progettato allinterno dellETH di Zurigo in
collaborazione con il Club Alpino svizzero e inaugurato nel settembre del 2009. Tre i principali
aspetti di interesse, ci spiega Andrea Deplazes, che con Valentin Bearth ha coordinato il lavoro
Gstezimmer Gstezimmer
e gestito la fase esecutiva. Il primo di metodo: per pi semestri studenti del Politecnico hanno
lavorato su possibili alternative di progetto con lapporto, oltre che dei docenti, di tecnici specialisti
8 Schlafpltze 8
OG2-08.1
OK
K FB: + 5.64
OK RB: + 5.60
BF: 16.8

e con continue critiche e revisioni. Il secondo aspetto riguarda il tema del progetto: qui si tratta
di indagare il concetto della casa nel profondo. Uno spazio abitato in mezzo al nulla, senza
Gstezimmer
6 Schlafpltze
OG2-07.1
OK
K FB: + 5.64
OK RB: + 5.60

infrastrutture, che deve dare riparo e ospitalit fino a 120 persone.



BF: 13.6

V raum
Vor
OG2-11.1
OK
K FB: + 5.64
OK RB: + 5.60
BF: 9.5
Gstezimmer
Reduit 7 Schlafpltze
OG2-06.1 OG2-01.1
OK
K FB: + 5.64 OK
K FB: + 5.64
OK RB: + 5.60 0.000/0.000 OK RB: + 5.60
BF: 11.5 BF: 14.5
5.60
2'889.10

Gstezimmer
Erschliessung 8 Schlafpltze
OG2-05.1 OG2-02.1
OK
K FB: + 5.64 OK
K FB: + 5.64 B
OK RB: + 5.60 OK RB: + 5.60
BF: 17.2 BF: 16.6
[ n. 38/2011] ioarch Costruzioni e impianti

capanna monte rosa

Committente: club alpino svizzero


Progetto: Bearth&deplazes
Superficie: 1200 mq circa
Localit: territorio di zermatt, m 2.883 slm
Investimento: oltre 5 milioni di euro
Anno di completamento: 2009

Capanna Monte Rosa


dalla pianta di un piano tipo
(sopra) emerge la struttura radiale
a spicchi su cui impostato
ledificio la cui sezione (sotto)
articolata su 5 livelli fuori terra e
Marcel Baumgartner, Andrea Deplazes e
una facciata continua che diventa
Kai Hellat con un modello del progetto.
copertura. questa caratteristica
evidente nella foto grande.
dietro la finestra a nastro vi
la scala di accesso ai piani
(immagine piccola in alto) che si Capanna Monte Rosa
pone come elemento di riferimento ha vinto il terzo premio
di tutto limpianto.
nelledizione 2008 degli
Holcim Awards Europe for
sustainable construction.

Deriva da queste esigenze duso il terzo


nucleo problematico, quello che valso
alla Capanna Monte Rosa riconoscimenti
e apprezzamenti, ovvero laspetto tecnico e
tecnologico.
La scelta di sostituire un rifugio esistente con
un edificio completamente nuovo segno
della volont di costruire con prestazioni
e standard altrimenti non raggiungibili: il
90% circa dellenergia elettrica necessaria
(calcolata per 6.500 persone allanno)
prodotta dai collettori fotovoltaici installati
sugli unici 80 mq rettangolari della facciata.
Lapprovvigionamento idrico per bagni
e cucine invece garantito dallacqua di
scioglimento delle nevi raccolte in una
cisterna e riscaldata grazie a pannelli
solari termici. Le acque di scarico vengono
depurate e utilizzate come acque grigie negli
scarichi degli impianti igienici.

[ 24 ]
ioarch Costruzioni e impianti [ n. 38/2011]

La struttura in legno con giunzioni confrontare con la questione del trasporto. di implementazione e perfezionamento Sopra, vista del rifugio
metalliche ha una forma compatta (ospita Durante gli orari di apertura del cantiere cercando soluzioni per garantire maggiore del tutto autosufficiente dal
punto di vista climatico ed
tre piani di camere, il livello principale un elicottero volava ogni nove minuti produzione elettrica. energetico grazie ad un ottimo
destinato al ristorante e un piano interrato trasportando i pezzi necessari per la Quella costruttiva una sorta di prefabbri- isolamento e alla superficie in
per il bivacco invernale) per ridurre struttura e la finitura. Una costruzione a suo cazione che non ha per impedito raffinati pannelli pv.
(Foto Tonatiuh Ambrosetti)
limpronta al suolo. Questo infatti il modo eroica e sperimentale. Visti i costi del e innovativi ragionamenti progettuali. Il
punto pi problematico della costruzione. trasporto, un terzo dei circa 5 milioni di euro rifugio tradizionale ha scala centrale e ca-
Dovendo garantire la resistenza ai venti che complessivi, non ci si poteva permettere di mere sui lati.
spirano fino a 250 km orari, la scelta per sbagliare nulla. Nella capanna Monte Rosa la logica ribal-
lancoramento al suolo roccioso caduta Le dimensioni dei vari elementi sono state tata: il corpo scala assume una forma ellit-
su una struttura in acciaio divisa in dieci stabilite in modo da non pesare troppo e tica proiettata in facciata, diventando cos
spicchi radiali. A conferire unimmagine permettere un agevole montaggio a mano. luogo di luce (finestratura a nastro che si
riconoscibile la scelta compositiva di non Con questi contenuti il rifugio si pone come pone anche come segno distintivo in faccia-
avere una divisione tra facciata e copertura: segno umano in un paesaggio fatto di nevi ta) con vista che spazia a 360 gradi. Scelta
linvolucro infatti ununica superficie perenni e cime di pietra: meta agognata per che ha anche una ragione funzionale low-
variamente inclinata con un pacchetto sci-alpinisti e amanti del trekking di alta tech favorendo una ventilazione naturale
coibente di circa 30 cm e un rivestimento in montagna, che hanno sancito il successo del che dal piano ristorante (con ampie apertu-
lastre di alluminio, oltre una camera daria progetto prendendolo dassalto: in un anno re verso lesterno e un balcone con struttura
di ventilazione. 14mila persone, oltre il doppio dei visitatori in legno) sale alle camere, che hanno invece
Tutte le scelte costruttive si sono dovute attesi. Per questo il progetto gi in fase aperture limitate.

[ 25 ]
[ n. 38/2011] IOArch Costruzioni e Impianti

Premi

HOLCIM AWARDS
Premiati i vincitori Per le sezioni euroPe, africa e middle east del concorso
internazionale Per Progetti e ProsPettive di edilizia sostenibile

Sono stati assegnati gli Holcim Awards, con-


corso per visioni di edilizia sostenibile. Per
la sezione Europe, il primo premio andato
al team tedesco diretto da Tim Edler, con il
progetto di una piscina naturale nel centro
di Berlino. Secondo classificato, lo studio
spagnolo Carlos Arroyo per un centro civi-
co ricavato da una ex-fabbrica in Belgio. Al
terzo posto il progetto di riutilizzo infra-
strutturale di un viadotto in Italia, frutto
della collaborazione tra gli studi di Philippe
Rizzotti, Samuel Nageotte e Tanguy Vermet.
Per la sezione Africa e Middle East, Dibdo
Francis Kr ha vinto il primo premio per il
progetto di una scuola con sistema di venti-
lazione naturale, in Burkina Faso. Largento
andato allo studio italiano Arc, con il rin-
novamento di una scuola primaria, in Pale-
I vincitori stina. Organizzato dalla Holcim Foundation Primo classificato
Dallalto, il primo in collaborazione con importanti universit Il progetto urbanistico Flussbad prevede la ristrutturazione di un braccio sottoutilizzato del fiume
classificato Tim Edler; Spree, con la creazione di una piscina naturale lunga 745 m ed equivalente a 17 piscine olimpioniche
i vincitori del premio nel mondo, il premio triennale ha una do- nel centro storico di Berlino, offrendo un nuovo spazio ricreativo urbano pubblico per i residenti e i
argento Carlos Arroyo tazione complessiva di 2 milioni di dollari. molti turisti della citt.
e Vanessa Cerezo; i
vincitori del bronzo
Tanguy Vermet,
Samuel Nageotte e
Philippe Rizzotti.

