Sei sulla pagina 1di 12

I RECETTORI

  • Elementi preposti alla rilevazione delle modificazioni ambientali e alla trasmissione dell’informazione rela- tiva al sistema nervoso centrale
    Ogni recettore è adattato per rilevare una particolare forma di energia

I RECETTORI Elementi preposti alla rilevazione delle modificazioni ambientali e alla trasmissione dell’informazione rela- tiva al

Anatomia dei tensiorecettori addominali

del gambero

NS, neuroni sensoriali che innervano i muscoli recettori (MR) NM; neuroni motori dei muscoli recettori

A, assoni dei neuroni sensoriali F, fibre nervose inibitrici

Registrazioni extracellulari della scarica nei neuroni sensoriali Registrazioni intracellulari di spikes indotti dallo stiramento nel recettore

Registrazioni extracellulari della scarica nei neuroni sensoriali

Registrazioni extracellulari della scarica nei neuroni sensoriali Registrazioni intracellulari di spikes indotti dallo stiramento nel recettore

Registrazioni intracellulari di spikes indotti dallo stiramento nel recettore tonico

  • (a) Lo stiramento è aumentato in corrispondenza della freccia e mantenuto a bassi livelli

  • (b) Lo stiramento è aumentato gradual-mente fino alla linea e poi tenuto costante

Il potenziale generatore

Il potenziale generatore Registrazione intracellulare da un tensiorecettore di gambero trattato con cocaina Il recettore è

Registrazione intracellulare da un tensiorecettore

di gambero trattato con cocaina

Il recettore è stimolato mediante stiramento La traccia inferiore indica la tensione del muscolo

Il potenziale generatore è un fenomeno graduato e stazionario

Transduzione del segnale

stimolo di intensità I potenziale generatore di ampiezza A = f(I) scarica di punte di frequenza F = f(A)

Il potenziale generatore Registrazione intracellulare da un tensiorecettore di gambero trattato con cocaina Il recettore è
Il potenziale generatore Registrazione intracellulare da un tensiorecettore di gambero trattato con cocaina Il recettore è
Tappe nella genesi della scarica del recettore (in alto) Relazioni fra intensità dello stimolo, ampiezza del

Tappe nella genesi della scarica del recettore (in alto) Relazioni fra intensità dello stimolo, ampiezza del potenziale generatore e frequenza di scarica (in basso)

Meccanismo ionico del potenziale generatore

Tappe nella genesi della scarica del recettore (in alto) Relazioni fra intensità dello stimolo, ampiezza del

L’estrapolazione dei dati mostra che l’ampiezza del potenziale generatore è zero quando ε m 0

Origine dello spike

Origine dello spike Registrazioni in volume conduttore dal recettore Nel recettore di aragosta la prima risposta

Registrazioni in volume conduttore dal recettore

Nel recettore di aragosta la prima risposta

Origine dello spike Registrazioni in volume conduttore dal recettore Nel recettore di aragosta la prima risposta
  • 500 dal corpo cellulare

si

ha a

Le linee verticali corrispondono ad intervalli di

tempo di 0,1 msec)

Controllo della frequenza degli impulsi Ipotesi del periodo refrattario

Controllo della frequenza degli impulsi Ipotesi del periodo refrattario La ritmicità del recettore dipende dalla durata

La ritmicità del recettore dipende dalla durata del

periodo refrattario

Velocità di depolarizzazione e frequenza di scarica

Controllo della frequenza degli impulsi Ipotesi del periodo refrattario La ritmicità del recettore dipende dalla durata

Variazioni del potenziale dovute all’applicazione

di una corrente depolarizzante costante

Controllo della frequenza degli impulsi Ipotesi del periodo refrattario La ritmicità del recettore dipende dalla durata
Controllo della frequenza degli impulsi Ipotesi del periodo refrattario La ritmicità del recettore dipende dalla durata

s , soglia del potenziale d’azione; risposta locale

m , soglia della

Variazioni dell’inclinazione della risposta graduata al variare dell’intensità dello stimolo (a-c) e aumento della soglia a

Variazioni dell’inclinazione della risposta graduata al variare dell’intensità dello stimolo (a-c) e aumento della soglia a frequenze elevate (linea tratteggiata) (d)

Teoria dei codificatori

Diversa capacità del monticello

assonico e di altre zone del ten-

siorecettore di rispondere con una scarica di impulsi ad una stimolazione prolungata

Variazioni dell’inclinazione della risposta graduata al variare dell’intensità dello stimolo (a-c) e aumento della soglia a
Diversa risposta ad uno stimolo duraturo di una membrana sprovvista di attività ripetitiva (A) e di

Diversa risposta ad uno stimolo duraturo di una

membrana sprovvista di attività ripetitiva (A) e di

una che ne è provvista (B)

Diversa risposta ad uno stimolo duraturo di una membrana sprovvista di attività ripetitiva (A) e di

Scariche di impulsi generate in un codificatore da stimoli di diversa intensità

La frequenza di scarica è minore per lo stimolo più

debole (A), per la più lenta evoluzione della I K(A)

INFORMAZIONE FORNITA DAI RECETTORI

I recettori hanno alta sensibilità alle variazioni ambientali mantenendo capacità di risposta ad una vasta gamma di energie dello stimolo

INFORMAZIONE FORNITA DAI RECETTORI I recettori hanno alta sensibilità alle variazioni ambientali mantenendo capacità di risposta

Frequenze di scarica di singoli recettori in

funzione dell'intensità

dello stimolo

Il campo di intensità dello stimolo è superiore a quello coperto da ciascun recettore

INFORMAZIONE FORNITA DAI RECETTORI I recettori hanno alta sensibilità alle variazioni ambientali mantenendo capacità di risposta

Inibizione del tensiorecettore di gambero

La scarica del recettore si arresta quando l'assone ini-

bitore è stimolato (fra le due frecce)

Potenziale di equilibrio delle correnti inibitorie

Potenziale di equilibrio delle correnti inibitorie Effetto della riduzione di , indotta da stira- mento, sui
Potenziale di equilibrio delle correnti inibitorie Effetto della riduzione di , indotta da stira- mento, sui

Effetto della riduzione di m , indotta da stira- mento, sui potenziali inibitori (in alto) L’impulso inibitorio sposta m verso - 55 mV (in basso)

Potenziale di equilibrio delle correnti inibitorie Effetto della riduzione di , indotta da stira- mento, sui

Adattamento Caduta del potenziale generatore

Adattamento Caduta del potenziale generatore Corpuscolo di Pacini Potenziale generatore nel corpuscolo del Pacini prima e

Corpuscolo di Pacini

Adattamento Caduta del potenziale generatore Corpuscolo di Pacini Potenziale generatore nel corpuscolo del Pacini prima e

Potenziale generatore nel corpuscolo del Pacini prima e dopo la rimozione della capsula esterna

Adattamento Caratteristiche elettriche della membrana

Adattamento Caratteristiche elettriche della membrana Adattamento in un codificatore fasico Classificazione dei recettori in base alla

Adattamento in un codificatore fasico

Adattamento Caratteristiche elettriche della membrana Adattamento in un codificatore fasico Classificazione dei recettori in base alla

Classificazione dei recettori in base alla relazione tra

scarica di impulsi

che

origina

da

essi

e

inizio,

perdurare e cessare dello stimolo