Sei sulla pagina 1di 126

Assistenza e supporto

Migrazione

Diagnostica di WinCC

Installazione licenza

Prestazioni

SIMATIC HMI
WinCC V7.2
WinCC: Indicazioni generali
Manuale di sistema

Stampa della Guida in linea

02/2013

A5E32316389-AA

Avvertenze di legge
Concetto di segnaletica di avvertimento
Questo manuale contiene delle norme di sicurezza che devono essere rispettate per salvaguardare l'incolumit
personale e per evitare danni materiali. Le indicazioni da rispettare per garantire la sicurezza personale sono
evidenziate da un simbolo a forma di triangolo mentre quelle per evitare danni materiali non sono precedute dal
triangolo. Gli avvisi di pericolo sono rappresentati come segue e segnalano in ordine descrescente i diversi livelli
di rischio.
PERICOLO
questo simbolo indica che la mancata osservanza delle opportune misure di sicurezza provoca la morte o gravi
lesioni fisiche.
AVVERTENZA
il simbolo indica che la mancata osservanza delle relative misure di sicurezza pu causare la morte o gravi lesioni
fisiche.
CAUTELA
indica che la mancata osservanza delle relative misure di sicurezza pu causare lesioni fisiche non gravi.
ATTENZIONE
indica che la mancata osservanza delle relative misure di sicurezza pu causare danni materiali.
Nel caso in cui ci siano pi livelli di rischio l'avviso di pericolo segnala sempre quello pi elevato. Se in un avviso
di pericolo si richiama l'attenzione con il triangolo sul rischio di lesioni alle persone, pu anche essere
contemporaneamente segnalato il rischio di possibili danni materiali.

Personale qualificato
Il prodotto/sistema oggetto di questa documentazione pu essere adoperato solo da personale qualificato per il
rispettivo compito assegnato nel rispetto della documentazione relativa al compito, specialmente delle avvertenze
di sicurezza e delle precauzioni in essa contenute. Il personale qualificato, in virt della sua formazione ed
esperienza, in grado di riconoscere i rischi legati all'impiego di questi prodotti/sistemi e di evitare possibili pericoli.

Uso conforme alle prescrizioni di prodotti Siemens


Si prega di tener presente quanto segue:
AVVERTENZA
I prodotti Siemens devono essere utilizzati solo per i casi dimpiego previsti nel catalogo e nella rispettiva
documentazione tecnica. Qualora vengano impiegati prodotti o componenti di terzi, questi devono essere consigliati
oppure approvati da Siemens. Il funzionamento corretto e sicuro dei prodotti presuppone un trasporto, un
magazzinaggio, uninstallazione, un montaggio, una messa in servizio, un utilizzo e una manutenzione appropriati
e a regola darte. Devono essere rispettate le condizioni ambientali consentite. Devono essere osservate le
avvertenze contenute nella rispettiva documentazione.

Marchio di prodotto
Tutti i nomi di prodotto contrassegnati con sono marchi registrati della Siemens AG. Gli altri nomi di prodotto citati
in questo manuale possono essere dei marchi il cui utilizzo da parte di terzi per i propri scopi pu violare i diritti dei
proprietari.

Esclusione di responsabilit
Abbiamo controllato che il contenuto di questa documentazione corrisponda all'hardware e al software descritti.
Non potendo comunque escludere eventuali differenze, non possiamo garantire una concordanza perfetta. Il
contenuto di questa documentazione viene tuttavia verificato periodicamente e le eventuali correzioni o modifiche
vengono inserite nelle successive edizioni.

Siemens AG
Industry Sector
Postfach 48 48
90026 NRNBERG
GERMANIA

A5E32316389-AA
02/2013 Con riserva di eventuali modifiche tecniche

Copyright Siemens AG 2013.


Tutti i diritti riservati

Indice del contenuto


1

Assistenza e supporto..................................................................................................................................7
1.1

Avvertenze di pericolo...................................................................................................................7

1.2

Customer Support.......................................................................................................................10

1.3

Support Request..........................................................................................................................13

1.4
1.4.1
1.4.2
1.4.3
1.4.4
1.4.5
1.4.6
1.4.7

Guida per la documentazione WinCC.........................................................................................15


Guida per la documentazione WinCC.........................................................................................15
Tooltips e barra di stato...............................................................................................................15
Guida rapida in WinCC................................................................................................................16
Il WinCC Information System......................................................................................................18
Navigazione nel WinCC Information System...............................................................................20
Ricerca nel WinCC Information System......................................................................................23
Documentazione in Internet.........................................................................................................25

Migrazione..................................................................................................................................................27
2.1

Introduzione.................................................................................................................................27

2.2

Differenze tra versioni precedenti e WinCC V7.2........................................................................30

2.3

Premesse per la migrazione........................................................................................................32

2.4

Migrazione dei dati WinCC a V7.2...............................................................................................33

2.5

Migrazione di progetti S7.............................................................................................................34

2.6

Migrazione di progetti a pi stazioni............................................................................................36

2.7

Operazioni supplementari............................................................................................................37

2.8
2.8.1
2.8.2
2.8.3
2.8.4
2.8.5
2.8.6

Aggiornare un sistema ridondante con l'esercizio in corso.........................................................38


Aggiornare un sistema ridondante con l'esercizio in corso.........................................................38
Guida rapida: Aggiornamento di sistemi ridondanti con l'esercizio in corso................................38
Fase 1: Aggiornare il server di stand-by......................................................................................41
Fase 2: Aggiornare WinCC-Client...............................................................................................44
Fase 3: Aggiornare il server master............................................................................................46
Fase 4: Definire il server master e concludere l'aggiornamento.................................................48

2.9

Diagnostica della migrazione.......................................................................................................50

2.10
2.10.1
2.10.2
2.10.2.1
2.10.2.2
2.10.2.3
2.10.2.4
2.10.2.5

Appendice....................................................................................................................................51
Documentazione di funzioni delle versioni precedenti.................................................................51
WinCC Push Button Control........................................................................................................52
Il "WinCC Push Button Control"...................................................................................................52
Modifica dell'aspetto e della dicitura del Push Button.................................................................53
Modifica dei colori del Push Button.............................................................................................54
Modifica del tipo di carattere del Push Button.............................................................................55
Assegnazione di immagini al Push Button..................................................................................56

Diagnostica di WinCC.................................................................................................................................59
3.1

Monitoraggio dei tempi di esecuzione delle azioni......................................................................59

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Indice del contenuto

3.2

Avvio di ApDiag.exe....................................................................................................................60

3.3
3.3.1
3.3.2
3.3.3
3.3.3.1
3.3.3.2
3.3.3.3
3.3.3.4
3.3.3.5
3.3.3.6
3.3.4
3.3.4.1
3.3.4.2
3.3.4.3
3.3.5
3.3.5.1
3.3.5.2
3.3.5.3
3.3.5.4
3.3.5.5
3.3.5.6
3.3.5.7
3.3.5.8
3.3.6
3.3.7

Comandi di menu ApDiag............................................................................................................61


Panoramica della barra dei menu................................................................................................61
File - Exit......................................................................................................................................62
Diagnostics..................................................................................................................................63
Start.............................................................................................................................................63
Change........................................................................................................................................64
Stop.............................................................................................................................................65
OnFile..........................................................................................................................................65
Profile..........................................................................................................................................68
FillTags........................................................................................................................................71
Output..........................................................................................................................................72
Output On Screen........................................................................................................................72
Output To File..............................................................................................................................73
Reset Buffer.................................................................................................................................73
Info...............................................................................................................................................73
FirstAction....................................................................................................................................73
Count of Connections..................................................................................................................77
Count of Actions in RequestQueue.............................................................................................77
Count of TransAction...................................................................................................................77
Count of Actions of each Transaction..........................................................................................78
Count of Tags in each Transaction..............................................................................................79
Count of Actions in Cycle............................................................................................................80
Count of Functions......................................................................................................................81
Trace Points - Change Level.......................................................................................................81
Output Window - Open / Close....................................................................................................82

3.4
3.4.1
3.4.2

Appendice....................................................................................................................................84
Trace point ed il loro livello diagnostico.......................................................................................84
Segnalazioni di sistema...............................................................................................................86

Installazione licenza....................................................................................................................................91
4.1

Il software ha un valore...............................................................................................................91

4.2

Protezione del software ed installazione licenze.........................................................................92

4.3

Tipi di licenza base e tipi di licenze in WinCC.............................................................................96

4.4

WinCC in modo demo.................................................................................................................98

4.5

Per evitare errori..........................................................................................................................99

4.6
4.6.1
4.6.2
4.6.3
4.6.4
4.6.5
4.6.6
4.6.7

Gestione delle licenze...............................................................................................................100


Gestione delle licenze...............................................................................................................100
Presupposti di sistema..............................................................................................................100
La trasmissione delle licenze.....................................................................................................101
Trasmissione delle licenze con l'Automation License Manager................................................102
Rimozione delle licenze.............................................................................................................103
Raccolta delle licenze................................................................................................................104
Come aggiornare le licenze.......................................................................................................104

4.7
4.7.1
4.7.2

Diagnostica e riparazione delle licenze.....................................................................................106


Diagnostica in caso di problemi di installazione licenza............................................................106
Ripristino di una chiave di licenza.............................................................................................107

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Indice del contenuto

Prestazioni................................................................................................................................................109
5.1

Prestazioni.................................................................................................................................109

5.2

Configurazioni............................................................................................................................110

5.3

Sistema grafico..........................................................................................................................111

5.4

Sistema di segnalazione............................................................................................................112

5.5

Sistema d'archivio.....................................................................................................................113

5.6

Archivi utente.............................................................................................................................114

5.7

Protocolli....................................................................................................................................116

5.8

Scripting con VBS ed ANSI-C...................................................................................................117

5.9

Comunicazione di processo......................................................................................................119

Indice analitico..........................................................................................................................................123

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Assistenza e supporto
1.1

Avvertenze di pericolo

Norme di sicurezza
Il presente manuale contiene avvertenze tecniche relative alla sicurezza delle persone e alla
prevenzione dei danni materiali che vanno assolutamente osservate. Le avvertenze per la
sicurezza personale sono evidenziate da un triangolo di pericolo mentre quelle per i danni
materiali sono senza triangolo di pericolo. Le avvertenze di pericolo sono rappresentate come
segue e segnalano in ordine descrescente i diversi livelli di rischio.
PERICOLO
significa che la mancata osservanza delle relative misure di sicurezza provoca la morte o
gravi lesioni fisiche.
AVVERTENZA
significa che la mancata osservanza delle relative misure di sicurezza pu causare la morte
o gravi lesioni fisiche.
CAUTELA
con il triangolo di pericolo, significa che la mancata osservanza delle relative misure di
sicurezza pu causare lesioni fisiche non gravi.
ATTENZIONE
senza triangolo di pericolo indica che la mancata osservanza delle relative misure di
sicurezza pu causare danni materiali.
Nota
significa che la mancata osservanza della relativa nota pu causare un risultato o uno stato
indesiderato.
Nota
un'informazione importante sul prodotto, sull'uso dello stesso o su quelle parti della
documentazione alla quale si deve prestare una particolare attenzione.
Nel caso in cui ci siano pi livelli di rischio l'avviso di pericolo segnala sempre quello pi elevato.
Se in un avviso di pericolo si richiama l'attenzione con il triangolo sul rischio di lesioni alle
persone, pu anche essere contemporaneamente segnalato il rischio di possibili danni
materiali.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Assistenza e supporto
1.1 Avvertenze di pericolo

Personale qualificato
L'apparecchio o il sistema in questione deve essere installato e messo in servizio soltanto nel
rispetto della presente documentazione. Per la messa in servizio e l'esercizio di un
apparecchio/sistema assolutamente necessario l'impiego di personale qualificato. Con
riferimento alle indicazioni contenute in questa documentazione in merito alla sicurezza, come
personale qualificato si intende quello autorizzato a mettere in servizio, eseguire la relativa
messa a terra e contrassegnare gli apparecchi, i sistemi e i circuiti elettrici rispettando gli
standard della tecnica di sicurezza.
Uso conforme alle disposizioni
Rispettare quanto segue:
AVVERTENZA
L'apparecchio/sistema pu essere utilizzato solo per i casi di impiego previsti nel catalogo e
nella descrizione tecnica e solo in combinazione con apparecchi e componenti di altri
produttori raccomandati o omologati dalla Siemens. Per consentire il funzionamento corretto
e sicuro del prodotto occorre garantire un trasporto, un immagazzinaggio ed un montaggio
eseguiti a regola d'arte, e provvedere ad un uso ed una manutenzione appropriati.

Marchi
Tutti i nomi di prodotto contrassegnati con sono marchi registrati della Siemens AG. Gli altri
nomi di prodotto citati in questo manuale possono essere dei marchi il cui utilizzo da parte di
terzi per i propri scopi pu violare i diritti dei proprietari.

Avvertenze Security
Siemens offre per il suo portfolio di prodotti di automazione e azionamento meccanismi di IT
Security con lobbiettivo di rendere pi sicuro il funzionamento dellinstallazione o macchina.
I nostri prodotti sono in continuo sviluppo anche dal punto di vista della sicurezza IT. Per questo
motivo consigliamo di rimanere sempre informati sugli aggiornamenti dei nostri prodotti e di
utilizzare solo le ultime versioni aggiornate. Per ulteriori informazioni consultare il sito:
http://support.automation.siemens.com (http://support.automation.siemens.com)
Qui ci si pu registrare per una Newsletter specifica di un prodotto.
Per il funzionamento sicuro di uninstallazione o macchina inoltre necessario integrare i
componenti di automazione in un concetto di IT security per tutta linstallazione o macchina
che corrisponde allo stato attuale della sicurezza IT. Per ulteriori informazioni consultare il
sito:
http://www.siemens.com/industrialsecurity (http://www.siemens.com/industrialsecurity)
Considerare in questo contesto anche i prodotti impiegati da altri costruttori.

Esclusione della responsabilit


Abbiamo verificato che il contenuto della descrizione corrisponda all'hardware ed al software
descritti. Non potendo comunque escludere eventuali differenze, non garantiamo una

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Assistenza e supporto
1.1 Avvertenze di pericolo
concordanza totale. Le indicazioni della presente descrizione vengono verificate
periodicamente e le correzioni necessarie si trovano nelle edizioni successive. Vi saremmo
grati per eventuali proposte di miglioramento.
Le asserzioni nella documentazione online hanno nella loro veridicit un valore superiore
rispetto a quelle dei manuali e dei file PDF.
Prestare attenzione alle note di rilascio ed alle note di intallazione. Le informazioni contenute
nelle note di rilascio e di installazione hanno precedenza rispetto a quelle presenti nei manuali
e nella guida in linea.

Copyright Siemens AG 2012


Con riserva di modifica / Tutti i diritti riservati
La cessione e la riproduzione di questo documento, la sua utilizzazione e diffusione sono
vietate salvo espressa autorizzazione. Eventuali trasgressori hanno l'obbligo di risarcire i
danni. Tutti i diritti sono riservati, in particolare in caso di brevetti o modelli di utilit.
Siemens AG
Automatizzazione e Drives
SIMATIC Human Machine Interfaces
Casella postale 4848
D-90327 Nrnberg

Vedere anche
http://support.automation.siemens.com (http://support.automation.siemens.com)
http://www.siemens.com/industrialsecurity (http://www.siemens.com/industrialsecurity)

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Assistenza e supporto
1.2 Customer Support

1.2

Customer Support

Servizio clienti, supporto tecnico


Le Hotline SIMATIC sono disponibili agli orari indicati nella seguente tabella. Le lingue parlate
alle Hotline SIMATIC sono generalmente il tedesco e l'inglese. Le Hotline delle autorizzazioni
offrono assistenza anche in francese, italiano e spagnolo.

Technical Support
Norimberga (GMT +1:00)
Raggiungibile Lu.-Ve. dalle 8:00 alle 17:00 (CET/CEST)
Telefono
+49 (0)911 895 7222
Fax
+49 (0)911 895 7223
E-mail
http://www.siemens.com/automation/support-request (http://
www.siemens.com/automation/support-request)
Al seguente indirizzo disponibile una panormaica del Technical Support:
http://support.automation.siemens.com/WW/view/it/16605032 (http://
support.automation.siemens.com/WW/view/it/16605032)
Automation Value Card (AVC)
I possessori dell'Automation Value Card (AVC) hanno a disposizione un supporto tecnico
ampliato, ad es. la reperibilit 24 ore su 24, sette giorni la settimana. Per informazioni sull'AVC
visitare il seguente indirizzo:
http://support.automation.siemens.com/WW/view/it/21981898 (http://
support.automation.siemens.com/WW/view/it/16605032)

SIMATIC Customer Support online


Service & Support
Al seguente indirizzo disponibile una panoramica del supporto offerto per i nostri prodotti:
http://www.siemens.com/automation/service&support (http://www.siemens.com/
automation/service&support)
Nel Product Support sono disponibili ad es., in forma di download, aggiornamenti firmware,
service pack oppure applicazioni utili.
Per utilizzare correttamente il supporto offerto possibile consultare la relativa Guida in linea
che pu essere richiamata tramite l'apposito pulsante "Aiuto on-line" sulla pagina Internet
oppure digitando il seguente indirizzo:

10

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Assistenza e supporto
1.2 Customer Support
http://support.automation.siemens.com/WW/support/html_72/help/Online_Hilfe.htm (http://
support.automation.siemens.com/WW/support/html_72/help/Online_Hilfe.htm)
FAQ WinCC
Il supporto online di WinCC con informazioni relative alle FAQ (domande frequenti) si trova al
seguente indirizzo:
http://support.automation.siemens.com/WW/view/de/10805548/133000 (http://
support.automation.siemens.com/WW/view/it/10805583/133000)
Ricerca nella banca dati del supporto
La ricerca tematica nella banca dati del supporto disponibile al seguente indirizzo:
http://www.siemens.com/automation/csi/km (http://www.siemens.de/automation/csi_it/km)
Forum tecnico
Il forum tecnico supporta lo scambio con altri utenti SIMATIC. Vi si accede al seguente indirizzo:
http://www.siemens.com/automation/csi/forum (http://www.siemens.de/automation/csi_it/
forum)
Documentazione tecnica sui prodotti SIMATIC
Per informazioni relative alla documentazione tecnica offerta per i singoli prodotti e sistemi
SIMATIC visitare il sito:
http://www.siemens.com/simatic-tech-doku-portal (http://www.siemens.com/simatic-techdoku-portal)
Banca dati dei partner
Per rintracciare il proprio interlocutore locale, consultare la nostra banca dati dei partner al sito
seguente:
http://www.automation.siemens.com/partner/index.asp (http://
www.automation.siemens.com/partner/index.asp?lang=it)

Informazioni sul prodotto


SIMATIC WinCC
Per informazioni generali su WinCC richiamare l'indirizzo:
http://www.siemens.com/wincc (http://www.siemens.com/wincc)
Prodotti SIMATIC
Informazioni generali sui prodotti SIMATIC sono reperibili al seguente indirizzo:

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

11

Assistenza e supporto
1.2 Customer Support
http://www.siemens.com/simatic (http://www.siemens.com/simatic)

Vedere anche
Internet: Support Request (http://www.siemens.com/automation/support-request)
Internet: Technical Support (http://support.automation.siemens.com/WW/view/it/16605032)
Internet: Automation Validation Card (AVC) (http://support.automation.siemens.com/WW/
view/it/21981898)
Internet: Assistenza e supporto (http://www.siemens.com/automation/service&support)
Internet: FAQ WinCC (http://support.automation.siemens.com/WW/view/it/10805583/133000)
Internet: Supporto forum tecnico (http://www.siemens.de/automation/csi_it/forum)
Internet: Supporto ricerca (http://www.siemens.de/automation/csi_it/km)
Internet: Supporto Guida in linea (http://support.automation.siemens.com/WW/support/
html_72/help/Online_Hilfe.htm)
Internet: Documentazione tecnica sui prodotti SIMATIC (http://www.siemens.com/simatictech-doku-portal)
Internet: Banca dati dei partner (http://www.automation.siemens.com/partner/index.asp?
lang=it)
Internet: Informazioni attuali su WinCC (http://www.siemens.com/wincc)
Internet: Prodotti SIMATIC (http://www.siemens.com/simatic)

12

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Assistenza e supporto
1.3 Support Request

1.3

Support Request
Gentile cliente,
per poterLa assistere velocemente e agevolmente, Le chiediamo di compilare il modulo
"Support Request" in Internet. Le chiediamo di descriverci i problemi riscontrati nel modo pi
preciso possibile. In molti casi utile se abbiamo a disposizione i dati completi del progetto
per poter riprodurre l'errore oppure accorciare i tempi richiesti per risolvere il problema.
Prima di compilare il modulo per la richiesta di supporto verifichi se la base di dati progettata
rientra nella base di dati testata (vedere il capitolo "Dati prestazionali").

Modulo per la richiesta di supporto


Il modulo per la richiesta di supporto si trova all'indirizzo:
http://www.siemens.com/automation/support-request (http://www.siemens.com/
automation/support-request)
Durante la compilazione del modulo verrete guidati attraverso parecchie fasi dove vi verranno
richieste tutte le specifiche necessarie.
Una descrizione dettagliata della richiesta di supporto disponibile al seguente indirizzo:
http://support.automation.siemens.com/WW/view/it/16605654 (http://
support.automation.siemens.com/WW/view/it/16605654)

Procedimento
1. Aprire il modulo "Support Request" attraverso il link su Internet. Viene visualizzata la fase
1 "Seleziona prodotto".
2. Nel campo "Prodotto/numero d'ordine" inserire il nome del prodotto. Lettere maiuscole/
minuscole non sono rilevanti.
Cercare le componenti del nome del prodotto oppure digitare il completo nome del prodotto
nella successione corretta. Si possono, ad esempio, ricercare i termini seguenti:
- "WinCC Runtime"
- "WinCC DataMonitor"
- "wincc webnavigator"
- "Connectivity"
I prodotti trovati vengono quindi offerti nel campo "Selezione prodotto".
3. Selezionare prodotto desiderato e cambiare il tramite un clic su "Avanti" alla fase 2
"Seleziona caso d'applicazione".
4. Selezionare un caso d'applicazione o descrivere nel campo "Altro caso un'applicazione" il
concreto caso d'applicazione.
5. Cambiare attraverso "Avanti" alla fase 3 "Nostre soluzioni".
In un elenco vengono quindi riepilogate proposte di soluzione e FAQs, che sono state
trovate in relazione ai lemmi selezionati.
Una volta trovata una proposta di soluzione per problema, si pu chiudere il modulo nel
browser.
Qualora non fosse stata trovata nessuna rispettiva proposta di soluzione, cambiare
attraverso "Avanti" alla fase 4 "Descrivi problema".