Secondo classificato Terzo classificato


Da ex fabbrica a centro civico per la citt di Lo straordinario progetto di riutilizzo infrastrutturale prevede la conversione in villaggio verticale di
Oostkamp, in Belgio: una trasformazione radicale uno dei viadotti dismessi dellautostrada Salerno-Reggio Calabria, nei pressi di Scilla. I piloni verticali
ma basata su spazi, materiali e infrastrutture tecniche sono rinforzati e presentano piattaforme orizzontali create per ospitare unit abitative, servizi medici,
esistenti. Il massimo risultato con il minimo costo. strutture ricreative e negozi concepiti per offire nuove opportunit economiche alla regione.

Studio Arc secondo classificato


per la sezione Africa e Middle East
Il rinnovamento della Abu Hindi Primari
School di Al Azarije, in Palestina, ha
suscitato particolare attenzione per la
difficile situazione politica, climatica e locale
che il progetto si trova a sfidare. Le tecniche
usate in altre parti del mondo per la
produzione dei tradizionali mattoni di fango
sono adattate in modo innovativo dagli
artigiani locali, per assicurare un equilibrio
climatico e per creare moduli costruttivi di
facile realizzazione.

[ 26 ]
IOArch Costruzioni e Impianti [ n. 38/2011]
NEwS/progetti/premi

legO ArChIteCture
tOwerIng AmBItIOn
BAOAn StAdIum
unIverSIAdI SpOrt Center dI Shenzhen
stata un successo e rimarr
aperta fino a settembre 2012,
Il centro, realizzato su progetto Gerkan, Marg and Partners Architects
presso il National Building
(studio gmp) si trova a Shenzhen, nella Cina meridionale ed costituito
Museum di Washington, la mostra da uno stadio, uno spazio polifunzionale e una piscina. Il progetto stato
Lego Architecture: towering immaginato in armonia con londulazione del paesaggio; lo stadio (nella
ambition, che presenta lopera foto) si ispira alle foreste di bamboo, i cui steli sottili sono interpretati da
di Adam Reed Tucker, una selva di supporti in acciaio alti fino a 32 metri. Pu ospitare oltre 40mila
larchitetto americano che spettatori, misura 245,80 metri, ed alto quasi 40.
riscoprendo la passione per il
Lego di quando era bambino
ha ricostruito mattoncino per
mattoncino 15 celebri edifici di
altrettanto famosi architetti.

premIO CAppOChIn 2011


vInCOnO BArOzzI e veIgA
Con il centro di promozione paesaggio e storia dei luoghi,
della zona vinicola Ribera del costituita da due elementi
Duero D.O.C., gli architetti architettonici dominanti: la
Fabrizio Barozzi e Alberto Veiga torre monumentale in pietra e

SChIndler AwArd 2012


sono i vincitori del premio lantico Ospedale di San Juan
internazionale di architettura del XVI secolo, ristrutturato
Barbara Cappochin 2011. Il e ampliato. 35enne, nato a
Centro sorge accanto alle Rovereto (Trento), Barozzi
mura medievali della cittadina da anni lavora in Spagna; con
Aperte le ISCrIzIOnI AllO SChIndler AwArd 2012
spagnola di Roa. Lopera Veiga, 38enne nato a Santiago
in delicato equilibrio tra di Compostela, ha fondato nel Gli studenti dellultimo
contemporaneit del progetto, 2004 lo studio Ebv. anno di architettura e quelli
che stanno svolgendo un
master presso universit
e scuole di architettura
europee, sono invitati a
presentare il proprio progetto
per la riqualificazione di
un quartiere di Berna.
Largomento centrale della
competizione quello sempre
pi attuale dellaccessibilit
per tutti, una vera e propria
filosofia di progettazione, che
si distingue per la mobilit
www.barbaracappochinfoundation.net inclusiva e priva di barriere.

Per registrarsi
www.schindleraward.com

BArBIe CAmBIA CASA


Ting Li e Maja Paklar sono le vincitrici del concorso Aia, American
Institute of Architects, per Barbie Dream House. Barbie ha sempre
il meglio, cos la sua casa una moderna meraviglia, progettata
lA nuOvA StAgIOne dellACCAdemIA
secondo gli standard della bioedilizia. Una villa di 140 mq su 4 Si apre un nuovo
piani, con spazi per la vita sociale, megacucina, soggiorno, studio, corso allAccademia di
un ricco guardaroba che occupa tutto il terzo piano, al quarto, sala Architettura di Mendrisio.
meditazione e palestra. Tutto quello che si pu sognare. Il nuovo direttore sar
Mario Botta, assistito
dallarchitetto milanese
Marco della Torre nel ruolo
di coordinatore di direzione.
Tema portante: la citt
europea contemporanea,
che, pur coinvolta da
molteplici cambiamenti,
resta un ...modello di Un ulteriore ciclo di
possibile resistenza incontri sar dedicato alla
allappiattimento e alla storia contemporanea
banalizzazione di molti dellarchitettura milanese,
comportamenti virtuali. attraverso le testimonianze
Un ciclo di conferenze di dei suoi esponenti pi
orientamento marcatamente illustri (da Luigi Caccia
mediterraneo avr come Dominioni e molti altri).
obiettivo lapprofondimento
di queste tematiche. Carlo Ezechieli

[ 27 ]
[ n. 38/2011] IOArch Costruzioni e Impianti

SCuOLA JOSEPHINE BAkER A PARIgI

rICOmInCIAre dAI
SegnI del pASSAtO
Di Mara Corradi

A La Courneuve, un sobborgo di Parigi che sta attuando una rinascita sociale per mezzo di un La storia del luogo non negata da questo la-
nuovo piano urbanistico, Dominique Coulon progetta una scuola materna ed elementare sulle voro, ma invece superata in un disegno che
rovine di un blocco di appartamenti degradati abbattuti nel 2004. ne raccoglie le memorie per fondare un pre-
sente tinto di arancio.
Sopra Ledificio scolastico Josephine Baker recen-
La forza espressiva del temente completato da Dominique Coulon
colore arancio usata una nuova architettura che sorge sulle ceneri
con compiacimento
per indicare gli spazi di un complesso residenziale che era stato
distributivi del complesso eretto nella famosa Cit des 4000, un proget-
scolastico, cos da to urbanistico della citt di Parigi degli anni
identificare le aree
comuni e il progetto Cinquanta, trasformatosi in pochi anni da
stesso nella comunit. quartiere residenziale densamente popolato
(Foto Olivier Nicollas) a ghetto per immigrati.
A destra Ispirandosi al piano urbanistico ideato da
Il forte andamento Bernard Paurd per il quartiere, che non
orizzontale del complesso ignora ma recupera i segni tracciati dalle
spezzato e arricchito da
aperture che mettono in passate pianificazioni, con la volont di ri-
comunicazione la corte partire dalla storia senza ignorarla, il com-
interna con il contesto plesso caratterizzato da volumi chiusi ad
esterno.
(Foto Eugeni Pons)
andamento orizzontale, interrotti e movi-

[ 28 ]
IOArch Costruzioni e Impianti [ n. 38/2011]

La Courneuve
l colore bianco dominante nei prospetti frammentato e
movimentato dallarancio che evidenzia le aperture vetrate
in aggetto. (Foto Eugeni Pons)

Schema delle funzioni e


della loro organizzazione
nella scuola Josphine Baker,
partendo dal segno in pianta
delledificio residenziale
abbattuto.

