Sei sulla pagina 1di 4

La carpocapsa: impariamo a combattere

il principale nemico del melo e del pero


La carpocapsa o verme delle mele linsetto pi pericoloso per le pomacee, in grado di provocare
rilevanti perdite di produzione a queste importanti colture da frutto. Tuttavia, grazie alla conoscenza
della biologia del parassita e del suo ciclo di sviluppo, si possono porre in atto alcune strategie
di difesa che consentono di tenerlo sotto controllo e di limitarne i danni
La carpocapsa (Cydia pomonella) late, pi raramente in coppia (le due uo-
linsetto pi insidioso per le pomacee, a va possono essere anche parzialmente
causa delle perdite di produzione e dei sovrapposte). Quelle della prima gene-
gravi danni che in grado di causare al- razione vengono deposte preferibilmen-
le coltivazioni di melo e di pero. te sulle foglie pi vicine ai frutti, nelle
Negli ultimi anni le infestazioni sono successive generazioni le deposizioni
aumentate per cui occorre realizzare gli interessano preferibilmente i frutti.
interventi in maniera tempestiva al fine Le uova hanno un periodo di incu-
di limitare i danni. bazione che si completa in circa 90 gra-
di-giorno (sommatoria delle temperatu-
LE ORIGINI, LA DIFFUSIONE re medie giornaliere eccedenti il limi-
E LE PIANTE OSPITI te biologico di 10 C, vedi pi avanti a
pag. 29 e 30), durante il quale luovo
Cydia pomonella, volgarmente nota inizialmente bianco opalescente per mo-
come verme delle mele o baco delle La carpocapsa linsetto maggiormente strare poi un anello rosso ed infine la te-
mele un lepidottero della famiglia dei temuto su tutte le pomacee (melo, pero, sta nera della larva.
Tortricidi, originario del centro Europa, cotogno) e sul noce: in grado di arreca- La larva neonata, dopo un periodo di
area geografica in cui vive il melo selvati- re gravi danni, fino a provocare talvolta vagabondaggio che pu andare da alcune
co a grossi frutti (Malus sylvestris). Da ta- la completa perdita della produzione. ore a 1-2 giorni, penetra nel frutto dove
le area dorigine si poi estesa, gi in tem- Nella foto: frutto di melo con fuoriuscita scava una galleria che raggiunge le logge
pi antichi, verso lAsia e dal 1700 pre- di rosura dal foro di entrata della larva seminali (le cavit interne al frutto conte-
sente anche negli Stati Uniti. nenti i semi), distruggendole. La larva
La carpocapsa indubbiamente lin- mediamente 60-80 uova, in gran parte raggiunge il completo sviluppo attraver-
setto pi temuto su tutte le pomacee (me- durante la prima e seconda settimana. sando cinque stadi e fuoriesce dal frutto
lo, pero, cotogno) e sul noce, poich in Le uova sono deposte per lo pi iso- infestato in cerca di un rifugio per im-
grado di compiere danni che possono ta-
lora causare la completa perdita della pro-
duzione. Occasionali o accidentali pre-
senze possono essere riscontrate su altre
piante quali nespolo, sorbo, kaki, melo-
grano e perfino su drupacee (pesco e albi-
cocco), arancio, ciliegio e castagno.

IL COMPORTAMENTO BIOLOGICO
1 2 3
La carpocapsa trascorre linverno allo
stato di larva matura in diapausa (ridotta Le uova (mm 1,2 x 0,9) vengono deposte generalmente isolate e attraversano un pe-
attivit fisiologica), protetta allinterno di riodo di incubazione che si completa in circa 90 gradi-giorno (vedi testo a pagina
un compatto bozzoletto feltroso, di colo- 29 e 30), durante il quale luovo inizialmente bianco opalescente (1), per mostra-
re bianco sporco, tessuto sotto le placche re poi un anello rosso (2) ed infine la testa nera della larva (3)
corticali del tronco, nelle anfrattuosit
della corteccia, nel suolo, talora fra i li-
stelli in legno delle cassette di raccolta.
Le crisalidi si formano quando le
piante di melo si trovano nello stadio di
bottoni fiorali ancora ben chiusi e i primi
voli degli adulti avvengono in genere du-
rante la fioritura, generalmente 2-3 setti-
mane dopo la formazione delle crisalidi.
Le femmine possono accoppiarsi una
4 5 6
o pi volte per poi iniziare la deposizio-
ne delle uova con temperature ambien- 4-La larva (mm 18-20) penetra nel frutto dove scava una galleria
tali di almeno 15-16 C. Nel corso della che raggiunge le logge seminali, distruggendole. 5-La crisalide
la sua esistenza, che pu durare anche (mm 10) si forma allinterno di un bozzolo tessuto nelle anfrattuosit della cortec-
un mese, la femmina riesce a deporre cia o al colletto delle piante. 6-Adulto di carpocapsa (mm 15-22 di apertura alare)