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

13

Assistenza e supporto
1.3 Support Request
6. Si consiglia di descrivere possibilmente con esattezza il problema nel campo "Dettagli".
Cerchi in particolare di trattare i seguenti quesiti e le seguenti avvertenze. Facendo ci
controlli anche la Sua installazione WinCC e la progettazione corrispondentemente al
seguente aiuto.
Illustri le Sue supposizioni. Non tralasci dettagli, anche se non dovesse considerarli
importanti.
- I dati della progettazione sono stati creati con una versione anteriore di WinCC?
- In che modo l'errore riproducibile?
- Altri programmi vengono eseguiti parallelamente (contemporaneamente) a WinCC ?
- Sono stati disattivati eventuali screen saver, programmi antivirus e di gestione del
risparmio energetico?
- Cercare i logfile (WinCC\Diagnose\*.log, drwatson.log, drwtsn32.log) sul computer
utilizzato. I logfile sono necessari per l'analisi degli errori. Pertanto si raccomanda di inviare
assolutamente anche i logfile trovati.
7. Utilizzando il pulsante "Sfoglia" caricare il rispettivo progetto e i logfile (ad es. come file .zip)
nella richiesta di supporto.
Cambiare attraverso "Avanti" alla fase 5 "Indica dati di contatto".
8. Immettere il propri dati di contatto.
Leggere la dichiarazione inerente alla tutela dei dati e selezionare quindi se i dati personali
devono essere memorizzati durevolmente o meno.
Cambiare attraverso "Avanti" alla fase 6 "Riepilogo & invio".
9. All'occorrenza stampare la richiesta di supporto mediante il pulsante "Stampa".
Chiudere la richiesta di supporto premendo il pulsante "Invia".
I dati vengono inviati al Customer Support e quindi elaborati.
La ringraziamo per la Sua assistenza e speriamo di poterLe essere d'aiuto nella risoluzione
dei Suoi problemi.
Lo staff di WinCC

Vedere anche
Internet: Rapporto errori (http://www.siemens.com/automation/support-request)
Internet: Panoramica della Support Request (http://support.automation.siemens.com/WW/
view/it/16605654)

14

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Assistenza e supporto
1.4 Guida per la documentazione WinCC

1.4

Guida per la documentazione WinCC

1.4.1

Guida per la documentazione WinCC

Informazioni online WinCC


WinCC vi assiste nel vostro lavoro con una grande quantit di informazione dei generi pi
svariati.
Decidete a seconda della situazione attuale e del fabbisogno informativo individuale se
necessitate di informazioni di background, di istruzioni operative, di esempi o di una breve
indicazione relativa al funzionamento di un elemento di comando.
WinCC vi offre per la progettazione i seguenti tipi di supporto:
Descrizione dei comandi
Indicazioni nella barra di stato
Guida rapida
WinCC Information System con documentazione dettagliata
File PDF per la stampa della documentazione
Guida basata sul web dal "My Documentation Manager"
WinCC vi offre in runtime a titolo di supporto il richiamo della Guida rapida. Ulteriori informazioni
sono a vostra disposizione tramite un link dalla Guida rapida al WinCC Information System.
Per l'operatore potete depositare informazioni proprie nel progetto e progettare supporto
addizionale.

Vedere anche
Tooltips e barra di stato (Pagina 15)
Guida rapida in WinCC (Pagina 16)
Il WinCC Information System (Pagina 18)
Navigazione nel WinCC Information System (Pagina 20)
Ricerca nel WinCC Information System (Pagina 23)

1.4.2

Tooltips e barra di stato

Informazioni relative a comandi di menu e pulsanti


Muovendo l'indicatore del mouse su un comando di menu o su un pulsante ottenete una breve
informazione relativa all'elemento corrispondente quale Tooltip. Contemporaneamente nella
barra di stato viene visualizzata una breve descrizione della funzione.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

15

Assistenza e supporto
1.4 Guida per la documentazione WinCC

Informazioni nella barra di stato


La barra di stato una barra situata sul bordo inferiore della finestra WinCC. Contiene
informazioni generali e specifiche sull'editor. Informazioni generali sono ad esempio le
impostazioni della tastiera e la lingua di edizione attuale. Informazioni specifiche sull'editor
sono ad esempio le indicazioni relative alla posizione ed alla misura di un oggetto selezionato
nell'editor del layout di pagina.
Nella barra di stato vengono visualizzate anche informazioni relative a comandi di menu ed ai
pulsanti nelle barre delle icone.

Vedere anche
Guida per la documentazione WinCC (Pagina 15)
Guida rapida in WinCC (Pagina 16)
Il WinCC Information System (Pagina 18)
Navigazione nel WinCC Information System (Pagina 20)
Ricerca nel WinCC Information System (Pagina 23)

1.4.3

Guida rapida in WinCC

Guida rapida WinCC


Nella Guida rapida ottenete informazioni relative ai pulsanti, alle icone, ai campi, alle finestre
ed ai dialoghi in WinCC. Dopo il richiamo della Guida rapida si apre una finestra con una breve
descrizione. Dalla finestra possibile selezionare diversi link per richiamare ulteriori
informazioni dal WinCC Information System.

Richiamo tramite F1
Durante la progettazione richiamare la Guida rapida, azionando il tasto funzione <F1>.
Quando viene selezionato un elemento in una finestra o in un dialogo, con <F1> si ottiene la
Guida rapida per questo elemento. Selezionare gli elementi operabili in una finestra, azionando
il tasto <Tab>.

Richiamo tramite un pulsante


Richiamare la Guida rapida azionando uno dei seguenti pulsanti:

nella barra degli strumenti di WinCC, per ottenere informazioni relative ai pulsanti,
simboli e finestre di WinCC

nella barra del titolo di una finestra di dialogo aperta per ottenere informazioni relative
alla finestra di dialogo

L'indicatore del mouse assume la forma di un punto interrogativo. Facendo clic con questo
punto interrogativo su un elemento, si apre la Guida rapida. Tramite i link nella Guida rapida

16

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Assistenza e supporto
1.4 Guida per la documentazione WinCC
saltate al WinCC Information System. Qui ottenete ulteriori informazioni, istruzioni passo per
passo od esempi.
Cliccando con il tasto destro del mouse sulla guida diretta, si pu copiare il testo della guida
diretta o eseguirne una stampa.

Documentazione all'esterno del WinCC Information System


Per gli argomenti riportati qui di seguito l'aiuto viene visualizzato direttamente:
Canale "PROFIBUS DP" (comunicazione)
Canale "SIMATIC 505 TCPIP" (comunicazione)
Tramite i pulsanti "Ricerca" e "Indice" accedete soltanto rispettivamente a questo singolo aiuto.
Se desiderate saltare al WinCC Information System, fate clic sul pulsante "Ricerca globale".

Salto al WinCC Information System


Se richiamate ulteriore aiuto tramite la Guida rapida, si apre una finestra addizionale con il
WinCC Information System. Venite condotti direttamente al capitolo contenente le informazioni
relative all'argomento in questione. Nell'intestazione della finestra appare il nome del capitolo
superiore. Selezionando nuovamente un link al WinCC Information System tramite un'ulteriore
Guida rapida, si apre una seconda finestra.
Nota
Chiudete rispettivamente una finestra non pi necessaria. In questo modo limitate il numero
di finestre Windows aperte ad una quantit ragionevole.

Vedere anche
Tooltips e barra di stato (Pagina 15)
Guida per la documentazione WinCC (Pagina 15)
Il WinCC Information System (Pagina 18)
Navigazione nel WinCC Information System (Pagina 20)
Ricerca nel WinCC Information System (Pagina 23)

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

17

Assistenza e supporto
1.4 Guida per la documentazione WinCC

1.4.4

Il WinCC Information System

Contenuto del WinCC Information System


Il WinCC Information System offre nella progettazione accesso in qualsiasi momento all'intera
documentazione WinCC. Contiene le seguenti componenti:
documentazione completa relativa a WinCC
documentazione relativa a pacchetti opzionali, AddOns e driver, nella misura in cui sono
installati
versioni PDF stampabili della documentazione WinCC
"Release Notes" con informazioni aggiornate importanti relative a WinCC

Richiamo del WinCC Information System


Comando di menu "?" > "Argomenti della Guida"
Nella scheda di registro Contenuto si trova l'indice grafico della documentazione online. Sono
mostrati tutti gli argomenti disponibili ordinati in categorie.
Attraverso la voce "Pagina di avvio" viene richiamato il portale WinCC: Qui si troveranno dei
link verso gli argomenti pi importanti nel WinCC Information System.
Dalla Guida rapida
Dalla Guida rapida si accede con un salto direttamente all'argomento corrispondente.
Dal menu di start
Richiamare il WinCC Information System tramite il menu di start di Windows : "Avvio" >
"Simatic" > "WinCC" > "WinCC Information System".

Struttura del WinCC Information System


Il WinCC Information System contiene due settori: nel settore di navigazione della pagina
sinistra varie schede di registro offrono diverse possibilit di accesso agli argomenti di aiuto.
Nel settore argomenti della pagina destra vengono visualizzati i singoli argomenti di aiuto.
Alcuni argomenti della Guida non sono contenuti direttamente nel WinCC Information System.
Facendo clic sul pulsante grigio nella rispettiva pagina, si apre una seconda finestra
contenente i corrispondenti contenuti. In questa finestra si trovano le informazioni necessarie
relative alle schede di registro Contenuto, Indice e Ricerca. Con i pulsanti ">>" e "<<" si volta
pagina passando a quella successiva o rispettivamente a quella precedente. Con il pulsante
"Ricerca globale" si torna al WinCC Information System.
Codifica colore dei titoli dei capitoli nella Guida in linea
I titoli dei capitoli nella Guida in linea hanno lo sfondo di un determinato colore. Con l'ausilio
della codifica colore possibile riconoscere i vari tipi di informazione. I capitoli appartenenti
ad un determinato tipo di informazione presentano lo stesso codice colore.
La seguente tabella riporta i vari codici colore con cui sono contrassegnati i tipi di informazione
nella Guida in linea.

18

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Assistenza e supporto
1.4 Guida per la documentazione WinCC

Testi apribili
Su alcune pagine della Guida in linea si trovano titoli sottolineati in blu. Si tratta di testi apribili.
Facendo clic sul testo apribile, viene visualizzato testo addizionale, ad esempio tabelle
addizionali. Facendo ancora una volta clic sul testo apribile, il testo scompare.
Nella Guida in linea viene utilizzata la seguente notazione:
Icona

Significato
I titoli di questo tipo nella Guida in linea indicano
un testo estensibile.

Tramite l'opzione di menu "Strumenti" > "Apri" oppure "Chiudi" si possono mostrare ovvero
nascondere contemporaneamente tutti i testi apribili su una pagina.

Versioni stampate del WinCC Information System


E' anche possibile stampare l'aiuto offerto nel WinCC Information System.
Nell'indice del WinCC Information System fare due volte clic sulla voce per il capitolo
. Sul bordo superiore
desiderato. Aprire una pagina del capitolo facendo clic sul simbolo
della pagina visualizzata appare una barra di menu grigia. Attraverso la voce "Strumenti" >
"Apri PDF" si apre la versione stampabile. A tale scopo richiesto l'Adobe Acrobat Reader.
L'Adobe Acrobat Reader disponibile come download gratuito al seguente sito:
http://www.adobe.com/products/acrobat (http://www.adobe.com/products/acrobat)
I file PDF per la stampa della Guida in linea si trova anche sul DVD di prodotto del WinCC
nella directory "Documents".

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

19

Assistenza e supporto
1.4 Guida per la documentazione WinCC

Vedere anche
Tooltips e barra di stato (Pagina 15)
Adobe Acrobat Reader (http://www.adobe.com/products/acrobat)

1.4.5

Navigazione nel WinCC Information System

Portale WinCC
Nella pagina di avvio trovate il portale WinCC con dei link che vi consentono di orientarvi
rapidamente nel WinCC Information System.
Otre al capitolo del WinCC Information System si trova un link relativo al servizio di assistenza
nella parte inferiore della pagina.
La videata d'avvio del capitolo principale di WinCC Information System permette anche di
avere le pagine del portale come pagina iniziale.

Schede di registro del settore di navigazione


Nella met sinistra dell'aiuto online si trova il settore di navigazione. Le vostre schede di
registro vi offrono diverse possibilit di accesso agli argomenti di aiuto:
Scheda

Significato

"Contenuto"

Contiene una panoramica gerarchica di tutti gli argomenti di aiuto che possono essere
richiamati direttamente da qui.

"Indice"

Qui potete cercare argomenti di aiuto sulla base di termini di indice e visualizzare gli
argomenti trovati.

"Ricerca"

Qui potete eseguire una ricerca di testo intero nella documentazione e visualizzare
nell'aiuto gli argomenti contenenti il termine ricercato

"Favoriti"

Qui potete depositare argomenti di cui necessitate ripetutamente. Potete poi


richiamare tali argomenti senza doverli prima cercare.

20

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Assistenza e supporto
1.4 Guida per la documentazione WinCC

Navigazione tramite pulsanti nell'intestazione


I pulsanti nell'intestazione offrono le seguenti possibilit operative:
Scheda

Significato
Fate clic su questo pulsante per eliminare la visualizzazione del settore di navigazione
del sistema di informazione con le schede di registro "Contenuto", "Indice" e "Ricerca".
In tal modo il sistema di informazione necessita di meno spazio sullo schermo.
Se la visualizzazione del settore di navigazione disattivata, potete riattivarla
azionando questo pulsante.
Se la visualizzazione del settore di navigazione disattivata, all'atto di un cambiamento
di topic la visualizzazione dell'indice dei contenuti non viene attualizzata!
Fate clic su questo pulsante per tornare alla pagina precedente.

Fate clic su questo pulsante per passare alla pagina successiva.

Navigazione sulla scheda di registro "Contenuto"


La scheda di registro "Contenuto" contiene l'indice dei contenuti del WinCC Information
System:
Scheda

Significato
Fate clic su questa icona per visualizzare i livelli gerarchici subordinati di un libro.
Fate doppio clic sull'icona visualizzata per aprire un argomento di aiuto e visualizzare
contemporaneamente i livelli gerarchici subordinati.
Fate clic sull'icona visualizzata per aprire solamente l'argomento di aiuto, senza
visualizzare i livelli gerarchici subordinati.
Fate doppio clic su una delle icone visualizzate per aprire un argomento di aiuto.

Fate doppio clic su una delle icone visualizzate per aprire le informazioni d'uso.
Fate doppio clic su una delle icone visualizzate per aprire un esempio.

Menu contestuale nell'indice


Nell'indice possibile aprire tutti i livelli gerarchici con un semplice clic su "Open all" nel menu
contestuale. Con "Close all" tutti i livelli gerarchici vengono nuovamente chiusi. Il comando
"Print..." avvia la stampa della pagina selezionata o di tutte le pagine del livello gerarchico
subordinato.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

21

Assistenza e supporto
1.4 Guida per la documentazione WinCC

Navigazione in una pagina di aiuto


Sopra il titolo di una pagina si trova una barra di menu addizionale. Conducendo il mouse su
una delle opzioni di menu, vi viene visualizzata una lista. Con il mouse potete selezionare
l'argomento corrispondente.
Scheda

Significato

nel riquadro

Salta ad un determinato argomento all'interno della pagina.

Istruzioni

Offre dei link verso istruzioni operative.

Esempi

Offre dei link verso esempi applicativi e casi modello.

Elementi fondamentali

Offre dei link verso ulteriori informazioni, p. es. definizioni o dettagli.

Propriet

Offre dei link verso informazioni su propriet di oggetti.

Metodi

Offre dei link verso informazioni su metodi applicati su oggetti.

Eventi

Offre dei link verso informazioni su eventi applicati su oggetti.

Oggetti

Offre dei link verso informazioni su oggetti attinenti.

Strumenti> Apri PDF

Apre i file PDF stampabili relativi all'argomento di aiuto.

Strumenti> Apri

Apre tutti i testi apribili e i grafici chiusi.

Strumenti> Chiudi

Chiude tutti i testi apribili e tutti i grafici aperti.

Opzioni > Cronologia

Offre dei link sugli argomenti aperti per ultimi. Nella cronologia sopo aperti fino a dieci
argomenti.

Ulteriori link
In alcuni argomenti i link si trovano direttamente sulla pagina della Guida. Questi link sono o
contrassegnati con un oppure sottolineati in blu. Il link viene richiamato con un clic sulla
freccia blu oppure sul testo sottolineato.

Navigazione con la tastiera


Le medesime possibilit di navigazione di cui disponete con il mouse sono disponibili anche
mediante comando tramite tastiera.
Operazione

Funzione

<Alt+destra>

Passare alla pagina successiva.

<Alt+sinistra>

Tornare alla pagina precedente.

<Sinistra>

Spostare la barra di scorrimento a sinistra nella finestra attiva.

<Destra>

Spostare la barra di scorrimento a destra nella finestra attiva.

<Sopra>

Spostare la barra di scorrimento verso l'alto nella finestra attiva.

<Sotto>

Spostare la barra di scorrimento verso il basso nella finestra attiva.

<Ctrl+Tab>

Commutare tra le schede di registro (Indice dei contenuti, Indice, Ricerca e Favoriti).
Tasti a freccia navigazione nell'indice dei contenuti.

<Invio>

Visualizzazione di un topic che avete selezionato in una delle schede di registro del
settore di navigazione.
Attivazione di un pulsante selezionato precedentemente.

<F6>

Passaggio dal settore di navigazione al settore argomenti e viceversa.

<Tab>

Commutazione tra i pulsanti nel settore argomenti.

22

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Assistenza e supporto
1.4 Guida per la documentazione WinCC

Vedere anche
Guida per la documentazione WinCC (Pagina 15)
Tooltips e barra di stato (Pagina 15)
Guida rapida in WinCC (Pagina 16)
Il WinCC Information System (Pagina 18)
Ricerca nel WinCC Information System (Pagina 23)

1.4.6

Ricerca nel WinCC Information System

Ricerca di testo intero nella scheda di registro "Ricerca"


Nella scheda di registro "Ricerca" avete diverse possibilit di rendere la vostra ricerca
possibilmente efficace.

Ricerca estesa
Qualora non doveste sapere come viene scritto esattamente un termine o se cercate un
termine anche in parole composite, utilizzate un asterisco * come segnaposto. L'asterisco
rappresenta un numero qualsiasi di caratteri.
Esempio: Con il termine di ricerca "*segnalazioni" vengono trovate le seguenti parole:
"Segnalazioni", "Segnalazioni di operazione sistema", "Segnalazioni di tecnica gestionale",
"Segnalazioni di processo" ecc.

Virgolette
Utilizzate le virgolette per cercare termini compositi.
Esempio: "Progettare grafica"

Operatori booleani
Con la freccia accanto al campo di introduzione potete combinare logicamente i vostri termini
di ricerca con AND, OR, NEAR e NOT.
Esempio: "Grafica" AND "progettare"

Cercare parole simili


Attivando la casella di controllo "Cerca parole simili", si cercano parole di scrittura simile. I
caratteri speciali, p. es. le vocali raddolcite o le "", vengono cercati rispettivamente come
caratteri speciali ed in forma sciolta.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

23

Assistenza e supporto
1.4 Guida per la documentazione WinCC

Ricerca nel titolo


Attivando la casella di controllo "Cerca solo titolo", la ricerca avviene unicamente nei titoli delle
singole pagine.

Ricerca nel risultato


Attivando dopo una ricerca la casella di controllo "Cerca risultati precedenti", si cercano
unicamente le pagine trovate con un termine nuovo. In tal modo potete limitare ulteriormente
la vostra ricerca.
Assicuratevi di disattivare nuovamente la casella di controllo precedentemente alla ricerca
successiva per tutti i contenuti.

Ordinamento dei risultati della ricerca


Facendo clic sui pulsanti "Titolo" o "Posizione" ordinate alfabeticamente le pagine trovate. Alla
voce "Posizione" indicato rispettivamente l'argomento di aiuto a cui appartiene la pagina
trovata.

Salvataggio della ricerca


Gli ultimi termini di ricerca da voi introdotti vengono salvati nella lista e possono essere
nuovamente richiamati.

Visualizzazione del risultato della ricerca


Facendo clic su uno degli argomenti trovati, viene visualizzata la pagina corrispondente.
All'interno della pagina evidenziato il termine di ricerca.
Se il termine di ricerca si presenta come parte di un'altra parola, pu succedere che il termine
di ricerca non venga evidenziato. Con la combinazione di tasti <Ctrl+F> viene richiamata la
ricerca all'interno della pagina.
KAPITEL_00_00_DAS WINCC INFORMATION
SYSTEMKAPITEL_00_00_WINCCINFORMATIONSYSTEM_DIREKTHILFE
KAPITEL_00_00_WINCCINFORMATIONSYSTEM_DOKUMENTATION
KAPITEL_00_00_WINCCINFORMATIONSYSTEM_NAVIAGATION
KAPITEL_00_00_WINCCINFORMATIONSYSTEM_TOOLTIPSTATUS

Vedere anche
Guida per la documentazione WinCC (Pagina 15)
Tooltips e barra di stato (Pagina 15)
Guida rapida in WinCC (Pagina 16)
Il WinCC Information System (Pagina 18)
Navigazione nel WinCC Information System (Pagina 20)

24

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Assistenza e supporto
1.4 Guida per la documentazione WinCC

1.4.7

Documentazione in Internet

Panoramica
In Internet possibile effettuare una ricerca dei documenti di WinCC. I risultati della ricerca
vengono visualizzati nel "My Documentation Manager". Qui vengono raggruppati i documenti
personali visualizzabili nei formati PDF, RTF o XML.

Ricerca in Internet di argomenti della Guida a WinCC


1. Fare clic su support.automation.siemens.com (http://support.automation.siemens.com/
WW/view/it/10805583/133000) per effettuare una ricerca nei documenti di WinCC.
2. Nelle impostazioni del filtro selezionare il tipo di articolo "Manuali/Istruzioni per l'uso".
3. Passare ai manuali "Guide in linea di WinCC Information System" e fare clic su una delle
istruzioni desiderate, ad es. "WinCC: Uso di WinCC".
4. Fare clic sul link "Visualizza e configura" nella pagina aperta. Si apre il "My Documentation
Manager", dove sono visualizzati gli argomenti del manuale.

Richiamo diretto del "My Documentation Manager"


Se sono gi visualizzati o sono gi stati raggruppati dei documenti nel "My Documentation
Manager" possibile richiamarlo direttamente dalla pagina support.automation.siemens.com
(http://support.automation.siemens.com/WW/view/it/10805583/133000). Fare clic sulla destra
nella casella di collegamento "mySupport" sul link "My Documentation Manager". Nella pagina
iniziale si trova una descrizione dettagliata delle funzioni e dell'utilizzo del "My Documentation
Manager".
Per poter utilizzare completamente tutte le funzioni necessario registrarsi nel "My
Documentation Manager". Il link per la registrazione si trova in alto a destra nel "My
Documentation Manager". Una volta effettuata la registrazione, mediante "La mia biblioteca"
possibile richiamare la versione PDF del manuale in forma di download.

Ricerca di argomenti della Guida nel "My Documentation Manager"


Nel "My Documentation Manager" possibile filtrare in modo mirato la ricerca all'interno di un
manuale mediante un tipo di topic, ad es. ricercando operazioni o esempi.
1. Accedere alla scheda "Search".
2. Inserire un termine di ricerca, ad es. Sistema di segnalazione WinCC.
3. Selezionare come tipo di topic il tipo di pagine della Guida, ad es. "Operazione".
4. Fare clic su "Search". In basso appare un elenco con i risultati della ricerca.
5. Fare clic su uno dei risultati della ricerca. Sulla destra viene visualizzato il topic del WinCC
Information System.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

25

Assistenza e supporto
1.4 Guida per la documentazione WinCC
6. Facendo clic sulla scheda "Visti per ultimi" appare il topic all'interno della struttura del
manuale.
7. La ricerca dei termini pu essere effettuata anche dall'indice. Fare clic con il pulsante destro
del mouse su un capitolo del manuale. Il menu "Visualizza indice" permette di visualizzare
l'indice del documento.