2
mentati da aperture aggettanti, dove anche numerose edificazioni e dagli abbattimenti
il colore contribuisce alla frammentazione che questo quartiere ha subito: lasimmetria
dei prospetti. La pianta deriva dallopposi- e le linee spezzate creano molti spazi di ri-
zione degli spazi funzionali principali della sulta che danno limpressione di essere stati
scuola materna e della scuola elementare, a strappati alle vicissitudini storiche e forte-
cui si connettono al piano terra larea giochi mente voluti per una rinascita del quartiere.
da un lato e la caffetteria dallaltro, grazie a La linea pi netta quella che spezza in due
un sistema di rampe e spazi distributivi al larchitettura entrando nel giardino della
piano terra e al primo, individuati in modo corte e lasciando il segno del cambiamento 3
inequivocabile dal colore arancio, usato al- pi recente, quello di uno dei blocchi di ap-
ternativamente sui pavimenti in linoleum, partamenti Presov e Ravel che furono abbat-
sui soffitti o come tocchi di colore a segnala- tuti con la dinamite il 23 giugno del 2004.
re alcuni dettagli architettonici. Risalenti al piano urbanistico della Cit des
Tale anello di distribuzione circoscrive il 4000, originariamente chiamata la citt dei
giardino a pian terreno, creando un anello, 4.000 alloggi edificati a partire dal 1956, con
aperto in corrispondenza dellingresso a sud gli anni questi complessi per abitazioni ad
e dellingresso nord. alta densit demografica si trasformarono
La geometria delle pareti interne ed esterne in ghetti, dove la citt di Parigi rivers im-
ha voluto essere un racconto dei segni della migrati o famiglie disagiate da cui ripuliva
4
pianificazione urbanistica derivante dalle il centro cittadino. Queste banlieux, dove il

[ 29 ]
[ n. 38/2011] IOArch Costruzioni e Impianti

scuola JosePhine baker


Progetto: Dominique Coulon & Associs, Architectes
(Dominique Coulon, Olivier Nicollas)
Collaboratori: Sarah Brebbia, Benjamin Rocchi,
Arnaud Eloudyi, Florence Haenel
La Courneuve Committente: Citt di La Courneuve
Scorcio dellingresso
della scuola, da cui Luogo: La Courneuve, Parigi
comincia lasse che Progetto delle strutture: Philippe Clement, Ccile
prosegue fin oltre il Plumier, Frdric Blanc, Marc Damant, Annie Pikard
fronte nord (foto sotto)
che ricorda in pianta Progetto paesaggistico: Bruno kubler
gli abbattuti complessi Superficie utile lorda: 6.500 mq
popolari Presov e
Ravel. Superficie netta: 4.500 mq
(Foto Eugeni Pons)
Fine lavori: 2010
Costo: 8 milioni di euro

tenore di vita era molto basso e forte il senso


di abbandono da parte delle istituzioni, non
tardarono a essere teatro di scene di grave
delinquenza. In seguito alla cessione da par-
te di Parigi della Cit alla municipalit di La
Courneuve e quindi alla riappropriazione
del territorio del suo significato di comuni-
t e non pi di sobborgo della metropoli,
stata avviata una politica di recupero urbano
contraddistinta dallabbattimento di molte
barres de logements costruite tra gli anni
Cinquanta e Sessanta, tra cui anche il Presov
e il Ravel. In questo nuovo edificio che sorge
proprio sul luogo della demolizione, Domi-
nique Coulon ha deciso di non cancellare la
memoria di tali vicende ma di mantenerla in
un sistema di segni urbani, testimonianza di
un passato doloroso su cui rinasce unarchi-
tettura dalla funzione e dalla natura proget-
tuale molto differenti. Il colore arancio che
La Courneuve
emerge dalle aperture e che tracima letteral-
Scorcio sulle terrazze mente dalle rampe, come se i bambini aves-
dove il colore arancio sero rovesciato intere latte di colore per gio-
evidenzia le aree
comuni.
co, sembra essere stato preso a simbolo della
(Foto Olivier Nicollas ) rinascita di un quartiere.

Pianta del piano terra


1.01 aula classe
elementare
1.02 biblioteca
1.03 aula dinformatica
1.04 direzione
1.05 aula insegnanti
1.06 palestra
1.07 aula insegnanti
1.08 infermeria
1.09 giardino
1.10 direzione
1.11 ristorante
per materne
1.12 ristorante
per elementari

[ 30 ]
NEwS/DeSigN/moStre IOArch Costruzioni e Impianti [ n. 38/2011]

lA pIAnA dI AleSSI
nApOlI SI rIf Il lOOK phIlIppe StArCK
A salvarmi stata deSIgn, dAvId ChIpperfIeld
lA StAzIOne metrO dI KArIm rAShId entrA nel tOur dellArte una malattia mentale:
Alessi che fa una seduta?
la creativit. Parola
di Philippe Starck Esatto, si chiama Piana ed
Inaugurata a Napoli la nuova Rashid, caratterizzata da forme
(in una recente la nuova sedia pieghevole in
stazione della metropolitana sorprendenti e colori vivaci.
intervista pubblicata polipropilene disegnata da
Universit, progettata da Karim Diversi elementi, pareti, colonne,
da Repubblica). Per David Chipperfield e prodotta
corridoi sono rivestiti in Corian
chiarire il concetto in collaborazione con Lamm.
di diverse tonalit.
ha aggiunto: Pu Occupa uno spazio minimo
la prima delle cinque nuove
sembrare strano, ma e si ripone facilmente.
Stazioni dellarte della 1, la
non mi considero un Dimensioni: Altezza: 77,6 Cm,
linea che serve aree strategiche
designer. Sono un Larghezza: 48,8 Cm
della citt, tutte progettate da autistico moderno.
architetti di fama internazionale
che hanno realizzato sia gli
ambienti interni che quelli
esterni decorandoli con
sculture, installazioni e opere
darte contemporanea.
(Foto Peppe Avallone)

new YOrK, A glImpSe In the puddle


dI mOnICA CAStIglIOnI
Artista, designer di una propria
linea di gioielli, visual artist,
Monica Castiglioni esordisce ora
come fotografa. A Milano,
dal 12 al 25 ottobre alla Galleria

urBAn deSIgn
Zanuso presenta una serie
di splendide immagini di una
New York inusuale vista nel

A lOndrA
riflesso delle pozzanghere
con lo sguardo di unartista
appassionata, spontanea,
semplice, ironica e dalla
sconfinata energia.

