Sei sulla pagina 1di 68

La storia Lo sport

Il giornale sull’iPad
Putin, spot shock Ibra, niente Juve
“Votare per me
come fare l’amore”
Dietro le quinte dell’Oscar il Milan si ribella
“Una ingiustizia”
NICOLA
LOMBARDOZZI
oggi alle 19 su RSera ANGELO CAROTENUTO
E ENRICO CURRÒ

Fondatore Eugenio Scalfari Direttore Ezio Mauro ven 24 feb 2012

1 2 www.repubblica.it
Anno 37 - Numero 46   1,50 in Italia CON LIBRO “CAPIRE LA SCIENZA”   2,50 venerdì 24 febbraio 2012
SEDE: 00147 ROMA, VIA CRISTOFORO COLOMBO, 90 - TEL. 06/49821, FAX 06/49822923. SPED. ABB. POST., ART. 1, LEGGE 46/04 DEL 27 FEBBRAIO 2004 - ROMA. CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÀ: A. MANZONI & C. MILANO - VIA NERVESA, 21 - TEL. 02/574941. PREZZI DI VENDITA ALL'ESTERO: AUSTRIA, BELGIO, FRANCIA, GERMANIA,
GRECIA, IRLANDA, LUSSEMBURGO, MALTA, MONACO P., OLANDA, PORTOGALLO, SLOVENIA, SPAGNA € 2,00; CANADA $1; CROAZIA KN 15; EGITTO EP 16,50; REGNO UNITO LST 1,80; REPUBBLICA CECA CZK 64; SLOVACCHIA SKK 80/€ 2,66; SVIZZERA FR 3,00 (CON D O IL VENERDÌ FR 3,30); TURCHIA YTL 4; UNGHERIA FT 495; U.S.A $ 1,50

Salta la seduta al Senato. Stamattina il decreto sul fisco. Bersani da Monti: non puoi decidere tutto da solo. Camusso: nuovi ammortizzatori dal 2017 R2

Emendamenti, lo stop del Colle Dal flogisto


ai neutrini
così la scienza
Scontro sulle liberalizzazioni. Buco nel bilancio, ipotesi di un anticipo Irap vive di errori
I DESIDERI IMPOSSIBILI ALTAN
IL TERMOMETRO ELENA DUSI

EZIO MAURO
MASSIMO GIANNINI
UTTI i giornali ieri scrivevano che nel-

T l’incontro con il Presidente del Consi-


glio Monti – mentre il Paese cerca una ELLA parentesi tecnocratica in cui è rac-
strada per uscire dalla crisi finanziaria – Silvio
Berlusconi ha chiesto “garanzie” sulla Rai e
sulla giustizia. Avremmo due domande per il
N chiusa la democrazia italiana, il Quirinale
è il termometro che misura la temperatu-
ra dei rapporti tra un governo “strano” e una mag-
Cavaliere: a quale titolo pretende queste ga- gioranza anomala. L’aspro comunicato di Gior-
ranzie e con quale faccia? Mentre la richiesta gio Napolitano segnala che la febbre non è mai
a Monti di intervenire sulla giustizia serve con stata così alta. Liberalizzazioni e riforma del mer- L’ERRORE più gran-
ogni evidenza a tenere sotto pressione la ma-
gistratura, proprio quando i nodi processuali
dell’ex Premier stanno arrivando al pettine, la
cato del lavoro sono un banco di prova esiziale.
SEGUE A PAGINA 39 «È de della mia vita» di-
ceva Einstein della
costante cosmologica, un ter-
Rai è tutt’uno con la concezione del potere – mine introdotto nelle sue equa-
politico, mediatico, economico e imprendi-
toriale – che anima il Cavaliere fin dalla disce-
SAN PIETRO FERMA L’ICI zioni per dare equilibrio all’uni-
verso. Ma se lo scienziato avesse
sa in campo. atteso gli esperimenti degli anni
CURZIO MALTESE
Quali “garanzie” va cercando Berlusconi, ’90, avrebbe scoperto di avere
adesso che non guida più l’esecutivo e che il torto. Perché la costante cosmo-
Consiglio di amministrazione Rai sta per sca- E RIFORME in Italia si fermano sempre sul- logica è oggi considerata predi-
dere? Può davvero ragionevolmente pensare
che Monti insedi una governance bolscevica a
viale Mazzini? O non teme piuttosto che la Rai
L la soglia di San Pietro. Per chi vuole cambia-
re un Paese immutabile, arriva sempre il
momento in cui la Chiesa suona la campanella di
zione del tutto corretta. Anche
per gli scienziati di Opera che
hanno trovato un connettore
si avvii a essere un’azienda normale, senza il fine ricreazione. Stavolta è arrivato presto. La ful- male avvitato e un orologio non
guinzaglio dei partiti (il suo in primo luogo) al minea sparizione dell’Ici (o Imu) sui beni eccle- sincronizzato nel loro esperi-
collo? È bene che di tutto questo si parli alla lu- siastici dal decreto del governo è un brutto segna- mento e che dovranno rimette-
ce del sole, senza patti inconfessabili e richie- le per quanti speravano nel riformismo di Monti. re in discussione le misurazioni
ste irricevibili. Siamo noi cittadini, infatti, che SERVIZI DA PAGINA 2 A PAGINA 11 SEGUE A PAGINA 38 sui neutrini più veloci della luce,
chiediamo garanzie a Monti sulla Rai, e ne ab- vale oggi la didascalica massima
biamo pieno titolo, come utenti del servizio di Giulio Verne in Viaggio al cen-
pubblico e come “proprietari” di un’azienda tro della terra: «La scienza ragaz-
che spende denaro dei contribuenti. Natural- Al primo posto il capo della polizia con 620mila euro. Ai presidenti delle Authority 475mila zo mio è fatta di errori. Ma sono
mente non vogliamo ribaltoni politici. Ma errori utili perché passo dopo
chiediamo semplicemente al governo di di-
sarmare la Rai, ancora in pieno assetto da
guerra berlusconiano anche dopo la caduta
del sovrano, di farla agire in una vera concor-
renza con Mediaset dopo gli anni del padrone
Manager di Stato, ecco i super-stipendi passo ci portano alla verità». Lo
stesso Antonio Ereditato, re-
sponsabile di Opera, ieri com-
mentava: «Di quei problemi ne-
gli strumenti ci siamo accorti da
unico, di farla rispondere alle logiche del mer- ROMA — Con 620 mila euro il ca- soli». Se è vero che sbagliando la
cato (riprendendo gli epurati che fanno au- Berlusconi: Mario un borghese come me “Mi avete rovinato l’immagine” po della Polizia Antonio Manga- conoscenza ha fatto i suoi pro-
dience) e dunque di liberarla dalla servitù alla nelli è in cima alla lista dei redditi gressi (e qualche scienziato è ar-
politica. Bossi: con Silvio Note spese allegre dei “super-manager”, consegna- rivato al Nobel), resta anche in-
Queste sono le vere garanzie – mercato, li- ta ieri alla Camera. Dall’elenco ri- discusso che fra errore e scivolo-
bertà, concorrenza, autonomia – che Monti è rottura totale Rositani restituisce sulta che i presidenti delle Autho- ne la differenza non è da poco.
deve dare alla luce del sole sulla Rai. Con ur-
genza. Se non vuole essere tecnico a metà.
ormai sta col premier la carta di credito Rai rity guadagnano 475 mila euro.
CUZZOCREA E LAURIA
ALLE PAGINE 43, 44 E 45
CON UN ARTICOLO
© RIPRODUZIONE RISERVATA CUSTODERO A PAGINA 15 Umberto Bossi CAPORALE A PAGINA 17 ALLE PAGINE 12 E 13 DI MARCO CATTANEO

Il caso Inchiesta italiana

Consumi boom e volontariato La cocaina anti-stress


il single è già oltre la crisi usata da medici e idraulici
VERA SCHIAVAZZI PAOLO BERIZZI
“Mai alla Banca Mondiale”
IMENTICATE i pregiudi- ICHELE viaggia tutta la

D zi. Chi vive solo per scelta


non assomiglia alle pro-
tagoniste dei romanzi di Jane Au-
Gates: ci salverà
solo l’agricoltura
M settimana col Tir dalla
Brianza a Monaco di
Baviera. Luca è chef e prepara
sten, dove a 25 anni una donna catering per 200 persone nelle
era già zitella, né al nevrotico Mi- ville venete. Giuseppe, murato-
chael Fassbender di “Shame”. In re cottimista, costruisce case. Il
alcune grandi città del Nord, co- problema è che tira su molto al-
me Milano (dove a vivere solo è il tro. Come Gaetano, infermiere
43% dei cittadini), i single sono strumentista in un ospedale di
già la categoria più numerosa, e Milano: lui sniffa prima di entra-
si attende il record di 8 milioni di re in sala operatoria.
single registrati nel 2011. A PAGINA 21 SEGUE
SEGUE A PAGINA 27 ALLE PAGINE 28 E 29
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 LA CRISI FINANZIARIA
ECONOMIA
■2

Le misure
Decreti, richiamo di Napolitano
“Stop a modifiche fuori tema”
e sulle liberalizzazioni è scontro
Monti: basta arretramenti. Casini: potremmo votare no
UMBERTO ROSSO il testo in aula se il testo sulle li- arrivata quasi a sorpresa e che ha dello Stato, «dopo le sue parole il IL MONITO
beralizzazioni «viene modificato spiazzato i partiti. Qualche ma- Milleproroghe rischia di essere Il presidente
ROMA — Napolitano richiama il al ribasso». Un clima che preoc- lumore nel Pd, fra i deputati in un decreto nullo, e il presidente Napolitano è
Parlamento: basta con gli emen- cupa Napolitano. La carica degli Transatlantico il timore che l’al- potrebbe anche non firmarlo». chiamato a
damenti “fuorisacco”, che fini- emendamenti al Milleproroghe, tolà del capo dello Stato finisca Eventualità, per la verità, molto firmare il
scono per stravolgere i decreti. spiega, avrebbe dovuto trovare per assumere il valore di un voto remota. Visto anche che lo stesso testo del
Una lunga lettera di rilievi, che il «una corretta collocazione in un a scatola chiusa al governo. Da Di presidente della Repubblica nel- decreto, ma
capo dello Stato spedisce a Mon- distinto apposito decreto legge». Pietro, stavolta, grande soddisfa- la sua lettera ricorda di non di- avverte: c’è il
ti e ai presidenti delle Camere, e Da qui la dura lettera di richiamo, zione per l’intervento del capo sporre del potere di un rinvio rischio che la
che Fini legge in aula subito dopo «parziale» della legge, solo sui Corte
l’approvazione del Milleproro- ELLEKAPPA punti ritenuti estranei al provve- costituzionale
ghe incassata dal governo grazie dimento. Può solo emanare il de- possa
al voto di fiducia. Proprio il de- creto o rimandarlo indietro. Sul annullarlo,
creto è entrato nel mirino del ca- come ha già
po dello Stato, che adesso è chia- fatto qualche
mato a firmare il testo, ma che av- Una lunga lettera giorno fa con
verte: c’è il rischio che la Corte inviata dal capo norme della
costituzionale possa annullarlo, legge del
come ha già fatto qualche giorno dello Stato 2010
fa con alcune norme della legge ai presidenti
del 2010, giudicate appunto delle Camere
«estranee alle finalità del testo».
Napolitano, nella sua lettera, ri-
corda di essere intervenuto già tavolo del Colle l’esame non po-
varie volte sul punto. Una lettera trà che essere complessivo, «evi-
al governo Berlusconi, esatta- tando una decadenza di tutte le
mente un anno fa, e una missiva disposizioni, comprese quelle
analoga ancora prima a Prodi. condivisibili e urgenti, qualora la
Adesso anche a Monti. Come a rilevanza e la portata di queste ri-
dire che il Quirinale si muove con sultino prevalenti».
equilibrio e le polemiche solleva- © RIPRODUZIONE RISERVATA
te da un’ala del centrodestra sul
trattamento di favore concesso a
Monti sono smentite dai fatti. Il
capo dello Stato sottolinea dun- Il retroscena Scattano gli aumenti delle sigarette, niente cambiamenti per gli “esodati”
que di aver sollecitato una «rigo-
rosa delimitazione degli even-
tuali emendamenti, secondo un
criterio di stretta attinenza alle fi-
nalità e al contenuto originario
Milleproroghe, via libera con la fiducia
del decreto legge». Invece, è scat-
tato il solito maxi-mercato delle
modifiche. Mettendo alla fine in
difficoltà il governo, che è ieri è
ma il governo va sotto su scuola e Rai
Il premier avverte: SILVIO BUZZANCA fisco pagando entro fine mar-
il governo non fa I punti zo e uno stop agli sfratti.
ROMA — Il governo incassa la Sono prorogati fine dell’an-
marcia indietro sul fiducia numero otto e la Ca- SIGARETTE MANIFESTI RADIO E LIBIA SFRATTI no anche gli ammortizzatori
suo provvedimento mera approva definitiva- L’aumento Salta il A Radio Sono differiti sociali per i lavoratori a pro-
bandiera mente il decreto Milleproro- sulle bionde condono delle Radicale al 31dicembre getto e delle risorse destinate
ghe. I voti favorevoli sono sta- compenserà affissioni vanno 7 2012, le in via “transitoria” alla Cig or-
ti 477, i contrari 75, gli astenu- l’esonero dalla politiche milioni, 50 in esecuzioni dinaria. Inoltre i piccoli co-
anche finito sotto due volte a ti 7. I sì arrivano da Pd, Pdl, riforma della abusive, che benefici fiscali degli sfratti muni avranno nove mesi un
Montecitorio, sia pure su ordini Terzo polo e Popolo e territo- previdenza era stato agli italiani per particolari più per associarsi e ridurre i
del giorno: uno della Lega sul ca- rio, i no da Lega e Idv. Ma l’e- per lavoratori proposto alla cacciati dalla categorie costi dei gettoni di presenza
none Rai (votato da tutti tranne il sito del voto ha innescato precoci e Camera e al Libia nel 1970 sociali dei consiglieri e per la liquida-
Pd) e uno del Pd sulle graduato- molto polemiche. Vuoi per il alcuni esodati Senato da Gheddafi disagiate zione di società partecipate.
rie degli insegnanti. richiamo di Giorgio Napolita- Il Milleproroghe prevede
Il segnale politico della lettera no sull’utilizzo dei decreti. anche 150 milioni in tre anni a
di Napolitano sembra perciò an- Vuoi perché il governo è an- favore degli esuli cacciati nel
dare in soccorso dell’azione del dato sotto due volte al mo- chiedere a Viale Mazzini un 1970 da Gheddafi e 7 milioni
governo: il messaggio ai partiti è mento di votare gli ordini del A sorpresa la elenco dei soggetti chiamati a I voti favorevoli per la convenzione di Radio
di non stravolgere i provvedi- giorno. proroga per la pagare. Anche in questo caso sono stati 477, Radicale. Un po’ a sorpresa
menti già concordati con Palaz- Palazzo Chigi è stato battu- il governo ha dato parere ne- c’è anche una norma che pre-
zo Chigi. E le preoccupazioni del to una prima volta su un scadenza della gativo e si è andati al voto. In i contrari, di Lega vede una proroga per la sca-
capo dello Stato riguardano, in- emendamento presentato richiesta dei questa votazione a sostegno e Idv, sono stati 75, denza della richiesta dei rim-
direttamente, anche il provvedi- dal democratico Antonino rimborsi elettorali di Palazzo Chigi si è schierato 7 gli astenuti borsi elettorali relativi al rin-
mento-bandiera dell’esecutivo, Russo e riguardante l’inseri- solo il Partito democratico, novo del Consiglio regionale
che rischia di precipitare nella mento in fascia aggiuntiva al- contro tutti gli altri. Il risulta- del 16 e 17 ottobre scorso.
palude degli emendamenti. Sul- le graduatorie in esaurimento 257 sì 213 no e 6 astenuti. to, scontato, è stato di 303 vo- con le nuove regole di rima- Ma vi è chi pensa che queste
le liberalizzazioni infatti sale pe- entro l’anno scolastico 2012- Poco dopo la scena si è ripe- ti a favore del documento le- nere anni senza pensione. norme non vedranno mai la
ricolosamente lo scontro, dopo 2013 dei docenti che si sono tuta su un emendamento ghista e 163 contrari. Non vi è neanche il condono luce. Antonio Borghesi, Idv, è
la brusca frenata in Senato su taxi abilitati tra il 2008 e il 2011. Il presentato dal leghista Davi- Il governo alla fine ha incas- sulle affissione abusive dei convinto che il Milleproroghe
e le farmacie. Monti avvisa: «Il governo aveva dato parere de Caparini che impegna il sato anche il voto sul provve- manifesti da parte dei partiti «è già di per sé nullo alla luce
governo sul decreto non fa mar- negativo chiedendo a Russo governo a fare chiarezza sul dimento. Un provvedimento politici. Una norma che era della lettera comunicata dal
cia indietro. Non potremo acco- di ritirare l’ordine del giorno. pagamento del canone Rai. In che però non contiene gli at- stata cancellata al Senato. presidente della Repubblica»
gliere tutte le modifiche, soprat- Ma il deputato democratico pratica il leghista chiedeva al tesi ritocchi sulle pensioni de- Vi sono invece norme sul- e «non escluso che lo stesso
tutto se rappresentano un arre- ha detto no. Pd, Idv e Lega governo, dopo le recenti pole- gli “esodati”, i lavoratori che l’aumento delle sigarette per presidente possa bloccare la
tramento». Pd e Pdl trattano. Ca- hanno votato a favore; Pdl, Fli miche sul canone da pagare hanno già concordato l’usci- pagare le pensioni, sulla pos- pubblicazione della legge».
sini però minaccia di non votare e Udc contro. Risultato finale dai possessori di tablet, di ta dal lavoro ma che rischiano sibilità di chiudere le liti con il © RIPRODUZIONE RISERVATA
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012
@ PER SAPERNE DI PIÙ
www.palazzochigi.it
www.senato.it
■3

Sui tassisti, il testo a favore dei Critiche delle opposizioni sulle


Comuni era stato concordato norme che riguardano banche
tra Pd, Pdl e governo e assicurazioni: troppo soft

IL DOSSIER. Le misure del governo

La riforma
Taxi, farmacie, professionisti
è qui che si è arenato il decreto
VALENTINA CONTE
Emendamenti in alto mare. Avvocati, sciopero di 7 giorni
Tensioni e malumori L’indice della libertà economica (La classifica misura da 1 a 100, il livello di liberalizzazione dei mercati)
accompagnano l’iter parlamentare
DANIMARCA FINLANDIA
del decreto sulle liberalizzazioni,
tra veti di lobby e stop dei partiti. In CANADA REGNO UNITO
ESTONIA
commissione Industria del Senato IRLANDA

ieri è arrivata la proposta di PAESI BASSI


STATI UNITI CIPRO
governo e relatori di modifica LUSSEMBURGO
all’articolo 36, quello sui taxi, ed è BAHRAIN MACAO
TAIWAN
SVIZZERA
stata subito bagarre. Sospesa la HONG KONG
seduta di voto mattutina dopo pochi ITALIA
minuti, rinviate le due successive e SINGAPORE
quella di questa mattina.
Scintille destinate a proseguire AUSTRALIA
anche nel fine settimana. Su 8 MAURITIUS
emendamenti concordati con il CILE
governo, 6 sono passati, 2 sospesi Fonte: Heritage Foundation, NUOVA ZELANDA
(taxi e tribunale delle imprese). Wall Street Journal (2012)

PROSEGUE il braccio di ferro sui nodi più 3.500. Le nuove licenze - altro punto su cui PROFESSIONI za illecito disciplinare per il professionista
discussi del Cresci-Italia: taxi, farmacie, si cerca un accordo - sarebbero riservate Altro capitolo che scotta. Ancora da che si rifiuta. Così come verrebbe meno la
professionisti, separazione Eni-Snam per “quote” a farmacisti collaboratori, ti- stendere, con lo sciopero degli avvocati al- nullità delle clausole che si richiamano ai
(forse riscritta), tribunali delle imprese (si tolari di farmacie rurali, titolari di para- le porte. I nodi da sciogliere sono due: ta- “parametri”. In caso di società professio-
attende la relazione della commissione farmacie. Questi ultimi avrebbero la pos- riffe e preventivo. Se ne aggiunge un terzo, nali, la partecipazione dei soci di capitale
Bilancio). La soddisfazione delle associa- sibilità di vendere anche i farmaci veteri- le società di capitale, eredità della legge di non può superare il 25%.
zioni dei consumatori per le modifiche su nari e quelli di fascia C (che saranno “de- Stabilità di novembre. Confermata l’abro-
mutui e conti correnti (nonostante alcune listati” da Aifa e ministero della Salute tra gazione definitiva delle tariffe, ma si pre- ASSICURAZIONI
ombre), non placa le critiche di cedimen- quelli a disposizione delle farmacie) an- vede un regime transitorio di 120 giorni Gli automobilisti virtuosi pagheranno
to alle lobby, da una parte, e di forte scon- che nei centri sotto i 12.500 abitanti. Aper- per le liquidazioni dei tribunali, in attesa la stessa tariffa Rc auto in tutta Italia, sen-
tento delle categorie toccate, dall’altro. Gli ture sulla proposta del Terzo Polo di in- dei nuovi parametri. Resta anche il pre- za differenze Nord-Sud. Una novità del-
avvocati sono sul piede di guerra e annun- trodurre nelle prescrizioni i farmaci mo- ventivo scritto, obbligatorio dietro richie- l’ultima ora che si affianca alla stretta, già
ciano uno sciopero di 7 giorni, dal 15 al 23 nodose. sta del cliente, ma sarà di massima e sen- votata, sulle truffe alle assicurazioni: nien-
marzo. Si rischia l’empasse politico. te più rimborsi facili per i col-
pi di frusta, carcere fino a 5
TAXI anni per chi simula danni al-
Il testo della discordia, risultato l’auto e alla persona, inter-
dell’accordo tra governo e relatori, vento di polizia e prefettura se
I rilievi Bubbico (Pd) e Vicari (Pdl), è stato il- si gira senza polizza. Ma an-
lustrato ieri mattina in commissio- che nuove banche dati anti-
Sottopongo alla ne in una seduta lampo, subito so-
spesa. La soluzione è giudicata un
frode (anagrafe danneggiati-
testimoni), certificato di ri-
vostra attenzione - passo indietro clamoroso, una vit- schio inviato solo online, nes-
in spirito di leale toria netta dei tassisti. Le nuove li-
cenze, recita l’emendamento an-
sun taglio sul risarcimento
(30%) se l’auto è riparata
collaborazione cora da votare, torna in capo a Co- presso l’officina di fiducia e
istituzionale - la muni e Regioni. Saranno i sindaci, non quella convenzionata.
veri dominus, a stabilire se servono
necessità di altre auto bianche. La nuova Auto- BANCHE
attenersi, nel rità dei trasporti viene di fatta svuo- Le misure passate, secon-
tata. Il suo parere obbligatorio non do alcuni senatori (Idv e Le-
valutare sarà vincolante e potrà ricorrere al ga), costituiscono solo un
gli emendamenti, Tar qualora i sindaci non si attengo- vantaggio apparente. Il con-
no, senza motivazioni valide, ai suoi to corrente per l’accredito
a criteri di stretta suggerimenti. Cancellate le doppie della pensione fino ai 1.500
attinenza licenze e il servizio fuori dal Comu- euro ha zero «spese di aper-
ne sarà possibile solo previo accor- tura e gestione», ma per i cri-
do del sindaco con il territorio. tici costerà per tutti gli altri
servizi “extra”. Le commis-
FARMACIE sioni azzerate per chi fa il pie-
L’emendamento non è ancora no di benzina pagando con le
pronto e si teme un altro dietro- carte (fino a 100 euro) sareb-
front. Le frizioni, su cui si è a lungo be a tempo. In effetti, durerà
mediato ieri, ruotano attorno al fino a quando l’Abi non fis-
“quorum”. Il decreto prevede la serà i contorni del conto cor-
possibilità per le Regioni di mette- rente di base (entro settem-
re a bando 5 mila nuove farmacie: bre). Critiche anche sul con-
una ogni 3 mila abitanti. Rapporto nubio mutuo-polizza. Il
che il Pdl, raccogliendo le sollecita- cliente può reperire sul mer-
zioni di Federfarma, vorrebbe fre- cato un’assicurazione meno
nare a 3.800. Il compromesso po- cara delle due presentate dal-
trebbe essere raggiunto con la so- le banche. Ma non si spezza il
glia di 3.300 (10% in meno di nuove connubio.
aperture), ma si discute anche su © RIPRODUZIONE RISERVATA
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 LA CRISI FINANZIARIA
POLITICA INTERNA @ PER SAPERNE DI PIÙ
www.camera.it
www.repubblica.it
■4

Il retroscena

CARMELO LOPAPA
ROMA — Il richiamo del Colle
contro gli stravolgimenti dei de-
creti piomba nel tardo pomerig-
gio su una Camera già in aritmia
per l’ennesimo voto di fiducia. I
numeri non sono a rischio, ma il
premier Monti stavolta la incassa
con un’ombra di preoccupazione
per i 51 deputati che sembrano
evaporati dalla sua maggioranza
trasversale. I 25 assenti tra le
schiere pidielline, i 9 democratici,
i 6 del terzo polo, a Palazzo Chigi li
registrano come campanelli d’al-
larme ai quali porre rimedio e alla
svelta. E gli incubi del Professore si
materializzano pochi minuti do-
po, quando per due volte l’esecu-
tivo va sotto, non solo su un ordi-
ne del giorno leghista, ma anche
su quello successivo del democra-
tico Antonino Russo sulla scuola.
Tutto questo avviene nel gior-
no in cui il governo sembra soc-
combere, ancora, sotto i colpi del-
La tenaglia Colle-Monti agita la maggioranza
le lobby. Il testo delle liberalizza-
zioni Monti non intende stravol-
gerlo e lo ripete ai leader che in-
contra, da Rutelli a Bersani, come
ai suoi ministri: «Io sono il presi-
dente di un governo tecnico e un
“Non si va avanti a decreti blindati e fiducie”
governo tecnico non tratta su ogni
singolo provvedimento, quella è
prerogativa di un governo politi-
E il premier avverte: “Un governo tecnico non tratta su singole misure”
co». Ma è la lettera sferzante di Na-
politano a far crescere la tensione
a fine giornata. In Transatlantico, testo dovrà essere blindato con la
subito dopo la lettura da parte di
Hanno detto fiducia quando approderà mer-
Il Professore vuole
Fini in aula, si formano capannel- scendere in campo coledì in aula al Senato. Ancora
li. I più amareggiati sono i deputa- una volta. Ma inevitabile. «È un
ti Pd. Lettera ineccepibile sotto il direttamente sulle provvedimento che rompe gli in-
profilo del dettato costituzionale, liberalizzazioni: in teressi comporativi, sarà decisivo
commentano autorevoli dirigenti gioco la credibilità per la credibilità stessa del gover-
democratici, «ma non si può pen- no e per il completamento dell’a-
sare di passare dal decreto blinda- genda» avverte la paladina rutel-
to alla ratifica con fiducia, per ogni liana delle liberalizzazioni, Linda
provvedimento». Reazione pole- Lanzillotta. Perché è vero che il Pdl
mica che più che al capo dello Sta- PASSERA CATRICALÀ CASINI REPUBBLICA.IT in commissione è schierato in di-
to è rivolta proprio a Mario Monti Il ministro dello Il sottosegretario Il leader Udc e il Il fesa dei professionisti e che il Pd
e al suo governo. I pidiellini sono Sviluppo spinge per nutre invece dubbi terzo polo contro le videocommento abbia altri dubbi sulle farmacie.
sulla stessa linea. Il fatto è che tra lo scorporo sullo scorporo modifiche al dl di Massimo Ma è altrettanto vero che non
l’incudine del Quirinale e il mar- immediato Eni-Snam immediato liberalizzazioni Giannini mancano le divergenze anche
tello dei voti di fiducia del gover- della rete dentro il governo, per altro sul ca-
pitolo economicamente più pe-
sante come lo scorporo della rete
Sbotta il pd Giaretta Chi ha incontrato Mario Monti rare le somme in prima persona della nostra credibilità». Non solo. rebbe impossibile imporre ai sin- gas Snam-Eni. Ai dubbi del sotto-
“Non siamo il in una giornata frenetica, aperta sul capitolo scottante delle libera- Il timore di fondo che adesso sta dacati l’amaro calice se il governo segretario alla Presidenza Anto-
dai 40 minuti di colloquio con Ru- lizzazioni. «Nella lettera di intenti prendendo piede è che il naufra- dovesse dimostrarsi incapace di nio Catricalà si oppone il ministro
Parlamento delle telli e conclusa dal faccia a faccia dei dodici capi di governo europei gio del decreto e la vittoria delle imporne uno altrettanto amaro a per lo Sviluppo Passera che ha fat-
lobby, il governo con Bersani passando per il bila- le liberalizzazioni sono elemento lobby faccia colare a picco anche professionisti, assicurazioni e to di quel passaggio una delle sue
aveva detto sì” terale col premier spagnolo Ma- centrale per la crescita, non pos- il già precario vascello della rifor- banche. priorità. Anche per questo Monti
riano Rajoy, lo ha trovato «deter- siamo fare marcia indietro — ha ma del lavoro e dell’articolo 18. Il fatto è che — dopo le corre- ha deciso che è giunto il momen-
minato». E intenzionato a questo spiegato l’inquilino di Palazzo Tanto Monti quanto il ministro zioni che Monti cercherà di im- to di intervenire.
no, i tre soci della maggioranza punto a «scendere in partita» e ti- Chigi ai suoi interlocutori — Ne va Fornero hanno ben chiaro che sa- porre in queste ore al decreto — il © RIPRODUZIONE RISERVATA
non ci stanno a passare per quelli
che assaltano la diligenza, ad ogni
provvedimento a tiro. E nemme-
no — soprattutto in casa Pd — per L’intervista Cesare Damiano, ex ministro del Lavoro pd: “Altrimenti si svuota la funzione parlamentare”
i conservatori nemici delle libera-
lizzazioni. «Non siamo il Parla-
mento che protegge le lobby e lo-
ro il governo che vuole contrastar-
le — sbotta in serata il senatore
“Non prendiamo tutto a scatola chiusa
Paolo Giarretta, coordinatore del-
le commissioni economiche del
Pd — Diciamolo: su tassisti e far-
correggiamo anche i testi dell’esecutivo”
macie, gli emendamenti sono
passati col consenso del gover-
no». Sotto accusa finiscono i sot- GIOVANNA CASADIO del gioco parlamentare. Ovvio no nei prossimi due anni il dirit- schia di svuotare la funzione
tosegretari che in commissione che ci vuole discernimento e to alla pensione, escludendo dal parlamentare?
Industria stanno seguendo il maxi ROMA — «Non possiamo pren- saggezza. Per quanto mi riguar- computo la cosiddetta finestra «Non c’è dubbio che questo ri-
testo sulle liberalizzazioni: Clau- dere a scatola chiusa ogni decre- da non rinuncerò mai a utilizza- mobile e l’aggancio all’aspettati- schio ci sia. Ripeto, noi non pos-
dio De Vincenti allo Sviluppo eco- to». Cesare Damiano, ex mini- re tutti gli strumenti per emen- va di vita». siamo accettare a scatola chiusa
nomico, Guido Improta alle Infra- stro del Lavoro, “gauchista” del EX MINISTRO dare alcuni provvedimenti». Ma l’invito del capo dello Sta- i provvedimenti del governo
strutture. Ai ripari Monti decide Pd, non è tipo da giri di parole. Cesare Può fare qualche esempio to è giusto o sbagliato? Monti. Il richiamo del capo dello
così di correre in prima persona. Il Il richiamo del presidente Damiano concreto? «Napolitano coglie una con- Stato è sicuramente doveroso.
cantiere sulle “lenzuolate” si fer- Napolitano ha creato malumo- «Il provvedimento sulle pen- traddizione: la tendenza cioè a Ma al tempo stesso è giusto che il
ma fino a oggi pomeriggio, prima ri nel Pd? sioni per me non è concluso e va utilizzare gli strumenti a disposi- Parlamento utilizzi gli strumen-
che la situazione precipiti. Legge-
re del nuovo stop imposto alle
norme su tassisti e farmacie, ma
anche della frenata sullo scorporo
«Credo che ci sia la tendenza
del Parlamento a utilizzare qual-
siasi decreto per emendarlo. Mi
pare abbastanza evidente. Lo si
‘‘
Il richiamo del Quirinale
è doveroso. Al tempo
quindi corretto. L’ho fatto, l’ab-
biamo fatto come Pd con emen-
damenti al Milleproroghe. Ora
chiederemo al governo un prov-
zione per inserire un sacco di
emendamenti. Va però detto che
ci sono già regole parlamentari
che limitano fortemente questa
ti a sua disposizione per correg-
gere i decreti».
Sono in arrivo provvedimen-
ti in cui le correzioni sono indi-
Snam-Eni sulla rete gas proprio fa anche con interventi impro- stesso il Parlamento vedimento ad hoc di correzione possibilità. Non è un caso che spensabili?
nelle ore in cui riceveva a Palazzo pri, certo. D’altra parte però non su due punti: gli accordi di mobi- molti emendamenti presentati «Se non ci sarà un accordo sul
Chigi l’“avversario” Microsoft di si possono prendere i provvedi- utilizza gli strumenti a lità sottoscritti dopo il 4 dicem- siano stati giudicati inammissi- tema del mercato del lavoro è
un tempo, Bill Gates, raccontano
sia stato un brutto colpo per l’ex
commissario europeo antitrust.
menti a scatola chiusa. È abba-
stanza evidente che non lo si
possa fare con i decreti. Fa parte ,,
sua disposizione bre 2011; la possibilità di utiliz-
zare il vecchio sistema pensioni-
stico per coloro che matureran-
bili per estraneità di materia».
Passare dai decreti del gover-
no alla fiducia in Parlamento ri-
evidente che l’azione parlamen-
tare sarà impegnativa».
© RIPRODUZIONE RISERVATA
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 IL GOVERNO
POLITICA ALLA PROVA
INTERNA
■6

Lo scontro
Fornero: “Sul lavoro cerco l’intesa”
sindacati all’attacco: mancano i soldi
Camusso: nuovi ammortizzatori sociali tra cinque anni
ROBERTO MANIA sità», usando le parole della For- dito (tra cigs e mobilità) fino a na male il sistema della forma- DISCUSSIONI
nero. Insomma mai più accordi maturare i (vecchi) requisiti per zione. Nuovo round tecnico Il presidente
ROMA — Il ministro del Welfare, come quelli per la ristrutturazio- il pensionamento. Una riforma martedì prossimo, giovedì si farà del Consiglio
Elsa Fornero, dice che il governo ne dell’Alitalia che ha previsto «fredda», come ha detto il segre- il punto. Mentre slitta l’inizio del Mario Monti
punta «con determinazione» al- sette anni di cassa integrazione tario dell’Ugl, Giovanni Centrel- confronto sull’articolo 18. Lu- con il
l’accordo con sindacati e impre- straordinaria o dell’Alenia con la, che sembra difficile calare nedì la Cgil riunisce il Direttivo. segretario del
se sulla riforma del mercato del ben nove anni di sostegno al red- nella realtà italiana dove funzio- © RIPRODUZIONE RISERVATA
Pd Pierluigi
lavoro, ma le distanze tra le parti Bersani
rimangono inalterate. L’incon- “Senza
tro di ieri al ministero si è infatti l’accordo con
concluso con un sostanziale le parti sociali
nulla di fatto. L’unica novità ri- il Partito
guarda i tempi dell’entrata in vi- democratico
gore della riforma: non più nel valuterà
2013 bensì, gradualmente, nel se votare la
2017. Senza un incremento del- riforma sul
le risorse per i nuovi ammortiz- lavoro”
zatori sociali resta il giudizio ne-
gativo soprattutto dei sindacati
sul progetto della Fornero. «È
impossibile fare una riforma che LA CRISI DI CL
punti ad allargare la platea dei la- Sull’Espresso in edicola oggi,
voratori interessati, lasciando il Comunione e liberazione fa i
compito di finanziarla ai soli conti con le difficoltà di
contributi sociali», ha detto il Formigoni in Lombardia. E
leader della Cgil, Susanna Ca- stringe nuovi rapporti d’affari
musso. Duro anche il segretario
della Uil, Luigi Angeletti: «Non
potremo mai accettare un siste- A dividere anche il “manifesto di Parigi” che il leader firmerà con Ps e Spd
ma che peggiori le attuali tutele». La polemica
In pressing per l’accordo si è
mosso il segretario del Pd, Pier
Luigi Bersani, che quasi in con-
temporanea con il negoziato, ha
incontrato il premier Mario
Monti. «Ho detto che bisogna fa-
Pd, dai filo-Monti stop al segretario
“Il nostro sostegno sia senza ombre”
re ogni sforzo per l’accordo e cre-
do che Monti mi abbia compre-

Il segretario della
Cgil: “Qualcuno
vuole fare le non possiamo certo tenere il go- ture tra i “full Monti” e i bersania- remo di incaprettarci sarà sempre tempi, con «i supermarket che
GIOVANNA CASADIO
riforme tagliando verno a bagnomaria». Clima teso ni. Veltroni e tutta la minoranza troppo tardi», si sfoga Roberto vendono croste di formaggio a di-
le prestazioni” ROMA — Dopo tre ore di riunio- nel Pd, voci di scissioni che - dice sostengono che «così si fa haraki- Giachetti. Michele Meta chiede di mensione delle tasche dei pen-
ne, Antonello Giacomelli, che è il segretario - sono, come al solito, ri». Paolo Gentiloni è durissimo: «fare il tagliando al partito», non sionati», come replica Bersani)
stato capo della segreteria quan- fatte circolare ad arte. Però non si «Monti non è il governo Bado- proprio un congresso (che sareb- però qualcosa di molto simile.
so», ha dichiarato uscendo da do Dario Franceschini guidava il possono minimizzare le spacca- glio», ripete. «Quando la smette- be incomprensibile di questi Perché «c’è un delirio su tutto»,
Palazzo Chigi. Pd, lancia un tweet che riassume dalla legge elettorale («Sono osti-
Il ministro Fornero ha ribadi- gli umori sull’ultimo scontro de- le alle bozze che circolano nel Pd»,
to l’obiettivo della sua riforma e mocratico: «Dal patto di Vasto al s’indigna Parisi) al “manifesto di
gli strumenti con i quali intende manifesto di Parigi. L’evoluzione Parigi” , ma soprattutto su artico-
realizzarla. Al posto dell’attuale è stata notevole. Quella geografi- lo 18 e riforma del lavoro. Beppe
sistema di ammortizzatori so- ca, intendo». Perfidia di un catto- Fioroni, per dire, deve scrollarsi
ciali che distingue tra lavoratori licodemocratico. Il “manifesto di l’accusa di essere pronto all’ab-
in base alle dimensioni dell’a- Parigi”- com’è stato ribattezzato braccio con i centristi dopo avere
zienda, al settore di appartenen- dall’Unità - è l’intesa tra Bersani, incontrato Passera («Ma era per
za, all’età e anche al territorio, il Hollande (Ps) e Gabriel (Spd) per parlare di Civitavecchia»). Tutta-
governo punta a un modello con una sorta di programma social- via aggiunge: «Stiamo commet-
due pilastri uguali per tutti, dal- tendo errori, perché siamo diven-
l’operaio dell’industria al para- tati complicatori, invece che faci-
subordinato: una cassa integra- Franceschini: “Non litatori dell’intesa tra governo e
zione con la quale gestire le crisi possiamo certo parti sociali e così indeboliamo il
aziendali e un sussidio di disoc- paese». I veltroniani parlano di
cupazione. Niente più cassa in- essere noi a tenere appiattimento sulla Cgil, che non
tegrazione straordinaria, cassa il governo a piace affatto neanche al vice Enri-
in deroga, indennità di mobilità, bagnomaria” co Letta.
mobilità lunga e le varie versioni Bersani sa bene che la messa in
dell’indennità di disoccupazio- mora della sua leadership è sem-
ne. Il tutto, però, senza oneri ag- democratico del XXI secolo. Una pre dietro l’angolo. La riforma del
giuntivi da parte delle casse pub- mossa che ha risvegliato le ostilità lavoro è solo la prima mina nel ter-
bliche. E con una conseguenza anti-Pse degli ex Margherita. Si reno accidentato che il Pd ha da-
che in qualche modo ha ricono- somma ai dissidi in casa Pd che gi- vanti. Però sul corteo Fiom c’è una
sciuto lo stesso ministro al tavo- rano attorno al nodo politico del- retromarcia del “gauchisti” de-
lo negoziale: «Ci diranno che ab- l’appoggio a Monti e del futuro mocratici. Bersani dichiara: «Non
biamo ridotto alcune tutele. della sinistra. partecipiamo a manifestazioni
Semmai abbiamo ridotto la ge- La riunione era quella di ieri contro il governo Monti ma se c’è
nerosità. Questo in una certa mi- mattina di Areadem, la corrente una piattaforma compatibile, sì.
sura è inevitabile perché noi né di Franceschini. Sentimento do- Vedremo la piattaforma, ne di-
oggi né domani abbiamo risorse minante l’irritazione. Irritazione scuteremo in segreteria». Stefano
in più da spendere». contro i “gauchisti” filo-Fiom ma Fassina quindi frena: «Non farò
Il ministro ha spiegato che at- anche contro Bersani e l’aut aut al nessuna fuga in avanti». Cesare
tualmente su circa 12 milioni di governo Monti sulla riforma del Damiano è pronto a ripensarci, se
lavoratori dipendenti, solo poco lavoro e la messa in scena del con- la manifestazione Fiom del 9 mar-
più di quattro sono coperti dagli flitto Veltroni/Bersani. France- zo raccoglierà gli antagonisti, i
ammortizzatori sociali. Troppo schini in riunione è esplicito: «Il no-Tav non andrà. Su Pse e Euro-
pochi. Da qui la necessità di Pd è nato per rappresentare non pa Bersani con un gruppetto Pd,
estenderli a tutti. Chiudendo la una sola parte, e il nostro sostegno ne discute a cena con Schultz.
lunga stagione della «genero- a Monti deve essere senza ombre, © RIPRODUZIONE RISERVATA
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012
@ PER SAPERNE DI PIÙ
www.governo.it
www.partitodemocratico.it
■7

Il retroscena

Il premier cerca di rassicurare Bersani


“Non voglio spaccare la maggioranza”
Il leader democratico: governance della Rai da cambiare
FRANCESCO BEI come ha rivelato egli stesso ai
giornalisti: «Ho ribadito a Monti
ROMA — L’accordo sull’articolo Prevale l’idea di che siamo di fronte alla più gran-
18 è vicino, molto vicino. Nono- Passera che sia de azienda a pieno controllo pub-
stante il fuoco di sbarramento blico e che questa governance
della Fiom e le dichiarazioni ulti- sufficiente una non è in condizioni di affrontare
mative del ministro Fornero, Ma- “manutenzione” la necessaria riorganizzazione».
rio Monti è certo che «l’intesa sia dell’articolo 18 Dunque, «nel caso si procedesse
ormai a un passo». Tanto che a con il meccanismo Gasparri, noi
questo punto l’obiettivo è chiu- non partecipiamo» alla spartizio-
dere in tempo per poterla inseri- ne. Discorsi opposti a quelli
re come il fiore all’occhiello di ascoltati da Monti al pranzo con il
quel Piano Nazionale di Riforme MONTECITORIO Pdl. A questo proposito, a colpire
che il governo italiano deve pre- L’aula della Camera il premier è stato l’atteggiamento
sentare a Bruxelles ad aprile. Nes- dei deputati del Cavaliere. Che si è presentato
suno conosce i dettagli, ma gli a palazzo Chigi accompagnato
esponenti politici che in queste po il paese inizierebbe a ribolli- stione della Rai al contrario si è di lo a palazzo Chigi che non riu- solo da Gianni Letta. «E Alfano?»,
ultime ore hanno incontrato il re». nuovo ingarbugliata. Forse im- scirà a mettere mano alla legge gli ha chiesto Monti sulla porta.
premier l’hanno trovato deter- Se sulla riforma del lavoro Ber- pressionato dal “firewall” alzato Gasparri come intendeva fare. Il «Ah non pensavo...lo chiamo su-
minato e ottimista. A dispetto sani è andato a dormire sicuro dal Pdl e da Berlusconi, Monti ha tema è stato affrontato anche nel- bito e lo faccio venire».
delle apparenze. «Non intendo che Monti abbia capito, la que- confidato a chi è andato a trovar- l’incontro con il segretario del Pd, © RIPRODUZIONE RISERVATA
spaccare la maggioranza», va ri-
petendo Monti.
Se la trattativa sull’articolo 18
con le parti sociali inizierà for-
malmente soltanto la prossima
settimana, il premier continua
infatti a tenere un canale aperto,
personale, e riservato con i leader
sindacali, anzitutto Susanna Ca-
musso. E quando il Monti ha no-
tato l’enfasi con cui la stampa
aveva evidenziato l’ultimatum
del ministro del lavoro — «serve
una buona intesa o andremo
avanti comunque» — si è affretta-
to a telefonare ieri mattina a Ber-
sani per fornire l’interpretazione
autentica della posizione del go-
verno. Non che il premier inten-

Monti mantiene
contatti coi leader
sindacali ed è
convinto che
l’intesa sia vicina

da smentire il suo ministro, piut-


tosto se ne serve per sondare il
I personaggi terreno, lasciando alla professo-
ressa torinese il compito di rom-
pighiaccio. Per poi, semmai, ri-
FRANCESCHIN cucire. Del resto che l’articolo 18
“Non sia un problema ingigantito lo
possiamo iniziano a dire anche le imprese.
certo tenere il E a palazzo Chigi ieri non sono
governo a passate inosservate le parole di
bagnomaria, Giorgio Squinzi, il candidato alla
non siano presidenza di Confindustria, per
nati per il quale l’articolo 18 «non è il pro-
questo” blema più importante». Pesano
anche le divergenze d’opinione
tra due ministri come Corrado
FASSINA Passera e Elsa Fornero. E, alla fi-
“Sul corteo ne, l’idea del ministro dello Svi-
della Fiom luppo che per la norma contesta-
del nove ta sia sufficiente una «manuten-
marzo zione» potrebbe essere quella
non farò vincente. «Il problema — ripete
fughe in Monti nei suoi ragionamenti con
avanti” i leader di partito — non è tanto
l’articolo 18 in sé, che è un simu-
lacro e ormai viene applicato a
pochi casi all’anno. Ma l’inter-
FIORONI pretazione che ne danno i tribu-
Siamo nali del lavoro».
diventati Sia Francesco Rutelli, ricevuto
complicatori, in mattinata, sia Pier Luigi Bersa-
invece che ni hanno comunque esposto a
facilitatori Monti le proprie proposte sul te-
dell’intesa ma. E il premier ha preso appun-
con le parti ti, come di consueto. Il segretario
sociali del Pd, pressato dalla sua ala sini-
stra e con la grana della manife-
stazione della Fiom alle porte, ha
GIACOMELLI insistito soprattutto sui rischi di
Ha fatto un una rivolta sociale stile Atene. «In
tweet critico un momento così grave di reces-
nei confronti sione — ha ripetuto Bersani a
del Monti — serve un messaggio di
“manifesto” unità. È il momento di tenere uni-
social- to il paese, non di dividerlo. Per-
democratico ché se procedete a una riforma
del partito senza l’accordo dei sindacati, co-
me dice Fornero, un minuto do-
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 LA CRISI FINANZIARIA
ECONOMIA @ PER SAPERNE DI PIÙ
www.ecb.int/ecb/html/index.it.html
www.imf.org
■9

