Sei sulla pagina 1di 10

Miseria Bella atto unico di Peppino De Filippo

M I S E R I A B E L L A
Atto unico
di
PEPPINO DE FILIPPO
EDUARDO Morelli (scultore)
VITTORIO Floscio (pittore)
NICOLA Melasecca (possidente)
GIULIA De Santis (nobildonna)
PASQUALINA (portiera)
1
Miseria Bella atto unico di Peppino De Filippo
SCENA I
Allaprirsi del sipario Vittorio ed Eduardo sono raggoitolati nella stessa !operta" Si sente bussare
insistenteente alla porta
EDUA#D$ % C&i '( C&i '(
VI))$#I$ % Cosa !*'(
EDUA#D$ % +ussano
VI))$#I$ % C&i potr, essere""" a -uest*ora(
EDUA#D$ % Qual!&e !reditore !ertaente. /ai ad aprire"
VI))0#I0 % E per!&' non !i /ai tu(
EDUA#D$ % )i prego. non &o /oglia di al1ari (Laentoso)
VI))$#I$ 2a s!usa. potrebbe essere -ual!&e persona !&e !er!a di te
EDUA#D$ % Coe potrebbe essere -ual!&e persona !&e !er!a di te in/e!e. e poi &o tanto
bisogno di stenderi un po!o (sepre laentoso. rigirandosi nel letto)
VI))$#I$ Sia 3atta la /olont, di Dio4 (Via per la destra /a ad aprire)
PASQUALINA % 5inalente4""" (guarda intorno !on !ir!ospe1ione)
VI))$#I$ Cosa /uoi Pas-ualina(!on /o!e 3lebile)
PASQUALINA % sapete !&e sta/o tele3onando in -uestura(""" !rede/o !&e /i 3oste sui!idato4
VI))$#I$ % C&e bello augurio a* pria attina6
EDUA#D$ % 7ai bussato olto(
PASQUALINA % )anto da teere -ual!&e disgra1ia
VI))$#I$ % 2a !ara ia. non , -uesta l*ora di /enire a disturbare
PASQUALINA % Non ' -uesta l*ora( 2a sapete !&e e11ogiorno 8 passato da un pe11o"
VI ))$#I$ % Possibile( (guarda la s/eglia) perba!!o""" ' /ero"
EDUA#D$ % Insoa !&e /uoi
PASQUALINA Un gio/anotto &a portato -uesto 3oglio. per /oi e si!!oe i &a detto !&e si
tratta/a di una !osa seria. &o /oluto portar/elo io stessa
VI))$#I$ % Non !' !&e dire. sei una portiera odello" D, -u, (prende il il 3oglio)
PASQUALINA % +ont, /ostra4 +uona giornata" A proposito dienti!a/o9 il padrone di !asa
ieri sera i disse di ri!ordar/i !&e an!ora non gli a/ete pagato il ensile"
VI))$#I$ % 2a !osa !rede !&e /ogliao s!appare(""" In/e!e *e anten' *e pruesse (pausa)
de/i sapere !&e -uando dis!uteo il !ontratto di a33itto. disse. e proise !&e
a/rebbe pensato per gli a!!oodi ne!essari. ti sebra -uesto un lo!ale de!ente(
PASQUALINA % Non so proprio !osa dir/i4(
VI))$#I$ % De resto di !&e si laenta( E* solaente un ese di 3itto !&e gli dobbiao"
PASQUALINA% 2a /oi solaente" da un ese state -u:
EDUA#D$ % E non !redo !&e !i stareo di pi;. ti sebra -uesto uno studi di pittura e s!ultura(
+ella 3igura !on i !lienti4 Sai !&e /olendo potreo 3are !ausa al padrone di !asa(
2
Miseria Bella atto unico di Peppino De Filippo
VI))$#I$ E gliela 3areo sai
PASUALINA Coe /oi /olete" Coandate niente( ( si dirige /erso destra)
VI))$#I$ % Il !a33' lo &ai presa(
PASQUALINA Si !apis!e. Staattina alle sei e adesso ' tutto pronto per la !ola1ione
VI))$#I$ % Cosa angiate(
PASQUALINA Pasta e 3agioli e ba!!al, alla arinara""""
VI))$#I$ % E&4 pasta e 3agioli e ba!!al,(4 Eduardo te la ri!ordi la pasta e 3agioli( Si !u!ina
sepre assiee al ba!!al," Coe <Ca/alleria< e =Paglia!!i= N8& !oe lo stai
!u!inando il ba!!al,(
PASQUALINAL*&o detto alla arinara Ne &o !oprato un !&ilo per e e io arito 7o s!elto la
parte pi> polposa" l*&o 3atto a pe11i e li &o essi in una teglia9 un p? di pre11eolo.
