Sei sulla pagina 1di 80

2R

LA STAMPA
QUOTIDIANO FONDATO NEL 1867
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012 ANNO 146 N. 52 1,20
IN ITALIA (PREZZI PROMOZIONALI ED ESTERO IN ULTIMA) SPEDIZIONE ABB. POSTALE - D.L. 353/03 (CONV. IN L. 27/02/04) ART. 1 COMMA 1, DCB - TO

www.lastampa.it

Lex direttore dellFmi

La retromarcia

Champions League

Strauss-Kahn di nuovo in cella


Fermato a Lille per le notti libertine con escort: tra le accuse la complicit in sfruttamento della prostituzione Alberto Mattioli A PAGINA 18

La Rai: per il pc niente canone


La precisazione dopo la rivolta sul Web: c stato un malinteso Esenti anche tablet e smartphone Nicoletti A PAGINA 22 E IN ULTIMA

Impresa Napoli Chelsea battuto


Gli inglesi in vantaggio con Mata poi Cavani-Lavezzi show finisce 3-1: San Paolo in delirio Ansaldo e Buccheri PAG. 42 E 43

Bersani al premier: senza intesa col sindacato il nostro s non scontato. Ma Berlusconi: il Professore anche dopo il 2013

Nuova contestazione

Genova, No Tav contro Caselli Corteo, insulti Marcegaglia e lart. 18: non proteggete i ladri. Camusso: frasi offensive e bombe carta

Lavoro, il Pd gela Monti


LA SPERANZA
ALLA FINE DI UN LUNGO INVERNO
MARIO DEAGLIO

I conti in tasca al governo dei Professori


Il ministro pi ricco Paola Severino

Il ministro con pi case A Anna Maria Cancellieri

7.005.649 euro Le curiosit Harley Davidson 883


La moto del ministro degli Esteri Giulio Terzi

Il ministro pi povero A Andrea Riccardi

n ha 24 ne
La barca pi lussuosa

1 120.309 e euro
la casa di

Nuova contestazione dei No Tav e anarchici contro il procuratore Caselli, dopo gli arresti dei manifestanti della Val Susa. Il magistrato stato accolto a Genova, per la presentazione del suo libro, con corteo, insulti e bombe carta.
Minello e Pieracci A PAG. 21

a maratona sul debito greco, che durava ormai da un paio danni, potrebbe (il condizionale dobbligo) essere proprio finita. La notte ha portato consiglio e dalle lunghe ore buie tra luned e marted finalmente emerso un accordo che potrebbe rappresentare la conclusione, non certo dellintera vicenda greca, ma almeno delle complicate storie del debito di Atene, dellinstabilit e della paralisi che esso ha determinato.
CONTINUA A PAGINA 35
I

140 mq a Parigi
di Corrado Passera

lAqua 54 da 17 metri,
in leasing del ministro Paola Severino

LA VIOLENZA
NON AIUTA A DIRE NO
LUIGI LA SPINA

Investimenti La Porsche Carrera


del viceministro allo Sviluppo Mario Ciaccia Per il premier Mario Monti

Le 4 baite in montagna
di Piero Giarda
Centimetri - LA STAMPA

11,522 milioni in fondi comuni, eft,


gestioni patrimoniali e conti correnti

ECCO PERCH
PAGHER ANCHE IL SALOTTO BUONO
LUCIA ANNUNZIATA

Il caso lavoro fa salire la tensione tra governo e partito democratico. Bersani avverte Monti: Se non c unintesa chiara con le parti sociali il nostro s non scontato. A far da contraltare al Pd c Berlusconi che replica: Con Monti anche dopo il 2013. A gettare benzina sul fuoco ar-

rivano anche le parole della presidente di Confindustria Emma Marcegaglia: Non vogliamo un sindacato che protegga assenteisti cronici, ladri e fannulloni.
Baroni, Bertini, Alfieri, Amabile, Iacoboni, La Mattina, Schianchi E IL TACCUINO DI Sorgi
DA PAG. 4 A PAG. 13

INTERVISTA

Montezemolo: Bene il governo, ma ora meno carico fiscale sui produttori


Il presidente della Ferrari: se la politica non si rinnova faremo la nostra parte per evitare la deriva
Michele Brambilla A PAGINA 7

ricordi possono diventare trappole mentali, ma, qualche volta, aiutano a capire e a sollevare opportuni campanelli dallarme. Perch pu essere vero, come diceva Karl Marx, che la storia si ripete la prima volta come tragedia e la seconda come farsa, ma un altro grande pensatore, Raymond Aron, sosteneva che, oltre a distinguere specificit e tempi degli eventi, necessario cogliere le costanti nella storia dellumanit.
CONTINUA A PAGINA 35

on si sa se la cosa pi grave che abbia citato la distruzione creativa di Schumpeter, o il termine salotto buono. Avremmo amato capire, ma le cronache non ci hanno illuminato, se chi lo ascoltava rimasto pi sorpreso dalla negazione di ogni sua deferenza al potere economico, o dalla riaffermazione del divieto di sedere simultaneamente nei Cda di banche e assicurazioni.
CONTINUA A PAGINA 35

Fisco, il premier: un fondo con i ricavi dalla lotta allevasione. I provvedimenti allo studio

DONNA LEGATA

Meno tasse alle famiglie dal 2013


LEuropa salva la Grecia: s al piano di aiuti da 130 miliardi di euro
IL CASO ATENE
I

Umberto I capi sospesi per tre mesi


La decisione del dg dopo un vertice con la Regione Lazio
Arena, Russo e Talarico
ALLE PAGINE 16 E 17

Chrysochoidis: Niente voto ci serve una soluzione Italia


Tonia Mastrobuoni A PAGINA 31

Il calo delle tasse riguarder i redditi pi bassi e le famiglie, ma non sar immediato. Nel decreto fiscale che arriver venerd al Consiglio dei ministri non ci sar una restituzione immediata, ha spiegato ieri Monti a Bruxelles, che ha rinviato pos-

sibili decisioni di calo delle tasse a dopo il pareggio di bilancio. Il premier ha parlato anche di un fondo con i ricavi della lotta allevasione. LEuropa, intanto, salva la Grecia varando il piano di aiuti da 130 miliardi.
Zatterin e Giovannini ALLE PAG. 2-3 E 30-31

Buongiorno
MASSIMO GRAMELLINI
Mi ritrovo sempre pi spesso a tessere controvoglia lelogio dellipocrisia dei vecchi democristiani, che parlavano ore senza dire nulla. Lo facevano apposta: per non offendere nessuno. Quando accusa i sindacati di proteggere i ladri e gli assenteisti cronici, Emma Marcegaglia si esibisce in un classico lamento da bar. I sindacati difendono i mascalzoni e penalizzano i volenterosi. Gli imprenditori portano i soldi in Svizzera invece di investirli in azienda. I manager non vengono pagati per quanto producono ma per quanto tagliano. I ragazzi piangono miseria per si rifiutano di fare i mestieri umili, e via sermoneggiando. Ora, i luoghi comuni da bar sono tali proprio perch contengono un fondo di verit. Ma hanno questo di terribile: pronunciati fuori dal loro contesto naturale (l'aperiti-

Emma al bar
vo con oliva) si tramutano in una generalizzazione che avvelena la convivenza e fa scattare la rappresaglia. Lo si visto anche ieri: Marcegaglia non aveva ancora finito di sputare fiele sul sindacato protettore di ladri con cui in teoria sta trattando la riforma del mercato del lavoro che gi Di Pietro le suggeriva di guardare a casa sua, allusione non troppo elegante ai procedimenti giudiziari che hanno coinvolto la famiglia dellimprenditrice. Quando le vacche sono grasse questi scambi di cortesie aiutano a ingannare la noia. Ma nei momenti di bestiame pelle e ossa trasmettono solo sgomento. Come se chi occupa ruoli di responsabilit non si rendesse conto che in ascolto c unumanit sgomenta che chiede di essere spronata, non provocata.

2 Primo Piano

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

FISCO
LE MISURE DEL GOVERNO

Monti: meno tasse alle famiglie dal 2013


Il premier rilancia un fondo con i ricavi dalla lotta allevasione
MARCO ZATTERIN CORRISPONDENTEDA BRUXELLES

una idea istantanea, assicura Mario Monti. Nel consiglio dei ministri in programma venerd potremmo forse istituire un fondo dove far confluire i ricavi dalla lotta allevasione, in attesa di verificare la loro entit e valutare come distribuirli. Non d cifre come di consueto, il presidente del Consiglio, un esercizio che ritiene aleatorio e contrario alla sua naturale ritrosia per gli effetti-annuncio. Per scodella lintenzione di prenotare il gettito strappato al mondo del nero e farne buon uso. Cominciando, spiegano fonti di Palazzo Chigi, con misure di sostegno, o di sgravio fiscale, per i redditi delle famiglie delle fasce pi basse. Magari gi a partire dai primi mesi dellanno venturo. stata un notte breve, quella bruxellese del capo del governo. Ha fatto le sei a parlare di Grecia al Consiglio Ue, poi s concesso qualche ora di riposo nella casa sugli stagni di Ixelles. Alluna e mezza conferenza stampa a tutto campo. Abbiamo tolto lItalia dalla baratro a cui era arrivata molto vicina e questa una cosa che stata ben per-

cepita dai mercati, esordisce. Parla del ponte costruito fra lItalia e lUe, anche grazie alla comprensione dei cittadini e al presidente Napolitano che definisce un faro. Quindi entra nel vivo del capitolo fiscale della fase due. E regala due sorprese. La prima il fondo foraggiato dagli evasori, quelli che lamministrazione riuscir a stanare e alleggerire. probabile che una decisione possa rinviare alla legge di stabilit e che si possa arrivare a definire le prime entit entro ottobre. Una bozza del decreto legge fiscale allesame del preconsiglio dei ministri considerava lutilizzo nel 2014 di tutti i proventi della caccia a chi non paga il fisco del biennio 2012-2013. Non abbiamo contabilizzato nessun beneficio atteso dalla lotta allevasione - ha spiegato Monti -. Tuttavia, per le azioni condotte e gli strumenti usati, ce ne aspettiamo di robusti. Il tema sar affrontato a palazzo Chigi dopodomani, giorno in cui attende anche il varo del decreto sulla semplificazione fiscale. Nelle ultime ore circolata lindiscrezione secondo cui il provvedimento avrebbe potuto contenere anche una prima tranche degli alleggerimenti di Irpef. Monti, a Bruxelles, lo ha negato. Ho letto an-

Ha detto

Pareggio di bilancio

un obiettivo che pu essere perseguito con varie combinazioni di entrate e uscite


che io negli organi di stampa tempi, obiettivi e scansioni del girare i risultati della lotta allevasione in benefici per i contribuenti onesti - ha argomentato -. Invece non ci sar questo venerd nel Cdm, come a leggere alcune speranze parrebbe, una serie di misure di riforma fiscale rivolte anche a questo obiettivo. Il premier non immagina tempo lunghi. No c nemmeno bisogno di attendere il 2014, anno prima del dopo pareggio di bilancio auspicato da Roma e promesso a Bruxelles. Questo

dei conti in equilibri a dicembre dellanno venturo, ha precisato, un obiettivo fondamentale che pu essere perseguito con varie combinazioni di entrate e uscite. Pertanto il governo si riserva di disegnare un profilo tenendo conto di tutte le circostanze, compresa la legittima aspettativa del contribuente onesto a vedersi riconosciuto il proprio comportamento. Un riconoscimento, non un premio, chiosa il premier: Perch lonesta un dovere. Il risultato che venerd il decreto sar tutto sulla semplificazione fiscale, come atteso da giorni. Possibile che nella riunione ci si occupi del reintegro dellici sugli immobili della Chiesta non utilizzati per il culto, bens per fini commerciali. Siamo in dirittura darrivo ha puntualizzato Monti, ironico nello scusarsi poich prendiamo tempo di riflettere fino allultimo come per le Olimpiadi. Non si sbilancia sulla possibilit che lo sconto dimposta possa essere considerato aiuto di stato e che lEuropa imponga allItalia di chiedere la restituzione di un bel gruzzolo. Lascio decidere ad Almunia, sceriffo europeo per la concorrenza. Ma lipotesi di un rimborso, a Bruxelles, viene considerata poco probabile.

A Bruxelles
Il presidente del Consiglio, Mario Monti ieri era nella capitale belga per parlare della Grecia al Consiglio Ue

Provvedimenti allo studio Capitali allestero

Multe pi salate fino al 40% del valore trasferito


ono in arrivo multe salate, fino al 40% dellimporto trasferito, per tutti coloro che vengono pizzicati a portare capitali allestero. quanto prevede larticolo 12 della bozza del decreto fiscale che introduce controlli sul denaro contante alla frontie-

ra. In particolare, sono previste sanzioni pecuniarie dal 5 al 20% dellimporto trasferito o che si tenta di trasferire in eccedenza rispetto alla soglia per valori fino a 10 mila euro; dal 20 al 40% dellimporto trasferito o che si tenta di trasferire in eccedenza rispetto alla soglia per valori superiori a 10 mila euro. Nel caso in cui si tratti di contanti, e si voglia pagare al momento della contestazione, il pagamento previsto in misura ridotta pari al 5% del denaro contante eccedente la soglia per gli importi fino a 10 mila euro e al 10% per quelli fino a 40 mila euro. La sanzione, per chi viene sorpreso a portare capitali allestero, non pu essere comunque inferiore ai 100 euro.

Black list

Una lista nera per i furbetti dello scontrino


a si pu chiamare lista nera, allAgenzia delle Entrate preferiscono definirle liste selettive di evasori. E riguarderanno quesi soggetti ripetutamente segnalati per violazione dellobbligo di emissione della ricevuta o scontrino fiscale come quelli pizzicati in queste settima-

na dala Finanza in uno dei tanti blitz in giro per lItalia. E una volta segnalati saranno sottoposti ad una vigilanza particolare. A prevederlo sono le misure di contrasto allevasione, contenute nel decreto di semplificazioni fiscali. LAgenzia delle entrate - si legge nella bozza approdata allesame del preconsiglio dei ministri - elabora, nellambito della propria attivit di pianificazione degli accertamenti, liste selettive di contribuenti, i quali siano stati ripetutamente segnalati in forma non anonima allAgenzia stessa o al Corpo della Guardia di Finanza in ordine alla violazione dellobbligo di emissione della ricevuta fiscale o dello scontrino fiscale, ovvero del documento certificativo dei corrispettivi.

Mini-debito

Fino a 30 euro non ci saranno accertamenti


ale da 16 a 30 euro la soglia al di sotto della quale il Fisco non proceder ad accertamenti, iscrizioni a ruolo, riscossione di crediti tributari. La norma, prevista dallarticolo 3 della bozza del decreto legge fiscale, scatta dal primo luglio 2012, ma sospesa in caso di ripetuta violazione degli obblighi di versamento.

Partite Iva

Cancellate dufficio quelle inattive


catta la cessazione d'ufficio per le partite Iva inattive. quanto prevede la bozza dell'articolo 9 del decreto con le semplificazioni fiscali. LAgenzia delle Entrate - si legge nel testo - sulla base dei dati e degli elementi in possesso dell'Anagrafe tributaria, individua i soggetti titola-

ri di partita Iva che, pur obbligati, non abbiano presentato la dichiarazione di cessazione di attivit e comunica agli stessi che provveder alla cessazione d'ufficio della partita Iva. Il contribuente che rilever eventuali elementi non considerati o valutati erroneamente potr fornire all'Agenzia delle Entrate i chiarimenti necessari entro trenta giorni dal ricevimento della comunicazione. La somma dovuta a titolo di sanzione per l'omessa presentazione della dichiarazione di cessazione di attivit - prosegue la norma - iscritta direttamente nei ruoli a titolo definitivo. LAgenzia delle Entrate consentir a chiunque di verificare mediante i dati disponibili nellAnagrafe tributaria la validit del numero di Partita Iva.

Rate flessibili

Rinvii e pagamenti variabili per i debiti tributari


rriva la rateazione flessibile per i debiti tributari. quanto viene previsto dallarticolo 1 della bozza del decreto fiscale di semplificazioni che approder venerd nel Consiglio dei ministri. prevista, inoltre, la dilazione dei pagamenti in caso di decaden-

za dalla rateazione. Il debitore si legge nel testo ancora da approvare - pu chiedere che il piano di rateazione preveda, in luogo di rate costanti, rate variabili di importo crescente per ciascun anno. Una volta ricevuta la richiesta di rateazione, lagente della riscossione pu iscrivere lipoteca solo nel caso di mancato accoglimento dellistanza, ovvero di decadenza. I piani della rateazione a rata costante, gi emessi alla data dellentrata in vigore del presente decreto, non sono soggetti a modificazioni, salvo il caso di proroga ai sensi dellarticolo 19 del decreto del Presidente della Repubblica numero 602 del 1973.

Legge mancia

La stretta sui piccoli finanziamenti


iro di vite sui contributi assegnati ogni anno dal Parlamento con la cosiddetta legge Mancia. Servir un decreto del ministro dell'Economia per regolare la certificazione dell' utilizzo dei contributi. E la Corte dei Conti dovr svolgere controlli sul corretto utilizzo dei micro finanziamenti.

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Primo Piano 3

I reati fiscali nel 2011

il caso
ROBERTO GIOVANNINI ROMA

1,4%
Indebita compensazione

31,3%
Dichiarazione fraudolenta

3,5%
Omesso versamento I.V.A

11.581
Totale violazioni accertate

18,1%
Omessa dichiarazione

Evasori totali
2005 2006 2007 2008 2009 2010 2011

10,9%
Dichiarazione infedele

7.613 7.288 8.427

17,1%
Emissione fatture per operazioni inesistenti

17,7%
Occultamento/Distruzione documenti contabili
Centimetri - LA STAMPA

7.135 7.513 8.850 7.493


Centimetri - LA STAMPA

Al via le semplificazioni Giro di vite sui furbetti


Venerd il decreto, ancora incerta lIci per la Chiesa
Recupero dell'evasione
Valori in miliardi di euro - Dati 2010

invece nessuna misura sullIci per la Chiesa. Non so se viaggia con il decreto di venerd - ha detto ancora Monti rimandando ai tecnici di Palazzo Chigi ma in dirittura darrivo. Detto questo, sulle risorse che potrebbero essere recuperate sono in molti a puntare uno sguardo interessato. In prima fila il ministro del Lavoro Elsa Fornero. Ieri, in unaudizione alla Camera, il ministro ha detto che in mancanza di risorse quelle che si riescono ad acquisire, per esempio con una seria lotta allevasione, finiscono per essere disponibili. chiaro - ha ammesso - che ci sono molti che vorrebbero ipotecare risorse che oggi non ci sono ancora, ma io penso che in termini di assistenza l ci sia veramente una domanda legittima che l potrebbe trovare soddisfazione. Le parti sociali chiedono al governo di anticipare la misura che prevede un alleggerimento della pressione fiscale. Deve proseguire la lotta allevasione ma tutti gli introiti devono essere usati per la crescita, non possiamo pensare

I controlli
Di scontrini e ricevute fiscali 2008

ppuntamento a venerd, quando il Consiglio dei ministri varer il decreto legge sulla semplificazione fiscale. Il grosso del pacchetto contiene norme per alleggerire adempimenti e migliorare un pochino la vita del contribuente, oltre a un robusto blocco di strumenti di lotta allevasione fiscale. Nel decreto, a leggere la bozza fatta circolare ieri, tuttavia dovrebbe esserci - se non altro a livello di enunciazione di principio - una norma che stabilisce in modo formale il riutilizzo dei proventi della lotta allevasione per alleggerire il carico tributario che grava sui cittadini onesti. Partendo da famiglie e redditi pi bassi, ma - a sentire il ministro del Lavoro Elsa Fornero - anche destinandone una parte al potenziamento degli strumenti di assistenza sociale. Ancora incerto, invece, il destino dellanticipata correzione del trattamento fiscale degli immobili della Chiesa a utilizzo commerciale. Non detto che venga inserito nel provvedimento, Monti deve ancora decidere. Infine, come annunciato a suo tempo, finiranno in una legge delega di pi ampio respiro ma ancora in elaborazione le norme per razionalizzare la giungla

103.012 123.342 110.240 126.328

2009

6,4 18,8
Totale Da recupero dell'evasione contributiva da parte dell'Inps 2010 2011

10,5
Da attivit di controllo e recupero dellAgenzia delle Entrate

1,9
Da riscossioni di Equitalia per altri enti statali e gli enti locali
Centimetri - LA STAMPA Centimetri - LA STAMPA

delle detrazioni fiscali, la riforma del catasto e degli estimi degli immobili, le regole sullabuso di diritto. Molte le novit che riguarderanno i cittadini, appunto. Si va dalla cancellazione dei mini-debiti fiscali alla chiusura dufficio delle partite Iva inattive, dal limite nel pignoramento degli stipendi

alle rate variabili e crescenti per pagare quanto dovuto a Equitalia, dalla definizione di liste selettive di evasori al ritorno dellelenco clienti-fornitori, da cui ci si attendono grandi risultati in termini di recupero di gettito finora evaso. E se dei soldi entreranno nel 2012 e nel 2013, arriveranno (forse) nel

2014, dopo il pareggio di bilancio. Bisogna aspettare un momento ma non detto che bisogner attendere proprio il 2014. Il governo prudente, va con i piedi di piombo, per usare lespressione del presidente del Consiglio, ma in ogni caso si attendono robusti benefici dalla lotta allevasione. Al momento

di lasciare questa pressione fiscale, ha ribadito la presidente di Confindustria Emma Marcegaglia. Per il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni, positivo che il governo si ponga lobiettivo di utilizzare i proventi della lotta allevasione per sostenere il reddito delle fasce pi bisognose e per le famiglie numerose. Ma, aggiunge, il 2014 troppo lontano. Sulla stessa linea donda anche il segretario confederale della Uil Domenico Proietti: Il 2014 una data troppo lontana per avviare la riduzione delle tasse.

Scommesse

Gli ispettori potranno fingersi giocatori


er stanare lillegalit e levasione nelle sale gioco gli ispettori dei Monopoli di Stato potranno fingersi giocatori. Lo prevede larticolo 11 della bozza del decreto fiscale. prevista inoltre listituzione di un fondo con tetto massimo a 100 mila euro annui da destinare alle operazioni di gioco ai fini di con-

trollo. LAmministrazione autonoma dei Monopoli di Stato autorizzata a costituire, avvalendosi di risorse proprie - si legge nel testo - un fondo destinato alle operazioni di gioco a fini di controllo, di importo non superiore a centomila euro annui. Gli appartenenti allAmministrazione autonoma dei Monopoli di Stato, si legge sono autorizzati a effettuare operazioni di gioco presso locali in cui si effettuano scommesse o sono installati apparecchi per acquisire elementi di prova in ordine alle eventuali violazioni in materia di gioco pubblico, comprese quelle relative al divieto di gioco dei minori. Per le medesime operazioni di gioco, le disposizioni si applicano anche al personale della Polizia di Stato, Arma dei carabinieri, Guardia di Finanza.

Clienti-fornitori

Addio spesometro per acquisti oltre i tremila euro


iente pi spesometro per le comunicazioni ai fini Iva per importi superiori ai 3mila euro, e torna l'elenco clienti-fornitori. E torna invece l'elenco clienti e fornitori, introdotto dal governo Prodi-Visco e poi abolito dallultimo governo Berlusconi, che obbliga a comunicare al Fisco tutte le transazioni effettuate con

lobbligo di emissione della fattura, cio le operazioni fra imprese. Per le operazioni nei confronti dei privati la soglia resta fissata in 3.600 euro. A partire dal primo gennaio 2012 salta la soglia dei 3mila euro e, si legge nella bozza del decreto, lobbligo di comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini dellimposta sul valore aggiunto per le quali previsto lobbligo di emissione della fattura assolto con la trasmissione, per ciascun cliente e fornitore, dellimporto di tutte le operazioni attive e passive effettuate. Per le sole operazioni per le quali non previsto lobbligo di emissione della fattura la comunicazione telematica deve essere effettuata qualora le operazioni stesse siano di importo non inferiore ad euro 3.600, comprensivo dellimposta sul valore aggiunto.

Terzo settore

Controlli potenziati sulle finte onlus


otenziati i controlli del fisco sul terzo settore. Lo prevede larticolo 9 della bozza del decreto legge fiscale che contiene il pacchetto antievasione e che ieri arrivato allultimo esame da parte dei tecnici dei ministeri competenti. La norma estende il potere di accesso nei confronti di enti non commerciali e agenzie onlus. Nella bozza, per, non compare, per il momento, lintroduzione dellIci sulle attivit no profit comprese quelle della Chiesa.

Pignoramenti

Saranno pi lievi per imprese e cittadini


utti i pignoramenti diventano pi...soft, e si potr evitare di dover consegnare lintero stipendio ad Equitalia per ripagare un debito al Fisco. Appunto, le nuove norme sulla riscossione per le famiglie e le persone fisiche prevedono che il pignoramento di parte dello stipendio pu avvenire solo fino a

un settimo (per importi fino a cinquemila euro) o fino a un decimo (se si tratta di importi fino a duemila euro). Migliora la situazione anche per le imprese, che finora rischiavano di perdere la disponibilit di beni dinvestimento o produttivi, perdendo cos simultaneamente ogni possibilit di ripagare il debito con lErario. Lultima bozza del decreto di semplificazione fiscale prevede infatti che i beni strumentali pignorati resteranno affidati in custodia ai titolari dellazienda debitrice, che li potranno usare, e questo anche se il debitore costituito in forma societaria. E in ogni caso se nelle attivit risulta una prevalenza del capitale investito sul lavoro. Lincanto eventuale del bene non pu essere effettuato prima di 300 giorni dal pignoramento.

Crediti Iva

Birra

La soglia scende Negli stabilimenti da 10 mila verifiche a 5 mila euro con i misuratori
uovo giro di vite sulle compensazioni dei crediti Iva: scende da 10mila a 5mila euro la soglia per la dichiarazione preventiva al fisco che attesti il diritto al credito: lo prevede lart. 9 della bozza del decreto. La disposizione vale per le compensazioni riferiti ai crediti relativi allanno dimposta 2011 e 2012.

Jena
Ministri
Almeno questi non dovrebbero rubare (il condizionale dobbligo)

% N

emplificazioni in arrivo nel sistema di accertamento e contabilizzazione della birra negli stabilimenti artigianali. Basta non superare i 10.000 ettolitri lanno e laccertamento viene effettuato immediatamente a monte del condizionamento, sulla base di appositi misuratori, direttamente dallesercente dellimpianto.

jena@lastampa.it

4 Primo Piano

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

WELFARE
LA TRATTATIVA
Ha detto Non vogliamo un sindacato che protegge assenteisti cronici, ladri e fannulloni
Emma Marcegaglia
Leader di Confindustria

Marcegaglia, lite con i sindacati sui fannulloni


Li proteggete. Camusso: Offensiva e irresponsabile
ROMA

Luigi Angeletti (Uil) con Raffaele Bonanni (Cisl) e Susanna Camusso (Cgil)

Non vogliamo abolire larticolo 18, la reintegra deve rimanere per i casi discriminatori. Ma vogliamo poter licenziare le persone che non fanno bene il loro mestiere. Emma Marcegaglia sa di parlare a nome di tutti gli imprenditori sottolineando il fastidio di chi ogni mese sa di dover pagare uno stipendio a persone che dal loro punto di vista non lavorano abbastanza. Gli imprenditori in platea durante il convegno nazionale di Federmeccanica, infatti, applaudono con convinzione le parole del loro presidente. Una maggiore flessibilit in uscita aiuterebbe le imprese, rendendo il mercato pi fluido, prosegue Emma Marcegaglia. Quello dellarticolo 18, avverte, un tema molto delicato e noi rispettiamo le sensibilit, affrontando il dibat-

ne Susanna Camusso, leader della Cgil. Molto piccata anche la risposta di Raffaele Bonanni, segretario generale della Cisl: come quando uno di noi dice che ci sono gli imprenditori che sono tutti delinquenti, che sono tutti impegnati a prendere il sangue dalla gente; ma questo non utile. Oggi pi che mai bisogna avere un linguaggio responsabile, e se bisogna fare qualche chiosatura su qualcosa, meglio essere precisi:

stavolta la Marcegaglia non stata molto precisa. Qualche ora prima non aveva rinunciato nemmeno a lanciare una stoccata verso altri sindacati. Non credo che il presidente di Confindustria, Marcegaglia volesse riferirsi alla Cisl - aveva sottolineato ma meglio che precisi di quale sindacato parla. Noi non abbiamo mai difeso n i fannulloni, i ladri o gli assenteisti cronici. Durissimo anche lattacco

del leader dellIdv, Antonio Di Pietro che lancia un invito a Emma Marcegaglia: Se vuo-

Di Pietro: se Emma cerca ladri, cominci a guardare nella sua associazione


le cercare i ladri cominci a guardare in casa sua, cio ai molti imprenditori che fanno parte di Confindustria e che

hanno avuto ruoli importanti nella realizzazione di quella Tangentopoli scoperta con Mani Pulite. Alla fine a difendere il presidente di Confindustria sono in pochi: il leader del Pd Pierluigi Bersani e il leader dellUdc Pierferdinando Casini e quello dellApi Francesco Rutelli che provano a smorzare i toni della polemica. Bersani sicuro che Emma Marcegaglia sia pentita delle sue parole. La Mar-

cegaglia donna di grandissimo equilibrio - afferma Casini - e non la si pu giudicare da una battuta. E, comunque, sappiamo che il sindacato tutto pu fare salvo che difendere ladri e disonesti. E Rutelli: Quello sollevato dalla Marcegaglia un tema serio perch vero che il sindacato fa bene a difendere lonorabilit dei lavoratori, ma in certi casi gioverebbe abbandonare la difesa dellindifendibile. [F. AMA. ]

il caso
MARCO ALFIERI MILANO

Immigrati Permessi, durata doppia


I

Casini (Udc) prova a smorzare i toni: tempesta in un bicchiere dacqua


tito con la massima responsabilit e attenzione. Per una questione che va portata avanti e sarebbe interessante su questo avere con noi tutto il sindacato riformista, prosegue Emma Marcegaglia, e conclude: Non vogliamo un sindacato che protegge gli assenteisti cronici, i ladri, i fannulloni. Sono queste ultime parole a scatenare la reazione immediata dei sindacati ma anche di una parte del mondo politico costringendo Emma Marcegaglia a precisare il suo pensiero. Nessuna mancanza di fiducia e rispetto nei sindacati confederali, con i quali abbiamo firmato limportante accordo del 28 giugno sul lavoro e con i quali stiamo conducendo una trattativa seria e costruttiva, spiega. Va tuttavia rimarcato che a volte larticolo 18 diventa un alibi dietro il quale si possono nascondere dipendenti infedeli, assenteisti cronici e fannulloni. Non riesce per a convincere i sindacati. Offensiva, punto, liquida la precisazio-

onfindustria contro Cgil. Emma Marcegaglia contro Susanna Camusso. Al centro del duello un sindacato che, a detta del leader delle imprese, protegge sul posto di lavoro assenteisti cronici, ladri e fannulloni. Sullo sfondo, unaltra volta, il feticcio dellart 18 che gli imprenditori vorrebbero mantenere solo per i licenziamenti discriminatori. Ma davvero cos? Anzitutto qualche numero. Secondo lIstat in Italia ci sono circa 23 milioni di lavoratori attivi. Tolti i liberi professionisti, ne restano 21. Di questi, 3 sono impiegati pubblici, quasi 10 milioni sono occupati in Pmi con meno di 15 addetti contro i quasi 8 in aziende medio grandi a cui si applica pienamente il regime protettivo dellart.18. Quindi quando Marcegaglia e Camusso litigano lo stanno facendo su una platea di circa la met del totale dei lavoratori italiani. Se poi analizziamo i reintegri in azienda a seguito di contenziosi aperti sulla base dellart.18, si tratta di numeri infinitesimali: tra le 300 e le 500 posizioni ogni anno rispetto al mare magnum delle 160 mila causa di lavoro totali che ingolfano a getto continuo i nostri tribunali. La cosa peggiore, quindi, buttarla in slogan, spiega Maurizio Del Conte, docente di diritto del lavoro allUniversit Bocconi di Milano. Primo esempio. La giurisprudenza che reintegra sempre il lavoratore non pi un fenomeno a senso unico come negli Anni 70 dellautunno caldo. Oggi le sentenze sono pi equilibrate. Secondo esempio. Chi viene preso con le mani nella marmellata (clamorosa la vicenda degli addetti allo smistamento bagagli dellaeroporto di Malpensa, beccati a rubare tra le valigie dei passeggeri e in parte reintegrati in organico), di soli-

In arrivo gli attesi sconti per gli stranieri alle prese con la tassa di soggiorno, il contributo (da 80 a 200 euro) dovuto per il rilascio del documento dopo lentrata in vigore del decreto Maroni-Tremonti lo scorso 30 gennaio. In settimana un provvedimento raddoppier la durata dei permessi da rilasciare, permettendo cos di tagliare della met i costi per limmigrato. Punter inoltre allinformatizzazione delle domande.

Facchini allaeroporto di Malpensa

Le imprese: impossibile liberarci di chi non lavora


Ma il giurista: basta slogan, le sentenze sono equilibrate
to paga pegno. Recentemente stata la ziano i problemi del nostro mercato del stessa giurisprudenza a fissare il con- lavoro duale. Quando un giudice pu efcetto di lesione del rapporto fiduciario fettivamente stabilire che la prestazione tra datore di lavoro e lavoratore, crean- di quel lavoratore insufficiente e quindo finalmente un parametro per decide- di passibile di sanzione? La legge 604 del re. Tradotto: Il classico dipendente 1966 in vigore non in grado di stabilirche ruba tra gli scaflo, prosegue Del Confali finisce per essere LA PROPOSTA te. Si prenda il concetmediamente licenziacomuServono certezze per to di fannullone:tradotto, ci appena capitanemente viene favorire gli investimenti to con scarso rendito in un nostro superdei capitali esteri mento. Peccato che mercato in Lombardia, conferma il maper far scattare il linager di un colosso della grande distri- cenziamento devessere davvero il pi buzione. basso di tutti i lavoratori della azienda, Se la fai grossa, insomma, difficilmen- sotto la soglia delladempimento steste la passi. Altra cosa, siamo al terzo so, racconta un imprenditore meesempio, dare una definizione certa e talmeccanico reggiano, alla guida di un misurabile del giustificato motivo di li- gruppo da quasi 2mila addetti. In sostancenziamento soggettivo. E qui che ini- za, per essere licenziato, non basta fare poco e male la propria mansione, devi proprio fare nulla. Per questo lart. 18 cos configurato frena molte assunzioni: quando hai la sfortuna di portarti in casa gente del genere diventa poi impossibile provare lo scarso rendimento e sbarazzartene. In questo senso sarebbe utile una riforma che dia certezze anzitutto ai nostri imprenditori, e poi a quegli investitori internazionali che disertano sempre pi il nostro paese, continua il professore bocconiano. Basti dire che gli Ide (investimenti diretti esteri) nel triennio 2008-2010 sono scesi a 18 miliardi di euro, appena l1,6% della grande torta che affluisce in Ue. Contro i 90 miliardi che arrivano in Germania, i 132 in Francia, i 112 in Spagna e i 208 nel Regno Unito. Difficile competere cos.

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Primo Piano 5

Senza intesa il nostro s non scontato


Bersani avverte Monti: accordo con le parti sociali. Fornero ottimista
FLAVIA AMABILE ROMA

Leader
Pierluigi Bersani, segretario del Partito democratico diviso sulla riforma dellarticolo 18 promossa dal governo

Alla fine il Pd dovr scegliere da che parte stare in questa trattativa sulla riforma del lavoro che di giorno in giorno sembra pi complicata. Appogger Monti contro i lavoratori e i loro rappresentanti oppure per la prima volta da quando si insediato il governo dei tecnici far mancare il suo sostegno? La seconda delle due possibilit,

Legge elettorale Parisi critica il Pd Metodo errato


I

Bonanni: il governo vuole rompere la trattativa, non lo permetteremo


ha fatto capire ieri il segretario, Pierluigi Bersani. Il s del Pd alla riforma del lavoro in Parlamento non sar scontato in assenza di un accordo, appunto, del governo con le parti sociali. Per il governo si tratta di un segnale da non sottovalutare, con la Lega allopposizione il Pd rappresenta una componente essenziale dellattuale maggioranza. Per il Pd sarebbe invece il punto darrivo di un lungo dibattito che da settimane sta dividendo il partito con Walter Veltroni che ha fatto emergere il problema in unintervista e Bersani che sta provando persino a condurre una sorta di trattativa parallela proprio per evitare pericolose spaccature interne. Di sicuro la trattativa ufficiale in salita e di sicuro non

Arturo Parisi torna alla carica sulla riforma elettorale e critica il Pd: Non questo il modo in cui procede un partito che si rispetti. Non il ritorno alla partitocrazia lobiettivo per il quale nato lUlivo, non il ritorno al proporzionale il motivo per il quale ci siamo sciolti nel Pd. N ammissibile che, dopo aver protestato contro Berlusconi per i tentativi di cambiare la Costituzione con numeri parlamentari considerati truffaldini, riteniamo ora legittima la stessa operazione solo perch, fianco a fianco con lui, questa volta al tavolo ci siamo anche noi.

Polemica in Rai

Il dg Lorenza Lei Via la clausola antigravidanza


ROMA

aiutano a distendere gli animi gli annunci del premier Monti di voler chiudere la partita comunque, anche senza un accordo con le parti sociali. Il leader della Cisl Raffaele Bonanni accusa il governo di voler rompere la trattativa. Non lo permetteremo e non molleremo il tavolo, assicura. Mentre il numero uno della Cgil Camusso risponde: Minacciare non serve mai e, in ogni caso, noi continuiamo ad insistere che su una materia cos complessa bene fare un accordo con le parti sociali. E, poi, ancora: Ci dicono che stiamo difendendo il diritto di pochi ma la verit che la norma d fastidio perch una norma deterrente per tutti. Anche per coloro che non ce lhanno. Per il governo parla il ministro del Welfare, Elsa Fornero: Lavoro per un accordo con i sindacati. E, questaccordo possibile, sostiene. Sar anche possibile ma si sta organizzando la protesta. Il leader della Fiom Maurizio Landini ha organizzato una manifestazione in piazza il 9 marzo che minaccia di provocare un ulteriore frattura allinterno del Pd. Vedremo, ma penso che andr alla manifestazione della Fiom perch i motivi sono giusti, spiega Stefano Fassina, responsabile economia del partito. Una decisione non in linea con il sostegno al governo Monti offerto dal Pd, gli risponde Stefano Ceccanti. La parte-

La Rai toglier dai contratti la contestatissima clausola, inserita nel contratto dei giornalisti autonomi che lavorano per viale Mazzini, che prevede la risoluzione del rapporto di lavoro in caso di maternit. Lo ha comunicato in una nota il Direttore Generale, Lorenza Lei: Onde evitare inutili strumentalizzazioni ad ulteriore testimonianza che la clausola in contestazione non ha il rilievo che le viene attribuito - ha affermato la direzione generale non ha alcuna difficolt a toglierla dai contratti per una diversa formulazione che non urti la suscettibilit fatta salva la normativa vigente che non nella disponibilit della Rai poter cambiare. Lei ha ricordato che i lavoratori autonomi non godono delle tutele previste dallo Statuto dei Lavoratori, evidentemente per la scelta del legislatore, e non certo della Rai, di regolare in modo diverso le due tipologie contrattuali. I contratti di lavoro autonomo hanno, da sempre, previsto clausole che regolano la impossibilit di proseguire il rapporto, sia per causa del lavoratore che per causa dell'Azienda, con previsione, solo per quest'ultima, di una somma risarcitoria da versare al collaboratore in caso di recesso anticipato. Soddisfazione dal Pd. Prendiamo atto dell'annuncio da parte di Lorenza Lei di rivedere la clausola discriminatoria verso le donne in maternit. Ci attendiamo una conferma formale. La morale di questa storia amorale che senza la battaglia coraggiosa del coordinamento dei precari Errori di stampa quel comma sarebbe rimasto, commenta in una nota il senatore democratico Vincenzo Vita.

Nel partito restano le divisioni. Fassina: andr alla manifestazione indetta dalla Fiom
cipazione puramente individuale o stata decisa in qualche organo? - chiede Ceccanti -. Come si pu conciliare con sostegno forte e convinto al governo Monti, comprese le materie elencate nella piattaforma che sono quelle centrali nella sua azione?. Identica la reazione di Marco Meloni: Basta con le provocazioni, non si pu condividere le posizioni della Fiom e allo stesso tempo sostenere il governo. Lo scontro, insomma, si annuncia molto teso. Fassina ricorda che sullarticolo 18 il Pd non spaccato perch Veltroni rappresenta una minoranza. E Enrico Letta ricorda che andare avanti a scomuniche e bolle papali distrugge tutto il buono che abbiamo costruito in questi anni. Secondo la parte montiana del Pd lasciare lappoggio al governo al Pdl un pericolo. Prendere le distanze da Monti un autogol - conferma Francesco Boccia -. Fassina deve semplicemente capire che nessuno deve abusare del ruolo che ricopre perch cos si fanno danni alla casa comune. Bersani ha invitato comunque tutti alla coesione. Parole che vengono sposate anche da Rosi Bindi: Questo governo ha ricevuto la nostra fiducia per portar il Paese fuori dalla crisi, ma non si pu pensare che in questo momento lItalia possa permettersi di approvare importanti riforme strutturali senza la coesione e la pace sociale. Nel frattempo anche i berlusconiani si stanno organizzando: sullarticolo 18 rinnoveranno in pieno il loro appoggio al governo Monti come ufficializzeranno stamattina in una colazione di lavoro tra il premier e Silvio Berlusconi.

Ho ritrovato un nipote lontano, la mia amica dinfanzia, i compagni di scuola. Mi aspettano tutti su Internet.
Navigare Insieme. Scoprire Internet a tutte le et.
Telecom Italia ti invita a scoprire Navigare Insieme: liniziativa che ti apre le porte del Web in modo facile e gratuito. I corsi per imparare a navigare insieme ai ragazzi delle scuole di Torino cominciano il prossimo 2 marzo. Iscriviti chiamando il Numero Verde 800.563.669 o mandando una email a navigareinsieme@telecomitalia.it Per maggiori informazioni visita il sito www.navigareinsieme.org

6 Primo Piano

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

IL PRESIDENTE
LA VISITA IN SARDEGNA

Taccuino
MARCELLO SORGI

Napolitano: no alle ideologie


La replica a chi contestava: proteste legittime, ma non si esce cos dalla crisi
FRANCESCA SCHIANCHI INVIATA A SASSARI

Il ritorno dello scontro vecchia maniera sul welfare

Il Presidente
Il capo dello Stato Giorgio Napolitano in visita in Sardegna

A Sassari le contestazioni, ad Alghero gli applausi. In una Sardegna attraversata da una profonda crisi, una situazione per certi aspetti drammatica, segnata da un tessuto produttivo che venuto logorandosi, il capo dello stato Giorgio Napolitano, in visita nellisola fino a ieri sera, sperimenta le due facce dellaccoglienza. Quella festosa delle strette di mano, del tricolore sventolato e dei grande Presiden-

Il Capo dello Stato avverte: non si sconfini nellillegalit e nella violenza


te, ma anche le proteste di un drappello di cassintegrati, di pastori, indipendentisti sardi, anti-Equitalia: al suo arrivo allAuditorium comunale di Sassari qualcuno urla buffone, buffone e non ti vogliamo, qualcuno espone il cartello Servo dei banchieri, accusa che gi luned, a Cagliari, il Presidente aveva nettamente respinto. Le contestazioni sono sempre un fatto abbastanza limitato, commenta a fine giornata il Capo dello Stato, sottolineando invece la consapevolezza dei rappresentanti dei lavoratori delle aziende in crisi, che nel corso della sua due giorni sarda ha avuto modo di incontrare: Sono molto preoccupati ma non contestano con grida pi o meno futili. Nel suo discorso affronta il nodo del malcontento diffuso nella regione. Importante non opporre a situazioni critiche formule ideologiche. Bisogna pensare su basi serie nuovi progetti di sviluppo per la Sardegna. Avendo piena consapevolezza del contesto, ricordando che lEuropa in difficolt e il mondo radicalmente cambiato. Le proteste poi sono naturalmente legittime purch, non sono mai sufficienti vigilanza e richiamo, non si sconfini nellillegalit e nella violenza. Per uscire dalla crisi che tutto il Paese attraversa, ricorda il presidente della Repubblica alle celebrazioni per i 450 anni dellUniversit sassarese, importante coniugare al rigore crescita e sviluppo: occorre, certo, procedere dalla riduzione del debito pubblico, ma bisogna avere intelligenza, occhi e coraggio per distinguere e rivisitare, voce per voce, la spesa pubblica e non per tagliarla in modo indiscriminato, alla cieca. Anche nel contesto dellUnione Europea ricorda come ci sia pi volont di quanto non risultasse fino a poco tempo fa nel mettere laccento su politiche di crescita e non solo su politiche di risanamento, grazie

alliniziativa di dodici capi di governo che hanno sottoscritto un documento stimolante tra cui il presidente del consiglio Monti: lItalia, una nota dottimismo, sta recuperando fiducia e credito sul piano europeo, riacquistando un ruolo e introducendo elementi di novit in una dialettica che si sembrava ridotta a due, tra due Stati, Francia e Germania. Sollecitato da tre studenti dellUniversit di Sassari, che gli chiedono previsioni per il loro futuro lavorativo, il capo dello Stato punta la sua attenzione anche sui giovani: la loro condizione una spina nel fianco del Paese, valuta amaramente, un Paese che non riesca a valorizzare i propri giovani un Paese condannato. Dobbiamo esserne fino in fondo consapevoli e trarne conseguenze anche per limpegno pubblico a sostegno di ricerca, formazione e cultura. Infine a chi gli chiede un pi vigoroso richiamo a governo e Parlamento, ricorda che, nellambito dei miei poteri che sono sempre attento a non travalicare che sono quelli di un presidente non esecutivo ma di garanzia, come voluto con lungimiranza dai costituenti, non posso che levare la voce perch ci sia coesione sociale e unit tra Nord e Sud.

INTERVISTE
Il sostenitore/ Pastore ed ex operaio Il contestatore/ Coordinatore degli artigiani

Non merita quei fischi Ha il mondo in testa


DALLINVIATA A SASSARI

Avrei voluto applaudirlo Ma avevo troppa rabbia


DALLINVIATA A SASSARI

Francesco Manai si aggira dietro le transenne del centro di Alghero con due libri in mano. Il primo Una e indivisibile, riflessioni sui 150 anni della nostra Italia, volume del presidente della Repubblica: spera di riuscire a farselo autografare. Laltro un testo scritto da lui, con dedica gi pronta e data di ieri: A Giorgio Napolitano, uomo di grande cultura e onest intellettuale. Buona lettura, vorrebbe riuscire a regalarglielo. Aspetta per oltre unora che il Capo dello Stato arrivi per la prevista visita a un museo, sulla piazza Civica sferzata da un vento freddo, l dove sventolano i tricolori esposti per loccasione da alcuni abitanti come Mario e Dolores, l dove la sicurezza ha transennato per consentire il passaggio del Presidente ma lasciando una parte libera, perch i cittadini possano assieparsi ad aspettarlo. Ci sono bimbi con palloncini bianco-rosso-verde (noi il Presidente labbiamo gi incontrato una volta a Roma, giurano compiti), signore di una certa et, ragazzi che gli urlano Grande presidente. Ho grande stima per Napolitano, sorride Manai, 69 anni, ex militante del Pci (la prima tessera me la fece Pajetta), ventanni di lavoro in fabbrica alla Fiat a Torino prima di tornare nellisola, dove ha fatto il pastore.

La folla sarda con il capo dello Stato

Quando era a Torino, aveva una grande passione per gli incontri intellettuali offerti in quelli anni in citt: Ho incontrato Bobbio, Einaudi, anche Napolitano: mi capitato di vederlo in qualche dibattito. Ne stimavo lonest intellettuale, il fatto che dicesse la verit. Precorreva i tempi. A Sassari, qualche ora prima, il Presidente stato fischiato, e Manai se ne dispiace molto: Non li merita proprio. E sa perch? Perch ha il mondo in testa, un uomo intelligentissimo. E cos colto che, grazie alle sue conoscenze, conosce la Sardegna meglio di noi sardi. [F. SCH.]

Avrei preferito applaudire il Presidente, fargli un bel sorriso, stringergli la mano: vorrebbe dire che sto bene, che tutto va bene. Invece ho espresso la rabbia che ho in corpo. Pietro Andrea Virdis, coordinatore del movimento artigiani e commercianti liberi della provincia di Sassari, ieri era davanti all'Auditorium comunale della sua citt. A protestare. Quando passa l'auto blu del Presidente (l'auto blu di questi tempi), partono fischi al Capo dello Stato. Per manifestare il nostro dissenso: non contro la sua persona, sia ben chiaro, ma contro la situazione che viviamo, per fargli sapere il disagio che stiamo attraversando qui. Pietro Andrea, 43 anni, originario di Usini, si occupa di ponteggi: Nel mio caso il lavoro non calato troppo perch un settore in cui siamo in pochi, ma le tasse sono troppo alte, il costo del lavoro esoso, per via del patto di stabilit il pubblico non riesce a pagare. Qualcuno nella piccola folla di contestatori ha urlato parole forti? Non lo so, io ribadisco che per me i fischi non erano rivolti a lui come persona, il fatto che io rispetto le istituzioni, ma le istituzioni non rispettano me: quelle locali non ci ascoltano, non risolvono le situazioni. Cos facendo, dice, abbiamo dato voce alla sofferen-

Manifestanti in Sardegna ieri

za della gente, cosa che i politici e i sindacati non hanno fatto. Insieme ad altri esponenti della Consulta dei movimenti, riuniti fin dal mattino, ha consegnato un documento con le loro lamentele e le loro richieste, da fare avere al Presidente, alle forze di sicurezza, a condizione, si sono raccomandati, che stiate tranquilli. A sera tira un sospiro di sollievo: Avevo paura si potesse infiltrare qualche sconosciuto e creare problemi. Se avesse potuto incontrare il Capo dello Stato, parlargli? Solo una cosa gli avrei detto: Venga un giorno in cantiere con me. [F. SCH.]

nche se un accurato e sotterraneo lavoro diplomatico ieri per tutta la giornata ha tentato di limitarne le conseguenze, lattacco della presidente di Confindustria Emma Marcegaglia al sindacato che difende fannulloni e ladri non certo un toccasana per la trattativa sul mercato del lavoro, arenata sulla secca dellarticolo 18 e sullirrigidimento che a questo proposito emerso negli ultimi giorni, sia da parte della Cgil che del Pd. Ora la Camusso pretende una marcia indietro della Marcegaglia da una posizione che, al di l della frase infelice che ha dato fuoco alle polveri, metteva in discussione i rapporti tra le parti sociali, proprio mentre il negoziato al tavolo del governo, dopo qualche iniziale progresso, segna il passo. La Confindustria ha cercato di chiarire, senza ovviamente smentire lintervento della presidente, ma senza molti risultati. Daltra parte la frenata della Cgil sintuiva anche prima dello scontro tra Camusso e Marcegaglia. E la dura polemica interna al Pd, con il responsabile economico Fassina che ha criticato lintervista di Veltroni favorevole allintenzione del governo di riformare il mercato del lavoro, lascia capire le preoccupazioni del centrosinistra di ritrovarsi entro marzo di fronte a una decisione di Monti nel bel mezzo della campagna elettorale per le amministrative. Stretto tra limpossibilit di rompere con il governo e le pressioni del sindacato, Bersani, che in un primo momento era parso deciso a non lasciarsi condizionare dalla resistenza della Cgil, adesso preme di nuovo per laccordo e aspetta di vedere se riprender e quali effetti produrr la trattativa, che al momento, tuttavia, sembra bloccata. La strategia del governo, ribadita dalla ministra del Lavoro Fornero, punta a raggiungere unintesa sul maggior numero possibile di problemi (come ad esempio ammortizzatori sociali, formazione, apprendistato), prima di andare allosso duro dellarticolo 18. Con questo metodo, se anche alla fine non si dovesse trovare laccordo, liniziativa autonoma del governo, di cui Monti ha parlato luned nellincontro con gli operatori di Borsa a Milano, avverrebbe in un quadro meno dirompente, e forse potrebbe puntare a ottenere un sofferto si del Pd in Parlamento. esattamente questo che i sindacati hanno capito, e, dopo uniniziale disponibilit, ha motivato le riserve emerse al tavolo del negoziato, che il governo prover a rimuovere nei prossimi giorni.

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Primo Piano 7

LA CRISI
IL PRESIDENTE FERRARI

CONFINDUSTRIA

IL PREMIER

Bombassei o Squinzi? Due buoni imprenditori. Conosco meglio Bombassei. Condivido le sue idee innovative rivolte al cambiamento

Ha fatto cose fondamentali: Riforma delle pensioni, lotta all'evasione fiscale e rilancio della nostra presenza nel mondo

Intervista

,,
MICHELE BRAMBILLA INVIATO A MARANELLO (MODENA)

a Ferrari unanomalia italiana: lunica cosa che allinterno dei nostri confini ci unisce (chi non tifa Ferrari?) e che allestero ci fa sentire orgogliosi. Quello che si appena concluso stato un anno straordinario, e anche questa unanomalia italiana, vista la crisi che ci opprime: pi 17,3 per cento di fatturato (2,251 miliardi di euro) e pi 9,5 per cento di vetture consegnate (7.195). Lutile desercizio, nonostante i molti investimenti, stato di 312,4 milioni di euro. Luca Cordero di Montezemolo non pu che essere soddisfatto. presidente da ventanni. Quando arriv, la Ferrari produceva un terzo delle macchine prodotte oggi; vendeva in 29 Paesi al mondo, oggi in 58; il fatturato salito di quasi dieci volte, il numero dei lavoratori raddoppiato. Eppure - dice - la cosa di cui sono pi orgoglioso che abbiamo fatto tutto questo mettendo al centro luomo. Lei ha visto come lavorano gli operai in fabbrica. Abbiamo pensato anche alle loro famiglie: ai campus estivi per i figli, ad esempio. E poi lambiente: noi siamo, dal punto di vista energetico, onnivori, ma autosufficienti.
Avvocato, come si diventa unanomalia italiana?

Luca Cordero di Montezemolo, presidente della Ferrari e fondatore del think tank Italiafutura

Bene Monti, ma ora abbassiamo il carico fiscale sui produttori


Montezemolo: Se la politica non si rinnova, faremo la nostra parte
Non c Paese al mondo con caratteristiche pi appropriate per approfittare di questo momento. Marchi, risorse culturali, eccellenze produttive: per noi pu iniziare una nuova grande stagione di crescita e di sviluppo. Dobbiamo per compiere uno sforzo di ridefinizione delle nostre priorit, dirottando tutte le risorse disponibili su cultura, impresa e lavoro, supportando le aziende nel processo di internazionalizzazione.
Non pare che questo sia successo, ultimamente.

Alla base del successo c un marchio straordinario: noi labbiamo saputo valorizzare mantenendone intatte le caratteristiche originarie. E abbiamo puntato su tre cardini fondamentali: linternazionalizzazione, gli investimenti in ricerca e innovazione, la valorizzazione delle persone. Sono questi gli elementi che permettono oggi a tante aziende italiane di crescere e produrre utili nonostante la crisi.
Tante ma ahim poche rispetto al complesso delle aziende italiane...

politica e al settore pubblico un ruolo di indirizzo e gestione delle risorse eccessivo, che ha alimentato tra laltro corruzione e malaffare.
Lei dice: pi societ e meno Stato?

Il sistema produttivo diviso a met. Chi ha investito nellinternazionalizzazione avanza, chi rimasto confinato in Italia vive un momento di estrema difficolt. Dallanalisi delle strategie per la crescita seguite da tante aziende italiane possiamo ricavare indicazioni utili anche per il Paese.

Negli ultimi ventanni in Italia si fatto esattamente lopposto. Abbiamo aumentato a dismisura le tasse sulle imprese e sul lavoro, privilegiando LA SFERZATA ALLECONOMIA rendite e patrimoni; abbiamo fatto crescere i costi energetici, Se per abbassare il carico fiscale totale sui produttori mantenuto un Welfare pi orientato alla dioccorre cancellare fesa dellesistente che alle nuove opportuniincentivi e agevolazioni t... Abbiamo chiuso sulle imprese, poco male la strada agli investimenti stranieri, diminuito la produttivit, La crescita il tasto dolente in que- abbandonato il nostro patrimonio culturale. Per gli italiani, come per gli sto momento, vero? La sfida della crescita il passaggio stranieri, investire in Italia diventacruciale dei prossimi anni, pi che dei ta unimpresa impossibile. prossimi mesi. Per il Paese il traguarQual il rischio pi grave che lei vedo la fase positiva della globalizzaziode oggi? ne, che gi iniziata. Che una cupa rassegnazione paraNon negher che sulla crisi mondia- lizzi il Paese. Non basta il plauso delle hanno influito anche certi eccessi la Bce o della Germania, dobbiamo convincerci che abbiamo ancora un della finanza? Le dico di pi: ci sono stati eccessi cri- futuro, ponendoci obiettivi ambiziosi minali. Questi eccessi, insieme con altri perch lItalia ha un grande potenziafenomeni che ci hanno penalizzato co- le. Questo il compito della politica me la concorrenza sul fronte dei costi, oggi: ridare fiato alle speranze degli hanno oscurato un dato fondamentale: i italiani. centinaia di milioni di nuovi consumatoProvi a dare alla politica un suggeriri che ogni anno si affacciano sul mercamento concreto. to. Il che vuol dire altrettante persone La prima cosa una ridefinizione che smettono di essere povere. Lo ricor- del perimetro delle competenze dello do a beneficio di chi considera negativa- Stato. Oggi abbiamo uno Stato debomente la globalizzazione anche da un le ma pervasivo. Dobbiamo trasforpunto di vista morale. marlo in uno Stato fortissimo ma che LItalia pu cogliere questa opportu- operi in un alveo pi ristretto. Per troppo tempo abbiamo attribuito alla nit?

S, io dico che bisogna avere pi fiducia nelle qualit degli italiani e lasciare maggior spazio alliniziativa individuale. Poche regole chiare da far rispettare con intransigenza. Non con il numero delle leggi o leccesso di burocrazia che si costruisce il senso civico. Se posso azzardare uno slogan: per cambiare gli italiani occorre prima di tutto cambiare lo Stato.
Adesso provi a indicare un provvedimento concreto da prendere subito.

privato di un miliardo di euro, duemila nuovi posti di lavoro e un miliardo e duecento milioni di introiti per lo Stato in dieci anni che NTV verser per affittare la rete ferroviaria. Tutto questo senza un euro di denaro pubblico. Adesso per occorre pi coraggio nel liberalizzare le tratte regionali e unAuthority pubblica che faccia da arbitro tra i concorrenti.
Torniamo alla lotta allevasione. Bastano i blitz a Cortina e Sanremo?

sulla legge elettorale, sia partito un confronto tra Pdl, Pd e Terzo Polo. Mi auguro per che non ne nasca un altro mostro pensato per conservare piuttosto che per cambiare. Il rischio che nel 2013 tra finte liste civiche e mutamenti di nomi e leadership usate per coprire operazioni politiche vecchie, tutto cambi perch nulla cambi.
Capitolo Confindustria. Tra poco si scelgono i nuovi vertici. Sono in lizza Bombassei e Squinzi.

Certo che no, ma seppure con qualche eccesso mediatico, il governo sta agendo con decisione, dopo decenni di acquiescenza. E importantissimo collegare, anzi vincolare per legge, i

Abbassare il carico fiscale totale sui produttori. Luca Ricolfi ha stimato quello attuale al 68 per cento. Se per farlo occorre cancellare incentivi e agevolazioni sulle imprese, poco male. Questa la pi efficace sferzata che possiamo dare alleconomia.
Lei non ha mai espresso un giudizio sul governo Monti.

Ha fatto alcune cose fondamentali: una riforma definitiva delle pensioni, ha iniziato una lotta senza quartiere allevasione fiscale e rilanciato la nostra presenza in Europa e nel mondo. Il bilancio dei primi cento giorni molto positivo.
Che cosa manca ancora?

Nei prossimi mesi ci attendono le sfide pi difficili, a partire da quella sul Welfare. Mi pare che il governo abbia le idee chiare e la necessaria determinazione per vincere le resistenze corporative.
Si riferisce allarticolo 18?

Non solo. Larticolo 18 un anacronismo, ma solo una delle tante questioni sul tavolo. Dobbiamo sconfiggere il precariato e al tempo stesso non ingessare il mercato del lavoro. Per farlo occorrer rivedere tutto il sistema di Welfare.
In che cosa il governo Monti lha delusa?

Sulle liberalizzazioni. Si poteva fare molto di pi, soprattutto nei servizi. Penso anche alle Ferrovie: la liberalizzazione ha permesso linvestimento

Due buoni imprenditori. Conosco meglio Bombassei, che ho apprezzato come capace vice presidente, come fornitore di eccellenza della Ferrari e come esperto di problemi del lavoro e del Welfare. Condivido le sue idee innovative rivolte al I PARTITI cambiamento. Trovo per che il confronto Abbiamo a cuore il Paese avvenendo poco Se in vista del 2013 la politica stiaprogrammi e tropsui mancasse lappuntamento po su alleanze, promesse di presidenze e con il rinnovamento vicepresidenze e altre faremo la nostra parte pratiche che non dovrebbero appartenerci. I prossimi quattro proventi della lotta allevasione allab- anni saranno decisivi ed impellente bassamento delle aliquote fiscali. Lo una profonda riforma del sistema che proposi due anni fa e mi pare che il tra laltro i saggi portarono come governo voglia andare verso questa priorit alla Marcegaglia e di cui non soluzione. si saputo pi nulla. Concentriamoci sul futuro dellassociazione e misuriaUn altro merito del governo Monti? , almeno temporaneamente, finito mo i candidati sulla capacit di visioil clima di rissa che ha allontanato i cit- ne. Torniamo a parlare alle imprese tadini dalla politica e dalle istituzioni. piuttosto che ai professionisti della Ora ci dividiamo sui contenuti. Questa Confindustria. sar leredit forse pi importante del Ultima domanda obbligatoria: vegoverno tecnico e mi auguro che i pardremo Montezemolo in politica? titi sappiano raccoglierla. Faccio con passione il mio lavoro e Manca poco pi di un anno alle ele- non ho bisogno di cercare nuove occuzioni. Che cosa pu fare ancora que- pazioni. Come del resto la maggior parte delle persone che collaborano sto governo? Deve reperire risorse per la crescita con Italia Futura. Abbiamo per tutti tagliando la spesa pubblica improdut- a cuore il domani di questo Paese. Se tiva e dismettendo beni dello Stato e in vista del 2013 la politica dovesse degli enti locali. Ai partiti e al Parla- mancare lappuntamento con il rinnomento competono le riforme istituzio- vamento che i cittadini pretendono, fanali, il taglio dei costi della politica e la remo la nostra parte per evitare una nuova legge elettorale. Sono contento deriva che, questa volta, non lascerebche su questi punti, e in particolare be pi alcuna speranza allItalia.

8 Primo Piano

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

GOVERNO
OPERAZIONE TRASPARENZA

Ecco i redditi dei ministri La Severino la pi ricca


La Guardasigilli dichiara 7 milioni. Passera ha un patrimonio di 8,8
ROMA

La classifica
Ecco lelenco dei redditi (lordi) dichiarati dai ministri nel 2010. Mancano quelli di Ornaghi e della Cancellieri (non dichiarati) e i tre pi bassi: Barca (160.484), Balduzzi (143.750 euro) e Riccardi (120.309).
La pi ricca Paola Severino, con un reddito 2011 di 7 milioni di euro per la sua professione di avvocato e 4 milioni di tasse regolarmente pagate, come ha tenuto a ricordare il ministro della Giustizia: Si deve dire che chi guadagna e paga le tasse non un peccatore e va guardato con benevolenza e non con invidia. Incassando un giusto, ha ragione da parte di Antonio Di Pietro. Quello con il patrimonio pi consistente, subito dopo gli 11,5 milioni di Monti, Corrado Passera, con un reddito di 3,5 milioni di euro, ma anche 8,8 milioni di depositi derivanti dalla vendita di azioni Intesa Sanpaolo. Anche Piero Gnudi fino al 2011 poteva segnare 1,7 milioni di euro e come altri colleghi nel 2012 scender di livello e si dovr accontentare di uno stipendio di 200 mila euro lordi annui (pi 3.365 euro di diaria mensile). Il pi povero tra i ministri, quello dellAmbiente Clini con 173 mila euro nel 2011.

15.343.328
questa la somma dei redditi dichiarati nel 2010 dai ministri del governo Monti Il calcolo non per completo: mancano il reddito del premier e quelli dei ministri Cancellieri e Ornaghi che non li hanno pubblicati

1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13

PAOLA SEVERINO

Era stato promesso per marted 21 febbraio, con una settimana di ritardo sulla scadenza del 15 febbraio e ieri mattina lelenco dei redditi dei ministri arrivato, intasando il sito governo.it. La curiosit su queste cifre non ha pari e nel formulario predisposto dalla presidenza del Consiglio non mancava pro-

7.005.649
CORRADO PASSERA

Quasi tutti entrando nel governo hanno ridotto sensibilmente i loro guadagni annuali
prio nulla: redditi percepiti prima della nomina, redditi attesi nel 2012, (il pi spiritoso Giarda che oltre a mettere la foto di una baita, indica la cifra mensile di 16 mila euro lordi ma non quella annuale che dipender dalla durata del governo); beni immobiliari e beni mobiliari, auto, moto, aerei e barche. Insomma, di tutto e non c da stupirsi se tecnici di rango riescano a riempire molte caselle.

Il portone dingresso di Palazzo Chigi, sede della Presidenza del Consiglio

3.529.602
PIERO GNUDI

1.694.851
MARIO MONTI

1.515.744
FILIPPO PATRONI GRIFFI

Ma fa impressione notare che i ministri dediti ad una professione battano i banchieri: lavvocatessa Severino nel 2011 batte Passera, il commercialista bolognese Gnudi supera (1,7 contro 1,6 milioni di euro) lex top manager di Intesa Mario Ciaccia, viceministro alle Infrastrutture. Cos come balza agli occhi come i grand commis dello Stato ci abbiano rimesso: Catrical da presidente Antitrust guadagnava

740 mila euro, Grilli da direttore generale del Tesoro 524 mila euro, rispetto ai 197 mila euro da viceministro allEconomia. Da ambasciatore a Washington, il ministro Terzi aveva uno stipendio di 338 mila euro, quello agli Affari Europei Moavero prendeva 222 mila euro al Tribunale dellUnione Europea e il ministro dellAgricoltura Catania 213 mila come direttore generale dello stesso ministero. Ci sono pensionati

ELSA FORNERO

402.138
GIAMPAOLO DI PAOLA

343.963
GIULIO TERZI DI SANTAGATA

www.krizia.it

504.367

Il confronto Le squadre di Berlusconi e Prodi

Cos nel 2008


25.983.324 euro
I

338.528*
PIERO GIARDA

262.288
FRANCESCO PROFUMO

questo il reddito complessivo dato dalla somma dei redditi dichiarati (nel 2007) dai trenta ministri che facevano parte del governo formato da Silvio Berlusconi nel 2008. Ad incidere maggiormente sul totale erano i redditi personali del Presidente del Consiglio (14.532.538 euro), del ministro Tremonti (4.536.164 euro) e di Gianni Letta (1.154.962 euro).

227.512
ENZO MOAVERO MILANESI

Cos nel 2006

222.804
MARIO CATANIA

213.700
CORRADO CLINI 5.178.427 euro
I

173.383
* La cifra data dalla somma fra il reddito di 123.643 euro e lindennit non reddituale di servizio allestero, in qualit di ambasciatore a Washington, pari a 214.939,41 euro
MILANO VIA DELLA SPIGA 23 ROMA P.ZZA DI SPAGNA 87 PARIGI 48 AVENUE MONTAIGNE NEW YORK 446 WEST 14TH STREET

Fra i ventisette ministri del governo Prodi (entrato in carica il 17 maggio 2006) cera una maggiore uniformit di reddito. Le cifre dichiarate (riferite anche in questo caso allanno precedente, il 2005) andavano dai 20.245 euro di Paolo Ferrero ai 414.220 euro di Giuliano Amato. Il reddito del premier Romano Prodi era di 89.514 euro.

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Primo Piano 9

E Monti sbanca in zona Cesarini


On line prima di mezzanotte: 1,5 milioni il reddito 2010 ma 11,5 di fondi e depositi

Retroscena
CARLO BERTINI ROMA

PAOLO BARONI

LINCIDENTE DEL PRIMO


DELLA CLASSE
onti che arriva per ultimo, mezzora prima di mezzanotte, col suo outing fiscale fa la figura del primo delle classe che punta a fare il tema pi bello e alla fine si impapocchia e toppa. Monti, aveva 79 giorni per prepararsi! Che ha combinato? gli urlerebbe la sua prof. Ben pi grave il caso di quelli che la dichiarazione non lhanno presentata, come il sottosegretario allAgricoltura Franco Braga, o di quelli che hanno omesso i redditi 2010. Come i ministri Cancellieri e Ornaghi, i vice Grilli e Martone, ed i sottosegretari Vieri Ceriani, Malaschini, Cardinale, Ruperto, Ferrara, De Stefano, Milone, Magri, Vari e Polillo. Perch, non si sa. Forse allergia alla trasparenza? Per i membri del governo ci sar un ulteriore criterio di trasparenza a livello delle migliori tradizioni internazionali, aveva annunciato il premier il 4 dicembre. Malgrado il suo pressing, la norma che dava 90 giorni di tempo dal giuramento per rendere pubblici redditi e patrimoni, stata rispettata alla lettera solo da Profumo e dai suoi sottosegretari Ugolini e Rossi Doria. Gli altri si sono via via adeguati, facendo di necessit virt, se vero che fino a ieri gli umori che trapelavano dai dicasteri non erano certo improntati allentusiasmo; per unoperazione che tutti condividono, ma che svela ogni piega della privacy dei ministri, come linsospettabile passione per la rumorosa Harley Davidson del ministro Terzi.

che cumulano indennit da ministro e pensione, come i ministri Di Paola e Riccardi; o il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Malaschini, ex segretario generale del Senato, che tra stipendio e pensione arriver a 708 mila euro lordi; pensionato il ministro ai Rapporti col Parlamento Giarda. A rinunciare al vitalizio da consigliere regionale di 245 mila euro il suo sottosegretario DAndrea. [CAR. BER.]

a suspense si protratta fino alle 23,20 quando finalmente sul sito del governo spuntata anche la dichiarazione del premier, la pi attesa e dunque la pi completa, comprensiva anche della situazione reddituale della coniuge Elsa Antonioli. Preceduta da una postilla, la presente dichiarazione comprende tutti i cespiti patrimoniali del dichiarante e della moglie (beni immobili, beni mobili registrati, attivit finanziarie di ogni tipo, incluse quelle detenute fiduciariamente). E dunque la situazione al 10 novembre 2011, indica la rinuncia al compenso di premier e ministro dellEconomia e il mantenimento solo del compenso annuo lordo di 211.502 euro per la carica di senatore a vita. Nella situazione antecedente, Monti ha percepito introiti lordi per lavoro dipendente o assimilato, lavoro professionale e diritti dautore, di 708 mila euro nel 2009, 1.350.965 nel 2010 e 1.010.000 nel 2011 (fino al 9 novembre appunto). Con un reddito complessivo nel 2010 di 1,515 milioni di euro, su cui ha versato 639.432 euro di Irpef e 21 mila euro di addizionale regionale. Nel patrimonio figurano diversi immobili: la sua abitazione a Milano, un appartamento al 50% a Bruxelles, un ufficio e due negozi al 40% a Milano, un altro appartamento al 50% sotto la Madonnina. Oltre a nove unit abitative e un negozio a Varese. Cospicuo il pacchetto di attivit finanziarie, che lo portano in te-

La signora Elsa Monti, moglie del premier, al mercato milanese di piazza Wagner

sta alla classifica dei membri pi ricchi marito, altri no: un seminterrato a Miladellesecutivo: conti correnti, deposito ti- no, una casa di campagna con giardino a toli e gestione patrimoniali, Etf, ma non Lesa (Novara) al 50%, 4 unit abitative al azioni di singole societ quotate, per un 50% a Milano. Con un reddito dichiarato valore di 11 milioni e 522 mila euro. Depo- nel 2010 di 20.894 euro (19.022 da immositati presso Intesa, Bnp Paribas, Deut- bili) e 5.041 euro di tasse pagate. sche Bank e Ubi a MiPrima che il sipalano e alla Ing a BruCASE DI FAMIGLIA rio sui redditi del prexelles. In parte intesta- Tre appartamenti a Milano, mier fosse sollevato, ti anche alla moglie lo stop and go sui temche, a sua volta, dichia- uno a Bruxelles, 9 immobili pi aveva fatto per naa Varese e 10 della moglie scere un caso. Dopo ra un altro milione e 306 mila euro investiti le voci di una settimacon Bnp. I coniugi Monti posseggono na fa che descrivevano un Monti irritato una Lancia Dedra del 95 e una Lancia per le titubanze dei suoi ministri a metteKappa del 98 e la signora Elsa viaggia su re in piazza i loro redditi entro il 14 febbrauna Musa del 2009. Ma possiede anche io, nessuno si sarebbe aspettato che ieri il diversi immobili, alcuni cointestati col ritardatario sarebbe stato proprio lui.

LE PROPRIET
Gli immobili Le automobili I beni di lusso I portafogli finanziari

Dagli hotel di Passera Garage senza bolidi Niente elicotteri e jet Banche e blue chip: alle baite di Giarda I ministri preferiscono Gli unici vizi sono investono in Borsa Tutti pazzi per il mattone le utilitarie dantan le barche (in leasing) ma coi piedi per terra

nche ai ministri piace il mattone: il responsabile dellInterno Cancellieri tra propriet e compropriet dichiara ben 24 immobili: labitazione principale e un box a Roma, due alloggi, due box, un negozio e un magazzino a Milano e numerosi fabbricati agricoli. Il sottosegretario alle Infrastrutture Guido Improta sfonda quota 40 propriet, frutto di uneredit ricevuta dal padre nel 1998: tra cui 16 abitazioni e 15 tra depositi, magazzini, negozi e box tutti a Napoli. Corrado Passera, invece proprietario di un appartamento Le baite di Giarda a Parigi da 140 mq e di quoin Valsesia te delle societ di famiglia azioniste di alberghi sul lago di Como, compreso il superhotel Villa dEste. Il viceministro Mario Ciaccia possiede invece 7 immobili, di cui uno a Budapest, Catrical comproprietario di 4 alloggi tra Ciaccia ha una casa Roma e Catanzaro, Giarda ha quattro baite alpine ed anche a Budapest un pascolo ed in allegato alla sua dichiarazione ha pubblicato pure le foto, Moavero ha un alloggio di 11 vani a Roma, e con la sorella possiede due alloggi a Bruxelles, uno allArgentario e un rustico nel Lodigiano. Severino ha due case a Roma, una da 180 mq ed una da 85, ed una a Cortina da 150. Profumo ha sette propriet tra Torino e Savona. Ornaghi ha 21 vani ad Alessandria, Grilli una casa da 310 mq a Roma. Terzi ha invece terreni agricoli e una villa Brembate (Bg) e due compropriet a Roma e New York.

n fatto di auto al governo Monti piacciono le utilitarie. Pochi i bolidi o le berline lusso, tante le auto straniere (17 su 23). Solo il sottosegretario alla presidenza Catrical possiede un suv Mercedes, il vice ministro all'economia Vittorio Grilli indica tre auto di propriet tra cui una Jaguar e una Rover del 2009 da 200 KW, mentre il viceministro allo Sviluppo Mario Ciaccia ha una Porsche Carrera (oltre ad una 500 e ad una VW Sharan). Elsa Fornero possiede una Toyota Aygo del 2011, Renato Balduzzi, una MultiNel garage di Grilli pla, una Panda ed una Suc una Jaguar baru Tribeca tutte del 2006, Mario Catania ha una Golf, Severino una Daihatsu ed una Toyota, Barca una Renault Kangoo, Patroni Griffi una Bmw 320, una Fiesta ed una Yaris, Giarda una Seat Ibiza del 2002, Clini una 500, Passera una Terzi si diverte Mercedes classe A, Profucon unHarley 883 mo una Lancia Lybra del 2001, la Cancellieri una Toyota Land Cruiser, Di Paola una Mercedes Classe B ed una Polo, Gnudi preferisce l'Audi A3 (ma ha anche una Fiat Stilo del 2003), il vice ministro al Lavoro Michel Martone si concede invece il vezzo di girare per Roma in Vespa (125 cc, anno 2007) oltre che in Smart. Infine c Giulio Terzi di SantAgata che nel suo garage, oltre ad una Golf del 2012 e ad una Focus del 2004, sfoggia una rombante Harley Davidson 883 immatricolata nel 2004.

on possiedo barche, n aeromobili, n cavalli, scrivono in sequenza diversi ministri, da Elsa Fornero al responsabile dellAgricoltura, Mario Catania. Tra i beni di lusso elencati nelle dichiarazioni sui rispettivi patrimoni qualche natante per spunta fuori. Il vice-

La Severino ha un Aqua 54 da 17 metri

Catrical possiede un Sessa Key Largo da 8 metri

ministro dellEconomia Grilli, ad esempio, denuncia il possesso di una imbarcazione da diporto da 9,6 m (232KWx2) del 2004; il ministro Gnudi, non possiede case, ma un gozzo del cantiere Aprea di 10 metri in leasing s. Il sottosegretario alla presidenza Antonio Catrical ha invece un Sessa Key Largo da 8 metri. Anche questa gara, per, viene vinta dal ministro Paola Severino che ha intestato a suo nome un Aqua 54 da 17 metri, anche questo preso in leasing.

iedi per terra e poca voglia di avventure. questa la strategia dinvestimento che emerge dai redditi del 2010 del governo Monti. Tanti immobili, anche allestero, per stare sul solido. Non mancano gli investimenti in Borsa. Qui dominano le blue chip italiane quelle che, in genere, mettono al riparo dalle brutte sorprese. Ci sono un p tutti i big: da Eni a Enel fino a Finmeccanica. A prevalere per sono le grandi banche con quote in Intesa a Unicredit ma anche in Generali (4.576 titoli nel portafoglio del GuarNei portafogli non mancano Bot e Btp dasigilli, Paola Severino). Insieme ai piccoli istituti (Banca Popolare di Vicenza per 6.267 euro del ministro per le politiche agricole Anna Maria Cancellieri). E c spazio anche per i titoli di Stato. su questo strumento che gli occhi erano puntati. I miOrnaghi ha investito nistri di Monti avranno scommesso su Bot e Btp? su piazza Cordusio Non tutti hanno scelto la pi tradizionale delle strade. Lo ha fatto il ministro per le Politiche Agricole, Mario Catania, che ci ha puntato 450 mila euro. Il ministro (senza portafoglio) per gli Affari europei Enzo Moavero Milanesi invece ha acquistato 100mila euro di Btp, per citare qualche caso. Ma anche il ministro ai rapporti con il Parlamento Piero Giarda aveva titoli di Stato e depositi per 51 mila euro. Era per il 2010 e allepoca le paure sulla tenuta del debito italiano era ancora lontana.

MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012 LA STAMPA 10

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Primo Piano 11

IMPRESE
IL DOPO-MARCEGAGLIA

Confindustria, Fiat con Bombassei


Marchionne: ha un programma di cambiamento, se lo completa potremmo rientrare nellassociazione
TEODORO CHIARELLI

Sergio Marchionne entra con tutto il suo peso di manager alla guida di Fiat e di Chrysler nel testa a testa fra Alberto Bombassei e Giorgio Squinzi per il vertice di Confindustria e si schiera ufficialmente col patron di Brembo. Poco importa che Fiat sia uscita dallorganizzazione sindacale degli industriali: se vincer Bombassei, spiega infatti Marchionne, il Lingotto potrebbe rientrare in viale dellAstronomia. La clamorosa presa di posizione dellamministratore delegato di Fiat e Chrysler arriva proprio mentre il proprietario della Mapei sembrava aver rosicchiato qualche posizione di vantaggio nei confronti dellavversario. Marchionne racconta che la presa di posizione nei confronti di Bombassei dovuta al fatto che il suo programma certamente innovativo e votato al radicale cambiamento dellassociazione. Tutti sanno, invece, che Squinzi ha un progetto nel solco della continuit con la presidenza di Emma Marcegaglia: una Confindustria criticata da

Fiat e che aveva portato alluscita del Lingotto. Il modo di operare che Confindustria ha attuato fino ad oggi non basta pi - sottolinea Marchionne - Pur essendo la Fiat uscita da Confindustria riconosco limportanza che lAssociazione potr avere nel rilancio delleconomia italiana. La scelta del futuro presidente quindi molto importante. Il manager italo-canadese dice di non potersi pronunciare pi di tanto su Squinzi: Non lo conosco personalmente. Diverso, invece, il discorso sul titolare della Brembo. Bombassei lo conosco molto bene - spiega - E un imprenditore di assoluto valore che guida unazienda che da anni fornisce prodotti deccellenza alla Fiat, alla Ferrari e da qualche tempo alla Chrysler. La Brembo allavanguardia tecnologica e con una forte vocazione internazionale. Non solo, Bombassei un uomo aperto al dialogo, allinnovazione e al cambiamento: queste sue doti sarebbero molto utili a Confindustria che dovr essere profondamente rinnovata per partecipare da protagonista alla modernizzazione del nostro Paese, in linea con le riforme che il governo Monti

Bombassei un uomo aperto al dialogo e allinnovazione, doti che sarebbero molto utili a Confindustria
Sergio Marchionne
Ad del gruppo Fiat e Chrysler

sta portando avanti. Insomma, sostiene Marchionne, noi ci riconosciamo in questo processo di rinnovamento che se dovesse essere completato, porrebbe le basi per un rientro della Fiat in Confindustria. La presa di posizione di Marchionne destinata a far discutere, anche perch si avvicina la data del 22 marzo, con i giochi finali nel segreto dellurna. E mentre prosegue il giro dItalia dei tre saggi (Luigi Attanasio, Antonio Bulgheroni e Catervo Cangiotti), Marcegaglia lancia i suoi appelli. Confindustria, malgrado la si critichi, unistituzione ancora forte e credibile. Dobbiamo migliorarla e fare di pi, ma non distruggiamola. Dobbiamo tenercela stretta, rafforzarla e volerle bene. Un appoggio di peso per Bombassei arrivato ieri anche da Andrea Merloni. Appogger Alberto Bombassei e credo lo far anche Confindustria Marche, ha detto il presidente di Indesit. Mentre critiche alle parole di Marchionne sono arrivate del presidente dei giovani imprenditori di Confindustria, Jacopo Morelli, che si detto stupito dalla presa di posizione del manager.

