Sei sulla pagina 1di 1

GdN giovedì 26 gennaio 2006 CRONACA DI NAPOLI I5

L’INIZIATIVA. SARÀ TRASMESSO GRATIS DALLE TV LOCALI. IL 70% DELLE IMPRESE SOTTO ESTORSIONE, C’È ANCHE L’INFORMAZIONE

Lotta al racket, ecco spot e numero verde


«Possiamo dire basta al fenomeno del racket. Chiama an- nel mondo dell’informazione è viva la pressione da par- mo ad arrivare direttamente nelle case dei cittadini – ha
che tu al numero 0815528090 e non sarai più solo»: que- te dei signori del pizzo. Il racket, si presenterebbe, secondo detto. Lo spot finanziato dall’amministrazione comuna-
sto è il messaggio lanciato nello spot “Basta Racket” rea- Conte, proprio come accade in Sicilia, attraverso l’impo- le e realizzato dalle associazioni antiracket rappresenta di
lizzato dalle associazioni antiracket e promosso dal Co- sizione della pubblicità, della gestione dei siti, delle an- un passo in avanti. Il numero delle denunce cresce mol-
mune di Napoli. Nel passaggio televisivo dalla durata di tenne, dell’imposizione dei dipendenti. Per Tano Grasso, to, siamo a quota circa 600 denunce nel solo 2005, pen-
un minuto, e radiofonico di 45 secondi, la voce narrante presidente onorario della Fai, la segnalazione evidenzia so che si dovrebbe fare ancora molto di più, l’importan-
accosta il racket al cancro, “che si insinua senza dare se- un «allarme racket sull’informazione». te è non abbassare il livello di attenzione». Recenti stati-
gnali per poi espandersi fino a soffocarti”. Trasmesso gra- «Quando la camorra colpisce chi fa informazione colpi- stiche stimano che il 70% delle imprese napoletane è sot-
tuitamente da domani per i prossimi quindici giorni, lo sce la libertà di impresa e di parola, di conseguenza gli ef- to estorsione, a conferma il numero di telefonate che ar-
spot intende vincere l’omertà e spingere alla collabora- fetti sono più gravi». Grasso ha poi lanciato un appello agli riva al centralino della sede del coordinamento antiracket,
zione. «Lo spot - ha spiegato Samuele Ciambriello (nella imprenditori dell’informazione: «Considerate il movi- il responsabile, Luigi Cuomo, pervengono dalle 3 alle 5
foto), presidente del Corecom Campania - ha l’obiettivo mento delle associazioni antiracket come un interlocutore richieste di aiuto. A margine Grasso ha annunciato che
di vincere l’omertà e l’indifferenza al fenomeno, co- nella soluzione di questo problema», ha detto. Per l’as- «oggi abbiamo due processi che riguardano uno gli im-
struendo un clima di solidarietà e collaborazione tra im- sessore comunale alla legalità, Roberto De Masi, con lo prenditori di Pianura e l’altro un caso (prima volta che av-
prese, cittadini ed istituzioni». Dalla sede del Corecom, spot si arricchisce la campagna di informazione portata viene) nella provincia di Caserta. Nove imputati di estor-
però, parte in modo spontaneo la denuncia di Luigi Con- avanti dall’amministrazione cittadina. «Adesso con la sione aggravata dall’articolo 7».
te, responsabile regionale di Rea, che ha detto che anche campagna di informazione in televisione e radio puntia- MORGANA ROMANO

CALATA CAPODICHINO. IL PRESIDENTE SANDRA LONARDO: QUESTO LUOGO DEVE DIVENTARE IL SIMBOLO DELLA LEGALITÀ NEL QUARTIERE DEL DEGRADO

Pizzaiolo ucciso, «salveremo il locale»