VITA IN CAMPAGNA 9/2008 FRUTTETO - VIGNETO 27


bozzolarsi e compiere la metamorfosi. do invernale in quanto ben riparate allin-
In un anno la carpocapsa compie 2-3 terno del loro bozzolo; inoltre il congela-
generazioni (vedi il ciclo biologico in mento viene impedito dallelevato conte-
basso in questa pagina). nuto di glicerina presente nel loro corpo.
Le larve svernanti subiscono attacchi
GRAVI I DANNI. da parte del microrganismo fungino
VARIET SUSCETTIBILI Beauveria bassiana. Le larve infette so-
E RESISTENTI no facilmente riconoscibili in quanto ap-
paiono calcificate e coperte dalla bianca
I frutti danneggiati cadono al suolo; vegetazione del fungo parassita.
quelli che riescono a raggiungere la ma- Infezioni vengono causate alla carpo-
turazione e sono internamente infestati capsa anche dal virus della granulosi,
marciscono durante il periodo di conser- Le larve svernanti possono essere paras- dal protozoo Nosema carpocapsae e dal
vazione. I danni arrecati dalla carpocap- sitizzate dal fungo Beauveria bassiana. nematode Steinernema feltiae.
sa possono rivelarsi molto gravi, tanto da Le larve infette appaiono calcificate e Tra i pi importanti insetti parassiti
interessare anche lintera produzione. coperte dalla vegetazione bianca del della carpocapsa sono da annoverare il
Nellambito varietale esiste un diver- fungo (vedi freccia) dittero Elodia tragica, limenottero bra-
so grado di suscettibilit dei frutti agli conide Ascogaster quadridentatus e gli
attacchi della carpocapsa. Per le mele, le icneumonidi Ephialtes caudatus, Pristo-
variet del gruppo Red Delicious sono merus vulnerator e Trichomma enecator.
quelle maggiormente suscettibili. Per le Nonostante lutile contributo fornito
pere, le variet Abate Ftel e Kaiser so- dai suddetti antagonisti, per il conteni-
no quelle pi colpite; resistente agli at- mento dei danni prodotti dalla carpocap-
tacchi della prima generazione invece sa necessaria lattuazione di adeguati
la variet Packhams Triumph. provvedimenti di difesa.

I NEMICI NATURALI ESISTONO DIVERSI METODI


DELLA CARPOCAPSA DI DIFESA

Come tutte le specie viventi, anche le Per il contenimento delle infestazio-


popolazioni della carpocapsa subiscono ni si possono adottare diversi provvedi-
lazione limitante da parte di avverse menti di difesa: impiego di fasce-trap-
condizioni ambientali (ad esempio le Le fasce-trappola (bande di cartone on- pola per la cattura delle larve; colloca-
piogge battenti che si verificassero alla dulato applicate alla base del tronco), zione sulle piante dei diffusori (dispen-
nascita delle larve) e di insetti, funghi, costituiscono un luogo ideale per lan- ser) di feromoni sessuali di sintesi, per
batteri e virus. nidamento delle larve mature della car- mascherare il richiamo sessuale eserci-
La carpocapsa in grado di sopporta- pocapsa. Sistemate in campo allinizio tato dalle femmine (confusione sessua-
re temperature molto basse: le larve sver- dellautunno consentono la cattura del- le) o per creare falsi richiami (disorien-
nanti riescono a difendersi bene dal fred- le larve svernanti tamento sessuale) che ostacolano gli ac-

Ciclo biologico semplificato della carpocapsa del melo e del pero


con individuazione del momento di avvio dei controlli e degli eventuali interventi di difesa
Inverno Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre
uova uova uova

