Sei sulla pagina 1di 8

Spedizione in abbonamento postale Roma, conto corrente postale n.

649004 Copia € 1,00 Copia arretrata € 2,00

L’OSSERVATORE ROMANO GIORNALE QUOTIDIANO POLITICO RELIGIOSO


Unicuique suum Non praevalebunt
Anno CLX n. 188 (48.512) Città del Vaticano giovedì 20 agosto 2020
.

All’udienza generale il Papa prosegue le sue riflessioni sulle questioni poste dalla pandemia Formato un comitato nazionale e un governo di transizione

Non si esce dalla crisi senza “guarire” Colpo di stato


in Mali
da ingiustizie e diseguaglianze
Sarebbe triste se il vaccino contro il covid-19 privilegiasse i più ricchi e non fosse universale

La pandemia è una crisi; e da una zione di tutti. Ma sarebbe altrettanto tualizzato, «per scegliere quali sa- ni» nel mondo, aggravando la già
crisi si esce migliori solo se alla gua- scandaloso, ha aggiunto, «se tutta ranno le industrie da aiutare». difficile situazione dei poveri. Per
rigione «fisica» si accompagna la l’assistenza economica che stiamo Per Francesco — che ancora una questo la risposta da dare deve esse-
guarigione dalle «grandi e visibili in- osservando — la maggior parte con volta ha tenuto l’incontro nella Bi- re duplice: da un lato, «è indispen-
giustizie sociali». Papa Francesco è denaro pubblico — si concentrasse a blioteca privata del Palazzo apostoli- sabile trovare la cura per un virus
tornato a riflettere sull’attualità riscattare industrie che non contri- co vaticano senza la presenza di fe- piccolo ma tremendo, che mette in
dell’emergenza covid-19, dedicando buiscono all’inclusione degli esclusi, deli, proprio in ossequio alle misure ginocchio il mondo intero»; dall’al-
l’udienza generale del 19 agosto al alla promozione degli ultimi, al bene prese per contenere la diffusione del tro, «dobbiamo curare un grande vi-
tema «L’opzione preferenziale per i comune o alla cura del creato»: contagio — la pandemia ha aumenta- rus, quello dell’ingiustizia sociale,
poveri e la virtù della carità». quattro criteri irrinunciabili, ha pun- to «diseguaglianze e discriminazio- della disuguaglianza di opportunità,
La terza catechesi del ciclo di ri- della emarginazione e della mancan-
flessioni sulle conseguenze del coro- za di protezione dei più deboli».
navirus e sulla necessità di «guarire Riaffermando perciò «l’opzione
il mondo» — inaugurate mercoledì 5 preferenziale per i poveri» — definita I militari maliani entrano nella capitale Bamako (Epa)
— ha offerto al Pontefice l’occasione non una scelta «ideologica» ma una
per lanciare un forte appello a supe- «esigenza etico-sociale che proviene
rare le diseguaglianze anche in cam- BAMAKO, 19. C’è estrema preoccu- loro intenzione di istituire un go-
dall’amore di Dio» — il Pontefice ha
po sanitario e a «progettare la cura pazione per l’evolversi della situa- verno di «transizione politica civi-
invitato ad affrontare a viso aperto
del virus privilegiando coloro che ne zione in Mali, dove ieri le forze ar- le» che porti alle elezioni in tempi
«le ingiustizie sociali e il degrado
hanno più bisogno». Sarebbe triste mate hanno estromesso dal potere ragionevoli. «Noi, le forze patriot-
ambientale» attraverso la promozio-
infatti, ha constatato, «se nel vacci- e costretto alle dimissioni il presi- tiche raggruppate nel Comitato na-
ne di «un’economia di sviluppo inte-
no per il covid-19 si desse la priorità dente Ibrahim Boubacar Keita, ar- zionale per la salvezza del popolo
grale» che superi la mera logica
ai più ricchi» e se il farmaco «diven- restato insieme al primo ministro, (Cnsp), abbiamo deciso di assu-
dell’assistenzialismo e sia a «benefi-
tasse proprietà di questa o quella Boubou Cissé. Il paese attraversa merci le nostre responsabilità da-
cio della gente comune».
Nazione» anzichè essere a disposi- da mesi una profonda crisi sociale vanti al popolo e alla storia», ha
Per il Papa si tratta, in sostanza,
e politica. affermato il loro portavoce, il co-
di impegnarsi a “disegnare” un siste-
Eletto nel 2013 e nel 2018, Keita lonnello Ismael Wagué, vice capo
ma economico-sociale «dove le per-
ha annunciato stanotte lo sciogli- di Stato maggiore dell’Aeronautica
sone, e soprattutto i più poveri, sia-
mento del Parlamento e del gover- militare. Nelle parole di Wagué, il
no al centro», favorendo in partico-
ALL’INTERNO lare la creazione di «posti di lavoro no: «Non voglio che venga versato
il sangue per restare al potere», ha
golpe militare è stato necessario
perché il governo di Keita — noto
dignitosi» e impegnandosi a contra-
detto alla televisione di Stato Or- come Ibk — ha trascinato il Mali
stare i «danni inflitti alla casa comu-
Sulla recente decisione in Italia tm. Poche ore dopo aver annuncia- nel «caos, nell’anarchia e nell’insi-
ne». E tuto ciò va fatto «a partire
to le sue dimissioni — al termine di curezza». Il Cnsp ha poi ordinato
dall’amore di Dio, ponendo le peri-
La salute delle donne la chiusura di tutti i valichi di fron-
ferie al centro e gli ultimi al primo una convulsa giornata di ammuti-
tiera e imposto un coprifuoco dalle
e i rischi della Ru486 posto». namento che si è trasformata in un
21 alle 5.
colpo di Stato — i militari hanno
Oggi è prevista una riunione
PAGINA 8 dichiarato, sempre tramite Ortm, la
GIUSEPPE NOIA A PAGINA 3
d’emergenza del Consiglio di sicu-
rezza Onu. Forte condanna è arri-
vata dalla Comunità economica de-
gli stati dell’Africa occidentale
A cento anni dalla nascita (Ecowas) — di cui il Mali è uno dei
di Ray Bradbury 15 membri — e dall’Ue. Una video-
Secondo il Tribunale speciale non ci sono prove del coinvolgimento diretto della Siria e di Hezbollah
conferenza dei capi di Stato della
Non solo fantascienza
ROBERTO ROSANO A PAGINA 5
Libano: sentenza sull’assassinio di Hariri Ecowas sulla crisi in corso si terrà
domani. L’organizzazione ha deci-
so intanto la chiusura dei confini
regionali con il Mali e la «sospen-
sione» del paese con «effetto im-
L’AJA, 19. «Non ci sono prove del «Questa sentenza manda agli assas- mediato». In queste settimane sono
coinvolgimento di Hezbollah nel- sini il messaggio che l’era dei crimi- falliti diversi tentativi di dialogo tra
San Bernardo monaco l’assassinio dell’ex primo ministro li- ni politici è finito» ha dichiarato. il governo e le opposizioni.
contemplativo banese Rafiq Hariri nel 2005». Que- Dopo la lettura della sentenza, il
sta la principale conclusione cui è presidente libanese Michel Aoun è
sulle strade del mondo giunto il Tribunale speciale del- intervenuto facendo appello all’uni-
l’Onu, dopo sei anni di indagini su tà nazionale. Per Aoun «fare giusti-
D ONATO O GLIARI E ROBERTO CUTAIA
A PAGINA 7
uno degli eventi che più ha segnato
la storia recente del Libano. Nella
zia sull’omicidio di Hariri risponde
al desiderio di tutti di chiarire le cir-
NOSTRE
sentenza resa nota ieri, tre dei quat-
tro imputati (tutti membri di Hez-
costanze di questo crimine atroce
che ha minacciato la stabilità e la
INFORMAZIONI
bollah processati in contumacia) so- pace del Libano». Per Aoun il ver-
no stati completamente scagionati detto è «un’opportunità per ricorda- Il Santo Padre ha ricevuto que-
per assenza di prove, mentre solo re i costanti appelli all’unità e alla
IL CRISTIANO sta mattina in udienza le Loro
uno, Salim Ayyash, è stato ritenuto solidarietà lanciati da Hariri».
E LA CITTÀ colpevole e la pena nei suoi con- Nessuna reazione, al momento, Eccellenze i Monsignori:
fronti, che potrebbe arrivare fino al- da parte di Hezbollah, che non ha — Henryk Mieczisław Jagod-
Nel primo anniversario l'ergastolo, sarà comunicata il 21 set- ri come il “cervello” dell’operazione, ci e del personale coinvolto in que- mai riconosciuto la legittimità del ziński, Arcivescovo titolare di
tembre. Ayyash, secondo i giudici, è morto nel 2016 in un misterioso sto caso» e «invita tutti a rispettare Tribunale speciale dell'Onu e fin Limosano, Nunzio Apostolico
della morte sarebbe stato il capo del commando attentato a Damasco. la decisione del Tribunale». dall’inizio ha messo in chiaro che in Ghana;
che organizzò l'attentato contro Ha- «La camera di consiglio — ha det- Al momento della lettura della non avrebbe consegnato i quattro
di Lapo Mazzei riri e i 21 uomini della sua scorta. to il presidente della Corte, David sentenza era presente il figlio di Ha- imputati. Hezbollah ha sempre ne- — Mitja Leskovar, Arcivesco-
Un quinto accusato, Mustafa Ba- Re, leggendo una sintesi della deci- riri, anche lui ex premier, Saad Ha- gato qualsiasi implicazione nell’as- vo titolare di Benevento, Nun-
PAGINA 4 dreddine, indicato dagli investigato- sione di oltre 2.600 pagine presa dal riri, che ha accettato il verdetto. sassinio di Hariri. zio Apostolico in Iraq.
tribunale — è del parere che la Siria
e Hezbollah possano aver avuto
motivi per eliminare Hariri e i suoi
alleati politici, tuttavia non ci sono
prove che la leadership di Hezbol-
Biden ottiene lah abbia avuto alcun coinvolgimen-
to nel suo omicidio e non ci sono
Intervista al priore Alois a ottant’anni dalla fondazione della comunità di Taizé

la nomination democratica prove dirette del coinvolgimento si-


riano».
Fratel Roger e la continuità di un incontro
Il segretario generale dell’O nu,
António Guterres, ha preso atto del-
la sentenza e ha ringraziato il Tribu- di CHARLES DE PECHPEYROU
nale per il lavoro svolto. «Il pensie- ttant’anni dopo la fondazione della comunità
ro di Guterres va alle vittime dell’at-
tentato e alle loro famiglie» ha af-
fermato il portavoce del palazzo di
O ecumenica in un piccolo villaggio della Borgo-
gna, sono adesso i figli, i genitori e i nonni di
tutti i continenti a pregare insieme a Taizé: un cammi-
Vetro in una nota dove si legge che no comune di cui si rallegra l’attuale priore, fratel
«La sentenza è un riflesso dell’impe-
Alois, intervistato da «L’Osservatore Romano». Il mo-
gno della comunità internazionale
naco tedesco ricorda naturalmente il suo predecessore,
per la giustizia in relazione ai terri-
Roger Schutz, morto il 16 agosto 2005 all’età di 90 an-
bili crimini commessi quel giorno».
Il segretario generale «esprime il ni, che ha voluto creare non un movimento organizzato
y(7HA3J1*QSSKKM( +z!"!:!?!"!

suo profondo apprezzamento per la quanto piuttosto «un luogo di passaggio per attingere
dedizione e il duro lavoro dei giudi- insieme alle fonti della fede», insistendo sul fatto che le
tre preghiere comuni rimanessero al centro degli incon-
tri giovanili e che i fratelli presenti tutto l’anno fossero
prima di tutto persone di ascolto nei confronti di chi
A Beirut partecipa a questi momenti di preghiera e riflessione,
nel segno dell’unità.
Il candidato democratico alle presidenziali di novembre Joe Biden (Ansa) una lunga scia di sangue
PAGINA 3 RICCARD O CRISTIANO A PAGINA 3 PAGINA 6
pagina 2 L’OSSERVATORE ROMANO giovedì 20 agosto 2020

Consiglio straordinario Ue mentre Lukashenko ordina di dispiegare l’esercito ai confini occidentali