Raggruppamento dei documenti della Guida in linea per un'ulteriore elaborazione


Per stampare parti della Guida in linea o continuare a utilizzarle in altri programmi, occorre
raggruppare i documenti in una biblioteca e generare una documentazione personalizzata.
Per eseguire queste operazioni necessario essere registrati e connessi.
La spiegazione di come generare della documentazione, ad es. in formato PDF, disponibile
nella descrizione del "My Documentation Manager". La documentazione creata pu quindi
essere salvata in un punto a piacere.

Supporto linguistico nel "My Documentation Manager"


I documenti di WinCC sono disponibili in tutte le lingue supportate da WinCC, generalmente
tedesco, inglese, francese, italiano, spagnolo, giapponese, cinese, coreano e taiwanese.
Per cambiare la lingua di un documento nel "My Documentation Manager" fare clic con il tasto
destro del mouse sul titolo del documento e selezionare la lingua desiderata.

26

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Migrazione
2.1

Introduzione

Introduzione
Il presente capitolo contiene informazioni relative alla migrazione di progetti WinCC creati con
WinCC V6.2.3 o V7.0.
Aprendo con WinCC V7.2 un progetto della versione precedente verr chiesto di migrare il
progetto. Con WinCC Project Migrator si possono per migrare anche pi progetti WinCC in
una volta.
Prima della migrazione consigliabile salvare la versione originaria di un progetto, effettuando
un backup. Per maggiori informazioni vedere "Lavorare con WinCC" > "Lavorare con i progetti"
> "Copia e duplicazione di progetti" nel WinCC Information System.

Progetti a pi stazioni
Se si lavora in WinCC V7.2 con un progetto a pi stazioni creato con la versione precedente,
migrare i singoli progetti a pi stazioni da tutti i server nel sistema.

Sistemi ridondanti nell'esercizio in corso


Si ha la possibilit di aggiornare un progetto in un sistema ridondante senza interrompere
l'esercizio. A tale scopo aggiornare i server, i client con progetto proprio ed i client senza
progetto proprio in una determinata sequenza di successione. Per una descrizione dettagliata
su come procedere, consultare il capitolo "Aggiornare un sistema ridondante con l'esercizio
in corso".
ATTENZIONE
Migrazione di sistemi ridondanti senza interruzioni prolungate
Per non disturbare l'esercizio dell'impianto si dovr rispettare la sequenza descritta ed
eseguire le operazioni senza interruzioni prolungate.
Un client pu essere collegato sempre solo con un server, sul quale sia installata la stessa
versione di WinCC.

Comportamento in caso di migrazione di progetti ServiceMode


All'inizio della migrazione, Migrator controlla se il progetto un progetto ServiceMode. In caso
di progetto ServiceMode si controlla inoltre se:
registrato un utente Service
l'utente Service disponibile

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

27

Migrazione
2.1 Introduzione
l'utente Service appartiene al gruppo "SIMATIC HMI"
l'utente Service pu collegarsi
Se uno dei criteri non soddisfatto viene emesso un messaggio di errore e il processo di
migrazione viene interrotto.

Il server di archiviazione centrale WinCC/CAS viene migrato sul Process Historian


Con WinCC V7.2 i dati del WinCC/CAS vengono migrati nel Process Historian SIMATIC.
Tenere presente la descrizione sulla migrazione nella documentazione del Process Historian.

Audit V7.2 dopo la migrazione


Se si utilizza Audit V7.2, dopo la migrazione dei progetti WinCC aprire per prima cosa Audit
editor. Fare clic sul pulsante "Applica" per attivare il trigger.

Nota
Nessuna migrazione di un progetto WinCC V6.2.3 se non mai stato aperto un editor WinCC
Se in un progetto WinCC V6.2.3 non mai stato aperto un editor, ad es. Alarm Logging o
Text Library, non possibile migrare il progetto a WinCC V7.2.

Conversione dei dati di progetto


Se per un nuovo progetto WinCC si vogliono utilizzare solo singoli dati e file di progetti creati
con versioni precedenti, possibile importare i dati del progetto. Allo scopo necessario ad es.
adeguare pagine e file script alla versione aggiornata di WinCC e convertirli nel formato attuale.
ATTENZIONE
La conversione irrevocabile
impossibile annullare la conversione dei dati.
La conversione inizia subito dopo aver selezionato la voce. Non viene visualizzata alcuna
finestra di conferma.
Nota
Non possibile convertire una singola pagina o un singolo oggetto della biblioteca.
La conversione delle pagine e delle biblioteche pu richiedere qualche tempo.

28

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Migrazione
2.1 Introduzione
Procedimento
1. Nel menu "Strumenti" di WinCC Explorer, selezionare il comando "Converti dati del
progetto".
2. Selezionare i dati di progetto da convertire:
Pagine e faceplate
Biblioteche globali
Biblioteche di progetto
Layout di pagina e di riga
Funzioni di progetto e azioni C e VB
Funzioni standard C e VB
Dati per Basic Process Control
3. Confermare con "OK".
I dati selezionati vengono convertiti nella versione aggiornata di WinCC.

Vedere anche
Differenze tra versioni precedenti e WinCC V7.2 (Pagina 30)
Premesse per la migrazione (Pagina 32)

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

29

Migrazione
2.2 Differenze tra versioni precedenti e WinCC V7.2

2.2

Differenze tra versioni precedenti e WinCC V7.2

Introduzione
Con la versione 7.2 WinCC offre funzioni nuove ed estese rispetto alla versione precedente.
Una panoramica delle novit contenuta nel capitolo "Novit di WinCC V7.2".

Conversione a Unicode in V7.2


Dalla V.7.2 in poi WinCC supporta Unicode.
La versione per le lingue asiatiche comprende tutte le funzionalit della versione europea.
I progetti creati con la versione asiatica sono eseguibili sulla versione per l'Europa e
viceversa. Per i progetti nelle lingue asiatiche necessario un dongle.
Un progetto WinCC pu contenere diverse lingue. Le lingue non devono avere la stessa
tabella codici.
La Text Library pu contenere testi in lingue con diverse tabelle codici. Per ogni lingua
viene creata una colonna con testi. Impostare un tipo di carattere che contenga tutti i
caratteri necessari.
Indipendentemente dalla tabella codici delle lingue, in un progetto WinCC si possono
inserire diverse lingue di runtime. In runtime sono disponibili tutte le lingue create nella
Text Library.
I nomi delle variabili di processo, ad es., possono contenere caratteri cinesi e tedeschi.
Le variabili di processo si possono archiviare e sono visibili in runtime nei Control
TagLogging.
Il Setup contiene una biblioteca di progetto per tutte le lingue.
ATTENZIONE
Nel Project Migrator possibile impostare solo una volta la lingua sorgente
Un'impostazione scorretta della lingua sorgente non pu essere corretta perch un
progetto pu essere migrato una volta sola nella nuova versione. Prima di avviare la
migrazione salvare i progetti e le biblioteche di progetto.
Per la migrazione di progetti asiatici su un sistema operativo europeo, ad es. Windows XP,
devono essere installati:
Il supporto delle lingue asiatiche
La tabella codici per la rispettiva lingua.
La lingua sorgente del progetto deve essere nota ed essere impostata per la migrazione.
Eccezioni:

30

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Migrazione
2.2 Differenze tra versioni precedenti e WinCC V7.2
Componenti dello scripting.
Gli script VB possono contenere testi in una determinata lingua.
Il compilatore C non supporta Unicode. Perci gli script C possono ad es. essere salvati in
formato Unicode, ma al momento della compilazione vengono convertiti in stringhe di
caratteri multibyte (MBCS).
Elementi Active X precedenti
Canali, in modo che siano compatibili con il Channel Development Kit (CDK) e i tipi di dati
all'interno del PLC.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

31

Migrazione
2.3 Premesse per la migrazione

2.3

Premesse per la migrazione

Introduzione
Un progetto WinCC pu essere migrato su ogni computer su cui installato WinCC V7.2. La
dotazione di serie di WinCC V7.2 comprende anche il WinCC Project Migrator.
Utilizzare il Project Duplicator per copiare i dati di configurazione del progetto sul computer
della migrazione. Per informazioni su come copiare i progetti vedere "Lavorare con i progetti"
> "Copia e duplicazione di progetti" nel WinCC Information System.
Se si vogliono migrare pi progetti in una volta, necessario che le impostazioni Codepage
dei progetti siano uniformi.

Presupposti
Il computer con cui si esegue la migrazione deve presentare le seguenti caratteristiche:
Configurazione richiesta
Sistema operativo
CPU

La configurazione richiesta descritta nei capitoli "Requisiti hardware"


e "Requisiti software" delle istruzioni di installazione

RAM
di spazio di memoria
disponibile sul disco fisso

inoltre almeno le dimensioni dell'intero progetto. Dopo la migrazione i


progetti aumentano di dimensione.

Diritti utente

L'utente deve essere membro del gruppo "SIMATIC HMI"

Versione WinCC installata

WinCC V7.2

Dati di progetto della


versione WinCC

WinCC V7.0 o V6.2.3

Licenze

nuova licenza RC V7.2 o licenza RT per Power Tag


nell'eventualit un'ulteriore licenza per gli Archive Tag

Stato del sistema

WinCC chiuso:
Runtime disattivato
Editor WinCC chiusi
WinCC Explorer chiuso

32

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Migrazione
2.4 Migrazione dei dati WinCC a V7.2

2.4

Migrazione dei dati WinCC a V7.2

Introduzione
Questo capitolo descrive la migrazione dei progetti WinCC da WinCC V6.2.3 o V7.0 a WinCC
V7.2.
La migrazione dei progetti possibile in due modi:
Migrazione dei dati di configurazione e runtime di un progetto all'apertura di un vecchio
progetto.
Migrazione con WinCC Migrator, per migrare anche pi progetti in una volta.
Per la migrazione non c' differenza tra progetti a stazione singola, progetti a pi stazioni e
client con progetto proprio.
I progetti vengono migrati in UNICODE. Le tabelle che non provengono da WinCC non
vengono migrate.
Il tempo richiesto dipende dalle dimensioni del progetto migrato e dalle prestazioni del
computer utilizzato. L'intervallo di tempo per la migrazione dei dati di runtime varia con la
quantit di segnalazioni e variabili. Potr richiedere fino a diverse ore.
Nota
Prima della migrazione salvare il progetto in un backup per poter accedere sempre a una
copia del progetto originale nel caso che la migrazione non dovesse riuscire.
Se in una versione di WinCC precedente alla V7.0 si utilizzato un collegamento DDE, prima
della migrazione necessario eliminare tale collegamento. A partire dalla V7.0 non pi
previsto alcun supporto DDE.

Migrazione dei progetti WinCC con WinCC Project Migrator


1. Nel menu di avvio del sistema operativo aprire "Simatic" > WinCC > Tools > Project
Migrator". Si apre la finestra di avvio di Project Migrator "CCMigrator - Passo 1 di 2".
2. Con il pulsante "..." selezionare la directory in cui si trova il progetto WinCC. Per migrare
pi progetti contemporaneamente selezionare il percorso con le directory nelle quali si
trovano i progetti WinCC.
3. Impostare la lingua del computer sul quale stato creato il progetto o i progetti. La versione
lingua preimpostata quella stabilita nelle opzioni della lingua del sistema operativo per
programmi non Unicode o nel sistema locale.
4. Fare clic sul pulsante "Migra".
Si apre la finestra "CCMigrator - Passo 2 di 2". Project Migrator visualizza le operazioni
della migrazione. Attendere che la migrazione si concluda senza errori. La migrazione di
un progetto pu richiedere diverse ore.
5. Al termine della migrazione, Project Migrator segnala: "Migrazione del progetto WinCC
riuscita".
6. Fare clic sul pulsante di comando "Completa".

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

33

Migrazione
2.5 Migrazione di progetti S7

2.5

Migrazione di progetti S7

Introduzione
La migrazione dei progetti S7 da WinCC V6.2.3 o V7.0 a WinCC V7.2 possibile in tre modi:
Migrazione dei dati di configurazione e runtime di un progetto S7 all'apertura del vecchio
progetto
Migrazione di un multiprogetto S7 mediante SIMATIC Manager
Migrazione con WinCC Migrator, per migrare pi progetti WinCC in una volta. In questo
modo vengono migrati i progetti WinCC, ma non il progetto S7. La banca dati OM verr
migrata alla successiva apertura del progetto S7
Nota
Prima della migrazione salvare il progetto in un backup per poter accedere sempre a una
copia del progetto originale nel caso che la migrazione non dovesse riuscire.

Migrazione di un progetto S7
1. Aprire il progetto S7. Compare un'avvertenza che richiede la migrazione.
2. Fare clic su "S". Si apre WinCC Migrator. Il percorso del progetto preimpostato.
possibile selezionare o immettere un altro percorso.
3. Impostare la lingua del computer sul quale stato creato il progetto. La versione lingua
preimpostata quella stabilita nelle opzioni della lingua del sistema operativo per
programmi non Unicode o nel sistema locale.
4. Fare clic sul pulsante "Migra". Attendere che la migrazione si concluda senza errori.
5. Confermare l'avvertenza che chiedeva di attendere fino alla conclusione della migrazione.
La migrazione conclusa e viene aperto il progetto S7.

Migrazione di un multiprogetto S7
1. Aprire il multiprogetto S7. Se nessuno dei sottoprogetti si apre automaticamente, andare
al punto 2. Diversamente la migrazione avviene come descritto sopra nel capitolo
"Migrazione di un progetto S7". Attendere che la migrazione sia conclusa. Procedere quindi
come segue.
In alternativa possibile anche aprire e quindi migrare separatamente un sottoprogetto
dopo l'altro.
2. Selezionare in SIMATIC Manager, nel menu "Strumenti", il comando "Esegui migrazione
dei progetti OS". Compare WinCC Project Migrator. possibile selezionare o immettere
un altro percorso.
3. Impostare la lingua del computer sul quale stato creato il progetto. La versione lingua
preimpostata quella stabilita nelle opzioni della lingua del sistema operativo per
programmi non Unicode o nel sistema locale.

34

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Migrazione
2.5 Migrazione di progetti S7
4. Fare clic sul pulsante "Migra". Attendere che la migrazione si concluda senza errori.
5. Confermare l'avvertenza conclusiva. La migrazione conclusa.

Migrazione di tutti i progetti WinCC integrati con WinCC Migrator


possibile migrare tutti i progetti WinCC anche con WinCC Migrator. La procedura la stessa
descritta alla pagina "Migrazione dei dati WinCC a V7.2".
Aprendo successivamente un progetto S7, compare nuovamente l'avvertenza che richiede la
migrazione. Dopo aver fatto clic su "S" compare WinCC Migrator. Facendo clic sul pulsante
"Migra", compare l'avvertenza che il progetto ha la versione attuale.
Nota
Tutti i componenti di un progetto S7 devono essere migrati
Prima di elaborare un progetto S7 necessario migrarne tutti i componenti. L'esecuzione di
un progetto parzialmente migrato pu causare incoerenze.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

35

Migrazione
2.6 Migrazione di progetti a pi stazioni

2.6

Migrazione di progetti a pi stazioni

Introduzione
I client sono migrati insieme al rispettivo progetto a pi stazioni.
Per la migrazione di progetti a pi stazioni procedere allo stesso modo come per la migrazione
di progetti a stazione singola.
Prima della migrazione salvare i progetti in un backup per poter accedere sempre ad una copia
del progetto originale nel caso che la migrazione non dovesse riuscire.

Sistema a pi stazioni con un server


In un sistema a pi stazioni tutti i dati richiesti sono trasferiti sul server nel corso della
migrazione del progetto a pi stazioni.
Sui client creati nel progetto a pi stazioni non si trovano dati. Per questo motivo anche in
WinCC V7.2 non vengono creati progetti client sui client WinCC. Le impostazioni richieste dei
client WinCC ed il rispettivo server preferenziale sono definiti nel progetto a pi stazioni.
Dopo la migrazione deve essere generato un package nel progetto a pi stazioni. Se a tal fine
un esistente Package viene cancellato, il nuovo Package creato deve avere lo stesso nome.
Nell'editor "ServerData" sotto "Aggiornamento implicito" deve essere attivata l'impostazione
"Importazione automatica". In tal modo i client senza progetto proprio hanno a disposizione i
dati richiesti.

Sistema a pi stazioni con pi server


Se nel progetto originario vengono utilizzati client con progetto proprio, ogni progetto client
dovr essere migrato separatamente. Si dovr procedere allo stesso modo come per un
progetto a stazione singola oppure per un progetto a pi stazioni. Dopo la migrazione si
dovranno generare nuovi package sui server e caricarli sui client. Se a tal fine gli esistenti
Packages vengono cancellati, i nuovi Package creati dovranno avere rispettivamente lo stesso
nome dei Package cancellati.
Pu succedere che nel sistema originario venivano utilizzati diversi client con progetto proprio
con gli stessi dati di configurazione e gli stessi dati di Runtime. In tal caso potr essere migrato
un client con progetto proprio e questo potr essere copiato sugli altri client WinCC. Per i dati
di configurazione utilizzare il Project Duplicator. Quindi si dovranno caricare sui singoli client
i package dei rispettivi server.
Nota
Dopo la migrazione di sistemi a pi stazioni valgono le seguenti restrizioni:
Accesso ai client: Non pi possibile avviare automaticamente pi client insieme. La finestra
di dialogo "Simatic Shell" per l'accesso da remoto permette comunque di attivare ogni server
nel sistema.
Disattivare server e client in un sistema a pi stazioni: Non pi possibile disattivare
automaticamente insieme pi server e client. La finestra di dialogo "WinCC Projects" per
l'accesso da remoto permette comunque di disattivare ogni server nel sistema.

36

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Migrazione
2.7 Operazioni supplementari

2.7

Operazioni supplementari

Introduzione
Dopo la migrazione dovranno essere adattate alcune impostazioni nel progetto.

Aggiungere nuove segnalazioni di sistema in Alarm Logging


Dopo aver integrato le segnalazioni di sistema nel sistema di segnalazione, necessario
applicare le nuove segnalazioni di sistema nell'Alarm Logging dopo la migrazione. Per
l'inserimento di nuove segnalazioni di sistema, selezionare una delle due opzioni nella finestra
di dialogo "Segnalazioni di sistema WinCC" nel campo "Crea segnalazioni di sistema" e fare
clic sul pulsante "Crea". Salvare le impostazioni in Alarm Logging.

Adattare le variabili di archivio comandate dal processo


Se si utilizza la funzione "Compila OS", cambia l'assegnazione delle variabili di archivio
comandate dal processo. Il nome delle variabili di archivio comandate dal processo non pi
definito in base all'ID delle variabili dei dati grezzi. Viene invece utilizzato il nome delle variabili
dei dati grezzi. Queste variabili devono essere convertite per adattare l'assegnazione, ad es.
nei Control. A tale scopo aprire una volta la finestra di dialogo "Propriet" delle variabili di
archivio e richiudere il dialogo senza apportare modifiche.
Se non viene utilizzata la funzione "Compila OS", in ambiente WinCC V7.2 si potranno
continuare a usare le variabili di archivio comandate dal processo nella struttura originaria.

Progetti a pi stazioni: caricamento dei package


Dopo la migrazione di un progetto a pi stazioni si dovranno generare package sul server e
caricarli sui client. Per informazioni in merito consultare nel WinCC Information System la parte
"Configurazione > Sistemi a pi stazioni > Progettazione server" oppure "Progettazione client".

Vedere anche
Diagnostica della migrazione (Pagina 50)

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

37

Migrazione
2.8 Aggiornare un sistema ridondante con l'esercizio in corso

2.8

Aggiornare un sistema ridondante con l'esercizio in corso

2.8.1

Aggiornare un sistema ridondante con l'esercizio in corso

Introduzione
Un sistema ridondante con WinCC V6.2.3 e V7.0 va aggiornato gradualmente a WinCC V7.2.
Il funzionamento dell'impianto non disturbato.
Confrontare la situazione iniziale descritta nella guida rapida con il proprio sistema e preparare
l'impianto rispettivamente per l'aggiornamento.
Nota
Condizioni generali per l'aggiornamento durante il funzionamento
Un client pu essere collegato sempre solo con un server, sul quale sia installata la stessa
versione di WinCC.
L'aggiornamento in WinCC ServiceMode non possibile in stato disconnesso.

Destinazione
Il sistema di automazione rimane sempre in Runtime.
Il processo rimane sempre comandabile.

Sequenza delle operazioni


L'aggiornamento suddiviso nelle seguenti fasi:
1. Aggiornare il server di stand-by
2. Aggiornare WinCC-Client
3. Aggiornare il server master
4. Definire il server master

2.8.2

Guida rapida: Aggiornamento di sistemi ridondanti con l'esercizio in corso

Introduzione
Per aggiornare un sistema ridondante con l'esercizio in corso seguire le quattro fasi descritte
qui di seguito. Ogni fase suddivisa in singole operazioni da eseguire. Le operazioni richieste
sono elencate nel passaggio "Procedura". Per le istruzioni dettagliate consultare i capitoli
"Fase 1" a "Fase 4".

38

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Migrazione
2.8 Aggiornare un sistema ridondante con l'esercizio in corso

Situazione iniziale
Il Server 1 il server master.
(Server 1 sta per tutti i server master in una coppia di server ridondante.)
Il Server 2 il server di stand-by.
(Server 2 sta per tutti i server stand-by in una coppia di server ridondante.)
Il WinCC Client 1 collegato con il Server 1.
(WinCC-Client1 facente funzione per tutti i Client WinCC originariamente collegati con il
Server 1, che devono essere nuovamente collegati con il Server 1 dopo la migrazione.)
WinCC Client 2 collegato con il Server 2 poich questo progettato come server
preferenziale per tale multi-client.
(WinCC-Client 2 facente funzione per tutti i Client WinCC originariamente collegati con
il Server 2, che devono essere nuovamente collegati con il Server 2 dopo la migrazione.)