Consiglieri regionali a cena da Donn’Amalia, appello al titolare: resti a Napoli
stavolta dalla Regione. Su propo-
LUCA SAULINO
sta del presidente del consiglio re-
Fino a poco più di un mese fa gionale, Sandra Lonardo Mastella,
“Donn’Amalia”, la storica pizzeria una delegazione di rappresentan-
di calata Capodichino brulicava di ti dell’assise si è recata a cena da
gente, e non solo il sabato sera. “Donn’Amalia”. Una tavolata che
Proprio da un maledetto sabato se- ha visto la partecipazione, oltre
ra, il 18 dicembre scorso, la scena che della presidente Mastella, dei
era cambiata. In quel locale, dove consiglieri Antonio Scala (Pdci),
era stato ucciso il giovane piz- Stefano Buono (Verdi), Mario
zaiolo, Giuseppe Riccio, punito Ascierto, Franco D’Ercole, Enzo
per uno sgarro commesso nei Rivellini (An), Giuseppe Sarnata-
confronti di clienti “particolari”, ro, Antonio Amato, Giuseppe Rus-
non c’entrava quasi più nessuno. so (Ds), Cosimo Sibilia (Fi), Gen-
La paura aveva trasformato naro Oliviero (Sdi) e dell’assesso-
“Donn’Amalia” in un locale se- re regionale al Lavoro, Corrado
mideserto tanto da indurre il tito- Gabriele. «Abbiamo raccolto il gri- LA PIZZERIA DI CALATA CAPODICHINO. I CONSIGLIERI REGIONALI A CENA DA “DONN’AMALIA” PER INVITARE IL TITOLARE A NON ANDARE VIA DA NAPOLI. A DESTRA IL PRESIDENTE SANDRA LONARDO CON LA VEDOVA RICCIO ____________
lare, Cristofaro D’Ercole, a paven- do disperato del titolare della piz-
tare un’imminente chiusura della zeria – ha spiegato la numero uno la nostra città. Questa pizzeria de- pertanto devono stare accanto a San Carlo parla di «una grande perché non si ceda alla camorra.
pizzeria. “Vado via da Napoli”, del consiglio regionale, seduta ac- ve diventare il simbolo della lega- questa maggioranza della cittadi- mobilitazione per stare vicino al Occorre il massimo impegno del-
aveva detto il gestore dell’eserci- canto alla vedova Riccio – perché lità e di quanti lavorano onesta- nanza». Per Russo «l’iniziativa è titolare della pizzeria che in que- le istituzioni perché i rigurgiti di
zio nelle ore successive alla mor- l’attività commerciale non chiuda. mente con molti sacrifici». un’occasione per dare forza a chi sto particolare momento ha biso- violenza non si trasformino in tra-
te del 26enne. In suo sostegno era- Vogliamo che attraverso la nostra Secondo Rivellini «non esiste so- vuole fronteggiare i fenomeni ma- gno del calore della gente e delle gedia». «Di fronte alla lotta alla
no scese in campo tutte le istitu- presenza si dia inizio ad una serie lo un Sud camorristico, ma anche lavitosi». Mario Capuano, consi- istituzioni». Per D’Ercole, capo- criminalità - commenta Buono - ci
zioni locali. Ieri sera l’ultima ini- di incontri che possano evitare un Sud positivo come il giovane gliere circoscrizionale della Quer- gruppo di An, la serata è «la testi- siamo mostrati ancora una volta
ziativa di appoggio, organizzata che un’altra famiglia vada via dal- Giuseppe Riccio. Le istituzioni cia alla circoscrizione di Stella- monianza ferrea di tutta la città uniti».

