Sei sulla pagina 1di 24

Poste Italiane spa

Sped. abb. postale


DL 353/2003
(conv. in L.
27/02/2004 n. 46)
art. 1, DCB Forl
Redazione:
via del Seminario, 85
47521 Cesena
tel. 0547 300258
fax 0547 328812

Tanti appuntamenti

Visita pastorale

Gioved 25 febbraio 2016

Gioved
25 febbraio 2016
anno XLIX (nuova serie)

numero 8
euro 1,30

Papa in Messico

Spettacoli

19

Dal 22 al 29 maggio
Congresso eucaristico
diocesano

Il vescovo Douglas
a Ponte Pietra
di Cesena

Non tollera
che il popolo
sia maltrattato

I primi 170 anni


del teatro
Bonci di Cesena

celebrazioni, incontri
otto giorni inTtensirae mostre,
di preghiera e rifles-

a domenica 28 febbraio a domenica 6 marzo


D
monsignor Regattieri sar

opo il rientro del Pontefice dal Paese ameriD


cano, una riflessione sui

gli appuntamenti
per celebrare lanniverTsario.anti
Il 15 agosto spetta-

sioni. Celebrazione con il


cardinale Parolin

nella parrocchia guidata


da don Sante Fabbri

grandi temi a cura del giornalista Gianni Valente

colo dellattore Franco


Mescolini

Editoriale
Le Dat, tema divisivo

Consegna a giorni alterni. Servizio pubblico sempre pi latitante

di Francesco Zanotti

a decisione di quelle destinate a fare


discutere. Il testamento biologico, a
Cesena, diventato realt. La notizia
arrivata in redazione la scorsa settimana, poco
prima della chiusura in tipografia. Non
potevamo lasciarla passare senza dire una
parola su un tema di certo divisivo, non
ancora disciplinato da leggi nazionali.
Il nostro Comune ha voluto precedere e
procedere, in ogni caso. Anzi, il sindaco Paolo
Lucchi ha scritto una lettera a Denis Ugolini
che in un intervento sulla rivista Energie
Nuove di novembre-dicembre, da lui diretta,
ha pubblicato le sue volont circa il proprio
fine vita. Una scelta che ha fatto dibattere e a
seguito della quale lAmministrazione che
governa la nostra citt ha deciso di arrivare a
una disciplina delle Dat, le dichiarazioni
anticipate di trattamento.
Ho letto e riletto i documenti prodotti dalla
Giunta. Si parla del Comune come dellEnte
che indirizza la propria attivit alla rimozione
delle cause di qualsiasi natura che
impediscano il pieno sviluppo morale e
materiale del cittadino. E del Comune come
di quellorganismo che contribuisce alla
tutela della salute e della sicurezza della
collettivit nellambito delle leggi dello Stato e
della Regione. Tutte affermazione lodevoli dal
punto di vista dei principi e che, secondo chi
le ha redatte, troverebbero una risposta
adeguata anche nellistituzione del registro dei
testamenti biologici.
Sui quotidiani locali della scorsa settimana,
gioved 18 stato dato ampio spazio alla
notizia del salvataggio di un 31enne che voleva
buttarsi dal ponte nuovo, sempre a Cesena.
Due angeli in divisa, cos ha scritto il Carlino,
lo hanno salvato. La madre, commossa, ha
ringraziato gli uomini dellArma. Ma ora, so di
forzare i fatti, come la mettiamo con il
testamento biologico? Quando una persona
sta per farla finita, come ci si deve
comportare? Ci si deve impegnare per salvarle
la vita o la si deve lasciare andare al proprio
destino? O meglio: prima si deve consultare il
registro dei testamenti biologici per verificare
se ci sono sue disposizioni in materia?
Mi spiego con un altro esempio al limite, ma
che nella prassi quotidiana potrebbe capitare
pi di una volta, purtroppo. Nel caso di
incidenti o di disgrazie, i medici che
intervengono per soccorrere qualcuno devono
procedere magari intubando il ferito per
tentare di salvarlo dalla morte, o prima
occorre consultare il suo fiduciario se per caso
in possesso di testamento biologico? Il tema
non per nulla banale. Anzi, davvero molto
complicato. Con il registro delle Dat viene
meno lapplicabilit del principio di
precauzione. Un assurdo. Chiedete alla madre
citata sopra.

Ingorgo
postale

La situazione sollevata dal Corriere Cesenate la scorsa settimana diventata


un caso nazionale. Poste italiane ha iniziato, a partire dal nostro territorio,
a distribuire la corrispondenza a giorni alterni, per un totale di 5 consegne
ogni 14 giorni. Noi ce ne siamo accorti grazie alle segnalazioni dei lettori
che hanno lamentato il mancato recapito del nostro giornale.
C qualcosa che non quadra. Le Poste avevano sempre sostenuto che la
consegna a giorni alterni non avrebbe riguardato i Comuni con oltre 30mila
abitanti. Questo gi non ci piaceva: non si possono dividere i cittadini fra
quelli di serie A e B. Adesso arrivata lestensione a tutto il territorio
nazionale. Poi c stata la nostra protesta... e qualcosa si mosso.
Primo piano a pag. 5

Cesena

13

Cesena

Violoncellista
suona con Battiato
e Alice

Volontari Avis
premiati
per Telethon

Gambettola 16

Sarsina

Ragazza lavora
al Parlamento
europeo

Un sussidio
per i pellegrini
del Giubileo

14

17

Opinioni
se
c
O
o
t
r
o
p
p
a
Scuola, r
FOTO ARCHIVIO SIR

uropa su un binario morto, il titolo, la settimana


scorsa, della copertina del settimanale Famiglia
Cristiana. La crisi economico-finanziaria (a
partire dallormai lontano 2008), le
incontrollabili e tragiche emigrazioni dal nord Africa e dal
Medio Oriente e, forse ancor pi, i rigurgiti dei variegati
nazionalismi, hanno drammaticamente mostrato come il
cantiere per la grande casa comune europea sia precipitato
in una specie di cassa integrazione, senza prospettive di
futuro. Ma un futuro fuori da questa prospettiva un futuro
senza orizzonti.
Papa Francesco, tuttavia, tornato a dare luce alla nostra
speranza. Di ritorno dal suo viaggio apostolico in Messico iniziato a Cuba con il profetico incontro con il patriarca di
Mosca e di tutta la Russia - un giornalista che gli diceva:
Sembra che lunit europea vada in pezzi la crisi, i
rifugiati, papa Francesco ha risposto: Non so chi la
approvi o no, ma ho sentito una parola che mi piaciuta: la
rifondazione dellEuropa. E ho pensato ai grandi padri. Oggi
dov uno Schumann? Un Adenauer? I grandi che nel
dopoguerra hanno fondato lUnione Europea? Mi piace
questa idea della rifondazione, magari si potesse fare. Perch
lEuropa ha una forza, una cultura, una storia che non si pu
sprecare. Anche lincontro con il patriarca Kirill pu essere
collocato in questo progetto. Il camminare insieme
ripromessosi dal vescovo di Roma e dal vescovo di Mosca
(dagli antichi zar chiamata la terza Roma!) nellorizzonte
della unit dei cristiani, delle Chiese dellOccidente e
dellOriente europeo, ma inscindibile per una Europa che pu
respirare con i suoi due polmoni, come con tanta nostalgia
diceva lo slavo papa Giovanni Paolo II. urgente il pensare e
lagire politico a livelli pi alti, per poter affrontare la crisi che
ancora incombe, per far fronte al terrorismo islamico del
delirante califfo Al-Baghdadi che a macchia leopardata si sta
diffondendo anche nel continente africano che sta pagando
duramente gli esiti di un egoistico colonialismo, nonostante il
lievito evangelico portato dalla missione evangelizzatrice
della Chiesa. Per un dialogo con lIslam sottratto alle feroci
utopie di una predicazione aberrante.

Serve unalleanza educativa


no studente italiano su quattro non sa la matematica. I principali mezzi di
comunicazione hanno presentato cos i risultati riferiti al nostro Paese dello
studio Ocse-Pisa diffuso il 10 febbraio scorso dallagenzia parigina. I dati, che
si riferiscono a una rilevazione del 2012 su 4,5 milioni di quindicenni in
diversi continenti, presentano in realt un quadro in evoluzione: dal 2003 ad oggi la
percentuale di allievi in difficolt in una serie di competenze basilari quelli che il
rapporto definisce i low performers infatti diminuita in modo significativo.
Non c, per, da esultare: il numero di giovani italiani con scarse prestazioni in
matematica, lettura e scienze resta superiore alla media, anche se di poco. Fanno
peggio di noi, in Europa, solo Grecia e Portogallo. A collezionare i voti pi bassi
sono soprattutto gli immigrati, gli allievi delle scuole professionali e quelli
provenienti da famiglie in condizioni socio-economiche svantaggiate.
Il momento critico continua ad essere il passaggio dalle scuole medie al primo anno
delle superiori, dove si registra un alto numero di respinti.
La diagnosi dellOcse individua un mix di cause combinate tra loro: antiche carenze

I dati del 2012 su 4,5 milioni di quindicenni in diversi continenti


presentano un quadro in evoluzione: dal 2003 ad oggi
la percentuale di allievi in difficolt in una serie di competenze
basilari diminuita in modo significativo.
Non c, per, da esultare...

Uein continuo stallo


Papa Francesco: Rifondare lEuropa
Il continente ricordi le sue radici

Gioved 25 febbraio 2016

La fotografia

Il Papa come semplice fedele, che segue la Croce, circondato dalle migliaia di dipendenti della Curia Romana, del Governatorato e degli organismi collegati della
Santa Sede. la prima immagine del Giubileo della Curia Romana, celebrato luned
22 febbraio, festa liturgica della Cattedra di San Pietro. Dopo la meditazione di padre Marko Ivan Rupnik in Aula Paolo VI partita la processione che dallesterno dellAula, scendendo i gradini e passando attraverso il Braccio di Carlo Magno, si diretta verso la Porta Santa per entrare da l in basilica, luogo della celebrazione eucaristica presieduta dal Papa. Francesco, mentre i religiosi e i laici aprivano la processione, ha aspettato seduto, poi insieme a monsignor Rino Fisichella e a monsignor Georg Ganswein si unito alla processione, attorniato dal personale laico con
le proprie famiglie. (foto Siciliani-Gennari/Sir)
Certamente non ci si pu, immediatamente, sottrarre ai rendiconti dei ragionieri
contabili di Bruxelles, ai non-progetti del Parlamento di Strasburgo che nel
legiferare, spesso, sembra aver abdicato alla forza della ragione che consente di
andare oltre alle meschine misure proposte da una cultura che ha davanti a s il
fallimento, il precipitare l dove tramonta il sole (Occidente!).
Niente toni apocalittici, tuttavia. LEuropa ancora una volta pu attingere forza e
intelligenza dalle sue antiche radici e dalla storia che lha forgiata nella sua
identit, dando la vitalit della tradizione giudaico-cristiana, agli albori del
mondo classico. Torneranno cos a ravvivarsi le troppe culle rimaste vuote. E sar
allora speranza grande, capace di sottrarsi alle violenti pretese della
globalizzazione dei mercati e delle lobby finanziarie, il futuro (e gi ora!) delle
nazioni, dei popoli che abitano nelle contrade di questo mondo che sta
sfuggendo alla custodia che il Creatore ha affidato alla famiglia umana.
Piero Altieri

trascinate negli anni, un orientamento


poco efficace, la presenza di docenti
impreparati dal punto di vista
pedagogico. E scarso homework, lo
studio domestico, ovvero i famigerati
compiti a casa.
LOrganizzazione per la cooperazione e
lo sviluppo economico fa seguire alle
cifre un pressante invito a mettere
linsuccesso scolastico tra le priorit
dellagenda politica, evidenziando le
ricadute delle pagelle basse sulla sfera
sociale e produttiva. Secondo le sue
stime, se nel 2030 tutti i 15enni italiani
raggiungessero la sufficienza nelle
discipline esaminate nel rapporto, nel
lungo periodo il Prodotto interno lordo
del nostro Paese potrebbe impennarsi di
diciotto punti.
Al di l dellattenzione alla crescita del
Pil, la lunga lista di suggerimenti che
provengono dallOcse mette il dito nella
piaga soprattutto l dove chiede un
maggior coinvolgimento dei genitori e
delle comunit locali. Il numero
significativo di low performers
afferma lo studio deve spingere a un
approccio integrato che veda collaborare
il mondo politico, le famiglie, gli
insegnanti e gli studenti stessi, modellato
sulla realt nazionale e su quelle locali.
Sulla rottura del patto educativo tra
scuola e famiglia e tra questultima e lo
Stato ha usato parole forti anche papa
Francesco, nel novembre scorso, a
conclusione del congresso mondiale
sulleducazione cattolica. un fenomeno
grave ha spiegato perch porta a
selezionare i super-uomini, ma soltanto
con il criterio della testa e soltanto con il
criterio dellinteresse, attirando cos
lattenzione sul legame esistente tra i
fenomeni di rigida selettivit e di
esclusione presenti in molti sistemi
scolastici e il prevalere delle istanze
economiche su quelle della crescita
umana integrale delle nuove generazioni.
un dato di fatto che in Italia la
dispersione scolastica resti
unemergenza che passa spesso
inosservata.
Negli ultimi 15 anni, quasi 3 milioni di
ragazzi iscritti alle scuole superiori statali
non hanno completato il corso di studi. E
non si tratta di un fenomeno limitato ad
alcune regioni, anche se persistono
differenze tra il Nord e il Sud del Paese. Il
cocktail fatale che porta allabbandono
dei banchi di scuola fatto di numerosi
ingredienti: un alto numero di assenze
dalle lezioni, il calo delle motivazioni, la
mancanza di sostegni adeguati fra le
mura scolastiche e di stimoli provenienti
dalla famiglia. Anche questa sfida non si
potr vincere se, insieme alla
qualificazione dei docenti e alla
diffusione di progetti pilota, non si
punter su una reale alleanza educativa
tra genitori, insegnanti e ragazzi.
Ernesto Diaco

Primo piano

Gioved 25 febbraio 2016

Tanti dubbi sul recente piano Poste

Recapito a giorni alterni


Non subito facile
ffaire Poste, vediamo di
A rimetterci sono, come sempre,
ricapitolare. Dopo la
i cittadini. Nel caso del
nostra denuncia della
scorsa settimana, ripresa
, concreto il rischio di forti
dallagenzia Sir e rilanciata dai
ritardi. La direzione generale di Poste
maggiori siti e quotidiani italiani,
pare di capire che qualcosa si sia
Italiane tranquillizza
mosso. La consegna del nostro
e garantisce la qualit del servizio
giornale di sette giorni fa andata
molto meglio, anche se qualche
disguido rimasto ed stato
segnalato dagli abbonati. In generale, possiamo
alle Poste di Cesena entro le 12 del mercoled.
comunque dire che il Corriere Cesenate arrivato
Fin qui sembra che tutto vada bene. Speriamo,
nelle case dei lettori. Insomma, una protesta, la
aggiungiamo noi. S, perch in realt Poste vuole
nostra, che non caduta nel vuoto, ha evitato
adottare la consegna a giorni alterni (5 giorni su 14
disguidi ai giornali nostri cugini sparsi nel Paese e
di calendario) in tutti i Comuni dItalia, senza tener
ha contribuito a fare chiarezza.
conto del discrimine dei 30mila abitanti e della
Vediamo di capirci, allora. Le Poste fanno sapere
densit di 200 abitanti per chilometro quadrato,
che tutta la corrispondenza dei "prodotti postali
criteri presenti nella delibera dellAgcom n. 395 del
veloci" verr consegnata il giorno successivo al
2015. Ma Poste afferma che lutente finale non si
ricevimento nel centro di smistamento. A questo
accorger di questa modalit di consegna che
materiale sono assimilati i prodotti editoriali, in
riguarderebbe solo una loro gestione organizzativa
particolare i settimanali con trattamento da
interna. "Tutti i prodotti non j+1, verranno
quotidiano, come ad esempio il Corriere Cesenate.
recapitati nel terzo o quarto giorno lavorativo dopo
In buona sostanza, i nostri abbonati lo dovranno
il ricevimento", stato assicurato.
trovare nella buchetta della posta dal gioved, visto
che noi lo chiudiamo in tipografia il marted attorno Qualche dubbio resta. Anzi, pi di uno. Il nostro
abbonato Marco Dimanno, titolare a Cesena della
alle 18 e dalla Rotopress di Loreto viene consegnato

Corriere

Cesenate

tipografia Stilgraf, stampa da oltre ventanni il


periodico "Il Montefeltro", giornale associato alla
Fisc. Lultimo numero stato consegnato alle Poste
di Cesena il 4 febbraio, come da libretto postale che
certifica lavvenuto passaggio di consegne. A tutto
luned 22 febbraio del Montefeltro non cerano
tracce in quel di Pennabilli, il centro pi importante
della Diocesi, dove ha sede anche il vescovado. In
questo caso i quattro giorni lavorativi richiesti da
Poste per consegnare un prodotto "non veloce" si
sono allungati solo di un po. Quando diciamo a
Poste che con il progetto "giorni alterni" la
corrispondenza si accumula, non crediamo di fare
affermazioni fuori dal mondo. LItalia tanto
diversa e va conosciuta sul territorio. Provare per
credere.

Levata di scudi da parte dei politici locali, regionali. Perplessit dei sindacati

l messaggio alle Poste sta arrivando


forte e chiaro, da tante parti della
societ civile, della politica e dei
lavoratori: il nuovo piano di consegna
della corrispondenza a giorni alterni
inaccettabile. Inaccettabile perch crea
pesanti disagi ai cittadini, inaccettabile
per la carta stampata, inaccettabile per i
postini costretti allo stravolgimento del
proprio lavoro.
Dopo lallarme sollevato dal nostro
giornale la scorsa settimana, la levata di
scudi stata velocissima, nulla a che
vedere con i tempi fiacchi delle Poste: nel
giro di pochi giorni sono fioccate
interrogazioni alle istituzioni, documenti
di solidariet, prese di posizione e inviti
allapprofondimento. Un segno di quanto
il servizio postale ancora oggi, nellera di
Internet e della digitalizzazione
imperante, sia considerato centrale e
imprescindibile.
Tra i primi a prendere posizione
sullargomento stata la consigliera
regionale Lia Montalti, che gi la
settimana scorsa ha presentato
uninterrogazione alla Giunta per
"verificare se si fosse in qualche modo a
conoscenza della riorganizzazione del
servizio e se non si ritenga opportuno,
alla luce di quanto sta accadendo,
convocare in Regione Poste Italiane per
chiedere conto di una decisione
unilaterale che pare quanto meno
improvvida".
"Voglio fare chiarezza - ha commentato
Montalti - su questa vicenda, che grave
in quanto il cambiamento della modalit

Ilnuovopiano
inaccettabile
di consegna della posta non stato
comunicato n alle amministrazioni locali,
n ai cittadini, e tantomeno a chi usufruisce
del servizio postale. Non possibile che un
servizio fondamentale come quello postale
venga modificato senza che ci sia
concordato con alcuno, e che se ne faccia
amara scoperta solo attraverso i disservizi
segnalati dai cittadini".
Linterrogazione stata preceduta in
Assemblea, marted scorso, da un "question
time" a risposta immediata sullo stesso
argomento, a cura del consigliere regionale
piacentino Tommaso Foti (Fratelli dItalia):
"La responsabilit politica di questo caos ha
un nome e cognome: Matteo Renzi - ha
attaccato il consigliere - dato che i criteri di
risparmio sono scritti nella legge

Finanziaria. La Regione ha annunciato


lennesimo tavolo sullargomento, ma
abbiamo pi tavoli e cabine in questAula di
quante non ce ne siano in tutta la Riviera
romagnola. Lunica cosa da fare sarebbe
sospendere le norme che permettono alle
Poste italiane di agire in questo modo".
La risposta dellassessore regionale al
bilancio Emma Petitti, che ha ricordato
limpegno della Regione nellevitare la
chiusura dei piccoli uffici postali, stata
attendista: "Abbiamo chiesto subito un
incontro alle Poste, assieme ad Anci, per
capire le conseguenze sulle modalit di
recapito". Piccata la risposta di Foti:
"Bisognava muoversi gi alla fine dellestate
scorsa, quando ancora non cera una lista
dei Comuni. Si tratta di una scelta politica,

non a caso lazionista di riferimento di


Poste italiane il ministero
dellEconomia".
Sullo stesso tema il sindaco Paolo Lucchi
ha scritto ai parlamentari locali e ai
consiglieri regionali, pregandoli di
interessarsi al caso: "Cesena presenta
alcune particolarit, legate alla vasta
estensione territoriale e alla presenza di
numerose frazioni, che meritano
attenzione e rispetto. In particolare la
parte pi anziana della popolazione
potrebbe risultare disorientata dai nuovi
tempi del servizio, subendone un disagio
notevole".
A livello nazionale, nel frattempo, si
mosso il deputato riminese del Pd
Tiziano Arlotti (che si era occupato della
vicenda gi nel luglio scorso), con
uninterrogazione al ministro dello
Sviluppo economico con la quale chiede
di continuare a garantire il servizio
postale universale.
In allarme anche i postini, con il
sindacato Slp-Cisl che tramite il
segretario regionale Valerio Grillini parla
di "diverse difficolt riscontrate"
esprimendo "forte preoccupazione per la
tenuta e la fattibilit del progetto. Ai
postini la corrispondenza non arriva gi
suddivisa e per ordinarla si perde tempo
e non si riesce a iniziare il giro delle
consegne entro lora prevista". La Cisl
segnala numerose situazioni di
intasamento per giacenze consistenti di
corrispondenza e zone di consegna non
equilibrate.
MiB

Vita della Diocesi

Gioved 25 febbraio 2016

NOTIZIARIO DIOCESANO

Adorazione Eucaristica: 24 ore per il Signore


Al Santuario del Suffragio, dalla sera di venerd 4 marzo
Assume un carattere particolare, in questo anno giubilare
della Misericordia, liniziativa 24 ore per il Signore voluta
da papa Francesco nel venerd che precede la quarta domenica di Quaresima.
Venerd 4 marzo alle 22,30 il vescovo Douglas Regattieri celebrer la Messa presso il Santuario di Santa Maria del Suffragio, a Cesena, cui seguir ladorazione eucaristica
durante la quale sar possibile accostarsi al sacramento
della Penitenza. Nella giornata di sabato 5 marzo, la preghiera sar interrotta solo dalla Messa delle 9 e si protrarr
nel pomeriggio. Alle 17,30 la celebrazione eucaristica festiva
vespertina. I responsabili del Servizio diocesano di Animazione spirituale invitano in particolare i giovani delle parrocchie e delle aggregazioni laicali a partecipare a questa
iniziativa prolungata di preghiera e celebrazione penitenziale.
Nel contempo, si svolge liniziativa A piedi per una 24 ore
non stop: il gruppo Mamo camminando si metter in
marcia per attraversare, in un giorno intero, tutte le quattro
Porte Sante della Diocesi (Cattedrale, Basilica del Monte,
Santuario del Santissimo Crocifisso di Longiano, Basilica di
San Vicinio a Sarsina). Lappuntamento per venerd 4
marzo alle 7 davanti alla Cattedrale di Cesena, per la partenza con la benedizione del vescovo Douglas. Per chi desidera partecipare (anche solo a un tratto del percorso) pu
contattare il promotore Gilberto Graffieti (333 9914258).

