Sei sulla pagina 1di 102

GENERE

MICROCOCCUS STOMATOCOCCUS ALLOIOCOCCUS STAPHYLOCOCCUS

SPECIE

SINDROMI
INFEZIONI OPPORTUNISTICHE INFEZIONI OPPORTUNISTICHE INFEZIONI ORECCHIO MEDIO

STAPHYLOCOCCUS

AUREUS

SINDROME STAFILOCOCCICA CUTE SCOTTATA (SSS)

STAPHYLOCOCCUS STAPHYLOCOCCUS

AUREUS AUREUS

IMPETIGINE BOLLOSA AVVELENAMENTO ALIMENTARE

STAPHYLOCOCCUS

AUREUS

SINDROME DA SHOCK TOSSICO

STAPHYLOCOCCUS

AUREUS

IMPETIGINE

STAPHYLOCOCCUS STAPHYLOCOCCUS STAPHYLOCOCCUS STAPHYLOCOCCUS STAPHYLOCOCCUS STAPHYLOCOCCUS STAPHYLOCOCCUS STAPHYLOCOCCUS STAPHYLOCOCCUS STAPHYLOCOCCUS STAPHYLOCOCCUS STAPHYLOCOCCUS STAPHYLOCOCCUS STAPHYLOCOCCUS STREPTOCOCCUS

AUREUS AUREUS AUREUS AUREUS AUREUS AUREUS AUREUS AUREUS AUREUS AUREUS EPIDERMIDIS EPIDERMIDIS EPIDERMIDIS EPIDERMIDIS PYOGENES ()

FOLLICOLITE e ORZAIOLO FORUNCOLI e FAVI INFEZIONI DA FERITE BATTERIEMIA ENDOCARDITE POLMONITE D'ASPIRAZIONE EMPIEMA OSTEOMIELITE ASCESSO DI BRODIE ARTRITE SETTICA ENDOCARDITE INFEZIONI CATETERI E SHUNT INFEZIONI PROTEASI ARTICOLARI INFEZIONI TRATTO URINARIO FARINGITE

STREPTOCOCCUS

PYOGENES ()

SCARLATTINA

STREPTOCOCCUS

PYOGENES ()

PIODERMITE

STREPTOCOCCUS

PYOGENES ()

ERISIPELA

STREPTOCOCCUS STREPTOCOCCUS

PYOGENES () PYOGENES ()

CELLULITE FASCITE NECROTIZZANTE

STREPTOCOCCUS

PYOGENES ()

SINDROME DA SHOCK TOSSICO

STREPTOCOCCUS

PYOGENES ()

FEBBRE REUMATICA

STREPTOCOCCUS

PYOGENES ()

GLOMERULONEFRITE ACUTA

STREPTOCOCCUS

AGALACTIAE ()

MALATTIA NEONATALE

STREPTOCOCCUS STREPTOCOCCUS STREPTOCOCCUS

AGALACTIAE () PNEUMONIAE () PNEUMONIAE ()

INFEZIONE DONNE GRAVIDE

POLMONITE D'ASPIRAZIONE

STREPTOCOCCUS STREPTOCOCCUS STREPTOCOCCUS STREPTOCOCCUS

PNEUMONIAE () PNEUMONIAE () PNEUMONIAE () PNEUMONIAE ()

SINUSITE OTITE MEDIA MENINGITE BATTERIEMIA

ENTEROCOCCUS

INFEZIONI NOSOCOMIALI

ENTEROCOCCUS BACILLUS

ANTHRACIS

ENDOCARDITE CARBONCHIO CUTANEO

BACILLUS

ANTHRACIS

CARBONCHIO GASTROINTESTINALE

BACILLUS

ANTHRACIS

CARBONCHIO DA INALIAZIONE

BACILLUS

CEREUS

GASTROENTERITE (forma EMETICA) GASTROENTERITE (forma DIARROICA) PANOFTALMITE MALATTIA NEONATALE AD ESORDIO PRECOCE o GRANULOMATOSI INFANTISETTICA MALATTIA NEONATALE AD ESORDIO TARDIVO MALATTIA IN ADULTI SANI: MENINGITE NEGLI ADULTI BATTERIEMIA PRIMARIA ERISIPELOIDE

BACILLUS

CEREUS

BACILLUS LISTERIA

CEREUS MONOCYTOGENES

LISTERIA

MONOCYTOGENES

LISTERIA LISTERIA ERYSIPELOTHRIX

MONOCYTOGENES MONOCYTOGENES RHUSIOPATHIAE

ERYSIPELOTHRIX ERYSIPELOTHRIX

RHUSIOPATHIAE RHUSIOPATHIAE

FORMA CUTANEA GENERALIZZATA FORMA SETTICEMICA

CORYNEBACTERIUM

CORYNEBACTERIUM

DIPHTHERIAE

DIFTERITE RESPIRATORIA

CORYNEBACTERIUM

DIPHTHERIAE

DIFTERITE CUTANEA

NEISSERIA

GONORRHOEAE

INFEZIONE GENITALE MASCHILE

NEISSERIA

GONORRHOEAE

INFEZIONE GENITALE FEMMINILE

NEISSERIA

GONORRHOEAE

INFEZIONE DISSEMINATA

NEISSERIA NEISSERIA NEISSERIA

GONORRHOEAE GONORRHOEAE MENINGITIDIS

SINDROME FITZ-HUGH-CURTIS OFTALMIA NEONATALE MENINGITE

NEISSERIA

MENINGITIDIS

MENINGOCOCCEMIA

NEISSERIA NEISSERIA NEISSERIA ENTEROBACTERIACEAE

MENINGITIDIS MENINGITIDIS MENINGITIDIS ESCHERICHIA COLI

POLMONITE ARTRITE URETRITE SETTICEMIA

ENTEROBACTERIACEAE

ESCHERICHIA COLI

INFEZIONI TRATTO URINARIO

ENTEROBACTERIACEAE ENTEROBACTERIACEAE

ESCHERICHIA COLI ESCHERICHIA COLI

MENINGITE NEONATALE GASTROENTERITE per BATTERI ENTEROTOSSIGENI (ETEC)

ENTEROBACTERIACEAE

ESCHERICHIA COLI

GASTROENTERITE per BATTERI ENTEROPATOGENI (EPEC)

ENTEROBACTERIACEAE

ESCHERICHIA COLI

GASTROENTERITE per BATTERI ENTEROINVASIVI (EIEC)

ENTEROBACTERIACEAE

ESCHERICHIA COLI

GASTROENTERITE per BATTERI ENTEROEMORRAGICI (EHEC)

ENTEROBACTERIACEAE

ESCHERICHIA COLI

SINDROME UREMICA EMOLITICA

ENTEROBACTERIACEAE

ESCHERICHIA COLI

GASTROENTERITE per BATTERI ENTEROAGGREGANTI (EAEC)

ENTEROBACTERIACEAE

ESCHERICHIA COLI

ENTEROBACTERIACEAE

SALMONELLA

GASTROENTERITE per BATTERI DIFFUSAMENTE ADERENTI (DAEC) ENTERITE

ENTEROBACTERIACEAE

SALMONELLA

SETTICEMIA

ENTEROBACTERIACEAE

SALMONELLA

FEBBRE ENTERICA o TIFOIDE

ENTEROBACTERIACEAE ENTEROBACTERIACEAE

SALMONELLA SHIGELLA

ASINTOMATICA SHIGELLOSI

ENTEROBACTERIACEAE ENTEROBACTERIACEAE ENTEROBACTERIACEAE ENTEROBACTERIACEAE

SHIGELLA SONNEY SHIGELLA FLEZNERI SHIGELLA DYSENTHERIAE YERSINIA PESTIS

PESTE BUBBONICA

ENTEROBACTERIACEAE

PESTE POLMONARE

ENTEROBACTERIACEAE

YERSINIA ENTEROCOLITICA YERSINIA ENTEROCOLITICA YERSINIA ENTEROCOLITICA YERSINIA ENTEROCOLITICA KLEBSELLIA PNEUMONIAE KLEBSELLIA PNEUMONIAE PROTEUS MIRABILOIS

GASTROENTERITE

ENTEROBACTERIACEAE ENTEROBACTERIACEAE ENTEROBACTERIACEAE ENTEROBACTERIACEAE ENTEROBACTERIACEAE ENTEROBACTERIACEAE ENTEROBACTERIACEAE VIBRIO

SETTICEMIA ARTRITE ed OSTEOMIELITE EPATITE ed ASCESSI POLMONITI PRIMARIE INFEZIONI FERITE VIE URINARIE INFEZIONI VIE URINARIE

VIBRIO

CHOLERAE

DIARREA FATALE

VIBRIO

PARAHAEMOLYTICUS

DIARREA SIMIL COLERICA

VIBRIO

VULNEFICUS

SETTICEMIA

AEROMONAS AEROMONAS AEROMONAS AEROMONAS PLEIOMONAS PLEIOMONAS CAMPYLOBACTER

INFEZIONE FERITE MALATTIA SISTEMICA OPPORT. DIARREA GASTROENTERITE GASTROENTERITE INFEZIONE EXTRA

CAMPYLOBACTER

COLI

GASTROENTERITE

CAMPYLOBACTER CAMPYLOBACTER CAMPYLOBACTER HELICOBACTER

UPSALIENSIS e JENUNI

SINDROME GUILLAIN-BARRE' GASTROENTERITE

FETUS PILORI

INFEZIONE SISTEMICA ULCERE PEPTIDICHE

HELICOBACTER HELICOBACTER HELICOBACTER

PILORI PILORI PILORI

ADENOCARCINOMA GASTRICO LINFOMA CEL. B MUCOSA GASTR. GASTRITE TIPO B

PSEUDOMONAS

INFEZIONI POLMONARI

PSEUDOMONAS PSEUDOMONAS PSEUDOMONAS PSEUDOMONAS PSEUDOMONAS PSEUDOMONAS PSEUDOMONAS PSEUDOMONAS PSEUDOMONAS

INFEZIONE CUTE USTIONATA FOLLICOLITE ACNE INFEZIONI URINARIE ORECCHIO DEL NUOTATORE OTITE MALIGNA ORECCHIO ESTERNO OTITE CRONICA ORECCHIO MEDIO INFEZIONE OCCHIO BATTERIEMIA

PSEUDOMONAS PSEUDOMONAS

ENDOCARDITE INFEZIONE TRATTO GASTROINTESTINALE

PSEUDOMONAS PSEUDOMONAS BURKHOLDERIA BURKHOLDERIA BURKHOLDERIA BURKHOLDERIA BURKHOLDERIA

INFEZIONE SIST. NERVOSO CENTRALE CEPACIA CEPACIA CEPACIA CEPACIA PSEUDOMALLEI INFEZIONI VIE RESPIRATORIE INFEZIONI VIE URINARIE SETTICEMIA INFEZIONI OPPORTUNISTICHE MIELOIDASI - INF. OPPORT, ASINTOMATICA MIELOIDASI - INF. OPPORT, CUTANEA MIELOIDASI - INF. OPPORT, POLMONARE BATTERIEMIA, POLMONITE INFEZIONI FERITE e VIE URINARIE MENINGITE INFEZIONI VIE RESPIRATORIE INFEZIONI VIE URINARIE FERITE SETTICEMIA BRONCHITI BRONCOPOLMONITI SINUSITI ed OTITI PERTOSSE - STADIO CATARRALE

BURKHOLDERIA BURKHOLDERIA STENOTROPHOMONAS MALTOPHILIA MALTOPHILIA ACINETOBACTER ACINETOBACTER ACINETOBACTER ACINETOBACTER MORAXELLA MORAXELLA MORAXELLA BORDETELLA

PSEUDOMALLEI PSEUDOMALLEI

PERTUSSIS

BORDETELLA

PERTUSSIS

PERTOSSE - STADIO PAROSSISTICO

BORDETELLA FRANCISELLA

PERTUSSIS TULARENSIS

PERTOSSE - STADIO DI CONVALESCENZA TULAREMIA ULCEROGHIANDOLARE

FRANCISELLA

TULARENSIS

TULAREMIA OCULOGHIANDOLARE TULAREMIA GHIANDOLARE TULAREMIA SIMIL-TIFOIDE TULAREMIA OROFARINGEA e GASTROINTESTINALE TULAREMIA POLMONARE MALATTIE LIEVI

FRANCISELLA FRANCISELLA FRANCISELLA FRANCISELLA BRUCELLA

TULARENSIS TULARENSIS TULARENSIS TULARENSIS

BRUCELLA

FEBBRE ONDULANTE

PASTEURELLACAE

HAEMOPHILUS

MENINGITE

PASTEURELLACAE

HAEMOPHILUS

EPIGLOTTIDE

PASTEURELLACAE PASTEURELLACAE PASTEURELLACAE PASTEURELLACAE

HAEMOPHILUS HAEMOPHILUS HAEMOPHILUS HAEMOPHILUS AEGYPTICUS HAEMOPHILUS DUCREYI

CELLULITE ARTRITE OTITE, SINUSITE ACUTA e CRONICA: CONGIUNTIVITE PURULENTA

PASTEURELLACAE

ULCERA MOLLE e CANCROIDE

PASTEURELLACAE PASTEURELLACAE PASTEURELLACAE PASTEURELLACAE PASTEURELLACAE PASTEURELLACAE PASTEURELLACAE LEGIONELLA LEGIONELLA

HAEMOPHILUS APHROPHILUS PASTEURELLA PASTEURELLA PASTEURELLA ACTINOBACILLUS ACTINOBACILLUS ACTINOBACILLUS

ENDOCARDITE LINFOADENITE e CELLULITE MALATTIA CRONICA RESPIRATORIA INFEZIONE SISTEMICA MALATTIA CAVO ORALE ENDOCARDITE BATTER. SUBACUTA MALATTIA BOCCA FEBBRE DI PONTIAC MALATTIA LEGIONARI

BARTONELLA

BACILLIFORMIS

FEBBRE DI OROYA

BARTONELLA BARTONELLA BARTONELLA BARTONELLA

QUINTANA HENSELAE HENSELAE HENSELAE

FEBBRE DELLE TRINCEE ANGIOMATOSI BACILLARE PELIOSI EPATICA ENDOCARDITE BATTER. SUBACUTA

BARTONELLA EIKENELLA EIKENELLA EIKENELLA EIKENELLA EIKENELLA CARDIOBACTERIUM KINGELLA KINGELLA CAPNOCYTOPHAGA STREPTOBACILLUM SPIRILLUM SPIRILLUM CALYMMATOBACTERIUM PEPTOSTREPTOCOCCUS PEPTOSTREPTOCOCCUS PEPTOSTREPTOCOCCUS PEPTOSTREPTOCOCCUS PEPTOSTREPTOCOCCUS ACTINOMYCES

HENSELAE

MALATTIA GRAFFIO DEL GATTO ENDOCARDITE SINUSITE MENINGITE ASCESSI CEREBRALI POLMONITE ed ASCESSI POLM. ENDOCARDITE ARTRITE SETTICA ENDOCARDITE SEPSI FATALE FEBBRE DA MORSO DI RATTO ARTRALGIE, MIALGIE, ARTRITI ULCERE, LINFOADENOPATIE GRANULOMI INGUINALI SINUSITE, INF.PLEUROPOLMONARI: INFEZIONI INTRADDOMINALI ENDOMETRITI, ASCESSI PELVICI e SALPINGITI CELLULITE INFEZIONI OSSA ACTINOMICOSI

ACTINOMYCES

ACTINOMICOSI CERVICOFACCIALE ACTINOMICOSI TORACICA ACTINOMICOSI ADDOMINALE ACTINOMICOSI PELVICA ACTINOMICOSI DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE ACNE GIOVANILE

ACTINOMYCES ACTINOMYCES ACTINOMYCES ACTINOMYCES PROPIONIBACTERIUM ACNES

PROPIONIBACTERIUM PROPIONIBACTERIUM PROPIONIBACTERIUM MOBILUNCUS LACTOBACILLUS

ACNES ACNES ACNES

ACTINOMICOSI CANALICOLITE LACRIMALE ASCESSI VAGINOSI BATTERICA BATTERIEMIA TRANSITORIA

LACTOBACILLUS LACTOBACILLUS BIFOBACTERIUM EUBACTERIUM

ENDOCARDITE SETTICEMIA OPPORTUNISTICA

CLOSTRIDIUM

PERFRIGENS

GATROENTERITE AUTOLIMITANTE CELLULITE MIOSITE SUPPURATIVA MIONECROSI DA CLOSTRIDIO GANGRENA GASSOSA INTOSSICAZIONE ALIMENTARE

CLOSTRIDIUM CLOSTRIDIUM CLOSTRIDIUM CLOSTRIDIUM CLOSTRIDIUM

PERFRIGENS PERFRIGENS PERFRIGENS PERFRIGENS PERFRIGENS

CLOSTRIDIUM

PERFRIGENS

ENTERITE NECROTIZZANTE

CLOSTRIDIUM CLOSTRIDIUM

PERFRIGENS TETANI

SETTICEMIA INCUBAZIONE VARIA

CLOSTRIDIUM

TETANI

TETANO GENERALIZZATO

CLOSTRIDIUM CLOSTRIDIUM CLOSTRIDIUM CLOSTRIDIUM

TETANI TETANI TETANI BOTULINUM

TETANO LOCALIZZATO TETANO CEFALICO TETANO NEONATALE BOTULISMO ALIMENTARE

CLOSTRIDIUM

BOTULINUM

BOTULISMO INFANTILE

CLOSTRIDIUM CLOSTRIDIUM CLOSTRIDIUM

BOTULINUM DIFFICILE SEPTICUM

BOTULISMO FERITE MIONECROSI NON TRAUMATICA FULMINANTE INFEZIONI VIE RESPIRATORIE ASCESSI CEREBRALI INFEZIONE INTRADDOMINALE INFEZIONI GINECOLOGICHE INF. PELLE e TESSUTI MOLLI BATTERIEMIA