Bielorussia: l’Europa
valuta possibili sanzioni
BRUXELLES, 19. Si tiene oggi a Bru- il dialogo» e per «chiedere immedia-
xelles il vertice straordinario dei capi tamente nuove elezioni presidenziali
di stato e di governo dell’Unione eque e democratiche sotto la super-
europea sulla crisi in Bielorussia in visione internazionale».
seguito alle elezioni presidenziali che Lukashenko, dal canto suo, ha
hanno confermato al potere Alexan- aperto alla possibilità di nuove ele-
der Lukashenko. Più volte nei giorni zioni, ma solo dopo una modifica
scorsi i vertici dell’Ue hanno con- alla costituzione. Il presidente ha
dannato la repressione seguita al vo- anche accusato l’opposizione di vo-
to chiedendo il ritorno alla stabilità ler «prendere il potere attraverso un
e al dialogo. Come hanno conferma- consiglio di transizione». Va detto
to diverse fonti, i leader Ue dovreb- inoltre che — stando alla Ria Novo-
bero anche valutare l’ipotesi di san- sti — Lukashenko ha dispiegato uni-
zioni a Minsk. tà da combattimento dell’esercito ai
«Chiediamo che le autorità di confini occidentali del paese.
Minsk completino al più presto il ri- Sul piano internazionale, il princi-
La statua di Hariri tra i palazzi distrutti nel centro di Beirut (Afp)
lascio dei detenuti politici e avviino pale confronto è quello tra un’Euro-
un dialogo con le forze di opposi- pa che, come accennato, chiede la fi-
zione, che auspicabilmente dovrebbe ne della repressione e Mosca che in-
condurre a nuove elezioni in linea vece chiede soprattutto di evitare in-
con gli standard internazionali di
trasparenza e correttezza» ha detto
gerenze esterne.
Lukashenko ha avuto un collo-
quio con il presidente russo Vladimir
A Beirut
oggi il ministro degli esteri italiano,
Luigi Di Maio.
Intanto, l’opposizione chiede il ri-
Putin. Questi — secondo quanto ri-
portano i media — ha riaffermato la una lunga scia di sangue
torno alle urne. Diverse centinaia di disponibilità della Russia alla piena
manifestanti si sono radunati ieri soluzione della crisi e ha criticato
fuori dalla prigione di Minsk dove è ogni ingerenza straniera. In un altro di RICCARD O CRISTIANO saputo raccontare con bestseller
detenuto Serghei Tikhanovsky, mari- colloquio con il presidente del Con- mondiali quegli anni spesi contro
to della principale esponente siglio Ue, Charles Michel, Putin «ha pochi giorni dall’esplosione la sovranità limitata. Il 12 dicembre
dell’opposizione bielorussa, Svetlana
Tikhanovskaya, per celebrare il suo
42esimo compleanno. Questa matti-
espresso preoccupazione per i tenta-
tivi di alcuni Stati di mettere sotto
pressione la leadership del paese e
A del 4 agosto, che l’ha deva-
stata in pochi secondi, Bei-
rut ha accolto una sentenza su
di quello stesso 2005 veniva elimi-
nato Gebran Tuèni, figlio del più
grande intellettuale ortodosso dei
na Tikhanovskaya ha lanciato un ap- destabilizzare la situazione politica un’altra improvvisa esplosione che tempi recenti, Ghassan Tuéni, fon-
pello all’Europa a respingere i risul- interna» si legge in una nota del il 14 febbraio 2005 devastò parte datore della prestigiosa testata «an-
tati delle elezioni presidenziali del 9 Il presidente Lukashenko durante una riunione del consiglio di sicurezza a Minsk (Ansa) Cremlino. dello stesso lungomare, lasciando Nahar», che ormai Gebran guida-
agosto. «Vi chiedo di non riconosce- un cratere e privando il Paese del va. Temendo per la sua vita era an-
re queste elezioni fraudolente, Luka- suo ex primo ministro Rafiq Hariri dato da qualche mese a Parigi, poi
shenko ha perso ogni legittimità agli e delle 23 persone che viaggiavano aveva deciso che doveva rientrare e
occhi della nostra nazione e del con lui. Allora si riuscì a istituire il lo fece l’11 dicembre, poche ore pri-
mondo» ha affermato in un video ri- Tribunale internazionale per Liba- ma di essere ucciso mentre percor-
volto al Consiglio Ue diffuso su
Aumentano gli sbarchi a Lampedusa no; tra mille resistenze il Libano lo reva l’autostrada che lo conduceva
YouTube. «Le elezioni — ha aggiun- ratificò e, adesso, dopo quindici in città.
to — non sono state né eque né tra-
sparenti ed i risultati sono stati falsi-
ficati. Le persone che sono andate in
Ricondotti in Libia ottanta migranti anni, la Corte ha concluso il suo
lavoro.
Il Libano è tornato dunque a
La scia di sangue è parsa fermar-
si, ma non era così: il 21 novembre
2006 è stata infatti la volta del mi-
strada per difendere il loro voto nel- quel 14 febbraio, ma non può tor- nistro Pierre Gemayel, la famiglia
le loro città per tutta la Bielorussia ROMA, 19. Mentre proseguono in- venti che non hanno consentito alla ta Maria di Leuca (Legge). A bor- nare solo a quel giorno. Il 14 feb- più nota delle comunità cristiane
sono state brutalmente picchiate, in- cessanti gli sbarchi sulle coste italia- nave quarantena Aurelia di attracca- do egiziani, pakistani, iraniani, ira- braio 2005, quando fu eliminato il del Libano.
carcerate e torturate da un regime ne, un’altra imbarcazione è stata ri- re. cheni e indiani. La richiesta di soc- suo leader espressione della comu- Questo incontro di storie dai
che si aggrappa disperatamente al portata in Libia questa notte con Un’altra imbarcazione di 6 metri corso è stato raccolta dalle autorità nità musulmana sunnita, è infatti corsi molto diversi è il tratto più
potere. E questo sta accadendo ora, un’ottantina di persone a bordo, la in avaria con 11 migranti, tra cui greche che lo hanno girato a quelle proseguito in una lunga scia di importante del 2005 libanese.
in piena Europa». maggior parte del Gambia e del una donna e un bambino, è stata italiane, poiché l’imbarcazione si sangue collegato, di personalità Aperto dal sangue di Hariri, è sta-
Tikhanovskaya, rifugiata in Litua- Camerun. Lo ha reso noto su Twit- soccorsa nel pomeriggio ieri a San- trovava già in acque nazionali. delle comunità cristiane libanesi. to seguito da quello di questi figli
nia dall’11 agosto, nel video ha anche ter l’Alto commissariato delle Na- Essi, con Rafiq Hariri sono gli altri di comunità cristiane fino a quan-
evocato la creazione di un «consiglio zioni Unite per i rifugiati (Unhcr) protagonisti di questa giornata per do il 13 giugno 2007 è stato elimi-
di transizione» con l’obiettivo di in Libia. I migranti sono stati fatti la verità e la riconciliazione. La se- nato il deputato sunnita Walid Ei-
«favorire la transizione pacifica per sbarcare nelle prime ore del mattino conda parte dell’attacco al Libano do. Ricordarli nella loro apparte-
alla base navale di Tripoli, dove è cominciata il 2 giugno del 2005 nenza comunitaria è però riduttivo,
l’Unhcr e il Comitato internaziona- con l’esplosione della vettura di perché avevano scelto la prospetti-
le di soccorso (Irc) hanno fornito Samir Kassir, uno dei nomi di pun- va della cittadinanza, anima della
loro assistenza medica. Nel 2020 ol- ta della cultura araba contempora- civiltà del Levante. Il loro destino
tre 7.100 migranti sono stati riporta- nea, autore de L’infelicità araba. La è stato determinato da questo.
Nuove rivelazioni ti in Libia, ricorda l’Unhcr.
Nel frattempo aumentano gli
neutralità libanese di cui ha parlato
tante volte in questi giorni il pa-
sull’assassinio sbarchi a Lampedusa e il Viminale
è alle prese con il complicato com-
triarca Beshara Rahi nella sua ope-
ra, appare neutralità tra Oriente e
della giornalista pito di alleggerire l’hotspot dell’iso- Occidente essendo Beirut araba,
la. La strategia è quella di trasferire europeizzata, moderna, mediterra- Non si fermano
Caruana Galizia piccoli gruppi in diverse regioni, nea. È stato ucciso da esplosivo
ma sale la protesta dei governatori collegato all’accensione della vettu- le violenze
per le difficoltà di gestione dei mi- ra come Georges Hawi, altro intel-
LA VALLETTA, 19. Nuove rivelazioni granti con l’epidemia covid in risa- lettuale impegnato per quella visio- tra Gaza
lita. Intanto altre quattro piccole ne di indipendenza e cittadinanza,
sull’assassinio della giornalista mal-
tese Daphne Caruana Galizia. Un imbarcazioni, con 120 tunisini, sono una storia politica importante alle e Israele
testimone ha confermato ieri, duran- arrivati a Lampedusa. Salgono così spalle, essendo stato segretario del
te una nuova udienza del processo, a 10 — quattro dei quali avvenuti Partito comunista libanese: fu ucci-
sulla spiaggia della Guitgia, al por- so il 21 giugno 2005. Il 12 luglio TEL AVIV, 19. Ancora tensione
il legame tra l'uomo d'affari maltese
to e a Cala Madonna — gli sbarchi una bomba centrava l’automobile tra la striscia di Gaza e Israele.
Yorgen Fenech, accusato di essere il
avvenuti nella sola giornata di ieri. sulla quale viaggiava il ministro Un razzo sparato da Gaza è
mandante dell'assassinio, e Keith
In totale sono giunte sull’isola 360 Elias Murr; nel suo caso la morte esploso stasera in una area aper-
Schembri, l’ex potentissimo capo di persone. Nell’hotspot di contrada non ha avuto la meglio, le meno- ta nel territorio israeliano, senza
gabinetto del premier Joseph Mu- Imbriacola sono già presenti circa mazioni però sono state gravissime. provocare vittime né danni. Lo
scat. Fenech è proprietario tanto del- 1.200 persone, mentre la struttura Analogamente è andata per la ha riferito un portavoce militare.
la holding Tumas Group quanto del- ne potrebbe ospitare al massimo giornalista televisiva May Chidiac, In precedenza nella zona di
la società “17 Black” utilizzata – 192. Ieri non è stato possibile effet- che, secondo gli attentatori, doveva Ashkelon erano risuonate sirene
stando a quanto riportano i media – tuare trasferimenti a causa dei forti Migranti nel Mediterraneo (Afp) morire il 25 settembre 2005. Lei ha di allarme e migliaia di abitanti
per pagare mazzette e coprire ingen- erano corsi verso aree protette.
ti movimenti di riciclaggio di dena- Due persone sono rimaste ferite
ro. «E' stato Keith Schembri a darmi mentre correvano verso un rifu-
le carte da portare a Yorgen Fenech» gio.
ha detto il testimone. Questo attacco giunge al ter-
Le carte in questione — sempre se- Germania: da maggio mai così tanti casi di covid-19 Ucciso mine di una giornata in cui pal-
loni incendiari lanciati da Gaza
condo la testimonianza — erano
istruzioni che Schembri dava a Fene- Picco di contagi in Spagna un generale russo hanno provocato una trentina di
ch affinché, in caso di arresto, incol- incendi in aree agricole israelia-
passe un altro ministro del caduto in Siria ne. «Per noi ogni incendio equi-
governo Muscat, deviando l’atten- BERLINO, 19. L’epidemia di corona- ancora la Baviera, la zona di Wie- nelle ultime 24 ore. Il giorno prima vale al lancio di un razzo» ha
zione degli inquirenti. Nel giugno virus sembra aver ripreso la sua cor- sbaden in Assia, il Nordreno-West- i nuovi casi erano stati 1.833. affermato il premier Benyamin
sa in Europa. In Germania è torna- falia e in crescita a Berlino. Il Can- La Russia ha registrato invece DAMASCO, 19. Un generale russo è Netanyahu. «Da dieci giorni
scorso Schembri sotto giuramento
to a crescere il numero di contagi. I celliere tedesco, Angela Merkel, sol- 4.748 casi nelle ultime 24 ore, il nu- morto e altri due militari sono ri- colpiamo infrastrutture militari
aveva negato la circostanza. Tuttavia
casi sono difatti raddoppiati nelle lecita i cittadini ad attenersi alle masti feriti, ieri, a causa dell’esplo- di Hamas e di altre organizza-
il testimone, amico tanto di Schem- mero più basso dal 20 aprile. Lo ri-
ultime tre settimane. I nuovi dati raccomandazioni per contrastare la sione di una bomba al passaggio di zioni terroristiche. In questo
bri quanto di Fenech, ha ripetuta- ferisce il centro di crisi anti-corona-
dell’Istituto Robert Koch parlano diffusione del covid. «Siamo nel un convoglio nella zona di Deir modo sconvolgiamo le loro atti-
mente confermato, dando i più ampi virus. Il numero totale di casi ha vità. Noi siamo pronti anche ad
di 1.510 nuovi contagi, il dato più mezzo di una pandemia. Non c'è Ezzor, in Siria. Lo riportano i me-
dettagli sui rapporti tra i due. raggiunto 932.493. Il tasso di cresci- una nuova tornata, o a più tor-
preoccupante da oltre tre mesi, che ancora un vaccino, e neanche far-
Daphne Caruana Galizia era im- ta giornaliera del coronavirus è sta- dia russi. Com’è noto, la Russia so- nate, anche se spero che ciò non
porta il totale a 226.914 positivi maci per curarlo», ha affermato.
pegnata in numerose inchieste e atti- dall’inizio dell’emergenza sanitaria. Anche in Spagna si registra un to dello 0,5 % per il terzo giorno di stiene attivamente le forze del go- si renda necessario». Da parte
va contro la corruzione. È stata ucci- Il primo maggio i dati ufficiali par- nuovo preoccupante picco con oltre fila. Mosca ha poi documentato 132 verno del presidente Bashir Al As- sua, Hamas ha diffuso ieri sera
sa nel 2017, all’età di 53 anni, nell'e- lavano di 1.639 casi in 24 ore. I de- 2.100 casi in 24 ore. Il ministero morti nelle ultime 24 ore, rispetto sad, soprattutto nella zona di Deir sul web un filmato di avverti-
splosione di un'autobomba posta cessi sono in totale 9.243. Le aree della Sanità ha contato ieri 5.114 ai 55 del giorno prima. I decessi nel Ezzor, da tempo al centro dei com- mento che mostra il lancio di
nella sua Peugeot 108. più interessate dall'epidemia sono contagi, di cui 2.128 diagnosticati paese sono in totale 15.989. battimenti. numerosi razzi verso Israele.

L’OSSERVATORE ROMANO ANDREA MONDA Servizio vaticano: redazione.vaticano.or@spc.va Tariffe di abbonamento Concessionaria di pubblicità Aziende promotrici
direttore responsabile Segreteria di redazione Vaticano e Italia: semestrale € 99; annuale € 198 della diffusione
Servizio internazionale: redazione.internazionale.or@spc.va telefono 06 698 83461, 06 698 84442 Europa: € 410; $ 605 Il Sole 24 Ore S.p.A.
GIORNALE QUOTIDIANO POLITICO RELIGIOSO Giuseppe Fiorentino fax 06 698 83675 Africa, Asia, America Latina: € 450; $ 665 System Comunicazione Pubblicitaria
Unicuique suum Non praevalebunt vicedirettore
Servizio culturale: redazione.cultura.or@spc.va America Nord, Oceania: € 500; $ 740
segreteria.or@spc.va Sede legale
Piero Di Domenicantonio Servizio religioso: redazione.religione.or@spc.va Abbonamenti e diffusione (dalle 8 alle 15.30): Via Monte Rosa 91, 20149 Milano Intesa San Paolo
Città del Vaticano caporedattore Tipografia Vaticana telefono 06 698 99480, 06 698 99483 telefono 02 30221/3003
Editrice L’Osservatore Romano fax 06 69885164, 06 698 82818, fax 02 30223214 Ospedale Pediatrico Bambino Gesù
ornet@ossrom.va Gaetano Vallini Servizio fotografico: telefono 06 698 84797, fax 06 698 84998 info@ossrom.va diffusione.or@spc.va
www.osservatoreromano.va segretario di redazione photo@ossrom.va www.photo.va Necrologie: telefono 06 698 83461, fax 06 698 83675 segreteriadirezionesystem@ilsole24ore.com Società Cattolica di Assicurazione
giovedì 20 agosto 2020 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 3

Per le elezioni presidenziali statunitensi di novembre Una riflessione sulla recente decisione italiana sulla pillola abortiva

