Sei sulla pagina 1di 184

Francesco Vaccarone

opere 1957/2011
1957
Francesco Vaccarone opere

2011
Francesco Vaccarone
Opere 1957/2011

La Spezia, Camec mostra prodotta da: Collaterale


10 dicembre 2011-19 marzo 2012 “Mare Nostrum”
La Spezia Container Terminal

a cura di Con la partecipazione di:


Valerio P. Cremolini Autorità Portuale della Spezia
Comune della Spezia Gruppo Laghezza
coordinamento tecnico-scientifico Massimo Federici, sindaco Oto Melara
Eleonora Acerbi
Con il sostegno di:
grafica, catalogo e allestimento Acquedotti Tirreni
Marco Condotti Creative Workshop A&P
Paolo Asti. presidente Assiligure
layout catalogo Axential
Andrea Bonanni Brotini
CPM Elettronica
squadra allestimenti Camec Delta Progetti
Alessandro Angeli Istituzione per i Servizi Culturali del Comune della Spezia Elsel
Roberto Colombani Cinzia Aloisini, presidente Finchiara
Emiliano Gianardi Marzia Ratti, direttore Flytainer
Frescogel
produzioni grafiche Hesperio
Neon Ares Iris Costruzioni
Jservice
contributi illuminotecnici LuniCoffee
Eghos Motor Center
Nec
contributi video con il patrocinio della Provincia della Spezia Nuova Geicova
di Paolo e Francesca Asti Ricco Alberto
realizzazione Tlpr
Saul Carassale e Sara Bonatti Ringraziamenti:
Marco Simonetti, Giovanni Lorenzo Forcieri, Con il supporto tecnico di:
documentazione fotografica allestimento Alessandro Laghezza, Carlo Alberto Jardella, Luigi Grillo, Arte & Tempo
Enrico Amici Ettore Antonelli, Roberto Zangani, Piero Segnani, Cantine Lunae
Fabio Bordigoni, Donatello Brotini, Marco Luciani, Ecology Group
traduzioni Andrea Armani, Francesco Cicillini, Pier Paolo Romano, Eghos
Susan Charlton Giuseppe Rampini, Adamo Cameli, Davide Mazzola, Emotion Design
Elvino Ricci, Federico Peroni, Andrea Rinaldi, Lino Salis, Eurocolor 2000
crediti fotografici Giancarlo Peroni, Andrea Campi, Massimo Antonini, Grimaldi Impianti
Enrico Amici, Federigo Salvadori, Amedeo Clariond, Raffaele Cristao, Paolo Bosoni, Andrea Manfellotti, Moruzzo Falegnameria
Luca Fregoso Tiziano Di Benedetto, Ivano Cosini, Giacomo Grimaldi, Piaggio VTL
Maurizio Moruzzo, Mirco Incerti, Luca Sanguinetti, Porto Lotti
Sergio Mastropasqua, Claudio Serafini, Giuseppino Argelà, Sanguinetti Industria Grafica
Andrea Mammi. Società Agraria Buranco
8 9
10 11
12 13
14 15
Marenostrum
La Spezia Container Terminal
dicembre 2011 - marzo 2012

evento collaterale
Il mare come Valore è ciò che accomuna l'opera di Francesco The sea as a “value” is what joins Francis Vaccarone’s work with
Vaccarone con il lavoro che ogni giorno compiono centinaia di per- the jobs of hundreds of people involved, at very high level, in a com-
sone impegnate ad ogni livello in un sistema complesso come La plex system like La Spezia Container Terminal.
Spezia Container Terminal.
But if a company is itself a complex system, it is certainly not less
Ma se un’ azienda è di per sè un sistema complesso, certamente than a “work of art”.
non lo è da meno un' opera d’arte. The structure of whom it is made, the cognitive analysis from which
La struttura che la compone, l’analisi cognitiva da cui nasce l’idea the idea of the work is born, the bond to a context and a social life,
dell’opera, l’appartenenza ad un contesto e ad una socialità, sono are some of the elements that add a further parallel between
alcuni degli elementi che aggiungono un ulteriore parallelismo tra what appears to be more creative, the work of the artist and what
ciò che appare più creativo, il lavoro dell’artista e ciò che può ap- may appear being less like a business organization.
parire meno come un’organizzazione aziendale.
Mare Nostrum of Francesco Vaccarone at La Spezia Container
Mare Nostrum di Francesco Vaccarone a La Spezia Container Terminal is another step on the path that the company has un-
Terminal è un’altra tappa sul cammino che l’azienda ha intrapreso dertaken to reconcile Art and Port, making available space and fa-
per conciliare Arte e Porto, mettendo a disposizione di artisti ed cilities to artists and cultural events, allowing them to open to the
eventi culturali gli spazi del mondo del lavoro, aprendoli alla co- local community and through these events nourish the encounter
munità cittadina, e nutrendo attraverso queste occasioni d'incon- of the port as a place of trade and culture.
tro l’identità del porto come luogo di scambio e di cultura.

Marco Simonetti
Amministratore Delegato / Managing director
La Spezia Container Terminal

18 19
Mare Nostrum: apprendimento di un Valore.

Il mare è punto d’incontro non solo dei traffici di merci e degli uo- The sea is a meeting point not only for traffic of goods and people
mini che li governano, ma anche tra chi, come l’artista, svolge una who govern them, but even among those who, like the artist, per-
ricerca ed una riflessione sulle tematiche sociali che interessano la form research and reflection on social issues affecting the con-
contemporaneità. temporary world.
L’idea di andare oltre al sostegno della mostra di Francesco The idea of going beyond the support of the exhibition of Francis
Vaccarone tra le mura del Camec, ospitando l’artista con le sue Vaccarone within the walls of Camec, hosting the artist with his work
opere nella sede di la Spezia Container Terminal, ci offre una di- at La Spezia Container Terminal premises, gives us a dimension that
mensione che va oltre il senso estetico. goes beyond the aesthetic sense.
Ospitare e frequentare l’arte non significa avviare un processo di Does hosting and attending art mean starting a process of reflec-
riflessione, dialogo ed apprendimento che genera valore? tion, dialogue and learning that creates value?
La significativa intuizione è quella di percepire l’arte non come un The important insight is that of perceiving art not as an elitist fact,
fatto elitario, come elemento di lusso riservato a pochi, ma al con- as luxury reserved for few, but instead as a shared tool and an ef-
trario come uno strumento condiviso, efficace per comunicare al- fective way to communicate within the Company and the territory
l’interno dell’Azienda e con il territorio in cui l’Azienda opera. in which it operates.
Generare comunicazione è di per sé socializzante ed utile ad ab- Generating communication is naturally sociable and helpful in
battere steccati e pregiudizi, proprio come cerca di fare ogni arti- breaking down barriers and prejudices, just like every artist tries to
sta con la propria opera. do with his work.
Il lavoro che Francesco Vaccarone compie da moltissimi anni vi- The work that Francesco Vaccarone realizes since many years li-
vendo il mare come elemento fisico e metafisico della propria ving the sea in a physical and metaphysical manner part of his crea-
creatività trova qui una nuova vocazione che rende partecipi gli uo- tivity, finds here a new vocation shared by the men and women of
mini e le donne dell’azienda di un sentire comune profondo, fatto the company with a common deep feeling, of beauty and sensiti-
di bellezza e sensibilità, cultura ed identità: il Mare Nostrum. vity, culture and identity: the Mare Nostrum.

Paolo Asti
Presidente / President Startè

fotografie Mario Scimone

20 21
Cinzia Aloisini La mostra dedicata a Francesco Vaccarone oltre ad essere l’omag- Besides being a homage by a town to one of its busy, successful
Presidente/President gio di una città a un suo artista impegnato e di successo è la pro- artists, the exhibition dedicated to Francesco Vaccarone proposes
Istituzione Servizi Culturali posta di un suggestivo percorso dell’arte del nostro tempo, attra- a fascinating journey through the art of our times, touching on the
verso i punti salienti di un’attività incessante ed i rimandi, ricchi e most important points of his ceaseless activity, with a wealth of ref-
colti, al contesto contemporaneo che più ha inciso sulla maturazione erences to the contemporary cultural context which has most in-
Massimo Federici
della sua espressione artistica. fluenced the development of his art.
Sindaco della Spezia
Nelle sale del CAMeC possiamo ripercorrere un cinquantennio di In the rooms of the CAMeC we can retrace fifty years of Vaccarone’s
Mayor of La Spezia
intensa attività pittorica, scultorea e grafica dell’autore, dai noti ci- intense painting, sculpture and graphic career, from the famous cy-
cli che lo hanno fatto conoscere e premiare in Italia – Gabbiani, cles which have made him known and won him acclaim in Italy
Clochard, Forme, Incontri e molti altri ancora - fino ai lavori che più (Seagulls, Tramps, Forms, Encounters and many others) to the
di recente sono stati apprezzati in molti luoghi del mondo: works which have been appreciated more recently all over the
Amsterdam, Bucarest, Cardiff, Helsinkj, Los Angeles, Monaco di world: in Amsterdam, Bucharest, Cardiff, Helsinki, Los Angeles,
Baviera, Montreal, New York, Stoccolma, Strasburgo, Toronto, Il Munich, Montreal, New York, Stockholm, Strasbourg, Toronto,
Cairo. Cairo.
Pur operando con brillanti risultati a Genova, a Roma e a Milano, While working with brilliant results in Genoa, Rome and Milan,
Vaccarone ha sempre voluto mantenere un profondo attaccamento Vaccarone has always maintained a deep attachment to his native
verso la sua città, comunicando, come docente in scuole e corsi, town, communicating the essential value of the tools and materi-
il valore quanto mai essenziale degli strumenti e della materia nella als of artistic creativity as a teacher in schools and courses, and ac-
creatività artistica e, come cittadino consapevole, partecipando tively participating as a committed citizen in the development of lo-
attivamente allo sviluppo della cultura locale, dapprima in seno alla cal culture, first as a member of the Borough Visual Arts
Commissione Arti Visive del Comune, quindi nelle rassegne Giovani Commission, then in the Young Languages of the Image exhibitions,
linguaggi dell’immagine e poi quale fondatore del Centro Studi finally as founder of the Social Studies Centre with Ettore Alinghieri.
Sociali, insieme ad Ettore Alinghieri. His vision of art has not only included links to poetry and literature,
La sua visione dell’arte non solo ha incluso i legami con la poesia particularly allying itself with the Italian experimental avant-garde
e la letteratura, saldandosi in particolare alle avanguardie speri- movements of the early ‘sixties, but it has also always explored phi-
mentali italiane dei primi anni Sessanta, ma ha esplorato da sem- losophy and aesthetics, considering them inseparable from re-
pre la filosofia e l’estetica, considerandole un tutt’uno con la ricerca search into forms of expression and the vast intellectual curiosities.
espressiva e le vaste curiosità intellettuali. We know that a single exhibition, however thorough it is, cannot ex-
Sappiamo che un’esposizione da sola, per quanto accurata, non può haustively express an artist’s whole lifetime of energetic activity, but
esaurire l’energia spesa da un artista nel corso di un’intera vita, ma we believe that the carefully-planned, rich display which has been
pensiamo che l’articolato e denso allestimento pensato oggi per il conceived for the CAMeC with the help of the artist himself can of-
CAMeC, con l’aiuto dello stesso autore, possa offrire una visione “da fer an “inner” view of Vaccarone’s art, with its wide-reaching,
dentro” dell’arte di Vaccarone, con uno spaccato ampio e aperto sui open sample of the many genres and themes he has tackled, af-
tanti generi e temi da lui toccati, dopo i tanti riconoscimenti che a ter the manifestations of appreciation which he, like many other
lui, come a molti altri grandi talenti italiani, sono giunti “da fuori”. great Italian talents, has received “from outside”.
Nella speranza che tutti i visitatori si lascino sedurre dal fascino In the hope that all the visitors will fall under the spell of this charm-
originale di questa esposizione, ringraziamo di cuore tutti coloro ing and original exhibition, we convey our heartfelt thanks to all
che l’hanno resa possibile, a partire dal fattivo supporto those who have made it possible, starting with the STARTE’
dell’Associazione STARTE’, al curatore Valerio Cremolini e al con- Association, the curator Valerio Cremolini, and the helpful contri-
tributo di Eleonora Acerbi. bution of Eleonora Acerbi.

22 23
Francesco Vaccarone
Startè è orgogliosa di essere ancora al fianco di Francesco Starte’ is proud to be collaborating once again with Francesco
Vaccarone, questa volta, dopo tante sedi prestigiose in Europa ed Vaccarone who, after so many prestigious sites in Europe and
in America, nella città natale dell’artista. America, is now exhibiting in his native town.

Oltre il Frame, la nostra vita La mostra offre la grande opportunità di poter fruire, anche grazie
ad un’importante monografia, di oltre cinquanta anni di inces-
sante produzione artistica dell’autore.
The exhibition offers the great opportunity to enjoy over 50 years
of incessant artistic production, also thanks to an important mono-
graph.

Francesco Vaccarone L’invito è di andare oltre una semplice lettura dell’opera colta come
un frame, un singolo fotogramma appunto, che vive di luce propria
e trova un proprio codice interpretativo nel grande filone tematico
I would invite you to go beyond a simple reading of the work as if
it were a single photographic frame. It has a life of its own and
should be interpreted as part of the larger theme within which it has

Beyond the frame, our lives in cui è collocata, nello spazio tempo in cui opera e tema sono nati,
affinati e sviluppati.
Perché oltre la visione del singolo frame vi è una seconda lettura
been conceived, in the space/time in which the work and theme
were generated, refined and developed. Because beyond the view
of the single frame there is a second reading, where the frame be-
dove il frame, diviene scena e poi ancora “film” che, nella sua visione comes a scene and even a film. Viewed as a whole this allows us
Paolo Asti complessiva, ci permette di entrare nello spaccato della contempo- to penetrate contemporary reality, of which Vaccarone offers us in-
Presidente/President raneità di cui Vaccarone ci regala intime e suggestive visioni. timate, fascinating glimpses.
Startè
Il visitatore della mostra diviene quindi spettatore partecipe dei mu- The visitor to the exhibition thus becomes a spectator who partic-
tamenti sociali, del sentire diffuso di ogni tensione, di cui Vaccarone ipates in the social changes, in the diffuse sensation of each ten-
è stato a sua volta partecipe e capace interprete nella sua perso- sion which Vaccarone has himself participated in and now inter-
nale cifra linguistica. prets in his personal language.

Il percorso espositivo cadenzato dalle grandi tematiche dell’autore, As we move along the exhibition itinerary, which shows Vaccarone’s
ma soprattutto il linguaggio e la sensibilità di Vaccarone, ci rendono various large thematic areas, but above all his language and sen-
non solamente fruitori di questo film sulla nostra vita, in quanto con- sitivity, we are not only spectators of this film on our lives, as the
temporanei all’autore; ma protagonisti anche noi in quanto parte- author’s contemporaries, but also the main actors in it since we are
cipi di quel singolo frame che ci conduce dentro l’opera, dentro la participants in that single frame leading us into the work, into
storia artistica di Vaccarone che in qualche modo è la storia di Vaccarone’s artistic history, which is somehow also the history of
ognuno di noi. each one of us.

Per cogliere esempi concreti basta volgerci a tutto il suo grande la- A concrete example of this is easily seen in the whole of his large
voro dedicato alla musica. project dedicated to music.

Vaccarone interpreta il Jazz con sapienti “improvvisazioni croma- Vaccarone interprets jazz with skilful “chromatic improvisations”
tiche” capaci di ripercorrere ciò che in termini di emozioni ci ren- which are capable of reproducing the same emotions we can ex-
dono le improvvisazioni che la musica ci permette di vivere. perience through musical improvisations. It is almost as if Ciacca’s
Quasi che il pianoforte di Ciacca o il sax di Benny Golson siano una piano or Benny Golson’s sax were a visual emotional transposition
trasposizione emozionale visiva dell’abbraccio tra le note sulla of the combination of the notes of the musical scale.
scala musicale. The work, as the visual expression of the emotions that music
L’ opera quindi diviene tramite di un tridimensionale tra noi e la no- transmits to us, thus becomes an intermediary of a third dimen-
stra anima, in quanto elemento visivo delle emozioni che la musica sion between ourselves and our souls.
ci trasmette.
Non a caso Vaccarone ha indagato e continua ad indagare il rap- It is no coincidence that Vaccarone has investigated and continues
porto tra arte e psiche fino a fonderlo in una completa essenza to investigate the relationship between art and the psyche to the

24 25
interpretativa nelle opere dedicate alle Forme ed ai Neuroni point of fusing them into a complete interpretative essence in the
Specchio. works dedicated to the Forms and the Mirror Neurons. The inter-
Il frame interpretativo va oltre quindi al puro concetto visivo, per rag- pretative frame thus goes beyond the pure visual concept to be-
giungere quello percettivo che ha così interessato intellettuali e stu- come that perceptive concept which has so greatly interested in-
diosi fin dal primo novecento in un dibattito che, ancora non inter- tellectuals and scholars since the early 20th century, an interest
rotto, coinvolge ognuno di noi. which has never been interrupted and involves every one of us.

Vaccarone è interprete del ’900 e della contemporaneità anche per Vaccarone is an interpreter of the 20th century and of contempo-
la sua capacità di cogliere le tensioni del pianeta per le violenze che rary life, also because of his ability to capture the tensions of the
ha subito dall’uomo ripulite da ogni ambientalismo di maniera e pro- planet caused by human beings’ violations of it. His view is free of
prio per questo asettiche da ogni partigianeria politica e dunque do- any affected environmentalism and, just for this reason, also of any
cumento e testimonianza irrinunciabile di questo frame - film che political side-taking; hence it constitutes a crucially important doc-
dall’uomo passa al pianeta in cui l’uomo stesso vive. ument and testimony of this frame/film about first human beings,
then the planet they inhabit.
La pittura di Vaccarone non giudica mai, cerca invece di indagare
e capire, consapevole che il giudizio allontana l’artista dalla società Vaccarone’s painting never judges but tries to investigate and un-
in cui vive, mentre il capire e comprendere lo avvicina fino a ren- derstand, aware that judgment distances the artist from the soci-
derlo partecipe ed agente di mutamento. ety he lives in, while understanding brings him closer, making him
indeed a participant and an agent of change.
È per questo che l’arte di Francesco Vaccarone è un sentire co-
niugato al quotidiano dove le immagini nascono dal pensiero e di- This is why Francesco Vaccarone’s art reveals a sensitivity solidly
vengono opera del film della nostra vita di cui Vaccarone riesce, an- linked to everyday experience, where images are generated by
cora una volta, a farci sentire protagonisti. thought and become a film of our lives; a film of which Vaccarone
once again manages to make us feel protagonists.
La Spezia settembre 2011
La Spezia Sept 2011

26 27
Francesco Vaccarone
Alcuni artisti si ispirano ad un solo movimento, altri a molti. Ma ogni Some artists are associated with single movements, others with
artista impegnato nella creatività procede secondo personale sensi- many. But any artist sufficiently dedicated to art-making operates
biità, manifestando un bisogno di generare idee e immagini che si according to a personal sensibility, a need to generate ideas and
ispirino ad una una visione unitaria. L’arte di Francesco Vaccarone ab- images that embody a singular vision and a singular touch.

L’ideale reale braccia più stili e modelli dell’arte moderna europea rielaborando que-
sti stili e modelli secondo la sua innata sensibilità. La sua opera, in-
fatti, possiede i caratteri dell’unicità - non solo allusiva per ciò che può
Francesco Vaccarone’s art embraces many of the styles and ideas
of European modern art, but Vaccarone synthesizes these styles
and ideas according to his native sensibility. His oeuvre is quite ev-

Francesco Vaccarone esprimere, ma singolare per come effettivamente si pone.

Vaccarone è un costruttore di opere che subordina sempre i suoi


mezzi e il suo approccio alla creazione d’immagini. Anche nei suoi
idently unique to him – not simply symptomatic of what he can do,
but distinctive because of what he does do.

Vaccarone is a maker of pictures, always subjecting his media and

The ideal real momenti più astratti mette il suo virtuosismo tecnico al servizio del-
l’immagine. Benché tanti suoi dipinti e, soprattutto, i disegni sem-
brino nascere spontaneamente dalla sua mano, altrettanto pale-
his approach to the creation of imagery. Even at his most abstract
he puts his virtuosity at the service of the image. Although so many
of his paintings and (especially)drawings appear as if they issued
semente essi incarnano sogni e allucinazioni, fenomeni visivi, la cui spontaneously from Vaccarone’s hand, they just as clearly embody
Peter Frank presenza può dipendere dagli impulsi della mente e del corpo del- dreams and hallucinations, visual phenomena whose presence may
senior curator l’artista, ma alla fine li trascendono. Se Vaccarone fosse coreografo, rely upon but ultimately transcend the impulses of the artist’s own
Riverside Art Museum, Los Angeles le sue danze racconterebbero delle storie, o frammenti di storie, ma mind and body. Were Vaccarone a choreographer, his dances
lo farebbero con gesti liricamente astratti. Accadono degli eventi nei would tell stories – or fragments of stories – but would do so with
dipinti o nei disegni di Vaccarone, ma spesso quello che stia esat- the most lyrically abstracted gestures. Things happen in a
tamente succedendo non è evidente, né il come né il perché. C’è Vaccarone painting or drawing, but it’s not often obvious what’s ex-
una ricchezza di significati che sottintende gli accadimenti presentati actly happening, or how, or why. There is an eventfulness to
nelle sue immagini che va oltre, è più grande degli accadimenti Vaccarone’s pictures that is bigger than the events themselves; he
stessi; egli ha fatto uso dell’arte,della sua visione, della sua abilità, has used art – his vision, his skill – to make universal the experi-
per rendere universale l’esperienza di certi avvenimenti e certe con- ence of events and conditions even as he makes such experience
dizioni ma nello stesso tempo per renderla sorprendente e spesso surprising and often unpredictable.
imprevedibile.
Vaccarone’s art has always partaken of various tendencies, from
L’arte di Vaccarone si è spesso confrontata con varie tendenze ar- cubism, expressionism, futurism and surrealism to informel, nou-
tistiche: Cubismo, Espressionismo, Futurismo,Surrealismo, veau réalisme, pop art and visual poetry. But only in the beginning
Informale, Nouveau Réalisme, Pop Art e Poesia Visiva. Ma solo al- of the artist’s career was this eclectic reach a matter of epigonal
l’inizio della sua ricerca quest’approccio così eclettico aveva i se- emulation rather than experimentation and fusion. Technically and
gni dell’ emulazione piuttosto che della personale sperimentazione formally assured from the start, always reliant on an emphatically
ed interazione. Tecnicamente e formalmente sicuro fin dall’inizio l’ar- drawn line and stark, almost heraldic imagery, Vaccarone did not
tista, sempre affidandosi a un segno grafico enfatico e a immagini take long to find a manner that did not look, much less behave,
scarne, quasi araldiche, non ci ha messo molto tempo a trovare uno quite like anyone else’s.
stile che non somigliasse visivamente a nessun altro né tantomeno
che potesse registrare riferimenti automatici. Vaccarone’s work from the 1960s now reveals to us the path a
gifted young artist took to maturity. His paintings and drawings from
l lavoro degli anni Sessanta ci rivela oggi il percorso che un giovane his years in the academy and afterward confidently embody his
artista di talento ha seguito per raggiungere la maturità. I dipinti e passions – about social roles, about injustice, about love and de-
i disegni dei suoi anni di studio figurativo e di quelli successivi in- sire – with particular acuity; he clearly knew not simply how to paint
carnano in modo sicuro le sue passioni (ruoli sociali, ingiustizia, or draw, but when to paint or draw elegantly and when to do so with
amore e desiderio), con una particolare intensità. Risulta chiara- a powerful crudeness. His expressionist urges were tempered by
mente che egli sapesse non solo dipingere e disegnare, ma anche an awareness of the antique classicism promulgated, in particular,

28 29
quando farlo in modo elegante e quando con potente aggressività. by earlier generations of Italian modernists. But, then, Vaccarone
I suoi impulsi espressionisti si tempravano con la conoscenza del found license to speak in a raw voice both in northern European
classicismo antico, divulgato in particolare dalle precedenti gene- expressionism and in the angry verve of informel painters working
razioni di modernisti italiani. Ma poi ha scoperto, sia nell’espres- at the time throughout the continent. Committed to the figure, he
sionismo nord-europeo sia nell’impeto rabbioso dei pittori informali could still comprehend the meanings of abstraction.
che lavoravano in quel tempo in tutto il continente, la licenza di par-
lare brutalmente. Votato alla figura, è riuscito comunque a far pro- In 1966 Vaccarone allowed himself further experimentation with
prie le valenze dell’astrazione. artistic modalities then prominent, turning to neo-Dada assemblage
and pop art-influenced imagery. He paid a relatively brief visit to this
Nel 1966, Vaccarone si permise ulteriori sperimentazioni con le mo- garish, jocular district of art, and returned soon enough to more tra-
dalità artistiche allora preminenti, avvicinandosi all’assemblage ditional modes of painting and drawing. But the results of his de-
neo-dadaista e all’immaginario della pop art. Dopo una breve visita tour were no less powerful in their complex response to the mod-
a questo continente artistico appariscente e ludico ha fatto presto ern world than had been his earlier canvases and drawings, and
ritorno ai modi della pittura e del disegno più tradizionali. Ma i ri- in some ways they were even more articulate. Vaccarone’s as-
sultati di questa sua deviazione non erano meno potenti nella loro semblages, related to collage, tend to be mounted as bas reliefs,
complessa risposta al mondo contemporaneo di quanto non fossero in a tableau rather than object format. They are icons of the ma-
state n precedenza le sue tele ed i suoi disegni, e per alcuni versi terial world, not votives. As a result, they heightened the artist’s sen-
erano ancora più eloquenti. Gli assemblages di Vaccarone, impa- sitivity to his materials and to the relationship he would fashion from
rentati con il collage, sono spesso montati come bassorilievi in un then on between his forms and his textures. As his earlier paint-
formato tipo tableau anzi che di tipo oggetto. Sono icone del mondo ings implied, the quality of the surface is no less important to the
materiale, non oggetti votivi. Di conseguenza hanno accresciuto la sentiments expressed by the artwork than is the quality of the im-
sensibilità dell’artista sia verso i suoi materiali sia per quanto ri- agery itself.
guarda il rapporto che avrebbe da allora in poi costruito tra le sue
forme e le sue strutture materiche. Come era implicito anche nei The assemblages also allowed Vaccarone’s lightness of spirit to
suoi primi dipinti, riguardo ai sentimenti espressi dall’opera, la emerge. He had tempered the basic solemnity of his early work only
qualità della superficie non è meno importante della qualità del- slightly with his natural wit; now, in these grotesque satires aimed
l’immagine stessa. at the modern world, he could laugh out loud. But Vaccarone dis-
covered soon enough what young artists tend to find out, that
Inoltre gli assemblages permettevano di far emergere la leggerezza mockery of their society does little to change that society; they can
di Vaccarone, che aveva solo sottilmente temprato la solennità dei be more effective speaking to universal impulses, the feelings and
suoi primi lavori con la sua naturale ironia; ora, con queste grotte- perceptions we share as humans. After 1967, then, as he returned
sche satire sul mondo moderno, poteva ridere di gusto. Ma ben pre- to painting and drawing – and refined his mastery of traditional
sto Vaccarone si rende conto di ciò che tutti i giovani artisti scoprono printmaking media, especially etching – Vaccarone found his voice
di solito, e cioè che la derisione della propria società contribuisce as a humanist. All sides of the human experience, from tragic to
ben poco a cambiarla; più efficace è far parlare gli impulsi univer- ecstatic, from lyric to catatonic, would conflate in his work as he
sali, i sentimenti e le percezioni che condividiamo come esseri gradually refined his formal vocabulary into his mature style.
umani. Vaccarone quindi dopo il 1967, ritornando alla pittura e al
disegno e raffinando la sua padronanza dei mezzi calcografici tra- Already adept at the expressionist treatment of the figure and an
dizionali, in particolare dell’incisione all’acquaforte, scopre la sua informel way with materials, Vaccarone came to incorporate a rel-
vocazione umanitaria. Nel suo lavoro confluiscono tutti gli aspetti atively vivacious, or at least genial, form of surrealism into his pic-
dell’esperienza umana, dal tragico all’estatico, dal lirico al catato- torial approach. Helping to expand and refine his formal vocabu-
nico, man mano che raffinava progressivamente il suo vocabola- lary, this facet – which helped him adopt Miró, Masson, Tanguy, and
rio formale e perfezionava il suo stile maturo. other fanciful surrealists as artistic forebears – gave Vaccarone fi-
Già molto abile nel trattare la figura in modo espressionista e nel- nal mastery over line, allowing him to focus on what was to become
l’usare I materiali in modo informe,Vaccarone è arrivato ad assimilare his mature style. This process of maturity culminated professionally

30 31
2011 giugno, con Peter Frank alla Cinque Terre

una forma surreale particolarmente vitale, per non dire geniale, nel when he moved to Rome in 1970 and began work as a master forth, even subtly to drive his formal reasoning. His “analogical em-
suo approccio pittorico. Questo elemento, che l’ha aiutato ad ap- printer in the print studio “Il Cigno.” blems” became increasingly easy to decipher, especially as their
profondire ed a raffinare il suo vocabolario formale e ad adottare humanist symbolism gradually yielded to more purely observational,
Mirò, Masson, Tanguy ed altri fantasiosi surrealisti come antenati Working as a master printer through much of the 1970s, and shut- even hedonistic subjects.
artistici, ha portato porta l’artista a perfezionare la sua maestria nel- tling between Rome and Milan in the process, gave Vaccarone
l’uso della linea, ed a mettere a fuoco quello che sarebbe diven- broad access to leading figures not just in Italian art, but in art Well into the ‘90s Vaccarone concentrated on the representation –
tato il suo stile compiuto. Tale processo di maturazione si completa through much of Europe. During the 1960s the La Spezia native or, if you would, the re-representation – of his native region, the
professionalmente nel 1970 con il trasferimento a Roma nel 1970 had participated enthusiastically in avant garde exhibitions and Cinqueterre, where the Ligurian coast meets the Tuscan country-
iniziando a lavorare come incisore nella stamperia “Il Cigno”. manifestations throughout Italy, placing him in close contact with side in a dramatic tumble of rocks and sand, mountains and fields,
some of the period’s most daring innovators and influential theo- water and sky. Vaccarone sought to capture that confluence of
Mentre lavora come incisore per la maggior parte degli anni rists. (His experimentation with assemblage was a direct result of ecologies converging on La Spezia and environs by abstracting it
Settanta (nel frattempo faceva la spola tra Roma e Milano), this). But it was in the subsequent decade that Vaccarone, his own emblematically, to be sure, but by investing those emblems with a
Vaccarone intrattiene ampie frequentazioni con figure importanti non vision rapidly maturing, would begin to participate in a broader ge- sensuous resonance. While the seagulls and street people, for all
solo dell’arte italiana ma anche di quella europea. Durante gli anni ographical, and spiritual, discourse. forme stilizzate incarnano le caratteristiche fondamentali di figure che their formal inferences, needed a priori to be identified, the water’s
Sessanta, lui, nativo della Spezia aveva partecipato con entusiasmo sono riconoscibili (ed in questi casi efficacemente simboliche) an- ripples, the stones’ crags, the spikes of vegetation project their iden-
a mostre ed a manifestazioni dell’Avanguardia che lo mettono, in The two most important and enduring series of paintings Vaccarone che altrove in tutta la sua opera. Nel 1983, Crispolti ha definto la di- tities starkly, almost comically, and the viewer reads them as pic-
tutta Italia, in stretto contatto con alcuni dei più audaci innovatori realized during the 1970s, the “Gabbiani” and the “Clochards,” re- namica narrativa di Vaccarone come “teatro autonomo di forme”. torial – not as symbols, but as signs, signs stark and logical enough
e più influenti teorici del tempo (la sua sperimentazione con l’as- flect this breadth of meaning. Both series reliant on a semi-abstract L’artista aveva ormai ampliato il suo vocabolario inferenziale e nello to be posted on the road. Still, the symbols remain: the clouds that
semblage è stata un diretto risultato di tale contatto). Ma è nel de- approach rooted in both classic and late modernism, one embod- stesso tempo raffinato il suo approccio visivo, arrivando a concen- hover over the sea’s expanse retain the wings, and the soaring en-
cennio successivo che Vaccarone, la cui visione va rapidamente ma- ies freedom and self-reliance while the other embodies destitution trarsi su vari cicli di paesaggi e marine, e per converso su vari cicli ergy, of Vaccarone’s seagulls; and, more than occasionally, a shape
turando, inizia ad elaborare la sua poetica geograficamente e and dependency – seeming polarities in the human condition. But di figure, tutti resi in una maniera sempre più incisiva e lucida. Anche among the rocks suggests a sleeping figure, its body somewhat bro-
spiritualmente più ampia. Vaccarone embeds ironies in this relationship: the seagull, who may qui Vaccarone lasciava che la sua ironia venisse fuori e persino che ken but its spirit absorbed and sustained by nature.
fly unfettered over land and sea alike, is a scavenger, living more guidasse sottilmente il suo ragionamento formale. I suoi “emblemi
I due cicli più importanti e più duraturi di dipinti realizzati da off the discards of other beings than off what it finds live, while the analogici” divenivano sempre più facili da decifrare, specialmente in Meanwhile, Vaccarone became more and more interested in work-
Vaccarone durante gli anni Settanta, cioè i “Gabbiani” e i homeless person, exposed and apparently helpless, survives on the quanto il loro simbolismo umanistico cedeva il passo a soggetti più ing with the human body itself, returning to his early fascination with
“Clochards”, esprimono questa ampiezza di significati. Ambedue i streets first and foremost through his or her own skills, reliant only puramente di osservazione e di edonismo. the figure but now subjecting it to the particularities of his mature
cicli riflettono un approccio semi-astratto che ha radici in un mo- intermittently on the assistance of others. The gabbiano may rep- abstract style with its cubistic reformations and its gently surreal-
dernismo sia classico che tardo; l’uno incarna libertà e fiducia in resent success of a sort, but it is a temporary success, ultimately Negli anni novanta inoltrati, Vaccarone si è dedicato alla rappresen- ist playfulness. Furthermore, he was rather less hesitant about al-
se stessi, l’altro emarginazione e dipendenza, apparentemente no more substantive – and certainly no more respectable – than tazione, o se si vuole la “ri-presentazione”, della sua regione nativa, lowing the human body to express its appetite; in the same at-
poli opposti della condizione umana. In questo rapporto però the clochard representing failure. No wonder Vaccarone repre- le Cinqueterre, dove la costa ligure incontra il paesaggio toscano in mosphere of sensuous pleasure that radiates unabashedly from his
Vaccarone inserisce la propria vena ironica: il gabbiano che può vo- sented both symbolic figures as icons of nearly equal power, dy- una drammatica confusione di rocce e sabbia, montagne e campi, landscapes, Vaccarone pressed his bodies against one another, em-
lare liberamente sulla terra e sul mare è comunque uno spazzino namic but crumpled, isolated but integral to their compositions, ren- acqua e cielo. Vaccarone ha cercato di catturare quella confluenza bracing rhythmically until the canvases filled with curves and an-
che vive più con i rifiuti di altri esseri che non con prede viventi; il dered both coarsely and elegantly, starkly and extravagantly. di ecologie che convergono sulla Spezia ed i posti circostanti, astra- gles. These paintings verged on the entirely non-objective, but
senzatetto, esposto e apparentemente indifeso, invece sopravvive endola certo emblematicamente, ma anche conferendo a quegli enough human shapes remained, however reduced to ciphers, to
nelle strade soprattutto grazie alle proprie abilità, e dipende solo sal- Vaccarone has relied since the 1970s on such abstracted repre- emblemi una risonanza sensuale. Mentre i gabbiani e i clochards, betray thorough surrender to erotic passion. Here Vaccarone did
tuariamente dall’assistenza altrui. Il gabbiano può in un certo modo sentations – “analogical emblems,” in Enrico Crispolti’s phrase, in malgrado tutte le loro connotazioni formali, avevano bisogno a priori Matisse’s late cutouts (not to mention Miró’s early surrealist nota-
rappresentare il successo, ma è un successo temporaneo, che in which stylized shapes embody basic characteristics of otherwise di essere identificati, le increspature dell’acqua, i dirupi delle pietre, tions) one better: he was painting thoroughly sexual abstractions,
fin dei conti non è più solido, né certamente più rispettabile, del clo- recognizable (and in these cases effectively symbolic) figures – le spine della vegetazione proiettano le loro identità in modo spoglio, nearly non-objective compositions suffused with carnal power –
chard che rappresenta il fallimento. Non c’è da meravigliarsi che through much of his career. Crispolti, writing in 1983, referred to quasi giocoso, e l’osservatore ne coglie la dimensione pittorica - non right down to the vivid, earthy tones that often flushed the crush
Vaccarone abbia rappresentato tutte e due le figure simboliche Vaccarone’s narrative dynamic as an “autonomous theatre of come simboli ma come segnali abbastanza spogli e logici da poter of bodies and their undulating contours.
come icone di un potere quasi equivalente, dinamiche ma sgual- forms.” By then, the artist had broadened his inferential vocabu- essere esposti ai lati di una strada. I simboli tuttavia rimangono: le nu-
cite, isolate ma integrali per le loro composizioni, rese contempo- lary while refining his visual approach, coming to concentrate on vole che si librano sopra la distesa del mare ritengono le ali e l’ener- These expansive and sensual tropes, embracing nature within us
raneamente in modo ruvido ed elegante, crudo ed eccentrico. various series of landscapes and seascapes – and, conversely, var- gia planante dei gabbiani di Vaccarone; e di tanto i tanto una sagoma and around us, maintain in Vaccarone’s oeuvre to this day. Devolved
Dagli anni Settanta Vaccarone si affida a tali rappresentazioni ious series of figures – all rendered in an increasingly crisp and lu- tra le rocce suggerisce una figura dormiente, con il suo corpo fran- from the work that gained him respect among his fellow artists, they
astratte, “emblemi analogici” per dirlo con Enrico Crispolti, nelle quali cid manner. Here again, Vaccarone allowed his humor to come tumato ma con il suo spirito assorbito e sostenuto dalla natura. have cemented his popularity among the larger viewing public.

32 33
Nel tempo diviene sempre più interessato a lavorare con il corpo But recently, without giving up his production of such endearingly dell’avventura modernista, l’indagine della sinestesia e dell’ek- in the classical repertory, they do not incorporate the extravagant
umano vero e proprio, tornando alla sua prima passione per la fi- pleasant “analogical emblems,” Vaccarone has taken up a con- phrasis, aspetto che ha interessato pittori molto diversi tra loro, arabesques and intense coloration we might associate with Liszt
gura ma assoggettandola ora alle particolarità del suo stile astratto siderably more austere and more intellectual – yet profoundly come Vasily Kandinsky, Frantisek Kupka, Paul Klee, Oskar or Tchaikovsky, but maintain a geometric rectitude, however en-
maturo, con le sue deformazioni cubiste e la sua giocosità dolce- more spiritual and sensual – project. Creating his most purely ab- Fischinger, Arthur Dove e Mikhailis Ciurlionis. Vaccarone ha svi- livened by rhythmic counterpoint and resonant palette. They reveal
mente surreale. È inoltre un po’ meno restio a che il corpo umano stract work to date, Vaccarone has turned to what must be the most luppato il “suono giallo” di Kandinsky con i propri suoni rossi, verdi an almost defiantly personal side to Vaccarone’s art, one in which
esprima i suoi desideri; nella stessa atmosfera del piacere sensuale autonomous possible theatre of forms, the representation – as pure e blu, e con le linee e le curve, le sbarre e i semicerchi vivaci che he speaks not to us so much as from himself. In this series,
che irradia disinvoltamente dai suoi paesaggi, Vaccarone ora preme color and form – of music. Adopting an especially reductive (albeit popolano queste riduttive ma vibranti riconfigurazioni del “suono or- Vaccarone is musing on music, not just portraying it.
i suoi corpi l’uno contro l’altro, in un ritmico abbraccio fino a riem- still freely brushed) vocabulary of shapes, one that links directly ganizzato” (per utilizzare la definizione di Edgard Varèse della mu- I
pire le tele con curve e angoli. Benché questi dipinti rasentassero back to the post-cubist constructivism of the 1920s and ‘30s (not sica) in immagini organizzate. In this way, Vaccarone has fully embraced a neo-modernist stance,
il non-oggettivo assoluto, le sagome umane si imponevano nume- to mention the geometric painting he saw in Italy as a student in Così, Vaccarone ha abbracciato in pieno una posizione neo-mo- one in which he reaffirms the formal – and, by extension, human
rose e, sebbene ridotte a segni cifrati, rivelavano una totale cele- the ‘50s), Vaccarone now optically interprets classical and jazz com- dernista, una posizione dalla quale riafferma gli ideali formali – ideals of the modernist era into which he was born. Those ideals
brazione della dimensione erotica. Vaccarone qui si è ispirato alle ul- positions. He has surrounded himself with music, and it is coming – e per estensione umani – dell’era modernista nella quale è nato. have become obscured over the last few decades in the wake of
time cutouts di Matisse (per non parlare delle prime notazioni surrealiste out of his eyes. Tali ideali si sono oscurati negli ultimi decenni sulla scia dell’inter- post-modernism’s skeptical questioning and often despairing cyn-
di Mirò), ma ci ha conferito un valore aggiunto: dipinge vere e proprie rogarsi scettico e del cinismo spesso disperato del post-moderni- icism. But Vaccarone, always motivated by a certain idealism even
astrazioni sensuali, composizioni quasi non-oggettive, suffuse di una po- This impulse ties Vaccarone in with one of modernism’s most smo. Vaccarone comunque, sempre motivato da un suo idealismo when regarding the world as a site of sensual experience, now per-
tenza carnale che traspare anche nelle cromie vivaci e terrene che characteristic and significant tendencies, the yearning for the anche quando percepisce il mondo come luogo di esperienze sen- sonalizes his ideals by idealizing his personal responses. In find-
spesso colorano il groviglio di corpi e i loro ondulanti contorni. Gesamtkunstwerk, the “total work of art” that blurs, if not erases, suali, personalizza oggi i suoi ideali elaborando le sue risposte per- ing himself and his art in music, Francesco Vaccarone has not sim-
the boundaries between artistic disciplines (and, by extension, sonali. Nell’identificare se stesso e la sua arte nella musica, ply advanced his mature style, he has transformed it into a pathway
Queste metafore espansive e sensuali che abbracciano la natura aesthetic sensation on the part of artist and audience alike). With Francesco Vaccarone non ha semplicemente avanzato il suo stile to his, and our, transcendent selves.
dentro di noi e intorno a noi perdurano anche oggi nel suo lavoro. these interpretations of the music of Franz Liszt, Peter Tchaikovsky, maturo, ma l’ha anche trasformato in un percorso verso il suo e il
Sviluppatesi dalle opere che gli hanno fatto guadagnare l’ammira- Sergei Rachmaninoff, or Per Antonio Ciacca – among other giants nostro essere trascendentale. Los Angeles, September 2011
zione degli altri artisti, hanno consolidato la sua popolarità presso of classical music and vital performers of jazz – Vaccarone em-
il grande pubblico. Recentemente tuttavia, senza rinunciare alla braces a whole other aspect of the modernist adventure, the in- Los Angeles, settembre 2011
creazione di tali accattivanti “emblemi analogici”, Vaccarone ha in- vestigation into synesthesia and ekphrasis undertaken by painters
trapreso un progetto assai più austero e più intellettuale, seppure as diverse as Vasily Kandinsky, Frantisek Kupka, Paul Klee, Oskar
molto più profondo e anche più sensuale. Realizzando il lavoro più Fischinger, Arthur Dove and Mikhailis Ciurlionis. Vaccarone has built
puramente astratto di tutto il suo percorso artistico, Vaccarone si upon Kandinsky’s “yellow sound” with his own red and green and
è rivolto a quello che deve essere il più autonomo teatro delle forme, blue sounds – and the animated lines and curves, bars and semi-
la rappresentazione cioè della musica come puro colore e pura circles that populate these reductive but vibrant reconfigurations
forma. Adottando un vocabolario di forme particolarmente ridotto of “organized sound” (to use Edgard Varèse’s definition of music)
(pur sempre definendole con pennellata libera), che si collega di- into organized image.
rettamente al costruttivismo post-cubista degli anni venti e trenta
(per non parlare della pittura geometrica che lo ha visto interessato Are Vaccarone’s musically derived works synesthetic? That is, do
negli anni Cinquanta in Italia), oggi Vaccarone interpreta visivamente they result from associations Vaccarone’s brain makes uncontrol-
le composizioni classiche e jazzistiche. Si è circondato di musica, lably between tone, for instance, and color, or shape and sonic at-
e questa musica esce dai suoi occhi. tack? Vaccarone does not profess this; he admits more to an
ekphrastic approach, allowing the music to move him consciously
Tale impulso rimanda a una delle tendenze più caratteristiche e si- to colors and compositions that seem best to fit the music at hand.
gnificative del modernismo, e cioè l’aspirazione del Gesamtkunstwerk, But there is a depth of sensation these paintings and works on pa-
all’“opera d’arte totale” che offusca, anzi quasi cancella, i confini per convey that might persuade us, and the artist himself, other-
tra le discipline artistiche (e per estensione della sensazione este- wise. These are not pictures that stand in for sounds; they are pic-
tica sia dell’artista sia dell’osservatore). Con queste interpretazioni tures that grow out of the sounds and into visual space, at least
della musica di Franz Liszt, Peter Ciaikovskij, Sergei Rachmaninov inferring a more integrated relationship of acoustic and optic ex-
o Per Antonio Ciacca, tra gli altri giganti della musica classica e in- perience. Furthermore, as interpretations of specific pieces, they
terpreti chiave del jazz, Vaccarone abbraccia tutto un altro aspetto are arguable: while interpreting some of the most romantic music

34 35
36 37
38 39
40 41
Testimonianza di verità
Questa mostra antologica riepiloga oltre mezzo secolo d’ininterrotta This anthological exhibition provides an overview of over half a cen-
attività del pittore Francesco Vaccarone (La Spezia, 1940). Decenni tury of uninterrupted activity of the painter Francesco Vaccarone (La
documentati da un’estesa quantità di opere, tra cui ammirevoli di- Spezia, 1940). These decades are documented by an extensive
pinti su carta degli anni Cinquanta, realizzati durante l’affettuosa e body of works, including admirable paintings on paper from the

Testimony to truth costruttiva frequentazione dello studio di Giuseppe Caselli, straor-


dinario pittore dal carattere schivo, capace di affrontare temi diversi
in un esuberante processo creativo, imprimendovi la sua dominante
personalità.
1950s, made during the affectionate, constructive period he spent
in the studio of Giuseppe Caselli, an extraordinary, reserved, painter
who is capable of tackling varied themes in an exuberant creative
process, impressing on them his dominant personality.
Valerio P. Cremolini
I lavori giovanili di Vaccarone, meritevoli per l’intensità espressiva Vaccarone’s early works, which are valuable for their intense ex-
della stima dell’anziano maestro spezzino, raccontano attraverso pression of his admiration of his elderly master from La Spezia, also
una ritrattistica molto forte sul piano emotivo anche la pietosa con- recount the pitiful human condition of those living on the margins
dizione umana di chi vive ai margini dell’esistenza. È una pittura cro- of existence, using a highly emotional type of portraiture. It is a
maticamente incisiva, che penetra nella psicologia di una realtà fe- chromatically strong type of painting, penetrating the psychology
rita da profonde tensioni, che richiamano efficacemente l’inesorabile of an existence scarred by profound tensions which effectively re-
declino della vita. Vaccarone, non ancora ventenne, manifesta una mind us of life’s inexorable decline. Vaccarone, not yet twenty,
naturale predisposizione per la pittura, con la quale misura la pro- shows a natural predisposition for painting; with this he combines
pria sensibilità sociale interpretando con segni risoluti e colori al- his social sensitivity, interpreting problematic human situations with
trettanto decisi problematiche situazioni umane. Nel contempo resolute lines and equally decisive colours. At the same time he
non trascura di indagare con lo sguardo e con la sua invidiabile does not disdain an investigation into the enchantment of beauty,
scrittura grafica l’incanto della bellezza, affidata ad una seducente using his eyes and his enviable graphic writing. He entrusts this in-
figurazione, sintesi di pensiero critico e di una lucidità compositiva vestigation to a seductive figurative style, a synthesis of critical
che con immediatezza espressiva rivela un rigore operativo non vin- thought and compositional lucidity which with expressive immedi-
colato a scelte obbligate. acy reveals an operational rigour unconditioned by any conventions.
L’esercizio del disegnare, infatti, non è mai un momento marginale The exercise of drawing is never in fact a marginal moment in this
nel vissuto dell’artista; il disegno, al contrario, lo accompagnerà co- artist’s career. On the contrary, drawing is to accompany him con-
stantemente, divenendo un supporto indispensabile per comporre stantly, becoming an indispensable support for the composition of
un fitto diario dove riporre la propria esperienza visiva, filtrata non a dense diary of his visual experience, not infrequently filtered
di rado da un afflato poetico, ed i più intimi sentimenti che da essa through a poetic impulse and the most intimate feelings deriving
scaturiscono. from this.

Nella specifica realtà spezzina l’esperienza giovanile di Vaccarone In the specific context of La Spezia, Vaccarone’s early experience
caratterizza una generazione che ricerca la propria identità, non ri- is typical of a generation which is seeking its identity; a generation
nunciando a confrontarsi rispettosamente ma senza complessi di which is not afraid to compare itself respectfully but without infe-
inferiorità con artisti di consolidata reputazione, con i quali si co- riority complexes with older reputed artists, setting up lasting,
struiscono durature e proficue relazioni. profitable relations with them. Art experts have identified the
Gli studiosi individuano negli anni Sessanta un periodo di profonda 1960s as being a period of deep transformation of the cultural tis-
trasformazione del tessuto culturale della società italiana, per la dif- sue of Italian society, due to the widespread vitality and the desire
fusa vitalità e per il desiderio di cambiamento che hanno investito for change which affected not only art but also literature, music,
non soltanto l’arte, ma anche la letteratura, la musica, il cinema e cinema and theatre. In Italy the economic boom was on its way, and
il teatro. In Italia si affaccia in quegli anni il boom economico e sulla on the international scene new protagonists were pursuing ambi-
scena internazionale nuovi protagonisti inseguono ambiziose fron- tious frontiers, offering the whole world reassuring reasons for
tiere, offrendo rasserenanti motivi di speranza al mondo intero. hope.
Sono gli anni del boom e del cambiamento. Inoltre, “la guerra euro- These were the years of boom and change. Moreover, “the
pea stava ormai alle spalle, anche se la nuova frontiera kennediana European war was now behind us, even if the new Kennedy frontier

42 43
incespicava nel Vietnam e a Cuba in un sogno di giustizia che sco- was stumbling over Vietnam and Cuba, and a newborn dream of munque apprezzati riferimenti formativi. Ho già citato il protagoni- ated as useful educational reference-points. I have already cited the
loriva neonato con la morte di Martin Luther King. La provincia ita- justice was already fading with the death of Martin Luther King. smo di cui gode alla Spezia Giuseppe Caselli, condiviso con altri eminence accorded in La Spezia to Giuseppe Caselli, and he
liana girava in Vespa e in Cinquecento, dava vita all’impegno civile Italian young people in the provinces were riding Vespa scooters maestri le cui esemplari lezioni sono ben accolte da Vaccarone. shared this with other masters whose exemplary teachings were
e femminista, cercava di emulare i modelli del mito americano e an- and driving Cinquecento cars, throwing themselves into civil and Cresce in lui la confidenza con i dipinti di Agostino Fossati, Gio Batta willingly absorbed by Vaccarone. He developed familiarity with the
glosassone, quelli della moda, del rock’n’roll di Presley. Erano gli feminist battles, trying to emulate the models of the American, Valle, Felice Del Santo, Antonio Discovolo, Luigi Agretti, Eugenio works of the following painters: Agostino Fossati, Gio Batta Valle,
anni dei figli dei fiori e della minigonna di Mary Quant, di Andy Warhol Anglo-Saxon myth, its fashions and Presley’s rock’n’roll. They Brandolisio, Navarrino Navarrini, Ercole S.Aprigliano, Amilcare Bia, Felice Del Santo, Antonio Discovolo, Luigi Agretti, Eugenio
e della Pop Art, della musica nostrana che accanto ad una Cinquetti were the years of flower power and Mary Quant’s miniskirt, of Andy Mario Hunter Podenzana, Maria Questa e con le sculture di Angiolo Brandolisio, Navarrino Navarrini, Ercole S.Aprigliano, Amilcare Bia,
o a un più irriverente Celentano metteva in onda le note innovative Warhol and Pop Art, of an Italian music scene which broadcast Del Santo, Augusto Magli, Enrico Carmassi, Berto Lardera, Rino Mario Hunter Podenzana, Maria Questa; and with the sculptures of
e globali dei Beatles, di Hendrix e dei Rolling Stones. Erano anche Cinquetti or a more irreverent Celentano alongside the innovative, Mordacci, manifestando, inoltre, crescente interesse per la lusin- Angiolo Del Santo, Augusto Magli, Enrico Carmassi, Berto Lardera,
gli anni della tecnica e del primo uomo che posava il suo piede sulla global notes of the Beatles, Hendrix and the Rolling Stones. They ghiera stagione del Gruppo dei Sette e dei singoli promotori, cioè Rino Mordacci. He showed moreover increasing interest in the gra-
luna”1. Chi poi, come Vaccarone, è impegnato nella ricerca artistica, were the years of technical progress and of the first man to set foot Gino Bellani, Gian Carozzi, Guglielmo Carro, Vincenzo Frunzo, Carlo tifying successes of the Gruppo dei Sette (Group of Seven) and its
può alimentarsi con il succedersi di movimenti che in quel decen- on the moon” 1. Those who like Vaccarone were involved in artis- Giovannoni, Bruno Guaschino e Giacomo Porzano. single promoters: Gino Bellani, Gian Carozzi, Guglielmo Carro,
nio“hanno messo in atto spostamenti all’interno del linguaggio ar- tic experimentation were able to draw inspiration from the suc- Da molti di loro, in particolare da Caselli e Bellani, l’incitamento è Vincenzo Frunzo, Carlo Giovannoni, Bruno Guaschino and Giacomo
tistico,”2 componendo una mappa che rappresenta fondamentali li- cession of movements which in that decade “brought about shifts sincero e paterno e sin dai primi impegni pubblici Vaccarone rac- Porzano. The incitation coming from many of these, particularly
nee di tendenza, tuttora richiamate nell’orientare la lettura di opere within the language of art” 2. These composed a map of funda- coglie incoraggianti commenti. Non è mia intenzione seguire il con- from Caselli and Bellani, was sincere and paternal, and Vaccarone
per le quali gli stessi autori “rivendicano il carattere della unicità e mental trends which are still referred to in the interpretations of sistente itinerario espositivo in Italia e all’estero del pittore, ade- received encouragement from his very first public commissions. It
del valore irripetibile delle proprie ricerche”3. works for which the authors themselves “claim the uniqueness and guatamente dettagliato in altra parte del libro, ma amo citare il is not my intention to peruse the considerably long, rich itinerary
Tempo, quindi, di notevole complessità, in cui il proliferare delle ten- unrepeatable value of their experiments” 3. Times, then, of consid- favorevole riscontro ottenuto dal giovanissimo artista già nel- of his exhibitions in Italy and abroad, which is adequately detailed
denze è, comunque, ben altra cosa rispetto alla pur combattuta si- erable complexity, in which the proliferation of trends was however l’esposizione del 1959 dedicata alla Pittura giovanile alla Spezia, elsewhere in the book, but I do wish to cite the favourable response
tuazione artistica italiana dell’immediato dopoguerra che, molto quite different from the albeit embattled Italian art situation of the ideata e curata da Attilio Del Santo, titolare della Galleria-Libreria the young artist already obtained the 1959 exhibition dedicated to
schematicamente, vedeva su versanti opposti realisti e astrattisti, immediate post-war years, schematically divided into pro-realistic Adel. Nello spazio di corso Cavour transita la più lodata pittura ita- young people’s painting in La Spezia, conceived and curated by
questi ultimi propugnatori del primato dell’arte, affrancato da con- and pro-abstract, with the latter advocating the primacy of an art liana del Novecento, ma allo stesso tempo Del Santo non ignora Attilio Del Santo, the owner of the Gallery/Bookshop Adel. Some of
dizionamenti ideologici. freed from ideological conditioning quanto censisce la contemporaneità, pervasa da un’accelerata the best 20th-century Italian painting passed through that gallery
produzione di nuove immagini. in corso Cavour, but at the same time Del Santo was fully aware
Negli anni Sessanta la ricerca artistica contempla sempre più dif- As Achille Bonito Oliva writes, in the ‘sixties artistic research in- of what was happening on the contemporary art scene at a time
fusamente, scrive Achille Bonito Oliva, “la caduta della nozione di creasingly contemplated “the collapse of the poetic notion in the Non esita, pertanto, a promuovere ed ospitare ripetutamente dette pervaded with an accelerated production of new images.
poetica, intesa come fedeltà ossessiva a uno stesso materiale o ad sense of obsessive faithfulness to the same material or to a con- rassegne e, appunto nel 1959, diciotto artisti selezionati da Renato
una immagine costante”. S’impongono in tal modo atteggiamenti stant image”. Thus approaches were developed which tended to- Righetti, Augusto Magli, Maria Questa e Gino Bellani, hanno l’onore Thus he did not hesitate to promote and repeatedly host such col-
che approdano alla caduta di regole, fino ad allora ritenute indero- wards a demolition of the rules, up to then retained unbreakable. di esporre alla Adel. Con Vaccarone partecipano, tra gli altri, Giorgio lective exhibitions and, precisely in 1959, eighteen artists se-
gabili, si sperimentano iconografie di successo, che accolgono le Iconographies of success were experimented with, capturing the Baffigo, Nando Lazzaris, Gianfranco Martera, Andrea Michi, Romano lected by Renato Righetti, Augusto Magli, Maria Questa and Gino
immagini popolari della diffusa cultura consumistica, si teorizza popular images of the widespread consumerist culture; the hege- Minnai, Franca Molignani e Gabriella Rosa. Ugualmente soddisfa- Bellani had the honour of exhibiting at the Adel. The artists parti-
l’egemonia dei processi mentali su quelli manuali. mony of mental processes over manual ones began to be theorised. cente è l’esito della partecipazione di Vaccarone a diverse mostre, cipating with Vaccarone included Giorgio Baffigo, Nando Lazzaris,
Pagine di quel decennio riguardano la contestazione, condivisa da Important moments of that decade were dedicated to protest, a tra cui quella nel 1966 alla VI Biennale di San Benedetto del Gianfranco Martera, Andrea Michi, Romano Minnai, Franca
intellettuali e da artisti, che segna storicamente il 1968. La XXXIV protest shared by intellectuals and artists alike and which culmi- Tronto, dove viene premiato da Remo Brindisi, Raffaele De Grada, Molignani and Gabriella Rosa. Vaccarone’s participation in various
Biennale di Venezia di quell’anno non è esente da vigorose prote- nated historically in 1968. The XXXIVth Biennale of Venice of that Giorgio Kaisserlian e Domenico Purificato. Già in questa fase la pit- other exhibitions was equally satisfying, including the 1966 one at
ste e accese contestazioni, concretizzate dagli espositori con la co- year also had its share of vigorous, passionate protests, which took tura di Vaccarone non è banale. Forma e contenuto si presentano the VIth Biennale of San Benedetto del Tronto, where Remo Brindisi,
pertura delle loro opere, rivolte al muro. Prevale in questo clima concrete form as the exhibitors covered up their works, turning saldamente alleate nel sostenere temi esistenziali, affrontati anche Raffaele De Grada, Giorgio Kaisserlian and Domenico Purificato sin-
“l’utopia egualitaria, portando il proprio attacco contestatore anche them towards the wall. In this climate the “egalitarian utopia” con atteggiamento provocante. Le pagine più esasperate e urticanti gled him out for an award. Already at this stage Vaccarone’s paint-
nei confronti dei premi artistici, determinandone una messa in dominated, “extending its dissenting attack to include art awards degli espressionisti tedeschi della Brücke (Ernst Ludwig Kirchner, ing was not banal. The form and content were solidly united in the
mora che è durata per oltre un decennio”4. and causing their suspension for over a decade”4. Karl Schmidt-Rottluff, Emil Nolde, Max Pechstein, ecc.) sono un nu- expression of existential themes, in which a provocative intent can
trimento formativo di quegli anni, “le cui componenti furono all’ini- also be identified. In those years he drew widely on the most ex-
Per un giovane pittore, che traguarda il compimento di una perso- It was inevitable that a young painter aspiring to the definition of zio curiosità e impegno politico, poi sperimentalismo ed evasione, aggerated, stinging expressions of the German Expressionists of
nale linea di ricerca, è inevitabile partecipare al dibattito, piuttosto his own personal style should participate in the debate. This was infine meditazione grafica e pittorica, ricerca di una dimensione, tra- the Brücke group (Ernst Ludwig Kirchner, Karl Schmidt-Rottluff, Emil
accalorato anche alla Spezia, dove sono coinvolti stimati artisti di fairly heated even in La Spezia, where artists of previous genera- mite l’opera lucida dell’intelligenza, presente non per uccidere la Nolde, Max Pechstein, etc.) “whose components were initially cu-
precedenti generazioni, le cui testimonianze rappresentano co- tions also took part; their contributions were in any case appreci- fantasia ma per illuminarla di tensioni, accenderla di problematiche, riosity and political commitment, then experimentalism and

