Sei sulla pagina 1di 12

L’OSSERVATORE ROMANO

Spedizione in abbonamento postale Roma, conto corrente postale n. 649004 Copia € 1,50 Copia arretrata € 3,00 (diffusione e vendita 4-5 gennaio 2021)

GIORNALE QUOTIDIANO POLITICO RELIGIOSO


Unicuique suum Non praevalebunt
Anno CLXI n. 2 (48.625) Città del Vaticano lunedì 4 gennaio 2021

L’Angelus del Papa

Un Dio
che si è fatto
fragilità

L’
audacia di Dio fatto-
si «carne per dirci
che ci ama proprio
nelle nostre fragilità,
dove noi ci vergogniamo di più»,
è stata al centro della riflessione
domenicale proposta dal Papa
prima di recitare l’Angelus a mez-
zogiorno del 3 gennaio.
Dalla Biblioteca del Palazzo
apostolico, il Pontefice ha com-
mentato il prologo del Vangelo
di Giovanni, attualizzandone il
contenuto con un’esortazione a
fermarsi «in silenzio davanti al

Riesplode la violenza
presepe a gustare la tenerezza di
Dio fattosi vicino» e a invitarlo
«a casa nostra, nella nostra fami-
glia», affinché «veda le nostre

nella Repubblica Centrafricana


piaghe». Perché, ha assicurato
Francesco, Egli «verrà e la vita
cambierà».
Quindi, al termine della pre-
ghiera mariana, salutando i vari
gruppi di fedeli in ascolto attra-
verso i media, il Papa ha rinno-
vato gli «auguri per l’anno appe-
na iniziato» e ha raccomandato
La città di Bangassou è caduta nelle mani dei ribelli
ai cristiani di rifuggire «dalla
mentalità fatalistica o magica»,
perché — ha detto — «le cose an-

L
dranno meglio» solo «nella mi- a città centrafricana di
sura in cui lavoreremo insieme Bangassou è caduta
per il bene comune, mettendo al nelle mani dei ribelli,
centro i più deboli e svantaggia- «molti dei quali mer-
ti». cenari e gente del Niger; la mat-
Una foto di repertorio: un bambino centrafricano che cerca riparo dalle violenze tinata è stata frenetica. Artiglie-
PAGINA 12 ria pesante dalle 5 del mattino e
trenta tra morti e feriti» di cui
diversi sono bambini. A riferir-
lo è Juan José Aguirre Muñoz,
vescovo di Bangassou, nel sud
ALL’INTERNO L’agnosticismo scomodo e la sua speranza della Repubblica Centrafrica-
na, in una dichiarazione all’a-
genzia Fides. «Ci sono molti
«Fratelli tutti» di LUCIANO FLORIDI ma si comportano di fatto come se Dio non esistesse. Sono bambini feriti da proiettili va-
i farisei che “dicono e non fanno” (Matteo 23, 3). Agli atei si ganti, bambini che scappano in

P
Per una lettura assiamo la vita adulta a schivare le domande più antepongono i teisti. Non si tratta solo di coloro che cre- Congo per sfuggire alle violen-
difficili, quelle che nascono come curiosità da bam- dono nell’esistenza di Dio, perché anche in questo caso ze» spiega il vescovo Aguirre.
dell’enciclica bini, e ci assalgono come dubbi quando siamo an- conta la prassi: molte persone che affermano di essere non Di fronte alla crescente insicu-
di Papa Francesco ziani. Tra queste risalta la domanda sull’esistenza credenti poi di fatto si comportano come se Dio esistesse. rezza, il vescovo ha raccolto un
di Dio. È la più importante non solo a causa dell’argomen- Le chiamiamo spirituali, coscienziose, buone, pie. Infine, ci gruppo di orfani per tenerli al
FERNAND O FILONI E STEFANO to, ma anche perché la risposta è la prima tessera del do- sono gli agnostici. Siamo un grande popolo di incerti, spes- sicuro.
GIROLA NELLE PAGINE 2 E 3 mino rappresentato dalla nostra vita. A seconda di come ca- so ignorati dal dibattito tra atei e teisti. Dopo aver cercato di resiste-
de la “tessera di Dio” seguono ricadute diverse su scelte e Alcuni sono agnostici pigri, ai quali manca la volontà di de- re all’offensiva dei ribelli, i sol-
Laboratorio speranze, certezze e paure, gioie e dolori, significati e com- cidere da che parte stare. È l’agnosticismo comodo, per adattare dati governativi «hanno ab-
portamenti. Tutto ciò è vero anche per gli inconsapevoli. un’espressione usata negativamente da Papa Francesco, che bandonato la loro posizione e
Dopo la pandemia Ogni vita umana si può interpretare come una risposta nei caratterizza la vita distratta, superficiale, disimpegnata, irri- sono nella nostra base» ha spie-
fatti alla domanda su Dio (una testimonianza, si direbbe in flessa. Gli agnostici comodi, nel dubbio, si astengono o ri- gato il capo dell’ufficio regio-
y(7HA3J1*QSSKKM( +=!"!=!"!,

LUCIO BRUNELLI E SILVIA termini meno laici). Gli atei danno una risposta negativa, mandano, senza capire che questo è già decidere: Dante li nale della missione Onu.
CAMISASCA NELLE PAGINE 10 E 11 anche se solo implicita. Alcuni di loro, quelli militanti, han- mette all’Inferno come ignavi. Il Paese vive un momento
no tanta fede nell’inesistenza di Dio quanta i credenti ne Invece, l’agnosticismo scomodo è quello che cerca risposte e molto delicato: sono attesi nelle
hanno nella sua esistenza. Per loro l’impossibilità di Dio è soffre per la loro assenza. Un agnostico scomodo è come un prossime ore i risultati parziali
una religione dell’assenza, alla quale, incoerentemente, non assetato nel deserto: se non si disseta è per impossibilità, delle presidenziali del 27 di-
NOSTRE applicano le stesse obiezioni che muovono contro una reli- non per pigrizia. Rifiuta di essere catalogato come mero cembre. Il voto si è tenuto no-
INFORMAZIONI gione della presenza. Ci sono poi atei anche tra i praticanti, nostante due terzi del territorio
PAGINA 12 i religiosi, gli ottemperanti, che non negano Dio a parole SEGUE A PAGINA 3 sia occupato da gruppi armati.
pagina 2 L’OSSERVATORE ROMANO lunedì 4 gennaio 2021

«Fratelli tutti» - Per una lettura dell’enciclica di Papa Francesco

Le sfide
da raccogliere

«L’
di FERNAND O FILONI proprio simile nel più grande cultura e alle tradizioni; “O ri-
dispregio anche di Dio (cfr. gine” che, anche in ambito ec-
affermazione che come esseri Sal 50, v. 16 e ss.). La cattiva clesiale, pare si declassi o
umani siamo tutti fratelli e so- coscienza porta quasi Caino a ignori. Se venisse meno l’ap-
relle, se non è un’astrazione bleffare l’Eterno, cercando di pello alla trascendenza, la fra-
(...), ci pone una serie di sfi- chiamarsi fuori dalla fraternità ternità si frantumerebbe; l’u-
de» (Fratelli tutti [FT] 128). La di Abele; questa storia conti- guaglianza non resisterebbe
prima di queste sfide è capire nua nell’umanità. Il peccato alle pressioni varie, comprese
se e perché siamo tutti fratelli originale (ormai quasi rotta- quelle economico-sociali, e la
e sorelle. Davanti alle quoti- mato nella teologia e nella libertà si incarterebbe egoisti-
diane guerre, agli odi di ogni predicazione contemporanea) camente su se stessa. La frater-
genere, passati e presenti, al ce lo portiamo invece dietro; nità ha una portata trascen-
terrorismo, alle cattiverie per- senza di esso, poi, non c’è dente. Lo ricorda anche l’enci-
sonali e collettive ci si doman- nemmeno un battesimo dal- clica papale, citando la Centesi-
da se e come si possa parlare l’alto (cfr. Gv 3, 3-8), secondo mus annus di Giovanni Paolo II
di fraternità; una parola che l’insegnamento di Gesù a Ni- (cfr. FT 273).
ha dato pure vita a fraintendi- codemo: questi intendeva ca- Un’ulteriore sfida ci si po-
menti ideologici e politici e la pire qual era la “novità” predi- ne: se la trascendenza fosse ve-
stessa Rivoluzione francese cata da Cristo; e nemmeno ci ra, di quale Dio parliamo? La
sarebbe stato un ruolo per questione mi fu posta in modo
quell’«Agnello di Dio,... che semplice, ma profondo, da un
toglie il peccato del mondo!» cristiano che viveva in Iran al
(Gv 1, 29), Gesù, che Giovanni tempo del mio servizio in quel
il battezzatore additava veden- Paese e che si doveva conti-
IL TESTO
dolo venire verso di lui. nuamente confrontare con il
Di quale novità si tratta? “Dio dell’Islam”: «Il Dio di Olga Bakhtina, che la radice abramitica delle riferisce al Dio della rivelazio-
Un contributo alla riflessione Gesù stava insegnando alle Gesù Cristo — diceva non sen- «Il buon tre religioni monoteiste, di cui ne abramitica. Non parlava di
folle e ai discepoli il cuore del- za perplessità — è lo stesso del samaritano» parla il concilio Vaticano II un Dio astratto o filosofico; al-
Il testo che pubblichiamo in questa pagina è le relazioni con Dio, con la so- Dio predicato dai musulma- (2016, (cfr. Lumen gentium 16), possa la samaritana (si ricordi che
apparso nei giorni scorsi sul sito dell’O rdine cietà (anche religiosa) e con ni?». La questione non era particolare) dare frutti non è rinsecchita. tra samaritani e giudei non
equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme gli altri; poi afferma con deci- oziosa. Le contraddizioni con- In questo clima non è perciò c’era buon sangue!) che gli
— di cui l’autore è cardinale gran maestro — sione: «Voi siete tutti fratelli” crete, il fatto di sentirsi chia- azzardato pensare che il Patto chiedeva quale Dio si debba
col titolo «Fratelli tutti»? A proposito dell’enciclica (Mt 23, 8). Qui non si intende- mare «miscredente» (kāfir), di Abramo (tra Emirati Arabi, adorare, Gesù risponde an-
di Papa Francesco. va semplicemente l’apparte- erano/sono reali. Abu Dhabi, Bahrein e Israele, con possibi- dando oltre il vicino monte
nenza ebraica; Egli stava allar- per le relazioni tra cristiani e le ulteriore allargamento) sia Garizim su cui i samaritani
gando lo sguardo, giacché musulmani, (Documento sulla una iniziativa dalle conse- adoravano il “loro” Dio, ma
«uno solo è il Padre vostro, fratellanza umana per la pace mon- guenze, oltre che diplomati- anche il monte di Gerusalem-
quello celeste» (Mt 23, 9). La diale e la convivenza comune, del 4 che, anche economiche, cultu- me sul quale i giudei adorava-
del XVIII secolo ne fece un car- questione con Gesù si fa così febbraio 2019), è un passo rali e religiose, prima impen- no l’Altissimo. Gesù parla, in-
dine della “nuova” era; un’era trascendente. La fraternità — nuovo, almeno per non farsi la sabili. Uscire dalla logica dello vece, di un «Padre» che vuole
in cui non si disdegnò la vio- dice Gesù — ha origine dal Pa- guerra e non creare ulteriori scontro è pensare altro ed ele- essere adorato «in spirito e ve-
lenza, la segregazione razziale, dre celeste e, per questo, supe- crisi umanitarie. Il terrorismo vato. rità: così infatti il Padre vuole
il colonialismo, la guerra e, ra ogni discriminazione relati- e l’estremismo sono contro Quando Gesù parla del che siano quelli che lo adora-
successivamente, lo sfrutta- va al colore della pelle, alla Abu Dhabi. Ma la speranza «Padre celeste» certamente si no. Dio è spirito, e quelli che
mento del lavoro, la nascita di
complesse ideologie di domi-
nio e di supremazia (nazismo,
comunismo e dittature di varia
ispirazione).
Per Cristo e per la cultura Società e politica australiane interpellate dalle indicazioni del Pontefice

In nome di una comune umanità


che in lui si origina, la frater-
nità ha un’altra storia — quella
biblica — profondamente

«C
umana e esistenziale, che non
ignora l’asserto dell’homo homini
lupus (massima derivata dall’A- di STEFANO GIROLA lasciava ai margini della moderna nazione vittime; il richiamo alla solidarietà verso i
sinaria di Plauto, II, 4, 88), che sia gli abitanti originari del continente sia più vulnerabili, inclusi coloro che cercano
fu intesa a spiegare l’egoismo he ogni uomo si comporti come un fratel- gli immigrati coloured. O meglio, il mateship condizioni di vita più dignitose in un’al-
umano e a designare la condi- lo verso un altro uomo, è una dottrina che rimaneva ufficialmente un valore prima- tra terra: tutto ciò dovrebbe offrire spunti
zione in cui gli uomini si com- mi si addice perfettamente. Il cuore che rio e condiviso, ma dai confini ben ristret- di riflessione profonda anche agli austra-
battono l’un l’altro per soprav- sa avere pietà per i dolori degli altri. Oh, ti ed esclusivi di interi gruppi umani, tra liani.
vivere. questa è la mia religione». cui le donne che non si riconoscevano Nonostante i molti progressi compiuti,
La visione — come vera no- Così recitavano i versi di una canzone nelle sue connotazioni militaristiche o ancora oggi gli aborigeni sono eccessiva-
vità — che Gesù traccia è “al- tradizionale del bush australiano, pubbli- maschilistiche. mente rappresentati nelle statistiche sullo
tra”. Ed è in quest’ottica che cata dal «Bulletin» nel 1905. Lo storico Ancora oggi, più di un secolo dopo la svantaggio sociale, mentre le sofferenze
va intesa l’espressione tolta Russel Ward citò questa canzone nel libro nascita della Federazione, milioni di bam- fisiche e psicologiche dei richiedenti asilo
dalle Admonitiones attribuite a ormai classico The Australian Legend (1958), bini australiani cantano a scuola i versi a Nauru o in Papua Nuova Guinea non
san Francesco, il quale chiede- come esempio evidente di un valore cen- dell’inno nazionale che promettono «a scalfiscono l’apatia e l’indifferenza di
va ai suoi frati di guardare a trale della cultura australiana, espresso coloro che sono venuti attraverso i mari», buona parte della popolazione.
Cristo per cogliere il senso dal termine mateship. «illimitate pianure da condividere». Lo Sarebbe però ingiusto caratterizzare le
della fraternità che voleva tra Un termine che racchiude l’importanza cantano con ingenua fiducia nei valori di attitudini australiane verso le persone bi-
di essi. della lealtà, dell’uguaglianza e soprattut- uguaglianza e giustizia per tutti che sen- sognose di rifugio e solidarietà solo attra-
Biblicamente parlando, l’i- to dell’amicizia. Ancora oggi quando un tono come tipicamente aussie, ma il loro verso il prisma delle politiche bipartisan
dea di fraternità (antecedente estraneo ci si rivolge nel saluto chiaman- canto gioioso non raggiunge i loro coeta- che impediscono ai boat people di attrac-
ad ogni forma di fratellanza doci mate, tutti i muri sociali, culturali ed nei afghani, indonesiani o pakistani rin- care sul continente. L’Australia mantiene
che ha sapore alquanto ridut- etnici che ci dividono sembrano dissolver- chiusi da anni con le loro famiglie nei un generoso programma migratorio che
tivo e apparentemente camera- si in una breve epifania della nostra co- centri di detenzione su isole sperdute del ha consentito a migliaia di persone di tro-
tesco) nasce non semplice- mune umanità, alla ricerca disperata di pacifico, colpevoli di aver sognato di rag- varvi sicurezza e opportunità impensabili
mente dalla condivisione della amicizia e fraternità. giungere quelle infinite e ricchissime pia- nei loro Paesi d’origine.
stessa maternità/paternità bio- Anche per questo l’ultima enciclica di nure. Alla recente apertura verso parti del
logica, ma dal superamento Papa Francesco, incentrata sul tema della Questo divario fra gli ideali professati mondo meno rappresentate nei program-
dell’aspetto biologico bene fraternità universale, può parlare diretta- come centrali alla propria cultura o reli- mi migratori precedenti, come il Medio
espresso esistenzialmente dal mente al cuore e alla mente di tutti gli au- gione e il loro “tradimento” sul piano per- Oriente e l’Africa sub-sahariana, e alla so-
Salmo 51, che confessa: «Nel straliani. sonale o politico naturalmente non ri- lidarietà espressa verso il terrorismo isla-
peccato mi ha concepito mia Certo, come tutti i valori, anche quello guarda solo l’Australia: quante persone o mico da nuovi immigrati in Australia, è
madre» (v.7); per lo stesso sal- del mateship si è manifestato soprattutto gruppi umani vivono in assoluta coerenza legato il riaccendersi di una mai sopita
mo, l’essere umano, cioè, è co- sul piano degli ideali, più che su quello con gli ideali apertamente professati? xenofobia in alcuni settori della popola-
sciente che nella vita egli si fa della prassi dei rapporti inter-personali o Ma i riferimenti dell’enciclica papale zione, insieme all’aggravarsi di tendenze
compagno di ladri e adulteri, delle azioni politiche. La federazione nata all’importanza della riconciliazione, che islamofobe. Proprio dal suolo australiano
di fomentatori di inganni, e, nel 1901 non era basata sui valori del ma- deve basarsi sul perdono mai disgiunto è partito Brenton Harrison Tarrant, il
persino, arriva ad uccidere il teship, ma sulla White Australia policy che dalla memoria storica dei torti subiti dalle ventottenne che il 15 marzo del 2019 mas-
lunedì 4 gennaio 2021 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 3

