Sei sulla pagina 1di 9

UCV Caracas Facultad de Humanidades y Educacin Escuela de Comunicacin Social

13.29 - Discorso diretto e discorso indiretto Socrate disse: So di non sapere. In questa frase, le parole di Socrate sono riportate nel modo esatto in cui sono state pronunciate e costituiscono un esempio di discorso diretto. Si ha il discorso diretto quando noi riportiamo fedelmente le parole pronunciate da una determinata persona. Quelle stesse parole possono essere riferite in maniera indiretta, facendole dipendere da un verbo come dire, affermare, riferire e simili. Nellesempio di socrate quando scriviamo: Socrate disse che sapeva di non sapere abbiamo trasformato il discorso diretto in discorso indiretto. Anche se il concetto rimane lo stesso, nel passaggio dal discorso diretto al discorso indiretto avvengono cambiamenti strutturali nei modi e nei tempi del verbo, a volte nei nei complementi, nei pronomi, negli avverbi utilizzati e nella punteggiatura. Discorso indiretto e concordanza dei modi e dei tempi verbali utilizzati Quando parliamo di discorso indiretto, stiamo parlando di una frase subordinata che dipende da una principale. Passando dal discorso diretto a quello indiretto, occorre considerare la relazione temporale che esiste tra la frase subordinata e quella principale. Possiamo avere vari casi. Caso 1: frase principale con indicativo presente e subordinata con lindicativo Discorso diretto Luisa dice: Ieri sono andata a Roma Luisa dice: Spesso andavo a Roma Luisa dice Nel 1970, andai a Roma Luisa dice: Vado a Roma Luisa dice: Domani andr a Roma Luisa dice: Domani vado a Roma Discorso indiretto Luisa dice che ieri andata a Roma Luisa dice che spesso andava a Roma Luisa dice che nel 1970 and a Roma Luisa dice che va a Roma Luisa dice che domani andr a Roma Luisa dice che domani va a Roma Rapporto temporale Azione anteriore Passato prossimo Azione anteriore Imperfetto Azione anteriore Passato remoto Azione contemporanea Presente Azione posteriore Futuro semplice Azione posteriore Presente

Se nella frase principale abbiamo il presente indicativo, nel passaggio al discorso indiretto i tempi rimangono invariati; lazione anteriore si indica con passato prossimo, imperfetto o passato remoto; lazione contemporanea con il presente e lazione posteriore con il futuro; ricordiamo che in italiano lazione futura pu essere coniugata anche col presente, per indicare la certezza di un evento che si sta per realizzare.

Italiano Prof. Attilio Folliero www.folliero.eu

UCV Caracas Facultad de Humanidades y Educacin Escuela de Comunicacin Social

Caso 2: frase principale con un tempo passato dellindicativo (imperfetto, passato prossimo, passato remoto, trapassato prossimo) e subordinata con un tempo dellindicativo Frase principale all'indicativo imperfetto e subordinata allindicativo Discorso indiretto Luisa diceva che era andata a Roma Luisa diceva che spesso era andata a Roma Luisa diceva che nel 1970 era andata a Roma Luisa dice che andava a Roma Luisa diceva che un giorno sarebbe andata a Roma Luisa diceva che un giorno sarebbe andata a Roma Rapporto temporale Azione anteriore Trapassato prossimo Azione anteriore Trapassato prossimo Azione anteriore Trapassato prossimo Azione contemporanea Imperfetto Azione posteriore Condizionale passato Azione posteriore Condizionale passato

Discorso diretto Luisa diceva: Sono andata a Roma Luisa diceva: Spesso andavo a Roma Luisa diceva Nel 1970, andai a Roma Luisa diceva: Vado a Roma Luisa diceva: Un giorno andr a Roma Luisa diceva: Domani vado a Roma Frase

principale all'indicativo passato prossimo e subordinata allindicativo Discorso indiretto Luisa ha detto che era andata a Roma Luisa ha detto che spesso era andata a Roma Luisa ha detto che nel 1970 era andata a Roma Luisa ha detto che andava a Roma Luisa ha detto che un giorno sarebbe andata a Roma Luisa ha detto che un giorno sarebbe andata a Roma Rapporto temporale Azione anteriore Trapassato prossimo Azione anteriore Trapassato prossimo Azione anteriore Trapassato prossimo Azione contemporanea Imperfetto Azione posteriore Condizionale passato Azione posteriore Condizionale passato