L’intervento
Draghi: “Subito la riforma del lavoro
il modello sociale europeo è morto”
Il presidente Bce: liberalizzazioni priorità nella Ue
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE
FEDERICO RAMPINI
NEW YORK — Mario Draghi
chiede riforme del lavoro che
«rendano il mercato più flessibi-
le e anche più giusto di quanto è
oggi». Si riferisce ai paesi come
l’Italia dove «c’è un mercato del Protetti e non
lavoro duale, altamente flessibi-
le per i giovani che trovano con- In molti paesi c’è In futuro la crescita sarà rilan-
tratti da tre o sei mesi, altamente un mercato duale, ciata attraverso “il canale della
rigido per la parte protetta della fiducia”, ma «non è qualcosa che
popolazione dove i salari au- altamente flessibile per succederà nell’immediato». Il
mentano automaticamente con i giovani, e altamente presidente della Bce traccia una
l’anzianità, non con la produtti- precisa distinzione tra l’auste-
vità». Il presidente della Banca rigido per gli altri rity buona e quella cattiva: «E’
centrale europea scende in LAVORO buona se si riducono le tasse e la
campo proprio mentre in Italia Draghi chiede spesa pubblica, e quest’ultima si
le riforme del lavoro sono al cen- Una sola strada a Paesi come concentra nelle infrastrutture e
tro dell’agenda di governo e del- l’Italia una in altri investimenti. E’ cattiva se
lo scontro politico. Draghi rila- Stringere la cinghia riforma per si aumentano le tasse e si taglia-
scia una lunga intervista al Wall in Europa non ha favorire i
giovani
no gli investimenti».
Street Journal, dove a proposito Draghi affronta indiretta-
delle storture ed iniquità sul alternative anche se nel mente le critiche rivolte dagli
mercato del lavoro dichiara che breve periodo può americani ad Angela Merkel, ac-
«il modello sociale europeo è già RIGORE cusata di imporre la recessione
morto, se si guarda al tasso di di- frenare la crescita La politica di al resto d’Europa. Pur senza cita-
soccupazione austerità non re la Germania da sola, né la sua
giovanile in al- va sospesa cancelliera, il banchiere centra-
cuni paesi; le ma non può le descrive un’eurozona dove ci
riforme strut- sacrificare gli sono «paesi ad alto debito e bas-
turali sono ne- investimenti sa crescita, e paesi con pochi de-
cessarie per au- biti e forte crescita». E quindi os-
mentare il lavo- serva: «Non possiamo stare in
ro dei giovani». CREDITO un sistema dove tu spendi quan-
E aggiunge che Draghi ha to vuoi, e poi chiedi agli altri di
l’Europa chie- detto che sta emettere bond tutti insieme.
de le liberaliz- continuando Non si può stare in un sistema
zazioni. In la stretta dove tu spendi e io pago. Prima
quanto alle cri- al credito di spostarci verso una unione fi-
tiche rivolte al- scale dobbiamo avere un siste-
l’austerity, per ma in cui ogni paese sa reggersi
quanto ne rico- L’intervista sul sito del Wsj da solo. Questo è il pre-requisito
nosca gli effetti recessivi Draghi per la fiducia reciproca. Il cosid-
sottolinea che «stringere la cin- detto patto fiscale è un trattato in
ghia non ha alternative», perché Difesa di Berlino cui i paesi cedono sovranità na-
qualunque allentamento del ri- zionale per accettare regole co-
gore di bilancio «scatenerebbe Non possiamo avere un muni e molto vincolanti nelle
una immediata reazione dei sistema in cui tu spendi politiche di bilancio, accettano
mercati» sospingendo di nuovo una sorveglianza e accettano
al rialzo gli spread e gli interessi quanto vuoi e poi chiedi zioni vicine». A proposito di ele- sioni di risanamento dei bilanci sterity imposta ai paesi europei. che queste regole siano inserito
sui titoli di Stato. Nonostante le agli altri di emettere zioni, lo conforta però il fatto che e di riforme strutturali. C’è un Draghi ribatte a sua volta con nella loro legislazione in modo
operazioni della Bce per offrire «il numero di persone favorevo- patto fiscale europeo. Il sistema una domanda retorica: «C’è da non poter essere cambiate fa-
liquidità, “il credito resta scarso” bond tutti insieme li al default, all’inflazione o all’u- bancario sembra meno fragile, e un’alternativa al risanamento cilmente». Alla domanda su
soprattutto nei paesi più deboli scita dall’euro non sembra mag- alcuni mercati di titoli pubblici dei bilanci pubblici?» E si dà que- quale sia il primo indicatore che
dell’eurozona. gioritario in Grecia». Più in gene- si sono rianimati». Gli intervista- sta risposta: «I rapporti tra debi- consulta quando si sveglia al
Il banchiere centrale parla rale, Draghi non sente di poter tori del Wall Street Journal gli op- to pubblico e Pil erano eccessivi, mattino, Draghi risponde senza
dell’ultimo accordo per il salva- dire che la crisi dell’eurozona è pongono la critica più frequente quindi non c’è alternativa al esitazioni: “La Borsa”. La parità
taggio della Grecia, per sottoli- finita; tuttavia elenca una serie che viene mossa negli Usa (sia consolidamento fiscale, anche dell’euro lo preoccupa meno, se
neare che «ci sono ancora rischi di indicatori positivi: «C’è più dall’Amministrazione Obama se non si può negare che nel bre- la consulta, “non è al mattino
relativi alla sua attuazione, e poi stabilità sui mercati finanziari. che dai media, o anche dal Fmi), ve termine questo abbia l’effetto presto”.
ci sono probabilmente delle ele- Molti governi hanno preso deci- cioè l’effetto pro-ciclico dell’au- di frenare la crescita». © RIPRODUZIONE RISERVATA
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 LA CRISI FINANZIARIA
ECONOMIA @ PER SAPERNE DI PIÙ
www.tesoro.it
www.fiscooggi.it
■ 10

Il decreto
Spunta l’ipotesi di un anticipo dell’Irap
Fabbisogno in rialzo nei primi mesi, il Tesoro pronto a correre ai ripari
ROMA — Nel decreto fiscale è in quando finalmente gli incassi
arrivo una correzione in corsa per Nei prossimi due delle tasse sul reddito di imprese
il bilancio pubblico. Oggi il consi- mesi un deficit di e famiglie ribalteranno le neces-
glio dei ministri potrebbe con- cassa di 18-20 sità di cassa dello Stato. Di qui l’i-
cludersi con la “sorpresa” di un dea che probabilmente sarà di-
anticipo di alcune scadenze fi- miliardi. Non scussa oggi, di anticipare qualcu-
scali, forse l’Irap pagata dalle im- basterebbe la na di queste scadenze. Tecnica-
prese. misura sulla mente sarebbe più facile chiede-
Per quanto il Salva Italia abbia re alle imprese di anticipare l’Irap
rimesso in ordine i capisaldi del
tesoreria unica che si paga sul valore della produ-
bilancio pubblico, le esigenze di zione e non sugli utili e quindi è
cassa si stanno rivelando più pe- più facile da calcolare. Siamo an-
santi del previsto. Una prima so- cora alle discussioni tecniche e
luzione era già stata approntata non ci sono conferme dagli am-
con l’istituzione della Tesoreria bienti dell’esecutivo, ma una de-
unica, un meccanismo che per- cisione dovrà essere presa in po-
mette di trasferire tutte le somme chi giorni.
parcheggiate sui conti degli enti Più certa una serie di piccole
locali verso la cassaforte della correzioni fiscali che saranno in-
Banca d’Italia che gestisce i conti seriti nel decreto, come lo sbloc-
del ministero dell’Economia. co delle aliquote sulle tasse nella
Uno spostamento di liquidità pa- disponibilità dei comuni, come
ri 8-9 miliardi a scapito di Regio- quella sui rifiuti, altre precisazio-
ni, Comuni, Province e Comuni. ni sull’Imu come lo sconto di 200
La somma è stata stimata diretta- IL TESORO euro a famiglia, ma applicabile ad
mente dai tecnici del governo e La sede di Roma del ministero un solo immobile e il ritorno di al-
ha già generato le proteste e una dell’Economia cune esenzioni, già previste per la
raffica di ricorsi alla Corte Costi- vecchia Ici, come quella sugli im-
tuzionale da parte di tutti gli enti mobili inagibili e su quelli dei Co-
interessati in cerca di un modo nistrazione potrebbe essere mol- emissioni di titoli pubblici. Ma spesa per interessi presente e fu- Aumentare ancora potrebbe muni. Possibile anche una nor-
per evitare “l’esproprio”. to al di sopra delle previsioni fino l’attuale situazione dei mercati tura. Inoltre il calendario delle mettere a rischio anche l’esito ma sulle multe per le quote latte,
Potrebbe non bastare, compli- a raggiungere la quota di 18-20 sconsiglia il ricorso ai mercati: i aste è già parecchio affollato: a positivo delle singole aste inne- permettendo ai debitori una con-
ce la crisi economica che sta miliardi nei prossimi due mesi. tassi rimangono comunque al di febbraio saranno collocati quasi scando di nuovo le tensioni sui trattazione ad hoc per la rateizza-
mantenendo al di sotto delle In condizioni normali le ne- sopra del normale e aumentare i 50 miliardi di titoli, poi a marzo e mercati e sullo spread verificate- zione del dovuto.
aspettative le entrate fiscali, il cessità di cassa sarebbero com- titoli in circolazione significhe- aprile i titoli i scadenza sono 45 si a novembre e dicembre. (l.i.)
fabbisogno della pubblica ammi- pensate con un aumento delle rebbe aggravare ulteriormente la miliardi al mese. La “terra promessa” è giugno © RIPRODUZIONE RISERVATA

Il caso

La proposta di una società lussemburghese ad avvocati e commercialisti. Ma non è l’unica

“Offresi modo quasi legale


per portare soldi all’estero”
MARCO PREVE tura alla società lussemburghese
che, incamerata la commissione,
GENOVA — Vuoi fare uscire dal- gira la parte restante del denaro a
l’Italia un po’ dei tuoi soldi? Una un’altra «società anonima con
società di consulenza e tax plan- conto bancario in Svizzera affinché
ning del Lussemburgo ti aiuta a il cliente italiano possa incassare la
farlo in poche semplici mosse e differenza». Il gioco è fatto. Fatture
«per quanto possibile, in modo per operazioni inesistenti, triango-
legale». Proprio così. E lo scrive lazione italo-lussemburghese-el-
pure in una mail che in queste ore vetica e l’evasore italiano ha tra-
hanno ricevuto decine di com- sportato la
mercialisti e avvocati genovesi, valigetta ol-
probabilmente migliaia in tutta tre confine
Italia. Non è uno scherzo, perché senza nep-
la società — naturalmente So- pure spo-
ciété Anonyme — esiste davvero. I MODULI starsi dall’ufficio.
Si chiama Damani ed ha sede al I moduli della società dove Seguono indicazioni sui costi e
civico 13 di località d’Gen- compare la frase: si aiuta “in sulle percentuali di guadagno per il
nerwiss nel paese di Aspelt, Prin- modo, se possibile, legale” compare, pardon, per il collabora-
cipato del Lussemburgo. tore italiano. «L’acquisto della so-
La mail, datata 6 febbraio, inizia cietà in Lussemburgo che parteci- cietà di diritto straniero per il clien-
con un “confidenziale” e poi spiega perà in qualche modo la società ita- te 4500 euro circa, voi (inteso il com-
al destinatario che Damani sta cer- liana preesistente. L’anonima del mercialista o l’avvocato, ndr) do-
cando collaboratori per alleggerire Principato fatturerà delle presta- mandate circa 7500... su ogni fattu-
la pressione fiscale sulle società. zioni di lavoro alla gemella italiana ra avrete una commissione del 3%
«Non usiamo società virtuali (off- che quindi pagherà le fatture con netto». Tra i servizi forniti: indiriz-
shore) si effettua una vera fattura- possibilità di dedurre. «Ma in realtà zo per la società, numero di telefo-
zione» precisa, anche se poi si la- — spiegano quelli di Damani — pa- no, fax, eventuale sito con mail.
scia scappare un «per quanto pos- gherà solo la commissione, e la dif- Tanta franchezza e semplicità
sibile si agisce in modo legale». Se si ferenza, che sarà riversata imme- potrebbero far pensare a una bufa-
chiedono ulteriori ragguagli, nel gi- diatamente potrà essere deposita- la online. «Macché — spiega un
ro di pochi minuti tal Claudio Luise ta altrove». Per chiarire meglio il commercialista genovese — è tut-
spedisce un’altra mail con due alle- concetto c’è uno specchietto. La to vero. Ci provano e non sono gli
gati. catena dell’evasione è semplice. unici, specie in questo periodo,
E allora la proposta e il percorso L’imprenditore italiano paga la fat- sanno che difficilmente in Lussem-
diventano assai più chiari. Il primo burgo qualcuno potrà incriminar-
passo di Damani è trovare una li». Conferma un ufficiale della
sponda italiana, ovvero commer- Garantita una guardia di finanza: «Consociamo
cialisti o avvocati con clienti preoc- queste società che si muovono in
cupati dalla ventata di appoggio
commissione del 3% maniera tanto disinvolta. Fermar-
popolare alla lotta contro gli evaso- al professionista le? Difficile finché stanno nei para-
ri. Dopo un incontro per guardarsi italiano che disi, speriamo sempre in qualche
negli occhi e siglare l’accordo, si en- accetta l’accordo loro errore...».
tra nel vivo. Bisogna creare una so- © RIPRODUZIONE RISERVATA
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 LA CRISI FINANZIARIA
ECONOMIA @ PER SAPERNE DI PIÙ
www.finanze.gov.it
www.agenziaentrate.it
■ 11

Il Consiglio dei ministri vara il decreto Tra passi avanti e dietrofront, ecco un
semplificazioni che conterrà anche confronto tra le misure varate dai vari
lo sblocco delle microtasse locali governi sul fronte tributario

IL DOSSIER. Le misure del governo

Il fisco
Lotta all’evasione, oggi l’ultimo atto
una via di mezzo tra Visco e Tremonti
LUISA GRION

OGGI il decreto sulle semplificazioni fiscali arriva sul tavolo del Consiglio dei
ministri: si tratta di un pacchetto di norme destinate a rendere più lineari i rapporti fra
contribuenti e amministrazione e a mettere in campo nuove armi contro l’evasione.
Obiettivo dichiarato è quello di arrivare ad un recupero di capitali che possa finanziare
Negozi e professioni - a partire dal 2014 - l’aumento delle detrazioni familiari per le famiglie a basso Indagini finanziarie
reddito. Fra le misure più attese la compilazione di “black list” che conterranno i
Torna l’elenco clienti-fornitori nominativi dei contribuenti che sono stati ripetutamente colti in fallo nella emissione Dalle richieste caso per caso
non ripristinato il tracciamento di scontrini o ricevute. Ma il provvedimento dovrebbe ripristinare anche l’obbligo all’obbligo di comunicazione
dell’invio dell’elenco clienti/fornitori, una misura introdotta da Visco e abrogata poi
VISCO: ha introdotto l’obbligo dell’invio dal successore Tremonti. Con questo pacchetto di regole il governo Monti comincia a VISCO: nel 2001 ha introdotto l’anagrafe dei
annuale, online, dell’elenco clienti/fornitori (i delineare la sua politica fiscale. Al momento - messa a confronto con quella varata conti, ovvero ha obbligato banche, poste e
soggetti nei confronti dei quali vengono emesse operatori finanziari a trasmettere all’Anagrafe
fatture o dai quali si effettuano acquisti). Ha
prima dal governo Prodi, poi da quello Berlusconi - sembrerebbe collocarsi a metà tributaria l’elenco dei soggetti con i quali
reso obbligatoria, per professionisti e strada. Ha potenziato i controlli rispetto all’era Tremonti, senza però riportare la lotta intrattengono rapporti. Prima questo elenco
autonomi, la tracciabilità dei all’evasione agli stessi livelli dell’era Visco. non esisteva e gli ispettori del fisco, per avere
compensi professionali e artistici dai © RIPRODUZIONE RISERVATA
informazioni su un contribuente, dovevano
100 euro in su. Ha reso obbligatoria, effettuare un’indagine preventiva per scoprire
per i negozi, la comunicazione di quali banche era cliente.
telematica quotidiana dei
corrispettivi (i ricavi) e degli incassi TREMONTI: ha cercato di introdurre,
ottenuti da vendite tramite distributori via decreto, l’obbligo per il
automatici ( le “macchinette”). contribuente di indicare nella
dichiarazione dei redditi le banche con le quali è
TREMONTI: Nel 2008 ha abrogato l’elenco in relazione. Ma la proposta, indicata nella
clienti/fornitori. Due anni dopo lo ha in parte manovra estiva del 2011, non è passata. Ha
reintrodotto, ma solo per operazioni superiori comunque potenziato i poteri degli ispettori del
ai 3.000 euro (3.600, Iva compresa, per fisco permettendo loro di chiedere
operazioni non soggette a fatturazione). Ha informazioni al settore bancario anche per
abrogato l’obbligo di tracciabilità per i cittadini sui quali non è ancora stata avviata un’
compensi di professionisti e artisti; ha abrogato inchiesta.
la comunicazione telematica dei corrispettivi.
Abrogato anche quello sugli incassi da MONTI: lo scorso dicembre, con il decreto salva-
“macchinette”(mai entrato in vigore). Italia, ha introdotto l’obbligo per banche e
operatori di trasmettere all’ Anagrafe tributaria
MONTI: la bozza del decreto che arriva oggi al tutti i movimenti registrati nei conti dei clienti. È
Consiglio dei ministri reintroduce l’elenco un netto passo avanti: le informazioni possono
clienti/fornitori. Per le altre voci nessuna essere utilizzate selezionare meglio i soggetti da
modifica rispetto alla normativa Tremonti. sottoporre a controllo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA

Scontrini Condoni e sanatorie Contante Sanzioni penali


Dopo i controlli a corrente alternata Prima vietati, poi abusati Tutti hanno limitato l’uso del cash Depotenziate con il centrodestra
i blitz della Guardia di finanza chiusura agevolata delle liti però ora il limite è sceso a 1000 euro ora scattano se si dice il falso
VISCO: nel 2006 ha potenziato i controlli presso VISCO: ha abrogato le sanatorie al tempo in VISCO: nel 2007 ha limitato l’uso del contante VISCO: nel 2006 ha introdotto sanzioni penali
gli esercenti e ha introdotto la sospensione corso. Nel 2006 ha infatti annullato le e dei titoli al portatore per somme pari o per colpire l’omesso versamento
della licenza (o dell’autorizzazione disposizioni in materia di programmazione superiori ai 5.000 euro. Non è invece riuscito dell’imposta sul valore aggiunto in misura
all’esercizio dell’attività) nei casi di ripetuta fiscale concordata e di adeguamento per gli a introdurre il borsellino elettronico, vale a superiore ai 50 mila euro e l’indebita
mancata emissione di scontrino o di ricevuta anni pregressi. dire l’uso di carte di pagamento anche per compensazione di tributi e contributi di
fiscale. Dopo tre violazioni (portate poi a mini-transazioni, come il pagamento del importo superiore alla stessa cifra.
quattro) è stato introdotto l’obbligo di TREMONTI: ha reintrodotto condoni e caffè o l’acquisto del giornale. Misura in
sospendere l’attività da un minimo di tre sanatorie, in particolare ha applicato lo scudo vigore in altri Paesi europei. TREMONTI: il governo Berlusconi ha messo in
giorni al massimo di un mese. fiscale per il rientro dei capitali all’estero. Ha atto un robusto taglio delle misure messe in
previsto la chiusura agevolata delle TREMONTI: nel 2008 ha fortemente atto dai predecessori. Ha dimezzato
TREMONTI: la norma è rimasta in liti pendenti fino a 20.000 euro depotenziato la misura introdotta le soglie della punibilità prevista per i
vigore, ma i controlli - oltre ad essere mediante il pagamento del 30 per dal suo predecessore, alzando il reati tributari, ad esclusione della
diminuiti - sono stati depotenziati. cento dell’imposta contestata senza limite del divieto di uso del contante sospensione condizionale della pena
Nel 2011, infatti, è stato introdotto interessi e sanzioni. ai 12.500 euro. Negli anni successivi nei casi di violazione di particolare
l’obbligo di prevedere un intervallo di — vista la necessità di contrastare l’evasione gravità.
almeno di sei mesi fra l’uno e l’altro. È stata MONTI: ha prorogato la chiusura agevolata fiscale e il riciclaggio di denaro sporco — il
introdotta anche la responsabilità dei delle liti fino a 20 milioni. Sulla materia dei governo di cui faceva parte ha fatto due MONTI: ha introdotto le sanzioni penali in
funzionari che li dispongono. Poco dopo però condoni, comunque, le dichiarazioni del successive marce indietro. La prima nel caso di risposte non veritiere fornite dal
la sospensione di attività in caso di mancata premier sono state chiare fin dall’esordio. «È 2010 quando il limite fu riabbassato ai 5000 contribuente agli uffici fiscali o in caso di
emissione di scontrino o fattura è stata estesa implicita la scelta di escludere il ricorso a euro, la seconda l’anno scorso quando il produzione di documentazione falsa. La
anche ai professionisti. condoni» disse all’uscita di uno dei suoi primi tetto fu ulteriormente ridimensionato e falsa dichiarazione è quindi considerata
Consigli dei ministri. Nella bozza del decreto ridotto ai 2.500 euro. reato, prima non era tale e dava origine solo
MONTI: ha eliminato l’intervallo obbligatorio in discussione stamattina c’è una inversione a sanzioni amministrative. Rispetto al
di sei mesi fra un controllo e l’altro; ha di tendenza anche riguardo alla fuga di MONTI: nelle prime settimane del suo progetto originario, però, la proposta del
eliminato anche la responsabilità dei capitali all’estero: sono infatti previste multe governo è intervenuto in materia governo è stata un po’ ridimensionata: le
funzionari. Ha dato grande impulso e risalto salate, fino al 30 per cento dell'importo introducendo un ulteriore ribasso. Ora il sanzioni penali sono previste solo se - a
ai controlli sull’emissione di scontrini e trasferito (oggi è al 5), per chi viene pizzicato a limite di uso per il contante è fissato ai 1.000 seguito delle richieste del Fisco - si
ricevute fiscali (dai blitz di Cortina a quelli di portare capitali fuori dai confini nazionali euro, il nuovo tetto è stato introdotto configurano reati tributari in materia di
Sanremo) oltre la soglia consentita dei 10mila euro. dall’articolo 12 del decreto salva-Italia. imposte sui redditi e sul valore aggiunto.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 IPOLITICA
COSTI DELLA POLITICA
INTERNA
■ 12

I redditi
Stipendi dei manager di Stato
il più ricco è Manganelli
“Ma la classifica è incompleta”
Patroni Griffi: “Mancano i cumuli e i benefit”
ANNALISA CUZZOCREA peravano anche i presidenti e i compo- previsioni di legge», fa sapere il presiden-
nenti dell’Antitrust (Pitruzzella era a te Bortoni (475.643 euro l’anno). L’auto-
ROMA — Il più pagato è il capo della Poli- 475.643 euro) e dell’Agcom (dove Calabrò rità sottolinea però di non pesare sul bi-
zia Antonio Manganelli, con 621.253 euro prendeva lo stesso compenso), ma en- lancio dello Stato, perché finanziata dagli
l’anno. Dietro di lui il Ragioniere generale trambe le autorità comunicano di essersi operatori dell’energia. Alla Consob, il pre-
dello Stato Mario Canzio (562.331) e l’ex già adeguate al nuovo stipendio di 304mi- sidente Vegas (387mila euro) prende me-
Capo dipartimento dell’amministrazione la euro annui (era la prima soglia indicata no del suo direttore generale (Antonio Ro-
penitenziaria Franco Ionta (543.954). dal decreto). Resta l’authority dell’Ener- sati, con 395mila euro, è stato sostituito da
Molto più giù, a 300mila euro, il presiden- gia e del Gas: «Abbiamo sempre applicato Gaetano Caputi). Fermi a 322mila euro i
te dell’Istat Enrico Giovannini. Questi nu- i tagli stipendiali previsti e, anche in que- componenti. Dovranno adeguarsi anche
meri però — le cifre che il ministro della sto caso, rispettiamo scrupolosamente le loro. E dovranno farlo il capo di Stato Mag-
Funzione pubblica ha portato alla Came- giore della Difesa Biagio Ambrate Abrate
ra sui dirigenti statali che dovranno ade- (482.019 euro), quelli dell’Esercito, della
guarsi al tetto di 294mila euro — non dico- Marina, dell’Aeronautica, e il segretario
no tutto. «Mancano i cumuli e i benefit», generale della Difesa Claudio de Bertolis
ammette lo stesso Filippo Patroni Griffi. (451.072 euro). Agli interni l’unico a supe-
«Nella lista non ci sono i capi dei servizi se- rare il tetto è il capo di gabinetto Giuseppe
greti, è piena di lacune che abbiamo chie- Procaccini (395.368 euro). Alle Politiche
sto di colmare», dice il deputato pd Gian- Agricole il capo dipartimento Giuseppe
claudio Bressa. E quindi, se sulla carta ri- Serino e il direttore generale Giuseppe
sulta che Attilio Befera guadagna — come Ambrosio. Ai monopoli di Stato il diretto-
direttore generale dell’Agenzia delle En- re Raffaele Ferrara (481.214 euro). All’a-
trate — 304mila euro, in realtà sappiamo genzia del territorio il direttore generale

Al capo della Polizia “Esclusi i direttori


621mila euro l’anno, il degli 007 e per Befera
tetto dovrà essere di e Mastrapasqua
294mila. L’Ocse: non sono conteggiati
“Italiani i più pagati” i soldi di Equitalia”

che ne guadagna il doppio, perché è anche Gabriella Alemanno (307.211). I cumuli


presidente di Equitalia. Stesso discorso però, una volta svelati, potrebbero riser-
per Vincenzo Fortunato che, come ca- vare sorprese, e far venir fuori nomi nuo-
pogabinetto del ministero dell’Eco- vi. Patroni Griffi promette che continuerà
nomia, riceve 536.906 euro, ma che a raccogliere i dati, perché su quelli — sul-
grazie agli altri incarichi accumula- lo stipendio complessivo — andrà fatto il
ti ne guadagna certamente di più. taglio. E chiarisce che comunque, nel de-
Nel 2008 era già a quota 788mila. E creto, è previsto che i dipendenti della
Antonio Mastrapasqua: nella lista pubblica amministrazione d’ora in poi di-
risulta prendere 216.711 euro come chiarino tutti gli altri incarichi assunti.
presidente dell’Inps. Ma è anche vi- La Camera è chiamata a dare il suo pa-
cepresidente di Equitalia, ha incarichi rere entro il 29 febbraio. Subito dopo, il ta-
in 24 diverse società, alcune partecipa- glio entrerà in vigore. Senza deroghe, a
te dallo Stato, e secondo l’ultimo bol- meno che il Parlamento non le chieda
lettino diffuso da Palazzo Chigi (edi- espressamente (Gabriella Giam-
zione 2010) guadagna 1.206.903 euro manco del Pdl dice: «Sarà necessario
l’anno. Per lui si prospetta un taglio ridurle al minimo»). E senza indugi,
stellare. «Rispetto quello che il Parla- perché – spiega Bressa – la questione
mento sta facendo, non dico altro», ri- della retroattività è facilmente supe-
sponde a Repubblica. Sopra la soglia rabile: «Il trattamento in peius – che
anche i suoi direttori generali e al- alcuni tra i deputati giudicano inco-
tri quattro dirigenti dell’ente di stituzionale – è aggirato da una
previdenza. norma imperativa che spiega
Senza i cumuli, a scorrere l’elenco si perché viene adottato. Se il
viaggia un po’ al buio. La certezza però contenimento della spesa è
è che ci sono almeno 53 dirigenti stata- obbligato per tutto il Paese,
li che guadagnano più del primo presi- deve esserlo anche per i ma-
dente della Cassazione. E che — lo ha nager pubblici». Del resto, «le
detto l’Ocse nel suo ultimo rapporto sui sembra possibile che un capo
governi — i manager di Stato italiani di gabinetto guadagni 45mila
sono i più pagati di tutti, la media è so- euro al mese quando un depu-
pra i 400mila dollari l’anno. Oltre al ca- tato ne guadagna, netti, 5mila?».
po della Polizia (da cui dipendono cinque Che sia la vendetta della politica
diversi corpi), superano il tetto il coman- sulla tecnica? Di certo, se andrà
dante generale dei carabinieri, della Guar- in porto, sarà una rivoluzione.
dia di Finanza e del Corpo Forestale. Lo su- © RIPRODUZIONE RISERVATA
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012
@ PER SAPERNE DI PIÙ
www.repubblica.it
www.camera.it
■ 13

L’intervista Il presidente dell’Antitrust Pitruzzella: “Necessario pubblicare i compensi”

“Prima prendevo cinque volte di più


il taglio è giusto e ora sotto con i privati”
EMANUELE LAURIA A pagare i costi della crisi devono La mia funzione è a tempo determina-
essere anche i colletti bianchi. to, poi tornerò al settore privato. L’ho
ROMA — «Prima di assumere que- «Il mio reddito precedente è noto: è messo nel conto. È invece negativo il
st’incarico guadagnavo cinque volte cinque volte superiore a quello che di- consolidamento di una posizione, la
di più...» Per Giovanni Pitruzzel- scende dal mio attuale incarico. Io lunga permanenza in cariche pubbli-
la, avvocato e docente univer- ho fatto il professionista e ho che»
sitario, la nomina alla guida guadagnato bene. E credo che Come ha preso la decisione del go-
dell’Antitrust non è stato un chi ha avuto qualcosa dalla so- verno di dare in pasto alla pubblica
affare, almeno dal punto di cietà può anche decidere di re- opinione anche i vostri redditi?
vista economico. E il tetto che stituirla, in un periodo della «È una scelta corretta, a patto che
il governo sta per fissare ai propria vita. non ci sia morbosità o voyeurismo. Il
compensi dei manager pubblici reddito non è da demonizzare. Noi
(294mila euro annui) limita an- dobbiamo trarre esempio dai Paesi
cor di più il reddito di un profes- anglosassoni. E coniugare traspa-
sionista che è stato il primo renza, meritocrazia e capacità
contribuente di Palermo, la di accettare i sacrifici. Piutto-
sua città. Ma Pitruzzella di- sto, a mio parere, l’obbligo di
ce di «non sentirsi una vit- dichiarare i propri redditi do-
tima dei tagli. Anzi — rive- vrebbe essere esteso ad altre
la — a gennaio mi sono figure».
già ridotto lo stipendio Quali?
senza attendere il de- «Penso a tutti coloro che
creto del Consiglio hanno un ruolo visibile o im-
dei ministri». portante per la società. Dun-
Professore Pi- que anche giornalisti e capita-
truzzella, l’austerity ni d’industria, manager privati».
colpisce anche i ma- Ministri e sottosegretari, intanto,
nager pubblici. Il suo stipendio scen- Trasparenza hanno vinto le proprie resistenze so-
derà da 475 mila a 294mila euro. lo dopo una circolare che ha imposto
«A dire il vero, io quella cifra non Dobbiamo trarre esempio loro una scadenza per la pubblicità
l’ho mai percepita. Da gennaio ho ap- dei compensi.
plicato le riduzioni previste dalla leg- dai Paesi anglosassoni «Credo sia comunque da apprezza-
ge senza aspettare il decreto attuativo. E coniugare trasparenza, re la scelta dei ministri di rendere
E lo stesso hanno fatto i membri del pubblici i propri stipendi attraverso il
consiglio dell’Authority». meritocrazia e capacità web. Tenendo conto che anche loro

53
oltre il tetto
Quasi un sacrificio volontario. di accettare i sacrifici hanno abbassato le proprie inden-
Sono 53 gli alti dirigenti della pubblica amministrazione «Guardi, è stata una scelta di rigore nità. Mi sembra che le istituzioni, nel
i cui redditi sforano il tetto massimo di 294 mila euro in un momento particolare per il Pae- AVVOCATO complesso, stiano dando una prova
individuato dal governo nello stipendio del primo se, in cui bisogna dare un segnale ai Giovanni adeguata alle difficoltà del momen-
presidente della Corte di Cassazione soggetti più deboli. Non avevo neppu- Pitruzzella to».
re dato pubblicità a questa decisione». © RIPRODUZIONE RISERVATA
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 POLITICA INTERNA
E GIUSTIZIA @ PER SAPERNE DI PIÙ
www.repubblica.it
www.pdl.it
■ 15

Berlusconi elogia Monti: un borghese come noi


Il Cavaliere scarica la Lega. Bossi: andiamo da soli, Tosi non può fare la sua lista
ALBERTO CUSTODERO la eventuale condanna: «Sarà
Alfano ammette: una sentenza inutile perché il
ROMA — «Monti è un borghese il partito processo Mills è destinato a pre-
come noi. Parla bene. È abile, gli scriversi». A svelare nuovi retro-
ho chiesto di fare il ministro del è in difficoltà scena sull’incontro fra il pre-
Tesoro prima che diventasse in vista delle mier e il suo predecessore ai mi-
premier». Così l’ex premier Sil- amministrative crofoni di Lilli Gruber è ancora il
vio Berlusconi del premier Ma- segretario del Pdl. «Se vuole pro-
rio Monti. È stata una cena del- prio che sia sincero —ha detto
l’altro ieri a casa del deputato- LEADER Alfano— Berlusconi non ha
medico Melania Rizzoli l’occa- Il presidente Monti con Silvio chiesto a Monti di rimanere do-
sione per il Cavaliere di fare il Berlusconi. A sinistra Bossi po il 2013». «Perché se così aves-
punto sulla linea politica del Pdl se fatto — spiega — lo avrebbe
in un momento in cui il partito, conosco benissimo — ha riba- voglio». Rottura definitiva con ve la Lega correrà da sola», ha ormai il Paese è in mano ai giu- messo in difficoltà». Ma il mo-
come ammesso dallo stesso se- dito — Ci confrontiamo spesso. Bossi? «Sì — ha risposto a di- poi colto l’occasione per stop- dici, tutto il mio tempo sono co- mento più difficile, per il segre-
gretario Angelino Alfano a “Otto L’ho mandato io in Europa, lui stanza il capo della Lega — se pare il sindaco di Verona, Flavio stretto a dedicarlo ai processi». tario, è stato quando ha dovuto
e Mezzo” su La7, «è in difficoltà». mi deve tanto, tantissimo». Berlusconi, come dice, sostiene Tosi. Per Bossi, infatti, «Tosi non È certo che sabato arriverà la rispondere alla domanda se
Dopo il pranzo Berlusconi- Ma casa Rizzoli è stata l’occa- fino alla fine della legislatura il può fare una lista personale» per condanna e per questo azzarda avesse intenzione di candidare
Monti, l’ex presidente del Con- sione per ridefinire pure i rap- governo Monti, sarà rottura to- il rinnovo alla carica di primo l’idea di convocare in serata una Berlusconi al Quirinale. «Io lo
siglio ha tenuto dunque a far sa- porti con l’ex alleato del Carroc- tale». E per far vedere che fa sul cittadino del Comune scaligero. conferenza stampa. Poi, però, voterei — ha ammesso — ma
pere a tutti che l’attuale inquili- cio usando toni meno conci- serio, il Senatur annuncia la Ma per il Cavaliere è un mo- dopo essersi consigliato con i siccome sono una persona re-
no di Palazzo Chigi è soluzione a lianti di quelli usati in passato. scelta di non allearsi con nessu- mento difficile. Sente sopra di sé più stretti collaboratori, desiste sponsabile, non lo candiderei
lui congeniale. E quindi non ha «Bossi — ha detto Berlusconi — no alle prossime elezioni. Il lea- la spada di Damocle della sen- e cambia idea. Lasciando ad Al- oggi. E dirlo ora sarebbe un ge-
perso occasione per mandare vuole che io rompa con Monti. der della Carroccio, confer- tenza Mills. La teme. «È una co- fano, a “Otto e Mezzo”, il compi- sto di imprudenza».
un messaggio forte e chiaro: «Lo Impossibile, non posso. E non mando che «alle amministrati- sa da pazzi — confida ai suoi — to di mettere le mani avanti sul- © RIPRODUZIONE RISERVATA

Il caso

Il presidente della Consulta, Quaranta: autonomi dal Palazzo

“Carceri, fare di più


situazione gravissima”
LIANA MILELLA
ROMA — Della Consulta, che
presiede da oltre sei mesi, Alfon-
so Quaranta, ex presidente di se-
zione del Consiglio di Stato, for-
nisce il seguente identikit: «Non
solo tutela la legalità costituzio-
nale, ma il suo è anche un ruolo
di mediazione di conflitti sociali
per cui concorre in modo sostan-
ziale ad adeguare il diritto all’e-
voluzione del corpo sociale». La
gente dunque, non certo il “pa-
lazzo”, non certo quella politica
da cui Quaranta dichiara «piena
autonomia». Niente fiato sul col-
lo, lui non lo avverte affatto. Sugli immigrati:
Ed è del tutto libera la risposta “La Costituzione li
che il presidente della Corte co-
stituzionale — nella tradizionale tutela, sono titolari
conferenza stampa di bilancio di diritti
dell’anno precedente — dà sul fondamentali”
carcere assurdamente sovraffol-
lato nel quale, ancora ieri, c’è sta-
to un nuovo suicidio, a Foggia, il Quaranta rivendica la piena au-
terzo nello stesso penitenziario tonomia dalla politica. Dalla
nel 2012: «Una situazione gravis- «corte dei diritti» essa resta fuori.
sima e inaccettabile. L’augurio Pressioni quando ci sono deci-
che formulo è che si provveda. A sioni strategiche come quella
leggere la stampa sembrerebbe sulla legge elettorale? Lui: «Per
che qualcosa si muova, ma oc- quanto riguarda me è un profilo
correrebbe fare di più, non è pos- che proprio non esiste e penso
sibile che in un Paese come il no- sia così anche per i miei colle-
stro ci siano carceri con proble- ghi».
mi così gravi». Un anno di grande lavoro alle
«Fare di più». È l’autorevole spalle, risultati positivi, decisio-
messaggio spedito a chi governa ni importanti, 342 pronunce, di-
l’Italia. Ugualmente esplicito il stinte in 166 sentenze e 176 ordi-
giudizio sugli immigrati, gli stra- nanze, «una significativa ridu-
nieri «titolari di tutti i diritti fon- zione delle pendenze», una du-
damentali che la Costituzione ri- rata media dei giudizi tra i 10 e gli
conosce spettanti alle persone 11 mesi. Un contrasto con la
umane». Quaranta cita sentenze stampa per via dell’assoluta e ri-
— sul diritto allo studio e all’assi- gida riservatezza delle camere di
stenza e sulle nozze con cittadini consiglio, da cui escono «solo»
italiani — che ne riconoscono i decisioni collegiali, motivate
diritti. La Corte, va ricordato, è la «solo» dalle relative sentenze,
stessa che ha stroncato il reato non commentabili in alcun mo-
d’immigrazione clandestina e do dagli stessi giudici. Nessuna
l’aggravante di clandestinità im- indiscrezione raccomanda il
posti dalla Lega con Berlusconi. presidente Quaranta, tutti sono
Nel giorno in cui diventa pub- tenuti al riserbo. In Italia non c’è
blica la sentenza con cui la Corte la famosa dissenting opinion che
dà il via libera al processo all’at- esiste negli Usa. Se ne parla ogni
tuale capogruppo Pdl al Senato anno, a ogni conferenza stampa.
Gasparri, cui nega l’insindacabi- Stavolta Quaranta si sbilancia:
lità pur concessagli dalla Came- «Ben venga, se verrà introdotto
ra, per aver definito Henry John anche da noi». E svela che nella
Woodcock «un pm bizzarro che sua agenza il tema già c’è.
spara a vanvera accuse ridicole», © RIPRODUZIONE RISERVATA
Offerta valida fino al 29/02/2012 per Ka+ 1.2 benzina 69CV e per Fiesta Ikon 3 porte 16V 1.2 benzina 60CV a fronte di rottamazione o permuta di un veicolo immatricolato prima del 31/12/2002. Solo per vetture in stock, grazie al contributo dei FordPartner. IPT esclusa. Ka: consumi
da 4,9 a 4,1 litri/100 km (ciclo misto); emissioni CO2 da 115 a 109 g/km. Fiesta: consumi da 4,1 a 7,1 litri/100 km (ciclo misto); emissioni CO2 da 107 a 129 g/km. Gli oltre € 5.000 di vantaggio si riferiscono alle seguenti vetture: Focus TCDi 115CV Titanium con Titanium Pack e Navigation
System o 1.6 150CV EcoBoost, Kuga Titanium, Mondeo Titanium, S-MAX Titanium e Galaxy Titanium con Titanium Pack e Touch Navigation System. Le vetture in foto possono contenere accessori a pagamento.

Scendono in campo
gli Ecoincentivi Ford 2012.

iesta GPL
F 0 0
+ € 1.5il pieno con s
oli € 25
e fai

Oltre € 5.000 di vantaggio per la tua nuova Ford.

