Sei sulla pagina 1di 56

Codice cliente:

LUNEDÌ 27 FEBBRAIO 2012 ANNO 51 - N. 9 in Italia EURO 1,20


italia: 515249535254

Milano, Via Solferino 28 - Tel. 02 62821 Roma, Piazza Venezia 5


Servizio Clienti - Tel. 02 63797510
Del lunedì www.corriere.it Tel. 06 688281

Una città, un Paese Oggi Risparmio


su Investire nei fondi
Napoli metropoli ribelle
Napoli La classifica dei migliori
cerca l’orgoglio perduto di G. Marvelli, F. Monti
di Aldo Cazzullo alle pagine 14 e 15 CorrierEconomia e M. Sabella nell’inserto

LA CLASSE DIRIGENTE ITALIANA Le cifre Eurostat sui salari. Draghi: alcuni Paesi Ue tutelano il posto e non i dipendenti L’Osservatorio
UN CLUB ESCLUSIVO
DI UNA CERTA ETÀ Stipendi tra i più bassi d’Europa SOLO L’8%
DEGLI ELETTORI
STIMA ANCORA
di ERNESTO GALLI DELLA LOGGIA
Agli italiani la metà dei tedeschi. Fornero: sistema da scardinare I PARTITI

C
iò che più colpisce che una società com’è per In Italia gli stipendi medi di RENATO MANNHEIMER
nell’elenco dei l’appunto quella italiana at- Sconfitta e Ranieri in bilico sono tra i più bassi dell’Eu- In primo piano
grandi manager
pubblici percettori
di alti redditi, reso noto
tuale, ai cui posti di coman-
do non c’è neppure un qua-
rantenne, sia inevitabil-
rozona: inferiori a quelli
della Grecia e più alti di Pae-
si come Slovenia e Portogal- I troppi passaggi I l governo Monti ha
superato il traguardo dei
cento giorni. Grazie anche
nei giorni scorsi, è sì l’am- mente una società poco di- lo. La classifica di Eurostat alla larga maggioranza che
montare di denaro che
ognuno di essi intasca ma
namica, incapace di ri-
schiare, di misurarsi con il
riguarda aziende con alme-
no 10 dipendenti nel 2009.
tra busta paga lo sostiene, l’esecutivo ha
attuato una serie di
insieme, e forse soprattut-
to, è il loro sesso e la loro
futuro. Cioè una società de-
stinata alla decadenza ol-
In media, un lavoratore ita-
liano ha guadagnato 23.406
e costo del lavoro provvedimenti che pochi
governi in precedenza
età. Non ce n’è uno che ab- tre a essere una società euro lordi: meno della me- di MAURIZIO FERRERA avevano potuto o voluto
bia meno di cinquant’anni profondamente ingiusta. tà che in Lussemburgo e A PAGINA 2 realizzare. Sul piano
(a dir poco: la media è sen- Infatti — poiché è difficile ben sotto la Germania. dell’opinione pubblica, il
z’altro assai più alta) e, pensare che l’eccellenza, Il ministro del Lavoro, giudizio è abbastanza
Fornero: «Bisogna scardina- positivo: alcune misure
tranne un paio di eccezio-
ni che confermano la rego-
guarda caso, corrisponda
sempre e comunque all’età re questa situazione». Il pre- Banche-imprese: sono state più criticate, altre
— nulla come un così dif- sidente della Bce, Draghi: meno, ma la valutazione
la, sono tutti invariabil-
mente maschi. fuso dominio dei vecchi in- in alcuni Paesi dell’Unione moratoria dei debiti complessiva dell’operato di
ANSA / CIRO FUSCO

dica fino a che punto in Ita- europea il modello sociale Monti e dei suoi colleghi
È una situazione che
non riguarda solo il setto- lia il merito non sia tenuto
quasi in alcun conto come
va rivisto, protegge il posto
di lavoro e non i lavoratori.
per i piccoli rimane sufficiente per poco
più di metà (52%) della
re pubblico. In generale, in- di DARIO DI VICO
fatti, è tutta la classe diri- criterio decisivo per l’asse- ALLE PAGINE 2 E 3 popolazione.
gnazione di un qualunque Gaggi, Offeddu, Trocino A PAGINA 6 CONTINUA A PAGINA 12
gente italiana che corri-
sponde a questa caratteri- incarico. Dappertutto sem-
pre uomini di una certa
stica: un gruppo di maschi
maturi, o più che maturi, età, accumulatori spesso a
dismisura di cariche e inca-
Adesso l’Inter non c’è più
con retribuzioni enorme-
mente superiori alla me- richi sottratti ai più giova- di FABIO MONTI La linea del governo: esenzione per la stragrande maggioranza degli istituti
ni: anche in questo modo
dia, ognuno titolare di una
quantità straordinaria di
incarichi. Non si tratta dun-
que solo dei politici che an-
zi, secondo me, possono
il nostro Paese si è venuto
privando di quella grande
risorsa che in mille occa-
sioni passate ha rappresen-
L’ imbattibilità del Napoli è a quota 470 minuti.
L’Inter non c’è più, Julio Cesar disperato (foto).
ALLE PAGINE 42 E 43 Bocci, Ravelli Così l’Ici sulle scuole cattoliche
essere annoverati da molti
punti di vista tra i meno
tato il suo capitale umano.
Quanto detto riguarda I veleni di Milan e Juve Non pagheranno se aperte a tutti e senza profitti
anche i partiti. Stretti nella
privilegiati. In misura as- tenaglia del discredito pub- di LORENZO SALVIA
sai più pronunciata presen-
tano i caratteri di un’oligar-
blico che li colpisce dal Giannelli Lega in affanno
chia di anziani colmi di be-
nefici vari (non sempre
basso e del commissaria-
mento del governo Monti
che li insidia dall’alto, non
T re condizioni per ga-
rantire l’esenzione dal-
l’Ici alle scuole cattoliche. La politica
monetari) pure i vertici del- riusciranno a sopravvivere
le aziende e delle ammini-
strazioni pubbliche, del-
se non cambieranno pro- Niente guadagni. La (smarrita)
fondamente. Innanzi tutto scuola «non deve chiude-
l’università, della magistra-
tura e al tempo stesso an-
evitando di presentarsi re con un risultato superio- del Carroccio
con le stesse voci e gli stes- re al pareggio economi-
che quelli del settore priva- si volti di sempre. In nes- co». Gli eventuali «avanzi di MARCO CREMONESI
to: dalla finanza (dove
TM NEWS-INFOPHOTO / MATTEINI

sun Paese sono oggi al po- di gestione» devono esse-


qualche tempo fa, non a ca-
so, un novantenne si sentì
vittima di una colossale in-
tere persone che già negli
anni 70-80 occupavano po-
sti di rilievo sulla scena
re «reinvestiti totalmente
nell’attività didattica». L’ eclissi. Ancora un
mese fa, in casa Pdl
era tutto un torcersi le
giustizia perché invitato a pubblica. E di conseguen- Contratti. Gli istituti «pa- mani: «Il Carroccio
lasciare il suo posto) all’in- za in nessun Paese capita ritari» devono rispettare le incasserà il dividendo
dustria, fino al giornali- di sentire oggi sulla bocca regole del settore pubbli- dell’opposizione e ci
smo, dove spesso i diretto- dei politici affermazioni, co: accogliere studenti di- mangerà mezzo
ri, i commentatori e i titola- proposte, enunciazioni sabili, contratto collettivo elettorato».
ri di rubriche costituisco- programmatiche, che so- per gli insegnanti, pubbli- O ancora, per variare:
no un vero e proprio club no l’esatto contrario, o co- cazione del bilancio. «Quelli ne spareranno
esclusivo dei soliti noti.
Intendiamoci: parole
munque diversissime, da
quelle che i medesimi, con
Il gesto mancato di Buffon Limiti d’accesso. Si do- Dirigenti pubblici e intreccio di regole
ogni giorno una più
grossa della precedente.
vrà garantire «la non di-
Poste Italiane Sped. in A.P. - D.L. 353/2003 conv. L. 46/2004 art. 1, c1, DCB Milano

d’ordine come «largo ai la medesima sicurezza, di- di DANIELE DALLERA E noi qui, a dover tener
giovani» o «rottamiamo i cevano ieri. Uno ieri che in scriminazione in fase di ac- per mano Mario Monti
vecchi» di per sé non han-
no mai portato da nessuna
più di un caso era soltanto
pochi mesi fa.
S arebbe stato bello se Buffon (foto) avesse detto
alzando la sua mano (d’oro): «Quello era gol...».
cettazione degli alunni».
ALLE PAGINE 8 E 9 Iossa
Maxi compensi, tetto in bilico mentre fa a fette la nostra
gente».
ALLE PAGINE 40 E 41 M. Colombo, Costa, Perrone, Sconcerti, Tomaselli di SERGIO RIZZO A PAGINA 8
parte, ma ciò non toglie © RIPRODUZIONE RISERVATA A PAGINA 36 commento di P. Conti CONTINUA A PAGINA 13

Il caso Conti in rosso, sprechi e ritardi. Emergenza per Lazio, Puglia e Campania

Sanità, rischio bancarotta in 7 Regioni


di MARGHERITA DE BAC
Il processo Lea Garofalo L’ipotesi corruzione
D agli incontri tra Re-
gioni e ministro del-
la Salute emerge un qua- Sciolta nell’acido: «Spesa eccessiva»
dro drammatico della Sa-
20 2 2 7>

nità italiana, caratterizza-


ta da sprechi e cattiva or-
ma per la legge Inchiesta in India
ganizzazione. Esistono
21 sistemi, alcuni virtuo- non è vittima su dodici elicotteri
9 771120 498008

si e altri che, invece, sper-


perano e che cercano di
rientrare dai bilanci in
della ’ndrangheta dell’Agusta
rosso, con tagli che colpi-
scono i cittadini. di GIOVANNI BIANCONI di FLAVIO HAVER
A PAGINA 11 A PAGINA 23 A PAGINA 24
Codice cliente:

2 Primo Piano italia: 515249535254 Lunedì 27 Febbraio 2012 Corriere della Sera

Le buste paga La recessione Le retribuzioni in Europa


0 10 20 30 40 50

«Stipendi italiani troppo bassi LUSSEMBURGO

PAESI BASSI 44.412


48.914

Guadagnate la metà dei tedeschi» GERMANIA 41.100

Il rapporto dell’Europa: in media 23.406 euro, dietro Grecia e Cipro BELGIO 40.698

Internet DAL NOSTRO CORRISPONDENTE nerale l'Italia si colloca con i traverso la diminuzione imme- più bassa, quando non per- IRLANDA 39.858
suoi salari al dodicesimo po- diata della pressione fiscale su dendosi per strada. Infatti, in
BRUXELLES — I lavoratori sto dell'Eurozona, a stento su- quelli più bassi». E una parola 4 anni fino al 2009, avrebbe in-
italiani sono fra i meno pagati pera il Portogallo, Malta, la ha voluto spenderla anche Pa- crementato i suoi stipendi me-
in Europa. Un salariato italia- Slovenia e la Slovacchia. Lo sti- squale Cafagna, del sindaco di di del 3,3%, mentre Spagna e
FINLANDIA 39.197
no, a parità di condizioni, gua- pendio annuo, lordo, che l'Ita- polizia Siulp: «I nostri stipen- Portogallo (con Grecia e Irlan-
dagna circa la metà di quanto lia offre ai suoi lavoratori è in di medi non superano i 1.500 da i cosiddetti «Pigs», i Paesi
guadagnano i suoi colleghi in media di 23.406 euro, mentre euro. Noi siamo in braghe di tre o quattro anni fa considera- FRANCIA 33.574
Germania, o in Lussemburgo, la Germania arriva a 41.100 eu- tela, speriamo che la traspa- ti più a mal partito) hanno fat-
o in Olanda. Addirittura, vie- ro; il Lussemburgo a 48.174, renza del governo Monti vo- to balzi in avanti rispettiva-
ne pagato quasi un terzo del l'Olanda a 44.412, la Francia glia dire anche riduzione di sti- mente del 29,4% e del 22%. E il
salariato danese. E un po' me- (nel 2010) a 34.132 euro. La pendi spropositati come quel- Lussemburgo, che comunque
AUSTRIA 33.384
Deputati no di spagnoli e ciprioti. Ma fi-
no a ieri — prima del piano di
Grecia, prima dell'allarme ban-
carotta e della grande stanga-
li di manager pubblici e politi-
ci». Non solo i salari in Italia
partiva da retribuzioni già
buone, ha irrobustito ancora
reticenti austerità imposto ad Atene
dall'Europa — l'italiano ha
ta che ne è seguita, stava a
quota 29.160 e ora è «precipi-
sono bassi ma sono anche im-
piegati più o meno all'80% per
le sue buste paga del 16,1%; il
Belgio dell'11%, la Francia del
GRECIA 29.160
sui redditi avuto degli stipendi perfino
più magri di quelli greci.
tata» drammaticamente a le spese giornaliere, dice Car- 10%, la Germania del 6,2%,
l'Olanda del 14,7%.
MILANO — Sulla Questo dicono — nella ver- Qualche consolazione può
SPAGNA 26.316

48.914
trasparenza dei redditi sione riportata dalle agenzie Euro la arrivare — forse — da altri da-
la maggior parte dei di stampa — le tabelle dell'Eu- retribuzione in ti, quelli sulla differenza di re-
parlamentari predica rostat, l'agenzia europea di sta- Lussemburgo, tribuzione tra uomini e don- CIPRO 24.775
bene ma razzola male. E tistica, sugli stipendi medi lor- la più alta ne. Non da oggi, la media eu-
il paradosso è che tra i di annuali riferiti ad aziende d’Europa ropea mostra un desolante
deputati che mercoledì con più di 10 dipendenti nel 17% (forbice fra la media del
prossimo saranno campo dell'industria, delle co- 11.064 euro (922 euro al me- lo Pileri dell’Adoc (Associazio- salario orario di lavoratori e la- ITALIA 23.406
chiamati a esprimere un struzioni, dei servizi e del se). In testa a tutti veleggiano ne per la difesa e l'orientamen- voratrici), mentre l'Italia si at-
parere sui tetti agli commercio. E disegnano un la Danimarca (56.044), e la to del consumatore): «Gli ita- testa sotto il 5%. Anzi: subito
stipendi dei manager continente salariale dove l'Ita- Norvegia che ancora non fa liani spendono in media ogni dopo la Slovenia, è il Paese PORTOGALLO 17.129
della pubblica lia sta, appunto, nella fascia parte della Ue (51.343). «In Ita- giorno circa 37 euro e cioè il che può vantare il divario più
amministrazione, solo delle posizioni più basse. For- lia abbiamo salari bassi e un 79,5% del proprio reddito quo- limitato. Però da noi le donne
se non sono tutti dati univoci, costo del lavoro comparativa- tidiano al netto delle tasse». lavorano di meno, e di meno
un terzo ha pubblicato
online il proprio perché certe statistiche riguar- mente elevato — ha commen- E c'è un altro fatto, secondo si ricorre al part-time: anche SLOVENIA 16.282
reddito, come prescrive danti l'Italia sembrano fermar- tato il ministro del lavoro Elsa la lettura di queste statistiche, la Bulgaria o la Romania han-
la legge 441 del 1982. si al 2006, mentre altri Paesi Fornero —. Bisogna scardina- che colpisce: questo è un pa- no una forbice ben ristretta,
Dei 92 membri delle vengono "fotografati" anche
nel 2009 e più oltre, rendendo
re questa situazione, soprat-
tutto aumentando la produtti-
norama in continuo movimen-
to, per considerazioni econo-
ma anche lì l'occupazione fem-
minile è più bassa. Dunque
MALTA 16.158
due commissioni Affari
costituzionali e Lavoro, obiettivamente difficile un raf- vità». «Le diamo ragione — miche o anche sociali i Paesi non vi sono ragioni per brin-
fronto omogeneo. ha ribattuto Francesco Boccia che qualche anno fa stavano dar troppo, neppure in que-
ai quali nei giorni scorsi
Ma in ogni caso, qualche del Pd — ma l'obiettivo da lei più indietro hanno recupera- sto. SLOVACCHIA 10.387
il ministro per la
manciata di decimali e un an- indicato sarà un vero e pro- to il terreno perduto, e anche Luigi Offeddu
Funzione pubblica,
no in più o in meno non cam- prio miraggio se non aumenta- l'Italia ovviamente lo ha fatto; loffeddu@corriere.it
Filippo Patroni Griffi, Fonte: Eurostat, redditi medi lordi rilevati nel 2009, Banca d’Italia su dati Eurostat
biano la realtà di fondo: in ge- no a loro volta i salari netti, at- ma ricorrendo a una marcia © RIPRODUZIONE RISERVATA
ha consegnato l'elenco
dei dirigenti statali più
pagati, solo 28 hanno
adempiuto all’obbligo L’analisi
di legge mettendo su
Internet la
documentazione
patrimoniale relativa al
periodo in cui sono stati
eletti in Parlamento.
Molti passaggi dal lordo al netto Immaginiamo ora un secondo caso: la-

Ma è meno peggio della mappa Ue


voratore con retribuzione media, due figli
In particolare, sui 47 a carico e moglie che lavora part time, con
componenti la un salario pari a un terzo di quello del ma-
commissione Affari rito. Il netto di questa famiglia è stato nel
costituzionali solo 12 2010 pari a quasi 30 mila euro, circa un ter-

40
(11 del Pd e 1 dell'Idv) di MAURIZIO FERRERA na, visto che su di esse le nostre imprese zo in più rispetto alla famiglia del primo
hanno pubblicato i devono versare contributi più elevati che tipo. L'indicazione interessante che emer-
redditi, mentre gli altri A prima vista, i dati Eurostat sulle retri- altrove. ge dai dati Eurostat è che in molti altri Pae-
35 onorevoli non lo buzioni del 2009 suscitano sorpresa ed al- Ma veniamo alle retribuzioni nette, quel- si l'incremento sarebbe stato ben maggio-
hanno fatto. Tra larme. I nostri stipendi lordi sembrerebbe- le che interessano direttamente le fami- re in termini percentuali: il fisco e i trasfe-
questi ci sono il ro agli ultimi posti nell'area euro, più bas- glie. Qui i confronti si fanno più difficili, per cento: il peso della rimenti previsti per figli e madri lavoratri-
presidente della si che in Spagna o addirittura in Grecia. In perché l'effettiva consistenza delle buste previdenza (incluso il Tfr) ci avrebbero consentito a questa seconda
commissione, Donato termini di Pil pro capite non siamo messi paga dipende da vari fattori: la quota parte sulla retribuzione famiglia di disporre di un reddito più ele-
Bruno, e l'ex ministro così male: come è possibile che i lavorato- di contributi sociali, l'Irpef (che a sua volta per le imprese italiane. vato, premiando il lavoro del coniuge.
della Difesa, Ignazio La ri dipendenti italiani siano i peggio pagati è commisurata ai livelli retributivi), i cari- Si tratta di un’aliquota Da questi dati emergono i paradossi già
Russa. d'Europa? chi familiari e così via. Proviamo allora a contributiva noti del nostro modello di welfare e delle
Non va meglio con i 45 La retribuzione media lorda è un valore soffermarci su due casi tipo. Il primo è fra le più alte in Europa sue modalità di finanziamento. Il costo del-
deputati della XI statisticamente rilevante, ma conta relati- quello di un lavoratore dipendente con la protezione sociale grava in misura eleva-
commissione Lavoro: vamente poco sia per le imprese che per le una retribuzione pari alla media naziona- ta sulle imprese, mantenendo alto il costo
solo 16 si sono adeguati famiglie. Alle prime ciò che interessa è il le, con moglie e due figli a carico. Nel 2010 del lavoro. La pressione fiscale sui lavora-
costo del lavoro, al lordo delle imposte e il netto percepito da una famiglia come tori dipendenti resta comparativamente
ai criteri di trasparenza

23
dei contributi sociali. Le famiglie guarda- questa è stato pari a circa 23 mila euro: elevata, sicuramente per compensare
rendendo nota la
no invece alle buste paga, al "netto" che en- una cifra decisamente superiore a quella l'estesa evasione ed elusione di altre cate-
propria situazione
tra in casa dopo che l'impresa ha fatto tutti di Spagna (21 mila), Portogallo (16 mila) e gorie occupazionali. Il sistema delle detra-
patrimoniale e di Grecia (17 mila), ma inferiore a quella di zioni e dei trasferimenti alle famiglie è me-
reddito (10 del Pd, 3 del i conteggi; sia quelli col segno meno (le
tutti gli altri Paesi Ue con cui ci confrontia- no generoso che in altri Paesi e, per giun-
Pdl, 2 dell'Idv trattenute) sia quelle col segno più (ad
mo, inclusa la Gran Bretagna. A fare la dif- mila euro: il netto medio ta, tende a disincentivare l'occupazione
e 1 del gruppo esempio, gli assegni familiari). In che con-
ferenza sono essenzialmente l'Irpef e gli as- percepito da un lavoratore femminile. Le famiglie di ceto medio-bas-
Misto-Api). Anche in dizioni ci troviamo su questi due versanti? segni familiari. Se il capofamiglia italiano so si trovano così in difficoltà anche quan-
dipendente italiano con
questo caso il Facciamo parlare, di nuovo, Eurostat, at- in questione avesse pagato le imposte sul moglie e due figli a carico, do c'è un adulto con un lavoro regolare:
presidente della tingendo direttamente alle sue banche da- reddito in Francia, il suo netto sarebbe sali- nel 2010. Cifra che salirebbe una busta paga da sola infatti non basta
commissione, ti. I costi medi per ora lavorata nelle azien- to da 23 a 24 mila euro. Se avesse ricevuto a 24 mila in Francia, a più di più (come peraltro avviene da tempo in
Silvano Moffa, è de con più di dieci addetti sono relativa- le detrazioni e le prestazioni familiari dell' 27 mila in Austria tutto il mondo sviluppato).
risultato inadempiente mente alti in Italia: inferiori di circa il 20% Austria, sarebbe salito a più di 27 mila. Per risolvere il problema dei bassi reddi-
e con lui, tra gli altri, a quelli tedeschi, ma significativamente su- ti occorre una strategia ad ampio spettro,
l'ex ministro della periori a quelli degli altri Paesi sud-euro- che metta al centro il tema della produttivi-

❜❜ ❜❜
Gioventù, Giorgia pei e persino della Gran Bretagna (dati tà ma che sappia anche fare ordine nella
Meloni. 2008). Le imprese italiane sono infatti za- lunga catena di passaggi fra costo del lavo-
vorrate da aliquote contributive fra le più ro e busta paga. La riforma a cui sta lavo-
© RIPRODUZIONE RISERVATA
alte in Europa, soprattutto per quel che ri- I costi medi per ora lavorata Il sistema delle detrazioni rando Elsa Fornero è il primo importante
guarda la previdenza (che, incluso il Tfr, nelle aziende con più di dieci e dei trasferimenti alle passo. Ma subito dopo occorrerà occupar-
incide per il 40% circa sulla retribuzione: addetti in Italia sono inferiori del famiglie è meno generoso si di fisco, di famiglia e di assistenza. Stia-
un'enormità senza pari nella Ue). Le basse mo meglio di come ci ha dipinti ieri Euro-
retribuzioni lorde evidenziate ieri da Euro- 20% rispetto a quelli tedeschi, e tende a disincentivare stat, ma il cammino del cambiamento è an-
stat non si tramutano dunque in un van- ma superiori alla Gran Bretagna l'occupazione femminile cora lungo e difficoltoso.
taggio competitivo per l'economia italia- © RIPRODUZIONE RISERVATA
Corriere della Sera Lunedì 27 Febbraio 2012 italia: 515249535254
Primo Piano 3

I salari in Italia La trasferta americana Il ministro: riforma del lavoro per aumentare la produttività
Non credo si possa parlare di uno Stato che non
fa la sua parte quando, se guardiamo ad esempio
Retribuzioni contrattuali orarie i dati del 2010, vediamo che solo il 41% della spe-
sa per l'assistenza sociale è stato coperto dai con-

1,6
Fornero: salari leggeri? tributi di datori di lavoro e lavoratori. Questo si-
gnifica che quasi il 60% lo hanno pagato i contri-
buenti. Poi, certo, la protezione contro la disoccu-
pazione ha anche una componente assicurativa.

0,8
+1,4% Va scardinato il sistema Con realismo e buona volontà troveremo le solu-
zioni. Ma bisogna essere pronti a cambiare. Dra-
ghi ha scelto una frase a effetto, ma dietro quelle
parole c'è il grande sogno del welfare che ci ha
Nov. Dic. Gen. Feb. Mar. Apr. Mag. Giu. Lug. Ago. Sett. Ott. Nov. Dic.
2010 2011 Intesa senza levate di scudi accompagnato per gran parte del Novecento: il
sogno di uno Stato capace di accompagnare i cit-
tadini in tutte le situazioni di debolezza che si è
rivelato insostenibile perché ha creato troppo de-
DAL NOSTRO INVIATO bito. Un gigantismo del welfare, come quello del-
Retribuzioni medie orarie NEW YORK — Ma insomma, ministro, è vero,
la cassa integrazioni concessa per anni e anni fi-
no a diventare assistenza permanente, che non ci
Industria e nei servizi privati (euro a parità di potere d’acquisto) come scrive Aldo Grasso sul Corriere, che al tavo- possiamo più permettere. Comunque la riforma
Legenda lo del negoziato lei tratta i leader di Cisl e Uil, Bo- la facciamo oggi, ma non verrà attuata in questo
nanni e Angeletti, come «incalliti studenti fuori- periodo di recessione: ci sarà una fase transitoria
Germania ITALIA corso»? di 4-5 anni».
Il ministro del Lavoro Elsa Fornero ci pensa E allora avanti a oltranza con la trattativa. Ma
Francia Regno Unito un attimo. Poi, complice l'atmosfera rilassata di fino a che punto è disposta a concertare? «Credo
una colazione a base di caffè e minicroissant of- al metodo del confronto. Su alcuni temi ho rivi-
TOTALE ferta di buon mattino nella sua residenza dall'am- sto le mie idee iniziali proprio sulla base degli ele-
20 basciatore italiano all'Onu Cesare Ragaglini, si la- menti emersi nelle discussioni. È successo per
scia andare: «Cosa vuole, ognuno si porta dietro l'apprendistato e anche per le formule di lavoro
quello che è, la sua storia. L'altro giorno mi è basato sull'associazione in partecipazione, un ti-
scappato perfino un "ma oggi siete veramente in- po di contratto che potremmo cancellare. Men-
15 disciplinati!" e mi sono presa subito l'accusa di tre, invece, introdurremo una nuova tutela per le
fare la maestrina. E va bene, ci sta anche questo. donne costrette a lasciare un'azienda quando so-
Io, comunque, ho il massimo rispetto per tutti. no in gravidanza perché all'atto dell'assunzione
10 Nelle trattative mi dicono che spiazzo i miei inter- avevano dovuto firmare dimissioni in bianco».
locutori — non solo i sindacati ma anche gli in- Sui temi centrali dei contratti, della Cig e dell'
dustriali e le altre parti sociali — perché non se- articolo 18 le posizioni sono però ancora lonta-
guo la prassi, i rituali del confronto. Ma io quei ne. E Fornero qui non esita a ribadire che, se le
5 riti non li conosco. Siamo stati chiamati al gover- scita». parti sociali non accetteranno cambiamenti pro-
Menodi 30 anni 30-39 anni

OCCUPAZIONI MANUALI
40-49 anni 50-59 anni 60 anni e oltre no da un giorno all'altro, abbiamo cominciato a
lavorare subito, nessuno ci ha fatto un corso di
aggiornamento professionale. Ma alla fine un lin-
A New York per partecipare alle riunioni dell'
Onu sulla condizione della donna e soprattutto
ad un'iniziativa promossa dall'Italia contro la mu-
❜❜
Abbiamo a
fondi, il governo andrà avanti da solo: «Il siste-
ma attuale è profondamente iniquo, oltre che
inefficiente. Eppure nei primi incontri non pote-
guaggio comune lo stiamo trovando e spero che tilazione dei genitali femminili, una pratica anco- vo credere alle mie orecchie quando le parti so-
15 arriveremo anche a un accordo ampio su una ri- ra molto diffusa in Africa, Fornero spiega ad alcu- cuore che ciali dicevano di apprezzare il quadro esistente.
forma del lavoro che deve cambiare un mercato ni giornalisti l'importanza di questa iniziativa, l’industria Da allora molte cose sono cambiate, è stata accet-
oggi diviso in due e recuperare l'esercito degli ma poi accetta volentieri di parlare anche dei te- tata la logica dei cambiamenti radicali. Ma se
10 esclusi». mi caldi del momento in Italia: contratti, ammor- dell’auto resti qualcuno tornerà indietro, il governo si prende-
Dall'Eurostat sono appena arrivati dati che col- tizzatori sociali, articolo 18 sulla libertà di licen- nel Paese rà la responsabilità di decidere nell'interesse di
locano l'Italia agli ultimi posti in Europa per il ziamento. tutti i cittadini: anche degli esclusi, quello non
livello dei salari, mentre il costo del lavoro è tra i Chiedo al ministro se si aspetta giovedì, alla rappresentati al tavolo del negoziato. Poi tocche-
5 più elevati. «Sono numeri che mi rattristano pro- ripresa del negoziato, una ricucitura dopo la qua- rà al Parlamento decidere».
fondamente» commenta a caldo il ministro del si rottura della settimana scorsa quando la Forne- È vero che un suo incontro con Sergio Mar-
governo Monti. «Dobbiamo scardinare con le no- ro è stata accusata di voler riformare gli ammor- chionne è saltato? «Abbiamo avuto un incontro
0 stre riforme questa situazione. Ma ci vuole il co- tizzatori senza contributi pubblici. E anche cosa informale. Non c'è stato, invece, quello formale,
Meno di 30 anni 30-39 anni 40-49 anni 50-59 anni 60 anni e oltre raggio di fare cambiamenti profondi. Un sistema pensa dell'affermazione di Mario Draghi che in ma spero di reinserirlo in calendario a breve:
più efficiente, più produttività per alzare gli sti- quelle stesse ora ha dato per morto e sepolto il non per discutere di contratti ma per informarmi
pendi. Chi accetta formule di lavoro più flessibili sistema sociale europeo così come lo abbiamo alla fonte sugli investimenti Fiat».
CORRIERE DELLA SERA
deve essere pagato di più, non di meno come av- fin qui conosciuto. Massimo Gaggi
viene oggi. E' difficile che bassi salari creino cre- «Le risorse — risponde — le stiamo cercando. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Welfare

ROMA — Si partirà dai contratti a termine, al caso di trasformazione in contratto a tempo dei contratti a tempo determinato e a chiamata».
La trattativa ricomincia: tavolo tecnico sulla riforma del mercato del
lavoro che si riunirà domani presso il ministero
indeterminato. Posizioni diverse tra governo,
sindacati, Confindustria e Rete Impresa (artigiani
Tra i sindacati, la Cisl apprezza la proposta del
governo: vorrebbe l’abolizione dell’associazione

contratti a termine del Lavoro. Su questo tipo di strumento


convergono le proposte di modifica delle imprese
(Confindustria, Abi, Ania e Cooperative) e dei
e commercianti), ma non inconciliabili. Nelle
tabelle ci saranno — oltre all’apprendistato, il
contratto «prevalente», quindi canale privilegiato
in partecipazione e maggiore determinazione
sulle false Partite Iva. Si dice d’accordo con il
governo sulla valorizzazione del lavoro in

più costosi per le imprese sindacati, d’accordo sulla necessità di


semplificare la materia dei contratti di lavoro,
riducendo la precarietà. Le parti sociali hanno già
per l’accesso al lavoro dei giovani — almeno otto
tipologie contrattuali (attualmente ce ne sono 46,
secondo Cgil): contratti a tempo indeterminato,
somministrazione, in modo che possa riassorbire
tutte le forme di flessibilità brevi. Infine chiede la
parificazione retributiva e contributiva dei
inviato le proposte al ministero che verranno associazione in partecipazione, partite Iva, lavoro co.co.pro. Per Bussoni (Rete Impresa), «in questa
messe a confronto con delle «tabelle sinottiche» a chiamata, part-time, buoni lavoro o vouchers, fase tutti resteranno molto abbottonati. Perché
per verificare affinità e divergenze. Il primo lavoro in somministrazione e collaborazione quello che conta è l’equilibrio generale e
round è sulla «flessibilità in entrata», sul tavolo coordinata a progetto. Rete Impresa non bisognerà aspettare le partite su ammortizzatori e
la proposta del ministro Elsa Fornero di rendere vorrebbe rendere più cari i contratti a tempo articolo 18 per trovare una sintesi».
più caro il contratto a tempo determinato, con determinato, come spiega il vicedirettore Mauro Alessandro Trocino
restituzione di una parte della maggiorazione in Bussoni: «Siamo contrari a una penalizzazione © RIPRODUZIONE RISERVATA

Codice cliente:
Codice cliente:

4 italia: 515249535254 Lunedì 27 Febbraio 2012 Corriere della Sera


Codice cliente:

Corriere della Sera Lunedì 27 Febbraio 2012 italia: 515249535254


Primo Piano 5 #

Fisco Il decreto semplificazioni

Risparmio, mini patrimoniale più pesante


Il bollo dello 0,1% anche su certificati di deposito e depositi vincolati
ROMA — Arriva il bollo

34,2
proporzionale dell’uno per
mille anche sui depositi ban- Euro l’imposta di bollo
cari e postali e i certificati di introdotta dal governo sui conti
deposito ma non sui conti correnti. La tassa è dovuta
correnti. dalle persone fisiche solo sui
Lo prevede l’ultima versio- conti correnti con giacenza
ne disponibile del decreto sul- media annua superiore ai 5
la semplificazione fiscale, che mila euro. Al di sotto di questa
oggi dovrebbe approdare per soglia non si paga nulla
la promulgazione al Quirina-
le nella sua versione definiti-
va, messa a punto dai tecnici
dopo l’approvazione del Con-

0,1%
siglio dei ministri di venerdì
scorso. Aliquota di tassazione degli
investimenti detenuti sul
Il salva Italia. Come è noto, conto titoli per l’anno 2012.
i conti di deposito finora non Nel 2013 l’imposta passa allo
sono stati gravati da maxibol- 0,15% del valore degli
lo sugli estratti conto ma ne- investimenti. Si applica a tutti solo per il 2012, un massimo positi bancari e postali anche calcola sul valore del deposi- ri a mille, questo importo
anche da quello sulle comuni- i tipi di prodotti finanziari, di 1.200 euro di imposta. se non rappresentati da certi- to o, nei casi dei certificati, può essere prelevato una vol-
cazioni relative al deposito anche se detenuti all’estero. Il decreto salva Italia infine ficati». L’imposta resta non sul valore nominale o di rim- ta sola se la comunicazione è
dei titoli. esclude dalla tassazione i fon- dovuta per le comunicazioni borso. una, o suddiviso per il nume-
di pensioni ed i fondi sanita- ricevute e emesse dai fondi La norma dice che l’impo- ro delle comunicazioni effet-
La normativa attuale, così ri. pensione e dai fondi sanitari. sta si applica sulle comunica- tuate, se sono più di una.
come innovata dal decreto zioni nel senso che, se appli-

100
salva Italia a dicembre scor- La nuova versione. Una La base imponibile. cando l’un per mille sul con- L’applicazione. La nuova
so, stabilisce che l’onere del- Euro l’imposta di bollo sui volta che la norma del salva L’imposta proporzionale si to, l’importo dovuto fosse pa- imposizione verrà applicata
l’imposta di bollo di 34,20 eu- conti correnti a carico delle Italia è stata approvata, non dalle banche ai conti vincola-
ro annuali venga pagato dagli imprese. La tassa, a tutti sono rimasti convinti ti già in corso o solo a quelli
intestatari persone fisiche so- differenza di quanto è stato della sua chiarezza e equità. Blitz della Finanza che verranno stipulati dall’en-
lo se il conto è attivo e con un previsto per le persone Alcuni operatori del settore trata in vigore della norma in
saldo medio nell’anno oltre i
5 mila. Per chi non supera ta-
fisiche, è dovuta a
prescindere dall’importo
ne avevano azzardato un’in-
terpretazione estensiva, ri- Fisco, maxi operazione in Campania poi? La decisione starà alle
banche che potrebbero pro-
le soglia l’imposta di bollo
non è dovuta. Una particolari-
medio della giacenza. comprendendo tra gli stru-
menti finanziari, cui si sareb-
Nel mirino discoteche, locali e pub pendere per la seconda solu-
zione.
tà che determina un rispar- be dovuta applicare l’imposta Dal Nord al Sud passando per il Centro. All’indomani Ma potrebbero anche fare
mio per ben 8 milioni di con- proporzionale, anche i conti dell’«operazione Rugantino» nei locali di Trastevere e nella di più per accaparrarsi il clien-
tribuenti, un terzo dei corren- di deposito e i certificati, con- notte in quelli della movida toscana tra Firenze, Scandicci e te: accollarsi l’onere del bollo

8
tisti italiani. siderandoli nel novero degli Bagno a Ripoli, l’amministrazione fiscale è tornata in forze almeno per i conti che non si-
Anche sui titoli si è cercato Milioni i contribuenti italiani strumenti di investimento. in Campania. Con una maxi operazione, uno degli ano troppo bassi, quelli che
di introdurre un principio esentati dal pagamento La novità introdotta con il interventi più imponenti tra quelli condotti negli ultimi vengono tenuti in vita con po-
equo per cui l’imposta è di- dell’imposta di bollo sul conto decreto sulla semplificazione mesi dagli 007 del Fisco. Non solo perché ha riguardato chi euro. Resta inteso che le
ventata proporzionale e si cal- corrente. Si tratta di circa un fiscale sana proprio questa in- tutte le province della Regione, ma anche per il numero di banche che oggi espongono
cola applicando una percen- terzo del totale dei correntisti certezza rendendo esplicito uomini messi in campo: più di 400 che hanno «visitato» clausole del tipo «bollo vigen-
tuale sul valore totale posse- bancari, il cui saldo medio ciò che era ancora «in nuce». 110 locali tra discoteche, ristoranti, pizzerie, bar e pub. La te a carico della banca» do-
duto pari allo 0,1% nel 2012 e annuo è inferiore ai 5 mila La norma stabilisce che ven- guardia di Finanza non si limita più a una sola città. Anche vranno farvi fronte oppure
allo 0,15% dal 2013, compren- euro. gano tassate le comunicazio- se la maggior parte delle verifiche (50) sono state cambiare le condizioni dando
dendo però tutti i tipi di pro- ni periodiche alla clientela re- concentrate nella provincia di Napoli, 25 sono stati i blitz al cliente il necessario preav-
dotti finanziari, anche quelli lative a prodotti finanziari, an- in quella di Salerno, 15 in quella di Caserta e 10 ciascuno in viso di almeno due mesi.
detenuti all’estero. Con un li- che non soggetti a obbligo di quelle di Benevento e Avellino. Antonella Baccaro
mite minimo di 34,20 euro e, deposito, «ivi compresi i de- © RIPRODUZIONE RISERVATA

Il summit Il presidente Bce parla di «recessione tenue» ed elogia le riforme tedesche

Draghi: euro più sicuro, torna la fiducia


C’è chi tutela il posto e non i lavoratori Welfare
Per il presidente
DAL NOSTRO INVIATO numero uno di Eurotower, se- simistiche» di caduta del Pil, ha verno. Anche se nel comunicato della Bce, Mario
condo il quale l'Europa per le ri- aggiunto segnalando anche il si- finale del vertice spicca il ricono- Draghi, «in alcuni
CITTA' DEL MESSICO — forme strutturali dovrebbe «se- gnificativo cambio di atteggia- scimento per «l'importante pro- Paesi dell'Ue» il
L'economia nel mondo continua guire l'esempio della Germania», mento dei mercati e degli altri gresso» fatto dall'Europa nel suo modello sociale va
ad andare a ritmo «moderato» e è tornato poi a soffermarsi sul paesi del G20. Rispetto alla riu- complesso. rivisto «perché
in modo non omogeneo tra i pae- modello sociale europeo per chia- nione di Cannes, in cui l'Italia A far discutere ministri e go- protegge il posto
si avanzati dove la crescita è de- rire meglio la sua analisi. Un'ana- era stata messa sul banco degli vernatori a Città del Messico è di lavoro e non i
bole e quelli emergenti dove in- lisi diretta ad affrontare più diret- imputati, «il clima è nettamente stata però non l'analisi macro- lavoratori» e
vece è forte seppure in frenata. tamente il problema dell'occupa- cambiato» tanto da non rendere economica, ma la costruzione questo fa
C'è qualche segno positivo in zione. Il modello sociale, ha affer- così urgente la sorveglianza del della rete di sicurezza, il cosid- aumentare la
più rispetto ai mesi scorsi ma ci mato, andrebbe rivisto in alcuni Fmi decisa in quell'occasione. La detto firewall, una difesa da non disoccupazione
sono anche «alti» rischi di ribas- paesi dell'Europa perché «proteg- visita degli ispettori di Washin- meno di 2 mila miliardi di dolla-
so, primo fra tutti la dinamica ge il posto di lavoro e non il lavo- gton ci sarà ma «il contesto è ri, per l'Europa a cui viene anco- terventi anticrisi nel Vecchio ribadito che la decisione sul po- Angela Merkel vuole temporeg-
del prezzo del greggio che nelle ratori». Con la conseguenza di cambiato: per tutti è più impor- ra chiesto di fare di più per usci- Continente perché il G20, su tenziamento del Fondo salva Sta- giare tenendo anche conto che
ultime settimane è schizzato a provocare una massa di disoccu- tante vedere che facciamo le co- re dalla crisi in cui è caduta. In spinta di Stati Uniti, Regno Unito ti è prevista per marzo, ma non deve — e l'appuntamento è per
125 dollari a barile per le tensio- pati soprattutto quando l'econo- se piuttosto che verificare che le particolare è stata rinviata al e anche i paesi emergenti, i co- necessariamente per la riunione oggi — far prima accettare al par-
ni geopolitiche sull'Iran e che do- mia va male. facciamo» ha detto. I paesi del summit di aprile in concomitan- siddetti Brics (Brasile, Russia, In- del Consiglio del prossimo fine lamento tedesco il secondo pac-
vrà essere sottoposta a stretta Richiama per l'Italia la «reces- G20, ha aggiunto, hanno espres- za con le riunioni primaverili del dia, Cina e Sudafrica), chiede settimana a Bruxelles come era chetto di aiuti per la Grecia e
«vigilanza». E' la diagnosi dei mi- sione mild» anche il vicemini- so «apprezzamento» per le misu- Fmi di Washington, la decisione che prima siano rafforzati e resi stato detto, visto che il mese, ha quindi anche il nuovo fiscal com-
nistri delle Finanze e dell'Econo- stro per l'Economia, Vittorio Gril- re di risanamento dei conti vara- sul rafforzamento delle risorse operativi gli strumenti di inter- chiarito il ministro tedesco Wolf- pact europeo.
mia e dei governatori delle ban- li: «Faremo del nostro meglio te dall'Italia e per «il ritmo incal- che dovrà mettere a disposizio- vento europei (Efsf e Esm). A gang Schaeuble, «ha trentun Stefania Tamburello
che centrali dei 20 Paesi più ric- per sconfessare le stime più pes- zante» con cui si è mosso il go- ne il Fondo per gli eventuali in- questo proposito la Germania ha giorni». Insomma il governo di © RIPRODUZIONE RISERVATA

chi del mondo, riuniti nella capi-


tale messicana.
Decisione ad aprile sull’aumento Il confronto al G20 sui piani La frenata dell’economia
A soffrire di più con la reces-
sione in casa è l'Europa. Anche
I Grandi delle risorse che stanzierà il Fmi di salvataggio per l’Europa e la ripresa del prezzo del petrolio
se l'euro è «ora più sicuro, per-
ché sembra essere tornata la fidu-
e la crisi E’ stata rinviata ad aprile la A Città del Messico si è discusso Preoccupazione dei Grandi
cia sui mercati», come ha detto il
presidente della Bce, Mario Dra-
dell’euro decisione sull’aumento delle risorse a lungo delle risorse necessarie per gli effetti sull’economia
ghi, nella conferenza stampa al che il Fmi dovrà mettere a per mettere in sicurezza l’Europa mondiale della crescita delle
termine del vertice. Secondo Dra- disposizione per eventuali e in particolare del cosiddetto quotazioni del petrolio.
ghi l'Europa «ha stabilizzato» la interventi anticrisi in Europa. Usa, «firewall», il sistema di difesa Nelle ultime settimane il greggio
situazione economica nel suo Regno Unito e Paesi emergenti della moneta unica, che ha raggiunto i 125 dollari
complesso rispetto all'ultima par- chiedono che prima siano rafforzati potrebbe avere una consistenza al barile a causa delle tensioni
te del 2011 anche «se ci sono dif-
ferenze fra alcuni Paesi dove c'è e resi operativi l’Efsf e l’Esm di 2-3 miliardi di dollari in Iran.
una recessione mild», tenue. Il
6 Primo Piano italia: 515249535254 Lunedì 27 Febbraio 2012 Corriere della Sera