BACTEROIDES FRAGILIS BACTEROIDES FRAGILIS BACTEROIDES FRAGILIS BACTEROIDES FRAGILIS BACTEROIDES FRAGILIS BACTEROIDES FRAGILIS

NOCARDIA

ASTEROIDES

INFEZIONI BRONCOPOLMONARI

NOCARDIA NOCARDIA NOCARDIA

ASTEROIDES BRASILIENSIS OTITIDISCAVARIUM

MENINGITE CRONICA INFEZIONE CUTANEA MICETOMA DA ACTINOMICETI

NOCARDIA

OTITIDISCAVARIUM

INFEZIONE LINFOCUTANEA

RHODOCOCCUS

GORDONA TSUKAMURELLA ACTINOMADURA NOCARDIOPSIS STREPTOMYCES DERMATOPHILUS TROPHERYMA WHIPPELLI TROPHERYMA WHIPPELLI MYCOBACTERIUM TUBERCOLOSIS

INFIAMMAZIONE GRANULOMATOSA MALATTIA POLMONARE INVASIVA INFEZIONI POLMONARE e CUTANEA INF. NOSOCOMIALI e DA CATETERE ASCESSI FISTOLIZZAZIONE DERMATIDE ESSUDATIVA MALATTIA DI WHIPPLE POLMONITE ALLERGICA FOCOLAIO POLMONARE PRIMARIO

MYCOBACTERIUM

TUBERCOLOSIS

GRANULOMI NECROTICI o CASEOSI

MYCOBACTERIUM MYCOBACTERIUM

TUBERCOLOSIS LEPRAE

POLMONITE LEBBRA TUBERCOLOIDE

MYCOBACTERIUM

LEPRAE

LEBBRA LEPROMATOSA

MYCOBACTERIUM MYCOBACTERIUM TREPONEMA

AVIUM COMPLEX AVIUM COMPLEX PALLIDUM

VIE POLMONARI BATTERIEMIA SIFILIDE

TREPONEMA

PALLIDUM

SIFILIDE CONGENITA

TREPONEMA

ENDEMICUM

SIFILIDE ENDEMICA

TREPONEMA

PERTENUE

FRAMBOESIA

TREPONEMA

CARATEUM

PINTA

BORRELIA BORRELIA

RECURRENTIS RECURRENTIS

ERITEMA MIGRANTE FEBBRE RICORRENTE

BORRELIA

RECURRENTIS

MALATTIA DI LYME

LEPTOSPIRA LEPTOSPIRA LEPTOSPIRA LEPTOSPIRA

INTERROGANS INTERROGANS INTERROGANS INTERROGANS

SINDROMI SIMIL-INFLUENZALI: BATTERIEMIA MALATTIA SISTEMICA GRAVE MENINGITE ASETTICA

MYCOPLASMA

PNEUMONIAE

QUADRO PATOL. DI LIEVE CARICO

UREOPLASMA UREOPLASMA UREOPLASMA

VIE RESPIRATORIE SUPERIORI: TRACHEOBRONCHITE: POLMONITE ATIPICA PRIMARIA

UREOPLASMA

SINDROME STEVENS-JOHNSON

UREOPLASMA UREOPLASMA UREOPLASMA UREOPLASMA

URETRITI NON GONOCOCCICHE PIELONEFRITE MALATTIA INF. PELVICA FEBBRE POSTPARTUM

RICKETTSIA

RICKETTSII

FEBBRE MACULOSA DELLE MONTAGNE ROCCIOSE

RICKETTSIA

AKARI

RICKETTSIOSI VESCICOLARE

RICKETTSIA

PROWAZAKII

TIFO EPIDEMICO

RICKETTSIA RICKETTSIA

PROWAZAKII TYPHI

MALATTIA DI BRILL-ZINSSER TIFO ENDEMICO o MURINO

ORIENTIA

TSUTSUGAMUSHI

FEBBRE FLUVIALE DEL GIAPPONE

EHRLICHIA

FEBBRE GHIANDOLARE

EHRLICHIA EHRLICHIA

EHRLICHIOSI MONOCITICA UOMO EHRLICHIOSI GRANULOC. UOMO

COXIELLA BURNETII

FEBBRE Q

CHLAMYDIACEAE

TRACHOMATIS

TRACOMA

CHLAMYDIACEAE

TRACHOMATIS

CONGIUNTIVITE DA INCLUSIONE

CHLAMYDIACEAE

TRACHOMATIS

CONGIUNTIVITE NEONATALE

CHLAMYDIACEAE

TRACHOMATIS

POLMONITE DEL NEONATO

CHLAMYDIACEAE

TRACHOMATIS

LINFOGRANUL. VENEREO OCULARE

CHLAMYDIACEAE

TRACHOMATIS

INFEZIONE UROGENITALE

CHLAMYDIACEAE CHLAMYDIACEAE

TRACHOMATIS TRACHOMATIS

SINDROME DI REITER LINFOGRANULOMA VENEREO (LGV)

CHLAMYDIACEAE CHLAMYDIACEAE

PNEUMONIAE PNEUMONIAE

BRONCHITE, POLMONITE e SINUSITE ATEROSCLEROSI

CHLAMYDIACEAE

PSITTACI

INFEZIONE POLMONARE

CHLAMYDIACEAE CHLAMYDIACEAE CHLAMYDIACEAE CHLAMYDIACEAE CHLAMYDIACEAE

PSITTACI PSITTACI PSITTACI PSITTACI PSITTACI

INFEZIONE DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE INFEZIONE DEL TRATTO GASTROENTERICO CARDITE, EPATOMEGALIA SPLENOMEGALIA CHERATOCONGIUNT. FOLLICOLARE

SINDROMI

EPIDEMIOLOGIA
SUPERFICIE CUTANEA OROFARINGE e TRATTO RESPIRATORIO SUPERIORE BAMBINI UBIQUITARI: pieghe umide della pelle orofaringe tratto gastrointestinale tratto urogenitale nasofaringe CONTATTO DIRETTO OGGETTI INFETTI

eritema periorale localizzato / ricopre corpo con bolle purulente / desquamazione pelle / dura 7-10 giorni bolle sulla pelle, non si estende / altamente contagioso cibo contaminato da tossine termoresistenti / incubazione 4 ore / vomito,diarrea e nausea mestruazione, in vagina / febbre ed ipotensione / eruzione cutanea eritemato-maculare / desquamazione pelle e morte bambini, viso ed arti / macula e vescicole purulente / croste e guarigione

edema, eritema, dolore e pus mortalit 50% giovani, anziani e malati materiale purulento bambini, metafisi ossa lunghe / adulti, vertebre focolaio isolato con pus articolazio dolente, eritematosa, pus

MALATTIA SUPPURATIVA / 2-4 giorni di esposizione / mal di gola, febbre, malessere / eritema e linfoadenopatia cervicale

OROFARINGE RAGAZZI SANI e GIOVANI ADULTI (faringite)

MALATTIA SUPPURATIVA / complicazione faringite, dopo 1-2 giorni / eruzione cutanea eritematosa / desquamazione dopo 1 settimana MALATTIA SUPPURATIVA / BAMBINI (2-5): SCARSA IGIENE infezione purulenta della pelle / vescicole, pustole con croste / attacca il sottocutaneo MALATTIA SUPPURATIVA / eritema, GIOVANI ed ADULTI ANZIANI calore, brividi, febbre e dolore / pelle sollevata ed arrossata MALATTIA SUPPURATIVA / pelle e tessuti sottocutanei MALATTIA SUPPURATIVA / distruzione muscolo e grasso / cellulite, bolle e gangrena / mortalit 50% MALATTIA SUPPURATIVA / IMMUNODEPRESSI e MALATI infiammazione tessuti molli / dolore e sintomi non specifici / shock ed insufficienza d'organo MALATTIA NON SUPPURATIVA / infiammazione cuore, articolazioni, vasi sanguigni e tessuti sottocutanei / atralgie ed artrite deformante MALATTIA NON SUPPURATIVA / infiammazione acuta glomeruli renali 1- ESORDIO PRECOCE: batteriemia, TRATTO GASTROINTESTINALE polmonite e meningite / mortalit -5% 2- ESORDIO TARDIVO: fonte esogena TRATTO GENITOURINARIO GOLA e NASOFARINGE (SANI) / INCIDENZA 5-75% batteri negli spazi alveolari / accumulo liq. edematoso ed eritrociti / arrivano neutrofili e macrofagi alveolari / febbre elevata e brividi / guarigione con comparsa anticorpi / polmonite lobare / mortalit 5% TUTTE LE ETA' RAGAZZI GIOVANI spazio subaracnoideo e nasofaringeo MALATTIA PEDIATRICA / PRINCIPALI CAUSE DI MORTE 25-30% con polmonite pneumicoccica / 80% con meningite / distruzione tessuto valvolare 10% tutte / tratto urinario / torrente circolatorio / pazienti aon cateteri urinari BATTERI ENTERICI / FLORA INTESTINALE NELLE FECI

papula ed ulcera con vescicole / MALATTIA DEGLI ERBIVORI escara necrotica / linfoadenopatia ed CONTAGIO: con animali infetti o con edema massivo / mortalit 20% prodotti animali contaminati INFEZIONE: per INOCULAZIONE DI SPORE: 95% - attraverso cute prodotti infetti - per INGESTIONE (raramente) - per INALAZIONE: malattia dei "cardatori di lana" TRATTO SUP. INTESTINO: ulcere in bocca ed esofago / linfoadenopatia regionale / edema e sepsi - CIECO ed ILEO TERMINALE: nausea, vomito e malore / mortalit 100% latenza prolungata (2 o pi mesi) / spore nei macrofagi vanno nei linfonodi del mediastino / sintomi cl. iniziali: non specifici / sintomi cl. secondari: febbre ed edema / shock e morte entro 3 giorni incubazione 1-6 ore / dura 24 ore / vomito, nausea e crampi addominali / insufficienza epatica fulminante carne vegetali contaminati / incubazione pi lunga / vomito, nausea e crampi addominali completa perdita della percezione della luce dopo 48 ore dal trauma per via transplacentare / alta % di mortalit / ascessi disseminati e granulomi all'atto di nascita o subito dopo / meningite o meningoencefalite con setticemia asintomatica / simil-influenzale / sintomi gastrointestinali brividi, febbre

PATOGENI OPPORTUNISTI UBIQUITARI

UBIQUITARIO - NEONATI, ANZIANI DONNE IN GRAVIDANZA IMMUNODEPRESSI SUOLO, ACQUA, VEGETAZIONE,MAMMIFERI, ECC., VIA ORO-FECALE 1-5%

incubazione 1-4 giorni / dita e mani / UBIQUITARIO - ZOONOSI violaceo con margine rilevato / TONSILLE E TUBO DIGERENTE lesione dolorosa e pruriginosa con bruciore e pulsazione / supporazione rara / risoluzione spontanea

endocardite

UBIQUITARI - colnizzano: pelle, tratto respiratorio superiore, tratto gastrointestinale, tratto urogenitale maschile - TUTTO IL MONDO, AREE URBANE POVERE ed AFFOLLATE TRASMISSIONE: ospiti vettori asint. nell'orofaringe, pelle persone immuni, goccioline di saliva - MALATTIA PEDIATRICA incubazione 2-6 giorni / riproducono cell. epiteliali faringe / danno localizzato / malessere, mal di gola, febbre lievi / faringite essudativa / spessa pseudomembrana (batteri, cel. morte, linfociti, plasmacellule, fibrina) / dopo una settimana si stacca

per contatto cutaneo / lesioni della pella / papula, ulcera cronica incurabile con membrana grigiastra secrezione purulenta uretrale / disuria SECONDA MALATTIA PER VIA dopo 2-5 giorni SESSUALE: 15-24 anni / 50% donne con infezione / 20% uomini con infezione / donna portatore asintomatico epitelio colonnare canale endocervicale / perdite vaginali, disuria e dolore / salpingiti, ascessi tubo-ovarici / malattia infiammatoria pelvica setticemia / infezione pelle ed PRINCIPALE CAUSA DI ARTRITE articolazioni / febbre, altralgie PURULENTA NELL'ADULTO migranti, artrite purulenta periepatite congiuntivite purulenta mal di testa, febbre e segni meningei / COLONIZ. NASOFARINGE SANI mortalit non trattati 100% / mortalit SECONDA CAUSA DI MENINGITE trattati 10% NELL'ADULTO setticemia con o senza meningite / trombosi da piccoli vasi / coagulazione intravascolare con shock / distruzione bilat. ghiandole surrenali

inf. tratto urinario e gastroenterico

UBIQUITARI - 30-35% TUTTE SETTICEMIE - 70% INFEZIONI URINARIE - MOLTE INFEZIONI INTESTINALI - SEPSI

infezioni ascendenti dal colon INFEZ. TRATTO URINARIO 80% all'uretra, vescica, rene e prostata / INFEZIONI ENDOGENE adesine legano le cell. di rivestimento / emolisina HlyA lisa gli eritrociti con antigene capsulare K1 ragazzi in paesi in via di sviluppo / alimenti od acqua contaminati da feci / TOSSINE TERMOLABILI (LT-1): subunit B lega recettore G delle cellule epiteliali intestino tenue, subunit A attiva adenilato ciclasi e AMPc, fuoriesace il cloro, diarrea acquosa / TOSSINE TERMOSTABILI (STa): guanilato ciclasi, incubazione di 1-2 giorni, durata 3-4 giorni diarrea pediatrica, paesi via di sviluppo / aderisce cell. epiteliali intestino tenue / distruzione microvilli, malassorbimento e diarrea / adesione debole Bfp / adesione forte recettore intimina traslocata + intimina invade e distrugge l' epitelio colon / diarrea acquosa e dissenteria / febbre, crampi e feci con sangue / geni pInv del plasmide pro invasione / ulcerazione colon paesi industrializzati / altamente infettiva / da lieve diarrea a colite emorragica complicanza 10% ragazzi (-10 anni) / mesi caldi, scompare in 4-10 giorni / carni mal cotte, vegetali ed acqua / 34 giorni incubazione / diarrea non sanguinolenta, dolori / diarrea sanguinolenta e vomito / tossina shiga (1 sub. A + 5 sub. B) neonati paesi in via di sviluppo / diarrea acquosa persistente e vomito / fimbrie formanti fasci, produzione muco / batteri avvolti da biofilm nell'intestino / emorragia + infiltrazione anni) / allungano neonati (1-5mononucleata microvilli / inglobamento batteri nelle cellule / diarrea acquosa incubazione 6-48 ore da ingestione / CONTAGIO ANIMALE-ANIMALE nausea, vomito, diarrea e febbre / INGESTIONE CIBO CONTAMIN. crampi addominali, mialgie e cefalea / ORO-FECALE NEI BAMBINI risolve spontaneamente dopo 2-7 giorni CAUSA MAGGIORE MENINGITI NEONATALI (-1 MESE)

rischio per et pediatrica e geriatrica / infezione suppurativa / osteomielite, endocardite ed artrite da intestino a fegato, milza e midolleo / dopo 10-14 giorni febbre, cefalea, mialgia, malessere ed anoressia / sintomi gastroenterici incubazione 1-3 giorni / crampi addominali, diarrea, febbre / sviluppano nell'intestino tenue / tenesmo, feci con pus, muco e sangue / infezione autolimitante 1-5% MALATTIA PEDIATRICA (70% -15 ANNI) / VIA ORO-FECALE / ACQUA e CIBO CONTAMINATI

MONDO INDUSTRIALIZZATO PAESI IN VIA DI SVILUPPO

incubazione 7 giorni, febbre elevata / bubboni dolorosi inguine ed ascelle / mortalit 75% incubazione 2-3 giorni / febbre, malessere, sintomi respiratori / mortalit 90% incubazione 1-10 giorni / 1-2 settimane dolori, diarrea e febbre / appendicite acuta

PESTE URBANA: trasmessa dalle pulci del ratto PESTE SELVATICA: serbatoio: scoiattolo, coniglio, topo, gatto e pulci CONTAGIO UOMO-UOMO RARO SCANDINAVIA e PAESI FREDDI / carne, latte ed acqua / BAMBINI POCO COMUNE

necrosi spazi alveolari / cavitazione ed escreato di sangue

incubazione 2-3 giorni / diarrea acquosa e vomito / feci incolori, inodori con muco / disidratazione ed acidosi metabolica / ipokalemia e shock ipovolemico / aritmia cardiaca ed insuffic. renale 5-72 ore diarrea acquosa / cefalea, febbre, crampi e vomito / risoluzione spontanea