Fiesta Ka
Clima, Radio CD e Cerchi in lega Clima, Radio CD e Start&Stop
€ 9.500 € 8.750

sabato 25 e domenica 26
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 IL CASO RAI
POLITICA INTERNA @ PER SAPERNE DI PIÙ
www.repubblica.it
www.camera.it
■ 17

Rositani: rinuncio alla carta di credito aziendale


Bufera sulle spese allegre del consigliere Rai: “La mia immagine è rovinata”
ANTONELLO CAPORALE La polemica peperoncino, molto nota l’anno
scorso per aver visto discendere
ROMA - «Mi avete rovinato l’im-
magine. Nella mia città cosa pen-
Vattani: mio figlio vittima dal cielo, grazie a un elicottero di
pronto soccorso, la presidente
seranno? Mi sento scarnificato e
dolente». Dolente ma combatti-
di un processo sommario della Regione Lazio Renata Pol-
verini che rischiava di mancare la
vo, Guglielmo Rositani restitui- ROMA — Umberto Vattani non accetta il trattamento riservato al figlio tappa in qualche modo decisiva.
sce alla Rai la carta di credito da Mario, «vittima di un processo sommario». L’ex segretario generale Questo per dire anche del ca-
consigliere di amministrazione della Farnesina difende l’ex console generale a Osaka, destituito e ri- rattere multidisciplinare di Rosi-
sulla quale sono emerse tracce di chiamato definitivamente in Italia dopo la sua partecipazione a uno tani, che per esempio a Varapo-
incursioni in gioielleria, in un ne- spettacolo a Casapound in cui si esibiva nel saluto fascista. «Cosa stia- dio, un bel paese in provincia di
gozio di intimo e varie partecipa- mo facendo in questi giorni in India? Stiamo predicando lo Stato di di- Reggio Calabria, è stato acclama-
zioni piuttosto allargate al tavolo ritto e faremmo bene a farlo anche a casa nostra, dove invece si fan- to sindaco grazie alla nettezza
dei ristoranti di Rieti, dove il no- no i processi sommari e si linciano le persone sulla stampa». con la quale la sua lista (“Asso di
stro ha residenza. Il piccolo inci- Guglielmo Rositani, consigliere d’amministrazione Rai coppe”) ha stilato il programma
dente di percorso in cui Rositani di rinascita e progresso. Rositani
è incappato, nulla al confronto mente, anche le virgole prendo- Ogni consigliere ha un monte eu- Di Guglielmo Rositani, ragio- Secolo, l’annuale convention metà calabrese (ecco il peperon-
con le amarezze giudiziarie che no il volo, figurarsi ghiottonerie ro (diecimila) al quale può attin- niere di Reggio Calabria ed ener- missina, vide per anni proprio a cino), metà reatino (e qui soccor-
pure ha sopportato in passato - di questo tipo...». Giorgio Van gere quando avverta la necessità gico militante dell’Msi e poi di An, Rieti la sua fiamma ardere. E rono le ricevute della carta di cre-
vicende dalle quali è stato com- Straten considera superfluo ag- di “rappresentare” la Rai oltre la si ricorda l’attitudine ad organiz- quando prima l’Msi e poi An sono dito) è consigliere della Rai e con-
pletamente scagionato - segna la giungere altro. Aperta un’inchie- scrivania di viale Mazzini. «A par- zare eventi che congiungessero andate in soffitta, e la fiamma si è sigliere della società che co-
storia quotidiana ora minima sta interna per la ricerca della tal- te qualche omaggio floreale», di- soprattutto Rieti, città orgogliosa purtroppo spenta, Rositani ha struirà (costruirà?) il Ponte sullo
delle spese Rai dopo i fasti, dicia- pa che ha divulgato i tagliandini ce Antonio Verro di sè. Sono i fio- delle sue montagne ma un tanti- scelto altri temi per promuovere Stretto. Mille energie e qualche
mo così, dell’era Minzolini. L’ef- della spesa. Non c’è ottimismo ri a splendere nel suo particolare no fuori mano, al resto del mon- Rieti nel mondo. È alla seconda grattacapo.
fetto che la divulgazione della no- però circa gli esiti della ricerca. piccolo bouquet finanziario. do. Grazie a Rositani la festa del edizione la meravigliosa festa del © RIPRODUZIONE RISERVATA
tizia ha prodotto, oltre all’annun-
cio di una querela in arrivo dal
consigliere a Repubblica, è stata
la corsa dei colleghi suoi a rovi-
stare nelle tasche e nei cassetti e
tirar fuori ogni ricevuta possibile.
«Ho chiesto alla mia ex segreta-
ria, mi ha detto che ho speso 1450
euro per rappresentanza nell’an-
no scorso. Le ho detto di control-
lare bene, e non si sa mai. Co-
munque la rappresentanza per
me consiste nell’invito a pranzo.
Due, tre alla volta. Nulla in più. È
questione di stile», dice Nino Riz- SU “REPUBBLICA” DI IERI
zo Nervo. La vicenda non sembra Era stato un articolo di
infatti aprire profili penali: «Io mi Aldo Fontanarosa a
sono fermato a 850 euro l’anno svelare su Repubblica di
scorso. Siamo molto esposti sui ieri il caso della carta di
media, e dall’azienda, notoria- credito Rai di Rositani

Il caso

Il Molleggiato parla da Santoro: in Italia un vento di cambiamento

Celentano contro viale Mazzini


“È sotto il dominio dei partiti”
SILVIA FUMAROLA
ROMA — No, non si pente. Nel
giorno in cui il direttore generale
della Rai Lorenza Lei comunica
in Cda di aver aperto la procedu-
ra per valutare eventuali viola-
zioni del codice etico aziendale,
Adriano Celentano, dopo il ter-
remoto a Sanremo, si riprende la
scena a Servizio pubblico, il pro-
gramma di Michele Santoro. Ri-
farebbe tutto, non è pentito, e re-
plica direttamente ai vertici di
Viale Mazzini per le critiche rice-
vute. «Credo che l'errore stia pro-
prio nel meccanismo di condu-
zione della Rai - risponde a una
domanda di Sandro Ruotolo - SERVIZIO PUBBLICO
finché i partiti continueranno a Adriano Celentano
litigarsela, la Rai sarà sempre intervenuto ieri alla
preda di sotterfugi, intrighi e so- trasmissione di Santoro
spetti a danno del Paese; è diffici-
le non pensare che il direttore ge- «Qualcosa mi dice che c’è un
nerale non sia sotto pressione dei cambiamento nell’aria, e il vento
partiti». La Lei in mattinata aveva sta diventando una tempesta. Al-
spiegato di aver saputo della pre- le prossime elezioni potrebbero
senza dell'artista a cose fatte. esserci sorprese. La gente sta co-
Poi Celentano si scaglia contro minciando a capire che non si va
«alcuni giornalisti di da nessuna parte se non pren-
Repubblica» che «ci hanno dato diamo con forza e determinazio-
dentro mica male per bloccare la ne la via dell'onestà».
mia partecipazione al festival, Ultimo sassolino, la questione
dicendo che sono un cretino, del compenso a Sanremo: «Io ho
neanche più di talento. A me pia- provato a dirgli: “Datemi di me-
ceva essere un cretino di talento. no”. E loro mi han detto: “No,
Mentre è l’inverso per quelli che non è possibile, tu hai una quota-
fanno finta di non capire le mie zione di mercato e se noi ti diamo
parole in quanto essi essendo di meno poi ci arrestano”. Per cui
servi del potere, non sono cretini i soldi che la Rai mi dovrà dare
di talento, ma persone di “talen- non sono dei contribuenti, sono
to cretino”». Pesa questo clima miei».
generale? Gli chiede Ruotolo. © RIPRODUZIONE RISERVATA
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 IL CASO ITALIA-INDIA
MONDO
■ 18

Il reportage
DAL NOSTRO INVIATO
VINCENZO NIGRO
KOCHI — Alle 9 di sera tre gipponi
Toyota bianchi stracarichi di poli-
ziotti indiani, baffi neri e kalash-
India, marò in stato di fermo
per un’altra settimana
nikov d’ordinanza, attraversano
lenti lo spiazzo davanti alla Water
Tower. Superano il ponte sulla la-
guna di Kochi, proprio dietro la pi-
sta dell’aeroporto militare, ed en-
trano nella guest house della poli-
zia. La “casa degli ospiti” sono due
o tre costruzioni basse, dei bunga-
low in muratura a un piano, una
porta separata per la cucina, un’al-
tra per i bagni degli ospiti. Ci saran-
no una trentina di poliziotti, un
paio di ufficiali, che accolgono con
“Ma qui ci trattano bene”
rispetto i due colleghi italiani. Ma il
primo a scendere è il console d’Ita-
lia, Giampaolo Cutillo.
Cutillo apre la porta del grande
I soldati incontrano De Mistura: faremo di tutto per tirarvi fuori
stanzone in cui, dormendo in un
letto matrimoniale, con aria condi-
zionata e ogni conforto contro il cli-
ma torrido-umido del Kerala, Mas- Primi segnali di
similiano Latorre e Salvatore Giro- disgelo fra i due
ne hanno trascorso in maniera più
che onorevole questi giorni di fer- Paesi: ammessi alla
mo giudiziario. L’ammiraglio Caf- perizia balistica
fio, uno degli ufficiali che la Marina gli esperti italiani
ha spedito in India per costruire la
difesa legale dei marò, li attende
con il cibo per la serata preparato fanno il saluto militare, lui stringe ta il governo italiano, se ne sarà ca-
nelle cucine dell’albergo in cui si la mano uno ad uno, gli dice che il pace, potrà inserire quegli elemen-
sono attestati i 13 fra diplomatici e governo italiano apprezza moltis- ti di dubbio che potrebbero porta-
militari che hanno creato qui, nel simo la civiltà e il rispetto «con cui re l’India a rivedere la sua condan-
mezzo dell’Oceano Indiano, la su- voi ufficiali e militari state trattan- na di fatto già pronunciata. Una
per-unità di crisi che da sabato do i vostri colleghi: perché ricorda- condanna politica e mediatica per
combatte la sua battaglia legale. tevelo, loro sono vostri colleghi, l’omicidio in alto mare di 2 pesca-
Al mattino, oltre il cancello della erano in mare per combattere i pi- tori indiani. I gipponi della polizia
guest house, per primo era entrato rati». con i due marò rientravano da Kol-
Staffan De Mistura, il sottosegreta- In due giorni De Mistura non ha LE FOTO IN CAMPIDOGLIO CON LA POLIZIA INDIANA LA VISITA DI DE MISTURA lam, sede di uno dei due tribunali
rio agli Esteri inviato in avansco- rivoluzionato ancora nulla, ma ha Le foto dei due marò, I fucilieri del reggimento Il sottosegretario che ieri hanno preso decisioni im-
perta dal ministro Giulio Terzi. I iniziato ad aprire una alla volta una Massimiliano Latorre San Marco scortati agli Affari Esteri Staffan portanti: innanzitutto il fermo dei
poliziotti si schierano in riga, gli serie di fessure in cui poco alla vol- e Salvatore Girone dalla polizia indiana De Mistura a Kochi marò è prorogato di 7 giorni, ma è
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012
@ PER SAPERNE DI PIÙ
www.esteri.it
timesofindia.indiatimes.com
■ 19

La giornata

IL FERMO PROLUNGATO
Il giudice distrettuale di Kollam ha
prolungato di 7 giorni il fermo dei
marò, sotto custodia della polizia ancora, a farsi dare garanzie innan-
Per ora dunque evitano il carcere zitutto sull’arresto e sul trattamen-
to, in attesa degli inviati in volo da
Roma. Poi è sceso, scortando e qua-
LA PROVA BALISTICA si proteggendo fisicamente i due
L’Alta Corte del Kerala ha soldati italiani. «Il momento più
ammesso la presenza di esperti brutto è stato lunedì, quando sia-
italiani durante la prova balistica mo andati davanti al giudice per la
che sarà effettuata sulle armi conferma dell’arresto e c’è stata
una folla che ci ha lanciato di tutto
addosso; ma la polizia ha lavorato
L’IMPEGNO DI MONTI bene, ci ha protetto con serietà, poi
“Il governo è impegnato in ogni abbiamo capito che erano soprat-
momento per consentire ai due tutto militanti di partito». In India,
fucilieri di fruire della solidarietà e soprattutto nel Kerala, fra poco si
concreta dello Stato italiano” vota in elezioni locali o suppletive,
e due soldati al servizio di una ex
potenza coloniale che di colonie ne
aveva poche, sono uno specchietto
per ogni speculazione politica. In
Italia sarebbe lo stesso.
Per cui De Mistura insiste: «I no-
stri soldati rimangono la priorità,
lavoriamo rispettando l’India, le

Latorre e Girone,
L’APPELLO BIPARTISAN ALLA UE accusati di aver
Angelilli (Pdl) e Pittella (Pd) hanno
consegnato a Strasburgo l’appello ucciso 2 pescatori,
bipartisan alla Ue a intervenire “a vivono nella “guest
sostegno dell’azione diplomatica” house” della polizia
FOTO: AP
un fermo, non un arresto, i marinai spetto della Repubblica Italiana ci un segnale di rispetto e di civiltà to giovedì mattina da Mumbai a stata sotto il controllo militare in- sue leggi e le sue procedure, con-
rimangono nella guest house cir- sia una condivisione di questo pas- giuridica che non va trascurato. Kochi e da allora è diventato l’avan- diano: «Venerdì abbiamo fatto di vinti che la verità verrà fuori, che
condati dai poliziotti in un clima saggio delicatissimo per l’inchie- Giampaolo Cutillo, il console, guardia del gruppo che sta provan- tutto, note verbali al ministero de- l’amicizia fra i nostri paesi sarà ad-
ora più favorevole e rispettoso. sta. Terzo punto positivo della gior- racconta che i mariani sono «stan- do a far prevalere alcune ragioni le- gli Esteri, proteste alla polizia, con- dirittura rafforzata». Ci vuole cre-
Secondo punto, molto impor- nata è quello che la Corte suprema chi, distrutti dallo stress, ma total- gali su quelle apparenti. «La sera di sultazioni continue con Delhi e con dere anche il ministro degli Esteri
tante, il giudice ha accettato che la dello Stato per decidere della giuri- mente in controllo, perfettamente giovedì la polizia mi ha portato sul- Roma. Niente, loro avevano il con- Giulio Terzi, che infatti non ha can-
prova balistica sui fucili dei marinai sdizione del caso (tocca ai giudici fiduciosi del fatto che tutto lo Stato la Lexie, alla fonda 10 miglia al lar- trollo militare. Sabato notte sono cellato il suo viaggio a Delhi previ-
venga fatta alla presenza di esperti italiani oppure a quelli indiani?) si è italiano è qui con loro. E soprattut- go: era già circondata da 3 vedette arrivati a bordo in forze, ci hanno sto per martedì. Il viaggio verso la li-
italiani. Non significa che la magi- presa altri 7 giorni di tempo. E’ mol- to mi dicono: abbiamo fiducia nel della polizia, e qualcuno dei loro concentrati tutti in un salone, ci bertà dei due marò è ancora lungo,
stratura indiana, organo indipen- to difficile che il giudice riconosca governo». Cutillo, svegliato nel era già a bordo». hanno minacciati: se entro domani dalla guest house di Kochi la base di
dente di uno stato sovrano, cederà che il processo non è più di compe- cuore della notte fra mercoledì e Da allora, a dispetto di chi in Ita- non scendete useremo la forza». Brindisi del San Marco è lontana
a nessuno i suoi poteri. Ma De Mi- tenza indiana, visto che ormai la giovedì da una telefonata dell’U- lia crede che sarebbe stato possibi- Cutillo, giocando ancora fra Ro- assai.
stura ha ottenuto che in segno di ri- nave e i marinai sono in India. Ma è nità di crisi di Roma, si è precipita- le fare altrimenti, la nave è sempre ma e Delhi, è riuscito a rallentare © RIPRODUZIONE RISERVATA
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 MONDO @ PER SAPERNE DI PIÙ
www.whitehouse.gov
http://wikileaks.org
■ 20

Obama a Karzai: “Scusa per il Corano bruciato”


Lettera al presidente afgano, ma la rivolta non si ferma: uccisi due soldati Usa
DAL NOSTRO INVIATO LE PROTESTE un alto ufficiale Usa nel mirino.
ANGELO AQUARO “È stato La rivolta Ma le scuse che pesano come un
un incidente degli afgani macigno sono nulla a confronto
NEW YORK — Barack Obama, il contro gli delle pietre che la gente continua
leader del mondo libero, si scusa involontario” Stati Uniti a lanciare contro la stessa polizia
per il rogo del Corano e dall’altra A Jalalabad militari a Kabul: afgana. «E come posso rimprove-
parte del pianeta Maruf Hotak, 60 sparano sulla folla un gruppo rarli?» sbotta col New York Times
anni, sceso in strada a Kabul per di persone il capo della sicurezza di Kabul,
protestare tra migliaia di perso- sta per generale Mohammed Ayoub Sa-
ne, agita i pugni in aria. «Gli erro- dare fuoco langi: «Hanno il diritto di prote-
ri li ammettono sempre. Brucia- a una stare contro chi disonora il nostro
no il nostro Corano, e si scusano. bandiera sacro Corano».
Offendono i nostri morti, e si scu- americana Hanno anche diritto di uccide-
sano» dice alludendo all’orrore re? Almeno una ventina sono i
dei marines che urinavano sui ca- morti, tra militari e dimostranti,
daveri. «Ma non puoi offendere il dopo tre giorni di scontri. Gli ulti-
nostro libro sacro, non puoi ucci- mi a cadere sono stati due soldati
dere i nostri bambini» continua, americani: uccisi dal fuoco che
ricordando gli otto ragazzini ga afgano Hamid Karzai, dopo inchinarsi all’estero, i repubbli- volontariamente maltrattato» dovrebbe essere amico. Proprio
morti la scorsa settimana in un at- quelle del capo delle forze Nato cani che lo accusano di aver ri- pesa come un macigno. Karzai lo per vendicare il rogo del Corano
tacco per errore: «Non puoi fare John Allen, dopo quelle del capo nunciato a imporre l’imperiale sa e chiama anche lui «involonta- un soldato afgano ha sparato
tutto questo e poi offrire le tue pic- del Pentagono Leon Panetta, non pax americana, la lettera con cui rio» il rogo, dice che gli Stati Uniti contro gli alleati della Nato ucci-
cole scuse». sono piccola cosa: in piena cam- Barack esprime «rammarico» e «faranno di tutto per evitare il ri- dendo i due yankees. Siamo al
Non puoi. Ma le scuse che il pagna elettorale, con gli arrab- chiede «scusa per l’incidente in petersi dell’episodio» e «punire i caos. A Jalalabad sono ancora sol-
presidente Usa ha inviato al colle- biati di destra che lo accusano di cui materiale religioso è stato in- responsabili». C’è già il nome di dati Nato e afgani insieme a spa-
rare sulla folla infuriata. Ma non
sono solo i Taliban a soffiare sul
rogo. «Gli americani sono degli
invasori e la jihad è un obbligo»
urla in pieno Parlamento il poco
onorevole Abdul Sattar Khawasi.
Sembra una maledizione del
destino che tutto sia nato dal rogo
per errore di quei libri davanti al-
la prigione di Bagram. Quella
stessa fortezza che durante gli an-
ni più bui della guerra svelò gli
abusi degli americani. Quella
stessa base-prigione che gli afga-
ni rivorrebbero indietro ma che
gli Usa — che pure non vedono
l’ora di lasciare tutte le grane a
Karzai — non vogliono mollare. Lì
dentro ci sono 3mila pericolosis-
L’ESPRESSO simi detenuti: pronti mica a scen-
Sull’Espresso in edicola oggi dere in strada per protesta ma a
“2012. Fuga da Teheran”, fuggire in montagna. Per ripren-
reportage sui giovani iraniani dere quella guerra che l’America
che hanno solo un sogno: vorrebbe lasciarsi alle spalle: e il
fuggire dal Paese, stremato rogo del Corano ripropone da-
dalle sanzioni, impoverito e vanti agli occhi di tutto il mondo.
con un regime oppressivo © RIPRODUZIONE RISERVATA

Stati Uniti

WikiLeaks, incriminata la “talpa”


ora Manning rischia l’ergastolo
WASHINGTON — Connivenza con il ne-
mico. Questa è l’accusa formale più gra-
ve che il procuratore militare ha spiccato
contro il sergente americano Bradley
Manning, sospettato di essere la talpa del
sito WikiLeaks di Julian Assange. Si tratta
della prima mossa della prima udienza del
processo davanti alla Corte marziale di
Fort Meade, Maryland, la base dell’eser-
cito in cui il giovane di 24 anni è tenuto in Bradley
carcere. L’accusa ha poi elencato gli altri Manning
22 capi d'imputazione, legati alla presun-
ta trasmissione via Internet di materiale ri-
servato. Manning rischia l’ergastolo.

Somalia

L’appello dell’Onu: “Più aiuti”


Ma i ribelli minacciano l’Occidente
LONDRA — In Somalia si è aperta una “fi-
nestra di opportunità” offerta dal migliora-
mento delle condizioni di sicurezza e dal
processo di riforme in atto. E' questa la pre-
messa alla base della conferenza che aper-
ta ieri a Londra dal segretario generale del-
l’Onu Ban Ki-moon, che si propone di mo-
bilitare un più deciso impegno della comu-
nità internazionale sul Paese del Corno d’A-
frica. Ma i ribelli islamisti somali, gli shabab, Ban
hanno risposto agli sforzi messi in campo Ki-moon
dalla comunità internazionale con una frase
molto eloquente: «Condurremo una guerra
contro questa crociata occidentale».
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 ATTUALITÀ @ PER SAPERNE DI PIÙ
www.thegatesnotes.com
www.ifad.org
■ 21

A ROMA
Bill Gates durante il suo
intervento di ieri a Roma,
presso la sede dell’Ifad,
EUGENIO OCCORSIO il Fondo internazionale
per lo sviluppo agricolo
ROMA — «Gli investimenti nel-
l’agricoltura sono la miglior ar-
ma contro la fame e la povertà,
e intorno ad essi passa la linea di
demarcazione fra la vita e la
morte per centinaia di milioni
di persone. Se volete prendervi
cura dei più poveri e sfortunati, La svolta dell’Africa
dovete prendervi cura dell’agri-
coltura». Quando avevamo in-
contrato Bill Gates oltre
È inaccettabile che l’Africa
vent’anni fa a Seattle, era un
grintoso e nervoso amministra-
sia costretta a importare
tore delegato che non guardava
in faccia nessuno. Oggi parla
prodotti della terra quando
con il carisma di un capo di Sta-
to. Delinea strategie con pacata
potrebbe invece esportarli
risolutezza, prefigura scenari
possibili, esemplifica costi e be-
nefici. Ma non più in nome del- Il nostro impegno
la Microsoft, l’azienda che ha
fondato nel 1975 quando aveva
vent’anni, fattura 70 miliardi di
Melinda e io vogliamo
dollari con 92mila dipendenti
in ogni angolo del pianeta e ora
portare la nostra esperienza
ha lasciato nelle mani dell’anti-
co compagno di studi Steve Bal-
manageriale per evitare
lmer: ormai si dedica anima e
corpo alla Bill&Melinda Gates
sprechi e dispersioni
Foundation, la charity che ha
creato quindici anni fa con la
moglie, a sua volta ex dirigente
Microsoft, e attraverso la quale
ha già donato qualcosa come 28
miliardi di dollari. Una cifra de-
stinata a raddoppiare in dieci
anni, durante i quali il secondo
uomo più ricco del mondo (do-
po il messicano Carlos Slim) ha
promesso di devolvere in bene-
ficenza il 95% della sua fortuna.
Forte di queste certezze, Gates è FOTO: REUTERS
venuto a Roma per la sessione
annuale dell’Ifad (Fondo inter-
nazionale per lo sviluppo agri-
colo).
Qual è il contributo, oltre a
quello finanziario, che sente di
“Dobbiamo investire sull’agricoltura
poter dare agli sforzi mondiali
per migliorare la resa dei cam-
pi, la qualità dei raccolti, la di-
stribuzione dei prodotti agri-
coli, le condizioni di vita nei
Paesi in via di sviluppo?
solo così battiamo povertà e malattie”
«Quello di migliorare su tutti
questi punti. Non c’è solo biso-
gno di finanziamenti: la comu-
La sfida di Bill Gates: “Ma non andrò a dirigere la Banca Mondiale”
nità internazionale degli agri-
coltori deve essere più innova-
tiva, organizzata, efficiente. Per sott’acqua anche per settima- regioni fra le più povere nel gliere le piante che è più conve-
questo, sei anni fa con Melinda ne, una situazione frequente in mondo. Per di più questi agri- niente coltivare. Loro sono bra-
abbiamo deciso di impegnarci molte zone tropicali, o grano coltori usano dieci volte meno vissimi: un gruppo di agricolto-
non più solo contro le malattie che può crescere in terreni aci- fertilizzanti dei loro “concor- ri kenioti ha creato senza nessu-
più terribili del pianeta (mala- di o salini come sono quelli di renti” su terreni che sono fra i na ingegneria genetica la cassa-
ria, tbc, polio) ma anche nell’a- tante aree sub-sahariane. E poi più degradati del mondo. Tutti va, una varietà di mais più resi-
gricoltura: per portare la nostra COL PREMIER curiamo che essi vengano di- questi fattori fanno sì che i rac- stente e redditizia, che ora stia-
esperienza manageriale, otti- Blindatissimo stribuiti presso, per esempio, i colti siano da due a cinque vol- mo aiutando a diffondere in
mizzare gli investimenti, evita- l’incontro di piccoli agricoltori africani, ov- te più scarsi della media. Si trat- tutta la regione».
re sprechi e dispersioni. È inac- Bill Gates col vero la stragrande maggioranza ta di aiutarli non solo a compra- Della World Bank ci ha detto,
cettabile che l’Africa sia costret- presidente di quanti si dedicano al suolo in re i fertilizzanti, ma anche a sce- ma con le altre organizzazioni
ta ad importare prodotti agrico- del Consiglio internazionali, a partire ap-
li quando potrebbe essere un Mario Monti punto dall’Ifad, collaborate?
esportatore formidabile». tenutosi ieri a L’incontro «Certo, è la chiave del suc-
Proprio la sua capacità di Palazzo Chigi cesso: l’Ifad ma anche la Fao e il
World Food Programme. Però è
portare un contributo da busi-
nessman agli aiuti allo svilup-
po, l’hanno portata in testa nel
Il fondatore di Microsoft da Monti indispensabile, e questo sono
venuto a dire a Roma, che tutte
toto-nomine per la presidenza
della Banca mondiale... è pace 8 anni dopo la maxi-multa e tre queste istituzioni cambino
approccio, seguendo appunto
«Sinceramente non penso il cammino della Banca Mon-
che sarei disponibile per un in- ROMA — È durato un’ora l’incontro di Bill Gates con diale, altrimenti la lotta contro
carico del genere. Ho lasciato FONDAZIONE Mario Monti, ieri pomeriggio a Palazzo Chigi. Sorri- la povertà e la fame sarà perdu-
l’azienda per impegnarmi a Da anni la si e strette di mano, ma agli inizi c’è stato qualche im- ta irrimediabilmente. Le prati-
tempo pieno nella Fondazione, Fondazione barazzo: non era la prima volta che si incontravano che utilizzare sono ancora vec-
ed è quello che intendo conti- Bill & Melinda (hanno partecipato ai convegni di Davos e Cernob- chie e inefficienti. Dobbiamo
nuare a fare. E poi guardate che Gates investe bio) ma nessuno dei due ha dimenticato la maxi-mul- lavorare tutti insieme per rag-
la Banca Mondiale ha fatto pas- parte dei ta di 497 milioni di euro cui Monti fece condannare la giungere gli obiettivi, e dobbia-
si da gigante negli ultimi tre- proventi di Microsoft nel 2004 per abuso di posizione do- mo farlo con metodi più inno-
quattro anni sotto il profilo del- Microsoft in minante. Fu un caso epocale che seguiva vativi, usando per esempio le
l’efficienza. Non è più quell’isti- solidarietà di poco un’analoga controversia in Ame- possibilità offerte dalla tecno-
tuzione burocratica, polverosa rica che invece si era conclusa in modo logia digitale. Non lo dico per il
e autoreferenziale di un tempo. più favorevole a Microsoft. Monti difese mio background, ma l’hi-tech
Certo, molto resta da fare ma ha la pesantezza della pena sostenendo che di rete è in grado di dare un con-
uno staff motivato in grado di era importante delimitare i confini del mo- tributo straordinario alla pro-
migliorare ancora. Sarà per noi nopolio in Europa e dare più respiro al con- duttività e all’efficienza in agri-
un partner sempre più prezio- cetto di concorrenza. Ma ieri per questi ricor- coltura. Considerate che se i
so». IN RUANDA di c’è stato pochissimo spazio. Monti si è detto am- piccoli agricoltori dell’Asia del
Su quali progetti siete con- Una donna mirato della “nuova vita” di Gates, che poche ore pri- Sud e dell’Africa sub-sahariana
centrati in questo momento? lavora nei ma aveva annunciato un finanziamento di 200 milio- riusciranno a raddoppiare i lo-
«Interveniamo a diversi livel- campi di ni di dollari all’agricoltura nei Paesi poveri che porta ro raccolti, come è tecnicamen-
li. Finanziamo piani di ricerca mais a 2 miliardi gli stanziamenti nel settore della sua Fon- te possibile, 400 milioni di per-
scientifica, in occidente o an- finanziati dazione. Il fondatore della Microsoft ha ricambiato sone si riscatteranno dalla po-
che, sempre più spesso, negli dalla Gates esprimendo apprezzamenti per la linea del rigore im- vertà. È questa la portata della
stessi Paesi interessati, per la se- Foundation posta in Italia: e il premier ha assicurato un maggior sfida che abbiamo di fronte e
lezione delle migliori sementi: in Ruanda impegno del nostro Paese nella lotta alla povertà. che dobbiamo vincere».
riso in grado di sopravvivere © RIPRODUZIONE RISERVATA
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 CRONACA @ PER SAPERNE DI PIÙ
www.vatican.va
www.chiesacattolica.it
■ 23

Veleni in Curia, l’ira del Papa


“Troppa vanagloria contro di me”
Duro discorso al clero: un errore inseguire il successo
MARCO ANSALDO
In questi giorni
CITTÀ DEL VATICANO — «Questa vanagloria, la Gendarmeria
alla fine, è contro di me e non mi rende felice».
Parole scandite come pietre, rivolte ai sacer- sta interrogando
doti della diocesi di Roma. È piuttosto raro che alcuni religiosi per
i Papi si riferiscano, soprattutto nei discorsi individuare il “corvo”
ufficiali, alla propria persona. Se Benedetto
XVI lo ha fatto ieri, parlando ai parroci della ca-
pitale, è perché la questione dei veleni in Vati- Il Vaticano fatica a scrollarsi di dosso la sto- l’espressione «cattolici adulti», adoperata di
cano, con la vicenda dei documenti interni ria delle lettere anonime diffuse, come ha det- recente nel mondo politico italiano. «Si dice
diffusi sulla stampa, il cosiddetto caso dei «Va- to l’altra sera al programma de La7 «Gli intoc- — ha spiegato Ratzinger — fede adulta eman-
tileaks», è giunto nella Santa Sede a un livello cabili» uno dei cosiddetti «corvi», da una ven- cipata dal magistero, come se, in quanto cre-
di guardia. E il fastidio del Pontefice è palpa- tina di suoi «colleghi», alcuni dei quali, secon- sciuto, debba emanciparmi dalla madre». Ma,
bile. «Umiltà», ha intimato il Papa tedesco ai do indiscrezioni, già ieri erano “sotto torchio”. ha osservato, «il risultato è la dipendenza dal-
suoi sacerdoti, in quella che è sembrata una Il Papa, da parte sua, fa di tutto per richiama- le onde del mondo, della dittatura dei mezzi di
critica al carrierismo nella Chiesa. Umiltà re il clero alla sua missione. «La superbia è ar- comunicazione, della opinione comune».
«che mi porta a non volere apparire, ma a fare roganza — ha proseguito — è la radice di tutti Nell’incontro con il clero di Roma, Benedetto
quel che Dio ha pensato di me e per me». Per- i peccati. Essere cristiani vuol dire superare non solo ha fatto uso di una ben poco consue-
ché inseguire il successo «rende infelici». E in- questa tentazione, essere veri, sinceri, realisti. ta prima persona. Ma ha parlato spesso a brac- Ratzinger su Twitter
vece «debbo saper accettare la mia piccola po- L’umiltà è soprattutto verità, vivere nella ve- cio. Variando anche l’approccio avuto in pas- Anche il Papa sbarca su Twitter.
sizione nella Chiesa». Una «lectio divina», co- rità, imparare che la piccolezza ci fa grandi. sato, quando aveva preferito domande e ri- Per parlare ai giovani il Pontefice ha scelto
me è stata ufficialmente definita: «Comporta- Essendo umile, ho la libertà di essere in con- sposte con i sacerdoti. Tuttavia, questa volta la di diffondere via social network gli Angelus
tevi in maniera degna della chiamata che ave- trasto con qualche mio parente», ha spiegato sua «lectio divina» doveva essere un affondo. e i discorsi più importanti. Il primo sarà quello per
te ricevuto». come esempio il Papa. Che ha infine criticato © RIPRODUZIONE RISERVATA
la Quaresima: previsti 40 tweet

Il retroscena Una bozza anonima di 50 righe sulle “voci” interne. Un alto prelato: giri d’affari poco chiari e corruzione

ORAZIO LA ROCCA
Denuncia-shock in un documento al Governatorato, dove ai nuovi
assunti qualche ben noto monsi-
CITTÀ DEL VATICANO — “La P4
in Vaticano”. È l’inquietante tito-
lo di un anonimo documento che
circola nei palazzi pontifici pro-
vocando scompiglio, interroga-
“In Vaticano le trame della P4” gnore pare che abbia imposto la
cessione dei primi 2 stipendi, pe-
na l’immediata perdita del posto
di lavoro». Altri interrogativi: i
rapporti tra Simeon («collegato
tivi e preoccupazioni tra le gerar- con Bisignani») e i cardinali Ber-
chie d’Oltretevere. Una bozza di Carlo Maria Viganò, inspiegabil- chiede aiuto al diretto superiore, “promuovere” Viganò nunzio tone e Mauro Piacenza «non ri-
50 righe al veleno con accuse di mente alla nunziatura di Wa- il cardinale (presidente) Giovan- negli Usa, bloccandogli una sicu- salgono — si legge nella bozza —
malaffare, furti e corruzioni rivol- shington». Vicenda poco chiara a ni Lajolo e al Segretario di Stato, il ra nomina cardinalizia. ai tempi in cui Simeon agiva per
te a monsignori, vescovi e alti pre- cui fa ampiamente riferimento il cardinale Tarcisio Bertone, per «Che la Curia fosse vittima de- conto di Cesare Geronzi nel set-
lati. Vera e propria tangentopoli documento che — privo di tim- mettervi ordine». Ma, «uomini le- gli intrallazzi della cosiddetta P4 tore bancario ed aiutò la curia ge-
pontificia orchestrata — si legge bro, senza firma — presenta Vi- gati alla P4 che mantengono lega- vaticana non è un mistero per novese in vari affari nel corso del
nella bozza filtrata dal Governa- ganò come vittima di una con- mi solidi con il Segretario di Stato nessuno. Quel che è ancora più mandato del cardinale Berto-
torato e diffusa nei piani alti della giura del “partito” dei prelati con- — accusa l’anonimo estensore grave — ammettono quei pochi ne?». Ed inoltre, è vero che «il car-
Segreteria di Stato — da oscuri trari alla sua voglia di “pulizia”. della bozza — decidono che per monsignori che non nascondo- dinale Segretario di Stato è inter-
burattinai tramite il ramo vatica- «Su mandato del Santo Padre — salvaguardare i loro interessi no la loro indignazione — è che venuto in prima persona per far
no della P4, l’associazione segre- si legge, infatti, nel documento debba essere allontanato. La ca- certi personaggi colti nelle mani nominare Simeon alla Rai-Vati-
ta per la quale nei mesi scorsi era segreto — nel 2009 monsignor Vi- lunnia è la loro arma e per paura e nel sacco agiscono ancora indi- cano» e che «con l’aiuto dello
stato arrestato — per reati com- ganò viene inviato al Governato- codardia lo stesso Lajolo si rifiuta sturbati in determinati istituzio- stesso Simeon Bertone ha usato
messi in Italia — Luigi Bisignani, rato per fare pulizia. Scopre un si- di difenderlo». Da qui la decisio- ni dove circolano tanti soli come la sua influenza per fare nomina-
che alla fine ha patteggiato un an- stema diffusamente corrotto e ne presa dai vertici pontifici di i Musei vaticani e, per gli appalti, re Lorenza Lei a direttore genera-
no e sette mesi di reclusione do- le della Rai?». Altro personaggio
po una condanna per associazio- «chiacchierato», il direttore ge-
ne a delinquere, favoreggiamen- nerale dell’ospedale Bambino
to, rivelazione di segreto e corru- Gesù di proprietà del Vaticano,
zione. Giuseppe Profiti, del quale nella
Bisignani nell’anonimo docu- bozza si ricorda di essere stato
mento viene descritto come uno «condannato per turbativa d’a-
dei «membri della P4 che ha lega- sta e riciclaggio» di essere «amico
mi diretti con il Segretario di Sta- Luigi Bisignani diretto del cardinale Bertone e le-

Il ruolo di Bisignani “Monsignor Viganò


e i suoi rapporti Le ha tentato di fare
con Marco Simeon, pulizia, ma forze
protetto dal accuse potenti lo hanno
cardinale Bertone A GENOVA fatto allontanare”
“I rapporti di Simeon
con Bertone
to», insieme a Marco Simeon, di- risalgono ai tempi in gato a Simeon» e che «ha mano-
rettore delle relazioni internazio- cui Simeon agiva vrato per creare un polo di ospe-
nali della Rai e di Rai-Vaticano, per conto di Cesare dali cattolici, il Bambin Gesù, Ca-
protetto dal cardinale Bertone, e Geronzi” sa Sollievo della Sofferenza di san
monsignor Paolo Nicolini, re- Giovanni Rotondo, il San Raffae-
sponsabile amministrativo del LA RAI le e l’Università Cattolica tramite
Governatorato e dei Musei Vati- “Bertone è l’Istituto Tognolo». «Ma, in defi-
cani. «Purtroppo è un quadro al- intervenuto in nitiva, perché Bertone protegge
larmante difficilmente smentibi- prima persona personaggi come Profiti e Si-
le, con tante verità e qualche ec- per far meon, ma fa mandare negli Usa
cesso, ma delineato in tutta la sua nominare Marco Vigano?», si chiedono Oltreteve-
infernale drammaticità», confi- Simeon alla Rai” re, dove tutto quel che sta succe-
da in Curia un prelato di lungo dendo viene fatto risalire «allo
corso, che sul ruolo della P4 vati- scontro che da mesi è in corso tra
cana ammette che «nessuno po- LE DENUNCE due fazioni contrapposto, la co-
trà negare che da troppo tempo “Monsignor Viganò siddetta cordata dell’Accademia
ormai in Vaticano ci sono giri chiese aiuto a Ecclesiastica capitanata dall’ex
d’affari poco chiari e casi di cor- Bertone per fare segretario di Stato Angelo Soda-
ruzioni che nessuno ha avuto il pulizia. Ma venne no ed il “partito” pro Bertone, af-
coraggio di denunciare, ad ecce- allontanato e inviato fiancato dai neo porporati Pia-
zione dell’ex segretario generale negli Usa” cenza, Calcagno, Filoni...».
del Governatorato, il vescovo © RIPRODUZIONE RISERVATA
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 CRONACA @ PER SAPERNE DI PIÙ
www.giustizia.it
www.repubblica.it
■ 24

L’INCHIESTA GLI INDAGATI I PENTITI I DOCUMENTI


I pm di Palermo Sotto accusa i boss Il primo mafioso Al Viminale i pm
indagano sulla Riina e Provenzano, a parlare di trattativa hanno scoperto
trattativa fra pezzi il senatore Dell’Utri fra Stato e mafia alcune carte in cui
dello Stato e i vertici e l’ex comandante è stato Giovanni si parla di trattativa
mafiosi, fra il ’92-’93 del Ros Mario Mori Brusca nel 1996 già a fine ‘92

La vicenda

Patto Stato-mafia, indagato Mannino


“Fece pressioni a favore dei boss”
Sarebbe accusato da un testimone. L’ex ministro: un delirio L’ex ministro Calogero Mannino

SALVO PALAZZOLO filtra dal rigido segreto investiga- Matteo, Paolo Guido e Lia Sava) si trattativa: è ormai accertato che i La figura di Mannino era già
tivo: il misterioso testimone po- parla genericamente di «pressio- mafiosi chiedevano la revoca del emersa nei mesi scorsi durante
PALERMO — I magistrati che in- trebbe essere uno degli uomini ni» che Mannino avrebbe eserci- carcere duro per mettere fine alle l’inchiesta sulla trattativa: il no-
dagano sulla trattativa fra Stato e delle istituzioni convocati dai pm tato «su uomini delle istituzioni», stragi, ma non è ancora chiaro chi me dell’esponente democristia-
mafia ritengono di aver trovato la nell’ultimo giro di audizioni. Nel- «affinché non fossero adottati e trattò dalla parte delle istituzioni. no era stato trovato al Viminale in
prova che l’ex ministro Calogero l’avviso di garanzia (firmato del prorogati provvedimenti di 41 bis Lunedì pomeriggio, Mannino cima a una lista di politici nel mi-
Mannino avrebbe esercitato procuratore aggiunto Antonio nei confronti di detenuti di ma- dovrà presentarsi in Procura, per rino di «strategie destabilizzanti»
pressioni, fra il ’92 e il ’93, per la re- Ingroia e dai sostituti Nino Di fia». È il cuore dell’indagine sulla rispondere alle domande dei pm. ed «eventi omicidiari»; a stilare il
voca del carcere duro ad alcuni Lui, già reduce da un processo e documento (nel marzo ’92, dopo
padrini di Cosa nostra. Ecco per- da un’assoluzione per mafia, si l’omicidio del Dc Salvo Lima) era
ché gli hanno fatto notificare dal- Il caso dice sereno: «Se non fosse il testo stato l’allora capo della polizia
la Dia di Palermo un avviso di ga- dell’invito a comparire lo consi- Vincenzo Parisi. Secondo i magi-
ranzia, in cui si ipotizza il reato di
“violenza o minaccia a un corpo
Nuove Br contro Ichino, processo da rifare dererei uno scherzo o un delirio».
Ieri pomeriggio, dopo la notizia
strati, quell’allerta avrebbe se-
gnato l’inizio della trattativa: per
politico, amministrativo o giudi-
ziario”: è la stessa accusa mossa
la Cassazione annulla la sentenza d’appello dell’avviso di garanzia anticipata
da Repubblica.it, l’ex ministro Dc
evitare altri omicidi eccellenti
(con Mannino erano ritenuti a ri-
nei confronti di tutti gli altri pro- Totò Riina MILANO — Ci sarà un nuovo processo d’Appello per i 12 im- oggi deputato iscritto al gruppo schio anche Carlo Vizzini, Salvo
tagonisti di questa indagine, ma- putati accusati di far parte delle nuove Brigate Rosse, non- misto ha ricevuto la solidarietà Andò e Sebastiano Purpura), al-
fiosi del calibro di Riina e Proven- ché di aver progettato un attentato ai danni del giuslavori- del capogruppo del Pdl alla Ca- cuni uomini delle forze dell’ordi-
zano, uomini delle istituzioni co- È il secondo sta Pietro Ichino. È quanto ha deciso ieri la V sezione pena- mera: «C’è uno spirito vendicati- ne si sarebbero mossi, su input
me il senatore Marcello Dell’Utri politico sotto le della Corte di Cassazione, annullando di fatto le condan- vo da parte degli inquirenti con- politico. È ancora un mistero co-
e il generale dei carabinieri Mario ne inflitte dal tribunale di Milano il 24 giugno 2010. Una scel- tro Mannino», dice Fabrizio Cic- sa accadde per davvero, ma il
Mori. inchiesta per la ta probabilmente dovuta alla genericità dei capi di imputa- chitto. È intervenuto anche Pier muro dell’omertà sembra adesso
A chiamare in causa Mannino vicenda dopo zione: le motivazioni saranno depositate nei prossimi giorni. Ferdinando Casini: «Sono molto scricchiolare.
sarebbe un testimone, per un Marcello Dell’Utri Annullata anche la costituzione di parte civile di Ichino. sorpreso per questo avviso di ga-
episodio ben preciso. Nulla di più ranzia». © RIPRODUZIONE RISERVATA
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 CRONACA
■ 25

Immigrati respinti, la Corte Ue condanna l’Italia


“Risarcite quei profughi riportati in Libia”. Monti: sentenza che peserà su scelte future
VLADIMIRO POLCHI
ROMA — Crolla il muro dei re- IL REATO L’AGGRAVANTE L’ESPULSIONE
spingimenti in mare. Bocciato Il 28 aprile 2011 la Nel luglio 2010, la Corte La Consulta nel
Il processo
l’accordo italo-libico firmato dal
governo Berlusconi. La Corte eu-
ropea dei diritti umani all’unani-
Corte di giustizia Ue
boccia il reato di
clandestinità (pacchetto
costituzionale dichiara
illegittima l’aggravante
di clandestinità che
dicembre 2010 giudica
non punibile l’irregolare
che in “estremo stato
Morti di amianto Pirelli
mità condanna l’Italia per i re-
spingimenti indiscriminati verso
la Libia. Per i giudici di Strasburgo
La legge
svuotata
sicurezza 2009) laddove
punisce con il carcere
gli immigrati irregolari
aumenta le pene di un
terzo se a commettere
il reato è un irregolare
di indigenza” non rispetta
l’ordine d’allontanamento
del questore
risarcimenti e polemiche
il nostro Paese ha violato il divie-
to alle espulsioni collettive e il di- MILANO — La Pirelli ha chiuso le trattative per
ritto dei migranti a presentare ri- il risarcimento dei familiari di sei operai morti
corso presso un tribunale. Il go- nello stabilimento di Milano per aver respirato
verno italiano dovrà pagare amianto tra gli anni Settanta e gli anni Ottanta.
15mila euro a testa a 22 profughi Lo hanno annunciato ieri gli avvocati dell’a-
africani come risarcimento dan- zienda produttrice di pneumatici durante il
ni (due ricorrenti sono deceduti processo che si è aperto dieci anni dopo la de-
nel tentativo di raggiungere nuo- nuncia presentata da uno degli operai, Enio
vamente l’Italia). «È una sentenza Marciano.
storica», plaudono in coro le or- Il processo si celebra dopo il rinvio a giudi-
ganizzazioni umanitarie. «È una zio chiesto dal pm Maurizio Ascione, che ave-
decisione politica», replica l’ex va ereditato il fascico-
ministro dell’Interno, Roberto lo da un collega al qua-
Maroni. Una cosa è certa: «Alla lu- le il gip aveva imposto
ce della sentenza prenderemo l’imputazione coatta
decisioni per quanto riguarda il dopo due richieste di
futuro», assicura il premier Mario archiviazione. L’asso-
Monti. ciazione esposti
Il caso “Hirsi Jamaa contro l’I- amianto ha chiesto il
talia” nasce dal ricorso di 11 pro- deposito agli atti della
fughi somali e 13 eritrei (assistiti IL PIANTO DEL MIGRANTE sentenza torinese di
dal Consiglio italiano per i rifu- Un uomo implora un condanna a sedici an-
giati) che, nella notte tra il 6 e il 7 finanziere italiano di ni di carcere dei vertici
maggio 2009, furono intercettati non essere rimpatriato della Eternit. La difesa Un reparto della
a sud di Lampedusa e consegnati si è opposta: il giudice vecchia Pirelli
Guido Piffer deciderà
FOTO: ENRICO DAGNINO alla prossima udienza, ad aprile. In quella sede
Maroni: decisione dirigenza libica al fine di riavviare L’ex sottosegretario all’Interno, Corte anziché rivendicare le vo- si valuteranno anche altri risarcimenti del dan-
1.000 la collaborazione fra i due Paesi» Alfredo Mantovano (Pdl), arriva a stre politiche, pentitevi. Bisogna no: le trattative sono in corso con altre sei fa-
politica, rifarei miglie, con la Regione e con l’Inail.
I RESPINTI parla il ministro dell’Interno, An- chiedere al nuovo governo «di subito archiviare la politica dei
tutto. L’Onu: Dal 2009, namaria Cancellieri, che avverte: impugnare la sentenza». Peccato respingimenti». In difesa dei giu- Il Comitato per la difesa della salute nei luo-
punto di svolta dice l’Unhcr, «Ogni iniziativa sarà improntata che, come spiega l’avvocato An- dici di Strasburgo si schierano an- ghi di lavoro e nel territorio di Sesto San Gio-
per tutti gli Stati circa mille al rispetto dei diritti umani». ton Giulio Lana (legale dei mi- che tutte le organizzazioni inter- vanni, però, attacca: «La Pirelli cerca di com-
migranti sono I più critici con Strasburgo so- granti con Andrea Saccucci) «non nazionali, da Amnesty all’Unhcr. prare la licenza di uccidere e l’impunità». «Ce
stati respinti no i leghisti. Per il leader del Car- si può fare ricorso, visto che la de- Laurens Jolles dell’Alto Commis- l’abbiamo con le istituzioni non con le fami-
dalle motonavi italiane alle auto- in Libia dalle roccio, Umberto Bossi, «l’impor- cisione è stata presa dalla Grande sariato Onu per i Rifugiati si dice glie», chiarisce il leader Michele Michelino. Ad
rità libiche. Un comportamento autorità italiane tante è che abbiamo impedito Camera, che rappresenta l’ulti- «preoccupato che l’Italia abbia accettare la transazione c’è anche Giusy Mar-
che, secondo i giudici di Strasbur- che il Paese si riempisse di immi- ma istanza e le cui sentenze sono riattivato il trattato bilaterale con ciano, la figlia dell’operaio che da avvocato ha
go, ha violato l’articolo 3 della grati». Roberto Maroni non ha inappellabili». l’attuale governo libico senza ri- ottenuto la riapertura del caso. «Il processo va
Convenzione europea sui diritti dubbi: «È una sentenza politica di Ai leghisti risponde Livia Tur- nunciare formalmente alla prati- avanti lo stesso», dice. (da.c.)
dell’uomo, in quanto i profughi una corte politicizzata. Rifarei co, responsabile immigrazione ca dei respingimenti». © RIPRODUZIONE RISERVATA
«furono esposti al rischio di mal- esattamente quello che ho fatto». del Pd: «Dopo la sentenza della © RIPRODUZIONE RISERVATA
trattamenti in Libia», nonché a
quello di «venire rimpatriati in
Somalia ed Eritrea». Non solo. L’indagine Il giorno 23 è venuto a mancare Caro
Sempre all’unanimità la Corte ha Francesco Assorgia zio Enzo
condannato l’Italia per aver “di-
sobbedito” al divieto di espulsio-
ni collettive (è la seconda volta in
L’Aquila, arrestato militare ventenne Ne danno annuncio la moglie, i figli Mau-
ro, Paola con Dario, Marta e Laura.
ti ricorderemo sempre con grandissimo
affetto e profonda ammirazione. 20 28 56 62 63 76
60 anni che uno Stato viene con-
dannato per questa violazione) e
i pm: è stato lui a stuprare la studentessa Roma, 24 febbraio 2012
On. Fun. Giacci Srl
tel. 06/9385787
Un caloroso abbraccio ai nostri cugini
Olivia e Antonio.
Antonella, Joachim, Matthias, Daniel, 35 31
per non aver concesso ai migran- L’AQUILA — Svolta nell’inchiesta sullo stupro ai danni di La moglie con la famiglia annunciano la Asia, Benedetta, Concetta, Luigi.
ti un ricorso contro la decisione una giovane studentessa accaduto fuori della discoteca morte di
Dusseldorf, 24 febbraio 2012
del respingimento. Nella senten- Guernica di Pizzoli, vicino a L’Aquila). È stato arrestato Giuliano Ienne 2.469.942,62 €
Gli amici di EDT profondamente com-
za la Corte rigetta tutte le tesi di- Francesco Tuccia, 21 anni, militare originario della pro- marito e padre esemplare. mossi partecipano con grande affetto al
fensive italiane: in particolare vincia di Avellino, da subito il principale sospettato. Il gio- Roma, 24 febbraio 2012 dolore di Antonio e Olivia per la scom- Concorso n. 23 del 23-02-2012
quella secondo cui la Libia «era vane è accusato di violenza sessuale e tentato omicidio. 24-2-2007 24-2-2012 parsa del carissimo Superenalotto
Nessun vincitore con punti 6
un posto sicuro e che Tripoli ri- Il militare avrebbe agito da solo fuori dal locale dopo aver Massimo Ialongo Enzo Sellerio Nessun vincitore con punti 5+
Ai 10 vincitori con punti 5 37.049,14 €
spettava i propri impegni inter- avuto un approccio amoroso all’interno con la giovane, Ci manchi. Torino, 24 febbraio 2012 Agli 829 vincitori con punti 4 450,61 €
nazionali sull’accesso all’asilo». conosciuta quella sera, che poi è stata trovata svenuta e Roma, 24 febbraio 2012 Alessandro e Giuseppe e tutti gli amici di
Ai 35.826 vincitori con punti 3 20,76 €
Superstar
«Questa sentenza sarà esami- nuda in mezzo alla neve, insanguinata per le gravissime Il marito Umberto De Angelis, il figlio Casa Laterza sono vicini a Antonio, Oli- Nessun vincitore con punti 5
nata con la massima attenzione. ferite. Non c’entrano con la violenza, definita selvaggia, i Emilio con Lara, familiari ed amici co- via e a tutta la famiglia per la scomparsa Ai 5 vincitori con punti 4
Ai 165 vincitori con punti 3
45.061,00 €
2.076,00 €
di
Si riferisce a casi del passato», è il due commilitoni e la fidanzata di uno di questi, mino- municano il loro dolore perché non è più Ai 2.518 vincitori con punti 2
Ai 17.811 vincitori con punti 1
100,00 €
10,00 €
commento a caldo del premier renne. Ad inchiodare il caporale campano, che è stato so- con noi dal 24 gennaio scorso Enzo Sellerio Ai 42.003 vincitori con punti 0 5,00 €
Mario Monti. Questa decisione speso cautelativamente dal servizio, le tracce di sangue Erminia Ballesio De Angelis Roma, 24 febbraio 2012 PROSSIMO CONCORSO
IL JACKPOT CON PUNTI 6
«ci farà ripensare alle nostre poli- trovate sulla camicia, su una mano e sul braccialetto. Economista, insegnante, revisore Il Presidente della Fratelli Alinari Idea e
legale, consigliere delegato della 67.200.000 €
tiche sulle migrazioni», concorda S.I.D.A Srl
della Fondazione Alinari Claudio de Po-
lo, assieme a Gianna de Polo e a tutti i di-
il ministro per l’Integrazione, An- Per desiderio dell’estinta si comunica pendenti e collaboratori prendono par-
drea Riccardi. Fonti della Farne- agli amici lontani dopo i funerali civili, la te al dolore di Antonio e Olivia per la 39 33 15 26 1
sina sostengono però che «il trat- La tragedia cremazione e la traslazione delle ceneri scomparsa del padre
tamento riservato a migranti nella Cappella di famiglia in Sant’Agnel-
22 14 76 82 20
Enzo Sellerio
43 81 63 32 87
messi in salvo è stato sempre
conforme agli obblighi interna-
zionali». Di «contatti con la nuova
Muore soffocato per un gioco erotico lo di Sorrento.
Genova, 24 febbraio 2012
A.Se.F. del Comune di Genova
al quale ci sentivamo uniti da una gran-
de stima per l’impegno culturale e foto-
grafico svolto con passione e maestria.
26 16 10 85 8

la compagna legata non può soccorrerlo tel. 010/2915501


Tu ci sei sempre stata vicina con tutto il
tuo cuore, allegria, intelligenza, stretta
Firenze, 24 febbraio 2012
Lo staff di IGF partecipa al dolore di Oli-
9
67
16
18
46
48
75
65
65
71
TRENTO — Le grida di una donna provenienti da un ap- accanto a noi, in casa, passeggiando e via e Antonio per la scomparsa di 10 81 43 38 44
partamento chiuso a chiave: quando la polizia ha sfon- correndo, in riva al mare e su per i mon- Enzo Sellerio 15 35 33 89 24
dato la porta, chiamata dai vicini, l’ha trovata legata a ti. Così ti ricordiamo
editore e artista stimato.
una trave. Poco più in là il suo amante, soffocato da un Maria Laura Vighi Gozzi Aldeno, 24 febbraio 2012
18 16 73 65 60
cappio in cui lui stesso aveva infilato il capo, vittima di Marino, Cicci e Nicoletta Bosinelli, Ma-
Sergio Valzania e Lucia Restivo abbrac- 36 30 46 66 64
un “gioco” portato alle estreme conseguenze. Impossi- riateresa e Renzo Canestrari, Drilli e Va-
ciano, con affetto, Antonio e Olivia nel ri- NAZIONALE 88 1 17 60 45
lentina Cenacchi, Biancamaria e Anna
bile per lei — immobilizzata dal compagno, secondo le Facchini, Annamaria e Giorgio Festi,
cordo del loro papà
regole che avevano concordato — salvargli la vita quan- Giuliana Luppi, Vittoria Mancini, Ales- Enzo Sellerio
do l’ha visto morire per asfissia. È accaduto a Trento do- sandra Melloni, Vincenza Scassellati,
10 e LOTTO
Roma, 24 febbraio 2012
ve l’uomo — 37 anni, assessore in un piccolo comune di Graziella Zattoni COMBINAZIONE VINCENTE
DOMANI SU “D” Antonio e Maria José Tabucchi sono af-
montagna, padre di famiglia — aveva un appartamen- Bologna, 24 febbraio 2012 fettuosamente vicini ai cari Olivia e An- 9 10 14 15 16
“Te lo sei voluto”. Ma anche:
to in affitto. Sulla ricostruzione esatta dell’episodio in- Nerio Nesi ricorda con profonda tristez- tonio nella dolorosa scomparsa del loro 18 22 26 30 33
“Ti amo”: frasi dei violentatori
daga la procura. Una morte analoga a quella del set- za padre 35 36 39 43 46
alle loro vittime nelle foto di
tembre scorso a Roma, quando una giovane donna per- Maria Laura Vighi Gozzi Enzo Sellerio 48 63 67 76 81
Grace Brown domani su “D”
se la vita soffocata durante un gioco erotico. Torino, 24 febbraio 2012 Lisbona, 24 febbraio 2012
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 ATTUALITÀ @ PER SAPERNE DI PIÙ
www.vitadasingle.net
http://twitter.com/vitadasingle
■ 27