La recessione Le aziende

Nuova moratoria sui debiti Il miliardario Usa

Buffett, il guru
Intesa tra banche e imprese di Wall Street
ha il successore
Domani la firma. Garanzie sui prestiti e crediti con lo Stato (nel cassetto)
Il suo è diventato ormai un vezzo. A chi
L’appuntamento è fissato gli chiedeva il nome del successore era
per domani pomeriggio all’Abi arrivato a dire che anche dall’Oltretomba
con l’obiettivo, ormai quasi avrebbe guidato lui la sua Berkshire
raggiunto, di firmare un nuo- Hathaway, con una seduta spiritica.
vo avviso comune di morato- Invece nella lettera annuale inviata agli
ria dei debiti delle piccole e azionisti il plurimiliardario Warren
medie imprese. Il governo Buffett (foto) per la prima volta ha
guarda con interesse e favore annunciato che ha in mente qualcuno da
all’intesa tanto che dovrebbe- mettere alla guida del suo impero, una
ro essere presenti alla firma i conglomerata da oltre 130 miliardi di
ministri Corrado Passera e Vit- dollari di fatturato che spazia dalle
torio Grilli, vuoi come garanti assicurazioni alle ferrovie, dal retail alle
vuoi per sottolineare il caratte- utility. Ma l’Oracolo di Omaha ancora
re pro crescita dell’operazione. una volta ha lasciato tutti con il fiato
Il precedente avviso comune ri- sospeso. Nella sua lettera di 22 pagine,
sale all’agosto del 2009, si di- l’ottantunenne guru della finanza Usa
mostrò una scelta azzeccata e non ha svelato il nome del suo «erede».
successivamente fu prorogato. Anzi. Ha sottolineato che l’annuncio non
Ci si arrivò per spinta dell’allo- va interpretato come segnale di un suo
ra ministro Giulio Tremonti imminente ritiro. Lui è in «ottima
— come riconobbero i prota- salute» e non ha nessuna intenzione di
gonisti — e fu siglato a Milano dimettersi dai suoi ruoli multipli come
sempre nella sede dell’Associa- presidente, amministratore delegato e
zione bancaria allora presiedu- Chief investment officer di Berkshire. E
ta da Corrado Faissola. Come
tre anni fa, i punti qualificanti
dell’intesa saranno sostanzial-
mente due: una sospensione
del pagamento delle rate dei
mutui in scadenza e una ri-
strutturazione del debito con
allungamento del timing. Non
è possibile stimare il valore
complessivo dell’accordo e
quindi i maggiori costi che ne
deriveranno per il sistema ban-
cario che proprio in queste ore
sta monitorando — con qual- L’accordo ottenere quello che lo stesso sostenuta dall’Abi, detta in Passera e Grilli domani do- renti condizioni di salute in cui forse per rassicurare investitori e stampa
che apprensione e malumore Tremonti definì «il sabbatico qualche maniera le successive vrebbe in qualche modo raffor- versano le banche. Ora sono le che spesso hanno citato il silenzio sulla
— i riflessi sui propri bilanci dei debiti». Oggi il problema mosse del tavolo negoziale. zare il valore degli impegni grandi, Intesa e Unicredit, ad successione come una preoccupazione,
delle misure governative di li- numero uno è rappresentato Impegna cioè i contraenti — sanciti dall’articolo 7 e rassicu- essere più aperturiste in virtù Buffett ha voluto far sapere che il board
beralizzazione su depositi e dal credit crunch più che dal in primis le banche — a rag- rare sulla possibilità di accele- di un allentamento dei vincoli di Berkshire è entusiasta
commissioni. peso dei debiti contratti. In pa- giungere nel giro di 2 mesi rare le decisioni (a monte) in finanziari macro e di un costo dell’amministratore individuato, e che ci
Sicuramente l’avviso comu- role povere in una stagione di un’ulteriore intesa che riguar- materia di rimborsi alle Pmi del denaro diventato meno sono anche due buoni candidati
ne si rivelerà una misura di ri- L’accordo di recessione sono molte meno di stavolta: a) le facilitazioni dei crediti che vantano nei oneroso. Le piccole banche, in- alternativi. L’annuncio ha scatenato le
storo per le piccole aziende ed moratoria sui le aziende che hanno fatto il di accesso alla liquidità; b) la confronti dello Stato e degli vece, hanno qualche preoccu- speculazioni, voci che in realtà non si
è stato perseguito con forza debiti tra passo più lungo della gamba possibilità di scontare in ban- enti locali. Gli ormai famosi pazione in più e sono portate, sono mai fermate da quanto il
dalle organizzazioni di rappre- banche e in materia di investimenti. ca eventuali strumenti finan- 70 miliardi di euro (almeno). in questa fase, a tirare il freno a «preferito», David Sokol, lo scorso anno
sentanza (Confindustria, Rete imprese Purtroppo, siccome i rubinetti ziari utilizzati dal governo per Riepilogate luci ed ombre mano. La novità, però, è che ri- diede le dimissioni per aver comprato
Imprese Italia, Alleanza delle prevede del credito sono chiusi a mon- pagare, almeno in parte, i debi- dell’avviso comune targato spetto a tre anni fa con l’avven- titoli in Lubrizol prima che la compagnia
Cooperative) ma è anche vero sostanzialmen- te, non c’è quasi nessuno che ti contratti dalla pubblica am- 2012 è chiaro che sugli orienta- to al vertice dell’Abi dell’avvo- fosse acquisita da Berkshire. Tra i vari
che molte cose sono cambiate te la stia investendo. Ma proprio ministrazione. La presenza di menti dell’Abi pesano le diffe- cato Giuseppe Mussari la colla- «cavalli di razza» il più quotato (sulla
dal 2009 ad oggi. La Grande sospensione perché l’accordo di domani è borazione banche-imprese si è stampa anglosassone) è Ajit Jain, che
Crisi partita dai subprime ame- del pagamento oggettivamente più limitato, infittita, ha dato vita a un coor- guida il business riassicurativo di
ricani allora prese alla sprovvi- delle rate dei le organizzazioni dei Piccoli Il governo Credito dinamento stabile e il raggiun- Berkshire e che Buffett ha ripetutamente
sta molte imprese che aveva- mutui in hanno spinto in fase prepara- Alla firma dell’accordo Oggi il problema gimento di intese anche parzia- elogiato come un «genio stacanovista».
no investito denari nell’attivi- scadenza e toria per allargarne perimetro tra banche e imprese numero uno è il credit li dovrebbe comunque risulta- Chissà se gli investitori hanno ottenuto
tà produttiva e che si trovaro- l’allungamento ed orizzonte. È stato così con- re meno faticoso. ciò che chiedevano.
no quindi nella condizione della scadenza cepito come mediazione tra le sono attesi i ministri crunch più che il peso Dario Di Vico Antonia Jacchia
pressoché obbligata di rinego- dei debiti parti l’articolo 7 che, pur accet- Passera e Grilli dei debiti contratti twitter@dariodivico © RIPRODUZIONE RISERVATA

ziare i termini di pagamento e tando la logica dei due tempi © RIPRODUZIONE RISERVATA

Liberalizzazioni Il presidente dell’Ania, Minucci: serve un intervento sulla valutazione dei danni gravi
La «scatola nera» può significare

«Con un taglio ai costi, Rc Auto giù fino al 20%» davvero riduzione delle tariffe rc au-
to?
«La previsione dello sconto per chi
accetta l’installazione secondo noi an-
MILANO — «Noi auspichiamo che lato che in Italia le tariffe Rc auto so- sottile. Per noi è almeno ventennale e morbiditi», se si pensa all’ipotesi del drebbe forse leggermente corretta. Sa-
le liberalizzazioni portino a una ridu- no più care rispetto agli altri Paesi. particolarmente concentrato in alcu- plurimandato obbligatorio per gli rebbe meglio adottare un meccani-
zione di costi per le assicurazioni, e in «I rilievi Antitrust partono da un ne aree del Paese. Detto questo mi agenti. smo di bonus che scatta dopo che per
particolare per la Rc auto, che come confronto non corretto. Non si può sembra sia sulla buona strada l’emen- «Direi che su questo punto centrale un anno si è monitorato con la scatola
tutti sanno è obbligatoria». Aldo Mi- mettere sullo stesso piano l’Italia con damento che stabilisce l’indennizzo in ha prevalso la logica più razionale ed nera lo stile di guida. Bonus che po-
nucci, da qualche mese presidente del- altri Paesi che non hanno le stessi com- caso di presunte invalidità fino al 2% equilibrata, almeno finora: l’agente trebbe aumentare anno dopo anno,
l’Ania, la Confindustria delle compa- ponenti dei costi. Da noi i sinistri con solo dopo riscontri ottenuti con accer- che vende la polizza rc auto dovrà in- con benefici non solo per le tasche dei
gnie, monitora anche con qualche pre- danno alla persona sono il 23%, con tamento medico. Oggi per le compa- formare il cliente sull’esistenza di al- clienti, ma anche nei comportamenti
occupazione il complesso viaggio dei punte locali del 40%, in Europa il 10%, gnie questo tipo di microinvalidità si- meno altre due proposte concorrenti. collettivi in auto».
provvedimenti del governo che, fra in Francia i feriti risarciti dalle compa- gnificano circa 2 miliardi di indenniz- Non deve offrirle, cosa che avrebbe re- Altro vostro cavallo di battaglia è
emendamenti e proteste, andranno in gnie sono 200 mila, da noi un milione. zi l’anno. Basterebbe una riduzione so necessari legami con più compa- la dematerializzazione del bollo au-
Aula mercoledì prossimo. La frequenza dei sinistri in Italia è di del 30-50% per una significativa ridu- gnie. Ancora meglio, secondo noi, sa- to. Che vantaggio ne avrebbero gli as-
Riduzioni che si trasferiranno an- oltre l’8%, in Francia è la metà. E sono zione dei costi». rebbe prevedere semplicemente la sicurati?
che sui consumatori o saranno solo solo pochi, ma significativi, esempi». E che fine hanno fatto le famose ta- possibilità di consultare il preventiva- «E’ un provvedimento che colpisce
a beneficio dei bilanci delle compa- Per i microinfortuni il vostro riferi- belle per gli indennizzi delle invalidi- tore dell’Isvap, che certo andrebbe im- il fenomeno del falso bollo auto e quin-
gnie? mento diventa il governo inglese Ca- tà sopra il 9%? plementato a questo scopo: in teoria di delle auto che viaggiano senza assi-
«Certo che ci sarebbero riduzioni meron che in pratica vuole abolire «Sono pronte ma sono ferme al mi- si possono consultare tutte le propo- curazione. Che rappresentano un co-
nei prezzi...» l’indennizzo al «colpo di frusta»? nistero della Sanità. Il problema, lo ste sul mercato». sto sociale imponente e che si riflette
Non è sempre stato così. «In Gran Bretagna il problema del ammetto, è delicato, perché il tema Ma avere a disposizione più offer- anche sui costi della polizza, e a rimet-
«La riduzione dei prezzi dipende colpo di frusta fuori controllo è relati- coinvolge chi subisce invalidità per- te non sarebbe conveniente per il terci oggi è chi invece è in regola».
dalla dimensione degli interventi che vamente recente. E lì non vanno per il manenti anche piuttosto gravi e c’è cliente? Che fine ha fatto la famosa Agen-
verranno attuati. Se, insieme alla esclu- chi ritiene, secondo noi ingiustamen- «Dipende: se l’agente privilegia il zia antifrode?
sione delle lesioni lievissime non ri- te, che le tabelle predisposte colpisca- cliente o gli interessi di chi lo paga me- «Le liberalizzazioni del governo col-

❜❜
Chi è
scontrabili strumentalmente si appro- no queste categorie. Però bisogna su- glio. E comunque c’è anche un altro piscono le frodi in più modi. Ma
vassero anche le tabelle per le valuta- perare le "tabelle dei tribunali" perché problema: le aziende investono sulle Aldo Minucci, 65 l’agenzia ancora non c’è. Né noi la vor-
zioni dei danni gravi, come previsto Lo sconto con la scatola creano difformità di trattamento da proprie reti, che a loro volta concorro- anni, è presidente remmo come semplice authority di
dal codice delle assicurazioni da oltre zona a zona che non sono giustificabi- no a determinare il valore delle compa- dell’Ania e della monitoraggio. No, deve avere anche
sei anni, si potrebbe scendere anche nera? Meglio un bonus li». gnie. Plurimandato obbligatorio può si- Fondazione Ania poteri ispettivi».
del 15-20 per cento». dopo un periodo di prova Alcuni provvedimenti che vi ri- gnificare meno investimenti e meno va- per la sicurezza Sergio Bocconi
Però l’Antitrust ha più volte segna- guardano sono comunque stati «am- lore delle società. Un danno doppio». stradale © RIPRODUZIONE RISERVATA

Codice cliente:
Corriere della Sera Lunedì 27 Febbraio 2012 italia: 515249535254
7

Codice cliente:
Codice cliente:

8
#
Primo Piano italia: 515249535254 Lunedì 27 Febbraio 2012 Corriere della Sera

Il governo Le scelte L’imposta e i casi

Passera e l’Ici alla Chiesa:


giusta, con tutele al non profit
«In politica? Per ora metto l’Italia in binario. Monti: è super»
ROMA — Ha fatto bene il primi 100 giorni di governo la più dure della Fornero («Fare- superare le impasse».
governo a far pagare l’Imu an- preoccupazione più grande è mo la riforma con o senza l’ac- Il tesoretto per la riduzione
che alla Chiesa cattolica, dice stata «che fosse troppo tardi. cordo»), Passera ammette che delle tasse? Meglio «non fare
il ministro per lo Sviluppo eco- Che non ci fosse più la possibi- «è una frase detta troppe vol- annunci prima del tempo».
nomico Corrado Passera. Così lità e che l’Italia stesse scivo- te. Noi vogliamo modificare in Certo, «dobbiamo creare un te-
come farà bene adesso a defini- lando»; dice che Mario Monti meglio tante cose che riguar- soretto con la riduzione del-
re il vero non profit e, quello, ha fatto «un miracolo di credi- dano il lavoro, ma c’è un tavo- l’evasione fiscale, con la revi-
lasciarlo esente. «Era ovvio bilità all’esterno: insieme al lo serio». Anche se è chiaro sione delle spese dello Stato,
che si andasse in una direzio- Parlamento abbiamo fatto pas- che poi spetta al governo «la con le cessioni, dobbiamo cre-
ne come quella che è stata pre- sare una serie di cose che da responsabilità di fare sintesi e are risorse per favorire la ricre-
sa — argomenta il ministro tanto tempo si aspettavano e scita dell’Italia». Ecco perché
—. È stato fatto in maniera sag- che tanti, soprattutto all’este- si è rinunciato a fare annunci
gia, ragionevole, ma molto de- ro, pensavano che non avrem- per il tesoretto, «che qualcuno
terminata. Adesso deve essere mo mai potuto fare». Si scher- si aspettava perché non è anco-
definita in tutte le sue compo- misce quando scrivono di lui ra chiaro il quanto e il quando
come di un «Superman»: «so- queste cifre saranno disponibi-
lo Monti è super», dice, e sul li. Credibilità è anche non fare
Eni-Snam suo futuro politico, sulla pro- annunci non definiti». Le libe-
Il ministro difende la posta di Formigoni che lo vor- ralizzazioni aiuteranno il Pae-
scelta di separare Eni e rebbe candidato premier per il se, dice ancora il ministro:
Pdl, per ora stoppa ogni chiac- «Avere un’azienda totalmente
Snam: può favorire chiera. «Non una parola su dedicata al trasporto — sottoli-
l’abbassamento dei prezzi questo tema, stiamo lavoran- nea riferendosi alla separazio-
do per rimettere in binario ne tra Snam rete gas e la con-
l’Italia, un compito già diffici- trollante Eni — può favorire
nenti, è molto importante che le che diventerebbe impossibi- un abbassamento dei prezzi». Conventi, enti non profit e onlus Cliniche, ospedali
non si penalizzi il vero non le se prendesse connotazioni Benefici si potranno avere an-
profit, religioso e non religio- politiche». che con la concorrenza nell’Al- tra esenzione e pagamento e case di cura
so, che è uno dei pilastri della Adesso, le questioni centra- ta velocità, anche se è impor- I conventi e le chiese, come luoghi di culto, In Italia sono circa 4 mila 712 i centri
coesione sociale del nostro Pa- li, secondo il ministro, sono tante guardare pure al «tra- in base alla normativa prevista sanitari e di assistenza che vengono
ese». L’Imu va applicata anche crescita economica e occupa- sporto pubblico locale». Infi- dall’esecutivo saranno esenti dal attualmente gestiti da enti ecclesiastici. Di
alla Chiesa, insomma, ma «nel zione: «L’occupazione si crea ne, un messaggio alle piccole pagamento dell’Ici perché «edifici a uso non questi, 1669 sono i centri di difesa della
rendere operativa questa deci- con la crescita reale. L’obietti- e medie imprese: «Vogliamo commerciale». Ieri inoltre il ministro Passera vita e della famiglia. Mentre 1853 gli
sione dobbiamo fare molta at- vo del governo è quello di rea- trovare soluzioni», promette il ha ribadito che si dovrà puntare a tutelare ospedali e le case di cura. La circolare del
tenzione» al non profit, con- lizzare le condizioni per creare ministro, per risolvere il pro- anche «il vero non profit, religioso e non ministero delle Finanze fissa i paletti anche
clude il ministro, come a voler crescita e posti di lavoro». Pro- blema dei pagamenti pubblici. religioso». Nel caso delle strutture per case di cura e ospedali: l’esenzione può
smorzare le polemiche di que- prio sul tema del lavoro e delle Mariolina Iossa con attività «miste» — in parte non profit valere solo per le strutture accreditate. E
sti giorni, «e la faremo». riforme, Passera assicura che © RIPRODUZIONE RISERVATA e in parte commerciali — l’imposta cioè private ma riconosciute dal Servizio
Sono tanti gli argomenti «tutto il governo vuole un infatti sarà pagata solo per la frazione sanitario nazionale, che le rimborsa con
Il commento
che tocca Corrado Passera, in- grande accordo sulla riforma di Paolo Conti
a uso commerciale una cifra fissa per singola prestazione
tervistato da Maria Latella su del mercato del lavoro». Conci- nelle Idee&opinioni
SkyTg24. Dice che in questi liante, dopo le dichiarazioni Ministro Corrado Passera

Tagli complicati La manovra di Tremonti prevedeva per i dirigenti un parametro basato sulla media Ue. Il rischio di cifre diverse

Maxi stipendi, così può saltare il tetto massimo sono city manager con stipendi asso-
lutamente paragonabili a quelli, desti-
nati a finire sotto la ghigliottina, dei
massimi gradi dell’amministrazione
de di Antonella Baccaro. E pure i ma- forse più eclatanti. Retribuzioni stel- centrale. Mentre i loro verranno gra-
A rischio il limite di 295 mila euro deciso dal governo nager delle aziende regionali e muni-
cipalizzate saranno esclusi da quel li-
lari, che superano di gran lunga quel-
le dei responsabili politici dell’ammi-
ziati. Ma conosciamo pure la crescen-
te generosità con cui Comuni, Provin-
E negli enti locali in tanti cumulano i compensi mite previsto per i loro colleghi delle
imprese statali da un altro articolo
nistrazione nonostante disposizioni
presenti in pressoché tutti i Comuni
ce e Regioni gratificano direttori e
consulenti. Athos de Luca ha solleva-
del “salva Italia” che dovrà essere tra- italiani più grandi stabiliscano che in to il caso del comitato per la sicurezza
ROMA — Per avere un’idea del pa- La scheda 295 mila euro: lo stipendio del primo dotto in pratica entro il prossimo 31 nessun caso la paga del manager del- capitolino istituito dal sindaco Gian-
sticcio combinato con il tetto alle retri- presidente della Cassazione. E se inve- maggio con un decreto del Tesoro. la municipalizzata può superare quel- ni Alemanno nel 2010 sotto il coman-
buzioni dei dirigenti pubblici, biso- ce la media europea fosse più alta? Le conseguenze sono evidenti. la del sindaco. E questo grazie a un do del generale del carabinieri Mario
gna riavvolgere il nastro degli ultimi Un bel dilemma, non c’è che dire. Non saranno messi in discussione uovo di Colombo: basta assumere Mori. Una struttura di quattro perso-
otto mesi. Luglio 2011: il Parlamento Ma assolutamente da sciogliere, se si emolumenti come quello dell’ammi- l’amministratore delegato come diri- ne costata di soli compensi, denuncia
approva la manovra targata Giulio Tre- vuole applicare il tetto alle retribuzio- nistratore delegato della Sea, la socie- gente interno per cumulare due pa- il consigliere comunale del Pd, oltre
monti, con la quale si stabilisce che ni pubbliche senza infognarsi in con- tà che gestisce gli aeroporti milanesi, ghe. Quando le buste paga non sono un milione di euro. Così come il con-
non soltanto il costo dei nostri deputa- La commissione tenziosi allucinanti. Sarà necessaria Giuseppe Bonomi (650 mila euro), addirittura tre o quattro, grazie agli sigliere del Tar Nicola Durante è stato
ti e senatori sarà allineato alla media La commissione guidata dal probabilmente l’ennesima «interpre- soltanto per fare uno degli esempi incarichi in altre municipalizzate o ingaggiato come capo dell’ufficio legi-
europea, ma che dovranno essere ade- presidente dell’Istat Enrico tazione autentica», se non una nuova nelle aziende controllate. Esemplare
guate a quel parametro pure le buste Giovannini (foto) è stata legge. E magari anche una norma per la situazione di Franco Panzironi, l’ex
paga degli alti dirigenti pubblici. «Mal istituita dal governo Berlusconi porre fine all’opacità scandalosa nel- Lo studio amministratore delegato della capito- Lo stop dell’autonomia
comune, mezzo gaudio», devono aver nell’agosto del 2011. Ha il la quale sono avvolte le retribuzioni La commissione guidata dal lina Ama, che di cumulo in cumulo Al capo dell’ufficio legislativo in
pensato i parlamentari sottoscriven- compito di «fornire le dei papaveri statali, prevedendo la presidente dell’Istat fornirà il portava a casa 545 mila euro, quattro Calabria 176 mila euro oltre
do quella ritorsione ai danni delle opu- informazioni per livellare — centralizzazione di tutti i dati relativi volte lo stipendio del sindaco.
lente tecnocrazie statali. E alla giungla degli incarichi esterni. dato dei principali Paesi E non basta. Avremo dirigenti re- alla paga da giudice. Nessuno
scommettiamo che molti si Oggi non è affatto facile nemmeno europei, come stabilito a luglio gionali e comunali più pagati dei capi può intervenire, c’è l’autonomia
staranno fregando le mani per lo Stato sapere quanto davvero dipartimento statali. Sappiamo che ci
in attesa dei verdetti della guadagna un alto burocrate, tante so-
commissione coordinata no le amministrazioni pubbliche, slativo dal governatore della Calabria
dal presidente dell’Istat En- una diversa dall’altra, che lo pagano. Vincino Giuseppe Scopelliti con un compen-
rico Giovannini, che ha l’in- A meno che non sia il diretto interes- so di 176.426 euro. Oltre, naturalmen-
carico di calcolare quelle be- sato a comunicare le cifre, anche se te, alla paga da giudice. Tanto per fare
nedette medie. talvolta non è in grado di saperlo un paragone è il triplo, e senza consi-
Soltanto il pressapochi- nemmeno lui, considerando che nel- derare la «retribuzione annua di risul-
smo con cui vengono fatte la retribuzione dei dirigenti dell’Eco- tato», i rimborsi spese «a piè di lista»
le leggi italiane, però, può nomia confluiscono anche le quote e il «trattamento di missione nella mi-
spiegare come mai nessuno del fondo nel quale si raccolgono i sura massima prevista per la dirigen-
si sia ricordato dell’esisten- compensi degli incarichi nelle azien- za regionale» previsti nel contratto di
za di questa norma mentre de pubbliche e i «dividendi» della lot- Durante, rispetto ai 60 mila euro spet-
si votava il tetto ai dirigenti statali. Si rispetto alla media europea — ta all’evasione fiscale. tanti al capo dell’ufficio legislativo
sarebbe altrimenti evitato l’ennesimo le retribuzioni dei titolari di Sono elementi che già basterebbe- del ministero dei Beni culturali Paolo
sconcertante inguacchio. Facciamo un cariche elettive e di figure ro a far dubitare che l’applicazione Carpentieri, altro magistrato del Tar.
esempio. Che cosa accadrebbe allo sti- apicali nella Pa» concreta del tetto sia un gioco da ra- O se preferite, il doppio degli 89 mila
pendio del capo della polizia Antonio I risultati gazzi come forse qualcuno pensava. euro assicurati al capo dell’ufficio legi-
Manganelli, attualmente pari a 650 mi- La Commissione ha poi Senza poi parlare del problema più slativo del ministero delle Infrastrut-
la euro, se la commissione Giovannini pubblicato uno studio in cui grosso, che tira in ballo l’equità. Sì, ture Gerardo Mastrandrea, consiglie-
appurasse che la media europea per la risulta che il Parlamento ha un perché il limite dei 295 mila euro re di Stato.
carica fosse, poniamo, tre volte inferio- costo più alto tra quelli non si applica agli organi costituzio- E nessuno, da Roma, in quello sti-
re? In base alla manovra di luglio do- europei. Ora dovrà calcolare se nali ma neppure alle Regioni e agli pendio potrà mai mettere bocca. Me-
vrebbe essere ridotta a quel livello, il costo di deputati e senatori è enti locali, come ha ricordato ieri il raviglie dell’autonomia…
mentre secondo il decreto «salva Ita- allineato alla media europea ministro Filippo Patroni Griffi su que- Sergio Rizzo
lia» potrebbe scendere «soltanto» a sto giornale rispondendo alle doman- © RIPRODUZIONE RISERVATA
Corriere della Sera Lunedì 27 Febbraio 2012 italia: 515249535254
Primo Piano 9

❜❜ Il governo chiarisca in Parlamento, prima della fiducia, che


le strutture riconosciute dallo Stato sono esenti Maurizio Lupi, Pdl

Il documento Le condizioni riprenderanno una circolare delle Finanze del 2009

Paritarie, per tutti più di 9 mila cattoliche. Cosa vuol di-


re? Che non sono statali ma si impe-

e senza fini di lucro gnano a rispettare le regole del setto-


re pubblico: dall’accoglienza degli
studenti disabili all’applicazione del
contratto collettivo per gli insegnan-

Ecco le scuole esenti ti, fino alla pubblicazione del loro bi-
lancio. Niente esenzione per le scuo-
le private in senso stretto, dunque, a
partire dai cosiddetti «diplomifici»
che fanno recuperare due anni in
Gli istituti dovranno rispettare tre criteri uno. L’altro requisito taglierebbe fuo-
ri invece gli istituti d’élite, quelli con
la retta da salasso che potrebbero es-
ROMA — Il punto più importante sere già esclusi con la regola del pa-
del documento è il numero tre: «Ai Le caratteristiche reggio di bilancio. Dice la circolare
fini dell’applicazione dell’esenzione che la scuola «deve adottare un rego-
è necessario che l’attività non debba lamento che garantisca la non discri-

1
chiudere con un risultato superiore minazione in fase di accettazione de-
al pareggio economico. O che even- gli alunni». Questo non vuol dire au-
tuali avanzi di gestione siano reinve- tomaticamente far pagare tutte le
stiti totalmente nell’attività didatti- Le scuole devono essere scuole a numero chiuso. Se il regola-
ca». Pagano le scuole che ci guada- riconosciute come paritarie mento prevede «criteri di selezione
gnano, insomma. Non pagano quel- e quindi accettare alunni nel caso in cui le domande di iscrizio-
DISEGNI DI ROBERTO PIROLA

le che con le rette coprono le spese o disabili, applicare il ne siano superiori alle disponibilità
che usano il di più solo per migliora- contratto collettivo di lavoro dei posti», ma senza stabilire limiti
re il loro istituto. E basta già questo agli insegnanti, nell’accesso, l’esenzione ci sarà: va
per garantire ancora l’esenzione dal- pubblicare i propri bilanci bene premiare chi ha la media mi-
l’Imu, la nuova Ici, alla grandissima gliore. Niente esenzione, invece, per
parte delle scuole cattoliche. chi chiede fin dall’inizio una media
Il documento in questione circola minima al di sotto della quale non è
già tra ministeri e Palazzo Chigi. Non possibile entrare.
Gli obblighi sul pagamento L’esercito delle «paritarie» è un nuovo decreto perché in fondo La stessa circolare fissa i paletti an-
non c’è bisogno di inventare nulla. I che per case di cura e ospedali.
per le strutture ricettive e le regole per l’esenzione dettagli di quello che accadrà quan-
Le strutture ricettive-alberghiere gestite da In Italia la scuole «paritarie» sono 14 mila, più do diventeranno legge le norme sul-
Il precedente

2
religiosi saranno soggette all’imposta. di 9 mila cattoliche (oltre 6200 scuole l’Imu, la nuova Ici, per i beni della
Secondo fonti vaticane, è stato effettuato materne, 1300 scuole primarie, 1200 Chiesa sono già scritti in una circola- Con l’addio all’imposta sulla
un censimento tra tutte le strutture religiose secondarie, più le strutture universitarie e re del ministero delle Finanze di tre Il regolamento interno deve prima casa molti istituti, in quel
e gran parte degli «hotel» sarebbe in regola. parauniversitarie). Per non pagare l’imposta le anni fa. Non è solo una base di par- garantire la non discriminazione
Insomma, pagherebbe già l’imposta dovuta. scuole devono rispettare le regole del settore tenza ma molto di più, al punto che degli alunni nella fase di caso laici, chiesero informazioni
Inoltre, secondo la circolare del ministero pubblico: dall’accoglienza degli studenti quelle cinque paginette erano nel ammissione: va bene premiare e fu necessario chiarire
delle Finanze del 2009, per ostelli e bed and disabili all’applicazione del contratto collettivo dossier degli incontri anche ad alto la media più alta ma non
breakfast la tassa non si deve pagare se per gli insegnanti, fino alla pubblicazione del livello che hanno preceduto l’annun- richiedere una media minima
«l’attività non viene svolta per l’intero loro bilancio e all’assenza di discriminazioni cio ufficiale del governo. Ci vuole an- L’esenzione può valere solo per le
anno» e se «l’accessibilità è rivolta ai soli per l’ammissione. Niente esenzione per le cora tempo, però. Prima deve essere strutture accreditate. E cioè private
destinatari propri delle attività istituzionali» scuole private in senso stretto approvato il decreto legge sulle libe- ma riconosciute dal Servizio sanita-
ralizzazioni, con l’emendamento che rio nazionale che le rimborsa con
stabilisce il principio generale. Poi ar- una cifra fissa per singola prestazio-
riverà una norma di dettaglio, che ne. Fin qui le regole della vecchia cir-
dovrebbe ricalcare proprio quelle colare, che dovrebbero valere ancora
cinque paginette: la circolare 26 gen- dopo l’approvazione dell’emenda-
I carabinieri: solo un ritardo nell’invio da Roma naio 2009 numero 2, ministero delle mento Monti. In realtà quel docu-
Finanze, direzione federalismo fisca- mento fissa i requisiti anche per altri

3
le. Quel documento che si era reso settori ma qui le cose potrebbero
Sull’auto della scorta del cardinale Bagnasco necessario per spiegare meglio la si- cambiare se si aggiungesse in modo
tuazione dopo la definitiva abolizio- L’attività non deve chiudere esplicito proprio quel principio del
il giallo del tagliando di assicurazione scaduto ne dell’Ici sulla prima casa decisa nel con un risultato superiore al pareggio di bilancio che nella vec-
2008. Al ministero erano arrivate nu- pareggio economico chia formulazione non c’era. Diceva
GENOVA — (e. d.) Nessun dubbio, la Lancia Thesis su merose richieste di chiarimento da Eventuali avanzi di gestione ad esempio la circolare di tre anni fa
cui viaggia l’arcivescovo di Genova e presidente della associazioni ed enti, quasi tutti non devono essere reinvestiti per ostelli e bed and breakfast: la tas-
Cei Angelo Bagnasco, ieri mostrava un tagliando cattolici, che chiedevano se cambia- totalmente nella didattica sa non si deve pagare se «l’attività
dell’assicurazione scaduto il 31 dicembre 2011. È nato va qualcosa anche per loro. Quel te- non viene svolta per l’intero anno» e
un caso. Bagnasco, sotto scorta da quando ricevette sto restava ambiguo sul nodo vero se «l’accessibilità non è rivolta a un
minacce all’indomani della sua nomina, si muove del problema adesso sciolto dal go- pubblico indifferenziato ma ai soli
sempre con un’auto blindata. Chi aveva dunque la verno Monti e cioè sul caso dell’al- destinatari propri delle attività istitu-
responsabilità di trasportare il cardinale su un’auto bergo con una cappella, che non pa- zionali». Maglie larghe dunque: ba-
non assicurata? La Curia ha informalmente fatto gherà solo sulla cappella ma su tutto sta chiudere un mese e si è salvi? Già
sapere che l’auto non è di sua proprietà ma è messa a il resto sì. Nei requisiti per le singole più chiare le regole per le attività di
disposizione dal ministero degli Interni. Il Comando categorie, il documento era chiarissi- assistenza: niente tassa solo per quel-
provinciale dei carabinieri in serata ha precisato che mo. le con «prestazioni gratuite o con
la Lancia Thesis è dell’Arma ed è regolarmente Partiamo dalle scuole, il capitolo compenso simbolico come ad esem-
Sul «Secolo XIX» Un fotogramma assicurata con Assitalia, il rinnovo della polizza infatti più importante della partita. Oltre a pio le mense dei poveri». E su que-
del video in onda ieri sul sito del è automatico. La mancata esposizione del tagliando, non guadagnarci sopra, per non pa- sto davvero nessuno avrà niente da
Secolo XIX nel quale si vede spiega il Comando, sarebbe da imputare a un ritardo gare la tassa comunale le scuole de- dire.
l’assicurazione scaduta dell’auto nell’invio dei nuovi documenti da Roma. Certo, un vono rispettare altri due requisiti. Il Lorenzo Salvia
della scorta del cardinale Bagnasco grande ritardo. primo è essere riconosciute come lsalvia@corriere.it
«paritarie», in Italia sono 14 mila, © RIPRODUZIONE RISERVATA

L’ex segretario democratico Prove di dialogo

Veltroni: non si deve consegnare corrispondere a una coerenza»


sottolinea Veltroni. Ma la sinistra
E adesso Casini e Di Pietro ribattuto al leader dell’Idv un
Pier Ferdinando Casini
il Paese a un grande centro interna avrebbe già deciso di
sfilare con la Fiom e il «cinguettano» su Twitter particolarmente ironico e
scherzoso, che infatti gli ha

con elementi di tecnocrazia responsabile economico del Pd


Stefano Fassina aspetta il via
libera di Bersani. L’ex segretario
Il leader udc: tvb, ti voglio bene risposto con l’acronimo di «Ti
voglio bene»: «tvb!!». Una sigla,
però, più nota ad adolescenti e
ROMA — «Tirare Monti da una querelle in corso sulla del Pd teme che dopo la parentesi MILANO — Uno scambio di sempre su Twitter, Pier ragazzini che la usano
parte o dall’altra vuol dire partecipazione alla manifestazione montiana il suo partito venga tweet. Protagonisti: Antonio Di Ferdinando Casini: «Antonio, abitualmente nei loro sms, su
indebolire lui e il governo». indetta dalla Fiom il 9 marzo. messo all’angolo dalle grandi Pietro e Pier Ferdinando Casini. non mi dire che sei nostalgico Facebook o anche su Twitter.
Walter Veltroni, a «In mezz’ora», il «Abbiamo già conosciuto una manovre centriste. «Dopo le Ma, cosa ancora più singolare, di Silvio Berlusconi?». Replica Ecco perché il dialogo tra i due
programma di Raitre di Lucia stagione in cui i ministri amministrative, il Pdl può questo scambio si è chiuso con immediata di Di Pietro: leader, quello dell’Idv e quello
Annunziata, lancia un monito manifestavano contro il governo esplodere e si può creare un un insolito «tvb» rivolto dal «Nemmeno per sogno e dell’Udc, non è certo passato
diretto soprattutto al Pd e a quella di cui facevano parte. Poi deciderà nuovo grande soggetto che unisce leader dell’Udc al presidente neanche della Prima inosservato. Infatti subito, ieri,
parte del partito critica con il segretario, ma ogni gesto deve il centro con l'idea di spingere dell’Idv. È cominciato tutto con Repubblica... Voi?». E subito ha il popolo della rete si è
l’operato dell’esecutivo in tema di verso sinistra il Pd e i suoi un commento di Di Pietro ieri incuriosito e in molti casi gli
riforma del mercato del lavoro. alleati». Insomma, occorre evitare sul decreto liberalizzazioni: utenti del social network
«Lasciamo che lui e il suo governo A sinistra di ripetere il ’94, che preparò la «Neanche sotto il governo Scambio di idee Twitter si sono lanciati in
facciano il loro lavoro» dice l’ex Il timore: potrebbe nascere discesa in campo di Berlusconi. Berlusconi si era verificata una I messaggi sui lobbisti e la commenti anche molto ironici
segretario del Pd, che invita i suoi «La mia preoccupazione è di non tale invasione di lobbisti su questo scambio di tweet
compagni di partito a rimanere un soggetto con l’idea di consegnare il Paese di nuovo a un all’interno del Parlamento», ha «nostalgia» di Berlusconi così affettuosi tra i due politici
«coerenti» nell’appoggio spingere verso sinistra il Pd centro, magari con degli elementi scritto l’ex pm di Mani pulite. Sulla rete si scatena l’ironia italiani.
all’esecutivo. Veltroni accenna alla di tecnocrazia». Poco dopo gli ha risposto, © RIPRODUZIONE RISERVATA

Codice cliente:
Codice cliente:

10 italia: 515249535254 Lunedì 27 Febbraio 2012 Corriere della Sera

available at SHOP.KOCCA.IT
Corriere della Sera Lunedì 27 Febbraio 2012 italia: 515249535254
Primo Piano 11

» Approfondimenti Le relazioni sui piani di rientro

LA SANITÀ TAGLIATA NELLE REGIONI IN ROSSO


Meno assunzioni e posti letto, il pareggio spesso è a scapito dell’assistenza
ROMA — È scritta nelle relazioni periodi- gli episodi drammatici delle ultime settima- to qualche risultato. Per i cittadini però so- compensati però da altre forme di assisten- to». L’obiettivo è ridurre il disavanzo a 840
che sui piani di rientro dal deficit delle Re- ne a Roma. L’impressione è che il peggio lo dolori, a tagli e chiusure non sono segui- za. I cittadini la stanno pagando cara. «Stia- milioni nel 2011 e 650 quest’anno: «Ce la
gioni la verità sui molti disastri sanitari. Ba- debba ancora arrivare. E che quanti elogia- te azioni di riqualificazione. C’è ancora mol- mo lavorando con le Regioni per migliora- faremo. La qualità dei servizi? Il processo
sta scorrere le conclusioni dei vari tavoli no il sistema sanitario italiano come il mi- to da fare. Lo sblocco dei fondi trattenuti re la rete di ambulatori e strutture alternati- di rientro dal debito è più lento della riorga-
tecnici tra Regioni ed esperti del Ministro gliore del mondo dovrebbero ricredersi. dal governo (il 10% del budget complessi- ve all’ospedale ed entro aprile sarà pronto nizzazione delle cure». Luciano Bresciani,
della Salute per scoprire un quadro spesso Non si dovrebbe più parlare di equità. Esi- vo) è stato riconosciuto solo a Calabria e un piano per i pronto soccorso», dice il mi- assessore della «virtuosa» Sanità Lombar-
drammatico, caratterizzato da sprechi e cat- stono 21 sistemi. Alcuni virtuosi e affidabi- Puglia, niente soldi a Lazio, Campania, nistro della Salute, Renato Balduzzi. da contesta il meccanismo dei piani: «Non
tiva organizzazione. I documenti che atte- li come Lombardia, Veneto, Toscana, Emi- Abruzzo, Molise, Piemonte, Sicilia che però Respinge il voto negativo Renata Polveri- funziona, sono una scusa. Per noi mantene-
stano lo sfacelo sono nelle mani delle sani- lia Romagna e Marche che tendono al pa- ha attuato un piano molto efficace. Le azio- ni, governatore del Lazio: «Il tavolo di di- re il pareggio sarà sempre più dura. L’unica
tà locali. reggio. Altri che invece sperperano. ni economicamente più efficaci sono state cembre non si è concluso e le conclusioni via è agire sulle cure inappropriate, dove
Analizzando l’andamento dei disavanzi La sintesi del 25 gennaio sui primi tre tri- ovunque il blocco del turnover con conse- ci sorprendono. Stiamo lavorando bene abbiamo già fatto moltissimo».
delle Regioni, obbligate a risanare i conti, mestri del 2011 contiene giudizi che tendo- guente stop alle assunzioni incontrollate, specie nel settore degli acquisti. Su 10 gare Margherita De Bac
si comprendono le cause di una sofferenza no al brutto. Le strategie di contenimento centralizzazione dei bandi per l’acquisto di abbiamo risparmiato 350 milioni in 3 anni mdebac@corriere.it
molto più profonda di quella culminata ne- delle 8 indisciplinate in rosso hanno porta- beni e servizi, taglio dei posti letto non e da questi interventi ci aspettiamo mol- © RIPRODUZIONE RISERVATA

Abruzzo Piemonte

Stop a viaggi e consulenze Asl, dai bandi singoli


Ma restano buchi neri alla centralizzazione
Per il 2011 l’Abruzzo si è impegnato a una Nessuna spettanza sulla base della sintesi relati-
manovra da circa 43 milioni. Interventi sul va ai primi 9 mesi del 2011 e all’analisi
personale, accordi con i medici di famiglia, tetti dell’andamento dei piani di rientro viene
per le prestazioni ospedaliere per la riduzione riconosciuta al Piemonte perché la verifica degli
della spesa farmaceutica e una serie di tagli ai adempimenti per il 2010 presenta ancora molte
compensi per gli organi collegiali, alle consulenze criticità mentre per il 2011 i provvedimenti sono
sanitarie (meno 30%), a quelle per le relazioni insufficienti per provare l’attuazione di quanto
pubbliche, convegni, aumento previsto dal Piano. Secondo gli
Irpef e Irap e missioni all’estero esperti degli organismi di verifica
sono alcune delle azioni che la «emerge un disavanzo non
Regione ha previsto di attuare. coperto di 60 milioni». L’accordo
Ma l’ultima verifica di dicembre col Piemonte, unica Regione del
è finita con il pollice verso: Nord che ha pattuito i suoi
mancano «le condizioni per impegni col governo, è stato
ulteriori erogazioni di risorse». siglato nel 2010. La manovra è
Molti i buchi neri: non ancora approvato il Piano impostata principalmente sul personale (blocco
sanitario regionale e «si attendono chiarimenti parziale del turnover, mancata attivazione di
sulla rete territoriale, sulle procedure per nuovi servizi) e sulla gestione degli acquisti di
l’accreditamento definitivo e per l’acquisto di beni e servizi. Si intende passare da bandi per le
prestazioni da privati». Per il 2012 l’Abruzzo ha singole Asl a procedure centralizzate che in Sicilia
programmato una manovra da 75 milioni di euro. e Lazio hanno prodotto buoni risultati.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA

Calabria Puglia

Continuano i concorsi Blocco del turnover


nonostante il divieto anche per i medici
Cè ancora molto da fare in Calabria, ma gli Non completato ancora, in Puglia, il processo
esperti hanno evidenziato sforzi di buona volontà di riorganizzazione della rete territoriale
tanto che dopo aver «valutato positivamente i residenziale e domiciliare. Poco efficaci i
progressi nell’attività di certificazione del debito provvedimenti. Troppe deroghe nel blocco del
pregresso e nella certificazione dei fatti contabili» turnover. Ritardi nell’adozione del regolamento
è stata autorizzata l’erogazione di una quota delle per la gestione centralizzata degli acquisti.
spettanze residue del 2009 (220 milioni). Restano Risultato: sulla base dell’istruttoria vengono
però alcuni «vizi». «Le aziende erogate «risorse nella misura del
malgrado l’assoluto divieto di 60% del maggior finanziamento
nuove assunzioni di personale per il 2006 e 2008 e della quota
hanno continuato tale attività» e del 60% per il 2009». Per il 2011
restano «gravi criticità e ritardi». la Regione ha calcolato un
Per il 2011 la Regione affidata da disavanzo tendenziale strutturale
maggio al commissario Luigi di 420 milioni che prevedeva di
D’Elia si era impegnata a una riequilibrare con una manovra
manovra da oltre 260 milioni. Si partiva da una da 295 milioni circa. È stato necessario ricordare
situazione disastrosa anche dal punto di vista ai tecnici pugliesi che in questa situazione di
contabile (assenza di documentazione scritta), difficoltà non sono possibili deroghe al blocco di
come aveva denunciato a suo tempo l’ex ministro nuove assunzioni. In pratica chi va in pensione
del Welfare Maurizio Sacconi. I problemi per i non può essere sostituito, medici compresi. Il
pazienti però restano. rischio è che gli ospedali vadano sotto organico.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA

Campania Lazio Molise Sicilia

Le residenze per anziani Accetta su ospedali Venti milioni di stipendi Resta da incrementare
pianificate a metà e nuovo personale da risparmiare il servizio sul territorio
«La proiezione del risultato di gestione per il Gravissimi i ritardi. Nella relazione si parla Il disavanzo non coperto nel Molise per il In questo panorama si salva la Sicilia dove la
2011 evidenzia sulla base delle informazioni per di «mancato rafforzamento della governance 2011 è di 22,5 milioni, quello complessivo, sanità è affidata a un magistrato, Massimo Russo.
il terzo trimestre una perdita massima di 27 regionale». È evidente «uno scostamento incluse le perdite precedenti, sfiora i 50. Gli Le azioni intraprese sono valutate positivamente.
milioni». Secondo i tecnici la Campania avrebbe rispetto a quanto programmato e si profila un esperti chiedono di intervenire con tutte le «La stima a chiudere per il 2011 pari a 94,6 milioni
fallito molti degli obiettivi. Tra i rilievi più disavanzo non coperto di 75 milioni». forme possibili «compresa l’introduzione di prima delle coperture fiscali è coerente con quanto
gravi, quelli sulla rete territoriale: «Solo il 50% Dunque, niente fondi fino a quando non ticket». Il Piano operativo del biennio «manca programmato di 91,7. Tale stima trova copertura
delle residenze per anziani risulta pianificato» e verranno rispettate alcune richieste. Manca di azioni relative all’assistenza territoriale per nelle risorse programmate derivanti dalla leva
non c’è chiarezza su come una relazione sulla rete anziani e disabili e presenta fiscale». Ancora in corso la
avverrà il raccordo fra questa e ospedaliera e «in ordine al lacune». C’è insufficiente verifica degli adempimenti dal
il sistema dell’emergenza. Il costo del personale non chiarezza su come il Molise 2008 al 2010, superata quella sul
presidente Stefano Caldoro risultano atti di contestazione intende raggiungere l’obiettivo 2007. I tecnici segnalano la
respinge il verdetto parziale: «A formale verso i direttori del bilancio di gestione necessità di incrementare
noi hanno formalizzato un generali inadempienti». Gli pertanto «niente spettanze l’assistenza territoriale. «Siamo
giudizio positivo. È vero, siamo interventi più pesanti residue». Non esistono i partiti da meno 700 milioni nel
sprovvisti di una rete riguardano la rete ospedaliera presupposti per l’accesso ai 2008 — dice Russo —. Due anni
territoriale ma siamo partiti da zero e non è un (125 milioni nel 2011) e il personale (91 fondi Fas (fondi per le aree sottoutilizzate, dopo eravamo a meno 97. Abbiamo riformato un
mistero che il nostro sistema si basava sulla milioni di risparmi) anche attraverso il blocco quelli previsti per il Sud) per la copertura del sistema feudale, ora ci sono ambulatori e punti di
centralità degli ospedali. In quanto al recupero del turnover (62 milioni) che però sarebbe disavanzo fino al 2009. Per il biennio 2011-2012 riferimento non ospedalieri per i cittadini.
del deficit possiamo considerarci tra i migliori. stato solo parziale. Non ancora pervenuto il Molise punta su una manovra incentrata sulla Arriveremo al pareggio nel 2013. Tutto questo è
Partivamo da meno 768, ora siamo a meno 250 l’accordo con il Policlinico Gemelli e con la gestione del personale che dovrebbe portare stato possibile grazie alla volontà del presidente
milioni. La criticità irrisolta? Il Cardarelli». Fondazione Santa Lucia. risparmi rispettivamente di 12 e 20 milioni. Raffaele Lombardo». Tagliate 12 Asl su 29.
© RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA © RIPRODUZIONE RISERVATA

Codice cliente:
Codice cliente:

12 Primo Piano italia: 515249535254 Lunedì 27 Febbraio 2012 Corriere della Sera

» Approfondimenti Politica e governo tecnico

LA CRISI DEI PARTITI


SOLO 8 ITALIANI SU 100
LI APPREZZANO
Il 69% non saprebbe per chi votare
SEGUE DALLA PRIMA re ancora oggi iniziative autonome, co-
me, ad esempio, la riforma elettorale. I
È un dato ovviamente inferiore al 61% partiti appaiono divisi al loro interno e
rilevato all’inizio di dicembre (accade co- spesso incapaci di capire che, in molti ca-
sì per la gran parte degli esecutivi, quan- si, si possono ottenere più consensi pro-
do scema l’entusiasmo iniziale e si valu- ponendo ed attuando misure impopolari
tano criticamente i provvedimenti con- — ma percepite come utili allo sviluppo
creti presi), ma soddisfacente per Monti, del Paese — piuttosto che limitandosi a
anche se, naturalmente, il presidente del difendere gli interessi consolidati di que-
Consiglio deve considerare l’esistenza di sta o quella categoria (si veda al riguardo
quella metà degli italiani che dichiara di Bosetti su Repubblica del 23/2).
disapprovare quanto ha fatto sin qui. Ap- Tutto ciò ha fortemente diminuito la
paiono più favorevoli a Monti e al suo go- stima degli elettori nei partiti, scesa al-
verno i possessori di titoli di studio più l’8%, il valore più basso da molto tem-
po a questa parte, ciò che, di conse-
guenza, ha notevolmente accentua- gior partito, con un mercato complessi- in considerazione, pur senza avere deci- Infine, un altro 35% non può o non vuole
L’Osservatorio to l’indecisione sulla forza politica
da scegliere in caso di elezioni.
vo (formato dall’insieme di «voti certi» e
«prese in considerazione») di quasi il
so di votarlo) assai più esigua. Esercita-
no invece una capacità di attrazione po-
esprimere una preferenza politica, nem-
meno potenziale, non indicando dunque
Tanto che, alla richiesta di indica- 40% (con — come rileva P. Natale su Eu- tenziale molto maggiore (ma non sarà nessun partito in assoluto. Si tratta del-
di Renato Mannheimer re il partito che si voterà, ben il ropa di venerdì — una attrattività più in- sempre facile tradurre i voti potenziali in l’ampio segmento degli «alieni», total-
45% si rifiuta oggi di rispondere: tensa verso elettori più disponibili alle ri- voti «veri») l’Udc e, specialmente, due mente distaccati dalla politica, che vede
elevati e, specialmente, gli elettori del molti intervistati ci dicono «non me ne forme, anche a quella del mercato del la- delle principali forze di opposizione — una accentuazione tra donne e anziani.
Pd, tra i quali le valutazioni positive sul- piace nessuno». voro). Il Pdl si conferma come il secondo l’Idv e Sel — che vedono addirittura qua- Proprio costoro rappresentano uno
l’operato del governo raggiungono il È evidente come tutto ciò limiti forte- partito, con una quota però di «potenzia- si il 20% dell’elettorato disponibile a con- dei problemi maggiori per il consenso
59% (mentre tra i votanti per il Pdl si as- mente il valore dei dati che emergono li» (vale a dire di coloro che lo prendono siderarle, pur non avendole scelte per il
delle forze politiche. Uno dei compiti
sestano al 56%). nel domandare le mere intenzioni di vo- voto.
Uno dei primi effetti del governo Mon- to. Si può allora tentare di aggirare l’osta- Nell’insieme, solo circa un terzo (31%) principali nei prossimi mesi dei partiti at-
ti è stato quello di togliere ulteriormente colo, chiedendo ai cittadini di esprimersi Fiducia nel governo al 52% degli italiani risulta già oggi orientato su tuali — o di quelli che, probabilmente,
visibilità, centralità e prestigio ai partiti anche sul voto «potenziale», vale a dire uno specifico partito da votare. Ciò costi- sorgeranno di qui a breve — sarà dun-
La fiducia nel governo di Monti que anche quello di riconquistare l’am-
politici e ai loro leader. Sia perché si è sui partiti «presi in considerazione», al scende al 52% dal 61% dell’inizio tuisce il mercato forse impropriamente
evidenziata la loro inabilità, per diversi di là della scelta definitiva che si prende- denominato «sicuro». Una percentuale pia fetta di italiani che non ha più fiducia
motivi, a realizzare in passato le riforme rà nelle urne. di dicembre: dato sopra la media di poco maggiore (34%) sta invece valu- in loro e di persuadere quel terzo di inde-
che Monti ha invece attuato. Sia, special- Come si vede dalla tabella, anche tra il tra gli elettori di Pd e Pdl tando la scelta tra più partiti e rappresen- cisi sulla scelta elettorale.
mente, per la palese difficoltà di produr- pubblico potenziale, il Pd resta il mag- ta dunque un segmento da conquistare. © RIPRODUZIONE RISERVATA
Codice cliente:

Corriere della Sera Lunedì 27 Febbraio 2012 italia: 515249535254


Primo Piano 13

» Approfondimenti Il Carroccio sul territorio

LA LEGA E QUELLA POLITICA SMARRITA


L’incubo del flop alle urne per i lumbard affetti dal «male oscuro» delle divisioni
SEGUE DALLA PRIMA Il raduno
Un’immagine
Nel giro di qualche settimana, è un altro del raduno
mondo. Con una Lega che stenta a trovare della Lega Nord
iniziativa politica — ieri per tutto il giorno a Pontida lo
non è stata battuta una sola agenzia dedica- scorso giugno.
ta al Carroccio prima del comizio di Bossi Umberto Bossi,
—, se non affidandosi alle trovate dei singo- all’epoca
li amministratori locali. Che ha ripreso a di- ministro, parla
vidersi nelle sue tante guerriglie intestine, dal palco, al suo
che solo per ragioni di comodità si posso- fianco gli altri
no riassumere con il vecchio «cerchio magi- esponenti
co» contro i maroniani. Peraltro, il gruppo leghisti del
dei bossiani sembra conciato maluccio: so- governo
stituito Marco Reguzzoni come capogrup- Berlusconi,
po, revocato a Rosi Mauro l’incarico di «le- Roberto
gato» in Emilia e Liguria, persino il «trota», Calderoli e
Renzo Bossi, è ben attento a non uscire dal Roberto Maroni
cono d’ombra: solo la presenza paterna po- (foto Tam Tam)
trebbe metterlo al riparo dalle annunciate
contestazioni qualora decidesse di parteci-
pare a iniziative pubbliche.
E poi, la rotta di collisione con gli alleati
dell’ultimo decennio: «L’idea — racconta
un deputato lombardo — era quella di
rafforzarci alle Amministrati- Lega in queste settimane fa notizia per cer- Tosi che appare determinato a sfidare il stema per guardare l’elettorato nelle palle
ve per poi trattare di nuovo te trovate stravaganti. Il deputato marchi- partito presentando una lista a proprio no- degli occhi è sempre stato la corsa solitaria.
con Berlusconi. Ma qui è cam- giano Luca Paolini, noto alle cronache per me. Una scelta che molti leggono come un Un bagno d’identità che la Lega compie ci-
biato il mondo». Ma la crisi essere stato il grande difensore in Aula del- assalto diretto alla leadership non tanto clicamente e che ogni volta ha dato il via a
d’identità potrebbe innescare l’ex sottosegretario pdl Nicola Cosentino in- del Veneto, quanto dell’intero movimento: grandi stagioni». Il problema, semmai, so-
anche quella dei consensi. Sol- dagato per camorra, ora ha proposto di isti- «Dovevamo cacciarlo — brontola un diri- no i toni incendiari tra ex alleati: «La corsa
tanto un anno fa, prima delle tuire presso il ministero dela Giustizia un gente trevisano —. Un Tosi che sfidasse solitaria non può significare lo sparare tutti
Amministrative 2011, alcuni isti- «casellario degli innocenti» in modo da i giorni sugli alleati con cui abbiamo attra-
tuti demoscopici non esitavano «avere un luogo ufficiale certificato dove versato una lunga stagione e con cui tutto-
ad assegnare alle camicie verdi pubblicare la propria innocenza» per quan- Crisi di leadership ra condividiamo molte amministrazioni».
persino degli strabilianti 16 per ti fossero indagati e poi prosciolti. Ma ad Al momento la contesa tra i Dietro alla boa delle elezioni, si staglia
cento. E poi, ad accrescere le pre- impensierire i militanti più riflessivi, resta l’appuntamento di gran lunga più atteso: i
occupazioni, il rafforzarsi dei tan- una crisi di leadership che al momento non «barbari sognanti» di Maroni e i congressi «nazionali», ossia regionali. Il se-
ti movimenti autonomisti che ve- è stata risolta dalla contesa tra i «barbari so- «bossiani» non accenna a risolversi gretario veneto Gian Paolo Gobbo è in sella
dono il Carroccio come il Golia da gnanti» di Roberto Maroni e i «bossiani» di dal 1998, il piemontese Roberto Cota dal
abbattere: dalla lombarda Unione ferro. E così, per dirla con un maroniano di 2001, il lombardo Giancarlo Giorgetti dal-
padana a Veneto Stato, dall’emilia- ferro, «per il momento siamo qui a scrutare apertamente Bossi ne incrinerebbe seria- l’anno successivo. Normale che le assise sia-
na Lega moderna ai fuoriusciti to- l’orizzonte». mente la leadership». no viste da un gran numero di militanti co-
scani che, insieme ai sostenitori di Il primo appuntamento importante so- Per il resto, secondo i leghisti, la sfida si me occasione fondamentale per rinfrescare
Magdi Allam, daranno vita alla lista no le prossime Amministrative. In realtà, è può sostenere: al voto andranno solo due il partito. La pensa così anche Leonardo Mu-
«Identità toscana». forse quello che impensierisce di meno. dei dodici presidenti di Provincia e soltan- raro, il presidente della Provincia di Trevi-
Ma il male oscuro si legge anche Anche la corsa solitaria, senza alleanze con to 37 sindaci dei 390 eletti in tutta la Pada- so: «La stagione dei congressi ora è indi-
nelle tante disavventure che continua- Gli auguri L’uovo di Pasqua il Pdl, trova tutti abbastanza d’accordo. Cer- nia. «Non bisogna stupirsi — osserva il go- spensabile. Non è più pensabile che nel
no a offuscare l’immagine del movimento che contiene il federalismo to, c’è il big match di Verona, con Flavio vernatore veneto Luca Zaia —. Il nostro si- 2012 si guidi un partito attraverso le no-
che fu duro e puro. Dai rimborsi elettorali menclature, altrimenti la crescita finisce.
investiti in Tanzania dal tesoriere France- Abbiamo tanti giovani, il livello di consape-
sco Belsito, alle numerose iniziative giudi- volezza e di istruzione è molto aumentato,
ziarie nei confronti di parecchi amministra- non possiamo più dire "si fa così, e basta".
tori locali, e non solo: mercoledì approderà Si dice che si vogliono eliminare le corren-
all’aula di Palazzo Madama la richiesta di ti? E allora il partito abbia il coraggio di con-
autorizzazione a procedere nei confronti di frontarsi di più al suo interno, di ascoltare i
Roberto Calderoli, indagato per l’utilizzo di suoi militanti».
voli di Stato per finalità non istituzionali. Chi non nasconde la sua delusione è Leo-
Soltanto poche settimane fa la giunta per le nardo Boriani, fino all’inizio dell’anno diret-
autorizzazioni del Senato aveva respinto la tore della Padania: «Vedo un movimento
richiesta dei giudici rispolverando il vec- in grossa difficoltà, con un serio problema
chio asse Lega-Pdl: per mercoledì prossi- di iniziativa politica: non si vede una propo-
mo, almeno a sentire quel che si dice tra i sta che sia una, la Lega appare avviluppata
berlusconiani, le cose potrebbero andare di- su se stessa, ferma al "Roma ladrona"».
versamente. Di certo non sarà così, ma gli Quanto alla corsa solitaria Boriani non ha
umori che circolano la raccontano lunga dubbi: «Bossi mi ha sempre detto che Berlu-
sui rapporti tra i vecchi alleati. sconi era il suo moltiplicatore di voti, colui
Soprattutto, tolta la sollevazione contro che portava il 10% del Carroccio al 51%. Ma
l’abolizione delle tesorerie comunali, argo- ora, i voti chi glieli moltiplicherà?». Rober-
mento che non pare in grado di mobilitare to Maroni scuote la testa: «La Lega, dopo il
masse sterminate, il Carroccio si sente po- 2013, sarà l’unico partito che resta di quelli
co anche nel suo essere, per dirla con Rober- attualmente in Parlamento».
to Maroni, «unica forza d’opposizione e ga- Marco Cremonesi
rante dela democrazia». Anzi, perlopiù la © RIPRODUZIONE RISERVATA

Il leader Dopo le polemiche sui fondi in Tanzania


spiega "il Capo" — presen- stimenti che ha fatto che la

E Bossi difende le sue scelte: tammo in un congresso il


progetto di partito egemo-
nico in Padania. Ora ci ten-
Lega è cresciuta». Insom-
ma, se peccato c’è stato, è
stato veniale: «La prossi-

Belsito è un buon tesoriere tiamo, perché gli altri ne


hanno combinati abbastan-
za di danni ai lavoratori»
su tasse e pensioni: «Se la
ma volta magari chieda a
me prima di fare investi-
menti all’estero. Anche se
io sono meno pratico di
DAL NOSTRO INVIATO ora sto con Passera. Vergo- ha continuato — sistemati- gente sbaglia a votare sta- economia, sono pratico di
gnati, Silvio». No, le titu- camente cerchiamo di an- volta, vuol dire che non politica. E la Lega è una for-
SASSUOLO (Modena) — banze sono semmai degli dare da soli». Poi, il leader c’è niente da fare». za politica e non una fab-
«Meglio perdere da qual- amministratori in corsa, padano ribadisce il concet- Poi, il capo padano tro- brica».
che parte che ingannare le che vedono in alcuni casi to: «Questa volta è una sfi- va il tempo di ribadire la fi- Se ieri Bossi era in Emi-
persone». Umberto Bossi, assai ridimensionata la da che sarà molto difficile ducia in Francesco Belsito, lia, il giorno prima ha sor-
instancabile, torna a ripete- possibilità di vittoria. Di da vincere. Ma è meglio il tesoriere del Carroccio preso i militanti della se-
re le ragioni del suo no al- questi giorni, non sono po- perdere che vincere, se vin- balzato alla ribalta per i zione milanese di via Vi-
l’alleanza con Silvio Berlu- chi i candidati che, con l’ac- cere poi significa essere co- sorprendenti investimenti sconti d’Aragona, a Città
sconi per le prossime am- cordo del Pdl, stanno alma- stretti a imbrogliare la gen- Il comizio nio. «Un bell’incontro» lo dei rimborsi elettorali pa- studi: verso le sette di se-
ministrative. Non lo fa tan- naccando su come far rien- te». Il leader ha definito Bossi, che difat- dani in Tanzania: «Belsito ra, ha deposto nell’urna la
to per i militanti, che quel- trare, almeno nel loro ca- Il leader leghista ieri, pri- del Carroccio, ti reintroduce nel discorso è un buon amministrato- sua scheda per l’elezione
lo che pensano del rappor- so, il no all’alleanza. Ma ma di arrivare in Emilia, Umberto Bossi, un tema caro all’ex mini- re, ha scelto bene come in- dei delegati al congresso
to con l’ex premier lo han- Bossi, di speranze, ne la- ha trascorso un paio d’ore 70 anni, ieri stro dell’Interno, quello di vestire soldi, non in Afri- provinciale di Milano.
no scritto anche su uno scia poche: «Magari ci sarà con Roberto Maroni, che è a Sassuolo «partito egemonico al ca, ma in Norvegia». Anzi: M. Cre.
striscione: «Basta gnocca, qualche eccezione. Però — andato a trovarlo a Gemo- (foto Cavicchi) Nord». «Tanti anni fa — «È anche grazie agli inve- © RIPRODUZIONE RISERVATA
Codice cliente:

14 Primo Piano italia: 515249535254 Lunedì 27 Febbraio 2012 Corriere della Sera

» Approfondimenti
Una città
Viaggio nel capoluogo campano

Napoli
un Paese

di Aldo Cazzullo

Megalopoli tra orgoglio e rancore


da Goethe a oggi dà identità all’Italia
Rifiuti spariti (li mandano in Olanda)
Napoli E il welfare? Appaltato alla malavita
Napoli si è ribellata e si è inorgoglita. Si è ribellata al Pd e al Pdl, Francesco Montervino andò a comprarli in un negozio di articoli Puglia a Foggia, in Basilicata a Potenza, in Calabria a Cosenza, in
La città a Bassolino e a Berlusconi, affidandosi a un magistrato fascinoso e sportivi a Paestum. Era il 2004, e il Napoli giocava con il Sora e la Abruzzo ad Avezzano: insomma, il vecchio Regno, Sicilia esclusa.
Napoli è un comune di controverso. E ha ritrovato un orgoglio che può prendere accenti Vis Pesaro. Martedì scorso, eliminato il Manchester City, toccava Ai cancelli non si sente una parola in italiano, parlano tutti dialetto.
957.614 abitanti, capoluogo rancorosi, come il risentimento verso il Nord «invasore e colonizza- al Chelsea. Per il resto pare di essere a Wembley: erba verde, pioggia sottile,
della Provincia omonima e tore», embrione di una Lega Sud prossima ventura; ma può prende- I primi tifosi a entrare al San Paolo vi trovano trecento persone atmosfera solenne; chi si alza in piedi sui sedili viene ripreso dagli
della Regione Campania. È il re anche direzioni costruttive. Se la colpa dei mali di Napoli è altro- infreddolite avvolte nel sacco a pelo. Sono lì dalla notte prima. Lo steward, «prego assettatevi», e proprio non si vedono i boss che
terzo comune italiano per ve, Napoli non può farci nulla. Ma a un numero crescente di napole- stadio è presidiato per ordine del presidente, da quando si scoprì entrerebbero mostrando non il biglietto ma la pistola. In realtà la
popolazione ed è il cuore di tani la loro città, cosi com’era diventata, non va più bene. La ama- che un impiegato del Comune vi nascondeva una santabarbara. Lo pressione della violenza, forse anche della camorra sul calcio esi-
un’area metropolitana ad no molto, ma proprio per questo cominciano a cambiarla, parten- spettacolo della curva B è impressionante, gli striscioni dei Napoli ste, l’ha testimoniato l’inchiesta del pm Melillo che ha incriminato
elevata densità abitativa, tra do dai rifiuti, che non sono più per strada: non si potranno manda- Club ricordano che questa non è una città ma, con Milano, l’unica gli undici picchiatori dei «Bronx», drappello avanzato di una tifose-
le più popolose d’Italia e megalopoli italiana, che va da Pozzuoli a Castellammare passando ria in guerra con gli ultras del Nord: odiatissimi i veronesi, detesta-
re per sempre in Olanda, ma intanto lo scandalo più nero è servito
d’Europa per Casoria, Pomigliano, Giugliano, Torre del Greco, Afragola, e ti i milanesi e ora anche i romani, amici solo genoani e catanesi.
I numeri
a scuotere la coscienza della città. Inorgoglita per due altri motivi: spinge la sua influenza nel Lazio a Terracina, in Molise a Isernia, in Allo stadio si vede male, la pista d’atletica allontana il campo e
Napoli è anche il comune l’uomo che sta salvando l’Italia, profondamente napoletano, fin dal infatti si parla di spostarlo, per il sollievo degli abitanti di Fuorigrot-
campano con l’estensione nome; e una squadra di calcio passata dalla serie C alla Champions, ta e per la preoccupazione dei tifosi della tribuna: «Se lo fanno a

8 mila
maggiore del territorio dove batte squadre di sceicchi e oligarchi. le rapine Ponticelli, a inizio partita nel parcheggio ci stanno ventimila mac-
comunale (117,27 kmq). Le registrate nel chine, alla fine ne restano diecimila». La tribuna autorità non è me-
famiglie residenti, invece, Allo stadio San Paolo 2011. Nel no colorata della curva B. Avvocati e primari elegantissimi con vesti-
secondo le ultime stime, L’estate in cui Aurelio De Laurentiis comprò il Napoli, manca- 2006 erano ti di sartoria – «domani la porto dal mio sarto, ai Quartieri Spagnoli:
sono 337.887 vano pure i palloni e le maglie per gli allenamenti: il capitano invece 14 mila una giacca 150 euro» - e il foulard nel taschino, ed energumeni con

MILANO ROMA CAP R I FORTE DEI MARMI TO R I N O M O N T E C A R LO SAINT TROPEZ


Codice cliente:

Corriere della Sera Lunedì 27 Febbraio 2012 italia: 515249535254


Primo Piano 15

La città
A sinistra, dall’alto, alcune
immagini della città di Napoli.
La stazione della metropolitana
in Piazza Dante, disegnata da
Gae Aulenti. Il cantiere della
Linea 1 davanti al Maschio
Angioino, in Piazza del
Plebiscito, dove sono stati
trovati numerosi reperti
archeologici. Infine, due interni
del tunnel borbonico
(Pressphoto/Salvatore La Porta)

berrettino biancazzurro e sciarpa «Napoli-Chelsea io c’ero». Accolte microcriminalità è più diffusa che a Palermo: la mafia stabilizza, la di tanto. Al Cardarelli il «reparto barelle» esiste da tempo e resterà
da invocazioni le stelle locali: Gigi D’Alessio – «Giggi aviv’a vincere camorra destabilizza. Moltissimi i reati non denunciati, in particola- almeno per tre mesi. Secondo piano del padiglione C, ex reparto di
tu Sanremo!» -, Biagio Izzo l’attore che fa il napoletano nei cinepa- re furti d’auto, che il derubato spera di riavere pagando al ladro il oncologia. Decine di barelle, sia pure su ruote e con un materasso
nettoni, il sindaco de Magistris che scatta foto coi tifosi; ma il più 10% del valore. più spesso di quelle delle ambulanze. Altre sono nei corridoi del-
acclamato è Lapo Elkann, la cui popolarità a Napoli è impressionan- Non è una notte di sparatorie, sono anni che i camorristi non l’Osservazione breve intensiva e del Dea, Dipartimento emergenza
te. Al fischio d’inizio, per ultimo come le spose, arriva direttamente sparano ai poliziotti, «sanno che sarebbero spazzati via» dicono lo- accettazione. Scene consuete in molti ospedali italiani. Colpisce pe-
dagli spogliatoi De Laurentiis, «’o presidente», napoletano di ritor- ro con orgoglio. È una notte in cui però si sente il respiro e il dolore rò l’incredibile numero di parenti, distesi sui materassini, accampa-
no, nato a Roma ma sudista d’elezione. di una grande città. È morta una bambina cingalese di 4 mesi, biso- L’amministrazione ti con biscotti e bottiglioni di aranciata: le guardie provano a man-
La partita riesce spettacolare, nell’intervallo si ascolta «Tu vuo’ gna verificare che non sia stata uccisa dai genitori, ma il loro stra- dare via qualcuno, ma dopo un po’ tornano, accolti con sollievo dai
fa’ l’americano» in versione rock, alla fine curve e tribuna cantano zio dice tutto, non ci sono segni di strangolamento, è stato un ri- ricoverati. A Napoli nessuno o quasi muore da solo. Chi dispone di
insieme ’O surdato ‘nnammurato - Oje vita, oje vita mia… -, l’alle- gurgito. A una ragazza hanno strappato l’I-phone di mano, in corso un comodino ha portato i libri da casa. Grisham e Faletti, natural-
natore sconfitto Villas Boas dichiara: «Avevamo contro lo spirito di Umberto. In piazza Mercato tre marocchini sono sorpresi mentre mente. Ma anche testi di storia e filosofia. Si riflette, ci si prepara a
una città, e contro una città non si può vincere». All’uscita tutti si caricano su un furgone nove ruote rubate, vengono interrogati e tornare alla vita o ad affrontare l’ignoto. Vista anche una copia di
protendono a toccare De Laurentiis ed Elkann: «Lapo vuje purtat Borges: «Altre inquisizioni».
bbuono, Lapo vuje avit’a turna’ per i quarti ’e finale!». Pure nei Quartieri Spagnoli c’è un ospedale, la Confraternita dei
Pellegrini. «Ti mando ai Pellegrini», detto nei vicoli, è una minac-
Notte sulla volante cia grave. «Ti faccio scolare» è una minaccia di morte, i cadaveri
Puoi spegnere la sirena, i lampeggianti, anche i fari. Ma appe- attendevano a lungo prima di essere inumati nella terra santa di
na l’auto della polizia si affaccia, si sentono le grida: «Mariaaa! Gerusalemme. La compenetrazione tra vita e morte è continua,
Mariaaa!». Non sono richiami d’amore. È la vedetta che avverte mai viste tante mummie e tanti teschi come nelle chiese di Napoli.
gli spacciatori. L’assistente Giuseppe Esposito, alla guida della Quando c’erano i confratelli, fino a trent’anni fa, i posti letto erano
volante Alfa05, e il commissario capo Lorenzo Gentile indicano 400. Ora comanda la Regione e sono 99, più qualche decina di barel-
il muro di lamiera tra le case, dietro cui la vedetta è appostata. In le: cinque nel corridoio di cardiologia, tre in quello di chirurgia
un attimo non c’è più nessuno. Tranne sei ragazzi. Sanno che la generale; è l’ora di pranzo, i malati mangiano dentro scatole di allu-
polizia non può far loro nulla. E sono talmente persi nel loro minio, distesi sul fianco come su un triclinio.
viaggio verso il nulla che non si muovono neppure. Uno si guar- Qualche metro più in giù, Spaccanapoli, con la casa di Benedet-
da il collo nello specchietto di un furgone, alla ricerca della vena to Croce. Quando il filosofo morì, il 20 novembre 1952, Orio Verga-
giusta. ni annotò in un memorabile articolo che le prime firme sul registro
A guardare la situazione economica e quella criminale, non è erano quelle incerte degli abitanti dei bassi. Quando fu sepolto Ma-
che i motivi di orgoglio siano tanti. Racconta il questore Luigi Me- rio Merola, il 14 novembre 2006, Giuseppe D’Avanzo denunciò
rolla che, quand’era ragazzo, nella sua Bagnoli la criminalità non l’omaggio reso da Bassolino e Russo Iervolino alla «napoletane-

❜❜
esisteva: lavoravano tutti all’Italsider. Ora della fabbrica sono rima-
ste mura sinistre e una spiaggia di detriti; e ci si deve arrangiare.
Con un impiego pubblico: Napoli - tra Comune, Provincia, Regione
- ha più dipendenti dell’Unione Europea. Con una bottega artigia-
na: l’antica economia dei bassi si è riprodotta a Secondigliano,
ovunque laboratori che fanno abiti da sposa, cioccolato, borse, scar- La voglia di riscossa passa dai
pe, ovunque insegne sgargianti di centri massaggi, «compro oro»,
successi del Napoli Calcio ai
portati via. Si va sui luoghi dello spaccio. In via Tertulliano a Socca-
Giannelli vo, dove si allenava il Napoli di Maradona. Poi alle Vele, ormai se- giovani che riaprono il tunnel
mideserte, abitate abusivamente dalle ultime famiglie. Le loro ge-
melle di Nizza sono condomini di lusso; queste saranno abbattute, borbonico e piantano fiori
due sono già sparite, ne resterà soltanto una, in memoria di un
esperimento fallito. L’assistente Esposito è in servizio da 14 anni, ria»: «La Napoli plebea e ormai culturalmente egemone si è come
Gentile è appena arrivato da Roma per amore ed è contento, dice aggrappata alle spoglie di Merola per trovare ragione di se stessa, e
che i napoletani sono più gentili, la moglie incinta non riesce a fare la volontà di ripetere ancora in faccia a tutto il mondo e a tutti i
un passo senza che i vicini la riempiano di premure. I commissari napoletani spaventati: questa è Napoli e Napoli siamo noi». Oggi la
sono tutti laureati, parlano come giuristi, dicono «porre in essere» città vive una fase paragonabile al ’93, quando era crollato il siste-
e «fattispecie di reato». «La gente sostiene che non facciamo nulla ma Dc dei Cirino Pomicino – tutt’ora presidente della Tangenziale
contro lo spaccio, ma non è vero. Meglio di noi possono lavorare – e le illusioni del bassolinismo erano intere. Anche adesso c’è un
quelli della Mobile, che non portano la divisa. Ma per filmare gli nuovo sindaco, ma i denari pubblici sono finiti, anzi il Comune
spacciatori ci vuole tempo. Poi devi rivolgerti al pm, che deve ave- fatica a trovare i soldi per gli stipendi, anche se spende per ospitare
re l’autorizzazione del gip. Capita di aspettare un anno per un man- l’America’s Cup. Però c’è un fervore di giovani, di volontari, di asso-
dato d’arresto». Dal carcere lo spacciatore uscirà molto prima. ciazioni dai nomi immaginifici – Friarielli Ribelli, Fuorigrotta Mo-
Ci avviciniamo al ragazzo che si droga davanti allo specchietto ving, La Paranza – che riaprono il tunnel borbonico, gestiscono le
del furgone. Avrà trent’anni, ma ha un volto da vecchina. Indossa i catacombe, piantano fiori e piante. Ci sono soprattutto sempre più
negozi di uccelli esotici e centri per l’abbronzatura che si chiamano pantaloni della tuta e un giubbotto con il cappuccio, attorno alla napoletani che non si rassegnano alla crisi, alla camorra, al degra-
«Tropicana» e «Inferno giallo». Non mancano certo le storie di im- gamba destra ha un ferro che sostiene una frattura mai guarita. È do. Ci sono persino più motociclisti con il casco. I cantieri della
prenditori di successo, anche se molti se ne vanno altrove: Luciano buio, tira vento, la prima sensazione è di paura e impotenza, poi in metro sembrano eterni, ma ogni tanto partoriscono una stazione
Cimmino della Yamamay a Gallarate, l’armatore Gianluigi Aponte un attimo pensi che potrebbe essere tuo figlio o tuo fratello e ti capolavoro dell’arte contemporanea, ieri piazza Dante, oggi piazza
della Msc in Svizzera. Ma, dopo la burocrazia, la prima fonte di ma- prende una pena infinita, vorresti abbracciarlo e portarlo via; ma Borsa.
nodopera e di welfare è la malavita. Spiega l’ex procuratore capo lui ha uno scatto, in mano ha una siringa piena di sangue, i poliziot- Croce amava citare un’antica definizione di Napoli: «Un paradi-
Giandomenico Lepore - incontrato nelle scuderie di Palazzo Sanse- ti devono aver avuto l’ordine di evitare rischi inutili, ci portano a so abitato da diavoli». Di questa città oggi si potrebbe ripetere quel
vero mentre compra un Pulcinella dell’artista Lello Esposito - che i prendere un caffè in uno dei bar di Scampia aperti la notte; ma che disse Umberto Eco di Torino: «Senza l’Italia Napoli sarebbe più
capi storici della camorra sono tutti morti o in galera, anche se qual- anche il commissario capo Gentile e l’assistente Esposito hanno o meno la stessa; ma senza Napoli l’Italia non ci sarebbe». Se Tori-
cuno continua a comandare da Poggioreale. Contro il racket e l’usu- cambiato umore, non sono ancora diventati cinici, si sentono impo- L’elezione no ha fatto l’Italia a San Martino e a Mirafiori, con il Risorgimento e
ra si è fatto molto. «Il vero carburante delle mafie è la droga». La tenti, non rassegnati. Nel febbraio 2011 l’esponente idv Luigi de con l’industria, Napoli all’Italia ha dato un’identità. All’estero pen-
situazione, aggiunge il questore, in teoria è pessima; in realtà quel Magistris si è candidato a sindaco di Napoli sano il nostro Paese come un’immensa Napoli, il sole il mare la
che c’era da perdere è già stato perso, quel che c’era da rubare, ruba- Negli ospedali e tra i vicoli per le elezioni comunali di maggio. pizza gli spaghetti. Noi possiamo pensare a Totò, a Eduardo, a Di
to. Scippi e rapine in periferia sono rari; i delinquenti colpiscono al Lo scandalo dei malati in barella a Napoli non ha indignato più Sostenuto da Idv, Federazione della Sinistra, Giacomo, a Mimmo Paladino. Il principe di San Severo, quello del

❜❜
Vomero o in centro: metà Napoli rapina l’altra metà. Partito del Sud e dalla lista civica «Napoli è Cristo velato e degli esperimenti alchemici, ha lasciato scritto che
Merolla guida una macchina da 4.300 poliziotti. La questura di Tua», dopo avere anche rifiutato «non è data all’umana debolezza l’esistenza di grandi virtù senza
Napoli è da sempre una punta d’eccellenza, questori di Napoli sono l’apparentamento formale con il Pd, ha grandi vizi». A Napoli le virtù e i vizi d’Italia sono elevati a potenza.
stati l’attuale capo della polizia Manganelli e un personaggio leg- vinto al ballottaggio contro l’esponente del Come aveva intuito Goethe, «dov’è più forte la luce, l’ombra è più
gendario come Arnaldo La Barbera. Anche Merolla è un personag- nera».
gio: molto amato dai suoi uomini, melomane - habitué del San Car- La città dell’impiego pubblico Pdl Gianni Lettieri, con il 65,37% dei voti
L’emergenza http://blog.aldocazzullo.it
lo, il teatro con la migliore acustica al mondo -, gastronomo — il
maître di Ciro a Santa Brigida gli propone a colpo sicuro il sartù ha più dipendenti dell’Unione Una delle prime emergenze che il nuovo
sindaco si è trovato ad affrontare è stata
© RIPRODUZIONE RISERVATA

appena sfornato —, spiega che i dati della criminalità sono in mi-


glioramento. Il 1982, l’anno dei 200 omicidi, è lontano. Ancora nel Europea. E al Cardarelli quella dei rifiuti, tuttora non completamente
risolta. Per affrontarla, si è deciso di GUARDA
il video del reportage su
2006 ci furono 14 mila rapine. Ora sono 8 mila. Le altre si fanno
altrove: «Napoli è una Tortuga che esporta rapinatori». La c’è il «reparto barelle» mandare gran parte dei rifiuti all’estero www.corriere.it
Codice cliente:

16 italia: 515249535254 Lunedì 27 Febbraio 2012 Corriere della Sera


Codice cliente:

Corriere della Sera Lunedì 27 Febbraio 2012 italia: 515249535254


Primo Piano 17

Politica e giustizia Il caso ❜❜ C’è la necessità di intervenire su meccanismi che troppo spesso
non portano a ottenere giustizia Corrado Passera ministro dello Sviluppo

«Cambiare la prescrizione», no del Pdl Le sei prescrizioni

Passera: fallimento di tutti. La Lega: è stata una sentenza politica Processo


All Iberian
In primo grado
ROMA — Il giorno dopo, Sil- canismi che troppo spesso non l’ex premier Silvio
vio Berlusconi si gode ancora la portano a ottenere giustizia». Berlusconi viene
sensazione di scampato perico- Quasi le stesse parole del vice condannato a due
lo: «Ieri non ho chiuso la serata presidente del Csm Michele anni e nove mesi
come volevo, ma insomma, nel Vietti, che fanno insorgere Fa- con l’accusa di
complesso...», ha scherzato allu- brizio Cicchitto: «A Vietti ri- finanziamento illecito
dendo alla rabbia per niente spondiamo che i tre gradi di al Psi di Craxi.
sbollita del gol negato al Milan. giudizio non sono un lusso, ma Un anno dopo,
Il Cavaliere sa bene che — sono una esigenza di garanzia nel 1999, scatta
con la sentenza di prescrizione per tutti che vale moltissimo. E in appello
del processo Mills — le sue gra- quanto alla prescrizione, è con- la prescrizione
ne giudiziarie non sono affatto sigliabile per tutti non rimetter-
finite, ma la sensazione è che il ci mano». Altrimenti «noi ripro- Lodo
cammino sia in discesa: «Quel- poniamo la separazione delle
la di corruzione sarebbe stata carriere, e vediamo se andare al- Mondadori
un’accusa falsa e infamante, la sfida su questi temi aiuta o Berlusconi viene
ma su Ruby non potranno dav- no il governo...». accusato di
vero inventarsi nulla». E dun- corruzione del
que, sempre più convinto che giudice Vittorio