Pellegrinaggio al Monte
Preghiera per le vocazioni sacerdotali
Promosso dallUfficio diocesano vocazioni, si terr sabato
27 febbraio (come ogni ultimo sabato del mese) il
pellegrinaggio a piedi dalla Cattedrale di Cesena alla
Basilica del Monte. Il pellegrinaggio, guidato dal vescovo
Douglas, sar occasione di preghiera per le vocazioni e per i
sacerdoti. Alle 6,30 partenza dalla Cattedrale, cammino
verso la Basilica del Monte e recita del Rosario. Alle 7,30
Messa.

IL GIORNO
DEL
SIGNORE
Dio non apprezza il peccato, ma ama il peccatore
Domenica 28 febbraio
Terza Domenica di Quaresima - Anno C
Es 3,1-8a.13-15; Sal 102; 1Cor 10,1-6.10-12; Lc
13,1-9

l Vangelo della terza domenica di Quaresima ci


richiama al tema fondamentale di questo
tempo liturgico: la conversione. Ges prende
posizione su due episodi che avevano causato la
morte di innocenti: luccisione di alcuni Galilei
per ordine di Ponzio Pilato e il crollo della torre di
Sloe. Il Signore ci insegna a guardare a questi fatti
di cronaca con una prospettiva diversa. Innanzi
tutto afferma che le vittime di quelle disgrazie
non sono pi peccatori degli altri. Le sventure
della vita non sono da interpretare come una
punizione di Dio conseguente a colpe personali.
Dio non vuole la morte del peccatore, ma che si
converta. Non apprezza il peccato, ma ama il
peccatore ed disponibile, come si vedr nella
parabola contenuta nella seconda parte del
Vangelo, a salvarlo. Ges ci invita a leggere i fatti
della nostra vita secondo la prospettiva della
conversione. Le sventure, gli eventi luttuosi, non
devono suscitare in noi curiosit o ricerca di
presunti colpevoli, ma devono rappresentare
occasioni per riflettere, per vincere lillusione di
poter vivere senza Dio e per rafforzare, con laiuto
del Signore, limpegno di cambiare la vita
(Benedetto XVI, Angelus, 7 marzo 2012).
Cambiare vita non principalmente un problema
morale, passare dal male al bene. E non pu
essere solo il risultato del nostro impegno. La
novit della conversione cristiana sta nel fatto che
stato Dio, per primo, a chiamarci e a noi spetta il

compito di fargli spazio nella nostra vita.


La conversione cristiana stata definita,
prima di tutto, una conversione
relazionale: dallio a Dio. Papa Benedetto
XVI nellAngelus del 17 febbraio 2013
poneva la domanda: Vogliamo seguire lio
o Dio?. Conversione significa quindi
abbandonare la strada vecchia,
dellerrore, e decidersi per Dio.
La conclusione del brano evangelico ci
mostra come rinnovare la vita secondo
Dio sia una necessit. Ges presenta la
parabola di un fico che non d frutti. Il
dialogo che si sviluppa tra il padrone e
lagricoltore manifesta, da una parte, la
misericordia di Dio, che ha pazienza e
lascia alluomo, a tutti noi, un tempo per la
conversione; e, dallaltra, la necessit di
cambiare interiormente ed esteriormente
la vita per non perdere le occasioni che la
misericordia di Dio ci offre. Noi siamo
come il fico del Vangelo: viviamo solo
perch il vignaiolo paziente, continua a
zappare, non si stanca di concimare. La
novit sta nel fatto che a un fico cos sterile
venga ancora regalata una possibilit. Nei
gesti del contadino descritto lagire di
Dio verso di noi attraverso Ges. La
parabola vuole sottolineare anche
lurgenza della nostra conversione. Dio ci
dona cura e tempo, ma il tempo della
nostra vita per accogliere Dio, per
volgere il nostro sguardo a Lui e a Colui
che ci ha mandato, il proprio Figlio Ges.
Marco Castagnoli

La Parola
di ogni giorno
luned 29
febbraio
san Macario
2Re 5,1-15a;
Sal 41 e 42;
Lc 4,24-30
marted 1 marzo
beata Giovanna
M. Bonomo
Dn 3,25.34-43;
Sal 24;
Mt 18,21-35
mercoled 2
san Quinto
Dt 4,1.5-9; Sal
147; Mt 5,17-19
gioved 3
san Tiziano
Ger 7,23-28;
Sal 94;
Lc 11,14-23
venerd 4
san Casimiro
Os 14,2-10; Sal 80;
Mc 12,28b-34
sabato 5
santAdriano
Os 6,1-6; Sal 50;
Lc 18,9-14

A MESSA DOVE

Messe feriali
a Cesena
7.00 Cattedrale, Cappuccine,
Cappella dellospedale
7.30 Basilica del Monte
7.35 Chiesa Benedettine
8.00 Cattedrale, San Paolo,
Addolorata, Villachiaviche,
Santa Maria della
Speranza
8.30 Madonna delle Rose,
San Rocco, SantEgidio,
cappella del cimitero,
Santo Stefano, Case Finali,
9.00 Suffragio, Addolorata
9.30 Osservanza
10.00 Cattedrale
18.00 Cattedrale, Madonna
delle Rose, San Domenico,
San Paolo, San Rocco,
Osservanza, SantEgidio
18.30 San Pietro, Santa Maria
della Speranza, Cappuccini,
San Bartolo
19.00 Ponte Pietra, Tipano
20.00 San Giovanni Bono,
San Pio X,
Torre del Moro, Gattolino
20.30 Villachiaviche

Sabato
e vigilie
15.00 Cappella cimitero Cesena,
Formignano
15.30 Macerone (Lieto Soggiorno)
16.00 Ponte Pietra
17.00 Cappella
ospedale Bufalini
Luzzena (1 sabato mese),
Bora (2 sabato mese)
17.30 Santuario del Suffragio
Santuario dellAddolorata
San Vittore
18.00 Cattedrale, San Domenico,
Osservanza, Santo Stefano,
San Paolo, SantEgidio,
Madonna delle Rose,
Villachiaviche, San Rocco,
Case Finali, Diegaro,
Torre del Moro, Borello,
San Mauro in Valle,
San Giorgio
18.30 Convento Cappuccini,
San Pietro, Bulgarn,
Santa Maria della Sper.
19.00 Ponte Pietra, Tipano

20.00 San Giovanni Bono,


San Pio X, Bulgaria,
Ruffio, Pioppa,
Pievesestina,
Calisese,
Gattolino, Ronta

Messe festive
7.00 Cattedrale
7.30 Santuario dellAddolorata,
Cappuccine, Martorano,
Calabrina, Ponte Pietra,
Villachiaviche
8.00 Basilica del Monte,
San Pietro, San Pio X,
Santa Maria della Sper.
San Mauro in Valle,
San Giovanni Bono,
SantEgidio, Calisese,
Torre del Moro,
Madonna del Fuoco,
Macerone, Borello
8.30 Cattedrale, San Rocco,
Case Finali, Tipano,
San Cristoforo,
Gattolino, Roversano
8.45 San Martino in Fiume
9.00 San Giuseppe (Cesena
corso Comandini),
chiesa Benedettine,
Santo Stefano,
San Bartolo, San Paolo,
San Domenico, Diegaro,
Pievesestina,
Capannaguzzo,
Ponte Pietra, Bagnile,
Santa Maria Nuova,
Bulgaria,
San Vittore,
San Carlo, Ruffio
9.30 cappella del cimitero,
Santuario dellAddolorata,
Madonna delle Rose,
Osservanza, Villachiaviche,
SantEgidio,
Montereale, San Tomaso
9.45 Bulgarn
10.00 Cattedrale, Case Finali,
San Rocco, Santa Maria
della Speranza, Ronta,
Torre del Moro, Carpineta,
Cappuccini, San Pio X,
SantAndrea in B.,
10.30 Santuario del Suffragio,
Casalbono

11.00 Santuario Addolorata,


Basilica del Monte,
Osservanza,
San Domenico, Santo
Stefano, San Paolo,
San Bartolo, Villachiaviche,
SantEgidio, San Giorgio,
San Giovanni Bono,
Calabrina, Calisese,
Gattolino, Madonna del
Fuoco, San Mauro in
Valle, San Demetrio,
Pievesestina, Pioppa,
Ponte Pietra, Bulgaria,
Borello, San Carlo,
San Vittore, Tipano,
Macerone, Capannaguzzo
11.10 Torre del Moro
11.15 Madonna delle Rose,
Diegaro, Martorano
11.30 Cattedrale, San Rocco,
Istituto Lugaresi,
San Pietro, San Pio X,
Case Finali, Santa Maria
della Speranza
12.30 Torre del Moro (in inglese,
comunit nigeriani)
15.00 Cappella del cimitero
17.00 Cappella dellospedale
Bufalini
18.00 Cattedrale,
San Domenico, Osservanza
18.30 San Pietro, Cappuccini
19.00 San Bartolo, Villachiaviche

Comuni del
comprensorio
Bagno di Romagna
ore 20 (sabato);
11,15 / 20
San Piero in Bagno:
chiesa parrocchiale
ore 18 (sabato);
8 / 11 / 17.
Chiesa San Francesco:
10 / 15,30
Ospedale Angioloni:
ore 16 (sabato)
Selvapiana: 11,15
(20,30 sabato);
Acquapartita: 9
Valgianna: 10
Bertinoro
Santa Maria Nuova: 9,
10,30 (19 sabato)

Cesenatico
Sabato: ore 16 Villamarina;
16,30 San Giuseppe;
17,30 Conv. Cappuccini,
Santa Maria Goretti,
Boschetto;
18 San Giacomo;
20 Sala;
Festivi:8 San Giacomo, Bagnarola,
Santa Maria Goretti,
Gatteo Mare;
8,30 Sala;
9 Cappuccini;
9,15 San Pietro;
9,30 Valverde;
9,45 Cannucceto;
10 Villalta, Villamarina;
10,30 Cappuccini,
San Giuseppe;
11 San Giacomo,
Boschetto, Sala;
11,15 Bagnarola,
Santa Maria Goretti,
Gatteo Mare;
17,30 Cappuccini;
18 San Giacomo
Civitella di Romagna
Giaggiolo: 9,30
Civorio: 9
Gambettola
chiesa SantEgidio abate:
8,30 / 10/ 11,15 / 17.
Consolata: 19 (sabato);
7,30 / 9,30
Gatteo
ore 20 (sabato);
9 / 11,15 / 17
SantAngelo: 20 (sabato);
8, 45; Casa di riposo: 9,30
- 11. Istituto don Ghinelli:
18,30 (sabato), 7,30
Gatteo a Mare:
festivi: 8 / 11,15
Longiano
Sabato:18 Santuario
SS. Crocifisso;
18,30 Crocetta; 20 Budrio
Festivi: ore 7,30 Santuario
SS. Crocifisso;
8 Budrio; 8,30 LongianoParrocchia; 9,30 Budrio,
Santuario SS. Crocifisso;
9,45 Balignano;
10 Badia, Montilgallo;
11 Budrio, LongianoParrocchia, San Lorenzo in
Scanno; 11,15 Crocetta;
18 Santuario Crocifisso

Mercato Saraceno
10.00; Ciola: 8,30
Linaro: 11,15;
Monastero
di Valleripa: 9;
Montecastello: 11
Montejottone: 8.30
Montepetra: 8.30
Piavola: prefestiva sabato
ore 18 (San Giuseppe);
9,30 chiesa parrocchiale;
Pieve di San Damiano
11,30;
San Romano: 11;
Taibo: 10
Montiano
ore 20 (sabato); 9.
Montenovo:
ore 18 (sabato), 10,30
Roncofreddo
Sorrivoli: 11,15;
Diolaguardia: 9;
Gualdo: 18 (sabato), 11;
Bacciolino: 9,30

Sarsina
Concattedrale: 7,30 / 9
/ 11 / 17; Casa di Riposo:
ore 16 (sabato);
Tavolicci: 10,30 (liturgia
della Parola con Eucar.);
Ranchio: 20 (sabato), 11;
Sorbano: 9.30;
Turrito: 17 (sabato), 10;
San Martino in Appozzo: 9
(liturgia della Parola con
Eucaristia); Quarto:
10,30; Pieve di Rivoschio:
15,30; Romagnano:
11,15; Pagno: 16
(seconda dom. del mese).
Verghereto
ore 16 (sabato), 9,15
(domenica); Balze (chiesa
parrocchiale): 11,15;
Montecoronaro: 9,45;
Montecoronaro orat. Ville
(al sabato): 16; Alfero: 17
(sab.); 11,15; Pereto: 10;
Riofreddo: 10;
Corneto: 11

DIOCESI DI CESENA|SARSINA - SETTIMANALE DI INFORMAZIONE FONDATO NEL 1911

Queste cose vi scriviamo, perch la vostra gioia sia piena (1Gv 1,4)
Direttore editoriale
Piero Altieri
Direttore responsabile
Francesco Zanotti
Vicedirettore
Ernesto Diaco
Membro della
Federazione
Italiana
Settimanali
Cattolici
Associato
allUnione
Stampa
Periodica
Italiana

Testata che fruisce


di contributi di cui
allart. 3 comma 3 della
legge n. 250 del 7/8/1990
Giornale locale ROC
(Registro degli operatori
di comunicazione)

Redazione, Segreteria e Amministrazione


via del Seminario, 85,
47521 Cesena (Fc) tel. 0547 300258,
fax 0547 328812,
www.corrierecesenate.it
Conto corrente postale n. 14191472
E-mail: redazione@corrierecesenate.it
Abbonamenti
annuo ordinario euro 48;
sostenitore 70 euro;
di amicizia 100 euro;
estero (via aerea) 80 euro.
Settimanale dinformazione
Autorizz. Trib. Forl n. 409, 20/2/68 Iscrizione al Registro nazionale
della stampa n. 4.234
Editore e Propriet
Diocesi di Cesena-Sarsina
Stampa
Rotopress
via Brecce - 60025 Loreto (Ancona)
www.rotoin.it

Tiratura del numero 7 del 18 febbraio 2016: 8.130 copie


Questo numero del giornale stato chiuso in redazione
alle 18 di marted 23 febbraio 2016

Vita della Diocesi


Si tenuto nel pomeriggio di domenica 21 febbraio, in Seminario a Cesena

ercare il metodo giusto per un tempo


importante da dedicare alla nostra diocesi. questo lapprofondimento che ha
caratterizzato lincontro del consiglio pastorale del 21 febbraio, in Seminario a Cesena.
Lintroduzione di don Walter Amaducci ha
aiutato a focalizzare bene i tempi del ruolo di
membri del consiglio pastorale: vedere-giudicare-agire. Vedere per guardare attentamente
ci che ci circonda e si muove nelle nostre comunit. Giudicare partendo da una formazione specifica che ci consenta di non improvvisare la nostra presenza. Agire per accompagnare le possibili vie pastorali che propone il
vescovo. Per ottenere un buon risultato serve
un metodo efficace. Migliorare la comunica-

zione interna tra i membri cos come quella


esterna, che rende partecipe lintera Diocesi ai
momenti di programmazione e verifica.
Ce bisogno di cura della persona per esercitare questo servizio, che passa per una conoscenza diretta e una condivisione di vita. Trovare le giuste motivazioni nella partecipazione al consiglio, con gioia perch diversamente perderebbe di senso. Infine aprirsi allesterno per rendere viva la nostra testimonianza.
Laggiornamento sul congresso eucaristico
diocesano (cfr programma in pagina) ci spinge a proseguire lanno pastorale mettendo al
centro leucarestia e la misericordia di Dio.
Linvito del vescovo ad accompagnarlo nel-

limpostazione del prossimo quinquennio


tutto dedicato ad extra (lavoro, cultura, arte, scuola, economia) , anche facendosi
aiutare da un questionario (al momento
pensato solo come idea su cui si lavorer
nei prossimi mesi) rivolto a tutti i battezzati e non battezzati servir per favorire
uno stile sinodale. Fornir anche loccasione per continuare il nostro cammino
nella linea della missionariet che papa
Francesco ci ha chiesto con lEvangelii
gaudium e gli stimoli del convegno di Firenze. Saranno le cinque vie del convegno
nazionale quelle da percorrere negli ambiti della nostra vita quotidiana.
William Casanova

Dal 22 al 29 maggio si terr a Cesena


il Congresso eucaristico diocesano

Una settimana ricca di eventi


Arriva il cardinale Parolin

stato definito il programma del


Congresso eucaristico. Levento si
terr a Cesena dal 22 al 29 maggio
e si colloca come momento clou
dellanno pastorale che la nostra
Diocesi sta dedicando allEucaristia.
Anzi, prima dellavvio vero e proprio, ci
saranno due momenti: il 19 maggio, alle
21, nel palazzo del Ridotto, a cura
dellUfficio catechistico, Eucaristia e
linguaggi espressivi con musica e
immagini.
Due giorni dopo, sabato 21 maggio, con
inizio alle 15, si terr il pellegrinaggio
dei bambini alla basilica del Monte.
Domenica 22 maggio, giorno
dellapertura ufficiale del Congresso con
la Messa delle 18 in Cattedrale
presieduta da monsignor Piero Marini,
arcivescovo e presidente del Pontificio
Comitato per i Congressi eucaristici
internazionali, per 20 anni cerimoniere
di papa Giovanni Paolo II e poi di
Benedetto XVI, fino al 2007.
Luned 23 maggio, nel giorno
dellanniversario di dedicazione della
Cattedrale, il vescovo Douglas celebrer
la Messa in particolare per i ministri

Tre le mostre in programma, a Palazzo Ghini e nella chiesa di San Zenone


In Cattedrale saranno esposte le Reliquie
del Miracolo Eucaristico di Bagno di Romagna
delleucaristia, gli accoliti e i lettori. Nei
due giorni seguenti, marted 24 maggio
e mercoled 25 , dalle 20,30 due giornate
dedicate alla catechesi sullEucaristia,
nei locali del monastero del Corpus
Domini delle Clarisse cappuccine.
Sar padre Raniero Cantalamessa a
predicare il ritiro per i sacerdoti che si
terr nella mattinata di gioved 26
marzo, in seminario. In serata, alle 20,30
in Cattedrale ci sar la celebrazione del
Corpus Domini e a seguire ladorazione
notturna nella chiesa del Suffragio.
Sabato 28 maggio il ritiro sar per i
religiosi. Terr la riflessione
larcivescovo Jos Rodriguez Carballo,
segretario del Pontificio Consiglio di
istituti di vita consacrata. Alle 15 ci sar
un incontro con i bambini della Prima
Comunione.
Domenica 29 maggio sar la giornata di
chiusura del Congresso. A Cesena verr

In omaggio in edicola
Vescovo Antonio Lanfranchi
la sua vita in un libretto
A un anno dalla morte
avvenuta il 17 febbraio
2015, esce un libretto
con il ritratto del
vescovo Antonio.
disponibile in edicola in
omaggio col Corriere
Cesenate. Si tratta di 48
pagine da leggere dun
ato messe insieme da
Lucia Romiti e nate dalla
collaborazione tra il
settimanale
della diocesi di
Piacenza-Bobbio
e il nostro.
Antonio Lanfranchi
Dobbiamo essere di
Cristo, non di noi stessi!, questo il titolo del volumetto.
Come sottotitolo una frase che ben rappresenta la vita e le
opere del presule che ha trascorso sei anni a Cesena: Il
centuplo quaggi e leternit.

In breve
SantAgostino,
Salmi e confessioni
Incontro al Cantiere 411

Consiglio Pastorale diocesano


Riflessioni e nuove sfide
/

Gioved 25 febbraio 2016

il segretario di Stato, il cardinale Pietro


Parolin. Alle 16 incontrer i giovani e
alle 18, in Cattedrale, presieder una
solenne concelebrazione eucaristica.
Alle 13, nella stessa giornata di chiusura,
si terr il pranzo con i poveri, nella
chiesa di SantAgostino.
Durante i giorni del Congresso verranno
allestite due mostre allinterno di
palazzo Ghini, una sui volti della
Misericordia e laltra dal titolo Oggi
devo fermarmi a casa tua. LEucaristia,
la grazia di un incontro imprevedibile.
Una terza mostra sar ospitata nella
chiesa di San Zenone, in via Uberti, e
tratter dellarredo liturgico eucaristico.
In Cattedrale saranno esposte le reliquie
del miracolo eucaristico di Bagno di
Romagna e nella chiesa del Suffragio si
terr una adorazione perpetua, per
tenere sempre vivo e fecondo il contatto
con Cristo presente nellEucaristia.

Pellegrinaggio a Roma sabato 9 aprile


Numerosi i lettori
del Corriere Cesenate
allincontro con il Papa
ltre 200 lettori del Corriere Cesenate
O
parteciperanno a Roma al Giubileo dei
settimanali cattolici, in udienza in piazza San Pietro sabato 9 aprile, durante uno
degli eventi in calendario per lAnno Santo.
Il ritrovo per quanti si sono prenotati alle 2 da piazzale Ambrosini (davanti
allippodromo di Cesena). Il viaggio in pullman prevede soste e arrivo a Roma, nei
pressi di piazza San Pietro, alle 7,30 (ingresso in piazza entro le 8). Lincontro con
papa Francesco inizier in piazza San Pietro alle 10 e per tutti riservato il posto a
sedere. Dopo ludienza, per chi lo desidera sar possibile varcare la Porta Santa
della Basilica di San Pietro. Partenza da Roma alle 16,30 e rientro in serata. Pranzo
al sacco. A tutti verr consegnato un gadget identicativo della Fisc (Federazione
italiana settimanali cattolici).
Al Santo Padre saranno portati due doni: unofferta per le sue opere di Carit e una
raccolta rilegata con una copia degli oltre 190 giornali che aderiscono alla Fisc.
Oltre ai due pullman di lettori che in queste settimane si sono prenotati, partiranno
altri tre pullman da Cesena: uno con dipendenti (e familiari) della Confcommercio,
uno organizzato dalla parrocchia di San Pio X alle Vigne, che si fermer a Roma
anche domenica 10 aprile, e un altro sar riservato ai volontari della San Vincenzo
de Paoli che fanno servizio nel carcere di Forl.
Per info: redazione Corriere Cesenate, tel. 0547 300258,
redazione@corrierecesenate.it

In sintonia con il Giubileo della Misericordia, si


terr gioved 25 febbraio alle 20,45 al Cantiere
411 in via Mami 411 a Cesena (presso listituto
delle suore francescane della Sacra Famiglia)
lincontro MisericordiAndando. Viaggio nei Salmi
e nelle Confessioni di SantAgostino per incontrare
la Misericordia di Dio. Guideranno lincontro,
aperto a tutti, Valentino Maraldi e Marina Orioli.
Per info: www.associazioneilpellicano.com,
ass.ilpellicano@tiscali.it, 380 2120262.

Azione cattolica giovani


GARA CANORA
Undici parrocchie
protagoniste al Carisport
iovani di Azione
G
Cattolica
protagonisti.
Domenica 28 febbraio
alle 16, al Carisport di
Cesena, andr in
scena la Gara canora,
organizzata
dallAzione Cattolica
diocesana.
Moltissimi i
Giovanissimi di Ac sul palco Sono 11 le
parrocchie iscritte, alcune raggruppate in
Zone pastorali. Tra queste troviamo
Martorano, SantEgidio, Santo Stefano, Case
Finali, Gambettola/Bulgarn, San Pio X, San
Vittore/Pievesestina, San Pietro, San Paolo,
Villachiaviche/San Giorgio, Zona Mare. Tema
della ventesima edizione: Servire Regnare.
Sabato 27 febbraio a Palazzo Ghini in corso
Sozzi a Cesena, dalle 10 alle 12, prevendita
biglietti (ingresso 6 euro, gratis no alla
quinta elementare).
Per info: Jack, 328 7508182; Zucchino, 340
8094323.