Biden ottiene La salute delle donne


la nomination democratica e i rischi della Ru486
WASHINGTON, 19. Il senatore Joe di GIUSEPPE NOIA* sul piano psicologico per la relazio- 25, 2019). Tale probabilità diventa
Biden ha ufficialmente ricevuto la ne che si stabilisce fin da subito tra più elevata man mano che aumenta
nomination democratica nella sfida a recente decisione del mini- madre e figlio. Anche se la donna l’epoca gestazionale in cui si assume
di novembre per la Casa Bianca.
Nel roll call della convention dem
in corso di svolgimento a Milwau-
L stero della Salute italiano di
estendere la possibilità di as-
sumere la pillola abortiva Ru486 da
non vede con gli occhi del corpo il
proprio bambino, lo vede e lo sente
con gli occhi dell’anima; il detto
la pillola abortiva.
La continuazione della gravidan-
za dopo una pratica abortiva è dop-
kee — l’appello dove i rappresentan- 7 a 9 settimane con l’esclusione del “lontano dagli occhi, lontano dal piamente devastante sul piano psi-
ti dei vari Stati e territori Usa espri- ricovero obbligatorio per le donne cuore” non è assolutamente vero in cologico e fisico, poiché se la donna
mono i loro voti — l’ex vicepresiden- che la richiedono ci interroga pro- questa condizione. La donna perce- rivedesse la sua scelta e volesse por-
te degli Stati Uniti ha superato il fondamente sugli aspetti psico-so- pisce la presenza di un figlio fin da tare avanti la gravidanza, si trove-
ciali e medico-scientifici di questa subito e questa percezione è indi- rebbe dinanzi a un ulteriore proble-
quorum dei delegati necessari, rag-
scelta. Ovunque l’aborto continua a pendente dalle sue dimensioni in ma, dato che l’uso della pillola
giungendo quota 3.459 contro i 1.121
mietere vittime innocenti e a deva- centimetri e in grammi; piuttosto è abortiva può causare malformazioni
di Bernie Sanders. stare la vita di tante donne: per
Biden ha ringraziato tutti, com- proporzionale alla “presenza” del fi- fetali. Se invece, volesse ripetere la
questo la decisione di estenderne la glio. La convinzione (errata) che la pratica abortiva dovrebbe utilizzare
mosso accanto alla moglie Jill. pratica non può che risultare scon- soppressione del piccolo embrione farmaci a dosaggi più elevati, con
«Grazie molte. Dal profondo del certante, incrementando le possibili- equivalga ad un piccolo trauma è sintomi e rischi ancora più rilevanti.
mio cuore. Grazie a tutti, significa il tà di sopprimere bambini, che con il scientificamente non vera, tanto che Accanto a queste evidenze scienti-
mondo per me e la mia famiglia», , loro esserci, chiedono solo di venire molte donne, dopo un aborto spon- fiche, credo sia importante soffer-
ha detto in video collegamento il al mondo. E in un’epoca di emer- taneo al secondo mese di gravidan- marsi sulle testimonianze di alcune
77enne ex vice presidente. «E' il più genza covid-19, in cui non facciamo za, mi hanno detto: «Professore, a donne, che hanno vissuto l’esperien-
grande onore della mia vita accetta- che celebrare l’eroicità di medici e chi devo dire che sto soffrendo co- za diretta della pillola abortiva.
re la nomination democratica a pre- operatori che danno la loro vita per me se avessi perso un figlio di 1,70
Biden insieme alla moglie Jill in un video per la convention (Afp) «Senza aspettare i sette giorni
sidente degli Stati Uniti d’Ameri- salvare altre vite umane, ciò appare m. e 70 kg., invece di un embrione
quasi paradossale. previsti, la dottoressa mi ha fatto
ca», ha poi twittato in attesa del di- di 12 mm.?». prenotare all’ospedale e lì, due gior-
scorso con cui giovedì accetterà for- I tre aggettivi che più sono stati L’aborto farmacologico cerca di
nonostante sia stato considerato per senza mezzi termini Trump un usati per giustificare l’uso della pil- ni dopo, mi hanno dato la prima
malmente la candidatura. silenziare la verità scientifica di que- pillola». E ancora: «Mi hanno assi-
anni il futuro dei conservatori. «bullo crollato come un castello di lola abortiva sono stati: semplice,
Si è rallegrato con Biden il suo carta». Al coro dei contrari al presi- sta relazione biologica, immunologi- curato che sarebbe stata una cosa
«Trump difende solo se stesso, indolore, sicuro. Valutiamone la ve-
ex capo, Barack Obama. «Sono or- non il Paese», ha aggiunto Kerry, dente statunitense si è aggiunta an- ca, ormonale e psicodinamica, che semplicissima. E invece stavo malis-
goglioso di te», ha twittato l’ex pre- ridicità.
mettendo in evidenza che gli Stati che la vedova del repubblicano sin dal primo istante del concepi- simo: ho avuto contrazioni per 5-6
La semplicità dell’assunzione di
sidente. Congratulazioni sono arri- Uniti hanno bisogno di un leader John McCain, che ha affidato a un mento, si crea tra l’embrione, ossia ore, vomitavo, ero completamente
una pillola, senza il successivo con-
vate anche da Alexandria Ocasio- rispettato all’estero e non di un pre- video il ricordo della «lunga amici- trollo medico che possa monitorare il figlio, e sua madre: per certa disidratata. Ho pensato che stavo
Cortez. Chi si aspettava dalla depu- sidente che viene deriso. zia fra John e Joe». «Un’amicizia — l’evento abortivo e le eventuali com- scienza, ormai datata e inconsapevo- per morire». «… Prima di dare la
tata dei democratici un endorsement «Con Donald Trump c'è solo ha precisato — che sulla carta non plicanze che ne potrebbero derivare, le del “protagonismo biologico” pillola abortiva devono essere chiari,
a Biden è rimasto deluso: Ocasio- caos alla Casa Bianca», ha messo in avrebbe dovuto funzionare e che in- è quanto di più banalizzante e, nel dell’embrione, sembra che questa si deve sapere a cosa si va incontro.
Cortez è intervenuta prima evidenza Bill Clinton, definendo vece è durata oltre trent’anni». contempo, quanto di più devastante realtà sia irrilevante. Oggi però sap- Non si può assolutamente fare in-
dell’apertura del roll call e ha soste- piamo, per esempio, che già dalla 4ª tendere che è come prendere l’aspi-
nuto la nomination di Bernie San- settimana di gestazione l’embrione rina» («L’ho vissuta sulla mia pelle:
ders, riuscito a creare — ha detto — comincia a sviluppare tutta una se- non è come prendere l’aspirina, i
un «movimento storico». rie di pattern sul piano della senso- medici devono essere chiari», di G.
Un intervento che ha confuso rialità, in termini di gusto e olfatto, Melina, «Il Messaggero», 08-08-
molti, soprattutto sui social, tanto Nella campagna elettorale del 2016 attraverso la relazione con la madre, 2020). «Ho dovuto affrontarlo da
che la deputata è stata costretta a così come sul piano degli scambi sola: l’aborto, e anche quello che ne
spiegare in un tweet il perché del
suo intervento: «Se siete confusi,
non vi preoccupate. Le regole della
Il Senato Usa cellulari, inviando alla donna cellule
staminali che, attraversando la pla-
centa, per via ematica, raggiungono
è seguito: gli attacchi di panico, la
depressione, mesi di terapia psicolo-
gica». «Non sono stata preparata a
zone patologiche materne per circo-
convention richiedono la roll call e
le nomination per tutti i candidati
che superano la soglia dei delegati.
conferma le interferenze di Mosca scriverle e guarirle: il feto, infatti, in
tal senso, è “medico della madre”.
sufficienza, forse perché essendo
medico (ortopedico) la collega ha
dato per scontato che sapessi a cosa
Da parte sua, la madre sviluppa andavo incontro. Spero che alle
Mi è stato chiesto di essere la secon- una forte ed intima percezione della
da per la nomination di Sanders per WASHINGTON, 19. L’atteso rappor- nico che lo realizzò per gli avversa- sua campagna elettorale — abbiano donne sia spiegato meglio. Ma in
presenza del figlio, sostenendolo realtà ne dubito fortemente». «Cre-
il roll call. Le mie profonde congra- to sul Russiagate della Commissio- ri elettorali del futuro presidente. attivamente colluso con Mosca. Se- con ossigeno e nutrizionali: questa
tulazioni a Joe Biden, ora andiamo ne intelligence del Senato statuni- Pur ammettendo che la Commis- condo Rubio, i russi, anzi, avreb- do che dietro i provvedimenti an-
relazione reciproca si chiama “sim- nunciati dal ministero ci siano ra-
e vinciamo a novembre». tense ha confermato i contatti tra sione ha trovato «prove inconfuta- bero «approfittato della relativa biosi materno-fetale” ed è un mera-
Anche nella seconda serata della la campagna elettorale di Donald bili delle interferenze russe», Rubio inesperienza governativa» del team gioni economiche». «Non mettiamo
viglioso mistero che ormai la scienza l’economia prima delle persone».
convention democratica il messag- Trump del 2016 e la Russia. ha comunque tenuto a precisare di transizione di Trump per avere ha potuto conoscere e approfondire.
In particolare, si evidenziano le che «non vi sono prove certe» del con i suoi membri contatti ritenuti «Se non fossi stata sola, se avessi
gio è stato costante e ha riguardato Se tutto ciò è vero, la scelta di
relazioni tra Paul Manafort, che fatto che il candidato Trump — o la illeciti. saputo a chi rivolgermi, avrei scelto
l’attuale presidente. Lo hanno sotto- abortire con la Ru486 non può esse-
per alcuni mesi è stato presidente la vita» («Ru486, la drammatica te-
lineato Bill Clinton, John Kerry e re indolore: sul piano fisico, essa
della campagna elettorale di Trump stimonianza di chi l’ha vissuto: don-
Caroline Kennedy, condiviso a gran comporta contrazioni dolorosissime; ne lasciate sole con il loro dolore»
voce pure da Colin Powell: Donald (e ora sta scontando una pena di 7 sul piano psichico genera un’iper-re-
anni e mezzo), con Konstantin Ki- di D. Verlicchi, «Risveglio 2000»,
Trump è l’uomo sbagliato per la sponsabilizzazione della donna, per- 11-08-2020).
Casa Bianca e va rimosso. limnik, che nel quinto ed ultimo ché è lei che deve assumere la pillo- «Prima di decidere bisognerebbe
«Il Paese ha bisogno di un com- volume del rapporto di 950 pagine la, è lei che deve farsi attrice, prota- calarsi nel dolore delle donne».
mander-in-chief che si prenda cura pubblicato ieri viene definito «un gonista e spettatrice dell’agonia del «Un dolore che è così profondo e
delle nostre truppe come si prende agente dell’intelligence russa». proprio figlio e dei fenomeni emor- senza speranza, perché deriva dal
cura della sua famiglia. Joe Biden Le relazioni di Manafort, si leg- ragici che potranno verificarsi per vivere e rivivere la morte di un esse-
non ha bisogno di insegnamenti», ge ancora nel rapporto conclusivo un periodo che può arrivare fino a re umano, un figlio» («Tra dolore e
ha dichiarato Powell, l’ex segretario dell’inchiesta avviata nel 2017 dal due settimane e in un luogo qualsia- solitudine, il mio aborto con la pil-
di Stato repubblicano che nel 2008 procuratore Robert Mueller, hanno si, senza preavviso, esponendo la
lola» di D. Verlicchi, «Avvenire»,
e nel 2012 ha appoggiato Barack rappresentato «una grave minaccia donna — nel 56 per cento dei casi —
12-08-2020).
Obama e nel 2016 Hillary Clinton, per il controspionaggio». «Mana- all’esperienza devastante di vedere
È doloroso constatare come sul
fort aveva assunto e lavorava a l’embrione espulso dal proprio cor-
piano psico-sociale, dinanzi alla cul-
stretto contatto con un cittadino po con tutto il sacchetto embrionale
tura dello “scarto”, siamo in presen-
russo, Konstantin Kilimnik che è («British Medical Journal», 332,
za di una sclerocardia così grande e
un agente dell’intelligence russa», 1235, 2006).
di un silenzio passivo, che sembra
si sottolinea nel rapporto — il pri- Per le complicazioni e gli effetti
renderci tutti incapaci di agire di
Rafael Correa mo bipartisan —, che precisa come
la Commissione abbia ottenuto in-
avversi riportati anche nella lettera-
tura internazionale, l’aborto farma-
fronte agli attacchi sempre più vio-
lenti contro la vita debole e fragile
si candida formazioni che collegano il russo
agli hacker dei servizi russi e
cologico non è nemmeno sicuro per
la salute delle donne. In essa si af-
di tanti piccoli innocenti.
All’appello, infatti, risultano tre
alla vicepresidenza all’operazione di diffusione di ma-
teriale sottratto ai democratici.
ferma: «Il rischio di perdite emorra-
giche di grossa entità e di trasfusio-
grandi assenti. In primo luogo, una
scienza onesta e giusta, che non
dell’Ecuador «Manafort a partire dal 2016 la-
vorò con Kilimnik a narrazioni tese
ne è maggiore in donne che si sotto-
pongono ad aborto medico dopo la ponga gli interessi economici al di
sopra del rispetto della dignità della
compromettere le prove che la Rus- 7ª settimana» (American College of
Obstetricians and Gynecologists, persona umana (la madre e il fi-
QUITO, 19. L’ex presidente ecuado- sia aveva interferito nelle elezioni glio), abiurando alla sua mission,
del 2016», prosegue il documento, Acog, «Practical Bulletin», 143,
riano, Rafael Correa, ha annunciato 2014). E ancora: «Il quadro globale che è quella di produrre evidenze
formalmente la sua candidatura per parlando dello stratega elettorale scientifiche in grado di garantire la
che è stato condannato per avere suggerisce che le donne hanno mag-
le elezioni presidenziali che si svol- giori probabilità di soffrire di forti tutela della vita e la salute delle per-
geranno nel 2021. nascosto al fisco i proventi miliona- sone, soprattutto se fragili e indife-
ri delle sue consulenze elettorali emorragie dopo un aborto farmaco-
In una videoconferenza dal suo
esilio in Belgio, Correa ha spiegato per i partiti filorussi in Ucraina. In aumento i migranti che dal Messico logico, per un periodo medio accer-
tato di perdite di sangue e crampi
se. In secondo luogo, siamo ancora
lontani da un’autentica “civiltà della
Il rapporto è basato sulle intervi- vita e dell’amore”, capace di acco-
che farà parte come candidato vice-
presidente di un ticket della coali-
ste di oltre 200 testimoni e la revi- tentano di entrare negli Stati Uniti pari a dieci giorni» (Royal College
of Obstetricians and Gynecologists, gliere in maniera capillare la vita na-
sione di oltre un milione di docu- scente e di sostenere ogni donna nel
zione Unione per la speranza Rcog, Guidelines, 2011; Update
menti. «Nessuna inchiesta è stata cui grembo si annuncia un figlio,
(Unes), del quale sarà candidato WASHINGTON, 19. Torna a salire il no l’89 per cento, rispetto al 30 Guidelines, March 2, 2020). Le
più esaustiva di questa», ha dichia- complicanze emorragiche, con senza esporla ai rischi di una pratica
presidente Andrés Arauz. «Eccoci numero di migranti che tentano per cento delle quasi 300.000 per-
rato Marco Rubio, il repubblicano l’estensione da 7 a 9 settimane, au- violenta e pericolosa per la sua salu-
qui — ha detto l’ex capo dello Stato di entrare negli Stati Uniti dal sone fermate nello stesso periodo
che è il presidente ad interim della mentano in quantità e pericolosità, te. E, infine, manca l’uso di un lin-
— nonostante tutti gli infidi tentativi Commissione intelligence. Messico. Secondo quanto riporta dell’anno scorso.
così come aumenta il tasso di trasfu- guaggio veritiero, che con coraggio
di impedire la nostra partecipazio- Ovviamente, un materiale così il quotidiano statunitense «The Il vice capo della pattuglia di
sione sulle donne (6,49 volte di più, chiami “figlio” colui che viene visto
ne. Siamo qui superando tutti gli ampio si presta a letture di segno Wall Street Journal», gli agenti di frontiera nazionale, Raul Ortiz, come una minaccia da eliminare.
ostacoli che l’arroganza e la malafe- secondo il Chinese Cochrane Center
opposto da parte dei repubblicani frontiera hanno effettuato circa ha dichiarato in una nota che Se almeno ricominciassimo rimet-
de per impedire la nostra registra- 2004 Jan; 39(1): 39-42), senza trala-
e dei democratici, con il vice presi- 38.000 arresti a luglio. Per il gior- gran parte della crescita deriva tendo le parole al loro posto e chia-
zione». Arauz, economista di 35 an- sciare il rischio di mortalità che è
dente dem della commissione, nale, è stato il terzo mese conse- dal fatto che la sua Agenzia sta stato pubblicato dalla Fda statuni- mando con il loro nome questi pic-
ni, è stato ministro della Conoscen- Mark Warner, che senza mezzi ter- cutivo di aumenti costanti da trasferendo gli adulti arrivati da coli che il Signore affida alle cure
tense (24 morti correlate fino al 31
za e del Talento umani, ministro mini ha parlato di prove di «un li- quando i fermi erano scesi a circa soli in Messico senza trattenerli, a delle loro mamme, forse potremmo
dicembre 2018). In Italia, negli ulti-
della Cultura e direttore del Banco vello sconvolgente di contatti tra lo 16.000, in aprile, durante la pan- causa dei timori di contagio. diventare consapevoli del fatto che
mi 12 anni, ci sono stati 2 morti cor-
Central de Ecuador fra il 2009 ed il staff di Trump ed agenti del Go- demia di coronavirus. Questo do- Prima della pandemia di covid- non siamo i padroni onnipotenti
relate alla Ru486 (Istituto Superiore
2011. verno russo, che è una vera minac- po che l’Amministrazione di 19, quelli che venivano sorpresi ad Sanità, Primo Rapporto it OSS: Sor- della vita, perché tutti siamo figli. E
La legge ecuadoriana prevede che cia per le nostre elezioni». Donald Trump ha annunciato lo attraversare il confine irregolar- veglianza della mortalità materna, quelli che stanno nel grembo delle
il candidato alla vicepresidenza si I repubblicani, dal canto loro, scorso 20 marzo che quasi tutti mente potevano essere perseguiti 2019). donne sono i nostri fratelli più pic-
presenti fisicamente davanti alle au- hanno invece puntato il dito, anco- coloro che sarebbero stati sorpresi penalmente e incarcerati negli Un organismo britannico, il Na- coli, i fratelli che il Padre ci ha affi-
torità elettorali per firmare i docu- ra una volta, sul modo in cui l’Fbi ad entrare nel Paese irregolarmen- Stati Uniti, mentre ora solo gli ir- tional Institute for Health and Care dato, perché li ha amati e desiderati,
menti di candidatura. Se lo facesse, ha avviato l’inchiesta sul Russiaga- te sarebbero stati respinti ai sensi regolari con una storia criminale Excellence (Nice), deputato a stabi- chiedendo anche a noi di accoglierli
Correa potrebbe rischiare l’arresto. te, dando — hanno precisato in una di una legge sanitaria del 1944. grave — o che si ritiene rappresen- lire le buone pratiche di condotta e amarli.
E’ stato infatti condannato ad otto nota — «una fiducia ingiustificata» I dati non lasciano dubbi. Del- tino una minaccia per la sicurezza clinica, riporta che dopo l’assunzio-
anni con l’accusa di mazzette per fi- ad un dossier anti Trump, riferen- le 90.621 persone fermate dalla nazionale o la sicurezza pubblica ne della pillola abortiva la gravidan- * Docente di Medicina prenatale.
nanziare il suo precedente partito dosi al famoso rapporto Steele, dal Border Patrol tra maggio e luglio — devono affrontare la detenzione za potrebbe proseguire (Abortion Università Cattolica del Sacro Cuore
politico e per un’altra vicenda. nome dell’ex agente segreto britan- 2020, gli adulti da soli costituiva- prima del confinamento. Care Nice Guidelines – September – Roma
pagina 4 L’OSSERVATORE ROMANO giovedì 20 agosto 2020

IL CRISTIANO E LA CITTÀ
«Paolo non guarda la città di Atene e il mondo pagano con ostilità ma con gli occhi della fede.
E questo ci fa interrogare sul nostro modo di guardare le nostre città: le osserviamo con indifferenza?
Con disprezzo? Oppure con la fede che riconosce i figli di Dio in mezzo alle folle anonime?»