Come sono cresciuti i single in Italia


Percentuale La spesa
della popolazione adulta
(dai 18 anni in su) 320 euro
8,5% al mese per il cibo
28,4%
24% 25,9%
degli italiani
vive solo
e ha meno +71%
di 45 anni: rispetto
sono a chi sta in famiglia
i "single per scelta"

2000 2005 2010

Chi sono i single


per scelta
Tra chi non si è mai sposato

i maschi sono
il55,3 %
e superano
le femmine

Tra i genitori
soli,
le donne sono l’ 86,1%

La rivincita dei single Come sono distribuiti


i single

cresce l’esercito 43% 43,4% 41,7% 45,1%


37%

dei solitari per scelta Milano


(oltre 50
se si sommano
Nord ovest Nord est Centro Sud

A New York sono uno su due. Ecco cosa si fa per loro in Italia i genitori soli)

(segue dalla prima pagina) bambini con madri separate contare come due bambini su racconta Giuseppe De Rita, so- no più poveri e più isolati di pri-
che lavorano a tempo pieno. tre nascano ormai fuori dal
La legge ciologo, presidente del Censis ma. E che oggi purtroppo sono
VERA SCHIAVAZZI Sui social network, single è già matrimonio se la madre ha — Per la mia generazione e la molto numerosi, e spesso alla
bellissimo: tre milioni e mezzo meno di trent’anni, un feno- PRIMO SÌ mia cultura, può sembrare tri- ricerca di un lavoro che non

È
UN esercito silenzioso di iscritti a Facebook hanno meno che non può più essere AL DIVORZIO BREVE ste che non abbiano figli e fa- c’è».
che alimenta i social scelto per sé questa definizio- definito in termini di “illegitti- Primo via libera in miglia, ma per loro non è così, Vivere soli, insomma, deve
network ma anche il vo- ne. mità”, il secondo per presenta- commissione giustizia ed essere single significa so- essere una libera scelta. E non
lontariato, spende molto per il Forse i single non divente- re il libro-inchiesta di Amy alla Camera per la prattutto libertà di compiere un voto perenne: un sondaggio
cibo (+ 71 per cento rispetto al- ranno mai un movimento, e Kennedy (“Going solo”) su proposta di legge sul scelte professionali o di orga- realizzato da vitadasingle.net,
le famiglie) ma anche per i viag- non scriveranno manifesti. gioie e sorprese di andare a sta- divorzio breve, nizzare come meglio si deside- il principale network italiano
gi e la cultura (chi è solo fa 3 Ma, certo, si stanno svegliando re per conto proprio. I single che riduce da 3 a 1 ra l’orario delle lavatrici a casa di eventi e offerte per questa fa-
giorni di vacanza in più rispet- e prendono la parola. Il New vorrebbero per sé un’immagi- anno il periodo per propria. Diverso, e peggiore, è scia di popolazione sostiene
to a chi ha figli, e dedica un’ora York Times ha dedicato loro ne nuova, soprattutto i più gio- avviare la causa il caso dei “single di ritorno”, che il 33 per cento dei single è
al giorno in più ai propri inte- ben due diversi reportage in vani. «Tre dei miei otto figli non dopo la separazione degli uomini di 50 anni o più assolutamente disposto a spo-
ressi personali). pochi giorni: il primo per rac- sono sposati e vivono soli — che dopo un divorzio si ritrova- sarsi, a condizione, ovviamen-
Stanchi di essere raccontati te, di trovare la persona giusta,
come egoisti e irresponsabili, i e il 24 per cento coltiva anche
single cercano, e trovano, la lo- Il caso un desiderio di paternità, con-
ro rivincita. E mentre a tro un modesto 15 per cento di
Manhattan, dove una persona
su due è sola, come del resto nel
centro di Parigi, si progettano
complessi di appartamenti per
Doppio cognome, rivoluzione in arrivo aspiranti mamme. Su 1.142 in-
tervistati, è emerso che sono le
donne a difendere con più ri-
gore la propria “singletudine”,
donne sole dotate di occhi elet-
tronici per la sicurezza e altre
facilities, nell’austriaca Carin-
zia ha appena inaugurato l’A-
si potrà aggiungere quello della madre ma anche che i genitori soli
conducono un’intensa vita so-
ciale (il 21 per cento frequenta
un partner fisso, mentre solo il

CATERINA PASOLINI la semplificazione dell’ordinamento dello marito ai propri figli da parte della donna
De Rita: “Per le stato civile pubblicato sulla Gazzetta Uffi- che, rimasta vedova o divorziata, si è ri- Nel nostro Paese
nuove generazioni ROMA — In nome della madre. Ora è que- ciale del 30 dicembre del 2000. Secondo il sposata. sono almeno otto
stione di giorni prima che le donne entri- nuovo testo, che dovrebbe essere appro- Altra novità, potrà fare domanda anche
significa libertà ma no per sempre nella vita burocratica dei lo- vato visto che ha già avuto pareri positivi chi è divenuto cittadino italiano e vuole milioni. “Basta
dopo i 50 anni può ro figli. Che la parificazione dei coniugi, dalle Camere e dal Consiglio di Stato, si po- però che venga mantenuto il nome con cui pregiudizi, non
essere faticoso” prevista dalla Costituzione, diventi final- trà così chiedere di unire al cognome del è conosciuto al di fuori del paese. siamo egoisti”
mente realtà. E un rapporto di amore e te- padre quello della madre, ma si potrà an- Non solo doppio cognome per tutti, ma
nerezza, accudimento e rimbrotti, diventi che chiedere di aggiungere il cognome del facilitazione anche nell’ottenerlo o nel
viva Hotel, primo albergo eu- inchiostro sui documenti. cambiarlo se lo si trova inadatto, offensivo, 16 per cento dei single senza fi-
ropeo rigorosamente vietato a Per la prima volta in Italia, infatti, tutti «perché ridicolo o vergognoso o perché ri- gli fa altrettanto). Marco Luca
coppie e famigliole: qui gli potranno chiedere con facilità e meno bu- I punti vela l’origine naturale», o aggiungere al Greppi, che di vitadasingle. net
ospiti vengono per sciare, fare rocrazia di avere anche il cognome della proprio un altro cognome. è stato l’ideatore dodici anni fa,
la sauna, mangiare bene e madre accanto a quello paterno, a raccon- LA RICHIESTA D’ora in poi si potrà farne domanda di- sceglie il basso profilo: «Non
chiacchierare dopo cena sol- tare la loro storia, la loro identità, il loro Tempi più rapidi visto che va rettamente al prefetto della provincia del promuoveremo mai un single
tanto se ne hanno voglia, negli passato. presentata in prefettura luogo di residenza o di quello nella cui cir- pride. Ma intanto proponiamo
spazi creati per questo. Sconti Lo stabilisce il decreto che verrà presen- e non più al Viminale coscrizione è situato l’ufficio dello stato ci- locali, ricette di cucina, serate,
su alcune tariffe, come la Tarsu tato oggi pomeriggio dal ministro della vile dove si trova l’atto di nascita al quale la viaggi e weekend per chi vive
(raccolta rifiuti) vengono già Pubblica amministrazione, Filippo Patro- richiesta si riferisce, e non come ora che bi- da solo». Prossima fermata:
applicati ai single a Torino, ni Griffi, in Consiglio dei ministri. Un pri- LA RIFORMA sognava aspettare il via del libera del mini- una campagna di sensibilizza-
mentre a Milano la risposta un mo passo verso la vera parità, anche se non Si potrà chiedere di stero dell’interno. Nella domanda si do- zione sulla possibile apertura
welfare non ancora riprogetta- è ancora la trasmissione automatica del aggiungere il cognome della vranno esporre le motivazioni della richie- ai single delle adozioni (come è
to in favore dei genitori soli è cognome materno ai neonati come scritto madre a quello paterno sta. già avvenuto in gran parte
una schiera impressionante di in tanti disegni di legge, vedi quello del- Sparisce la previsione che vietava l’attri- d’Europa) che il network met-
baby sitter e badanti: 40.000 l’avvocato Giulia Bongiorno, ancora in di- LA SCELTA buzione di cognomi di importanza storica terà online nei prossimi giorni.
sono quelle con un contratto scussione in Commissione giustizia. Si può cambiare cognome nel o tali da indurre in errore circa l’apparte- Una battaglia? «No, per carità
regolare e a tempo pieno in Il decreto, che va verso la semplificazio- caso in cui lo si trovi “ridicolo, nenza a famiglie illustri o particolarmente — giura Greppi — soltanto un
città, altre 126.000 vivono in ne della vita burocratica dei cittadini, in- vergognoso o sveli l’origine” note nel luogo di nascita o di residenza. invito a riflettere sulla società
provincia, oltre la metà assiste terviene sul regolamento per la revisione e © RIPRODUZIONE RISERVATA
che cambia».
un anziano solo o si occupa di © RIPRODUZIONE RISERVATA
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 ATTUALITÀ
■ 28

Le categorie Il boom I costi


L’allarme dei medici È un fenomeno Per abbattere i costi
del lavoro: dopo trasversale ma che della spesa molti
i cottimisti, c’è un sfugge alle statistiche: optano per quella
allargamento a tutte le secondo le stime, da fumare, meno cara,
categorie, anche tra chi il consumo tra i o il crac, che si inala
non ha problemi ma muratori del triangolo Diffuse anche le
crede di rendere di più dell’edilizia lombardo anfetamine, con
con questa sostanza è cresciuto del gli stessi effetti:
L’ultima novità: la 50 per cento negli tengono svegli e
diffusione tra gli artigiani ultimi 10 anni fanno passare la fame

Inchiesta italiana
Dagli idraulici ai chirurghi
ecco i mestieri a rischio cocaina
“La usa un lavoratore su cinque”
È un doping contro lo stress: a Milano record di consumi
(segue dalla prima pagina) EFFETTO PERFORMANCE cavano foglie di cocaina per resistere alla fatica nei campi.
«All’uso tradizionale della coca — quello evasivo-sociale Per una buona resa lavorativa le foglie venivano distribuite
PAOLO BERIZZI — si è affiancato, stabilmente, quello della sostanza assun- quattro volte al giorno. Tra Colombia, Perù e Bolivia — dove
ta come stimolante lavorativo». Vittorio Tanzi è responsabi- si producono tre quarti della cocaina del mondo — l’abitu-
ALTRONDE lo fa anche il neurochirurgo per le qualità del Crest (Centro per i disturbi della personalità e dine è intatta, benché un conto sia masticare la foglia, e un

D’
APPROFONDIMENTI
Immagini e prepararsi a un intervento di precisione al ta- tossicomania), sede e ambulatorio a Milano, due comunità altro tirare la coca in polvere, ottenuta tramite procedimen-
approfondimenti lamo. E anche Vittorio e Enzo, 73 anni in due, in provincia di Varese. Tra i ti chimici. Tutt’altra storia
sui lavoratori a rischio autisti di autobus per un’azienda con appalti nel pub- pazienti ci sono imprendi- è la «bamba». La chiamano
disponibili sul sito blico. E poi Raffaella — non è il suo vero nome — , 42 an- tori, manager, magistrati, così a Milano-coca-city (il
RE-Le inchieste ni, magistrato penalista, dopo 15 anni è ancora in balia piloti, operai, avvocati, ar-
I nuovi schiavi capoluogo lombardo coi
dei demoni. tigiani, autisti, poliziotti. Chi sono i nuovi schiavi suoi 125mila consumatori
Sono macchine fatte di carne e vanno a cocaina. Si «Più è stressante il tipo di è la capitale italiana e euro-
dopano per aumentare le prestazioni, per vincere lo mestiere — in alcuni casi della polvere bianca? Quanto pea dell’assunzione di co-
stress e reggere i ritmi. La prendono a casa prima di usci- subentra anche il fattore è diffusa come stimolante caina; tre volte la media na-
re la mattina. O sul lavoro. Magari in pausa. In cantiere. frustrazione — e più è fre- zionale). Nella sua nuova
Negli spogliatoi del deposito dei tram, dell’ospedale, quente il ricorso alla cocai- e abbattitore della fatica? declinazione la «bamba»
nella cucina del ristorante. Sulla cabina del camion. Nei na. Oltre a essere un ecci- ha un perso la tradizionale
bagni del Parlamento (ricordate l’inchiesta delle Iene? tante è anche un conteni- identità. Non più (soltan-
Un parlamentare su tre positivo ai test anti droga) e del tore dello stress e un abbattitore della fatica». Molto caro. to) stupefacente «voluttuario», da evasione. Piuttosto, una
tribunale. In taxi. Prima di mettersi alla cloche dell’ae- Perché il tempo di effetto è rapido: un’ora, contro le sei del- specie di stampella per sostenersi nel mestiere, ammortiz-
reo. Con la polvere bianca riescono a lavorare anche 15 l’eroina. «Se sniffi per aumentare le prestazioni devi farlo di zare lo stress, essere competitivi.
ore senza staccare: se non per uno, o più, “richiamini”. continuo — aggiunge Tanzi —. Il che comporta costi note-
C’è chi il “doping” è convinto di dominarlo, e se ne ser- voli. Dopo un po’ la quantità che prima ti bastava, non ti ba- POST YUPPISMO
ve a piene narici. Ma poi diventa una scimmia, e ti sta più. Tutto questo fa sì che l’uso “performante” della so- Come agisce la psiche di chi sniffa per lavorare? «Il perio-
schiaccia. È così che la droga invade il mondo del lavo- stanza non possa protrarsi per periodi molto lunghi». do della coca intesa come sostanza di moda sta finendo —
ro. Una categoria dopo l’altra. Chi sono i nuovi schiavi I mestieri della coca hanno una storia millenaria. Che ri- ragiona Riccardo Gatti, capo dell’Asl 1 di Milano, esperto di
della sniffata-professionale? Quanto è diffusa? sale fino agli Inca. Nell’800 in Sudamerica i contadini masti- tossicodipendenze —. La sovraesposizione iniziata con lo
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012
@ PER SAPERNE DI PIÙ
www.politicheantidroga.it
www.crest.it
■ 29

yuppismo e il post yuppismo ha lasciato il posto anche a usi il test lo estenderei a tutte e le categorie». sti della spesa molti optano per la cocaina da fumare. Meno
“altri”. Utilizzi comuni, come quelli del doping sul lavoro. cara. O il crac, che si inala. «Stanno andando forte anche le
Nessuna categoria esclusa». Il cuoco che a forza di tirare non L’IDENTIKIT DEL 2012 anfetamine — aggiunge Roberto Bertolli — . Le usano so-
ricorda più gli ordini. La baby sitter che crede di essere più Maschio. Età media tra i 35 e i 50 anni. Socialmente e econo- prattutto i camionisti. Costano molto meno della cocaina e
attenta. Il pilota che si spara l’eroina per spegnere la fiamma micamente trasversale. L’identikit del tossico che si fa per la- hanno lo stesso effetto: ti tengono sveglio e fanno passare la
della coca. Il camionista che per stare sveglio alterna le stri- vorare abbraccia tipologie e storie pazzesche. A volte la coca fame». Quando Michele da Monza parte con il Tir per Mo-
sce bianche con le anfetamine. «Da una parte — continua è solo un motore. Altre volte, un cemento che salda insicu- naco di Baviera si porta dietro una dozzina di grammi. Gli ba-
Gatti — c’è la convinzione di potere resistere a una fatica og- rezze e patologie. Gli abissi di Vincenzo, il ginecologo di Na- stano per una settimana. È autotrasportatore in proprio. Gli
gettiva, o percepita come tale. Dall’altra, partendo da un’in- poli che in nove mesi ha pagato il suo pusher mille volte, so- basta mezz’ora di sosta da sbriciolare tra andata e ritorno: il
sicurezza, ci si illude di riuscire ad ottenere da se stessi più di no finiti sui giornali. Se non aveva la striscia da stendere sot- resto del tempo sta al volante.
quello che si è». to il naso, di operare non se ne parlava nemmeno. «Ehi, è pas- Dorme ogni ventiquattro ore.
Dimenticate l’immagine cinematografica del broker di sata più di mezz’ora... come te lo devo spiegare, io non pos- Come lui fanno tanti. Camio-
Borsa che, come il “lupo di Wall Street”, diventa un aspira- so stare fermo», protestava al telefono con lo spacciatore. nisti, padroncini, autisti di au-
I test
polvere per riuscire a seguire h24 l’andamento dei mercati. Giulio, avvocato di successo, esercita a Milano. La cocaina tobus turistici, tram, mezzi Per quali categorie la legge
Appare stantia anche l’idea che la coca imbianchi solo un per lui non è solo un eccitante per l’arringa: è la molla che gli pubblici. «Il problema sono
pantheon di professioni “elette” (finanza, moda, arte, spet- permette di masturbarsi facendo fantasie erotiche sulla fi- soprattutto i lavoratori auto- ha reso obbligatori i test
tacolo). Dice Roberto Bertolli, direttore della casa di cura “Le glia tredicenne. E Corrado? Un tempo era poliziotto: alto, pa- nomi — spiega Giovanni Ser- anti-droga? Cosa è cambiato
Betulle” di Appiano Gentile (autore con Furio Ravera di “Un lestrato, pieno di tatuaggi, aggressivo. Si è fatto il G8 e qual- pelloni, direttore del Diparti-
fiume di coca”): «C’è un allargamento a tutte le categorie. che anno di ordine pubblico. Quella che all’inizio sembrava mento politiche antidroga da quando è entrata in vigore?
Dopo i camionisti e i cottimisti, l’ultima novità sono gli arti- una compagna di lavoro gestibile, è diventata un drago. Ar- della Presidenza del consiglio
giani. Idraulici, elettricisti, imbianchini. Gente che non ha restato per spaccio, dopo un passaggio nel carcere di San Vit- dei ministri —. Intercettarli
particolari problemi ma crede di rendere di più prendendo tore, si è curato. Oggi è operaio in un’azienda metalmecca- per i controlli è più difficile. Stiamo cercando di introdurre
la sostanza. La coca promette molto, ti offre chiavi di acces- nica. l’obbligo da parte delle aziende che commissionano il lavo-
so ma poi, al massimo dopo un anno, ti presenta il conto». Medio e lungo raggio. Erano le tratte aeree di uno dei pi- ro di richiedere una certificazione di idoneità alla guida».
loti entrati nei percorsi di disintossicazione. «Per lui tirare la Adam Pelizzari oggi è un uomo libero (il gip ha revocato
TRAPPOLA TRASVERSALE cocaina era come bere un bianchino la mattina — ricorda gli arresti domiciliari). Il 5 luglio scorso, alla guida di un ca-
Dall’autista al medico, dal pilota al giornalista, dal carpen- Tanzi del Crest — . Si sentiva più sicuro, ma una volta atter- mion carico di maiali, ha travolto a Mantova il Suv di Ornel-
tiere al tecnico di laboratorio, i dopati della cocaina stanno rato per conciliarsi con il fuso orario fumava eroina. Un mix la Galfredi, 45 anni, uccidendo lei e la figlia, Benedetta Sini-
sul bordo delle statistiche ufficiali. In Italia sono censiti 2 mi- devastante, alla fine ha dovuto smettere di volare». co, 9 anni. Accusato di duplice omicidio colposo, è risultato
lioni di cocainomani abituali, 700mila saltuari, il 20% della positivo alla cocaina.
I punti
popolazione l’ha provata tra i 15 e i 23 anni e il 5% dei mino- UN GRAMMO 70 EURO
renni la usa frequentemente. Ma loro, i cocainomani da la- Quanto costa il doping della polvere bianca?Settanta-cento TEST OBBLIGATORI LA LEGGE
voro, nei numeri entrano malvolentieri. Si nascondono, la euro al grammo. È il prezzo della cocaina. Una media che tie- Per quali categorie sono obbligatori i test? Funzionano? La Dall’anno scorso è
«dichiarazione di consumo» è ultima spiaggia. Ma tra i me- ne dentro il costo di una “pallina” acquistata a Scampia e di normativa che impone i controlli nelle categorie professio- entrata in vigore la
dici del lavoro c’è chi ritiene che il rapporto di un lavoratore una venduta a Roma a Milano o a Verona. Ma oggi la droga nali più a rischio (accordo Stato-Regioni) è entrata in vigore normativa che impone
ogni cinque — nelle cate- più diffusa sul mercato un anno fa. Come al solito, a macchia di leopardo. Se quasi controlli anti-droga per
gorie più esposte — sia non si vende più solo al tutte le Regioni del Nord l’hanno adottata, al Centro e al Sud chi svolge mansioni
tutt’altro che imprudente. grammo. Ci sono le mini le percentuali sono molto meno brillanti: rispettivamente, a rischio
Esempi? I muratori a cotti- Gli effetti dosi (dal mezzo grammo 60 e 30 per cento. In teoria, autisti, camionisti, addetti ai tra-
mo nel triangolo dell’edili- Quali sono gli effetti sulla in giù). I pusher te le offro- sporti interni alle aziende (mulettisti), conducenti di treni,
zia (Milano, Bergamo, Bre- no a 15, 20 o 30 euro. Di- piloti, dovrebbero essere sottoposti regolarmente a control- GLI ESAMI
scia), un distretto nel quale, psiche? Quanto arriva a spendere pende dalle città, dalle zo- li da parte delle aziende. «Finora, però, i risultati sono stati L’accordo Stato-
secondo le stime, il consu- ogni mese chi sniffa anche ne, e anche dalle fasce ora- poco incoraggianti — dice Piero Apostoli, presidente della Regioni prevede
mo di sostanze è cresciuto, rie (più la notte si avvicina Società italiana medicina del lavoro — . In caso di positività l’obbligo da parte delle
negli ultimi dieci anni, di più volte al giorno? all’alba e più la coca è in (primo livello) le aziende sono obbligate a segnalare il lavo- aziende di sottoporre
quasi il 50%. Da Nord a Sud: saldo). Pasquale fa il mura- ratore al Sert sottoponendolo a cure (secondo livello). Ma ad almeno un test
a Lanciano, la metà degli tore cottimista a Brescia. siccome per tutta la durata del trattamento hanno anche all’anno i lavoratori
utenti del Sert è costituita da operai della vicina Fiat-Sevel. La coca gli porta via quasi la metà dei soldi: 1200 euro è il bud- l’obbligo di tenersi in carico il dipendente, finisce che molte
Racconta Fabio Rancati, amministratore delegato di Cre- get mensile (su uno stipendio di 2.600) destinato alle righe. imprese non hanno un grande interesse a stanare chi assu-
st: «Mi chiama un grosso imprenditore. La normativa lo ob- «Ma la compro buona, non le schifezze che girano adesso, me sostanze». La stessa normativa presenta poi delle lacu- LE CURE
bliga a sottoporre al test delle urine anche i mulettisti e non piene di anfetamina». Facendo una media di 70-100 euro a ne. Il settore della sanità, per esempio: mansioni a rischio, Chi viene trovato
sa come comportarsi. Gli dico: lo devi fare. Fa fare i test, quat- grammo, Pasquale sniffa tra i 15 e i 20 grammi al mese. «Un ma ancora nessun obbligo di controlli. I medici e gli infer- positivo al primo
tro operai risultano positivi alla coca. In base alla legge uso tutto sommato moderato — spiega un esperto — , in ge- mieri che sniffano, insomma, possono continuare a farla controllo deve essere
avrebbe dovuto segnalarli e farli curare. E invece... C’è mol- nerale, chi finisce in questo vortice ha bisogno di più di un franca. A nostro rischio e pericolo. segnalato a Sert e Asl
ta sottovalutazione del rischio di danni che un lavoratore grammo al giorno». Un professionista «policonsumatore» p. berizzi@repubblica.it per un secondo test e
che si droga può procurare agli altri e alla stessa azienda. Io può viaggiare a una media di 2.500 euro. Per abbattere i co- © RIPRODUZIONE RISERVATA
l’inizio delle cure
la Repubblica

ECONOMIA
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012

FINANZA&MERCATI
■ 32

Ieri I migliori Principali titoli del Mercato azionario


FTSE MIB Var.% Titolo Pr. Rif € Eni ............................................17,430 -0,40 Parmalat .....................................1,686 -1,00
FTSE MIB ....................16312,30 (-1,48%) Campari .................................................1,19 Exor ..........................................18,760 -1,47 Pirelli & C.....................................7,910 -0,19
FTSE IT ALL.................17339,04 (-1,39%) A2A.............................................0,754 -1,76 Ferragamo ................................14,220 0,07 Pop.Emilia Romagna ...................6,080 -4,10
Luxottica ................................................1,02 Ansaldo Sts .................................7,495 0,07
FTSE IT STAR ..............10601,17 (-0,75%) Fiat .............................................4,574 -4,47 Prysmian ..................................13,000 -1,14
Finmeccanica .........................................0,63 Atlantia .....................................12,690 - Fiat Industr..................................7,870 -2,42
FTSE IT MID ................19799,01 (-2,22%) Tod’s ......................................................0,52 RCS Mediagroup .........................0,688 -2,27
Autogrill ......................................7,675 -1,29 Finmeccanica..............................4,168 0,63
COMIT .............................880,64 (-1,14%) Snam......................................................0,39 Saipem .....................................37,920 -
Azimut ........................................6,745 -3,23 Generali ....................................12,310 -0,65
FUTURE.......................16324 (-1,41%) Banca Generali ............................9,210 -1,34 Snam ..........................................3,610 0,39
Impregilo.....................................2,512 -1,10
I peggiori Banco Popolare ...........................1,413 -3,55 Intesa Sanpaolo...........................1,448 -2,23 STMicroelectr..............................5,405 -2,35
Bca Pop.Milano ...........................0,484 -3,30 Lottomatica...............................12,570 -1,41 Telecom IT ..................................0,812 -0,12
Unicredit ...............................................-6,20 Tenaris .....................................15,470 -1,40
Buzzi Unicem ..............................8,270 -2,01 Luxottica...................................25,740 1,02
UBI Banca .............................................-5,14 Campari ......................................5,545 1,19 Mediaset.....................................2,308 -3,43 Terna ..........................................2,780 -0,36
Fiat .......................................................-4,47 Diasorin ....................................22,810 -1,26 Mediobanca ................................4,854 -2,65 Tod’s ........................................77,350 0,52
Pop.Emilia Romagna..............................-4,10 Enel ............................................3,026 0,27 Mediolanum................................3,322 -0,84 UBI Banca ...................................3,510 -5,14
Banco Popolare .....................................-3,55 Enel Green Pw .............................1,494 -1,26 Monte Paschi Si...........................0,386 -3,28 Unicredit .....................................3,810 -6,20

Eurozona in recessione, Italia tra i peggiori


Le stime Ue su di noi: Pil giù dell’1,3%. Confindustria: la caduta si accentua
ANDREA BONANNI
ROMA — L’Italia trascina l’euro-
zona in recessione. Le previsioni
per il 2012 pubblicate ieri dalla
Commissione europea correggo-
no fortemente al ribasso le proie-
zioni dell’autunno scorso. La zo-
na euro registra una flessione del-
lo 0,3 per cento del Pil, mentre a
novembre si prevedeva una cre-
scita dello 0,5. L’Ue a 27 resta in
stagnazione. L’Italia subirà una
contrazione dell’1,3 per cento, la
più alta d’Europa dopo Grecia e
Portogallo. Oltre a noi, sono in re-
cessione altri sette Paesi dell’eu-
rozona: Spagna (-1,0 per cento);
Olanda (-0,9 per cento); Grecia (-
4,4 per cento); Portogallo (-3,3 per
cento); Belgio (-0,1 per cento);
Slovenia (-0,1 per cento) e Cipro (-
0,5 per cento). La Germania con-
tinua a crescere, ma solo di un de-
bole 0,6 per cento, così come la

FOTO AFP
Francia che registra un +0,4 per
cento: risultati che non consento-
no di trainare le altre economie.
Nel presentare questi dati il IL COMMISSARIO UE vuto il nuovo capo del governo
commissario europeo Olli Rehn Il finlandese Olli Rehn, spagnolo Mariano Rajoy. «Italia e
non ha però tracciato un quadro commissario europeo Spagna, per favorire la crescita e
fosco della situazione. Anzi. Dalle per gli Affari economici l’uscita dalla recessione, devono
sue parole risulta che il primo se- e monetari fare affidamento, non soltanto
mestre sarà quello in cui si toc- sui lavori in corso nelle loro case,
cherà il fondo, ma che già stanno vi sia uno spread attorno ai 370 per cento e sostanzialmente lia». Non occorre una nuova manovra, ma anche sul condominio euro-
maturando le condizioni per su- punti base fra i titoli di Stato ita- uguale all’anno scorso. Tuttavia Le cattive notizie che arrivano perché nel pacchetto salva Italia peo», ha commentato il capo del
perare la crisi dei debiti sovrani. liani e tedeschi a 10 anni». Per quest’anno Bruxelles ha già preso dalla Commissione erano ampia- abbiamo tenuto conto di una pre- governo. E In effetti nella bozza
«Nonostante la crescita si sia arre- quanto riguarda l’inflazione, do- in conto l’effetto di un possibile mente attese a Roma. « La previ- visione molto precauzionale sul delle conclusioni del prossimo
stata — ha spiegato — stiamo as- vrebbe restare al 2,9 per cento, su- rialzo dell’Iva ad ottobre, come sione pubblicata oggi dalla com- Pil», ha spiegato il presidente del vertice europeo del primo marzo,
sistendo a segnali di stabilizza- periore alla media europea del 2,1 ipotizzato dal decreto «Salva Ita- missione Ue non è una sorpresa. Consiglio Monti che ieri ha rice- i capi di governo prevedono che i

La polemica
In media gli altri Monti: i numeri non
Paesi perdono
meno terreno: Mps verso taglio degli stipendi ci sorprendono,
dopo il Salva Italia
ribasso dello 0,3
per cento i sindacati: 15 ore di sciopero non servirà un’altra
manovra
MILANO — Tensione tra management e sindacati al
zione dell’economia europea. Lo Monte dei Paschi. Il direttore generale Fabrizio Viola, in- Paesi con i conti più in ordine non
stress nei mercati finanziari si sta sediato a metà gennaio e che ha assunto l’interim del- rafforzino le politiche di rigore in
attenuando. Con un’azione deci- la finanza, ha annunciato una nuova dieta dimagrante, modo da favorire la ripresa eco-
sa, siamo adesso in grado di gira- per ridurre fino a 70 milioni i costi 2011. Una cinquanti- nomica e «trainare» le economie
re l’angolo e passare dalla stabi- na di milioni riguarderebbero il lavoro. Le sigle sinda- che oggi sono costrette a tagliare
lizzazione alla promozione di cali, informate da Viola, temono bruscamente le spese.
crescita e creazione di occupazio- il taglio di altri 1.500 bancari e Ma in questa fase, come ha
ne». Per Confindustria la contra- hanno subito proclamato 15 ore spiegato ieri anche il commissa-
zione dell’attività economica «ri- di sciopero, inaudite dal 1998 a rio Rehn, la chiave della crescita è
mane marcata», per questo è pre- Siena. nella possibilità di porre fine alla
vista «un’accentuazione della ca- Il management imputa i nuovi crisi dei debiti e di riportare gli
duta del Pil nel primo trimestre», tagli a un ritardo sul piano costi spread sui tassi a livelli accettabi-
In particolare per l’Italia Rehn 2012, dovuto alle manovre previ- li. Per questo ieri la Commissione
ha usato espressioni di forte ap- denziali del governo che allunga- è tornata a chiedere a gran voce
prezzamento per la manovra va- no i requisiti pensionistici e han- un rafforzamento del «firewall»
rata dal governo «che consentirà no prodotto 450 minori uscite a europeo a difesa dei Paesi più in-
di riportare in pareggio il bilancio IL MANAGER Siena tra 2011 e 2012. Così ora si debitati. Una richiesta fortemen-
nel 2013». Fabrizio Viola, dg deve limare di un nuovo 3% il co- te sostenuta dall’Italia ma che in-
Il complesso delle manovre va- del Monte dei Paschi sto del personale. La procedura contra ancora ostinate resistenze
rate dal maggio scorso, ha spiega- avviata dovrebbe portare a un in Germania. «C’e’ bisogno di
to, «vale cento miliardi di euro: contratto di solidarietà di un an- rafforzare ulteriormente il fi-
pari al sette per cento del Pil». Na- no, prorogabile, che ridurrà fino rewall oltre a consolidare i conti
turalmente una cura così drastica a due giorni al mese l’orario dei bancari Mps. Secondo come stanno facendo Italia e Spa-
ha penalizzato la domanda inter- l’azienda i livelli occupazionali saranno salvaguardati, gna — ha spiegato ieri Olli Rehn —
na, portando il Paese in recessio- ma per tutti i dipendenti — compresi top manager e al- da una parte c’è il trattato sulla di-
ne. Tuttavia, secondo la Commis- ti dirigenti — si profilano «riduzioni salariali in base a cri- sciplina di bilancio, dall’altra ci
sione, «l’attività economica in teri di equità interna ed esterna». Dietro le quinte si agi- deve essere, in parallelo, un mag-
Italia dovrebbe stabilizzarsi, a ta anche lo spauracchio della legge 223, che — in as- giore sforzo per aumentare la ca-
condizione che non vi siano ulte- senza di intese — apre ai licenziamenti collettivi. pacita’ di risposta della Ue alla cri-
riori peggioramenti della situa- (a.gr.) si»
zione sui mercati finanziari e che © RIPRODUZIONE RISERVATA
BORSE EUROPEE BORSE INTERNAZIONALI EURIBOR ORO E MONETE AUREE la Repubblica
Paese/Indice 23-02 Var.% Paese/Indice 23-02 Var.% SCADENZA TASSO 360 TASSO 365 23 FEBBRAIO MATTINO SERA
1 mese 0,5920 0,6002 Oro Milano (Euro/gr.) 43,41 43,42 VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012
Amsterdam (Aex) ..................326,22 -0,17 DJ Stoxx Euro........................247,44 -0,49
Oro Londra (usd/oncia) 1.776,50 1.777,00
Bruxelles-Bel 20 .................2253,15 -0,26 Hong Kong HS...................21380,99 -0,78 VALUTE Argento Milano (Euro/kg.) - 876,89
Francoforte (Xet Dax)...........6809,46 -0,50 Johannesburg ..................31417,46 +0,61 CORONA DK...............................7,4374 +0,015 Platino Milano (Euro/gr.) - 44,83
FTSE Eurotrack 100 ............2238,13 -0,16 New York (S&P 500) ............1363,46 +0,43 CORONA N.................................7,4710 -0,387 Palladio Milano (Euro/gr.) - 18,69
Londra (FTSE 100)...............5937,89 +0,36 CORONA S.................................8,8175 +0,108 23 FEBBRAIO
New York (DJ Ind.).............12984,69 +0,36 DOLLARO AUS ...........................1,2430 -0,088
DENARO LETTERA
Madrid Ibex35.....................8527,70 -1,49 Sterlina (v.c) 313,37 340,35
Oslo Top 25...........................390,91 -0,58 Nasdaq Comp. ....................2956,98 +0,81 DOLLARO CDN...........................1,3259 +0,371
Singapore ST ......................2968,34 -0,91 DOLLARO USA ...........................1,3300 +0,529 Sterlina (n.c) 314,52 345,25
Parigi (Cac 40) ....................3447,31 -0,00 FRANCO CH ...............................1,2053 -0,157 Sterlina (post.74) 314,52 345,25
Vienna (Atx) ........................2177,18 -0,26 Sydney (All Ords).................4367,49 -0,10 STERLINA UK.............................0,8461 +0,225 Krugerrand 1.184,70 1.342,79
Zurigo (SMI) ........................6200,97 +0,14 Tokio (Nikkei)......................9595,57 +0,44 YEN J ....................................106,7200 +0,471 Marengo Italiano 233,44 257,09
■ 33

Fiat Melfi, reintegrati i tre operai


PAOLO GRISERI
TORINO — I tre operai di Melfi li-
cenziati dalla Fiat nell’estate del
accolto il ricorso della Fiom mesi successivi una nuova senten-
za del tribunale di Melfi dà ragione
alla Fiat e i tre vengono radiati dal-

2010 non sono sabotatori, come


aveva sostenuto l’azienda, e vanno
dunque reintegrati sul posto di la-
Il Lingotto va in Cassazione e non vuole reinserirli in fabbrica l’organico. In quei mesi contro i tre
licenziati vanno a testimoniare an-
che sindacalisti dei sindacati del
«sì» come il leader del Fismic, Ro-
voro con effetto immediato. In ba- berto Di Maulo. Ieri però la Corte
se all’articolo 18 dello Statuto dei I TRE OPERAI d’appello di Potenza ha dato ragio-
lavoratori. Il destino di Giovanni Da sinistra, ne alla Fiom. «La sentenza dimo-
Barrozino, Antonio Lamorte e Antonio
I conti stra che la tesi di Marchionne sulle
Marco Pignatelli è quello di essere, Lamorte, fabbriche ingovernabili in mano ai
loro malgrado, dei simboli. Della Giovanni Piaggio, salgono sabotatori è frutto di pura fanta-
battaglia della Fiom contro il mo- Barozzino sia», commenta per la Fiom Gior-
dello Marchionne, due anni fa, e e Marco utile netto gio Airaudo. Maurizio Landini ri-
oggi di chi sostiene che l’articolo 18 Pignatelli corda che «i tre operai sono stati
non va toccato. Per questo dichia-
rano subito: «Noi vogliamo solo
e investimenti oggetto di una campagna denigra-
toria e ora valuteremo se chiedere
i danni morali». In occasione delle
MILANO — Piaggio chiu- polemiche sul licenziamento, ri-
Erano stati licenziati con de il 2011 con utile netto in cordano i sindacalisti della Fiom,
l’accusa di aver bloccato un crescita del 9,8% a 47 mi- «ci fu chi confezionò delle prime
lioni milioni di euro e ricavi pagine con il titolo “Sabotatori”».
carrello durante uno sciopero consolidati a 1.516,5 mi- Ora la battaglia si sposta sull’ar-
La loro replica: “Ora fateci lioni di euro (+2,1% rispet- ticolo 18. Getta benzina sul fuoco
tornare alla normalità” to al 2010). E’ quanto si leg- l’ex ministro Maurizio Sacconi: «E’
ge in un nota, in cui si pre- chiaro che manca il rapporto di fi-
cisa che verrà proposto al- ducia tra l’azienda e i tre lavorato-
poter tornare a lavorare». già annunciato ieri che farà appel- mane la Fiat paghi i tre per rimane- da, avrebbero bloccato un carrello l’assemblea un dividendo ri. La norma va cambiata in modo
Difficilmente la Fiat li farà tor- lo, dovesse confermare la sentenza re a casa aprirebbe inevitabilmen- automatico per fermare la produ- di 8,2 centesimi di euro. che con proporzionati indennizzi
nare al lavoro. Come già in occa- contraria alle tesi del Lingotto. Pur te un nuovo fronte giudiziario e l’a- zione durante uno sciopero. La te- L’indebitamento finanzia- sia possibile risolvere la questio-
sione della prima sentenza vinta non volendo commentare la sen- zienda verrebbe probabilmente si del sabotaggio viene giudicata rio netto è in diminuzione a ne». Un principio che renderebbe
dalla Fiom contro il Lingotto, l’a- tenza, l’azienda ha scritto in una trascinata un’altra volta in tribu- infondata dal giudice del lavoro di 335,9 milioni di euro (ri- di fatto licenziabili tutti. Contro
zienda potrebbe semplicemente breve nota che ricorrerà in Cassa- nale per comportamento antisin- Melfi che ordina l’immediato rein- spetto a 349,9 milioni al 31 questa logica la Fiom ha organiz-
reintegrare i tre nell’organico, pa- zione e che, nonostante la sconfit- dacale. tegro. In fabbrica però i tre operai dicembre 2010) Gli investi- zato una manifestazione naziona-
gare gli arretrati, come stabilisce la ta in tribunale, «considera inaccet- La vicenda risale al luglio del non vengono fatti entrare. I due de- menti complessivi am- le il 9 marzo a Roma. Ieri ha annun-
sentenza di Potenza, ma lasciarli a tabili comportamenti come quelli 2010 quando i tre operai (due sono legati vengono inviati nella saletta montano a 126,1 milioni ciato l’adesione, tra gli altri, il lea-
casa stipendiati. E questo anche se dei tre lavoratori». Naturalmente delegati della Fiom) vengono li- sindacale per svolgere, se voglio- (+31,1% rispetto al 2010). der dell’Idv, Antonio Di Pietro.
la Cassazione, alla quale la Fiat ha l’ipotesi che nelle prossime setti- cenziati perché, secondo l’azien- no, il loro ruolo di sindacalisti. Nei © RIPRODUZIONE RISERVATA
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012