L’agnosticismo
scomodo
sto: «Io sono la via, la verità e
la vita» (Gv 14, 6). In termini
comprensibili, diciamo che
voleva andarsene dalla Con-
gregazione perché non sop-
portava più il fetore dei pove-
e la sua speranza
Gesù perfeziona per noi, per ri, chiese chi era quel povero
così dire, il suo insegnamento che aveva raccolto quel gior- CONTINUA DA PAGINA 1 ziare nessuno. Anche i ro-
parlando degli atti umani più no: «Non aveva il volto di Cri- mani ringraziavano la dea
difficili, come ad esempio (cfr. sto?», chiese, e la religiosa re- non credente insieme agli Fortuna, e i greci potevano
Mt 5, 20 e ss.), la vendetta stò in Congregazione. «Per i atei, perché non crede nell’i- essere grati a Agathe Tyche,
(«Ma io vi dico di non oppor- cristiani — dice il Papa — ... il nesistenza di Dio, anche se la “Buona Sorte” (tyche in
vi al malvagio...»: Mt 5, 39), le riconoscere Cristo stesso in non è in grado di credere greco significa “accadere per
relazioni umane («... Se uno ti ogni fratello» (FT 85) permette nella sua esistenza — non più, caso”). Invece l’ateo può so-
costringerà ad accompagnarlo di superare le tante motivazio- per uno come me “agnosti- lo congratularsi con se stes-
per un miglio, tu fanne con lui ni e interrogativi che ci irreti- co di ritorno”, o non ancora, so per essere stato fortuna-
due»: Mt 5, 41), l’attitudine scono. Ciò chiama in causa la per chi la fede non l’ha mai to, mentre all’agnostico re-
verso chi è nel bisogno («A terza delle virtù teologali, la avuta ed è “agnostico di sta il dubbio se si tratti di
chi desidera da te un prestito carità, che riscalda ogni rela- partenza”. Non ha, o ha casualità o causalità, acci-
non voltare le spalle»: Mt 5, zione. La carità va ben al di là perso, la fede nella presenza dente o disegno. L’impossi-
42) o il rapporto con l’avversa- di ogni dimensione sociologi- di Dio senza aver acquisito bilità di essere grati per il
rio («... Se mio fratello com- ca o biologica; ha sede in un la fede nella sua assenza. bene naturale ricevuto è una
mette colpe contro di me, Dio da amare «sopra ogni co- Ha sete, ma non sa se c’è fi- perdita profonda perché la
quante volte dovrò perdonar- sa per se stesso, e il prossimo ne all’aridità del deserto. solitudine della gioia ne di-
gli? Fino a sette volte?... Non come noi stessi per amore di L’agnostico concorda con minuisce il valore. Come nel
ti dico fino a sette volte, ma fi- Dio» (Catechismo della Chiesa cat- credenti e non credenti su caso dell’assenza della fede,
no a settanta volte sette»: Mt tolica 1822); la carità è compiu- un punto di partenza. Se anche il bene naturale ha un
18, 21-22). Attenzione! — dice ta in Gesù che amò i suoi fino Dio esiste, esiste necessaria- valore doppio: di base, in
Gesù — una certa fratellanza si alla fine (cfr. Gv 13. 1). La Let- mente, come un triangolo quanto bene, e aggiunto,
dà anche tra i “pubblicani” e i tera agli Ebrei si addentra in che necessariamente ha tre come bene che è parte di un
“pagani”, ma per il cristiano la una interessante spiegazione lati, non come un triangolo contesto condiviso più am-
fraternità ha per riferimento il circa l’umanità assunta da Cri- che è accidentalmente blu. pio anch’esso buono. Così
«Padre vostro celeste» (Mt 5, sto, commentando splendida- Al contempo, se Dio non la gratitudine per il bene ne
48)! mente che “conveniva” (decè- esiste, non esiste necessaria- esalta il valore, come una
La fraternità di cui parla bat, éprepen) (Eb 2, 10) l’incarna- mente, come non esiste un bottiglia di vino, che è più
Gesù, dunque, non si può ri- zione redentiva di Gesù, «co- triangolo quadrato, non co- buona se condivisa con al-
durre semplicemente a un da- lui che santifica» e «non si me una scultura triangolare tri.
lo adorano devono adorare in (cfr. Lc 10, 25-37); non c’è teo- to antropologico o sociologi- vergogna» di chiamarci fratelli mai realizzata ma che sareb- L’agnostico “di ritorno”
spirito e verità» (Gv 4, 23-24). ria, ma esemplificazione, e so- co; per il cristiano la questione (Eb 2, 11). be potuta esistere. Si tratta rimpiange la fede senza es-
Questo Dio è poi rivelato prattutto quel potente: «Va’ e è teologica, trascendente (cfr. Un’ultima sfida: Siamo tut- del punto di partenza del sere in grado di riottenerla.
da/in Gesù Cristo, il Messia, anche tu fa’ così» (Lc 10, 37); FT 85); cioè ha bisogno di ti fratelli, ma fratelli “diversi”? famoso argomento ontologi- Ha tuttavia una consolazio-
dal quale non è possibile più l’enciclica di Papa Francesco Dio-Padre, principio di riferi- Sì. La diversità non inficia il co a favore dell’esistenza di ne. Nel famoso passo della
prescindere. Senza di Lui si ri- illustra con indubbia limpi- mento e pietra-chiave di ogni senso sociale dell’esistenza o Dio. Purtroppo, nel corso Prima Lettera ai Corinzi,
torna o al panteismo o alle di- dezza questa parabola che architettura sulla fraternità. la convinzione della dignità di dei ragionamenti che seguo- San Paolo elenca le virtù
visioni irenico-teosofiche di rappresenta il cuore teologico Senza Dio-Padre, la fraternità ogni persona e neppure la di- no da questo punto, i disac- teologali: «Queste dunque
un Dio dal sapore platonico o dell’insegnamento di Gesù va in crisi e ha continuamente mensione della spiritualità cordi crescono, l’incertezza le tre cose che rimangono:
esoterico. Il Dio di Gesù Cri- sulla fraternità ed è al centro bisogno di puntelli: la tolle- (cfr. FT 86). La diversità pro- aumenta, e l’agnostico torna la fede, la speranza e la ca-
sto ha i caratteri del Padre che del documento pontificio (cfr. ranza, il patto, la norma, il muove la ricchezza umana e il a dubitare scomodamente, rità; ma di tutte più grande
nel Figlio, illumina, redime, ci nn. 56 e ss.). Nella parabola — giudizio, la forza. La ragione bello. Pensiamo cioè ad una incerto tra chi ritiene l’argo- è la carità!» (1 Corinzi 13, 13).
riconcilia e sulla croce apre al- spiega il Papa — viene eviden- da sola non riesce a fondare la diversità non da un generico mento ontologico una di- Il credente può praticarle
la fraternità. Quale? ziata la «fiducia nella parte fraternità (cfr. FT 272). sapore filantropico o universa- mostrazione inconfutabile, tutte; all’agnostico ne man-
Per togliere ogni ulteriore migliore dello spirito umano» Gesù, in quanto Maestro, è listico, ma creatrice di una for- come Cartesio, Leibniz, He- ca una, la fede, perciò si av-
equivoco, al dottore della Leg- (FT n. 71) che prende forma e garanzia di una visione che ma vera di “amicizia” sociale gel, o Gödel, e chi lo rigetta vicina al credente per due
ge che chiedeva spiegazioni, si origina nella verità. trascende il limite antropolo- che genera, attraverso la retti- come una fallacia logica, co- terzi. Entrambi condividono
Gesù racconta la splendida Nella verità? Ancora una gico in sé. Madre Teresa di tudine del cuore, la verità, il me Kant o Russell. con l’ateo la carità che quin-
parabola del buon Samaritano volta il cristiano pensa a Cri- Calcutta, ad una religiosa che bene comune e la pace. Ciò non toglie che anche di, anche in versione secola-
l’agnostico può essere pio. È re e non paolina, resta la
così che Papa Francesco ha virtù più importante, perché
definito Carlo Petrini, il accomuna tutti: credenti,
fondatore di Slow Food, per non credenti, e agnostici.
la sua “pietà per la Natura”. Ma è sulla speranza che l’a-
sacrò 51 fedeli della moschea di Christ- su se stessi» non è privo di rilevanza per la pandemia ha esacerbato e su cui si sof- L’agnostico pio si comporta gnostico può focalizzarsi.
church in Nuova Zelanda, pubblicizzan- la società. ferma Fratelli tutti. meglio di certi farisei. Su Per chi dubita dell’esistenza
do in diretta sui social media il suo gesto Molti leader australiani potrebbero Anche in Australia sono ormai evidenti questo l’enciclica Fratelli Tutti di Dio sul serio, come chi
efferato. meditare sulla condanna del Papa di una le gravi conseguenze di un crescente indi- ha parole molto gentili. E se dubita di aver vinto o meno
L’estremismo delle ideologie identita- politica dagli orizzonti limitati, ossessio- vidualismo e di un modello economico è un agnostico non solo sco- alla lotteria, la fede si scon-
rie o di supremazia bianca che ha armato nata dal consenso elettorale e guidata dai che ha avvantaggiato gli ultra-ricchi au- modo ma anche “di ritor- tra con la ragione e con i
la mano di Tarrant resta molto minorita- sondaggi di opinione. Da un lato il pro- mentando la precarizzazione e la fragilità no”, sa che la perdita della fatti, ma la speranza resta
rio nella società e nella politica australia- verbiale pragmatismo aussie e il sospetto delle classi più deboli. fede è la più grave di tutte, un’opzione ragionevole. È
na. Tuttavia, è innegabile che il richiamo innato verso le grandi ideologie hanno Una nazione in cui l’88% delle persone perché rende tutte le altre irragionevole credere di aver
di Bergoglio ai rischi di una «mentalità preservato questa nazione dalle guerre ci- utilizzano internet regolarmente ha di perdite definitive. Senza vinto alla lotteria, ma è ra-
xenofoba, di chiusura e di ripiegamento vili, dai totalitarismi e dalle aspre con- certo beneficiato di tecnologie che hanno Dio, ogni morte è perenne; gionevole sperarlo. Per l’a-
trapposizioni ideologiche che hanno in- ridotto o annullato quella “tirannia della il dolore è irriscattabile; l’in- gnostico credere nell’esisten-
sanguinato il “vecchio mondo”. Dall’altro distanza” che ha segnato, spesso negati- giustizia è irrimediabile; za o nell’inesistenza di Dio
lato, sono innegabili i limiti di un certo vamente, la vita australiana. Ma, allo stes- l’assenza di significato è in- è impossibile, ma sperare
modo di fare politica che insegue solo ri- so tempo, l’unica citazione esplicita dei colmabile. L’assenza di Dio che Dio esista e quindi com-
sultati a breve termine, lontana da quegli vescovi australiani nell’enciclica si riferi- è l’eternità del male non co- portarsi di conseguenza re-
ideali di apertura alla fraternità universale sce proprio agli effetti più deleteri dell’u- me qualcosa, ma come even- sta un’opzione del tutto
e ai bisogni dei più deboli, auspicati dal so delle nuove tecnologie digitali, in forte to irreversibile. Solo la pre- plausibile, anzi diventa una
Pontefice nell’enciclica. crescita anche down under: l’ossessione nar- senza di Dio può annullare virtù della ragione conosci-
Del resto, anche una nazione media- cisistica alimentata dai social media che il male e ripristinare (non trice (epistemica, diremmo noi
mente ricca e privilegiata come l’Austra- creano l’illusione di una fragile “connes- meramente restaurare) il be- filosofi). Perché se la scelta
lia, in cui alcune delle piaghe antiche del sione”, povero sostituto dei profondi le- ne come intatto. Sono costi è tra sperare che Dio esista
sottosviluppo descritte dall’enciclica sono gami di amicizia e fraternità; le minacce tragici, che il credente non è e sperare che Dio non esi-
state sconfitte da tempo, non è immune alla privacy; la fruizione di immagini por- disposto a pagare; che l’ateo sta, la risposta è semplice. Il
da alcuni dei mali stigmatizzati dal Pa- nografiche e violente anche da parte di deve avere il coraggio titani- Salmo 14, dal quale parte la
pa. giovanissimi; l’odio, l’insulto e l’aggressi- co di affrontare; e che l’a- prova ontologica per l’esi-
L’immagine brillante di benessere ma- vità al posto del dialogo e dello scambio gnostico pena a far quadra- stenza di Dio, dice che: «Lo
teriale, di grande sviluppo tecnologico, di civile di opinioni contrastanti; infine, l’in- re. stolto ha detto nel suo cuore
pulizia, ordine e senso civico, nasconde fluenza deleteria che la diffusione di noti- L’agnostico sa anche che “non c’è Dio”». Tradotto in
solo a occhi distratti o passeggeri altri zie false può avere sul processo democra- senza Dio viene meno l’op- una teologia della speranza
aspetti meno piacevoli ma reali, che offro- tico. portunità di essere grati per si può allora dire che solo lo
no un quadro ben più complesso di quel- Anche per questo, la saggezza con cui tutto quel bene che accade stolto spera che Dio non
lo espresso dagli epiteti popolari di Austra- il Papa affronta il tema dell’impatto delle senza alcuna ragione appa- esista, che il bene sia tran-
lia felix o Lucky Country. nuove tecnologie ha molto da offrire a rente. Senza Dio il male è seunte, e che il male sia pe-
Certamente, il modo in cui l’Australia quei politici, educatori e genitori austra- tragicamente permanente, e renne. Perciò all’agnostico
e la sua vicina Nuova Zelanda sono riu- liani che si pongono il problema di come il bene naturale — quello scomodo, che non riesce a
scite ad affrontare la pandemia del covid- far sì che i progressi tecnologici siano al che non è dovuto alla vo- scommettere ragionevolmen-
19, hanno confermato che tutto sommato servizio dei bisogni più profondi della lontà umana — è solo casua- te come Pascal sulla fede, ri-
da queste parti si vive molto meglio che in persona umana e non degli interessi di le, come l’incontro fortuito mane la virtù epistemica di
tante altre parti del mondo. Ma nemme- oligarchie e potentati economici creatori con la persona che si ama, e investire nella speranza, re-
no questa terra è risparmiata da quei fe- di nuovi tipi di schiavitù mentale e aliena- tutte le altre cose belle per stando incerto senza essere
nomeni disgreganti del vivere sociale che zione. le quali non si può ringra- stolto.
pagina 4 L’OSSERVATORE ROMANO lunedì 4 gennaio 2021

In una telefonata a un alto funzionario

Pressioni di Trump
sul voto in Georgia
WASHINGTON, 4. Il presidente della Georgia «non ha idea»
uscente degli Stati Uniti, Do- dei brogli avvenuti.
nald Trump, avrebbe fatto Numerose le critiche da
pressione sul segretario di Sta- parte dei democratici. Da pre-
to della Georgia, il repubbli- cisare che anche un capovolgi-
cano Brad Raffensperger, per mento del risultato in questo
procedere a un nuovo conteg- Stato non basterebbe ad an-
gio delle schede elettorali in nullare la vittoria ottenuta con
modo da ribaltare i risultati ampio margine da Biden.
ufficiali delle elezioni del 3 no- Quest’ultimo, dopo aver in-
vembre scorso, in cui è stato cassato l’ufficializzazione del-
sconfitto da Joe Biden. la vittoria a dicembre dai
Questo quanto emerge da Grandi elettori, attende solo
una conversazione telefonica, la ratifica del Congresso il
avvenuta sabato scorso, i cui prossimo 6 gennaio per poter
In un duplice attacco armato al confine con il Mali contenuti sono stati resi noti effettivamente entrare in cari-

Massacrati 100 civili in Niger


ieri sera, domenica, dal «Wa- ca il prossimo 20 gennaio co-
shington Post». «Non c’è me 46º presidente degli Stati
niente di male se dite di avere Uniti d’America.
ricalcolato» si ascolta nella re- La rivelazione del «Wa-
gistrazione durata circa un’o- shington Post» arriva in un
ra in cui Trump, adducendo momento molto importante
NIAMEY, 4. Strage di civili in L’attacco è stato condotto Tchombangou, 30 a Zaroum- Bazoum il 39,33 per cento del- ipotetici brogli ai suoi danni, per le sorti della politica statu-
Niger, dove sabato scorso so- da uomini armati contro i due dareye) e di circa 17 feriti. le preferenze, soglia non suffi- cerca di convincere Raffen- nitense. Proprio in Georgia,
no stati trucidati almeno 100 villaggi di Tchombangou e I terroristi, arrivati a bordo ciente a raggiungere il 50 per sperger, e il suo consigliere infatti, domani (martedì) si
persone in attacchi simultanei Zaroumdareye, situati nella re- di motociclette si sono divisi cento dei voti necessari per Ryan Germany, di adoperarsi voterà per eleggere due nuovi
contro due villaggi nel remoto gione occidentale di Tillabéri in due gruppi, seminando la vincere il primo turno contro per sovvertire l’esito del voto senatori. Due seggi che deter-
sud-ovest, al confine con il a circa 120 chilometri dalla ca- morte tra gli abitanti. «Mentre l’ex presidente Mahamane in Georgia. I due rispondono mineranno in modo decisivo
Mali. Potrebbe trattarsi del pitale Niamey. I feriti sarebbe- uno attaccava Zaroumadareye, O usmane. al presidente che nello Stato gli equilibri tra repubblicani e
peggiore singolo attentato ro almeno 25. Lo riferiscono l’altro assaltava Tchomaban- In molti sperano che le ele- lo svolgimento del voto è stato democratici al Campidoglio a
jihadista contro i civili nel fonti della sicurezza, aggior- gou», ha precisato il sindaco zioni portino ad un passaggio del tutto regolare. Washington. Sempre ieri il
Paese, affermano le autorità nando il precedente bilancio di Tondikiwindi, che ammini- pacifico del potere. Il tutto sa- Il leader repubblicano con- quotidiano statunitense ha
locali. di almeno 79 morti (49 a stra entrambi i villaggi. Si trat- rà deciso il 21 febbraio, quan- tinua a perseverare con le sue pubblicato un editoriale fir-
terebbe di un attentato piani- do si affronteranno in ballot- accuse di brogli, finora co- mato da dieci ex segretari del-
ficato militarmente e non an- taggio Bazoum, braccio destro stantemente rivelatesi infon- la Difesa in vita, di entrambi i
cora rivendicato, ma che gli del presidente uscente, Moha- date, nel tentativo di annulla- partiti, che congiuntamente
osservatori non esitano ad at- madou Issoufou, al potere per re in ogni modo l’acclarato ri- invitano Trump a desistere.
tribuire ai miliziani jihadisti. due mandati, e il candidato sultato delle elezioni presi- Nel frattempo la democra-
DAL MOND O
I terroristi, secondo alcune espresso dall’opposizione, denziali svoltesi ormai due tica Nancy Pelosi è stata rielet-
fonti locali, avrebbero massa- O usmane. mesi fa. Ieri su twitter ha scrit- ta speaker della Camera dei
La Gran Bretagna respinge la richiesta crato la popolazione come Il Niger è teatro di diversi to che il segretario di Stato Rappresentanti.
di estradizione negli Usa per Julian Assange rappresaglia per l’uccisione di attacchi di jihadisti legati ad
due non meglio precisati mili- Al Qaeda e al sedicente Stato
La giustizia britannica ha respinto oggi l’istanza di estra- tanti da parte delle milizie lo- islamico. Lo scorso anno gli
dizione negli Stati Uniti per Julian Assange. Il fondatore cali di autodifesa. Gli aggres- attentati e la violenza armata
di WikiLeaks è accusato da Washington di spionaggio e sori sarebbero arrivati a bordo alla frontiera occidentale con
pirateria per aver contribuito a svelare file riservati relati- di pick up e di un centinaio di il Mali e il Burkina Faso e
vi alle operazioni militari in Afghanistan e Iraq. A emet- moto proprio dal vicino Mali, quella sud-orientale con la Ni-
tere il verdetto è stata la giudice Vanessa Baraister, che Paese dove nelle ultime ore geria sono costati la vita a cen-
ha motivato la decisione evocando il rischio di suicidio due soldati francesi sono stati tinaia di persone. L’attacco
per Assange a causa di «problemi di salute mentale». uccisi da militanti jihadisti. più recente risale a metà di-
Washington potrà fare appello. Le azioni sono state com- cembre, quando 28 persone
piute in pieno giorno, in coin- sono state uccise a Toumour
cidenza con l’annuncio dei ri- da Boko Haram.
Uccisi in Mali sultati parziali del primo tur- In particolare, la regione di
altri due soldati francesi no delle elezioni presidenziali Tillabéri — dove è avvenuto
e legislative svoltesi lo scorso l’eccidio — è un’area talmente
Due soldati francesi sono stati uccisi sabato in Mali dal- 27 dicembre nel travagliato pericolosa che le autorità han-
l’esplosione di un ordigno rudimentale, dopo che altri tre Paese africano, segnato da in- no vietato di usare la motoci-
militari loro connazionali avevano perso la vita lunedì stabilità politica e da frequenti cletta: un mezzo che permette
scorso in un attacco analogo rivendicato dalla branca di colpo di Stato. Risultati che a terroristi islamici, banditi e
Al Qaeda nel Sahel. L’attacco è avvenuto a Manaka, nel hanno attribuito all’ex mini- trafficanti di muoversi veloce-
nord-est del Paese africano. Sono una cinquantina i mili- stro dell’Interno Mohamed mente e agilmente.
tari francesi morti dall’inizio dell’impegno militare di Pa-
rigi nella regione del Sahel, nel gennaio del 2013. La
Francia è presente nel Sahel con l'operazione Barkhane,
che impegna più di 5.000 militari in questa immensa re-
gione, minacciata da gruppi jihadisti e violenze che han-
no provocato migliaia di vittime civili e militari negli ul-
Riaprono le scuole in Kenya Riparte il dialogo
timi anni.
dopo nove mesi di chiusura per la diga sul Nilo Azzurro
Nigeria: distrutto dai militari NAIROBI, 4. Gli studenti ke- tuti e in realtà pochissimi ke- IL CAIRO, 4. Etiopia, Su- senza di funzionari del Sud
un insediamento di Boko Haram nyani tornano finalmente in niani che hanno avuto accesso dan ed Egitto hanno con- Africa, Paese che detiene la
aula. Dopo nove mesi di chiu- alle attrezzature tecnologiche cordato di riprendere il dia- presidenza di turno dell’U-
Decine di jihadisti del gruppo di Boko Haram sono ri- sura a causa della pandemia di necessarie. logo sulla complicata di- nione africana e che sta
masti uccisi in un bombardamento aereo di velivoli go- covid-19, con conseguenze Nei mesi scorsi più volte l’U- sputa riguardo la gigantesca svolgendo una mediazione
vernativi della Nigeria, che hanno preso di mira un cam- spesso disastrose anche e so- nicef ha sottolineato come i ri- Grand Ethiopian Renais- nel dialogo.
po di addestramento dei terroristi nell’area di Mana Wa- prattutto in ambito educativo, schi per i bambini che non van- sance Dam, la grande diga «Abbiamo concluso che
ji, nello Stato settentrionale di Borno. La base serviva co- oggi vengono finalmente ria- no a scuola siano molto più alti che Addis Abeba sta co- questa settimana sarà dedi-
me deposito di armi e attrezzature, ma anche come sede perte le scuole nel Paese africa- dei rischi che incontrano nelle struendo sul Nilo Azzurro cata a incontri bilaterali fra
per pianificare attacchi terroristici, hanno confermato fon- no così da permettere a circa di- scuole — si teme anche un forte dal 2011 e che il Cairo e i tre Paesi con esperti e os-
ti militari. Dall’inizio del mese si registra un aumento de- ciassette milioni di ragazzi di abbandono scolastico — e che Khartoum temono danneg- servatori» si legge in una
gli attacchi nel nord-est della Nigeria, mentre alla vigilia tornare dietro i banchi. era difficile da comprendere la gerà il loro approvvigiona- nota del ministero sudanese
di Natale i jihadisti di Boko Haram hanno ucciso alme- Una chiusura lunga, quasi decisione di mantenere chiuse mento idrico. per l’acqua. Gli incontri tri-
no sette persone in un assalto a un villaggio a maggio- un intero anno scolastico senza le scuole quando ristoranti e I tre Paesi hanno tenuto partiti, anche di vertice, ri-
ranza cristiana sempre nello Stato settentrionale di Bor- istruzione, con i corsi a distan- negozi sono rimasti aperti dal- ieri, domenica, un incontro prenderanno dal 10 gennaio
no. za introdotti solo da alcuni isti- l’inizio della pandemia. in videoconferenza alla pre- prossimo.