Procedura - Guida rapida


Nota
Per non disturbare l'esercizio dell'impianto si dovr rispettare la sequenza descritta.
Le operazioni descritte dalla fase 1 alla fase 4 dovranno essere eseguite senza interruzioni
prolungate.
Nota
All'occorrenza eseguire un backup di tutto l'impianto prima dell'aggiornamento del server.
Progettare un server preferenziale per tutti i client da sottoporre all'aggiornamento.
Fase 1: Aggiornare il server di stand-by
1. WinCC-Client1: Progettare il Server 1 come server preferenziale
2. WinCC-Client2: Progettare il Server 1 come server preferenziale
3. Server2: Disattivare
4. Server2: Esci da WinCC
5. Server2: Riavviare il computer
6. Server2: Installare WinCC V7.2
7. Server2: Migrare il progetto
8. Server2: Attivare
9. Server2: Ulteriori coppie di server ridondanti: Eseguire le operazioni da 1 a 8
Fase 2: Aggiornare WinCC-Client
10. WinCC-Client2: Disattivare ed uscire da WinCC
11. WinCC-Client2: Riavviare il computer
12. WinCC-Client2: Installare WinCC V7.2

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

39

Migrazione
2.8 Aggiornare un sistema ridondante con l'esercizio in corso
13. WinCC-Client2: Migrare il progetto
14. WinCC-Client2: Progettare il Server 2 come server preferenziale
15. WinCC-Client2: Attiva
16. WinCC-Client 1 ed altri WinCC-Client: Eseguire le operazioni da 10 a 15
Fase 3: Aggiornare il server master
17. Server1: Disattivare ed uscire da WinCC
18. Server1: Riavviare il computer
19. Server1: Installare WinCC V7.2
20. Server1: Migrare il progetto
21. Server1: Attiva
22. WinCC-Client1: Caricare i package e progettare il server preferenziale
23. WinCC-Client2: Caricare i package e progettare il server preferenziale
24. Ulteriori coppie di server ridondanti: Eseguire le operazioni da 17 a 23
Fase 4: Definire il server master e concludere l'aggiornamento
25. Commutare manualmente il server master

Risultato
Dopo aver eseguito tutte le operazioni da 1 a 25, il sistema si trova nel seguente stato:
Il Server 1 aggiornato il server master.
Il Server 2 aggiornato il server di stand-by.
Il vecchio WinCC Client 1 adesso aggiornato collegato con il suo server preferenziale
Server 1.
Il vecchio WinCC Client 2 adesso aggiornato collegato con il suo server preferenziale
Server 2.
L'aggiornamento del sistema ridondante a WinCC V7.2 concluso.
Nota
Dopo la migrazione di un server, su questo server dovranno essere creati nuovamente i
corrispondenti package. Dopo la migrazione di un client con un progetto, dovranno essere
caricati nuovamente i corrispondenti package dei server.

40

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Migrazione
2.8 Aggiornare un sistema ridondante con l'esercizio in corso

2.8.3

Fase 1: Aggiornare il server di stand-by

Introduzione
Nella prima fase viene aggiornato il server di stand-by ridondante Server 2. In tal modo si evita
una commutazione di ridondanza superflua dei WinCC-client.
Mentre si eseguono le operazioni della fase 1, il sistema continua a funzionare con un solo
server.
ATTENZIONE
Procedura
Per non disturbare l'esercizio dell'impianto si dovr rispettare la sequenza descritta.
Le operazioni descritte dalla fase 1 alla fase 4 dovranno essere eseguite senza interruzioni
prolungate.
Nota
All'occorrenza eseguire un backup prima dell'aggiornamento del server.

Situazione iniziale prima della fase 1


Il server 1 il server master ed configurato come master predefinito.
(Il server 1 rappresenta tutti i server master in una coppia di server ridondanti.)
Il server 2 il server di standby.
(Il server 2 rappresenta tutti i server di standby in una coppia di server ridondanti.)
Il WinCC Client 1 collegato con il Server 1.
Su WinCC Client1 caricato il package del server master.
(WinCC Client1 rappresenta tutti i client WinCC originariamente collegati al server 1 che
dopo la migrazione devono essere nuovamente collegati al server 1.) Il WinCC Client2
collegato con il server 2 poich questo progettato come server preferenziale.
Sul WinCC Client2 caricato il package del server master.
(WinCC Client2 rappresenta tutti i client WinCC originariamente collegati al server 2 che
dopo la migrazione devono essere ancora collegati con il server 2.)

Procedura della fase 1


Per una descrizione dettagliata su come procedere fare clic su una delle seguenti operazioni.
Nota
Tenere presente che si lavora alternatamente sul Server 1 e sul Server 2.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

41

Migrazione
2.8 Aggiornare un sistema ridondante con l'esercizio in corso

1. WinCC-Client1: Progettare il Server 1 come server preferenziale


Affinch all'aggiornamento ogni client sia collegato con il rispettivo server, per tutti i client
presenti nel sistema necessario che sia progettato un server preferenziale.
Se per il Client WinCC 1 non ancora progettato un server preferenziale, occorre registrare
come server preferenziale il Server 1.
Disattivare il Client WinCC 1 e attivare di nuovo il Client, per applicare il server preferenziale
modificato.

2. Client WinCC 2: Progettare il Server 1 come server preferenziale


Progettare il Server 1 come server preferenziale per Client WinCC 2.
Disattivare il Client WinCC 2 e attivare di nuovo il Client, per applicare il server preferenziale
modificato.
Il Client WinCC 2 si collega con il Server 1.

3. Server2: Disattivare
Disattivare WinCC Runtime sul server 2 di standby.
Il sistema si comporta come segue:
Il WinCC Client 1 rimane collegato con il Server 1.
Il Client WinCC 2, per il quale come server preferenziale nel frattempo progettato il Server
1, rimane collegato con il Server 1.
Il Server 1 riconosce un'avaria con la disattivazione del Server 2.
Se sono state progettate segnalazioni di sistema, Server 1 crea un messaggio
corrispondente del sistema di controllo di processo.
Eseguire un backup del Server 2 e salvare quindi i dati WinCC, prima di procedere con
l'aggiornamento delle Server.

4. Server2: Esci da WinCC


Uscire da WinCC sul server Server 2 finora usato come server di stand-by.

5. Server2: Riavviare il computer


Uscire da Windows e riavviare il Server 2.

6. Server2: Installare WinCC V7.2


Un server WinCC V7.2 funziona soltanto con la configurazione di sistema descritta nelle
"Installation Notes" del WinCC Information System.
Installare WinCC V7.2 con tutte le opzioni necessarie oppure eseguire un aggiornamento. Per
informazioni relative all'installazione consultare nel WinCC Information System il punto
"Installation Notes".

42

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Migrazione
2.8 Aggiornare un sistema ridondante con l'esercizio in corso

7. Server2: Migrare il progetto


Migrare i dati WinCC del Server 2 a WinCC V7.2.
Adattare il progetto dopo la migrazione per WinCC V7.2. Osservare le avvertenze in proposito
contenute nel capitolo "Operazioni supplementari".
Nota
Dopo la migrazione di un server, su questo server dovranno essere cancellati e creati
nuovamente i corrispondenti package. Il package deve avere lo stesso nome del package
cancellato.

8. Server2: Attivare
1. Avviare WinCC sul Server 2.
2. Attivare WinCC Runtime.
Il sistema si comporta come segue:
Il server non viene commutato. Il Server 2 attivato diventa server di standby nel progetto
WinCC V7.2 aggiornato.
Il WinCC Client 1 rimane collegato con il Server 1.
Il WinCC Client 2 rimane collegato con il Server 1.
Prima dell'operazione successiva attendere che sia conclusa la sincronizzazione della
ridondanza. Se sono state progettate segnalazioni di sistema, Server 1 crea un messaggio
corrispondente del sistema di controllo di processo.

9. Ulteriori coppie di server ridondanti: eseguire le operazioni da 1 a 8


Se si utilizzano diverse coppie di server ridondanti, si dovr aggiornare rispettivamente il server
di standby Server 2.
Eseguire per ogni server 2 le operazioni da 1 a 8.
Concludere sempre l'aggiornamento di un server di standby prima di iniziare con
l'aggiornamento del successivo server di standby.

Risultato dopo la fase 1


Standby-Server Server 2 aggiornato.
Il WinCC Client 2 collegato con il Server 1.
Il WinCC Client 1 collegato con il Server 1.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

43

Migrazione
2.8 Aggiornare un sistema ridondante con l'esercizio in corso

2.8.4

Fase 2: Aggiornare WinCC-Client

Introduzione
Nella fase 2 si aggiornano tutti i client WinCC a client WinCC V7.2.
Perch si possa continuare a comandare l'impianto nel corso dell'aggiornamento almeno un
WinCC client deve rimanere collegato con il server attivo della stessa versione WinCC. Su
tale server deve essere utilizzata la stessa versione WinCC come sul WinCC client.

Situazione iniziale prima della fase 2


Il Server 1 il server master nel progetto V6.2.3 o V7.0.
Il Server 2 aggiornato il server di standby nel progetto V7.2 migrato.
Il WinCC Client 1 collegato con il Server 1.
Il WinCC Client 2 collegato con il Server 1.

Procedura della fase 2


Per una descrizione dettagliata su come procedere fare clic su una delle seguenti operazioni.

10. Client WinCC 2: Disattivare ed uscire da WinCC


Disattivare WinCC Runtime sul Client WinCC 2 e terminare WinCC.

11. Client WinCC 2: Riavviare il computer


Uscire da Windows e riavviare il WinCC-client.

12. Client WinCC 2: Installare WinCC V7.2


Un client WinCC V7.2 funziona soltanto con la configurazione di sistema descritta nelle
"Installation Notes" del WinCC Information System. Eseguire un backup del client e salvare
quindi i dati WinCC prima dell'installazione.
Installare WinCC V7.2 con tutte le opzioni richieste oppure eseguire un aggiornamento. Per
maggiori informazioni sull'installazione consultare le "Installation Notes" nel WinCC
Information System.

13. Client WinCC 2: Migrare il progetto


Migrare i dati WinCC del client WinCC a WinCC V7.2.

44

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Migrazione
2.8 Aggiornare un sistema ridondante con l'esercizio in corso
Adattare il progetto dopo la migrazione per WinCC V7.2. Osservare le avvertenze in proposito
contenute nel capitolo "Operazioni supplementari".
Nota
Dopo la migrazione di un Client WinCC con un progetto, dovranno essere caricati
nuovamente i corrispondenti package dei server migrati.

14. Client WinCC 2: Registrare il Server 2 come server preferenziale


Modificare nel client WinCC il server preferenziale ed inserire al posto del Server1 il Server2.

15. Client WinCC 2: Attivare


1. Avviare WinCC sul client WinCC migrato.
2. Attivare WinCC Runtime.
Il sistema si comporta come segue:
Il client WinCC si collega al Server 2 aggiornato.
Il Server 2 continua ad essere il server di standby.

16. Ulteriori WinCC-client: Eseguire le operazioni da 10 a 15


Per il Client WinCC 1 vale la stessa procedura del Client WinCC 2.
Dopo aver aggiornato un WinCC-client ripetere le operazioni da 10 a 15 per il WinCC-client
successivo finch sono stati aggiornati tutti i WinCC-client del sistema.
Anche per il Client WinCC 1 dopo l'aggiornamento occorre registrare come server
preferenziale il Server 2.
Concludere sempre l'aggiornamento di un WinCC-client prima di iniziare con l'aggiornamento
del successivo WinCC-client.

Risultato dopo la fase 2


Il vecchio Client WinCC 2 adesso aggiornato collegato con il suo server preferenziale
aggiornato Server 2.
Il vecchio WinCC Client 1 adesso aggiornato collegato con il server preferenziale Server
2.
Il Server 1 il server master nel progetto V6.2.3 o V7.0.
Il Server 2 aggiornato il server di standby nel progetto V7.2 migrato.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

45

Migrazione
2.8 Aggiornare un sistema ridondante con l'esercizio in corso

2.8.5

Fase 3: Aggiornare il server master

Premessa
Nella fase 3 si aggiorna il server master Server 1.
Mentre si eseguono le operazioni della fase 3, il sistema continua a lavorare con un solo server.
Il sistema rimane comandabile attraverso i WinCC client aggiornati nella fase 2. Per
informazioni relative alla sincronizzazione di ridondanza consultare nel WinCC Information
System il punto Configurazione > Sistemi ridondanti.
Nota
All'occorrenza eseguire un backup prima dell'aggiornamento del server.

Situazione iniziale prima della fase 3


Il Server 1 il server master nel progetto V6.2.3 o V7.0.
Il Server 2 aggiornato il server di standby nel progetto V7.2 migrato.
La taratura di ridondanza del Server1 e del Server2 conclusa.
Il WinCC Client 1 aggiornato collegato con il Server 2.
Il vecchio WinCC Client 2 adesso aggiornato collegato con il suo server preferenziale
Server 2.

Procedura della fase 3


Per una descrizione dettagliata su come procedere fare clic su una delle seguenti operazioni.
Nota
Tenere presente che si lavora alternatamente sul Server 1 e sul Server 2.

17. Server1: Disattivare ed uscire da WinCC


1. Disattivare WinCC Runtime sul server master Server 1.
2. Chiudere WinCC sul server.
Eseguire un backup del Server 2 e salvare quindi i dati WinCC, prima di procedere con
l'aggiornamento delle Server.

18. Server1: Riavviare il computer


Uscire da Windows e riavviare il Server 1.

46

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Migrazione
2.8 Aggiornare un sistema ridondante con l'esercizio in corso

19. Server1: Installare WinCC V7.2


Un server WinCC V7.2 funziona soltanto con la configurazione di sistema descritta nelle
"Installation Notes" del WinCC Information System. Nell'eventualit salvare prima i dati WinCC
sul server.
Installare WinCC V7.2 con tutte le opzioni richieste oppure eseguire un aggiornamento. Per
maggiori informazioni sull'installazione consultare le "Installation Notes" nel WinCC
Information System.

20. Server1: Migrare il progetto


Migrare i dati WinCC del server a WinCC V7.2. Dopo la migrazione adattare il progetto per
WinCC V7.2. Osservare le avvertenze in proposito contenute nel capitolo "Operazioni
supplementari".
Nota
Dopo la migrazione di un server, su questo server dovranno essere creati nuovamente i
corrispondenti package. Il package deve avere lo stesso nome del package originario.

21. Server1: Attivare


1. Attivare WinCC Runtime.
Il sistema si comporta come segue:
Il Server 1 diventa il server di standby.
Gli archivi delle segnalazioni, gli archivi dei valori di processo e gli archivi utente sono
sincronizzati.
Se sono state progettate segnalazioni di sistema, verr creato un messaggio
corrispondente del sistema di controllo di processo.
Tutti i valori nell'intervallo di avaria vengono sincronizzati.

22. WinCC-Client1: Caricare i package e progettare il server preferenziale


Caricare sul Client WinCC il package del Server1.
Progettare il Server 1 come server preferenziale per WinCC Client 1.
Per applicare la progettazione modificata dei server preferenziali, disattivare e riattivare il
rispettivo client.
Il Client WinCC 1 si collega con il suo server preferenziale aggiornato Server 1.

23. Client WinCC 2: Caricare i package e progettare il server preferenziale


Caricare sul Client WinCC il package del Server1.
Progettare il Server2 come server preferenziale per WinCC-Client2.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

47

Migrazione
2.8 Aggiornare un sistema ridondante con l'esercizio in corso
Per applicare la progettazione modificata dei server preferenziali, disattivare e riattivare il
rispettivo client.
Il WinCC-Client2 si collega con il server master Server2.

24. Ulteriori coppie di server ridondanti: Eseguire le operazioni da 17 a 23


Se si utilizzano diverse coppie di server ridondanti, si dovr aggiornare rispettivamente il server
master Server 1.
Eseguire per ogni Server1 le operazioni da 17 a 23.
Concludere sempre l'aggiornamento di un server prima di iniziare con l'aggiornamento del
successivo server.

Risultato dopo la fase 3


Il Server 1 aggiornato il server di stand-by.
Il Server 2 aggiornato il server master.
Il WinCC Client 1 adesso aggiornato collegato con il suo server preferenziale Server 1.
Il vecchio WinCC Client 2 adesso aggiornato collegato con il suo server preferenziale
Server 2.

2.8.6

Fase 4: Definire il server master e concludere l'aggiornamento

Premessa
Dopo l'aggiornamento del sistema tutti i WinCC client per i quali non sono progettati server
preferenziali sono collegati con il server master. In seguito alla commutazione di ridondanza
all'aggiornamento il server master iniziale Server 1 era diventato il server di standby. L'iniziale
server di standby Server 2 era diventato il server master.
Se si desidera ripristinare lo stato originario, si dovr impostare manualmente il server master.
Seguire le istruzioni descritte al passo 25. Con questa operazione si conclude l'aggiornamento
del sistema ridondante a WinCC V7.2.
Per ulteriori informazioni relative ai server preferenziali in sistemi ridondanti, consultare nel
WinCC Information System il punto Configurazioni > Sistemi ridondanti.

Situazione iniziale prima della fase 4


Il Server 1 il server di stand-by.
Il Server 2 il server master.
Il WinCC Client 1 collegato con il suo server preferenziale Server 1.
Il vecchio WinCC Client 2 collegato con il suo server preferenziale Server 2.

48

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Migrazione
2.8 Aggiornare un sistema ridondante con l'esercizio in corso

Procedura della fase 4


Per una descrizione dettagliata su come procedere cliccare sul passo 25:

25. Commutare manualmente il server master


Per riportare l'impianto nella situazione iniziale definire manualmente il Server 1 come server
master.
Impostare la variabile di ridondanza "@RM_Master" sul Server 1 da 0 a 1. La variabile di
ridondanza @RM_Master potr essere richiamata ed impostata ad esempio attraverso un
campo I/O:
1. Progettare nel progetto a pi stazioni del Server 1 un campo I/O.
2. Collegare il campo I/O con la variabile @RM_Master.
3. In Runtime immettere nel campo I/O "1". Il Server 1 diventa il server master. In seguito alla
commutazione di ridondanza il Server 2 diventa il server di standby.
Alternativamente la variabile di ridondanza pu essere impostata con l'ausilio degli script.

Risultato dopo la fase 4


Il Server 1 il server master.
Il Server 2 il server di stand-by.
Il WinCC Client 1 collegato con il suo server preferenziale Server 1.
Il vecchio WinCC Client 2 collegato con il suo server preferenziale Server 2.
L'aggiornamento del sistema ridondante a WinCC V7.2 concluso.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

49

Migrazione
2.9 Diagnostica della migrazione

2.9

Diagnostica della migrazione

Introduzione
Se si verifica un errore, rimuovere questo errore in una copia del progetto migrato. Quindi
riavviare la migrazione.

Errori alla migrazione


Un errore verificatosi durante la migrazione di un componente non interrompe la migrazione.
Il Project Migrator scrive una segnalazione d'errore in un file di diagnostica ed elabora il
componente successivo.
Dopo la migrazione esaminare l'elenco dei componenti migrati. Fare doppio clic sulle voci
dell'elenco contenenti errori o avvisi per visualizzare l'errore in un file ".txt".

Interruzione della migrazione


Se la migrazione viene interrotta, possibile riavviarla dopo aver eliminato l'errore. In tal caso
non utilizzare il progetto per il quale gi fallita la migrazione, ma una copia di backup.

Migrazione dopo l'eliminazione di errori


In caso di errore, dopo aver eliminato l'errore possibile migrare nuovamente i singoli
componenti. Il nome del computer deve coincidere con il computer locale.
In WinCC Explorer selezionare la voce di menu "Strumenti/Converti dati del progetto".
Selezionare i componenti da migrare.

File di diagnostica
Project Migrator crea il file di diagnostica "MigratorLog.txt" nella directory del progetto migrato.
Il file pu essere visualizzato con un qualsiasi editor di testi.
Il file contiene le seguenti informazioni generali:
Nome del progetto
Tipo di progetto
Tipo di dati migrati
Inizio e fine della migrazione
Se alla migrazione si verificato un errore, il Project Migrator scrive inoltre una segnalazione
d'errore nel file.

50

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Migrazione
2.10 Appendice

2.10

Appendice

2.10.1

Documentazione di funzioni delle versioni precedenti

Introduzione
Il presente capitolo contiene informazioni su funzioni e documentazioni delle versioni
precedenti.

Panoramica
Informazioni su funzioni e documentazioni riguardanti le versioni precedenti:
La documentazione per i Control utilizzati prima di WinCC V7 riportata alla fine della
descrizione dei Control nuovi.
La documentazione degli oggetti utente finora utilizzati si trova ancora nel WinCC
Information System.
In allegato si trova la documentazione per il WinCC Push Button Control.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

51

Migrazione
2.10 Appendice

2.10.2

WinCC Push Button Control

2.10.2.1

Il "WinCC Push Button Control"

Introduzione
Il "WinCC Push Button Control" permette di progettare un pulsante al quale viene
interconnessa l'esecuzione di un determinato comando.
In runtime il Push Button pu assumere gli stati "Premuto" e "Non premuto". Ad entrambi
gli stati pu essere assegnata un'immagine che visualizza lo stato attuale del pulsante.

Inserimento Push Button


Il Push Button viene inserito dalla tavolozza degli oggetti in una pagina:
Come oggetto Smart
L'oggetto Smart "Control" viene inserito dalla scheda "Standard" della tavolozza degli
oggetti. Il Push Button viene selezionato nella finestra di dialogo "Inserisci Control".
Dalla scheda "Controls"
Il Push Button viene inserito direttamente dalla tavolozza degli oggetti in una pagina.

Le propriet del Control vengono modificate nella finestra di configurazione "Propriet - WinCC
Push Button Control" oppure nella finestra "Propriet oggetto".

Particolarit nella documentazione del progetto in Graphics Designer


Nella documentazione del progetto del Graphics Designer vengono trasmessi gli attributi per
l'oggetto Control "Push Button".
Per la trasmissione dei dati dell'oggetto per gli attributi "PictureSelected" e "PictureUnselected"
vale la seguente relazione:
Se non inserita nessuna pagina, nella documentazione di progetto viene emesso il
carattere "-" (lineetta).
Se inserita una pagina, viene emesso "none".

52

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Migrazione
2.10 Appendice

Vedere anche
Assegnazione di immagini al Push Button (Pagina 56)
Modifica del tipo di carattere del Push Button (Pagina 55)
Modifica dei colori del Push Button (Pagina 54)
Modifica dell'aspetto e della dicitura del Push Button (Pagina 53)

2.10.2.2

Modifica dell'aspetto e della dicitura del Push Button

Introduzione
La scheda "Generale" permette di adattare l'aspetto generale del Control. Inoltre, pu essere
inserita una descrizione funzionale come dicitura del Push Button.

Presupposti
Con un doppio clic sul Control aprire la finestra di dialogo "Propriet - WinCC Push Button
Control".
Selezionare la scheda "Generale".

Caption
Inserire un testo di dicitura per il pulsante. Questa dicitura pu contenere ad esempio una
descrizione funzionale.

Autosize
Per la geometria del Push Button pu essere configurato un adattamento automatico della
misura.
Selezionare l'opzione "0 - None", per disattivare l'adattamento automatico della dimensione.
Con l'opzione "1 - Adjust Picture Size To Button" la dimensione dell'immagine viene adattata
alla geometria del pulsante. Selezionare l'opzione "2 - Adjust Button Size To Picture", per
adattare la geometria del Push Button alla dimensione di un'immagine assegnata.

FrameWidth
Inserire un valore per la larghezza della cornice 3D del pulsante in pixel.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

53

Migrazione
2.10 Appendice

Trasparente
Lo sfondo del pulsante pu essere rappresentato trasparente. In questo caso viene nascosto
il colore di sfondo progettato.

Outline
La cornice 3D del Push Button pu essere contornata da una linea esterna addizionale.

Vedere anche
Il "WinCC Push Button Control" (Pagina 52)
Assegnazione di immagini al Push Button (Pagina 56)
Modifica del tipo di carattere del Push Button (Pagina 55)
Modifica dei colori del Push Button (Pagina 54)

2.10.2.3

Modifica dei colori del Push Button

Introduzione
La scheda "Colore" permette di adattare i colori per la rappresentazione dei Control.

Presupposti
Con un doppio clic sul Control aprire la finestra di dialogo "Propriet - WinCC Push Button
Control".
Selezionare la scheda "Colore".

Nome delle propriet


Selezionare nella casella della lista a discesa l'attributo relativo al colore da modificare. Viene
visualizzato il "OLE-Automation-Name". Il "OLE-Automation-Name" il nome con cui l'attributo
registrato in WinCC.