TUTTO IL MONDO / ESTUARI ED AMB. MARINI / ACQUE SALATE / ACQUA e CIBO CONTAMINATI / DOSE INFETTANTE 10 BATTERI / SCARSE MISURE IGIENICHE MORTALITA': 60% pazienti non trattati, 10% pazienti trattati

gonfiore, eritema e dolore / vescicole FERITE + ACQUA CONTAMIN. / e bolle, febbre e brividi / necrosi OSTRICHE CRUDE / MORTALITA' tessutale 50% UBIQUITARI AMBENTI ACQUATICI IMMUNODEPRESSI sani, a risoluzione spontanea ALIMENTI CONTAMINATI BAMBINI: acuta grave (feci- sangue) / ADULTI: cronica risoluzione spontanea in 48 ore ACQUE DOLCI ed ESTUARI ACQUA e CIBO CONTAMINATI ZOONOSI - CONTAGIO: cani domestici, oro-fecale, cibo ed acqua contaminati diarrea, malessere, febbre e dolori / PIU' COMUNE CAUSA DI autolimitante / autolimitante / colite e GASTROENTERITE NEI PAESI IN dolori addominali / batteriemia ed VIA DI SVILUPPO infezione cronica autoimmune sist. nervoso periferico 20% difetti neurologici residui danni mucosa digiuno, ileo e colon edematosa, ulcerata e sanguinolenta batteriemia tromboflebite settica artrite meningite aborti PAESI IN VIA DI SVILUPPO: 70-90% popolazione colonizzata et inferiore 10 anni

ulcere gastriche e duodenali fattore di rischio tumorale asintomatiche tracheobronchite benigna broncopolmonite necrotizzante: microascessi e necrosi mortalit 70% danni vascolari localizzati necrosi tissutale batteriemia

PAESI INDUSTRIALIZZATI: 70-100% persone gastrite, ulcere / gastriche e duodenali UBIQUITARI: suolo, acqua, vegetazione materiale in decomposizione - RICHIESTE NUTRIZIONALI MIN. 4-42 C

con cateteri otite orecchio esterno danneggia nervi cranici ed ossa

ulcere corneali mortalit alta ectema gangrenoso: vescicole ulcer., eritematose, emorragiche e necrosi valvola tricuspide, aortica e mitralica

fibrosi cistica cateteri cateteri intravascolari contaminati

SUPERF. AMBIENTI UMIDI INFEZIONI NOSOCOMIALE

SAPROFITA - TERRENO, ACQUA e VEGETAZIONE ALTAMENTE INFETTIVO suppurative localizzata linfoadenite regionale febbre e malessere lieve bronchite polmonite necrotizzante, cavitazione PATOGENO OPPORTUNISTA

NORMALE FLORA OROFARING. PATOGENI OPPORTUNISTI

inalazione per aerosol incubazione 7-10 giorni raffreddore comune, malessere rinorrea sierosa, starnuti, anoressia cell. epitelio ciliato eliminate clearence mucosa compromessa episodi parossistici vomito e sfinimento dopo 1-2 settimane dopo 2-4 settimane parossismo diminuisce incubazione 35 giorni febbre, malessere, astenia, brividi1 lesioni ghiandolari papula dolorosa, linfonodo ingrossato ulcera, linfoadenopatia localizzata contaminazione diretta occhio congiuntivite dolorosa linfoadenopatia regionale adenopatia dolorosa sepsi ingestione cibo ed acqua contaminata inalazione aerosol infetto alta morbilit e mortalit rare complicazioni suppurative lesioni tessutali

MALATTIA PEDIATRICA CONTAGIO per CONTATTO

TOPI, CONIGLI e ZECCHE CONTAGIO: puntura: -10 organismi inalazione: 50 organismi ingestione: 10 all'8 organismi

ORGANI ERITRITOLO: mammelle utero placenta epididimo

brividi, sudorazione, astenia, mialgia altralgie e tosse non produttiva / - GASTROINTESTINALE 70% / OSTEOLITICHE 20-60% / RESPIRATORI 25% / CUTANEE, NEUROLOGICHE / CARDIOVASCOLARI diffusa per via ematica 1-3 giorni MALATTIA NEI BAMBINI: meningite tratto respiratorio superiore mortalit (CAUSA MAGGIORE) epiglottite meno 10% cellulite - 10% FLORA BATT. SALIVA MALATTIA INVASIVA cellulite e rigonfiamento sopraglottico faringite, febbre, difficolt respiratorie morte macchie periorbitali e guance mucosa orale BAMBINI 2-4 ANNI

BAMBINI MENO DI 2 ANNI opportunisti bronchite e polmonite lobare franca malattia padiatrica fulminante congiuntivite, febbre e vomito dolori addominali asintomatica papula molle in aree TRASMISSIONE SESSUALE genitali ulcera perianale linfoadenopatiaq inguinale

IMMUNODEPRESSI OROFARINGE UOMO

febbre, mialgie, brividi, malessere incubazione 12 ore incubazione 2-10 giorni febbre, brividi, tosse secca, cefalea tratto gastrointestinale sist. nervoso centrale, fegato e reni polmonite con consolidamento, infiammazione e microascessi grave anemia, malattia acuta febbrile verruca forma acuta cronica lide gli eritrociti anemia mialgia, altralgia e mal di testa asintomatica, forti mal di testa debolezza e dolori ossa lunghe disturbo proliferativo vascolare pelli, tessuti sottocutanei ed ossa pelle, linfonodi, fegato e milza

SAPROFITI ACQUATICI PARASSITANO AMEBE ACQUATICHE

PERU', ECUADOR e COLOMBIA

PERSONA-PERSONA - NON MORTALE IMMUNOCOMPROMESSI PIDOCCHI UMANI

benigna nel bambino adenopatia cronica regionale linfonodi OPPORTUNISTA NORMALE FLORA BATTERICA TRATTO RESPIRATORIO

PRIME VIE RESPIRATORIE 70% BAMBINI ANZIANI OROFARINGE

CONTATTO SESSUALE cavit orale tratto gastrointestinale tratto genitourinario tessuti molli circolo sanguigno granulomatomi cronici suppurativi drenaggio - granuli di zolfo (fosfato calcio) inf. acuta purulenta, gonfia con BASSO LIVELLO DI IGIENE fibrosi cicatrizzazione e seni di drenaggio ascessi tessuto polmonare ASPIRAZIONE INTERVENTO CHIRURGICO vaginite ed uretale ascessi tuboovarici ascessi cerebrali isolati e subdurali DIFETTI EMATOGENI meningite, empiema INFEZIONE OPPORTUNISTICA INDIPENDENTE PULIZIA VISO RISPOSTA INFIAMMATORIA: follicoli sebacei attraggono leucociti rilasciano enzimi OCCHIO

NORMALE FLORA BATTERICA BOCCA, STOMACO, INTEST, TRATTO GENITOURINARIO

OROFARINGE, VAGINA INTESTINO CRASSO

UBIQUITARI: suolo, acqua, ecc INNOCUI SAPROFITI - TRATTO INTESTINALE forma gas nei tessuti molli pus nei fasci muscolari necrosi muscolare, danni renali shock e morte assenti cellule risposta infiammatoria incubazione 8-24 ore crampi addominali decorso clinico meno di 24h necrosi acuta digiuno dolori addominali, diarrea sanguin. shock e peritonite batteriemia transitoria clostridi colonizzano cute SUOLO ed ACQUA con FECI SPORE

CARNE CONTAMINATA

MORTALITA' 50%

UBIQUITARIO: terreno fertile colonizza tratto gastroenterico SPORULANO - MORTALITA' 20-50% masseteri, RISUS SARDONICUS bava, sudoraz, irritabilit, opistotono aritmia, pressione variabile, disidratazione muscolatura sito di infezione testa infezione da moncone ombelicale dopo 1-2 giorni di incubazione vista offuscata, pupille dilatate e fisse bocca secca, costipazione, dolri add. deboleza muscoli periferici paralisi muscoli respiratori morte assenza microbi intestinali tratto gastrointestinale bambini paralisi flaccida ed arresto respiratorio tossina in ferite contaminate NORMALE FLORA INTESTINALE

INFAUSTA CIBI INSCATOLATI - PESCE SURGELATO - MORTALITA' DA 70 A 10%

CIBO CON SPORE

croniche seni nasali ed orecchie infezioni periodontali sinusite cronica otite

FLORA BATTERICA - PRO DIGESTIONE CIBO GRAVI MALATTIE IN SEDE NON FISIOLOGICA

tratto genitale femminile puntura o ferita malattia mortale mionecrosi 20% TUTTE BATTERIEMIE

tosse, dispnea, febbre, ascessi diff. Pleura IMMUNOD. polmonite con cavitazione ascessi cerebrali singoli o multipli sistema nervoso centrale rigonfiamento sottocutaneo localizzato suppurazione, molteplici fistole sottocutaneo, muscoli ed ossa drenati sulla pelle linfonodi cutanei e cute lesione ulcerativa cronica ascessi sottocutanei e cellulite ascessi INFEZIONE OPPORTUNISTICA: immunodepressi

DIFFONDE PER VIA EMATICA UBIQUITARIA - PERSONE: deficit cellule T malattie polmonari croniche

SOGG. IMMUNOCOMPROMESSI

incrostazione mani e piedi artralgia, diarrea, dolori, perdita peso linfoadenopatia e febbre ipersensibilit actinomiceti termofili lobo medio ed inferiore (1)- 3-4 SETTIMANE da ESPOSIZIONE: immunit cellulare attiva infezione cessa (2)- PROGREDISCE: dose infettiva stato immunit paziente TRATTO RESPIRATORIO INFERIORE: segni aspecific, malessere, tosse perdita di peso, sudorazione notturna emottisi e distruzione tessutale rivestiti di fibrina macrofagi attivi limitano l'infezione citochine tossiche, complemento enzimi idrolitici, reattivit O2, ischemia ascessi e cavitazione reazione immunitaria cellulomediata debole risposta anticorpale molti linfociti e granulomi, pochi bacilli pro citochine macrofagi fagocitosi bacilli forte risposta anticorpale deficit risposta cell. antigeni bacilli nei macrofagi del derma e nelle cell. di Schwann dei nervi periferici lesioni cutanee mutilanti SERBATOIO UMANO - INALAZ. PARTICELLE INFETTE - 1/3 POPOLAZIONE INFETTA: sud est asiatico - africa subsahariana europa dell'est

IMMIGRATI MESSICO, ASIA, IS.PACIFICO ed AFRICA ENDEMICA NEGLI ARMADILLI CONTAGIO: contatto persona persona secrezione respiratoria essudato ferite

1- FASE INIZIALE: SIFILOMA lesione nel punto di penetrazione batterio nel sangue, endoarterite e periarterite ulcere con leucociti e polimorfonucl. papula (ulcere non dolorosa e rilevata) linfoadenopatia regionale non dolorosa 2- FASE SECONDARIA: lesioni cutanee disseminate sindromi similinfluenzale tosse produttiva, mal di testa, febbre mialgia, anoressia, linfoadenopatia rash mucocutaneo generalizzato rash mucocutaneo generalizzato 3- FASE TERZIARIA: infiammazione cronica diffusa GOMME ossa e cute (granulomatose) inf. in utero malattia fetale grave inf. latenti, malformazione, morte feto rash maculopapulare desquamante dif rinite, distruz. ossea, cardiovascolari papule orali ed aree muconasali CONT. PERSONA PERSONA gomme ossee, cutanee, nasofaringee malattia granulomatosa cute lesioni distrut. cute, linfonodi ed ossa incubazione 1-3 settimane papule cutanee pruriginose lesioni ipopigmentate, disseminate scarnificazione e trasfigurazione lesioni cutanee senza il batterio piccola escara pruriginosa incubazione 1 settimana BATTERIEMIA 3-7 giorni brividi, febbre, dolori muscolari e testa epatomegalia, splenomegalia 1 settimana di APIRESSIA BATTERIEMIA pi lieve (1) F.R. EPIDEMICA: singolo episodio di rialzo termico (2) F.R. ENDEMICA: episodi febbrili ricorrenti

ACQUA e SUOLO CONTAGIO PER INGESTIONE USA - TRASMESSA SESSUALMENTE - PATOGENO PER L'UOMO - BATTERIEMIA 8 ANNI

CONTAGIO: persona persona scarsa igiene - ZOONOSI (PIDOCCHIO UMANO per EPIDEMICA - ZECCHE MOLLI per ENDEMICA)

artrite, aff. dermatologiche, cardiache, reumatologiche, neurologiche ERITEMA MIGRANTE piccola macula papula rossa-piatta con centro pallido eritema, vescicole e necrosi centrale malessere, astenia, cefalea, febbre brividi, mialgie e linfoadenopatie 80% pazienti non trattati danno: PRIMA FASE: sintomi neurologici e cardiaci SECONDA FASE: artralgie ed artrite febbre e mialgia INCUBAZIONE 1-2 SETTIMANE PATOGENO AN. SELVATICI

insufficienza epatica renale estesa GIOVANI IN CITTA' - URINE DI vasculite, miocardite, morte RATTO INFETTO cefalea, rash, collasso vascolare BATTERI ELIMINATI CON URINE trombocitopenia, emoraggia insuf. Renale ed epatica VIE RESPIRATORIE SUPERIORI: UBIQUITARIO - POLMONITE TUTTO febbre, malessere, cefalea tosse L'ANNO: streptococcus di inverno secca dopo 2-3 mycoplasma estate- autunno settimaneTRACHEOBRONCHITE: vie bronchiali linfociti e plasmacellulePOLMONITE ATIPICA PRIMARIA: broncopolmonite e focolai multipliSINDROME STEVENSJOHNSON: otite media, eritema multiforme anemia emolitica, miocardite pericardite e problemi neurologiciURETRITI NON GONOCOCCICHEPIELONEFRITE febbre, malessere, cefalea tosse secca dopo 2-3 settimane vie bronchiali linfociti e BAMBINI E GIOVANI (5-15 anni) plasmacellule broncopolmonite e focolai multipli CONTAGIO: attraverso secrezione nasale stretto contatto INCUBAZIONE ed INFETTIVITA' LUNGHE otite media, eritema multiforme anemia emolitica, miocardite pericardite e problemi neurologici

2-14 giorni dopo la puntura febbre, ZECCHE DEL LEGNO - ZECCHE DEL brividi, mal di testa, mialgia replica CANE - 90% APRILE - SETTEMBRE nelle cellule endoteliali danno endoteliale ed emorragia ipovolemia ed ipoproteinemia rash cutaneo tronco ed estremit sintomi gastrointestinali, encefalite depress. respiratoria ed ins. renale papula, ulcera ed escara incubazione 7-24 giorni febbre, cefalea, brividi, sudorazione mialgia, fotofobia rash generalizzato papulovescicolare incubazione 2-30 giorni dopo 1-3 giorni febbre, cefalea, brividi mialgia, artralgie ed anoressia rash petecchiale o maculare miocardite e danni SNC mortalit 66% possibile guarigione in 2 settimane riattivazione dopo anni decorso meno grave incubazione 7-14 giorni febbre, cefalea, brividi, mialgia, nausea decorso di 3 settimane (no compl.) incubazione 6-18 giorni cefalea, febbre e mialgia rash maculopapulare, splenomegalia linfoadenopatia generalizzata danni SNC, scompenso cardiaco malattia febbrile acuta letargia, linfoadenopatia cervicale aumentato num monociti e linfociti RODITORI ed ACARI - UOMO OSPITE OCCASIONALE

VETTORE: PIDOCCHIO UMANO UOMO PRINCIP, SERBATOIO: scarsa igiene, affollamento diffusione pidocchi e carestia

SERABTOIO: RODITORE VETTORE: pulce del ratto pulce del gatto SERABTOIO: RODITORE VETTORE: ACARI

INGESTIONE PESCE CRUDO CON FASCIOLE INFETTATE VETTORE: ZECCA - SERBATOIO: CERVO e CANI VETTORE: ZECCA IXODES SERBATOIO: MAMMIFERI CONTAGIO: inalazione aerosol puntura artropode vettore terreno contaminato da feci, ecc - STABILE AMB. SFAVOREVOLI VETTORE: ZECCA SERBATOIO: mammiferi uccelli UBIQUITARIA - ORIENTE, N. AFRICA, INDIA - BAMBINI CONTAGIO: lacrime, mani, aerosol respirat. indumenti, mosche, feci scarsa igiene e sovraffolamento 18-30 ANNI - INFEZIONE GENITALE

dopo 12 giorni febbre, cefalea, malessere e mialgia leucopenia e trombocitopenia INCUBAZIONE MESI ed ANNI 1ACUTA: incubazione 20 giorni cefalea, febbre, brividi e mialgia polmonite interstiziale epatosplenomegalia granulomi diffusi 2- CRONICA: endocardite subacuta malattia cronica congiuntivite follicolare, infiam. diffusa sclerosi, retrazione int. rima palpebral abrasione corneale, ulcerazione cicatrizzazione e perdita vista ADULTO: congiuntivite follicolare acuta secrezione mucopurulenta, cheratite infiltrazione e vascolarizzaz. Corneale

incubazione 5-12 giorni rima palpebrale edematosa, iperemica secrezione purulenta 12 mesi: cicatrizzazione e vascolariz. non trattati rischio polmonite incubazione 2-3 settimane prenascita rinite e tosse caratteristica apiretico congiuntiv. oculoghiandolare Parinaud infiammazione congiuntivale linfoadenopatia preauricolare, sottomandibolare e cervicale 1- DONNE: 80% asintomatiche cervici, endometriti, uretriti, salpingiti bartoliniti e periepatite perdite mucopurulente, ectopia ipertr.2MASCHILE: 25% asintomatici