Evoluzione larve larve larve


delle popolazioni crisalidi
adulti adulti adulti
Applicazione
fasce-trappola

installazione diffusori per la confusione sessuale


Impiego
dei feromoni
installazione diffusori per il disorientamento sessuale

Controllo installazione delle trappole a feromoni


dei voli
EVENTUALE

Trattamenti
insetticidi

28 FRUTTETO - VIGNETO VITA IN CAMPAGNA 9/2008


1 2 3 4
Diversi modelli di diffusori di feromoni per lapplicazione dei metodi di confusione sessuale (1, 2 e 3) e disorientamento sessuale (4)

coppiamenti; ricorso a trattamenti con Diffusori per la confusione meno un ettaro: la protezione di poche
preparati chimici e microbiologici con- e il disorientamento sessuale piante, in un frutteto familiare, risulte-
tro uova e/o larve dellinsetto. rebbe antieconomica.
Nome trappola (societ distributrice)
Fasce-trappola. Le fasce-trappola, Tecnica della confusione Lotta chimica. Per quanto riguar-
consigliate anche per il frutteto familia- da gli interventi chimici, per una corret-
re, non sono altro che bande di cartone Check Mat CM-WS (Consep) ta attuazione occorre innanzitutto cono-
ondulato che, avvolte intorno alla parte Isomate C Plus (CBC Europe) scere landamento dei voli attraverso la
basale del tronco, costituiscono un luogo collocazione di una trappola a feromoni
ideale per lannidamento delle larve ma- Isomate CTT (CBC Europe) (Traptest della Isagro, Pherocon Codle-
ture della carpocapsa. Sistemate in cam- RAK 3 (Basf Italia) mone della Sipcam, Nuova DTI della In-
po allinizio dellautunno, allepoca del- trachem Bio Italia, SuperTrack della
la maturazione, consentono la cattura Tecnica del disorientamento Serbios, ecc.) innescata con specifi-
delle larve svernanti. I cartoni vanno poi ca capsula attrattiva impregnata del
Ecodian Carpocapsa (Isagro Italia)
asportati alla fine dellinverno e bruciati feromone specifico (codlemone).
per distruggere le larve presenti o, me-
glio, collocati allinterno di un conteni- Esempio di calcolo dei gradi-giorno per lindividuazione
tore con maglie di 3 mm onde trattenere
gli adulti della carpocapsa e consentire la dello stadio di sviluppo della carpocapsa
fuoriuscita degli eventuali suoi insetti Temperature rilevate ( C) Gradi-giorno Sommatoria
antagonisti, citati in precedenza. Data
Tmin Tmax Tore 9 Tore 21 Tmedia (Tmedia 10 C) gradi-giorno
21 aprile
Confusione sessuale. La confusione
22 aprile
sessuale una tecnica di lotta che utiliz-
za appositi erogatori di feromoni di sin- 23 aprile 9,0 21,0 18,0 17,0 16,25 6,25 6,25
tesi per saturare lambiente con unele- 24 aprile 8,5 20,0 17,5 16,0 15,50 5,50 11,75
vata concentrazione di feromone. I ma- 25 aprile 9,5 21,0 18,0 17,5 16,50 6,50 18,25
schi non riescono a captare il segnale at- 26 aprile 10,0 21,5 19,0 17,5 17,00 7,00 25,25