Colore di sistema
Nella casella della lista a discesa sono riportati tutti gli elementi di pagina Windows, le cui
opzioni di visualizzazione sono adattabili nel Pannello di controllo del sistema operativo.

54

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Migrazione
2.10 Appendice
Selezionare l'elemento della pagina, il cui colore si desidera applicare. Fate clic sul pulsante
"Applica" per assegnare questo colore di sistema all'attributo di colore selezionato nell'area
"Nome della propriet. "

Tavolozza dei colori standard


Nell'area destra sono riportati i 16 colori predefiniti del sistema operativo sotto forma di pulsanti
di comando.
Selezionare uno dei 16 colori predefiniti. Fare clic sul pulsante "Applica" per assegnare il colore
selezionato all'attributo di colore selezionato nell'area "Nome della propriet. "

Vedere anche
Il "WinCC Push Button Control" (Pagina 52)
Assegnazione di immagini al Push Button (Pagina 56)
Modifica del tipo di carattere del Push Button (Pagina 55)
Modifica dell'aspetto e della dicitura del Push Button (Pagina 53)

2.10.2.4

Modifica del tipo di carattere del Push Button

Introduzione
La scheda "Carattere" permette di adattare la dicitura del Push Button.

Presupposti
Con un doppio clic sul Control aprire la finestra di dialogo "Propriet - WinCC Push Button
Control".
Selezionare la scheda "Carattere".

Nome delle propriet


Viene visualizzata la propriet attualmente selezionata.

Tipo di carattere
Selezionare il tipo di carattere desiderato per la dicitura del Control. Sono disponibili tutti i tipi
di carattere registrati nel sistema operativo.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

55

Migrazione
2.10 Appendice

Stile carattere
Selezionare dal campo della lista a discesa lo stile carattere desiderato. Il numero di stili
disponibili dipende dal tipo di carattere selezionato.

Grandezza
Selezionare dal campo della lista a discesa la dimensione desiderata. La dimensione pu
essere inserita anche direttamente nella casella. Il valore viene indicato in punti (pt).

Effetti
Selezionare una o pi opzioni di effetti. Il tipo di carattere selezionato visualizzabile
"Sottolineato" e "Barrato".

Esempio
Le impostazioni selezionate sono visualizzate in un'anteprima.

Vedere anche
Il "WinCC Push Button Control" (Pagina 52)
Assegnazione di immagini al Push Button (Pagina 56)
Modifica dei colori del Push Button (Pagina 54)
Modifica dell'aspetto e della dicitura del Push Button (Pagina 53)

2.10.2.5

Assegnazione di immagini al Push Button

Introduzione
La scheda "Immagine" permette di assegnare al Push Button immagini per gli stati "Premuto"
e "Non premuto".

Presupposti
Con un doppio clic sul Control aprire la finestra di dialogo "Propriet - WinCC Push Button
Control".
Selezionare la scheda "Immagine".

56

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Migrazione
2.10 Appendice

Modifica della configurazione

Propriet
Selezionare la propriet per la quale si desidera modificare l'assegnazione immagine. Nel
riquadro "Anteprima" viene visualizzata l'immagine attuale.
In runtime il Push Button pu assumere gli stati "Premuto" e "Non premuto". L'immagine
assegnata alla propriet "PictureSelected" viene visualizzata solamente facendo clic sul
pulsante. Finch il Push Button non viene premuto in runtime, esso visualizza l'immagine
assegnata alla propriet "PictureUnselected".

Sfoglia
Fate clic su "Sfoglia" per aprire la finestra di dialogo "Trova immagine" Selezionare il file grafico
da assegnare alla propriet selezionata.
Possono essere utilizzati file grafici dei seguenti formati:
BMP, DIB, ICO, CUR, EMF, WMF, GIF e JPG

Eliminazione
Fare clic su "Cancella" per rimuovere l'immagine assegnata.

Vedere anche
Il "WinCC Push Button Control" (Pagina 52)
Modifica del tipo di carattere del Push Button (Pagina 55)
Modifica dei colori del Push Button (Pagina 54)
Modifica dell'aspetto e della dicitura del Push Button (Pagina 53)

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

57

Diagnostica di WinCC
3.1

Monitoraggio dei tempi di esecuzione delle azioni

Introduzione
L'elaborazione script di WinCC un sistema molto aperto che offre la possibilit di richiamare
API di Windows e proprie funzioni DLL. Il linguaggio di programmazione C che vi sta alla base
molto vasto ed offre molti gradi di libert. Un uso sbagliato di queste possibilit potr pertanto
comportare anche un crollo del sistema. Anche una progettazione sfavorevole pu
compromettere fortemente le performance del sistema.
Lo strumento diagnostico ApDiag.exe supporta gli utenti ad analizzare errori e problemi di
performance. Si dovr tenere presente che le estese possibilit diagnostiche stesse hanno
un'influenza sulla performance; il rilevamento di ulteriori valori costa tempo. Per questo motivo,
le singole funzioni diagnostiche possono essere selezionate e deselezionate per non
pregiudicare il tempo di esecuzione del sistema durante l'esercizio.
Alla messa in servizio definitiva si dovr pertanto verificare che le funzioni diagnostiche siano
disattivate.
La presente descrizione non spiegher in fondo ogni possibile informazione diagnostica
perch richiederebbe in parte conoscenze approfondite dell'architettura del sistema. Lo scopo
della presente descrizione di presentare le possibilit ed il funzionamento dello strumento
diagnostico ApDiag in modo da poterlo utilizzare miratamente all'occorrenza.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

59

Diagnostica di WinCC
3.2 Avvio di ApDiag.exe

3.2

Avvio di ApDiag.exe

Avviare ApDiag
Apdiag.exe si trova nella directory d'installazione nella cartella "...\Siemens\WinCC\Utools".

Appena aperto WinCC, l'applicazione pu essere avviata come di consueto (doppio clic).
Ci a prescindere dal fatto che runtime sia attivato o no. Se non aperto alcun progetto, non
sar possibile stabilire un collegamento verso il controllore delle azioni.
In caso di cambio di progetto o di chiusura di WinCC, il programma ApDiag viene terminato.
Per avere sempre una visione delle informazioni diagnostiche, indipendentemente dei
comandi e della navigazione dell'impianto, il programma ApDiag sempre in primo piano.
Impostare la posizione e la dimensione finestra in modo che ApDiag dia meno fastidio
possibile. Queste impostazioni sono salvate e ristabilite al successivo avvio.

60

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Diagnostica di WinCC
3.3 Comandi di menu ApDiag

3.3

Comandi di menu ApDiag

3.3.1

Panoramica della barra dei menu

Sommario
Nei capitoli che seguono viene descritto l'uso di ApDiag.
La barra dei menu strutturata come segue:

Nella Guida in linea, con un clic del mouse su un comando di menu si potr visualizzare la
rispettiva descrizione.

Diagnostics
Il menu "Diagnostics" offre diversi tipi di informazioni diagnostiche.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

61

Diagnostica di WinCC
3.3 Comandi di menu ApDiag
"Start", "Change" e "Stop" consentono di comandare la registrazione delle informazioni
diagnostiche (Trace).
Il comando "OnFile" permette di definire la fonte di emissione dei singoli tipi di informazione
diagnostica.
Il comando "Profile" consente di misurare il tempo di esecuzione delle azioni e di monitorare
l'aumento della coda d'attesa.
Il comando "FillTags" attiva e disattiva la memorizzazione di informazioni diagnostiche
importanti in variabili interne.

Output
Il menu "Output" permette di visualizzare in una finestra, di salvare in un file o di cancellare le
voci Trace generate attraverso Diagnostics.

Anche con la finestra non visualizzata le voci Trace sono raccolte in un buffer circolare.

Info
Il menu "Info" fornisce molteplici informazioni aggiornate sul sistema.

L'informazione diagnostica viene emessa una volta quando viene selezionata (non
automaticamente). L'emissione avviene in forma di Trace (Level1) e printf.

3.3.2

File - Exit

Descrizione
Con il comando "Exit" si esce da ApDiag.

62

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Diagnostica di WinCC
3.3 Comandi di menu ApDiag

3.3.3

Diagnostics

3.3.3.1

Start

Descrizione
Con il comando di menu "Start" si apre una finestra di dialogo che permette di selezionare un
livello diagnostico. Con la selezione del pulsante "OK" viene avviata la diagnostica ed i Trace
point vengono registrati nel livello indicato.

Pi elevato il livello, maggiori e meno gravi saranno i Trace point.


Al livello 1 sono emessi soltanto errori, a partire dal livello 3 sono emessi inoltre anche printf
(OnErrorExecute). I livelli 9 e 10 sono utilizzati principalmente per verificare se l'applicazione
script.exe reagisce ancora.
Il capitolo "Trace point ed il loro livello diagnostico" descrive una parte dei Trace point.
La diagnostica differisce dalle "informazioni printf" per il fatto che anche con la finestra chiusa
le voci sono raccolte e soprattutto le informazioni di sistema (Trace point) sono visualizzate.
Inoltre, le funzioni interne TraceTime() e TraceText() offrono la possibilit di generare proprie
voci Trace. Tali funzioni sono descritte nella Guida WinCC.
Come preimpostazione le voci Trace sono emesse nella finestra di diagnostica.
Nota
Uscire da ApDiag
In caso di cambio di progetto o dell'uscita da ApDiag, la diagnostica disattivata.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

63

Diagnostica di WinCC
3.3 Comandi di menu ApDiag
L'opzione "start automatically upon the start of WinCC" (avvio automatico all'avvio di WinCC)
offre la possibilit di avviare ad ogni apertura di un progetto automaticamente la diagnostica
nel livello indicato.
In considerazione del fatto che la registrazione dei Trace point influisce sulla performance, per
il normale esercizio assolutamente consigliato di disattivare la funzione Trace.
Nota
Uscire da ApDiag
Tale impostazione rimane invariata anche oltre l'uscita da ApDiag.exe ed il riavvio del
computer.

3.3.3.2

Change

Descrizione
Il comando di menu "Change" permette di riconoscere se attivato un Trace, e all'occorrenza
pu essere modificato l'attuale livello diagnostico:

L'attuale livello diagnostico evidenziato. Per modificare il livello, selezionare un livello diverso
e fare clic su "OK".
Nota
Se non avviata alcuna diagnostica, alla selezione di "Change" non si apre nessuna finestra
di dialogo.

64

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Diagnostica di WinCC
3.3 Comandi di menu ApDiag

3.3.3.3

Stop

Descrizione
La registrazione dei Trace point viene terminata attraverso il comando di menu "Stop". In
considerazione del fatto che la registrazione dei Trace point influisce sulla performance, per
il normale esercizio assolutamente consigliato di disattivare la funzione Trace.
Nota
Uscire da ApDiag
All'uscita da ApDiag oppure in caso di cambio di progetto, Trace viene terminato.

3.3.3.4

OnFile

Descrizione
La finestra di dialogo "OnFile" offre la possibilit di deviare le informazioni diagnostiche (ad
es. OnErrorExecute, printf) in un file di testo. Tutte le impostazioni sono salvate nel Registry
e rimangono invariate anche dopo un riavvio.
In considerazione del fatto che la deviazione delle informazioni diagnostiche pregiudica la
performance e le modifiche apportate in questa sede rimangono salvate anche dopo un riavvio
di WinCC o del computer, l'opzione "NothingInFile" permette di impedire in modo centrale la
deviazione delle informazioni diagnostiche in un file.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

65

Diagnostica di WinCC
3.3 Comandi di menu ApDiag

Nothing In File
Questa opzione consente di impedire in modo centrale la deviazione delle informazioni
diagnostiche in un file.

Anything In File
Questa opzione consente di attivare in modo centrale la deviazione delle informazioni
diagnostiche. L'entit delle informazioni effettivamente deviate dipende dalle impostazioni
effettuate sotto "In File".

66

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Diagnostica di WinCC
3.3 Comandi di menu ApDiag

OnErrorExecute
Questo parametro permette di impostare se un OnErrorExecute (funzione standard di WinCC
richiamata dal sistema in caso di errore) deve essere emesso in un file oppure nella finestra
dei risultati. Un OnErrorExecute si perde in caso di finestra diagnostica non mostrata,
l'emissione in un file permette di effettuare anche a posteriori un'analisi dell'errore.
Per l'emissione in un file vale: Il file denominato OnErrorN.txt e si trova nella directory
d'installazione:
..\Siemens\WinCC\Diagnose
In un file scritto un determinato numero di voci. Dopodich iniziato il file successivo. L'inizio
avviene sempre con OnError0. Dopo il file OnError10 si riinizia da OnError0. Dopo l'attivazione
del progetto, al primo accesso alla funzione viene riiniziato nuovamente con OnError0. La
grandezza dei file pu essere influenzata, adattando rispettivamente il valore limite per la
variabile "dwErrorCount" di questa funzione standard WinCC nell'editor C di Global Script.

OnPrintf
Questo parametro consente di impostare se le voci generate da printf() devono essere emesse
in un file oppure nella finestra dei risultati.
Per l'emissione in un file vale: Il file denominato OnprintfX.txt e si trova nella directory
d'installazione:
..\Siemens\WinCC\Diagnose
Viene badato alla grandezza del file. In un file sono scritti 64 KB, dopodich viene iniziato il
successivo file. L'inizio avviene sempre con Onprintf0. Dopo il file Onprintf10 si riinizia da
Onprintf0. Anche in questo caso dopo l'attivazione del progetto, al primo accesso alla funzione
viene riiniziato con Onprintf 0.

OnDiagnose
Con la diagnostica attivata tutte le informazioni di Trace del corrispondente livello possono
essere deviate in un file.
Per l'emissione in un file vale: Il file denominato OnDiagnoseX.txt e si trova nella directory
d'installazione:
..\Siemens\WinCC\Diagnose
Viene badato alla grandezza del file. In un file sono scritti 64 KB, dopodich viene iniziato il
successivo file. L'inizio avviene sempre con OnDiagnose0. Dopo il file OnDiagnose10 si riinizia
da OnDiagnose0. Anche in questo caso dopo l'attivazione del progetto, al primo accesso alla
funzione viene riiniziato con OnDiagnose0.

OnProfile
Questo parametro permette di impostare se le informazioni diagnostiche fornite da OnProfile
dovranno essere emesse in un file oppure nella finestra d'applicazione.
Per l'emissione in un file vale: Il file denominato OnDiagnoseX.txt e si trova nella directory
d'installazione:

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

67

Diagnostica di WinCC
3.3 Comandi di menu ApDiag
..\Siemens\WinCC\Diagnose
Viene badato alla grandezza del file. In un file sono scritti 64 KB, dopodich viene iniziato il
successivo file. L'inizio avviene sempre con OnDiagnose0. Dopo il file OnDiagnose10 si riinizia
da OnDiagnose0. Anche in questo caso dopo l'attivazione del progetto, al primo accesso alla
funzione viene riiniziato con OnDiagnose0.

OnInfo
Questo parametro permette di definire se le informazioni emesse dal menu Info devono essere
trasferite in un file.
Per l'emissione in un file vale: Il file denominato OnInfoX.txt e si trova nella directory
d'installazione:
..\Siemens\WinCC\Diagnose
Viene badato alla grandezza del file. In un file sono scritti 64 KB, dopodich viene iniziato il
successivo file. L'inizio avviene sempre con OnInfo0. Dopo il file OnInfo10 si riinizia da OnInfo0.
Anche in questo caso dopo l'attivazione del progetto, al primo accesso alla funzione viene
riiniziato con OnInfo0.

3.3.3.5

Profile

Descrizione
Come standard il sistema trasmetter la seguente segnalazione solo dopo l'accumulo di 10000
azioni: "ActionOverflow:more than 10000 Actions to work" nel file di diagnosi
WinCC_Sys_01.log.
Con questa voce comunque difficile rilevare la causa dell'aumento ovvero dell'overflow della
coda di attesa.
Adesso il comando di menu "Profile" offre informazioni diagnostiche che consentono di rilevare
tempestivamente un aumento della coda di attesa. Possono essere attivate misurazioni dei
tempi per le azioni e pu essere verificato un aumento della coda di attesa (ActionQueue).

Informazioni generali relative all'overflow della coda di attesa


Una coda di attesa si riempie quando vengono eseguite troppe azioni in un ciclo troppo piccolo
(le azioni da elaborare si accumulano lentamente) oppure un'azione si inceppata (ad es.
sleep, loop, output di una finestra di dialogo, attesa di risposta da un'altra applicazione). Tutte
le altre azioni sono quindi messe in coda di attesa e non possono essere elaborate.
Fino ad un determinato grado questa situazione pu essere recuperata, ma in caso di 10000
voci nella coda di attesa ci non pi possibile.

Riduzione del carico del sistema


In considerazione del fatto che le misurazioni di performance stesse aggravano il sistema e
che le impostazioni effettuate in questa sede rimangono impostate anche dopo un riavvio di

68

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Diagnostica di WinCC
3.3 Comandi di menu ApDiag
WinCC o del computer, stato creato un pulsante di livello superiore che permette una
panoramica rapida per evitare di lasciare attivate per sbaglio le misurazioni diagnostiche.

Profile off
Questa opzione permette di disattivare le misurazioni ad un livello superiore.

Profile on
Questa opzione permette di attivare le misurazioni ad un livello superiore. assolutamente
indispensabile attivare il pulsante e l'informazione desiderata per avviare una misurazione.

General
Con l'opzione "Call On Time for each Action" attivata, per ogni azione eseguita viene effettuata
una misurazione del tempo e questa viene emessa dalla funzione standard "On Time".

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

69

Diagnostica di WinCC
3.3 Comandi di menu ApDiag
Esempio

Check
Con la casella di controllo "Check wich Action need more than xx msec" spuntata viene emesso
il tempo di esecuzione di tutte le azioni che durano pi a lungo del tempo indicato. In tal modo
possibile limitare il numero di dati emessi e la misurazione stessa crea meno carico (la
funzione OnTime non viene eseguita sempre).
Esempio

Check the Request/ActionQueues


Questo parametro permette di riconoscere gi un aumento lento della coda di attesa, che
altrimenti comporterebbe solo dopo ore o giorni l'emissione della segnalazione di errore "more
than 10000 Actions to Work". Inoltre possibile verificare la corretta programmazione di azioni
di singole pagine.
Il valore "ScanRate" definisce dopo quanti ordini dovr essere controllata la lunghezza della
coda di attesa. Se la lunghezza della coda di attesa aumentata pi del valore indicato al
punto Gradient, verr emesso un avvertimento in forma di un printf.
Se viene immesso ad es. per ScanRate "100" e per Gradient "30", appena sono stati raggiunti
100 nuovi ordini (azioni) nella coda di attesa, il sistema verifica se la coda aumentata di oltre
30 voci (dei 100 nuovi ordini sono stati disbrigati meno di 70). In caso affermativo, verr emessa
la seguente informazione diagnostica in forma di un printf().

70

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Diagnostica di WinCC
3.3 Comandi di menu ApDiag
Esempio

3.3.3.6

FillTags

Descrizione
Il comando di menu "FillTags" permette di attivare la memorizzazione di valori diagnostici
importanti in variabili.

Le variabili diagnostiche sono generate alla creazione di un progetto WinCC e possono essere
utilizzate come consueto. L'attivazione e la disattivazione sono anche possibili con la funzione
interna FillDiagnoseInTags(). Tale funzione descritta nella Guida WinCC.
Va tenuto presente che con la registrazione dei valori diagnostici viene creato un ulteriore
carico base. Il tempo di esecuzione di ogni azione avviata si prolunga perch i valori diagnostici
devono essere scritti sempre anche nelle variabili. Per questo motivo consigliato attivare
questa funzione solo per brevi intervalli.

Variabili diagnostiche WinCC


@SCRIPT_COUNT_TAGS

Questa variabile contiene il numero attuale delle


variabili richieste tramite script.

@SCRIPT_COUNT_REQUEST_IN_QUEUES

Questa variabile contiene il numero attuale di


ordini.

@SCRIPT_COUNT_ACTIONS_IN_QUEUES

Questa variabile contiene il numero attuale delle


azioni da elaborare.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

71

Diagnostica di WinCC
3.3 Comandi di menu ApDiag

3.3.4

Output

3.3.4.1

Output On Screen

Descrizione
Con il comando di menu "Output On Screen" viene aperta la finestra di diagnostica.
Qui sono emesse le voci Trace finora accumulate. A differenza di Output Window la finestra
di diagnostica viene aggiornata solo all'apertura e per mezzo del pulsante "Refresh". I contenuti
sono cancellati soltanto se viene selezionato Reset oppure quando il buffer di diagnostica
pieno.

Nota
Ordine di successione nel buffer di diagnostica
Il buffer di diagnostica realizzato come buffer circolare. Di conseguenza, l'ultima voce in
basso non necessariamente la voce pi remota.

72

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Diagnostica di WinCC
3.3 Comandi di menu ApDiag

3.3.4.2

Output To File

Descrizione
Il comando di menu "Output To File" permette di archiviare una sola volta in un file di testo le
voci Trace raccolte fino a quel momento.

3.3.4.3

Reset Buffer

Descrizione
Il comando di menu "Reset Buffer" permette di cancellare le voci Trace raccolte fino a quel
momento.
Questa funzione corrisponde al pulsante "Reset" nella finestra di dialogo.

3.3.5

Info

3.3.5.1

FirstAction

Descrizione
Il comando di menu "FirstAction" fornisce informazioni sull'azione attualmente in corso,
consentendo in tal modo di riconoscere quale azione si trova sulla prima posizione della coda
di attesa e blocca ad es. in seguito ad un loop l'elaborazione di altre azioni.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

73

Diagnostica di WinCC
3.3 Comandi di menu ApDiag
In un file di testo viene memorizzato, in modo simile a OnErrorExecute, quale azione in corso
di elaborazione. Inoltre viene emesso lo stack di tale azione in modo da poter riconoscere se
l'azione inceppata ad esempio in Richiamare DLL.
L'informazione sull'azione in corso di elaborazione viene inoltre emessa come
OnErrorExecute.
Nota
Se non vi alcuna azione a bloccare l'elaborazione, non verr generato nessun file di testo
e non sar emesso un OnErrorExecute.

Esempio
Un'azione "bloccante" pu essere simulata con la funzione MessageBox(NULL, "Welt",
"Hallo", MB_OK);.
L'esecuzione dell'azione che richiama la casella degli errori verr proseguita solo se la casella
viene chiusa. In tal modo una finestra di messaggio paragonabile ad un loop oppure ad uno
sleep().

Per verificare se un'azione blocca l'elaborazione:


1. avviare ...Siemens\WinCC\uTools\Apdiag.exe.
2. Selezionare "Info > FirstAction".
3. Nella finestra di dialogo "Save as" (Salva con nome) inserire il nome di un file di testo.

74

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Diagnostica di WinCC
3.3 Comandi di menu ApDiag
Quindi sono memorizzate le seguenti informazioni nel file di testo:

E viene emesso il seguente OnErrorExecute:

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

75

Diagnostica di WinCC
3.3 Comandi di menu ApDiag

Nota
Parametro "MB_SYSTEMMODAL"
Se si esegue la funzione di una finestra di messaggio con il parametro
"MB_SYSTEMMODAL" garantito che la finestra di messaggio verr collocata in primo
piano. Se questo parametro non viene specificato la finestra di messaggio non pi visibile
per l'utente (rimane in background) e non pu essere utilizzata. I clic con il mouse al di fuori
della finestra di messaggio vengono salvati temporaneamente ed elaborati solo dopo la
chiusura della finestra.
Esempio: MessageBox(NULL, "Welt", "Hallo", MB_SYSTEMMODAL | MB_OK);

76

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Diagnostica di WinCC
3.3 Comandi di menu ApDiag

3.3.5.2

Count of Connections

Descrizione
Il comando di menu "Count of Connections" elenca tutte le applicazioni che hanno stabilito un
collegamento verso il controllore delle azioni.