Sfidanti
Squinzi (a sinistra) il patron della Mapei (chimica) Bombassei (a destra) guida il gruppo della meccanica Brembo

Squinzi la continuit La base delusa sta con Mister Brembo


mitato sud (13 voti). Non senza qualche forzatura mediatica. Di certo se Squinzi dato avanti nel pronostico, la partita non chiusa dentro una ConMARCO ALFIERI findustria spiazzata dalla crisi MILANO e divisa al suo interno tra grandi e piccoli, terziari e manifatturieri, pubblici e privati, falchi iorgio Squinzi (Ma- e colombe pro sindacato. Alla pei) o Alberto Bom- vigilia del rush finale, una velobassei (Brembo)? Chi- ce mappa vede Squinzi dispormica contro freni auto, en- re dei voti della maggioranza trambi multinazionali tasca- di Assolombarda, di Federchibili. Ancora un mese e si co- mica, le territoriali toscane, i noscer il successore di Em- costruttori Ance e il blocco inma Marcegaglia alla guida di torno al presidente di UninduConfindustria. Eppure mai stria Roma e Lazio Aurelio Recome questa volta il derby si gina (indebolito dal niet di Magioca tra due profili distinti. rio Monti alle olimpiadi romaIl patron di Mapei punta su ne, appoggiate da Squinzi ma una decisa semplificazione non da Bombassei), e i sudinormativa e burocratica: al- sti raccolti intorno a Ivan Lo trimenti non saremo in gra- Bello e al presidente della Picdo di ricreare la crescita. cola industria Vincenzo BocAnche se non penso che bi- cia. Insieme a big come Fedele sogna rifare completamente Confalonieri, Diana Bracco e Confinduil capo delle Ferstria. IL FAVORITO rovie, Mauro Mr Brembo Il patron della Mapei Moretti. promette inveBombassei, sostenuto da Roma invece, dispone ce una rifondae Assolombarda dei voti della gazione confindustriale lontalassia Fiat, un no dalla politiLO SFIDANTE pezzo importanca. E poi baRoIl bergamasco punta te di Emilia Piesta concertamagna, il zione fine a se su una rifondazione monte a egemodellassociazione nia sabauda, stessa, basta centralit del una buona parte contratto nazionale e del- di Nord Est dopo la rinuncia di lart 18. In uno slogan, oltre Riello, le province pedemontache sulle cordate di potere, ne lombarde a tutto export la sfida si sta giocando sul (Varese, Brescia, Bergamo). crinale continuit contro di- Pi grandi elettori come Monscontinuit. Squinzi appog- tezemolo, Gianfelice Rocca e giato apertamente dal presi- Franco Bernab (Telecom). Indente uscente Marcegaglia; certi con simpatie pro BombasBombassei appoggiato dal sei Scaroni (Eni), Conti (Enel) mondo Fiat che dalla Confin- e Orsi (Finmeccanica), alle predustria uscito (ma potreb- se con lesigenza di rendere pi be rientrare). flessibile la gestione del persoTant vero che lannun- nale. E la stessa Federmeccanicio pro Bombassei del Lingot- ca, divisa tra la pancia pro to viene letto alla stregua di Bombassei e la testa (Ciccardi) un rilancio dopo che, nelle ul- che lavora per portare voti a time settimane, il suo sfidan- Squinzi. In attesa del 22 marte aveva incassato un paio di zo, il D-Day, quando i tre saggi endorsement pesanti: ufficio- porteranno i risultati della conso da Assolombarda (che sultazione alla Giunta. A quel esprime 19 voti su 190 nel par- punto il parlamentino confinlamentino che indicher il dustriale designer il presidenpresidente) e ufficiale dal Co- te, poi votato dallAssemblea.

Retroscena

12 Primo Piano

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

CENTRODESTRA
IL TENTATIVO DI RILANCIO

La tentazione di Berlusconi: Monti dopo il 2013


E Alfano metter in piedi una lista di duri e puri
AMEDEO LA MATTINA ROMA

Paesi e buoi
DI MATTIA FELTRI

Nonostante le rassicurazioni date laltra sera a Villa Gernetto, Berlusconi sta pensando di sparigliare: scrollarsi di dosso il Pdl e abbracciare Monti anche nel futuro. Dopo le amministrative, soprattutto se il risultato sar disastroso, il Cavaliere cambier nome al Popolo della libert e linno presentato ai dirigenti e agli amministratori nella villa di Lesmo forse non verr mai utilizzato, come ha sottolineato il governatore lombardo Roberto Formigoni. Alfano dovr cominciare a lavorare a testa bassa a una lista di berlusconiani duri e puri, un contenitore montiano, proporzionalista e post-bipolare: il ritorno, in sostanza, di nuova Forza Italia per bloccare lemorragia di voti moderati verso il Terzo Polo e rimanere agganciati al gioco della Grande Coalizione dopo le Politiche del 2013. Chi non vorr stare a questo gioco e rimanere alternativi al Pd (gli ex An e una parte dellattuale Pdl?) si accomodi puri fuori e vada farsi un altro partito dopposizione. Adesso c lo scoglio delle amministrative da superare,

to per da Fini e Casini. Alfano ha incontrato il leader del Grande Sud Miccich per convincerlo, in alternativa, a sostenere un candidato comune: lattuale presidente dellAssemblea Siciliana Francesco Cascio. Ma non sembra che ci sia spazio in questa direzione. Miccich potrebbe tuttavia cercare di ammorbidire la posizione del Terzo Polo che non vuole apparentarsi con il Pdl. Comunque Alfano mette nel conto che le amministrative vadano male. Ignazio La Russa sostiene che non si pu partire con questo atteggiamento: Bisogna combattere fino alla fine, non scoraggiarsi. Ma il lavoro

I futuristi Il nuovo Polo? Non sar come il Pdl


I

e volete capire che succede a causa di Mario Monti nella politica italiana, avete da guardare il Terzo Polo. Ieri, per esempio, c stato un incontro fra i vertici dei Verdi e quelli dellUdc. Il leader ambientalista, Angelo Bonelli, al termine ha detto: Noi Verdi non siamo pi di sinistra. Del resto nel Terzo Polo c anche Gianfranco Fini che da un sacco di tempo non pi di destra. Attesa a questo punto la dichiarazione di Casini: Sono io che non sono pi tanto sicuro di essere di centro.
Lex premier, leader del Pdl, Silvio Berlusconi

Ancora non dato sapere se il Nuovo polo sar un partito unico, o una federazione, o una galassia di soggetti, o un contenitore leggero e plurale. Si vedr. Ma quel che certo, che manca lingrediente che ha fatto saltare il Pdl: Silvio Berlusconi. Lo scrivono i finiani sul Futurista.

del segretario ha una direzione precisa: costruire, se possibile, il fronte moderato a partire dal voto di primavera. Poi si apriranno le vere danze per le Politiche del 2013 stringendosi attorno a Monti. La nuova legge elettorale cos come sta crescendo, senza il premio di maggioranza, non dovrebbe produrre chiare maggioranze. Per cui gioco forza si andr alla Gran-

de Coalizione, anche perch i problemi economici e finanziari dellItalia non saranno risolti tra un anno. Insomma, se Veltroni dice che non bisogna lasciare Monti alla destra, Alfano sostiene lesatto opposto. Allora il professore vada avanti con le riforme di struttura, anche con la modifica dellartico 18, senza farsi condizionare dalla Cgil e da un Pd versione Bersa-

ni che ieri ha intimato uno stop su questo tema. Oggi, nellincontro che avranno con il premier, Berlusconi e Alfano diranno che non bisogna tentennare sulla riforma del mercato di lavoro. Non ci possono essere due velocit: quando conviene al Pd il governo deve prendere decisioni senza ascoltare nessuno, ora invece ci vuole il placet dei sindacati.

La storia
JACOPO IACOBONI

Da Forza Italia a Meno male che Silvio c, alla trovata finale

Il segretario ha messo nel conto anche una sconfitta. Ma La Russa Lottare fino alla fine
pieno di insidie, senza alleati al Nord e al Sud: e allora il metodo sar valutare caso per caso, citt per citt, presentando il proprio simbolo o una lista civica, sostenendo il candidato di bandiera o quello scelto dal Terzo Polo come a Palermo. Noi siamo in campo - sostiene orgogliosamente Alfano - per vincere. Non si tratta di decidere il destino del governo del Paese ma di alcune citt. Quindi sceglieremo i candidati e le alleanze che possono meglio servire alle singole comunit locali. Si parlato anche di amministrative ieri sera a Palazzo Grazioli tra Berlusconi e il vertice del partito, dopo lo scoramento di coloro che avevano partecipato allincontro dellaltra sera a Villa Gernetto. Chi cera lamenta lassenza di analisi politica, con il Cavaliere che parlava di ben altro, del nuovo inno: la sensazione della fine di unera. Ieri sera invece si entrato nel merito delle alleanze per le amministrative soprattutto nelle citt di maggiore difficolt, come Genova, Lecce, Verona e Palermo dove rimane lipotesi di sostenere il giovane Costa, scel-

rima della notizia in s (c un nuovo inno del Pdl, lha scritto assieme al Capo Maria Rosaria Rossi - deputata rimasta molto vicina a Berlusconi dopo la caduta - ma gi accusato di plagio da J. Ax, ex leader degli Articolo 31), dovete immaginare la scena con la malinconia che si deve agli amarcord: il Cavaliere che entra in sala informalmente abbigliato, le luci che si abbassano, e agli ospiti di Villa Gernetto a Lesmo, arrivati l per rifondare il Pdl, annuncia ora c una sorpresa per voi, vi canter il nuovo inno che ho composto con Maria Rosaria e sar la colonna sonora delle prossime elezioni. La Rossi mi ha rotto cos tanto che non potevo sottrarmi. In altre epoche sarebbe venuto in mente un Aznavour brianzolo e le sue Jeanne Moreau; in sala c invece un attempato ex premier dinanzi a Verdini e
LEX PREMIER AGLI OSPITI

Le parole del Pdl

Siamo il Popolo della Libert/ Le parole gente che spera/ che lotta/che degli crede/ nel sogno della libert Articolo 31
Il nuovo inno del Pdl
(Rossi-Berlusconi-Mariani)

Gente che spera/Cercando qualcosa di pi/Gente che passa cercando la felicit


Gente che spera
Articolo 31

A Villa Gernetto: una sorpresa per voi, la colonna sonora delle prossime elezioni
Quagliariello. Di ragazze, rimaste poche. Il nuovo inno del Popolo della libert nasce inesorabilmente mesto; come una canzone di Masini, come lestremo tentativo di rianimare ci che forse definitivamente andato. Rispetto alla discesa in campo, questo linno fin de sicle, e alcune differenze andrebbero colte. La prima: il pi antico inno di Forza Italia, che nonostante tutto ci entr in capa nel 93 (e Forza Italia/ tempo di credere/ dai Forza Italia/ che siamo tantissimi/ e abbiamo tutti un fuoco dentro al cuor/ un cuore grande che/ sincero e libero/ batte forte per te), era qualcosa di a suo modo memorabile, al netto dellinfantilismo. Per tanti motivi. Il testo laveva scritto direttamente Berlusconi. Le note erano state commissionate a un musicista come Renato Serio - uno che aveva scritto la colonna sonora di Una giornata particolare di Scola o di Profumo di donna di Dino Risi, uno che certo sapeva come ipnotizza-

Lultimo inno del Pdl, da Forza Italia a J. Ax che accusa: slogan mio
Testo della Rossi, estremo show del Cavaliere
re orecchie e sedare intelletti. Edoardo Sanguineti ci dedic unanalisi, scrisse che questi jingle possiedono la seduzione infantile della pubblicit e con la loro persuasione occulta agiscono nellinconscio delle anime semplici restando inchiodati alla memoria. Solo che tutti eravamo anime semplici davanti alla mala irresistibile ma iper-professionale del nulla. Erano le origini, quelle. La discesa in campo, tutta la vita davanti. Oggi - seconda differenza - la fine. Apprendiamo che la canzone stata buttata gi dalla Rossi, la deputata di Centocelle che i nemici nel Pdl chiamano la Eva Braun del Cavaliere, fedelissima anche nel declino. Che non era stata commissionata, anzi, venuta cos, improvvisata. Che ad arrangiarla ed eseguirla alla prima sono stati il maestro Danilo Mariani gi noto al pubblico di Villa La Certosa - e la cantante Simonetta Losi. Con grande scorno di Apicella, non pervenuto, sullisola dei famosi. Forse - terza differenza - le parole (Noi siamo il Popolo della Libert/ gente che spera/ che lotta e che crede/ nel sogno della libert) sarebbero pure simili - ma non troppo, onestamente - a una canzone degli Articolo 31, Gente che

spera, uscita nel 2002. Il cantante J Ax aveva scritto su twitter domani denuncio Berlusconi. Buonanotte. Incredibile c.... Poi ha minimizzato: Non sono infuriato, sono divertito. Da una prima analisi mi pare che non si possa parlare di un vero plagio. Tuttavia sappiate che lo slogan gente che spera mi appartiene, collaudato, tatuato da oltre dieci anni sulla pelle di molti miei fan, scritto sugli zaini di migliaia di ragazzi ai quali stato rubato il futuro, anche e soprattutto dalla politica e dai partiti che
IL MUSICISTA HIP HOP

Non plagio, ma gente che spera appartiene a me e ai miei fan, a cui la politica ruba il futuro
lhanno cos male interpretata... Anche di Meno male che Silvio c (siamo la gente/ che ama e che crede/ che vuol trasformare il sogno in realt/ presidente siamo con te/ menomale che Silvio c), scritta da Andrea Vantini, si disse che ricordava un po altra roba (Pierangelo Bertoli, Parole di rabbia pensieri damore). Ma il punto un altro, una strabiliante parabola politica che comincia con larticolo 18, e finisce sugli Articolo 31.

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Primo Piano 13

Reportage
FEDERICO GEREMICCA INVIATO A PALERMO

guardare come stanno per adesso le cose da queste parti, il rischio per Pier Luigi Bersani prima di tutto, ma anche per certi suoi compagni di viaggio - quello di andare incontro a un disastro a testata multipla: cio prima un guaio, e dopo un guaio peggiore. Perch alla fine - e in maniera non del tutto contraddittoria con le ragioni che le animano - le primarie possono diventare perfino questo: e cio un test (sovente sanguinoso, per il Pd) su quanta sia la strada che resta da fare. Se ne era avuta una prova lanno scorso, tra Cagliari e Milano. La conferma arrivata di recente, col noto pasticcio genovese. Eppure ci risiamo... Ma andiamo con ordine. Il punto di partenza che il 4 marzo, qui a Palermo, il centro sinistra - o come si chiama - terr le sue primarie di coalizione. Con un buon numero di candidati. Quattro. E di questi quattro, tre o sono del Pd o sono sostenuti da correnti del Pd. Un caso probabilmente unico. Forse insuperabile, almeno in una grande citt. E invece sta succedendo. E i quattro sfidanti - pur se della stessa parte politica - se le stanno gi dando di santa ragione. Bene, verrebbe da dire: militano per la stessa parte politica, eppur si sfidano per far prevalere lidea migliore di citt, un orizzonte diverso per Palermo, questantica capitale che rischia di affondare in una paradossale crisi di identit, senza pi Padrini da onorare e giudici da seppellire. E invece, purtroppo, nemmeno per idea. La sfida intestina ha padri e madri assai diversi da una disputa sul programma: rivalit personali, supremazie da imporRITA BORSELLINO

A maggio si vota a Palermo per il rinnovo del Consiglio Comunale. Gi deciso il candidato sindaco del Terzo Polo, manca ancora quello del Pdl

Palermo, rebus delle alleanze nella partita a quattro del Pd


Primarie interne al partito, incognita sulle intese con Lombardo e il Terzo polo
A farla breve: tre pezzi di Pd lun contro laltro armati (i toni, infatti, salgono; e con i toni anche i sospetti...). E se vero che stavolta il Partito democratico difficilmente perder le primarie... si tratta di vedere quale dei tre candidati sostenuti dalle diverse anime dei democrats si imporr. E se non dovesse essere Rita Borsellino - voluta in campo da Bersani - certo sarebbe un altro pasticcio. Io comunque - tiene a precisare la Borsellino - non sono affatto la candidata di Bersani. La mia candidatura nasce qui, dalla gente della citt, dal tanto lavoro fatto. E anche se io Palermo dovrei odiarla, per questo che alla fine ho detto s.... Leoluca Orlando, popolarissimo ex sindaco della citt, il suo primo sostenitore: voleva ricandidarsi, poi ha rinunciato. Seduto in una stanzetta del comitato elettorale della Borsellino, dice: Contro Rita mai. E poi le grandi storie non si ripetono: si continuano... A me importava soprattutto far passare una linea: lino la linea del Pd qui rispettata mai patti con Lombardo e con gli in pieno: alleanza col Terzo polo, ma eredi di Tot Cuffaro. Ora la linea a partire dal centrosinistra. Ecco, di Rita, e a me va bene cos. qui a Palermo noi partiamo dal cenE la linea sposata, alla fine, dalla trosinistra, vinciamo le elezioni e segreteria nazionale e da Giuseppe poi ne riparliamo.... Lupo, leader siciliano del Pd. Il quaChi di cose cos - formule, tattile ha per il probleche, patti - non ma di spiegare (e LINCOGNITA vuol nemmeno parper questo pende Davide Faraone, supportato lare, invece, Dasu di lui una moziovide Faraone, il dalla macchina tritatutto terzo democrats ne di sfiducia) codi Matteo Renzi in campo. E amico m che alla Regione con Lombardo di Renzi, per aiusi pu governare, SPONSOR ILLUSTRI tarlo si stabilito mentre a Palermo Per lui sta lavorando a Palermo Giorgio non ci si pu prenGori e tutti e tre, Giorgio Gori, ex uomo qualche giorno fa, dere nemmeno un di punta a Mediaset hanno dato vita caff. Lui, naturalmente, nega qui ad una partita che le cose stiano cos: Unalleanza di calcio tra amici, finita tra risate e col Terzo polo a Palermo resa im- qualche sfott. Piuttosto che il solipossibile da un mucchio di questio- to giro elettorale, abbiamo preferito ni, a cominciare dal personale politi- farci vedere cos, gente normale che co. E in ogni caso, vorrei ricordare gioca a pallone - racconta Renzi -. che con la candidatura della Borsel- Scherzi a parte, Davide (Davide contro Golia, uno degli slogan di Faraone) un ragazzo in gamba, circondato da volontari e con un mucchio di buone idee. Sta facendo una campagna simile alla mia a Firenze, e anche se si trova in mezzo ad uno scontro tra due potenze pu vincere, perch no?. Si vedr. Cos come si vedranno i possibili effetti collaterali di queste primarie al vetriolo, il cui clima si fa di giorno in giorno pi pesante. Il paradosso dei paradossi, alla fine, sarebbe non vincere le elezioni in una citt prostrata da due lustri di pessimo governo di centrodestra e oggi commissariata. Ripetere, a parti rovesciate, insomma, quel che accaduto a Napoli la primavera scorsa: dove dopo 20 anni di amministrazioni di sinistra e con limmondizia che arrivava ai primi piani, il centrodestra addirittura riuscito a perdere le elezioni. Un capolavoro. Che il Pd spera vivamente di non replicare...

Sostenuta da Bersani e Orlando, non vuole accordi con i partiti centristi


MA IN REGIONE

Resta il problema della giunta che invece tiene in piedi il governo siciliano
re, conti da regolare (a proposito di Genova...). E sottotraccia - ma incombente come un temporale anche due opzioni politiche tra cui scegliere: se cercare di stare al governo comunque o se per stare al governo occorre porre almeno qualche condizione. Dove il problema il tipo di rapporto da avere - o non avere - con quelli del Terzo polo... Dunque, provando a semplificare. Rita Borsellino considerata la candidata di Pier Luigi Bersani e della maggioranza del Pd palermitano. La condizione da lei posta per accettare la candidatura alle primarie semplice: mai accordi con Raffaele Lombardo e il Terzo polo (con i quali, per, il Pd governa la Regione...). Fabrizio Ferrandelli allora diventato il candidato di quella parte del Pd (qui incarnata da Giuseppe Lumia e Antonello Cracolici) che dice al diavolo Vendola, Di Pietro e la foto di Vasto: prima di tutto - per coerenza - accordi con Lombardo e il Terzo polo. In campo cera gi Davide Faraone (lunico, pare, con tessera Pd in tasca) legato alla macchina tritatutto di Matteo Renzi e rottamatore della primissima ora: uno che pensa, pi semplicemente, che qui sia tutto da rifare. Infine, Antonella Monastra, il vaso di coccio, diciamo cos, un medico assai stimato in citt, candidata da collettivi e associazioni: quella che un tempo si sarebbe detta, insomma, societ civile.

Gli sfidanti in campo

Lortodossa
Rita Borsellino considerata la candidata di Bersani e della maggioranza del Pd palermitano

Sguardo al centro
Fabrizio Ferrandelli rappresenta quella parte del Pd che pensa a un accordo con Lombardo e il Terzo polo

Il rottamatore
Davide Faraone legato a Matteo Renzi: vuole fare tabula rasa dellapparato di partito

Loutsider
Antonella Monastra, medico assai stimato in citt, la candidata civile di collettivi e associazioni

MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012 LA STAMPA 14

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Primo Piano 15

IL CAIRO
UNALLEANZA IN CRISI

I capi daccusa pi gravi

LEgitto sfida lAmerica


Il processo ai 19 attivisti Usa accusati di essere spie. Washington: una farsa
MAURIZIO MOLINARI CORRISPONDENTEDANEWYORK

Finanziamenti illegali

Smembrare lEgitto in quattro Stati, sobillare rivolte contro le autorit e seminare lodio religioso fra musulmani e copti: sono i tre pi gravi capi di accusa che domenica il tribunale del Cairo formalizzer nei confronti di 19 cittadini americani precipitati al centro di una crisi fra il governo del dopo-Mubarak e gli Stati Uniti che causa forte imbarazzo nellAmministrazione Obama. La vicenda inizia a dicembre, quando i blitz della polizia egiziana nelle sedi di 17 Ong presenti al Cairo per promuovere i diritti umani portano a identificare 43 stranieri, di cui 19 americani, come fomentatori di gravi disordini ai danni della sicurezza nazionale. Da allora 13 americani sono riusciti a lasciare lEgitto ma in sei vi si trovano ancora e tre di loro, incluso il figlio del ministro dei Trasporti Ray LaHood, vivono da settimane barricati dentro la sede dellambasciata degli Stati Uniti. Larabista del Council on Foreign Relations Max Boot, che nellultimo anno ha a lungo soggiornato al Cairo, parla di
IMPUTATO ECCELLENTE

LACCUSATRICE

Fayza Naga vicina al raiss e anti-stranieri

Le Ong hanno ricevuto illegalmente 150 milioni di dollari stornati dagli aiuti americani destinati allEgitto
Spionaggio

Hanno operato illegalmente, lavorando per la Cia, per accrescere le tensioni fra copti e musulmani
Attentato allo Stato

Fayza Abul Naga, 61 anni, ministra egiziana della Cooperazione internazionale, una dei pochi ministri ad aver conservato il posto dopo la caduta del raiss Hosni Mubarak, un anno fa. Amica della moglie di Mubarak, Faiza Aboul Naga ha cavalcato i sentimenti nazionalisti e anti-americani. Non possiamo permettere che gli aiuti internazionali ha detto in un recente discorso - plasmino la politica egiziana.

Una cartina mostra lEgitto diviso in quattro parti la prova del piano per smembrare la nostra nazione
Conferenza stampa al Cairo del senatore John McCain (secondo a sinistra) e dei suoi colleghi

portare a condanne fino a cinque anni di detenzione. Ma ad evidenziare la difficolt della mediazione di McCain c il dossier sulle accuse agli americani che la procura

militare egiziana ha fatto trapelare attraverso il New York Times, con levidente intento di accrescere la pressione sullAmministrazione Obama. Il documento chiama in causa

lInternational Republican institute, il National Democratic Institute, la Freedom House, lInternational Center for Journalist e la tedesca Fondazione Adenauer imputando lo-

Fra gli accusati anche il figlio del ministro dei Trasporti LaHood
una crisi degli ostaggi per lamministrazione Obama perch la credibilit del presidente adesso legata alla capacit di riportare a casa i connazionali bloccati in Egitto, in maniera analoga a quanto avvenne per Jimmy Carter con gli ostaggi detenuti nellambasciata di Teheran nel 1979 e per Ronald Reagan con i sequestrati in Libano da parte degli Hezbollah a met degli Anni Ottanta. Nel tentativo di risolvere la crisi, al Cairo giunto il repubblicano John McCain alla guida di una delegazione bipartisan di cinque senatori che nellincontro con il maresciallo Mohammed Hussein Tantawi, a capo del consiglio militare che guida la transizione, ha giocato due carte: da un lato ha minacciato di far venir meno 1,5 miliardi di aiuti annuali del Congresso di Washington allEgitto e dallaltro ha identificato lorigine della crisi in un colpo di coda del regime di Mubarak in quanto la maggioranza delle accuse vengono dalla titolare del ministero della Cooperazione internazionale Fayzal Abul Naga, fedelissima dellex Raiss. In un successivo colloquio con una delegazione del partito di maggioranza relativa Libert e Giustizia, espressione in Parlamento dei Fratelli Musulmani, McCain ha ribadito che sulla crisi ci sono le impronte del vecchio Raiss, dicendosi fiducioso sulla possibilit che le autorit egiziane trovino una rapida soluzione per scongiurare un processo che potrebbe

ro di avere operato illegalmente in Egitto, lavorando per la Cia, servendo interessi americani e israeliani al fine di accrescere le tensioni fra musulmani e copti. In particolare queste cinque Ong hanno ricevuto illegalmente 150 milioni di dollari stornati dagli aiuti americani per lEgitto per sobillare disordini contro le autorit non solo durante la rivolta anti-Mubarak ma anche nei mesi seguenti. Nella sede dellInternational Republican Institute stata trovata una mappa con lEgitto diviso in quattro regioni che per la polizia dimostra lesistenza del progetto di smembrare la nostra nazione.
DOPPIO FRONTE

Gli islamisti cavalcano loffensiva lanciata da un ministro filo-Mubarak


Ci che pi conta che tali prove a carico sono diventate un punto di intesa fra il ministro Abul Naga, espressione degli ambienti ancora legati a Mubarak, e i Fratelli Musulmani, che con il portavoce Mahmud Ghuzlan ammoniscono gli Stati Uniti a non interferire con il processo in corso, chiedendo al consiglio militare di proteggere le indagini e le udienze. A conferma della volont dei Fratelli Musulmani di cavalcare i sentimenti anti-americani c la loro iniziativa di lanciare la raccolta pubblica di un fondo islamico denominato Dignit e Orgoglio per ottenere dai cittadini offerte tali da rinunciare agli aiuti economici annuali americani. Per lAmministrazione Obama si tratta di un doppio corto circuito perch la convergenza antiamericana fra nostalgici di Mubarak e Fratelli Musulmani pone degli interrogativi sul forte sostegno finora dato alla transizione egiziana e chiama in causa la scelta di indicare nellEgitto lesempio di rivolta di maggiore successo dallinizio della Primavera araba.

16 Primo Piano

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

MALASANIT
DOPO LO SCANDALO

Caos Umberto I Sospesi i dirigenti del pronto soccorso


La decisione del dg dopo un vertice con la Regione Gli ispettori: 12 criticit nel caso della donna legata
ROSARIA TALARICO ROMA

Aumentano gli accessi nei pronto soccorsi italiani, anche se la maggior parte dei pazienti non urgente

Novanta giorni di sospensione dal servizio. Questo il provvedimento disposto dal direttore generale del Policlinico di Roma Umberto I, Antonio Capparelli, nei confronti del direttore del Dea - Dipartimento emergenza e accettazione, Claudio Modini, e del coordinatore dellarea medica Giuliano Bertazzoni, dopo il caso della donna cinquantanovenne, malata di Alzheimer e lasciata legata in barella in corsia per quattro giorni, in coma, prima di essere trasferita nel reparto di neurologia per le cure del caso. La decisione maturata ieri dopo lincontro alla Regione Lazio, nel quale la presi-

Una decisione ingiusta che andr motivata Ho sempre fatto il mio dovere
Claudio Modini
direttore Dea Umberto I

Ognuno si assuma le proprie responsabilit Chi ha sbagliato deve pagare


Renata Polverini
Presidente Regione Lazio

dente Renata Polverini ha convocato i direttori generali degli ospedali capitolini per un vertice sulle carenze e le criticit dei pronto soccorsi romani. Il provvedimento - ha spiegato una nota della Regione - sar trasmesso al rettore del Sapienza Luigi Frati, mentre con un

successivo provvedimento si provveder alla nomina di un sostituto del Dea per la durata del periodo di sospensione dei due dirigenti medici. Dunque, una svolta. Giunta dopo il clamore e le polemiche, e che ancora una volta si sono abbattute sul sistema naziona-

le sanitario. Quello romano, in questo caso, dove il ministro della Salute Renato Balduzzi ha prontamente inviato gli ispettori del ministero. Che in poche ore hanno stilato un dettagliato rapporto rilevando addirittura dodici elementi critici nei confronti del Policlinico universitario romano. Tra questi: il ritardo nella nutrizione della donna e la mancanza di richieste di posto letto per il trasferimento della paziente in una struttura idonea al trattamento terapeutico. Non solo, secondo la relazione degli ispettori ministeriali, lorganizzazione del Pronto soccorso e dellunit operativa di medicina durgenza appare inadeguata e gli spazi per lassistenza risultano insufficienti.

Dodici criticit, insomma, che pesano come un macigno. Anche perch, si soffermano i tecnici inviati dal ministro, la paziente - secondo gli accertamenti svolti - sarebbe giunta al Pronto soccorso con codice giallo ma dopo due ore modificato in rosso. Effettuati diversi esami - scrivono gli ispettori - il contenimento degli arti inferiori avvenuto previa richiesta dei familiari. Fin qui, la relazione sul tavolo di Renato Balduzzi. Quindi, le reazioni. A cominciare dalla Cgil Sanit che punta lindice contro la riduzione dei posti letto, basta leggere i dati statistici per rendersi conto di un tragico paradosso: si tagliano i posti letto ma aumentano gli accessi ai pronto soccorsi e diminuiscono i ricoveri. Una

stranezza? Certo. Di fatto, per, il professore Fernando Aiuti, presidente della Commissione Politiche e sanitarie del comune di Roma, invita la politica a non scaricare le responsabilit sui medici, tant, spiega che la situazione dei pronto soccorso a Roma drammatica da anni e le responsabilit non possono ricadere sui medici. C unabitudine dei pazienti, anche non gravi, di considerare il pronto soccorso come un luogo ove si fa per fare analisi e visite specialistiche anche al fine di accorciare la lista dattesa. Per il direttore del Dea sospeso Claudio Modini si tratta di una decisione ingiusta che andr motivata. Ho sempre fatto tutto quello che era mio dovere. Io ho messo la faccia a difesa del mio ospedale.

Materiale pubblicitario diffuso con finalit promozionali. Conto corrente vincolato a 12 mesi, offerto, fino al 16 marzo 2012, con diffusione limitata ad alcune dipendenze della Banca presenti in specifiche aree geografiche e riservata alle nuove somme depositate non rivenienti dalla raccolta complessiva gi detenuta presso la Banca. Tasso di interesse lordo annuo del 4% riconosciuto alla scadenza del vincolo. In caso di estinzione anticipata, prevista lapplicazione di una penale del 2% calcolata sullimporto prelevato, che non sar comunque mai superiore allimporto degli interessi creditori maturati. Per le condizioni economiche e contrattuali, si rimanda la consultazione ai Fogli Informativi e ai contratti disponibili presso le Filiali della Banca e su Bnl.it. La vendita dei prodotti e dei servizi presentati soggetta allapprovazione della Banca.

CONTO BNL 4%
Solidit e convenienza per unofferta che lascia il segno: 4% sulle nuove somme depositate per 12 mesi.

VERI, COME I TUOI PROGETTI.

Nasce il nuovo conto vincolato a zero spese, dedicato a chi vuole la certezza di guadagnare il 4% sulle somme depositate per 12 mesi e la solidit di una grande banca.

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Primo Piano 17

Medici di famiglia introvabili e gli ospedali si intasano


Otto pazienti su dieci non sono urgenti, ma solo il 10% paga il ticket

Retroscena
PAOLO RUSSO ROMA

edici di famiglia troppo spesso introvabili quando serve. Camici bianchi ospedalieri sempre pi impegnati nellattivit libero professionale ma non a ridurre le liste dattesa. Guardie mediche scarse e poco attrezzate che non garantiscono alcun filtro con lospedale quando il nostro dottore di fiducia ha gi serrato il suo studio. Strutture territoriali per lassistenza ad anziani e disabili quasi inesistenti. Ma anche cattive abitudini degli assistiti, come quella sempre pi diffusa di ricorrere al pronto soccorso per aggirare i super ticket su visite specialistiche e analisi. C questo ed altro dietro i malati parcheggiati in barella e la sanit choc di questi giorni.

Il Ministro della Salute, Renato bliga, si fa per dire, a 5 ore di attivit Balduzzi, ieri ha tenuto a precisare settimanale per chi ha 500 pazienti, che i Nas verranno inviati laddove che salgono a 15 ore per i dottori c criticit. Ma limpressione che che assistono 1500 pazienti. Orari fornon basteranno i carabinieri, se lo niti da un vecchio dirigente del potenstesso governo, insieme a Regioni, te sindacato dei medici di famiglia (la medici e professionisti della sanit Fimmg) e da far invidia a un lavoratonon inizieranno a rimboccarsi le ma- re part-time, soprattutto quando si niche per rimuovere disorganizzazio- scopre che le retribuzioni sono da ne e inefficienze che spiegano il caos Primario, perch con 80 euro lordi pronto soccorso lanno per paziente quanto se non pi pi indennit varie dei tagli a personacon mille assistiti le e posti letto. si arriva a racimoPrima di tutto lare 80 mila euro c il problema irrilanno, che diventasolto da 40 anni delno ben 120 mila con lassistenza nel ter1.500 pazienti. Una ritorio, senza la cuccagna per chi in quale inevitabile media tiene aperto lassalto alla diliDal 1997 al 2009 i posti letto nei lo studio per cingenza dei servizi pronto soccorsi italiani sono que mezze giornademergenza degli passati da 250.442 a 195.486, te a settimana, anospedali. A dirlo con una riduzione di 54.956 unit che se poi ci sono un grande esperto da detrarre le spedi sanit come lex Ministro Elio Guz- se e allorario vanno aggiunte le visizanti, che indica anche la strada: te a domicilio. Continuit assistenziale di medici di E quando il dottore di fiducia non famiglia e pediatri nel tempo e negli c? Scatta il medico di guardia. Anorari. Facile a dirsi, difficile a realiz- che qui si fa per dire perch questi inzarsi con medici di famiglia che bene- vece sono pochi, mal pagati e fanno ficiano di una convenzione che li ob- quel che possono non avendo uno stu-

la diminuzione dei posti letto

-22%

federazione di categoria, lIpasvi. Al pronto soccorso si va dunque in mancanza di alternative, ma anche con la quasi certezza di non pagare i super ticket su visite, analisi e accertamenti diagnostici. I dati parlano chiaro: su 18 milioni e 335 mila accessi al pronto soccorso, 14 milioni e 668 mila, l80%, sono codici verdi e bianchi, ossia non urgenti. Colpa della cattiva assistenza territoriale che fa ricorrere allospedale anche quando non sarebbe necessario. Ma ad analizzare meglio i numeri si scopre che il semadio dove ricevere e le minime attrezza- foro dei pronto soccorsi non va. Infatture indispensabili a fare un accerta- ti i codici verdi con i quali non si paga mento. Nel Lazio la Fimmg ha chiesto il ticket sono oltre il 70%, quelli biantre anni fa alla Regione di promuove- chi, dove invece si deve mettere mano re listituzione di ambulatori di quar- al portafoglio sono meno del 10%. tiere, gestiti in tandem da medici di faE se al Pronto soccorso si arrivamiglia e di guardia, aperti 24 ore su ti per una effettiva necessit tanto da 24. Ma da allora ha aperto i battenti dover essere ricoverati? Qui inizia un solo studio no-stop a Roma, che unaltra odissea perch negli ospedali tra laltro risulta funzionare benissi- dItalia quasi mai i servizi accettaziomo da filtro rispetto ne lavorano di notallospedale. te e nei festivi. E coMa ad ingolfare munque ci sono le gli ospedali ci sono liste dattesa. Che anche malati croniper legge dovevaci, anziani e disabili no diminuire negli che avrebbero bisoospedali dove i megno di strutture di dici praticano anassistenza territoche la libera profesriali spesso inesisione. In realt i stenti, come ammetSe nel 1997 gli accessi ai pronto tempi per ricoveri, te lultima Relaziosoccorsi erano stati 21.274.174, visite e analisi rene sulla stato sani- nel 2009 sono saliti a 22.741.500 stano soprattutto tario del Paese del anche se i ricoveri sono diminuiti dal Lazio in gi biMinistero. Si sono blici ma, come testichiusi posti letto ospedalieri ma non monia la Relazione sulla situazione si sono create alternative sul territo- economica, i medici che praticano rio o a domicilio anche perch a col- lintramoenia, ossia che lavorano pi di blocchi delle assunzioni oramai anche privatamente in ospedale, porin Italia mancano 60 mila infermieri tano a casa quasi un altro stipendio: in rispetto ai parametri Ocse, rivela media 75 mila euro lanno a testa. In Annalisa Silvestro, Presidente della barba a chi aspetta in barella.

+6,9%
laumento degli accessi

Massimo quattro ore dattesa


Ogni anno oltre 20 milioni di britannici ricorrono al pronto soccorso, dove lattesa massima non supera le quattro ore

Poco personale e spazi ridotti


I limiti dei pronto soccorso francesi sono le disfunzioni legate alla carenza di personale e di spazi. Lattesa media di 3 ore e 40 minuti

Disparit tra le varie citt e nuovi tagli


Rajoy dice che il servizio sanitario spagnolo fra i migliori, ma in alcune zone la situazione critica. E Madrid ha appena tagliato 5 miliardi alla sanit

Ma ridurre le code possibile Noi lo abbiamo fatto studiando i flussi daccesso


Palermo, svolta al Civico: orari del personale pi flessibili

concetto di reparto di astanteria. Nella Medicina di urgenza non si viene parcheggiati ma assistiti.
C un notevole filtro col triage, ma in altri ospedali palermitani sono allordine del giorno le aggressioni a medici e infermieri, da parte dei familiari dei pazienti in attesa.

Intervista

,,
RICCARDO ARENA PALERMO

ta unesperienza giovanile alle Molinette di Torino, col compianto professor Valerio Gai, e una lunga permanenza in un altro megaospedale, il Vittorio Emanuele di Catania. arrivato nel marzo 2011, dopo che, nel periodo natalizio del 2010, il pronto soccorso era andato in tilt. Erano saltati cos sia il direttore generale che il precedente primario, dimessosi.
Meno code e le proteste si diradano. Eppure siete il riferimento per tutta la Sicilia occidentale e ha un bacino di utenza amplissimo.

Da noi lultimo episodio del maggio 2011. Non tutti i malati sono gravi, per fortuna. Molti hanno bisogno di assistenza morale, psicologica. Nel nostro pronto soccorso abbiamo assistenti sociali e, fra le 8 e le 24, ci sono tre psicologi per ciascun turno. Assistono i parenti di chi subisce un lutto, ma anche il malato durante lattesa.
Quanto incidono i pazienti non gravi?

33
Ore dattesa 2011
Questo il tempo medio tra la presentazione al pronto soccorso e larrivo in reparto Agostino Geraci, direttore del pronto soccorso

l parcheggio dei pazienti nellarea del pronto soccorso per lui abominevole, una sorta di girone infernale e la sua eliminazione stata uno dei primissimi provvedimenti adottati dal direttore dellArea di emergenza dellospedale Civico di Palermo, Agostino Geraci, da undici mesi alla guida del reparto pi caldo e difficile del nosocomio pi grande della Sicilia. Geraci, 43 anni appena, van-

Abbiamo studiato, analizzando i flussi dei pazienti. Abbiamo razionalizzato i turni di medici e infermieri, seguito gli indicatori, adottato criteri di flessibilit.
Detto in parole povere?

10
Ore dattesa 2012
Con larrivo di Geraci i tempi dattesa si sono ridotti: lobiettivo arrivare a 8 ore

esempio quando i medici di famiglia sono in ferie, le strutture sanitarie territoriali sono sguarnite, ci sono epidemie di influenza. In questi periodi teniamo sei medici, anzich i soliti tre. E diradiamo i ricoveri programmati. Sappiamo inoltre che arrivano pi pazienti dall1 al 6 gennaio: quello il periodo in cui abbiamo rafforzato gli organici.
Come si elimina il parcheggio degli ammalati?

Meno di quanto non si possa pensare. Quando le strutture territoriali non sono al meglio, solo il 10 per cento dei pazienti sono codici bianchi, cio i meno importanti. E alla fine solo il 2-3 per cento risulta veramente tale e dunque paga il ticket.
In mezzo alle note positive, per, qualche settimana fa un paziente colpito da ictus, Giorgio Di Giorgio, durante il trasporto dal Civico a una clinica privata, caduto dalla lettiga, in ambulanza, e si fratturato il naso. Qualche giorno dopo morto. in corso uninchiesta.

Lospedale Civico ha 210 accessi al giorno, 80 mila allanno. Siamo al livello dei pi grandi ospedali di Roma e Milano. Al pronto soccorso abbiamo 30 medici e 47 infermieri, ma sappiamo che ci sono periodi molto critici: ad

Riducendo i tempi di attesa. Al mio arrivo, tra la presentazione al pronto soccorso e larrivo al reparto del singolo paziente passavano in media 33 ore: chi aspettava 24 ore e chi 6 giorni. Oggi i tempi medi sono 10 ore e puntiamo a 8. Abbiamo eliminato il

Questo incidente il classico caso di errore umano. Il paziente non aveva manifestato sintomi tali da dover essere assistito da medici e infermieri durante il trasporto. stato solo sistemato male sulla barella. Ma a questo doveva provvedere personale estraneo al pronto soccorso.

18 Estero

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

FRANCIA, SOSPETTATO DI COMPLICIT IN SFRUTTAMENTO DELLA PROSTITUZIONE E APPROPRIAZIONE INDEBITA

SU TWITTER

Strauss-Kahn, notte in carcere


ALBERTO MATTIOLI CORRISPONDENTE DA PARIGI

Murdoch appoggia Fermo a Lille per lex direttore del Fmi, nei guai per le serate libertine lindipendenza della Scozia
Caserma
Dominique Strauss-Kahn arriva con i suoi avvocati alla caserma della gendarmeria di Lille per essere ascoltato dagli inquirenti della polizia giudiziaria in merito alle serate cui avrebbe preso parte a Lille ma, anche a Parigi e Washington

Dominique Strauss-Kahn di nuovo in carcere, in stato di fermo dalle 9 di ieri in una caserma della Gendarmeria di boulevard Louis XIV, a Lille. Probabilmente, meno duro che lo Spielberg newyorchese di Rikers Island. Per lex direttore del Fmi ha passato la notte in una cella di tre metri per due e mezzo, con un bagno provvisto di doccia, lavandino e gabinetto alla turca. In una sala vicina, un distributore di caff: Non un servizio vip, fa sapere un habitu dei luoghi. Decisamente, a Dsk non portano fortuna gli alberghi. Negli Usa fu fatale alle sue ambizioni presidenziali laffaire Sofitel, dal nome del-

Per laccusa, sapeva che le ragazze erano escort pagate dalle aziende di amici suoi
lhotel di New York dove avrebbe tentato di violentare una cameriera. Questa volta finito nei guai per laffaire Carlton, un cinque stelle di Lille al centro di un giro di prostituzione. La vicenda, per la verit, iniziata in Belgio, dove la polizia ha ingabbiato un francese, Dominique Alderweireld, in arte Dodo la saumure, Dodo la salamoia, di professione gestore di bordelli. In Belgio le case chiuse sono legali, farci lavorare minorenni non in regola con il permesso di soggiorno invece no. Di indagine in indagine, linchiesta ha passato la frontiera e si focalizzata sul Carlton di Lille e soprattutto sul suo direttore delle relazioni pubbliche, Ren Kojfer, che pare fornisse ai suoi clienti anche relazioni molto private. Da l, gli inquirenti sono risaliti ad alcuni notabili della citt. Nei guai sono finiti il numero tre della polizia della regione, Jean-Christophe Lagarde, e due noti imprenditori, entrambi amici di Dsk: David Roquet, direttore di una filiale del gigante delledilizia Eiffage, e Fabrice Paszkowski, dirigente di una societ di materiale sanitario e militante socialista. Sarebbero stati loro a fornire a Dsk le donne per quelle che i media chiamano pudicamente parties fines, e mettendole in conto alle loro societ. Gli incontri si sarebbero svolti a Lille, a Parigi e a Washington, lultimo il 13 maggio scorso, cio alla vigilia dellarresto di Dsk a New York. Ora, frequentare prostitute legale, in Francia come in Italia. Ma gli inquirenti ipotizzano per Dsk due reati. Uno la complicit per prossenetismo aggravato in banda organizzata, perch Dsk sarebbe stato complice e non solo uti-

lizzatore finale del giro di escort. Laltro lappropriazione indebita, il che presume che fosse a conoscenza che le callgirl erano pagate con i soldi delle aziende per cui lavoravano i suoi amici. Dsk rischia ventanni per il primo reato e cinque per il secondo. Stando ai verbali che si procurato Libration, le testimonianze delle ragazze divergono. Florence V., presente a Washington, garantisce che Dsk non sapeva che lei fosse una prostituta; Mounia R. dice invece che i presenti non potevano ignorare che la mia prestazione era remunerata. Stesse contraddizioni sullatteggiamento di Dsk, che per Florence era molto attento e gentile e per Mounia per nulla. Anzi, il sesso con lui sarebbe stato, bench consensuale, violento. E Dsk? Da mesi chiede di essere ascoltato dai giudici, che invece lhanno lasciato per ultimo. Ieri non ha parlato n lhanno fatto i suoi avvocati. La linea difensiva sempre quella esposta dal suo biografo, Michel Taubmann: Dsk ha sempre ammesso di aver partecipato a serate libertine, ma ignorando che le sue partner erano prostitute. E in ogni caso ha in orrore ogni forma di prossenetismo. Secondo radio Rtl, intenderebbe denunciare il ruolo ambiguo dei servizi francesi, che avrebbero manovrato linchiesta per danneggiarlo. Domani il giudice decider se rinviarlo a giudizio.

LONDRA

Ha da poco scoperto Twitter e gi lo usa per proclami clamorosi: Rupert Murdoch ha ieri annunciato di essere favorevole allindipendenza della Scozia. Forse in onore del nonno, il reverendo Patrick John Murdoch, emigrato in Australia da Cruden Bay, non lontano da Aberdeen, o forse per lantico livore delle colonie verso limpero. Il magnate ha scritto su Twitter Sia indipendente e vediamo chi vince, riferendosi allintenzione della Scozia di tenere un referendum sul suo futuro. Il magnate rientrato in Gran Bretagna per salvare il suo impero col lancio di un nuovo giornale, il Sun on Sunday. Murdoch ha 185 mila seguaci su Twitter e ha usato il mezzo per lodare il First Minister e leader della maggioranza di Edimburgo Alex Salmond: il politico pi brillante del Regno Unito. Poi una sferzata a Cameron, a cui il leader scozzese gliene ha fatto vedere quattro. Lasciate andare la Scozia da sola a competere col resto del mondo. Ci guadagnerebbero tutti, ha tweetato Murdoch ma la replica di Salmond allendorsement del controverso miliardario, al centro di uno scandalo di intercettazioni e tangenti, stata soltanto cortese: Molti si esprimono sul futuro della Scozia e tutti i contributi sono benvenuti, compreso quello di Murdoch. [P. DM.]

MIGLIAIA DI PERSONE A BAGRAM. PANETTA: CHIEDIAMO SCUSA, UN ERRORE

Afghanistan, Corani bruciati assedio alla base americana


Erano stati tolti a detenuti taleban Un anno fa il caso del pastore Jones
GIORDANO STABILE

La notizia si sparsa come il fuoco sulla paglia secca. Vogliono bruciare il Corano. Ci ha avvertiti un mujaheddin alla base di Bagram. Dobbiamo fermarli. I manifestanti hanno coperto rapidamente i sessanta chilometri che separano Kabul dalla pi grande base americana in Afghanistan, ventimila militari nel mezzo della valle che si stende a nord della capitale. Duemila persone, forse pi, a gridare, a brandire copie annerite dal fuoco, contro la profanazione, uno degli atti pi gravi e imperdonabili che si possa perpetrare contro un musulmano. I comandi militari lo sanno. La memoria va agli scontri, e ai morti, nel marzo dellanno scorso, dopo che un pastore evangelico, Terry Jones, aveva bruciato pubblicamente una copia del libro in Florida. O pi indietro, al maggio del 2009, quando un video diffuso sul Web aveva mostrato pile di Bibbie tradotte in persiano e pashtun che un cappellano militare - ripreso mentre esorta-

Manifestante con una copia semibruciata davanti alla base di Bagram

va la truppa ad andare a caccia di anime - voleva usare per convertire gli afghani. Rabbia, scontri, feriti, anche quella volta. intervenuto prima il comandante dellIsaf, la missione a guida Nato, John Allen. Una lettera inviata al nobile popolo afghano, nella quale il generale annuncia uninchiesta sulle informazioni ricevute secondo cui il personale della base di Bagram avrebbe fatto uso improprio di un ingente materiale religioso islamico. Sono state prese, ha assicurato il generale, misure specifiche per evitare che possa ripetersi. Vi assicuro, ve lo garantisco, che ci non stato in alcun modo intenzionale. Poi si scomodato il ministro della Difesa Usa in persona,Le-

on Panetta che ha chiesto scusa per linopportuno trattamento riservato ai Corani. Pare che il materiale sia stato requisito ai prigionieri talebani detenuti nella prigione di Parwan, accanto alla base. Che avevano trovato il mondo, scambiandosi copie del libro sacro, di comunicare fra loro e forse anche con lesterno. Il materiale stato accatastato un container e dato alle fiamme. A questo punto sarebbe intervenuto il mujaheddin, un dipendente afghano nella base, a cercare di fermare e poi denunciare latto sacrilego. Le manifestazioni si sono estese anche nella capitale, nel quartiere di Pul-e-Charkim, vicino a una base Nato sulla strada per Jalalabad.

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Estero 19

I PESCATORI UCCISI IN INDIA, ATENE SMENTISCE LIPOTESI DELLA PETROLIERA GRECA ATTACCATA, MA LAUTORIT MARITTIMA DI LONDRA CONFERMA

La polizia cerca i fucili dei due mar


Gli indiani autorizzano la perquisizione della nave. Roma manda De Mistura
FRANCESCO GRIGNETTI ROMA

Hanno detto
Non dobbiamo avere fretta, ma al tempo stesso mantenere unazione costante su tutti i canali possibili
Giulio Terzi
Ministro degli Esteri italiano

E sempre pi un giallo internazionale, la sparatoria al largo delle coste indiane che ha causato la morte di due pescatori. Dopo che lItalia ha rivelato la brutta avventura di un mercantile greco sottoposto a un attacco di pirati in piene acque territoriali dellIndia, a poca distanza e a poche ore dal tentativo di abbordaggio alla Enrica Lexie, ad Atene il ministero della Marina mercantile si affrettato a smentire. Non risulta. Una presa di posizione che fa tanto piacere alle autorit indiane, le quali potranno insistere che non c nessuna pirateria da quelle parti. Nemmeno unora dopo, per, arriva una controsmentita che riapre la questione. Da Londra, la Camera internazionale di Commercio ribadisce che la Olympic Flair stata assaltata a due miglia dalla costa indiana da venti pirati. Peraltro lo stesso armatore greco, contattato dalla nostra Marina militare, ha confermato lepisodio. Di pi. Il tentativo di abbordaggio alla Olympic Flair era stato doverosamente segnalato alla Guardia costiera indiana, ma di questa segnalazione non c pi traccia nelle parole ufficiali. C solo un vortice di dichiarazioni colpevoliste. Epper la que-

Una delle vedove Chiedo a Roma 153 mila euro

Affrontiamo il caso sotto un profilo specificamente legale Non ci sono risvolti di natura politica
Syed Akbaruddin
portavoce del ministero degli Esteri indiano

Chi ha ordinato ai militari di scendere dalla Enrica Lexie e consegnarsi alle autorit indiane?
Fabrizio Cicchitto
capogruppo Pdl alla Camera

I mar Latorre e Girone allesterno della guest house della polizia nel porto di Kochi dove sono detenuti

Oggi lItalia consegna le prove elettroniche che la petroliera era in acque internazionali
stione non affatto chiusa. Nel pomeriggio, il ministero greco della Marina mercantile ha ribadito che non risulta che niente del genere sia accaduto a nessuna nave greca in navigazione al largo dellIndia nei giorni indicati. Un caos. In tanta confusione, i nostri due fucilieri di Marina, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, sono sempre in stato di arresto e fanno sapere di attendere i prossimi sviluppi con animo sereno. La polizia sul punto di salire sulla petroliera per sequestrare i fucili dei marinai. E oggi, terminate le festivit locali, i legali incaricati dallambasciata presenteranno allAlta Corte del Kerala un ricorso in cui si chiede lannullamento del procedimento per difetto di giurisdizione. Porteranno come prova la registrazione satellitare della posizione della Enrica Lexie da cui si evince che la petroliera si trovava a 33 miglia dalla costa e quindi in acque internazionali. Il governo italiano nel frattempo ha spedito di corsa in India il sottosegretario agli Esteri Staffan De Mistura, che ha lunga esperienza di diplomatico alle Nazioni Unite e in Asia. Ma non unescalation, premette il ministro degli Esteri, Giulio Terzi. Ritengo - dice - che non si debba avere troppa fretta, ma al tempo stesso mantenere unazione costante e precisa su tutti i canali possibili. Da parte sua il governo di New Delhi intende mantenere laffaire su una linea squisitamente giudiziaria e non

politica. La politica non centra. Abbiamo chiarito ai rappresentanti italiani - hanno detto fonti governative ai media locali - che andremo avanti nel procedimento legale. Il governo italiano, intanto, cerca alleati per premere sullIndia. Si rischia - dice quindi ancora Terzi - di veder smontato drammaticamente

tutto limpegno internazionale e multilaterale di contrasto alla pirateria. Se avessimo dei Paesi rivieraschi che si arrogano la giurisdizione sulle operazioni anti-pirateria, naturalmente tutto questo non funzionerebbe pi. A questo punto, per, rischia di esplodere una polemica in casa nostra. Gi il Cocer

della Marina, dando voce al malumore dei militari, ieri mattina si chiedeva provocatoriamente perch dei loro colleghi si trovassero di fronte ai giudici indiani. Fabrizio Cicchitto, Pdl, esplicito: Chi si preso la responsabilit di mettere i nostri militari in una situazione che lo stesso ministero degli Esteri defini-

sce assai intricata?. Chiosa di Massimo Corsaro, vicepresidente della Camera, Pdl: Qui qualcuno si giocher la faccia. E il leghista Roberto Castelli gi saltato alle conclusioni: Vogliamo sapere chi ha dato lordine vile di consegnare i due militari alle autorit indiane. Un atto in pieno stile badogliano.

Dora Valentine, la vedova di Gelastine, uno dei due pescatori indiani uccisi il 15 febbraio sul loro peschereccio (foto), ha presentato una petizione allAlta Corte di Kerala per chiedere un indennizzo di 10 milioni di rupie, pari a 153 mila euro. La cifra necessaria per leducazione dei figli e le necessit del futuro, ha dichiarato padre Rajesh Martin, un parente di Gelastine. Nellistanza la donna domanda che la petroliera italiana venga tenuta sotto sequestro come garanzia per il pagamento della somma. Lo riferiscono i media indiani. Il giudice Harun Ul Rasheed ha aggiornato a oggi lesame della petizione. Secondo il Times of India, il comandante della petroliera e la societ armatrice, la Fratelli dAmato, hanno presentato una diffida per chiedere di essere ascoltati prima che sia deciso qualunque tipo di risarcimento ai familiari delle vittime.

Colloquio

,,
GIACOMO GALEAZZI CITT DEL VATICANO

Il cardinale del Kerala Vicenda politicizzata la Chiesa medier

pera di riportare a casa lui i due na Sacerdotalis di via della Traspontimilitari italiani. Al residence na lepicentro di una complessa trattaper nunzi, alloggia fino a venerd tiva della quale la Segreteria di Stato valarcivescovo maggiore della Chiesa si- ticana costantemente informata. La diro-malabarese in Kerala, protagoni- plomazia parallela di monsignor Alensta di un complicato tentativo di me- cherry fa leva principalmente su una rediazione. Alle 23, appena rientrato nel- te di entrature nella burocrazia e negli la sua stanza al termine di una giorna- apparati locali. Nellepisodio vi sono ta snervante di contatti e incontri, ri- stati degli errori, dato che i pescatori sosponde al telefono con voce squillante: no stati scambiati per pirati - aveva eviHo motivo di essere ottimista e di es- denziato in mattinata il porporato alserlo pi di prima. Glissa sulllinci- lagenzia vaticana Fides -. Ma il punto denza nella vicenda dellitalianit di un altro: sembra che il partito di oppoSonia Gandhi. Poi sizione voglia sfruttaconiugando fiducia re la situazione e strue cautela spiega che mentalizzare il caso ci sono elementi inper motivi elettoralicoraggianti affinstici, parlando delle ch la situazione volpotenze occidentali ga al sereno e garanNOME GEORGE ALENCHERRY o della volont di dotisce un costante NATO A THURUTHY, IL 19 APRILE 1945 minio americana. CARICA ARCIVESCOVO MAGGIORE DI interessamento con La strada del nele autorit indiane. ERNAKULAM-ANGAMALY E PRESIDENTE DEL goziato in salita, peSINODO DELLA CHIESA SIRO-MALABARESE Intanto la FarnesiCREATO C ARDINALE DA BENEDETTO XVI r i soldi contatti nelna confida che poslesecutivo lasciano sa riuscire laddove i canali diplomatici ben sperare. Alencherry, cui Benedetto ufficiali sembrano bloccati. XVI ha conferito la porpora nel conciIl neo-cardinale George Alencherry storo di sabato, si subito attivato per riconosce strumentalizzazioni politi- cercare una soluzione pacifica, in una viche nella vicenda dei due mar italia- cenda che rischia di scatenare una crisi ni, ma mette in guardia da azioni pre- diplomatica tra Italia e India. Il cardinacipitose ed esorta lItalia a confidare le assicura di aver contattato i ministri negli uomini di buona volont che cattolici che ci sono nel governo del Kehanno ruoli di responsabilit nel gover- rala. Promette il suo costante interesno del Kerala. Da ieri la Domus Roma- samento finch il caso non sar pacifi-

camente chiarito e risolto, allontanando proprio i rischi, particolarmente concreti, di strumentalizzazioni politiche. Ho appreso la vicenda dei pescatori cattolici uccisi: molto triste. Ho subito contattato i ministri cattolici chiedendo al governo del Kerala di non agire con precipitazione, chiarisce larcivescovo di Ernakulam-Angamaly evidenziando che in Kerala, dove le elezioni del Parlamento statale sono previste a marzo il governo guidato dalla coalizione United Democratic Front, con a capo il Congress Party, la stessa al governo a livello federale. Lopposizione, invece, costituita dalla coalizione del Left Democratic Front (Ldf), guidata dal Communist
STRUMENTALIZZAZIONI

I partiti allopposizione soffiano sui sentimenti anti-occidentali per vincere le prossime elezioni
LINTERVENTO

A capo del Sinodo della Chiesa siromalabarese

Ho subito contattato i ministri cattolici chiedendo al governo di non agire affrettatamente


Party of India (Cpi). Si tratta, precisa il porporato, di uno Stato della federazione indiana nel quale la maggioranza induista convive con le forti minoranze cristiane e musulmane, in un regime di prevalente tolleranza reciproca. In particolare vi radicata la Chiesa cattolica di rito siro-malabarese, oggi guidata proprio dallarcivescovo maggiore Alencherry, che confida nellopera del ministro del Turismo, il cattolico K. V. Thomas, che venuto a Roma nei giorni scorsi e ha partecipato alla messa con il Papa e i nuovi cardinali: un uomo di grande statura morale e di rilevante influenza, sia nel governo locale che in quello centrale, e mi ha assicurato il suo massimo sforzo.

Il neo cardinale George Alencherry

20 Estero

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

I RELITTI TROVATI NEGLI ULTIMI ANNI

Canale della Manica


Nel 2008 viene localizzata la Hms Victory dellammiraglio Balchin, la nave da guerra pi potente della sua epoca, affondata nel 1744

Buenos Aires
I resti di un galeone spagnolo, risalente al 1700, vengono trovati alla fine del 2008 durante gli scavi per la costruzione di un nuovo edificio

Panama
Nel 2011 viene scoperta al largo della costa di Panama la Satisfaction, nave ammiraglia del pirata Henry Morgan, affondata nel 1671

Il tesoro del galeone torna in Spagna


Respinto il ricorso della societ americana che lo recuper: due C-130 lo riporteranno a Madrid
Il luogo del ritrovamento

il caso
GLAUCO MAGGI NEW YORK

Porto

ellera dei titoli sintetici e delle transazioni finanziarie internazionali che viaggiano con un clic, mettiamo da Madrid a Tampa (Florida) o viceversa, irrompe il caso del tesoro di 17 tonnellate in monete spagnole, oro e argento di numismatica fine di inizio Ottocento, recuperato da una societ privata americana al largo del Portogallo nel 2007. E da allora reclamato dal governo spagnolo con una lunga causa giudiziaria negli Usa che si appena conclusa. La Corte Suprema di Washington ha infatti definitivamente respinto il ricorso della ditta Odissey Marine Exploration, e confermato la sentenza del giudice Mark Pizzo, di Tampa, che aveva disposto un anno fa la restituzione dei forzieri con le 594 mila monete alle autorit iberiche. Cos, la transazione TampaMadrid dei 504 milioni di dollari in metallo prezioso sar affidata a due enormi Hercules C-130 della Guardia Civil, pronti in queste ore al decollo dalla Spagna, direzione Florida. La Nuestra Seora de las Mercedes (Misericordia), ora galeone della Discordia, era stata affondata nel 1804 dagli inglesi, con 200 marinai e il suo ricco carico. Le cronache del tempo riportano che la Mercedes si spezz come un uovo e il tuorlo si inabiss nelle profondit. Lazione port alla dichiarazione di guerra

Portogallo

Lisbona
Spagna

Faro X

Siviglia

Cadice Tangeri

Marocco
Il dipinto di Francis Sartorius che raffigura laffondamento della Nuestra Seora de las Mercedes, avvenuto nel 1804
Centimetri - LA STAMPA

degli spagnoli contro Londra. Loceano, che la pi grande cassaforte incustodita che ci sia, aveva conservato per due secoli quel ben di dio non lontano dallo Stretto di Gibilterra, fino a quando la tecnologia nelle operazioni di esplorazione sottomarina non ha fatto nascere il business avventuroso dei recuperi. La Odissey Marine Exploration, una delle maggiori imprese nel settore, ha per fatto male i suoi calcoli. Ha investito oltre 2,6 milioni di dollari per rintracciare il vascello affondato, riportare a galla il suo carico, e stiparlo poi al sicuro in una localit della Florida tenuta segreta. Lobiettivo era di vedersi riconosciuto il diritto al pieno sfruttamento commerciale dei beni, secondo le leggi internazio-

nali che assicurano la propriet di ci che viene rintracciato nelle acque non territoriali al trovatore. Ma c una eccezione alla regola, ed quella che ha fatto vincere Madrid in tribunale. Nel caso di navi sotto il controllo di un governo che vengono affondate con un atto di guerra, non si estingue mai il diritto del proprietario, in questo caso la Corona di Spagna, a tornare in possesso del natante e dei suoi contenuti. La Odissey ha cercato di sostenere che il vascello recuperato non mai stato riconosciuto in modo incontrovertibile come la Nostra Signora della Misericordia. E in subordine che, se anche la carcassa fosse davvero della Mercedes, la nave stava rientrando in patria dopo un viaggio commerciale in Afri-

ca e non era in missione bellica nel ria di una attivit che sembrava un momento del naufragio. Ma i giudici investimento finanziario di successo americani hanno respinto questa tesi. che non ci saranno dirette conseChe cosa se ne far ora la Spagna guenze economiche dal passaggio di del suo tesoro ritropropriet delle movato? Con il 23% di LA VALUTAZIONE nete dal mare, ai tasso di disoccupa- Circa 17 tonnellate di monete privati e ora al gozione subito giraverno spagnolo. doro e dargento che Questa storia, ta voce che lamministrazione spagno- valgono 504 milioni di dollari ha detto il consila potrebbe impiegliere culturale delgare il mezzo mi- IL DESTINO DEL PATRIMONIO lambasciata di Maliardo di dollari per Il governo iberico drid a Washington, creare posti di lavofacendo capire che ha lasciato intendere il destino dei dobloro, o almeno per alche finiranno nei musei ni saranno le teche leviare lingente debito pubblico. Ma dei musei iberici. molto difficile che ci possa essere Se un ritorno ci sar, insomma, sar una soluzione di bilancio. Il para- larricchimento del patrimonio storidosso di questa conclusione giudizia- co e numismatico spagnolo.

APPARTAMENTI PRIVATI IN AFFITTO PER POCHI GIORNI, RIVOLTA DEGLI ALBERGATORI

Madrid, boom di hotel illegali


Si trovano in Rete non offrono alcun servizio, solo lenzuola pulite
GIAN ANTONIO ORIGHI MADRID

Nella capitale spagnola, sempre pi meta del turismo internazionale (8.329.953 visitanti nel 2011, pi 5,8%) boom degli hotel pirata. Non hanno portieri n fattorini, offrono solo un letto e luso della cucina per qualche giorno: sono appartamenti di tutti i tipi, generalmente in centro e vicino alle aree di maggior in-

teresse culturano sempre di le (o di maggior pi, come i siti movida). In temche li pubblicizpi di crisi, e di zano. Il perioofferte rilanciado medio di octe via Internet, cupazione oscildilagano. Ci la tra i due e i guadagnano i il prezzo medio per un tre giorni. Lofproprietari, che bilocale in pieno centro ferta riguarda non pagano un tutta larea del centesimo di imposte, e i turi- centro, dal triangolo doro sti low cost, che risparmiano. dellarte (i musei del Prado, Tutti contenti? Niente affat- Thyssen e Reina Sofa), alla to, la Asociacin Empresa- zona della celeberrima movirial Hostelera de Madrid da madrilena (Gran Via). (Aehm, lassociazione degli Sono 140 euro a notte e albergatori) denuncia la con- labitazione ha due camere correnza sleale. matrimoniali, confessa ad Sono gi 10 mila i posti Abc, con la garanzia dellanoletto illegali, ripartiti in 3 mi- nimato, uno degli albergatori la appartamenti pirata - de- pirata. In altre parole, 35 euro nuncia un recentissimo re- a notte a persona. Prezzo import della Aehm -. E cresco- battibile. Ovviamente, il pro-

euro a persona

35

prietario non paga le imposte. Il suo lavoro consiste solo nel cambiare le lenzuola e gli asciugamani, oltre che pulire il bagno. Lofferta va dai 30 a 400 metri quadrati, adatta a qualsiasi portafoglio. Trovarli facilissimo. Basta cliccare apartamentos, alquiler (affitto), Madrid. Molti siti offrono persino sconti last minute, con tanto di calendario per le entrate e le uscite. Non solo: ci sono pure le informazioni in tutte le lingue. La situazione sempre pi allarmante, lamenta la Aehm, che ha gi denunciato 270 albergatori pirata. Il vero problema per consiste nel fatto che non esiste nella capitale una legislazione ad hoc per le case affittate per

Il palazzo Metropolis a Madrid

uso turistico. Sono illegali perch i proprietari non pagano le imposte, non hanno licenza municipale ed eludono qualsiasi normativa igienico-sanitaria. La Aehm chiede a gran voce di copiare New York, dove esiste una normativa che proibisce di affittare un apparta-

mento per un periodo inferiore a un mese. A lamentarsi non sono solo gli hoteleros. Anche i condomini degli alberghi pirata protestano. Telemadrid ha gi documentato con due reportage i problemi che creano i turisti che, spesso in gruppo, non hanno orario e svegliano i vicini con le loro baldorie notturne senza alcun controllo possibile. Il business, complice la gravissima crisi economica spagnola e una disoccupazione record in Europa (5,3 milioni di senza lavoro, il 23% della popolazione attiva) destinato comunque ad aumentare. Non vendete il vostro appartamento, lo affittate solo per le vacanze e guadagnate 13 mila euro allanno, titola un noto sito finanziario. Che poi spiega: Se affittate in modo convenzionale correte il rischio di incontrare un cliente che non paga ma, se offrite lalloggio via Internet per le vacanze, no.

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Cronache 21

ANCORA DISORDINI DOPO CHE LUNED A MILANO ERA SALTATO UN INCONTRO PUBBLICO PER LA PRESENTAZIONE DEL SUO ULTIMO LIBRO

Assedio No Tav, Genova blindata per Caselli


Bombe carta e insulti contro il magistrato: Darmi del boia sui muri non democratico
ALESSANDRA PIERACCI GENOVA

Ai No Tav cui non piaciuto affatto il paragone tra loro e le famiglie dei camorristi che il procuratore capo di Torino Giancarlo Caselli ha fatto in una recente intervista. E cos ieri pomeriggio alle 18, quando a Genova il magistrato presentava il suo ultimo libro, Assalto alla Giustizia, tra via Garibaldi e Palazzo Tursi un gruppo di cinquanta giovani ha manifestato violentemente contro di lui e contro gli arresti

I legali degli attivisti Imposte detenzioni inumane, sui giudici Berlusconi ha ragione
per le azioni in Val Susa. Il gruppo ha percorso dalle 17 tutto il centro della citt, scomparendo e ricomparendo nei vicoli, per tentare di arrivare almeno nelle vicinanze dellantica strada presidiata dalle forze dellordine. I manifestanti hanno scritto sui muri Caselli boia speriamo che tu muoia, hanno spaccato a colpi di casco le vetrine del cinema Sivori, storica sala al piano terra di Palazzo Spinola (la Prefettura), dove si sono registrati momenti di tensione, hanno preso a calci unauto privata posteggiata in una piazzetta, tra fumogeni ed esplosioni di bombe carta, mentre alcuni di loro fronteggiavano la linea di polizia e carabinieri, allestremit di via Garibaldi, picchiando sui tamburi. Mi spiace che non gli sia piaciuto il paragone - ha detto il procuratore Caselli - Quando ci sar la pos-

sibilit di un confronto sereno, parleremo anche di questo. Nonostante i disordini e il rumore, per, al contrario di quanto accaduto luned a Milano, la presentazione si tenuta ugualmente nel gremito salone di rappresentanza del Comune, Nando dalla Chiesa e il docente di diritto Enzo Roppo a far da moderatori, dopo il saluto della sindaco Marta Vincenzi. La stessa sindaco, un paio dore prima in consiglio comunale, aveva respinto un ordine del giorno del Pdl contro le autorizzazioni alle manifestazioni No Tav, ma aveva anche detto: C una mobilitazione contro il giudice Caselli da parte di chi ritiene che le violenze non debbano essere condannate, spero che il Pd prenda le distanze da posizioni di questo tipo. Poi la presentazione. Con i disordini. Abbiamo dovuto annullare liniziativa di Milano perch si svolgeva in una situazione logistica che esponeva la gente perbene che va in libreria ad assistere alla circolazione non di idee ma di qualcosaltro di meno simpatico - ha spiegato il procuratore Caselli - Oggi la situazione logistica era diversa e ha consentito la presentazione. La manifestazione a Genova era stata annunciata luned dal sito internet dellAut Aut: La sua presenza non gradita: domani saremo in piazza per spiegare alla citt tutto ci che Caselli, consapevolmente e strumentalmente, non dice a proposito della Tav. Per chi risponde con la criminalizzazione e gli arresti ai movimenti sociali di opposizione in questa citt non c posto. Ma il magistrato risponde: Se uno protesta e si limita a

Ha detto
Ci sono tre ordinanze del tribunale del Riesame che hanno confermato gli arresti di gennaio
Giancarlo Caselli
Procuratore capo di Torino

protestare, per carit!, in democrazia fa proprio quello che la democrazia gli consente. Altra cosa scrivere sui muri che un magistrato che fa il suo lavoro un torturatore, un boia. Non mi pare granch democratico. In quanto alla liberazione dei No Tav arrestati, il magistrato ha precisato: Il pm il primo anello di una sequenza che poi prevede il gip, e ora ci sono tre ordinanze del Tribunale della Libert. In uno Stato di diritto per favore si tenga conto anche di questo.

Ma in serata un comunicato degli avvocati Mauro Straini ed Eugenio Losco, difensori di alcuni No Tav, replica: Le condizioni di detenzione dei nostri assistiti sono a dir poco inumane e violano ogni norma nazionale e internazionale. Il fatto che ben dieci magistrati (...) e tre diverse sezioni del Riesame abbiano ritenuto di confermare questo tipo di detenzione a noi sembra, questo s, il sintomo di un Paese che sta cambiando in modo pericoloso. Su una cosa, almeno, Berlusconi aveva ragione.

Il cordone di protezione della polizia


Il centro di Genova stato a lungo inagibile ieri a causa della manifestazione No Tav contro Caselli

Intervista

,,
BEPPE MINELLO TORINO

clima di tensione sociale tutta unaltra cosa. Il Tribunale del riesame che ha vagliato attentamente le tesi di accusa della Procura le ha condivise in toto.
E lei?

Io, oltre a dare la mia solidariet, ho molto apprezzato lequilibrio, le scelte di basso profilo fatte dai colleghi della Procura in questo contesto

I 26 arresti No Tav

intollerabile impedire a un procuratore della Repubblica di parlare. Il ministero dellInterno deve intervenire. Una contestazione pu capitare, ma non che si continuino a violare incontri programmati da tempo. Marcello Maddalena, procuratore generale di Torino, scende in campo a fianco di Giancarlo Caselli.
Il ministero cosa dovrebbe fare?

La Procura non ha mai criminalizzato il movimento ma ha colpito la violenza applicando la legge quando va applicata
Il procuratore generale di Torino, Marcello Maddalena

Basso profilo? Forse che la Procura s comportata in modo diverso con i No Tav rispetto a qualsiasi altro cittadino?

Non scherziamo, si solo evitato qualsiasi profilo penale che potesse anche solo lontanamente far intendere una criminalizzazione del Movimento.
Lei e Caselli vi conoscete da una vita e da una vita collaborate insieme sui fronti pi caldi della giustizia: come vive le contestazioni, le accuse, i veleni di questi giorni?

Come cosa dovrebbe fare? Garantire che possa parlare: una questione di principio. Non accetto, nessuno pu accettare di ridurre al silenzio un procuratore. Intendiamoci, finch non ci sono reati, la libert di manifestare vale per tutti, ma pensare che non si debba far parlare un procuratore che non commette reati, anzi ha fatto e fa solo il suo dovere, e accettare tutto questo, beh, in un Paese democratico non pu esistere. Ripeto, il ministero deve farsi carico di tutto ci e il rimedio, sia chiaro, non pu essere quello di dire a Caselli: Stia zitto.
Che facciamo? Militarizziamo strade e piazze attorno ai luoghi dov atteso Caselli?

Vedo un pericolo eversivo attenti a non sottovalutarlo


Torino, il pg Maddalena: Deve intervenire il Viminale
bro o la partecipazione a una conferenza o a un convegno, allora grave. Se non impedisce violenze e minacce lo Stato che crea un problema di ordine pubblico. Non cos che deve funzionare, non deve vincere la logica di don Abbondio
Vale a dire?

Giancarlo non lo sento da giorni, ma non voglio scendere sul piano personale perch qui il problema, ripeto, istituzionale e di principio di uno Stato che si dice democratico. Qui non questione di vissuti umani: una questione di libert e democrazia.
Il Movimento No Tav violento?

sto a pretendere che si chiudano gli occhi di fronte ai reati ce ne corre. E nemmeno si pu intimare a Caselli di stare zitto per opportunit politica.
Lordinanza che ha spedito in carcere 26 attivisti distingueva i comportamenti dei singoli dalle ragioni del Movimento.

discese in campo di ordine politico, ma applicando la legge quando va applicata


Ma c chi contesta, c chi parla di errore, quellerrore in cui pu incappare anche il bravo chirurgo.

C chi si insinua in queste vicende rischiando di trasformare un movimento legittimo in qualcosa di violento. Questo per non deve significare la sua criminalizzazione, occorre tenere distinti i due piani.
Vede pericoli?

Se lo Stato non in grado di garantire la presentazione di un li-

Che la Procura e tutti i suoi magistrati sono stati e sono estremamente attenti a non colpire il dissenso anche radicale, ma da que-

Certo, si colpita la violenza senza nessuna invasione di campo, senza criminalizzare il dissenso, senza

Il singolo episodio determina il reato nel contesto in cui lo si compie. Se un pazzo fa resistenza a un vigile che vuole multarlo un fatto, ma se questa resistenza inserita in un

Eccome se li vedo, cos come la loro sottovalutazione perch giustificare e difendere tutto, anche le minacce a Caselli, valutandole come parole in libert o semplici sfoghi sbagliato perch non fa capire la potenzialit eversiva di questi fatti.

22 Cronache

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Retromarcia Rai niente canone per i pc


Dopo la rivolta in rete, la precisazione: C stato un malinteso

OGGI SCUOLE E UFFICI CHIUSI IN TRE CITT

Piogge e frane in Sicilia Deraglia un treno: 3 feriti


MESSINA

il caso
GIANLUCA NICOLETTI ROMA

vviso ai naviganti: cessato allarme, con una repentina retromarcia la Rai ha diffuso ieri la notizia che non chieder pi il pagamento del canone per il mero possesso di un computer. Il cavallo di viale Mazzini ha battuto in ritirata con la coda tra le gambe, lidea di far cassa chiedendo il canone a chiunque avesse un pc, uno smartphone o La Rai fa retromarcia: niente canone sui personal computer un tablet non era stata per niente gradita da chi in Italia consi- specificando che cera stato un mo, sispirava al grottesco. dera la cultura digitale una ri- malinteso. La lettera ricevuta da Lappiglio giuridico su cui sorsa da favorire, non un prete- decine di migliaia di professioni- sembrava fondarsi il cyber acsto per spremere altre tasse. sti era solo un avviso della Dire- chiappo era un Regio Decreto Nel mirino sembravano es- zione Abbonamenti Rai, riferito Legge del 1938. Allarticolo 1, il deserci le imprese che, secondo al canone speciale, quello che creto recita: Chiunque detenga gli strumenti elettronici o digi- dovuto nel caso in cui i compu- uno o pi apparecchi atti o adattali di cui dispoter siano utilizza- tabili alla ricezione delle radioaunevano, avreb- IL CAVILLO DA AZZECCAGARBUGLI ti come televisori, dizioni obbligato al pagamento bero dovuto corsi di abbonamento. La Lestensione si basava a meno che persia del canone un impianto aereo atrispondere da gi pagato il presenza di un minimo di su un regio decreto del 1938 possesso di uno o to alla captazione o trasmissione 200 euro fino a destinato alle radio a galena pi tv. Qualche di onde elettriche, fa presumere 6000 euro lanmaligno potr la detenzione o lutenza di un apno. Il provvedimento avrebbe sempre dire che ci hanno prova- parecchio radioricevente. interessato oltre 5 milioni di to, sta di fatto che in soli due Poteva allepoca avere un senutenti, per un introito vicino a giorni il feroce tam tam in rete, so, probabilmente per chi si fosse un miliardo di euro. Lazienda soprattutto nellagguerritissimo costruito una radio a galena o della tv pubblica si invece af- topic di Twitter #raimerda, ave- avesse diffuso le trasmissioni rafrettata a un salvataggio in cor- va portato allattenzione pubbli- dio in locali pubblici, ma del tutner della propria credibilit, ca una questione che, come mini- to ridicolo immaginare, con un

salto di pi di 70 anni, una norma scritta per lEiar fascista applicabile agli apparecchi di ultima generazione per accedere al web. In tale direzione stata determinante la reazione compatta delle forze politiche. Dal Pdl, al Pd, alla Lega hanno tutti preso posizione contro levidente forzatura. Ancor pi decisiva la parola del ministero allo Sviluppo Economico, che avrebbe comunicato alla Rai la propria interpretazione della norma del 1938, escludendo lidea stessa di poterla estendere agli apparecchi digitali per navigare in Internet. Con la convinzione di quanto sarebbe folle penalizzare lo sviluppo digitale della nostra economia con un balzello cos poco sostenibile. Avevano unidea un po singolare di come siano usati i computer nelle aziende italiane - dice Oscar Giannino che dai microfoni di Radio24 era gi pronto a farsi promotore di una rivolta popolare - sembra che volessero scoraggiare la scelta della digitalizzazione, quando il servizio pubblico dovrebbe fare lesatto opposto. Sempre per Giannino, la parte pi assurda era proprio che la Rai, lente beneficiario di un canone, avesse stabilito autonomamente questa interpretazione abnorme. In rete C gi chi ironizza su Twitter e lancia una probabilit futura di canone applicabile al teletrasporto, come nuova possibile idea allo studio dei cervelli Rai.
Domande & Risposte
IN ULTIMA PAGINA

Il regionale Siracusa-Messina deragliato ieri a causa di una frana dovuta alle forti piogge che stanno investendo la Sicilia. Il treno, con 26 passeggeri a bordo, stato investito dai detriti che si sono staccati da un costone di roccia vicino alla stazione di Taormina. La motrice si inclinata, pur non uscendo del tutto dai binari. Lincidente ha per avuto ripercussioni. Un passeggero rimasto contuso mentre i due macchinisti Pietro Scordi e Filippo Alternato sono rimasti

feriti e sono stati trasportati allospedale di Taormina per essere curati. I passeggeri sono stati trasferiti su un autobus per proseguire il tragitto. Trenitalia ha istituito un servizio sostitutivo di pullman fra Taormina e Messina per garantire la circolazione. I tecnici delle Fs sono gi al lavoro per ripristinare la linea, ma le condizioni del maltempo andranno peggiorando nelle prossime ore. I sindaci di Messina (Giuseppe Buzzanca), Catania (Raffaele Stancanelli) e Siracusa (Roberto Visentin) hanno predisposto la chiusura delle scuole e degli uffici pubblici.

ALLE PORTE DI ROMA, TUTTI ILLESI

Urto con il Frecciarossa Paura a 250 km allora


ROMA

Le dimensioni ridotte dellostacolo (un carrello per la manutenzione) hanno evitato che l'incidente di ieri mattina sulla linea dellAlta Velocit Napoli-Roma si trasformasse in qualcosa di pi serio. Il treno 9610 era partito da Napoli alle 6.40 con 450 passeggeri a bordo e viaggiava ai 250 allora. Limpatto del Frecciarossa con il carrello avvenuto a circa 60 chilometri da Roma Termini. La presenza del carrello sui binari presumibil-

mente dovuta al tentativo di furto dei cavi di rame, che proprio in quella zona rappresentano una costante per le ferrovie. Durante la notte infatti erano stati fatti dei lavori sulla linea per posare circa 600 metri di nuovi cavi e rimpiazzare quelli sottratti durante furti precedenti. Nelle vicinanze si trova un magazzino usato per la manutenzione che aveva una porta forzata. Da l potrebbe provenire il carrello abbandonato sui binari. Sulla vicenda indaga la Polfer e Rfi ha nominato una commissione dinchiesta. [R. TAL.]