44 45
provocarla con le bandiere del sesso o dell’ingiustizia o dell’ipocrisia escapism; finally, graphic and pictorial meditation, the search scomparso nel 2005. Proprio Rescio, che nei suoi impegnativi to the wide distribution of Delta, a magazine published in La Spezia
o del male inteso leopardianamente come costante del vivere”.5 through the lucid work of the intelligence for a dimension which is saggi non lesina critiche all’avanguardia contemporanea, afferma from 1965 to 1968, this group chose La Spezia as the site of its
present not in order to kill off the imagination but to illuminate it che l’arte non esclude aprioristicamente nessuno, smentendo per- fourth conference in June 1966. Vaccarone worked on the organ-
Gli anni Sessanta registrano la consacrazione della Pop Art, pro- with tensions, to light it up with problems, to provoke it with the tanto l’esistenza di un’arte popolare e dichiarando perentoria- ization of this conference with Aldo Rescio, an eminent intellectual
mossa da celebri artisti americani presenti alla XXXII Biennale di banners of sex or injustice or hypocrisy, or of evil understood in the mente che “l’arte, o è una vuota protuberanza, oppure è molto più and the founder of that magazine which stopped publication in
Venezia del 1964, che provoca un inevitabile contagio ed anche in Leopardian sense as a constant of existence”.5 complessa di quanto non appaia. L’arte non è mai qualcosa di così 2005. It was in fact Rescio, unsparing in his criticism of the con-
Italia “l’epidemia pop si diffuse, come era successo in precedenza e così: insomma di bello e pronto all’uso”9. temporary avant-garde in his thought-provoking essays, who
con il neocubismo, il neorealismo, l’informale e succedeva nello The ‘seventies brought the consecration of Pop Art, promoted by claimed that art does not exclude anyone a priori, thus denying the
stesso periodo con l’opera-oggetto e l’arte programmata”6. In quel celebrated American artists present at the 1964 XXXIInd Biennale Vaccarone è convinto di tale assunto nel momento in cui crea le sue existence of a popular art and peremptorily declaring that “art is ei-
clima di accesa sperimentazione Vaccarone si muove con propo- of Venice. This provoked an inevitable contagion and in Italy too “the Mitofanie, quando compone elaborati assemblage dall’eco rau- ther an empty protuberance, or it is more complex than it appears.
ste degne di attenzione, idonee ad interpretare la complessità e le pop epidemic spread as had happened before with Neocubism, schemberghiano e, ancora, nel tentativo di smitizzare in un’arguta Art is never something so-so, some ready-to-use object”9.
ambiguità della contemporaneità. In quella stagione, condivisa Neorealism, Informal art, and was happening in the same period prova di Poesia visiva, curiosa combinazione di scrittura e imma-
creativamente con il Gruppo “Studio” di Genova, nascono le with the work-as-object and programmed art”6. In that climate of gini, dal titolo Fatelo da soli, il lavoro esclusivo dell’artista, che nel Vaccarone was convinced of this principle when he created his
Mitofanie, testimonianze estetiche che assecondano una sorta di fervid experimentation, Vaccarone worked on some noteworthy suo caso ha già i caratteri di una scelta di vita. Non è poca cosa an- Mythophanies, when he composed elaborate Rauschenberg-like
giocosità creativa, rivelatrice nel contempo dell’urgenza di liberare projects which well interpreted the complexity and ambiguity of the notare che Fatelo da soli viene accolto a Genova in una rassegna assemblages, and again when he made an attempt at debunking
un linguaggio non più convenzionale strutturato su nuovi procedi- contemporary ethos. In that period, which he shared creatively with valorizzata dalla partecipazione, tra gli altri, di Achille Bonito Oliva, in a sharp work of visual poetry, a curious combination of writing
menti compositivi. Quanto mai ironiche, pur nella loro esibita ele- the “Studio” group of Genoa, he produced the Mitofanie Nanni Balestrini, Jiri Kolar Eugenio Miccini e Lamberto Pignotti. and images, entitled Do it yourselves; this was the work of
ganza formale, le Mitofanie sono realizzate con l’apporto di mate- (Mythophanies), aesthetic works expressing a kind of creative Vaccarone alone, and in his case it already bears the marks of a
riali atipici, che motivano una non superficiale curiosità, soddisfatta playfulness, a playfulness which at the same time however revealed In anni successivi le opere di Vaccarone non eludono l’interesse lifestyle choice. It is no small matter that Do it yourselves was ac-
da continui dibattiti sugli aspetti interpretativi dell’opera d’arte e sui the urgency of creating an unconventional language structured on verso il sociale e la sua pittura si espande su tematiche, alcune dalla cepted in Genoa for an exhibition graced by the presence of,
contenuti sociali in essa riposti. L’interpretazione è certamente un new compositional procedures. The Mythophanies are openly forte incidenza nel nostro presente, che acquisiscono una centra- among others, Achille Bonito Oliva, Nanni Balestrini, Jiri Kolar
indispensabile esercizio di lettura e di accesso alla personalità ironic, despite their declared formal elegance, and are made us- lità pittorica sviluppata attraverso sintesi molto comunicative. Eugenio Miccini and Lamberto Pignotti.
dell’artista e quelle immagini, ovviamente non le sole, si estendono ing atypical materials which motivate a far from superficial curiosity. L’artista non nasconde il desiderio di contribuire con i suoi lavori a
ben oltre la loro specifica dimensione per invadere sia la sfera in- This is satisfied by continual debates on the interpretative aspects invocare la costruzione di un futuro meno problematico e nelle sue In later years Vaccarone’s works have been concerned with social is-
tima di chi le avvicinava sia il più vasto spazio della vita. of the work of art and on its social content. Interpretation is cer- forme imbevute di non effimera bellezza si assaporano i piaceri della sues, and his painting has expanded into themes (some of which are
Le analisi teoriche sull’interpretazione dell’opera d’arte sono in que- tainly an indispensable exercise for reading and approaching the vita. Il vasto ciclo espositivo ad oggi collezionato senza alcuna ac- strongly rooted in our present) which have become the centre of the
gli anni, come oggi, molteplici e argute. L’opera si propone per artist’s personality, and those images, though they are obviously not celerazione e scandito da impronte inconfondibili dà visibilità alla painting and are developed through highly communicative synthe-
Umberto Eco come “opera aperta come proposta di un campo di the only ones, extend far beyond their specific dimension to invade personalità del pittore, che affiora ripetutamente nell’individua- ses. The artist does not hide his desire to invoke in his works the con-
possibilità interpretative, come configurazione di stimoli dotati di una both the intimate sphere of those who approach them and the zione di temi, che denotano un approccio meditativo, lontano dal- struction of a less problematic future, and in his forms imbued with
sostanziale indeterminatezza, così che il fruitore sia indotto a una vaster space of life. The theoretical analyses of the interpretation l’improvvisazione e dall’estrosità. a non-ephemeral beauty the pleasures of life can be sensed.
serie di letture sempre variabili”7. of the work of art were in those years, as they still are, multiple and Vaccarone’s personality is revealed in the vast series of exhibitions
Pertanto, continua l’autorevolissimo semiologo, “il lettore si eccita keen-witted. For Umberto Eco the work of art is “an open work like Già negli anni Settanta Vaccarone approda ad un linguaggio rico- which he has taken part in up to today, without any inappropriate
quindi di fronte a una libertà dell’opera, a una sua proliferatività in- the proposal of a range of interpretative possibilities, like a configu- noscibile, perseguito senza affanno e conquistato aprendo ininter- haste and always leaving his unmistakable imprint. It repeatedly
finita, di fronte alla ricchezza delle sue interne aggiunzioni, delle pro- ration of stimuli endowed with a substantial indeterminacy, so that rottamente il cuore alle emozioni, rinunciando a farsi sopraffare ma- emerges in his choice of themes, which denote a meditative approach
iezioni inconsce che vi convoglia, dell’invito che la tela gli fa a non the consumer is induced to a series of ever-variable readings”7. linconicamente da tendenze ben definite e modulando a suo which has little to do with improvisation or forced originality.
lasciarsi determinare dai nessi causali e dalle tentazioni dell’univoco, “Thus”, the authoritative semiologist continues, “the reader is excited piacimento la relazione fra realtà e immaginazione. A tal proposito,
impegnandosi in una transazione ricca di scoperte sempre più im- by the freedom of the work, by its infinite proliferativeness, by the è quanto mai condivisibile il pensiero conclusivo del magnifico sag- By the ‘seventies, Vaccarone had already developed a recognisable
prevedibili”8. wealth of its internal adjunctions, of the unconscious projections gio di Dino Carlesi, a corredo della prima monografia dell’artista, la language, which he had calmly pursued and achieved by uninter-
which are gathered there, by the invitation from the canvas not to let cui pittura, scrive il poeta e critico d’arte, “attraverso scrupoli for- ruptedly opening his heart to emotions. He did not allow himself to
Vaccarone dà molta importanza a questo basilare aspetto, molto di- oneself be determined by causal connections and temptations of un- mali e preziosità di ricerca, ruota intorno a cardini che hanno una be melancholically dominated by established trends, and he freely
battuto nell’ambito del Gruppo 63, che anche grazie alla divulga- ambiguousness, but to accept a transaction which is rich in more and dimensione di suprema moralità e di agghiacciante eternità”10. adapted the relationship between reality and imagination to suit his
zione di Delta, rivista edita nella nostra città dal 1965 al 1968, sce- more unpredictable discoveries”8. individual needs. In this sense, I more than agree with Dino Carlesi’s
glie La Spezia nel giugno 1966 come sede del suo quarto convegno, È una pittura dal lindore formale, intessuta di accenti autobiogra- final comment in his magnificent essay accompanying the first
per la cui organizzazione Vaccarone si adopera, affiancando Aldo Vaccarone attributes great importance to this basic aspect, which fici che si misura stabilmente su argomenti forti che lasciano, ap- monograph on Vaccarone. His painting, the poet and art critic
Rescio, intellettuale di spicco e fondatore della rivista spezzina was much debated in the context of the Gruppo 63, Thanks also punto, presagire la solida spinta riflessiva che regge lo svolgimento writes, “revolves around principles which have a dimension of

46 47
formativo e il processo di umanizzazione dell’opera d’arte. supreme morality and spine-chilling eternity”10. senza intoppi, crescendo con sicurezza e serenità. Si avverte il senso With Vaccarone, drawing is indeed a natural gift. In drawing he ex-
Già Egon Schiele era stato molto esplicito quando nella lettera al col- It is a formally clean type of painting interwoven with autobio- di tangibile gioia che lo accompagna nel guidare la matita, che fissa alts not only his own manual skill in overcoming technical difficul-
lezionista Franz Hauer scriveva nel 1912: “Ora osservo soprattutto graphical hints, stably addressing strong themes which are in fact dubbi ed emozioni e si fa testimone della non fragile bellezza che ties, but also mental and emotional knowledge; and he is happy to
i movimenti corporei dei monti, delle acque, degli alberi, dei fiori. predictive of the solid reflective impulse on which the formal pro- l’uomo è chiamato a difendere e promuovere instancabilmente. follow the spontaneous development of his graphic project, which
Tutto mi richiama alla memoria i movimenti analoghi del corpo cedure and the process of humanisation of the work of art were to proceeds unhindered, growing surely and serenely. We perceive the
umano, i moti analoghi di gioia e di sofferenza delle piante. La sola be based. Egon Schiele had been very explicit when he had writ- Essenzialità, eleganza, spinta intuitiva, citazioni colte, intuizioni sense of tangible joy which accompanies him as he guides the pen-
pittura non mi basta; so che con i colori è possibile creare qualità ten in 1912 in his letter to the collector Franz Hauer: “Now I ob- compositive sono, infatti, le componenti di un messaggio artistico cil, which fixes doubts and emotions and testifies to the unfragile
intrinseche”11. Così Vaccarone se da un lato esclude di rincorrere serve above all the bodily movements of the mountains, the wa- di notevole acutezza e di indiscutibile pregnanza, che lega l’uno al- beauty which man is called on to defend and promote untiringly.
assillanti sperimentalismi dall’altro ambisce a elevare lo spazio della ters, the trees, the flowers. Everything reminds me of the similar l’altro i disegni dedicati a celebri figure (Thomas Eliot, Erasmo da
tela a luogo privilegiato di sensazioni, anche autobiografiche, rac- movements of the human body, the similar movements of joy and Rotterdam, Sigmund Freud, William Shakespeare, Soren Kirkegaard, Essentiality, elegance, intuitive impulse, cultured quotations, com-
colte con analogo pathos fra linee certe e colori sapientemente in- suffering of plants. Painting alone is not enough for me; I know that Charles Baudelaire, Paul Verlaine, ecc.). Con tratto deciso Vaccarone positional intuitions are in fact the components of an artistic mes-
tonati, deputati a dotare di fisicità quanto rappresentato. Il quadro with colours it is possible to create intrinsic qualities”11. Thus on the vive e assapora il contenuto dei suoi disegni, incredibilmente com- sage of notable acumen and undeniable pregnancy which links to-
diventa lo speciale raccoglitore dello stupore dell’artista, che ama one hand Vaccarone declines any pursuit of obsessive experi- piuti, consegnando al nostro intelletto la grandezza di illustri pro- gether the drawings of famous figures (Thomas Eliot, Erasmus of
a sua volta propagarlo affinché esso susciti nuova meraviglia e un mentalisms; on the other he aspires to elevate the space of the can- tagonisti della cultura di ogni tempo, al centro di una riflessione in- Rotterdam, Sigmund Freud, William Shakespeare, Soren
prezioso dialogo da intrattenere con il silenzioso mormorio appar- vas to a special place of sensations, including autobiographical trospettiva e interpretati con segni leggeri, compostezza grafica, Kirkegaard, Charles Baudelaire, Paul Verlaine, etc.). With his deci-
tenente alla varie immagini. ones. These are grouped with similar pathos into strong lines and sottigliezze liriche e misteriose armonie Ha ragione Rossana sive line, Vaccarone experiences and enjoys the content of his in-
aptly shaded colours which convey physicality on the subject rep- Bossaglia a definire il disegno “quella che, fra le attività artistiche, credibly highly-finished drawings, offering up to our intellectual con-
Ma come nascono le immagini? Con brillante prosa è lo stesso resented. The picture becomes the special container of the stupor più ci mette in contatto con la mano dell’autore; e non soltanto nel sideration the greatness of illustrious protagonists from the cultural
Vaccarone a dichiarare che bisogna “imparare ad ascoltarsi, a of the artist, who in turn delights in propagating it so that it pro- senso che ne rivela in modo semplice e diretto la perizia profes- world of various eras. These are placed at the centre of an intro-
fare in modo che le immagini, che nascono misteriosamente come duces new wonderment and a precious dialogue with the silent sionale, ma perché traduce il rapporto profondo e immediato tra im- spective reflection which is interpreted with light strokes, graphic
dal nulla, talvolta quasi già pronte, a volte come accenni, come sug- murmur of the various images. pulso creativo ed esecuzione”13. composure, lyrical subtlety and mysterious harmonies. Rossana
gerimenti che matureranno con il tempo, con il loro tempo, matu- Bossaglia is right when she defines drawing as “the artistic activ-
rino dentro di noi nel loro progressivo farsi”12. Le immagini di But how do images come to life? In brilliant prose, Vaccarone him- Nella storia dell’arte non mancano contributi alla lettura psicoana- ity which most places us in contact with the author’s hand; and not
Vaccarone, icone della sua pittura, trovano molto spesso la loro ge- self declares that we must “learn to listen to ourselves, to act so litica delle immagini ed anche l’estesa letteratura critica dedicata only in the sense that it reveals his professional skill in a simple,
nesi, come ho accennato in apertura, nell’esercizio del disegno, vero that images (which come to life mysteriously as if out of nothing, all’esperienza artistica di Vaccarone offre interessanti spunti in direct way, but also because it translates the deep and immediate
e proprio dono che l’artista ha esaltato egregiamente quale cardine sometimes almost readymade, sometimes only as hints, as sug- merito. La sua pittura rielabora la realtà e si affianca certamente al- relationship between creative impulse and execution”13.
della sua ricerca e come eminente espressione artistica dalle lon- gestions which will mature with time, in their own time) mature in- l’esplorazione dell’animo umano,
tane radici. Sono numerosi i cicli di opere grafiche da osservare at- side us in their progressive self-creation”12. As I mentioned at the ma non sempre come espressione di quell’inconscio, che tanta Art history contains frequent considerations on the psychoanalyt-
tentamente nella storia del pittore e della sua nutrita produzione. beginning, Vaccarone’s images, the icons of his painting, are of- parte ha nella progettualità surrealista e nella concretezza opera- ical interpretation of images, and the extensive critical literature
Richiamo, a mò di esempio, le incisioni a colori della cartella In ar- ten generated in the exercise of drawing, a real gift which he has tiva degli artisti aderenti a quella avanguardia. Nel Manifesto di dedicated to Vaccarone’s art also offers some interesting examples
ticulo amoris del 1972, dove con non gratuita ironia si confrontano egregiously fostered as the focal point of his art and as an eminent André Breton si teorizza, infatti, che “l’inconscio non è soltanto una of this. His painting re-interprets reality and certainly offers a kind
vari dualismi esistenziali, l’avvincente e fortunata cartella di ac- artistic expression with roots in the far-off past. There are numer- dimensione psichica che l’arte esplora più facilmente a causa of exploration of the human soul, but not always as an expression
queforti-acquetinte Eclisse del 1977, i venticinque disegni del ous cycles of graphic work to be carefully observed in Vaccarone’s della sua familiarità con l’immagine, ma è la dimensione dell’esi- of that unconscious which is such an important part of the surre-
Progetto Psiche del 2004, le deliziose litografie ispirate alla raccolta history and prolific production. For example I recall the colour stenza estetica quindi la dimensione stessa dell’arte”14, concezione alist project and of the concrete operations of the artists belong-
Ossi di seppia di Eugenio Montale. Aggiungo, ancora, che merite- etchings from the 1972 portfolio In articulo amoris, where various che è piuttosto improbo imparentare “tout court” con l’esistenza non ing to that avant-garde movement. In André Breton’s Manifesto in
rebbe accurata analisi la felice inventiva grafica dell’artista, ap- existential dualisms are set against each other with non-gratuitous oscura con cui il pittore spezzino instaura confronti, ponendola al fact, he theorises that “the unconscious is not only a psychic di-
prezzata in più occasioni in rassegne promosse dal Centro irony; the engrossing, effective 1977 portfolio of etchings and centro della rappresentazione. mension which art explores more easily due to its familiarity with
Internazionale della Grafica di Venezia, diretto da Enzo Di Martino, aquatints, Eclipses; the 25 drawings of the 2004 Psyche Project; L’attività inconscia non è del tutto preclusa dalla vastità del suo spa- the image, but it is the dimension of aesthetic existence, hence the
proponendosi come un rigoroso spaccato poliedrico di grande in- the delightful woodcuts inspired by Eugenio Montale’s cycle of po- zio immaginativo, governato più che da impulsi che contraddicono very dimension of art itself”14, a concept which it would be rather
teresse. ems, Ossi di seppia (Cuttlefish bones). I would add once more that un preciso assunto stilistico da scrupolosi ragionamenti analitici che unjust to apply unreservedly to that unobscure existence which
the artist’s admirable graphic inventiveness deserves careful analy- sostengono un procedimento sostanzialmente figurativo, chiara- Vaccarone expresses and places at the centre of the representa-
In Vaccarone il disegno è davvero un dono naturale. Disegnando egli sis. It has been appreciated on various occasions in exhibitions pro- mente percepibile nei contenuti raccolti tra squisite e non consuete tion. The activity of the unconscious is not wholly excluded from his
esalta non soltanto la propria manualità, nel superare le difficoltà moted by the International Graphic Art Centre of Venice directed by essenzialità formali. Inoltre non è possibile ignorare in tale rifles- vast imaginative space, which is governed not so much by impulses
tecniche, ma anche la sapienza della mente e del cuore ed è fe- Enzo Di Martino, where it has been acclaimed as an extremely in- sione, l’insanabile opposizione fra l’avida sete di conoscenza del- which contradict a precise stylistic project, as by scrupulous an-
lice nel seguire lo sviluppo del suo progetto grafico che corre teresting, rigorous and many-sided achievement of graphic art. l’uomo e il limite entro cui egli è antropologicamente costretto dalla alytical reasoning. This provides the basis for a substantially

48 49
sua finitezza, per cui “ogni traguardo enunciabile della conoscenza figurative procedure which is clearly perceptible in the content, en- logori è di notevole impatto visivo e la vicenda drammatica assunta work have considered as emblems of a distracted and egoistic re-
e dell’azione viene continuamente relativizzato come provvisorio e closed in exquisite and unusual essential forms. Moreover in this dal pittore s’impone con commovente incisività. Le massicce pa- ality, an appeal for attitudes of concrete support. The perspectively
come una tappa”15. reflection we cannot ignore the irremediable opposition between reti geometriche, parti di un limpido progetto architettonico, allusive arranged setting which contains the worn-out bodies has a notable
Man’s avid thirst for knowledge and the limits within which he is d’invalicabili muraglie, uniformemente coperte da severe tonalità di visual impact, and the dramatic nature of the scene staged by the
In tale contesto il processo artistico è finalizzato a creare un’unità anthropologically constrained, so that “any expressible achievement colore dominano lo sfondo dei dipinti che mostrano in primo piano painter is imposed with moving strength. The massy geometric walls,
che fa dell’arte “uno dei valori più personali, universali e completi of knowledge and action is continually relativised as transitory and uno o più clochards, strutturati alla guisa di sculture avvolte tra una parts of a limpid architectural project which allude to insurmount-
del vivere”16. Nell’arte è quindi possibile cogliere indispensabili as a mere stage of an endless process”15. selezionata miscela cromatica. able barriers, are uniformly covered with severe shades of colour,
connotazioni estetiche, ma anche filosofiche, sociologiche, scien- Sono immagini dalla speciale corporeità, non prive di plasticità, in- and dominate the background of the paintings. We see one or more
tifiche e psicoanalitiche. Vi sono affinità tra la psicoanalisi e la pit- In this context, the artistic process aims at creating a unity which serite in un’opprimente spazialità che comunica l’esistenza di un tramps in the foreground who are structured like sculptures wrapped
tura di Vaccarone, così aperta a scrutare non superficialmente lo makes art “one of the most personal, universal and complete val- pietoso disfacimento esistenziale, di cui siamo in parte colpevoli. in a coating of selected mixed colours. They are images with a spe-
sconfinato orizzonte umano? Sì, afferma Teresa Lorito, psicoanali- ues of existence”16. In art it is thus possible to perceive indispen- Così Vaccarone ci induce “ a ripercorrere a ritroso l’itinerario di cial corporeality and certain plasticity; they are inserted into an op-
sta freudiana, soprattutto quando “l’artista mette nel suo lavoro sable aesthetic, scientific and psychoanalytical connotations. So, amore e di dolore del nostro vivere, per scoprire i momenti della pressive spatiality which communicates the existence of a pitiful ex-
emozioni, pensieri, sentimenti che una volta espressi producono un are there affinities between psychoanalysis and Vaccarone’s paint- crisi, dell’inversione dei valori”18. istential disintegration of which we ourselves are partly guilty. Thus
cambiamento in lui e, spesso, una possibilità di pensiero nei frui- ing, which is so open to exploring the boundless human horizon in Vaccarone induces us “to retrace the itinerary of love and pain in
tori dell’opera sua”17. a far from superficial way? Yes, says Teresa Lorito, the Freudian La pittura assurge a ragionevole testimonianza civile in quanto pit- our lives, in order to discover the moments of crisis and of the in-
psychoanalyst, above all when “the artist puts into his work emo- tura e poesia non hanno cittadinanza nell’ambito dell’effimero. version of values”18. Painting becomes a reasoned way of witness-
La ricerca del pittore si configura come un succedersi di estesi pa- tions, thoughts and feelings which, once expressed, produce both Entrambe, al contrario, continuano a comunicare, attraverso il ri- ing the state of civilisation as a whole, since painting and poetry be-
ragrafi, rivolti a temi specifici, adeguatamente scandagliati prima a change in him and also often a contemplative opportunity for the chiamo alla solitudine, alla fragilità umana, al rimpianto, al non long to no country in the ephemeral context. On the contrary, both
di essere sviluppati. Vaccarone li affronta sulla tela, piccola o viewers of his work”17. amore e alla speranza, messaggi sull’uomo e sulle cose tramite la continue to communicate by reminding us of solitude, human
grande poco importa, con immenso rispetto; in quello spazio ma- magia di parole, segni e colori. Da tempo conservo su un taccuino fragility, regret, non-love and hope, messages about mankind and
terializza forme e colori (bianchi, neri, grigi, ma anche gialli, rossi, The painter’s artistic investigation can be seen as a succession of la seguente affermazione:”Mi interessa la poesia che parla di things which use the magic of words, signs and colours. For some
viola, ecc.) liberando almeno due connotati qualitativi: l’uno riferito extensive paragraphs on specific themes which are adequately grandi questioni, questioni di vita e di morte, sì, e la questione di time now I have kept the following words written in my notebook:
all’unità stilistica, alla capacità manuale, alla ricchezza di mezzi probed before being developed. Vaccarone tackles them with im- come stare al mondo”. È un pensiero del poeta e scrittore ameri- “I’m interested in poetry which speaks of the big issues, life-and-
espressivi, alla coerenza professionale che non ammette superfi- mense respect on his small or large canvases alike. In that space cano Raymond Carver, la cui ricerca poetica esplora i disagi della death issues, certainly, and the issue of how to exist in this world”.
cialità, né supino abbandono alle mode; l’altro, al progetto etico, per- he materializes forms and colours (whites, blacks, greys, but also quotidianità. La sensibilità del pittore deve essere analoga a quella It is a reflection by the American poet and writer Raymond Carver,
ché occuparsi d’arte significa interessarsi all’uomo, all’ambiente, yellows, reds, purples, etc.), expressing at least two qualitative del poeta, per cui non deve fuggire le responsabilità di quelle che whose poetry explores the difficulties of day-to-day life. The painter’s
alle relazioni con gli altri. characteristics: one related to the stylistic unity, the manual skill, the Carver definisce “grandi questioni”. I poeti “devono cercare di fare sensitivity must resemble that of the poet, so he must not flee the
Ecco che pensieri ed emozioni si inseguono incessantemente e il wealth of expressive means, the professional coherence which ad- luce”19, così anche i pittori devono rendersi testimoni credibili del responsibilities of what Carver calls “the big issues”. Poets “must
fare dell’artista e lo sguardo attento dei fruitori convergono in mits of no superficiality or supine surrender to fashion; the other re- loro essere. try to shed light”19, thus painters too must become credible wit-
un’imprevista e proficua alleanza che libera fiumi di domande le cui lated to the ethical project, because working with art means being nesses of their own existence.
risposte generano ulteriori domande. concerned about human beings, the environment, interpersonal re- Sull’importante tema della povertà amo riportare la riflessione di
lations. Thus thoughts and emotions chase one another incessantly, Beppe Ricciardi, persona che ha offerto alla Spezia un tangibile ser- On the important theme of poverty I would like to report the
Tantissime sono quelle che riecheggiano continuamente ammirando and the artist’s action and the viewers’ careful scrutiny converge in vizio alla politica e alla cultura, che pongo come un’esortazione da thoughts of Beppe Ricciardi, a person who has made a tangible po-
l’umanissimo ciclo dei Clochards, creature senza voce, incapaci di an unexpected, profitable alliance which releases floods of questions, accogliere dinanzi alle sconsolate “figure senza pace e senza pa- litical and cultural contribution to La Spezia. I propose his words as
reagire e pertanto rassegnate alla più umiliante emarginazione. the answers to which generate further questions. tria”20 di Vaccarone. “La beatitudine della povertà – asserisce l’in- an exhortation to be borne in mind when looking at Vaccarone’s dis-
“Scandalo della povertà” potrebbe essere il sottotitolo della se- tellettuale spezzino - è uno spirito di apertura, di disponibilità, che consolate “restless, nationless figures”.20 “The beatitude of poverty”,
quenza di dipinti che denunciano lo stato di degrado fisico e mo- There are indeed many questions continually echoing forth as we non varia con il variare delle condizioni economiche, ma con quella asserts Ricciardi, “is a spirit of openness, readiness, which does not
rale delle frange più deboli della società, delle quali troppo spesso admire the very human cycle of the Tramps, silent creatures who vera partecipazione alle sofferenze altrui, ai bisogni altrui, che ha, vary with variations in economic conditions, but does vary with that
ci accontentiamo semplicisticamente di commentare le miserie. C’è are unable to react and are hence resigned to the most humiliat- come unico possibile fondamento, l’amore”21. true participation in the other people’s suffering, other people’s
tensione etica in abbondanza in questi lavori degli anni Settanta, che ing alienation. “Scandal of poverty” might be the subtitle of this se- needs, whose only possible basis is love”21.
attestano l’inconfondibile pittura di Vaccarone e che numerosi stu- quence of paintings denouncing the state of physical and moral Persiste la consapevolezza della sofferenza anche nel ciclo dei Awareness of suffering persists also in the cycle of the Calvaries and
diosi della sua opera hanno preso in debita considerazione quali degradation of the weakest fringes of society, whose miseries we Calvari e delle Crocifissioni, risolte pittoricamente privilegiando Crucifixions, solved from the technical point of view by favouring an
emblemi di una realtà distratta ed egoista, che sollecita atteggia- are often content simply to comment on. There is an abundance l’essenzialità compositiva dalle evidenti connotazioni astratte. essential composition and evident abstract elements.
menti concretamente solidali. of ethical tension in these works from the ‘sixties which show Talvolta è soltanto il titolo a distinguere questi dipinti, molto affini Sometimes it is only the title which distinguishes these paintings,
L’impianto scenico disposto prospetticamente, che accoglie corpi Vaccarone’s unmistakable style and which numerous experts of his sul piano formale e, ovviamente, del contenuto che fanno memoria which are very similar on the formal level and obviously also as regards

50 51
dell’atroce cammino di Gesù Cristo sull’impervio Golgota. La Croce, content, both recalling Jesus’ agonising walk up the harsh hill of unite nella ricerca della verità. L’arte riesce davvero a far percepire tuality. A desire is formed in the viewer not to reject that spiritual
pur non espressa nel suo reale profilo, è quanto mai visibile tra la Golgotha. The Cross, whose actual profile is not expressed, is il mondo del visibile e quello dell’invisibile”24. path where there is no separation between reason and faith, which
sofferta trepidazione che irrompe dalla superficie delle tele, coin- nonetheless fully visible in the suffering disquietude which emanates are united in the search for truth. Art succeeds in making percep-
volgendo fisicamente gli astanti. È pertinente assegnare all’arte sa- from the surface of the canvas, physically involving onlookers. Lo sguardo di Vaccarone è tra i più attenti alle questioni sociali e tible the worlds of both the visible and the invisible”24.
cra queste struggenti opere che esplicitano approfondimento sul mi- These heartrending works can be pertinently assigned to the realm con la sua pittura è in prima linea, dimostrando in ogni circostanza
stero della morte, riflessione critica, interrogativi interiori, of religious art, delving as they do into the mystery of death, criti- “una voglia d’essere impegnato, di amare le vittime (Vietnam, Vaccarone is particularly attentive to social issues, and his paint-
affermazione di valori, una non vaga spiritualità e la convinzione che cal reflection, inner doubts, the affirmation of values, a far from Piazza Fontana, Piazza della Loggia, Seveso)”, come scrive Ferruccio ing is an active contribution in this sense, demonstrating in every
“il Crocifisso non ha mai cessato di parlare all’uomo mediante vague spirituality and the conviction that “the Crucifix has never Battolini in una accorta testimonianza.25 circumstance “a desire for commitment, a love of victims (Vietnam,
l’arte”22. Autentici capolavori appartengono all’arte contemporanea ceased to speak to mankind through art”22. There are authentic mas- La decifrabilità del pittore s’intuisce senza alcuna titubanza di Piazza Fontana, Piazza della Loggia, Seveso)”, as Ferruccio Battolini
e lo scrittore Giovanni Testori, autore di pagine avvincenti, sugge- terpieces of religious art in contemporary art and the thought-pro- fronte alla felicissima serie dei Gabbiani, che negli innumerevoli ela- writes in a thought-provoking essay.25 The painter’s message can
riva a tal proposito di avvicinare l’imperdibile sensibilità creativa di voking writer Giovanni Testori has suggested that we should med- borati di piccole, medie e grandi dimensioni vantano il requisito del- be unhesitatingly intuited in the fortunate series of the Seagulls,
Francis Bacon, Max Beckmann, Henri Matisse e Karl Hodicke 23. itate in this sense on the precious creative sensitivity of Francis l’unicità. Uguali a prima vista, compongono nell’insieme uno spac- each of the innumerable small, medium and large works of which
Bacon, Max Beckmann, Henri Matisse and Karl Hodicke23. cato nel quale ciascuno gode di una specifica caratterizzazione dalle bears the stamp of uniqueness. At first glance they are the same,
Attiene alla sterminata sfera del sacro la grande scultura di oltre assonanze umane. Ed ancora una volta si attiva quel meccanismo but seen together they compose an overall picture in which each
venti tonnellate, costituita da due bassorilievi in marmo bianco di The large sculpture weighing over 20 tons and consisting of two domanda-risposta richiamato in precedenza, motivato dalla non ge- one has a specific characterisation with human assonances. And
Carrara, realizzata nel 2006 da Vaccarone per la cittadina parmense low-reliefs in white Carrara marble, made by Vaccarone in 2006 nericità dei soggetti assunti dal pittore quali simboli basilari della once again that question/answer mechanism I referred to earlier
di Noceto. L’umano nel divino, il divino nell’umano è il tema svi- for the town of Noceto near Parma, also belongs to the immense sua espressività che interpellano sul loro significato ed a ragione is activated, motivated by the non-generalisability of the subjects
luppato “tra il nitore di una spazialità occupata dalla sequenza di sphere of religious art. The human in the divine, the divine in the “l’opera è un interrogativo che si allarga a dismisura, che si oppone which are used by the painter as basic symbols of his expressive-
forme, modulate con inequivocabile razionalità e disposte libera- human is the theme developed, “using a clean spatiality occupied al nostro invocar risposte”26. Le diverse interpretazioni arricchiscono ness; they question us about their meaning and, rightly, “the work
mente in un elegante gioco di intarsi. In quelle forme spoglie, che by a sequence of modular forms, which express unequivocal ra- di fatto il valore estetico e, soprattutto, etico degli eleganti e quieti is a question which expands out of all proportion, opposing our re-
nella loro rigorosa essenzialità conquistano la bellezza, si declina tionality while being freely arranged in an elegant inlay type of in- gabbiani scolpiti da Vaccarone con le modulazioni luminose del co- quest for answers”26. The various interpretations add to the aes-
la metafora dell’umanità raccolta intorno all’amata, dolcissima, terplay. In these bare forms which achieve beauty through their rig- lore bianco, che volteggiano nello spazio azzurro e rosato, sempre thetic, and above all ethical, value of the elegant, calm seagulls,
meditativa figura di papa Wojtyla, uomo tra gli uomini, testimone orous essentiality, the metaphor of humanity is expressed through meno esteso dell’altro invisibile spazio mentale. Ma, purtroppo, la which are sculpted by Vaccarone with luminous modulations of
della grandezza di Dio, centro del cosmo e della storia. the beloved, tender, meditative figure of Pope Wojtyla, a man loro aerea danza ha una fine annunciata. white as they circle in a blue and pink space which becomes in-
among men and a witness of the greatness of God “the centre of creasingly less vast than the other invisible mental space. But alas
Vaccarone ha ripercorso con manifesta sensibilità l’intero vissuto the cosmos and history”. Before beginning the work Vaccarone, Quando Vaccarone assume argomenti che intende esprimere pit- their aerial dance has a predestined end.
di Karol Wojtyla ed ha ritenuto di interpretarne la figura fisicamente with evident sensitivity, studied the whole life of Karol Wojtyla, and toricamente ha la necessità di sostarvi anche lungamente e l’arti-
prestante e ricca di quel giovanile entusiasmo, che tale è rimasto he decided to interpret the figure in his youthful well-built physique sta non imita se stesso, collezionando album tematici ricchi di ana- When Vaccarone confronts themes he intends to express in paint-
in tutta la sua lunga ed operosa missione terrena. La debolezza del and with that enthusiasm which he retained throughout his long, loghe immagini. È una considerazione che mi sorse spontanea ing he needs to meditate on them at length, but in readdressing
corpo ed i segni del dolore che hanno accompagnato gli ultimi anni hardworking earthly mission. The weakness of his body and the leggendo una dichiarazione molto severa di Renato Guttuso, posta the same theme he does not merely imitate himself, making
di vita del Papa hanno commosso credenti e non credenti e non signs of the pain which accompanied the Pope’s last years moved a conclusione di una sua più ampia riflessione sull’arte contem- themed albums full of similar images. It is a consideration which
hanno lambito la saggezza della sua parola che, pur incerta, ha toc- believers and non-believers alike and did not detract from the wis- poranea, per il quale “quando un pittore scopre un segno, un ge- came spontaneously to me as I read a very severe declaration by
cato i cuori e le menti di donne e uomini di culture diverse. dom of his words which, though full of doubt, touched the hearts sto, e lo riproduce per anni, fabbrica i falsi di se stesso”27. Renato Guttuso at the end of a long reflection on contemporary art,
and minds of men and women of various cultures. The imposing Vaccarone, ovviamente, non è un falsificatore come mai lo è stato where he says “when a painter discovers a sign, a gesture, and re-
L’imponente opera, che Vaccarone dichiara essergli stata “ispirata work which Vaccarone declares was “inspired by the constancy and Giorgio Morandi, immenso protagonista della pittura italiana, che produces it for years, he is making fakes of his own self”27.
dalla costanza e dalla dedizione rivolta ininterrottamente da Giovanni dedication uninterruptedly devoted by John Paul II to the primacy non si stancava di dipingere vasi e bottiglie, “oggetti disposti, sca- Vaccarone is obviously no faker; neither was Giorgio Morandi, an
Paolo II al primato dell’essere”, trasmette la ricchezza del superla- of being” conveys the richness of John Paul II’s superlative teach- lati, variati, permutati” con i quali condusse, con le parole di immensely important Italian painter, though he never tired of paint-
tivo magistero di Giovanni Paolo II e la complessità del suo pensiero ing and the complexity of his thought; a thought immersed in lit- Roberto Longhi, “una così poetica ricognizione del mondo di natura ing vases and bottles, “arranged, graduated, varied, swapped
intriso di cultura letteraria, filosofica e teologica, costantemente ri- erary, philosophical and theological culture which was constantly da non trovar pari nel cinquantennio che gli toccò attraversare”28. around” objects through which, in the words of Roberto Longhi, he
velata lungo gli anni di uno straordinario pontificato. Il composto al- revealed throughout the years of an extraordinary pontificate. conducted, “a survey of the world of nature which was so poetic
ternarsi di pieni e di vuoti, il soffuso armonizzarsi di luci ed ombre, Ogni dipinto vanta un proprio assetto compositivo, divenendo par- that he had no equal during the fifty years it was his destiny to live
generano un tangibile clima di raccoglimento diffuso dai bassori- The ordered alternation of solid volumes and empty spaces, the suf- tecipe di un più ampio sistema cadenzato da immagini provenienti through”28.
lievi, plasmati in una segreta miscela di silenzio e di amore che fused harmony of light and shade generate a tangible climate of quasi sempre dal mondo esterno. La morbidezza del tonalismo, le
tocca alti apici di spiritualità, suscitando il desiderio di non rinun- meditation; this is diffused by the low-reliefs, modelled with a se- appropriate sfumature cromatiche, la tipicità del silenzio non propria- Every painting has its own composition and becomes part of a wider
ciare al cammino che esclude la separazione fra ragione e fede, cret blend of silence and love which reaches high peaks of spiri- mente metafisico e la nitidezza formale sono tra le puntuali componenti system punctuated with images, which almost always come from

52 53
stilistiche partecipi di una commovente elegia, che attraverso i gab- the external world. The softness of the tones, the apt shading of the tavia pertiene all’ammirevole corpus di opere di Vaccarone, che su- municative clarity, uses a rigorous formal scheme to show them in
biani addita efficacemente al fluire e al termine della vita. Gli oc- colours, the typical, not exactly metaphysical silence, and the blima frequentate e amate località, rese pittoricamente con il sus- a space which is non-uniform, because it is has become ruggedly
chi e il cuore di Vaccarone sono insistentemente concentrati ad af- cleanness of forms are some of the stylistic features making up a surro dell’anima. eroded with time; thus the triumphal greatness of nature is affirmed,
ferrare emozioni ed in ogni suo quadro emergono spaccati della moving elegy which effectively alludes, through the seagulls, to the Le vele modellate con il purissimo bianco, analogamente alla ma- itself an incomparable work of art. The expression “places of the
condizione umana che destano condivisione, provocando a loro volta flow and termination of life. Vaccarone’s eyes and heart are insis- gnifica agave che dialoga a tu per tu con il rovente sole; i limoni e soul” which is used to describe the landscapes of many painters,
ulteriori adesioni emotive. Non siamo dinanzi ad un gioco fra fin- tently concentrated on grasping emotions, and all his paintings of- i fichi d’India, generosamente presenti, che pare esultino per la loro is sometimes misplaced. The definition is instead pertinent to
zione e realtà, poiché è ampiamente partecipe della quotidianità la fer views of human life which arouse our sympathy, and in their turn appartenenza alle abbaglianti Cinqueterre sul cui mare dal profondo Vaccarone’s admirable body of work, which lends a sublime di-
concretezza delle argomentazioni postulate dall’attraente e coin- provoke further types of emotional involvement. We are not look- blu s’immergono insenature rocciose dalle tonalità più esclusive; ir- mension to places he has experienced and loved, rendered in
volgente repertorio, che suscita immediatamente il piacere di es- ing at an interplay of fiction and reality, since the concreteness of ripetibili vedute catturate dagli occhi e dal cuore che sanciscono painting with the whisper of the soul. The sails modelled with the
serne partecipi. In esso s’impone una figurazione in cui il binomio the themes proposed by the attractive, moving repertoire places it sentimenti di appartenenza, si affidano alla maestria del pittore af- purest white, like the magnificent agave which converses with the
segno-colore obbedisce alla solida spinta meditativa del pittore. firmly in the context of everyday life, thus immediately giving the finché ne tramandi la superlativa avvenenza. scorching sun; the generously present lemons and prickly pear
viewer a sense of pleasure in being part of it. A type of figuration seeming to exult in belonging to the dazzling Cinqueterre, in whose
Come precedenti antologiche anche questa complessa esposizione emerges whose combination of line and colour is dependent on the Così è per le Alpi Apuane, amate da Ettore Cozzani “più di ogni al- deep blue sea rocky coves with the most exclusive tones are im-
che riunisce il passato e il presente di Vaccarone merita di essere con- painter’s very solid meditative impulse. tra montagna perché – affermava l’illustre scrittore concittadino – mersed: unrepeatable views captured by the eyes and heart which
siderata unitariamente, come un lungo e ininterrotto tragitto segnato le vedo dal mare, perché s’innalzano dal mare, perché dalle loro convey a sense of belonging. All these have entrusted themselves
da numerosi passaggi, tutti cosparsi di bellezza, fattore ineludibile della Like his previous anthological shows, this complex exhibition unit- vette contemplano immobilmente il mare”30. to the painter’s skill, to be expressed in their superlative comeliness.
sua espressività pittorica, e di continui rimandi esistenziali dal con- ing Vaccarone’s past and present should be considered in a uni- Vaccarone le interpreta con profili antropomorfi rivestiti di un bianco
trastato tenore. Nell’inscindibile iconografia dell’artista si perfeziona tary way, as a long uninterrupted course marked by numerous shifts ombrato da macchie scure, generate dall’impatto con la luce, ed The same goes for the Apuan Alps, beloved of Ettore Cozzani, the
una dichiarazione di poetica affidata visibilmente a clochards e gab- of direction; all of them strewn with beauty, a constant of his anch’esse diventano partecipi a pieno titolo di un ideale polittico che eminent La Spezia writer “more than any other mountains because
biani, a meravigliosi paesaggi solari o spietatamente devastati e ad painting, and with continual existential references of contrasting im- spalanca un immenso scenario ambientale e umano ricco di sto- I see them from the sea, because they rise from the sea, because
una nutrita sequenza di forme che da un lato fissano la peculiarità del port. In the artist’s indivisible iconography we witness the refining ria, di lavoro, di amore e di non celata spiritualità. Palpitante luogo from their peaks they motionlessly contemplate the sea”30.
suo linguaggio pittorico e dall’altro svelano la propria interiorità che of a poetic declaration; this declaration is visually expressed in the dell’anima, spazio della memoria pervaso di pensieri e di sentimenti. Vaccarone interprets them with anthropomorphic profiles coated
non esclude smarrimento e speranza. tramps and the seagulls, in the wondrous, sunny, ruthlessly dev- with a white which is marked with dark patches generated from the
astated landscapes, and in a rich sequence of forms which on the Denunciano, invece, i pesanti segni causati da disastri ambientali impact with the light. They too become full participants in a con-
Lo sconfinato cielo e l’azzurro mare, naturale habitat dei gabbiani, one hand express the particularities of his painting language and le testimonianze sulla Valpolcevera, sul territorio versiliese inquinato ceptual polyptych that spreads before us an immense environmental
si ritrovano in magnifiche pagine di pittura, dedicate in tempi diversi on the other reveal his inner state, which lacks neither helpless- dall’incendio alla Farmoplant e sul desolato paesaggio avvolto and human scenario which is dense in history, hard work, love and
al Golfo dei Poeti, popolato da silenziose vele spiegate, alle Cinque ness nor hope. dalla nube radioattiva di Chernobyl, elaborate da Vaccarone nei unconcealed spirituality. They are a throbbing place of the soul, a
Terre, con le leggiadre agavi montaliane e gli impervi e lussureg- giorni successivi al verificarsi di tali dannosi eventi. L’abituale chia- space of the memory pervaded with thoughts and feelings.
gianti vigneti che ne caratterizzano il sensazionale paesaggio, alle The immense sky and blue sea, the seagulls’ natural habitat, are rore tipico della sua pittura, pur sempre fedele all’essenzialità, è em-
grandiose e solenni Alpi Apuane. Rimane tuttora un documento di seen again in magnificent paintings dedicated at various times to blematicamente sostituito da un moderato tonalismo che dà l’im- In contrast, denouncing the heavy damage caused by environ-
probante valore artistico e sentimentale la cartella di tempere inti- the Gulf of the Poets, populated by silent billowing sails; to the mediata sensazione della straziante catastrofe abbattutasi sulla vita. mental disasters, are Vaccarone’s works on Valpolcevera, on the
tolata di proposito Le Cinque Terre29, realizzata nel 1984 con il col- Cinque Terre (Five Lands), with the graceful agaves of Montale’s po- Quella del pittore, non diversamente dai poeti, è una voce critica, Versilia territory polluted by the Farmoplant explosion, and on the
lega lombardo Lino Marzulli, legatissimo a Riomaggiore e Manarola, ems and the inaccessible luxuriant vineyards which are typical of dalla vasta eco che se da un lato esprime felicità e gioia, dall’altro desolate landscape choked by the radioactive cloud of Chernobyl,
eletti a borghi ideali per godersi una vita ideale. I simboli dell’in- its sensational landscape; to the grandiose, solemn Apuan Alps. The non rinuncia ad esprimere giudizi morali, mostrando il proprio dis- which Vaccarone made in the days following these disastrous
contaminato territorio, e cioè terra, mare, cielo, rocce, vite, ulivi, li- portfolio of tempera paintings specifically entitled The Cinque senso verso prospettive che condannano l’uomo e l’ambiente. In so- events. While his painting here remains faithful to the principle of
moni, sole, stelle e quant’altro di esaltante è partecipe della crea- Terre29 remains a document of evident artistic value. It was made stanza, pittura e poesia impongono di prendere posizione e di ri- essentiality, his typical luminosity is emblematically substituted by
zione, rivivono in appaganti moduli espressivi che riassumono sia in 1984 with his colleague from Lombardy, Lino Marzulli, who was fiutare la colpevole neutralità di giudizio. a moderate tonalism which conveys the immediate sensation of the
il faticoso e secolare lavoro dell’uomo, sia l’ambita tranquillità e i extremely attached to Riomaggiore and Manarola (N.B. two of the awful catastrophe which has struck.
confidenziali frastuoni delle Cinqueterre. Vaccarone, in particolare, Cinque Terre, translator’s note), which he had chosen as ideal vil- Pieno di significato è quanto scrive il poeta ligure Giuseppe Conte The painter’s voice, not unlike that of the poets, is a critical one,
ligio alla chiarezza comunicativa, avvalendosi di un rigoroso impianto lages for an ideal life. The symbols of this unspoilt area, in other per il quale “l’importante è che la poesia (pittura) sia viva, sia ener- and it has a vast echo. On the one hand it expresses happiness and
formale, le rappresenta in uno spazio non uniforme, perché acci- words earth, sea, rocks, vines, olives, lemons, sun, stars and gia, sia shock, non si addormenti nell’accademia, negli orticelli pri- joy, on the other it does not flinch from expressing moral judgments,
dentato dall’usura del tempo, affermando la trionfale grandezza whatever other exalting elements of creation, relive in satisfying ex- vati, in una visione troppo domestica, e dunque sedentaria e pigra, showing its dissent towards prospects which condemn human be-
della natura, essa stessa incomparabile opera d’arte. pressive modules which convey both Man’s hard, age-old, labour di se stessa”31. ings and the environment.
Talora è abusata l’espressione accreditata a non pochi pittori i cui and the longed-for tranquillity and confidential roar of the Non è davvero il caso di Vaccarone nella cui pittura si incrociano Painters and poets are substantially obliged to take some kind of
paesaggi vengono denominati luoghi dell’anima, definizione che tut- Cinqueterre. Vaccarone in particular, ever concerned with com- frequentemente riferimenti a saperi di diverso ambito (sociologia, stance and reject guilty neutrality. The Ligurian poet Giuseppe

54 55
filosofia, religione, politica, ecc.), che favoriscono la rappresenta- Conte writes meaningfully, “the important thing is for poetry (paint- contributi critici, come la coerenza sia un fondamento che si pro- sion of forms which are carefully studied and obtained one by one
zione veritiera del quadro dell’esistenza ed hanno notevole impor- ing) to be alive, energetic, shocking, for it not to doze in Academe, pone senza soluzione di continuità nei vari decenni di professione by the never random combination of horizontal and vertical lines,
tanza nella lettura delle sue opere e nel processo di identificazione in private orchards, in a too domestic, hence sedentary and lazy vi- di Vaccarone, nel cui lavoro, ha ben rilevato Enrico Crispolti, also of curves shot through with light and shade, all contributing
fra l’autore e lo spettatore. La speciale voce della pittura percepita sion of itself”31. This is certainly not the case of Vaccarone, whose “esprime la necessità di superare il volto delle cose, e le mediazioni to the creation of balanced, never forced, compositions. Unusual
da multiformi soggettività non si disperde, poiché “l’opera d’arte è, painting contains references to various areas of knowledge (soci- percettive connesse, per comprendere le cose stesse più intima- mixtures of colours add truly enchanting highlights to the various
in quanto tale, un valore, perciò risponde anche al canone dell’eti- ology, philosophy, religion, politics etc.), which favour the truthful mente, ma soprattutto, per meglio comprendersi”34. Per compren- compositions. It is perhaps superfluous to say, since it has already
cità, perché è pur sempre espressione, manifestazione in forma representation of the picture of existence and are considerably im- dere e comprendersi è indispensabile, è lo stesso Vaccarone ad as- been pointed out in important critical essays, that coherence is a fun-
bella di una realtà dell’uomo”32. Ancor più risoluto è Giulio C. Argan portant in the interpretation of his works and in the process of iden- serirlo con invidiabile chiarezza, “dialogare con l’immagine che sta damental, principle running uninterruptedly through all the various
che considera “l’arte un modo di pensiero che può parere desueto tification which takes place between the author and the spectator. nascendo e questo reciproco guardarsi attiva una concentrazione decades of Vaccarone’s work. In his work, as Enrico Crispolti has elo-
e perento, ma di cui il mondo non potrà fare ameno finché vorrà The special voice of painting perceived by many different subjec- che non ti lascia più se non, probabilmente, nel momento del quently said, “he expresses the need to go beyond the face of
dare un senso alla propria storia”33. tivities is not dissipated, since “the work of art is a value as such, sonno e al risveglio il tuo pensiero è per il lavoro che stai facendo”35. things and the perceptive mediations connected to them, in order to
thus it also meets the canon of ethicality, because it is always in understand the things themselves more intimately, but above all to
Al versante della riconoscibilità appartiene la copiosa serie di per- any case an expression, a manifestation of some aspect of human L’entusiasmante avventura di Vaccarone, instancabile creatore di reach a better understanding of one’s own self”34. To understand and
suasivi lavori di Vaccarone raccolti nel titolo Forme, che rivelano nel reality, in a beautiful form”32. Giulio C. Argan is even more resolute immagini prodotte dal guardare il mondo e dentro se stesso, è il- understand oneself it is indispensable, as Vaccarone himself asserts
loro cadenzato e ininterrotto mutarsi una seducente raffinatezza as- when he declares: “art is a way of thinking which may seem old- luminata anche dal forte interesse rivolto alla musica. Terreno di ar- with enviable clarity “to communicate with the image which is be-
sicurata dalla probante intesa tra linee e colori, specialmente dalle fashioned and obsolete, but which the human world will not be able monie e disarmonie, la musica, eletta a protagonista di pregevoli ing generated, and this mutual observation activates a concentration
minuziose sfumature delle terre e del bianco, talvolta steso con to do without as long as it wishes to make sense of its history”33. pagine della sua densa antologia pittorica, è sostenuta da precisi which never leaves you except probably at the moment of sleep, and
campiture monocrome. L’artista realizza un duplice processo di- contributi autografi dell’artista, che focalizzano la corrispondenza when you awake your first thought is for the work you are doing”35.
sgregativo e aggregativo e la visibile modulazione astratta appar- Among Vaccarone’s hallmark works is the copious efficacious se- esistente fra suoni e colori, formulata nelle teorizzazioni di Vassily
tenente a questi bellissimi dipinti infonde la sensazione di pacatezza ries entitled Forms. In their cadenced, uninterrupted transforma- Kandinskij e Piet Mondrian sulla varietà delle sensazioni scaturite The thrilling adventure of Vaccarone, the untiring creator of images
e lascia trasparire l’innegabile presenza umana. Sarebbe limitativo tion these works reveal a seductive refinement, ensured by the con- dai colori, la cui percezione è notoriamente prevalente sulla forma. produced by observing the world and his inner self, is also illumi-
ritenere l’intuizione di Vaccarone una mera costruzione mentale, in vincing combination of lines and colours, especially in the minute Gli omaggi a Bach, Beethoven, Mozart, Vivaldi, Liszt, Ravel, Debussy, nated by a strong interest in music. Music, the terrain of harmonies
quanto le sue Forme, realizzate secondo la sua personale sintassi, nuances of the earth hues and the white, which is sometimes ap- Rachmaninov, Tchaikovsky, Piazzolla, non meno di quelli dedicati ai and discords, the protagonist of fine works in the dense anthology
occupano e si agitano liberamente nello spazio reale dove scorre plied in monochrome fields The artist uses a double process of dis- celebri letterati in precedenza richiamati ed inoltre a Lucrezio, of his painting, is backed up by specific written reflections by
il tempo, crocevia di esperienze e di eventi raccolti, appunto, tra integration/aggregation and the visible abstract modulation in Leopardi, Montale, Pasolini, Borges, ecc. costituiscono vere e pro- Vaccarone himself; these focus on the correspondence between
l’ideale purezza di molteplici sagome. these fine paintings conveys a sense of peace and offers glimpses prie tappe di un esteso viaggio visionario e realistico nel mondo della sounds and colours, as formulated in Vassily Kandinskij and Piet
of an undeniable human presence. It would be an oversimplifica- letteratura e della musica assiduamente frequentate da Vaccarone. Mondrian’s theoretical writings on the variety of sensations pro-
Per la loro lettura, inoltre, è pertinente richiamare la poetica della tion to say that Vaccarone’s intuition is a mere mental construct, L’interpretazione, ad esempio, di Syrinx, straordinaria composi- voked by colour, the perception of which is well known to prevail
memoria, che si ritaglia un ruolo particolare quale componente di since his Forms, made according to his own personal syntax, oc- zione per flauto di Claude Debussy e della Lambada, armonioso over the perception of form. The homages to Bach, Beethoven,
vari passaggi di una ricerca esternata con esiti estetici mai banali. cupy and quiver freely in a real space where time goes by: a cross- ballo brasiliano, dimostrano la meticolosità dell’approccio dell’ar- Mozart, Vivaldi, Liszt, Ravel, Debussy, Rachmaninoff, Tchaikovsky,
L’attento osservatore coglie, infatti, come le forme pur semplificate roads of experiences and events which are in fact captured within tista verso questi temi, trasferiti su grandi tele con indubbia per- Piazzolla, just like those dedicated to the aforementioned literary
ma non inerti svelino tratti di paesaggi, di piante e fiori, di profili an- the ideal purity of multiple shapes. For their interpretation it is more- spicacia e palpabile ritmo, assicurando la scrupolosa attinenza ai figures as well as to Lucretius, Leopardi, Montale, Pasolini, Borges,
tropomorfi, di sagome di persone oltraggiate, di vigorosi guerrieri, over pertinent to refer to the poetry of the memory, which has testi musicali. All’evidente dinamismo plastico e all’allusiva atmo- etc. are important stages in a long, visionary and realistic journey
di variopinti totem, di passionali abbracci, di attesi incontri fra played a particular role as a component of various stages in sfera di ardente sensualità che pervade questa seconda tela si af- into the world of literature and music which Vaccarone assiduously
uomo e donna. Sono temi rapidamente accennati che occupano Vaccarone’s artistic investigation, expressed with different aesthetic fianca l’altrettanto accurato avvicinamento al rinomato spartito di cultivates. For example, the interpretation of Syrinx, Claude
ambiti non secondari di un repertorio dall’eloquente totalità, di cui solutions which are never banal. The attentive observer in fact re- Debussy, riesposto da Vaccarone in varie sequenze, in ossequio ai Débussy’s extraordinary composition for the flute, and of the
non sfugge la persistenza della dimensione interiore. È indiscutibile alises that the simplified but not inert forms reveal pieces of land- movimenti della partitura. Tale esame è preliminare in ciascun di- Lambada, the harmonious Brazilian dance, show the meticulous-
la spinta innovativa che contraddistingue l’intero percorso creativo scape, plants and flowers, anthropomorphic profiles, shapes of pinto in cui è affrontato con ineccepibile metodo il binomio pittura- ness of the artist’s approach to these themes, which are transferred
del pittore, emblematicamente identificato nel susseguirsi di forme, abused people, of vigorous warriors, of multicoloured totems, of musica, espresso da segni, colori, pause e forme significanti, de- onto large canvases with undoubted perspicacity and palpable
attentamente studiate e ottenute di volta in volta dall’abbinamento passionate embraces, of long-awaited encounters between men tentrici di reali sonorità. Allora, non è esagerato rilevare una rhythm and are scrupulously attentive to the musical texts.
mai casuale di linee orizzontali, verticali ed anche di curve percorse and women. They are swiftly hinted-at themes which occupy non- gradevole musicalità visiva. The evident plastic dynamism and allusive atmosphere of ardent
da luci ed ombre, tutte rispondenti all’obiettivo di comporre equi- secondary parts of a repertoire of eloquent totality, where the per- sensuality pervading the latter picture is matched by an equally ac-
libri mai forzati. Inediti impasti di colori assicurano alle varie com- sistence of the inner dimension cannot be ignored. The innovatory Sul piano realizzativo è improbabile cogliere in questi lavori una ri- curate interpretation of Débussy’s famous piece, re-proposed by
posizioni lampi di vero incanto. impulse which distinguishes the painter’s whole creative develop- gida linea compositiva, proprio perché ogni autore suscita precise Vaccarone in various sequences which echo the various move-
È forse superfluo affermare, in quanto già sottolineato da pregevoli ment is undeniable; it can be emblematically seen in the succes- reazioni emotive e, non a caso, in quelli dedicati a Rachmaninov ments of the score.