90
«la scelta fatta con il governo Metta. Nel 2001, nel
Monti sia stata giusta» anche penale, è prosciolto
perché «tutti i rapporti si fanno I giorni grazie alla
più facili», ha rassicurato i a disposizione dei giudici concessione
suoi: ora si dedicherà ai «tanti per depositare le motivazioni di attenuanti che
progetti che ho per il partito». determinano
L’aria dunque «è cambia- Insomma, se non è un aut la prescrizione.
ta», come spera e crede Berlu- In Tribunale Silvio Berlusconi il 28 marzo 2011 per il processo Mediatrade aut poco ci manca. Per questo, Condannato
sconi? Umberto Bossi ne sem- nel Pdl prevedono che, nono- nel 2007 il suo
bra convinto: «Berlusconi è Pd infatti si continua a chiedere Ma a creare malumori nel stante gli auspici di Casini, di avvocato Previti
stato più abile di me, io pen- a Berlusconi di «rinunciare alla Pdl ieri è stato soprattutto Cor- grandi riforme sul tema se ne
savo che fosse condannato, prescrizione», nel Pdl replicano rado Passera, autore di un com- faranno pochine: «Qualcosa su Compravendita
invece i suoi voti sono deter- indignati che contro di lui c’è mento considerato «altamente responsabilità civile per i magi-
minanti per il governo... I stata solo «persecuzione». imprudente»: «Quando si arri- strati — dicono —, forse sulle di Lentini
giudici non sono ciechi, né
sordi, vivono anche loro il mo- Le tre donne del collegio va alla prescrizione è un falli-
mento sia per la giustizia che
intercettazioni. Di più si potrà
ottenere solo sulla riforma del-
Berlusconi, come
presidente del
mento politico... Magari è in- Tre giudici donna nel collegio: Il leader della Lega per l’imputato, è una chiusura la giustizia civile». Terreno mol- Milan, è accusato di
nocente, ma vista da fuori è da sinistra Antonella Lai, «Magari Berlusconi è innocente, senza risultato — l’opinione to meno esplosivo di quello del- falso in bilancio
una brutta impressione». Paolo la presidente Francesca Vitale del ministro dello Sviluppo —. la giustizia penale, a un anno nell’acquisto del
Bonaiuti è cautissimo: «Se la ma vista da fuori è una brutta I casi di prescrizione in Italia so- dal voto. giocatore del Torino
e Caterina Interlandi
sentenza Mills rafforza la tre- impressione» no un indicatore grave, e c’è la Paola Di Caro Gianluigi Lentini.
gua? Speriamo...». In verità dal necessità di intervenire su mec- © RIPRODUZIONE RISERVATA Il reato è prescritto
nel 2002,
durante il
dibattimento, per
COMANDO GENERALE COMANDO GENERALE
DELLA GUARDIA DI FINANZA
Il «padre» della legge «Volevo più rigore. Poi arrivò un emendamento di Forza Italia» effetto della
DELLA GUARDIA DI FINANZA depenalizzazione
VII REPARTO VII REPARTO
del falso in bilancio
AVVISO DI AGGIUDICAZIONE DI APPALTO
Si rende noto che in data 20.12.2011, è
stata aggiudicata la fornitura di due pattu-
gliatori multiruolo con relativo pacchetto
AVVISO DI AGGIUDICAZIONE DI APPALTO
Si rende noto che in data 22.12.2011, è stato sti-
pulato il contratto n. 460 di rep. per l’esecuzione
di attività concernenti la manutenzione e la revi-
Cirielli: riforma provvidenziale Previti. Ora, premesso che io non
Bilanci
Fininvest
Ma io la pensai all’opposto
sione dei motori MTU (mano d’opera e fornitura
logistico. Per notizie più dettagliate e com- di parti di ricambio), nonché la fornitura di motori avevo nulla contro Previti, di pas-
plete si rinvia all’apposito avviso relativo ricondizionati e la tenuta di corsi di aggiorna-
agli appalti aggiudicati, pubblicato sulla mento professionale. Per notizie più dettagliate e
sare alla storia come uno che fa Il Cavaliere è
Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana complete si rinvia all’apposito avviso relativo agli leggi per salvare questo o quello, accusato di falso
appalti aggiudicati, pubblicato sulla Gazzetta Uf-
- V Serie Speciale “Contratti Pubblici” n. 16
ficiale della Repubblica Italiana - V Serie Speciale
francamente, non mi andava pro- nei bilanci
del 08.02.2012 e disponibile anche sul sito
Internet www.gdf.it, nonché a quello in-
“Contratti Pubblici” n. 16 del 08.02.2012 e dispo- «Eccomi, sono Edmondo Ciriel- «Già. Io segnalai prontamente prio. Così, mi dimisi da relatore». consolidati del
nibile anche sul sito Internet www.gdf.it, nonché
viato all’Ufficio delle Pubblicazioni Ufficiali a quello inviato all’Ufficio delle Pubblicazioni Uf-
li... sì, quello della cosidetta legge che era davvero un’idea bizzarra. La norma Un gesto importante. gruppo Fininvest
dell’Unione Europea in data 24.01.2012. ficiali dell’Unione Europea in data 24.01.2012. "ex Cirielli"». La mia legge aveva un’ispirazio- «Che non bastò. Quelli...». (per un totale
IL CAPO DEL VII REPARTO IL CAPO DEL VII REPARTO (Avevano ragione: l’onorevole ne, mi passi il termine, "rigori- Quelli chi? di 1.500 miliardi
(Gen. D. Sebastiano Galdino) (Gen. D. Sebastiano Galdino) La legge
Cirielli — 48 anni, da Nocera In- sta", e davvero sbatteva con una «Quelli, i miei colleghi di Forza di vecchie lire).
COMANDO GENERALE COMANDO GENERALE feriore, ex An, ora Pdl, presidente riforma di tipo, mi passi pure que- La numero 251, Italia, andavano infatti diritti co- Nel 2003, in fase
DELLA GUARDIA DI FINANZA DELLA GUARDIA DI FINANZA sia della Provincia di Salerno, sia st’altro concetto, "garantista"». la ex Cirielli me treni con il loro progetto. De- di udienza
VII REPARTO UFFICIO APPROVVIGIONAMENTI della Commissione Difesa della Cosa risposero a tale obiezio- (così chiamata vo confessarle che furono giorni preliminare,
AVVISO DI AGGIUDICAZIONE DI APPALTO AVVISO RELATIVO AGLI
Camera — non risponde al cellu- ne i suoi colleghi di Forza Italia, perché piuttosto spiacevoli. Anche sul scatta anche
Si rende noto che in data 21.12.2011, è stato APPALTI AGGIUDICATI
stipulato il contratto n. 453 di rep. per la forni- Si rende noto che in data 23.12.2011 questo lare se vede numeri che non cono- all’epoca alleati di An? sconfessata piano umano». in questo
tura di: a) n. 5 (cinque) battelli pneumatici cabi- Comando Generale ha aggiudicato l’appalto sce; allora bisogna spedirgli un «Scoppiò un putiferio. Di fatto, dal suo primo Sul piano umano, scusi, in la prescrizione
nati in configurazione multiruolo della lunghezza
di 11 metri; b) n. 15 (quindici) battelli pneuma-
di servizi, codice CIG 3622239E2B. Per no-
sms, presentarsi, e lui — di solito ma questo non lo scriva, avevo firmatario), che senso?
tizie più dettagliate e complete si rinvia al-
è stata
tici cabinati della lunghezza di 9,50 metri. Per
notizie più dettagliate e complete si rinvia all’ap-
l’apposito avviso relativo agli appalti
aggiudicati, pubblicato sulla Gazzetta Uffi-
— chiama dopo poco). smascherato la loro manovra».
introdotta il 5
«Sa, io nella politica metto una Diritti tv
«Dobbiamo parlare del proces- Ridurre la prescrizione da 15 forte tensione morale ed etica: so-
posito avviso relativo agli appalti aggiudicati,
pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repub- ciale della Repubblica Italiana - V Serie
Speciale “Contratti Pubblici” n. 13 del so Mills, suppongo». anni a 10, avrebbe fatto comodo dicembre 2005 no un ufficiale dei carabinieri, te- Mediaset
blica Italiana - V Serie Speciale “Contratti Pub-
blici” n. 16 del 08.02.2012 e disponibile anche 01.02.2012 e disponibile anche sul sito In- Suppone bene. a più di qualche imputato. nente colonnello, in aspettativa; L’ex premier viene
sul sito Internet www.gdf.it, nonché a quello in- ternet www.gdf.it, nonché a quello inviato
«Mah... Vedere il mio cognome «Beh, più o meno la faccenda Cosa prevede ho studiato presso la scuola mili- accusato di
viato all’Ufficio delle Pubblicazioni Ufficiali del- all’Ufficio delle Pubblicazioni Ufficiali delle
l’Unione Europea in data 24.01.2012. Comunità Europee in data 18.01.2012. associato a questa legge che è de- fu letta così. Ma, sul momento, La legge tare Nunziatella di Napoli, sono appropriazioni
IL CAPO DEL VII REPARTO IL CAPO DEL VII REPARTO finita... come dire?...». non si pensò a Berlusconi. Quan- ha previsto stato all’Accademia di Modena, indebite nel processo
(Gen. D. Sebastiano Galdino) (Gen. D. Sebastiano Galdino)
Ad personam... to, piuttosto, a Previti. Molti gior- l’inasprimento insomma ho un’educazione e una sulle irregolarità di
AUTORITA’ PORTUALE «Diciamo così, diciamo ad per- nali scrissero: ecco la legge salva delle pene cultura di un certo tipo...». Mediaset nella
ISMETT
ISTITUTO MEDITERRANEO DI PALERMO sonam, mi infastidisce un bel po’. per i recidivi A quel punto, cosa accadde? compravendita dei
PER I TRAPIANTI E TERAPIE AVVISO ESITO DI GARA Perché questa legge non è mia, ac- ma anche la «Mi dimisi anche da proponen- diritti tv. Per questo
AD ALTA SPECIALIZZAZIONE Si rende noto che l’appalto dei “La- cidenti!». riduzione dei te, ritirai la firma dalla proposta reato la prescrizione
PALERMO vori di riorganizzazione dei flussi e Prosegua. tempi di di legge. Purtroppo, il regolamen- arriva all’inizio del
DIALOGO COMPETITIVO RCT/O riqualificazione del Varco Amari del
«Non è mia. Punto». prescrizione dei to parlamentare prevede che il co- dibattimento, nel
E’ indetto Dialogo Competitivo, ai sensi porto di Palermo, necessari per mi-
gliorare i controlli di sicurezza previ- Coraggio, racconti. reati, oltre a gnome del proponente resti co- 2007. È ancora in
dell’art. 58 del D. Leg.Vo n. 163/06 e suc-
cessive modificazioni ed integrazioni, per sti dalla vigente normativa. Interventi «Mhmm...». una serie di munque sui documenti: viene ag- corso il processo per
l’affidamento del servizio di copertura as- finalizzati ad elevare la sicurezza Coraggio. Deputato misure definite giunto solo un asterisco piccolo frode fiscale
sicurativa dei rischi di responsabilità ci- nel porti. Legge 413/98” - CIG «pacchetto
vile verso terzi e verso prestatori d’opera «Vede, nel 2005 io ero vice ca- Edmondo piccolo, accanto a cui si spiega
1374513BFF è stato aggiudicato, Napoli»
(RCT/O) derivanti dall’attività istituzionale
di ISMETT e di UPMC Italy - per quest’ul-
con Decreto del Presidente n. 310 pogruppo di An alla Camera e Cirielli ciò che è accaduto». L’ultimo:
del 09-11-2011, alla “CO.MA.CA. membro della commissione Giu- Brutta storia.
tima limitatamente alle attività svolte
nell’ambito del progetto ISMETT - per il Srl”, con sede a Valderice (TP). stizia: in tale veste, proposi una «Bruttissima. Detto questo, il il caso Mills
periodo di tre anni dalla decorrenza even- IL SEGRETARIO GENERALE legge che prevedeva un grande processo Mills era oggettivamen- Sabato scorso Silvio
tualmente rinnovabili per un ulteriore (Ing. Riccardo D’Amico) inasprimento per i recidivi. Au- te durato troppo». Berlusconi è stato
triennio. CPV 66516000-0. Importo sti-
mato massimo non superabile del pre- mento delle pene, un minor nu- Detto questo, la legge che por- prosciolto
mio annuale euro 1.900.000,00. Valore mero di benefici carcerari... Una ta il suo cognome si è rivelata per prescrizione
complessivo presunto massimo dell’ap- legge seria, importante, di assolu- provvidenziale per Berlusconi. dall’accusa di aver
palto, al lordo delle opzioni di proroga e
rinnovo, euro 11.400.000,00; Codice CIG GARA DI APPALTO PER LA FORNITURA DI CARTUCCE E TONER ORI- to rigore, se posso dire. Solo che, «Provvidenziale, sì. Anche se corrotto con 600 mila
3928057F2A. Le domande di partecipa- GINALI E CERTIFICATE RIGENERATE PER LE ESIGENZE DELLE DI-
VERSE UU.OO. DELL’AZIENDA OSPEDALIERA SANT’ANDREA PER all’improvviso, comparve un nei confronti di Berlusconi un cer- dollari David Mills
zione dovranno pervenire entro le ore UN PERIODO DI 12 MESI RINNOVABILE PER ULTERIORI 12 MESI.
emendamento». to accanimento c’è stato. O no?». per ringraziarlo di
COMUNICATO PROROGA DEI TERMINI
12,00 del giorno 16 marzo 2012. Il bando
integrale di gara, inviato alla G.U.U.E. il
A tutti gli operatori economici interessati si comunica che, visti i chia-
rimenti pervenuti, si è ritenuto necessario ed opportuno prorogare il Che emendamento? (Qui finisce la prima telefona- averlo protetto dalle
10 febbraio 2012, verrà pubblicato sulla termine ultimo e perentorio per la presentazione delle offerte, fissando
tale termine per il giorno 07/03/2012 alle ore 12.00, ciò al fine di for- «Una roba strana, infilata lì, ta. Ne è seguita poi una seconda, indagini della procura
G.U.R.S. Gli interessati possono scari- nire a tutti i partecipanti il tempo utile nella predisposizione della pro-
senza apparente motivo, da quel- più breve, in cui l’onorevole Ciriel- di Milano deponendo
pria offerta. In considerazione di ciò viene posticipata la data della
care gratuitamente il bando integrale, il seduta pubblica al giorno 12/03/2012 alle ore 10.30.
documento descrittivo e i relativi allegati IL DIRIGENTE U.O.S. PROGRAMMAZIONE ACQUISITI li di Forza Italia». li ha tenuto a definire Silvio Berlu- come testimone
E GESTIONE SPESE IN ECONOMIA
dal sito internet www.ismett.edu ovvero (dott. Filippo Zanutti) Contenuto dell’emendamen- sconi «il miglior uomo politico nel ’97 e nel ’98
ottenerne copia rivolgendosi al Dip. Ac- to? che gli italiani abbiano ancora a
quisti di ISMETT (tel. 091.21.92.577).
ISMETT «Riforma della "prescrizio- disposizione»).
Direttore dell’Istituto ne"». Fabrizio Roncone
Prof. Bruno Gridelli Curioso. © RIPRODUZIONE RISERVATA
18 italia: 515249535254 Lunedì 27 Febbraio 2012 Corriere della Sera

Esteri
Consultazione Ieri si è votato per approvare la nuova Costituzione

La Siria va al referendum
Ma la repressione continua
Controsenso beffardo della re il motivo per cui il fronte tatura non sembra affatto aper-
«democrazia» promessa dal dit- Le vittime composito dei ribelli lo abbia ri- ta al cambiamento. A Damasco
tatore. Con il referendum vota- fiutato in toto e dalle capitali oc- specificano infatti che la rifor-
to ieri in nome del plu- cidentali sia stato definito plate- ma entrerà in vigore solo dopo
ralismo e del dialogo almente «una farsa». L’idea di la fine del secondo mandato
con le opposizioni, referendum costituzionale era del presidente. Non vengono
Bashar Assad si garan- stata avanzata nell’estate scorsa inoltre chiarite le procedure
tisce di essere presi- dal regime in risposta al cresce- per garantire la trasparenza del
dente sino al termine re delle critiche internazionali e voto. Nel Duemila Assad venne
del suo secondo man- dell’incremento esponenziale scelto con un ridicolo 97,29%
dato nel 2014 e addirit- delle violenze in Siria. Si incen- delle preferenze. E riconferma-
tura si posiziona per tra sul principio di apertura alla to nel 2007 con un ancora più
poter restare sino al possibilità del multipartitismo, improbabile 97,62. La tv di Sta-
2028. In tutto per even- compresa l’abolizione dei privi- to lo ha mandato ieri in onda a
tuali 28 anni. Solo due legi goduti dal partito Baath (al lungo, mentre votava nella capi-
in meno di suo padre Hafez, Sono oltre 7.000 le vittime in potere dal golpe militare del tale a fianco della moglie Asma, Damasco Il presidente Bashar Assad con la moglie Asma alle urne per il referendum costituzionale (Epa)
che fu presidente dal colpo di Siria dal marzo 2011: lo dice 1963), che sino ad ora era consi- mentre per le vie del centro de-
Stato nel 1970 alla morte nel un recente rapporto della derato il fondamentale «garan- cine di migliaia di sostenitori dei sunniti) decise a combatte- dito qualsiasi operazione di vo- desco, Guido Westerwelle, che
Duemila. Commissione d’inchiesta Onu. te dello Stato». Secondo punto del regime inneggiavano alla ri- re in ogni modo la rivolta delle to. Si è sparato a Hama, Idlib, ha accusato Assad di mettere in
E’ sufficiente considerare Sopra, una famiglia piange i è il limite imposto ai mandati forma. Non c’è dubbio infatti forze rivoluzionarie a maggio- nella zona di Deraa e persino scena «una farsa di cattivo gu-
questo aspetto della proposta cari uccisi a Homs (immagine presidenziali, che non possono che esistano ampie minoranze ranza sunnita. nei centri urbani attorno a Deir sto». E ha aggiunto: «Questo vo-
di riforma costituzionale avan- tratta da video su YouTube) essere più di due (7 anni ciascu- di siriani (per lo più sciiti-alaui- Ma in larga parte del Paese il al Zour, nel deserto lungo il con- to è una vergogna. Non può cer-
zata dal regime per comprende- no). Ma è nei dettagli che la dit- ti, cristiani e anche una parte fuoco delle sommosse ha impe- fine con l’Iraq. Cuore delle vio- to contribuire a risolvere la cri-
lenze resta comunque Homs, si. Assad deve prima porre fine
dove i bombardamenti delle alle violenze, quindi aprire se-
truppe lealiste continuano pe- riamente la strada per la transi-
santissimi dai primi di febbra- zione politica». Il segretario di
io. I gruppi dell’opposizione se-
gnalano soltanto ieri tra i 31 e
50 morti, per lo più civili vitti- Scontri
me della rappresaglia indiscri- L’opposizione segnala tra
minata dei lealisti. La dittatura i 31 e 50 morti ieri, per lo
non ha fornito alcuna risposta
alle richieste della Croce rossa più civili vittime della
internazionale che vorrebbe rappresaglia dei lealisti
evacuare i feriti (tra cui due
giornalisti occidentali) intrap-
polati a Baba Amr, il quartiere Stato Usa, Hillary Clinton, ha pe-
più devastato di Homs. Da qui i rò rinnovato una nota di caute-
residenti fanno sapere via satel- la (emersa venerdì anche al ver-
litare e internet che non «vote- tice di Tunisi sulla Siria) riba-
ranno mai per legittimare un dendo «la necessità di evitare
presidente Killer». «Non si va un intervento internazionale ar-
alle urne sotto la minaccia dei mato», che a suo parere «ri-
cannoni», ha detto al telefono schierebbe di accelerare la guer-
un civile da Hama alla stampa ra civile».
straniera. Dura anche la reazio- Lorenzo Cremonesi
ne del ministro degli Esteri te- © RIPRODUZIONE RISERVATA

Il caso In arrivo anche il ministro Terzi

Marò fermati in India


Domani la perizia
DAL NOSTRO INVIATO no. Particolare di per sé non de-
cisivo, ma che aprirebbe un’al-
KOCHI (India) — Balistica e tra contraddizione nell’impian-
diplomazia. Ieri mattina gli to accusatorio, dopo la doppia
esperti dei carabinieri arrivati versione (una a Kochi, l’altra a
da Roma, Luca Flebus e Paolo Kollam) sul calibro delle pallot-
Fratini, hanno passato qualche tole recuperate con l’autopsia.
ora sulla spiaggia di Neendaka- Ora comincia la settimana
ra (un centinaio di chilometri che potrebbe essere decisiva.
da Kochi, India meridionale) a Domani l’Alta corte di Kerala
esaminare e fotografare lo sca- (sede a Kochi) giudicherà sul
fo del Sant’Antony, l’imbarca- conflitto di attribuzione giuri-
zione su cui sono stati uc-
cisi il 15 febbraio i due pe-
scatori Valentine Jalesti-
ne e Ajeesh Binki. Un’ispe-
zione collaterale rispetto
alla prova su calibro e fu-
cili che dovrebbe comin-
ciare domani (sciopero
generale permettendo)
per stabilire se a sparare
siano stati i due marò
Massimiliano Latorre e
Salvatore Girone, ancora
in stato di fermo a Kochi.
Il team italiano che segue
Nave italiana Poliziotti indiani
la vicenda sta limitando
con una cassa di armi sequestrate
al minimo le informazio-
ni. Occorre, dunque, fare
il giro largo, attingendo anche sdizionale. Ma sarebbe vera-
da fonti indiane. Si viene a sa- mente una sorpresa se i magi-
pere allora che le tracce indivi- strati decidessero di consegna-
duate, nonostante il legno sia re dossier e marò alla giustizia
veramente deteriorato, potreb- italiana. Sempre domani la di-
bero portare a rivedere la pri- plomazia produrrà il massimo
ma versione della Guardia co- sforzo con la visita del mini-
stiera di Neendakara. Il pesche- stro degli Esteri Giulio Terzi di
reccio non sarebbe stato crivel- Sant’Agata.
lato da 60 colpi, come è scritto Giuseppe Sarcina
nel rapporto, bensì molti di me- © RIPRODUZIONE RISERVATA

Codice cliente:
Codice cliente:

Corriere della Sera Lunedì 27 Febbraio 2012 italia: 515249535254


Esteri 19

Internet Cade la censura sul social network: «Vogliamo democrazia»

Pagina web di Obama


«occupata» dai cinesi
Un fiume di messaggi su Google+ del presidente
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE Con l’iPad
PECHINO — L’utente A destra, il
Young Yang l’ha proclamato presidente
con chiarezza spudorata: «Oc- americano
cupare la pagina Google+ di Barack Obama
Obama è glorioso come occu- segue un briefing
pare Wall Street». Non è il solo sull’iPad. A
a pensarlo e non è stato il solo sinistra, la sua
a farlo. Sono centinaia gli inter- pagina su
nauti cinesi che per alcuni Google+: ieri è
giorni hanno approfittato di stata presa di
un varco nella censura della mira da centinaia
Rete e hanno riempito la pagi- di utenti cinesi
na del presidente americano
aperta sul social network. cupy», declinato in modo di- chissimi casi di cui in Cina sia- Un clima che ricorda la curiosi- gennaio, poi vinte dal naziona- a Hong Kong, e questo partico- di reclamizzare le loro offerte
Google+, lanciato lo scorso an- vertito: «Occupy Obama». no circolate notizie fuori dalla tà sollecitata in Cina (anche lista Ma Ying-jeou. lare — insieme con lo stile che sul social network ufficialmen-
no, è normalmente bloccato Non sono mancati rimandi al- cerchia ristretta degli attivisti. tra i media ufficialissimi) dai Gli interventi risultano scrit- richiama il linguaggio dei mi- te bloccato sono circa 3 mila e
dal Great Firewall cinese, co- la sorte dell’avvocato dissiden- E ancora, esplicito Macrov vivaci dibattiti televisivi che ti nei caratteri semplificati in croblog cinesi — ha suggerito il loro numero è triplicato in
me il più frequentato Face- te Chen Guangcheng, di fatto Gao: «Basta casino, l’importan- avevano preceduto le elezioni uso in Cina, e non in quelli tra- che i testi siano in grandissi- un anno. «Si tratta di aziende
book, eppure l’improvviso ac- segregato in casa, uno dei po- te è il sistema democratico». presidenziali di Taiwan del 14 dizionali impiegati a Taiwan o ma parte autentici. L’euforia di giochi, scuole di lingua,
cesso ha consentito un inusua- sottesa ai testi non oscura il agenzie turistiche». Dal canto
le contatto fra la variegata ga- fatto che in Cina sia diffuso suo, Facebook ha aperto nel
lassia del web cinese e uno de- Un anello di 15 chilometri l’uso delle vpn, programmi 2011 una sede a Hong Kong
gli strumenti ai quali lo staff concepiti per scavalcare la cen- (dov’è accessibile) in aggiunta
di Barack Obama si affida per sura e accedere a siti e a temati- a Singapore, e l’interesse per
sostenere la sua rielezione. Catena umana a Mosca che altrimenti bloccati, da Fa- un mercato monstre è stato
È stata un’invasione in gran cebook a YouTube, da Twitter esplicitato in più occasioni.
parte ludica ma qua e là affio- contro Vladimir Putin ad Anobii. Le vpn sono anzi di- Nel frattempo, avanti con l’as-
rano riferimenti alle forme di ventate talmente familiari ai saggio via web della democra-
controllo politico. Così, Lin MOSCA — In 30 mila hanno ieri sfidato il netizen della Repubblica Popo- zia all’americana. A Zhon-
Yangzhang esorta ironicamen- gelo creando a Mosca una catena umana di lare, che ormai esistono azien- gnanhai, il ben sigillato quar-
te «l’imperialismo americano oltre 15 chilometri per chiedere «libere de che investono in pubblicità tiere dei leader accanto alla Cit-
a liberarci», mentre Ga Mei elezioni» e in segno di protesta contro il proprio su Facebook. L’obietti- tà Proibita, potrebbero non es-
(sorellina) chiede: «Siete stati premier Vladimir Putin. «Vogliamo una vo è commerciale, non politi- sere troppo preoccupati. In
voi a occupare la pagina di Russia senza Putin», era uno degli slogan co. Una società di Pechino, ad- fondo è Occupy Obama: non
Obama o è stato Obama a occu- intonati dai manifestanti che, tenendosi per Sage, ha avviato due anni fa Occupy Zhongnanhai.
pare il vostro cuore? Cittadini mano lungo l’anello dei giardini attorno al una partnership con Face- Marco Del Corona
della grande Cina, conservate centro della capitale russa, hanno così inteso book. Come spiegava il titola- leviedellasia.corriere.it
la vostra verginità!». Molti i ri- dare un segno, anche visivo, di re al Sunday Morning Post, gli Twitter @marcodelcorona
ferimenti al movimento «Oc- un’opposizione senza divisioni al suo interno. operatori cinesi che chiedono © RIPRODUZIONE RISERVATA
Codice cliente:

20 italia: 515249535254 Lunedì 27 Febbraio 2012 Corriere della Sera


Corriere della Sera Lunedì 27 Febbraio 2012 italia: 515249535254
Esteri 21

Il caso Il neo capo dello Stato tedesco non ha mai divorziato. E ora si apre un problema: chi è la first lady?

Berlino, le due donne del presidente


chim Sauer. Certo, Gauck è un
ex pastore luterano noto per fa-
re sempre di testa sua, ma an-
che una certa dose di realismo
fa parte delle sue qualità.
L’impressione, comunque,
Gauck ha una moglie e una «fidanzata». Che potrebbe lasciare il lavoro è che il futuro presidente pos-
sa diventare un personaggio
scomodo non tanto per la sua
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE preferito che non facesse, ma ta interessata a ottenere il di- facilitare il protocollo nei più partito con il quale conviveva. vita privata quanto per il suo
che è nella logica delle cose. vorzio dal marito dopo la sepa- formali appuntamenti interna- L’appello Ma anche alla stessa Merkel essere estraneo dalle logiche
BERLINO – Il primo a comin- Soprattutto dopo i poco chiari razione. «La società di oggi — zionali) come del resto fece «È nello stesso interesse qualcuno fece sapere all’orec- tradizionali degli schieramen-
ciare, ma non l’hanno seguito intrecci tra doveri pubblici e ha aggiunto — accetta forme due anni fa l’attuale ministro chio, nel 1998, che sarebbe sta- ti politici. Esponente di punta
in molti, è stato il deputato cri- interessi privati di chi ha pre- diverse di relazione». della Famiglia, Kristina
del futuro presidente to meglio regolarizzare la sua del dissenso nell’ex Germania
stiano-sociale Norbert Geis, ceduto Gauck allo Schloss Bel- È probabile che Joachim Schröder, annunciando dopo mettere ordine nella sua unione con l’uomo conosciuto orientale, tanto da essere defi-
che ha posto il problema delle levue. Gauck e Daniela Schadt fini- essere entrata al governo il ma- vita privata» molti anni prima e che è diven- nito l’«Havel tedesco», ha gui-
«due mogli» del futuro presi- «È nello stesso interesse per- ranno per sposarsi (anche per trimonio con il compagno di tato il suo secondo marito, Joa- dato senza nessun compro-
dente tedesco Joachim Gauck. sonale del futu- messo l’autorità che si è occu-
Gerhild, 72 anni, come l’uomo ro presidente pata, dopo la caduta del Muro,
che aveva sposato dicianno- mettere ordine degli archivi della Stasi. Non è
venne e da cui non ha mai di- nella sua vita pri- certo un uomo che penderà
vorziato, e la giornalista Danie- vata il più pre- dalle labbra dell’opposizione
sto possibile per socialdemocratica e Verde che
la Schadt, 52 anni, con cui il
evitare di forni- lo aveva candidato nel 2010,
successore designato del di- né di quelle della Merkel che è
missionario Christian Wulff re spazio alle cri-
tiche», ha dichia- stata costretta ad accettarlo ri-
convive dal 2000. Un interven- conoscendo così implicita-
to un po’ inatteso, quello di rato nei giorni
scorsi Geis. I col- mente l’errore di aver imposto
Geis (a cui si è accodato il so- Wulff.
cialdemocratico Wolfgang laboratori di
Gauck hanno re- In questo scenario complica-
Thierse), in un Paese dove il to, l’unico veramente conten-
ministro degli Esteri Guido plicato che la
to è Vadim Belon, emigrato
Westerwelle viaggia all’estero questione non è
russo, divenuto il «tassista più
con il suo partner. Ma è basta- per il momento
famoso della Germania», inter-
to per creare un caso. Intanto all’ordine del vistato dai giornali, invitato ai
la Schadt sta pensando di ab- giorno e che al- talk-show. Gauck era sulla
bandonare il suo lavoro di ca- l’indomani del- sua macchina, a Berlino, quan-
poredattore politico alla l’elezione dell’Assemblea fede- Relazioni do lo ha chiamato improvvisa-
Nürnberger Zeitung perché sa- rale (i membri del Bundestag mente la Merkel: «Cambiamo
e i rappresentanti dei Länder), Joachim Gauck, 72 anni, con
rebbe in evidente conflitto strada, andiamo in cancelleria.
fissata per il 18 marzo, si deci- la compagna Daniela Schadt,
con l’incarico del suo compa- Lei ha davanti il nuovo presi-
derà il da farsi. Sulla vicenda è 52 anni (a destra, foto Ap).
gno. Certo, è una scelta che dente tedesco». E Vadim ha fat-
intervenuta anche la signora Gauck è sposato con Gerhild,
avrebbe preferito non fare, e to una rapida conversione.
sua coetanea (in alto), da
che forse qualcuno nella galas- Gerhild, che ha fatto sapere,
oltre 50 anni: hanno 4 figli
Paolo Lepri
sia del femminismo avrebbe stupita, di non essere mai sta- © RIPRODUZIONE RISERVATA

Coppie I conflitti che nascono tra pubblico e privato


Alchimie

Da Carla a Ludmila Potere e


sovraesposizione
complicano

Quando tocca a lei lievemente la non


facile ricerca
dell’alchimia di coppia

fare un passo indietro


Ogni grande uomo avrà alle spal- ra di Chicago diventata super avvo- sidente ma infine entrata nel suo to. L’ex modella Carla Bruni la scelta di Letizia Ortíz, brillante corda le solitudini della principes-
le una grande donna, ma molte cato e manager dopo gli studi a personale cono di luce con la corsa Sarkozy metteva da parte la voca- giornalista della tv pubblica spa- sa Masako, ex stella della diploma-
grandi donne al ruolo di body- Princeton e Harvard, ormai first la- per la nomination democratica e la zione cantautorale scoperta dopo gnola fino all’incontro con Felipe zia giapponese con studi di Econo-
guard avrebbero anche rinunciato. dy a tempo pieno tra orti biologici nomina a segretario di Stato. la prima vita in passerella per in- di Borbone, principe delle Asturie mia e Relazioni internazionali oggi
Non è sempre questione di pari op- e campagne contro l’obesità infan- Contemporaneamente, sulla dossare gli abiti della première da- ed erede al trono: da allora Doña moglie del principe Naruhito, stret-
portunità visto che qualche ma- tile; in platea Hillary Clinton, signo- sponda opposta dell’Atlantico, me con retroterra intéllo e abbrac- Letizia è il volto giovane e affasci- ta tra le rigide regole del protocol-
schio disposto a rivedere la pro- ra della politica Usa mai davvero un’altra «top» (model) arretrava ciare anima e corpo la missione del- nante, a tratti triste, della monar- lo e le pressioni della vita alla corte
pria agenda per sostenere la com- oscurata dal marito fedifrago e pre- dalla ribalta per un ruolo più defila- l’amato Nicolas. Forse più sofferta chia spagnola. Una tristezza che ri- del crisantemo.
pagna in carriera ha già fatto noti- Cercasi Ludmila Putina. La mo-
zia. Che sia per scongiurare conflit- glie dell’ex presidente e attuale pre-
ti d’interesse come nel caso delle mier russo Vladimir l’aveva spiega-
giornaliste tedesche Doris In seconda fila to in un’intervista alla Rossiskaya
Kopf-Schröder prima e Daniela Gazeta del 2006: la donna sarebbe
Schadt poi, o perché potere e sovra- Ex reporter naturalmente portata alla cura fa-
esposizione complicano lievemen- Letizia Ortíz, miliare più che alla carriera. Assi-
te la non facile ricerca dell’alchi- brillante stente di volo laureata in Filologia,
mia di coppia, il passo indietro per giornalista per quasi trent’anni Ludmila è sta-
uno dei due di solito è d’obbligo della tv ta la compagna discreta dell’ex
— e la coreografia va sempre più pubblica agente del Kgb asceso al Cremlino
stretta a donne che faticano a non spagnola, ha in un’aura di forza e machismo esi-
rubare la scena ai mariti. rinunciato alla bito. Da mesi lui compare in pub-
«Bill, sappiamo entrambi cosa si- carriera per blico da solo, di lei nessuna notizia
gnifica essere sposati con qualcu- sposare ufficiale, al punto da far nascere ne-
no più intelligente di te» disse con Felipe di gli ambienti dell’opposizione una
spirito cameratesco Barack Obama Borbone, campagna semi seria che chiede
presentando al pubblico l’adrenali- principe delle «Libertà per Ludmila». Forse, sen-
nica moglie durante un evento del- Ex modella Carla Bruni Sarkozy ha messo Asturie ed Filologa Ludmila Putina, 54 anni, za il suo Vladimir, lei l’ha già trova-
la Clinton Initiative nel 2010. Un in- da parte la nuova vocazione cantautorale erede al trono moglie del premier russo Vladimir: da ta.
crocio di equilibrismi familiari in quando è diventata première dame di Spagna mesi non si hanno sue notizie ufficiali Maria Serena Natale
quella sala: sul palco la lanciatissi- msnatale@corriere.it
ma Michelle, afroamericana pove- © RIPRODUZIONE RISERVATA

Guerre di carta Il nuovo giornale prende il posto di «News of the World», chiuso dopo gli scandali

Murdoch rilancia con il «Sun» della domenica


LONDRA — Lo «Squalo» ci co dopo gli scandali delle in- per la redazione. Una decina Boss
riprova con la carta stampata: tercettazioni telefoniche che tra giornalisti e dipendenti Rupert
Rupert Murdoch, 80 anni, è l’estate scorsa portarono alla del Sun sono infatti stati arre- Murdo-
volato a Londra per tenere a chiusura del News of the Wor- stati nelle ultime settimane ch al
battesimo nella tipografia di ld (dopo 168 anni di attività). con l’accusa di aver corrotto «Sun»
Broxbourne la sua ultima crea- A dirigere la nuova testata, pubblici ufficiali. Tra i collabo- nel ’69.
tura editoriale. Il Sun on Sun- che a regime punta a vendere ratori della nuova testata figu- E oggi
day sarà il domenicale del più due milioni di copie, è il diret- rano lo chef Heston Blumen- con il
letto tabloid inglese che lo tore del Sun, Dominic Mohan. thal, l'arcivescovo di New nuovo
stesso magnate australiano Il formato tabloid è lo stesso York John Sentamu, l'italiana giornale
comprò nel lontano 1969. del quotidiano. L'uscita del do- Nancy Dell'Olio (ex dell’allena-
Murdoch punta così a ricon- menicale arriva in un momen- tore Goran Eriksson) che scri-
quistare il pubblico britanni- to particolarmente delicato verà di moda.

Codice cliente:
22 italia: 515249535254 Lunedì 27 Febbraio 2012 Corriere della Sera

Cronache Il fuggitivo

Dal Kosovo
Fatmir Gashi (nella foto
Brescia Ieri la sorveglianza era affidata alle telecamere e ad appena 12 persone in divisa in tutto il penitenziario sotto), 24 anni,
originario del Kosovo, è
evaso dal carcere

Evaso dal carcere con le torrette vuote


Canton Mombello
di Brescia

La condanna
L’evaso era in carcere
da circa due anni con
Personale ridotto per i tagli, un detenuto scavalca il muro e sparisce una condanna per

MILANO — Quanti agenti


erano in servizio ieri mattina
lungo il muro di cinta del car-
cere di Brescia quando un dete-
nuto è scappato? «A noi risulta
nessuno» dichiara Roberto

ILLUSTRAZIONE DI FRANCO PORTINARI


Santini, del sindacato autono-
mo degli agenti. Possibile? «Sì,
anche a noi risulta così: zero rapina. Sarebbe tornato
agenti» conferma Luigi Paga- in libertà nel 2016. Alto
no, responsabile degli istituti circa 1,75 metri, capelli
di pena dell’intera Lombardia. castani corti, al
L’evasione di Fatmir Gashi, momento dell’evasione
rapinatore kosovaro che ieri era vestito di blu
mattina se n’è andato insaluta-
to ospite dal carcere di Canton
Mombello, non passerà alla over, nessuno stava facendo la I numeri prima di tutto spie- pianta organica prevede 300 strada a Fatmir Gashi. Il koso- cinacci appoggiati contro il
storia come la più spettacola- guardia lungo il perimetro del gano come è potuto accadere agenti, se ne contano appena Il sindacalista varo era considerato uno tran- muro, ha iniziato la scalata aiu-
re. Sono bastati tempismo, agi- carcere. E Gashi non ci ha pen- che un detenuto sia scappato 180 e ieri mattina al momento «Il carcere ha 250 posti quillo; era dentro per delle rapi- tato anche da un lampione e
lità e l’incredibile circostanza sato due volte prima di saltare con tanta facilità. «Canton dell’evasione l’intera struttura ma ospita 520 detenuti ne compiute in provincia di addio. Nessun agente era nelle
verificatasi nel vecchio fortino il muro mentre due suoi com- Mombello potrebbe ospitare era affidata ad appena 12 uomi- Brescia, il suo «fine pena» era torrette anche perché ieri c’era-
al centro della città: causa pe- pagni sono stati ripresi poco 250 persone — dice Santini, di- ni in divisa». Sono previsti 300 fissato nel 2016. Era stato asse- no da piantonare tre detenuti
nuria di personale, conseguen- prima che tagliassero pure lo- rigente del Sinappi — e invece Ieri anche una concatenarsi agenti, ce ne sono 180» gnato alla pattuglia dei «lavo- in ospedale e 7 uomini sono
za di tagli e blocco del turn ro la corda. là dentro ce ne sono 520; la di circostanze ha spianato la ranti» ed era in servizio alle cu- stati «sacrificati» a quel servi-
cine di Canton Mombello. Alle zio. Tanto il sistema di video-
10 in punto il detenuto è usci- sorveglianza avrebbe provve-
to in cortile spingendo un car- duto a vigiliare. «Macché, an-
rello con i bidoni dell’immon- che quello risulta solo parzial-
dizia. Li doveva svuotare e, re- mente in uso: ormai non ci so-
golamento alla mano, questa no più soldi né qui nè nel re-
operazione richiedeva la pre- sto d’Italia» denuncia Santini.
senza di un agente, invece A Brescia si precipita Pagano,
Gashi era solo; o meglio: era in prende atto della situazione av-
compagnia di due compagni via un’inchiesta interna men-
di cella che poco più tardi so- tre iniziano le ricerche in tutta
no stati trovati nascosti pro- Brescia. Ma di Gashi nessuna
prio dentro i bidoni. traccia.
Il kosovaro ha approfittato Claudio Del Frate
di un mucchio di mattoni e cal- © RIPRODUZIONE RISERVATA

Costa Concordia La Cemortan al Daily Mail

«Baciai Schettino
prima dell’impatto»
GROSSETO — Se non ci fos- lo una sistemazione tempora-
se quella lunga lista di morti e nea», ha risposto la donna.
di dispersi, 32 persone e tra que- Domnica ha anche racconta-
ste la piccola Dayana, cinque an- to di aver conosciuto il coman-
ni appena, ci sarebbe quasi da date quando in passato aveva la-
sorridere a leggere l’intervista vorato per la Costa ma lui l’ave-
che la moldava Domnica Ce- va sempre rispettata perché
mortan, ha concesso al britanni- membro dell’equipaggio.
co Daily Mail, tabloid a caccia «Quando poi mi sono imbarca-
di scoop infarciti da particolari ta come passeggera le cose so-
piccanti. E magari interrogarci no cambiate».
su quanto sia stato galeotto La moldava si è detta poi
quel bacio che Domnica ha con- estremamente dispiaciuta: «È
fessato di aver dato al coman- stato un tragico incidente e la
dante Francesco Schettino la se- gente ha bisogno di qualcuno
ra dell’incidente, rivelando su- da biasimare. Forse c’è stato un
bito dopo che, se non
ci fosse stata la collisio-
ne con gli scogli delle
Scole e il naufragio,
«prima o poi saremmo
finiti a letto».
Parole che a poco
servono anche all’in-
chiesta della procura
di Grosseto. Il bacio ap-
passionato, infatti, sa-
rebbe avvenuto non
nella plancia di coman-
do ma nella cabina di
Schettino prima anco-
ra della sciagura, dun- Moldava Domnica Cemortan
que nessuna distrazio-
ne nell’immediatezza dell’im- errore umano. Forse il capitano
patto, a quanto pare. è responsabile. Io ero nel mo-
«Ero molto attratta dal capi- mento sbagliato nel posto sba-
tano — ha raccontato la Cemor- gliato».
tan al giornale inglese — e an- Intanto all’isola del Giglio è
che lui mostrava un chiaro inte- stato completato lo svuotamen-
resse per me. Ho avuto una cot- to dei primi tre serbatoi di pop-
ta per lui perché era bello e affa- pa della Concordia (167 metri
scinante e poi mi diceva che cubi di carburante). Buone noti-
ero bella e intelligente». Solo zie dalla stabilità della nave: i ri-
un bacio? «Assolutamente sì — cercatori dell’Università di Fi-
ha ribadito — non abbiamo fat- renze non hanno rilevato ano-
to sesso. Anche se adesso mi malie. Oggi le operazioni do-
trattano come una "femme fata- vrebbero proseguire per tutta
le". Io non vado a letto con tut- la giornata.
ti». E il suo bagaglio trovato nel- Marco Gasperetti
la cabina del comandante? «So- © RIPRODUZIONE RISERVATA

Codice cliente:
Codice cliente:

Corriere della Sera Lunedì 27 Febbraio 2012 italia: 515249535254


Cronache 23

Il processo Il caso di Lea Garofalo, uccisa dopo aver collaborato con gli inquirenti

Se la pentita sciolta nell’acido


blema è che questo "sfondo" è tratteggia-
to in modo troppo generico e coloristico
per potere individuare una cosiddetta
cosca di Petilia Policastro... Oggi l’unico
dato certo è che i Cosco ammazzano per

non è vittima di ’ndrangheta


favorire se stessi». Dunque la contesta-
zione cadde in attesa di ulteriori svilup-
pi dalle indagini, e il pm ha finora rinun-
ciato a riproporla.
Ora l’avvocato D’Ippolito ci prova da-
vanti ai giudici della corte d’assise, insi-
Per il pm non c’è l’aggravante, la protesta dei familiari La scheda stendo sul fatto che dopo il sequestro
Lea Garofalo fu interrogata per sapere
quel che aveva rivelato agli inquirenti;
ROMA — Fu un delitto di ’ndranghe- un obiettivo che Carlo Cosco perseguiva
ta, ma non secondo la legge. L’omicidio da tempo, anche attraverso la figlia Deni-
di Lea Garofalo, la «pentita» di origini se. La quale ha raccontato che suo padre
calabresi sequestrata e uccisa a Milano e Parenti L’omicidio le domandava se conoscesse le dichiara-
poi sciolta nell’acido nel 2009, viene giu- Lea Garofalo (foto zioni rese dalla madre ai magistrati, e co-
dicato come un delitto comune. La ’n- Sopra, l’ultima sotto), la me poteva fare per entrarne in possesso:
drangheta è rimasta sullo sfondo: nella passeggiata di «pentita» di «Mi chiese se c’erano delle carte, se pote-
morte della pentita, sul piano giuridico, Lea Garofalo con origini calabresi va leggere ciò che aveva detto».
non c’entra. Con la conseguenza che ieri la figlia (vestita venne Secondo la testimonianza di un altro
Lea e oggi sua figlia Denise — parte civi- di bianco) in sequestrata e pentito, l’intenzione di uccidere e far
le contro il padre e gli zii imputati, che è Corso Sempione uccisa a Milano sparire il cadavere di Lea era stata mani-
andata ad accusare in aula — non rien- A sinistra, la nel 2009 festata da Cosco davanti «ad altri due
trano nella categoria delle vittime di ma- sorella di Lea, "reggenti" della ’n-
fia. Anche se tutti le considerano tali. Marisa, mentre drangheta calabre-
È la curiosa contraddizione di un pro- depone in se». L’idea, ha di-
cesso giunto alle battute finali. Nel dibat- tribunale chiarato il collabora-
timento milanese a carico di Carlo Co- tore di giustizia, era
sco (convivente di Lea Garofalo e padre far passare l’esecu-
di Denise), due suoi fratelli e altri tre im- zione come un delit-
putati, presto toccherà al pubblico mini- to passionale, e
stero Marcello Tatangelo chiedere le con- so e con il preciso scopo di agevolare l’at- un altro cadavere: quello di Floriano Ga- gli attuali imputati la pubblica accusa adesso il rischio
danne per un delitto che al momento ha tività di un’associazione di tipo mafio- rofalo, fratello di Lea ucciso nel 2005, aveva contestato l’aggravante mafiosa. adombrato dal lega-
la sola aggravante della premeditazione. so, segnatamente della cosca di ’ndran- considerato un capoclan locale che «ave- Ma il giudice la respinse con questa mo- le di parte civile è
Non quella di aver agevolato il clan di gheta di Petilia Policastro», in provincia va dato spazio ai fratelli Cosco proprio tivazione: «Non vi è alcun dubbio che i proprio questo: ri-
’ndrangheta delle cui attività aveva par- di Crotone. Di quel clan avrebbero fatto in virtù della relazione che intercorreva Cosco e la stessa famiglia Garofalo ap- durre tutto a «una
lato coi magistrati Lea Garofalo, che per parte i Cosco, in un contesto criminale tra Carlo e la sorella». partengano, storicamente, a contesti de- logica meramente
questo sarebbe stata rapita e assassina- che il legale ricostruisce anche tramite In realtà, al momento degli arresti de- littuosi di stampo ’ndranghetista. Il pro- Non di mafia d’onore, che rappresenta un’abile e sug-
ta. E ora, sul filo di lana, è il legale di al- Per il tribunale di gestiva copertura di una matrice più
tre due parti civili costituite contro i Co- Milano, la complessa». Con un ulteriore parados-
sco, la madre e la sorella di Lea Garofa- Roma ’ndrangheta nella so. Un giudice di Campobasso ha già
lo, a chiedere al pm e alla corte d’assise morte della condannato uno degli imputati per il
di inserire l’aggravante della finalità ma- L’uomo del business della Banda della Rebibbia. All’arrivo dei carabinieri nella tentato sequestro della stessa Lea Garo-
fiosa. Torna in cella Magliana torna dietro le sbarre. Enrico sua casa, dove era già ai domiciliari, l’ex
pentita non
c’entra. Così né falo avvenuto sei mesi prima di quello
Secondo l’avvocato Roberto D’Ippoli- Nicoletti, 75 anni, considerato il cassiere boss si è accasciato davanti ai figli dicendo riuscito, con l’aggravante della finalità
to, che rappresenta Santina e Marisa Ga- l’ex cassiere della sanguinosa organizzazione criminale di avere un malore: «Sono vecchio, non
Lea né sua figlia
Denise (parte mafiosa. Lì la pentita uccisa è stata rico-
rofalo, fin dalle indagini preliminari è al centro di trame e conflitti nella storia voglio morire in carcere». Portato al nosciuta vittima di ’ndrangheta anche
emerso che «tutti i reati addebitati agli della Magliana recente del Paese, deve ora scontare altri Policlinico di Tor Vergata per accertamenti,
civile contro padre
e zii) rientrano tra secondo la legge, a Milano ancora no.
odierni imputati sono stati commessi sei anni e sei mesi nel carcere romano di è stato dimesso e trasferito in carcere. le vittime di mafia Giovanni Bianconi
con modalità d’azione di stampo mafio- © RIPRODUZIONE RISERVATA
24 Cronache italia: 515249535254 Lunedì 27 Febbraio 2012 Corriere della Sera

