Sei sulla pagina 1di 5

Curcuma: Propriet e Benefici

In India la curcuma conosciuta ed utilizzata da almeno 5.000 anni, come medicina, spezia e anche
colorante.
La pianta, il cui nome scientifico Curcuma longa, appartiene alla famiglia delle Zingiberacee. Si
tratta di piante erbacee perenni, dotate di rizoma e coltivate prevalentemente nelle regioni tropicali.
La pianta della curcuma caratterizzata da foglie lunghe a forma ovale, mentre i fiori sono raccolti
in spighe. Il suo nome deriva dalla lingua persiana-indiana e precisamente dalla parola Kour Koum,
che significa zafferano, infatti la Curcuma anche nota col nome di Zafferano delle Indie.
I suoi rizomi, che sono la parte della pianta che contiene i principi attivi, o droga, vengono fatti bollire
per parecchie ore e fatti seccare in grandi forni, dopodich vengono schiacciati fino ad ottenere una
polvere giallo-arancione che viene comunemente utilizzata come spezia nella cucina del Sud Asia.

Composizione Chimica
Contiene l11,2 % di acqua, il 9,9 % di grassi, il 7,8 % di proteine, il 21 % di fibre, il 3,2 % di zuccheri
ed il 6 % di ceneri.
Questi i minerali presenti: calcio, sodio, potassio, fosforo, magnesio, ferro, zinco, selenio, manganese
e rame.
Contiene le vitamine B1, B2, B3, B6, vitamina C, vitamina E, K e J.
Gli zuccheri si dividono in saccarosio, destrosio e fruttosio.
La curcuma contiene inoltre centinaia di componenti; tuttavia lattenzione degli studiosi si
concentrata su uno in particolare: la curcumina.

Propriet e Benefici della Curcuma

Curcuma: propriet e benefici

Disintossicante: la curcuma viene impiegata nella medicina tradizionale indiana e in quella cinese
come disintossicante dellorganismo, in particolare del fegato. Queste propriet salutari attribuite

dalla tradizione popolare sono le stesse che oggi vengono confermate dalla medicina ufficiale, anche
alla luce dei numerosissimi studi e scoperte che la scienza attuale ha ufficialmente confermato.

Antitumorale: in base a recenti studi risultato che la curcumina potrebbe essere utile a contrastare
linsorgere di almeno otto tumori: colon, bocca, polmoni, fegato, pelle, reni, mammelle e leucemia. Il
particolare che ha catturato lattenzione degli studiosi il fatto che nei paesi asiatici e in particolare
in India, dove il consumo di curcuma altissimo, lincidenza dei tumori molto bassa. Secondo uno
studio pubblicato sulla rivista Cancer Research, la spezia avrebbe un ruolo fondamentale nella
prevenzione e nel trattamento del tumore alla prostata. Si inoltre constatato che leffetto della
curcumina ancora pi evidente quando associato ad un isotiocianato presente in verdure come il
cavolo, i broccoli o il cavolo rapa.

Leucemia infantile: vi sono motivi per ipotizzare che il consumo di curcuma possa influire
positivamente sulla prevenzione della leucemia nei bambini. quanto emerso da alcuni studi
condotti alla Loyola University Medical Centre di Chicago

Antiossidanti: molto interessanti le propriet antiossidanti della curcumina che sono in grado di
trasformare i radicali liberi in sostanze inoffensive per il nostro organismo oltre naturalmente a
rallentare linvecchiamento del nostro patrimonio cellulare. Questo molto importante in molte
malattie come ad esempio lartrite reumatoide dove i radicali liberi sono responsabili
dellinfiammazione e del dolore alle articolazioni. Questa combinazione di antiossidanti ed
antinfiammatori spiegherebbe perch molte persone con infiammazioni articolari provano sollievo
quando consumano la curcuma.

Cicatrizzante: la curcumina ha anche propriet cicatrizzanti. In India viene applicato il rizoma di


curcuma per curare ferite, scottature, punture dinsetti e malattie della pelle con risultati veramente
soddisfacenti.