56 57
(Preludio op.32, n.12) e a Listz (Totentaz) “ho avvertito – dichiara This careful musical examination precedes each painting, where Scandagliare la quotidianità, ma anche la memoria, è un esercizio the age-old categories of taste, sensitivity for artistic things, and
Vaccarone – una forte prevalenza dell’astrazione e della geome- the painting/music combination is tackled in a flawlessly method- irrinunciabile, da cui Vaccarone, accreditato “conoscitore del- hence also to an innate empathy towards these things”41.
trizzazione delle forme e degli spazi e la permanente esigenza di gi- ical way, with signs, colours, pauses and significant forms con- l’anima”42, trae l’indispensabile nutrimento del suo fare pittura, nella
rare continuamente le opere cambiandone la base in fase di ese- veying a real sonority. Thus it is no exaggeration to talk of a pleas- quale l’indagine introspettiva si rapporta costantemente con gli in- Vaccarone tackles this far from easy theme with a particular, two-di-
cuzione”36. Ancora una volta affiora la profondità di un dialogo urable visual musicality. numerevoli eventi di diverso segno ricapitolati nell’esistenza. La pit- mensionally framed, symmetrical synthesis which facilitates under-
reale con le immagini che il pittore spezzino non respinge, bensì ac- tura genera, infatti, comunicazioni, trasmesse dal pittore con la sua standing of the phenomenon, and if one of his aims is to arouse new
cetta ricavandone utili sollecitazioni. Altri artisti vantano simili rap- On the practical level, no rigid compositional direction is likely to sobria grammatica radicata sul felice connubio “linea-colore”, che interest in this problem, he thoroughly succeeds. Again these forms
porti con le immagini accolte sulla superficie del quadro. Sandro be found in these works, just because each musician provokes pre- genera una mirabile e sorprendente sequenza di immagini o, me- do not stray from the canons determining the typical expressiveness
Chia, analogamente a Vaccarone, afferma ad esempio che “il qua- cise emotional reactions; in fact it is no coincidence that in those glio, di forme, con le quali Vaccarone dialoga e noi con lui. of this painter, who is again attracted to concrete aspects of human
dro diventa un mormorio” e, pertanto, non nasconde il desiderio di dedicated to Rachmaninoff (Prelude Op.32, No.12) and to Liszt reality. Probing the everyday, but also memory, is for Vaccarone a
“toccarlo da tutte le parti, talvolta, provando anche a rovesciarlo”37. (Totentanz), as Vaccarone has declared, “I sensed a strong preva- Sempre più innamorato della sua professione, il pittore persevera compulsory exercise from which he, a qualified “expert of the soul”42,
lence of abstraction and geometrisation of the forms and spaces dopo oltre cinque decenni di professione a caratterizzare di fecon- draws the indispensable nourishment for his painting, in which the
L’affascinante avventura creativa di Vaccarone, in alcuni momenti and the permanent need to continually turn the works around dur- dità la sua esperienza artistica, rappresentata da dipinti, “che vivono introspective investigation is constantly related to the innumerable
condivisa con altri colleghi aderenti al Sindacato Pittori della C.G.I.L., ing painting, changing their bases”36. Once again we come across in un respiro continuo con le creature ed il creato”43 e che com- events of different kinds taken from real life. The painting in fact gen-
alla Federazione Nazionale degli Artisti, all’ Associazione Provinciale a deep real dialogue with the images which, rather than dismiss- pongono “un progetto espressivo che contiene la grazia della poe- erates communications, transmitted by the painter with his sober
Pittori Scultori e Grafici della Spezia, presieduta da Angelo Prini, o ing it, Vaccarone accepts, receiving useful suggestions from it. sia”44. Quando Vaccarone avvicina l’opera di un poeta diventa lui grammar rooted in the effective “line/colour” combination; this gives
a collettivi, quali Laborinto e Passo Carraio38, offre un’ulteriore Other artists boast of similar relations with images captured from stesso poeta e come nelle dodici tavole dedicate nel 1989 a rise to an admirable, surprising sequence of images or rather forms
conferma del suo attivismo. Dinamismo che si conferma e si de- the surfaces of the picture. Sandro Chia, like Vaccarone, claims for L’elogio dell’ombra di Borges, attualmente conservate nella with which both Vaccarone and the viewer too converse.
clina in anni più vicini, ad esempio, con l’inesauribile curiosità, an- example that “the picture becomes a murmur” and hence he does Biblioteca Nazionale di Firenze, e nelle più recenti tele ispirate dai
che scientifica, nella considerazione tutt’altro che momentanea ri- not hide his wish to “touch it everywhere, sometimes even trying Cantos di Erza Pound, “la traduzione dei versi nella iconografia pit- More and more enamoured of his profession, Vaccarone continues
volta all’attività cerebrale delle cellule specchio. Queste particolari to turn it around37. torica è immediata e totale, nel senso che Francesco accetta to add to the fecundity of his art even after over five decades of
cellule “si attivano non solamente quando un individuo compie l’evento narrato dai versi, ma lo rende pittoricamente filtrandolo to- work. We see this in paintings “which live in continuous commun-
un’azione, ma anche quando vede la stessa azione compiuta da un Vaccarone’s fascinating creative adventure has at various times talmente attraverso la propria storia culturale e artistica”45. ion with creatures and the created world”43 and which compose “an
altro, svolgendo un ruolo molto importante nella comprensione dei been shared with other colleagues from the Painters’ Trade Union expressive project containing the grace of poetry”44. When he ap-
comportamenti altrui”39. (a section of the larger C.G.I.L. Trade Union, translator’s note), Raccontare la pittura e scorrere gli sviluppi dell’espressività di proaches the work of a poet, he himself becomes a poet, and as
from the National Federation of Artists, from the Provincial Francesco Vaccarone significa sostare sulla sua personale rap- in the 12 panels dedicated in 1989 to In praise of darkness by
Alcune opere eseguite nel 2007, intitolate Forme specchio, visua- Association of Painters, sculptors and Graphic artists of La Spezia, presentazione del mondo, nella quale la visionarietà è certamente Borges, currently in the National Library of Florence, and in the
lizzano attraverso l’esatta elaborazione speculare di immagini du- chaired by Angelo Prini, or from collectives such as the Laborinto seconda al realismo che attraversa innumerevoli dipinti filtrati fra more recent paintings inspired by Pound’s Cantos, “the translation
plicate il comportamento di questi neuroni, che presiedono al modo and Passo Carraio38. Offering further confirmation of his activism. ragione e sentimento. Essi indicano i temi prediletti dall’artista ai of the verses into pictorial iconography is immediate and total, in
di agire delle persone. Gillo Dorfles, intervenendo con pertinenti va- This dynamism is reconfirmed and can be seen in more recent quali egli ha ancorato la sua intensa e lucida ricerca, da conside- the sense that Francesco accepts the event narrated by the poetry
lutazioni su un libro di Lucia Pizzo Russo40, nel quale l’autrice ri- years for example in his inexhaustible curiosity also for scientific rare a tutti gli effetti una ricca, appassionata e coinvolgente testi- but renders it pictorially by wholly filtering it through his own cul-
chiama l’efficacia delle cellule specchio nella fruizione dell’opera things, in his far from momentary interest in the cerebral activity monianza di verità. tural and artistic history”45.
d’arte, sostiene, comunque, come “non sia sufficiente rifarsi ad una of mirror cells. These particular cells “are activated not only when
componente neurologica per svelare i misteri della creazione e della an individual performs an action, but also when he/she sees the Recounting Francesco Vaccarone’s painting and tracing the devel-
fruizione artistica” in quanto “ancora una volta dovremo rifarci alle same action performed by another person, thus playing a very im- opments of his expressive character means carefully examining his
antiche categorie del gusto, della sensibilità per le cose dell’arte, portant role in the understanding of other people’s behaviour”39. personal representation of the world, where the visionary aspect is
e dunque anche d’una innata empatia verso la stessa”41. certainly secondary to the realism running through the innumerable
Some works from 2007, entitled Mirror forms, visualise the be- paintings filtered through reason and feeling. They indicate the
L’artista affronta il non facile tema con una peculiare sintesi sim- haviour of these neurons which govern people’s way of acting, by artist’s favourite themes, themes to which he has anchored his in-
metrica, inquadrata bidimensionalmente, che facilita la compren- means of an exact, mirror-like creation of duplicate images. Gillo tense, lucid artistic investigation, which deserves to be considered
sione del fenomeno e se tra i suoi scopi vi è quello di suscitare Dorfles, intervening with valuable criticisms in a book40 where the as a pure, passionate and moving testimony to truth.
nuovo interesse su tale problematica egli ci riesce pienamente. author Lucia Pizzo Russo recalls the efficacy of mirror cells in the
Anche queste forme non derogano dai canoni che modulano la ti- perception of a work of art, however retains that “it is not enough
pica espressività della ricerca del pittore, ancora una volta attratto to rely on a neurological component in order to unveil the myster- 2000 giugno La Spezia, Riunione della giuria del Premio del Golfo, da sin.
da aspetti concreti della realtà umana. ies of artistic appreciation”, since “once again we should refer to Vaccarone, Levi, Castagnoli, Pistoletto, Di Pietrantonio, Cremolini, Zacharopulos.

58 59
1) Testo introduttivo della mostra Costume e società. Gli anni Sessanta. 1) Introductory test for the exhibition Costume e società. Gli anni Sessanta (Custom and society. 31) Giuseppe Conte, La poesia cerca lo choc non si chiude in Accademia, Il Secolo XIX, Genova, 25) Ferruccio Battolini, Brandelli in cerca di unità (Shreds in search of unity), in Eclisse (Eclipse),
Riva del Garda (Tn), Museo Civico, 21/05/2005. The ‘sixties). Riva del Garda (Tn), Civic Museum, 21/05/2005. 18/08/2002. Edi/Albra editore, Torino, 1977, p.136.

2) Loredana Parmesani L’arte del secolo, Skirà, Milano, 2003, p.11. 2) Loredana Parmesani L’arte del secolo (The art of the century), Skirà, Milan, 2003, p.11. 32) Adriano Bausola, in L’uomo di fronte all’arte, Vita e Pensiero, Pubblicazioni dell’Università 26) Franco Solmi, L’indifferenza minacciata (Threatened indifference), in Eclisse (Eclipse), Edi/Albra
Cattolica del Sacro Cuore, Milano, 1986, p.15. editore, Torino, 1977, p.10.
3) Francesco Vincitorio In formalista o videoartista? in L’Espresso, 7/07/1982, p.118. 3) Francesco Vincitorio In formalista o videoartista? (In formalist or videoartist) in L’Espresso maga-
zine, 7/07/1982, p.118. 33) Giulio C. Argan, Occasioni di critica, Editori Riuniti, Roma, 1981, p.86. 27) Renato Guttuso, Un grande falso che si chiama arte moderna (A big fake called modern art), in
4) Pier Luigi Castagnoli, Rinnovamento di un Premio, in Profili della giovane pittura contempora- the newspaper La Repubblica, 9/11/1984.
nea in Europa-Premio del Golfo La Spezia-Biennale europea arti visive-Edizione 2000, Silvana 4) Pier Luigi Castagnoli, Rinnovamento di un Premio (Renewal of an Award), in Profili della giovane 34) Enrico Crispolti, Come nuova oggettiva entità, quasi un teatro autonomo di forme, Catalogo mo-
Editoriale, Cinisello Balsamo, 2000, p.10. pittura contemporanea in Europa-Premio del Golfo La Spezia-Biennale europea arti visive-Edizione stra personale di F. Vaccarone, Galleria “Menhir”, La Spezia, 1983. 28) Roberto Longhi, Da Cimabue a Morandi (From Cimabue to Morandi), Meridiani-Mondadori, 1978,
2000 (Profiles of young contemporary painting in Europe-La Spezia Gulf Award, European Biennale p.1101.
5) Dino Carlesi, Monografia di Francesco Vaccarone, Macchi Editore, Pisa, 1973. of Visual Arts-200th Edition) Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo, 2000, p.10. 35) F. Vaccarone, op.cit.
29) Valerio P.Cremolini, Il cuore della vita (The heart of life, presentation of Lino Marzulli and Francesco
6) Giorgio Di Genova, 40 anni fa la Pop sbarcava alla Biennale, Terz’occhio, 11/03/2004. 5) Dino Carlesi, Monografia di Francesco Vaccarone (Monograph on Francesco Vaccarone), Macchi 36) F. Vaccarone, Suoni e immagini, Intervento al Convegno Psicanalisi e musica, Teatro Verdi, Pisa, Vaccarone’s portfolio Le Cinque Terre. The portfolio, printed in 100 copies, including two original tem-
Editore, Pisa, 1973. 31/01/2009. pera works, was exhibited and presented at the La Spezia Chamber of Commerce on 7 April 1984.
7) Umberto Eco, Opera aperta, Tascabili Bompiani, Milano, 1988, p.154.
6) Giorgio Di Genova, 40 anni fa la Pop sbarcava alla Biennale (40 years ago Pop landed at the 37) Sandro Chia, Chia: la mia vita, un’opera aperta, Corriere della Sera, 10/05/1995. 30) Ettore Cozzani, Collection of writings, published on the initiative of the Cassa di Risparmio della
8) Umberto Eco, op.cit., p.165. Biennale), Terz’occhio, 11/03/2004. Spezia bank by Industria Grafica Zappa, Sarzana, 1990, p.160.
38) La prima mostra del Gruppo Laborinto, costituito da Pietro Bellani, Renzo Borella, Mauro
9) Aldo Rescio, Tra malagrazia e pretestuosismo, in Delta, La Spezia, n.2, 1965, p.26. 7) Umberto Eco, Opera aperta (Open work), Bompiani paperbacks, Milan, 1988, p.154. Fabiani, Sandro Galli, Maurizio Maggiani, Andrea Michi, Sergio Tedoldi e Francesco Vaccarone venne 31) Giuseppe Conte, La poesia cerca lo choc non si chiude in Accademia (Poetry seeks shock, it does
inaugurata alla Spezia il 9 giugno 1978 nella Galleria “2001” dei fratelli Posselt, mentre nel dicem- not shut itself up in Academe), Il Secolo XIX newspaper, Genoa, 18/08/2002.
10) Dino Carlesi, Al limite della speranza, Collana d’arte Macchi, Giardini Editori e Stampatori, 8) Umberto Eco, op.cit., p.165. bre 1988 presso l’omonimo spazio di via Manzoni 10 si avvia l’attività espositiva del gruppo Passo
Pisa, 1973. Carraio, che con Francesco Vaccarone, comprende Ferdinando Acerbi, Maurizio Baldi, Cosimo 32) Adriano Bausola, in L’uomo di fronte all’arte (Man and art), Vita e Pensiero (Life and Thought),
9) Aldo Rescio, Tra malagrazia and prestestuosismo (Ungraciousness and pretextism) Cimino, Daniela Cesino, Elisa Corsini, Pietro Bellani, Pino Saturno e Giuliano Tomaino . Publications of the Università Cattolica del Sacro Cuore, Milan, 1986, p.15.
11) Sebastiano Grasso, Schiele, innocenza e dannazione, in Corriere della Sera, 4/01/1984.
10) Dino Carlesi, Al limite della speranza (At the confines of hope), Macchi art series, Giardini Editori 39) Antonella Sagone, Uno specchio nella mente, Articolo on line che cita tra le fonti Lacoboni M., 33) Giulio C.Argan, Occasioni di critica (Opportunities for criticism), Editori Riuniti, Rome, 1981, p.86.
12) F.Vaccarone, L’avventura della creatività: il dialogo con l’immagine, Relazione al Convegno e Stampatori, Pisa, 1973. Molnar-Szakacs I., Gallese V. et Al. Grasping the intention of others with one’s own mirror neuron
Nazionale, L’uomo, i vissuti: dialogo, silenzio, empatia”, Chiavari, Società Economica, 1/10/1999. system in PLOS Biology 2005. 34) Enrico Crispolti, Come nuova oggettiva entità, quasi un teatro autonomo di forme (Like a new
11) Sebastiano Grasso, Schiele, innocenza e dannazione, (Schiele, innocence and damnation) in the objective entity, almost an autonomous theatre of forms, Catalogue for F. Vaccarone’s solo show,
13) Rossana Bossaglia, I signori della matita, in Corriere della Sera, 17/04/1994. newspaper Corriere della Sera, 4/01/1984. 40) Lucia Pizzo Russo, So quel che senti. Neuroni specchio, arte ed empatia, Edizioni ETS, Pisa, 2009, “Menhir” gallery, La Spezia, 1983.
p.115.
14) Giulio C.Argan, L’arte moderna 1770/1970, Sansoni spa, Firenze, 1970, p.438. 12) F.Vaccarone, L’avventura della creatività: il dialogo con l’immagine, (The adventure of creativity: 35) F. Vaccarone, op.cit.
dialogue with the image), talk given at the National Conference, “L’uomo, i vissuti: dialogo, silenzio, 41) Gillo Dorfles, Assaporare l’arte con anima e neuroni, Corriere della Sera, 17/10/2009.
15) Karl Rahner, Corso fondamentale sulla fede, Edizioni Paoline, Alba, 1977, p.55. empatia” (“Man, experiences: dialogue, silence, empathy”, Chiavari, Economics Society, 1/10/1999). 36) F. Vaccarone, Suoni e immagini (Sounds and images), talk given at the conference Psicanalisi
42) Enzo Carli, Le cose che si vedono derivano da cose che non si vedono, Prefazione alla mono- e musica (Psychoanalysis and music), Teatro Verdi, Pisa, 31/01/2009.
16) Marco Mori, L’arte e la metafisica, Centro Studi Estetici, Pontremoli, 1984, p.36. 13) Rossana Bossaglia, I signori della matita (The lords of the pencil) in the newspaper Corriere della grafia curata da Dino Carlesi nella Collana d’arte Macchi, Giardini Editori e Stampatori, Pisa, 1973.
Sera, 17/04/1994. 37) Sandro Chia, Chia: la mia vita, un’opera aperta (Chia: my life, an open work), in the newspaper
17) Teresa Lorito, Tra arte e psicanalisi, Catalogo della Mostra antologica di F. Vaccarone, Abbazia 43) Licia Ronzulli, Presentazione della mostra Fragmenta, Parlamento Europeo, Strasburgo, 2010. Corriere della Sera, 10/05/1995.
di S. Zeno, Pisa, 2008, p.66. 14) Giulio C.Argan, L’arte moderna 1770/1970 (Modern Art 1770/1970), Sansoni spa, Florence,
1970, p.438. 44) Enzo Di Martino, Dall’alba al tramonto, in Vaccarone-ambiguità e metafora, Palazzo dei Diamanti, 38) The first exhibition of the group Laborinto, consisting of Pietro Bellani, Renzo Borella, Mauro
18) Gianluigi Burrafato, L’uomo del mio tempo, presentazione della cartella Adamo ed Eva, 1971. Ferrara, 1990. Fabiani, Sandro Galli, Maurizio Maggiani, Andrea Michi, Sergio Tedoldi and Francesco Vaccarone was
15) Karl Rahner, Corso fondamentale sulla fede (Fundamental course on faith), Edizioni Paoline, Alba, inaugurated in La Spezia on 9 June 1978 at the “2001” gallery of the Posselt brothers, while in Dec.
19) Roberto Mussapi, Tutto coesiste in una vaga oscurità, Avvenire-Agorà, 30/07/2006, p.3 La ci- 1977, p.55. 45) Spartaco Gamberini, Francesco a Rapallo, Catalogo della Mostra antologica con omaggio a Ezra 1988 the Passo Carraio group began exhibiting at the gallery of that same name in via Manzoni 10.
tazione completa è la seguente: “La poesia non può evitare l’oscurità e il mistero, non può essere Pound, Antico Castello del mare, Rapallo, 2009. The group included Ferdinando Acerbi, Maurizio Baldi, Cosimo Cimino, Daniela Cesino, Elisa Corsi-
a priori limpida e comprensibile, ma non si deve cullare nell’oscurità. Anzi, i poeti devono cercare di 16) Marco Mori, L’arte e la metafisica (Art and Metaphysics), Centro Studi Estetici, Pontremoli, 1984, ni, Pietro Bellani, Pino Saturno and Giuliano Tomaino.
fare luce”. p.36.
39) Antonella Sagone, Uno specchio nella mente (A mirror in the mind), online article which cites
20) Roy Oppenheim, dalla presentazione per la mostra personale di Francesco Vaccarone alla Galleria 17) Teresa Lorito, Tra arte e psicanalisi (Art and psychoanalysis), Catalogue of F. Vaccarone’s an- among its sources Lacoboni M., Molnar-Szakacs I., Gallese V. et Al., Grasping the intention of oth-
Burdeke, Zurigo, 1975. thological exhibition, Abbey of San Zeno, Pisa, 2008, p.66. ers with one’s own mirror neuron system in PLOS Biology 2005.

21) Beppe Ricciardi, De paupertate-Cinque lettere sulla povertà, Clan Lunai Portis, 1998. 18) Gianluigi Burrafato, L’uomo del mio tempo (The man of my time), presentation of the portfolio 40) Lucia Pizzo Russo, So quel che senti. Neuroni specchio, arte ed empatia (I know what you’re feel-
Adam and Eve, 1971. ing. Mirror neurons, art and empathy), Edizioni ETS, Pisa, 2009, p.115.
22) Padre Adriano Di Bonaventura, Una Croce nell’arte, Catalogo by Electa, Milano, Terza Biennale
d’Arte Sacra, Pescara, 1988, p.11. 19) Roberto Mussapi, Tutto coesiste in una vaga oscurità (Everything coexists in a vague obscurity), 41) Gillo Dorfles, Assaporare l’arte con anima e neuroni (Enjoying art with the soul and neurons),
Avvenire-Agorà, 30/07/2006, p.3 The complete quotation is as follows: “La poesia non può evitare Corriere della Sera newspaper, 17/10/2009.
23) Giovanni Testori, Cristo nell’arte moderna, in Il Sabato, 1986. Il saggio è stato riproposto dal quo- l’oscurità e il mistero, non può essere a priori limpida e comprensibile, ma non si deve cullare nel-
tidiano Avvenire il 16 marzo 2008 con il titolo Crocifissioni-L’arte del Novecento sul Golgota. l’oscurità. Anzi, i poeti devono cercare di fare luce”. (“Poetry cannot avoid obscurity and mystery, 42) Enzo Carli, Le cose che si vedono derivano da cose che non si vedono (The things we see de-
it cannot be limpid and comprehensible a priori, but it must not wallow in obscurity. Indeed, poets rive from things we don’t see), Preface to the monograph edited by Dino Carlesi in the Macchi art
24) Valerio P.Cremolini, Testo introduttivo del video realizzato da Enrico Colombo per Tele Liguria Sud must try to shed light”). series, Giardini Editori e Stampatori, Pisa, 1973.
nel laboratorio Corsanini, Avenza-Carrara, marzo 2006. Pubblicato parzialmente su Il Secolo XIX e
Avvenire, 2/04/2006. 20) Roy Oppenheim, from the presentation for Francesco Vaccarone’s solo show at the Burdeke 43) Licia Ronzulli, Presentation of the exhibition Fragmenta, European parliament, Strasbourg, 2010.
Gallery, Zurich, 1975.
25) Ferruccio Battolini, Brandelli in cerca di unità, in Eclisse, Edi/Albra editore, Torino, 1977, p.136. 44) Enzo Di Martino, Dall’alba al tramonto (From dawn to dusk), in Vaccarone-ambiguità e meta-
21) Beppe Ricciardi, De paupertate-Cinque lettere sulla povertà (De paupertate-Five letters on po- fora (Vaccarone-ambiguity and metaphor), Palazzo dei Diamanti, Ferrara, 1990.
26) Franco Solmi, L’indifferenza minacciata, in Eclisse, Edi/Albra editore, Torino, 1977, p.10. verty), Clan Lunai Portis, 1998.
45) Spartaco Gamberini, Francesco a Rapallo (Francesco in Rapallo), Catalogue of the anthological
27) Renato Guttuso, Un grande falso che richiama Arte moderna, in La Repubblica, 9/11/1984. 22) Padre Adriano Di Bonaventura, Una Croce nell’arte (A Cross in art), Catalogue by Electa, Milan, show with homage to Ezra Pound, Antico Castello del mare (Ancient castle), Rapallo, 2009.
Third Biennale of Religious Art, Pescara, 1988, p.11.
28) Roberto Longhi, Da Cimabue a Morandi, Meridiani-Mondadori, 1978, p.1101.
23) Giovanni Testori, Cristo nell’arte moderna (Christ in modern art), in the journal Il Sabato, 1986.
29) Valerio P.Cremolini, Il cuore della vita, presentazione della cartella di Lino Marzulli e Francesco The essay was republished in the newspaper Avvenire on 16 March 2008 with the title Crocifissioni-
Vaccarone Le Cinque Terre. La cartella, edita in cento esemplari, comprendente due tempere origi- L’arte del Novecento sul Golgota. (Crucifixions - 20th-century art on Golgotha).
nali venne esposta e presentata alla Camera di Commercio della Spezia il 7 aprile 1984.
24) Valerio P.Cremolini, Introductory text for the video made by Enrico Colombo for Tele Liguria Sud
30) Ettore Cozzani, Raccolta di scritti, edita su iniziativa della Cassa di Risparmio della Spezia TV network in the Corsanini laboratory, Avenza, Carrara, March 2006. Partly published in the news- 2011 La Spezia, passeggiata Morin; Paolo Asti, Francesco Vaccarone,
dall’Industria Grafica Zappa, Sarzana, 1990, p.160. papers Il Secolo XIX and Avvenire, 2/04/2006. Valerio P. Cremolini

60 61
1957
Opere Works

62
1965 63
Federica Ester al Suprema Ritratto di Marina Nudino
olio su carta intelata, cm.24x18 olio su carta, cm. 24x18 olio su cartone, cm. 34x23,5 olio su cartoncino intelato, cm. 24x18
1957 1958 1957 1957

64 65
alto
Elisa Milena Nudino Ritratto Nudo
olio su faesite, cm. 24x18 olio su cartoncino intelato, cm. 18x24 olio su carta intelata, cm. 13x19,3 tecnica mista su carta intelata, cm. 24x18 olio su tavoletta, cm. 24x18
1958 1958 1957 1958 1957-1958

66 67
alto
Tina al casino Gloria Giovanna sul divano rosso
olio su compensato, cm. 35x50 olio su carta intelata, cm. 18x24 olio su tela, cm. 30x40
1958 1958 1959

68 69
destra
Venezia Incontro
olio su cartone telato, cm. 30x40 olio su compensato, cm. 50x35
1958 1958

70 71
sinistra
Nudo Autoritratto nello studio di via Torino
olio su tela, cm. 100x70 olio su tela, cm. 100x70
1959 1959

72 73
Siena Cantiere
olio su cartone telato, cm. 50x70 olio su tela, cm. 45x55,5
1959 1960

74 75
Eros e Thanatos Ritratto di Eligio Patrone
olio su tela, cm. 30x40 olio su tela, cm. 70x50
1960 1960

76 77
Giuliana
olio su carta incollata su tavola, cm. 24x18
1960

destra
Maria Anita Margot
olio su carta incollato su tavoletta, cm. 18x24 olio su tela, cm. 40x30
1960 1960

78 79
destra
Giovanna Autoritratto
olio su compensato, cm. 31x50 olio su tela, cm. 100x70
1961 1962

80 81
Gabriella Fine di una storia
olio su tela, cm. 100x70 olio su tavola, cm. 121x128
1962 1962

82 83
A Sironi
olio su faesite, cm. 70x50
1963

destra
Esplosione
olio su tela, cm. 10x80
1963

84 85
Industria del sesso Discussione su l’aborto
olio su tela, cm. 90x80 olio su tela, cm. 70x100
1964 1965

86 87
Inizio di sciopero Corteo
olio su faesite, cm. 35x50 olio su tela, cm. 120x100
1961 1965

88 89
Fatelo da soli Per Pegli
collage su cartone, cm. 39x29,7 tecnica mista su faesite, cm. 128,5x120,5
1965 1965

90 91
Topless
olio su tela, cm. 100x70
1964

92 93
Disegni al
Suprema
1957/1958

94 95
Da Shanghai al Suprema Nel tempo lo avrei visto sempre sorridere quando si parlava d’arte e quando
Accademia di Belle Arti incontrava pittori giovani. Mi ha osservato ancora e ci ha detto con tono in-
vitante: “Perché non venite nel mio studio? Ci sto andando, aspetto un cliente”.
Nel 1955 abitavo con la mia famiglia in via Biassa, angolo Corso Cavour. Il suo studio era a due passi, in Via Prione, vicino alla casa musicale Biso e
Ero nato nel 1940 proprio pochi metri più avanti, in casa, con la levatrice, ad un gran negozio di colori e cornici Cattoni dove Caselli, prima della guerra,
nel palazzo che fa angolo con Via Rattazzi. s’incontrava almeno una volta al mese con Lorenzo Viani che veniva dalla
Versilia per comprare tele e colori e per incorniciare i suoi lavori.
Da ragazzo giocavo con i miei coetanei nella zona tra la scalinata Guidoni Quella prima visita allo studio di Caselli fu per me un’esperienza tanto spae-
ed il palazzo “Casa mia” in via XX Settembre. Questo era il punto di incon- sante quanto coinvolgente.
tro: da lì partivamo quasi ogni giorno per scorrazzare in pattini o in bicicletta
per la città, soprattutto ai giardini, in viale Mazzini. Entriamo nel portoncino davanti ad una grande bancarella, posta tra le due
Spesso con Andrea Michi, Giuseppe Melley, Giovanni Gandino andavamo in ali della scalinata Quintino Sella, da cui proviene un forte e piacevole pro-
pattini a Portovenere, a Lerici. Qualche volta abbiamo fatto anche il fumo di noccioline americane tostate lì per lì, sempre affollata di clienti, so-
Buonviaggio: itinerari oggi impensabili con quel mezzo di locomozione ma al- prattutto ragazzi e marinai in divisa. A destra, subito dopo l’entrata, c’è la pic-
lora facilmente praticabili con un traffico stradale pressoché inesistente. cola officina di un fabbro toscano, Bracàli, già avanti con gli anni e molto
Studiavo al ginnasio ed avevo preso a disegnare incessantemente, anche a paziente.
scuola, durante le lezioni, tra la riprovazione degli insegnanti e l’interesse di- In seguito, prima di salire da Caselli, passavo sempre a salutare Bracàli, gli
vertito dei miei compagni cui schizzavo spesso ritratti. chiedevo del suo lavoro e lui mi raccontava volentieri volta per volta i segreti
del mestiere tra metalli incandescenti e l’odore acre della limatura di ferro.
Il mio nonno materno, Natale Bellotti, guardava incuriosito questi miei di- Questo vecchietto, ricurvo e malfermo, piegava a fuoco e saldava anche grosse
segni, i pastelli, i miei primi dipinti e mi suggerì di farli vedere al suo amico barre ed aveva sempre un’aria serena, affettuosa, disponibile.
pittore Giuseppe Caselli.
“Andiamo domani verso la mezza al bar Tripoli e lo troviamo sicuramente, Dopo l’officina del fabbro un lungo corridoio porta ad un altro portoncino.
così te lo faccio conoscere”. Pino, come tutti lo chiamavano, era lì al bar Tripoli Caselli ci fa strada, lo apre e ci dice: “benvenuti a Shanghai”.
seduto ad un tavolo a leggere il giornale con la sigaretta spenta tra le labbra: Così si chiama ancora questa piccola città dentro alla città che la maggioranza
la teneva un po’ penzolante, come incollata al labbro inferiore. Non l’ho mai degli spezzini non conosce.
vista accesa. Aveva un’aria pensosa e un po’ burbera, un cappello panama che Tra piccoli orti, baracche, stradine, conigli in gabbiette, decine di gatti liberi,
toglieva soltanto per andare a dormire. Aveva passato da poco i sessant’anni. panni stesi e odori di soffritti e di cantine arriviamo alla scaletta che porta allo
Quando mio nonno gli ha parlato di questa mia inclinazione, il pittore mi studio di Pino.
ha squadrato, ha sorriso e gli si sono illuminati gli occhi. È una grande stanza in cui dal pavimento, sfondandolo, è entrato un fico.
96 97
Marta al Suprema
pastello su carta, cm. 52,5x42
1957
Gilda al Sprema
carboncino e pastello su carta, cm. 41x31 destra
1957 Particolare

98 99
Nello studio c’è un altro pittore più anziano, Gavarini, che sta preparando i
fondi di una decina di cartoni appesi alle pareti.
Caselli li riempirà e venderà in giornata: mi spiega che quello è il suo lavoro
di routine, per campare. Lo sbriga di solito in meno di un paio d’ore per avere
poi la libertà di creare quello che vuole. Su una parete è appeso un grande di-
pinto aggressivo ed affascinante, di ispirazione espressionista, che ricorda
l’esperienza della sua prigionia a Mathausen nella prima guerra mondiale.
Su un’altra parete disegni, studi, appunti ed un ritratto del padre, storico ap-
prezzato, che ha intitolato “Il viandante”.
Potevo fargli mille domande sull’arte, sui suoi dipinti, sul mestiere di pittore,
invece gli chiedo “Come ha fatto il fico ad arrivare nello studio?”
Quell’intrusione dall’esterno mi colpisce più di ogni altra cosa.
Pino mi risponde che la pianta si era insinuata tra una finestrina della can-
tina sottostante ed il canniccio del pavimento pericolante qualche anno ad-
dietro e che gli fa buona compagnia.

Arriva il cliente. Nando Fregoso, detto “Il Porchetto”, mercante storico di


Caselli con cui ha sempre avuto alterne vicende di odio ed amore e che, come
dirà Gino Patroni, ha inumidito Spezia con migliaia di marine del Maestro.
Assistiamo alla trattativa seduti su un vecchio divano sfondato: il Porchetto
sceglie due tele e una decina di lavori su carta da un voluminoso pacco siste-
mato su un tavolo.
Contratta rapidamente il prezzo. Conoscendo le debolezze del Maestro lo paga
con numerose banconote di piccolo taglio arrotolate e tenute con un elastico.
Pino infila soddisfatto il rotolo nella tasca della giacca.
Congedato il Porchetto, si rivolge a me e mi chiede di mostrargli qualche mio
lavoro. Non ne ho con me. Non voglio perdere l’occasione: “Tornerò domani
con i quadri, Maestro” . “Visto che stai a due passi possiamo andare a casa tua
anche subito. Qui per oggi ho finito.” Sono emozionato e un po’ sorpreso.
Ritorniamo da Shanghai in via Prione.
100 101
Marta al Suprema
tecnica mista su carta, cm. 42x53,5
1957
Tina al casino Suprema La Brindisina con Caselli al Suprema Mafalda al Minestrone
pagina precedente tecnica mista su carta, cm. 41,3x50,3 carboncio e acquarello su carta, cm 70,5x59 carboncino e pastello su carta, cm. 72,3x59
Particolare 1957 1958 1958

102 103
Nel portone pochi metri più avanti c’è, in cappa nera, il giornalaio storico, rata, questa carta verde per esempio, e mettitelo in tasca. Poi cerca di capire
Collet; lì sopra abita la Carlotta, maga-guaritrice di ogni male fisico e spiri- con quale giallo e quale blu, impastandoli, puoi arrivare a realizzare questo
tuale che purifica i clienti pazienti con una purga preventiva chiamata verde: farai decine, anche centinaia di prove prima di raggiungere il risultato.
“Pagliano”; dopo la Pubblica Assistenza c’è un negozio di coltelli dall’aria un Una volta raggiunto, quel verde sarà tuo per sempre”.
po’ mitteleuropea condotto da Corticelli padre e figlio, anche loro in cappa nera Usciamo di casa che erano quasi le due, riaccompagniamo Caselli al Bar
e subito, a destra, via Biassa, il primo laboratorio di luci al neon della città: Tripoli che è un po’ il suo quartier generale, dove pranza con un panino.
Neon Ares di Arena. Con una grande insegna al neon accesa giorno e notte, “Tornerò presto, continua a lavorare. Vieni a trovarmi allo studio quando vuoi.
naturalmente. Dopo pochi minuti siamo a casa mia. Davanti, da lì a poco, Passa prima qui dal Bar, a fine mattinata o nel tardo pomeriggio e aspettami”.
avrebbero costruito il grande palazzo dell’Ina, dimezzando piazza Beverini. Non vedo l’ora di raccontare ad Andrea Michi, con cui ho in comune anche
la passione dei pattini (e con cui avrei diviso due studi), questa straordinaria,
Dipingevo in una stanza dove dormivo, studiavo e ricevevo gli amici. breve, semplice ma intensa esperienza. Anche lui vuol conoscere il Maestro.
Tenevo le finestre sempre aperte, anche d’inverno, per fare circolare l’aria in- Il bar Tripoli diventerà il luogo di incontro. Nasceva una bella amicizia de-
trisa di odori dei colori ad olio e dell’essenza di trementina. Tiro fuori pacchi stinata a durare negli anni, impegnativa per contenuti di pensiero e per i rei-
di disegni, grandi e piccoli, tele e cartoni dipinti. Caselli osserva attentamente terati anarchismi, talora un po’ imbarazzanti, che il Maestro manifestava an-
in silenzio. Quasi per scusarmi dei limiti e degli errori che mi pare di cogliere che in pubblico, ma sempre fresca, leale e affettuosa, anche un po’ esclusiva, e
in questi miei lavori ne commento le manchevolezze tecniche e formali. di questo Andrea ed io andavamo molto orgogliosi.
Caselli ad un certo punto mi interrompe e mi dice: “Sei un pittore, degli er-
rori non ti preoccupare. Anzi, ti parrà strano, ma è sugli errori che bisogna Nell’autunno del ’57, una domenica, Caselli ci invita per il giorno dopo ad
insistere. Lì c’è la nostra personalità. Lavora tanto, il miglior maestro per un andare con lui a disegnare in casino. “Portate carta da pacchi e carta gialla
artista è guardare molto e lavorare tanto.” da macellaio, carbonella e un po’ di tempera bianca. Se volete anche qualche
colore. Se vedemo al bar Tripoli ai nève, a piemo ‘n cafè e poi andemo.”
Queste parole che lì per lì non avevo compreso appieno mi sono rimaste scol- “Maestro- gli dico - volentieri, ma non abbiamo ancora l’età per entrare in
pite nella mente e soltanto più avanti negli anni avrei colto il senso profondo casino, ci manca un anno sia a me che ad Andrea”.
e un po’ freudiano di questo suo messaggio. Lo stesso Picasso, sugli “errori” e sul
loro significato esprime un pensiero simile. “Non vi preoccupate, sono amico della “zia” (così si chiamava la tenutaria).
Pino prosegue: “Ti tornerà molto utile disegnare di più dal vero. Al lunedì mattina non c’è lavoro, diamo un compenso ad una delle ragazze e
Comincia a disegnare tutto quello che vedi, portati dietro dei taccuini. Poi avrai la facciamo posare in una stanzetta. Tranquilli - aggiunge - non succede niente.
bisogno di studiare la figura, il nudo, e tra un po’ di tempo vedremo come fare. In questa città non c’è l’Accademia delle Belle Arti, quindi non ci sono mo-
delle di professione. Quando i pittori hanno bisogno di lavorare con le modelle
Per padroneggiare meglio il colore fai così: prendi un pezzetto di carta colo- le cercano spesso in casino”.
104 105
Ginetta al Suprema Giusy Stefania al Suprema Wanda al casino Minestrone
carboncino e acquarello su carta, cm. 63x55 tecnica mista su carta, cm. 31,7x20,5 carboncino ed acquarello su carta, cm. 76x62 matita e pastello su carta, cm. 75x60
1958 1958 1958 1958

106 107
Avevamo diciassette anni ed il pensiero di entrare nel favoleggiato luogo di pia-
cere “Il Suprema”, di avere a disposizione una modella, di essere seguiti da un
maestro come Pino nei nostri abbozzi ci eccitava non poco.

Alle nove del mattino del lunedì - Caselli era sempre molto puntuale negli ap-
puntamenti - ci vediamo al bar Tripoli. Dopo il caffè ci avviamo verso via del
Poggio, un altro regno dei gatti, e raggiungiamo il portone del Suprema.
La “zia”, già informata dal Maestro, ci fa entrare senza formalità, non ci
chiede i documenti e ci indica una stanzetta in cui c’è Marta ad aspettarci
nuda sul divano che è rosso amaranto, naturalmente.

Questo è il colore dominante al Suprema. Alle pareti dipinti di buona fattura:


uno, splendido, di Del Santo, raffigurante un nudo di donna in piedi appog-
giata ad una consolle, che rivedrò negli anni settanta in casa di un politico ro-
mano e più recentemente in una rispettabile casa della nostra città.
La stanza con Marta pare tratta da un racconto di Maupassant.
Sua figlia, una bimba di pochi mesi, dorme in una culla vicino a lei. “Parlate
a voce bassa - ci raccomanda - se si sveglia mi devo occupare di lei e non posso
posare per voi”.

Caselli disegna con una rapidità impressionante, studia la modella in tutte le


prospettive, intanto guarda quanto Andrea ed io andiamo facendo senza mai
mettere un segno di correzione sui nostri lavori ma suggerendoci via via come
affrontare quel nudo.
Seguirono nel corso dell’anno altre “sedute” sotto la preziosa guida di Pino, fino
a quando, nell’autunno del 1958, la senatrice Merlin fece chiudere quella che
per noi, partendo da Shanghai e salendo da via del Prione, era divenuta
un’Accademia di Belle Arti.
Wanda al Suprema con Caselli Nadia al Suprema con Caselli
carboncno su carta, cm. 42,5x42 carboncino e pastello su carta,cm. 54,6x49
1957 1957

108 109
Mafalda al Suprema
tempera su carta, cm. 32x20,5
1958
Tilde al Suprema
tecnica mista su carta, cm. 31,5x20,4 destra
1958 Particolare

110 111
1966
Opere Works

112
1969 113
A Grimau Partenza dell'Apollo XI
olio su tela, cm. 160x135 olio su tela, cm. 100x80
1964 1969

114 115
Il seme, op. 32 Plurimitofania
tecnica mista su tavola, cm. 90x70 tecnica mista, cm. 80x70x48
1966 1966

116 117
Mitofania 1 Mitofania 2
tenica mista, cm.119x60 tecnica mista, cm. 82x80
1966 1966

118 119
Mitofania 3
tecnica mista, cm. 100x70
1966

120 121
1970
Opere Works

122
2011 123
destra
Ermafrodito inquinato Adamo 1971
olio su tela, cm. 120x80 olio su tela, cm. 120x80
1970 1986

124 125
Sulla spiaggia Gabbiano ferito
olio su tela, cm. 100x100 olio su tela, cm. 100x100
1972 1973

126 127
Gabbiano sulla spiaggia Gabbiano che spicca il volo
olio su tela, cm. 100x100 olio su tela, cm. 107x107
1973 1973

128 129
Vol de nuit
olio su tela, cm. 100x100
1972-1973

Volo di gabbiani all’alba


olio su tela, cm 100x100
1973

Passeggiando alla diga Giochi di gabbiani alla diga


olio su tela, cm. 100x100 olio su tela, cm. 100x120
1974 1974

130 131
A Kafka, Clochard Clochard 2
olio su tela, cm. 70x100 olio su tela, cm. 100x100
1975 1975

132 133
Clochard
olio su tela, cm. 100x100
1975

destra
Clochard Ermafrodito
olio su tela, cm. 107x107 olio su tela, cm. 160x130
1975 1975

134 135
Fiore ferito Giocoliere
olio su tela, cm. 100x100 olio au tela, cm. 160x130
1975 1975

136 137
Clochards Monumento
olio su tela, cm. 100x100 olio su tela, cm. 100x100
1976 1976

138 139
Calvario 2
olio su tela, cm. 100x100
1977

sinistra
Schizofrenico e totem Calvario
olio su tela, cm. 160x135 olio su tela, cm. 107x107
1976 1977

140 141
Forme Corpo
olio su tela, cm. 135x160 olio su tela, cm. 135x160
1977 1977

142 143
Letto matrimoniale Incontro Colloquio
olio su tela, cm. 150x130 olio su tela, cm. 160x135 olio su tela, cm. 100x100
1977 1977 1977

144 145
Monumento Clochard
olio su tela, cm. 100x100 olio su tela, cm. 135x160
1977 1977

146 147
Ragazza sdraiata Letto matrimoniale
olio su tela, cm. 60x80 olio su tela, cm. 80x60
1978 1978

148 149
Pieghe della pelle Letto matrimoniale
olio su tela, cm. 100x100 olio su tela, cm. 160x130
1979 1979-1989

150 151
Letto matrimoniale Forme
olio su tela, cm. 160x135 olio su tela, cm. 100x100
1978-1988 1982

152 153
destra
Forme A Costantin Brancusi
olio su tela, cm. 100x100 olio su tela, cm. 180x130
1983 1981

154 155
Opposti 2
olio su tela, cm. 96x135
1985

156 157
pagina succesiva
Opposti 1 Opposti 3 Forme
olio su tela, cm. 60x80 olio su tela, cm. 96x135 olio su tela, cm. 130x160
1985 1985 1986

158 159
160 161
pagina successiva
Forma che muta Forme, Chernobyl (Omaggio a G.D.Friedrich)
olio su tela, cm. 108x108 olio su tela, cm.160x130 olio su tela, cm. 16x130
1986 1986 1986

162 163
164 165
Forme, il dritto e l rovescio 2 Forme, il dritto e il rovescio
olio su tela, cm. 107x107 olio su tela, cm. 107x107
1986 1986

166 167
sinistra
Forme, il dritto e il rovescio 3 Forme, il dritto e il rovescio 1
olio su tela, cm. 107x107 olio su tela, cm. 107x107
1986 1986

168 169
destra
Vele, giro di boa Vele
olio su tela, cm. 107x107 olio su tela, cm. 160x130
1986 1986

170 171
sinistra
Letto matrimoniale Forme
olio su tela cm. 120x100 olio su tela, cm. 100x120
1986 1990

172 173
Crepuscolo nube Farmoplant Crepuscolo
olio su tela, cm. 107x107 olio su tela, cm. 107x107
1988 1988

174 175
L'anima, il vento
olio su tela, cm. 130x180
1988

176 177
Lambada
olio su tela, cm. 200x540
1990

178 179
Syrinx
olio su tela, cm. 200x900
1990

180 181
Apuane Neve sull’Etna
olio su tela, cm. 107x107 olio su tela, cm. 197x107
1991 1991

182 183
destra
Discoteca Manarola, tralci di vigna
olio su tela cm. 107x107 olio su tela, cm. 107x107
1996 1995

184 185
Sarno, fiume di fango Mare Nostrum
olio su tela, cm. 50x60 olio su tela, cm. 107x107
1998 2000

186 187
Fiori e frutta sul letto Fiori e frutta sul letto
olio su tela, cm. 107x107 olio su tela, cm. 107x107
2001 2001

188 189
Rosa di dicembre Nell'aranceto
olio su tela, cm. 50x50 olio su tela, cm. 169x90
2000-2001 2001

190 191
48 Coriandoli Cinque terre, ciàn
olio su tela, cm. 107x197 olio su tela, cm. 107x107
2002 2002

192 193
Bagdad 1 Bagdad 2
olio su tela, cm. 107x107 olio su tela, cm. 107x107
2003 2003

194 195
I cacciatori di farfalle Letto
olio su tela, cm. 107x107 olio su tela, cm. 107x107
2002 2003

196 197
Per Coral di Astor Piazzolla Quater
olio su tela, cm. 100x120 olio su tela, cm. 107x107
2003 2003

198 199
Ciàn alle Cinque terre Abbraccio
olio su tela, cm. 107x107 olio su tela, cm. 107x107
2004 2004

200 201
sinistra
1986 Agave (a Eugenio Montale) Agave all’alba (a Eugenio Montale)
olio su tela, cm. 160x130 olio su tela, cm. 107x107
1986-2004 2004

202 203
Incendio alle Cinque Terre
olio su tela, cm. 130x160
2004

204 205
Agave e cactus alla Cinque Terre L’orto dei limoni, (a E. Montale)
olio su tela, cm. 107x107 olio su tela, cm. 100x100
2005 2004

206 207
Raggio di sole Alle Nere, Cinqueterre
olio su tela, cm. 107x107 olio su tela, cm. 107x107
2004 2005

208 209
Forme specchio 1 Forme specchio 2
olio su tela, cm. 107x107 olio su tela, cm. 107x107
2007 2007

210 211
Forme specchio 3 Per Liszt, Totentanz
olio su tela, cm. 107x107 olio su tela, cm. 107x107
2008 2009

212 213
Tango clandestino Discoteca
olio su tela, cm. 100x120 olio su tela, cm. 100x120
2008 2010

214 215
Mare Nostrum, tramonto Per il Bolero di Ravel
olio su tela, cm. 107x107 olio su tela, cm. 107x107
2010 2010

216 217
A Luciano Berio, sequenza 1 Per W. A. Mozart, concerto in la maggiore Per W. A. Mozart, concerto in la maggiore
olio su tela, cm. 100x120 olio su tela, cm 107x107 olio su tela, cm 107x107
2011 2010 2010

218 219
Discoteca
olio su tela, cm. 100x120
2011

220 221
Forme - Fragmenta 1 Forme- fragmenta 2
olio su tela, cm. 100x120 olio su tela, cm. 100x120
2011 2011

222 223
Per Sergei Rachmaninov Per il Requiem di Mozart
olio su tela, cm. 107x107 olio su tela, cm. 107x107
2011 2011

224 225
Per toccata e fuga in re minore di Bach
olio su tela, cm. 100x120
2011

226 227
Jazz at
Lincoln Center
New York
for
Antonio Ciacca
2010.10
228 229
Nico’s Song Chipewa Flat 5 Flat 9 I remember Clifford (Benny Golson)
olio su tela, cm. 50x40 olio su tela, cm. 50x40 olio su tela, cm. 50x40 olio su tela, cm. 50x40
Lincoln Center

Lincoln Center
New York

New York
Jazz at

Jazz at
230 231
Lagos Blues Nicoletta Prince of Newark Reflections in D in A sentimental Mood
olio su tela, cm. 50x40 olio su tela, cm. 50x40 olio su tela, cm. 50x40 olio su tela, cm. 50x40
Lincoln Center

Lincoln Center
New York

New York
Jazz at

Jazz at
232 233
Riverdale Rush Life Squazin Without a song
olio su tela, cm. 50x40 olio su tela, cm. 50x40 olio su tela, cm. 50x40 olio su tela, cm. 50x40
Lincoln Center

Lincoln Center
New York

New York
Jazz at

Jazz at
234 235
Sculture

236 237
L’idea plastica e
Nella produzione di Francesco Vaccarone, anche in quella bidi- In Francesco Vaccarone’s works, also in his two-dimensional ones,
mensionale, il valore plastico assume un’importanza cardinale, ne the sculpture value is of cardinal importance; it constitutes their
rappresenta il sottinteso concettuale, oltreché operativo. Ne è in- conceptual, as well as their operational, basis. A demonstration of
dice la sua spiccata predilezione per le tecniche incisorie, non a this is his marked attraction to cutting techniques which, not co-

l’idea dipinta caso territorio sovente esplorato dagli scultori, in cui lo scavo e l’in-
taglio, il calcolato quanto insidioso approccio alla matrice, e la col-
laborazione con la morsura mettono in atto un sapiente intervento
incidentally, are often the terrain of sculptors. Carving and en-
graving, the calculated, insidious approach to the matrix, and the
collaboration with etching produce what is actually a sculpture re-

The sculpted idea and plastico, ancorché sottaciuto nell’esito su carta. Ma ne è la più pa-
tente espressione il ciclo delle Forme, realizzato dagli anni Ottanta
e mai abbandonato, in cui l’operazione disegnativa e quella scul-
torea trovano il punto di osmosi e perfetta sovrapposizione ideativa
sult, although it is merely implied in the paper works. A more ev-
ident expression of this can be seen the cycle of the Forms, cre-
ated in the ‘80s and never actually abandoned. Here the outcomes
of the drawing and sculpting operations osmose and perfectly over-

the painted idea e progettuale, oltreché lirica. Forme che abitano carte e tele spo-
sando la stesura pittorica o emergono in minimo rilievo nel legno
grezzo ritagliato del 1988, nei più recenti legni vestiti di lacca bianca
lap from the conceptual, concrete, as well as lyrical points of view.
Forms which inhabit paper and canvas, blending into the texture
of the paint or emerging in very slight relief in the 1988 carved
o nera, nel marmo bianco statuario delle grandi opere pubbliche, rough wood, in the more recent panels coated with white or black
Eleonora Acerbi o in quello nero impiegato in opere dalle dimensioni ridotte, ma an- lacquer, in the statuary white marble of the large public works, or
che nei bronzi, nei vetri, nelle ceramiche a ingobbio. in that black he uses in smaller works, and equally in the bronzes,
In generale, nell’opera di Vaccarone, e diremmo anche nella sua glass pieces, and engobe ceramics.
persona, trovano una pacifica e fruttuosa convivenza il rigore for- Generally in Vaccarone’s works, and we might say also in his per-
male e la ‘passione’, la partecipazione emotiva, che nel corso del son, formal rigour and “passion” coexist pacifically and fruitfully, to-
tempo ha toccato e continua ad investire la sfera del sociale e quella gether with emotional participation. The latter has at times touched
dell’intimo sentire. Tale connubio si manifesta nella scelta e stesura on the spheres of social protest and intimate inner feeling, and still
raffinata di una tinteggiatura ‘emotiva’ e nella concomitante e in- continues to invest in them.
scindibile attenzione alla tettonica dell’insieme, alla dislocazione an- This combination of attitudes can be seen in the choice and refined
che simbolica degli elementi costitutivi. application of an “emotional” type of colouring and in the con-
A questo proposito, e a puntualissima dimostrazione del processo comitant, inseparable attention to the tectonics of the form as a
plastico di Vaccarone anche nel pronunciamento pittorico, para- whole; to the dislocation, be it only symbolic, of the constituent el-
digmatico è il ciclo dei Clochards. L’artista incontra i senzatetto a ements.
Parigi e a Londra nel 1957, soprattutto nei métro, e li ritrova nel A good example of this, and an extremely enlightening demon-
1972 in un programma televisivo, uno dei primi reportage dedicati stration of Vaccarone’s use of the sculpture process also in his
a questa realtà sociale. Ne rimane profondamente impressionato, paintings, is the cycle of the Tramps. The artist encountered home-
cerca e trova nel suo lavoro le modalità per affrontarne la rappre- less people in Paris and London in 1957, above all in the under-
sentazione. Non sappiamo se abbia ricordato Henry Matisse, ground, and he found them again in 1972 in a TV programme, one
quando, ormai pressoché inabile, dipinse ‘con le forbici’ Jazz, of the first reports on this specific social reality. He was deeply af-
estremo ed altissimo esito della sua produzione, o a Hans Arp, che fected by this reality, and he sought out and found a way of rep-
tagliava e faceva cadere pezzi di carta colorata, affidando al caso resenting it in his work. We do not know whether he had in mind
la loro composizione. Comunque, i clochards di Vaccarone nascono Henri Matisse’s painting Jazz, one of his last, great, works, created
così: egli intaglia nella carta sagome umane, le accartoccia e le af- “with scissors” when he was practically disabled; or Hans Arp, who
fastella; rivede le persone rannicchiate e piegate nella loro condi- cut out pieces of coloured paper and simply let them fall, leaving
zione senza difesa e le traspone nella superficie bidimensionale del their composition to chance.
dipinto, in primo piano, mentre sul fondo spesso campeggiano in In any case, this was how Vaccarone’s Tramps came into being. He
contrasto nude geometrie, simbolo del sistema apparentemente so- cut human shapes into the paper, then crumpled and trussed
lido e razionale che le circonda e le ingloba. them up; he recalled these people huddled and bent in their de-
E’ dalla carta piegata, dunque, e toccata dal taglio grafico, istan- fenceless condition and transposed them onto the two-dimensional
taneo e istintivo, che nascono le prime effimere sculture. surface of the painting, in the foreground, while the contrasting

238 239
Si tratta, in effetti, di progetti, di matrici ideative di opere altre, pre- background often consisted of bare geometrical forms, symbols of alla vincitrice del Premio “Portovenere Donna”, tuttora vigente, ri- which is still held and which is given to women who have shown
valentemente pittoriche, oltremodo importanti, perché pregni del- the apparently solid and rational system which surrounds and en- volto al riconoscimento di una figura femminile d’eccellenza in di- particular excellence in various professional environments. He was
l’idea del lavoro compiuto. closes them. versi ambiti professionali. Particolarmente onorato del compito particularly honoured by the task, being the proud bearer of a very
I primissimi lavori plastici risalgono alla fine del decennio Ottanta The first sculptures date to the end of the ‘eighties and were done (vanta soddisfatto la singolarissima tessera emessa a suo nome singular membership card issued in his name by the Union of Italian
e toccano il legno e il vetro. with wood and glass. The works in wood are extremely effective dall’UDI, Unione Donne Italiane!), Vaccarone ripensa il simulacro Women, UD. He decided to re-interpret the effigy of the Nike of
I legni si danno quali efficacissime dimostrazioni del processo in- demonstrations of the unconscious, mental symbolic process, della Nike di Samotracia e il suo significato simbolico, realizzando Samothrace and its symbolic meaning, making a figure which
conscio, mentale, simbolico, infine rappresentativo della «dialettica which in the final analysis is representative of the “dialectics of the una figura che echeggi la «donna apripista, una donna che deve would recall the “trailblazing woman, the woman who, like all of us,
della destrutturazione e ristrutturazione»1 della forma: il sottile fo- destructuring and restructuring”1 of the form. The thin sheet of indossare una maschera, come dobbiamo fare tutti noi, per appa- must wear a mask in order to appear; a centuries-old mask”.
glio di legno grezzo subisce un chirurgico intaglio che simula la pie- rough wood undergoes a surgical incision, which simulates the fold- rire; una maschera che dura da secoli». In 1998 he made the bronze medal commissioned by the “Lerici
gatura e ripiegatura di un docile e muto foglio di carta; ne sortisce ing and refolding of a docile, mute sheet of paper; out of this comes Del 1998 la medaglia in bronzo commissionata dal Premio “Lerici PeA” Award, to be given to winners of the editions from that year
la forma elementare e fortemente allusiva che qui e altrove sostiene the elementary and strongly allusive form which embodies the au- Pea” e destinata ai vincitori delle edizioni da quell’anno in avanti. on. In this work, we have a foretaste of Vaccarone’s special, em-
la narrazione dell’autore. thor’s narration, here and elsewhere. In questo lavoro trova anticipazione la speciale, spesso empatica pathic relationship with other creative aspects and languages:
La produzione vetraria si svolge a Murano, a stretto contatto con i The glass works were created in Murano in close contact with the consonanza con altri aspetti e linguaggi della creatività, qui la sometimes poetry (think of the recent cycle dedicated to Ezra
maestri artigiani, e prosegue nel decennio Novanta. Incontra un im- master craftsmen, and they continued into the ‘nineties. In 1987 poesia (si pensi al ciclo, recente, dedicato a Ezra Pound), altrove la Pound); sometimes music. A fragment of a poem by Shelley ( laugh-
portante riconoscimento nell’attribuzione del Premio “Murano” he received the prestigious “Murano” Award (the work Calvary is musica. Un frammento di testo da Percy Bysshe Shelley (riso di luna ter of the moon in a fugitive wave) is matched with a barely hinted-
1987 (l’opera Il Calvario è conservata presso il Museo del Vetro del- in the Glass Museum of that island in the Venetian lagoon). And in in fuggitiva onda) fa da contrappunto alla rappresentazione appena at view of Lerici and its sea.
l’isola lagunare). E anche nel materiale siliceo, per il quale the vitreous material too, for which Vaccarone tends to choose sbozzata di Lerici e il suo mare. Another tribute to an historical episode, in 1999, again in La
Vaccarone predilige cromie calde, si ‘disvelano’ le forme, appena warm colours, sketchy, abstract forms are revealed. Ancora un tributo ad un episodio storico, nel 1999, sempre alla Spezia: from a block of Belgium black marble, he creates an es-
sbozzate e astraenti. Alongside the above-mentioned virtuoso and original experimen- Spezia: dal blocco di marmo nero del Belgio, una stereometria es- sential stereometry which decomposes and tilts a circular profile.
Alla già citata, virtuosissima oltreché originale, sperimentazione delle tation with etching techniques and his use of glass came his very senziale che scompone e disassa un profilo circolare; commemora This work commemorates the capture and killing of a group of par-
tecniche incisorie e all’impiego del vetro, si affianca, dagli anni personal experiments from the ‘nineties to 2005 with engobe ce- la cattura e l’uccisione di un gruppo di partigiani in bicicletta da tisans on bicycles by the Nazi-Fascists.
Novanta al 2005, il personale approccio alla ceramica a ingobbio, ramics, which became a convenient support for the artist’s fluid, parte dei nazistifasciti. Del 2000 l’effigie di Virginia Oldoini, contessa The effigy of Virginia Oldoini, countess of Castiglione, a beauty who
che diventa il supporto agevole per il segno fluido, icastico, sorgivo icastic, fresh style free of corrections. di Castiglione, bellissima protagonista dell’occulta diplomazia played an important role in the occult French/Italian diplomacy dur-
e privo di ripensamenti tipico dell’artista. In 1990 he began his public sculptures, with the first of the nu- franco-italiana durante la reggenza di Napoleone III. Per l’esecuzione ing Napoleon IIIrd’s reign, dates to 2000. Francesco Vaccarone de-
Nel 1990 prende avvio l’attività plastica a destinazione pubblica, con merous bronze works created with the support of the foundry of the di questo lavoro, collocato in una piazza della Spezia, città natale cided to involve a young artist, Cristina Formicola, chosen by for-
il primo dei numerosi lavori in bronzo realizzati con il supporto della La Spezia navy arsenal. It was made for the Scientific Grammar del padre della nobildonna, nei pressi del palazzo dove abitò, mal selection, in the making of this work. It stands in a square in
fonderia dell’Arsenale Militare della Spezia. È destinato al Liceo School named after Antonio Pacinotti, the physicist who invented Francesco Vaccarone ha voluto coinvolgere una giovane artista, La Spezia, the birthplace of the noblewoman’s father, near the
Scientifico “Antonio Pacinotti”, fisico inventore della dinamo. Esso the dynamo. It clearly reveals one of Vaccarone’s favourite stylis- Cristina Formicola, emersa da una selezione, che ha collaborato alla palazzo where she lived. It is a portrait based on a very famous pho-
rivela ben chiaramente uno dei suoi stilemi prediletti: la definizione tic features: definition of the form in a sculpture/perceptive inter- realizzazione. Un ritratto che riprende un celeberrimo scatto foto- tograph taken by Pierre-Louis Pierson with many others, which fol-
della forma in un gioco plastico -e percettivo- di pieni e vuoti, po- play of filled and empty spaces, of positives and negatives. grafico eseguito da Pierre-Louis Pierson, insieme a molti altri, se- lowed the precise indications carefully dictated with a surprising
sitivo e negativo. Again in the ‘nineties, he received a special and specific commis- condo le precise indicazioni dettate con cura e sorprendente in- “performing” inventiveness by the lady herself.
Ancora nel ‘90 un incarico di natura speciale e specifica, conno- sion, characterised by the vividness of the emblem: the venzione performing dalla dama stessa. On the occasion of the solo show at the Rocca (Fortress) of
tato dall’icasticità dell’emblema: la scultura-’logo’ posta sulla fac- “logo”/sculpture to be put on the façade of the building hosting the Dal 2004, in concomitanza con la mostra personale presso la Sanvitale in 2004, he began an important relationship with the town
ciata del palazzo ospitante la Fondazione Bandera per l’Arte, a Busto Bandera Art Foundation in Busto Arsizio. The choice of the mate- Rocca dei Sanvitale, instaura un importante rapporto con la città di of Noceto, where in that same year he took a work in Carrara white
Arsizio. La scelta del materiale, l’acciaio cromato, guarda alla vo- rial, chrome-plated steel, reflects the industrial vocation of this ter- Noceto, dove porta in quell’anno un marmo bianco di Carrara de- marble dedicated to Peace. The traditional symbolic image of the
cazione industriale del territorio e il motivo adottato, la ruota den- ritory; and the motif adopted, a cog-wheel, can be translated in the dicato alla Pace. L’immagine simbolo depositata nella tradizione, la dove is here distantly alluded to in the form, but it is a real solid
tata, trova una traslitterazione in ambito creativo, a rappresentare creative world as a representation of artistic work. colomba, diventa qui un richiamo lontano nell’esito formale ma sal- presence in the historical and civil conscience which constantly ac-
il lavoro dell’arte. The Monument to the Resistance, located in the garden of the La damente legato alla coscienza storica e civile che da sempre ac- companies the artist. The sculpture idea is generated by the in-
Al 1994 risale il Monumento alla Resistenza collocato nel giardino Spezia school named after the partisan general Mario Fontana, was compagna l’autore: l’idea plastica è generata dall’incastro di volumi terweaving of clear and abstract volumes of geometric origin,
della scuola spezzina intitolata al generale partigiano Mario Fontana. made in 1994. In this case too the artist conceives a bronze netti e astraenti, di ascendenza geometrica, mentre il contenuto di while the content of the message, firmly anchored in the present,
Anche in questo caso l’autore concepisce una forma-simbolo, af- form/symbol consisting of three distinct elements, which allude to messaggio, e ben ancorato al presente, si dà nelle definizione del- is expressed by the definition of the truncated wing, a memento of
fidata al bronzo, costituita da tre elementi distinti, alludenti alle forze the three propelling forces of Italian society after the Liberation: l’ala, monca di una porzione, memento dei drammi dell’oggi. the dramatic situations of today.
propulsive della società italiana figlia della Liberazione: cattolica, li- Catholicism, Liberalism, Communism. Nel 2006, anno in cui un’ampia antologica lo rappresenta alla Galleria In 2006, the year in which the Galleria San Ludovico in Parma or-
berale, comunista. In 1996 Vaccarone was commissioned to create a sculpture to be San Ludovico a Parma, ancora a Noceto si cimenta nuovamente con ganised a large anthological show of his works, Vaccarone again
Nel 1996 viene incaricato di concepire una scultura da assegnare assigned to the winner of the “Portovenere Donna” award, an award la rinnovata interpretazione del monumento e con un tema alto e worked for Noceto, creating a monument with a high, delicate