Esempio
===============================================================
1.Applikation: GSC_RT
2.Applikation: ITLG-RT
3.Applikation: PDLRuntimeSystem
4.Applikation: APDiagnose
===============================================================

3.3.5.3

Count of Actions in RequestQueue

Descrizione
Il comando di menu "Count of Actions in RequestQueue" fornisce l'attuale numero di azioni
che sono in coda per essere elaborate.
Si distingue tra ordini provenienti da Global Script, ordini ciclici provenienti dalle pagine ed
ordini comandati da eventi dalle pagine.

Esempio
===============================================================
Applikation: GSC_RT cycle Count of Requests 0
Applikation: PDLRuntimeSystem cycle Count of Requests 0
Applikation: PDLRuntimeSystem acycle Count of Requests 1
===============================================================

3.3.5.4

Count of TransAction

Descrizione
Il comando di menu "Count of TransAction" elenca l'attuale numero di transazioni per ogni
applicazione connessa.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

77

Diagnostica di WinCC
3.3 Comandi di menu ApDiag
Una transazione viene generata ad es. per ogni azione comandata da evento, per ogni finestra
di pagina che contiene almeno un'azione ciclica e per azioni globali.

Esempio
===============================================================
1.Applikation: GSC_RT Count of Transactions 1
2.Applikation: ITLG-RT Count of Transactions 0
3.Applikation: PDLRuntimeSystem Count of Transactions 7
4.Applikation: APDiagnose Count of Transactions 0
===============================================================

3.3.5.5

Count of Actions of each Transaction

Descrizione
Il comando di menu "Count of Actions of each Transaction" elenca il numero delle azioni
contenute nelle transazioni.
L'output composto dei seguenti elementi:
Nome dell'applicazione
Numero della transazione
Numero delle azioni
Alla fine dell'elenco riportata la somma complessiva delle azioni.

Esempio
===============================================================
Info to Transaktions: Count of Action in Transaction
1.Applikation: GSC_RT Count of Actions in TransAction(0): 15
3.Applikation: PDLRuntimeSystem Count of Actions in TransAction(7): 1
3.Applikation: PDLRuntimeSystem Count of Actions in TransAction(6): 1
3.Applikation: PDLRuntimeSystem Count of Actions in TransAction(5): 1
3.Applikation: PDLRuntimeSystem Count of Actions in TransAction(3): 1
3.Applikation: PDLRuntimeSystem Count of Actions in TransAction(2): 1
3.Applikation: PDLRuntimeSystem Count of Actions in TransAction(0): 19
3.Applikation: PDLRuntimeSystem Count of Actions in TransAction(1): 1
Info to Transaktions: Count of Action in Transaction 40
===============================================================

78

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Diagnostica di WinCC
3.3 Comandi di menu ApDiag

3.3.5.6

Count of Tags in each Transaction

Descrizione
Il comando di menu "Count of Tags in each Transaction" elenca il numero delle variabili
richieste nelle transazioni.
L'output composto dei seguenti elementi:
Nome dell'applicazione
Numero della transazione
Tempo di ciclo con cui le variabili sono connesse
Numero di variabili
Alla fine dell'elenco riportata la somma complessiva delle variabili richieste nelle transazioni.
I valori numerici indicati in Cycle corrispondono ai seguenti trigger:
0

In caso di modifica

250 ms

500 ms

1s

2s

5s

10 s

1 min

5 min

10 min

10

1 ora

11 - 15

Ciclo utente 1 - 5

Esempio
===============================================================
Info to Transaktions: Count of Tags in Transaction
1.Applikation: GSC_RT Count of Tags in TransAction(0) in Cycle 0: 1
1.Applikation: GSC_RT Count of Tags in TransAction(0) in Cycle 4: 6
3.Applikation: PDLRuntimeSystem Count of Tags in TransAction(0) in Cycle 2: 1
Info to Transaktions: Count of Tags in Transaction 8
===============================================================

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

79

Diagnostica di WinCC
3.3 Comandi di menu ApDiag

3.3.5.7

Count of Actions in Cycle

Descrizione
Il comando di menu "Count of Actions in Cycle" elenca il numero delle azioni cicliche
classificate per trigger.
I valori numerici corrispondono al seguente trigger:
0

250 ms

500 ms

1s

2s

5s

10 s

1 min

5 min

10 min

1 ora

10 - 14

Ciclo utente 1 - 5

Esempio
===============================================================
Count of Actions in Cycle (0): 6
Count of Actions in Cycle (1): 5
Count of Actions in Cycle (2): 0
Count of Actions in Cycle (3): 6
Count of Actions in Cycle (4): 0
Count of Actions in Cycle (5): 1
Count of Actions in Cycle (6): 0
Count of Actions in Cycle (7): 0
Count of Actions in Cycle (8): 0
Count of Actions in Cycle (9): 0
Count of Actions in Cycle (10): 0
Count of Actions in Cycle (11): 0
Count of Actions in Cycle (12): 0
Count of Actions in Cycle (13): 0
Count of Actions in Cycle (14): 0
===============================================================

80

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Diagnostica di WinCC
3.3 Comandi di menu ApDiag

3.3.5.8

Count of Functions

Descrizione
Il comando di menu "Count of Functions" fornisce il numero delle funzioni standard e delle
funzioni di progetto e li elenca per nome.

Esempio
===============================================================
Count of Functions 112
FunctionName UTC PathName \\SERVER1\WinCC50_Project_GSLasttest
\library\UTC.Fct
FunctionName WriteNow PathName \\SERVER1\WinCC50_Project_GSLasttest
\library\WriteNow.Fct
===============================================================

3.3.6

Trace Points - Change Level

Descrizione
Questo comando di menu permette di modificare i livelli di determinati Trace point.

Se ci si aspetta ad es. un determinato Trace point, il suo livello pu essere impostato alto per
non essere disturbati da una molteplicit di altri Trace point.
Per modificare il livello, fare doppio clic sul "Actual Level" del Trace point desiderato, impostare
il livello desiderato nella finestra di dialogo e lasciare la finestra con "OK".
Con Reset sono ripristinati i livelli originari.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

81

Diagnostica di WinCC
3.3 Comandi di menu ApDiag

3.3.7

Output Window - Open / Close

Descrizione
Apre o chiude la finestra dei risultati.

La finestra dei risultati corrisponde alla finestra d'applicazione della Diagnostica GSC, offrendo
per i seguenti vantaggi:
indipendente dalla progettazione. Particolarmente in caso di progetti esterni non
necessario intervenire sulla progettazione.

82

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Diagnostica di WinCC
3.3 Comandi di menu ApDiag
Rimane visibile anche in caso di cambio di pagina.
Pu essere aperta gi prima dell'attivazione di Runtime, permettendo di visualizzare
segnalazioni di errore all'avvio, che rimangono inosservati dalla finestra d'applicazione
Diagnostica GSC.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

83

Diagnostica di WinCC
3.4 Appendice

3.4

Appendice

3.4.1

Trace point ed il loro livello diagnostico

Introduzione
In basso riportata una selezione di Trace point.
Per i Trace point contrassegnati con una "d" pu essere modificato il livello. Di default hanno
il livello 9.

Sommario
Trace point

Livello

Descrizione

NewRequest nCount

In caso di pi di 5 ordini, per ogni ordine


nuovo (Request) viene emessa la
posizione nella coda di attesa.

more as 10000 Actions to work

Sovraccarico, oltre 10000 azioni nella


coda di attesa.

before Execute dwID

Prima dell'esecuzione di un'azione


viene emesso l'ID azione in caratteri
esadecimali.
Se si tratta di un'azione Global Script,
possibile stabilire il collegamento verso
il nome dell'azione attraverso la finestra
d'applicazione GSC-Runtime. - In
OnErrorExecute viene emesso lo
stesso ID.

Exception in cissexecute dwID

In caso di errori di un'azione viene


emesso l'ID azione in caratteri
esadecimali.
Se si tratta di un'azione Global Script,
possibile stabilire il collegamento verso
il nome dell'azione attraverso la finestra
d'applicazione GSC-Runtime.

after Execute dwID

Dopo l'esecuzione di un'azione viene


emesso l'ID azione in caratteri
esadecimali.
Se si tratta di un'azione Global Script,
possibile stabilire il collegamento verso
il nome dell'azione attraverso la finestra
d'applicazione GSC-Runtime.

Exception in new Variant dwID

Errore al valore di ritorno di un'azione


sul lato attributo.

Ende Execute dwID

Fine elaborazione ID azione.

Anfang deaktivieren

Viene avviata la disattivazione.

Ende deaktivieren

Disattivazione conclusa.

84

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Diagnostica di WinCC
3.4 Appendice
Trace point

Livello

Descrizione

APDMConnect-Thread said goodbye

Il thread, che mette a disposizione il


collegamento tra controllore azioni,
gestione variabili ed altre applicazioni,
terminato improvvisamente.

Begin Start Transaction dwTransID:

Viene connessa una nuova transazione


e l'ID di transazione viene emesso.

no PCode

Un'azione di Global Script oppure una


funzione non contengono un codice
eseguibile (P-Code).
Misura:
Tradurre l'azione o la funzione.

Error in FunctionName

Il nome della funzione presenta un


errore.

Function %s unknown.

Funzione sconosciuta

wrong ReturnTyp

Tipo di valore di ritorno non valido.

Ende Start Transaction dwTransID:

La transazione stata connessa.

Begin Start TransactionGTI dwTransID: d

Viene connessa una transazione con


azioni cicliche oppure con azioni Global
Script.

Begin EndAct

Viene avviata la sconnessione di una


transazione.

Begin EndAct dwTransID:

Numero di transazione

Ende EndAct ok

Sconnessione di una transazione


conclusa.

Begin Compile

Processo di traduzione avviato.

projectpath:

Traduttore: Aplib e directory Library

Ende Compile

Processo di traduzione concluso.

printf aus Aktionen

Emissioni Printf()

Begin Disconnect dwAppID:

Un'applicazione si sconnette dal


controllore delle azioni.

ChangeFct

La funzione stata modificata.

LoadFct

Ricarica di una funzione

DirInfo.szProjectLibDir:

Percorso delle funzioni di progetto

DirInfo.szGlobalLibDir:

Percorso delle funzioni standard e delle


funzioni interne

m_szIncludepathProj:

Percorso di progetto in caso di Include


del Traduttore

m_szIncludepath:

Percorso generale in caso di Include del


Traduttore

Thread said goodbye

Un thread di ordine terminato


improvvisamente.

Exception in Request

Si verificato un errore in una richiesta.

Timeout Variable ist nicht gekommen

Alla richiesta di variabile non stato


risposto entro 10 secondi.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

85

Diagnostica di WinCC
3.4 Appendice

3.4.2

Segnalazioni di sistema

Introduzione
Il controllore delle azioni genera le seguenti segnalazioni di sistema e le inserisce nei logfile
WinCC_SStart_xx.Log oppure WinCC_Sys_xx.Log.

Sommario
Legenda per la colonna "Tipo":
1 = Nota
2 = Avviso
3 = Errore
Numero

Tipo

1007000

Testo breve in
Alarm Logging

Testo in Diagnose

Descrizione

berlauf

ActionOverflow: more than


10000 Actions to work

Sovraccarico, oltre 10000 azioni nella


coda di attesa.

ExecuteError in Action %s
(Functionsname)

Durante l'elaborazione di un'azione si


verificato un errore.

Overflow
Dbordement
1007001

Aktionsfehler
Action-Error

Viene emesso anche l'ID dell'azione.

Erreur d'action

1007001

Aktionsfehler
Action-Error

Se si tratta di un'azione Global Script,


possibile stabilire il collegamento
verso il nome dell'azione attraverso la
finestra d'applicazione GSC-Runtime,
finch Runtime non viene riavviato e
finch non viene salvata un'azione
Global Script.
10 errors occurs, no more
errors will be reported

Uno degli errori riportato in alto si


verificato 10 volte e, per motivi di
performance, non viene ulteriormente
protocollato.

DM_queue overflow

Overflow di una lista interna.

no connection to server %s
(Servername)

Il collegamento verso il server


interrotto.

Erreur d'action
1007002

berlauf
Overflow
Dbordement

1007003

Verbindungsfehle
r
ConnectionError

Misura:
Riavviare il server.

Erreur de liaison
1007004

Aktionsfehler 1
Action-Error 1

Function %s
(Functionsname) unknown

Funzione sconosciuta.

10 errors occurs, no more


errors will be reported

L'errore riportato in alto si verificato


10 volte e, per motivi di performance,
non viene ulteriormente protocollato.

Erreur d'action 1
1007004

Aktionsfehler 1
Action-Error 1
Erreur d'action 1

86

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Diagnostica di WinCC
3.4 Appendice
Numero

Tipo

Testo breve in
Alarm Logging

Testo in Diagnose

Descrizione

1007005

Aktionsfehler 2

no PCode

Un'azione di Global Script oppure una


funzione non contengono un codice
eseguibile (P-Code).

Action-Error 2
Erreur d'action 2
1007005

Aktionsfehler 2

Misura:
Tradurre l'azione o la funzione.
Error in FunctionName

Il nome della funzione presenta un


errore.

wrong ReturnType

Il tipo del valore di ritorno non valido.

Fault in LoadAction

L'errore nel Traduttore al caricamento


dell'azione.

Fault in OpenFunktion %s
(Dateiname der Funktion)

Non stato possibile caricare una


funzione.

Fault in LoadFunktion %s
(Dateiname der Funktion)
error: %s (Fehlerursache)

Non stato possibile caricare una


funzione.

Fault in LoadFunktion
new_function error:
"new_function": doubly
defined function

Nella directory "<Progetto>\Library" si


trovano due file *.fct che utilizzano lo
stesso nome di funzione.

10 errors occurs, no more


errors will be reported

Uno degli errori riportato in alto si


verificato 10 volte e, per motivi di
performance, non viene ulteriormente
protocollato.

Variable %s not exist

Variabile richiesta non disponibile.

Variable %s timeout

Alla richiesta di variabile non stato


risposto entro un determinato
intervallo di tempo.

10 errors occurs, no more


errors will be reported

Uno degli errori riportato in alto si


verificato 10 volte e, per motivi di
performance, non viene ulteriormente
protocollato.

Action-Error 2
Erreur d'action 2
1007005

Aktionsfehler 2
Action-Error 2
Erreur d'action 2

1007005

Aktionsfehler 2
Action-Error 2
Erreur d'action 2

1007005

Aktionsfehler 2
Action-Error 2
Erreur d'action 2

1007005

Aktionsfehler 2
Action-Error 2
Erreur d'action 2

1007005

Aktionsfehler 2
Action-Error 2
Erreur d'action 2

1007005

Aktionsfehler 2
Action-Error 2
Erreur d'action 2

1007006

Variablenfehler

Misura:
Eliminare la causa dell'errore riportata
nella voce della diagnostica.

Misura:
All'esecuzione del comando di menu
"Crea nuovo header" in Global Script
all'utente vengono segnalate i nomi di
file doppi.

VariableError
Erreur de variable
1007006

Variablenfehler
VariableError
Erreur de variable

1007006

Variablenfehler
VariableError
Erreur de variable

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

87

Diagnostica di WinCC
3.4 Appendice
Numero

Tipo

Testo breve in
Alarm Logging

Testo in Diagnose

Descrizione

1007007

Info

FindFirstFile
INVALID_HANDLE_VALUE
GetLastError() %d

In caso di progetti a pi stazioni viene


abilitata la directory ..\Siemens\WinCC
\aplib con il nome SCRIPTFCT.
Se risulta impossibile accedere a tale
directory, viene inserita questa voce
ed avviato un secondo tentativo.

1007007

Info

Alles vorbei
INVALID_HANDLE_VALUE
GetLastError() %d

Il secondo tentativo di accesso fallito.


La directory SCRIPTFCT e le funzioni
e headerfile ivi contenuti non sono
disponibili.
Possibili cause:
la rete difettosa, non disponibile un
ServicePack aggiornato di NT oppure
cambiato il diritto di accesso.

1007007

Info

countall %d in szFolder %s

Numero di funzioni in una directory.

1007007

Info

before Read
Standardfunction

Prima della lettura delle funzioni


standard.

1007007

Info

runtimeproject %s
ok(getprojectdir) %d

Indicazione del percorso del progetto.

1007007

Info

global %s szProjectLibDir %s Vengono emessi il percorso globale ed


il percorso del progetto.

1007007

Info

count StandardFunctions: %d Numero delle funzioni standard.

1007007

Info

count StandardFunctions
+ProjectFunctions: %d

Numero delle funzioni standard e di


progetto.

1007007

Info

DM_NOTIFY_SHUTDOWN

Ordine di uscire da runtime.

1007007

Info

RemoveClient

Un client ha interrotto il collegamento.

1007007

Info

InstallClient ok

Comunicazione client/server stabilita.

1007007

Info

InstallClient no ok

Un client non riuscito a connettersi


alla comunicazione con il server.

1007007

Info

no client

Client non connesso.

1007007

Info

vor share

Progetto a pi stazioni: prima


dell'abilitazione della directory ..
\Siemens\WinCC\aplib.

1007007

Info

nach share

Progetto a pi stazioni: dopo


l'abilitazione della directory ..\Siemens
\WinCC\aplib.

1007007

Aktionsfehler 2

Deactivation : Action was


stopped by script

Un'azione era ancora in corso 50


secondi dopo l'uscita da runtime ed
stata disattivata.

EndAct Timeout

Non stato possibile sconnettere


un'azione entro un minuto e pertanto
l'azione stata terminata.

Action-Error 2
Erreur d'action 2
1007008

Aktionsfehler 2
Action-Error 2
Erreur d'action 2

88

Esempio:
Viene avviata un'azione con un tempo
di esecuzione lungo e si commuta su
un'altra pagina. Dopo un minuto
l'azione viene terminata.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Diagnostica di WinCC
3.4 Appendice
Numero

Tipo

Testo breve in
Alarm Logging

Testo in Diagnose

Descrizione

1007009

Fehler im Thread

Thread said good-bye

Un thread di ordine terminato


improvvisamente.

APDMConnect-Thread said
good-bye

Il thread, che mette a disposizione il


collegamento tra controllore azioni,
gestione variabili ed altre applicazioni,
terminato improvvisamente.

Error in Thread
Erreur en Thread
1007009

Fehler im Thread
Error in Thread
Erreur en Thread

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

89

Installazione licenza
4.1

Il software ha un valore

Diritto d'uso
Con l'acquisto di un software si acquisisce il diritto illimitato di utilizzare il software e le
funzionalit desiderate. Inoltre, (in conformit alle nostre condizioni di consegna e di vendita)
l'acquirente ha diritto:
alla nostra garanzia
al nostro supporto
alla nostra assistenza
Il software WinCC protetto contro l'uso illecito. Di conseguenza, i programmi protetti possono
essere eseguiti senza limiti solo se sul disco fisso del relativo computer viene trasmessa una
licenza valida per il programma o per il pacchetto software installato.
Con WinCC l'installazione della licenza rappresenta il diritto d'uso e quindi il valore effettivo.
Documentazione
Il presente capitolo mostra le modalit per
trasmissione delle licenze
rimozione delle licenze
la gestione delle licenze
la riparazione delle licenze
i tipi di licenza disponibili

Vedere anche
Tipi di licenza base e tipi di licenze in WinCC (Pagina 96)
Protezione del software ed installazione licenze (Pagina 92)

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

91

Installazione licenza
4.2 Protezione del software ed installazione licenze

4.2

Protezione del software ed installazione licenze

Introduzione
SIMATIC WinCC, come del resto tutto il software SIMATIC, dotato di una protezione. Ogni
software installato richiede una licenza valida per il funzionamento senza limitazioni. Senza
una licenza valida, il software WinCC funzioner solo in modalit DEMO.

Principio dell'installazione licenza


Da un punto di vista tecnico la licenza viene rappresentata da una chiave di licenza che il
cliente riceve al momento dell'acquisto di un pacchetto base di WinCC sotto forma di un
supporto informatico contenente la licenza. Si tratta di una "Chiave di licenza" che viene
trasferita sul disco fisso del computer e consente cos di utilizzare il software installato dal DVD
senza limitazioni.
Nell'ambito dell'installazione di WinCC avviene anche la trasmissione delle chiavi di licenza
richieste e del programma Automation License Manager. Questo programma utilizzato per
la gestione delle chiavi di licenza. In questo modo l'utente pu installare una chiave di licenza
anche a posteriori.
Ogni supporto informatico con licenze contenente chiavi di licenza valide per WinCC viene
dotato di un numero di serie univoco a livello mondiale. Al momento della trasmissione della
chiave di licenza questo numero di serie viene trasferito sul computer e pu essere letto con
l'Automation License Manager.
Per qualsiasi richiesta, p. es.in caso di riparazioni telefoniche, occorre indicare il numero di
serie.
Nota
Nelle versioni di WinCC precedenti la versione V6.0 SP3 si utilizza il programma AuthorsW
per gestire le licenze. Per queste versioni di WinCC la "Chiave di licenza" veniva chiamata
"Autorizzazione". Il corrispondente numero di serie era composto da una sequenza a 10 cifre.
La gestione di queste autorizzazioni nonch delle chiavi di licenza di altri prodotti SIMATIC
pu essere effettuata con l'Automation License Manager.

Protezione contro la copiatura


Una chiave di licenza non copiabile. La protezione contro la copiatura utilizzata impedisce
che le chiavi di licenza possano essere copiate su un supporto informatico con licenze o sul
disco fisso. A tale scopo, per mezzo di tecnologie di cifratura ed intervenendo sulla struttura
fisica dei file viene reso impossibile copiare "in maniera funzionale" una chiave di licenza per
un programma protetto.

Supporto informatico con la chiave di licenza


Ordinando il software di sistema di WinCC, oltre al software su DVD verr fornito anche un
supporto informatico con la licenza.

92

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Installazione licenza
4.2 Protezione del software ed installazione licenze
Per ogni opzione di WinCC e per i Powerpack viene fornito un supporto informatico con la
licenza.

Gestione della chiave di licenza


Il programma "Automation License Manager" viene installato durante il setup di WinCC e a
partire dalla Versione V6.0 SP3 serve per la gestione della chiave di licenza per WinCC.
Alla prima trasmissione di una chiave di licenza, l'Automation License Manager crea una
directory con il nome "AX NF ZZ" su un'unit del disco fisso. Questa directory viene dotata
degli attributi di "Sistema" e "Nascosto" e viene eliminata automaticamente con la rimozione
delle ultime chiavi di licenza.
ATTENZIONE
Non modificare n il nome n gli attributi della directory "AX NF ZZ", ci comporterebbe la
perdita irreversibile delle chiavi di licenza trasmesse.