L’OSSERVATORE ROMANO ANDREA MONDA Servizio vaticano:


redazione.vaticano.or@spc.va
Segreteria di redazione
telefono 06 698 45800
Tipografia Vaticana Tariffe di abbonamento Necrologie: telefono 06 698 45800
Vaticano e Italia: semestrale € 225; annuale € 450 segreteria.or@spc.va
direttore responsabile Editrice L’Osservatore Romano
segreteria.or@spc.va Europa: € 720;
GIORNALE QUOTIDIANO POLITICO RELIGIOSO Servizio internazionale: Stampato presso srl
redazione.internazionale.or@spc.va
Africa, Asia, America Latina, America Nord, Concessionaria di pubblicità
Unicuique suum Non praevalebunt Piero Di Domenicantonio www.pressup.it Oceania: € 750; Il Sole 24 Ore S.p.A.
caporedattore Servizio fotografico: via Cassia km. 36,300 – 01036 Nepi (Vt)
Servizio culturale: telefono 06 698 45793/45794, Abbonamenti e diffusione (dalle 9 alle 15): system Comunicazione Pubblicitaria
Città del Vaticano redazione.cultura.or@spc.va fax 06 698 84998 telefono 06 698 45450/45451/45454
Aziende promotrici Sede legale: Via Monte Rosa 91, 20149 Milano
Gaetano Vallini Servizio religioso: pubblicazioni.photo@spc.va della diffusione fax 06 698 45456 telefono 02 30221/3003, fax 02 30223214
www.osservatoreromano.va segretario di redazione redazione.religione.or@spc.va www.photovat.com Intesa San Paolo info.or@spc.va diffusione.or@spc.va segreteriadirezionesystem@ilsole24ore.com
lunedì 4 gennaio 2021 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 5

Il virus è costato mille miliardi di dollari e nel 2021 si tradurrà in 235 milioni di persone bisognose di aiuti Superati gli 85 milioni

Il terremoto covid Aumentano


i contagi
fa tremare l’economia mondiale
di ANNA LISA ANTONUCCI tante se concluderemo l’anno be contratta di quasi il 3,2% en- mento negativo, secondo gli
senza grandi carestie». Il Pro- tro il 2020, mentre l’O rganizza- esperti, dovrebbe continuare

I
l terremoto covid, che ha gramma delle Nazioni Unite zione internazionale del lavoro anche con l’arrivo dei vaccini.
fatto tremare l’economia per lo sviluppo aveva lanciato (Oil) avvertiva che quasi la me- Di fronte a questa ondata di
globale, è costato finora l’allarme su quali danni econo- tà della forza lavoro mondiale segnali negativi, le Nazioni
mille miliardi di dollari e mici avrebbe provocato il virus avrebbe visto venire meno i Unite hanno avanzato l’idea di
nel 2021 si tradurrà in 235 milio- già nel marzo scorso, prima che propri mezzi di sussistenza a un reddito di base universale. A
ni di persone bisognose di assi- la diffusione del covid-19 fosse causa del continuo calo del nu- maggio, una relazione della
stenza umanitaria, con un au- certificata come pandemia. mero di ore lavorate per il loc- Commissione economica Onu
mento del 40% rispetto al 2020. L’Agenzia dell’Onu aveva kdown. Il mese successivo, la per l’America Latina e i Caraibi
A tracciare questo quadro deso- avvertito come la nuova ed ine- Banca mondiale ha confermato ha proposto che i governi ga-
lante è il Programma delle Na- dita situazione fatta di divieti di che il mondo era nel bel mezzo rantiscano trasferimenti tem-
zioni Unite per lo sviluppo. viaggio, restrizioni alla circola- della peggiore recessione dalla poranei immediati di denaro
«Le prospettive delle esigenze zione, persone costrette a lavo- seconda guerra mondiale. contante per aiutare milioni di
umanitarie nel prossimo futuro persone che in quella parte del
sono le più desolanti mai pensa- mondo lottano per soddisfare i
te» ha annunciato il responsabi- loro bisogni di base. Secondo
le degli Affari umanitari dell’O- Kanni Wignaraja, esperto del
nu, Mark Lowcock, sottoli- Programma Onu sul commer- GINEVRA, 4. Crescono in tut- della parte orientale del pae-
neando il fatto che il covid ha cio e lo sviluppo «se non c’è un to il mondo i casi di covid- se, su richiesta delle autorità
causato «una carneficina in tut- reddito minimo su cui fare affi- 19, soprattutto dopo la sco- locali preoccupate per la
ti i Paesi più fragili e vulnerabili damento quando si verifica perta di una variante del vi- progressione dell’epidemia.
del pianeta». Le sfide da affron- questo tipo di shock, le persone rus individuata per la prima In Germania, le autorità
tare nel 2021 sono dunque enor- non hanno scelta e rischiano di volta in Gran Bretagna. sanitarie hanno registrato ul-
mi e secondo il rappresentante soccombere alla fame o ad altre Secondo gli ultimi con- teriori 10.000 casi e 302 de-
Onu «sarà un risultato impor- malattie, molto prima di am- teggi della Johns Hopkins cessi. Complessivamente, in
malarsi di covid». Ecco perché, University, i contagi sono at- Germania si contano
secondo l’Onu, è così «essen- tualmente 85.122.080, inclusi 1.775.513 casi e 34.574 morti.
ziale rilanciare il dibattito sul 1.843.135 decessi. Dall’inizio Oggi, intanto, il cancellie-
reddito di base universale e ren- della pandemia nel mondo re, Angela Merkel, incontre-
DAL MOND O
derlo una parte centrale dei pia- sono comunque guarite rà i leader dei 16 Länder per
ni di stimolo fiscale che i Paesi 47.860.306 persone. discutere i prossimi passi per
Caos documenti stanno prendendo in conside- In molti Paesi europei la fronteggiare l’emergenza. Il
tra Gb e Spagna razione». situazione permane difficile. lockdown attualmente in vi-
Già l’estate scorsa il Pro- Anche a causa della cosid- gore si concluderà il 10 gen-
Ad alcuni cittadini bri- gramma delle Nazioni Unite detta “variante britannica”, naio e non è escluso che pos-
tannici che risiedono in per lo sviluppo aveva racco- che viaggia più velocemente sa proseguire.
Spagna è stato impedi- mandato un reddito di base e che si è diffusa in diversi In Italia, dato l’aumento
to ieri di salire a bor- universale temporaneo per le Paesi del continente (inclusa dei casi, potrebbe essere pro-
do di un volo congiun- persone più povere del mondo l’Italia, mentre in Germania rogata con un’ordinanza del
to British Airways-Ibe- come mezzo per rallentare la sarebbe stata presente già a ministro della Salute, la sca-
ria diretto a Madrid, diffusione del covid-19 e con- novembre) e pure in Cana- denza del decreto natalizio,
perché, secondo la sentire a quasi tre miliardi di da, India e Pakistan. al momento prevista il 7 gen-
compagnia aerea, i loro persone di rimanere nelle loro Ieri, per il sesto giorno naio. Le due ipotesi in cam-
documenti di soggior- case. I lavoratori che non han- consecutivo, la Gran Breta- po sono quella di mantenere
no pre-Brexit non era- no una rete di sicurezza sociale gna ha registrato oltre in vigore le misure vigenti fi-
no più validi. Altri rare da casa, uffici chiusi e mi- In particolare la pandemia non hanno altra scelta che cer- 50.000 contagi. Il dato, rife- no al 15 gennaio, data di sca-
passeggeri sono stati sure di contenimento avrebbe ha colpito duramente i lavora- care lavoro all’esterno, metten- rito dal quotidiano «The denza dell’ultimo Dpcm, op-
rimpatriati in Gran gravato pesantemente sull’eco- tori poco qualificati sia nei pae- do a rischio la loro salute e quel- Guardian», è di 54.990 casi, pure di tornare in zona gialla
Bretagna da Barcellona nomia mondiale. Per questo il si ricchi che in quelli in via di la dei loro familiari. Il Pro- in calo rispetto al record di per il 7 e 8 gennaio, per poi
per lo stesso motivo. Fondo monetario internaziona- sviluppo. Nel settore dei servizi gramma per lo sviluppo rileva, quasi 58.000 fatto segnare passare alle misure della fa-
La vicenda è stata rac- le (Fmi) e la Banca mondiale si sono verificati licenziamenti dunque, che laddove il reddito due giorni fa. Il numero dei scia arancione il fine settima-
contata al quotidiano avevano previsto un’iniezione di massa, in particolare in setto- di base è stato adottato è accer- decessi è di 454, in lieve au- na del 9 e 10 e, successiva-
britannico «The Guar- multimiliardaria di fondi glo- ri come il turismo, il commercio tato che ha contribuito a rallen- mento rispetto ai 445 di sa- mente, sulla base del moni-
dian» dagli stessi pas- bali sostenuti dalle Nazioni al dettaglio, il tempo libero e tare la diffusione del virus e a bato, il che porta il totale ad toraggio, assegnare le fasce
seggeri. Unite messi a disposizione dei l’ospitalità, i servizi ricreativi e fornire una rete di sicurezza per oltre 75.000 vittime. E men- per la settimana seguente.
mercati emergenti e a basso di trasporto. A dicembre, l’O il coloro che ne avevano bisogno tre aumentano i ricoveri di La nuova variante del co-
reddito. Nonostante questi aiu- ha pubblicato un rapporto che e cita come esempio la Cambo- bambini, le autorità di Lon- vid-19 sta provocando forti
Manifestazioni ti, le prospettive, soprattutto mostra come gli aumenti sala- gia dove il governo ha istituito dra hanno deciso di chiudere timori. Nonostante abbia un
in Iraq per i sei miliardi di persone che riali stanno rallentando decisa- un sistema di trasferimento di- tutte le scuole elementari fi- tasso di contagi tra i più bas-
nel primo vivono nei Paesi in via di svi- mente, le persone più colpite gitale di denaro contante per le no al 18 gennaio. si in Europa, il Governo del-
anniversario luppo, sono fosche, secondo sono le donne, i giovani e i lavo- persone che vivono al di sotto In Francia, dopo un allen- la Norvegia ha infatti scelto
dell’uccisione l’Agenzia dell’Onu. A maggio, ratori meno retribuiti: un ope- della soglia di povertà. Così co- tamento delle restrizioni per la linea della prudenza, an-
di Soleimani il Dipartimento degli affari raio su sei ha smesso di lavorare me hanno fatto i governi del le festività, è stato anticipato nunciando nuove restrizioni,
economici e sociali delle Nazio- a maggio e chi ancora lavora ha Bangladesh, dell’Indonesia, il “coprifuoco” dalle 20 alle mentre la Svizzera ha am-
Migliaia di sciiti ira- ni Unite (Desa) aveva previsto visto il proprio orario ridotto di della Malesia, delle Filippine, 18 per sei milioni di persone messo di avere sottovalutato
cheni si sono riuniti a che l’economia globale si sareb- quasi il 23%. E questo anda- del Vietnam e altri Paesi. che vivono in 15 dipartimenti la situazione.
Piazza Tahrir, a Bagh-
dad, nel primo anni-
versario del duplice
omicidio mirato — con
un raid statunitense vi- Per i profughi al confine tra Bosnia ed Erzegovina e Croazia
cino all’aeroporto di
Baghdad — del genera-
le Qassem Soleimani,
Allarme Caritas: «Rischio catastrofe umanitaria e bomba sociale»
uno dei più influenti
leader militari iraniani, SARAJEVO, 4. Freddo, malattie, abbando- fiuta l’apertura di nuove strutture di acco-
a capo della forza Al no, rifiuto: l’Unione europea non riesce a glienza a Bihra e Sarajevo: inutilmente la
Quds, e di Abu Mahdi fermare la decimazione dei 1300 profughi Ue ha offerto aiuti economici chiedendo,
al-Mohandes, numero che vagano da aprile, rifiutati e senza pa- però, la ricostruzione del campo di Lipa,
due della milizia ira- ce, al confine fra Bosnia ed Erzegovina e andato in fiamme il 23 dicembre. Nessu-
chena Hashd al-Shaa- Croazia. La Caritas italiana, che presidia no pare disposto a farsi carico di 1300 per-
bi. I manifestanti filo- dal 2015 la rotta balcanica al fianco delle sone che da giorni vagano stipate su pul-
iraniani hanno prote- Caritas locali, avverte le autorità: di que- mann senza una vera destinazione, ina-
stato contro gli Stati sto passo la catastrofe umanitaria annun- scoltati nelle loro periodiche rivolte: e,
Uniti e contro il Primo ciata «sarà inevitabile». E con essa «vio- paradossalmente, sale l’ostilità delle pub-
Ministro iracheno, in- lenze e gravi tensioni sociali». bliche opinioni locali. Il monito della Ca-
vocando vendetta. Im- Il problema, infatti, non è solo la trage- ritas rischia di essere una facile profezia.
ponenti le misure di si- dia delle 1300 anime vaganti in attesa alle Lipa, avverte, «non può garantire in poco
curezza adottate per porte dell’Europa che anche ieri hanno tempo le condizioni minime necessarie
contenere la protesta e inscenato l’ennesima inascoltata protesta. per vivere». La Cei e Papa Francesco con
a tutela della Green Sballottati da un campo all’altro, scacciati una donazione hanno sostenuto l’avvio di
Zone, dove hanno sede dagli incendi, incalzati dal freddo, i pro- servizi d’urgenza nei campi di transito
gli uffici del governo e fughi vengono anche percepiti come una della rotta balcanica. Sciarpe, giacche e
le sedi diplomatiche. minaccia dalla popolazione locale che ri- cappelli a chi manca di tutto. Migranti in un campo in Bosnia ed Erzegovina (Epa)
pagina 6 L’OSSERVATORE ROMANO lunedì 4 gennaio 2021

Un libro di Massimo De Angelis su Nietzsche oltre il nichilismo

Il deserto
e la sete di Dio
ri nietzschiani. Il libro innerva un pro- ne che ogni cosa riempie annichilen- cia-perdersi dell’uscire da sé, ma è un
cesso discendente e ascendente, com- do, e da cui si esce, ancora nichilismo, perdersi per trovare Dio dentro di sé,
posto lungo due sezioni asimmetriche svuotando di valore le categorie a cui intimior intimo meo (Agostino, Confessio-
che paiono riprendere la struttura del- tutto è appeso: scopo, unità, essere. nes III, 6): mai relazione fu più intima
l’Ottava sinfonia di Mahler, quella che Un congedo che si trasforma in oblio. e profonda, delicata rimembranza di
più di ogni altra ha cercato la soluzio- Tutto frana, sembrerebbe. una possibilità perduta e ridonata, li-
ne della tensione tra suono e parola. Ma si potrebbe verificare, invece, berante dalla trappola dell’autorefe-
Ogni capitolo, trova il suo tempo in- che a cadere sia la maschera di una renzialità, nuova forma — superamen-
teriore nella misurazione musicale: ostinata prepotenza intellettuale che to e dignità ritrovata — dell’umano. Il
andante, lento, adagio, mosso, rondò, incatena i passi di chi vuole andare ol- minimo e il massimo si compenetrano
allegro, e così via. Lo sfondo musicale tre. Allora, i muri di acqua che hanno fino alla sorpresa di Matteo 25, quan-
coispira la “meditazione” filosofica di aperto e difeso la via nel mar Rosso si do la coincidenza proietta luce sulla
De Angelis, che con Nietzsche per- trasformano nella tempesta che tra- fine per generare un nuovo inizio,
corre il suo esodo strappando i rivesti- volge i deduttivi, dispersit superbos mente inatteso e impensabile come solo una
menti teoretici, per mostrare una veri- cordis sui, per mettere al centro la vita teofania può esserlo: quello «che ave-
tà che deve dissolversi per riprendere che brama l’oltre, et exaltavit humiles te fatto ai miei fratelli più piccoli, l’a-
il suo corpo, rigenerarsi nella distanza (Luca 1, 51-52). vete fatto a me», pienamente umaniz-
di GIUSEPPE BONFRATE In questo libro l’autore assume la per abitare una patria, perdersi per La scena di questo mondo si trasfi- zante, nel vuoto, nell’assenza, nell’in-
sfida della krisis. Accetta la sfida di un scoprirsi sulla via, contrastare la digenza, nella nudità, nella solitu-