Il marito Nando Gliozzi, i igli Marta, Mario ed Emilia con le loro famiglie, il fratello, la sorella, i cognati e i nipoti annunciano con grande dolore la morte di

E mancato allaffetto dei suoi cari

E mancato allamore dei suoi cari

Italo Fracchia
Lo annunciano la moglie Maria Luisa, i igli: Paolo con Eliana e Carlotta, Andrea con Enrica e Virginia, fratello, cognata e nipoti. Funerali gioved 23 ore 9,30 parrocchia S. Pellegrino. Torino, 21 febbraio 2012 O.F. Aeterna - Torino Il personale della Ditta Persiane Avvolgibili Accornero partecipa al dolore della famiglia. Le amiche del marted sono vicine a Maria Luisa con affetto. Profondamente addolorati siamo affettuosamente vicini a Maria Luisa e famiglia ricordando con gratitudine il carissimo ITALO, meraviglioso indimenticabile amico. Giovanna, Ruggero e famiglia; Franco, Gabriella, Alberto; Maria Teresa, Paola, Federico. Giovanna, Elisabetta con Ivo e rispettive famiglie ricordano con tanto affetto il carissimo amico ITALO. Sergio, Iucci, Sergio, Annamaria ricordano lAMICO di tanti anni. E mancato allaffetto dei suoi cari

Stefano Mazza
30 anni Ne danno doloroso annuncio la mamma Lucia, il pap Salvatore, la sorella Francesca, i parenti tutti. Funerali oggi 22 febbraio alle ore 14,30 nella chiesa S. Michele Arcangelo in Rosta (TO). Rosta, 22 febbraio 2012 O.F. Life - tel. 011.6615752 Le famiglie Blanda, Cifarelli, Fiore, Messina si uniscono allimmenso dolore di Lucia, Salvatore e Francesca per la scomparsa dellamato STEFANO. I colleghi dellAgenzia Traiano profondamente addolorati piangono la prematura e improvvisa scomparsa del loro caro STEFANO. Guglielmo e Candida Giriodi di Monastero profondamente commossi partecipano al dolore della famiglia Mazza. Gian, Margherita, Gualtiero e Giorgia sono fraternamente vicini a Salvatore, Lucia e Francesca e ricordano STEFANO con grandissimo affetto. Il Presidente Giovanni Brasso, lAmministratore Delegato Alessandro Perron Cabus, Dirigenti e collaboratori tutti della Sestrieres S.p.A. partecipano costernati per la prematura perdita di STEFANO. Tutti gli amici del Circolo Golf Sestrieres partecipano con affetto al grande dolore di Salvatore, Lucia e Francesca. Pubbli-Gest S.p.A., Trans Park Company srl e Ciessepi srl partecipano con profondo cordoglio al grave lutto che ha colpito lamico Salvatore e la sua famiglia. Caro STEFANO sembra impossibile che tu non ci sia pi ma, il tuo sorriso, la tua bont e dolcezza non svaniranno mai... Salvatore, Lu e Francesca vi siamo accanto con tutto il nostro affetto. Apo, Andrea, Paola. Gianna e Giuseppe De Innocenti con Paola, Giulia e Federico si uniscono al dolore della famiglia per la perdita dellindimenticabile

Partecipiamo al dolore e ci stringiamo commossi alla famiglia per la tragica perdita del caro

E mancato allaffetto dei suoi cari l

E mancato

avv. Paolo Monti


Lo piangono con profondo dolore la moglie Maria Luisa, il iglio Edoardo, il cugino Giorgio Baralis, la cognata Lella e i parenti tutti. Il Funerale avr luogo gioved 23 febbraio alle ore 15,30 nella chiesa parrocchiale di San Domenico in Casale Monferrato. La cara salma sar tumulata nella tomba di famiglia nel Cimitero di Casale Monferrato. Non iori ma opere di bene. Casale Monferrato, 22 febbraio 2012 I collaboratori dello studio Monti esprimono commossi il loro vivo dolore per la perdita del caro

dott. Cesare Mazzetti


Lo annunciano: il iglio Riccardo con la moglie Cristina e ladorato nipote Lorenzo. Funerali gioved 23 ore 11,45 parrocchia S. Giulio dOrta corso Cadore 9. Torino, 21 febbraio 2012 Grazie per i tuoi sguardi, i tuoi sorrisi, le tue carezze. Ci hai lasciato un grande vuoto, ciao pap.

Stefano Mazza
Mimma, Marianna, Francesca e Valdemaro Nigra. Torino, 18 febbraio 2012 Porgiamo alla famiglia nel tragico momento le nostre condoglianze per la scomparsa di

Maria Pia Bormida


I Funerali si svolgeranno presso la chiesa parrocchiale di Gassino gioved 23 febbraio alle ore 10,30 con partenza dallospedale Mauriziano di Torino alle ore 9,30. Torino, 22 febbraio 2012

Stefano Mazza
Albino e Milena Merlo, Enrico e Giuliana Merlo. Torino, 18 febbraio 2012 Partecipiamo al grave lutto della famiglia per la perdita di

Il

Giovanni Vellano
Rosario oggi ore 19,15. Funerali gioved 23 ore 10 parrocchia Giovanna dArco. Torino, 22 febbraio 2012

dott. Giovanni Bosco


anni 64 circondato dallamore della famiglia ha terminato la battaglia contro la SLA, andando incontro al Signore. Mariella, Cristina con Marco e Luca, Silvia e Paolo ringraziano gli amici che hanno condiviso il dificile cammino ed i pazienti che hanno sostenuto il loro medico di famiglia con stima e riconoscenza. Grazie di cuore ai colleghi Stefano Candellieri, Marco Grassone e Daniela Gola. Rosario mercoled 22 ore 20,30, Funerale gioved 23 ore 11,30 parrocchia di Sassi. No iori. Torino, 20 febbraio 2012 O.F. Giubileo - tel. 011.8181

avv. Paolo Monti


Casale Monferrato, 21 febbraio 2012 Riccardo Montanaro, Raffaele Ingicco e colleghi tutti dello Studio ricordano con commozione e affetto il caro

Stefano Mazza
Bruno Artuso e famiglia. Torino, 18 febbraio 2012 Gabriele e Sergio Gibelli partecipano commossi. Paolo Bassani e Cesare Sommavilla sono vicini allamico Salvatore e alla famiglia. Le famiglie Bonomi, Bollito, Temporale sono vicine a Salvatore, Lucia e Francesca in questo momento di enorme dolore. Giusi, Dina e Demetrio sono vicini alla famiglia nel grande dolore. Sentite condoglianze per la prematura scomparsa del iglio STEFANO. Giovanni e Paola Golzio. Piero e Silvia Caligaris, addolorati ed increduli, si uniscono con affetto al dolore della famiglia Mazza per la perdita improvvisa di STEFANO. E mancata

ANNIVERSARI
2011 22 FEBBRAIO 2012

avv. Paolo Monti


Torino, 21 febbraio 2012 Dopo una vita dedicata alla famiglia e al lavoro serenamente mancato allaffetto dei suoi cari

Agostino Impiccich
Ricordandoti sempre. 2000 2012

Alberino Turchiarelli
Lo annunciano con ininita tristezza la moglie Anna, il iglio Guerrino con la moglie Carmen e le adorate nipotine Rebecca e Soia. Santo Rosario oggi ore 18 parrocchia Santa Maria di Testona, strada Revigliasco 86, Moncalieri. Funerali domani ore 14 medesima parrocchia. Torino, 21 febbraio 2012 O.F. EuroFunerali - tel. 011.389335 La morte impotente di fronte al passato, non pu toglierci i ricordi e questi sono preziosi. Sarai sempre con me. Anna. Grazie PAPA sei stato un maestro di vita per me, ti porter per sempre nel cuore con gratitudine e immenso affetto. Guerrino. Le zie Gina, Rita, Mariarosa con le rispettive famiglie, sono vicine ad Anna e Guerrino con affetto. I consuoceri Rocco ed Enza ricordano con affetto RINO e lo piangono assieme ad Anna e Guerrino.

E mancata

... E il cuore torna a sentire che ogni nuova freschezza non solo fu e si disperse ma sar sempre con te.

Iole Bovenzi ved. Pierino Berruto


Lo annunciano la iglia Anna Maria con Renato e ladorato nipote Giorgio. Per orario Funerali telefonare 011.852091. Torino, 21 febbraio 2012 O.F. Boggio Dino - tel. 011.852685

Gino Francisetti Brolin


di anni 82 Ne danno il triste annuncio i nipoti Corrado ed Efrem con le rispettive famiglie. Il Rosario si terr mercoled 22 c.m. presso la parrocchia San Giovanni Bosco, Agnelli, via Paolo Sarpi 117. I Funerali avranno luogo gioved 23 c.m. alle ore 11 a Ribordone Canavese, la salma proseguir poi per il Tempio Crematorio di Piscina. Torino, 21 febbraio 2012 E mancato

Alberto Piccatti
Ogni giorno ti pensiamo e ti ricordiamo con amore. Sei sempre tra noi. I tuoi cari.

Il tuo annuncio su senza recarti allo sportello. Vai su


www.lastampa.it/necrologie

Ha raggiunto lamato fratello

Anna Maria Cereja


Lo annunciano la nipote Laura e la cognata Vanda. Funerali gioved 23 febbraio ore 11,30 parrocchia S. Angeli Custodi. Torino, 21 febbraio 2012 O.F. Aeterna - Torino

Piero Lupieri
di anni 96 Lo annunciano con tristezza la moglie Ginetta Rovetto, il iglio Gianluca con Elena, la cognata Vittorina con i igli Giancarlo, Maurizio e famiglia, nipoti e pronipoti Lupieri tutti. Un grazie allamica Milly e ai dottori Nuvoloni, Orlando, Pica e Ard. Il Funerale si svolger gioved 23 febbraio alle ore 11 presso la parrocchia N.S. della Mercede Sanremo. Non iori ma opere di bene in parrocchia. Sanremo, 22 febbraio 2012

Vilma Volante ved. Bevilacqua


Lo annuncia il iglio Valter. Funerali gioved 23 corr. ore 9 parrocchia Maria Madre della Chiesa via Baltimora 85 Torino. S. Rosario oggi 22 corr. ore 17,30 in parrocchia. La presente partecipazione e ringraziamento. Torino, 19 febbraio 2012

E mancato

Mario Codazzi
Lannunciano la moglie Ida, le iglie Anna e Monica con i loro cari. Funerali gioved 23 ore 15 a Torre Pellice. Torre Pellice, 21 febbraio 2012

Stefano Mazza
Moncalieri, 18 febbraio 2012

basteranno pochi minuti per digitare il testo che desideri pubblicare.

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Cronache 23

Enti Pubblici Piemonte


UNIVERSIT DEGLI STUDI DI TORINO
Divisione Patrimonio e Contratti Servizio Appalti e Contratti

Lite per un bimbo conteso Body-builder ucciso a Roma


Cinque colpi di pistola al cugino della mamma: caccia al killer

ESTRATTO BANDO DI GARA


Ente: Universit degli Studi di Torino Via Verdi n. 8 10124 Torino. Procedura: Procedura ristretta accelerata, ai sensi dell'art. 70, comma 11, D.lgs. 163/2006 e s.m.i., per l'affidamento della fornitura di sistemi RFID e relative installazione assistenza e manutenzione, per la gestione del patrimonio librario delle Biblioteche del Campus Luigi Einaudi dell'Universit degli Studi di Torino. Codice CIG: 39233681B2. Importo complessivo dellappalto: Euro 435.000,00 oltre i.v.a. di cui Euro 6.525,00 oneri della sicurezza. Pubblicazioni: Il bando integrale stato trasmesso alla Commissione Europea in data 17/02/2012 e sar pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dellUnione Europea, sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana - V Serie Speciale Contratti pubblici, sul Profilo di Committente www.unito.it e sul sito internet dellOsservatorio regionale dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture. Bando/Capitolato dOneri e relativi allegati sono disponibili sul Profilo di Committente www.unito.it Scadenza presentazione domande di partecipazione: ore 12.00 del 26/03/2012. Informazioni: Universit degli Studi di Torino Divisione Patrimonio e Contratti - Servizio Appalti e Contratti Piazza Castello n. 113 10121 TORINO - Tel.011-670.4249-4250, Fax 011/670.4281, e-mail appalti@unito.it Il Direttore Divisione Patrimonio e Contratti Dott. Alfiero BATTISTONI

La storia
GRAZIA LONGO ROMA

UNIVERSIT DEGLI STUDI DI TORINO


Divisione Patrimonio e Contratti Servizio Appalti e Contratti

ESTRATTO BANDO DI GARA

on era ancora maggiorenne Marco Lo Pinto, 19 anni a maggio, quando diventato pap del bimbo che gli era vietato di vedere. E per quel figlio negato, di appena 10 mesi, ieri scoppiata una rissa familiare degenerata in tragedia. Dolore su dolore. A perdere la vita stato un altro pap: Marco Zioni, 37 anni, due figli di 6 e 10 anni, cugino di Gioia, 19 anni, mamma del bimbo conteso. Lassassino - che lo ha ucciso con almeno 5 colpi di pistola, allo stomaco la ferita mortale - non ha ancora un nome. Insieme al padre, al fratello e a uno zio di Gioia, Marco Zioni ieri pomeriggio era andato a un appuntamento chiarificatore con i parenti di Marco Lo Pinto. Si sono incontrati per strada, in via Montpellier, quartiere Montespaccato, periferia nordovest di Roma. Ma le parole si rivelano mute. I muscoli della vittima, campione di body-building, non intimoriscono pi di tanto la controparte. La lite sullaffidamento del bambino decolla a suon di insulti, sguardi torvi, parolacce, minacce. tutta una rivendicazione, uno scambio di accuse contro accuse.

Ente: Universit degli Studi di Torino Via Verdi n. 8 10124 Torino. Procedura: Procedura ristretta accelerata, ai sensi dellart. 70, comma 11, D.lgs. 163/2006 e s.m.i., per laffidamento del servizio di spolveratura, apposizione antitaccheggio RFID, trasloco del patrimonio librario di quattro biblioteche del Sistema Bibliotecario di Ateneo nella nuova sede del Campus Luigi Einaudi dellUniversit degli Studi di Torino. Codice CIG: 3911283CD3. Importo complessivo dellappalto: Euro 526.000,00 oltre i.v.a. di cui Euro 7.890,00 oneri della sicurezza. Pubblicazioni: Il bando integrale stato trasmesso alla Commissione Europea in data 17/02/2012 e sar pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dellUnione Europea, sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana - V Serie Speciale Contratti pubblici, sul Profilo di Committente www.unito.it e sul sito internet dellOsservatorio regionale dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture. Bando/Capitolato dOneri e relativi allegati sono disponibili sul Profilo di Committente www.unito.it Scadenza presentazione domande di partecipazione: ore 12.00 del 26/03/2012. Informazioni: Universit degli Studi di Torino Divisione Patrimonio e Contratti - Servizio Appalti e Contratti Piazza Castello n. 113 10121 TORINO - Tel.011-670.4249-4250, Fax 011/670.4281, e-mail appalti@unito.it Il Direttore Divisione Patrimonio e Contratti Dott. Alfiero BATTISTONI

La vittima
Marco Zioni, 37 anni, lavorava in un negozio di integratori alimentari per culturisti Sopra, lauto crivellata dai colpi

E quando Marco Zioni risale sulla sua Smart grigia e si allontana per andare a lavorare nel suo negozio di integratori alimentari, per culturisti

e sportivi, succede il peggio. il sesto morto ammazzato dallinizio del 2012, il trentanovesimo dellultimo anno. Ma stavolta non centrano n la guerra tra bande, n il controllo per lo spaccio della droga nella capitale. Stavolta il dramma si consuma tutto in ambito familiare, nonostante sia la vittima sia il padre del bambino ricercato dai carabinieri del Comando provinciale, insieme a due parenti e ad un amico abbiano entrambi alle spalle un precedente per spaccio. La ragione dellomicidio va ricercato, con molta probabilit, nella furia cieca di un amore finito, con un bimbo diviso tra i giovanissimi genitori. Siamo di fronte allamore tra due ragazzi che prima raggiunge lapice della felicit con la nascita di un piccino, e poi precipita nel rancore che diventa odio. Nella rabbia che si alimenta di disprezzo e rifiuto di

un dialogo costruttivo, nonostante la fine del sentimento. Gioia Zioni e Marco Lo Pinto convivono fino a poche settimane fa. Ma il rapporto gi sfilacciato, incomprensioni e litigi cadenzano il ritmo delle giornate. Lei decide di lasciarlo. E torna a casa dei suoi genitori, insieme al figlio. Una separazione che si esaspera sempre pi, che divora tutto il buono che cera. Una furia che ieri diventata una furia omicida. A soccorrere il body builder stato il meccanico di unofficina che si trova nei pressi, il quale lo ha trasportato fino allospedale Gemelli dov poi. Fino a tarda notte, i carabinieri della Compagnia di Trastevere, agli ordini del colonnello La Gala, hanno interrogato diverse persone delle due famiglie per chiarire chi ha sparato. Non escluso che gi oggi lomicida possa essere fermato.

COMUNE DI GRUGLIASCO
PROVINCIA DI TORINO Esito gara n. 03/11/L
Ristrutturazione e ampliamento scuola Europa Unita e riqualificazione piazza Matteotti con contestuale cessione beni immobili ai sensi art. 53 comma 6 DLgs 163/2006 CIG 26233801A9. Procedura aperta aggiudicata, con criterio prezzo pi basso atto D.D. 966/2011, a: S.E.C.A.P. S.p.A. Via Asti n. 25 Torino - Italia. Importo aggiudicazione Euro 4.955.042,76 Iva esclusa. Offerte pervenute ed ammesse: n. 1. Avviso integrale trasmesso in GUCE il 09/02/2012, pubblicato in GURI n. 18 del 13/02/2012 e www.comune.grugliasco.to.it Grugliasco, 16/02/2012
IL DIRIGENTE SETTORE LAVORI PUBBLICI

Via Marenco, 32 - 10126 TORINO Tel. 011.666.52.11 - Fax 011.666.53.00 Via G. Washington, 70 - 20146 MILANO Tel. 02.244.24.611 - Fax 02.244.244.90

ing. G.M. Topi

AZIENDA MULTISERVIZI IGIENE AMBIENTALE TORINO


Avviso di esito gara
LAMIAT S.p.A. con socio unico via Giordano Bruno n. 25, Torino. Tel. 011.2223457 - Fax 011.2223254, informa che la gara pubblica relativa alla fornitura in forma frazionata di ricambi (originali o di qualit corrispondente) per spazzatrici RAVO [PA 31/11] stata dichiarata deserta per mancanza di offerte. Altre informazioni: possibile prendere visione degli atti del procedimento presso lAMIAT S.p.A. con socio unico - Ufficio Appalti e Contratti. LAMMINISTRATORE DELEGATO dott. Maurizio Magnabosco

CARTA DI CREDITO LA STAMPA, QUOTIDIANAMENTE AFFIDABILE.

SEI ANNI DOPO IL RITROVAMENTO DEI CORPI IN UNA CASA DI GRAVINA

Ciccio e Tore sono morti per una prova di coraggio


Nuova inchiesta dopo la denuncia della mamma dei fratellini
CARMINE FESTA BARI

Sei anni dopo la morte di Ciccio (13 anni) e Tore (11) Pappalardi, per i fratellini di Gravina spariti il 6 giugno 2006 e ritrovati morti il 25 febbraio 2008 potrebbe arrivare una nuova verit. Il procuratore aggiunto di Bari, Anna Maria Tosto, ha riaperto l'inchiesta. Lo ha fatto sulla base di una denuncia che Rosa Carlucci, la madre di Ciccio e Tore, aveva presentato in Procura fa invitando gli inquirenti a cercare nuovi dettagli della tragica fine dei suoi figli, precipitati in una cisterna della casa delle cento stanze, palazzone disabitato nel centro di Gravina. Sono cinque i ragazzi - all' epoca dei fatti tutti minorenni - che potrebbero sapere come sia veramente andata la notte del 5 giugno 2006.

Rosa Carlucci ha sempre parlato di una prova di coraggio finita male, di un gioco sfociato in tragedia, di una sfida tra ragazzini conclusa con una caduta nel vuoto. Ipotesi rispetto alle quali, per, la donna ha sempre sospettato un'omert successiva, una fuga non solo dalla quella casa, ma anche da un possibile aiuto a chi cercava i fratellini. La madre di Ciccio e Tore sospetta che anche tra i genitori di quei ragazzi vi sia chi ha saputo del gioco finito male, della prova di coraggio conclusa con la rovinosa caduta dei ragazzini nella cisterna e che per abbia poi scelto il silenzio. Poco prima - aveva scritto Rosa nella denuncia con la quale chiedeva la riapertura delle indagini - un altro ragazzino era finito in una cisterna in quella casa. Ha gridato, lo hanno salvato. Nessuno fuggito come invece accaduto con i miei figli. Ai magistrati il compito di rispondere per confermare o smentire le sensazioni di una madre che in questi sei anni non ha mai smesso di cercare un'altra verit sulla fine dei suoi figli. Sul perch sono state riaperte le indagini, l'avvo-

Il piccolo Salvatore, 11 anni

Richiedi gratuitamente lesclusiva Carta di Credito La Stampa sul sito www.lastampa.it/cartadicredito. Comoda e affidabile, grazie alla garanzia UniCredit Family Financing e al servizio Sms Alert che ti avvisa in tempo reale delle transazioni effettuate. www.lastampa.it/cartadicredito Numero Verde 800.728.775.

MC>

Francesco aveva 13 anni

cato di Rosa Carlucci, Domenico Ciocia, ha una sua idea: Credo che ora ci sia una lettura pi serena degli atti d'indagine e degli interrogatori dei ragazzini che erano con Ciccio e Tore fino a poco prima della tragedia. Avevamo colto contraddizioni nei loro racconti, in parte inattendibili. Ora con la calma che il tempo restituisce, le indagini possono ripartire da altri punti di vista. E forse portare ad una nuova verit. Rosa Carlucci lo spera. E lo spera anche Filippo Pappalardi, il padre dei fratellini, che fu arrestato con l'accusa di averli sequestrati, uccisi e di averne occultato i cadaveri. Ora un uomo libero. E anche lui vuole capire.

Concorson.22-Marted21febbraio2012 Bari 60 7 41 75 55 Cagliari 57 81 10 59 15 Firenze 65 60 73 47 56 Genova 68 90 87 62 54 Milano 25 68 23 20 35 Napoli 77 51 44 16 10 Palermo 25 9 20 26 86 Roma 39 48 27 76 17 Torino 74 8 51 43 16 Venezia 19 26 62 27 90 Nazionale 59 18 5 4 81

ll Lotto

SUPERENALOTTO
Combinazionevincente 28 29 30 numero jolly 65 39 75 87 superstar 16 MONTEPREMI 2.488.154,47 JACKPOT 65.326.507,88 Nessun 6 Allunico5+ 497.630,89 Ai2 con5 186.611,59 Ai 740 con 4 508,50 Ai 33.030 con 3 22,69

10 e LOTTO Numeri vincenti

7 8 9 10 19 25 26 39 41 48 51 57 60 65 68 73 74 77 81 90

24 Societ

Tendenze
ANTONELLA AMAPANE INVIATA A MILANO

decollet pi sexy - alla faccia del bon ton - lasciano intravedere le dita. Un po come una bella scollatura che scopre lattaccatura del seno. Camminare sui trampoli 12? semplice, basta sollevare bene le ginocchia. E ancora: non buttate via lacqua della pasta, potete usarla per fare un pediluvio, lamido un toccasana. Questi e un mare di altri consigli nel libro scritto dalla padovana Roberta Rossi (A lezione di tacchi, Sonzogno, 15 euro, da oggi il libreria) presentato ieri a Milano alla vigilia della settimana della moda. Avevo i piedi piatti, il primo ricordo sono le scarpe correttive. Mi sono vendicata con lortopedico che aveva detto a mia madre: Sua figlia non porter mai il tacco alto. Invece negli anni ho indossato le pi belle calzature del mondo. Collezionista (oltre duemila paia di scarpe), per anni direttore di sviluppo del prodotto dellazienda di famiglia (la Rossi Moda) ha collaborato con i creativi di grandi griffe come Yves Saint Laurent, Marc Jacobs, Donna Karan, Vuitton... Nel suo volume romanzato, protagonista una scarpetta elegante che prende per mano una giovane amica e le svela tutti i suoi segreti, con aneddoti e storie. Lidea di scriverlo mi venuta quando ci hanno chiesto di creare tacchi da 15, 18, 20 centimetri infrangendo le regole di produzione. Plateau e spine dacciaio bilanciavano questi grattacieli, ma camminarci non era facile. Me lhanno insegnato le modelle dietro le quinte con il passo militaresco, una sorta di marcetta, racconta la Rossi consigliando di osservare landatura di Sharon Stone, Angelina Jolie e Laura Chiatti. Ma come si scelgono le scarpe? Mai un numero in pi, si rischia di trascinarle. Se sono di ottimi materiali le pelli sintetiche distruggono i piedi - in poco tempo si adattano alla pianta. Le versioni a stiletto non fanno male se hanno nascosto un cuscinetto sotto la soletta, nella parte anteriore del piede per ammortizzare la camminata.

Lautrice
Roberta Rossi nel suo libro (sopra, la copertina) spiega il segreto per camminare al meglio sui tacchi alti: Quando avrete preso confidenza il ritmo verr da solo

Cosa ho imparato sul tacco 12


Un libro svela alle donne come portare ogni calzatura, anche le pi vertiginosa
Il tacco sette comodo, ma anche quelli 12 sono gestibilissimi, basta non tenerli tutto il giorno. Sempre meglio portarsi un ricambio o due da lasciare in macchina. Non credo nella formula 7/24, cio sette giorni ventiquattrore. C la scarpa da ufficio, cocktail, mare, montagna, trekking... Ogni occasione ha la sua. Gli stivali pi giusti invece sono quelli di camoscio elasticizzato, si dilatano sui polpacci e sfinano le gambe. Guai ai sandali con il cinturino che scende, meglio tagliarlo e lasciarli aperti dietro, un velo di cipria sul tallone evita di sciabattare. Chi sottile pu indossare qualsiasi modello, mentre le robuste devono evitare quelli che tagliano la figura con cinghietti alla caviglia. I decollet o i sandali neutri, tinta carne, sono protesi di bellezza slanciano tantissimo, fungono da prolungamento. La pedicure deve sempre essere perfetta. E poi, tanti impacchi dolio di mandorla, miracolosi dopo una serata di balli scatenati (da Sephora vendono speciali calzini, impermeabili allinterno, da indossare di notte). La passione per i tacchi nasce fin da bambine. Alle adolescenti consiglio anche due paia di ballerine e un paio di decollet a tacco alto in vernice nera, perfette anche di sera. Non resta che esercitarsi.

Colori dinverno E Benetton reinventa la lana

Ritratti fashion Chiara Boni e la nuova Milano

Stratagemma
Per imparare a camminare sui trampoli esercitatevi in casa con passo militaresco. Poggiando punta e poi tacco. Insegna a mantenere lequilibrio Da Benetton lo stilista vietnamita You Nguyen, dopo aver lanciato i pullover Pin Up che evidenziano il seno e assottigliano pancia e fianchi, applica lo stesso principo ai jeans di lana. La collezione di stampo classico molto ampia, giocata sugli accostamenti di colore: giallo, viola, lilla, bluette e su nuove forme e lavorazioni tecnologiche double face e in 3D. Chiara Boni ha fotografato una ventina di donne milanesi, alcune venute da molto lontano, che offrono una visione multirazziale della citt che cambia. Attrici, commesse, sarte... avvocatesse. Tutte indossano lo stesso abito nero elasticizzato Felicity a spalle scoperte della linea la Petite Robe realizzata dalla stilista, ma ognuna lo interpreta in modo diverso. Con la sua sensibilit e cultura.

La svolta di Kiton

Dalle super giacche da uomo a una collezione al femminile


EGLE SANTOLINI MILANO

nsomma, perch dobbiamo metterci queste giacche da uomo?. E s che erano giacche super, frutto della grande tradizione sartoriale napoletana. Ma a Maria Giovanna Paone, figlia del fondatore di Kiton, Ciro Paone, non bastavano pi: soprattutto, le pareva che si potessero spalancare nuove frontiere per lazienda di famiglia, fino a quel momento incentrata sulla clientela maschile. Succedeva una decina di anni fa, e da allora qualcosa per la donna abbiamo fatto. Ma per me si apriva un periodo complesso: avevo figli piccoli e molti impegni da assolvere. Ora che da circa un anno sono full time sul proget-

Per lei
Un bozzetto della nuova linea donna Kiton per lautunno inverno 2012/2013

Un cappotto con bordi di pelo...

...e un capospalla pi corto

to, comincio a vedere buoni risultati. E sono giacche, naturalmente (il nostro successo parte da l: tessuti superbi, taglio impeccabile, finiture di lusso), ma an-

che gonne, abiti, capi sportivi. La collezione divisa per colori: la gamma dei cammello, degli arancio e dei bordeaux per il giorno di una donna bon ton, lo sport si declina nei toni del blu,

del grigio e del verde, la sera nero e caramello, con un po di paillettes. Cos, mentre ai leggendari modellisti di Kiton, tutti uomini, si aggiungevano due femmine, sono arrivate anche le prime borse, cinture e scarpe (Tre tipi piuttosto maschili, tanto per rimanere nella tradizione). Una cura particolare riservata poi al su misura. Kiton nasce nel 1956, inventato da Ciro Paone, commerciante di tessuti, che a un certo punto apre una sartoria ad Arzano in provincia di Napoli, battezzata Ci.Pa., dalle iniziali del suo nome. Il marchio Kiton, dal chitone, la tunica degli antichi greci, nasce nel 1968. E dagli anni Settanta in poi un continuo salire: punti vendita in tutto il mondo, clientela prestigiosa, dal 1990 un nuovo grande stabilimento a Napoli di undicimila metri quadrati. Antonio De Matteis, amministratore delegato,

nipote del fondatore, fornisce cifre incoraggianti, visto il momento: Nel 2011 il nostro volume daffari stato di circa 80 milioni di euro, con una crescita del 25% rispetto al 2010. Tutto merito dei nuovi mercati? Cina, Corea e Giappone contano moltissimo, ma anche in Italia abbiamo registrato un +11%. E per il 2012 siamo molto fiduciosi. Come se lo spiega? Credo che nei periodi di crisi la qualit paghi. Tradizione e riservatezza: non riuscirete a scucire a De Matteis il nome di un cliente famoso, anche se noto che pure il Duca di Windsor ordin a Kiton un completo blu da crociera. La politica dei testimonial non gli interessa; piuttosto insiste sulla scuola che, a Napoli, forma i nuovi elementi della sartoria. Non ne trovavamo di adatti sul mercato, abbiamo deciso di formarli: e sono 25 ragazzi per corso, educati per quattro anni, dopo il diploma assorbiti all80% nella sartoria Kiton, e per il 20% che resta impiegati altrove o in proprio. Per continuare la tradizione secondo tutti i crismi.

25

GENETICA

MISTERI

E gi nata la nuova era delle terapie su misura


I

I batteri sotterranei che divorano solo rocce


I

Si chiamano wonder drugs: ecco come stanno trasformando le terapie.


BOZZETTI PAGINA 26

Una ricerca italiana svela lesistenza di batteri dalle prestazioni decisamente anomale.
DI CIANNI PAGINA 28

TUTTOSCIENZE
REALIZZATO DA UN TEAM AUSTRALIANO E AMERICANO: SI TRATTA DI UNA MINI-MACCHINA PERFETTA

Analisi
MASSIMIANO BUCCHI
UNIVERSITA DI TRENTO

Il transistor entra in un atomo


E il pi piccolo del mondo: Questa lalba dei computer quantistici
GABRIELE BECCARIA

Quando serve la buona politica

eparazione assoluta tra politica e ricerca: questa la ricetta che Richard Horton, direttore della prestigiosa rivista scientifica in ambito medico Lancet, raccomanda all'Italia e al mondo in una recente e interessante intervista con Giuseppe Remuzzi. Una ricetta che appare, a prima vista, indiscutibile: chi avrebbe il coraggio di chiedere, di questi tempi e soprattutto da queste parti, pi politica nella ricerca, o in qualsiasi altro settore? A una riflessione pi approfondita, tuttavia, come e a quale livello separare politica e ricerca appare tutt'altro che scontato. Se si parla di decisioni nel merito dei progetti e dei contenuti di ricerca, infatti abbastanza condivisibile che queste debbano essere prese dagli stessi ricercatori, e che solo a loro spetti valutare il lavoro dei propri colleghi. Anche se sappiamo che non si tratta di meccanismi completamente immuni da distorsioni. Nel 1996 una commissione di esperti britannici bocci la richiesta di finanziamento presentata dal chimico Harold Kroto. Due ore dopo, anche l'Accademia Reale delle Scienze di Svezia emise il proprio verdetto: Premio Nobel a Robert Curl Jr., Richard Smalley e Harold Kroto per aver cambiato il nostro modo di pensare in fisica e chimica con la loro scoperta del Fullerene.
CONTINUA A PAGINA 26

TUTTOSCIENZE
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012 NUMERO 1503
A CURA DI: GABRIELE BECCARIA REDAZIONE: GIORDANO STABILE tuttoscienze@lastampa.it www.lastampa.it/tuttoscienze/

il 2012, ma come se di colpo ci fossimo trasferiti nel 2020. Per quellanno era stato previsto il transistor pi piccolo del mondo e invece appena diventato realt, con otto anni danticipo. Il transistor un fenomeno: funziona con un unico atomo di fosforo, installato con precisione estrema (inutile dirlo) su una superficie di silicio. E un record, impressionante per tutti noi che non frequentiamo il nano-mondo, ma ancora pi emozionante per gli addetti ai lavori che in quella dimensione si aggirano da un po di tempo: nel puntino invisibile che rappresenta il loro trionfo tecnologico intravedono linizio dellera dei computer quantistici. In poche parole, addio al vecchio e fedele silicio: arrivano macchine straordinarie, capaci di potenze di calcolo per ora riservate ai sogni e agli incubi della fantascienza. Il merito di un gruppo di fisici - australiani e americani - della University of South Wales e della Purdue University, che in un articolo su Nature Nanotechnology hanno spiegato il loro balzo quantistico nel futuro prossimo. Impiegando uno speciale microscopio (noto in gergo come a scansione a effetto tunnel) e con il nuovissimo cuore atoche permette il rilevamento mico obbediranno ai ritmi indi superfici a livello atomico, diavolati dei qubits, vibraziosono entrati nella realt del- ni capaci di contenere simullinfinitamente piccolo e si so- taneamente una molteplicit no messi a madi valori. Dalle nipolarla. vette delle previLavorando sioni meteo e delsulla superficie le simulazioni codi un cristallo di smologiche, silicio, sono stascendendo alle ti capaci di indiquotidiane attivividuare un t su pc e smargruppo di sei tphone, masse atomi e ne hansterminate di dano rimpiazzato ti e informazioni uno con un alpotranno cos estro di fosforo. sere gestite con Unimpresa senunefficacia mai za precedenti, sperimentata. in cui le dimenQuesto strusioni sono pari a mento perfetRUOLO: E DIRETTORE DEL CENTRO oltre mezzo miPER LA COMPUTAZIONE to, ha dichiaralionesimo di milQUANTISTICA DELLA UNIVERSITY to Michelle SimOF SOUTH WALES (AUSTRALIA) mons, coordinalimetro, e che IL SITO: spiegano con enWWW.SCIENCE.UNSW.EDU. trice del team. tusiasmo gli stuAU/MSIMMONS-PROFILE/ Pi chiara di codiosi - avr cons. E la prima seguenze rivoluzionarie (il ter- volta - ha aggiunto - che si riemine, per una volta, non abu- sce a ottenere il controllo di sato): invece di pulsare con la un singolo atomo con un tale logica dellon e delloff, livello di accuratezza. E i dell1 e dello 0, le macchine suoi collaboratori hanno sot-

Lo sapevi che? Un laboratorio nanotech a Roma


I

Michelle Simmons Fisico

unico in Italia il laboratorio di nanotecnologie che lUniversit di Roma La Sapienza ha appena inaugurato e che riunisce 12 strumentazioni allavanguardia, che permettono di osservare, manipolare e scolpire strutture 100 mila volte pi piccole di un capello. Con oltre 200 ricercatori, il Laboratorio per le Nanotecnologie e le Nanoscienze (Snn-Lab) riunisce in ununica struttura ingegneri e fisici, genetisti ed esperti di bioinformatica, che lavorano fianco a fianco, esplorando il nanomondo da prospettive diverse. Qui facciamo tantissima ricerca di base, ma - ha spiegato la direttrice, Sabrina Sarto - stiamo seguendo anche numerosi progetti da parte di enti istituzionali e di industrie.

tolineato proprio i due fronti room at the bottom (c un della performance: oltre al- sacco di spazio gi in fonlesibizione di unabilit lillipu- do). Ma di sicuro a sorprenziana, si arrivati alla frontie- dersi sono oggi alcuni suoi ra estrema del epigoni. Ipotizmini-transistor LIMPRESA zando la scalautilizzando le tecUna performance tai allaaminiatuniche standard r zz zione lillipuziana massima dei dellindustria dei su un cristallo transistor, ci circuiti. Come dire: un successo si era affidati nel successo. LA RIVOLUZIONE alla altrettanSe uno dei pacelebre Invece dello 0-1 to dri del nanotech, Legge di Mooavremo la logica re, ideata dal il celebre fisico del quantum bit c o f o n d a t o r e Richard Feynman, avesse podellIntel, Gortuto assistere a questo an- don Moore: sosteneva che le nuncio, forse non si sarebbe prestazioni dei processori, e stupito pi di tanto. Sua era il numero dei relativi transila profezia contenuta nella stor, sono destinati a raddopbattuta Theres plenty of piare ogni 18 mesi. Sbagliato.

26 TuttoScienze

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

MARIA PIA BOZZETTI UNIVERSITA DEL SALENTO

gni tanto, meno spesso di quanto vorremmo, viene annunciato un nuovo farmaco rivoluzionario. Il simbolo della nuova era genomica potrebbe essere il primo farmaco mai sviluppato per la fibrosi cistica. I risultati della sperimentazione sono stati incoraggianti, almeno per un sottogruppo di pazienti, e gli Usa hanno appena dato il via libera alla commercializzazione. Ma sarebbe sbagliato credere che il cammino verso la medicina del futuro sar lastricato di wonder drugs per malattie oggi incurabili. La nostra salute ha molto da guadagnare anche dal raggiungimento di traguardi meno eclatanti, come somministrare a ciascuno il giusto trattamento nella giusta dose, grazie alle crescenti conoscenze sui geni che controllano il metabolismo dei farmaci. Le terapie farmacologiche non hanno gli stessi effetti terapeutici su tutti i pazienti. Se si somministra lo stesso principio attivo a un gruppo omogeneo di soggetti con la stessa diagnosi, alcuni risponderanno bene, altri risponderanno poco, altri non risponderanno affatto. Alcuni pazienti, inoltre, possono manifestare risposte avverse, che sono qualcosa di pi e di diverso rispetto ai comuni effetti collaterali. Queste reazioni ai farmaci sono legate alla risposta individuale di soggetti predisposti e possono essere cos gravi e diffuse da rappresentare la quarta causa di morte dopo malattie cardiovascolari, tumori e ictus. La variabilit individuale nelle risposte ai farmaci dipende da diversi fattori, tra cui et, sesso, peso corporeo, malattie, dieta, alcool, tabacco e altri farmaci. Ma anche e soprattutto dalla costituzione genetica dei singoli individui, di cui si occupa un'apposita disciplina: la farmacogenetica. Per comprendere come la variabilit genetica individuale influenzi il tipo di risposta a un determinato trattamento necessario immaginare il percorso del farmaco nellorganismo; non dobbiamo dimenticare, infatti, che il farmaco una sostanza estranea e quindi il nostro corpo lo modifica chimicamente per facilitarne l'eliminazione. In alcuni casi si somministra un profarmaco che non ha alcuna attivit farmacologica e si sfruttano le stesse reazioni per trasformarlo nella forma attiva. Succede, ad esempio, alla codeina

Svelami che citocromo hai e ti dir che pillola prendere


Con le scoperte della farmacogenomica si apre lera delle terapie personalizzate Nascono le wonder drugs: luce verde alla prima medicina per la fibrosi cistica
che viene convertita in morfina. Queste trasformazioni metaboliche sono effettuate da enzimi che sono il prodotto diretto dei geni. Le differenze genetiche, dunque, possono modificare la quantit sintetizzata o la funzionalit degli enzimi coinvolti nella cascata di eventi di cui protagonista il farmaco, influenzando, di conseguenza, la sua efficacia e la sua tossicit. I principali responsabili della prima fase di biotrasformazione dei farmaci sono i citocromi P450, che sono enzimi localizzati principalmente a livello epatico, ben conservati nel corso dellevoluzione. Nel genoma umano ci sono 57 geni per i citocromi P450, raggruppati in famiglie e sottofamiglie. In particolare, tre citocromi metabolizzano la maggior parte dei farmaci di uso comune, tra cui analgesici, antitumorali, antiipertensivi, antiepilettici, antiallergici, antiinfiammatori, antivirali. I geni che codificano per questi enzimi presentano molte differenze individuali, i cui effetti si manifestano nella produzione di enzimi molto, poco o affatto funzionanti. Se un soggetto fosse un metabolizzatore debole, cio non producesse uno di questi citocromi o ne producesse una versione difettosa, potrebbe subire gli effetti tossici della persistenza del farmaco nellorganismo. Se invece fosse un metabolizzatore rapido, ovvero ne producesse una quantit eccessiva, il farmaco sarebbe eliminato prima di esplicare il suo effetto terapeutico. La situazione si ribalterebbe nel caso in cui la molecola venisse somministrata sotto forma di profarmaco. Conoscere la costituzione genetica di ciascuno per questi loci, insomma, servir a limitare le risposte avverse e a non somministrare farmaci completamente inefficaci nei soggetti geneticamente predisposti alluna o allaltra eventualit. Le informazioni sui citocromi, probabilmente, contribuiranno allo sviluppo di quella medicina personalizzata di cui tanto si parla e che sta iniziando a muovere i primi passi.
A cura dellAgi - Associazione Genetica Italiana
4 - CONTINUA LA PROSSIMA SETTIMANA

E scritto nel DNA

Maria Pia Bozzetti Genetista


RUOLO: E PROFESSORESSA DI GENETICA ALLUNIVERSIT DEL SALENTO IL SITO: HTTPS://WWW.UNISALENTO.IT/ WEB/GUEST/HOME_PAGE

Analisi
MASSIMIANO BUCCHI UNIVERSIT DI TRENTO
SEGUE DA PAGINA 25

Quando la buona politica fa bene alla ricerca


Lo sapevi che? Le radiografie del futuro in 3D
I

a commissione britannica dovette precipitosamente riconvocarsi e rovesciare la propria decisione, concedendo stavolta il finanziamento a Kroto. Se la decisione si sposta sulle priorit della ricerca, la questione diviene ancora pi complessa. Come possono essere i soli ricercatori a decidere se pi importante finanziare la ricerca sulle nanotecnologie o quella sui mutamenti del clima, gli studi economici o le discipline storiche? Ogni ricercatore, infatti, tender comprensibilmente a considerare il proprio settore come il pi importante e meritevole di investimenti rispetto agli altri. Immaginiamo una comunit fortemente esposta al rischio di terremoti o alla minaccia di patologie come la malaria. Non avrebbero i cittadini di questa societ il diritto - e i loro rappresentanti politici il dovere - di indirizzare almeno una parte delle risorse per la ricerca in direzioni potenzialmente rilevanti per affrontare questi problemi? Si dir: ma con questa logica ad

Fotografare lo scheletro in 3 dimensioni per individuare con massima precisione difetti di postura o danni alla colonna vertebrale, allanca o al ginocchio, e definire interventi correttivi mini-invasivi e personalizzati. Il tutto risparmiando al paziente rischiosi bombardamenti di radiazioni. la promessa di Eos, unapparecchiatura radiologica innovativa, new entry nel sofisticato parco macchine dellIstituto clinico Humanitas di Rozzano, alle porte di Milano.

alla ricerca a livello europeo sono cresciute, ma sono intervenute alcune novit significative. La pi importante la nascita e l'affermazione dello European Research Council. Anche grazie a un significativo impegno sul piano politico da parte del mondo della ricerca, oggi assegna circa 1,5 miliardi di euro a ricerche di frontiera, giudicate solo sulla base della loro qualit e originalit e non di complessi criteri redistributivi e formali che in passato tenevano una parte dei fondi di ricerca ostaggio delle lobbies pi attive a livello europeo. Alcune proposte (politiche) prevedono che il budget dell'Erc sia triplicato nei prossimi anni. E' questa la politica che vogliamo tenere fuori dalle decisioni sulla ricerca? O non piuttosto, una certa immagine della politica - o addirittura

Massimiano Bucchi Sociologo


RUOLO: E PROFESSORE DI SCIENZA, TECNOLOGIA E SOCIET ALL'UNIVERSIT DI TRENTO IL LIBRO: SCIENTISTI E ANTISCIENTISTI. PERCH SCIENZA E SOCIET NON SI CAPISCONO IL MULINO

essere penalizzata sarebbe soprattutto la ricerca di base, che richiede tempi e investimenti di lungo periodo e non offre benefici pratici immediati. Ebbene, non da escludere che la politica possa avere un ruolo anche da questo punto di vista. Qual-

che anno fa, una ricerca mise in luce come una quota rilevante dei politici membri del comitato centrale del partito comunista cinese avesse una formazione in campo scientifico-tecnologico. Un dato che ha senz'altro contribuito all'impulso che la Cina

ha dato alla ricerca e all'istruzione superiore in questi anni, affermandosi come una delle potenze emergenti in campo scientifico. Si prenda, infine, l'esempio della politica di ricerca europea. Negli ultimi anni non solo le risorse destinate

dei politici - a cui siamo ormai assuefatti? Forse dovremmo impegnarci a discutere e a lavorare per un rapporto tra politica e ricerca pi trasparente ed efficiente, nel rispetto delle reciproche competenze e prerogative, pi che limitarci a slogan ad effetto.

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

TuttoScienze 27

Intervista

,,
MARTA PATERLINI

E il digiuno a indebolire i tumori nei nostri topolini


Oncologia. Test di un italiano in California: le cellule sono pi vulnerabili alla chemioterapia Buoni risultati, ma non fate come Steve Jobs. Per luomo la sperimentazione richieder anni
rapia riduce in modo significativo la crescita del cancro. I topi messi a stecchetto sopravvivono pi a lungo rispetto a quelli a cui non abbiamo mai fatto mancare un pasto. Abbiamo trovato metastasi nel 40% dei topi con melanoma trattati solo con la chemioterapia, nel 20% dei topi messi a digiuno e solo nel 10% dei topi sottoposti a chemioterapia e a digiuno.
Qual il possibile meccanismo alla base degli effetti del digiuno?

uarantotto ore di digiuno prima di un ciclo di chemioterapia metterebbero un freno al cancro: lo rivela un articolo su Science Translational Medicine, dopo uno studio su 8 tipi di tumore nei topi. A condurlo stato un biochimico italiano emigrato giovanissimo negli Usa, Valter Longo, oggi professore di gerontologia e direttore dellIstituto di longevit della University of Southern California.
Professore, nel 2008 lei aveva individuato un effetto benefico del digiuno sulle cellule normali del topo. Due anni dopo aveva analizzato 10 pazienti che avevano svolto un digiuno concordato con loncologo: ritenevano di avere sperimentato

Il digiuno a cui sottoponiamo i topi consiste in una dieta di sola acqua

48-60 ore prima della chemioterapia e 24 ore dopo. Le cellule normali, deprivate del nutrimento, entrano in uno stato inattivo simile allibernazione, mentre quelle cancerose entrano in una fase affannosa, in cui tentano di produrre nuove proteine per crescere. Ne risulta una cascata di eventi - di cui abbiamo seguito lespressione genica - che porta nella direzione opposta: si formano radicali liberi, vale a dire aumenta lo stress ossidativo, che danneggia il Dna delle cellule, causandone la morte.

Questo nei topi, ma nelluomo?

Nelluomo siamo vicini alla conclusione della prima fase della sperimentazione clinica: abbiamo raccolto 18 pazienti, con cancro al seno e ovarico. Tuttavia, ci vorranno anni prima di poter tirare conclusioni definitive, almeno cinque.
Chi conduce i test sulluomo?

lo dellospedale Gaslini e un team di oncologi stiamo progettando un multicenter clinical trial europeo, con 500 pazienti, e coordinato dallospedale San Martino di Genova.
Intanto, per, ci sono pazienti che gi chiedono di sperimentare il digiuno: non si rischia la psicosi?

La clinica Majo a Rochester, negli Usa, parte con una sperimentazione sul linfoma, mentre lUniversit di Leiden, in Olanda, ne prevede una sul cancro al seno. Con Lizzia Raffaghel-

Valter Longo Biochimico


RUOLO: PROFESSORE DI GERONTOLOGIA E SCIENZE BIOLOGICHE ALLA UNIVERSITY OF SOUTHERN CALIFORNIA (USA) IL SITO: HTTP://WWW.USC.EDU/PROGRAMS/ NEUROSCIENCE/FACULTY/PROFILE.PHP?FID=51

In effetti i pazienti che chiedono di provare un digiuno sono sempre di pi: mentre fino al 2008 quasi tutti gli oncologi davano una risposta negativa, ora sempre pi specialisti guardano al digiuno con maggiore apertura. Tuttavia lo considerano unipotesi ancora a un livello preliminare: non essendoci farmaci coinvolti, oltre a quelli standard della chemioterapia, loncologo pu decidere caso per caso che dieta consigliare, a meno che non ci siano altre preoccupazioni per la salute. Nel caso del digiuno, che una dieta estrema, lo specialista deve valutare i rischi e i potenziali benefici in base al tipo di paziente e di tumore. Una tendenza di molti, oggi, permettere un digiuno controllato di 2-3 giorni: finora, n dalla sperimentazione n dallanalisi di 100 pazienti al di fuori della sperimentazione stessa, emerso che sia pericoloso. Ci non vuol dire che non lo possa essere per una porzione minore di pazienti.
Molti si rifanno a Steve Jobs, morto per un cancro al pancreas, che allinizio si era rifiutato di curarsi con le terapie standard: si sottoponeva spesso a regimi di digiuno, che sembrano essere stati deleteri.

meno effetti collaterali legati alla chemioterapia, ma gli scettici suggerivano che anche le cellule cancerose avrebbero beneficiato di questo effetto protettivo. Lultima ricerca chiarisce la controversia?

I nostri nuovi dati acquistano una dimensione importante, perch non solo osserviamo che il digiuno non aiuta le cellule del cancro, ma che queste diventano pi vulnerabili alla chemioterapia. Il fatto, per ora, e lo sottolineo, lo vediamo nei topi.
Lei sottolinea il doppio effetto del digiuno: di che cosa si tratta?

Jobs lesempio di ci che non bisogna fare. E da un secolo che circola lidea di mettere il cancro a digiuno, ma, senza le conoscenze appropriate, si ottengono pi danni che benefici. Con i digiuni prolungati, in stile Jobs, il paziente diventa immunosoppresso e probabilmente rischiano di pi le cellule normali di quelle cancerogene. Il cancro, chiaro, non si cura solo con il digiuno!.
Messi in cantiere i trials clinical, quali sono le sue prossime mosse?

Da una parte c la protezione delle cellule normali, dallaltra l'effetto negativo sulle cellule del cancro: vale sia per i cancri murini che per quelli umani trapiantati nei topi. I risultati variano a seconda del tipo di tumore e di trattamento, ma nel complesso la combinazione di digiuno e chemiote-

Una sperimentazione sui topi apre nuove prospettive terapeutiche per gli esseri umani

Vogliamo sviluppare il concetto di confusione ai danni del cancro e testare le conseguenze degli ambienti estremi. Il digiuno un esempio. Lambizione combattere i tumori con farmaci che creino o aiutino a creare queste nicchie estreme.

Medicina
MARCELLA TROMBETTA UNIVERSIT CAMPUS BIO-MEDICO DI ROMA

Le impalcature smart rifanno ossa e arterie


re farmaci anticoagulanti. E le prospettive sono esaltanti. Ogni malattia che dia luogo alla degenerazione dei tessuti, infatti, una potenziale candidata per le tecniche dellingegneria tissutale, dalle malattie cardiache a quelle neurodegenerative, dalle ustioni ai traumi, dal diabete al cancro. E intanto la realizzazione di valvole cardiache di nuova generazione, linnesto di vasi sanguigni, la rigenerazione del tessuto muscolare cardiaco, la riparazione di ossa e cartilagini sono gi potenzialmente una realt. E lItalia, in questo settore della ricerca, non affatto indietro. Nel Laboratorio di Ingegneria Tissutale dellUniversit Campus Bio-Medico di Roma, per esempio, si stanno mettendo a punto nuovi scaffolds intelligenti, costruiti con materiali bioistruttivi, capaci di reclutare direttamente nellorganismo umano lesionato le cellule staminali per rigenerare rapidamente il tessu- suto desiderato, riparando la lesioto. E uninnovazione di grande im- ne. Ma i trials clinici, finora, non portanza, perch in grado di allarga- hanno portato ai risultati desiderare decisamente i vantaggi terapeuti- ti, dimostrando che le cellule stamici, riducendo allo stesso tempo sia i nali, da sole, spesso non bastano a tempi di guarigione riprodurre un tessia i costi dellintersuto. E per questo vento. Un fattore, che la ricerca pi questultimo, che avanzata si indiha finora decisarizzata allapprocmente ristretto il cio degli scaffolcampo dazione delds, le strutture RUOLO: E PROFESSORESSA DI CHIMICA artificiali in matelingegneria tissutaE DIRETTORE DEL LABORATORIO le anche nei centri DI INGEGNERIA TISSUTALE riali biocompatibigi attrezzati. DELLUNIVERSIT CAMPUS BIO-MEDICO li e bioassorbili, DI ROMA capaci di mimare Uno degli approcci pi diffusi la matrice extraal momento quello della terapia cel- cellulare e di guidare la formazione lulare: le staminali adulte autolo- di tessuti in 3D. ghe, grazie alla loro multipotenza e Il percorso si sviluppa in pi tapalla presenza in molti tessuti uma- pe. Prima vengono isolate le cellule ni (midollo e sangue in primis), se dal tessuto del paziente, poi queste opportunamente guidate, possono vengono coltivate in vitro prima differenziarsi nelle cellule del tes- di essere seminate nello scaffold

ellule staminali del nostro corpo impiantate su scaffolds, impalcature bioartificiali, in cui i fattori di crescita - le proteine capaci di stimolare la proliferazione e il differenziamento cellulare - guidano la rigenerazione di ossa, cartilagini e arterie, mandando in soffitta protesi, valvole cardiache e stent. Si tratta di un lavoro multidisciplinare di ingegneria tissutale, associata alla medicina rigenerativa, capace gi oggi di riprodurre parti dellorganismo e domani, probabilmente, organi interi. Lingegneria tissutale la nuova frontiera della biomedicina, basata su una filosofia rivoluzionaria, quella, appunto, della riproduzione biologica. Si tratta di uninnovazione globale con vantaggi incommensurabili per la vita delle persone: basta pensare allazzeramento dei rischi di rigetto o alla possibilit di non essere pi costretti ad assume-

Marcella Trombetta Chimico

stesso, dove ancora necessario il condizionamento in vitro per ottenere il tessuto desiderato. Soltanto allora avviene limpianto nel paziente (in sala operatoria). Un procedimento della durata di almeno un mese, tempo che rischia, per, di essere esiziale per alcune patologie e che si ripercuote inevitabilmente anche sui costi. Ecco perch oggi questo approccio rivoluzionario non rientra nellordinaria pratica clinica in nessun Paese del mondo. E per questo motivo che nel laboratorio del Campus Bio-Medico un team di chimici, biologi e ingegneri, in stretta collaborazione con i clinici, sta concentrando i propri sforzi per la costruzione di scaffolds intelligenti: una volta cosparsi di cellule staminali prelevate dal paziente, possono essere direttamente inseriti nel sito dellorganismo dove necessario rigenerare il tessuto mancante oppure danneggiato. Unimpalcatura in cui le staminali introdotte fanno da polarizzatori di altre cellule presenti nel corpo, guidando direttamente nellorgano lesionato il processo di rigenerazione dei tessuti. Si tratta di un piccolo-grande miracolo della ricerca italiana che potrebbe presto regalare un futuro per milioni di pazienti.

28 TuttoScienze

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Misteri
IL PIANETA INATTESO
CINZIA DI CIANNI

Ricerca italiana Unindagine condotta negli habitat estremi delle dorsali oceaniche, a 5 km di profondit
Le tracce
Unimmagine in falsi colori a microscopia elettronica: quello in viola cristallino di idrogranato Si tratta del cibo preferito dalle comunit di microbi, rosicchiato dall'interno da una paziente attivit di dissoluzione

a vita e il complesso gioco di scambi fra terra, acqua, aria, fuoco che ne hanno favorito la comparsa e la sostengono ogni giorno: questo lo scenario in cui irrompono dei minuscoli attori, dei quali da tempo si cercavano le tracce. I mangiatori di pietre. I geologi li hanno individuati in alcuni campioni di roccia prelevati dalle dorsali oceaniche, tra 2 e 5 km di profondit, e la scoperta offre straordinari spunti alla ricerca, anche sui cicli climatici del nostro e di altri pianeti. Lo studio, basato su tecniche petrografiche, geochimiche e biologiche, stato condotto da ricercatori dell' Universit di Modena e Reggio Emilia e dell'Istituto di Scienze del Mare del Cnr di Bologna, in collaborazione con l'Institute de Physique du Globe di Parigi. Sono chiamate Slime (Subsurface Lithoautotrophic Microbial Ecosystem) e sono colonie di microbi, forse procarioti, che sopravvivono ad alcuni chilometri di profondit nella crosta terrestre, sui fondali oceanici, in ambienti
I CAMPIONI

Con questi studi nuovi indizi sulla nascita della vita sulla Terra
estremi e ritenuti inadatti a ogni forma di vita. Non si sa a quale famiglia appartengano, n che aspetto abbiano, ma certamente sono molto antichi e hanno gusti bizzarri: rosicchiano i minerali presenti nelle rocce, soprattutto l'idrogranato di cui sono ghiotti, e usano come fonte energetica l'idrogeno delle sorgenti termali sottomarine. La presenza di microorganismi nelle rocce sedimentarie - afferma il geologo Daniele Brunelli, uno degli autori del lavoro pubblicato su Nature Geoscience - nota da tempo, ma qui si tratta di rocce del mantello terrestre che sono per definizione sterili, perch risalgono dalle profondit della Terra ad altissime temperature. Una volta emerse, le rocce si raffreddano e sono colonizzate da organismi che sfruttano i circuiti idrotermali responsabili del processo di alterazione detto serpentinizzazione. Persino le loro propriet magnetiche sono modificate. Quelle osservate sono le tracce dell'interazione chimica fra il microecosistema, la roccia e i resti della sostanza organica, - precisa Brunelli -. Certamente si tratta di un'attivit recente e continua, non fossile. Gli It (organismi Intra-terrestri) rosicchiano le rocce, lasciando buchi come nel groviera, e quest'attivit induce la cristallizzazione di nuove fasi minerali. Ma soprattutto lasciano dietro di s della materia organica degradata, non proprio marcia - commenta Brunelli - perch gli It vivono tra 80 e 100 e

Chi sono i batteri sotterranei che si nutrono solo di rocce?


Ecco le prove della loro esistenza, ma ora decifreremo i loro geni
quindi, quando muoiono, cuociono. E un brodino di materia organica che bagna i minerali: come vedere i resti del pasto di un branco di lupi e un lupo morto. Ma ora vogliamo trovare quelli vivi. Il prossimo obiettivo dei ricercatori, finanziati dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Modena, infatti quello di recuperare dei campioni vitali per sequenziare il Dna e capire chi sono e come interagiscono, poich si tratta quasi certamente di colonie multispecifiche. La scoperta degli It amplia decisamente i confini della biosfera, spingendoli sotto la superficie terrestre. Ma non solo: ne altera la composizione. Secondo alcune stime, la biomassa profonda potrebbe rappresentare un terzo o pi della met dell'intera biomassa terrestre: quindi, ci che vediamo sulla Terra, umanit compresa, non ne che una parte, e neppure la pi importante. Non conosciamo il peso totale della biomassa, ricorda Brunelli - e neanche quanto interferisca con la chimica della Terra, per esempio modificando il flusso e lo scambio di sostanze fra il mantello e l'atmosfera. L'attivit tettonica del nostro pianeta produce un'enorme quantit di magma e gas, come vapore acqueo e anidride carbonica, che sono espulsi in gran parte attraverso i vulcani. Il ruolo pi importante affidato alle dorsali oceaniche, che formano una catena di 60 mila km. Ma quanta acqua e anidride carbonica siano contenute nel mantello resta un mistero: si suppone che vi sia l'acqua di 4 o 5 oceani, mentre per la CO2 la valutazione incerta. Tutto ci che interferisce con questo flusso, su una scala temporale di decine di migliaia o milioni di anni, condiziona il clima. Ora si scopre che un gioco tanto complesso - commenta Brunelli - mediato da una massa biologica profonda che controlla quali gas sono espulsi dal mantello e in quali quantit, e questo un controllo di tipo primario. E, infatti, nel processo di idratazione delle rocce sul fondo oceanico viene liberato idrogeno e la biomassa profonda, che non sfrutta la fotosintesi ma l'idrogeno come sorgente di energia, trasforma la CO2 in metano CH4: due gas serra importanti. Dunque il controllo del sistema climatico mediato pesantemente dalla vita - conclude Brunelli con un pizzico d'orgoglio. - E' un nuovo scenario che la comunit scientifica sta "scalando" faticosamente. Noi, invece, abbiamo usato tecniche antiche: il microscopio e tanta pazienza. Abbiamo raccolto i campioni e li abbiamo osservati, con un'idea fissa: cercavamo un effetto bio nella parte mineralogica e ci siamo inciampati dentro. C' voluto qualche anno, poi abbiamo applicato le tecniche di ricerca pi avanzate e in sei mesi siamo schizzati in avanti. La scoperta pu gettare nuova luce sulle fasi iniziali della vita sulla Terra quanto sulla ricerca su altri pianeti, come lidentificazione di metano e rocce serpentine su Marte suggerisce. Ma avr anche ricadute pratiche, come nel campo della sequestrazione della CO2 e nel trattamento ecologico di materiali e minerali. E qui gli sviluppi sembrano vicini.

GIARDINI, PAESAGGIO E BOTANICA

PAOLO PEJRONE

iantare alberi ed arbusti al limite del clima da sempre uno dei motivi per far giardinaggio. Qui in Piemonte, per esempio, la bouganvillea, anche se modo strabiliante e vistoso. Dipende tutt'altro che rustica e terribilmen- dalla bravura e dalla costanza del te delicata ai freddi, da alcuni de- giardiniere: anche se pare un controcenni il colorato e vistoso motivo senso, la vittoria ed il successo arridi sforzi e sfide sottovetro. dono di solito ai pi temerari ed intraEsposta, giuprendenti, perch stamente a mezLA BOUGANVILLEA le piante al riparo, zogiorno, pu diDa alcuni decenni in veranda e in serventare un motira, hanno bisogno diventata un esempio di molte pi cure di vo di sfida e di piadi sfida al gelo quanto si possano cere: verande che nelle ore assolate immaginare. delle giornate d'inverno possono diIl dare, nelle ore calde, aria e luce, ventare calde pi di un forno e ot- aprendo finestre e porte, molto pi tengono inaspettati risultati. Le importante di quanto si possa pensabouganvillee, quasi fossero al loro re. essenziale: pi le ore d'aria sagiusto posto, spesso fioriscono in ranno frequenti e prolungate pi le

QUANDO SI GIOCA CON IL CLIMA

l'attenzione al clima dovrebbero essere il centro dell'attenzione, perch il gelo non fa sconti. Per gli appassionati di agrumi da freddo, piante cresceranno sane. Qualche per esempio, importante la scaora d'aria aperta nei giorni in cui la la della rusticit, che va dal citrus temperatura non sia troppo bassa triptera (il pi cattivo, dalle spine crea i presupposti di una vita lunga e che non risparmiano e che pu essedi successo. L'aria chiusa, al contra- re piantato in Germania) ai cedri e rio, apportatrice ai limes che vogliodi delusioni e di maNELLE SERRE no quasi il tropico. lattie: al caldo, all' buon libro Le piante al chiuso su Unloro o un atumido e all'aria stadi hanno bisogno di molte tento vivaista posgnante, crittograpi attenzioni sono essere di ottime, funghi e piccoli insetti (il ragno rosmo aiuto, sempre so!) si scatenano, sviluppandosi, non snobbando il vicino di casa, giarespandendosi con aggressivit e tal- diniere, che pu essere il testimone volta con conseguenze letali. di una verificata verit locale. Che Per chi non ha la felice possibili- cosa c' di meglio in giardino della vit di una veranda la moderatezza e va e pragmatica esperienza?

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Societ 29

Lattore

Lo psichiatra

Insegno a togliere e limare

Indago emotivit e intensit

attore Mario Brusa, che ha lavorato a fianco di Macario, dirige la Scuola di teatro Sergio Tofano.
Qual la differenza di gestualit tra teatro e cinema?

L
il caso
MAURIZIO TERNAVASIO TORINO

o psichiatra Matteo Rampin si occupa di comportamenti ingannevoli di categorie come i prestigiatori o gli operatori delle forze armate impegnati in attivit coperte.
Qual il linguaggio non verbale che parla di pi?

Il parallelo tra cinema e tv, il teatro a parte: la gestualit nasce sul palcoscenico quando la voce non poteva essere amplificata. Gi nel Cinquecento Shakespeare ammoniva gli attori: Non fendete troppo laria con il vostro braccio.
Il linguaggio del corpo pi importante?

La postura: ogni personaggio ha un suo modo di camminare, sedersi e alzarsi. Un aspetto rilevante quanto la vocalit e la recitazione. Anche il Gobbo di Notre Dame deve avere un contegno nobile ed elegante.
C una qualche forma di comunicazione non verbale sottovalutata in teatro?

Capire i gesti il linguaggio che non mente

Conta lintensit dellespressione di un dato gesto: grattarsi il naso non attendibile come indicatore di uno stato danimo, ma pu esserlo se, in un certo momento, quel gesto subisce rilevanti modificazioni.
Che parte ha la comunicazione non verbale nella psicanalisi di una persona?

Il problema togliere e asciugare, e non aggiungere. Lallievo di solito esagera, e linsegnante deve cercare di limare.
La provenienza geografica insegna qualcosa, in questo senso?

decisiva, anche se esiste una componente non verbale pure nel linguaggio verbale: conta la forma, come si mettono in fila le parole, quante volte si usano le congiunzioni.
Che atteggiamenti utilizzano le coppie al cospetto di uno psicoterapeuta?

Il miglior paragone tra la tipica gestualit napoletana e la mimica di De Filippo e il compostissimo Macario, che non ha mai fatto troppo leva sul linguaggio non verbale. [M. TER.]

Tendono a ripetere schemi abituali di comportamento nei quali lautomonitoraggio minore. Come se, essendo in due, le persone sentissero di avere una responsabilit condivisa.
[M. TER.]

amminare con le mani dietro la schiena? Un sintomo di schiettezza e di apertura verso gli altri. Mettere le braccia conserte durante una conversazione? Non significa aver freddo o essere offesi, ma una sorta di istinto di difesa. Torturarsi le labbra, invece, comunica in genere rabbia o desiderio, perch rappresenta un tentativo di mordere laltro. Sono solo alcuni dei gesti e dei movimenti di ognuno di noi, volontari e non, analizzati e raccontati nel libro 101 cose da sapere sul linguaggio segreto del corpo di Francesco Di Fant. Perch spesso ci che non viene detto pi eloquente delle parole, specie se al loro posto si lanciano messaggi inequivocabili. La sfida appunto nella loro interpretazione, per capire emozioni, sensazioni, paure e pensieri di chi ci sta di fronte, ma anche per svelare (o non svelare) la parte di s che per qualche ragione si vuol tener nascosta. Seneca diceva: Gli uomini credono di pi ai loro occhi che alle loro orecchie. E

questo lassunto di partenza del manua- Scienze della comunicazione e consulentele, che sciorina consigli preziosi suddivisi formatore presso importanti aziende, soper parti del corpo. Le gambe accavallate, no indicazioni illuminanti, ma non certo ad esempio, vengono di solito lette co- dogmi: qualsiasi tipo di espressione non me fenomeno di seduzione femminile, e verbale non va letto alla luce di ununica non solo alla luce della famosa scena di spiegazione, ma nellambito di tutti i gesti Sharon Stone in Basic Instinct. che laccompagnano e degli altri aspetti Laspetto tipico della seduzione in que- della persona. sto tipo di movimento , secondo lautore, Come ad esempio linterpretazione della velocit: pi lento e la musica - o, mepi stimola linteresse LANTICA SAGGEZZA glio, dei rumori - del di chi osserva; e se lin- Seneca diceva: Gli uomini corpo: un respiro lencrocio delle gambe, meto indica pacatezza e credono pi ai loro occhi riflessione, il gulp dei glio se scoperte, acche ai loro orecchi fumetti - conseguente compagnato da uno sguardo dinteresse, alallinghiottire saliva lora il gioco pi che esplicito. Chi si scrol- spesso segnale di paura o tensione, come la la polvere di dosso, specie se immagina- del resto il far schioccare le dita delle mani ria e non soffre di forfora, pu desiderare o lo sfregare i denti. Il corpo inclinato in di allontanare pensieri o immagini che avanti segnale invece di dominanza, se non si intende accettare. E dietro a ci pu bello dritto simboleggia predominio o un anche esserci il tentativo di scuotersi, di ri- atteggiamento neutro, se inclinato indieprendersi o di spazzare via lapatia. tro sintomo di sottomissione. Quelle che fornisce lautore, laurea in Interessante anche il capitolo che inse-

gna a scoprire le bugie dalla voce altrui. Quando cambia ritmo, tono e volume, meglio stare sul chi va l. Lo stesso se il presunto - bugiardo intervalla il discorso con pause e troncamenti improvvisi. Ma chi mente spesso lo rivela anche tamburellando le dita su una gamba, mangiandosi le unghie, battendo i piedi velocemente o toccandosi la nuca o il collo. Occhio soprattutto se chi parla frappone un ostacolo - una sedia o un bicchiere - tra s e linterlocutore. Losservazione degli altri diventa cos quasi un passatempo, specie nei tempi morti in metropolitana o in treno: piccoli gesti, tic, la gestione del contatto visivo e limmancabile abbigliamento, possono far cogliere aspetti del carattere di chi si ha di fronte. E se poi nello scompartimento trilla limmancabile telefonino, un brandello di dialogo - per il modo di parlare e per le cose dette in un modo piuttosto che in un altro - pu avallare o meno ci che si immaginato del compagno di viaggio.

Il manuale
101 cose da sapere sul linguaggio del corpo (Newton Compton, pp. 236, euro 9,90)

LAVORO DOMANDE

Piemonte LAGO DORTA in quadrifamiliare nuova eccezionale unit indipendente vista lago, giardino privato, veranda, posto auto, 45.000 acconto, 45.000 mutuo pi di cos. C.E. B IPE: 80 Kwh/m2. Tel. 035.4123029. Liguria ALASSIO centralissimo in piccolo contesto signorile offriamo un solo ed esecutivo appartamento con garage auto 770.000. Per visitare contattare: 335.5454531 - 0131.234592 IMPERIA Porto Maurizio, mansarda nuova costruzione, mq 40, vista mare, ascensore, riscaldamento autonomo, terrazzino, classe C. 124.000. Tel. 348.3386488. LOANO Rif. 3. A 200 metri dal mare, ampio bilocale completamente ristrutturato, luminoso, termoautonomo con ascensore. Richiesta 250.000. Tel. 335.5818644. PIETRA LIGURE Rif. 12. Quadrilocale con ingresso indipendente con grande corte esterna, completamente ristrutturato. Posto auto di propriet, cantina. Termoautonomo. Ottimo investimento! Tel. 335.5818644.

Costa Azzurra NIZZA Novit! Appartamenti nuovi, 50 mt zona pedonale. Prezzi lancio da 169.000. Italgestgroup.com 0184.449072. AFFITTI OFFERTE Torino citta ABBIAMO accoglienti alloggi arredati moderni 1 - 2 - 3 camere, casa comoda centro. Rubiolo Immobili 011.751826 392.2348331. ADIACENTE Valentino in silenzioso interno giardino elegante appartamento mq 160. Box. Luciana Vola 011.8138289. Locali, ufci, capannoni CENTRALISSIMI in palazzo ufci con portineria luminosi mq 70 / 160. Parcheggi limitro. Luciana Vola 011.8138289. PIAZZA MARIA TERESA in elegante palazzo depoca prestigioso ufcio mq 240. Luciana Vola 011.8138289. AUTOVEICOLI AUTO GILLIA acquista autoveicoli ogni tipo, massima valutazione e seriet. Corso Casale 464 Torino - 011.8903777. VARIE OREFICERIA GE.MA. 011.6502212 acquista: oro, argenteria, monete, preziosi. Via Madama Cristina 42 - Torino.

SPAZIO AFFARI

>
Impiegati

Per uno speciale accordo intervenuto con INTESA-SAN PAOLO e con UNICREDIT, gli avvisi possono essere ordinati presso tutte le Sedi o Dipendenze di tutte queste Banche esistenti in Italia. In tema di offerte di impiego o lavoro, lEditore ricorda che la legge 9.12.1977 n 903 vieta discriminazioni sul sesso e la legge 10.9.2003 n276, vieta la pubblicazione di avvisi effettuati in forma anonima, e linserzionista impegnato a rispettare tali leggi. ATTIVITA COMMERCIALI Negozi/aziende acqu./gerenze ACQUISTIAMO conto terzi attivit industriali, artigianali, commerciali, turistiche, alberghiere, immobiliari, aziende agricole, bar. Clientela selezionata paga contanti. Business Services 02.29518014 Negozi/aziende vend./gerenze A. AGENZIA immobiliare noto marchio valuta cessione liale a imprenditore capace per sviluppo vendite Piemonte, Liguria, Lombardia, Svizzera. Si richiede capacit, capitale, disponibilit. Si offre seriet, competenza, afancamento e risultato. Tel. 345.8665766. BIMBI concessionario prestigioso marchio in zona altamente commerciale e pedonale. Prima cintura. Cedesi. Tel. 328.1010099. TABACCHERIA lotto superenalotto zona via Lagrange ottima posizione cedesi 330.000 trattabili. Affare. Frana 011.5623895 - www.studiofrana.it LAVORO OFFERTE Tecnici AZIENDA prima cintura Torino nord ricerca tecnico per ufcio commerciale, ambosesso diplomato/laureato, utilizzo Autocad, gradita esperienza vendita nel settore edilizia o carpenteria metallica, per visite clienti redazione, offerte rilievi. Inviare curriculum: info@nc2grid.com AZIENDA prima cintura Torino nord ricerca tecnico per ufcio produzione, ambosesso diplomato/laureato, utilizzo Autocad, gradita esperienza settore carpenteria metallica per disegno tecnico, sviluppo commesse cicli di lavorazione e gestione avanzamento. Inviare curriculum: info@nc2grid.com Agenti e rappresentanti AGENTE venditore ambosessi max 40 anni prodotto unico, novit assoluta autofcina, elettrauto, carrozzieri. Fisso mensile, forti incentivi, trattamenti economici personalizzati, esclusiva di zona. Tel. 035.322573 - 336.355443.

ESPERTA contabilit no bilancio, gestione nanziaria, risorse umane, ottimo inglese, esperienza pluriennale, referenziata. Tel. 392.1080559. Pers.domestico, babysitter SIGNORA straniera con esperienza 15 anni come lavori domestici, automunita, massime referenze, disponibile dal luned al venerd. Tel. 338.3193631. IMMOBILIARE VENDITA Torino citta CORSO SOMMEILLER in signorile tranquillo stabile depoca, salone due camere, cucina, bagno, cantina. Volendo ampio box. BMB 333.7254672. Torino provincia MONCALIERI Castelvecchio in posizione soleggiata e panoramica casa indipendente mq 235. Giardino. Luciana Vola 011.8159079. PINO TORINESE in posizione panoramica villino da ristrutturare mq 190. Ampio giardino. Luciana Vola 011.8159079.

30

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

In Italia
FTSE/MIB FTSEItalia All Share

-0,08% -0,02% 1,3244


106,11

AllEstero
DOW JONES (New York) NASDAQ (New York) DAX (Francoforte) FTSE (Londra)

Euro-Dollaro
CAMBIO

+0,13% -0,11% -0,58% +0,29%


42,90

Petrolio
dollari/barile

R Oro euro/grammo

ECONOMIA FINANZA
338 13.000
A Wall Street, l'indice Dow Jones ieri tornato sopra i 13 mila punti, per la prima volta dal maggio 2008. Si tratta di un livello che lindice Usa non vedeva dallinizio della crisi. La spinta arrivata anche grazie all'accordo raggiunto dall'Eurogruppo sugli aiuti alla Grecia

&

DOPO UNA MARATONA NOTTURNA, LACCORDO DELLEUROGRUPPO SBLOCCA I 130 MILIARDI DI AIUTI PER ATENE

La Grecia salva, scongiurato il contagio


Resta lincognita elezioni. Monti e Juncker ottimisti sullaumento del fondo anti-crac
MARCO ZATTERIN CORRISPONDENTEDABRUXELLES

La Grecia salva, con molti se e qualche ma. In tredici ore di una maratona conclusa allalba di ieri, lEurogruppo ha scritto il piano da 130 miliardi candidato a mettere in sicurezza i conti di Atene, alla quale ora non resta che cercare di emergere da crisi debitoria e recessione con sudore e lacrime. E stata unintesa difficile e lenta, un rompicapo che a tratti parso una vertigine impossibile, salvo che - come sempre - il compromesso s trovato e lEuropa ha comprato del tempo per fare meglio del passato. Composta la disputa ellenica, gi si guarda al vertice del primo marzo. Con lobiettivo di varare una strategia per la crescita, rafforzare i parafiamme dellEurozona e dimenticare gli scontri di Piazza Syntagma. Col senno di poi non ci sono sorprese. Dopo la notte portata dal Consiglio dei diciassette ministri economici di Eurolandia, sono arrivati i soldi che si auspicavano, quelli di cui la Grecia ha bisogno per andare sul mercato il 20 marzo e rinnovare 14,5 miliardi di titoli in scadenza. C voluto un estenuante batti e ribatti con le banche, per la verit ancora non privo di incertezze, almeno a sentire il nego-

Sono soddisfatto per i passi positivi fatti per risolvere la crisi del debito
Barack Obama
presidente degli Stati Uniti

lo spread Btp/Bund

E il livello minimo toccato ieri dal differenziale tra i titoli di Stato italiani a dieci anni e i pari durata della Germania. Si tratta di una quota che non si vedeva dal settembre scorso. Lo spread ha poi chiuso a 347 punti con il rendimento del Btp a 10 anni al 5,43%

La Grecia un pozzo senza fondo eppure Atene ritorner adesso sulla via del risanamento
Wolfgang Schaeuble
ministro tedesco delle Finanze

il Dow Jones a livelli pre crisi

Lobiettivo quello di assicurare il futuro della Grecia nella zona euro


Jean-Claude Juncker
presidente dellEurogruppo

Lannuncio
Il ministro delle Finanze greco, Evangelos Venizelos (a sinistra nella foto) con il primo ministro ellenico, Lucas Papademos (a destra), dopo lincontro fiume a Bruxelles

lEuropa. Per la notte di Bruxellese ha visto emergere ogni sorta di divisione, dai fondamentalismi del rigore olandesi e tedeschi ai dubbi sollevati da Paesi pi piccoli, come Malta e i baltici. La solidariet tessuta nelle ultime ore della notte apparsa pi forzata che frutto di entusiasmo e non si tratta di un buon segnale per lEuropa.

La dotazione dellEsm potrebbe aumentare a luglio, passando da 500 a 750 miliardi


A parole, per, sono tutti ottimisti. Mario Monti dice che laccordo elimina i rischi di un contagio. Il tedesco Schaeuble sostiene che la Grecia un pozzo senza fondo eppure Atene torner adesso sulla via del risanamento. Lobiettivo di assicurare il futuro della Grecia nella zona euro, ha riassunto il capo dellEurogruppo, Jean Claude Juncker. Lo far anche rendendo permanente la sorveglianza sulloperato di un paese di cui nessuno si fida veramente. Laccordo prevede che la Bce partecipi in prima persona: Francoforte passer i profitti cumulati in due anni di acquisiti di bond greci alle banche centrali nazionali che lo useranno per aumentare la sostenibilit di Atene. La quale dovr anche garantire un fondo bloccato in cui tenere stabilmente tre mesi di interessi per tranquillizzare i prestatori. Se questo dar stabilit, lEuropa potr pensare al futuro. Sia Juncker che Monti credono alla possibilit che in marzo si decida di rafforzare la dote del fondo salvastati permanente, Esm, che entra in funzione a luglio con 500 miliardi in tasca. Si parla di salire a 750. Insieme con una solida strategia per la crescita e il rafforzamento del mercato interno sarebbe una garanzia formidabile per le possibilit di ripresa. Basterebbe insomma che ognuno facesse quello che meglio per la collettivit, oltre che per s. LEuropa sarebbe forte, pi forte dei contagio che spaventa i portoghesi. E malanni greci potrebbero sembrare alla fine ben poca cosa.

Lintesa prevede che la Banca centrale europea partecipi in prima persona


ziatore Charles Dallara. Gli istituti finanziari hanno accettato di perdere volontariamente il 53,5% del valore nominale dei loro titoli ellenici, con una perdita di 100 miliardi che riduce da 350 a 250 miliardi il debito greco (il sacrificio era del 50% alla vigilia). In cambio, le banche avranno 30 miliardi di contributo dagli stati, zuccherino per lamputazione. Il Fmi dovrebbero sborsare 13 miliardi. Se hanno fatto i conti giusti, e se la Grecia effettuer i massicci tagli e le pesanti riforme promesse, la repubblica ellenica dovrebbe arrivare a fine 2020 con un debito sceso dal 160 al 120,5% del pil. La Commissione Ue prevede anche un avanzo primario, cio il saldo al netto della spesa per interessi, positivo per un punto gi a fine 2012 e un ritorno alla crescita nel 2014, dopo che leconomia nazionale ha perduto 17 punti in quattro anni. Stime dubbie. Alte, secondo molti osservatori. I protagonisti della sera sono tutti ottimisti, lo anche il presidente degli Stati Uniti Obama che ha telefonato alla cancelliera Merkel, congratulandosi per i successi nella lotta alla crisi debitoria. La Casa Bianca vuole stabilit, come

I punti salienti dellaccordo che ha salvato Atene Debito pi sostenibile


Laccordo per assicurare la sostenibilit del debito greco parte dal presupposto che la Grecia consolidi i conti e torni ad un avanzo primario gi nel 2013. Presuppone anche che Atene faccia le privatizzazioni e applichi le riforme della troika, composta da Ue-Bce-Fmi. Oggi il rapporto debito/pil della Grecia al 160%. Lobiettivo di portarlo al 120,5% nel 2020, con la contribuzione del settore privato e pubblico, un livello giudicato sostenibile che ha fatto s che gli aiuti fossero sbloccati. I 130 miliardi di euro saranno versati entro il 2014, e saranno distribuiti tramite lEfsf, in attesa che il Fmi decida a marzo sulla sua parte di contributo che lEurozona spera sar significativa.

Dalla troika vigilanza permanente


Alla fine la Grecia ricever altri 130 miliardi di aiuti, non senza pagare un prezzo per. Con il via libera al secondo pacchetto di aiuti partita infatti anche la vigilanza stretta, di fatto permanente. Per lEurozona essenziale che il Paese ellenico sia monitorato e assistito a livello tecnico durante tutto lo svolgimento del programma di tagli e riforme dei prossimi mesi. Per questo la troika, composta da Ue-Bce-Fmi, si installer in modo permanente nel Paese. In pi, per essere sicuri che Atene non sia insolvente sulle sue future emissioni, sar creato un conto bloccato e monitorato dalla troika sul quale il Tesoro ellenico dovr versare gli interessi sul debito.

Gi al 120,5% del Pil entro il 2020 Sorveglianza speciale Ue-Fmi

Sacrifici per le banche nazionali

Il taglio arriva al 53,5 per cento

Via ai profitti sui bond


Anche la Banca centrale europea parteciper al piano di aiuti. La Bce ha accettato infatti di versare alle banche centrali nazionali dei Paesi delleuro i profitti registrati su bond greci negli ultimi due anni. A loro volta, le banche centrali nazionali trasferiranno i profitti ai rispettivi governi, che li gireranno alla Grecia per garantire ulteriormente la stabilit delle finanze pubbliche. E uno dei punti nellambito del piano di riduzione del debito ellenico. Ma anche le stesse banche centrali nazionali che detengono bond greci rinunceranno fino al 2020 ai profitti, per cederli alla Grecia ed alleviare il suo massiccio debito.

Sale il conto per i privati


Laccordo con i privati (Psi) prevede un haircut o taglio nominale del 53,5% sui titoli in portafoglio, che saranno scambiati (swap) con titoli a pi lunga scadenza e che avranno una cedola del 3% fino al 2014, 3,75% fino al 2020 e 4,3% dopo il 2020. Il livello deciso pi alto rispetto alle ipotesi precedenti di un taglio nominale del 50% che per sarebbe stato insufficiente a portare il debito greco al 120% del pil entro il 2020, come chiesto da Ue e Fmi prima di decidere di versare i nuovi aiuti ad Atene. Lo swap dei titoli, vale a dire lo scambio, partir nelle prossime settimane. E volontario, ma lEurozona si aspetta una partecipazione vicina al 90%.