IMPRESE &MERCATI
■ 34

Ligresti esamina il piano Palladio-Sator


Ghizzoni:“Andiamo avanti con Unipol”. La holding della famiglia schizza su del 34%
VITTORIA PULEDDA braio, e secondo quanto è stato Unipol, e dopo l'appoggio del- striale» del piano che ruota in- tor-Palladio. E soprattutto, in
Nel pomeriggio di spiegato dovrà concludere i l'amministratore delegato di torno ad Unipol (e che prevede questo secondo caso, occorre
MILANO — Premafin brinda in ieri riunione in molti punti oggi all'ordine del Piazzetta Cuccia Alberto Nagel, peraltro quattro fusioni, da l’ok delle banche. Che almeno
Borsa (+37%) e ruba per un giorno. ieri è stato Federico Ghizzoni a Premafin a Fonsai a Milano a in alcuni casi considerano l’i-
giorno la scena a Fonsai (-13%). Banca Leonardo Per ora comunque i due prin- dire che Unicredit «continua Unipol assicurazioni) ma in potesi della mega-fusione più
Riflessiva Unipol (-3,5%), che per esaminare le cipali istituti creditori del grup- ad appoggiare» il piano Unipol. realtà i dettagli sono ancora conveniente per difendere i
ieri ha a sua volta riunito il cda, varie possibilità po, Mediobanca e Unicredit, Ambienti vicini alla trattativa scarni. Così come mancano an- propri crediti.
per aggiornare i consiglieri sul- continuano a sostenere il piano sottolineano il «valore indu- cora molti tasselli all’ipotesi Sa- © RIPRODUZIONE RISERVATA
lo stato dell’arte del piano in-
dustriale e sull’incontro del- IL PATRON
l’amministratore delegato Car- Salvatore Ligresti,
lo Cimbri alla Consob. Ufficial- patron della
mente, non si è parlato della Fondiaria-Sai.
contro-proposta avanzata ieri Sull’Espresso il
da Sator e Palladio (e che preve- ritratto di Roberto
de un aumento da 400 milioni Meneguzzo del
riservato, più 50 aperto agli at- Fondo Palladio
tuali azionisti Premafin e poi un all’assalto di
aumento di capitale su Fonsai, Premafin
senza fusioni societarie). Anzi,
dagli ambienti bolognesi tra-
pela molta tranquillità sul fatto
che l’operazione, dal punto di
vista delle parti in causa, sia
praticamente blindata (anche
con clausole e penali pesanti, in
caso di inadempienza). L’an-
nuncio dell’operazione del 29
gennaio scorso parla di «accor-
do» che tuttavia sarebbe corre-
dato di «ampi margini di tutela»
in caso di rottura unilaterale: le

Per riportare
il solvency margin
di Fonsai al 120%
occorrono 945
milioni di capitale La sede della Fondiaria assicurazioni

uniche incertezze, in realtà non


poche, sarebbero legate al
complesso iter autorizzativo (e
CINQUE DOMANDE SCOMODE SU PREMAFIN
di esclusione dall’Opa da parte
della Consob) non ad altro.
ALESSANDRO PENATI
Tuttavia a quanto trapela i Li-
gresti sono più possibilisti. ELATIVAMENTE alle informazioni richieste al- 4. I Ligresti, beneficiari del Trust, hanno dichiarato la par-
«Noi valutiamo sempre tutto»,
ha dichiarato ieri Salvatore Li-
gresti. E che non si tratti solo di
«R l’ing. Salvatore Ligresti» (richiesta alla quale il
sunnominato non ha ottemperato), la Consob,
«in merito alle circostanze oggetto della medesima richiesta»
tecipazione nel quadro RW del modello Unico? Non si pre-
sume che le attività nei paesi “black list” siano redditi sottratti
a tassazione? Il reddito incassato dai Trust coi dividendi Pre-
un modo di dire si è visto subi- ha informato il mercato che è Ligresti il vero beneficiario del mafin sono stati dichiarati al fisco? O è stato tutto scudato? È
to, nel pomeriggio, quando la 20% di Premafin detenuto da due Trust con sede in paradisi ragionevole chiedere all’Agenzia delle Entrate e alla Guardia
famiglia (anche se non a ranghi fiscali. Lieti di esserne stati informati, abbiamo qualche cu- di Finanza di verificare che questi dubbi sono infondati, e ras-
completi) e i suoi rappresen- riosità. sicurarci che nel 2012 la fuga dei capitali all’estero è solo ro-
tanti legali si sono recati in Ban- 1. La Consob intende sanzionare la mancata comunica- ba da spalloni?
ca Leonardo (loro advisor per zione di partecipazioni rilevanti? 5. Le banche creditrici e advisor dei Ligresti erano al cor-
Premafin e per la ristruttura- 2. Cosa ne dice l’Isvap? La vigilanza sulla struttura proprie- rente dei reali beneficiari dei Trust? Se sì, è configurabile il
zione del debito di Sinergia- taria dei gruppi assicurativi non rientra tra i suoi compiti? concorso in eventuali illeciti? Se no, come è possibile ristrut-
Imco). Con tutta evidenza per 3. Premafin aderisce al Codice di Autodisciplina della Bor- turare un gruppo senza sapere chi ne possiede il 20%, e farsi
studiare la nuova situazione sa, con tanto di Relazione Annuale (oggi sappiamo falsa), Co- soffiare sotto il naso una così importante garanzia per il loro
che si è creata. dice di Comportamento e perfino un Codice Etico. Perché crediti? L’Internal Audit delle suddette banche ha avviato
Che a questo punto, come di- «Premafin si ispira quotidianamente a criteri di trasparenza un’indagine interna?
mostrano gli andamenti di Bor- e correttezza nel rispetto della legge e dei più ampi interessi Va bene, non sto parlando di articolo 18, scontrini fiscali,
sa, si sposta come accento al della collettività […] impegnandosi a promuovere quelle ini- presidenza di Confindustria o licenze dei taxi. Ma c’è qualcun
piano di sopra, quello di Pre- ziative che possano aiutare gli azionisti (specie quelli ma- altro interessato a conoscere la risposta a questi semplici
mafin. Di sicuro per la famiglia scherati off shore, ndr), il mercato e tutti gli interlocutori di ri- quesiti?
lo scenario si è riaperto, con Il presidente della Consob, Giuseppe Vegas ferimento». Esiste ancora in Italia il senso del ridicolo? © RIPRODUZIONE RISERVATA
l’offerta di Sator-Palladio, an-
che se gli ostacoli lungo la stra-
da sono ancora molti: l’offerta
infatti deve avere il gradimento CASSA DEPOSITI e PRESTITI spa AFFARI IN PIAZZA SARA BENNEWITZ
degli azionisti Premafin (il cui
cda non risulta ancora convo- BUONI FRUTTIFERI POSTALI (BFP) TELE RATIONEM
cato) ma anche e soprattutto il l consiglio di Telecom, iniziato in mattinata, si è pro-
benestare delle banche credi-
trici, chiamate a fare la loro par-
te di sacrifici sia in Premafin sia
in Fonsai. Per quanto riguarda
BFP INDICIZZATI ALL’INFLAZIONE ITALIANA
I N D I C E I S TAT F O I e x - TA B A C C H I D i c e m b r e 2 0 11 : 1 0 4 , 0 0
Per conoscere il Coefficiente di Indicizzazione e i Coefficienti Complessivi di Rimborso Lordi e Netti per
I tratto fino al tardo pomeriggio. Tra risultati, aggior-
namento del piano industriale e dividendi, soci e ma-
nagement hanno avuto molti temi su cui confrontarsi.
la compagnia, per riportare il ciascuna serie di Buoni è possibile consultare il sito Internet di Cassa depositi e prestiti www.cassaddpp.it. Oggi toccherà al mercato valutare la bontà della strategia.
Solvency margin dal 75% di fine Per il prossimo triennio gli analisti si aspettano un taglio
anno al 120% (considerata una BFP INDICIZZATI A SCADENZA E BFPPremia
soglia minima da parte dell’I- alla cedola sotto i cinque centesimi, una sforbiciata agli
Serie BB5, P06, P18, P30, P52, X10, X20
svap) occorrerebbero 945 mi- investimenti da 1,2 miliardi all’anno e debiti in discesa
lioni di mezzi freschi (e/o di sa- M E D I A I N D I C E E U R O S TO X X 5 0 : 2 4 9 6 , 6 9 0 verso quota 25 miliardi. Il margine lordo dovrebbe inve-
crifici da parte delle banche fi- La media è pari alla media aritmetica dei valori ufficiali di chiusura dell’Indice Euro Stoxx 50 rilevati nei giorni ce stabilizzarsi a 12,3 miliardi (anzi crescere lievemente)
nanziatrici). Ieri intanto si è riu- 13, 14, 15, 16 e 17 febbraio 2012. Maggiori informazioni sul meccanismo di indicizzazione e sugli eventuali per arrivare al 2014 con passività pari al doppio del mol e
nito il cda della compagnia, che premi sono disponibili presso tutti gli uffici postali e sul sito Internet di Cassa depositi e prestiti
si è limitato a leggere il comuni- porre fine al calvario del debito. Dopo anni di promesse
www.cassaddpp.it.
cato dei due fondi, ed ha analiz- e altrettanti rinvii, è arrivato il tempo del redde rationem.
zato i conti di preconsuntivo; il © RIPRODUZIONE RISERVATA

consiglio si è poi aggiornato a www.cassaddpp.it


mercoledì prossimo, 29 feb-
la Repubblica
Allianz I conti VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012
Dimezza i guadagni 2011 ma conferma la cedola Tenaris, in crescita profitti e fatturato
LA TEDESCA Allianz nel 2011 dimezza l’utile netto a 2,54 miliar- IL GRUPPO ha chiuso il 2011 con un utile netto di 1,4 miliardi di dol-
di dopo svalutazione da 1,9 miliardi del debito greco. I ricavi ca- lari (+25%), mentre i ricavi netti del gruppo guidato dalla famiglia
lano del 3% a 103,6 miliardi. «È stato un anno difficile», ha detto Rocca si sono attestati a 9,9 miliardi di dollari (+29%) sul 2010. Agli
il presidente Michael Diekmann. Cedola confermata a 4,5 euro. azionisti verrà proposto un dividendo di 0,38 dollari per azione.
■ 35

Snam, scintille tra Scaroni e Tesoro


all’Eni non piace l’ipotesi scissione
Malacarne: “Con Terna non ci sono sinergie industriali”
LUCA PAGNI Carlo Malacarne ha bocciato di- sullo sfondo anche un possibile
GIOVANNI PONS cendo che non esiste alcuna si- riequilibrio dei poteri all’interno
nergia nell’integrazione del suo del governo con Grilli che potreb-
MILANO — Lo scontro viene te- gruppo con Terna. Anzi, Malacar- be diventare ministro dell’Econo-
nuto sottotraccia, ma è destinato ne punta a far diventare Snam un mia a tutti gli effetti nel momento
a riesplodere nei prossimi giorni. protagonista europeo nelle reti di in cui viene scelto il nuovo diret-
Non appena il Parlamento avrà distribuzione del gas: proprio ieri tore generale del Tesoro, carica
dato il via libera al decreto libera- ha annunciato di aver rilevato per ora vacante, andando a compen-
lizzazioni, in cui saranno scritte le 150 milioni le quote di Eni nelle sare il potere che in questo mo-
regole per la separazione di Eni società che gestiscono i tubi che mento si concentra su Corrado
dai gasdotti e gli stoccaggi di passano sotto la Manica e porta- Passera alla guida sia dello Svilup-
Snam. Perché la politica si limi- no sul continentale il gas del mare po economico sia delle Infrastrut-
terà, con ogni probabilità, a stabi- del Nord. Insomma una partita ture.
lire che Eni dovrà scendere dal 52 estremamente intricata e che ha © RIPRODUZIONE RISERVATA Il governo conferma la separazione proprietaria tra Eni e Snam
a 5% della società delle reti del gas,
ma sul come farlo si gioca una par-
tita che coinvolge ben altri attori.
E che rischia di costare molto ca-
ro alle finanze pubbliche, in parti-
colare alla Cassa depositi e presti-
ti.
È in questo contesto che è nato
il confronto acceso che oppone
l’ad di Eni, Paolo Scaroni e Vitto-
rio Grilli, viceministro all’Econo-
mia. Quest’ultimo avrebbe allo
studio una ipotesi grazie alla qua-
le la separazione proprietaria di
Snam da Eni avverrebbe attraver-
so il meccanismo della scissione.
Procedendo in questo modo la
Cdp e il Tesoro otterrebbero il 20-
21% circa delle azioni Snam senza
alcun esborso, in quanto attuali
azionisti dell’Eni. E poi la Cdp po-
trebbe acquistare un altro 8-9% di
azioni Snam sul mercato in modo
da portare il controllo vicino al
30% spendendo non più di 1,5 mi-
liardi. In capo a Cdp e Tesoro an-
drebbero anche gli 11,2 miliardi
debiti che dovrebbero essere pri-
ma garantiti e poi rifinanziati.
Tuttavia è anche abbastanza
Sogefi

Rilevati i gasdotti
sotto la Manica: la
prima operazione
per la costituzione
di una rete europea
Rodolfo De Benedetti
evidente che questo schema non
piace a Scaroni che vorrebbe in-
vece massimizzare il valore della
Ricavi record
vendita con un incasso secco nel- utile netto +31%
l’ordine di 5,5-6,5 miliardi (la ca-
pitalizzazione di Borsa di Snam è e vede rosa nel 2012
di 12 miliardi). Soldi freschi che
devono servire per fare investi- MILANO — Sogefi
menti e di cui il Cane a sei zampe chiude il 2011 con rica-
ha un gran bisogno in questo mo- vi record e un utile net-
mento. Il cda, a quanto risulta, si è to in crescita del 31,4%
già espresso a favore di Scaroni e a quota 24,7 milioni di
la vendita secca sarebbe la solu- euro. La società di
zione che piacerebbe di più al componentistica auto
mercato. Nell’ipotesi scissione, che fa capo alla Cir ha
invece, gli investitori istituzionali chiuso l’esercizio con
che hanno in portafoglio azioni un fatturato da record a
Eni si vedrebbero distribuire 1,16 miliardi di euro
azioni Snam e poi dovrebbero de- (+25,3% rispetto al
cidere se tenerle o venderle. 2010), un margine
Tra l’altro vi sono molti dubbi operativo lordo di
anche sul destino finale di Snam 108,3 milioni (+24,9%)
una volta uscita dalla pancia del- e un utile operativo di
l’Eni, in un modo o nell’altro. Fla- 89,1 milioni (+31,9%).
vio Cattaneo, ad di Terna, da un Per il 2012 Sogefi pre-
po’ di tempo sta cercando di vede «un progresso
sponsorizzare una società delle dei ricavi e dei risultati
reti che nascerebbe dalla fusione reddituali grazie anche
tra Snam e Terna (che ieri ha an- al consolidamento del-
nunciato ricavi stabili a 1,6 miliar- le attività di Systèmes
di e margini a 1,2 miliardi). Ma la Moteurs». Il gruppo
prima ha un valore di meno della presieduto da Rodolfo
metà della seconda e Cattaneo, De Benedetti proporrà
che ambisce a guidare il polo, ha agli azionisti un divi-
già chiesto al suo azionista Cdp di dendo stabile di 0,13
finanziargli un aumento di capi- euro per azione.
tale. Un progetto che l’ad di Snam
ANAS S.p.A.
Compartimento della viabilità €

per la Liguria

AVVISO DI GARA
Procedura aperta: GE11-2012 - COD. CIG 388393548D - CUP F16G12000030001
Strade Statali del Compartimento - Lavori di O.M. - Es. 2012/2014 Segnaletica verticale -
Importo lavori a b.a. (compresi oneri sicurezza):   600.000,00 - oneri di sicurezza   24.000,00;
Cat. prev. OS10 - Class. II - durata appalto: sino al 31/12/2014.
R.U.P.: Ing. Paolo Testaguzza.
SCADENZA PRESENTAZIONE OFFERTE: ORE 12.00 DEL 02/04/2012.
Il bando integrale è stato pubblicato sulla GURI n. 23 del 24/02/2012, all’albo dei Comuni
di Genova, Savona, Imperia e La Spezia e nella sede comp.le di Genova, sui siti internet
www.stradeanas.it, www.appaltiliguria.it e www.serviziocontrattipubblici.it
Il Dirigente Amministrativo
Dott. Giovanni Camaiori

VIA SAVONA, 3 - 16129 GENOVA


Tel. 010/5477210 - Fax 010/5477238 • sito internet www.stradeanas.it

ANAS S.p.A.
Compartimento della viabilità
per la Liguria

AVVISO DI GARA
Procedura aperta: GE10-2012 - COD. CIG 388870982D - CUP F32C12000010001
Strade Statali del Compartimento - Lavori di O.M. - Es. 2012/2014 Interventi di riparazione
dissesti del piano viabile - Importo lavori a b.a. (compresi oneri sicurezza):   1.320.000,00 -
oneri di sicurezza   51.000,00; Cat. prev. OG3 - Class. IV - durata appalto: sino al 31/12/2014
- R.U.P.: Ing. Paolo Testaguzza.
SCADENZA PRESENTAZIONE OFFERTE: ORE 12.00 DEL 26/03/2012.
Il bando integrale è stato pubblicato sulla GURI n. 23 del 24/02/2012, all’albo dei Comuni
di Genova, Savona, Imperia e La Spezia e nella sede comp.le di Genova, sui siti internet
www.stradeanas.it, www.appaltiliguria.it e www.serviziocontrattipubblici.it.
Il Dirigente Amministrativo
Dott. Giovanni Camaiori

VIA SAVONA, 3 - 16129 GENOVA


Tel. 010/5477210 - Fax 010/5477238 • sito internet www.stradeanas.it
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 IMPRESE&MERCATI
■ 37

www.finanza.repubblica.it in tempo reale quotazioni di Borsa, commenti e notizie


Var % Cap.
TITOLO Rif €
ieri
inizio 2011- 2012 in mil. IL PUNTO TITOLO Rif €
ieri
Var %
inizio 2011- 2012
Cap.
in mil.
ieri anno min € max € di € ieri anno min € max € di €
MILANO — Borse Ue in negativo, nonostante i positivi dati Usa.
A
A.S. Roma
A2A
0,500
0,754
-1,77
-1,76
-6,45
-1,37
0,444
0,696
1,256
1,182
69
2360
Giù Unicredit e Ubi A Piazza Affari l’indice Ftse Mib ha perso l’1,48% a quota 16.312
Pirelli & C. rnc
Poligr. S.Faustino
Poligrafici Editoriale
5,080
4,672
0,330
-2,31
-2,42
-
13,24
16,80
3,90
3,924
3,944
0,270
6,274
9,851
0,490
63
6
43
Acea
Acegas-Aps
Acotel Group
Acque Potabili
5,265
3,486
34,710
0,779
1,45
1,93
-4,35
-2,38
5,94
5,83
78,92
8,95
4,319
3,145
17,132
0,644
8,591
4,572
44,325
1,466
1115
190
145
28
si salva Campari punti, e l’All-Share l’1,39% a 17.339 punti. Tra le banche la peg-
giore è stata Unicredit (-6,2%) che ha accusato il colpo dei dati di
Poltrona Frau
Pop.Emilia Romagna
Pop.Sondrio
0,938
6,080
6,150
-1,68
-4,10
-2,54
6,65
9,75
-1,60
0,772
4,549
5,028
1,451
9,846
6,761
132
2049
1915
Acsm-Agam
AdF-Aerop.Firenze
Aedes
0,708
9,105
0,113
-0,49
0,50
-4,24
10,20
-8,86
81,38
0,605
8,514
0,051
1,183
12,370
0,228
53
84
85
Soffre Mediaset Commerzbank, male anche Ubi (-5,1%), Banco popolare (-
3,5%) Mps (-3,2%) e Intesa Sanpaolo (-2,2%). A picco Fonsai (-
Pramac
Prelios
Premafin Finanziaria
0,762
0,149
0,377
-2,43
11,80
36,39
-6,16
73,51
88,35
0,694
0,071
0,112
1,277
0,586
0,798
24
120
149
Aeffe
Aicon
Alerion
Amplifon
0,678
0,122
4,382
3,614
-1,74
-
-1,35
-1,04
15,21
-
2,14
10,52
0,485
0,119
3,263
3,072
1,463
0,269
5,886
4,532
73
13
191
802
vola ancora Prelios 13,1%), mentre il rilancio di Palladio-Sator pronta a investire su
Premafin ha fatto guadagnare al titolo il 36,3%. Netto calo per la
Premuda
Prima Industrie
Prysmian
0,515
8,380
13,000
-1,06
-0,06
-1,14
-9,74
21,71
30,65
0,351
5,848
9,291
0,769
9,738
16,037
94
72
2797
Ansaldo Sts 7,495 0,07 0,40 5,463 9,606 1048
Antichi Pell 0,205 -4,65 -0,24 0,149 0,600 9 Milano (-10,6%) dopo i conti in forte perdita. Fiat cede il 4,4% e R
R. De Medici 0,149 -0,67 2,05 0,129 0,248 57
Apulia Pront 0,301 -0,69 1,66 0,170 0,377 71
Arena 0,005 - -11,86 0,004 0,029 9 l’Industrial il 2,4%. Rialzo per Campari (+1,1%) che ha annun- R. Ginori 1735 0,236 -11,90 -0,25 0,185 0,604 11
Arkimedica 0,101 -1,27 22,91 0,075 0,463 9 Ratti 1,896 2,16 14,91 1,600 2,395 51
Ascopiave 1,444 -0,82 5,40 1,237 1,719 338 ciato un investimento negli Usa. Mediaset cede il 3,4% mentre RCF 0,650 - 0,46 0,556 0,875 21
Astaldi
Atlantia
6,255
12,690
0,08
-
23,74
0,32
3,619
9,362
6,255
16,090
612
7986 Telecom (-0,12%) resta ferma in attesa del nuovo piano indu- RCS Mediagroup 0,688 -2,27 -0,29 0,636 1,347 512
RCS Mediagroup risp 0,490 -1,21 -0,22 0,444 0,880 14
Autogrill
Autostrada To-Mi
7,675
7,200
-1,29
-2,51
-0,32
-7,04
7,206
6,614
10,956
11,380
1954
637
striale. Tra i minori non si ferma il rimbalzo di Prelios (+11,8%). RDB 0,355 -4,16 -16,17 0,269 2,062 16
Autostrade Mer. 17,400 2,05 5,20 15,286 24,442 74 Recordati 5,770 -2,78 1,76 5,340 7,733 1219
Azimut 6,745 -3,23 6,39 4,369 8,468 979 Reply 16,600 -0,90 3,17 14,713 21,402 153
B Retelit 0,358 -3,24 4,04 0,279 0,612 58
B&C Speakers 2,964 -1,27 2,00 2,510 3,997 33 Var % Cap. Var % Cap. Risanamento 0,154 -1,03 75,23 0,078 0,290 124
Banca Generali 9,210 -1,34 27,12 6,311 11,529 1038
TITOLO Rif € inizio 2011- 2012 in mil. TITOLO Rif € inizio 2011- 2012 in mil. Rosss 0,860 -1,15 6,17 0,740 1,410 10
Banca Ifis 4,650 -0,64 16,31 3,718 5,588 248 ieri ieri
Basicnet 1,994 -2,25 -6,65 1,862 3,068 122 ieri anno min € max € di € ieri anno min € max € di € S
Bastogi 1,100 -5,98 14,58 0,865 1,693 20 Sabaf S.p.a. 13,350 -1,11 18,35 11,035 25,241 153
BB Biotech 58,050 2,29 13,16 39,719 60,487 - Danieli 19,840 -0,85 17,12 14,350 24,634 812 Industria e Inn 1,730 - -3,89 1,414 2,800 41
Danieli rnc 10,030 -2,81 18,35 7,674 13,658 410 Intek 0,395 -1,25 5,33 0,267 0,533 52 Sadi 0,391 -1,14 24,36 0,230 0,402 37
Bca Carige 1,310 -5,07 -13,25 1,270 1,805 2396 Saes 7,155 -2,59 6,00 5,281 8,731 106
Bca Carige r 1,938 -0,72 -0,10 1,883 2,774 5 Datalogic 5,710 -0,70 -1,89 5,381 6,544 332 Intek r 0,650 - -8,45 0,639 0,825 4
Bca Finnat 0,285 -1,01 -4,11 0,258 0,524 105 De’Longhi 8,740 -2,24 32,52 5,237 8,969 1317 Interpump 6,200 -1,67 15,24 3,812 6,230 608 Saes rnc 4,164 0,43 4,36 3,640 6,106 31
Bca Intermobiliare 2,864 -2,45 3,62 2,631 4,371 450 Dea Capital 1,360 -1,23 -0,44 1,123 1,594 416 Intesa Sanpaolo 1,448 -2,23 8,87 0,898 2,424 22542 Safilo Group 5,450 0,09 7,28 4,433 13,672 305
Bca P.Etruria e Lazio 1,373 -2,00 21,50 0,965 3,206 104 Delclima 0,609 -1,77 -37,54 0,453 0,975 91 Intesa Sanpaolo rnc 1,222 -2,71 20,99 0,781 2,084 1144 Saipem 37,920 - 13,06 23,771 38,607 16760
Bca P.Milano 0,484 -3,30 53,64 0,258 1,032 1578 Diasorin 22,810 -1,26 14,16 18,742 35,892 1272 Invest e Sviluppo 0,432 -6,86 12,63 0,306 2,110 6
Digital Bros 1,66 23,45 0,909 1,590 22 Saipem risp 30,000 - - 30,000 39,250 4
Bca P.Spoleto 2,100 5,00 14,13 1,668 3,451 62 1,590 Irce 1,923 -0,36 -1,38 1,560 2,663 55
Dmail Group 2,050 -3,21 51,74 0,987 3,215 16 Iren 0,733 -4,06 -4,68 0,661 1,407 883 Saras 1,161 -2,52 16,27 0,858 2,006 1115
Bca Profilo 0,323 -3,75 32,00 0,237 0,441 222
Bco Desio-Brianza 3,110 -3,95 3,74 2,740 4,096 368 E Isagro 2,590 1,41 2,37 2,227 4,005 45 Sat 8,795 2,09 -3,77 8,153 10,832 86
Bco Desio-Brianza rnc 2,844 -1,39 18,50 2,200 3,724 39 Edison 0,849 0,65 3,22 0,744 0,955 4385 IT WAY 1,245 -0,24 3,06 1,027 2,695 10 Save 6,570 -0,15 3,63 6,081 8,129 366
Bco Popolare 1,413 -3,55 39,76 0,810 2,721 2523 Edison r 0,800 0,13 -0,93 0,711 1,281 88 Italcementi 5,815 0,26 23,20 4,081 7,647 1025 Screen Service BT 0,328 -2,29 -29,16 0,286 0,635 46
Bco Santander 6,270 -1,72 5,03 5,209 9,281 - EEMS 0,721 -1,90 12,66 0,558 1,543 32 Italcementi rnc 2,312 -1,37 13,33 1,718 3,890 244 Seat PG 0,040 -3,61 53,85 0,024 0,091 78
Bco Sardegna rnc 7,000 0,21 -6,10 3,223 9,891 46 EI Towers 18,100 -1,09 -3,47 14,610 23,286 508 Italmobiliare 17,950 -1,91 20,79 13,108 29,961 397
El.En. 11,570 -1,11 8,43 8,502 15,099 57 Italmobiliare rnc 12,090 -0,90 23,18 9,159 19,590 196 Seat PG r 1,300 - 28,08 0,725 1,700 1
Bee Team 0,315 -1,16 1,61 0,251 0,555 23
Beghelli 0,535 0,19 17,09 0,415 0,729 106 Elica 0,940 -1,16 19,52 0,700 1,798 60 Italy 1 Invest. 9,800 - - 8,768 10,107 147 Servizi Italia 3,560 -1,87 -8,25 3,098 7,328 59
Benetton Group 4,650 -0,13 49,13 2,806 5,708 850 Emak 0,616 -2,84 21,88 0,451 1,481 103 J Seteco International 0,299 - - 0,297 0,299 8
Beni Stabili 0,401 -3,23 14,30 0,293 0,764 766 Enel 3,026 0,27 -6,20 2,834 4,828 28503 Juventus FC 0,217 -2,69 -29,38 0,149 0,410 220 SIAS 6,000 -1,40 -0,91 5,002 8,760 1369
Best Union Co. 1,100 13,40 -6,78 0,870 1,441 10 Enel Green Pw 1,494 -1,26 -8,34 1,480 2,050 7496 K Sintesi 1,386 -0,29 35,88 0,941 5,601 1
Bialetti Industrie 0,282 -5,93 6,89 0,237 0,420 22 Enervit 1,979 4,16 4,16 1,240 2,301 35 K.R.Energy 0,033 -4,36 59,71 0,017 0,064 105
Engineering 22,300 -0,45 -0,76 19,242 24,392 275 Snai 1,588 -3,11 -18,98 1,495 2,739 187
Biancamano 1,325 -3,14 0,08 1,271 2,026 45 Kerself 1,913 -11,44 14,48 1,255 3,664 36
Biesse 3,734 -4,74 26,23 2,313 7,879 105 Eni 17,430 -0,40 7,59 12,278 18,428 69905 Snam 3,610 0,39 3,68 3,173 4,285 12848
Kinexia 1,150 -0,78 6,98 0,856 2,115 25
Bioera 0,400 1,32 -2,56 0,371 1,012 14 Erg 8,255 -1,14 -6,25 7,886 10,454 1248 KME Group 0,334 -3,91 3,41 0,246 0,381 152 Sogefi 2,172 -1,63 8,38 1,798 2,931 253
Boero Bart. 21,200 - 0,95 20,000 21,069 91 Ergy Capital 0,303 0,90 10,19 0,188 0,501 29 KME Group rnc 0,575 1,77 15,00 0,475 0,720 25 Sol 4,142 0,19 3,03 3,627 6,039 379
Bolzoni 1,791 -1,59 -4,73 1,536 2,344 46 Esprinet 3,976 -4,47 45,11 2,272 6,285 211 Sopaf 0,037 1,10 65,77 0,019 0,099 16
Eurotech 1,330 -2,06 -2,21 1,187 2,501 48 L
Bon.Ferraresi 20,600 -2,83 4,57 18,861 31,311 118 La Doria 1,681 -0,47 -0,30 1,445 2,089 51 Sorin 1,452 -0,41 17,00 1,185 2,102 692
Borgosesia 0,899 -2,71 3,28 0,802 1,325 40 Exor 18,760 -1,47 17,47 13,638 25,701 3016
Exor priv 15,980 -2,20 9,08 12,429 21,275 1239 Landi Renzo 1,590 -5,30 25,69 1,018 3,016 181 Stefanel 0,345 -0,29 11,29 0,275 0,663 29
Borgosesia rnc 1,320 - 0,15 1,250 1,415 1 Lazio 0,455 -1,60 -1,45 0,410 0,904 31
Brembo 8,450 -3,65 23,63 6,131 10,258 571 Exor risp 15,500 -0,26 16,98 10,906 20,231 141 Stefanel risp 167,500 - - 166,700 167,500 -
Exprivia 0,720 -4,07 4,28 0,555 1,123 38 Lottomatica 12,570 -1,41 6,44 9,002 15,381 2176 STMicroelectr. 5,405 -2,35 15,00 4,065 9,596 -
Brioschi 0,123 6,79 41,85 0,069 0,171 94 Luxottica 25,740 1,02 18,13 18,627 26,005 12001
Buone Società 0,300 -1,64 15,83 0,204 0,735 3 F T
Buongiorno 1,290 1,82 20,22 0,731 1,455 136 Falck Renewables 0,790 -2,53 -8,83 0,688 1,747 232 M
Buzzi Unicem 8,270 -2,01 18,31 5,643 10,820 1379 Ferragamo 14,220 0,07 35,30 8,588 14,317 2377 M&C 0,201 -0,25 -2,43 0,193 0,230 97 Tamburi 1,458 -0,14 -2,47 1,392 1,580 197
Buzzi Unicem rnc 4,000 -2,44 18,41 2,974 6,072 165 Fiat 4,574 -4,47 23,29 3,356 8,084 5050 Maire Tecnimont 0,837 -5,64 -17,01 0,562 3,591 277 TAS 0,537 -3,33 3,27 0,362 1,490 23
C Fiat Ind. priv 5,510 -1,96 17,94 2,663 7,304 572 Marcolin 3,864 1,15 18,53 3,096 5,488 237 Telecom IT 0,812 -0,12 -4,42 0,728 1,144 10858
Fiat Ind. risp 5,765 -1,71 18,38 2,726 7,250 460 MARR 8,145 0,99 24,35 6,410 9,437 541 Telecom IT Media 0,173 -1,71 5,31 0,144 0,238 249
Cad It 3,104 -0,06 -6,17 2,764 4,325 28 Mediacontech 1,470 -3,29 1,45 1,335 2,426 27
Cairo Comm. 3,170 -0,63 13,46 2,408 3,275 250 Fiat Industr. 7,870 -2,42 15,74 4,950 10,443 8654 Telecom IT Media rnc 0,243 -2,80 40,46 0,165 0,400 1
Fiat prv 4,030 -4,09 24,77 2,532 6,418 420 Mediaset 2,308 -3,43 2,94 1,883 4,930 2729
Caleffi 1,629 -0,31 4,22 1,115 1,663 20 Mediobanca 4,854 -2,65 6,92 3,922 8,009 4205 Telecom IT rnc 0,670 -1,47 -4,90 0,634 1,014 4049
Caltagirone 1,620 -1,70 16,55 1,256 2,094 193 Fiat rnc 4,280 -4,04 26,25 2,590 6,399 345
Fidia 3,220 -2,72 15,91 2,455 3,996 17 Mediolanum 3,322 -0,84 9,06 2,244 4,035 2439 Tenaris 15,470 -1,40 3,76 9,020 18,734 -
Caltagirone Ed. 1,064 1,14 14,41 0,809 1,948 131 Meridiana Fly 5,525 -3,91 5,44 3,175 22,050 31
Cam-Fin 0,302 -1,02 25,83 0,217 0,425 241 Fiera Milano 4,022 -1,85 12,91 3,420 4,907 173 Terna 2,780 -0,36 0,65 2,402 3,463 5580
Finarte C.Aste - - - - - - Meridie 0,108 -1,10 11,94 0,071 0,353 6 TerniEnergia 2,578 -0,85 5,92 2,087 3,781 72
Campari 5,545 1,19 4,62 4,427 5,909 3230 Mid Industry Cap 8,995 -0,83 1,64 8,705 10,442 34
Cape Live 0,074 - 6,03 0,036 0,428 4 Finmeccanica 4,168 0,63 40,91 2,643 9,808 2426 Tesmec 0,412 -0,24 5,99 0,324 0,708 44
FNM 0,320 -0,22 6,57 0,271 0,524 79 Milano Ass. 0,318 -10,62 34,37 0,212 0,887 658
Carraro 2,364 2,34 54,41 1,376 4,450 108 Milano Ass. rnc 0,298 -7,88 55,61 0,171 0,890 32 Tiscali 0,039 -1,52 14,04 0,032 0,092 73
Cattolica As 15,700 -1,32 8,73 13,841 20,331 867 Fondiaria-Sai 1,470 -13,12 123,07 0,566 4,294 595
Fondiaria-Sai rnc 0,592 -4,28 58,97 0,336 2,866 77 Mirato - - - - - - Tod’s 77,350 0,52 22,00 61,124 96,373 2354
CDC 1,042 -1,42 8,54 0,888 1,880 13
Fullsix 1,880 0,53 -15,62 1,062 3,240 21 Mittel 1,492 -2,16 -11,51 1,484 3,181 133 Trevi Fin.Ind. 5,990 -7,85 13,34 4,868 11,358 428
Cell Therap 0,984 -5,20 12,52 0,749 1,948 -
G MolMed 0,461 -0,88 -7,39 0,384 0,763 98 TXT e-solution 9,445 2,77 10,08 3,816 10,173 25
Cembre 6,750 1,89 24,54 5,126 8,731 115
Gabetti Pro.Sol. 0,113 -8,58 118,99 0,042 0,246 31 Mondadori 1,440 -2,57 3,37 1,237 2,857 358
Cementir Hold 1,721 -0,81 9,34 1,310 2,327 270 U
Gas Plus 5,500 -0,36 10,22 2,250 6,862 247 Mondo Tv 2,978 -5,52 6,36 2,112 7,415 13
Cent. Latte Torino 1,949 - 10,74 1,639 4,080 19 UBI Banca 3,510 -5,14 8,94 2,236 7,352 3235
Gefran 3,530 -1,40 23,00 2,652 5,277 52 Monrif 0,326 0,77 12,38 0,280 0,462 50
Ceram. Ricchetti 0,217 0,88 29,88 0,144 0,311 17
Gemina 0,612 -1,53 0,33 0,530 0,758 910 Monte Paschi Si. 0,386 -3,28 48,01 0,196 0,859 4260 Uni Land 0,504 - - 0,493 0,525 80
CHL 0,088 -3,30 9,45 0,067 0,152 14
Gemina rnc 0,809 5,00 -0,80 0,741 1,155 3 Montefibre 0,125 -1,81 17,37 0,095 0,179 16 Unicredit 3,810 -6,20 -10,87 2,362 13,105 22557
CIA 0,257 -0,16 -0,31 0,232 0,350 23
Generali 12,310 -0,65 2,07 10,665 16,911 19291 Montefibre rnc 0,208 -0,95 11,53 0,155 0,328 5
Ciccolella 0,417 -1,77 38,56 0,246 0,760 76 Unicredit risp 13,230 -3,15 92,95 4,672 17,276 32
Geox 2,694 -1,39 17,23 2,054 4,911 696 Moviemax 0,475 -3,28 -19,22 0,157 0,720 10
Cir 1,246 -1,42 -3,19 1,154 1,766 992 Unipol 0,280 -3,48 8,83 0,172 0,550 596
Greenvision 5,740 0,70 1,68 4,253 5,958 34 Mutuionline 3,460 -2,04 0,29 3,239 5,543 137
Class Editori 0,263 -2,19 1,15 0,216 0,500 29 Unipol pr 0,181 -2,75 0,95 0,114 0,417 236
Cobra 0,674 -0,59 111,95 0,299 0,996 65 Gruppo Ed.L’Espresso 1,076 -1,65 -3,06 0,968 2,104 442 N
Cofide 0,549 1,20 -9,79 0,524 0,780 390 Gruppo Minerali M. 3,982 -4,92 -1,58 2,848 4,490 24 Nice 2,770 -1,00 14,94 2,335 3,394 321 V
Cogeme Set 0,048 - -4,37 0,034 0,377 3 H Noemalife 5,235 - -1,23 4,919 6,309 23 Valsoia 3,914 -0,05 -3,12 3,331 4,789 40
Conafi Prestito’ 0,691 -0,58 14,40 0,570 1,069 33 Hera 1,114 -0,62 -2,54 1,002 1,756 1251 Novare 1,080 - -0,92 1,080 1,175 15 Vianini Industria 1,238 -0,16 -1,75 1,141 1,501 37
Cred. Artigiano 1,050 -0,47 26,51 0,677 1,499 409 I O Vianini Lavori 3,450 0,58 3,92 3,143 4,627 149
Cred. Bergamasco 19,490 0,72 1,62 18,038 24,744 1200 I Grandi Viaggi 0,670 -0,74 0,60 0,605 1,085 30 Olidata 0,318 -2,45 6,43 0,273 0,638 11
Cred. Emiliano 3,774 -4,41 34,59 2,352 5,398 1272 Vittoria Ass. 3,870 -0,62 26,39 2,590 4,113 259
IGD 0,807 -1,10 9,36 0,667 1,735 250 P
Cred. Valtellinese 2,480 -3,65 40,83 1,643 3,691 690 Il Sole 24 Ore 0,741 -0,07 2,07 0,655 1,494 32 Panariagroup 1,075 -4,19 10,14 0,915 1,614 50 Y
Crespi 0,040 4,70 45,82 0,028 0,221 7 Ima 12,910 -0,69 -2,20 12,785 15,186 472 Parmalat 1,686 -1,00 23,79 1,328 2,638 2958 Yoox 10,460 -0,19 24,97 7,341 13,274 577
Csp 0,877 -0,17 17,10 0,688 1,295 29 Immsi 0,602 0,75 5,61 0,541 0,911 203 Piaggio 2,010 0,50 7,49 1,750 3,020 734 Z
D Impregilo 2,512 -1,10 4,75 1,522 2,683 1017 Pierrel 1,200 0,25 31,00 0,695 3,841 20
D’Amico 0,580 -1,69 27,78 0,419 1,004 87 Impregilo rnc 7,880 - 10,91 7,050 8,220 13 Pininfarina 3,152 -0,44 -4,43 2,269 7,378 96 Zignago Vetro 4,960 -1,78 9,73 4,302 5,678 400
Dada 2,360 -0,92 8,26 1,918 4,894 39 Indesit 4,198 -2,73 5,06 3,276 8,979 480 Piquadro 1,541 -3,02 -1,85 1,232 2,926 78 Zucchi 0,117 -2,10 3,73 0,094 0,391 20
Damiani 0,879 -0,85 -6,49 0,788 1,246 73 Indesit rnc 3,850 - -4,94 3,355 7,378 2 Pirelli & C. 7,910 -0,19 18,32 4,956 8,123 3756 Zucchi rnc 0,240 0,42 -10,78 0,077 0,288 1