I
l libro di Massimo De Angelis, «un rigoroso confronto» con la pro- corrente per risalire il fiume, ma- dine, nella vulnerabilità. E cos’al-
Serve ancora Dio? La via di Nietzsche pria fede, come lo scolpisce Nietzsche nifestarsi nella sete e nella fame, tro avrebbe potuto ispirare quanto
oltre il nichilismo, (Roma, Castel- in Aurora, «finché non siate andati per alimentare il fuoco del desi- Centrale è l’umanità di Gesù raccolto in Al di là del bene e del male:
vecchi, 2020, pagine 288, euro lontano» dal cristianesimo. Divenen- derio. Coerente, ci pare, con che fa emergere «Amare l’uomo per amore di Dio
25) conduce nel deserto, per fare espe- do esuli (una rinuncia teoretica alle quanto avvenuto nelle partiture — fu questo, fino a oggi, il senti-
rienza della sete di Dio. Facendo il bi- metafisiche e al cogito cartesiano), i ge- mahleriane, che mentre portava- una paradossale cristologia filosofica mento più nobile e più remoto che
lancio della articolata interpretazione sti, la vita come inveramento, condur- no alla dissoluzione della forma la cui radice sia stato raggiunto dagli uomini.
del pensiero nietzschiano in ambito ranno all’autenticità dei significati, in sinfonica, purificavano nel fuoco Che l’amore per l’uomo senza una
cristiano sarebbe legittimo domanda- cui le parole ritroveranno i loro suoni la fedeltà alla tradizione. E non è alimenta la teologia dell’umano qualche segreta finalità che lo san-
re: cosa resta di Dio? Nella serrata cri- di verità: un nuovo inizio, povero di un caso che si attribuisca a que- tifichi sia una sciocchezza e una
tica di Nietzsche all’idea di verità co- sicurezze, ma in cui tempo ed eterni- sto compositore il celebre afori- bestialità in più, che l’inclinazione
me descrizione oggettiva-assoluta tà, corpo e spirito, si daranno final- sma che «la tradizione non è la a questo amore umano debba rice-
delle cose, solo il soggetto nel suo atto mente la mano. E qui diventa centrale venerazione delle ceneri, ma te- vere soltanto da una inclinazione
di volontà, non altri, non altro, diven- l’umanità di Gesù, facendo emergere ner vivo il fuoco». gura nel sacrificio delle proprie cer- superiore la sua misura, la sua finezza,
ta ermeneuta del reale. Si rigetta l’i- una paradossale cristologia filosofica, La fiamma è il Cristo exodus, motore tezze, al prezzo di trovarsi nella mas- il suo granello di sale e il suo pulvisco-
dea di un ordine del mondo, e per li- la cui radice alimenta la teologia del- e primo passo del benefico peregrina- sima distanza da Dio. Ed è nella più lo d’ambra — chiunque sia stato l’uo-
berare il proprio sì alla vita non si po- l’umano. Se ne evince già dal visibile re per liberarsi dalla sententia Christi, estrema lontananza che si acclara che mo che per la prima volta ha sentito e
trebbe far altro che rinunciare a Dio. connubio tra autobiografia dell’auto- dai concetti, e scorgere finalmente il il Regno di Dio è qui (Matteo 5-7), e la “ha vissuto” tutto questo, per quanto
Ma, se riprendiamo la famosa enun- re e biografia di un pensiero tellurico, corpus Christi, presenza che si rivela nel- gloria di Dio è l’uomo vivente pensa- la sua lingua possa aver balbettato, al-
ciazione di Paul Ricoeur che unisce all’apparenza solo distruttivo. I som- la carne, unendola a sé dove altri vor- to da Ireneo (Adversus haereses 4, 20, 5- lorché tentò di esprimere una tale de-
Marx, Nietzsche e Freud nella defini- movimenti sismici aprono una strada: rebbero separarla, ritenendola inde- 7), nella tensione di sguardo alla vita, licatezza di sentimento, egli sarà per
zione di «maestri del sospetto», po- la via di Nietzsche oltre il nichilismo. gna di Dio. Il dualismo è la soluzione di presa in carico di essa, dissipando noi eternamente sacro e degno di ve-
tremmo comprendere l’utilità di que- Come in ogni conversione o riforma, analgesica dei tormenti della creatu- la menzogna e rinunciando alle illu- nerazione, in quanto è l’uomo che ha
sto libro. Il “sospetto” incrina gli la crisi e la morte sono una necessità ralità, il sintagma intorno al quale si sioni, per vedere Dio. Il minimo coin- volato più in alto sino a oggi e si è
equilibri, e sollecita un distanziamen- che perde rilievo di fronte alla vita che sono costituite tante soluzioni falsifi- cide con il massimo, e quello che per smarrito nel modo più bello».
to da come le cose stanno, rivelando, germina in esse. canti, come lo gnosticismo e il pela- Cusano trascende ogni possibilità Lo smarrimento, lo straniamento
insieme, la fallacia della realtà e l’ap- Gesù, l’uomo «eternamente sacro e gianesimo. Errori antichi che ancora dell’intelletto, non è per Nietzsche di un essere che deve trapassare sé
parire di qualcosa di nuovo. La forza degno di venerazione» è la chiave del- costringono l’idea di salvezza nel rigi- negato alla vita, al suo sapore-sapere, stesso, avvertire la vertigine del vacuum
distruttiva diventa generativa, con la la risoluzione della lotta che avrebbe do assoluto della legge e nell’imma- alla pratica dell’esistere. Egli danza per scoprirsi capax Dei. Ma qui, come
conseguenza che bisogna congedarsi estenuato il cristianesimo, quella tra nente solitudine delle proprie ragioni, tra gli opposti, ma la musica sembra giustamente avvertirebbe De Angelis,
dal vecchio, per porsi nella direzione l’umano e il divino, tra il corpo e lo perdendo la verità di Dio che si pre- esaurirsi lì dove, secondo un’interpre- siamo oltre Nietzsche. Nello stesso
di un altro evo: il “sospetto” genera spirito, nel segno dell’intangibile senta in Gesù, e trapassa permanente- tazione costante del suo pensiero, po- tempo, però, dalle pagine di questo li-
krisis, separazione, vaglio per una dualismo che ha contrassegnato la ri- mente nel “sacramento” del tu-noi, al- nendo in alternativa fede e religione, bro emerge la gratitudine al suo pen-
nuova consapevolezza dello stare al flessione e l’esperienza cristiana. Le l’ombra della grazia che dà gioia ai tra soggettività e alterità, io o Dio, siero, che riesce a far ascoltare quello
mondo, e così scegliere, decidersi. Lo pagine si rincorrono intrecciandosi a cieli, come direbbe Nietzsche, per il non riesce a cogliere, questa la trage- che non è riuscito a sentire: un canto
dovremmo a noi stessi, scoprendoci frammenti di meditazione di una vita fatto che Dio è sulla terra. A questo si dia di Nietzsche, che la natura relazio- alla vita, nostra e, non sorprenda, alla
impastati di “infingimenti”. che si guarda allo specchio dei pensie- aggiunge la lotta contro quella ragio- nale della fede non è soltanto rinun- necessaria vita di Dio.

di EUSEBIO CICCOTTI
Senza un prete tazione di Pierre Fresnay, adat-
to nei panni del religioso, pa-

T
ra i tanti film oggi po- drone, come pochi attori, d’una
co ricordati crediamo polifonica mimica facciale. Si
vada annoverato Dio ha Gli abitanti dell’isola di Sein in un film di Delannoy uscito settant’anni fa supererà nel magnifico Lo spreta-
bisogno degli uomini di to (1954) di Léo Joannon, for-
Jean Delannoy, distribuito in giustificazione è la povertà in l’acquasantiera vuota da mesi e panorama della produzione uomini!». Affermazione che mando così con questo di De-
Italia nel dicembre 1950. Siamo a cui versa la comunità, il duro si segnano. Qualcuno vuole commerciale del tempo ma che non vuole essere blasfema, ma lannoy un imperdibile dittico.
metà dell’Ottocento e protago- clima cui è sottoposta. Credono confessarsi, come sua cognata oggi ha ancora molto da dire. in forma iperbolica ribadire il Il film ottenne a Venezia il pre-
nista di questo film corale è la che Dio si sia dimenticato di lo- Giovanna, in preda alle doglie Tratto dall’intrigante romanzo dogma contenuto nel Credo, mio della giuria internazionale
comunità della piccola isola ro e, dunque, si arrangiano co- del parto, «perché sono in pec- Un recteur de l’île de Sein (1944) di «vero Dio e vero uomo». Ossia della critica cattolica (Ocic) ed
francese di Sein, di fronte alla me possono. In assenza del par- cato mortale!», gridando di do- Henri Queffélec, ispirato da un che «Dio non può essere Dio ebbe recensioni positive anche
Bretagna, una lingua di terra roco assume un ruolo impor- lore, lo supplica: «Se muoio va- fatto accaduto, il messaggio del senza l’uomo» (Papa France- da non credenti, come Ennio
sferzata perennemente dal do all’inferno! Sarai responsa- film ruota intorno alla frase car- sco, udienza 7 giugno 2017). Flaiano, che — da fine scrittore e
vento, dai temporali, e dalle bile!». Tommaso cerca di op- dine del romanzo che Tommaso Delannoy, inoltre, sul piano futuro sceneggiatore — ne ap-
alte ondate dell’oceano porsi ma poi cede, ascolta i pec- grida, quasi arrabbiato, nella dell’estetica filmica, inventa prezzò la scrittura e l’uso origi-
Atlantico in cui nessun prete Fanno naufragare le navi cati della cognata e le dice: «Ti chiesa vuota, rivolto al Crocifis- una “regia teologica”. Ogni vol- nale della macchina da presa.
cattolico desidera esercitare il durante le tempeste sei pentita, sei perdonata». È la so: «Tu per diventare Dio ti sei ta che Dio viene chiamato in Altri ci videro un inizio prote-
proprio ministero. bontà e la tranquillità di Tom- fatto uomo! Non puoi abban- campo nelle “omelie” di Tom- stante e una chiusa cattolica, ma
Alla morte del parroco uccidono l’equipaggio maso che finiscono per proiet- donarci, Tu hai bisogno di noi maso opta per riprese dall’alto si sbagliavano. Il film di Delan-
Jean Marie Kervadec, il ve- e si spartiscono la refurtiva tarlo sempre più, verso il basso (sono de- noy è il grido di Giobbe, con-
scovo ne invia un successore, per una comuni- mi-plongée): è il “punto di dotto con drammaticità e garbo
ma dopo alcun mesi anche tà che ha un biso- vista” di Dio, il Suo allo stesso tempo, all’interno
questo lascia Sein, inorridito gno disperato di sguardo (se ne ricorderà del rispetto della tradizione cat-
dal comportamento degli Dio, nel suo nuo- Juilien Duvivier nel pri- tolica e dei sacramenti, soprat-
isolani. Essi, pur non saltando tante il sagrestano, Tommaso vo ruolo, non vo- mo film su Don Camillo tutto dell’eucaristia, che per
la messa della domenica, viola- (Pierre Fresnay) che la comuni- luto, di curato e Peppone, 1952). Op- Tommaso può consacrare solo
no sistematicamente i dieci co- tà vorrebbe diventasse ministro finché non arri- pure, quando i paesani un ministro di Dio. Rivedere
mandamenti. Poi si confessano. dei sacramenti. «Perché non ci verà il nuovo par- si recano a messa, la ca- oggi il film di Delannoy, duran-
Il maggiore peccato è l’omici- aiuti? Dacci il Signore!», gli gri- roco mandato mera carrella a precede- te questa pandemia, quando in
dio: fanno naufragare le navi da una donna. Tommaso, inor- dal vescovo. re o a seguire, accompa- alcuni momenti ci sentiamo ab-
durante le tempeste notturne ridito, protesta e si rifiuta cer- Con Dio ha bi- gnandoli, come in una bandonati da Dio, ci farebbe
attirandole con dei fuochi sugli cando di mantenere solo la pre- sogno degli uomini sofferta via crucis. La re- bene, capiremmo che Lui ci è vi-
scogli. Uccidono l’equipaggio e ghiera comunitaria. I fedeli, in Delannoy gira un sa del film gode anche cino, e in qualche modo miste-
si spartiscono la refurtiva. La chiesa, immergono la mano nel- film atipico nel della superba interpre- rioso, ha “bisogno” di noi.
lunedì 4 gennaio 2021 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 7

O ttant’anni fa moriva Henri Bergson


Giovanni Battista
Montini,
giovane sacerdote
Oltre
nel suo studio romano
la tradizione
di GABRIELE NICOLÒ personale. «Senza la creazione —
sostiene il filosofo — la vita e l’u-

S
’impose all’attenzione niverso sarebbero già finiti o fini-
della comunità accade- rebbero in futuro. L’evoluzione è
mica contestando i risul- creatrice perché oltrepassa il
tati ottenuti da Albert meccanicismo e il cattivo finali-
Einstein nella Teoria della relati- smo».
vità e, al contempo, elaborando Membro dell’Académie fran-
una concezione del mondo che caise, Bergson fu inoltre presi-
valicasse i confini sia del reali- dente dell’Académie des Scien-
smo che dell’idealismo per radi- ces morales et politiques, ufficia-
carsi semplicemente nel senso le della Légion d’honneur e uffi-
comune. A ottant’anni dalla ciale dell’Instruction publique.
morte (4 gennaio 1941) Henri Ma la sua popolarità non si esau-
Bergson rappresenta ancora un riva entro i confini patri. Su invi-
riferimento importante per lo to della Columbia University di
sviluppo di un pensiero che aspi- New York, nel 1913 si recò negli
ra a sottrarsi al giogo di una tra- Stati Uniti. In varie città tenne
I «Pensieri giovanili» di Giovanni Battista Montini dizione supinamente accettata e lezioni sui temi della spiritualità

Coerenza
alle pastoie di uno sterile forma- e della libertà, che riscossero il
lismo. convinto plauso dell’uditorio.
In Durata e Simultaneità il filoso- Altrettanto significative le le-
fo francese ricordava che Ein- zioni tenute, a più riprese, in In-
stein ha dimostrato che il tempo ghilterra, in particolare ad

tra parola e azione


è relativo al sistema di riferimen- Oxford, in cui rivolse l’attenzio-
to e che più è elevata la velocità ne allo studio dell’animo umano
di un sistema rispetto all’osserva- e alle sue complesse dinamiche.
tore, più il tempo in tale sistema Nel Saggio sui dati immediati della co-
rallenterà dal punto di vista del- scienza, il filosofo scrive: «Le opi-
di FRANCESCA ROMANA more di non essere pronto ad accompagneranno tutta la sua l’osservatore. Bergson, dal canto nioni alle quali teniamo di più

