Sei sulla pagina 1di 49

UNIVERSIT DEGLI STUDI MEDITERRANEA DI REGGIO CALABRIA FACOLT DI INGEGNERIA Dipartimento di Informatica, Matematica, Elettronica e Trasporti

QD SD 1/02

Gennaio 2002

Il dimensionamento delle opere idrauliche a difesa del corpo stradale


Dario Lo Bosco Giovanni Leonardi Francesco Scopelliti

QUADERNO DI DIPARTIMENTO Serie didattica


Feo di Vito 89100 Reggio Calabria - Italy

Il dimensionamento delle opere idrauliche a difesa del corpo stradale


Dario Lo Bosco Giovanni Leonardi Francesco Scopelliti

Sommario Questo lavoro affronta il problema della verifica idraulica di alcuni manufatti che risultano essere parte integrante dei infrastrutture stradali, e della verifica allerosione dei corsi dacqua interessati dalla realizzazione di opere viarie. Tali manufatti prendono il nome di opere darte vengono distinte in opere per la raccolta di acque superficiali o profonde (cunette e fossi di guardia) ed in opere per lattraversamento di corsi dacqua o di impluvi (ponticelli, tombini, ponti e viadotti). Come illustrato in seguito (capitolo 1) un corretto dimensionamento di tali opere idrauliche risulta fondamentale per unadeguata protezione del corpo stradale.

Abstract In this paper we studies the problem of the hydraulic analysis of some manufactured articles which are integral part of the road infrastructures, together with the verification of the erosion of the courses of water interested by the construction of roads. Such manufactured articles are distinguished in constructions for the harvest of superficial or deep waters (side ditches and ditches) and in constructions for the crossing of water courses or watershed (bridges and viaducts). As illustrated in the following (chapter 1) a correct sizing of such hydraulic constructions results has a great importance for a suitable protection of the road body.

Indice

Sommario....................................................................................................pag. 2 Indice...........................................................................................................pag. 3 1. Cenni di idrologia.................................................................................pag. 4 2. La verifica idraulica delle opere darte..............................................pag. 8 2.1. Curve di probabilit pluviometrica ............................................pag. 11

3. Lo studio delle problematiche idrauliche per i ponti........................pag. 16 3.1. Analisi del fenomeno di rigurgito ...............................................pag. 19

4. Lo studio delle erosioni nelle sponde degli alvei................................pag. 23 4.1. Analisi delle sollecitazioni ..........................................................pag. 23

5. La progettazione delle opere di difesa delle sponde.......................... pag. 29 6. Calcolo idraulico di un tombino: un caso-tipo ..................................pag. 34 6.1. 6.2. Generalit ...................................................................................pag. 34 Verifica idraulica di un tombino 1500 ...................................pag. 35 pag. 40

7. Calcolo idraulico di un fosso di guardia 7.1. 7.2.

Generalit ...................................................................................pag. 40 Verifica idraulica di un fosso di guardia....................................pag. 41

8. Verifica allerosione delle sponde di un fiume ..................................pag. 44 9. Riferimenti bibliografici......................................................................pag. 48

Riferimenti bibliografici

[1] [2]

VEN TE CHOW, (1959), Open-channael hydraulics, McGraw-Hill. Tokyo; HERSIHFIELD D.M. (1962), Rainfall frequency atlas of the United states. Weather Bureau Tech, quaderno n. 40;

[3] [4]

HERSIHFIELD D.M. (1962), Extreme rainfaill relationships, Proc.ASCE, vol.88, Hy6; VIPARELLI C. (1965), Piogge brevi e di notevoli intensit, Atti del IX convegno di Idraulica e costruzioni Idrauliche, Trieste;

[5]

CAO C., PAZZAGLIA G., PUDDU P.V. (1968), Determinazione statistica delle curve di possibilit pluviometrica, Atti del Convegno Nazionale su Idrologia: la sistemazione dei piccoli bacini, Roma;

[6]