aglio6 olio. origano e poodoro". e adesso sta !uo!endo a 3uo!o lento" Quando sar,
!otto. io da una parte. e io arito dalla altra. assiee al i!io. an!&e lui de/e
/i/ere !e lo angiao in gra1ia di Dio
VI))$#I$ % Cose *e pa11e pure @o i!io
PASQUALINA % Perettete ( ed es!e) (Vittorio si siede e !a!!ia il biglietto)
EDUA#D$ !&i '(
VI))$#I$ % Un in/ito4
EDUA#D$ % A Vene1ia(
VI))$#I$ %No 4
EDUA#D$ % A Sanreo(
VI))$#I$ % No. in -uestura4 il padrone del ristorante ' ri!orso in -uestura4 Dispera1ione
aledetta4 E!!o !osa signi3i!a essere soli al ondo
EDUA#D$ % Soli e disgra1iati4 Vittorio in -uesta !asa si angia solo pane e /eleno4
VI))$#I$ % Solo Veleno"""" solo /eleno"""" +e& 3a!!iao la pria !ola1ione" ( Siede al ta/olo si
ette il to/agliolo e /ersa dell*a!-ua in un bi!!&iere. be/e a pi!!oli sorsi 3a!endo
s!ena Eduardo guarda in!uriosito. Vittorio &a un singulto)
EDUA#D$ % Cosa !*'(
VI))$#I$ % ( !on strana /o!e) l*a!-ua &a tro/ato il /uoto(
EDUA#D$" % E non bere allora
VI))$#I$ % +e& &ai ragione per? ora" al1ati !&e o!!orre tare un p? di puli1ia. sono due giorni
!&e non si es!e di !asa ( si a//i!ina al letto) *Aae * Aa (in!iapa nel /aso da
notte)
EDUA#D$" % Cosa 3ai(
VI))$#I$ " % +isogna al1arsi ( si allontana)
EDUA#D$ % Per andare9 do/e(
VI))$#I$ % Non 3oss*altro !&e per prendere un po!o d*aria (nella 3oga 3a !adere un altro
bi!!&iere da!-ua /i!ino alla branda)
3
Miseria Bella atto unico di Peppino De Filippo
EDUA#D$ 5ai piano. non sar, i!a di/entato un deposito di iondi1ie -uesta branda4 La
/uoi settere( ( !adono altri oggetti /ari dal letto)
VI))$#I$ % (in3ilando la roba sotto il letto) do/e suoi !&e la etta( Poi si toglier,. per il
oento""""
EDUA#D$ % Santo Iddio !&e /ita4 7o una bo!!a aara !oe il 3iele e non poter prendere una
go!!ia di !a33'4 7ai aleno un o11i!one(
VI))$#I$ % Non &o niente4
EDUA#D$ )re giorni !&e non si 3ua4
VI))$#I$ % E non si angia"""" Si be/e solaente4 (pausa) 3ra le altre !ose sei testardo""""
al1ati""" andreo""" al !a33'""" /edreo se li tro/ereo un ai!o"""
EDUA#D$ % Al !a33' non /oglio andar!i"
VI))$#I$ % Per!&8(
EDUA#D$ % Per!&8 non /oglio in!ontrari !on la De Santis"""
VI))$#I$ % Vuoi spe11are il dol!e idillio("""
EDUA#D$ % Per adesso" In seguito 3orse. !*' troppa di33eren1a tra noi essa ' una signora""" io"""
nu* po/er*oo4 Poi si!!oe i !&iese di /isitare il io studio. non /orrei essere
!ostretto a 3arle /isitare -uesta stalla4"""
VI))$#I$ % Voglio !redere !&e tu sia stato 3urbo da non darle l*indiri11o4 Io le dissi tepo 3a
!&e lo studio era di stile ores!o"4(
EDUA#D$ % No le dissi !&e non pote/o 3arle /isitare lo studio per!&8 sta/a in rinno/a1ione
(+ussano)
VI))$#I$ % (sussultando) e* !arabinie * u& aaia4