www.monicacastiglioni.com I fInAlIStI del


hI-mACS deSIgn COnteSt
COnCOrSO dI Idee
per lArredO urBAnO

Interessanti e spesso intriganti


OutlIne: BellezzA ASImmetrICA le proposte degli 8 finalisti
del concorso Hi-Macs Design
I nuOvI prOdOttI teuCO fIrmAtI dA CArlO COlOmBO Contest, che sono stati
selezionati tra i 600 partecipanti
Espressione di forza e che si sono impegnati sul tema
matericit, Outline la nuova dellarredo innovativo dello
collezione di sanitari Teuco spazio urbano.
caratterizzata da bordi che Tra i lavori recentemente
si stagliano asimmetrici presentati allultima edizione
sulla materia, in un flusso del 100% Design di Londra
apparentemente casuale,
(22-25 Settembre), la seduta che
come quello dellacqua.
ti consente di fare la cyclette
abbinabile con la nuova
mentre leggi il giornale e la
linea di mobili InsideOut e la
nuova gamma di rubinetteria
copertura che ti permette di fare
Skidoo, entrambe firmate da conversazione mentre ti ripari
www.teuco.it Carlo Colombo. dalla pioggia.
Tutti i progetti hanno dovuto
attenersi a parametri specifici di
fruibilit, commercializzazione,
creativit, estetica, innovazione
e impiego delle propriet e delle
Il deSIgn InCOntrA lA pIetrA caratteristiche di Hi-Macs.
Hi-Macs la pietra acrilica
composta per il 70% di pietra
eventI CulturAlI mArmOmACC 2011
naturale polverizzata derivata
Tra i protagonisti di questa edizione, Patricia Urquiola per Budri, dalla bauxite, per il 25% di
Laviani per Citco, Setsu & Shinobu Ito per Grassi Pietre, Galiotto resina acrilica e per il 5% di
per Lithos Design, Albanese per Margraf, Snhetta/Kjetil Thorsen pigmenti naturali. Progettata e
per Pibamarmi, Piva per Regione Puglia, Philippe Nigro per Testi, prodotta da LG Hausys, Ginevra.
Giuseppe Fallacara con Politecnico di Bari e Universit di Budapest,
Riccardo Blumer e Donata Tomasina per Trentino Pietra, Michele De Per informazioni
Lucchi e Angelo Micheli per Stone Italiana. www.himacs.eu

[ 31 ]
Le RADICI DI UN CENTRO COMMERCIALE

Palatino
a Torino
Di Antonio Morlacchi

Il nuovo edificio disegnato da


Fuksas reinterpreta la storia del
mercato coperto di Porta Palazzo e
adotta le soluzioni impiantistiche
esemplari di Ai Studio

Torino, piazza della Repubblica. Il vecchio Mercato dellabbigliamento non


c pi. Al suo posto dal 25 marzo c Palatino, un centro commerciale
disegnato da Massimiliano Fuksas, scelto alla fine degli anni Novanta, in

IOArch Costruzioni e Impianti [ n. 38/2011]

Il Palatino, visto
dallesterno
con laffaccio
su piazza della
Repubblica.

una gara pubblica a capo di un raggrup- Segno distintivo dellintervento dal punto di dio. Ogni singola unit commerciale
pamento con larchitetto Carlo Novara, Ai vista strutturale la corte centrale al piano climatizzata con una pompa di calore ad
Engineering e Ai Studio. In particolare, Ai terra, intercalata da 11 pilastri prismatici elevata efficienza, collegata allanello li-
Engineering e la consociata Ai Studio si sono pluripiano attrezzati con mensole metalli- quido. Questo tipo di impianto consente
occupate delle opere strutturali sotto la re- che incastrate, destinate a sostenere il carico di evitare limpiego di generatori di calore
sponsabilit dellingegner Adriano Venturi- di tre passerelle metalliche che collegano i nel fabbricato, con lazzeramento dellin-
ni, delle opere impiantistiche, curate dallin- vari piani. I medesimi pilastri sostengono quinamento atmosferico e leliminazione
gegner Stefano Cremo, del coordinamento in sommit la struttura di copertura, costi- dei rischi connessi allutilizzo del combu-
per la sicurezza in fase di progettazione ed tuita da un graticcio di travature metalliche stibile. Lo scambio geotermico consente
esecuzione delle opere e della direzione lavo- articolate nello spazio a formare un percor- unelevata efficienza energetica e un ab-
ri generale. so continuo di falde inclinate. La copertura battimento dei costi per il riscaldamento
Per il Palatino, un edificio composto da cin- enfatizzata da un rivestimento in zinco e e il raffrescamento dei locali. La tipologia
que piani di cui due interrati, sono stati adot- ripropone il disegno dei percorsi che hanno dimpianto semplifica linstallazione de-
tati i pi innovativi sistemi tecnologici di ge- generato lo spazio sottostante, permettendo gli impianti in cantiere durante le fasi di
stione delle differenti attivit previste. Larea la penetrazione della luce naturale attraver- costruzione (eliminazione della centrale
commerciale organizzata lungo il perimetro so piani vetrati verticali e orizzontali. Una termica e frigorifera), mentre le pompe
delledificio cos da disegnare una piazza in- porzione di edificio sovrasta le cupole ipo- di calore installate nei singoli ambienti
terna nella parte centrale, in corrispondenza gee appoggiando indirettamente su un im- sono macchine di provata affidabilit, si-
di due ghiacciaie del 600 riportate alla luce e palcato costituito da travi in C.a.p. e soletta mili ai normali condizionatori autonomi,
che un tempo consentivano la conservazione collaborante. completamente assemblate e collaudate in
del cibo e la produzione di ghiaccio, oggi uti- Sotto laspetto energetico e impiantistico, fabbrica.
lizzate come spazi per lallestimento di mostre lintervento caratterizzato da un siste- Le zone comuni, e in particolare la piazza
temporanee. Il primo e il secondo piano sono ma geotermico a ciclo aperto. Limpianto coperta, beneficiano dello stesso tipo di
organizzati con superfici commerciali lungo il del tipo ad anello liquido e volano termi- impianto grazie a pannelli radianti ali-
perimetro, un bar, un blocco servizi per com- co in grado di fornire lenergia termica mentati sia in estate sia in inverno dallac-
mercianti nellangolo sud-ovest, un percorso e frigorifera per il fabbricato utilizzando qua fredda o calda prodotta da pompe di
a ballatoio anulare e un sistema di rampe che come fonte primaria di energia lacqua calore di tipo centralizzato. I negozi sono
attraversando il vuoto centrale collegano i di- di prima falda e come volano termico la inoltre dotati di estrazione daria a parete
versi piani delledificio. vasca di accumulo dellacqua antincen- dedicata.

il Palatino

Anno di realizzazione: 1998-2011


Committente: Citt di Torino
Superficie costruita: 13.000 mq
Superfici facciate: circa 2.000 mq
Elementi di facciata:
60.000 pannelli di vetro e 150.000 kg di acciaio
Progetto architettonico:
Massimiliano e Doriana Fuksas
Progetto strutturale:
Ai Studio - Ai Engineering Srl, Torino
Progetto Impianti:
Ai Studio - Ai Engineering Srl, Torino

Il Palatino Il Palatino
Sezione delledificio su una pianta del Centro
5 piani, di cui 2 interrati. Commerciale.

[ 33 ]
IOArch Costruzioni e Impianti [ n. 38/2011]

focus

SE tELEfOnAnDO
in mostra a milano documenti inediti di oggetti industriali illustrati
da schizzi che descrivono la Poetica e il messaggio di vico magistretti