Convegno Maria Cristina


di Savoia, incontro
Un appuntamento con il Convegno Maria Cristina
di Savoia. Mercoled 2 marzo alle 16, la
professoressa Mirella DAvossa tratter il tema La
battaglia per la libert e listruzione delle donne
del ventesimo secolo: vita di Malala Yousafzai.
Lincontro, aperto a tutti, si terr presso la sala
Eligio Cacciaguerra del Credito cooperativo
romagnolo, in viale Bovio a Cesena.

Coppia in costruzione
Incontro per innamorati
Nuovo incontro del cammino diocesano Coppia in
costruzione. I passi dellamore rivolto a tutte le
coppie di innamorati. Lappuntamento per
venerd 26 febbraio alle 20,45, nei locali della
parrocchia di Villachiaviche di Cesena, con
lincontro sul tema Eucarestia e affettivit.

Rinnovamento nello Spirito


Ritiro quaresimale
Domenica 28 febbraio, presso la Casa famiglia
Fabio Abbondanza in via Boscone 1030, a
SantEgidio a Cesena, si svolger il ritiro
quaresimale del Rinnovamento nello Spirito su
Per il resto rafforzatevi nel Signore e nel vigore
della sua potenza (Ef 6,10-20). Alle 15
accoglienza, preghiera, insegnamento e Messa.
Lincontro, aperto a tutti, si concluder con un
momento di fraternit.

Consultorio per la famiglia


Corso per mamma-figlia
Il corpo racconta il titolo del corso rivolto a
mamme e glie alle soglie dello sviluppo sessuale.
Il corso promosso dal Consultorio per la famiglia
Don Adolfo Giorgini e si terr sabato 5 e 12
marzo, dalle 15 alle 18, nella sede del Consultorio,
in via canonico Lugaresi 202, a Cesena. Il corso
un approccio pedagogico, ludico e interattivo, un
modo per scoprire se stessi partendo dal corpo e
dai suoi messaggi. Guider gli incontri la
dottoressa Cinzia Bagnoli, medico ginecologo,
animatrice di corsi di educazione sessuale.
Per iscrizioni e informazioni: tel. 0547 333300,
333 3732518.

Gioved 25 febbraio 2016

Speciale Visita pastorale

ZONA PASTORALE DELLE VIE CESENATICO, CERVESE E RAVENNATE - 11 UNIT PASTORALE

PONTE PIETRA
Il vescovo Douglas in parrocchia
onte Pietra la prima frazione
della citt che si incontra percorrendo la via Cesenatico, nella primissima periferia di Cesena. Il vescovo
Regattieri sar in visita pastorale presso
questa comunit dal 28 febbraio al 6
marzo prossimi.
Presta servizio qui, da 52 anni, don
Sante Fabbri, parroco dallagosto 1964.
Ponte Pietra, racconta il parroco, conta circa 2.100 abitanti. La popolazione
in forte calo rispetto a qualche anno fa,
quando toccava i 2.600. Una situazione, spiega, dovuta a diversi fattori, non
da ultimo il fatto che qui gli affitti sono
pi cari rispetto ai nostri vicini. Le giovani coppie tendono a spostarsi verso
Macerone o Gambettola, dove i prezzi
sono pi bassi. Quando mi sono insediato - continua - questa era una zona
ricca per lagricoltura. Oggi questo impiego quasi del tutto sparito. Sono
prevalentemente gli anziani a occuparsene. Anche dal punto di vista demografico e sociale ho assistito a un cambiamento: al mio arrivo le famiglie non
superavano le duecento, ma erano famiglie numerose, allargate. Oggi ci sono pi nuclei familiari, ma la popolazione non cresce. I giovani tendono ad
andarsene. Il paese, comunque, bench non lontanissimo dal centro cittadino, appare vivo con tutti i principali
servizi. Vi sono
botteghe, bar,
campo sportivo
(utilizzato dal G.S.
Ponte Pietra), negozi, sportelli bancari, farmacia e
unefficiente linea
di trasporti destinazione citt o
mare. Sono presenti, inoltre, un
asilo nido, una
scuola materna, le
scuole elementari.
La parrocchia,
Santa Maria della
Grazie in Ponte
Pietra contribuisce alla vita della
comunit. Limponente chiesa in stile moderno stata
iniziata nel 1985 e completata nel 1987.
Per la costruzione della chiesa fu di
grande aiuto il vescovo Luigi Amaducci
(presiedette la Messa di dedicazione
dellottobre 1987) che elarg anche un
contributo personale. Vi fu inoltre anche un consistente aiuto economico
dei parrocchiani durante le benedizioni pasquali.
La festa parrocchiale viene celebrata
nel giorno dellAscensione. Ci organizziamo in questo modo - spiega don
Sante -. Il gioved santo i bambini rice-

Da domenica 28 febbraio a domenica 6 marzo


monsignor Douglas Regattieri in Visita pastorale
nella parrocchia di Ponte Pietra di Cesena.
Don Sante Fabbri il parroco dal 1964

ESTERNO E INTERNO DELLA CHIESA PARROCCHIALE DI SANTA MARIA DELLE


GRAZIE IN PONTE PIETRA (VIA CESENATICO, 1929, CESENA)
A SINISTRA, DON SANTE FABBRI, CLASSE 1932, PARROCO A PONTE PIETRA
DA 52 ANNI

vono il sacramento della Prima Comunione. La Messa con la festa vera e propria viene inserita nella festa parrocchiale, quaranta giorni dopo, quindi la domenica dellAscensione.
Allinterno della chiesa don Sante ha fatto
riprodurre un affresco raffigurante la nativit che si trovava allinterno della chiesina
vecchia e risalente al XVII secolo. Alcuni affreschi della piccola chiesa (del 1607, ora
sconsacrata e di propriet di un privato) sono ora visibili in quella nuova.
La chiesa di Ponte Pietra offre innumerevoli
spazi agli operatori parrocchiali che vengono anche messi a disposizione
della comunit. Diversi sono le
sale, le stanze, i saloni, sia al
piano inferiore della chiesa che
attigui ad essa. Sono utilizzati
per il catechismo (alle 10 della
domenica mattina, prima della
Messa delle 11, con incontri settimanali di approfondimento
per chi deve ricevere i sacramenti) o per cene comunitarie
o in altre circostanze. Un tempo
esisteva il circolo parrocchiale,
oggi non pi operativo, ma
a disposizione delle famiglie
quando desiderano organizzare
feste di compleanno o ritrovi.

IN UNA FOTO STORICA,


LA VECCHIA CHIESA PARROCCHIALE
DI PONTE PIETRA

Nelle stesse aule viene portato avanti


un dopo-scuola pomeridiano dove giovani e adulti aiutano i bambini a fare i
compiti, a utilizzare il computer, alternati con momenti di svago e divertimento.
Tutti i venerd, inoltre, una sala a disposizione di Musica Insieme, attivit
che permette ai bambini e ragazzi di avvicinarsi al mondo della musica.
Il parroco ogni venerd va a trovare gli
ammalati e porta loro la Comunione.
Molto frequentati i campo parrocchiali
estivi e invernali. Lultimo che abbiamo
organizzato si tenuto a Bora alta, un
campo di Natale con bambini e ragazzi
dalla quinta elementare alla prima superiore. Quello estivo cerco di farlo nelle vicinanze, cos posso raggiungere il
gruppo anchio e celebrare la Messa. La
prima settimana di agosto dello scorso
anno, per esempio, siamo stati a Scavolino, vicino a Pennabilli.
In parrocchia sono presenti un coro che
anima la celebrazione delle 11 e una decina di lettori. C sempre qualcuno
che si impegna in parrocchia in maniera diversa, mi d una mano, cerca di
contribuire come pu. E questo mi rende particolarmente orgoglioso e felice.
Quando Ponte Pietra non aveva ancora
il titolo di parrocchia e faceva parte di
quella di San Pietro, ricorda don Sante
che Don Baronio veniva spesso da queste parti. Celebrava Messa nella chiesina vecchia e faceva catechismo ai bambini delle scuole elementari.
Michela Mosconi

CALENDARIO VISITA PASTORALE

PONTE PIETRA
da domenica 28 febbraio
a domenica 6 marzo
Domenica 28 febbraio
ore 15
Messa di inizio
Marted 1 marzo
ore 21
Incontro
con i collaboratori pastorali
Venerd 4 marzo
ore 9,30 Visita agli anziani nelle case
ore 20 Messa. Incontro con gli agricoltori
e diverse categorie
Sabato 5 marzo
ore 15,30 Incontro con i ragazzi
del catechismo
Domenica 6 marzo
ore 11
Messa

Prossima tappa della Visita pastorale


del vescovo Douglas:
- A SantEgidio dal 6 al 20 marzo

Vita della Chiesa

Il Papa
non tollera
che il popolo
sia maltrattato

Gioved 25 febbraio 2016

PAPA FRANCESCO IN AEREO CON IL SOMBRERO


(FOTO LOSSERVATORE ROMANO
WWW.PHOTO.VA/SIR)

Roma
a
z
e
r

u
J
d
Da Ciuda

Francesco valorizza e plaude quelli che vivono la vocazione come


servizio al popolo di Dio, mentre mette in guardia quanti riducono la
vocazione religiosa a un lavoro o, peggio, a uno strumento di
dominio. Cos il giornalista Gianni Valente, che riflette su alcuni dei
temi principali emersi dal viaggio apostolico del Papa in Messico: la
questione migratoria, il narcotraffico, le frontiere, la fede del popolo, le
carceri, la figura del sacerdote e del religioso, gli abusi sessuali, la Cina

esercizio del giudizio proprio al ruolo del Papa, ma non si


tratta di affermazioni politiche: il riferimento il Vangelo.
Nella semplificazione dei media, le parole di Francesco sono
state lette come una scomunica diretta a un personaggio politico. In
realt, ha espresso un criterio che vale per tutti, ovvero che un certo tipo
di approccio al fenomeno delle migrazioni non cristiano. Questo non
porta automaticamente a una sconfessione di carattere politico. Ne
convinto il giornalista Gianni Valente (lavora per lagenzia Fides e
collabora con diverse testate tra le quali Vatican Insider e Limes) che
commenta la risposta data da papa Francesco, durante il volo di ritorno
dal viaggio apostolico in Messico (12-18 febbraio), a una domanda su
Donald Trump, candidato repubblicano per la presidenza degli Stati Uniti
dAmerica: Una persona che pensa soltanto a fare muri, sia dove sia, e
non a fare ponti, non cristiana.
La gestione dei flussi migratori da sempre una preoccupazione per il
Papa. Accogliere lo straniero rientra tra le opere di misericordia corporali.
un criterio che si pu applicare alle scelte politiche europee. Ci troviamo
di fronte a un problema epocale di dimensioni globali. In questo senso, il
viaggio in Messico stato pieno di riferimenti al mondo. Lapproccio del
Papa realistico, non insegue idealismi astratti o falsi buonismi.
Francesco richiama allaccoglienza come unica risposta che consenta di
gestire politicamente il fenomeno migratorio.
Quali sono le ragioni che hanno spinto Francesco ad affrontare un viaggio in Messico?
Il Messico nel cuore del Papa. La devozione mariana che caratterizza
lAmerica Latina trova una delle massime espressioni in Nostra Signora di
Guadalupe. E poi il Messico un luogo di frontiera, attraversato da guerre
di varia natura. Francesco conosce linfluenza del traffico della droga
sulleconomia mondiale, fin da quando era arcivescovo di Buenos Aires.
tra i temi che ricorrono pi spesso nelle sue riflessioni, insieme al traffico
di armi.
In Argentina si prodigava per dare sostegno ai sacerdoti che nelle aree
marginali, nelle villas
miserias, portavano
avanti progetti di
assistenza e
prevenzione per le
nuove generazioni.
Buenos Aires era un
territorio in cui
lindustria del
narcotraffico spacciava
i residui della

lavorazione. La droga pi diffusa era il paco, una sostanza fidei del popolo, perch l agisce la grazia di
a basso prezzo, tanto aggressiva.
Cristo. Ai vescovi del Messico ha detto: Non
lasciatevi prendere dalla vana ricerca di
Il Messico anche un Paese a stragrande maggioranza
cambiare popolo, come se lamore di Dio non
cattolica
avesse abbastanza forza per cambiarlo.
Eppure un luogo di contraddizione. Da un lato evidente
la fede autentica di popolo, alla quale Francesco ha voluto Parlando della piaga della pedofilia durante
abbeverarsi da pellegrino. Dallaltro, per, la devozione
il viaggio di ritorno, il Papa ha detto che un
cos viscerale a Ges e Maria si scontra con fenomeni di
vescovo che cambia la parrocchia a un saceruna tale disumanizzazione rispetto ai quali sembra che un dote, quando si verifica un caso di pedofilia,
popolo intero non riesca a trovare contromisure. Anche
un incosciente, e la cosa migliore che possa
per questo il Papa ha invitato a guardare a Cristo e
fare presentare la rinuncia.
allesempio della Madonna come sorgente per una
significativo che il Papa accosti la pedofilia
umanit nuova.
alle messe nere. Nella sua percezione
gli abusi sui minori, soprattutto quando sono
Prima di tornare in Vaticano, il Papa ha incontrato i carce- perpetrati da religiosi, richiamano a un
rati a Ciudad Jurez. Il tema delle carceri ricorrente nel
sacrificio umano con tratti diabolici.
suo pensiero?
Non si tratta di uninsistenza volta a
Anche visitare i carcerati unopera di misericordia
compiacere le dinamiche mediatiche. Per
corporale. Nellanno del Giubileo straordinario, Francesco Francesco, nella pedofilia si tocca il cuore del
vuole accompagnare tutta la Chiesa su questa strada. Il
mistero del male che tanto pi devastante
discorso rivolto ai carcerati stato uno dei momenti pi
quanto pi va a stravolgere il rapporto di
toccanti della visita: il Papa ha ribadito la dinamica della
fiducia tra le nuove generazioni e chi
misericordia che non forza dallesterno, ma si fa carico
dovrebbe raccontare loro lamore di Ges.
delle situazioni difficili e apre a un futuro che non mai
perduto per sempre.
La Cina andare l: mi piacerebbe tanto!,
ha detto il Papa in aereo verso Roma.
Alla Madonna di Guadalupe, il Papa ha confessato di aver unipotesi realizzabile e in quali tempi?
chiesto che i preti siano veri preti, e le suore vere suore, e I tempi non li conosciamo. Francesco ha dato
i vescovi veri vescovi.
un messaggio chiaro alla Cina: lui pronto ad
La conversione pastorale della Chiesa alla base. In questo andare. Stima la civilt cinese ed vicino al
richiamo continuo a dover essere autentici preti, suore e
popolo. I cattolici e i vescovi cinesi sono
vescovi non c accanimento rigorista. Semplicemente, il
confortati dalla predicazione del Papa, che
Papa suggerisce a tutti di riconoscere la sorgente della
seguono con facilit attraverso i nuovi media.
vocazione. Bisogna ricordare che allinizio c stata una
sorprendente quello che accade in Cina
forza attrattiva e liberarsi dalle dinamiche di
nellAnno della misericordia: si aprono
atrofizzazione.
centinaia di porte sante, anche nei villaggi pi
Francesco valorizza e plaude quelli che vivono la
piccoli e i vescovi scrivono le lettere pastorali
vocazione come servizio al popolo di Dio, mentre mette in riprendendo i contenuti della Misericordiae
guardia quanti riducono la vocazione religiosa a un lavoro Vultus. Tutti attendono che si riesca a trovare
o, peggio, a uno strumento di dominio.
la via per normalizzare i rapporti tra la Santa
unesperienza che lui stesso ha vissuto da sacerdote e
Sede e il Governo, affinch sia pi facile per i
vescovo. Limmagine di un popolo fedele e buono che
cattolici vivere la fede in una dimensione
viene oppresso dal clero. Il Papa non tollera che il popolo
quotidiana.
sia maltrattato. Per questo invita sempre a seguire il sensus
Riccardo Benotti

Organizzazione Tecnica Ariminum Viaggi e Robintur Viaggi, IOT e Brevivet - Polizza assicurava R.C. Allianz n. 74372043

ROMA - Giubileo della Misericordia:


- PELLEGRINAGGIO DIOCESANO presieduto dal vescovo Douglas Regaeri (un giorno, 25 aprile 2016) 50 euro
- PELLEGRINAGGIO con le parrocchie di Budrio e di Longiano (due giorni, 24 e 25 aprile 2016)
150 euro
- PELLEGRINAGGIO con lUNITALSI Cesena

(due giorni, 24 e 25 aprile 2016, iscrizioni presso Umberto e Giovanna, 329 6484489, 333 2995808) 150 euro

LOURDES
- 3 giorni, dal 16 al 18 maggio 2016 - in aereo - con la parrocchia di San Domenico di Cesena

da 540 euro

SAN GIOVANNI ROTONDO


- 3 giorni, dal 2 al 4 giugno 2016 - Monte SantAngelo e Manoppello (con il gruppo di preghieraSan Pio da Pietrelcina) 190 euro

PROGRAMMI IN PREPARAZIONE
LISIEUX: 6 giorni (inizio luglio 2016), in pullman - La sant femminile in Francia e in parcolare Santa Teresa di Ges Bambino e i suoi
san genitori Luigi e Zelia Marn - Visite a Caen, Alenon, Nevers, Paray Le Monial
TERRA SANTA: 8 giorni, dal 6 al 13 oobre 2016 - aereo - Nazareth, Monte Carmelo, Cafarnao, Lago di Tiberiade, Gerico, Betlemme, Gerusalemme

10

Attualit

Gioved 25 febbraio 2016

Tv2000:Revolution - Pregate per me


diventa quotidiano

loro lavoro, la parte della loro esistenza che


ha bisogno dellamore degli altri, o che
potrebbe meritarlo. A Revolution - Pregate
per me si alterneranno artisti, politici,
lavoratori, sindacalisti, banchieri, studenti,
evolution, il programma condotto da Arianna Ciampoli, arriva
religiosi e laici personaggi dello spettacolo o
sugli schermi di Tv2000 anche in versione quotidiana, dal marted della cultura, personaggi famosi e persone
al venerd (ore 19,35).
comuni. In studio un pubblico di ventenni,
Pregate per me chiederanno gli ospiti, famosi o sconosciuti,
chiamati a interagire con la conduttrice e a
intervistati dalla conduttrice. Racconteranno la loro storia mettendo in porre domande agli ospiti. Spiega
luce unaspirazione, una vocazione ma anche una debolezza, una
Alessandro Sortino, ideatore e autore della
difficolt ad essere compresi, una riessione - si legge in un comunicatrasmissione: Vogliamo coinvolgere il
to -: offriranno il centro spirituale della loro vita, della loro storia, del
pubblico di Tv2000 con incontri

sorprendenti. Non si prega solo per i


malati, o per i parenti, ma anche per i
cattivi, per gli atei, per chiunque cerchi di
mettersi in qualche modo a servizio degli
altri, anche semplicemente raccontandosi e
affidandosi. E anche per chi non crede.
Revolution - Pregate per me un
programma di Alessandro Sortino, Arianna
Ciampoli e Alessandra Ferrari, che con la
regia di Valentina De Renzis va in onda su
Tv2000, visibile sul canale 28 del digitale, 18
di TivuSat, 140 di Sky, in streaming su
www.tv2000.it

Pena di morte: nellAnno del Misericordia papa Francesco chiede una moratoria
FOTO ARCHIVIO SIR

a proposta di compiere un
gesto coraggioso ed
esemplare: che nessuna
condanna venga eseguita in
questo Anno Santo della
Misericordia. lultimo capitolo
di una battaglia che sta
particolarmente a cuore a papa
Francesco: la difesa della dignit
delluomo, di tutti gli uomini,
anche di coloro che hanno
sbagliato.
Papa Francesco lancia la sua
ultima provocazione allAngelus
di domenica 21 febbraio. Si rivolge
alla coscienza dei governanti
perch si giunga a un consenso
internazionale per labolizione
della pena di morte. Il suo appello
contenuto in un messaggio di
saluto a un convegno
internazionale dal titolo Per un
mondo senza la pena di morte. A
promuoverlo la Comunit di
SantEgidio che da anni si batte
per labolizione della pena
capitale e per questa causa ha
chiamato a Roma ministri della
giustizia e rappresentanti di
governo di circa 30 Paesi del
mondo. Dalla Mongolia, alla
Cambogia, dal Sud Africa alla
Costa dAvorio.

condannato a morte che sulla


croce stato in grado di
perdonare coloro che lo stavano
crocifiggendo. Un uomo che ha
sradicato ogni istinto malvagio a
ogni progetto di morte, rendendo
il comandamento non uccidere
universale.

un mondo migliore
quello che rinuncia alla pena capitale

La battaglia per labolizione della


pena di morte si imbatte in
questo periodo con un sentire
comune che sempre pi tentato
di vedere nella punizione
esemplare la via per risolvere le
grandi sfide del terrorismo e della
criminalit. Il ministro della
giustizia italiano Andrea Orlando
ha parlato di un morbo da
sradicare anche perch
lesperienza insegna che la pena
di morte non un deterrente alla
criminalit, soprattutto per coloro
che causano la morte uccidendo
se stessi, in nome di Dio.