CANALE DEL PARTO - 25% BAMBINI MADRE con INFEZIONE GENITALE ATTIVA

NEONATI: 10-20% contagiati alla nasciata

BATTERIO A TRASMISSIONE SESSUALE + COMUNE USA - 3550% URETRITI NON GONOCOCCICHE

uretrite, congiuntivite, poliartrite GIOVANI MASCHI BIANCHI lesioni mucocutanee incubazione 1-4 settimane lesione AFRICA, ASIA, SUD AMERICA primaria piccola guarisce febbre, cefalea, mialgia infiammazione e tumefazione linfonodi bubboni dolenti e fistole di drenaggio brividi, anoressia, meningismo PROCTITE nelle donne: diffus. linfatica da cervice e vagina fase ulcerativa cronica ulcere genitale, fistole restringimenti ed elefantiasi genitali

replicarsi cellule muscolari lisce, endoteliali arterie coronarie, macrofagi mal di testa, febbre, brividi, mialgia tosse non produttiva, rantoli addensamento polmonare edema, ispessimento parete alveolare infiltr. macrofagico, necrosi, emorragia muco e cianosi brionchioli anossia mal di testa, encefalite convulsioni, coma nausea, vomito, diarrea

INCUBAZIONE 5-14 GIORNI SERBATOIO: UCCELLO ORNITOSI CONTAGIO: via inalatoria contatto uccelli persona persona

SINDROMI
ACNE ACNE GIOVANILE INFEZIONE OPPORTUNISTICA RISPOSTA INFIAMMATORIA: follicoli sebacei attraggono leucociti rilasciano enzimi granulomatomi cronici suppurativi drenaggio - granuli di zolfo (fosfato calcio)

ACTINOMICOSI

ACTINOMICOSI ACTINOMICOSI ADDOMINALE ACTINOMICOSI CERVICOFACCIALE ACTINOMICOSI DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE ACTINOMICOSI PELVICA ACTINOMICOSI TORACICA ADENOCARCINOMA GASTRICO ANGIOMATOSI BACILLARE ARTRALGIE, MIALGIE, ARTRITI ARTRITE ARTRITE ARTRITE ed OSTEOMIELITE ARTRITE SETTICA ARTRITE SETTICA ASCESSI ASCESSI ASCESSI CEREBRALI ASCESSI CEREBRALI ASCESSO DI BRODIE ASINTOMATICA ATEROSCLEROSI

inf. acuta purulenta, gonfia con fibrosi cicatrizzazione e seni di drenaggio ascessi cerebrali isolati e subdurali meningite, empiema vaginite ed uretale ascessi tuboovarici ascessi tessuto polmonare disturbo proliferativo vascolare pelli, tessuti sottocutanei ed ossa

articolazio dolente, eritematosa, pus

sinusite cronica otite focolaio isolato con pus

replicarsi cellule muscolari lisce, endoteliali arterie coronarie, macrofagi AVVELENAMENTO ALIMENTARE cibo contaminato da tossine termoresistenti / incubazione 4 ore / vomito,diarrea e nausea BATTERIEMIA 25-30% con polmonite pneumicoccica BATTERIEMIA / 80% con meningite / distruzione tessuto valvolare BATTERIEMIA mortalit alta ectema gangrenoso: vescicole ulcer., eritematose, emorragiche e necrosi

BATTERIEMIA BATTERIEMIA BATTERIEMIA BATTERIEMIA TRANSITORIA

BATTERIEMIA, POLMONITE BOTULISMO ALIMENTARE

dopo 1-2 giorni di incubazione vista offuscata, pupille dilatate e fisse bocca secca, costipazione, dolri add. deboleza muscoli periferici paralisi muscoli respiratori morte tossina in ferite contaminate assenza microbi intestinali tratto gastrointestinale bambini paralisi flaccida ed arresto respiratorio

BOTULISMO FERITE BOTULISMO INFANTILE

BRONCHITE, POLMONITE e SINUSITE BRONCHITI BRONCOPOLMONITI CANALICOLITE LACRIMALE CARBONCHIO CUTANEO

papula ed ulcera con vescicole / escara necrotica / linfoadenopatia ed edema massivo / mortalit 20%

CARBONCHIO DA INALIAZIONE

CARBONCHIO GASTROINTESTINALE

latenza prolungata (2 o pi mesi) / spore nei macrofagi vanno nei linfonodi del mediastino / sintomi cl. iniziali: non specifici / sintomi cl. secondari: febbre ed edema / shock e morte entro 3 giorni TRATTO SUP. INTESTINO: ulcere in bocca ed esofago / linfoadenopatia regionale / edema e sepsi - CIECO ed ILEO TERMINALE: nausea, vomito e malore / mortalit 100%

CARDITE, EPATOMEGALIA CELLULITE CELLULITE CELLULITE CELLULITE CHERATOCONGIUNT. FOLLICOLARE

MALATTIA SUPPURATIVA / pelle e tessuti sottocutanei macchie periorbitali e guance mucosa orale tessuti molli forma gas nei tessuti molli

CONGIUNTIVITE DA INCLUSIONE ADULTO: congiuntivite follicolare acuta secrezione mucopurulenta, cheratite infiltrazione e vascolarizzaz. Corneale incubazione 5-12 giorni rima CONGIUNTIVITE NEONATALE palpebrale edematosa, iperemica secrezione purulenta 12 mesi: cicatrizzazione e vascolariz. non trattati rischio polmonite malattia padiatrica fulminante CONGIUNTIVITE PURULENTA congiuntivite, febbre e vomito dolori addominali incrostazione mani e piedi DERMATIDE ESSUDATIVA sani, a risoluzione spontanea DIARREA incubazione 2-3 giorni / diarrea DIARREA FATALE acquosa e vomito / feci incolori, inodori con muco / disidratazione ed acidosi metabolica / ipokalemia e shock ipovolemico / aritmia cardiaca ed insuffic. renale 5-72 ore diarrea acquosa / cefalea, DIARREA SIMIL COLERICA febbre, crampi e vomito / risoluzione spontanea per contatto cutaneo / lesioni della DIFTERITE CUTANEA pella / papula, ulcera cronica incurabile con membrana grigiastra incubazione 2-6 giorni / riproducono DIFTERITE RESPIRATORIA cell. epiteliali faringe / danno localizzato / malessere, mal di gola, febbre lievi / faringite essudativa / spessa pseudomembrana (batteri, cel. morte, linfociti, plasmacellule, fibrina) / dopo una settimana si stacca

EHRLICHIOSI GRANULOC. UOMO dopo 12 giorni febbre, cefalea, malessere e mialgia leucopenia e trombocitopenia EHRLICHIOSI MONOCITICA UOMO materiale purulento EMPIEMA mortalit 50% ENDOCARDITE ENDOCARDITE ENDOCARDITE valvola tricuspide, aortica e mitralica ENDOCARDITE ENDOCARDITE ENDOCARDITE ENDOCARDITE ENDOCARDITE ENDOCARDITE

ENDOCARDITE BATTER. SUBACUTA ENDOCARDITE BATTER. SUBACUTA ENDOMETRITI, ASCESSI PELVICI tratto genitourinario e SALPINGITI incubazione 6-48 ore da ingestione / ENTERITE nausea, vomito, diarrea e febbre / crampi addominali, mialgie e cefalea / risolve spontaneamente dopo 2-7 giorni necrosi acuta digiuno dolori ENTERITE NECROTIZZANTE addominali, diarrea sanguin. shock e peritonite EPATITE ed ASCESSI EPIGLOTTIDE cellulite e rigonfiamento sopraglottico faringite, febbre, difficolt respiratorie morte MALATTIA SUPPURATIVA / eritema, calore, brividi, febbre e dolore / pelle sollevata ed arrossata incubazione 1-4 giorni / dita e mani / violaceo con margine rilevato / lesione dolorosa e pruriginosa con bruciore e pulsazione / supporazione rara / risoluzione spontanea lesioni cutanee senza il batterio MALATTIA SUPPURATIVA / 2-4 giorni di esposizione / mal di gola, febbre, malessere / eritema e linfoadenopatia cervicale MALATTIA SUPPURATIVA / distruzione muscolo e grasso / cellulite, bolle e gangrena / mortalit 50% asintomatica, forti mal di testa debolezza e dolori ossa lunghe grave anemia, malattia acuta febbrile verruca forma acuta cronica lide gli eritrociti anemia mialgia, altralgia e mal di testa febbre, mialgie, brividi, malessere incubazione 12 ore da intestino a fegato, milza e midolleo / dopo 10-14 giorni febbre, cefalea, mialgia, malessere ed anoressia / sintomi gastroenterici

ERISIPELA

ERISIPELOIDE

ERITEMA MIGRANTE FARINGITE

FASCITE NECROTIZZANTE

FEBBRE DA MORSO DI RATTO FEBBRE DELLE TRINCEE FEBBRE DI OROYA

FEBBRE DI PONTIAC FEBBRE ENTERICA o TIFOIDE

FEBBRE FLUVIALE DEL GIAPPONE

FEBBRE GHIANDOLARE

FEBBRE MACULOSA DELLE MONTAGNE ROCCIOSE

incubazione 6-18 giorni cefalea, febbre e mialgia rash maculopapulare, splenomegalia linfoadenopatia generalizzata danni SNC, scompenso cardiaco malattia febbrile acuta letargia, linfoadenopatia cervicale aumentato num monociti e linfociti 2-14 giorni dopo la puntura febbre, brividi, mal di testa, mialgia replica nelle cellule endoteliali danno endoteliale ed emorragia ipovolemia ed ipoproteinemia rash cutaneo tronco ed estremit sintomi gastrointestinali, encefalite depress. respiratoria ed ins. renale brividi, sudorazione, astenia, mialgia altralgie e tosse non produttiva / GASTROINTESTINALE 70% / OSTEOLITICHE 20-60% / RESPIRATORI 25% / CUTANEE, NEUROLOGICHE / CARDIOVASCOLARI

FEBBRE ONDULANTE

FEBBRE POSTPARTUM FEBBRE Q

FEBBRE REUMATICA

INCUBAZIONE MESI ed ANNI 1ACUTA: incubazione 20 giorni cefalea, febbre, brividi e mialgia polmonite interstiziale epatosplenomegalia granulomi diffusi 2- CRONICA: endocardite subacuta MALATTIA NON SUPPURATIVA / infiammazione cuore, articolazioni, vasi sanguigni e tessuti sottocutanei / atralgie ed artrite deformante piccola escara pruriginosa incubazione 1 settimana BATTERIEMIA 3-7 giorni brividi, febbre, dolori muscolari e testa epatomegalia, splenomegalia 1 settimana di APIRESSIA BATTERIEMIA pi lieve (1) F.R. EPIDEMICA: singolo episodio di rialzo termico (2) F.R. ENDEMICA: episodi febbrili ricorrenti

FEBBRE RICORRENTE

FERITE FISTOLIZZAZIONE

FOCOLAIO POLMONARE PRIMARIO

lobo medio ed inferiore (1)- 3-4 SETTIMANE da ESPOSIZIONE: immunit cellulare attiva infezione cessa (2)- PROGREDISCE: dose infettiva stato immunit paziente TRATTO RESPIRATORIO INFERIORE: segni aspecific, malessere, tosse perdita di peso, sudorazione notturna emottisi e distruzione tessutale

FOLLICOLITE FOLLICOLITE e ORZAIOLO FORMA CUTANEA GENERALIZZATA FORMA SETTICEMICA FORUNCOLI e FAVI FRAMBOESIA

endocardite malattia granulomatosa cute lesioni distrut. cute, linfonodi ed ossa

FULMINANTE GANGRENA GASSOSA GASTRITE TIPO B

assenti cellule risposta infiammatoria ulcere gastriche e duodenali fattore di rischio tumorale incubazione 1-10 giorni / 1-2 settimane dolori, diarrea e febbre / appendicite acuta BAMBINI: acuta grave (feci- sangue) / ADULTI: cronica risoluzione spontanea in 48 ore diarrea, malessere, febbre e dolori / autolimitante / autolimitante / colite e dolori addominali / batteriemia ed infezione cronica danni mucosa digiuno, ileo e colon edematosa, ulcerata e sanguinolenta carne vegetali contaminati / incubazione pi lunga / vomito, nausea e crampi addominali incubazione 1-6 ore / dura 24 ore / vomito, nausea e crampi addominali / insufficienza epatica fulminante neonati (1-5 anni) / allungano microvilli / inglobamento batteri nelle cellule / diarrea acquosa

GASTROENTERITE

GASTROENTERITE GASTROENTERITE GASTROENTERITE

GASTROENTERITE

GASTROENTERITE (forma DIARROICA) GASTROENTERITE (forma EMETICA) GASTROENTERITE per BATTERI DIFFUSAMENTE ADERENTI (DAEC)

GASTROENTERITE per BATTERI ENTEROAGGREGANTI (EAEC)

GASTROENTERITE per BATTERI ENTEROEMORRAGICI (EHEC) GASTROENTERITE per BATTERI ENTEROINVASIVI (EIEC)

GASTROENTERITE per BATTERI ENTEROPATOGENI (EPEC)

neonati paesi in via di sviluppo / diarrea acquosa persistente e vomito / fimbrie formanti fasci, produzione muco / batteri avvolti da biofilm nell'intestino / emorragia + infiltrazione mononucleata paesi industrializzati / altamente infettiva / da lieve diarrea a colite emorragica invade e distrugge l' epitelio colon / diarrea acquosa e dissenteria / febbre, crampi e feci con sangue / geni pInv del plasmide pro invasione / ulcerazione colon diarrea pediatrica, paesi via di sviluppo / aderisce cell. epiteliali intestino tenue / distruzione microvilli, malassorbimento e diarrea / adesione debole Bfp / adesione forte recettore intimina traslocata + intimina ragazzi in paesi in via di sviluppo / alimenti od acqua contaminati da feci / TOSSINE TERMOLABILI (LT-1): subunit B lega recettore G delle cellule epiteliali intestino tenue, subunit A attiva adenilato ciclasi e AMPc, fuoriesace il cloro, diarrea acquosa / TOSSINE TERMOSTABILI (STa): guanilato ciclasi, incubazione di 1-2 giorni, durata 3-4 giorni

GASTROENTERITE per BATTERI ENTEROTOSSIGENI (ETEC)

GATROENTERITE AUTOLIMITANTE GLOMERULONEFRITE ACUTA MALATTIA NON SUPPURATIVA / infiammazione acuta glomeruli renali

GRANULOMI INGUINALI GRANULOMI NECROTICI o CASEOSI

IMPETIGINE

IMPETIGINE BOLLOSA INCUBAZIONE VARIA

rivestiti di fibrina macrofagi attivi limitano l'infezione citochine tossiche, complemento enzimi idrolitici, reattivit O2, ischemia bambini, viso ed arti / macula e vescicole purulente / croste e guarigione bolle sulla pelle, non si estende / altamente contagioso

INF. NOSOCOMIALI e DA CATETERE INF. PELLE e TESSUTI MOLLI INFEZIONE CUTANEA INFEZIONE CUTE USTIONATA INFEZIONE DEL SISTEMA NERVOSO CENTRALE INFEZIONE DEL TRATTO GASTROENTERICO INFEZIONE DISSEMINATA

puntura o ferita malattia mortale mionecrosi danni vascolari localizzati necrosi tissutale batteriemia mal di testa, encefalite convulsioni, coma nausea, vomito, diarrea setticemia / infezione pelle ed articolazioni / febbre, altralgie migranti, artrite purulenta

INFEZIONE DONNE GRAVIDE INFEZIONE EXTRA INFEZIONE FERITE INFEZIONE GENITALE FEMMINILE

epitelio colonnare canale endocervicale / perdite vaginali, disuria e dolore / salpingiti, ascessi tubo-ovarici / malattia infiammatoria pelvica INFEZIONE GENITALE MASCHILE secrezione purulenta uretrale / disuria dopo 2-5 giorni

INFEZIONE INTRADDOMINALE INFEZIONE LINFOCUTANEA

INFEZIONE OCCHIO INFEZIONE POLMONARE

linfonodi cutanei e cute lesione ulcerativa cronica ascessi sottocutanei e cellulite ulcere corneali mal di testa, febbre, brividi, mialgia tosse non produttiva, rantoli addensamento polmonare edema, ispessimento parete alveolare infiltr. macrofagico, necrosi, emorragia muco e cianosi brionchioli anossia

INFEZIONE SIST. NERVOSO CENTRALE INFEZIONE SISTEMICA INFEZIONE SISTEMICA INFEZIONE TRATTO GASTROINTESTINALE INFEZIONE UROGENITALE

batteriemia tromboflebite settica artrite meningite aborti

1- DONNE: 80% asintomatiche cervici, endometriti, uretriti, salpingiti bartoliniti e periepatite perdite mucopurulente, ectopia ipertr.2MASCHILE: 25% asintomatici

INFEZIONI BRONCOPOLMONARI

tosse, dispnea, febbre, ascessi diff. Pleura IMMUNOD. polmonite con cavitazione

INFEZIONI CATETERI E SHUNT INFEZIONI DA FERITE INFEZIONI FERITE e VIE URINARIE INFEZIONI FERITE VIE URINARIE INFEZIONI GINECOLOGICHE INFEZIONI INTRADDOMINALI INFEZIONI NOSOCOMIALI

edema, eritema, dolore e pus

tratto genitale femminile tratto gastrointestinale 10% tutte / tratto urinario / torrente circolatorio / pazienti aon cateteri urinari

INFEZIONI OPPORTUNISTICHE INFEZIONI OPPORTUNISTICHE INFEZIONI OPPORTUNISTICHE INFEZIONI ORECCHIO MEDIO INFEZIONI OSSA INFEZIONI POLMONARE e CUTANEA INFEZIONI POLMONARI

circolo sanguigno

asintomatiche tracheobronchite benigna broncopolmonite necrotizzante: microascessi e necrosi mortalit 70%