EDUA#D$ %(In piedi) Io non !i sono4 se !er!ano te t*arrangi4 Ciao (entra nel gabinetto)
VI))$#I$ % C&e tipo4 (!er!a di darsi un !ontegno e di aggiustarsi indi /a ad aprire)
2ELASECCA % E* -uesto lo studio di pittura e di s!ultura(
VI))$#I$ % Si!uro""""4(
2ELASECCA % Parlo !on lo s!ultore Eduardo 2orelli(
VI))$#I$ % Parlate !on il pittore Vittorio 5los!io (!ontegnoso)
2ELASECCA % Ni!ola 2elase!!a possidente (presentandosi)
VI))$#I$ %2olto" lieto6 a!!oodate/i4 (prende il !appello di 2elase!!a e non a/endo do/e
posarlo glielo rid,)
2ELASECCA Gra1ie
VI))$#I$ % (o33rendogli una sedia)" sedete pure. ' pulita4
2ELASECCA % (passandogli sopra un 3a11oletto)""" sapete -ual!&e i!robo""
VI))$#I$ % (!on si!ure11a) non /e ne sono -ui (al pros!enio) !&e angerebbero" "
2ELASECCA % Gra1ie. io per? /orrei parlare !on lo s!ultore Eduardo 2orelli (guardandosi intorno)
' in !asa(
VI))$#I$ % Dipende""""
4
Miseria Bella atto unico di Peppino De Filippo
2ELASECCA Da !osa(
VI))$#I$ Dipende"" se 8 Bn !asa. per!&8 ' entrato dallaltro ingresso dello studio C" per!&8"
abbiao an!&e unentrata prin!ipale dal par!o"""""3orse ' proprio entrato %da -uella
parte
VI))$#I$ % (gesti!ola !on le ani) /eraente"". io non lo so -uello lo studio ' tanto grande4
Questa ' la Stan1etta del nostro ser/o. di l, poi !i sono i !orridoi o/e si a!!ede nei.
grandi saloni di posa4 (3a !enno /erso la porta del gabinetto)
2ELASECCA % Il portiere i &a detto !&e 2orelli ' in !asa4
VI))$#I$ % Potr? assi!urarene. a /oi !&e !osa desiderate(
2ELASECCA % Voglio etteri d*a!!ordo !on lui per un la/oro""""
VI))$#I$ %(ri/olto al pros!enio si 3rega le ani % poi di!e) Cosa '( un*ordina1ione""" a&
alloraaa (riane !on la bo!!a aperta)
2ELASECCA % C&e !*'(
VI))$#I$ % E da pare!!&io !&e le as!elle non si arti!olano pi; o!!upati !oe siao. a
la/orare sepre. non parliao e non angiao" Di!e/a""" un*ordina1ione(
2ELASECCA % Si!uro4
VI))$#I$ % +enissio4 Vado subito a !&iaarlo. !ertaente sar, nella grande sala di posa"
Attendete" Lo !&iaer? subito" Eduardo Eduardo ( 2elase!!a sar, seduto in odo
da non /edere Eduardo seduto sul gabinetto)
2ELASECCA % Non strillate !os: !&e i /ibra lo stoa!o4 allora !*'(
VI))$#I$ % Sapete -uella la sala di posa ' !os: lontana""" Andr? a !&iaarlo di persona"""
(Entra nel !aerino e ne ries!e !on Eduardo subito dopo) Questo Signore /orrebbe
parlarti""" di la/oro"" prego sediao"
EDUA#D$ % (Preuroso) +uon giorno4 Sono 2orelli
2ELASECCA % Pia!ere. a siete tutto ipol/erato4
EDUA#D$ % $&""" niente"""" ero di l, a ettere in ordine al!uni sa!!&i di gesso. !on le persone
di ser/i1io. dun-ue di !&e si tratta(
2ELASECCA % E!!o. non /orrei essere iportuno"""" -uesta ' ora di !ola1ione. posso ritornare se