240 241
impegnativo: papa Giovanni Paolo II, commemorato a un anno dalla theme: Pope John Paul II, commemorated a year after his death. si danno nella loro purezza disegnativa, oltreché plastica. Questi ul- with a consequent striving for different formal outcomes. The
sua scomparsa. L’umano nel divino, il divino nell’umano è il titolo The title chosen by the author was The human in the divine, the di- timi lavori ci fanno concludere tornando a bomba: in Francesco careful and precise chromatic definition and ductus of his paint-
scelto dall’autore. E’ il frutto di una riflessione laica intorno al ponte- vine in the human, and it is the fruit of a layman’s reflection on the Vaccarone pittura e scultura sono sorelle e figlie della stessa ma- ings are now abolished; here the forms offer themselves as pure
fice e all’uomo, il suo apostolato, la sua vita, il suo pensiero. Cospicue pope and the man, on his apostolate, his life, his thought. The two trice concettuale, com’è naturale che sia. draughtsmanship and sculpting. So, going back to what I said at
le dimensioni delle due lastre in marmo, distanziate e aggirabili. marble slabs are of imposing size, placed apart in a way they can the beginning, in Francesco Vaccarone’s works, painting and
Nell’elemento sinistro l’immagine del papa seduto emerge da un be walked around and between. In the left element, the image of Settembre 2011 sculpture are the sisters and daughters of the same conceptual ma-
fondo di forme astratte. Il netto profilo ricorda il ritratti atemporali della the seated pope emerges from a background of abstract shapes. trix, as is natural.
medaglistica. Nell’elemento destro tornano le forme, qui isolate e di- The clean profile recalls the timeless medal portraits. In the right
sposte a riempimento della superficie, esaltate dalla purezza del ta- element, the forms return; here they are isolated and arranged to Sept 2011
glio netto della pietra, lacerti dell’umanità e della storia. fill the surface, exalted by the purity of the clean cutting of the stone,
L’insieme plastico, definito appropriatamente da Vilma Torselli2 ‘pra- fragments of humanity and history.
ticabile’, scomposto e privo di basamento, rifugge l’impatto magni- The sculpture as a whole, aptly defined by Vilma Torselli2 as ”prac- 1) Nell’ambito del Convegno dal titolo Trascrivere l’inconscio – Psicoanalisi e Arte (Pisa, 3 giugno 1) During the conference entitled Transcribing the Unconscious – Psychoanalysis and Art (Pisa, 3
2006), Francesco Vaccarone ha illustrato il suo processo creativo in un intervento, Occultare e di- June 2006), Francesco Vaccarone explained his creative process in a talk, Concealing and Revealing
loquente e invita a un’osservazione da più punti di vista, compreso il ticable”, is fragmented and baseless. It waives any magniloquent svelare l’immagine, nel quale si sofferma anche sulla genesi delle Forme. A questo proposito pre- the Image, in which he also spoke about the genesis of the Forms. In this regard he specified: “This
retro, che reca incisi il testo de La sorgente, lirica di Karol Wojtyła tratta interpretations and invites the viewer to observe it from various cisa: «Questo tema della “forma” che diventa “sagoma” è presente in gran parte dei miei lavori; la theme of the “form” which becomes “shape” is present in most of my works; the dialectics of de-
dialettica della destrutturazione e della ristrutturazione ha accompagnato gran parte delle mie im- structuring and restructuring have accompanied most of my images, concealing and revealing, as
da Trittico romano, meditazioni in forma di poesia (2003) e un brano viewpoints, including the back, where the text of Karol Wojtyla’s magini, occultando e disvelando, credo, mie personali cadute e rinnovamenti nel processo delle con- I believe, my personal declines and revivals in the process of contradiction which marks all of our
del discorso ai giovani tenuto nel 2000 a Tor Vergata. poem The source, from Roman Triptych, meditations in the form of traddizioni che segna la vita di ciascuno di noi». lives”.
Pubblicato in: http://www.artonweb.it/arteartonweb/articolo9.htm il 27/06/2006 Published on: http://www.artonweb.it/arteartonweb/articolo9.htm, 27/06/2006
Nel 2008, ancora a Noceto, interpreta il tema de Le missioni di pace poetry (2003) is carved, together with a passage from his speech
nel mondo con un Obelisco marmoreo. Il recupero di questa antica to the young people of Tor Vergata in 2000. 2) Cfr. Vilma Torselli, Francesco Vaccarone. L’umano nel divino, il divino nell’umano. 2) Cf. Vilma Torselli, Francesco Vaccarone. L’umano nel divino, il divino nell’umano (The human in
Pubblicato in: http://www.artonweb.it/arteartonweb/articolo73.html il 02/08/2011 the divine, the divine in the human).
forma monumentale (non ignorata dall’arte contemporanea: si In 2008, again in Noceto, he interpreted the theme of The missions Published on: http://www.artonweb.it/arteartonweb/articolo73.html, 02/08/2011
pensi ad esempio alle numerose versioni realizzate da Arnaldo of peace in the world with a marble Obelisk. The revisitation of this
Pomodoro), guarda esplicitamente alla funzione ‘benefica’ delle ori- ancient form of monument (which is not ignored by contemporary
gini egizie, in cui è simbolo di Ra, il dio-sole, e fonte di energia po- art: see for example the numerous versions by Arnaldo Pomodoro),
sitiva. Il volume è costituito da un fitto insieme di forme antropo- explicitly emphasises the original “beneficial” function it had in
morfe, che si toccano e si congiungono: unione che allude alla Egypt as a symbol of Ra the sun god and a source of positive en-
ricerca di pace. ergy. Its volume consists of a dense assembly of anthropomorphic
Nello stesso anno realizza altri cinque marmi, esposti, insieme a forms which touch one another and join in a union which alludes
quello destinato a Noceto, in occasione della XIII Biennale di to the quest for peace.
Scultura di Carrara presso il Laboratorio Corsanini: altri due In that same year he made another 5 marble sculptures which were
Obelischi, in cui l’autore si confronta con il volume oblungo della exhibited with the one for Noceto at the XIIIth Sculpture Biennale of
pietra e, guardando alle sue forme, lavora intorno agli effetti del po- Carrara in the Corsanini laboratory. Another two Obelisks, in which
sitivo-negativo e alla difformità di risalto percettivo; due Abbracci, the artist pits himself against the oblong form of the stone and, bas-
in cui l’essenziale definizione delle sagome congiunte scaturisce dal ing himself on his forms, works on positive and negative effects and
taglio netto di un unico blocco e dallo sfalsamento dei piani; on the diversity of the perceptive emphasis. Two Embraces, in which
Origine, complesso plastico più articolato, che rappresenta il pri- the essential definition of the joined shapes results from the clean
mordio della vita nello schiudersi di un uovo archetipico. cut of a single block and from the biases of the planes; Origins, a
Dal 2008 ad oggi Francesco Vaccarone ha ripreso inoltre ad im- more complexly-structured sculpture which represents the in-
piegare il legno, sagomato da Sergio Mastropasqua, in una cospi- fancy of life in the hatching of an archetypical egg.
cua serie di sculture dal formato maneggevole. La materia costi- Since 2008, Francesco Vaccarone has also begun again to use
tutiva è in realtà occultata dalla laccatura monocroma, wood, carved by Sergio Mastropasqua, in a remarkable series of
prevalentemente bianca, in qualche caso nera, che suggerisce la sculptures with a manageable format. The basic material is actu-
politura della pietra. Questa produzione risponde alla volontà di tra- ally hidden by the monochrome, mainly white but sometimes black
sporre motivi e composizioni già espressi in pittura nella dimensione lacquering, which reminds one of the polishing of stone.
plastica, ossia ne costituisce la traduzione in un altro medium, con These works spring from Vaccarone’s desire to transpose into
la conseguente ricerca di esiti formali differenti: aboliti la definizione sculpture motifs and compositions which he has already expressed Abbraccio
cromatica e il ductus, tanto curati e accurati nei dipinti, qui le forme in painting, in other words to translate them into another medium, marmo
2008

242 243
Abbraccio Incontro
legno legno
2008 2009

244 245
Bacio Bikini per Pound
legno legno
2010 2010

246 247
Calvario Discoteca
legno legno
2009 2009

248 249
Fandango Forme
legno corian
2009 2011

250 251
destra
Forme Incontro
legno legno
2008 2009

252 253
Letto matrimoniale Maternità
legno legno
2009 2010

254 255
Nozze Personaggio
legno legno
2011 2009

256 257
Rosa di dicembre
legno
2008

258 259
Opere
pubbliche

260 261
sopra
Per i Martiri del Nazismo La ruota creativa Medaglia per il Lerici Pea
marmo, La Spezia acciaio, Busto Arsizio Bronzo
1999 1990 1988

262 263
sinistra
Obelisco (particolare) Per la Pace
marmo, Noceto marmo, Noceto
2008 2004

264 265
Per Papa Giovanni Paolo II A Pacinotti
marmo, Noceto bronzo, La Spezia
2005 1990

266 267
sinistra
A Virginia Oldoini Alla Resistenza
bronzo, La Spezia bronzo, La Spezia
2001 1995

268 269
Opere nel
Comune di
Castelnuovo
Magra

270 271
Eccidio alle Fosse Ardeatine Per le Fosse Ardeatine
olio su tela, cm. 70x50 olio su tela, cm. 70x100
1971 1971

272 273
Strage dell’Italicus Vida, Pensamiento, Esperanza, Chile
olio su tela, cm. 70x100 olio su tela, cm. 100x100
1971 1973

274 275
Calvario, carne di ebreo Piazza della Loggia, Brescia
olio su tela, cm 70x50 olio su tela, cm. 100x100
1974 1974

276 277
South Africa
olio su tela, cm. 85x100
1978

278 279
Collezione
Camera di
Commercio
della Spezia

280 281
A Pasolini Volo di gabbiani all’alba Forme
olio su tela, cm. 160x135 olio su tela, cm. 107x107 olio su tela, cm. 130x160
1975-1976 1973 1987

282 283
Collezione
Prefettura
della Spezia

284 285
Vele, giro di boa
olio su tela, cm. 108x108
1987

286 287
Antologia
critica
Critical
anthology
1957/2011
288 289
L’IMMAGINE DELL’UOMO THE IMAGE OF MAN PROPOSTA PER UNA FIGURAZIONE VERAMENTE NUOVA PROPOSAL FOR A REALLY NEW KIND OF FIGURATION
Renato Righetti Renato Righetti Edoardo Sanguineti Edoardo Sanguineti

…Francesco Vaccarone lavora sul filo della pittura concettuale. Non di- …Francesco Vaccarone works along conceptual art lines. He doesn’t …negli esempi della dissacrazione parodica della iconografia tradizionale ...as we contemplate the examples of parodic debunking of traditional
pinge soltanto per dipingere ma per affermare delle idee. paint for the mere sake of painting but in order to affirm ideas. è chiaro che, contemplandoli, il pensiero vada subito a quella che è l’ar- iconography, our thoughts of course immediately turn to the archetype
Così, non è il paesaggio che lo attrae, ma l’uomo, l’uomo preso nel giro So it is not the landscape which attracts him, but human beings, observed chetipo di tutti questi esempi: La Gioconda di Duchamp. of these examples: Duchamp’s Mona Lisa.
dei suoi interessi, dei suoi problemi, de suoi sogni, dei suoi affanni. as they attend to their interests, problems, dreams, worries. Utilizzo la notazione di un amico, che è critico cinematografico, per far os- I use the observation of a film critic friend to point out that while the type
La sua pittura è inquieta e carica di tentazioni, muove ad una ricerca del- His painting is uneasy and loaded with temptations; it seeks out an image of servare che quel tipo di dissacrazione, scelto per la Gioconda con i baffi, of debunking operation chosen for the Mona Lisa with moustache is ap-
l’immagine dell’uomo rispecchiata nel fremito delle sue vicende, recu- Man reflected in his day-to-day business, i.e. an image drawn from a di- e che è apparentemente gratuito, è in realtà un vero esercizio critico. parently gratuitous, it is actually a thoroughgoing exercise in criticism.
perata cioè in una dimensione che non trascende i suoi impegni sociali… mension which does not transcend social awareness… Io francamente non ho documenti, e non so se esistano prove d’una con- Frankly I have no documentation for this, and I do not know whether there
sapevolezza da parte di Duchamp di esercitare un’azione critica, ma sta is any evidence of Duchamp’s being aware of exercising a critical action, but
La Spezia 4 gennaio 1965 La Spezia 4 Jan 1965 di fatto che effettivamente ciò che è messo in causa, attraverso questa the fact remains that what is actually implicated in this operation is
operazione, è l’omosessualità leonardesca. Leonardo’s homosexuality.
Dalla presentazione di Renato Righetti per la mostra “Artisti del Golfo della Spe- (From Renato Righetti’s presentation for the exhibition “Artisti del Golfo della Ho voluto richiamare questa interpretazione che mi sembra correttamente I have mentioned this interpretation which seems to me correctly objective,
zia” Bartolozzi, M.Discovolo, Igne, Reggio e Vaccarone alla Galleria d’Arte Totti, Spezia”, Artists of the Gulf of La Spezia, Bartolozzi, M.Discovolo, Igne, Reggio and obiettiva perché sarebbe pericoloso, a mio parere, guardare questi because in my opinion it would be dangerous to look at these examples of
Milano, febbraio-marzo 1965 Vaccarone at the Galleria d’Arte Totti, Milan, Feb-March 1965) esempi di dissacrazione e di parodia attraverso la citazione di elementi debunking and parody by quoting transposed, mocked elements of tradi-
d’iconografia tradizionale trasposti e sbeffeggiati, come esempi in cui lo tional iconography, such as examples where shock is translated gratuitously
shok viene tradotto gratuitamente, aribitrariamente. Voglio dire che la and arbitrarily. I mean that the actual amount of criticism which is docu-
quantità reale di critica che viene documentata nell’operazione è vera- mented in the operation is the real criterion of value on which we should base
mente il criterio di valore su cui conviene appoggiarsi in casi di questo ourselves in cases of this kind.A great deal of the examples from the “Gruppo
genere. Studio di Genova” (Genoa Study Group; Paola Campanella, Olga Casa,
Buona parte degli esempi del “Gruppo studio di Genova” (Paola Maurizio Guala, Luigi Tola, Francesco Vaccarone, Rodolfo Vitone, Daniela
Campanella, Olga Casa, Maurizio Guala, Luigi Tola, Francesco Vaccarone, Zampini, Guido Ziveri, editor’s note.) as can easily be seen, are of the type
Rodolfo Vitone, Daniela Zampini, Guido Ziveri ndr), come si può ben con- which uses the ironic debunking of elements of traditional iconography, i.e.
statare, sono del tipo di dissacrazione ironica degli elementi dell’icono- along the lines of the Mona Lisa archetype.
grafia tradizionale, cioè sulla linea dell’archetipo Gioconda per intenderci. In this sense I wish to say that the element which discriminates between
Su questo versante, l’elemento discriminante tra gratuità, facilità ed gratuitousness, facileness and experience is the amount of objective crit-
esperienza, voglio dire, è la quantità di critica obiettiva, e non mi interessa icism, and I am not interested in the artist’s awareness of traditional
la consapevolezza dell’artista, dell’iconografia di tipo tradizionale. iconography.
Finalmente come tendenza finale, in questo tipo di ricerche, al limite, sta Finally, the final tendency of this type of experimentation may rather be
il tentativo di ricostruire una rappresentazione della realtà secondo un the attempt to reconstruct a representation of reality according to a new
nuovo sistema di classificazione… system of classification…
…e finalmente il passaggio da una pittura, in cui l’elemento tipico sta ... and finally the transition from a type of painting in which the typical
1958 La Spezia “Mostra dei giovani artisti” alla galleria 1968 Castelnuovo Magra, da s. D. Carlesi, M. Soldati, nella materia e nel trattamento della materia, e qui veramente ho l’im- element is the material and the treatment of the material; and here I re-
Adel premiato da Augusto Magli, Gino Bellani e Attilio Del Santo M. Giacomelli, F. Vaccarone, B. Pruno, in p.p. T. Zancanaro pressione che si stia producendo, si può produrre, e poi la storia può be- ally have the impression that we are producing, we can produce (then
nissimo rifiutare questa occasione, una certa possibilità davvero di salto of course history might well reject this opportunity) a certain real possi-
storico, preparato da molto tempo, nella storia della pittura occidentale. bility of a long-prepared historical leap forward in the history of western
painting.
Genova febbraio 1966
Genoa Feb 1966
(Stralci dalla presentazione a catalogo per la mostra del “Gruppo studio di
Genova” alla Galleria Numero di Fiammetta Vigo, Roma, maggio 1966) (Extracts from the presentation of the catalogue for the exhibition of the Gruppo
Studio di Genova [Genoa Study Group] at the Galleria Numero of Fiammetta Vigo,
Rome, May 1966)

290 291
LE TUE ESPERIENZE UMANE, IL TUO SEGNO YOUR HUMAN EXPERIENCES, YOUR SIGN 4 TESTIMONIANZE DI MAESTRI DI FRANCESCO VACCARONE TRIBUTES BY 4 OF FRANCESCO VACCARONE’S TEACHERS
Ennio Calabria Ennio Calabria (GIANNETTO FESCHI, VITTORIO TAVERNARI, ANTOINETTE (GIANNETTO FESCHI, VITTORIO TAVERNARI, ANTOINETTE RAPHAEL
RAPHAEL MAFAI E TONO ZANCANARO) PER LA CARTELLA CON 10 MAFAI AND TONO ZANCANARO) FOR THE PORTFOLIO WITH 10
…In passato mi ha colpito sapere che Picasso disegnava tutti i giorni le …In the past I was impressed to know that that Picasso drew his daily ACQUAFORTI “IN ARTICULO AMORIS”, EDI/CIGNO EDITORE, ROMA ETCHINGS “IN ARTICULO AMORIS”, PUBLISHED BY EDI/CIGNO, ROME
esperienze che quotidianamente viveva. experiences each single day. So if he had met a woman in the evening, 1972 1972
Così, se la sera aveva incontrato una donna, ne nascevano immediata- the signs and shapes of her were immediately brought to life. In contrast, Giannetto Fieschi Giannetto Fieschi
mente segni e forme. as far as I know almost all painters seem not to see the people and things
Al contrario, quasi tutti i pittori, per quanto ne so, è come se non vedes- they meet and when they get to their studios they paint historical, far- ...l’impegno giovanile mi pare tanto generoso quanto è portato a scan- …youthful commitment seems to me to be generous, tending to probe
sero le persone e le cose che incontrano e, giunti nei loro studi, dipingono off battles. dagliare pazzamente nel futuro, a tentare di prepararlo a proprio vantaggio; the future hecticly, trying to prepare it to one’s own advantage; while I
storiche e lontane battaglie. Now these plates of yours about love, Francesco, surprise me for the very mentre vedo la sollecitudine esistenziale degli anziani meno furibonda o see the existential solicitude of the elderly as less frenzied or spasmodic,
Ora, queste tue tavole sull’amore, Francesco, mi sorprendono proprio per directness of the relationship in which your thoughts, your human ex- spasmodica, anzi meno utilitaristica, il futuro personale loro trovandosi or- indeed less utilitarian, since their personal future is now half-spent…
questo rapporto diretto, e nello stesso tempo ricco di implicazioni, in cui periences, your sign are expressed, while it remains at the same time mai dimezzato… So, if it had been my choice, I would have let Pinocchio be, not rooting
si esprimono i tuoi pensieri, le tue esperienze umane, il tuo segno. pregnant with implications. E così, se avessi avuto la scelta io, avrei rispettato Pinocchio più che al- him out of his fecund myth, not probing inside him with the reckless im-
Segno che si fa blocco di marmo nel quale il suo guizzare si raggela nella A sign which becomes a block of marble, where its darting is frozen to still- tro non disturbandolo affatto dal suo mito fecondo, non rimestandovi den- pertinence of wanting to dissolve stones, persuaded that they are im-
tavola sul matrimonio; oppure nell’altra tavola dell’amore di gruppo, che è ness in the plate on marriage. Or in the other plate about group love, the tro con l’avventata impertinenza di voler sciogliere le pietre, persuaso che mobile, even tragic things in their vital heaviness.
l’altra faccia di quella del matrimonio, il segno si deconcentra, si moltiplica, opposite face to the one on marriage, the sign deconcentrates, multiplies si tratta di cose immobili, addirittura luttuose nella loro pesantezza vitale. In these etchings of yours, especially in this Pinocchio, I find it amusing
si spezza nel gioco confuso dei protagonisti alla ricerca di un rapporto im- and breaks up in the confused interplay of the protagonists as they seek Di queste tue incisioni trovo divertente, soprattutto in questo tuo Pinocchio, to see different types of line composing a graceful, cheeky dialectic, as
possibile che separa invece di unire. for an impossible relationship, which separates instead of uniting. guardare linee di natura diversa comporre una dialettica garbata, birichina, if it were a rather ironic chat about hugely important topics which are
Molto bella la tavola della cacciata dal paradiso terrestre: da un lato il ser- The plate of the banishment from the earthly paradise is very fine; on the one quasi fosse un ciacolare alquanto pungente su argomenti spropositati, side-stepped just because of their hugeness…
pente incorporato ed insieme pilastro di una struttura composta da forme hand, the serpent incorporated into a structure of pure geometric shapes and elusi appunto perché sproporzionatamente troppo grossi…
geometriche pure, dall’altro i due attori, Adamo ed Eva, ridotti alle loro at the same time acting as its supporting pillar; on the other hand, the two Genoa 20 Nov 1972
forme essenziali. main characters, Adam and Eve, reduced to their essential shapes. Genova 20 novembre 1972
Le maschere ritornano anche nella tavola dei due amanti che si scam- Next to them, substituting suitcases, are the masks they will take with
biano falsi messaggi e falsi modelli di sé stessi, modelli falsi che i due them to the land of human beings, so they can deceive each another. The
amanti vorrebbero cancellare nell’altra tavola dove attraverso l’amore cer- masks return in the plate of the two lovers exchanging false messages
cano sé stessi, ed il segno che definisce ciascuna delle due figure si inarca and false models of themselves; false models which the two lovers would
su sé stesso e l’apparente amplesso si sfalda in due figure chiuse e se- like to erase in the other plate where they search for themselves through 1971 con Marino Marini alla Stamperia d'Arte “Il Cigno” di Roma 1971 con Giuseppe Caselli alla galleria “Minotauro” della Spezia
parate come monadi. love, where the mark defining each of the two figures arches over onto
Infine mi è restata viva nella mente la tavola molto bella di pinocchio che itself and the apparent coupling breaks up into two figures which are
guarda e vuole toccare con un naso conico, costruito cioè da una figura closed off and separate like monads.
geometrica pura, un corpo femminile anch’esso inscatolato in un altro Finally I still have clearly in my mind the very fine plate of Pinocchio look-
corpo geometrico ing at a female body and wanting to touch it with his conical nose, i.e. a
Solo che in questa tavola il serpente non regge come nella cacciata dal nose constructed from a pure geometrical figure, the female figure also
paradiso terrestre la struttura geometrica che per te rappresenta l’astratta being packed into another geometrical body.
razionalità dei dogmi e delle idee precostituite, ma vi poggia sopra con While the warmth of childhood memories persists, here too we have the
l’umiltà del gatto. In questo credo che tu abbia intuito qualcosa di più mo- bitterness of an impossible dialogue between two protagonists separated
derno, una società razionale e fredda che imprigiona gli uomini e da cui by the cold and abstract rationality of the geometrical figures. In this plate
anche i demoni sono emarginati perché prodotti pur sempre da una fan- however, unlike the one with the banishment from the earthly paradise,
tasia troppo umana. the serpent is not supporting the geometrical structure which for you rep-
resents the abstract rationality of dogmas and conventions, but is lying
Roma, 25 novembre 1972 on top of it with the humility of a cat.
In this I believe you have intuited something more modern: a rational, cold
(Dalla presentazione alla cartella con 10 incisioni all’acquaforte “In Articulo society which imprisons human beings and from which even demons are
Amoris”, EDI/CIGNO Editore, Roma 1972) alienated because even they are the products of a too human imagina-
tion.

Rome, 25 Nov 1972

(From the presentation of the portfolio with 10 etchings “In Articulo Amoris”, pub-
lished by EDI/CIGNO, Rome 1972)

292 293
Vittorio Tavernari Vittorio Tavernari Antoinette Raphael Mafai Antoinette Raphael Mafai

... ed a proposito delle tue incisioni all’acquaforte e all’acquatinta che ho … and about your mezzotint and acquatint etchings which I saw in Rome …ho visto con molto interesse le tue recenti incisioni dedicate all’amore …i have been very interested to see your recent etchings dedicated to
visto a Roma, alla stamperia “Il Cigno” mentre le stavi controllando, e parlo at the “Il Cigno” press while you were checking them (I’m talking about ed i numerosi disegni preparatori che da tempo sei andato eseguendo. love, and the numerous preparatory sketches which you have been
di queste tue dieci storie d’amore, a me sembra che tu abbia chiarito these ten love stories), it seems to me that you have got your ideas about Ritengo che le tue qualità migliori consistano proprio nel rigore della ri- making for some time now.
molto, proprio attraverso la grafica, il tuo lavoro d’artista di questi ultimi your artistic work a lot straighter lately, through this very use of graph- cerca della purezza del segno sempre più libero e forte e nella personale I believe your best qualities in fact lie in a rigorous attempt to achieve the
tempi. ics. invenzione che ha la capacità di rinnovarsi continuamente in una singo- purity of an increasingly freer, stronger mark, and in a personal inven-
Hai fatto bene ad impegnarti a fondo in questo tema che ti ha dato an- You did well to explore this theme in depth; it has also given you the lare esuberanza di temi e di immagini… tiveness which is able to renew itself continually with a singular exuber-
che la possibilità di chiarirti formalmente; infatti ho notato con il segno chance to clarify your ideas about form. In fact I have noticed a strong ance of themes and images…
pulito, semplice, lineare, una forte espressività. expressiveness in your clean, simple linear mark. Roma 6 novembre 1972
Quindi ti sei liberato da tanta materia che poteva sfuggire al tuo controllo. So, you have got rid of a lot of stuff which could have got out of control. Rome 6 Nov 1972
Ho avuto proprio l’impressione che con queste incisioni delle storie I have really had the impression that with these etchings of love stories
d’amore tu abbia posto delle solide basi per continuare più sicuro nel tuo you have laid a solid basis for going on with your work more confidently…
operare…
Varese 24 Nov 1972
Varese 24 novembre 1972

1972 con Remo Brindisi all'inaugurazione della personale galleria “Minotauro”


1972 con il sen. Bertone e Orfeo Tamburi alla Stamperia d'Arte “Il Cigno” di Roma della Spezia
sotto sotto
1972 con Alberto Moravia e Sergio Pellegrinotti alla Stamperia d'Arte 1972 Inaugurazione all’inaugurazione della personale galleria “Minotauro”
“Il Cigno” di Roma della Spezia. Da sin. Aprigliano, Caselli con la moglie, Vaccarone e Bellani.

1972 con Ercole Salvatore Aprigliano all'inaugurazione della personale 1973 in studio con Ennio Calabria
galleria “Minotauro” della Spezia

294 295
Tono Zancanaro Tono Zancanaro LE COSE CHE SI VEDONO DERIVANO DA COSE CHE NON SI VEDONO SEEN THINGS DERIVE FROM UNSEEN THINGS
Enzo Carli Enzo Carli
…ho visto in stamperia al Cigno di Roma le tue 10 recenti incisioni de- ...I have seen your 10 recent etchings on love at the “Il Cigno” press in
dicate all’amore. Avrei voluto scrivere di più su queste tue tavole, ed avrei Rome. I would have liked to write more about these plates, and I would Rare volte come quando mi avvicino alla pittura di Francesco Vaccarone Rarely as when I approach Francesco Vaccarone’s painting do the fol-
avuto davvero piacere di farlo se ne avessi avuto il tempo: tra pochi giorni have been really pleased to do so if I had had time. In a few days my an- mi avviene di sentirmi affiorare alla memoria con maggiore insistenza il lowing words of St. Paul spring so insistently to mind: “seen things de-
si apre la mia antologica al Palazzo dei Diamanti di Ferrara con circa sei- thological show opens at the Palazzo dei Diamanti in Ferrara with about detto di San Paolo: “Le cose che si vedono derivano da cose che non si rive from unseen things”.
cento opere e tu comprenderai come mi impegni attualmente questa mo- 600 works, so you will understand how busy I am with this show right vedono”. By this I do not mean that Vaccarone’s art lacks the stimulating contact
stra. now. Con questo non voglio dire né che all’arte di Vaccarone difetti lo stimo- with the world of sensitive appearances, or that the forms created by him
Avremo presto occasione di parlare insieme di queste tue incisioni al- We will soon get a chance to talk about these mezzotint and acquaint lante contatto con il mondo delle apparenze sensibili, né che le forme da do not have full validity and autonomy on the purest visual level. However
l’acquaforte e all’acquatinta e potrò esprimerti più compiutamente il mio etchings and I will be able to give you a more precise idea of what I think lui create non abbiano piena validità ed autonomia sul piano della più pura one interprets its content, one appreciates Vaccarone’s painting, with its
pensiero. about them. considerazione visiva (ché comunque la si interpreti nelle sue premesse pregnant richness of colour and the incisive clarity of its formal and com-
Per ora voglio dirti che queste tue tavole sono veramente belle e ricche For the moment I just want to say that these plates are really fine and di contenuto, quella di Vaccarone, nella pregnante ricchezza della sua ma- positional inventions, above all as authentic and fine.
di poesia, non solo perché nascono da una fervida e autentica fantasia full of poetry, not only because they come from a fervid, authentic imag- teria cromatica come nella incisiva chiarezza delle invenzioni formali e Rather, I mean to underline the deep interiority of his work, its strongly
che si innesta nella realtà di problematiche così attuali (già una prova di ination grafted onto the reality of modern-day problems (which in my opin- compositive, si fa apprezzare innanzitutto come autentica, e bella, pittura), speculative character which proceeds from an impassioned, nay tor-
fondo, secondo me, della loro validità) ma anche perché alla qualità del ion is already fundamental proof of their validity), but also because bensì sottolineare la profonda interiorità del suo operare, il suo carattere mented, participation in the most intimate and dramatic problems of ex-
loro linguaggio se ne aggiunge un’altra altrettanto preziosa che tu pos- added to the quality of their language is another equally precious qual- fortemente speculativo che procede da un’appassionata, anzi, tormen- istence, within a universal vision of the destinies of Man and society.
siedi: che oltre ad essere un artista serio ed impegnato sei un capace in- ity you have: besides being a serious, socially-aware artist, you are a skil- tata partecipazione ai più intimi e drammatici problemi dell’esistenza nel This is “socially-aware” painting in its noblest and highest sense, which
cisore e sai fondere compiutamente le tue conoscenze ed invenzioni tec- ful etcher and know how to blend your knowledge and the technical in- quadro di una visione universale dei destini dell’uomo e della società. denounces and judges but also expresses hope; so that every form, every
niche della calcografia con le intuizioni inquietanti della tua poetica… ventions of etching effectively with the disquieting intuitions of your Pittura “impegnata” nel senso più nobile ed alto questa, che si fa denuncia, syntactical passage becomes an abstract symbol, a burning emblem of
poetics... giudizio, ma anche speranza, per cui ogni forma, ogni movenza sintattica a spiritual reality which illuminates and conditions the imagination, push-
Padova 7 dicembre 1972 si presenta, più ancora che astratto simbolo, come emblema bruciante ing it towards hitherto unexplored expressive horizons.
Padua 7 Dec 1972 di una realtà spirituale che accende e condiziona la fantasia indirizzan- During his so far brief but intense career, Vaccarone has undeniably bor-
dola verso inediti orizzonti espressivi. rowed some of the vocabulary of his language from the greatest artists
Non si nega che taluni vocaboli del suo linguaggio Vaccarone, nel corso of our century, such as Ensor or Soutine or Picasso or Bacon; but these
della sua ancor breve ma intensa vicenda, li abbia mutuati dai massimi allusions, which he uses to verify the historical up-to-dateness of a well-
artisti del nostro secolo - quali Ensor o Soutine o Picasso o Bacon -: ma defined, rigorous figurative process, are inscribed in a context whose dra-
tali suggestioni, che assumono un valore di verifica dell’attualità storica matic potential is absolutely unique to our artist, hence unmistakable.
di un ben determinato e rigoroso processo figurativo, vengono iscritte in Let his wholly new conception of space serve as an example. It is a spa-
un contesto la cui potenzialità drammatica è assolutamente propria del tiality which I would define as being “in tension”. While seeming to di-
nostro artista, e pertanto inconfondibile. late and expand beyond the confines of the picture, it supports the sparse
Ne sia esempio la sua concezione dello spazio, da dirsi del tutto nuova: remains of a shattered world without dispersing them: spinning splinters
una spazialità che definirei “in tensione” e che mentre sembra voler di- of stone, vacuous masks of a brusquely-interrupted play; mysterious ag-
latare espandendosi oltre i limiti del quadro, è tale da sostenere, senza glomerations of objects; or the heavy flight of a dying seagull, no longer
disperderli, sparsi reperti di un mondo in frantumi, schegge di pietre ro- allowed to enjoy the luminous vastness of blue skies.
teanti, vacue maschere di una commedia bruscamente interrotta, mi- But in briefly mentioning these themes I do not wish to anticipate what
1974 con la moglie Gabriella, Antonello Pischedda e Paolo Poli 1975 con Enzo Carli e Mario Tozzi a Parigi nello studio del Maestro
nel suo studio alla Spezia
steriosi agglomerati di oggetti, oppure il pesante volo di un gabbiano mo- Dino Carlesi “reveals” in the following pages with such sensitivity and pen-
rente cui ormai più non consente la luminosa vastità degli azzurri cieli. etration.
Ma con l’accenno ad una siffatta tematica non intendo anticipare quello Only a poet like him, an expert of the soul as well as a refined art critic,
che con sensibilità e penetrazione è riuscito a “rivelare”, nelle pagine che could in fact have presented and supported the generous labour of a
seguono, Dino Carlesi. painter so thirsty for truth and love.

Solo un poeta, un conoscitore dell’anima come lui – che per di più è fi- Siena 12 Oct 1973
nissimo critico d’arte – poteva infatti farsi testimone e solidale del ge-
neroso travaglio di un pittore così assetato di verità e di amore. (From the preface to the monograph by Dino Carlesi on Francesco Vaccarone,
in the Macchi art series, Giardini Editori e Stampatori, Pisa, 1973)
Siena 12 ottobre 1973

(Dalla prefazione alla monografia Dino Carlesi – Francesco Vaccarone, nella


Collana d’arte Macchi, Giardini Editori e Stampatori in Pisa, 1973)

296 297
AL LIMITE DELLA SPERANZA AT THE CONFINES OF HOPE QUELLO SPIRITO TRAGICO THAT TRAGIC SPIRIT
Dino Carlesi Dino Carlesi Virgilio Guidi Virgilio Guidi

…Quando leggiamo i primi fogli di Vaccarone legati agli anni dal ’58 al …When we read Vaccarone’s early works from the years 1958-62, we Io mi trovo d’accordo con quello che Enzo Carli e Dino Carlesi scrivono I find myself agreeing with what Enzo Carli and Dino Carlesi write about
’62 non si può fare a meno di notare che sui suoi vent’anni gravava già cannot help noting that in his twenties he was already labouring under sull’opera di Francesco Vaccarone perché, l’uno e l’altro, hanno portato Francesco Vaccarone’s work, because both have depicted Vaccarone as
allora la temperie di una filosofia della vita esplodente e rancorosa, pro- an explosive, rancorous life philosophy which in a very short time was to l’uomo Vaccarone sul proscenio, a scena aperta sul mondo. a man looking out on the world from an open forestage.
tesa a rovesciare entro breve tempo i simboli del perbenismo nostrano, lead him to shake off the symbols of our bourgeois respectability both Senonché qualche cosa devo dire non su Vaccarone ma sul tempo ge- But I must say something, not about Vaccarone, but about the general
in pittura e nella vita, con un preannunciato “Maggio francese” dallo spi- in painting and in life, with a prophetic “French May”, whose spirit was nerale nel quale Vaccarone è immerso, con la totalità del suo esistere. era he is immersed in with the whole of his being.
rito ancora di là da venire ma già scandito per lacerazioni e sovvertimenti... yet to come but was already being expressed through lacerations and Ho sempre affermato che si arriva al giudizio dell’opera d’arte attraverso I have always claimed that we reach a judgment on a work of art through
…Ma quei primi fogli non erano aerei solo per immediatezza: arsero in subversions. l’uomo e non il contrario e che, per giudicare un’opera d’arte è neces- the man and not the opposite, and that to judge a work of art it is nec-
loro i primi amori artistici, le reminiscenze avvertite come consonanze ine- …But those first works were ethereal not only for their immediacy. sario misurare subito, senza arzigogolamenti intellettuali, quale e quanto essary immediately to measure what kind of man and how much of man
vitabili e l’eclettismo, vissuto non come scuola ma come ricerca e sim- Burning in them were the first artistic passions, the reminiscences per- uomo in essa cade. is expressed in it, leaving aside all intellectual quibbling.
patia culturale… ceived as inevitable consonances, and the eclecticism experienced not Ma ciò che ho da dire e che non contraddice quel che è stato detto di lui But what I want to say, which does not contradict what has been said
…Tutta questa prima produzione pittorica e grafica è un documento fon- as a school but as an attractive cultural approach to be explored... e che non ha in sé alcuna riserva è che se il fenomeno Vaccarone è quello about him and which contains no reservations, is that although the
damentale per capire il mondo di Vaccarone: oli, incisioni, inchiostri, graf- …All of these early paintings and drawings are a fundamental document che è, potrebbe acquistare potenza se accordasse quelle infinite condi- Vaccarone phenomenon is what it is, it could however be more power-
fiti, monotipi, acquetinte, sono tutti lì, leggendoli in successione, a di- for understanding Vaccarone’s world: oils, etchings, ink drawings, graf- zioni interiori per via di un principio che Goethe definiva “forza di natura”. ful if it reconciled those infinite interior conditions by means of a princi-
mostrare un avvio sconcertante per interessi e impegni e variazioni… fiti, monotypes, aquatints; they are all there, and reading them one af- Voglio dire che quello spirito tragico che è nella sua opera talvolta si af- ple which Goethe called “force of nature”.
…Il cammino era tracciato.Si arricchirà nel frattempo di pensiero critico, ter the other they demonstrate a beginning whose wealth of interests, fievolisce deliberatamente, fino a toccare i margini di una condizione ro- What I mean is that that tragic spirit which is in his work sometimes de-
di illuminazioni avanguardistiche legate alle prime esperienze del “Gruppo depth of commitment and variety is disconcerting. mantica come distolta dall’universale per cui la tragedia diventa dramma. liberately weakens, bordering on a Romantic condition of apartness
‘63”, approfondirà problemi di linguaggio con ricerca lunga e accanita, i …The path was already marked out. Meanwhile it grew richer, with the Nel mezzo dell’imbroglio, anche esso universale, egli è un personaggio, from the universal so that tragedy becomes drama.
moduli stilistici si affineranno in rapporto all’indagine della sua concezione critical concepts and avant-garde discoveries linked to the first experi- ma lo è ancora di più quando la sua azione è più decisa e l’opera nasce In the midst of the dupery, which is also universal, he is a personage, but
del mondo, perché raramente assistiamo ad un così stretto connubio tra ences of the “Gruppo ‘63”. With a long, relentless exploration, it probed così come opera di natura. the more decisive his action is the more personage he becomes, and the
visione e commento, tra credenza e narrazione… the problems of language; the stylistic models became more refined with Queste riflessioni vanno oltre e non diminuiscono affatto le personali ra- work is thus generated as a work of nature.
…Il suo spazio, come quello dei suoi gabbiani, è appena sufficiente per the development of his world view. Rarely do we come across such a gioni che muovono Vaccarone alla sua arte né diminuiscono alcuna delle These reflections go beyond the personal reasons which impel Vaccarone
vivere la tremenda contraddizione della nostra epoca: tra la favola e la lo- close relationship between vision and comment, belief and narration... sue opere... to create his art and do not in any way diminish them, nor do they in any
gica inquinata dai sensi non sapere più se soggiacere alla finzione o ri- …His space, like that of his seagulls, is just sufficient for living the way diminish any of his works...
cuperare l’evento illuminante. Questa pittura, attraverso scrupoli formali tremendous contradiction of our age, in which we are jostled between Venezia 4 ottobre 1975
e preziosità di ricerca, ruota intorno a cardini che hanno una dimensione fairy-tales and logic contaminated by the senses, no longer knowing Venice 4 Oct 1975
di suprema moralità e di agghiacciante eternità. whether to yield to fiction or to return to the original rational idea. Pivotal (Dalla prefazione di Virgilio Guidi per una cartella di acqueforti di F.V. con poe-
to this painting, with its scrupulous attention to form and its meticulous sie di Mario Stefani) (From Virgilio Guidi’s preface to a portfolio of etchings by F.V. with poems by Mario
Lucca, settembre 1973 research, is a dimension of supreme morality and chilling eternity. Stefani)

(Stralci dal testo della monografia Dino Carlesi – Francesco Vaccarone, nella Lucca, Sept 1973
Collana d’arte Macchi, Giardini Editori e Stampatori in Pisa, 1973)
(Extracts from the text of the monograph by Dino Carlesi on Francesco Vaccarone,
in the Macchi art series, Giardini Editori e Stampatori, Pisa, 1973) 1976 1° maggio inaugurazione mostra personale alla galleria 1977 Antibes marzo,da sin. Franco Gentilini, Dor De La Souchere, Paolo Boni, Luciana Gentilini e FV
“Cristiano Banti” a Santa Croce sull'Arno nello studio di D D L S, Direttore del Museo Picasso

1975 personale alla “Menghelli” di Firenze con Venturoli e Paloscia

298 299
I CLOCHARDS CON QUESTE FIGURE SENZA PACE E SENZA PATRIA, WITH THESE RESTLESS, NATIONLESS FIGURES, THE TRAMPS ARE FRAMMENTI DI FORME FRAGMENTS OF FORMS
NON SONO DISSIMILI AL MINOTAURO CATTURATO NEL LABIRINTO NOT UNLIKE THE MINOTAUR CAPTURED IN THE LABYRINTH Renato Guttuso Renato Guttuso
Roy Oppenheim Roy Oppenheim
…Ciò che più mi interessa è l’uso dei frammenti di forme che nel loro …What most interests me is the use of fragments of forms, which in their
Vaccarone è figlio di un’epoca che è caratterizzata da continui e pro- Vaccarone is the son of an age characterised by continuous, progressive singolare ordinarsi (quasi di collage) suggeriscono un’immagine surreale, singular, almost collage-like arrangement suggest a surreal image, not
gressivi sconvolgimenti.La perdita di sicurezza, di fiducia per l’esistenza upheavals. The loss of security, of faith in human existence, are in fact the che tuttavia non appartiene all’usuale magazzino surrealista ma si ordi- however a stock surrealist one; they are arranged, or are ready to be
umana, sono infatti il terreno sul quale nascono le immagini di questo ar- terrain which generates this artist’s images, which have strong connec- nano, o sono pronti per essere ordinati, come pezzi di una composizione arranged, like pieces of a composition still to come.
tista, che molto si apparentano alla poetica di Kafka ed alla filosofia del- tions with Kafka’s poetics and Jean Paul Sartre’s existential philosophy. a venire. Voglio dire che c’è già nel loro ordine sparso il nucleo dell’im- I mean that the nucleus of the image is already present in their random
l’esistenza di Jean Paul Sartre.Le rappresentazioni umane di Francesco Francesco Vaccarone’s human representations show the fragility of our ex- magine. order.In this game, hints of a cosmic vision are magically recomposed.
Vaccarone mostrano la fragilità della nostra esistenza: in maniera ma- istence; in a masked manner, anguished, destroyed characters, sometimes In questo gioco si ricompongono magicamente le premesse di una visione Objects and the human figure seem to me to crop up more and more of-
scherata, talvolta come ectoplasmi, si ergono personaggi sconvolti e di- resembling ectoplasms, loom out of a no less destructive world. cosmica nella quale si affaccia, mi sembra sempre più spesso, la presenza ten in this vision.
strutti in un mondo non meno distruttivo... ...He is fascinated by the “terribleness” of the Mannerists, and also by deca- degli oggetti e della figura umana. So in your painting and drawings we witness a double phenomenon which
...Egli porta con sé, accanto alla “terribilità” dei manieristi il fascino della dence. The “Tramps”, with these restless, nationless figures, are not un- Perciò si assiste,nella tua pittura e nei tuoi disegni ad un doppio fenomeno occurs simultaneously on the same sheet or canvas: the forms scatter,
decadenza. I Clochards, con queste figure senza pace e senza patria, non like the Minotaur captured in the labyrinth. They’re the Outlaws, who do not che avviene contemporaneamente sullo stesso foglio o tela: le forme si then recompose. We see this for example in the series of the “Seagulls”,
sono dissimili dal Minotauro catturato nel labirinto.Sono gli Outlaws che dare to integrate with bourgeois society and give up their freedom… sparpagliano e si riaggregano. and in the dialogue you manage to set up between your figures, in the
non osano integrarsi nella società borghese al prezzo della loro libertà... …The figures of the dying birds also belong to this group of metaphor- Si veda la serie dei “Gabbiani” ed i colloqui che riesci a stabilire tra le tue sparse mineralogy which reorganises into a landscape.
…Anche le figure degli uccelli morenti appartengono a questo gruppo di ical representations in which, in contrast to related expressionists such figure, la tua sparsa mineralogia che si riorganizza in paesaggio. From what I understand, all this is created by you from the photos and
rappresentazioni metaforiche nelle quali, a differenza dei parenti espres- as Ensor and Bacon, Vaccarone’s Italian-ness is expressed to the full. Tutto ciò è realizzato da te, a quel che mi pare di capire dalle foto e da- originals I know using a refined, carefully-worked, precious material with
sionisti come Ensor e Bacon, si esprime tutta l’italianità di Vaccarone. Man’s “being expelled”, alienation, is not in the end expressed in a ter- gli originali che conosco,con una materia raffinata, elaborata, preziosa, mysterious transparencies, and with an architecture of often very effec-
“L’essere buttato fuori” dell’uomo, l’estraneamento, non perviene ad rifying image; deep down it seems that life and death, pessimism and op- con trasparenze misteriose, con un’architettura delle contrapposizioni tive contrapositions of luminous light shades and black.
un’immagine terrificante; nel profondo sembra che vita e morte, che pes- timism harmonise again after all... spesso assai efficaci tra chiari luminosi e nero. Sometimes your image is surprising and crazed, sometimes it is dramatic
simismo ed ottimismo si armonizzino tuttavia di nuovo... …Vaccarone’s metaphors are deeply present also in the non-concrete A volte la tua immagine è sorprendente e allucinata, a volte drammatica and catastrophic. Your way lies in these contrasts, and I sincerely hope
…Le metafore di Vaccarone sono presenti in modo profondo anche figures, which however he manages to infuse with animistic traits. He is e catastrofica. you will continue along it to achieve new, surprising results.
nelle figure non concrete in cui sa comunque infondere tratti animistici: not interested in the lifeless things of nature but in the expressions of hu- In questi contrasti è la tua strada, sulla quale ti auguro di procedere, ap-
non è interessato alle cose senza vita della natura ma alle espressioni del- man beings. Perhaps this is why his poetics move and involve us im- profondendo verso nuovi, sorprendenti risultati. Rome, Dec 1975
l’uomo. Forse è qui la ragione per cui la sua poetica ci tocca e ci coin- mediately and directly.
volge immediatamente ed in modo diretto. Roma, dicembre 1975 (Extract from the presentation by Renato Guttuso for the catalogues of Francesco
Zurich, 1975 Vaccarone’s solo shows at the Galleria Menghelli of Florence and the Galleria
Zurigo, 1975 (Stralcio dalla presentazione di Renato Guttuso per i cataloghi delle mostre per- Gottardo of Padua in 1976)
(Extracts from Roy Oppenheim’s presentation of the catalogues of Francesco sonali di Francesco Vaccarone alla Galleria Menghelli di Firenze ed alla Galleria
(Stralci dalla presentazione di Roy Oppenheim per i cataloghi delle mostre per- Vaccarone’s solo shows in 1975 at the Burdeke Gallery of Zurich and the 7 Gottardo di Padova nel 1976)
sonali di Francesco Vaccarone nel 1975 alla Galleria Burdeke di Zurigo ed alla Galerie of Baden)
7 Galerie di Baden. Traduzione di Mony Lindfors)

1977 Ernesto Treccani. alla personale di Francesco Vaccarone alla 1977 con Franco Solmi nello studio alla Spezia,1977 1977 con Giorgio Amendola e Flavio Bertone alla galleria “La Barcaccia” di Roma 1978 27 ottobre, con Giannetto Fieschi e Bianca Ferro all'inaugurazione
“Nuova Sfera” di Milano per l'inaugurazione della mostra di Germaine Le Cocque della sua mostra personale alla galleria “Ferro” di Genova

300 301
UN CUMULO DI COSE RESIDUE A HEAP OF RESIDUAL THINGS SCANDAGLIA IL PRESENTE E PREFIGURA IL FUTURO PROBING THE PRESENT AND FORETELLING THE FUTURE
Luigi Carluccio Luigi Carluccio Pier Carlo Santini Pier Carlo Santini

…La pittura di Vaccarone poggia su una scabra visione della realtà. Anche ...Vaccarone’s painting is based on a harsh vision of reality. Even the ma- ...Ma egli rifugge, per solito, dalle immagini troppo scopertamente ete- ...But he usually shrinks from too evidently heterogeneous and combi-
la materia è scabra, per una volontà polemica che muove dal rifiuto di ogni terial is harsh, due to his provocative rejection of any preciosity of ma- rogenee e combinatorie, limitandosi ad alterazioni morfologiche. Con que- natorial images, limiting himself to morphological alterations. With these
squisitezza materica che non sia commisurata alle intenzioni poetiche. terial which does not match his poetic intentions: tough intentions, ste egli propone una “realtà” conturbante, lacerata, al limite della disin- he proposes a disturbing, ruptured “reality” bordering on disintegration
Intenzioni dure e quasi sempre risolte per suggerimenti frantumati, zolle nearly always resolved through fragments of things, clods of earth, at- tegrazione: o peggio, dello snaturamento e della corruzione. Il senso e la or, worse than that, on deformation and corruption. The sense and the
di terra, tentativi di volo. Nei dipinti i personaggi hanno un nome: Carla tempts at flight. direzione della denuncia non si possono disconoscere proprio in quanto direction of denunciation cannot be ignored, because there is explicit ref-
Fracci, la Spogliarellista, il Clochard. In the paintings the characters have names: Carla Fracci, The striptease nelle immagini è implicito il richiamo a situazioni che sotto i nostri occhi, erence in the images to situations which, by our own direct or indirect
Anche le situazioni hanno un’identità: Gabbiano morente, Colloquio, artist, The tramp. The situations have an identity too: Dying seagull, per nostra colpa diretta o indiretta, si consumano e si deteriorano. fault, are rotting and deteriorating under our very eyes. Victims of our ego-
Danza, ma Vaccarone li definisce sempre come un groviglio di relitti, un Conversation, Dance; but Vaccarone always defines them as a tangle of Vittime del nostro egocentrismo, possiamo non prendere o non avere centrism, we may not be or may refuse to be fully aware of the social con-
cumulo di cose residue, di spoglie attratte l’una verso l’altra da una per- wreckage, a heap of residual things, of remains attracted to one another piena coscienza delle contraddizioni sociali, dei processi di decadimento tradictions, the decay of our physical environment, the crises which are
sistente carica magnetica, secondo una logica implicita nella loro strut- by a persistent magnetic charge, following a logic implicit in their origi- dell’ambiente fisico, delle crisi che compromettono l’efficienza delle compromising the efficiency of human structures.
tura originale che adesso ci viene presentata rovesciata come un guanto. nal structure, which is completely upset in the works. strutture umane. Well, Vaccarone invites us to examine our consciences, probing the pres-
Mondo di marionette fissato in un momento ancora incerto tra l’inerzia A world of marionettes fixed in a still uncertain moment somewhere be- Ebbene, Vaccarone ci invita ad un esame di coscienza, scandagliando il ent and foretelling the future.
finale e l’attimo prima che abbia inizio l’azione e, sul piano della poesia, tween the final inertia and the second before the beginning of the action; presente e prefigurando il futuro. Gli esseri che si sfogliano privi di con- The peeling beings, lacking all consistency and weight, dismembered,
tra la caduta di ogni certezza terrena ed il simbolo di un’eternità che può and, on a poetic level, between the collapse of all earthly certainties and sistenza e di peso, smembrati, dilaniati da tabe mortifera; i lacerti che va- racked by mortal plague; the shreds of flesh which wander in a meas-
raggiungere, ad intervalli che non conosciamo, nuovi modi e modelli di the symbol of an eternity which may achieve new ways and models of gano in uno spazio senza misura e senza tempo, poveri brandelli preda ureless, timeless space, poor slivers prey to invisible whirlwinds; the de-
identificazione col reale. identification with reality, at intervals unknown to us. di turbini invisibili; i clochards disumanati, soverchiati dalle mura mute ed humanised tramps overwhelmed by the mute, dreadful walls of the me-
agghiaccianti della metropoli; gli albatros, i gabbiani vanamente ribelli alla tropolis; the albatrosses, the seagulls vainly rebelling against the death
Torino, novembre 1975 Turin, Nov 1975 morte che li insidia, li prostra e li precipita tra i blocchi gelidi delle sco- which stalks them, prostrates them and hurls them onto the icy blocks
gliere o nell’erba di prati senza confini: questi sono i temi salienti di una of the cliffs or into the grass of the boundless meadows. These are the
(Stralcio dalla monografia Franco Solmi- Francesco Vaccarone, Eclisse Edi/Albra (Extract from Franco Solmi’s monograph on Francesco Vaccarone, Eclisse visione che solo ogni tanto si apre al soffio rigeneratore della speranza. main themes of a vision which only sometimes admits a regenerating
Editore,Torino,1977) Edi/Albra Editore, Turin, 1977) Perché questa visione sia immediata e quasi pungente Vaccarone la man- breath of hope.
tiene immune da abbellimenti, conservandola sobria, anepisodica, scarna To make this vision immediate and almost painful, Vaccarone keeps it im-
anche dal punto di vista materico… mune from embellishments; it is sober, anepisodic, bare also from the
point of view of the material...
Lucca, 1975
Lucca, 1975
(Stralcio dalla presentazione di Pier Carlo Santini per il catalogo della mostra per-
sonale di Francesco Vaccarone alla Galleria Menghelli di Firenze nel 1976) (Extract from Pier Carlo Santini’s presentation of the catalogue of Francesco
Vaccarone’s solo exhibition at the Galleria Menghelli of Firenze in 1976)

1976 con Armando Pizzinato e Dino Carlesi 1981 “Occasioni da Michelangelo” a cura di Pier Carlo Santini a Marina di Massa:
a Venezia nello studio del Maestro da sin. Guadagnucci, Santini, Barberi, Gilardi, Gorgieri, Vaccarone, Corchia, Pucciarelli 1981 Oratorio in Selàa,Tellaro da sin.Graziano Dagna, Andrea Michi, 1983 con Giancarlo Fusco, La Spezia
e Mattioli Francesco Musante, Giuseppe Saturno, Giuliano Tomaino, Francesco Vaccarone

302 303
PALCOSCENICI ARTIFICIALI ARTIFICIAL STAGES FIGURE RINCHIUSE IN UNA GELIDA PIETRIFICAZIONE FIGURES TRAPPED IN AN ICY PETRIFICATION
Raffaele Monti Raffaele Monti Paolo Levi Paolo Levi