trattivo del feromone naturale emesso 27 aprile 10,0 21,0 19,0 16,0 16,50 6,50 31,75
dalle femmine perch la nube feromoni- 28 aprile 11,0 20,5 17,0 16,5 16,25 6,25 38,00
ca artificiale nasconde le scie feromoni- 29 aprile 10,0 19,0 16,0 17,0 15,50 5,50 43,50
che naturali. In tal modo si ostacolano 30 aprile 9,0 18,5 16,0 15,5 14,75 4,75 48,25
gli accoppiamenti e si riduce conseguen- 1 maggio 8,5 18,0 15,0 15,5 14,25 7,25 55,50
temente la popolazione delle generazio- 2 maggio 10,5 19,0 16,5 16,0 15,50 5,50 61,00
ni successive.
3 maggio 11,5 20,0 16,5 17,0 16,25 6,25 67,25
Il metodo trova pratica applicazione
nei frutteti di una certa ampiezza (al- 4 maggio 12,5 21,0 17,0 17,5 17,00 7,00 74,25
meno un ettaro), in quanto per la prote- 5 maggio
6 maggio e cos via...
zione di poche piante lonere economi-
co sarebbe eccessivo dovendo realizzare 15 maggio 14,0 22,5 19,0 18,5 18,50 8,50 152,25
la distribuzione dei dispenser (diffusori) 16 maggio 13,5 22,0 19,5 18,0 18,25 8,25 160,50
su unarea ben maggiore di quella occu- Come leggere la tabella. Supponiamo che il giorno 22 aprile abbia inizio il volo degli adul-
pata dal frutteto familiare. ti della 1a generazione della carpocapsa, evidenziato dalla cattura dei maschi nelle trappole
a feromoni. Dal giorno successivo occorre rilevare i valori di temperatura minima (Tmin),
Disorientamento sessuale. Il metodo massima (Tmax), delle ore 9 (Tore 9) e delle ore 21 (Tore 21), e quindi calcolare la temperatura
del disorientamento sessuale si basa sulla media (Tmedia) sommando i valori rilevati e dividendo per 4; ad esempio nel giorno 23 aprile
distribuzione di un elevato numero di dif- la temperatura media di 16,25 C (9+21+18+17 : 4 = 16,25).
fusori, ciascuno dei quali caratterizzato Sottraendo alla temperatura media il valore di 10 C (temperatura al di sotto della quale si ar-
resta lo sviluppo dellinsetto) si ottengono i gradi-giorno (al 23 aprile: 16,25 10 = 6,25).
da un potere di richiamo nettamente su- Si sommano quindi quotidianamente i valori dei gradi-giorno e quando la sommatoria supera
periore a quello esercitato dalle femmine il valore di 55 (nel nostro esempio ci avviene il 1 maggio), occorre intervenire con un pro-
vergini: il maschio, sviato dai falsi richia- dotto ovicida. Successivamente, quando la sommatoria dei gradi-giorno supera il valore di 150
mi, non riesce a localizzare la femmina e (nel nostro esempio ci avviene il 15 maggio), occorre intervenire con un prodotto larvicida.
gli accoppiamenti non sono possibili. Il calcolo dei gradi-giorno, cos come stato effettuato per la prima generazione, consenti-
Anche questo metodo, come il pre- r di stabilire il momento adatto per gli interventi ovicidi e larvicidi anche contro le genera-
cedente, applicabile in frutteti di al- zioni successive.