/olete(
EDUA#D$ % no. no potete rianere. noi non dobbiao 3are !ola1ione4
2ELASECCA % A/ete gi, 3atto !ola1ione(
VI))$#I$ % E&"""" da tanto tepo4"""
2ELASECCA % Allora posso parlar/i !on !oodit,( do/ete sapere !&e dopo una lunga e penosa
alattia. la ia po/era +eatri!e""" (sing&io11ando 3a s!ena) D0 giorni 3a ' orta"""
EDUA#D$ % Coraggio4
VI))$#I$ % #assegna1ione4 (al1ando le ani) !er!ate di raggiungerla al pi; presto
2ELASECCA % (Sing&io11a !oi!aente) po/era +eatri!e"" un angelo di oglie l*esepio della
bont, """ a& a&""" (laentandosi porta le ani allo stoa!o)
5
Miseria Bella atto unico di Peppino De Filippo
EDUA#D$ % Cosa !'(
VI))$#I$ % (Preuroso) /i sentite ale(
2ELASECCA % do/ete sapere !&e io sono so33erente di stoa!o. il dolore poi della orte di
+eatri!e. aggiorente &a in3luito sulla alattia -uando i !ouo/o6 pro/o
delle so33eren1e atro!i6 a&. a&C"
VI))$#I$ Si ore !io angiao
2ELASECCA % A74
EDUA#D$ % Ci spa/entate4
2ELASECCA % Niente spa/ento" !*' il riedio. si!!oe si tratta di !atti/a digestione. non assiilo il !ibo4" il
edi!o i &a ordinato di angiare po!o e spesso. an1i spessissio" Di3atti basta !&e io
angi una pi!!ola !osa. e il dolore !essa !oe per in!anto"
EDUA#D$ 2i spia!e a non abbiao niente da o33ri/i4
2ELASECCA % Non o!!orre sono pro//isto del ne!essario (dalla borsa estrae del !ibo. !on una bo!!etta
!ontenente arsala)
VI))$#I$ % (indi!ando i pasti!!ini) Cosa sono(
2ELASECCA % Cro!!&ette di pollo4 e le !u!ina la ia !uo!a"
VI))$#I$ % C&e buon pro3uo ( si al1a e /a a bere)
2ELASECCA % Sono 3atti in !asa. i sento eglio4 %
EDUA#D$ % +ra/o ( si al1a e /a a bere)
2ELASECCA % Sta/ao di!endo( Io /i dar? una 3otogra3ia della ia po/era +eatri!e e /oi. dal -ual /alente
artista !&e siete ne ritrarrete una statuetta di aro"
EDUA#D$ % Va bene"
2ELASECCA % Quanto i pu? !ostare( Io non bado a spese" %
EDUA#D$ % Se!ondo. il la/oro pu? !ostare an!&e olto. la /olete obile(
2ELASECCA % 2obile(
EDUA#D$ % Si !&e gira gli o!!&i e uo/e la testa""""
2ELASECCA % No. no4 2i 3arebbe ipressione" Desidero un e11o busto rigido"
EDUA#D$ % rigido4
VI))$#I$ % Norale insoa"
EDUA#D$ % La /olete di aro(
2ELASECCA % Si!uro""" e non pi; grande di !os: (3a segno !on le ani)
EDUA#D$ dueila euro"
2ELASECCA % A!!etto
VI))$#I$ % A!!ettate(
2ELASECCA % Si4
VI))$#I$ % Edu, !&istto a!!etta (era/igliato )
EDUA#D$ % +ene o!!orre per? un anti!ipio
2ELASECCA % Di -uanto(
VI))$#I$ !ento euro
2ELASECCA % Coe !osta dueila euro e !&iedete !ento di anti!ipo(
EDUA#D$ % No. No. si ' sbagliato. un anti!ipo di ille euro"
6
Miseria Bella atto unico di Peppino De Filippo
2ELASECCA % Iediataente (!er!a il porta3oglio) Santo Iddio ""