A 200 anni dalla pubblicazione de «Il Conte di Carmagnola»


Nel primo anniversario della morte di Lapo Mazzei
La polvere
Un Eden chiamato Fonterutoli
il 20 agosto 2019. «Un protagonista della vi- intesa come splendore del vero. Ne scaturì
dopo la gloria
di SILVIA GUIDI
ta sociale fiorentina nella seconda metà del una rivista, di cui Lapo Mazzei fu appunto
onterutoli non la dimenti- Novecento» come l’ha definito la stampa nei l’illuminato mecenate, che io pensai di chia-

«F cherò mai — scriveva


Giorgio La Pira nel 1953
dal suo convento di San
Marco —. Nel 1943, in ca-
sa Mazzei, per tre mesi vi trascorsi un perio-
do di vita ricco di preghiera e fecondo di at-
tanti obituaries usciti in occasione delle sue
esequie, celebrate il 22 agosto nella basilica
di Santo Spirito a Firenze. Presidente del
Consorzio del Chianti Classico e della Cassa
di Risparmio di Firenze, ma soprattutto me-
cenate vecchio stile, con elegante understate-
mare “il Fuoco”, edita da Polistampa. Rivista
che di un fuoco, non infernale ma purgato-
riale, ha bruciato a lungo. “Poi s’ascose nel
foco che li affina” è stato l’esergo dantesco
che assolutamente volli per ogni numero; ma
rammemoro che Mazzei, in relazione al fuo-
tesa. Sono grato al Signore per avermi fatto ment, umiltà autentica e fattiva, concreta at- co, aveva pensato al motto latino Numquam
conoscere questa piccola città». Una comuni- tenzione al bene comune. «Era la tarda pri- Deorsum: mai in basso. Ecco, questo per me
tà coesa come un organismo vivente, una mavera del 2000 quando, per il tramite di un Lapo Mazzei è stato: un uomo mai in basso
“città”, continua La Pira «tutta ordinata in- comune amico fiorentino, incontrai Lapo — conclude Buscioni — Tanti sono i momen-
torno alla sua chiesa. Un angolo particolare Mazzei — scrive il poeta e saggista Piero Bu- ti, tante le parole che vorrei, che potrei ricor-
di pace di solitudine, di speranza. E i suoi scioni — Dopo quella prima volta, innumere- dare; ma dirò solo che in lui ho visto incar-
abitanti portano nel volto e nel comporta- voli altre ne seguirono, altri amici si aggiun- nata la parola nobiltà. Nei ricordi, ma anche
mento i segni vivi della fede cristiana, della sero. Nacque una sorta di sodalizio, umano, oltre; nell’oltre. Perché, come Lapo Mazzei
carità cristiana, della speranza cristiana». Pa- intellettuale e spirituale. Ci animava, nelle sapeva bene, tutto finisce eppur tutto non fi-
role che descrivono bene anche l’identikit dei pur ineludibili e sempre sacrosante differen- nisce in questo mondo». Pubblichiamo in
padroni di casa, Fioretta Mazzei, che poi sa- ze, una tensione verso l’ideale, un sentimento questa pagina anche le testimonianze degli
rebbe diventata la sua più stretta collabora- religioso della vita, una nostalgia per l’altro- altri due fondatori della rivista «Il Fuoco»,
trice, e suo fratello Lapo, morto un anno fa, ve, un amore per la bellezza platonicamente Massimo Rapi e Lorenzo Nannelli.

La risposta del ciambellano degli Asburgo


Vienna, 22 agosto 2019. cere oltre la soglia. E pertanto insisterà nel
Ho saputo di Lapo ieri pomeriggio mentre non voler aprire la porta della chiesa. Il
ero nel centro di Vienna, dove sono in viag- ciambellano infine, esaurita ogni descrizione Studio di Francesco Hayez per il dipinto «Il Conte di Carmagnola» (1820)
gio con la mia famiglia. Trovandomi qui, ho del curriculum del defunto, busserà un’ulti-
sentito naturale affidarne subito il ricordo al- ma volta.
la chiesa dei Cappuccini, dove esiste una Il frate reagirà all’ennesimo tentativo con di MARCO TESTI Conte di Carmagnola esce esattamente
Cappella Toscana nella quale riposa un co- identica domanda, semplice e imperturbabile: due secoli fa, ma già nel 1816 Manzoni
l conte di Carmagnola è una del- leggeva i testi storici, soprattutto quello

I
spicuo gruppo di innamorati della nostra cit- «Chi è?». E la risposta del ciambellano sarà
tà e regione, a partire dal granduca Pietro ancora un nome e un cognome, ma stavolta le soglie che Manzoni deve attra- del Sismondi, alla ricerca di notizie su
Leopoldo. E Lapo della nostra terra si è nu- accompagnato soltanto da un unico titolo, versare per arrivare al Fermo e Lu- Francesco di Bartolomeo Bussone, giova-
trito con passione instancabile, diventandone quello di essere umano, mortale e peccatore. cia prima e al capolavoro definiti- ne pastore tolto ai pascoli da un condot-
un figlio operoso, provvido, innovatore. A questa presentazione il frate guardiano, co- vo poi. Alcuni elementi di quello tiero che aveva notato il suo aspetto pre-
me se la foschia delle apparenze si fosse im- che diventerà il lungo e accidentato per- cocemente marziale e lo aveva portato
provvisamente diradata, finalmente affermerà corso dei Promessi sposi sono infatti già con sé a farsi le ossa nelle varie guerre a
di riconoscere chi attende di essere accolto, e presenti nella prima delle sue due trage- pagamento che infuriavano nell’Italia
Partiva il pomeriggio con la sua Panda gli aprirà con solerzia la porta della chiesa die (in realtà il Lombardo ne aveva pro- settentrionale dalla crisi dei comuni
dei Cappuccini. Il cavalier Lapo Mazzei, sti- gettata un’altra sulla ribellione di schiavi all’avvento delle signorie. Aveva raggiun-
carica di bottiglie di vino mato presidente e direttore et coetera, l’ho co- guidata da Spartaco, mai realizzata): la to l’apice della gloria combattendo per i
e si perdeva nel dedalo nosciuto come imprenditore e manager bril- Storia dei libri, con la maiuscola, quella signori di Milano, dopodiché, sentendosi
lante e anticipatore, dal parlar diretto e lim- privata degli uomini, la gloria e il disa- messo da parte da Filippo Maria Viscon-
delle periferie per aiutare personalmente pido, uomo leale e coerente a volte al limite ti, aveva accettato la guida dell’esercito
stro, l’esaltazione e la solitudine, l’uomo
le famiglie in difficoltà dell’ingenuità (poiché ognun l’altrui cuor col come mezzo talvolta inconsapevole per il della Serenissima nella guerra proprio
suo misura), non sempre ripagato con la stes- contro Milano ottenendo una storica vit-
potere e non come attore cosciente fino
sa moneta. Ho visto con quale diligenza e toria nella battaglia di Maclodio nel
schiettezza dettava i suoi interventi in consi- 1427.
L’avevo salutato con sua moglie Carla ai glio d’amministrazione o la corrispondenza Poi però, il meccanismo che Manzoni
primi di maggio a Fonterutoli, in una delle (il computer non apparteneva alla sua epo- Che cosa prova un uomo aveva capito essere una delle costanti
ormai rare occasioni in cui passo da Firenze. ca), e come d’ogni attività volesse sempre im- della storia, si era rimesso in moto, con
Se pur con minori energie, si mostrava sem- maginarne lo sviluppo, il futuro, la fioritura, che ha avuto tutto
il pretesto della liberazione dei prigionie-
pre lucido e vivace, attento osservatore di concependo il potere del ruolo non come un per i suoi meriti e ciononostante ri dopo Maclodio, che in realtà era un
quel che accadeva in Italia e nel mondo, cu- fine ma come un mezzo, di cui rendere con-
to. Egli non era però solo questo. si ritrova a finire uso comune a quei tempi. Arrivò subito
rioso e sorridente. Conversammo come era il sospetto di doppiogiochismo. In realtà
costume di molte cose, con piacere, poiché
Lapo Mazzei con i figli Filippo e Francesco Lapo, già molto anziano e malato, partiva in solitudine e in isolamento? Francesco era divenuto troppo forte e
era un uomo che non aveva mai scordato il pomeriggio con la sua Fiat Panda carica di
bottiglie del suo vino per portarle a una con- amato dai suoi soldati, e quindi un pos-
l’entusiasmo. Mi rattrista enormemente la banche, di consorzi, associazioni e di accade- sibile pericolo per gli equilibri della Se-
gregazione che nella periferia fiorentina è de-
notizia, ed esprimo le mie condoglianze in- mie, come Lapo Mazzei. in fondo. Queste facce della storia entra- renissima. Che infatti lo condanna a
dita all’assistenza ai più deboli, e un altro
nanzitutto alla sua amata e numerosa fami- Al momento delle esequie di un Asburgo, no in un contatto urticante con l’altro. morte e se ne libera in un battibaleno.
giorno si perdeva nel dedalo di appartamenti
glia che era il suo orgoglio più grande. Nel è tradizione che un ciambellano, guidando il frammisti di fabbriche che si trova negli in- Un altro che era stato negli anni prima Questa è la tesi innocentista che Manzo-
ricordarlo insieme ai comuni amici, non mi corteo funebre, bussi alla porta chiusa della formi sobborghi ad ovest di Prato, per conse- della conversione il libero arbitrio, la vo- ni fa sua, tesi peraltro impugnata da
sento però di tacere come, pensando a Lapo, chiesa dei Cappuccini di Vienna. Alla do- gnare un plico di contanti a una famiglia in lontà, il gioco caotico dei sensi. molti storici. Ma il punto non è questo.
io viva questa mestizia insieme a una luce di manda del frate guardiano su chi sia a bussa- La letteratura libertina, che Manzoni Come accadrà al Napoleone del Cinque
necessità, e un altro giorno si metteva con
speranza, alimentata e rischiarata dal luogo re, il ciambellano prontamente risponde di- aveva conosciuto, non era solo un miscu- maggio dell’anno successivo alla pubbli-
naturalezza in coda alla sede centrale della
dove il caso ha voluto che fossi. chiarando nome e incarichi in vita (imperato- glio di sesso e azzardo, ma qualcosa di cazione del Conte, l’attenzione dello scrit-
banca di cui era stato presidente, sostando in
La chiesa dei Cappuccini di Vienna è il re, regina, duchessa, arciduca...) di colui o molto più complesso e difficile da com- tore si concentra sull’irrisolvibile enigma
colei i cui resti sono avviati verso le cappelle piedi per una mezz'ora, per versare una som-
luogo dove per secoli hanno trovato posto ma raccolta in beneficenza. E quando un prendere in poche definizioni. Ragione e umano della polvere dopo la gloria: cosa
di famiglia.
imperatori, imperatrici, duchi e principesse funzionario se ne è accorto, pregandolo di disperazione, domande angosciose sul prova un uomo che ha avuto tutto per i
Ma per quanto il ciambellano, bussando
della famiglia Asburgo. Insomma gente che saltare la fila, è rimasto dov’era. Lapo, con senso della vita e azzardo avevano lascia- suoi meriti e il suo valore e che nono-
più volte, ribadisca il nome della Maestà di
aveva una qualche importanza, che aveva turno, ricordandone con crescente dovizia i tutto il vissuto che spesso rende cinici uomi- to tracce nell’inquieta coscienza di Ales- stante questo si ritrova a finire in solitu-
avuto degli impegni pubblici, e che godeva titoli, gli incarichi, le responsabilità che sono ni con la sua stessa esperienza, si commuove- sandro, soprattutto nelle descrizioni della dine e isolamento? Non c’è dunque sen-
di una certa fama, era famosa, era ben cono- sia chiaro ben note, degne, e stimate da tutti, va ancora per le ingiustizie piccole e grandi, annoiata vacuità di don Rodrigo e nella so nelle umane azioni?
sciuta da molti. Oggi, che viviamo in tempi il frate cappuccino che ascolta dall’altro lato a lui vicine o lontane, era capace di rammari- ostinata volontà di compiere il male per «Nulla da temer più resta» è la sibilli-
diversi, l'essere rinomati accade più spesso a della porta risponderà ostinatamente di non carsi ed angustiarsi per anni quando non riu- il male in Egidio. Descrizioni che rivela- na frase detta dal conte prima della sua
chi ha avuto responsabilità di imprese, di conoscere la persona che si vorrebbe far gia- sciva a raddrizzare un torto cui sperava o vano la profonda conoscenza dei mecca- esecuzione. Che in realtà vuole affermare
credeva di poter rimediare, e non ha mai ri- nismi che stanno alle radici della tra- come il piano divino agli occhi degli uo-
nunciato, finché le forze glielo hanno con- sgressione e del voler andare oltre. Il mini possa apparire senza senso, «un
sentito, a mettersi in gioco personalmente racconto narrato da un idiota, pieno di
con iniziative culturali, di studio e di ricerca, strepiti e furore, che non significa nulla»,
per poter dare un contributo al mondo e alla avrebbe scritto lo Shakespeare del Mac-
Ospiti di sei secoli di storia città dove viveva.
Non ha mai fatto politica in senso stretto,
beth. E Shakespeare era un autore molto
gradito a Manzoni, perché aveva messo
ma ha sempre sentito e vissuto l’impegno per in guardia dalla presunzione e dal delirio
il bene comune. Non ha mai dimenticato che di onnipotenza dopo i successi o l’otteni-
Pareva che per Lapo ogni cosa fosse pos- era capace di indignarsi per difenderli. Il
quando aveva diciannove anni, pur avendo mento del potere. Non possiamo stabili-
sibile da affrontare. Apparteneva certa- ricordo più bello e intenso che ho è legato ottenuto la dispensa dal servizio militare per
mente ad una generazione che aveva visto a una giornata trascorsa nella sua casa di re il nostro destino, perché esso non è
motivi di salute, decise di lasciare le sue vi-
il Paese rinascere, grazie a tutte le energie Fonterutoli. nelle nostre mani. C’è un senso nella vi-
gne mature e si arruolò volontario al fronte
spese nel rendere concrete le proprie idee. Parlammo a lungo. Portò me, Massimo ta, e lo si può anche intravedere, a patto
nell’esercito dell’Italia che aveva appena ri-
Quando fondammo la rivista «Il Fuoco», e Piero a visitare la nuova cantina in co- di non cercarlo nelle corone e nelle ric-
fiutato la dittatura, e si accingeva a liberarla
io, Piero Buscioni e Massimo Rapi, lo fa- struzione. Tornando a piedi verso casa, in- chezze, ma nella quotidiana lotta per
dall’occupazione nazista. Affrontava con se-
cemmo grazie all’entusiasmo di Lapo contrammo due giovani turisti francesi che rietà i suoi compiti, ma non si prendeva mai conservare la scintilla del bene che qual-
Mazzei; grazie al suo desiderio di aiutare erano lì per conoscere l’azienda vinicola e troppo sul serio. Di fronte alla chiesa dei cuno ha acceso nel nostro codice.
le nuove generazioni ad esprimersi, a assaggiarne i vini. Questi ci chiesero infor- Cappuccini di Vienna, del cui cerimoniale L’occhio dello scrittore stava abbando-
muovere le acque stagnanti di un Paese mazioni, ignorando di avere davanti a loro così speciale parlammo anni fa insieme, Lapo nando le corti e le regge, e stava posan-
tristemente confuso. A ogni incontro di- il proprietario del luogo. Lapo, in perfetto Mazzei non avrebbe atteso molto, perché sa- dosi sugli umili, in apparenza così poco
mostrava la sua incapacità di accettare francese, rispose loro spiegando che a peva bene cosa rispondere, sapeva per cosa scenografici. Stava nascendo il romanzo
l’ingiustizia e la volgarità dei tempi. quell’ora l’azienda era chiusa, ma che po- sarebbe stato riconosciuto, e ne era profon- moderno, il nuovo eroe era l’uomo di
A noi che eravamo tanto più giovani ha tevano seguirci. damente convinto. tutti i giorni che aveva il coraggio di af-
sempre trasmesso un’energia che ogni vol- Fu così che per i due fortunati esterre- Chiunque abbia provato affetto per Lapo frontare i draghi e le affascinanti sirene
ta sorprendeva. A noi che nonostante la fatti furono aggiunti due piatti a tavola Mazzei, ha la speranza che quando egli bus- del mare della vita. E I promessi sposi ne
giovane età eravamo smarriti e come op- nella sala da pranzo di Fonterutoli e, sotto serà alle porte del cielo, verrà riconosciuto. È sarebbero stati una pietra miliare, ricono-
pressi da una grigia cappa di impotenza, l’albero genealogico dei Mazzei, si trova- per questo che la tristezza di oggi non può sciuta come tale anche da Goethe, che
ha sempre donato la voglia di credere, di rono a parlare di vino, di politica francese non essere illuminata dal suo sorriso sereno, sul versante religioso — e non solo — era
guardare al futuro come qualcosa di rea- e d’Italia. Per tutti noi fu la grande lezio- pieno di fiducia, con cui sicuramente conti- piuttosto distante da Manzoni. La vera
lizzabile, come una continua opportunità. ne d’ospitalità di un gentiluomo d’altri nuerà ad abbracciare i suoi cari. (Massimo arte mette d’accordo se non tutti, molti.
Sapeva ascoltare, aveva dei valori forti ed tempi. (Lorenzo Nannelli) Rapi) Ritratto di Alessandro Manzoni (anonimo inglese, 1805) I più onesti, almeno.
giovedì 20 agosto 2020 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 5