VITA IN CAMPAGNA 9/2008 FRUTTETO - VIGNETO 29


Un termometro con doppia scala (di Elenco delle pi comuni trappole fettuati automaticamente ogni due ore.
minima e di massima) consentir di cal- Alcuni dati sono ben conosciuti e te-
colare i valori di temperatura media gior- a feromoni per il controllo dei voli stati. In particolare per il completamen-
naliera, la quale in pratica si calcola ri- Nome trappola (societ distributrice) to del periodo di incubazione delle uova
levando e sommando le temperature di Delta-Trap (Novapher) sono necessari 90 gradi-giorno. A titolo
quattro momenti della giornata (minima, SuperTrack (Serbios) esemplificativo, i risultati di attivit spe-
massima, delle ore 9 e delle ore 21) e di- rimentali di campo hanno permesso di
videndo per 4 il risultato ottenuto. Sot- Carpotrap,Traptest (Scam) individuare in 55 gradi-giorno, calcolati
traendo poi alla temperatura media gior- Traptest (Isagro Italia) dallinizio del volo, il momento ottima-
naliera il valore di 10 C (temperatura al Real Control (Sariaf Gowan) le per il trattamento con preparati ovici-
di sotto della quale si arresta lo sviluppo Attract (Biobest) di (che uccidono le uova) e in 150 gradi-
dellinsetto), si ottengono i gradi-giorno. Pherocon Codlemone (Sipcam)
giorno quello ottimale per il primo inter-
Sommando i singoli gradi-giorno si vento larvicida (che uccide le larve) con-
ottengono i valori maturati da un deter- Nuova DTI (Intrachem Bio Italia) tro la prima generazione.
minato momento (dallinizio dellanno, I preparati con attivit ovicida vanno
dallinizio del volo, dal presunto inizio applicati allinizio del volo poich espli-
delle ovodeposizioni) che servono ad in- cano la loro migliore attivit su uova ap-
dividuare cos il momento ottimale per pena deposte e su quelle che vengono de-
lesecuzione dei trattamenti. poste su parti vegetali trattate. Ritardi
Occorre quindi realizzare una tabella applicativi, quando lo sviluppo embrio-
come quella a pag. 29 in basso, sulla nale delle uova in fase avanzata, pena-
quale si segnano i valori delle tempera- lizzano lefficacia dei suddetti preparati.
ture e si effettuano i calcoli. Lesempio In termini pratici, lintervento con
pratico illustrato nella tabella suddetta preparati ovicidi contro la prima genera-
pu aiutare a comprendere meglio il zione della carpocapsa viene comune-
procedimento. mente effettuato alla sfioritura del melo
In commercio esistono centraline La collocazione in campo delle trappole (in fioritura non sono ammessi interven-
elettroniche che forniscono, in automa- a feromoni consente di conoscere lan- ti insetticidi !), epoca in cui hanno inizio
tico, i valori in gradi-giorno cumulati damento dei voli della carpocapsa e di significative ovideposizioni della carpo-
dallinizio dellanno e calcolati in ma- stabilire con discreta precisione il mo- capsa. Il primo intervento larvicida, da
niera molto precisa attraverso rilievi ef- mento adatto per gli interventi chimici realizzare alla scadenza del periodo
dincubazione di 90 gradi-giorno, si po-
siziona in genere 15-17 giorni dopo il
Prodotti insetticidi impiegabili nella difesa dalla carpocapsa trattamento ovicida (cio al superamen-
Dosi Periodo di to di circa 150 gradi-giorno).
Principio Preparato commerciale Classe dimpiego sicurezza (2) Siccome le nascite delle larve posso-
attivo (societ distributrice) tossicologica (1) (giorni) no protrarsi oltre il periodo di efficacia
del preparato larvicida utilizzato, posso-
Preparati ovicidi no rendersi necessari altri interventi, il cui
Dimilin (DuPont) non classificato numero legato alle caratteristiche di atti-
vit e persistenza del prodotto utilizzato.
Diflubenzuron Du Min (Siapa) non classificato 40 40 In particolare, qualora vengano im-
Diftor 2000 (Cifo) non classificato piegati preparati a base di granulovirus,
Alsystin (Bayer) non classificato servono 3-4 interventi con turni di 4-6
giorni in modo da coprire lintero perio-
Triflumuron Retin (Sariaf Gowan) non classificato 2,5 14 do delle nascite. Per il fosforganico fo-
e altri smet, dopo il primo intervento pu ren-
dersi opportuna una seconda applicazio-
Nomolt (Basf) non classificato ne dopo 7-10 giorni.
Teflubenzuron Tefl (Agrimix) non classificato 5 14 Nei confronti delle successive gene-
razioni si pu far ricorso ancora a pro-
Cresit (Sariaf Gowan) non classificato
grammi basati su un intervento ovicida
Preparati larvicidi seguito da uno o pi interventi larvicidi
Fosmet Spada 25 WDG (Sariaf Gowan) non classificato 25 14 o su linee di difesa con soli preparati lar-
vicidi. Se in seguito agli interventi con-
Metossifenozide Prodigy (Bayer Cropscience) non classificato 4 14 tro la prima generazione la presenza di
Success (Bayer CropScience) non classificato 10 7 frutti con larve vive superiore all1%
Spinosad necessario lintervento ovicida seguito
Laser (Dow) non classificato 3 7 da quello larvicida. Con infestazioni in-
Carpovirusine Plus (Demetra, Scam) irritante 10 3 feriori all1% la difesa pu essere inve-
Madex (Itrachem Bio Italia) irritante 1,2 3 ce effettuata con soli preparati larvicidi.
Granulovirus Per applicazioni nei confronti del-
Virgo (Sipcam) irritante 5 3 lultima generazione occorre privilegia-
Carpostop (Serbios) irritante 5 3 re limpiego di preparati con breve tem-
po di sicurezza.
(1) Grammi o millilitri per 10 litri dacqua.
(2) Tempo che deve trascorrere tra lultimo trattamento e la raccolta. Aldo Pollini

30 FRUTTETO - VIGNETO VITA IN CAMPAGNA 9/2008