il significato della luce che si maschera. dei miei progetti li ho trasmessi al telefono.
Come immediato pensare allausterit del Quella che Magistretti riteneva di poter
Dopoguerra e alla necessit di risolvere una trasmettere al telefono era lessenza di un
funzione con gesti semplici, guardando la prodotto, non certo laffondo sul dettaglio, il
libreria Rima del 1946. suo sapore non certo una lista dingredienti
Ma per la generazione venuta dopo, di fronte con le quantit e le procedure per le quali -
al rischio della perdita delle memorie esiste come diceva spesso - riteneva fondamentale
solo lo studio della storia inteso come curiosit un gruppo di tecnici disegnatori. Con parole
e approfondimento continuo, per ricostruire al telefono, con schizzi buttati sul primo pezzo
quella geografia di relazione tra i costumi di carta che trovava, con un testo che scriveva
sociali, gli avvenimenti e la personalit a mano libera per raccontare le origini del
dellarchitetto, le cui intuizioni di quella suo discorso, la mostra descrive il quid del
Il Designer Non ho mai conosciuto Magistretti. Chi parla societ sono lo specchio. progetto di Magistretti, illustrando un metodo
Vico Magistretti di lui, racconta di uneleganza particolare, Dopo la sua morte nel 2006 nata a che lo accomunava a tutta una generazione
(1920-2006) che luomo esprimeva nel suo modo di Milano una fondazione con lo scopo di di architetti, intellettuali prima ancora che
una raccolta di
documenti inediti porsi agli altri e alla vita, come nel modo di tutelare larchivio Magistretti ma anche di progettisti. Quando lavoravo allarchivio
che descrivono la progettare. Apparteneva a quella generazione farlo conoscere al pubblico, mettendolo a della Kartell, maneggiavo grandi e noiosi
poetica e il messaggio di maestri del disegno industriale italiano disposizione per la ricerca. La sua attivit lucidi il cui ripetitivo passaggio era di tanto
dellarchitetto e
designer italiano. che mentre disegnavano una lampada, in di conservazione procede parallela a in tanto allietato da qualche schizzo su foglio
realt progettavano sempre se stessi. Si dice quella dinterpretazione dei fondi (schizzi, di quaderno o su blocco per appunti dei vari
che un designer si legga attraverso i suoi disegni tecnici, foto, documenti, modelli, grandi nomi del design. Un giorno presi in
prodotti: questo sar vero finch saremo prototipi) ed entrambe sono propedeutiche mano una busta da lettera strappata da un lato
in grado di leggere tutte le pieghe dei suoi allorganizzazione di mostre che ne illustrino con uno schizzo che si riferiva alla forma della
elementi e poi saremo in grado di tornare al le opere e il metodo progettuale. sedia. Quello fu il solo schizzo che trovammo
tutto riscontrandone i significati duso per Aperta fino al febbraio 2012 nella sede di della Maui, un disegno a pennarello
cui stato pensato. Per chi ha conosciuto via del Conservatorio, la mostra Progetti al buttato su una busta di carta da gettare via.
Magistretti facile guardare la lampada telefono riprende una celebre espressione con Probabilmente era stato fatto da Magistretti
Eclisse e pensare allimmaginario della cui Magistretti descriveva il suo lavoro: A me mentre al telefono descriveva la doppia curva
lanterna cieca delle illustrazioni, alle favole, al piace il concept design, quello che totalmente che il guscio di plastica avrebbe dovuto avere.
mondo segreto della notte e cos capire anche chiaro che puoi anche non disegnarlo. Molti Mara Corradi

La lampada Eclisse e la
seduta Carimate 1963.

Sopra il titolo, progetto


di allestimento.

[ 35 ]
[ n. 38/2011] IOArch Costruzioni e Impianti

design

COn DOnAtI
SI LAvORA MEgLIO
ha cominciato dalla base, la classica sedia Per ufficio.
oggi armando donati Produce tutti i comPonenti, ergonomici e dalta qualit,
Per sedute che si usano tutti i giorni, Per tutto il giorno

seguendo il P2B (producer to business)


si ha la possibilit di ottimizzare la pro-
duzione su grandi numeri, recuperare gli
investimenti e distribuire a livello globale.
In sostanza si tratta di dare un servizio
completo alla proprio clientela, che cos
pu benificiare del vantaggio economico
di acquistare tutti i componenti (anche
personalizzati) presso un solo fornitore e
quindi investire le necessarie risorse nella
comunicazione, nel marketing, nella di-
stribuzioine.
Saggia valutazione imprenditoriale, in un
Sopra, meccanismo Uno sketch televisivo degli anni 70, inter- alla prima. Si tratta di produrre i mecca- momento in cui tutti vogliono fare tutto.
oscillante. pretato da Walter Chiari ci mostra un mi- nismi di regolazione della seduta, quelli Una ulteriore evoluzione, quando sembra
A destra, sedute nistro che inaugura una fontana pubblica. che ti fanno alzare, abbassare, inclinare che non manchi pi niente alla struttura
S-kocca nelle diverse Posa la prima pietra tra lapplauso della e oscillare quando usi la sedia. Ed un aziendale, unambiziosa idea.
varianti. folla. Cede alla lusinga e posa la seconda, altro successo. Donati a questo punto ha Il D_Lab uno spazio fisico allinterno
poi la terza, la quarta e cos via... Finisce un pubblico sempre pi esigente. E lui si dellunit produttiva di Rodengo Saiano
che a tarda sera apre lacqua della fontana rimbocca le maniche e passa a produrre il dove si possono incontrare progettisti,
ormai terminata. Questo divertente (per resto dei componenti della sedia da uffi- azienda e clienti. Un momento di verifica
quanto improbabile) episodio paradig- cio: schienali, braccioli, sedili. Tutti con e scambio di idee, con, a portata di mano,
matico della vicenda imprenditoriale di movimenti ergonomici. un prodotto tutte le competenze tecniche necessarie,
Donati. Spieghiamo. complesso, con spiccate caratteristiche di gli strumenti per testare, le persone in
Donati unazienda produttrice di com- precise prestazioni ergonomiche e mec- grado di valutare un progetto. Il tutto in
ponenti per sedie da ufficio nata negli caniche, con normative stringenti e un tempo reale. Unidea semplice e rivolu-
anni 80. A fondarla un giovanissimo carico di responsabilit non indifferente. zionaria, dove il servizio parte prima del
Armando Donati, che appartiene a una Il fruitore finale una persona che user prodotto. Un servizio esclusivo, che parte
famiglia di imprenditori. Il padre Luigi la sedia per molte ore al giorno, per anni. da qui e segue il prodotto anche quando
dirige Metalpres, una fiorente fonderia di La qualit deve essere un requisito impre- operativo.
alluminio che produce parti di motori per scindibile. Pietra su pietra, Armando Do- Come? Ancora unidea semplice e bril-
lelettronica e lautomobile. nati ha costruito ledificio completo, dive- lante: un codice QR impresso sulletichet-
Per diversificare la produzione si pensa nendo leader mondiale del settore. ta permette di collegarsi con un sito che
di produrre basi di sedia in alluminio. La La tentazione di produrre con il proprio trasmette oralmente, come un navigatore
competitivit e la qualit dei prodotti si marchio la sedia completa potrebbe es- satellitare, le istruzioni per luso corretto
fanno strada subito nel mercato di setto- sere (per un profano) lo sbocco naturale della sedia. Il ciclo completo, le possibili
re. La prima pietra posata. La seconda del percorso, ma un obiettivo che non esigenze soddisfatte.
l che aspetta solo di essere accostata entra nella vocazione dellazienda. Per- Marco Penati

Fasi di lavorazione
dei componenti in
alluminio.

[ 36 ]
IOArch Costruzioni e Impianti [ n. 38/2011]

uNA VILLA uRBANA A uDINE

pIenA luCe
In prOSpettIvA
Di Sonia Politi

U na villa urbana che, pur adattandosi alla particolare conformazione del lotto,
sviluppa un nuovo concetto abitativo. Un susseguirsi di cortili che creano
spazi di riposo e di luce perfettamente integrati con gli interni tramite passaggi
vetrati.
Una ristrutturazione attenta allesistente e al contesto urbano, ma votata alla trasformazione
in chiave contemporanea. Una semplice abitazione con annessa officina diventa una villa
urbana ricca di suggestioni prospettiche e luminose, anche se incastonata in un lotto la cui
forma ricorda quella della lama di una sciabola. Schizzi di progetto
Larch. Alessio Princic riesce a interpretare i vincoli ambientali e strutturali in essere Pianta e sezione da
cui emerge lintera
come input progettuali. Sceglie la scala pi adatta per definire il progetto e per poterlo struttura compositiva
controllare nei minimi particolari, che sono molti. di Villa F.