EDUA#D$ % C&e !*' (
2ELASECCA 7o dienti!ato a !asa il porta3oglio !on II denaro e la 3otogra3ia. !er/ello da pul!ino49 "
EDUA#D$" % Potete ritornare. sar? in !asa ad aspettar/i
2ELASECCA Non i ' possibile adesso debbo re!ari dal dottore poi alle -uattro debbo partire per #oa
per a33ari urgenti
EDUA#D$ Possiao 3are !os:9 adesso io ed il io ai!o /i a!!opagniao dal dottore. poi a !asa !i
darete la 3oto e I*anti!ipo" e -uando ritornerete da #oa tro/erete il la/oro ultiato4""""
2ELASECCA Non ' possibileC""do/endo partire la !asa ' !&iusa le !&ia/i !e le &a la !aeriera !&e ora '
in 3erie . per 3ortuna &o gi, il biglietto 3erro/iario4""""
EDUA#D$ %" E a33rontate un /iaggio sen1a denaro(
2ELASECCA % A #oa &o io 3ratello6 ne do/reo parlare al io ritorno"
EDUA#D$ % E -uando ritornerete(
2ELASECCA % 3ra die!i giorni"
EDUA#DC % Non !i tro/erete pi;
2ELASECCA % Partite(
VI))$#I$ % 5orse per sepre"""" andiao all* estero 4 """"
2ELASECCA % C&e pe!!ato4 Vedete alla inia !ontrarieE, lo stoa!o ne risente A& 4 A&4
EDUA#D$ %Vi% prego signor 2elase!!a andate per!&' abbiao da la/orare4
VI))$#I$ % Andate a angiare% altro/e""". e buon appetito"
2ELASECCA % Vado /ado e ille s!use" Ci ri/edreo al ritorno"
VI))$#I$ % Se !i tro/erete 4 Sia la /olont, di Dio -uello /iene a angiare proprio -ui4
EDUA#D$ % A ris!&io di 3ar!i orire per !ontra1ioni intestinali"
VI))$#I$ % Eduardo. -ui" o!!orre tro/are assolutaente -ual!osa di !oestibile. non possiao
tollerare pi; -uesta pri/a1ione""""siao al ter1o giorno di 3or1ato digiuno. non /orreo 3are
lo s!iopero della 3ae( Io i sento s/enire"""
EDUA#D$ % Cosa posso 3ar!i(""" sola il sa!ri3i!io di. uno di noi due /arr, a s3aare -uello !&e resta""""
VI))$#I$ % Sei ipa11ito(4""""" (suonano alla porta) Vai ad aprire
EDUA#D$ Va tu non &o la 3or1a di uo/eri
VI))$#I$ % (entre /a ad aprire) a/e/a ben ragione il Conte Ugolino"""" E* la signorina De Santis"""
(allarato) &o guardato dal bu!o della serratura4
EDUA#D$ Coe ai"""" 2ettiao un p? di ordine"""""
VI))$#I$ % Coe a/r, saputo l*indiri11o. so tutt* e stesse sti 3eene
EDUA#D$ % Non saprei (!er!ano di ettere ordine alla stan1a suona il !apanello) e!!o /iene subito666
(es!e e ritorna !on Giulia)"" Coe ai -ui(
GIULIA % Vi era/iglia sepli!issio passando. per !aso" &o /isto al portone una targ&etta !on il
/ostro noe a sono salita" 5inal ente /i s: /ede signor 2orelli""""" Vittorio"
VI))$#I$ % Signorina s!usi (3a!endo 3inta di al1arsi)
GIULIA Prego la/orate pure ( osser/ando Bl -uadro) !ose '( % F
VI))$#I$ Un -uadro da restaurare"
GIULIA % E /oi 2orelli""" per!&' non /i si /ede pi;(
EDUA#D$ &o a/uto tanto da 3are""""e pap, il +arone(
7
Miseria Bella atto unico di Peppino De Filippo