Antinfiammatorio: la curcuma, la curcumina per essere pi precisi, ha anche propriet


antinfiammatorie molto marcate, tanto che il suo effetto paragonabile a quello di alcuni farmaci
antinfiammatori senza per avere effetti collaterali. Tali propriet apportano benefici in caso di
artrite. Questa patologia infatti provocate da una sorta di infiammazione delle articolazioni. A
differenza dei farmaci antinfiammatori che sono associati ad effetti tossici (ulcere e riduzione dei
globuli bianchi), la curcuma un antinfiammatorio naturale che non presenta effetti collaterali.

Fa bene alla mente: La curcuma ha anche propriet che apportano benefici alla funzione cerebrale
e di conseguenza la sua assunzione pu essere utile per prevenire alcune patologie come la
depressione ed il morbo di Alzheimer. Si ritiene che la spezia sia anche in grado di aumentare
memoria ed intelligenza ma non vi ancora nulla di certo, gli studi riguardo a questa propriet sono
ancora in corso.

Malattie cardiovascolari: come sappiamo le malattie cardiache sono la principale causa di morte nel
mondo. A quanto pare la curcuma in grado di rafforzare il tessuto endoteliale, ovvero il
rivestimento dei vasi sanguigni. La disfunzione endoteliale una delle principali cause delle malattie
cardiache e ha come conseguenza lincapacit dellendotelio di regolare la pressione sanguigna e la
coagulazione del sangue. Gli studi hanno dimostrato che la curcuma apporta miglioramenti alla
funzione endoteliale con i conseguenti benefici per la salute del cuore e dellapparato
cardiocircolatorio.

Abbassa il colesterolo: secondo una ricerca indiana pubblicata sul Journal of Physiology and
Pharmacology, la curcuma, nello specifico la curcumina, sarebbe in grado di prevenire lossidazione
del colesterolo. Una volta ossidato il colesterolo si deposita nei vasi sanguigni con gravi rischi per la

salute che possono manifestarsi con attacchi di cuore o ictus. Oltre a questa propriet la curcuma
in grado di ridurre di circa l11 % i livelli di colesterolo cattivo LDL e di aumentare del 29 % quelli del
colesterolo buono HDL.

Usi della Curcuma


La pianta da cui si ricava la spezia della curcuma quella della Curcuma longa, una pianta che vive
tra i 20 ed i 30 gradi. Il primo produttore al mondo lIndia con la sua citt Sangli, a sud
dellIndia, che rappresenta il centro principale di produzione.
La polvere di curcuma lingrediente che d il colore caratteristico al curry; il sapore molto volatile
mentre, al contrario, il colore si mantiene inalterato nel tempo.
Per questo motivo una sostanza che viene largamente impiegata nel ramo alimentare come
colorante, il suo codice E 100. Alimenti come il formaggio, yogurt, mostarda, brodi vari in scatola
e altri ancora vengono spesso colorati con derivati di questa radice.

Come Utilizzare la Curcuma


Per un uso salutistico sufficiente riuscire ad integrarla nella nostra dieta quotidiana. Un paio di
cucchiaini da caff al giorno sono la dose ideale. Si pu aggiungere a fine cottura di molti alimenti
ma si pu anche aggiungere a vari tipi di yogurt o farne una salsa.
importante ricordare che la curcuma va assunta insieme al pepe nero o al t verde per facilitarne
lassorbimento. Non solo. Anche labbinamento a qualche grasso, tipo olio doliva, burro, o
quantaltro, facilita lassorbimento della curcuma.

Curcuma: propriet, benefici, utilizzi e


controindicazioni
Portale Benessere 16 aprile 2016 Piante officinali 19 Comments 62,990 Views
E facile distinguere la curcuma, per via del suo colore intenso e del suo profumo caratteristico.
Utilizzata da migliaia di anni nella medicina ayurvedica, la curcuma una spezia ricca di propriet
benefiche per la salute. Scopriamo insieme le propriet della curcuma e quali benefici apporta alla
nostra salute.

Curcuma: descrizione e caratteristiche generali


La curcuma longa, della famiglia delle Zingiberaceae (la stessa famiglia dello zenzero e del
cardamomo), detta anche kurkum zafferano dindia o zafferano dei poveri una pianta
spontanea perenne che pu raggiungere il metro di altezza. La si pu riconoscere per via delle foglie
larghe, i fiori grandi gialli e naturalmente la radice cilindrica, ramificata ed arancione.
La radice proprio la parte che contiene le propriet benefiche e si raccoglie in autunno. La si pu
acquistare fresca o essiccata e macinata.