Powerpack
All'interno di una versione possibile aggiornare il numero di variabili esterne (PowerTag) e
di archivio (ArchivTag) di una configurazione software WinCC utilizzando i Powerpack.
Per il Powerpack dei PowerTags sono disponibili i pacchetti "WinCC RT (xxx) Powerpack"
e "WinCC RC (xxx) Powerpack". Quando nel runtime viene superato il numero massimo
ammesso per le PowerTag, WinCC passa in modalit DEMO. Il numero di PowerTag non
viene verificato su un client.
Durante la progettazione senza licenza RC, WinCC viene eseguito nella modalit DEMO.
In tal caso fino al termine della modalit DEMO possibile utilizzare gli editor.
Licenze di upgrade per gli ArchivTag
Le licenze RT e le licenze RC contengono una licenza per l'uso di 512 ArchivTag (Variabili
di archivio). Per utilizzare pi di 512 ArchivTag in RT, necessario aggiornare il sistema.
Nota
Il Powerpack serve solo per la procedura di upgrade e non possibile utilizzarlo per il
funzionamento del software WinCC.
Il supporto informatico con la licenza consente di aggiornare il sistema con la relativa
licenza una volta sola.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

93

Installazione licenza
4.2 Protezione del software ed installazione licenze

Installazione licenza RT e RC
WinCC differenzia tra le licenze RT (runtime) e le licenze RC (runtime e configurazione).
Un'ulteriore differenza data dal numero delle variabili.
Le licenze RT consentono un utilizzo senza limiti di tempo di WinCC nella modalit runtime.
L'utilizzo degli editor possibile solo nella modalit demo e per un periodo di tempo limitato.
Le licenze RC consentono un utilizzo di WinCC senza limiti di tempo nella modalit runtime
e nella modalit di progettazione.
La denominazione della licenza "WinCC RT (xxx)" o "WinCC RC (xxx)" indica quante
variabili esterne e variabili di archivio sono ammesse per la progettazione.
Esempio: "WinCC RC (65536)"
Con questa licenza possibile utilizzare sino a 64*1024 PowerTags (PTg) e fino a 512
ArchivTags (ATg) in RT.
Se l'utente attiva un progetto il cui numero di variabili esterne o di archivio supera il numero
di variabili consentite, il sistema passa alla modalit DEMO. Il sistema si comporter come
se la licenza mancasse completamente.
Nota
Se la licenza RT/RC installata su un client sempre ammesso il numero massimo di
PowerTag e ArchivTag (256*1024), perch il numero di variabili viene verificato solo sul
server.

Licenze di archivio
Le licenze di archivio sono cumulabili da WinCC V6.2. Se vengono trasmesse due o pi licenze
di archivio singole su un computer, si ottiene la quantit consigliata e consentita per RT dal
totale delle singole licenze di archivio. Per accumulare le licenze di archivio, necessario il
programma Automation License Manager nella versione V3.0 o superiore.
Esempio:
Licenza di archivio (5000 tag) + Licenza di archivio (1500 tag) --> Licenza di archivio (6500
tag)
Le licenze di archivio sono del tipo base "Floating License", ma devono essere sempre
trasmesse localmente al computer.

Nota
Per il conteggio delle licenze degli archivi a partire da WinCC V6.0 SP3 vale quanto riportato
di seguito:
- Le variabili per gli archivi dei valori di processo vengono conteggiati singolarmente. La
verifica del numero di variabili avviene in Runtime.
- Le variabili per gli archivi compressi non sono pi comprese nel conteggio delle licenze.
- Per UserArchives necessaria una sola licenza per Runtime.

94

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Installazione licenza
4.2 Protezione del software ed installazione licenze

Utilizzo remoto delle licenze


Possono essere usate solo licenze RC in modalit remota.
Se c' una licenza RC remota su un altro computer, allora consentito l'uso solo in CS. Se si
utilizza RT, ci deve essere inoltre localmente una licenza RT.

Licenze di opzione assenti


Se vengono progettati dati per un'opzione o per un DLL del canale, il funzionamento senza
limiti soltanto possibile se sono trasmesse tutte le chiavi di licenza. Se mancano determinate
chiavi di licenza per le opzioni utilizzate o se manca una DLL del canale, WinCC passa alla
modalit DEMO indipendentemente dalle altre chiavi di licenza disponibili.

Vedere anche
Presupposti di sistema (Pagina 100)
La trasmissione delle licenze (Pagina 101)

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

95

Installazione licenza
4.3 Tipi di licenza base e tipi di licenze in WinCC

4.3

Tipi di licenza base e tipi di licenze in WinCC

Introduzione
A partire da WinCC V6.0 SP3 le licenze software di WinCC e di altri prodotti SIMATIC vengono
gestite con l'Automation License Manager.
Nell'Automation License Manager ad ogni licenza software assegnato un numero di serie a
20 posizioni. Se viene visualizzato soltanto un numero di serie a 10 posizioni, si tratta di una
licenza software per una versione di WinCC precedente a V6.0 SP3.
A partire da WinCC V6.2 non possono pi essere utilizzate le licenze di software, che sono
state ricevute con le versioni pi vecchie di WinCC. Affinch si possa lavorare con queste
licenze con WinCC a partire dalla versione V6.2 necessario effettuare un aggiornamento
della licenza. Si distingue tra i seguenti due casi:
Aggiornamento licenza da WinCC V5.x --> WinCC V6.2
Aggiornamento licenza da WinCC V6.x --> WinCC V6.2
License Keys sono assegnate a diversi tipi di licenza di base e tipi di licenze.

Sommario
L'Automation License Manager visualizza le chiavi di licenza e le autorizzazioni precedenti
alla V6.0 SP3 nella visualizzazione "Gestisci". Il tipo di rappresentazione delle colonne dipende
dalla visualizzazione

Per informazioni pi dettagliate sul significato delle singole colonne consultare la Guida in linea
del programma Automation License Manager.

Tipi di licenza base e tipi di licenze


Si distinge tra i seguenti tipi di base e tipi di licenze. Il comportamento del software diverso
per i diversi tipi presenti.
Nota
Tenere presenti le informazioni fornite nelle note di Release a proposito delle licenze.

96

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Installazione licenza
4.3 Tipi di licenza base e tipi di licenze in WinCC

Tipi di licenza base

Descrizione

Single License

Licenza standard senza limiti di durata che pu essere trasmessa e utilizzata su un computer a
scelta. Il tipo di utilizzo si evince dal Certificate of License (CoL - certificato di licenza).
Le licenze del tipo Single License possono essere utilizzate solo localmente.
La Single License caratterizzata da "SISL" e pu essere aggiornata.

Floating License

Licenza senza limiti di durata che pu essere trasmessa e utilizzata su un computer a scelta. La
licenza pu essere riferita ad un server licenze tramite rete. Non possibile scegliere il numero
della licenza. Verr invece assegnata la prima licenza libera sul Server Licenze. Occorre quindi
fare in modo che il server disponga di un numero sufficiente di licenze del tipo Floating License.
Altrimenti il computer richiedente passer in modalit Demo.
Se una licenza RC esiste localmente e in remoto, allora WinCC utilizzer sempre la licenza locale.
Per ulteriori informazioni sulle particolarit delle licenze di archivio per il CAS consultare le
Installation Notes del WinCC/Central Archive Server Information System.
Se viene ricevuta una Floating License attraverso la rete, occorre prestare attenzione a quanto
segue:
l'Automation License Manager deve essere installato sul server licenze.
la licenza pu essere utilizzata solo per la progettazione (CS).
per Runtime sul computer deve essere disponibile una licenza RT locale.
in caso di interruzione del collegamento la modalit demo verr avviata solo dopo tre ore.
La Floating License indicata come "SIFL" ed aggiornabile.

Upgrade License

Con questa licenza pu essere modificato uno specifico stato del sistema, ad es. :
Passaggio dalla versione attuale ad una versione pi recente.
Estensione delle quantit.
L'Upgrade License contrassegnata con "SIUP" o "SIPP".

Tipi di licenza

Descrizione

Count Relevant License L'utilizzo del Software con questa licenza limitato a:
il numero di Tag indicato in contratto
Per ulteriori informazioni sulle licenze d'archivio per il CAS consultare le Installation Notes del
WinCC/Central Archive Server Information System.
La Count Relevant License contrassegnata con "SIFC".
Rental License

L'utilizzo del Software con questa licenza limitato a:


il numero di ore di utilizzo indicato in contratto.
il numero di giorni, a partire dal primo giorno di utilizzo, indicato in contratto.
l'utilizzo fino alla scadenza indicata in contratto.
l'utilizzo soltanto possibile localmente sul computer
La licenza Rental indicata come "SIRL".

Vedere anche
WinCC in modo demo (Pagina 98)
Ripristino di una chiave di licenza (Pagina 107)

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

97

Installazione licenza
4.4 WinCC in modo demo

4.4

WinCC in modo demo

Introduzione
Se manca la licenza, WinCC viene eseguito nella modalit DEMO. Con questa modalit
WinCC pu essere utilizzato per effettuare test e dimostrazioni, oppure per eseguire modifiche
alla progettazione in sito, nel caso in cui sia disponibile solo una licenza RT.
Durante l'installazione di WinCC l'utente viene avvisato che pu usare WinCC nella
modalit Demo anche senza installazione licenza.
Dopo un'ora il software di progettazione viene terminato (licenza RCxxx assente). Prima
possibile salvare le modifiche. Dopo un'ora il WinCC Explorer e gli editor si chiudono. In
Runtime il sistema chiede all'utente di acquistare una licenza valida. Questa finestra di
dialogo appare ogni 10 minuti.
All'avvio di Runtime compare una casella che deve essere confermata obbligatoriamente
e che chiede all'utente di acquistare la licenza completa valida (licenza RTxxx assente).
Dopodich questa segnalazione riappare ogni 10 minuti. Se la finestra di segnalazione
stata spostata, al massimo dopo 30 minuti verr rivisualizzata al centro dello schermo.
Finch ci si trova in Runtime, il WinCC Explorer non viene chiuso. Quando si esce da
Runtime, verr chiuso anche il WinCC Explorer.
possibile aggiornare una versione demo di WinCC ad una versione completa. Procedere a
questo scopo come indicato qui di seguito:
Installare le licenze richieste.
Installare il server standard SQL tramite il DVD di WinCC.
Se nella modalit DEMO viene trasmessa una licenza a posteriori, questa potr essere
utilizzata solo dopo il riavvio di WinCC.
Nota
Anche senza la licenza, il processo pu essere eseguito completamente senza la perdita di
dati all'archiviazione o il sistema di segnalazione.

98

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Installazione licenza
4.5 Per evitare errori

4.5

Per evitare errori

Introduzione
Prima dell'utilizzo di un programma di ottimizzazione del disco fisso occorre necessariamente
rimuovere tutte le chiavi di licenza e le autorizzazioni. Ci vale anche qualora si proceda ad
operazioni di formattazione, compressione, ripristino del disco fisso o all'installazione di un
nuovo sistema operativo sul computer.
L'uso di drive per dischi rigidi o dischetti compressi non possibile.
Se un backup contiene copie delle chiavi di licenza o delle autorizzazioni, sussiste il pericolo
che riscrivendo i dati del backup sul disco fisso, le chiavi di licenza e le autorizzazioni ancora
valide vengano sovrascritte e quindi distrutte.
In caso di perdita di una chiave di licenza possibile ripristinarla. Ulteriori informazioni in merito
sono disponibili a "Come ripristinare una chiave di licenza".
ATTENZIONE
La directory "AX NF ZZ" e il suo contenuto non devono venire modificati! Con la trasmissione
di una licenza di WinCC, sul disco fisso viene contrassegnato un cluster come "difettoso".
Non cercare di ripristinarlo.
Prima di ogni backup quindi necessario eseguire la rimozione delle chiavi di licenza oppure
escluderle dalla protezione.

Vedere anche
Ripristino di una chiave di licenza (Pagina 107)

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

99

Installazione licenza
4.6 Gestione delle licenze

4.6

Gestione delle licenze

4.6.1

Gestione delle licenze

Premessa
Le licenze di WinCC e di altri prodotti SIMATIC vengono gestite dall'Automation License
Manager.
L'Automation License Manager utilizza per le licenze di WinCC e di altri prodotti SIMATIC il
termine "Chiave di licenza". Il termine "Autorizzazione" sta per una licenza di WinCC
precedente alla versione V6.0 SP3.

4.6.2

Presupposti di sistema

Introduzione
La trasmissione delle licenze di WinCC o delle chiavi di licenza di altri software SIMATIC
possibile unicamente su chiavi di memoria USB o dischi fissi non compressi. La trasmissione
delle licenze sui driver RAM, dischetti DOS o dischi fissi compressi non quindi possibile.
Eccezione: In caso di unit compresse possibile trasmettere la licenza sul relativo drive host.
Lo spazio disco minimo richiesto 20 MB. Finch lo spazio disponibile sul disco fisso
sufficiente pu essere trasmesso un numero qualsiasi di licenze differenti.
ATTENZIONE
Durante la trasmissione e la rimozione di una licenza WinCC viene eseguito rispettivamente
un accesso in scrittura sul supporto informatico con la licenza.

Requisiti per l'Automation License Manager


Hardware
I requisiti Hardware per l'Automation License Manager sono:
Computer (computer industriale, strumenti di programmazione ecc.) con
RAM >= 128 Mbyte
Spazio libero su disco > 30 Mbyte
Software
La 32 bit Edition di Automation License Manager abilitata per i seguenti sistemi operativi a
32 bit:

100

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Installazione licenza
4.6 Gestione delle licenze
MS Windows XP SP2 o SP3
MS Windows Server 2003 SP1 oppure SP2 Standard Edition con o senza R2
MS Windows Server 2008 con o senza SP2
MS Windows 7
La 64 bit Edition di Automation License Manager abilitata per il seguente sistema operativo
a 64 bit:
MS Windows Server 2008 R2
Il Software compatibile con tutte le versioni localizzate dei sistemi operativi supportati.
Nota
Quando si installa l'Automation License Manager come server di licenza senza WinCC
necessario adattare le impostazioni dei Firewall. Nel Firewall deve essere attivato almeno il
file "Condivisione di file e stampanti".
Se si impiega il Windows-Firewall necessario procedere nel modo seguente:
Aprire nel menu di avvio Windows alla voce "Impostazioni" il Pannello di controllo. Aprire la
finestra di dialogo "Windows-Firewall".
Attivare nella scheda di registro "Eccezioni" la voce "Condivisione di file e stampanti".

4.6.3

La trasmissione delle licenze

Introduzione
Durante la trasmissione di una licenza di WinCC, questa verr attivata su un drive locale e
disattivata sul supporto informatico che la contiene, per essere utilizzata da WinCC.
possibile trasmettere le licenze di WinCC in due modi:
durante l'installazione del software WinCC. Richiamare il programma di amministrazione
Automation License Manager per trasmettere le licenze.
con il programma gestionale Automation License Manager in un momento successivo.
Nota
Qualora vi siano pi licenze, WinCC utilizzer quella identificata per prima. Tale licenza
non deve essere necessariamente quella pi estesa. Si deve pertanto fare attenzione
perch non vengano trasmesse pi licenze, bens una sola.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

101

Installazione licenza
4.6 Gestione delle licenze

Vedere anche
Per evitare errori (Pagina 99)
Presupposti di sistema (Pagina 100)
Trasmissione delle licenze con l'Automation License Manager (Pagina 102)

4.6.4

Trasmissione delle licenze con l'Automation License Manager

Introduzione
Per la gestione delle licenze richiesto il programma Automation License Manager.
Utilizzando il setup di WinCC, l'installazione del programma viene eseguita automaticamente.
Per i computer, sui quali non installato WinCC, ad es. per un server di licenza, l'Automation
License Manager pu essere installato anche successivamente. Selezionare quindi nella
finestra di dialogo di avvio del DVD di WinCC la voce di menu "Altri software". Con la voce di
menu "Automation License Manager" nella finestra di dialogo "Altri software" si pu avviare
l'installazione del programma Automation License Manager.

Il programma di amministrazione Automation License Manager


Una volta effettuata l'installazione appare un collegamento al programma Automation License
Manager nel menu di avvio di Windows.
Le autorizzazioni di WinCC disponibili nella versione precedente a V6.0 SP3 e le chiavi di
licenza di WinCC a partire da V6.0 SP3 nonch di altri prodotti SIMATIC vengono visualizzate
dall'Automation License Manager sulla schermata "Gestisci".

Procedimento
1. Inserire la chiave USB di WinCC nel connettore USB e selezionare il drive nell'Automation
License Manager nella finestra di navigazione.
Verranno visualizzate le licenze per WinCC presenti sul supporto informatico che le
contiene.
2. Selezionare una licenza dalla tabella. possibile selezionare pi licenze da trasmettere.
Nel menu di scelta rapida di questa licenza selezionare la voce "Trasmettere..." Si apre la
finestra di dialogo "Trasmetti chiave di licenza". Selezionare l'unit di destinazione e
confermare la scelta con il tasto "OK".
3. La licenza selezionata verr trasmessa e trascritta sull'unit di destinazione nella directory
"AX NF ZZ".
Per ulteriori informazioni relative al procedimento, consultare la Guida in linea di Automation
License Manager.
Nota
E' possibile trasferire le licenze anche con "Drag & Drop".

102

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Installazione licenza
4.6 Gestione delle licenze

Vedere anche
Presupposti di sistema (Pagina 100)
La trasmissione delle licenze (Pagina 101)

4.6.5

Rimozione delle licenze

Introduzione
Durante la rimozione di una licenza, questa viene disattivata sul drive locale e riattivata sul
supporto informatico, in modo da potere utilizzare la licenza su altre apparecchiature.
Le licenze di WinCC devono essere sempre rimosse con il programma Automation License
Manager.

Procedimento
1. Collegare il supporto informatico per licenze di WinCC con il PC. Nella finestra di
navigazione selezionare nell'Automation License Manager l'unit su cui si trova la licenza
da eliminare.
Verranno visualizzate le licenze per WinCC presenti sul drive.
2. Selezionare la licenza desiderata dalla tabella. possibile selezionare pi licenze da
rimuovere. Nel menu di scelta rapida di questa licenza selezionare la voce "Trasmettere..."
Si apre la finestra di dialogo "Trasmetti chiave di licenza".
Selezionare il supporto informatico per licenze come unit di destinazione e confermare la
scelta con il tasto "OK".
3. La licenza selezionata verr trasmessa e trascritta sull'unit di destinazione nella directory
"AX NF ZZ".
Per ulteriori informazioni relative al procedimento, consultare la Guida in linea di Automation
License Manager.
Nota
E' possibile trasferire le licenze anche con "Drag & Drop".

Vedere anche
Presupposti di sistema (Pagina 100)

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

103

Installazione licenza
4.6 Gestione delle licenze

4.6.6

Raccolta delle licenze

Introduzione
Le licenze possono essere raccolte su diversi dispositivi di memorizzazione, quali ad es. chiavi
di memoria USB o unit esterne.
In tal modo tutte le licenze appartenenti ad una configurazione del software WinCC possono
essere trasmesse e rimosse in una volta e trasferite pi facilmente da un computer ad un altro.
La raccolta delle licenze avviene attraverso la trasmissione delle licenze dai dispositivi di
memorizzazione utilizzati sul disco fisso. La rimozione delle licenze avviene invece attraverso
la trasmissione delle licenze dal disco fisso sul dispositivo di memorizzazione utilizzato. In
entrambi i casi viene utilizzato il programma di gestione Automation License Manager.

Procedura per il trasferimento della licenza sul disco fisso


1. Trasferire la licenza dal supporto informatico sul disco fisso nello stesso modo in cui
vengono trasferite le licenze.
2. Questa procedura va ripetuta per ogni supporto informatico con licenza.

Procedura per il trasferimento delle licenze raccolte su un supporto informatico


1. Selezionare le licenze raccolte sul disco fisso.
2. Trasmettere la licenza sul supporto informatico con il comando "Chiave di licenza >
Trasmetti...".
Per ulteriori informazioni relative al procedimento, consultare la Guida in linea di Automation
License Manager.
Tutte le licenze trasmesse sul supporto informatico vengono contrassegnate con "1" nella
colonna "Numero delle chiavi di licenza" e possono essere trasferite su un'altra
apparecchiatura.

Vedere anche
Trasmissione delle licenze con l'Automation License Manager (Pagina 102)

4.6.7

Come aggiornare le licenze

Introduzione
L'aggiornamento del numero di variabili consentito (PowerTag) numero delle variabili di
archivio (ArchivTag) si esegue per mezzo dell'Automation License Manager.
Per eseguire questa operazione, necessario:
Licenza RT/RC da aggiornare o licenze d'archivio da aggiornare
Supporto informatico Powerpack con licenza di upgrade

104

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Installazione licenza
4.6 Gestione delle licenze

Procedura
1. Inserire il supporto informatico Powerpack con la licenza in un connettore USB.
2. Avviare l'Automation License Manager dal menu di avvio. Nella finestra di navigazione
selezionare l'unit su cui si trova la licenza da aggiornare. Selezionare questa licenza dalla
tabella.
3. Selezionare la voce del menu "Chiave di licenza > Upgrade...". Viene avviata la procedura
di upgrade.
4. Con il trasferimento della licenza aggiornata sul drive locale la procedura di upgrade
terminata.
Ulteriori informazioni in merito sono disponibili nel WinCC Information System alla voce
"Migrazione > Aggiornamento delle licenze" e nella Guida in linea dell'Automation License
Manager sotto "Funzioni eseguibili con l'Automation License Manager" > "Gestione delle chiavi
di licenza" > "Per eseguire un upgrade della licenza".

Vedere anche
Gestione delle licenze (Pagina 100)

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

105

Installazione licenza
4.7 Diagnostica e riparazione delle licenze

4.7

Diagnostica e riparazione delle licenze

4.7.1

Diagnostica in caso di problemi di installazione licenza

Verifica delle licenze


Se WinCC viene avviato in modalit demo malgrado l'avvenuto trasferimento delle licenze,
Automation License Manager e WinCC stesso dispongono di una funzione di diagnostica per
la verifica delle licenze.

Modalit di verifica licenze tramite l'analisi della licenza di WinCC


1. Nel menu di avvio Windows selezionare nella cartella "SIMATIC > WinCC > Tools" l'opzione
"License Analysis". Si apre l'analisi della licenza di WinCC.

2. Questa finestra visualizza le licenze installate e quelle necessarie. Le licenze richieste ma


non installate o insufficienti vengono contrassegnate in rosso.
3. Per installare licenze da Automation License Manager con l'analisi della licenze aperta,
fare clic sul pulsante "Aggiorna".

106

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Installazione licenza
4.7 Diagnostica e riparazione delle licenze

Modalit di verifica licenze tramite l'analisi della licenza in Automation License Manager
1. Selezionare l'Automation License Manager nella visualizzazione "Gestisci".
2. Selezionare dalla finestra di navigazione la destinazione dove si trovano le autorizzazioni
o le chiavi di licenza. Vengono visualizzate le autorizzazioni e le chiavi di licenza disponibili.
3. Selezionare dalla tabella l'autorizzazione o la chiave di licenza da controllare e selezionare
la voce "Verifica" dal menu di scelta rapida.
La licenza selezionata viene verificata ed il risultato viene visualizzato nella tabella con il
simbolo di stato.

Il file License.Log
Il file diagnostico License.Log mostra le licenze richiamate di WinCC. Se manca una licenza
viene generata la voce corrispondente.
Il file si trova al percorso "WinCC\Diagnose" che viene generato automaticamente alla prima
apertura di WinCC.

Nota
Se manca una licenza per un'opzione in uso, WinCC passa alla modalit DEMO.