GIULIA 9 % E* " a letto %
EDUA#D$ A letto(
GIULIA % Niente di gra/e. una leggera indisposi1ione. la solita indisposi1ione angia troppo. troppo"
EDUA#D$ % 2angiate troppo (ridendo)
GIULIA CC" e !oe""" !ontro il /olere del edi!o. orai &a un*et,"
EDUA#D$ % E un buongustaio pap,
GIULIA % Quando poi si aala di/enta !apri!!ioso !oe un babino4 """"2a parliao di noi"
EDUA#D$ % Gi, parliao di noi" non a/rei ai iaginato
GIULIA % (lo interrope) !&e sarei stata io a /enir/i a tro/are( Dienti!ate troppo presto gli ai!i"""
/ero(
EDUA#D$ % Sono stato tanto o!!upato""""
GIULIA % E !os:.. io sono /enuta per /isitare 3inalente il /ostro studio" Do/'(
EDUA#D$ % Qui4
GIULIA % Qui(
EDUA#D$ % Poi l,""""
GIULIA Posso andare(
VI))$#I$ (si al1a di s!atto) No Questa ' la porta !&e d, nel !orridoio dalla -uale si a!!ede alla sala
di posa a si!!oe siao in rinno/a1ione ' tutta ingobro di sa!!&i. odelli. !a/alletti
arnesi""""
GIULIA Do/e la/orate(
EDUA#D$ Qui(
GIULIA Qui( E non i 3ate /edere -ual!&e /ostro !apola/oro( Voi sapete !&e adoro la s!ultura""""
EDUA#D$ Sono spia!ente a non &o niente da ostrar/i per!&8 proprio staane &o !onsegnato le
ie ultie tre opere"
GIULIA )re statue(
EDUA#D$ % Gi,4
GIULIA % E Coe le a/ete !&iaate(
VI))$#I$ % La 3ae la peste e la !arestia
GIULIA % Coe(
EDUA#D$ % Gi,""" si!uro""" tre nudi di donne !&e /ogliono rappresentare la 3ae la peste e la !arestia
GIULIA % Spero !&e /i siano rius!ite bene.
EDUA#D$ % +enissio"
VI))$#I$ % Spe!ialente -uella !&e rappresenta la 3ae
GIULIA % +ene4 Caro 2orelli". &o unoretta disponibile""" e sono pronta per il bo11etto !&e i
proetteste (posando) /i pia!e !osi(
EDUA#D$ % !osa(
GIULIA % La posa per il bo11etto
EDUA#D$ Si!uro CC"+enissioC"" aCC""
GIULIA lo non pretendo un !apola/oro""" un bo11etto !os: sen1a iportan1aC""per a/ere un /ostro
ri!ordo
8
Miseria Bella atto unico di Peppino De Filippo
EDUA#D$ Gi,C"a
GIULIA Non sento ragioni. se oggi non i 3ate Il bo11etto e la prender? a ale
EDUA#D$ % Signorina Giulia per!&8( /i assi!uro !&e per oggi non ' possibile" Non &o un pe11etto di
!reta" di plastilina" un""""
GIULIA % Quante bugie.
EDUA#D$ % Guardate /oi stessa in tutto lo studi0""" !er!ate. /edrete !&e non tro/erete un on!ia di
!reta
GIULIA % +ene /oglio proprio /edere"
EDUA#D$ % No4 Non entrate l,"" il passaggio ' ingobro di" tanta roba
GIULIA % Non iporta.
EDUA#D$ % Vi prego aspettate"" Vittorio( /a di l, /edi un p? se &anno esso in ordine e se le
odella sono andate /ia" (a Giulia) &o di l, due allie/i !&e studiano e non * ' le!ito entrare
all<:pro//iso (A Vittorio) /ai. se an!ora non ' tutto in ordine e gli allie/i sono an!ora !on
la odelle""" e lo 3arai sapere.....