Dunque se anche nel nostro


Paese, la pena di morte non c
pi, la sfida oggi quella di
una convinzione che
Dopo lappello lanciato allAngelus dal Papa perch nessuna condanna vincere
serpeggia nei cuori secondo cui la
venga eseguita in questo Anno Santo della Misericordia, trenta ministri sicurezza delle nostre citt passa
pene sempre pi rigide
della Giustizia di diversi Paesi del mondo si sono incontrati a Roma per attraverso
e severe. Alla logica della morte
discutere sulla moratoria. Il cardinale Marx: La Misericordia la ribellione non si risponde con la morte, ha
Molti obiettivi in questi anni di
detto il ministro Orlando. E la
di Dio nei confronti del male, della violenza, della morte
lotta sono stati raggiunti. Negli
vendetta una strada buia che
anni 70 erano appena 16 i Paesi
immette su una spirale di
abolizionisti. Oggi sono diventati
violenza pericolosa.
141. La Mongolia e la Costa dAvorio
abbiano abolito la pena di morte
Reinhard Marx, arcivescovo di Monaco Una moratoria delle pene capitali pu
sono gli ultimi due Paesi che hanno
una buona notizia che fa sperare per
e Frisinga e stretto collaboratore di
rappresentare un periodo di tempo in
eliminato completamente ogni
un futuro migliore del mondo.
papa Francesco una porta aperta
cui riflettere e trovare vie percorribili
riferimento alla pena di morte.
alla vita e al perdono di tutti. la
per garantire giustizia e sicurezza e
Laccelerazione si avuta negli ultimi
Ora nel cammino dellumanit per la
ribellione di Dio nei confronti del
comprendere a dirla
30 anni: dal 1990 sono pi di 50 i Paesi
difesa della vita umana, c la novit
male, della violenza, della morte.
con Marco Impagliazzo
che lhanno cancellata
portata dallAnno giubilare che papa
della SantEgidio, che un mondo
dallordinamento giuridico per ogni
Francesco ha dedicato alla
La Misericordia richiede un atto di
senza pena di morte non pi indifeso
forma di reato e in un tempo di
misericordia. Ci sono grandi
fiducia nelluomo, in tutti gli uomini.
o pi debole, ma semplicemente
rinascenti conflitti, terrorismo e
aspettative in ogni angolo del mondo.
Per noi cristiani ha spiegato Marx
migliore.
violenza diffusa, lidea che molti Paesi
La misericordia spiega il cardinale
la misericordia ha il volto di un uomo
Maria Chiara Biagioni

Diocesi di Cesena-Sarsina
Commissione Gaudium et Spes per i problemi sociali, il lavoro, la giustizia, la pace, la salvaguardia del Creato

Domenica 6 marzo

Amministratori e politici in ritiro al Monte


Domenica 6 marzo presso il monastero di Santa Maria del Monte, a Cesena, si terr lannuale incontro di riflessione promosso dalla Commissione diocesana Gaudium et Spes
e rivolto in particolar modo a tutti gli operatori impegnati in campo sociale e politico.
Tra i compiti principali della Gaudium et Spes, lanimazione secondo lo spirito e gli
orientamenti della Dottrina Sociale della Chiesa.
Relatore dellincontro sar il nostro vescovo monsignor Douglas Regattieri, delegato allultimo Convegno ecclesiale nazionale di Firenze
ore 8,30 ritrovo e introduzione sul tema Una Chiesa in uscita

per abitare le nostre citt


Le vie verso l'umanit nuova
ore 11

Santa Messa

Attualit

l nome della rosa era la sua croce


e delizia. Si incavolava a morte
quando lo si ricordava come il
suo miglior romanzo. Eppure in
quel romanzo cera tutto Umberto
Eco (nella foto Sir), lo scrittore
italiano tra i pi conosciuti, e
venduti, nel mondo, con il suo
gusto per il paradosso, le trappole
per il lettore, i segni del linguaggio,
la storia medioevale, la religione. La
semiotica, lo studio dei segni, che lui
aveva sdoganato assieme ad altri in
Italia, il gusto per il medioevo come
arcipelago di piccole ma intriganti
ancora oggi storie, il giallo che
diviene metafisica, ne hanno fatto
un unicum pi volte imitato ma mai
raggiunto nella sua semplice
complessit. Perch per fare un
Nome della rosa bastava mettere
assieme profonda cultura
linguistica, conoscenza storica,
riuscire a costruire una serie di
avventure vere ma nel contempo
attraenti e soprattutto intelligenti,
mai scontate. Quando altri
cercarono di imitarlo si trovarono di
fronte alla mancanza delluno o
dellaltro di questi elementi.

IN MORTE DI UN INTELLETTUALE |

Addio a Umberto Eco


il semiologo che cerc il segno dellesistenza

La riforma dei media vaticani


procede con discrezione
e decisione
L

a riforma della comunicazione procede con


discrezione e decisione. Commenta cos
monsignor Dario Edoardo Vigan, prefetto
della Segreteria per la comunicazione, la nomina ad
interim di Giacomo Ghisani a legale rappresentante e
responsabile dellUfficio amministrativo della Radio
Vaticana. In una nota esplicativa, diffusa dalla Segreteria
per la comunicazione insieme alla nomina di Ghisani,
viene ricordato che papa Francesco - con il Motu Proprio
del 27 giugno 2015 Lattuale sistema comunicativo - ha
istituito la Segreteria per la comunicazione affinch tutte
le realt, che, in diversi modi fino ad oggi si sono
occupate della comunicazione, vengano accorpate in un
nuovo Dicastero della Curia romana. Le realt
interessate sono: Pontificio Consiglio delle
comunicazioni sociali; Sala Stampa della Santa Sede;
Servizio Internet Vaticano; Radio Vaticana; Centro
Televisivo Vaticano; LOsservatore Romano; Tipografia
Vaticana; Servizio Fotografico; Libreria Editrice Vaticana.
Al Consiglio dei cardinali - si legge nella nota unitamente al progetto di fattibilit, stata presentata in
data 9 giugno 2015 una timeline che indicava la
gradualit del processo di unificazione delle realt
esistenti per le quali, comunque, stato precisato che
dalla data di pubblicazione del presente Motu Proprio,
dovranno proseguire nelle attivit proprie, attenendosi,
per, alle indicazioni date dalla Segreteria per la
comunicazione.
Il processo si avviato e dal 1 gennaio 2016 il Pontificio

Consiglio delle
comunicazioni sociali e la
Sala Stampa della Santa
Sede sono realt gi accorpate, sia dal punto di vista
amministrativo sia del management. Nulla viene
modificato circa la competenza della Segreteria di Stato
per quanto attiene alla comunicazione istituzionale.
Nel 2016, secondo la timeline presentata e approvata,
viene spiegato nella nota, previsto il lavoro complesso,
ma certamente positivo di accorpamento di Radio
Vaticana e del Centro Televisivo Vaticano, unificazione in
parte gi avviata nella pratica per alcuni servizi (ad
esempio il servizio cerimonie, per la produzione e la
distribuzione dellaudio e del video delle cerimonie
papali e di altri importanti eventi vaticani) e per il
migliore impiego di alcune risorse umane. In questo
quadro si comprende il motivo per cui, alluscita - alla
fine del mese di febbraio - per ragioni di scadenza dei
rispettivi mandati quinquennali e pensionistiche, di due
figure dirigenziali, il direttore generale, padre Federico
Lombardi, e il direttore amministrativo, Alberto
Gasbarri, non si proceda alla loro sostituzione con
analoghe figure dirigenziali, ma alla nomina di un legale
rappresentante e di un responsabile dellUfficio
amministrativo, nellunica figura di Giacomo Ghisani,
attualmente gi vicedirettore generale della Segreteria per
la comunicazione e ottimo conoscitore della realt della
Radio Vaticana per avervi lavorato molti anni come
responsabile dellUfficio legale e relazioni internazionali.

MONSIGNOR
DARIO EDOARDO VIGAN,
PREFETTO
DELLA SEGRETERIA
PER LA COMUNICAZIONE
(FOTO SIR)

Lattuale processo di ristrutturazione, sottolinea la


Segreteria, si accompagna a quello della formulazione di
nuovi Statuti non solo del Dicastero, ma anche del
previsto ente collegato che garantir la rappresentanza
legale sia nelle sedi istituzionali che in quelle europee ed
internazionali. Oltre ai nuovi Statuti si provveder anche
alla riformulazione delle tabelle organiche della nuova
realt unificata.
Il lavoro che ci attende una grande occasione per poter
valorizzare, in entrambi gli enti, le aree di eccellenza e il
patrimonio costituito del multilinguismo e
multiculturalismo.
In questa fase il Centro Televisivo Vaticano continuer a
fare riferimento a Stefano DAgostini per lordinaria
amministrazione. Il personale di Radio Vaticana, oltre a
Ghisani per le questioni amministrative, far riferimento
per quanto riguarda lattivit redazionale e la situazione
delle diverse redazioni linguistiche (cio lattuale
direzione dei programmi) a padre Andrzej Majewski,
mentre per gli aspetti tecnologici, compresi acquisti e
sviluppo progetti (cio lattivit e le competenze
dellattuale direzione tecnica) a Sandro Piervenanzi.
La Segreteria per la comunicazione, conclude la nota,
seguir con cura e attenzione tale processo, per
agevolare soluzioni di eventuali difficolt e garantirne il
successo.

di Zeta

Lanticipo di primavera rende il territorio simile a un giardino


Ci vogliono occhi per vedere e cuori attenti, capaci di ascoltare

Il prossimo, chi costui?

11

abbiamo che nudi segni si


nascondeva la tentazione mai
di Marco Testi
sopita ad arrivare alla rosa
primigenia, la rosa delle rose, al
platonico modello originario cui
solo si pu tendere, senza mai, su
questa terra, afferrarne il profumo
abissale.
Eco prefer impegnarsi non nella
stata una ricerca onesta, la sua, e
La ricerca semiotica non gli imped
polemica politica immediata, ma nel
un onesto tentativo di far
di lasciare libert ai suoi lettori, di
costume, in modo da poter parlare
dimenticare lunicit di quel suo
dire loro: ecco le pedine del gioco,
anche di grandi sistemi, come
antico e celeberrimo romanzo che
se volete provate a cercare il
quando si trov a fare i conti con
secondo lui rischiava di farlo
creatore del gioco.
una delle pi gravi colpe che
diventare lo scrittore di un solo libro. Gli scontri ideologici sulla sostanza
secondo lui minacciavano lessere
E per rimane, anche nelle altre
di Dio nel medioevo cos presenti
umano, la stupidit. Ma in molte
opere, quella lezione di
in alcuni suoi romanzi, le tesi
delle sue opere si sentiva fortemente
innalzamento della curiosit al
fascinose delle grandi e misteriose
il grande richiamo della metafisica,
rango di ricerca esistenziale, non
sette esoteriche, si pensi a Il
della religione intesa come
solo come insinuazione di dubbio,
Pendolo di Foucault, lo avevano in
riflessione sul sacro e anche sulle
ma come desiderio di capire il senso qualche modo affascinato. Magari
sue derive superstiziose e
del mondo. Non escludendo
vita.
lui le avr prese in giro, ma nel
reazionarie.
nessuna motivazione. Rimaneva
Lo humour del suo Guglielmo di
contempo il professor Eco sembra
I roghi accesi significavano per lui
fortissima in lui la lezione del
Baskerville era il suo, era quello di
quasi rimpiangere tempi in cui si
una parte della storia del sacro, che un uomo che cerca oltre le
filosofo austriaco Wittgenstein, la
cercava qualcosa, in confronto a
accedeva da porte profonde alla
convinzione che noi non avessimo
apparenze e che dissacra tutto
tempi, i suoi, i nostri, in cui le
coscienza umana. Attaccava le
che segni, parole, e che dovessimo
perch vuole arrivare a credere
uniche cose a essere cercate sono
costrizioni alla fede ma non poteva
partire solo da quelli, senza troppo
persuaso, e non costretto, tanto da
gli ultimi modelli di smartphone,
fare a meno di raccontare
andar oltre. Ma nello stesso tempo,
far gridare ogni tanto degli
sdraiati sul marciapiede dove si
laspirazione a sapere la verit, a
scandalizzati maestro! al suo unico in quella misteriosa frase posta a
passer la notte in attesa
tentare domande sul perch della
conclusione del suo romanzo, non dellapertura del negozio.
allievo, il giovane Adso.

Giacomo Ghisani nominato ad interim responsabile


di Radio Vaticana

il Periscopio

Gioved 25 febbraio 2016

ifficile rimanere indifferenti a una primavera cos anticipata. troppo


bello il nostro territorio per non notarlo per lennesima volta. Ogni anno
uno stupore nuovo mi prende. Vorrei riuscire a trasmettere questi
sentimenti a quanti si accostano a questo spazio. Se ci abituiamo a quanto
abbiamo sotto gli occhi, significa che anche sul nostro cuore si stratificato
qualcosa di troppo. Non vero che gli adulti non si commuovono.
In pi, siamo immersi nella Quaresima, in quel periodo dellanno liturgico che
invita tutti alla riflessione, alla meditazione, al silenzio, allascolto. Esercizi per
nulla semplici, tenuto conto degli anni digitali in cui siamo immersi. Miliardi di
messaggi ci sovrastano, ci entrano dentro. Condizionano le nostre vite.
Influiscono sul nostro umore, sulla nostra attenzione, sulla nostra capacit di
metterci in relazione con chi ci sta davanti.
Allora ben venga la Quaresima, mi viene da dire. Ci vuole un attimo di sosta. Lo
dico prima a me stesso. Labbiamo gi scritto su queste colonne nelle ultime
settimane, ma penso valga la pena ripeterlo. Il nostro prossimo chi , in
definitiva? Quello di cui parliamo sempre, quello che vorremmo aiutare. Quello
a cui vorremmo stare vicini, tendere una mano, portare una parola di conforto.
Chi costui?
S, diciamocelo, a volte diventa un alibi, una scusa che tiene per la nostra
indifferenza. Va bene il prossimo. Anzi, va benissimo. Ma chi in realt? Ci

aiuta la bellezza della natura di queste giornate di fine


febbraio. Ci aiuta a soffermarci a scrutare un tramonto
dincanto (come quello di sabato sera) o a stupirci ancora
una volta per la fioritura degli albicocchi e i primi accenni
di rosa dei peschi. Lo stupore un moto dellanima. una
commozione che prende il cuore, lo fa sobbalzare, lo ferma
quasi. Fa trattenere il respiro, per poi rilasciarlo pi carico
di prima per il fascino ricevuto, per la bellezza goduta.
Lo stesso deve accadere con le persone. Le pi vicine.
Quelle che vivono nella nostra stessa casa. Il marito e la
moglie. I figli. I genitori. I nonni. I colleghi di lavoro. Gli
amici, vecchi e nuovi. Quelli sono il mio prossimo. Sono
coloro che si aspettano da me un gesto di attenzione,
semplice semplice. Basta la sintonia, quel sentirsi subito
rasenti che fa scattare la condivisione, come accade tra
due giovani quando si accende la scintilla
dellinnamoramento.
Il cristiano il perenne innamorato. colui che si
meraviglia a ogni risveglio. Che non lo d mai per scontato
e allora la apprezza. Apprezza molto. Il silenzio la ricetta
giusta. Un po di sano deserto, come ci consigliavano quei
santi preti che ci hanno introdotto nella Chiesa e poi ce
lhanno fatta amare. Grati. Desideriamo essere grati. Allora
lo sguardo si fa pi limpido, pi sincero. E il mondo pi
abitabile. (918)

12

Cesena

Gioved 25 febbraio 2016

Lo slogan del Mercato e dello Ior lanciato agli alunni

Aveva 93 anni
Addio a don Quinto

Mangio la frutta vivo a colori


tengo lontani tutti i tumori

e buone abitudini si imparano fin


da piccoli. E quello che il Mercato
ortofrutticolo di Cesena sostiene
da tempo e per questo, insieme
allIstituto oncologico romagnolo, ha
promosso mattinate di formazione (e
gioco) presso alcune scuole del territorio.
San Mauro Pascoli, Calisese e SantEgidio
sono state le tre tappe che hanno portato
oltre 350 ragazzi delle scuole medie a
conoscere la frutta e la verdura del
territorio e la loro stagionalit. Ad

animare questi incontri ci ha pensato


lesperto Daniele De Leo, in grado di
coinvolgere gli alunni in un gioco dal
messaggio chiaro: mangiare frutta e
verdura fa bene, specie se di qualit.
"Mangio la frutta, vivo a colori, tengo
lontani tutti i tumori". Era questo lo
slogan che De Leo ha impresso nei
ragazzi facendoli cantare e giocare.
"Nella mission del Mercato ortofrutticolo
di Cesena - spiega Domenico Scarpellini,
presidente del Mercato - c anche quella

educativa. Insegnare a bambini e ragazzi


a mangiare sano, equilibrato,
aumentando il consumo di frutta e
verdura di qualit specie del territorio,
uno dei nostri obiettivi. Grazie a queste
tre mattinate abbiamo incontrato
centinaia di ragazzini e loro sono tornati
a casa trasmettendo alle famiglie il
desiderio di mangiare pi frutta e
verdura. Questa educazione alimentare
che vogliamo continuare a portare nelle
scuole".
Partner del Mercato stato lo Ior che si
reso parte attiva tramite un gruppo di
volontarie. Al termine di ogni mattina i
ragazzini hanno potuto consumare
spiedini di frutta composti con i prodotti
di qualit offerti dal Mercato e
sapientemente realizzati dalle volontarie.
Nelle due tappe cesenati stato presente
anche il Comune di Cesena, con il
sindaco Paolo Lucchi e lassessore alla
scuola Simona Benedetti.

Collaborazione conTechnogym

Risorsa Wellness
Premiati studenti
delVersari-Macrelli
Studenti sugli scudi. Anche questanno, in
occasione del Workshop "Wellness Valleybenessere in Romagna" organizzato dalla
Wellness Foundation il 17 febbraio scorso
presso il Technogym Village, stato ripresentato il progetto curato dalla classe 3D
commerciale dellIstituto Versari-Macrelli di
Cesena, "Lo sport e il wellness in Romagna.
Alla ricerca delle strutture e degli eventi
sportivi", gi presente nella lista delle eccellenze della Wellness Valley dal 2014. La collaborazione con la Wellness Foundation
sinserisce nellambito di un pi ampio progetto scolastico che la classe sta portando

avanti dal primo anno di corso. Gli studenti


hanno creato un sito Internet di grande utilit per tutti gli amanti dello sport e del benessere (www.turismosportivoromagna.jimdo.it), allinterno del quale sono reperibili
dati e informazioni sui principali sport praticati in Romagna, le strutture alberghiere attrezzate per laccoglienza di specifiche categorie di sportivi, gli eventi e le iniziative a sostegno dei sani stili di vita presenti nel nostro
territorio.
La collaborazione con la Wellness Foundation implica una costante mappatura delle
principali strutture alberghiere presenti nel-

TECHNOGYM, 17 FEBBRAIO: IL
PRESIDENTE NERIO ALESSANDRI PREMIA
GLI STUDENTI DEL VERSARI-MACRELLI

la Wellness Valley rispondenti a specifici criteri e requisiti, laggiornamento continuo del


sito, il reperimento di dati relativi a tutte le
iniziative promosse da enti pubblici e privati a supporto del Wellness e della cultura del
benessere. Ad alcuni studenti in rappresentanza dellIstituto stata consegnata direttamente dal presidente della Fondazione,
Nerio Alessandri, una targa per il lavoro svolto in questi anni. Le docenti referenti del
progetto sono Francesca Melagranati e Monica Morelli.

Ancora una volta la comunit cristiana stata


convocata nella chiesa Cattedrale di Cesena
per vivere, nella luce della fede, il congedo da
un sacerdote del nostro presbiterio: nella
notte incontro a gioved 20 febbraio stato
chiamato alleternit don Quinto Rubertini.
Don Quinto nato nellormai lontano 17
ottobre 1923. Ha vissuto la sua prima et a
Cesena, nella parrocchia di Santa Cristina, in
quei giorni allietata da numerose vocazioni al
sacerdozio. I primi studi nel Seminario
diocesano sono proseguiti nel Ponticio
Seminario regionale di Bologna. Quando il
Seminario regionale fu costretto a chiudere le
porte per lincalzare degli avvenimenti bellici,
Quinto ritorn in Diocesi e complet nel
Seminario diocesano gli studi teologici. Fu
ordinato sacerdote in Cattedrale il 20 aprile
1946 assieme ad altri sette compagni di
corso, per il ministero del vescovo Beniamino
Socche; tempi fecondi, pur affaticati
dallimpegno della
ricostruzione.
Abitando in Seminario, don
Quinto fu da subito
impegnato come insegnante
di italiano e lingua francese;
un insegnamento molto
apprezzato dai numerosi
alunni che ancora oggi ne
conservano un grato ricordo. Insegnamento
che poi continu nella nuova sede del
Seminario, in localit Case Finali, no al
1975. Nel frattempo don Quinto aveva
conseguito allUniversit di Bologna la laurea
in Lettere e Filosoa. Fece le sue prime
esperienze pastorali in aiuto al parroco di
Macerone; successivamente a San Domenico e
nella nuova parrocchia di Santa Maria della
Speranza, in zona Ippodromo. Dal 1954 al
1969 fu assistente diocesano dellAzione
Cattolica femminile; dal 1981 al 1991 fu
missionario in Svizzera per lassistenza
spirituale agli italiani emigrati nella
Confederazione elvetica. Anche in quella
esperienza pastorale profuse le preziose
risorse del suo carattere e della sua
testimonianza sacerdotale.
Tornato in Diocesi, abit nella sua casa
costruita sulle pendici del Garampo,
premurosamente assistito dalle sorelle,
soprattutto quando la salute divenne sempre
pi malferma. Per diversi anni, nch le forze
lo hanno sostenuto, ha collaborato con molta
cordialit con il parroco di Santa Maria del
Rosario in Sala di Cesenatico, sempre
coltivando gli amati studi di Teologia e
Letterature europee, ancor pi le amicizie che
lo legavano al presbiterio diocesano e alle
tante persone incontrate nelle diverse
esperienze del suo lungo servizio
sacerdotale.
Una stagione particolare ha vissuto don
Quinto dopo il rientro dalla Svizzera:
incontrando lesperienza della Piccola
Famiglia della Resurrezione di Valleripa ha
reintrodotto il suo cammino di fede nel
Mistero della Parola di Dio, studiando
accuratamente le liturgie bibliche e
sostenendone lo studio intrapreso da molti
amici.
Piero Altieri

Cesena

Gioved 25 febbraio 2016

Il 3 marzo concerto al Carisport con la musicista cesenate

ncora una grande


collaborazione musicale per la
violoncellista cesenate
(originaria di Borello per la
precisione) Cecilia Biondini. Il 3
marzo Battiato e Alice si esibiranno al
Carisport per un concerto che si
annuncia da tutto esaurito. Sul palco
ci sar anche Cecilia, che fa parte di
un ensemble di archi e piano che,
insieme alla band, accompagner i
due cantanti. La cesenate
accompagner i due cantanti per tutto

il resto del tour.


"Collaboro con questa orchestra da
quasi un anno - spiega la musicista che lavora costantemente con tanti
artisti. Sono molto felice e onorata di
poter suonare per Battiato, uno dei
pi grandi artisti della musica italiana.
Questa si va a unire alle tante
esperienza che ho gi avuto come il
festival di Sanremo, Emma, con la
Ruggiero, la collaborazione con la
trasmissione "Amici" tanto per citare
le pi note. Ogni tour mi fa crescere e

Il 2 marzo
Cena con delitto
ma a fin di bene

Battiato e Alice. A destra, Cecilia Biondini

Il violoncello di Cecilia
con Battiato e Alice

13

so che sar unesperienza bellissima


anche questa".
Battiato e Alice saranno accompagnati
dallEnsemble Symphony Orchestra
diretta da Carlo Guaitoli, Ensemble
con cui Battiato si gi esibito per un
breve tour nel luglio 2015 e che
formato dallo stesso Guaitoli
(direzione dorchestra e pianoforte),
Angelo Privitera (tastiere e
programmazione), Osvaldo Di Dio e
Antonello DUrso (chitarre), Andrea
Torresani (basso) e Giordano Colombo
(batteria). Il concerto sar diviso in
parti diverse ma comunicanti tra loro.
Fra i due cantanti verr a rinnovarsi
unintesa artistica profonda tra due
anime affini, nella celebrazione di un
legame che rimasto solido anche
quando i rispettivi percorsi non si
sono incrociati direttamente.
Cr

Un delitto a fin di bene. Il 2 marzo alle


20.30 al teatro Verdi si terr una
grande serata allinsegna del buon
cibo, dello spettacolo e della
beneficenza, organizzata dal gruppo
"consorti" del Rotary club.
Nella formula della "Cena con
Delitto", si inviteranno i partecipanti
suddivisi per tavoli (ogni tavolo una
squadra investigatrice) a diventare
detective per tentare di risolvere un
atroce omicidio avvenuto tra le quinte
del Teatro Verdi in unambientazione
anni 20.
Lassassino, che si nasconde tra cinque
enigmatici personaggi delle cena,
prover a confondere e a cancellare le
prove del suo delitto tra una portata e
laltra. La cena servita, mentre gli
attori si muoveranno tra i tavoli ed
organizzata per sostenere lattivit del
Banco di Solidariet di Cesena.
Il Banco di Solidariet attivo a
Cesena da 20 anni. Grazie alle
convenzioni con la "Fondazione Banco
Alimentare" e con il "Banco
Farmaceutico" e alle donazioni dirette,
lAssociazione riceve alimenti, farmaci
da banco e beni di prima necessit che
vengono stoccati nei magazzini di
Cesena e Bagno di Romagna.
Sono circa 600 le persone del
territorio che beneficiano di questi
aiuti.
Per informazioni sulla serata e
prenotazioni contattare Monica al 347
9770928 o Milena al 333 2009174.