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

31

Liberalizzazioni, il nodo Fondazioni


Non c molta disponibilit del governo sullemendamento dei senatori del Pdl al decreto legge sulle liberalizzazioni che vieta alle fondazioni bancarie di avere partecipazioni azionarie in pi di una banca. Per quanto riguarda invece lo stop alle cariche sociali incrociate tra fondazioni e banche il governo sembra pi disponibile.

Fiat prepara il ritorno in Russia


Si avvicina il ritorno di Fiat in Russia, con un progetto globale e molto articolato che dovrebbe interessare le due capitali, Mosca e San Pietroburgo, oltre agli stabilimenti tatari della Kamaz. Secondo fonti finanziarie la prima banca russa, Sberbank, si profila come investitore del nuovo progetto con mezzo miliardo di dollari.

Giuseppe Guzzetti (Acri)

Intervista

,,
TONIA MASTROBUONI INVIATA AD ATENE

Niente voto, nel 2013 torneremo a crescere


Il ministro dello Sviluppo Chrysochoidis: ci serve una soluzione allitaliana
Nuova Democrazia, le due forze che sostengono il governo Papademos, crollano nei sondaggi. Non teme che la maggioranza dei greci non vi sostenga pi?

cerano problemi e discussioni. Dora in poi le eviteremo perch ci sar una cooperazione quotidiana e nessuna perdita di indipendenza o di sovranit.
Come uscire dalla recessione?

Questanno il Pil croller ancora di oltre 6%, anche a causa dellausterity. Ma con i 130 miliardi e la ristrutturazione del debito, confido che torner la fiducia e che nel 2013 torneremo a crescere, del 2-3%.
Addirittura?

Con lintesa sui 130 miliardi di nuovi aiuti, che garantir un ritorno alla crescita del 2-3% gi nel 2013, Atene ha scongiurato il fallimento. Ma per fare in modo che il governo Papademos realizzi le riforme chieste da Ue e Fmi ci vuole il modello Monti, secondo il ministro per lo Sviluppo greco, Michalis Chrysochoidis. Che chiede che il suo Paese rimandi dunque le elezioni previste a breve. Il politico socialista propone, altrimenti, che dopo il voto si riformi la grande coalizione. Infine, per lintesa il ruolo di mediazione di Monti stato fondamentale.
Cosa pensa dellintesa raggiunta a Bruxelles?

I sondaggi mostrano anzitutto che il 75-80% dei greci, la stragrande maggioranza, vuole restare nelleuro. Il problema che sinora abbiamo tagliato salari e stipendi e aumentato le tasse. C un alto tasso di disoccupazione e di povert, una grave crisi sociale che somiglia a quella del dopoguerra. logico che la gente reagisca. Anche colpendo i partiti che si sono presi la responsabilit di fare le riforme. Ma io non credo che questo sar il risultato delle elezioni.
Non sarebbe il caso di rimandarle?

Finora abbiamo solo tagliato stipendi e aumentato le tasse Ora abbiamo bisogno di altri 6-7 mesi per le riforme, le elezioni ci fanno perdere tempo
Michalis Chrysochoidis
ministro dello Sviluppo del governo Papademos

S. Il dubbio ad oggi era se la Grecia potesse restare nellEurozona. Ora la risposta s, non falliremo. E il debito, con lhaircut su cui si sta trovando laccordo in queste ore, diventer sostenibile. Il premier e io stiamo cercando strumenti per iniettare liquidit nel sistema delle imprese paralizzato. Credo che laccordo Ue sar linizio di un nuovo periodo di sviluppo per la Grecia.
Monti ha avuto un ruolo nellintesa di luned?

Sono molto soddisfatto, crea speranze per il futuro. Ora tocca a noi realizzare le promesse e migliorare gli sforzi, immediatamente.
Il suo partito, il Pasok, e la

Assolutamente s. Dobbiamo estendere la durata del governo Papademos: abbiamo bisogno di stabilit e di realizzare le misure di risanamento promesse. Le

elezioni ci fanno perdere tempo prezioso. Per noi il modello Italia cruciale: avete deciso di dare tempo a Monti fino al 2013. Anche noi abbiamo bisogno di altri 6 o 7 mesi per cambiare la Grecia. Anche se la Nuova democrazia ha detto sinora che vuole elezioni, non credo, dopo questi ultimi sondaggi, che lo desideri ancora.
Ma il governo Monti tecni-

co, il vostro solo guidato da un tecnico.

Ma io non penso che si debba fare un governo di soli tecnici. Quando dico modello Monti intendo un esecutivo indipendente ma con lappoggio deciso dei partiti. Mentre in caso di elezioni avremo un nuovo Parlamento con unestrema sinistra forte e sar impossibile mandare avanti le riforme. Alla fine confido

che il Pasok e Nd avranno comunque la maggioranza e governeranno.


Propone di mantenere lattuale grande coalizione?

una possibilit....
Laccordo europeo prevede la presenza semi permanente della troika ad Atene. una perdita di sovranit accettabile?

Ogni volta che veniva la troika

Ha avuto un ruolo di mediazione fondamentale. Negli ultimi giorni, in stretto contatto con Papademos, ha preparato il terreno per laccordo. Abbiamo bisogno di lui per aumentare la nostra fiducia nel Nordeuropa. Abbiamo bisogno di dialogo. La Germania sta capendo, credo, che non si pu cambiare radicalmente in 24 ore. Il popolo greco sta facendo grandi sacrifici.

ESTRATTO DI

AGGIUDICAZIONE GARA
Si rende noto che questo Ente ha aggiudicato la gara a procedura aperta per laffidamento dei servizi assicurativi indetta a favore, oltre che dellente, delle proprie aziende speciali Torino Incontra e Laboratorio Chimico e dellUnione Regionale delle Camere di Commercio Piemontesi. Per ulteriori informazioni si rinvia al sito istituzionale dellente www.to.camcom.it Torino, 31.01.2012 IL DIRIGENTE Marco Minarelli

Via G.G. Winckelmann, 1 - 20146 MILANO Tel. 02.244.24.611 - Fax 02.244.244.90 Via Marenco, 32 - 10126 TORINO Tel. 011.666.52.11 - Fax 011.666.53.00

ISTITUZIONE, GESTIONE E COLLOCAMENTO QUOTE DI UN FONDO IMMOBILIARE CHIUSO.


Iren SpA (anche in nome e per conto di Iren Energia, Iren Acqua Gas, Iren Emilia, Iren Ambiente, Iride Servizi) intende selezionare Societ di Gestione del Risparmio (SGR) con la finalit di conferire o cedere una parte del patrimonio immobiliare ad uso ufficio / terziario riservando il diritto alle societ del Gruppo Iren di continuare ad occupare detti immobili in qualit di conduttrici. Il valore degli asset da trasferire e valorizzare attraverso il fondo indicativamente di 150 milioni di euro. Lavviso finalizzato alla selezione di Societ di Gestione del Risparmio (SGR) pubblicato sul sito Internet: www.gruppoiren.it - sezione appalti. Scadenza presentazione domande di partecipazione: ore 12.00 del 15/03/2012. IL DIRETTORE ACQUISTI E APPALTI dott. ing. Silvia Basso

COMUNE DI PALERMO
REGIONE CALABRIA

AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI VIBO VALENTIA


Via Dante Alighieri 89900 Vibo Valentia Part. IVA 02866420793 Unit Operativa Progettazione e Gestione Attivit Tecniche Estratto dellavviso pubblico per la formazione di elenchi di operatori economici per l'affidamento di lavori in economia fino all'importo di Euro 200.000,00
L'Azienda Sanitaria Provinciale di Vibo Valentia intende procedere, ai sensi del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163, alla istituzione di elenchi di operatori economici ai quali affidare, nei limiti della normativa vigente e del Regolamento Aziendale, mediante procedura negoziata senza previa pubblicazione di un bando di gara, la realizzazione di lavori in economia. Termine di presentazione delle istanze: ore 12,00 di Mercoled 14 Marzo 2012. LAvviso Pubblico e gli allegati sono consultabili sul sito internet dell'Azienda www.aspvv.it. Per ulteriori informazioni, rivolgersi ai numeri di telefono 0963.962662 o 0963.962684.
IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

Ufficio Contratti Avviso di gara


Il 28/03/2012 si celebrer la Procedura Aperta per la Fornitura di attrezzature, mezzi ed arredi per i Settori del Comune di Palermo - Gara in 8 lotti: Lotto 1 Fornitura di attrezzature da cantiere Cig. 3888238380; Lotto 2 - Fornitura di materiali per ponteggi - Cig. 3888252F0A; Lotto 3 - Fornitura di autocarri - Cig. 3888263820; Lotto 4 Fornitura con collocazione di gazebi Cig. 3888284974; Lotto 5 - Fornitura di arredi - Cig. 3888291F39; Lotto 6 - Fornitura di macchine operatrici - Cig. 38883239A3; Lotto 7 - Fornitura di attrezzature meccaniche per la cura del verde - Cig. 3888346C9D; Lotto 8 - Fornitura di n. 1 piattaforma aerea - Cig. 38884892A2. Importo Complessivo dellappalto Euro 1.218.968,94 oltre Iva. Informazioni: www.comune.palermo.it o Albo Pretorio. Data di invio alla GUCE 07/02/2012.
IL DIRIGENTE

COMUNE DI PALERMO
Ufficio Contratti Avviso di revoca
Si comunica che con D.D. n. 31 dell1/02/2012 dellUfficio OO.PP. stata revocata lAsta Pubblica per Lavori di realizzazione aree di verde pubblico Ambito San Filippo Neri Interventi SV1 SV3. Importo complessivo dellappalto Euro 1.015.900,84. Gli O.E. che avessero inviato offerta sono invitati a ritirarla. Informazioni: www.comune.palermo.it - Albo Pretorio.
IL DIRIGENTE

CITT DI TORINO
Procedura Ristretta n. 68/2011 del 30 novembre 2011 aggiudicata l11 gennaio 2012 per servizi di supporto e rinforzo delle competenze per la ricerca attiva del lavoro. Comunicazione a norma dell'art. 65 del D.Lgs. n. 163/06. Sistema di aggiudicazione: ai sensi dellart. 83 del D.Lgs. 163/2006 a favore dellofferta economicamente pi vantaggiosa e secondo i parametri indicati allart. 6 del capitolato. Hanno presentato offerta n. 3 ditte. risultata aggiudicataria lA.T.I.: Agenzia per il Lavoro Adecco Italia S.P.A./ENA.I.P. Piemonte Ente Acli Istruzione Professionale Piemonte con sede in Milano, Piazza Diaz n. 2, con il punteggio totale di punti 73,49. Torino, 9 febbraio 2012
IL DIRETTORE DEL SERVIZIO CENTRALE CONTRATTI APPALTI ED ECONOMATO

dott.ssa Mariangela Rossato

Questi e molti altri avvisi li puoi trovare anche su internet


Consulta i siti

geom. Massimo Zaffino

arch. Giovanni B. Latella

IL DIRETTORE U.O.P.G.A.T.

dott. Roberto G. Pulizzi

dott. Roberto G. Pulizzi

www.legaleentieaste.it - www.lastampa.it

32 Economia

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

il caso
FRANCESCO SEMPRINI ROMA
Con il contributo del

Vertice
Il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera (nella foto), ha ricevuto ieri i vertici di Abi, Mussari, e della piccola impresa Confindustria, Boccia, per parlare dellemergenza credito

Per sfondare in Cina alla Apple non baster un buon avvocato


pple piace ai consumatori cinesi, come dimostra la rissa a gennaio davanti al mega-store di Pechino. Ma il colosso tecnologico Usa assediato dalle difficolt. Oltre alla battaglia per il marchio, che ha causato il ritiro degli iPad dai negozi di alcune citt, Apple vede scivolare la propria quota di mercato, mentre le condizioni di lavoro nelle fabbriche di alcuni suoi partner cinesi vengono messe in discussione. Allazienda serve una nuova strategia. Nonostante la domanda pi che sostenuta, finora Apple ha tenuto le distanze dalla Cina. Nel 2011, un dollaro su otto dei ricavi era cinese, ma solo cinque dei 300 Apple Store nel mondo si trovano in Cina. Questo lascia spazio di crescita ai concorrenti. Alla fine del 2011, la quota di mercato di Apple nel settore degli smartphone in Cina era scesa al 7,5% contro il 10,4% nel terzo trimestre. Il primo passo sarebbe quello di impostare la distribuzione in modo pi razionale. Ma anzich creare nuovi canali, Apple sta ritirando i propri tablet dai negozi non autorizzati, incluso il sito cinese di Amazon.com. Ha perfino sospeso le vendite degli iPhone 4S. Un accordo con China Mobile, il principale gestore di telefonia mobile del Paese, non guasterebbe. Attualmente lazienda si affida a China Unicom, che raggiunge solo il 10% dellutenza dei cellulari. Se liPhone potesse raggiungere un terzo degli attuali 120 milioni di abbonati di China Mobile, Morgan Stanley calcola che lutile per azione previsto per il 2013 potrebbe aumentare di un quarto. Unaltra misura imprescindibile quella di un controllo pi stretto sui fornitori. La Fair Labor Association dichiara di avere riscontrato una montagna di problemi nelle fabbriche del partner Foxconn. Apple non farebbe male ad acquistarne una partecipazione. Ha fondi per acquistare tre volte la capogruppo di Foxconn, Hon Hai Precision. Per Apple, che normalmente non possiede interessi finanziari nei propri fornitori, sarebbe una svolta. Ma in questo modo potrebbe avere pi voce in capitolo nella gestione della supply chain. Senza qualche idea nuova, difficile che Apple riesca a sfruttare a proprio vantaggio limmenso potenziale della Cina. [WEI GU]

giallo nella trattativa per la nuova moratoria sui debiti dovuti alle banche da piccole e medie imprese, mentre nuovi bollettini economici mettono ancora una volta a nudo le perduranti difficolt nelle quali operano le aziende italiane. Se Confindustria considera imminente lintesa per la nuova moratoria volta a fronteggiare le conseguenze della contrazione del credito, lAbi a frenare sui tempi. Non stata ancora fissata nessuna data per la firma, n sono confermate le condizioni di un eventuale accordo, puntualizzano fonti vicine allassociazione stemperando lottimismo degli industriali. E questo proprio nel giorno in cui nuove rilevazioni gettano altre ombre sul sistema imprenditoriale italiano. A farsene portatore Cerved Group secondo cui in media servono 89 giorni perch avI DATI CERVED

Imprese, tre mesi per pagare i fornitori


I tempi di pagamento si allungano. Slitta la moratoria
nunciata dallo stesso governatore della Banca dItalia, Ignazio Visco, e che il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera definisce emergenza credito. Ed proprio di questo che hanno parlato ieri mattina Passera, il presidente dell' Abi, Giuseppe Mussari, e quello di Piccola industria di Confindustria, Vincenzo Boccia. In agenda la definizione di una nuova moratoria per i debiti che le Pmi hanno nei confronti delle banche, sul modello di quella del 2009. Per affrontare lemergenza stiamo definendo insieme al sistema bancario e alle altre organizzazioni imprenditoriali interventi che dovrebbero portare ad una nuova moratoria, dice Boccia nel corso di unaudizione alla Camera. Una misura tampone, come lha definita lo stesso industriale, ma in grado di dare alle imprese piccole e medie una boccata di ossigeno di cui sembrano non poter fare a meno. Proprio come accaduto con lavvi- abbiamo detto che questo non so comune del 2009 che ha si- possibile. Spero di poterla firgnificato 65 miliardi di euro di mare nei prossimi giorni. La rate di mutuo sospese. La mo- moratoria durer un anno e riratoria ha lobiettivo primario spetto alla precedente riguardi allentare le tensioni sulla li- der le linee di credito e non le quidit e consentire alle impre- imprese, cos le Pmi che se di evitare situazioni di insol- avranno gi utilizzato quella venza, ribadisce Boccia spie- del 2009, potranno riutilizzare gando di poter portare a casa lo strumento di sospensione quanto prima, il nuovo avvi- dei debiti per le linee di credito so comune forse gi la prossi- non ancora utilizzate. Unintema settimana. sa che sembrava praticamente Il timing vieraggiunta sino alne confermato BANCHE-AZIENDE la frenata delpoco dopo dal Giallo sullintesa lAbi. Non stapresidente di ta ancora fissata Gli istituti: nessuna nessuna data Confindustria, data per la firma per la firma, n Emma Marcegaglia: Siamo in sono confermate grado di firmare un nuovo ac- le condizioni di un eventuale accordo con lAbi che possa ria- cordo, dicono fonti vicine alprire la moratoria. Dal conve- lAssociazione. La prudenza gno di Federmeccanica a Firen- di circostanza ma in ballo ci poze il numero uno di Viale del- trebbero essere divergenze solAstronomia spiega che lac- stanziali e, per alcuni versi, ancordo sar fatto allo stesso tas- che riconducibili ai nuovi requiso precedente. Le banche ci siti di capitale e liquidit in dichiedevano di alzarli, ma noi scussione per le banche.

In media servono 89 giorni per saldare i conti, 23 giorni oltre la scadenza


EMERGENZA CREDITO

Ieri incontro da Passera con i vertici dellAbi e dei piccoli Confindustria


venga un pagamento tra le imprese italiane. In aumento anche i ritardi rispetto ai tempi concordati saliti a una media di oltre 23 giorni. Le imprese hanno in sostanza allungato i tempi di liquidazione delle fatture e i ritardi rispetto alle scadenze pattuite, nessuno escluso: il fenomeno riguarda tutto il paese e tutta leconomia con picchi sostanziali per le aziende del terziario e delle costruzioni. Un situazione di grave disagio generata anche dalla stretta dei finanziamenti de-

Gli azionisti di Olympus non dovrebbero lamentarsi

li azionisti esteri sono convinti che le banche, dopo lo scandalo di Olympus, stiano cercando di assumere il controllo dellazienda per dirottarne la strategia. Pu darsi che sia corretto, ma non detto che la critica sia giustificata. Anche le banche sono azionisti, e la loro forte esposizione le mette in una posizione di conflitto. Il timore che vogliano nominare un manager vecchio stampo alla guida della societ e assegnare un posto nel Cda a un esponente del settore bancario da affiancargli come secondo pilota. Spinte da una naturale preoccupazione per il cashflow e la solvibilit, le banche potrebbero imporre a Olympus un aumento di capitale diluitivo, o la svendita di alcune attivit a prezzi doccasione. Gli altri azionisti preferirebbero invece provare a resistere e a superare il periodo di difficolt. Idealmente, per ridare un po' di lustro al marchio, il Cda di Olympus dovrebbe dimettersi in massa alla prossima assemblea degli azionisti fissata per il 20 aprile e nominare un management credibile proveniente dall'esterno dell'azienda. Secondo i media giapponesi, le banche avrebbero identificato il direttore della divisione medicale come possibile presidente, una mossa da cui trasparirebbe la speranza di vendere la divisione in perdita delle fotocamere. Il fatto che intendano piazzare un membro del board di Sony sulla poltrona ampiamente simbolica di presidente e amministratore delegato un chiaro indizio su chi sarebbe l'acquirente preferito. Il problema che le curiose dinamiche democratiche dell'azionariato di Olympus favoriscono le banche. Bank of Tokyo-Mitsubishi Ufj e Sumitomo Mitsui Banking hanno una partecipazione dell'8%, mentre gli azionisti esteri controllano almeno il 15%. Ma solo pochi di questi investitori esteri hanno detenuto le azioni abbastanza a lungo da poter avanzare proposte alternative, anche se l'azionista principale, Southeastern Asset Management, sembra rappresentare un'eccezione. Gli azionisti possono consolarsi pensando che l'azione ha recuperato il 185% dal crollo dei primi di novembre. [WAYNE ARNOLD]
Per approfondimenti: http://www.breakingviews.com/
(Traduzioni a cura del Gruppo Logos)

CONSOB E ISVAP INSIEME ASCOLTERANNO OGGI IL NUMERO UNO DI SATOR SULLE MANOVRE IN FONSAI

Arpe, unaudizione per due


Esposto di Unipol a Vegas sul titolo in Borsa, domani Cda a Bologna
MILANO

Ci saranno anche uomini dellIsvap allaudizione gi fissata per oggi in Consob in cui verr sentito Matteo Arpe, numero uno di Sator, la societ che ha condiviso con Palladio (il cui vertice gi stato sentito dagli uomini di Giu-

seppe Vegas, come del resto i rappresentanti di FonSai e Unipol) un patto di consultazione sull8% di FonSai. Le due authority uniscono le loro forze per fare chiarezza sui contorni della battaglia che va consumandosi sulle rovine del gruppo Ligresti. Se la Consob si concentrer maggiormente sugli aspetti relativi ai movimenti di Borsa e alle questioni di trasparenza, gli uomini dellIsvap (che devono autorizzare eventuali salite oltre il 10% del capitale) porranno laccento sulla natura del patto e sulle finalit delloperazione che sta insidiando la fusione a quattro tra

FonSai, Unipol assicurazioni, Milano assicurazioni e Premafin, con la regia di Mediobanca e Unicredit. Consob, invece, indagher anche sulla scorta dellesposto presentatole da Unipol, in cui si chiede di fare chiarezza sugli scambi vorticosi dei giorni scorsi di cui il titolo stato oggetto. Questo per verificare lassenza di patti occulti o altre eventuali asimmetrie informative rispetto al mercato. Mentre loperazione Sator-Palladio resta per buona parte indecifrabile, in Borsa cala la tensione. Anche ieri il titolo Fonsai ha chiuso le contrattazioni an-

cora in ribasso del 6,4%. Anche la Milano assicurazioni, oggetto secondo taluni fonti di possibili appetiti allinterno di uno spezzatino del gruppo, ha preso fiato dopo la corsa di due giorni fa, terminando le contrattazioni a -1,89%. Infine, i cda. Oggi si riuniranno quello di Mediobanca (per i conti del primo semestre), e di Milano assicurazioni per il preconsuntivo 2011. Per domani stato convocato il consiglio di amministrazione di Unipol: verr fatto il punto della situazione. In contemporanea si terr la riunione del consiglio di FonSai. [F. SP.]

ORI DITALIA
In questi tempi di incertezza economica, loro si conferma il pi classico e rassicurante bene rifugio. Bolaf offre Ori dItalia, due autentici marenghi doro corredati da certicato di garanzia e racchiusi in eleganti cofanetti singoli, in comode rate da soli 50 al mese, o in unica soluzione a 1.000.

A SOLI

50
AL MESE

Per informazioni: 011.55.76.346 011.56.20.456 info@bolaf.it www.bolaf.it

Se il presente incerto, il futuro doro.

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Borsa 33

LEGENDA. AZIONI: il prezzo ufficiale rappresenta il prezzo medio dellintera quantit di titoli trattata nella seduta. Il prezzo di riferimento costituito dal prezzo medio dellultimo 10% di titoli trattati. La capitalizzazione espressa in milioni di Euro. EURO 50: selezione dei 50 titoli pi significativi quotati in Europa. Prezzo con variazione percentuale sul

precedente. OPZIONI: call il prezzo di chi acquista; put quello di chi vende. Sono indicati: il mese di scadenza dellopzione; la base del prezzo del titolo; il prezzo, cio il premio da pagare; il volume dei pezzi negoziati; linteresse aperto, riferimento per i future. EURIBOR: il tasso interbancario comune delle piazze finanziarie dellarea euro: lettera il prezzo di chi vende; denaro quello di chi acquista.

Fondi su LaStampa.it
I fondi di investimento sono on line su LaStampa.it. Per consultarli lindirizzo www.lastampa.it/fondi

Mercati
CAMBI VALUTE
MIN. MAS. MERCATI QUOT. X EURO %

il punto
LUCA FORNOVO
IL MIGLIORE

OBBLIGAZIONI 21-02-2012
TITOLI PREZZO B IMI dc15 Tv Eur 91,90 B Intesa 04/14 97,14 B Intesa/14 STEuro 98,42 B Pop lg17 Mc Eur 102,15 BAR giu16 OC Eur 92,69 Barclays dic15 eur 4.4% 104,16 Barclays ST13 It Inf 99,91 Bei /19 Eu. St. B. 103,24 Bei 96/16 Zc 89,06 Bei/15 eu var 100,04 Bei/20 EIBFB 92,51 Bei/25 EIBF 99,45 Bim Imi Mg12 Inf_Link 99,91 Comit 98/28 Zc 40,31 Cr.Suisse ago15 MC eur 106,50 Crediop 98/18 Tf Capped 79,50 Dexia Cr giu 12 F. to C 97,45 Dexia Cr mar 12 Fix to C 99,77 Dexia Cr mar 12 Fix to H 99,04 Dexia Cr/15 ST Gen05 80,37 Dexia Cred. Ap 12 Sc.R 98,82 Dexia Cred. Gn16 Eur 3.6 82,24 Dexia Cred. Mz 12 Sc.R 99,70 Dexia Mz16 4.85 88,44 Efibanca 98/13 Fix Rev 1 101,65 EM Mediob DC15 TV Eur 95,48 Enel 07/15 Eu 5.25% 105,05 Enel 07/15 Ind 95,16 Enel 10/16 TV Eur 92,42 Enel Feb16 Eur 3.5 98,73 Enel feb18 TF 4.439% Eur 101,17 Enel feb18 TF 4.875% Eur 101,09 Enel TF 05/12 100,04 Enel TV 05/12 99,96 Eni giu 15 4% Eur 104,23 Eni giu 15 Eurib 6m+0.89 97,73 Eni ott 17 4.875 103,87 Eni ott 17 Tv Eur 101,85 TITOLI Goldman feb15 TV eur Goldman S-13 Rel BP IMI st14 Bposta MC Eur Med Lom /18 Rf C 75 Medio dic17 Zc Eur Medio giu21 TV 4to Atto Medio mag20 Eur 4.5 Medio nov 14 Eur 2.65 Medio Nv 20 Eur 5 Medio Nv14 Eur 3 Medio Nv14 TV Eur Medio set 13 Eur 4 Medio/12 Inf. Linked Medio/12 Inf.Link Medio/13 Rend Pr Medio/15 MC Eur Medio/15 Plus BP II Mediob 14 BP1 Rel3 Mediocr C/13 Tf Mediocr C/28 Zc Merrill 12 BP5 Rel 3 Morgan GN13 CMS10 Morgan STE AP 13 Morgan STE MZ 13 MPS ot17 Mc Eur Rbs 01-20 tv Eurib. Rbs 04-19 5.5% Rbs 07-14 MC Rbs 09-14 4% Rbs 09-14 tv Rbs 10-19 6% Rbs 12-19 4.6% RBS feb 16 Eur 4 RBS GN20 Eur 5 Soc Gen AG15 TV Eur UBI ago12 TF Welcome Edi UBI feb17 Lower TierII T UBI nov15 LowT2 Amor PREZZO 93,57 95,22 99,99 97,23 76,15 91,37 96,51 96,39 97,12 97,58 94,14 100,92 100,27 100,47 99,23 106,42 106,87 98,13 98,09 38,82 93,47 96,53 101,84 102,00 100,26 101,45 99,10 98,55 99,17 95,49 78,38 93,24 96,08 95,00 93,25 99,47 88,26 92,32 TITOLI UBI set 13 Tasso M. UBI St12 Eur 2.15 UniCr 29/07/12 S11/05 UniCr/15 LT PREZZO 96,54 99,20 100,11 95,49 99,98 99,95 99,90 99,84 99,81 99,77 99,67 99,67 99,56 99,56 99,50 99,37 99,32 99,22 99,07 98,89 98,74 98,53 98,45 98,30 98,08 100,02 99,12 100,26 98,32 99,19 96,99 96,85 93,79 93,64 91,60 89,36 88,95 88,65

FUTURES SU FTSE MIB


SCADENZA APERT. CHIUS.

Mar12

16765

16714

16545

16805

TITOLI DI STATO
BoT 11-29/02/12 S 11-15/03/12 A 11-30/03/12 S 11-16/04/12 A 11-30/04/12 S 11-15/05/12 A 11-31/05/12 S 12-31/05/12 S 11-15/06/12 A 12-21/06/12 S 12-29/06/12 S 11-16/07/12 A 12-31/07/12 A 11-15/08/12 A 11-14/09/12 A 11-15/10/12 A 11-15/11/12 A 11-14/12/12 A 12-27/12/12 A 12-14/01/13 A 12-14/02/13 A CcT 05-01/03/12 S 1.20% 10-31/08/12 A 05-01/11/12 S 1.92% 11-31/12/12 A 06-01/07/13 S 1.78% 07-01/03/14 S 1.22% 07-01/12/14 S 3.40% 08-01/09/15 S 1.22% 10-15/12/15 S 1.26% 09-01/07/16 S 1.78% 10-01/03/17 S 1.22% 10-15/10/17 S 1.31% 11-15/04/18 S 1.41%

MONETE AUREE
VALUTA Sterlina (v.c) Sterlina (n.c) Sterlina (post.74) Marengo Italiano Marengo Svizzero Marengo Francese Marengo Belga Marengo Austriaco 20 Marchi 10 Dollari liberty 10 Dollari Indiano 20Dollari liberty 20Dollari St.Gaude EURO 310,270 - 339,310 313,480 - 342,150 313,480 - 342,150 231,890 - 251,930 230,290 - 250,530 230,290 - 250,510 230,330 - 250,510 230,290 - 250,510 284,040 - 314,840 614,580 - 694,630 624,910 - 731,820 1249,830 - 1372,740 1265,350 - 1417,670

Richard Ginori 1735

+21,48%
0,233

IL PEGGIORE

Gemina Rsp

-8,58%
0,7405

Mer

Gio

Ven

Lun

Mar

Mer

Gio

Ven

Lun

Mar

VOLANO FINMECCANICA E MPS GI INTESA E UNICREDIT

Dollaro Usa 1,3222 1 0,7563 0,33 Yen giapponese 105,3800 100 0,9489 0,09 Sterlina inglese 0,8364 1 1,1956 0,00 Franco Svizzero 1,2073 1 0,8283 0,02 Corona ceca 24,912 100 4,014 -0.02 Corona danese 7,436 10 1,345 -0.03 Corona islandese 100 Corona norvegese 7,520 10 1,330 -0.43 Corona svedese 8,811 10 1,135 0,00 Dollaro australiano 1,238 1 0,807 -0.66 Dollaro canadese 1,317 1 0,759 -0.10 Dollaro Hong Kong 10,255 1 0,098 0,32 Dollaro neozelandese 1,584 1 0,631 -0.39 Dollaro Singapore 1,661 1 0,602 -0.05 Fiorino ungherese 288,030 100 0,347 -0.22 Lat lettone 0,698 1 1,433 0,07 Leu rumeno 4 10000 2295,421 -0.09 Lev bulgaro 1,956 1 0,511 0,00

iazza Affari guarda in modo cauto alla decisione dellEurogruppo di nuovi aiuti alla Grecia. Lindice Ftse Mib segna un -0,08% a 16.710 punti, mentre lFtse All Share il -0,02% a 17.711 punti. Balzo di Finmeccanica (+11,7%) sulle voci di un coinvolgimento delle Ferrovie dello Stato e della Cassa Depositi e Prestiti in Ansaldo Breda. Tra i bancari forti acquisti Mps (+8,8%) con lex ad di Unicredit, Alessandro Profumo tra i possibili candidati alla presidenza. Nel credito bene anche Bpm (+4,62%), in flessione Intesa Sanpaolo (-2,36%) e Unicredit (-1,31%). Proseguono le vendite su Fonsai (-6,4%), gi anche la Milano assicurazioni (-1,89%) dopo lo strappo della vigilia. In lieve rialzo, invece, Premafin (+0,72%). Tra gli acquisti Lottomatica (+4,2%), Enel (+1,6%). Deboli Fiat (-0,75%), Telecom (-0,6%), Generali (-0,34%). Fuori dal paniere principale gi Ti Media (-2,6%) dopo i conti.

RENDIMENTI ESTERI
TITOLI PUBBLICI REND. TITOLI PUBBLICI REND.

ORO CHIUSURE
(Prezzi vendita in $ per oncia). Unoncia Troy=gr. 31,1035. MERCATI 21-02-2012 20-02-2012 EURO

USA 10 anni CAN 10 anni UK 10 anni GER 10 anni FRA 10 anni

1,980% 2,060% 2,140% 1,940% 2,940%

ESP 10 anni HOL 10 anni SVE 10 anni GIA 10 anni

5,320% 2,260% 1,870% 0,980%

Londra Milano (Euro/gr.) Argento (Euro/Kg.)

1748,00 42,9072 858,1799

1733,00 1322,0390 42,4909 856,4001 -

QUOTAZIONI BOT
SCADENZA GIORNI PREZZO TASSO %

BORSE ESTERE
MERCATI QUOTAZ. VAR.%

INDICE BORSA
VALORI DI MILANO 21-02-2012 VAR %

EURIBOR
PER. TA.360 TA.365 PER. TA.360 TA.365

FTSE MIB FTSE Italia All Share FTSE Italia Mid Cap FTSE Italia MIB Storico FTSE Italia Stars FTSE Italia Small Cap D.J.Eurostoxx 50

16710,86 17711,54 20321,81 13756,17 10673,94 16479,02 2541,60

-0.08 -0.02 +0.60 -0.09 +0.22 +0.54 -0.34

1 sett 1 mese 2 mesi 3 mesi 4 mesi 5 mesi 6 mesi

0,3640 0,6000 0,8080 1,0260 1,1230 1,2170 1,3210

0,3690 0,6083 0,8192 1,0402 1,1386 1,2339 1,3393

7 mesi 8 mesi 9 mesi 10 mesi 11 mesi 12 mesi

1,3860 1,4460 1,5010 1,5470 1,5960 1,6520

1,4052 1,4660 1,5218 1,5684 1,6181 1,6749

15/03/12 16/04/12 15/05/12 15/06/12 16/07/12 15/08/12 14/09/12 15/10/12 15/11/12 14/12/12 14/01/13 27/12/12 14/02/13

21 53 82 113 144 174 204 235 266 295 326 308 357

99,949 99,842 99,767 99,563 99,370 99,222 99,068 98,885 98,740 98,527 98,296 98,451 98,077

0,000 0,840 0,770 1,150 1,150 1,270 1,170 1,310 1,010 1,120 1,590 1,580 1,720

Amsterdam (Aex) Bruxelles (Bel 20) Francoforte (Dax Xetra) Hong Kong (Hang Seng) Londra (Ftse 100) Madrid (Ibex 35) Parigi (Cac 40) Sydney (AllOrd) Tokio (Nikkei) Zurigo (Smi) New York (Dow Jones) Nasdaq

330.51 2287.08 6908.18 21478.72 5928.20 8767.10 3465.24 4368.24 9463.02 6237.82 12966.30 2948.57

-0.62 -0.75 -0.58 +0.25 -0.29 -0.58 -0.21 +0.82 -0.23 -0.08 +0.13 -0.11

Il Mercato Azionario corrente21-02-2012 del o a quello precedente. I dividendi indicati si riferiscono allanno solare
AZIONI Prezzo Differ. % Riferim. Riferim. Ufficiale Euro Divid. Minimi Anno Massimi Anno Quantit trattate Capitalizz. AZIONI Prezzo Differ. % Riferim. Riferim. Ufficiale Euro Divid. Minimi Anno Massimi Anno Quantit trattate Capitalizz. AZIONI Prezzo Differ. % Riferim. Riferim. Ufficiale Euro Divid. Minimi Anno Massimi Anno Quantit trattate Capitalizz. AZIONI Prezzo Differ. % Riferim. Riferim.

Dati forniti da IL SOLE 24 ORE - RADIOCOR.


Ufficiale Euro Divid. Minimi Anno Massimi Anno Quantit trattate Capitalizz.

A A.S. Roma
A2A Acea Acegas-Aps Acque Potabili Acsm-Agam AdF-Aeroporti Firenze Alerion Amplifon Antichi Pell Apulia Pront Arena Arkimedica Atlantia Autogrill Autostrada To-Mi Autostrade Mer. Azimut

0,511 0,775 5,130 3,500 0,777 0,706 9,100 4,270 3,528 0,214 0,302 0,005 0,100 12,820 7,865 7,360 17,250 7,065 3,000 9,360 1,490 2,040 1,183 1,409 1,985 2,950 0,521 2,000 0,340 3,250 2,832 6,500 7,030 0,326 0,539 4,746 0,425 0,989 0,380 21,200 21,200 0,922 1,360 1,085 0,116 0,304 8,640 4,150

+0.20 0,509 nr 0,492 +0.13 0,771 0,036 0,696 -0.39 5,127 0,280 4,319 +0.63 3,484 0,180 3,273 +0.39 0,774 nr 0,644 0.00 0,709 0,060 0,605 -4.01 9,130 0,080 8,514 +2.40 4,233 0,011 3,828 -0.06 3,524 0,033 3,090 -2.06 0,218 nr 0,149 -2.61 0,303 nr 0,295 +1.96 0,005 nr 0,005 -2.73 0,101 nr 0,079 +0.23 12,814 0,355 11,395 -1.44 7,881 0,240 7,519 -0.34 7,367 0,240 6,849 -3.52 17,549 0,800 15,286 -0.91 7,048 0,250 5,624 +0.60 2,987 0,160 2,702 +0.65 9,305 nr 6,600 -0.60 1,500 nr 0,855 +0.59 2,014 nr 1,916 +4.23 1,146 nr 0,865 -1.19 1,416 0,070 1,416 0.00 1,985 0,090 1,883 -1.67 2,944 nr 2,631 +4.62 0,513 nr 0,262 -0.79 2,015 0,030 1,668 +0.03 0,339 0,005 0,239 +1.94 3,204 0,105 2,762 -0.35 2,902 0,126 2,313 0.00 nr -0.61 6,551 0,119 5,497 +0.43 7,077 0,150 5,697 +3.85 0,327 nr 0,272 +3.85 0,533 0,020 0,429 +1.67 4,696 0,250 2,892 +0.05 0,423 0,022 0,313 -0.10 0,970 nr 0,870 -5.00 0,383 nr 0,380 0.00 21,069 nr 20,000 -1.44 21,283 0,120 19,017 -0.05 0,900 nr 0,805 0.00 1,358 nr 1,318 -3.81 1,130 nr 0,135 +4.97 0,116 nr 0,077 -1.01 0,298 nr 0,204 -0.80 8,640 nr 6,929 -0.05 4,154 0,030 3,420

0,551 0,793 5,236 3,704 0,789 0,714 10,000 4,262 3,623 0,221 0,303 0,006 0,108 12,814 8,494 7,700 18,484 7,136

55872 4296441 165964 4249 40784 44142 1155 28417 507871 565780 661178 79247637 1212071 1557832 1041325 55143 705 297743

69 2415 1092 192 28 54 82 186 782 10 72 9 9 8077 2005 648 77 1010 33 1039 2645 123 20 2531 5 460 1657 60 230 375 38 0 59462 47 23 107 858 811 9 14 91 120 40 1 0 92 3 1429 169 20 198 133 242 0 3138 4 104 854 13 256 17 15 24 72 1011 27 393 3 32 407 1204 1301 682 6 29 827 424 1296 92

Enervit Eni Erg Ergy Capital ErgyCapital w 16 Exor Exor priv Exor risp

1,870 -0.64 1,870 0,035 1,821 17,430 -0.17 17,395 0,500 16,157 8,240 +1.42 8,240 0,400 8,127 0,286 -1.68 0,286 nr 0,188 0,102 -7.13 0,103 nr 0,062 19,170 -0.52 19,120 0,310 15,538 16,700 +0.78 16,593 0,362 14,341 15,840 +1.02 15,642 0,388 13,224 14,330 +1.13 14,317 nr 4,742 -0.75 4,728 0,090 5,690 -0.87 5,680 nr 5,960 -1.16 5,956 nr 8,140 -1.39 8,159 nr 4,172 -1.14 4,182 0,310 4,488 0.00 4,458 0,310 0.00 nr 4,372 +11.76 4,206 0,410 0,315 0.00 0,318 nr 1,615 -6.43 1,637 nr 0,600 -0.99 0,596 nr 1,851 -0.91 1,845 nr 0,047 0,130 5,560 0,635 0,741 11,900 2,752 5,820 1,106 4,360 9,939 3,637 4,652 4,830 6,733 3,146 3,332 2,772 0,271 0,566 0,349 1,845

1,979 17,471 8,821 0,289 0,110 19,265 16,709 15,642 14,317 4,796 5,736 5,987 8,216 4,249 4,507 4,206 0,324 1,749 0,615 2,200 0,067 0,137 6,445 0,663 0,840 12,570 2,775 5,855 1,132 4,297 1,150

42 33 7953045 69673 162189 1239 109646 27 43000 0 294675 3064 8086 1274 3076 143 563953 25364667 207195 56106 4559889 273904 167685 36141017 33800 7743661 2573683 6800 2411 5166 587 476 8912 432 356 0 2432 79 601 76 21

Montefibre Montefibre rnc Moviemax

0,127 -0.08 0,202 +2.02 0,479 +1.25 5,185 1,080 -1.33 0.00

0,129 0,202 0,477 5,047 1,080 0,323

nr nr nr nr nr nr nr nr 0,070 nr nr nr 0,100 0,165 0,229 0,017 nr nr 0,180 0,210 nr nr nr 0,030 0,166

0,095 0,155 0,470 4,919 1,080 0,273 1,333 0,331 1,787 0,695 0,033 3,018 1,232 6,588 4,283 0,270 0,859 4,989 6,095 0,717 0,071 0,196 0,468 9,837 0,185 1,603 0,556 0,680 0,444 0,300 0,069 0,005 0,078 0,750

0,135 0,207 0,577 5,325 1,090 0,332 1,750 0,748 2,125 1,392 0,085 3,469 1,740 8,123 5,259 0,331 0,973 6,595 6,761 0,842 0,123 0,344 0,572 13,350 0,234 1,862 0,653 0,768 0,555 0,382 0,100 0,019 0,167 0,931 0,388 5,862 38,397 30,000 1,233 9,350 7,064 0,470 0,044 1,250 6,110 1,425 1,972 3,632 4,386 0,033 1,499 5,703 1,506 0,587 0,870 0,192 0,232 0,731 15,836 2,824 0,043 0,002 76,674 6,531 4,016 0,504 4,570 17,276 0,313 0,020 0,197 0,019 4,040 1,285 3,644

434355 1862 45015 1103 0 692321 2167269 189883 828027 51292 79070 62739 58579 2863945 19012 30120 149592 2970154 542073 100796 21853701 1075465 3500 3839990 1064136 26411 15100 109123 21630 297144 162602 1400831 488804 7938

17 5 10 22 15 11 3031 0 742 20 0 97 79 3843 64 44 137 2194 1992 24 100 114 94 2839 10 51 21 512 15 60 0 0 126 10

Warr Kre 09/12

0,014 -12.50 0,119 0,010 0,242 -0.92 -1.89 -1.11

0,015 0,118 0,010 0,239

nr nr nr nr

0,002 0,094 0,009 0,223

0,020 0,129 0,012 0,271

189640 2451265 1864788 25128

0 21 0 1

Z Zucchi
Zucchi 11/14 w Zucchi rnc

N Noemalife
Novare

STAR
Acotel Group Aedes Aeffe Aicon Ansaldo Sts Ascopiave Astaldi Banca Ifis BB Biotech Bca Finnat Bca Pop.Etruria Lazio Bialetti Industrie Biancamano Biesse Bolzoni Brembo Buongiorno Cad It Cairo Communication Cembre Cementir Hold Centrale Latte Torino Cobra D'Amico Dada Damiani Datalogic Dea Capital Diasorin Digital Bros DMail Group EEMS I Towers El.En. Elica Emak Engineering Esprinet Eurotech Exprivia Falck Renewables Fidia Fiera Milano Gefran IGD Ima Interpump Interpump 09/12 w Irce Isagro IT WAY La Doria Landi Renzo MARR Mirato Mondo Tv Mutuionline Nice Panariagroup Poligrafica S.Faustino Prima Ind 09/13 w Prima Industrie Reno de Medici RDB Recordati Reply Sabaf S.p.a. Saes Saes rnc Servizi Italia Seteco International Sogefi Stefanel Stefanel risp TerniEnergia Tesmec TXT e-solution Vittoria Assicurazioni Warr Aedes 14 Yoox Zignago Vetro 37,200 0,122 0,700 0,122 7,500 1,457 6,015 4,686 58,000 0,281 1,382 0,284 1,373 3,980 1,828 8,755 1,242 3,120 3,170 6,505 1,770 1,970 0,695 0,590 2,372 0,875 5,750 1,421 23,250 1,540 2,140 0,754 18,990 11,980 0,970 0,609 22,580 4,240 1,343 0,779 0,807 3,250 4,100 3,542 0,841 12,940 6,110 0,640 1,890 2,544 1,280 1,685 1,726 8,045 2,530 3,540 2,800 1,125 4,788 1,994 8,400 0,150 0,370 5,925 16,920 13,290 7,350 4,150 3,802 0,299 2,168 0,340 167,500 2,514 0,411 9,020 3,892 0,021 10,470 4,958 +1.42 -3.94 +1.82 0.00 +0.74 -0.88 +2.65 -0.30 -1.36 -2.77 -0.93 -1.32 -1.36 +0.56 +2.12 -0.62 +6.15 0.00 +0.06 +0.54 +0.17 +3.09 -0.71 +0.51 +2.86 +2.22 +0.09 +1.28 0.00 +1.52 -2.10 +1.76 -1.30 +2.92 +0.21 -1.62 -0.83 -1.17 -0.52 +3.18 -1.53 -4.41 +6.05 -2.96 -0.83 -1.60 +0.99 +4.92 +2.16 -0.24 +3.31 -0.88 +2.98 +0.37 0.00 +1.52 +2.91 0.00 +0.45 +1.61 0.00 -0.18 +0.87 +1.37 +0.42 +0.24 +2.07 +3.23 +1.12 +2.76 0.00 -1.72 +4.23 0.00 +0.56 -0.72 -3.32 -1.22 -5.94 +0.58 +1.47 37,827 0,126 0,695 0,122 7,450 1,453 5,988 4,656 58,455 0,283 1,372 0,287 1,379 3,970 1,817 8,757 1,211 3,125 3,172 6,483 1,762 1,952 0,684 0,591 2,383 0,862 5,709 1,410 23,073 1,537 2,157 0,750 18,851 11,890 0,964 0,613 22,434 4,249 1,339 0,771 0,806 3,313 4,191 3,579 0,843 13,082 6,090 0,624 1,867 2,532 1,261 1,659 1,696 7,977 2,525 3,538 2,788 1,115 4,721 1,655 8,433 0,150 0,376 5,887 16,931 13,094 7,231 4,188 3,788 0,299 2,173 0,342 167,500 2,547 0,413 9,056 3,881 0,021 10,465 4,941 nr nr nr nr 0,280 0,100 0,150 0,060 nr 0,010 nr nr 0,040 nr nr 0,300 nr nr 0,150 0,260 0,060 nr nr nr nr nr 0,150 nr 0,400 nr nr nr nr 0,200 0,025 nr 0,646 0,175 nr 0,040 0,012 nr nr 0,150 0,075 0,900 0,110 nr 0,060 0,300 nr 0,090 0,055 0,500 nr nr 0,370 0,074 nr nr nr nr nr nr 0,200 0,450 0,800 0,200 0,200 0,250 nr 0,130 nr nr 0,190 0,028 nr 0,170 nr nr 0,300 17,132 0,055 0,569 0,122 7,176 1,361 4,930 3,718 50,310 0,270 0,965 0,244 1,271 2,771 1,771 6,729 0,986 2,959 2,786 5,400 1,485 1,639 0,300 0,438 2,081 0,788 5,385 1,299 18,742 1,275 1,283 0,560 15,519 10,009 0,700 0,488 22,155 2,682 1,187 0,638 0,731 2,584 3,427 2,783 0,667 13,082 5,258 0,411 1,800 2,227 1,027 1,600 1,234 6,410 39,597 0,126 0,715 0,122 7,633 1,468 5,988 4,660 60,487 0,309 1,407 0,310 1,424 3,970 1,919 8,816 1,211 3,415 3,231 6,512 1,895 1,997 0,692 0,591 2,475 0,940 5,818 1,480 24,606 1,542 2,988 0,768 19,380 11,940 1,009 0,642 23,194 4,375 1,461 0,771 0,865 3,313 4,191 3,773 0,902 14,244 6,090 0,624 2,000 2,624 1,275 1,700 1,741 8,381 24380 11352382 373765 0 533157 26010 413059 5133 5071 216382 114319 42812 73400 189176 8180 120040 918081 0 75859 9395 51972 3765 533126 33181 18245 30116 20065 20873 251129 8322 15386 223168 34335 3299 86341 37589 6246 47632 115817 255287 767200 67198 95412 11995 303330 123623 214947 69200 14906 12420 17176 2504 152504 116257 11732 151732 2420 6464 1870 0 15336 138429 191560 446389 4443 7416 13528 30505 33601 0 263680 1061045 0 69077 28012 25287 5945 2678258 263054 22750 158 92 75 13 1043 341 589 251 959 103 103 22 47 109 47 585 129 28 248 110 280 20 66 89 39 71 334 432 1287 22 16 33 533 57 61 100 280 223 48 40 235 17 177 52 261 482 595 0 53 44 10 51 191 531 0 11 140 323 51 6 0 73 57 17 1231 156 151 106 31 61 8 254 29 0 71 44 25 261 0 577 395

O Olidata P Parmalat
Parmalat w15 Piaggio Pierrel Pierrel 08/12 w Pininfarina Piquadro Pirelli & C. Pirelli & C. rnc Poligrafici Editoriale Poltrona Frau Pop Emilia 01/07 Pop.Emilia Romagna Pop.Sondrio Pramac Prelios Premafin Finanziaria Premuda Prysmian

0,327 +4.47 1,732 0,716 2,014 1,240 0,070 3,210 1,567 8,120 5,265 0,329 0,974 6,700 6,580 0,781 0,121 0,280 0,509 13,350 0,233 1,920 0,650 0,698 0,495 0,375 0,086 0,025 0,152 0,861 0,389 5,520 38,350 30,000 1,216 8,560 6,645 0,340 0,044 1,250 6,025 1,410 1,595 3,626 4,200 0,034 1,413 5,655

F Ferragamo
Fiat Fiat Ind. priv Fiat Ind. risp Fiat Industr. Fiat prv Fiat rnc Finarte C.Aste Finmeccanica FNM Fondiaria-Sai Fondiaria-Sai rnc Fullsix

B B&C Speakers
Banca Generali Banco Popolare Basicnet Bastogi Bca Carige Bca Carige r Bca Intermobiliare Bca Pop.Milano Bca Pop.Spoleto Bca Profilo Bco Desio-Brianza Bco Desio-Brianza rnc Bco Popolare w10 Bco Santander Bco Sardegna rnc Bee Team Beghelli Benetton Group Beni Stabili Best Union Co. Bioera Boero Bartolomeo Bonifiche Ferraresi Borgosesia Borgosesia rnc BPM 09-13 w Brioschi Buone Societ Buzzi Unicem Buzzi Unicem rnc

3,114 4173 9,420 81938 1,500 19983513 2,137 20830 1,146 20776 1,559 1310160 1,985 0 2,984 3150 0,513 112548354 2,108 3472 0,341 559050 3,204 27245 2,903 2626 6,603 7,615 0,327 0,533 4,696 0,439 1,180 0,435 21,069 21,996 0,936 1,358 1,303 0,116 0,317 8,754 4,161 1,663 1,648 1,072 0,309 5,475 0,087 2,259 16,601 1,187 1,212 0,215 0,095 0,260 0,434 1,303 0,280 0,591 0,053 0,705 1,094 19,888 3,987 2,526 0,041 0,900 20,240 10,499 8,672 0,975 0,844 0,825 3,297 1,659 4272 3250 575146 246016 422285 4227803 3600 142433 0 705 2202 0 55756 2012794 189479 598735 40036 1247 25614 20680 2058797 1161666 244133 154688 9885 6597 10889494 53174 523699 11550 82887 889517 40357 406423 0 23356 65135 150 195061 741569 298295 49580 146173 260385 344688 1138179

G Gabetti 09/13 w
Gabetti Pro.Sol. Gas Plus Gemina Gemina rnc Generali Geox Greenvision Gruppo Ed. L'Espresso Gruppo Minerali M.

-20.51 0,053 nr 0,012 -1.52 0,137 nr 0,042 -0.71 5,565 nr 4,465 +3.42 0,632 nr 0,544 -8.58 0,741 nr 0,741 -0.34 11,860 0,450 11,666 -0.07 2,755 0,180 2,055 +1.39 5,733 nr 5,556 -0.27 1,104 0,074 0,968 +4.31 4,297 nr 4,041 1,142 nr 1,002

2262085 0 25683020 35 16757 250 1306972 928 17061 3 5193876 18464 461856 714 3762 34 560996 453 5859 26 870211 1273

-0.23 1,726 -3.31 0,722 +0.40 1,996 +3.51 1,233 +20.00 0,059 -0.43 3,213 -1.45 1,584 -0.31 8,078 -1.77 5,239 +1.05 0,331 -0.10 0,973 0.00 +5.68 6,595 +4.61 6,465 -1.08 0,784 +3.42 0,119 +0.72 0,277 -1.07 0,499 -0.15 13,242 +21.48 +5.49 0.00 +0.58 -4.26 +1.71 +7.50 +66.67 -0.85 -4.18

R R. Ginori 1735
Ratti RCF RCS MediaGroup RCS MediaGroup risp Retelit Retelit w 08-11 Rich Ginori 11 w Risanamento Rosss

H Hera I I Grandi Viaggi


Il Sole 24 Ore Immsi Impregilo Impregilo rnc Indesit Indesit rnc Industria e Inn Intek Intek r Intesa Sanpaolo Intesa Sanpaolo rnc Invest e Svil w09 Invest e Sviluppo Iren Italcementi Italcementi rnc Italmobiliare Italmobiliare rnc Italy 1 Invest w Italy 1 Invest.

1,140 +0.26 0,675 0,732 0,604 2,534 7,850 4,386 3,850 1,650 0,400 0,650 1,528 1,298 0,003 0,475 0,797 5,735 2,334 18,490 12,370 0,550 9,630 0,225

C Caleffi
Caltagirone Caltagirone Editore Cam-Fin Camfin 09-11 w Campari Cape Live Carraro Cattolica As CDC Cell Therap Ceramiche Ricchetti CHL CIA Ciccolella Cir Class Editori Cofide Cogeme Set Conafi Prestito' Cred. Artigiano Cred. Bergamasco Cred. Emiliano Cred. Valtellinese Crespi Csp

1,615 0.00 1,615 nr 1,448 1,659 +0.55 1,648 0,080 1,260 1,064 -0.28 1,061 0,050 0,809 0,309 +0.68 0,309 nr 0,217 0.00 nr 5,450 +0.65 5,403 0,060 5,103 0,074 0.00 0,073 nr 0,068 2,280 +2.80 2,259 nr 1,376 15,890 -0.50 15,796 0,900 14,132 1,065 -1.84 1,073 0,120 0,888 1,098 -7.73 1,132 nr 0,805 0,210 -0.90 0,212 nr 0,164 0,093 +0.76 0,092 nr 0,075 0,259 +0.08 0,259 nr 0,232 0,415 +10.37 0,401 nr 0,246 1,278 -1.24 1,274 0,025 1,181 0,257 +0.75 0,255 nr 0,216 0,544 -0.82 0,546 0,010 0,528 0,048 0.00 0,049 nr 0,047 0,693 0.00 0,694 0,080 0,570 1,059 +2.82 1,043 0,080 0,797 19,490 +1.25 19,500 0,900 18,748 3,970 +1.79 3,915 nr 2,352 2,540 +5.39 2,526 0,120 1,693 0,040 +1.01 0,040 nr 0,029 0,860 -1.15 0,862 nr 0,699 20,220 +0.05 20,240 0,330 16,433 10,470 -1.60 10,499 0,351 8,367 8,780 +5.78 8,672 0,146 6,309 0,615 +4.24 0,617 nr 0,453 0,849 +0.89 0,808 -0.43 3,056 +1.60 1,537 +3.92 0,844 nr 0,807 nr 3,029 0,280 1,517 0,027 0,813 0,778 3,018 1,480

-0.74 0,697 +1.24 0,722 -0.66 0,606 -1.78 2,545 0.00 7,926 -1.04 4,396 -0.10 3,854 +1.60 1,612 0.00 0,402 -2.40 0,650 -2.36 1,538 -2.41 1,293 -16.67 0,003 -4.04 0,489 -0.93 0,794 -0.26 5,692 -0.93 2,348 +0.16 18,401 +0.41 12,285 +5.77 0,543 -3.65 9,628 -0.66 0,225

nr 0,605 nr 0,655 0,030 0,543 nr 2,362 nr 7,136 0,030 3,842 nr 3,620 nr 1,414 0,060 0,365 0,060 0,650 0,080 1,135 0,091 0,891 nr 0,001 nr 0,306 0,085 0,661 nr 4,509 0,120 1,880 nr 14,672 nr 9,621 nr 0,432 nr 9,501 nr 0,149 0,019 1,499 0,856 0,303 0,475

0,710 3766 31 0,741 44356 31 0,652 499305 208 2,683 3325770 1024 8,000 0 13 4,723 772046 500 4,192 200 2 1,800 2022 38 0,404 176286 52 0,710 2 4 1,612 118871159 23847 1,353 8902392 1206 0,003 5788214 0 0,489 594602 6 0,833 2002773 938 5,977 291777 1008 2,396 98113 248 19,604 3201 408 12,508 4402 201 0,610 1500 0 10,008 561 144 0,309 0,036 1,770 1,203 0,350 0,580 0,527 13,704 26,005 4079830 5663311 346367 6880 602339 18141 227 102 31 23 156 25

0,223 nr 1,849 nr 0,648 0,030 0,699 nr 0,503 nr 0,373 nr 0,079 nr 0,019 nr 0,155 nr 0,862 nr

S Sadi
Safilo Group Saipem Saipem risp Saras Sat Save Screen Service BT Seat PG Seat PG r SIAS Sintesi Snai Snam Sol Sopaf Sorin STMicroelectronics

+1.30 0,385 nr 0,308 -0.45 5,519 nr 4,553 -0.49 38,335 0,630 33,234 0.00 30,000 0,660 30,000 -0.90 1,214 nr 0,984 -0.81 8,589 0,130 8,153 +1.30 6,612 0,325 6,224 +0.53 0,339 0,022 0,339 +3.53 0,044 nr 0,024 +4.17 1,250 nr 0,930 -0.25 6,027 0,160 5,248 +0.71 1,402 nr 0,941 +4.25 1,576 nr 1,560 -0.28 3,613 0,100 3,222 -1.08 4,206 0,095 3,766 0.00 0,033 nr 0,019 +0.86 1,405 nr 1,207 -0.96 5,653 0,100 4,641

72994 36 53170 314 1374649 16916 0 4 2561233 1154 826 85 7939 366 54500 47 97820334 84 400 1 288824 1371 741 1 492019 184 9255501 12903 9345 381 5293890 14 1655829 673 5640632 5147 66468 196 61345 23 45365713 11141 9480775 278 0 1 14243367 4138 2118263 18456 4892001 5637 25610678 74 13255448 0 261600 2347 265900 458 2756058 3432 0 80 70141460 24525 12574 34 19928572 625 1910142 0 15131312 245 4906348 0 435 4450 5947 41 37 150 0 0 0

J Juventus FC K K.R.Energy
Kerself Kinexia KME Group KME Group rnc

T Tamburi
Tas Telecom IT Telecom IT Media Telecom IT Media rnc Telecom IT rnc Tenaris Terna Tiscali Tiscali 09/14 w Tod's Trevi Finanziaria Ind.

0,033 -1.22 1,876 +11.07 1,076 -1.91 0,351 +2.03 0,560 +1.45

0,032 nr 1,768 nr 1,083 nr 0,350 0,011 0,562 0,072

L Lazio
Lottomatica Luxottica

0,478 +1.27 0,473 nr 0,413 13,140 +4.20 12,926 nr 11,349 25,650 -1.57 25,735 0,440 21,770 0,200 0,923 3,824 1,528 2,456 4,854 3,396 5,700 0,116 8,930 0,342 0,314 1,545 0,470 1,512 0,326 0,393 -0.05 +9.82 -1.95 +6.18 -0.65 +1.17 -1.16 -2.15 +15.54 -0.83 -1.89 -3.68 -0.32 -2.06 -1.18 +0.15 +8.84 0,202 0,914 3,867 1,530 2,449 4,822 3,395 5,824 0,109 8,860 0,354 0,321 1,549 0,477 1,520 0,329 0,383 nr 0,058 0,100 nr 0,350 0,170 0,070 nr nr nr nr nr 0,100 nr 0,170 nr 0,025 0,197 0,759 3,096 1,363 2,055 3,923 2,806 3,175 0,073 8,726 0,214 0,183 1,517 0,444 1,328 0,280 0,196

143363 32 1794550 2225 716322 12035 96 295 240 28 2893 4152 2491 32 6 34 688 33 136 100 375 49 4148

MM & C
Maire Tecnimont Marcolin Mediacontech Mediaset Mediobanca Mediolanum Meridiana Fly Meridie Mid Industry Cap Milano Ass. Milano Ass. rnc Mittel MolMed Mondadori Monrif Monte Paschi Siena

D Danieli
Danieli rnc De'Longhi Delclima

E Edison
Edison r Enel Enel Green Pw

1484281 4370 38201 89 66738727 28478 17450095 7583

0,207 28100 1,081 14287020 3,946 27880 1,538 4050 2,553 6815489 5,035 3339289 3,484 781321 5,824 32497 0,122 1870284 9,480 1340 0,354 68483416 0,321 8716447 1,741 12135 0,500 969487 1,559 177153 0,331 19895 0,383 316266476

1,438 -0.48 1,439 0,035 1,432 0,561 -0.88 0,553 nr 0,455 0,828 -0.60 0,830 0,058 0,773 0,181 -2.63 0,192 nr 0,152 0,231 0.00 0,231 nr 0,165 0,688 +0.73 0,687 0,069 0,634 15,470 -1.02 15,633 0,130 14,442 2,820 +0.86 2,805 0,080 2,662 0,040 -0.75 0,040 nr 0,032 0,002 -5.88 0,002 nr 0,001 76,950 +1.32 76,674 2,000 62,108 6,520 -0.46 6,531 0,130 5,012 3,818 -0.16 3,806 0,150 0,504 0.00 0,504 nr 4,224 -1.31 4,238 0,030 14,050 -0.35 14,109 0,045 0,287 -2.31 0,296 nr 0,015 -3.80 0,016 nr 0,186 -1.54 0,188 nr 0,014 -11.25 0,015 nr 3,916 1,223 3,400 0.00 -0.41 -2.30 3,916 0,180 1,220 0,020 3,420 0,100 nr nr nr 2,830 0,504 2,362 4,672 0,172 0,004 0,114 0,004 3,331 1,193 3,169

U UBI Banca
Uni Land Unicredit Unicredit risp Unipol Unipol 2013 w Unipol pr Unipol prv 2013 w

V Valsoia
Vianini Industria Vianini Lavori

Ww Cr Val 2010
w Cr Val 2014 War Tamburi 2013

0.00 0,150 +13.40 0,113 -1.83

0,145 0,114

0,060 0,070

0,145 0,114

337692 4200

2,296 2,773 3,239 3,538 2,335 2,866 0,921 1,183 4,000 5,042 0,840 1,998 6,688 8,512 0,129 0,155 0,286 0,431 5,585 6,129 15,921 17,468 11,035 13,432 6,448 7,460 3,845 4,320 3,098 3,847 0,299 0,299 1,798 2,295 0,275 0,342 167,500 167,500 2,316 2,547 0,355 0,422 7,921 9,212 2,978 3,941 0,006 0,021 7,341 10,465 4,414 5,020

34 Lettere e Commenti
MARIO CALABRESI

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

LA STAMPA

LETTERE AL DIRETTORE
ranno i soliti noti, cio una nicchia di nababbi. Leconomia cos si declina con insolvenza. FABIO S.
La politica ha bisogno di trasparenza ma la politica non si pu ridurre alla sola trasparenza. Veniamo da una tradizione di governanti e parlamentari opachi, nella quale i cittadini sono stati esclusi non solo dalle decisioni ma anche da informazioni fondamentali. La mancanza di trasparenza ha elevato larbitrio e il privilegio, insieme ai conflitti di interessi, a un livello fuori controllo. Ora abbiamo bisogno di recuperare una dimensione in cui la politica rende conto non solo delle sue scelte ma anche dei patrimoni dei suoi protagonisti. Ben venga allora la trasparenza. Ma se questa diventa voyeurismo, morbosit e fine a se stessa allora non faremo nessun passo avanti. La trasparenza un prerequisito, non la sostanza; una buona politica poi sar quella capace di far crescere il Paese, di assicurarle un futuro, di scegliere con saggezza, non quella in cui i ministri hanno solo un reddito che ci garba.

Quotidiano fondato nel 1867 m


DIRETTORE RESPONSABILE MARIO CALABRESI VICEDIRETTORI MASSIMO GRAMELLINI, CESARE MARTINETTI LUCA UBALDESCHI REDATTORI CAPO CENTRALI FLAVIO CORAZZA, MARCO BARDAZZI (DIGITAL EDITOR) LAURA CARASSAI DARIO CORRADINO (WEB EDITOR), ANNA MASERA (SOCIAL MEDIA EDITOR) CAPO DELLA REDAZIONE ROMANA PAOLO BARONI CAPO DELLA REDAZIONE MILANESE MICHELE BRAMBILLA RESPONSABILE EDIZIONI LIGURIA ALESSANDRO CHIARAMONTI ART DIRECTOR CYNTHIA SGARALLINO REDAZIONI GIAMPIERO PAVIOLO ITALIA, FRANCESCA SFORZA ESTERI, MARCO SODANO, GIANLUCA PAOLUCCI ECONOMIA E FINANZA, RAFFAELLA SILIPO SPETTACOLI, GUIDO BOFFO SPORT, GUIDO TIBERGA CRONACA DI TORINO m
EDITRICE LA STAMPA SPA PRESIDENTE JOHN ELKANN AMMINISTRATORI LUCA CORDERO DI MONTEZEMOLO, JAS GAWRONSKI, ANTONIO MARIA MAROCCO, LODOVICO PASSERIN DENTRVES, GIOVANNA RECCHI, LUIGI VANETTI DIRETTORE GENERALE LUIGI VANETTI RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO DEI DATI (D. LGS.196/2003): MARIO CALABRESI m
REDAZIONE AMMINISTRAZIONE
E
(RESPONSABILE EDIZIONI PIEMONTE E VALLE DAOSTA)

Alla politica serve trasparenza ma poi conta la sostanza

l sito del Governo preso dassalto. Per qualche ora il tilt. C il presidente Mario Monti che ha promesso un futuro migliore? No, si tratta dellesposizione a chiare lettere (ovvero cifre) dei redditi dichiarati dai ministri del nostro esecutivo tecnico. La curiosit di vedere chi primo, chi secondo, chi ultimo, ha divorato gli italiani. Dimostrare che il buon esempio proviene dallalto fa bene alla classe popolare. La trasparenza un incentivo a fare le cose per bene. Tuttavia rimane troppo forte la discrepanza economica tra il vertice e la base. E se i quattrini non vengono distribuiti in modo pi equo, a poterli spendere sa-

www.lastampa.it/lettere

TIPOGRAFIA: VIA MARENCO 32 STAMPA IN FACSIMILE:

10126

TORINO, TEL.

011.6568111

Italia vs. India E lEuropa dov?


I

Dio pu far rinascere la gioia vera di vivere, credere, amare.


DON MARIO FORADINI PARROCO DI S. SECONDO, TORINO

Il vero taglio ai costi della politica


I

Quegli spettacolari blitz della Finanza


I

LA STAMPA, VIA GIORDANO BRUNO 84, TORINO LITOSUD SRL, VIA CARLO PESENTI 130, ROMA ETIS 2000, 8a STRADA, CATANIA, ZONA INDUSTRIALE RCS QUOTIDIANI, VIA ROSA LUXEMBURG 2 PESSANO CON BORNAGO (MILANO) LUNIONE EDITORIALE SPA, VIA OMODEO, ELMAS (CAGLIARI)
2012 EDITRICE LA STAMPA S.P.A. REG. TRIB. DI TORINO N. 26 14/5/1948 CERTIFICATO ADS 7201 DEL 14/12/2011. LA TIRATURA DI MARTED 21 FEBBRAIO 2012 STATA DI 387.796 COPIE

Mi riferisco ai due militari italiani in stato di fermo perch accusati di aver ucciso due pescatori indiani scambiati per pirati. Come italiano mi sento di dire che facevano il loro dovere e anche bene, trattandosi di elementi assolutamente professionali e molto bene addestrati. Per questo mi torna in mente il famoso aforisma di Klemens von Metternich : LItalia solo unespressione.... Ci premesso, mi chiedo: non forse lEuropa come stato unitario, in questa drammatica circostanza, a essere unespressione geografica? Lasciandoci soli a combattere sul piano diplomatico una battaglia che dovrebbe appartenere allo Stato Europeo, in quanto tale?
GIUSEPPE PINO

Ma non c solo il Dio dei cristiani


I

Attutitosi il frastuono del Festival di Sanremo, vorrei fare due brevi considerazioni. Lerrore di Celentano, a prescindere dalla giustezza o meno della cose che ha detto, stato quello di fare discorsi che riguardavano solo una parte (sia pure forse la maggiore) del pubblico. Ha parlato ai credenti, escludendo i non credenti. Quando si parla infatti di problemi dordine morale, riferirsi al Vangelo e al Dio dei cristiani, significa rivolgersi solo a chi crede nel Vangelo, nel Paradiso e via di seguito.
ATTILIO DONI

Abbandonino linteresse di bottega i partiti e lavorino per il bene dellItalia, non tagliando, ma dimezzando il numero dei parlamentari e le relative indennit. Gli italiani non sono stupidi e chiedono una sola Camera con non pi di 300 deputati e un Senato costituito da 100 senatori con delega alle Regioni. Un presidente del Consiglio con maggiori poteri e un presidente della Repubblica eletto direttamente dai cittadini, con un budget quirinalizio ricondotto a livelli europei. Solo cos si riducono significativamente i costi della politica, il Parlamento diventa rapido ed efficiente, i governi stabili e autorevoli.
GIOVANNI B.

Le 5 notizie pi lette della settimana

Celentanoharagione nonsiparlapidifede
I

1 2 3 4 5

24% 17% 13% 10% 8%

Anche Celentano non perfetto, ma certamente ha detto una grande verit: sono veramente pochi i cristiani che credono che Dio e dona la vera felicit, nel tempo e nelleternit. Milioni di credenti vivono senza la certezza che Dio la Beatitudine infinita ed il Beatificante, la Festa senza fine. Non si cerca Dio perch non si crede a quanto S. Agostino aveva scoperto 17 secoli fa: Nessuno Felice come Dio, nessuno fa felice come Dio. La crisi della Chiesa crisi teologica. Lateismo moderno e il materialismo di massa hanno distrutto la certezza che Dio Amore Infinito pu solo volere e donare la Sua Festa Infinita di Dio. La Fede non si pu misurare...ma la crisi di Fede evidente e diventa solitudine, paura, angoscia, pessimismo, distruggendo in se stessi, nel profondo, la gioia di esistere. Chi pu far rifiorire il cuore se non Dio, Creante e Amante della vita? Solo il sole scioglie il ghiaccio, solo

Il Festival di Sanremo e le polemiche seguite alle frasi di Celentano A Milano un vigile insegue un ragazzo cileno gli spara e lo uccide Gli sviluppi della crisi che sta attanagliando tutta Europa e non solo Il Tribunale di Torino condanna a 16 anni i titolari dellEternit I due mar italiani fermati in India diventano un caso diplomatico

La politica si accorta che siamo in recessione quindi per rilanciare loccupazione lunica idea svuotare le carceri, modificare lart. 18 e far vedere che il fisco affiancato con lUfficio delle Entrate punisce gli evasori. Mettere in libert chi ha commesso dei reati e la modifica dello statuto dei lavoratori aumenter solo la disoccupazione e la sfiducia nelle istituzioni da parte dei cittadini. Finch si permetter la fuga dei capitali e delle aziende allestero non vi sar nessun rilancio economico e se i nostri tecnici non argineranno questa emorragia difficilmente potr ripartire leconomia. Si sta radicando lidea nelle persone che chi commette reati la fa sempre franca salvo alcune eccezioni mediatiche. Si dato tanta enfasi per il blitz del fisco in alcune citt, ma dovrebbe essere una prassi normale e non uneccezione il controllo antievasione. Terminata la pressione mediatica tutto torner come prima: quelli che evadevano continueranno a evadere e a fare denaro alle spalle della povera gente e a noi rester solo lo spot pubblicitario (pensano davvero che sufficiente una pubblicit per indurre chi evade a pagare le tasse?).
GIUSEPPE FILIPPONE

Leditoriale dei lettori

CI VUOLE PI EQUIT
Da una parte i controlli della Finanza, dallaltra i veri evasori impuniti. Di qui le famiglie strangolate dalle tasse, di l gli stipendi milionari dei manager

BRUNO MURIALDO

Carnevale: dove sono finite le maschere?


I

Sondaggio Istituto Piepoli

c.
contatti

LE LETTERE VANNO INVIATE A LA STAMPA VIA MARENCO 32, 10126 TORINO E-MAIL: LETTERE@LASTAMPA.IT FAX: 011 6568924

Ultimi giorni di Carnevale e ultimi giorni di feste in piazza con maschere e carri. Peccato che i supereroi e i personaggi dei cartoni animati abbiano sostituito tutte le maschere della nostra tradizione. Infatti, i Pantalone, o le Colombina, i Gianduia o gli Arlecchino, i Brighella o i Pulcinella o i Dottor Balanzone sono ormai in via destinzione come il panda gigante.
A. SILLIONI

entre il Nord Italia sconvolto dai controlli fiscali della nuova moralizzazione (da Cortina a Courmayeur passando per Milano), i quotidiani pubblicano gli stipendi dei manager della pubblica amministrazione, mettendo a fuoco una situazione paradossale: gli stipendi dei manager dello Stato risultano essere uno schiaffo a tutti quelli che oggi sono sottoposti a sacrifici per salvare il Paese dalla catastrofe. Come si pu da una parte reprimere le attivit commerciali o artigiane gi provate dalla crisi economica con inutili e costosi blitz e dallaltra umiliare i lavoratori con retribuzioni a personaggi del mondo politico ed economico vergognosi? LItalia ha bisogno di moralizzazione, ma per questo ci vuole equit: non si pu far pagare solo ai poveri e alla classe media gli errori di una classe politica e manageriale che per trentanni ha sperperato il denaro pubblico senza alcun ritegno. Cosa dovrebbero fare le attivit commerciali? Immolarsi per salvare tutti i ladri e gli evasori dItalia (sappiamo benissimo tutti che quelli veri sono a un altro livello), che nonostante tutto riescono sempre a farla franca? Il Parlamento pieno di politici che in tutti questi anni hanno giocato con il futuro degli italiani e che ancora oggi guadagnano stipendi altissimi mentre la gente normale - i dipendenti, i pensionati, le famiglie - non arriva a fine mese. Se vogliamo che veramente tutti paghino le tasse dobbiamo pretendere giustizia ma finch il Paese si sentir offeso nei diritti e umiliato nei doveri difficilmente lumore degli italiani potr rivolgersi al bello.
fotoreporter, 62 anni, Alba (CN)

Editrice La Stampa
REDAZIONE AMMINISTRAZIONE TIPOGRAFIA 10126 Torino, via Marenco 32, tel. 011.6568111, fax 011.655306; Roma, via Barberini 50, tel. 06.47661, fax 06.486039/06.484885; Milano, via Paleocapa 7, tel. 02.762181, fax 02.780049. Internet: www.lastampa.it. ABBONAMENTI 10121 Torino, via Monte di Piet 2, tel 011.56381, fax 011.5627958. Italia 6 numeri (c.c.p. 950105) consegna dec. posta anno 290; Estero: 746. Arretrati: un numero costa il doppio dellattuale prezzo di testata. Usa La Stampa (Usps 684-930) published daily in Turin Italy, $ Usa 745

yearly. Periodicals postage paid at L.I.C. New York and address mailing offices. Send address changes to La Stampa c/o speedimpex Usa inc.- 3502 48th avenue - L.I.C. NY 11101-2421. SERVIZIO ABBONATI Abbonamento postale annuale 6 giorni: 290. Per sottoscrivere labbonamento inoltrare la richiesta tramite Fax al numero 011 5627958; tramite Posta indirizzando a: La Stampa, via Monte di Piet 2, 10121 Torino; per telefono: 011.56381; indicando: Cognome, Nome, Indirizzo, Cap, Telefono. Forme di pagamento: c. c. postale 950105; bonifico bancario sul conto n. 12601 Istituto Bancario S. Paolo; Carta di Credito telefonando al numero 011-56.381 oppure collegandosi al sito www.lastampashop.it; presso gli sportelli del Salone La Stampa, via Monte di Piet 2, Torino. INFORMAZIONI Servizio Abbonati tel. 011 56381; fax 011 5627958. E-mail abbonamenti@lastampa.it

CONCESSIONARIA PER LA PUBBLICITA PUBLIKOMPASS SPA. Direzione: Milano 20146 via Winckelmann 1, tel. 02 24424.611, fax 02 24424.490. Torino 10126 via Marenco 32, tel. 011 6665.211, fax 011 6665.300. Bari via Amendola 166/5, tel. 080 5485111. Bologna via Parmeggiani 8, tel. 051 6494626. Albignasego (Padova) via Strada Battaglia 71/B, tel. 049 8734711. Catania corso Sicilia 37/43, tel. 095 7306311. Firenze via Turchia 9, tel. 055 6821553. Palermo via Lincoln 19, tel. 091 6235100. Roma via C. Beccaria 16, tel. 06 69548111, fax 06 69548245. Napoli via dellIncoronata 20/27, tel. 081 4201411. Messina via Uberto Bonino 15/c, tel. 090 6508411. DISTRIBUZIONE ITALIA TO-DIS S.r.l. via Marenco 32, 10126 Torino. Telefono 011 670161, fax 011 6701680.

In edicola con La Stampa


LA CUCINA DALLA A ALLA Z 6 uscita: PESCE AL FORNO & IN TEGAME 2,90 IN PI

Dal 20 febbraio SCRITTORI TRADOTTI DA SCRITTORI 8 uscita: Oscar Wilde IL RITRATTO DI DORIAN GRAY nella traduzione di Franco Ferrucci 7,90 IN PI

Dal 21 febbraio GRANDI ARTISTI ITALIANI LIVE COLLECTION 2 uscita: Roberto Vecchioni 8,90 IN PI

Dal 22 febbraio LA GRANDE PASTICCERIA DAUTORE 18 uscita: PANI SPECIALI 12,90 IN PI

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Lettere e Commenti 35

ECCO PERCH PAGHER ANCHE IL SALOTTO BUONO


LUCIA ANNUNZIATA
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA

M
Illustrazione di Koen Ivens

MARIO DEAGLIO
SEGUE DALLA PRIMA

iunge cos a termine una lunga storia intessuta di menzogne greche, di ipocrisie europee (in particolare tedesche), di miopia dei mercati, di disattenzione dei politici. LEuropa economica pu ora voltare pagina. A ci pu contribuire il documento, reso noto quasi contestualmente alla conclusione dellaccordo greco, firmato da nove capi di governo dellUnione Europea, i pi entusiasti delle ricette del mercato, tra i quali il presidente del Consiglio italiano. E piuttosto raro che i capi di governo di alcuni Paesi membri si mettano assieme per scrivere una lettera al presidente dellUnione Europea sollecitando la realizzazione di quello che in effetti un programma di politica economica e si potrebbe certo discutere a lungo su vari aspetti del documento, quali la netta preferenza per legami profondi con gli Stati Uniti e lassenza di riferimenti alla tassazione e alla politica industriale. Con questo documento, per, si pu ritenere per lo meno incrinata lunit di facciata dellUnione Europea, incentrata sullaccordo tra Germania e Francia, che ha caratterizzato la sistemazione del debito greco, ununit malinconica, il cui ingrediente principale unausterit che sembra fine a se stessa, fatta di imbarazzati silenti e di rassegnata unanimit. La visione franco-tedesca viene sfidata: i nove capi di governo fanno balenare la visione di unEuropa giovane, con un mercato elettronico ben regolato, la fine dei privilegi delle categorie professionali. Il contenuto, per, conta relativamente poco: si aperto, per usare unespressione inglese, un nuovo campo di gioco e questo pi importante dello sport, pi o meno liberista, che vi si praticher. Limportante che si torni a giocare, che si aprano scenari al di l del raggiungimento di un grigio pareggio dei bilanci pubblici e di unancor pi grigia riduzione del debito. Il gioco sar quello dello sviluppo. LEuropa - e lItalia in particolare - ha

LA SPERANZA ALLA FINE DI UN LUNGO INVERNO


smesso di praticarlo da parecchio tempo. Per far ripartire il motore inceppato le liberalizzazioni sono spesso soltanto una condizione necessaria ma non sufficiente. E necessario un insieme complesso di circostanze, solo in parte determinabili a livello italiano o europeo. Il discorso particolarmente vero per lItalia la cui economia esce sfinita da un durissimo inverno meteorologico e un ben pi lungo inverno economico, con una produzione in forte calo ma forse, per la prima volta da molto tempo, con la voglia di ritrovare i sentieri della crescita. Le speranza, per ora debolissime, di una ripresa italiana, poggiano su tre pilastri. Il primo pilastro la continuazione della crescita delleconomia globale e in particolare delleconomia europea. Tra i vari Paesi europei va naturalmente sottolineata la posizione della Germania: il proseguimento dellespansione tedesca nei prossimi trimestri, un fattore irrinunciabile per qualsiasi discorso di crescita italiana di breve periodo. Un ruolo secondario ma sempre pi importante, per la rapida crescita di quei mercati rappresentato dai Paesi dinamici dellAsia. Su tutto ci lItalia pu incidere assai poco e siamo nelle mani della congiuntura internazionale. Vi sono invece buone prospettive perch si realizzi un secondo pilastro, tipicamente italiano, rappresentato dal contrasto allevasione fiscale e alla corruzione. La lotta a questi fenomeni sembra dare risultati insperati e questo potrebbe consentire di dedicare una parte dei maggiori introiti alla riduzione delle imposte sui redditi pi bassi e non soltanto alla riduzione del deficit. La mole dei consumi realizzati con quei redditi sicuramente aumenterebbe dopo un lungo periodo di stagnazione o addirittura di arretramento. Un terzo pilastro di una ripresa possibile appare legato a un recupero spontaneo dei consumi nei prossimi mesi. Occorre infatti considerare che la possibilit materiale di provvedere alle spese normali stata molto ridotta dalle condizioni atmosferiche che hanno fortemente scoraggiato laccesso dei consumatori ai luoghi della grande distribuzione. Tale condizione dovrebbe cessare ed ragionevole attendersi che una buona parte delle decisioni di spesa che non si sono tradotte in acquisti durante linverno - soprattutto per quanto riguarda beni durevoli - trovi il suo completamento in primavera: si potrebbe trattare di una modesta spinta iniziale per riavviare il motore. Manca, purtroppo, per il momento, il quarto pilastro, rappresentato dagli investimenti delle imprese private e, pi in generale, da una condizione finanziaria e creditizia soddisfacente per le piccole imprese. Il credito alle imprese non soltanto dovuto alla buona volont dei banchieri, come talvolta si crede: il sistema bancario italiano come schiacciato da scarsit di risorse ed eccessiva abbondanza di rischi. Un quadro ancora grigio, quindi, ma forse con qualche piccolo segno di un nuovo dinamismo. I prossimi mesi diranno se, in Italia e in Europa, qualcosa si sta davvero muovendo.
mario.deaglio@unito.it

ario Monti, due giorni fa parlando alla Borsa di Milano, davanti al Gotha finanziario del Paese, 400 invitati, ha fornito unaltra tessera al profilo del suo governo: e stavolta nel mirino non ha messo il sindacato ma i poteri forti. Stranamente, le sue parole sono passate quasi inosservate nellarena politica, specie nellarea di centrosinistra che pure si sta aspramente dividendo sullappoggio o meno al suo governo. Vediamole, queste parole, nella versione ufficiale del sito di Palazzo Chigi. Una cronaca veloce ci attribuisce deferenza verso il salotto buono ma togliere la possibilit di sedere simultaneamente nei cda di banche e assicurazioni, non stata una cosa molto gradita. Pensiamo, poi, che in passato si sia tutelato il bene esistente e consentito la sopravvivenza un po forzata dellitalianit di alcune aziende, impedendo la distruzione creatrice schumpeteriana e non sempre facendo linteresse di lungo periodo. Colpisce intanto una rottura formale, luso di quel termine, salotto buono, che nel linguaggio comune carico di significati negativi. Cos come colpisce la franchezza con cui il premier, sottraendosi al solito unanimismo, riveli che la sua decisione di cancellare il cumulo di incarichi non risultata molto gradita proprio a quel mondo del potere cui si stava rivolgendo in quel momento. Il riferimento, ben capito da tutti i presenti, allarticolo 36 contenuto nella manovra finanziaria, detta Salva Italia, con cui lesecutivo vieta ai titolari di cariche negli organi gestionali, di sorveglianza e di controllo e ai funzionari di vertice di imprese o gruppi di imprese operanti nei mercati del credito, assicurativi e finanziari di assumere o esercitare analoghe cariche in imprese o gruppi di imprese concorrenti. Non ancora chiaro come verr applicato, ma le parole alla Borsa di Milano sono la riconferma che il governo intende procedere. Lintreccio di cariche, il grande nodo dellimmobilit del capitalismo italiano (la barriera conservatrice levata contro la creativit distruttrice di Schumpeter). Il meccanismo che ha permesso che si creasse un salotto buono, un luogo privilegiato del potere dove tutto converge e tutto si controlla. Insomma il conflitto di interesse seminale del sistema italiano. Basta pensare che Unicredit, Mediobanca, Intesa Sanpaolo, Ubi, Mediolanum e Generali, cio i maggiori istituti italiani hanno diversi componenti in pi poltrone. Nellelenco delle personalit che sono toccate dalle nuove regole ci sono uomini come Palenzona, e Giovanni Bazoli, il pi rispettato banchiere italiano. Nonch Alberto Nagel, che sia amministratore delegato di Mediobanca che vicepresidente delle Assicurazioni Generali. La teoria politica pi ricorrente che Mario Monti vincer la sfida di cambiare lItalia solo se sar capace di dimostrare di far pagare a tutti il sacrificio di questo cambiamento. Solo se, specifica la sinistra, non prender di mira solo gli operai e la classe media. Lintervento di Milano sembra essere la prova che effettivamente il premier non intende lasciare intatto nessun luogo di influenza. Come del resto ha gi fatto rifiutando le Olimpiadi del 2020, esponendosi cos a uno scontro che pure avrebbe potuto evitare (in fondo sarebbero avvenute in un lontano futuro) con una delle maggiori lobby del Paese.