...Vaccarone ha elaborato una sua tecnica algida che sembra estollere ...Vaccarone has worked out a unique, chilling technique which seems ...Ultimamente la sua pittura si è fatta materia sottile, fragile e la super- ...Lately his painting has become thin, fragile material with a rough sur-
soggetti della loro stessa presenza fisica e fingerli in una materia fossile, to lift the subjects out of their own physical presence and remake them ficie ruvida come un graffito, le figure simbolo si sono rinchiuse in una face like a graffito; the symbolic figures have been trapped in an icy pet-
come d’una pietra nella quale ancora si leggono o si avvertono i micror- in a fossil material, like a stone on which the marine microorganisms of gelida pietrificazione da cui paiono non dover più uscire. rification from which it seems they will never escape.The composition al-
ganismi marini dei millenni passati.Una pietra organica, infatti, per cui è past millennia can still be read or made out. An organic stone, in fact, so La composizione ha sempre una inconfondibile sigla personale ed ogni ways has an unmistakable personal style and each millimetre of colour
quasi coincidente od immediato il senso dell’alterazione, della corruzione that the sense of its alteration, corruption, mutation is almost coincidental millimetro di colore una propria giustificazione grammaticale. has its own grammatical justification. Violence, in all its moral and phys-
avvenuta, della mutazione. or immediate. La violenza, in tutte le sue forme, sia morali che fisiche, è il tema domi- ical forms, is the dominant theme in Vacarone’s painting...
In questa materia d’archeologia naturale si ritagliano le figure spesso ri- In this natural archaeological material the figures are traced. They are of- nante nella pittura di Vaccarone… Many a time in all these years of serious commitment to painting,
dotte a cadenza ritmica misurata dentro spazi accuratamente artificiali, ten reduced to a rhythmic cadence measured within meticulously artifi- ...Più volte Vaccarone, in tutti questi anni di serio impegno nella pittura, Vaccarone has had the temptation to destroy what came from his easel;
a volte riprese e contrappuntate da tesissimi graffiti che guardano all’“an- cial spaces; they are sometimes reflected and counterpointed by taut ha avuto la tentazione di distruggere ciò che era nato nel suo cavalletto, but the reaction which has always followed this has been to work even
tico” attraverso classicismi e parnassismi postcubisti. graffiti lent an antique flavour by post-cubic classicisms and parnassisms. ma sempre, la reazione che ne seguiva, era quella di lavorare sempre di harder. Two souls live in him: a Ligurian soul with a huge strength of will
Questo senso consapevole, a tratti addirittura ironico, a tratti inquietante This deliberate, sometimes ironic, sometimes disquieting and almost op- più. which allows no yielding to disappointment, and which impels him to be
e quasi oppressivo dell’“artificiale” è a nostro avviso la sigla di maggiore pressive sense of the “artificial” is in our opinion the most evident trait In lui convivono due anime: una ligure, dalla grande forza di volontà che the front man in any hypothetical climbing team; and another soul of man
evidenza nel linguaggio di Vaccarone... of Vaccarone’s language... On these artificial stages deprived of atmos- si impone di non cedere alla delusione, di essere sempre il capofila di of the south (his father is Sicilian, his great-grandmother Spanish), with
…In questi palcoscenici artificiali privati dello spazio atmosferico e ghiac- pheric space and frozen into some indicative structures which are seen un’ipotetica cordata, l’altra, quella dell’uomo del sud (il padre è siciliano, all its relative contradictions of revolt and meditation, imaginative joy and
ciati in alcune strutture indicative colte da punti di vista o alzati o molto from either raised or extremely lowered viewpoints, these robots (see the la bisnonna spagnola, con tutte le contraddizioni fatte di rivolta e di me- bitterness in contemplation. This inner contemplation is concentrated on
abbassati, questi automi (ed è il caso dei recenti guerrieri) hanno un ri- recent warriors) have a monumental impact which provokes a range of ditazione, gioia fantasiosa e amarezza nella contemplazione). Una con- social situations in which tramps, women as sex objects, underground
salto monumentale che suscita una gamma sentimentale dal patetico al reactions, from the pathetic to the grotesque. They are the hapless, mu- templazione interiore, rivolta a momenti sociali in cui clochards, donne og- stations constantly blend with the existential factor. Our ability to read the
grottesco; sono i resti ormai inconsapevoli e museificati di un’umanità de- seified remains of a humanity which has decayed to the point of becoming getto, stazioni di metrò, si fondono costantemente con il dato esistenziale. paintings must go beyond their surface.
perita sino a divenire l’orma memoriale di se stessa e delle proprie spa- the memorial footprint of itself and its own terrifying manias... La nostra capacità di lettura deve andare oltre la superficie del dipinto. Vaccarone is an unobliging artist who gives us no help in putting back
ventevoli manie... Artista poco accomodante Vaccarone non aiuta ad integrare, a ricucire together and repairing these parts of torn, disintegrated figures. Perhaps
Pisa, Istituto di Storia dell’Arte (Institute of Art History), June 1975 queste parti di figure lacerate, disintegrate. the titles of the paintings are the only aid he gives us in getting over the
Pisa, Istituto di Storia dell’Arte, giugno 1975 Forse i titoli dei dipinti sono l’unico aiuto che ci dà l’artista per superare first bit of the interpretative wall. The rest of the operation is up to the
(Extract from Raffaele Monti’s presentation for Francesco Vaccarone’s solo ex- la prima parte del muro. Il resto dell’operazione spetta al visitatore… viewer...
(Stralci dalla presentazione di Raffaele Monti per la mostra personale di hibition of at the Centro Culturale Art Gallery Club, August 1975)
Francesco Vaccarone al Centro Culturale Art Gallery Club, agosto 1975) Torino, agosto 1975 Turin, August 1975

(Stralcio dalla presentazione di Paolo Levi per la mostra personale di Francesco (Extract from Paolo Levi’s presentation of Francesco Vaccarone’s solo show at
Vaccarone alla Galleria Viotti, Torino ottobre 1975) the Galleria Viotti, Turin, Oct 1975)
1985 con Riccardo Licata al
Centro Internazionale della
Grafica, Venezia

sinistra
1984 con Pino Settanni,
Sergio Pellegrinotti e Renato
Guttuso alla libreria Croce di
Roma

1985 con Vittorio Tavernari e Carlo Ludovico Ragghianti a Firenze 1985 Raffaele Monti alla mostra di Francesco Vaccarone all'Art Gallery Club
di Marina di Carrara

1984 con Arnoldo Ciarocchi,


Giuseppe Santomaso
Palazzo del Capitano del
Popolo, Reggio Emilia

304 305
IL RISCATTO DELLA RAGIONE HE RESTORATION OF REASON IMMAGINI DI UN ROMANZO IMAGES OF A NOVEL
Armando Pizzinato Armando Pizzinato Mary Lou Barron Mary Lou Barron

Ho davanti alcuni quadri recenti di Francesco Vaccarone; tento di spie- In front of me I have some recent pictures by Francesco Vaccarone; I’m ...In questa sua prima mostra personale negli Stati Uniti sono esposte nu- ...On display in this his first solo show in the United States are numer-
garmeli. Al posto delle immagini dipinte mi vengono queste parole, que- trying to explain them to myself. Instead of painted images, these words, merose incisioni realizzate dopo il 1972 con molti studi grafici e nuovi ous etchings made after 1972, with many preparatory sketches and new
ste immagini scritte these written images come to me. The translation of painted themes into squisiti disegni. exquisite drawings.
La traduzione in parole dei temi dipinti non spiega meglio quel che le im- words does not explain any better what the images suggest; painting, like Nel ciclo di acqueforti dedicate all’amore riaffiorano tutti i grandi temi del- In the cycle of mezzotints dedicated to love, all the great themes of ex-
magini suggeriscono, la pittura come la poesia è intraducibile. poetry, is untranslatable. l’esistenza per simboli ora ironici, ora crudeli dove il tema amoroso è pen- istence are addressed through symbols which are sometimes ironic
Tornando ai quadri, ancora una volta colpisce questo divario tra le donne Going back to the pictures, I’m once again struck by the difference be- sato dal mondo di una metafisica galassia all’inquietudine della civiltà in- and sometimes cruel, and where the theme of love is explored, passing
e gli uomini dipinti dal mio gio- tween the men and women painted dustriale. from the world of a metaphysical galaxy to the anguish of the industrial
vane, colto amico. Le donne belle. by my young, cultured friend. The Incisore e disegnatore di grande esperienza ci conduce attraverso le im- civilisation. A highly-experienced etcher and draughtsman, he leads us
Erette, fiere e avanzanti; gli uomini women beautiful, erect, proud and magini in un romanzo esistenziale ricco di suggestioni e di stimoli visivi through the images of a rich existential novel full of stimuli and visual and
sempre più piccoli e sempre più, advancing; the men smaller and e concettuali. conceptual allusions.
come nella kafkiana metamorfosi, smaller and more and more often I suoi personaggi sono spesso racchiusi in spazi geometrici che metafo- His characters are often enclosed in geometrical spaces; these are
trasformati in insetti brulicanti. transformed into swarming insects, rizzano l’imprigionamento in schemi e categorie mentali che solo l’amore metaphors of imprisonment in mental schemes and categories which only
Giunti qui si potrebbe tentare, fra le as in the Kafkian metamorphosis. riesce a rompere, liberandoli dai condizionamenti culturali e sociali che love succeeds in breaking, freeing them from the cultural and social con-
possibili, una interpretazione “psi- At this point we might attempt, as sono le prigioni del nostro vivere... ditioning which forms the prison of our existence...
coanalitica” dell’opera di Vaccarone; one possibility, a “psychoanalytical”
ma a me importa invece capire interpretation of Vaccarone’s work; Los Angeles, 1976 Los Angeles, 1976
come, più propriamente, si risolva but for me it is more important to
a mezzo del linguaggio della pit- understand more specifically how (Stralci dalla presentazione di Mary Lou Barron per la mostra personale di (Extracts from Mary Lou Barron’s presentation of Francesco Vaccarone’s solo
tura. it is resolved through the language Francesco Vaccarone all’Università di Los Angeles, 1976 – Traduzione di show at the University of Los Angeles, 1976)
Analizzando gli scarni, essenziali of painting. Analysing the spare, Barbara Hauser)
elementi del suo mondo pittorico – essential elements of his painted
semplici, nude quinte, puri piani world (simple, bare walls, pure hor-
orizzontali e verticali – scopri che la izontal and vertical planes), you
suggestione della sua pittura deriva discover that the impact of his
soprattutto dalla misura, dal rap- painting derives above all from the
porto geometrico delle forme contrapposte, più efficaci quanto più risolte sense of proportion, from the geometrical relationship between the over-
e raggiunte attraverso una rigorosa sintesi. lapping shapes, whose effectiveness increases the more they are resolved
Questo a me pare il principale merito di Vaccarone pittore. Egli, sapien- and achieved through a rigorous synthesis.
temente utilizzando modi, insieme surrealisti e metafisici, sa offrirci im- This seems to me the main merit of Vaccarone the painter. Skilfully us-
magini decantate di dèi caduti che, solo riscattandosi con la ragione, di- ing combined surreal and metaphysical modes, he succeeds in offering
venteranno forse, finalmente uomini... us decanted images of fallen gods who, only if they redeem themselves 1986 con Con Mario Soldati al castello di Lerici per l'inaugurazione 1985 settembre, intervento al Covegno “Estetica” all’Università Cattolica: da destra
through reason, will perhaps finally become men... della mostra antologica Rettore Adriano Bausola e Maria Luisa Gatti Perrer
Venezia, giugno 1976
Venice, June 1976
(Stralcio dalla presentazione di Armando Pizzinato per la mostra antologica di
Francesco Vaccarone alla Galleria Civica di Monza, settembre 1976) (Extract from Armando Pizzinato’s presentation for Francesco Vaccarone’s an-
thological exhibition at the Galleria Civica of Monza, Sept 1976)

306 307
UNE NOUVELLE DIMENSION CORPORELLE A NEW CORPORAL DIMENSION TOTEMS DELLA FANTASIA TOTEMS OF THE IMAGINATION
Madaleine Guignard Madaleine Guignard Enzo Di Martino Enzo Di Martino

…Se noi non avessimo bisogno di mettere in atto meccanismi di difesa ...If we did not need to activate defence mechanisms towards one an- …Amanti in scatola, giocose e sapide visioni allusive, ironiche immagini ...Lovers in boxes, playful and witty allusive visions, ironic images of bib-
gli uni verso gli altri, se fossimo meno invischiati in convenzioni banali, other, if we were less bogged down in banal conventions, less withdrawn di sessualità biblica, improbabili saltimbanchi innamorati, delicati perso- lical sexuality, improbable acrobats in love, delicate characters of an imag-
meno ritirati in qualche spiaggia segreta, non avremmo bisogno di im- onto some secret beach of our own, we would not need to invent strate- naggi di un fantasioso mondo multicolore. inary multicolour world.
maginare qualche procedimento capace di aprirci una via per poter in- gies for approaching our fellow human beings. Questi fogli di Vaccarone – ora esposti alla galleria dell’Incisione Venezia These plates by Vaccarone, now on show at the etching gallery Venezia
contrare i nostri simili. This is why I invite you to share the experience of the Italian painter Viva – sembrano appunti di un viaggio fantastico ed irreale che riescono Viva, seem to be notes from an imaginary, unreal journey; they commu-
Da cui il mio invito ad entrare nell’esperienza vissuta dal pittore italiano Francesco Vaccarone. His work is not the reflection of a parade of extras a trasmettere inquietanti messaggi di riferimento quotidiano, capaci di una nicate disquieting messages on everyday matters, and subtly force the
Francesco Vaccarone. which enables the artist to express his thirst for communication and sottile forza di coinvolgimento personale. viewer into personal involvement.
La sua opera non è il riflesso di una sfilata di figuranti che permettano makes them drop their masks for this purpose. But, dropping one’s mask Una simbologia a volte evidente e talora più velatamente allusiva, fatta di A symbology which is sometimes evident and sometimes more covertly
all’artista di esprimere la sua sete di comunicazione, e, a questo scopo, is no simple thing, and in his painting we witness authentically dramatic fiori e serpenti, di falli solari (o soli fallici) e di finestre ricavate nel ventre allusive, consisting of flowers and snakes, sunny or just phallic phalluses,
di far loro deporre la maschera; ma, deporre la propria maschera non è scenes where any attempt at a human approach almost always finds it- dei personaggi conferisce a questi ultimi una connotazione magica ed em- and windows carved into the characters’ bellies, confer on these char-
cosa semplice e noi assistiamo nella sua pittura a scene autentica- self up against a brick wall. blematica. acters a magical, emblematic significance.
mente drammatiche dove ogni tentativo di incontro si ferma quasi sem- The staging of his psychodramas is dictated by his search for a new di- Codesti totems della fantasia – realizzati peraltro con una pertinente sa- These totems of the imagination, created moreover with a pertinent, skil-
pre davanti ad un muro. mension of the body and hence for a new space to move in. The bodies pienza d’impiego del linguaggio incisorio – contengono nello stesso ful use of the language of etching, at the same time contain immutable
La messa in scena dei suoi psicodrammi obbedisce alla ricerca di una are reinvented in a colliding geometry, in which their mechanical fitting tempo elementi immutabili di sacralità e dirompenti scintille di libera- elements of sacredness and explosive sparks of release...
nuova dimensione del corpo e quindi di un nuovo spazio in cui muoversi. together is actually a striving for mental harmony. zione…
I corpi sono reiventati in una geometria d’urto in cui i loro accordi mec- The movements are static but not fixed, and are destined to help human Venice, 1976
canici non tendono che alla ricerca di un accordo mentale. beings escape their destiny as lone, masked beings … Venezia, 1976
I movimenti sono statici ma non fissi e sono destinati ad aiutare l’uomo (Extract from an article by Enzo di Martino on Francesco Vaccarone’s graphic an-
a superare il suo destino di uomo solo, mascherato, l’uno di fronte al- Clermont Ferrand, 1976 (Stralcio da un articolo di Enzo di Martino sull’antologica grafica di Francesco thology at the Galleria dell’Incisione [Etching Gallery] Venezia Viva, March 1976)
l’altro... Vaccarone alla Galleria dell’Incisione Venezia Viva, marzo 1976)
(Extract from Madeleine Giugnard’s presentation for Francesco Vaccarone’s
Clermont Ferrand, 1976 solo show at the University of Clermont Ferrand, 1976)

(Stralcio dalla presentazione di Madaleine Guignard per la mostra personale di


Francesco Vaccarone all’Universitè de Clermont Ferrand, 1976, Traduzione di
Monique Oustrieres)

1990 Capodanno a Venezia da Enzo di 1990 con Adriano Barabino al Palazzo


1987 con Fabio Carapezza ed Enrico Crispolti, 1989 con Mino Maccari e Lilian Cappellini 1988 con Pergolesi e Musante con le loro opere al “39ème Salon de la Martino con Philips Raylands, la moglie e dei Diamanti di Ferrara
Castello di Lerici Jeune Peinture-Grand Palais”, Parigi delle amiche all’inaugurazione dell’antologica.

308 309
L’INDIFFERENZA MINACCIATA THREATENED INDIFFERENCE TABLEAUX D’HISTOIRE TABLEAUX D’HISTOIRE
Franco Solmi Franco Solmi Enzo Carli Enzo Carli

…L’arte, o il linguaggio dell’arte, unifica i contrari mantenendoli separati ...Art, or the language of art, unifies opposites, keeping them separate Sono trascorsi tre anni da quando, per la prima volta, mi è occorso di scri- Three years have gone by since I first needed to write about Francesco
o in conflitto. L’odierna pittura di Vaccarone obbedisce a questa sempli- or in conflict. vere su Francesco Vaccarone e se oggi ritorno ad occuparmi di lui non Vaccarone, and I am returning to him again today not so much to record
cissima e in attingibile regola, inquinandosi per liberarsi nell’astrazione Vaccarone’s painting today obeys this very simple, inflexible rule: he con- è tanto per registrare quelle svolte e quei cambiamenti di rotta che così those shifts and changes of direction which can so frequently be observed
metafisica, astraendosi per potersi calare nel gioco esistenziale. Al di fuori taminates himself in order to release himself into metaphysical abstraction; frequentemente ci accade di osservare nel percorso di giovani artisti, in young artists’ careers, as to testify to an artistic programme which has
di tutto ciò, lo creda o meno Vaccarone, è il groviglio dell’agire, nostro e he abstracts himself in order to participate in the existential game. Outside quanto per render testimonianza di un lavoro svoltosi esclusivamente in been carried out exclusively in depth. It has drawn nourishment and
degli altri, nei confronti del quale l’arte si pone come luogo di un’ango- all this, whether Vaccarone believes it or not, is the intricate tangle of our profondità, di se stesso nutrendosi e fortificandosi sì da affrontare vitto- strength from itself, with the result that it has victoriously confronted any
sciante indifferenza, di una irredimibile asocialità. own and other people’s actions, in the face of which art presents itself as riosamente, e senza deflettere dalle proprie premesse linguistiche, con further impacts with reality with extraordinary faithfulness and coherence,
L’artista resta solo con i suoi relitti, con i suoi piagati clochards, con i suoi a place of anguishing indifference, unredeemable antisocialness. straordinaria fedeltà e coerenza, ulteriori impatti con la realtà: sia che nuovi without ever straying from the principles of Vaccarone’s individual lan-
cieli impercorribili e le sue terre impraticabili ove egli si muove con la pe- The artist remains alone with his wrecks, his sore-ridden tramps, his un- motivi di essa siano maturati per lenta germinazione nella coscienza del- guage. Sometimes new motives for this vision of reality have slowly ger-
santezza dell’albatros che non può staccarsi dal suolo ma vive per la me- crossable skies and impassable lands, where he moves with the heavi- l’artista, sia che questa ne sia stata improvvisamente, e quasi brutalmente, minated and ripened in the artist’s conscience; at other times it has been
moria del volo, senza poter coltivare gli stupidi eroismi del gabbiano di ness of the albatross which cannot lift itself off the ground but lives for aggredita dall’esterno, sollecitando una partecipazione immediata e com- suddenly, almost brutally attacked from the outside, provoking an im-
Livingstone. Si potrebbe ora dire come queste “vicende immobili” si the memory of flight, without being able to cultivate the stupid heroisms mossa ad alcuni tra i più drammatici e terribili eventi verificatisi in que- mediate, heartfelt participation in some of the most dramatic and terri-
svolgano nell’acida plasticità dei colori che tagliano gli spazi delle ultime of Livingstone’s seagull. sti ultimi tempi. ble events which have occurred in the last few years.
immagini di Vaccarone. We might now say that these “immobile situations” occur in the acid plas- Sotto questo aspetto quadri recenti come quelli dedicati alla strage di In this sense, recent pictures such as those dedicated to the massacre
I veleni si sono fatti pesanti cromie, dotate a volte di quella assurda tra- ticity of the colours which cut through the spaces of Vaccarone’s most Brescia, ai fucilati di Spagna ed alla venefica nube di Seveso non solo ap- of Brescia, the men shot to death in Spain, and the poisonous cloud of
sparenza che troviamo nei metalli più spessi. Il sapore di pietra, mutuato recent images. paiono ispirati dalla medesima pietas con la quale il pittore aveva espresso Seveso, not only appear to be inspired by the same sense of pity with
da radici mediterranee, trapassa nelle gelide tonalità del vetrocemento… Poisons have become heavy colours which sometimes have that absurd trans- la degradazione umana dei suoi “clochards” e la lenta agonia dei suoi gab- which the painter had expressed human degradation in his “tramps”, and
…L’opera è un interrogativo che si allarga a dismisura, che si oppone al parency we find in the thicker metals. The flavour of stone, taken from his biani, ma prendono forma dalla stessa matrice da cui sviluppano temi di the slow agony of his seagulls, but seem to grow out of the same ma-
nostro invocare risposte. Vaccarone o lo sa o lo sente, e agisce di con- Mediterranean roots, passes into the frosty tones of concrete-framed glass... carattere del tutto diverso, se non opposto, come gli omaggi a Carla Fracci, trix from which themes of wholly different if not completely opposite types
seguenza attraverso un’operazione di sfrondamento che riduce all’es- ... The work is a question which spreads out of all proportion and opposes le Maternità, i ritratti di Gabriella; e questo senza che venga meno l’iden- are developed, such as the homages to Carla Fracci, the Motherhoods,
senziale la complessità degli apporti che si accumulano attraverso una our demand for answers. Vaccarone either knows it or feels it, and acts tificazione di quel particolare e ben determinato soggetto e si smorzi o si the portraits of Gabriella. And this happens without sacrificing the iden-
vigile attenzione alle cose della cultura. È un’operazione che la critica non accordingly, performing a pruning operation and reducing to the essen- disperda il timbro emotivo che promana, come un messaggio quando in- tification of the particular, well-defined subject, and without any dimming
può compiere, l’abbiamo detto, senza impoverire se stessa, ma l’artista tial the complex references which accumulate through his cultural alert- sinuante e suadente e quando bruscamente perentorio, di denuncia o pro- or dispersion of the emotional tone, which emanates from his painting
può ben operare questa reductio ad unum; ed è esattamente quel che ness. This is an operation which criticism cannot embark on without im- testa, della sua realizzazione pittorica. as a message of denunciation and protest, sometimes insinuating and
Vaccarone ha fatto rinunciando progressivamente alle serenità chiariste poverishing itself, as we have said before; but the artist is in a convenient Ciò si deve, a mio avviso, al fatto che ogni aspetto, ogni suggerimento del persuasive, sometimes brusquely peremptory.
dei primi anni, alle illusioni populistiche via via risorgenti, ai rifugi di una position to perform this reductio ad unum. And it is exactly what mondo esterno, filtrato, trasfigurato dalla sensibilità dell’artista, viene a This is due in my view to the fact that every aspect, every impulse from
simbologia intellettualistica mutuata dalle oscurità kafkiane o dalle opa- Vaccarone has done, gradually leaving behind him the chiarista seren- far parte della sua storia più intima, si fa immagine di un travaglio inte- the outer world is filtered and transfigured by Vaccarone’s sensitivity; they
che chiarezze del surrealismo storico. ity of his early years, the populist illusions which from time to time re- riore che dopo aver attinto dal profondo i vocaboli di un lessico formale become an integral part of his most intimate history, an image of an in-
Oggi egli si trova ad agire praticamente allo scoperto, alle prese con l’in- emerge, the refuges of a cerebral symbology influenced by Kafkian ob- tutto suo, inconfondibile ed eccezionalmente ricco di possibilità espres- ner conflict which draws vocabulary from the deep pool of his own very
differenza che gli monta dentro invischiata nei gorghi rabbiosi dell’impulso scurities or by the opaque clarities of historical surrealism. sive, lo modella e lo adatta alle più varie circostanze ed occasioni rap- personal, unmistakable, exceptionally rich, formal language, then moulds
esistenziale. Today he finds himself acting practically in the open, struggling with a presentative. and adapts it to the most varied circumstances and opportunities of rep-
La ragion geometrica sembra prendere il sopravvento, ombra metafisica sense of indifference and caught up in the raging eddies of the existen- Della disponibilità e duttilità di questo lessico fa fede il suo rispondere a resentation.
che si proietta a raggelare generosità d’impulsi e perversione d’ironia… tial impulse. Geometric rationality seems to take over, the metaphysical sollecitazioni estreme quali la miseria dei “clochards” ed il vittorioso A demonstration of the openness and flexibility of this language can be
…Egli è già avviato a procedere più per immagini che per figure, ad ac- shadow which is projected to freeze any generosity of impulses and any avanzare di quelle che Armando Pizzinato ha felicemente battezzato found in his response to extreme stimuli such as the poverty of the tramps
cettare come vera l’impronta del falso e viceversa, a perdere illusioni per perversion of irony... He has already begun to proceed more by images “grandi Samotracie”. and the victorious advance of what Pizzinato has aptly called the “great
acquistare speranze altrettanto illusorie. than by figures, to accept the imprint of the false as true and viceversa, Ed a questo punto torna opportuno rilevare come pur nel rigore quasi Samothracian figureheads”.
Non è questa, solitaria sorte dell’artista, si intende, ma proprio perciò to shed illusions and acquire equally illusory hopes. ascetico delle sue scelte, in questi ultimi tre anni di intensa attività e di And at this point it may be useful to point out how in these last three years
Vaccarone, con le sue indifferenze e i suoi silenzi s’apparenta ancor più This is not the solitary destiny of the artist, of course, but just because strenua ricerca Vaccarone abbia rinvigorito e potenziato la carica espres- of intense activity and strenuous experimentation Vaccarone has en-
agli “altri da sé” in una disperante testimonianza del non-essere, o del- of this Vaccarone, with his indifferences and his silences, moves even sionistica palese o latente, si può dire, di ogni sua creazione, dalle dense livened and potentiated the declared or latent “expressionism” of all of
l’essere come artifizio a cui, corrisponde l’arte-fatto del creatore di mo- closer to the concept of “otherness” in a desperate presentation of non- composizioni su tela agli incisivi e spogli disegni di puro carattere lineare, his creations, from the dense compositions on canvas to the incisive, bare
derni simulacri per il teatro dell’oggi… being, or of being as artifice, which corresponds to the art(e)-fact of the mediante l’uso non saprei dire se più razionale o più “ispirato”, comun- drawings with their pure linearity. For this he has used his own formal
creator of modern effigies for today’s theatre... que più traente e più efficace, del proprio repertorio formale, essenzial- repertoire, I would not know if in a more rational or a more “inspired” way,
Galleria d’Arte Moderna, Bologna, maggio 1977 mente riconducibile a due elementi chiave: cioè, da una parte il lacerto, in any case in a more efficient way. This repertoire can essentially be
Galleria d’Arte Moderna (Modern Art Gallery), Bologna, May 1977 il brandello, il residuo di una sostanza inconoscibile nonostante la precisa summed up in two key elements. On the one hand the shred, the frag-
(Stralci dal testo di Franco Solmi per la monografia Francesco Vaccarone - qualificazione cromatica e materia della sua superficie, ma sempre fra- ment, the residue of a substance which is unrecognisable despite the pre-
Eclisse, Edi/Albra editore Torino 1977) (Extracts from Franco Solmi’s text for the monograph Francesco Vaccarone - gile, privo di spessore come un involucro o una maschera di qualcosa che cise chromatic and material definition of its surface, which is however al-
Eclipse, Edi/Albra editore, Turin 1977)

310 311
è stato violentato, compresso, frantumato e che nell’asprezza dei suoi ta- ways fragile and lacking in consistency like a husk or a mask of some- UN GELIDO GIOCO DI QUINTE TEATRALI A COLD-BLOODED JUGGLING OF STAGE SETS
gli e delle sue spezzature, talvolta anche nella corrosione dei suoi profili, thing which has been abused, compressed, shattered. In the harshness Carlo Munari Carlo Munari
reca il ricordo della violenza subita e si fa simbolo e figura della preca- of its cuts and splits, sometimes also in the corrosion of its profiles, this
rietà del vivente, e dall’altra il blocco pietrigno o marmoreo geometrica- surface seems to evoke some inflicted violence and offers itself up as a ...Questi “paesaggi” trasformati in un gelido gioco di quinte teatrali en- ...These “landscapes” are transformed into a cold-blooded juggling of
mente squadrato, dalle ampie facce levigatissime e prospetticamente symbol and figure of the precariousness of life. On the other hand, tro le quali si accampa l’oggetto che fu uomo, ora dell’uomo recando la- stage sets harbouring the object which used to be Man, an object which
orientate come quinte di un ossessionante, prevaricante scenario che op- there is the geometric stone or marble block with its spacious, smooth bili, remote sembianze ed ora invece ridotto a simulacro informe, tradotti sometimes shows some faint, remote resemblances to Man and is other
pone la sua dura impassibilità al dramma che tra esse si consuma. faces arranged perspectively like the stage sets of an obsessive, domi- mediante un’economia cromatica deliberatamente “povera” – fasce times reduced to a formless effigy. As I was saying, these landscapes are
Dal contrasto tra queste, più che immagini, entità esistenziali tradotte in nating scene which counteracts the drama being acted out in them with d’ocra e di bruni sensibilizzate dallo spettrale lividore di sfondi sui quali translated through a deliberately “poor” colour scheme (bands of ochre
immagine e la cui portata allusiva appare evidente e senza equivoci na- its tough impassiveness. uno squarcio d’azzurro si staglia in qualche caso come miraggio di una and brown sensitised by the spectral leadenness of backgrounds through
scono alcuni tra i più impegnati quadri di Vaccarone, veri e propri “tableaux Some of Vaccarone’s most important works of socio-political comment salvazione troppo lontana – questi paesaggi, dicevo, si prospettano allo which a patch of blue sometimes shines like the mirage of an alas too
d’histoire” destinati a restare tra le più significative e veritiere testimo- have been generated from the contrast between these clear and un- sguardo dell’osservatore a guisa di apparizioni per certi versi allucinanti. distant salvation), striking viewers as apparitions which are in a certain
nianze – forse anche oscuramente profetiche o ammonitrici – della crisi equivocal images, or rather these existential entities translated into im- Sono essi i frammenti di una vita saccheggiata e offesa, sono i cimiteri sense hallucinatory.
che mira a sconvolgere la cosiddetta civiltà dei nostri giorni. ages: thoroughgoing “tableaux d’histoire” which are destined to remain che giacciono all’ombra del cosmo ipertecnologico, glorioso e spoc- They are fragments of a looted, abused life; they are cemeteries lying in
Ma anche quando la profondità spaziale, definita e commisurata da as some of the most meaningful and truthful (perhaps also obscurely chioso nella sua maschera di acciaio, di cristallo e di neon ma in realtà the shade of the hypertechnological cosmos, the glorious, self-important
quelle massicce strutture, da quelle nude muraglie incombenti di cui si prophetic or cautionary) testimonies of the crisis threatening to overturn depositario di depauperamento e di morte... cosmos with its steel, glass, neon mask which is actually the bearer of
è detto viene a mancare, o meglio, viene surrogata da un mondo uniforme, modern so-called “civilisation”. impoverishment and death...
il sentimento di questa crisi, di questa perdita d’identità che minaccia But even when spatial depth, which is defined by and commensurate with Milano, 1977
l’uomo di oggi, non è meno acuta ed assillante. those massy structures and bare looming walls we have mentioned, is Milan, 1977
Gli sparti lacerti si riaggregano nel disperato tentativo di recuperare la loro lacking or rather is substituted by a uniform world, the feeling of this cri- (Stralcio dalla monografia Franco Solmi - Francesco Vaccarone, Eclisse, testo di
integrità, di reimmetersi in un ciclo vitale che può identificarsi in un ge- sis, of this loss of identity which threatens modern Man, is no less acute Carlo Munari in occasione della mostra personale dell’artista alla Galleria Nuova (Extract from Franco Solmi’s monograph on Francesco Vaccarone, Eclisse, text
sto, in una movenza di danza: ma la veemenza degli impulsi che li cala- and insistent. The sparse shreds reaccumulate in a desperate attempt to Sfera, 1977) by Carlo Munari for the artist’s solo show at the Galleria Nuova Sfera)
mitano vicendevolmente fino a compenetrarli non basta se alla ricostru- recover their wholeness, to again be part of a vital cycle which can be iden-
zione della figura deve talvolta intervenire, soccorevole e leggera, la tified in a gesture, a dance movement; but the vehemence of the impulses
mano dell’artista che quegli agglomerati di toppe policrome e maculate which clamp them together to the point of interpenetration is evidently not
di lame taglienti circuisce e prosegue con sottili tracciati lineari sviluppatisi enough, since the supportive, light hand of the artist sometimes needs to
contro lo scuro dei fondi e intesi, più che a completare realisticamente intervene in the reconstruction of the figure. He encircles and continues
l’immagine, a suggerirne ulteriori ipotesi e soluzioni compositive nel- those agglomerations of multicoloured, dappled patches of sharp blades
l’ambito di una diversa spazialità. with fine lines traced across the dark background; lines which serve not
Questi labili segni che vagano liberamente, senza disperdervisi, nelle di- so much to complete the image realistically as to suggest further com-
latate e cupe stesure che premono ed imprigionano le forme, oltre ad es- positional hypotheses and solutions within a different type of spatiality.
sere finissime invenzioni di stile che miracolosamente riescono ad ac- Besides being refined stylistic inventions which miraculously succeed in
cordare il loro squisito carattere grafico con la densità del tessuto pittorico harmonising their exquisite graphic nature with the density of the paint
(si ricordi a questo proposito che Vaccarone è anche un eccellente, texture (Vaccarone, it should be remembered is also an excellent, expert
espertissimo acquafortista), hanno, pur se meditati e calcolati, tutta la gra- etcher), these faint signs, which wander freely but are not dispersed in
zia e il palpito della spontaneità, la sorgiva purezza di un estro improv- the dilated, gloomy planes of colour pressing on and imprisoning the 1992 con Enzo Di Martino all’inaugurazione dell’antologica 1995 con Salvatore Fiume, Lungomare, La Spezia
viso della fantasia, di un gesto nascente come quello del bambino che col forms, have all the grace and vitality of spontaneity, the welling purity of al Museo di Santa Apollonia, Venezia
gesso o col carbone traccia sul muro delle figure cui attribuisce signifi- a sudden whim of fancy, of a budding gesture like that of a child who
cati solo da lui conosciuti. traces figures on the wall with chalk or charcoal that only he knows the
Anche per Vaccarone questi segni hanno certamente un significato che meaning of.
va oltre la cosa da essi eventualmente rappresentata, e quanto meno, nel For Vaccarone too these signs certainly have a meaning beyond anything
districarsi dal coacervo di una materia franta e tormentata, si assimilano actually represented by them, and they in some way recall the free flight
al libero volo di un uccello che spicca dal folto di un bosco. Sono tenui of a bird rising out of the thick undergrowth of a wood as they extricate
melodie che si levano a confortare il buio della notte che ci assedia. themselves from the mass of shattered, tormented material. They are soft
melodies soaring into the darkness of the night which assails us, providing
Siena, 1977 solace.

(Testo di Enzo Carli per il catalogo della mostra personale di Francesco Vaccarone Siena, 1977
alla Galleria Nuova Sfera di Milano, 1977)
(Enzo Carli’s text for the catalogue of Francesco Vaccarone’s solo show at the
Galleria Nuova Sfera di Milano, 1977)

312 313
L’ANIMAZIONE FANTASTICA DELLO SPAZIO THE IMAGINARY ANIMATION OF SPACE IL DESIDERIO DEL GRIGIO THE DESIRE FOR GREY
Raffaele De Grada Raffaele De Grada Marilena Pasquali Marilena Pasquali

…alla Spezia, parecchi anni fa, Vaccarone fu uno dei primi autori della …Many years ago in La Spezia, Vaccarone was one of the first “de- Francesco Vaccarone ha una storia intessuta di esperienze culturali, di im- The tension-filled stories of the tramps, the shattered flights of the
“sprovincializzazione” di quella città. provincialisers” of that town. A fighting and cultured spirit, he has always magini della memoria, di figure spezzate nella propria umanità e ricom- seagulls, the solitudes of the stones like immobile, vibrant masses leant
Combattivo e colto, Vaccarone ha sempre preso la posizione della sua adopted the approach of spontaneous poetry, which he however regu- poste come strutture dell’esistente. against a street corner: these have been the elements of an artistic and
poesia spontanea, ma regolata secondo i temi culturali che si sono via lates according to the cultural themes which arise at the various times. I racconti tesissimi dei clochards, i voli frantumati dei gabbiani, le solitu- cultural development marked by the thrills and seductions of constantly-
via posti. In this small but intense exhibition at the Milanese gallery Nuova Sfera, dini delle pietre come masse immote e vibranti contro uno spigolo di strade, changing, often opposite, stamps and origins, which present themselves
In questa piccola ma intensa mostra alla galleria milanese Nuova Sfera we are looking at the imaginary animation of space with figures invented compongono un percorso artistico e culturale segnato da brividi e da se- as signs of a readiness to accept any kind of expressive valency, and
ci troviamo di fronte all’animazione fantastica dello spazio attraverso fi- through a distinctly poetic vision of imagined reality. Vaccarone sees space duzioni di timbro e matrice sempre diversi, spesso opposti, che si pongono which are joined in the stubborn determination to dig deeper and deeper
gure inventate in una visione assai poetica del reale immaginario. as being populated by mysterious patches on intense backgrounds, come segno di una voluta disponibilità ad ogni valenza espressiva e che into the very essence of structure, to use everything, to experiment with
Vaccarone vede lo spazio popolato da macchie fantomatiche, su fondi in- proposing his original presentation of the relationship between inner and si riunificano nella caparbia determinazione di scavare più a fondo nel- every direction in order to achieve new definitions of the image.
tensi, in una sua originale impostazione del rapporto tra l’interno e outer reality. l’essenza stessa della struttura, di usare tutto, di sperimentare ogni sen- But all this has been observed and described better by others before me.
l’esterno. These images live first in his conscience and only then in the very refined tiero per giungere a definizioni sempre rinnovantisi dell’immagine. I feel it is only right to cite a reflection of Franco Solmi’s in his recent
Queste immagini vivono prima nella sua coscienza che nella materia pit- painted material with which they are expressed... Ma tutto ciò è stato osservato e descritto da altri prima e meglio di me: monograph on Vaccarone: “The artist remains alone with his sore-ridden
torica, molto fine, con cui esse sono esternate... basta citare, e mi pare doveroso, una riflessione di Franco Solmi in oc- tramps, his uncrossable skies and impassable lands, where he moves
Milan, 1977 casione della recente monografia del pittore: “L’artista resta solo con i suoi with the heaviness of the albatross which cannot lift itself off the ground
Milano, 1977 relitti, con i suoi piagati clochards, con i suoi cieli impercorribili e le sue but lives for the memory of flight”.
(From a review by Raffaele De Grada of Francesco Vaccarone’s solo show at the terre impraticabili dove egli si muove con la pesantezza dell’albatros che I would rather talk about Vaccarone’s latest works, his most recent “de-
(Da una recensione di Raffaele De Grada nel quotidiano Il Giorno sulla mostra Galleria Nuova Sfera of Milan in the newspaper Il Giorno, 1977) non può staccarsi dal suolo ma vive per la memoria del volo”. finitions”, which are always unstable, always immediately self-questioned.
personale di Francesco Vaccarone alla Galleria Nuova Sfera di Milano, 1977) Io voglio piuttosto parlare dell’ultimo lavoro di Vaccarone, delle sue “de- Perhaps much is simplified in them, the seductions of knowledge and su-
finizioni” – sempre instabili, sempre messe immediatamente in discus- perfluous detail have been filtered and toned down. What remains, and
sione – più recenti. it is the sign of the re-emergence of the constant theme of his art, is the
Forse tante cose vi sono semplificate, le seduzioni del sapere e del con- essentiality of a structure of sign, form and colour, which is now emerg-
tingente sono state filtrate ed addomesticate. Resta, ed è il segno del rie- ing with greater confidence.
mergere del filo conduttore della sua ricerca, l’essenzialità di una strut- The human figure is hidden under “multicoloured bandages”, actual fields
tura di segno, forma e colore ora portata alla superficie con maggiore of colour which come alive; only a semblance of it remains, the obses-
consapevolezza. sive memory which has disintegrated and at the same time reconstituted
Nascosta la figura umana sotto “bende multicolori”, vere campiture cro- itself into “objects” fed on silence.
matiche che si fanno vita, ne resta solo una parvenza, la memoria osses- The expressive language becomes surer, defining itself clearly in the di-
siva sfattasi e nel contempo ricostruitasi in “oggetti” nutriti di silenzio. rect relationship with form, renouncing the lure and illusion of anthro-
Il linguaggio espressivo si fa più sicuro, trova se stesso nel rapporto diretto pomorphism. And human beings are even more present, acquiring im-
1998 primavera, con il prof. Giorgio Cozzani nella sua casa-museo 2001 giugno, con Lawrence Ferlinghetti, La Spezia Palazzo Comunale con la forma, rinunciando ad allettamenti e lusinghe antropomorfiche. mediacy through a combined essence and existence which has been
E l’uomo c’è di più, vi si scopre più immediato in una essenza ed esistenza reduced to paradigms consisting of the bare essentials, and just for this
insieme, ridotta a paradigmi essenziali e perciò stesso più efficaci. reason are more effective.
L’artista d’altronde non indulge alla tentazione opposta della rarefazione Neither does the artist indulge in the opposite temptation of absolute rar-
assoluta, non ricerca forme e strutture fini a se stesse. Mantenendo in- efaction; he does not seek forms and structures for their own sake.
tatta la propria “voglia” di vita, di esperienza sempre rinnovantesi, pare Retaining his “desire” for life, for ever new experiences, he seems to
tradurre per immagini una rapinosa dichiarazione poetica di André Breton: translate into images a forceful poetic declaration by André Breton: “We
“Tutti possiamo passare in quel cruento corridoio dove sono appesi i no- can all pass along that bloody corridor where our sins hang, delicious pic-
stri peccati, quadri deliziosi in cui però predomina il grigio”. tures where grey is however the dominant hue”.
Unica notazione da aggiungere e che se pur vi è il sospetto, a volte il de- My only comment is that even if there is a hint of grey, sometimes a de-
siderio del grigio, la pittura di Vaccarone mantiene intatta la contraddito- sire for grey, in Vaccarone’s painting, it does however maintain intact the
ria speranza di una vita in cui i peccati, desideri, fantasmi, paure siano contradictory hope for a life in which sins, desires, ghosts and fears are
pieni di “colore”, di luce, di sogni increduli ma irrinunciabili. full of “colour”, of light, of incredulous but vitally-important dreams.

Bologna settembre 1978 Bologna Sept 1978

(presentazione a catalogo per la mostra personale alla Galleria d’Arte Menhir (Catalogue presentation of the solo show at the Galleria d’Arte Menhir della
della Spezia, marzo 1979) Spezia, March 1979)

314 315
OGGETTI NUTRITI DI SILENZIO OBJECTS FED ON SILENCE COME NUOVA OGGETTIVA ENTITÀ, LIKE A NEW OBJECTIVE ENTITY,
Helge Lehtovaara Helge Lehtovaara QUASI UN TEATRO AUTONOMO DI FORME ALMOST AN AUTONOMOUS THEATRE OF FORMS
Enrico Crispolti Enrico Crispolti
…in 25 anni di lavoro impegnato e rigoroso presenta una caratteristica ... in 25 years of hard, rigorous work he presents a central trait: the grad-
centrale: il progressivo orientamento dei suoi interessi, a partire dalla de- ual orientation of his interests from the narrative description of space and Vaccarone lavora sull’analogia emblematica.Costruisce strutture emble- Vaccarone works on emblematic analogy. He constructs emblematic
scrizione narrativa dello spazio e dei suoi contenuti psicologici, verso la its psychological contents towards the construction of an authentic syn- matiche di valore analogico. structures with an analogical meaning. His painting creates a strong psy-
costruzione di un’autentica sintassi dello spazio e delle sue valenze cul- tax of space and its cultural significance, through the organisation of vol- La pittura di Vaccarone realizza una forte mediazione psicologica. E chological mediation. And those emblematic structures are in fact tests
turali, attraverso la scansione dei volumi, delle linee di forza, dei colori. umes, force lines, colours. quelle strutture emblematiche sono, infatti, una sorta di “tests” capaci di of a sort, capable of psychic reactivity.
In questa esposizione finlandese sono esposte opere recenti, eseguite ne- This Finnish exhibition shows some recent works done in the last 8 years. reattività psichica. So, his is not an optical type of painting.Visual/perceptive mediation does not
gli ultimi otto anni. They are works which belong to a period of increasing synthesis, in which La sua dunque non è una pittura ottica. La mediazione visivo – percettiva non interest him. He does not narrate, report, or describe; he proposes, confronts.
Sono opere che appartengono ad un periodo di crescente sintesi ed in the seductions of superfluous detail are progressively filtered and toned lo interessa. Non racconta, non riporta, non descrive, ma propone, incontra. His is a type of painting which objectifies itself in the construction of formal
cui le seduzioni del contingente sono progressivamente filtrate e domi- down. What remains, and this is the style in which the presiding theme La sua è una pittura che si oggettiva nella costruzione di strutture formali structures which invite a double way of viewing them.
nate. Rimane, e questo è il segno in cui riappare il filo conduttore della of his art now reappears, is a basic structure of lines, form and colour, che si offrono ad un duplice riscontro. First, from the painter’s viewpoint, as regards their added objectification (and
sua ricerca, l’essenzialità di una struttura segnica, della forma e del co- expressed with extraordinary technical skill. Del pittore stesso, rispetto alla loro aggiunta oggettivazione (ed al percorso the work process required for achieving it); secondly from the viewer’s, the
lore, espressa con straordinaria conoscenza tecnica. Only a semblance of the human figure remains and the obsessive mem- di lavoro per raggiungerla), e dello spettatore, del lettore, rispetto a quella reader’s, viewpoint, as regards that same objectivity into which the painter
Della figura umana non resta che l’apparenza, la memoria ossessiva delle ory of forms has gradually been transformed into “objects” fed on silence medesima oggettività nella quale il pittore si riconosce liberato. Ma anche recognises himself to be released, but behind which in a certain sense he hides.
forme si è progressivamente trasformata in “oggetti” nutriti di silenzio. (editor’s note: see M.Pasquali). Nevertheless you sense the presence of dietro alla quale in certo modo si cela. These formal structures certainly also sometimes have a specific analog-
(v.M.Pasquali ndr) human beings, who are even more present in this essence/ existence Certo queste strutture formali hanno anche a volte una specifica movenza ical meaning, which used indeed to be a fairly open one, such as the ref-
Ciononostante avverti la presenza dell’uomo che è ancora più presente, which has been reduced to extraordinarily effective basic metaphors... analogica, un tempo anzi piuttosto scoperta, come nel riferimento a sa- erence to human body shapes (at the beginning of the ‘sixties) or to mi-
nella sua essenza e nella sua esistenza, ridotta a metafore essenziali di gome di corpi umani (all’inizio degli anni Settanta), o poi a microscopie di croscopic images of creases in the skin (at the beginning of the ‘eighties).
straordinaria efficacia… Helsinki University, 1981 pieghe della pelle (all’inizio degli anni Ottanta). But in the end the discourse is purely one of connotation of imaginary
Ma il discorso in realtà è infine puramente di connotazione di virtualità analogical virtualities of the formal presence, of the present formal con-
Helsinki University, 1981 (Extracts from Helge Lehtovaara’s text for Francesco Vaccarone’s solo shows pro- analogiche immaginative della presenza formale, della costruzione formale struction. “Present” as a new objective entity, almost an autonomous the-
moted by the Society of Graphic Arts at Turku and Helsinki, 1981) presente. E direi presente come nuova oggettiva entità, quasi un teatro, atre of forms, forms which through the implicit analogies however be-
(Stralci dal testo di Helge Lehtovaara per le mostre personali di Francesco autonomo, di forme. Le quali tuttavia attraverso l’implicito analogismo si come more than pure plastic/formal entities, pure forms.
Vaccarone promosse dalla Society of Graphic Arts a Turku e ad Helsinki, 1981, sottraggono ad un destino di pura entità plastico – formale, di forma pura And the analogies richly embedded in these entities of formal structure
Traduzione di Mony Lindfors) insomma. E l’analogismo di cui sono virtualmente ricche queste entità di wholly regard the psyche, the inner self. This can clearly be seen in
strutture formali è di riferimento psichico, tutto interiore. Vaccarone’s latest paintings, in his “gouaches” which have an exceptional
Lo si coglie bene, a monte della pittura di Vaccarone, nelle sue ‘gouaches’, quality of introspective exploration, where every sign, every mark of ma-
di una eccezionale qualità d’ascolto introspettivo, dove ogni segno, ogni terial, every formal definition bears a psychic, Klee-like message.
notazione di materia, ogni determinazione formale, hanno valenza klee- But the combination is certainly more accentuated in the painting, through
ianamente psichica. a stronger objectification which takes us beyond a private, almost intimate
Ma l’incontro è certamente più accentuato nella pittura, attraverso un’og- relationship with the work sheet. And in the paintings, that attention to be-
gettivazione più forte, che porta al di là di un circolo privato, quasi intimo, haviour increases in objectivity as Vaccarone proceeds with the work, so
del rapporto con il foglio. E nella pittura si oggettiva maggiormente quel- that the painting becomes a psychic “selftesting”, not only in its outcome
2002 agosto, Francesco Vaccarone 2008 ritratto alla Mostra Abbazia di San l’attenzione al comportamento lavorando, per la quale il dipinto di Vaccarone as a formal structure, but also in the very process of objectification.
premia Rita Levi Montalcini Zeno,Pisa (Foto Bertoli)
al Premio Portovenere Donna
diviene “autotest” psichico, non soltanto come esito di struttura formale, ma And in this sense its seems to me significant that from about halfway
nel processo di oggettivazione stesso. through the ‘seventies on we see in his work a progressive, more pre-
Ed in questo senso mi sembra significativo che nel suo lavoro si registri, dalla sentational expression, in the total emblematic sense of the formal
prima metà circa degli anni Settanta, un progressivo enunciarsi più pre- structure (which becomes the actor and protagonist, I would say, even
sentativo, proprio in un senso emblematico totale (attore, protagonista, al beyond the confines of the actual scene narrated).
di là direi della scena raccontata) della struttura formale. Fundamentally then, Vaccarone’s work expresses the need to go beyond
In fondo il lavoro di Vaccarone esprime la necessità di superare il volto the face of things and the perceptive mediations connected to them, in
delle cose, e le mediazioni percettive connesse, per comprendere le cose order to understand the things themselves more intimately, but above all
stesse più intimamente,ma soprattutto, per meglio comprendersi. to reach a better understanding of oneself.

Roma, gennaio 1983 Rome, Jan 1983

2004 con Zermani, Fecci e Barocelli alla pesentazione dell'antologica alla Rocca dei (Presentazione a catalogo di Enrico Crispolti per la mostra personale di Francesco (Enrico Crispolti’s catalogue presentation for Francesco Vaccarone’s solo show
Sanvitale a Noceto Vaccarone alla Galleria Menhir, La Spezia, marzo 1983) at the Galleria Menhir, La Spezia, March 1983)

316 317
SPAZIO E PLASTICITÀ SPACE AND PLASTICITY UN’ESTETICA DELL’ANALOGIA THE AESTHETICS OF ANALOGY
Henrj Paul Aletrino Henrj Paul Aletrino Grigore Arbore Popescu Gregory Arbore Popescu

Al mio primo incontro con l’opera di Francesco Vaccarone mi è sorto spon- At my first meeting with Francesco Vaccarone’s work I was immediately ...nel suo universo plastico si è mantenuta permanentemente la predi- ... in his plastic universe he has permanently retained his tendency to ex-
taneo il riferimento alla tendenza costruttivista fiorita in Italia nel 1925, reminded of the Constructivist movement which flourished in Italy in sposizione a sottrarre il segno pittorico alla sfera dell’ambiguità, per tract the painting sign from the sphere of ambiguity and make it live in
poco conosciuta a livello internazionale, sebbene fosse in stretta relazione 1925, and which is little known at an international level, even though it farlo vivere nella più ampia dimensione dell’intuizione. Il fenomeno nar- the broader dimension of intuition. The phenomenon of underground nar-
in Francia con il “Cercle Carrè” e con “Abstraction-Création”. was closely related to the French “Cercle Carré” and “Abstraction- rativo, sotterraneo, presente fino alla prima metà degli anni ’70 non è più rative, present up to the mid-‘seventies, can no longer be traced in his
Dall’Italia del nord pervennero, tra i contributi di maggior rilievo, quelli di Création” movements. rintracciabile nelle opere recenti. recent works.
Magnelli, Soldati e Reggiani. Benché di breve durata (fino al 1940), que- Among its main contributors from Northern Italy were Magnelli, Soldati L’artista sembra aver fatta propria l’idea che l’immagine formalizzata non The artist seems to have espoused the idea that the formalised image
sta linea dell’astrazione costruttivista, si è posta l’obiettivo specifico di met- and Reggiani. Although of brief duration (up to 1940), this line of con- ha una ‘storia’ ma è il riflesso dello stato di emotività dinanzi ad un og- has no “story”, but is the reflection of the emotional state experienced
tere in evidenza la superficie piana non soltanto come tale, ma, in un structivist abstraction had the specific aim of emphasising the flat sur- getto la cui complessità può essere suggerita dai flussi e riflussi di luce when looking at an object whose complexity may be suggested by the
paese di antica tradizione plastica, come illusione di profondità: da qui face, not just for its own sake but, in this country of sculptural tradition, e da poche linee di forza… fluxes and refluxes of light and by a few lines of force.
l’esigenza di utilizzare le qualità figurali delle forme. as an illusion of depth; hence the use of figural qualities for forms. This …Vaccarone si è servito, fino a tempi assai recenti, della analogia come ... until quite recently, Vaccarone used analogy as the conceptual means
Ciò non conduce a rendere piana la superficie ma alla definizione dei piani does not lead to the flattening of the surface but rather to the definition di un mezzo ideale di comunicazione sensoria. Stilisticamente la sua pit- for sensory communication. Stylistically, his painting in the ‘seventies had
attraverso la superficie e nella superficie stessa. of planes through the surface and in the surface itself. tura ha avuto, negli anni ’70, punti di contatto con l’espressionismo en- points of contact with Ensor’s Expressionism and with the Secessionist
Il mio primo impatto con l’opera di Francesco Vaccarone è stato ancora My first impact with Francesco Vaccarone’s work was even stronger than soriano e con la retorica secessionista della luce. Ma le suggestioni sono rhetoric regarding light. But these influences have been filtered by the
più coinvolgente di quanto già mi facesse prevedere la conoscenza del I had been led to expect from my knowledge of it through the publica- state filtrate dall’artista e sono state iscritte in un contesto che implica l’as- artist and incorporated into a context which implies the absence of any
suo lavoro attraverso le pubblicazioni. tions. Analysing his long, complex career, we can understand the im- senza del riferimento diretto. direct reference.
Analizzando la sua lunga e complessa ricerca si comprende il peso di que- portance of his permanent need to revive a poetic continuity and a Questo suo modo di procedere ha condotto, negli anni ’70, alla pro- This way of proceeding led him in the ‘seventies to the progressive craft-
sta sua permanente esigenza di ridare vita ad una continuità poetica e world view which was in fact historically interrupted precisely round about gressiva elaborazione di una serie di lavori astrattizzanti in cui viene ac- ing of a series of abstract-type works in which any detail which might be
ad una visione del mondo storicamente interrotta appunto intorno al 1940. 1940. curatamente eliminato ogni dettaglio che possa essere illustrativo a van- illustrative was eliminated in favour of an emblematic kind of language.
Se i costruttivisti di prima della guerra cercavano soprattutto le relazioni While pre-war Constructivists sought above all the formal relationships taggio di un linguaggio a carattere emblematico. Constructing the images in planes, Vaccarone suggested volumes loaded
formali delle linee dritte, Vaccarone cerca queste relazioni preferibil- of straight lines, Vaccarone seeks these relationships in free, anthropo- Costruendo le immagini in piani Vaccarone ha suggerito volumi carichi di with a sensual, human energy.
mente in raffigurazioni libere ed antropomorfe realizzate, per mezzo di morphous figurations realised using his markedly favoured free plastic- una sensuale ed umana energia. The cycles “Wounded flowers”, “Warriors”, “Encounters”, “Tramps”, re-
questa sua spiccata predilezione per la libera plasticità, con un forte ed ity, with its strong and original sense of space. I cicli “Fiori feriti”, “Guerrieri”, “Incontri”, “Clochards”, ci rivelano un arti- veal an artist who is fully aware that the more abstraction emanates re-
originale senso dello spazio. What at first may seem an assembly of flat, graduated elements with a sta consapevole che l’astrazione è tanto più intensa modalità espressiva ality, the more intensely expressive it is.
Ciò che in un primo momento può sembrare un insieme di elementi di marked profile, is actually a complex composition of a spatial nature, a quanto più è emanazione del reale... ...The imaginary, fascinating humanity which is expressed in his works
forma piatta e scalare dal profilo marcato, è in realtà una complessa com- composition which seems first to have been conceived and composed …L’umanità fantastica e suggestiva che si esprime nelle sue opere è is alien to that spectacular, flat and insipid discursiveness to which we
posizione di natura spaziale. with thin, moulded metal matrices or folded paper, and then translated estranea alla spettacolare discorsività, piatta ed insipida, a cui siamo abi- have been accustomed with a form of abstraction which mimics spiri-
Una composizione che sembra sia stata prima pensata e composta con into a “traditional” picture. tuati con un astrattismo che mima la profondità spirituale. L’arte di tual depth. Vaccarone’s art is an art of the density of experiences, trans-
sottili e modellate matrici metalliche o carte piegate, per essere poi tra- Everything is placed between a barely hinted-at background and fore- Vaccarone è un’arte di densità di esperienze tradotte in controllate esplo- lated into controlled explosions of colour; it is an art with the evocative
dotte in quadro “tradizionale”. ground, with the shadows made by the overlapping of the layers stand- sioni cromatiche, un’arte che ha la forza evocatrice della memoria che non strength of memory, which does not ossify images into evocative
Il tutto tra uno sfondo ed un primo piano appena accennati, mentre ri- ing out quite markedly. ossifica le immagini in schemi evocativi ma le mantiene in uno stato di schemes, but keeps them in a state of poetic dreaming from which they
saltano, assai marcate, le ombre determinate dal sovrapporsi degli strati. Sources, sensitivity and thought, inspiration and works: everything in sogno poetico, sogno da cui paiono destarsi ogni volta che lo sguardo na- seem to awake every time inquiring eyes wander over them.
Fonti, sensibilità e pensiero, ispirazione ed opere, tutto, nell’opera di Francesco Vaccarone’s work reminds us that the theoretical and formal viga tra esse.
Francesco Vaccarone ci indica che gli aspetti teorici e formali del co- aspects of Italian Constructivism are constantly present in his solitary, dis- Bucharest, 1985
struttivismo italiano si presentano tra gli interessi costanti di questa sua quieting poetics, which energetically revitalise the interrupted continuity Bucarest, 1985
poetica solitaria ed inquietante, che rivitalizza con forza la continuità in- of one of the highest moments of Italian art in this century. (Extracts from Grigore Arbore Popescu’s text for Francesco Vaccarone’s antho-
terrotta di uno dei momenti più alti dell’arte italiana di questo secolo. (Stralci dal testo di Grigore Arbore Popescu per la mostra antologica di Francesco logical show at the National Museum of Bucharest, 1985)
Amsterdam 1984 Vaccarone al Museo Nazionale di Bucarest, 1985. Traduzione di Paola Polito)
Amsterdam 1984
(Henrj Paul Aletrino’s text for Francesco Vaccarone’s solo shows at the Italian
(Testo di Henrj Paul Aletrino per le mostre personali di Francesco Vaccarone agli Institutes of Culture in Amsterdam (1984) and Munich (1985)
Istituti Italiani di Cultura di Amsterdam (1984) e Monaco di Baviera (1985),
Traduzione di Ursula Rinke)

318 319
SAGOME SEMOVENTI IN INESAURIBILI PRESENTAZIONI SELF-PROPELLED SHAPES IN INEXHAUSTIBLE PRESENTATIONS NEL TEMPO, OLTRE IL TEMPO IN TIME, BEYOND TIME
Carlo Ludovico Ragghianti Carlo Ludovico Ragghianti Michèle Lavallée Michèle Lavallée