Vedere anche
WinCC in modo demo (Pagina 98)
Ripristino di una chiave di licenza (Pagina 107)

4.7.2

Ripristino di una chiave di licenza

Premessa
Una chiave di licenza (autorizzazione) invalida se non pi accessibile sul disco fisso e di
conseguenza non pu essere rimossa dal programma di amministrazione Automation License

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

107

Installazione licenza
4.7 Diagnostica e riparazione delle licenze
Manager e/o la chiave stata persa durante la trasmissione sul supporto informatico con la
licenza.
La chiave di licenza pu essere ripristinata tramite il servizio assistenza "Support for License
Management".
Per rintracciare il proprio interlocutore Automation & Drives locale, consultare la nostra banca
dati dei partner al sito seguente:
http://www.automation.siemens.com/partner/index.asp (http://
www.automation.siemens.com/partner/index.asp)

Preparazione
Contattando il "Support for License Management" necessario avere a disposizione i seguenti
dati:
Dati della societ (nome, indirizzo, Paese, telefono/fax...)
Del supporto informatico con la licenza: Numero di ordinazione del prodotto (ad es.
"6AV..."), indicazione del prodotto in chiaro e numero di serie (numero di licenza).

Procedimento
1. Selezionare l'Automation License Manager nella visualizzazione "Gestisci". Passare alla
visualizzazione del drive con il quale collegato il supporto informatico con la licenza.
2. Selezionare nella tabella la chiave di licenza da ripristinare. Selezionare "Chiave di licenza"
> "Ripristina". Si apre la finestra di dialogo "Ripristino della chiave di licenza".
3. Contattare il "Support for License Management" comunicando nome del prodotto, numero
di licenza e codice di richiesta (Inquiry-Code).
4. Il servizio di assistenza "Support for License Management" comunica un codice di
attivazione numerico (Enable-Code). Digitare questo codice nel campo di introduzione.
5. La chiave di licenza persa verr attivata sul supporto informatico con la licenza (Contatore
= 1) e quindi potr essere trasmessa sul drive locale.
ATTENZIONE
Se si sono perse pi chiavi di licenza, sar necessario ripetere la procedura il numero di volte
necessario.

Vedere anche
Internet: Banca dati dei partner (http://www.automation.siemens.com/partner/index.asp)

108

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Prestazioni
5.1

Prestazioni

Contenuto
Il presente capitolo riporta informazioni sui dati tecnici e sui limiti delle prestazioni pi importanti
di WinCC V7.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

109

Prestazioni
5.2 Configurazioni

5.2

Configurazioni

Quantit consigliate nel sistema a pi stazioni


Massimo
Server o coppie di server ridondanti 1)

18

Client WinCC in un sistema

32 2) 3)

Web Client in un sistema

150 4)

Il server di archiviazione centrale viene contato come server. Non pu essere utilizzato
contemporaneamente come stazione di lavoro.

1)

Se un server viene anche usato come stazione operativa, allora il numero di client per questo
server si riduce a quattro.
2)

110

3)

Configurazione mista: 32 Clients + 3 Web-Clients

4)

Configurazione mista: 150 Web Client + 1 Client WinCC (anche per Engineering)

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Prestazioni
5.3 Sistema grafico

5.3

Sistema grafico

Progettazione
Massimo
Oggetti per pagina 1)

Nessun limite 2)

Livelli per pagina

32

Pagine (file PDL) per progetto

Nessun limite 2)

Istanze di elementi immagine fissi su una pagina d'impianto

31 istanze della stessa


immagine tipo

Grandezza di pagina in pixel

10.000 x 10.000

Profondit di combinazione di oggetti di pagina

20

Numero di colori

dipende dalla scheda grafica

1)

La quantit e la complessit degli oggetti influenzano la performance.

2)

Delimitato dalle risorse del sistema.

Runtime
Cambio di pagina da una pagina vuota a...

Tempo in secondi

Pagina con oggetti predefiniti (100 oggetti)

Pagina con 2.480 campi I/O (8 variabili interne)

Pagina con 1.000 campi I/O (1.000 variabili interne)

Pagina grande 10 MByte (Bitmap)

Finestra di segnalazione
Tabella con 4 colonne e 120 valori caduna
1)

2
1)

I valori indicati valgono per i dati del "Tag Logging Fast".

Nota
I valori dipendono dall'hardware utilizzato.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

111

Prestazioni
5.4 Sistema di segnalazione

5.4

Sistema di segnalazione

Progettazione
Massimo
Segnalazioni progettabili per server/stazione singola

150.000

Variabili di processo per riga di segnalazione

10

Blocchi di testi utente per riga di segnalazione

10

Classi di segnalazione (incl. classi di segnalazione di sistema)

18

Tipi di segnalazioni

16

Priorit di segnalazione

17 (0...16)

Runtime
Massimo
Segnalazioni per archivio delle segnalazioni

Nessun limite 1)

Segnalazioni per lista di archivio a breve termine

1.000

Segnalazioni per lista di archivio a lungo termine

1.000 2)

Segnalazioni per finestra di segnalazione

5.000 3)

Carico continuo per causa di segnalazioni senza perdita (stazione


singola/server)

10/sec

Limite delle segnalazioni (stazione singola/server)

2.000/10 sec ogni 5 min 4)

1)

Delimitato dalle risorse del sistema.

2)
Per stazione singola o per server oppure per client per ciascun server o per ciascuna coppia
di server ridondato, quando "LongTimeArchiveConsistency" settato su "no". Per stazione
singola, server, client o coppia di server ridondanti, quando "LongTimeArchiveConsistency"
settato su "s".

Per stazione singola o per server oppure per client per ciascun server o per ciascuna coppia
di server ridondato.
3)

4)
Se il tempo fino al prossimo limite delle segnalazioni inferiore a cinque minuti, possono
andare perdute alcune segnalazioni.

Nota
Il limite delle segnalazioni ed il carico continuo delle segnalazioni possono essere creati
contemporaneamente ad una stazione singola ovvero ad un server.

112

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Prestazioni
5.5 Sistema d'archivio

5.5

Sistema d'archivio

Progettazione
Massimo
Finestre di curve per pagina

25

Curve per finestra di curve

80

Tabelle per pagina

25

Colonne per tabella

12

Valori per tabella

30.000

Archivi per stazione singola/server


Variabili di archivio per stazione singola/server

100
1

Variabili di archivio registrati al WinCC CAS

80.000 2)
120.000

1)
dipende da quale PowerPack d'archivio per variabili d'archivio si usa. 512 variabili d'archivio
si trovano nella versione di base.
2)

V6.0: fino a 30.000 variabili. Versioni in futuro: fino a 80.000 variabili.

Nota
Se si combinano i valori massimi possono verificarsi lunghi tempi di accesso alle immagini.

Runtime
Massimo
Archiviazione in banca dati per server/stazione singola (Tag Logging
Fast)

5.000 valori/secondo 1)

Archiviazione in banca dati per server/stazione singola (Tag Logging


Slow)

1.000 valori/secondo 1) 2)

Stampe di curve per ogni curva progettata

Il numero di valori stampati si


riferisce alla quantit di valori
rappresentati in
OnlineTrendControl.

1)

I valori indicati valgono per l'archiviazione senza apportare la firma ai dati.

Per Tag Logging Slow devono essere considerati, per strutture quantitative identiche, tempi
di selezione pagina pi lunghi rispetto a Tag Logging Fast.
2)

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

113

Prestazioni
5.6 Archivi utente

5.6

Archivi utente

Progettazione
Massimo
Numero di archivi

Nessun limite 1)

Campi archivio utente

500

Set di dati archivio utente

3.000

Viste su gli archivi utente

Nessun limite 1)

1)

Delimitato dalle risorse del sistema.

Runtime
I seguenti valori misurati sono valori indicativi per archivi di utenti WinCC in Runtime. I valori
dipendono dall'hardware utilizzato e dalla progettazione.
Condizioni di contorno
Hardware impiegato:
1.5 GHz AMD Athlon 4
2 GByte RAM
Nessun accoppiamento hardware
Software impiegato:
Windows Server 2003 SP2
Progettazione degli archivi di utenti nel progetto WinCC utilizzato:
Rispettivamente una variabile WinCC per campo
Rispettivamente 300.000 voci:
- 10 campi con 30.000 set di dati.
- 500 campi con 600 set di dati.

114

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Prestazioni
5.6 Archivi utente
Valori rilevati (approssimativamente)

Cambio pagina da una schermata


neutra ad una schermata con
UserArchiveControl integrato.

10 campi

500 campi

1 secondo

5 secondi

1 - 2 secondi 1)

n secondi 2)

1 - 3 secondi 1)

n secondi 2)

1 - 2 secondi

1 - 2 secondi

Risultato di misura dipendente dal livello


del Control:
Al primo caricamento o in voluminose
modifiche del progetto all'interno
dell'archivio degli utenti una
visualizzazione completa pu
richiedere fino a 15 secondi.
Lettura di un set di dati:
Leggere il valore cliccando sul pulsante
del Control all'interno della rispettiva
variabile.
Scrittura del record di dati:
Scrivere il valore cliccando sul pulsante
del Control nelle rispettive variabili e
visualizzare il contenuto delle variabili
nei campi I/O.
Cambiare il focus dal primo all'ultimo set
di dati.
1)

10 campi con complessivamente 10 variabili.

2)

500 campi con complessivamente 500 variabili.

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

115

Prestazioni
5.7 Protocolli

5.7

Protocolli

Progettazione
Massimo
Protocolli progettabili

Nessun limite 1)

Righe di protocollo
Variabili per protocollo
1)

66
300

2)

Delimitato dalle risorse del sistema.

Il numero di variabili per ciascun protocollo dipende dalla performance della comunicazione
di processo.
2)

Runtime
Massimo

116

Tabulati di sequenza di segnalazioni simultanei per server/client

Tabulati d'archivio di segnalazioni simultanei

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Prestazioni
5.8 Scripting con VBS ed ANSI-C

5.8

Scripting con VBS ed ANSI-C

Runtime
I seguenti valori rilevati indicano le differenze tra VB-Scripting e C-Scripting con l'ausilio di
valori orientativi confrontati. I valori dipendono dall'hardware utilizzato.
I valori sono indicati in millisecondi.
Pentium 4 2,5 GHz, 512 MByte RAM
VBS

ANSI-C

Impostare il colore di 1.000 rettangoli

220

1.900

Impostare il valore di uscita di 200 campi I/O

60

170

Selezione di una pagina con 1.000 testi statici che


determinano il nome dell'oggetto e lo emettono in ritorno

460

260

Leggere 1.000 variabili interne

920

500

Rileggere 1.000 variabili interne

30

120

Eseguire 100.000 calcoli

280

70

VBS

ANSI-C

Impostare il colore di 1.000 rettangoli

610

4.440

Impostare il valore di uscita di 200 campi I/O

170

670

Selezione di una pagina con 1.000 testi statici che


determinano il nome dell'oggetto e lo emettono in ritorno

770

310

Leggere 1.000 variabili interne

3.650

1.310

Rileggere 1.000 variabili interne

70

250

Eseguire 100.000 calcoli1)

820

170

1)

Pentium III 700 MHz, 512 MByte RAM

1)

Calcoli nell'esempio:

VBS
For i=1 To 100000
value=Cos(50)*i
Next
ANSI-C
for(i=1;i<=100000;i++)
{
dValue=cos(50)*i;

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

117

Prestazioni
5.8 Scripting con VBS ed ANSI-C
}
Nota
I valori misurati possono subire un'influenza negativa dal tipo di progettazione, nonch da
altri processi, ad es. Tag Logging o Alarm Logging.

118

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Prestazioni
5.9 Comunicazione di processo

5.9

Comunicazione di processo

Introduzione
La tabella seguente informa sulle configurazioni possibili ed il numero massimo di
connessioni.
Nota
I valori limite riportati nella tabella dipendono dalla capacit del sistema e le quantit
consigliate del proprio progetto WinCC (ad. es. numero di valori di processo/unit di tempo).

Progettazione
Canali di comunicazione in WinCC1)

Basato
su PC2)

MPI/Profibus
Soft-Net3)

MPI/Profibus
Hard-Net3)

Industrial
Ethernet
Soft-Net3)

Industrial
Ethernet
Hard-Net3)

MPI

---

44

---

---

Soft-PLC

---

---

---

---

Slot-PLC

---

---

---

---

Profibus (1)

---

44

---

---

Profibus (2)

---

44

---

---

Named Connections

---

---

---

64

60

Industrial Ethernet ISO L4 (1)

---

---

---

64

60

Industrial Ethernet ISO L4 (2)

---

---

---

64

60

Industrial Ethernet TCP/IP

---

---

---

64

60

SIMATIC S7-1200

325)

---

---

---

---

SIMATIC S7-1500

16

---

---

---

---

24)

---

---

---

---

24)

---

---

---

---

---

---

50

---

---

Industrial Ethernet ISO L4 (2)

---

---

---

---

60

Industrial Ethernet ISO L4 (2)

---

---

---

---

60

Industrial Ethernet TCP/IP

---

---

---

60

60

24)

---

---

---

---

Industrial Ethernet ISO L4 (1)

---

---

---

---

60

Industrial Ethernet ISO L4 (2)

---

---

---

---

60

SIMATIC S7 Protocol Suite1)

5)

SIMATIC S5 Programmers Port


AS 511
SIMATIC S5 Serial 3964R
RK 512
SIMATIC S5 Profibus FDL
FDL
SIMATIC S5 Ethernet Layer 4 + TCP/IP

SIMATIC 505 Serial


NITP / TBP
SIMATIC 505 Ethernet Strato 4

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

119

Prestazioni
5.9 Comunicazione di processo
Canali di comunicazione in WinCC1)

Basato
su PC2)

MPI/Profibus
Soft-Net3)

MPI/Profibus
Hard-Net3)

Industrial
Ethernet
Soft-Net3)

Industrial
Ethernet
Hard-Net3)

---5)

---

---

---

---

---

---

40

---

---

DP 1

---

---

122

---

---

DP 2

---

---

122

---

---

DP 3

---

---

122

---

---

DP 4

---

---

122

---

---

---5)

---

---

---

---

---5)

---

---

---

---

Data Access

---5)

---

---

---

---

XML-DA

---

---

---

---

---

SIMATIC 505 Ethernet TCP/IP


Industrial Ethernet TCP/IP
Profibus FMS
FMS
Profibus DP (V0-Master)

Allen Bradley - Ethernet IP


CAMP6)
Modbus TCPIP
Modbus TCP/IP
OPC
5)

Note
Di regola pu essere combinato un qualsiasi numero di canali di comunicazione. I driver di
comunicazione subordinati per possono provocare certe restrizioni.

1)

Con il SIMATIC S7 Protocol Suite si possono usare 64 connessioni S7 al massimo. In una


configurazione tipica per esempio sono progettate 60 connessioni S7.
Esempi:
8 connessioni S7 tramite "MPI" e 52 connessioni S7 tramite "Industrial Ethernet-TCP/IP"
oppure
60 connessioni S7 tramite "Industrial Ethernet-TCP/IP"
COM1/COM2 oppure interfaccia interna di software per comunicazione SIMATIC S7 Protocol
Suite "Soft-PLC" e "Slot-PLC" come pure DCOM per OPC.

2)

Con Soft-Net la comunicazione avviene sul processore del PC. Con Hard-Net la scheda di
comunicazione ha un proprio microprocessore e assiste cos il processore del PC durante la
comunicazione.

3)

Per la comunicazione di processo si deve usare solo un modulo di Soft-Net nel PC. Alcune
combinazioni con schede di comunicazione Hard-Net non sono possibili. Il software di driver
per le schede di comunicazione Hard-Net si trovano sui CD SIMATIC NET forniti.
La schede di comunicazione Hard-Net concedono l'uso parallelo di al massimo due protocolli,
ad es. comunicazione Ethernet tramite SIMATIC S7 Protocol Suite e SIMATIC S5-Ethernet.
In tale caso so deve considerare un meno di ca. 20% per i valori della tabella.
Esempio:

120

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Prestazioni
5.9 Comunicazione di processo
40 connessioni tramite la combinazione "SIMATIC S7 Protocol Suite" e 8 connessioni
tramite "SIMATIC S5 Ethernet".
Dipendente dal numero delle interfacce seriali. Ampliabile usando schede di comunicazione
con pi interfacce seriali, ad es. Digi-Board con 8/16 porte.
4)

5)

La comunicazione avviene mediante il collegamento Ethernet standard del computer.

Il numero massimo possibile dei collegamenti limitato dalle risorse di sistema disponibili e
dalle relative prestazioni, in particolare CPU, RAM, collegamento Ethernet.
6)

CAMP = Common ASCII Message Protocol

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

121

Indice analitico
C
Rapporto errori , (Vedere Supporto)

A
Accoppiamento di processo, 119
Quantit consigliate, 119
Adjust Button Size To Picture, 53
Analisi della licenza WinCC, 106
ANSI-C, 117
Prestazioni, 117
ApDiag, 59, 60
Barra dei menu, 61
Diagnostics, 61, 63, 64, 65, 68, 71
File di testo, 65
Finestra dei risultati, 82
Info, 62, 73, 77, 78, 79, 80, 81
Livello diagnostico, 63, 81, 84
Output, 62, 72, 73
Profile, 68
Segnalazioni di sistema, 86
Trace point, 63, 81, 84
Variabile diagnostica, 71
Archivi utente, 114
Quantit consigliate, 114
Archiviazione, 113
Quantit consigliate, 113
Archivio, 113
Quantit consigliate, 113
Archivio segnalazioni, 112
Quantit consigliate, 112
Archivio utente, 114
Quantit consigliate, 114
Aspetto, 53
Automation License Manager, 92
Presupposti di sistema, 100
Autorizzazione, 92
AutorsW, 92
AutorsW, 92
Autosize, 53

B
Barra dei menu
ApDiag, 61

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Canale, 119
Quantit consigliate, 119
Caption, 53
CarattereNome della propriet, 55
CAS
Migrazione a Process Historian, 28
client, 36, 110
Migrazione, 36
Numero di server, 110
Client WinCC, 110
Numero di server, 110
Colore, 54
Comunicazione, 119
Quantit consigliate, 119
Comunicazione di processo, 119
Quantit consigliate, 119
Control, 52
WinCC Push Button Control, 52
Control:WinCC Push Button Control, 52
Conversione dei dati di progetto, 28
Curva, 113
Quantit consigliate, 113
Customer Support, (Vedere Supporto)

D
Dati di processo, 113
Quantit consigliate, 113
Descrizione, 53
Diagnostica, 50
ApDiag, (Vedere ApDiag)
Migrazione, 50
Dialogo:Finestra di dialogo "Colore"Push Button, 54
Dialogo:Finestra di dialogo "Dicitura, 55
Dialogo:Finestra di dialogo "FrameWidth, 53
Dialogo:Finestra di dialogo "Non premuto, 56
Dimensione, 55

E
Effetti, 55
Eliminazione, 56
Esempio, 55

123

Indice analitico

Diagnostica, 50
Esercizio in corso, 38
File di diagnostica, 50
Interruzione, 50
Migrazione di progetti WinCC a partire dalla V7.0,
33
Presupposti, 32
Progetto a pi stazioni, 36
Progetto client, 36
Redundancy, 38
Runtime, 38
Segnalazioni d'errore, 50
Sistema ridondante, 38

F
FAQ, (Vedere Supporto)
Finestra di dialogo
Finestra di dialogo ColorePush Button, 54
Finestra di dialogo Dicitura, 55
Finestra di dialogo FrameWidth , 53
Finestra di dialogo Nonpremuto, 56
Formato, 56

G
General"Push Button, 53
Generale, 53
GeneralPushButton , 53
Global Script, 117
Prestazioni, 117
Grandezza, 55

I
Immagine, 56
Immagine"FileGrafici, 56
ImmagineFilegrafici, 56
Inserimento Push Button, 52
Inserisci, 52
Installazione licenza, 92
Automation License Manager, 92
Per evitare errori, 99
Powerpack, 92

L
Licenza, 101, 102
Analisi della licenza WinCC, 106
Deinstallazione, 103
Diagnostica, 106
Installazione, 101, 102
Licenza d'emergenza, 108
Licenze mancanti, 106
Modo demo, 98
Raccogliere licenze, 104
Riparazione di una licenza, 108
Upgrade, 104

M
Migrazione
Client, 36

124

N
Nome delle propriet, 54
Non premuto, 52
None, 53

O
Online Support, (Vedere Supporto)
Outline, 53

P
Pagine, 111
Quantit consigliate, 111
PictureSelected, 56
PictureUnselected, 56
Premuto, 52
Prestazioni, 110, 111, 112, 113, 114, 116, 117, 119
Funzioni, 117
Progettazione di azioni, 117
Scripting, 117
Progetto
Migrazione, 33
Progetto a pi stazioni, 36
Migrazione, 36
Progetto WinCC
Migrare, 33
Propriet, 56
Propriet - WinCC Push Button Control, 53, 54,
55, 56
Propriet - WinCC Push Button Control, 54, 55, 56
Propriet - WinCC Push Button Control", 54, 55, 56
Propriet - WinCC Push Button Control"Transparent,
53
Propriet - WinCC Push Button ControlTransparent,
53

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Indice analitico

Propriet:Propriet - WinCC Push Button Control, 53,


54, 55, 56
Protocollo, 116
Quantit consigliate, 116
Push Button, 52, 55, 56

Q
Quantit consigliate, 110
Accoppiamento di processo, 119
Archivi utente, 114
Archiviazione, 113
Archivio utente, 114
Client, 110
Client WinCC, 110
Comunicazione, 119
Comunicazione di processo, 119
Curva, 113
Dati di processo, 113
Pagine, 111
Protocollo, 116
Scripting, 117
Server, 110
Sistema a pi stazioni, 110
Sistema di segnalazione, 112
Sistema grafico, 111
Tabella, 113

R
Redundancy, 38
Aggiornamento con l'esercizio in corso, 38
Migrazione, 38
Ridondanza, 38

S
Scheda
Scheda AdjustPictureSizeToButton , 53
Scheda Carattere, 55
Scheda Colore di sistema, 54
Scheda Premuto, 56
Scheda:Scheda "Adjust Picture Size To Button, 53
Scheda:Scheda "Carattere, 55
Scheda:Scheda "Colore di sistema, 54
Scheda:Scheda "Premuto, 56
Segnalazione, 112
Quantit consigliate, 112
Segnalazione di sistema
ApDiag, 86
Server, 110

WinCC: Indicazioni generali


Manuale di sistema, 02/2013, A5E32316389-AA

Numero di client, 110


ServiceMode
Migrazione, 27
Sfoglia, 56
Sistema a pi stazioni, 110
Quantit consigliate, 110
Sistema di segnalazione, 112
Quantit consigliate, 112
Sistema grafico, 111
Quantit consigliate, 111
Stile carattere, 55
Support Request, 13
Supporto, 10, 13

T
Tabella, 113
Quantit consigliate, 113
Tavolozza dei colori standard, 54
Technical Support, (Vedere Supporto)
Tipi di carattere"Nome della propriet, 55
Tipo di carattere, 55

U
Unicode, 30

V
Variabile
Variabile diagnostica, 71
VBS, 117
Prestazioni, 117
Visual Basic Script in WinCC, 117

W
WinCC Control
WinCC Push Button Control, 52
WinCC Control:WinCC Push Button Control, 52
WinCC V7.2, 30

125