Rotary | Siropack e innovazione

San Carlo | Festeggiati gli sposi

Lazienda che dirige ha unet media dei dipendenti che si attesta sui 33 anni e in poco pi
di dieci anni ha registrato sei brevetti. Investe nella ricerca, nellinnovazione e nei giovani.
Attualmente la Siropack rifornisce con le proprie macchine di packaging le grandi
multinazionali nellambito farmaceutico e alimentare. Ecco la Siropack guidata da Rocco
De Lucia insieme con la moglie Barbara Burioli. De Lucia, socio Rotary da un anno, ha
presentato la sua attivit durante la conviviale del club di Cesena dello scorso venerd. (Bb)

Domenica 21 febbraio stata celebrata, allinterno dellanno giubilare della Misericordia, la


festa degli sposi presso la parrocchia di San Carlo. La Messa presieduta dal parroco don Giovanni
Savini ha ricordato, a partire dalla destra, gli anniversari giubilari di: Armando Alessandri e Lucia
Buratti, Gilberto Brunacci ed Elda Caselli, Giovanni Para e Anna Maria Cacciaguerra, Bianca
Sassi e Osvaldo Campana, Arnaldo Rasponi eTerzina Rinaldini, Liana Mordenti e Maurizio
Riceputi, Antonio Giangrandi e Antonella Gabrielli, Raffaella Mureddu e Andrea Guglielmi.

14

Cesena

Gioved 25 febbraio 2016

Encomio ai volontari

Studenti a New York

Avis e Telethon
Binomio
per solidariet
Pi di 50 i partecipanti al pranzo che Avis ha
organizzato, domenica scorsa nella sede di
Hobby terza et a Cesena, come riconoscimento ai volontari per la raccolta di fondi di
Telethon. Una colletta che, nello scorso mese
di dicembre, ha fruttato 6825,50 euro consegnati domenica direttamente nelle mani del
direttore di Telethon Rodolfo Schiavo, presente al pranzo.
A fare gli onori di casa, e organizzatore dellevento, stato Giancarlo Savini, segretario
Avis Cesena. Presente anche il consigliere Edo
Nicolini e la presidente del collegio sindacale
Roberta Fabbri. Fra i volontari, anche un grup-

"Monti" e "Righi"

Fotogallery su www.corrierecesenate.it

po di Scout del "Cesena 1".


"Questo momento - ha detto Savini - labbiamo organizzato per ringraziare tutti voi volontari che vi siete impegnati a favore di Telethon. Il tempo sempre poco, eppure non
avete rinunciato a dare il vostro apporto".
Si commossa Roberta Bevoni, responsabile
provinciale di Telethon: "Grazie, grazie e ancora per il vostro impegno e per lentusiasmo
con cui ogni anno ci sostenete".
La raccolta di dicembre ha permesso di mettere da parte una bella cifra che stata consegnata, sotto forma di un grande assegno, direttamente nelle mani del direttore.

DA SINISTRA, ROBERTA BEVONI,


COORDINATRICE TELETHON FORL-CESENA;
GIANCARLO SAVINI SEGRETARIO AVIS CESENA,
RODOLFO SCHIAVO DIRETTORE DI TELETHON

"Avis Cesena - ha detto Schiavo - sostiene Telethon ancor prima che lAvis nazionale diventasse partner ufficiale. Qui nel vostro territorio vi una grande sensibilit e lo dobbiamo
a volontari come voi. Vi ringrazio inoltre per
questa calorosa, semplice e amichevole accoglienza. Fra di voi mi sembra di essere a casa".
I volontari hanno ricevuto una pergamena di
riconoscimento. Il pranzo stato offerto dalla
concessionaria Pulzoni di Cesena.
Cristiano Riciputi

Sono 11, sono stati selezionati per un


progetto in collaborazione con la Luiss di
Roma e con lassociazione Consules con lo
scopo di preparare i migliori ragazzi italiani
a un dibattito con studenti provenienti da
tutto il mondo che si svolger a New York nei
giorni tra il 3 e il 5 marzo.
Sei sono studenti del Liceo Monti, cinque
studiano al Righi. Hanno dapprima
superato una dura selezione. Insieme hanno
poi affrontato un lungo periodo di
preparazione con momenti di incontro tenuti
da docenti della prestigiosa Universit
romana. A Roma faranno le prove generali
nel prossimo ne settimana, poche ore
prima di imbarcarsi su un aereo con
destinazione New York, sede delle Nazioni
Unite. L prepareranno, con sessioni di
lavoro e incontri coi diplomatici dei Paesi
che rappresenteranno, quella che sar una
vera e propria seduta simulata di una
commissione.
Accompagneranno i ragazzi i dirigenti Dea
Campana e Giancarlo Domenichini.

Musica | Incontri con gli studenti

Auto | Vecchie signore in mostra

Luned 22 febbraio si tenuto in seminario il primo incontro, dei quattro previsti, dei
giovani artisti che studiano al Conservatorio Maderna con gli studenti dei Licei
Almerici, Sacro Cuore e Immacolata. E stato un momento di grande musica: stata
eseguita unopera che il compositore Messiaen ha scritto mentre era prigioniero in un
campo di concentramento nazista ed stata eseguita da quattro artisti: violino,
violoncello, piano e clarinetto.

Lassociazione Collectors historic carclub, presieduta da Alberto Ghini, nei giorni scorsi ha
tenuto un appassionante raduno rievocativo di auto antiche. Si trattato della
manifestazione "Raid citt di Cesena", a cui hanno preso parte trenta autovetture
depoca. Levento ha avuto il sostegno della Bcc di Sala di Cesenatico.

ANNIVERSARIO

Il 5 marzo 2015
salito alla casa del Padre
ANDREA ANDREUCCI
marito, babbo, fratello
affettuoso, insegnante
appassionato, compagno
di strada attento e fedele
La famiglia e gli amici
lo ricordano con grande
affetto. Una Messa
di suffragio sar celebrata
sabato 5 marzo
alle 18 in Cattedrale

RINGRAZIAMENTO
Teresa e Raffaele
Rubertini
ringraziano di cuore
il vescovo, i sacerdoti
concelebranti e quanti
hanno curato la liturgia
eucaristica
di sabato 20 febbraio
in Cattedrale a Cesena
Ringraziano pure tutti
coloro che con grande
affetto e amicizia si sono
uniti in preghiera
per lultimo saluto
al caro fratello
DON QUINTO

Lutto

Anniversario | Sposi da 60 anni

E morto Lidio Rocchi


Un medico, un politico, un giornalista.
Lidio Rocchi aveva in s queste tre
anime. E morto, allet di 87 anni,
gioved della scorsa settimana.
LAssociazione Benigno Zaccagnini ha
ricordato che come medico oncologo
Rocchi stato il fondatore della
Associazione Romagnola Ricerca
Tumori.
Come politico fu esponente della
Democrazia cristiana locale,
proveniente da un gruppo di
appassionati della politica della
parrocchia di Madonna delle Rose. Il
sindaco Paolo Lucchi e il vice sindaco
Carlo Battistini hanno scritto che
"Lidio Rocchi stato un uomo
importante per Cesena, per la vita
sociale, culturale, sportiva e politica
della nostra citt. Ha attraversato la
nostra storia, dal dopo guerra ad oggi,
svolgendo il ruolo di spirito critico,
che nel confronto politico aiutava ad
aprire le menti".

Nozze di diamante (60 anni) per Sergio Geminiani e Serena Scarpellini.


Gli sposi hanno ricordato lanniversario nella Chiesa di San Pietro il 7
febbraio scorso assieme ai 5 figli Donella, Bruno, Gaia, Alga e Chiara, e ai
nipoti Alex, Alice, Mattia, Lorenzo, Francesco, Mos, Steffy.
Con la viva speranza di trasmettere un esempio di vita piena e felice,
benedetta da Dio, alle frecce lanciate verso il futuro.

Cesenatico

Gioved 25 febbraio 2016

15

Cristoforo, il santo collocato "a riposo"


A Cesenatico, nellantica chiesa sulla riva
destra del porto, dopo quasi settecento
anni di onorato servizio in qualit di copatrono della parrocchia, insieme al ben
pi famoso san Giacomo apostolo, dal 1991
stato "collocato a riposo" San Cristoforo
martire. Il fatto, davvero singolare e
certamente pi unico che raro, ha suscitato
qualche perplessit tra alcuni dei
parrocchiani "diversamente giovani" come
si usa dire oggi.
Abbiamo raccolto alcuni elementi, a
cominciare dal contesto storico, per dare
una risposta quanto pi possibile
esaustiva. Ebbene, dopo lo scavo del portocanale di Cesenatico, avvenuto nei primi
anni del 1300, le antiche cronache
testimoniano di un piccolo oratorio
costruito sulla riva destra e gi nel 1325
documentata una fiera il 25 luglio, protratta
alcuni giorni, in onore di San Giacomo.

Esisteva comunque poco lontano dal porto


una chiesa detta di Santa Maria in Valverde,
chiesa poi demolita per disuso nel 1764. Il
piccolo oratorio stato in seguito ampliato
e al nome dellapostolo abbinato anche il
nome di san Cristoforo martire.
Questultimo il santo patrono dei
viaggiatori.
San Cristoforo rappresentato
nelliconografia classica del gigante buono
col bambino Ges sulle spalle e i piedi
nellacqua, appoggiato ad un bastone; la
sua statua, insieme a quella di San
Giacomo che lo osserva dal lato opposto
della navata, entrambe eseguite dallo
scultore e pittore cesenate Francesco Maria
Calligari (1733 - 1801), erano collocate
originariamente nellabside dellattuale
chiesa, in due nicchie ai lati della centrale,
pi alta, in cui era la statua della Madonna
del rosario.

Come noto, la chiesa ricostruita nel 1763,


stata consacrata dal vescovo Aguselli nel
1765. Dopo i lavori di restauro del 1956-58,
quando sono state aperte le due monofore
nel presbiterio ai lati della nicchia centrale
(parroco monsignor Primo Gazzoni) le
statue dei santi patroni sono state
ricollocate dove si trovano attualmente.
Di San Giacomo, fratello di Giovanni
evangelista (i quali venivano
affettuosamente chiamati da Ges
Boanerghs = figli del tuono, per il carattere
esuberante ed irascibile) esiste vasta e certa
documentazione. Giacomo stato anche il
primo degli apostoli ad essere martirizzato
(nel 44 d.C. per volere di Erode Agrippa) e il
suo corpo si trova in Spagna nel grandioso
santuario di Compostela . La dedicazione
della chiesa al santo da sempre venerato
protettore dei pellegrini del tutto
comprensibile per Cesenatico, in quanto il

paese si trova nei pressi dellantica via


Francigena orientale, attraverso cui
scendevano i Romei diretti a Roma. Di
Cristoforo martire, ucciso per la sua
conversione al cristianesimo durante la
persecuzione dellimperatore Decio nel 250
in Licia (attuale Turchia), le testimonianze
sono discordanti, eppure stato uno dei
santi pi venerati del medioevo, in
particolare in Oriente. Non essendovi

Il direttore Davide Gnola rende noti i dati del 2015


A sinistras, il Museo della Marineria
Sotto, Casa Moretti

Musei della citt visitati


da 40mila persone

irca 40mila visitatori hanno


varcato, nel 2015, la soglia del
Museo della Marineria, di
Casa Moretti e
dellAntiquarium di Cesenatico. I dati
li rende noti Davide Gnola, direttore
del Museo della Marineria.
"Siamo soddisfatti per il numero di
visitatori - afferma il direttore - in
quanto la conferma della buona
offerta culturale della nostra citt.
Nel novero dei visitatori abbiamo

conteggiato anche tutti coloro che


hanno frequentato gli eventi
organizzati, come le mostre".
Cerchiamo di dare al nostro museo
aggiunge Gnola unimpronta
aperta alle novit e in continua
evoluzione. Tutti conoscono la
sezione del Museo nel Portocanale,
costituita dalle barche storiche,
mentre la sezione a terra meno
frequentata. Anche molti residenti
del territorio non la conoscono.

Paradossalmente, a volte le visite


sono maggiori da parte dei turisti che
provengono da fuori Romagna
piuttosto da chi abita a pochi
chilometri dalla nostra sede. Gli
ultimi dati mostrano un trend in
aumento circa le presenze al museo".
Date le ristrettezze di bilancio, gli
eventi vengono organizzati a costo
"quasi zero". Ci non significa che
non siano di qualit. Il direttore
anticipa che, durante il week end
della festa del pesce, dal 22 al 25
aprile, sar inaugurata una mostra di
modellini di imbarcazioni
tradizionali.
Cristiano Riciputi

certezze inoppugnabili sulla reale


esistenza di questo personaggio, in
seguito alla revisione del culto dei
santi, il nome del presunto martire
stato "depennato". Resta tuttavia il
dubbio su un non meglio precisato
Cristoforo da Cesenatico rettore della
chiesa sul porto, morto nel XIII secolo
in Aquitania (Francia) in fama di
santit; per non esiste attendibile
documentazione. Dal 1991 (parroco
monsignor Silvano Ridolfi) la
parrocchia di Cesenatico
denominata di San Giacomo Apostolo,
il quale anche patrono della citt, la
cui festa si celebra il 25 luglio.
Nellantica chiesa sul porto le statue
sono, come detto, nelle rispettive
nicchie, una di fronte allaltra e
mentre Giacomo osserva
bonariamente Cristoforo,
questultimo sempre impegnato a
trasportare Ges sullaltra riva del
fiume e chiss cosa gli passa per la
testa.
Ferruccio Dominici

La Cooperativa Sociale C.I.L.S., Cesena

cerca
RESPONSABILE RISORSE UMANE
preferibilmente con esperienza professionale pluriennale nelle seguenti mansioni:
- pianicazione delle politiche del personale;
- ricerca, selezione e assunzione del personale;
- sviluppo delle risorse umane: formazione, valutazione, percorsi di carriera;
- amministrazione e gestione del personale.
Sono particolarmente apprezzate esperienze nel settore no prot e/o aziende di media dimensione (oltre 100 dipendenti).
Requisiti richiesti:
- Laurea in materie umanistiche, economiche o giuridiche;
- residenza nella Provincia di Forl-Cesena;
- spiccate doti organizzative e di pianicazione;
- alte competenze nellambito della comunicazione;
- forti capacit di negoziazione;
- eccellenti capacit nel lavoro di gruppo;
- buona padronanza degli strumenti informatici.
Oresi adeguato inquadramento da CCNL delle cooperative sociali.
Inviare lettera motivazionale e curriculum vitae a segreteria@cilscesena.org ENTRO E
NON OLTRE IL 29 FEBBRAIO 2016.
La cooperativa si riserva di contattare soltanto i candidati ritenuti potenzialmente idonei
alla selezione.

16

Valle del Rubicone

Gioved 25 febbraio 2016

A "Sono Romagnolo", la prima


fiera dellidentit romagnola che
si svolger a Cesena, presso i
padiglioni di Pievisistina, dal 26 al
28 febbraio, sar presente la Pro
loco di Montiano.
"Saremo una delle cucine che
proporranno i piatti tipici della
nostra zona - fa sapere Alessandro
DAltri, presidente
dellassociazione culturale
montianese -. Abbiamo scelto di
esserci per fare conoscere
ulteriormente Montiano alla

| Montiano, la Pro loco non mai ferma


gente. Il piatto tipico sar il
cappelletto con ripieno di cicciolo
che proponiamo sempre alla
nostra maggiore manifestazione,
"Montiano in vita", che si svolge
la terza settimana di settembre,
dal gioved alla domenica".
In vista di "Sono Romagnolo",
DAltri fa il punto delle attivit
della Pro loco: "Lassociazione

attiva dal 2005. Lo zoccolo duro


formato da tre membri a cui si
aggiungono altri volontari che
danno una mano nelle
manifestazioni. Prima della Pro
loco esisteva un "Tavolo unico"
fatto da commercianti, artigiani e
agricoltori. "Montiano in vita" si
deve a loro".
La "Festa del maiale" nata

invece con la Pro loco. Giunta alla


sua undicesima edizione, stata
organizzata lo scorso 24 gennaio e
ha avuto un notevole successo di
pubblico.
La manifestazione si svolta in
piazza Maggiore dove cera il
tendone della Pro loco con uno
stand gastronomico e un palco
dove si poteva vedere, dal vivo, la

lavorazione delle carni di suino


come facevano i nostri nonni.
Nelle vie Cesare Battisti e Vittorio
Veneto stato allestito un
mercatino con circa 30
postazioni.
"Una manifestazione importante
- conclude il responsabile - che da
sei anni entrata a far parte del
nostro calendario "Rombo e
Rock". Si svolge alla fine di
maggio. Presentiamo band
giovanili e auto e moto depoca".
Matteo Venturi

Gambettola La ventinovenne Elisa Ambrosini lavora a Bruxelles, al Servizio giuridico del


Parlamento europeo. Il suo consiglio ai giovani: "Studiate le lingue e cercate di essere eccellenti"

In Belgio pensando alla Romagna


P

rosegue il nostro
viaggio alla ricerca di
giovani che vogliono
raccontare la loro
esperienza lavorativa
allestero. Questa settimana il
racconto giunge da Bruxelles,
capitale del Belgio, dove
abbiamo contattato la
ventinovenne gambettolese
Elisa Ambrosini.
Dove ha studiato e che esperienze lavorative ha fatto in
Italia?
Dopo le scuole dellobbligo a
Gambettola, ho frequentato
ragioneria a Cesena per poi
ottenere la laurea in
giurisprudenza allUniversit
di Bologna. In Italia in estate
ho lavorato come barista, poi
allufficio legale dellex Bcc di
Gatteo. Dopo la laurea sono
stata in uno studio daffari a
Bologna e allUniversit ho
svolto il dottorato in Diritto
dellUnione europea.
Qual il ruolo preciso ricoperto oggi e dove?
Lavoro al Servizio giuridico
del Parlamento europeo a
Bruxelles. In particolare
presto la mia attivit presso la
direzione affari legislativi che
si occupa di fornire supporto
e consulenze nella redazione
della legislazione europea.
Come mai ha deciso di trasferirsi?
Lavorare al Servizio giuridico
del Parlamento era
unesperienza che desideravo

particolari difficolt nello


svolgimento del mio lavoro.
Una nota di colore pu essere
il rapporto giornaliero con
colleghi dal diverso bagaglio
culturale (background), che
pu rendere talvolta non
immediata linterazione.

fare da tempo.
Qual limportanza delle lingue?
La conoscenza delle lingue
necessaria sia per ragioni
professionali che personali.
Qui indispensabile
conoscere almeno linglese e
il francese, perch la maggior
parte del lavoro viene svolto
in queste due lingue. Da un
punto di vista personale, poi,
conoscere le lingue del Paese
in cui si vive di
fondamentale importanza
per integrarsi. In Belgio Il
francese rimane il codice di
interazione principale per la
vita quotidiana. Nonostante
lambiente molto
internazionale di Bruxelles,

parlare francese permette di


conoscere i negozianti, di fare
amicizia con le persone che
frequentano la stessa palestra
e consente di godere appieno
dei numerosi cinema e
spettacoli teatrali che questa
citt offre. Infine, sempre dal
punto di vista delle
dinamiche umane, anche la
conoscenza dello spagnolo ha
i suoi lati positivi. Gli amici
iberici sono tra i pi simpatici
e numerosi compagni di
viaggio che si possono trovare
nella capitale europea.
Quali sono le difficolt del
suo lavoro?
Conosco lambiente del
Parlamento europeo da
diverso tempo e non incontro

Che differenze ci sono rispetto allItalia dal punto di vista


lavorativo?
Si deve, in primo luogo, fare
un distinguo: lavorare per le
istituzioni europee diverso
dal lavorare per unazienda
belga. In generale, chi lavora
nelle istituzioni usufruisce di
formule contrattuali e
trattamenti economici tipici
dellorganizzazione
internazionale, con un
regime fiscale e assicurativo
interno alle istituzioni stesse
seppure, anche in questo
ambito, esistono forme
contrattuali temporanee
soggette al diritto belga. Per
chi si affaccia al mercato del
lavoro nazionale, la differenza
principale con lItalia sta
nelle formule contrattuali
dimpiego, nonch nellentit
del trattamento salariale e
assistenziale. Il contratto a
tempo indeterminato molto
diffuso e, nonostante
laltissima imposizione
fiscale, i salari medi sono pi
alti di quelli italiani. Infine, e
non poco importante, in caso
di perdita del posto di lavoro,
lassistenza economica
assicurata e le agevolazioni
offerte dallo Stato belga

Gambettola | Festeggiati gli sposi


Foto Mario Gambettola

Nel santuario della Madonna Consolata il


parroco di Gambettola don ClaudioTurci
ha celebrato, domenica 21 febbraio, la
Messa della Festa degli anniversari di
matrimonio. Questo lelenco completo
delle coppie festeggiate. Rino Braghittoni
e Lina Brandolini sono stati ricordati per
il 60 di matrimonio. Nozze doro (50
anni): Carlo Braghittoni e Maria Calisesi,
Antonio Calbucci e Annunziata Rocchi,
Vincenzo Calbucci e Fiorella Saraceni,
Franco Carli e MariaTeresa Romagnoli,
Francesco Carcioffola e Giovanna
Lunedei, Alfredo Fantini e Agnese Bono,
Rino Giorgetti e Gloriana Grilli, Giuseppe
Grassi e Paola Grilli, Aurelio Lioy e Maria
Anna Fazio, Giuliano Lucchi e Rita Alvisi, Francesco Mongiusti e Alba Bolognesi, Remo Pandolfini e Carmen Baldissarri, Angelo
Rocculi e Laura Domeniconi. Nozze dargento, (25 anni di matrimonio): Angelo Bernabini e Loretta Bettini, Stefano Bernabini e
Eleonora Ferrara, Claudio Bondi e Barbara Massari, Carlo Bracci e Rossella Ronconi, Umberto Casalboni e Mara Sacchini, Paolo
Molari e Maria Grazia Macchini, Atos Pandolfini e Marilena Brasini, Antonio Paolucci e Francesca Saccomandi, Massimo Renzi e Sonia
Muccioli, Primo Sanulli e Cinzia Lombardi, Stefano Sbrighi e Lauretta Scarpellini,Vincenzo Scavo e Carmela Patan, Ermanno
Silighini e Gloria Procucci, GiampaoloVenturini e Lucia Zammarchi. (Piero Spinosi)

consentono una certa


tranquillit nella ricerca di un
nuovo impiego.
A un ragazzo che sta studiando in Italia cosa consiglierebbe?
Consiglierei di costruirsi
interessi collaterali e
viaggiare. Io, forse, ho capito
tardi limportanza di
esperienze anche leggere e di
svago, che sono occasioni
uniche per entrare in contatto
con persone capaci di
arricchirti. Al tempo stesso, a
un ragazzo italiano consiglio
di studiare tanto, anzi
tantissimo. Gli italiani che
cercano lavoro sono molti
anche qui a Bruxelles. La
concorrenza altissima, con
colleghi di altre nazionalit
che parlano in media 3/4
lingue e finiscono gli studi
prima di noi. La differenza
pu farla solo leccellenza.
Ogni quanto torna e cosa le
manca di pi della Romagna?
Torno a casa circa ogni due
mesi. La Romagna mi manca
moltissimo. In primo luogo
mi manca la mia famiglia. Poi
gli amici di sempre, la
quotidianit fatta di poche
cose normali, sempre uguali,
ma cos belle. Mi manca il
mare, le colline, il sole. E poi,
non da ultimo, mi manca
tantissimo la piadina della
nonna, il prosciutto del
nonno e le verdure che hanno
il sapore delle verdure.
Piero Spinosi

Parrocchia diVillamarina-Gatteo Mare

Ogni domenica mattina


Mezzora con Ges
Continua la proposta della
parrocchia di VillamarinaGatteo Mare denominata
"Mezzora con Ges". Si
tratta di unadorazione
eucaristica che si tiene la
domenica mattina a
Gatteo Mare, dopo la
Messa delle 8 nelle
domeniche dispari, e a
Villamarina prima della
Messa delle 10 (nelle
domeniche pari).
"Si tratta di adorazione eucaristica silenziosa - spiega il parroco
don Mirco Bianchi - con alcune intenzioni ben precise. La prima a
difesa della famiglia fondata sul matrimonio tra un uomo e una
donna; la seconda per il dono della nostra conversione in questo
anno giubilare".
Unaltra proposta per tutti i parrocchiani "Famiglia al cinema".
Domenica 28 febbraio alle 15 a Gatteo Mare ci sar la proiezione
del film "Il paradiso per davvero".