Una decina d’anni fa mi parve giusto quel che scrisse Pier Carlo Santini About 10 years ago what Pier Carlo Santini wrote about Francesco Quando quattro anni fa conobbi Francesco Vaccarone e le sue opere mi When I got to know Francesco Vaccarone and his works four years ago,
di Francesco Vaccarone, e cioè che egli stava uscendo da un periodo di Vaccarone seemed to me right: that he was emerging from a period of ex- colpirono diverse contraddizioni. La prima impressione che si aveva del- I was struck by various contradictions. My first impression of the man and
esuberanze e di partecipazioni provate da slanci e trazioni alle cui origini cesses and involvements marked by impulses and drives which had been l’uomo e del suo tempo era un senso di leggerezza, di ironia, di essere his work was a sense of lightness, irony, of a “beyond time” quality, but
erano con pari urgenza la natura come esercizio immediato e passionale, generated with equal urgency both by an instinctive, impassioned con- “oltre il tempo” mentre nel corso della discussione sembrava invece che in the course of the conversation it seemed instead that his intellectual
e la cultura come impegno di presenza collaborante, dovere anche se per templation of nature, and by a sense of cultural commitment, nay duty, le sue preoccupazioni intellettuali e pittoriche fossero saldamente anco- and artistic concerns were solidly anchored to reality and the land, his
disegni eteronomi. which demanded collaboration, albeit for heteronomous purposes. rate alla realtà ed alla terra, la sua terra… land...
In seguito questi contenuti, sorretti da un inizio formativo di vocazione Afterwards this type of content, resulting from an initial vocation for inde- La seconda, di tipo più tecnico, era che quel pittore di cui avevo apprez- My second, more technical, impression was that that painter, whose way
astratta indipendente e fortemente soggettiva che non si è mai opacato, pendent, strongly subjective abstraction which has never dulled, continued zato immediatamente il modo di utilizzare lo spazio e le grandi macchie of using space and large spalshes of colour I had immediately appreciated,
non hanno cessato l’impulso, ma mutato e se si vuole maturato il modo to attract him. It did however change and, we might say, mature its way of di colore, mi sembrava un ottimo disegnatore; ne ebbi la dimostrazione was also an excellent draughtsman. I personally saw a demonstration of
di personificarsi in un’esperienza certa di se stessa, posseduta con un si- personifying itself in an experience which is sure of itself and possesses its personalmente: un tratto veloce ed elegante, al limite della sofisticazione, this: a swift, elegant stroke bordering on sophistication, not discernable from
gnificato proprio, nel senso che né la natura né la vita pratica sono ob- own meaning, in the sense that neither nature nor practical life are com- non intuibile ad una prima rapida lettura delle sue opere. a first cursory reading of his works. In time and with a deeper knowledge
bligate soggezioni, si esercitano nella loro pienezza fraterna e sociale come pulsory subjections but are exercised in their full fraternal and social sense Con il tempo ed una conoscenza più approfondita del lavoro di Francesco of Francesco Vaccarone’s work, I was able to understand these first con-
liberazioni o contributi alla coscienza. as liberations of the conscience or contributions to it. Vaccarone ho potuto capire queste mie prime impressioni contradditto- tradictory impressions of mine and to discover others...
A me pare che, ad un punto cruciale del suo percorso, il Vaccarone ha It seems to me that at a crucial stage in his career, Vaccarone faced the rie e scoprirne altre… Francesco Vaccarone’s painting style exudes a sense of fullness, partly
affrontato la crisi interiore di trovarsi in possesso di un pathos veemente inner crisis of finding himself possessed of a vehement but multiform sense La pittura di Francesco Vaccarone emana un senso di pienezza dovuto in parte due to his economy of means, which has become more and more pre-
ma difforme, e ha trovato una sintesi nella memoria decantata delle cose, of pathos. He found a synthesis in the decanted memory of things, of the ad un’economia di mezzi che si è andata precisando negli ultimi tre anni. cise in the last three years. The range of colours has been reduced: it is
delle tante cose di natura vissute e trasformate da emozioni in emersioni many things of nature experienced and transformed by emotions into clear La gamma dei colori è ridotta: vi predominano i bianchi più o meno “spez- dominated by flecked whites, browns and blue; a splash of red, green,
chiare, e di unificare questa memoria fattasi contemplazione lucida in una expressions. He succeeded in unifying this memory, which had become lu- zati”, i marroni ed i blu; di rado una spruzzata o una zona di rosso, verde, yellow, sometimes but rarely disturbs the canvas and intensifies the re-
forma continua che della visione composta faceva un’animazione vivente cid contemplation, into a continuous form which created a lively, partici- giallo, viene a turbare la tela e ad intensificare i rapporti tra le masse blu lationships between the blue and white masses... Fullness, serenity and
e partecipabile, non chiusa od ermetica. pable animation of the composed vision, rather than a closed, hermetic one. e bianche… a sense of spaciousness which masks the confines of the frame ...per-
C’è una serie di opere dopo il 1975 nelle quali è quasi fisica per inten- There is a series of works after 1975 in which we have the almost phys- Pienezza, serenità e un senso di ampiezza che maschera i limiti del te- haps because painting starts in your head, as Vaccarone says.
sità l’impressione che si tratti di frammenti di un grande naufragio del ical impression, so intense is it, that we are looking at fragments of a huge laio …forse perché la pittura è prima nella testa, come dice Vaccarone. This serenity is deceptive. The artist’s metaphysical preoccupations are
mondo, che da una inanime passività acquistano una forma connessa, shipwreck of the world, and that these fragments escape their inanimate Questa serenità è ingannatoria. Le preoccupazioni metafisiche dell’arti- overpoweringly present in his works. They even emerge in some titles:
architettonica, si ricompongono persino in figure intelligibili come colte tra passivity and acquire a connected, architectural form, even recomposing sta sono prepotentemente presenti nelle sue opere; emergono tra l’altro tramps, dying birds, tormented landscapes, encounters; also in his
gestazioni e saturazioni, in cui la precarietà o incertezza è sottolineata da into intelligible figures which are captured as if they were in the process in alcuni titoli: clochards, uccelli morenti, paesaggi tormentati, incontri, nei homages to Pirandello, Pasolini, Ferreri, Kafka ...personal problems
incidenti, da divaricazioni, da sovrapposizioni, da plicature slittanti, da of being gestated and saturated. Precariousness and/or uncertainty are un- suoi omaggi a Pirandello, Pasolini, Ferreri, Kafka …problematiche per- (“body”, “double bed”) and universal problems (“Chernobyl”).
scontri e incontri improvvisi, sagome semoventi in inesauribili presenta- derlined by accidents, widenings of gaps, overlappings, folds, sudden sonali (“corpo”, “letto matrimoniale”) e universali (“Chernobyl”). Qui ci ac- We are getting now to what seems to be an incoherence in Vaccarone:
zioni. clashes and meetings, self-propelling shapes in inexhaustible presentations. costiamo a quella che sembra una incoerenza di Vaccarone: la realtà to- the overall reality in which his paintings are anchored, with their in-
Venendo alle opere più recenti, la norma stessa costruttiva guadagnata Coming to the more recent works, the criterion of construction deriving tale in cui si ancorano le sue pitture con il loro formalismo astratto, sempre creasingly abstract formalism...in which the “dying seagull” is a dupli-
dalla condotta plastica ha con interna esigenza di coerente spoglio esal- from the sculptural process itself has, because of an inner need for co- più astratto…in cui il “gabbiano morente” è il doppione del “Clochard”, cate of the “tramp”, one in the light, the other underground...
tato il potere delle forme più autonome e sempre più solidali con la pura herent stripping down, heightened the power of the more autonomous uno nella luce, l’altro sottoterra… ...These typical forms used by Vaccarone, whether they are called
espressione, senza evasioni o residui. and more and more socially-supportive forms using pure expression, ...Queste forme caratteristiche di Vaccarone, che si chiamino “corpo”, “body”, “seagull”, “character” or simply “forms”, contain the artist’s ten-
Più disciplinato, depurato, rigoroso il processo distinto dello stile, e più without any evasions or residues. “gabbiano”, “personaggio” o semplicemente “forme”, portano in sé ten- sions and contradictions. The forms which are often white, smooth, and
esplicita e irrecusabile la verità evidente e ormai stabile della comunica- The distinct process of the style is more disciplined, purified, rigorous; sioni e contraddizioni dell’artista: forme più spesso bianche, lisce, che which harmoniously fill space are at the same time cut, cracked, torn,
zione di un mondo che diventa umano e umanamente condivisibile solo the evident, now stable communication of the world is more explicit and riempiono lo spazio armoniosamente, sono contemporaneamente tagliate, scratched, full of holes, and the bodies of the “encounters” or those of
in quanto un atto di vocazione è intervenuto, suscitando dalla potenziale irrefutable. It is a world which becomes human and humanly acceptable crepate, straziate, rigate, bucate ed i corpi degli “incontri” o quelli dei “letti the “double beds” are just as ravaged...
e sempre imminente caocità del reale fuor di misura con l’uomo, un com- only because an act of vocation has intervened, conjuring a complex of matrimoniali” non sono meno lacerati… What does Francesco Vaccarone’s smile conceal? May he not perhaps
plesso di forme nascenti che ne rivelano nel modo di divenire la comune budding forms out of the potential and always imminent chaos of a re- Cosa nasconde il sorriso di Francesco Vaccarone? Non sarà forse attirato be attracted to the desert, the “desert” as a deadly symbol of modern
origine e destinazione. ality which is too huge for Man to deal with; in their development, these dal deserto, il “deserto” come simbolo mortifero dei tempi moderni, fino times, all the way to its apocalyptic end (Gilles Lipotevsky)? Yet I well re-
forms reveal their common origin and destination. al suo termine apocalittico (Gilles Lipotevski)? Eppure ricordo quella pi- member that pyramid of bright colours on the painting entitled
Università Internazionale dell’Arte, Firenze, maggio 1986 ramide di colori vivaci sulla tela intitolata “Resurrezione”… “Resurrection”...
Università Internazionale dell’Arte (International University of Art) Francesco è preso nel flusso delle interazioni in cui scorrono l’orrore del Francesco Vaccarone is caught up in the flow of interactions between the
(Dalla prefazione di Carlo Ludovico Ragghianti per il catalogo della mostra an- Florence, May 1986 mondo e la felicità del vivere e dipingere. horrors of this world and the joy of life and painting.
tologica di Francesco Vaccarone al Castello Monumentale di Lerici, settembre
1986, Biennale Editrice La Spezia) (From Carlo Ludovico Ragghianti’s preface to the catalogue of Francesco Musei di Strasburgo, 1989 Museums of Strasbourg, 1989
Vaccarone’s anthological show at the Monumental Castle of Lerici, Sept 1986,
Biennale Editrice La Spezia)

320 321
(Prefazione al catalogo-libro per la mostra antologica di Francesco Vaccarone (Preface to the catalogue/book for Francesco Vaccarone’s anthological show at VACCARONE: AMBIGUITÀ E METAFORA VACCARONE: AMBIGUITY AND METAPHOR
al Palazzo dei Diamanti di Ferrara nel 1990, al Palabandera di Busto Arsizio 1991, the Palazzo dei Diamanti of Ferrara in 1990, at the Palabandera of Busto Arsizio Enzo Di Martino Enzo Di Martino
al Museo di Santa Apollonia di Venezia 1992, al centro Salvador Allende della 1991, at the Museo di Santa Apollonia of Venice 1992, at the Salvador Allende
Spezia 1993 coedizione Edicigno Roma e Museo delle Arti Palazzo Bandera Busto centre of La Spezia 1993, copublished by Edicigno Roma and Museo delle Arti L’ambiguità della metafora chiarisce immediatamente i confini entro i quali The ambiguity of the metaphor immediately clarifies the boundaries of
Arsizio 1990, Traduzione di Monique Oustrieres) Palazzo Bandera, Busto Arsizio 1990)
si manifesta, in trent’anni di ricerca, il continente immaginativo di the imaginative continent which Francesco Vaccarone has created over
Francesco Vaccarone. I due termini definiscono peraltro due aspetti fon- 30 years. The two terms indeed define two fundamental aspects of his
damentali del suo lavoro: il primo la deliberata volontà di provocare il ma- work: first, his deliberate wish to provoke misunderstanding and mis-
linteso ed il fraintendimento, il secondo una necessità “narrativa” che non construction; secondly, a “narrative” need which has nothing literary about
possiede alcunché di letterario. it. These ambivalences fit into a “project” which seems to the artist the
Tali ambivalenze rispondono ad un “progetto” che all’artista appare only possible way of establishing a contact with the outside world, but
l’unico possibile per stabilire un contatto con l’esterno, con un sistema using a system of signals which belongs to no known, set scheme, and
di segnali, però, fuori di ogni schema conosciuto e prestabilito che egli which he proposes without alternatives, in an almost authoritarian way.
stesso propone senza alternative, si potrebbe dire autoritariamente. It is the affirmation of “his own” existential truth which he presents, en-
È l’affermazione della “sua” verità esistenziale che egli mette in gioco, rin- trusting this affirmation always and solely to the intensity of the work,
viando sempre ed unicamente alla sola intensità dell’opera, che diviene which thus becomes the only possibility of contacting viewers and de-
allora l’unica possibilità di incontro con il riguardante e negando così ogni nies them any interpretative explanation of the emotional upheavals
spiegazione interpretativa dei sommovimenti emotivi che la precedono. which precede it. The work is “his own” truth even when it contradicts
L’opera è la “sua” verità anche quando contraddice la figura e la natura the figure and the nature from which it originates and whose ambigu-
dalle quali proviene e delle quali restituisce simulacri ambigui e metafo- ous, metaphorical effigies it depicts.
rici. These fundamental features of Francesco Vaccarone’s work had al-
Queste connotazioni fondamentali dell’opera di Francesco Vaccarone ready been noted by Franco Solmi in 1977 with great acuity and fore-
erano già state notate, con grande acutezza ed anticipo, da Franco Solmi sight, when he wrote that “contradiction and ambiguity, always present,
nel 1977, quando scriveva che “la contraddizione e l’ambiguità, sempre pose the problem of a point of convergence which is suspended between
presenti, pongono il problema di un punto di convergenza sospeso tra due two, equally necessary, dimensions of being and working: the point
dimensioni (altrettanto necessarie) dell’essere e dell’operare: il punto ove where metaphysics and daily reality coincide in a substantial suspension
metafisica e quotidiano vengono a coincidere in una sostanziale so- of judgment”.
sinistra alto spensione del giudizio”. Starting from the “sails”, the “seagulls”, the “agaves” of the early ‘sev-
2010 Sarzana, Benny Golson scrive nel retro del dipinto dedicato da Vaccarone A partire dalle “vele”, dai “gabbiani”, dalle “agavi” dei primi anni Settanta, enties, Vaccarone applies an expressive strategy which no longer yields
a Clifford Vaccarone mette in atto una strategia espressiva che non è più conciliante to “representation” and tends rather to the construction of an “other” or-
con la “rappresentazione” e tende anzi alla costruzione di un ordine “al- der inside which “opposites” are unified “keeping them separate and in
sinistra basso
2010 Antonio Tajani Vice Pres Parlamento Europeo, Fancesco Vaccarone e l’On. Licia
tro” all’interno del quale vengono unificati “i contrari mantenendoli separati conflict”.
Ronzulli all’innaugurazione della personale all’Europarlamento e in conflitto”. And it is in this way that the La Spezia artist achieves what some have
È per tale via che l’artista spezzino giunge a quella che alcuni hanno de- defined as “metaphysical abstraction” and which I prefer to call “meta-
2010 maggio, con Paolo Asti e Benny Golson per un concerto di Golson a Sarzana finito “astrazione metafisica” e che a me piace chiamare “interrogazione physical interrogation”, because Vaccarone’s work in fact asks questions
metafisica”, proprio perché l’opera di Vaccarone pone domande senza ri- without giving answers, and at the same time proposes an encounter
sposte nello stesso momento in cui propone un incontro che è in sostanza which substantially consists of silent listening.
di ascolto silenzioso. It is amazing to note in this regard that none of the critics who have writ-
È persino stupefacente notare a questo proposito come tutti i critici che ten about Francesco Vaccarone’s work, and who have even identified fun-
si sono occupati del lavoro di Francesco Vaccarone e che pure hanno còlto damental stages in his work, have cited Max Ernst, who seems to be the
varchi fondamentali della sua opera non abbiano citato (facendo al con- real main historical reference for his imagery, although they do mention
trario altri nomi) Max Ernst, che appare invece il vero grande riferimento other names.
storico della sua proposizione immaginativa. The “naturalistic” atmosphere of surreality which pervades the whole of
L’atmosfera di surrealtà “naturalistica” che pervade tutto il lavoro di Vaccarone’s work in fact resembles the process of distancing from na-
Vaccarone appare infatti simile al processo di distanziamento della na- ture exercised by this great German artist, at least in some of his
tura che mette in atto il grande artista tedesco, quantomeno in alcuni suoi “zoomorphic” pictures of the ‘thirties. Vaccarone has other, not second-
dipinti “zoomorfici” degli anni Trenta. Con Max Ernst, peraltro, Vaccarone ary, “assonances” with Max Ernst, such as the taste for a kind of theatrical
ha altre “assonanze” non secondarie, quale ad esempio il gusto di un im- staging of the image leading to the distancing and “irresponsibility” of the
pianto scenografico teatrale si potrebbe dire, dell’immagine, vòlto a met- figural “performance”.
tere in moto un procedimento di distanziamento e di “irresponsabilità” nei The risk which the artist takes is in fact substantially a linguistic one, in-

322 323
confronti della “rappresentazione” figurale. different (even antisocial) towards things and facts, figures and nature, forme perché esse sono indifferenti a tale ruolo, pretendono di rappre- announced, scenario.The message of Vaccarone’s work is thus in the im-
Il rischio che l’artista assume è, infatti, sostanzialmente linguistico, in- since he is intent on disarranging one expressive order and recreating sentare solo se stesse, reclamano il solo diritto all’apparizione ed alla con- balance between the predictable directions of the language which is func-
differente (asociale perfino) verso le cose ed i fatti, le figure e la natura, another in his own image. Vaccarone takes this risk by interpreting the templazione. tional to everyday practicality, and the unpredictable and antifunctional
teso com’è a mettere in crisi un ordine espressivo ed a ricrearne un al- space of the work as a place of catastrophic and irremediable events in- E tuttavia il gioco si svolge in diretta correlazione con la storia e la me- expressiveness of the imaginary, in an event which is always surprising
tro a sua immagine e somiglianza. side which he can recompose the fragments of day-to-day existence with moria di cui anzi le immagini di Vaccarone risultano cariche. Il problema, (the appearance of the invisible form) and which in any case bears the
Vaccarone assume tale rischio affrontando lo spazio dell’opera come luogo “his own” order, thus conferring on them unexpected and maybe inex- semmai, è la negatività di tale relazione in un processo che tende a sman- stigmata of poetry. His is an expressive project which, just because it pos-
di avvenimenti catastrofici ed irrimediabili all’interno del quale ricompone istent meanings. tellare uno scenario di avvenimenti per proporne un altro semplicemente sesses the “grace” of poetry, is able to explore the territories of misun-
con il “suo” ordine i frammenti dell’esistenza quotidiana ai quali conferi- Of course Vaccarone is a painter and as such he uses all the “tricks of annunciato. derstanding and misconception and settle there, wholly uncaring about
sce dunque valenze prima insospettabili e forse inesistenti. the trade”, exploiting every stimulus (the creases of the body and of a La testimonianza dell’opera di Vaccarone sta dunque proprio nel dise- being explained and accepted.
Naturalmente Vaccarone è un pittore ed in quanto tale si serve di tutti i crumpled sheet, the shapes of a bird and those of a flower) and trans- quilibrio che determina tra le prevedibili traiettorie del linguaggio funzio- This brings to mind some extraordinary lines by Pier Paolo Pasolini, to
“trucchi del mestiere” adottando ogni sollecitazione (le pieghe del corpo forming it into a self-sufficient visual event. The materialisation essen- nale alla praticità del quotidiano e l’imprevedibile ed antifunzionale whom Vaccarone in fact specifically dedicated a fine piece of work in
e quelle di un lenzuolo sgualcito, le forme di un uccello e quelle di un fiore) tially comes about through light (the clamorous confirmation that he is espressività dell’immaginario. In un accadimento sempre sorprendente 1976: “it is not in not communicating death: but in not being understood”.
che alchemicamente trasforma in eventi visivi autosufficienti. a painter), in a process which, though employing metaphorical dis- – l’apparizione della forma invisibile – che possiede in ogni caso le stim-
La materializzazione avviene essenzialmente per mezzo della luce (la cla- guises, actually tends solely to the affirmation of a language which pur- mate della poesia. Venice, Nov 1989
morosa conferma del suo essere pittore) in un processo che, pur ser- ports to represent the world, the one we don’t see. Si tratta di un progetto espressivo che, proprio perché possiede la “gra-
vendosi dei travestimenti metaforici, tende in realtà alla sola affermazione In this sense, to quote Solmi again, “the vicissitudes of the images con- zia” della poesia, può aggirarsi ed affermarsi sui terreni del malinteso e (Enzo Di Martino’s text for the catalogue/book for Francesco Vaccarone’s itiner-
di un linguaggio che pretende di rappresentare il mondo, quello che non tinue in the images, inexorably leaving Man on the edge; we avert only del fraintendimento, incurante della sua esplicazione e della sua accet- ant anthological show at Palazzo dei Diamanti of Ferrara in 1990, at the
si vede. his out-of-date present to the point that, when his figure appears as an tazione. Palabandera of Busto Arsizio 1991, at the Museo di Santa Apollonia of Venice
in 1992, at the Salvador Allende centre of La Spezia in 1993, copublished by
In questo senso, per citare ancora Solmi, “la vicenda delle immagini con- improbable and incredulous symbol, the tension of the picture slackens, Vengono allora in mente alcuni straordinari versi di Pier Paolo Pasolini –
Edicigno Roma and Museo delle Arti (Arts Museum) Palazzo Bandera Busto
tinua nelle immagini, lasciando inesorabilmente ai margini l’uomo di cui and it becomes no more than a receptacle of symbols adding mystery al quale non a caso Vaccarone ha dedicato nel 1976 una bellissima pa- Arsizio,1990)
si avverte soltanto l’inattuale attualità, al punto che laddove la sua figura upon mystery”. In this way Vaccarone confirms the terrible “uselessness” gina del suo lavoro – che dicono: “non è nel non comunicare la morte:
ricompare come simbolo improbabile e incredulo s’allenta la tensione del of art and hence its great role in Man’s life, because it is only in this way ma nel non essere compresi”.
quadro, ormai ricettacolo di simboli che aggiungono mistero a mistero”. that he “sees” the invincible distance between reality and the imaginary.
Per tale via Vaccarone conferma la terribile “inutilità” dell’arte e dunque The sensation of disorientation and even stunnedness which Vaccarone’s Venezia, novembre 1989
il suo grande ruolo nella vita dell’uomo poiché è solo in tale maniera che paintings provoke comes precisely from their disquieting silence con-
egli “vede” la irriducibile distanza della realtà dalla immaginazione fan- cerning the questions we ask ourselves each day, since they have noth- (Testo di Enzo Di Martino per il catalogo-libro per la mostra antologica itinerante
tastica. ing to do with these and indeed acquire “that highly suspicious dimen- di Francesco Vaccarone al Palazzo dei Diamanti di Ferrara nel 1990, al
La sensazione di spaesamento e perfino di stordimento che i dipinti di sion which belongs to art”. This observation is even truer of contemporary Palabandera di Busto Arsizio 1991, al Museo di Santa Apollonia di Venezia 1992,
al centro Salvador Allende della Spezia 1993, coedizione Edicigno Roma e Museo
Vaccarone determinano proviene proprio dal loro inquietante silenzio ri- art, which is no longer involved in “beauty”, eccentricity and wonderment,
delle Arti Palazzo Bandera Busto Arsizio 1990)
spetto ai quesiti che ci nor does it any longer perform the task of telling any kind of story or cel-
poniamo ogni giorno giacché essi non hanno nulla a che fare con que- ebrating any event. We might even say that nowadays art proposes it-
sti ed assumono anzi “quella dimensione altamente sospetta che è pro- self as an experience of anguishing indifference and as a gesture of unre-
prio dell’arte”. deemable antisocialness.
Tale osservazione è tanto più vera nell’arte contemporanea che non ha But its value lies in its very “amoral ambiguity”, which allows it to “dec-
più a che fare con “la bellezza”, l’eccentricità e con la meraviglia, né si orate” a wall or shake up a conscience at the same time.
assume più il compito di raccontare nessuna storia, né di celebrare al- In this sense Vaccarone is a typical artist of his time, closed in on him-
cun avvenimento. self in the search only for a language which is able to provoke stupor and
Si potrebbe perfino dire che oggi l’arte si propone come momento di an- clamour and at times even scandal. He opposes the timelessness and
gosciante indifferenza e come gesto di irredimibile asocialità. uselessness of forms to the everyday preoccupation with current affairs
Ma il suo valore sta proprio nella sua “ambiguità amorale” che le consente and economics, writing a kind of spiritual “will” which is valid for the fu-
nello stesso tempo di “decorare” una parete o di mettere in crisi una co- ture, which will endure in time. From this point of view, there is not even
scienza. very much sense in wondering about the immediate meanings of those
In tale prospettiva Vaccarone è un tipico artista del suo tempo, ripiegato forms, because they are indifferent to such a role; they wish to represent
su se stesso alla ricerca del solo linguaggio in grado di provocare stupore only themselves, they only claim the right to appear and to be contem-
e clamore ed a volte persino lo scandalo. plated.
All’attualità ed all’economicità di ogni giorno egli oppone l’atemporalità Nevertheless, the game unfolds in direct correlation with history and
e l’inutilità delle forme, in una sorta di “testamento” spirituale che ha va- memory, and indeed Vaccarone’s images are loaded with these. The prob-
lore per il dopo, in grado di durare nel tempo. Da questo punto di vista lem is rather the negativity of this relationship in a process which tends
non ha neppure molto senso interrogarsi sui significati immediati di tali to dismantle a scenario of events in order to propose another, simply pre-

324 325
UN OMAGGIO ALLA POESIA CUBANA A HOMAGE TO CUBAN POETRY VACCARONE IN POLONIA VACCARONE IN POLAND
Elio Menzione Elio Menzione Luca Daniele Biolato Luca Daniele Biolato

Il lungo ed originale percorso artistico di Francesco Vaccarone e la plura- Francesco Vaccarone’s long, original artistic career and the plurality of L’opera di Francesco Vaccarone è già nota al pubblico polacco. Una sua Francesco Vaccarone’s work is already known to the Polish public. A first
lità delle sue seducenti esperienze creative sono mirabilmente documen- his seductive creative experiences are admirably documented in this pre- prima mostra antologica è stata promossa dall’Istituto Italiano di Cultura anthological exhibition of his was promoted by the Italian Institute of
tati in questa preziosa mostra che abbiamo l’onore di ospitare nell’ambito cious exhibition which we have the honour of hosting during the 6th Italian di Cracovia nel 1996 con carattere itinerante in diverse sedi espositive Culture in Cracow in 1996; it was an itinerant exhibition held at various
della VI settimana della Cultura Italiana a Cuba. Culture week in Cuba. Vaccarone is a highly-skilled artist who has ex- della Polonia. sites in Poland. In 2000, selected works documenting his activity as
Artista in possesso di una formazione completa, con una intensa attività hibited in many museums, universities and public and private galleries, Nel 2000 una rassegna molto selezionata che documentava il suo lavoro etcher were hosted, with the collaboration of the same Institute, within
espositiva in musei, università e gallerie pubbliche e private, presente in and has participated in important European and international art events. di incisore è stata ospitata, con la collaborazione dello stesso Istituto, tra the International Triennial of Graphic Art of Cracow, considered one of the
importanti rassegne di carattere europeo ed internazionale, Vaccarone è Moreover, he is an etcher, sculptor, potter and author of theoretical arti- le manifestazioni della Triennale Internazionale d’Arte Grafica di Cracovia, most prestigious graphics shows in the world.
inoltre incisore, scultore, ceramista, autore di scritti teorici intorno al lin- cles about creative language, and has also dedicated some of his paint- considerata uno degli appuntamenti più prestigiosi del mondo per i lin- So, in March of this year a precious group of works which Vaccarone has
guaggio creativo ed ha dedicato i suoi interessi di pittore anche alla mu- ing to music and poetry. guaggi grafici. dedicated to 20th-century Polish and Italian poetry attracted the partic-
sica ed alla poesia. This exhibition takes us through a series of cultured, refined and eloquent Quindi nel marzo di quest’anno, una preziosa raccolta di opere che ular interest and appreciation of the public and critics in Cracow. Today,
Questa esposizione ci conduce attraverso un percorso di immagini colte, images, with a special section on the magical sentiment of poetry, a Vaccarone ha dedicato alla poesia polacca ed italiana del ‘900 ha regi- in this show in Warsaw, we document the plurality of these seductive cre-
raffinate ed eloquenti, con una sezione speciale rivolta verso il magico sen- deeply-felt homage dedicated to Cuban writers of international fame: strato particolari interessi e consensi presso il pubblico e la critica a ations by the Italian master, whose work has for many years received im-
timento della parola poetica, un profondo e sentito omaggio dedicato a Nicolas Guillen, Eliseo Diego, Juan Marinello, Cintio Vitier, Manuel Navarro Cracovia. portant consideration from the most prestigious contemporary art crit-
scrittori cubani di fama internazionale: Nicolas Guillen, Eliseo Diego, Juan Luna, Mirta Aguirre and others. Here, Vaccarone chooses the universal Oggi, in questa mostra a Varsavia, documentiamo la pluralità di queste ics, as demonstrated by his many exhibitions in museums, universities,
Marinello, Cintio Vitier, Manuel Navarro Luna, Mirta Aguirre ed altri. language of poetry to interpret Cuban culture, which thanks to his ex- seducenti esperienze creative firmate dal Maestro italiano il cui lavoro è public and private galleries in Europe and the USA.
Vaccarone sceglie qui il linguaggio universale della poesia per accostarsi ceptional sensitivity becomes a vital source of inspiration, with surpris- da molti anni – come testimonia la sua intensa attività espositiva i Musei, We thus leave the task of guiding us through the cultured, refined and
alla cultura cubana divenendo, grazie alla sua eccezionale sensibilità di ing results of freshness and creative originality. Università, Gallerie pubbliche e private in Europa e negli U.S.A. – al cen- eloquent images of this artist who is so deeply immersed in life and emo-
artista, una fonte vitale di ispirazione, con risultanti sorprendenti per fre- I thus wish to express our most sincere and cordial thanks to Maestro tro degli interessi della critica d’arte contemporanea più attenta. tions to the numerous, insightful essays in this publication. As early as
schezza ed originalità creativa. Francesco Vaccarone for this fascinating encounter between Italian Lasciamo quindi alle numerose ed illuminanti testimonianze di questa 1977 Enzo Carli, the famous Italian art critic, offered this definition of the
Desidero quindi esprimere la più sincera e cordiale gratitudine al Maestro painting and Cuban poetry, an extraordinary example of what can be pubblicazione il compito di condurci nel percorso delle immagini colte, raf- works: “tableaux d’histoire which are destined to remain as some of the
Francesco Vaccarone per questo suggestivo incontro tra la pittura italiana achieved through a sensitive dialogue between different cultures. This is finate ed eloquenti di questo artista così partecipe della vita e delle most meaningful and truthful (also obscurely prophetic and cautionary)
e la poesia cubana, che rappresenta uno straordinario esempio riguardo ai a principle on which the relations between our two countries have always emozioni che già nel 1977 il famoso storico dell’arte italiano Enzo Carli testimonies of the crisis threatening to overturn modern so-called “civ-
risultati che si possono raggiungere attraverso il dialogo ed il confronto at- been based, and which is the fundamental premise for mutual under- definiva “ tableaux d’histoire destinati a restare tra le più veritiere e si- ilization”.
tento tra diverse culture: principio sul quale si sono sempre fondate le re- standing and peace among populations. gnificative testimonianze, anche oscuramente profetiche ed ammonitrici In the hope that art, so significantly represented in this exhibition, “is in-
lazioni tra i nostri due Paesi e che costituiscono la premessa fondamentale della crisi che mira a sconvolgere la cosiddetta civiltà dei nostri giorni”. creasingly exploited to consolidate the dialogue and collaboration between
per la reciproca comprensione e la pacifica convivenza tra i popoli. Havana 26 Oct 2001 Con l’auspicio che anche l’impegno artistico, di cui in questa mostra ab- peoples in favour of a culture of peace” (as His Holiness John Paul II de-
biamo una così significativa presenza “diventi sempre di più – come ebbe clared in 1996 on the occasion of Vaccarone’s show in Cracow) we too
La Habana 26 ottobre 2001 (From the catalogue presentation of Elio Menzione, Italian Ambassador in Cuba, ad esprimersi S.S. Giovanni Paolo II al Nostro nel 1996 in occasione della express our wish that the artistic and cultural relations between our coun-
for Francesco Vaccarone’s show at the Basilica di San Francisco, Havana, Nov sua mostra a Cracovia – un modo per consolidare il dialogo e la colla- tries (which both have particularly rich traditions in these areas) can be
(Dalla presentazione a catalogo di Elio Menzione, Ambasciatore d’Italia a Cuba, 2001) borazione tra i popoli a favore di una cultura di pace”, anche noi espri- developed more and more intensely and profitably so as to positively in-
per la mostra di Francesco Vaccarone alla Basilica di San Francisco, La Habana miamo l’augurio ce i rapporti d’arte e di cultura tra i nostri Paesi, di cui fluence the vast range of existing economic and social relations.
Novembre 2001) sono così ricche le tradizioni, si sviluppino sempre più intensamente e pro-
ficuamente così da incidere positivamente nella vasta gamma delle re- Warsaw 16 Sept 2001
lazioni economiche e sociali esistenti.
(From the catalogue presentation of Luca Daniele Biolato, Italian Ambassador in
Varsavia 16 settembre 2001 Poland, on the occasion of Francesco Vaccarone’s anthological show at the Italian
Institute of Culture of Warsaw)
(Dalla presentazione a catalogo di Luca Daniele Biolato, Ambasciatore d’Italia in
Polonia, in occasione della mostra antologica di Francesco Vaccarone all’Istituto
Italiano di Cultura di Varsavia)

326 327
FRANCESCO VACCARONE. FRANCESCO VACCARONE. Valerio P. Cremolini Valerio P. Cremolini
L’UMANO NEL DIVINO, IL DIVINO NELL’UMANO. THE HUMAN IN THE DIVINE, THE DIVINE IN THE HUMAN
Vilma Torselli Vilma Torselli La città di Noceto (Parma), ad un anno dalla scomparsa di Giovanni Paolo Just a year after the death of John Paul II, the town of Noceto (Parma) has
II, dedica all’indimenticabile pontefice una grande scultura di oltre venti dedicated to this unforgettable pope a large sculpture weighing over 20 tons
Una grande opera marmorea site specific che coinvolge il contesto e l'os- A large site-specific marble work which involves the context and the viewer tonnellate, composta da due bassorilievi in marmo bianco di Carrara, rea- and consisting of two low-reliefs in Carrara white marble by the artist
servatore per una più estesa esperienza estetica ed emotiva. Il monu- in a more aesthetic and emotional experience. lizzata dall’artista Francesco Vaccarone con la qualificata collaborazione Francesco Vaccarone, with the expert collaboration of the master stonework-
mento, struttura tipica dell’urbanistica occidentale la cui evoluzione va in Monuments, typical western urban structures whose evolution runs paral- delle maestranze del Laboratorio “Corsanini” di Carrara. È un’opera di no- ers of the “Corsanini” Laboratory of Carrara. It is a sizeable work (each part
parallelo con quella dell’estetica e della storiografia, costituisce da sem- lel to aesthetic and historiographic evolution, have always been the means tevoli dimensioni (ogni parte misura m.2.50 di base per 2,20 d’altezza), measures 2.50 metres at the base by 2.20 metres in height), with a par-
pre il modo attraverso il quale l’uomo celebra il ricordo che venga iden- through which mankind has celebrated the memory of what is considered particolarmente impegnativa per il tema L’umano nel divino, il divino nel- ticularly challenging theme, The human in the divine, the divine in the hu-
tificato come meritevole di essere tramandato in quanto eredità di im- to be worthy of being passed down through the generations as an impor- l’umano che l’artista spezzino, non contraddicendo la sua consolidata man; a theme which the La Spezia artist has admirably interpreted using a
portanza storica, collettiva e identitaria: non a caso il termine “ricordo”, tant legacy of history, community and identity. It is no coincidence that the espressività, ha mirabilmente elaborato tra il nitore di una spazialità oc- clean spatiality occupied by a sequence of modular forms, which express
dall’etimo latino cor- cordis, porta nella sua radice il significato emozio- root of the Italian word ricordo (“memory”), from the Latin cor-cordis cupata dalla sequenza di forme, modulate sia con inequivocabile razio- unequivocal rationality while being freely arranged with an elegant inlay-
nale che si attribuisce ad accadimenti di determinante importanza psi- (“heart”), contains the emotional meaning that is attributed to events of a nalità sia disposte liberamente in un elegante gioco di intarsi. type interplay.
cologica ed empatica che, in qualche modo, colpiscono “al cuore”. decisively psychological and empathic importance, which in some way In quelle forme spoglie, che nella loro rigorosa essenzialità conquistano In these bare forms which achieve beauty through their rigorous essential-
“…il concetto di monumento non è temporale. Appartiene alla coscienza strike “to the heart”. la bellezza, si declina la metafora dell’umanità raccolta intorno all’amata, ity, the metaphor of humanity is expressed through the beloved, tender, med-
dell’uomo... “scrive Massimiliano Fuksas (“Beni culturali “...the concept of monument is not temporal. It belongs dolcissima, meditativa figura di itative figure of Pope Wojtyla, a man
e città”), una atemporalità che tuttavia si accompagna to the conscience of Man…” writes Massimiliano Fuksas papa Wojtyla, uomo tra gli uomini, among men and a witness of the
ad un continuo aggiornamento del significato del ter- (in “Beni culturali di città”[“Urban cultural heritage”]). It testimone della grandezza di Dio greatness of God “the centre of the
mine, che oggi non designa più un simbolo statico, ce- is a timelessness which is nonetheless accompanied by «centro del cosmo e della storia». cosmos and history”. Before begin-
lebrativo e definitivo, un emblema da osservare da lon- a continuous updating of the meaning of the term; to- Prima di iniziare l’opera Vaccarone, ning the work Vaccarone, with evi-
tano, sia in senso fisico che mentale, bensì una struttura day it no longer indicates a static, celebratory and defin- con manifesta sensibilità, ha riper- dent sensitivity, studied the whole
a misura d’uomo, in grado di interagire sia con l’osser- ing symbol, an emblem to be observed from afar in both corso l’intero vissuto di Karol life of Karol Wojtyla, and he decided
vatore che con il contesto, vicina a quella che oggi si the mental and physical senses, but rather a man- Wojtyla ed ha ritenuto di interpre- to interpret the figure in his youthful
chiama “installazione permanente”. friendly structure able to interact with both the viewer and tarne la figura fisicamente pre- well-built physique and with that
Nuova forma espressiva dell’arte moderna, un po’ scul- the context, similar to what we call today “permanent in- stante e ricca di quel giovanile en- enthusiasm which he retained
tura, un po’ urban design, un po’ Public Art, un po’ Land stallation”. tusiasmo, che tale è rimasto in throughout his long, hardworking
Art, essa è mezzo per riqualificare il territorio e conno- A new expressive form of modern art, partly sculpture, tutta la sua lunga ed operosa mis- earthly mission. The weakness of
tare l’intorno spazio-temporale nel quale si colloca ope- partly urban design, partly Public Art, it is a means for im- sione terrena. La debolezza del his body and the signs of the pain
rando una sintesi della realtà fenomenica e psicologica, proving the territory and defining the spatial/temporal sur- corpo ed i segni del dolore che which accompanied the Pope’s last
naturale ed antropica per una comprensione integrata roundings in which it is located; it performs a synthesis hanno accompagnato gli ultimi years moved believers and non-be-
dell'uomo e dell'ambiente in cui vive. of the phenomenal and psychological, natural and an- anni di vita del papa hanno com- lievers alike and did not detract from
Questa la chiave di lettura di una delle più suggestive opere di Francesco thropic realities to achieve an integrated understanding of Man and the en- mosso credenti e non credenti e non hanno lambito la saggezza della sua the wisdom of his words which, though full of doubt, touched the hearts and
Vaccarone, voluta nel 2006 dal Comune di Noceto in memoria di papa vironment he inhabits. parola che pur incerta ha toccato i cuori e le menti di donne e uomini di minds of men and women of various cultures.
Giovanni Paolo II, un grande racconto marmoreo site specific, due bas- This is the interpretive key for one of Francesco Vaccarone’s most fascinating culture diverse. The imposing work which Vaccarone declares was “inspired by the constancy
sorilievi en plein air di imponenti dimensioni, collocati in un parco pub- works, commissioned in 2006 by the Borough of Noceto in memory of Pope L’imponente opera, che Vaccarone dichiara essergli stata «ispirata dalla and dedication uninterruptedly devoted by John Paul II to the primacy of be-
blico e posizionati a pianta triangolare in modo informale ma non casuale, John Paul II: a large site-specific marble tribute, with two considerable-sized costanza e dalla dedizione rivolta ininterrottamente da Giovanni Paolo II ing” conveys the richness of John Paul II’s superlative teaching and the com-
con un ampio passaggio tra l’uno e l’altro che realizza l’idea di una low reliefs en plein air located in a public park and positioned on a triangu- al primato dell’essere», trasmette la ricchezza del superlativo magistero plexity of his thought; a thought immersed in literary, philosophical and the-
estrema permeabilità spaziale. Monumento ‘praticabile’ o installazione lar ground plan in an informal but not casual way, with a wide gap between di Giovanni Paolo II e la complessità del suo pensiero intriso di cultura let- ological culture which was constantly revealed throughout the years of an
permanente, quest’opera afferma in modo perentorio la volontà e la them to express the idea of extreme spatial permeability. teraria, filosofica e teologica, costantemente rivelata lungo gli anni di uno extraordinary pontificate.
possibilità che l'arte si integri con la vita quotidiana, esito di una ricerca A “practicable” monument or permanent installation, this work perempto- straordinario pontificato. The ordered alternation of filled and empty spaces, the suffused harmony
che fa discendere “dalla specificità dei luoghi la sua ragione d’essere, rily affirms the desire and the possibility that art should integrate with daily Il composto alternarsi di pieni e di vuoti, il soffuso armonizzarsi di luci ed of light and shade generate a tangible climate of meditation; this is diffused
frutto di pratiche artistiche obbedienti a nuove istanze di socialità e di re- life. It is the result of a research whose “raison d’ tre is based on the speci- ombre, generano un tangibile clima di raccoglimento diffuso dai basso- by the low-reliefs, modelled with a secret blend of silence and love which
lazionalità volte a riqualificare la vita collettiva “(Alessandro Tempi, Un di- ficities of places: it is the fruit of artistic practices which obey the new needs rilievi, plasmati in una segreta miscela di silenzio e di amore che tocca reaches high peaks of spirituality. A desire is formed in the viewer not to re-
scorso interrotto). Un modo moderno di pensare un rapporto antico, of sociality and relationism in order to regenerate community life” (Alessandro alti apici di spiritualità, suscitando il desiderio di non rinunciare ad un cam- ject that spiritual path where there is no separation between reason and faith,
quello fra arte e società, che getta un ponte tra due domini da sempre Tempi, “Un discorso interotto” [“An interrupted discourse”]). mino che esclude la separazione fra ragione e fede, unite nella ricerca which are instead united in the search for truth.
l’uno alla ricerca dell’altro, l’arte ed il mondo che la circonda. A modern way of conceiving that age-old relationship between art and so- della verità. Art succeeds in making the worlds of both the visible and the invisible per-
ciety; a bridge between two dominions, art and the surrounding world, which L’arte riesce a far percepire il mondo del visibile e quello dell’invisibile e ceptible, and Francesco Vaccarone in his magnificent sculpture in Noceto
have always sought to connect. Francesco Vaccarone nella magnifica scultura di Noceto fa sua l’esorta- obeys the exhortation that the Polish pope addressed to artists in his 1999
zione che il papa polacco rivolse nella sua Lettera agli artisti del 1999, “Letter to artists”, which invites them to consider the “religious universe as

328 329
invitati a considerare «l’universo religioso fonte di ispirazione, di libera- a source of inspiration, release, catharsis” and as an enrichment of their ex- LE OMBRE DEL LABIRINTO THE SHADOWS OF THE LABYRINTH
zione, di catarsi» e di arricchimento della loro esperienza «sempre alla ri- perience “always searching for the innermost meaning of things”. Francesco Barocelli Francesco Barocelli
cerca del senso più recondito delle cose». Pope Wojtyla was a lover of poetry, which he defined as “a great lady”, and
Amante della poesia, che papa Wojtyla definiva «una gran signora», i bas- carved on the back of the low-reliefs is his poem “The source” taken from …questo modello ripetuto nelle geometrie delle superfici sembra aver la- ...this model repeated in the geometries of the surfaces seems to have
sorilievi portano incisa sul retro La sorgente, una lirica tratta dalla non fa- the rather difficult collection “Roman triptych”. There are also some words sciato un segno non trascurabile nella cifra di stile di Vaccarone, nella for- left a considerable mark on Vaccarone’s style in the repeated formula of
cile raccolta Trittico romano, ed un pensiero rivolto nell’agosto 2000 ai which he addressed to the young people of Tor Vergata in August 2000:“You mula ripetuta a sottosquadro delle sue sagome, che potremmo chiamare oblique cuts he uses in his shapes, which we might call a “monochrome
giovani a Tor Vergata: «Voi non vi rassegnerete ad un mondo in cui altri will not resign yourselves to a world in which other human beings are dy- un “décalage monochrome” o “polychrome”. or polychrome décalage”.
esseri umani muoiono di fame, restano analfabeti, mancano di lavoro. ing of hunger, or are illiterate or jobless.You will defend life in every moment Vaccarone ha sempre teso poggiare il piede sul terreno fermo della cul- Vaccarone has always kept his feet on the firm ground of culture, which
Difenderete la vita in ogni momento del suo sviluppo terreno,vi sforzerete of its earthly development, you will make every effort to make the earth eas- tura, che per lui è innanzitutto Logos. Lo interessano le indagini intorno for him is above all Logos. He is interested in investigations of the soul:
con ogni energia di rendere la terra più abitabile per tutti». ier for everyone to live on”. all’anima: la psicologia. Psicologia e arte. Questo il binomio fin dai primi psychology, psychology and art. It is this combined concept which he has
La solenne inaugurazione del monumento, contestuale all’apertura di una The solemn inauguration of the monument, which coincides with the open- passi quando si consacrava alla linea, al segno, per tradurre i paesaggi followed since his very first work when he devoted himself to the line, the
nuova strada intitolata a Giovanni Paolo II, è avvenuta domenica 2 aprile ing of a new street named after John Paul II, took place on Sunday 2 April dell’entroterra tirreno. E sulle linee sintetiche del disegno maturava una mark, translating the landscapes of the Tyrrhenian mainland. And using
2006 alle ore 12.30, presenti le massime autorità civile e religiose, ed è at 12.30 p.m.The main civic and religious authorities were present, and the sorprendente produzione grafica basata sul primato della linea. the synthetic lines of drawing he developed a surprising graphic pro-
stata preceduta dalla celebrazione della S.Messa nella chiesa parrocchiale ceremony was preceded by the celebration of mass in the parish church of La riflessione su questi labirinti riporta d’attualità l’“eternel retour” di cui duction based on the primacy of the line.
di S.Martino, presieduta da monsignor Francesco Gioia, arcivescovo San Martino, presided over by Monsignor Francesco Gioia, the emeritus arch- si compone il percorso della ricerca ed obbliga un po’ tutti, l’artista in- Reflection on these labyrinths brings us once more to the “éternel retour”
emerito di Camerino-San Severino Marche, Presidente “Peregrinatio ad bishop of Camerino/San Severino in the Marches region, President of the nanzitutto e poi il pubblico, il suo pubblico in particolare, e i critici, a fare which informs the artistic quest and obliges everybody, particularly the
Petri Sedem” della Curia romana e Delegato pontificio della Basilica di “Peregrinatio ad Petri Sedem” of the Roman Curia, and Pontifical Delegate i conti con le vie incerte e mai lastricate in forma definitiva dell’ispirazione. artist but also the public (his public in particular), as well as the critics,
S.Antonio in Padova. of the Basilica of Sant’Antonio in Padua. Le ombre sono le tracce che la mente lascia nel “labirinto del pensiero”: to come to terms with the uncertain, eternally unmade, roads of inspi-
quella materia cerebrale che Vaccarone ama sondare, saggiare, perfo- ration.
Pubblicato il 02/08/2011 Published 02/08/2011 rare (si veda il suo “Passeggiando alla diga”). È il guizzo della surrealtà, Shadows are the traces which the mind leaves in the “labyrinth of
ciò che sta oltre la comune percezione del reale, nell’ancestrale ritaglio thought”, that cerebral mater which Vaccarone loves to probe, test, and
delle forme, linee allusive di sagome complesse… perforate (see his “Walking at the dam”). It is the flicker of surreality, what
…Il problema dello spazio nel punto minimo dove nidificano le ombre è lies beyond the common perception of reality, in the ancestral cutting of
ciò che interessa al Pittore, conteso tra “atopia” e “topos”.Le ombre come forms, allusive lines of complex shapes...
tracce in negativo della proiezione atmosferica sono gli indizi che, insieme ...The problem of space in that minimal niche where shadows nest is
ai profili delle “sagome”, consentono di leggere l’apparenza (ciò che ci what interests the Painter, who is attracted to atopia and topos at the
si presenta sul piano fenomenico della realtà). same time. Shadows as negative traces of atmospheric projection, and
È da tempo che Vaccarone analizza gli “spessori minimi”, quelli che sta- the profiles of the “shapes”, are the clues by which we can read ap-
biliscono una costante nella sottilissima possibilità che le sagome hanno pearances (or what is presented to us on the phenomenal plane of re-
di sovrapporsi. Tutto nasce da questo microcosmico effetto di distanza, ality).
di spazio, di micrometrica intercapedine che governa i piani di cui si com- For some time Vaccarone has been analysing “minimum thicknesses”,
pongono le figure. È lì che si stabilisce l’ombra, l’inizio di un ritmo e di those which establish a constant in the very meagre possibility the
una vitalità interiore, come in Severini o nella ritmica distanza delle linee shapes have of overlapping. Everything derives from this microcosmic ef-
di De Chirico o in certa rara metafisica di Morandi. Nel percorso di fect of distance, space, micrometric cavity, which governs the planes
Vaccarone che ha un’ampia educazione al pensiero si addensa un sot- composing the figures. It is there that shadows form, the beginning of an
terraneo universo di linee, di simboli, di labirinti mentali dove è legittimo interior rhythm and vitality, as in Severini or in the rhythmic distance of
pensare si incontrino diverse direttrici del Novecento... De Chirico’s lines, or in certain of Morandi’s rare metaphysical expres-
...sono almeno tre i motivi che stabiliscono l’originalità del contributo di sions. In the Vaccarone’s artistic quest with its longstanding habit of
Vaccarone nella parte più matura del suo percorso di ricerca. La singo- thought, a massy subterranean universe of lines, symbols and mental
larità dell’ermeneusi (ed è questione tecnica), la scelta dell’ordine pitto- labyrinths is formed, a universe where we might well say that various
rico come ordine della mente, la pittura come dialettica tra riflessione e guidelines of 20th-century art can be found together...
creazione e perciò come liberazione… ...there are at least three reasons for claiming the originality of
…Vaccarone è un abile artefice di idee pittoriche, iconiche e a-iconiche. Vaccarone’s contribution in the latest part of his artistic career: the sin-
Ma la fantasia delle forme non può esercitarsi senza avere radici forti nella gularity of the hermeneusis (a technical matter); the choice of the pic-
realtà. E la realtà ha una dimensione mentale nella quale si sfiora il me- torial order as mental order; painting as a dialogue between reflection and
tafisico dell’arte: dal reale a quanto vi sta sopra. (voglio solo aggiungere creation and therefore as release...
che la figura del “clochard” variamente investigata in varie epoche della ... Vaccarone is a skilful shaper of pictorial, iconic and a-iconic ideas. But
sua produzione è una delle poche nelle quali vi sia l’immissione di uno the imagining of forms cannot take place without its being strongly
spunto realistico certo). Per il resto l’operazione che si compie sul visi- rooted in reality. And reality has a mental dimension in which the meta-

330 331
bile reale è astraente, quella “astrazione – costruzione che già Henrj Paul physical dimension of art can be glimpsed: from reality to what lies above OCCULTARE E DISVELARE CON L’IMMAGINE CONCEALING AND REVEALING WITH THE IMAGE
Aletrino indicava come uno dei luoghi critici per comprendere le coordi- it. (I wish only to add that the figure of the “tramp” which he has explored Francesco Vaccarone Francesco Vaccarone
nate di latitudine e di longitudine di questo autore… at various stages in his career is one of the few in which we have the in-
troduction of a clear reference to reality). Otherwise the operation car- Il contributo che mi propongo di dare a questo incontro non può che es- The contribution I wish to make to this meeting can only be a wholly sub-
Parma, Università, 2004/ 2006 ried out on visible reality is an abstracting one, that “abstraction/con- sere del tutto soggettivo scaturendo soltanto da riflessioni sulla mia per- jective one, since it derives exclusively from reflections on my personal
struction” which Henrj Paul Aletrino has indicated as one of the critical sonale esperienza creativa e non disponendo di strumenti né sul piano creative experience, unequipped as I am with any specific psychoana-
(Stralci da due ampi saggi scritti da Francesco Barocelli, uno per la monogra- tools for understanding the coordinates of this author’s latitude and lon- psicoanalitico né su quello della neurofisiologia. lytical or neurophysiological tools.
fia edita nel 2004 in occasione della mostra antologia di Francesco Vaccarone gitude... Proverò a raccontarvi brevemente ciò che mi pare che accada al mio la- I will try briefly to recount what I feel happens in my work, which I have
alla Rocca dei Sanvitale di Noceto e l’altro per il catalogo della mostra perso- voro a cui mi dedico ormai da cinquant’anni ed a cui ogni volta, nel mo- now been doing for fifty years, and whose results I often find myself in-
nale curata dal Comune di Parma alla Galleria San Ludovico nel 2006)
Parma, University, 2004/ 2006 mento in cui mi accingo ad individuarne ed a valutarne gli esiti, mi ritrovo terpreting in different ways when I try to identify and evaluate them. I have
a dare una lettura spesso diversa. entitled my talk “Concealing and revealing with the image” because
(Extracts from two long essays by Francesco Barocelli, one for the monograph Ho intitolato questo mio intervento “Occultare e disvelare con l’im- this dialectic alteration, which is never intentional in my painting, reap-
published in 2004 for Francesco Vaccarone’s anthological show at the Rocca magine” perché questo dialettico alternarsi, che nel mio percorso crea- pears at the moment in which, as I look at my works (be they paintings
(Fortress) dei Sanvitale of Noceto, and the other for the catalogue of the solo show tivo non è mai intenzionale, riappare nel momento in cui guardando le mie or drawings, sculptures or etchings), what I have concealed and revealed
curated by the Borough of Parma at the Galleria San Ludovico in 2006)
opere( siano disegni o dipinti, o sculture o acqueforti) emerge in modo to myself emerges in a new way. Like a form of unconscious self-analy-
nuovo ciò che a me stesso ho occultato e disvelato: come una forma di sis which varies constantly over time with the changes in my perceptive
inconsapevole autoanalisi che varia costantemente nel tempo con il mu- behavior.
tare del mio comportamento percettivo. To this end I will later on be showing some images, attempting a read-
A questo scopo mostrerò più avanti alcune immagini tentando una mia ing of them.
lettura. I must say that as I retrace the stages in my art I have learnt to recog-
Devo dire che ripercorrendo le mie stagioni creative ho imparato a rico- nise two levels; one is determined by a subjective nucleus, and this tends
noscere due piani: uno determinato da un nucleo soggettivo che tende co- constantly to impose itself on the second one, which is a consequence
stantemente ad imporsi e l’altro che è conseguente all’estendersi ed al mo- of the extension and modification of symbols and metaphors which are
dificarsi di simboli e metafore che sono in stretta relazione con i fenomeni closely related to the cultural and social phenomena I have experienced.
culturali e sociali delle mie esperienze. While in the context where the subjective nucleus expresses itself intu-
Mentre nell’ambito in cui si esprime il nucleo soggettivo sono prevalenti ition and development through images prevail, on the other level a con-
sia l’intuizione che l’elaborazione per immagini, nell’altro piano è pre- ceptual kind of development dominates.
ponderante un’elaborazione per concetti. In my work, which is the fruit of a vocation which has not been a con-
Nel mio lavoro, che scaturisce da una vocazione non scelta, ho avvertito scious choice, since adolescence I have felt an instinctive energy which
fin dall’adolescenza un’istintiva energia che richiedeva di dar vita ad im- has required me to create images, and the constant which I have always
magini e la costante che ho sempre rilevato, allora come oggi, è, fin dal- noted, both then and now, is the impulse towards a strong detachment
l’inizio di ogni avventura creativa,l’imporsi di un forte distacco dalla re- from reality, right from the beginning of any creative enterprise. I’ll try to
altà. Cerco di spiegarmi meglio. explain this better.
La creatività, per potersi esprimere, abbisogna di strumenti tecnici che In order to express itself creativity needs technical tools which are never
non sono mai neutri, sono il linguaggio. neutral; they are the language.
Sia che ti appresti a realizzare un disegno, un’acquaforte, un dipinto, hai Regardless of whether you are about to make a drawing, an etching, or
di fronte uno spazio in cui ti esprimerai non per concetti ma per linee, se- a painting, you have in front of you a space in which to express yourself
gni, forme, colori. not with concepts but with lines, marks, forms, colours.
Pensi, in sostanza, per immagini. In short, you think through images.
Lo spazio che tu hai scelto, piccolo o grande che sia, è destinato a dive- The space you have chosen, be it small or large, is destined to become
nire la metafora del tuo spazio poetico, fisico, storico, metafisico, fantastico. the metaphor of your poetic, physical, historical, metaphysical, imagi-
Lì si rivelerà progressivamente nel suo farsi il sé mentale e corporeo di native, space.
chi crea l’immagine, il suo essere nel mondo. In this the mental and bodily self of the person creating the image, his/her
Ed avverti che tra te e ciò che stai creando sta nascendo un colloquio, way of being in the world, will progressively reveal itself as the creation
un’intensa reciprocità: tu guardi l’immagine, l’immagine guarda te. progresses.
Questo rapporto può durare a lungo o può interrompersi repentina- And you notice that a dialogue, an intense reciprocity, has been set up
mente. between yourself and what you are creating: you are looking at the im-
A me è stato necessario molto tempo, molti anni perché questa relazione age, the image is looking at you.
divenisse “controllabile”. This relationship may last for a long time or it may suddenly be interrupted.

332 333
Devi imparare ad ascoltarti, a fare in modo che le tue immagini, che na- In my case, it took a long time, many years, for this relationship to be- lavoro e progressivamente nel tempo i simboli lasceranno spazio alle me- ends to be achieved.
scono misteriosamente come dal nulla, talvolta quasi già “pronte”, a volte come “controllable”. tafore. This theme of the body of others being used and abused will return of-
come accenni, come suggerimenti che matureranno con il tempo - con You have to learn to listen to yourself, to act so that your images, which Questo dipinto del 1986, “Forme” (olio su tela,1986,cm.160x130), ten in my work and in time the symbols will gradually give way to
il loro tempo - maturino dentro di te nel loro progressivo farsi. are generated mysteriously as if from nothing, sometimes almost ready- quindi di oltre 20 anni dopo, nacque sfogliando una rivista del tempo, metaphors.
Si toglie così mano a mano il velo a ciò che si era manifestato in modo made, sometimes just hints or suggestions which mature with time, with Panorama, in cui appariva una fotografia a tutta pagina dedicata ad un This painting, “Forms” (oil on canvas 1986, 160 cm x 130 cm), from
nascosto, misterioso, occulto appunto. their time, mature inside you, as they gradually take shape. concorso di bellezza di Miss Italia. 1986 so about 20 years later, was the result of my leafing through a mag-
Questa maturazione avviene anch’essa per il tramite di prefigurazioni tec- Thus as you go along the veil is lifted from what had manifested itself in Questa immagine mi rimandò a quella degli ebrei che stanno entrando azine of that time, Panorama, which showed a full-page photo dedicated
niche delle successive fasi di ciò che stai creando, non per un percorso a hidden, mysterious, occult way. ignari nella camera a gas: anche qui i corpi mi apparivano povere cose to a beauty contest, Miss Italy.
razionale ma intuitivo. This “dialogue” which each time initially produces a kind of detachment da consumare. In quel periodo, avendo un secondo studio a Milano, fre- This image reminded me of the one of the hapless Jews entering the gas
Questo “colloquio” che produce, ogni volta, inizialmente una sorta di di- between yourself and reality, between you and the source of inspiration, quentavo il mondo delle modelle di alta moda e conoscevo da vicino la chambers. Here too the bodies appeared to me poor things to be con-
stacco tra te e la realtà, tra te e ciò che è stato fonte di ispirazione, ri- during the work re-establishes a return, a sort of identification between loro cultura interamente impegnata a piacere agli altri più che a se sumed. In that period, since I had a second studio in Milan, I got to know
stabilisce, in corso d’opera, un ritorno, una sorta di identificazione tra te yourself and what is revealed of that reality thanks to the image that you stesse, causa spesso di forti disturbi della personalità e di anoressie. models and the high fashion world, and got close look at their culture,
e ciò che si rivela di quella realtà grazie all’immagine che stai creando. are creating. Questo dipinto fu esposto per la prima volta in una mia mostra antolo- which was wholly taken up with pleasing others more than oneself, and
Il rapporto con quella realtà è mutato, è divenuto più articolato, più ricco. The relationship with that reality has changed, has become more artic- gica al castello di Lerici e mi accadde una cosa curiosa: pur non essen- was often a cause of serious personality disorders and anorexia.
In questo “Omaggio a Dante” del 1965 (olio su faesite, 1965, cm.130x120), ulate, richer. doci cenno né nel catalogo curato da Carlo Ludovico Ragghianti né in al- The painting was exhibited for the first time in an anthological show at
che nasceva dal clima generato in quegli anni dalla rappresentazione di This 1965 “Homage to Dante” (oil on hardboard, 1965, 1.30 x 120 cm) cun articolo sulla mostra circa la sua origine “ispirativa”, mi arrivarono the castle of Lerici, and a strange thing happened to me. While there was
un dramma dal titolo “Il Vicario” del tedesco Rolf Hochhuth nel dar vita was created before the atmosphere generated in those years by the per- cinque cartoline di due diverse tipologie raffiguranti nudi di donna in “bat- no mention either in the catalogue edited by Carlo Ludovico Ragghianti
ad un’analogia tra Papa Pacelli e Celestino V punito da Dante tra gli formance of the play entitled “The Vicar” by the German playwright Ralf teria” che conservo ancora e che vi mostro (Due cartoline postali del 1986) or in any article on the exhibition of its “inspirational” origin, five postcards
ignavi(che fece per viltà il gran rifiuto) e pungolato da vespe per la legge Hochhuth, where an analogy was made between Pope Pacelli and Pope in cui i visitatori (una di loro spagnola e da me completamente scono- of two different types arrived for me. They showed female nudes in “bat-
del contrappasso, collocavo in alto a sinistra il collage di una fotografia Celestine V. This pope was punished by Dante in the circle of the sloth- sciuta) mi scrivevano pensieri diversi che facevano riferimento al dipinto teries”; I still have them and I’ll show them to you (Two postcards from
tristemente nota che riprende una fila di ebrei che procedono ignari verso ful (“who out of cowardice made the great refusal”) and was stung by “Forme”. 1986). On them the visitors (one of them Spanish and completely un-
una camera a gas. wasps according to the law of retaliation. At the top right of this work I In quella della visitatrice spagnola stava scritto: “Questa deve essere known to me) wrote different thoughts about the painting “Forms”.
I corpi nudi nell’Antinferno dantesco con la carica di orpelli simboli del po- placed the collage of a sadly well-known photo showing a queue of Jews consegnata a Francesco Vaccarone: Caro Francesco, ho trovato una fe- On the one from the Spanish visitor she wrote: “This must be delivered
tere, la tiara, la decorazione da legionario romano del re Vittorio Emanuele advancing unawares towards the gas chambers. dele “riproduzione” di una delle tue “FORME”.Complimenti,Baci a tutti dalla to Francesco Vaccarone: Dear Francesco, I have found a faithful “repro-
erano responsabili in questo dipinto di non aver ostacolato il disegno na- The naked bodies in Dante’s ante-hell loaded down with the trappings meravigliosa Minorca, Alda.” duction” of one of your “FORMS”. Congratulations. Hugs and kisses to
zista in cui povere persone ignare venivano usate come mezzi da usare of power, the tiara, Victor Emanuel’s decoration as a Roman legionary, L’occulto, l’immagine assolutamente priva di simboli immediatamente leg- everyone from marvellous Minorca, Alda”.
e non come fini a cui tendere. were responsible in this painting for not having blocked the Nazi plan, gibili o di analogie descrittive, era divenuto leggibile. The occult, the image absolutely lacking immediately legible symbols or
Questo tema del corpo altrui usato e calpestato ritornerà spesso nel mio where poor hapless people were used as a means to an end and not as In questo caso come in molti altri, se non fossi sospettoso verso ogni de- descriptive analogies, had become legible.
finizione o schema, mi verrebbe da pensare ad un comune sentire che In this case as in many others, if I were not suspicious of any definition
può riconoscersi anche in procedimenti immaginativi che appartengono or scheme, I would be tempted to think of a common shared feeling which
molto più all’astrazione che non ad un linguaggio più esplicitamente rap- can be recognised also in imaginative processes belonging much more
presentativo. to abstraction than to a more explicitly representative language.
Questo tema della “forma” che diventa “sagoma” è presente in gran This theme of the “form” which becomes “outline” is present in most of
parte dei miei lavori; la dialettica della destrutturazione e della ristruttura- my works. The dialectic of de-structuring and re-structuring has ac-
zione ha accompagnato gran parte delle mie immagini, occultando e di- companied most of my images, concealing and revealing, I believe, my
svelando credo mie personali cadute e rinnovamenti nel processo delle personal declines and renewals in that process of contradictions which
contraddizioni che segna la vita di ciascuno di noi. mark the lives of each one of us.