INFEZIONI PROTEASI ARTICOLARI INFEZIONI TRATTO URINARIO INFEZIONI TRATTO URINARIO

infezioni ascendenti dal colon all'uretra, vescica, rene e prostata / adesine legano le cell. di rivestimento / emolisina HlyA lisa gli eritrociti con cateteri fibrosi cistica croniche seni nasali ed orecchie infezioni periodontali cateteri ascessi incubazione 8-24 ore crampi addominali decorso clinico meno di 24h

INFEZIONI URINARIE INFEZIONI VIE RESPIRATORIE INFEZIONI VIE RESPIRATORIE INFEZIONI VIE RESPIRATORIE INFEZIONI VIE URINARIE INFEZIONI VIE URINARIE INFEZIONI VIE URINARIE INFIAMMAZIONE GRANULOMATOSA INTOSSICAZIONE ALIMENTARE

LEBBRA LEPROMATOSA

LEBBRA TUBERCOLOIDE

forte risposta anticorpale deficit risposta cell. antigeni bacilli nei macrofagi del derma e nelle cell. di Schwann dei nervi periferici lesioni cutanee mutilanti reazione immunitaria cellulomediata debole risposta anticorpale molti linfociti e granulomi, pochi bacilli pro citochine macrofagi fagocitosi bacilli

LINFOADENITE e CELLULITE LINFOGRANUL. VENEREO OCULARE

LINFOGRANULOMA VENEREO (LGV)

congiuntiv. oculoghiandolare Parinaud infiammazione congiuntivale linfoadenopatia preauricolare, sottomandibolare e cervicale incubazione 1-4 settimane lesione primaria piccola guarisce febbre, cefalea, mialgia infiammazione e tumefazione linfonodi bubboni dolenti e fistole di drenaggio brividi, anoressia, meningismo PROCTITE nelle donne: diffus. linfatica da cervice e vagina fase ulcerativa cronica ulcere genitale, fistole restringimenti ed elefantiasi genitali

LINFOMA CEL. B MUCOSA GASTR. MALATTIA BOCCA MALATTIA CAVO ORALE MALATTIA CRONICA RESPIRATORIA MALATTIA DI BRILL-ZINSSER MALATTIA DI LYME

riattivazione dopo anni decorso meno grave artrite, aff. dermatologiche, cardiache, reumatologiche, neurologiche ERITEMA MIGRANTE piccola macula papula rossa-piatta con centro pallido eritema, vescicole e necrosi centrale malessere, astenia, cefalea, febbre brividi, mialgie e linfoadenopatie 80% pazienti non trattati danno: PRIMA FASE: sintomi neurologici e cardiaci SECONDA FASE: artralgie ed artrite

MALATTIA DI WHIPPLE

artralgia, diarrea, dolori, perdita peso linfoadenopatia e febbre

MALATTIA GRAFFIO DEL GATTO MALATTIA IN ADULTI SANI: MALATTIA INF. PELVICA MALATTIA LEGIONARI

benigna nel bambino adenopatia cronica regionale linfonodi asintomatica / simil-influenzale / sintomi gastrointestinali incubazione 2-10 giorni febbre, brividi, tosse secca, cefalea tratto gastrointestinale sist. nervoso centrale, fegato e reni polmonite con consolidamento, infiammazione e microascessi 1- ESORDIO PRECOCE: batteriemia, polmonite e meningite / mortalit -5% 2- ESORDIO TARDIVO: fonte esogena per via transplacentare / alta % di mortalit / ascessi disseminati e granulomi all'atto di nascita o subito dopo / meningite o meningoencefalite con setticemia INFEZIONE OPPORTUNISTICA: immunodepressi insufficienza epatica renale estesa vasculite, miocardite, morte

MALATTIA NEONATALE

MALATTIA NEONATALE AD ESORDIO PRECOCE o GRANULOMATOSI INFANTISETTICA MALATTIA NEONATALE AD ESORDIO TARDIVO MALATTIA POLMONARE INVASIVA MALATTIA SISTEMICA GRAVE MALATTIA SISTEMICA OPPORT. MALATTIE LIEVI MENINGITE MENINGITE

rare complicazioni suppurative lesioni tessutali spazio subaracnoideo e nasofaringeo mal di testa, febbre e segni meningei / mortalit non trattati 100% / mortalit trattati 10% diffusa per via ematica 1-3 giorni tratto respiratorio superiore mortalit meno 10%

MENINGITE MENINGITE

MENINGITE MENINGITE ASETTICA cefalea, rash, collasso vascolare trombocitopenia, emoraggia insuf. Renale ed epatica ascessi cerebrali singoli o multipli sistema nervoso centrale brividi, febbre con antigene capsulare K1

MENINGITE CRONICA MENINGITE NEGLI ADULTI BATTERIEMIA PRIMARIA MENINGITE NEONATALE

MENINGOCOCCEMIA

MICETOMA DA ACTINOMICETI

setticemia con o senza meningite / trombosi da piccoli vasi / coagulazione intravascolare con shock / distruzione bilat. ghiandole surrenali rigonfiamento sottocutaneo localizzato suppurazione, molteplici fistole sottocutaneo, muscoli ed ossa drenati sulla pelle

MIELOIDASI - INF. OPPORT, ASINTOMATICA MIELOIDASI - INF. OPPORT, CUTANEA MIELOIDASI - INF. OPPORT, POLMONARE MIONECROSI DA CLOSTRIDIO MIONECROSI NON TRAUMATICA MIOSITE SUPPURATIVA OFTALMIA NEONATALE ORECCHIO DEL NUOTATORE OSTEOMIELITE OTITE CRONICA ORECCHIO MEDIO OTITE MALIGNA ORECCHIO ESTERNO OTITE MEDIA OTITE, SINUSITE ACUTA e CRONICA: PANOFTALMITE PELIOSI EPATICA PERTOSSE - STADIO CATARRALE pus nei fasci muscolari congiuntivite purulenta otite orecchio esterno bambini, metafisi ossa lunghe / adulti, vertebre suppurative localizzata linfoadenite regionale febbre e malessere lieve bronchite polmonite necrotizzante, cavitazione necrosi muscolare, danni renali shock e morte

danneggia nervi cranici ed ossa

PERTOSSE - STADIO DI CONVALESCENZA PERTOSSE - STADIO PAROSSISTICO

PESTE BUBBONICA

opportunisti bronchite e polmonite lobare franca completa perdita della percezione della luce dopo 48 ore dal trauma pelle, linfonodi, fegato e milza inalazione per aerosol incubazione 7-10 giorni raffreddore comune, malessere rinorrea sierosa, starnuti, anoressia dopo 2-4 settimane parossismo diminuisce cell. epitelio ciliato eliminate clearence mucosa compromessa episodi parossistici vomito e sfinimento dopo 1-2 settimane incubazione 7 giorni, febbre elevata / bubboni dolorosi inguine ed ascelle / mortalit 75%

PESTE POLMONARE

incubazione 2-3 giorni / febbre, malessere, sintomi respiratori / mortalit 90%

PIELONEFRITE PINTA

PIODERMITE

incubazione 1-3 settimane papule cutanee pruriginose lesioni ipopigmentate, disseminate scarnificazione e trasfigurazione MALATTIA SUPPURATIVA / infezione purulenta della pelle / vescicole, pustole con croste / attacca il sottocutaneo ascessi e cavitazione ipersensibilit actinomiceti termofili broncopolmonite e focolai multipli

POLMONITE POLMONITE POLMONITE ALLERGICA POLMONITE ATIPICA PRIMARIA

POLMONITE D'ASPIRAZIONE POLMONITE D'ASPIRAZIONE

giovani, anziani e malati batteri negli spazi alveolari / accumulo liq. edematoso ed eritrociti / arrivano neutrofili e macrofagi alveolari / febbre elevata e brividi / guarigione con comparsa anticorpi / polmonite lobare / mortalit 5% incubazione 2-3 settimane prenascita rinite e tosse caratteristica apiretico

POLMONITE DEL NEONATO

POLMONITE ed ASCESSI POLM. POLMONITI PRIMARIE QUADRO PATOL. DI LIEVE CARICO necrosi spazi alveolari / cavitazione ed escreato di sangue VIE RESPIRATORIE SUPERIORI: febbre, malessere, cefalea tosse secca dopo 2-3 settimaneTRACHEOBRONCHITE: vie bronchiali linfociti e plasmacellulePOLMONITE ATIPICA PRIMARIA: broncopolmonite e focolai multipliSINDROME STEVENSJOHNSON: otite media, eritema multiforme anemia emolitica, miocardite pericardite e problemi neurologiciURETRITI NON GONOCOCCICHEPIELONEFRITE

RICKETTSIOSI VESCICOLARE

SCARLATTINA

papula, ulcera ed escara incubazione 7-24 giorni febbre, cefalea, brividi, sudorazione mialgia, fotofobia rash generalizzato papulovescicolare MALATTIA SUPPURATIVA / complicazione faringite, dopo 1-2 giorni / eruzione cutanea eritematosa / desquamazione dopo 1 settimana

SEPSI FATALE SETTICEMIA

inf. tratto urinario e gastroenterico

SETTICEMIA

rischio per et pediatrica e geriatrica / infezione suppurativa / osteomielite, endocardite ed artrite

SETTICEMIA SETTICEMIA gonfiore, eritema e dolore / vescicole e bolle, febbre e brividi / necrosi tessutale cateteri intravascolari contaminati batteriemia transitoria clostridi colonizzano cute incubazione 1-3 giorni / crampi addominali, diarrea, febbre / sviluppano nell'intestino tenue / tenesmo, feci con pus, muco e sangue / infezione autolimitante 1- FASE INIZIALE: SIFILOMA lesione nel punto di penetrazione batterio nel sangue, endoarterite e periarterite ulcere con leucociti e polimorfonucl. papula (ulcere non dolorosa e rilevata) linfoadenopatia regionale non dolorosa 2- FASE SECONDARIA: lesioni cutanee disseminate sindromi similinfluenzale tosse produttiva, mal di testa, febbre mialgia, anoressia, linfoadenopatia rash mucocutaneo generalizzato rash mucocutaneo generalizzato 3- FASE TERZIARIA: infiammazione cronica diffusa GOMME ossa e cute (granulomatose)

SETTICEMIA SETTICEMIA SETTICEMIA SETTICEMIA OPPORTUNISTICA SHIGELLOSI

SIFILIDE

SIFILIDE CONGENITA

SIFILIDE ENDEMICA

inf. in utero malattia fetale grave inf. latenti, malformazione, morte feto rash maculopapulare desquamante dif rinite, distruz. ossea, cardiovascolari papule orali ed aree muconasali gomme ossee, cutanee, nasofaringee

mestruazione, in vagina / febbre ed ipotensione / eruzione cutanea eritemato-maculare / desquamazione pelle e morte SINDROME DA SHOCK TOSSICO MALATTIA SUPPURATIVA / infiammazione tessuti molli / dolore e sintomi non specifici / shock ed insufficienza d'organo uretrite, congiuntivite, poliartrite SINDROME DI REITER lesioni mucocutanee periepatite SINDROME FITZ-HUGH-CURTIS autoimmune sist. nervoso periferico SINDROME GUILLAIN-BARRE' 20% difetti neurologici residui eritema periorale localizzato / ricopre SINDROME STAFILOCOCCICA corpo con bolle purulente / CUTE SCOTTATA (SSS) desquamazione pelle / dura 7-10 giorni SINDROME STEVENS-JOHNSON otite media, eritema multiforme anemia emolitica, miocardite pericardite e problemi neurologici SINDROME UREMICA EMOLITICA complicanza 10% ragazzi (-10 anni) / mesi caldi, scompare in 4-10 giorni / carni mal cotte, vegetali ed acqua / 34 giorni incubazione / diarrea non sanguinolenta, dolori / diarrea sanguinolenta e vomito / tossina shiga (1 sub. A + 5 sub. B) febbre e mialgia SINDROMI SIMIL-INFLUENZALI: SINDROME DA SHOCK TOSSICO SINUSITE SINUSITE SINUSITE, INF.PLEUROPOLMONARI: SINUSITI ed OTITI SPLENOMEGALIA TETANO CEFALICO TETANO GENERALIZZATO

cavit orale

TETANO LOCALIZZATO TETANO NEONATALE

testa masseteri, RISUS SARDONICUS bava, sudoraz, irritabilit, opistotono aritmia, pressione variabile, disidratazione muscolatura sito di infezione infezione da moncone ombelicale

TIFO ENDEMICO o MURINO

TIFO EPIDEMICO

incubazione 7-14 giorni febbre, cefalea, brividi, mialgia, nausea decorso di 3 settimane (no compl.) incubazione 2-30 giorni dopo 1-3 giorni febbre, cefalea, brividi mialgia, artralgie ed anoressia rash petecchiale o maculare miocardite e danni SNC mortalit 66% possibile guarigione in 2 settimane vie bronchiali linfociti e plasmacellule malattia cronica congiuntivite follicolare, infiam. diffusa sclerosi, retrazione int. rima palpebral abrasione corneale, ulcerazione cicatrizzazione e perdita vista adenopatia dolorosa contaminazione diretta occhio congiuntivite dolorosa linfoadenopatia regionale ingestione cibo ed acqua contaminata inalazione aerosol infetto alta morbilit e mortalit sepsi incubazione 35 giorni febbre, malessere, astenia, brividi1 lesioni ghiandolari papula dolorosa, linfonodo ingrossato ulcera, linfoadenopatia localizzata asintomatica papula molle in aree genitali ulcera perianale linfoadenopatiaq inguinale

TRACHEOBRONCHITE: TRACOMA

TULAREMIA GHIANDOLARE TULAREMIA OCULOGHIANDOLARE TULAREMIA OROFARINGEA e GASTROINTESTINALE TULAREMIA POLMONARE TULAREMIA SIMIL-TIFOIDE TULAREMIA ULCEROGHIANDOLARE

ULCERA MOLLE e CANCROIDE

ULCERE PEPTIDICHE

ULCERE, LINFOADENOPATIE URETRITE URETRITI NON GONOCOCCICHE VAGINOSI BATTERICA VIE POLMONARI VIE RESPIRATORIE SUPERIORI:

febbre, malessere, cefalea tosse secca dopo 2-3 settimane

EPIDEMIOLOGIA
INDIPENDENTE PULIZIA VISO

GENERE
PSEUDOMONAS PROPIONIBACTERIUM

SPECIE
ACNES

ACTINOMYCES

INTERVENTO CHIRURGICO BASSO LIVELLO DI IGIENE

PROPIONIBACTERIUM ACTINOMYCES ACTINOMYCES

ACNES

DIFETTI EMATOGENI

ACTINOMYCES ACTINOMYCES

ASPIRAZIONE IMMUNOCOMPROMESSI PIDOCCHI UMANI

ACTINOMYCES HELICOBACTER BARTONELLA SPIRILLUM NEISSERIA PASTEURELLACAE ENTEROBACTERIACEAE STAPHYLOCOCCUS

PILORI HENSELAE

BAMBINI MENO DI 2 ANNI

MENINGITIDIS HAEMOPHILUS YERSINIA ENTEROCOLITICA AUREUS

BAMBINI

GRAVI MALATTIE IN SEDE NON FISIOLOGICA 1-5%

KINGELLA PROPIONIBACTERIUM ACTINOMADURA EIKENELLA BACTEROIDES FRAGILIS STAPHYLOCOCCUS ENTEROBACTERIACEAE CHLAMYDIACEAE

ACNES

AUREUS SALMONELLA PNEUMONIAE

STAPHYLOCOCCUS

AUREUS

STAPHYLOCOCCUS STREPTOCOCCUS

AUREUS PNEUMONIAE ()

PSEUDOMONAS

20% TUTTE BATTERIEMIE CONTAGIO PER INGESTIONE

NORMALE FLORA BATTERICA BOCCA, STOMACO, INTEST, TRATTO GENITOURINARIO PATOGENO OPPORTUNISTA STENOTROPHOMONAS CIBI INSCATOLATI - PESCE CLOSTRIDIUM SURGELATO - MORTALITA' DA 70 A 10%

BACTEROIDES FRAGILIS MYCOBACTERIUM LEPTOSPIRA LACTOBACILLUS

AVIUM COMPLEX INTERROGANS

BOTULINUM

CIBO CON SPORE

CLOSTRIDIUM CLOSTRIDIUM

BOTULINUM BOTULINUM

CHLAMYDIACEAE MORAXELLA MORAXELLA PROPIONIBACTERIUM BACILLUS

PNEUMONIAE

OCCHIO MALATTIA DEGLI ERBIVORI CONTAGIO: con animali infetti o con prodotti animali contaminati INFEZIONE: per INOCULAZIONE DI SPORE: 95% - attraverso cute prodotti infetti - per INGESTIONE (raramente) - per INALAZIONE: malattia dei "cardatori di lana"

ACNES ANTHRACIS

BACILLUS

ANTHRACIS

BACILLUS

ANTHRACIS

CHLAMYDIACEAE STREPTOCOCCUS PASTEURELLACAE PEPTOSTREPTOCOCCUS CLOSTRIDIUM CHLAMYDIACEAE

PSITTACI PYOGENES () HAEMOPHILUS

PERFRIGENS PSITTACI

18-30 ANNI - INFEZIONE GENITALE CHLAMYDIACEAE

TRACHOMATIS

CANALE DEL PARTO - 25% BAMBINI MADRE con INFEZIONE GENITALE ATTIVA

CHLAMYDIACEAE

TRACHOMATIS

PASTEURELLACAE

HAEMOPHILUS AEGYPTICUS

DERMATOPHILUS ALIMENTI CONTAMINATI AEROMONAS MORTALITA': 60% pazienti non trattati, VIBRIO 10% pazienti trattati