È
DE’ ANGELIS adempiere con compiutezza il vita. Carità, generosità, perdo- suo, sosteneva che il tem-
ministero al quale sarà chiama- no, rettitudine sono concetti po non è una retta di tanti
un Giovanni Battista Montini to. All’indomani della scelta sa- fondanti che riassumono quel punti contigui, ma un
poco più che ragazzo il prota- cerdotale Giovanni Battista sentimento profondo di amore istante che cresce su sé Il filosofo si fece paladino
gonista del volume Pensieri gio- vorrebbe ancora del «tempo per l’altro che è totalità, vici- stesso sovrapponendosi del valore pratico della scienza
vanili (1919-1921) (Roma, Stu- utile per prepararsi all’azione», nanza, condivisione. «Se non agli altri.
dium, 2020, pagine 136, euro ma con scrupolo vaglia questa ami il fratello che vedi, come Pur avvolto dai vapori sottolineando il proficuo legame
18) per la cura di Angelo Maf- necessità chiedendosi se sce- amerai Dio che non vedi?» si di un pensiero che rischia- tra la coscienza e il mondo
feis docente di teologia, autore gliere di dedicarsi ancora allo chiede Montini facendo sue le va di tradursi in un’astratta
di importanti pubblicazioni e studio non sia un sottrarsi alle parole dell’apostolo Giovanni. concettualità, il filosofo
impegnato nell’attività ecume- nuove responsabilità, «una fu- Spesso criticato, non com- evidenziò il valore pratico
nica. Il libro raccoglie un centi- ga dal lavoro pastorale». preso, dimenticato, Paolo VI si della scienza. A dispetto
naio di pagine scritte da Gio- Nel farsi voce della voce di- annuncia, in queste pagine gio- della consapevolezza di una co- sono quelle di cui più difficil-
vanni Battista su un taccuino a vina, Montini sente che non vanili, come quello spirito elet- stante antitesi fra interiorità ed mente potremmo rendere con-
partire dal mese di settembre basta «essere un fedele» ma è to che gli permetterà di diven- esteriorità, Bergson ribadì a più to».
del 1919 che non solo ricostrui- tare, sono le parole di riprese lo stretto legame tra la co- Nel 1927 gli fu conferito il pre-
scono un ambiente culturale, Papa Francesco al mo- scienza e il mondo. Secondo il fi- mio Nobel per la letteratura per
religioso e sociale, ma permet- mento della canonizza- losofo, l’oggetto conosciuto pos- le sue «ricche e feconde idee».
tono di seguire un intenso per- Un ritratto intimo zione, un «grande» siede una sua esistenza e una sua Una motivazione che rendeva il
corso spirituale, fondato sulla raccolto in un centinaio di pagine Pontefice e «un instan- “datità”, ovvero il modo di rive- giusto omaggio a un pensatore
coerenza del pensiero, della pa- cabile apostolo». Letto- larsi alla conoscenza, indipen- che, superando le tradizioni ot-
rola, dell’azione. Un documen- scritte su un taccuino re sollecito e partecipe dentemente dal soggetto cono- tocentesche dello spiritualismo e
to prezioso, come sottolinea a partire dal settembre del 1919 del suo tempo, aveva scente. Nello stesso tempo, tut- del positivismo, finì per esercita-
Maffeis nella sua ampia e bella intuito che il passato si tavia, esso esiste così come è per- re una robusta e duratura in-
introduzione, che illumina il stava concludendo e cepito dal senso comune senza fluenza nei campi della psicolo-
periodo della formazione, l’or- che il nuovo avrebbe nascondere “qualità occulte”, va- gia, della teologia e dell’arte.
dinazione sacerdotale e l’inizio cambiato la storia. le a dire, atto, potenza, sostanza. Riveste un valore particolare il
del ministero di colui che, do- «doveroso essere un apostolo» Ascoltando questa intuizione fu L’oggetto è pertanto definito da suo rapporto con il cattolicesi-
po essere stato arcivescovo di e per realizzare questo disegno interprete sensibile e profondo Bergson “oggetto pittoresco”, e mo, al quale desiderava conver-
Milano, nel 1963 sarebbe salito usa una parola che sarà centrale dell’apertura conciliare, del costituisce un qualcosa di diver- tirsi. Vi rinunciò «per solidarie-
al soglio pontificio con il nome nella sua riflessione spirituale e progetto ecumenico, del rinno- so sia dalla “rappresentazione” tà» con i suoi corregionali ebrei
di Paolo VI. nel suo impegno sacerdotale: vamento per una Chiesa «sa- dell’idealista, sia della “cosa” del verso i quali era cominciata in
Uomo di finissima cultura e testimonianza. Il dialogo con maritana» e «ancella dell’uma- realista: è quindi un’immagine in Germania la persecuzione nazi-
di grande sensibilità, Montini se stesso e con gli altri sarà una nità». Come non ricordare sé. sta.
cresce in uno stimolante am- costante in tutta la sua vita e quell’imperativo morale conte- Il suo lavoro più conosciuto, e Nel suo testamento, redatto
biente familiare, dove la madre negli anni difficili del pontifi- nuto nella grande enciclica Po- più discusso, è L’evoluzione creatrice, nel 1937, il filosofo scriveva: «Le
Giuditta rappresentava il ri- cato. Per consolidare, come os- pulorum progressio: «I popoli del- ed è giudicato uno dei contributi mie riflessioni mi hanno portato
chiamo a una vita contemplati- serva Maffeis, l’orientamento la fame interpellano oggi in più originali alla riflessione filo- sempre più vicino al cattolicesi-
che intende dare al suo im- maniera drammatica i popoli sofica sulla teoria dell’evoluzio- mo, nel quale vedo il completa-
pegno religioso Montini dell’opulenza. La Chiesa trasale ne. «Un libro come L’evoluzione mento dell’ebraismo. Io mi sarei
continua a interrogarsi su te- davanti a questo grido di ango- creatrice non è solo un’opera ma convertito, se non avessi visto
Non basta «essere un fedele» mi quali la verità, la passio- scia». E ancora la forza delle anche una data, quella di una prepararsi da diversi anni la for-
è «doveroso essere un apostolo» ne nel servire la Chiesa, l’u- parole pronunciate alle Nazioni nuova direzione impressa al pen- midabile ondata di antisemiti-
miltà, la preghiera, la lucidi- Unite, un appello alla ragione, siero» scrisse lo storico francese smo che va dilagando sul mon-
e per realizzare questo disegno tà necessaria nelle scelte che alla giustizia, al diritto e una Imbart de la Tour. Il testo pre- do. Ho voluto restare — sottoli-
il futuro Paolo VI usa una parola devono essere compiute fuo- condanna ferma di ogni conflit- senta l’evoluzione come una nea Bergson — tra coloro che do-
ri dall’influsso di emozioni to armato. creazione continua, intendendo mani saranno dei perseguitati.
che sarà centrale nella sua riflessione spirituale forti. Il grande giurista e storico la teleologia differentemente ri- Ma io spero che un prete cattoli-
e nel suo impegno sacerdotale: Il sacerdote che nell’Epi- Arturo Carlo Jemolo scriveva spetto alla concezione tradizio- co vorrà venire a dire le preghie-
fania del 1955 arriva vescovo che due testi dovrebbero essere nale e in analogia con la durata re alle mie esequie, se il cardinale
testimonianza nella città ambrosiana segui- presenti in tutte le antologie arcivescovo di Parigi
to da migliaia di libri, che scolastiche: la lettera che Paolo lo autorizzerà. Nel ca-
ha per compagni di medita- VI scrisse agli uomini delle Bri- so che questa autoriz-
zione Paolo, Girolamo, Ago- gate rosse e la preghiera di suf- zazione non sia con-
va e insieme la prossimità con- stino ma anche Leopardi, Ver- fragio per Aldo Moro e la sua cessa, bisognerà chia-
creta e quotidiana ai fragili e ai laine, Tommaseo, che prega scorta. Su queste pagine tanto mare un rabbino, ma
bisognosi e il padre Giorgio era perché «il frastuono delle mac- si è scritto e si è discusso ma, al senza nascondere a lui
un uomo d’azione impegnato chine» nella Milano industriale di là dei fiumi d’inchiostro ver- o ad altri la mia ade-
nel cattolicesimo sociale e poli- si faccia «musica», ci lascia in sati, ciò che resta davvero è la sione morale al cattoli-
tico. Nel momento in cui la queste pagine un ritratto inti- grandezza morale di un Ponte- cesimo, come pure il
scelta fondamentale della sua mo e toccante nella sua sinceri- fice che, nel momento più buio desidero da me espres-
vita, l’ordinazione sacerdotale, tà. Non sono le domande e le e drammatico della storia re- so di avere le preghiere
è compiuta, Giovanni Battista inquietudini legate a quella sta- pubblicana dell’Italia, non si di un prete cattolico».
avverte che ancora molto resta gione di incertezze che è sem- trincerò dietro opportunità e Per sua richiesta, fu
da decidere. Con grande rigore pre la giovinezza, ma il segno strategie politiche, ma fece di un prete cattolico a re-
e onestà intellettuale riflette e si precoce della profondità, del ri- tutto per salvare la vita di un citare le preghiere al
interroga sul suo futuro, nel ti- gore, dello slancio umano che fratello. suo funerale.
pagina 8 L’OSSERVATORE ROMANO lunedì 4 gennaio 2021

Lettere in ricordo di due sacerdoti


Donne e uomini nella Chiesa/10
Incontrare
Sorelle e fratelli
uniti dalla stessa fede Cristo
Vangelo. Mi leggeva quello del
Due libri sulle donne nella Sacra Scrittura e nella comunità ecclesiale di ALESSANDRO VERGNI
giorno: “Chiedete e vi sarà da-

C
osa significa la frase to, cercate e troverete, bussate
di GIORGIA SALATIELLO mangono discriminazioni di fondo, ne sia dettata dall’intenzione di ricor- «A Natale viene Ge- e vi sarà aperto” (Matteo, 7, 7)».
attribuibili, in ampia misura, all’inca- rere a “mode” del contesto socio-cul- sù»? A volte per Essere abbracciati dal Signore,

D
ue libri da poco tradotti in pacità maschile di liberarsi da secolari turale, soprattutto occidentale, ma il comprenderne il si- immeritatamente, se non per il
italiano (Christine Pedotti, pregiudizi e condizionamenti. precedente riferimento all’esistenza gnificato serve il dolore. A fatto di desiderare qualcosa
Gesù. L’uomo che preferiva le Il discorso non può essere limitato terrena del Cristo sgombra il campo pensarci bene, come possiamo che possa accogliere la propria
donne, Rizzoli, Milano, a quello, pur importante, dei ruoli e da ogni equivoco, poiché rinvia molto comprendere l’utilità della ve- umanità così come è, piena di
2020; Anne-Marie Pelletier, Una comu- dei posti da attribuire alle donne, ma più lontano, ossia a quello che è il di- nuta di Dio senza partire dal riflessi e di ferite. La stessa
nione di donne e di uomini. La forma della va più in profondità e tocca la que- segno di Dio per la Sua Chiesa: una nostro dolore? A volte è la esperienza di Sara, che parla
chiesa, Edizioni Qiqajon - Comunità stione del reciproco riconoscimento in comunità di sorelle e fratelli uniti dal morte di un amico il varco da così del suo incontro con don
di Bose, Magnano, 2020) sollecitano un rapporto che, rispettoso della dif- battesimo e dalla stessa fede. attraversare per rileggere un Antonio: «Era il settembre del
Sempre con l’attenzione al presen- fatto che ha portato nella no- 1992 e io avevo 16 anni. In uno
te, ma con lo sguardo proiettato an- stra vita ciò che il cuore già sa- scantinato scassato e scrostato
che al futuro, si presentano in primo peva senza conoscere ancora. del seminario di via Ferrucci
piano due temi ineludibili, quello del Mi imbatto in due lettere di entrai mentre un prete stava
clericalismo e quello della sinodalità. due donne per le quali tutto dicendo: “Quello che Leopar-
Tra il clericalismo e la situazione delle questo è successo. Due testi- di, più grande, più meritevole
donne vi è uno stretto intreccio, per- monianze legate alla morte di di noi, ha desiderato tutta la
ché, da una parte, il primo è uno dei due sacerdoti, don Luigi Men- vita, noi l’abbiamo incontrato
maggiori ostacoli al riconoscimento ci, parroco a Foiano della e si chiama Gesù Cristo!”.
della dignità ecclesiale delle donne, Chiana (Arezzo), e don Anto- Non me ne andai più via.
ma, dall’altra, proprio tale riconosci- nio Maffucci, rettore del san- Qualcosa in me aveva risuona-
mento potrebbe portare a una nuova tuario dedicato al beato Ro- to. […] Avevo poche certezze,
visione che non confondesse più il lando Rivi a Castellarano ma una di queste era che Leo-
servizio con il potere. (Reggio Emilia), dopo aver pardi mi era amico più di un
La sinodalità, che indica il futuro vissuto a Milano, Pescara e compagno di banco, perché
cammino della comunità ecclesiale, Grosseto. Don Luigi è morto a aveva domande che anch’io mi
d’altra parte, non potrebbe essere 73 anni il 4 ottobre scorso do- ponevo, senza poterle dire a
realmente tale se escludesse o mettes- po una lunga malattia, don nessuno. Invece in quello scan-
se ai margini quelle donne che sono Antonio a 71 anni il 27 novem- tinato imparai che si poteva es-
a concentrare l’attenzione sulle donne ferenza, non la trasformi, però, in di- figlie accanto ai figli di sesso maschi- bre, di covid. Due sacerdoti, sere se stessi, che si potevano
nella Sacra Scrittura e nella comunità suguaglianza e sottomissione. Qualcu- le, poiché solo insieme essi sono il due incontri che hanno illumi- mettere a tema quelle doman-
ecclesiale. Questa concentrazione del- no potrebbe obiettare che la richiesta popolo che Dio ha convocato e che nato la vita di tanti perché de esistenziali che tanto urge-
l’attenzione sulle donne, in realtà, di maggiore spazio per le donne nella deve contribuire all’edificazione del portatori di una luce alta e al- vano nella vita di un’adole-
non risponde solo all’esigenza di ren- Chiesa e di una più piena condivisio- regno. tra. scente come ero io. Quelle do-
dere loro giustizia per secoli di mi- Parlando del suo incontro mande scomode che le altre
sconoscimento e subordinazione, ma con don Luigi, Nina scrive: amiche che avevo avuto fino a
costituisce un passaggio indispensabi- «Non essendo cresciuta in un quel momento liquidavano con
le se si vuole giungere a una Chiesa ambiente cristiano, non esiste- una pacca sulla spalla dicendo-
che sia ugualmente dei credenti e
delle credenti, entrambi santificati
dallo stesso battesimo. Si tratta, cioè,
Felici in modo nuovo va Dio, non faceva parte della
nostra vita, non era reale, ma
astratto. […] Mi ci voleva un
mi: “Non ci pensare, vedrai
che domattina sarà passato!”.
Quel prete che invece ne par-
di una lettura del passato e del pre- avvenimento, un incontro spe- lava, le metteva a tema e so-
sente che non è fine a se stessa, ma Un sussidio dell’episcopato tedesco dedicato ai coniugi ciale per poter dire “sì” al mio prattutto diceva a noi giovani
che è proiettata verso il futuro della desiderio di totalità, di Dio. che non eravamo sbagliati per-
Chiesa, che tutti siamo chiamati a co- […] Sono stati occhi concreti ché ce le ponevamo. In quel
struire. di GIOVANNI ZAVATTA a plasmare spiritualmente la domenica che mi guardavano, è stata una settembre 1992 cambiò la mia
In questo lavoro di scavo e di rico- del 27 dicembre (e non solo essa) con pre- bocca concreta che spiegava, vita. Io, proveniente da un cri-

«A
struzione non ideologica non vi è ll’improvviso siete di ghiere, brani biblici e testi per la riflessio- sono stati abbracci veri di un stianesimo all’acqua di rose,
dubbio che un apporto di primaria ri- nuovo in due, dopo aver ne. «Con l’attuale situazione provocata uomo reale, di don Luigi, a consumato dalla tradizione,
levanza sia fornito dalle interpretazio- vissuto per anni con i fi- dalla pandemia di coronavirus», osserva farmi iniziare un cammino. Un inincidente, scoprivo con me-
ni e dalle riflessioni di esegete e teo- gli ed esservi concentrati monsignor Koch, «l’apprendimento del- cammino che mi ha portato al raviglia sempre più grande che
loghe femministe, spinte dall’esigenza sulla loro crescita. Cosa significa questo lo stare insieme potrebbe persino essere battesimo. […] La prima volta Cristo c’entrava con tutto. Con
di accostarsi al passato e di approfon- per la relazione? Rifiorisce o i problemi rafforzato. In ogni caso esiste un chiaro (che incontrai don Luigi) era le mie domande, con i miei
dire il presente al di là di qualsiasi stanno diventando evidenti? Questo cam- cambio di prospettiva e l’esperienza di in una situazione di lutto. È dubbi, con le mie esigenze,
stereotipo sessista. Si tratta qui di biamento può essere molto impegnativo, adattarsi all’altro nuovamente». venuto a casa nostra per fare le con lo studio, con gli autori
muoversi attraverso tre passi tra loro esigente, ma anche pieno di nuove idee e Il documento — che assume ulteriore condoglianze, mi ha visto e ha che tanto amavo e che avrei
concatenati, per poi arrivare a gettare di gioia»: l’arcivescovo di Berlino, Heiner rilievo in considerazione dell’Anno spe- capito subito. Il suo primo ab- amato ancora di più, con la vi-
lo sguardo sul tempo che ci attende. Koch, presidente della Commissione per il ciale dedicato alla famiglia (19 marzo braccio: “Ti senti sola. Ma non ta insomma. Con la vita e con
In primo luogo è necessario partire matrimonio e la famiglia della Conferenza 2021 - 26 giugno 2022) indetto dal Papa sei sola”. E nasceva un seme di la morte. In tutto scoprendo
da quello che è l’aspetto fondativo, episcopale tedesca, spiega così nell’intro- in occasione del quinto anniversario del- speranza che Dio esistesse, an- quanto essere cristiani non fos-
ovvero la presenza delle donne accan- duzione ciò che è all’origine di Imparare di la promulgazione di Amoris laetitia — con- che per me. La seconda volta se da sfigati, ma da gente che
to a Gesù e il suo comportamento nuovo a stare insieme, sussidio pubblicato in tiene fra l’altro un’intervista a Bettina — lo incontrai in paese — mi non vuole scordare nulla di sé
verso di loro, per poi passare a con- occasione della Domenica della famiglia Zenner, presidente della Conferenza fe- disse solo “che gioielli!”, e e della propria umanità. Sco-
siderare la situazione delle donne lun- celebrata in Germania il 27 dicembre, festa derale cattolica per il matrimonio, la fa- guardava con uno sguardo primmo con Maffu (così i ra-
go la storia della Chiesa e arrivare, della Santa Famiglia di Nazareth. All’ori- miglia e la consulenza sulla vita, la testi- dolce i miei figli e me, tanto gazzi chiamavano don Anto-
così, all’oggi della comunità ecclesia- gine in realtà (a spiegarlo è lo stesso presu- monianza di Beate Dahmen, esperta in che non sono riuscita a rispon- nio, ndr) la dimensione cultu-
le. Il libro di Christine Pedotti citato le) c’è un passo dell’esortazione apostolica scienze sociali e religiose, a capo del Cen- dere a tanto. La volta dopo rale in senso ampio: un giudi-
inizialmente offre un preciso filo con- postsinodale Amoris laetitia di Papa France- tro di consulenza sulla vita della diocesi l’ho incontrato dal medico e zio su tutta la realtà che aveva-
duttore per orientarsi a leggere gli at- sco, là dove afferma che «non si vive insie- di Trier (Treviri), il contributo di un’or- sentivo che avevo bisogno di mo intorno senza dover censu-
teggiamenti di Gesù verso le donne, me per essere sempre meno felici, ma per ganizzazione ecumenica e una riflessione parlargli. Allora mi invitò a rare nulla. Quell’amicizia ave-
ciascuna nella sua singolarità, senza imparare a essere felici in modo nuovo, a del vescovo di Mainz, Peter Kohlgraf. «Il passare da lui per parlare va svelato nel tempo il senso
alcuna idealizzazione stereotipata: partire dalle possibilità aperte da una nuo- mutato terreno comune — scrive il presule quando avremmo avuto en- per il quale fino a quel mo-
considerazione positiva, accettazione va tappa» (232). — aumenta il potenziale di conflitto. De- trambi un po’ di tempo. Che mento da adolescenti avevamo
della prossimità, ammirazione e vo- Il matrimonio — è lo stesso Pontefice a ve essere perciò un’occasione per ripen- incontro! Un incontro che mi fatto le “vasche” avanti e indie-
lontà di liberazione. Se vogliano esse- sottolinearlo — ha fasi diverse, ognuna sare allo stare insieme, per ridisegnarlo. ha cambiato la vita. Lui ascol- tro per il corso tutti i sabati
re cristiani, da qui dobbiamo riparti- delle quali porta la propria sfida. Se nella La fede cristiana può essere utile perché tava, chiedeva, spiegava, c’era, pomeriggio: una fame e una
re. pastorale matrimoniale e familiare l’at- parla proprio d’amore, che nella coppia è era totalmente presente, gratui- sete di infinito che non ci to-
Non c’è dubbio che, lungo i secoli, tenzione principale è spesso inizialmente un percorso che deve essere progettato e tamente, mi regalava il suo glievamo di dosso e che Maffu
molto spesso questo messaggio origi- su giovani coppie e famiglie con bambi- sul quale aprire nuovi orizzonti in diverse tempo, nonostante stesse male. ci svelò essersi incarnata e che
nario sia stato occultato e tradito, ri- ni, dopo che i figli adulti si sono trasferiti situazioni. La fede può essere un potente Gli spiegavo che non riuscivo era ora sperimentabile».
portandolo dentro gli schemi di una i coniugi di solito hanno molti anni per motivatore nel risolvere i passaggi diffici- a credere, ma che avrei voluto, Incontri, quello di Nina con
cultura patriarcale e androcentrica che stare insieme come coppia. «Gli sposi as- li attraverso il perdono e la riconciliazio- e che questo conflitto mi face- don Luigi e quello di Sara con
ha escluso le donne, negando, pur sumono la sfida e l’anelito di invecchiare ne. Essa non è un mondo speciale ma una va soffrire. “Perché piangi?”, don Antonio, che testimoniano
con alcune significative eccezioni, la e consumarsi insieme e così riflettono la serie di prove da superare nella vita di mi chiese. “Non lo so, forse come Cristo venga per dare
loro soggettualità e la loro piena di- fedeltà di Dio» (Amoris laetitia, 319). Ma tutti i giorni, anche nello stare insieme». perché questa domanda mi sta gusto alla vita, di come abbia
gnità di persone e di battezzate. questa fase può rappresentare anche uno La Domenica della famiglia viene ce- a cuore”, risposi. Non disse bisogno degli uomini per ren-
Su questo tema, come emerge an- “sconvolgimento”. Il sussidio dei vescovi lebrata in tutte le diocesi della Germania niente, ma mi guardava. “Co- dersi presente agli altri uomini
che dal libro di Anne-Marie Pelletier, tedeschi offre al riguardo suggerimenti e dal 1976. Nel 2015 la Conferenza episco- me fa a credere, a essere sicuro e dare luce al loro cammino,
nell’oggi la situazione si presenta prospettive per avvicinarsi in modo ade- pale ha deciso di farla coincidere con la che Dio esiste?”, chiedevo. “Ti anche quando la strada sembra
estremamente complessa e, sicuramen- guato a tale trasformazione del matrimo- festa della Santa Famiglia, che come è parla attraverso di me.” Mi essere oscura. Gesù nasce nel-
te, contraddittoria, perché, accanto a nio e della famiglia. Oltre a vari approcci noto si celebra ogni prima domenica do- spiegava che dovevo partire da l’ora più buia e niente con Lui
segnali indubbiamente positivi, per- tematici, i lettori sono stati inoltre invitati po il Natale. Gesù, che dovevo leggere il avviene per caso.
lunedì 4 gennaio 2021 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 9