FONDI COMUNI APERTI - SICAV ITALIANI E LUSSEMBURGHESI DEL 22 FEBBRAIO 2012


Val. € Val. € Diff.% Val. € Val. € Diff.% Val. € Val. € Diff.% Val. € Val. € Diff.% Val. € Val. € Diff.% Val. € Val. € Diff.%
TITOLI oggi ieri 12 mesi TITOLI oggi ieri 12 mesi TITOLI oggi ieri 12 mesi TITOLI oggi ieri 12 mesi TITOLI oggi ieri 12 mesi TITOLI oggi ieri 12 mesi
ANM Anima New York ..................4,381 4,399 -3,29 Prima Geo Euro Y .........................6,444 6,500 -7,61 Eurizon Az.Asia Nuove Economie11,052 11,031 0,22 Eurizon Team 4 Cl G .....................4,140 4,145 -1,90 Pioneer Target Sviluppo.............22,378 22,374 -2,82
ANM Anima Obbl.Euro .................6,882 6,882 -3,53 Prima Geo Europa A...................11,482 11,595 -2,99 Eurizon Az.EnMatPrime................9,633 9,617 -6,32 Eurizon Team 5 .............................3,921 3,931 -4,60 UniCredit Soluzione 20A...............5,069 5,074 -
ANM Anima Obiettivo Rend..........5,334 5,334 -9,82 Prima Geo Europa Y...................12,134 12,254 -1,61 Eurizon Az.Finanza.....................16,431 16,597 -12,12 Eurizon Team 5 Cl G .....................3,978 3,988 -4,03 UniCredit Soluzione 20B ..............5,051 5,055 -
ANM Anima Salvadanaio ...........11,757 11,755 -3,01 Prima Geo Globale A ..................26,347 26,499 0,20 Eurizon Az.Int. Etico......................5,976 5,990 -3,91 Eurizon Tesoreria Dollaro ...........12,546 12,524 3,60 UniCredit Soluzione 40A...............5,065 5,072 -
Anm Anima Trag 2016 Ced3.........5,376 5,376 - Prima Geo Globale Y ..................27,849 28,008 1,65 Eurizon Az.PMI Amer. ................23,814 23,987 1,28 Eurizon Tesoreria Dollaro($) .......16,612 16,612 3,48 UniCredit Soluzione 40B ..............5,044 5,051 -
ANM Anima Trag 2017 Ced4 ........4,999 4,999 - Prima Geo Italia A .......................12,208 12,278 -13,58 Eurizon Az.PMI Europa.................8,469 8,535 -9,37 Eurizon Tesoreria Euro A ..............7,795 7,795 1,52 UniCredit Soluzione 70A...............5,044 5,059 -
ANM Anima Trag II 2016 ...............5,179 5,179 - Prima Geo Italia Y .......................12,859 12,933 -12,33 Eurizon Az.PMI Italia .....................3,971 3,983 -16,56 Eurizon Tesoreria Euro B ..............7,875 7,875 1,81 UniCredit Soluzione 70B ..............5,022 5,037 -
ANM Anima Traguardo 2016 ........5,024 5,024 0,48 Prima Geo PaesiEm. A..................5,951 5,943 -1,81 Eurizon Az.Salute e Amb. ...........15,594 15,606 3,52 Passadore Monetario ...................7,322 7,323 2,97 UniCredit Soluzione BTA ..............5,055 5,053 -
tel.02-72206431(EX L)/800-893989 ANM Anima Traguardo 2018 ........5,031 5,031 0,62 Prima Geo PaesiEm. Y..................6,301 6,292 -0,40 Eurizon Az.Tecn.Avanz.................4,582 4,613 6,96 Prima Rend.Ass. Moderato A .......5,226 5,225 -0,27 UniCredit Soluzione BTB..............5,036 5,034 -
AcomeA America A1 ..................12,730 12,740 3,15 ANM Anima Tricolore....................5,206 5,216 - Prima Rend.Ass. Moderato A .......5,232 5,241 - Eurizon Azioni America .................9,813 9,816 2,99 Teodorico Monetario ....................7,693 7,694 3,14
AcomeA America A2 ..................12,854 12,864 - ANM CapitalePiù Comp.Az. .........4,801 4,821 -4,59 Prima Rend.Ass. Moderato Y .......5,304 5,313 - Eurizon Azioni Area Euro ............23,248 23,395 -13,76 Unibanca Azionario Europa..........5,987 6,052 -9,64
AcomeA Asia Pac. A2 ...................3,377 3,355 - ANM CapitalePiù Comp.Bil.15 .....5,259 5,264 -2,16 Prima Rend.Ass. Prudente A......16,733 16,750 - Eurizon Azioni Europa...................8,034 8,095 -9,66 Unibanca Monetario .....................5,899 5,900 3,04
AcomeA Asia Pacifico A1 .............3,356 3,335 -5,22 ANM CapitalePiù Comp.Bil.30 .....4,978 4,987 -4,53 Prima Rend.Ass. Prudente Y......16,882 16,898 - Eurizon Azioni Internazionali.........7,671 7,693 -3,19 Unibanca Obbligazionario Euro....5,983 5,983 3,98
AcomeA Breve Term. A1............12,218 12,241 5,33 ANM CapitalePiù Comp.Obb. ......5,479 5,476 0,16 Prima Strat.Eu PMI Alto Pot A ....13,672 13,670 -5,78
Prima Strat.Eu PMI Alto Pot Y ....13,819 13,818 -4,88 Eurizon Azioni Italia ....................10,192 10,270 -18,41
AcomeA Breve Term. A2............12,244 12,267 - ANM Corporate Bond...................7,216 7,206 -3,40 Eurizon Azioni Pacifico .................3,937 3,926 -6,08
AcomeA Etf Attivo A1....................3,838 3,866 - Prima Strat.Eur. Alto Pot A............2,335 2,344 -1,97
ANM Emerging Mkts Bond...........6,887 6,863 8,25 Prima Strat.Eur. Alto Pot Y............2,391 2,400 -0,99 Eurizon Azioni Paesi Emergenti ....9,107 9,097 -3,99
AcomeA Etf Attivo A2....................3,853 3,881 - ANM Emerging Mkts Equity..........7,237 7,226 -2,98 Prima Strat.Ita Alto Pot A ..............5,093 5,105 5,84 Eurizon Bilan.Euro Multim. .........35,903 36,000 -2,34
AcomeA Eurobb. A1...................13,712 13,750 7,25 ANM Europa...............................12,885 13,013 -7,97 Prima Strat.Ita Alto Pot Y ..............5,175 5,187 5,96 Eurizon DiversEtico.......................8,299 8,300 3,38 tel.800-614614
AcomeA Eurobb. A2...................13,752 13,790 - ANM Iniziativa Europa ..................6,697 6,751 -11,87 PRIMAforza 1 B ............................5,276 5,276 3,17 Eurizon F.Garantito 03/13.............5,180 5,179 1,43 Symp. Multimanager Adagio........5,964 5,972 -0,73
AcomeA Europa A1 ......................8,928 9,039 -17,97 ANM Italia ...................................12,970 13,041 -19,06 PRIMAforza 2 B ............................4,835 4,836 3,78 Eurizon F.Garantito 06/12.............5,148 5,148 0,68 Symp. Multimanager America ......4,271 4,285 -0,02
AcomeA Europa A2 ......................8,995 9,107 - ANM Pacifico ................................5,139 5,122 -0,79 PRIMAforza 3 B ............................5,193 5,194 2,59 Eurizon F.Garantito 09/12.............5,133 5,133 1,00 Symp. Multimanager Europa........5,359 5,400 -8,36
AcomeA Globale A1......................8,382 8,407 -4,96 ANM Pianeta ..............................10,506 10,519 6,94 PRIMAforza 4 B ............................4,616 4,620 1,61 Eurizon F.Garantito 12/12.............5,150 5,150 1,26 tel.800-546961 Symp. Multimanager Largo ..........5,698 5,713 -3,64
AcomeA Globale A2......................8,512 8,537 - ANM Risparmio ............................7,439 7,437 -1,23 PRIMAforza 5 B ............................4,166 4,171 0,48 Eurizon F.Garantito 2tri07.............5,117 5,117 -0,02 Fideuram Bilanciato ...................12,431 12,497 -2,39 Symp. Multimanager Oriente........5,323 5,312 -4,06
AcomeA Italia A1 ........................13,863 13,968 -20,97 ANM Sforzesco ..........................10,277 10,283 0,50 Eurizon F.Garantito 3tri07.............4,978 4,978 0,69 Fideuram Italia............................19,673 19,831 -14,49 Symp. Obblig. Corporate..............5,721 5,708 2,64
AcomeA Italia A2 ........................13,964 14,069 - ANM Valore Globale...................21,219 21,344 -2,22 Eurizon F.Garantito 4tri07.............5,176 5,176 -0,23 Fideuram Liquidità .....................17,007 17,003 0,96 Symp. Obblig. Rendita .................7,766 7,767 -
AcomeA Liquidita’ A1 ...................8,123 8,124 - ANM Visconteo ..........................35,150 35,244 -1,95 Eurizon F.Garantito Itri07..............5,122 5,122 -0,66 Fideuram Moneta.......................14,852 14,851 1,41 Symphonia Asia Flessibile............6,169 6,153 -2,11
AcomeA Liquidita’ A2 ...................8,123 8,125 - Prima Fix Emergenti A ................14,537 14,495 8,09 Eurizon Liquidità A ........................7,389 7,389 1,40 Fideuram Rendimento..................9,241 9,262 1,02 Symphonia Az.Small Cap Italia.....6,228 6,230 -13,57
AcomeA Obblig.Corp. A1 .............6,344 6,341 -5,03 Prima Fix Emergenti Y ................15,088 15,044 9,13 Eurizon Liquidità B........................7,603 7,604 1,69 FMS - Absolute Return .................8,873 8,884 -5,19 Symphonia Azionario Euro ...........4,858 4,925 -19,48
AcomeA Obblig.Corp. A2 .............6,374 6,372 - Prima Fix High Yeld Y....................8,657 8,651 -0,47 Eurizon Obb.Cedola A ..................6,197 6,194 - FMS - Eq.Glob.Resources .........11,461 11,381 -7,28 Symphonia Azionario Europa .......8,623 8,733 -17,55
AcomeA Paesi Em. A1 ..................6,242 6,283 -2,64 Prima Fix High Yield A...................8,357 8,352 -1,43 Eurizon Obb.Cedola D..................6,137 6,134 0,90 FMS - Equity Asia..........................8,910 8,869 -5,31 Symphonia Azionario Globale ......3,702 3,734 -13,44
AcomeA Paesi Em. A2 ..................6,284 6,325 - Prima Fix Imprese A......................6,587 6,573 1,04 Eurizon Obb.Emergenti..............12,547 12,530 8,29 FMS - Equity Europe.....................9,389 9,443 -2,70 Symphonia Azionario Italia ...........6,107 6,140 -14,65
AcomeA Patr. Aggr. A2.................3,267 3,280 - Prima Fix Imprese Y......................6,742 6,728 1,67 tel.02-88981 Eurizon Obb.Etico.........................5,536 5,530 3,96 FMS - Equity Gl Em Mkt .............12,955 12,937 -0,51
AcomeA Patr. Aggr.A1..................3,239 3,252 -14,29 Prima Fix Monetario A...................8,600 8,599 0,58 Azimut Bil. ..................................23,500 23,549 -2,78 FMS - Equity New World ............16,196 16,203 -2,73 Symphonia Azionario Usa ............6,461 6,480 -1,79
Eurizon Obb.Euro.......................14,573 14,579 3,99 Symphonia Bilanciato ................22,138 22,182 -3,87
AcomeA Patr. Dinam.A1...............4,331 4,346 -6,90 Prima Fix Monetario I ....................8,730 8,729 0,81 Azimut Garanzia .........................12,534 12,532 1,98 Eurizon Obb.Euro B/T A .............15,340 15,343 - FMS - Equity Usa ..........................9,417 9,421 6,07
AcomeA Patr. Dinam.A2...............4,358 4,372 - Prima Fix Monetario Y...................8,737 8,736 0,94 Azimut Reddito Euro ..................15,711 15,742 1,28 Eurizon Obb.Euro Breve T. D .....15,224 15,227 1,10 Symphonia Europa Flessibile .......4,672 4,671 -8,03
AcomeA Patr. Prud. A1.................5,223 5,233 2,71 Prima Fix Obbl. BT......................10,265 10,262 1,14 Azimut Reddito Usa......................6,157 6,132 7,26 Eurizon Obb.Euro Corp. BreveT. ..7,763 7,757 2,32 Symphonia Flessibile....................3,958 3,963 3,23
AcomeA Patr. Prud. A2.................5,291 5,301 - Prima Fix Obbl. BT Y ..................10,357 10,354 1,58 Azimut Scudo ...............................7,696 7,709 0,17 Eurizon Obb.Euro Corporate........5,762 5,749 1,60 Symphonia Fortissimo..................2,359 2,389 -18,68
AcomeA Perform. A1..................17,902 17,931 1,83 Prima Fix Obbl. Glob.....................9,740 9,740 9,35 Azimut Solidity ..............................7,844 7,851 -0,90 Eurizon Obb.Euro High Yield ........7,580 7,570 -1,35 Symphonia Multiman.Emer.Fless.13,25413,279 -2,68
AcomeA Perform. A2..................17,953 17,981 - Prima Fix Obbl. Glob. Y.................9,893 9,893 10,18 Azimut Str. Trend ..........................5,314 5,329 -0,52 Eurizon Obb.Internaz....................9,371 9,373 9,83 Symphonia Multiman.Vivace........5,385 5,407 -3,34
Prima Fix Obbl. MLT .....................5,845 5,843 2,02 Azimut Trend ..............................22,336 22,417 6,73 Eurizon Obiettivo Rend.to.............8,201 8,201 0,48 Symphonia Obb.Breve Term........6,681 6,679 2,09
Prima Fix Obbl. MLT Y ..................5,919 5,917 2,65 Azimut Trend America................10,109 10,132 1,25 Eurizon Profilo Conservativo ........5,554 5,552 0,89 Symphonia Obb.Dinamico ...........6,255 6,257 -
Prima Forza 1 A.............................5,274 5,274 3,17 Azimut Trend Europa..................10,682 10,765 -16,46 Eurizon Profilo Dinamico ..............5,454 5,456 -1,61 Symphonia Obb.Euro...................7,181 7,170 4,19
Azimut Trend Italia......................13,256 13,378 -17,00 Symphonia Patrim.Glob.Redd. ....7,337 7,334 2,33
Prima Forza 1 Bond Y ...................5,342 5,342 3,53 Azimut Trend Pacifico...................6,534 6,529 -3,88 Eurizon Profilo Moderato..............5,471 5,471 0,16 tel.800-551-552
Prima Forza 2 A.............................4,833 4,833 3,78 Eurizon Rend.Assoluto 2 Anni ......5,290 5,289 0,30 Pion. Eur Gov BT (ex Mon.).........13,607 13,607 2,96 Synergia Az. Europa .....................5,302 5,370 -19,00
Azimut Trend Tassi .......................9,094 9,123 2,65 Synergia Az. Globale ....................5,671 5,722 -15,02
Prima Forza 2 Y.............................4,917 4,918 4,17 Formula 1 Absolute.......................6,054 6,064 -10,04 Eurizon Rend.Assoluto 3 Anni ......5,492 5,495 -0,74 Pioneer Az. Crescita ..................10,887 10,987 -19,52
Prima Forza 3 Cl.A ........................5,192 5,193 2,59 Eurizon Rendita A .........................6,072 6,078 - Pioneer Az Area Pacifico...............3,429 3,424 -10,47 Synergia Az. Italia..........................5,076 5,101 -15,30
Formula 1 Conservative................6,222 6,223 -3,43 Synergia Az. Sm.Cap It. ................4,864 4,865 -14,98
Prima Forza 3 Cl.Y ........................5,324 5,324 3,14 Formula 1 Target 2013..................6,580 6,576 -1,20 Eurizon Rendita D .........................6,051 6,057 0,85 Pioneer Az Valore Eur Dis..............6,993 7,035 -3,20
tel.800-388876 Prima Forza 4 Cl.A ........................4,616 4,620 1,65 Formula 1 Target 2014..................6,194 6,193 -2,98 Eurizon Soluzione 10 ....................6,903 6,906 0,13 Pioneer Az. Am. ............................7,893 7,899 4,86 Synergia Azionario Usa.................6,624 6,645 -3,38
ANM Americhe ...........................10,329 10,336 7,99 Prima Forza 4 Cl.Y ........................4,754 4,757 2,32 Eurizon Soluzione 40 ....................6,309 6,307 0,37 Pioneer Az. Europa.....................14,505 14,583 -5,89 Synergia Bilanciato 15 ..................5,337 5,341 0,30
ANM Anima Asia ...........................6,284 6,217 -5,46 Prima Forza 5 Cl.A ........................4,164 4,170 0,48 Eurizon Soluzione 60..................24,706 24,715 -0,99 Pioneer Az. Paesi Em. ................10,802 10,762 -1,90 Synergia Bilanciato 30 ..................5,427 5,443 -2,23
ANM Anima Convertibile ..............6,161 6,172 -2,27 Prima Forza 5 Cl.Y ........................4,301 4,307 1,32 Eurizon Strat.Protetta III trim 20115,475 5,478 3,89 Pioneer Liquidita’ Euro..................5,173 5,172 1,77 Synergia Bilanciato 50 ..................5,508 5,539 -5,43
ANM Anima Emerging Mkts.......10,702 10,689 1,72 Prima Geo America A....................4,814 4,817 3,28 Eurizon Team 1 .............................6,083 6,081 1,52 Pioneer O.Euro C.Et. Dis...............4,864 4,851 4,02 Synergia Bond Flessib..................5,057 5,058 -
ANM Anima Europa ......................3,939 3,968 -12,37 Prima Geo America Y....................5,084 5,087 4,76 Eurizon Team 1 Cl G .....................6,083 6,081 1,52 Pioneer Ob. Sist. Italia...................5,049 5,056 - Synergia Obbl Corporate..............5,628 5,614 3,30
ANM Anima Fondattivo ..............14,232 14,258 -3,07 Prima Geo Asia A ..........................6,479 6,457 -4,48 Eurizon Team 2 .............................5,763 5,762 0,75 Pioneer Obb. Euro Dis ..................6,839 6,831 6,51 Synergia Obbl. Euro BT ................5,129 5,127 1,34
ANM Anima Fondimpiego..........18,441 18,467 -6,29 Prima Geo Asia Y ..........................6,868 6,845 -3,10 Eurizon Team 2 Cl G .....................5,780 5,779 1,01 Pioneer Obb. Paesi E. Dis...........10,480 10,437 8,93 Synergia Obbl. Euro MT................5,370 5,364 3,75
ANM Anima Fondo Trading........12,819 12,843 -8,52 Prima Geo Euro A .........................6,100 6,154 -8,93 Eurizon Team 3 .............................4,816 4,818 -0,84 Pioneer Obb. Più Dis.....................8,749 8,751 6,46 Synergia Obbligaz.Rendita...........5,207 5,206 -
ANM Anima Liq. Plus ....................6,982 6,981 1,07 Prima Geo Euro Pmi A................21,708 21,833 -4,83 tel.02-88101 Eurizon Team 3 Cl G .....................4,874 4,876 -0,35 Pioneer Target Controllo...............5,506 5,501 1,25 Synergia Tesoreria........................5,122 5,121 1,25
ANM Anima Liquidità ....................6,818 6,818 2,48 Prima Geo Euro Pmi Y................22,922 23,054 -3,47 EC Focus Cap Pro 12/14 ..............5,050 5,054 0,86 Eurizon Team 4 .............................4,082 4,087 -2,46 Pioneer Target Equilibrio ..............5,401 5,396 -1,50 Synergia Total Return ...................5,255 5,255 -0,64
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 LETTERE,COMMENTI&IDEE
■ 38

SAN PIETRO COME RICONOSCERE IL MERITO DEI GIOVANI


FERMA L’ICI aro Augias, da tempo le polemiche sul posto fisso, sugli sfigati e i bamboccioni riempiono le cronache.

CURZIO MALTESE
C È giusto invitarli ad impegnarsi negli studi, a fare esperienze all’estero, ad apprendere lingue straniere
a usare le tecnologie. La formazione però dovrebbe poter essere utilizzata innanzitutto nel proprio Pae-
se. Si parla anche molto di “merito” ma come fa un giovane a far conoscere “i propri meriti”? Come insegnan-
te, oggi in pensione, ho sempre preteso dagli allievi il massimo impegno; nel corso degli anni ho conosciuto
(segue dalla prima pagina) molti ragazzi demotivati ma ho conosciuto anche ragazzi e ragazze capaci di dare il massimo, desiderosi di con-
tare solo sulle proprie forze. Mi chiedo spesso se non sarebbe possibile creare in Rete un sito ufficiale dove
embrava la volta buona. Avevamo creduto Ministeri e istituzioni locali facciano conoscere i ragazzi e ragazze che al di sotto o intorno ai 28 anni hanno

S tutti che il governo dei tecnici avesse l’auto-


rità, la serietà e diciamo pure la decenza di
cancellare un privilegio assurdo, antieuro-
peo e inviso alla stragrande maggioranza dei citta-
dini, cattolici compresi, come l’esenzione fiscale
CORRADO AUGIAS
c.augias@repubblica.it
conseguito titoli di studio con il massimo dei voti, effettuato master all’estero, esperienze di lavoro. Giovani che
abbiano capacità di impegno e volontà di aiutare il proprio Paese che ha bisogno di forze nuove ma anche di
trasparenza. Non sarebbe questo un modo per riconoscere il merito o almeno per censire il merito?
Rosalia Spezzano - lia.spezzano@gmail.com
sulle proprietà della Chiesa. È invece bastato uno i sono spesso giovani che mi scrivono man- sembra interessante e soprattutto, volendo tentare, a
stormir di fronde in Vaticano, colto al volo dalla va-
sta lobby parlamentare, per compiere il solito mira-
colo della dissolvenza. Il governo giura che il prov-
C dandomi il loro curriculum e chiedendo se
posso offrirgli una qualche possibilità di lavo-
ro. Rispondo la verità: lavoro da solo, non ho respon-
costo praticamente zero. Si tratterebbe di individua-
re “quattro o cinque macro-settori in cui far confluire
schede appositamente predisposte, da compilare via
vedimento ricomparirà in futuro, sotto forma di sabilità gestionali o direttive di alcun genere. Fin qui internet” . Si potrebbero poi studiare degli strumenti
emendamento. Anche i tecnici hanno imparato in tutto normale: domanda legittima, risposta veritiera. (il ministro Fornero potrebbe aiutare a individuarli)
fretta l’arte politica del rinvio a data da destinarsi. L’anormalità comincia quando quei giovani mi riscri- per incoraggiare industrie e aziende, comprese quel-
Ma la vicenda, a essere obiettivi, sembra finita qui. vono per ringraziarmi di… avere risposto. Molti ag- le di medie dimensioni, ma anche studi professionali
Intendiamoci, non sarebbe certo la prima volta. giungono di aver scritto a decine di aziende o persone ad attingere a questo serbatoio di giovani qualificati
Tutte le stagioni riformiste della storia repubblica- senza mai aver ricevuto due righe di risposta. S’è sta- secondo criteri oggettivi. Ogni proposta, compresa
na, le vere e le presunte, si sono arenate puntual- bilita in Italia una specie di convenzione per cui il si- questa, ha le sue controindicazioni, resta comunque
mente nella palude dei privilegi della Chiesa. È ac- lenzio, che in genere s’interpreta come assenso, vale l’urgenza di individuare un qualche strumento che
caduto al centrosinistra storico degli anni Sessanta in questi casi come rifiuto, con relativo risparmio sui incoraggi finalmente i giovani di merito a restare qui
come ai governi di solidarietà nazionale. Per non francobolli. Non so se la proposta della prof Spezza- invece di andarsene da qualche parte nel mondo.
parlare del riformismo di Bettino Craxi, che era par- no sia applicabile in concreto, anche se a prima vista © RIPRODUZIONE RISERVATA
tito con forti connotati o almeno vezzi anticlericali,
per addivenire infine al nuovo Concordato e al rega-
lo miliardario alla Chiesa dell’8 per mille, escogitato
dall’allora giovanissimo Giulio Tremonti, un altro I precari della Rai persona indipendente, con sapeva fare persino Tremonti. zioni del sistema di misurazio-
riformista teorico. La stessa questione dell’Ici della una reputazione professiona- Se poi la decisione nell'agire si ne impiegato. Forse il famoso
Chiesa, nel suo piccolo, è servita in tempi recenti a e quelli meno noti le molto alta, indubbiamente ritrova solo per abolire l'artico- "tunnel" della Gelmini era sta-
chiudere simbolicamente stagioni di cambiamento onesta, che prima spiega a tut- lo 18 dello Statuto dei Lavora- to mal costruito?
e a inaugurare l’eterna restaurazione. La prima lar- Michele Zorzetto ti cosa è necessario fare, e poi si tori, allora bisogna dire che i
ga esenzione venne approvata dal governo Amato ritira per le pressioni, assoluta- tecnici assomigliano molto ai Aspetto da sei mesi
nel ‘92 e fu il primo sintomo che il rinnovamento del DA quando è uscita la notizia mente prevedibili, dei gruppi e peggiori politici.
costume politico seguito a Mani Pulite sarebbe du- che le precarie della Rai non gruppetti coinvolti: ma di che una risposta dell’Inps
rato per poco. I governi Amato e Ciampi aumenta- hanno diritto alla gravidanza, cosa ha paura? Perché preferi- I neutrini, Einstein
vano le tasse a tutti, ma le riducevano alla Chiesa, tutti a parlarne. Al Policlinico S. sce rovinarsi la reputazione Maria Ingrid Klenkhart
guarda caso. Nel 2006 il secondo governo Prodi Matteo di Pavia questa è la con- anziché contrariare i deputati e il tunnel della Gelmini valterpavone@infinito.it
sventolò al Paese grandi intenti riformisti, incarna- dizione normale da sempre. che lo devono votare? Ma non
ti dalla famose «lenzuolate» di Pier Luigi Bersani. Ma Eppure nessuno dice nulla è lì per questo? Cosa ha da per- Ugo Dovis MA a che cosa serve la tanto
lo stesso Bersani, con il consueto accordo bipartisan (sindacati, giornali, televisio- dere? Se vogliono far cadere il Roma sbandierata informatizzazio-
che accompagna i re- ni), come mai? Qui ci sono cir- governo per non toccare i tas- ne? Ho 69 anni. Avendone tutti
gali alla madre Chiesa, ca 350 precari (borsa di studio, sisti, ebbene lo facciano, tanto EINSTEIN dunque aveva ra- i requisiti ho fatto domanda al-
Il governo Monti almeno smentì il programma co.co.co/pro, partita Iva, con- l'opinione che la gente ha di lo- gione: i neutrini non corrono l’Inps per la Pensione Sociale
farà pagare la tassa alla dell’Unione con la tratti con ditte esterne, borsisti ro non può essere peggiore. più veloci della luce. L'esperi- in data 28 agosto2011. Ebbene
norma che estendeva dell’università, dottorandi ecc Certo che è più facile aumenta- mento che, mesi fa, avrebbe a distanza di 6 mesi non ho ri-
Chiesa da quest’anno? l’esenzione dell’Ici a ecc). Bene, alle borsiste ad re l'Iva e le accise, è meno mi- provato il contrario si è scoper- cevuto alcuna comunicazione
Chissà. Certo è che finora tutti gli immobili ec- esempio non è semplicemente rato, ma queste erano cose che to essere viziato da imperfe- e mi devo arrangiare per so-
gli unici a pagare, nel clesiastici «a uso non permesso rimanere incinta. E pravvivere. È possibile che ten-
grande impeto riformista, esclusivamente merciale». Una formu-
com- te lo dicono anche chiaramen- gano duro sperando che nel
te: «È consentita l’assenza per frattempo io me ne vada all’al-
sono stati i pensionati la fra l’ipocrita e il deli- gravidanza, per un periodo L’AMACA MICHELE SERRA tro mondo!
rante, che in pratica non superiore a mesi 5, con so-
consente alla Chiesa di non pagare l’Ici mai, una vol- spensione del compenso pre- econdo il leader dei No Tav Alberto Perino, il boicottaggio
ta usata l’accortezza di conservare in ogni albergo,
ristorante, bar, cinema o teatro una cappella votiva.
Un autentico mostro giuridico, senza confronti nel
visto dalla legge durante il pe-
riodo di interruzione. La so-
spensione comporterà inoltre
S delle presentazioni dei libri di Giancarlo Caselli va interrot-
to non perché sia incivile, ma perché Caselli “è una persona
che non merita pubblicità”. È un argomento meschino e tipica-
Gli stipendi
e la foto sbagliata
mondo civile, della serie orwelliana «tutti sono una riduzione dei mesi di godi- mente di destra, che attribuisce al tornaconto personale (“farsi NELL'ARTICOLO pubblicato
eguali davanti alla legge, ma alcuni sono più eguali mento della borsa». Quindi il pubblicità”) anche l’impegno pubblico di un uomo pubblico. Ma "E i manager di Stato fanno i ri-
degli altri». Perché, se la norma fosse estesa a tutti i succo è: le borsiste non posso- è anche, nella fattispecie, un argomento ridicolo, perché il giudi- tardatari" è stata messa erro-
soggetti, allora qualunque centro commerciale, im- no rimanere incinta, se lo fan- ce Caselli, per ragioni storiche che al maturo Perino non possono neamente la foto di Antonio
presa, banca, che ospitasse anche una fondazione no resteranno a casa senza sti- essere sfuggite, è stato un protagonista della lotta al terrorismo e Rosati, assessore al Bilancio
benefica, un centro congressi, un luogo di culto, un pendio, quando ne avresti for- alla mafia, appartiene alla storia della Repubblica ed è sulle pri- della provincia di Roma, al po-
asilo nido per i dipendenti o un kinderheim per la se più bisogno. me pagine dei giornali da più di trent’anni. sto di quella del suo omonimo,
clientela, potrebbe chiedere di non pagare le tasse. Si capisce che a Perino stia a cuore la causa del suo movimen- l'ex direttore generale Consob.
Come tale infatti il regalo dell’Ici è da anni tema di Liberalizzare difficile to: ma guardando un fiato al di là del proprio naso, della propria In riferimento allo stesso arti-
controversia nell’Unione. agenda e del proprio contado, si capisce anche che esiste un con- colo, il colonnello Luca Leo-
Per aver ricoperto a lungo e con grandi meriti il anche per il Professore testo (storico, legale, politico, sociale) con il quale perfino le cau- netti afferma di aver effettiva-
ruolo di commissario europeo per la concorrenza, il se più nobili e strenue devono fare i conti. La lotta dei No Tav è du- mente lavorato presso l'ottavo
professor Mario Monti sa meglio di chiunque altro, Carlo Querci ra e quasi certamente impopolare al di fuori della Val di Susa. È so- reparto infrastrutture della Di-
noi compresi, che l’esenzione dall’Ici della Chiesa marketmng@alice.it stenuta da buone ragioni tecniche, che accusano di inutilità l’o- fesa, ma di non aver percepito
costituisce un caso da manuale di «aiuto di Stato». A pera, e di sperpero l’ingente investimento. Sortite come quelle di un reddito annuo di oltre
voler essere precisi nel dettaglio, la norma contiene IL perchè Monti non riesca a Perino inchiodano quella causa alla sua ringhiosa caricatura. 374mila euro. Il suo ultimo
tutte e quattro le anomalie elencate dalla legge co- fare le necessarie liberalizza- © RIPRODUZIONE RISERVATA reddito corrisponde a 73mila
munitaria: 1. Origine statale dell’aiuto. 2. Esistenza zioni, è per me un mistero. Una euro annui lordi.
di un vantaggio a favore di talune imprese (se crede,
posso invitare il premier a visitare ristoranti romani Via Cristoforo Colombo, 90 ˜ 00147 Roma ˜ Fax: 06/49822923 ˜ Internet: rubrica.lettere@repubblica.it
sulla stessa via, dove un proprietario deve pagare le
tasse e l’altro no). 3. Esistenza di un impatto sulla
concorrenza. 4. Idoneità a incidere sugli scambi de-
gli stati membri. Più un quinto, l’assoluta anomalia
della norma nazionale, rispetto al resto d’Europa.
Per capirsi, non esiste una ragione per cui la diocesi FONDATORE EUGENIO SCALFARI
di Colonia debba pagare allo Stato tedesco tasse che
la diocesi di Milano non è tenuta a versare. DIREZIONE REDAZIONI
Redazione centrale Roma 00147 - Via Cristoforo Colombo, 90 - tel. 06/49821 ● Redazione Milano 20139 - Via
In quanto «aiuto di Stato», un governo europeista Ezio Mauro direttore responsabile Nervesa, 21 - tel. 02/480981 ● Redazione Torino 10123 - Via Bruno Buozzi, 10 - tel. 011/5169611
come si proclama l’esecutivo di Monti dovrebbe vicedirettori Gregorio Botta, Dario Cresto-Dina, ● Redazione Bologna 40125 - Via Santo Stefano, 57 - tel. 051/6580111 ● Redazione Firenze 50121 - Via Alfonso
Massimo Giannini, Angelo Rinaldi (art director) Lamarmora, 45 - tel. 055/506871 ● Redazione Napoli 80121 - Riviera di Chiaia, 215 - tel. 081/498111 ● Redazione
non soltanto impegnarsi a cancellare l’esenzione caporedattore centrale Fabio Bogo, Genova 16121 - Via XX Settembre, 41 - tel. 010/57421 ● Redazione Palermo 90139 - Via Principe di Belmonte,
dell’Ici da subito, ma anche attivarsi per recuperare caporedattore vicario Massimo Vincenzi, caporedattore internet Giuseppe Smorto
103/c - tel. 091/7434911 ● Redazione Bari 70122 - Corso Vittorio Emanuele II, 52 - tel. 080/5279111.
PUBBLICITÀ
il pregresso, cioè tutti i soldi non pagati dalla Chiesa A. Manzoni & C. - Via Nervesa, 21 - 20139 Milano
allo stato italiano a partire dal 1992. Una somma che GRUPPO EDITORIALE L’ESPRESSO Spa
TIPOGRAFIA
l’Anci, con molta cautela – la maggior parte dei sin- Consiglio di amministrazione Rotocolor SpA - 00147 Roma, Via Cristoforo Colombo, 90
Presidente: Carlo De Benedetti
daci italiani non è esattamente anticlericale – valu- Amministratore delegato: Monica Mondardini
STAMPA - Edizioni teletrasmesse:
● Bari Dedalo Litostampa srl - Via Saverio Milella, 2 ● Catania ETIS 2000 Spa - Zona Industriale VIII strada
ta intorno ai 700 milioni di euro all’anno. ● Livorno Finegil Editoriale - Via dell’Artigianato ● Mantova Finegil Editoriale presso Citem Soc. Coop. arl - Via G. F.
Consiglieri
Finirà così? Non credo. Il governo Monti almeno Agar Brugiavini, Rodolfo De Benedetti, Giorgio Di Giorgio,
Lucchini ● Paderno Dugnano (MI) Rotocolor SpA - Via Nazario Sauro, 15 ● Padova Finegil Editoriale - Viale della
Navigazione Interna, 40 ● Roma Rotocolor SpA - Via del Casal Cavallari, 186/192 ● Salerno Arti Grafiche Boccia SpA -
farà pagare l’Ici alla Chiesa da quest’anno? Chissà. Francesco Dini, Sergio Erede, Mario Greco, Via Tiberio Claudio Felice, 7 ● Sassari “La Nuova Sardegna” SpA - Zona Industriale Predda Niedda Nord Strada n. 30
Certo è che finora gli unici a pagare, nel grande im- Maurizio Martinetti, Tiziano Onesti, Luca Paravicini Crespi s.n.c. ● Gosselies (Belgio) Europrinter S.A. - Avenue Jean Mermoz ● Toronto (Canada) “Newsweb Printing
Corporation”, 105 Wingold Av. ● Norwood (New Jersey) 07648-1318 Usa - “Gruppo Editoriale Oggi Inc.”, 475 Walnut
peto riformista, sono stati i soliti pensionati. Gente Direttori centrali Street ● Malta Miller Newsprint Limited - Miller House, Airport Way - Tarxien Road - Luqa LQA 1814
che ha pagato i contributi per tutta la vita ed è ora ad- Alessandro Alacevich (Amministrazione e Finanza), ABBONAMENTI
Pierangelo Calegari (Produzione e Sistemi informativi), Italia (c.c.p. n. 11200003 - Roma): anno (cons. decen. posta) Euro 403,00 (sette numeri), Euro 357,00 (sei numeri),
ditata come una casta di paria. Perfino Beppe Grillo Stefano Mignanego (Relazioni esterne), Roberto Moro (Risorse umane), Euro 279,00 (cinque numeri). Tel. 199 787 278 (0864.256266 da telefoni pubblici o cellulari). E-mail:
dice che bisogna mettere un tetto massimo alle pen- abbonamenti@repubblica.it
Arretrati e servizio clienti: www.servizioclienti.repubblica.it, e-mail: servizioclienti@repubblica.it, tel. 199 787 278
sioni: duemila euro. Lui che guadagna cinque mi- Divisione Stampa Nazionale - Via Cristoforo Colombo, 98 - 00147 Roma
(0864.256266 da telefoni pubblici o cellulari) gli orari sono 9-18 dal lunedì al venerdì, il costo massimo della telefonata da
lioni all’anno. Ovvero, duemilacinquecento volte Direttore generale: Corrado Corradi - Vicedirettore: Giorgio Martelli rete fissa è di 14,26 cent. al minuto + 6,19 cent. di Euro alla risposta, IVA inclusa.
duemila euro. Più o meno come alcuni ministri di
RESPONSABILE DEL TRATTAMENTO DATI (D. LGS. 30-6-2003 N. 196): EZIO MAURO
questo governo. Certificato ADS n. 7196
del 14-12-2011 REGISTRAZIONE TRIBUNALE DI ROMA N. 16064 DEL 13-10-1975
La tiratura de “la Repubblica” di giovedì
23 febbraio 2012 è stata di 487.514 copie
© RIPRODUZIONE RISERVATA
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012
@ PER SAPERNE DI PIÙ
www.ecb.int
www.repubblica.it/economia
■ 39

UNA STRATEGIA DI CRESCITA PER SALVARE LA GRECIA


TIMOTHY GARTON ASH
iciamola tutta: se l’eu- È quello che i leader dell’euro- miliardi di euro del pacchetto sal- fronti dell’eurozona incoraggia- europei ufficiosamente concor- sentirebbero ai trasferimenti fi-

D rozona non esistesse


nessuno la inventereb-
be. La parola chiave di
questa frase è il “se”. Un’eurozo-
na meno ampia, ristretta ad eco-
zona sostengono di aver fatto. Bi-
sogna dar loro merito di essersi
impegnati a fondo. Hanno lavo-
rato notte e giorno per far qua-
drare molti cerchi. È facile critica-
vataggio.
Seduto al suo solito tavolo nel-
la solita Kneipe davanti alla sua
copia di Bild, il lettore tedesco po-
trà anche bofonchiare “cosa vo-
rono quell’irresponsabilità; e che
queste misure di salvataggio so-
no pensate per aiutare quelle
banche tanto quanto per aiutare
la Grecia. Le colpe quindi sono
dano con il ministro delle finanze
tedesco Wolfgang Schäuble che
sarebbe meglio se la Grecia non
andasse alle urne in aprile come
previsto. Democrazia? La parola
nanziari di compensare le diffe-
renze, come negli Stati Uniti e agi-
re in direzione della convergenza
economica nel lungo periodo. In-
sostenibile è avere, in seno alla
nomie compatibili, prevalente- re da bordo campo. Ma, e questo gliono, la colpa è loro”. Ma sba- comuni. al popolo? Che idea terrificante. stessa zona valutaria, sia econo-
mente nord europee — una nord- va ribadito per l’ennesima volta, glia. È vero che gran parte della Si può non essere d’accordo Ma i greci avranno la parola. A mie nazionali divergenti che po-
zona o neurozona — avrebbe for- per ora non sono riusciti nell’in- colpa è da attribuire all’irrespon- ma anche la responsabilità per meno che non venga prospettata litiche nazionali divergenti.
se saputo navigare la crisi del ca- tento. Solo che allungando i tem- sabilità, alla disonestà e alla cor- uscire dalla crisi è comune. Que- una qualche realistica opportu- A quanto posso giudicare esi-
pitalismo occidentale post 2008, pi non danno calci a un barattolo, ruzione imperanti in Grecia sia in sto è palese finché la Grecia resta nità di crescita, i partiti che si op- stono solo due vie d’uscita. Una è
pur con le pecche strutturali di come si dice da noi, ma a una politica che in campo imprendi- nell’eurozona, ma anche se ne pongono alle drastiche condizio- che la Germania, tutti gli altri go-
Maastricht. L’eurozona delle di- bomba molotov. toriale. Ma le dimensioni della esce, resterà comunque un Paese ni imposte dal salvataggio po- verni europei (incluso quello bri-
mensioni attuali invece avrebbe Per ora in Grecia esiste una so- tragedia e la difficoltà di uscirne membro dell’Ue e l’Unione avrà trebbero ottenere la maggioran- tannico), la Bce, le istituzioni Ue,
potuto essere il passo successivo lida maggioranza favorevole a re- derivano anche dal fatto che la sempre una qualche responsabi- za. Nessuno (anche se parecchi l’Fmi e ogni altro importante at-
alla creazione di un’unione poli- stare nell’euro. Mi è però difficile Grecia fu accettata in un’eurozo- lità morale e storica del marasma forse vorrebbero) potrà seguire tore si mettano all’opera freneti-
tica, delle istituzioni ma anche credere che i greci possano accol- na mal strutturata, eccessiva- in cui si è infilata assieme alla Gre- l’ironico suggerimento di Bertolt camente nelle prossime settima-
degli animi, se e quando si fosse larsi per mesi e per anni i sacrifici mente estesa; che i mercati finan- cia. Brecht: sciogliere il popolo ed ne, come Mozart al culmine del-
dimostrato possibile. estremi che vengono loro richie- ziari e le banche (incluse quelle Esiste poi l’altro problema, eleggerne un altro. l’ispirazione, per fare ciò che è ne-
A questo fine sarebbe servito sti con l’unica motivazione che tedesche e francesi) con il loro at- chiamato democrazia, parola di Ad aprile mancherà ancora più cessario a giudizio di qualsiasi
un certo grado di cameratismo e, “uscire dall’euro sarebbe peg- teggiamento positivo nei con- derivazione greca. Molti leader di un anno alle elezioni tedesche economista politico dotato di
per così dire, di intercambiabilità gio”. Si sentono già abba- che la cancelliera Angela buon senso (inclusi molti tede-
tra tedeschi e greci paragonabile stanza storie strazianti di Merkel, chiaramente, è in- schi), ossia elaborare una strate-
a quella esistente tra i cittadini del giornalisti, insegnanti, im- tenzionata a vincere. La sor- gia ai fini della crescita a breve e
New England e quelli dell’Alaba- piegati statali ridotti a fare la te dell’eurozona dipenderà medio termine, del consolida-
ma negli Stati Uniti e (a meno che fila alla mensa dei poveri. quindi dal massimo dei sa- mento fiscale e della riforma
non si voglia credere al leader na- Studenti di una “generazio- crifici che gli elettori greci strutturale. Perché come ha os-
zionalista scozzese Alex Sal- ne bruciata” che hanno la- saranno disposti ad accet- servato Mohammed el-Erian, co-
mond) tra inglesi e scozzesi nel sciato il Paese o sono in pro- tare e dal massimo prezzo direttore della Pimco, l’accordo
Regno Unito. Popoli molto diver- cinto di farlo. Il tasso di di- che, a giudizio della Merkel, recentemente raggiunto “non ri-
si, che accettano però la redistri- soccupazione al 21% e in gli elettori tedeschi saranno solve il problema fondamentale
buzione del gettito fiscale da un aumento. Circa 150.000 im- disposti a pagare. Questo della Grecia. Il Paese continua ad
luogo all’altro, pronti e capaci di prese costrette a chiudere. Il dilemma è un grave esem- affrontare la prospettiva di un de-
trasferirsi e di lavorare in entram- salario minimo da ridurre di pio del problema più bito eccessivo e di una crescita
bi i luoghi, dotati di una politica, più di un quinto. A migliaia profondo che affligge l’eu- troppo scarsa”.
di un bilancio, di media e di una in strada, i senzatetto la not- rozona esistente: la con- Non basta individuare questa
sfera pubblica comune. te, i dimostranti il giorno. traddizione tra politiche già strategia di crescita, bisogna ren-
Se solo. Se mai. Ma, come dice L’ottuagenario musicista europee e ancora nazionali. derla esplicita. Bisogna che i gre-
lo psicologo ai pazienti depressi, MikisTheodorakis–benia- Si potrebbero avere econo- ci vedano che è stata individuata
bisogna partire dalla situazione mino di generazioni di turi- mie vicine, similari, mante- prima di andare alle urne. L’alter-
reale, non rimuginare ossessiva- sti tedeschi – ha invocato la nendo politiche diverse nativa è che, presto o tardi, la Gre-
mente su ciò che avrebbe potuto “rivolta”. E il governo deve (questa la nordzona che cia lasci l’eurozona. La prima ipo-
essere. Nessun rimpianto. Partia- porre in atto un’ulteriore avrebbe potuto essere). O si tesi è più auspicabile, la seconda
mo da qui. Tiriamo fuori il massi- serie di misure di austerity e potrebbero avere econo- più probabile.
mo da ciò che abbiamo. Trovia- liberalizzazione nel corso mie diverse in presenza di www. timothygartonash. com
mo il modo di migliorare la situa- della prossima settimana, politiche convergenti. Que- (Traduzione di Emilia Benghi)
zione. prima di poter ricevere i 130 ste politiche comuni con- © RIPRODUZIONE RISERVATA

IL TERMOMETRO
www.krizia.it

MASSIMO GIANNINI
(segue dalla prima pagina) delle tecnocrazie d’élite. Per que-
sto servirebbe la politica. Ma ora
l governo di “impegno na- proprio la politica, già delegitti-

I zionale” si gioca, se non la


sua sopravvivenza politica,
la sua speranza riformatri-
ce. Per Monti sono i giorni più
difficili. Lui stesso ne è ben con-
mata di suo, dà il peggio di sé.
Manca la politica nel Pd, dove i
tormenti di Bersani sull’articolo
18 nascondono una questione più
profonda, che investe il profilo di
sapevole. Sulle liberalizzazioni, una sinistra riformista ancora
a dispetto delle promesse della non del tutto compiuta. Manca la
vigilia, il premier deve evitare un politica nel Pdl, dove i ricatti di
indecoroso passo indietro. Ini- Berlusconi sulla giustizia e sulla
ziato in Commissione con i Rai rivelano il cinismo di una de-
2.400 emendamenti, l’assalto stra ormai del tutto destrutturata.
alla diligenza delle solite lobby La somma di queste tensioni e di
si è perfezionato in queste ore. queste debolezze si scarica fatal-
Vedremo l’esito della trattativa mente sul governo. Così si spiega
in corso al Senato, ma per ora ri- il rigurgito corporativista che si
schiano di averla vinta, ancora scatena sul decreto Cresci-Italia,
una volta, le tante “gilde” picco- con il governo obbligato a subire i
le e grandi che monopolizzano diktat dei Masanielli alla Loreno
l’economia e paralizzano la so- Bittarelli. Così si spiegano gli inci-
cietà. È vero che con più taxi e denti sul decreto Milleproroghe,
più farmacie l’Italia non risolve i con il governo che finisce ripetu-
suoi problemi di bassa crescita e tamente schiacciato nella solita
di scarsa competitività. Ma è morsa forzaleghista.
chiara a tutti la portata simboli- L’ira di Napolitano, che ammo-
ca di queste battaglie di moder- nisce il Parlamento sull’uso e l’a-
nizzazione. Se perdi anche que- buso degli emendamenti, preci-
ste, non vai lontano. pita in questa confusa emergen-
Sul mercato del lavoro, al di là za. E va letta con un’ottica non
dei buoni propositi, il premier de- congiunturale ma strutturale. Il
ve evitare un pericoloso passo fal- Capo dello Stato indica un caso
so. Tra parole al vento dei ministri, specifico. Ma sarebbe sbagliato
provocazioni insensate degli in- non vedere che il suo intervento,
dustriali e reazioni adirate dei sin- per la sua forza cogente, si esten-
dacati, il negoziato sfugge di ma- de ben oltre l’orizzonte del Mille-
no. Si perdono di vista l’obiettivo proroghe. In quel comunicato c’è
finale (l’aumento della buona oc- un messaggio implicito ai partiti,
cupazione e della produttività del che oggi riguarda anche le libera-
lavoro) e la “merce di scambio” lizzazioni, e domani anche la
(un Welfare più equo e inclusivo). riforma del mercato del lavoro.
C’è un problema di linguaggio: Per ragioni diverse, centrodestra e
non si può evocare la “monoto- centrosinistra, al punto più basso
nia” del posto fisso, quando un mai registrato nell’indice di fidu-
giovane su tre non ha neanche cia dei cittadini, non sono “auto-
quello mobile. C’è un problema di sufficienti”. Sanno benissimo che
messaggio: non si può evocare il a questo governo (del Presidente)
valore della “coesione”, e poi ripe- non c’è alternativa. Dunque è inu-
tere ogni giorno che «il governo tile logorarne l’azione. La si può
andrà avanti anche senza l’accor- migliorare, ma non sabotare.
do delle parti sociali». m.giannini@repubblica.it MILANO VIA DELLA SPIGA 23 ROMA P.ZZA DI SPAGNA 87 PARIGI 48 AVENUE MONTAIGNE NEW YORK 446 WEST 14TH STREET
Sono i deficit culturali tipici © RIPRODUZIONE RISERVATA
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 Gli spettacoli Il film
A Roma Attenti a quei due
è battaglia tra il ricco
per il festival e il povero
del cinema scatta la scintilla
FINOS E GIULIANI PAOLO D’AGOSTINI
■ 43

Il neutrino più veloce della luce è solo l’ultimo errore della ricerca: dal 2001 al 2011 le scoperte ritrattate sulle riviste sono cresciute di quindici volte

ELENA DUSI
l’errore più grande della mia vi-

«È ta» diceva Einstein della co-


stante cosmologica, un termi-
ne introdotto nelle sue equa-
zioni per dare equilibrio all’u-
niverso. Ma se lo scienziato avesse atteso gli espe-
rimenti degli Anni ‘90, avrebbe scoperto di avere
torto. Perché la costante cosmologica è oggi con-
siderata predizione del tutto corretta.
Anche per gli scienziati di Opera che hanno tro-
vato un connettore male avvitato e un orologio
non sincronizzato nel loro esperimento e che do-
vranno rimettere in discussione le misurazioni sui
neutrini più veloci della luce, vale oggi la didasca-
lica massima di Giulio Verne in Viaggio al centro
della terra: «La scienza ragazzo mio è fatta di erro-
ri. Ma sono errori utili perché passo dopo passo ci
portano alla verità».
SEGUE NELLE PAGINE SUCCESSIVE

MARCO CATTANEO
a cattiva notizia, se vogliamo, ma già lo si

L sapeva, è che la scienza può sbagliare. La


buona è che il metodo con cui procede è
così straordinariamente collaudato che
essa stessa riesce a porre rimedio ai pro-
pri errori. È questo, d’altra parte, il messaggio del
“provando e riprovando” che Evangelista Torricelli
e Vincenzo Viviani, allievi di Galileo Galilei, avevano
adottato nel 1657 quando fondarono l’Accademia
del Cimento: qui “provare” non significa tentare, ma
dimostrare, argomentare, e così “riprovare” non sta
per ritentare ma per rigettare, scartare le ipotesi che
si dimostrano sbagliate. Sarà Popper, molto più tar-
di, a parlare di “falsificabilità” come limite di de-
marcazione tra ciò che è scienza e ciò che non lo è. Il
cammino della conoscenza scientifica è costellato
di errori, a volte terribilmente grossolani, altre volte
incredibilmente dannosi.
SEGUE NELLE PAGINE SUCCESSIVE

La scienza
inesatta
OGGI SU REPUBBLICA.IT VENERDÌ NATALIA ASPESI

Il caso Musica IL MINISTRO E LA BALLERINA


Così Facebook Quando Jova referisci Mario Monti o Roberto Bolle? Dipende. Sem-
punisce gli abusi
degli utenti
somiglia al Boss
“Io lo amo” P bra impossibile pensare al gentile ballerino che dan-
za spesso seminudo, trattare di alta finanza con
Merkel e Sarkozy, ma d’altra parte non si osa neppure im-
Privacy maginare il professor Monti che, in calzamaglia e conchi-
glia, si erge leggiadro sulle punte, sollevando in “Giselle” la
Usa, un pulsante Zakharova. Allora perché la giovane Elisa Bersani, per boc-
per non farsi ca del babbo Pier Luigi, rivela incautamente di preferire For-
“tracciare” nero a Rodriguez? È ovvio che tra le due, come ministro pre-
feriamo la signora Elsa, ma come show girl, sinceramente,
Il video Immagini iPad ci va benissimo la signorina Belen. Infatti se non ci interes-
Entra nella Foxconn Milano Moda sa sapere cosa l’una pensa dell’articolo 18, non vogliamo
neppure immaginare dove l’altra nasconda una farfallina.
il colosso cinese il backstage Certo sino a pochi mesi fa c’erano a far da ministro ex colle-
che assembla l’iPad delle modelle ghe di Belen, chissà dove farfallinate, ma i tempi cambiano,
e la moda sembra del tutto tramontata. E in mezzo al cla-
Interattività more pro o contro lo show inguinale, la cosa più saggia l’ha
SCIENZA E DEMOCRAZIA, RICERCA PARTECIPATA detta proprio la girl: “Io faccio spettacolo, non politica”.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 L’INCHIESTA
R2MONDO
■ 44