Oskar Werner in una scena del film


«Fahrenheit 451» diretto nel 1966
da François Truffaut e tratto dall’omonimo
romanzo di Ray Bradbury

A cento anni dalla nascita di Ray Bradbury

Non solo
di ROBERTO ROSANO
ay Bradbury è nato il 22 agosto fantascienza
R di un secolo fa, in un anno bise-
stile, e in un mondo in fermento
sul piano delle rivendicazioni ci-
vili: pochi giorni prima della
sua nascita, negli Stati Uniti, viene emanato
il XIX emendamento, che concede finalmente
il diritto di voto alle donne.
re alle meravigliose storie di Hawthorne,
all’umanità derelitta di John Steinbeck.
Abbiamo il coraggio di definire la sua
opera più celebre, Fahrenheit 451, una disto-
re dell’Illinois si fa ancora più chiaro ed evi-
dente. Il suo umanesimo sorprendente,
spiazzante, finanche commovente. E non c’è
buiofilo, futurologo o accigliato critico che
Sul cielo d’America, però, si addensano pia, vale a dire una rappresentazione negati- possa evitare d’ammettere che Ray è bravo,
anche le nubi di un disastro economico sen- va di una realtà immaginaria del futuro. Co- proprio bravo a parlare degli uomini e non
za precedenti: nove anni dopo la nascita di me se il nostro vero mondo non avesse mai solo di marziani. E che pochi hanno saputo
Ray, una folla si riversa davanti alla Big conosciuto la tangibile immagine di libri raccontare il sentimento dell’empatia come
Board nel buio martedì del Big Crash. Le bruciati nelle Bücherverbrennungen naziste e ha fatto lui ne La ragazza che viaggiava. Po-
Borse di New York, Chicago e San Franci- non solo naziste, o accantonati negli indici
chi, pochissimi saprebbero oggi descrivere la
sco sono in fiamme, eppure lontane mille dei libri proibiti. Come se la biblioclastia
fosse estranea alla storia delle nostre istitu- sopraffazione dei rumori della tecnica
miglia dal piccolo mondo provinciale dei sull’uomo come ha fatto lui ne L’assassino. E
zioni politiche e, ahimé, anche della nostra
Bradbury, stretto fra le Montagne rocciose e pochi, sempre pochi, hanno saputo descrive-
Chiesa. Abbiamo il coraggio di definire
i Grandi Laghi del Midwest, dove le cose si re la fede come ha fatto lui ne La centrale,
«Antologia di fantascienza» le sue Cronache
muovono più lentamente che altrove. un omaggio al mestiere del papà e alle valli
marziane, come se l’aspetto più importante
Tuttavia l’onda d’urto di ciò che è accadu- sabbiose e asciutte della sua terra.
di quei ventotto racconti fosse la futura
to nel «grande mondo laggiù» (espressione
esplorazione del pianeta Marte. E in questa
spesso usata da Ray adulto) li raggiunge di banalizzazione ricordiamo gli sciocchi che,
gran carriera. Suo padre, operaio elettrico, in un antico proverbio orientale, si fermano
perde subito il lavoro e da quel momento è do la vena mistery di un autore ormai messo pianeta rosso, la Nasa decide di invitare in
in gabbia dal genere fantascientifico e a guardare il dito, quando il saggio indica la
tutto un affaccendarsi per portare il pane in diretta chi quell’avventura l’aveva immagina-
Luna.
tavola. Sino a quando, nel 1934, si decide ad dall’affetto nervoso di milioni di ammiratori ta nel 1950, l’anziano scrittore dell’Illinois, Basta leggere il dialogo tra i due militari
andarsene con moglie e figlio in una delle in ogni canto del globo. Non senza ragione, con gli occhiali e la pappagorgia, seduto al scesi su un pianeta Marte che somiglia abba-
città del «grande mondo», dove il ferro occorre aggiungere. lume di una tiffany, in uno studiolo pieno di stanza all’Illinois dell’autore, per rendersi
dell’industria e del progresso è ancora caldo, A quel genere, Bradbury ha offerto, da dinosauri giocattolo e vecchie civette del ci- conto che il sugo della storia gorgoglia nel
Los Angeles. autore e sceneggiatore, un vasto campionario nematografo. pentolone del nostro mondo e non in quello
Come spesso accade agli scrittori, il cuore di forme e tòpoi. Se dessimo retta al Fedro Eppure, è così riduttivo rinchiudere Brad- del cielo. «Non ci pensate», dice uno all’al-
letterario di Ray rimarrà per sempre ben di Platone, dovremmo riconoscergli d’aver bury nel genere della narrativa avveniristica. tro, «Lasciate piuttosto che vi faccia una do-
piantato nelle atmosfere rurali della provin- accresciuto non poco lo schedario delle idee Vi è ben poco in lui che possa ricordare il manda. Che cosa fareste se foste marziani e
cia, ma è la città a dargli le gambe con cui che va sotto l’etichetta, un po’ stretta, della classico autore di storie future e di miti della un popolo straniero venisse nella vostra terra
correre verso la popolarità. A contatto con fantascienza. Se i giapponesi hanno potuto frontiera. Si disinteressa alla scienza, i suoi e cominciasse a straziarla?».
l’ambiente californiano, Bradbury scopre il scrivere tante riduzioni sul filone dei «mostri In Cronache marziane si respira la nostalgia
personaggi sono più fantasiosi che logici,
mondo degli appassionati di fantascienza e preistorici in città» lo devono al suo The Fog nei confronti di una vita più vicina alla na-
bada assai poco ai dettagli dei mezzi di tra-
stringe amicizia con Forrest J. Ackerman, Horn. L’immaginario del terraforming (l’ipo- tura, si riflette la storia autentica dell’impe-
tetico processo artificiale atto a modificare sporto o degli strumenti futuristici. E non
Ray Harryhausen, Henry Kuttner ed Henry rialismo degli europei, che stanno ai terresti,
chimicamente un pianeta per renderlo simile occorre andare troppo nello specifico per
Hasse. Col penultimo Henry pubblicherà esattamente come i nativi americani stanno
Pendulum, il suo primo racconto, nel 1941. alla Terra e adatto alla vita umana) deve an- rendersene conto. Nelle sue storie, il futuro
ai marziani. Marte è metafora dell’America e
All’ultimo Henry dovrà il finale del suo The che a lui moltissimo. E se dessimo ancora non è raccolto della fantasia del precursore e
l’America è metafora di una lunga storia di
Candle, pubblicato nel 1942 su «Weird Ta- retta a Platone, toccherebbe a Bradbury il dell’esploratore, teso a vagheggiare mondi terre rapinate e depredate e dei tanti, tantis-
les», di cui è entusiasta lettore sin da ragaz- brevetto della televisione a schermo, del vergini e portentosi ritrovati. Non v’è in lui simi popoli soggiogati e sfrattati dai bravac-
zo. walkman e dell’auricolare bluetooth. Con nessun interesse ad arrivare prima o a pian- ci delle frontiere, in ogni angolo del nostro
Ray è uno scrittore di rivista, un narratore decenni d’anticipo, la sua idea, rispetto alla tare bandiere colonialiste sul domani, ben- «mondo quaggiù» (e non solo dagli euro-
a puntate, e molti dei suoi racconti verranno realtà pura e semplice della realizzazione ché ciò sia accaduto, suo malgrado. Il futuro pei).
a lungo dimenticati, per essere ristampati so- tecnica. di Bradbury nasconde un contenuto simboli- Se andiamo a curiosare in The Stories of
lo negli anni Ottanta, come accadrà ai suoi Quando lo Spirit tocca davvero il suolo di co che interessa soprattutto l’oggi, senza Ray Bradbury, l’antologia più completa dei
Omicidi d’annata, che presenteranno al mon- Marte e comincia a inviare immagini del tempo e costante dell’Uomo, e che fa pensa- suoi racconti, lo spessore letterario dell’auto- Ray Bradbury nel 1975

«Un povero bianco» di Sherwood Anderson

di ALESSANDRO CLERICUZIO

stato uno dei romanzi


Ecologista prima dell’ecologismo bianco” diventa ricco, ma i dollari
non cambieranno la sua natura schi-

È
va, né il suo carattere fondamental-
più amati da Cesare Pa- mente incompreso e pensieroso.
vese, elogiato da Emilio nicio Capossela). La sua epoca è umani e l’ambiente circostante, gli e assonnato sulle sponde del Missis- ni, nonostante quello della comunio- Nemmeno il tanto agognato rappor-
Cecchi, preso a modello quella della transizione da un mon- alberi, le rocce, i fiumi, gli animali. sippi, senza madre e con un padre ne e della conoscenza dell’altro sem- to con l’altro sesso, che sfocia in un
da Ernest Hemingway, do rurale a un mondo industrializza- Similitudini ricorrenti, che racconta- alcolizzato. Viene preso a ben volere bri essere il suo pensiero costante. matrimonio con la viziata e ricchissi-
considerato come maestro da Wil- to, un passaggio che negli Stati Uni- no di uomini forti come rocce, di da una coppia che arriva nella sua Saranno, quindi, gli altri, a tentare ma Clara riuscirà a scardinare il suo
liam Faulkner, eppure Un povero ti d’America fu sentito in modo mol- voci simili al canto degli uccelli, di cittadina per prendere in gestione la di mettersi in connessione con lui, in isolamento.
bianco di Sherwood Anderson oggi nuova stazione ferroviaria, ma ben particolare uno spregiudicato ricco Anderson ci porta per mano nelle
to profondo e in qualche modo lace- donne dai capelli come fronde e via
lo si trova solo nelle biblioteche o presto quella connessione ferrata col investitore che decide di finanziare continue elucubrazioni del protago-
rante. dicendo in un universo che registra
sugli scaffali degli appassionati di resto del mondo non resta uno stru- un progetto di Hugh per costruire e nista, nonché nei pensieri di chi gli
I suoi famosi racconti, così come gli ultimi istanti della sua armonia
letteratura americana. Pubblicato nel mento solo simbolico, e Hugh deci- brevettare un macchinario per pian- sta intorno. Questo realismo psicolo-
1920 in America e nel 1947 in Italia Un povero bianco, sono imperniati su prima della corruzione del moderno.
figure umane comuni di piccole o Anche solo per questa attenzione de di trasferirsi, di visitare il mondo tare cavoli. Hugh era stato colpito e gico, che non a caso piacque al no-
da Einaudi, il romanzo è uno di – che, in realtà, sarà uno stato limi- fin quasi traumatizzato dalla visione stro Pavese, è uno degli elementi che
quei casi letterari che raccontano medie città dove il trambusto e la all’ambiente Anderson meriterebbe
trasgressione delle metropoli sono di essere riscoperto dalle nuove ge- trofo, dove si fermerà nella sonno- della fatica dei contadini che si pro- ha provocato la disattenzione dei
con tale minuzia la propria epoca, lenta cittadina di Bidwell, in Ohio. stravano sulla terra per coltivarla a lettori moderni nei confronti di que-
da essere divorati dalle generazioni lontane, nel vero senso della parola, nerazioni ecologiste.
contemporanee, per poi cadere nel- mille miglia. La New York che negli Ugualmente osteggiato e osannato
l’oblìo per le successive. stessi anni stava raccontando Fitzge- da diversi versanti della critica a lui
Sherwood Anderson è a tutti gli rald, per esempio, sembrerebbe un contemporanea, provò vari generi
effetti un figlio della sua epoca, as- universo alieno. La sua è la poesia letterari, tra cui anche l’autobiogra-
surto a fama internazionale con una dell’umile, del verace, del puro. Una fia, il giornalismo, fino a gioielli og-
raccolta di racconti, Winesburg, Ohio, purezza agricola che si nutriva del gi dimenticati come Hometown, un
del 1919 (l’edizione italiana più re- linguaggio muto della natura: in Un libro-documentario del 1940, dedica-
cente, che mantiene lo stesso titolo, povero bianco non c’è capitolo che to al Texas e corredato dalle imma-
è Einaudi 2011, con prefazione di Vi- non faccia un paragone tra gli esseri gini di grandi fotografi dell’epoca. Il

La sua epoca
è quella della transizione
dal mondo rurale
a quello industrializzato
Un passaggio lacerante

filo rosso che collega tutti gli scritti


di Anderson è proprio un senso di
appartenenza alla terra, alla natura,
termine nel quale rientra a pieno di-
ritto la natura umana, sia essa fisica Edward Hopper, «Ryder’s House» (1933)
che psicologica, e il suo indissolubile
legame all’ambiente. Così come la
Sonnolenta (come era stato lui) fino cavoli e aveva passato giorni e notti sto romanzo. Quando la letteratura
natura incontaminata dell’O ttocento
al suo arrivo, poiché questo solitario ad architettare una soluzione mecca- americana diventava più politicizzata
veniva “invasa” dal mostro rumoroso
e misterioso addetto al telegrafo su- nizzata. L’investimento azzardato e o più provocatoria, Un povero bianco
della locomotiva e della ferrovia sciterà un curioso e frenetico interes- disonesto, sembra dire Anderson, è appariva come il noioso ritratto di
transcontinentale (topos riconoscibi- se in tutta la comunità. destinato a fallire, mentre Hugh, nel un ingenuo mondo felicemente la-
le della letteratura americana), simil- Se il suo lavoro è una chiara me- momento in cui procede con le pro- sciato alle spalle. Eppure, la sua nar-
mente il pacifico e soddisfatto mon- tafora della necessità di comunica- prie gambe, riesce nel suo intento di rativa ha fatto storia. E anche un
do dei primi del Novecento viene fa- zione interpersonale, la natura di inventore con un altro progetto, pur grande “trasgressivo” della letteratu-
gocitato dall’avvento delle fabbriche, Hugh non gli permette praticamente sempre proiettato verso quel proces- ra americana lo ha riconosciuto co-
dell’industria, della meccanizzazione mai di aprirsi agli altri. Il titolo del so di industrializzazione che, teorica- me maestro di stile. Nelle parole di
e del dollaro. romanzo potrebbe benissimo essere mente, stava corrompendo — o an- Charles Bukowski, infatti, Anderson
Hugh McVey, il protagonista del stato “un povero solo”, tanto viene che solo contaminando — lo spirito «è stato il più bravo a giocare con le
romanzo, inizia come un Huckleber- ribadita la sua incapacità di mettersi idealistico di un’America in via di parole, usandole come fossero pietre.
Sherwood Anderson fotografato nel 1933 da Carl Van Vechten ry Finn riveduto e corretto, svogliato in relazione con gli altri esseri uma- sparizione. E così Hugh, da “povero O pezzi di roba da mangiare».
pagina 6 L’OSSERVATORE ROMANO giovedì 20 agosto 2020

Intervista al priore Alois a ottant’anni dalla fondazione della comunità di Taizé

Fratel Roger
e la continuità di un incontro
di CHARLES DE PECHPEYROU biato — nella comunità tra il 1940 e il Oggi continuiamo a guadagnarci da nati dal dopoguerra sembrano spegnersi
2020? vivere, in diversi modi, senza accet- con il passare del tempo?
ttant’anni dopo la fondazio- tare donazioni, regali o eredità. La