334 335
Tra i temi preceduti da impulsi, emozioni fornitimi dall’esperienza, hanno Of the themes preceded by impulses, by emotions supplied to me by ex- gregarsi, di ristrutturarsi: “Clochard” (olio su tela, 1975,cm.70x50). structure themselves: “Tramp” (oil on canvas, 1975, 20 cm x 50 cm).
avuto importanza nel mio lavoro quelli legati al mare, al mio paesaggio perience, those linked to the sea, to my own landscape, where my per- Ogni dipinto è un’autobiografia anche se mascherata. E questo cicli di di- Each painting is an autobiography, albeit a masked one. And I have un-
dove è cresciuta e si è maturata la mia percezione dello spazio. ception of space developed and matured, have had particular importance pinti ha segnato per me, l’ho compreso col tempo, la metafora di un’iden- derstood with time that this cycle of paintings represents for me the
Il dipinto che ora vi mostro, “Gabbiano morente sulla spiaggia” (olio su in my work. tificazione mentale con il personaggio del clochard di cui ho sempre av- metaphor of a mental identification with the tramp character. While feel-
tela, 1973, cm. 100x100), è degli inizi degli anni ‘70.Trovai sulla spiag- The painting I am now going to show you, “Dying seagull on the vertito, accanto alla disperazione ed alla reale emarginazione, il fascino ing their desperation and real alienation, I have always felt a fascination
gia, a Monterosso nelle Cinqueterre, al tramonto di una giornata d’ago- beach” (oil on canvas, 1973, 100 cm x 100 cm), is from the beginning di una scelta di vita anarchica che rifiuta non di rado deliberatamente la for their choice of an anarchic life ; not infrequently it is a rejection of the
sto, un giovane gabbiano morente, impigliato in fili di njlon e tutto sporco of the ‘seventies. On the beach at Monterosso in the Cinqueterre, at sun- tecnica dei rapporti umani, sociali, culturali della nostra civiltà che si nu- technique of the human, social, cultural relations of our civilisation,
di catrame.Lo liberai dai fili, lo pulii e guardai come se la cavava. Dopo set on an August day, I found a young dying seagull entangled in nylon tre appunto di aggressività e di reciproche emarginazioni. which in fact feeds on aggression and reciprocal alienation.
pochi passi incerti, ancora malfermo si voltò a guardarmi e tentò il volo, threads and covered with tar. I freed it from the threads, cleaned it and Di pochi anni dopo, fine anni ’70 inizi anni ’80, i “Letti matrimoniali”, From just a few years later (end of the ‘seventies and beginning of the
che gli riuscì. then watched how it fared. After a few uncertain steps, still wobbly it 1977, (olio su tela,cm.130x160), simboli di una dimensione in cui le fi- ‘eighties) come the “Double beds” (oil on canvas, 130 cm x 160 cm),
Soltanto molto tempo dopo ho compreso che la struttura di questa im- turned to look at me then made an attempt to fly, and succeeded. gure sono compresse, in cui i corpi e le loro emozioni possono dram- symbols of a dimension in which the figures are compressed, the bod-
magine era simile a quella di miei calvari e crocifissioni ed avevo così ope- Only a long time afterwards did I understand that the structure of this im- maticamente usurarsi fino a rendere questo spazio così arido ed ibernato ies and their emotions dramatically worn out, rendering this space so arid
rato un’inconsapevole analogia tra la violenza alla natura e la violenza al- age was similar to the one of my calvaries and crucifixions, and that I had da divenire memoria di un rapporto che sempre più spesso appare esi- and hibernated that it becomes just a memory of a relationship which
l’uomo in cui la natura(in questo caso il gabbiano) viveva dopo il calvario thus created an unwitting analogy between violence to nature and vio- stere soltanto nella sua apparenza convenzionale. more and more often seems to exist only for the appearances of con-
la liberazione attraverso la resurrezione. lence to Man, in which nature (in this case the seagull), after its calvary, I tagli, le ferite dei clochards, andavano ad abitare i letti matrimoniali. Una vention. The tramps’ cuts and wounds are transferred to the double beds:
La linea dell’orizzonte, archetipo naturalmente onnipresente nella mia con- experienced liberation through resurrection. lettura tutta maschile di questo spazio esistenziale come mi sono accorto a specifically male reading of this existential space, as I realised some
cezione dello spazio formatasi nel mare, è costantemente sezione aurea The line of the horizon, an archetype which is naturally omnipresent in alcuni anni dopo, rendendomi conto che questi letti avevano la forma di years later, noting that these beds were shaped like phalluses cut off at
delle opere dedicate al mio golfo dove sia nel notturno che nel tramonto my conception of the space which forms in the sea, is constantly the falli recisi nella parte alta, nascosta, mascherata, occultata dalla parvenza the top, the top part being hidden, masked and obscured by the hint of
del 2005, “Notturno nel Golfo dei Poeti” (olio su tela, 2004, cm. golden section of the works dedicated to my gulf where, in both the noc- dei guanciali. cushions.
107x107) e “Tramonto nel Golfo dei Poeti” (olio su tela, 2004, cm. turne and in the 2005 sunset, “Nocturne in the Gulf of the Poets” (oil
107x107), mi sono accorto che i contorni delle forme umane di miei “an- on canvas, 2004, 107 cm x 107 cm) and “Sunset in the Gulf of the Pisa 3 giugno 2006 Pisa 3 June 2006
tichi” incontri del 1973 “Incontro” (olio su tela, 1973, cm. 100x100), Poets” (oil on canvas, 2005, 107 cm x 107 cm), i realised that the out-
vanno a definire le tracce che l’uomo lascia sul mare solcandolo. Sono lines of the human forms of my “old” encounters in the 1973 (“Occultare e disvelare con l’immagine” intervento di F. V. in occasione del (“Concealing and revealing with the image “, presentation by F.V. during the con-
tracce antropomorfiche e metaforiche nel senso che possiamo attribuire “Encounter” (oil on canvas, 1973, 100 cm x 100 cm) define the traces Convegno tenutosi a Pisa il 3 giugno 2006 sul tema “Trascrivere l’inconscio- ference held in Pisa on 3 June 2006 on the theme “Transcribing the uncon-
alla traccia che lascia ogni nostro comportamento nel nostro vivere nel that Man leaves on the sea when he sails over it. They are anthropo- Psicoanalisi e Arte” pubblicato in ARTONWEB a cura dell’Ach. Vilma Torselli) scious– Psychoanalysis and Art”, published on ATONWEB by the architect Vilma
Torselli)
mondo. morphic and metaphorical traces, in the sense we can attribute to the
Tracce, forme, brandelli di forme che ritrovo in un altro mio ciclo di lavori trace left by all our behaviour in our life in the world.
degli anni ‘70 che sono i “clochards”. Traces, forms, shreds of forms which I find in another of my cycles of work
Raccontarne rapidamente la genesi può essere utile per osservare come from the ‘seventies, called “tramps”. It might be useful to recount the gen-
anche nella creatività si presentino “ritorni” di emozioni e di esiti formali. esis of this cycle in order to observe how “revisitations” of emotions and
Da ragazzo, avevo poco più di 17 anni, a Londra ed a Parigi, è proprio nelle formal solutions crop up in creativity. As a young man of just over 17, it
metrò che, per la prima volta, ho visto i barboni, i clochards. was in the undergrounds of London and Paris that I saw tramps for the
Per me che venivo da una piccola provincia, dove i poveri erano allora in first time. For me who came from a small province where poor people
qualche modo adottati dalla comunità, incontrare tanti giovani e meno gio- were still in some way adopted by the community, seeing so many
vani che vivevano ai margini della società trovando riparo nelle metrò fu young and not so young people living on the margins of society and shel-
un’esperienza forte. Realizzai sia a Londra che a Parigi molti disegni sul tering in the underground was an affecting experience. I made many
mondo dei clochard, disegni che conservo ancora, datati appunto 1957 drawings of the tramps both in London and Paris, drawings I still have
e di cui vi mostro ora due soggetti, due disegni sul tema dei Clochard, which are in fact dated 1957. I am now showing you two of these sub-
1957, cm. 28x20. jects, drawings on the theme of Tramps, 1957, 28 cm x 20 cm.
Molti anni dopo, nel 1972, vidi alla televisione un servizio molto toccante Many years later in 1972, I saw a very touching programme on TV about
sul fenomeno dei clochard in Europa che stava assumendo proporzioni the phenomenon of tramps in Europe, which was on the increase in no
considerevoli. small way.
Ritornai con la memoria alle forti emozioni delle mie lontane esperienze. I went back in my memory to the strong emotions of my far-off experi-
Ripresi in mano la cartella con quei disegni e realizzai nuovi disegni, boz- ences. I got out the portfolio with those drawings and made new ones:
zetti, acqueforti e dipinti su questi temi dove in uno scenario apparente- sketches, etchings and paintings on these themes, where these physi-
mente razionale fatto di muri e corridoi vivono queste forme fisicamente cally and mentally destructured forms live in an apparently rational sce-
e mentalmente destrutturate. nario of walls and corridors.
All’inizio erano ispirate a forme greche cadute, poi, mano a mano che la- At the beginning they were inspired by Greek forms; as I worked, these
voravo su questo tema, a brandelli di forme umane che tentano di riag- broke up into shreds of human forms trying to reamalgamate and re-

336 337
L’AMORE PER LA SUA TERRA, PER IL SUO MARE LOVE OF HIS LAND, HIS SEA TRA L’ICONICO E L’ANICONICO ALTERNATING THE ICONIC AND THE ANICONIC
Jonathan J. Harrington Jonathan J. Harrington Giorgio Di Genova Giorgio Di Genova

In questa mostra nel Delaware sono esposti dipinti eseguiti dal 1970 ad This show in Delaware includes paintings from 1970 to the present day; …dello spezzino Francesco Vaccarone che aveva cominciato lavorando ...of the La Spezia artist Francesco Vaccarone who had begun working
oggi e selezionati tra cicli di opere che nel tempo sono nate dalle emo- they are selected from the cycles of his works based on the emotions and dal vero, poi alternando lavori a memoria. Ma a metà ani Sessanta la ri- from life, then alternated works based on memory. But halfway through
zioni e dalle suggestioni del suo Golfo della Spezia. sensations inspired by his very own Gulf of La Spezia. flessione intellettuale sul lavoro del pittore prevale sulle pulsioni creative, the ‘seventies, intellectual reflection on the work of painting prevailed over
In questa pubblicazione sono raccolte opere significative di questo suo In this publication, significant works from this particular poetic line are in quanto, come racconta egli stesso “…il clima politico – tre anni dopo creative impulses since, as he himself recounts: “...the political climate
percorso poetico, quasi emblemi, magici archetipi di una creatività vi- published; they are almost emblems, magical archetypes of a visionary sarebbe stato il ’68 e le inevitabile ipoteche sociologiche condizionavano – three years later it would be ’68 and the inevitable sociological con-
sionaria nata e cresciuta tra terra, mare e cielo… creativity which was fostered by this particular combination of land, sea l’ambiente artistico”. sequences conditioned the artistic environment”.
Negli anni Settanta il tempo, la giornata, dall’alba al tramonto, vengono and sky. Dopo esperenze di varia natura, negli anni Settanta, distrutta la maggior In the ‘seventies, after experiences of various kinds, and after having de-
scanditi dagli ampi voli dei suoi magici gabbiani, leggeri come origami del In the ‘seventies, the weather, the day, were described from dusk to dawn parte di ciò che aveva realizzato dal 1968 al 1971, l’artista affida la crea- stroyed most of what he had created between 1968 and 1971, the artist
sogno, che volano in coppia in un rapido slancio che nei dipinti si mani- by the sweeping flights of his magical seagulls, light as origami mani- tività ad un personale immaginario cartaceo, nell’ambito del quale recu- concentrated his creativity on a personal series of paper images, with
festa con una fissità metafisica, in uno spazio ora agevole ora soffocante, festations of dreams, flying in pairs in a rapid swoop. In the paintings, this pera la scomposizione cubista per “costruire” animali, corpi, personaggi, which he revisited Cubist decomposition and “constructed” animals,
metafora della nostra stessa condizione umana nel suo percorso esi- swoop has a metaphysical fixity in a space which is sometimes accom- giocando su opportune piegature. bodies, characters, playing with folds where opportune. Actually it was
stenziale… modating and sometimes oppressive, a metaphor of our very human con- In realtà si tratta di un tradimento radicale dell’ottica cubista. Infatti la a radical betrayal of Cubist optics. In fact, the decomposition of these pa-
…Gli scogli metafisici, i verdi terrazzamenti aprospettici che l’uomo ha dition on its existential course. scomposizione di tali “costruzioni” similcartacee non riguarda l’intera su- per-like “constructions” does not involve the whole surface but is limited
costruito nelle Cinque Terre della Liguria nel corso dei secoli per rendere ...The metaphysical rocks, the green perspectiveless terraces which perficie, ma rimane circoscritta al soggetto che viene per lo più collocato to the subject, which is most often positioned in space at the sea shore
coltivabile un terreno compatto e argilloso nell’impervia costa scoscesa Man has built in the Cinque Terre of Liguria over the centuries so as to nello spazio in riva al mare (Volo d gabbiani 1972, Volo di gabbiani al tra- (“Flight of seagulls”, 1972; “Flight of seagulls at sunset”, 1973), some-
a picco sul mare, sono altri recenti, affascinanti temi che questa mostra be able to cultivate the compact, clayey earth on the sheer cliffs of the monto 1973), talora con uno spicchio di sole in cielo (Gabbiano morente times with a sliver of sun in the sky (“Dying seagull on the beach at dusk”;
documenta… inaccessible coast, are other recent, fascinating themes which this show sulla spiaggia al tramonto, Gabbano morente sulla spiaggia all’alba “Dying seagull on the beach at dawn”, 1973). The overlapping of the
L’agave, nella pittura di Vaccarone, rappresenta ancora un’intensa me- documents... 1973). clipped surfaces alludes to a submissive volumetry, which is usually
tafora della vita umana. Questa maestosa pianta grassa che non è au- In Vaccarone’s painting, the agave represents another intense metaphor La sovrapposizione dei ritagli delle superfici allude ad una sommessa vo- formed by the shadows created, as in some rhythmic agglomerations
toctona ma che è giunta dall’America centrale, e che è presente in tutta of human life. This majestic succulent, which is not native but comes from lumetria, che in genere è data dalle ombre riportate, com’è in alcune rit- which are sometimes located at the base of architectural elements
la costa ligure, assume, nel linguaggio di Vaccarone una dimensione an- Central America, and which is found all along the Ligurian coast, takes mate agglomerazioni, ora sistemate alla base di elementi architettonici (“Tramp”, 1973; “Tramp”, 1974) and sometimes on the ground beneath
tropomorfica: simbolo dell’uomo illuminato dal sole platonico della co- on an anthropomorphic dimension in Vaccarone’s language. The symbol (Clochard 1973, Clochard 1974) ora sulla terra sotto un cielo minaccioso a lowering sky (“Tramp”, 1975).
noscenza ed imprigionato dai propri schemi (i muri) fiorisce una sola volta, of Man illuminated by the Platonic sun of knowledge and imprisoned in (Clochard 1975). Flight is initially one of the painter’s leit-motivs, and he extends it to
quando giunge a maturità; quindi il fiore dal lungo stelo ne preannuncia his own schemes (the walls) blooms just once, when it reaches matu- Il volo è inizialmente un leit-motiv del pittore, il quale lo estende a sogni dreams of his crumpled “protagonists”, so that, lo and behold, we see
la fine essendo compiuta la missione per cui era destinata. I dipinti “Mare rity. So its own long-stemmed flower is the announcement of its end, the dei suoi “protagonisti” accartocciati, cosicché sopra di essi ecco volare cubes like some sort of paper handkerchief flying above them in the sky
Nostrum” e “Golfo dei Poeti” ribaltano la prospettiva visiva e le impronte mission for which it was destined having been completed. in cielo cubi, sorta di fazzolettini di carta (Sogno sulla spiaggia, 1972; (“Dream on the beach”, 1972; “Dream on the beach”, 1974), suggest-
lasciate dall’uomo sull’acqua rimangono scandite e ben fisse nella vasta The paintings “Mare Nostrum” and “Gulf of the Poets” overturn visual per- Sogno sulla spiaggia 1974), il che fa sospettare una qualche influenza ing a certain indebtedness to Fabrizio Clerici.
distesa del mare come segni deboli ma precisi che ognuno di noi lascia spective and the traces left by Man on the water remain fixed in their pat- d Fabrizio Clerici. Comunque Vaccarone non ha dimenticato l’immagine However Vaccarone has not forgotten the image of the human body,
nel proprio vivere… tern on the vast expanse of sea, like feeble but precise signs which each del corpo umano, che quando non frantuma in sorta di involucri-vestigia which he sometimes disintegrates into a kind of empty shell or relic
…Questi dipinti sono pagine di intensa e fresca poesia di un artista che of us leaves as we live our lives. (Omaggio a Pirandello 1973), ovviamente riduce a chiara silhouette (Homage to Pirandello, 1973), sometimes obviously reduces to a clear
con grande autonomia di linguaggio, sostenuto da una sorprendente per- …These paintings are pieces of intense fresh poetry by an artist who has piatta (Ragazza, 1973), talora con la testa bucata (Omaggio a Lucrezio, flat silhouette (“Girl”, 1973), sometimes with a hole in its head (Homage
sonalità di stile, ha saputo rinnovare una tradizione a cui, pur essendo sal- succeeded in renewing a tradition to which he is solidly bound, infusing 1972; Passeggiando alla diga, 1974) o tagliata da una benda (Spiaggia, to Lucretius, 1972; Walking at the dam, 1974), or its head cut through
damente legato, ha avuto la capacità di infondere una forte originalità for- it however with strong originality of both form and content, using great mosca cieca, 1973; Mosca cieca sulla spiaggia 1974) quando non di- by a bandage (“Beach”, “Blind man’s buff,” 1973; “Blind man’s buff on
male e di contenuti… autonomy of language and a striking personality of style. sarticola i vari elementi (Incontro, 1972, L’esorcista, la maga e la luna, the beach”, 1974), and whose various elements he sometimes disartic-
…Questa mostra, ben più vasta di quanto questo catalogo documenta, …This show, which is far vaster than this catalogue documents, cele- Incontro, grande maga con cubo, 1974, Sodomia, Ermafrodito guerriero, ulates (“Encounter”, 1972, “The exorcist, the enchantress and the
celebra il suo amore per la terra che gli ha dato i natali; la sua attività di brates his love of the area where he was born. His activity as a painter, 1975)... moon”, “Encounter, large enchantress with cube”, 1974, “Sodomy, her-
pittore a cui ha dedicato ormai cinquant’anni tocca tantissimi temi del vi- to which he has dedicated fifty years of his life, touches on many themes …La lezione del Cubismo è stata introiettata dall’immaginario cartaceo maphrodite warrior”, 1975.
vere. of existence. del pittore spezzino che ritaglia le sue forma piatte, talvolta spiegazzate, ...the Cubist influence has been introjected by the paper imagery of
Altre mostre documenteranno presto, negli Stati Uniti, la poetica inesau- Other shows in the United States will soon document this Italian master’s e le riaggrega per i suoi ritmi visivi, ottenuti con apparente disordine com- Vaccarone, who cuts out his flat, sometimes crumpled forms and re-
ribile di questo maestro italiano. inexhaustible poetics. positivo che trova la sua giustificazione nella spazialità neutrale ed assembles them for his visual rhythms, obtained with an apparent com-
astratta, anche quando ci sono le spiagge od i muri a funzionare da pal- positional disorder which is justified by the neutral, abstract spatiality, even
New York, maggio 2005 New York, May 2005 coscenico… when there are the beaches or walls which act as stages...
Non vuole raccontare la realtà con la carta, né raccontare storie, ma solo He does not want to recount reality with the paper, or to tell stories, but
(Stralci dal testo di Jonathan J.Harrington per il catalogo della mostra personale (Extracts from Jonathan J.Harrington’s text for the catalogue of Franceso rappresentare tout-court il suo visionarismo cartaceo, procedendo sul simply to represent his paper visionarism, tiptoeing along the Rubicon
di Francesco Vaccarone alla Eleventh & Orange Gallery di Wilmington, 2005, Vaccarone’s solo show at the Eleventh & Orange Gallery of Wilmington, 2005) Rubicone che corre tra l’iconico e l’aniconico. which divides the iconic from the aniconic. Behind this poetic choice we
Traduzione di Barbara Kaj Hauser) Dietro questa sua poetica si può scorgere un afflato post-kleiano, mutuato glimpse post-Klee influences coming from his cultural dialogue with the

338 339
dal suo dialogo culturale con le avanguardie, che naturalmente ha me- avant-garde movements, which he has of course metabolised to fit his UN LINGUAGGIO RINNOVATO E SOLARE TRA GEOMETRIA E COLORE, A NEW, SUNNY LANGUAGE OF GEOMETRY AND COLOUR, BALANCE,
tabolizzato secondo le sue esigenze… personal needs... EQUILIBRIO E GIOIA DI VIVERE. AND ZEST FOR LIFE.
Licia Ronzulli Licia Ronzulli
Roma 2006 Rome 2006
Le opere di Francesco Vaccarone sono una pregiata testimonianza Francesco Vaccarone’s works are a valuable testimony in Italian art of the
(Stralci dalla Storia dell’Arte Italiana del ‘900 di Giorgio di Genova, generazione (Extracts from Storia dell’Arte Italiana del ‘900 [History of 20th-Century Italian dell’Arte italiana del XX e del XXI secolo. Lo dico con orgoglio da italiana 20th and 21st centuries. I say this with the pride of an Italian who is aware
anni Quaranta, tomo primo, dalle pagine 261-263,, Edizioni Bora, Bologna, 2007) Art] by Giorgio di Genova, The generation of the ‘forties, Volume 1, from pages consapevole che le opere del Maestro ligure sono autorevolmente entrate that the Ligurian master’s works have rightly become part of the artistic
261-263, Edizioni Bora, Bologna, 2007) a far parte del patrimonio dell’umanità. È stato allievo dei più grandi ar- heritage of mankind. He has been the pupil of the greatest contempo-
tisti contemporanei e sulle sue meravigliose produzioni sono state scritte rary artists, and reviews of his marvellous works have been written in al-
recensioni in quasi tutte le lingue del mondo. La poliedricità della sua arte most all the languages of the world. The polyhedric nature of his art tran-
trasuda da ogni sua opera, sia essa un dipinto o una scultura, e istinti- spires from all his works, paintings and sculptures alike, and leads me
vamente mi porta ad accostarla al popolo europeo che si incammina unito instinctively to compare it with the European population advancing in a
facendo delle identità nazionali un’inesauribile fonte di ricchezza sociale united body and perceiving national identity as an inexhaustible source
e culturale. of social and cultural wealth. In hosting this precious solo show with works
Ospitando questa preziosa mostra personale, con opere dagli anni from the ‘seventies to the present day, the European Parliament pays
POTEVA MANCARE POUND? HE COULD NOT LEAVE OUT POUND Settanta ad oggi, il Parlamento Europeo rende omaggio ad un Maestro homage to an Italian master whose art translates into a universal lan-
Flaminio Gualdoni Flaminio Gualdoni italiano la cui arte si traduce in un linguaggio universale. guage.
Francesco Vaccarone si è affacciato nel panorama artistico nazionale ed Francesco Vaccarone began his national artistic career at a very young
Da molti anni Francesco Vaccarone ha abituato il pubblico non solo alle For many years Francesco Vaccarone has accustomed the public not only internazionale sin da giovanissimo, quando negli anni Cinquanta ha ini- age, setting out on his creative itinerary in the ‘fifties. After a rigorous,
sue figurazioni schematiche e lucenti, ma anche al suo rapportarsi con- to his schematic, glistening figurations, but also to his continuous refer- ziato un percorso, un itinerario creativo che lo ha visto protagonista, dopo Expressionist-inspired figurative training, he became one of the most im-
tinuo ad altre espressioni: musica e letteratura in testa. ences to other artistic expressions, above all music and literature. We are una rigorosa formazione figurativa di ispirazione espressionista, del rin- portant innovators of visual languages within the experimental avant-
Siamo a Rapallo ed è quindi d’obbligo, da parte dell’artista, una dedica in Rapallo, so the artist could not help but dedicate some works to Ezra novamento dei linguaggi visivi nell’ambito delle avanguardie sperimen- garde movements of the ‘60s and ‘70s, gradually developing his own
ad Ezra Pound che proprio qui molto scrisse e molto amò la musica. Pound, because it was here that the poet wrote a lot and indulged his tali degli anni Sessanta e Settanta per approdare progressivamente alla original poetics. After classical and philosophical studies, he trained in
Una ventina di quadri evocano altrettanti passi poetici dei Cantos poun- great love of music. sua originale poetica. Rome alongside masters such as Renato Guttuso and Marino Marini,
diani. Twenty or so pictures evoke pieces of Pound’s Cantos: the Homeric quo- Dopo studi classici e filosofici si è formato a Roma accanto a Maestri come gaining international experience with shows in public and private galleries
Si va dalla citazione omerica di Odisseo che parte dall’isola di Circe al- tation of Odysseus leaving the island of Circe; the epigraphic “there are Renato Guttuso e Marino Marini, ed ha maturato esperienze internazio- and in museums and universities in numerous European and American
l’epigrafico “non ci sono guerre giuste”, da “una danza che chiamano fan- no just wars”; “a dance they call fandango”; “the gods have not returned”. nali tenendo mostre in gallerie pubbliche e private ed in Musei ed locations.
dango” a “gli dei non sono ritornati”. Vaccarone evokes splinters of natural vision and transforms them into fig- Università in numerosi centri europei ed americani. He has been painter, etcher and sculptor, and has created many institu-
Vaccarone evoca schegge di visione naturale e le trasforma in figure della ures of the mind and of culture, blending history of art with direct refer- Pittore, acquafortista e scultore ha realizzato per le Istituzioni molte tional works: among the most recent ones, the large marble sculptures
mente e della cultura, mescolando storia dell’arte e suggestioni dirette ences to the landscape, everything being subordinated to a vivid, but not opere: tra le più recenti le grandi sculture in marmo dedicate ai Caduti dedicated to the war dead of Nassiryia and to Pope John Paul II, and the
di paesaggio in virtù di un senso vivido, ma non scontato, del colore e delle obvious, sense of colour and its infinite possibilities, thus creating a type di Nassiryia, a Papa Giovanni Paolo II e l’Obelisco per la Pace collocate Obelisk for Peace, located in parks and squares in the Italian borough of
sue infinite possibilità, in un’arte insieme colta e fastosa. of art which is cultured and sumptuous at the same time. in parchi e piazze nel comune italiano di Noceto Parmense. Noceto, Parma.
Sulla sua opera esiste una vastissima bibliografia ed autorevoli storici del- There is a vast bibliography of his work, and authoritative art historians
Milano, 19 luglio 2009 Milan, 19 July 2009 l’arte come il tedesco Roy Oppenheim, l’olandese Henry Paul Aletrino, la such as the German Roy Oppenheim, the Dutch Henry Paul Aletrino, the
francese Michèle Lavallée, il rumeno Grigore Arbore Popescu oltre agli ita- French Michèle Lavallée, the Romanian Grigore Arbore Popescu, as well
(Dalla pagina dell’Arte del Corriere della Sera) (From the art page of the Corriere della Sera newspaper)
liani Enzo Carli, Carlo Ludovico Ragghianti ed Enzo Di Martino (per citarne as the Italians Enzo Carli, Carlo Ludovico Ragghianti and Enzo Di Martino
alcuni), hanno scritto, sul suo lavoro ormai cinquantennale, ampi ed illu- (to cite only a few) have written detailed, insightful essays on his 50 years
minanti saggi. of work.
Questa mostra dal titolo Fragmenta raccoglie archetipi di suoi cicli tematici In this show, called Fragmenta, archetypes of his thematic cycles, which
che vivono in un respiro continuo con le creature ed il creato: la destrut- express a continuity of involvement with the created world and its crea-
turazione delle forme nei Clochard, figure senza pace e senza patria, le tures, have been gathered together: the destructuring of forms in the
geometrie spaziali dei voli e dei giochi dei suoi Gabbiani e delle sue Vele, Tramps, restless, nationless figures; the spatial geometries of the flights
la gioiosa liberazione dei corpi nelle Danze. and games of his Seagulls and his Sails; the joyous release of bodies in
Ed oltre a questi temi riemerge costantemente il rapporto vitale con la sua the Dances.
terra d’origine, la Liguria: l’appartenere ad una terra determina il nostro And beyond these themes, the vital relationship with his place of origin,
“ritmo” esistenziale, lì si ritorna e la si rievoca anche girando il mondo. Liguria, constantly re-emerges. The sense of belonging to a place deter-
Van Gogh aveva come luogo dell’anima la Provenza, Monet Giverny, mines our existential “rhythm”; we return to it and re-evoke it even as we
Vaccarone ha il suo radicamento nel Golfo della La Spezia, nelle Cinque travel round the world. Van Gogh’s spiritual home was Provence, Monet’s
Terre. Giverny; Vaccarone’s roots lie in the Gulf of La Spezia, in the Cinque Terre.

340 341
In questi ultimi anni nella sua poetica è sempre più frequente l’interesse In the last few years his poetics have more and more frequently been con-

Note
verso la musica: in questa mostra sono esposte opere inedite dedicate cerned with music; this show includes unpublished works dedicated to
ai Concerti Brandemburghesi di Bach, a Totentanz di Liszt ed alle sonate Bach’s Brandenburg Concertos, Liszt’s Totentanz and Beethoven’s
di Beethoven. Sonatas. A new, sunny language of geometry and colour, and a zest for
Dal felice connubio tra pittura e musica sta nascendo un linguaggio rin- life emerge from the harmonious combination of painting and music.
novato e solare tra geometria e colore, equilibrio e gioia di vivere.
Strasbourg, Dec 2010
Strasburgo, Dicembre 2010

biografiche
(From the E.M.P. Licia Ronzulli’s catalogue presentation for Francesco Vaccarone’s
(Dalla presentazione a catalogo dell’On. Licia Ronzulli, Deputato al Parlamento exhibition “Fragmenta” at the European Parliament of Strasbourg, Jan 2010)
Europeo, per la mostra “Fragmenta” di Francesco Vaccarone al Parlamento
Europeo di Strasburgo, gennaio 2010)

MUSICA E PITTURA
Antonio Ciacca

È con grande piacere che ho potuto ammirare i dipinti che Francesco ha


dedicato a miei brani presenti negli album Rush Life e Lagos Blues.
Ho conosciuto Francesco Vaccarone grazie a Paolo Asti in occasione del
MUSIC AND PAINTING
Antonio Ciacca

It was a great pleasure to see the paintings Francesco has dedicated to


my tracks in the albums Rush Life and Lagos Blues.
I got to know Francesco Vaccarone through Paolo Asti at my concert in
Biographical
notes
mio concerto a Parma, nell’aprile di quest’anno, all’Auditorium Paganini Parma in April this year at the Auditorium Paganini, and it was here that
e qui ha avuto origine il progetto dell’incontro dei nostri linguaggi: mu- we conceived the project for the encounter of our two languages, mu-
sica e pittura. sic and painting.
Francesco non è nuovo a queste esperienze; nei suoi cinquant’anni Francesco is not new to these experiences; in his 50 years of activity he
d’attività ha spesso dedicato lavori ai musicisti ( Vivaldi, Debussy, Ravel, has often dedicated works to musicians ( Vivaldi, Debussy, Ravel,
Piazzolla, Bach, Berio, Tchaikovski, Listz, Rachmaninov, per citarne alcuni). Piazzolla, Bach, Berio, Tchaikovsky, Liszt and Rachmaninoff, to name just
Una delle opere ispirate ad uno dei brani presenti in Rush Life è stato com- some of them).
posto da Benny Golson (I remember Clifford) che in un recente incontro One of the works was inspired by a track from Rush Life, composed by

1957/2011
con Vaccarone ne ha particolarmente apprezzato la forza interpretativa Benny Golson (“I remember Clifford”), who in a recent meeting with
scrivendo nel retro dell’opera il suo ringraziamento. Vaccarone particularly expressed his appreciation of the strength of his
In tempi in cui le separazioni di culture settoriali tolgono forza al valore interpretation, writing his acknowledgment on the back of the work.
della comunicazione è importante che le relazioni tra i linguaggi poetici, In these times when the separation of sectorial cultures is weakening the
e la musica e la pittura sono tra i primi che l’uomo si è dato per simbo- value of communication, it is important that relations between the vari-
leggiare la vita, restituiscano insieme significato alla magìa, all’avventura ous poetic languages (music and painting being two of the first that man
della creatività. invented to symbolise life), should work together to restore meaning to
the enchantment and adventure of creativity.
New York, settembre 2010
New York, Sept 2010
(dalla presentazione del musicista Antonio Ciacca per la mostra a New York al
Jazz Days delle opere di Francesco Vaccarone) (From the musician Antonio Ciacca’s presentation for the exhibition of Francesco
Vaccarone’s works in New York at Jazz Days)

342 343
Francesco Vaccarone è nato alla Spezia il 4 ottobre 1940.Inizia a dipin- Francesco Vaccarone was born in La Spezia on 4th Oct 1940. He began
gere giovanissimo sotto la guida di G.U.Caselli e di G.Bellani dedicandosi painting at a very early age under the guidance of G.U. Caselli and G.
nel contempo a studi classici e filosofici. Bellani, at the same time pursuing classical and philosophical studies.

Dal 1957 al 1964 presenta le sue prime mostre personali e prende parte From 1957 to 1964 he presented his first solo shows and took part in
a numerose mostre collettive in molte città italiane. numerous collective shows in many Italian towns. The creative language
Il linguaggio creativo di questo suo primo periodo è figurativo con molte of this first period was figurative and greatly influenced by German
attenzioni all’espressionismo tedesco. Expressionism.

Dal 1965 al 1969 ha un secondo studio a Genova ed è impegnato in ri- From 1965 to 1969 he had a second studio in Genoa where he carried
cerche sui linguaggi visivi in stretto contatto con poeti (Gruppo 63) ed ar- out research on visual languages and was in close contact with poets
tisti dell’avanguardia sperimentale italiana (Trerosso di Genova,’70 di (Gruppo 63) and artists from the Italian experimental avant-garde
Firenze, LineaSud di Napoli) con cui dà vita a convegni e mostre. (“Trerosso” from Genoa, “’70” from Florence, “LineaSud” from Naples),
with whom he organized conferences and exhibitions.
Nel 1970 sposta il secondo studio a Roma dove perfeziona alla stampe-
ria Il Cigno le sue conoscenze delle tecniche calcografiche realizzando In 1970 he moved his second studio to Rome, where he perfected his
moltissime incisioni. Frequenta artisti tra cui Marini, Gentilini, Raphael knowledge of chalcography techniques, making many etchings. He as-
Mafai, Zancanaro, Guttuso, Fieschi. sociated with artists such as Marini, Gentilini, Raphael Mafai, Zancanaro,
Guttuso, V. Tavernari, Fieschi.
Nel 1973 viene pubblicata la prima monografia dedicata al suo la-
voro,con prefazione dello storico dell’arte Enzo Carli e del poeta Dino In 1973 the first monograph dedicated to his work was published by the
Carlesi, a cura della Galleria d’Arte Macchi di Pisa. Macchi Gallery of Pisa, with a preface by the art historian Enzo Carli and
Gli vengono allestite numerose mostre in Italia ed in Svizzera e gli ven- the poet Dino Carlesi. Numerous exhibitions were held of his work in Italy
gono assegnati prestigiosi riconoscimenti. and Switzerland, and he received prestigious awards.

Nel 1976 trasferisce, fino al 1990, il secondo studio a Milano: il rapporto In 1976 and until 1990 he moved his second studio to Milan. The rela-
con la corporeità, lo spazio fisico, psicologico e storico sono i nuovi, cen- tionship with corporeality, physical, psychological and historical space
trali cardini del pensiero che anima il suo lavoro in questi anni come bene were the new main conceptual focuses of his work in these years, as
avverte Madeleine Guignard presentandolo nel catalogo per la mostra che Madeleine Guignard clearly perceived in her catalogue presentation for
in Francia, l’Università di Clermont Ferrand gli dedica nel febbraio del the exhibition which the University of Clermont Ferrand dedicated to him
1976. in February 1976.

Nel 1977 a cura di Franco Solmi, direttore della Galleria d’Arte Moderna di In 1977, the publishers Edi/Albra of Turin published a new monograph
Bologna, viene pubblicata dall’Editrice Edi/Albra di Torino una nuova mo- on his work entitled “Eclisse” (“Eclipse”) edited by Franco Solmi, direc-
nografia dedicata al suo lavoro, intitolata “Eclisse”. tor of the Modern Art Gallery of Bologna.
In questo periodo (1977-1990) si allestiscono sue esposizioni in musei, In this period (1977-1990) shows of his work were held in museums, uni-
università e gallerie private in Italia a Monza, Venezia, Milano, Ferrara, versities and private galleries in Italy in: Monza, Venice, Milan, Ferrara,
Gallarate, Bergamo, La Spezia, Reggio Emilia, Parma, Torino, Lerici, Gallarate, Bergamo, La Spezia, Reggio Emilia, Parma, Turin, Lerici,
Firenze, Pisa, San Marino, Massa, Piombino, Viterbo ed all’estero a Florence, Pisa, San Marino, Massa, Piombino, Viterbo; and abroad in:
Stoccolma (dove apre un nuovo atelier), Cardiff, Helsinki, Stockholm (where he opened a new studio) Cardiff, Helsinki, Bucharest,
Bucarest,Amsterdam, Montreal, Toronto, Ottawa, Forssa, Los Angeles, Amsterdam, Montreal, Toronto, Ottawa, Forssa, Los Angeles, Munich,
Monaco di Baviera, Parigi, Seloncourt, Reykiavik. Paris, Seloncourt, Reykjavik.
Nel 1986 viene pubblicato un nuovo libro dedicato alla sua opera a cura In 1986 a new book about his work edited by Carlo Ludovico Ragghianti,
di Carlo Ludovico Ragghianti,direttore dell’Università internazionale dell’Arte director of the International University of Art in Florence, entitled
di Firenze, dal titolo “Francesco Vaccarone, omaggio al golfo dei poeti” e “Francesco Vaccarone, omaggio al Golfo dei Poeti” (“Francesco
nello stesso anno viene invitato con tre grandi opere alla IX Quadriennale Vaccarone, homage to the Gulf of the Poets”) was published, and in the
Nazionale di Roma, nella sezione storica “Emergenze della ricerca artistica same year he was invited with three large works to the IXth National
italiana dal 1950 al 1980”. Quadriennale in Rome, in the historical section “Emerging trends in
Italian Art from 1950 to 1980”.

345
Nel 1988 gli vengono assegnati il premio internazionale “Do Forni” per In 1988 he received the “Do Forni” international award for graphic art in Nel 2009 Il Comune di Rapallo lo invita a tenere una sua antologica In 2009 the Borough of Rapallo invited him to hold an anthological show
la grafica a Venezia ed il premio Murano. Venice and the Murano award. nell’Antico Castello con una sezione di 24 dipinti dedicati ad Ezra Pound. in the ancient castle, with a section of 24 paintings dedicated to Ezra Pound.
Nel 2010 viene allestita una sua personale al Parlamento Europeo di In 2010 a solo show was organised for him at the European Parliament of
Nel 1990 viene allestita una sua grande mostra antologica al Palazzo dei In 1990 a large anthological exhibition of his work was held at Palazzo Strasburgo che viene successivamente trasferita all’Istituto Italiano di Strasbourg, which was later transferred to the Italian Institute of Culture in
Diamanti di Ferrara e per l’occasione viene pubblicata una nuova mono- dei Diamanti in Ferrara and a new monograph was published for the oc- Cultura di questa città; quindi è a New York al Lincoln Center con un ci- the same town. Next, in New York he showed a cycle of paintings on jazz
grafia dal titolo “Dall’alba al tramonto” curata da Michèle Lavallée diret- casion, entitled “From dawn to dusk”, by Michèle Lavallée, director of the clo di dipinti dedicati alla musica Jazz. Nel 2011 tiene una personale al at the Lincoln Center. In 2011 he held a solo show at the Monte Paschi bank
trice ai Musei di Strasburgo ed Enzo Di Martino, direttore del Centro in- Strasbourg Museums, and Enzo Di Marino, director of the International Monte Paschi di Bruxelles e viene invitato alla 54 Biennale di Venezia, in Brussels and was invited to the 54th Venice Biennale, Italian Pavilion.
ternazionale della Grafica di Venezia. Graphic Art Centre in Venice. Exhibitions were subsequently held in Padiglione Italia. Works by Francesco Vaccarone are present in public collections, uni-
Seguono le mostre a Venezia, La Spezia, Busto Arsizio, Ischia, Vasto, Venice, La Spezia, Busto Arsizio, Ischia, Vasto, Cracow, Rome, Civitanova Opere di Francesco Vaccarone sono presenti in collezioni pubbliche,uni- versities, museums and private collections all over the world.
Cracovia,Roma,Civitanova Marche. Marche. versità, musei e collezioni private in tutto il mondo
The artist’s vast bibliography includes testimonies from the following
Nel 1997 gli viene assegnato un premio internazionale alla 2° triennale In 1997 he won an international award at the 2nd Triennale of Graphic Art Nella vasta bibliografia sull’artista si ricordano testimonianze e scritti di artists: Ennio Calabria, Giannetto Fieschi, Renato Guttuso, Antoinette
di grafica di Macedonia e nel 1998 il 1° premio alla IX biennale interna- in Macedonia and in 1998 first prize at the IXth International Biennale of Carpi artisti tra cui Ennio Calabria, Giannetto Fieschi, Renato Guttuso, Antoinette Raphael Mafai, Armando Pizzinato, Vittorio Tavernari, Tono Zancanaro, and
zionale di Carpi dedicata alla Xilografia. Nel 2003, a sottolineare il suo im- dedicated to xylography. In 2003, to emphasise his commitment to the Raphael Mafai, Armando Pizzinato, Vittorio Tavernari, Tono Zancanaro, e texts; and essays by art critics and experts including: Robert Alderette,
pegno nella conoscenza e nella divulgazione dei linguaggi artistici e knowledge and propagation of artistic languages and in defence of their free- testi e saggi di critici e studiosi d’arte tra cui: Robert Alderette, Henry Paul Henry Paul Aletrino, Cristina Angelescu, Jolanta Antecka, M. L.
nella difesa della loro libertà riceve in Italia il Premio Silone mentre la dom he received the Silone Prize in Italy, while the Constantinian University Aletrino, Cristina Angelescu, Jolanta Antecka, M.L.Barron,Germano Barron,Germano Beringheli,Giuseppe Berti, Enzo Carli, Dino Carlesi, Luigi
Costantinian University dello State of Rhode Island USA gli conferisce la of the State of Rhode Island USA awarded him a degree honoris causa in Beringheli,Giuseppe Berti, Enzo Carli, Dino Carlesi, Luigi Carluccio, Gianni Carluccio, Gianni Cavazzini, Valerio P. Cremolini, Enrico Crispolti, Raffaele
laurea honoris causa in Estetica. aesthetics. Cavazzini, Valerio P. Cremolini, Enrico Crispolti, Raffaele De Grada, Enzo De Grada, Enzo Di Martino, Andrè Faivère, Aldo Forbice, Spartaco
Di Martino, Andrè Faivère, Aldo Forbice, Spartaco Gamberini, Flaminio Gamberini, Flaminio Gualdoni, Madeleine Guignard, Jonathan J.
Tra il 2000 ed il 2004 tiene un ciclo di conferenze in università della From 2000 and 2004 he held a cycle of conferences in universities in Poland, Gualdoni, Virgilio Guidi, Madeleine Guignard, Jonathan J. Harrington, Kai Harrington, Kai Hauser, Michèle Lavallée, Paolo Levi, Helge
Polonia dove gli vengono allestite numerose mostre; mostre antologiche where numerous exhibitions of his work were organised. Anthological exhi- Hauser, Michèle Lavallée, Paolo Levi, Helge Lethovaara,Vincenzo Marotta, Lethovaara,Vincenzo Marotta, Jaroslaw Mikolajewski, Nicola Micieli, Carlo
seguono all’Havana, a Marina di Massa, a Framura (per Ezra Pound), a bitions followed in Havana, Marina di Massa, Framura (for Ezra Pound), Noceto Jaroslaw Mikolajewski, Nicola Micieli, Carlo Munari, Tommaso Paloscia, Munari, Tommaso Paloscia, Carlo Occhipinti, Roy Oppenheim, Maurice
Noceto nell’Emilia dove realizza anche una grande scultura in marmo de- in Emilia, where he also created a large marble sculpture dedicated to Carlo Occhipinti, Roy Oppenheim, Maurice Oustrieres, Elena Pontiggia, Oustrieres, Elena Pontiggia, Grigore Arbore Popescu, Carlo Ludovico
dicata alla pace. In questa circostanza viene pubblicato un nuovo libro cu- peace. On this occasion a new book was published, by Francesco Barocelli, Grigore Arbore Popescu, Carlo Ludovico Ragghianti, Marzia Ratti, Renato Ragghianti, Marzia Ratti, Renato Righetti, Giovanna Riu, Monica Sangberg,
rato da Francesco Barocelli, storico dell’arte dell’Università di Parma in art historian of the University of Parma, which contained a critical anthology Righetti, Giovanna Riu, Monica Sangberg, Edoardo Sanguineti, Pier Carlo Edoardo Sanguineti, Pier Carlo Santini, Wieslaw Sickierski, Franco Solmi,
cui è riportata un’antologia critica scelta tra testi di numerosi studiosi ed of selected texts by numerous experts and contemporary artists who have Santini, Wieslaw Sickierski, Franco Solmi, Teresa Triscari Ilardo, Marcello Teresa Triscari Ilardo, Marcello Venturoli, Dino Villani.
artisti contemporanei che hanno rivolto il loro interesse all’opera di taken an interest in Francesco Vacarone’s work, plus a vast bibliography from Venturoli, Dino Villani.
Francesco Vaccarone ed una vasta bibliografia dal 1960 al 2004. 1960 to 2004.
A cura del governo egiziano e dell’ambasciata italiana viene allestita al A solo show, organised by the Egyptian government and the Italian embassy Notizie bio-bibliografiche più estese sono rintracciabili nel sito web More detailed bio/bibliographical information can be found on the website
Cairo una sua esposizione personale nell’ottobre del 2004 con dipinti ese- was held in Cairo in Oct 2004, with paintings from 1970 to 2004. www.vaccarone.it www.vaccarone.it
guiti tra il 1970 ed il 2004.
In 2005 he began a cycle of exhibitions in the USA and worked on two
Nel 2005 inizia un ciclo espositivo negli USA ed attende all’esecuzione large marble low-reliefs dedicated to Pope John Paul II for the Borough
di due grandi bassorilievi in marmo dedicati a Papa Giovanni Paolo II per of Noceto and inaugurated in April 2006. In this same year the Borough of
il Comune di Noceto inaugurati nell’aprile del 2006 anno in cui il Comune Parma held an anthological show of his works and in 2008 he completed
di Parma gli dedica una mostra antologica. Nel 2008 porta a termine per for this borough a sculpture in Carrara marble, over four metres high, ded-
questo stesso Comune una scultura in marmo di Carrara alta oltre quat- icated to Italian peace missions in the world.
tro metri dedicata alle missioni italiane di pace nel mondo.
In 2008 the Borough of Pisa organized an anthological show in the me-
Il Comune di Pisa ordina nel 2008 una sua antologica nell’Abbazia me- diaeval abbey of San Zeno and in the following months he worked on 30
dievale di San Zeno e nei mesi successivi attende alla realizzazione di 30 paintings dedicated to Liszt, Rachmaninoff and Tchaikovsky for a cycle
dipinti dedicati a Liszt, Rachnaminoff e Tschaikowski per un ciclo espo- of exhibitions in Argentina.
sitivo in Argentina.
He was invited with three paintings to the show “Estetika, Forma e Segno,
È invitato con tre dipinti a “Estetika, Forma e Segno, da Renoir a De da Renoir a De Chirico” (“Aesthetics, Form and Sign, from Renoir to de
Chirico” a Villa Ponti ad Arona ed è presente con il laboratorio Corsanini, Chirico”) at Villa Ponti in Arona, and with the Corsanini laboratory took part
con sei nuove sculture, alla XIII Biennale Internazionale di Scultura di with six new sculptures in the XIIIth International Sculpture Biennale of
Carrara.Cinque sue opere sono esposte nel Museo Manege di San Carrara. Five of his works were shown in the Manege Museum of St.
Pietroburgo nella mostra “maestri dell’Arte Italiana del XX secolo. Petersburg in the exhibition “Masters of 20th-century Italian Art”.

346 347
Bibliografia

Bibliografia

348 349
L. S. “L’ottava rassegna dei pittori a Manarola”, Il Paese, Roma, 17 agosto 1960. L. S. “Vaccarone a Roma e a Mantova”, L’Unità, Milano, 12 maggio 1966. L. Cerchi, Catalogo della XVIII mostra naz. Torre Pellice, agosto 1967. 4°Catalogo Nazionale Bolaffi della Grafica, Torino, 1974.

E. Patrone, “Gli aspetti critici del premio Vezzano”, Il Secolo XIX, E. Reggio, “Vaccarone e il Gruppo Studio”, La Nazione, Firenze, 27 aprile 1966. R. Margonari, Catalogo premio nazionale “Novi” della grafica, Modena, 1968. E. Carli e D. Carlesi, “Monografia sull’opera pittorica e grafica di Francesco Vaccarone dal
Genova, 30 settembre 1960. 1958 al 1973”; 350 pagine, 686 illustrazioni, 23 tavole fuori testo, Editore Macchi,
E. C. “Vaccarone a Roma con il Gruppo Studio”, La Nazione, Firenze, 12 maggio 1966. Giovanni Cattanei, “Mordace e battagliera la cultura alla Spezia”, Pisa, dicembre 1973.
Aldo Rescio, “Presentazione a catalogo per la personale alla Biblioteca comunale di Il Giorno, Milano, 24 gennaio 1968.
Sarzana”, marzo, 1964. G. N. “La pittura del gruppo Studio”, Il Resto del Carlino, Bologna, 15 giugno 1966. M. I. “Personale e monografia di Francesco Vaccarone”,
M. Valsecchi, “Le Cinqueterre di Birolli e la XII festa ai pittori”, Il Telegrafo, Livorno 18 dicembre 1973.
Luigi Carluccio, “La rassegna ligure”, La Gazzetta del Popolo, Torino, 26 agosto 1964. G. L. “Armistizio tra arrabbiati e letteratura d’avanguardia”, Tempo illustrato, Milano, 8 agosto 1969.
Gazzetta del Popolo, Torino, 13 giugno 1966. E. Cerulli, “Premiata a Pisa l’opera di Francesco Vaccarone”,
Mario De Micheli, “Catalogo della I Rassegna della Pittura Ligure”, E. R. “16 artisti italiani al Minotauro”, La Nazione, Firenze, 28 settembre 1969. Il Lavoro, Genova, 11 dicembre 1973.
Savona, agosto 1964. L. S. “Il gruppo 63 alla Spezia”, L’Unità, Milano, 18 giugno 1966.
G. L. Burrafato, Presentazione al Volume Adamo ed Eva 71, Dicembre 1971. Red. “Francesco Vaccarone alla Macchi”, La Nazione, Firenze. 11 dicembre 1973.
Mario De Micheli, “Confronto di generazioni a Savona”, E. Reggio, “Il Gruppo Studio di Genova al convegno dell’avanguardia”,
L’Unità, Milano, 6 settembre 1964. La Nazione, Firenze, 16 giugno 1966. E. C. “La trilogia di Vaccarone al Minotauro”, il Lavoro, Genova, 15 marzo 1972. I. C. S. Dino Carlesi “Francesco Vaccarone”, Ed. Galleria Macchi,
Pisa, La Scena illustrata, Roma, febbraio 1974.
F. Passoni, “Mostra della pittura ligure”, L’Avanti, Roma, 2 settembre 1964. E. Reggio, “Vaccarone alla rassegna internazionale di Mantova”, E. C. “L’anticrociata di Francesco Vaccarone”, Il Lavoro, Genova, 17 marzo 1972.
La Nazione, Firenze, 14 giugno, 1966. B. Della Rosa,“L’arte di Vaccarone in una monografia”, Il Secolo XIX, Genova, 22 dicembre 1973.
A. Natali, “Prima rassegna della pittura ligure”, D’ars Agency, Milano, anno V, n. 5. Gino Patroni, “Vaccarone al Minotauro”, Il Secolo XIX, Genova, 24 marzo 1972.
E. C. “Vaccarone alla galleria Numero di Roma”, Il Lavoro, Genova, 11 maggio 1966 J. Petrobelli, “Presentata all’E. P. T. la monografia di Francesco Vaccarone”,
P. Kroese, “La giovane pittura italiana”, Recanati, 1964. P. D. P. “Vaccarone dopo 12 anni”, Il Telegrafo, Livorno, 15 marzo 1972. Il Telegrafo, Livorno, 11 dicembre 1973.
Giuse Benignetti, “Le mostre a Firenze”, D’Ars Agency, Milano, ottobre 1966
Luciano Secchi, “5 artisti liguri a Milano”, L’Unità, Milano, 28 febbraio 1965. E. Reggio, “Francesco Vaccarone al Minotauro”, Redaz. “Vaccarone”, Il Cittadino, Genova, 29 dicembre 1973.
M. Poggetti e F. Vaccarone, “La poesia visiva nella scuola media”, Arti Visive, 1966 La Nazione, Firenze, 31 marzo 1972.
Renato Righetti, “Artisti del Golfo della Spezia”, Presentazione a catalogo della mostra alla Red. “Vaccarone”, La Nazione, Firenze, 14 dicembre 1973.
galleria Totti, Milano, marzo 1965. A. Rescio e F. Vaccarone, “Patologia dell’impegno”, E. C. “Una tempera di Vaccarone per la Volonghi courage”, Il Lavoro, Genova, aprile 1972.
(Politica culturale-dibattito a perto) Arti Visive, 1966 V. Marotta, “La condizione umana nella pittura di F. Vaccarone”,
“La nostra voce”, Savona, giugno 1965. Ennio Calabria, Giannetto Fieschi, Antoinette Raphael Mafai, Vittorio Tavernari, Tono L’Unità, Firenze, 30 dicembre 1973.
F. De Poli, “Illustrazioni di attività sperimentali”, Trerosso, Genova, 1966 Zancanaro presentazione alla cartella “In articolo amoris”, Roma, novembre 1972.
A. D. “Mostra degli artisti del Golfo”, L’Europeo, Milano, febbraio 1965. S. Paglieri, “Marino Marini, un maestro; tutta la pittura di Francesco Vaccarone”,
L. Castellano, “Documenti sull’avanguardia europea”, Lineasud, Napoli, 1966. E. C. “L’esperienza grafica di Vaccarone”, Il Lavoro, Genova, 20 dicembre 1972. Il Secolo XIX, p. 3, Genova, 19 gennaio 1974.
R. Righetti, “La mostra dei 5 a Milano”, La Nazione, Firenze, 8 marzo 1965.
F. De Poli, “Critica ed ironia nelle opere del Gruppo Studio di Genova”, E. Reggio, “Vaccarone al Minotauro”, La Nazione, Firenze, 21 dicembre 1972. Red. “L’arte di Vaccarone in una ricca monografia”,
M. Monteverdi, “Le mostre a Milano”, Corriere Lombardo, Milano, 5 marzo 1965. Gazzetta di Reggio Emilia, 2 giugno 1966. La Nazione, Firenze, 17 gennaio 1974.
G. De Marchis, “Le Mostre”, L’Espresso, Roma, 7 febbraio 1973.
T. Mazzieri, “5 pittori del Golfo alla Totti di Milano”, La Gazzetta di Parma, 9 marzo 1965. Redaz. “30 artisti per un manifesto dedicato al Vietnam”, L’Unità, Milano, 7 luglio 1966. E. Carli, “Una pittura tra denuncia e speranza”, Revisione, Roma, aprile 1974.
Gino Patroni. “Love story pittorica di Francesco Vaccarone”,
G. B. “Artisti del Golfo alla galleria Totti”, Pensiero ed arte, Bari, aprile 1965. AA. VV. “Catalogo della Mostra retrospettiva di Antonio Discovolo-2a Rassegna Sindacale Secolo XIX, Genova, 23 dicembre 1972. Red. “Personale del pittore Vaccarone”, Le Venezie e l’Italia, Padova, febbraio 1974.
d’Arte”, Palazzo delle Scuole Elementari, Bonassola, Russo Editore in La Spezia, 10 lu-
L. Pierro, “Taccuino delle arti”, Il Genovese, marzo 1965. glio-10 agosto 1966. Luciano Lama, presentazione alla cartella “No al Fascismo”, Roma, dicembre 1972. Red. “Monografia su Vaccarone”, Bolaffi Arte, Torino, maggio 1974.