LA VIOLENZA NON AIUTA A DIRE NO


LUIGI LA SPINA
SEGUE DALLA PRIMA PAGINA

il caso del brutto clima che si sta addensando sulla questione dellAlta velocit in Val Susa. Perch, col pretesto dellopposizione no Tav, si riconoscono, con inquietante somiglianza, due atteggiamenti che avremmo voluto dimenticare. Da una parte, la sublimazione simbolica e apocalittica di una minaccia che sembra coagulare tutti i possibili obiettivi della protesta: quello contro lEuropa dei tecnocrati, contro la speculazione ambientale, contro gli interessi del grande capitalismo globalizzato come contro le mire della mafia, contro laffarismo dei politici come contro il servilismo dei giudici e dei giornalisti. Un concentrato di poteri ostili al popolo che ricorda locculta e confusa forza del Sim, quello stato imperialista delle multinazionali, evocato dai terroristi Anni 70. Alla stessa rappresentazione di quel tempo, mitica e paraideo-

logica, del nemico allegorico, corrisponde oggi, purtroppo, la stessa personificazione di quello concreto, vicino, da colpire, prima, nel ludibrio del suo nome e, poi, nella sua integrit fisica. Dallaltra parte, allora come adesso, la reazione fiacca e distratta, sottovalutatrice fino ai limiti della connivenza, dei poteri pubblici e di unopinione comune che si limita a esprimere condanne alla violenza generiche, di maniera, con quella infastidita ritualit che a stento maschera limplicito rimprovero a non esagerare, a non esasperare gli animi, a non amplificare episodi di ribellismo giovanilistico. Insomma, parole che ricordano troppo da vicino quelle antiche e colpevoli compiacenze nei confronti di compagni che sbagliano. La sistematica caccia al procuratore di Torino, Gian Carlo Caselli, con lobiettivo di impedirgli di presentare in pubblico il suo libro, testimonia sia la gravit di un attacco a un magistrato simbolo della lotta, prima contro il terrorismo, poi, contro la mafia e, ora, contro i rischi della sicurezza nei luoghi di lavoro; sia la pavidit, linerzia, la vergogna di uno Stato che non riesce

neanche a tutelare la libert di parola di una persona che esercita una fondamentale funzione istituzionale in questa Repubblica. A Torino, prima si tollera che, durante una violenta protesta, i muri del centro cittadino vengano deturpati con minacce e insulti a Caselli e a giornalisti. Poi, non si interviene tempestivamente per cancellare quelle scritte oltraggiose che, per giorni, resistono allo sguardo dei cittadini, in qualche caso ridicolmente oscurate da epiteti che tutti, ormai, conoscono. La citt, nellespressione dei suoi politici, delle istituzioni, dei sindacati, degli imprenditori, degli intellettuali, tranne qualche caso isolato, non sembra reagire con la fermezza e lindignazione che sarebbero adeguate. In sede nazionale, inoltre, non si avverte il pericolo che la strumentalizzazione estremistica e aggressiva del movimento no Tav potrebbe coltivare un laboratorio di violenza pronto a egemonizzare e a distorcere ogni legittima manifestazione di protesta. Quello che non capiscono o fingono di non capire, infatti, i promotori del dissenso no Tav che proprio questo movimento la principale

vittima di tale clima. Perch il rischio quello di una criminalizzazione del diritto a non essere convinti dellopportunit di unopera del genere, in questo momento. Le ragioni del no alla Tav, opinabili come quelle del s, vengono irrimediabilmente compromesse, se non riescono ad escludere ogni forma di espressione violenta. Come la credibilit dei leader di questa protesta, degli scienziati e dei professionisti che la sostengono, dei magistrati giustamente garantisti viene meno, se non ci si dissocia, senza sofistiche indulgenze, da coloro che ritengono linchiesta della procura torinese una provocazione contro i no Tav. Lo stesso Caselli, allannuncio degli arresti, aveva chiarito lintenzione di colpire solo le responsabilit dei singoli in atti violenti e di escludere, in maniera assoluta, qualsiasi volont di intimidire il movimento. Intenzione che stata convalidata da quasi una decina di giudici, estranei alla procura, che hanno esaminato i risultati dellinchiesta. Credere nella validit dellopera che dovrebbe permettere una rapida circolazione delle merci tra lOvest e lEst dellEuropa non devessere un atto di fede, ma pu nascere solo da un bilancio, concreto e non ideologico, di vantaggi superiori ai costi. Chiunque impedisca questo esame con la violenza non un avversario dellAlta velocit, ma un nemico della democrazia.

36

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Riotta ad della Fondazione Memoriale Caduti per la Pace


Si riunito a Roma, sotto la presidenza di Gianni Letta, il primo consiglio di amministrazione della Fondazione Memoriale Caduti per la Pace che ha nominato Gianni Riotta amministratore delegato. Obiettivo della Fondazione realizzare un Memoriale per ricordare tutti gli italiani, militari e civili, caduti nelle missioni di pace dal dopoguerra a oggi.

CULTURA SPETTACOLI

&

Lurlo di Tarzan nella giungla del 900


Usciva centanni fa la prima avventura del Re delle Scimmie creato da Burroughs: dai libri ai film, un ininterrotto successo
RUGGERO BIANCHI

(o non allude soltanto) a Mowgli, il figlio dei lupi proposto da Ruento anni fa, nellot- dyard Kipling nei celebri Libri tobre del 1912, lur- della giungla; n meno ancora lo di Tarzan rie- una semplice variante del canocheggiava per la nico buon selvaggio. Vive al prima volta nel crocevia di innumerevoli mondi: mondo della narrativa davven- la Giungla e lOccidente, la cultutura, ma ancora oggi riesce an- ra e la natura, la civilt contemcora difficile capire quale sia il poranea e il primitivo assoluto, suo tratto distintivo, il motivo la tecnologia e la barbarie, le beprofondo della sua ininterrotta stie e gli uomini, i gentlemen e i fortuna. Lo stesso Edgar Rice selvaggi, larcadia e lapocalisse. Burroughs - quando, frustrato Segue, quando vuole o quando da una lunga serie di insucces- occorre, le regole del consorzio si, scrisse il primo romanzo a civile, ma sa adeguarsi in egual lui dedicato, Tarzan delle scim- misura e con pari convinzione a mie, poco dopo quelle del vivere aver dato alle SUPER-EROE ANTI-EROE animale. Non per stampe La prin- Superman senza tuta nulla Pelle cipessa di Marte, Bianca (White volume iniziale che difende i principi Skin appunto il delletica naturale significato di Tardi un ciclo tra il fantascientifico zan nel linguage lonirico e quinPARADISO PERDUTO gio delle scimdi del tutto dial Dallesplorazione mie), rispetto alverso pur se asquale tutti gli sai meno fortu- alla conquista: il male tri sono a vario tidella modernit tolo diversi: si nato - non sembrava aver le tratti delle creaidee molto chiare. Tant che ture della foresta equatoriale, a nei decenni successivi, non pa- cominciare da Kala, la scimmia go di lavorare su due fronti, vol- che lha adottato, e da Kerchack, le ideare altre saghe: il cosid- il gorilla geloso che gli contende detto Ciclo venusiano, sorta di il primato della giungla; o dei clone della serie marziana; drappelli di avventurieri bianchi, quello di Pellucidar, ambienta- buoni o cattivi, con cui entra in to, sulle orme di Jules Verne, contatto; o delle trib di indigeni nelle viscere della terra, popo- con i quali di volta in volta sinlate da primitivi di stampo ne- contra o si scontra. Tarzan, inandertaliano; e quello di La ter- somma, da un lato il prototipo ra dimenticata dal tempo, il cui del classico supereroe stile Marintreccio si dipana su unisola vel Comics, un tipo alla Superdel Pacifico dimenticata dalle man che non ha peraltro bisogno carte nautiche. di assumere unidentit di coperIl re delle scimmie non allude tura n di sfoggiare tute speciali

Le tavole di questa pagina, tratte da Edgar Rice Burroughs, Tarzan. Racconti della giungla (in uscita per Donzelli), sono quelle originali di Burne Hogart (1911-1996), che illustr le avventure del Re delle Scimmie a partire dal 1937
(Jungle Tales of Tarzan 1916 E. R. Burroughs, Inc. All Rights Reserved. Per le immagini di B. Hogarth: Artwork 1976 E. R. Burroughs, Inc. All Rights Reserved)

quando passa allazione; e, dallaltro (almeno nelle pi celebri sequenze narrative che lo vedono protagonista), lideale antieroe che combatte ogni forma di degenerazione o di deviazione; difendendo, a volte per istinto a volte per coscienza, ma a volte anche con selvatica ferocia (giacch pure in natura vige la violenza, la crudelt, la legge del pi forte), i principi fondamentali del codice e delletica naturale. Ma nelle pagine a lui dedicate da Burroughs, primi tra tutti i dodici Racconti della giungla pubblicati in volume nel lontano 1919 e proposti ora da Donzelli per celebrare il centenario di Tarzan delle scimmie, non tutto pu ridursi ai conflitti e ai contrasti che lenorme letteratura sul Re delle Scimmie ha da tempo messo in luce e che le infinite varianti fumettistiche e cinematografiche hanno disinvoltamente gonfiato ed esasperato. C anche qualcosa di meno palpabile che pare sottrarre lintero ciclo ai consueti stereotipi cui pure fa ricorso e ai disparati modelli di genere (horror, fantascienza, fantasy, romanzo di viaggio o di avventure esotiche e via discorrendo) ai quali stato via via associato. E le ventidue tavole di Burne Hogarth che corredano il volume ne offrono una splendida, puntigliosa e inquietante illustrazio-

ne; a cominciare dal michelangiolesco e culturistico eroe ritratto nel disegno dapertura, che, sdraiato su un albero di sapore quasi preraffaellita, richiama alla mente Adamo. Non tanto per

al momento della sua creazione quanto nellistante successivo alla cacciata dallEden: un contesto che sembra alludere a un miltoniano Paradiso perduto e che trova conferma in molte immagi-

ni successive, dominate, con un tratto tra il barocco e il liberty, da rettili e serpenti sinuosi e da animali di fuoco e di luce che paiono rimandare a Lucifero e agli angeli ribelli pi che alla selvati-

Edgar Rice Burroughs (Chicago 1875Encino, 1950) pubblic il suo primo Tarzan nellottobre del 1912, dopo una lunga serie di insuccessi

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

37

LUrlo di Munch va allasta lunica versione in mano a privati


Lunica versione dellUrlo di Edvard Munch in mano a un privato sar battuta allasta il 2 maggio da Sothebys a New York. Si prevede un prezzo di aggiudicazione di oltre 80 milioni di dollari. Della famosissima tela realizzata nel 1895 esistono quattro versioni. Tre appartengono a musei norvegesi, la quarta di propriet delluomo daffari Petter Olsen, il cui

padre era amico e mecenate di Munch. Quella che andr allasta ritenuta la versione pi vivace e vibrante, lunica in cui una delle figure sullo sfondo si gira a guardare il panorama della citt (presumibilmente Oslo vista dalle colline che la circondano). Il lavoro inoltre caratterizzato da uniscrizione a mano nella quale Munch spiega il significato dellopera: I miei amici erano andati avanti - io rimasi indietro pervaso dallAnsia -, sentii il grande Urlo nella Natura. Il proprietario ha detto che con i proventi della vendita costruir un nuovo museo, un centro darte e un hotel nella sua tenuta in Norvegia.

Ma allesordio sullo schermo soffriva di vertigini


Dal cinema muto a oggi, 21 attori in una cinquantina di pellicole Il primo interprete non voleva saperne di lanciarsi tra le liane
BRUNO VENTAVOLI l primo vero Tarzan dello schermo fin subito fantasma. Non fu fortunato il povero Stellan Windrow, lattore di origini svedesi che fu scelto nel 1917 per il ruolo. Alto 191 centimetri (e gran cervello, ereditato dai genitori fisici), atletico, nuotatore, si rivel scelta perfetta. Saltava su e gi per gli alberi nella falsa giungla costruita in Louisiana, come un veElmo Lincoln fu scelto come Tarzan nel 1917, al posto Johnny Weissmuller, gi campione olimpico di ro primate. Ma, poco dopo del collega Stellan Widrow arruolato in Marina nuoto, il Tarzan pi famoso: interpret 12 pellicole linizio delle riprese, scoppi la guerra, e dovette lasciare il set per la Marina, senza potersi godere i frutti del successo di una delle prime pellicole a superare il milione di dollari. Tutta la gloria and al sostituto, Elmo Lincoln, anchegli energumeno, un metro e ottanta, con qualche decigrammo di troppo sui fianchi, celebre per lo scenografico pugno, e per una carriera di comparsate in ruoli aitanti, dal soldato allidraulico. Unica pecca, sofLex Barker, marito di Lana Turner, fu scelto come Mike Henry, ex campione di football americano, fu il friva di vertigini, e non ne vosuccessore di Weissmuller in cinque film di Tarzan primo Tarzan a colori in tre film degli Anni Sessanta leva sapere di lanciarsi tra liane e rami, convincendo il regista a utilizzare le vecchie sequenze acrobatiche girate dal predecessore. Si riscatt a terra, lottando coraggioso con i leoni istupiditi e drogati dai domatori della produzione, guadagnandosi la parte in nuovi sequel. Il mito Tarzan si form, per, solo col sonoro, perch Tarzan, per tutti i bambini e non solo, soprattutto un urlo, prolungato, complesso, disumano, che bucaTot Tarzan: il grande comico si cimentato nei Christopher Lambert stato uno degli ultimi Tarzan va la vegetazione e impietripanni del Re delle Scimmie in una parodia del 1950 cinematografici in Greystoke, girato nel 1984 va di rispetto le belve feroci. E il primo urlo, poi persi- smo biografico, perch era di Weissmuller, Maureen passati lo scettro di re delle no brevettato, usc dalla go- nato vicino a Temesvr, nel- OSullivan, unirlandese, mi- scimmie, Lex Barker (marito la di Johnny Weissmuller lUngheria della duplice mo- nuta, bruna, con occhi lumino- di Lana Turner, e altre quatnel 32, il pi Tarzan di tutti narchia (si chiamava Jnos), si che bucavano lo schermo. tro donne), il culturista Gori Tarzan. Lattore giurava ai piedi dei Carpazi, uno dei Io, Tarzan. Tu Jane, diceva don Scott, lex professionista che fosse prodotto della sua luoghi pi selvaggi dellanti- leroe balbettando le poche di football Mike Henry (il priugola, ispirata e allenata da- ca Europa. parole umane che sapeva, mo a colori, e il pi villoso), figli yodel. Forse era davvero Luomo in perizoma di leo- conquistando la femmina pi no a Christopher Lambert o la sua voce, miscelata con pardo era perfetto per gli in- con la rudezza dellazione che Casper Robert Van Dien troplatrati di cane e altri rumo- quieti Anni 30, muscolari, bel- con la galanteria del corteg- po mascelluto per essere creri, o forse, come dissero al- licosi, mascolini. Ma anche lui giamento. Talvolta si abbrac- dibile. Persino il mingherlino tri, fu semplicemente dop- aveva bisogno di una dolce ciavano sullo sfondo di una ca- Tot, nel 50, si infil un compiato con lulumet. E la saga scata, con baci pletino leoparlato di un can- LUGOLA DI WEISSMULLER di Tarzan sareb- molto casti a labBACI CASTI CON JANE dato simile a un tante dopera. Il suo urlo era allenato be zoppa, se bra chiuse. Quel Quel che avveniva nella costume da baVoce a parte, non avesse avu- che combinavagno ottocentecapanna era lasciato sco e improvviWeissmuller dallo yodel e miscelato to accanto la fe- no nellintimit con latrati di cane dele scimmia Ci- della capanna allimmaginazione s lazzi con la si impose per la straordinata, e soprattut- sugli alberi, invebella Jane-Mariria fisicit. Il corpo nudo, to Jane, la fanciulla da amare ce, era lasciato allimmagina- lyn Buferd. Come tutti i miti, moderno, scolpito, era per- tra unavventura e laltra, che zione, anche se nel corso dei Tarzan stato graffiato dalfetto per incarnare il perso- il pubblico, con la scusa della film arriv poi un figlio. lironia, dagli apocrifi, dalle naggio dellaristocratico in- selvaggeria, poteva ammiraTarzan si clonato in una parodie, dal porno. E tra i tanglese cresciuto in stato di fe- re pi discinta delle solite don- cinquantina di pellicole. Pur ti re della giungla sannovera rinit (piacque, per inciso, ne sullo schermo. Le prime Ja- essendo un prodotto dellEu- anche Rocco Siffredi diretto allo stesso Edgar Rice Bur- ne erano starlet del muto, con ropa coloniale, un simbolo del- da Joe DAmato, conquistatoroughs). E, quando la Mgm volti pallidi, occhi profondi e la vigoria anglosassone nel do- re di Jane ungheresi. Naturallo scelse, era gi un campio- neri, pi adatte ai mlo con di- mare le zone selvagge del pia- mente gli urli, qui, erano spetne di nuoto. Cinque ori olim- dascalie che allavventura. neta, sopravvissuto al mon- trograficamente e sospirosapici, 67 record del mondo. Quella che conquist davvero do che cambiava. Ventuno so- mente diversi dagli yodel di Con in pi un tocco di esoti- gli americani fu la compagna no stati gli attori che si sono Weissmuller.

Elzeviro
FEDERICO VERCELLONE

Esercizi (filosofici) di stile

ca popolazione della giungla. Qui forse sta la ragione ultima dellingualcibile successo nel tempo delle avventure di Tarzan. un mondo, il suo, che ormai ha perso la sua inviolabilit, che ha visto subentrare alla magia la tecnologia, al calore del mito il pragmatismo di unesplorazione che non pi scoperta ma conquista, non ricerca del meraviglioso ma caccia al profitto. E, ciascuno a suo modo, Tarzan e Burroughs ne sono entrambi vagamente consapevoli. Le fatiche del selvatico supereroe non hanno ormai pi nulla in comune con quelle di Ercole o di Maciste. Il male (sia pure troppo frettolosamente fatto coincidere con la tecnologia e la modernit, con le armi e con la guerra, con il denaro e con una ragione ridotta a puro calcolo) potr perdere ancora molte battaglie ma sembra destinato a vincere la guerra. Non a caso, in molti dei romanzi meno noti del ciclo, Tarzan, al di l della sua ascendenza aristocratica e della sua riconquista di un mondo gentilizio persin troppo di maniera, finir con lassumere i panni delluomo in grigio, dellanonimo eroe piccolo borghese. Sicch, dati i tempi che corrono, non sarebbe affatto una sorpresa vedere i Racconti della giungla scalare per lennesima volta la classifica dei bestseller.

ornamento non un delitto, nonostante Adolf Loos. E lo stile non un inutile orpello. Lo stile eloquente, fornisce le connotate sociali di un individuo, parla della sua sensibilit, dice molto anche delle sue scelte. Grazie allo stile ci si rende riconoscibili. Questo vale anche per linsieme di una cultura. Dallo stile di un frammento, infatti, possiamo spesso ricostruire aspetti ben pi ampi di una civilt. Non detto, per altro, che luomo di stile debba essere per forza un dandy, un aristocratico, o un artista. Potrebbe trattarsi anche di uno scienziato o di un filosofo. Pure la comunicazione astratta ha infatti bisogno di stile. Non a caso i matematici valutano anche secondo la sua bellezza la riuscita di un teorema. E i filosofi, se non vogliono perdersi in astrusi tecnicismi o in astrazioni prive di vero interesse, devono saper parlare a lettori che si sentano coinvolti personalmente dalle loro tesi. Ce lo ricorda Mauro Bozzetti, professore di filosofia teoretica presso lUniversit di Urbino, in Pensare con stile. La narrativit della filosofia (ed. La Scuola), un libro che ripercorre la questione nella vicenda filosofica e la ripropone in tutta la sua sempre urgente attualit. Da Petrarca a Wittgenstein, passando, tra gli altri, attraverso Schleiermacher, Pareyson, Focillon e Frank, si riscontra che filosofia e letteratura, il pensiero rigoroso, concettuale e la narrazione sono intimamente connessi e intrecciati. Le superfici dellarte figurativa e gli abissi della metafisica sono, a ben vedere, tra loro intimamente congiunti da unaspettativa analoga. Entrambi producono, attraverso lo stile, il loro pubblico, e sono in attesa che esso risponda, prenda forma, assuma un volto. Ogni forma di stile - letterario, figurativo, filosofico vive di questa attesa, come testimonia, tra laltro, anche il confronto filosofico a proposito del romanzo di Italo Calvino Se una notte dinverno un viaggiatore che coinvolse negli Anni 80 del secolo scorso figure del massimo rilievo della filosofia tedesca, Jrgen Habermas e Hans Robert Jau. Anche questo dialogo mostra quanto lo stile sia potente. Esso costituisce un appello, seleziona il pubblico di un libro, ne fa cos una presenza influente nel mondo che ci circonda.

38 Spettacoli

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Intervista

,,
ADRIANA MARMIROLI MILANO

I tratti dellet adulta li troverete tutti. Ma acuiti dalla giovinezza. Ribelle con i superiori, di cui detesta larroganza, con i suoi sottoposti non meglio. Come poliziotto gi da 10 e lode, ma umanamente appena sufficiente.
Camilleri nei suoi romanzi tiene a margine la mafia, ma gli anni 90 della serie sono quelli delle stragi e di Riina.

Passaggio di testimone
Sopra, Andrea Camilleri e a fianco Michele Riondino. Commenta lo scrittore: bravissimo e questo stato un lavoro di dignit pari al classico Montalbano

enetevi forte, o voi che siete nel numero degli oltre 10 milioni di italiani che non si perdono una puntata (neppure in replica) del Commissario Montalbano. Sta per arrivarne uno nuovo, Il giovane Montalbano, miniserie in onda da domani su Rai1, dove Luca Zingaretti lascia il posto a Michele Riondino. Rivoluzione epocale? Cambio generazionale e prepensionamento di Zingaretti? No, prequel. Con il Montalbano giovane che potrebbe (il condizionale dobbligo) alternarsi a quello "classico", in via di preparazione visto che stanno per iniziare le riprese di una nuova stagione. Nella serie diretta dal torinese Gianluca Maria Tavarelli (suoi i biopic tv su Borsellino e Moro e la fiction Le cose che restano), vedremo Montalbano nel momento in cui, a inizio anni 90, promosso commissario, dal paese di Mascalippa viene trasferito a Vigata dove conoscer gli altrettanto giovani Augello, Fazio, Catarella, il giornali- sto in Noi credevamo di Martone: cersta Zito, Livia. cava una specie di Che Guevara ricVolto non ancora consumato dalla cio, un poliziotto con barba e capelli notoriet, 33 anni a breve, con tanto lunghi, secondo i dettami di Camilleri. teatro e non pochi film allattivo per lo Anche a lui, quindi andavo bene. pi in ruoli non da E lei amava Monprotagonista, spes- PREQUEL DA DOMANI SU RAI1 talbano? so interprete di perNon sono un fan Spero non mi capiti come a della fiction, che ho sonaggi "contro", Luca, non voglio rimanere visto dopo essere odiosetti o maledetti (Il passato una legato troppo al personaggio stato scelto. Ma soterra straniera, gli no un lettore e uno inediti Gli sfiorati e Henry), per tre an- studioso di Camilleri: tanti anni fa ho ni nel cast di Distretto di polizia, al fatto uno spettacolo sulla mafia, Cani commissario pi amato dagli italiani di bancata di Emma Dante, che conteMichele Riondino arrivato con lim- neva suoi scritti. primatur di Camilleri stesso. Carlo Aspetto a parte, quanto sar diverDegli Esposti, il produttore, mi ha viso il suo commissario?

In Camilleri la mafia trattata in modo diverso da come siamo abituati, quasi una metafora. Nel senso che lui non mostra la mafia che spara, ma quella che entrata in profondit nei comportamenti della gente, quella che - come mi ha spiegato lui stesso per "convincerti" non ha bisogno di sparare.
Al cinema a breve la vedremo in Gli sfiorati di Matteo Rovere e Henry di Alessandro Piva.

Io e il mio Montalbano diversi da Zingaretti

Michele Riondino nei panni del commissario da giovane

Gli sfiorati la mia prima commedia: mi sono molto divertito nella parte di assatanato del sesso. In Henry, un noir, sono invece una specie di vittima degli eventi, uno che fa un uso saltuario della droga ma che per colpa di questo vizietto si trova coinvolto in una faida sanguinosa. Entrambi schiavi delle paranoie che li consumano. In autunno mi vedrete invece in Acciaio: racconta quello che sarebbe stato il mio destino - operaio in fabbrica - se non avessi lasciato Taranto per andare a Roma a recitare. Quel film mi ha fatto capire il rapporto tra loperaio e la dimensione del sistema in cui immerso, il suo legame con la fabbrica.
Ora sul set di La bella addormentata di Bellocchio.

Con Bellocchio avevo lavorato a teatro (Macbeth). Il suo non un film su Eluana Englaro. Sono uno dei personaggi la cui storia si dipana nei giorni della sua morte, mentre il parlamento cerca in tutti i modi di forzare la situazione con una legge.
Montalbano a un attore pu cambiare la carriera, se non la vita.

Luca Zingaretti: le riprese della serie classica sono in via di preparazione Oltre 10 milioni gli italiani che non si perdono una puntata del Commissario

Ci tengo a restare uno normale. Spero che non mi capiti quanto accaduto a Zingaretti. Ma sono solo 6 puntate. E il pubblico ha memoria breve. Perci allinizio ho avuto dubbi. Ma Tavarelli e Camilleri che teneva tanto a sviscerare gli inizi della sua creatura, mi hanno convinto.

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Spettacoli 39

on facile oggi vedere in scena lOtello di Rossini, capolavoro del Rossini serio e ammirato modello di melodramma tragico dato a Napoli nel 1816. LOpera di Zurigo ne offre ora una nuova produzione non solo in quanto pu contare sulla Desdemona di Cecilia Bartoli, che in questo teatro ha la sua casa artistica. Lo fa perch in grado di mettere assieme tre tenori allaltezza dei tre ruoli maschili principali. Qui canta un tenore eroico capace di squillo come John Osborne nella parte di Otello, col quale si confrontano altri due di peso pi leggero ma capaci di

Colonna sonora
GIANGIORGIO SATRAGNI

Bartoli & Osborne LOtello di Rossini cos non lavete mai sentito

gorgheggi e acuti svettanti, Javier Camarena come Rodrigo ed Edgardo Rocha come Iago. Le loro tenzoni a colpi di saette e fulmini vocali sono un vero scontro fra personaggi, dimostrando come il canto dagilit rossiniano sia qui tutto in funzione dellavvitamento tragico. In questo contesto la Desdemona della Bartoli, col suo timbro di mezzosoprano pi che di soprano, non ha la stessa capacit dimporsi, fatta salva la sprezzatura delle sue colorature. Il canto sboccia laddove Rossini conferisce a Desdemona il patetismo lirico, nel terzo atto con la celeberrima Canzone del salice, momento dimmancabile intensit.

probabile che il diapason adottato sia un poco pi basso di quello oggi comune, perch lorchestra La Scintilla dellOpera di Zurigo suona su strumenti depoca. Ebbene s, tocca venire in questo teatro tardottocentesco, di dimensioni raccolte, per ascoltare la musica di Rossini con un suono prossimo a quello del suo tempo. vero che il corno naturale d filo da torcere a chi lo suona, ma impagabile la dolcezza degli archi con corde di budello, dei clarinetti, degli oboi o del flauto in legno. Certo se il direttore Muhai Tang fosse a volte meno rigido negli attacchi, lorchestra farebbe meno errori. Ma la sua let-

tura incalzante al servizio di una messinscena forte che i registi Moshe Leiser e Patrice Caurier spostano in una Venezia di fine Anni 60: il che non altera per niente il dramma, anzi lo rende pi vivo in una chiarezza assoluta dellintreccio e dei rapporti fra i personaggi. Sar una forzatura il gesto estremo di ribellione al padre da parte di Desdemona, che apre il frigorifero, salta su un tavolo da biliardo e si attacca a una bottiglia di birra, pure versandosela addosso. Per uno spettacolo che fila e non cede in tensione.
Zurigo, Opernhaus, fino al 6 marzo

****

Liam Neeson: solo azione, grazie


Alla vigilia dei 60 anni lattore combatte contro i lupi in The Grey e gli alieni in Battleship

Intervista

Nuovi eroi
Liam Neeson in The Grey ambientato in Alaska dove lotta per la sopravvivenza Negli Usa il film un successo: ha guadagnato 40 milioni di dollari nelle prime due settimane duscita

,,
LORENZO SORIA LOS ANGELES

olti attori, diventati famosi con i film di azione, con let sentono di dover cambiare registro. una questione di orgoglio. Oltre al timore di apparire ridicoli. Liam Neeson ha preso un percorso inverso. un attore shakespeariano, lui, un prodotto dellacclamato Abbey Theatre di Dublino ed diventato un volto familiare quando Steven Spielberg ha visto in lui Oskar Schindler. Ma guardiamo i suoi film degli ultimi anni: Io vi trover (Taken). Poi A-Team e a seguire Unknown e La furia dei titani, infine Battleship. Alla soglia dei 60, che compie questanno, insomma diventato un action he- nerie che in qualche modo era arrivato il Compio i 60 questestate, forse mi riro. E c chi a Hollywood in queste momento della loro vendetta. mangono un paio danni ancora. scelte vi ha visto una reazione al doloGli spettatori pi giovani andranno a Nel film lotta per la sopravvivenza. E re per la perdita della moglie Natasha vederla e ne usciranno con la confernella vita reale? Richardson, morta tre anni fa cadenma che Liam Neeson un attore per- Lotterei per difendere la mia famiglia, do dagli sci nel Quebec. viene prima di tutto. Oltre a quello, beh, fetto per i film di azione. Ora eccolo in un Non mi aspetta- certo, mi interessa ci che sta accadennuovo film di azioTRA I GHIACCI DELLALASKA vo, ad esempio, il do al nostro pianeta e a volte mi faccio ne, The Grey, amho stato vero cinema successo di Io vi coinvolgere. A livello pi personale,anbientato in un ditrover, pensavo avuto un brutto incidente di moto 11 menticato avampo- una sfida uomo contro uomo che sarebbe uscito ni fa e da allora il mio desiderio di vivere e uomo contro natura direttamente per fenomenale. Accade a tutti, messi alle sto petrolifero dellAlaska dove si trolhome video. Ma strette faremmo qualunque cosa per reva a combattere, oltre che contro le in- lidea di un padre che fa di tutto per stare attaccati alla vita. temperie, anche contro un letale bran- salvare la propria figlia deve avere A che punto Taken 2? co di lupi. Ancora azione, dunque, e un toccato delle corde e da allora conti- Siamo stati a Istanbul. Abbiamo poi fatnuovo successo: 40 milioni di dollari in nuano a mandarmi copioni di film di to una settimana a Los Angeles, quindi a due settimane soltanto negli Usa. Ma azione. E finch le mie ginocchia e la Parigi. Posso solo dire che ci saranno pi che una fuga, per Neeson The Grey mia spalla sinistra terranno, li far. molte emozioni forti. sembra uno strumento per confrontarsi con il suo dolore: John Ottway, il suo personaggio, un uomo rimasto vedovo. Ed andato ad affrontare i lu- Domenica la cerimonia presentata da Billy Crystal pi in un angolo dellAlaska per non continuare a circondarsi di uomini persi e disperati come lui. Un uomo complesso, Liam Neeson. Ma anche un attore che ha sempre avuto una fisicit con cui dominare lo schermo. E due occhi furbi e tristi che a volte sembrano sorridere.
Signor Neeson, come stato interagire con i lupi?
LOS ANGELES

Gli altri film in uscita

Battleship
Nel film di Peter Berg una flotta della Marina Usa affronta una battaglia epica contro gli alieni

La furia dei Titani


il sequel di Scontro tra Titani del 2010: anche in questo capitolo Neeson interpreta Zeus

Da Hugo a The Artist, troppi favoriti LOscar mai cos tanto combattuto
un rituale narcisistico, dicono in molti, una fiera delle vanit e delleccesso. Una formula antiquata, ferma nel tempo. Ma lOscar lOscar. E a pochi giorni da quando domenica si celebrer la sua 84 edizione, Los Angeles di nuovo in fibrillazione, un turbinio di feste, di stilisti che competono per vestire i divi, di chirurghi al lavoro per gli ultimi ritocchi. Questanno poi c un elemento che in quelli passati era venuto a mancare: la suspense. Il favorito resta The Artist, il film di Michel Hazanavicius la cui vittoria avrebbe un sapore ironico: nellera delle mega-produzioni e degli effetti speciali, un film muto, in bianco e nero e costato appena 12 milioni di dollari. Ma potrebbe spuntarla unaltra ode al cinema, quellHugo Cabret

Veramente gran parte dei lupi sono stati costruiti con animatronics, ci sono solo delle piccole sequenze con lupi veri. Ma la neve vera e la prima settimana abbiamo lavorato a meno 30 e la seconda ancora a meno. Non avevo mai sperimentato del freddo cos forte. Ma abbiamo preso la natura cos come era e labbiamo filmata. stato vero cinema, uomo contro uomo, uomo contro natura.
C stato un qualcosa di catartico nel fare questo film?

Giornata Filmcritica
I

Come attore, attingi sempre dalla tua esperienza di vita. Nella mia testa mi sono immaginato vittima di una qualche maledizione, ovvero che in passato avevo fatto fuori cos tanti lupi per proteggere i lavoratori delle raffi-

Giornata dedicata a Filmcritica ieri, al Cinema Trevi di Roma, a breve bissata anche a Torino. Andate al cinema per resistere, non rimanete passivi. Siamo contro gli inganni perch vogliamo la fantasia. Queste parole vengono pronunciate da Pierre Clementi in La sua giornata di gloria (1969), unico film diretto dallo storico direttore della rivista, Edoardo Bruno. Tra i titoli in rassegna: La presa di Roma (1905) di Filoteo Alberini, La paura (1954) di Roberto Rossellini, La sua giornata di gloria (1969) di Edoardo Bruno.

Artist. O potrebbe spuntarla uno dei migliori amici di Clooney, Brad Pitt, che come manager di una squadra di baseball in Moneyball ha saputo convincere anche i pi scettici che non pi soltanto un belloccio. C incertezza anche tra le attrici: per la sua interpretazione di Margaret Thatcher in The Iron Lady, Meryl Streep resta la favorita. Ma sulla sua strada c Viola Davis, molto commovente in The che la prima avventura in 3D di Martin Help e che ha dalla sua il fattore etnia: saScorsese . O, chiss, The Help, unesplora- rebbe la seconda afro-americana a vincezione dei rapporti razziali nel Mississip- re nella storia degli Oscar. pi degli anni 60 che il favorito della caTutto questo va ad aggiungersi ad altegoria pi folta della Academy, quella tre novit. Ci saranno meno numeri mudegli attori. E non da scontare nemme- sicali, una produzione pi sobria e strinno Paradiso Amaro, gata, unesibizione vincitore a sorpresa AL KODAK THEATER dei trapezisti e dei dei Golden Glosse. del Cirque du Show pi stringato con sala maghi Dopo il fallito Insomma, unediSoleil. stile Anni 30 e i trapezisti esperimento zione senza un chiaro di del Cirque du Soleil ringiovanimento favorito, un fattore che alla Academy, lanno scorso con Jasperano, dovrebbe aiutare con gli indici mes Franco e Anne Hathaway presendi ascolto. E che vale anche per gli attori. tatori, il maestro delle cerimonie sar Tra i maschi, tutto sembra ruotare attor- per la nona volta Billy Crystal. Si sa anno a George Clooney, il latifondista hawa- che che il Kodak Theater verr addobiano di Paradiso Amaro che a 50 anni bato come una sala Anni 30. Un ritorno costretto a diventare adulto. Ma il favori- al passato, insomma, in tema con i film to Jean Dujardin, il protagonista di The in concorso. [L. SOR.]

40 Spettacoli

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

I programmi settimanali completi delle principali tv satellitari, del digitale terrestre e delle radio su: www.lastampa.it/programmi

Programmi tv
Italia 1
8.40 Settimo cielo Telefilm 10.35 Everwood Telefilm 12.25 Studio Aperto. Meteo 13.00 Studio Sport 13.40 I Simpson Cartoni animati 14.35 Whats my destiny Dragon Ball Cartoni animati 15.30 Camera Caf ristretto Variet satirico 15.40 Camera Caf Variet satirico 16.10 The middle Telefilm 16.55 La vita secondo Jim Serie 17.45 Trasformat Quiz Conduce Enrico Papi 18.30 Studio Aperto. Meteo 19.00 Studio Sport 19.20 Tutto in famiglia Telefilm 19.50 I Simpson Cartoni 20.20 C.S.I. - Scena del crimine Telefilm 7.20 7.25 8.20 9.40

Rai 1
Unomattina Caff Tg 1 Unomattina Attualit Linea Verde. Meteo Verde Magazine 10.55 Che tempo fa 11.00 Tg 1 11.05 Occhio alla spesa Attualit 12.00 La prova del cuoco Variet Conduce Antonella Clerici 13.30 Telegiornale 14.00 Tg 1 Economia Attualit 14.10 Verdetto finale Attualit 15.15 La vita in diretta Attualit La trasmissione dedicata alle famiglie italiane condotta da Mara Venier e Marco Liorni 18.50 Leredit Gioco 20.00 Telegiornale 6.10 6.30 6.45 9.35

Rai 2
7.00 Cartoon Flakes Programma per bambini 10.00 Tg 2punto.it 11.00 I fatti vostri Variet 13.00 Tg 2 Giorno 13.30 Tg2 Costume e societ Attualit 13.50 Tg2 Medicina 33 Rubrica di attualit medica 14.00 Italia sul due Attualit 15.00 Question Time Interrogazioni a risposta immediat 15.45 Crazy Parade Variet 16.10 Ghost Whisperer TF 16.55 Hawaii Five-O Telefilm 17.45 Tg 2 Flash L.I.S. 17.50 Tg Sport Sport 18.15 Tg 2 18.45 Numb3rs Telefilm 19.35 Lisola dei famosi 20.30 Tg 2 20.30

Rai 3
7.30 Tgr Buongiorno Regione 8.00 Agor Attualit 10.00 La Storia siamo noi 11.00 Apprescindere Attualit 12.00 Tg 3 Rai Sport Notizie 12.45 Le storie - Diario Italiano 13.10 La strada per la felicit Soap Opera 14.00 Tg Regione. Tg Regione Meteo 14.20 Tg 3. Meteo 3 14.50 Tgr Leonardo Attualit 15.00 Tg3 Lis 15.05 Lassie Telefilm 15.55 Cose dellaltro Geo 17.40 Geo & Geo 19.00 Tg 3. Tg Regione. Tgr Meteo 20.00 Blob Videoframmenti 20.15 Per ridere insieme con Stanlio e Ollio 20.35 Un posto al sole SO 6.00 7.55 7.57 8.00 8.40

Canale 5
Tg 5 Prima pagina Traffico Meteo 5 Tg 5 Mattina La telefonata di Belpietro Attualit 8.50 Mattino Cinque Attualit 11.00 Forum Attualit 13.00 Tg 5. Meteo 5 13.40 Beautiful Soap Opera 14.10 CentoVetrine Soap Opera 14.45 Uomini e donne Talkshow 16.15 Amici Reality show Conduce Maria De Filippi 16.55 Pomeriggio cinque Attualit 18.45 The Money Drop Quiz 20.00 Tg 5. Meteo 5 20.30 Striscia la notizia Variet

Rete 4
Ieri e Oggi in Tv Variet Nash Bridges Telefilm Hunter Telefilm R.I.S. Roma Delitti imperfetti Serie 10.50 Benessere - Il ritratto della salute Attualit 11.30 Tg 4 - Telegiornale 12.00 Detective in corsia Telefilm 13.00 La signora in giallo Telefilm 14.05 Forum Attualit 15.15 Sentieri Soap Opera 15.30 Bernadette Film (biogr., 1943) con Jennifer Jones, William Eythe, Charles Bickford 18.55 Tg4 - Telegiornale 19.35 Tempesta damore SO 20.30 Walker Texas Ranger Telefilm

La 7
6.00 Tg La7. Meteo. Oroscopo. Traffico 7.00 Omnibus Magazine 9.45 Coffee Break Attualit 11.00 Laria che tira Attualit 12.30 I men di Benedetta Variet 13.30 Tg La7 14.05 Bingo Bongo Film (comm., 1982) 16.15 Atlantide - Storie di uomini e mondi Documentari Storie di grandi personaggi del passato e dellattualit. Un programma condotto da Natascha Lusenti 17.30 Lispettore Barnaby Filmtv L 19.20 G Day Attualit 20.00 Tg La7 20.30 Otto e Mezzo Attualit

20.30 Calcio: Marsiglia-Inter


SPORT. Per landata degli ottavi di finale di Champions League, gli uomini di Didier Deschamps affronteranno al Velodrome di Marsiglia i nerazzurri allenati da Claudio Ranieri

21.05 La stella della porta accanto


MINISERIE. Con Bianca Guaccero.

21.05 Chi lha visto?


ATTUALIT. In occasione della fine

21.10 Presagi
FILM-TV. Con Andrea Osvrt. Malta. La polizia alla ricerca disperata di un serial killer di bambine bionde. Intanto, una giovane medium ha le visioni degli omicidi

21.10 Wild - Oltrenatura


DOCUMENTARI. In questa punta-

21.10 Viaggio a...


ATTUALIT. Torna il programma

21.10 Gli intoccabili


ATTUALIT. Il programma con-

Stella, giovane e bella addestratrice di cani, conosce accidentalmente due bambini: Matteo, di dieci anni, e Giulia, di cinque 23.25 Tg 2 23.35 La Storia siamo noi Attualit 0.45 Tg Parlamento Attualit 0.55 Past life Telefilm 1.35 Lisola dei famosi Reality show

del processo, Federica Sciarelli torna ad occuparsi dellomicidio di Vittorio Scifo. Luomo fu ucciso nel 1983, mentre indagava sulla scomparsa della figlia 23.15 Glob Spread Attualit 24.00 Tg3 Linea notte. Tg regione 1.05 Gate C Attualit 2.05 Fuori Orario. Cose (mai) viste 2.10 RAInews 24

ta, Fiammetta Cicogna si trova in Sardegna, a Supramonte, tra cinghiali e nuraghi. Nel frattempo, Steve Backshall vola in Namibia 0.30 Romanzo criminale 2 Serie 2.40 The Shield Telefilm 3.20 Prison Break Telefilm 4.20 Maya Film (horror, 1988) con William Berger, Cyrus Elias

che racconta storie di esperienze straordinarie, ma inspiegabili. Un viaggio tra fede e ragione in compagnia di Paolo Brosio 0.15 Lamico del cuore Film (comm., 1998) con Eva Herzigova, Vincenzo Salemme, Carlo Buccirosso. Regia di Vincenzo Salemme 2.25 La partita Film

dotto da Gianluigi Nuzzi torna in prima serata e propone una nuova esclusiva inchiesta, con rivelazioni, filmati e documenti inediti 23.10 Tg La7 23.15 Tg La7 Sport 23.20 Lamore che non muore Film (dramm., 2000) con Juliette Binoche, Daniel Auteuil, Emir Kusturica, Michel Duchaussoy

22.45 90 Minuto Champions League 23.30 Porta a Porta Attualit Conduce Bruno Vespa 1.05 Tg 1 - Notte. Che tempo fa 1.40 Sottovoce Attualit

23.40 Matrix Attualit Conduce Alessio Vinci 1.30 Tg 5 Notte. Meteo 5 2.00 Striscia la notizia Variet satirico 2.55 Uomini e donne Talkshow

RADIO & RADIO


BRUNO GAMBAROTTA

Rai Movie
6.30 Guerra e Pace 1812 Film 7.35 LdB - Ladri di Biciclette Magazine 8.05 Corsa dellinnocente Film 9.50 Appuntamento al cinema 9.55 Zum zum zum Film 11.35 Be kind rewind Film 13.15 Amen Film 15.25 Amazing Grace Film 17.25 Alla scoperta di Charlie Film 19.05 Sono fotogenico Film 21.00 The Queen Film 22.45 LdB - Ladri di biciclette Magazine 23.20 Primavera, estate, autunno, invermo Film 1.05 Elephant Film 2.30 Doctor M Film

Raisport 1
16.25 Tg Sport Flash Sport 16.30 Freestyle: Coppa del Mondo 2011/2012 DM 17.30 Ski Jumping: Coppa del Mondo 2011/2012 HS 213 Maschile Sport 18.30 Tiro con lArco: Campionati Italiani Indoor ParaArchery Sport 19.00 Sci di Fondo: MarciaGranParadiso Sport 19.30 Anteprima Novantesimo Champions rubrica Sport 20.15 Tg Sport Flash Sport 20.20 Snowboard: Coppa del Mondo 2011/2012 SBX Sport 22.20 Pattinaggio di Velocit: Campionati Mondiali Sport

Rai Storia
17.00 Orchestra Nera.Pagine della Resistenza al nazismo-Lora della verit 18.00 LItalia dei dialetti - Dialetto lingua segreta 18.25 Res Gestae Fatti 19.00 Da Qui -Il viadotto sullAglio 19.05 Res Gestae Personaggi 19.10 Gli allievi di Vespucci 19.30 Andy Warhol 20.00 Magazzini Einstein: Luigi Ontani 20.30 Scrittori per un anno: Pierluigi Cappello 21.00 Dixit Fatti: Rotocalco 23.00 ReSelection 24.00 Orchestra Nera.Pagine della Resistenza al nazismo-Lora della verit

Dal satellite
15.35Mine Vaganti La famiglia Cantone possiede uno dei pi importanti pastifici del Salento SKY HITS 15.45 Pazzi, pupe e pillole Jerry Lewis, studente di medicina, si identifica troppo con i malati MGM 15.50 Quattro bastardi per un posto allinferno Avventurieri tentano di recuperare un tesoro sommerso in fondo al mare SKY CLASSICS 16.05 Teen Spirit. Un ballo per il Paradiso Amber vuole diventare reginetta del ballo della scuola, ma tratta male chiunque SKY FAMILY 16.40 Alamo - Gli ultimi eroi La ricostruzione della celebre battaglia combattuta nel 1836. Con Dennis Quaid SKY MAX 17.10 Flying By - La musica del cuore Quando la grande passione per la musica riesce a dividere una coppia SKY PASSION 17.20 Il ladro di Parigi Un rispettabile borghese scopre il furto come strumento di rivolta. Con Belmondo MGM 17.25 Racconti romani Le disavventure di un gruppo di piccoli truffatori, tra cui lex detenuto Alvaro SKY CLASSICS 17.30 Green Zone Lufficiale Miller deve trovare introvabili armi di distruzione di massa SKY HITS 17.35 Flightplan - Mistero in volo Jodie Foster torna a New York con la figlia. Durante il volo la bimba scompare SKY
CINEMA 1

I film
18.50 What Women Want Quello che le donne vogliono Mel Gibson prende la scossa e per magia inizia a leggere nella mente delle donne SKY PASSION 19.10 I cavalieri del Nord Ovest Dopo la morte di Custer, il capitano John Wayne deve trattare coi pellerossa SKY CLASSICS 19.20 Nessuno mi pu giudicare Lamore tra Laura Efrikian e Fabrizio Moroni ostacolato da un ispettore geloso SKY
CINEMA 1

accontano che Cesare Pavese, tornato al lavoro presso lEinaudi dopo un bombardamento notturno, si sia seduto alla scrivania e, dopo aver spazzavo via con lavambraccio i calcinacci caduti dal soffitto si sia rimesso al lavoro. A questo gesto esemplare fa pensare Si pu fare. Cronache da un paese migliore, in diretta ogni domenica alle 12 su Radio 24, di Alessio Maurizi, contro il bla bla della politica e delleconomia (il che, detto dai microfoni del Sole 24 Ore fa un certo effetto). Nellultima puntata, dalla Borsa Internazionale del Turismo di Milano, si parlava di turismo sostenibile. Emanuela Zamberlan raccontava di una fattoria del Molise che offre ai turisti vitto e alloggio in cambio di lavoro. Fulvia Arienti partita per la Florida senza sapere linglese, per comprare case sottratte dalle banche ai mutuatari insolventi e rivenderle sul mercato, unimpresa possibile grazie allinvidiabile semplicit nelle transazioni in Usa. Andiamo a Scampa, dove il carnevale animato dal Gridas (Gruppo di Risveglio dal Sonno) che sfila con la macchina dello spread e accende il fal delle cose negative. Pensate che bello se i Gridas si diffondessero in tutta l'Italia. Si pu fare suscita il desiderio di cogliere le opportunit di un tempo che forse rimpiangeremo, quando i partiti erano morti e ancora non lo sapevano.

Salton Sea - Incubi e menzogne Dopo lomicidio della moglie, Val Kilmer va alla deriva tra droga e malavita SKY MAX 21.10 Erin Brockovich - Forte come la verit Julia Roberts scopre che la gente sta morendo a causa di una compagnia elettrica SKY HITS 21.15 Faccio un salto allAvana Enrico Brignano si sente intrappolato da quando suo fratello morto
SKY CINEMA 1

Rai 4
9.20 Fisica o Chimica Serie 10.40 Primeval Serie 11.30 Farscape Serie 12.20 Battlestar Galactica Serie 13.05 Streghe Serie 13.50 Fisica o Chimica Serie 15.15 Entourage Serie 15.45 Appuntamento al Cinema 15.50 Being Erica Serie 16.30 One Tree Hill Serie 17.20 Eureka Serie 18.05 Farscape Serie 18.50 Battlestar Galactica Serie 19.35 Primeval Serie 20.25 Supernatural Serie 21.10 Ombra del Sospetto Film 22.40 Boardwalk Empire Serie 23.30 Lip Service Serie 0.25 Boardwalk Empire Serie

Sportitalia
11.30 Hlts Championship Sport 12.00 Magazine Manchester City Sport 12.30 Manchester City Tv Europa League Porto Manchester City Del 16-02 Sport 14.30 Lo Sai Che? Replica Sport 15.00 Hlts Clausura Sport 16.00 Magazine Real Madrid 17.00 Real Madrid Tv Real Madrid -Racing Sport 19.00 Eurolega Game Sport 21.00 Aspettando Il Solocalcio Sport 23.00 Solocalcio Diretta 23.00 24.00 Lo Sai Che? Diretta Sport 0.30 Real Madrid Tv Champions League Cska Real Madrid

Iris
7.33 Supercar Telefilm 8.25 Ateam Telefilm 9.21 Ti Racconto Un Libro 9.41 Marechiaro Film 11.20 Speciale Monicelli 11.25 Caro Michele Film 13.28 Il cinema ritrovato 13.33 Il cinico, linfame, il violento Film 15.25 Note Di Cinema 15.33 Willy Signori e vengo da lontano Film 17.30 Il prezzo dellamore Film 19.19 Supercar Telefilm 20.11 A-team Telefilm 21.05 Quel pomeriggio di un giorno da cani Film 23.15 Linfernale Quinlan Film 1.02 Lucie Aubrac-Il Coraggio Di Una Donna Film

Casper 2 - Un fantasmagorico inizio Casper salva una citt dalla demolizione e riunisce padre e figlio SKY FAMILY 19.30 Il funerale servito Oltre al problema del funerale del padre, Aaron deve affrontare svariati fastidi SKY HITS 21.00 Nostra Signora di Fatima Portogallo 1917: la pastorella Lucia annuncia di aver visto la Madonna MGM Mamma, ho perso laereo I genitori in partenza per Parigi dimenticano a casa il piccolo Kevin (M.Culkin) SKY
FAMILY

22.45 I tre della Croce del Sud Un padre chiede al socio di nascondere alla figlia la sua nuova vita MGM Inserzione pericolosa In cerca di una coinquilina, Bridget Fonda si ritrova a casa una maniaca SKY PASSION 22.50 Sansone Sansone lingombrante alano dei coniugi Winslow SKY
FAMILY

Via col vento Georgia 1861: la ribelle Rossella OHara, la guerra e il suo amore per Rhett
SKY CLASSICS

Incontrerai luomo dei tuoi sogni Alfie, Helena e Sally sono alle prese con quel sentimento che chiamiamo amore SKY PASSION

23.10 Senza scrupoli Lannoiata moglie di un gioielliere viene violentata durante una rapina SKY MAX 23.25 Jerry Maguire Dopo aver scoperto velleit idealistiche, il procuratore Cruise perde il posto SKY HITS 0.35 Cadillac man - Mister occasionissima Tim Robbins impazzito di gelosia prende in ostaggio lufficio di Robin Williams MGM 0.40 La vita segreta delle api Una ragazzina fugge dalla fattoria del padre, coltivatore di pesche
SKY PASSION

Joy+1, Mya+1,Steel+1 ripetono la programmazione Joi, Mya, e Steel posticipati di unora

Intrattenimento
21.00 Unforgettable FOX
CRIME

Sport
20.00 Sport estremi: Winter X Games SKY SPORT 2 20.15 Tg Sport Flash
RAISPORT SAT

JOI
15.10 The middle Telefilm 16.00 Psych Telefilm 16.51 Royal Pains Telefilm 18.30 Packed To The Rafters Telefilm 19.22 Er-Medici In Prima Linea Telefilm 20.13 I Pilastri Della Terra Miniserie 21.00 Joi On Air 12: Febbraio 21.15 Dr. House Medical division Telefilm 22.59 House In Clinica 23.09 Leverage Telefilm

MYA
12.00 Hellcats TF 12.49 Friends Telefilm 13.18 Non Sopporto Pi... I Miei Genitori Film 14.54 Men In Trees Segnali Damore Telefilm 16.43 Friends Telefilm 17.15 Cinderella Story Film 18.57 Friends Telefilm 19.26 Greys Anatomy Telefilm 21.15 Step Up Film 23.21 Nipn Tuck Telefilm 0.13 Shameless Telefilm

STEEL
11.40 Sanctuary TF 13.20 Warehouse 13 Telefilm 15.00 The War At Home Telefilm 15.55 Smallville Telefilm 16.45 Knight Rider Telefilm 17.30 The War At Home Telefilm 18.25 R.I.S. 3 Delitti Imperfetti Telefilm 20.25 Knight Rider Telefilm 21.15 Studio 60 on the Sunset Strip Telefilm 22.50 Human Target Telefilm

P. CALCIO
16.37 La trib del calcio 2011/12 17.36 Champions League 2011/12: Napoli Chelsea Sport 19.30 Hi - Lites Champions League Sport 19.45 Champions League Live 2011/12 Sport 20.45 Champions League 2011/12: Marsiglia Inter Sport 2.46 Hi - Lites Champions League Sport

P. CINEMA
11.29 La Bellezza Del Somaro Film 13.23 Tre Allimprovviso Film 15.22 Incontrerai luomo dei tuoi sogni Film 17.08 Due cuori e una provetta Film 18.52 Red Carpet 11: Faccio un Salto Allavana 19.26 Femmine contro maschi Film 21.15 La versione di Barney Film 23.35 Se sei cos ti dico s Film

S. UNIVERSAL
6.00 Arsenico e vecchi merletti Film 8.30 Beyond the rocks Film 10.00 Grilled Film 11.35 Lolita Film 14.20 55 giorni a Pechino Film 17.05 Angoscia Film 19.05 Open Water Film 20.40 Under The Influence: John Leguizamo 21.15 Stregata dalla luna Film 23.10 Un pesce di nome Wanda Film

Revenge FOX LIFE Glee FOX Socie JIMMY 21.50 N.C.I.S. Los Angeles
FOX CRIME

21.55 Desperate Housewives FOX LIFE 22.40 Law & Order: Unit Speciale FOX CRIME Strictly Confidential Confessioni pericolose
JIMMY

20.20 Snowboard: Coppa del Mondo 2011/2012 SBX RAISPORT SAT 20.30 Speciale: Together to London EUROSPORT 1 20.45 Calcio: UEFA Champions League
SKY SPORT 1

21.00 Magazine: Riders Club


EUROSPORT 1

22.45 Pan Am FOX LIFE New Girl FOX 23.15 I Griffin FOX 23.35 C.S.I. - 100% Grissom
FOX CRIME I Griffin FOX

22.05 Golf: Avantha Masters


EUROSPORT 1

22.20 Pattinaggio di Velocit: Campionati Mondiali RAISPORT SAT 22.35 Magazine: Golf Club
EUROSPORT 1

23.40 Sex and the City FOX


LIFE

22.40 Rubrica: Vela


EUROSPORT 1

Falling Skies FOX

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

41

Oggi in tv
11,00 Tennis. Torneo di Dubai 12,00 Tg3 sport 12,30 Ski Jumping. Coppa del Mondo 13,05 Studio Sport 13,30 Snowboard. Coppa del Mondo 16,15 Atletica. Speciale Bolt 17,50 Tg Sport Eurosport Raitre Rai sport 1 Italia1 Rai sport 1 Sky sport 2 Raidue

19,00 Studio sport Italia 1 19,00 Basket. Eurolega: Siena-Bilbao Sportitalia 20,45 Calcio. Marsiglia-Inter Rai1-SkySp1-Premium 20,45 Calcio. Champions: Basilea-Bayern Skysport3 21,05 Golf. Us Pga Tour Eurosport 22,45 Calcio. 90Champions Raiuno 23,30 Calcio. Calciomercato Sky sport 1 01,00 Calcio. Libertadores: Velez-Chivas Sky sport 1 03,30 Basket. Nba, Dallas-L.A. Lakers Sky sport 2

SPORT
SU CONTE

LAURA BANDINELLI MILANO

Il Milan ha alzato il telefono e ha chiamato la Juventus. A ridosso dal big match contro i bianconeri serviva un segnale distensivo. Troppe parole sono state spese ed era necessario un chiarimento lontano dalle telecamere e soprattutto senza intermediari. Il primo passo lha fatto Adriano Galliani. Luned lad rossonero ha provato a mettersi in contatto con Andrea Agnelli e in serata i due sono riusciti a parlarsi con tranquillit, senza nessun imbarazzo per ci che stato detto e scritto nelle ultime settimane. C la volont di preparare una vigilia serena a prescindere dal verdetto su Ibrahimovic., dando cos il buon esempio alle tifoserie che sul web hanno gi iniziato a darsi battaglia. Galliani dallalto della sua esperienza (ha appena festeg-

A Milanello Ibra non frena e urta linviata di Corona


I

Sabato non scoppier la guerra. E chi vincer non vincer anche lo scudetto Siamo solo a febbraio
Adriano Galliani
AMMINISTRATORE DELEGATO DEL MILAN

La tensione si era alzata dopo le uscite di Conte sugli arbitri e le frecciate di Allegri
giato i suoi 26 anni da dirigente rossonero) ha voluto sincerarsi che Agnelli non fosse stato contagiato dal clima avvelenato che ha portato sia Conte sia Allegri a mandarsi frecciatine a distanza. La storica alleanza tra i due club non quindi in discussione. I rapporti tra Galliani e Agnelli sono stati di simpatia reciproca fin dal primo giorno di insediamento della nuova propriet bianconera. Il giovane presidente della Juve ha ereditato dallo zio e dalla Triade questo rapporto e ha deciso di mantenerlo. Sono tanti gli aneddoti che possono essere ricordati, senza entrare nella questione che riguarda Calciopoli, una ferita che resta aperta anche in casa Milan. Galliani ha fatto una promessa a se stesso e non ne ha mai pi voluto parlare. Meglio ricordare fatti lieti. Dal caviale che il Milan fece recapitare a Umberto Agnelli dopo la vittoria della Champions in quel di Manchester, alle cene con Giraudo e Moggi a base di tartufi. Prima di ogni gara era buona abitudine trovarsi a tavola e il men variava a seconda della stagione. Nellattesa che venga ripristinata questa abitudine i due si accontentano di dividere lo stesso tavolo nelle occasioni istituzionale. In Lega, ad esempio, Milan e Juve hanno sempre condiviso idee e strategie e cos succede anche adesso. Una delle battaglie pi significative stata quella riguardante il contratto collettivo dei calciatori ed proseguita anche per le vicende sui diritti televisivi. Agnelli si fida dellesperienza di Galliani e si ritrova ad appoggiare la candidatura di Beretta, nellattesa di individuare unalternativa. Combatte da solo, invece, quando deve attaccare Abete, ma alcune invasioni di campo del presidente della Figc non piacciono neppure ai vertici rossoneri. La denuncia anti Ibra di Chiellini, le lamentele sugli arbitraggi di Conte e qualche

A due giorni dal verdetto sulla squalifica, Ibrahimovic ha incidentalmente sfiorato con lo specchietto retrovisore della macchina una cronista che aspettava con il microfono in mano. E non tutto perch la ragazza ha reagito peggio dello juventino Chiellini: vuole denunciare lo svedese per aggressione. Valentina Ridolfo arrivata a Milanello con lobiettivo di intervistare i giocatori rossoneri per conto di una agenzia che stata spesso accostata al nome di Fabrizio Corona. Quando ha visto sfrecciare in lontananza lauto di Ibrahimovic ha allargato le braccia convinta che lauto si fermasse. Lo svedese, invece, ha continuato a tenere il piede sullacceleratore e con lo specchietto ha colpito la mano della ragazza procurandole una contusione. La scena stata ripresa dal suo operatore.

Agnelli: Abete inopportuno Lui: Non sono io a fare polemica


MASSIMILIANO NEROZZI TORINO

Da incompetente, sulla revoca dello scudetto 2006, a inopportuno, il presidente della Federcalcio Giancarlo Abete continua a raccogliere riconoscimenti in casa Juve. Si parlato molto di stile ha detto ieri Andrea Agnelli, numero uno bianconero - ma le parole di Abete hanno rivelato una mancanza di stile. Il suo stato un intervento quantomeno inopportuno. Il giorno prima, con notevole differita, Abete sera affacciato sulle proteste juventine per i presunti rigori negati a Parma, la settimana scorsa:

SABATO IL BIG MATCH A SAN SIRO

Telefono

Polemiche e dispetti, Milan e Juve preparano la sfida scudetto Galliani chiama Agnelli: tra i due chiarimento senza intermediari
Il Milan favorito Noi andiamo a fare una bella partita, da tempo non se ne gioca una simile
Andrea Agnelli
PRESIDENTE DELLA JUVENTUS

amico
C la volont di stemperare la vigilia ma incombe il verdetto su Ibrahimovic

Antonio Conte, 42 anni

fax di troppo sul mercato (leggi caso Tevez) hanno messo a dura prova lalleanza del nord ma alla fine ha prevalso il buon senso. La volont di Galliani quella di alleggerire la tensione che c intorno a questa partita perch il campionato lungo e potrebbero esserci altre sorprese. Parole pacate ma tante mosse a sorpresa. Come quella che riguarda lo schieramento che

verr spedito in campo. Ieri, ad esempio, non stato diramato nessun bollettino sulle condizioni di Boateng che ha trascorso buona parte del suo tempo a Milanello a fare fisioterapia. Limpressione che il trequartista (ha un problema al flessore sinisto) rester in dubbio fino alla fine non soltanto per questioni mediche. Se non dovesse farcela pronta lalternativa Emanuelson ma questo Conte rischia di saperlo a poche ore dallinizio della partita.

Le parole di Conte sono state abbastanza dure. Agnelli non ha alzato il volume come il suo tecnico, ma la durezza rimasta tale quale: Noi parliamo di quelle che sono le nostre posizioni, i nostri sentimenti, parliamo esclusivamente di noi stessi. Vedo invece - ha continuato il presidente bianconero - che tanti, tanti altri si divertono a parlare di vicende juventine e questo non mi sta bene: ognuno pensi per s. Al solito, insistono i bianconeri, il problema la parit di trattamento. La Juve, nella nota a sostegno del proprio allenatore, laveva invocata davanti agli arbitri e ai giudici. Ora la giurisdizione si allarga alle parole: O il presidente della federazione commenta tutte le settimane tutte le dichiarazioni di tutti gli allenatori - ha spiegato Agnelli - oppure solo quelle del nostro non mi sta bene. Mi rendo conto che ci sia un po di nervosismo, che molte persone in questo momento tutelino i loro interessi. Risposta di Abete: Se c la volont strutturale a polemizzare, non certo la mia. Le mie riflessioni, visto anche il ruolo che ricopro, sono sempre allinsegna del massimo equilibrio e rispetto per i grandi club. Resta invece lui lavversario, pure di pi del Milan, con il quale la Juve si giocher lo scudetto: Siamo molto sereni - ha chiuso Agnelli - e affrontiamo questa partita. Sappiamo che il Milan favorito, sono i campioni dItalia, sono ai quarti di Champions. Ma andiamo a giocarci una bella partita, che non ci capitava da tanto tempo.

42 Sport
Napoli Chelsea
Napoli
(4-3-3)

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

3 1
Chelsea
(4-3-3)

De Sanctis 6; Campagnaro 6, Cannavaro 4, Aronica 6,5; Maggio 7, Inler 7, Gargano 6,5, Zuniga 7; Hamsik 6 (37 st Pandev sv), Lavezzi 7,5 (29 st Dzemaili 6); Cavani 7.

Cech 6,5; Ivanovic 4, Cahill 4, David Luiz 4, Bosingwa sv (12 pt Cole 5); Ramires5,5, Meireles 6 (25 st Essien 6), Malouda 5 (25 st Lampard 6); Sturridge 5,5, Drogba 5, Mata 6.

ALL. Frustalupi

ALL. VillasBoas

RETI:pt 28 Mata,39 Lavezzi, 48Cavani;st 20 Lavezzi

ARBITRO: Velasco Carballo 6,5 AMMONITI: Cavani, Meireles, Cahill SPETTATORI:53 mila circa

MARCO ANSALDO INVIATO A NAPOLI

Un altro passo nell'incredibile. Il Napoli che batte 3-1 il Chelsea qualcosa che, detto sei mesi fa, avrebbe fatto accorrere gli infermieri del 118 e invece la realt in un cammino europeo che passa di sorpresa in sorpresa. il momento della gioia per una citt che vive di queste emozioni e si era quasi rassegnata a non poterne pi vivere di cos intense. Ma l'entusiasmo incontenibile per il successo in rimonta firmato da Lavezzi e Cavani si vena di recriminazioni perch la qualificazione ai quarti si poteva chiudere gi nella ripresa al San Paolo, come ha fatto il Milan contro l'Arsenal. Questione di esperienza. Di cinismo. Sarebbe terribile rimpiangere tra tre settimane a Stamford Bridge il gol sbagliato da Lavezzi sul 2-1 e l'incredibile salvataggio sulla linea sul tiro di Maggio per il quarto gol. Due reti di vantaggio sono abbastanza ma non offrono garanzie anche perch a Londra il Napoli potrebbe incontrare un avversario meno scombinato, probabilmente con un altro allenatore al posto di Andr Villas Boas che fa quasi tenerezza con quell'aria da bravo ragazzo che non sa farsi ascoltare. Imbattersi nel Chelsea, oggi, come trovare mille euro dando un calcio a una pietra. La difesa un capolavoro di sgangheratezza e non crediamo che sia soltanto

CHAMPIONS LEAGUE: ANDATA DEGLI OTTAVI DI FINALE

Spacca Napoli
Sotto di una rete gli azzurri travolgono il Chelsea trascinati da un super Lavezzi
sta dietro: l'anno scorso Campagnaro, Cannavaro e Aronica andarono ben oltre i propri limiti ma non sempre festa, alla lunga i difetti emergono, soprattutto nelle grandi partite quando la tensione forte. Campagnaro, malconcio, andato in confusione dopo una zuccata con Drogba e Cannavaro ha la responsabiit del gol di Mata: ha mancato il rinvio lasciando il giovane spagnolo liberissimo di segnare da pochi passi. Da quel momento Cannavaro non pi stato lucido, le sue chiusure erano emozionanti: il Chelsea pur giocando il primo tempo senza un'identit, quasi si fossero ritrovati tutti al pullman la mattina, ha avuto due clamorosi corridoi centrali per andare in porta e sull'1-1 Ramires ha mandato alto dal dischetto del rigore. Il Napoli stato pi squadra. Le fiammate non erano casuali, si vedeva qualcosa di provato e riprovato negli inserimenti di Maggio e Zuniga come nei tagli di Lavezzi e di Cavani che dopo 10' aveva avuto la palla del vantaggio, indirizzandola dove Cech l'aveva respinta di piede. A centrocampo l'anima era Inler, per una volta ai livelli di quando stava all'Udinese: apriva il gioco con lanci lunghi e intelligenti, metteva palloni in profondit. Dopo la rete regalata a Mata il Napoli perdeva sicurezza e non una squadra che pu rifugiarsi nei lanci lunghi spe-

Inizio stentato: Mata illude gli inglesi Tra la doppietta del Pocho, il gol di Cavani
per l'assenza di Terry. Mai visti i londinesi in queste condizioni, neppure durante la crisi che port al siluramento di Mourinho. Il povero Cech ormai gioca con il casco non per proteggersi la testa dai colpi ma per non strapparsi i capelli per la disperazione: il suo sguardo allo stordito Ivanovic, dopo il gol di Cavani, era un colpo di pistola sparato con le pupille. Del resto ci si dimenticati di cos'era il Porto allenato da Villas Boas. In attacco macinava occasioni, e per questo ha vinto in Portogallo e nell' Europa League. La difesa invece era da luna park: purtroppo per lui ha portato al Chelsea soltanto i carrozzoni del tiro a segno. Il Napoli per un po' si adeguato. Con un altro stile ma con gli stessi affanni difensivi. Quando si valuta questa squadra non bisogna fermarsi ai tenori dell'attacco ma considerare anche chi

Le pagelle azzurre
De Sanctis 6
LEGGERO. Da rivedere i tempi del-

GUGLIELMO BUCCHERI INVIATO A NAPOLI

Le pagelle degli inglesi


Cech 6,5
REATTIVO. La difesa dei Blues tra-

le uscite perch in due occasioni mette i brividi al San Paolo. Fra i pali sicuro e presente ogni volta che Sturridge e soci ci provano da lontano.

fin dal primo sospiro di gara. La percentuale di faccia a faccia vinti non alta, ma almeno ci prova.

Hamsik 6
ABILE. Appare e scompare dalla

balla, lui no. Chiude lo spazio prima a Lavezzi, poi a Cavani sullo 0-0, quindi capitola perch non protetto.

unautostrada davanti. Sarebbe stato il colpo del ko al cuore azzurro.

Raul Meireles 5
TIMIDO. Sbaglia poco, ma crea

Campagnaro 6
CORAGGIOSO. Una notte con il col-

notte come un giocoliere. Quando spunta dal nulla, per il Chelsea sono guai seri (dal 37 st Pandev sv).

Ivanovic 4
CONFUSO. Le incursioni di Lavezzi

meno (dal 25 Essien 6: vivace).

Malouda 5
INNOCUO. Prova a sfruttare gli

tello fra i denti: non al meglio, decide di non tirarsi indietro, ma ferito da un colpo in testa.

Lavezzi 7,5

e Zuniga gli tolgono certezze: si rifugia spesso in angolo anche quando non serve.

Cannavaro 4
ABBANDONATO. Chiss per quan-

to tempo, chiudendo gli occhi, si trover davanti la zolla di campo dove andato a farfalle. Scivola e il Chelsea va in rete: per qualche minuto sembra arrendersi, poi risorge.

i
Inler 7

Protagonista
Christian Maggio
DIFENSORE

POSSENTE. L in mezzo non si pas-

sa. La sua una presenza costante nel vivo delle trame azzurre.

IMPRENDIBILE. La sua dote potrebbe essere da dieci se non fosse per quel pallone strozzato ad inizio ripresa guardando in faccia Cech. Da applausi il colpo da genio che rimette gli azzurri in gioco sull1 a 1, di qualit linserimento per chiamare lassist doro di Cavani per il 3 a 1 (dal 29 Dzemaili 6: ordinato).

Cahill 4
LENTO. Quando la retroguardia inglese si apre non ha la forza per tappare le falle.

spazi e il motore un po ingolfato di Campagnaro: fa tutto bene, ma si perde quando decide di puntare De Sanctis (dal 25 st Lampard 6: prova a scuotere i compagni).

David Luiz 4
OPACO. Preso in velocit, sbanda

Sturridge 5,5
FUMOSO. Tiene il pallone incolla-

sempre.

Aronica 6,5
PUNTUALE. Sturridge un avversa-

Gargano 6,5
PUNGENTE. A volte si smarca da

Cavani 7
RAPACE. Spedisce sul piede di Ce-

Bosingwa sv
SFORTUNATO. Esce per infortunio senza poter entrare in partita (dal 13 pt A. Cole 5: Maggio lo beffa ripetutamente).

to ai tacchetti e i compagni ringraziano. D la sensazione di potersi accendere da un momento allaltro, ma non accade.

rio scivoloso, lo controlla usando anche il fioretto.

solo, ma non stacca mai la spina. Aggredisce i parastinchi inglesi e spesso esce vincitore dai duelli nel traffico.

Drogba 5
COMPASSATO. Meno dirompente

Maggio 7
INSTANCABILE. Un pendolo perpe-

Zuniga 7
GUERRIERO. Carica a testa bassa

tuo sulla sua corsia.

ch lassalto che potrebbe aprire la notte dopo dieci minuti. Ricarica le pile: alla seconda occasione va in gloria segnando il gol numero 56 in 99 partite, alla terza manda in estasi Lavezzi.

del solito, troppo prevedibile.

Ramires 5,5
SPRECONE. Clamorosa la mira

Mata 6
CHIRURGICO. Il gol di rara precisone e abilit. [G. BUC.]

sballata dal limite dellarea con

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Sport 43

Estasi
Ezequiel Lavezzi (26 anni) festeggiato da Cavani (25), Hamsik (24) e Inler (27) Per Lavezzi sono i primi due gol in Champions

La serie vincente nerazzurra


Lultima stagione senza titoli, tra Italia ed estero, per lInter stata il 2003/2004 Coppa ppa Italia Coppa Copp Italia Ital Sc Scudetto Scudetto Scudetto Coppa Italia Supercoppa italiana

SERIE A, I RECUPERI

Scud Scudetto

Su Supercoppa it italiana

Supercoppa italiana

o Scudetto

Mondiale per club

Pratico e spettacolare il Bologna batte la Fiorentina


BOLOGNA

Centimetri LA STAMPA

perco Supercoppa talian italiana 2005/2006 2006/2007 ULTIMO ANNO SENZA SUCCESSI DELLE ALTRE BIG 2007/2008 Barcellona 2008/2009 Bayern Monaco

Champions League 2009/2010 Milan Real Madrid

Coppa Italia 2010/2011 Chelsea Lione

2004/2005

5
Sconfitte
Il Chelsea ha giocato in Italia 11 volte e ha vinto in una sola occasione (4-0 con la Lazio in Champions, con allenatore Ranieri)

Manchester United

Personaggio
ROBERTO CONDIO INVIATO A MARSIGLIA

rando che succeda qualcosa perch sono soltanto palloni concessi agli avversari. Il Chelsea faticava meno a controllare la partita. Serviva un colpo di genio: lo trovava Lavezzi lasciato libero di sistemarsi la palla al limite dell'area per metterla nell'angolo basso. Primo gol dell'argentino in Champions League. La partita decollava dal pareggio. Cavani nel recupero sfruttava un traversone sul quale dormivano tutti e metteva in porta con un colpo strano,un po' testa e un po' spalla. E nella ripresa, con gli inglesi in pressione piuttosto sterile si aprivano gli spazi per il contropiede: Cavani approfittava ancora dello stordimento di David Luiz e offriva a Lavezzi la palla comoda per il 3-1. Che moltissimo ma sembra quasi poco.

LARGENTINO

Mazzarri? Meglio che non venga pi


I

Lavezzi dedica i due gol al figlio e manda un pensiero ironico a Mazzarri: Per fortuna ho fatto gol: siamo stati beccati nel nostro momento migliore ma abbiamo reagito bene. Frustaluppi porta fortuna in panchina, secondo me Mazzarri non deve pi venire. Il tecnico fa i complimenti al suo vice: Il mio staff preparatissimo. La partita lho vista dallalbergo e tra laltro dovranno aerare la stanza perch non so nemmeno io quante sigarette ho fumato. Abbiamo preso un gol balordo e la reazione dimostra la personalit e la sicurezza nei propri mezzi che ha questa squadra: non sono solo le stelle a crescere, ma tutto il gruppo.

laudio Ranieri oggi compie cinque mesi sulla panchina dellInter. gi durato pi del suo predecessore Gasperini (e non ci voleva molto) ma se stasera franer in Champions a Marsiglia non far meglio di Benitez, che pure non era arrivato al semestre pieno, n di Leonardo, spintosi poco oltre. Destini comuni, per i precari nerazzurri del dopo Mourinho. Ora tocca allAggiustatore, che non riesce pi a tener fede al suo soprannome. Il 22 settembre scorso prese in mano una squadra che delle prime cinque partite stagionali ne aveva perse quattro e pareggiata una. riuscito a metterci qualche toppa, ha azzeccato un illusorio filotto di sette vittorie in campionato, ma cinque mesi pi tardi si ritrova al punto di partenza. Anzi, peggio: un solo pari nelle ultime sei gare, Coppa Italia compresa; una serie avvilente di record negativi quasi storici e un gruppo spento e logoro. Inevitabile, che si parli di allenatore in bilico. Ma io non mi sento a rischio - dice forte e chiaro Ranieri -. Anche se ho tanti buoni sponsor, gente che mi vuole far fuori. Evidentemente, legge i giornali, guarda le tv, sente la gente. Settimo in campionato e fuori dalla Coppa Italia, gli resta la Champions per pilotare lInter ad allungare una strepitosa serie di stagioni vincenti che, caso unico nei club dellEuropa che conta, dura dal 2004/2005. Febbraio ha finora riservato solo figuracce in serie A. Ranieri nervoso, anche se giura di non di esserlo. Risponde telegrafico in conferenza stampa, rimbalza ogni provocazione. Penso solo al Marsiglia. Non mimporta dei "si dice". Ai giocatori non ho mai chiesto di vincere per me: devono farlo per la maglia. Devono farlo stasera, perch lo stesso Ranieri a fissare, senza vo-

Ultima chiamata per Inter e Ranieri Non sono a rischio


Stasera gli ex campioni al bivio con il Marsiglia Questa squadra non vecchia o malata

Il Bologna supera 2-0 la Fiorentina nel recupero della gara del primo febbraio. Se i rossobl, nel 2012, sono imbattuti come la Juve i meriti sono da dividere tra il pragmatismo di Pioli e la qualit, fuori media per una squadra che deve salvarsi. La vittoria porta il Bologna in una posizione di grande tranquillit in ottica salvezza. La Fiorentina, nel primo tempo, uno spettacolo di gioco e occasioni. Jovetic e Amauri si trovano che una meraviglia e solo un gran Gillet li ferma. Ramirez pesca Di Vaio, pronto cross per Diamanti che puntuale nel girare a rete, respinta difettosa di Boruc e tap in vincente dello stesso trequartista. Il raddoppio da sigla tv: colpo di tacco di prima intenzione di Ramirez che finalizza il suggerimento di Di Vaio, partito in fuorigioco. Nella ripresa follia di Olivera, gomitata in faccia a Diamanti al 4 ed espulsione sacrosanta. [E. RIG.]

Bologna Fiorentina
Bologna
(3-4-1-2)

2 0
Fiorentina
(3-5-2)

Gillet 7,5; Raggi 6,5, Portanova 6,5 (35st Cherubin 6), Antonsson 7; Pulzetti 6, Mudingayi 6,5, Perez 6,5, Rubin 6; Diamanti 7, Ramirez 8 (22st Kone 6), Di Vaio 7 (31st Acquafresca 6)
ALL. Pioli

Boruc 4; Gamberini 5; Natali 5, Nastasic 5 (28st De Silvestri 5,5); Cassani 5,5,Olivera 4,Montolivo 5, Lazzari 5, Vargas 5,5 (13st Salifu 5), Amauri 6, Jovetic 6,5

6,5

ALL. Rossi

RETI: pt 29 Diamanti , 43 Ramirez

Claudio Ranieri, 60 anni, mentre parla alla squadra prima dellallenamento al Velodrome di Marsiglia

lerlo, lultima spiaggia: tut- E potrebbe quindi essere consito lanno che cerchiamo la par- derato chiuso il compito di chi tita della svolta e, in campiona- non riuscito a ravvivare un to, credo ormai che continuere- gruppo comunque a fine ciclo. mo tra alti e bassi perch queIl bivio, dunque, stasera al sta squadra non n vecchia Velodrome, circondato da gru n malata ma deve recuperare da lavori in corso. Guai a sottoenergie nervose. In Cham- valutare il Marsiglia di Depions, per, dischamps, privo verso. Ora sono SNEIJDER NEL MIRINO di stelle vere e partite secche, Lolandese verso con assenze pequelle ideali per santi quali Remy campioni come i la panchina: criticato e Mbia. Ha per nostri che hanno anche da Van Basten corsa ed entusiabisogno di ultrasmo, la squastimoli e di adrenalina per fare dra europea che segna di testa quel che sanno fare. pi di ogni altra. E, a differenza Come ammettere che, se sta- dellInter, i francesi sono in salusera Zanetti e compagnia doves- te: 15 partite utili consecutive. sero nuovamente toppare, allo- Ranieri li affronter tornando ra davvero le speranze per rad- al modulo che lo aveva rilanciadrizzare la baracca sarebbero to in campionato: centrocampo esaurite, almeno fino a giugno. a quattro pi due attaccanti. Il

dubbio proprio l davanti. Il pezzo grosso che rischia pi di tutti la panchina Wesley Sneijder. Dopo le raffiche scriteriate di tiri fuori bersaglio delle ultime partite, il tecnico romano non gli ha risparmiato stoccate. Dalla sua stanno anche le cifre, impietose: un solo successo in A con lolandese titolare e crisi riesplosa proprio con il suo rientro dal 1. In pi, ieri, da Sky sono arrivate le critiche severe di un connazionale illustre di Wes. Fisicamente non sta benissimo - dice Marco Van Basten - e adesso intorno allInter c un po di caos. Ma la colpa anche sua: sta scivolando dal suo livello abituale, deve essere pi professionale. Chiss se stasera Ranieri gli dar modo di rispondere sul campo.