Valle del Savio

Avis: una giornata


dedicata ai donatori
di sangue

Giubileo, un sussidio
per i pellegrini

n sussidio per i pellegrini che


giungono a Sarsina in visita alla
Cattedrale o a pregare sulla
tomba di San Vicinio nel periodo
dellanno giubilare della Misericordia. E
lo strumento pensato dai sacerdoti della
chiesa sarsinate, una delle quattro chiese
giubilari della diocesi in forza del suo
titolo ecclesiale di Concattedrale e
Santuario diocesano.
"Ci sembrava opportuno - spiega don
Fiorenzo Castorri, responsabile del culto
di San Vicinio presso la Concattedrale ed
esorcista della diocesi - dotare i fedeli di
un opuscolo che li accompagnasse in un
percorso di rinnovamento nei
sacramenti".
Il libretto (che verr dato alle stampe nei
prossimi giorni) propone tramite letture
bibliche, meditazioni e preghiere, un
percorso spirituale interno alla
Concattedrale, un piccolo pellegrinaggio
che si sviluppa in tre oasi dello spirito o
stazioni principali: "la memoria del
battesimo, presso la vasca battesimale; la
riconciliazione presso la zona dei

Avis in assemblea. Domenica 28


febbraio si svolger lassemblea
ordinaria annuale dei soci donatori di
Avis Sarsina. La giornata prevede il
ritrovo alle 9 con la Messa nella
Cattedrale di Sarsina, in suffragio dei
soci e benefattori defunti. Alle 10.30
inizier lassemblea nella sala del
Centro Culturale di Sarsina, in via
Roma, 24. Lordine del giorno prevede
il saluto delle autorit e del
presidente, con la relazione sulle
attivit svolte nel 2015 e la
presentazione del bilancio. Seguir il
pranzo sociale presso il Ristorante Del
Lago, a Quarto di Sarsina, dove si
proceder anche alle premiazioni dei
soci benemeriti.

Il libretto propone,
tramite letture bibliche,
meditazioni e preghiere,
un percorso spirituale
interno alla Concattedrale
confessionali contraddistinta per
loccasione da una porta
simbolica denominata Porta del
perdono; e lEucarestia presso il
tabernacolo che conserva Ges nel
segno del pane eucaristico".
Il percorso prevede anche una sosta
presso laltare della Madonna, "esempio
di Colei che si fida e accoglie il mistero di
Dio nella propria vita lasciandosi
trasformare dalla sua presenza". Non si
conclude con un traguardo, ma con una
ri-partenza dalla Cattedrale: il vescovo
Tonino Bello (citato nellopuscolo)
parlava di Anno Santo a rovescio:
"invece di entrare in chiesa, luscirne
verso il mondo carichi dei sentimenti
propri di Cristo, con lassunzione degli
impegni propri del cristiano che vuole

mettersi in gioco come tale: vivere,


pensare e agire come Cristo. Chiedersi,
Cosa farebbe Ges al mio posto, in
questa situazione? e cercare di agire di
conseguenza".
Il percorso pensato e offerto a coloro
che si addentrano senza fretta nelle
millenarie mura della Basilica sarsinate,
e sono disposti a dedicare del tempo alla
propria fede se credenti, o alla riflessione
se atei o agnostici.
Non si tratta di uno strumento per un
pellegrino "mordi e fuggi", ma di una
bussola, una mano tesa per chi si mette
in "cammino insieme a Ges".

Verghereto: si tenuto il confronto organizzato dalla Pro Loco

Impianto eolico, i pro e i contro


Si svolta sabato pomeriggio la prevista assemblea convocata dalla Pro Loco sul progetto di impianto eolico di Poggio Tre Vescovi. Una sessantina i partecipanti, molti
provenienti anche da fuori. Liniziativa si
prolungata fin quasi allora di cena.
Il presidente della Pro Loco Gabriele Moretti ha precisato che lo scopo dellassemblea
era quello di offrire uninformazione pi
completa possibile sullo stato del progetto e,
per questo, sono stati invitati ad intervenire
sia lAmministrazione comunale che il Comitato "Salviamo Poggio Tre Vescovi".
"Ci tengo a sottolineare la neutralit della
Pro Loco riguardo al progetto - ha sottolineato Moretti in una nota ai giornali - pertanto ritengo fondamentale che lassemblea
non degeneri in comizi da parte di chi favorevole o contrario al progetto".
Il sindaco Enrico Salvi e la rappresentante
del Comitato Anna Maria Missiroli hanno

illustrato progetto e rispettive posizioni, con


lAmministrazione comunale fondamentalmente favorevole, anche per i benefici economici che potrebbero derivare al Comune,
e il Comitato rigorosamente contrario per
motivi dimpatto, di difesa dellambiente e
anche per una certa mancanza di chiarezza
sugli aspetti economici e finanziari della societ Geo e dellopera.
Nel corso dellincontro tra emerso che vi
stato un ulteriore "aggiustamento" al progetto "definitivo" che Geo Italia aveva presentato in dicembre alla vigilia dellincontro
convocato tra tutti gli Enti a Roma presso la
Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Il numero complessivo di torri previste per
limpianto, che gi si era ipotizzato di portare a 31 dalle iniziali 36, potrebbe scendere fino a 27, e le torri in territorio del Comune di Verghereto potrebbero diminuire da 3
a una.

Nei prossimi giorni previsto un nuovo incontro a Roma e gli Enti si esprimeranno,
anche se poi, a questo punto, toccher alla
presidenza del Consiglio dei ministri prendere la decisione definitiva.
Il coordinatore del progetto Roberto Schirru intervenuto per ricordare ai contrari allimpianto eolico come sia un rilevante problema ambientale quello della eliminazione
delle numerose termo centrali in Italia e come sia ecologico e previsto dalle leggi sviluppare leolico.
"Come pensano di fare le Regioni EmiliaRomagna e Toscana - chiede il responsabile del progetto eolico - a raggiungere gli
obiettivi di energia derivante dalleolico previsti dalla legge del 4 agosto 2011, con sanzioni fin dal 2017 per le Regioni inadempienti?". Una domanda che quasi
un rebus.
Alberto Merendi

Ponte Giorgi

Piatti tipici romagnoli, accompagnati da pizzichi


di novit e voglia di scoprire sapori particolari.
Pasta fatta in casa e dolci scrupolosamente
secondo le ricette delle nostre nonne

Ristorante Albergo Bar


47020 Cella di Mercato Saraceno (Fc)
Tel. 0547 96581-96563 - fax 0547 96636
pontegiorgi2004@libero.it Facebook: Pontegiorgi Risto

17

Sarsina

Sarsina, promosso dai sacerdoti

Michela Mosconi

Gioved 25 febbraio 2016

San Piero
Corsi per la mente
Sono aperte le iscrizioni alle iniziative
"RiattivaMente" e "Laboratorio
Benessere", promosse dallassociazione
Amici di Casa Insieme e dedicate alla
terza et, in partenza nel mese di marzo
a San Piero in Bagno.
Organizzate con il patrocinio e il
supporto del Comune di Bagno di
Romagna e grazie alla collaborazione del
Centro Auser di San Piero in Bagno, le
attivit avranno luogo presso la sede di
questultimo, in via della Solidariet 1.
RiattivaMente un corso di riattivazione
cognitiva e sensoriale per persone ultra
sessantenni con decit di memoria, o con
una forma di demenza in fase lieve
moderata.
Lattivit si compone di 10 appuntamenti
di 2 ore ciascuno, che si svolgeranno
ogni luned a partire dal 7 marzo, dalle
ore 9:30 alle 11:30. Verranno proposti
esercizi nalizzati a stimolare le capacit
cognitive tra cui memoria, attenzione,
linguaggio e ragionamento oltre che le
capacit motorie e sensoriali.
La seconda iniziativa il Laboratorio
Benessere, un percorso di promozione
della salute e di prevenzione, dedicato a
persone ultrasessantenni senza difficolt
cognitive, dove si affrontano temi
rilevanti per la salute in relazione alla
memoria, allalimentazione e allattivit
sica. Anche questo corso si compone di
10 incontri che si terranno ogni
mercoled a partire dal 9 marzo, dalle
15.30 alle 17. Entrambi i corsi sono
gratuiti, previa iscrizione. Per
informazioni e adesioni, contattare la
dott.ssa Bonasso Mariagiovanna al 320
6967089, in orari di ufficio.

18

Solidariet

Gioved 25 febbraio 2016

Un progetto ha coinvolto le acconciatrici aderenti a Confartigianato assieme a Orizzonti, a sostegno dellassociazione venezuelana delle Emprendedoras de la Belleza

Le parrucchiere cesenati
aiutano quelle di Caracas
L

e parrucchiere cesenati aiutano le


colleghe venezuelane.
Alejandro Marius, presidente
dellassociazione Trabajo y Persona
(Venezuela), ha incontrato le acconciatrici
di Confartigianato che hanno organizzato
un evento in collaborazione con
lassociazione Orizzonti a sostegno del
sodalizio venezuelano delle
Emprendedoras de la Belleza, le
parrucchiere dei quartieri pi poveri di
Caracas.
Grazie alla somma raccolta Trabajo y
Persona potr realizzare un nuovo corso
di formazione per parrucchiere per venti
donne in condizioni di svantaggio sociale
e dare loro una speranza per una vita

migliore. Che questo venga non da una


banca, fondazione o azienda, ma dal
vostro lavoro personale e spontaneo - ha
rimarcato Alejandro Marius - un fatto
bellissimo. Il vostro lavoro permette il
futuro del lavoro di altri. una possibilit
di sviluppo importante.
Domenica 29 novembre scorso presso il
Salone Gabriella di Cesena diverse
parrucchiere avevano aderito allinvito che
le colleghe Iva Buda e Sandra Castorri
avevano lanciato per aiutare le colleghe
venezuelane provenienti dai quartieri pi
poveri di Caracas. Numerosi clienti, sia
donne che uomini, hanno partecipato
alliniziativa dimostrando di accogliere la
proposta di un gesto di solidariet. Altri,

Il sorriso dei bimbi dAfrica


nei ricordi di un missionario
Il libretto raccoglie poesie in dialetto
soglianese scritte da padre Daniele
Armanni, della Consolata. Quanto raccolto
dalla vendita andr a favore dei bambini
dellAllamanno Special School
di Wamagana, in Kenia

l sorriso dei bambini di Wamagana


la ricompensa per chi acquister il
libro Sparsa biografia di un
missionario della Consolata, scritto da padre
Daniele Armanni missionario della Madonna
Consolata di Torino (editrice Stilgraf di
Cesena), per raccogliere fondi per sostenere il
progetto di padre Antonio Giannelli. Chi sono
i bambini di Wamagana? Sono gli ospiti
dellAllamanno Special School, questo il

Emergenza case-famiglia
per anziani: nuove regole
e pi controlli
Ancora una casa-famiglia
allattenzione della cronaca.
Questa volta si tratta di una
struttura risultata inidonea a un
controllo dei Nas e dellAzienda
Sanitaria per gravi carenze
strutturali (ambienti freddi,
mancanza di acqua calda, bagni
inidonei).
Tredici anziani sono stati evacuati
e ricollocati presso le proprie
famiglie o in altre strutture, dopo
aver subto le conseguenze di tale
situazione.
Dopo la vicenda di Villa Alba,
questo ulteriore fatto dimostra
una volta di pi lurgenza di un
intervento specico su una
modalit di assistenza, prevista da
un Decreto Ministeriale del 2001
che non impone alcun requisito
strutturale, professionale,
organizzativo per lapertura:
sufficiente una dichiarazione di
avvio attivit rivolta al Comune.
I sindacati dei pensionati
ritengono necessario che i
contenuti di quel Decreto siano
rimessi in discussione e che si
introducano una serie di requisiti
minimi indispensabili per avviare
una Casa-famiglia e che comunque
lavvio dellattivit sia soggetta a
preventiva autorizzazione da parte
del Comune o dellAzienda
Sanitaria e sia quindi sottoposta a
controlli periodici.
A livello regionale urgente che la
Regione fornisca dati aggiornati
sul numero di queste strutture e
sulla loro collocazione territoriale
e che si apra un confronto specico

non potendo essere presenti, hanno contribuito con unofferta.


Paola Cecchetti ha messo a disposizione il proprio negozio, il
presidente dellassociazione parrucchieri della Confartigianato Arnaldo
Francisconi ha collaborato allorganizzazione dellevento e Haircare ha
fornito i prodotti. Le acconciatrici volontarie sono state Adele Avant
Garde, Marinella Sami, Giusi Argentero, Ariella Grilli, Gabriella Pollini,
Marina Gabanini, Monica Balzani, Claretta Aloisi, Elisa Spinelli, Mara
Raboni e il Salone Grazia.
Nella foto, le protagoniste delliniziativa di solidariet.

nome dellistituto che ospita 84 bambini con


deficit mentali e fisici, fondato da padre
Antonio Giannelli. Chi era padre Antonio
Giannelli? Un uomo della terra di Puglia,
missionario della Consolata, dinamico e con
un cuore pi grande di lui, che aveva capito
che lamore per i piccoli, i poveri, gli zoppi e i
ciechi erano la sua missione e il suo
programma. Il 23 gennaio 2001, padre
Giannelli, raggiunse la casa del Padre per
ricevere il premio delle sue fatiche e a padre
Daniele Armanni sul letto di morte disse:
Non dimenticare i miei bambini. Un
testamento impegnativo quello ricevuto da
padre Daniele, che senza laiuto di persone di
cuore sarebbe stata difficile da realizzare.
Mi sia consentito un doveroso
ringraziamento ad Antonio Gasperini, Nicol
Mario Pistoni, Romeo Casalini ed Enrico
Galavotti per la preziosa collaborazione e alla
Ecotech di Cesena di Massimo Castellani per
la copertura finanziaria, precisa padre
Daniele. Questa raccolta di poesie, scritte nel
dialetto di Montegelli di Sogliano, il paese
natio, con traduzione in lingua italiana, in cui
ho riportato le emozioni e le sensazioni che
mi hanno accompagnato dalla nascita alla

NOTIZIARIO PENSIONATI
per denirne regole di
funzionamento preciso,
a partire dalla
possibilit di controllo
del servizio che viene
offerto.
Le segreterie regionali
Spi-Fnp-Uilp ritengono
inoltre fondamentale
avviare speciche
campagne informative
rivolte in particolare
alle persone anziane e
alle loro famiglie,
perch esercitino la
dovuta attenzione alle
modalit di servizio che
le Case-famiglia sono in
grado di garantire, dalla
idoneit della struttura,
al numero e alla
professionalit degli
operatori, alle relazioni
che si instaurano con gli
ospiti.
Il tema della violenza,
dellabbandono e dei
maltrattamenti subti
dagli anziani rischia di
diventare una vera e
propria emergenza
sociale che le
istituzioni, le forze
politiche, le forze
dellordine e la
comunit nel suo
complesso non pu
accettare e che va
contrastata con ogni
mezzo.

vocazione sacerdotale ovvero dai forti valori


della civilt contadina da cui provengo al
profondo senso di adesione alla chiamata di
Dio, rappresenta la realizzazione di un
desiderio per il mantenimento di una
promessa data.
Da quel lontano gennaio 2001 molti fatti si
sono succeduti, in silenzio, lontano dai
clamori, con un passa parola di piccole
iniziative: un serbatoio per lacqua, un
dispensario, nuove cucine, una lavanderia, un
pulmino, strutture e aule per la rieducazione,
la fisioterapia e linsegnamento. Il progetto di
padre Giannelli prevede oltre a nuovi spazi
per ospitare bambini, un alloggio per ospitare
dottori e fisioterapisti, vicino ai dormitori dei
bambini e allospedale.
Per acquistare il volumetto di poesie (costo 10
euro, interamente devoluti alla causa), si pu
contattare padre Daniele Armanni al 338
7459944. Per sostenere il progetto di padre
Giannelli si possono fare donazioni con
versamento su conto corrente postale n.
33405135 intestato alla Missioni Consolata
(corso Ferrucci, 14 -10138 Torino), causale
Per i bambini di Wamagana.
Piero Spinosi

a cura del Sindacato Pensionati FNP CISL


(tel. 0547 644611 - 0547 22803)
e per il Patronato INAS CISL
(tel. 0547 612332) via R. Serra, 12 - Cesena

Il Governo non tocchi le pensioni di reversibilit!


Nessun taglio e nessun altro tipo di provvedimento che vada
a colpire le pensioni di reversibilit, n quelle in essere, n
quelle future. questo lauspicio che il segretario generale
della Cisl Pensionati, Gigi Bonfanti, ha fatto riguardo ai
contenuti della legge delega del governo sulla povert che
prevede anche il ricalcolo della pensione di reversibilit
introducendo principi di selettivit tramite applicazione
dellIsee.
Ci aspettiamo che il Governo chiarisca immediatamente su
questo tema che sta preoccupando milioni di pensionati.
Ancora una volta si cerca di fare cassa, colpendo non solamente
coloro i quali hanno versato contributi per una vita, ma anche
i coniugi superstiti, considerando la pensione di reversibilit
non come una prestazione previdenziale (quindi pagata con i
contributi dei lavoratori), ma come assistenza. Chiediamo,
quindi conclude il segretario generale della Fnp Cisl che
non venga posta in essere una norma che andrebbe a rendere
ancora pi poveri pensionate e pensionati che vivono gi
situazioni di disagio, e ci auguriamo ancora di pi che il
Governo faccia un passo indietro al fine di salvaguardare uno
status che altro non se non il risultato di anni di lavoro e
sacrifici e non un regalo fatto dallo Stato. Su questo il Governo
stia sicuro daremo battaglia per arrivare a una soluzione che
possa difendere i diritti dei pensionati.
In Emilia Romagna le pensioni di reversibilit nel 2014 sono state 309.471, con un importo medio di 591
euro lordi mensili. La reversibilit completamente legata ai contributi previdenziali versati dal titolare
della pensione diretta, quindi per nulla legata allassistenza. Gi oggi la reversibilit legata al reddito del
coniuge superstite con una decurtazione progressiva che la riduce anche in modo consistente. Sono un
importante aiuto a molti anziani, spesso donne sole. Andare a colpire queste situazioni di difficolt una
vergogna.
Il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, ha affermato che non ci sar alcun intervento in questo senso, ma
i sindacati sono scettici e chiedono di cancellare subito ci che scritto nel ddl. I pensionati di Cisl Cgil e
Uil sono pronti a mobilitarsi per difendere le pensioni di reversibilit e per ricordare al Governo che con la
riforma Fornero, lInps risparmia gi 80 miliardi di euro nel periodo 2013-2020. Invece di continuare a
colpire i pi deboli, sarebbe meglio occuparsi di evasione fiscale, contributiva, grandi patrimoni esentasse,
di un sistema fiscale regressivo e di un sistema previdenziale che fa acqua da tutte le parti.

Cultura&Spettacoli

Da gioved 25 a domenica 28 febbraio

di Filippo Cappelli
Eliseo, Aladdin, Uci Savignano

PERFETTI SCONOSCIUTI

Ambiguit, insicurezza, irresolutezza, nevrosi


caratterizzano questi despoti improbabili, arroccati nella difesa a oltranza del passato contro ogni minaccia di novit: netta la polemica di Goldoni con il conservatorismo ormai
rozzo della classe cui appartiene. Il mercante
lucido e avveduto, che per anni, nei panni di
Pantalone, aveva impersonato il prototipo di
un individuo socialmente responsabile, aperto e illuminato, si ormai svilito a una caricatura di se stesso. Ma il carnevale, che si svolge
per le vie della citt, alla fine irrompe nelle
stanze serrate e austere dei rusteghi, con tutta la sua carica di comicit trasgressiva.

Il Teatro stabile del Veneto, con (in odine


alfabetico) Alessandro Albertin, Alberto Fasoli, Piergiorgio Fasolo, Stefania Felicioli,
Cecilia La Monaca, Michele Maccagno,
Maria Grazia Mandruzzato, Margherita
Mannino, Giancarlo Previati, Francesco
Wolf, la regia di Giuseppe Emiliani mette
in scena da gioved 25 a domenica 28 febbraio la commedia. Biglietti da 25 a 10 euro; info: 0547 355959; info@teatrobonci.it.
Paolo Turroni
LA RECENSIONE SUL SITO
WWW.CORRIERECESENATE.IT
DA VENERD 26 FEBBRAIO

TEATRO ALESSANDRO BONCI: le iniziative durante il 2016

I primi 170 anni


del Comunale
di Cesena
C
entosettantanni sono passati da
quando si alz per la prima volta il
sipario del teatro comunale di
Cesena, che nel 1927 fu intitolato al
tenore Alessandro Bonci.
Lanniversario viene celebrato con un
annus mirabilis ricco di eventi: dal
concerto inaugurale del chitarrista Al Di
Meola tenutosi mercoled scorso, fino al
grande concerto di chiusura nellaprile
del prossimo anno. Il clou del
programma si terr tra agosto e ottobre.
Il 15 agosto, giorno del 170esimo
compleanno del Bonci, verr rievocata
linaugurazione con la partecipazione
dellattore Franco Mescolini, e si
accenderanno le nuovi luci che
illumineranno la facciata fino alla Festa
del teatro che si terr il 2 ottobre.
Al Bonci sar dedicato anche un
francobollo commemorativo e nei
prossimi mesi torner a nuova vita il
Ridotto del teatro con linaugurazione
dellIstituto delle arti sceniche e
performative della citt di Cesena, a cura
della Societas Raffaello Sanzio e del
Teatro della Valdoca.
In date pi vicine, lassociazione

Artemisia
organizza tre
visite guidate (3,
9 e 10 aprile
dalle 10 alle 12),
mentre il 25
aprile alle 21
andr in scena
lAida di
Giuseppe Verdi. Cinque mostre
fotografiche sulla storia del Bonci si
alterneranno nei palchi e nel Foyer del
teatro, nella sale della Biblioteca
Malatestiana, alla Galleria comunale
darte del Palazzo del Ridotto e a Villa
Silvia Carducci.
Altra iniziativa la serie di camminate
letterarie su Shakespeare, Cervantes e
Ariosto che faranno tappa in vari luoghi
di Cesena: il cortile del San Biagio (20
maggio, ore 21), il teatro Comandini (3
giugno), la fontana Masini (17 giugno) e
il chiostro di San Francesco (1 luglio). Il
Conservatorio Maderna proporr
spettacoli musicali (tra cui in ottobre Le
nozze di Figaro), oltre ai nove concerti
ospitati allinterno della Biblioteca
Malatestiana da marzo a maggio.