[ 39 ]
[ n. 38/2011] IOArch Costruzioni e Impianti

villa f la sua una progettazione rigorosa, dove Ecco dunque le numerose aperture realizzate
nulla viene lasciato allimprovvisazione, con grandi vetrate scorrevoli che creano un
Progettista: princic&partners architects, udine e che denota una cura per gli aspetti continuum spaziale, rompendo il rigore
Serramentista: Alunord, Majano (ud) distributivi e funzionali interni in stretto formale delle ambientazioni interne. Se al
rapporto con lambiente esterno, concepito piano terra stata privilegiata la diffusione
Sistemi Metra: NC 65 STH, NC 65 STH Porte,
NC-S 150 STH Rodos come luogo di riposo e benessere, ma anche della luce in orizzontale, al piano superiore
come principale generatore di luce e di la luce entra copiosa dallalto verso il basso,
Finitura: Verniciato RAL 7016
composizioni prospettiche. Dopo una prima raggiungendo, in corrispondenza delle zone
fase di demolizione delle parti obsolete e di soppalcate, anche alcune parti del piano
risanamento di alcune strutture esistenti, inferiore. La distribuzione planimetrica
larchitetto Princic realizza un progetto che strutturata sul cannocchiale ottico creato
un susseguirsi di volumi con diverse altezze dalla successione degli ambienti, che anche
e affacci, capace di valorizzare la superficie dal punto di vista funzionale risultano a
disponibile dilatandola. Molto dovuto al misura del proprietario, un uomo daffari
fatto di aver dotato gli spazi comuni di una spesso in giro per il mondo che qui ha
doppia altezza e dellampliamento spaziale trovato il proprio rifugio. Una villa cittadina
e visivo verso lesterno. Per creare un su tre piani (interrato, terra e un parziale
flusso continuo di luce e colori fra interno piano superiore), implosa su se stessa solo
ed esterno sono state annullate tutte le per vincoli di confine (i muri vicinali), ma
possibili barriere opache sostituendole con che offre ampi spazi per la convivialit.
pareti trasparenti e, a livello orizzontale, Lo studio dei dettagli (colori, materiali,
stata utilizzata la stessa tipologia di particolari tecnici) accompagna ogni solu-
Modello di studio del progetto. pavimentazione in grandi lastroni di pietra. zione progettuale. Di particolare effetto il

[ 40 ]
IOArch Costruzioni e Impianti [ n. 38/2011]

Una casa concepita come luogo


di riposo e benessere, ma anche
come principale generatore di luce
e di composizioni prospettiche.

contrasto tonale fra interno ed esterno:


il primo dominato dal legno dei soffitti,
dalla pietra dei pavimenti e dal bianco e
dalloro delle pareti; il secondo dal rosso
mattone delle pareti e dal verde dellerba e
degli alberi dei due giardini e dalle piccole
corti a cielo aperto, che lasciano penetrare
fasci di luce sui diversi ambienti qui
affacciati. Il ruolo delle aperture finestrate
fondamentale sia dal punto di vista
estetico che tecnico. Le porte dingresso,
i serramenti a battente e quelli scorrevoli
a tuttaltezza, realizzati da Alunord con
sistemi in alluminio Metra NC 65 STH e
NC-S 150 STH Rodos verniciati RAL 7016,
sono montati a filo esterno e perimetrati da
un piatto di alluminio color oro-arancio
fissato con viti in acciaio inox, che stato Interni e cortili
appositamente disegnato dallarch. Princic una sequenza di patii
per nascondere lattacco alla muratura. Il interni e un controllo
misurato del rapporto
telaio quindi mimetizzato per ottenere tra spazi aperti ed
la massima omogeneit superficiale. In edificati, tra interno ed
considerazione del fatto che ledificio stato esterno.

Villa F
Pianta piano terreno
un rapporto con
il suolo ed una
composizione di spazi
originale.

rivestito esternamente con un isolamento


a cappotto, prima della stesura degli
intonaci stato predisposto un controtelaio
in acciaio zincato per evitare la formazione
di ponti termici. I serramenti scorrevoli, di
grandi dimensioni in lunghezza e in altezza
e con sopraluci fissi anche trapezoidali,
presentano parti fisse e parti apribili con
sistema alzante-scorrevole e vetrocamera
di sicurezza 6+6, 15 argon, 4+4. La guida
inferiore a totale incasso nel pavimento per
non creare nessun ostacolo.
Le finestre a battente sono realizzate con
parti fisse e ante apribili del tipo vasistas-
scorrevole o anta-ribalta e con vetrocamera
di sicurezza 6+6, 15 argon, 4+4 basso
emissivo. Alcune sono dotate di veneziana
interna manuale, altre di vetro esterno
a protezione solare Energy. Le porte
dingresso (sistema Metra NC 65 STH Porte)
sono realizzate con rivestimento interno in
legno di palissandro e rivestimento esterno
con piastre orizzontali in ottone brunito.

[ 41 ]
[ n. 38/2011] IOArch Costruzioni e Impianti

lettura/Cultura

On the road - Bob Noorda


il grafico del viaggio
autori: Mario Piazza, Daniela
Piscitelli, Carlo Vinti e altri.
editore: Aiap Edizioni
176 pp - euro 22,00

Non un semplice catalogo, ma un volume che


attraverso un ricco apparato iconografico e una
importante raccolta di contributi approfondisce
una micro-storia della grafica italiana, quella di Bob
Noorda, per il Touring Club Italiano.
Il lavoro di uno dei pi dei grandi grafici italiani per
dare un carattere allidentit di una organizzazione,
e renderla riconoscibile a milioni di italiani tanto da
entrare nellimmaginario di pi generazioni.

Altri paesaggi
mostre

ARCHItEttuRA
autore: Joan Nogu
fotografie di Maria Rosaria Russo
editore: Franco Angeli

COME SfIDA
336 pp - euro 39,00

Joan Nogu ci offre un punto di vista attento e


originale sui paesaggi del nostro tempo, da quelli che
abitiamo quotidianamente a quelli meno conosciuti,
mettendo a fuoco valori e qualit inaccessibili a
uno sguardo distratto e fugace. un appassionante la mostra dedicata alle migliori oPere delleclettico
viaggio attraverso scenari diversi e contrastanti, fra Protagonista dellarchitettura del 900
paesaggi che le fotografie di Maria Rosa Russo ci
aiutano a riconoscere e apprezzare: luoghi ordinari
e terre remote, spazi naturali e scenografie urbane,
immaginari prossimi e orizzonti inesplorati.

Dopo Venezia, Roma e Torino, la mostra itinerante: Pier Luigi Nervi,


Architettura come sfida sar a Berlino, e poi negli States, a N.Y. e San
Ecopolis: bioarchitettura
ed ecologia urbana Francisco. Un progetto espositivo di ampio respiro che coinvolge
lAssociazione Pier Luigi Nervi Research and Knowledge Management
autore: Sergio Lironi
presentazione di Ugo Sasso Project, il Civa, Centre International pour la Ville, lArchitecture et
editore: Edizioni GB le Paysage di Bruxelles, il MAXXI/Museo Nazionale delle Arti del
320 pp - euro 28,00 XXI secolo e il CSAC/Centro Studi e Archivi della Comunicazione
dellUniversit di Parma.
I cambiamenti climatici, la crisi energetica e ambientale Protagonista eclettico dellarchitettura del secolo scorso, Nervi ha
che caratterizzano il mondo contemporaneo impon- lasciato al mondo leredit di un progettista geniale, ingegnere temerario,
gono oggi una radicale correzione di rotta. imprenditore e comunicatore di grande impatto.
La bioarchitettura, come sperimentazione di nuove
abitazioni, di soluzioni costruttive bio-ecologiche, nervi dentro nervi Durante la sua lunghissima carriera, ognuno di questi fili si intrecciato
diventa anche espressione di una nuova idea di citt Nella tappa torinese agli altri pur rimanendo conduttore e questa mostra si promette di
che si sta affermando con il sorgere di nuovi quartieri la mostra era allestita ricostruire gli sviluppi di una storia e di una fortuna professionale
integralmente progettati e realizzati secondo i principi negli spazi di Torino
dellecologia urbana. Esposizioni, edificio unica nel panorama mondiale. Il tour internazionale si realizza grazie
da lui stesso progettato. al contributo di Permasteelisa group, Italcementi e Ance. A.M.