ARBITRO: Giannoccaro 6 AMMONITI: Gamberini, Vargas, Diamanti ,Cassani ESPULSO: 4 st Olivera SPETTATORI:14 mila circa

La classifica
MILAN JUVENTUS* UDINESE LAZIO ROMA NAPOLI INTER PALERMO CAGLIARI CHIEVO 50 49 42 42 38 37 36 34 31 30 GENOA FIORENTINA* ATALANTA (-6) PARMA* BOLOGNA* CATANIA** SIENA* LECCE NOVARA CESENA* 30 28 28 28 28 27 23 21 17 16

*Una partita in meno; ** Duepartite in meno

In campo oggi
Siena
(4-4-2) SKY CALCIO 3

Marsiglia
(4-2-3-1) ORE 20,45

Inter
(4-4-1-1)

A Mosca, Real raggiunto al 93


IERI Cska Mosca Real Madrid NAPOLI Chelsea
ritorno 14 marzo

Catania
(3-5-2) ORE18,30

RAIUNO- SKY SPORT 1 - PREMIUM C.

OGGI ore 20,45 1 1 3 1 Basilea Bayern Monaco Marsiglia INTER


Sky sport 3 Premium calcio

30 Mandanda 2 Azpilicueta 21 Diawara 3 Nkoulow 15 Morel 4 Diarra 7 Cheyrou 18 Amalfitano 28 Valbuena 20 Ayew 9 Brandao

Julio Cesar Maicon Lucio Samuel Chivu Zanetti Stankovic Cambiasso Obi Forlan Milito

1 13 6 25 26 4 5 19 20 9 22

Raiuno, Sky sport 1 ritorno Premium calcio 13 marzo


Centimetri LA STAMPA

RITORNO MARTED 6/3 ore 20,45 Benca andata Zenit San Pietroburgo 2-3 Arsenal MILAN
andata

MERCOLED 7/3 ore 20,45 Apoel Nicosia Lione Barcellona Bayer Leverkusen
andata

0-1
andata

25 Pegolo 2 Vitiello 13 Rossettini 19 Terzi 21 Rossi 70 Giorgi 10 DAgostino 14 Gazzi 23 Brienza 22 Destro 11 Calai
ARBITRO: Russo
ALL:SANNINO

Kosicky Bellusci Legrottaglie Spolli Seymour Izco Lodi Almiron Marchese Gomez Bergessio

1 14 6 3 8 13 10 4 12 17 18

ARBITRO: Cakir (Turchia)


ALL:DESCHAMPS ALL:RANIERI

0-4

3-1

ALL:MONTELLA

44 Sport

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Retroscena
GIANLUCA ODDENINO TORINO

al se vogliamo, possiamo al se restiamo, stupiamo il passo breve e soprattutto non cambia l'ispiratore. Giampiero Ventura ha modellato il Toro a sua immagine e somiglianza, ricavando una squadra unica ed unita per identit di gioco e spirito di gruppo, ma dopo la riconquista del primo posto in classifica e la prospettiva di centrare l'obiettivo promozione, gi scattata la fase 2 del suo progetto. Ovvero andare in serie A mantenendo intatta questa cellula granata. Se ce la facciamo, io tengo il 90% di questi giocatori: possono stupire perch hanno conoscenze e cultura del lavoro, la promessa del tecnico. Che con orgoglio traccia la nuova
IL PRESIDENTE GRANATA

Toro, il futuro in casa In A questo gruppo stupir


Ventura: Confermerei il 90% dei giocatori. Cairo: Dar continuit
Compropriet e prestiti: quelli in bilico

Il gol alla Samp importante come quello segnato allInter

domande a
Riccardo Meggiorini

Riccardo Meggiorini, il suo primo gol in granata spiana di pi la sua strada o quella del Toro?

Io avevo voglia di segnare e il Toro di vincere: stata una festa doppia. Quasi mi hanno soffocato dopo il 2-1, era dal primo giorno torinese che sognavo un gol cos....

Manuel Iori
Regista, 29 anni, in prestito dal Chievo, diritto di riscatto per la compropriet

Matteo Darmian
Difensore, 22 anni, in prestito dal Palermo che ne detiene la met con il Milan

Ha segnato entrando dalla panchina. Da titolare sentiva il peso delle pressioni?

Chi ha lavorato con questo allenatore ora vale molto di pi


via dopo la vittoria sulla Samp: E' finita l'epoca dei singoli ed iniziata l'epoca del Torino. Una squadra formata da tanti giocatori che possono essere tutti grandi protagonisti, se si mettono in condizione di diventarlo. Il preciso messaggio sulle potenzialit di questo gruppo stato subito raccolto da Urbano Cairo. Voglio dare continuit alla guida tecnica e sportiva di questo Toro garantisce il presidente -, perch ci sono valori oggettivi importanti. Chi ha lavorato con Ventura vale molto di pi ora: ha appreso e sperimentato i suoi metodi ed organico a un progetto preciso. C' stata una grande crescita in questa stagione e questo un vantaggio notevole. Per questo Cairo pronto a rinnovare il contratto a Ventura, che scade a giugno, per gettare le fondamenta della casa comune. Ci vedremo in

Il calcio strano: a volte giochi intere partite di fila e non fai gol, mentre in altre occasioni bastano 10' per segnare. Mi serviva un po' di tempo per inserirmi, sono felice di essermi tolto il peso.
Quanto ha patito il digiuno?

Migjen Basha
Centrocampista, 25 anni, in prestito dall'Atalanta, diritto di riscatto per la met

Mirco Antenucci
Attaccante, 27 anni, in compropriet con il Catania: il bomber del Toro con 6 gol

Sono momenti difficili e ho faticato a lungo. Non segnavo da Novara-Inter di settembre e questo gol, che dedico a Coppola, lo trovo simile per importanza e valore.
Ora tocca a Bianchi sbloccarsi, cosa pu consigliare al capitano?

tempi rapidi - rassicura - perch con la primavera non sbocciano solo gli amori, ma si consolidano. Fissato il primo fondamentale tassello del Toro che verr, ci sar da confermare un'intera squadra. Attualmente di propriet (e senza contratto in scadenza) ci sono i gioielli Ogbonna e Bianchi, pi Vives, Sgrigna, D'Ambrosio, la sorpresa Di Cesare e l'ultimo arrivato Masiello. Gli altri sono in bilico, ma l'input del tecnico genovese indiscutibile. In estate Cairo dovr trattare con l'Inter la compropriet di Alen Stevanovic (l'autentico manifesto di cosa pu fare il lavoro di Ventura sui giovani), visto che l'accor-

Alen Stevanovic
Esterno, 21 anni, in compropriet con l'Inter: ha gi segnato tre gol in questo campionato diventando il punto di riferimento per tutto lattacco granata

do non pi rinnovabile. Stesso discorso coinvolge il nuovo bomber granata Antenucci, a met con il Catania, mentre per il difensore Darmian si dovr usare diplomazia per trasformare il prestito secco in una compropriet via Palermo. Pi facile tenersi i due mediani Basha e Iori: con Atalanta e Chievo stato fissato un diritto di riscatto sulla met (rispettivamente di 800mila e 700mila euro). Per dare continuit, baster pagare e investire sul valore aggiunto del Toro: un gruppo fatto da giocatori normali, giovani scommesse o appesantiti dalle scorie del passato che con Ventura pu anche sfidare la serie A.

Tutti vivono questi momenti, anche i grandi campioni. Io, poi, ho sbagliato gol molto pi facili di Bianchi e sono sicuro che il gol arriver presto. Lui c', sempre l.
Domenica giocate a Brescia, contro una squadra che subisce gol da otto partite. uno stimolo in pi?

Vedremo se non prender gol... Noi non dobbiamo cambiare e cercare il bis della prestazione contro la Samp. Questa vittoria ha cambiato classifica e morale: ora siamo pi convinti di noi stessi e se arrivano i gol, arrivano anche le vittorie. [G. ODD.]

Colloquio

,,
GUGLIELMO BUCCHERI

Pescante: Mi dimetto per restituire rispetto allo sport italiano


Il vice presidente Cio lascia la carica: Ridono di noi
lazzo Chigi, con tutto il rispet- Concordia, Schettino. Cos, mi to, sembravamo una delegazio- sono deciso al passo delle dine di tassisti ricevuti per il ca- missioni.... Pescante non enso liberalizzazioni, non limma- tra in tackle sulla scelta di gine dello sport. Mi dimetto Monti, anzi. Quello che ha per restituire un po di rispet- mandato fuori orbita lormai to al movimento italiano.... ex n. 2 dello sport mondiale soPescante, eletto alla vice- no stati i modi e i tempi in cui presidenza del Cio una setti- maturato il no del premier. mana dopo la naMonti - prescita del progetIL NO A ROMA 2020 cisa Pescante to Roma per i Monti ci ha ricevuto aveva deciso gi Giochi 2020, ha da due mesi, come fossimo una avrebbe potuto il cellulare esaurito da sms e te- delegazione di tassisti dircelo. Dopo il lefonate. Al di non appoggio l - continua - delle dichiarazio- dellesecutivo ho vissuto moni ufficiali, so solo io quali sono menti di grande imbarazzo. gli umori fuori confine per il Secondo Pescante, lItalia no del governo alla candidatu- avrebbe avuto molte possibira di Roma a dodici ore dalla lit di farcela perch Istanbul scadenza imposta dal Cio. La si porta dietro il peso del perisolita "italietta", o peggio: que- colo terrorismo, Madrid ha i sti i commenti in giro per il suoi guai e Tokyo i coreani che mondo, ci mancavano solo i ri- non vogliono le Olimpiadi l a ferimenti al capitano della due anni dai loro invernali.

In breve
F1, test a Barcellona Tuffi, verso Londra

Vettel vola, Alonso 5


I

Benedetti ai Giochi
I

Miglior tempo per Vettel su Red Bull (123265) nella 1 giornata di test a Montmel: 3 Hamilton (McLaren, 123590), 5 Alonso (Ferrari, 124100), 6 Schumacher con la Mercedes presentata ieri (124150).

Michele Benedetti ha ottenuto il pass olimpico (trampolino 3m) e Noemi Batki (gi qualificata) arrivata 8 nella finale dalla piattaforma di Cdm.

Pallanuoto, World League

Ora che dallagenda olimpica per i Giochi del 2020 la candidatura di Roma stata cancellata, lItalia perde anche il suo dirigente pi alto in grado. Mai, prima del nove ottobre di tre anni fa, il nostro sport era salito fino alla vicepresidenza vicaria del Cio, Comitato olimpico internazionale: Mario Pescante brindava alla sua nomina mentre la Penisola era attraversata da venti di sfida fra la Capitale e Venezia per ottenere il via libera a rappresentare il Paese nella corsa verso le Olimpiadi in programma fra otto anni. La corsa verso i Giochi naufragata e Pescante ha deciso, in maniera irrevocabile, di rimettere il proprio mandato internazionale. Leffetto Monti sullo sport, cos, ha innescato la prima, pesantissima, reazione perch lItalia aveva affidato nelle mani di

Settebello ok
I

Volley: campionato

Landata dei playoff


I

A tre giorni dalla finale di Coppa Italia, Macerata e Trento si ritrovano stasera (20,30, Sportitalia2) nellandata dei playoff che vale un posto nella Final Four di Champions.

Italia batte Russia 10-4 a Kirishi nel 4 turno del preliminare di World League e resta in testa al girone B.

Atletica

Staffette per Bolt


I

Hockey prato donne

Dopo il meeting saltato per presunto infortunio, Bolt esordisce sabato a Kingston nelle staffette 4x100 e 4x400.

Italia-Sudafrica 1-1
I

Mario Pescante, 73 anni

LItaldonne dellhockey prato ferma 1-1 il favorito Sudafrica. Oggi lUcraina.

Serie A, a Cesena

Beretta nuovo tecnico


I

Pescante il suo Comitato promotore e, soprattutto, il ruolo di ambasciatore a cinque cerchi. Lo sport ha tremila anni di vita, sue regole, usi e costumi. Non discuto il merito della decisione del presidente del Consiglio di non appoggiare la nostra candidatura, ma cos Pescante - i tempi s: a Pa-

Sci: azzurri fuori subito

Parallelo di Mosca
I

Lo slalom parallelo di Cdm a Mosca stato vinto dal francese Pinturault sul tedesco Neureuther. Fra le donne 1 Mancuso (Usa) davanti allaustriaca Kirchgasser. Azzurri fuori agli ottavi.

Il nuovo allenatore del Cesena Mario Beretta, 53 anni, milanese: subentra ad Arrigoni che aveva gi preso il posto di Giampaolo.

Bwin: con lAlbinoLeffe

Modena, solo 0-0


I

finito 0-0 il recupero della serie Bwin tra Modena e AlbinoLeffe.

MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012 LA STAMPA 45

T1 T2 PR CV

Studio Auto
DA NOI IL TUO DENARO VALE DI PI
FIAT PANDA 1.2 DYNAMIC

KM 0

8.990,00

IMM. 2011

GPL
CLIMA - RADIO CD - FENDINEBBIA BARRE PORTAPACCHI - SERVOSTERZO ABS - PACK CLASS - 4 AIRBAG
CONSUMI ED EMISSIONI DI OGNI VETTURA PROPOSTA SONO DISPONIBILI IN CONCESSIONARIA

FIAT IDEA 1.4 ACTIVE

KM 0

10.990,00

IMM. 2011

GPL
CLIMA ABS - SERVOSTERZO

FIAT BRAVO 1.4 ACTIVE

KM 0
LE FOTOGRAFIE SONO PURAMENTE INDICATIVE PREZZI + VOLTURA

13.890,00

IMM. 2011

GPL
CLIMA RADIO CD - METALLIZZATO

FIAT SEDICI 1.6 16V 120 CV 4X4 EMOTION

KM 0

IMM. 2011

16.990,00

GPL
CERCHI LEGA - CLIMA AUTOM. V MET FENDINEBBIA - RADIO COM VOLANTE
ACQUISTIAMO LA VOSTRA VETTURA USATA PAGAMENTO CONTANTI MASSIMA VALUTAZIONE

STRADA NAZIONALE 20 - CAMBIANO (TO) - TEL. 011/94.57.200 - FAX 011/945.72.55 E-MAIL: studio-auto@libero.it - www.studioautosrl.com

ASSISTENZA IN SEDE

T1 T2 PR CV

MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012 LA STAMPA 46

HAI MAI SOGNATO UNA VISTA COS DA CASA TUA?

1. Corso Massimo DAzeglio 2. Corso Dante 3. Via Marenco 4. Via Monti


4. 3.

LA TUA CASA SUL PO ORA REALT.

2. 1.

Se cerchi la tua casa a due passi dal Parco del Valentino e dalla natura del Po, in un luogo di prestigio, comoda al Centro Citt, con tutti i comfort e con vista magnica su Torino e collina, allora la soluzione giusta Park View, un mix pregiato di antico e moderno di nuova concezione. Scegli subito la tua vista!

FINITURE DI PREGIO

PERSONALIZZAZIONE AMBIENTI

CLASSIFICAZIONE ENERGETICA EDIFICI IN CLASSE A

VENDIAMO: APPARTAMENTI UFFICI NEGOZI


UFFICIO VENDITE IN CANTIERE:

+ 39 333.10.23.198 commerciale@gem.it
TUTTI I DETTAGLI SU:

www.park-view.it
Edicio 2 Edicio 3

.
47

T1 T2

BUROLO UN DISABILE BUTTA ALCOL SUL FUOCO

* In edicola con La Stampa *

Brucia vivo in casa


Un ex agricoltore di Burolo, Graziano Chiei, 57 anni, disabile su una sedia a rotelle, morto bruciato nella sua stanza nellincendio scatenato dalla stufa, allinterno di un cascinale. Luomo era solo in casa. Aveva freddo. Per accendere pi in fretta il fuoco ha utilizzato una bottiglia piena dalcol. Un errore che gli costato la vita. Il liquido infiammabile, secondo la ricostruzione dei vigili del fuoco di Ivrea, ha causato un ritorno di fiamma che ha avvolto il pensionato e le coperte del letto. Ha urlato con tutte le sue forze sperando che qualcuno lo tirasse fuori da quellalloggio

trasformato in pochi secondi in una trappola mortale. Tutto inutile. Il fratello Oriano, corso in suo aiuto, sotto choc: Ho provato a gettare secchiate dacqua per spegnere il fuoco, perch non cera nessuna possibilit di entrare in quella casa. E mentre mi dannavo lanima per aiutarlo, sentivo le grida di Graziano. stato terribile. Luomo non ha avuto scampo.
La cascina di Burolo

Maggio A PAGINA 59

IL TEMPO IN CITT
Oggi Ieri Un anno fa

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

-2 14

1.8 7.8

3.3 8.3

Diario

Via Marenco 32, 10126 Torino, tel. 011 6568111 fax 011 6639003, e-mail cronaca@lastampa.it f specchiotempi@lastampa.it f quartieri@lastampa.it SANIT VERTICE REGIONE-COMUNE: PER I MALATI ANZIANI IN ARRIVO 25 MILIONI

TORINO
LA STORIA

Gilli rettore Ingegneria a numero chiuso


Il braccio destro di Profumo eletto alla prima votazione
Ciattaglia e Rossi
A PAGINA 56

MAX

MIN (C)

Caos al pronto soccorso I medici scrivono a Cota


Torino quasi come Roma, lettera al Governatore: Siamo al collasso
* volta i medici di Pronto
Lallarme. Per la prima

Il cinque stelle salvato dalla cordata di milanesi


EMANUELA MINUCCI

Un simbolo per tutti gli stranieri


La mamma della bimba che diventer torinese onoraria
Servizio
A PAGINA 55

Soccorso hanno scritto una lettera al presidente della Regione e allassessore alla Sanit. Sollecitiamo provvedimenti urgenti che consentano di correggere in tempi brevi le maggiori criticit legate allattuale importante sovraffollamento di tutti i Dea cittadini.

TORINO SI CANDIDA A CAPITALE EUROPEA DELLO SPORT

Catturato il broker truffatore


Era fuggito dopo aver lasciato un buco di 5 milioni
Massimiliano Peggio
A PAGINA 61

* Gli ospedali. I responsabili raccontano una si-

tuazione sullorlo del collasso: 4 mila posti letto persi in un anno in Piemonte, reparti saturi, difficolt a ricoverare e presidii di pronto soccorso cos pieni che i pazienti vengono collocati in altri reparti, che cos vengono intasati a loro volta.

La Palazzina di Caccia non chiuder


Stupinigi, grazie ai tanti visitatori, terr sempre aperto
Maurizio Lupo
A PAGINA 65

Il vertice. La Regione * stanzier almeno 25 milio-

ni per far fronte alla carenza di fondi per lassistenza: anziani malati cronici, ma anche disabili e pazienti con disturbi psichiatrici. Dieci milioni in pi rispetto alle previsioni del 2012. E il risultato dellincontro di ieri tra Fassino e Cota.
Accossato e Mariotti
ALLE PAGINE 48- 49-51

Torna laria del 2006


Garbarino, Minucci, Mondo e Tiberga ALLE PAGINE 52-53

l Golden Palace arrivano i milanesi: e salvano il cinque stelle lusso di via Arcivescovado nato insieme con le Olimpiadi, dallincubo fallimento. A partire da marzo - giorno pi giorno meno - fra i velluti Anni Trenta di via Arcivescovado, sbarcher in modo ovattato - passando per la stessa elegante bussola che ha visto entrare personaggi come Peter Gabriel - un nuovo proprietario. I nuovi proprietari sono Piergiorgio Mangialardi - gruppo Antoitalia - e Aldo Pigni (Polaris srl). E ieri il Tribunale nellambito della procedura fallimentare della Gat, societ proprietaria del Golden, ne ha aggiudicato la vendita a Mapi Spa, la societ appunto che fa capo a Piergiorgio Mangialardi (gruppo Antoitalia) e ad Aldo Pigni. Siamo molto soddisfatti della decisione - ha commentato Pigni - sapremo restituire una nuova immagine al Golden e ne faremo un punto di riferimento per la citt aggiungendo alla sua formula, buona tavola, centro benessere, eleganza, stile, relax. E i dipendenti? Che fine faranno? Incontreremo presto i sindacati - conclude Pigni - per discutere insieme la riorganizzazione, ma non verremo meno agli impegni presi in precedenza.

Un bastone al ministro
FABRIZIO ASSANDRI

a atteso sessantanni per riavere tra le mani linseparabile aiuto per muoversi e orientarsi. Da ieri Pietro Paleocapa, ministro del Regno di Sardegna che troneggia nellomonima piazzetta a due passi da Porta Nuova, stringe di nuovo il suo bastone da ciechi. Gli era stato rubato sotto il naso in un atto vandalico

negli anni 50 e pi nessuno se nera curato. Fino a quando un anno fa lApri, associazione piemontese retinopatici e ipovedenti, non ha lanciato un appello a privati e fondazioni per restituire il bastone di marmo al legittimo proprietario. Nessuno ha risposto, cos lintervento stato pagato dallassociazione. Siamo orgogliosi spiega il presidente Bongi di un uomo che si rese utile nonostante la disabilit.

PREGIATA RACCOLTA DI TAPPETI ORIENTALI ANTICHI COLLEZIONE GIUBERGIA

ASTA
Art&Robert

venerd 24 febbraio ore 18


via Principe Amedeo 20 TORINO Tel-Fax 011 8129790 www.bancoantiquario.it

Si ricordano le tornate dasta di

sabato 25 e domenica 26 febbraio ore 16

ARTE ANTIQUARIATO

T1 T2 PR CV

48 Cronaca di Torino

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

SANITA
LACQUA ALLA GOLA

Un anno in prima linea


Fonte: Regione Piemonte, dati 2011

86.246
VISITE

Maria Vittoria

74.228

Molinette

Pronto soccorso La protesta sul tavolo di Cota


I medici di tutti gli ospedali scrivono al Governatore Mancano letti, non si pu ricoverare n dimettere
MARCO ACCOSSATO

Non sar lUmberto I con malati in coma legati a una barella, ma non neppure E.R., il caos calmo del pronto soccorso alla George Clooney. La vita nei dipartimenti di emergenza torinesi e piemontesi da troppo tempo molto pi simile a una guerra quotidiana che allo stereotipo cinematografico americano dei medici in prima linea. Ogni giorno, alle Molinette come al Martini, al Maria Vittoria come al San Giovanni Bosco, una battaglia per limitare le barelle, i disagi e le proteste. La situazione al collasso, e lo perch dopo il pronto soccorso c il nulla, per chi non pu tornare a casa: niente posti in reparto, visto che nei reparti non si sa dove trasferire chi potrebbe essere dimesso dopo la fase acuta ma ha ancora bisogno di assistenza.
Lallarme

LA RIFORMA

Il governatore fissa al 31 marzo la dead line


I

La data tassativa: o si approva la riforma sanitaria entro marzo, o giunta e maggioranza andranno a casa. In sintesi, questa la posizione espressa da Cota nel vertice convocato ieri sul tema: il monito, rivolto in prima battuta ai componenti di ProgettAzione, stato accompagnato dal governatore con un gesto eloquentedella mano.

ria, dove gli spazi dedicati allemergenza non aiutano. La medicina del territorio fa poco per scarsi investimenti, i centri di cure primarie a quanto mi risulta non sono mai partiti, e quindi viene a mancare l'azione dei filtri, commenta il dottor Domenico Martelli, segretario aziendale dellUnione sindacale di base. Per tale motivo - prosegue il documento - il pronto soccorso si trasforma in parte in un reparto di degenza, senza averne i requisiti: ma non pu assolvere nel modo migliore a nessuna delle due funzioni, con grandi disagi per i pazienti, frustrazione professionale del personale, e aumento del rischio di sbagliare per tutti gli operatori sanitari. Anche il direttore sanitario delle Molinette, Maurizio dallAcqua, riconosce lemergenza. Si rischia limplosione.
Le difficolt quotidiane

Barelle, disagi e proteste


Ieri nel principale ospedale del Piemonte cerano 24 malati in barella, al Maria Vittoria si arrivati fino a 50 pazienti in attesa di ricovero perch nei reparti c il tutto esaurito

LO SPECIALISTA

Per la prima volta, a Torino, i medici che lavorano in Pronto Soccorso hanno sottoscritto una lettera condivisa che sta per essere inviata al presidente della Regione, Cota, e allassessore alla Sanit, Monferino. I medici che lavorano nei pronto soccorso negli ospedali di Torino - si legge - vogliono sollecitare provvedimenti urgenti che consentano di correggere in tempi brevi le maggiori criticit legate allattuale importante sovraffollamento di tutti i Dea cittadini. Mettono le mani avanti i medici, dopo linchiesta avviata dalla procura di Roma e linvio degli ispettori ovunque dal ministero della Salute.

Da tempo - prosegue la lettera - ci stato detto che bisogna ridurre i ricoveri e trovare percorsi clinico-assistenziali alternativi al ricovero per il maggior numero possibile di pazienti. E per quanto ci riguarda lo abbiamo fatto. Ma, indipendentemente dal modello organizzativo adottato da ciascuna azienda, molti pazienti in attesa di ricovero restano a lungo in pronto soccorso, spesso per pi giorni, per la mancanza del letto nei reparti di Medicina. Un fenomeno che andato accentuandosi nel corso degli ultimi anni, diventando ora insostenibile.
Le Molinette

Un caso per tutti: ieri alle Molinette cerano 24 malati in barella al pronto soccorso, in attesa di un letto in reparto. Situazione allucinante anche al Maria Vitto-

Il caos ormai la regola, in pronto soccorso. Si leggono sugli organi di stampa molti differenti pareri sulle cause del sovraffollamento dei pronto soccorso - scrivono i medici torinesi a Cota e a Monferino possiamo affermare con certezza che la vera causa del cronico sovraffollamento di queste strutture lattesa del posto letto per i pazienti da ricoverare. Non si pu aspettare oltre: E necessario - lanciano lallarme a Torino - adottare con urgenza provvedimenti che correggano l'attuale situazione, prima che il Sistema Sanitario pubblico si trovi nellimpossibilit di garantire la dovuta assistenza alla popolazione.
marco.accossato@lastampa.it

In un anno cancellati quattromila posti letto


Negli ultimi dieci anni gli ospedali del Piemonte hanno perso 4 mila posti letto. Il dottor Domenico Martelli medico del pronto soccorso al Maria Vittoria, e segretario aziendale dellUnione sindacale di base.
Davvero la situazione al collasso?

C chi sostiene che aumentare spazio e personale nei Dea non serva, perch pi cresce lofferta pi si moltiplica la domanda...

Domenico Martelli
lavora al pronto soccorso del Maria Vittoria

Laumento dellofferta porta con s un incremento della domanda, vero. Ma quando lofferta sotto il punto critico la situazione non pi sostenibile.
Quali sono le principali criticit da superare?

rientrano spesso in pronto soccorso dopo tre o quattro giorni.


Quanti posti avete in Dea al Maria Vittoria?

In Italia si partiti anni fa da standard di 4,5 posti letto ogni mille abitanti, e si vuole scendere a 3,5. In Francia e in Germania tra i 7 e i 9 posti letto, a parit di abitanti. Nei nostri Dea siamo al limite anche perch le cosiddette dimissioni protette non sono cos efficaci: i pazienti

Ci sono sei letti per la degenza temporanea, poi barelle. Abbiamo raggiunto anche le 40-50 barelle: ci sono pazienti che restano qui anche una settimana prima di poter trovare un letto in reparto.

Le strutture dei pronto soccorso sono spesso vecchie, carenti e mal congegnate. Inoltre, l'aver creato la specialit di Medicina d'urgenza con medici dedicati ha contribuito all'aggravamento della situazione: il venir meno della figura dell'internista a favore dell'urgentista ha creato medici capaci di affrontare le grosse emergenze ma incapaci di gestire un percorso diagnostico-terapeutico al di fuori dellospedale. [M. ACC.]

T1 T2 PR CV

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Cronaca di Torino 49

Oftalmico

San Luigi Orbassano

Regina Margherita

71.665

San Giovanni Bosco


Centimetri - LA STAMPA

69.308

Martini

58.120

Mauriziano

51.690

47.884

47.265

CITT DELLA SALUTE

La Regione approva il progetto


I

Il progetto della Citt della Salute entra nel vivo. Ieri la giunta regionale approvato il master plan dell'opera. Dopo l'approvazione da parte del Comune, dell'Universit e dell'Azienda ospedaliera universitaria San Giovanni Battista, la Regione ha inviato al Ministero la documentazione per accedere ai finanziamenti. Lapprovazione del master plan - spiega lassessore alla Sanit Monferino - consente di proseguire l'iter per costruire il primo lotto dei lavori. Un percorso che proseguir con l'accordo fra Regione e Ministero, sancito a breve. Quattro i poli funzionali da realizzare: il Polo Sanitario, il Polo della Didattica, il Polo della Ricerca, il Polo Incubatore e il Polo dell'Accoglienza. L'importo complessivo dell'intervento ammonta a 1 miliardo 94 milioni e 332 mila euro.

Portami un cuscino e una coperta Qui li hanno finiti


I pazienti del Martini chiedono aiuto a casa
Sulla Stampa

Reportage
ANTONELLA MARIOTTI

IL DIRETTORE SANITARIO

Costretti a intasare anche le Chirurgie


Ogni giorno abbiamo pazienti che potremmo dimettere, ma non sappiamo dove. Il dottor Maurizio DallAcqua il direttore sanitario delle Molinette.
Qual la situazione, stamattina, nel pi importante ospedale del Piemonte?

propri...

Maurizio DallAcqua
direttore sanitario delle Molinette

Non li chiamerei ricoveri impropri, perch il ricovero necessario. Lo definirei piuttosto improprio trattenimento in ospedale. A volte raggiungiamo il 30-40 per cento: significa che su 10 letti in un reparto, 3 o 4 sono occupati da malati che non dovrebbero restare l. Il che ha una conseguenza negativa anche sui costi, perch i ricoveri impropri, come le mancate dimissioni, costano molto di pi.
Come fronteggiare lemergenza?

uarda che Teresa non ha il cuscino, se vieni a trovarla portalo, e anche una coperta. Mi hanno detto che ne avevano ancora tre, ma poi pi niente. S, s me lo hanno detto le infermiere. Maria Grazia Golinelli una piccola signora sorridente che avr poco pi di sessantanni e unamica che ricoverata in pronto soccorso al Martini, ma di anni ne ha ottanta. Ieri pomeriggio fuori dal Dea di via Tofane Maria Grazia era al telefono, poi ha raccontato: Ho visto la mia amica che aveva la testa su una parte del letto dura, le dava fastidio, ho chiesto un cuscino ma non ne avevano pi.... Maria Grazia si occupa dellamica, le fa coraggio e le chiama il medico quando serve, e ieri ha temuto il peggio cos ha chiamato il 118.
Le immagini da Roma

La situazione talmente critica che sabato scorso lospedale Martini ha dovuto far scattare il piano di emergenza in pronto soccorso: il dipartimento di emergenza era completamente intasato.

lettere di protesta a Specchio dei Tempi. Nessuno mi dice niente di mio marito. Siamo arrivati qui a mezzogiorno e nessuno mi dice come sta. Ho chiesto i suoi esami che saremmo andati dal medico di famiglia. Anche lui dottore no, ci sapr capire qualcosa?. Elena giovane e preoccupata sono le cinque e mezzo e non sa ancora nulla del marito, lha visto per qualche minuto: Prima su una barella con una flebo, poi sono riuscita ad entrare ancora una volta e stava su una sedia. Ma se mi danno gli esami io lo porto a casa, almeno l sta sul letto.
Il bambino

sagio in barella, ma non sempre possibile.


Soluzione?

I reparti sono saturi, abbiamo difficolt a ricoverare. I grossi sbalzi di temperatura di questi giorni hanno fatto s che ci sia un aumento di passaggi in pronto soccorso; passaggi che richiedono poi tutti il ricovero. Cerchiamo di limitare a una sola notte il di-

Ricoveriamo anche nelle Chirurgie, oltre che in Medicina. Ma ci significa togliere posti a chi deve essere sottoposto a unoperazione, il che fa saltare la programmazione degli interventi chirurgici.
Cos nascono i ricoveri im-

Se nelle strutture al di fuori dellospedale continueranno a non esserci posti disponibili per chi viene dimesso ma ha ancora necessit di assistenza, credo si debba valutare la possibilit di creare reparti polmone in ospedale.
[M. ACC.]

Al Pronto Soccorso del Martini, alle 16 di ieri, sembrava irriverente quel televisore acceso su Pomeriggio cinque dove il senatore Ignazio Marino raccontava i disastri degli ospedali romani. Lo vede, noi siamo mica messi tanto meglio sa? Antonio e Caterina ieri indicavano la tv, e poi: Siamo qui dalle dieci di questa mattina diceva Antonio - abbiamo portato mio suocero che cardiopatico, si raffreddato ha ottantanni e siamo preoccupati. Ma nessuno ci dice niente. Maria Grazia intanto spie-

ga che di l, cio al di l della porta che divide la sala dattesa dal settore visite ci sono tutti letti occupati, e barelle dappertutto. I medici sono pochi e le infermiere fanno quello che possono. Ho visto anche un corridoio pieno di barelle. La comprensione o la rassegnazione spesso sono i migliori amici in situazioni come queste. Per dovrebbero dirci qualcosa - protesta Caterina - soPARENTI ABBANDONATI

Nessuno ci parla stiamo ore senza sapere che cosa succede


no dovuta entrare io per chiedere di mio padre. Il problema proprio la comunicazione E il difetto dei reparti di emergenza, su quello dobbiamo lavorare, ma non solo noi, in tuttItalia aveva detto Paolo Mussano direttore sanitario del Maria Vittoria qualche settimana fa dopo le

Piero ha solo due mesi, in braccio a suo padre dorme, mentre la mamma aspetta da tre ore di essere visitata: Labbiamo portato con noi perch prende ancora i latte. E qui non si sa mai a che ora si finisce. Lattesa che sembra infinita sono anche quelle porte che oppongono malati contro medici e infermieri, forse basterebbe che qualcuno al di l delle porte le attraversasse per spiegare. Se ci dicono perch stiamo qui tante ore noi possiamo capire. Se ci spiegano non saremmo cos in ansia Mario racconta di Angela: Le hanno portato la madre alle Molinette senza dirle nulla. Perch non lhanno avvertita?. Sa che le dico? Se non stiamo attenti finiremo come la Grecia Marino ha 64 anni e si definisce un pensionato contento, fortunato sua moglie Mariangela di anni ne ha 59, e tanta pazienza: Non colpa dei medici se non ci sono i letti. Come possono fare? Sono tutti questi tagli. Come farete voi giovani tra qualche anno?. Gi.
antmar@lastampa.it

T1 T2 PR CV

MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012 LA STAMPA 50

T1 T2 PR CV

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Cronaca di Torino 51

SANITA
FONDI PER LASSISTENZA

Lassessore Le residenze hanno sempre accolto tutti Non ci sono stati blocchi

Per gli anziani malati in arrivo 25 milioni


Cota aumenta lo stanziamento dopo lincontro con Fassino

il caso
MARCO ACCOSSATO

a Regione stanzier almeno 25 milioni di euro per far fronte alla carenza di fondi per lassistenza: anziani malati cronici, ma anche disabili e pazienti con disturbi psichiatrici. Dieci milioni in pi rispetto alle previsioni del 2012. E il risultato - dopo le polemiche dei giorni scorsi - dellincontro di ieri mattina tra il sindaco Fassino e il presidente della Regione, Cota. Un accordo in particolare per la non autosufficienza, che aggiunge denaro agli stanziamenti del Comune, pari a circa 130 milioni. Un incontro positivo - commenta lassessore allAssistenza Elide Tisi -, soprattutto perch segna la riapertura di un dialogo su un tema cos importante come quello socio-sanitario. Nel corso dellincontro, a

Una speranza
Stando ai dati emersi dallaudizione dei vertici delle Asl sono circa 3500 gli anziani in attesa di un posto in una struttura

cui hanno partecipato anche gli assessori regionali, Paolo Monferino ed Elena Maccanti, oltre a quello comunale Elide Tisi, sia il sindaco sia lassessore Tisi hanno sottolineato lurgenza che la riorganizzazione del sistema sanitario e ospedaliero regionale individui ununica sede di programmazione per Torino. Sulla questione, dopo le pole-

miche, lassessore Tisi precisa adesso che nessun inserimento di persone in strutture mai stato bloccato come qualcuno ha sostenuto, ma eventualmente soltanto rallentato, anche perch si parla di Lea, cio di livelli essenziali di assistenza. La mancanza di una garanzia sui fondi significava per noi una difficolt di programmazione, non sapendo sulla base
m

di quale cifra avremmo dovuto e potutoragionare. Roberto Cota, presidente della Regione: Abbiamo avuto pesanti tagli da parte dello Stato sui fondi per quanto riguarda lassistenza: in particolare a zero il fondo statale per i disabili. Pur non essendo una materia di nostra stretta competenza, abbiamo deciso di intervenire aiutando le amministrazioni comunali. Il che sar possibile grazie ai risparmi ottenuti in Sanit. Cota parla di 30 milioni di risparmi in pi ripetto alle previsioni. Grazie a questi fondi, lerogazione dei servizi di assistenza - garantisce Fassino - non subir alcuna interruzione. Finalmente - il commento di Stefano Lepri (Pd) -la Regione ha assunto consapevolezza dellimportanza dei fondi regionali trasferiti ai Comuni per le politiche sociali, specialmente per gli anziani non autosufficienti. In Sel, Michele Curto dice che la partitapi complessa adesso sul sulla definizione delle priorit di fronte allacuirsi della crisi economica e sociale. Monica Cerutti sottolinea la necessit di capire da dove provengano le risorse, per non intaccare altri servizi essenziali.

Specchio dei tempi


m

Ricche pensioni per falsi ciechi - Smat, pi calcare nellacqua? - Stadium latino, non leggiamolo allinglese - La burocrazia nega il meritato encomio al poliziotto coraggioso - Centro Congressi, un grazie a Dagoberto Brion
m

Una lettrice scrive:


I

Vorrei fare presente che dopo 32 anni di lavoro come insegnanteio percepiscouna pensione annua che inferiore di quasi il 50% rispetto a quanto erogato per pensione diinvalidit e accompagnamento alla finta cieca finite recentemente sulle pagine dei giornali. Grazie al fatto che mi mancavano 3 anni ai trentacinque di servizio ho avuto un taglio di circa il dieci per cento nell'importo, cos annualmente ho circa 21.000 euro, contro i quasi 30.000 euro della signora un questione e di tantialtri comelei!
SEGUE LA FIRMA

me di una nota societ calcistica torinese, viene dal latino. Cos della parola Stadium che, abbinata alla prima, identifica il nuovo campodi calcio di dettasociet. Come non esistono problemi di pronuncia per la parola Juventus, cosi non dovrebbero essercene per Stadium, con la sua bella a aperta. Invece si sente dire (radio,tv)stedium, unevidente omaggio allanglofonia. Rispettiamo e difendiamolingua e pronuncianostrane.
ALBERTO BERSANI

Un poliziotto scrive:
I

Un lettore ci scrive:
I

Sono un utente Smat di borgo San Donato. Da alcuni mesi noto, dopo aver fatto bollire l'acqua nella pentola, uno strato di calcare molto maggiore rispetto al recente passato, checopre interamente la pentola.Inprecedenza si evidenziava prevalentemente sul bordo. La potabilit rimane invariata? Si possono avere conseguenze sulla salute? Ritenendo la cosa di interesse generale chiedo un corteseinteressamento.
RODOLFO

Il presidente della Societ Dante Alighieri scrive:


I

La parola Juventus, no-

Faccio questo lavoro ormai da trentanni e non mi aspetto mai che qualcuno mi dica bravo. Ci che mi gratifica soprattutto il modo in cui mi guarda una vittima quando ottiene giustizia o peruno scampato pericolo. Ci che accaduto recentemente per lo ritengo davvero paradossalee degno di nota! Vigilia di Natale dellanno 2009: dopo unestenuante indagine, durante la quale abbiamo trascurato i nostri affetti pi cari per dedicarci giorno e notte alla sorveglianza di un gruppo di pericolosissimi rapinatori,tra cui un omicida, riusciamo ad arrestarli mentre, a bordo di unautovettura rubata ed armati di tutto punto (tre pistole riposte nelle rispettive cintole, di cui una con silenziatore, tutte con il colpo in canna, nonch

storditori elettrici e fascette da elettricista), si accingevano a sequestrare e rapinare un imprenditore torinese. Lo sguardo pieno di gratitudine di quelluomo per aver impedito che la pi bella tra le ricorrenze si trasformasse per lui e peri suoi cari in un vero incubo stato per noi ilmiglior riconoscimento. Se non mi avessero notificato, tre anni dopo, le motivazioni di diniego alla proposta di ricompensa che lufficio aveva inoltrato a suo tempo, probabilmente non avrei neanche riaperto quel dossier che ormai archiviato nella mia mente. Loperazione non presenta quelle caratteristiche previste dallart. ecc. ecc.. Un linguaggio da burocrati per dire che in fondo non avevamo fatto nulla di eccezionale nellimmobilizzare con unazione damanuale e con precisione chirurgica tre esperti malviventi pronti a tutto. Perfino costoro alla fine, con le manette ai polsi e con aria rassegnata, hanno riconosciuto il nostro valore, commentando positivamente il fatto che nessuno si era fatto male. Il mio Dirigente, riscontrata la professionalit e lo spirito di sacrificio, aveva solo chiesto un piccolo riconoscimento un pezzo di carta a costo zero che, in caso di partecipazione ad un concorso interno per avanzamento

di grado, pu far acquisire un mezzo punto in pi al partecipante. Si chiama meritocrazia, ma in Italia, si sa, questa parola non contemplata nel vocabolario burocratese....
U.M.

Un lettore scrive:
I

Segnalo una dimenticanza nell'articolo dedicato ai 20 anni del Centro Congressi dell' Unione Industriale di Torino. Nellarticolo sono state giustamente citate molte persone, ma non Dagoberto Brion, che stato per quasi ventanni il vero motore di tutte le iniziative ricordate: dall'invenzione dei format alla scelta dei personaggi, dalla gestione della complessa macchina organizzativa alla ricerca degli sponsor, con attivismo inesauribile e competente. In veste di Direttore Commerciale de La Stampa dal 1987 al 2001, ho sempre sostenuto e incoraggiato, a nome del giornale, queste iniziative culturali di ottimo livello: decine di pagine de La Stampa sono l a documentarlo.
GIANLUIGI MONTRESOR

specchiotempi@lastampa.it via Marenco 32, 10126 Torino fax 011.6568185 Forum lettere su www.lastampa.it/specchiotempi

T1 T2 PR CV

52 Cronaca di Torino

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

g g Dossier / Il futuro post olimpico

Lo sport cerca la sua capitale per lEuropa


Torino si candidata contro Cracovia Fassino: cresce il nostro peso internazionale
EMANUELA MINUCCI

Cerano tutti, la sera del 10 febbraio 2006, con la loro bella copertina di Neve e Gliz sulle ginocchia, a guardare il braciere di Torino illuminare il mondo. Piero Fassino, che ancora ignorava il suo futuro di sindaco, Piero Gnudi che tutto simmaginava tranne di diventare ministro, Sergio Chiamparino ben cosciente che il suo loden avrebbe superato anche il secondo mandato. E anche Torino, rispetto alla citt olimpica che ospit i Giochi, sei anni fa, non ha perso il vizio: vuole tornare ad essere capitale dello Sport. Ecco perch, come hanno spiegato ieri, in un Palavela che pi fitto di autorit e vip non si poteva (dai poteri forti ai campioni olimpici: insomma, da Benessia e Salza a Stefania Belmondo e Maurizio Damilano), il sindaco e lassessore Stefano Gallo accanto al

Il logo

Il logo offerto al comitato organizzatore dallo studio Saffirio. Ci stato ceduto gratuitamente, e anche questo un bel contributo, ha detto il sindaco Fassino.

ministro allo Sport Piero Gnudi, che la citt ha deciso di rimettersi in gioco. In palio c Torino 2015, la capitale europea dello Sport, appunto. E la citt dovr vedersela con la rivale Cracovia. Una passeggiata? No, bisogner lavorare sodo, ma il gioco varr la candela, come ha spiegato il sindaco Fassino: perch si tratta di unaltra grande opportunit per accrescere la nostra visibilit internazionale e per attrarre investimenti e attenzione sul sistema sportivo. Un sistema che, va da s, fattore di sviluppo economico oltre che sociale. Se Torino avr o meno passato lesame si sapr il 7 novembre. Ma a giudicare dallatmosfera che si respirava ieri al Palavela, e come ha riconosciuto Gian Francesco Lupattelli (presidente Aces Europe, lassociazione che riunisce le capitali europee e le citt dello sport): Torino partita con il piede giu-

Tutta la citt che conta


Si fa prima a dire chi non cera, ieri, al Palavela. A fare il tifo per Torino Capitale dello Sport cerano da Arese alla Belmondo passando per Andrea Agnelli, Chiamparino, Castellani, Salza

sto. Mentre secondo il ministro allo Sport Gnudi limpegno che la citt sta mettendo nel raggiungere questo obiettivo servir a ribadire e rafforzare lo sport vissuto e praticato, contribuendo cos a diffondere gli effetti formativi, di coesione, integrazione sociale e tutela della salute che sono connessi alla pratica sportiva: bisogna tornare a fare i campionati nelle scuo-

le, a partire dalle medie. Ecco il punto. Non ci dobbiamo aspettare una seconda Olimpiade, anzi, peggio unOlimpiade di serie B. Lobiettivo di Torino fare cultura dello sport, come ha ben spiegato lassessore Stefano Gallo al termine di uno spot sui primati sportivi della citt che davvero lasciava senza fiato: Vantiamo una tradizione sportiva di eccellenza, qui sono

stati fondati il Club Alpino Italiano nel 1863, la Reale Societ Ginnastica nel 1844, qui stata sancita lobbligatoriet delleducazione fisica in alcune scuole e qui sono stati fondati i primi gruppi sportivi dalla scherma al canottaggio passando per il tiro a segno. E ha aggiunto: Qui, alla tradizione si aggiunge unofferta di spazi per la pratica sportiva che

I precedenti
2002
Stoccolma

2004
Alicante

2006
Copenaghen

2008
Varsavia

2010
Dublino

2001
Madrid

2003
Glasgow

2005
Rotterdam

2007
Stoccarda

2009
Milano

2011
Valencia

I campioni in sala

Rivivere latmosfera di quei giorni del 2006


S ai grandi eventi, ma senza dimenticare i pi giovani
SILVIA GARBARINO

I pi convinti di questa candidatura, simile a una splendida cristalliera ma ancora totalmente vuota, sono gli ex campioni e gli atleti in attivit, che contano di ripetere le gesta di chi li ha preceduti nella storia dello sport italiano e mondiale. In tanti si affidano a una speranza: che il sigillo di capitale europea dello sport, una volta conquistato da Torino, dia alle Federazioni il magnetismo per attirare sponsor privati,

pronti ad investire in manifesta- sa per creare un impianto indozioni di livello internazionale. or in citt, che manca. Sarebbe Portando in dote anche risorse bello trovare una struttura sulfresche da iniettare nella promo- la quale lavorare e da utilizzare zione sportiva giovanile, il lievi- nei mesi invernali. In Italia di alto madre di ogni disciplina. to livello ne esiste solo una, ad La candidatura di Torino Ancona. molto importante perch signifiConfida in una vittoria euroca maggiori interpea Dino Meneventi sul territoNESSUNO ESCLUSO ghin, presidente rio, maggiori ripalAndrea Agnelli federazioneSersorse e maggiori lacanestro. Anche la Juve virebbe a Torino possibilit di svifar la sua parte per consolidare luppo la dichiarazione viatico anche nel basket del presidente della Juventus, quella fama che si saputa ritaAndrea Agnelli, che aggiunge: gliare in altre discipline. Il pubCome societ faremo la nostra blico ha risposto abbastanza beparte. ne alla Final Eight disputata qui Ci conta su uno sviluppo e la federazione ha tutta lintenMaurizio Damilano, campione zione di valorizzare le grandi olimpico di marcia a Mosca, piazze, come ha fatto con Milapresidente piemontese Fidal. no e Roma. Il volley presente al Per latletica, spero che una Palavela con lintero gruppo del vittoria possa smuovere qualco- Chieri volley di A1 femminile

T1 T2 PR CV

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Cronaca di Torino 53

g
La lezione mandata a memoria
GUIDO TIBERGA

per numeri, variet e qualit di molti impianti la fa svettare nel panorama italiano. E allora giochiamoci anche questasso. Capitale dello sport inteso come valore che garantisce integrazione sociale, la lotta al disagio, labbattimento delle frontiere linguistiche e delle diverse religioni. I politici parlano, da quelli locali al deputato europeo del Pd Silvia Costa (avete tutte le carte in regola per vincere) sino a Mario Mauro presidente deputati europei Pdl (i vincitori veri saranno sempre i cittadini).

Passa unora e la platea infreddolita ne capisce il motivo: sotto la moquette c il ghiaccio. Ed ecco che due campioni europei di pattinaggio artistico cominciano a volteggiare attorno al pubblico sulle note di Nessun Dorma. Bravissimi. Ecco perch avevamo i piedi gelati commenta il presidente di un circolo di canottaggio. S, ma abbastanza caldi per vincere ribatte lallievo della Reale Societ di Ginnastica che dopo pochi minuti si metter a volteggiare sotto gli occhi ammirati ed esperti dei torinesi post-olimpici.

hi ha fatto sport si porta dietro una lezione che vale ogni giorno della vita: per avere successo bisogna lavorare duro, ma lavorare duro non d la certezza di avere successo. Puoi avere sfortuna, puoi rovinare tutto con un errore allultimo minuto, pi spesso puoi semplicemente trovare sulla tua strada un avversario pi bravo di te. La kermesse di ieri mattina dimostra che Torino la sua lezione lha mandata a memoria: riempire il Palavela in un giorno feriale, senza usare le truppe cammellate delle scolaresche ancora in vacanza, portando in platea tutte le anime della citt che conta, significa aver gi cominciato a lavorare duro. La candidatura soltanto il primo turno, quello che conta davvero vincere la finale. Diventare capitale europea dello sport vuol dire tutto e niente: non ci sono doveri o programmi da realizzare, non ci sono nemmeno spese obbligatorie. Ci sono soltanto idee da farsi venire. Le promesse e le premesse ci sono, non resta che guardare avanti. Perch chi ha fatto sport si porta nella vita unaltra lezione indimenticabile: la gara pi importante sempre la prossima.

Il nuovo Museo Egizio


Sar pronto nel 2015, proprio lanno di Torino capitale dello sport, il nuovo Museo Egizio. Un restyling accurato e completo dal costo di circa 30 milioni che lo render ancora pi attrattivo

Turismo e convegni Le altre sfide per la citt del 2015


Si punta al vertice mondiale delle Camere di Commercio

il caso
2012
Istanbul

2014
Cardiff
Centimetri LA STAMPA

ALESSANDRO MONDO

+7,4%
i turisti a Torino
Nel 2010 sono stati registrati 1.375.216 arrivi a Torino e nellarea metropolitana rispetto a 1.280.000 del 2009. Anche il dato del 2011, atteso a breve, dovrebbe confermare lincremento dei flussi turistici.

2013
Anversa

U
di figura e pattinaggio di velocit. Matteo Anesi, oro nellinseguimento a squadre a Torino 2006, conferma: Il sogno di tutti i pattinatori che lOval riapra, anche per brevi periodi. Faccio il tifo per Torino proprio per questo motivo. Opportunit per stimolare i giovani, altra frase ricorrente. Stefania Belmondo, plurimedagliata nel fondo: Quella del 2015 pu essere unoccasione per chi non fa sport abitualmente di avvicinarsi allattivit sportiva. Stessa musica per Christian Zorzi, oro nella staffetta di fondo a Torino 2006: Credo che candidature come questa siano importanti soprattutto per dare pi entusiasmo alle nuove leve. Ora spero che dalle parole si passi ai fatti. Diego Nargiso, ex tennista di Coppa Davis, d ragione a Marco Fassinotti e Andrea Vallosio, belle speranze nellatletica e nella scherma, e a Pierangelo Toniolo coach di judo di molti azzurrini, quando dicono: Sarebbe emozionante gareggiare nella propria citt in una gara di livello mondiale. Aiuta a migliorarsi avere sfide importanti davanti a s, anche in casa propria come fanno in Francia, Germania, Spagna
HA COLLABORATO Alberto Dolfin

Lo spettacolo
Lesibizione dei pattinatori Camilla Pistorello e Andrea Vaturi: le loro acrobazie hanno riscosso moltissimi applausi

na giornata, due candidature per Torino. La prima, in mattinata, a Capitale europea dello Sport, la seconda - nel pomeriggio, sempre di fronte al ministro Gnudi - a citt ospite del Congresso mondiale delle Camere di Commercio: anche questo appuntamento sar nel 2015, almeno tre le concorrenti: Ginevra, Madrid e Rotterdam.. Sullo sfondo si intravvede una terza candidatura, quella a Capitale europea della Cultura, per ora in sordina ma sulla quale Regione ed enti locali intendono scommettere: la variabile legata alleventuale candidatura dellAquila post- terremoto - che farebbe precipitare le chance, non solo per Torino - e al numero delle citt candidate. Anche cos, gli assessori Coppola (Regione), Perone (Provincia) e Braccialarghe (Comune) confermano la volont di presentare la candidatura.
Le cifre dellottimismo

+4,5%
gli arrivi a Caselle
Laeroporto di Caselle ha chiuso il 2011 con il record assoluto di passeggeri: oltre 3,7 milioni di persone transitate nello scalo torinese, il 4,5% in pi rispetto al 2010.

musei: dai 700 mila del 92 ai 3,5 milioni del 2010. Quanto basta a convincere il Comune della necessit di puntare sul Turismo e sulla Cultura, settori sinergici, con un brand dedicato e un palinsensto di eventi che copra tutto lanno. Cos ha detto Braccialarghe prima di una panoramica sulle iniziative ormai radicate e su quelle in arrivo: tra queste ultime Europa cantat, che tra luglio e agosto porter in citt coristi dallItalia e dallEuropa (oggi le iscrizioni sono gi 5 mila). Confesercenti ha annunciato lintenzione di mettere a disposizione del Comune una quota parte degli utili generati dalle iniziative sostenute dallassociazione.
Il marchio

potrebbe organizzare una tappa di World League nel 2015 ma c bisogno di risorse sicure oltre al pubblico sottolinea saggiamente il presidente regionale Fipav, Ezio Ferro. Chi si intriso nel 2006 del profumo dei Giochi invernali invece non si risparmia. Hugo Herrnoff, oro in staffetta di short track allOlimpiade di Lil-

lehammer ed ora nel direttorato Isu (Federazione Internazionale Pattinaggio): La speranza che Torino ospiti grandi eventi del ghiaccio. La Citt ha gi fatto richiesta per alcune tappe di Coppa del Mondo di short track da qui al 2015 e in quellanno potrebbe ospitare un Mondiale. Intanto si cercher di organizzare eventi di pattinaggio

La prenotazione per levento del 2015 stata annunciata da Guido Bolatto, segretario generale della Camera di Commercio , nellincontro con il ministro a Palazzo Birago. Erano presenti, tra gli altri, Fassino, Braccialarghe, la presidente di Ascom Torino Maria Luisa Coppa, Antonio Carta, Confesercenti, e Bernardino Ga-

retto, Federalberghi. Loccasione per permetter a Gnudi di incontrare gli operatori del settore turistico torinese, confortato nel capoluogo e nellarea metropolitana da performance in controtendenza rispetto alla crisi accusata da altri comparti. Flussi turistici: +7,4% nel 2010 rispetto al 2009. Presenze: +15,3%. Disponibilit di camere: +15% rispetto al 2006, lanno delle Olimpiadi invernali. Numero medio di giorni di permanenza in citt: 2,3-3 giorni. Lo scalo di Caselle ha chiuso il 2011 con il record di passeggeri: oltre 3,7 milioni di transiti (+4,5% rispetto al 2010). E poi gli ingressi nei

Iniziative apprezzate dal ministro, che parso particolarmente interessato da Yes, il marchio di qualit dato dalla Camera di Commercio alle strutture ricettive pi meritevoli sul territorio. Nelloccasione, Gnudi ha parlato di turismo a livello nazionale, anticipando alcune linee guida del suo Ministero: giusto dare la competenza alle Regioni ma serve una promozione turistica coordinata basata sul marchio Italia (emblematica, nel senso che non sha da ripetere, la promozione di Metaponto allo scalo di Singapore); un interscambio costante tra il sito del Ministero e quelli di Regioni ed enti locali; una campagna di promozione del turismo non in Europa ma in Italia, per aumentare la cultura degli operatori turistici. Non ultimo, corsi di inglese nelle varie citt per i vigili urbani, che insieme ai tassisti rappresentano il primo interfaccia con i turisti.

T1 T2 PR CV

MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012 LA STAMPA 54

Porte Aperte sabato 25 e domenica 26.

FASANO
AUTOMOBILI
CHIERI via Padana Inferiore, 16 - Tel. 011.947.21.26 TORINO Corso Traiano, 170 - Tel. 011.3174174
www.fasanoautomobili.opelnet.it

CONCESSIONARIA OPEL
CIRI via Torino, 123
Tel. 011.922.21.47 www.opelsvara.it www.cittadellautocirie.it

T1 T2 PR CV

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Cronaca di Torino 55

La storia
EMANUELA MINUCCI

In breve
Impresa di pulizia

Sciopero Totalfada per stipendi in ritardo


I

aila sbadiglia e guarda dritto verso il Corano incorniciato nel tinello. E vestita con una tutina viola a pois bianchi, ancora intorpidita dal dopopappa. Mamma Hafida, 37 anni, i capelli avvolti in un foulard marrone, la sveglia con una carezza: arrivato il fotografo. La prende in braccio e sorride: Chi lavrebbe detto che a neanche due mesi saresti stata gi famosa?. Laila, cinque chili e qualche grammo: ma un carico da novanta nella battaglia per i diritti civili condotta dal Consiglio comunale di Torino. Perch a lei, la prima neonata straniera nata il 1 gennaio 2012 al SantAnna, il sindaco Fassino vuole consegnare il sigillo civico: un atto fortemente simbolico, che significa trasformarla in torinese ad honorem. Decisione con zero ricadute pratiche, ma peso politico da vendere: perch il classico fiocco di neve che pu scatenare la valanga dello ius soli il diritto alla cittadinanza maturata sul territorio. Laila, che abita con i suoi genitori (la mamma fa la colf e ora in maternit e il pap Khouribga Abdane, ha un furgoncino con cui fa le consegne) in un piccolo, ma delizioso alloggio in una traversa di
IL DIBATTITO

I lavoratori della imprese di pulizia Totalfada che operano nella sede Sai hanno scioperato ieri, con presidio, per protestare contro il ritardo nel pagamento degli stipendi. Dice Filomena Lamacchia della Filcams Cgil: I lavoratori sono in una situazione difficilissima perch hanno impegni economici da onorare. A fine mattinata arrivata lassicurazione che i soldi sono stati accreditati.

Condotta antisindacale

Sessantuno cause contro la Fiat


I

Qui ci sentiamo a casa


Laila nata il 1gennaio 2012 al SantAnna. La mamma Hafida, 37 anni,fa la colf ,il pap Khouribga Abdane, ha un furgoncino con cui fa le consegne: Torino una citt aperta verso gli stranieri: se non stessimo bene saremmo tornati a casa, in Marocco

Il Pdl contro la proposta di concedere alla piccola la cittadinanza onoraria


corso Orbassano, non sa, naturalmente, di essere diventata un simbolo. Non sa che sar la prima bambina straniera a ricevere questo riconoscimento e tanto meno che il Pdl ha definito la decisione una patacca strumentale. Laila non sa neppure che il Pd ( tutto nato da una richiesta dellex assessore Roberto Tricarico) deciso ad andare sino in fondo, nonostante il Pdl, abbia presentato 195 emendamenti uno per ogni neonato straniero nato a Torino negli ultimi due mesi. Laila pensa alle cose sue: fare il ruttino con il mento appoggiato sulla morbida spalla della mamma. E lei sembra voglia dare voce alla sua piccola: Sono tanto felice, lho saputo leggendo sul giornale

La mia Laila, speranza per tanti immigrati


La mamma della bambina che ha diviso la Sala Rossa
Sulla Stampa
- spiega Hafida - ma questo sigillo vuole dire che Laila sar cittadina italiana? chiede, accarezzando i capelli nerissimi della sua bimba, rasati a met, come vuole la loro tradizione religiosa. Ma quando capisce che questo soltanto il primo passo di un cammino che toccher il governo sorride: Avevo capito, anche se io fra un anno potr avere la cittadinanza dal momento che mi sono trasferita dieci anni fa a Torino, che mia figlia la ottenesse senza sforzo. Peccato. Poi si siede sul divano rivestito di pizzo arancio e oro. Laila sembra incantata dai girasoli di seta che troneggiano sopra un vecchio televisore. E tanto buona, non piange quasi mai. E felice di stare con noi in questa casa. E sembrano felici tutti in quella famiglia. Se non stessimo bene a Torino saremmo tornati a casa, in Marocco. E una citt molto ben disposta verso noi stranieri - spiega Hafida dopo aver ricevuto la telefonata del marito che annuncia di avere una giornata piena
ORGOGLIO

La Fiom presenter, gi da questa settimana, 61 cause per condotta antisindacale contro la Fiat. Lo annuncia oggi il segretario nazionale Fiom-Cgil, Giorgio Airaudo, in conferenza stampa. Ventotto denunce riguarderanno il Piemonte, ma saranno coinvolti 20 tribunali in tutta Italia. Ci stiamo attrezzando, se necessario, ad arrivare fino alla Corte costituzionale - ha dichiarato Airaudo: si tratta di un diritto intoccabile dei lavoratori, la libert di scegliere i propri rappresentanti sindacali.

Rapina

Due banditi allagenzia Aci


I

Sono fiera che sia nata in questa citt, cos generosa con gli stranieri
di consegne - qui la gente quando mi vede con il foulard in testa non mi guarda strano. E neppure quando sente che il mio italiano non perfetto. Ma nessuno mi ha mai fatta sentire diversa a Torino, e sono orgogliosa che la mia primogenita sia nata in questa citt.

Lannuncio della consegna del Sigillo Civico alla prima neonata straniera del 2012, Laila Abdane, figlia di marocchini, ha scatenato la protesta del Pdl: Si svilisce il senso di questa onoreficenza.

Dal Comune non ancora arrivata nessuna telefonata e la signora, si vede, sembra non credere che la sua bimba sia la destinataria di un riconoscimento tanto simbolico. Va verso il tavolino dellingresso e prende una pagina del giornale ripiegata con cura in quattro: Solo quando ho letto il mio nome ho capito che era vero. Sono onorata che ci abbiano scelto anche se so che il nostro merito sta solo nel fatto che Laila la prima nata straniera del 2012. Vorr dire che siamo stati fortunati, stavolta. Che vestitino metter alla piccola il giorno che entrer in Sala Rossa? Il pi bello che ha. Vi faremo una sorpresa. Ma non tanto bella come quella che il Comune ha fatto a noi.

Sono entrati nellagenzia Aci-Sara Assicurazioni di via Casteldelfino, zona nord di Torino, a volto coperto: uno armato di pistola, laltro con un coltello. Minacciando gli impiegati, i due rapinatori si sono fatti consegnare lincasso, circa 9 mila euro. Poi sono fuggiti verso la periferia della citt, facendo perdere le tracce.

Arrestato ai Murazzi

Picchia lamica dopo una rapina


I

Trascinata con forza fuori da un locale e malmenata: la vittima una cassiera aggredita da un conoscente di 27 anni. E accaduto laltra sera in piazza Vittorio Veneto, allaltezza dei Murazzi. Luomo stato bloccato ed ha opposto una fiera resistenza ai carabinieri che lo hanno arrestato. Da una successiva perquisizione emerso che era stato autore di una rapina avvenuta proprio ai Murazzi poche ore prima, vittime due turisti brasiliani.

UN PROGETTO DELLA COLDIRETTI RIVALUTARE IL TERRITORIO E AIUTARE LE DONNE

Candidate
Le giovani selezionate Da sinistra: Rossana Bertolino, Laura Crivellai, Elena Valerio, Daniela Moncalvo ed Erica Bussolino

La baby sitter si specializza e diventa agri-tata in fattoria


Assistenza in cascina dopo un corso di puericoltura
ELENA LISA

Lidea non ancora del tutto realizzata eppure gi proiettata nel futuro. Oggi lagri-tata un esperimento della Coldiretti, ma domani chiss, potrebbe diventare un lavoro riconosciuto che solo professionisti qualificati potranno fare:

donne (e uomini, perch no?) che amano la terra, coltivano frutta e verdura, allevano animali e ci sanno fare con i bimbi. Questa lagri-tata: una baby sitter poco metropolitana e molto agreste che vive in campagna e mette la sua fattoria, sapere contadino e tempo, a disposizione di genitori che non sanno a chi affidare i loro figli per un paio dore al giorno o per tutto il fine settimana, per emergenze improvvise o impegni con orari fissi. La Coldiretti la mente del progetto, realizzato con gli assessorati regionali di Agricoltura, Istruzione e Formazione professionale e Lavoro, e ha ar-

ruolato tate in tutte le provincie. Trenta, in totale. Cinque per Torino: Rossana Bertolino, Laura Crivellai, Elena Valerio, Daniela Moncalvo ed Erica Bussolino. Superato il primo gradino, dimostrare di aver talento con bimbi di et tra i tre mesi e i tre anni, le candidate ora dovranno seguire un corso di formazione - 400 ore - che incomincer la prossima settimana e si concluder a giugno. Ad istruirle nutrizionisti, psicoterapeuti, pedagoghi e pediatri. Ho preso lidea al volo - dice Erica Bussolino che ha 30 anni e, a Lein, ha unazienda zootecnica e cereagricola -. Avevo lasciato la

mia cascina per lavorare a Firenze in unimpresa di design. Bello, per carit, ma la vera vita, a contatto con gli animali, gli alberi, con le albe e i tramonti sulla campagna, non riuscivo a dimenticarla. Quindi ho mol-

lato il mio posto fisso e sono tornata qui. importante che i pi piccoli scoprano la natura. la nostra memoria. Le agri-tate rappresentano in carne ed ossa la spinta di Coldiretti al recupero del territorio e il tentativo

di tamponare la crisi di lavoro che in un momento nero ha colpito soprattutto le donne. Spiega Daniela Moncalvo con una cascina a Settimo: Sono cresciuta in una famiglia di agricoltori e rispetto a chi viveva in citt non mi sono mai sentita a disagio: io, fin da piccola, mi sento pi libera. Lavorare con la terra una lezione di vita. Le agri-tate saranno disponibili, da settembre, 9 ore al giorno per 5 bimbi massimo contemporaneamente. Punto di riferimento sar una coordinatrice pedagogica che valuter le richieste e le metter in contatto con la cascina pi adatta al bimbus cittadinus.

T1 T2 PR CV

56 Cronaca di Torino

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Pi selezione per gli stranieri


Gilli nuovo rettore del Politecnico: numero chiuso a Ingegneria per salvaguardare la qualit

Intervista

,,
ANDREA CIATTAGLIA ANDREA ROSSI

paci di coordinare le proprie politiche sul fronte della ricerca e della formazione. Non saranno anni di conflittualit, ma di piena collaborazione.
Il Politecnico ha giocato un ruolo da protagonista nelle trasformazioni urbanistiche di Torino. Sar cos anche nei prossimi anni?

Borse di studio

il primo rettore post Gelmini, eletto dopo la riforma che ha rivoluzionato le universit italiane e i loro statuti. anche uno dei primi a passare a furor di popolo: prima votazione utile e nessun avversario. Marco Gilli, 46 anni, sposato, due figli, ingegnere elettronico, il nuovo rettore del Politecnico, il pi giovane degli ultimi novantanni. Prende il posto di Francesco Profumo, di cui stato braccio destro per sei anni e di cui ha preso il posto negli ultimi mesi, quando lex magnifico stato chiamato prima al Cnr e poi nel governo Monti.
Lera Profumo ha provocato non poche metamorfosi. Lei ne stato il principale collaboratore: si muover in continuit? Nei prossimi anni do-

S, ma con cautela. E con lobiettivo di concentrare i nostri campus metropolitani in quattro sedi principali: corso Duca degli Abruzzi, con la Cittadella Politecnica, dove costruiremo nuove aule, porteremo lEnergy center e dove auspichiamo di poter accogliere almeno alcune delle aziende che hanno manifestato il proLO SVILUPPO

Contro i tagli gli studenti ricorrono al Tar


LUdu (lUnione degli universitari) ha annunciato di aver fatto ricorso al Tar del Piemonte per impugnare gli atti con i quali sono state ridotte le borse di studio per lanno accademico in corso. Secondo gli studenti, il punto della discordia sta nella quota versata dagli iscritti agli atenei e classificata alla voce tassa regionale per il diritto allo studio. Quei fondi, per gli universitari, sarebbero vincolati allerogazione di borse di studio universitarie, mentre invece sono stati probabilmente usati per la gestione dellEdisu, lente per il diritto allo studio, attaccano. Fino al 2010 - sottolinea Simone Baglivo, rappresentante dellUdu nellente regionale per il diritto allo studio - lEdisu ha sempre erogato borse di studio con percentuali vicine al cento per cento per gli studenti meritevoli e privi di mezzi. Questo grazie, tra laltro, ai fondi derivanti dallapposita tassa regionale per il diritto allo studio, che gli studenti universitari corrispondono e che questanno pare essere stata utilizzata per altre voci di spesa. Ora sarebbe coperto soltanto il 30 per cento delle borse di studio, ma inaccettabile che un diritto costituzionale sia infranto in questo modo. Lavvocato dellUdu Michele Bonetti aggiunge: Se le leggi dicono che la tassa devoluta per le borse di studio cos deve essere, non si possono stornare fondi richiesti per uno specifico motivo per altre cose. Parliamo di milioni di euro e di migliaia di studenti senza borsa di studio. Se quei fondi fossero stati devoluti per le borse, come impone la legge, i ragazzi pi meritevoli e bisognosi avrebbero avuto quanto spetterebbe loro, e non saremmo invece fermi solo al 30 per cento.

Ci saranno nuove sedi, ma al campus Mirafiori servono servizi adeguati


prio interesse a collaborare nellarea delle ex Ogr; la sede di Architettura, al Castello del Valentino, che ha bisogno di ulteriori spazi; Mirafiori, centro della scuola di Design Industriale e di Ingegneria dellAuto, dove ci si propone di realizzare la Cittadella della mobilit, in una zona attualmente isolata e carente di servizi, con disagi per studenti e docenti e che richiede una rapida realizzazione delle opere previste dagli accordi; infine Lingotto, che potrebbe diventare il centro della scuola di Master.
La prima grana il ricorso al Tar presentato dal ministro Profumo contro un articolo dello statuto da lui stesso voluto. Situazione bizzarra, non crede?

Il successore di Profumo
Marco Gilli, 46 anni, ingegnere elettronico, dal 2005 a ieri stato pro rettore del Politecnico, braccio destro dellex rettore e oggi ministro Francesco Profumo

vremo confrontarci con un sistema universitario in progressiva evoluzione, e con un contesto europeo che vedr emergere un numero limitato di universit tecniche di riferimento. Pochi saranno capaci di coniugare ricerca di qualit e alta formazione, potendo cos attrarre consistenti risorse pubbliche e private. Le politiche avviate in questi anni hanno consentito di far crescere la reputazione del Politecnico e questo ci consente di guardare al futuro con cauto ottimismo e di

candidarci a entrare definitivamente nel novero delle migliori universit tecniche europee. Non si tratta pertanto di introdurre discontinuit, ma di promuovere una politica che tenga conto delle mutate condizioni di contorno.
Minori risorse, quindi. E perci necessit di passare da una fase di espansione (pi studenti, pi stranieri) a una fase di selezione?

t dei progetti.
Lincremento di fuori sede e stranieri stato uno degli elementi del boom del Politecnico, ora messo in crisi dai tagli alle borse di studio.

chiuso a Ingegneria: scelta difensiva, visti i tagli, o ricerca della qualit?

La drastica riduzione delle borse di studio, oltre a creare una situazione oggettivamente critica per molti studenti, un segnale preoccupante e riLE BORSE DI STUDIO

Scelta obbligata: la nostra missione offrire una formazione di qualit a un elevato numero di studenti. Ma per assicurare la qualit questo numero deve essere proporzionato alle risorse a disposizione.
Usciamo da anni di rapporti piuttosto conflittuali tra Universit e Politecnico. Complice il ricambio ai vertici (nel 2012 anche lUniversit avr un nuovo rettore) si riuscir a superare questa fase?

La reputazione del Poli cresciuta Ora vogliamo stare al passo con le migliori universit tecniche europee

Coerentemente con le politiche attuate dalle universit europee di maggiore prestigio, occorre avviare una seconda fase delle politiche di internazionalizzazione, con maggiore attenzione alla qualificazione degli studenti, da selezionare in modo rigoroso, anche attraverso test riconosciuti a livello internazionale. Vale anche per la ricerca: sar necessario incentivare la partecipazione a progetti internazionali e prestare pi attenzione alla quali-

Si rischia di minare il ruolo di Torino come citt universitaria


schia di compromettere seriamente il lavoro pazientemente svolto dagli atenei piemontesi per attrarre studenti di talento, provenienti da altre regioni e da altri Paesi. E anche il progetto di accreditare Torino come citt universitaria.
Lei ha annunciato lintenzione di introdurre il numero

stata una decisione per certi versi inaspettata. Per siamo convinti che la scelta dellateneo sia conforme alla normativa. Pertanto la sosterremo con fermezza e coerenza, attendendo fiduciosi il pronunciamento del Tar.

Non credo ci sia mai stata una situazione di reale conflittualit. Siamo due atenei di riferimento per la qualit della formazione e della ricerca, con competenze scientifiche e disciplinari complementari. Competenze che vanno necessariamente integrate. Nei prossimi anni i due atenei dovranno essere sempre pi ca-

Nessun conflitto con lUniversit Anzi, dovremo cooperare di pi per integrare formazione e ricerca

Diario
In Lungo Stura Lazio Tesoreria unica Centri massaggio

Polemiche sul campo rom


I

La Regione contesta Roma


I

Nulla contro i cinesi


I

Ancora polemica sui campi rom. Ieri le commissioni Ambiente, Assistenza e Pari opportunit hanno visitato il campo abusivo in Lungo Stura Lazio, abitato da circa 500 rom. Sullarea, a fine 2010, fu avviata unoperazione di pulizia, costata 100 mila euro, per portare via 450 tonnellate dimmondizia. Il pattume, per, si sta riformando, tanto che il presidente della commissione Ambiente Grimaldi (Sel) tornato a chiedere lintervento di Amiat per piazzare una serie di cassonetti, oggi assenti, fuori dallinsediamento. Per il consigliere del Pdl Maurizio Marrone immondizia e degrado sono stati solo spostati, dellintervento di Terra del Fuoco non si vede traccia, ma intanto 100 mila euro sono stati sprecati. E ora la giunta vuole stanziarne altri 700 mila euro per ripetere il fallimento in via Germagnano. Per Fabrizio Ricca (Lega) le condizioni in cui vivono quelle persone sono inaccettabili, il progetto nomadi in questa citt definitivamente fallito.

La giunta regionale, su proposta di Roberto Cota e dell'assessore Cavallera, ha deciso di presentare ricorso alla Corte costituzionale contro listituzione della tesoreria unica stabilita dal decreto legge del Governo Monti. Cos facendo, il Governo lede il federalismo fiscale, aveva spiegato nei giorni scorsi il governatore. La delibera regionale sostiene che l'articolo 35 del decreto, obbligando Regioni, enti locali ed enti del comparto sanitario a trasferire alla Banca d'Italia tutte le disponibilit liquide depositate presso il sistema bancario, configura il ritorno a un metodo centralizzato antecedente la riforma del Titolo quinto della Costituzione del 2001, incide sulla disponibilit finanziaria e sulle scelte amministrative e legislative, contrasta con il principio di ragionevolezza e la nuova autonomia amministrativa e finanziaria riconosciuta alle Regioni e agli enti locali, viola le norme sulla potest legislativa dello Stato e delle Regioni ed il principio di leale collaborazione.

Nelle intenzioni di Palazzo civico, nessuna delibera discriminatoria o mirata a un'etnia. La precisazione arriva dalla divisione Commercio del Comune. Dopo le critiche di alcuni orientali, gestori di centri massaggi, al regolamento che obbliga tutti gli operatori ad assumere un estetista in negozio, Palazzo civico puntualizza che i controlli dopo il 31 maggio (tempo entro il quale possibile mettersi in regola, ndr) si rivolgeranno a ogni tipologia di attivit. Non solo ai 45 negozi cinesi presi a esempio come centri in attesa di adeguamento. Spiega l'assessore Tedesco: La norma andava modificata, come da parere regionale, per garantire il diritto dei consumatori a usufruire di un servizio professionale e degli esercenti a essere tutelati e valorizzati, grazie a regole certe. Il Comune ribadisce anche il suo sostegno alle attivit imprenditoriali del settore, e offre disponibilit ad accompagnare i titolari nell'adeguamento. [L. TOR.]

MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012 LA STAMPA 57

T1 T2 PR CV

Rendiamo possibili i sogni.


B 180 EXECUTIVE BLUE EFFICIENCY 27.654 17.900
1

A 180 EXECUTIVE 23.138 13.900

B 200 CDI PREMIUM 34.484 23.500

GLK 220 CDI SPORT 4 MATIC - CAMBIO AUTOMATICO 48.321 36.000

A 180 CDI PREMIUM 28.271 18.950

E 250 CDI ELEGANCE 59.539 41.400

C 220 CDI EXECUTIVE FACELIFT 42 095 32.800 42.095

C 220 CDI STATION WAGON 44.716 31.600

E 220 CDI STATION WAGON AVANTGARDE

58.574 41.600

E 250 CDI COUPE AVANTGARDE

62.800 45.900 62 800

Concessionaria Uiciale di Vendita Mercedes-Benz Torino Corso G. Cesare, 304 - Tel. 011/2604500 Burolo dIvrea Strada Lago di Viverone, 53 - tel. 0125/577366

Concessionaria Uiciale di Vendita Mercedes-Benz Moncalieri (TO) Corso Trieste, 132 - Tel. 011/6536311

Concessionaria Uiciale di Vendita Mercedes-Benz Via Cassini, 46 - 10129 Torino - Tel. 011/580 3350

T1 T2 PR CV

MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012 LA STAMPA 58

T1 T2 PR CV

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Cronaca di Torino 59

TRAGEDIA A BUROLO ERA INVALIDO E BLOCCATO SU UNA CARROZZINA

Prova ad accendere la stufa con lalcol Muore tra le fiamme


Il fratello: quando sono arrivato il fuoco era dappertutto
GIAMPIERO MAGGIO BUROLO

La vittima
Graziano Chiei 57 anni, aveva subito lamputazione delle gambe a causa del diabete

E' morto bruciato nella sua stanza, mentre il fuoco divampato dalla stufa avvolgeva tutto. Graziano Chiei, 57 anni, ex agricoltore di Burolo, disabile e costretto sulla sedia a rotelle, non ha avuto scampo. Ha urlato con tutte le sue forze sperando che qualcuno lo tirasse fuori da quellalloggio trasformato in pochi secondi in una trappola mortale. Tutto inutile. Il fratello Oriano, corso in suo aiuto, ancora sotto choc: Ho provato a gettare secchiate d'acqua per spegnere il fuoco, perch non c'era nessuna possibilit di en-

trare in quella casa. E mentre mi dannavo l'anima per aiutarlo, sentivo le grida di Graziano. E' stato terribile. E' accaduto ieri, poco dopo le 15,30, in una cascina di via Ombrecchio 1, sopra Burolo. Per arrivare fin qui bisogna percorrere una strada tutta tornanti che si inerpica sulla collina della Maddalena, fin quasi ai piedi della Serra. Nella cascina, divisa in tre appartamenti, oltre alla vittima e ad Oriano Chiei, vive anche l'altro fratello, Massimiliano con la moglie e un figlio piccolo. Sono i due coniugi ad occuparsi di Graziano, soprattutto dopo che per colpa del diabete, tre anni fa, i dottori gli avevano amputato entrambe le gambe. Pensano loro alla spesa, alle faccende domestiche e ad accendere il fuoco nella stufa. Ieri, per, Massimiliano e la moglie non c'erano. Erano al carnevale di Ivrea: Si sono presi un pomeriggio di libert scuote la testa Oriano, men-

tre attorno all'abitazione incendiata un via vai di pompieri e carabinieri. E aggiunge: Ho provato a chiamarli almeno una decina di volte. Niente, non mi hanno risposto. Graziano Chiei era solo in casa. Aveva freddo. E per accendere pi in fretta il fuoco della stufa ha utilizzato una bottiglia piena d'alcol. Un errore che gli costato la vita. Il liquido infiammabile, secondo la ricostruzione dei vigili del fuoco di Ivrea, ha causato un ritorno di fiamma che ha avvolto il pensionato e le coperte del letto. Il rogo si diffuso in pochi secondi, senza lasciargli scampo. Oriano Chiei racconta quei minuti tremendi: Ho visto il fumo e sono corso subito in cortile, quando sono arrivato, per, c'erano gi le fiamme che uscivano dall'appartamento. Ha provato a farsi largo gettando secchiate d'acqua, sperando di riuscire a strappare da quella trappola il fratello. Non

Un gesto avventato
Una bottiglia dalcol sulla stufa. Un gesto fatale: il ritorno di fiamma, da quanto ricostruito, lo ha colpito e ha innescato il rogo alle coperte del letto

ce l'ha fatta. E' toccato ai pompieri, arrivati fin lass una ventina di minuti dopo, a spegnere il rogo. Quando sono entrati nell'appartamento si sono trovati davanti ad una scena raccapricciante. L'uomo era a terra semicarbonizzato, la sedia a rotelle distante un paio di metri, gettata lontano dalla spinta

del suo corpo, in un ultimo, disperato tentativo di uscire: Ha provato a lottare fino all'ultimo, povero Cristo. Sul luogo della tragedia, pochi minuti dopo, arrivato anche il sindaco del paese, Roberto Cominetto. Era di un anno pi giovane di me - racconta -, siamo nati nello stesso paese e

qui tutti conoscono tutti. Dicono che prima della malattia che gli aveva portato via le gambe, Graziano era uno che lavorava dalla mattina alla sera. Si sempre spaccato la schiena in mezzo ai campi - racconta il primo cittadino - e quando aveva finito di fare il suo andava ad aiutare gli altri.