Ma qual lorigine della curcuma? Si suppone che questa spezia provenga dalla Cina, poich
Marco Polo lo cita nei suoi scritti (XIII secolo), si sa comunque che nasce spontanea sia in Asia che
in India e Malesia. Si suppone tuttavia che i primi a scoprirla fossero stati i greci che ne fanno
menzione in un libro di medicina, Paracelso inoltre la consigliava per combattere i problemi epatici.
Quello che forse non sapevi: la curcuma considerata un portafortuna e le spose indiane ne portano
al collo un piccolo pezzo nel giorno delle nozze. Questa spezia anche lingrediente principale del
curry (masala), tipica miscela di spezie indiana, ma viene anche adoperata come colorante.
Esistono diverse specie di curcuma, almeno ottanta, ma quella pi conosciuta ed utilizzata la
curcuma longa o domestica.

Curcuma: calorie e valori nutrizionali


Quantit per 100 grammi:

Calorie 354
Grassi 10 g
Acidi grassi saturi 3,1 g
Acidi grassi polinsaturi 2,2 g
Acidi grassi monoinsaturi 1,7 g
Colesterolo 0 mg
Sodio 38 mg
Potassio 2.525 mg
Carboidrati 65 g
Fibra alimentare 21 g
Zucchero 3,2 g
Proteina 8 g
Vitamina C 25,9 mg
Calcio 183 mg
Ferro 41,4 mg
Vitamina B6 1,8 mg
Magnesio 193 mg

Le propriet e i benefici della curcuma


Vediamo in primis quali sono i principi attivi della curcuma:

canfora;
cinerolo;
turmerone;
flavonoidi;
curcumina;
amido;
fibre;
vitamina C;
polifenoli.

Per quanto riguarda le propriet benefiche della curcuma, esse sono state prima di tutto scoperte
dalla medicina ayurvedica.

Fra le sue propriet benefiche si annoverano:

Antinfiammatoria: ovvero, questa spezia in grado di ridurre i meccanismi infiammatori


nellorganismo soprattutto quelli che coinvolgono le articolazioni;
Azione depurativa: uno dei suoi effetti benefici consiste proprio nellaiutare il corpo ad
espellere le tossine;
Coleretica: incrementa la produzione della bile ed allo stesso tempo nel favorisce il
passaggio verso il duodeno;
Antiossidante: aiuta a combattere lossidazione cellulare e lo sviluppo dei radicali liberi;
Antitumorale: grazie alla curcumina che blocca il progredire delle cellule tumorali, in
particolare previene i tumori di colon, bocca, polmoni, fegato, pelle, reni, mammelle e
leucemia;
Cicatrizzante: il rizoma fresco si pu applicare su ferite, eritemi e morsi dinsetti;
Stabilizzatore glicemico: questa spezia raccomandata in caso di diabete, perch un
alimento ipoglicemico;
Digestivo: favorisce il buon funzionamento dellattivit gastrica e dunque anche digestiva;
Neuroprotettivo: la curcuma in grado di ostacolare le patologie neurodegenerative quali il
morbo di Alzheimer ad esempio;
Immunostimolante: la curcumina sarebbe in grado di contrastare il morbo di Crohn e le
malattie autoimmuni, nonch di stimolare la risposta immunitaria;
Seboregolatore e lenitiva: ideale per curare varie affezioni dermatologiche, dallacne, alla
psoriasi alle micosi;
Antibatterico;
Antistaminico;
Protettore cardiovascolare: favorisce la fluidificazione del sangue, migliora la
circolazione, aiuta a regolare il colesterolo e protegge dagli infarti;
Propriet carminative ed antispastiche: si rivela molto utile in caso di meteorismo e per
regolarizzare le funzioni intestinali.

Riassumiamo i benefici che si traggono dal consumo di curcuma:

Antinfiammatoria
Neuroprotettivo
Antiossidante
Immustimolante
Digestiva
Antibatterica
Antistaminica
Antitumorale
Depurativa
Coleretica
Colagoghe
Cardioprotettive
Carminativa ed antispastica