Discorso diretto Luisa ha detto: Sono andata a Roma Luisa ha detto: Spesso andavo a Roma Luisa ha detto Nel 1970, andai a Roma Luisa ha detto: Vado a Roma Luisa ha detto: Un giorno andr a Roma Luisa ha detto: Domani vado a Roma Frase

principale all'indicativo passato remoto e subordinata allindicativo Discorso indiretto Luisa disse che era andata a Roma Rapporto temporale Azione anteriore Trapassato
2

Discorso diretto Luisa disse: Sono andata a Roma

Italiano Prof. Attilio Folliero www.folliero.eu

UCV Caracas Facultad de Humanidades y Educacin Escuela de Comunicacin Social

Luisa disse: Spesso andavo a Roma Luisa disse Nel 1970, andai a Roma Luisa disse: Vado a Roma Luisa disse: Un giorno andr a Roma Luisa disse: Domani vado a Roma Frase

Luisa disse che spesso era andata a Roma Luisa disse che nel 1970 era andata a Roma Luisa disse che andava a Roma Luisa disse che un giorno sarebbe andata a Roma Luisa disse che un giorno sarebbe andata a Roma

prossimo Azione anteriore Trapassato prossimo Azione anteriore Trapassato prossimo Azione contemporanea Imperfetto Azione posteriore Condizionale passato Azione posteriore Condizionale passato

principale all'indicativo trapassato prossimo e subordinata allindicativo Discorso indiretto Luisa aveva detto che era andata a Roma Luisa aveva detto che spesso era andata a Roma Luisa aveva detto che nel 1970 era andata a Roma Rapporto temporale Azione anteriore Trapassato prossimo Azione anteriore Trapassato prossimo Azione anteriore Trapassato prossimo Azione contemporanea Imperfetto Azione posteriore Condizionale passato Azione posteriore Condizionale passato

Discorso diretto Luisa aveva detto: Sono andata a Roma Luisa aveva detto: Spesso andavo a Roma Luisa aveva detto Nel 1970, andai a Roma Luisa aveva detto: Vado a Roma

Luisa aveva detto che andava a Roma Luisa aveva detto che un Luisa aveva detto: Un giorno sarebbe andata a giorno andr a Roma Roma Luisa aveva detto: Luisa aveva detto che un Domani vado a giorno sarebbe andata a Roma Roma

Riassumendo Se nella frase principale del discorso diretto abbiamo un tempo passato dellindicativo (imperfetto, passato prossimo, passato remoto, trapassato prossimo) e nella subordinata unazione pure passata nel passaggio al discorso indiretto lazione anteriore si indica con il trapassato prossimo; Discorso diretto

Italiano Prof. Attilio Folliero www.folliero.eu

UCV Caracas Facultad de Humanidades y Educacin Escuela de Comunicacin Social

Luisa diceva/ha detto/disse/aveva detto: Sono andata/andavo/andai a Roma Discorso indiretto Luisa diceva/ha detto/disse/aveva detto che era andata a Roma Se nella frase principale del discorso diretto abbiamo un tempo passato dellindicativo (imperfetto, passato prossimo, passato remoto, trapassato prossimo) e nella subordinata un tempo presente, nel passaggio al discorso indiretto lazione contemporanea si indica con limperfetto. Discorso diretto - Luisa diceva/ha detto/disse/aveva detto: Vado a Roma Discorso indiretto - Luisa diceva/ha detto/disse/aveva detto che andava a Roma Se se nella frase principale del discorso diretto abbiamo un tempo passato dellindicativo (imperfetto, passato prossimo, passato remoto, trapassato prossimo) e nella subordinata il futuro, nel passaggio al discorso indiretto lazione posteriore si indica con il condizionale passato. Discorso diretto Luisa diceva/ha detto/disse/aveva detto: Andr a Roma Discorso indiretto Luisa diceva/ha detto/disse/aveva detto che sarebbe andata a Roma Caso 3: frase principale col presente indicativo e subordinata col congiuntivo Vediamo adesso il caso in cui nella frase principale del discorso diretto c un verbo, come pensare, che nel passaggio al discorso indiretto richiede un congiuntivo, ossia nel passaggio al discorso indiretto ci ritroviamo con un tempo dellindicativo nella principale ed un tempo del congiuntivo nella subordinata. Principale Indicativo presente, subordinata col congiuntivo Discorso diretto Luisa pensa:Mario andato a Roma Luisa pensa : Mario andava spesso a Roma Luisa pensa: Nel 1970, Mario and a Roma Luisa pensa: Mario va a Roma Luisa pensa: Domani Mario andr a Roma Luisa pensa: Domani Discorso indiretto Luisa pensa che Mario sia andato a Roma Luisa pensa che Mario sia andato spesso a Roma Luisa pensa che Mario nel 1970 sia andato a Roma Luisa pensa che Mario vada a Roma Luisa pensa che domani Mario andr a Roma Luisa pensa che domani Rapporto temporale Azione anteriore Congiuntivo passato Azione anteriore Congiuntivo passato Azione anteriore Congiuntivo passato Azione contemporanea Congiuntivo presente Azione posteriore Futuro semplice Azione posteriore

