Sei sulla pagina 1di 2

DE BELLO GALLICO III, 2

● Leggi con attenzione il testo.


Cum dies hibernorum complures transissent frumentumque Galba eo comportari iussisset,
subito per exploratores certior factus est ex ea parte vici omnes Gallos noctu discessisse
montesque a magna multitudine Sedunorum et Veragrorum teneri. Multis de causis
acciderat ut subito Galli belli renovandi legionisque opprimendae consilium caperent:
primum quod, detractis cohortibus duabus et compluribus absentibus singillatim qui
commeatus petendi causa missi erant, propter paucitatem legionem despiciebant; deinde
quod propter iniquitatem loci, cum ipsi ex montibus in vallem decurrerent et tela coicerent,
ne primum quidem impetum suum nostros sustenturos esse existimabant. Accedebat quod
suos ab se liberos abstractos obsidum nomine dolebant, et Romanos non solum itinerum
causa sed etiam perpetuae possessionis culmina Alpium occupare conari et ea loca
finitimae provinciae adiungere sibi persuasum habebant.

● Traduci (inserisci la traduzione qui di seguito usando il colore blu)


Essendo trascorsi molti giorni degli accampamenti invernali e avendo Galba ordinato
che il frumento venisse trasportato là, all’improvviso tramite gli esploratori diventò più
certo che da quella parte del paese tutti i Galli fossero partiti nella notte e che fossero
arrivati ai monti dalla grande moltitudine di Seduni e di Veragri. Per molte cause era
accaduto che ad un tratto i Galli avessero preso la decisione di riprendere la guerra e
di attaccare le legioni: in primo luogo poiché, essendo state abbattute le due coorti e
essendosi assentati parecchi uno per uno che erano stati inviati al fine di cercare
vettovaglie, poiché disdegnavano l’esigua legione; di conseguenza poiché a causa
della posizione sfavorevole del luogo, essendo loro precipitati in fretta dai monti alla
valle e avendo scagliato dardi, stimavano che i nostri non avrebbero sostenuto il loro
primo assalto. Si aggiungeva che i loro provavano dolore dai loro figli strappati via
con la funzione di ostaggi, e che avevano persuaso sé stessi che i Romani si
sforzavano di occupare la cima delle Alpi non solo al fine dei viaggi ma anche per i
beni duraturi e annettere quei luoghi alla provincia confinante.
● Verifica della comprensione (rispondi cancellando le righe e inserendo il testo in
blu)
1. Cum...iussisset: qual è il valore sintattico delle seguente proposizione narrativa?
Trasformala in una proposizione circostanziale corrispondente.
Ha un valore causale, si può trasformare in una subordinata corrispondente
introdotta da “poiché” - “Poiché erano trascorsi molti giorni degli accampamenti
invernali e poiché Galba aveva ordinato che il frumento venisse trasportato là”.
2. Ut...caperent: di che tipo di proposizione subordinata si tratta?
Si tratta di una subordinata completiva di fatto.
3. Renovandi e opprimendae: si tratta di gerundi o gerundivi? Sono gerundivi
Fornisci una spiegazione: Essi concordando in caso e in genere con i sostantivi
“belli” e “legionis” (essendo entrambi genitivi in una sub. finale introdotta da causa)
4. Qual è il valore sintattico dei quod presenti nel testo latino?
I primi due quod hanno valore causale, il secondo serve ad introdurre la completiva
di fatto.
5. I seguenti participi, detractis, absentibus, sustenturos, abstractos, sono usati con
funzioni diverse, quali?
Detractis e absentibus hanno la funzione di introdurre l'ablativo assoluto, sustenturos
introduce una subordinata infinitiva futura e abstractos è un aggettivo riferito a
"liberos".