L’ACCORDO. LANZA TOMASI: DISAVANZO DI 17,9 MILIONI, PATTO CON L’UNIONE INDUSTRIALI. MA SERVONO ALTRI AIUTI IN BREVE

San Carlo, sei mesi per evitare il crac


Sei mesi: le speranze di risollevare il Teatro ne pubblica a collaborare per mantenere le
EX LEONARDO BIANCHI
«No all’ospedale vicino l’aeroporto»
I consiglieri di Fi al Comune Fran-
co Bianco ed Raffaele Ambrosino si
dichiarano «molto soddisfatti» del
IL DISAVANZO
San Carlo da quella che sembra una crisi or- istituzioni culturali ritenendoli beni prima- fatto che «in margine all’esame del
mai irreversibile non vanno oltre la prossi- ri della collettività». Pronti a scendere in bilancio in consiglio comunale sia
ma estate. Dopo questa data, se non inter-
2000 -2.998 campo anche i 370 dipendenti fissi, un nu- stata approvata la loro richiesta di
verranno misure straordinarie, per la pre- mero a cui va aggiunto quello dei circa pre- riunire entro il prossimo mese il ta-
2001 -2.977
stigiosa istituzione partenopea si aprirà il ba- cari: «Un centinaio, per la precisione - spie- volo della sicurezza per scongiura-
ratro del fallimento. Nel frattempo, una ma- 2002 +0,5 ga Osvaldo Barba della Slc Cgil - in occasio- re la costruzione di un nuovo ospe-
no tesa arriva dall’Unione Industriali di Na- ne della prima dell’“Attila”, come sindaca- dale là dove sorgeva il Leonardo
poli che ieri mattina ha formalizzato il pro- 2003 -2.112 to abbiamo ottenuto un primo incontro con Bianchi, in via calata Capodichi-
prio impegno a sostenere l’antica Fondazio- GLI INCASSI
LE SPESE
la Iervolino, la quale si è impegnata a orga- no». «La zona, infatti - rilevano i
ne. L’intesa associativa, che arriva all’indo- 2004 -4.142 CONTRIBUTI STATALI 14.250 nizzare un incontro istituzionale con Re- due esponenti di Fi - è nelle vici-
mani dell’appello lanciato dalle istituzioni
PERSONALE FISSO 24.000 gione e Provincia per ottenere le risorse ne- nanze dell’aeroporto di Capodichi-
locali ai privati, si propone di risanare, al- ARTISTI 6.500 cessarie a concludere la stagione, che spe- no, che, come è ormai noto, è sotto
2005 0 COMUNE-PROVINCIA 9.000
meno in parte, i conti in rosso del Massimo, REGIONE
ALLESTIMENTI 1.500 riamo si aprirà nelle prossime ore; accoglia- accusa da tempo per i rumori in-
coinvolgendo il tessuto imprenditoriale cit- 2006 -5.550 BIGLIETTERIA 5.000 SPESE GENERALI 2.000 mo con favore l’intervento dei privati che al sopportabili che creano i voli a dan-
tadino nel suo rilancio. La partnership, oltre 1.000 di là di questa iniziativa, speriamo possa no dei cittadini».I consiglieri si so-
SPONSOR 1.600 INTERESSI E SANZIONI
apromuovere all’interno dell’Associazione totale -17.779 scongiurare il crack della macchina culturale no opposti anche alla costruzione
29.850 35.000
l’Industria del Turismo e dello Spettacolo, locale, ipotesi decisamente fallimentare per di un supermarket nell’hangar del-
sostenendo la competitività del territorio at- TUTTE LE CIFRE VANNO MOLTIPLICATE PER 1.000 Comune, Regione e forze del lavoro». «Al l’aeroporto per il quale non ci sa-
traverso offerte turistiche di qualità e tradi- più presto apriremo un tavolo con la Came- rebbero le concessioni.
zione, consentirà infatti di diffondere una dai tagli imposti dalla Finanziaria al fondo Gioacchino Lanza Tomasi (nella foto con ra di Commercio per valutare le soluzioni
maggiore sensibilità tra gli imprenditori na- Unico per lo spettacolo (Fus), che oggi toc- Gianni Lettieri) - Con la trasformazione in migliori», ha auspicato il Presidente dell’U- RECUPERO CREDITI
poletani sulla necessità di trovare risorse e ca la quota record di 17,9 milioni: «Siamo in Fondazione avevamo bisogno da tempo di nione industriali Giovanni Lettieri interve-
crediti per superare l’emergenza. A pesare una situazione drammatica. Fra sei mesi se un punto di riferimento. La cordataappare nendo alla conferenza insieme con il vice- «Ora si può rateizzare il debito»
sul disastrato bilancio dell’Ente lirico, un di- non ci sarà il reintegro dei fondi tagliati si dunque indispensabile affinché si crei anche presidente al Marketing per lo Sviluppo as- Tutti i cittadini che hanno debiti con
savanzo importante, accumulatosi negli ul- chiude. Rischiano anche molti altri Teatri a Napoli, come in altre città, una coscienza sociativo Vito Grassi. l’Ente comunale per quanto riguar-
timi cinque anni, ulteriormente aggravato italiani - ha spiegato il soprintendente che spinga imprenditoria e amministrazio- ADELAIDE AURIEMMA da Ici, Tarsu, Cosap e Tosap, e non
hanno già morosità in pregresse ra-
teizzazioni, possono presentare al-
LA DENUNCIA DEL SUNIA. L’ASSESSORE BALZAMO: CONFERENZA DELLE REGIONI CONTRO IL DECRETO la Gestline istanza entro 60 giorni
chiedendo la dilazione del paga-