I CANALI DI MARTE I TRANSURANICI LO SHUTTLE I VACCINI E L’AUTISMO


Sono un effetto ottico, ma i Fermi nel ’38 viene insignito Il 28 gennaio 1986 lo Space Nel 1988 uno studio lega
canali su Marte descritti da del Nobel pure per la scoperta Shuttle Challenger esplode la vaccinazione trivalente
Schiaparelli nel 1877 fanno dei transuranici che verrà al decollo a causa di un all’autismo. Viene definito
I casi pensare alla vita extraterrestre smentita 10 giorni dopo guasto a una guarnizione una “frode” e ritirato nel 2011

Il neutrino più veloce della luce


è solo l’ultimo dei falsi allarmi lanciati
negli anni. Se è vero che gli errori
spesso hanno spinto la conoscenza
tra inesattezza e scivolone
la differenza non è da poco. E a volte
si cade persino nella frode

Quando sbagliano
gli
scienziati (segue dalla copertina)

ELENA DUSI
zionare».
Lo stesso neutrino — definito
“la particella più vicina al niente
che esista” — è venuto alla luce
o stesso Antonio Ere- in un contesto a dir poco confu-

L ditato, responsabile
di Opera, ieri com-
mentava: «Di quei
problemi negli stru-
menti ci siamo accorti da soli.
Ben altra figura avremmo fatto
se qualcuno fosse arrivato a in-
so. Il suo papà, il fisico teorico
Wolfgang Pauli, veniva preso in
giro dai colleghi perché ogni
esperimento cui si avvicinava
cessava di funzionare. Dopo
aver teorizzato l’esistenza del
neutrino nel 1920, Pauli per pri-
dicarceli da fuori, o se avessimo mo scosse la testa e — in uno dei
agito con poca trasparenza». più famosi errori della scienza — nostri controlli». Ma visto che Nell’arte di inciampare per 2011 hanno fatto finire nel cesti-
Se è vero che sbagliando la co- scommise una cassa di champa- nella scienza il principale anti- arrivare alla verità, gli scienziati no altri 18 studi e un decennio di
noscenza ha fatto i suoi progres- gne che nessun esperimento l’a- doto contro lo sbagliare è il per- del Gran Sasso sono d’altronde esperimenti alla Mayo Clinic.
si (e qualche scienziato è arriva- vrebbe mai trovato. severare, l’esperimento sulla ve- in buona compagnia. Dal 2001 al Fra gli esempi di scienziati che
to al Nobel), resta anche indi- Se il connettore male avvitato locità dei neutrini verrà ripetuto 2011 gli studi ritrattati dalle rivi- hanno ragione anche quando
scusso che fra errore e scivolone nel Laboratorio del Gran Sasso in un laboratorio americano, ste scientifiche dopo la scoperta hanno torto, c’è poi una storia
la differenza non è da poco. «Da ricada fra le fesserie o fra gli sba- uno giapponese e di nuovo al di un errore si sono moltiplicati meno edificante di quella di Ein-
un lato c’è la fesseria, dall’altro gli ineludibili resta al momento Gran Sasso. Il fascio partirà dal di 15 volte (gli articoli pubblicati stein ma ugualmente parados-
quel margine di incertezza che un segreto ben custodito dalle Cern di Ginevra alla fine del sono aumentati solo del 14%), sale. La ripercorre David Good-
non potrà mai essere eliminato» viscere della montagna abruz- prossimo marzo. E c’è da scom- rivela uno studio di Reuters e stein nel libro appena uscito da
spiega Giovanni Battimelli, sto- zese. «Non sappiamo in che po- mettere che il rivelatore Opera, Wall Street Journal. Quando una Dedalo Edizioni Il Nobel e l’im-
rico della scienza della Sapienza sizione fosse il connettore men- che il 23 settembre scorso aveva pubblicazione viene ritirata, postore. Il fisico Robert Millikan
di Roma. «Quando in un esperi- tre facevamo le misurazioni» fatto vacillare la teoria della rela- stessa sorte subiscono tutti gli non solo era «accusato di sciovi-
mento complesso come quelli spiega Francesco Terranova, ri- tività speciale di Einstein, per esperimenti che su di essa si era- nismo, maschilismo, antisemi-
della fisica odierna ci sono cercatore di Opera. «Ha fatto re- quella data avrà tutti i connetto- no basati successivamente. Ec- tismo e maltrattamenti nei con-
750mila connessioni elettriche, gistrare delle anomalie dopo ri ben avvitati e gli orologi sin- co perché i dati falsificati su un fronti dei suoi studenti», ma ave-
una finisce sempre per non fun- che siamo andati a toccarlo per i cronizzati. tipo di vaccino anticancro nel va anche la cattiva abitudine di
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012
@ PER SAPERNE DI PIÙ
www.lescienze.it
www.nature.com
■ 45

LA MEMORIA DELL’ACQUA LA FUSIONE FREDDA L’UOMO FOTOCOPIA L’HIMALAYA L’ACCELERATORE DEL CERN LA LONGEVITÀ
Nel 1988 Benveniste scopre la Nel 1989 gli americani Ponds La clonazione dell’uomo viene Nel 2007 viene annunciato Il 30 gennaio 2008 s’inaugura Nel luglio del 2010 un test
memoria dell’acqua, principio e Fleishmann annunciano la annunciata a più riprese: nel che l’Himalaya sarà privo l’acceleratore di particelle al promette di prevedere se
a base dell’omeopatia. Lo scoperta della fusione fredda 2003 dai raeliani e nel 2004 e di ghiacci nel 2035. L’allarme Cern. Un’esplosione 7 giorni si raggiungeranno i 100 anni
studio si rivelerà un falso Ma non funzionerà mai 2005 da Hwang Woo-suk viene ritirato perché errato dopo causa un anno di stop Viene ritirato un anno dopo

L’analisi

Ai giorni nostri i problemi sono spesso dovuti alle tecnologie radicalmente nuove

La ricerca è piena di abbagli


ma alla fine si corregge sempre
(segue dalla copertina) Stanley Pons, dell’Università dello Utah, annuncia-
vano trionfalmente i risultati dei loro esperimenti
MARCO CATTANEO sulla fusione fredda, ma molti altri laboratori non
riuscirono a replicare i loro risultati. Un anno prima
er secoli, d’altra parte, abbiamo creduto che aveva suscitato scalpore la pubblicazione su Natu-

P la Terra fosse immobile al centro dell’uni-


verso, e fino a Galileo i nostri antenati crede-
vano che gli oggetti più pesanti cadessero
più velocemente. Sempre in quegli anni, il fisiologo
britannico William Harvey scoprì che il “motore”
re di un articolo di Jacques Benveniste in cui si de-
scriveva un fenomeno poi passato alle cronache co-
me “la memoria dell’acqua”, che avrebbe appunto
conservato traccia delle molecole che vi erano state
disciolte. Soltanto una settimana dopo la prestigio-
della circolazione sanguigna era il cuore, e non il fe- sa rivista fece marcia indietro, con un articolo fir-
gato, come si era creduto fino ad allora. Qualche an- mato — tra gli altri — dal suo stesso leggendario di-
no più tardi, e per quasi un secolo, per spiegare l’in- rettore, John Maddox, in cui si dimostrava che le
fiammabilità dei materiali si fece ricorso a un mi- conclusioni del team di Benveniste erano la conse-
sterioso — e inesistente — principio di infiammabi- guenza di errori sistematici, esperimenti mal con-
lità, il flogisto. La passione per le entità enigmatiche, dotti, selezione dei risultati. E negli ultimi anni il nu-
peraltro, si protrasse fino all’inizio del ’900, quando mero delle pubblicazioni ritirate o smentite dalle ri-
i fisici cercavano disperatamente prove dell’etere viste scientifiche è in crescita vertiginosa.
luminifero, l’ipotetico mezzo attraverso il quale do- A ben vedere, però, l’anomalia riscontrata nella
vevano propagarsi le onde elettromagnetiche. strumentazione di Opera, che sembra compromet-
Per arrivare più vicini ai nostri giorni, per decen- tere i risultati sulla velocità superluminale dei neu-
ni nessuno diede grande importanza al Dna, sco- trini annunciati in settembre, non ha nulla di para-
perto nel 1869, perché sembrava troppo insignifi- gonabile con nessuno di questi errori. Si può assi-
cante per trasportare tutte quelle informazioni. Il milare, piuttosto, a problemi di natura tecnologica,
vero segreto della vita doveva nascondersi nelle come la saldatura tra due magneti che provocò
proteine: loro dovevano essere la chiave dell’eredi- un’ingente fuoriuscita di elio dal Large Hadron Col-
tarietà… Furono Watson e Crick, nel 1953, scopren- lider di Ginevra nel 2008 o l’O-ring che causò l’e-
done la struttura molecolare, a chiarire che invece splosione in volo del Challenger nel 1986 con la
era proprio il Dna a contenere tutta l’informazione morte dei sette membri dell’equipaggio.
per produrre un organismo vivente. Frattanto, ne- E forse è questa la prima riflessione che dobbia-
gli anni venti, veniva commercializzato un farmaco mo fare, quando ci accostiamo alla scienza speri-
miracoloso che si dimostrava efficace contro un im- mentale dei giorni nostri. Rispetto a un secolo fa, ma
pressionante spettro di patologie. Si chiamava Ra- anche molto meno, la complessità delle macchine
dithor, e come suggerisce il nome era a base di radio, che siamo in grado di costruire è quasi sempre ba-
l’elemento radioattivo scoperto pochi anni prima sata su tecnologie radicalmente nuove, per poterci
da Pierre e Marie Curie. Ne furono vendute 400mi- avventurare in territori inesplorati, perché questa è
la confezioni, prima che si scoprisse che il suo con- la missione della scienza. Per questo è infinitamen-
sumo in dosi massicce portava alla morte per avve- te più facile che funzioni il frullatore di casa anziché
“cucinare” i dati. Pubblicava mentre le frodi si sono moltipli- me fra vaccino trivalente e auti- lenamento da radiazioni… un colossale acceleratore di particelle. A nostra par-
cioè solo quelli che facevano co- cate di sette volte. smo fu pubblicato 13 anni fa dal- E come non ricordare, più di recente, due sco- ziale consolazione, prima o poi sono proprio le pro-
modo alle sue illazioni, scartan- L’esempio più ingenuo di me- l’autorevole rivista medica in- perte annunciate con grande clamore e poi smenti- cedure della scienza a dirci dove abbiamo sbaglia-
do tutti gli altri. Di vizio in vizio, dico truffatore è forse quello di glese The Lancet, provocando in te o rientrate in un limbo da cui ancora non sono to.
Millikan arrivò alla misurazione William Summerlin dello Sloan- Gran Bretagna un boom di casi uscite. Era il 1989 quando Martin Fleischmann e © RIPRODUZIONE RISERVATA
della massa dell’elettrone con- Kettering Cancer Center, che di morbillo fra i bambini privi di
siderata corretta ancora oggi. E sosteneva di aver trapiantato profilassi. Ci sono voluti 12 anni
vinse il Nobel nel 1923. frammenti di pelle di topolini affinché il giornale ritirasse lo
Il suo non fu l’unico ricono- neri in topolini bianchi senza studio e accusasse di «grave
scimento dell’Accademia sve- provocare alcun rigetto. Ma che scorrettezza professionale» il
dese delle scienze offuscato dal- un giorno del 1974 venne trova- suo autore Andrew Wakefield,
l’ombra di un errore. Lo stesso to col pennarello in mano (oggi oggi bandito dall’esercizio della
Enrico Fermi si fece trascinare in varie frodi è emerso l’uso di medicina.
da Orso Maria Corbino, fisico e Photoshop). Esistono però an- Il vaccino che la scienza usa
politico durante il Ventennio, che errori che creano seri pro- per difendere se stessa da frodi e
verso l’annuncio (errato) della blemi alla salute pubblica. Lo sbagli si chiama “peer review”,
scoperta degli elementi transu- studio che dimostrava un lega- ed è un filtro usato dalle riviste
ranici, ottenuti bombardando per pubblicare solo studi a pro-
atomi pesanti con i neutroni. va di errore. Prima di essere
«La speranza di Corbino — spie- Dal 2001 al 2011 stampate, le bozze degli esperi-
ga Carlo Bernardini, scienziato menti vengono inviate a due o
dell’Istituto nazionale di fisica
gli studi smentiti tre esperti (i “referee”) che ano-
nucleare (Infn) e della Sapienza si sono moltiplicati nimamente e gratuitamente
— era creare un nuovo elemen- di ben quindici scrivono la loro valutazione. «È
to da battezzare “Mussolinio”. volte un compito che viene preso
Presto però ci si rese conto che molto sul serio — spiega Paolo
questi atomi hanno una vita me- Giubellino, fisico del Cern e del-
dia brevissima, e si decise di so- l’Infn che ha svolto il ruolo di re-
prassedere». La scoperta dei Per difendersi dalle fereeper diverse riviste — e com-
transuranici, che rientra tra le porta due o tre giorni di lavoro.
motivazioni del pur indiscutibi-
truffe, le riviste Non basta leggere la bozza del-
le Nobel, fu smentita dieci gior- fanno valutare l’articolo, bisogna assicurarsi
ni dopo l’assegnazione del pre- le loro bozze che anche il metodo seguito sia
mio. a degli esperti corretto. Quanto a riprodurre i
Se esperimenti ed errori sono risultati, però, quello è oggetti-
abituati ad andare a braccetto vamente impossibile». Se il peer
(«Non c’è niente di male, uno dei review serve a mantenere la
punti di forza della scienza è la scienza sul giusto binario, c’è un
capacità di correggere i suoi sba- altro metodo che Bernardini ri-
gli» diceva l’astrofisico Carl Sa- tiene infallibile: «Il pettegolez-
gan), c’è un dato più preoccu- zo. Quella degli scienziati è una
pante che emerge da uno studio comunità intellettualmente de-
del Journal of Medical Ethics. mocratica. Se c’è un truffatore,
Negli studi di medicina e biolo- presto si viene a sapere. E la via
gia gli errori in buona fede sono più infallibile resta il gossip».
raddoppiati tra il 2004 e il 2009, © RIPRODUZIONE RISERVATA
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 IL CASO
R2MONDO @ PER SAPERNE DI PIÙ
www.themoscowtimes.com
www.interfax.com
■ 47

Belle ragazze per governo e opposizione


allusioni erotiche nel video anti premier
IL TARGET
Putin mira allo stesso
target che ha aderito alle
manifestazioni contro
il governo e che domani
a Mosca sarà in piazza

Putin
A Mosca la guerra
dei sexy spot
per il voto giovane
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE mir Putin ed esclama: «Con lui, soprattutto per la scelta della mo- Quei giovani che, soprattutto nel- La sfida è chiara. Il movimento internazionali. I “putiniani” mi-
NICOLA LOMBARDOZZI solo con lui, la tua prima volta della. Per darne una spiegazione le grandi città, hanno aderito in dei contestatori è guidato da rano allo stesso target applican-
sarà sicura». quasi scientifica, i promotori del- massa alle manifestazioni contro creativi di cultura e idee politiche do però a spot e slogan quel buon
MOSCA Non brilla per buon gusto, ma la campagna elettorale di Putin, il governo compresa quella previ- diverse che hanno sorpreso con vecchio gusto rude da caserma
otare per Putin è co- sembra efficace, Almeno a giudi- aggiungono il loro dichiarato sta per domani che potrebbe por- trovate geniali e spettacolari gua- che tanto piace al loro supercan-

V me fare l’amore. La
prima volta in parti-
colare può rivelarsi
una esperienza indi-
menticabile. Così almeno dicono
gli spot pubblicitari che hanno
invaso il web e le tv russe a dieci
care dal numero di contatti e dai
commenti che si congratulano
obiettivo di mirare a un target gio-
vanile, da “primo voto” appunto.
tare anche 200mila persone in
piazza solo nella capitale.
dagnandosi le prime pagine dei
giornali e l’attenzione dei media
didato. Già in passato erano ap-
parsi i calendari sexy delle “stu-
dentesse che amano Putin”, gli
spot un po’ sadomaso della serie
“Io mi strappo i vestiti per Putin”,
fino alle modelle in bikini che con
secchio e spugna si dimenavano
giorni dalle presidenziali del 4 per lavare “l’automobile russa
marzo. Dopo mesi di studi, di- più amata da Putin”.
scussioni polemiche e segretissi- E qualche volta si è anche cal-
mi sondaggi d’opinione, i curato- cato troppo la mano come in oc-
ri della campagna elettorale del- casione di uno spot trasmesso in
l’uomo più potente di Russia prima serata dai canali di Stato e ri-
hanno deciso che le allusioni tirato dopo le proteste della Chie-
sessuali, e i sorrisi ammaliatori sa ortodossa. Si vedeva una cabi-
di bellissime ragazze poco vesti- na elettorale che ondeggiava al rit-
te, restano l’arma più forte per mo di urla, rantoli e frasi smozzi-
aiutare l’attuale premier a ri- cate, tipo «facciamolo ancora, fac-
conquistare direttamente al pri- ciamolo insieme». Ne usciva una
mo turno la poltrona più impor- giovane coppia che depositava
tante del Cremlino. con sguardo languido le schede
Provata con qualche timido nell’urna davanti a un’altra cop-
assaggio prima delle disastrose pia di anziani scrutatori. Fino a
politiche di dicembre, la cosid- quando il vecchietto diceva alla

Per convincere Testi ammiccanti e


i teenager immagini porno-
il Cremlino sceglie soft. “Votami, la
la propaganda prima volta non si
“a luci rosse” dimentica”

detta “svolta sexy” di Putin, si è collega: «Facciamolo anche noi,


materializzata ieri mattina; con- votiamo Russia Unita».
temporaneamente alla campa- Ma la sfida è stata comunque
gna più tradizionale e un po’ accettata. E anche i contestatori
scontata dei grandi raduni e dei che puntano a meccanismi meno
comizi. Capitava così che mentre grevi e più cerebrali non rinun-
il premier lanciava messaggi ciano al tocco sexy. Lo spot anti
d’orgoglio nazionale a 100mila Putin più gettonato è infatti inter-
giovani reclutati in tutto il Paese pretato da Xenia Sobcjak, figlia
per omaggiarlo e applaudirlo al- del celebre sindaco di San Pietro-
l’interno del monumentale sta- burgo degli Anni ’80, e non a caso
dio “Luzhniki”, già “Lenin”, i siti soprannominata “la Paris Hilton
di informazione più popolari e russa”. Lo spot cita i casi di perso-
qualche tv mandavano in onda naggi del mondo dello spettacolo
scenette di ben altro tenore. In che sarebbero stati costretti a gi-
una si vede una sexy paziente au- rare sotto ricatto dichiarazioni di
scultata con amorevole com- voto favorevoli al premier. La bel-
prensione da un medico: «Dotto- la Xenia appare inquadrata in pri-
re, per la mia prima volta, voglio mo piano e con toni ammiccanti
qualcosa di travolgente ma che fa un esagerato panegirico di Pu-
sia anche sicuro». Seguono am- tin invitando a votare «l’uomo
miccamenti sulla “scelta d’amo- meraviglioso e virile che ci gover-
re” e sui “rischi in agguato”, con- na così bene». Poi il campo si al-
diti da qualche inquadratura da larga e si scopre che la ragazza è
vecchio film porno-soft. Fino al incatenata mani e piedi. Una vo-
colpo di scena: il medico distoglie ce cattiva fuori campo ordina:
lo sguardo dal corpo della ragaz- «Bene così! Ora portatemi un al-
za ma adesso sembra ancora più tro oppositore».
eccitato. Fissa una foto di Vladi- © RIPRODUZIONE RISERVATA
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 L’AMBIENTE
R2CRONACA @ PER SAPERNE DI PIÙ
www.symbola.net
www.kyotoclub.org
■ 49

Il presidente di Symbola Ermete Realacci racconta in un libro la ricetta per uscire dalla crisi
Dall’economia sostenibile e dall’innovazione 4 nuovi posti di lavoro su 10 e boom dell’export

ANTONIO CIANCIULLO
ROMA
n’impresa su 4 tra il

U 2008 e il 2011 ha in-


vestito in prodotti e
tecnologie a mag-
gior risparmio ener-
getico e a minor impatto am-
bientale, con la percentuale che
l’anno scorso è schizzata al 57,5
per cento tra le aziende piccole e
medie. Queste imprese green so-
no quelle capaci di competere
sui mercati internazionali (con
una percentuale quasi doppia ri-
spetto alla media) e di creare oc-
cupazione: il 38 per cento dei po-
sti di lavoro nati nell’industria e
nei servizi nel corso del 2011 è
collegato agli aspetti ecologici

Energie verdi, ecco l’Italia che ce la fa


della produzione.
Sono i dati da cui parte “Green
Italy” — il libro firmato da Erme-
te Realacci, deputato pd e presi-
dente di Symbola, la Fondazione
per le qualità italiane, e appena
pubblicato da Chiarelettere —
per indicare l’uscita dal tunnel, forza delle rinnovabili made in liardi di euro nel versante Sud del primo idrogenodotto al mondo, l’Italia venivano riempiti di can-
la via per superare le difficoltà di Italy, accumulando brevetti che Mediterraneo. Oppure, tra le e la cereria Evelino Terenzi, che La sfida ecologica dele a basso costo e alto rischio
un paese incerto, che fatica a aprono le porte a una partecipa- piccole imprese a forte vocazio- nel settore delle candele ha in- I freni alla crescita sanitario, dalla Romagna verso
uscire da una crisi particolar- zione vincente in Desertec, il ne innovativa, la Fabbrica del so- vertito i flussi Roma — Pechino: Trent’anni fa la Cina per la prima volta hanno
mente dura perché si è saldata a programma europeo da 400 mi- le di Arezzo, che ha costruito il mentre i container diretti verso le attività cominciato a viaggiare le piccole
una difficoltà precedente. finanziarie valevano quanto luci super garantite scelte dai
I numeri del declino sono im- il Pil mondiale. monaci buddisti per accompa-
pressionanti. Il primo decennio Nel 2010 il rapporto è salito gnarli durante le preghiere.
a8a1
del nuovo millennio ha segnato Poi ci sono distretti come
per l’Italia un record negativo: la quello della ceramica di Sassuo-
crescita è stata la più bassa in tut- 17% lo, che ha superato una crisi am-
ta l’Unione europea (lo 0,2 per L’evasione bientale gravissima investendo
fiscale
cento annuo contro una media ci costa in innovazione tecnologica (le
dell’1,1 per tra il 16,3% piastrelle antibatteriche) ed effi-
cento). La di- e il 17,5% cienza energetica: in 15 anni ha
soccupazione del Pil: tra 255 e 275 raddoppiato la produzione
giovanile supe- miliardi di euro mantenendo costanti le emis-
ra il 29 per cen- sioni di anidride carbonica. Set-
to. L’evasione 60 miliardi di euro tori come la chimica verde, che
fiscale viaggia costa la corruzione con la Novamont ha brevettato
attorno al 17 Il giro d’affari
delle ecomafie una plastica biodegradabile che
per cento. Il gi- è di 19 miliardi di euro ci libera dall’insulto dei brandel-

Le potenzialità
Dai nostri brevetti IL LIBRO
sul solare Vino “Green Italy”
Ne produciamo di Ermete
termodinamico Realacci,
e la eco-chimica il40 % edito da
una spinta in meno rispetto
agli anni Ottanta, Chiarelettere,
per la conquista ma l’export prefazione di
è quintuplicato Ivan Lo Bello
del mercato globale (più di 4 miliardi
di euro)
ro d’affari delle ecomafie sottrae li di shopper nei boschi e nei fiu-
alla collettività 19 miliardi di eu- mi e crea anche lavoro agricolo.
ro l’anno. Le disuguaglianze, Occupazione Comparti come il riciclo, che
con la metà del paese che si divi- complessivamente fa rispar-
de il 10 per cento della ricchezza, 160 mila posti miare al nostro paese 15 milioni
di lavoro green all’anno
tagliano le gambe alla crescita. per 10 anni. 38 posti di tonnellate di petrolio l’anno
Eppure, anche con questo zai- di lavoro su 100 legati (equivalenti alla produzione di
no sulle spalle, l’Italia ce la può all’ambiente 10 centrali nucleari) e con la car-
fare, può tornare a occupare un ta ha toccato il record del 78 per
ruolo di primo piano sul palco- Investimenti cento alimentando un’industria
scenico globale. A patto di trova- che per l’intero settore vale 40
re la strada giusta. «Si dice che mila posti di lavoro e 6,5 miliardi
siamo un paese povero di mate- di fatturato.
Un’impresa su quattro
rie prime: non abbiamo il petro- investe in prodotti «L’assieme di tutte queste ca-
lio, il rame, le terre rare che ser- e tecnologie green pacità produttive, con le radici
vono all’elettronica», osserva nella tradizione e la testa verso il
Realacci. «Ma abbiamo altre ma- Export futuro, rappresenta la possibilità
terie prime di tutto rispetto: il so-
le, il paesaggio, la creatività, l’in-
35% concreta per l’Italia di vincere la
sfida della competizione globa-
delle imprese
traprendenza, grandi saperi arti- che investe le», conclude Realacci. «Questo è
gianali, la bellezza, la cultura, le green un periodo di sacrifici: bisogna,
tradizioni. L’Italia può e deve ri- è presente come ha cominciato a fare il go-
sui mercati esteri
partire da qui, e non è poco. Se verno Monti, frenare gli interes-
questo è il nostro patrimonio, la si corporativi. Ma ci vuole anche
green economy è la ricetta mi- Cultura un sogno. Se lasciamo che il fu-
gliore per valorizzarlo». Produce quasi il 5% turo si riduca a essere un luogo di
Una proposta trainata da un del valore aggiunto privazioni allora è meglio getta-
gruppo di imprese che continua del Paese re la spugna. Il futuro è il luogo
a crescere. Ci sono aziende come (68 miliardi di euro) della speranza. E questa speran-
e dà lavoro
la Angelantoni, una multinazio- a un 1,5 milioni za in Italia ha fondamenta sal-
nale tascabile che ha fatto del so- di persone de».
lare termodinamico un punto di © RIPRODUZIONE RISERVATA
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 STILI DI VITA
R2CRONACA
■ 50

Cappotti a vita alta


con decori opulenti
in Pvc e Swarovsky:
trionfano a Milano
le ispirazioni grandiose
e impegnate.
Dai film di Fritz Lang
citati da Max Mara
si passa alle femmine-
uccello lanciate
dalla collezione
firmata Fendi

RICAMI E JACQUARD
Cappotti, senza
maniche e pantaloni,
in tessuto jacquard,
impreziositi con
moderni ricami
in Pvc e Swarovsky
SILHOUETTE PER WHITNEY COLLEGIALI MASCHIO-FEMMINA nella collezione
Cappotti stretti in vita dello Drappeggi e tagli anatomici Da Blugirl l’appeal Il maschile al femminile Prada. Stessi decori
stilista Ermanno Scervino per Krizia che fa un tributo romantico delle giovani interpretato in chiave sexy per borse e scarpe
ridisegnano la silhouette a Whitney Houston collegiali, in rosso e blu da Rocco Barocco

Principesse

I dettagli
fantasy
Prada: “Le mie donne da fumetto”
LAURA ASNAGHI
La stilista: “In Italia la
bini molto sexy e imponenti cappotti con ma-
niche giganti di mongolia. Krizia rende omag-
MILANO moda è poco rispettata gio a Whitney Houston, “una donna straordi-

È
IL BAULETTO una regale principessa dei video naria, che ho vestito quattro anni fa». Rocco
Con tracolla e annessa giochi la donna che va in scena da nonostante il fatto che Barocco sa trasformare in super femmine le
pochette per il trucco Prada su un immenso tappeto, so- fatturiamo molto più sue donne che rubano camicie, colletti bian-
il bauletto di Piquadro vrastato da lampadari al neon. Le degli altri settori” chi, cravatte, bretelle dal guardaroba maschi-
modelle hanno capelli bi-color e le. L’ispirazione è quella di una moderna Mar-
impeccabili cappotti a vita alta, spesso senza lene Dietrich che seduce con un abito di pizzo
maniche, con decori tanto moderni quanto me “Metropolis” di Fritz Lang o “Querelle” di di lana stretch nero portato con la camicia
opulenti, in Pvc e Swarovsky. «Questa è una Fassbinder e da lì traggono ispirazione per le bianca da manager. «Il maschile al femminile
moda grandiosa e importante — spiega Miuc- loro mise, fatte di ghette, maxi cappotti con dà forza alla donna — dice lo stilista — e la ren-
cia Prada — e le mie donne si rifanno al mon- martingale in coccodrillo, giacconi con berret- de intrigante». Le emancipate-chic stanno di
do dei fumetti». Tutto è all’insegna della cou- ti da marinaio, le classiche maglie a righe e le casa anche da Ermanno Scervino, che dopo es-
ture e della voglia di bellezza. Le giacche con le bretelle che reggono pantaloni maschili. Il ver- sersi innamorato del guardaroba del Casano-
code sono indossate con gonne sovrapposte a de e il nero sono i colori dominanti insieme al va e del ‘700 veneziano, ha disegnato una col-
pantaloni. Il corpo non è mai esibito. Solo le bianco dei pantaloni da sera con lo strascico. lezione con bustini, sorretti da leggere crinoli-
braccia sono spesso nude. Prada sperimenta Da Fendi sfila una eccentrica ricercatrice, che ne, portati su gonne fascianti o con cappotti
LA SCARPA nuove strade, esalta tutto ciò che è concettua- esplora la natura e va a caccia di rarità. E per es- doppiati in neoprene. «Ho citato il Casanova
È tempestata di cristalli le e si definisce una “paladina della moda”. «In sere in sintonia con questo mondo indossa ma la mia moda non è un inno al libertinaggio
Swarovsky la pantofola Italia la moda è così poco rispettata — denun- pellicce sontuose che la trasformano in una — spiega — oggi le donne sono padrone della
Diamond Shoe Arfango cia — noi fatturiamo dieci volte tanto rispetto “donna uccello”, dai colori vibranti come il loro vita». Stile college per le ragazze romanti-
ad altri settori. Eppure c’è più rispetto per chi verde e il giallo, in un mix prezioso di visone, che, dagli abiti color pastello, di Blugirl, dise-
fa gomme. La moda è considerata di serie B, volpe, zibellino brinato e pelo di capra. Questa gnata Anna Molinari, una moda all’insegna
anche se il nostro mestiere è difficile, richiede donna è tecnologica, usa l’iPad e lo porta in una dell’ottimismo. Per Jo No Fui lo chic si concen-
cultura e professionalità». custodia rigida in galousha. Altrettanto auto- tra nella couture che trae ispirazione da mon-
Ieri, sulle passerelle, hanno trionfato le don- revole è la donna di Krizia. Pantaloni e giacchi- do dello sci. E le giacche a vento si trasformano
ne impegnate, colte, con interesse precisi. Co- ni in plissè oro, esaltano una donna che sa far- magicamente in bluse da sera in taffetà.
me le cinefili di Max Mara che adorano film co- si valere e che osa “imbragature” in pelle su tu- © RIPRODUZIONE RISERVATA

LA CAPPA LA SCARPA
LA GIACCA In techno Lady Gaga
Giacca Wool con per Casadei
avvitata finissaggio che presenta
monopetto teflon è la super materiali
in lana cover proposta di dall’effetto
coat grigio Allegri: alta alligatore al
chiaro. resistenza technicolor
La fodera al freddo
è in seta. LA BORSA
È firmata “The Bridge” la borsa
Brooksfield
portabile da mattina a sera
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012
@ PER SAPERNE DI PIÙ
www.cameramoda.it
http://d.repubblica.it
■ 51

Le curiosità

Le cinture come corsetti Impermeabilità totale


il sexy di Bikkembergs per la décolletè di Geox
TORNA in scena la donna DA GEOX debutta la nuova
Dirk Bikkembergs, con la collezione “Amphibiox” che
prima collezione firmata garantisce una impermeabi-
da Paola Toscano, stilista lità totale e una traspirazione
che ha lavorato anche da senza precedenti, grazie a
Prada e Pucci. Il marchio una speciale membrana idro-
(acquisito dal gruppo Zeis repellente, applicata sia alla
Excelsa) conserva il suo suola che alla tomaia. Il tutto
Dna sportivo, con stampe unito allo chic di una classica
grafiche “pixellate” dai scarpa décolleté con tacco
colori forti, come il verde e medio, comoda da
il giallo oro. Le zip dei giub- indossare da
bini in pelle e delle mantel- mattina a sera. In
le diventano dettagli im- collezione anche
portanti, quasi dei bijoux. stivali da biker e francesi-
Tra i nuovi accessori di ne con l’applicazione di nap-
culto le cinture-corsetto pe, nei toni del cioccolato, del
che segnano il punto vita. grigio e del nero.

I sandali Pirelli Pzero Stile Atelier Siviglia


nappa, elastico e vernice gli abiti sono sculture
TACCHI da asfalto cittadi- SONO abiti scolpiti sul cor-
no, perfetti anche per il red po, con tagli strategici
carpet. È il nuovo sandalo, quelli del marchio Atelier
con fasce di vernice in ela- Siviglia, che riscrive le re-
stico e nappa, di Pirelli gole della raffinatezza e
Pzero, disegnato da Diego dello chic, seguendo lo sti-
Dolcini, lo stilista famoso le della couture. Questi
per le sue scarpe glamour. abiti si ispirano all’elegan-
Con la gomma, Dolcini ha za rigorosa di Lauren Ba-
creato i “biker boots” che call, priva di dettagli frivoli
vedremo presto ai piedi di e molto concentrata su una
Kate Moss. Gli stivaletti silhouette sottile, sexy e
sono neri, bordeaux, blu, moderna. Oltre agli abiti da
OVERSIZE verde e bianco latte, chiusi sera e da cocktail, Atelier
Da Max Mara da cinturini in vernice con Siviglia propone cappotti
le ghette si fibbie gommate. Sulla to- da giorno, piccoli e lineari,
portano con maia in gomma, c’è il logo e “little grey dress” perfetti
una giacca storico, la P con la stella. per le donne che lavorano.
over, gli short
e il cappello
da marinaio

CAPO CULT
Da Fendi il
capo di culto
è la pelliccia
per la donna
uccello dai
colori molto
decisi
la Repubblica

CULTURA *
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012

■ 53

Antologie, convegni,
traduzioni: ecco perché
oggi i pensatori italiani
ROBERTO ESPOSITO vengono studiati e citati
uò apparire paradossale che dagli Usa all’Australia

P mentre i filosofi italiani vengono


invitati a scrivere in inglese dagli
organi di valutazione accademi-
ca, la più aggiornata cultura filo-
sofica americana da qualche anno parla
italiano. Il fenomeno è sotto gli occhi di
tutti. Non passa mese che in America non
escano traduzioni, monografie e fascicoli
di rivista dedicati alla Italian Theory, men- IL MADE
IN ITALY
tre si celebrano a ripetizione convegni su
di essa, come recentemente alla Univer-
sità di Cornell (The Common in Contem-
porary Italian Thought) e del Massachus-
sets (Italian Social Theory), per non parla-

DELLA
re di quello a New York sul New Realism.
Dopo la pubblicazione del volume collet-
taneo Italian Difference (Melbourne
2009), della rivista Angelaki (Routledge

FILOSOFIA
2011) su Italian Thought Today, degli An-
nali di Italianistica 2012 di Chapel Hill su
Italian Critical Theory, dell’annata 2012 di
Law, Culture and the Humanities, consa-
crata al pensiero italiano, è in uscita un al-
tro fascicolo di “Diacritics” – la stessa rivi-
sta che negli anni Ottanta ha lanciato Der-
rida e i decostruzionisti francesi – sempre
sulla Italian Theory. Quando anche sulla
copertina di Foreign Affairs è apparso il
volto di Croce (ne ha parlato su queste pa-
gine Angelo Aquaro) – in corrispondenza
con la pubblicazione del libro di B. e R. Co-
penhaver From Kant to Croce. Modern
Philosphy in Italy (University of Toronto
Press) – non è rimasto che prendere atto
della cosa. Può piacere o meno, ma men-
tre si lamenta ritualmente l’arretratezza
dei nostri studi, i filosofi italiani sfondano
SE PER CAPIRE LA POLITICA
in America – non tanto nei dipartimenti di
filosofia, ancora dominati dalla linea ana-
litica, ma nell’ambito degli studi politici e
TUTTI LEGGONO I NOSTRI LIBRI
sociali, dell’arte e della letteratura, post- (illustrazione di Tullio PERICOLI)
coloniali e di genere.
Come si spiega questa svolta che muta Stato di eccezione di Agamben hanno tro- soprattutto da Gianni Vattimo, capace di chel Foucault alla metà degli anni Settan- mutamento profondo nella esperienza
radicalmente il panorama, cui fino a qual- vato quello, inquietante, dell’epoca di Bu- oltrepassare gli steccati dell’Accademia in ta, questa categoria, rimasta in latenza per contemporanea, vale a dire alla rottura,
che anno fa eravamo assuefatti, di un Pae- sh. direzioni molteplici che vanno dall’esteti- circa un ventennio, ha dovuto aspettare ormai consumata, delle paratie che a lun-
se culturalmente emarginato? Cosa cer- A questo primo elemento ne va subito ca a una certa teologia secolare, passando alcune interpretazioni italiane per cono- go hanno separato scienze umane e scien-
cano, e cosa trovano, gli americani – ma il aggiunto un altro, anch’esso radicato nel- per gli studi queere di genere. Come del re- scere una fortuna internazionale senza ze naturali, teoria e prassi, logica e storia.
fenomeno è in rapida diffusione dovun- la nostra tradizione – vale a dire la tenden- sto è accaduto al femminismo italiano, co- precedenti. Se ci si riflette, il concetto di biopolitica è
que, dal Giappone al Brasile, dall’Austra- za a rompere gli steccati disciplinari con nosciuto ed apprezzato in America so- Alla sua origine, e con tutte le riserve che stato forse il primo a saldare, nel suo stes-
lia alla Corea – nell’Italian Theory? Per ri- una inventività semantica assente in altre prattutto per i lavori di Adriana Cavarero. si possono legittimamente avanzare nei so nome, una frattura che ha percorso l’in-
spondere a questa domanda è necessario culture, irrigidite in ambiti specialistici E l’attenzione per il Nuovo Realismo, di suoi confronti, vi è una singolare attitudi- tero sapere occidentale.
innanzitutto richiamare il carattere non senza contatto reciproco. Il successo cui è in uscita da Laterza il “Manifesto” di ne a coniugare uno sguardo radicale sul- Ma c’è ancora un punto da mettere in ri-
nazionale – ed anzi tendenzialmente anti- mondiale di Umberto Eco, filosofo, se- Maurizio Ferraris, si inquadra all’interno l’attualità con paradigmi di portata gene- salto, che riguarda il rapporto tra sapere e
nazionale – del pensiero italiano. Fin da miologo, romanziere va interpretato an- dello stesso fenomeno. Ciò si accompa- rale, a partire da quelli di vita biologica e di potere. Il pensiero italiano, fin da sempre,
sempre – dalla stagione rinascimentale – che in questa chiave transdisciplinare. Ciò gna all’interesse che nell’ultimo quindi- natura umana nel loro rapporto ambiva- ha avuto una relazione tesa e agitata col
la filosofia italiana ha guardato oltre i pro- vale, altrimenti, pure per il cosiddetto cennio ha investito l’interpretazione ita- lente con il potere. Ancora una volta que- potere, politico ed ecclesiastico. Machia-
pri confini, irradiandosi all’esterno e con- “pensiero debole”, esportato fuori Italia liana della biopolitica. Teorizzata da Mi- sto passaggio teoretico ha risposto a un velli, come già Dante, è stato esiliato, Bru-
no bruciato, Galileo processato, Campa-
nella imprigionato. Ma ancora nel Nove-
Il paradosso è che proprio ora Il caso cento, Croce si è opposto al regime, men-
quando tutto sembra in mano a tre Gramsci e Gentile, ai lati opposti della
tecnici ed economisti vengono J.K.ROWLING, ADDIO stessa barricata, hanno dato la vita per la
propria filosofia. Ciò spiega che proprio
ascoltati gli intellettuali che A HARRY POTTER nella fase forse più opaca della nostra re-
affrontano questi temi FARÀ UN LIBRO PER ADULTI cente storia politica, la filosofia italiana
abbia prodotto alcuni dei suoi frutti mi-
gliori. Quello italiano, più che del potere, è
taminandosi con altre tradizioni. Ciò è do- LONDRA — J. K. Rowling tor- un pensiero della resistenza. Non a caso
vuto innanzitutto all’assenza, per secoli, na in libreria ma senza il ma- uno dei filoni su cui oggi si concentra la cu-
di uno Stato nazionale. Naturalmente ghetto che l’ha resa una delle riosità degli scholars americani è quello
questo elemento di extraterritorialità è donne più ricche del Regno operaista, originato dal volume Operai e
stato spesso visto come una forma di ritar- Unito. L’autrice della saga di capitale di Mario Tronti. Naturalmente
do storico rispetto ad altri, più precoci, Harry Potter (che ha venduto ciò che in tale linea di pensiero ancora
contesti nazionali. Ma, al contempo, ha li- più di 400 milioni di copie e coinvolge non è la strategia per una classe
berato il nostro pensiero da vincoli politi- che in Italia è pubblicata da operaia scomparsa in quanto tale, o
ci ed istituzionali che hanno condiziona- Salani) ha scritto un roman- profondamente mutata, da tempo. Quel-
to altre filosofie. In Italia è mancato un zo destinato al pubblico la che vi cercano gli studenti americani,
pensiero dello Stato come quello di Hob- adulto; il titolo e la data di ma anche i movimenti di protesta che
bes o di Hegel – ma proprio perciò la poli- pubblicazione saranno “sve- riempiono le piazze di mezzo mondo, è
tica è stata colta, da Machiavelli fino a og- lati” entro i prossimi mesi, una teoria della soggettività politica orien-
gi, nella sua energia sorgiva e nella sua for- come ha reso noto la casa edi- tata al conflitto. In un mondo sempre più
za creativa. trice, la Little, Brown . «Anche diviso tra poveri e ricchi e sempre più bloc-
Allorché la globalizzazione ha ridimen- se mi sono molto divertita a cato nelle griglie dell’economia finanzia-
sionato pesantemente il rilievo degli Stati scriverlo come era già suc- ria, la filosofia italiana insegna da cinque-
nazionali, una filosofia come quella italia- cesso per la serie di Harry cento anni che l’ordine non esclude il con-
na, fin da sempre orientata a pensare la Potter, il mio prossimo libro flitto e che anzi solo quest’ultimo, se trat-
politica prima e oltre lo Stato, si è trovata sarà molto diverso: la libertà tenuto nei confini della politica, può con-
in una condizione migliore per afferrare le di esplorare nuovi territori è ferire ad essa la vitalità che sembra aver
dinamiche contemporanee. Anche a pre- I LIBRI un dono che mi ha portato il smarrito. Del resto già altre volte è acca-
scindere da una valutazione di merito, un “Italian successo, e mi è sembrato un duto di verificare una singolare asimme-
libro come Imperodi Negri e Hardt ha que- Difference” passo logico provare anche tria tra prassi politica effettiva e pensiero
sto sguardo globale, una capacità sinteti- re. press una nuova casa editrice», si sulla politica: proprio quando, come nel-
ca di cogliere la situazione del tempo che e “From legge in un comunicato dif- l’Italia di questi tempi, la politica sembra
travolge le (a volte giuste) cautele analiti- Kant to fuso dalla stessa autrice. L’e- tacere, sovrastata dall’intreccio di tecnica
che, spostando di colpo lo scenario filoso- Croce” ditore Bloomsbury conti- ed economia, la filosofia politica sembra
fico-politico. Se in Impero gli americani University nuerà comunque a pubbli- ritrovare, anche per reazione, uno slancio
hanno riconosciuto, a ragione o a torto, il of Toronto care i libri di Harry Potter. creativo che in altri momenti le manca.
profilo espansivo dell’età di Clinton, in Press © RIPRODUZIONE RISERVATA
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 R2CULTURA
■ 54

Un saggio di Bartocci Tra i protagonisti del secolo


Testi e ricordi per il filologo scomparso vent’anni fa racconta la rivoluzione “lungo” Riemann e Hilbert
delle nuove geometrie e che aprirono la strada alle
DALL’OPERA AL CIBO i cambiamenti che portarono idee di Gödel e poi di Turing
LE LINGUE DI FOLENA
ENZO GOLINO