Investire sullufficio:
come e perch - Lo spazio
di lavoro come risorsa per
migliorare lazienda
a cura di: Enrico Cietta
editore: Franco Angeli
160 pp - euro 19,00

La ricerca di ufficio Fabbrica Creativa, un progetto


dellassociazione Assufficio di FederlegnoArredo
che raggruppa le pi importanti imprese di mobili Sopra il titolo,
per ufficio, per la prima volta affronta questo tema scala elicoidale dello
cercando una relazione tra performance economiche, Stadio Berta a Firenze.
atteggiamento dei lavoratori e cura nellorganizzazione
dello spazio, dimostrando che avere cura dello spazio
di lavoro un ottimo investimento, anche se ancora A destra, particolare
poche aziende lo fanno. del palazzo del lavoro
a Torino.

[ 42 ]
costruzioni e impianti

abbonamenti 2012
10 numeri direttamente Sconto
nel tuo studio a soli 30 euro 33%
Nome Cognome

Studio/Azienda

Via e n. CAP Localit Prov.

Scegli il metodo di pagamento che preferisci

Posta Versamento di 30 euro su c.c.p. 64538911 intestato a Font Srl Carta di credito Addebitate 30 euro sulla mia:

Banca Bonifico di 30 euro su c.c.b. IBAN IT 68 H 02008 01642 000004685386

PayPal Pagamento di 30 euro su www.ioarch.it/abbonamenti scad.

Nota sulla tutela dei dati personali. Ai sensi del D. Lgs 196/03 la informiamo che i suoi dati saranno utilizzati esclusivamente
per assolvere gli obblighi derivanti dalla sua richiesta di abbonamento; che saranno tutelati da Font Srl secondo le modalit Intestata a:
previste dal D. Lgs stesso; che lei potr in qualsiasi momento esercitare i suoi diritti, come descritti dal titolo I Art. 7 del D. Lgs
196/03, tra cui la rettifica o la cancellazione dei dati, semplicemente scrivendo a: Font Srl, responsabile del trattamento dei
dati, via Siusi 20/a, 20132 Milano. La richiesta di cancellazione ci impedir peraltro di proseguire nellinvio delle copie previste
dallabbonamento da lei sottoscritto.

Coupon da riSpedire per fax a 02.45474060 costruzioni e impianti


[ n. 38/2011] IOArch Costruzioni e Impianti

ARCHI-STAR A gARDONE RIVIERA

preStIgIO
fIrmAtO
Di Carlo Ezechieli

Un alto livello qualitativo laspetto centrale di questo condominio orizzontale Tra la fine dell800 e il principio del 900
di lusso dove larchitettura gioca un ruolo decisivo. In un paesaggio carico di viene codificata non solo una cultura del
storia, lintervento di 750mila mq si avvale del contributo di archistar, nomi turismo, ma anche unofferta ben struttura-
formidabili che hanno progettato una vera collezione di pezzi dautore. ta a livello turistico. Si progettano e costru-
iscono nuove strutture e compaiono due
Vista aerea tipi edilizi pressoch inediti: il Grand Hotel
Il progetto promosso
da Ren Benko, e lo stabilimento termale. Raggiungibili e
fondatore di Signa quieti laghi, localit montane, sorgenti ter-
Holding sostituisce, mali diventano i luoghi delezione di questo
con 7 ville, 9 attici
e una clubhouse, tipo di utenza, colta, elegante e decisamen-
un precedente che te selezionata. Le nuove localit crescono
prevedeva 140 e prosperano fino al dopoguerra quando,
appartamenti e una
dozzina di condomini. con lascesa della societ dei consumi, mol-
Lintervento si sviluppa ti Grand Hotel iniziano un periodo di de-
nellarco di quasi 15 clino, spesso degenerato nellabbandono, e
anni. La strada interna
garantisce laccesso ai le terme assumono la classica connotazione
parcheggi privati. sanitario-carampanesca che le accompa-

[ 44 ]
IOArch Costruzioni e Impianti [ n. 38/2011]

Matteo Thun, villa


pianta piano terra
1. dispensa
2. scale di servizio
3. cucina
4. soggiorno
5. scala
6. ascensore
7. guardaroba
8. toilette
9. palestra / SPA
10. terrazza
11. area barbecue
12. ingresso
13. cavit
14. giardino retrostante

Matteo Thun, villa


pianta I piano
1. camera matrimoniale
2. camera matrimoniale
3. corridoio
4. camera
5. bagno ospiti
6. scala
7. ascensore
8. balcone

gner fino a tempi molto recenti. Solo negli


ultimi anni, nella vorticosa et digitale, con Sopra, Matteo Thun, villa
litorali ormai sovraffollati e rapallizzati e La villa di circa 500 mq segue il criterio del contatto
e della continuit con il paesaggio ottenuta
con unutenza di fascia alta, sia a livello di attraverso leliminazione di ogni barriera fisica e
richieste che di censo, il recupero e reinter- visuale. Al fine di non interrompere il panorama con
pretazione in chiave moderna di strutture e elementi strutturali, il piano superiore una sorta
di ponte, privo di sostegni intermedi, appoggiato
luoghi stupendi, ma ritenuti fino a poco tem- su due massicci sostegni in pietra. La struttura
po fa decadenti, diventato un tema pro- permette che non solo la vista, ma anche laria e
gettuale di grande attualit. Un alto livello la luce, attraversino ledificio. La piscina a effetto
infinito permette una continuit visiva totale con la
qualitativo laspetto centrale di queste superficie del lago evitando qualsiasi interferenza
iniziative ed in tutto questo larchitettu- visuale. Il lessico e gli elementi sono noti, ma sono
ra gioca, ovviamente, un ruolo decisivo. composti in modo giusto, intelligente e coerente
rispetto ad un obiettivo troppo spesso trascurato:
Lintervento di Gardone Riviera promosso quello di fare dellarchitettura un punto di contatto
da Ren Benko - di Innsbruck, coetaneo con ogni componente visibile e non visibile, statica
dei tycoon della web-economy, e fonda- o attiva del paesaggio. Interessante inoltre la
filosofia triplo 0: km zero, zero CO2, zero rifiuti,
tore di Signa ormai uno dei principali proposta da Thun che ha portato allutilizzo
gruppi immobiliari in Austria - si collo- Matteo Thun, schizzo della facciata della villa. prevalente di materiali locali.

