Sei sulla pagina 1di 2

Introduzione La filosofia, letteralmente amore per la sapienza, si sviluppa come ricerca libera e razionale dellessere, del conoscere e del

sapere, contrapposta alla sapienza autoritaria ed elitaria delloriente,, nella regione della Ionia del VII secolo a.C., ove grazie alla presenza delle colonie greche, erano presenti innumerevoli scambi sia economici che culturali, laffermazione della borghesia e la struttura politica della polis, comunit di uomini liberi e primo nucleo del sistema democratico che raggiunger la sua massima espressione nell tene di !ericle. La filosofia ha il merito di laicizzare la cultura, allontanandola dal tradizionalismo orientale e dalle verit accettate senza una precedente ricerca razionale. In particolare la filosofia, in occidente, " preceduta dalle cosmologie mitiche, spiegazioni dellorigine e della struttura delluniverso, ai misteri, culti religiosi che tentavano di fornire il giusto cammino di vita, i motti dei sette savi, brevi sentenze morali, e la poesia, prima forma di riflessione morale Lo studio della filosofia prosegue come una ricerca associata, allinterno di scuole nelle #uali i compagni fanno una vita comune, basata su sforzi concordanti e comunicazione costante La filosofia in $recia pu% essere divisa in cin#ue periodi& Cosmologico, nel #uale la ricerca si focalizza sullordine del mondo ntropologico, incentrato sul problema delluomo 'ntologico, durante il #uale viene analizzato il problema dellessere (tico,, dominato dal problema della condotta delluomo )eligioso, che vede lanalisi del ricongiungimento con *io La filosofia giunge a noi attraverso le opere dei filosofi stessi e le testimonianze di autori posteriori, in particolare !latone e ristotele, che riportano il pensiero dei loro predecessori, i dossografi, tra i #uali +eofrasto e Ippolito, e *iogene Laerzio I ,onisti I monisti, appartenenti al periodo cosmologico, ritengono che il principio delluniverso, larch-, sia unico La prima scuola monista " #uella Ionica, fondata da +alete di ,ileto, che individuava larchnellac#ua, sostanza di tutte le cose nel senso che le sostiene e che sta sotto. Lac#ua inoltre sarebbe anche la fonte della vita, dato che i semi di tutte le cose hanno natura umida Contemporaneo di +alete " nassimandro, che ritiene invece che sia un principio infinito e indeterminato, lapeiron, a costituire larch-. In particolare tutte le cose si originerebbero dal perfetto apeiron per separazione, ed avendo compiuto il crimine di distruggere la perfezione iniziale sarebbero condannate a morire per ricongiungersi e ricomporlo. nassimandro sostiene inoltre linfinit temporale dei mondi, il divenire ciclico del mondo, la forma cilindrica della terra e lorigine delluomo a partire da altri animali *iscepolo di nassimandro " nassimene, che identifica larch- con laria, dato che essa sarebbe forza che anima il mondo, necessitante respiro, e formerebbe tutte le cose attraverso rarefazione e condensazione. nche nassimene ammette il divenire ciclico del mondo. .naltra grande scuola monista " #uella fondata da !itagora di /amo, identificato dai suoi contemporanei come un profeta0mago dotato di una sapienza nascosta garantitagli dallo stesso

pollo. La scuola pitagorica non si occuper solo di ricerca razionale, ma anche di regole ascetiche e pratiche religiose, incentrate sullipse di1it, principio secondo il #uale la dottrina di !itagora era considerata di origine divina e non contestabile. !itagora ritiene che larch- sia il numero, ed in particolare che il numero 23 sia assolutamente perfetto, e lui ed i suoi discepoli impostano il carattere rigoroso della dimostrazione matematica e creano una filosofia dualistica, fondata sulle opposizioni tra pari 4illimitato ed imperfetto5 e dispari 4finito e perfetto5 emergenti dallidentificazione di aritmetica e geometria. (ssendo #ueste opposizioni conciliati da un principio di armonia del mondo, alla musica, scienza dellarmonia, " attribuita la capacit di esprimere larmonia universale, che ritengono formare lanima umana attraverso la posizione degli elementi del corpo Lunica dottrina che pu% essere attribuita con certezza a !itagora " #uella della metempsicosi, o trasmigrazione dellanima in un altro corpo, prigione da cui poteva essere liberata solo mediante la filosofia ed i riti purificatori praticati da lui ed i suoi discepoli /ono invece attribuite ad altri pitagorici le teorie della rotazione dei 23 corpi celesti attorno ad un fuoco centrale 46ilolao di Crotone5, della rotazione della terra intorno al suo asse 4(cfanto di /iracusa5 e dellobli#uit deleclittica 4(noclide5. 'ltre alle due scuole emerge anche la figura del monista (raclito, che distingue tra uomini dormienti, che si fermano alle apparenze e svegli, filosofi che vanno oltre le apparenze e la realt sensibile, in grado di scandagliare a fondo la propria anima e dotati di una visione profonda della realt, nonch- indipendenti dalloperato degli uomini volgari e dalle loro predilezioni (raclito elabora la teoria del divenire, secondo la #uale lessere si identifica con il divenire, dato che ogni cosa " soggetta al tempo, e con il fuoco, principio materiale distruttore e creatore. Il mondo sarebbe poi governato dal logos, la legge della lotta tra gli opposti che origina larmonia delluniverso. 7uesta grande unit dei contrari attraverso la lotta e mutamento continuo sfocia in una visione panteistica, che identifica cio" *io con luniverso stesso, nonch- ciclica.