O ne della comunità ecumenica


in un piccolo villaggio della
Borgogna, sono adesso i figli, i geni-
Nel 1940 fratel Roger era il solo a
portare avanti il progetto di dare vi-
ta a una comunità. Oggi siamo un
centinaio di fratelli. Questo è un
regola che il nostro fondatore scrisse
all’inizio degli anni Cinquanta conti-
nua tuttora a ispirarci oggi: vi aveva
Siamo i primi a meravigliarci di
questa continuità. Non so come
spiegarla, ma la vedo come una delle
più belle eredità di fratel Roger: at-
tori e i nonni di tutti i continenti a annotato le intuizioni spirituali es-
grande cambiamento. Inoltre acco- traverso tutti i mutamenti avvenuti
pregare insieme a Taizé: un cammi- senziali che aveva nei confronti dei
gliamo ogni anno migliaia di giovani da una generazione all’altra, lui ha
no comune di cui si rallegra l’attuale suoi fratelli. Tra queste ne isolerei
da tutti i continenti, e questo è sempre insistito sul fatto che le tre
priore, fratel Alois, intervistato da due: il desiderio di essere presenti
un’altra grande evoluzione che anco- preghiere comuni rimanessero al
«L’Osservatore Romano». Il mona- nel nostro tempo, rimanendo sempre
ra oggi stupisce noi stessi. Ciò che centro degli incontri giovanili e d’al-
co tedesco ricorda naturalmente il attenti alle chiamate che il Vangelo
suo predecessore, Roger Schutz, non è cambiato, invece, è il cuore tra parte ci ha sempre chiamati a es-
della nostra vocazione. Quando fra- ci rivolge; e la ricerca dell’unità tra i sere prima di tutto persone di ascol-
morto il 16 agosto 2005 all’età di 90 cristiani, non come fine a se stessa,
anni, che ha voluto creare non un tel Roger arrivò a Taizé nell’agosto to nei confronti di chi partecipa a Fratel Roger davanti alla chiesa di Santa Maria Maddalena a Taizé (©Sabine Leutenegger)
del 1940, la situazione mondiale ave- ma come testimonianza del Vangelo questi incontri. Non ha mai voluto
movimento organizzato quanto piut- e anche come fattore di pace per tut-
tosto «un luogo di passaggio per at- va poco a che fare con quella di og- creare un movimento organizzato,
gi. Tuttavia, la sua prima intuizione ta l’umanità. Ciò che non è mai suggerendo piuttosto che Taizé re- Di fronte alla crisi del covid-19, come
tingere insieme alle fonti della fede», rimentasse l’unità prima di parlarne.
rimane profondamente attuale: inse- cambiato, infine, è la regolarità della stasse un luogo di passaggio per at- può Taizé aiutare a mantenere la spe-
insistendo sul fatto che le tre pre- Anche oggi i fratelli, cresciuti in di-
rire una vita spirituale, una ricerca di nostra preghiera comune, tre volte al tingere insieme alle fonti della fede. ranza mentre la società è una barca che
ghiere comuni rimanessero al centro verse Chiese e che ora vivono sotto
Dio, laddove si trovano le fratture giorno, anche se le sue forme di Ogni sera in chiesa, dopo la pre- fa acqua da tutte le parti?
degli incontri giovanili e che i fratel- lo stesso tetto, si sforzano così di an-
del mondo. All’epoca si trattava di espressione si sono modificate, so- ghiera comune, con i fratelli siamo a
li fossero prima di tutto persone di ticipare l’unità del futuro. L’unità Siamo tutti su questa barca. E
accogliere i rifugiati — in particolare prattutto attraverso quelli che vengo- disposizione di tutti coloro che desi-
ascolto nei confronti di chi partecipa della famiglia umana è stata un’idea non abbiamo risposte già pronte.
gli ebrei — durante la seconda guer- no chiamati i canti di Taizé. derano parlare a tu per tu. E sono
a questi incontri. Commentando in- centrale, una preoccupazione che ha Dobbiamo sempre tornare alla fonte
fine l’emergenza coronavirus, che ha ra mondiale. Ancora oggi accoglia- colpito dalla profonda sete spirituale segnato tutta la vita di fratel Roger.
Come si articolano gli scambi tra le di- della nostra speranza, che è la risur-
necessitato alcuni misure speciali mo dei profughi a Taizé e alcuni no- che molti esprimono. Oggi sembra All’indomani della seconda guerra
verse generazioni che hanno frequentato rezione di Cristo. Nel Vangelo non
all’interno della comunità, fratel stri fratelli vivono in piccole fraterni- che per le giovani generazioni la fe- mondiale, c’era un’emergenza: la ri-
e frequentano la comunità? sono le previsioni apocalittiche che
Alois auspica che prevalga l’unità, tà in luoghi particolarmente indifesi de sia spesso legata a un impegno conciliazione tra popoli divisi. Seb- hanno l’ultima parola, ma l’orizzonte
invece del ripiegamento su sé stessi. nel mondo odierno. Negli anni che All’interno della comunità viviamo concreto. D’altronde, i più giovani bene ovviamente i problemi siano finale è la risurrezione. Risvegliare
hanno seguito la creazione della co- quotidianamente questo dialogo tra sono molto consapevoli delle que- cambiati, credo che l’importanza questa speranza attraverso la pre-
Taizé celebra quest’anno il suo ottante- munità, i primi fratelli che si uniro- generazioni: tra i fratelli maggiori stioni ecologiche. Non solo ne parla- dell’unità della nostra famiglia uma- ghiera personale ma anche attraverso
simo anniversario. Ci può raccontare no a Roger vivevano del lavoro agri- arrivati a Taizé sessanta o addirittura no, ma vogliono impegnarsi concre- na rimanga più urgente che mai. Un le nostre celebrazioni: questo ci aiu-
cosa è cambiato — e cosa non è cam- colo, in condizioni molto semplici. settant’anni fa e i più giovani, che tamente per salvare l’ambiente. Spet- terzo contributo resta molto attuale: terà ad affrontare la realtà, non a
per la maggior parte non hanno co- ta a noi, quindi, di camminare ac- la testimonianza che non c’è con- edulcorarla. Vanno anche sottolinea-
nosciuto fratel Roger, ci sono ovvia- canto a loro e aiutarli a stabilire un traddizione tra vita interiore e soli- ti tutti i gesti di solidarietà e i segni
mente differenze notevoli. Siamo legame con la fede. Spesso aspetta- di speranza compiuti in questo pe-
darietà, ma al contrario un legame
molto riconoscenti alle prime gene- no dalla Chiesa parole forti su questi riodo così difficile. Sono colpito da
profondo. Come ha detto il teologo
razioni che hanno saputo accompa- temi. tutto quello che sento al riguardo.
ortodosso Olivier Clément, i giovani
gnare i cambiamenti nella comunità, di Taizé possono fare questa sor- Sin dal mese di marzo abbiamo rice-
nell’accoglienza dei giovani o nelle Giorni fa si è celebrato anche il quindi- vuto messaggi molto forti da parte
cesimo anniversario della morte di fra- prendente scoperta: niente è più re-
opzioni liturgiche, per esempio. Con sponsabile della preghiera. Infine, di alcuni amici, per esempio dal
i pellegrini si crea naturalmente una tel Roger, assassinato il 16 agosto Nord Italia, che spiegavano come si
2005 da una squilibrata, proprio nella all’interno della comunità, Roger
bella piattaforma di dialogo: ogni Schutz ha insistito molto sulla vita era messa in moto questa solidarietà.
settimana dell’anno i giovani sono i chiesa della Riconciliazione a Taizé. In Un altro recentissimo esempio è arri-
che modo la sua eredità spirituale e fraterna: voleva che fossimo un solo
più numerosi, ma ci sono anche corpo, per esprimere una “parabola vato dal Libano, un paese tanto pro-
adulti, genitori con i figli, persone umana è sempre presente? vato e al quale siamo strettamente
di comunione”. Sono felice che con-
anziane. Ci sono tanti scambi tra di È vero, questi due anniversari so- tinuiamo a vivere nutriti da questa legati: in seguito alle terribili esplo-
loro e questa dimensione dell’incon- no per noi una grande occasione per intuizione. Non sarà mai il nostro sioni nel porto di Beirut, diverse fa-
tro mi sembra molto importante. E rendere grazie per la vita e l’opera obiettivo quello di diventare una miglie sono scese dalle colline e dal-
poi un altro aspetto mi rallegra: del nostro fondatore. Non si tratta grande istituzione, intendiamo inve- le montagne circostanti per aiutare a
quando i giovani mi spiegano di es- di guardare al passato, ma di ralle- sgomberare le macerie e ad accoglie-
ce rimanere una piccola comunità in
sere venuti su suggerimento dei ge- grarsi insieme per tutti i frutti che la re famiglie le cui case erano state di-
cui i legami fraterni hanno la prece-
nitori o dei nonni, a volte anche con sua vita continua a portare. Per strutte. In Europa ci sono nazioni e
denza su tutto il resto.
loro. Tre generazioni che trovano la quanto riguarda la Chiesa, il suo politici che scommettono su una
loro strada verso la nostra piccola contributo più importante resta l’in- maggiore solidarietà: noi vorremmo
Come hanno dovuto riorganizzarsi la
collina, questo ci colpisce. stancabile ricerca dell’unità. Fratel sostenerli. Ciò fa sperare in una
comunità e il sito di Taizé di fronte al- maggiore fraternità tra i Paesi e an-
Roger ha avuto sin dall’inizio la vo- la pandemia di coronavirus? Quali mi-
Come si mantiene la continuità di Tai- lontà di porre la ricerca dell’unità al che con i diversi continenti. Sì, cre-
sure sono state prese? Come vi siete do profondamente che la grande
zé negli anni mentre altri movimenti centro della comunità, affinché spe- adattati? maggioranza delle persone abbia se-
Noi fratelli, per limitare i rischi di te di fratellanza. E questo è un buon
contagio, ci siamo sin dall’inizio momento per rafforzare tale aspira-
suddivisi in otto centri, e questo ci zione. Nell’enciclica Laudato si’, Pa-
ha permesso di riscoprire diversa- pa Francesco sottolinea l’essenziale
L’episcopato spagnolo rilancia la pastorale giovanile sulla base della «Christus vivit» mente la vita fraterna. È stato come «sviluppo di istituzioni internaziona-
un anno sabbatico, vissuto tutti in- li più forti ed efficacemente organiz-

Protagonisti dell’evangelizzazione sieme. Abbiamo dovuto adattarci a


questa situazione senza precedenti in
molti modi. Un esempio concreto:
zate». È vero: il virus non conosce
confini, ma nemmeno la sete di soli-
darietà e di fraternità.
accogliamo tre famiglie yazide a Tai-
zé, e un fratello ha aiutato i bambini Cosa dicono e pensano i giovani di
di ROSARIO CAPOMASI loro quotidianità, come dimostrato sua esperienza di conversione: «So- vo di Santiago de Compostela, Ju- Taizé sulla crisi sanitaria, economica e
già in tante occasioni in cui si sono no entrata a far parte della parroc- lián Barrio Barrio, insieme a padre a fare i compiti (con il confinamento
sociale legata al covid-19?
ei giovani risuona “l’ora di comportati da veri evangelizzatori chia di Nuestra Señora del Pilar de Raúl Tinajero e a Javier García, de- tutto doveva essere fatto online).

N D io”, come ha detto Papa


Francesco, che ama la loro
sete di conoscenza e la loro aspira-
per altri giovani; promuovere nuove
forme di comunicazione, vicino a
loro, in modo che, come spesso ri-
Campamento, dove mi è stato chia-
ro fin dal primo momento che vole-
vo continuare a crescere nella fede e
legato della pastorale giovanile
dell’arcidiocesi. «Giovane, alzati e
sii testimone. L’apostolo Santiago ti
L’ospitalità fa parte del cuore di ciò
che vogliamo vivere come comunità
ed è stato quindi molto difficile ri-
nunciarvi a metà marzo, quando è
Vorrei menzionare alcune preoccu-
pazioni che avverto parlando con lo-
ro e che non sono solo legate all’at-
tuale pandemia. C’è un’autentica
zione a migliorarsi giorno dopo chiesto, «si possa parlare la stessa dare continuità al mio incontro. Mi aspetta» è il tema dell’evento che iniziato il lockdown. Questo ci ha paura di fronte al futuro tra molti
giorno per portare un cambiamento lingua». hanno offerto di fare la catechista, e rientra nelle iniziative ideate per stimolato a prendere diverse iniziati- giovani. Alcuni soffrono per le cre-
nella società odierna e anche un po’ Tutto questo percorso affrontato ancora oggi continuo in questa mis- l’Anno santo compostelano del 2021 ve usando internet, in particolare la scenti disuguaglianze, i cui effetti si
di “aria fresca” alla Chiesa di oggi. e da affrontare, ha ribadito Tinaje- sione insegnando catechesi della e si richiama alle parole pronunciate trasmissione, ogni sera in diretta, possono già vedere a scuola. Come
È il pensiero espresso da padre ro, contribuisce a rafforzare la pa- confermazione». Una missione che ho detto prima, noto anche una for-
da Papa Francesco al termine della della preghiera da Taizé e anche un
Raúl Tinajero, direttore della Sotto- storale dedicata ai giovani, fornen- comporta una costante crescita nella te richiesta di cambiamento da parte
Giornata mondiale della gioventù a weekend “in rete” che ha riunito cir-
commissione della pastorale per la do gli strumenti per porre l’accento fede, «legata al rinnovamento del delle generazioni più giovani di
gioventù e l’infanzia della Confe- su alcune questioni fondamentali Panamá. In quell’occasione, dando ca quattrocento giovani adulti. Il
mio incontro personale con Cristo e fronte all’emergenza climatica. Mi ri-
renza episcopale spagnola, il quale come la ricerca e il bisogno di co- l’arrivederci per il prossimo evento, programma includeva meditazioni
alla conoscenza della sua vita e del- cordo per esempio di uno scambio
— alla luce delle proposte concrete e munione e coordinamento tra le di- nel 2022 a Lisbona, il Pontefice, bibliche, condivisione in piccoli
la Chiesa. Mi ritengo fortunata — avvenuto una sera nella nostra chiesa
delle linee guida tracciate nell’esor- verse realtà che collaborano costan- proponendo un itinerario spirituale gruppi virtuali, workshop. Il riscon-
conclude — a poter parlare di Cristo con un giovane volontario portoghe-
tazione apostolica post-sinodale temente a questo impegno — dioce- che spingesse i giovani a cercare in tro è stato positivo e faremo una se-
ad altre persone che cercano la veri- se che richiamava la mia attenzione
Christus vivit (frutto del sinodo dei si, movimenti, congregazioni, istituti Cristo colui che risponde a ogni bi- conda proposta analoga nell’ultimo
tà e rifiutano ogni forma di confor- sul crescente impegno di molti gio-
vescovi su «I giovani, la fede e il secolari — andando incontro a quel- sogno del proprio cuore, li esortò fine settimana di agosto. Da metà
mismo». vani a favore delle questioni ambien-
discernimento vocazionale» dell’ot- la speranza tipica dei giovani che anche a meditare, tra gli altri, su giugno a Taizé è stato ripristinato il
Il prossimo anno, dal 4 all’8 ago- tali. Il suo invito, come quello di al-
tobre 2018) — sottolinea sul sito in- non vogliono essere conformisti. due versi: «Giovane, io ti dico: al- servizio di accoglienza e sono state
sto, in migliaia prenderanno parte tri ragazzi che vanno nella stessa di-
ternet dei presuli iberici l’importan- Fra tali questioni, anche la sinodali- zati!» (Luca, 7, 14), per il 2020; «Al- adottate una serie di misure sanitarie rezione, ha dato vita, negli ultimi
al Cammino di Santiago nell’ambi-
za di proseguire nella promozione tà, la metodologia del discernimen- zati! Ti renderò testimone delle co- per garantire la massima protezione mesi, a una riflessione ecologica a
to del Pellegrinaggio europeo dei
dei loro talenti e della loro sete di to, la necessità di una comunicazio- a tutti. Siamo in stretto contatto con Taizé, dove i giovani sono una forza
giovani, importante appuntamento se che hai visto» (Atti degli apostoli,
fede. ne più fluida e comprensibile basata le autorità civili per adattare le no- trainante. Probabilmente siamo di
presentato di recente dall’arcivesco- 26, 16) per il 2021.
Questi ultimi anni sono stati ca- su un dialogo più approfondito che stre direttive. I giovani si dimostrano fronte a un vero momento di conver-
ratterizzati da un vero impulso al porti a riconoscere ancora di più molto responsabili in questa difficile sione: semplificare tutto ciò che può
ruolo dei giovani nella realtà pasto- una Chiesa accogliente e misericor- situazione che stiamo attraversando essere nel nostro modo di vivere,
rale della Chiesa, sottolinea il sacer- diosa, una Chiesa “madre” che fa tutti. senza aspettare che i cambiamenti
dote. Il sinodo, svoltosi quasi due grandi sforzi per raggiungere tutti. vengano imposti dall’alto. Ricordan-
anni fa, invita oggi più che mai ad «La fede non è solo testimonian- Cosa la preoccupa di più nella crisi del doci allo stesso tempo che la sempli-
attuare quelle priorità che sono za, ma anche lavoro», ha affermato coronavirus? cità non significa mai assenza di
emerse durante i lavori: la necessità una ragazza in un’intervista riporta- Prima di tutto la sofferenza che gioia ma può anzi coincidere con
di una posizione più rilevante per i ta sul portale: «Faccio mia la frase tante persone sperimentano: la prova uno spirito di festa. Mi sembra che
ragazzi, che inizia con l’ascolto di- di santa María Micaela, fondatrice della malattia, la morte di una per- la Chiesa abbia un ruolo importante
retto e reale delle loro preoccupa- della congregazione delle Suore sona cara, la solitudine di tanta gen- da svolgere nel comunicare questi
zioni; che prosegue con un dialogo adoratrici ancelle del santissimo Sa- te. Ci sono conseguenze molto dure valori che provengono direttamente
fluido e che porta con sé compren- cramento e della carità, proclamata che dovremo affrontare, siano esse dal Vangelo.
sione e lo stare al loro fianco, so- santa da Pio XI nel 1934, e cioè che economiche, sociali o anche psicolo-
prattutto con chi, e sono tanti, è dobbiamo rendere nostra la felicità giche. Per esempio penso ai bambini
sulla “via della lontananza”; la ne- di coloro che ci circondano. Solo che per mesi non hanno potuto ab-
cessità di un accompagnamento allora troveremo il senso della vita, bracciare i nonni. Un’altra cosa che
coerente e la relativa necessità di troveremo noi stessi, con gli altri e mi preoccupa è la tentazione di ri-
promuovere una cultura inerente a con Dio. Dobbiamo vivere una fede piegarsi su se stessi. Spero sincera-
esso creando e promuovendo “scuo- basata sull’amore e sul perdono, sa- mente che l’unità e la solidarietà
le di accompagnamento”; attivare pendo far emergere il positivo nei prevarranno sulle accuse che vedia-
processi formativi che aiutino a cre- nostri fratelli e sorelle e aiutarli a mo incombere qua e là: non ci sa-
scere i giovani nella loro chiamata a superare ciò che li affligge». rebbe niente di più inutile che cerca-
essere, d’ora in poi, corresponsabili Da sei anni il Cammino di San- re capri espiatori per la pandemia.
nel compito di evangelizzazione; tiago fa parte integrante della vita Continuo a portare questo nella mia
aiutarli a imporsi con tenacia nella di un’altra giovane che racconta la preghiera: che l’unità prevalga.
giovedì 20 agosto 2020 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 7