BELL F.C. (1969), Generalized rainfall-duration frequency relationships, Proc. ASCE, volume 95, HY1;

[7]

MODICA C., ROSSI F., VIPARELLI C. (1970), Analisi delle piogge intense di durate inferiore ad 1ora in Sicilia, Atti del Seminario nazionale La ricerca dei deflussi urbani, Camigliatello Silano;

[8]

PENTA A., RASULLOG., ROSSI F. (1972), Curve di probabilit pluviometrica, Atti delle giornate di studio della I sezione CIGR, Firenze;

[9]

PENTA A., RASULLOG., VIPARELLI C. (1970), Determinazione della massima portata di piena e del massimo deflusso di piena che possono affluire con assegnata probabilit a una determinata sezione z di un corso dacqua, Bonifica e irrigazioni, Quaderno n. 2, Parte I e II Istituto di costruzioni Idrauliche di Napoli;

[10] RINALDI G. (1974), La costruzione dei ponti, Vol. I; Editrice Eredi V. Veschi, Roma; [11] CASTORANI A., GIOIA G. (1981), Le piogge annue massime orarie in Puglia. Legge di distribuzione degli eventi, Idrotecnica 4; [12] STOKA M. (1984) - Calcolo delle probabilit e statistica Matematica,. ed. Levrotto & Bella; [13] PUMO D. (1984)- Influenza della corretta previsione delle curve segnalatrici di probabilit pluviometrica nel campo delle durate inferiori allopra sul calcolo delle portate di piena.

Quaderni dellIstituto di Idraulica Agraria; Ed. COGRAS, Palermo; [14] MUSACCHIA F., PUMO D. (1984), Analisi dei massimi annuali di pioggia di breve durata nel territorio siciliano, Quaderno dellIstituto di Idraulica Agraria., ed. COGRAS; [15] LO BOSCO D. (Dicembre 1987), Sul dimensionamento idraulico delle opere darte minori a difesa del corpo stradale. Proposta di una curva di probabilit pluviometrica per il territorio siciliano, rivista Selezione Tecnica, Palermo; [16] AGOSTINI R., CESARIO L., FERRAIOLO F., PAPETTI A. (1988), Strutture flessibili in gabbioni e materassi Reno nelle aste torrentizie e fluviali. Parte seconda: Opere longitudinali, Officine Maccaferri S.p.a., Bologna; [17] LO BOSCO D.(1989), Le opere darte minori nel progetto stradale, Parte seconda, Universit di Reggio Calabria; Quaderno n. 5; [18] AREDI F. (1988), Costruzioni Idrauliche, UTET, Torino; 48

[19] SANS F., (1990), Il trattamento statistico delle misure, Edizioni CLUP; [20] LO BOSCO D. (Gennaio-Marzo 1993), La curva di probabilit pluviometrica per il territorio calabrese; rivista Autostrade; [21] DATEI C., (1993), Lezioni di Idraulica, Ed. Libreria Cortina, Padova; [22] CITRINI D., NOSEDA G. (1994), Idraulica; Casa editrice Ambrosiana, Milano; [23] TESORIERE G. (1994), Strade Ferrovie Aeroporti, Vol. I, Il progetto e le opere darte; UTET, Torino; [24] MAIONE U., BRATH A., (1995),Moderni criteri di sistemazione degli alvei fluviali, Atti Corso di Aggiornamento, Politecnico di Milano, Ed. BIOS, Cosenza; [25] IPPOLITO G. (1995), Appunti di costruzioni idrauliche, Liguori editore, Napoli; [26] DA DEPPO L., DATEI C., SALANDIN P., (1997),Sistemazione dei corsi dacqua, Edizioni Libreria Cortina, Padova; [27] DA DEPPO L., DATEI C., (1997), Fognature, Ed. Libreria Cortina; [28] DA DEPPO L., DATEI C. (1999), Le opere idrauliche nelle costruzioni stradali, Ed. BIOS, Cosenza.

49