VI))$#I$ 7o !apito4 Peresso signorina" $ra /ado a /edere se la signorina pu? entrare. se non pu?
entrare /err? ad a//ertir/i ( e si dirige /erso il gabinetto) ) Se non do/essi tornare /enite a
tro/are (es!e)
GIULIA % Non iagina/o proprio !&e a/reste tro/ato tante s!use per 3ari un pi!!olo bo11etto"
EDUA#D$ Vi sbagliate
GIULIA 5ate silen1io . non /i sebra brutto ri3iutar/i di odellare un odello della ia testa.
piuttosto !arina. no( sorridente""" Cos: tutta per /oi
EDUA#D$ E /ero a io posso assi!urar/iCC"
GIULIA C&iss, !&e nas!ondete nella sala di posa. -ual!&e !osa !&e io non posso /edere"""" -ual!&e
donna""" /oglio /edere"
EDUA#D$ /i prego
GIULIA Voglio /edere /i di!o4 (apre lo stipo e tro/a Vittorio seduto sul gabinetto)
EDUA#D$ !ontenta adesso"
GIULIA % Non !apis!o. a/e/ate detto
EDUA#D$ % Vi a/e/o detto !&e."" e!!o. guardate" girate -uesto ' il io studio""" !er!ate la !reta. la
plastilina non /e n*'""""" nean!&e l*obra per!&8 se pure un*obra /e ne 3osse stata
*a/reste tro/ato la/orando""" a non /e n*' e non /e ne sar, per!&8 sono po/ero. e po/ero
lo sono per!&8 sono onesto"""" onesto (3a 3inta di piangere)
GIULIA % 2a io4
EDUA#D$ % Vi prego" non doandatei pi; niente perdonate tutto -uello !&e &o detto e !er!&iao
in/e!e di non /eder!i pi; """a/rei /ergogna di /oi" E -uesta ' Ia /ita !&e si a33a!!ia a !oloro
!&e /engono a s!oprire il istero di !&i aa l*arte /era9 torento iseria. 3ae"
VI))$#I$ 5ae. si 3ae"
EDUA#D$ Vedete non &a il !oraggio di guardar/i negli o!!&i e -uasi sono pentito da/er/i aperto
tutto e stessoC""/i prego signorina Giulia. las!iatei solo
GIULIA Signor 2orelliCioC"
EDUA#D$ Las!iatei solo e C!oprendeteiCCC""las!iate!i soli
GIULIA Vado. /ado (es!e)
9
Miseria Bella atto unico di Peppino De Filippo
EDUA#D$ (lunga pausa) ibe!ille 3arti tro/are in -uella posi1ione
VI))$#I$ E !oe /ole/i !&e i 3a!essi tro/are( !o tri!!aballa!!&e @nano(
EDUA#D$ % Pote/i /enir 3uori un oento pria
VI))$#I$ Vole/o. a non &o a/uto la 3or1a ( s!orge dei !io!!olatini ne angia" al!uni e poi a
Eduardo) Edua
EDUA#D$ Cosa /uoi(
VI))$#I$ la signorina Giulia &a dienti!ato -ui un pa!!&etto di !io!!olatini. ne /uoi(
EDUA#D$ E e lo doandi""" dai a e.
VI))$#I$ % Cala. !ale di/idereo da buoni !opagni"""" !oe sono buoni
PASQUALINA (entrando) E peresso(. a !oe las!iate la porta aperta( A rise!o @e /e 3a arrubb,
EDUA#D$ Qua i ladri non /engono
VI))$#I$ e !&e /eneno a 3a(
EDUA#D$ a insoa !&e /uoi(
PASQUALINA Niente. soltanto !&e -uella signorina !&e sta/a -ua po!o 3a i &a detto di prendere un
pa!!&etto !&e &a las!iato -ua
VI))$#I$ (nas!ondendo il pa!!&etto) -ua non !i sta niente
EDUA#D$ no. non !' niente
PASQUALINA e /a bene. /uol dire !&e la signorina li !opra unaltra /olta
EDUA#D$ !&e !osa de/e !oprare(
PASQUALINA i !io!!olatini per il padre !&e sta ibara11ato
VI))$#I$ sta ibara11ato e si angia i !io!!olatini(
PASQUALINA e !ertoC"" -uelli purgati/i
Vittorio ed Eduardo si pre!ipitano /erso la porta del bagno"
Cala le tela"



10