Il caso L’ipotesi di reato è la corruzione. Contatti con i pm napoletani Brevi

L’India apre un’inchiesta SALERNO


Agguato del vicino
Lei uccisa, lui grave

su 12 elicotteri italiani Maldicenze, calunnie, screzi


tra vicinato. Sarebbero questi
i motivi alla base dell’agguato
dell’altra notte ad Eboli

«Costi più su quando Orsi guidava la Agusta» (Salerno) dove è stata uccisa
a coltellate Maria Ricci, 50
anni, e gravemente ferito il
ROMA — Da Napoli a New che hanno portato alla stipula marito Giovanni Caifa, 54. I
Delhi. Ad accendere i fari sul- del contratto per la fornitura carabinieri hanno arrestato
l’operazione che consente al- dei velivoli ci sia stato il paga- due persone, un 35enne ed
l’Agusta di vendere all’India mento di qualche tangente. un 27enne, che avrebbero
dodici elicotteri sono stati per A mettere in moto gli ac- agito per antichi dissapori.
primi i magistrati partenopei certamenti del titolare del
che indagano su affari e appal- dicastero indiano sarebbe- BARI
ti di Finmeccanica. Ma adesso ro state le notizie riporta-
anche le autorità del Paese te da alcuni giornali italia- Un giudice autorizza
asiatico dove sono agli arresti ni e, sembra, uno scam- la cura Di Bella
i due marò per gli spari che, bio di informazioni (e di
Un giudice del Tribunale di
partiti dalla petroliera italiana
«Enrica Lexie» in navigazione
documenti) con i pubblici
ministeri del capoluogo L’ex amministratore livoli super acces- perto dal segreto istruttorio. Bari, Maria Procoli, ha
ordinato alla Asl l’erogazione
nel Mar Arabico, avrebbero uc- campano. È stato a questi ul- Giuseppe Orsi, oggi presidente soriati targati Agu- Ma un dato è già emerso con La vicenda gratuita del metodo Di Bella ad
ciso due pescatori, hanno deci- timi che della commessa ha e amministratore delegato di sta quando alla sua chiarezza nei mesi scorsi: nel
so di andare a fondo della que- parlato — in uno dei tanti in- guida c’era Giusep- Palazzo di giustizia all’ombra un malato di cancro che aveva
Finmeccanica, alla guida di Agusta L’inchiesta chiesto questo trattamento,
stione. Di questa commessa terrogatori — l’ex responsabi- all’epoca del contratto pe Orsi, adesso presi- del Vesuvio si sta lavorando a L’indagine, partita dai
che, aggiudicata nel 2010, le delle relazioni esterne di dente e amministratore rapporti e forniture su cui si è «bocciato» da sperimentazioni
magistrati napoletani che ufficiali. La decisione del
avrebbe visto impennare il va- Finmeccanica, Lorenzo Borgo- delegato di Finmeccanica, soffermato a lungo Borgogni, indagavano su affari e
lore (e i costi) di parecchio ri- gni, quando ha cominciato a società che controlla l’azienda il top manager di Finmeccani- giudice è stata contestata dalla
appalti di Finmeccanica, è comunità degli oncologi che
spetto alla base iniziale. Il mi- collaborare e a raccontare una mia Giulio Tremonti. Tra gli di Vergiate, leader mondiale ca che si è autosospeso dall’in- finita su una commessa
nistro della Difesa indiano Ak serie di fatti legati alle attività argomenti trattati in maniera nella produzione di elicotteri. carico il 20 novembre scorso, invita a non riaprire la strada a
aggiudicata nel 2010 per «false speranze».
Antony — secondo fonti loca- di Marco Milanese, l’ex ufficia- approfondita e finiti nei detta- Se e come i magistrati napo- quando sono trapelate le pri- la vendita di 12 elicotteri
li — ha ordinato l’apertura di le della Guardia di Finanza di- gliati verbali firmati da Borgo- letani abbiano avviato accerta- me notizie sull’inchiesta. Agusta all’India
un’inchiesta per corruzione ventato consigliere politico gni c’è stata appunto la gara menti su questo affare Ita- Flavio Haver A SANREMO E A FIRENZE
per verificare se le procedure dell’allora ministro dell’Econo- per la fornitura all’India dei ve- lia-India è ancora un fatto co- © RIPRODUZIONE RISERVATA
I prezzi gonfiati Altri due suicidi
La commessa avrebbe
visto impennare il valore (e da crisi economica
i costi) di parecchio La crisi economica continua a
rispetto alla base iniziale fare vittime. Un elettricista di
Sanremo di 47 anni si è
RECOMMENDS

L’India suicidato sparandosi con una


Il ministro della Difesa pistola. Era stato licenziato
indiano Ak Antony avrebbe due settimane fa. In un
ordinato l’apertura di comune vicino a Firenze un
un’inchiesta per verificare imprenditore di 64 anni si è
se nelle procedure che impiccato all’interno del
hanno portato alla stipula capannone della sua azienda.
del contratto per la All’origine del gesto ci
fornitura dei velivoli ci sia sarebbero motivi economici.
stato il pagamento di
tangenti

Parigi Conferenza dell’arcivescovo di Milano


Scola a Notre Dame
«No alla solidarietà
di pura facciata»
DAL NOSTRO CORRISPONDENTE gioco nessuna «esigenza eti-
ca», né tantomeno una «spe-
PARIGI — Contro la rasse- ranza spirituale». Citando
gnazione, la pigrizia, intellet- Lévinas, l’arcivescovo di Mila-
tuale e spirituale, e il narcisi- no ha chiarito che la «manie-
smo dei buoni sentimenti. La ra di dare» (Lévinas) fa davve-
cattedrale di Notre Dame ieri ro la differenza: l’unica, vera
era affollata di fedeli e non solidarietà possibile è quella
credenti per ascoltare la rela- che rifugge dal paternalismo
zione del cardinale Angelo e dal narcisismo di chi ha a
Scola, arcivescovo di Milano, cuore solo sé stesso, per rico-
invitato a aprire la serie di noscere la «corresponsabilità
«Conferenze di Quaresima» quanto a un bene comune da
che si tengono a Parigi dal condividere». Si è davvero so-
1835. Il ciclo di interventi que- lidali quando si comprende
st’anno si intitola «La solida- che i destini sono incrociati,
rietà, esigenza etica e speran- che non c’è una parte che dà
za spirituale?» e, dopo l’intro-
duzione dell’arcivescovo di
Parigi monsignor André Vin-
gt-Trois, il cardinale Scola ha
parlato di «Etica cristiana e vi-
ta in società».
Nella Francia della laicità
continuamente evocata, l’in-
tervento di Scola è sembrato

SPORTAGE
rivolto a combattere i luoghi A Parigi Il cardinale Angelo
comuni della nostra epoca, a Scola, arcivescovo di Milano
partire da quella «solidarie-
tà» che sembrerebbe ormai e un’altra che riceve. Scola ha
LA POTENZA ELEVATA AD ARTE. un valore universale.
Scola ha esordito metten-
poi citato, tra gli altri, il filoso-
fo Gianni Vattimo per parlare
Di serie motore 2.0 CRDi 184 Cv, navigatore integrato, do in guardia dalla «solidarie- della tendenza recente alla ri-
interni rivestiti in pelle, cambio automatico, Smart Parking System, tà come appello retorico, pu- valutazione della religione cri-
ramente sentimentale, a "fare stiana come «un’etica final-
tetto panorama apribile elettricamente.
del bene"». E attaccando pure mente libera da ogni pretesa
la solidarietà nelle sue vesti di verità, dunque come un’eti-
di maquillage del capitali- ca senza fede e soprattutto
smo, cioè una specie di «eti- senza Chiesa». Al contrario,
chetta per sdoganare con l’in- in modo non assolutista ma
www.kia.it ganno un modello economi- aperto al dialogo, i cristiani
co non raramente predatorio, per Scola non devono rinun-
magari sotto forma di "aiuti ciare a testimoniare la loro ve-
Garanzia 7 anni/150.000 km. Dettagli e condizioni sul sito www.kia.it e nei concessionari. Consumo combinato (lx100km) da 5,3 a 8,4; emissioni
umanitari" in cambio di ric- rità nella vita sociale.
CO2 (g/km) da 139 a 200. La foto è inserita a titolo di riferimento.
chezza». In entrambi i casi, Stefano Montefiori
ha spiegato Scola, non è in © RIPRODUZIONE RISERVATA

Codice cliente:
Codice cliente:

Corriere della Sera Lunedì 27 Febbraio 2012 italia: 515249535254


Cronache 25 #

Il caso Il giovane con la pistola negli scontri a Milano del ’77, ora nominato capo di gabinetto a Palazzo Marino, e la moglie del poliziotto che morì

«Ho pagato il debito «Nessun perdono


e non sono mai fuggito» Non riavrò mio marito»
Azzollini: porterei un fiore sulla tomba dell’agente La vedova Custra: un errore l’incarico in Comune
MILANO — «Ancora una volta ven- nato dall’esterno, è stata "valorizzata" Maurizio Azzollini MILANO — «Oddìo, se ripenso a «Io mi ricordo perfettamente di
go descritto attraverso un’immagine, una risorsa interna. Lo stesso aveva fat- è capo di gabinetto Milano...». Le onde ruggenti dei ri- tutto e di tutti. So benissimo chi è
come se la mia vita si fosse cristallizza- to il vicesindaco precedente, De Cora- cordi arrivano da lontano. Anna Si- Azzollini e so altrettanto bene che è
ta in un fotogramma di quasi 35 anni to». del vicesindaco to, vedova Custra, riavvolge il na- uno dei nomi che non scorderò mai
fa». In quella foto, 14 maggio 1977, Un consigliere comunale, poliziot- di Milano Maria stro di una vita. perché è legato alla morte di Anto-
Maurizio Azzollini ha 16 anni, impu- to in servizio quel giorno del ’77, ha Grazia Guida (nella «Ero a Milano, 35 anni fa di questi nio e a quello che successe quel gior-
gna un pistola, spara. Non colpì nessu- detto che se doveste incontrarvi usci- foto sopra Palazzo tempi. Sapesse com’ero felice. Poi è no disgraziato di maggio. Potrebbe
no. Il vice brigadiere Antonio Custra rà dall’aula. Marino). Così ha arrivato maggio...». passare anche tutto il tempo del
venne ucciso da un’altra arma. Oggi Az- «Ho grande rispetto. Comprendo la Non c’è più tornata? mondo, io lo ricorderei per quello
zollini lavora al fianco del vice sindaco sua difficoltà. Non voglio imporre la scoperto il Corriere. che è: uno che ha fatto del male, an-
Ma Azzollini «Soltanto per le questioni legali,
di Milano, Maria Grazia Guida. Il suo mia presenza. Ma credo che possa esse- all’inizio, poi mai più. Non ce la fac- che se non è stato lui ad ammazzare
cognome corretto è con due elle, Azzol- re solo un gesto di rispetto nei confron- è anche il giovane cio. Abitavamo in viale Tibaldi... mio marito».
lini. Ma è stato sempre scritto sbaglia- ti della famiglia Custra, non un gesto immortalato in una quanti ricordi magnifici. Milano per Lui quel giorno sparò ma non
to. Come quello della vittima, per de- politico che potrebbe suggerire un vo- colpì nessuno.
cenni scritto Custrà, con l’accento. lontà di strumentalizzazione».
foto simbolo della me vuol dire matrimonio, luna di
violenza degli anni miele, vuol dire che la memoria mi «E che vuol dire? C’era, aveva in
Cosa pensa quando rivede quell’im- Ha mai cercato di contattare la fa- riporta ai giorni più belli che ho pas- mano una pistola e sparava. Mio ma-
magine? miglia Custra? ’70. Aveva 16 anni, rito non c’è più, portava una pistola
sato con Antonio. Ma è una città con
«Ho provato altre volte cosa signifi- «Le vittime, oltre alla giustizia, chie- era in via De due facce: da una parte tutto il bene, per dovere, non ha sparato a nessu-
ca aprire un giornale e ritrovarsi lì. Rimedio dono il riconoscimento del loro dolo- Amicis, a Milano, il dall’altra tutto il male». Ricordi no ed è stato ammazzato. Questo è
Queste "notizie" di oggi a me sembra- re. Un riconoscimento che, come ho

❜❜ ❜❜
imparato occupandomi di mediazione
14 maggio del ’77, I ricordi più belli ma anche i più quello che conta. In via De Amicis,
no una strumentalizzazione finalizzata quel giorno, hanno tolto a me il di-
a un modo di fare politica che mi sento penale, può arrivare forse dall’incon- aveva una pistola. dolorosi.
«Dolorosi, sì. Uno pensa che con ritto di vivere la felicità con l’uomo
di avvicinare a quello, sbagliato, che Per la morte e tro diretto con chi è stato causa del lo- Non colpì nessuno Uno pensa che amavo e a mia figlia il diritto di
ho utilizzato a 16 anni. Lo dico per le ro dolore. Dopo queste esperienze, e ma c’erano altri il passare del tempo passi un po’ an-
il dolore non che il dolore ma non è così. I ricordi che col tempo avere un padre. Questo è quello che
persone che leggendo questi articoli dopo aver letto il libro di Mario Cala- che sparavano e un so. Azzollini è una persona che ha
staranno male, prima di tutte Antonia c’è rimedio, bresi, ho cercato contattare Antonia fanno male per sempre. In tutti que- passi anche
Custra e sua mamma. Aspetto che ciò
colpo esploso sti anni non sono mai voluta andare avuto guai con la legge e adesso sa-
Custra e sua madre, che soffriranno an- alla società dall’autonomo il dolore ma pere che ha un incarico di responsa-
cora, che vedranno il nome del loro ca- sia possibile, senza voler forzare la lo- né andrei in via De Amicis. Che sen-
potevo Mario Ferrandi so ha vedere il posto dove hanno am- non è così bilità in un’amministrazione pubbli-
ro utilizzato in modo strumentale, non ro volontà. Vorrei testimoniare loro il ca... beh, non mi è sembrata una co-
per riconoscere, ma per attaccare qual- restituire riconoscimento del dolore che ho cau- centrò il mazzato tuo marito? Con Milano ho I ricordi
qualcosa col chiuso, anche se la notizia che ho fanno male sa troppo bella, né troppo corretta».
cuno». sato e la possibilità di quel gesto ripa- vicebrigadiere del
ratore che, ricordo, fu una delle richie- sentito e letto in questi giorni mi co- Non aveva nemmeno 17 anni, ne
Chi era lei nel 1977? mio impegno III reparto celere per sempre sono passati altri 35 e ha scontato
«Non avevo ancora 17 anni e come ste della signora Custra alla fine dell’ul- stringe a tornarci con la mente».
timo processo: portare insieme un Antonio Custra, 24 Ecco. La notizia di questi giorni: la sua pena.
tantissimi giovani credevo di poter «D’accordo. È passato tanto tem-
cambiare il mondo; l’ho fatto, impe- mazzo di fiori sulla tomba del marito». anni. Il poliziotto Maurizio Azzollini capo di gabinet-
Gianni Santucci morì lasciando to del vicesindaco di Milano. Lei si po, lui ha pagato e a me non cambia
gnando tutto me stesso, in un modo niente sapere se è braccio destro del
tragicamente sbagliato. Le conseguen- © RIPRODUZIONE RISERVATA la moglie incinta ricorda di quel nome?
sindaco o di chiunque altro. Ma non
ze sono state tragiche e l’ho compreso è che per questo è passato tutto, al-
sin dal primo momento. La morte di meno non per me. Sono rimasta ve-
un uomo non può mai essere il punto dova a 21 anni e mezzo, incinta, ho
di partenza per un mondo migliore». cresciuto da sola una figlia che non
Cosa è successo dopo? ha mai visto suo padre. A questo
«Da quella tragedia si è aperta per punto tutti hanno pagato il conto
me una nuova vita. Quell’esperienza, il con la Giustizia, compreso l’assassi-
carcere, l’incontro con chi "ultimo" lo no. Loro si riprendono vita e diritti
era davvero, mi hanno dato la possibili- e io son sempre qui, con l’amaro in
tà di capire che se il mondo è ingiusto bocca».
si può e si deve cambiare, ogni giorno, Secondo lei chi ha avuto a che fa-
a partire dalle piccole cose, con le pic- re con il terrorismo non dovrebbe
cole conquiste per aiutare davvero le lavorare per le amministrazioni
persone». pubbliche?
Non è stato lei a uccidere.
«Non lo so e non spetta a me dir-
«Ho però sempre avuto la consape- lo. Però sapere che un individuo del
volezza della mia responsabilità, al di genere lavora per il Comune mi sem-
là delle verità processuali (è stato rico- bra... non so: fuori luogo, sbagliato.
nosciuto che ho sparato in aria), nei In questa storia si sono create situa-
confronti della vita di un uomo e della zioni che fanno crescere la mia sfidu-
sua famiglia e del mio debito nei con-
cia nelle istituzioni».
fronti della società».
Di quali situazioni parla?
Alcuni «autonomi» di allora sono
fuggiti. Perché non l’ha fatto? «Per esempio del primo impiego
«Ho pagato tutto il mio debito con di mia figlia. Sa qual è stato il primo
la giustizia, scontando totalmente la lavoro che Antonia ha trovato? Quel-
condanna, parte in carcere (quasi 5 an- lo di operatore ecologico, come lo
ni) e parte in libertà condizionale. Do- chiamano adesso. Spazzina, in prati-
po una prima scarcerazione per l’asso- ca. Ora: è vero che i lavori sono tutti
luzione nel processo di appello, ho de- nobili e quel che conta è lavorare,
ciso di non fuggire, ma di presentarmi ma a lei tutto questo sembra giusto?
al nuovo processo ordinato dalla Cassa- Azzollini fa il capo di gabinetto, per
zione. Lavoravo già come educatore Antonia fino a un certo punto il solo
con i ragazzi del carcere minorile e non posto disponibile era quello di spaz-
potevo non fare quello che chiedevo a Lo sparo Maurizio Azzollini (di spalle) mentre spara, il 14 maggio del 1977, in via De Amicis, a Milano. Il colpo esploso dalla sua pistola non colpì nessuno zina. Fortuna che è riuscita a cam-
loro: avere fiducia nella giustizia e cre- biare. Adesso è al dipartimento di
dere nella possibilità di rieducazione». polizia di Capodimonte, un lavoro
Come è arrivato in Comune? d’ufficio».
Sua figlia ha voluto incontrare
«Se per la morte di un uomo e il do-
lore della sua famiglia non avevo stru-
L’amministrazione cittadina Maria Grazia Guida: «Non riveste un ruolo politico» Mario Ferrandi, l’uomo che uccise
menti per rimediare, alla società pote- suo marito. Oggi è Azzollini a chie-
vo invece restituire qualcosa attraver-
so il mio impegno. È quel che ho cerca-
to di fare scegliendo di lavorare nella
pubblica amministrazione occupando-
Il vicesindaco: nel mio staff per le sue qualità dervi un gesto di riconciliazione e
di perdono?
«A che pro? Il danno fatto non si
può riparare. Penso che non ne var-
mi di sociale. Assunto al Comune di Mi- MILANO — «Azzollini non riveste un ruolo po- lavorato come «educatore», si è occupato di ado- più volte per ragioni professionali. Di lui ho sem- rebbe proprio la pena. Abbiamo
lano attraverso un concorso, mi sono litico. Il suo è un incarico di tipo organizzativo e lescenti in difficoltà, ha diretto i servizi estivi e le pre apprezzato anche le doti umane di disponibi- chiuso con questo genere di cose.
sempre occupato di interventi sociali amministrativo per cui fornisce un supporto pret- case vacanza. Incarichi ottenuti, peraltro, duran- lità, compostezza e pacatezza. Sono dunque la Antonia ha visto Ferrandi, è vero,
ed educativi, progetti per i detenuti del tamente operativo. È entrato al Comune di Mila- te le precedenti amministrazioni di centrodestra sua carriera e le sue qualità che mi hanno fatto ma non ha contatti con lui. È stata
carcere minorile, per i ragazzi in diffi- no nel 1982. Ha sostenuto tre concorsi ottenendo (Albertini-Moratti). «Dal 2009 era responsabile prendere la decisione di inserirlo nel mio staff». una cosa che ha voluto fare e che ha
coltà, per l’integrazione scolastica dei l’assunzione in ruolo, la carica di istruttore diretti- del servizio adulti in difficoltà per il precedente Quanto ai fatti del 1977 il vicesindaco si affida pagato cara emotivamente. È arriva-
bambini stranieri». vo e poi quella di funzionario». Maria Grazia Gui- assessore Mariolina Moioli, che in questi giorni alle parole del sindaco Pisapia: «La costituzione to il tempo che ognuno faccia i conti
La sua ultima nomina ha sollevato da nei primi giorni del suo incarico a Palazzo Ma- gli ha rinnovato la propria stima — ha spiegato il italiana all’articolo 27 chiede alla pena di “tende- con la propria coscienza, da solo. E
polemiche. rino come vice del sindaco Giuliano Pisapia ha vice sindaco —. Il suo curriculum dà conto dell’al- re alla rieducazione del condannato”. Credo dun- io sono arrivata alla conclusione che
«Ho fatto il mio percorso con le nor- chiamato Maurizio Azzollini come capo di gabi- to livello di esperienza, competenza e professio- que sia motivo di soddisfazione verificare che il soltanto la Giustizia divina potrà di-
mali procedure, fino alla posizione di netto. Oggi spiega la sua scelta. nalità raggiunto in trent’anni di servizio all’inter- ravvedimento possa portare a un reinserimento re chi ha torto e chi ha ragione, da
funzionario, che mantengo anche co- Nei giorni scorsi, dopo che il funzionario è sta- no di amministrazioni di diverso orientamento sociale pieno e pubblico che, per me, è anche un quella terrena non mi aspetto più
me capo di gabinetto del vice sindaco. to vittima di un incidente vicino al Comune, il politico. In passato ho avuto modo di incrociarlo punto che qualifica la mia coscienza di credente. niente».
Un incarico che, come si sa, non è poli- suo nome è stato riportato dai giornali e così è Nella vicinanza e rispetto della vittima credo che Giusi Fasano
tico, ma attribuito sulla base di compe- riemerso il collegamento con le sue vicende giu- il ravvedimento e la riabilitazione siano un segno Twitter: @GiusiFasano
tenze acquisite. Non sono stato nomi- diziarie di 35 anni fa. Su questo punto l’opposizio- Ravvedimento di offerta riparativa alla società tutta». Da voce © RIPRODUZIONE RISERVATA

ne ha sollevato accuse e polemiche. Sono interve- «I fatti del 1977? È un motivo cattolica (è stata direttore della Casa della carità
nuti Riccardo De Corato e Carmine Abagnale di soddisfazione verificare che di don Virginio Colmegna) la Guida si affida alla
(Pdl). «lezione» del cardinal Martini: «La dimensione
Maurizio Azzollini, sostiene però il vicesinda- il ravvedimento possa portare a un della riconciliazione è centrale perché essa parte
co Guida, nei suoi anni nell’amministrazione co- reinserimento sociale pieno e pubblico» proprio dal riconoscimento della vittima».
munale (dopo aver scontato la sua condanna) ha © RIPRODUZIONE RISERVATA
26 italia: 515249535254 Lunedì 27 Febbraio 2012 Corriere della Sera

Codice cliente:
Corriere della Sera Lunedì 27 Febbraio 2012 italia: 515249535254
Cronache 27

Giochi virtuali
Da tavolo Ibridi In pista
La versione Gli «Skylanders Le auto
con iPad del Giants» sono giocattolo «Hot
gioco «Game muniti di un wheels»
of Life»: ne microchip che passano dalla
esistono anche permette di pista di plastica
di «Monopoli» farli interagire a quella virtuale
e di altri giochi con lo schermo che appare
classici digitale sull’iPad

Tecnologia Le multinazionali e le nuove strategie

Da Barbie a Monopoli Giants», muniti di un microchip


che li fa interagire con piattafor-
ma digitale creando, così, un si-
stema di intrattenimento ibri-
do. È l’evoluzione del primo

La svolta digitale esperimento di integrazione tra


i due mondi tentato due anni fa
dalla stessa società di Santa Cla-
ra, nella Silicon Valley, col lan-

dei vecchi giocattoli cio di Skylanders Spyro.


Ma a essere disperatamente
alla ricerca di innovazioni sono
soprattutto i produttori di gio-
cattoli reali, stimolati dai com-
Mattel e gli altri: i bambini li vogliono così mercianti che vedono calare le
loro vendite e sono alla conti-
nua ricerca di qualcosa di nuovo
DAL NOSTRO INVIATO Da 0 a 8 anni che colpisca la fantasia dei loro
piccoli clienti. E così ora le auto-
NEW YORK — Una Barbie Fotocamera mobiline di «Hot wheels» conti-
che nasconde nella sua pan- La nuova Barbie nuano la loro folle corsa, inizia-
cia una videocamera o i soldi nasconde nella pancia ta su una pista di plastica, sullo
del Monopoli che adesso si una videocamera: schermo di un iPad. Cercando
possono contare anche su un premendo un pulsante di mantenere anche sul suppor-
tablet. Internet, le reti sociali, Le fasce d’età collocato sulla cintura, to digitali gli stessi rumori pro-
i telefonini intelligenti e gli Secondo uno studio registra immagini e dotti dal gioco fisico.
iPad ci stanno cambiando la della Common Sense scatta fotografie. Già A guidare questa rivoluzione,
vita, trasformando il nostro Media, società di ricerca sollevati problemi di oggi, sono soprattutto le applica-
modo di lavorare, di informar- che si occupa del privacy: chiunque zioni realizzate da una miriade di
ci, di studiare, di viaggiare, di rapporto tra nuove potrebbe essere ripreso «software house» per gli iPhone.
fare acquisti. Era inevitabile tecnologie e infanzia, da quello che appare Quelle disponibili sul mercato so-
che le tecnologie digitali inva- oltre la metà (il 52%) un innocuo pupazzo no ormai centinaia di migliaia,
dessero anche il mondo dei dei bambini americani di molte delle quali dedicate pro-
giocattoli fisici, visto che so- età compresa tra 0 e 8 prio al gioco. Videogame digitali,
no destinati a una generazio- anni ha accesso a ma non mancano le app miste. Il
dispositivi mobili come vecchio raggio laser o gli occhiali
smartphone, iPod e mettere in vendita una versione tere. E sono, comunque, oggetti di videogiochi che cercano di in- da finta spia sono ormai roba del
Le «app» tablet. Oltre un terzo (il delle sue celebri Barbie che in- usati soprattutto dagli adulti che tegrare l’esperienza dei loro pic- passato: adesso Hasbro, la multi-
A guidare la rivoluzione 38%) ha già usato uno corpora una microcamera attiva- a volte li prestano ai loro figli, coli clienti abituati al touch scre- nazionale che compete con Mat-
sono soprattutto le di questi dispositivi, ta da un bottone collocato al cen- ma con molta parsimonia. en con il contatto con qualche tel per la leadership del mercato
incluso un 10% di tro della cintura della bambola. Anche i costi hanno, poi, il lo- oggetto fisico. Activision, gigan- dei giocattoli, vende una versio-
applicazioni realizzate bambini nella fascia più L’immagine ripresa compare in ro peso: la Barbie «digitale» atti- te californiano che ha pubblica- ne di Laser Tag nel quale l'arma
per gli iPhone giovane, da 0 a un anno un piccolo schermo sul suo ven- ra di più, ma negli Stati Uniti co- to alcuni dei giochi più popolari giocattolo usata dai bimbi per
tre e può anche essere trasferita sta almeno 50 dollari, cioè più come «Call of Duty», «Spider colpirsi col «raggio della morte»
Le abitudini hi-tech su un computer. Una novità che del doppio della bambola tradi- Man» e «Transformers», ad è sostituita da un gioco che ha
ne di «nati digitali»: bimbi Sempre secondo la ha fatto rumore tra i concorren- zionale. esempio, ha appena introdotto per cuore un iPhone.
che, fin dalla più tenera età, stessa ricerca, in una ti, ma anche tra le associazioni Ed esiste anche il fenomeno una nuova linea di giocattoli fisi- Massimo Gaggi
vivono immersi in ambienti giornata tipo un per la protezione dei diritti dei opposto: quello dei produttori ci: i personaggi di «Skylanders © RIPRODUZIONE RISERVATA

zeppi di tecnologie dell’elet- bambino su dieci nella cittadini, preoccupati dalla pro-
tronica di consumo. fascia compresa tra 0 e spettiva di gente ripresa a sua in-

19 59
Le multinazionali del giocat- 8 anni usa smartphone, saputa da videocamere nascoste
tolo hanno capito per tempo iPod, iPad o simili in quello che a loro pare un inno-
che il mercato stava cambiando dispositivi tecnologici cuo pupazzo.
direzione e hanno virato, alme- per giocare ai La guerra per la sopravviven-
no in parte, anche i loro prodot- videogame, guardare za combattuta dai giganti mon- La prima Il 9 marzo 1959 viene messo in
ti verso l’intrattenimento digita- video o usare altre diali del giocattolo ha travolto commercio il primo esemplare di Barbie: diventerà
le. Incorrendo, a volte, negli stes- applicazioni per un tutte queste considerazioni, an- una delle bambole più vendute al mondo. Con il
si delicati problemi — come tempio medio che se, come rileva il New York passare gli anni lsi è evoluta creando attorno a sé
quelli di tutela della privacy — giornaliero di 43 minuti Times in un’inchiesta dedicata a una vera e propria famiglia. La più venduta resta
posti dal tumultuoso sviluppo questi nuovi tipi di intratteni- quella, uscita nel ’92, con i capelli allungabili
delle tecnologie informatiche mento, il matrimonio tra gioco
nel mondo degli adulti. fisico e piattaforme digitali ha i
Per evitare di perdere i picco- suoi limiti. Benché ormai molto
li clienti che alle bambole prefe- diffusi, infatti, iPad e iPhone re-
riscono, ormai, i videogiochi, la stano oggetti piuttosto costosi
Mattel ha, ad esempio, scelto di che non tutti si possono permet-

Su «Ok salute e benessere»


Cinema Le lettere al «Corriere» dopo l’articolo del regista e l’allarme sulla sparizione delle piccole sale
I consigli di Veronesi
per vivere sani e a lungo
Multiplex, l’appello di Faenza e il caro affitti
MILANO — I multisala fan- L’intervento del relativo pubblico va contra-
«Una vita lunga sana e bella» no male al cinema? Ad aprire il Il regista Roberto stata anche favorendo la loro
grazie ai consigli «d’oro» di dibattito è stato il regista Ro- Faenza, sul Corriere digitalizzazione». Giusto riflet-
Umberto Veronesi su «Ok salute berto Faenza sul Corriere del della Sera del 21 tere sulla «crescita ragionata
e benessere» di marzo che ha in 21 febbraio e le reazioni non si febbraio, ha lanciato del parco sale» ma senza invo-
copertina Carlo Verdone sono fatte attendere. In Italia, un allarme in difesa care l’intervento pubblico.
(«Sono un fan dei check up!»). ha scritto Faenza, «sta accaden- del cinema d’autore Di altro avviso Pietro Valsec-
Che cosa fare, dunque, per do qualcosa di grave: ci sono minacciato, a suo chi, che con la Taodue ha pro-
aiutare il corpo e la psiche a imprese che, dopo aver sloggia- avviso, dalla «dittatura dotto anche Checco Zalone e i
restare in forma? 1) accettare to centinaia di cinema dai cen- dei multiplex» Soliti idioti: «Credo che l’epoca
gli anni che passano e tri urbani, stanno emarginan- dei multiplex sia arrivata a una
adeguarsi è l’atteggiamento do migliaia di cittadini soprat- naturale conclusione e abbia
psicologico più utile ogni tutto adulti, meno propensi a al Corriere, «ci pensano il caro circuito The Space: «Diversi ci- in questi anni anche creato un
volta che qualcosa cambia; mettersi in auto per andare a Il produttore affitti, la diminuzione dei resi- nema hanno chiuso i battenti danno al cinema d’autore» scri-
2) fare attività fisica. È sufficiente cercare un film nei multiplex «Il cinema deve diventare denti, l’impossibilità di innova- non perché sono stati aperti i ve, dopo aver ringraziato i ge-
camminare ogni giorno, fare le scale, usare le metropolitani». Un fenomeno luogo dove far partecipare re le strutture». Nessun danno multiplex ma perché gli spetta- stori per aver contribuito al
braccia per portare piccoli carichi; 3) non cui si accompagnerebbe «l’e- alle piccole produzioni, tutt’al- tori hanno smesso di frequen- buon esito delle sue pellicole.
smettere mai di amare con il cuore e con il marginazione dei film meno i giovani, che più rischiano tro: «I multiplex hanno per- tarli considerandoli non più «I cinema devono diventare
corpo; 4) mangiare tanta frutta, e brindare con commerciali». disaffezione» messo in pochi anni di recupe- adeguati all’offerta». Un punto luoghi dove far partecipare in
un calice di vino rosso; 5) infine, ricordare che Non è d’accordo Carlo Berna- rare spettatori e incrementare su cui insiste anche Lionello particolare il pubblico dei gio-
il più forte motore dell’esistenza è la curiosità. schi, presidente dell’Anem (As- il fatturato dell’industria cine- Cerri, presidente dell’Anec (As- vani che più rischia disaffezio-
Il cervello tiene vivo il corpo, osserva e impara sociazione nazionale esercenti matografica». Gli fa eco Giu- sociazione nazionale esercenti ne».
sempre. multiplex). Ad allontanare i ci- seppe Corrado, presidente e cinema): «La tendenza all’as- G. Zi.
nema dai centri urbani, scrive amministratore delegato del sottigliamento di queste sale e © RIPRODUZIONE RISERVATA

Codice cliente:
Codice cliente:

28 italia: 515249535254 Lunedì 27 Febbraio 2012 Corriere della Sera

CENTRO AGROALIMENTARE ROMA - CAR S.C.P.A.


AVVISO PUBBLICO PER LA COSTITUZIONE
DELL’ALBO FORNITORI DEL CENTRO AGROALIMENTARE ROMA
Il Centro Agroalimentare Roma e le Società CAR S.c.p.A. e Cargest S.r.l. intendono procedere Società di investimento a capitale variabile Società di investimento a capitale variabile
alla costituzione di un Albo di accreditamento di fornitori di fiducia, per gli affidamenti relativi Sede legale: 49, avenue J.F. Kennedy, L-1855 Lussemburgo R.C.S. Lussemburgo B-119.899
all’esecuzione di lavori, forniture e servizi in economia ai sensi dell’art. 125 del D. Lgs 163/06, R.C.S. Lussemburgo B-124.284 Sede legale: 49, avenue J.F. Kennedy, L-1855 Lussemburgo
secondo quanto previsto dai propri regolamenti interni. Il presente avviso ha validità fino al
31 dicembre 2012. Nel corso di tale periodo i soggetti interessati potranno presentare la
propria candidatura per l’iscrizione all’Albo per la/e categoria/e prescelta/e. L’Albo fornitori AVVISO AVVISO
si aggiornerà automaticamente in base alle istanze pervenute. La richiesta di iscrizione, le
relative dichiarazioni e documentazioni, nonché ulteriori elementi integrativi dovranno essere Gentili Azionisti, Gentili Azionisti,
prodotti in via telematica, nell’apposita sezione del sito www.agroalimroma.it. L’iscrizione
all’Albo ha validità fino al 31.12.2012 e, comunque, fino al perdurare dei requisiti di iscrizione conformemente a quanto previsto dalla Delibera Consob n. 17002 del 17 Agosto 2009 conformemente a quanto previsto dalla Delibera Consob n. 17002 del 17 Agosto 2009
e/o fino a che non intervenga provvedimento di cancellazione imposto da CAR S.c.p.A. e/o avente ad oggetto la comunicazione dell’aggiornamento della documentazione di offerta avente ad oggetto la comunicazione dell’aggiornamento della documentazione di offerta
Cargest S.r.l. o su apposita richiesta del fornitore. Entro il 31 dicembre di ogni anno i fornitori relativa ad OICR aperti ammessi alla negoziazione in un mercato regolamentato, relativa ad OICR aperti ammessi alla negoziazione in un mercato regolamentato,
iscritti avranno l’onere di rinnovare la propria iscrizione, pena la cancellazione dall’Albo.
Allo scadere di ogni anno, CAR S.c.p.A. e/o Cargest S.r.l. provvederanno tramite posta db x-trackers II con la presente comunica che l’ultimo aggiornamento del Prospetto di db x-trackers con la presente comunica che l’ultimo aggiornamento del Prospetto di
elettronica, a dare avviso ai fornitori iscritti della necessità di rinnovare la propria domanda. db x-trackers II (dicembre 2011) e’ stato pubblicato in data 9 febbraio 2012. db x-trackers (dicembre 2011) e’ stato pubblicato in data 23 febbraio 2012.
I fornitori iscritti, in ogni caso, dovranno comunicare ogni variazione intervenuta rispetto
alle informazioni ed alle dichiarazioni già rese a CAR S.c.p.A. ed a Cargest S.r.l. in fase 27 Febbraio 2012 27 Febbraio 2012
di domanda di iscrizione, entro 30 giorni dall’intervenuta modifica. CAR S.c.p.A. e Cargest
S.r.l. si riservano di effettuare verifiche, anche a campione, al fine di accertare il permanere db x-trackers II db x-trackers
della sussistenza dei requisiti di iscrizione e la veridicità delle dichiarazioni già rese dal
fornitore, adottando gli opportuni provvedimenti. CAR S.c.p.A. e Cargest S.r.l. potranno
avvalersi della facoltà di non ricorrere alle ditte iscritte all’Albo, nelle seguenti ipotesi: 1. in
caso di forniture di beni, servizi e lavori che, per la loro peculiarità tecnica o qualitativa o per il Autorità Portuale di Salerno
1
Autorità Portuale di Salerno
1

grado di specializzazione e/o organizzazione richiesta, non rendano possibile l’utilizzazione (Legge n. 84/94; D.P.R. 23/06/00 (Legge n. 84/94; D.P.R. 23/06/00
dell’Albo; 2. qualora l’Ente, sulla base delle proprie conoscenze di mercato, ritenga utile in G.U. n. 175 del 28/06/00) in G.U. n. 175 del 28/06/00)
ampliare la concorrenzialità rispetto alle ditte iscritte, invitando o interpellando anche AVVISO DI ESITO GARA AVVISO DI ESITO GARA
altre ditte ritenute idonee. Il presente avviso riguarda in modo esplicito tutti gli operatori L’Autorità Portuale di Salerno rende noto che la Procedura L’Autorità Portuale di Salerno rende noto che la Proce-
interessati, ivi compresi quelli che, alla data di pubblicazione dello stesso, risultino essere Aperta per l’affidamento del “Servizio di verifica finalizzata dura Aperta per l’affidamento del “Servizio Direzione dei
già fornitori di beni, servizi e lavori del Centro Agroalimentare Roma. Ulteriori informazioni alla validazione del progetto definitivo posto a base di gara lavori e di coordina manto della sicurezza in fase di ese-
potranno essere richieste ai seguenti recapiti: tel. 06/60501201 - Dott.ssa Paola Testa - fax
06/60501226 e-mail: infofornitori@agroalimroma.it. Responsabile Albo Fornitori: Dott.ssa
e del progetto esecutivo redatto dall’appaltatore dei lavori
di realizzazione dell’intervento Salerno Porta Ovest - I
cuzione per la realizzazione delle opere relative all’inter-
vento “Salerno Porta Ovest” - I Stralcio - I e II Lotto”,
ATAC S.p.A. Azienda per la mobilità
Doriana Ciambruschini. Centro Agroalimentare Roma Stralcio II Lotto”, pubblicata sulla GURI V serie Speciale pubblicata sulla GURI V serie Speciale n. 43 del Sede legale: Via Prenestina, 45 - 00176 Roma
Dott. Fabio Massimo Pallottini n. 91 del 03/08/2011 e n. 115 del 30.09.2011 è stata 11/04/2011 e n. 64 del 01/06/2011 è stata aggiudicata
aggiudicata definitivamente con delibera presidenziale definitivamente con Delibera Presidenziale n. 30 del
n. 23 del 03/02/2012 all’RTI: RINA Check S.r.l. - CONTECO 14/02/2012 al Consorzio Stabile Dielle Engineering ESTRATTO DELL’AVVISO A
S.p.A con sede in Genova via Corsica, 12 P.Iva con sede in Roma via Nizza, 154 P.Iva 10286911002 che MANIFESTARE INTERESSE N. 10/2012
Per la pubblicità legale e finanziaria
CITTA’ DI GIUGLIANO IN CAMPANIA PROVINCIA DI NAPOLI 01927190999 che ha offerto un ribasso del 50,456% per ha offerto un ribasso del 36,550% per un importo di
ESITO DI GARE D’APPALTO ESPLETATE un importo di € 236.488,50 oltre oneri previdenziali e IVA. € 4.836.575,97 oltre oneri previdenziali e IVA. Maggiori
rivolgersi a: www.comune.giugliano.na.it Maggiori informazioni su www.porto.salerno.it. informazioni su www.porto.salerno.it. SI COMUNICA CHE SULLA GAZZETTA UFFICIALE DELLA
IL PRESIDENTE - On. Avv. Andrea Annunziata IL PRESIDENTE - On. Avv. Andrea Annunziata
Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano L’Amministrazione comunale di Giugliano in Campania/NA ha espletato le seguenti gare d’appalto: “Lavori
“La ori REPUBBLICA ITALIANA V SERIE SPECIALE “CONTRATTI
per la sicurezza stradale - Iº prog
programma
ramma annuale di attuazione” CIG 3170364B20; procedura di gara: PUBBLICI” N. 23 DEL 24/02/2012 E’ PUBBLICATO L’AVVISO A
Tel. 02 2584 6665/6256 - Fax 02 2588 6114 aperta; criterio di aggiudicazione; massimo ribasso sull’importo posto a base di gara ai sensi dell’art. 82, COMUNE DI ASTI
Via Valentino Mazzola, 66/D 122 c. 9 e art. 253 c. 20-bis del D.Lgs. 163/06 così come modificato dalla L. 106/2011; importo a base Piazza S. Secondo 1 MANIFESTARE INTERESSE, DI DURATA QUADRIENNALE,
00142 Roma di gara Euro 1.503.536,58 oltre IVA, di cui Euro 1.472.896,92 soggetti a ribasso d’asta Euro 30.639,66 Tel. 0141/399392 PER LA SOTTOSCRIZIONE DI CONTRATTI PER ADESIONE
Tel. 06 6882 8650 - Fax 06 6882 8682 per gli oneri della sicurezza n. ditte partecipanti: 55; data di aggiudicazione: D.D. n. 50 del 02.02.2012;
agigudicatario: A.T.I. CO.GE.SA. sas di Corvino Vincenzo & C. - PROGLOBAL CO. srl Via S. Donato, 6 - Casal NOTIZIA DI APPALTO PER LA VENDITA DI PRODOTTI INERENTI LA MOBILITA’ AI
Vico II San Nicola alla Dogana, 9 di Principe/CE; prezzo contrattuale: Euro 944.554,07 a seguito del ribasso del 35,871%. “Realizzazione
80133 Napoli
E’ indetta pubblica gara per affida- FINI DELLA LORO SUCCESSIVA COMMERCIALIZZAZIONE.
loculi nel piano interrato
inter rato della struttura
str uttura sociale del cimitero - ripresa ggara”:
ara”: CIG 0466448D0D:
0466448D0D pro- mento dei servizi assicurativi per la
Tel. 081 49 777 11 - Fax 081 49 777 12 cedura di gara: aperta; criterio di aggiudicazione mediante ribasso sull’elenco prezzi posto a base di gara, IL SUDDETTO AVVISO SARA’ INOLTRE DISPONIBILE,
ai sensi dell’art. 82, importo a base di gara Euro 556.200,00 oltre IVA di cui Euro 536.257,00 soggetti a copertura dei rischi del comune - 6
Via Villari, 50 - 70122 Bari
ribasso d’asta e Euro 19.942,99 per gli oneri della sicurezza n. ditte partecipanti: 137, data di aggiudica- lotti. Il bando di gara è visionabile UNITAMENTE AL FORMAT DEL CONTRATTO SUL SITO
Tel. 080 5760 111 - Fax 080 5760 126 INTERNET AL SEGUENTE INDIRIZZO: www.atac.roma.it
zione: D.D. n. 104 del 10.02.2012, aggiudicatario: LI.RI. COSTRUZIONI srl, via F.lli Maristi, 48 - Giugliano: all’Albo Pretorio comunale e sul sito
prezzo contrattuale: Euro 358.103,80 a seguito del ribasso del 35.616%. www.comune.asti.it. AREA “gare e albo fornitori”.
Giugliano, lì 24.02.2012
SETTORE OPERE E LAVORI PUBBLICI Asti, 16/2/2012
RCS MediaGroup S.p.A.
Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano Il Direttore Acquisti, Contratti e Servizi Generali
IL DIRIGENTE Il Dirigente
Ing. Generoso Serpico Dott. Giovanni Monticone (Franco Middei)
Codice cliente:

Corriere della Sera Lunedì 27 Febbraio 2012 italia: 515249535254


Cronache 29

Le sfilate Il «massimal» di Aquilano e Rimondi. Rigore militare (e dolcezza folk) da Ferragamo

Dolce e Gabbana
Pieghe
di Gian Luigi Paracchini
Romanticismi barocchi
Se la sfilata Pizzo, oro e niente scollature Ricami Due abiti di le, cappe, tailleur, camicie, cappotti-
ni pullover tutti un colto pa-
Dolce e Gabbana. In
diventa un film alto, due foto postate tchwork di sete jacquard, duchesse,

(però catastrofico) Orecchini e cerchietti, i nuovi monili su Twitter da Gabbana laminati, pizzo, velluti, tweed, tes-
suti scuba, pelle spesso realizzati in
esclusiva. Drappeggi, bustier, lacci,
MILANO — Ma chi l’ha detto che tweed di seta. E poi i ricami: quelli forme. Sceglie invece l’architettura
il troppo stroppia? Se Dolce e Gabba- nuovi sono a piccolo punto e mezzo e il costruttivismo Consuelo Casti-
Sarebbe certo troppo dire che si è na avessero tolto qualcosa a tanto punto. E i motivi: le cornici, le croci glioni per la sua Marni. Precisa, que-
rischiata la catastrofe biblica. Ma la ben-di-Dio avrebbero solo rovinato ma anche i putti. Tubini e tailleur, sta donna timida e schiva lavora su
sfilata di Byblos nel tendone al Castello quell’affresco fashion-barocco che bluse e scarpe-calze. E gonne e gon- forme e materiali. Così ecco, tra vo-
Sforzesco, piena di bagliori siderali e è stata, ieri, la loro sfilata. Non che ne: sopra e sotto il ginocchio. Svasa- lumi esagerati e tratti sottili, il viso-
metallizzati in passerella, verrà pure uno si aspettasse un inno al mini- te, arricciate, a balze: apparentemen- ne intarsiato effetto Principe di Gal-
ricordata per una curiosa atmosfera malismo, ma non è neppure sconta- te da baule, di fatto stanno in un les, abiti di crespo di lana, trench
thrilling. Colpa del forte vento da regata to trovare parole (abiti) sempre nuo- trolley perché tutto è strutturato, over di ogni (dal cady, al pitone, al-
che ha infierito sul tendone ve per raccontare la propria storia. nulla è rigido. Forse le ci vorrà un la vernice) anche senza maniche,
provocando un mix d’allarme e Gli stilisti ci sono riusciti. Un esem- extrabagaglio per gli accessori: cer- giacche con grandi tasche e col-
d’involontaria ilarità. Come a dire con pio? Loro, gli imperatori dello scol- chietti, fermagli, collane, orecchi- li di pelliccia. Sogna di essere
Flaiano: situazione grave ma non seria. lo e del push up mediterraneo, que- ni, bracciali, spille, tutti un cristal- l’eroina alla Avatar, la giova-
A catalizzare sguardi apprensivi verso sta volta non hanno proposto nep- lo, un putto e una croce. Ma che ne donna di Missoni. O per
l’alto era il minaccioso oscillare della pure un tuffo sul décolleté ma solo bella cosa una donna radiosa. lo meno così dice di averla
struttura d’acciaio che sostiene i colli montanti, piccole gorgiere, col- E nel giorno dell’oltre, un’altra disegnata Angela. E in effet-
riflettori: un bel numero di chili che letti, mantelline, abbottonature. coppia si fa baffo del minimal e ti questa figura lunga lun-
giocavano spensieratamente all’altalena Non più malafemmina ma piutto- diventa portavoce del «massi- ga che si aggira alla Stata-
sopra le nostre teste. I padroni di casa sto un’istitutrice, una principessa, mal», Tommaso Aquilano e Ro- le di Milano ha un che di
hanno speso carinamente il miglior una madonna. Niente guaine e cur- berto Rimondi, in arte Aquilano fantasy: vestita di abiti
repertorio di battute per rassicurare il ve ma abiti gentilmente accostati ai e Rimondi. È viaggio immagini- «materici» che paiono ora
gentile pubblico. Però con molti, corpi, volant, ruches, plissé, sbuffi. fico il loro fra Tiepolo, Mante- cortecce, ora vulcani in eru-
sorridenti e velocissimi a battere in E poi tutti quei fiori stampati e rica- gna e Artemisia. Con puntate fra zione, ora come certi mine-
ritirata, non ha funzionato. Quando lo mati. Sì un barocco molto romanti- i costumi teatrali di Tirelli e gli rali spaccati a metà.
show ha avuto inizio sembrava che gli co. Non senza l’A-B-C: pizzo, oro e anni Settanta. Dicono, fanno e Da Ferragamo c’è una
spettatori stessero come a una partita di nero. Mai uguale: ogni uscita una frullano meravigliosamente la- certa Russia che non c’è
tennis alla rovescia, guardando cioè storia a sé. La prima fatta di mantel- sciando dietro una scia che sa più, dicono. Rigore milita-
giù-su (dalla passerella al soffitto le al posto dei cappotti. La seconda di cultura italiana. Così sono re e dolcezza folk. Più inci-
dondolante) invece del canonico di tessuti, molto ricercati e ad effet- moderne madonne vestite siva la prima e leggera la
dest-sinist. Anche le modelle, pur di to: bouclé, astrakan, nuovo pizzo in di corti abiti couture a bou- seconda. Belli, molto, i
sguincio, lanciavano occhiate verso pastrani di astrakan e
quel rumoroso movimento sospeso cuoio nero e ancora i
prima di presentarsi davanti ai tailleur in persiano che
fotografi: le loro parevano espressioni pare velluto. Interes-
artisticamente ispirate, in realtà erano santi gli abiti vaga-
soltanto speranzose.
mente gitani tutti
Giusto per ravvivare questo
una passamaneria
potenziale film disaster ci si è messo
pure il blitz d’un paio d’animaliste con montata sull’altra.
slogan anti pelliccia. E fa niente se in Scende da un treno alla sta-
tutta la sfilata Byblos l’unico pezzo zione di Cusco la viaggiatri-
incriminato fosse la doppia striscia di ce interculturale di Trussardi
volpe ai polsi d’un cappotto: con la by Umit Benan Sahi. Attitudi-
security che guardava fisso verso ne maschile, la signora. Senza
l’incombente catastrofe, intrufolarsi qui mezze misure: convince di più in
è stato un gioco da ragazzi. blazer over e pantalone neri di pelle
che in chemisier. Al teatro di Laura
Monica e gli sguardi rassegnati Biagiotti va in scena la Bisanzio di
Che cosa vuol dire essere una stella Teodora che è più grintosa a veder-
pop? Per capirlo basta vedere una si che a dirsi perché la signora si di-
trionfale entrata come quella di Monica verte a mischiare giorno e sera, chif-
Bellucci da Dolce&Gabbana. Prima il fon e maglioni di cachemire dai
pubblico fuori e poi i fotografi dentro. E grandi colli, cappe di astrakan blu e
lei (47 anni) che incede morbidamente completi di tartan venati di baglio-
fasciata in un vestito nero a pois ri, kilt sul pantalone, abiti plissé so-
bianchi (in due punti del corpo i pois leil con le alte cinture preziose e
sembrano più grandi), rossetto rosso e mantelle ricamate di pietre. La mo-
sguardo ammaliatore. I lampadari da suona il rock da Frankie Morello,
barocchi che riempiono la sala quello duro ma condito con l’ironia
sembrano diventare più luminosi. degli stilisti. Così le borchie finisco-
Intorno a lei sguardi femminili quasi no sull’abito di sangallo, i revers dei
rassegnati. Quello che si dice saper tailleur o gli scolli dei montoni. Ma-
riempire la scena, come capitava a nuel Facchini da Byblos dice di esse-
epiche stelle pop tipo Sofia Loren e re finito su Marte con la sua arca e i
Silvana Mangano. Loro recitavano suoi abiti scomponibili. Volumi e
meglio? Questo lo sa anche lei. Ma forse colore, tessuti e mix.
può bastare. Paola Pollo
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Il barocco siciliano della cattedrale di Noto © RIPRODUZIONE RISERVATA

Pelle e broccati Militare e


Da sinistra: il scaldacuore
blazer di Trussardi, Da destra a sinistra,
l’arancio bizantino le donne su Marte di
di Laura Biagiotti, Byblos, abiti e
i broccati scaldacuore di Missoni,
di Aquilano Rimondi lo stile militare
e l’abito stampato di Marni di Salvatore Ferragamo
30 italia: 515249535254 Lunedì 27 Febbraio 2012 Corriere della Sera

Codice cliente:
Corriere della Sera Lunedì 27 Febbraio 2012 italia: 515249535254
Cronache 31

Le presentazioni Alice Etro: giacche in pelle per giorno e sera

Sartoria e jeans dorati


Uno stile da ragazzi
Calvin Klein e il team giovane di Larusmiani
MILANO — Il popolo della Figli d’arte
moda si sposta su scarpe piedi-
stallo tacco 13, sfidando uno Alice Etro,
strano vento impetuoso, ma so- 24 anni, figlia di
no le ultime fatiche. Da Bally la Kean Etro e di
lingua italiana è in netta mino- Monica
ranza: la cartella stampa è redat- Bottigelli, della
ta in 8 versioni (la maggioranza famiglia Miani
orientali). La griffe di calzature
svizzera sviluppa il prêt à por-
ter con una serie di capospalla
che uniscono il dettaglio sarto-
riale a materiali pregiati: viso-
ne, pelle, cashmere, seta. Il lus-
so non può più essere noioso
né scontato. Il trench in pelle
blu ha le maniche in visone rasa-
to, l’interno double in nylon co-
lor ghiaccio e il collo rifinito in so e misterioso del ros- nocchio, longuette e lunga fino
visone e pelle. Gli abiti in jersey so», osserva il 36enne La protesta ai piedi, così sofisticata», inter-
di lana si allargano sul fondo Colangelo. viene Lorella Manicardi di Juc-
con un ventaglio di tessuto. Il Da Larusmiani, Gu- ca. Anche il jeans diventa raffina-
tocco di colore è su borse e sti- glielmo Miani fa disegna- to. Joacob Cohën edita il 5 ta-
vali: patchwork di pelle, struz- re la linea femminile dal team sche in pregiato denin Kurbo
zo, coccodrillo. Le scarpe sono di giovani collaudati con l’uo- giapponese e tessuti in lana
il rifacimento di quelle da uo- mo. A rappresentare il gruppo stretch che esaltano le curve. Lo
mo «le più artigianali». c’è Alice Etro, 24 anni, figlia di stilista di Calvin Klein Kevin Car-
Il total look è d’obbligo, or- Kean (maison Etro) e di Monica rigan è entusiasta dei suoi jeans
mai. Borbonese ha lanciato la Bottigelli, della famiglia Miani, nei toni dei metalli preziosi:
sua linea d’alta gamma «1910» quella che ha creato il marchio oro, argento, bronzo «Il segreto
disegnata da Gabriele Colange- nel 1922. La stilista mostra il ca- è il finissaggio su tessuto legge-
lo. «L’ispirazione è un viaggio po simbolo del «lusso essenzia- ro che li rende confortevoli»,
in Nepal», dice. I disegni dei tap- le»: giacca doppiopetto in jersey racconta. Belli sulla modella, ab-
peti sono ricreati con pa- di pelle bouclé con rifiniture in binati alla camicia in denim. «Li
tchwork di rettile pelle, occhio tubolare in nappa: «per il giorno Incursioni anti-pellicce può indossare anche una 40en-
di pernice per borse squadrate e la sera». Il trench ha una fascia ne ed è già pronta per uscire la
o tracolline con catena dorata di pitone nabuccato che percor- Ci avevano provato da Versace, venerdì scorso. Ma ieri, alla sera — assicura Carrigan —. La
che riprende il motivo dello sco- re le maniche raglan. Il capo che sfilata di Byblos, una coppia di giovani animaliste sono minigonna invece no. Quella la-
oby doo. Colori: cipria, verde e piace alle giovani? Il tubino mor- riuscite a guadagnare la pedana, gettando scompiglio. sciatela alle giovani».
bordeaux. «S’imporrà. È il sim- bido, l’alternativa al jeans». «Ma In mano un cartello: «Pelle e pellicce sono tortura» Maria Teresa Veneziani
bolo della sensualità, più inten- io scommetto sulla gonna, al gi- © RIPRODUZIONE RISERVATA

Moda & cinema La collezione in tre minuti Conferme Versus, Scognamiglio e De Vincenzo

Armani, un «corto» Mancano nuovi talenti?


firmato Guadagnino Vuoi Internet Ecco i «fantastici» tre
veloce e subito? MILANO — È giovane e ri-
belle la ragazzaccia di Versus,
abituata, la notte, a girare per
ad ogni stagione la stilista è
accanto al pupillo. Un gran
bell’esempio di fiducia nei

Ovunque sei, i pub più equivoci di Londra.


Un’anima punk, aggiornata.
Così eccola con le sue giacche
giovani. Fatto raro.
Ieri da Dolce e Gabbana e
poi poco dopo da Aquilano e

scegli Tooway! over e i mini abiti tutti un ta-


glio laser o i pellicciotti con
cappuccio. La differenza con
sua madre, regina delle notti
Rimondi, le accuse a un am-
biente che non regala più talen-
ti creativi. Forse. Ma anche no.
Belle le sfilate di un Francesco
punk negli anni Ottanta? I co- Scognamiglio, fatta di pizzo e
lori, accesi, fluo. E poi i mate- pelle di una sensualità prorom-
riali: che dire di quegli stiva- pente o di un Marco De Vincen-
Internet a 10 Mbps li-calza stretch? O il biker di zo con i suoi abiti che racconta-
pelle con le spalle alla rugbi- no di un nuovo bon ton mini-
Telefonate via Internet sta. «Ragazze che si proteggo- male e sofisticato. Però è an-
no», dice Christopher Kane, che vero che fra tanti i nomi
lo stilista che quest’anno com- meno conosciuti e potenti si ri-
pirà 30 anni e che da tre Dona- trovano spesso soli.
tella Versace ha voluto alla Pa. Po.
Versus. E ieri puntuale come © RIPRODUZIONE RISERVATA

L’atmosfera è rarefatta, due tal Akerman per imbastire una


amanti che si inseguono, sospe- storia «di desiderio e suspen-
si e inquieti, mentre sullo sfon- ce», riconoscendo con Armani
do scorre la pianura fra Manto- un legame antico: «Ho formato
va e Cremona, i suoi magnifici il mio gusto anche sul suo stra- A partire da 1€ al giorno
edifici ricchi di storia, gli infini- ordinario lavoro». Mentre per
ti colonnati. «One plus One» è Armani «la moda oggi deve Kit gratuito*
*In base al piano tariffario scelto
il progetto cinematografico na- aprirsi a nuovi linguaggi e il ci-
to dalla collaborazione tra Gior- nema è la forma di espressione
gio Armani e il regista Luca Gua- cui, da sempre, mi sento più vi-
dagnino, già candidato all’O- cino». Le scene d’interni sono Chiama il 848 390 056
scar con «Io sono l’amore». Un state girate nel Museo del Violi- Contrasti
«corto» di 3 minuti dalle grandi no di Cremona, capolavoro del- o visita Al centro
ambizioni: opera filmica e, insie- l’architettura razionalista lom- www.internetovunquesei.it Versus.
me, illustrazione in movimento barda mai usato come set cine- ToowayItalia A sinistra, pizzi
della collezione Giorgio Armani matografico. Protagonisti Mi- @Toowayitalia Powered by Skylogic, a Eutelsat company.
e pelle di
per la primavera estate. lou Van Groesen, Diego Fragoso Scognamiglio,
Guadagnino racconta di es- e Viniccius Sales. a destra Marco
sersi ispirato al cinema di Chan- © RIPRODUZIONE RISERVATA De Vincenzo

Codice cliente:
Codice cliente:

32 italia: 515249535254 Lunedì 27 Febbraio 2012 Corriere della Sera


Corriere della Sera Lunedì 27 Febbraio 2012 italia: 515249535254
33

Cultura
Isabella de’ Medici non fu assassinata
Isabella de’ Medici (1542-1576, nell’immagine), la bellissima
figlia del granduca di Toscana Cosimo I ed Eleonora di
Toledo, non fu uccisa dal marito per gelosia; morì per
un’infezione alle vie urinarie. A scagionare Paolo Giordano I
Orsini, duca di Bracciano, cui Isabella andò in moglie
quando aveva solo sette anni, è una ricerca di Elisabetta
Mori, archivista dell’Archivio Storico Capitolino di Roma.

Lo scenario Si profila l’antico male nazionale del consociativismo Personaggio discusso


Otto von Bismarck (1815-1898),

La Grande Coalizione: primo ministro della Prussia e poi


della Germania imperiale

un fantasma italiano lamentare della finanza allegra, gene-


ratrice del colossale debito pubblico.

(poco) democratico
Adesso, lo si vorrebbe tradurre nella
«grande coalizione», a imitazione del-
l’esperienza tedesca, figlia della disci-
plina unitaria bismarckiana; che non
è nella nostra tradizione di frammen-
tazione e polarizzazione politica, e tan-
Integralismo, unanimismo e culto del capo to meno in quella liberale bipartitica e
moralmente conciliatrice anglosasso-
Il rischio di adottare il modello «tedesco» ne cui dovremmo, piuttosto, guarda-
re.
Il rischio è che l’esito della grande
di PIERO OSTELLINO che le società multiculturali riflettono orici dello Stato moderno. La «mode- coalizione sia di cambiare qualcosa af-
al proprio interno con pregiudizio del- razione» fu assunta come sinonimo finché nulla cambi; perpetuare lo sta-

N
ell’Inghilterra del XVII seco- la propria stabilità; la perdurante radi- di governo capace di temperare se talismo e il dirigismo della classe poli-
lo (1600) — dilaniata dalle calizzazione e polarizzazione fra rifor- stesso e, al tempo stesso, con forza, tica e di un apparato burocratico-am-
guerre fra anglicani, cattoli- mismo e massimalismo — già prelu- ma anche con discrezione, ogni for- ministrativo che tutto controlla a spe-
ci e puritani, e oppressa dal dio, negli anni Venti e primi Trenta ma di aggressività esterna; la teologia se del Paese; una versione dell’occupa-
dispotismo regio — stava nascendo lo del Novecento, del crollo della Repub- che noi oggi chiamiamo la pazienza zione dello Stato da parte dei partiti,
Stato moderno: la guerra era la «leva- blica di Weimar — (ri)confermano la con la quale gli inglesi si mettono in sordi all’ammonimento di Marco Min-
trice della storia». La violenza rivolu- natura teologica della politica, negatri- coda alla fermata dell’autobus. Ma la ghetti — «Fuori i partiti dalle istituzio-
zionaria in Francia, fra realisti e repub- ce della funzione di mediazione che il chiave di volta della crisi fu, esclusiva- ni» – e incapaci di visione e di direzio-
blicani, giacobini e girondini, durante processo parlamentare ha, ed esalta- mente, il concetto di «consenso mora- ne.
il Terrore, avrebbe dato vita in pro- no il concetto di «decisione», da par- le» lockeano che meglio si confaceva Il consenso morale che le forze poli-
spettiva — come aveva previsto Ed- te del Capo nel quale si incarni lo spiri- a tale tradizione. tiche dovrebbero perseguire oggi do-
mund Burke nelle Riflessioni sulla Ri- to del popolo intero (vedi Carl Sch- Locke era uno spirito religioso e uo- vrebbe fondarsi, invece, non su una
voluzione francese — a una democra- mo di parte whig — il movimento an- (supposta) compatibilità fra gli schie-
zia illiberale. Nel 1835-40, Alexis de tiassolutista predecessore del Partito ramenti — grazie all’adesione a valori
Tocqueville avrebbe scritto: «La demo- Precedenti liberale nella storia politica del Paese costituzionalmente solo apparente-
crazia è stata dunque abbandonata ai — ma nel suo concetto di consenso mente condivisi, ma che ne alimenta-
suoi istinti selvaggi; essa è cresciuta
come quei bambini che, privi delle cu- Le due esperienze morale non c’era traccia di trascenden-
za; la sua era un’«Etica non ontologi-
no piuttosto le divisioni — né sulla
stabilità del quadro politico, bensì sul-
re paterne, crescono da soli nelle stra-
de delle nostre città non conoscendo
in Germania ca», non metafisica, ben ancorata alla
realtà empirica; egli non pensava alla
l’esigenza di un cambiamento sociale
e politico che faccia entrare l’Italia nel-
della società i vizi e le miserie. (…) Il La prima Grande Coalizione Salvezza nell’aldilà, ma al persegui- la Modernità. Monti, molto opportu-
risultato è stato che la rivoluzione de- della Germania Ovest, mento del Bene comune nell’aldiquà, namente, ha già dato una prima rispo-
mocratica si è effettuata nella materia alleanza di governo tra e si limitava a indicare il metodo mi- sta: il posto a tempo indeterminato ha
della società senza che si operasse nel- cristiano-democratici (Cdu) e gliore per raggiungerlo, metodo che bloccato l’evoluzione del Paese verso
le leggi, nelle idee, nelle abitudini e socialdemocratici (Spd), durò si sostanziava nell’idea di governo fon- un maggiore dinamismo sociale e una
nei costumi il cambiamento a render- dal 1966 al 1969: cancelliere dato su leggi morali che tutti potesse- economia di mercato, relegandoci
la utile. Così, abbiamo la democrazia era Kurt Georg Kiesinger ro accettare. Era la teorizzazione che agli ultimi posti nel mondo, non solo
senza avere tutto ciò che dovrebbe at- (Cdu). Nella Germania dovere dell’uomo politico, in sintonia in termini di libertà economica, ma di
tenuarne i vizi e farne risaltare i natu- unificata un governo di con gli altri, fosse di badare alle conse- crescita e di sviluppo. Non si trattereb-
rali vantaggi; e alla vista dei mali da Grande Coalizione, guidato guenze dei propri atti, che un altro non proprio una inclinazione totaliz- ritasi l’emergenza» del governo dei be, ovviamente, di introdurre forme
essa prodotti non ci rendiamo conto dall’attuale cancelliere Angela grande liberale, Max Weber, avrebbe zante, contraddittoria rispetto al «plu- tecnici — vorrebbero dar vita ad una di licenziamento totalmente discrezio-
dei beni che può darci» (La democra- Merkel (Cdu), è rimasto in teorizzato, secoli dopo, nell’«etica del- ralismo dei valori» della democrazia li- «grande coalizione» con a capo lo nali da parte delle aziende, ma di indi-
zia in America). Sempre nei primi an- carica dal 2005 al 2009. la responsabilità». Se il paragone non berale (Isaiah Berlin), quanto meno, stesso Monti. Rispunta la vocazione viduare compensazioni, economiche
ni del XIX secolo, Benjamin Constant rischiasse di essere improprio, si po- di essere la bandiera conservatrice di «unanimistica» che condiziona da e temporali, che salvaguardino il lavo-
avrebbe, a sua volta, denunciato l’usur- trebbe dire che il consenso lockeano una certa parte politica. La Costituzio- sempre la cultura politica nazionale, ratore che ha perso il posto e la pro-
pazione della sovranità popolare, da mitt); la crisi della democrazia è ali- fu l’anteprima del tentativo di concilia- ne la si rispetta, ma non la si deve ne- impedendole di far maturare la demo- duttività delle aziende.
parte dei suoi rappresentanti, e il la- mentata dalla prevalenza degli interes- zione fra fede e ragione che Benedet- cessariamente condividere, se no si crazia nel senso, anglosassone, di al- Le forze politiche dovrebbero libe-
tente totalitarismo del razionalismo si dei rappresentanti (la classe politi- to XVI, il Papa tedesco — forse più dovrebbe concludere che anche Jeffer- ternativa di governo. Ai tempi del «bi- rarsi, allora, anche del «mito della sta-
nel trasformare liIndividuo in un puro ca) su quelli dei rappresentati (i citta- protestante che cattolico — non perse- son — che riteneva quella americana polarismo imperfetto» Dc-Pci, l’unani- bilità», che è, poi, il riflesso condizio-
«uomo pubblico», assorbendone l’au- dini) e riaccende le nostalgie per gue attraverso il dialogo fra le religio- passibile di modifica nel tempo — si mismo si era sostanziato nel progetto nato dell’endemica instabilità gover-
tonomia personale (Della libertà degli «l’Uomo forte». ni, che sarebbe impraticabile senza sarebbe posto fuori dalla regola della di compromesso storico, fallito per ra- nativa della Prima Repubblica e l’alibi
antichi e dei moderni). L’Inghilterra affrontò il problema chieder loro di abdicare ai propri dog- democrazia liberale. gioni internazionali, ma riemerso col del loro immobilismo — una demo-
A oltre tre secoli dalla «gloriosa Ri- nel solco della sua storia — la prima mi, bensì evidenziandone le «conse- In Italia, il consenso morale dovreb- consociativismo, la condivisione par- crazia liberale, come il capitalismo,
voluzione» inglese del 1688, le lancet- formulazione di equilibrio fra i poteri guenze sociali». be tradursi — in tale contesto di plura- non è mai (totalmente) stabile, bensì
te dell’orologio della storia hanno fat- regio, aristocratico, borghese nascen- Il concetto lockeano di consenso lismo dei valori — nell’identificazio- è sempre (parzialmente) instabile, per-
to il percorso a ritroso e il mondo – te era stata la Magna Charta del 1215 morale non è neppure l’equivalente ne delle soluzioni che accrescano le li- Passato e presente ché dinamica, conflittuale e alternati-
pur con le ovvie differenze — si ritro- — contro gli eccessi, che pure ci furo- del nostrano appello a «valori condivi- bertà e i diritti individuali soggettivi, Rispunta la vocazione al va (Luigi Einaudi) — e non temere
va al punto di prima. no, con il contrattualismo assolutista si», che si identificano non nella tradi- sola vera base di una democrazia libe- una competizione scevra del morali-
Sul piano globale, il conflitto fra di Thomas Hobbes (Leviatano, 1651) e zione come era accaduto nel Risorgi- rale. Ma le avvisaglie non sono inco- conformismo che condiziona smo populista che ammorba il Paese.
islamismo e cristianesimo ripropone quello liberale di John Locke (Secon- mento, bensì nella novecentesca Costi- raggianti. Il Popolo della libertà e il la nostra cultura politica postellino@corriere.it
il modello delle guerre di religione do trattato sul governo, 1690), i due te- tuzione programmatica, rivelando, se Partito democratico — una volta esau- © RIPRODUZIONE RISERVATA

Novità
Claudio Bartocci Alessandra Piontelli Massimo Recalcati Paolo Brusasco
Una piramide di problemi Gemelli nel mondo Ritratti del desiderio Babilonia
Storie di geometria Leggende e realtà Un tema chiave: il desiderio All’origine del mito
da Gauss a Hilbert e i suoi enigmi
Jack Goody Arjun Appadurai
Cibo e amore Modernità
Storia culturale dell’Oriente in polvere
e dell’Occidente
Un classico
Quentin Skinner delle scienze sociali
Ragione e retorica P. Rigliano,
nella filosofia J. Ciliberto, F. Ferrari
di Hobbes Curare i gay?
Una rilettura radicale Oltre l’ideologia riparativa
della teoria politica di Hobbes dell’omosessualità
www.raffaellocortina.it

Codice cliente:
Codice cliente:

34 Cultura italia: 515249535254 Lunedì 27 Febbraio 2012 Corriere della Sera

Le iniziative del Corriere


Capolavori a 1 euro I classici del pensiero libero. Greci e latini
Il dilemma
Dopo la condanna
a morte il maestro
scelse di bere il
veleno piuttosto che
reagire all’ingiustizia
subita violando
le leggi di Atene

di ARMANDO TORNO

P
arlare dell’Apologia di Socra-
te, vergata nella forma di di-
scorso forense attico e riela-
borata da Platone con capaci-
tà magistrali, equivale a meditare sul-
l’anima dell’Occidente. Poche opere
del pensiero hanno condizionato la
riflessione dell’uomo come questa.
Nei tre discorsi che la compongono
emerge l’eterno conflitto tra politica
e filosofia, che trova un’esemplare in-
carnazione in Socrate. Alcuni studio-
si — ci ricordava in un recente collo-
quio Giovanni Reale, che firma la pre-
fazione al libro in uscita giovedì con
il «Corriere» contenente Apologia e
Critone — pensavano «fosse un’in-
venzione geniale di Platone». Egli ri-
fiuta questa tesi: «È completamente

Socrate, la scelta della coerenza


falsa». E ha precisato: «Siamo dinan-
zi a un documento storico unico, che
sacralizza il pensiero in senso gre-
co». Né si deve dimenticare che la fi-
Nell’«Apologia» l’esempio di una visione della filosofia
losofia accanto all’Acropoli era valida
solo se testimoniata dalla vita. Chi
predicava bene e razzolava male non
come testimonianza spinta fino al sacrificio della vita
era creduto. Per tal motivo i cinici, della morte di Socrate. Prende il no- mente fortunata: «È Dio che ci con- tre, rovesciano la legge del taglione Melangolo, pp. 64, e 11) ha scritto:
anche se sbertucciavano tutti nelle me da un vecchio amico del filosofo. duce per questa via». presente nella Bibbia, di origini anco- «La Grecia supera la rappresentazio-
piazze e vestivano cenci e commette- Questi si reca in carcere cercando di Non a caso il Critone era citato da ra più antiche. Platone è come se ne mitica che aveva dei propri dei,
vano stravaganze, erano rispettati. convincerlo a fuggire; anzi, tutto sa- Martin Luther King nei suoi discorsi: avesse capito la debolezza dell’«oc- nel momento in cui i filosofi conce-
Per la medesima ragione, sottolinea rebbe già pronto. In tal modo non la- in esso trovava la prima teorizzazio- chio per occhio, dente per dente», pirono Dio in modo razionale, sul
Reale, Socrate ha accettato la morte. scerebbe nel dolore familiari e ami- ne della non violenza. In altre parole, ponendo il ricorso alla violenza tra le modello del sapiente». È forse un
L’Apologia è ancora tra le letture ci. Ma per Socrate il bene più alto riprendendo l’antica lezione, occorre soluzioni peggiori. Capì che è fonte Dio che si incammina in cerca di una
scolastiche e da secoli fa meditare non è la vita in sé, ma quella moral- ribadire con Reale che «il vero vince- di altri problemi oltre che di ingiusti- nuova rivelazione? Ci limitiamo a ri-
giovani e adulti sulle parole che se- mente buona. Per questo l’uomo re consiste nel con-vincere gli altri». zia. cordare che quella antica
guirono la sentenza capitale. Socrate non può in nessuna situazione ac- E ancora, seguendo la lezione del dia- Reale è altresì convinto, e lo ripe- sopravviverà nelle pagine di Plutar-
accoglie la fine con la consapevolez- consentire all’ingiustizia. Le Leggi logo platonico: se non convinco lo te, che le rivoluzioni dell’uomo siano co, che fu anche sacerdote pagano.
za del giusto: all’uomo buono, sostie- medesime intervengono nelle pagi- Stato a lasciarmi libero, compio un at- tre: la prima risale a Caino, ed è la vio- Nella seconda parte della Vita di So-
ne, non possono capitare mali, né in ne di Platone a offrire codesta indica- to di violenza e con la violenza non si lenza; la seconda fu quella della lone narra che il grande sapiente,
vita né dopo di essa, e gli dei mai lo zione. Se Socrate ponesse la sua sal- ottiene nulla, anzi si dà vita ad altra non-violenza, e la troviamo teorizza- quando in Atene vollero cambiare le
abbandoneranno. Fu inevitabile, e lo vezza materiale sopra le norme della violenza. Queste poche pagine, inol- ta da Socrate e scritta da Platone; la «sue» leggi, lasciò la Grecia e cercò
è ancora, il paragone con Cristo. Il fi- città, la fuga si trasformerebbe in terza è fatta di amore: invita ad ama- altrove emozioni e conoscenza. Poi
losofo ateniese venne considerato una risposta all’ingiustizia della sen- re anche i nemici. Ma quest’ultima, tornò. Era vecchio, provato, si asten-
santo ante litteram. Non a caso Era- tenza con un’altra ingiustizia, con la Influenza duratura per quanto si possano trovare dei pre- ne da tutto. Attese la morte con l’in-
smo da Rotterdam soleva dire: «San- violazione della Legge. Così facendo, Il «Critone» era citato spesso cedenti, l’ha resa immortale Cristo. differenza del saggio. Noi lo immagi-
cte Socrates, ora pro nobis». «Ma se ricorda il filosofo, si negherebbe il di- L’uomo è destinato a trascinarsele ap- niamo con un sorriso sardonico ri-
uno è credente — ci confidava Reale ritto, l’ordine che esso rappresenta, da Martin Luther King presso tutte e tre. Sempre. volto a chi inseguiva onori e gloria.
— deve ammettere che le due situa- il suo valore. Socrate aggiunge una fautore della non violenza Pierre Hadot nel suo Elogio della O credeva di essere indispensabile.
zioni sono diverse. Gesù prese su di frase destinata a essere particolar- filosofia antica (ora tradotto da il © RIPRODUZIONE RISERVATA

sé, come Dio fatto uomo, la morte


stessa; insomma, non fu soltanto coe-
rente come il grande ateniese. Cristo,
per dirla più esplicitamente, moren- La collana Dal 1˚ marzo ogni giovedì e sabato in edicola con il «Corriere»
do ha ucciso la morte; Socrate, inve-
ce, con la sua accettazione ha scritto
una pagina immortale di filosofia».
C’è ancora qualcosa da porre ac-
Perché siamo tutti eredi del pensiero di Platone
canto all’Apologia, giacché l’operina
è stata continuamente discussa dal Con due pensatori fondamentali Platone, l’introduzione di di Aristotele sul problema liberi», mentre il 24 marzo sarà la
pensiero occidentale e non è esagera- per lo sviluppo della cultura Giovanni Reale — tra i maggiori politico» e in particolare (proprio volta del Simposio di Platone, sul
to ritenere che in essa Platone abbia occidentale, Platone e Aristotele, si studiosi del pensiero platonico — nella Costituzione ritrovata nel «più antico degli dèi», Eros, con
proposto in termini decisivi il proble- aprono «I classici del pensiero spiega il significato delle due 1891), sull’«ordinamento introduzione di Eva Cantarella.
ma dell’autoconsapevolezza dell’uo- libero. Greci e latini», la nuova opere: la prima, in cui il filosofo democratico ateniese fondato Siamo alle origini del pensiero: ma
mo. Per autori come Kierkegaard e iniziativa editoriale del «Corriere riporta fedelmente il pensiero di sull’estensione della piena per capire in quale atmosfera
Nietzsche ha rappresentato una veri- della Sera»: volumi annotati e con Socrate, nell’occasione drammatica cittadinanza a tutti i maschi culturale crescono Platone e
fica inevitabile, obbligata. Il confron- testo originale a fronte, in edicola del processo in cui il maestro fu Aristotele, il terzo volume, in
to è stato fecondo, indipendentemen- a partire dal 1˚ marzo (al costo di condannato, e la seconda, in cui A destra: il edicola l’8 marzo, propone due
te dalle loro opposte conclusioni. È il un euro più il prezzo del Platone mostra come Socrate primo tragedie di Sofocle, l’Antigone e
caso di ricordare che una locuzione quotidiano). È un incontro con rifiuti di fuggire e proponga la volume della l’Edipo re, con l’introduzione di
presente nell’Apologia, ovvero «cura autori che hanno gettato i primi celebre tesi secondo cui il vero collana, con Eva Cantarella. Mentre nel quarto
dell’anima», è stata interpretata, so- semi di teorie divenute pilastri «vincere» stia nel «convincere». due opere di volume, il 10 marzo, è Epicuro con
prattutto nella filosofia moderna e della cultura: in quale modo, lo Sabato 3 marzo sarà in edicola la Platone. le Lettere sulla fisica, sul cielo e
contemporanea, in mille possibili illustrano le introduzioni inedite Costituzione degli ateniesi di In alto: «La sulla felicità (prefazione di Giulio
modi. Se si prescinde dal contesto scritte per la collana da studiosi e Aristotele, di cui Luciano Canfora morte di Giorello) a illustrarci un pensiero
platonico, è quasi impossibile chiarir- critici illustri. Nel primo volume, chiarisce nell’introduzione la Socrate» di di scuola ellenistica centrale per
ne il significato. che esce giovedì e propone corretta attribuzione al filosofo, Jacques Louis l’uomo moderno. (i.b.)
Critone, invece, è il dialogo di Pla- l’Apologia di Socrate e il Critone di mostrando «la costante riflessione David © RIPRODUZIONE RISERVATA

tone che si svolge nell’imminenza


Corriere della Sera Lunedì 27 Febbraio 2012 italia: 515249535254
Terza Pagina 35

Elzeviro L’India oggi Esce da Einaudi «L’ultimo uomo nella torre», nel solco narrativo di Rushdie
Il saggio-confessione di Cordelli

UN ESORCISMO Sotto il cielo sporco di Mumbai


CHIAMATO PIOVENE Le storie di Adiga tra speculazione e miseria, gru e stracci
di DANIELE GIGLIOLI di LIVIA MANERA mente posizionato tra lo slum di Vakola e denza con i figli emigrati all’estero, se un
l’aeroporto, dove l’intonaco rosa è diventato giorno non arrivasse il palazzinaro Dhar-

L B
e colpe degli altri: lucidità, la consapevolezza isogna avere rispetto per l’ingordi- un reticolo di colate nere di pioggia sporca, men Shah a offrire a questa gente due volte
nulla di più conforte- della colpa, il nichilismo. gia umana. Soprattutto in una città l’acqua corrente arriva solo poche ore al e mezzo il valore dei loro appartamenti, con
vole. Mentre nulla è La lucidità, perché Cordelli come Mumbai, dove l’avidità è la giorno e i jet avvelenano l’aria. Ma che tutta- l’intenzione di comprare il condominio, ab-
più difficile che am- è di quegli autori che solo benzina che fa correre il progresso, via in questa Mumbai tentacolare, che ha batterlo e costruire al suo posto un comples-
mettere, con Dostoevskij, scrivendo arrivano a chiarir- la crescita, il boom edilizio. E Aravind Adi- raggiunto 22 milioni di abitanti rimane so in stile gotico, «con un tocco di Rajput e
che non esiste colpa indivi- si, e mai del tutto, quel che ga, che a Mumbai ci vive, sa, per esempio, un’oasi di rispettabilità pucca, come dicono una fontana Art Deco», dall’improbabile no-
duale, perché la colpa di volevano dire; mentre Pio- che nella sua città non c’è cosa che abbia Aravind Adiga (1974), là: una comunità dove tutti si conoscono e me di «Confidence Shanghai». Ecco a voi la
uno è la colpa di tutti (il che vene è romanziere e saggi- più valore della terra, oggi; che di conse- vincitore del Booker, si rispettano, dove gli indù come Masterji nuova Mumbai.
è esattamente il contrario sta analitico come più non guenza politici e palazzinari sono pronti a è autore de «L’ultimo sono stati ammessi fin dal 1960, dove i mu- Shah è uno squalo gentile, che crede nel-
della morale oggi corrente, si potrebbe. La consapevo- qualunque lusinga, bassezza o violenza, per uomo nella torre», sulmani hanno avuto accesso negli anni Ot- la generosità e solo dopo avere esaurito altri
secondo cui tutti colpevoli lezza della colpa, perché strappare ai pezzenti le loro baracche; e che traduzione di Norman tanta, e dove la vita scorrerebbe tranquilla strumenti fa ricorso alla violenza. Ma per-
nessun colpevole). Cordelli, nato nel 1943, ap- nulla al mondo come la promessa di ricchez- Gobetti, pp. 454, e 20 tra le faccende domestiche e la corrispon- ché la lusinga del denaro funzioni, bisogna
Che sia questa saggezza partiene a una generazione za ha il potere di distruggere lo spirito di che la gente abbia desideri
amara ciò che Franco Cor- che ha fatto del rigetto del- una comunità. materiali, e il vecchio Maste-
delli va cercando da qual- la colpa il proprio habitus; Se oggi c’è uno scrittore in una posizione rji nella vita non desidera più
che anno — prima in una mentre Piovene, fin dal pri- privilegiata per raccontare la nuova India niente. E così, mentre i più
serie di articoli e interventi, mo romanzo, Lettere di delle gru che lavorano giorno e notte per co- giovani abitanti della Torre B
poi facendolo comparire una novizia, ha messo in struire grattacieli scintillanti di marmo men- accettano subito l’offerta del