di D ONATO O GLIARI* teologica e cristocentrica, costruita a


partire da Dio e attorno a Dio, il
ntrato a 21 anni, nel 1111, nel quale ha reso visibile e concreto il

E monastero di Citeaux — da
poco fondato e impegnato in
una opera di riforma che si propone-
suo amore nel Figlio suo Gesù. A
questo amore incarnato, gratuito e
senza misura, il credente è chiamato
va di recuperare la freschezza origi- a corrispondere con un amore che —
naria della Regola benedettina — per quanto imperfetto — ne imiti la
Bernardo diventerà ben presto abate gratuità: «Amo perché amo — scrive
della nuova fondazione di Clairvaux Bernardo —, amo per amare». Dalla
che, sotto la sua guida, assurgerà al genuinità di questo amore dipende
rango di centro propulsivo della cri- la capacità di contrastare ogni forma
stianità. Per ottenere un appoggio di chiusura egoistica e di aprirsi alla
decisivo alle proprie iniziative, ve- rettitudine e alla ricerca del bene at-
scovi e Papi, principi, re e imperato- traverso la carità.
ri si rivolgeranno a lui che, pur dedi-
to alla diuturna ricerca di Dio, si di-
mostrerà non meno attento ai pro- Di fronte al creato
blemi del suo tempo. In Bernardo, Un secondo aspetto riguarda l’ap-
infatti, l’ardente contemplativo si proccio al creato. Bernardo lo consi-
fonderà naturalmente col formidabi- derava una “seconda Bibbia”, un
le uomo d’azione, tanto che egli luogo, cioè, nel quale Dio, anziché
stesso finì con l’autodefinirsi ironica- con le parole della rivelazione scrit-
mente «la chimera del secolo, il mo-
San Bernardo monaco contemplativo sulle strade del mondo
ta, comunica tramite gli elementi
naco contemplativo che è sempre della natura, frutto della sua mano
sulle strade del mondo». Siamo
dunque di fronte a una personalità
complessa e poliedrica, che — grazie
alla sua profonda esperienza di Cri-
Pellegrino dell’Assoluto creatrice. Scrive: «Troverai di più nei
boschi che nei libri. Gli alberi e le
rocce ti insegneranno cose che nes-
sun maestro ti dirà». Chiaramente
sto e della Chiesa — ha segnato pro-
fondamente il XII secolo, sia dal
punto di vista ecclesiastico che civi-
le.
al servizio dei fratelli non si tratta di ecologismo ante litte-
ram, ma della profonda consapevo-
lezza che anche il creato ha una sua
precisa collocazione nel disegno di-
Nella lettera enciclica Doctor melli- vino di salvezza. Ora, nel cambia-
fluus, Pio XII aveva definito Bernar- cerca del vero Bene, il Dio-Amore, rare — ha ancora molto da dire a no è impressa l’immagine di Dio. e — indipendentemente dal proprio mento d’epoca che stiamo vivendo,
do «l’ultimo dei Padri e non inferio- nel quale il credente può trovare ap- noi, oggi. Tuttavia, per far emergere questa im- stato di vita — sentirsi spronato a fe- sempre più tecnologizzato, controlla-
re ai primi», in quanto — sulla scia pagamento, e il commento di Ber- magine e preservarla dalle deforma- condare il tempo e la storia con la to e sterilizzato, nel quale la realtà
dei grandi padri della Chiesa — nardo al Cantico dei Cantici, il poe- zioni causate dal peccato, il credente forza luminosa del Vangelo. Il senso virtuale rischia di prendere il soprav-
l’abate di Clairvaux non aveva mai ma del desiderio e della ricerca amo- Visione antropologica deve intraprendere un cammino di profondo dell’esistenza umana consi- vento, l’esortazione di Bernardo ci
dissociato la scienza cristiana rosa di Dio, va proprio in questa di- conoscenza di sé alla luce del Cristo, ste, dunque, nel suo essere orientata, rammenta che ogni essere vivente —
dall’esperienza di fede. Il “sapere” rezione. Questa fusione di teologia, Su questo sfondo, desidero soffer- il quale, con la sua incarnazione, ha col concorso della libera volontà, in particolare quella “canna pensan-
era per lui intimamente connesso col mistica e vita, dove l’elemento razio- marmi — tra i tanti — su tre aspetti reso visibile il volto di Dio Padre. È verso l’Amore di Dio concretizzatosi te” che è l’essere umano — è chiama-
“gustare”, e nello scrutare il mistero cinante, accompagnato dai moti del che attraversano il pensiero e l’azio- dunque grazie all’adesione amorosa in Cristo Gesù. Di qui l’affermazio- to a occupare in maniera armonica il
di Dio, accanto all’intelletto, gioca- cuore e dello spirito, non si discosta ne di Bernardo. Il primo riguarda la a Cristo Gesù che l’essere umano ne di Bernardo: «Consentire ed esse- proprio posto all’interno del creato,
vano in lui un ruolo decisivo l’affetto mai dalla percezione del mistero di sua visione antropologica, che si rifà può entrare in contatto con la bel- re salvi sono la stessa cosa», che ci e più specificamente in quella “casa
e il desiderio. Di fatto, sono soprat- Dio presente in ogni ambito dell’esi- fondamentalmente a quella cristiana, lezza trasparente della Grazia, risco- conferma come la sua sia un’antro- comune” che è la Terra. Di qui la
tutto questi ultimi a veicolare la ri- stenza — del pensare come dell’ope- secondo la quale in ogni essere uma- prire la propria somiglianza con Dio pologia esistenziale profondamente necessità di liberare il nostro rappor-
to con la natura da una logica mera-
mente egocentrica ed utilitaristica —
il più delle volte dettata dal solo
profitto — e di considerare in manie-
ra olistica il creato del quale siamo

Il «doctor mellifluus» che risplendeva in Maria parte. Non in senso panteistico, ov-
viamente, ma sull’onda della viva
consapevolezza che esiste una pro-
La grande devozione dell’abate alla Vergine fonda connessione tra tutte le crea-
ture, un legame che va salvaguarda-
to per il bene del nostro pianeta e
di ROBERTO CUTAIA Tutta la vita dell’abate di Clairvaux fu tesa solo Gesù è miele alla bocca, cantico all’orec- do più le menti che i corpi, alimenta le virtù, della stessa umanità.
all’esperire e al manducare (ruminare) le pagi- chio, giubilo nel cuore (mel in ore, in aure me- disseca i vizi» (San Bernardo abate, Lode della
uando ebbe ingenerato il terzo fi- ne delle sacre Scritture e dei santi Padri. Era los, in corde iubilum). Proprio da qui pare deri- Vergine Madre, Omelia, II, 17). Ora, è proprio
«Q gliuolo, cioè Bernardo, portando-
lo ella ancora nel ventre, vidde
contrario alle discussioni filosofiche che rasen-
tassero il semplice intrattenimento e non con-
vare il titolo, «a lui attribuito dalla tradizione,
di doctor mellifluus: la sua lode di Gesù Cristo
questo il marchio distintivo dell’abate di
Chiaravalle, al punto da aggiudicarsi l’appel-
lativo di doctor marianus per la sua incom-
Amore alla Madonna
Un terzo aspetto su cui è d’obbli-
un sogno, ch’era profezia di quelle cose che ducessero quindi a Dio; «egli però non riget- infatti “scorre come il miele”» (Benedetto XVI, go soffermarsi quando si parla di
doveano essere di lui, cioè un catello (dal lati- ta l’umana filosofia che sia genuina filosofia, Udienza generale, 21 ottobre 2009). mensurabile devozione mariana, rendendolo il Bernardo, è il singolare amore di de-
no catĕllus, cagnolino) bianco. La quale cosa che conduca cioè a Dio, alla vita onesta e alla La lode e l’amore di san Bernardo per l’In- più famoso tra i “cantori di Maria”. vozione che egli nutriva per la Ver-
quando ella ebbe detta a un santo uomo, cristiana sapienza» (Pio XII, lettera enciclica carnazione di Gesù è totale: «Quando discuti Non appare certo sterminata la produzione gine Maria. Infatti, si riconduce a
quelli, quasi profetando, le rispuose: “D’uno Doctor mellifluus). Tant’è che dovette interve- o parli nulla ha sapore per me, se non vi avrò teologica di Bernardo sulla Madre di Gesù, lui il famoso assioma: «De Maria
ottimo catello sarai madre, il quale sarà guar- nire per contrastare il pericolo delle correnti sentito risuonare il nome di Gesù» (Sermones ma ugualmente queste opere si innalzano vi- numquam satis - Di Maria non si di-
diano de la casa di Dio, e abbaierà grande- filosofiche di stampo razionalista, tra nomina- in Cantica canticorum, XV); quest’amore però branti di insuperabile e profonda purezza, rà mai abbastanza». In particolare,
mente contra li nemici, e sarà un nobile pre- listi e realisti a scapito della fede, derivanti giunge al cuore degli uomini tramite Maria, racchiuse tra la Lode della Vergine Madre fino Bernardo amava rivolgersi a lei con
dicatore, e molti ne guarrà con la grazia di specialmente dall’insegnamento di Pietro la Madre di Cristo, per Mariam ad Iesum. ai vari Sermoni, tra i più celebri dei quali si l’appellativo “Madre di misericor-
Dio, con la sua lingua medicinale”». Lo an- annoverano quelli sul Cantico dei cantici o In dia”, convinto che «l’affettuoso amo-
Abelardo (1079-1142). In un contesto di esa- «Essa è adunque quella nata di Giacobbe, il
nota nella Legenda aurea Jacopo da Varazze. nativitate beatae Mariae (noto come De aquae- re del Cristo si è trasfuso nelle visce-
speranti dispute e ragionamenti dialettici la cui raggio illumina tutto il mondo, il cui
E così il sogno profetico di Aleth di Mont- ductu). In esse ci sono la disamina e la scruta- re di Maria, nelle quali la stessa Ca-
profonda e preclara capacità di esperire il splendore brilla nel cielo, e penetra negli abis- rità, che è Dio, ha dimorato corpo-
bard, madre del monaco francese san Bernar- Vangelo porta san Bernardo a evidenziare che si; così pure irraggiando la terra, e riscaldan- zione dell’umiltà — la virtù prediletta da Ber-
do di Chiaravalle (Fontaines-lès-Dijon 1090 - nardo in Maria — dal Magnificat all’Ave, stella ralmente». E proprio perché Maria è
Clairvaux 1153), considerato “l’ultimo dei Pa- del mare (inno medievale attribuito, oltre che irradiazione dell’amore di Cristo per
dri” della Chiesa, canonizzato da Papa Ales- a san Bernardo, a Venanzio Fortunato). An- noi, non vi è nulla che riceviamo dal
sandro III nel 1174, dichiarato da Papa Pio VIII che qui Bernardo desta meraviglia, con la sua Signore che non sia veicolato dall’in-
nel 1830 dottore della Chiesa e di cui il 20 mirabile capacità di scrutazione del Nuovo tercessione della sua e nostra Madre.
agosto ricorre la memoria liturgica, si compì Testamento per rinvenire la «Stella del mare» Celebre, in proposito, è la preghiera
appieno. e per l’interpretazione e l’esegesi dell’Antico di Bernardo con cui desideriamo
Bernardo, chiamato “lampada che arde e ri- Testamento, condotta sulla scia dei padri del- concludere queste brevi note:
la Chiesa, dove i profeti tracciano e delineano «Chiunque tu sia, tu che avverti che
splende”, nel 1115 — dopo aver vissuto quattro
nel flusso di questo mondo stai on-
anni nel monastero dei cistercensi a Citeaux — la topografia della “Stella” a cominciare dal
deggiando tra burrasche e tempeste
allora venticinquenne fu mandato insieme a profeta Isaia fino al libro dei Numeri («una
invece di camminare sicuro sulla ter-
dodici compagni da santo Stefano di Har- stella spunta da Giacobbe», 24, 17). Tutte ar-
ra, non distogliere gli occhi dallo
ding, terzo abate di Cîteaux, a fondare il mo- gomentazioni condotte da Bernardo quasi a
splendore di questa stella, se non
nastero di Chiaravalle (Clara vallis, Clair- guisa di colloquio con Maria; infatti egli la vuoi essere sopraffatto dalle tempe-
vaux) nel territorio di Troyes, appartenente al- sollecita e la invita, e sembra quasi spingerla ste! Se si alzano i venti della tenta-
la diocesi di Langres. Qui vi rimase trentotto “fisicamente”: questa la percezione che ne de- zione, se t’imbatti negli scogli delle
anni come abate accogliendo centinaia di riva, immergendosi negli scritti del monaco tribolazioni, guarda la stella, invoca
nuovi monaci, che portavano il saio bianco, e francese, verso gli uomini e le donne di que- Maria. Se sei sbattuto dalle onde
divenne un modello di vita monastica piutto- sto mondo, specialmente quelli di oggi, verso della superbia, dell’ambizione, della
sto rigorosa, improntata all’umiltà e alla mor- il Figlio e così fuggire le inutili distrazioni e il calunnia, della gelosia, guarda la
tificazione; dedito al lavoro nei campi e con non raro vellicamento. Ma egli invita in mo- stella, invoca Maria. Se l’ira o l’ava-
una forte propensione all’orazione e alla con- do particolare i monaci, le monache e tutto il rizia o le lusinghe della carne hanno
templazione, proprio da lui dipenderanno mondo dei laici ad affidarsi a lei incondizio- scosso la navicella del tuo animo,
ben centosessantasette monasteri sparsi in tut- natamente, a essere riflesso delle virtù che in guarda Maria. Se turbato dall’enor-
ta Europa. La vita monastica, in particolare a Maria rifulgono di splendida luce. Perché mità dei peccati, confuso dalla inde-
partire dal 1130, non gli impedì però di occu- l’assenza nell’umanità di Maria, tesoro di Dio, gnità della coscienza, impaurito
parsi delle questioni della Santa Sede e della porta all’annullamento e alla disperazione. dall’orrore del giudizio, tu cominci
Chiesa nonché delle vicende politiche e socia- «O tu che, nell’ondeggiare delle vicende di ad essere inghiottito nel baratro del-
li del suo tempo, come la promozione del questo mondo, più che camminare per terra, la tristezza, nell’abisso della dispera-
nuovo ordine dei Cavalieri del Tempio (Pau- hai l’impressione di essere sballottato tra i zione, pensa a Maria. Nei pericoli,
peres commilitones Christi templique Salomonis). marosi e le tempeste, non distogliere gli occhi nelle angustie, nelle incertezze, pen-
E nel 1145 fu persino elettore e ispiratore di dal fulgore di questa stella se non vuoi essere sa a Maria, invoca Maria. Non s’al-
Papa Eugenio III, cistercense, suo discepolo. inghiottito dalle onde» (San Bernardo abate, lontani dalla tua bocca, non s’allon-
Non lesinò tempo e risorse nello scrivere ser- Lode della Vergine Madre, Omelia, II, 17). Gli tani dal tuo cuore. (...) Seguendo
moni, sentenze e trattati ma anche lettere, e uomini e le donne di oggi possono trovare in Lei non ti smarrisci, pregando Lei
nel coltivare i rapporti con persone che occu- san Bernardo un esempio, una guida autenti- non ti disperi, pensando a Lei non
pavano ruoli significativi nelle comunità reli- ca di amore, che Gesù e attraverso Maria tota sbagli. Se Lei ti tiene, non cadi; se
giose, come Guglielmo abate di Saint-Thierry pulchra riversano a tutti. «La nostra anima as- Lei ti protegge, non temi; se Lei ti
e Guglielmo abate di Champeaux — figure tra setata si affretti dunque a questa fonte, ricorra guida, non ti stanchi».
le più in vista nel XII secolo — e con persone in tutta sollecitudine a questo tesoro di mise-
di condizioni sociali umili, che non privò mai ricordia» (Omelia sull’Assunzione della Beata *Abate ordinario dell’abbazia
della sua attenzione. Juan Correa de Vivar, «La Vergine appare a san Bernardo» (1540-1545) Vergine Maria, 4, 8-9). territoriale di Montecassino
pagina 8 L’OSSERVATORE ROMANO giovedì 20 agosto 2020