[ 45 ]
[ n. 38/2011] IOArch Costruzioni e Impianti

gli architetti

Matteo Thun

David Chipperfield
Martin godwin

Richard Meier

Marc Eutebach
di ATP Sphere

Signa holding
Fondata nel 2000
con il nome di
Immofina Holding
dallimprenditore
Ren Benko,
Signa riuscita
nel 2001, con la
partecipazione
dellinvestitore
viennese Karl
Kovarik, a porre
le basi per
lespansione
nel mercato
immobiliare ca perfettamente in questo cortocircuito
austriaco. Con
un volume di storico. Il progetto si inserisce su un sito
investimenti di di 750mila mq, in un paesaggio carico di
oltre 1,5 miliardi
di Euro, 15 storia, caratterizzato da terrazzamenti
progetti avviati, millenari, da viste mozzafiato, da una
una superficie in
via di sviluppo di vegetazione tipicamente mediterranea.
250000 m ed A livello insediativo riprende molti trat-
investimenti in
Austria, Germania ti tipo del ben codificato condominio
e Italia, Signa La Villa Ovest disegnata da David Chipperfield orizzontale di lusso, dove ogni servizio
uno dei principali Larchitettura riprende il tipo della limonaia creando
gruppi immobiliari funzionale alla villeggiatura - dalla pu-
un involucro supplementare che avvolge quello
in Austria. principale in pietra. La sequenza di pilastri inquadra lizia al catering - radunato allinterno
e misura il paesaggio. di una club house. Nel caso di Gardone

[ 46 ]
IOArch Costruzioni e Impianti [ n. 38/2011]

David Chipperfield, villa Ovest


pianta I piano
1. SPA
2. bagno
3. doccia
4. sauna
5. corridoio
6. terrazza
7. piscina
8. ascensore
9. studio
10. soggiorno

David Chipperfield, villa Ovest


pianta seminterrato
1. bagno
2. cabina armadio
3. camera da letto
4. ascensore
5. corridoio
6. magazzino
7. scala
8. bagno
9. cantina vini
10. sala
11. terrazza

tuttavia inedita la presenza di un valo-


re aggiunto, dato dallarchitettura e dai
nomi formidabili che hanno contribuito
a comporre una vera e propria collezio- Villa Meier
Il Pritzker Richard Meier ripropone in toto il
ne di pezzi dautore: il Premio Pritzker sopraffino manierismo modernista con il quale ha
Richard Meier, il tre volte Compasso saputo aggiungere un capitolo fondamentale alla
dOro Matteo Thun, David Chipperfield storia dellarchitettura. Lo stile, internazionale,
figlio dellindustria e della globalizzazione,
(che gi aveva collaborato con Signa non necessita n dei materiali, n dei richiami
progettando il centro commerciale Kau- allarchitettura locale. uno stupendo
f haus Tyrol nel pieno centro storico di catalizzatore attorno al quale si sviluppa il
paesaggio e non viceversa. gli spazi sono i loft di
Innsbruck), gli emergenti ATP Sphere di lecorbuseriana memoria e la luce la componente
Innsbruck e il paesaggista Enzo Enea. principale dellarredo.

[ 47 ]
[ n. 38/2011] IOArch Costruzioni e Impianti

rAtIng AAA
glI ArChItettI
Sul weB
come sono i siti degli architetti.
luoghi dove trovare informazioni
o icone Per affermare uno stile?

Lanno scorso Alissa Walker conclude- un progetto sul loro iPhone per andarlo a
Kengo Kuma va cos un suo servizio su Fast Company vedere; appassionati che vogliono condivi-
Bello e veloce, permette di pubblicare su facebook e twitter. (www.fastcompany.com): Spesso i siti dere un progetto con i loro contatti su face-
La home page presenta gli 11 progetti pi recenti, uno dei quali scelto meno usabili degli architetti sono come book o spedire un tweet ai loro followers.
per la foto di background, e le 11 notizie pi recenti, oltre a un menu
completo ed elegante da cui facile accedere, nellarea lavori, a tutti i loro edifici: icone create per affermare il Ma non possono farlo.
i progetti. Per la consultazione non sono previsti particolari filtri e proprio stile piuttosto che per soddisfare Si incontra invece un numero crescente di
categorie ma solo una lista per immagini, che con un rollover rivela il esigenze duso quotidiano. Era diverten- giovani architetti, con molta buona volon-
nome e il luogo del progetto e con un clic fornisce dettagli testuali e
fotogallery. Ogni pagina ha una propria uRL. te leggere le sue osservazioni su siti in cui t, che disseminano le informazioni che li
http://kkaa.co.jp anche noi, andando alla ricerca di informa- riguardano anche sulle pagine di facebo-
zioni, ci siamo trovati in difficolt, come ok e flickr. Che sanno cio, come sanno i
quello di Diller Scofidio + Renfro (www. grandi studi, che il web prima di tutto
dsrny.com), che in un tempo non breve uno strumento per creare nuove relazioni.
carica in home page unanteprima di tutti Si usa dire che, quanto a invecchiamento
i progetti navigabile a volo duccello, ma della tecnologia, nel web un anno ne vale
senza possibilit di condividerne alcuno. dieci. Infatti metodi come flash sono gi
O quelli di Renzo Piano, Zaha Hadid, Jean vecchi, poco adatti a favorire lindicizza-
Nouvel e OMA (www.rpbw.com, www.za- zione di un sito (e dunque il suo posizio-
ha-hadid.com, www.jeannouvel.com, www. namento nei motori di ricerca), tanto pi
oma.nl) tutti realizzati in flash. Il fatto che dopo due anni dallintroduzione delliPad,
con il web 2.0, insieme di programmazione che non accetta flash. Linvito rivolto lan-
flessibile, social network, sistemi multipiat- no scorso da Fast Company agli architetti a
taforma, in pochi anni il concetto di intera- progettare siti pi usabili ancora attuale,
zione si avvicinato al suo reale significato in primo luogo nellinteresse degli studi di
di conversazione. architettura. Perch se vero che una bella
massimiliano Fuksas Linterazione grafica, fatta di rollover e grafica pu dare unidea delle capacit cre-
Chiaro ed elegante, il sito dellarchitetto romano si apre con animazioni cos originali da rendere ogni ative di un architetto, vero anche quanto
un semplice menu e unarea di ricerca efficace. In background visita al sito di uno studio unesperien- ricordava Alissa Walker: gli architetti do-
limmagine del progetto selezionato in quel momento dallo studio
(quando lo abbiamo visitato il focus era sullaeroporto internazionale za completamente nuova ma proprio per vrebbero essere i primi designer dellin-
Baoan di Shenzen); un clic porta alla photogallery (immagini questo disorientante, toglie molto alla re- terattivit, dal momento che progettano
soprendentemente grandi) e al testo descrittivo. Scaricare o copiare ale fruizione dellinformazione. Gli utenti spazi nei quali gli individui interagiscono e
testi non tra le operazioni pi semplici ma sempre possibile
copiare e inviare per email il link alla pagina specifica. potrebbero essere committenti interessati si relazionano tra loro. E che stando cos le
www.fuksas.it a condividere un particolare progetto con cose forse meglio, non peggio, che quat-
degli investitori, o studenti che vorreb- tro degli ultimi dieci premi Pritzker non
bero caricare le coordinate geografiche di abbiano nemmeno il sito. A.M.

Norman Foster Bernard tschumi


la dimostrazione che anche senza essere originali a tutti i Una bella grafica e una navigazione agevole (un po meno la lettura
costi possibile creare un sito bello e funzionale. La voce di su fondo nero) sul sito dellarchitetto franco-svizzero che ha disegnato il
menu data raggruppa tutto quello che nella maggior parte dei siti nuovo museo dellAcropoli. Malgrado lampio uso di animazioni ogni pagina
ha una voce autonoma (concorsi, premi, pubblicazioni) mentre ha una uRL propria e quindi pu essere condivisa, sia pure solo per email
alla presentazione commerciale riservata la prima voce (practice). con un copia-e-incolla dellindirizzo. Ottima lindicizzazione dei progetti,
Indicizzati esemplarmente, i progetti sono di facile consultazione. organizzati in categorie ed elencabili per immagini, a tabella o su mappe, e
Ogni pagina dispone di una uRL propria che pu essere copiata e la loro ricercabilit, oltre che per parola chiave, per ordine alfabetico, data
condivisa per email. o luogo (di ogni progetto indicato gi in elenco lo status).
www.fosterandpartners.com www.tschumi.com

[ 48 ]