UNA BAMBINA TRA LE ROVINE DELLA SUA CASA DEMOLITA ALLA PERIFERIA DI MUMBAI (AP)
nel suo ultimo romanzo, La scena uno sprofondamento tre squadre di straccioni demoliscono a col- costruttore, e quelli della Tor-
marea umana, ora dedican- nella colpa deliberato e in- pi di martello edifici pieni di amianto in re A si fanno gradualmente
dogli un libretto — nella fi- tenzionale, una rincorsa al una nube di polveri tossiche, questo scritto- convincere (per potere abbat-
gura di Guido Piovene? peccato imperdonabile che re è l’ex giornalista del «Times» che ha vin- tere le torri ci vuole l’assenso
L’ombra di Piovene (che sfida la grazia e la bontà di- to il Man Booker Prize nel 2008 con La tigre di tutti gli inquilini), Masterji
contiene tra l’altro un lun- vina. E il nichilismo, perché bianca (Einaudi). Questa, non quella spiri- e i suoi sodali del piano di sot-
go articolo di Piovene stes- Cordelli, al netto di tutte le tuale, è l’India di Adiga: un universo in meta- to, la cieca signora Pinto e il
so, Contro Roma, del 1975) malizie e le scaltrezze del morfosi in cui il declino del sistema di caste vecchio ragioniere suo mari-
è uno strano artefatto. Non coltissimo sperimentatore non corrisponde a una crescita della giusti- to, resistono diventando il
propriamente un saggio cri- che egli è, ha praticato la let- zia sociale, in cui il vuoto del governo per- bersaglio delle angherie dei
tico, ma nemmeno una teratura come una religio- mette all’invidia e all’ingordigia di prospera- vicini e del tirapiedi di Shah.
scrittura en artiste in cui ne in cui si crede quia ab- re, e in cui la burocrazia crea l’illusione del- Perché non bisogna dimenti-
l’autore prende a pretesto surdum; mentre Piovene l’ordine e della giustizia, ma nasconde l’op- care che questa Mumbai, do-
un altro autore per parlare non ha mai creduto che l’ar- posto. ve metà della gente defeca an-
di se stesso. Piovene, scrive te potesse soccorrergli ove La prima cosa che viene in mente leggen- cora sulla spiaggia o lungo i
gli fosse mancata la reden- do L’ultimo uomo nella torre, il terzo roman- binari dei treni, è come la Lon-
zione religiosa. zo di Aravind Adiga in uscita in questi gior- dra del XIX secolo, in cui per

❜❜
Nichilismo, però, che ora ni da Einaudi, è che la «Mumbai novel» è sopravvivere il tuo vicino è di-
gli appare come l’esito di ormai un genere, ricco, ambizioso e con sposto a tutto, compreso, ma-
un Novecento letterario (lui una sua storia che comincia nel 1981 con I gari, farti ammazzare.
Tre sono i punti lo chiama «il moderni- figli della mezzanotte di Salman Rushdie In questo marasma sociale
di attrazione: smo»; e lo rivendica per
(ma tutta la narrativa indiana comincia con tanto demoniaco nella realtà
suo, pur dichiarandosene
lucidità, coscienza deluso e disgustato) che ha
I figli della mezzanotte di Rushdie), passa quanto ricco di suggestioni
nel 1995 per il capolavoro di Rohinton Mi- per il romanziere, due indivi-
della colpa dato la preminenza al «co-
stri Un perfetto equilibrio, nel 2006 per l’epo- dui contrapposti come Masterji e Shah han-
e nichilismo me» sul «che cosa», allo sti-
pea di Vikram Chandra Giochi sacri, e appro- Stasera a Torino no curiosamente molto in comune: entram-
le sull’idea, alla lettera sullo
spirito, col risultato di capi- da ora a questo libro comico-malinconico bi vengono da fuori, entrambi sono vedovi,
che somiglia a un romanzo dickensiano, entrambi hanno figli maschi figli deludenti.
Cordelli, non lo legge più
tolare poi, disarmato e im-
potente, di fronte alla poten- con i suoi poliziotti, i suoi malviventi, i suoi Letture per Giulio Einaudi Ma se l’eroe del romanzo è Masterji, è a
nessuno, né lui pretende di za incontrastata del merca- ricchi prepotenti, e i piccoli personaggi dal- Shah a cui Adiga attribuisce la riflessione
imporlo di nuovo alla ribal- to. Col che lo raggiungono, la personalità decisa. Una serata di letture per il centenario della nascita di più umana. «La verità», dice il costrutto-
ta. E difficile è credere che lui che ne era esente, anche Uno di questi è Masterji, professore in Giulio Einaudi, oggi al Teatro Carignano di Torino (ore re-corruttore parlando degli inquilini delle
qualcuno gli voglia davvero la lucidità e la colpa, e Piove- pensione: una moglie morta un anno e mez- 21). All’appuntamento, curato da Ernesto Franco con torri che si appresta a cacciare dal loro quar-
assomigliare, il che signifi- ne può davvero diventare zo prima, una figlia morta bambina perché Mario Martone intervengono Niccolò Ammaniti, Andrea tiere, «è che anche quando dicono di no,
cherebbe tra l’altro tradirlo «il mio Piovene», la sua Fu- spinta inavvertitamente fuori da un treno in Bajani, Ascanio Celestini, Diego De Silva, Giorgio Falco, sotto sotto vogliono i soldi. E una volta che
nello spirito, se è vero che ria, il suo implacabile, perse- corsa all’ora di punta, un figlio sposato con Marcello Fois, Nicola Lagioia, Carlo Lucarelli, Melania li fai firmare, ti sono grati. Non vanno mai
nessuno come Piovene, cutorio alter ego. Nichilisti- una giovane gretta, e un nipotino che il non- Mazzucco, Michela Murgia, Valeria Parrella, Francesco alla polizia. Dunque, se ci si pensa bene, tut-
con la sua lingua serica e i ca è per Cordelli la situazio- no vede troppo poco. Piccolo, Benedetta Tobagi, Simona Vinci e Hamid to quello che faccio io è solo renderli consa-
suoi contorcimenti etici, ha ne della letteratura (e della Masterji abita in una delle due torri della Ziarati. Commento musicale di Carlo Boccadoro. pevoli delle loro stesse intenzioni».
fatto di tutto per suscitare società) di oggi, sua contem- Vishram Society, un condominio infelice- © RIPRODUZIONE RISERVATA

distanza in chi legge: quan- poranea. Ma non senza col-


te sue pagine, nitide e per- pa ci si è arrivati, così come
fette, danno al tatto l’im- non senza colpa Piovene ca-
pressione di sfiorare una
serpe.
pitolò per tutta la sua vita al-
le potenze di questo mon-
Novecento Gli esuli russi a Capri rievocati da Gennaro Sangiuliano
Cordelli stesso ammette do, il fascismo, il comuni-
che Piovene non ha signifi-
cato nulla per la sua forma-
zione, al tempo in cui egli è
smo opportunistico dopo il
’45, il conservatorismo scet-
tico della vecchiaia.
Lenin all’ombra dei Faraglioni
nato come autore, e se oggi L’ombra di Piovene (pub-
ritrova una serie di inquie- blicato da Le Lettere) è un li- di ENRICO MANNUCCI soggiorno di Lenin è immortalato da una foto
tanti coincidenze tra scene bro disperato e bellissimo. celebre e quasi bucolica. Il rivoluzionario è da-

A
simboli temi dell’autore de La sua onestà spietata fa gli inizi del Novecento, Capri era già nota vanti a una scacchiera all’aria aperta, l’avversario
Le stelle fredde, e il suo ro- buon uso della malafede in come «perla del Mediterraneo», era meta è Alexander Bogdanov, medico, filosofo e marxi-
manzo d’esordio, Procida, cui si compiaceva Piovene; prediletta di soggiorno per inglesi e tede- sta in odor di eresia. Intorno, Gor’kij e tre altri
del 1973, è la rimozione, diverso e migliore. Non vuo- schi che disputavano, fra loro, il primato per la esuli russi, sullo sfondo le colline capresi.
non il ritrovamento, ciò le restarci, costi quel che co- scoperta di questa o quella meravigliosa grotta e Sangiuliano spiega come Lenin non passò il
che gli fa specie. Tre cose sti, e questa è una vittoria. si attestavano nei rispettivi ritrovi: c’era il caffè tempo soltanto a rilassarsi. In quei giorni, sul-
però lo attraggono in Piove- Più che un saggio, è un esor- «Zum Kater Hiddigeigei» dei Morgano e c’era l’isola, c’era anche il futuro feldmaresciallo Paul
ne, ma per contrasto, come cismo. Maggiore augurio l’albergo più bello, l’Hotel de Londres. A Capri von Hindenburg, ospite dei Krupp. E «lacchè di
di chi scopra nell’altro e at- non possiamo fare a lui e a arrivavano i ricchissimi dell’epoca, gli artisti, an- Hindenburg» verrà poi definito Lenin, quando
traverso l’altro qualità che noi. che i depravati. E c’era già un rapporto ambiguo il legame fra bolscevi-
di suo lui non possiede: la © RIPRODUZIONE RISERVATA fra forestieri e locali. Quello che porterà nei chi e tedeschi diven-
guai, mezzo secolo dopo, un celebre caprese terà pubblico. L’in-
d’adozione, Curzio Malaparte. treccio è illustrato an-
Poi c’erano anche intrighi più seri. L’eteroge- che da rapporti dei
A Milano nea frequentazione aveva reso l’isola una specie servizi segreti scovati
di Tangeri, nel senso di santuario dello spionag- negli archivi britanni-
gio internazionale. Uno dei fili faceva capo ad ci: probabilmente Ca-
Incontro con Giordano un’altra colonia straniera: quella dei russi, cre-
sciuta attorno ad Aleksej Maksim Gor’kij, scritto-
pri fu una tappa im-
portante. Ma, più an-
per la nuova «Sis» re in esilio alquanto dorato. Lì, fra il 1908 e il
1910, capitò in due occasioni il massimo rivolu-
cora che per la rico-
struzione di questi
Un nuovo appuntamento per festeggiare la Sis zionario del secolo, Lenin. Veniva a trovare — e retroscena, il libro si
(Scrittori Italiani e Stranieri), la collana più magari a controllare — quel circolo di fuoriusci- Vladimir Uljanov (Lenin) gode per il racconto
importante della narrativa Mondadori, rinnovata ti dall’ideologia non proprio ortodossa. Ma for- dei particolari di vita
dopo tredici anni. Dopo Alessandro Piperno, per la se — nel posto più a sud del pianeta dove si sa- quotidiana dei bolscevichi in «Piazzetta». Con
serie «Anteprime - Gli scrittori si raccontano», rebbe mai spinto — ebbe anche modo di allac- Lenin che esce da Marina Piccola sul grande goz-
questa sera al teatro Franco Parenti di Milano (ore ciare contatti con potenti personaggi tedeschi, zo bianco di Gor’kij, e impara dai barcaioli la pe-
21) tocca allo scrittore Paolo Giordano industriali e alti gradi militari, quelli che avreb- sca a mano, fatta avvolgendo il filo attorno al di-
accompagnato al piano da Cesare Picco. Il 5 marzo bero aiutato la rivoluzione bolscevica a rovescia- to indice. Se il pesce abbocca, esclama «Drin,
il protagonista sarà Carlos Ruiz Zafón, mentre il 26 re lo zar. drin». E «professor Drin drin» lo soprannomine-
marzo tocca a Margaret Mazzantini e David Le due visite dalle parti dei Faraglioni sono ranno gli isolani. Nel periodo successivo, non si
Grossman. Nella nuova Sis tornano il simbolo della ricostruite in Scacco allo zar (Mondadori, pp. sbottonerà mai troppo su questa spedizione. Sin-
rosa e la citazione dantesca «in su la cima», 192, e 18,50), ben documentato libro di Gennaro tetico ed elusivo, rispondeva a chi gli chiedeva
comparso per la prima volta sul frontespizio dei Sangiuliano, vicedirettore del Tg1 che aveva già impressioni dell’Isola azzurra: «Mare bello, vino
Classici Italiani Mondadori nel 1934. dimostrato il suo fiuto di ricercatore storico con buono».
Giuseppe Prezzolini, l’anarchico conservatore. Il © RIPRODUZIONE RISERVATA

Codice cliente:
36 italia: 515249535254 Lunedì 27 Febbraio 2012 Corriere della Sera

Idee&opinioni Corriere della Sera SMS


Le news più importanti in anteprima sul tuo cellulare. Invia un sms con la parola CORRIERE al 4898984
Servizio in abbonamento (3 euro a settimana). Per disattivarlo invia RCSMOBILE OFF al 4898984
Maggiori informazioni su www.corrieremobile.it

LA REVISIONE DELLA SPESA

PROVE DI FORZA ALLA BANCA MONDIALE Pubblica amministrazione e sprechi


L’ANTICAMERA NON È PIÙ DEI BRICS
Quella miniera di dati occultati
✒ Pochi oggi criticano la Banca
mondiale come facevano un
tempo. In cinque anni di presidenza, Ro-
bert Zoellick ha fatto dimenticare la defi-
data su finanziamenti degli stessi Brics e
su una governance più democratica. Bra-
silia ha abbracciato la proposta indiana.
Nel momento in cui l’Occidente chiede
di SALVATORE BRAGANTINI

L
nizione di Signori della Povertà che al- agli «emergenti» aiuto per affrontare la a revisione della spesa (spending re-
l’istituzione di Washington avevano ap- crisi del debito in Europa, è poco sosteni- view, per chi ignora la sua lingua)
piccicato le sinistre terzomondiste. Alcu- bile negare loro, a priori, la possibilità di avviata da Tommaso
ni problemi seri, però, restano, nella ban- guidare una delle istituzioni sovranazio- Padoa-Schioppa nel secondo
ca che 68 anni fa, a Bretton Woods, fu nali più importanti. Difficilmente, però, governo Prodi, buttata nel cestino
disegnata per accompagnare lo sviluppo Barack Obama cederà. La Casa Bianca, da Giulio Tremonti e ora tornata all’onor
dei Paesi poveri. Uno riguarda il proces- già in mood elettorale, ha annunciato del mondo, dovrà giovarsi dell’aiuto di
so di selezione del suo presidente: l’ame- che proporrà un candidato tra non mol- tutti. Questo non è un governo «tecnico»,
ricano Zoellick ha annunciato di volersi to: si fanno i nomi di Hillary Clinton e di ma di salvezza civile; oltre a rassicurare «i
ritirare a fine giugno e i maggiori Paesi Larry Summers. E, d’altra parte, non è mercati», vorrà rinsaldare il legame,
emergenti — i Brics, cioè Brasile, Rus- nemmeno detto che la minaccia degli appunto civile, che tiene assieme ogni
sia, India, Cina, Sudafrica — minacciano emergenti si concretizzi: la rottura sareb- comunità, mancando il quale anche i
di creare un’istituzione alternativa se il be forte e la Cina potrebbe non volerla. È mercati non si fidano. Il presidente del
processo di selezione del suo successore però possibile che serva a lanciare un lo- Consiglio Mario Monti da commissario
avverrà sulla base della tradizionale spar- ro candidato, forse l’ex presidente del dell’Unione europea si batté per spostare
tizione che assegna il numero uno del Brasile Inácio Lula da Silva. pesi fiscali dall’immobile lavoro al
Fondo monetario internazionale all’Euro- Dal momento che la scelta avverrà sul- mobilissimo capitale: dovrà comunicarlo a
pa e quello della World Bank a un ameri- la base delle vecchie regole, è molto pro- quella parte del Paese che ancora lo vede
cano. babile che il prossimo presidente della freddo tecnocrate, magari in combutta con
Pechino ha chiesto che la scelta sia ef- World Bank sia ancora americano. Ma sa- finanzieri margniffoni. Egli ben sa che, se
fettuata sulla base delle competenze in rà una delle ultime volte: tenere in antica- quella del salario variabile indipendente fu

DORIANO SOLINAS
un processo competitivo aperto. New mera i Brics sta diventando impossibile. follia, non lo è meno un assetto nel quale è
Delhi è andata oltre e ha avanzato la pos- Danilo Taino ora il capitale la nuova variabile
sibilità di formare una Banca mondiale twitter@danilotaino indipendente: non ha funzionato quella, e
alternativa a quella di Washington, fon- © RIPRODUZIONE RISERVATA non funzionerà questa.
La competenza tecnica, utile sempre, lo è in
questi mesi più che mai; serve perizia per amministrazioni pubbliche» (Civit), reale della spesa sociale, pubblica e privata.
L’IMU, LA CHIESA, LA GIUSTIZIA FISCALE non smarrire il sentiero angusto che potrà
farci uscire a riveder le stelle. Se il tempo,
presieduta da Antonio Martone (padre del
vice ministro Michel) e di cui faceva parte
Scavando in questa miniera potremmo
sceverare fra i soldi sprecati e quelli investiti
come Monti ricorda, è poco, va sfruttato al fino a ieri Filippo Patroni Griffi, ora in benessere e coesione sociale.
NON SIA L’ISTRUZIONE A PAGARE IL CONTO massimo. Il governo perciò dovrà ministro per la Pa. La Civit dovrebbe fra Va però capito, e valorizzato, l’enorme aiuto
mobilitare le risorse di tutti, per l’altro garantire l’accesso del pubblico ai che alla revisione della spesa potrà venire


individuare sprechi e inefficienze nel gran dati sul funzionamento delle Pa, anche dalla partecipazione dei cittadini — che non
Era impensabile che i beni im- cattolica, il comparto dell’istruzione calderone delle spese della Pubblica grazie ad Internet. Se la legge fosse più che sono un petulante ingombro alla marmorea
mobili della Chiesa rimanesse- pubblica crollerebbe. Molti di loro, pa- amministrazione (la cosiddetta «Pa»), un pezzo di carta, a quasi tre anni dalla sua saggezza della Pa — ma soprattutto della
ro esenti dall’Imu, vista la crisi econo- gando l’Imu, fallirebbero. Sia perché le centrale e locale. Così le poche energie approvazione cittadini e governo avrebbero stessa Pubblica amministrazione. Il Cnel
mica senza precedenti che l’Italia sta vi- rette, nella gran parte dei casi, servono qualificate di cui dispone si a portata di clic, Civit juvante, una (Consiglio nazionale dell’economia e del
vendo. semplicemente a coprire il costo di ge- moltiplicheranno, e i risultati saranno più vastissima messe di dati sul funzionamento lavoro) è sempre alla ricerca di un’identità e
Nessuno italiano avrebbe capito, per stione. Sia anche perché numerose efficaci, anche perché partecipati dal basso, delle Pa; il controllo dall’alto si l’Istat potrebbe impostare tecnicamente il
esempio, perché mai un ex convento scuole di ispirazione confessionale usa- e non solo calati dall’alto. A questo fine è incrocerebbe con quello dal basso. Nella lavoro e ripartirlo sul campo, in funzione
trasformato in hotel nel cuore di Roma no spazi ampi, per esempio ex conven- necessario aprire al pubblico realtà, scrive Sergio Rizzo (Corriere del 23 delle competenze, fra le università. Siccome
fosse al riparo dalla tassazione e un al- ti: e il calcolo della tassa produrrebbe quell’immensa serie di dati che le Pa febbraio), lo Stato non riesce nemmeno a sarà un lavoro lungo, partiamo subito,
bergo nelle mani di un altro privato do- cifre altissime. In più molti alunni (so- ignorano o occultano, per ottusità o per sapere quanto paga i suoi alti burocrati, ed anche con qualche mossa simbolica.
vesse invece pagare. Ha prattutto figli di immigra- interesse, quasi fossero segreti di Stato, è costretto a chiedere loro di Smantelliamo l’inutile Civit e richiamiamo
dunque perfettamente ra- ti o di famiglie in difficol- anziché una negletta miniera di autodenunciare le retribuzioni in eccesso in patria dal Regno Unito — dove di questi
gione il ministro dello Svi- tà) non pagano rette per informazioni su come si spendono i soldi rispetto al massimo testé fissato! temi si occupa con successo — il professor
luppo economico Corra- evidenti motivazioni eti- di tutti. Ecco un’azione a costo zero, complessa ma Pietro Micheli, che la Civit rigettò come
do Passera quando parla che. Pochi sanno che la legge delega 15 del 2009 potenzialmente efficacissima, che un corpo estraneo; liquidiamo, per
di decisione «saggia, ra- Mettere in crisi tutto impone alle Pa — sia pur con stile sciatto e governo di competenti deve far partire conseguimento dello scopo sociale
gionevole, molto determi- questo non sarebbe più di irritante, prolissa vaghezza — non solo di subito, sfruttando le conoscenze che ha «in (sviluppare l’automobilismo in Italia!)
nata». Ma sarebbe altret- uno strumento di giusti- pubblicare i «loro» dati, ma di attivarsi in casa» (o «in famiglia»). Attuare davvero la quell’Aci che non appartiene ai soci più di
tanto incomprensibile ap- zia tributaria ma produr- ogni modo perché essi siano realmente legge 15 del 2009 consentirà di contenere la quanto la Banca d’Italia appartenga alle
plicare l’Imu al comparto rebbe un problema anco- conosciuti dai cittadini. Ciò anche per spesa e razionalizzarla, anche sul critico banche partecipanti. I 38 milioni di utile
del non profit cattolico, ra più vasto: la fine di una contrastare la devastante corruzione, il cui versante delle spese per sanità e welfare. della sua compagnia assicuratrice, la Sara,
che svolge un preziosissi- parte stessa del sistema gravame c’è appena stato ricordato dalla Qui sono immesse ingenti risorse, senza danno la misura dell’apporto che verrà da
mo ruolo di sussidiarietà nei confronti scolastico italiano. Per troppi anni la Corte dei conti. Ad attuare tali principi che si riesca a valutarne l’efficacia. Come i quest’operazione, purché affidata a
di uno Stato sempre più povero di risor- vecchia Ici ha ingiustamente esentato dovrebbe concorrere — ma nessuno se n’è comunisti al crollo del Muro ignoravano il professionisti seri e non alla fauna che
se. le attività economiche della Chiesa: ciò accorto — una «Commissione per la funzionamento di un’economia di mercato, intorno all’Aci pastura beata.
La Chiesa italiana, nel suo volto mi- non significa che oggi si debba pareg- valutazione, trasparenza e integrità delle noi siamo incapaci di misurare l’impatto © RIPRODUZIONE RISERVATA

gliore, offre indispensabili supporti so- giare un vecchio conto penalizzando


ciali: volontariato, assistenza sanitaria, chi istruisce e segue molti dei nostri fi-
mense. Soprattutto scuole. Ed è qui, for- gli. Benestanti e non, è bene ricordarlo. CRISI DI LEADERSHIP, NON SOLO IN ITALIA
se, il punto più urgente da affrontare. Paolo Conti
Senza gli istituti paritari di ispirazione © RIPRODUZIONE RISERVATA

Se la politica si ritira dal campo


GLI INUTILI SCONTRI A PORTA NUOVA di GIULIO SAPELLI

UNA SPONDA AI VIOLENTI NO TAV

L
a crisi della direzione politica sem- non solo non funziona rispetto alle misure Qual è la ragione? La spiegazione sta non
bra sempre più un fenomeno univer- che potrebbero por fine alla crisi economica nell’ampliamento del peso della politica, co-


sale. Si pensi all’Australia. È una na- mondiale, con la separazione delle banche me molti credono, ma esattamente nell’oppo-
L’annosa storia della Tav è mate- praticamente traccia di sorveglianza nei zione destinata ad avere un ruolo im- d’affari da quelle commerciali, il divieto del sto. La politica, nelle società del tardo capitali-
riale da maneggiare con cura e dintorni, accogliere in stazione i manife- portantissimo in futuro perché nel mercato dei derivati e l’eliminazione dei con- smo, riduce sempre più la sua funzione. Ed è
prudenza, ormai lo sappiamo da tempo. Il stanti di ritorno a Milano con uno schiera- suo spazio geostrategico si giocherà la decisi- fitti d’interesse che invece aumentano a di- la funzione che crea l’organo. Oggi sono au-
rischio di nuove violenze diventa ogni mento di cento agenti in assetto antisom- va partita economico-militare con la Cina. Eb- smisura. Si tratta della «cattura» del legislato- mentate, per esempio, le aree della vita socia-
giorno più alto. È sacrosanto chiedere ai mossa, è una decisione di segno contra- bene: nel Paese si è di nuovo scatenata la guer- re da parte delle forze sociali che dovrebbe- le sottratte alla decisione politica e allocate
manifestanti contrari all’Alta velocità una rio. Che offre qualche sponda a chi nel riglia politica tra il ministro degli Esteri Kevin ro, invece, essere sottoposte alla legislazio- nelle mani, invece, dei dirigenti d’impresa, co-
certa condotta, di non assaltare i poliziot- movimento No Tav parla di provocazione. Rud e l’attuale primo ministro Julia Girard, ne. Gli studi sull’intreccio tra politica e affari, me dimostrano le acquisizioni trasnazionali
ti, di protestare rimanendo nell’ambito Certo, l’autoriduzione non è un diritto di- che aveva defenestrato lo stesso Rud appena tuttavia, non spiegano la caduta verticale sia su cui il potere politico non riesce a esprime-
della legalità. E magari, come vedremo vino, così come l’impunità: non tutti quei un anno fa con un colpo di mano all’interno della legittimazione delle classi politiche, sia re nessuna istanza di regolazione. Diventano
più avanti, di pagare il biglietto del treno passeggeri in transito erano agnellini, al- del partito laburista. O si pensi agli Usa: il fron- l’aumento del grado d’inefficacia che le carat- sempre più piccoli i campi in cui si giocavano
come fa qualunque pendolare, lasciando l’andata alcuni avevano devastato un vago- te repubblicano è alla ricerca affannosa di una terizza in tutto il mondo. È la loro riproduzio- un tempo le partite tra squadre avversarie e si
intatti i vagoni dopo il proprio passaggio. ne e aggredito quattro ferrovieri, giustifi- leadership con cui sfidare Barack Obama, ma ne a risultare frammentata, interrotta, scon- conducevano campionati bellicosi. Così si se-
Ma è vero che gli antagonisti non sono cando così la necessità di un controllo. non riesce a individuare un candidato decen- volta da scandali che ora vengono alla luce, lezionavano i componenti dei team: doveva-
gli unici chiamati a tenere certi comporta- Quel picco di tensione era però evitabi- te, nonostante l’enorme massa di denaro che diversamente da quando l’occultamento era no possedere capacità di visione, coraggio in-
menti. Dopo gli arresti per gli scontri del le con piccoli accorgimenti dettati dalla ra- si sta raccogliendo nel corso delle primarie. E la norma. dividuale e insieme spirito di squadra. Ora in-
3 luglio si è creato un clima d’odio verso gione e dall’opportunità. Bastava non am- la Germania? Dominerà l’Europa con il passo L’astensionismo elettorale sale in tutto il vece alla sottrazione degli spazi della politica
polizia e carabinieri che non promette nul- massare i manifestanti uno sull’altro, evi- pesante della sua alta produttività del lavoro, mondo e scende di converso l’età in cui i rap- corrisponde necessariamente la formazione
la di buono per il futuro. È cosa nota, risa- tare di circondarli come animali braccati, ma non si frena la crisi della sua cuspide istitu- presentati del popolo votante lasciano i loro di un personale politico sempre più tisico
puta. Anche per questo, gli scontri di saba- di mostrare i muscoli. Da una parte — e zionale, con la caduta come birilli di ben due incarichi per dedicarsi ad altro: quanto a prospettive di pensiero e sempre più
to sera alla stazione di Porta Nuova, che anche dall’altra — non c’è sempre biso- presidenti della Repubblica. E che dire della all’imprenditorialità, alla finanza o semplice- distaccato dai grandi temi dell’organizzazione
hanno in parte oscurato una bella manife- gno del rito tribale dello scontro, destina- Francia? Non solo i socialisti che vanno alle mente a una vita da benestanti. I politici s’ar- sociale. Il ruolo dei tecnici, manager o dirigen-
stazione, appartengono alle cose inutili to ad alimentare nuovi rancori. Chi ha la elezioni dopo una dura lotta interna si divido- ricchiscono e cresce la loro somiglianza tipo- ti statali, cresce sempre più. I politici non cor-
che si potevano evitare, utilizzando il testa deve continuare a usarla. Equilibrio no sul problema della stabilità monetaria e fi- logica con i top manager, i quali accumulano rono più sul campo. Ma se non si corre non ci
buon senso al posto dello zelo, chiamia- e senso di responsabilità, per tutti, che il scale europea, ma sono travolti da un nuovo immense fortune in forma molto più rapida e si forma atleticamente e se si perde il fiato
molo così, dimostrato nell’occasione dal- rischio di farsi male è sempre più alto, scandalo che ha per protagonista Dominique legale. Ma i politici di tutto il mondo si diffe- non si riesce neppure più a fare a piedi una
le forze dell’ordine. Se nella marcia dei purtroppo. Strauss-Kahn e che mette a rischio le stesso renziano da tutte le classi sociali affluenti per paio di piani di scale. E allora spesso si cade
trentamila da Bussoleno a Susa, annuncia- Marco Imarisio candidato alla presidenza, François Hollande. il fatto che sempre più spesso non riescono a rovinosamente.
ta come pacifica e rimasta tale, non c’era © RIPRODUZIONE RISERVATA Insomma: la democrazia rappresentativa portare a termine i loro compiti. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Codice cliente:
Codice cliente:

Corriere della Sera Lunedì 27 Febbraio 2012 italia: 515249535254


37

Lettere al Corriere Le lettere, firmate con nome, cognome e città, vanno inviate a:
«Lettere al Corriere» Corriere della Sera
via Solferino, 28 20121 Milano - Fax al numero: 02-62.82.75.79
@ E-mail: lettere@corriere.it
oppure: www.corriere.it
oppure: sromano@rcs.it

Risponde LA GUERRA DELLE CIFRE Particelle elementari


Sergio Romano FRA DEBITO GRECO E TEDESCO di Pierluigi Battista

In occasione di discussioni
con vari amici greci sul tema
della loro crisi, questi hanno
Consiglio dei ministri della
Grecia Theodoros Panga-
los. In una intervista alla
firmato da Soren Seelov,
una valutazione più realisti-
ca fisserebbe il valore dei
1953, quando l’ingresso del-
la Germania nella Nato par-
ve agli Stati Uniti una indi-
di europei o bilaterali.
Conviene ricordare, caro
Cosano, che gli accordi del
La mission dei partiti
citato, a dire il vero con molto
risentimento, il fatto secondo
cui i tedeschi durante la
Bbc, Pangalos ha detto:
«Hanno preso le riserve
d’oro della Banca centrale,
danni subiti dalla Grecia fra
i 50 e i 60 miliardi. Accanto
alle continue spoliazioni di
spensabile risposta alla mi-
naccia dell’Unione Sovieti-
ca, Washington chiese agli
1953 e del 1960 furono sti-
pulati anche per evitare gli
errori commessi dopo la
nel pascolo della Rai
Seconda guerra mondiale hanno preso il denaro e cui il Paese fu vittima in alleati di accettare il dimez- Grande guerra, quando il

V
avrebbero sottratto le loro non l’hanno mai restituito. quegli anni, la voce più im- zamento dei debiti di guer- trattamento imposto alla olete commuovervi con un momento di toccante
riserve auree senza renderle. È una questione che biso- portante sarebbe un presti- ra contratti dalla Germania Germania nella questione concordia tra partiti altrimenti litigiosi sino alla ris-
Data l’animosità che gnerà affrontare, un giorno to forzoso per 476 milioni durante il conflitto. Più tar- dei debiti ebbe l’effetto di sa permanente? Allora parlate di privatizzazione
dominava queste chiacchierate o l’altro». Più tardi, nello di marchi del Reich impo- di, nel 1960, i creditori sti- mettere in ginocchio l’eco- della Rai da inserire nel pacchetto delle liberalizza-
non ho dato seguito anche stesso anno, il segretario di sto dalle forze d’occupazio- pularono accordi separati nomia tedesca e di creare zioni che dovrebbero liberare l’Italia dalle corpora-
perché non avevo elementi di Stato alle Finanze del gover- ne. È probabilmente questo con la Repubblica Federale un fertile terreno per il na- zioni che la soffocano come un cappio. Esortateli ad applicare
conoscenza. Ora ne ho sentito no greco Philippos Sahidi- l’oro a cui faceva riferimen- e la Grecia, in particolare, zionalismo revanscista di la volontà popolare che si è espressa in un referendum del
parlare anche da nis ha dichiarato che il debi- to Pangalos. ottenne un indennizzo pari Hitler. Gli Stati Uniti chiese- 1995 in cui il 54,9 per cento (per l’esattezza 13 milioni e
commentatori italiani. Può to tedesco verso la Grecia Dietro questa battaglia di a 115 milioni di marchi (58 ro agli alleati di moderare le 736.435 italiani) ha dato il via libera alla privatizzazione della
chiarire come stanno le cose? ammonterebbe a 162 miliar- cifre vi è, come ha ricordato milioni di euro). Per i tede- loro richieste verso la Re- Rai. Troverete tutti i partiti, il Pdl e l’Idv, il Pd e l’Udc, uniti
Maurizio Cosano di di euro. Più recentemen- Le Monde, una complicata schi, quindi, la partita è pubblica federale, ma non come rocce a discettare di governance, nomine super partes,
macosano@tin.it te Daniel Cohn-Bendit, ca- questione politica. Nel chiusa. Ogniqualvolta i gre- sarebbe giusto dimenticare meccanismi arzigogolati di cooptazione pur di non cedere di
po del gruppo parlamenta- ci sollevano il problema, la che avevano dato un note- un millimetro nella loro ferrea presa sulla tv di Stato, su un
re dei Verdi al Parlamento Germania ricorda l’intesa vole contributo alla rico- dominio incontrastato e lottizzato nobilitato come lodevole
Caro Cosano, di Strasburgo, ha parlato di del 1960 e aggiunge di ave- struzione dell’Europa di- «servizio pubblico».

I l problema è stato solle- 81 miliardi. Secondo altre re dato alla Grecia, negli an- strutta con gli aiuti del pia- Dicono che anche l’Ocse si è chiesta come mai, nell’ondata
vato agli inizi del 2010 fonti citate da Le Monde in ni seguenti, 33 miliardi di no Marshall. di liberalizzazioni, l’ultima spiaggia dello statalismo dirigista
dal vicepresidente del un articolo del 17 febbraio marchi nell’ambito di accor- © RIPRODUZIONE RISERVATA debba restare intangibile. Con la privatizzazione lo Stato incas-
serebbe nuove risorse, i cittadini risparmierebbero un balzel-
lo chiamato «canone», ne guadagnerebbe il pluralismo del-
DEBITO PUBBLICO dicazioni sul modo in cui ef- Gli evasori delle imposte dall’evasione per diminuire l’informazione, si intaccherebbero potentissime rendite di po-
Come risparmiare fettuare tagli e risparmi. dirette si metteranno in riga la pressione fiscale. Oltre ad sizione, si sprigionerebbero nuove energie galvanizzate da
per un po’ ma non credo che essere un provvedimento di una salutare dose di mercato, di competizione, di concorren-

❜❜
Caro Romano, da un po’ di SOLO DAL 2013 spedizioni punitive della correttezza verso chi le tasse za vera (chiedetevi come mai
tempo, cioè da quando quasi Le tasse della Chiesa finanza come quella di le paga, sarebbe stato un Mediaset vede la privatizzazione
tutti hanno preso confidenza esponenti ecclesiastici e Cortina continueranno, così incentivo a pretendere lo della Rai come uno spaurac-
con lo «spread» e l’Europa ci Per uscire dalla crisi si politici che gli immobili dove gli evasori riprenderanno scontrino o la ricevuta, chio). Niente, i partiti, tutti i par-
ha messi di fronte al nostro
immenso debito, non si fa
stanno operando tagli per
risparmiare il più possibile.
si svolgono attività «non a
fine di lucro» devono essere
coraggio. Intanto l’uso
dell’auto non cesserà.
contribuendo così a limitare
l’evasione.
Privatizzare? titi, non mollano. Considerano
la tv di Stato finanziata dai citta-
altro che dibattere Il 2012 sarà un anno di esentati dal pagamento Immaginavo di vedere Domenico Capussela Significherebbe dini come un pascolo da cui
sull’evasione e sulla sua
lotta, come unica colpevole
recessione, ma gli attuali
governanti hanno deciso che
dell’Ici. Resto però in attesa
che gli stessi personaggi mi
lunghe serie di pedoni
divorare chilometri
Milano rinunciare a un non possono più prescindere.
Sono pure disposti a sferzare far-
di tutti i mali. la Chiesa pagherà le tasse spieghino anche perché io ricordando Bach che nel 1705 VOLI DI STATO potere foraggiato macisti e tassisti, ma mai a libe-
Indubbiamente c’è del vero
ma molto è dovuto alla
sugli immobili, neanche
tutti, solo dal 2013. Perché
devo pagare l’Ici sulla mia
prima casa.
si recò a Lubecca per
ascoltare l’organista D.
Efficienza dei ministri dai cittadini ralizzare l’informazione televisi-
va. Preferiscono disputare sulle
paranoia politica. Non sono sempre gli stessi ad Roberto Fornoni Buxtehude, affrontando 400 I voli di Stato, con il governo regolette che dovrebbero come
occorre essere super essere in fondo alla fila dei Motta Visconti (Mi) chilometri a piedi. Monti, sono diminuiti del per miracolo offrire un’immagine della Rai non troppo legata
contabili, per capire che il sacrifici? Alberto Cotechini 92%. Mi sorge una domanda: ai partiti pur conservando la politica, lo Stato, i partiti come
debito è dovuto soprattutto, Maurizio Bersani AUMENTO DELL’ACCISE albertocotechini@libero.it sono gli attuali ministri che gli editori della più grande industria culturale italiana.
agli eccessi di spesa mabezio@gmail.com Uso dell’auto fanno solo «servizi a terra» o Dicono che i partiti, con il governo tecnico, siano alle cor-
accumulati in 40 anni di CONTRO L’EVASIONE i governi precedenti volavano de. Non si può chiedere loro la rinuncia definitiva a un pezzo
dissennatezze. Questo IMPOSTA ICI Ritengo che il governo abbia Scontrini e ricevute a vuoto? di potere foraggiato con le tasse dei cittadini. Non rinunciano
periodo di governo tecnico Prima casa fatto una scelta azzeccata Ermanno Angotti, Salerno a niente. Nel Lazio i pronto soccorso sono al collasso, Roma si
dovrebbe raddrizzare i nostri aumentando le accise sui Penso che il governo avrebbe è piegata con qualche centimetro di neve, ma come hanno
conti, con tante misure volte Trovo condivisibile carburanti se voleva puntare dovuto «promettere» di GIOVANI CHE LAVORANO occupato il loro tempo il sindaco di Roma e il presidente del
a incidere sui comportamenti l’affermazione di molti al risanamento del debito. utilizzare quanto ricuperato Storie a lieto fine Lazio? A maneggiare nomine e finanziamenti della Festa ro-
dei cittadini, facendo mana del cinema per piazzare personalità a loro più gradite.
riaffiorare una coscienza Ho due nipoti: uno di 20 Non è il loro mestiere, ma lo esercitano con grande perizia,
morale perché ognuno anni ha frequentato una non c’è che dire. E così i partiti: la loro rappresentatività è vici-
avverta il dovere di pagare le La tua opinione su SUL WEB Risposte alle 19 di ieri La domanda scuola per elettricisti, na allo zero ma devono dire la loro sui direttori dei telegiorna-
tasse. corriere.it/opinioni/ di oggi trovando subito lavoro. li e sulle scalette dei programmi di intrattenimento televisivo
Luigi Castagna L'altra nipote, laureata, ha e radiofonico. Si dilaniano su Sanremo, senza mai lasciarsi
Luigi.castagna@hotmail.it
Il governo sta preparando
una rassegna della spesa pub-
blica (spending review) da
quale si dovrebbero trarre in-

Interventi & Repliche


Bersani: «La Rai deve
cambiare governance.
Ora, con dentro i partiti,
non può salvarsi». Siete
d'accordo?

R 94 No 6 R
La nuova Imu estesa
agli «immobili
commerciali» della
Chiesa: devono pagare
anche le scuole?
lavorato a Parigi per un
anno, poi tramite agenzia è
stata assunta in Svizzera.
Gian Piero Colombo
gpcolombo@alice.it
sfiorare che il festival della canzone italiana non fa parte della
loro mission. La privatizzazione della Rai non entra nell’agen-
da delle liberalizzazioni. Il partito della Rai dei partiti non de-
morde. Beninteso, con nuove regole per la governance.