Italiano Prof. Attilio Folliero www.folliero.eu

UCV Caracas Facultad de Humanidades y Educacin Escuela de Comunicacin Social

Mario va a Roma

Mario vada a Roma

Congiuntivo presente

Riassumendo Quando nella frase principale del discorso diretto abbiamo un verbo che richiede il congiuntivo (ad esempio pensare), nel passaggio al discorso indiretto avremo una frase principale allinidcativo ed una subordinata al congiuntivo. Se il verbo della frase principale allindicativo presente, nella subordinata lazione di anteriorit si esprime col congiuntivo passato; cio se nella frase subordinata del discorso diretto abbiamo il passato prossimo, limperfetto o il passato remoto nella subordinata del discorso indiretto avremo il congiuntivo passato. Discorso diretto - Luisa pensa: Mario andato/andava/and a Roma Discorso indiretto - Luisa pensa che Mario sia andato a Roma Nel caso di azione ripetuta nel passato, nella subordinata pu essere usato anche il congiuntivo imperfetto. Discorso diretto - Luisa pensa: Mario andava spesso a Roma Discorso indiretto Luisa pensa che Mario sia andato spesso a Roma (congiuntivo passato) oppure Luisa pensa che Mario andasse spesso a Roma (congiuntivo imperfetto) Se il verbo della frase principale allindicativo presente, nella frase subordinata lazione di contemporaneit si esprime col congiuntivo presente; cio se nella frase subordinata del discorso diretto abbiamo il presente indicativo, nella subordinata del discorso indiretto avremo il congiuntivo presente. Discorso diretto - Luisa pensa: Mario va a Roma Discorso indiretto - Luisa pensa che Mario vada a Roma Se il verbo della frase principale allindicativo, nella frase subordinata lazione posteriore (futura) si esprime con il futuro indicativo; cio se nella frase subordinata del discorso diretto abbiamo il futuro indicativo nella subordinata del discorso indiretto avremo ugualmente il futuro indicativo Discorso diretto - Luisa pensa: Mario andr a Roma Discorso indiretto - Luisa pensa che Mario andr a Roma In italiano si pu usare il presente indicativo per azioni future imminenti quando si vuole indicare la certezza della realizzazione dellevento. In questo caso, con un verbo di opinione al presente inidicativo nella principale e un verbo al presente nella subordinata del discorso diretto, nel discorso indiretto avremo il congiuntivo presente. Discorso diretto - Luisa pensa: Domani, Mario va a Roma Discorso indiretto - Luisa pensa che domani Mario vada a Roma

Italiano Prof. Attilio Folliero www.folliero.eu

UCV Caracas Facultad de Humanidades y Educacin Escuela de Comunicacin Social

Caso 4: frase principale con tempo passato dellindicativo (impefetto, passato prossimo, passato remoto) e subordinata con un tempo del congiuntivo Principale Indicativo imperfetto, subordinata col congiuntivo Discorso diretto Luisa pensava:Mario andato a Roma Luisa pensava: Mario andava spesso a Roma Luisa pensava: Nel 1970, Mario and a Roma Luisa pensava: Mario va a Roma Luisa pensava: Domani Mario andr a Roma Luisa pensava: Domani Mario va a Roma Discorso indiretto Luisa pensava che Mario fosse andato a Roma Luisa pensava che Mario fosse andato spesso a Roma Luisa pensava che Mario nel 1970 fosse andato a Roma Luisa pensava che Mario andasse a Roma Luisa pensava che un giorno Mario sarebbe andato a Roma Luisa pensava che un giorno Mario sarebbe andato a Roma Rapporto temporale Azione anteriore Congiuntivo trapassato Azione anteriore Congiuntivo trapassato Azione anteriore Congiuntivo trapassato Azione contemporanea Congiuntivo imperfetto Azione posteriore Condizionale passato Azione posteriore Condizionale passato