19

Cinema

ConI rusteghidi Goldoni


in scena alBonci
una comicit trasgressiva
l cartellone di Prosa del Teatro Bonci di Cesena compie il giro di boa, con il quinto spettacolo, I rusteghi di Carlo Goldoni.
Opera del 1760, la commedia rappresenta perfettamente il senso del rinnovamento teatrale
operato dallo scrittore veneziano: se nella
Commedia dellArte i tipi erano fissi, e indossavano addirittura delle maschere per facilitare il compito allo spettatore di riconoscerli, Goldoni sceglie di raccontare la vita cos com, in
tutte le sue sfaccettature, che vengono rappresentate in questopera coi quattro rusteghi
del titolo, quattro rustici, gretti, conservatori,
che saranno travolti dallamore e dalla libert.

Gioved 25 febbraio 2016

Anche il cinema render omaggio al


teatro comunale con liniziativa Tra
schermo e palcoscenico: il programma
a febbraio e marzo proporr dalle prime
messa in scena del cinema muto ai
documentari su personaggi del teatro del
900.
Gli eventi comporteranno un costo
complessivo di 100mila euro circa spiega lassessore alla cultura Christian
Castorri -. Al programma istituzionale si
aggiungeranno poi le iniziative delle
associazioni culturali cesenati che hanno
partecipato al bando per lerogazione dei
contributi comunali, chiuso
recentemente, che privilegiava, tra le
altre, proprio le proposte dedicate al
170esimo anniversario del teatro.
Francesca Siroli

di Paolo Genovese
Il regista romano Paolo Genovese vira verso la
commedia da salotto. Cio quel tipo di cinema
che fa emergere a poco a poco ipocrisie e finzioni nei rapporti umani in una cornice da
middle class. Genovese mira in alto al suo decimo lungometraggio, e fa bene. Perfetti sconosciuti infatti, che raccoglie un cast corale e
si inserisce nel filone stile Carnage o Cena
fra amici, colpisce perfettamente nel segno.
Come in questi modelli, viene messo in scena
un vero e proprio gioco al massacro, avviato da
unapparentemente innocua proposta fatta
dalla padrona di casa ai suoi ospiti e amici:
condividere con i commensali sms, chiamate,
foto, whatsapp pervenuti sul proprio telefono
cellulare.
La trama: Rocco (Marco Giallini), chirurgo plastico, ed Eva (Kasia Smutniak), psichiatra, invitano a casa alcuni amici per vivere insieme la
notte delleclisse di Luna. Arrivano anche
Bianca e Cosimo (Alba Rohrwacher ed Edoardo Leo), Lele e Carlotta (Valerio Mastandrea
e Anna Foglietta), e infine Peppe (Giuseppe
Battiston), da solo perch, dice, la sua nuova
compagna non si sente troppo bene. A un
certo punto della cena, la conversazione si
ferma sui cellulari, sulla loro capacit di diventare i custodi di segreti inconfessabili. Parte allora il gioco di invitare tutti i presenti a posare i
telefoni aperti sulla tavola, aspettando al buio
eventuali chiamate
Per evitare rischi, si scelto un cast perfetto, il
meglio attualmente disponibile nel panorama
nazionale. Inoltre tutto condotto con intelligenza e maestria fino a consegnare al pubblico
uninteressante digressione agrodolce sul tema
del mascheramento, insieme alla riflessione
originaria sul potere che abbiamo lasciato al
telefonino, custode di segreti e del non detto
implicito. Del resto, chi di noi non ha mai sentito almeno una volta di un diverbio nato dalla
sbirciata di uno dei due partner allo smartphone dellaltro? E lungo questa serata, che
ha come spunto uneclissi lunare da ammirare
col telescopio sulla terrazza (il riferimento a
Scola non certo velato), si sveler dunque il
Dark Side of the Moon: crisi di coppia, infedelt, inganni, coming out dolorosi e disperati:
la storia di ognuno sar sezionata dallesterno,
nulla sembrer aggiustarsi e spesso i rimedi si
riveleranno troppo penosi per mantenere saldi
i rapporti.
In tutto questo gioco di incastri, bravo Genovese a non scegliere toni melodrammatici, ma
comici e intelligenti, con buone dosi di sarcasmo ed estri ingegnosi. Verso la fine la tensione
e i segreti messi sul tavolo si faranno forse un
po eccessivi, ma grazie alla bravura e al mestiere di tutti (Giallini e Mastandrea troneggiano) resta una buona dose di credibilit fino
in fondo. Lunit di luogo e di tempo rafforza il
taglio di una dialettica opprimente, e il copione si allarga a coinvolgere anche argomenti
di lavoro, specialistici, pratici. Buona anche la
colonna sonora con la canzone originale Perfetti sconosciuti di Fiorella Mannoia. Prima di
entrare sala, ricordate di spegnere il telefonino.

alla libreria cattolica SAN GIOVANNI via Isei 15, Cesena (tel. 0547 29654)
MIGUEL MAARA
di Oscar V. Milosz
Casa Editrice: CentoCanti (15 euro)
Milosz (1877-1939) lituano, convertito al cristianesimo in un anno non precisato, ha
scritto tanto in lingua francese: poesia, narrativa, folclore lituano, teatro, filosofia, esegesi
biblica (Apocalisse). In traduzione italiana purtroppo abbiamo solo il teatro (1912-1914).
Il Miguel Maara il testo pi conosciuto, ma non lunico. Ha scritto anche Mefiboseth e Saulo di Tarso che Mimmi Cassola, oltre al Miguel Maara, ha tradotto per la
Jaca Book.
Franco Nembrini ha scritto uno stupendo commento a questo mistero suddiviso in
quadri (cos Milosz chiamava il suo teatro, come le sacre rappresentazioni medioevali).
Don Miguel Magnara un ricco nobile spagnolo realmente esistito che nella vita ha
avuto tutte le donne che ha voluto (decine e decine). Ma rimasto insoddisfatto, ha sposato la giovane Girolama, la cui squisita sensibilit cristiana lha condotto alla conversione. Morta lei, prematuramente, si fatto frate, morendo in odore di santit. La Chiesa
lo considera venerabile.
Il tema del don Giovanni compare per la prima volta nellopera di Tirso de Molina Lingannatore di Siviglia e il convitato di pietra, ed stato poi riproposto da numerosi autori
fra i quali Molire, Goldoni, Byron, Puskin e nellopera lirica Don Giovanni di Mozart.
Il testo di Milosz esprime lapprofondimento del desiderio del cuore di don Miguel.
Lesperienza della lussuria lo conduce alla noia, quello che altri chiameranno
spleen.Ho trascinato lamore nel piacere e nel fango, e nelle morte; fui traditore, bestemmiatore, carneficeMangio lerba amara dello scoglio della noia. Ho servito Venere

con rabbia, poi con malizia e disgusto e quando riaprivo gli occhi, cera il giorno orrendo della solitudine, il
lungo, cos lungo giorno della solitudine, con un povero cuore tra le mani E una sera la lussuria dellocchio vile, dalla fronte bassa, sedette sul mio giaciglio, e
mi contempl in silenzio, come si guardano i morti
(primo quadro). con Girolama che scopre la bellezza
di un amore puro: Davanti a Dio (secondo quadro).
Morta lei, entra in convento e compie un percorso di
espiazione guidato da un abate saggio che lo aiuta a
non sprofondare nellorrore del suo passato, ma ad abbandonarsi alla misericordia: Pensi troppo al tuo dolore. Perch cerchi il dolore? Perch temi di perdere ci
che ha saputo trovarti? Penitenza non dolore.
amore (quarto quadro).
Il percorso spirituale di Miguel lo conduce perfino a
guarire miracolosamente il mendicante paralitico Joannes. Per me la pagina pi bella con la ripetuta invocazione Signore, Signore (quinto quadro). Poi la solitudine abitata degli ultimi giorni:
Sono morti. Mi circondano dormienti sconosciuti. Quelli che am il mio cuore sono morti da
gran tempo. Solo uno mha visto invecchiare: il frate giardiniere tutti gli altri sono morti.
(Sesto quadro). Tralascio la bellissima finale. Milosz si pu accostare con i suoi simboli, immagini e similitudini, a Claudel. Nembrini sfoggia tantissimi autori, anche canzoni e film.
Un testo e un commento da leggere e da pregare in silenzio.
Rino Casali

20

Cesena&Comprensorio

Gioved 25 febbraio 2016

Cesena

Dal 29 febbraio il "DonaCibo" nelle scuole


Torna nel cesenate il "DonaCibo", la settimana di
educazione alla carit nelle scuole, che si terr dal
29 febbraio al 6 marzo. Liniziativa mira a
raccogliere generi alimentari non deperibili per
sostenere oltre 600 persone bisognose che vivono
nel comprensorio di Cesena e nel territorio della
Valle del Savio. Il DonaCibo organizzato
dallAssociazione Banco di solidariet di Cesena in
collaborazione con la Federazione Nazionale

Viaggiatori di ieri
Terzo incontro della serie "Viaggi di carta.
Viaggiatori di ieri". Avr luogo nellaula
magna della Biblioteca Malatestiana venerd
26 febbraio alle 17. Alessandro Vanoli
dellUniversit di Bologna, storico medievista,
affronter il tema "Quando guidavano le
stelle. Appunti di viaggio".

Fervono i preparativi per conquistare il


Guinness a Sono Romagnolo, la era
dellidentit romagnola in programma
da venerd 26 a domenica 28 febbraio
nei padiglioni di Cesena Fiera.
Continuano infatti le iscrizioni per il
torneo di Maraffone: che terminano
gioved 25 alle 24.

Banchi di Solidariet ha il patrocinio dellUfficio


Scolastico Regionale.
Durante la Settimana del Donacibo si richiede agli
studenti, ai docenti e al personale della scuola di
compiere un gesto di gratuit e di donare generi
alimentari non deperibili. Gli alimenti raccolti
verranno ritirati e ridistribuiti direttamente nelle
case dei bisognosi del territorio durante le
settimane successive.

Cesena

Cesena

"Sono Romagnolo" in fiera

Cesena

Cesena

Cesena

Marted pianistici

Mostra fotografica

Henri Matisse

Per vivere meglio

Altri concerti della VII edizione


dei "Marted pianistici" al
conservatorio "Bruno Maderna".
Nella sala "Dallapiccola" di
corso Comandini il 1 marzo alle
17,30 Ryo Terukina eseguir
musiche di Beethoven e Maria
Fiorani suoner brani di Scriabin
e Debussy.

Per celebrare i 170 anni del Bonci


sabato 27 febbraio alle 17, a cura di
Antonio Maraldi, nel foyer del
teatro sar inaugurata la mostra
fotograca "Tra schermo e
palcoscenico. Interpreti del cinema
italiano al Bonci". Apertura dal
marted al sabato dalle 16 alle 19 e
nelle serate degli spettacoli.

Marco Vallicelli dedicher la


prossima conferenza dal titolo "I
colori tagliati" a Henri Matisse
(1869-1954), pittore, incisore e
scultore francese. E il
rappresentante pi noto del
fauvismo. Gioved 3 marzo alle
20,45 nella sala dellEndas in
corso Mazzini.

Le Terme di Santa Agnese hanno


programmato una serie di conferenze
sulla salute. Il primo appuntamento
per luned 29 febbraio alle 20,30 al
Palazzo del Ridotto. Il dottor Ivan
Garzia parler dei "Beneci delle
acque termali nella prevenzione
delle malattie dellera moderna: la
magia del bicarbonato".

Lezione allUte
Nella sala Fantini in via Renato Serra, venerd
26 febbraio alle 15,30, don Dante Piraccini, ex
docente e studioso di arti gurative, terr una
lezione su "La guerra delle tre donne
bibliche".

Cinema per famiglie


A cura di A, Associazione delle Famiglie e del
centro famiglie "Benedetta Giorgi", sabato 27
febbraio alle 16,30 e domenica 28 alle 15 e alle
17 al cinema Astra sar in visione il lm
danimazione "Hotel Transylvania" di Genndy
Tartakovskij. Ingresso 3,50 euro.

In compagnia del dialetto


Unoccasione per riscoprire la cultura
contadina. Domenica 28 febbraio dalle 17 alle
19 nellaula magna della Malatestiana Luciano
Romagnoli presenter poesie in dialetto di
Pelo (Armando Bonoli). Saranno lette da
Francesco Gobbi. Lincontro organizzato dal
Comune e dallassociazione "Te ad chi sit e
ol?".

Cinema e teatro
Al Victor di San Vittore gioved 25, sabato 27,
domenica 28 febbraio e marted 1 marzo alle
21 sar proiettato il lm di Giuseppe Tornatore
"La corrispondenza". Domenica 28 febbraio
alle 15 e alle 17 sullo schermo il lm
danimazione "Alvin superstar. Nessuno ci pu
fermare" di Walt Becker. Ingresso 3,50 euro.
Venerd 26 febbraio alle 21 in scena "Binari",
long form di improvvisazione teatrale con la
partecipazione di Mico Pagliares.

Ridere al Bogart
Un altro spettacolo al Bogart di SantEgidio
per il XXIV festival della commedia comicodialettale romagnola. Sabato 27 febbraio alle
21 la compagnia "Piccolo teatro Citt di
Ravenna" presenter "La burdela incajeda" di
Bruno Marescalchi. Regia di Giordano Pinza.
Ingresso 7 euro, ridotto 6.

Mostra allex Pescheria


Rimarr aperta no al 6 marzo la mostra
"Astrazioni interattive" di Giulia Gorlova,
russa di nascita e riminese dadozione. In
esposizione una quarantina di opere (pitture,
collage, pannelli ceramici incisi e dipinti). Si
pu visitare tutti i giorni dalle 10,30 alle 13 e
dalle 15 alle 19. Ingresso libero.

Pagina a cura di Terzo Spada

San Piero in Bagno


Sabato al cinema

Il Comune propone "Sabato al cinema" con


pellicole di registi italiani. Un cineforum introdotto
da Roberto Greggi. Il 27 febbraio alle 20,30 al
teatro Garibaldi a San Piero in Bagno sar
proiettato Il lm di Ermanno Olmi "Torneranno i
prati". Tra gli attori il gambettolese Camillo Grassi.
La frase che chiude la pellicola "La guerra una
brutta bestia che gira il mondo e non si ferma mai".
Ingresso 3 euro.

Cesena
Un corso
sulle erbe spontanee
Andar per erbe un modo semplice
per riscoprire gesti e usanze delle
nostre nonne e, nello stesso tempo,
per conoscere le propriet alimentari
di piante spontanee, umili e quasi
dimenticate. Il gruppo naturalistico
La Gramegna, che ha sede presso il
Circolo Endas in corso Mazzini 46 a
Cesena, organizza un corso base per
riconoscere le erbe commestibili
spontanee del nostro territorio.
Il corso si articola in tre incontri che si
terranno in sede marted 1 marzo,
marted 8 e marted 15 marzo alle
20,30. Domenica 13 marzo, nella
mattinata, si far unuscita nelle
colline per riconoscere dal vivo le
erbe studiate. Domenica 3 aprile il
corso si concluder con una cena a
base di erbe. Il corso gratuito, previa
iscrizione allassociazione La
Gramegna (euro 20, valida per un
anno). Per info 331/6468977.

Cesenatico
Le favole

Musical a teatro

Mercato Saraceno

Lappuntamento di venerd 26 febbraio


alle 21,15 sar con le musiche da lm
suonate e cantate dal vivo dal gruppo "I
musicanti di Croma". E formato da
Stefano e Gianluca Nanni al piano,
Giorgio Fabbri al basso elettrico con le
voci soliste del mercatese Lele il Saraceno
e di Paola Fabris. Ingresso 10 euro,
ridotto 5.

Gambettola
Oracoli

Donazione di unauto dal Comune di Longiano alla Protezione civile di Borghi-LongianoRoncofreddo. Sabato scorso, in piazza San Girolamo a Longiano, il sindaco Ermes Battistini
ha consegnato le chiavi e il parroco don Giovanni Damoc ha benedetto il veicolo. Si tratta di
una Fiat Punto del 2004. Era quella in dotazione al corpo di Polizia Municipale di Longiano,
che, di recente, ha cambiato vettura di servizio, passando a una Seat Altea. Simboli e
insegne sono state debitamente aggiornati. (Mv)

Cesenatico

A teatro con mamma e pap domenica


28 febbraio alle 16. La Fondazione
Aida porter in scena "Il piccolo
principe". Lo spettacolo a cura
dellassociazione culturale "Rosaspina
in Teatro". Ingresso 6 euro per gli
adulti e 5 per i bambini.

Concerto al Dolcini

Longiano | Auto alla Protezione civile

La compagnia "Il Dirigibile", formata da


pazienti e operatori del Dipartimento
della salute mentale dellAusl di Forl,
porter in scena al teatro comunale,
venerd 26 febbraio alle 21, lo spettacolo
"Oracoli". Regia di Michele Zizzari.
Ingresso gratuito.

San Piero in Bagno

Nuove tecniche per vivere bene

Al Comunale, sabato 27 febbraio alle 21, la


Compagnia delle Forchette presenter "My
personal Party Monster". Il primo dei quattro
spettacoli della rassegna dei Musical. Scritto
e diretto da Stefano Nardi, tratto dalla
storia vera di Michael Alig, promotore di
grandi eventi a New York degli anni 90, nito
in carcere per omicidio. Ingresso palchi e
platea 15 euro, loggione 10.

Sogliano al Rubicone
Spettacoli

Presso la Grotta Ipogea venerd 26


febbraio alle 21,15 lattore sammaurese
Mirko Ciorciari presenter lo spettacolo in
dialetto romagnolo "Zavagliare". Ingresso
5 euro. Al teatro "Elisabetta Turroni"
sabato 27 febbraio alle 21 la Compagnia
del Sole porter in scena lo show comico
"Lucchettino classic" con Luca Regina e
Tito Firmiani. Ingresso 3 euro.

Gatteo

33esimo festival della canzone


Sono aperte le iscrizioni per partecipare
alla gara musicale che si svolger in marzo
al teatro "Lina Pagliughi". E suddivisa in
due categorie: "Between" (11-17 anni) e
"Big"(dai 18 anni in su). Quota di
partecipazione 20 euro. La manifestazione
organizzata da "Diffusione Musica" in
collaborazione con "Var ragazzi" e Ccr. Per
informazioni 335/5478155.

Il Comune ha organizzato una serie di conferenze dal


titolo "Vivi naturale". Il prossimo appuntamento
nella sala consiliare a San Piero in Bagno ssato
per gioved 25 febbraio alle 20,30. Il giornalista e
regista Daniel Tarozzi affronter il tema "LItalia che
cambia". Parler della sua scoperta di una rete di
microeconomie che valorizzano il territorio
allinsegna dellecocompatibilit, del risparmio e
della qualit della vita.

Anmic
Nuova sede a Cesena
vicino alla stazione
LAssociazione nazionale mutilati e
invalidi civili (Anmic) dal 22 febbraio
si trasferita nella nuova sede in
corso Roma 45, a Cesena. La sede si
trova nei pressi della stazione
ferroviaria e alle fermate dei mezzi
pubblici.
Gli uffici sono aperti tutte le mattine,
dal luned al sabato, dalle 8,30 alle
12,30 e il marted e il gioved
pomeriggio, dalle 15 alle 18. Presso la
nuova sede si pu rinnovare la tessera
e si possono svolgere le pratiche di
invalidit, legge 104 e tutto ci che
riguarda la disabilit.
Novit: viene attivato il servizio di
patronato, il servizio legale e il
servizio di Caf per la dichiarazione dei
redditi a prezzi agevolati per gli
associati Anmic.