Sudoku

Il sudoku
Il gioco consiste nel riempire tutte le caselle in modo tale che ogni riga, ogni colonna e ogni settore contenga tutti i numeri senza alcuna ripetizione: negli junior sudoku sono in gioco i numeri da 1 a 6, nel sudoku medio e difficile i numeri da 1 a 9

Medio

Difficile

4 1 9
1
Junior 1 1 4 6 3 5 4 2 6 3 4 1 2 6 2 5 5 3 1 Junior 2 5 1 4 6 3 2 1 5 6 4 2 3 3 4 5 2 6 1
5 2 1 3 4 6 2 1 5 6 3 4 3 6 4 5 1 2

7 1 6 7 3 4 8 1 7 9

3 3

Junior Sudoku
Junior 1 Junior 2

4 4 1 1 3 6 1 2 5

1 2 6 2 5 4 1

5 1 4 3 6 6 5

1 3 9 5 4 9 3 7

Medio

4 9 5 1 8 2 5 8 6 4

2 6 1 7 9

4 6 5 7 2

La soluzione dei giochi di ieri


4 7 2 6 5 3 9 1 8 5 9 1 4 3 6 2 7 8 9 3 1 7 4 8 2 6 5 2 8 4 7 1 9 5 6 3 8 5 6 1 2 9 7 3 4 3 6 7 2 5 8 9 4 1 2 4 3 8 1 5 6 9 7 4 2 3 8 7 1 6 5 9 7 1 5 9 3 6 4 8 2 1 7 9 5 6 4 3 8 2 6 8 9 4 7 2 3 5 1 8 5 6 3 9 2 7 1 4 5 2 8 3 6 7 1 4 9 6 3 8 1 2 5 4 9 7 1 6 7 5 9 4 8 2 3 9 4 2 6 8 7 1 3 5 3 9 4 2 8 1 5 7 6 7 1 5 9 4 3 8 2 6

3 4 2 1 6 5

2 5 4 6 1 3

6 1 3 5 2 4

Lalta pressione atlantica porta un respiro mite


SOLE NUVOLOSO POCO NUVOLOSO COPERTO VARIABILE PIOGGIA DEBOLEMODERATA PIOGGIA INTENSA TEMPORALE NEBBIA NEVE VENTO MARE CALMO POCO MOSSO MARE MOSSO MARE AGITATO

SVIZZERA
Annecy AOSTA Biella Grenoble Novara Vercelli Verbania

OGGI

Soleggiato con nebbie in pianura e bassa collina nottetempo e al mattino; in serata velature in transito. Venti deboli variabili o da sud-ovest in pianura, moderati o forti settentrionali in Liguria. Mare poco mosso sotto costa, molto mosso al largo.

SVIZZERA
Annecy

DOMANI
Verbania

AOSTA Biella MILANO

Cielo da poco a parzialmente nuvoloso per passaggio di velature e banchi nuvolosi ad alta quota, pi estesi tra la Valle dAosta e il nord Piemonte. In serata graduale rasserenamento. Venti deboli occidentali su pianure, da nord-est in Liguria. Mare poco mosso.

MILANO

Temperature C
CITT MIN MAX

Grenoble

TORINO
Asti Gap

Pavia Alessandria GENOVA

Cuneo

Savona Imperia

La Spezia

FRANCIA
Nizza

AOSTA VERBANIA BIELLA NOVARA VERCELLI TORINO ASTI ALESSANDRIA CUNEO MILANO GENOVA SAVONA IMPERIA

-2 0 1 -2 -3 -2 -4 -4 -2 -1 5 4 5

12 13 12 12 12 14 12 11 10 12 15 12 13

Novara Vercelli

Temperature C
CITT MIN MAX

TORINO
Asti Gap Alessandria

Pavia

GENOVA Cuneo Savona Imperia La Spezia

FRANCIA
Nizza

AOSTA VERBANIA BIELLA NOVARA VERCELLI TORINO ASTI ALESSANDRIA CUNEO MILANO GENOVA SAVONA IMPERIA

-2 0 1 -2 -3 0 -3 -4 -2 0 6 5 5

14 15 14 14 15 16 14 13 12 14 16 15 16

Situazione e avvisi meteo

A cura di www.nimbus.it

Un promontorio dellalta pressione atlantica si estende alle regioni alpine consolidando il bel tempo e favorendo un aumento delle temperature, pi deciso nei prossimi giorni. A contribuire al mitigamento delle temperature saranno una corrente di aria di matrice atlantica e una situazione di compressione favonica al sud delle Alpi. In tale contesto le concentrazioni delle polveri inquinanti in ambiente urbano rimarranno elevate.
Centimetri-LA STAMPA

IL SOLE A TORINO

LA LUNA A TORINO
Si leva alle ore 7.07 Cala alle ore 19.02 Fasi Lunari
Culmina alle ore 12.43 Tramonta alle ore 18.09

Sorge alle ore 7.17

01 MAR 08 MAR 15 MAR 22 MAR

Difficile

T1 T2

MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012 LA STAMPA 60

T1 T2

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Cronaca di Torino 61

Diario

il caso
MASSIMILIANO PEGGIO

o spettavano in Liguria i finanzieri della polizia giudiziaria della procura di Torino, da tempo sulle sue tracce. Pronti ad arrestarlo con laccusa di bancarotta fraudolenta, truffa e intermediazione illecita. Cos ieri lo hanno fermato, a Genova, mentre passeggiava tra i caruggi, appena rientrato dal Marocco. Lui Gianni Tripol, 59 anni, ex promotore finanziario di Banca Sai. Un broker di tutto rispetto. il Madoff torinese: secondo gli investigatori, coordinati dal pm Alberto Benso, si sarebbe intascato circa 5 milioni di euro. Forse anche di pi. Una carriera di 15 anni nel ramo investimenti: prima in Sanpaolo, poi, dal 1994, in Sai. Raccoglitore di risparmi: industriali, professionisti, famiglie facoltose. Casa con piscina a Rocca Canavese, ma niente di hollywoodiano. Stesso stile per vestiti e auto. Benessere senza eccessi, da piccolo borghese. Ma con un punto debole: le donne. Matrimoni e amanti. Prima di fuggire al di l del Mediterraneo, la sua storia sentimentale si intrecciata con due donne marocchine. Gelose luna dellaltra, lo hanno trascinato in una storia di stalking. La compagna abbandonata, con la quale per altro ha avuto due figlie, ha iniziato a perseguitare la rivale. Per ripicca, un giorno, lha inseguita e tamponata in corso Grosseto. Tutte due erano a bordo di un fuoristrada. Tutte due regalati dal loro uomo conteso. Gianni Tripol era sparito

Il broker latitante arrestato a Genova


A Torino aveva lasciato un buco da 5 milioni
tascava parte dei soldi destinati agli investimenti su fondi e altri strumenti finanziari. Seguiva gli andamenti del mercato e periodicamente spediva i rendiconti per garantire informazioni contabili coerenti. Contabilit virtuale. Molte delle persone raggirate - spiega lavvocato Gianluigi Marino, che assiste una ventina di truffati - sono professionisti esperti, che leggono quotidianamente le notizie economiche. Nessuno ha mai avuto sospetti. Di pi. Tripol era affettuoso con gli investitori. Eccome - afferma lavvocato Paolo Chicco, legale di altri raggirati - spesso sinformava delle loro condizioni di salute, intrattenendo relazioni di amiciLE ACCUSE

Un preoccupante rapporto dellAifa

La procura indaga sulluso del botulino per lestetica


I

Trattamenti estetici a base di tossina botulinica non autorizzati: questo il nuovo fronte di accertamenti aperto dalla procura di Torino sulla scorta di un rapporto dellAifa, lagenzia italiana per i farmaci. Luso del botulino permesso solo per la riduzione delle cosiddette rughe gladellari - quelle che si formano tra le sopracciglia - Un trattamento antirughe ma, come risulta allAifa, sono numerosi i medici che lo praticano anche per altri trattamenti. In questi casi, possono sorgere inconvenienti e disturbi gravi. Al punto che, quando le infiltrazioni si praticano attorno alla bocca, c il rischio che venga compromessa la capacit di masticare e di parlare. Il procuratore Raffaele Guariniello si messo in contatto con lAifa e ha acquisito i dati su una trentina di reazioni avverse registrate negli ultimi tre anni.

Fermato con stupefacente per 100mila euro

Corriere dalla Spagna con la droga nel panino


I

Passeggiava nei caruggi


Gianni Tripol era sparito dalla circolazione a fine novembre E stato rintracciato a Genova, appena rientrato dal Marocco

Bancarotta fraudolenta e appropriazione indebita Svaniti i soldi dei clienti


zia. Un tipo davvero affabile. Fino alla fine. La crisi economica dei mesi scorsi ha innescato il tracollo. Un effetto a catena, alimentato soprattutto dallemotivit per i mercati a picco. Quando molti clienti hanno chiesto simultaneamente il disinvestimento del loro denaro, Tripol, difeso dallavvocato Paola Savio, non pi riuscito a far fronte alle richieste. Inseguito dai creditori, s rifugiato in Marocco. Forse, in un rifugio dorato.

allinizio di novembre, quando il suo castello di bugie finanziarie alla Madoff croll su se stesso svelando il buco milionario. E dire che si reggeva su un gioco semplice di vasi comunicanti. Tripol si faceva consegnare le somme da investire con assegni circolari, lasciando traccia di ogni transazione, come garanzia di trasparenza. Puntualmente, ogni sei mesi, forniva ai clienti i rendiconti sulle performance degli investimenti. Guadagni nei periodi di boom, perdite

nelle fasi di tempesta. Per sembrare affidabile diceva ai clienti: Con me non realizzerete guadagni stratosferici a due cifre, al massimo qualche punto percentuale. In compenso non rischierete il capitale. In caso di richiesta, liquidava gli investitori. Il massimo della seriet. Mai una sbavatura. Il suo portafoglio clienti aveva un valore di decine di milioni di euro. Tutta apparenza. Il Madoff torinese forniva ricevute fasulle su carta intestata e si in-

Un panino prezioso, del valore di circa 100 mila euro. Era farcito di cocaina purissima, di ottima qualit: due maxi ovuli da 625 grammi. Li portava con s un corriere di droga bloccato laltro ieri dai carabinieri del Nucleo Investigativo di Torino, in collaborazione con i colleghi del nucleo radiomobile. In manette un La cocaina era nel panino romeno di 39 anni: Virgil Cazac, residente in Spagna. stato arrestato in via Verres. Luomo stato sorpreso in strada da una pattuglia, mentre camminava con una borsa della spesa. Quando i militari si sono avvicinati per controllarlo, lui ha subito gettato la busta sotto unauto parcheggiata. Il gesto ha fatto insospettire i carabinieri. Cos finito in caserma, per ulteriori accertamenti. Quando i militari hanno rovistato nella borsa, hanno trovato il panino. Aprendolo a met, hanno scoperto la farcitura alla cocaina. Due maxi ovuli destinati agli spacciatori del mercato torinese.

T1 T2

62 Cronaca di Torino

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Q
Lobiettivo cancellare la credenza che in Barriera di Milano non ci sia mai niente da fare. Un deserto culturale, di occasioni dincontro e di momenti di divertimento che il progetto Urban ha deciso di trasformare in un grande giardino lussureggiante di appuntamenti per tutti. Cosa succede in Barriera?. questo il titolo del bando da 120 mila euro pensato per creare un fitto calendario annuale di iniziative per il quartiere. C tempo fino al 15 marzo per presentare la domanda. Possono partecipare tutte le realt associative e gruppi della citt (ad esclusione delle scuole) che presenteranno progetti dal valore massimo di 12 mila euro con copertura

uartieri
PAGINE A CURA DI MONICA PEROSINO

Borgo Po
I

Per le vostre segnalazioni scrivete a quartieri@lastampa.it

Il Consiglio comunale ha dato lok alla riqualificazione dellisolato delimitato da viale Thovez e corso Lanza, 16 mila mq di aree verdi e padiglioni che ospitano uffici della Provincia; il trasferimento di questi ultimi nella sede di corso Inghilterra lascer spazio alla costruzione di nuovi alloggi.

Barriera di Milano

Regio Parco

Oltre centomila euro per inventare cultura

Il silenzio del borgo dove cantavano le tabacchine


Tra i ricordi dei residenti: non lasciate che la Manifattura muoia
PAOLO COCCORESE

Danza al Teatro Marchesa

finanziaria del 90%. Fattore aggiunto per quanto riguarda la selezione, la capacit di creare unampia rete tra le associazioni. Per maggiori informazioni e per visionare il bando visitare il sito di Urban Barriera di Milano o andare allo sportello di corso Palermo 122. [PA. CO.]

Lingotto

Un cumulo di macerie al posto dellaiuola


Un ammasso di macerie alto pi di un metro e mezzo, non una discarica ma nemmeno un belvedere. Da mesi la collina artificiale si sta accumulando nellaiuola pubblica di via Piobesi, vicino a piazza Guala. Sono i detriti di terreno, sassi e scarti edilizi provenienti dagli scavi del vicino parcheggio interrato di box pertinenziali, il cui cantiere aperto da pi di un anno. I residenti segnalano loccupazione impropria di suolo pubblico e chiedono che laiuola torni a essere quella di una volta. Le macerie sono state depositate sopra una striscia di terreno lunga pi di cinque metri e alta quasi due, recintata con le classiche reti

La collina di macerie

da cantiere che impediscono il passaggio. Circondati dalla terra di riporto, anche gli alberi di alto fusto che delimitano laiuola. Le macerie impediscono la visuale da una corsia allaltra delle due direzioni di marcia della strada, per altro gi stretta. [E. GRA.]

Dopo la musica ad alto volume sparata da un muro di casse lungo venti metri, nelle strade di Regio Parco rimangono le solite cose. Qualche bottiglia di birra dimenticata sui muretti di piazza Abba. Una serie di scritte colorate sui muri di via Salgari e i resti di un alberello sradicato per farne legna da ardere. Finito il rave di carnevale dopo 36 ore no-stop di musica, nelle viuzze che corrono intorno alla vecchia Manifattura Tabacchi tornato quel tradizionale silenzio e senso di abbandono. Con la delusione di chi mai avrebbe immaginato sorte peggiore per lo storico borgo delle tabacchine. Quando ho letto che il rumore del rave era cos forte da tener sveglio il quartiere ho provato un grande dispiacere. Lei lo sa che l una volta la musica della Manifattura dei tabacchi era ben diversa? In piazza Abba si ascoltavano le canzoni da lavoro delle vecchie sigarettaie. La signora Maria Vittoria Gianotti, 83 anni, ha una voce chiara e squillante. Si sente che le parole partono diritte dal cuore. E se litaliano lascia il passo al dialetto piemontese non c da biasimarla. In fondo, era quella la lingua pi parlata quasi mezzo secolo fa. Molti sembrano non ricordarlo pi, ma Regio Parco stato un borgo molto famoso. Per canzonarci ci chiama-

LA STORIA

Tanti progetti ancora sulla carta


I

dal 96 che si parla di riqualificare la Tabacchi con lUniversit. Tanti i progetti mai andati in porto, come quello di trasferirci le facolt umanistiche o il Dams, o di portarci la Suism, in parte finita a Lein. Lultima novit la nascita a novembre di una cabina di regia tra Comune, Regione e Universit. Il sindaco sta trattando per ottenere

la parte di Manifattura di propriet del Demanio. Abbiamo chiesto garanzie allUniversit spiega inoltre Nadia Conticelli, presidente della 6 sulle sue reali intenzioni. Il progetto di fare della Tabacchi una cittadella dello sport credibile solo se ci si trasferir il centro di medicina sportiva di piazza Bernini. [F. ASS.]

vano i Pien del parc (i sazi del Parco) per dire che eravamo un po tonti. Labbandono di oggi uno scandalo, dice la signora. Figlia di un direttore di laboratorio e di una sigarettaia, la signora Gianotti diventata grande intorno alla vecchia Manifattura. Cresciuta nellasilo interno e l che si anche innamorata. Oggi, per, trasferitasi in Vanchiglia non dimentica il suo quartiere. Una volta la citt era distante - ricorda -. Tutti lavorano nellindustria dei tabacchi. Cera la centrale elettrica, i binari che permettevano al treno di entrare direttamente dentro i capannoni, i depositi del sale che veniva distribuito con i camion elettrici e tanti negozi. Cartoline ingiallite di un borgo nato intorno alla riserva di caccia dei Savoia e diventato grande con la prima rivoluzione industriale. Sigari, tabacco da pipa e le spagnolette - le sigarette di oggi - che negli Anni Cinquanta facevano lavorare quasi 1500 persone. Quasi tutte giovani operaie, che durante la guerra lottarono contro i tedeschi. Nel 1996 i grossi portoni di metallo chiusero per sempre. Allorizzonte una nuova rivoluzione, questa volta post-industriale, allinsegna dellUniversit. Un sogno rimasto a met da quasi dieci anni come il campus della Suism nellex Fimit mai realizzato. In un presente difficile segnato dal silenzio e dalla speranze. Quella di chi non dimentica la musica del borgo delle tabacchine.

San Salvario

I cani non entrano al giardino roccioso


Io non posso entrare: non ci si aspetta di vedere un cartello del genere, con licona a quattro zampe, in un giardino pubblico. Ma proprio quello che chiede la Circoscrizione Otto per il giardino roccioso e per il roseto, al Valentino, considerate aree di particolare pregio: vietare lingresso ai cani. Un divieto gi esistente nel regolamento del parco, che dovrebbe per essere superato dal pi recente regolamento comunale che vale per tutti i parchi cittadini. per questo che oggi il Consiglio voter parere negativo (questo, almeno, lorientamento della maggioranza) alla modifica dellarticolo che riguarda la questione. Ne spiega le ragioni la coordinatrice allambiente Germana Buffetti: Si tratta di aree di particolare pregio naturalistico, luoghi peculiari e recintati del parco, che ospitano specie arboree di un certo pregio storico e naturalistico: lintroduzione dei cani, sebbene al guinzaglio, le esporrebbe al rischio danneggiamenti. Chiediamo quindi che vengano considerati alla stregua dellorto botanico, dove lingresso agli animali vietato. Si tratta, in fondo, di una piccola porzione di un parco molto vasto. C per chi perplesso e fatica a comprendere la ragione di vietare uno spazio verde allaccesso di animali (al guinzaglio). A partire dal consigliere

I vialetti che attraversano il giardino roccioso del parco del Valentino

POZZO STRADA

Spariscono i banchi parcheggiati


I

Lannosa questione dei banchi (circa venti) che rimangono abusivamente sulla piazzola di corso Brunelleschi dopo la chiusura del mercato vicina a una soluzione. Questa sera alle 18 ci sar il sopralluogo della Circoscrizione 3 in via Bena 10, larea che sar consegnata agli ambulanti per farne un deposito per i propri banchi. [F. ASS.]

Claudio Di Stefano, del Movimento 5 Stelle. Che fu il primo, su segnalazione di alcuni cittadini, a sollevare la questione e a chiedere ladeguamento al regolamento cittadino e la rimozione del divieto di accesso agli animali. Se giardino roccioso e roseto devono essere equiparati allorto botanico - dice Di Stefano - allora si introducano

le stesse misure di sorveglianza, che non riguardano solo gli animali, ma che limitano anche laccesso delle persone. Si certifichi nero su bianco il pregio delle specie presenti e si agisca di conseguenza. Altrimenti, non altro che un divieto formalmente discriminatorio nei confronti dei padroni di animali. [P. ITA.]

T1 T2

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Cronaca di Torino 63
Agnelli 117; via Braccini 101; via San Tommaso 2/A; corso Casale 204. Di sera (19,30-22,30): piazza Galimberti 7; via Foligno 69; via Sempione 112; via San Remo 37; corso Francia 1/bis. Di notte (19,30-9): corso Belgio 151/B; via Nizza 65; corso Vittorio Emanuele II 66; piazza Massaua 1; via Vigliani 55/G. Info: www.farmapiemonte.org.

Centro
I

Centro
I

Le farmacie aperte oggi


I

Dopo la segnalazione pubblicata sulle nostre pagine stata riparata la panchina in corrispondenza del binario 20 nella stazione di Porta Nuova. Un lettore, per, fa notare che non sono ancora state rimosse le transenne che indicavano la precedente rottura.

Una postazione telefonica pericolosa stata installata allangolo fra le vie Carlo Alberto e Cavour: un residente segnala il rischio di sbatterci contro per i pedoni che, arrivando da via Carlo Alberto, svoltano a destra.

Orario 7-19,30: Farmacia Comunale 25, Atrio Stazione Porta Nuova, corso Vittorio Emanuele II 53. Orario 9-19,30: corso De Gasperi 6; corso Francia 87; via Rieti 55; via Isernia 13b; via XX Settembre 5; corso Principe Oddone 28; corso Giulio Cesare 48; via Nizza 108; via Carlo Capelli 67; via Onorato Vigliani 160; corso Giovanni

San Salvario

San Donato

Mancano parcheggi? C il palazzo delle Poste


PAOLA ITALIANO

Ex Paracchi, lucchetti anti-vandalo


Presa di mira dai vandali la fabbrica fantasma di via Pessinetto 36. Nei giorni scorsi, la societ Paracchi, che ne proprietaria, ha dovuto sostituire e saldare il portone. Un intervento sollecitato dai vigili, dopo che a met gennaio il lucchetto che impediva laccesso allex magazzino e spaccio aziendale del tappetificio, inutilizzato dal 2000, stato forzato. A segnalare lepisodio erano stati i cittadini: i vigili avevano chiuso lingresso in modo provvisorio, fino allintervento della societ. Il timore del comitato dei residenti Paracchi che la ex fabbrica, sul cui edificio ha competenza anche la Soprintendenza, diventi un nuovo rifugio per gli sbandati. Proprio di fronte alla fabbrica ogni giorno si trovano siringhe e bottiglie usate per fumare la coca. Un destino di degrado gi toccato nella zona al padiglione industriale di Strada delle Ghiacciaie e allormai noto tunnel del buco sulla Dora. Questioni di cui si parler ancora una volta nel prossimo tavolo interforze diretto dal Questore. Inoltre, gruppi di ragazzini hanno preso labitudine di introdursi nel giardino privato del Centro Piero della Francesca per giocare al lancio di pietre e mattoni contro i vetri della Paracchi. Le guardie private che si occupano della sorveglianza cercano di allontanarli spiegano i vigili in una mail spedita ai residenti e si sono rivolte al commissariato Madonna di Campagna. A cercare di dissuadere i ragazzini, anche un cartello di recente posa con diffida di introdursi nella propriet. [F. ASS.]

in breve
Mirafiori Sud

Vietato sedersi sulle panchine

Trasformare il palazzo delle Poste di via Nizza in un silos per parcheggi. La proposta che non ti aspetti arriva dai cittadini di San Salvario intervenuti ieri a una commissione sulla carenza di posti auto. Tra tanti argomenti sul tavolo da anni - come le ipotesi di parcheggio interrato in corso Marconi, scarso utilizzo di quello in piazza Madama e del V padiglione - ha fatto capolino lipotesi, mai considerata prima. Tra il dire e il fare ci sono di mezzo le Poste, e una programmazione organica e a lungo termine delle trasformazioni dei prossimi anni dellarea di Porta Nuova, tuttora fumosa. Incerto il destino del mastodontico palazzo, da tempo recintato per il pericolo di caduta calcinacci. Invece di pensare a parcheggi interrati - ha detto Emilio Soave, di Pro Natura - sarebbe bene sfruttare strutture gi esistenti. Altri lo hanno appoggiato, e tutti coloro che hanno preso la parola hanno ribadito il no a una struttura sotterranea in corso Marconi, se questo vuol dire abbattere gli alberi. I tecnici comunali stanno valutando la fattibilit: e pare che costruirlo senza rimuovere parte dellalberata sia impossibile. Il settore verde la considera di medio pregio e non avrebbe particolari obiezioni, ma sono i cittadini a opporsi. Non scarta lidea del silos il coordinatore alla viabilit, Marco Addonisio: Valuteremo se una via percorribile. Intanto, attendiamo a breve il progetto del parcheggio interrato in via Nizza, accanto a Porta Nuova.

Largo Saluzzo Raid contro sei automobili


I

Il no agli interrati
Alla commissione di ieri tutti i residenti sono intervenuti con un netto no allipotesi del parcheggio interrato in corso Marconi

Quella di ieri stata una notte di brutte sorprese per alcuni residenti del quartiere, causa atti di vandalismo e tentativi di furto: sarebbero almeno sei quelli che, ieri mattina, si sono ritrovati i vetri della macchina sfondati, nella zona tra largo Saluzzo, via Nizza e via Baretti. Intanto sono stati sei gli arresti per spaccio, con controlli su decine di veicoli e anche in bar, ristoranti e phone center. Si conclusa cos lattivit antidroga eseguita negli ultimi due giorni dagli agenti di polizia del commissariato Barriera Nizza, nel quadrilatero vecchio di San Salvario. Le manette sono scattate in via Madama Cristina e in via Belfiore dove i pusher sono stati sorpresi a cedere eroina e marijuana. [P. ITA.]

Panchine off limits in via Pavese vicino allomonimo mercato. Il nastro rosso e bianco dovrebbe impedire la sosta sui sedili per evitare spiacevoli inconvenienti con la neve accumulata sui rami dei pini. I clienti delle bancarelle per preferiscono correre il rischio.

San Paolo

Via Tolmino un colabrodo

Ma segnalazioni e lamentele dei cittadini sono state molte, e varie. Come il parcheggio selvaggio in piazza Zara, dove potrebbero esserci novit a breve, con lestensione della zona blu: eviterebbe che larea sia un bacino di posti per i dipendenti delle Molinette, molti dei quali - segnalano i cittadini - lasciano lauto dal mattino alla sera, bench abbia-

no i parcheggi a loro riservati dallaltro lato del ponte. Se non disegnano la zona blu, che mettano almeno il disco orario, ha proposto la consigliera Cristiana Tommasi Pellegrino (Pdl). Che lamenta un altro disagio: i parcheggi numerati per disabili utilizzati da chi non ne ha titolo. Ne ho contati almeno sei a Cavoretto e al Pilonetto: nonostan-

te i titolari lo avessero segnalato, il Comune ha cancellato le strisce solo quando ho telefonato personalmente. Ci sono poi quelli liberi: A San Salvario sono 258 - ha detto il consigliere Marco Bani (Pdl) che sospetta un eccesso di strisce gialle - e sto aspettando da un mese e mezzo che il Comune mi dica quanti sono quelli numerati.

Il manto stradale di via Tolmino un colabrodo: in pi punti lasfalto costellato di buche e le tacconature fatte dopo lesecuzione di alcuni lavori si stanno sfaldando, ricoprendo di ghiaia la carreggiata.

Aurora

Luci accese a Porta Palazzo


I

Mirafiori Nord

Sulla Stampa

Illuminazione pubblica di nuovo funzionante a Porta Palazzo. Iren ha provveduto al ripristino di 36 lampade lungo la via perimetrale di piazza della Repubblica. Le luci si erano spente dopo la nevicata e il gelo delle scorse settimane che avevano provocato danni al cavo dalimentazione.

Palazzi e servizi al posto dellex liceo Majorana


CHIARA PRIANTE

San Salvario

Via Nizza, Mondolibri non scompare


I

Verr spezzato dallarrivo delle draghe e betoniere il silenzio che oggi aleggia sulla vecchia sede del liceo Majorana in corso Tazzoli 186-188. Quattro piani daule e laboratori con ai vetri veneziane, una palestra con tanto di tribuna e spogliatoi, due cancelli e un giardino caduti nelloblio. Sullingresso, ad ammonire aspiranti abusivi, il cartello duna nota societ di videosorveglianza. Ma nessuno entra da molto tempo nella scuola dove la campanella non suona da otto anni. A sciogliere lincantesimo sulledificio, del quale avevamo parlato su queste pagine

nel luglio scorso denunciandone il degrado, la decisione della Sala Rossa. Nellultima seduta ha approvato una variante che ha sbloccato la situazione e cambiato destinazione duso al fabbricato: la parte pi imponente, quella che saffaccia su corso Tazzoli, sar riconvertita in alloggi. La palestra, 1586 metri quadrati che guardano la retrostante via Taricco, sar invece ristrutturata e dotata daccessi indipendenti: la propriet, una volta ultimati i lavori, la ceder infatti gratuitamente alla Circoscrizione 2 che in questo periodo ha un gran bisogno di spazi per lo sport vista la chiusura dalcune palestre. La struttura fantasma risale agli anni Settanta, al periodo

La denuncia, lo scorso luglio, dellex Liceo Majorana abbandonato da quasi dieci anni. Ora la variante potrebbe aprire nuovi scenari.

Non scompare il punto vendita Mondolibri allangolo fra via Nizza e corso Vittorio Emanuele II. I titolari dellattivit ci tengono a rassicurare i clienti: la libreria rimarr aperta anche con larrivo della vineria Miroglio. I locali delle due attivit saranno collegati per dare vita ad un caff-letterario.

La cancellata di fronte allingresso dellex liceo Majorana

Borgo Po
do il liceo. Niente pi studenti, niente pi vita, almeno fino a questa nuova variante. Appresa la buona notizia, ora a Mirafiori tutti guardano a unaltra scuola chiusa, lex liceo artistico di via Pinchia, a poche centinaia di metri di distanza, dove il degrado aumenta giorno dopo giorno.

di costruzione dei 16mila alloggi dellattiguo Centro Europa. Proprio a corredo di quei palazzi, venne realizzato ledificio destinato a servizi e in particolare allistruzione. Negli anni seguenti salternarono propriet pubbliche e private, tra cui la Cassa per le pensioni dei sanitari che nellottobre del

1983 affitt la costruzione alla Provincia per adibirla a istituto scolastico. E consigli di classe, lezioni, verifiche, tornei di pallavolo sono continuati sino a marzo 2004 quando, nellambito della razionalizzazione del patrimonio immobiliare, la Provincia non ha rinnovato il contratto daffitto, trasferen-

I vigili sistemano il panettone caduto


I

In seguito alla segnalazione su queste pagine di un panettone in cemento caduto sul lato fiume di corso Casale, allaltezza di via Romani, i vigili fanno sapere che provvederanno in questi giorni a rimuoverlo e riposizionarlo.

T1 T2 PR CV

64 Metropoli

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Stessi proprietari L Amiantifera come lEternit


Guarinello unisce il caso di Balangero a Casale

Moncalieri

Caldaia guasta amministratore indagato


Indagato per disastro colposo e lesioni colpose l'amministratore dello stabile di via Villastellone, dove 14 persone sono rimaste intossicate dal monossido di carbonio. Secondo il procuratore aggiunto Raffaele Guariniello l'incidente, avvenuto venerd scorso, sarebbe stato causato da un malfunzionamento della centrale termica del condominio. In particolare, al momento dei rilievi compiuti dai vigili del fuoco e dagli ispettori dellAsl, un giunto della condotta di scarico era scollegato dalla canna fumaria. Il monossido avrebbe quindi saturato il seminterrato e sarebbe risalito negli appartamenti attraverso l'androne delle scale. Gli investigatori della Procura stanno ora cercando di appurare se, come pare, siano stati fatti di recente lavori di manutenzione nel locale caldaie. L'amministratore, V. B., per il momento preferisce non commentare: Non il momento. C' un indagine in corso che accerter precise responsabilit. Nel frattempo la palazzina di via Villastellone si praticamente svuotata. La caldaia ancora sotto sequestro e le uniche due famiglie rimaste si sono arrangiate con stufette elettriche: Molti hanno cercato una sistemazione alternativa, magari dai parenti - racconta Angelo De Grandi - Noi siamo rimasti qui e cerchiamo di difenderci dal freddo. Sperando che la situazione torni presto alla normalit. [M. MAS.]

Retroscena
GIANNI GIACOMINO BALANGERO

d una settimana dalla sentenza sul processo Eternit, arrivata, ieri, una nuova segnalazione in Procura contro il miliardario svizzero 64enne Stephan Schmidheiny, presidente dellEternit, e il barone belga 89enne Jean Louis Marie Ghislain de Cartier de Marchienne, suo principale collaboratore. Sono i due ex manager condannati a sedici anni nel processo di primo grado sulla tragedia di Casale Moferrato, dove lamianto ha provocato la morte di 2191 persone per mesotelioma alla pleura. Stavolta la denuncia arriva da Balangero dove, fino al 1990, si estratto il minerale killer dallAmiantifera, la cava di

asbesto pi grande dEuropa. caso al lavoro lAsl To 4 di La vicenda riguarda proprio Ciri, anche perch nellarea un vecchio lavoratore dellex del Ciriacese e delle Valli di miniera di Balangero, che og- Lanzo, la percentuale di decegi ha 76 anni e si ammalato duti per il mesotelioma della di mesotelioma da qualche pleura, molto pi alta che in tempo. tutte le altre zone della proDopo lEternit, ora, accer- vincia Torinese. teremo se i due dirigenti, posNel distretto Asl di Ciri, sano avere responsabilit an- dal 1980 al 2003 si sono regiche per le malattie professio- strati 95 casi, 33 donne e 62 nali contratte dagli ex dipen- uomini. Anche lincidenza, i denti della cava casi accertati di Balangero LULTIMA VITTIMA dal 1990 al spiega il, magi- un uomo di 76 anni 2008, sono sustrato - Nellultiperati solo da ex minatore quelli della citt mo periodo sono stati una morto pochi giorni fa di Torino e da quindicina i casi Casale Monferche ci hanno seINCIDENZA TUMORI rato. Si sono gnalato riguar- La zona del Ciriacese ammalati e sodo ad ex minatono deceduti sog seconda soltanto getti che il mineri dellAmiantifera sono stati a quella alessandrina rale non lhancolpiti dal mesono mai lavoratelioma alla pleura. Lobietti- to, non lhanno mai nemmeno vo del magistrato torinese sfiorato hanno spiegato i sinquello di agganciare lin- dacalisti - Non lo inventiamo chiesta di Balangero a quella noi, lo dicono i risultati delle di Casale. Anche perch indagini epidemiologiche eflAmiantifera sarebbe stata di fettuate sul territorio. propriet della Eternit dal Anche se oggi, dopo la 1973 al 1983 quando venne ce- messa in sicurezza della vecduta ad una cordata di im- chia cava, la dispersione di prenditori romani. Sul nuovo particelle di asbesto in aria

Propriet svizzera dal 1973 al 1983


In quel periodo la cava (in una foto depoca) del Ciriacese era del gruppo del barone svizzero Stephan Schmidheiny

quasi nulla, il dottor Lauro Reviglione, direttore del Servizio prevenzione e sicurezza ambienti di lavoro dell'Asl To4, avverte che: Gli studi epidemiologici prevedono un picco di casi di mesoteliomi alla pleura solo nel 2020. Spiega: Questa malattia ha tempi di latenza molto lunghi e pu colpire soggetti che sono stati esposti allamianto anche 30 o 40 anni prima, tipo gli ex minatori. Come un

killer che ritorna dal passato e, per tutta la vita, accompagna come un incubo chi ha lavorato a contatto con la fibra bianca di crisotilo. Che provoca il cancro come la crocidolite, quello dellEternit per capirci sostiene il dottor Guariniello noi lo abbiamo dimostrato, nonostante ci siano degli studi di esperti canadesi, dove il minerale si pu ancora lavorare, che dicono il contrario.

RIVOLI

MONCALIERI SOLDI PERSI AL GIOCO DA UN PENSIONATO

Al museo le lavoratrici si sentono fantasmi


Con il fiato sospeso. Cos vivono le lavoratrici della cooperativa Copat, che operano nel Museo di arte modera e contemporanea di Rivoli. Fino ad oggi sia il presidente Minoli sia l'assessore Braccialarghe si sono spesi per garantire il posto a chi assunto dal Museo - spiega Marina German referente sindacale -, ma di noi nessuno sembra curarsi. Anche all'ultimo incontro con un rappresentante sindacale non siamo state invitate. Insomma, quasi come se fossero trasparenti. Peggio, ci sentiamo dei fantasmi - aggiunge Erica Melano -, ci aggiriamo in quelle stanze ma non esistiamo. Pensare che sono 16 le operatrici che curano reception, workshop, biglietteria e soprattutto svolgono la sorveglianza delle sale del Museo. Siamo assunte quasi di mese in mese - dichiara la German - e non sappiamo nulla del nostro futuro. Quello che ci terrorizza che nel rimpasto si possano coprire i nostri posti con personale di altri musei e per noi sarebbe il licenziamento. Un'ipotesi che non vogliono neanche prendere in considerazione. Nessuno si cura di noi - conclude - come se fossimo delle lavoratrici di serie B. [P. ROM.]

Assalto in tabaccheria I banditi se ne vanno con oltre 60 mila euro


MASSIMO MASSENZIO

Ministero dello Sviluppo Economico


UNITED NATIONS INDUSTRIAL DEVELOPMENT ORGANIZATION

In pochi minuti avevo incassato una grossa cifra. Poi sono entrati quei due ed scoppiato linferno. Marco P. ha un vistoso taglio sulla guancia e il volto tumefatto. Ieri mattina una cliente lo ha trovato ferito e svenuto sul pavimento della sua tabaccheria, in viale del Castello 40, ai piedi della collina. Ai carabinieri della compagnia di Moncalieri ha raccontato di essere stato aggredito da due banditi armati di coltello. Lo hanno colpito in testa e si sono impossessati di oltre 60 mila euro, soldi giocati - e persi - poco prima da un cliente, al 10 e Lotto. Racconta Marco P.: Verso met mattinata entrato un signore sulla sessantina, mai visto prima. Ha cominciato a puntare forte su ogni estrazione. Continuava a perdere, senza fermarsi. Pagava con una mazzetta da biglietti da cinquecento euro. In poco pi di unora ha speso pi di 60 mila euro. Lo sfortunato tabaccaio aveva accumulato una percentuale consistente: Non ho fatti conti precisi, ma il nostro aggio dell8%, quindi si trattava di circa cinquemila euro. In quel momento, lo confesso, ero al settimo cielo. Allimprovviso, per, la situazione cambiata: Quel-

Una montagna di soldi

luomo uscito e, subito dopo, sono entrati due tipi robusti, a volto scoperto. Non posso dire che fossero dei complici, ma sarebbe una strana coincidenza. Si sono avvicinati al bancone minacciando il commerciante con un coltello: Mi hanno chiesto tutti i soldi e io ho tirato fuori quelle poche banconote che avevo in cassa: sapevano che avevo molto di pi e mi hanno colpito in faccia, facendomi un taglio sulla guancia. Poi mi hanno dato una botta in testa. Quando Marco P. si risvegliato, attorno a lui cerano carabinieri e volontari della Croce Rossa. Dei soldi appena giocati non era rimasto pi un solo centesimo. Dallospedale lo hanno dimesso con 7 giorni di prognosi e poi rimasto per due ore in caserma a ripetere quello che era successo agli investigatori.

T1 T2 PR CV

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Metropoli 65

Retroscena
MAURIZIO LUPO

In breve
San Mauro

Riaperto il tunnel
I

ncoraggiata da 20 mila visitatori entusiasti, la Palazzina di Caccia di Stupinigi, riaperta il 19 novembre scorso, intende proseguire il suo progressivo restauro senza mai pi chiudere al pubblico. E quanto auspica lavvocato Cristiana Maccagno, Commissario Vicario della Fondazione Ordine Mauriziano, soddisfatta del consenso ricevuto dal turismo. Ogni giorno feriale sono in media oltre 250 i visitatori che chiedono di partecipare alle visite guidate alla residenza sabauda. E un numero che raddoppia nei fine settimana. Sono risultati confortanti - dice Maccagno che in tre mesi dallapertura hanno reso oltre 150 mila euro. Lincasso finora ha bilanciato le spese necessarie allapertura delle sale. Anche qualora calasse lentusiasmo suscitato dalla riapertura della Palazzina, cercheremo di rilanciarlo con iniziative che incentivino sponsor e sostegni. Pari tenacia manifestata dallAssociazione Tesori MauriCristiana ziani, che Maccagno riunisce le Fondazione guide che Ordine accolgono i Mauriziano visitatori. Sono storici dellarte e guide patentate. Il loro servizio giudicato molto soddisfacente da un questionario sui servizi proposti, finora sottoscritto da 1700 visitatori. E un bilancio reso noto ieri, in occasione della presentazione alla Palazzina del libro Il Restauro degli Arredi Lignei, lebanisteria piemontese, curato da Carlenrica Spantigati e Stefania Blasi per Nardini Editore. E unopera dalta divulgazione. Documenta come sono stati risanati gli interni e i mobili dellappartamento di Levante, appena riaperto, compresi i capolavori di Piffetti e Bonzanigo che erano stati rubati nel febbraio 2004 e rinvenuti in un prato nel 2005. Il loro recupero stato possibile grazie a fondi delle Soprintendenze e agli

stato riaperto ieri pomeriggio il tunnel di San Mauro sulla provinciale collinare 590 della Valle Cerrina, chiuso gioved per lavori di manutenzione straordinaria degli impianti tecnologici, danneggiati dal disgelo.

Pino Torinese

Festa dello sport


I

Il Comune ha deciso di finanziare con 10 mila euro la seconda edizione del Palio delle associazioni, nato per celebrare la premiazione di Pino come citt europea dello sport. In autunno giovani e adulti si cimenteranno in varie le discipline sportive.

Cambiano

Aiuto alle famiglie

I capolavori di Piffetti e Prinotto


Nella sala da letto gi del Duca di Chiablese, che fu forse abitata anche dalla Regina Margherita, vi sono alcuni dei prestigiosi mobili che erano stati rubati nel 2004 e recuperati lanno dopo. Sono stati risanati con maestria dal Centro Nazionale di restauro di Venaria

La Palazzina di Caccia non chiuder mai pi


Premiata da 20 mila visitatori in tre mesi, pareggia le sue spese
Lorologio dimenticato
E uno scherzoso capriccio pittorico: un trompe-loeil affrescato dietro una porta, su una falsa boiserie. Testimonia la cura avuta nel recuperare ogni dettaglio dellappartamento di levante

L'amministrazione d una mano a cassintegrati e disoccupati. Per le famiglie in difficolt sono stati previsti sconti sulle tariffe rifiuti e lesenzione dei pagamenti per la mensa scolastica. Per beneficiare delle agevolazioni necessario presentare in Comune il reddito Isee. C' tempo fino al 31 maggio.

Orbassano

interventi dal Centro Conservazione restauro della Reggia di Venaria, con il sostegno della Compagnia di San Paolo, ieri rappresentata da Rosaria Cigliano. Le opere, nel rimuovere tappezzerie e

arredi, hanno riportato alla luce sui muri anche annotazioni autografe di artigiani e artisti, che arricchiscono la loro identificazione. Il risultato smagliante, specie nella camera da letto

gi del Duca di Chiablese, ar- Conta su risorse gi stanziate redata con mobili di Piffetti e dalla Fondazione Crt. Mentre Prinotto. Superbo anche la Consulta, guidata da LolArmadio da musica di Giu- dovico Passerin dEntrves, seppe Maria Bonzanigo. Pre- annuncia che restaurer la cede la sala dei concerti da ca- sala degli Scudieri, con le temera, in condizioni di acustica le delle cacce di Amedeo Ciancora eccellenti. I restauri gnaroli. Nel frattempo la Pahanno esaltato capi dopera. lazzina si annuncer in MonMa anche predovisione, quanziosi particolari, PROMOSSE LE GUIDE do il 4 giugno come lorologio Il pubblico giudica ospiter il ballo da tasca che uno della rossiniana scherzoso trom- molto soddisfacenti Cenerentola, le loro visite guidate qui messa in scepe-loeil abbandona sul bordo na da Andrea di una falsa boiserie, dietro la Andermann. Set e restauri porta del Gabinetto dellesa- nota Maccagno - si spera non gono. ostacolino le visite. LavoriaC tuttavia ancora molto mo con la prospettiva di non da fare. Dal salone centrale si chiudere pi. Ma per farlo sodiramano anche gli apparta- no necessarie iniziative, per inmenti del Re e della Regina, centivare pubblico e sosteancora chiusi, perch richiedo- gni. Unanteprima? Valutiano importanti interventi. Ma mo lapertura del deposito Maccagno ha degni alleati. preziosi.

Arrestato latitante
I

Dal 15 novembre sulla sua testa pendeva un mandato di cattura europeo del tribunale di Colonia, ma se ne andava tranquillamente in giro per le strade della provincia. Ljubisa Dragutinovic, 43 anni, cittadino macedone, incappato in un posto di controllo dei carabinieri di Orbassano ed stato arrestato per unestorsione commessa nel 2004.

Orbassano

Minorenne alla guida


I

Si era messo al volante di una Renault Clio con una patente che certificava la sua maggiore et, ma era un documento palesemente falsificato. I carabinieri se ne sono accorti e hanno denunciato I.S. alla Procura per i minori.

RIVOLI LEGAMBIENTE INSISTE ROAD PRICING PER LINGRESSO IN CITT

Bandiere e proteste
Liniziativa stata lanciata da Legambiente per sollecitare la giunta in tema di problemi ambientali: con loro collaborano anche due associazioni locali

Corso Susa tappezzato di lenzuola Aria irrespirabile, c troppo smog


PATRIZIO ROMANO RIVOLI

Una triplice alleanza per difendere Rivoli dallo smog. Legambiente,Comitato di quartiere Posta vecchia e il gruppo Rivoli pi bella hanno deciso di battersi per ridurre il tasso di inquinamento in citt e particolarmente in corso Susa. Dove, nello scorso fine settimana, sono comparsi dei lenzuoli della campagna Malaria - circa una ventina - ai balconi delle case. Fra tre settimane - spiega Pietro Lacamera di Legambiente - quando saranno belli grigi, li toglieremo e li porteremo al sindaco Franco

Dess. Un monito a risolvere questo problema, che ormai annoso. Dal primo cittadino andranno per sottoporre le note dolenti di quella zona. Perch la criticit di Rivoli e di corso Susa legata al traffico di attraversamento da e per la Val di Susa - continua Lacamera che accentuata sia dalla nascita di nuovi centri commerciali, poli attrattori di auto, sia da un proliferare di palazzi. Ma porteranno anche delle proposte. Precisa Lacamera: Crediamo sia opportuno pensare concretamente, e da subito, a un road pricing, ossia un pedaggio di ingresso alla citt,

che escluda i residenti. Aggiunge: Serve poi un posteggio di interscambio in zona Perosa, con navette che portino alla metropolitana, oggi a Collegno e un domani in piazza Martiti. E, infine, estendere la Ztl a tutto il centro storico. Consapevole di quante proteste questa ipotesi scatener la difende da subito. Le isole pedonali, e via Piol ne un esempio - dichiara Lacamera - non sviliscono il commercio, anzi lo favoriscono, e aumentano la vivibilit della zona e la sua sicurezza, anche in termini di microcriminalit. Non basta. A Rivoli da ormai alcuni anni stato tolta luni-

ca centralina di rilevamento dellaria, posizionata in corso Francia all'altezza del Bonadies. Hanno levato questa e quella di piazza Rivoli a Torino - confida - e ne metteranno una a Collegno, nel mezzo. Ma

a noi non sta bene. Crediamo che o in corso Susa o allospedale, vicino al cantiere del Tav e sulla direttrice dellinceneritore, sia giusto averla. E rapidamente. Cos da avere a disposizione dati prima e do-

po l'apertura di entrambi. Per il momento cercano di sollecitare l'amministrazione a fare di pi. Abbiamo raccolto oltre 150 firme di residenti in corso Susa - spiega Rinaldo Bellato di "Rivoli pi bella" - e da questa petizione scaturita una Commissione consiliare sul tema smog. Ma noi chiediamo pi controlli sulla qualit dellaria allArpa e soluzioni al traffico che oltre allinquinamento dellaria soffre anche di inquinamento acustico, a causa del pav. Come Comitato di quartiere - conferma il presidente Giovanni Campanella sosterremo queste iniziative: migliorano la vita di tutti.

T1 T2 PR CV

MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012 LA STAMPA 66

T1 T2 PR CV

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Cronaca di Torino 67

A
CRISTINA INSALACO

nimalia
A CURA DI ANTONELLA MARIOTTI

E luomo incontr un amico


Per le vostre segnalazioni animalia@lastampa.it
I

Domani alle 20,45 c il primo incontro di Animali senza padrone e convivenza responsabile, relatore Guido Massimello dellAsl 1. Lappuntamento fa parte del ciclo E luomo incontr un amico di educazione cinofile. Gioved prossimo di parler di Sperimentazione animale: indispensabile per la ricerca scientifica?. Per informzaioni telefonare a Cascina Rocca Franca 011.4436250.

Personaggio

Dal dottore
CESARE PIERBATTISTI

Luomo che non smette di sussurrare ai cavalli


Gianni, 72 anni, doma e tranquillizza i purosangue ribelli
Non sar Robert Redford, ma chi lo conosce lo chiama luomo che sussurra ai cavalli. Ma come il personaggio del film Gianni Rossini, 72 anni, con i cavalli ha un rapporto simbiotico che va oltre il suo lavoro da istruttore di equitazione al Circolo ippico Castello di Ternavasso, a Poirino. Lui guarda i cavalli nellanima, li comprende, li interpreta. La loro una comunicazione fatta di sguardi, di scambi di sensazioni. Da piccolo volevo essere un cavallo - ricorda Gianni -, li disegnavo dappertutto, imitavo le loro contrazioni dei muscoli per scacciare le mosche. Eppure il primo cavallo lha montato a trentanni. Perito tecnico in orologeria ed elettronica, Gianni lavorava allassistenza tecnica dellOlivetti. Lascia il lavoro e decide
LA PASSIONE E IL LAVORO

cercocasa

Quel che trovi, sotto la neve

Era perito alla Olivetti poi la scelta definitiva a trentanni


di riprendersi quel sogno che aveva da bambino: impara a cavalcare nei maneggi, diventa istruttore. Tutto quello che so sui cavalli - dice - lho imparato vivendo con loro, ascoltandoli, scrutando i dettagli del loro comportamento. Ognuno ha una personalit diversa. La sua strategia sta nella pazienza, nella capacit di aspettare che i pi irrequieti siano pronti e ricettivi. Quando sono nervosi, soci e conoscenti li mandano da me per tranquillizzarli, racconta Gianni. Con lui non hanno paura. I cavalli per parlare lanciano dei segnali con le labbra, con gli occhi, con il collo. Quando sono arrabbiati - continua - schiacciano le orecchie. E conviene comunicare con loro dal lato sinistro, perch l che si trova la parte razionale del cervello. Loro, i cavalli, ricambiano la passione di Gianni Rossini, lo cercano, si agitano appena riconoscono il rumore della sua auto arrivare, gli rubano le carote dalle tasche. Gianni riuscito ad addestrare cavalli difficili. Come Alex. Era cattivo, aggressivo, calciava di continuo - dice - , non lo voleva nessuno e lho comprato io. Lho educato cominciando semplicemente a prendermene cura. Per lui non esistono cavalli indomabili. Oggi Gianni, che ha pi di settantanni e sta per sposar-

Loro sentono il suo arrivo al maneggio


Il legame tra Gianni Rossini e i cavalli del maneggio tale che quando arriva la sua auto nei box c agitazione, gli animali sentono il suo arrivo e lo cercano

si per la terza volta, di stare nella sua casa di Ceresole dAlba a dondolarsi in una tiepida pensione non ci pensa proprio. Dopo un incidente non riesce pi a cavalcare, ma qualche leggera passeggiata primaverile se la gusta ancora.

Dedica il tempo ad insegnare equitazione ai suoi allievi, ai quali ricorda sempre che cavalcare un po come ballare, tutta questione di sintonia. Per i quaranta cavalli della scuderia Gianni il loro timido eroe che riesce a farli sentire

sempre a casa. E pazienza se lavventuroso cappello da cowboy di Redford lha rimpiazzato con un berretto inglese a quadretti.
Fotogallery su
www.lazampa.it

quivi a gara di notturne stelle, Vanno li stronzi ricamando il suolo, Sembran di sporco Ciel vive fiammelle........ I goliardici versi sono tratti da un poemetto polemico del 1629 attribuito a Tommaso Stigliani, poeta e letterato italiano di Matera nella seconda met del 500 e visit numerose citt europee fra le quali Madrid a cui si riferiscono i versi citati e che parlano delle gravi condizioni igieniche delle strade piene di deiezioni di origine umana ed animale. Allepoca le toilettes non cerano, si defecava negli angoli ed era uso gettare in strada il contenuto dei vasi da notte. Mi venuto in mente il poemetto di Stigliano perch ho visto che, con il disgelo, ricompaiono sui marciapiedi le cacche abbandonate dei nostri amici cani. Inutile dire che la colpa non loro, ma di quei proprietari che con aria indifferente osservano lamico a quattro zampe mentre da il meglio di se e poi, dopo essersi accertati che nessuno li veda, abbandonano il prodotto, al proprio destino, o meglio alle suole dei passanti distratti. Il comportamento di tali personaggi incivile e deprecabile anche perch provoca linevitabile stizzita reazione di chi non ama particolarmente gli animali e scarica su di loro le colpe dei proprietari.
CONSIGLIERE DELLORDINE DEI VETERINARI DI TORINO

Beba

Quasi cieca abbandonata


Beba, ha 13 anni, diventata completamente cieca a causa di un glaucoma. Buona e affettuosa, molto tranquilla
PER ADOZIONI Debora 393/7954970

Orso

Vecchio per il canile


Orso un vecchio cagnolino dimenticato e sfortunato. In gabbia si mordeva la coda che gli stata amputata per motivi sanitari.
LEGA DEL CANE Margherita 338/226.73.82 Raffaele 349/401.31.21

Sally

Un divorzio e le sbarre
Sally una cucciola di un anno e mezzo, dolce ed affettuosa, sempre alla ricerca di coccole, i suoi proprietari hanno divorziato e lei rimasta sola.
PER ADOZIONI Loredana 347/316.84.17

Appello Katia e Demon hanno bisogno di aiuto


I

Katia una giovane infermiera di quelle che adesso vengono chiamate Oss, referenziata e volonterosa. Il suo cammino si intrecciato quattro anni fa con quello di Demon, un cagnolino meticcio tipo bassotto. Da allora sono diventati inseparabili. Ma il destino non stato benevolo con Katia che ha perso lavoro e da qualche giorno costretta a vivere in auto. Prima risiedeva a Luserna San Giovanni, ora si trova a Torre Pellice (To): non riesce a trovare unaltra occupazione ne a ottenere un alloggio popolare. E in tutto questo Demon si ammalato e ha perso luso delle zampe posteriori a causa di una brutta ernia. Katia ha fatto di tutto per curarlo ma non ha abbastanza fondi per farlo opera-

PER LA RIABILITAZIONE MOTORIA DEI VOSTRI ANIMALI


Demon in braccio a Katia re. Ora gli amici di Katia hanno lanciato un appello per poterla aiutare chiediamo lintervento di un veterinario che di prenda a cuore Demon, certo la cosa migliore sarebbe che Katia trovasse un lavoro e una casa. Per chi vuole aiutare Katia e Demon il cellulare 347/6746515.

Sasha

Lasciata senza cibo


Sasha ha due anni, tranquilla ed equilibrata, abituata allappartamento buona con i bambini e gli altri cani.
HND ONLUS Per adozioni 389/887.57.22

T1 T2 PR CV

68 Giorno e Notte

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

G&N
I miei monologhi le hit di una vita in palcoscenico
Lella Costa celebra la sua carriera con Arie

Giorno&Notte
PAGINE A CURA DI ANTONELLA AMAPANE E ANTONELLA TORRA

Intervista

unispirazione dOpera; e che stasera e domani alle 21 al Teatro Colosseo.


Scusi, ma per i suoi spettacoli, ci vuole orecchio?

Teatro Agnelli Torna la farfalla

,,
TIZIANA PLATZER

Ehh un po s. Il monologo ha bisogno di essere sentito, perch costruito su accelerazioni, pause, cambi di ritmo. Io lo studio come uno spartito.
Allora queste arie sono le sue romanze?

uesta volta ha pensato bene di darsi delle arie. Macch! Rilancia con una risata aperta e mandando indietro la testa, quasi a volersi giustificare. Calma, si fa per dire, il suo modo diHa messo insieme una raccolretto, dritto sullironia che ta, quello che i cantanti fancorre in un fiume di parole: no da sempre. Per carit, Il ragionamenquali arie! E so- CAVALLI DI BATTAGLIA to quello: la nolo un tentativo Guerra di coppia, stradi generaziodi fare un ragione autori ha namento sulla prostituzione, scontri ormai un reperpropria profes- con gli uomini, i temi torio che non nesione, su un cessariamente passato che comincia a essere deve essere dimenticato per sostanzioso. Voil, si apre il rincorrere il consumismo mondo di Lella Costa. Un del pezzo nuovo. Abbiamo una mondo grande. Del teatro di memoria e anche di una certa parola e della parola sempre attualit: se io nel 2004 scrivepi spesso resa suono. Come vo che la gente non aveva i solse i monologhi fossero uno di per vivere, perch gli econospartito. sufficiente que- misti se ne sono accorti solo stidea per dare una prefazio- nel 2008? Sulla maternit ho ne al suo ultimo spettacolo, ripescato un monologo da Arie, che ha la regia, come Stanca di guerra, funziona dabitudine, di Giorgio Gallio- con madri e padri, e figli, senne; che per facilit di presen- za scivolare nella tirata su di tazione viene legata ad naso. Da Alice porto le fila-

Ho cucito insieme pezzi dei miei spettacoli, anche lontani, per vedere se avevano vita propria. Raccordati da miei interventi, su un filo di memoria e punto di vista femminile. La musica un sottofondo importante, da Tom Waits a De Andr, al jazz.

Il peso della farfalla, lintenso e struggente best seller di Erri De Luca trasformato in spettacolo teatrale da Renzo Sicco, torna ad essere rappresentato a Torino da Assemblea Teatro. Per la rassegna Insolito, da oggi a venerd alle 21 allAgnelli, in via Paolo Sarpi 111, gli attori Gisella Bein (in foto), Sax Nicosia e Marco Pejrolo, accompagnati al pianoforte da Anna Barbero e al violino da Edoardo De Angelis, narrano la favola di un cacciatore ed un camoscio alla loro ultima sfida. Due esistenze contrapposte eppure simili, ricche di fierezza ma consapevoli dellinevitabilit della propria fine. Una metafora capace di avvicinare la natura alle leggi della fisica, leggera e rarefatta come laria di montagna. Con la formula Up to you, gli spettatori decidono se pagare l'ingresso 2, 4, 6 o 8 euro. [N.P.]

Musicalmente poliedrica
La musica un sottofondo importante nella costruzione dello spettacolo Arie di Lella Costa che accorda i suoi interventi partendo dalla memoria e dallottica femminile coniugandoli poi con le composizioni di Tom Waits, De Andr, il jazz.

strocche, e da un lavoro poco replicato, sulle domande, tiro fuori la conflittualit: in guerra, nella coppia.
E ritorna alla sua Traviata, la prostituzione un tema che lei non molla.

Per niente. E non per dare giudizi, ma perch sono basita dal vedere come aumenti: oggi, che chiunque pu fare sesso con chi vuole e senza tirare fuori una lira? E chi sono i difensori della famiglia e della patria che hanno bisogno delle prostitute?.
Non molla nemmeno sugli uomini: sempre scomode per loro le sue platee?

Un po s, ma il 70 per cento del pubblico ormai femminile. Io non ce lho con i singoli uomini, tanto che i miei autori sono tutti maschi. Ma con gli stereotipi: possiamo ancora essere considerate una parte fra i deboli? E disgustoso. Crisi, si vogliono difendere giovani e donne: le donne giovani si ammazzano di lavoro, poi a un certo punto non sono pi giovani, e allora? Non bastano le Pari Opportunit per cambiare una cultura.
Quindi il movimento Se non ora quando, cui intervenuta, deve proseguire?

Certo. C bisogno di un punto di vista di genere, in un mondo di regole maschili. Fallite.


Cosa pensa dei tre ministri donne del governo Monti?

Hanno dicasteri importanti, e di solito, in ruoli chiave, alla donna viene richiesto di comportarsi come un uomo. Mi piace molto la Cancellieri, parsimoniosa nelle dichiarazioni. Mi scaduta la Fornero dopo i commenti su Sanremo. La Severino mi pare equilibrata, ora con la questione in India.
E la Camusso, ha un punto di vista di genere?

Susanna ce lha profondo, ma

Al Perempruner

Circolo Ufficiali

Il teatro per i giovani comincia da Buzzati


CHIARA PRIANTE

Esercito e Liberazione una storia da riscrivere


A mille miglia da vaniglia

Ruba il titolo a una canzone dei Rolling Stones Pleased to meet you (hope you guess my name), il progetto del Circuito Teatrale del Piemonte che, grazie al contributo dellassessorato alle politiche giovanili della Regione, porta in cinque Comuni piemontesi altrettante stagioni teatrali con protagoniste giovani compagnie. Tra le citt coinvolte, unica nel Torinese, Grugliasco, Comune che pu considerarsi giovane grazie ai 430 studenti ospiti della residenza universitaria Villa Claretta e grazie alla presenza della

Scuola di Cirko Vertigo che attira ogni anno artisti poco pi che maggiorenni da mezzo mondo. La stagione grugliaschese, sei date fino al 31 maggio possibili grazie al contributo di Comune e ai padroni di casa, la compagnia Viartisti che nella cittadina alle porte di Torino ha la sua residenza, vuole essere la vetrina che molte giovani compagnie, tutte professioniste, cercano. Ma il fine non solo questo: Il teatro senza il pubblico muore. Con questiniziativa vogliamo avvicinare i ragazzi al palcoscenico dice Piera Selva Nicolicchia di Viartisti. Pietro Ragionieri, presiden-

te del Circuito, dice: Prima di entrare al Carignano, i ragazzi vengano a scoprire il teatro Perempruner. Il via venerd 24 alle 21 proprio nella sala di piazza Matteotti 56 (biglietto 8 euro, ridotto 5) con A mille miglia da vaniglia, omaggio pop a Dino Buzzati della compagnia torinese Torcigatti.
Teatro Perempruner piazza Matteotti 39, Grugliasco tel. 011/78.77.80

Con la lectio magistralis Lapporto delle Forze armate alla guerra di Liberazione 1943-1945 del professor Raimondo Luraghi, si inaugurano oggi Militari e guerra di Liberazione, il ciclo di incontri ospitato negli spazi del Circolo Ufficiali di corso Vinzaglio e promosso dal Comando Regione Militare Nord e dal Centro Pannunzio. Sette serate, tutte a ingresso libero e introdotte da Stefano Morelli e Marcello Marzani, pensate per far conoscere e valorizzate il contributo di uomini e di sangue dato dallEsercito italiano alla lotta di Libera-

zione, a partire da Cefalonia per giungere alla strenua resistenza degli Internati in Germania. Tanti ufficiali e soldati, infatti, parteciparono attivamente alla Resistenza per riconquistare la libert e lindipendenza dellItalia subito dopo l8 settembre 1943. Uniniziativa rivolta soprattutto ai giovani per farli avvicinare alla storia contemporanea attraverso uninformazione completa che dia loro la possibilit di formarsi un giudizio obiettivo. Lappuntamento quindi per stasera alle 21 per ascoltare il professor Raimondo

Il maggiore Martini Mauri

Luraghi, storico e medaglia dargento al valor militare, il cui intervento sar preceduto dal saluto del Generale di divisione Claudio Berto, Comandante della Regione Militare Nord, e dal professor Pier Franco Quaglieni, direttore generale del Centro Pannunzio. [F.CAS.]
Circolo Ufficiali dellEsercito Corso Vinzaglio 6, Torino Tel: 011/56.03.40.81 www.centropannunzio.it

T1 T2 PR CV

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Giorno e Notte 69
Nino DAngelo
I

Federico Sirianni
I

Moses
I

Il cantautore Federico Sirianni si esibisce con la sua band questa sera allo Chez Gaby, locale di via Santa Croce 2. Musica dalle 21,30 quindi, in anteprima le canzoni dellalbum dimminente uscita dal titolo Nella prossima vita. [D. CA.]

Giunto secondo nella sezione giovani del Festival di Sanremo condotto nel 2001 da Raffaella Carr, Moses in concerto questa sera al Magazzino di Gilgamesh (piazza Moncenisio 13 bis). La sua performance acustica comincia alle 20,30. [D. CA.]

C'era una Volta. ..Un Jeans e Una Maglietta lo spettacolo di Nino DAngelo in programma sabato 17 marzo alle 21 e domenica 18 marzo alle 18 al Teatro Colosseo. Biglietti tra 27 e 19 euro, prevendite alla cassa e nei punti Vizi dArte. [D. CA.]

Cultore di ostakovi
Il violinista armeno Sergey Khachatryan con il suo pregiato Stradivari eseguir il Concerto n.1 del compositore russo

Recensione
PAOLO FERRARI

A CURA DI

TIZIANA PLATZER

ventiquattrore
Biblioteca Arduino

Il rap di Pula+ piace pure a Fabri Fibra

Il clima che cambia secondo Mercalli


alle 17
Le tante crisi del mondo, dal clima allambiente, dallenergia ai rifiuti: sono i temi di cui si occupa Luca Mercalli nel suo ultimo libro Prepariamoci, che il meteorologo e climatologo presenta alle 17 alla Biblioteca Arduino a Moncalieri (via Cavour 31; ingresso libero), con Antonio Lo Campo. Lautore terr la conferenza su Cambiamenti climatici e crisi energetica? Sono gi in atto. Ora tocca a noi prepararci.

Auditorium

Il violinista Khachatryan duetta con lOrchestra Rai


FRANCA CASSINE

in assoluto quella chiamata pi a fare luomo in questo momento.


Non crede che il vento del cambiamento passer anche sulla tv?

Mi fido della sensibilit del mio amico Renzo Arbore: lo scorso marzo mi disse Vedrai, sta cambiando tutto. Laltro giorno ha aggiunto: E ora tocca alla televisione. Io per investo su ci che mi rende felice, il teatro.
E vero che Paolo Conte ha promesso una canzone per la soubrette che in lei?

S, tempo fa, e io ci spero, prima di muovermi sul palco con il deambulatore!.


Teatro Colosseo via Madama Cristina 71 tel. 011/6698034

Un giovane musicista che suona un prezioso strumento del diciottesimo secolo, una delle pi importanti orchestre italiane dirette da unapprezzata bacchetta, un programma di sicuro interesse. Un vero e proprio evento quello ospitato domani alle 20,30 allAuditorium Arturo Toscanini con protagonista lOrchestra Sinfonica nazionale della Rai guidata dal suo direttore principale Juaraj Valuha e accompagnata per loccasione dal violinista armeno Sergey Khachatryan con il suo pregiato Stradivari Lord Newlands del 1702. Il talentuoso artista sar impegnato col Concerto n. 1 in la minore op. 77 per violino e orchestra di Dmitrij ostakovi, cui seguir linterpretazione da parte dellensemble torinese di Ein Heldenleben (Vita d'eroe), uno dei pi celebri poemi sinfonici di Richard Strauss. Il concerto sar replicato anche dopodomani, sempre alle 20,30, con diretta su Rai Radio3 e in streaming. Classe 1985, figlio darte,

Khachatryan un virtuoso del violino che a soli 15 anni stato il pi giovane vincitore della storia del concorso internazionale Jean Sibelius di Helsinki. Si esibito insieme con le pi prestigiose orchestre internazionali e attualmente suona il magnifico violino messo a disposizione dalla Nippon Music Foundation. Abile esecutore di ostakovi (ha pubblicato un doppio disco proprio dei suoi Concerti) di cui eseguir le difficili pagine composte nel 1948 e presentate al pubblico solo nel 1955, a causa della scrittura decisamente contraria ai dettami del regime sovietico. La serata di domani si chiuder con uno degli appuntamenti organizzati da Rai NuovaMusica in collaborazione con Xplosiva e dedicati allinedito dialogo tra musica sinfonica e nuova elettronica. Ospite il dj Francesco Fantini, in arte A:RA, con una rielaborazione elettronica di alcuni frammenti estratti da Vita deroe.
Auditorium Rai Arturo Toscanini Piazza Rossaro, Torino Tel: 011/810.46.53-49.63 www.osn.rai.it

Al Quadrilatero

Swing e stoccafisso Riapre il Pastis


Riapre oggi dopo due mesi di chiusura per lavori di ammodernamento il Pastis di piazza Emanuele Filiberto, uno dei principali poli dattrazione del Quadrilatero Romano sotto il profilo della proposta culturale e della gastronomia mediterranea. Per il ritorno in pista del locale, la festa odierna si accende alle 18,30 con un aperitivo a tema intitolato Stoccafisso Night, con pesce rigorosamente fornito dalla pescheria Gallina di Porta Palazzo. Per accompagnare cibo, bevande e chiacchiere degli avventori la scelta ricaduta sulla coppia di disc jockey The Sweet Life Society, specializzata in un sound electro swing che ben si addice allatmosfera un po retr, a met strada tra la bottega del Sud Italia e i bistrot di Provenza, che si respira tra le mura di un bar ristorante rinnovato senza rinunciare alla sua estetica tra Maigret e Montalbano. Oltre alle degustazioni e alle selezioni musicali, il Pastis accoglie clienti abituali e curiosi con il suo terzo cavallo di battaglia, ovvero larte. infatti tempo di mettere mano alla quindicesima edizione del concorso Io espongo, organizzato dallassociazione culturale Azimut. Rivolta a
Gli Sweet life society

pittori, scultori, fotografi e performer della scena underground, la kermesse debutta con Lend Your Face, un set fotografico che questa sera in sala invita a prestare il proprio volto alle soluzioni grafiche e video dellimminente campagna promozionale di Io espongo. Lingresso alla festa libero. [P. F.]
Pastis Piazza Emanuele Filiberto 9bis Tel: 011 / 521.10.85

i intitola Di niente e di nessuno il secondo disco di Pula+, rapper torinese di fama nazionale che lo pubblica per la sua etichetta Tutti Santi, distribuita Universal. Diciotto brani sono tanti per chiunque, ma al microfono subalpino non mancano certo gli argomenti. Insoliti, per questo ambiente: poche energie sprecate a sminuire i rivali ed esaltare s stesso, molta autoironia, un cinismo che rasenta il nichilismo senza cadere nei clich dello scazzato permanente. Il singolo Discopunk, per esempio, fa ballare e al tempo stesso sorridere per il suo acume; Uomini a met una canzone che prende spunto da una pizzeria deserta, per sostenere moralmente il povero titolare in tempi di crisi. N si incontrano spesso rapper che alla voce discoteca, anzich vantarsi di esserci stati in area vip con tipe mozzafiato e champagne a fiumi, raccontano di essere regolarmente rimbalzati allingresso per poi passare la serata con i buttafuori. Mi prendo giallo canta la solitudine esistenziale; nata a Torino, va a fare compagnia sulle sponde della desolazione con la concittadina Preso blu dei Subsonica. Tra i fan di Pula+ c da sempre Fabri Fibra, uno notoriamente di manica stretta; spietato, diciamo pure. Invece crede nel collega torinese, e gli fa visita nel pezzo che offre il titolo allintero album e in cui brilla unidea inedita: mentre nellhip hop dilaga il "dissing", ovvero lattacco sprezzante agli MC nemici, il torinese si auto insulta e poi si scusa. Altri partecipanti alla riuscita impresa sono Primo e Danti, complici della magnetica filastrocca I tre colori, nonch Dj Tsura, al suo fianco in Cambiare le cose. Sullo sfondo delle sceneggiature, Torino; dalla periferia al Colle della Maddalena, dai treni ai marciapiedi, anche attraverso uninflessione che chi sta qui riconosce facilmente, la citt al tempo stesso musa e contesto naturale. Di niente e di nessuno uscito luned.

Cecchi Point

Cinema a basso costo ecco la ricetta giusta


alle 18,30
Serata dedicata al grande schermo con inizio alle 18,30 al Cecchi Point (via Cecchi 17) : apertura con un incontro dal titolo Fare Cinema a basso costo a Torino, che vedr la partecipazione di Andrea Parena, Enrico Giovannone e il regista Daniele Gaglianone. Seguir alle 21,30 la presentazione e proiezione del film di Gaglianone Pietro, la storia di un ragazzo debole e affetto da un leggero ritardo mentale. Ingresso libero.

Temporary Art Caf

La mostra collettiva anche un concorso


alle 19
Inaugurazione alle 19 al Tac, ovvero Temporary Art Caf (via SantAgostino 25), del ciclo di mostre collettive dedicate agli artisti emergenti nellambito delliniziativa Io Espongo XV, a cura dellAssociazione Azimut. Si tratta di una rassegna-concorso, con iscrizione gratuita, che si svolge ogni mercoled e la selezione avviene attraverso il voto del pubblico. Aperitivo e dj set.

Cavallerizza Reale

Quando il giocatore crea la suspence


alle 20,45
Romanzo di suspence, Il giocatore di Dostoevskij - una vicenda narrata in prima persona dal protagonista Alexej Ivanovic, in un intrigo di fatti nel quale nulla quel che sembra -, in scena per il cartellone dello Stabile alle 20,45 alla Cavallerizza Reale (via Verdi 9; repliche sino al 26 febbraio). Ladattamento e la regia sono di Annalisa Bianco, in scena Paolo Mazzarelli di Egumteatro.

Circolo dei Lettori

Il cibo di qualit risveglia i sensi


alle 21
Il viaggio porta al violino di capra in Valtellina, al tabarro in Veneto, al salame strolghino nella Bassa Parmense, e poi gi verso la costa barese con il polpo arricciato e la tagliatella di seppia. Piaceri enogastronomici per risvegliare i sensi nel libro di Camillo Langone Bengodi, edito da Marsilio: alle 21 viene raccontato dallautore al Circolo dei Lettori (via Bogino 9), con Luca Beatrice.

T1 T2 PR CV

MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012 LA STAMPA 70

T1 T2 PR CV

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Giorno e Notte 71

Lawrence dArabia sogno da avventuriero


La spia inglese raccontata al Politecnico dallo storico Cardini

blocknotes
LIBRI

Alvazzi Del Frate


Alle 18 Piera Egidi Bouchard presenta il suo libro dedicato a Alessio Alvazzi Del Frate Honeste vivere, magistrato, antifascista, maestro di Alessandro Galante Garrone. Ne parla con Bruno Quaranta e il figlio Cesare Alvazzi Del Frate. Libreria Claudiana, via principe Tommaso 1

Mer. 22
Febbraio
DO 5 12 19 26 LU 6 13 20 27 MA 7 14 21 28 ME 1 8 15 22 : 29 GI 2 9 16 23 VE 3 10 17 24 SA 4 11 18 25

Intervista

,,
GIORGIO BALLARIO

Lo studioso Dal Medioevo al Mediterraneo

Una neonata forte


Alle 21 presentazione del libro Idil la perfetta, la storia di una neonata pi forte di tutto: viaggio nel sorprendente mondo dei prematuri, scritto da Salvo Anzladi e pubblicato da Impressioni Grafiche. Con lautore interviene Marco Accossato. Circolo dei Lettori, via Bogino 9

GiovedScienza
Domani alle 17,45 conferenza di Luc Montagnier, Nobel per la Medicina nel 2008, dal titolo La scienza che guarisce. Una vita lunga 1120 anni: la promessa della medicina preventiva. Ingresso libero. Teatro Colosseo, via Madama Crisitna 71

er noi occidentali ha il volto sofferto e gli occhi azzurri di Peter OToole, che lo resero universalmente famoso nellomonimo film diretto da David Lean nel 1962. Ma le masse arabe, che pure lo seguirono come un eroe nazionale, alla fine lo bollarono come un traditore al soldo dellimperialismo britannico. Per altri ancora, invece, era soprattutto un guerrigliero idealista e apDIVO HOLLYWOODIANO

MUSICA

Il professor Franco Cardini


I

Opera
Alle 18 proseguono gli incontri musicali di Invito allOpera, in collaborazione con lAssociazione Opera Rinata: conferenza-concerto di Valter Carignano con Maria Cirstea, mezzosparano, Paolo Audello, tenore, e al pianoforte Eva Carazzolo. Brani di Donizetti, Puccini e Verdi. Feltrinelli, piazza Cln 251

Nel 1962 diventato famoso grazie al film interpretato da OToole


passionato, una specie di Che Guevara ante litteram. A quasi 77 anni dalla sua morte la figura del colonnello Thomas Edward Lawrence, pi noto come Lawrence dArabia, continua ad affascinare e a far discutere. Infatti se ne parler questa sera, alle 19,30, nellaula 1 del Politecnico, nellambito di un ciclo di conferenze sul mondo araboislamico organizzato dallateneo in collaborazione con la Compagnia di San Paolo. A tratteggiare la figura di Lawrence dArabia stato invitato il professor Franco Cardini, docente di storia medievale e ordinario presso l'Istituto Italiano di Scienze Umane di Firenze, che oltre ad essere un profondo conoscitore dei rapporti fra Europa e mondo musulmano, nel 2006 ha scritto una biografia dellagente segreto britannico, pubblicata da Sellerio.
Professore, chi era Lawrence: un eroe come ce lo ha de-

Eroe o traditore?
Unimmagine del colonnello Thomas Edward Lawrence, agente segreto e protagonista della rivolta araba nel 1916
scritto Hollywood, una spia o un traditore?

Gi Consigliere di Amministrazione della Rai, professore ordinario di Storia Medievale prima allUniversit di Firenze e dal 2006 presso lIstituto Italiano di Scienze Umane, Franco Cardini autore di numerosi libri storici e biografie di successo, tra cui San Francesco dAssisi, Federico Barbarossa, Giovanna dArco, Tamerlano. Da anni si occupa di rapporti fra l'Europa e il mondo musulmano, con particolare riguardo ai pellegrinaggi, alle crociate e agli scambi culturali.

Mogliasso
Alle 20 incontro con Rosa Elena Mogliasso, autrice dei libri Lassassino qualcosa lascia e Lamore si nutre damore editi da Salani: parla della sua esperienza editoriale con Margherita Oggero. Enoteca Acquamarina, corso Francia 282

INCONTRI

Popoli artici
Alle 15 conferenza di Vesa Matteo Piludu, docente allUniversit di Helsinki, sul tema Paradiso iperboreo o inferno boreale? La Lapponia, i Sami e i popoli artici negli scritti dei viaggiatori e antropologi italiani. Dipartimento di Scienze Antropologiche, via Giolitti 21/e

Mozart
Alle 17,30 inaugura la stagione de I mercoled del Conservatorio con arie e duetti per voce e orchestra tratte dalle tre opere che Mozart scrisse sul libretto di Lorenzo Da Ponte: Le nozze di Figaro, Don Giovanni e Cos fan tutte. Con gli allievi della Scuola di canto di Silvana Moyso e lOrchestra degli studenti. Ingresso libero. Conservatorio, piazza Bodoni

Come sempre accade il cinema ne ha un po banalizzato la figura, oltre a migliorarla da un punto di vista estetico: il vero Lawrence era molto meno bello di OToole, sembrava un cammello... Per non neppure vero che sia stato un traditore della causa araba: ha svolto il suo ruolo di agente segreto, servendo il suo Paese, per ha cavalcato in buona fede la ribellione delle trib arabe e alla fine rimasto vittima dei suoi sogni.
Che senso ha parlare di Lawrence adesso, a quasi centanni dalla rivolta che lui stesso guid contro limpero ottomano?

poco chiari, anche per colpa della cattiva pace di Versailles, che fra le tante cose negative ci ha regalato anche unarea a sud del Mediterraneo ingovernabile. I risultati della politica demenziale di allora li vediamo ancor oggi.
Ritorna la teoria dello scon-

segnarci alla reciproca volont di sopraffazione.


La primavera araba pu aiutare il dialogo?

SCONTRO DI CIVILT

Torna dattualit il tema dei rapporti fra Europa e mondo musulmano


tro di civilt.

Ha il suo significato, perch dopo un secolo i rapporti fra lEuropa e il vicino Oriente sono rimasti

Dal mio punto di vista, invece, si ripresenta loccasione per riallacciare un dialogo con laltra sponda del Mediterraneo, soprattutto con il mondo arabo. il momento di domandarci se esistono punti di contatto e valori condivisi, oppure dobbiamo ras-

La primavera araba una fregatura. O meglio: unetichetta adottata dai nostri mass-media per descrivere un fenomeno che si stenta a comprendere. Gli si applicano categorie e modelli occidentali, salvo poi stupirsi se alle elezioni vincono i partiti legati al fondamentalismo islamico. Tunisini, libici ed egiziani hanno voluto abbattere i loro tiranni, ottusi e corrotti, ma solo un ingenuo poteva pensare che lo facessero in nome della liberal-democrazia occidentale. E allora, davanti alla complessit, si reagisce con il solito riflesso condizionato: di qua i buoni, di l i cattivi. Non cos che va il mondo e ce ne accorgeremo....

LArsenale
Stamane alle 10 per Gli appuntamenti dedicati agli anziani dazienda, Ernesto Olivero interviene sulla storia dellArsenale della Pace. Unione Industriale, via Fanti 17

VARIE

Knit Club
E possibile iscriversi sino al 1 marzo per il corso di maglia che si terr a partire dalla seconda settimana di marzo: il marted mattina o il gioved pomeriggio. Per partecipare: tel.011/7900088. Libreria Trebisonda, via SantAnselmo 22
a cura di Tiziana Platzer giornonotte@lastampa.it

Lingue straniere
Alle 16 incontro di presentazione dei corsi di lingua per i ragazzi che vogliono perfezionare una lingua attraverso un soggiorno allestero. Wep, corso Massimo DAzeglio 78

T1 T2 PR CV

MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012 LA STAMPA 72

mediaworld.it dal 22 febbraio

zione del gioco arrivata. La rivolu


VERSIONE Wi-Fi VERSIONE Wi-Fi + 3G

Offerta valida dal 22 febbraio 2012, no ad esaurimento scorte e salvo errori e/o omissioni di stampa. Le foto sono puramente rappresentative. I.P. I prezzi dei nostri prodotti sono comprensivi degli Eco-contributi RAEE.

249
Da oggi puoi trovarla in tutti i punti vendita Media World

299
Scatta il QR Code, scopri PSVita!
Tante novit e curiosit sul mondo dei videogame. Visita MediaWorldChannel su YouTube.
PSVita non compatibile con i giochi PSP su supporto UMD.

Un sistema di intrattenimento portatile rivoluzionario nel vero senso del termine: grazie a caratteristiche assolutamente uniche offre unesperienza di gioco e di fruizione della rete e dei social network di gran lunga superiore rispetto a qualsiasi altro prodotto attualmente disponibile.

VERO SOCIAL GAMING


Offre innite possibilit di individuare, connettersi, scoprire, condividere e giocare con amici dovunque si trovino. Ideale per tutte le applicazioni e i giochi sociali.

NUOVI MODI DI GIOCARE


Touchscreen, touch pad posteriore, telecamere incorporate e GPS consentono nuovi modi di gioco e danno accesso alla realt aumentata senza compromessi.

COMPLETA INTEGRAZIONE CON PSN E PS3


Totalmente compatibile e integrata con PlayStationNetwork, consente di giocare in cross-play con PlayStation3.

DISEGNATA PER I VIDEO-GIOCATORI


Grazie a uno splendido schermo OLED touchscreen, a uninterfaccia utente rivoluzionaria, ai doppi controlli analogici e ai pad multi-touch, PS Vita la realizzazione dei sogni di qualsiasi giocatore.

T1 T2 PR CV

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Sport Cronaca 73

port
PAGINA A CURA DI SILVIA GARBARINO

Juve-Fiorentina venerd
Per le vostre segnalazioni scrivete a sporttorino@lastampa.it
I

La Primavera della Juventus, fresca del successo al Viareggio, affronta venerd (ore 14.30) a Vinovo la Fiorentina nel ritorno della semifinale di Coppa Primavera. Di conseguenza il derby con il Torino, previsto per sabato, stato rinviato a data da destinarsi.

Atletica leggera

Sisport, ritorno al futuro


La societ tornata a vincere nel settore giovanile dopo anni di buio
ENRICO ZAMBRUNO

sportflash
Calcio, serie D

Oggi i recuperi
I

Oggi (ore 14.30) sono in programma 5 recuperi di serie D tra cui Chieri-Pro Imperia (stadio De Paoli) e Asti-Lascaris.