CHOLERAE

VIBRIO

PARAHAEMOLYTICUS

CORYNEBACTERIUM

DIPHTHERIAE

CORYNEBACTERIUM

DIPHTHERIAE

VETTORE: ZECCA IXODES SERBATOIO: MAMMIFERI VETTORE: ZECCA - SERBATOIO: CERVO e CANI

EHRLICHIA

EHRLICHIA STAPHYLOCOCCUS STAPHYLOCOCCUS STAPHYLOCOCCUS ENTEROCOCCUS PSEUDOMONAS PASTEURELLACAE AUREUS AUREUS EPIDERMIDIS

HAEMOPHILUS APHROPHILUS

OPPORTUNISTA PRIME VIE RESPIRATORIE 70% ANZIANI

EIKENELLA CARDIOBACTERIUM KINGELLA LACTOBACILLUS

PASTEURELLACAE BARTONELLA PEPTOSTREPTOCOCCUS CONTAGIO ANIMALE-ANIMALE INGESTIONE CIBO CONTAMIN. ORO-FECALE NEI BAMBINI ENTEROBACTERIACEAE

ACTINOBACILLUS HENSELAE

SALMONELLA

MORTALITA' 50%

CLOSTRIDIUM

PERFRIGENS

ENTEROBACTERIACEAE BAMBINI 2-4 ANNI PASTEURELLACAE

YERSINIA ENTEROCOLITICA HAEMOPHILUS

GIOVANI ed ADULTI ANZIANI

STREPTOCOCCUS

PYOGENES ()

UBIQUITARIO - ZOONOSI TONSILLE E TUBO DIGERENTE

ERYSIPELOTHRIX

RHUSIOPATHIAE

OROFARINGE RAGAZZI SANI e GIOVANI ADULTI (faringite)

BORRELIA STREPTOCOCCUS

RECURRENTIS PYOGENES ()

STREPTOCOCCUS

PYOGENES ()

PERSONA-PERSONA - NON MORTALE PERU', ECUADOR e COLOMBIA

STREPTOBACILLUM BARTONELLA BARTONELLA

QUINTANA BACILLIFORMIS

SAPROFITI ACQUATICI

LEGIONELLA ENTEROBACTERIACEAE SALMONELLA

SERABTOIO: RODITORE VETTORE: ACARI

ORIENTIA

TSUTSUGAMUSHI

INGESTIONE PESCE CRUDO CON FASCIOLE INFETTATE

EHRLICHIA

ZECCHE DEL LEGNO - ZECCHE DEL RICKETTSIA CANE - 90% APRILE - SETTEMBRE

RICKETTSII

BRUCELLA

UREOPLASMA CONTAGIO: inalazione aerosol COXIELLA BURNETII puntura artropode vettore terreno contaminato da feci, ecc - STABILE AMB. SFAVOREVOLI VETTORE: ZECCA SERBATOIO: mammiferi uccelli STREPTOCOCCUS PYOGENES ()

CONTAGIO: persona persona scarsa igiene - ZOONOSI (PIDOCCHIO UMANO per EPIDEMICA - ZECCHE MOLLI per ENDEMICA)

BORRELIA

RECURRENTIS

PATOGENI OPPORTUNISTI

ACINETOBACTER NOCARDIOPSIS

SERBATOIO UMANO - INALAZ. PARTICELLE INFETTE - 1/3 POPOLAZIONE INFETTA: sud est asiatico - africa subsahariana europa dell'est

MYCOBACTERIUM

TUBERCOLOSIS

PSEUDOMONAS STAPHYLOCOCCUS ERYSIPELOTHRIX ERYSIPELOTHRIX STAPHYLOCOCCUS TREPONEMA

AUREUS RHUSIOPATHIAE RHUSIOPATHIAE AUREUS PERTENUE

CLOSTRIDIUM PAESI INDUSTRIALIZZATI: 70-100% persone gastrite, ulcere / gastriche e duodenali SCANDINAVIA e PAESI FREDDI / carne, latte ed acqua / BAMBINI HELICOBACTER

PERFRIGENS PILORI

ENTEROBACTERIACEAE

YERSINIA ENTEROCOLITICA

AEROMONAS ACQUE DOLCI ed ESTUARI PIU' COMUNE CAUSA DI GASTROENTERITE NEI PAESI IN VIA DI SVILUPPO PLEIOMONAS CAMPYLOBACTER

COLI

CAMPYLOBACTER

BACILLUS

CEREUS

PATOGENI OPPORTUNISTI UBIQUITARI

BACILLUS

CEREUS

ENTEROBACTERIACEAE

ESCHERICHIA COLI

ENTEROBACTERIACEAE

ESCHERICHIA COLI

ENTEROBACTERIACEAE

ESCHERICHIA COLI

ENTEROBACTERIACEAE

ESCHERICHIA COLI

ENTEROBACTERIACEAE

ESCHERICHIA COLI

ENTEROBACTERIACEAE

ESCHERICHIA COLI

UBIQUITARI: suolo, acqua, ecc INNOCUI SAPROFITI - TRATTO INTESTINALE

CLOSTRIDIUM

PERFRIGENS

STREPTOCOCCUS

PYOGENES ()

CONTATTO SESSUALE

CALYMMATOBACTERIUM MYCOBACTERIUM

TUBERCOLOSIS

STAPHYLOCOCCUS

AUREUS

STAPHYLOCOCCUS UBIQUITARIO: terreno fertile CLOSTRIDIUM colonizza tratto gastroenterico SPORULANO - MORTALITA' 20-50%

AUREUS TETANI

TSUKAMURELLA BACTEROIDES FRAGILIS NOCARDIA PSEUDOMONAS CHLAMYDIACEAE CHLAMYDIACEAE PRINCIPALE CAUSA DI ARTRITE PURULENTA NELL'ADULTO TRATTO GENITOURINARIO ACQUA e CIBO CONTAMINATI UBIQUITARI NEISSERIA BRASILIENSIS

4-42 C

PSITTACI PSITTACI GONORRHOEAE

STREPTOCOCCUS PLEIOMONAS AEROMONAS NEISSERIA

AGALACTIAE ()

GONORRHOEAE

SECONDA MALATTIA PER VIA SESSUALE: 15-24 anni / 50% donne con infezione / 20% uomini con infezione / donna portatore asintomatico

NEISSERIA

GONORRHOEAE

BACTEROIDES FRAGILIS NOCARDIA

OTITIDISCAVARIUM

PSEUDOMONAS INCUBAZIONE 5-14 GIORNI CHLAMYDIACEAE SERBATOIO: UCCELLO ORNITOSI CONTAGIO: via inalatoria contatto uccelli persona persona

PSITTACI

PSEUDOMONAS CAMPYLOBACTER IMMUNODEPRESSI PASTEURELLACAE PSEUDOMONAS CHLAMYDIACEAE FETUS PASTEURELLA

BATTERIO A TRASMISSIONE SESSUALE + COMUNE USA - 3550% URETRITI NON GONOCOCCICHE

TRACHOMATIS

DIFFONDE PER VIA EMATICA NOCARDIA UBIQUITARIA - PERSONE: deficit cellule T malattie polmonari croniche STAPHYLOCOCCUS STAPHYLOCOCCUS MALTOPHILIA ENTEROBACTERIACEAE BACTEROIDES FRAGILIS PEPTOSTREPTOCOCCUS ENTEROCOCCUS

ASTEROIDES

EPIDERMIDIS AUREUS

KLEBSELLIA PNEUMONIAE

BATTERI ENTERICI / FLORA INTESTINALE NELLE FECI SUPERFICIE CUTANEA OROFARINGE e TRATTO RESPIRATORIO SUPERIORE BAMBINI

MICROCOCCUS STOMATOCOCCUS BURKHOLDERIA ALLOIOCOCCUS PEPTOSTREPTOCOCCUS GORDONA PSEUDOMONAS CEPACIA

UBIQUITARI: suolo, acqua, vegetazione materiale in decomposizione - RICHIESTE NUTRIZIONALI MIN.

STAPHYLOCOCCUS STAPHYLOCOCCUS ENTEROBACTERIACEAE

EPIDERMIDIS EPIDERMIDIS ESCHERICHIA COLI

INFEZ. TRATTO URINARIO 80% INFEZIONI ENDOGENE

SUPERF. AMBIENTI UMIDI NORMALE FLORA OROFARING. FLORA BATTERICA - PRO DIGESTIONE CIBO INFEZIONI NOSOCOMIALE SOGG. IMMUNOCOMPROMESSI CARNE CONTAMINATA

PSEUDOMONAS BURKHOLDERIA ACINETOBACTER BACTEROIDES FRAGILIS ENTEROBACTERIACEAE BURKHOLDERIA ACINETOBACTER RHODOCOCCUS CLOSTRIDIUM

CEPACIA

PROTEUS CEPACIA

PERFRIGENS

MYCOBACTERIUM

LEPRAE

IMMIGRATI MESSICO, ASIA, MYCOBACTERIUM IS.PACIFICO ed AFRICA - ENDEMICA NEGLI ARMADILLI - CONTAGIO: contatto persona persona secrezione respiratoria essudato ferite PASTEURELLACAE CHLAMYDIACEAE

LEPRAE

PASTEURELLA TRACHOMATIS

AFRICA, ASIA, SUD AMERICA

CHLAMYDIACEAE

TRACHOMATIS

HELICOBACTER PASTEURELLACAE PASTEURELLACAE PASTEURELLACAE RICKETTSIA BORRELIA

PILORI ACTINOBACILLUS ACTINOBACILLUS PASTEURELLA PROWAZAKII RECURRENTIS

OROFARINGE UOMO

TROPHERYMA WHIPPELLI

BARTONELLA LISTERIA UREOPLASMA LEGIONELLA

HENSELAE MONOCYTOGENES

PARASSITANO AMEBE ACQUATICHE

TRATTO GASTROINTESTINALE

STREPTOCOCCUS

AGALACTIAE ()

UBIQUITARIO - NEONATI, ANZIANI - LISTERIA DONNE IN GRAVIDANZA IMMUNODEPRESSI SUOLO, ACQUA, VEGETAZIONE,MAMMIFERI, ECC., VIA ORO-FECALE 1-5% LISTERIA

MONOCYTOGENES

MONOCYTOGENES

GIOVANI IN CITTA' - URINE DI RATTO INFETTO AMBENTI ACQUATICI IMMUNODEPRESSI ORGANI ERITRITOLO: mammelle utero placenta epididimo MALATTIA PEDIATRICA / PRINCIPALI CAUSE DI MORTE COLONIZ. NASOFARINGE SANI SECONDA CAUSA DI MENINGITE NELL'ADULTO

LEPTOSPIRA AEROMONAS BRUCELLA STREPTOCOCCUS NEISSERIA

INTERROGANS

PNEUMONIAE () MENINGITIDIS

MALTOPHILIA MALATTIA NEI BAMBINI: meningite PASTEURELLACAE (CAUSA MAGGIORE) epiglottite cellulite - 10% FLORA BATT. SALIVA MALATTIA INVASIVA NORMALE FLORA BATTERICA TRATTO RESPIRATORIO BATTERI ELIMINATI CON URINE EIKENELLA LEPTOSPIRA

HAEMOPHILUS

INTERROGANS

NOCARDIA LISTERIA CAUSA MAGGIORE MENINGITI NEONATALI (-1 MESE) ENTEROBACTERIACEAE

ASTEROIDES MONOCYTOGENES ESCHERICHIA COLI

NEISSERIA

MENINGITIDIS

NOCARDIA

OTITIDISCAVARIUM

SAPROFITA - TERRENO, ACQUA e VEGETAZIONE ALTAMENTE INFETTIVO

BURKHOLDERIA

PSEUDOMALLEI

BURKHOLDERIA

PSEUDOMALLEI

BURKHOLDERIA SPORE CLOSTRIDIUM CLOSTRIDIUM SUOLO ed ACQUA con FECI CLOSTRIDIUM NEISSERIA PSEUDOMONAS STAPHYLOCOCCUS PSEUDOMONAS PSEUDOMONAS RAGAZZI GIOVANI STREPTOCOCCUS PASTEURELLACAE BACILLUS BARTONELLA MALATTIA PEDIATRICA - CONTAGIO BORDETELLA per CONTATTO

PSEUDOMALLEI PERFRIGENS SEPTICUM PERFRIGENS GONORRHOEAE AUREUS

PNEUMONIAE () HAEMOPHILUS CEREUS HENSELAE PERTUSSIS

BORDETELLA BORDETELLA

PERTUSSIS PERTUSSIS

PESTE URBANA: trasmessa dalle pulci del ratto

ENTEROBACTERIACEAE

YERSINIA PESTIS

PESTE SELVATICA: serbatoio: ENTEROBACTERIACEAE scoiattolo, coniglio, topo, gatto e pulci CONTAGIO UOMO-UOMO RARO UREOPLASMA TREPONEMA

CARATEUM

BAMBINI (2-5): SCARSA IGIENE

STREPTOCOCCUS

PYOGENES ()

NEISSERIA MYCOBACTERIUM TROPHERYMA WHIPPELLI CONTAGIO: attraverso secrezione nasale stretto contatto INCUBAZIONE ed INFETTIVITA' LUNGHE UREOPLASMA

MENINGITIDIS TUBERCOLOSIS

STAPHYLOCOCCUS STREPTOCOCCUS

AUREUS PNEUMONIAE ()

NEONATI: 10-20% contagiati alla nasciata

CHLAMYDIACEAE

TRACHOMATIS

EIKENELLA ENTEROBACTERIACEAE UBIQUITARIO - POLMONITE TUTTO MYCOPLASMA L'ANNO: streptococcus di inverno mycoplasma estate- autunno KLEBSELLIA PNEUMONIAE PNEUMONIAE

RODITORI ed ACARI - UOMO OSPITE OCCASIONALE

RICKETTSIA

AKARI

STREPTOCOCCUS

PYOGENES ()

OROFARINGE UBIQUITARI - 30-35% TUTTE SETTICEMIE - 70% INFEZIONI URINARIE - MOLTE INFEZIONI INTESTINALI - SEPSI

CAPNOCYTOPHAGA ENTEROBACTERIACEAE

ESCHERICHIA COLI

ENTEROBACTERIACEAE

SALMONELLA

POCO COMUNE FERITE + ACQUA CONTAMIN. / OSTRICHE CRUDE / MORTALITA' 50%

ENTEROBACTERIACEAE VIBRIO

YERSINIA ENTEROCOLITICA VULNEFICUS

BURKHOLDERIA ACINETOBACTER CLOSTRIDIUM LACTOBACILLUS MALATTIA PEDIATRICA (70% -15 ENTEROBACTERIACEAE ANNI) / VIA ORO-FECALE / ACQUA e CIBO CONTAMINATI

CEPACIA PERFRIGENS

SHIGELLA

USA - TRASMESSA TREPONEMA SESSUALMENTE - PATOGENO PER L'UOMO - BATTERIEMIA 8 ANNI

PALLIDUM

TREPONEMA

PALLIDUM

CONT. PERSONA PERSONA

TREPONEMA

ENDEMICUM

STAPHYLOCOCCUS

AUREUS

IMMUNODEPRESSI e MALATI

STREPTOCOCCUS

PYOGENES ()

GIOVANI MASCHI BIANCHI

CHLAMYDIACEAE NEISSERIA CAMPYLOBACTER STAPHYLOCOCCUS

TRACHOMATIS GONORRHOEAE UPSALIENSIS e JENUNI AUREUS

UREOPLASMA

ENTEROBACTERIACEAE

ESCHERICHIA COLI

INCUBAZIONE 1-2 SETTIMANE PATOGENO AN. SELVATICI TUTTE LE ETA'

LEPTOSPIRA STREPTOCOCCUS EIKENELLA PEPTOSTREPTOCOCCUS MORAXELLA CHLAMYDIACEAE CLOSTRIDIUM CLOSTRIDIUM

INTERROGANS PNEUMONIAE ()

INFAUSTA

PSITTACI TETANI TETANI

CLOSTRIDIUM CLOSTRIDIUM

TETANI TETANI

SERABTOIO: RODITORE RICKETTSIA VETTORE: pulce del ratto pulce del gatto VETTORE: PIDOCCHIO UMANO RICKETTSIA UOMO PRINCIP, SERBATOIO: scarsa igiene, affollamento diffusione pidocchi e carestia

TYPHI

PROWAZAKII

BAMBINI E GIOVANI (5-15 anni) UBIQUITARIA - ORIENTE, N. AFRICA, INDIA - BAMBINI CONTAGIO: lacrime, mani, aerosol respirat. indumenti, mosche, feci scarsa igiene e sovraffolamento

UREOPLASMA CHLAMYDIACEAE TRACHOMATIS

FRANCISELLA FRANCISELLA

TULARENSIS TULARENSIS

FRANCISELLA FRANCISELLA FRANCISELLA TOPI, CONIGLI e ZECCHE FRANCISELLA CONTAGIO: puntura: -10 organismi inalazione: 50 organismi ingestione: 10 all'8 organismi TRASMISSIONE SESSUALE PASTEURELLACAE