Principale indicativo passato prossimo, subordinata col congiuntivo Discorso diretto Luisa ha pensato:Mario andato a Roma Luisa ha pensato: Mario andava spesso a Roma Luisa ha pensato: Nel 1970, Mario and a Roma Luisa ha pensato: Mario va a Roma Luisa ha pensato: Domani Mario andr a Roma Luisa ha pensato: Domani Discorso indiretto Luisa ha pensato che Mario fosse andato a Roma Luisa ha pensato che Mario fosse andato spesso a Roma Luisa ha pensato che Mario nel 1970 fosse andato a Roma Luisa ha pensato che Mario andasse a Roma Luisa ha pensato che un giorno Mario sarebbe andato a Roma Luisa ha pensato che domani Rapporto temporale Azione anteriore Congiuntivo trapassato Azione anteriore Congiuntivo trapassato Azione anteriore Congiuntivo trapassato Azione contemporanea Congiuntivo imperfetto Azione posteriore Condizionale passato Azione posteriore
6

Italiano Prof. Attilio Folliero www.folliero.eu

UCV Caracas Facultad de Humanidades y Educacin Escuela de Comunicacin Social

Mario va a Roma

Mario sarebbe andato a Roma

Condizionale passato

Principale indicativo passato remoto, subordinata col congiuntivo Discorso diretto Luisa pens:Mario andato a Roma Luisa pens : Mario andava spesso a Roma Luisa pens: Nel 1970, Mario and a Roma Luisa pens: Mario va a Roma Luisa pens: Domani Mario andr a Roma Luisa pens: Domani Mario va a Roma Discorso indiretto Luisa pens che Mario fosse andato a Roma Luisa pens che Mario fosse andato spesso a Roma Luisa pens che Mario nel 1970 fosse andato a Roma Luisa pens che Mario andasse a Roma Luisa pens che un giorno Mario sarebbe andato a Roma Luisa pens che un giorno Mario sarebbe andato a Roma Rapporto temporale Azione anteriore Congiuntivo trapassato Azione anteriore Congiuntivo trapassato Azione anteriore Congiuntivo trapassato Azione contemporanea Congiuntivo imperfetto Azione posteriore Condizionale passato Azione posteriore Congiuntivo presente

Riassumendo Se la frase principale ha un tempo passato dellindicativo (imperfetto, passato prossimo, passato remoto), nella subordinata al congiuntivo, lazione di anteriorit si esprime col congiuntivo trapassato; cio se nella subordinata del discorso diretto abbiamo passato prossimo, imperfetto o passato remoto nella subordinata del discorso indiretto avremo il congiuntivo trapassato. Discorso diretto Luisa pensava/ha pensato/pens: Mario andato/andava/and a Roma Discorso indiretto Luisa pensava/ha pensato/pens che Mario fosse andato a Roma Nel caso di azione ripetuta nel passato, nella subordinata pu essere usato anche il congiuntivo imperfetto. Discorso diretto Luisa pensava/ha pensato/pens: Mario andava spesso a Roma Discorso indiretto