Le attività di prevenzione dei volontari di Medici con l’Africa Cuamm Missione e speranza nella Repubblica Centrafricana

Accanto agli immigrati Dio è nato


nelle campagne del Foggiano anche qui
di FRANCESCO RICUPERO na e 500 circa a Casa Sankara). di ENRICO CASALE «Le comunità sono a un’ottanti-
La presenza di Medici con na di chilometri — continua il

D C
allo scoppio della l’Africa Cuamm in questo lem- ome un’onda, i fedeli missionario carmelitano — ma
pandemia non so- bo di territorio risale al 2015, si muovono a sinistra e per arrivarci bisogna fare un
no stati lasciati soli. grazie all’accordo con la Re- poi a destra. Il loro lunghissimo giro perché la stra-
Continuano a rice- gione Puglia che prevede l’in- canto si alza e i loro da diretta non è praticabile. An-
vere assistenza e beni di prima tervento dei volontari a favore corpi si spostano ritmicamente. che la strada alternativa è diffici-
necessità i braccianti agricoli dei braccianti agricoli stagio- La preghiera non è solo una for- le da percorrere, non si può an-
immigrati di origine africana nali negli insediamenti nella mula ripetuta, ma è una danza dare molto veloce, al massimo
che lavorano nelle campagne provincia di Foggia, in partico- che coinvolge tutto il fisico: le venti chilometri orari. Quindi
pugliesi della provincia di lare nella popolosa area defini- braccia, le gambe e, ovviamente, abbiamo impiegato parecchio
Foggia. A dare loro sostegno ta Borgo Mezzanone, un ag- la voce. Una spiritualità fisica per raggiungere le comunità».
sono i volontari della ong Me- glomerato abusivo di barac- che, attraverso il movimento, si Una volta là però è stata una
dici con l’Africa Cuamm, gra- che, spesso molto pericolose e trasferisce all’anima. Un’invoca- grande festa. I fedeli si sono rac-
zie al progetto Su.Pre.Me. di fortuna. zione a Dio allegra e gioiosa che colti intorno al loro sacerdote e
Italia. Da aprile al 31 dicem- Da novembre 2015 a dicem- si è levata nel giorno di Natale in hanno partecipato con gioia alla
bre scorso, infatti, sono state bre 2019 l’attività del Cuamm un contesto difficile come quello celebrazione eucaristica. «Nor-
sottoposte a “triage” più di ha garantito 4.600 visite, gra- della Repubblica Centrafricana. malmente sono seguiti da cate-
1.050 persone e registrate po- zie alla presenza di operatori Inoltre, è stato proposto a tutti di offrire assistenza sanitaria di Un Paese che, dal giorno dell’in- chisti laici che fanno un ottimo
co meno di 650 cartelle clini- sanitari per 3 domeniche al me- i partecipanti un questionario base e indirizzare i pazienti a dipendenza nel 1960, ha cono- lavoro portando la liturgia della
che. Durante i controlli sono se. I bisogni di salute indivi- socio-demografico, misurate la cure più specifiche. Inoltre, sciuto lunghi periodi di instabili- Parola», conclude padre Aure-
state segnalate 30 persone po- duati sono quelli tipici dei pressione sanguigna e la glice- per evitare di contrarre il co- tà e che, dal 2013, dopo il colpo di lio. «Per loro, avere un sacerdo-
tenzialmente positive al co- braccianti agricoli sottoposti a mia; solo dopo il consenso in- vid-19, i volontari cercano di Stato che ha deposto il presiden- te è un evento. Ma in questi vil-
vid-19. lavori pesanti, usuranti e fati- formato è stato utilizzato un sottoporre a “triage” più utenti te François Bozizé, non è riuscito laggi Dio c’è. È nato e anche qui
Da poco meno di un anno, il cosi, quali: dolori osteoartico- test rapido dell’hiv a circa 300 possibili, informandoli e sensi- a incamminarsi su un sentiero di ha preso dimora».
persone prevalentemente uo- bilizzandoli sulle norme igie- pacificazione.
mini di età compresa tra i 24 e i nico-sanitarie corrette. Nel 2015, la visita di Papa
34 anni. Infine, dai primi di agosto Francesco e l’apertura della Por-
Ma il sostegno dei volontari sono stati assegnati a Medici ta santa a Bangui avevano fatto
in Puglia non finisce qui. A con l’Africa Cuamm altri due sperare in una svolta, ma le ten-
partire dallo scorso aprile, otto nuovi luoghi di intervento: sioni sono continuate. Gruppi †
insediamenti che ospitano la- Borgo Cicerone (San Marco in di ribelli controllano quasi i due Il Cardinale Dominique Mam-
voratori migranti, hanno avuto Lamis) e Pozzo Terraneo (Ce- terzi del territorio nazionale, le berti, Prefetto del Supremo Tri-
un presidio di supporto clinico rignola). Si tratta di case fon- risorse naturali (legname, oro, bunale della Segnatura Apostoli-
e socio-sanitario stabile in pro- diarie, molto isolate e vicine ai uranio, eccetera) hanno attirato ca, il Segretario Mons. Giuseppe
Sciacca, i Prelati, gli Officiali e i
vincia di Foggia. L’equipe me- luoghi di lavoro, al cui interno le attenzioni di numerose poten- Collaboratori del Dicastero an-
dica di Medici con l’Africa vivono 10 persone, della stessa ze straniere. Le elezioni tenutesi nunciano, con ferma speranza
Cuamm Bari è presente quindi nazionalità, provvisti di con- il 27 dicembre riusciranno a por- nella vittoria pasquale di Cristo,
anche nel territorio della Capi- tratto di affitto e regolare per- tare la stabilità? Difficile dirlo. I la dipartita di
tanata, durante il fine settima- messo di soggiorno, ma l’area è movimenti ribelli si sono coaliz- Sua Eccellenza
na, con l’incarico diretto di totalmente sprovvista di acqua zati e non si sa come si muove- Reverendissima Monsignor
monitorare e gestire i braccian- corrente ed elettricità. Per il ranno nei prossimi giorni. A pa- ANTONI
ti agricoli nelle foresterie regio- progetto sono state assicurate gare questa situazione di incer- STANKIEWICZ
nali di Casa Sankara e Arena. 25 persone tra medici, infer- tezza è la popolazione civile che
gruppo Cuamm di Bari è stato lari, sindrome da affaticamen- Le strutture sono residenze mieri, operatori socio-sanitari, vive nel terrore che si possano ri- Giudice
del Supremo Tribunale
coinvolto dalla regione per to, oltre a carie dentali, enteriti temporanee e offrono un posto mediatori culturali e autisti a petere le tensioni e, con esse, della Segnatura Apostolica
sensibilizzare, informare e pre- sporadiche, episodi febbrili, letto in un container (ogni uni- sostegno degli immigrati ospi- possano tornare violenze, sac-
venire l’insorgenza di focolai infezioni cutanee e urinarie. tà può ospitare 4 persone) e ti. In aggiunta a tutto questo, cheggi, distruzioni. «C’è terrore Mentre, riconoscenti, ne ri-
cordano il prezioso servizio, non-
di coronavirus nelle sistema- Mentre da giugno 2019 a gen- hanno una capienza massima grazie al supporto dell’agenzia nei civili», spiega padre Aurelio ché le doti di autorevole Maestro
zioni di fortuna collocate nelle naio 2020 è stata condotta una di 650 persone (500 a Sankara, degli Stati Uniti per lo Svilup- Gazzera, missionario carmelita- del Diritto Canonico, nella pre-
campagne di Foggia, lontani campagna di screening per 150 ad Arena). Ogni 4 contai- po Internazionale (Usaid), no a Baoro. ghiera affidano la Sua anima be-
dai centri abitati e dai servizi. hiv-diabete-ipertensione, (500 ner c’è un prefabbricato dotato Medici con l’Africa Cuamm, «Gli ultimi sette anni sono nedetta al Giudice Giusto e Mi-
sericordioso.
Vergognosi ghetti che si riem- i test rapidi eseguiti) che ha di acqua calda e doccia comu- ogni mese, riesce a garantire la stati terribili per il Centrafrica e
Città del Vaticano, 4 gennaio 2021
piono di migranti durante la coinvolto migranti che vivono ne e viene offerto un pasto al distribuzione di prodotti ali- le persone non vogliono rivivere
stagione della raccolta (mag- presso il ghetto di Pista e di giorno. Il ruolo di Medici con mentari e per l’igiene a 500 quello stato di devastazione e ti-
gio-ottobre), fino a raggiunge- Casa Sankara, a San Severo. l’Africa Cuamm Bari è quello persone. more continui. Qui da noi le au- †
re le 10.000 unità. E che poi si torità sono già fuggite in zone Sua Ecc.za Mons. Decano e i
svuotano progressivamente la- più sicure. La popolazione si Rev.mi Prelati Uditori del Tribu-
sciando sul posto circa 2.000 sente abbandonata». nale della Rota Romana, comu-
persone. Le aree che ospitano Il Paese è tra i più poveri del nicano la dipartita verso il Re-

Combattere la povertà con ogni mezzo


gno Eterno di
gli immigrati sono caratteriz- continente africano con un’eco-
zate dalla mancanza o inade- nomia modesta e ben poco di- Sua Eccellenza Monsignor
guatezza dei servizi igienici, versificata e anche la povera eco- ANTONI
dell’acqua corrente, dell’elet- L’appello dei vescovi dello Zambia nomia locale rischia di essere STANKIEWICZ
tricità, di cibo sicuro, di alloggi travolta. «Le strade principali
decenti. Gli insediamenti so- LUSAKA, 4. Preoccupazione per il crollo del- non è la prima volta che lo Zambia si trova in attraverso le quali arrivano le Decano Emerito
no, per lo più, costituiti da ba- l’economia e gli effetti sulla popolazione più una crisi del debito. Il governo deve imparare merci dall’estero sono state I funerali si celebreranno do-
raccopoli con abitazioni co- povera è stata espressa nei giorni scorsi dai da queste esperienze e trovare una soluzione bloccate», continua il missiona- mani 5 gennaio 2021 alle ore 15
nella Chiesa di Santo Stefano
struite con materiali di recupe- vescovi dello Zambia. In una nota, il presi- duratura per evitare di ritrovarsi continua- rio. Il rischio «è che si registri (Città del Vaticano).
ro (plastica, cartone e legno), dente della Conferenza episcopale, monsi- mente in questa situazione». una mancanza di beni essenziali Lo raccomandiamo alla pre-
mentre il servizio di raccolta gnor George Cosmas Zumaile Lungu, vesco- Lo Zambia, uno dei principali produttori e che i prezzi aumentino e di- ghiera di quanti lo hanno avvici-
dei rifiuti è sostanzialmente as- vo di Chipata, ha invitato il governo a uscire mondiali di rame, è precipitato in una crisi ventino insostenibili per la gen- nato nella sua vita perché il Si-
gnore lo accolga nella Comunio-
sente e l’assistenza sanitaria ri- dalla sua “confort zone” e a «prendere atto del debito poiché la pandemia da covid-19, te comune». ne dei Santi.
sulta inadeguata. delle grida silenziose del nostro popolo». Il oltre ad aver provocato poco più di 400 morti Padre Aurelio non lascia la
Essere presenti in questo debito del Paese africano, infatti, è più che e oltre 21.000 infetti, ha anche danneggiato la missione. Anzi, ha continuato e
territorio e garantire il diritto raddoppiato negli ultimi cinque anni, passan- sua economia e ha esposto il suo debito pub- continuerà le sue attività. «Nel- †
alla salute proprio a tutti, an- do dai 4,8 miliardi di dollari del 2014 agli 11,2 blico come insostenibile. Al riguardo, il Jesuit la nostra missione — osserva — è Il Pontificio Consiglio per i Testi
che ai più poveri e dimenticati, miliardi del 2019. Anche l’inflazione crescente Justice and Ecology Network Africa sollecita attiva una scuola di meccanica Legislativi ricorda con stima e
è l’impegno costante di Medici preoccupa l’episcopato, infatti il tasso annua- i governanti a «mettere in atto un meccani- per giovani e adulti. Ho chiesto affetto
con l’Africa Cuamm, diretto le dello Zambia è salito al livello più alto negli smo trasparente di contrazione del debito e loro di venire a lezione e di con- S.E.R. Monsignor
da don Dante Carraro, che ha ultimi quattro anni (17,4 per cento), la kwacha una strategia di sostenibilità». Il Jena sostie- tinuare a studiare. Anche nella
deciso quindi di operare anche (la moneta locale) si è deprezzata del 33 per ne che «la maturità della nostra indipendenza difficoltà, dobbiamo prenderci
ANTONI
in questo “ultimo miglio” più cento rispetto al dollaro. I prezzi al consumo e democrazia sarà misurata dall’effettiva vo- le nostre responsabilità e portar- STANKIEWICZ
vicino a noi. sono aumentati del 16 per cento rispetto al- lontà dei nostri leader di pensare al bene co- le a termine». In questo conte- Vescovo tit. di Novapietra
L’intervento prevede che l’anno precedente. mune invece che al proprio arricchimento». sto così difficile il Natale è stata Decano emerito
un’equipe sanitaria, a bordo di Tutto questo ha provocato, come docu- In diverse occasioni, i vescovi hanno cerca- una pausa di festa e di vicinanza del Tribunale
un ambulatorio mobile, forni- mentato in un recente report del “Jesuit Justi- to di sensibilizzare non solo le autorità gover- alla popolazione locale. «No- della Rota Romana
to dalla Regione, nel fine setti- ce and Ecology Network Africa” (Jena), «un native, ma anche l’opinione pubblica, alle cri- nostante il covid-19 e l’insicurez- uomo di fede e di esemplare vita
mana, possa recarsi in queste rapido indebolimento dell’economia che sta ticità del Paese e alle fasce deboli della popo- za ho potuto celebrare il Natale sacerdotale, la cui collaborazione
anche con questo Pontificio
zone per accorciare le distanze mettendo a repentaglio la vita economica e lazione. «Tutti avrebbero da mangiare, da qui in alcuni villaggi (Igwe, Bayan- Consiglio è stata di grande valo-
fisiche e culturali e offrire visite sociale dei cittadini comuni, in particolare i alla fine di dicembre 2020 — hanno dichiarato ga-Didi, Yoro e Sinaforo) che, re.
e controlli sanitari a una popo- poveri, gli emarginati e i vulnerabili». Secon- lo scorso settembre — se ognuno di noi offris- pur appartenendo alla missione, Il nostro misericordioso Si-
lazione di oltre 1.800 persone do il centro studi gesuita, «il deficit fiscale, il se anche solo l’equivalente di circa 26 centesi- sono distanti da Baoro», spiega gnore Gesù Cristo gli dia il pre-
mio nel Suo abbraccio di vita
(1.200 nel ghetto Pista di Bor- tasso di inflazione e il deprezzamento della mi di dollaro statunitense ogni mese in una ancora Gazzera. Raggiungere i eterna.
go Mezzanone; 150 a Casa Are- valuta sono in aumento — avverte il Jena — e parrocchia in tutto lo Zambia». villaggi non è stato semplice.
pagina 10 L’OSSERVATORE ROMANO lunedì 4 gennaio 2021