TULARENSIS TULARENSIS TULARENSIS TULARENSIS

HAEMOPHILUS DUCREYI

PAESI IN VIA DI SVILUPPO: 70-90% popolazione colonizzata et inferiore 10 anni

HELICOBACTER

PILORI

SPIRILLUM NEISSERIA UREOPLASMA MOBILUNCUS MYCOBACTERIUM UREOPLASMA

MENINGITIDIS

ACQUA e SUOLO

AVIUM COMPLEX

UBIQUITARI: STAPHYLOCOCCUS pieghe umide della pelle orofaringe tratto gastrointestinale tratto urogenitale nasofaringe CONTATTO DIRETTO OGGETTI INFETTI GOLA e NASOFARINGE (SANI) / INCIDENZA 5-75% UBIQUITARI - colnizzano: pelle, tratto respiratorio superiore, tratto gastrointestinale, tratto urogenitale maschile - TUTTO IL MONDO, AREE URBANE POVERE ed AFFOLLATE TRASMISSIONE: ospiti vettori asint. nell'orofaringe, pelle persone immuni, goccioline di saliva - MALATTIA PEDIATRICA MONDO INDUSTRIALIZZATO PAESI IN VIA DI SVILUPPO STREPTOCOCCUS CORYNEBACTERIUM PNEUMONIAE ()

ENTEROBACTERIACEAE ENTEROBACTERIACEAE ENTEROBACTERIACEAE ENTEROBACTERIACEAE VIBRIO

SHIGELLA SONNEY SHIGELLA FLEZNERI SHIGELLA DYSENTHERIAE MIRABILOIS

TUTTO IL MONDO / ESTUARI ED AMB. MARINI / ACQUE SALATE / ACQUA e CIBO CONTAMINATI / DOSE INFETTANTE 10 BATTERI / SCARSE MISURE IGIENICHE ZOONOSI - CONTAGIO: cani domestici, oro-fecale, cibo ed acqua contaminati OROFARINGE, VAGINA INTESTINO CRASSO NORMALE FLORA INTESTINALE

CAMPYLOBACTER

PSEUDOMONAS BIFOBACTERIUM EUBACTERIUM CLOSTRIDIUM STREPTOMYCES

DIFFICILE

GENERE
MICROCOCCUS STOMATOCOCCUS ALLOIOCOCCUS STAPHYLOCOCCUS STAPHYLOCOCCUS

SPECIE

FISIOLOGIA
COCCHI + \ AEROBI \ CATALISI + COCCHI + \ AEROBI \ CATALISI + COCCHI + \ AEROBI \ CATALISI + COCCHI + \ AEROBI \ CATALISI + \ IMMOBILI CAPSULA: vs chemiotassi e fagocitosi vs produzione cellule mononucleate pro batteri sui cateteri PEPTIDOGICANI: pi strati con legami trasversali azione endotossica - simile produce pirogeni - endogeni ed IL1 attiva complemento ACIDO TEICOICO: lega fibronectina, attacca le mucose PROTEINA A: lega IgG ed attiva complemento FATTORE DI COAGULAZIONE: fibrinogeno in fibrina insolubile aggrega stafilococchi

AUREUS

STAPHYLOCOCCUS

AUREUS

STAPHYLOCOCCUS

AUREUS

STAPHYLOCOCCUS

AUREUS

STAPHYLOCOCCUS

AUREUS

STAPHYLOCOCCUS

AUREUS

MEMBRANA CITOPLASMATICA: ancora le cellule

STAPHYLOCOCCUS

AUREUS

STAPHYLOCOCCUS

AUREUS

STREPTOCOCCUS

STREPTOCOCCUS STREPTOCOCCUS STREPTOCOCCUS STREPTOCOCCUS STREPTOCOCCUS STREPTOCOCCUS STREPTOCOCCUS STREPTOCOCCUS STREPTOCOCCUS STREPTOCOCCUS STREPTOCOCCUS STREPTOCOCCUS STREPTOCOCCUS STREPTOCOCCUS STREPTOCOCCUS STREPTOCOCCUS STREPTOCOCCUS STREPTOCOCCUS STREPTOCOCCUS STREPTOCOCCUS STREPTOCOCCUS

PYOGENES () PYOGENES () PYOGENES () PYOGENES () PYOGENES () PYOGENES () PYOGENES () PYOGENES () PYOGENES () PYOGENES () PYOGENES () PYOGENES () PYOGENES () PYOGENES () PYOGENES () PYOGENES () PYOGENES () PYOGENES () PYOGENES () PYOGENES () PYOGENES ()

COCCHI + \ AEROBI o ANAEROBI FACOLTATIVI \ CATALISI - \ CAPNOFILIA TERRENI CON SANGUE + GLUCOSIO CARBOIDRATO GRUPPOSPECIFICO PROTEINA M: d febbre reumatica lega b-globulina e fattore H vs C3b complemento PROTEINA T PROTEINA TIPO-M AC. LIPOTEICOICO, PROTEINA F: lega fibronectina della cellula ospite CAPSULA: presenta acido ialuronico vs fagocitosi

STREPTOCOCCUS

AGALACTIAE ()

PNEUMONIAE ()

ZONE DI B-EMOLISI ANTIGENE B e C POLISACCARIDI CAPSULARI TIPO-SPECIFICI CAPSULATO COLONIE: grandi, mucoidi e non pigmentate piccole e piatte -emolitiche in aerobiosi -emolitiche in anaerobiosi AMIDASI: importante per la divisione cellulare ACIDO TEICOICO (ANTIGENE F): lega i lipidi della memb. Citoplasmatica POLISACCARIDE C

ENTEROCOCCUS

COCCHI + \ ANAEROBI FACOLTATIVI \ 35 \ TERRENO AGAR SANGUE \ COLONIE BIANCHE

BACILLUS

BACILLI + \ AEROBI o ANAEROBI FACOLTATIVI \ SPORIGENI ANTHRACIS CELLULE SINGOLE o COPPIE CAPSULA POLIPEPTIDICA: acido poli-D-glutammico prodotta dai geni plasmidici capA, B e C PLASMIDE:

1- ANTIGENE PROTETTIVO: lega cell. ospite 2- FATTORE EDEMATOSO: adenilato ciclasi 3- FATTORE LETALE: zinco metallo-proteasi CEREUS

LISTERIA

MONOCYTOGENES

BACILLI + \ AEROBI o ANAEROBI FACOLTATIVI \ ASPORIGENI \ MOBILI a TEMP. AMBIENTE MOVIMENTI a CAPRIOLA

ERYSIPELOTHRIX

RHUSIOPATHIAE

BACILLI + \ AEROBI o ANAEROBI FACOLTATIVI \ ASPORIGENI \ PLEOMORFI \ MICROAEROFILI COLONIE PICCOLE \ GRIGIE \ EMOLITICHE: dopo 2-3 giorni di incubazione

CORYNEBACTERIUM

DIPHTHERIAE

BACILLI + \ AEROBI o ANAEROBI FACOLTATIVI \ ASPORIGENI \ NON ACIDO RESISTENTI PARETE CELLULARE: arabinosio, galattosio, acido micolico ed acido meso-diamminopimelico BACILLO PLEOMORFO COLONIA SU AGAR DI SANGUE

NEISSERIA

COCCHI - \ AEROBI \ ASPORIGENI \ IMMOBILE \ CATALISI + \ OSSIDASI + GONORRHOEAE SENSIBILE DISIDRATAZIONE ed ACIDI GRASSI TEMPERATURA 35-37 ATMOSFERA UMIDA + ANIDRIDE CARBONICA

CAPSULA CARICA PILI: costituiti da piline regione conservata all'estremit amino-terminale regione variabile all'estremit carbossi-terminale attacco a cell. epiteliali non ciliate PROTEINE Por: formano pori nella membrana esterna PROTEINE Opa:

mediano il legame alle cellule epiteliali facilitano l'adesivit PROTEINE Rmp: stimola anticorpi vs attivit battericida nel siero FERRO: transferrina, lattoferrina ed emoglobina LIPO-OLIGOSACCARIDE (LOS): lipide A + core oligosaccaridico attivit endotossica DIPLOCOCCO CAPSULATO

MENINGITIDIS

COLONIE TRASPARENTI, NON PIGMENTATE, SU AGAR DI CIOCCOLATO

ATMOSFERA UMIDA AL 5% DI CO2 PRODUZIONE DI ACIDO BACILLI - \ ANAE. FACOLTATIVI \ ASPORIGENI \ CATALISI + \ OSSIDASI FERMENTANO GLUCOSIO e LATTOSIO

ENTEROBACTERIACEAE

LIPOPOLISACCARIDE TERMOSTABILE

ESCHERICHIA COLI

SALMONELLA

SHIGELLA:

1- sonney 2- flexneri 3- dysenteriae

YERSINIA: 1- pestis

2- enterocolitica 3- pseudotuberculosis KLEBSELLIA:

1- pneumoniae PROTEUS:

1- mirabilis VIBRIO BACILLI - \ ANAEROBI FACOLTATIVI \ FERMENTANO \ OSSIDASI + FLAGELLI POLARI IN AMBIENTI ACQUATICI CRESCE SENZA SALE

CHOLERAE

PARAHAEMOLYTICUS VULNEFICUS AEROMONAS BACILLI - \ ANAEROBI FACOLTATIVI \ FERMENTANO \ OSSIDASI + BACILLI - \ ANAEROBI FACOLTATIVI \ FERMENTANO \ OSSIDASI + FLAGELLI POLARI BACILLI - \ AEROBIO \ MICROAEROFILO \ NON FERMENTANTE \ OSSIDASI - \ SPIRALE \ O2 6% e CO2 8% FLAGELLI POLARI COLI UPSALIENSIS e JENUNI

PLEIOMONAS

CAMPYLOBACTER

FETUS

HELICOBACTER

PILORI

BACILLI - \ IMMOBILE \ MICROAEROF. \ FERMENTANTE \ OSSIDASI - \

30 - 37 C COLONIZZA STOMACO

PSEUDOMONAS

BACILLI - \ AEROBI \ MOBILI \ OSSIDASI NON FERMENTANTI \ CARBONIO \ AZOTO ANAEROBI: nitrato ed arginina CITOCROMO OSSIDASI FLAGELLI POLARI

MUCOIDI (capsula polisaccaridica)

BURKHOLDERIA CEPACIA PSEUDOMALLEI STENOTROPHOMONAS MALTOPHILIA ACINETOBACTER

BACILLI - \ AEROBI \ NON FERMENTANTI

BACILLI - \ AEROBI \ NON FERMENTANTI BACILLI - \ AEROBI \ NON FERMENTANTI SUPERFICI UMIDE e SECCHE (CUTE) BACILLI - \ AEROBI \ NON FERMENTANTI COCCOBACILLI - \ AEROBI \ NON FERMENTANTI IMMOBILE OSSIDA AMMINOACIDI

MORAXELLA BORDETELLA PERTUSSIS

FRANCISELLA TULARENSIS

COCCOBACILLI - \ AEROBIO OBBLIGATO NON FERMENTANTI \ IMMOBILE

SOTTILE CAPSULA LIPIDICA BRUCELLA COCCOBACILLI - \ AEROBIO \ NON FERMENTANTI \ IMMOBILE CATALASI + \ OSSIDASI - \ NON CAPSULATO

atmosfera con CO2, non carboidrati, riducono nitrati, attivit ureasica variabile PASTEURELLACAE HAEMOPHILUS BACILLI - \ PICCOLI \ PLEOMORFI LIPOPOLISACCARIDI

1- influenzae 2- parainfluenzae

3- aegypticus 4- ducreyi 5- aphrophilus PASTEURELLA

COCCOBACILLI - \ AEROBIO \ FERMENTANTI \ FERMENTANTI COMMENSALI OROFARINGE BACILLI - \ ANAEROBI FACOLTATIVI CRESCITA LENTA BACILLI -: coccobacilli nei tessuti pleomorfi nei terreni

ACTINOBACILLUS

LEGIONELLA

NUTRIZIONALE: sali di ferro L-cisteina MOBILE \ CATALASI + BARTONELLA BACILLI - \ AEROBI \ UMIDITA' e 37 ESIGENTI NUTRIZIONALMENTE + CO2 INCUBAZIONE 1-6 SETTIMANE BACILLIFORMIS QUINTANA HENSELAE EIKENELLA BACILLI - \ IMMOBILI \ ASPORIGENI ANAEROBI FACOLTATIVI 5-10% ANIDRIDE CARBONICA BACILLI - \ IMMOBILI \ FERMENTANTE INDOLO + \ OSSIDASI +\ CATALASI COCCOBACILLI - \ FERMENTA CARBOIDRATI \ ANAEROBI FACOLTATIVI BACILLI - \ AEROBI od ANAER. \ FILAMENTOSI

CARDIOBACTERIUM

KINGELLA

CAPNOCYTOPHAGA

STREPTOBACILLUM SPIRILLUM CALYMMATOBACTERIUM PEPTOSTREPTOCOCCUS

BACILLI - \ LUNGO e SOTTILE BACILLI - \ SPIRALIFORME BACILLI COCCHI + \ ANAEROBI ATMOSFERA AL 10% CO2 BACILLI + \ ANAEROBI FACOLTATIVI INFEZIONI CRONICHE

ACTINOMYCES

PROPIONIBACTERIUM

ACNES

MOBILUNCUS LACTOBACILLUS BIFOBACTERIUM EUBACTERIUM CLOSTRIDIUM

BACILLI + \ ANAEROBIOSI \ IMMOBILI CATENE A GRAPPOLI \ CATALASI + BACILLI GRAM VARIABILI \ ANAEROBI OBBLIGATI BACILLI \ ANAEROBI STRETT. o FACOLTATIVI

BACILLI + \ ANAEROBI \ ENDOSPORE OSSIGENO TOLLERANTI

PERFRIGENS

GRANDI DIMENSIONI RETTANGOLARI

TETANI

PICCOLO \ MOBILE \ OSSIGENO TOSSICO SPORE SOPRAVVIVONO A TUTTO

BOTULINUM

DIFFICILE

SPORE ANTIBIOTICORESISTENTI

SEPTICUM BACTEROIDES FRAGILIS BACILLI + \ ANAEROBI \ PLEOMORFI NON FERMENTANTI SACCAROSIO CAPSULA POLISACCARIDICA LIPOPOLISACCARIDI OROFARINGE

NOCARDIA

ASTEROIDES

BACILLI +\ AEROBI OBBLIGATI \ CATALISI + IFE RAMIFICATE ACIDI MICOLICI \ ACIDO RESISTENTI OSSIDANO CARBOIDRATI 1 SETTIMANA DI INCUBAZIONE

BRASILIENSIS OTITIDISCAVARIUM

RHODOCOCCUS

COCCO + \ AEROBI OBBLIGATI \ CATALISI + ACIDI MICOLICI e TUBERCOLOSTEARICO

GORDONA TSUKAMURELLA ACTINOMADURA NOCARDIOPSIS STREPTOMYCES DERMATOPHILUS TROPHERYMA WHIPPELLI MYCOBACTERIUM BACILLI +\ AEROBI \ NON SPORIGENI IMMOBILI PARETE CELLULARE: ricca di lipidi, superficie idrofobica resistente ai disinfettanti SPESSO STRATO DI PEPTIDOGLICANI STRATO IDROFOBICO DI AC. MICOLICO: lipidi liberi e glicolipidi peptidoglicani catene peptidiche strato esterno 15%

TUBERCOLOSIS

LEPRAE AVIUM COMPLEX TREPONEMA PALLIDUM SPIROCHETE - \ ANAEROBI FACOLTATIVI OSSIDA IL GLUCOSIO RESISTE A DISINFETTANTI ED ESSICCAMENTO

BORRELIA

ENDEMICUM PERTENUE CARATEUM RECURRENTIS

SPIROCHETE - \ MICROAEROFILA \ MOBILE STRISCIO DI SANGUE BATTERI VISIBILI IN FEBBRE RICORRENTE 7-20 FLAGELLI PERIPLASMATICI SPIROCHETE - \ AEROBIO OBBLIGATO MOBILE: 2 FLAGELLI PERIPLASMATICI ACIDI GRASSI ed ALCOLI

LEPTOSPIRA

INTERROGANS

MYCOPLASMA UREOPLASMA

PNEUMONIAE

FORMA L \ STEROLI e MEM. CELLULARE \ ANAEROBI FAC. \ SCISSIONE BINARIA \ FILAMENTI PLEOMORFI

PATOGENI EXTRACELLULARI

RICKETTSIA

BACILLI - \ AEROBI \ PICCOLI PARASSITI INTRACELLULARI OBBLIGATI: nel citoplasma

PEPTIDOGLICANI e LIPOPOLISACCARIDI SCISSIONE BINARIA LENTA PRODUCONO PROTEINE ed ATP PARASSITI per le FONTI DI ENERGIA RICKETTSII AKARI PROWAZAKII TYPHI TSUTSUGAMUSHI