Italiano Prof. Attilio Folliero www.folliero.eu

UCV Caracas Facultad de Humanidades y Educacin Escuela de Comunicacin Social

Luisa pensava/ha pensato/pens che Mario fosse andato spesso a Roma (congiuntivo trapassato) oppure Luisa pensava/ha pensato/pens che Mario andasse spesso a Roma (congiuntivo imperfetto) Se il verbo della frase principale in un tempo passato dellindicativo (imperfetto, passato prossimo, passato remoto), nella frase subordinata lazione di contemporaneit si esprime col congiuntivo imperfetto; cio se nella frase subordinata del discorso diretto abbiamo un tempo passato dellindicativo (imperfetto, passato prossimo, passato remoto), nella subordinata del discorso indiretto avremo il congiuntivo imperfetto. Discorso diretto - Luisa pensava/ha pensato/pens: Mario va a Roma Discorso indiretto - Luisa pensava/ha pensato/pens: che Mario andasse a Roma Se il verbo della frase principale in un tempo passato dellindicativo (imperfetto, passato prossimo, passato remoto), nella frase subordinata lazione posteriore (futura) si esprime con il condizionale passato; cio se nella frase subordinata del discorso diretto abbiamo il futuro indicativo nella subordinata del discorso indiretto avremo il condizionale passato. Discorso diretto - Luisa pensava/ha pensato/pens: Mario andr a Roma Discorso indiretto - Luisa pensava/ha pensato/pens che Mario sarebbe andato a Roma Caso 5: frase principale con un tempo dellindicativo (presente, impefetto, passato prossimo, passato remoto) e subordinata con limperativo Quando nel discorso diretto c un imperativo, nel discorso indiretto questo imperativo si trasforma in congiuntivo preceduto da che o in infinito preceduto da di o a. Principale con un tempo indicativo e subordinata con imperativo Discorso diretto Luisa dice a Mario: Vattene Luisa diceva a Mario: Vattene Luisa ha detto a Mario: Vattene Luisa disse a Mario: Vattene Discorso indirecto Luisa dice a Mario di andarsene Luisa diceva a Mario che se ne andasse Luisa ha detto a Mario di andarsene (oppure Luisa ha detto a Mario che se ne andasse) Luisa disse a Mario che se ne andasse

Adattamento dei pronomi personali I pronomi personali vanno adattati al contesto; se nel discorso diretto si riporta in prima o seconda persona persona ci che dice una determinata persona, nel passaggio al discorso indiretto al posto della prima o seconda persona dobbiamo usare la terza. Discorso diretto Luisa dice: Io (prima persona singolare) vado a Roma Luisa dice: Tu (seconda persona singolare) vai a Roma Luisa e Carlo dicono: Noi (prima persona plurale) andiamo a Roma Luisa dice: Voi (seconda persona plurale) andate a Roma

Italiano Prof. Attilio Folliero www.folliero.eu

UCV Caracas Facultad de Humanidades y Educacin Escuela de Comunicacin Social

Discorso indiretto Luisa dice che lei (terza persona) va a Roma Luisa dice che lui/lei (terza persona) va a Roma Luisa e Carlo dicono che loro (terza persona plurale) vanno a Roma Luisa dice che loro (terza persona plurale) vanno a Roma Adattamento degli aggettivi e pronomi possessivi Lo stesso passa con aggettivi ed pronomi possessivi. Mia, ad esempio diventa sua. Discorso diretto - Lalunno promise: Studier con tutta la mia volont Discorso indiretto - Lalunno promise che avrebbe studiato con tutta la sua volont Adattamento del pronome e aggettivo dimostrativo questo Il pronome e aggettivo dimostrativo questo diventa quello. Discorso diretto - Mario disse a Luisa: Questo disco un regalo per te Discorso indiretto - Mario disse a Luisa che quel disco era per lei Adattamento degli avverbi di tempo Gli avverbi di tempo come oggi, ora, domani, ieri, ecc diventano quel giorno, allora, il giorno dopo, il giorno prima Discorso diretto - Mario disse: Oggi vado a Roma Discorso indiretto - Mario disse che quel giorno andava a Roma Adattamento degli avverbi di luogo qui e qua Gli avverbi di luogo qui e qua diventano l Discorso diretto - Il bambino chiese alla mamma: Resta qui con me Discorso indiretto - Il bambino chiese alla mamma di restare l con lui Adattamento dei complementi Alcuni complementi si trasformano in altri. Discorso diretto - Il generale ordin: Soldati, sciogliete le file! Discorso indiretto - Il generale ordin ai soldati di sciogliere le file Adattamento della punteggiatura Anche la punteggiatura subisce dei cambiamenti: i due puni e le virgolette spariscono; il punto spesso diventa punto e virgola. Passaggio dal discorso indiretto a quello diretto Nel passaggio dal discorso indiretto a quello diretto valgono le stesse norme, allinverso.

Italiano Prof. Attilio Folliero www.folliero.eu