Laboratorio - Dopo la pandemia

La Chiesa narrata durante il lockdown

Ciò che inferno non è

L
di LUCIO BRUNELLI luce serale). In primo piano, del mercoledì o delle medita- vincente di Gesù, e quasi, di-
nel racconto mediatico, la di- zioni che accompagnano la re- cevano molti, mentre si ascol-
a narrazione della vita della mensione “teatrale” di questi cita dell’Angelus, insomma di tavano le omelie era come es-
Chiesa durante il periodo più gesti (nel senso buono del ter- tutto un magistero ordinario sere lì con Lui in Palestina,
drammatico della pandemia in mine, la liturgia cattolica è da in realtà centrato sul commen- mescolati tra la folla, discepoli
Italia si è focalizzata su tre sempre anche “sacro spettaco- to dei vangeli e sulla figura di o avversari, pieni di stupore,
soggetti in particolare. Prota- lo”); in secondo piano, ma Gesù) a una parte non interes- toccati nell’anima da quello
gonista principale è stato il Pa- non trascurate, le parole pro- savano, e alla parte opposta ri- sguardo. Non un personaggio
pa, con i suoi gesti simbolici e nunciate dal successore di Pie- sultavano non funzionali al- del passato, una bella fiaba,
la sua predicazione quotidia- tro in giorni cupissimi, nei l’immagine manipolata del Pa- ma una presenza a noi con-
na. Molta parte nel racconto quali quasi mille italiani al pa secolarizzato. L’emergenza temporanea. Personalmente ri-
mediatico ha avuto anche la giorno morivano soffocati dal covid–19, senza volerlo, alme- tengo che mai, in oltre sette
sospensione d’autorità delle virus e la gente viveva con an- no per un paio di mesi ha rot- anni di pontificato, Papa Fran-
messe e delle celebrazioni reli- goscia l’isolamento nelle pro- to questo schema, liberato il cesco sia entrato nei cuori e
giose, un unicum nella storia prie case. «Siamo tutti sulla Papa da una gabbia ideologi- nelle menti dei fedeli come in
della Chiesa nel nostro Paese, stessa barca…». Che si trattas- ca. L’8 marzo fu annunciato quelle messe mattutine tra-
che non poteva non provocare se primariamente di gesti di fe- che le messe di Santa Marta smesse dal 9 marzo al 18 mag-
aspre controversie. Non è de, nati e pensati innanzitutto dal giorno seguente sarebbero gio, senza saltare mai un gior- più rigorose. Salvare vite è un
mancata infine in alcune cro- per aiutare e confortare la pre- state trasmesse in diretta strea- no. Mai forse Bergoglio è stato atto di carità.
nache la sollecitudine delle co- ghiera dei fedeli, questo resta- ming e il segnale vaticano per il popolo così semplice- A livello comunicativo si
munità cristiane per lenire la va molto sullo sfondo nelle messo a disposizione di tutti i mente e profondamente “Pa- possono muovere certamente
grande sofferenza sociale cau- cronache, ma forse non si po- media che ne avessero fatto ri- pa”: il successore di Pietro alcuni rilievi. Sembrò che l’or-
sata dal blocco di tante attività teva pretendere di più dai me- chiesta. In questo modo, co- chiamato a confermare la fede dine di sospendere le celebra-
lavorative; azione discreta e dia, in una società in cui da municò il portale Vatican Ne- dei fratelli. Perché questo è il zioni religiose fosse stato im-
non strillata, proprio per que- tempo parole e riti cristiani ws, «Papa Francesco vuole compito primario del Vescovo partito ai fedeli direttamente
sto forse meno raccontata da hanno perso memoria e signi- manifestare la sua quotidiana di Roma, tutto il resto è un di dalle autorità politiche e non,
un’informazione che in tutti ficato (una constatazione, que- vicinanza alle persone amma- più. Il tempo del covid–19, al- come doveva essere naturale e
gli ambiti, il religioso come il sta, non un lamento). Meno late, alle persone in quarante- meno per qualche mese, ci ha giusto, dai pastori della Chie-
politico, è più attratta dai gio- spettacolari ma più penetranti na, alle persone impossibilita- costretti all’essenziale: del cri- sa. Una mancanza di delica-
chi del palazzo che da quanto nel vissuto delle persone — so- te a muoversi». Il 9 marzo, alle stianesimo mi interessa Cristo, tezza da parte dello Stato,
si muove, dal basso, nella so- prattutto sotto il profilo della 7 del mattino, fu trasmessa per se Lui non è vivo e non attrae causata in parte da una man-
cietà. fede e del sentimento religioso la prima volta integralmente la più gli uomini e le donne del canza di vera cultura istituzio-
— sono state le omelie quoti- messa del Papa. nostro tempo, figuriamoci nale (c’è un Concordato in
La comunicazione diane del Papa a Casa Santa Lo stesso giorno, all’ora di quanto possano interessare il Italia che regola le relazioni
di Papa Francesco Marta per tutto il periodo del cena, il presidente del Consi- numero di uffici della Curia fra Stato e Chiesa) e in parte
Cominciamo dal Papa. Non lockdown. Esperienza “comu- glio Giuseppe Conte annun- romana o le possibili eccezioni dalla concitazione del momen-
c’è quasi bisogno di ripeterlo, nicativa” che merita una rifles- ciava che tutta l’Italia da mez- alla norma del celibato sacer- to, forse comprensibile, con i
tutti i media hanno ripreso sione a sé stante e un minimo zanotte diventava zona rossa. dotale. contagi alle stelle e il numero
di cornice storica. Fin dall’ini- L’impatto della messa di Santa delle vittime che cresceva in
zio del pontificato, le messe Marta fu incredibile. In una La Chiesa modo agghiacciante. Soprat-
nella cappella della sua resi- prima fase, oltre ai siti web va- di una situazione tutto nella blogosfera cattolica
IL LIBRO
denza in Vaticano, con omelia ticani solo Tv2000, l’emittente difficile si palesarono malumori e con-
e partecipazione di un piccolo della Cei, la trasmetteva live, Il secondo tema molto rac- testazioni condivisi anche da
Il volume Pandemie mediali. Narrazioni, socializza- gruppo di fedeli, hanno rap- in chiaro. Gli ascolti sfioraro- contato dai media è stata la un certo numero (minoritario)
zioni, e contaminazioni del mediavirus, a cura di presentato una forma nuova e no in pochi giorni il 10 per decisione di sospendere tutte di parroci e vescovi. La Chiesa
Vania De Luca e Marica Spalletta, (Aracne significativa della predicazio- cento di share, con circa mez- le celebrazioni religiose a par- fu volgarmente accusata di
editrice, Roma 2020, pagine 584, 28 euro) ne papale. Non venivano però zo milione di presenze stimate tire dal 9 marzo. Niente messe, aver “calato le brache” di fron-
uscito nelle settimane scorse nelle librerie, trasmesse in diretta, una sinte- davanti alla televisione. Nu- te al Governo giallorosso. Le
raccoglie le riflessioni di accademici, ricerca- si era diffusa ogni giorno dai meri mai raggiunti dalla tv frange più estreme agitarono
tori, giornalisti, comunicatori, esperti di di- media vaticani. Sintesi prezio- cattolica, che nel giornaliero lo spettro del complotto laici-
verse discipline, impegnati ad analizzare co- se, divennero, specie nei primi naviga su una dignitosa media sta, adombrarono oscure stra-
me il virus globale abbia ridefinito tempi e anni del pontificato, un nutri- dell’1 per cento di share. Poi il tegie massoniche, riempirono
modi del nostro vivere quotidiano e ne abbia mento spirituale insperato e 27 marzo anche la Rai, forse di insulti (come sempre) il Pa-
«infettato ogni ambito, dalla politica all’eco- abbondante per numerosi fe- stimolata da questi dati di pa e anche il mite presidente
nomia, dalla scuola al lavoro, insinuandosi deli in tutto il mondo; il “luo- ascolto, annunciò che avrebbe della Cei, cardinale Bassetti.
nelle dinamiche democratiche e generando go” dove era possibile attinge- tramesso la messa sulla rete Riesce difficile confrontarsi ra-
una vera e propria pandemia anche nell’eco- re al “vero Francesco”, per chi ammiraglia. Il seguito popola- zionalmente con queste posi-
sistema mediale». Pubblichiamo di seguito non si accontentava del rac- re fu enorme, superiore a ogni zioni. Bisognava davvero
lo stralcio di uno degli interventi contenuti conto mainstream tutto cen- previsione. In precedenza, in esporre al rischio del contagio,
nel volume. trato sulle mille “curiosità” del quella fascia oraria, su Rai1 gli e quindi della morte, milioni
personaggio Bergoglio e i ri- ascolti oscillavano attorno al di italiani? Si poteva davvero
svolti politici dei suoi inter- 14 per cento. La sobria messa pensare che il buon Dio fosse
con grande risalto i gesti pub- venti (vuoi per celebrarlo, vuoi di Santa Marta — che ben po- più contento nel vedere le te-
blici di preghiera di France- per denigrarlo). Sia a destra co concedeva allo “spettacolo” rapie intensive al collasso e an-
sco. Ricordiamo i più solenni sia a sinistra l’establishment — raggiunse in breve medie cora più bare trasferite su ca-
e importanti: l’affidamento del mediatico aveva finito per tra- del 23 per cento. Sommando mion militari nei cimiteri lon-
mondo alla protezione di Ma- scurare, se non ignorare del gli ascolti di Rai1 e Tv2000 si tani dalle zone più colpite?
ria il 27 marzo e la Via Crucis tutto, le omelie di Santa Mar- raggiungevano percentuali del Certo, si potevano muovere ri-
del 10 aprile, entrambe nello ta. A sinistra, da tempo orfani 30 per cento. Nei titoli dei tg lievi alla politica forse un po-
scenario mozzafiato di piazza di riferimenti ideali e leader venivano riprese soprattutto le co zigzagante della Chiesa nel
San Pietro; la celebrazione carismatici, ci si aggrappava intenzioni di preghiera con cui niente battesimi, niente comu- dialogo con le autorità civili:
della Pasqua il 12 aprile in una alla tonaca bianca del Papa va- Francesco iniziava la celebra- nioni e cresime, niente funera- politica apparsa a volte troppo
basilica vaticana con i pavi- lorizzando quasi esclusiva- zione, con una dedica specifi- li. Mai si era visto qualcosa di remissiva e altre volte troppo
menti lucidi e vuota di fedeli. mente le sue prese di posizio- ca e ogni giorno diversa alle simile in Italia. aggressiva. Ma non si può ra-
Ha colpito soprattutto la po- ne su importanti temi sociali, categorie più esposte (malati, L’impressione era tanta, le gionevolmente mettere in que-
tenza delle immagini, trasmes- quali l’immigrazione, l’ecolo- anziani, medici, infermieri, discussioni inevitabili. Nei stione — come si strillava nei
se in diretta da pressoché tutte gia, la denuncia delle disegua- studenti, ecc.). Ma era il com- suoi vertici la Cei ha tenuto un soliti blog oltranzisti — l’op-
le emittenti televisive italiane. glianze sociali. A destra, lo si mento alla Parola di Dio, nelle atteggiamento responsabile. zione di fondo, la scelta della
L’impatto emotivo è stato no- considerava un nemico temibi- letture del giorno, la parte che L’indicazione, venuta dal Co- responsabilità. Con il dolore
tevole e ha raggiunto anche un le proprio su questi temi; per più consolava e confermava la mitato tecnico scientifico e re- per la lontananza fisica del po-
buon numero di italiani “non cercare di screditarlo presso la fede dei cristiani. Diversi cat- cepita dal Governo, è stata ac- polo dai sacramenti, ma nella
praticanti”: il Papa solitario, sua stessa base si doveva rap- tolici, in passato critici verso il colta con dolore ovviamente, consapevolezza che quella fos-
nella piazza del Bernini ba- presentarlo artificiosamente Papa, hanno confidato di aver ma attuata con scrupolo e con- se la cosa più giusta da fare, in
gnata al tramonto da una come un Papa “ateo”, che par- rivisto il loro atteggiamento vinzione dai vescovi. Ci si ren- serena coscienza, davanti al
pioggia dai riflessi blu apoca- lava più di immigrazione che preconcetto, dopo aver segui- deva conto che il virus non buon Dio e davanti al Paese.
lisse, «il cielo di Blade Run- di religione. Così, in qualche to quelle celebrazioni. Fusione scherzava e che ogni assem- Sono circolati video di prelati
ner», come ha scritto un ge- modo, si registrava una con- di semplicità e profondità, as- bramento racchiudeva il ri- barricadieri che invitavano i
niale commentatore su «la Re- vergenza nella raffigurazione senza di toni retorici e atmo- schio di conseguenze letali, so- fedeli alla rivolta contro la so-
pubblica» (anche se quella mi- mediatica di Francesco come sfera familiare, queste le carat- prattutto per le persone più spensione delle messe e assicu-
steriosa colorazione forse era un papa “politico”: le omelie teristiche più apprezzate. Al vulnerabili. Nel dubbio, dove- ravano con aria ispirata che il
solo effetto dei filtri usati dalle di Santa Marta (ma si potreb- centro delle meditazioni di va valere il principio di pre- virus nelle loro chiese non po-
telecamere in quel cambio di be dire lo stesso delle catechesi Francesco sempre la figura av- cauzione, assumere le misure teva entrare, quasi per una sor-
lunedì 4 gennaio 2021 L’OSSERVATORE ROMANO pagina 11

«Per chi è responsabile la domanda ultima non è: come me la cavo eroicamente in quest’affare,
ma: quale potrà essere la vita della generazione che viene» (D. Bonhoeffer)

Conversazione con il ceo di Green Building Council Italia, Fabrizio Capaccioli

Non si potrà dire


che non sapevamo

D
trovarsi insieme la domenica a di SILVIA CAMISASCA lo abitativo ampiamente diffuso negli ultimi rato, con un approccio progettuale e
celebrare la Pasqua del Signo- decenni. Su quali basi si stanno riformulan- concreto, così che non siano disper-
re. D’altra parte, il primo a fa- ai punti di contatto e compenetra- do i canoni degli spazi abitativi, perché la se in interventi isolati, ma posiziona-
re chiarezza su questo tema è zione tra le due scienze sociali alla casa torni ad essere un ambiente intimo e ti in un piano di azione sistematico e
stato proprio Francesco in pie- base del cambiamento, psicologia e protetto, ma anche di incontro e interazione coordinato. Occorre stimolare la
no lockdown, il 17 aprile, du- urbanistica, occorre favorire un pro- vitale? scelta di soluzioni progettuali in li-
rante un’omelia trasmessa in cesso di conoscenza empirico e criti- Va ripensata la distribuzione de- nea con i criteri di circolarità e resi-
streaming: «Questa è la Chie- co, teso a superare modelli compor- gli spazi, in particolare la suddivi- lienza, privilegiando gli aspetti lega-
sa di una situazione difficile, e tamentali ormai anacronistici, ispi- sione tra quello pubblico e quello ti al ciclo di vita di materiali e strut-
il Signore lo permette, ma l’i- rati ai principi di economia lineare. privato e, soprattutto, occorre ren- ture.
deale della Chiesa è sempre La necessità odierna impone un dere innovative ed ecosostenibili le
con il popolo e con i Sacra- cambio di paradigma nella direzio- abitazioni e lo spazio urbano che ci Come tenere conto dello studio, da lei citato,
menti. Sempre». ne di una netta accelerazione alla circonda. Spesso i cambiamenti de- del Boston Housing Authority, secondo cui
transizione energetica e circolare. È mografici e la duplice transizione vivere in una casa green riduce del 47% la
La vita in relazione questa la premessa che fa da sfondo verde e digitale si influenzano, si so- possibilità di ammalarsi? E questo perché
delle comunità cristiane alla posizione di Fabrizio Capaccio- stengono e accelerano a vicenda. Sa- l’armonia tra il costruito e i sistemi naturali
ta di magia divina. Per qual- durante il lockdown li, ceo Asacert, organismo di ispezio- rà quindi fondamentale adottare li- (Nature Based Solutions) generano signifi-
che imponderabile motivo, si è Assolutamente poco virtua- ne e certificazione accreditato presso nee strategiche che anticipino e pre- cativi benefit in termini di adattamento cli-
venuta poi a creare una salda- le è stata l’azione di molte co- la Commissione europea, e neoelet- parino all’attuazione delle necessa- matico e assorbimento di emissioni...
tura politico–ideologica tra i munità cristiane per alleviare il to vicepresidente di Green Building rie politiche, senza dimenticare, pe- Attraverso la progettazione e ri-
contestatori del Papa e i nega- disagio sociale deflagrato in Council Italia, appartenente al Wor- rò, che gli interventi, e la stessa pia- strutturazione secondo criteri di ri-
zionisti del covid. conseguenza del blocco di ld GBC, la maggiore organizzazio- nificazione urbanistica, quindi, tut- sparmio energetico ed emissioni ze-
Posizioni estreme, molto ru- molte attività economiche. ne mondiale, presente in oltre 100 to il complesso di attività di proget- ro, gli edifici di oggi non sono più
morose sul web ma fortunata- È stato ed è un lavoro im- Paesi, del settore delle costruzioni tazione, coordinamento e attuazio- rifiuti di domani, ma un’occasione
mente abbastanza circoscritte pressionante, capillare, quar- sostenibili. Tra le tante azioni da at- ne sul territorio, predisposte al fine per avvicinare persone, aziende, fi-
nel mondo reale. Si deve dire tiere per quartiere, special- tuare in vista del raggiungimento di migliorare le condizioni di vita nanza pubblica e privata, creando
infatti che la maggior parte dei mente nelle periferie delle dei 17 SDGs dell’Agenda 2030 delle della popolazione, perdono di signi- un ecosistema collettivo virtuoso e
fedeli, nelle parrocchie e nei grandi città, ma non ha lascia- Nazioni Unite, figura un imponente ficato, se scissi dalla individuazione produttivo. Di ciò si è discusso lo
movimenti ecclesiali, ha mo- to scoperto alcun lembo del piano strategico teso ad intervenire delle strutture sociali in cui si inseri- scorso 18 dicembre, in occasione del
strato un grande senso di re- territorio nazionale grazie so- per quei 34 milioni di cittadini euro- scono. Green Building Council Italia, con
sponsabilità accettando con prattutto alla rete delle parroc- pei che vivono in abitazioni non lo stesso presidente del Parlamento
esemplare disciplina le indica- chie, alla generosità di mi- adeguatamente riscaldate. La lotta Da qui l’imprescindibile importanza della europeo, David Sassoli. La Climate
zioni ricevute dalla Chiesa e gliaia di volontari e al suppor- alla povertà energetica e il sostegno conoscenza del territorio. Finance deve essere considerata
dalle autorità. Un effetto col- to della Caritas. Chi scrive le alle persone vulnerabili, oltre che Esatto. A tal proposito, evidenzio strumento imprescindibile per acce-
laterale della sospensione tem- presenti righe ha visto da vici- dovuto, rappresenta anche la leva che l’Italia detiene un enorme patri- lerare l’azione sul clima e gestire in
poranea delle messe è stata la no questa realtà, nella sua par- per convertire in chiave green l’inte- monio immobiliare, vetusto sì, ma modo efficace i rischi associati all’in-
discussione infinita sui benefi- rocchia di Valle Muricana (ol- ro comparto edile. bisognoso di interventi di consolida- nalzamento delle temperature. È,
ci e sui rischi dell’uso dei so- tre il grande raccordo anulare mento, recupero e manutenzione, quindi, chiamata ad un ruolo da
cial media, diventati in alcuni della capitale). Ha visto donne La conoscenza del territorio per chi ammini- che sono parte integrante del pro- protagonista nel sostenere il proces-
casi l’unico strumento per piangere di vergogna, riceven- stra e progetta costituisce il punto di parten- cesso di conservazione del patrimo- so di rinnovamento degli edifici.
mantenere un contatto tra i do il pacco viveri distribuito
membri di una stessa comuni- fuori dalla chiesa, perché «mai Al Green Building Council è riconosciuto un
tà cristiana. Anche qui, i com- avrei immaginato di trovarmi impegno costante e intenso su questo fronte.
menti oscillavano a volte tra in questa situazione». Italiani La strada appare, però, ancora lunga.
due poli estremi. Chi salutava, del ceto medio–basso, il mari- Soprattutto per la diffusione dei
con entusiasmo fuori luogo, la to che perde un lavoro preca- sistemi di certificazione, strumento
nascita di una nuova Chiesa rio e la moglie impossibilita ad essenziale a misurare e tracciare tut-
digitale, dimenticando che la “andare a servizio”, i soldi che te le performance del sistema edifi-
fisicità del sacramento non è non bastano più per pagare cio, un approccio olistico dove è l’e-
un accessorio nell’esperienza l’affitto o le bollette. Il nume- dificio ad essere valutato in una vi-
cattolica. E chi all’opposto ro delle famiglie precipitate sione organica, completa e codifica-
considerava come uno snatu- nella povertà aumentato a di- ta, attraverso l'analisi di parametri
ramento della fede cattolica smisura. Chi scrive ha avuto standardizzati. Grazie a questi siste-
anche solo l’iniziativa di alcu- modo di vedere all’opera la mi di verifica, tutti gli operatori del-
ni amici cristiani che, impossi- macchina di solidarietà della la filiera vengono responsabilizzati,
bilitati a uscire di casa, si ritro- Caritas. I volontari di ogni essendo il loro contributo a garanti-
vavano su Zoom per scambiare singola parrocchia — migliaia re l’effettiva acquisizione dei crediti.
due parole guardandosi in fac- in tutta Roma — hanno parte- In questo ecosistema del costruire
cia e magari recitare una pre- cipato a corsi online per stu- bene, l’uomo, in armonia con il crea-
ghiera insieme. Posizioni diare i provvedimenti legislati- to, torna ad occupare centralità.
estreme, anche in questo caso vi decisi da Governo, Regione,
minoritarie perché la maggior Comune per aiutare le persone Celebri esempi di architettura moderna, co-
parte dei cristiani ordinari mo- in difficoltà per il covid–19, me la città ideale di Le Corbusier a Chan-
strava di saper distinguere tra hanno organizzato punti di di- digarh, possono porsi come base di conoscen-
il mezzo e il contenuto, così stribuzione di generi alimenta- za, su cui innestare competenze scientifiche,
come tra condizioni normali ri, rafforzato i centri d’ascolto, za per saldare armonicamente e funzional- nio. Queste operazioni devono esse- innovazioni tecnologiche e risorse ecososteni-
di vita e la straordinarietà di attinto a vecchi e nuovi fondi mente ogni futura azione con il contesto pree- re organizzate tramite la ricerca, le bili di cui siamo in possesso oggi?
un tempo di emergenza; se- della diocesi o del Papa per far sistente, ma occorre anche difendere gli spazi ispezioni, il monitoraggio e i test di Sì, dobbiamo ispirarci a città pro-
guendo in tv la messa di Santa fronte ai bisogni più impellen- di vita alla luce della Relazione demografica validazione. Tutto questo aprirà a gettate per il benessere dell’uomo,
Marta il cristiano medio era ti (il pagamento di una bollet- della Commissione europea, da cui emerge straordinarie opportunità nel mon- sottolineando il ruolo della valuta-
consapevole, per esempio, che ta inevasa, di un affitto in ri- l’impatto dei cambiamenti demografici, a li- do del lavoro zione dei servizi ecosistemici come
quel rito non aveva lo stesso tardo), cercando come priorità vello europeo. supporto conoscitivo e interpretati-
valore della partecipazione fi- di facilitare un percorso di In tutto il continente la composi- Secondo quanto stabilito dal Renovation vo delle differenti funzionalità del
sica a una messa nella propria reinserimento nel mondo del zione delle famiglie sta cambiando: Wave, già entro il 2030 ben 35 milioni di suolo, direttamente connesse al be-
chiesa, ma ne sapeva recepire lavoro. accanto a quelle composte dai geni- edifici dovrebbero essere ristrutturati, a van- nessere umano e alla qualità del vi-
ugualmente il valore di testi- Persone generose e prepara- tori con figli, aumentano i nuclei di taggio di qualità di vita e a garanzia di am- vere. Dobbiamo garantire, però,
monianza e di preghiera, fa- te, che lavorano lontano dai ri- persone sole e di coppie senza figli bienti più salubri. Questo salto di sostenibi- equità nell’accesso alle risorse, ai
cendone tesoro per la propria flettori, i volontari conosciuti con situazioni molto variegate tra le lità farà da volano occupazionale, richieden- servizi hi tech e alla formazione con-
vita spirituale. Forse alcuni sa- in questi mesi. Una ricchezza diverse regioni della Ue o all'interno do un aumento, secondo le stime, di 160.000 tinua per le nuove generazioni, ma
cerdoti si sono lasciati prende- umana e cristiana, che è giusto di uno stesso Paese. Il fatto che in unità nel comparto delle costruzioni green... anche per la Pubblica amministra-
re un po’ troppo la mano, de- raccontare, con il garbo neces- alcune aree i cambiamenti demogra- Non possiamo rimandare questa zione e per i comparti edili. Credo
dicando più tempo ai live di sario. Scriveva Italo Calvino fici saranno significativamente rapi- riqualificazione territoriale: nell’Ue che per l’imminente futuro dovrem-
Facebook che a qualche con- nel suo Invisible cities che per di, comporterà ulteriori sfide, dagli gli edifici consumano circa il 40% mo rifarci a questo monito: «Quan-
creto gesto di carità; ma nessu- sperare, all’interno di situazio- investimenti sulle infrastrutture al- dell’energia e rilasciano il 36% delle do le generazioni future giudiche-
na persona normale ha mai ne di “inferno”, occorre «rico- l'accesso ai servizi, legate alla neces- emissioni di gas serra associate ai ranno coloro che sono venuti prima
pensato che un contatto noscere chi e cosa inferno non sità di individuare nuove soluzioni consumi energetici, ma ogni anno di loro sulle questioni ambientali,
“schermo a schermo” possa è, e dargli spazio e farlo dura- che sostengano le persone ad affron- solo l’1% è sottoposto a lavori di ri- potranno arrivare alla conclusione
mai sostituire un’amicizia “fac- re». Ecco un bel programma tare i cambiamenti. strutturazione a fini di efficienta- che questi “non sapevano”: accertia-
cia a faccia”, o che una pre- per chi, come noi, ama ancora mento energetico. I fondi non man- moci di non passare alla storia come
ghiera davanti alla tv possa questo mestiere perché ama A questo proposito, l’emergenza globale in cano: non resta che investire le risor- la generazione che sapeva, ma non si
rimpiazzare la bellezza del ri- raccontare la realtà. corso ha evidenziato forti criticità nel model- se disponibili in modo oculato e mi- è preoccupata» (M. S. Gorbachev).
pagina 12 L’OSSERVATORE ROMANO lunedì 4 gennaio 2021