Sport

Gioved 25 febbraio 2016

Calcio serie D

Calcio, venerd sera Cesena-Cagliari

Vicentini troppo forti


Romagna Centro ko

Grande attesa al Manuzzi


Arriva la miglior squadra
del campionato

rriva il Cagliari e il Manuzzi


Orogel Stadium lo aspetta
con una serata da serie A.
Venerd 26 febbraio alle 21 va
in scena lo scoppiettante anticipo
della 28esima giornata tra Cesena e
Cagliari: quarta contro prima del
campionato cadetto.
I sardi, reduci dalla sofferta, ma
fondamentale vittoria per 2-1 sul
Pescara, conducono il torneo
dallalto dei 61 punti messi in
carniere dopo 27 gare. Un percorso
senza troppi ostacoli per gli uomini
allenati da Rastelli: 19 vittorie, 4
pareggi e 4 sconfitte, con 52 reti
allattivo (miglior attacco della serie
B) e 24 al passivo. I rossobl se ne
stanno scappando verso la serie A
assieme al Crotone che insegue a
quota 56, mentre sono pi distaccate
le altre pretendenti, col Pescara a 48
e il Cesena a 43.
I romagnoli guidati da Drago sono
reduci dal pareggio per 1-1 di
Livorno che, nonostante le
recriminazioni, ha comunque
permesso a Djuric e compagni di

Sabato scorso
i bianconeri hanno
ottenuto un buon
pareggio in trasferta
a Livorno
issarsi in solitaria sul quarto gradino
della classifica. Il Novara, perdendo
in casa con la Ternana, rimasto a
42, mentre il Bari a 41: un punto in
pi di Entella e Spezia che chiudono
il plotone delle squadre presenti in
zona play-off.
Al Picchi di Livorno, sabato scorso,
non stata una partita facile. Sono
stati i padroni di casa a sbloccare il
risultato passando in vantaggio
grazie a una rete di Ceccherini al 21
del primo tempo.
Nella ripresa i bianconeri sono
venuti fuori, giocando meglio e
creando di pi dei toscani. Il gol di
Kone al 56 ha ristabilito la parit,
ma poi sono stati vani i tentativi di

21

portare in Romagna lintera posta in


palio. La beffa invece stata servita
dalle ammonizioni a Capelli, Perico e
Cascioni, che dovranno saltare la
partita di venerd sera per diffida.
A far compagnia in tribuna ai tre
"cattivi" ci saranno anche Garritano
(infortunato a una caviglia) e
Ragusa, espulso a Livorno dalla
panchina per proteste nei confronti
dellarbitro Abbattista di Molfetta.
Un conto severo in termini di
assenze quello che il Cesena dovr
pagare contro il Cagliari. Un risultato
positivo di fronte alla capolista
sarebbe una grande iniezione di
fiducia in vista dei prossimi impegni.
Eric Malatesta

Dopo tre vittorie di la, il Romagna Centro


interrompe la sua striscia positiva in casa,
domenica scorsa, contro lAltovicentino,
secondo in classica. I veneti sono
squadra molto ambiziosa, con tanti
giocatori interessanti come il centravanti
Odogwu e lesterno Nchama.
La squadra di Rossi si schiera al schio
iniziale con due punte, Tonelli e Ridol, e
una squadra abbastanza coperta per non
rischiare. I primi minuti sono buoni, si
gioca a buon ritmo, ma la sfortuna
colpisce Brunetti che all8 segna nella sua
porta un autogol in spaccata. La partita
della squadra di Martorano si complica
ulteriormente al 25 quando Venturini
viene espulso per fallo da ultimo uomo su
Nchama. Velocit, esperienza e sicit
degli ospiti mettono in difficolt la
formazione di casa che cade ancora prima
al 31, quando Rubbio segna con un tiro
deviato e al 32, quando il 3-0 di Nchama
sembrava il preludio a una goleada della
squadra di Valdagno. La partita in realt si
spegne un po, dato che i padroni di casa
non sprecano energie per provare a
recuperare un risultato gi determinato, e
gli ospiti non hanno necessit di alzare il
ritmo. Il secondo tempo una lenta attesa
del schio nale, intervallata dalla rete
del 4-0 denitivo di Rondon. Il Romagna
Centro rimane 15 a 29 punti. La prossima
sda sar il derby contro il Forl che si
disputer al Morgagni il 28 febbraio. La
partita casalinga col Parma si disputer il
13 marzo alle 15,30 al Manuzzi di Cesena.
Andrea Pracucci

Primo impegno il 28 marzo

Cesena
Gli Allievi dilagano
Il Cesena ha vita facile in trasferta contro
lHellas Verona. Domenica 21 febbraio si
disputata la partita degli Allievi nazionali e i
bianconeri hanno conquistato i 3 punti
battendo gli scaligeri per 7-0.
I romagnoli passano in vantaggio dopo
neanche 8 minuti con la rete di Palmese. Al 19
il Cesena raddoppia, questa volta grazie ad
Andreoli che insacca con un colpo di testa il
bellissimo traversone di Felli. Al 28 minuto
Tamagnini si procura un rigore con espulsione
del difensore veronese. Palmese trasforma la
massima punizione spiazzando il portiere.
LHellas Verona soffre linferiorit numerica e
al 31 minuto ancora Andreoli a siglare il 4-0
appoggiando in rete il cross di Maretti. Al 37
minuto Tamagnini chiude denitivamente la
partita sfruttando una disattenzione della
retroguardia avversaria. Nel secondo tempo il
Cesena continua ad attaccare. Al 54 Louati
insacca una precisa punizione dal limite
dellarea. Al 79 minuto Gasperoni sigla la rete
del 7-0 con un colpo di tacco. (FT)

Fiumicinese Fait
Ecco i ciclisti
delle giovanili
Fiumicinese Fait Adriatica: il primo impegno organizzativo della societ previsto
per il luned di Pasqua, 28 marzo, a San
Mauro Pascoli per Esordienti e Allievi, entrambi allesordio stagionale, per proseguire con il 41 GP Liberazione a Savignano sul Rubicone.
Questi i componenti delle squadre. G1: Jonathan Buda, Achille Brigliadori, Kevin
Mazzini, Linda Zoffoli.
G2: Lucia Angelini, Riccardo Marziari, Simone Pio Palumbo, Francesco Prunest.
G3: Filippo Bolognesi, Aurora Casadei, Caterina Catasca, Marco Curti

G4: Thomas Bolognesi, Dilan Casadei,


Alessandro Cortesi, Margherita Maffi, Edoardo Motta, Fabio Donato Palumbo, Nicol Papa, Alessia Prunest, Mattia Zoffoli.
G5: Geremia Saragoni, Riccardo Vandi, Filippo Zamagni
G6: Matteo Angelini, Gaia Bolognesi, Alberto Casalboni, Nicol Cortesi, Filippo Di
Bari, Alice Gobbi, Sara Malucelli, Sara Pepoli, Giulia Pizzino, Luca Semprini. I tecnici di riferimento sono i giovani Andrea
Pazzaglia, Luigi Falanga, Luca Casalboni e
Leonardo Metalli con la supervisione di

Romano Stefanini e Tonino Lucchi.


Gli Allievi sono undici. Sette riconfermati
del secondo anno Andrea Alma, Lorenzo
Bisacchi, Andrea Cantoni, Leonardo Casadei, Samuele Facja, Nicol Malucelli, Francesco Pizzino.
I 4 nuovi arrivati sono Patrick Dalla Chiesa
e Patrick Casadio dal GS Sidermec Riviera
e Davide Crociati e Saramano Sala dal GC
Fausto Coppi. I direttori sportivi sono
Oscar Zamagni, Oliano Montanari e Francesco Catalano con la collaborazione di
Francesco Gardini e Christian Zamagni.

ZONA MULINI (Cesena): su un lotto di circa 380 mq casa indipendente da ristrutturare con ampio giardino privato. Limmobile composto al piano rialzato da soggiorno/pranzo, cucina, due camere da letto, bagno, ripostiglio e al piano seminterrato
da cantine e servizi. Possibilit di sopraelevare e di realizzare tre unit abitative con
progetto gi approvato. 320.000 / Rif. 1590
ADIACENZE OSSERVANZA E CENTRO CITT (Cesena): In piccola palazzina con spese
condominiali contenute appartamento ristrutturato completamente 4 anni fa con materiali moderni. Limmobile si trova al secondo e ultimo piano ed composto da luminoso soggiorno con angolo cottura, camera matrimoniale, camera singola, bagno,
balcone verandato, cantina e posto auto in corte condominiale. 169.000 / Rif. 1614
CASE FINALI (Cesena): in zona verde e tranquilla vicino a tutti i servizi in palazzina
di nuova costruzione appartamento al piano terra con ingresso indipendente composto da ampio soggiorno con angolo cottura, 2 camere da letto, 2 bagni, 1 balcone,
tavernetta, cantina, garage doppio e giardino di propriet. Ottime finiture, aspirazione centralizzata, riscaldamento a pavimento con caldaia autonoma, predisposizione aria condizionata e allarme. PRONTA CONSEGNA. 340.000 Rif. 1334-3
SAN MAURO IN VALLE (Cesena): a pochi passi dal centro, immerso nel verde allultimo piano appartamento di nuova costruzione ad alto risparmio energetico
composto da ampio soggiorno/pranzo, cucina abitabile, camera da letto matrimoniale, 2 bagni, 3 logge, ampio sottotetto diviso in 3 vani, piccolo ripostiglio,
cantina e garage. NESSUNA SPESA DI MEDIAZIONE IN QUANTO MANDATARI
A TITOLO ONEROSO. 425.000 / Rif. 0121-2
CENTRO STORICO (Cesena, via Cesare Battisti fronte via Chiaramonti): in elegante
palazzo appartamento al primo piano servito da ascensore composto da ingresso,
soggiorno, cucina abitabile, 2 camere matrimoniali, bagno con finestra e cantina.
Limmobile gode di eccezionale luminosit e si distingue per gli spazi comodi e
ben disposti. 240.000 / Rif. 1563

PONTE PIETRA (Cesena): in zona residenziale porzione di casa da ristrutturare con ingresso indipendente, cortile privato, garage e ripostigli esterni. Limmobile composto
al piano rialzato da soggiorno e cucina abitabile; al piano primo da 2 camere da letto,
bagno e balcone; al piano seminterrato da cantina. 150.000 / Rif. 1578
ZONA SAN VITTORE (Cesena): in palazzina di 9 unit appartamento in discrete condizioni all'ultimo piano composto da soggiorno, cucina, abitabile, veranda, 2 camere da
letto, 2 bagni, finestrati, balcone, cantina e garage. 150.000 / Rif. 1321
ZONA CENTRALE (vicinanze Giardini di Serravalle, Cesena): in condominio servito da ascensore al primo piano appartamento recentemente ristrutturato composto da ampio ingresso, cucina, soggiorno, 2 camere da letto matrimoniali,
bagno, balcone e cantina. 210.000 / Rif. 1542
ZONA VIGNE (Cesena): In fabbricato costruito all'inizio degli anni 80 vicino al centro e ai servizi appartamento al secondo piano con ascensore composto da soggiorno con cucina a vista, bagno, 2 camere da letto, 2 balconi, garage al piano
interrato. 167.000 / Rif. 2028

22

Gioved 25 febbraio 2016

Termine iscrizione il 29 febbraio

Sport Csi

Pagina a cura del Centro Sportivo Italiano


Comitato di Cesena

Csi story | Il Centro sportivo di ieri e di oggi

TENNIS TAVOLO
Il Csi organizza
un campionato a squadre
l Centro
Sportivo
Iitaliano
di
Cesena
organizza
lattivit di
tennis tavolo. Si
propone un
campionato a
squadre aperto
a tutti.
Ogni squadra
dovr essere composta da almeno quattro atleti.
Termine iscrizione: luned 29 febbraio. Quota
iscrizine: 20 euro a squadra.
In base alle squadre iscritte verr deciso lo
svolgimento del campionato.
Per info: Giorgio Rossi, 345 787127; Giuseppe Degli
Angeli, 339 6258311; Csi Cesena (orari di ufficio),
0547 600383; attivitsportiva@csicesena.it;
segreteria@csicesena.it.

Nella foto
darchivio
di questa
settimana,
il G.S. Cella,
che ha partecipato
al campionato
di volley femminile
open
nella stagione
2004-05.

Il Ponte PietraBvince
il Campionato di calcio a 5Pulcini
Under 12: nella palestra di Bagnarola di Cesenatico le finali. Dodici le formazioni
in campo. Seconda classificata la Virtus Cesena B e terza la Virtus Cesena A
a 0 la Virtus Cesena B; al terzo
posto la Virtus Cesena A che stata
in grado di portare a termine la
gara col risultato di 3 a 2.
Si conclude cos un campionato
che la commissione giovanile di
calcio porta avanti da anni, in
palestra, a beneficio di tanti ragazzi
che altrimenti rimarrebbero fermi
durante la pausa invernale per
limpraticabilit dei campi di gioco
allaperto.
Nei prossimi fine settimana si
concluderanno anche i campionati
della categoria Primi Calci-Under 8
(domenica 28 febbraio) e categoria
Scola Calcio-Under10 (6 marzo)
che si disputeranno sempre nella
palestra di Bagnarola.
Ma
Nella foto a sinistra: il Ponte Pietra
A e B. Sotto, la Virtus Cesena A e B

i concluso domenica scorsa


21 febbraio il campionato di
calcio a 5 della categoria
Pulcini-Under 12 disputato presso
la palestra di Bagnarola di
Cesenatico.
Dodici le formazioni schierate ai
blocchi di partenza che hanno
dato vita a un campionato
interessante e combattuto.
Le societ che hanno presentato
una o pi squadre sono state:
Granata, Pol. Longianese, Pol.
Forza Vigne, Ponte Pietra e Virtus
Cesena. Sono giunte alla giornata
finale la Virtus Cesena e il Ponte
Pietra con entrambe le formazioni
A e B.
Ha vinto il campionato il Ponte
Pietra B che regola con un secco 3

Volley Csi
Le classifiche
dei campionati
in pieno svolgimento lattivit di pallavolo,
promossa dal comitato cesenate del Csi in
collaborazione con gli altri comitati romagnoli
dellassociazione stessa (Forl, Faenza, Rimini,
Ravenna e Imola).
Partiamo dal campionato femminile open, cui
hanno aderito ben 48 societ suddivise in
quattro raggruppamenti. Nella serie Eccellenza
guida la classica il Pontesanto di Imola con una
sola lunghezza di vantaggio nei confronti della
Volley Sammartinese, due sulla S.S. Redentore
A di Ravenna e tre sulla Modivolley di
Modigliana.
Per quanto concerne la serie Promozione della
medesima competizione, nel girone A il Molino
Rosso di Imola precede di due punti il Pgs
Maccabeus Voltana e la Placci Bubano Mordano e
di quattro il Vino & Volley di Faenza; nel girone
B la Libertas Volley di Forl distanzia di tre
lunghezze la Csrc Portuali Ravenna e di quattro il
Castrocaro Volley; nel girone C la Marmellata
Bellaria al primo posto, inseguita a tre punti
dalle Ostinate Volley Cusb di Rimini, pi distante
il Lokomotiv Cesenatico Riv.
Per quel che riguarda il campionato di volley
maschile, che vede la partecipazione di 24
compagini che danno vita a due raggruppamenti,
nella serie Eccellenza il Crald Ausl di Ravenna
precede di una lunghezza il Mespic-La Sabbiona,
di due la Dinamo Pallavolo di Bellaria e di
quattro il Rapid San Bartolo di Ravenna, mentre
nella serie Promozione il Vip Volley- Evoluzione
Servizi di Ravenna ha un punto di vantaggio sul
Volley Cesenatico Riv e tre sul Santa Caterina di
Forl.
Quanto al campionato di volley misto, che
registra la presenza di 16 squadre inserite in tre
raggruppamenti, nella serie Eccellenza il
Ciupino di Forl domina, distaccando di dieci
punti lAlveare Volley e il Rainbow; nella serie
Promozione il Volley Cesenatico al comando
del girone A con sette punti di vantaggio nei
confronti del New Team e il Vvk Patriot guida la
classica del girone B, distanziando di sei
lunghezze il Gks Santa Soa.
Nel campionato riservato alla categoria Allieve,
che vede ladesione di sette squadre, il Volley
Cesenatico occupa la prima posizione, inseguita
a tre punti dal Gsd Cella e a otto dal Pgs Blues di
Forl; nella competizione rivolta alla categoria
Juniores femminile la Libertas Volley di Forl
in vetta e precede di tre lunghezze il Gks Santa
Soa e di nove il Volley Cesenatico.

Pagina aperta

Il direttore risponde

Gioved 25 febbraio 2016

23

LOcchio indiscreto

I giovani del Pd scrivono al Corriere e chiedono ospitalit


Ben venga ogni tipo di confronto che aiuti ad avere una buona informazione

entile direttore Zanotti, le scriviamo


perch siamo sinceramente preoccupati
dal clima che si venuto a creare nelle
ultime settimane, con lavvicinarsi del giorno
del voto da parte del Parlamento del Ddl
Cirinn.
Quando si parla di unioni civili le confusioni e i
malintesi sono molti.
Se ne sono creati diversi intorno al Ddl Cirinn.
Tale disegno di legge ha come unico scopo quello
di riparare a uningiustizia, ossia di permettere a
tutti di condividere gli stessi diritti e gli stessi
doveri indipendentemente dal proprio
orientamento sessuale. Tramite, poi, la norma
che permetter la stepchild adoption si cerca
solo di proteggere bambini e bambine che gi
esistono, che gi vivono in famiglie
omogenitoriali. Solo che, a differenza di tutti gli
altri bambini, non sono giuridicamente protetti.
facile, a questo punto, parlare di bimbi
comparti e di donne sfruttate, facendo peraltro
una certa confusione tra famiglie
omogenitoriali e gestazione per altri.
Non si pu far finta di non sapere che la
stragrande maggioranza delle coppie che hanno
ricorso alla gestazione per altri sono
eterosessuali e che in quel caso la stepchild
adoption gi possibile. Una volta nati, i
bambini non possono essere considerati
responsabili del modo in cui sono venuti al
mondo e pagare le eventuali colpe dei genitori.
Ridurre la maternit e la paternit unicamente
alla biologia, ci fa dimenticare che la maternit
e la paternit sono dei ruoli, che una madre
adottiva o un padre adottivo - che non hanno
alcun legame biologico con i figli - sono i veri
genitori e che non basta mettere al mondo un
figlio per essere madre o padre.
Nessuno mette in dubbio che i figli siano un
dono e non un diritto. Vogliamo solamente
affermare che lamore, la cura, la maternit e la
paternit non sono il frutto della biologia o
della genetica. Se cos fosse dovremmo negare la
possibilit delladozione anche a tutte le coppie
eterosessuali sterili.
Anche le famiglie che da una parte di italiani
non vengono ritenute neanche tali, hanno il
diritto di essere riconosciute e protette.
E se allapertura per maggiori diritti si
contrappone la Teoria del Gender, di cui
francamente noi (in compagnia del mondo
accademico e scientifico globale) continuiamo a
non comprenderne il contenuto, si pu ben
capire quanto la discussione su tali temi abbia
generato confusioni e malintesi.
Perci invitiamo Lei direttore e tutti i suoi lettori
del Corriere Cesenate a partecipare ad un
incontro dal titolo Allarme Gender! che
abbiamo organizzato per venerd 26 febbraio
alle ore 20,45 presso il Palazzo del Ridotto di
Cesena.
I relatori della conferenza saranno Michela
Marzano, docente di Filosofia Morale presso
lUniversit Sorbona di Parigi, autrice del libro
Pap, mamma e gender, e Paola Biondi,
psicologa e psicoterapeuta, vicepresidente
dellassociazione Altrapsicologia.
Ci auguriamo la pi ampia partecipazione.
Cordiali saluti.
Giovani Democratici di Cesena

arissimi giovani, ospito volentieri la


vostra lettera e diamo anche lavviso che
voi chiedete. Ci non toglie che su alcuni
punti che voi sollevate non ci sia da avviare un
dibattito. Anzi, ci sarebbe materiale per
andare avanti per ore. Per la verit gi lo
scorso anno ci siamo confrontati e poi siete
venuti in redazione per un pomeriggio di
ragionamento insieme. Fu unesperienza
significativa per me e spero anche per voi.
Se seguite un po il nostro giornale avrete visto
quanto abbiamo scritto nelle ultime
settimane sul tema delle unioni civili e della
stepchild adoption. Ora voi parlate di famiglie,
usando il termine al plurale. Se non sbaglio,
nella nostra Costituzione italiana si parla di
un tipo solo di famiglia e non presente
alcuna specifica, tra uomo e donna per
intenderci, solo perch in quegli anni
Quaranta nessuno si sarebbe mai sognato che
parlando di famiglia sarebbe mai stato
necessario specificare marito e moglie, uomo
e donna.
Su questo, mi pare, inutile raccontare storie
diverse. Poi oggi va di moda affermare il
contrario? Chiunque lo pu fare, ma mai
nessuno mi potr costringere di definire
famiglia ci che famiglia non . E non
questione, come dite voi, di mondo
accademico e scientifico globale. Non vero.
Chi vi dice che tutto il mondo scientifico la
pensa in un certo modo? Forse una certa
informazione? Quella che racconta che in
tutto il mondo ci sono i matrimoni tra
omosessuali? Perch la stessa informazione
non scrive che in tutto lest Europa quel tipo di
matrimonio non riconosciuto? Perch non
viene detto che la maggior parte dei Paesi al
mondo non lo riconosce? Perch non viene
ricordato il referendum con il quale, nel
dicembre scorso, in Slovenia stata bocciata
la legge che aveva introdotto il matrimonio
gay? Perch certa informazione prende come
scusante lEuropa, lUnione europea nel caso
specifico, e quando la si cita per il sostegno
alla scuola paritaria la stessa informazione
tace? Perch questo strabismo? Per non dire
dellutero in affitto, contro il quale si sono
schierate anche associazioni di femministe e
lesbiche (cfr Corriere Cesenate n. 5 del 4
febbraio, pag. 10). Leggete il libro della figlia di
un padre gay di cui abbiamo parlato a pagina
19 sul giornale della scorsa settimana.
Carissimi giovani, oltre agli slogan occorre
andare a sondare la realt e alla ricerca della
verit, sempre a comunque. In redazione ho
ancora una copia del Corriere Cesenate del 16
aprile dello scorso anno. Nel Primo piano
avevamo affrontato il dramma dellaborto,
definito da papa Francesco, nellintervista in
volo durante il viaggio di ritorno dal Messico,
un crimine. fare fuori uno per salvare un
altro. quello che fa la mafia. un crimine,
un male assoluto. Avevamo trattato
largomento dopo il bel confronto con voi
durante il quale si era parlato molto di aborto.
La copia per voi ancora qui.
A presto, quindi.
Francesco Zanotti
zanotti@corrierecesenate.it

Da San Vittore di Cesena arriva la segnalazione, con foto, di una nostra abbonata. Da pi di 30 anni - scrive - alcuni fra i frequentatori del locale Vidia causano danni nelle zone circostanti, ogni venerd e sabato notte. Per non parlare degli schiamazzi fino alle 4 del
mattino. Rovesciano cestini, divelgono paletti, lasciano bottiglie di
birra ovunque. Nella foto, in primo piano un paletto abbattuto e,
sullo sfondo, un cestino dei rifiuti a terra. E i cittadini pagano...
Lo scorso 11 febbraio, a 95 anni di et, deceduto il
sacerdote cesenate don Guido Severi.
Pubblichiamo un testo-ringraziamento dei nipoti.

RINGRAZIAMENTO
a zio don Guido
Carissimo zio don Guido,
noi nipoti ti abbiamo sempre amato perch era bello e
immediato il tuo modo di stare con noi bambini e ragazzi. Eri simpatico.
Vivevi in Germania, lontano, ma quando venivi da noi subito ti sentivamo
vicino.
Ci hai introdotto a tanti sport e ci hai portato a visitare Paesi e citt dEuropa e del Mediterraneo. Hai provato anche ad avvicinarci alla musica che
ti piaceva tanto.
Zio, hai sempre amato tantissimo la vita e hai voluto provare tante esperienze buone, umane, semplici. Con facilit nel dialogo e anche con i mezzi
di comunicazione trasmettevi la tua gioia di vivere e lamore misericordioso del Signore.
Hai cercato il contatto con culture e genti diverse a cui andavi incontro con
rispetto, con attenzione e con la tua identit di sacerdote cattolico missionario. Facendo cos hai potuto godere di tanti rapporti di amicizia e anche
noi nipoti abbiamo ricevuto affetto dai tuoi amici pi cari. La cosa che ricordiamo di pi la tua generosit e apertura di cuore verso tutti.
Carissimo zio don Guido, la tua fede in Ges era schietta e lamore al Papa
era profondo.
Avevi una grande devozione alla Madonna, hai accompagnato tanti gruppi
in pellegrinaggio a Lourdes e a Medijugorie, e per noi stato un segno il
fatto che sei salito al cielo proprio il giorno della festa della Madonna di
Lourdes.
Noi e altri ragazzi abbiamo percepito la tua fede stando con te e partecipando attivamente alle Sante Messe che celebravi con calore nelle ricorrenze.
Infine, zio, ti ringraziamo per questi ultimi mesi in cui hai dovuto affrontare
le malattie e limmobilit nel letto che non faceva parte della tua natura.
Nella sofferenza per sei stato docile con chi ti assisteva e senza mai lamentarti. Ci hai guardato sempre con i tuoi begli occhi azzurri, sereni e teneri
fino allultimo giorno.
Grazie, zio don Guido, noi preghiamo per te e tu dal cielo prega per noi e
per la Santa Chiesa.
I tuoi nipoti Angelo, Francesco, Emanuela, Anna, Cecilia

Una voce
locale con
lo sguardo globale
Cronaca, attualit, vita della Chiesa,
cultura, opinioni, solidariet, sport
con lunico settimanale dinformazione del territorio
COME ABBONARSI:
- Utilizzando il bollettino di C.C.P. n.
14191472, intestato a Corriere Cesenate,
via del Seminario 85, Cesena
- Al Centro Pastorale di Palazzo Ghini,
corso Sozzi 39, Cesena
- Presso la redazione del Corriere Cesenate in via del Seminario 85, Cesena
- Alla libreria San Giovanni, piazzetta
Isei 13, Cesena
- Con bonifico bancario. Beneficiario: Corriere Cesenate. Banca: Cassa di Risparmio
di Cesena, sede. Iban: IT32Y 06120 23901
CC0010021712
QUOTE ABBONAMENTO:
- Ordinario: 48 euro - Sostenitore: 70 euro
- Amico: 100 euro - Estero: 80 euro