Sei sulla pagina 1di 3

Mosche d'oro e perle di granato

(dal libro di C.A.R. Andrews, Gioielli dEgitto - Londra, British Museum Press, 1996)

La prima apparizione di amuleti a forma di mosca risale al periodo tardo-predinastico, intorno al 3100 aC. Hanno continuato ad essere usati per tutto il Medio Regno (2040-1750 aC) e Nuovo Regno (1550-1070 aC), ed erano costruiti sono di vari materiali, tra cui pietra, ceramica e vetro. Il loro scopo e significato esatto ancora incerto. Esse avrebbero potuto essere destinate a conferire la fecondit o la operosit (caratteristica della mosca) a chi lo indossa, o potrebbero essere state semplicemente utilizzate per scacciare gli insetti o come protezione contro questo parassita comune. Le Mosche d'oro hanno avuto un significato particolare nel Nuovo Regno. Il monile a mosca d'oro stato un onore concesso a persone che avevano preso parte alla lotta per cacciare i re Hyksos dall'Egitto. Forse potevano simboleggiare la tenacia. Nel Nuovo Regno, mosche onorifiche sono state assegnate per la capacit in settori diversi da quelli militari. Inoltre monili costituiti da pi mosche infilate in un filo, alternate a perline, come collane, possono aver supportato un singnificato simbolico differente. Infatti difficile credere che gli esempi trovati nelle tombe delle mogli di Thutmosi III siano stati premi per il coraggio espresso in battaglia. La mosca da questo momento, forse, ritrov l'antico simbolismo, che era probabilmente (o almeno in questo caso) legato alla fertilit: ipotesi rafforzata pure da altri esemplari di gioielli trovati nelle sepolture, che sembrano aver avuto questo stesso scopo.

Da altre fonti:
Si pensa generalmente che la mosca nella mitologia egizia abbia dato protezione contro la malattia o la sfortuna. Amuleti di pietra in forma di mosche venivano fatti in Egitto gi nel 3500 aC o gi di l. Nell Antico e Medio Regno (2686-1650 aC), la mosca stata anche raffigurato su vari manufatti rituali, tra cui sulle cosiddette 'bacchette magiche' spesso ricavate in avorio di ippopotamo e probabilmente destinato a proteggere il proprietario da possibili sventure e disastri. Anche se il simbolismo preciso dei primi amuleti mosca rimane oscuro, il loro significato nel corso del periodo successivo Nuovo Regno (1550-1069 aC) meglio documentato. In questo periodo infatti la decorazione militare conosciuta come l Ordine della mosca d'oro (o Mosca al Valore) stata introdotta per premiare il coraggio in battaglia. La mosca stata forse utilizzata in questo modo a causa della sua qualit apparenti di persistenza di fronte all'opposizione. Il geroglifico fly stata usata per rappresentare la parola aff - che significa 'una mosca' - o in tempi successivi (c.1550 aC in poi) come simbolo di coraggio. Vedi immagine dal Dizionario Geroglifico Faulkner qui sotto.

Articolo di Menna el Dorry


Amuleti a forma di mosca cominciarono ad apparire gi nella fase predinastica Naqada II, e la mosca stata gi da allora raffigurata nei geroglifici come il segno per un determinativo, ed sempre stata rappresentata su vari manufatti rituali durante lAntico e Medio Regno, come ad esempio la cosiddetta bacchetta magica (Shaw, Nicholson 1995: 101). Anche se la mosca inizio a guadagnare importanza, e gi appare infilata assieme alle perline in collane durante il Medio Regno, non stato che nel Nuovo Regno che essa diventata un importante riconoscimento per il valor militare (Williams 1924: 61). Gli studiosi danno varie interpretazioni sul significato storico di questo oggetto. Alix Wilkinson dice che anche se la mosca d'oro al valore a quel tempo era assegnata per i successi militari, avrebbe potuto essere assegnato a qualsiasi cortigiano (1971: 99-98). Lopinione di Cyril Aldred per quanto riguarda il significato della mosca simile a quella di Wilkinson. Aldred aggiunge che l'oggetto veniva distribuito dal faraone in occasioni speciali, come il Giubileo, Heb-Sed e incoronazione, non necessariamente come un premio militare (1971: 19). Un punto di vista pi antico, ma simile per quanto riguarda il significato di questo pezzo quello di Caroline R. Williams. Nel 1924, Williams ha pubblicato un libro in cui si sostiene che questo manufatto non poteva essere stato usato come premio per il successo militare, dal momento che i pi famosi esempi di mosca d'oro al valore appartenevano ad una donna: la Regina Ah-hotep della XVIII dinastia. A quel tempo, infatti, gli studiosi non credevano che donne egizie fossero attive in guerra. Inoltre, una collana che contiene 33 piccoli ciondoli a forma di mosca stata trovata nella tomba di tre mogli di Tuthmosis III (Williams 1924: 9899). Secondo lautore gli oggetti non erano di loro propriet, ma del loro consorte. L'autore ritiene che, nel complesso, la mosca indubbiamente un riconoscimento per il buon risultato militare a causa della suo simbolismo connesso con la tenacia dei nemici. Secondo il British Dictionary of Ancient Egypt, la mosca il segno geroglifico per un determinativo, ed il simbolo per il fonema aff (Shaw, Nicholson 1995: 101). L'autore assume che il simbolo della mosca stato utilizzato proprio come questa parola, in quanto questo insetto proprio come un nemico determinato, non importa quanto sia respinto a grande distanza, esso ritorna, e lesasperazione di chi si difende da una mosca fastidiosa spesso espressa con un suono simile a aff. Questi ragionamenti, cos come il fatto che la mosca ha la tendenza a rimanere a ronzare nellaria sui campi di battaglia irrorati di sangue, hanno convinto l'autore nella sua supposizoine che la mosca sia stata associata con lambito militare. A sostenere la tesi ipotizzata da molti studiosi, parecchie persone in contesto non militare sono state rappresentate mentre indossano la mosca d'oro al valore, cos pure sono stati scoperti alcuni ciondoli mosca nelle loro tombe. Ad esempio, ciondoli mosca sono stati trovati nel luogo di sepoltura di Senmut, il maggiordomo reale di Hatshepsut. Una d'oro e una d'argento sono stati trovati nella sua tomba, cos come altre rappresentazioni sulle pareti. A Tell Edfu stata trovata una statua di un uomo con ciondoli di mosche attorno al collo. Tra i reali che possedevano le mosche vi furono:la regina Tawsert della XIX dinastia, tre mogli di Tutmosis III, cos come i pi rinomati ciondoli di mosca della Regina Ah-hotep nella sepoltura in DraAbul Naga. Le mosche appaiono anche in molte culture vicine. In Nubia, amuleti di mosca dalla testa d'oro erano comuni (Wilkinson 1971:99), e nell'isola greca di Cipro, sono stati trovati esempi di ciondoli a forma di mosca che probabilmente sono stati importati dallEgitto (Williams 1924: 62).

IMMAGINI
Un Amuleto Mosca dal Periodo Tardo (c.250 aC). Questo esempio (lungo 29 millimetri) ricavato da agata rosa ed ha un anello di sospensione nella parte superiore per poter essere appeso su una collana.

Akhenaton e la sua famiglia, affacciati ad una finestra delle Apparizioni mentre lancia agli ufficiali e ai nobili una manciata di mosche doro al valore. Fonte: Lepsius, Denkmler aus Aegypten und Aethiopien