All’Angelus il Papa rinnova l’invito a dedicare il 2021 alla cura degli altri e del creato

L’audacia di un Dio
che si è fatto fragilità
quando il Signore prega il Padre aiuti ad accogliere Gesù, che possiamo fare è di impegnarci fare le vacanze e fare il proprio
per noi, non soltanto parla: gli fa bussa alla porta del cuore per un po’ di più a prenderci cura gli piacere. Questo mi ha addolora-
vedere le ferite della carne, gli fa abitare con noi. uni degli altri e del creato, la no- to tanto.
vedere le piaghe che ha sofferto stra casa comune. Rivolgo un particolare saluto
per noi. Questo è Gesù: con la Al termine della preghiera mariana il È vero, c’è la tentazione di a quanti iniziano il nuovo anno
sua carne è l’intercessore, ha vo- Papa ha esortato i cristiani a rifuggire prendersi cura soltanto dei pro- con maggiori difficoltà, ai mala-
luto portare anche i segni della «dalla mentalità fatalistica o magica» pri interessi, continuare a fare la ti, ai disoccupati, a quanti vivo-
sofferenza. Gesù, con la sua car- e ha confidato la propria amarezza per guerra, per esempio, concentrar- no situazioni di oppressione o
ne è davanti al Padre. Il Vangelo alcuni avvenimenti che testimoniano la si solo sul profilo economico, vi- sfruttamento. E con affetto desi-
dice infatti che venne ad abitare in volontà di «vivere edonisticamente, cer- vere edonisticamente, cioè cer- dero salutare tutte le famiglie,
L’audacia di un Dio che «si è fatto car- ci, per dirti che ti ama proprio lì, mezzo a noi. Non è venuto a farci cando solamente di soddisfare il proprio cando solamente di soddisfare il specialmente quelle in cui ci so-
ne per dirci che ci ama proprio nelle no- che ci ama proprio lì, nelle no- una visita e poi se n’è andato, è piacere». Infine ha rivolto particolari proprio piacere… C’è, quella no bambini piccoli o che aspet-
stre fragilità» è stata sottolineata dal stre fragilità, nelle tue fragilità; venuto ad abitare con noi, a stare saluti «a quanti iniziano il nuovo anno tentazione. Ho letto sui giornali tano una nascita. Sempre una
Papa all’Angelus recitato a mezzogiorno proprio lì, dove noi ci vergognia- con noi. Che cosa desidera allo- con maggiori difficoltà» — malati, di- una cosa che mi ha rattristato nascita è una promessa di spe-
del 3 gennaio dalla Biblioteca privata mo di più, dove tu ti vergogni di ra da noi? Desidera una grande soccupati e chi si trova in situazioni di abbastanza: in un Paese, non ri- ranza. Sono vicino a queste fa-
del Palazzo apostolico vaticano, ancora più. È audace questo, è audace intimità. Vuole che noi condivi- oppressione o sfruttamento — e alle fa- cordo quale, per fuggire dal loc- miglie: il Signore vi benedica!
senza la presenza dei fedeli a causa della la decisione di Dio: si fece carne diamo con Lui gioie e dolori, de- miglie, specie «quelle in cui ci sono bam- kdown e fare le vacanze bene, so- A tutti auguro una buona do-
pandemia. Commentando come di con- proprio lì dove noi tante volte ci sideri e paure, speranze e tristez- bini piccoli o che aspettano una nasci- no usciti quel pomeriggio più di menica, pensando sempre a Ge-
sueto il Vangelo domenicale, Francesco vergogniamo; entra nella nostra ze, persone e situazioni. Faccia- ta». 40 aerei. Ma quella gente, che è sù che si fece carne proprio per
si è soffermato sul prologo di Giovanni. vergogna, per farsi fratello no- molo, con fiducia: apriamogli il gente buona, ma non ha pensato abitare con noi, nelle cose buone
stro, per condividere la strada cuore, raccontiamogli tutto. Fer- Cari fratelli e sorelle, a coloro che rimanevano a casa, e in quelle brutte, sempre. Per fa-
Cari fratelli e sorelle, della vita. miamoci in silenzio davanti al rinnovo a tutti voi i miei auguri ai problemi economici di tanta vore, non dimenticatevi di pre-
buongiorno! Si fece carne e non è tornato in- presepe a gustare la tenerezza di per l’anno appena iniziato. Co- gente che il lockdown ha buttato a gare per me. Buon pranzo e arri-
In questa seconda domenica do- dietro. Non ha preso la nostra Dio fattosi vicino, fattosi carne. me cristiani rifuggiamo dalla terra, agli ammalati? Soltanto, vederci!
po Natale la Parola di Dio non ci umanità come un vestito, che si E senza timore invitiamolo da mentalità fatalistica o magica:
offre un episodio della vita di mette e si toglie. No, non si è più noi, a casa nostra, nella nostra sappiamo che le cose andranno
Gesù, ma ci parla di Lui prima staccato dalla nostra carne. E famiglia. E anche — ognuno lo sa meglio nella misura in cui, con
che nascesse. Ci porta indietro, non se ne separerà mai: ora e per bene — invitiamolo nelle nostre l’aiuto di Dio, lavoreremo insie-
per svelarci qualcosa su Gesù
prima che venisse tra noi. Lo fa
sempre Egli è in cielo con il suo
corpo di carne umana. Si è unito
fragilità. Invitiamolo, che Lui
veda le nostre piaghe. Verrà e la
me per il bene comune, metten-
do al centro i più deboli e svan- NOSTRE
soprattutto nel prologo del Van-
gelo di Giovanni, che inizia così:
per sempre alla nostra umanità,
potremmo dire che l’ha “sposa-
vita cambierà.
La Santa Madre di Dio, nella
taggiati. Non sappiamo che cosa
ci riserverà il 2021, ma ciò che
INFORMAZIONI
«In principio era il Verbo» (Gv 1, ta”. A me piace pensare che quale il Verbo si fece carne, ci ognuno di noi e tutti insieme
1). In principio: sono le prime pa- Il Santo Padre ha accettato la rinuncia al go-
role della Bibbia, le stesse con verno pastorale dell’Arcidiocesi Metropolita-
cui comincia il racconto della na di Nairobi (Kenya), presentata da Sua
creazione: «In principio Dio Eminenza il Cardinale John Njue.
creò il cielo e la terra» (Gen 1, 1). Sant’Angela da Foligno
Oggi il Vangelo dice che Colui Il Santo Padre ha accettato la rinuncia al
che abbiamo contemplato nel
suo Natale, come bambino, Ge- Respirare lo Spirito governo pastorale della Diocesi di Radom
(Polonia), presentata da Sua Eccellenza Mon-

a pieni polmoni
sù, esisteva prima: prima dell’i- signor Henryk Marian Tomasik.
nizio delle cose, prima dell’uni-
verso, prima di tutto. Egli è pri- Il Santo Padre ha accettato la rinuncia al
ma dello spazio e del tempo. «In governo pastorale, presentata da Sua Eccel-
Lui era la vita» (Gv 1, 4) prima di ANTONIO TARALLO gogna strillavo e urlavo, dicen- «I mistici non sono assolu- lenza Monsignor Tadeusz Kondrusiewicz, Ar-
che la vita apparisse. do questa parola, cioè: “Amore tamente matti, non sono stupi- civescovo Metropolita di Minsk-Mohilev (Be-

«H
San Giovanni lo chiama Verbo, ai nascosto non conosciuto perché? Cioè, di, sono soltanto persone che larus), in conformità al canone 401 § 1 del Co-
cioè Parola. Che cosa vuole dirci queste cose perché mi lasci?”. Ma non po- in modo particolarmente vivi- dice di Diritto Canonico (CIC), e nello stesso
con ciò? La parola serve per co- ai sapienti tevo dire — o non dicevo di più; do e diretto sentono i legami tempo ha nominato Amministratore Apostoli-
municare: non si parla da soli, si e agli intel- gridavo solo senza vergogna la con l’“Altro” e li sentono non co “sede vacante” di detta Sede Metropolita-
parla a qualcuno. Sempre si par- ligenti, e le hai rivelate ai picco- predetta parola, cioè: “Amore soltanto al momento della na Sua Eccellenza Monsignor Kazimierz
la a qualcuno. Quando noi per li» (Matteo 11, 25). Sant’Angela non conosciuto, e perché e morte, ma nel corso di tutta la Wielikosielec, O.P., Vescovo titolare di Blanda
la strada vediamo gente che par- da Foligno, piccola, analfabeta, perché e perché”». È il raccon- vita». Parole del poeta russo ed Ausiliare della Diocesi di Pinsk.
la da sola, diciamo: “Questa per- semplice: una figura che attrae to al suo confessore del sogno Alexandr Alexandrovič Blok Il provvedimento è stato reso noto in data 3
sona, qualcosa le succede...”. e che ci fa riflettere su quanto la che vedeva protagonista il san- (1880-1921). Forse, la nostra gennaio.
No, noi parliamo sempre a qual- potenza e l’intelligenza di Dio to di Assisi. Angela sogna e epoca, avrebbe bisogno pro-
cuno. Ora, il fatto che Gesù sia possa entrare e mostrarsi nelle vuole, desidera l’Amore. Lo prio di mistici. Una nuova san-
fin dal principio la Parola signi- figure umili e silenziose. La sua trova in Dio, in un dialogo così t’Angela da Foligno, in fondo, Provviste di Chiese
fica che dall’inizio Dio vuole co- vita, una delle biografie femmi- profondo e sincero che la porta l’aspettiamo. Ci sono troppe
municare con noi, vuole parlar- nili più interessanti del Me- ad avere esperienze mistiche visioni “orizzontali” che non Il Santo Padre ha nominato Arcivescovo
ci. Il Figlio unigenito del Padre dioevo, ma non solo. Una delle che — nel suo Liber, scritto da sappiamo quanto facciano be- Metropolita dell’Arcidiocesi di Korhogo (Co-
(cfr. v. 14) vuole dirci la bellezza prime mistiche italiane, nacque un tale frate Arnaldo, il suo ne al nostro tempo così trava- sta d’Avorio) Sua Eccellenza Monsignor
di essere figli di Dio; è «la luce nella cittadina umbra di Foli- confessore — sono descritte gliato. I fulgori verso il Cielo Ignace Bessi Dogbo, finora Vescovo della
vera» (v. 9) e vuole allontanarci gno, nel 1248. In gioventù, co- con dovizia di particolari. Leg- darebbero pieno respiro ai pol- Diocesi di Katiola.
dalle tenebre del male; è «la vi- me la coetanea Margherita da gere il Liber è esperienza dell’a- moni del mondo. Sant’Angela La provvista è stata resa nota in data 3 gen-
ta» (v. 4), che conosce le nostre Cortona, vive i primi anni im- nima, assai simile al Castello in- da Foligno respirava appieno naio.
vite e vuole dirci che da sempre mersa nella vanità. Vive in agia- teriore di un’altra grande santa lo Spirito del Signore, in un
le ama. Ci ama tutti. Ecco lo stu- tezza, in una casa non fastosa mistica, Teresa d’Avila. Queste dialogo ininterrotto con Lui. Il Santo Padre ha nominato Vescovo della
pendo messaggio di oggi: Gesù ma più che decorosa, accanto al pagine — dense e profonde — Senza spazio, senza tempo. Diocesi di Radom (Polonia) Sua Eccellenza
è la Parola, la Parola eterna di marito e ai figli. A 37 anni, però, riescono a fornirci una com- Una prova? Bastano poche pa- Monsignor Marek Solarczyk, trasferendolo
Dio, che da sempre pensa a noi e avviene un radicale cambia- pleta immagine della santa di gine del suo Liber per renderse- dalla Sede titolare di Hólar e dall’ufficio di
desidera comunicare con noi. mento della sua condotta di vi- Foligno. ne conto. Ausiliare della Diocesi di Warszawa-Praga.
E per farlo, è andato oltre le ta. È l’incontro intimo col Si- Nel Memoriale confluiscono
parole. Infatti, al cuore del Van- gnore. Un incontro che la se- diverse esperienze. Prima fra
gelo di oggi ci viene detto che la gna, le apre strade mai percor- tutte, quella con le tre Persone
Parola «si fece carne e venne ad se: verso il Paradiso. Provata di Dio: «A me sembra di stare
abitare in mezzo a noi» (v. 14). Si dal dolore per la perdita del e di giacere in mezzo a quella Nomina episcopale in Polonia
fece carne: perché san Giovanni marito e dei figli, mostra una Trinità che vedo con tanta te-
usa questa espressione, “carne”? forza d’animo straordinaria. nebra». È interessante notare il Marek Solarczyk presso il seminario maggiore e Religione in
Non poteva dire, in modo più Era l’anno 1285: è lo stesso san percorso trinitario che avviene vescovo di Radom un liceo di Varsavia. Successivamente è stato
elegante, che si fece uomo? No, Francesco d’Assisi ad apparire nella santa. Le sue parole, tra- Nato il 13 aprile 1967 a Wołomin, diocesi di vicerettore del seminario maggiore a Warsza-
utilizza la parola carne perché es- ad Angela in sogno. Le chiede scritte, ci piombano in imma- Warszawa-Praga, dopo la maturità è stato wa-Tarchomin (2005-2009) e parroco della
sa indica la nostra condizione di incamminarsi verso la perfe- gini cariche di spiritualità. «Vi- ammesso al seminario metropolitano mag- cattedrale di San Floriano (2009-2011). L’8
umana in tutta la sua debolezza, zione. di e sentii che Cristo abbrac- giore di Warszawa ed è stato ordinato sacer- ottobre 2011 è stato eletto alla sede titolare di
in tutta la sua fragilità. Ci dice «Ho visto una cosa piena, ciava in me l’anima con quel dote il 28 maggio 1992 per la nuova diocesi di Hólar e nominato ausiliare di Warszawa-Pra-
che Dio si è fatto fragilità per una maestà immensa, che non braccio che era stato fissato al- Warszawa-Praga, che comprende la parte ga. Ha ricevuto l’ordinazione episcopale il 19
toccare da vicino le nostre fragi- so dire, ma mi sembrava che la croce», ci dice. Per poi giun- della capitale polacca situata ad est della Vi- novembre successivo. Nell’ambito della Con-
lità. Dunque, dal momento che era ogni bene. E mi disse molte gere all’incontro sublime con stola. È stato vicario parrocchiale di San Fe- ferenza episcopale della Polonia ricopre di-
il Signore si è fatto carne, niente parole di dolcezza quando lo Spirito Santo: «Non posso lice da Cantalice a Marysin Wawerski (1992- versi incarichi, tra cui presidente del consi-
della nostra vita gli è estraneo. partì e con immensa soavità e neppure valutare quanto fosse 1993) e nella cattedrale (1993-2005); portavo- glio per la pastorale giovanile, delegato per le
Non c’è nulla che Egli disdegni, partì piano, con lentezza. E al- grande la gioia e la dolcezza ce della diocesi e corrispondente dell’Agen- vocazioni e membro della commissione per il
tutto possiamo condividere con lora, dopo la sua partenza, co- che gustai, soprattutto quando zia cattolica di informazione (1993-1996). Nel clero e dei gruppi per il dialogo con la Co-
Lui, tutto. Caro fratello, cara so- minciai a strillare ad alta voce affermò: Io sono lo Spirito 1999 ha conseguito il dottorato in Storia della munità luterana e per i contatti con il Consi-
rella, Dio si è fatto carne per dir- — o urlare — e senza alcuna ver- Santo e sto dentro di te». Chiesa e ha insegnato Storia ecclesiastica glio ecumenico polacco.