U
n maestro, Gianfranco Folena, che davvero ha fatto
IL PARRICIDIO
DIEUCLIDE
scuola. Dal 1956 la sua cattedra di Storia della lingua
italiana e di Filologia romanza era un punto di riferi-
mento: non solo per i suoi numerosi allievi che lo ri-
corderanno nel ventennale della morte a Bressanone in un in-
contro dal 12 al 15 luglio, proprio in quella località del Trenti-
no-Alto Adige dove nel 1973 il Professore aveva inaugurato
una serie annuale di convegni linguistici e letterari. In questa
circostanza commemorativa – ma si farà qualcosa anche a Pa-
dova e alla Camera dei deputati – l’editore Carocci pubbli-
cherà Schede di lingua nostra, a cura di Ivano Paccagnella, tut-
te le sue note uscite dal 1941 sulla rivista Lingua nostra.
Scomparso a Padova il 13
febbraio 1992, Folena era na-
to a Savigliano il 9 aprile 1920.
Studi liceali a Firenze, am- LINGUISTA
Così nell’Ottocento i matematici
costruirono un altro spazio
messo alla Scuola Normale Gianfranco
superiore di Pisa, con il filolo- Folena, nato
go Giorgio Pasquali si indiriz- nel 1920, è
za verso le discipline lingui- scomparso
stiche e filologiche. Ma prima venti anni fa
di laurearsi deve adempiere a Padova PIERGIORGIO ODIFREDDI
al servizio militare in Sicilia e
in Africa: prigioniero, man- re, e di crederci ancora pure el gennaio del 1962 Michael Atiyah, all’epoca un giova-
dato in India, torna in Italia se questa Europa «non è poi
nell’estate del 1946 e in di- nata, sembra anzi, da quando
cembre, a Firenze, si laurea ha avuto le sue prime istitu-
con Bruno Migliorini in Sto- zioni, più lontana che mai».
ria della lingua italiana. Pub- Benché rispettasse i cano-
blica un paio di edizioni di te- ni scientifici delle discipline
sti importanti, e via via il suo che insegnava e di cui scrive-
N ne ricercatore, domandò a un ancor più giovane ricer-
catore, Isadore Singer, perché una certa quantità geo-
metrica fosse un numero intero. La sorpresa risposta fu:
“Perché me lo domandi? Lo sai meglio di me!”. Ma ancor
più sorprendente fu la controrisposta: “C’è una ragione più profon-
da!”. Il cammino comune iniziato da quello scambio sfociò qualche
mese dopo nel famoso “teorema di Atiyah e Singer”, che valse al pri-
IL SAGGIO
“Una piramide
di problemi” di Claudio
Bartocci (Raffaello Cortina,
attivismo – si riesce appena va, nella sua quadrupla in- mo la medaglia Fields nel 1966, e a entrambi il premio Abel nel 2004. pagg. 416, euro 29).
ad accennarlo – ha del prodi- carnazione di filologo, lin- La storia è uno degli aneddoti preferiti di Claudio Bartocci, che ne A destra, Vasilij Kandinskij:
gioso. guista, storico, critico, Fole- ha raccontato i dettagli nel capitolo “Le ragioni profonde della ma- “Composizione 8” (1923)
Collabora con la Fonda- na è stato un intellettuale tematica” del collettaneo Vite matematiche (Springer-Verlag Italia,
zione Cini di Venezia, crea eclettico e interdisciplinare 2007). E la ricerca delle “ragioni profonde”, questa volta della costel- lo spazio geometrico, parte da un 1899 David Hilbert chiese se si
premi e istituzioni diverse, in grado di uscire dai confini lazione di idee e risultati che hanno portato nell’Ottocento al parri- risultato di Euclide che tutti ab- può sempre scomporre uno dei
s’impegna molto sul fronte dello specialismo sia per lo cidio di Euclide e alla creazione della geometria non euclidea, costi- biamo imparato a scuola, anche due tetraedri in un numero fini-
editoriale e delle riviste, vince stile adottato in certe occa- tuisce ora il filo conduttore del suo primo, sapiente e profondo libro se molti se lo saranno dimenti- to di tetraedrini, che si possono
il Premio Feltrinelli per le sioni sia per le materie che af- da autore: Una piramide di problemi. Storie di geometria da Gauss a cato: il fatto che due triangoli poi ricomporre nell’altro tetrae-
Scienze filologiche, ottiene la frontava. Come l’analisi di un Hilbert (Cortina). con la stessa base e la stessa al- dro. La risposta è no, e la diede
medaglia d’oro per i beneme- celebre slogan pubblicitario: Bartocci, come si sarà capito, suo nuovo libro consista di una tezza, hanno la stessa area. quello stesso anno Max Dehn.
riti della scuola, è membro di «Metti un tigre nel motore». è un matematico: un geometra bibliografia di 60 pagine, mode- Con quest’ultima espressio- Il libro di Bartocci si apre con
prestigiose Accademie in Ita- A questo proposito in un algebrico, per la precisione. Ma stamente descritta come “senza ne, “avere la stessa area”, noi in- il problema dei triangoli, e si
lia e all’estero. Al suo bellissi- altro suo libro fondamentale mai precisione è stata tanto im- alcuna pretesa di completezza”, tendiamo di solito che, per i due chiude con quello dei tetraedri,
mo L’italiano in Europa. (Il linguaggio del caos. Studi precisa, quanto quest’angusta e “limitata ai testi consultati”. triangoli in questione, il prodot- a indicare che alcuni fili del tes-
Esperienze linguistiche del sul plurilinguismo rinasci- definizione di un intellettuale Un apparato così sterminato è to della base per l’altezza (diviso suto della matematica percor-
Settecento (Einaudi 1983) vie- mentale, Bollati Boringhieri che realizza concretamente l’i- giustificato dalla convinzione per due) è lo stesso. I Greci, inve- rono tutto il suo ordito, dall’an-
ne assegnato il Premio Via- 1991) due capitoli sono godi- deale astratto descritto dalle programmatica di Bartocci, che ce, intendevano anche che si tichità alla contemporaneità. Il
reggio 1983. Una raccolta di bilissimi anche per il lettore espressioni “uomo di multifor- “l’evoluzione delle idee mate- possono scomporre i due trian- corpo del suo discorso è però de-
saggi composti e pubblicati comune: la storia e i significa- me ingegno”, “umanista rina- matiche non segua né un cam- goli in uno stesso numero di pez- dicato, nel secondo percorso, a
in anni precedenti che non ti della parola «monello», e un scimentale” e polymath. Bartoc- mino lineare e progressivo, né zi uguali. Più precisamente, che dipanare l’aggrovigliata matas-
ha perso – a rileggerla oggi – la catalogo ragionato di nomi di ci sembra conoscere tutto e lo di- un percorso accidentato attra- si può scomporre uno dei due sa della geometria dell’Ottocen-
sua freschezza: Goldoni, la pesci fra cucina e zoologia, «il mostrano due sue opere di cura- verso un paesaggio di concezio- triangoli in un numero finito di to, da lui stesso definito «il seco-
lingua del melodramma ita- patrimonio lessicale dell’it- tela. Da un lato, l’originale rac- ni universalmente condivise, triangolini, che si possono poi ri- lo “lungo” nel quale affondano
liano (in particolare il capito- tiologo, le tabelle del merca- colta di Racconti matematici(Ei- ma sia al contrario un pulviscolo comporre nell’altro triangolo. le radici della nostra moder-
lo sul linguaggio della Serva to, le voci del calmiere». Un naudi, 2006), che spazia da costituito da una miriade di L’analogo tridimensionale nità».
padrona), il francese di Gol- ottimo sussidio per fare la Borges e Cortázar a Pynchon e traiettorie più o meno autono- dei triangoli, sono i tetraedri: L’aggrovigliamento è dupli-
doni, l’italiano di Voltaire e di spesa... Sembra di ascoltarle Saramago. E, dall’altro lato, l’en- me, vicoli ciechi e piste sotterra- cioè, le piramidi a quattro facce ce. Da un lato, infatti, i fili dei
Mozart. Risuona, nella pre- queste parole dalla sua viva ciclopedica Grande Opera in nee, che si intrecciano in un la- triangolari, che Dante chiamava contributi individuali si intrec-
messa, una nota di profetico voce sulla scena di una lezio- quattro volumi La matematica birinto pluridimensionale, dalla “tetragoni” e usava in senso fi- ciano fra loro, completandosi a
disincanto piuttosto attuale. ne o di un convegno, il sorriso (Einaudi, 2007, 2008, 2010 e topologia incerta e mutevole”. gurato, come nel verso “tetrago- vicenda come tessere parzial-
Folena confessa di aver cre- che gli increspa il volto, la fi- 2011), di cui ha pazientemente All’interno di questo labirin- no ai colpi di ventura”. I Greci sa- mente sovrapponibili di un
duto, come tanti della sua ge- gura alta da cui traspare una commissionato e personalmen- to, Bartocci traccia un percorso pevano che due tetraedri con la grande puzzle. Dall’altro lato,
nerazione, in una Europa naturale, simpatica autore- te editato il centinaio di contri- diacronico e uno sincronico, ri- stessa base e la stessa altezza vari fili escono da quel particola-
unita nella ragione e nella pa- volezza. buti, assommanti a 3.467 pagine spettivamente di lunga e di bre- hanno lo stesso volume, ma la re groviglio per penetrare in al-
rità delle lingue e delle cultu- © RIPRODUZIONE RISERVATA
di testo! ve durata. Il primo, che gli serve dimostrazione di Euclide non è tri, contribuendo a dare un’im-
Non stupisce che, con la sua a stabilire le colonne d’Ercole per niente immediata, com’era pressione non ingenuamente
voracità di lettore, un sesto del temporali della sua Odissea nel- invece nel caso dei triangoli. Nel romantica, ma maturamente
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012
@ PER SAPERNE DI PIÙ
www.raffaellocortina.it
www.ponteallegrazie.it
■ 55

Il libro di Emanuele Trevi, tra diario e romanzo, descrive il mondo di “Petrolio”

PASOLINI E LAURA BETTI


VERI “PERSONAGGI DI VITA”
LEONETTA BENTIVOGLIO
siste un modo emozionante, e non solo intelligente, di esplorare un autore: una manie-

E ra organica e mimetica, “sporcata” dalla vita. Questa modalità determina l’effetto della
lettura di Qualcosa di scritto, il nuovo libro di Emanuele Trevi (pagg. 248, euro 16, 80, esce
il primo marzo per Ponte alle Grazie), che tocca il lettore in corde perturbanti, catturan-
dolo in un contatto dall’interno con l’opera da affrontare, sondata con un’intimità quasi sca-
brosamente passionale. Attitudine distante mille miglia dagli sfoggi sapienziali dell’analisi let-
teraria corrente.
L’opera è Petrolio e l’autore è Pier Paolo Pasolini, inesauribile enigma della coscienza politi-
co-culturale ed etico-sociale italiana. Risolvendosi a fronteggiarlo attraverso quell’ultimo lavo-
ro incompiuto, Trevi agisce “di sponda”, portandoci inizialmente a credere che sta esponendo
un tracciato autobiografico, cioè la sua storia di giovane scrittore risucchiato, durante i primi an-
ni Novanta, nelle spire del Fondo Pasolini affidato a Laura Betti.
È lei, la ferocissima Laura, che sembra domi-
nare da protagonista una narrazione di cui in IL LIBRO ALLO STREGA
realtà (ci accorgeremo presto) il vero cuore è “Qualcosa di scritto”
PPP: Laura è solo un tramite, uno strumento di di Emanuele Trevi
conoscenza. Nel diario di quel tormentoso in- (Ponte alle Grazie,
gaggio presso il Fondo (Trevi all’epoca è ine- pagg. 256, euro 16,80)
sperto e vulnerabile), spicca l’icona monstre esce il primo marzo. E
della smodata signora, erogatrice di visioni esi- andrà allo Strega
laranti. Il fatto che sia una figura tragica (come
ci farà scoprire Trevi) non ne contraddice la co-
micità. Si sa che i matti, benché sofferenti e di-
sperati, provocano situazioni buffe. stesso romanzo, saggio, poema mitologico, li-
Per i giovani che ignorano chi sia la Betti, rias- bro di viaggi e di racconti… “Qualcosa di scrit-
sumiamo: attrice e cantante, nata nel 1927 e to”, secondo la formula affiorante a più riprese
morta nel 2004, contava su uno charme esi- in un testo che, come una collosa secrezione,
stenzialista e su un’eccitante voce roca. Appar- sembra non staccarsi dalla sua origine: “Io vi-
ve in capolavori quali “La dolce vita” e “Nove- vo”, afferma Pasolini, “la genesi del mio libro”.
cento”, oltre che nella maggior parte dei film gi- Non è semplicemente il narratore, ma parla al
rati da PPP. Emiliana bionda e felina, accolta in lettore in quanto se stesso, come confessa a
gioventù dai più sofisticati e viziosi salotti ro- Moravia, spiegandogli la sua peccaminosa
mani, nutrì un amore devastante per Pier Pao- presa di possesso della realtà per mezzo della
lo, che plasmò la sua sorte. Alcuni individui, scrittura.
scrive Trevi, “svolgono nella vita dei loro simili Nucleo oscuro di “Petrolio”, uscito postumo
un ruolo catastrofico”. Per Laura l’apocalisse fu nel ’92 da Einaudi, è il tema del doppio: Carlo,
l’incontro con quell’artista torvo, misterioso, ingegnere dell’Eni e cattolico comunista, è di-
realistica, della matematica co- matematico poeta Omar todi Jànos Bolyai e Nikolaj Loba- disomogeneo, avido di purezza e circondato viso in un Carlo angelico e sociale e in un Carlo
me un “groviglio di grovigli”. E Khayyam, più noto al mondo cevskij, oggi considerati gli sco- da “ragazzi di vita”. Lo amò più di se stessa, decadente e satanico. La sua molteplicità iden-
Bartocci si dedica, con perizia e per le sue Rubaiyat. Le anticipa- pritori ufficiali della geometria mentre lui le rimase straniero e lontano, infos- titaria (e sessuale) si espande a un tratto nell’e-
acume, a mostrare “gli avventu- zioni ignare di padre Girolamo non euclidea. E i modelli di Eu- sato nella sua creatività rabbiosa, nel nitore ab- vento sconvolgente del suo divenire donna,
rosi percorsi di ricerca che con- Saccheri, che credeva di rifon- genio Beltrami, alcuni ritrovati bagliante dei suoi paradossi, nel bisogno in- trasformazione che gli permette di assaporare
ducono ai teoremi, le questioni dare Euclide mentre lo stava mi- per vie traverse da Felix Klein e stancabile di demistificare ogni ideologia, nel incesti e amplessi a catena. E dalle pagine, via
che in tutto o in parte li motiva- nando. Quelle semiconsce di Henri Poincaré, che permisero testimoniare le ferite sociali e spirituali dell’I- via, emerge un intero continente di strutture
no, le idee che li innervano, il nu- Johann Lambert, che come Mo- di visualizzarla. talia del dopoguerra, già protesa verso un disu- mitiche e antropologiche, prodotte da uno sca-
golo di interrogativi che ne sca- sè intravide la Terra Promessa Ma le analisi più raffinate mano consumismo. vo nelle ombre più remote dell’inconscio uma-
turiscono”. senza riuscire a entrarci. I risul- Bartocci le dedica ai due veri Quando Pier Paolo, massacrato a Ostia, no. Trevi si lancia a capofitto in questa materia,
Scorrono così, nei nove capi- tati maturi di Gauss, tenuti se- protagonisti del suo libro: scompare nel ’75, Laura si vota alla cura del sbrogliando il senso di un atto testamentario
toli e nelle 85 pagine di note, le greti per “non sollevare le strida Berhard Riemann e David Hil- Fondo istituito in suo nome a Roma. Qui, men- lasciato da PPP, una sorta di chiave iniziatica ai
quasi millenarie intuizioni del dei Beoti”. Le uscite allo scoper- bert. Al primo, per le connessio- tre la cerchia degli intellettuali di sinistra che le più profondi segreti dell’esistenza.
ni tra il suo pensiero matemati- gravita attorno assiste annichilita all’ascesa di La strategia si muove su vari fronti: Trevi
co e quello filosofico di Johann Berlusconi, la folle erinni, ormai invecchiata e compie viaggi fisici e mentali nella cultura gre-
La polemica Herbart: un singolare esempio obesa, infligge a Emanuele le sue persecuzioni. ca (recandosi due volte alla sacra Eleusi), si
di un possibile fecondo inter- Trevi, nel libro, la chiama sempre “la Pazza”, e confronta con le immagini di dissipazione del
AMAZON CANCELLA 4000 E-BOOK scambio tra le due discipline. E non esagera. Laura era pazza come lo sono cer- film “Salò” (’75), indaga sulla sintonia che cer-
al secondo, per i suoi ormai ti pazzi intellettualmente acuti e socialmente ti “pasoliniani” (Pazza compresa) coltivano
PER PROTESTA CONTRO I DISTRIBUTORI classici Fondamenti di geome- accetti grazie a un ruolo che li assolve. Portatri- alacremente con la ritualità sadomasochistica,
triadel 1899, che aprirono in se- ce di una delega significativa per l’intellighen- un tipo di violenza pulsante in “Petrolio” e mol-
NEW YORK — Amazon ha rimosso oltre 4.000 titoli digitali dal quenza la strada alla metama- zia, era l’eletta custode del messaggio del Poe- to familiare a PPP, indefesso sperimentatore
suo catalogo: una mossa definita necessaria visto il tentativo fal- tematica, ai teoremi di Gödel e ta. Missione che la abitava con un convinci- dell’eros. È in tale mosaico di suggestioni che
lito di venderli a un prezzo più basso. Al momento del rinnovo Turing, e dunque in ultima ana- mento tale da farsi onorare da chiunque, no- Trevi approda al suo agognato incontro con lo
del contratto con la Independent Publishers Group, uno dei lisi all’informatica! A dimostra- nostante le collere funeste, la sconcia bulimia, scrittore-regista. Azzarda un estremo gesto di
maggiori distributori americani, il colosso delle vendite online zione dell’assunto fondamen- i gesti da schizzata (irresistibile l’episodio in cui crescita sul piano della prosa e si contagia con
ha insistito nel cambiare i termini dell’accordo per spuntare tale di Bartocci, che la matema- fa pipì sulla moquette dell’ascensore di un ho- l’oggetto incandescente della sua ricerca, dal
condizioni più vantaggiose. Ottenuta una risposta negativa, tica del passato “non è morta e tel di Atene dopo uno scontro con la direzione quale mutua l’intensità e il coraggio del rap-
Amazon ha deciso di cancellare tutti gli e-book del distributore imbalsamata, copia derisoria di dell’albergo), e le crudeltà con cui infierisce sui porto con la vita e il vorticoso innesto degli sti-
da Kindle, il suo lettore digitale. «È un motivo di preoccupazio- se stessa come la triste tigre im- suoi interlocutori, tra cui Emanuele, apostro- li. Romanzo, saggio, diario di viaggio… Come
ne e un avvertimento per chiunque voglia vendere un’edizione pagliata di un museo zoologico fato quotidianamente come “Zoccoletta”. “Petrolio”, anche il bel libro di Trevi è “qualco-
digitale dei propri testi: o si accettano le loro condizioni o si è fuo- d’antan, ma è al contrario anco- Ma è proprio con questo trait d’union che sa di scritto”: un ibrido ardente, e non etichet-
ri», ha detto Andy Ross, agente ed ex libraio, al New York Times. ra palpitante di vita”. Trevi accede al più elusivo degli artisti. Avven- tabile, di possibili scritture.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
tura rischiosa, come lo è “Petrolio”, al tempo © RIPRODUZIONE RISERVATA
la Repubblica

SPETTACOLI
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012

&TELEVISIONE
■ 56

Il regista di “Sesso, bugie e videotape” e “Traffic” torna con “Knockout” da oggi nelle sale italiane
prima di prendersi una lunga pausa: “Ho fatto troppi film, ho bisogno di ricaricare le batterie per non ripetermi”

MARIA PIA FUSCO


ROMA
teven Soderbergh ha

S visto Gina Carano


combattere in tv: una
folgorazione. «Mi ha af-
fascinato, sono andato
a vedere i suoi incontri dal vivo, ci
ho pensato per sei mesi, poi ho
deciso. Negli ultimi anni parec-
chie attrici si sono impegnate in
ruoli di eroine di arti marziali.

Io
Perché non fare un film con una
vera campionessa che avrebbe
portato il sapore della verità? Ho
incontrato Gina Carano, ha ac-
cettato, se avesse rifiutato non ci
sarebbe stato il film. Mi sono di-
vertito a metterle intorno maschi
virili — peccato che George Cloo-
ney non fosse libero — per far-
glieli massacrare e tutti sono sta-
ti al gioco». Così è nato

mi fermo
Knockout-La resa dei conti, una
nuova sfida nella movimentata
carriera del regista di Atlanta, che
da oltre vent’anni, dal successo

qui
di Sesso, bugie e videotape, alter-
na piccole storie indipendenti a
produzioni degli Studios, temi
sociali a film di genere. «Per me
hanno tutti lo stesso valore, la
stessa fatica. Sul set un film di- ARTI MARZIALI
venta come un videogioco, risol- La campionessa di arti
vi i problemi di una sequenza per marziali Gina Carano è la
accedere alla prossima». protagonista di
È stato difficile imporre un’e- “Knockout” di Steven
sordiente come la Carano? Soderbergh
«Se è diventato un attore Ste-
ven Seagal, nel cinema tutto è
possibile. Gina è intelligente e at-
traente, mi ha stupito la sua nor-
malità. Con tutti quei combatti-
menti e le medaglie vinte, mi
aspettavo di incontrare una tipa
dura, invece è stato un incontro
facile e piacevole. Mi piacciono le
donne forti, sia pure in modo di-
“Il mio piano quinquennale lontano dal cinema”
Donne forti devo ancora fare».
Non è un modo per sfuggire la
Il cinema di oggi ha realtà?
«No, anzi. Penso che conce-
bisogno di donne dendomi il tempo di riflettere e
forti, per questo ho capire cosa voglio, mi aiuti a
comprendere meglio il mondo
scelto Gina Carano. che mi circonda. Voglio dire che
Il suo personaggio non smetterò di essere un bravo
cittadino americano democrati-
assomiglia a Erin co».
Brockovich Che cosa pensa l’allegro clan
dei suoi amici di Ocean?
verso, Mallory, il personaggio di so fare altro: fotografia, docu- capire se ho talento o se sono so- «Tutti hanno capito le mie ra-
Gina, ha la stessa tenacia e la stes- mentari industriali, pittura so- lo un imbratta fogli. Sto comin- IL REGISTA gioni. Non escludo che qualcuno
sa forza di Erin Brockovich. Il ci- prattutto. Ero bravo a disegnare, ciando a pensare che tutto quel- Accanto, Steven di loro prima o poi mi imiterà».
nema di oggi ha sempre più biso- ma sono rimasto con la prepara- lo che ho fatto finora, dai primi Soderbergh e alcune Intanto Matt Damon lavora
gno di donne forti». zione di quando avevo 18 anni. cortometraggi in poi, sia stato scene di “Konckout” da con lei...
È vero che vuole ritirarsi dal Voglio approfondire la tecnica, una preparazione a qualcosa che oggi nelle sale italiane «Stiamo finendo Behind the
cinema? candelabra, il film su Liberace
«Nel 2007 ho preso la decisio- con Michael Douglas. Matt è
ne di chiudere tutti gli impegni Scott, il giovane amante del pia-
entro cinque anni per prendermi nista. Il titolo viene dallo spazio
una pausa. Un piano quinquen- che i due sceglievano per i loro in-
nale come quelli che faceva Sta-
Il film
contri ravvicinati. Sarà un film
lin. Ne ho parlato spesso, ma è di-
ventata una notizia quando Matt
Damon ha cominciato a spette-
L’investigatrice Mallory, tradita dai suoi capi per la Hbo, ma non mi dispiace,
perché ormai il limite tra cinema
e tv è superato. Anzi la televisione
golare in giro su questa cosa». impegna nelle missioni più pericolose; una serie continua di combattimenti è più libera e audace del cinema».
Che intende per pausa? ROBERTO NEPOTI
durante una delle quali si rende conto adrenalinici. Il regista li inquadra con Gli ultimi impegni del quin-
«Un periodo che non so quan- on è facile orientarsi nella fil- che i suoi superiori l’anno tradita. Sola sapienza, ma senza compiacersi degli quennio prima del ritiro?
to lungo, un anno o cinque, lon-
tano dal cinema. Ho fatto troppi
film, ho bisogno di ricaricare le
batterie, di riflettere su quello
che ho fatto, non voglio correre il
N mografia di Soderbergh, ci-
neasta eclettico che taglia di
traverso i generi muovendo-
si tra cinema spettacolare hollywoo-
diano e produzioni indipendenti.
contro tutti, architetta un piano per
vendicarsi.
La prima sorpresa è la scelta del cast:
Gina Carano, campionessa di arti mar-
ziali nella realtà (e star del programma
effetti di montaggio che i suoi colleghi
sono soliti esibire in questo tipo di film.
© RIPRODUZIONE RISERVATA
«Due film con Channing Ta-
tum. A bitter pill sulla psicosi di
una donna spaventata dalla noti-
zia che il marito sta per uscire di
prigione e Magic Mike, una com-
rischio di ripetermi». Questa volta Steven rivisita il paradig- American Gladiators), messa al centro KNOCKOUT media nell’ambiente dello strip-
E se arrivasse una proposta di ma del film-di-vendetta, già frequen- di un universo maschile che è un Gotha Regia di Steven Soderbergh tease al maschile, con un esor-
quelle che non si possono rifiu- tato una dozzina d’anni fa con L’ingle- del cinema: da Michael Fassbender a Con G. Carano, Ewan McGregor, A. diente a cui i veterani insegnano
tare? Banderas, M. Fassbender, M. Douglas
se, protagonista Terence Stamp. Ma in Ewan McGregor, da Antonio Banderas i trucchi del mestiere. Quasi un
«Rifiuterei comunque. Lo san- versione femminile. Mallory Kane la- a Michael Douglas. Sviluppata inge- ritorno alle origini: la sessualità
no tutti che non ho mai accettato vora per un’agenzia di sicurezza, che la gnosamente in flashback, la trama è da vedere usata come mezzo per l’afferma-
un progetto per denaro. Nel 2013 zione sociale. Al maschile».
avrò 50 anni, voglio capire se pos-
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il biopic Comici la Repubblica
Justin Timberlake nei panni di Elton John Cetto Laqualunque nella piccola Treccani VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012
Justin Timberlake sarà il protagonista di un Antonio Albanese con Cetto Laqualunque, Lino
biopic su Elton John che sta lavorando a un Banfi con Nonno Libero, Paolo Villaggio con il
film sulla sua vita insieme al compagno David ragionier Fantozzi e Luciana Littizzetto con
Furnish. Minchia Sabbry entrano nella Piccola Treccani. ■ 57

Per il ruolo di presidente PROGRAMMA


arriverà Paolo Ferrari NEL CAOS
Il festival di
Roma è nato

Via Rondi, arriva Müller


nell’ottobre
del 2006 per
volere
dell’allora
sindaco
capitolino

ma al festival di Roma Walter


Veltroni. Alle
prime
edizioni
ricche di

la guerra è ancora aperta


ospiti
internazionali
sono seguite
altre edizioni
più ridimen-
sionate,

Oggi il cda: attese le dimissioni del decano mentre resta


sempre alta
l’affluenza del
pubblico

ARIANNA FINOS I protagonisti Gli schieramenti al tavolo del cda di oggi e domani I finanziamenti
FRANCESCA GIULIANI
Regione,
ROMA GIANNI Camera
ALEMANNO

H
a trascorso il pomerig- di Commercio
gio guardando il film Il sindaco di e Comune
Roma, dopo ciascuno dei soci versa Provincia
dei Taviani, telefono Gian Luigi Rondi -
staccato anche per i fe- forti polemiche Massimo Paolo Ferrari (domani) Salvatore 1 milione 600 mila
delissimi, nessuna risposta ai con il Festival
di Venezia è
Ghini Presidenza (doppio voto)
Muller
Ronghi 300 mila euro euro
quasi cento messaggi di gente Provincia Regione
dello spettacolo che lo esortava- diventato lo Detassis Muller
no a resistere. Perché la decisio- “sponsor” BNL (main sponsor)
ne era ormai presa: Gian Luigi principale di 1 milione 500 mila euro
Rondi, novantunenne decano Muller
dei critici cinematografici italia- Musica per Roma
ni, ha infine optato per le dimis- Michele Carlo Fuortes Andrea Mondello presta le sale
sioni dall’incarico di presidente MARCO Lo Foco Musica per Roma Camera I debiti
del Festival di Roma. MÜLLER Comune Astenuto di Commercio Mancato versamento nel biennio
L’ex direttore Muller Detassis 2010/2011 da parte della Regione
Oggi alle 14 il consiglio di am-
ministrazione in cui Rondi - che del Festival di
ufficialmente non ha voluto Venezia, sottoposto a oltre un’ora di anti- luzione rapida. Fino alle telefo- duttore Domenico Procacci au- Chi gli sta vicino assicura che per
confermare la sua decisione - sostituito da camera, i due sono tornati a pre- nate serali, all’intervento del so- spicava «il rispetto delle norme ora è molto amareggiato ma ma-
annuncerà il passo indietro, Barbera, ha garlo di rimettere quel mandato dale di Rondi, Gianni Letta, alla che attribuiscono al presidente gari, in autunno, potrà essere
aprendo di fatto la strada all’ar- il sostegno che Alemanno stesso gli aveva voce anche di Luigi Abete che la libertà di scegliere il suo can- più disponibile ad accettare l’in-
rivo di Marco Müller alla dire- della Regione affidato nel 2008. L’incontro del con quel milione e mezzo di eu- didato». Rondi, che con il dop- carico di presidente onorario.
zione della rassegna. Integerri- Lazio e della giorno precedente con il mini- ro investito come sponsor prin- pio voto da presidente, quelli di Il resto, adesso, è burocrazia,
mo, di storica e ferrea militanza Polverini stro dei Beni culturali Ornaghi cipale, avrebbe contribuito alla Provincia e Camera di commer- la politica ha vinto: oggi il cda
democristiana, Rondi ha resisti- era stato il tentativo estremo di capitolazione. Invano ieri Mas- cio avrebbe potuto battere gli perderà atto delle dimissioni.
to nelle ultime settimane a una Rondi di difendere le sue posi- simo Ghini, rappresentante del- “avversari” 4 voti a 2 (Comune e Sarà poi Alemanno a indicare il
pressione politica feroce: la sua GIAN LUIGI zioni, con il responsabile del la Provincia, annunciava «batta- Regione) grazie anche all’asten- nuovo presidente, dopo aver
uscita di scena è l’ultimo atto di RONDI Collegio romano che esortava glia nel cda per sostenere il duo sione di Musica per Roma, ha convocato i soci della Fondazio-
Il decano dei
una battaglia politica che si è tutti al quieto vivere e a una so- Rondi-Detassis», mentre il pro- scelto di ritirarsi dalla partita. ne: il nome più probabile è quel-
critici italiani,
consumata intorno al Festival i lo di Paolo Ferrari, ex presidente
presidente
cui giochi sono rimasti aperti fi- della Warner Italia e dell’Anica.
della Festa di
no alla fine. Perché, sulla carta, il L’intervista Dopo l’investitura, una nuova
Roma,
presidente in carica avrebbe riunione del cda potrà final-
sosteneva la
avuto i numeri per far passare la
“sua” candidata, Piera Detassis,
con la quale aveva collaborato
candidatura di
Piera De
Tozzi: “L’edizione 2012 ormai sarà comunque un disastro” mente insediare Müller, che tor-
na nella sua città natale dopo ot-
to anni alla guida della Mostra
Tassis
felicemente nelle ultime tre edi- ROMA — «In modo sbagliato si è arrivati grande saggezza, dimostrando il senso di del cinema di Venezia, sostituito
zioni, ma contro la destra roma- a una buona soluzione». Per Riccardo responsabilità che conosciamo». da Alberto Barbera.
na, incarnata dal duo Aleman- PIERA Tozzi, presidente dell’Associazione del- E ora? Adesso il Festival romano re-
no-Polverini, sostenitori anche DETASSIS l’industria cinematografica, «la mancan- «E’ il momento del disarmo: tutti devo- sta tutto da organizzare e il tem-
finanziari del festival contro i Dal 2008 za ulteriore di un direttore artistico no sostenere chi è stato nominato. La po- po stringe. Müller è già stato vi-
quali nulla, anche operativa- ha curato il avrebbe potuto mettere la parola fine sul litica deve fare un passo indietro e lascia- sto in ricognizione, ufficialmen-
mente parlando, sarebbe poi coordinamen- Festival di Roma. re lavorare i professionisti». te a titolo personale, al Festival di
stato possibile. to artistico Voi auspicavate la nomina di Marco Paolo Ferrari come nuovo presidente Berlino. Ma oltre alle scelte arti-
Il colloquio finale - quello de- della Festa del Muller. del Festival? stiche c’è il problema dei conti,
cisivo - lo scorso mercoledì mat- Cinema di «Piera Detassis ha fatto un ottimo lavo- «Un uomo che conosce il cinema ita- Tozzi con i debiti aperti e le mancate
tina in Campidoglio dove il sin- Roma, con la ro. Lei e Muller non meritavano di essere liano e ha relazioni di alto livello in Ame- sovvenzioni della Regione, la cui
daco affiancato dalla governa- quale lavora coinvolti in scontri tra i partiti. Se Rondi rica, è una presenza di garanzia». (ari.f.) presidente è stata di Müller la
trice del Lazio ha incontrato una dal 2007 ha fatto un passo indietro lo ha fatto con © RIPRODUZIONE RISERVATA
più convinta sostenitrice.
volta di più Rondi: dopo averlo © RIPRODUZIONE RISERVATA

M A I N P A R T N E R

8 - 11 MARZO 2012 • TERZA EDIZIONE

• Conferenze • Laboratori John Banville, Nir Baram, Alessandro Baricco,


Andrea Camilleri, Jonathan Coe, Jennifer Egan,

• Incontri con autori Alicia Giménez-Bartlett, Francesco Guccini, Ron


Leshem, Stefan Merrill Block, Eshkol Nevo, Clara
Sánchez, Salvatore Settis, Peter Sloterdijk,
• Tavole rotonde I LIBRI DEL FUTURO, IL FUTURO DEI LIBRI
Gellert Tamas, Tzvetan Todorov, Ferdinand von
Schirach, Varujan Vosganian, Carlos Ruiz Zafón
• Live streaming • Mostre GUARDANDO OLTRE L’ORIZZONTE CON AUTORI, EDITORI, LETTORI e molti altri…€
programma completo su
S P O N S O R I S T I T U Z I O N A L I

viale Pietro de Coubertin, 00196 Roma • Info 06.80.241.281


Biglietteria e prevendita telefonica: tel. 89.29.82 (servizio a pagamento) www.auditorium.com
COMUNE DI BUCCINO
Provincia di Salerno
Tel. 0828751223 fax 0828951008 C.F. 82003670658
P.Iva 00787310655 e- mail info@cert.comune.buccino.sa.it
OGGETTO GARA D’ APPALTO: Servizio di Trasporto
Scolastico alunni scuola dell’ infanzia, scuola primaria e
scuola secondaria di 1° grado anni scolastici 2011/2012 e
2012/2013 Linee n: 1-2-4.
CODICE CIG. 395854028C
E’ indetto pubblico incanto, ai sensi del D. Lgs. 163/2006,
per l’affidamento del Servizio Trasporto Scolastico del
Comune di Buccino Anni Scolastici 2011/2012 2012/2013
con il criterio del prezzo più basso, ai sensi dell’art. 82
comma 2, lettera “B” del D. Lgs. 163/2006. PROCEDURA
DI GARA: Procedura aperta con aggiudicazione prezzo più
basso ai sensi dell’art. 82 comma 2 lettera b del D. Lgs.
163/2006 per mezzo offerte segrete. IMPORTO A BASE
D’ASTA, PRESUNTO 111.325,00
( Offerta potrà riguardare l’intero percorso o ciascuna delle
3 linee che lo compongono). DOCUMENTAZIONE E
MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE ALLA GARA: Bando di
Gara e disciplinare di Gara pubblicati in forma integrale
sull’Albo Comunale on-line e nel sito internet del Comune
di Buccino ( www.comunebuccino.it). SCADENZA PRE-
SENTAZIONE OFFERTE: 23.03.2012 ore 13:00 APERTURA
OFFERTE 26/03/2012 ore 12:00 Le offerte possono
riguardare l’intero percorso o ciascuna delle linee che lo
compongono così articolate, come specificate nel bando di
gara. RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Dott.ssa
Gaetana Natale RESPONSABILE DEL SERVIZIO: Dott.
Gerardo Rosania

CSTP - AZIENDA DELLA MOBILITA' S.P.A.


BANDO DI GARA PER ESTRATTO - CIG: 2252828479
La CSTP - Azienda della Mobilità S.p.A. - bandisce la
seguente gara con procedura aperta da aggiudicarsi
con il criterio dell’offerta economicamente più vantag-
giosa ai sensi dell’art. 83 del D.Lgs. 163/2006 e
s.m.i.: PROCEDURA APERTA PER L'AFFIDAMENTO
DEL CONTRATTO DI SALE & LEASE - BACK. VALORE
PRESUNTO dell’appalto: circa 8.800.000,00 (otto-
milioniottocentomila/00), oltre l’IVA se dovuta. Il
bando integrale e gli atti di gara, sono disponibili gra-
tuitamente sul sito internet aziendale: www.cstp.it .
Per informazioni rivolgersi all’Unità Organizzativa
Appalti, Approvvigionamenti e Noleggi della CSTP -
Azienda della Mobilità S.p.A. - Piazza Matteo Luciani,
33 - 84121 Salerno (tel. 089/487111 - fax
089/225137). L’offerta dovrà pervenire entro e non
oltre le ore 13.00 del giorno 26/03/2011.
Il bando integrale è stato trasmesso all'Ufficio
Pubblicazioni della COMUNITA’ EUROPEA in data
13/02/2012.
IL DIRETTORE GENERALE
Ing. Antonio Barbarino

ESTRATTO DI AVVISO DI GARA Numero CIG


3958184CC1
STAZIONE APPALTANTE Consorzio Comuni Bacino
SA/2 (P.I. 03151600651) sede legale via Roma,28
84121 Salerno Tel.089 221148 – fax 089 256915.
PROCEDURA DI GARA E CRITERIO DI AGGIUDICA-
ZIONE: Aperta-Pubblico incanto ai sensi dell’art.55
del D.Lgs163/06 aggiudicata secondo il criterio del-
l’offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi
dell’art.83 del D.Lgs.163/06. OGGETTO DEL SERVI-
ZIO: Nolo a freddo automezzi atti all’espletamento dei
servizi di igiene urbana sul territorio del Comune di
Pontecagnano Faiano SA. IMPORTO E DURATA DEL-
L’APPALTO: Euro 405.200,00 oltre IVA, per l’intero
servizio di nolo compresa la manutenzione ordinaria e
straordinaria degli automezzi. Durata mesi otto.
DOCUMENTAZIONE: La documentazione completa (il
bando di gara ed il capitolato speciale d’appalto) è
visionabile sul sito Internet: www.consorziosa2.it.
TERMINE ULTIMO DI RICEZIONE DELLE OFFERTE:
l’offerta dovrà pervenire entro le ore 12,00 del giorno
11.4.2012. APERTURA DELLE OFFERTE: Il giorno
12.04.2012 con inizio alle ore 9.30, presso la stazio-
ne appaltante sita in via Roma,28 – Salerno. RESPON-
SABILE DEL PROCEDIMENTO: rag. Roberto INFANTE
tel.089 221148, fax 089 256915 – 9482116, e-mail
info@consorziosa2.it
Il Coordinatore Aree/Settore Rag. Roberto INFANTE

COMUNE DI BOLOGNA
SETTORE GARE
ESTRATTO DI BANDO DI GARA
N. Gara 3862702
Il Comune di Bologna – Settore Gare – indice una
gara mediante procedura aperta, per l’affidamento
della “FORNITURA E INSTALLAZIONE DI RCHI
RIT A PROTEZIONE DEGLI INTERVENTI DI PRE-
FERENZIAZIONE.”
L’importo della fornitura a base d’asta, è di
€ 316.000,00 (oneri fiscali esclusi). L’aggiudicazione
sarà effettuata in base al criterio dell’offerta economi-
camente più vantaggiosa. Le offerte dovranno perve-
nire al Comune di Bologna – Settore Gare – Torre B –
Piano 5 -Ufficio Protocollo (stanza 502) - Piazza Liber
Paradisus 10 - 40129 Bologna - entro le ore 12 del
02/04/2012 Copia del Bando di gara e del Capitolato
speciale d’appalto con i relativi allegati sono reperibili
sul sito internet www.comune.bologna.it/concorsigare
inoltre, potranno essere richiesti al Settore Gare – U.I.
Gare Servizi - Fax 051/2193785. CIG N.
3872400591
Il Direttore Dott.ssa Patrizia Bartolini
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 SPETTACOLI & TV
R2SPETTACOLI @ PER SAPERNE DI PIÙ
www.viniciocapossela.it
http://www.myspace.com/viniciocapossela/radio
■ 59

Meraviglia
Che qualifica mi darei?
mi definirei un
“filomythos”. Un
ERNESTO ASSANTE amico delle storie che
destano meraviglia

V
inicio Capossela è
senza alcun dubbio
uno dei personaggi
più originali e af-
fascinanti della musica ita-
liana di oggi. Un artista in
grado di mescolare il sa-
cro e il profano con la di-

Tutta l’arte di Vinicio Capossela


sinvoltura di un eretico d'al-
tri tempi. Un poeta della musi-
ca (o un artista della parola, o
un musicista dell’anima, o un
viaggiatore del sentimento),
che va a cercare ispirazione do-
ve nessun altro va a guardare.
Una mina vagante tra le sopo-
rifere convenzioni della can-
zone d'ordinanza. Repubbli-
ca, da sabato 25, proporrà ai
suoi lettori un affascinante
arriva in edicola con Repubblica
viaggio nell’universo di Capos-
sela, riproponendo gli album canto», dice lui, «ma se parlia- fantasticante le lucine dei regi- to, ma il Capossela che noi co- le di quello che abbiamo mes- scosto quando le abbiamo
che hanno segnato la sua car- mo di libri, ho amato prima la stri degli organi Farfisa. Mi pia- nosciamo arriva con All’una e so da parte, quello che abbia- scritte e interrate con la regi-
riera. Si comincia con Marinai, musica. Ne ho subito il fascino cevano le musiche da ballo dei 35 circa e non ci lascia più, co- mo cercato di fare sopravvive- strazione. Le vado a ritirare
profeti e balene, l’ultimo dop- fin da piccolo. Ai matrimoni in matrimoni e le cassette che struendo un canzoniere asso- re al tempo contingente. Però fuori quando ne ho bisogno,
pio cd, per proseguire, nelle agosto rimanevo ore attaccato ascoltava mio padre nel nostro lutamente straordinario: «Le sono meno definite di una fo- col fiuto e l'ostinazione infalli-
settimane seguenti con All’u- alla cassa d'amplificazione de- registratore arancione». Da lì al canzoni vivono suonandole, tografia. In ogni canzone si ri- bile del mio cuore di cane».
na e 35 circa con un libretto di gli impianti Davoli, ammiravo primo album c’è già un raccon- sono una dimensione portabi- trova l’osso che ci abbiamo na- © RIPRODUZIONE RISERVATA
sessanta pagine che ripercorre
la vita e le opere di Capossela,
con Modì, Camera a sud, Il bal-
lo di San Vito, Canzoni a ma-
Le uscite
novella, Ovunque proteggi,
Da solo. Tutte le uscite
avranno un prezzo di 9.90
euro più il prezzo del gior-
nale.
Come è possibile definire
il mestiere di Capossela. An-
zi, come, lui stesso, lo defini-
sce: «Di qualifiche professio-
nali nella mia vita ne ho avute
1 MARINAI, PROFETI E
tante», dice lui, «ricercatore di BALENE
animali scomparsi, prototipo, L’ultimo doppio cd
pianista autistico, quando vi- dell’artista
vevo in auto. In quel periodo gli
amici della ghenga mi regala-
2 ALL’UNA E 35 CIRCA
rono una targa da applicare al- L’album d’esordio
la porta della casa che non ave- pubblicato nel
vo e ci fecero incidere sopra 1990
“dottore in rovinologia”. Pote-
va essere una qualifica perti-
3 MODÌ
nente perché mi hanno sem- Secondo album,
pre interessato gli errori, come del 1991, dedicato
forma della più sincera mani- a Modigliani
festazione di se stessi, e più tar-
di mi hanno interessato anche
4 CAMERA A SUD
le rovine. In senso archeologi- Il lavoro pubblicato
co e anche letterario, andare a nel 1994 è uscito
lavorare sulle parole scritte sul- anche in Francia
la pietra. Ma personalmente
preferisco la qualifica di proto-
5 IL BALLO DI SAN
tipo. Collaudatore di prototipi. VITO
Almeno sul lavoro. Un prototi- L’album del 1996 è
po è qualcosa che non si sa se il primo con Ribot
funziona fino a che non la usi, e
può sempre esploderti in ma-
6 CANZONI A
no o meravigliarti. Da un pun- MANOVELLA
to di vista umano mi definirei Nel 2000 altre 17
un filomythos. Un amico delle nuove canzoni
storie che destano meraviglia».
Ed è vero, le storie di Capossela
7 OVUNQUE PROTEGGI
sono “meravigliose”, “fanta- Sesto album nel
stiche” ma allo stesso tempo 2006, vincitore
vere, in grado di colpire il cuo- della Targa Tenco
re e, in maniera singolare, illu-
minare il mondo. Attraverso la
8 DA SOLO
magia della parola. «L'arte del Settimo album nel
racconto, ascoltare i grandi 2008, registrato tra
parlare, quello è il primo in- Milano e New York

La novità

Così i numeri 1 dei Beatles


diventano suonerie per cellulare
SAN FRANCISCO — Una ventina di canzoni dei Bea-
tles sono diventate disponibili per essere trasformate
in suonerie telefoniche scaricabili attraverso iTunes: lo
ha annunciato il sito ufficiale dei Fab Four. Gli estratti
durano circa 30 secondi e costano 1,29 dollari: tra i
brani disponibili figurano Can't buy me love, Let it be,
Love me do, Get Back, Penny Lane, ventisette canzo-
ni in totale, tutti arrivati al n.1 in classifica I negoziati fra
la Apple di Jobs, la Apple Corps che cura i diritti dei Fab
Four e la Emi sono durati anni e solo nel novembre
2010 le canzoni sono state rese disponibili per il down-
load digitale: nella prima settimana di vendita su iTu-
nes il catalogo dei Beatles totalizzò 450mila copie dei
vari album e oltre due milioni di canzoni individuali.
la Repubblica
VENERDÌ 24 FEBBRAIO 2012 R2SPETTACOLI & TV @ PER SAPERNE DI PIÙ
trovacinema.repubblica.it
www.youtube.com/watch?v=Zus3ykZvmG4
■ 60

IN SALA PARADISO AMARO WAR HORSE IN TIME


Matt King è un uomo che Parabola sull’amicizia tra Nel futuro tutto si compra
DA NON PERDERE passa di lato alla propria un cavallo e un giovane pagando in tempo di vita:
A CURA DI vita. Quando sua moglie contadino del Devon: alcuni accumulano
ROBERTO NEPOTI cade in coma, lui deve neppure la guerra riuscirà milioni di anni, i più
affrontare la realtà: a a dividerli. Spielberg muoiono giovani. Un
cominciare dal difficile rilancia il “romanzesco”, operaio e la figlia di un
rapporto con le figlie. misto all’epica del capitalista emulano
Candidato agli Oscar cinema classico Bonnie & Clyde.
(anche) per Clooney. hollywoodiano. Regia di Andrew
Regia di Alexander Payne Regia di Steven Spielberg Niccol Con Justin
Con George Clooney Con Jeremy Irvine Timberlake Amanda
Shaylene Woodley Emily Watson Seyfried

Prime film IL FILM DI PAOLO D’AGOSTINI Prime film


QUASI AMICI
Fantasy Mystery
Dal centro della Terra Cercando Patò
un viaggio ci s’imbatte
nel nulla del cinema nella solita fiction
Nel 2008 Viaggio al centro della Adattamento del romanzo omonimo
Terra inaugurò la nuova stagione di Andrea Camilleri, un mystery che
del 3D, affrettando la riconversione si svolge alla fine dell’Ottocento nella
del cinema in lunapark. Questo cittadina immaginaria di Vigata, resa
seguito è basato sul principio che, se celebre dal commissario
hai le sequenze stereoscopiche, non Montalbano. Durante la sacra
ti serve un soggetto. Così (come già il rappresentazione pasquale del
precedente) scippa la traccia a Jules Mortorio svanisce misteriosamente
Verne, mandando un nonno alla Antonio Patò (Marcoré), bancario di
ricerca dell’isola fantastica intemerata onorabilità. Dietro c’è
immaginata dallo scrittore francese, una macchinazione, su cui indagano
poi il nipote e altri tizi alla ricerca del