Calcio femminile, serie A

Quattro ragazze sorridenti. Lass, sul gradino pi alto del podio. Rappresentano lo stato danimo attuale della Sisport Fiat, tornata su altissimi livelli nellatletica. Grazie a loro ma anche per merito di un ampio gruppo che sta crescendo. Ad Ancona, la societ ha vinto la classifica Allieve ai campionati Nazionali Giovanili indoor. Lexploit pi grande arrivato grazie a Stefania Ackon, Isabella Cutuli, Maria Pia Baudena e Chiara Plazio, oro nella staffetta 4x1 giro. Dietro di loro, per, ci sono decine di atleti/e pronti ad esplodere. Abbiamo puntato forte sul vivaio e stiamo raccogliendo quanto seminato spiega il direttore tecnico Flavio Faure -. Abbiamo vissuto un periodo oscuro, nel quale non si riusciva a vincere a livello italiano, ma la dirigenza non ci ha sottratto il suo appoggio. Era questione di tempo. Oggi abbiamo un gruppo di 150 atleti che lavorano con 12 tecnici tra settore giovanile e senior. Con una novit: gli allenatori che prima si occupavano del gruppo di alto livello adesso si interfacciano anche con il vivaio. La crescita stata esponenziale: per arrivare in cima abbiamo passato i vari step, passando dalle vittorie sul territorio regionale. La fabbrica di talenti ha sede sempre in via Olivero, nel campo per eccellenza dellatletica leggera torinese. Da qui sono passati tanti campioni. E' il posto ideale per allenarsi continua -. Abbiamo una situazione ot-

I club torinesi sono specchio della crescita regionale

Toro-Firenze 4-4
I

3
La staffetta esplosiva
Da sinistra verso destra Stefania Ackon, Isabella Cutuli, Chiara Plazio e Maria Pia Baudino, neo-campionesse italiane indoor ad Ancona nella staffetta 4x1 giro.

domande a
Maurizio Damilano pres. Fidal Piemonte

Si disputato sul campo di via Revello 1 e non di via Occimiano, come erroneamente riportato ieri, il recupero della 13 giornata di serie A tra Torino e Firenze: 4-4 il rocambolesco finale, con il Toro avanti fino al 4-2, e raggiunto al 49 della ripresa. Di Bosi, doppietta, Zorri e Sodini i gol granata.

Short track

LIce team trionfa


I

A cosa dovuta la crescita dellatletica torinese?

Tricca superstar nei 400 Il record allesordio mi d carica


I

Il volto pi felice dellatletica torinese il 18enne segusino Michele Tricca, che ad Ancona ha realizzato il nuovo primato italiano juniores dei 400 metri in 4732. Non me laspettavo ammette -. Era il mio esordio stagionale, ho capito di poter fare un ottimo tempo nelle batterie, gestite al meglio. L ho guadagnato la corsia migliore, la sesta: la partenza ha fatto la differenza, sono passato a 224, poi negli ultimi 200 ho dato tutto me stesso. Una de-

dica? Al mio allenatore Augusto Fontan. Se sono arrivato fino a qui lo devo a lui. Il mio obiettivo per il 2012 sono i Mondiali juniores di Barcellona (5-10 luglio, ndr): con la staffetta possiamo arrivare in alto. [E. ZAM.]

timale tra pista coperta invernale, pista allaperto e campo lanci, che lunico esistente in Italia. Senza dimenticare la struttura di Settimo Torinese. Campi dove i ragazzi si allenano tutti i giorni. E crescono. Qui sta sbocciando il quartetto doro di Ancona, ma anche i vari Daisy Osakue, Helen Falda, Sara Lucisano, Erica Data, Camilla Moino, Anna Glora Koffi, Alessandro Parizia e Francesco Dianzini. La forza di questo gruppo di essere grosso. Non c una punta di diamante, la squadra forte nel complesso. Questa esplosione era nellaria. E adesso ce la godiamo, provando a migliorarci sempre di pi.

Ad un grande lavoro sviluppato sia sulla parte tecnica che su quella gestionale. Latletica torinese il perno del nostro movimento, lo specchio di tutto il Piemonte. Negli ultimi tempi abbiamo avuto dei segnali molto importanti. Ampliando il discorso a livello regionale, in alcune manifestazioni abbiamo fatto passi da gigante: all'ultimo Criterium cadetti siamo arrivati quarti scavalcando rappresentative blasonate, cosa impensabile fino a qualche anno fa.
Cosa pensa dellexploit della Sisport Fiat?

LIce Team Torino ha conquistato il Trofeo internazionale Nicolodi. Un successo propiziato dai primi posti di Maurizio Tunno e Lucrezia Casagrande, categoria Junior F, e dai secondi posti di Melissa Tunno, Enrico Salino (Junior D) e Ilaria Savoretto (Junior B). Bene anche Federica Apolloni (Pinerolo-Torino 2006), oro Junior D (completa il podio Nicole Viglianisi della Velocisti Fiamma, terza), e la compagna di squadra Ilaria Cotza, argento Junior E. Bronzo per Aglaia Freccero (Fiamma) Junior C.

Boxe

Sono felice. Con la societ ho un legame particolare, ho gareggiato praticamente tutta la mia carriera per loro. E' un simbolo del Piemonte e sta lavorando molto bene.
Stupito da Michele Tricca?

Un corso in carcere
I

Non solo una promessa, lui una realt chiara e affermata. In questo momento la nostra punta di diamante, senza dimenticare Fassinotti e Bencosme. La sua forza la regolarit: continua a migliorare e non si ferma pi. [E. ZAM.]

E stato inaugurato allinterno della casa circondariale Lorusso e Cotugno il nuovo corso di pugilato (terminer il 13 aprile con 8 incontri) Le lezioni saranno tenute dal maestro Antonio Moncalvo e dal coordinatore Antonio Cornaglia. Una ventina gli allievi interni, iscritti alla Federazione Pugilistica. La novit che dopo una selezione 10 combatteranno con professionisti sul ring allinterno della struttura.

Ciclismo

Ippica

Brunero, Draperi punta Ripartono le corse Busuito la speranza non lentusiasmo


Il cuneese Matteo Draperi e il pinerolese Davide Busuito sono i corridori pi attesi della Brunero-Camel 2012, che si presenta oggi (ore 18) nel Municipio di Ciri. Draperi, 21 anni, leterna promessa che tra gli Juniores rivaleggiava con Felline ma che poi, per una serie di problemi, tra gli Under 23 non pi riuscito a far valere le sue doti. Questa per lui sar la stagione decisiva. Busuito ha solo 19 anni ed il campione regionale uscente Juniores. Lanno del debutto tra i dilettanti difficile per tutti, ma lo storico ds del club ciriacese, Beppe Damilano, gli ha pronosticato un brillante avvenire.

Campione juniores
Davide Busuito, pinerolese, atteso al debutto fra i dilettanti

Completano lorganico - ridimensionato dopo laddio di Maurizio Gorato, e la partenza di Tommaso Salvetti e Daniele Nardin, passati alla Viris Vigevano - Manuel Capillo, Simone Ghio, Carmelo Marchetta, Luca Maritan, Davide Pacchiardo, Alessandro Pettiti e Gian Luca Ravagnani e i neoacquisti Mattia Trombin e Matteo Grava. [F. B]

A Vinovo, dopo una lunga sosta, riprendono le corse infrasettimanali. Non ci sar grande entusiasmo. Lo sciopero dellippica, iniziato il 28 dicembre, ha lasciato il segno. Il taglio previsto per i montepremi, inizialmente del -40%, passato ad un -20%, ma solo fino a marzo. E poi cosa succeder? Gli addetti ai lavori lamentano la mancanza, tramite Decreto ministeriale, di una profonda rivisitazione dellAssi, con minori costi di gestione e un rilancio sul piano della comunicazione. Anche le condizioni contrattuali sono in forte discesa. Se venissero rispettate

quelle del 2011, lHippogroup e lippodromo di Vinovo dovrebbero fare i conti con la mancanza di 1,5 milioni di euro nel bilancio. Non solo una questione economica. I 45 giorni di sospensione hanno portato ad una perdita di posti di lavoro e non esistono ammortizzatori sociali. E anche i cavalli sono stati fortemente penalizzati. Una cinquantina di loro, su un totale di 450 unit, stato regalato a maneggi o per l'ippoterapia. Intanto dalle 14,40 i trottatori si ripresentano con 8 corse. Riprende il duello tra Mollo, Guzzinati, Smorgon, che hanno utilizzato la loro esperienza allestero. [A. BRU.]

DA MARTED 14 FEBBRAIO IN EDICOLA A 8,90 EURO IN PI

T1 T2 PR

MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012 LA STAMPA 74

BERTOLOTTO COLLEZIONE

N AT U R A

design Katarna ermkov

LA PORTA COME OPERA DARTE INTEGRATA NEL VIVERE LA TUA CASA, LA TUA VITA, IL TUO STILE. LA PORTA BERTOLOTTO TUTTO IL SAPERE DEL PI IMPORTANTE PRODUTTORE ITALIANO DI PORTE PER INTERNI. LA PORTA BERTOLOTTO SCELTA DI PERSONALIT.
www.bertolotto.com numero verde 800.034.392

T1 T2 PR CV

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Dove andiamo 75
THE ARTIST
Commedia. Regia di Michel Hazanavicius, con Jean Dujardin e Brnice Bejo. Durata: 100 minuti. Divo del muto nella Hollywood degli anni Venti, George Valentin si trova a fronteggiare lavvento del sonoro e lascesa di unattrice.

I film

ATM - TRAPPOLA ...


Thriller. Regia di David Brooks, con Alice Eve e Josh Peck. Durata: 90 minuti. In una gelida notte tre colleghi vanno a prelevare denaro al bancomat di una cittadina americana: rimarranno ostaggi di uno psicopatico. Dallo sceneggiatore di Buried Chris Sparling.

E ORA DOVE ANDIAMO?

Massimo

Commedia drammatica. Regia di e con Nadine Labaki. Durata: 110 minuti. Dalla cineasta libanese di Caramel, la storia di 5 donne cristiane e musulmane in un villaggio nelle montagne.

per cinquantanni e di conseguenza personaggio di spicco della politica americana. La sceneggiatura di Dustin Lance Black (Milk).

MIRACOLO A LE HAVRE
Commedia drammatica. Regia di Aki Kaurismki, con Andr Wilms e Kati Outinen. Durata: 93 minuti. Nella vita di un ex scrittore ritiratosi a vivere con la moglie nella citt portuale di Le Havre irrompe allimprovviso un ragazzino di colore, profugo dallAfrica.

E ORA PARLIAMO DI KEVIN


Drammatico. Regia di Lynne Ramsay, con Tilda Swinton e Ezra Miller. Durata: 112 minuti. Il sedicenne Kevin compie una strage in una scuola della provincia americana, la madre cerca di trovare un senso a questa tragedia.

LA TALPA
Spionaggio. Regia di Tomas Alfredson, con Gary Oldman e Colin Firth. Durata: 127 minuti. Nel 1973 George Smiley deve scoprire la talpa che i sovietici hanno infiltrato allinterno dei servizi segreti inglesi. Dal classico di John Le Carr.

A.C.A.B.
Drammatico. Regia di Stefano Sollima, con Pierfrancesco Favino e Filippo Nigro. Durata: 112 minuti. Cobra, Negro e Mazinga sono poliziotti senza scrupoli appartenenti al reparto della celere: nel loro gruppo entra la recluta Adriano. Dal libro di Carlo Bonini, dirige il regista del Romanzo criminale televisivo.

MISSION IMPOSSIBLE
Azione. Regia di Brad Bird, con Tom Cruise e Jeremy Renner. Durata: 132 minuti. Un attentato devasta il Cremlino: i sospetti ricadono sullagente Ethan Hunt, egli cercher in tutti i modi di dimostrare la sua innocenza. Quarto capitolo della saga, dirige lex animatore di Ratatouille e Gli incredibili.

HUGO CABRET
Avventura. Regia di Martin Scorsese, con Asa Butterfield e Chloe Moretz. Durata: 130 minuti. Negli anni Trenta il dodicenne Hugo Cabret un orfano che vive nascosto nella stazione di Parigi e per vivere ripara orologi: la giovane Isabelle lo porter a conoscere il regista George Melies. Dal libro di Brian Selznick, 11 nomination allOscar.

THE HELP
Drammatico. Regia di Tate Taylor, con Emma Stone e Viola Davis. Durata: 137 minuti. Nel 1962 la giovane Eugenia torna a casa nella cittadina di provincia dellAmerica del Sud dove cresciuta e comincia a scrivere un libro sulle domestiche di colore che lavorano nel suo quartiere. Dal best seller.

NON VISTO NV BRUTTO * MEDIOCRE ** INTERESSANTE/DIVERTENTE *** BELLO ****

ALBERT NOBBS
Drammatico. Regia di Rodrigo Garca, con Glenn Close e Mia Wasikowska. Durata: 110 minuti. In un lussuoso albergo nella Dublino dellOttocento lavora Albert, inappuntabile cameriere che in realt una donna.

LARTE DI VINCERE
Commedia drammatica. Regia di Bennett Miller, con Brad Pitt e Jonah Hill. Durata: 126 minuti. La storia vera di Billy Beane, general manager americano diventato famoso nel 2002 per aver formato una forte squadra di baseball, gli Oakland Athletics, con un budget ridotto.

Un film di Imamura Shohei per lomaggio alla Nikkatsu


Samurai, eros e pallottole. I Primi cento anni della Nikkatsu il titolo della rassegna con cui il Museo Nazionale del Cinema rende omaggio da oggi al Massimo Tre a una fra le pi antiche e prestigiose case di produzione cinematografiche giapponesi. La retrospettiva a cura di Dario Tomasi sinaugura stasera alle 20,30 con lopera datata 1961 di uno dei maestri del cinema nipponico, Imamura Shohei: Porci, geishe e marinai. Introduce la proiezione Tomasi, il film in versione originale con sottotitoli in italiano. La storia: i marinai di una base americana in un porto giapponese hanno reso la citt un grande caos, Kinta lavora per una banda di trafficanti che riciclano le forniture alimentari Usa in cibo per maiali e un giorno decide di mettersi in proprio. Ingresso a 6 euro. Di Imamura Shohei si ricordano le palme dOro al Festival di Cannes La ballata di Narayama e L'anguilla. [D. CA.]

PARADISO AMARO
Commedia drammatica. Regia di Alexander Payne, con George Clooney e Shailene Woodley. Durata: 110 minuti. La vita di Matt King, avvocato di Honolulu, viene sconvolta dallincidente della moglie, ora in fin di vita: dovr prendersi cura per la prima volta delle figlie, scoprir che la consorte voleva chiedere il divorzio. Dallautore di Sideways.

JACK & JILL


Commedia. Regia di Dennis Dugan, con Adam Sandler e Katie Holmes. Durata: 91 minuti. Nella vita familiare del pubblicitario di successo Jack irrompe la petulante sorella Jill, pronta a stabilirsi in casa sua.

THE IRON LADY


Drammatico. Regia di Phyllida Lloyd, con Meryl Streep e Jim Broadbent. Durata: 105 minuti. La regista di Mamma mia! ripercorre la vita di Margaret Thatcher, prima donna leader del governo inglese.

IN TIME
Azione. Regia di Andrew Niccol, con Justin Timberlake e Amanda Seyfried. Durata: 109 minuti. Nella Los Angeles del futuro il tempo denaro: la vecchiaia stata sconfitta, ma solo i ricchi possono vivere a lungo. Accusato di aver ucciso il suo benefattore, Will Salas inseguito dalla polizia. Dirige lo sceneggiatore di The Truman Show.

TRE UOMINI E UNA PECORA


Comico. Regia di Stephan Elliott, con Xavier Samuel e Kris Marshall. Durata: 97 minuti. Un inglese conosce in Australia la donna della sua vita e decide di sposarla: i suoi amici, irriverenti e inaffidabili, lo raggiungono per la cerimonia. Dal cineasta di Priscilla.

40 CARATI
Azione. Regia di Asger Leth, con Sam Worthington e Elizabeth Banks. Durata: 102 minuti. Lex detenuto Nick Cassidy sale sul cornicione di un albergo di Manhattan minacciando il suicidio. Obiettivo: dimostrare la propria innocenza. O distogliere lattenzione.

TRAME A CURA DI DANIELE CAVALLA

BENVENUTI AL NORD
Commedia. Regia di Luca Miniero, con Claudio Bisio e Alessandro Siani. Durata: 110 minuti. Il campano Matteo costretto ad andare a lavorare a Milano.

WAR HORSE
Avventura. Regia di Steven Spielberg, con Jeremy Irvine e Emily Watson. Durata: 146 minuti. Durante la prima guerra mondiale il giovane Albert si mette alla ricerca del suo cavallo, venduto dal padre allesercito inglese. Dal romanzo di Michael Morpurgo, nel film seimila comparse.

SHAME
Drammatico. Regia di Steve McQueen, con Michael Fassbender e Carey Mulligan. Durata: 101 minuti. Affascinante manager newyorkese, Brandon ossessionato dal sesso: nella sua vita irrompe allimprovviso una sorella in cerca di affetto.

COM BELLO FAR ...


Comico. Regia di Fausto Brizzi, con Claudia Gerini e Fabio De Luigi. Durata: 97 minuti. Nella monotona vita matrimoniale di Andrea e Giulia irrompe un amico di lei, attore di film porno.

J. EDGAR
Drammatico. Regia di Clint Eastwood, con Leonardo DiCaprio e Naomi Watts. Durata: 137 minuti. Lautore di Gran Torino e Hereafter ricostruisce la storia di Edgar J. Hoover, fondatore e capo dellFbi

AGIESSE - ALFA TEATRO via Casalborgone

16/I, tel. 011 81.93.529. Gioved 23 ore 21.30 Zelig lab, il format teatrale dello Zelig televisivo condotto da Andrea Midena. Venerd 24 e Sabato 25 va in scena alle ore 21 Il medico di matrimoni regia di Marco Grilli. Domenica 26 ore 16.30 IlPrincipe Felice, spettacolo di burattini per Giornidifesta/Teatroperbambini.Agevolazioni particolari per Cral-Circoli-Unitre-Associazioni,convenzionate-affiliati Fitel. Info 011.8193529/334.9994326 www.alfateatro.com ALFIERI piazza Solferino 2, tel. 011 56.23.800.VarieetconM.Lopez,A.Schiavo e la Big Band Jazz Company. Regia M. Lopez. Ore 20.45. Repliche fino al 26 febbraio. Si prenota per Cercasi Tenore con G. Jannuzzo e M. Miconi, in scena dal 28 febbraio al 4 marzo. Biglietteria fino al 26 febbraio: lun 20 feb dalle 14 alle 20 da mar 21 a sab 18 feb dalle 11 alle 22.30 dom 19 feb dalle 14 alle 20 ARALDO via Chiomonte 3, tel. 34.56.101.583. Mercoled 22 ore 21 Brava..tribute competition: Britney Spears vs ChristinaAguileracon Barbari Invasori, variet. Venerd 24 ore 21 La leggenda del violino neroconLaCuevadelDuende,commedia. Domenica 26 ore 16 Si piglia chi si somiglia con La Rosa dei 20, commedia AUDITORIUM RAI p.zza Rossaro, tel. 011 81.04.653. Concerto Lo Stradivari di Khachatryan con lOrchestra Sinfonica Nazionale della Rai. Gioved 23 e Venerd 24. Ore 20.30 CARIGNANO/TEATRO STABILE TORINO piazza Carignano 6, tel. 011 51.76.246. Blackbird di David Harrower con Massimo Popolizio, Anna Della Rosa e Silvia Altrui, regia Llus Pasqual. Spettacolo sconsigliato ai minori. Ore 20.45. Prosegue la vendita on-line e in biglietteria degli abbonamenti e dei singoli biglietti stagione TST. Biglietteria dalle ore 13.00 alle ore 19.00, domenica e luned riposo CASA TEATRO RAGAZZI E GIOVANI corso G. Ferraris 266/C, tel. 011 19.740.280. Sala Grande: Teatro dAosta presenta Pi-

nocchio in musica con lOrchestra Giovanile della Valle dAosta. Ven. e sab. ore 21; dom. ore 16.30 CAVALLERIZZA/TEATRO STABILE TORINO via Verdi 9, tel. 011 51.76.246. Stasera ore 20.45IlgiocatoredaF.M.Dostoevskij,adattamentoeregiaAnnalisaBianco,conPaolo Mazzarelli, Egumteatro. Prosegue la vendita on-line e in biglietteria degli abbonamenti e dei singoli biglietti stagione TST. Biglietteria dalle ore 13.00 alle ore 19.00, domenica e luned riposo COLOSSEO via M. Cristina 71. Arie di e con Lella Costa. Ore 21. Mulatu Astatke Organizza Musica 90. Venerd 24. Ore 21. SognodiunanottedimezzaestateregiadiJoeleDix.Gioved1eVenerd2.Ore21.Slavas Snowshow creato e messo in scena da Slava Polunin. Dal 7 all11. Ore 21. La biglietteria e aperta da luned a sabato in orario 10-13/15-19 CONSERVATORIO GIUSEPPE VERDI piazza Bodoni. Concerto Leonidas Kavakos violino, Enrico Pace pianoforte. Musiche di Auerbach, Prokofev, Beethoven. Ore 21. ImercoleddelConservatorio.Mozart:arie e duetti. Ore 17.30 (ingresso libero). Concerti per le scuole. I colori dellArpa ensemble darpe, Trilli e Glisses del ConservatoriodiTorino.Gioved23.Ore10.30. ERBA corso Moncalieri 241, tel. 011 66.15.447.MarleneD.ThelegendconQuince, al pianoforte A. Calvani. Regia R. Castagnari. Ore 21. Repliche fino al 26 febbraio. Si prenota per La Locandiera con la Compagnia Torino Spettacoli, in scena dal28febbraioal4marzo.Biglietteriafino al26febbraio:lun20febchiuso(operativa dalle 14 alle 20 la biglietteria del T. Alfieri e dalle 11 al 18 la biglietteria del T. Gioiello)damar21asab25febdalle15alle22.30 dom 26 feb dalle 14 alle 20 GARYBALDI TEATRO via Garibaldi 4 - Settimo Torinese, tel. 011 643.038. Dal 4 al 24 febbraio Mascherafets: Venerd 24 ore 21 Pantakin da Venezia in Lamor comanda regia Michele Modesto Casarin GIANDUIA TEATRO via S. Teresa 5, tel. 011 530.238. Stagione teatrale 2011/12: domenica 26/2 alle ore 16.30 la Compagnia

Marionette Lupi presenta Hansel e Gretel alTeatroGiuliadiBarolo,P.zzaS.Giulia2/bis. Spettacoli per scuole o gruppi su prenotazione.www.museomarionettelupi.com GIOIELLO TEATRO via Cristoforo Colombo 31bis, tel. 011 58.05.768. In scena il nuovo spettacolo di Zuzzurro & Gaspare Non c pi futuro di una volta, regia A. Brambilla.Ore21.Replichefinoal4marzo.APERICENA (prima dello spettacolo) acquistabile a prezzo scontato alla cassa del teatro (entro il giorno precedente). Biglietteria fino al 26 febbraio: lun 20 feb dalle 11 alle 18 - da mar 21 a sab 25 feb dalle 15 alle 22.30 dom 26 feb dalle 14 alle 20. Info 0116615447 - www.torinospettacoli.it
GOBETTI TEATRO/TEATRO STABILE TORINO

anni in poi. Le Scuole possono prenotare gli spettacoli in Teatro O quanti belli colori il 27/02, Favole nel bosco il 25/03, La fame di Arlecchino il 23/04 LESPACE via Mantova 38, tel. 011 23.86.067.Domenica26,dalleore21.30alle 2.00, Tango in maschera serata di tango argentino aperta a tutti, DJ Carlo Lovera. Premi per le migliori maschere. Marted 28, ore 21, allinterno della Stagione Marginalia XIV ed., Fermati! Una storia damore tra una cieca e un vedente Spettacolo al buio della compagnia C.S.D.incollaborazioneconAccademiaItinerante. Di Alessandra Nicoloso. Regia di Ulla Alasjrvi. www.salaespace.it
MONCALIERI LIMONE FONDERIE TEATRALI/TEATRO STABILE TORINO via Pastrengo

via Rossini 8, tel. 011 51.76.246. Edipo Re, di Sofocle, con Marco Isidori, Lauretta Dal Cin, Maria Luisa Abate, Paolo Oricco, regia Marco Isidori. Ore 20.45. Prosegue la vendita on-line e in biglietteria degli abbonamenti e dei singoli biglietti stagione TST. Biglietteria dalle ore 13.00 alle ore 19.00, domenica e luned riposo. Info 0115176246-www.teatrostabiletorino.it I CONCERTI DEL POMERIGGIO piazza Solferino 4. Rinnovo abbonamenti posti numerati per stagione 2012 presso Teatro AlfieriTel.0115623800.Biglietteria:feriali 11-20, festivi 15-20. Giovani interpreti in concerto.. Indimenticabili sonate, ballate e rapsodie con Fiore Favaro pianoforte. Mercoled 7 marzo. Ore 16 LAVANDERIA A VAPORE c. Pastrengo angolo via Tampellini (Collegno), tel. 011 08.12.411. Stagione di danza. Magnificat coreografiadiGigiCaciuleano,musicaoriginale di GB Pergolesi. Elaborando mats ek a cura di Pompea Santoro. Sabato 25. Ore 21. Domenica 26. Ore 16 LBT- LA BOTTEGA TEATRALE corso Racconigi 48, tel. 011 56.91.400. Ottava Stagione di Teatro di Figura Le Figure dellInverno. Domenica 26 ore 16, e luned 27 ore 10 per le scuole, la compagnia TeatricomunicantidiPortoSantElpidio(FM) presenta O quanti belli colori, spettacolo con Attori e Figure per i bambini dai 4

88, tel. 011 51.76.246. Prosegue la vendita on-line e in biglietteria degli abbonamenti e dei singoli biglietti stagione TST. Biglietteria dalle ore 13.00 alle ore 19.00, domenica e luned riposo MONTEROSA via Brandizzo 65, tel. 011 23.04.153. Sabato 25, ore 21, per la Rassegna di Prosa Luci sulla ribalta la Compagnia I Melannurca presenta Napoli Milionaria di Eduardo De Filippo. Marted 28, ore 15.30, per la Rassegna Il Nastro dArgento lAssociazione Gruppo Arte e Cultura presenta Luned Miele di Claudia Sterza. Sabato 03 Marzo, ore 21, per la Rassegna di Prosa Luci sulla ribalta la Compagnia Teatro Instabile delle gambe sottoiltavolopresentaIlventagliodiLady Windermere di Oscar Wilde. Biglietteria teatro per info. e prevendite: dal Marted al Venerd ore 10-12 e 17-19, al sabato ore 17-19 TEATRO NUOVO corso M. DAzeglio 17, tel. 65.00.200. Il gesto e lanima sono in vendita abbonamenti e biglietti. Sabato 3. Ore 21. Domenica 4 marzo. Ore 16. Balletto Citt di Rovigo, Compagnia Fabula Saltica in Pinocchio burattino senza fili. www.teatronuovo.torino.it OFFICINA CAOS piazza E. Montale 18 A www.stalkerteatro.net,tel.01173.99.833. Sabato25ore21,perlastagioneArteTransitiva di Stalker Teatro serata Sans Fron-

tieres-Inattesadinuoveprimavereconmostre, letture teatrali, performance, danza contemporanea e concerto musicale, per un contatto tra mondi diversi a sostegno del progetto Fattoria NDINDY dell.Ass. Onlus Jamm Senegal/Italia PICCOLO REGIO GIACOMO PUCCINI. Le Conferenze del Regio. Ore 17.30 Incontro con lOpera: Madama Butterfly, presentazione della tragedia giapponese di G. PucciniacuradiV.Bernardoni,inoccasione della messa in scena al Teatro Regio, dal 21 al 28/2. Ingresso libero. Info 011.8815.557 - www.teatroregio.torino.it PICCOLO TEATRO PEREMPRUNER - Grugliasco, tel. 011 787.780. A mille miglia da Vaniglia con la Compagnia Torcigatti. Venerd 24. Ore 21 - www.viartisti.it SALATEATROMURIALDO piazzaChiesadella Salute 17/b, tel. 011 22.15.161. La Presidentessadi M. Hennequin e P. Veber, con la Compagnia I teatranti. Sabato 3 marzo. Ore 21. SOLFERINO piazza Solferino 2, tel. 011 56.23.800. Si prenota per Storie di fate.. in Teatro con S. Cavanna e L. Collimato, inscenadal13al16marzoore10.30.Ilpubblico invitato a votare via mail a info@torinospettacoli.itlospettacoloproposto in sala Solferino che ha maggiormente apprezzato. Biglietteria Alfieri fino al 26 febbraio: lun 20 feb dalle 14 alle 20 da mar 21 a sab 25 feb dalle 11 alle 22.30 dom 26 feb dalle 14 alle 20 TEATRO AGNELLI via Sarpi 111, tel. 011 61.92.351. Insolito questa sera alle ore 21.00 Assemblea Teatro in Il peso della farfalla. Repl 23/24 febbraio. Domenicamattinateatro- il26febbraioalleore11.00 Stilema/UnoteatroinInmezzoalmare.Info 0113042808 (orario ufficio lun-ven), www.assembleateatro.com TEATRO ASTRA via Rosolino Pilo 6. Si informa il gentile pubblico che per motivi tecnico-organizzativisarannoannullatelerepliche dello spettacolo Remake in programma da marted 21 a gioved 23 febbraio.Ciscusiamoperildisagio.Biglietteria dal marted al sabato dalle ore 16 alle ore 19 - info@fondazionetpe.it

TEATRO BARETTI via Baretti 4, tel. 011

655.187. Il nostro amore schifo di e con Luciana Maniaci, Francesco dAmore, regia di Roberto Tarasco. Gioved 23 e Venerd 24. Ore 21 TEATRO CARDINAL MASSAIA via Sospello 32, tel. 011 257.881. Domani ore 21 Claudio Insegno, Carlotta Rossetti e Andrea BeltramoinUnMaritoperdue,replichefino al 4/3. 9 e 10/3 Francesco Tesei in Mind Juggler. 16/3 Come ti vesto!, seminario di Carla Gozzi. Info e prenotazioni: prenotazioni@teatromassaia.it, tel. 011.257881 e presso la cassa del teatro in via Sospello 32 (da mar a gio 16-19; ven e sab10-12e16-19)www.teatromassaia.it TEATRODELLACONCORDIAc.soPuccini-Venaria, tel. 011 42.41.124. Lady Burlesque Cabaret. Sabato 25. Ore 21.30. La Boheme di Giacomo Puccini. Domenica 26. Ore 16. TEATRO CIVICO MATTEOTTI via Matteotti 1 - Moncalieri, tel. 011 64.03.700. Valjean - un musical teatrale di F. Crivello, S. Cuccuini, F. Rizzolo, regia F. Crivello, al pianoforte S. Cuccuini. Ore 21. Info e prenotazioni 3356777898 TEATRO MARCHESA corso Vercelli 141, tel. 338 87.06.798. Sabato 25 ore 21, Compagnia Azizas girls e le allieve del Centro Aziza ASD/APS presenta Sharqi Night con la partecipazione di Aziza Abdul Ridha. Prenotazioni 3388706798 TEATRO REGIO. Ore 15.30 Al Regio dietro le Quinte, visita guidata. Ore 20 Il barbiere di Siviglia di G. Rossini. A. Galoppini direttore. Regia di V. Borrelli. Repliche fino al 26/2. Biglietti esauriti: solo 30 biglietti in vendita dalle ore 19. Diretta su Radio3. Biglietteria (ore 10.30-18 e 19-20) - Tel. 011.8815.241/242 TEATRO SUPERGA piazzetta Macario - Nichelino www.teatrosuperga.it, tel. 011 62.79.789. Stagione di prosa: Compagnia Tot Compagnia Gli Ipocriti/Teatro Stabile di Napoli, con Francesco Paolantoni. Sabato 10 marzo. Ore 21. TEATRO VITTORIA via Gramsci 4, tel. 011 51.76.246. Festival Mozart Quintetto Sinestesia. Antonio Valentino pianoforte. Sabato 25. Ore 20

Teatro

ACCADEMIA ALBERTINA DI BELLE ARTI-LA PINACOTECA (v. Accademia Albertina 8, tel. 011 889 020). Mostra: Incontrare Bagetti Acquerelli, disegni, incisioni dalle collezioni torinesi, fino al 10/3. Orario: dal lun. a sab. 10-18, dom. chiuso. ARCHIVIO DI STATO (piazza Castello 209, tel. 011 540382). Mostra: Il Teatro di tutte le Scienze. Raccogliere libri per coltivare idee in una capitale di et moderna. Torino, 1559 1861, fino al 26/2. Orario: da mart. a dom. 15-20, lun. chiuso, ingresso libero. Sala studio di piazza Castello e via Piave 21. Or.: dal luned al venerd 8-18,30; sabato 8-14, domenica chiuso. ARCHIVIO STORICO DELLA CITTA (via Barbaroux 32, tel. 011 4431811). Mostra: Torino sotto la neve, fino al 30/3. Orario: da lun. a ven. 8,30-16,30, sab. e fest. chiuso. Ingresso libero. ARMERIA REALE (piazza Castello 191, telefono 011 543889). Orario: da marted a domenica e festivi 8,30-19,30; luned chiuso. BASILICA DI SUPERGA E REALI TOMBE DI CASA SAVOIA (strada Basilica di Superga 75, telefono 011 8997456). Orari chiesa: luned-venerd 9-12; 15-18; sabato, domenica e festivi 9-12; 15-19. Orari Tombe Reali dei Savoia e Appartamento Reale: sabato, domenica e festivi 9,30-19,30. Visite alla Cupola, gioved, venerd e sabato dalle 21,30 alle 0,30. BIBLIOTECA NAZIONALE (piazza Carlo Alberto 3, telefono 011 8101111). Orario: dal luned al venerd 8,30-18,30; sabato 8,30-13,30, domenica chiuso. BIBLIOTECA REALE (piazza Castello 191, telefono 011 543855). Orario: luned, marted e mercoled 8,15-18,45; gioved e venerd 8,15-13,45; 14-18,45; sabato 8,15-13,45. BORGO E ROCCA MEDIEVALE (viale Virgilio - Parco del Valentino, telefono 011 4431701). Orario: la Rocca, da marted a domenica e festivi 10-18. Ultimo ingresso 45 minuti prima; luned chiuso. Borgo: Orario: tutti i giorni 9-19. FONDAZIONE ACCORSI OMETTO - MUSEO DI ARTI DECORATIVE (via Po 55, telefono 011 8376883). Mostra: Sacro alla luna. Argenti sabaudi del XVIII secolo, fino al 3/7. Orario: da marted a domenica 10-13; 14-18. Luned chiuso. Solo visite guidate. FONDAZIONE SANDRETTO RE REBAUDENGO (via Modane 16, tel. 011 379.76.00). Mostra: Press play. Larte e i mezzi dinformazione, fino al 6/5. Orario: giov. 20-23, ingresso gratuito, ven., sab. dom. 12-19, lun. mart. merc. chiuso. GALLERIA SABAUDA (via Accademia delle Scienze 6, telefono 011 547.440). Orari: tutti i giorni e festivi 8,30-19,30, luned chiuso. GAM (via Magenta 31, tel. 011 4429518). Collezioni permanenti. Domenica ore 16 visita guidata. Mostra: Sergio Saroni. Decifrare linvisibile fino all11/3. Or.: da marted a domenica 10-18. Luned chiuso. La biglietteria chiude unora prima; primo marted del mese ingresso gratuito. Visite guidate su prenotazione 011 4429546/7. MAO - MUSEO DARTE ORIENTALE (via San Domenico 11, telefono 011 4436927). Orario: tutti i giorni 10-18, luned chiuso. La biglietteria chiude mezzora prima. Domenica ore 16 visita guidata.

MUSEO DELLA FRUTTA F. GARNIER VALLETTI (via Pietro Giuria 15, tel 011 6708195). Orario: tutti i giorni 10-18, dom. chiuso, mer. ingresso gratuito. MUSEO DELLA SINDONE (via San Domenico 28, tel. 011 436.5832). Tutti i giorni 9-12; 15-19. MUSEO DI ANATOMIA L. ROLANDO (c.so Massimo dAzeglio 52, tel. 011 6707883). Or.: tutti i giorni 10-18, dom. chiuso, mer. ingresso gratuito. MUSEO DI ANTICHIT (via XX Settembre 88/c, telefono 011 5212251). Orario: tutti i giorni 8,30-19,30. Domenica ore 16 visita guidata gratuita. MUSEO DI ANTROPOLOGIA CRIMINALE CESARE LOMBROSO (via P. Giuria 15, tel. 011 6708195). Orario: da lun. a sab. 10-18, dom. chiuso. MUSEO DIFFUSO DELLA RESISTENZA (corso Valdocco 4/A, telefono 011 4361433). Allestimento permanente: Torino 1938-1948. Dalle leggi razziali alla Costituzione. Orario: tutti i giorni 10-18, gioved 14-22. Luned chiuso. MUSEO DIOCESANO (piazza San Giovanni, tel. 011.5156408). Orario: ven., sab., dom. 9,30-12; 14,30-18; www.diocesi.torino.it/museo. MUSEO EGIZIO (via Accademia delle Scienze 6, telefono 011 5617776). Orario: tutti i giorni 8,30-19,30, luned chiuso. Ultimo ingresso unora prima. MUSEO NAZIONALE DELLAUTO (corso Unit dItalia 40, telefono 011 677666). Mostra: Bacardi Experience un percorso suggestivo per vivere 150 anni di storia del Rum pi famoso al mondo, fino al 4/3. Orario: luned 10-14, marted 14-19, mercoled, gioved, domenica 10-19, venerd e sabato 10-21. La biglietteria chiude unora prima. MUSEO NAZIONALE DEL CINEMA ALLA MOLE ANTONELLIANA (via Montebello 20, telefono 011 8138560). Orario: tutti i giorni 9-20, luned chiuso. La biglietteria chiude unora prima. MUSEO NAZIONALE DELLA MONTAGNA (piazzale Monte dei Cappuccini, 7, telefono 011 6604104). Mostra: Dal Vesuvio alle Alpi. Giorgio Sommer. Fotografie dItalia, Svizzera e Tirolo, fino al 11/3. Orario: da marted a domenica 10-18, luned chiuso. MUSEO NAZIONALE DEL RISORGIMENTO PALAZZO CARIGNANO (piazza Carlo Alberto 8, telefono 011 5621147). Orario: da marted a domenica 9-19, ultimo ingresso ore 18, luned chiuso. MUSEO PIETRO MICCA (via Guicciardini 7a, telefono 011 546317). Orario: 10-18. Luned chiuso. Visite guidate: sabato 10,30-14,30-16,30; domenica 10,30-14,30- 15,30-16,30. MUSEO REGIONALE DI SCIENZE NATURALI (via Giolitti 36, telefono 011 4326354). Museo storico di zoologia. Mostre permanenti: Museo storico di zoologia e Arca, Mineralia 2, Mostre temporanee: Steve Jobs 1955-2011, fino al 26/2, Dei selvatici. I Carnevali tradizionali del Piemonte e la Bao di Sampeyre, fino al 26/2, Bulloni e farfalle 150 anni di ambiente in Piemonte, fino 6/7, 150 Anni di Esplorazioni Polari: dalla Groenlandia di Nansen al Polo Sud di Amundsen-Scott, fino al 11/3, Ritorno alle miniere dei Faraoni. Lavoratori italiani dalle Alpi al deserto, fino al 4/3. Orario: tutti i giorni 10-19, marted chiuso.

PALAZZO BAROLO (via Delle Orfane 7, telefono 011 43603119). Visita appartamenti storici.

Orario: da luned a venerd 10-12,30; 15-18,30; sabato e domenica 15-18,30.


PALAZZO MADAMA - Museo civico di arte antica (piazza Castello, telefono 011 4433501 -

Musei

www.palazzomadamatorino.it). Mostra: Sar lItalia. La ricostruzione del primo Senato, fino al 18/3, La citt in tasca. Un secolo di almanacchi Palmaverde dalla collezione di Giuseppe Picchetto, fino al 11/3. Orario: tutti i giorni 10-18; domenica 10-20, luned chiuso. PALAZZO REALE (piazza Castello, telefono 011 4361455). Orario: tutti i giorni 9-19,30, luned chiuso; sabato visite guidate dalle 9,30 alle 18,10. PINACOTECA GIOVANNI E MARELLA AGNELLI (Lingotto, 8 Gallery - via Nizza 230, telefono 011 0062713 - www.pinacoteca-agnelli.it). Mostra: The Urethra Postcard Art of Gilbert & George, fino al 4/3. Or.: da marted a domenica 10-19, luned chiuso. PROMOTRICE BELLE ARTI (viale Crivelli 11, telefono 011 6502833). Mostra: Dinosauri, fino al 5/2. Orario: tutti i giorni 9,30-19,30, luned chiuso.

Provincia
CASTELLO DI MONCALIERI (piazza Baden Baden, Moncalieri, telefono 3665992861). Mostra: Vita al Castello. Difesa, loisir, politica e presidio nellappartamento della principessa Maria Letizia. Orario: da mercoled a domenica 10-18. CASTELLO DI RIVOLI - MUSEO DARTE CONTEMPORANEA (piazza Mafalda di Savoia, telefono 011 9565220/22). Orario: da marted a venerd 10-17, sabato e domenica 10-19, luned chiuso. FORTE DI EXILLES (Exilles, telefono 0122 58270). Orario: marted e venerd 10-14; mercoled, gioved, sabato e domenica 14-18, chiuso luned. FORTE DI FENESTRELLE. Or.: da gio. a lun. 10-17; chiuso mar. e mer. Prenotaz. 0121 83600. MUSEO DELLO SPAZIO E PLANETARIO DIGITALE (via Osservatorio 8, Pino Torinese, telefono 011 8118640, www.planetarioditorino.it). Orario: da marted a venerd 9,30-17,30, sabato e domenica 14-19,30, luned chiuso. Ultimo ingresso unora prima. MUSEO STORICO DELLARMA DI CAVALLERIA (v.le Giolitti 5, Pinerolo, tel. 0121 376344, www.museocavalleria.it). Or.: mar. e gio. 9-11,30; 14-16, dom. 10-12; 15-18. PALAZZINA DI STUPINIGI (Stupinigi, telefono 011 3581220). Orario da luned a domenica 10-17. Solo su prenotazione 800329329. PARCO REGIONALE LA MANDRIA - APPARTAMENTI REALI (viale Carlo Emanuele II 256, Venaria. Tel. 011 4993381). Visite solo guidate ven. sab. e dom. 10,30-11,30-14-15-16. Da lun. a gio. visite guidate per gruppi e scuole. REGGIA DI VENARIA REALE (piazza Repubblica, Venaria, telefono 011 4992333) Reggia e Giardini chiusi fino al 15/3. cesare.vai@mailbox.lastampa.it.

T1 T2 PR CV

76 Dove andiamo
RITROVI
BOLERO MUSIC HALL ore 15,00. LE ROI ore 15 Piero Buscemi. Ore 21 Nuovo Gruppo Italiano - via Stradella 8 (To) tel. 011.2409241.

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

GALLERIE
ACCADEMIA Artisti del 900. FOGLIATO E. Viarengo Miniotti.

PREMIATA OSTERIA DELLHERMADA PIAZZA HERMADA 10 10131 TORINO - TEL. 011.8190541

Premia t

aO

steria dellH

Proposte culturali
ALFA TEATRO TORINO Via Casalborgone, 16/I 10132 Torino (To) - Tel. 011.8193529 - 011.19504896. Fax 011.19503077 - Mob. +39 333.7064407. Il Corso propedeutico di teatro rivolto, in modo particolare, a tutti quelli che amano il teatro. Le materie affrontate: recitazione, improvvisazione, brevi cenni di dizione, portamento e carattere. Il corso ha cadenza settimanale, il luned, dalle 20.00 alle 23.30 fino al 25 giugno. Saranno 34 appuntamenti da 3 ore e 30 minuti ciascuno. I docenti del corso, attori, registi ed autori, saranno Marco Grilli, Pierpaolo Congiu Eloisa Perone ed Antonio Villella. Il Corso di teatro per bambini rivolto ai pi piccoli di et compresa tra i 5 e i 12 anni. E particolarmente adatto per sviluppare le capacit comunicative ed espressive. Le materie affrontate: recitazione, espressione corporea e improvvisazione. Il corso ha cadenza settimanale, il marted, dalle 17.00 alle 19.00 fino al 29 maggio. (alle 16.30 merenda tutti insieme). Il laboratorio tenuto da Marco Grilli e si suddivider in 28 incontri da 2 ore. ASSOCIAZIONE CULTURALE A.G.S.T. propone un Laboratorio Teatrale presso lAuditorium della Cascina Marchesa in C.so Vercelli 141, Torino il luned dalle 18,30 alle 20,00 a partire dal 16 ottobre per 25 incontri ed aperto a tutti senza limiti di et. Il laboratorio sar condotto da Augusto Grilli, attore e regista. La partecipazione prevede uniscrizione del costo di euro 50,00. Per informazioni e iscrizioni tel. 011.8197259. EIKONTEATRO (Via Bertola 57 - Torino Tel. 0119703785). Aperte iscrizioni ai corsi tenuti da Ivo De Palma: doppiaggio, adattamento dialoghi, recitazione radiofonica, recitazione cine-televisiva e Voce in Azione. www.eikonteatro.com Iscrizioni: infocorsi@eikonteatro.com. CENTRO JAZZ TORINO (Via Pomba 4 - Torino 10123 - Info tel. 011 884477 - www.centrojazztorino.it). Sono aperte le iscrizioni ai Laboratori di Canto e Tecnica Vocale e ai Corsi Strumentali Trimestrali e Semestrali - Tutti i livelli. OASI (Via Saluzzo, 23 - Torino tel. 011 669.95.94) oasi@oasitopos.eu. eu. Dal 12 marzo, corso di Lettura ad Alta Voce (con Esther Ruggiero, 24 ore, 12 lezioni, il luned h. 20.30-22.30). Dal 15 marzo, corso di Dizione (con Esther Ruggiero, 24 ore, il gioved, h. 18-20 app. 20.30-22.30). Dal 20 marzo, corso di Tecniche di Narrazione (con Silvia Iannazzo, 20 ore, 10 lezioni, il marted 20.30-22.30). A seguire: public speaking e recitazione cinetelevisiva. Tutto presso Topos, in Via Pinelli 23 a Torino. SANTIBRIGANTI TEATRO (Via Artisti, 10 - Torino, Info 011.643038 (da Lun. a Ven. 10-13 1418) www.santibriganti.it). Residenza Municipale di Caraglio, Busca, Valli Grana e Maira stagione 2012 domenica 26 febbraio ore 17.30 Chiara Trevisan in Lunargentina. Informazioni tel.011.643038 (da Lun. a Ven. 10-13 1418). www.santibriganti.it TEATRANZARTEDRAMA (Via Palestro, 9, Moncalieri (TO) tel. 011 645.740 - www.teatranza.it). XXV Anno Corsi di Formazione Teatrale 2011/2012 prossimamente seminari commedia dellarte, avvicinamento al teatro (iscrizioni entro 25 febbraio), dizione ed uso della voce (iscrizioni entro 15 marzo), parlare in pubblico (iscrizioni entro 25 febbraio) CineLAB il sabato dalle 10 alle 15; informazioni www.teatranza.it tel.011.645740 (luned venerd 14 18). TANGRAM TEATRO (Via Don Orione 5 Torino tel. 011.338698) Sono aperte le iscrizioni al Corso di dizione ed uso della voce del Tangram Teatro Torino 16 incontri a cadenza settimanale in orario serale. Informazioni e costi al n 011/338698 dal luned al venerd (9-13 e 15.30-19). www.tangramteatro.it TOPOS (Via Pinelli, 23 - Torino tel. 011 76.00.736 topos@oasitopos.eu). 3 attivit sul movimento ed il benessere (lezioni di prova gratuite su prenotazione): Ginnastica Dolce (luned 17-18, con Ornella Sciortino); Pilates (luned 18.15-19.15 e 19.30-20.30 e gioved 11.30-12.30, con Gloriana Pilato) Yoga (mercoled, 11-12.30 e 18.30-20, con Francesca Magnone; gioved 18.30-20, con Maria Marinaro). Sabato 3 marzo Vedere bene senza occhiali (seminario di consapevolezza visiva con il Metodo Bates, condotti da Amalia Giorni, h. 1018.30). Dal 24 febbraio, corso di Tarocchi (con Ornella Di Russo, 15 h, 10 lezioni, il venerd 1819.30). Sabato 3 marzo, lezione a tema di Yoga con Francesca Magnone. Domenica 4 marzo, seminario di Kinesiologia in Energia TIbetana (con Chiara Mattea, 8h, 9.30-18.00). Dal 7 marzo, corso di Astrologia (con Gioia Gottini, 20h, il mercoled 18-20). www.oasitopos.eu.

LeTVprivate
TELESTAR 13.30 Tg 9 Telegiornale; 20.00 Tg 9 Telegiornale; 1.30 Tg 9 Telegiornale; TELECUPOLE 13.50 Tg4 Notiziario; 14.15 Saluti Salutissimi; 14.30 Camper Magazine; 15.00 Informazioni Commerciali; 18.00 Detto Tra Noi; 18.30 Musica vera si o no?; 19.00 Informazioni Istituzionali; 19.15 Sapori E Buoi Dei Paesi Tuoi; 19.15 Coming Soon - News - Tg Economico; 19.30 Tg4 Notiziario - Paese che vai - Meteo; 20.45 Mondo Artigiano; 21.00 Scacciapensieri Conduce Pino Milenr; 23.00 Tg4 Notiziario; TELECITY 19.00 Tg 7; 19.30 Diretta stadio; 20.00 Superboy; 23.30 Film; VIDEOGRUPPO 7.00 Cerea; 8.30 Shopping; 13.00 Orario continuato; 14.00 Qsvs News; 14.30 Shopping; 19.00 Vp News; 19.30 Vp Sera; 20.00 Programmi informativi; 20.30 Prima serata; 23.00 Automoto Channel; 24.00 Shopping; PRIMANTENNA 13.35 Primanews Diretta Giorno; 14.00 Primantenna Shopping; 19.00 Primanews Edizione Cuneo; 19.20 Primanews Edizione Regionale; 19.45 Primanews - Extra; 20.00 Lappetito Vien Cantando; 21.00 Piemonte in festa Condice Andrea Flamini; 21.30 Bazar; 22.00 Campane a festa; 23.00 Primanews - Diario del giorno; QUARTA RETE 8.00 Gente Che Parla; 11.00 Affari doro; 11.30 Le auto della settimana; 12.00 Tropical Park; 13.30 Affari doro; 17.00 K2; 19.00 T 4 Serale; 19.30 Skiinfo; 19.35 T4 Sport; 20.00 Bouquet Tv; 20.30 Balon; 22.30 Ok Gol; TELETIME 9.00 Film; 12.00 Film; 14.30 Film; 22.30 Film; QUINTA RETE 14.30 Pomeriggio con Quinta rete; 17.00 Star Blazer; 17.25 Pomeriggio con Quintarete; 19.00 Guerrino /Gusto tv; 19.25 Incontri; 19.40 Telenews + Tg parlamento + Paesi in festa; 20.10 Hard Trek; 20.40 Viaggioone; 21.00 Telenews + Tg parlamento + Paesi in festa; 21.30 Incredibile viaggio nel continente perduto; 23.00 Voglia di volare; 23.30 Infinito planetario; QUADRIFOGLIO - TV 13.00 Cucioone; 14.00 Sport; 16.00 Speciale cinema; 16.30 Approfondimenti; 17.45 Speciale Cinema; 18.00 Turismo; 18.30 Un libro per amico; 19.00 Cucioone; 19.30 Piemonte oggi; 20.30 Sky Magazine; 21.00 Moda societ; 22.00 Porte aperte; 23.00 Piemonte oggi; 24.00 Blu Italia; 1.00 Programmi non stop; RETE CANAVESE 20.00 Telenovela; 20.30 Azzurro cielo; 22.30 Telegiornale; 23.00 Le auto della settimana; G.R.P. 18.30 TG Monitor Torino; 18.45 TG Monitor Cuneo; 19.00 TG Monitor Alessandria; 19.30 Alessandria ; 19.45 Cuneo ; 20.30 Sportivamente Granata; 21.30 Dalle citt del Piemonte... Cuneo; RETE 7 18.00 Auto della settimana; 19.00 Informa sette; 19.30 Qui studio a voi stadio; 23.00 TL Viaggi; 0.15 Sexy bar; INTV 15.00 Programmi Telepace; 19.00 Tg; 20.15 Coming soon; 20.30 Programmi Telepace; 22.45 Rubrica dauto; TELESUBALPINA-TORINO 6.30 Tg Roller; 8.30 Santa Messa; 13.00 Giorno per giorno 1 Parte; 13.45 Tg Flash; 14.00 Giorno per giorno 2 Parte; 18.30 Ocean Girl; 19.15 Tg Notizie; 19.45 Novastadio; 23.00 Tg Notizie; TELESUBALPINA 2 7.30 Buongiorno Piemonte; 8.30 Santa Messa; 12.30 Giorno per Giorno; 13.45 Tg flash; 18.30 Inu Yasha; 19.15 Tg notizie; 19.45 Novastadio; 23.00 Tg notizie; VIDEONORD 20.00 Meteo - Lotto in salotto - Cartoni animati - Rond - Soldi - 6 con Di Pietro; 22.30 Shopping - Redazionali; 23.30 Meteo; MOTORITV 13.45 Autoccasioni; 14.30 La vetrina dellauto; 15.00 Autoccasioni; 15.30 Bixer Explorer; 16.00 Tg Motori; 16.15 La vetrina dellauto; 17.30 Motori Magazine; 18.00 Tg Motori; 19.00 La vetrina dellauto; 20.00 Autoccasioni; 20.30 La vetrina dellauto; 21.05 Tg Motori; 21.35 Motori Magazine; 24.00 Autoccasioni; TELESTUDIO 14.00 Telenews + meteo + oroscopo; 14.30 Classifica Bj Zone; 15.30 Pomeriggio con Telestudio; 18.00 Star Blazer; 18.45 Porte aperte a Palazzo Lascaris; 19.00 Telenews + Tg parlamento + Paesi in festa; 19.30 Golden Foot tv; 19.55 Voglia di volare; 20.30 Telenews + Tg parlamento; 21.00 Signor Sindaco Signor Presidente; 23.05 Golden Foot tv; 23.30 Racing team;

a da rm

Continuano i GIOVED con le serate a tema


SI COMINCIA CON ANTIPASTI SUL TAVOLONE MENU A FORCHETTA LIBERA EURO 18
non si pagano servizio, pane e coperto

INFO E PRENOTAZIONI UFFICIO CLIENTI SMARRITI: 011-81.90.541

210

SCEGLI IL CINEMA
Dove si viaggia su comode poltrone.

Eventuali errori e variazioni nei programmi sono causati dalla non tempestiva comunicazione delle emittenti.

T1 T2 PR CV

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

Dove andiamo 77

I film

ALFIERI piazza Solferino 4, tel. 01156.23.800. Prezzi: 6,50 int.; 4,50 rid. over 60, under 26; 2,50 abb+CVC E ora dove andiamo? Solferino 1 o=P 19.45-22.00 Le idi di marzo Solferino 2 o=P 19.50-22.00 AMBROSIO CINECAF corso Vittorio 52, tel. 011540.068. Prezzi: 4,00; 4,20 Abb. Una sera al cinema; 4,00 Abb. Cinepass Paradiso amaro Sala 1 o=P 15.15-17.30-20.15-22.30 Tre uomini e una pecora Sala 2 o=P 15.30-17.30-20.30-22.30 Larte di vincere Sala 3 o= 15.00-17.30-20.00-22.30 ARLECCHINO corso Sommeiller 22, tel. 01158.17.190. Prezzi: 4,00; 4,20 Abb. Una sera al cinema; 4,00 Abb. Cinepass. Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 8,00; Abbonamento: 5 ingressi 22,00, 10 ingressi 40,00 Paradiso amaro Sala 1 o=P 15.30-17.45-20.00-22.00 The Help Sala 2 o=P 15.30 La talpa Sala 2 o=P 18.00-21.00 CENTRALE ARTHOUSE via Carlo Alberto 27, tel. 011540.110. Prezzi: 4,00 = Paradiso amaro VO 15.40-20.00-22.10 (sott.it.) = Lesplosivo piano di Bazil 17.45 CITYPLEX MASSAUA piazza Massaua 9, tel. 01177.40.461. Prezzi: 4,00 int. Proiezioni in 3D: 10,00 int., 8,00 rid. Paradiso amaro o=P 17.50-20.10-22.30 Benvenuti al Nord o=P 20.10 Mission: Impossible - Protocollo Fantasma o = P 17.30-22.30 War Horse o=P 18.30-21.45 Hugo Cabret o=P 20.10 Hugo Cabret 3D o=P 17.40-22.30 Com bello far lamore o=P 16.50-18.40-20.30-22.30 DUE GIARDINI ARTHOUSE via Monfalcone 62, tel. 01132.72.214. Prezzi: 4,00 Paradiso amaro Sala Nirvana o=P 15.30-17.45-20.00-22.10 Benvenuti al Nord Sala Ombrerosse o = P 15.50-18.00-20.10-22.20 ELISEO p.zza Sabotino, tel. 01144.75.241. Prezzi: 4,00 = Hugo Cabret Eliseo Grande 15.00-17.15-19.30-21.45 =P The Iron Lady Eliseo Blu 15.45-17.50-20.00-22.00 =P Albert Nobbs Eliseo Rosso 15.00-17.30-20.00-22.00 ERBA corso Moncalieri 241, tel. 01166.15.447. Prezzi: 6,50 int.; 4,50 rid. over 60, under 26; 2,50 abb+CVC J. Edgar Erba 1 o=P 19.20-22.00 Vedi Teatro Erba 2 o=P F.LLI MARX ARTHOUSE corso Belgio 53, tel. 01181.21.410. Prezzi: 4,00 Paradiso amaro Sala Groucho o=P 15.30-17.40-20.00-22.10 Benvenuti al Nord Sala Chico o=P 15.50-22.20 E ora dove andiamo? Sala Chico o=P 18.00-20.15 The Iron Lady Sala Harpo o=P 15.45-17.50-19.50-21.50

GREENWICH VILLAGE via Po 30, tel. 01183.90.123. Prezzi: 4,00; 4,20 Abb. Una sera al cinema; 4,00 Abb. Cinepass. Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 8,00 Tre uomini e una pecora Sala 1 o=P 16.00-20.30 A.C.A.B. Sala 1 o=P 18.00-22.30 In Time Sala 2 o=P 15.30-18.00-20.30-22.40 War Horse Sala 3 o=P 15.00-17.30-20.00-22.30 IDEAL - CITYPLEX corso Beccaria 4, tel. 01152.14.316. Prezzi: 4,00; Proiezioni 3D: 8,00 War Horse o=P 15.30-18.30-21.30 Com bello far lamore o=P 16.00-18.10-20.20-22.30 Star Wars Episodio I - La minaccia fantasma 3D o=P 15.00-20.00 Benvenuti al Nord o=P 17.40-22.30 In Time o=P 15.15-17.40-20.05-22.30 Mission: Impossible - Protocollo Fantasma o = P 15.00-17.30-20.00-22.30 LUX galleria San Federico, tel. 01156.28.907. Prezzi: 4,00; 4,20 Abb. Una sera al cinema; 4,00 Abb. Cinepass. Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 8,00 Millennium - Uomini che odiano le donne V.M. 14 Sala 1 o=P 17.30-20.00 Benvenuti al Nord Sala 1 o=P 15.30-22.40 Com bello far lamore Sala 2 o=P 15.30-18.00-20.15-22.30 In Time Sala 3 o=P 16.00-18.00-20.30-22.30 MASSIMO via Verdi 18, tel. 01181.38.574. Prezzi Massimo 1 e 2: 4,00. Massimo 3: 6,00 int.; 4,00 rid., Aiace; 3,00 over 60. Proiezione 3D: 5,00 =P Hugo Cabret 3D Massimo 1 15.30-17.50-20.10-22.30 =P E ora parliamo di Kevin Massimo 2 16.00-18.10-20.20-22.30 Lo sport preferito dalluomo VO =P Massimo 3 16.00 (sott.it.) Sazen tange and the pot worth a million Rio VO =P Massimo 3 18.30 (sott.it.) =P Porci, geishe e marinai VO Massimo 3 20.30 (sott.it.) =P Home Village VO Massimo 3 22.30 (sott.it.) NAZIONALE via Pomba 7, tel. 01181.24.173. Prezzi: 4,00 = The Artist Nazionale 1 15.45-17.50-20.00-22.00 = Shame V.M. 14 Nazionale 2 16.00-18.00-20.00-22.00 REPOSI via XX Settembre 15, tel. 011531.400. Prezzi: 4,00. Proiezioni 3D: int. 8,00 Star Wars Episodio I - La minaccia fantasma 3D Reposi 1 o=P 16.00-19.00 The Help Reposi 1 o=P 22.00 Hugo Cabret 3D Reposi 2 o=P 15.00-17.30-20.00-22.30 Com bello far lamore Reposi 3 o= 15.30-17.50-20.10-22.30 Jack e Jill Reposi 4 o= 15.45-18.00-20.15-22.00 Benvenuti al Nord Reposi 5 o= 15.15-17.40-20.05-22.30 War Horse Reposi 6 o= 15.30-18.45-22.00 Mission: Impossible - Protocollo Fantasma Reposi 7 o= 15.00-17.30-20.00-22.30

ROMANO galleria Subalpina, tel. 01156.20.145. Prezzi: 4,00 =P The Iron Lady Sala 1 15.15-17.30-20.00-22.00 =P Albert Nobbs Sala 2 15.15-17.30-20.00-22.00 =P Miracolo a Le Havre Sala 3 16.00-18.00-20.00-22.00 THE SPACE CINEMA TORINO - PARCO DORA salita Michelangelo Garove 24, tel. 892111. Prezzi: 6,00; 4,00 over 60; 4,50 Under 25 card Benvenuti al Nord Sala 1 o=P 15.50-18.30-21.05 Com bello far lamore Sala 2 o=P 16.15-18.40-21.10 War Horse Sala 3 o=P 15.30-18.35-21.40 Tre uomini e una pecora Sala 4 o=P 16.45-19.10-21.25 Hugo Cabret 3D Sala 5 o=P 15.55-18.45-21.35 Mission: Impossible - Protocollo Fantasma o=P 15.45-21.20 Sala 6 40 carati Sala 6 o=P 19.00 In Time Sala 7 o=P 16.20-19.05-21.40 Jack e Jill Sala 8 o=P 17.00-19.15-21.45 UCI CINEMAS LINGOTTO via Nizza 262, tel. 01166.77.856. Prezzi: 8,00 int.; 6,30 studenti; 5,80 bimbi fino a 8 anni; 6,00 over 65; 8,00 notturno. Proiezioni 3D: int. 10,00, rid. 9,00, acquisto occhiali 3D 1,00 Paradiso amaro o=P 14.30-17.05-19.45-22.15 Hugo Cabret 3D o=P 14.10-17.00-19.50-22.40 Tre uomini e una pecora o=P 15.30-17.45-20.00-22.25 ATM - Trappola mortale o=P 14.10-16.20-18.3020.40-22.50 Benvenuti al Nord o=P 14.40-17.20-20.00-22.40 In Time o=P 15.00-17.30-20.00-22.30 Com bello far lamore o=P 15.00-17.25-20.00-22.30 Alvin superstar 3 o=P 14.50-17.10 Mission: Impossible - Protocollo Fantasma o = P 19.30-22.20 Jack e Jill o=P 15.30-17.45-20.10-22.25 I Muppet o=P 14.40 40 carati o=P 17.15-19.45-22.15 War Horse o=P 15.40-19.00-22.10

Cinema: Torino e altre visioni


AGNELLI via P. Sarpi 111/a, tel. 01131.61.429. Riposo CINE TEATRO BARETTI via Baretti 4, tel. 011655.187. Riposo CINE CARDINAL MASSAIA via Sospello 32, tel. 011257.881. Riposo CUORE via Nizza 56, tel. 01166.87.668. Riposo ESEDRA via Bagetti 30, tel. 01143.37.474. Cinecircolo Il Pungolo 17.15-21.15

MONTEROSA via Brandizzo 65, tel. 01123.04.153. Riposo VALDOCCO via Salerno 12, tel. 01152.24.279. Riposo

Cinema aperti: Area Metropolitana e Provincia


BARDONECCHIA
SABRINA 012299.633. Com bello far lamore

ATM - Trappola mortale 21.15

o=P

BEINASCO
THE SPACE CINEMA BEINASCO - LE FORNACI via G. Falcone, tel. 892.111. Prezzi: 6,00 int.; 5,00 over 65. Proiezioni 3D: 11 intero dal lun. al ven. dopo le ore 18, sab. e dom. tutto il giorno, 9 rid. dal lun. al ven. prima delle ore 18, ragazzi fino 10 anni, anziani sopra i 60 anni Tre uomini e una pecora Sala 1 17.20-19.55-22.15 Com bello far lamore 3DSala 2 17.30-20.00-22.20 Hugo Cabret 3D Sala 3 17.05-19.50-22.30 In Time Sala 4 17.15-19.50-22.20 Jack e Jill Sala 5 17.20-20.00-22.15 Benvenuti al Nord Sala 6 17.05-19.50-22.20 Star Wars Episodio I - La minaccia fantasma 3D Sala 7 19.45 Mission: Impossible - Protocollo Fantasma Sala 7 17.00-22.35 Millennium - Uomini che odiano le donne V.M. 14 Sala 8 19.30 40 carati Sala 8 17.10-22.40 War Horse Sala 9 19.00-22.00

In Time o=P Paradiso amaro o=P War Horse o=P Mission: Impossible - Protocollo Fantasma o = P Millennium - Uomini che odiano le donne V.M. 14
o=P

14.10-16.15-18.2520.35-22.45 14.35-17.10-19.50-22.20 14.40-17.10-19.40-22.10 16.10-19.15-22.20 14.00-16.50-19.40-22.30 16.30-19.00-22.15 15.30-17.50-20.10-22.30 14.40-17.20-20.00-22.40 15.00-17.30-20.00-22.30 14.10-17.00-19.50-22.40 15.10-17.25 19.45-22.40 20.00 14.40-17.20-22.35 15.15-17.40-20.05-22.30 14.40-17.10-19.40-22.10 15.00 18.10-20.30-22.40

PIOSSASCO
IL MULINO 01190.41.984. Nessuno mi pu giudicare 16.30-21.15

SAUZE DOULX
SAYONARA 0122859.652. Com bello far lamore 3D 21.15

40 carati o=P Benvenuti al Nord o=P Com bello far lamore o=P Hugo Cabret 3D o=P Alvin superstar 3 o=P Star Wars Episodio I - La minaccia fantasma 3D
o=P

SESTRIERE
FRAITEVE. Com bello far lamore P 21.15

SETTIMO TORINESE
PETRARCA via Petrarca 7, tel. 01180.07.050. Paradiso amaro Sala 1 Com bello far lamore Sala 2 Benvenuti al Nord Sala 3 SUPERCINEMA 01145.94.406. Benvenuti al Nord In Time War Horse Com bello far lamore
o=P o=P o=P o=P

Albert Nobbs A.C.A.B. Tre uomini e una pecora Com bello far lamore 3D I Muppet La verit nascosta

o=P o=P o=P o=P o=P o=P

21.10 21.20 21.30 22.30 20.00 20.00-22.30 20.00-22.30

PIANEZZA
LUMIERE 01196.82.088. Com bello far lamore Paradiso amaro Jack e Jill War Horse 20.30-22.30 20.20-22.30 20.45-22.30 20.45

CHIERI
SPLENDOR 01194.21.601. One Day

21.15

Cinema chiusi oggi


AVIGLIANA AUDITORIUM E. FASSINO - BEINASCO BERTOLINO BORGARO TORINESE ITALIA - CASCINE VICA-RIVOLI DON BOSCO DIG. - CESANA TORINESE SANSIPARIO - CHIVASSO POLITEAMA COLLEGNO UNIPLEX LUCE - COAZZE PALAFESTE - CUORGN MARGHERITA - GIAVENO SAN LORENZO - IVREA ABC CINEMA DESSAI - IVREA BOARO -LEIN AUDITORIUM - NONE CINEMA EDEN - RIVOLI BORGONUOVO - SAN MAURO TORINESE GOBETTI - SUSA CENISIO - TORRE PELLICE TRENTO - VALPERGA AMBRA VENARIA TEATRO DELLA CONCORDIA - VILLAR PEROSA NUOVO VILLASTELLONE JOLLY - VINOVO AUDITORIUM DIGITAL

IVREA
POLITEAMA 0125641.571. La chiave di Sara 15.00-17.30-21.30

PINEROLO
HOLLYWOOD 0121201.142. Com bello far lamore MULTISALA 0121393.905. Tre uomini e una pecora Italia 200 War Horse Italia 500 RITZ 0121374.957. Il gioiellino 21.30 21.00 21.00 21.00

MONCALIERI
UGC CIN CIT 45 N via Postiglione, tel. 899.788.678. Prezzi: 5,70; 4,00 studenti; Abb.: Carta UGC5 5 posti a 20,90; Carta UGC7 5 posti a 27,50 Jack e Jill o=P 14.00-16.10-18.2020.30-22.40

T1 T2 PR

MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012 LA STAMPA 78

p r o p o s t e :

SPICCIOLI DI STORIA

Le ultime monete dEuropa, fra eventi, curiosit e passione numismatica.


Il 28 febbraio del 2002, le divise europee hanno denitivamente ceduto il passo all'Euro. A dieci anni di distanza, La Stampa e Bola le raccolgono in un'unica preziosa collezione: una moneta per ogni nazione, dodici esempi di una storia passata fra le mani di tutti i cittadini d'Europa.
AUSTRIA - 10 groschen, BELGIO - 50 centimes, FINLANDIA - 10 pennia, FRANCIA - 5 centimes, GERMANIA - 2 pfennig, GRECIA - 5 drachmes, IRLANDA - 1 penny, ITALIA - 100 lire, LUSSEMBURGO - 1 franco, OLANDA - 1 cent, PORTOGALLO - 1 escudo, SPAGNA - 1 peseta

DA MARTED 28 FEBBRAIO CON LA STAMPA A 9,80 EURO IN PI


NELLE EDICOLE DEL PIEMONTE, LIGURIA, VALLE DAOSTA, AL NUMERO 011.22.72.118 E SU WWW.LASTAMPA.IT/SHOP

PRENOTALO SUBITO!

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

79

Il tempo
LE PREVISIONI DI OGGI
SITUAZIONE
Una perturbazione ha preso vigore al Sud dallapprofondimento di una depressione nei pressi della Sicilia. Le regioni ioniche rimarranno fino a domani sotto forti piogge. Al Nord si accentuer il respiro mite atlantico con belle giornate di sole.

Piogge abbondanti tra Sicilia e Calabria, bello e pi mite al Nord


Il Sole
CENTRO
Nuvoloso e piovoso sulla Sardegna orientale, qualche schiarita sulle coste occidentali. Nuvoloso tra Marche e Abruzzo con piogge irregolari sullAbruzzo con neve in Appennino oltre i 1000 metri. Bel tempo sulla Toscana e Umbria e Lazio con un po di nubi mattutine sulla costa.

IN EUROPA
Belle schiarite tra Spagna e la met sud della Francia, nubi in addensamento verso il Nord Europa e sul Baltico con piogge sulle isole britanniche e deboli tra Danimarca a paesi baltici. Neve su interno e nord Norvegia e Svezia.

NORD
Condizioni soleggiate, a parte locali nebbie al mattino sulle pianure piemontesi, lombarde ed emiliane. Venti deboli variabili o orientali; moderati o forti da nord-est sulla Liguria e moderati sullalto Adriatico. Mari mossi o molto mossi al largo.

SUD
Qualche schiarita sulla zona tirrenica della Campania, per il resto nuvoloso con piogge, anche molto intense su Messinese e sul versante ionico della Calabria. Piogge isolate su Puglia e Molise e un po di neve su Appennino oltre i 1200 metri. Forti venti orientali e mari agitati.
Sorge alle ore 6 e 55 minuti Culmina alle ore 12 e 24 minuti Tramonta alle ore 17 e 53 minuti
PRIMO QUARTO

La Luna
Si leva alle ore 6 e 46 minuti

Cala alle ore 18 e 42 minuti

01-mar

SOLE

NUVOLOSO

POCO NUVOLOSO

COPERTO

VARIABILE

PIOGGIA DEBOLE-MODERATA

PIOGGIA INTENSA

TEMPORALE

NEBBIA

NEVE

VENTO

MARE CALMO

POCO MOSSO

MARE MOSSO

MARE AGITATO

DOMANI

LA TENDENZA DELLE TEMPERATURE In aumento, pi marcato sulle Alpi e Liguria. Trento -2 10 Aosta -2 12 Torino -2 14 Milano -1 12 Genova 5 15 Bologna -2 11 Firenze 3 13 Perugia 2 10 Venezia 0 9

Le precipitazioni attese oggi

Trieste -2 10

Ancona 5 10 LAquila 2 6 Campobasso 2 4 Napoli 7 12 Foggia 8 10 Bari 9 12 Potenza 3 5


DEBOLI MODERATE FORTI MOLTO FORTI

Piogge allestremo Sud e sulla Sicilia, bel tempo al Centro-Nord.

Piogge al Sud, pi intense sulle zone ioniche.

DOPODOMANI

Roma 3 15

Vigilanza meteo di oggi e domani

Alghero 3 10

Cagliari 7 10 Palermo 10 11

Catanzaro 8 9 Reggio Calabria


10 11

Catania 11 12

Bel tempo ovunque, migliora anche al Sud dove restano nubi di poco conto.
Centimetri-LA STAMPA

NESSUNA

MODERATA

ELEVATA

ESTREMA

A cura di www.nimbus.it

Piogge copiose su zone ioniche con pericolo di dissesti tra Catanese, Messinese, Reggino, Locride, Catanzarese e Crotonese.

Tempo e temperature previsti nel mondo e in Europa


CITT MIN C MAX C OGGI

CITT

MIN C MAX C OGGI

Mercoled I tempi del mondo

ALGERI ANKARA BAGHDAD BANGKOK BEIRUT BOMBAY BRASILIA BUENOS AIRES CALGARY CARACAS CASABLANCA CHICAGO CITT DEL CAPO CITT DEL MESSICO DAKAR DUBAI FILADELFIA GERUSALEMME HONG KONG IL CAIRO JOHANNESBURG KINSHASA LA MECCA L'AVANA LOS ANGELES MANILA MELBOURNE MIAMI MONTREAL NAIROBI NEW YORK NUOVA DELHI PECHINO SHANGHAI SINGAPORE TOKYO WASHINGTON

6 -6 4 23 11 23 19 20 -1 17 6 1 19 11 19 15 5 7 17 8 16 22 21 19 13 24 15 21 0 16 5 15 -3 8 24 3 6

9 2 14 37 17 33 26 27 4 30 17 6 21 23 29 22 13 18 20 21 28 30 35 31 25 30 27 25 7 29 13 30 9 13 30 10 15

AMSTERDAM ATENE BARCELLONA BELGRADO BERLIN BERNA BRATISLAVA BRUSSELS BUCAREST BUDAPEST COPENHAGEN DUBLIN EDIMBURGO HELSINKI ISTANBUL LISBONA LONDRA LUBIANA MADRID MOSCA OSLO PARIGI PODGORICA PRAGA REYKJAVIK ROMA SARAJEVO S. PIETROBURGO SOFIA STOCCOLMA TALLINN TIRANA VARSAVIA VIENNA VILNIUS ZAGABRIA

5 9 2 -1 3 -6 -2 2 -3 -2 4 11 10 -3 2 6 6 -3 -3 -4 -2 1 -1 2 1 3 -2 -3 -3 -2 -1 5 1 -1 -2 -3

8 12 14 0 8 6 7 8 0 7 6 14 12 -1 8 17 9 7 11 0 7 9 11 8 4 15 5 -1 1 2 1 14 4 7 1 9

In Europa il gran freddo finito Groenlandia, temperature estive


LUCA MERCALLI

e correnti atlantiche hanno sostituito quelle siberiane in Europa, e il gran freddo terminato: solo in Bielorussia e Ucraina negli ultimi giorni hanno ancora insistito temperature polari, fino a -27 gradi sabato 18 febbraio. Il flusso umido oceanico ha riportato nevicate sul versante settentrionale delle Alpi, tanto che allosservatorio del Sntis (2502 m, Svizzera tedesca) il manto nevoso totale al suolo gi superiore a 5 metri a inizio febbraio - ulteriormente cresciuto fino a toccare ben 580 cm ieri mattina, circa il doppio della norma. Mentre gran parte del continente europeo era ancora stretto nellondata di freddo artico, la Groenlandia viveva giornate eccezionalmente miti: luned 13 febbraio nel villaggio di Narsarsuaq,

allestremit meridionale dellisola, si sono toccati perfino 15 gradi, valore che sarebbe normale in luglio! Lestate australe 2011-12 sta trascorrendo insolitamente calda in Sud America, con temperature medie di gennaio in eccesso fino a oltre tre gradi in Argentina, e non priva di bizzarrie meteoclimatiche. Unondata di piogge eccezionali ha interessato, tra l11 e il 12 febbraio, parte del deserto di Atacama, luogo pi arido del pianeta, nel nord del Cile, dove alcune regioni possono rimanere completamente al secco per decenni: San Pedro de Atacama e Toconao sono stati spazzati dallo straripamento di torrenti quasi perennemente asciutti e da colate di fango; non vi sono state vittime, ma circa 800 evacuati. Gennaio 2012 nel mondo si collocato diciannovesimo tra i pi caldi dal 1850 con 0,35 gradi sopra media, ma

con punte di oltre +5 gradi negli Usa e nellArtico siberiano (www.ncdc.noaa. gov). Intanto - mentre una serie di documenti pubblicati dal blog http://desmogblog.com dimostra cospicui finanziamenti di aziende private alla lobby dei negazionisti del riscaldamento globale - la variegata comunit internazionale di scienziati del clima e dellambiente sta lavorando alla compilazione del quinto rapporto Ipcc, la cui pubblicazione prevista per lautunno 2013. I primi risultati ottenuti dagli istituti di ricerca francesi e presentati il 9 febbraio a Parigi dal Cnrs confermano sostanzialmente le previsioni contenute nella quarta edizione del 2007: aumento delle temperature globali tra 2 a 5 gradi, scomparsa della banchisa artica in estate tra il 2040 e il 2060, crescenti siccit alle latitudini subtropicali (http://entreprise.meteofrance.com).

80

LA STAMPA
MERCOLED 22 FEBBRAIO 2012

LA RAI E IL CANONE

Chi deve pagare e perch?

D mande

A CURA DI ALESSANDRA COMAZZI


TORINO

Secondo la legge si tratta di unimposta sulla detenzione dellapparecchio: significa che il canone deve essere pagato indipendentemente dalluso del televisore o dalla scelta delle emittenti. Ecco lorigine delle ultime violente proteste contro il cosiddetto canone speciale, riservato, come dice la Rai, a chiunque detenga - fuori dallambito familiare (imprese, societ, uffici) - uno o pi apparecchi atti o adattabili alla ricezioni di trasmissioni radiotelevisive. Ci in attesa di una pi puntuale definizione del quadro normativoregolatorio.

Qual il livello di evasione?


L'evasione del canone altissima, ammonta ogni anno a 800 milioni di euro. Quasi un italiano su tre non lo paga. E secondo unindagine del Codacons del 2011 non lo pagano quasi tutti gli esercizi pubblici (circa il 96% di bar, alberghi, ristoranti).

Quando stato introdotto il canone?


Nel 1954: si pagavano 15 mila lire, gli abbonati erano 88 mila. Lanno successivo raddoppiarono, subendo alla fine degli Anni 50 un incremento vertiginoso, come si legge nella Garzantina della tv.

Che effetto suscita il canone nel telespettatore?


Quello di un iniquo balzello. La obbligatoriet del canone fu norma generalmente rispettata fino allarrivo della televisione commerciale, che cominci a fornire palinsesti dallalba al tramonto, guadagnando con le inserzioni pubblicitarie. E cos, anche se gli spettatori perdono la loro caratteristica di spettatori e cominciano a essere considerati clienti, le reti commerciali vengono percepite come gratuite. La Rai prima raccoglie pubblicit e la fa confluire in Carosello; poi amplia sempre di pi gli spazi per gli spot. Ma non sospende il pagamento del canone. Questo da sempre mal digerito.

NUOVO FIAT FREEMONT AWD. TUTTE LE AUTO CHE VUOI. IL 4X4 CON CAMBIO AUTOMATICO.
FIAT FREEMONT DA 24.900. TUTTO DI SERIE.
7 posti veri e 32 configurazoni dei sedili Radio CD MP3 Touch screen da 8,4 e Bluetooth Motori Multijet II Cerchi in lega Clima automatico trizona

VIENI A SCOPRIRLO SABATO 25 E DOMENICA 26.


Offerta valida su Freemont Urban 2.0 Multijet 16V 140 CV prezzo promo 24.900 (IPT escl.) con il contributo dei Concessionari Fiat no al 31 Marzo 2012. Consumi ciclo combinato da 6,4 a 11,3 (l/100km). Emissioni CO2 da 169 a 262 (g/km).
www.fiat.it/freemont

Il canone si paga solo in Italia?


Si paga in quasi tutta Europa, per le emittenti pubbliche. Il canone ialiano uno dei pi bassi in Europa. In testa, la Svizzera.

Si deve pagare il canone se non si ricevono i canali Rai perch non ci sono i ripetitori o per altri motivi tecnici?
Si, per il motivo precedente. La tassa si paga sullapparecchio.

Si pu non pagare facendo sigillare i canali Rai?


No, risponde lUnione nazionale consumatori, che ha preparato un elenco di cose da sapere. Perch, essendo una tassa sul possesso del mezzo, il canone dovuto per vedere gli altri canali e non previsto uno sconto se non si guarda mai la Rai.

mandata AR, allegando una dichiarazione sostitutiva di atto di notoriet con firma autenticata nella quale si dichiara che lapparecchio stato gettato e non se ne possiedono altri. necessario restituire anche il libretto di abbonamento.

zionari dellufficio tecnico erariale a suggellare lapparecchio entro un sacco di juta, ma generalmente pare non arrivino. Ci sono utenti che hanno chiesto il suggellamento da anni e ancora aspettano, e guardano la tv senza pi pagare il canone.

sua carta di identit. Il libretto va restituito insieme alla disdetta.

Capita che arrivi una lettera con la quale la Rai sollecita a pagare il canone. Che fare?
Niente. La Rai manda la lettera a tutti coloro che risultano residenti nella citt e non abbonati. Ci prova.

Si potrebbe non avere un televisore: come si dismette?


Sbarazzandosene. Oppure si deve chiederne il suggellamento.

Che cos il suggellamento?


C una cartolina nel libretto che fornisce le indicazioni. E sono molto complicate. Evase le procedure, mandato una raccomandata AR, spedito un vaglia postale di 5,16 euro al S.A.T. (fino a due anni fa si chiamava Urar tv), dovrebbero venire due fun-

Ma almeno si pu vendere o regalare il televisore?


Si, in questo caso bisogna dare disdetta entro il 31 dicembre, inviando lapposita cartolina che sta nel libretto di abbonamento, unitamente a una dichiarazione di ricevuta del nuovo possessore e a una fotocopia della

Come ci si sbarazza del televisore?


Bisogna buttarlo via e dare disdetta entro il 31 dicembre tramite racco-

Le case di riposo devono pagare il canone di abbonamento speciale?


S. Sono tenute a corrisponderlo, esonerando cos i propri ospiti dal pagamento di quello ordinario.

PREZZI TANDEM, NELLE AREE DI DIFFUSIONE INDICATE SUL GIORNALE LOCALE; 1 CON LA VOCE DI MANTOVA, PRIMO PIANO MOLISE, LATINA OGGI; 1,20 CON LA GAZZETTA DEL MEZZOGIORNO, IL CORRIERE DI ROMAGNA, IL CORRIERE MERCANTILE,

Dopo un confronto tra la Rai e il ministero dello Sviluppo Economico si deciso di rinunciare a riscuotere un canone Rai per il possesso di pc, tablet e smartphone. Il progetto aveva scatenato polemiche e molte proteste in Rete. Ma che cos il canone Rai?

LA GAZZETTA DEL LUNEDI. PREZZI ESTERO: FRANCIA, MONACO P., SVIZZERA FRANCESE FRS. 3,00; SVIZZERA TEDESCA FRS. 3,00.

IL MIGLIOR MOTORE DI RICERCA PER TUTTI I SITI CHE VUOI VISITARE.

2,00; IRLANDA

2; SLOVENIA

1,34; C. TICINO FRS. 3,00;