All’udienza generale il Papa prosegue le sue riflessioni sulle questioni poste dalla pandemia

Non si esce dalla crisi senza “guarire”


da ingiustizie e diseguaglianze
Sarebbe triste se il vaccino contro il covid-19 privilegiasse i più ricchi e non fosse universale

«La pandemia è una crisi e da una crisi non si esce uguali: l’incontro si è svolto nella Biblioteca privata del Palazzo l’amore misericordioso di Dio (cfr.
o usciamo migliori o usciamo peggiori. Noi dovremmo uscire apostolico vaticano senza la presenza di fedeli, proprio in Catechismo della Chiesa Cattolica,
migliori, per migliorare le ingiustizie sociali e il degrado ossequio alle misure prese per contenere la diffusione del 2444). E tante volte è stato giudicato
ambientale». Lo ha detto Papa Francesco all’udienza contagio. Commentando il brano biblico tratto come un uomo impuro perché anda-
generale del 19 agosto, continuando il ciclo di riflessioni — dalla seconda Lettera ai Corinzi (8, 1-2.9), il Pontefice va dai malati, dai lebbrosi, che se-
inaugurate mercoledì 5 — sull’attualità dell’emergenza ha approfondito il tema «L’opzione preferenziale per i poveri condo la legge dell’epoca erano im-
sanitaria e sociale causata dal virus. Ancora una volta e la virtù della carità». puri. E Lui ha rischiato per essere
vicino ai poveri.
Cari fratelli e sorelle, buongiorno! disuguaglianza di opportunità, della è fatto uno di noi e per questo, al Per questo, i seguaci di Gesù si ri-
emarginazione e della mancanza di centro del Vangelo, al centro dell’an- conoscono dalla loro vicinanza ai
La pandemia ha messo allo scoperto poveri, ai piccoli, ai malati e ai car-
protezione dei più deboli. In questa nuncio di Gesù c’è questa opzione.
la difficile situazione dei poveri e la cerati, agli esclusi, ai dimenticati, a
doppia risposta di guarigione c’è Cristo stesso, che è Dio, ha spo-
grande ineguaglianza che regna nel chi è privo del cibo e dei vestiti (cfr.
una scelta che, secondo il Vangelo, gliato sé stesso, rendendosi simile
mondo. E il virus, mentre non fa ec- non può mancare: l’opzione preferen- Mt 25, 31-36; CCC, 2443). Possiamo
cezioni tra le persone, ha trovato, agli uomini; e non ha scelto una vita leggere quel famoso parametro sul Tutti siamo preoccupati per le tà avvelenano la società, come i ren-
ziale per i poveri (cfr. Esort. ap.
nel suo cammino devastante, grandi Evangelii gaudium [EG], 195). E que- di privilegio, ma ha scelto la condi- quale saremo giudicati tutti, saremo conseguenze sociali della pandemia. dimenti dissociati dalla creazione di
disuguaglianze e discriminazioni. E sta non è un’opzione politica; nep- zione di servo (cfr. Fil 2, 6-7). An- giudicati tutti. È Matteo, capitolo Tutti. Molti vogliono tornare alla posti di lavoro dignitosi (cfr. EG,
le ha aumentate! pure un’opzione ideologica, un’op- nientò sé stesso facendosi servo. È 25. Questo è un criterio-chiave di au- normalità e riprendere le attività eco- 204). Questo tipo di profitti è disso-
La risposta alla pandemia è quin- zione di partiti. L’opzione preferen- nato in una famiglia umile e ha la- tenticità cristiana (cfr. Gal 2, 10; EG, nomiche. Certo, ma questa “normali- ciato dall’economia reale, quella che
di duplice. Da un lato, è indispensa- ziale per i poveri è al centro del vorato come artigiano. All’inizio del- 195). Alcuni pensano, erroneamente, tà” non dovrebbe comprendere le in- dovrebbe dare beneficio alla gente
bile trovare la cura per un virus pic- Vangelo. E il primo a farla è stato la sua predicazione, ha annunciato che questo amore preferenziale per i giustizie sociali e il degrado dell’am- comune (cfr. Enc. Laudato si’ [LS],
colo ma tremendo, che mette in gi- Gesù; lo abbiamo sentito nel brano che nel Regno di Dio i poveri sono poveri sia un compito per pochi, ma biente. La pandemia è una crisi e da 109), e inoltre risulta a volte indiffe-
nocchio il mondo intero. Dall’altro, della Lettera ai Corinzi che è stato beati (cfr. Mt 5, 3; Lc 6, 20; EG, in realtà è la missione di tutta la una crisi non si esce uguali: o uscia- rente ai danni inflitti alla casa comu-
dobbiamo curare un grande virus, letto all’inizio. Lui, essendo ricco, si 197). Stava in mezzo ai malati, ai po- Chiesa, diceva San Giovanni Paolo mo migliori o usciamo peggiori. Noi ne. L’opzione preferenziale per i po-
quello dell’ingiustizia sociale, della è fatto povero per arricchire noi. Si veri, e agli esclusi, mostrando loro II (cfr. S. Giovanni Paolo II, Enc. dovremmo uscire migliori, per mi- veri, questa esigenza etico-sociale
Sollicitudo rei socialis, 42). «Ogni cri-
stiano e ogni comunità sono chiama-
ti ad essere strumenti di Dio per la
liberazione e la promozione dei po-
veri» (EG, 187).
La risposta alla pandemia è duplice:
La fede, la speranza e l’amore ne-
cessariamente ci spingono verso que- dobbiamo trovare la cura per un virus piccolo,
sta preferenza per i più bisognosi1, che mette in ginocchio il mondo intero, e dobbiamo curare
che va oltre la pur necessaria assi-
stenza (cfr. EG, 198). Implica infatti un grande virus, quello dell’ingiustizia sociale.
il camminare assieme, il lasciarci #UdienzaGenerale
evangelizzare da loro, che conoscono
bene Cristo sofferente, il lasciarci (@Pontifex_it)
“contagiare” dalla loro esperienza
della salvezza, dalla loro saggezza e
dalla loro creatività (cfr. ibid.). Con-
dividere con i poveri significa arric- gliorare le ingiustizie sociali e il de- che proviene dall’amore di Dio (cfr.
chirci a vicenda. E, se ci sono strut- grado ambientale. Oggi abbiamo LS, 158), ci dà l’impulso a pensare e
ture sociali malate che impediscono un’occasione per costruire qualcosa disegnare un’economia dove le per-
loro di sognare per il futuro, dobbia- di diverso. Per esempio, possiamo sone, e soprattutto i più poveri, sia-
mo lavorare insieme per guarirle, per far crescere un’economia di sviluppo no al centro. E ci incoraggia anche a
cambiarle (cfr. ibid., 195). E a questo integrale dei poveri e non di assi- progettare la cura del virus privile-
conduce l’amore di Cristo, che ci ha stenzialismo. Con questo io non vo- giando coloro che ne hanno più bi-
amato fino all’estremo (cfr. Gv 13, 1) glio condannare l’assistenza, le opere sogno. Sarebbe triste se nel vaccino
e arriva fino ai confini, ai margini, di assistenza sono importanti. Pen- per il covid-19 si desse la priorità ai
alle frontiere esistenziali. Portare le siamo al volontariato, che è una del- più ricchi! Sarebbe triste se questo
periferie al centro significa centrare le strutture più belle che ha la Chie- vaccino diventasse proprietà di que-
la nostra vita in Cristo, che «si è fat- sa italiana. Ma dobbiamo andare ol- sta o quella Nazione e non sia uni-
to povero» per noi, per arricchirci tre e risolvere i problemi che ci spin- versale e per tutti. E che scandalo
«per mezzo della sua povertà» (2 gono a fare assistenza. Un’economia sarebbe se tutta l’assistenza econo-
Cor 8, 9)2. che non ricorra a rimedi che in real- mica che stiamo osservando — la
maggior parte con denaro pubblico
— si concentrasse a riscattare indu-
strie che non contribuiscono all’in-
clusione degli esclusi, alla promozio-
ne degli ultimi, al bene comune o
I saluti del Pontefice ai fedeli alla cura del creato (ibid.). Sono dei
criteri per scegliere quali saranno le
Le periferie al centro e gli ultimi al primo posto industrie da aiutare: quelle che con-
tribuiscono all’inclusione degli esclu-
si, alla promozione degli ultimi, al
bene comune e alla cura del creato.
Per “guarire” dalle «grandi e visibili ingiustizie la esperanza y fundado en la fe, nos impulse si è fatto cibo per noi nell’Eucaristia, diven- provocate da piccoli virus invisibili, e per Quattro criteri.
sociali» provocate dalla pandemia occorre a poner las periferias en el centro y a los úl- tando anche noi “cibo” per gli altri, cioè più guarire quelle provocate dalle grandi e visibili Se il virus dovesse nuovamente in-
«partire dall’amore di Dio, ponendo le periferie timos en primer lugar. Que el Señor los ben- disponibili nel servizio ai bisognosi, special- ingiustizie sociali. Propongo che ciò venga tensificarsi in un mondo ingiusto per
al centro e gli ultimi al primo posto». diga. mente i più poveri. Dio vi benedica! fatto a partire dall’amore di Dio, ponendo le i poveri e i più vulnerabili, dobbia-
Lo ha ribadito il Pontefice al termine periferie al centro e gli ultimi al primo posto. mo cambiare questo mondo. Con
della catechesi, rivolgendo particolari espressioni Rivolgo un cordiale saluto ai fedeli di lin- Saluto i fedeli di lingua araba. Siamo chia- A partire da questo amore, ancorato alla spe- l’esempio di Gesù, il medico
di saluto ai gruppi linguistici di fedeli gua portoghese. Impariamo dal Signore, che mati ad agire ora, per guarire le epidemie ranza e fondato nella fede, un mondo più sa- dell’amore divino integrale, cioè del-
collegati con lui attraverso i mezzi no sarà possibile. Il Signore vi benedica tutti la guarigione fisica, sociale e spiri-
di comunicazione sociali. e vi protegga sempre da ogni male! tuale (cfr. Gv 5, 6-9) — come era la
guarigione che faceva Gesù —, dob-
Sono felice di salutare le persone di lingua biamo agire ora, per guarire le epi-
francese. Con la gioia del Vangelo, chiediamo Saluto cordialmente tutti i polacchi. Cari demie provocate da piccoli virus in-
la grazia dello Spirito Santo, per essere una fratelli e sorelle, mi unisco spiritualmente a visibili, e per guarire quelle provoca-
Chiesa povera al servizio dei poveri e dei de- tutti coloro che intraprendono diverse iniziati- te dalle grandi e visibili ingiustizie
boli. A tutti voi invio la mia Benedizione. ve spirituali, scientifiche e sociali per limitare sociali. Propongo che ciò venga fat-
gli effetti della pandemia nella società e per to a partire dall’amore di Dio, po-
Rivolgo un cordiale saluto ai fedeli di lin- venire incontro alle vitali necessità dei malati nendo le periferie al centro e gli ulti-
gua inglese. Il mio pensiero va in modo parti- e dei loro famigliari. Vi chiedo, siate generosi mi al primo posto. Non dimenticare
colare alle famiglie che quest’anno hanno do- e non dimenticatevi delle necessità dei più quel parametro sul quale saremo
vuto rinunciare alle vacanze estive; le affido al poveri e delle persone sole, soprattutto gli an- giudicati, Matteo, capitolo 25. Met-
Signore, perché dia loro serenità e gioia. Dio ziani e i malati. Il Signore vi benedica e vi so- tiamolo in pratica in questa ripresa
vi benedica! stenga! dall’epidemia. E a partire da questo
amore concreto, ancorato alla spe-
ranza e fondato nella fede, un mon-
Con affetto saluto i fratelli e le sorelle di Rivolgo un cordiale saluto ai fedeli di lin-
do più sano sarà possibile. Al con-
lingua tedesca. Seguendo l’esempio di Gesù e gua italiana. Tutti invito a dedicare sempre
trario, usciremo peggio dalla crisi.
la sua opzione preferenziale per i poveri, co- più tempo alla preghiera e alla formazione Che il Signore ci aiuti, ci dia la for-
me singoli e come comunità della Chiesa cristiana, per essere fedeli discepoli di Cristo za per uscire migliori, rispondendo
dobbiamo contribuire a superare le conse- e crescere nello spirito di solidarietà fraterna. alle necessità del mondo di oggi.
guenze della pandemia e a costruire un mon-
do più giusto e solidale. Lo Spirito Santo ci Il mio pensiero va infine agli anziani, ai
assista in questo con la sua grazia e la sua giovani, ai malati e agli sposi novelli. Doma- 1. Cfr. Congregazione per la Dot-
forza. ni celebreremo la memoria liturgica di San trina della Fede, Istruzione su alcuni
Bernardo di Chiaravalle, grande dottore della aspetti della “Teologia della Liberazio-
ne”, (1984), 5.
Saludo cordialmente a los fieles de lengua Chiesa e soprattutto tenero cantore della Ma-
española. Pidamos a Jesús que nos ayude a donna. Il suo esempio susciti in ciascuno il 2. Benedetto XVI, Discorso inaugu-
curar las enfermedades que provocan los vi- desiderio di abbandonarsi con fiducia alla rale della V Conferenza Generale del-
rus, y también los males que causa la injusti- materna protezione della Vergine santa, con- l’Episcopato Latinoamericano e dei Ca-
cia social. Que el amor de Dios, anclado en solatrice degli afflitti. raibi (13 maggio 2007), 3.