Bozzetto
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Romiti: il nostro ambasciatore in Cina L’Ambasciatore ha infatti preso attuazione del suo programma, con imprenditori tedeschi. Non vorrei che i
Ho letto sul Corriere di sabato 18 servizio poco più di un anno fa. Ha negative ripercussioni facilmente cinesi, abituati da sempre a visite
febbraio e domenica 19 la possibile consolidato significativi rapporti con le immaginabili. Richiamo questo lampo di esponenti politici italiani,
decisione di interrompere l’incarico di autorità cinesi, avviati già in passato, problema perché, a mio parere, l’Italia pensassero che il nostro Paese voglia
alcuni Ambasciatori al compimento del quando ha ricoperto — sempre in Cina subirà un danno tenuto conto fare lo stesso con la missione degli
65esimo anno di età, anziché farlo — l’incarico di Ministro consigliere. I dell’importanza della Cina, non solo Ambasciatori. Interrompere in questo
terminare regolarmente al risultati raggiunti hanno determinato nell’economia mondiale, ma momento la missione del nostro
compimento dei 67 anni. Non ho un miglioramento nelle relazioni soprattutto in quella italiana. Ambasciatore potrebbe vanificare
evidentemente titolo per interferire su l’azione, fin qui compiuta, di relazioni e
politiche, economiche e culturali tra i Lo stesso Governo cinese avrà
una decisione del genere, ma nella mia contatti che in un Paese come la Cina
qualità di presidente della Fondazione nostri due Paesi. Fra l’altro, sono sotto difficoltà a capire una tale decisione
gli occhi di tutti gli importanti risultati interpretandola come scarsa sono indispensabili per raggiungere
Italia Cina e per i miei decennali e
continui rapporti con esponenti del conseguiti nell’ultimo anno con il attenzione che l’Italia riserva al ruolo positivi risultati sia politici sia
Governo cinese e dell’establishment di crescente numero di cinesi in Italia sia della Cina. Pensiamo invece economici e di cui il nostro Paese ha
quel Paese sono veramente per motivi commerciali, sia turistici. Se all’apprezzamento riservato al particolarmente bisogno.
preoccupato poiché tale dovesse essere applicata la nuova Cancelliere Merkel nella sua recente Cesare Romiti
provvedimento coinvolge anche norma, il suo mandato si visita di cinque giorni, accompagnata Presidente Fondazione Italia Cina
l’Ambasciatore italiano in Cina. interromperebbe nel bel mezzo della da una qualificata delegazione di Roma

© 2012 RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI EDIZIONI TELETRASMESSE: Tipografia Divisione Quotidiani RCS MediaGroup S.p.A. Corsera + IoDonna + Cor. Como e 1,00 + e 0,30 + e 0,20. In Campania, Puglia, Matera e prov.,
Sede legale: Via Angelo Rizzoli, 8 - Milano 20060 Pessano con Bornago - Via R. Luxemburg - Tel. 02-95.74.35.85 S RCS Produzioni non acquistabili separati: lun. Corsera + CorrierEconomia del CorMez. e 0,80 + e 0,40; m/m/v/d
4 S.p.A. 00169 Roma - Via Ciamarra 351/353 - Tel. 06-68.82.8917 S SEPAD S.p.A. 35100 Corsera + CorMez. e 0,80 + e 0,40; gio. Corsera + Sette + CorMez. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40; sab.
Registrazione Tribunale di Milano n. 5825 del 3 febbraio 1962
Padova - Corso Stati Uniti 23 - Tel. 049-87.00.073 S Niber S.r.l. 40057 Cadriano di Grana- Corsera + IoDonna + CorMez. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40. In Veneto, non acquistabili separati:
DEL LUNEDÌ Responsabile del trattamento dei dati (D. Lgs. 196/2003): Ferruccio de Bortoli rolo dell’Emilia (Bo) - Via Don G. Minzoni 54 - Tel. 051-76.55.67 S Tipografia SEDIT Servi- m/m/v/d Corsera + CorVen. e 0,80 + e 0,40; gio. Corsera + Sette + CorVen. e 0,80 + e 0,30 + e
CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE privacy.corsera@rcs.it - fax 02-6205.8011 zi Editoriali S.r.l. 70026 Modugno (Ba) - Via delle Orchidee, 1 Z.I. - Tel. 080-58.57.439 S 0,40; sab. Corsera + IoDonna + CorVen. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40. In Trentino Alto Adige, non
© COPYRIGHT RCS MEDIAGROUP S.P.A. DIVISIONE QUOTIDIANI Società Tipografica Siciliana S.p.A. 95030 Catania - Strada 5ª n. 35 - Tel. 095-59.13.03 S acquistabili separati: m/m/v/d Corsera + CorTrent. o CorAltoAd. e 0,80 + e 0,40; gio. Corsera +
DIRETTORE RESPONSABILE PRESIDENTE Piergaetano Marchetti Tutti i diritti sono riservati. Nessuna parte di questo quotidiano può essere Centro Stampa Unione Sarda S.p.A. 09034 Elmas (Ca) - Via Omodeo - Tel. 070-60.131 S Sette + CorTrent. o CorAltoAd. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40; sab. Corsera + IoDonna + CorTrent. o
Ferruccio de Bortoli riprodotta con mezzi grafici, meccanici, elettronici o digitali. Ogni violazione BEA printing bvba - Maanstraat 13, 2800 Mechelen, Belgium S Speedimpex USA, Inc. CorAltoAd. e 0,80 + e 0,30 + e 0,40. A Bologna e prov. non acquistabili separati: m/m/v/d
VICE PRESIDENTE Renato Pagliaro sarà perseguita a norma di legge. 38-38 9th Street Long Island City, NY 11101, USA S CTC Coslada - Avenida de Alemania, 12 Corsera + CorBo e 0,53 + e 0,67; gio. Corsera + Sette + CorBo e 0,53 + e 0,30 + e 0,67; sab. Corsera
CONDIRETTORE
AMMINISTRATORE DELEGATO E DIRETTORE GENERALE Antonello Perricone - 28820 Coslada (Madrid) S La Nación - Bouchard 557 - 1106 Buenos Aires S Taiga Gráfi- + Io Donna + CorBo e 0,53 + e 0,30 + e 0,67. A Firenze e prov. non acquistabili separati:
CONSIGLIERI Raffaele Agrusti, Roland Berger, Roberto Bertazzoni, DIREZIONE, REDAZIONE E TIPOGRAFIA 20121 Milano - Via Solferino, 28 - ca e Editora Ltda - Av. Dr. Alberto Jackson Byington N˚1808 - Osasco - São Paulo - Brasile l/m/m/v/d Corsera + CorFi e 0,53 + e 0,67; gio. Corsera + Sette + CorFi e 0,53 + e 0,30 + e 0,67;
Luciano Fontana Tel. 02-62821 S Miller Distributor Limited – Miller House, Airport Way, Tarxien Road – Luqa LQA 1814 sab. Corsera + Io Donna + CorFi e 0,53 + e 0,30 + e 0,67.
Gianfranco Carbonato, Diego Della Valle, John Elkann, - Malta S Hellenic Distrubution Agency (CY) Ltd - 208 Ioanni Kranidioti Avenue, Latsia -
VICEDIRETTORI Giorgio Fantoni, Franzo Grande Stevens, Jonella Ligresti, DISTRIBUZIONE m-dis Distribuzione Media S.p.A. 1300 Nicosia - Cyprus
Antonio Macaluso Giuseppe Lucchini, Vittorio Malacalza, Paolo Merloni, Via Cazzaniga, 19 - 20132 Milano - Tel. 02-2582.1 - Fax 02-2582.5306
Daniele Manca Andrea Moltrasio, Carlo Pesenti, Virginio Rognoni, PREZZI: * Non acquistabili separati, il giovedì (nella regione Sardegna la domenica) Corriere
PUBBLICITÀ della Sera + Sette e 1,50 (Corriere e 1,20 + Sette e 0,30); il sabato Corriere della Sera + IoDonna e
Giangiacomo Schiavi Alberto Rosati, Giuseppe Rotelli, Enrico Salza RCS MediaGroup S.p.A. Divisione Pubblicità 1,50 (Corriere e 1,20 + IoDonna e 0,30) . A Como e prov., non acquistabili separati: m/m/v/d
ISSN 1120-4982 - Certificato ADS n. 7336 del 14-12-2011
Barbara Stefanelli DIRETTORE GENERALE DIVISIONE QUOTIDIANI Giulio Lattanzi Via Rizzoli, 8 - 20132 Milano - Tel. 02-25846543 - www.rcspubblicita.it Corsera + Cor. Como e 1,00 + e 0,20; gio. Corsera + Sette + Cor. Como e 1,00 + e 0,30 + e 0,20; sab. La tiratura di domenica 26 febbraio è stata di 532.447 copie

PREZZI DI VENDITA ALL'ESTERO: Albania e 2,00; Argentina $ 8,10 (recargo envio al interior $ 0,70); Austria e 2,00; Belgio e 2,00; Brasile R$ 7,00; Canada CAD 3,50; CH Fr. 3,00; CH Spagna/Isole e 2,00; Svezia Sek. 25; Tunisia TD 3,50; Turchia e 2,00; UK Lg. 1,80; Ungheria Huf. 600; U.S.A. USD 4,00. ABBONAMENTI: Per informazioni sugli abbonamenti
Tic. Fr. 3,00; Cipro e 2,00; Croazia Hrk 15; CZ Czk. 64; Danimarca Kr. 18; Egitto e 2,00; Finlandia e 2,50; Francia e 2,00; Germania e 2,00; Grecia e 2,00; Irlanda e 2,00; Lux e 2,00; nazionali e per l'estero tel. 0039-02-63.79.85.20 fax 02-62.82.81.41 (per gli Stati Uniti tel. 001-718-3610815 fax 001-718-3610815; per il Brasile Numero Verde 0800-558503 solo per San
Malta e 2,00; Marocco e 2,20; Monaco P. e 2,00; Norvegia Kr. 22; Olanda e 2,00; Polonia Pln. 9,10; Portogallo/Isole e 2,00; Romania e 2,00; SK Slov. e 2,20; Slovenia e 2,00; Paolo e 00xx11-36410991 per tutte le altre località). ARRETRATI: Tel. 02-99.04.99.70. SERVIZIO CLIENTI: 02-63797510 (prodotti collaterali e promozioni).

* Con "Sette" e 2,70; con "Io Donna" e 2,70; con "Style Magazine" e 3,20; con "Corriere Enigmistica" e 2,50; con "I due Fantagenitori" e 9,19; con "La grande storia" e 14,10; con "La Cucina del Corriere della Sera" e 6,10; con "I Classici dell’Arte" e 8,10; con "L’Europeo" e 9,10; con "La storia sono loro" e 6,10; con "Concordia la vera storia" e 4,00; con "Corso di Fumetto" e 8,19; con "Classici
dell’Avventura" e 8,10; con "Supereroi. Le leggende Marvel" e 11,19; con "A tavola con Benedetta Parodi" e 9,10; con "Vasco Manifesto" e 14,10; con "Un secolo di guerre" e 11,19; con "Un secolo di Poesia" e 9,10; con "Eros Ramazzotti" e 11,10; con "PK. Il mito" e 11,19; con "Mani pulite" e 11,10; solo a Roma con "Nevicava a Roma" e 9,10; con "Le Grandi Fiabe" e 9,10; con "Il Mondo" e 4,00
Codice cliente:

38 italia: 515249535254 Lunedì 27 Febbraio 2012 Corriere della Sera

Spettacoli
Il comico

Pernacchie d’oro: SANTA MONICA — Ai Razzie Awards (gli Oscar alla


rovescia) Adam Sandler ha fatto il pieno con ben 11
Magia
Asa Butterfield (14 anni) Adam Sandler nomination. L'attore americano di Mia moglie per finta
e della commedia Jack e Jill ha più che raddoppiato il
e Ben Kingsley (68)
in «Hugo Cabret» di
tra i peggiori poco invidiabile record di Eddy Murphy del 2005 per le
pernacchie d’oro.
Scorsese (11 nomination)

Free Spirit Awards Sul social network


look per la serata: una foto del dettaglio
I premi del suo pizzetto (bianco). Jennifer Lo-
pez, che pure ha affiancato Crystal, ave-
indipendenti va invece inviato fotografie delle prove
generali: un’immagine di Cameron Diaz
al film muto e una sua da uno studio di registrazione.
Chi insomma ha avuto in mano le fila
e a Marilyn della serata pareva consapevole di esse-
re di fronte a quella che probabilmente
LOS ANGELES — Sotto il rimarrà per diverso tempo la più «gran-
tendone sulla spiaggia di de notte per i social media», come aveva
Santa Monica, definito dal Lo scrittore predetto il Wall Street Journal. Anche la
brillante presentatore Seth Lo scrittore americano rete che ha trasmesso la serata, l’ABC, ha
Rogen «la costruzione più Bret Easton Ellis, 47 anni, arruolato due persone per commentare
antica e prestigiosa e
architettonicamente Cinema e web Nella notte il duello tra «The Artist» e «Hugo Cabret» su Twitter scrive mini
recensioni su film e attori
gli Oscar su Twitter e il conduttore che
accoglieva gli ospiti sul tappeto rosso ha
moderna di tutta come un critico di cinema girato loro le domande arrivate sul so-

La festa degli Oscar


Hollywood», si sono cial network. L’attesa ha amplificato
celebrati i Free Spirit l’evento. Complici anche alcuni perso-
Awards, ossia gli Oscar naggi di casa nostra, come Simona Ven-
indipendenti, che da tura, volata a Los Angeles per commenta-
ultimo hanno spesso re gli Oscar per Sky ma che nel frattem-
coinciso con gli Academy po comunicava su Twitter la sua marcia
Awards. Ha stravinto con
quattro riconoscimenti
(miglior film, attore,
regista e direttore della
fotografia) The Artist
mentre in platea il
è più lunga su Twitter L’attrice
di avvicinamento, postando video anche
della prova dell’abito. O Cesare Cremoni-
ni che giorni fa scriveva: «Vincere l’O-
scar allunga la vita di 4 anni».
Un po’ meno attivi sono apparsi gli in-
terpreti in nomination. Né George Cloo-
distributore Harvey
Weinstein gongolava
anche perché, con il
Da Ellis a Cremonini: i commenti dell’attesa Nonostante Meryl Streep,
62 anni, si dica allergica
ai social network
ney né Brad Pitt hanno un profilo ufficia-
le. In compenso ne hanno parecchi finti,

B
marchio della sua ret Easton Ellis pronosticava già sicamente, il social network ha stabilito agli Oscar. Potrei twittare il nome del su Twitter esistono
compagnia, My week with giovedì: «Ho parlato con troppi un ulteriore passaggio: fa sentire parte vincitore come miglior attore non prota- decine di suoi profili falsi I «messaggi»
Marilyn ha portato a membri dell’Academy che mi han- di un evento anche senza vederlo. Basta gonista. Chi mi può fermare?». Poi ha L’ironia del conduttore Billy
Michelle Williams il no detto di aver votato per George Cloo- leggerlo. Nel caso degli Oscar, oltre alla svelato che per rendere la serata più Crystal, le «anteprime» di Tom
premio come miglior ney come miglior attore. Jean Dujardin variopinta cronaca di ciò che accadeva, emozionante «una busta conterrà uno
attrice. Arrivati in ritardo non è stato nominato nemmeno una vol- c’erano anche molti dei protagonisti del- scorpione vivo». Hanks e le foto delle prove
(erano in Francia per i sei ta...». La cerimonia degli Oscar si è cele- lo spettacolo, o addirittura della serata, Anche Tom Hanks, co-conduttore del- inviate da Jennifer Lopez
Cesar vinti; ma scortati brata dall’1.30 (ora italiana) all’alba con che anziché dire le loro impressioni al vi- la serata, aveva fomentato l’attesa invian-
direttamente dall’aeroporto l’esito della sfida tra Hugo Cabret e The cino di poltroncina hanno preferito twit- do dal suo profilo «l’anteprima» del suo
dalla polizia di Los Artist. Ma su Twitter la notte degli Oscar tarle al mondo. In un altrove parallelo più o meno dichiaratamente. In questa
Angeles) il regista di The non è ancora finita, nonostante fosse ini- dove uno scrittore come Ellis può diven- sfida Clooney stravince su Pitt con alme-
Artist, Michel ziata ormai parecchi giorni fa. Sul social tare un severo critico cinematografico no 30 profili falsi contro i sette dell’ami-
Hazanavicius, e i suoi network dove chiunque può diventare che da mesi regala recensioni su film e co. Jean Dujardin un profilo suo, anche
produttori hanno ritirato i parte di un evento commentandolo, il attori. Il cantante se da poco, ce l’ha. E lì commenta tutte
premi mentre gli attori tempo della cerimonia si è dilatato, an- Un’altra prova che Twitter è ormai «il Cesare Cremonini, 31 anni, le vittorie di The Artist. Un profilo regi-
correvano alle prove degli dando ben oltre quella manciata di ore luogo» per eccellenza dove si consuma ha scritto giorni fa sul suo strato ma zero tweet per Demián Bichir
che ha trattenuto i più grandi del cine- l’evento è che spesso anche chi lo presen- profilo Twitter: «Vincere e, a chiudere la cinquina dei candidati a
ma al Kodak Theatre di Los Angeles. In ta sente il bisogno — tra una pausa e l’al- l’Oscar allunga Miglior attore, Gary Oldman che supera
quel posto dove si rincorrono le chiac- tra — di appalesarsi sul social network. la vita di quattro anni» di un soffio il collega con un solo tweet
chiere di tutti, lì dove oggi c’è la cascata Il conduttore dell’anno scorso, James nel 2010 in cui aveva scritto quello che
di riflessioni sull’esito della cerimonia, Franco, aveva intervallato la cerimonia sembrava un benaugurante: «Ciao a tut-
fino a ieri c’era quella sulle aspettative, postando sue immagini dal Teatro. ti!». Nessuna twitstar nemmeno tra le
sulle speranze e sui pronostici dei vinci- Anche dal palco (come da noi ha fatto donne. Viola Davis ha pru-
tori. L’attesa per gli Oscar è cresciuta su Rocco Papaleo a Sanremo). Nemmeno dentemente appena attivato
Twitter, moltiplicando il numero delle Billy Crystal quest’anno ha sottovalutato un profilo, viceversa Michel-
persone che nel mondo hanno seguito i il potere del mezzo. Lui che fino a genna- le Williams ha smesso di usa-
premi. E se una volta era la tv in grado di io faceva un uso discontinuo di Twitter, re il suo nel 2010 mentre Roo-
Michelle Williams (Marilyn) «portare» lì dove non si poteva essere fi- con l’avvicinarsi della serata ha inviato ney Mara ne ha uno gestito dal
sempre più commenti. Giorni fa scher- suo staff (che aveva fatto sapere che
Oscar. E’ toccato a uno dei zava: «Ormai manca pochissimo l’attrice avrebbe indossato un abito «co-
protagonisti del film muto, modo»). Infine Glenn Close è moderata-
James Cromwell, il mente attiva al contrario di Meryl
maggiordomo e autista di Streep, unica dichiaratamente contro i
Jean Dujardin, fare il social network ma che in compenso
discorso più impegnativo: conta valanghe di finti profili, anche
«Qui si celebra il cinema Felice con la variante del nome sbagliato:
che non costa tanto, ma Maryl al posto di Meryl. Ma, in fondo,
parla al cuore e agli occhi. Bérénice Bejo, 35 anni, Twitter è un detonatore di popolarità an-
Speriamo che Hollywood si nel film muto e in che per questo. E proprio sommando i
renda conto che è più bianco e nero «The pensieri di personaggi famosi e no, è riu-
importante devolvere i Artist» (10 candidature) scito a espandere anche il tempo, ren-
miliardi di tanti Kolossal per cui è stata nominata dendo la notte degli Oscar di quest’anno
alla lotta e alla come miglior attrice non più lunga che mai. Tanto che l’alba pare
salvaguardia dell’ambiente, protagonista. L’attrice ancora lontana.
ritornando a fare un ha un profilo ufficiale su Chiara Maffioletti
cinema d’autore libero e di Twitter gestito dal suo twitter @ChiaraMaff
storie e affetti speciali». staff © RIPRODUZIONE RISERVATA

Hanno applaudito senza


riserve anche l’iraniano
Ashar Farhadi premiato per
il miglior film straniero A
separation, Alexander
Lutti Il grande interprete svedese aveva 88 anni. I successi da «Scene di un matrimonio» a «Sarabanda»
Payne vincitore per la
miglior sceneggiatura di
The Descendants e ha
aggiunto parole simili con
Addio a Erland Josephson, l’attore-simbolo di Bergman
un discorso sulla salute
dell’anima, del corpo e del
cinema l’ultraottuagenario
È morto ieri a Stoccolma, dov’era
nato nel giugno del 1923, il gran-
de attore bergmaniano Erland Jose-
ve fu magistrale in testi di Ibsen e Ce-
cov, Josephson, con la sua maschera
intagliata e tormentata fu, con Max
pei come Tarkovski che sviluppò la
sua vena di follia in Nostalghia,
Szabò, Anghelopoulos, Greenaway lo
ch’egli l’ebbrezza di dirigere un film
Noi due, una coppia insieme a Ingrid
Thulin e l’operatore Sven Nikvist. Co-
Christopher Plummer phson, viso ascetico in grado di inte- von Sidow, uno dei due volti ideali chiamarono perché era un attore in me è accaduto per molti interpreti di
miglior attore non riorizzare il dolore e esprimere rim- maschili di Bergman. Con lui, cono- grado di interiorizzare i sentimenti e Bergman, anche Josephson ebbe una
protagonista per pianto, cinismo, come ricordano i sciuto sui banchi di scuola, recitò in recitare tutti i gradi del cinismo di ie- parallela carriera in Italia dove è sta-
Beginners. Tutti d’accordo, molti spettatori che al cinema e poi capolavori come Il volto, Fanny e ri e di oggi. Con la sua partner Liv Ull- to, nel corso del tempo, chiamato da
anche il giovane Will in tv seguirono il suo match coniu- Alexander (era l’antiquario ebreo di man, diventata regista, recita L’infede- Damiani, da Lizzani, dalla Cavani (per
Reiser autore della miglior gale con la Ullman nella famose Sce- famiglia), L’ora del lupo, Sussurri e le, bergmaniano al 100%, provando an- cui fu Nietzsche), da Brusati per Di-
prima sceneggiatura di ne da un matrimonio (’73) cui poi il grida, L’immagine allo specchio, Do- menticare Venezia che rischiò l’O-
50/50 e Shailene Woodley, maestro svedese Ingmar diede un po la prova (sui rapporti di palcosce- scar, da Montaldo, Magni, Greco e al-
figlia di George Clooney in seguito con l’ultima sua opera Sara- nico) condividendo tutta una carriera In Italia tri giovani, segno della sua fiducia nel
The Descendants, miglior banda, testi che hanno avuto fortu- e a volte facendone quasi un doppio Una carriera parallela in futuro di un mestiere che per lui, svez-
attrice non protagonista. na anche a teatro. sullo schermo, valorizzando un cine- zato dal teatro e dalle nevrosi di un
Giovanna Grassi Lanciato dal Teatro reale di Stoccol- ma che non ha bisogno di parole ma Italia dove recitò per Lizzani, maestro, non aveva segreti.
© RIPRODUZIONE RISERVATA ma, di cui fu anche direttore dal 1966 Coppia Erland Josephson e Liv di sguardi e silenzi. Non fu soltanto Cavani, Brusati Maurizio Porro
al 1975, succedendo a Bergman, e do- Ullmann in «Sarabanda» (2003) un grande svedese, altri maestri euro- © RIPRODUZIONE RISERVATA
Corriere della Sera Lunedì 27 Febbraio 2012 italia: 515249535254
Spettacoli 39

Presidente al Festival Ricordi e propositi del regista La svolta

«Le mie liti a Cannes: I Nomadi

❜❜
cambiano
ironie di Lynch A Hollywood
il film
il cantante
(e lo stile)
e battaglie in giuria» con Dujardin
mi sembra
NOVELLARA — Svolta nella
carriera e nello stile dei
Nomadi, il più longevo
gruppo musicale italiano.
Danilo Sacco, che nel ’93
Moretti: con me ci saranno tante discussioni sopravvalutato aveva sostituito il cantante
solista e fondatore Augusto
Daolio, ha lasciato la band ed
ROMA — Giovanni Moretti Ci sono persone, di ogni età e zio sapevo di dare l’impressione è stato rimpiazzato da
detto Nanni è anche un grande ceto sociale, che non vanno in di una persona confusa e vellei- Cristiano Turato (foto), 38
regista di se stesso, maestro di sala perché scaricano illegal- taria, sentivo di voler fare anche anni. Padovano, Turato viene
etica e umoralità, umanamente mente da Internet; una cosa il regista. A Cannes non sono
impossibile. Ma ieri a Hollywo- che non ha giustificazione». Un mai andato da spettatore (a dif-
od Party su Radiotre, ai micro- giudizio sugli Oscar: The Artist ferenza di Venezia dove chiun-
foni di Alberto Crespi e Enrico con Dujardin è sopravvalutato. que può entrare ovunque). Da
Magrelli, era a suo agio, amabi- Cannes domina l’incontro. giurato riuscii a far premiare Il
le. Legge le recensioni romane- Nanni andrà a presiedere la giu- sapore della ciliegia di Kiarosta-
sche stralunate ma lucidissime ria. Un festival che gli ha dato mi. Non fu facile per niente. La
di Johnny Palomba, fa i suoi molto. La prima volta nel 1977 maggioranza, capitanata da
quiz cinefili: «Dovete indovina- come attore in Padre padrone Mike Leigh che non era simpati-
re i cinque film che ho visto ne- dei Taviani: «Non ho mai voluto cissimo, era per L’anguilla di
gli ultimi sette giorni: piacevo- fare solo l’interprete. Fin dall’ini- Imamura. Riuscii a convincere Classe 1953 lo stesso». Nel 1994 vinse come vemmo pagare il compenso di da un mondo lontano da
le, orrendo, visto quattro giurati su nove, alla fine Nanni Moretti è nato a regista di Caro Diario, film per 50 mila dollari e la penale di 10 quello dei Nomadi, il genere
con rispettosa ci fu l’ex aequo. Dopo due ore di Brunico (in provincia di cui ci fu una contesa per la co- mila dollari. All’ultimo mi rivol- elettro-rock. Il sound dei
freddezza, occasio- discussione e litigi dissi: vado in Bolzano) il 19 agosto lonna sonora come Nanni rivela si, imbarazzato, a Nicola Piova- Nomadi, con l’inserimento di
ne sprecata e non bagno. Un giurato: vai, così asse- del 1953; il suo ultimo rileggendo il diario delle ripre- ni». questo vocalist e di due
avevo voglia di ve- gniamo tutti gli altri premi. Non film è «Habemus se. Wim Mertens non era entra- Si parla dei temi a lui cari nei coriste, sembra destinato a
derlo ma mi ha ne potevano più. Invece mi Papam», del 2011 to nello spirito del film. «Gli do- film, la scuola, i pranzi in fami- cambiare radicalmente,
sorpreso». Nanni aspettarono. Lo sbaglio è di cer- glia, i dolci, lo sport. Palombella come le migliaia di fan giunti
l’attore, il produt- care l’unanimità, con cui si pre- rossa, la pallanuoto come meta- a Novellara per l’annuale
tore, il distributo- miano i film di mezzo. A Cannes Fenomeno pop fora politica. «Uscì in Germania tributo a Daolio hanno
re. È lui a portare discuteremo molto. Non è come e andò malissimo. Il distributo- potuto constatare nei
nelle sale Cesare a Venezia, dove tutti sanno pri- re mi disse: "Da noi questo tito- concerti di sabato e
deve morire, il ma qualsiasi premio. Stampa e Sheeran: dai pub al successo lo non vuole dire niente, l’ho domenica. Nonostante
film dei fratelli Ta- pubblico ai festival non sono co- cambiato in Pallanuoto e comu- alcune somiglianze stilistiche

❜❜
MILANO — Due Brit Awards, gli oscar inglesi della
viani che ha vinto l’Orso d’oro sì importanti per la giuria». musica, al debutto. Senza un talent show alle spalle, Ed nismo". Le cose meno popolari con Piero Pelù,
al Festival di Berlino. E l’anno Nel 2001 vinse la Palma d’oro Sheeran è diventato un fenomeno: in patria ha venduto al mondo. Lo sport? Ai Mondiali il pubblico ha tributato al
prima aveva ancora visto giu- per La stanza del figlio: «Nel- del ’90 alle partite dell’Italia an- nuovo venuto una
sto, distribuendo Una separa-
Vinsi nel 2001, in l’atrio incontro uno con un ciuf-
2 milioni di copie dell’album «+», che ora esce anche in
davo al cinema. Ricordo al Fiam- caldissima accoglienza. «Era
Italia. «Anche io ho fatto gavetta: suonavo nei pub per
zione di Farhadi, Orso vincente gara c’era David fo bianco. Era David Lynch che 6 sterline a sera oppure mi offrivano solo da bere, poi metta un film tedesco: Tre don- necessario cambiare», ha
alla Berlinale: «Il film dei Tavia- che mi disse: «Un gareggiava con Mulholland Dri- come tutti i ragazzi ho messo i miei lavori su YouTube ne, il sesso e Platone». Ecco, commentato il leader della
ni l’avevano visto in molti pri- ve: "Un giorno o l’altro io ti am- questo è l’autoritratto perfetto band Beppe Carletti.
ma di me, dicevano bello ma in- giorno o l’altro mazzerò", mi disse. "Ma io non
ed è nato il mio successo», ha detto ieri il cantautore.
di Nanni Moretti. M. L. F.
Chiaro sulla pirateria: «Le cose di valore vanno pagate,
vendibile. Invece se è bello uno io ti ammazzerò» so quale premio ho vinto". "Non non credo che 15-16 euro per un disco siano troppi». Valerio Cappelli © RIPRODUZIONE RISERVATA

deve obbligarsi a farlo uscire. importa - ribatté - ti ammazzerò © RIPRODUZIONE RISERVATA

Codice cliente:
Codice cliente:

40 italia: 515249535254 Lunedì 27 Febbraio 2012 Corriere della Sera

Sportlunedì
Risultati Classifica
25ª giornata *1 partita in meno

ATALANTA-ROMA 4-1 GENOA-PARMA 2-2 MILAN 51 ROMA 38 ATALANTA (-6) 31 BOLOGNA* 28


BOLOGNA-UDINESE 1-3 LAZIO-FIORENTINA 1-0 JUVENTUS* 50 INTER 36 CAGLIARI 31 SIENA 26
CAGLIARI-LECCE 1-2 MILAN-JUVENTUS 1-1 LAZIO 45 PALERMO 34 GENOA 31 LECCE 24
CATANIA-NOVARA 3-1 NAPOLI-INTER 1-0 UDINESE 45 CATANIA* 33 PARMA* 29 NOVARA 17
CHIEVO-CESENA 1-0 SIENA-PALERMO 4-1 NAPOLI 40 CHIEVO 33 FIORENTINA* 28 CESENA* 16

✒ Bufera continua Sempre più tesi i rapporti tra le due società, quella rossonera si aspetta il deferimento di Buffon
La storia aspettava Galliani, Conte, Allegri: che scintille
il gesto di Buffon
di DANIELE DALLERA
❜❜
Di un metro! La palla
era dentro di un metro!
I l gol di Muntari, quella palla
che va ben oltre la linea di
porta, non lo vedono l’arbitro
Vedete cosa succede a
piangere tutta la
Tagliavento, il guardalinee settimana! Continuate
Romagnoli e Gigi Buffon (che fa
una grande parata). I primi così, che paga!
due, in particolare l’assistente,
commettono un clamoroso
errore che passerà alla storia
per aver condizionato una sfida
prestigiosa, un classico del
❜❜
Senti da che pulpito! Qui
campionato, e magari
(speriamo di no) anche la è la mafia... Quando
conquista dello scudetto. salgo dal sottopassaggio
Parentesi aperta: si sveglino
Nicchi, presidente degli arbitri non mi aspetto di trovare
(Aia), e Braschi, designatore, gente che mi insulta
perché così non si può andare
avanti. Gigi Buffon, invece, fa il

❜❜
suo dovere, da gran campione
qual è. Deve parare e svolge alla
perfezione il suo compito. Fin
qui, va tutto bene (tranne che Non parlo senza il
per arbitro, guardalinee e
Milan). È da qui in poi che la permesso di Marotta...
storia prende una brutta piega Il gol non dato ha
per Gigi Buffon. Sarebbe stato
bello, bellissimo, un sogno falsato la partita: a stare
corale realizzato, quasi un zitti si farebbe meglio...
incantesimo, se il miglior
portiere d’Italia, uno dei più
forti numeri uno al mondo,

La Santa Alleanza
avesse alzato la sua mano
(d’oro) attirando l’attenzione
dell’arbitro Tagliavento e gli «Sono loro ad avere sciente-
avesse detto: «Amico mio, ho mente creato le premesse di
parato dentro, quello è gol...». ciò che è accaduto. Hanno dif-
Un gesto nobile, che rientra e fa fuso comunicati, hanno chie-
parte del Dna di un campione sto parità di trattamento, han-
esemplare come Buffon. Sarebbe no costretto un loro giocatore
passato alla storia, invece a invocare la prova tv contro

finisce qui
rischia di recitare la parte Ibrahimovic, hanno perfino
scontata del furbo, uno dei bacchettato il presidente fede-
tanti. Si pretende troppo, lo rale. Così arbitro e guardali-
ammettiamo, ma nee sono entrati in campo spa-
sponsorizziamo questo desiderio ventati e condizionati».
(non solo nostro) proprio perché Il nuovo ruolo di ex amici
si parla di Gigi Buffon, mai indurrà i rossoneri a fare le
banale, forte dentro, fiero di pulci a tutto quello che acca-
credere in certi valori, mai drà nel mondo Juve. Un esem-
timido, nemmeno quando deve MILANO — Il segreto di so di cambiare strategia: non pio pratico? Dopo le sue paro-
dire verità spiacevoli a certi
politici. Il Buffon di sabato sera
era in forma in campo, a disagio
Pulcinella non è quello che
Antonio Conte ci aveva rac-
contato nel convulso
Il Milan rompe con la Juve più lamenti trattenuti, silenzi
imposti a tutti i tesserati ma
puntuali repliche a ogni even-
le, oggettivamente discutibili
sotto il profilo del fair play
(«Non mi sono reso conto
nel dopopartita, lo si è capito
quando con l’ennesimo atto di
sincerità rivela: «... Se avessi
visto che la palla era dentro non
post-partita di Parma, e cioè
che gli arbitri nei confronti
della Juve sarebbero ancora
condizionati dalle scorie di
«Hanno condizionato l’arbitro» tuale esternazione juventina.
Insomma, la minaccia è quel-
la di una battaglia mediatica a
tutto tondo e il rischio per gli
che la palla era entrata ma se
me ne fossi accorto non avrei
aiutato l’arbitro»), il club di
Berlusconi si attende il deferi-
avrei aiutato l’arbitro, non Calciopoli. E sabato sera, ro, la frattura tra Galliani e fonte, aggiungendo: «Quan- Se non interverranno auspi- addetti ai lavori è quello di un mento di Gigi Buffon, giudi-
gliel’avrei detto...». Una verità, quando Muntari ha segnato Agnelli sembra davvero insa- do si gioca con l’Inter si han- cabili mutamenti di rotta su duro periodo di straordinari. cando incompatibili i suoi at-
quella che non avrebbe fatto da un gol su cui il guardalinee nabile «perché per la prima no vantaggi e svantaggi. Con entrambi i versanti, lo scon- Intanto il giorno dopo il puti- teggiamenti con la fascia di ca-
suggeritore all’arbitro, che preposto (Romagnoli) si è ad- volta a Torino sono riusciti loro (i bianconeri ndr) invece tro frontale tra i due colossi ferio di San Siro il bersaglio pitano azzurro. «E questo è so-
contempla un fatto difficilmente dormentato, se n’è avuta la nell’impresa di far pensare questo è. Hanno un’arrogan- del calcio italiano rischia di es- dei campioni d’Italia restano i lo l’inizio...».
credibile: quello di «non aver puntuale conferma. Il vero se- quelli del Milan come quelli za che gli deriva dal potere sere soltanto alle battute preli- bianconeri, non Tagliavento e Alberto Costa
visto la palla dentro», di non greto di Pulcinella è invece dell’Inter» sottolinea la stessa che è spaventosa». minari. Il Milan ha infatti deci- occhio di lince Romagnoli: © RIPRODUZIONE RISERVATA
aver avvertito che la parata un altro: al contrario delle ras-
fosse fasulla. Foto, immagini sicuranti parole dei grandi ca-
televisive, l’azione stessa, la pi arbitrali, i nostri fischietti
dinamica, le distanze, non si sono tutt’altro che in crescita. L’amarezza del presidente
tratta di centimetri, ancora Perché l’unica cosa che cresce
meno di millimetri, il vissuto di sono gli errori dei suddetti.
un portiere, fanno pensare a
tutt’altro. Fermiamoci qui con la
lezioncina a Buffon convinti che,
nonostante l’occasione
Conte a Parma si era lamenta-
to di Mazzoleni, lo stesso arbi-
tro che a Firenze aveva annul-
lato un gol regolare di See-
Berlusconi: «Complotto? Non voglio pensarci»
mancata, resti un grande. Meno dorf e negato un evidente ri- MILANO — Rabbia, ironia, equilibrio. leggerezza restano (anche se, teoria del complotto monta. «Non sono avversari per i complimenti di rito.
grandi di lui, molto di meno, gore su Pato. Quindi il buon Le reazioni dell’establishment incrociandolo in mixed zone, il arrabbiato, ma dispiaciuto perché «Stavolta mi sono astenuto» fa sapere,
tutti quelli che hanno caricato di Mazzoleni ha fatto della sua rossonero nella serata di quella che livornese aveva sdrammatizzato questo errore ha falsato l’andamento invocando la tecnologia in campo: «In
inutili tensioni Milan-Juve: da accertata mediocrità una sor- viene considerata «una gran ladrata» rifilando al bomber un buffetto, della partita. Il Milan ha giocato uno sport così popolare, dove certe
Conte che dopo aver intossicato ta di inattaccabile par condi- sono diverse a seconda dei protagonisti. accompagnato da un ironico «ma un’ottima gara ma di certo sul 2-0 il decisioni possono risultare
la sfida si finge innocente cio. L’arbitro Tagliavento e la Se Adriano Galliani, furibondo dopo la vaff…»). Il presidente Berlusconi decide seguito della sfida sarebbe stato molto economicamente importanti, avere
depistando responsabilità su sua degna spalla Romagnoli lite con Conte nell’intervallo, preferisce di ritirarsi alle 3 del mattino mentre i diverso». Di solito il Cavaliere a fine dalla tecnologia una corretta
altri colpevoli, alla società che sono invece riusciti a inquina- concludere il suo sabato a casa con un tifosi gli chiedono «compra Messi» e la gara scende negli spogliatoi degli interpretazione è auspicabile. Anche
gli ha dato man forte, ad Allegri re a tal punto Milan-Juve da umore nero che più nero non si può, l’episodio del gol di Muntari conferma
che, appena ha potuto, ha
provocare una rottura trauma- Silvio Berlusconi e Massimiliano Allegri Vertice che la tecnologia può portare a
alzato la fiamma della polemica,
tica degli storici rapporti tra i compiono il loro viaggio al termine Silvio Berlusconi situazioni meno ingiuste». Il quesito
a Galliani che, vittima di un
due club. della notte nel solito covo, al ristorante in tribuna resta sospeso nell’aria: Tagliavento
sopruso arbitrale, urla
«Sono tornati» è lo slogan Giannino, in compagnia dei fedelissimi, sabato a San Siro sbaglia per dolo o per colpa?
«vergogna» a Conte, Agnelli e a
chi gli capita a tiro, compreso con cui ieri Milan Channel ha tra cui Emilio Fede e Giorgia Meloni. assieme all’a.d. «Complotto? Non voglio pensare nella
l’arbitro Tagliavento, dal quale aperto le danze e l’allusione, L’allenatore ha il merito di non perdere rossonero maniera più assoluta a determinazioni
avrebbe dovuto stare per neppure troppo velata, è alla la calma anche se attorno la bufera Adriano Galliani, contrarie al Milan. Dobbiamo essere più
regolamento lontano. Benvenuta Juve uscita con le ossa rotte impazza. La sua arma è l’ironia: il che ha avuto forti dell’invidia, dell’ingiustizia e della
e bentornata la rivalità di alto da Calciopoli. «La santa allean- refrain «parlo solo con il permesso di parole di fuoco sfortuna». Mai come in questa
livello, ma speriamo che il za finisce qui. Ognuno per sé, Marotta» rischia di diventare il rap di contro i rivali occasione non sembrano parole di
veleno sia finito qui. Dio per tutti» è invece il com- primavera. Certo la sensazione di aver bianconeri al circostanza.
mento che filtra dai vertici so- subito un torto e l’amarezza per il gol di termine della gara Monica Colombo
© RIPRODUZIONE RISERVATA
cietari rossoneri. Dopo la vele- Matri incassato con un pizzico di (Ansa) © RIPRODUZIONE RISERVATA

nosa serata di sabato a San Si-


Codice cliente:

Corriere della Sera Lunedì 27 Febbraio 2012 italia: 515249535254


Sport 41

Contro gli Usa L’ultima nazionale prima delle


convocazioni per l’Europeo e la prima
dopo la sconfitta contro l’Uruguay tre
Under 21, è la novità degli azzurri che
oggi alle 12 si raduneranno a Genova
per l’amichevole di mercoledì contro
escluso dalla lista sia Mario Balotelli
sia Osvaldo, colpevoli di aver violato il
codice etico. Così arriva Borini in un
nuovamente Astori e confermato
Ogbonna. Alle 15 il primo
allenamento al campo comunale
Prandelli chiama mesi fa, è composta da 22 giocatori
più una sorpresa: Fabio Borini (foto),
gli Stati Uniti. Cesare Prandelli non ha
tradito se stesso e, pur in piena
attacco composto anche da Pazzini,
Matri e Giovinco. Tra i portieri (4)
della Sciorba. Alle 14 a Marassi sarà
presentata la nuova maglia Away,

il giovane Borini centravanti della Roma, classe ’91,


già convocato da Ferrara per la
emergenza per l’indisponibilità di
Cassano e Giuseppe Rossi, ha
torna Viviano dopo l’infortunio, così
come in difesa è stato chiamato
che gli azzurri indosseranno agli
Europei in Polonia e Ucraina.

In silenzio Bianconeri a riposo, ma arrabbiati per le aggressioni verbali e lo speciale di Milan Channel Gli insulti di Pellegatti

Juve furiosa per gli insulti e la tv


Agnelli non ha gradito il trattamento e l’attacco frontale al club
MILANO — Il settimo giorno tonio Giraudo, la tribuna di San tivo: «Sono tornati». Ogni riferi- nendo che tutto quello che è ac- litica tra le due società, soprav-
la Juventus si riposò. La polemi-
ca stanca ma soprattutto, per
Siro (Milan padrone di casa)
era una delle poche dove l’odia-
mento alla Juventus pre 2006,
accusata di ogni manifestazio-
caduto negli ultimi tempi, an-
che la «spiata» di Chiellini sia
vissuta alla tempesta intercetta-
toria che travolse la società di
«Non sapevo
come è andata, la partita di San
Siro è rimasta lì, a rovinare la
tissima Triade bianconera pote-
va sedere senza subire insulti a
ne del male nel calcio, non è
per nulla casuale. E il fatto che
frutto di un «disegno»), ha am-
pliato il fossato tra la nuova Ju-
Moggi e Giraudo, proseguita
con Cobolli e Blanc, continuata
di essere in onda
settimana (questa) di tutti i mi-
lanisti, mentre da parte bianco-
nera c’è stato più uno strascico
raffica — qualcuno, nel bailam-
me, se lo beccavano comunque
— e, soprattutto, senza rischia-
il «channel» ufficiale rossonero
abbia attaccato così frontalmen-
te la società bianconera (soste-
ve di Agnelli e il Milan di Gallia-
ni. A tal punto che sembra a ri-
schio anche l’antica alleanza po-
con l’arrivo di Andrea Agnelli
in corso Galileo Ferraris. Il gran-
de Satana, per i bianconeri, in
Conte, scusami»
tecnico-tattico, per quei 60 mi- re la collottola, come accadeva questi anni, era uno solo: l’In- MILANO — «Era come essere fra amici, ho
nuti ceduti al Milan, per l’evi- altrove (a Roma, una volta il ter. Fino a una settimana fa. Ma urlato cose che si dicono nella foga del tifo».
dente logorio di alcuni giocato- questore in persona consigliò ora c’è uno scudetto non pre- Peccato che Carlo Pellegatti, 62enne
ri, per le prossime assenze per una ritirata strategica). Insom- ventivato in ballo e la Juventus telecronista Mediaset di fede rossonera, non
squalifica di Pepe e Vidal. Quin- ma, i dirigenti bianconeri gode- ha troppa voglia di «mangiare sapeva di avere il microfono aperto ed è
di? Una giornata di riposo per vano della protezione di Gallia- l’erba», per fermarsi di fronte a andato in onda durante Milan-Juve: «Conte
tutti. Ma non una giornata tran- ni che, anche in presenza di si- un antico legame. Neanche nel è un malato mentale, vai negli spogliatoi,
quilla. Perché Andrea Agnelli tuazioni come quella di Munta- 2004-2005, la stagione più incri- vai!». E giù altri improperi da ultrà: «Che
non ha somatizzato gli insulti ri, mai avrebbe attaccato fron- minata nella storia del calcio, ingiustizia! Ha ancora qualcosa da dire
subiti per novanta minuti in tri- talmente Giraudo. questo era venuto meno. Nota- Conte, è senza vergogna e va a protestare.
buna (d’onore?) a San Siro. Con Questa volta non è andata co- relle a margine: 1) non sono Vai negli spogliatoi!». Il video — e
Adriano Galliani, poi, prima sì e il presidente della Juventus piaciuti neanche i giudizi su soprattutto l’audio — stanno spopolando sul
che l’ad milanista andasse a non ha gradito il trattamento ri- Buffon; 2) si contesta il concet- web ma Pellegatti, telecronista appassionato
strapazzare Conte giù di sotto, servato a lui e a Conte. Però to che sul 2-0 la partita sarebbe sì ma sempre corretto, educato e spesso
c’è stato uno scambio di inviti quello che ha fatto infuriare la stata chiusa; 3) infine si invoca apprezzato anche dagli «avversari» — non è
ad accomodarsi in quel posto società, anche in questo giorno la prova tv anche per Muntari certo fiero di tutta questa popolarità. Anzi si
dove non batte il sole. Una sera- in cui la Juve sperava che a colti- (scontro con Lichtsteiner). Una sente affranto, dispiaciuto, quasi sconsolato.
ta tra gentiluomini, insomma. vare il senso della rabbia fosse- bella amicizia in archivio. «Avevo il collega Zuliani a fianco ed ero
Ai tempi d’oro dell’amicizia-al- ro gli altri, è stato lo speciale di Roberto Perrone convinto di essere fuori onda. Era un
leanza tra Adriano Galliani e An- Milan Channel dal titolo evoca- © RIPRODUZIONE RISERVATA momento elettrico e mi sono lasciato andare
come un tifoso, ma
non volevo certo
Prova tv Muntari, Pirlo e Mexes rischiano lo stop all’arbitro. Solo le proposte che supe-
reranno l’esame del Board di venerdì
L’errore offendere nessuno.
Quando mi hanno

Il dolore degli arbitri


e sabato continueranno la sperimenta-
zione segreta nei mesi successivi e si
giocheranno il tutto per tutto nella riu-
❜❜ comunicato in cuffia:
‘‘Attenzione siamo
Ho sbagliato, ancora collegati’’ mi è
nione di luglio: in campo, è il caso di venuto un colpo». E sì

e il no alle tecnologie dirlo, ci sono anche aziende italiane,


dato che a Udine sono già stati speri-
mentati i sensori.
sono che proprio Mediaset
dispiaciuto e con «Striscia» ci ha
vorrei insegnato che i fuori

Ma la svolta è vicina «Se si vuole la telecamera sulla por-


ta non è un problema, ma non biso-
gna influire sul gioco — dice il presi-
dente dell’Aia, Marcello Nicchi —. I
chiedere
scusa di
persona
onda sono sabbie
mobili. «Ho sbagliato,
bisognerebbe sempre
stare zitti quando non
MILANO — Quando si dice le coin- portare errori grossolani di valutazio- Il Board del prossimo weekend, nel Precedenti fatti accaduti in Milan-Juventus ci ad- all’allenatore si è collegati. Chiedo
cidenze. Il giorno dopo i fantasmi di ne come quello sul gol di Muntari di quale verrà preso in esame lo stato Dall’alto: il gol dolorano. Dopo ciò che è successo c’è scusa a Conte, alla Juve
San Siro, il presidente della Uefa, Mi- sabato sera. Venerdì e sabato a Ban- dell’arte delle nuove proposte tecnolo- non dato poco da aggiungere. Ora lasciateci e ai