«Case, proroga degli sfratti ancora insufficiente» mento , superiore a euro 1.032, fi-
no a 12 rate ognuna con scadenza
l’ultimo giorno del mese. I consi-
glieri comunali Ds Gennaro Cen-
“Dopo la Finanziaria 2006: quale fu- berista” che impegna il Governo a coinvolga noi associazioni di inqui- blica, settore «per il quale chiediamo tanni, Salvatore Galiero e Ugo Raja
turo per l’edilizia sociale?”. Un fu- cartolarizzare immobili di proprietà lini, i gestori del patrimonio pubbli- a chi oggi si candida a governare il sono tra i firmatari dell’integrazione
turo pieno di interrogativi, stando a dello Stato al fine di finanziare la co, comuni, regioni e sindacati». E in Paese un piano di rilancio comples- alla delibera che permetterà questa
quanto emerge da quanto denuncia stessa edilizia pubblica. Renato Bru- verità il fronte anti-privatizzazione sivo, che tenga conto di nuove co- possibilità.
il Sunia (Sindacato nazionale unita- netta era stato invitato al convegno sembra già delinearsi all’orizzonte, struzioni ma anche del recupero di
rio inquilini ed assegnatari). Il tema ma non è potuto intervenire perché dopo il recente accordo nazionale quelle già esistenti», insiste Pallotta. SICUREZZA
della tavola rotonda anticipava tra le trattenuto all’ultimo a Roma dalla raggiunto fra Sunia e Cgil. Il sinda- Una strategia che si faccia carico
righe i contenuti dello scontro at- vertenza-Alitalia. Come lui, non cato era presente all’incontro con «delle circa 600.000 richieste per al- sessore comunale al Patrimonio «Gesac, commissione di indagine»
tualmente in atto fra i sostenitori del- pervenuto anche il responsabile Ds Paola Agnello Modica, componente loggi popolari giacenti nei comuni Ferdinando Balzamo (nella foto con «Sulle distrazioni gestionali della
la privatizzazione del patrimonio per l’economia Pierluigi Bersani. della segreteria confederale, che si è italiani», afferma il presidente di Fe- il segretario provinciale del Sunia) . Gesac è stata formalizzata dalla CdL
edilizio pubblico ed il blocco socia- Luigi Pallotta, segretario generale del espressa contro «la proroga degli dercasa Luciano Cecchi. Perché « Il quale sull’attuazione della norma la richiesta di un consiglio mono-
le che vi si oppone. Al centro della Sunia, si è dapprima mostrato mol- sfratti appena varata dall’esecutivo: negli ultimi anni si sono aggiunti ai contenuta in Finanziaria appare tematico e la costituzione di una
disputa c’è “l’emendamento-Bru- to critico verso l’emendamento alla è ancora insufficiente, perché com- tradizionali richiedenti per case po- piuttosto scettico, poiché «la Confe- commissione d’indagine per accer-
netta”, dal nome del consigliere eco- Finanziaria 2006, «che sancisce la li- prende soltanto alcune aree geogra- polari anche famiglie del ceto me- renza delle regioni, il cui consenso tare il rispetto delle norme in ma-
nomico della Presidenza del Consi- quidazione dell’edilizia sociale» fiche ed alcune categorie di inquili- dio, che non ce la fanno più a soste- è indispensabile per l’efficacia del- teria ambientale; di sicurezza». È la
glio che ha fatto inserire nell’ultima Poi, ha invocato «un “patto fra di- ni». Insomma, in sala c’è preoccu- nere il mercato delle locazioni libe- la norma, si è già detta contraria». proposta di Pietro Mastranzo, pre-
Finanziaria la norma di stampo “li- versi” per ostacolare la norma, che pazione per le sorti dell’edilizia pub- re giunto alle stelle», si accoda l’as- GIANMARIA ROBERTI sidente dell’Udc al Comune.