ORIENTIA

EHRLICHIA

COXIELLA BURNETII

CHLAMYDIACEAE

BACILLI - \ AEROBI \ PICCOLI PARASSITI INTRACELLULARI OBBLIGATI: nel citoplasma PEPTIDOGLICANI e LIPOPOLISACCARIDI SCISSIONE BINARIA LENTA BACILLI - \ AEROBI \ PICCOLI PARASSITI INTRACELLULARI OBBLIGATI: fagociti granulocitici e mononucleati PEPTIDOGLICANI e LIPOPOLISACCARIDI SCISSIONE BINARIA LENTA BACILLI - \ AEROBI \ PICCOLI PARASSITI INTRACELLULARI OBBLIGATI: vacuoli citoplasmatici PEPTIDOGLICANI e LIPOPOLISACCARIDI SCISSIONE BINARIA LENTA GRAM - \ DNA ed RNA \ SINTETIZZ. PROTEINE SENSIBILI AD ANTIBIOTICI MEMBRANA ESTERNA: legami disolfuro tra residui di cisteina lipopolisaccaridi genere specifici CORPO ELEMENTARE (CE): infettante, entra nei fagosomi dopo 6-8 ore si trasforma in CR attivo CORPO RETICOLATO (CR): non infettante, metabolicamente attivo forma replicativa per scissione binaria (18-24 ore)

unico ciclo replicativo nei fagosomi citoplasmatici PARASSITI DAL PUNTO DI VISTA ENERGETICO FAGOSOMA con CR = INCLUSIONE TRACHOMATIS

PNEUMONIAE PSITTACI

PATOGENESI

TOSSINE CITOLITICHE 1- TOSSINA : vs mus. liscio vasi sanguigni squilibri ionici, lisi cellulare

2- TOSSINA : idrolisi fosfolipidi, vs tessuti

3- TOSSINA : attivit citolitica 4- TOSSINA e LEUCOCIDINA P-V: lisa neutrofili e macrofagi attivit emolitica TOSSINE ESFOLIATIVE: sindrome stafilococcica cute scottata dermatide esfoliativa proteasi serina, rompono ponti dello strato granuloso epidermide ENTEROTOSSINE: resistono ad idrolisi e riscaldamento 1- A: malattia C e D: formaggi contaminati B: enterocolite pseudomembranosa TOSSINA-1 SINDROME DA SHOCK TOSSICO: termo e proteolisi resistente mestruazioni rilascio non specifico citochine endotossine vs cellule endoteliali penetra barriera mucosa effetto citotossico

23-

ENZIMI STAFILOCOCCICI: 1- COAGULASI: LEGATA: fibrinogeno in fibrina formazione coagulo LIBERA: fattore globuline plasmatiche stafilotrombina trombina protegge gli stafilococchi 2- CATALASI: periossido di idrogeno in H2O + O2 3- IALURONIDASI: idrolizza ac. ialuronici e mucopolisac. acidi del tessuto connettivo 4- FIBRINOLISINA: scioglie coaguli di fibrina 5- LIPASI: idrolizzano i lipidi 6NUCLEASI 7PENNICILASI

INTRACELLULARE FACOLTATIVO ESOTOSSINE PIROGENE (SpeA,B,C): rilascia IL (1,2, 6), TNF-a ed interferon provoca shock ed insufficienza d'organo STREPTOLISINE: 1- S ( emolisina ossigeno-stabile) 2- O (emolisina ossigeno-labile) lisano eritrociti, leucociti e piastrine STREPTOCHINASI (A e B): lisa coaguli di sangue DEOSSIRIBONUCLEASI: depolimerizza il DNA libero nel pus C5a PEPTIDASI: inattiva C5a e processo infiammatorio

ADESINE PROTEICHE DI SUPERFICIE: per colonizzare l' orofaringe batterio avvolto da muco PROTEASI DI IgA SECRETORIE: vs la rimozione mediata da IgA PNEUMOLISINA: distrugge cellule epiteliali ciliate attiva via classica complemento produce C5a e C3a ACIDO TEICOICO e PEPTIDOGLIACANI: attiva via alternativa complemento produce C5a pro processo infiammatorio AMIDASI BATTERICA: favorisce rilascio componenti parete cell PEROSSIDO DI IDROGENO: danno tissutale FOSFORILCOLINA: recettori per il fattore legante le piastrine CAPSULA: sostanza solubili specifiche vs fagocitosi MICRORGANISMI COMMENSALI ADESINE PROTEICHE o GLUCIDICHE: cellule intestino e vagina BATTERIOCINE PROTEICHE: inibiscono batterin in competizione

CAPSULA: inibisce fagocitosi TOSSINA EDEMATOSA: antigene protettivo + fattore edematoso accumulo di fluido

TOSSINA LETALE: antigene protettivo + fattore letale stimola rilascio di TNF- ed IL-1 ENTEROTOSSINE: 1- FORMA EMETICA: enterotossina stabile al calore 2- FORMA DIARROICA: enterotossina labile al calore stimola AMPc cell. epiteliali intestinali diarrea acquosa TOSSINA NECROTICA: labile al calore CERCOLISINA: emolisina FOSFOLIPASI C: lecitinasi FACOLTATIVO INTRACELLULARE: macrofagi, fibroblasti e cell. epiteliali cellule M delle placche di Peyer eritrociti INTERNALINE: legano glicoproteici cell. ospite LISTERIOLISINA O e FOSFOLIPASI C: attivati dal pH acido del fagolisosoma rilascia il batterio nel citosol della cell. PROTEINA ActA: movimento dei batteri assemblaggio dell'actina FILOPODIO: protuberanza della membrana della cell. ospite, spinge il batterio nell'adiacente dal fegato alla milza IALURONIDASI e NEUROAMINIDASI

ESOTOSSINA A-B: gene tax del fago lisogeno 1- REGIONE CHE LEGA IL RECETTORE: lega il fattore di crescita epidermico che lega l'eparina (cell. cardiache e nervose) 2- REGIONE DI TRASLOCAZIONE (B): membrana endosoma 3- REGIONE CATALITICA (A): entra nel citosol inattiva il fattore 2 di elongazione blocca la sintesi proteica REPRESSORE TOSSINA DIFTERICA: blocca la sintesi della tossina

PILI: aderisce alle cellule della mucosa vi penetrano e si moltiplicano Opa: associazione batterio con la cellula migrazione all'interno Por: inibisce fusione fagolisosoma + batterio LOS: stimola risposta infiammatoria

rilascio TNF- vs IgG ed IgA

RECETTORI PER I PILI: cell. colonnari non ciliate nasofaringe MENINGOCOCCHI: assenza specifici anticorpi vs capsula si replicano nei vacuoli fagocitici migrano negli spazi sottoepiteliali danno vascolare diffuso ENDOTOSSINA (LIPIDE A): attiva complemento rilascia citochine leucocitosi e trombocitopenia coagulazione intravascolare disseminata diminuita circolazione periferica febbre, shock e morte CAPSULA: protegge dalla fagocitosi VARIAZIONE DI FASE ANTIGENICA SISTEMA DI SECREZIONE TIPO III: 20 proteine-fattore di virulenza ENTEROBACTERINA ed AEROBACTINA: legano il ferro, fattore di crescita RESISTENZA AL KILLING SIERICO ADESINE: aderisce cellule di rivestimento tratto gastroenterico e via urinarie ESOTOSSINE:

tossina shiga tossine termostabili e termolabili emolisine INGESTIONE e PASSAGGIO STOMACO REPLICAZIONE CELLULE M e PLACCHE DI PEYER SISTEMI SECREZIONE DI TIPO III: SPI-1 per invasione della mucosa SPI-2 per la malattia sistemica riarrangiamento actina le membrane proteggono le salmonelle gene ATR (acid tolerance response) pro crescita in pH acido stomaco e fagosomi INVADE CELL. MUCOSA DEL COLON ADERISCE CELLULE M SISTEMA DI SECREZIONE DI TIPO III: secrezione 4 proteine (IpaA, B, C e D) inglobati in cell. epiteliali e macrofagi riarrangiano actina per cellula adiacente apoptosi

TOSSINA SHIGA: SUBUNITA' B lega glicoproteina cellula SUBUNITA' A interrompe sintesi proteica PLASMIDI con GENI DI VIRULENZA RESISTONO ALLA FAGOCITOSI ALTAMENTE VIRULENTO MORTALITA' ALTA GENI: FRAZIONE 1 per capsula antifagocit. PROTEASI ATTIV. PLASMINOGENO vs opsonizzazione e migrazione fagociti RESISTENZA SIERO ASSORBE FERRO ORGANICO ENTERICA ENTERICA CAPSULA PROMINENTE: aspetto mucoide

aumentata virulenza UREASI: urea anid. carbonica + ammoniaca alza il pH urine, aumenta calcoli renali

1- TOSSINA COLERICA: stabile al calore SUBUNITA' B: lega GM cell. Epiteliali intestinali SUBUNITA' A: attiva adenilato - ciclasi ipersecrezione acqua ed elettroliti perdita liquindi diarrea acquosa 2- COMPLESSO GENICO PER PILO pili 3- GENI FATTORE ACCESSORIO: fattori di chemiotassi 4- PROTEASI EMOAGGLUTINAZ.: induce secrezione IL-8 diarrea degrada giunzioni strette mucosa intes. EMOLISINA STABILE al CALORE

CROSSREATTIVITA' ANTIGENICA: oligosaccaridi + glicosfingolipidi ospite 42 C MUOIONO ESPOSTI ACIDI GASTRICI TRATTO GASTROINTESTINALE TORRENTE CIRCOLATORIO

PROTEINA S: previene la lisi complemento mediata INFIAMMAZIONE GASTRICA

ALTERA PRODUZIONE AC. GASTRICO: PROTEINA ACIDO-INIBITORIA UREASI: urea an. carbonica + ammoniaca + pH urine, aumenta calcoli renali PROTEINA HEAT SHOCK DANNO TISSUTALE: mucinasi fosfolipasi citotossina vacuolizzante CONTRO FAGOCITOSI: superossido dismutasi catalisi e IL-8 fattore attivante piastrine ipewrsecrezione acido-gastrica morte programmata ADESINE: PILI ADESINE NON PILIARI NEUROAMINIDASI: rimuove ac. sialico dai recettori pil i CAPSULA POLISACCARIDICA: ancora superficie cellulare e mucina tracheobronchiale vs fagocitosi ed antibiotici ENDOTOSSINA: LIPIDE A, principale antigene sindrome setticemica PIOCIANINA: produce superossido e perossido idrog. danno tessutale risposta infiammatoria ESOTOSSINA A: blocca sintesi proteica immunosopressiva danno inf. ustioni e polmonari croniche

ESOENZIMA S e T: adenosina difosfato-ribosiltransferasi riarrangia actina invade tessuto e necrosi ELASTASI (LasA e B): degradano l'elastina danno membrana polmonare vs complemento e chemiotassi PROTEASI ALCALINA: distrugge tessuto FOSFOLIPASI C: emolisina termostabile vs lipidi e lectina RAMNOLIPIDE: emolisina stabile al calore vs tessuti con lecitina

ADESIONE: 1- EMOAGGLUTININA FILAMENTOSA: lega glicolipidi solfatati memb. Cellule ciliate dell'apparato respiratorio lega CR3 recettore glicoproteico sup. leucociti fagocitosi batteri 2- PORZ. LEGAME TOSS. PERTOSSE: SUBUNITA' S1: tossica SUBUNITA' DI LEGAME: S2: lattosilcerammide cel. ciliate tratto respiratorio S3: recettori fagociti + CR3

3- PILI e PERTACTINA TOSSINE: 1- TOSSINA PERTOSSE (S1): adenosina difosfato-ribosilante lega G + AMPc secrezione e muco 2- TOSSINA ADENILATO CICLASI: attivata da calmodulina intracellulare + AMPc cellule eucariotiche inibisce chemiotassi, fagocitosi e killing 3- TOSSINA DERMONECROTICA: termolabile, vasocostrizione periferica ischemia localizzata migrazione leucociti, emorragia danno tessutale localizzato 4- CITOTOSSINA TRACHEALE: peptidogliacani di parete cellule epitelio ciliato tosse e peretosse IL-1 d febbre 5- LIPOPOLISACCARIDI: attivano via alternativa complemento PARASSITA INTRACELLULARE: macrofago sist. Reticolo-endoteliale fusione fagolisosoma CAPSULA ANTIFAGOCITICA PARASSITA INTRACELLULARE SIST. RETICOLO-ENDOTELIALE: fagocito macrofagi e monociti arriva a milza, fegato, midollo, reni e linfonodi GRANULOMI

TRATTO RESPIRATORIO SUPERIORE: OTITE MEDIA SINUSITE

BRONCHITE e POLMONITE BATTERIEMIA CAPSULA POLISACCARIDICA: produce indolo attivit ureasica attivit ornitin-decarbossilica azione antifagocitaria poliribitolfosfato (anticorpi antiPRP)

INALATI PER AEROSOL PARASSITI INTRACEL. FACOLTATIVI: macrofagi e monociti complemento + porina memb. esterna deposizione C3b su sup. batterica inibisce fagolisosomi ENZIMI PROTEOLITICI: fosfatasi, lipasi e nucleasi

BARRIERE MUCOSE LESIONATE: tratto respiratorio superiore tratto gastrointestinale tratto genitale femminile PELLE, CONGIUNTIVA, OROFARINGE, ORECCHIO ESTERNO, GENITALE F.

1- formazione di spore 2- rapidit di crescita 3- tossine istolitiche, enterotossine e neurotossine DISTRUZIONE TESSUTALE: 1- TOSSINA (LECITINASI): lisi eritrociti, piastrine, leucociti e cellule endoteliali aumenta permeabilit vascolare emolisi massiva e sanguinolenta distruzione tessutie tossicit epatica disfunzioni cardiache 2- TOSSINA : lesioni necrotiche enterite necrotizzante 3- TOSSINA (PROTOSSINA): attivata da tripsina + permeabilit vascolare p. gastroent. 4- TOSSINA : attivata necrotica + permeabilit vascolare 5- ENTEROTOSSINA: proteina termolabile pH basico intestino tenue sporulazione

lega recettori oreletto ep. Intest. tenue altera trasp. ioni nell'ileo e digiuno altera permeabilit membrana TETANOLISINA: emolisina ossigeno labile TETANOSPASMINA: neurotossina termolabile CATENE A + B (ponti disolfuro) 1- CATENA PESANTE B: recettori sup. neuroni 2- CATENA LEGGERA A: internalizzata nel neurone trasporto assonico retrogrado vescicole nervose presinaptiche vs rilascio neurotras. inibitori SUBUNITA' NEUROTOSSICA A: vs sinapsi terminazioni colinergiche vs rilascio acetilcolina SUBUNITA' NON NEUROTOSSICA B: protegge A dall'acidit dello stomaco ENTEROTOSSINA A: chemiotattica per i neutrofili infiltrazione leucociti neutrofili polimorfonucleati nell'ileo rilascio citochine ipersecrezione fluidi necrosi emorragica CITOTOSSINA B: polimerizzazione actina distruzione citoscheletro FLORA GASTROINTESTINALE

ADESINE: superficie peritoneale, cellule epiteliali fimbrie e pili VS FAGOCITOSI: capsula polisaccaridica acidi grassi a catena corta proteasi vs immunoglobuline VS TOSSICITA' O2:

tollerano esposizione O2 catalisi e superossido dismutasi inattivano H2O2 e radicali liberi O2

90% INF. BRONCOPOLMONARI

MALATTIE SNC e PELLE INFEZIONI CUTANEE PRIMARIE INALAZIONE OROFARINGE INFEZ. BRONCOPOLMONARE BATTERI NEL SOTTOCUTANEO NOCARDIOSI CUTANEA PROMARIA: necrosi ascessi INTRACELLULARE FACOLTATIVO

INT. TRAUMATICA BATTERI e FUNGHI INFEZIONE CRONICA CUTANEA e SOTTOCUTANEA

INALAZIONE AEROSOL INFETTO INTRACELLULARE: macrofagi alveolari non attivati inibisce acidificazione inibisce fusione fagosoma + lisosoma replicazione e lisi cellulare MACROFAGI CELLULE MULTINUCL. GIGANTI CELLULE DI LANGHANS STIMOLA CELLULE T HELPER: CD4+ HELPER:

anticorpi inefficaci (batteri nelle cell.) interferone-, attiva i macrofagi CD8+ CITOTOSSICO: lidono macrofagi con batteri

ADESIONE CELLULE OSPITE IALURONIDASI: infiltrazione perivascolare FIBRONESCTINA: proteggono da fagocitosi

NON PRODUCE TOSSINE RAPIDI CAMBI ANTIGENICI: vs risposta anticorpale ENDOTOSSINE: febbre ATTRAVERSANO MUCOSE e CUTE: sottili e mobili BATTERIEMIA: riproduzione rapida danneggiano endot. capillari sanguigni PATOGENI EXTRACELLULARI: adesione epitelio respiratorio PROTEINE ADESIVE P1: recettori glicoproteici alla base ciglia delle cellule epiteliali CILIOSTASI: ciglia e cellule distrutte vs clearence polmonare STIMOLA RISPOSTA INFIAMMATORIA: rilascia citochine TNF-, IL-1 e IL-6

FOSFOLIPASI A: degrada membrana del fagosoma

VARIAZIONE ANTIGENICA: LPS blocca interazione con anticorpo

RECETTORI PER CE: cellule epiteliali non ciliate colonnari, cuboidali o di transizione mucose uretra, endocervice, endometrio mucose tube di Falloppio, ano-rettale mucose respiratoria, congiuntiva fagociti mononucleati sist. linfatico SITO DI INGRESSO BATTERIO: abrasioni e lacerazioni linfonodi drenanti sito inf. primaria (LGV) formazione granuloma necrotizzante formazione ascessi e fistole (linfonodo) risp. Infiammatoria e danno tessutale SECREZIONI VIE RESPIRATORIE PARASSITA INTRACELLULARE: cell. sistema reticolo-endoteliale fegato e milza necrosi focale DIFFUSIONE EMATICA