Mario Portalupi, “Rassegna delle mostre a Milano”, La Notte, Milano, 11 marzo 1965. S. Chiolo, “Neofigurazione contemporanea”, Messaggero veneto, Venezia, 16 ottobre 1966. Red. “Il pittore Vaccarone primo ex aequo al Premio Castiglione d’Orcia”, Red. “Francesco Vaccarone al meeting di Carrara”,
Telegrafo, Livorno, 25 luglio 1973. Il Secolo XIX, Genova, 10 marzo 1974.
Mario De Micheli, “Il Suzzara”, L’Unità, Milano, 24 luglio 1965. L. D. “I grandi pannelli di M. Carena, “La rassegna delle arti figurative alla Spezia”,
Vaccarone nella sfilata del 1° maggio”, Il Lavoro, Genova, 1° maggio 1965. G. B. M. “La Il Telegrafo, Livorno, 27 settembre 1966. E. C. “F. Vaccarone premiato a Castiglione d’Orcia di Siena”, Mastrolonardo, “Il Meeting internazionale di Carrara”,
mostra d’arte di San Benedetto del Tronto”, Il Giornale d’Italia, Roma, 23 luglio 1966. Il Lavoro, Genova, 26 luglio 1973. Le Venezie e l’Italia, Genova, aprile 1974.
S. “Les peintres qui exposent au Musée de la ville”,
E. Sanguineti, “Per una figurazione veramente nuova”, presentazione a catalogo per la mo- Republique, Le provencal, 29 novembre 1966. Della Rosa, “A Vaccarone il premio nazionale Cutigliano”, Red. “Francesco Vaccarone alla Biennale di Campione”,
stra alla Galleria Numero, Roma, aprile 1966. Il Secolo XIX, Genova, 30 agosto 1973. La Nazione, Firenze, 22 ottobre 1974.
M. Oustrieres, “Peintres au musée de Toulon”,
Luigi Tola, “Toccata e fuga”, presentazione a catalogo per la mostra alla Galleria Numero, Le Petit Varois, La marseillais, 7 dicembre 1966. 8° Catalogo Nazionale Bolaffi d’Arte Moderna, Torino, 1973. P. Levi, E. Carli, V. Marotta, D. Carlesi, catalogo per la mostra personale di Francesco
Roma, aprile 1966. Vaccarone alla Galleria Minotauro, La Spezia, 1974.
M. Scuderi, “Una rassegna internazionale d’arte visiva”, 3°Catalogo Nazionale Bolaffi della Grafica, Torino 1973.
Gruppo ’70, Presentazione a catalogo della Mostra alla Galleria Proposte, Feltrinelli, Firenze, Sicilia domani, Palermo, 2 settembre 1966. E. C. “Vaccarone a Zurigo”, Il Lavoro, Genova, 21 gennaio 1975.
maggio 1966. Bolaffi Arte n. 28, “L’Arte in Liguria” a cura di G. Beringheli, Torino, febbraio 1973.
F. Accame, “Cultura italiana sotto inchiesta”, La settimana ligure, Genova, 29 maggio 1966. M. Massarin, R. Guttuso, “Francesco Vaccarone”,
E. Reggio, “Vaccarone alla mostra veronese del Gruppo Studio”, G. Pirandello, “Il Premio Cutigliano”, La Nazione, firenze, 5 settembre 1973. catalogo per la mostra personale alla Galleria Gottardo, Padova 1975.
La Nazione, Firenze, 16 febbraio 1966. Red. “Gli artisti italiani proibiscono la vendita delle loro opere in Grecia,
Paese Sera, Roma, 25 luglio 1966. Redaz. “Il Gabbiano morente”, La Nazione, Firenze, p. 3, 1 settembre 1973. Marco Ferrari, “La dimensione assente di Francesco Vaccarone”,
L. Tola e D. Pondero, Presentazioni al catalogo della mostra alla Galleria Ferrari di Verona, L’Unità, Roma, 1 agosto 1975.
febbraio 1966. R. B. “Artisti spezzini a Novara”, Il Sabato settimanale, Novara, 18 febbraio 1967. E. Cerulli, “Il Cutigliano a Vaccarone”, Il Lavoro, Genova, p. 3, 4 settembre 1973.
Red. “Vaccarone: ogni mostra un suggestivo richiamo”, Il Telegrafo, Livorno 7 agosto 1975.
A. Spatola e G. P. Torricelli, presentazioni al catalogo della mostra alla Galleria il Portico S. Rescio, “Miti d’oggi”, catalogo della mostra di Savona, Luglio 1967. L. M. “Vaccarone vince il Cutigliano”, Il Cittadino, Genova, 29 agosto 1973.
di Reggio Emilia, maggio 1966. 9°Catalogo Nazionale Bolaffi d’Arte Moderna, Torino, 1974. L. Pagani, “Personale di Vaccarone all’Art Gallery”, Il Telegrafo, Livorno, 8 agosto 1975.
F. De Poli, “Il gruppo studio”, Trerosso, Genova, aprile-maggio 1967.

350 351
T. Marcheselli, “A Vaccarone il Vico d’Elsa”, Gazzetta di Parma, 17 ottobre 1975. M. Venturoli, M. Rizzoli, A. Faivére) nel catalogo edito per la mostra personale alla Galleria D. Cara, “Milano arte”, Bari, 15 febbraio 1977. E. Carli, “Le cose che si vedono derivano da cose che non si vedono”,
Banti, S. Croce sull’Arno, 1976. Notes d’Artes, Pisa, Aprile, 1978.
M. Castellini, “Al Rotary incontro con tre pittori spezzini”, Il Telegrafo, 4 febbraio 1976. L. Dose, “Francesco Vaccarone alla Galleria Nuova Sfera”, Ciao Milano, 21 febbraio 1977.
Red. “Vaccarone, Saletta Banti”, Bolaffi Arte, Torino, maggio 1976. F. Solmi, Catalogo per la mostra personale alla Galleria Macchi, Pisa, aprile 1978.
Red. “Il contributo degli artisti al Festival dell’Unità”, L’Unità, Roma, 14 settembre 1975. Red. “Francesco Vaccarone a Melzo”, Artecultura, Milano, febbraio 1977.
Red. “Vaccarone alla Banti”, La Nazione, Firenze, 4 maggio 1976. Catalogo Nazionale Bolaffi della Grafica, n. 8, Torino, maggio 1978.
P. Levi, R. Guttuso, E. Carli, “Francesco Vaccarone”, Red. “Milano art – attualità”, Artecultura, Milano, marzo 1977.
catalogo per la mostra personale alla galleria Viotti, Torino 1975. Michelini, “Quando il pittore esce dallo studio”, Paese Sera, Roma, 18 maggio 1976. Catalogo della mostra “Sei situazioni”, Galleria Portici, Ancona, giugno 1978.
F. Farina, “Eclisse”, cartella con cinque incisioni in acquaforte e acquatinta,
M. R. “Premio di pittura a Vaccarone” L’Unità, Firenze, 24 settembre 1975. “Il catalogo Nazionale Bolaffi d’Arte Moderna”, Torino, 1976. Edizioni Il Cigno, Roma, 1977. “Schedario degli artisti italiani: Francesco Vaccarone”, Bolaffi Arte, giugno 1978.

Guida. “Vaccarone”, Tuttosport, Torino, 31 ottobre 1975. Nania, “Alla ricerca di una pittura che parli all’uomo d’oggi”, La Prealpina, Varese, 1976. F. Solmi, (a cura di), “Eclisse”, Edi – Albra Editrice, Torino, s. d. (1977). T. Paloscia, ”Presenze a Montignoso”, La Nazione, Firenze, 24 agosto 1978.

L. Carluccio, “Francesco Vaccarone, Galleria Viotti”, Dino Carlesi, “La cartella della disobbedienza, Muzio e Vaccarone”, F. Solmi, Catalogo per la mostra personale alla Galleria Civica, F. Solmi, E. Carli, R. Guttuso, L. Carluccio, catalogo mostra personale,
Gazzetta del Popolo, Torino, 6 novembre 1975. edito dall’Art Gallery di Carrara, agosto 1976. Palazzo dei Diamanti, Ferrara, settembre 1977. Galleria Ferro, Genova, ottobre 1978.

Red. “Francesco Vaccarone alla Viotti”, Nazione, Firenze, 22 ottobre 1975. R. Della Torre, “Vaccarone e la storia”, Il Giornale, Varese, 9 ottobre 1976. R. Raffaelli, “Do ragione ai dissidenti”, Il Secolo XIX, Genova, 12 settembre 1977. Germano Beringheli, “Vaccarone”, Il Lavoro, Genova, ottobre 1978.

Emilio Cerulli, “La grafica di Francesco Vaccarone”, Il Lavoro, Genova, 21 ottobre 1975. Red. “Vaccarone all’Arnetta”, La Prealpina, Varese 7 ottobre 1976. M. Valsecchi, “Le mostre”, Il Giornale Nuovo, Milano, 5 settembre 1977. G. Cavazzini, “Mostre a Parma, Vaccarone”, Gazzetta di Parma, Parma, 24 novembre 1978.

P. Levi, “Gallerie d’arte a Torino”, Avanti!, Torino, 22 ottobre 1975. Red. “Francesco Vaccarone: mostre itineranti” La Nazione, Firenze, 30 settembre 1976. Arato, “Le cose immobili”, Il Secolo XIX, Genova, 1 ottobre 1977. 14° Catalogo Nazionale Bolaffi d’Arte Moderna, Torino, dicembre 1978.

10°Catalogo Nazionale Bolaffi d’Arte Moderna, Torino 1975. Armando Pizzinato e antologia critica, “Francesco Vaccarone”, catalogo per la mostra A. Sala, “Ferrara su Vaccarone”, Il Giorno, Milano, 4 ottobre 1977. “Importanti mostre di arte contemporanea in Toscana: Salvatori espone a Firenze e
personale alla Galleria Arnetta di Busto Arsizio ed alla Galleria Civica di Monza, Vaccarone a Piombino”, L’Unità, Roma, 18 gennaio 1979.
D. L. “Le due anime di Vaccarone”, Secolo XIX, Genova 19 ottobre 1975. ottobre - novembre 1976. L. Marziano, C. Ruyu, F. Solmi, E. Carli, Catalogo della 4° Rassegna Nazionale,
Caserta, ottobre 1977. “Francesco Vaccarone alla Galleria Comunale di Piombino”,
R. De Grada, “Premio Cadorago Lario”, Giorni, Milano, 15 ottobre 1975. D. R. “A. Busto e Los Angeles le opere di Vaccarone”, La Nazione, Firenze, 20 gennaio 1979.
Il Secolo XIX, Genova, 1 ottobre 1976. Catalogo della mostra “Salon des artistes d’Auvergne”,
V. Bottino, “Mostre d’arte in Torino e provincia”, Corriere di Torino, 24 ottobre 1975. Clermont Ferrand, novembre 1977. M. Valsecchi, “Le mostre”, Il giornale, Milano, 16 marzo 1979.
E. Carli, “I labili segni di Vaccarone”, L’Indice, Milano, ottobre 1976.
L. Carluccio, “Francesco Vaccarone, Galleria Viotti”, R. De Grada, “Vaccarone a Ferrara”, Giorni, Milano, 2 novembre 1977. M. Pasquali, R. Guttuso e AA VV, catalogo della mostra alla Galleria Menhir,
Gazzetta del Popolo, Torino, 6 novembre 1975. Fumagalli: “Galleria civica: Vaccarone un pittore nato a un’avventura interiore”, La Spezia, marzo 1979, Tipolito Zappa, Sarzana.
Il Cittadino, Monza 11 novembre 1976. F. Vaccarone, “Rapporto tra iniziativa pubblica e iniziativa privata”,
Mastrolonardo, “Di mostra in mostra”, Arterama, Milano, dicembre 1975. La loggia dei Mercanti, Milano, novembre – dicembre 1977. F. Vaccarone, “Una terza via esiste anche nella cultura”, Il Secolo XIX,
F. Sortino, “Le gallerie pubbliche” Giquindici, Monza, novembre 1976. Genova, aprile 1979.
R. Oppenheim, “Francesco Vaccarone”, cataloghi per le mostre a Zurigo, “Mostra di Francesco Vaccarone alla libreria Campoquattro”,
Galleria Bürdeke Baden, 1975. R. Tomasina, “Vaccarone alla Civica”, L’Eco di Monza, dicembre 1976. La Prealpina, Varese, 18 dicembre 1977. Catalogo Nazionale Bolaffi della Grafica, n. 9, Torino, maggio 1979.

Beringheli, “Mostra mercato di opere a favore del Tribunale Russel”, K. Hauser Mortenson, R. Alderette, M. L. Barron, “Suite of Etchings by Francesco F. Solmi, Catalogo alla mostra personale alla Galleria Civica di Gallarate, novembre 1977. G. Marchiori, P. Levi, E. Di Martino, Catalogo del Premio Campigna, agosto 1979.
Il Lavoro, Genova, 28 febbraio 1976. Vaccarone”, Golden West University, Huntington Beach - Los Angeles,
novembre 1976. A. Nania, “Vaccarone con la Pinacoteca inaugura una nuova serie di iniziative”, 15° Catalogo Nazionale Bolaffi d’Arte Moderna, Torino 1979.
G. Tasselli e M. Guignard, “Francesco Vaccarone”, cataloghi per la mostra personale alla La Prealpina, Varese, 28 novembre 1977.
Galerie Rome Faculté de Lettres et Sciences Humaines, Université de Clermont Ferrand. Red. “Art Rebellion Etched”, Daily American, 29 0ttobre 1976. Catalogo della mostra “Artisti liguri al Museo di Odessa”, dicembre 1979.
13° Catalogo Nazionale Bolaffi d’Arte Moderna, Torino, novembre 1977.
R. “Francesco Vaccarone alla Galerie Rome”, La Nazione, Firenze, 2 febbraio 1976. Red. ”Vaccarone a Lucca”, La Nazione, Firenze, 11 dicembre 1976. E. Muller, R. Simon, Catalogo della “Quatrième Biennale Européenne de la gravure
F. Giorgeri, F. Solmi, Catalogo della mostra personale al Palazzetto del Turismo, de Mulhouse”, maggio – giugno 1980.
D. Villani, “Vaccarone”, La Libertà, Piacenza, 5 febbraio 1976. Red. ”Artisti italiani all’estero”, Bolaffi Arte, Torino, gennaio 1977. Marina di Massa, dicembre 1977 – gennaio 1978.
Della Rosa, “All’opera del pittore non serve il consenso”,
Red. “Il giro artistico di Francesco Vaccarone in Francia e in Italia”, Piercarlo Santini e Renato Gutuso, catalogo per la mostra personale, Catalogo della mostra “40 Maestri del Novecento”, Il Secolo XIX, Genova, 5 maggio 1980.
Il Secolo XIX, Genova, 20 febbraio 1976. Galleria Fillungo, Lucca, dicembre 1976. Galleria Macchi, Pisa, dicembre 1977.
E. Marcianò, Catalogo della Biennale Mediterranea d’Arte Contemporanea, Palazzo della
T. Marcheselli, “Vaccarone e Clermont Ferrand”, 12° Catalogo Nazionale Bolaffi d’Arte Moderna, Torino, 1977. Valerio P. Cremolini, “6 Serigrafe” in Rassegna Municipale-Nuova Serie, Provincia, Catanzaro, aprile 1980.
La Gazzetta di Parma, 27 febbraio 1976. La Spezia, n. 5, 1978.
E. Carli, R. Guttuso, A. Pizzinato, L. Carluccio, catalogo per la mostra personale alla Galleria F. Bellonzi, Catalogo della rassegna Nazionale “Umberto Vittorini”,
Red. “Francesco Vaccarone a Venezia”, La Nazione, Firenze, 7 marzo 1976. Nuova Sfera Milano, 1977 ed alla galleria La Torre, Melzo, 1977. Marco Ferrari, “Espone a Massa Francesco Vaccarone”, L’Unità, Roma, 24 dicembre 1977. Abbazia di San Zeno, Comunale di Pisa, giugno 1980.

Faivère, “A la galerie Rome Francesco Vaccarone”, E. Carli, catalogo per la mostra personale alla galleria Magenta, Brescia 1977. M. Pucciarelli, “Vaccarone”, Il Nuovo, Massa, 1 febbraio 1978. M. Pucciarelli, “Quattro anni di attività espositive”, Catalogo della mostra,
La montagne, Clermont Ferrand, 8 marzo 1976. ed. Comune e AAST di Massa e Regione Toscana, agosto – settembre 1980.
“Successo a Milano di Vaccarone”, Il Lavoro, Genova, 8 gennaio 1977. Catalogo della mostra personale alla Galleria Fumagalli di Bergamo, febbraio 1978.
Di Martino, “A Venezia per Gallerie”, L’Avanti!, Milano, 21 marzo 1976. Dino Carlesi, “Opere della Pinacoteca Friuli”, Ed. Opera G. Friuli,
M. C. “Mostre itineranti di Francesco Vaccarone”, Il Telegrafo, Livorno, 16 gennaio 1977. L. Lazzari, “Francesco Vaccarone alla Fumagalli”, Grosseto, novembre 1980.
E. Calabria, D. Carlesi, T. Zancanaro, catalogo per la mostra personale di grafica alla Galleria L’Eco di Bergamo, Bergamo, 9 febbraio 1978.
dell’Incisione, Venezia, marzo 1976. Raffaele De Grada, “Francesco Vaccarone alla Nuova Sfera” Giorni, Milano 2 febbraio 1977. 16° Catalogo Nazionale Bolaffi d’Arte Moderna, Torino, dicembre 1980.
R. Righetti, “Francesco Vaccarone”, Cenobio, Lugano, febbraio 1978.
Antologia critica 1972 – 1976 (testi inediti: L. Carluccio, E. Di Martino, T. Paloscia, B. Guida, D.Villani,“Mostre d’arte a Milano: Francesco Vaccarone”, Gazzetta di Mantova, 6 febbraio 1977.

352 353
M. Sangberg, “Semantiska former”, catalogo della mostra personale Cesare Zavattini, Catalogo per la Rassegna nazionale a Palazzo Pretorio, Villella, “Rassegna di grafica all’Associazione Internazionale Incisori”, Red. ”Vaccarone a Samarate”, Busto Oggi, Varese, novembre 1985.
alla Sara Amaranten, Stoccolma, gennaio 1981. Poggibonsi, dicembre 1982. São Paolo, giugno 1984.
Catalogo dell’Arte Moderna Italiana n°21, Mondadori, Milano, novembre 1985.
F. Vincitorio, “La parte dell’occhio”, L’Espresso, Roma, 15 febbraio 1981. Catalogo dell’Arte Moderna Italiana, n. 18, Mondatori, dicembre 1982. A. Bonora, M. L. Frisa, M. Lavallée, Catalogo della 2° Biennale Internazionale della
Grafica, Riva del Garda, luglio – agosto 1984. Roberto Salvatori, “Dalle ceneri della Biennale rinasce il premio del Golfo”,
Ri. Bar. “Il Corriere dell’Arte”, Corriere della Sera, Milano, 15 febbraio 1981. Enrico, Crispolti, “Come nuova oggettiva entità, quasi un teatro, autonomo, di forme” e Il Secolo XIX, 17 novembre 1985.
antologia critica, catalogo per la mostra personale alla galleria Menhir, Fezzi, “Litografia a Langhirano”, La Provincia, Cremona, 20 giugno 1984.
Catalogo della Galleria Macchi di Pisa all’Expo Arte di Bari, La Spezia, marzo – aprile 1983, Gian Paolo Battini, “Ritorna il Premio del Golfo per artisti contemporanei”,
“Un maestro storico e due giovani artisti”, Bari, marzo 1981. Miceli, Catalogo per la mostra itinerante “Arte per la pace e il lavoro”, Il Giornale, Milano, 20 novembre 1985.
T. Carpentieri, “Le mostre – Francesco Vaccarone”, Bandecchi & Vivaldi Editori, Pontedera, Luglio, 1984.
“Dove vivono gli artisti italiani; il genius loci è un emigrante”, Quotidiano di Lecce, Lecce, 13 aprile 1983. Andrea Nania, “Vaccarone: forme nello spazio”, La Prealpina, Varese, 5 dicembre 1985.
Rivista dell’Arte, Torino, aprile 1981. A Fiz, “I nuovi Van Gogh preferiscono vendere casa”, Il Mondo, 8 ottobre 1984.
S. Gamberini, E. Crispolti e antologia critica, con intervista dell’Art Group del Galles a Lorenzo Mango, ”Riapre a lerici il Premio del Golfo”, Paese Sera, Roma, 12 dicembre 1985.
S. Villa, Catalogo della mostra personale alla Biblioteca Civica, Melzo, aprile 1981. Francesco Vaccarone, Catalogo della mostra personale all’Università di Cardiff, Crispolti, Catalogo per la mostra personale all’Istituto Italiano di Cultura per i Paesi
maggio – giugno 1983. Bassi, Amsterdam, novembre – dicembre 1984. Angelo Trimarco, ”Tendenze nello spazio”, Il Mattino, Napoli, 13 dicembre 1985.
“Francesco Vaccarone alla Brahen Gallery”, La Nazione, Firenze, 6 giugno 1981.
“Le mostre all’estero”, L’Umanità, Roma, 20 maggio 1983. S. Terranova e R. Civello, catalogo per la mostra internazionale Ibla Mediterraneo, Bruno Della Rosa, “La critica ama l’avanguardia, ma la gente ha altri gusti”,
T. S. “Turun Taidegraafikot toimivat”, Taide, Helsinki, maggio 1981. novembre 1984. Il Secolo XIX, Genova, 7 gennaio 1986.
Arato, “Arte, le mostre”, Il Secolo XIX, Genova, 21 maggio 1983.
“Il Corriere dell’Arte”, Corriere della Sera, Milano, 14 giugno 1981. R. Biasion, “Oggi mostre – Francesco Vaccarone”, Oggi, Milano, 8 giugno 1983. R. R. Intervista a F. Vaccarone: “Questa nostra è cultura da ciminiere”, Barbara Tosi, “Nuove pitture italiane al Premio Lerici”, Rinascita, Roma, 11 gennaio 1986.
Il Secolo XIX, Genova, 24 novembre 1984.
Helge Lethovaara, “Oggetti nutriti di silenzio”, catalogo per la mostra personale alla Brahen Renato Righetti, “Francesco Vaccarone a Cardiff”, Germano Beringheli, “Rinasce a La Spezia il premio del Golfo”, Il Lavoro, 13 gennaio 1986.
Gallery a Turku, Finlandia, Helsinky, giugno 1981. La Gazzetta di Parma, Parma, 17 giugno 1983. Catalogo dell’Arte Moderna Italiana, Mondadori, Milano, dicembre 1984.
Bruno Della Rosa, “Alla Quadriennale invitato Francesco Vaccarone:
“Italian grafikka Turussa”, Turun Sanomat, Turku – Abo, 14 giugno 1981. Francesco Vincitorio, “La parte dell’occhio”, L’Espresso, Roma, 19 giugno 1983. Centro Internazionale della Grafica di Venezia, “Catalogo delle edizioni”, un traguardo che premia trenta anni di ricerca”, Il Secolo XIX, Genova, 21 marzo 1986.
Venezia, dicembre 1984.
Osmo Laine, “Grafikkaa Italiasta”, Turun Sanomat, Turku – Abo, 28 giugno 1981. S. Zanella, Catalogo ragionato della Civica Galleria d’Arte Moderna, Red. ”Cinque genovesi ed uno spezzino alla Quadriennale romana”,
Gallarate, luglio 1983. Gruppo Idioma, “Morte alla Spezia”, Lettera al Secolo XIX, Genova, 4 gennaio 1985. Il Giornale, Milano, 9 aprile 1986.
R. Lofberg, “Kulttuurivaihtoa Turun ja valilla”, Ilta Sanomat, Helsinky, 17 giugno 1981.
Enzo Di Martino, “Mostre d’arte”, Il Gazzettino, Venezia, 20 novembre 1983. Bruno Della Rosa, “Nessun litigio, ma non siamo d’accordo”, Valerio P. Cremolini, “L’umanesimo concreto di Francesco Vaccarone”,
P. C. Santini, “Occasioni da Michelangelo”, catalogo della mostra, Il Secolo XIX, Genova, 12 febbraio 1985. Avvenire, Roma, 18 maggio 1986.
Regione Toscana, Comune di Massa e AST di Marina di Massa, agosto 1981. Cardinale Cè, Mons. G. Bortolon, “Catalogo del Premio Annuale della Pittura Sacra”,
Ed. Museo Diocesano d’Arte Sacra, Venezia, novembre 1983. Grigore Arbore Popescu, “O stilistica analogiei” e antologia critica con testi di Renato Della Rosa, “Storie, leggende, curiosità, misteri della Spezia e dintorni”, prefazione di Gino
“Rassegna dei maestri della grafica”, Avvenire, Milano, 30 agosto 1981. Guttuso e Roy Oppenheim, per il catalogo della mostra personale al Museo Nazionale di Patroni con 25 illustrazioni di F. Vaccarone, Zappa Editore, Sarzana, maggio 1986.
Catalogo dell’Arte Moderna Italiana, n. 19, Mondadori, Milano, dicembre 1983. Bucarest, luglio 1985.
“In mostra a Prato sette maestri dell’arte contemporanea”, Renzo Raffaelli, ”Storie spezzine, leggende, misteri”,
L’Unità, Roma, 1 settembre 1981. Nati, “Kulturprogram Januari – Februari 1983”, Spartaco Gamberini, “Un artista: Francesco Vaccarone”, Il Secolo XIX. Genova, 25 maggio 1986.
Italienska Kulturinstitutet, Stoccolma, dicembre 1983 Rivista ‘Lettera’, Fabbiani Ed. La Spezia, luglio 1985.
P. Panerai, F. Sacerdote, P. Levi, “Dizionario – guida ai pittori e scultori moderni e Catalogo della mostra “Il Paradiso di Babele di Francesco Vaccarone”,
contemporanei”, I libri de “Il Mondo”, 11 settembre 1981. M. Nati, catalogo della mostra personale all’Istituto Italiano di Cultura a Stoccolma, Michaela Cristea, “Francesco Vaccarone and the Poetry of Image”, dedicato a J. L. Borges con 12 tavole, Galleria “Il Luogo”, Roma, maggio 1986.
dicembre 1983. Lume, Bucarest, 2 agosto 1985.
Vuori, “Turkulaisgraafikoita Valimeren rannalla”, Rossini, Gatt, AA VV, Catalogo generale della XI Quadriennale Nazionale d’Arte di Roma,
Turun Sanomat, Helsinkj, 17 ottobre 1981. Red. ”La cultura ha un a lobby”, Il Secolo XIX, Genova, 30 dicembre 1983. Adrian N. Popescu, “Drumul prin labirint”, Viata Studentesca, Bucarest, 7 agosto 1985. Fratelli Fabbri, Milano, giugno 1986.

F. Vaccarone, “Mostra degli artisti finlandesi a Marina di Massa”, Valerio P. Cremolini, “La pittura spezzina:ieri e oggi”, in “La storia della Spezia”, Red. “Francesco Vaccarone”, Romania Literaria, Bucarest, 15 agosto 1985. Usvardi, R. Margonari, D. Difilippo, “C’era una volta un bosco”, catalogo per la rassegna
L’Unità, Milano, 1 novembre 1981. Industrie Grafiche Zappa, Sarzana, dicembre 1983. grafica nazionale itinerante sull’ambiente, Modena, giugno 1986.
Cornel Radu Costantinescu, “Jurnalul artelor- Francesco Vaccarone”,
A. L. “Taidetta Suomen Turust”, Pellervo, Helsinki, 2 novembre 1981. Renzo Raffaelli, “E nacque il superpartito”, Il Secolo XIX, Genova, 31 dicembre 1983. Contemporanul, 16 agosto 1985 Catalogo della XI Mostra “Arte e Sport”, Palazzo Strozzi, Firenze, giugno 1986.

Ruggero Orlando, catalogo per la rassegna nazionale a Palazzo Pretorio, Giuseppe Berti, “Umanesimo come ferita e frattura”, in “Francesco Vaccarone. Pierangelo Negri, “A Bucarest mostra di Francesco Vaccarone”, Enzo Di Martino, “La rassegna di grafica contemporanea. 25 grafici italiani. Omaggio a
Poggibonsi, dicembre 1981. Opere grafiche e dipinti recenti, (1972 – 1984), catalogo mostra Reggio Emilia, La Provincia, Cremona, 23 agosto 1985 Virgilio Guidi”, catalogo, Comune di Eraclea, agosto 1986.
Palazzo del Capitano del Popolo, Tipo - Litografia Armena, Venezia, 1984.
17° Catalogo Nazionale Bolaffi d’Arte Moderna, Torino, dicembre 1981. Cristina Angelescu, ”Tentativa schitarii unui portret”, Saptamina, Carlo Ludovico Ragghianti e AA VV, “Francesco Vaccarone. Omaggio al Golfo dei Poeti”,
Rabotti, “Vaccarone all’EPT”, Il Giornale, Milano, 30 marzo 1984. Bucarest, 13 Settembre 1985 catalogo mostra. Lerici, Castello Monumentale, Biennale d’Arte Editrice, La Spezia, 1986.
Stahle, Catalogo della “Stokholm International Art Expo”, Stoccolma, marzo 1982.
Colli, “Il senso drammatico della pittura di Francesco Vaccarone”, Enzo Di Martino, “Lyric, Geometric, Gestural Abstraction, Aspects of Contemporary Italian “Omaggio al Golfo dei Poeti – Inaugurata la mostra antologica di Francesco Vaccarone”,
D. Baiocco, G. Luzi, D. Carlesi, E. Maurizi, Catalogo per la mostra personale alla Galleria Gazzetta di Reggio Emilia, Reggio Emilia, 3 aprile 1984. Graphics”, catalogo per la mostra itinerante in Canada a cura della Fondazione ‘The Bay’ La Nazione, Firenze, 23 settembre 1986.
Cento Fiorini, Civitanova Marche, aprile 1982. in Montreal, Toronto, Ottawa, ottobre 1985
Centro Internazionale della Grafica di Venezia, “Rassegna grafica di artisti italiani”, “Francesco Vaccarone”, Arte e Cronaca, Lecce, settembre 1986.
P. Panerai, F. Sacerdote, P. Levi, “Guida ai pittori e scultori moderni e Istituto Italiano di Cultura, Stoccolma, aprile 1984. Henrj Paul Aletrino, “Raum und plastizitaet”, catalogo per la mostra personale all’Istituto
contemporanei”, I libri di Capital, settembre 1982. Italiano di Cultura, Monaco di Baviera, ottobre 1985 “Mostra antologica di Vaccarone nel Castello di Lerici”,
Valerio P. Cremolini, “Nel cuore della vita”, Testo per la cartella di tempere Il Giornale, Milano, 24 settembre 1986.
F. Vincitorio, “Dalla parte dell’occhio”, L’Espresso, Roma, 7 novembre 1982. Le Cinque Terre di Lino Marzulli e Francesco Vaccarone, La Spezia, aprile 1984. Valerio P. Cremolini, “Umanesimo concreto” contributo al catalogo per la mostra “Premio
del Golfo dei Poeti” a cura di Filiberto Menna, Achille Bonito Oliva, Pierre Restany, Alessandra Rissotto, “Mostra antologica di Francesco Vaccarone”,
Biennale d’Arte editrice, la Spezia, novembre 1985. TG3, 22 settembre 1986; TG1, Settembre 1986; TG2”, 24 settembre 1986.

354 355
Red. “Folla a Lerici per Vaccarone”, Il Secolo XIX, Genova, 25 settembre 1986. Vaccarone, “Il demonio in castigo”, Arti visive, Roma, ottobre 1987. “Artexpo Forssa”, catalogo della mostra all’Expo Internazionale di Fossa, S. G. ”Appuntamenti”, Corriere della Sera, Milano, 10 giugno 1990.
Finlandia, aprile 1989.
A. Chaneaux, C. Mognetti, “8° salon d’art contemporain de Seloncourt”, Sarpellon, G. Romanelli, L. Accornero, “Premio Murano”, catalogo della mostra al Museo R. S. ”Il pittore Francesco Vaccarone espone nella città degli Estensi”,
catalogo dell’esposizione, ottobre 1986. d’Arte Sacra Sant’ Apollonia Venezia, novembre 1987. “Italialaistaiteella on monet Kasvot”, Turun Sanomat, Helsinki, 18 aprile 1989. Il Secolo XIX, Genova, 13 giugno 1990.

M. Rotta, “Omaggio al Golfo dei Poeti”, Corrire Aretino, Arezzo, 4 ottobre 1986. F. Battolini, V. P. Cremolini, A. Prini, “Arte Insieme ‘87”, Nave Marina Serena, Molo Italia, “Itallialaisnäyttely avautui hammennyksen salassa”, Uutiskolmio, Helsinki, 19 aprile 1989. Adriana Beverini, ”Francesco Vaccarone, battuto il Mundial”,
La Spezia, cura dell’Associazione Pittori Scultori Grafici della Provincia della Spezia, Zappa La Nazione, Firenze, 13 giugno 1990.
Ghiggini, “La natura, la tecnologia, la violenza e i controversi destini dell’uomo srl, Sarzana, dicembre 1987. Metso, “Venetsia melessä”, Turun Sanomat, Helsinki, 23 aprile 1989.
nell’antologica di Francesco Vaccarone”, L’Unità, 6 ottobre 1986. G. Beringheli, R. V. ”Le mostre”, Il Venerdì di Repubblica, Roma, 15 giugno 1990.
Catalogo dell’Arte Moderna Italiana, Mondadori, Milano, dicembre 1987. Red.“Francesco Vaccarone. Libri e pagine d’artista in Italia”, La Nazione, Firenze, 15 aprile 1989.
“La tensione dell’artista”, Il Lavoro, Genova, 23 novembre 1986. Antonio Caggiano, ”Francesco Vaccarone al Massari”,
Red. “Dove va la grafica oggi?”, Marco Polo, Venezia, dicembre 1987. Red. “Stampati per essere esposti”, La Repubblica, Roma, 29 aprile 1989. Il Resto del Carlino, Bologna, 17 giugno 1990.
R. Galli, “Gabbiani feriti nel dolce Golfo dei poeti”. Il Tirreno, Livorno, 23 novembre 1986.
N. Selvaggio, “Poggibonsi Arte”, catalogo della mostra al Palazzo Pretorio, dicembre 1987. A. I. Routio, “Taide puhuu Forssassa Italiaa”, Uusi Suomi, Fossa, 4 maggio 1989. Sergio Buonadonna, ”A Ferrara una retrospettiva di Francesco Vaccarone-Anche la
T. Paloscia, “Vaccarone castellano di Lerici, grande mostra di tele e carte”, discoteca. Diventa un’opera d’arte”, Il Secolo XIX, Genova, 19 giugno1990.
La Nazione, Firenze, 24 novembre 1986. “A Mestre Soldati presenta El Paseo”, Gazzetta di Parma, Parma, 20 gennaio 1988. “Opere di Vaccarone a Firenze e in Finlandia, Il Secolo XIX, Genova, 6 maggio 1989.
Red. ”Il Palabandera emigra a Ferrara con l’antologica di Francesco Vaccarone”,
Levi, “Il mercato dell’arte: quando Milano pensava a Guernica”, “Soldati e Vaccarone all’Amelia di Mestre”, Il Secolo XIX, Genova, 27 gennaio 1988. Valerio P. Cremolini, “Per Maria Rosa Pino”, testo per la mostra omonima, La Prealpina, Varese, 24 giugno 1990.
AD – Architectural Digest, Milano, dicembre 1986. Circolo Culturale “A. Del Santo”, La Spezia, 20 maggio 1989.
K. Louineau, F. Decorse, “Jeune peinture, 39 Salon, Grand Palais”, E. D. M. ”Francesco Vaccarone-opere 1979-1990, Palazzo dei Diamanti Ferrara”, Marco
F. Battolini, V. P. Cremolini, R. Righetti, Catalogo “Arte insieme ‘86”, Tensostruttura catalogo dell’esposizione, Parigi, febbraio 1988. “Salone Italiano Arte Contemporanea”, catalogo della mostra al Palazzo degli Affari di Polo, Venezia, luglio 1990.
Piazzale Kennedy, La Spezia, a cura dell’Associazione Pittori Scultori Grafici della Provincia Firenze, edizione Arte – Studio Siac, ottobre 1989.
della Spezia, Zappa srl, Sarzana, dicembre 1986. C. Dollet, “Cinq artistes au Grand Palais pour defendre une démarche”, Valerio P. Cremolini, ”Grande successo della retrospettiva di Francesco Vaccarone”,
L’Est Rèpublicain, 21 febbraio 1988. M. Soldati, F. Menna, F. Solmi, C. L. Ragghianti, E. Crispolti e AA. VV, “Arte italiana negli Avvenire, Roma, 8 luglio 1990.
M. Soldati, O. Del Buono, “A tavola con l’autore”, cartella contenente tre litografie dedi- anni Ottanta”, Ed. Biennale della Spezia, ottobre 1989.
cate da F. Vaccarone al romanzo di M. Soldati “El Paseo de Gracia”, Editore Centro Enzo Di Martino, “Confronti, linguaggi e generazioni della grafica contemporanea”, Ida Mitrano, ”Francesco Vaccarone, Palazzo dei Diamanti”,
Internazionale della Grafica di Venezia, gennaio 1987. catalogo della mostra al Comune di Cortina d’Ampezzo, CIG, febbraio 1988. AA. VV. ”Arte italiana degli Anni Ottanta. Ed. Biennale della Spezia, Milano, settembre 1989. Terzoocchio, Bologna, settembre 1990.

Della Rosa, “Vaccarone a Lerici: un golfo senza poeti”, “Premio Murano”, Interni, Milano, aprile 1988. Salvatore Di Cicco, “Vaccarone scommette sulla Pinacoteca”, Gianni Vivoli, Pier Carlo Santini, Giovanni Lombardi e AA. VV. Catalogo della 2a Biennale
Il Secolo XIX, Genova, 24 gennaio 1987. Il Secolo XIX, Genova, 7 gennaio 1990. Internazionale di Grafica “Tono Zancanaro-Vico Arte”, Barberino Val d’Elsa, maggio 1990.
Pier Gino Scardigli, Andrea Luparia, “La città recente”,
Almàsi, “XIV Orszàgos Grafikai Biennale”, catalogo della mostra internazionale di grafica Grafiche Lunensi, Sarzana, luglio 1988. A. Forbice, “Gli artisti e la società”, intervista a F. Vaccarone, Lavoro e Società, Sergio Buonadonna, “Anche la discoteca diventa opera d’arte”,
itinerante a Budapest, Tampère, Antwerpenben, 1987. Roma, gennaio 1990. Il Secolo XIX, Genova, 19 settembre 1990.
A. Dragone, S. Zanella, “Opere dalle collezioni della Civica Galleria d’Arte Moderna di
Paties, P. Fortuna, E. Di Martino, “Premio Internazionale di Grafica Do Forni”, Gallarate”, catalogo della mostra, Torre Pellice, agosto 1988. 25 anni del Catalogo dell’Arte Moderna Italiana, “Pittori Oggi”, Fabio Azzolini, “Un bronzo di Vaccarone per i 50 anni del Pacinotti”,
catalogo della mostra, CIG, Venezia, febbraio 1987. Mondadori, Milano, maggio 1990. Il Secolo XIX, Genova, 25 settembre 1990.
“Galleristi a Palazzo”, catalogo della mostra a Palazzo dei Papi, Viterbo, settembre 1988.
“Il premio Do Forni di grafica a Dorny e Vaccarone”, M. Lavallèe, Presentazione al libro “Dall’alba al tramonto”, Marta Siri, “I cinquant’anni del Pacinotti”, La Nazione, Firenze, 25 settembre 1990.
Il Gazzettino, Venezia, 21 febbraio 1987. Valerio P. Cremolini, “Esposte a Viterbo opere di Vaccarone, Edicigno, Roma, Museo delle Arti – Palazzo Bandiera, Busto Arsizio, 1990.
Il Secolo XIX, Genova, 13 ottobre 1988. Luigi Bandera, Carlo Occhipinti e AA. VV. Catalogo della mostra antologica al Museo
“Premio internazionale a Francesco Vaccarone”, Il Secolo XIX, Genova, 25 febbraio 1987. Enzo Di Martino, “Vaccarone, ambiguità e metafora”, in “Dall’alba al tramonto”, delle Arti Palazzo Bandera, Busto Arsizio ottobre-dicembre 1990.
Annalisa Coviello, “Cercasi sede per la mostra”, La Nazione, Firenze, 19 ottobre 1988. Edicigno, Roma, Museo delle Arti – Palazzo Bandera Busto Arsizio, 1990.
“A Francesco Vaccarone premio grafica Venezia”, La Nazione, Firenze, 25 febbraio 1987. R. S. “Antologica di Vaccarone”, Il Secolo XIX, Genova, 27 ottobre 1990.
Red. “Il pittore Vaccarone a Viterbo”, Il Giornale, Milano, 15 novembre 1988. Peter Boggia, ”Ritratti di pittori”, Editrice La Gazzetta del Mattino, Roma, febbraio 1990.
“Premio Internazionale di Grafica Do Forni”, Marco Polo, Venezia, marzo 1987. Ettore Ceriani, ”Al Palabandera l’arte di Francesco Vaccarone”,
G. Giannetti, S. Pellegrinotti, F. Vaccarone, A. Volo, “La grafica d’arte oggi”, Dino Carlesi, ”Carnevale e dintorni”, catalogo della mostra a Palazzo Paolina, La Prealpina, Varese, 27 ottobre 1990.
“Il premio Do Forni”, Arte e cronaca, Lecce, maggio1987. Arti visive, Roma, ottobre 1989. Viareggio, marzo-aprile 1990.
A. C. “La mostra personale di Francesco Vaccarone”, La Nazione, Firenze, 28 ottobre 1990.
“Premio Internazionale di Grafica Do Forni”, catalogo della mostra, L. Ruoli, E. Di Martino, “V Biennale della xilografia contemporanea”, catalogo della mo- Betta Scarpa, Enzo Di Martino, Lina Urban, Catalogo per la mostra “50 artisti italiani per
San Paolo del Brasile, giugno 1987. stra, Museo della Xilografia, Castello dei Pio, Comune di Carpi, dicembre 1988. Venezia”, Palazzo Barzizza Torres, Venezia, 31 maggio- 1 luglio 1990. S. G. “Appuntamenti”, Corriere della Sera, Milano, 28 ottobre 1990.

I. Eydal, L. Luebbers, P. Olafssòn, “Graphica Atlantica”, Mostra internazionale di grafica, Valerio P. Cremolini, “La prima di Passo Carraio”, Michèle Lavallée, Enzo Di Martino e AA VV “Vaccarone, dall’alba al tramonto”, Red. “Mostra di Vaccarone a Busto Arsizio”, Il Secolo d’Italia, Roma, 31 ottobre 1990.
Edizione del Museo di Reykjavìk, giugno 1987. Il Secolo XIX, La Spezia, 27 dicembre 1988. Edicigno, Roma, maggio 1990.
Red. “Busto Arsizio, Palabandera, ”Vivimilano, Corriere della Sera, 1 novembre 1990.
Gasbarrini, G. Sprovieri, “Dalla Bibbia di Gutenberg al libro telematico”, catalogo della mo- Piero Musetti, “Le Cinque Terre da Signorini a Vaccarone”, Red. “Palazzo dei Diamanti, Vaccarone in una retrospettiva d’autore”,
stra, Pescara, agosto 1987. in Cara Spezia, vol. 1-Il Secolo XIX, Genova, 31 dicembre 1988. La Nazione, Firenze, 31 maggio 1990. R. B. “Tra gallerie e palazzi, Francesco Vaccarone”, L’Eco di Bergamo, 17 novembre 1990.

Santagostino, “Gli artisti italiani di oggi”, Arte, Mondadori, Milano, settembre 1987. “Catalogo dell’Arte Moderna Italiana”, Mondadori, Milano, dicembre 1988. Lauro Manni, “Metafisica al pennello”, La Nuova Piazza, Ferrara, 1 giugno 1990. Ettore Ceriani, “Busto Arsizio, Vaccarone al Palabandera,
testimone di vite sognate”, La Prealpina, Varese, 18 novembre 1990.
“Un premio da Murano a Francesco Vaccarone”, Il Giornale, Milano, 12 agosto 1987. F. Sicilia, C. Guiducci Bonanni, A. Calcagni Abrami, L. Chimirri, L. Marziano, L. Caruso, “Far R. R. ”Francesco Vaccarone ospite di Ferrara”, Il SecoloXIX, Genova, 6 Giugno 1990.
libro, libri e pagine d’artista in Italia”, catalogo della mostra a cura del Ministero Beni Red. “Dall’Alba al tramonto, un’ampia antologica di Francesco Vaccarone”,
F. Cossiga, A. Forbice, G. Benvenuto, F. Aiuti, U. Attardi, E. Calabria, A. Sughi, P. Gelmini, Culturali e della Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze al Forte Belvedere, Ed. Centro Luce Tommasi, ”Oggi al Padiglione d’Arte Contemporanea si apre la personale di Famiglia Cristiana, Roma, 28 novembre 1990.
V. Cuccioli, “L’arte contro l’AIDS”, catalogo della mostra, San Michele, Min. Beni Culturali, Di, Firenze, aprile 1989. Francesco Vaccarone”, La Nuova Ferrara, Ferrara, 9 giugno 1990.
Roma, settembre 1987. Marina Aloisi, “Francesco Vaccarone a Busto Arsizio”, Arte, Torino, dicembre 1990.
Red. ”L’evoluzione di Vaccarone spiegata in 200 opere”, L’Unità, Roma, 9 giugno1990.

356 357
Salvatore Di Cicco, “Francesco Vaccarone, un artista e la sua terra”, Valerio P. Cremolini, “Vaccarone a Venezia con 60 tele spezzine”, G. M. “La donna nell’arte secondo Vaccarone”, Il Secolo XIX, Genova, 23 maggio 1995. Maurizio Agnellini e AA. VV. Arte contemporanea italiana 1997-1998,
Il Golfo, La Spezia, gennaio 1991 Avvenire, Roma, 5 luglio 1992. De Agostini, Novara, 1998.
Adriana Beverini, “La media Fontana tra passato e futuro: la scultura di Francesco
Valerio P. Cremolini, “Anatomia di un pittore-i 33 anni con l’arte di Francesco Vaccarone”, Red. “Vaccarone a Venezia”, La Nazione, Firenze, 19 luglio 1992. Vaccarone”, La Nazione, Firenze, 31 maggio 1995. Catalogo dell’Arte moderna italiana n°33, Giorgio Mondadori editore, Milano 1998.
Il Secolo XIX, Genova, 27 gennaio 1991.
AA. VV. Xa edizione Rassegna d’Arte, Langhirano, Enzo Di Martino, “Quel muro abbattuto anche con i segni”, S. G. “Arte, esposizioni”, Corriere della Sera, Milano, 9 febbraio 1998.
Paola Bianchi, “Il pittore F. Vaccarone fa luce sull’arte moderna”, Catalogo della mostra al Castello di Torrechiara, 26 settembre-4 ottobre 1992. Il Gazzettino, Venezia, 6 ottobre 1995.
Il Corriere Apuano, Pontremoli, 19 gennaio 1991. AA. VV. catalogo della mostra personale al Fundacja Judaica, Centrum Kultury Zydowskiej,
Maurizio Scaparro, Graziano Terrenzio, Mario Ursino, “Dipinti, bozzetti e illustrazioni di ar- AA. VV. Association of Estonian Printmakers, Catalogo della X Tallinn Print Triennial, Cracovia, gennaio 1998.
Marta Siri, “Vaccarone, trentatre anni con l’arte”, La Nazione, Firenze, 27 gennaio 1991. tisti contemporanei dedicati al Don Chisciotte Della Mancia” Castello Aragonese di Ischia, 22 settembre- 15 ottobre 1995.
Catalogo della mostra, 19 settembre-30 ottobre 1992, Editore Istituto Poligrafico d’Arte R. S. “Vaccarone espone al Centro culturale ebraico di Cracovia,
Alessandro Rosa, TuttoCittà 1991, “Francesco Vaccarone”, Classica e Contemporanea, Roma. Luigi Tola, Rodolfo Vitone, “Una stagione dissipata, poesia Visiva a Genova tra gli anni Il SecoloXIX, Genova, 11 febbraio 1998.
Editore STET, Torino, Gennaio 1991. Sessanta e Settanta”, Sagep editore, ottobre 1995.
Gabriella Molli, “Il pittore Vaccarone porta il suo Cervantes in Sicilia”, Nicola Cristaldi, Aldo Gerbino, Guido Giuffrè, ”1948- 1998, “L’isola dipinta, Sicilia cin-
Valerio P. Cremolini, “Sacrificio e Resurrezione”, testo per la rassegna pasquale dell’Ucai, Il Secolo XIX, Genova, 31 dicembre 1992. AA. VV. 23 dipinti di Francesco Vaccarone, Critica, mensile di politica e cultura, quant’anni di natura e paesaggio”, Catalogo dell’esposizione al Vittoriano, aprile-maggio
Circolo Culturale “A. Del Santo”, 28 marzo-18 aprile 1991. Roma, febbraio 1996. 1998, Roma, Ed F. lli Palombi a cura della Fondazione Federico II.
Giuliano Segre, Paolo Bertoluzzi, GiandomenicoRomanelli, Enzo Di Martino
Jean Tensi, Catalogo della mostra Venise et la Vénétie, Galerie Grimaldi, “Da Boccioni a Vedova opere del XX secolo nella collezione della Cassa di Risparmio di Anni Batz, Italienische Impressionen, Kunst im Posthamerhaus, Ingolstadt, catalogo della Carola Carrera, “Al Vittoriano c’è un’isola dipinta di colori siciliani”,
Poitiers, 9-27 aprile 1991. Venezia”, Catalogo della mostra al Museo d’Arte moderna di Cà Pesaro, mostra, 15 settembre-31 ottobre 1996. Il Giornale, Milano, 26 aprile 1998.
20 novembre-31 dicembre 1992.
Luca Crippa e AA VV “Rassegna d’arte a Langhirano”, La Tempera, Conservazione e restauro dell’arte contemporanea, Workshop, Università Cà Foscari S. G. “Arte, L’Isola dipinta, Sicilia, Cinquant’anni di natura e paesaggio”,
Catalogo della mostra al Palazzo Comunale di Langhirano, maggio 1991. Francesco Vaccarone, “Eros, cultura e Marramao”, Il Secolo XIX, Genova, 15 aprile 1993. Venezia, Pubblicazione degli atti a cura della Fondazione Cassa di Risparmio di Venezia, Corriere della Sera, Milano, 27 aprile 1998.
ottobre-novembre 1996.
Bruno Della Rosa, “Storie, leggende, curiosità e misteri della Spezia e dintorni” con 40 Milda Calamai, “Intervista a Francesco Vaccarone”, Orizzonti nuovi, 6 giugno 1993. Red. “Vaccarone al Palazzo Vittoriano”, Il Secolo XIX, Genova, 28 aprile 1998.
disegni di Francesco Vaccarone, De Ferrari Editore, Genova, 1991. R. S. “Vaccarone all’Università di Venezia”, Il Secolo XIX, Genova, 1 novembre 1996.
Leo Solari, Domenico Guzzi, Albo dei pittori e degli scultori 1993, Red. “Francesco Vaccarone al Vittoriano con i maestri dell’arte contemporanea”,
Emanuela Branchesi, “Aspetti della grafica contemporanea”, Enap Editore, Roma, 1993. Red. “Vaccarone all’Università Cà Foscari di Venezia sul restauro dell’arte La Nazione, Firenze, 1°maggio 1998.
catalogo della mostra alla Chiesa di San Nicolò in collaborazione con la Galleria Il contemporanea”, La Nazione, Firenze, 2 novembre 1996.
Traghetto di Venezia, Comune di Cingoli, agosto 1991. Michele Cordaro, Pier Carlo Santini, Repertorio degli incisori italiani, Enzo Millepiedi, “Intervista a Francesco Vaccarone: Ma vale la pena di investire nei musei?”,
Edit Faenza, luglio 1993. Alfonso Garuti, Enzo Di Martino, Kristian Sotriffer, Catalogo dell’ottava biennale della La Nazione, Firenze, 3 maggio 1998.
Germano Beringheli, “Dizionario degli artisti liguri”, De Ferrari Editore, Xilografia, Museo di Carpi, 21 dicembre 1996-31 gennaio 1997.
Genova, novembre 1991 Giovanna Riu, Catalogo della mostra A-Mare, S. B. “L’Etna di Vaccarone per ‘L’isola dipinta’”, Il Eligio Patrone, ”Francesco Vaccarone”,
La Spezia Centro Allende-Sala Dante, luglio-agosto 1993. Ed. Centro internazionale della Grafica, Venezia. 32° Catalogo Arte moderna e presentazione nel depliant della mostra personale al Palazzo Comunale di Framura ed alla
Aldo Forbice, Achille Bonito Oliva, “Artisti, Mercato & Società”, interviste a 22 protagonisti contemporanea, Giorgio Mondadori Editore, Milano dic. 1996. Torre Carolingia, 8-25 agosto 1998.
dell’arte contemporanea, Editore Le Monnier, Firenze, novembre 1991. AA. VV. “Francesco Vaccarone, omaggio al Golfo, Immagini in libertà”,
Palio del Golfo, 68a edizione, Ed. Adpro, agosto 1993. 32° Catalogo dell’Arte Moderna e Contemporanea, Giorgio Mondadori Editore, Antonio Todde, “La raccolta Cozzani”, Genova Industria, Associazione Industrali,
Leo Solari, Salvatore Italia, Lorenzo Ostuni, “Testimonianze 1940-1991” Milano, 1996. Genova, giugno 1998.
Catalogo della mostra, Complesso Monumentale San Michele, Marzia Ratti e AA. VV. Catalogo per la mostra antologica al Centro S. Allende alla Spezia,
11 novembre- 26 novembre 1991, ENAP editore, Roma 1991. settembre 1993. Teresa Triscari Ilardo e AA. VV. ”Francesco Vaccarone, nostalgia del presente”, Catalogo Paola Visconti, “Portovenere città delle donne”, La Repubblica, Roma, 1998.
della mostra antologica, opere 1974-1994, Istituto Italiano di Cultura, Cracovia, 1996.
Mario Bonsignore, Andrea Morgante, Angelo Bagnato, Enzo Di Martino, Gabriella Molli, “Vaccarone torna nella sua città con un’antologica”, Ermete Realacci, Grazia Francescato, “La Terra e noi”, cartella con sei serigrafie di Aldo
Catalogo della mostra Linguaggi e generazioni-Premio Internazionale Orione, Il Secolo XIX, Genova, 5 novembre 1993. Szlakiem Galerii, Gazeta Krakowska, Cracovia, 4 gennaio 1997. Forbice e Francesco Vaccarone, Bolsena 1998, Giorgio Baratto stampatore.
Città di Messina, 21 dicembre 1991-18 gennaio 1992.
Adriana Beverini, “L’omaggio al pittore Vaccarone”, La Nazione, Firenze, 6 novembre 1993. Paolo Bellini, Repertorio degli incisori italiani, vol. II 1993-1996, Edit Faenza, 1997. Eligio Patrone, “catalogo per la mostra personale al Comune ed alla Torre Carolingia di
Valerio P. Cremolini, “Un laboratorio di idee”, Il Secolo XIX, Genova, 4 aprile 1992. Framura, agosto 1998.
Valerio P. Cremolini, “Inaugurata la personale di Francesco Vaccarone”, Liljana Hristowa, Blagica Stojkov, International Triennial of Graphic Art,
Eleonora Acerbi, “La Spezia-I volti di un territorio”, Ed. Laterza, Bari, 1992. Avvenire, Roma, 7 novembre 1993. Catalogo dell’esposizione, Bitola, Macedonia, maggio-settembre 1997. Paola Visconti, “Dipinti ed opere grafiche di Vaccarone a Framura”,
La Repubblica, Roma, 12 agosto 1998.
Valerio P. Cremolini, “Pasqua: evento di vita”, testo per l’omonima mostra, P. V. “Al Centro Allende una mostra di Vaccarone”, Il Giornale, Milano, 9 novembre 1993. Red. “Al museo macedone di Bitola una giuria internazionale premia il lavoro di Vaccarone”,
Circolo Culturale “A. Del Santo, La Spezia, 18 aprile 1992. Il Secolo XIX, Genova, 4 giugno 1997. Gabriella Molli, “Framura ospita la mostra di Vaccarone”,
Gabriella Molli, ”Grande folla per Vaccarone”, Il Secolo XIX, Genova, 9 novembre 1993. Il Secolo XIX, Genova, 12 agosto 1998.
Fulgenzio Livieri e AA. VV. Catalogo della mostra antologica Josè Romera Castillo, “Serta, Poesìa y Pensamiento poetico”,
al Museo d’Arte Sacra di Sant’Apollonia, Venezia, giugno 1992. Red. “Incontro degli allievi della Pontremoli con Vaccarone”, Faculdad de Filologia, Madrid, 1997. Giuliana Manganelli, “Calendart, I voli lirici di Vaccarone”,
La Nazione, Firenze, 18 novembre 1993. Il Secolo XIX, Genova, 18 agosto 1998.
R. S. “Al Museo Sant’Apollonia a Venezia cento opere di Francesco Vaccarone”, Enzo Di Martino, “Il Grand Prix della Triennale internazionale di Bitola”,
Il Secolo XIX, Genova, 19 giugno 1992. Marzia Ratti, “L’antologica di Vaccarone al Centro Allende-Problematiche e provocazioni; Il Gazzettino, Venezia, 30 giugno 1997. Gabriella Molli, “Francesco Vaccarone:arte e turismo per la personale a Bolsena”,
Una grande rassegna itinerante. “La Spezia Rassegna municipale, novembre 1993. Il Secolo XIX, Genova, 17 settembre 1998.
E. D. M. “Dall’alba al tramonto”, Marco Polo, Venezia, giugno 1992. Roberto Bontempo, Giuseppe Tagliente, Enzo Di Martino, Toni Toniato “Figure inquiete”
Aldo Forbice, Cinque artisti per la natura, depliant della mostra alla Chiesa di San Catalogo del XXX Premio Vasto, Isituto Palizzi, Vasto, 19 luglio- 31 agosto 1997. Red. “Viaggio d’arte a Bolsena”, La Nazione, Firenze, 18 settembre 1998.
E. D. M. “Opere di Vaccarone da oggi a Sant’Apollonia”, Francesco a Bolsena, 15 ottobre 1994.
Il Gazzettino, Venezia, 20 giugno 1992. Francesco Vaccarone, “La scultura di Klein al Palazzo di Giustizia”, Red. “A Bolsena ed in Polonia tele di Vaccarone ispirate alla natura”,
Gabriella Molli, “Vaccarone ambasciatore in Estonia”, Il Secolo XIX, Genova, 17 settembre 1997. La Nazione, Firenze 2 ottobre 1998.
E. D. M. “Vaccarone, Sant’Apollonia”, Il Gazzettino, Venezia, 30 giugno 1992. Il Secolo XIX, Genova, 15 febbraio 1995.
Giovanna Riu, “Incontri, Francesco Vaccarone- Il pensiero dell’immagine”, Aldo Forbice, “Una visione cosmica, l’amore per la natura”, presentazione a catalogo per
Paolo Bortolotti, “Visto in galleria”, La Nazione, Firenze, 3 marzo 1995. Il golfo, La Spezia, ottobre 1997. la mostra antologica nella Chiesa di San Francesco, Bolsena, 3-18 ottobre 1998.

358 359
Wieslaw Sickierski, “Francesco Vaccarone, Wordl art. undergraund, Wielicza ‘98”, Elena Pontiggia, testo per la cartella di 7 incisori, Ed. Galleria Centofiorini, Civitanova Catalogo dell’Arte Moderna e Contemporanea dal secondo dopoguerra ad oggi, n° 36, S. G. Arte, Corriere della Sera, Milano, 22 aprile 2002.
Gazeta Jazzowa, Wrzesien 1998. Marche, Torchi dell’Opera di Invenzione, ottobre 1999 Ed. Giorgio Mondadori, Milano, 2000.
Francesco Vaccarone, “Il nuovo centro d’arte moderna e contemporanea alla Spezia.
Brunetto Salvarani, Enzo Di Martino, Fiorella Spadavecchia, Remo Palmirani, Juri Tanaka Adriana Beverini e AA. VV. “Pittori e colori delle Cinque Terre”, interviste immaginarie e Red. “Francesco Vaccarone premiato a Todi”, La Nazione, Firenze, 28 gennaio 2001. Aprirsi ad una gestione dinamica”, L’Arsenale delle idee, Rivista di economia, politica e
e AA. VV. Catalogo della IX Biennale della Xilografia, Palazzo dei Pio, Carpi, 19 dicembre non con Signorini, Discovolo, Aprigliano, Caselli, Birolli, Rosa, Marzulli, Benedetto, cultura, Agorà Edizioni, La Spezia, Aprile 2002.
1998-31 gennaio 1999. Ed. Centro Internazionale della Grafica di Venezia. Vaccarone, Agorà Edizioni, La Spezia, ottobre, 1999. R. S. “Francesco Vaccarone vince il premio Città di Busto Arsizio”,
Il Secolo XIX, Genova, 28 febbraio 2001. Dario Lanzardo, “L’occhio sulla città”, SAGEP, Genova, 2002.
R. Sottanis. “Francesco Vaccarone vince il premio Ugo da Carpi per la xilografia”, R. Sottanis, “A Riomaggiore libro sui pittori e colori delle 5 Terre”,
Il Secolo XIX, Genova, 8 dicembre 1998. Il Secolo XIX, Genova, 22 ottobre 1999. Luciana Ruffinelli, Catalogo del Premio città di Busto Arsizio, Palazzo Cicogna, Dino Baiocco, Giorgio Luzi e AA. VV. “Francesco Vaccarone”, Catalogo per la mostra
24 febbraio-22 aprile 2001. personale alla Galleria Centofiorini, Civitanova Alta, 21 aprile-31 maggio 2002.
Paola Visconti, “Allo spezzino Vaccarone il premio Ugo da Carpi”, Red. “La Centofiorini cenacolo di artisti”, Il Resto del Carlino, Bologna, 5 novembre 1999.
La Repubblica, Roma, 18 dicembre 1998. Monica Fiorini, “Cinque artisti accenderanno la grande Estate spezzina”, Red. “Personale di Vaccarone”, Il Tirreno, Livorno, 12 luglio 2002.
Catalogo dell’arte moderna e contemporanea dal secondo dopoguerra ad oggi n°35, Il Secolo XIX, Genova, 23 marzo 2001.
Pino Piastri, “Rialza la testa la città che pensa”, La Nazione, Firenze, 23 dicembre 1998. Ed. Giorgio Mondadori, Milano 1999. Red. “Vaccarone all’APT”, La Nazione, Firenze, 14 luglio 2002.
Jolanta Antecka, “Poezia i Jezyk malarstwa- Francesco Vaccarone po raz trzcci w Krakowie”,
Catalogo dell’Arte moderna italiana n°34, Ed. Giorgio Mondadori, Milano, 1999. Lanfranco di Mario, Paolo Asti, “Silvia Arfaioli, nostalgia del presente”con 16 disegni di Dziennik polski, Krakow, 30 marzo 2001. Valerio P. Cremolini, “Francesco Vaccarone a Marina di Massa”, Arte e Fede, n. 14-15,
Francesco Vaccarone, Fondazione Silone, Roma, dicembre 1999. Editore Unione Cattolica Artisti Italiani, maggio-dicembre 2002.
Enzo Di Martino, “A Carpi vedere il mondo dall’oriente dei giapponesi”, Red. “Anni Sessanta e Beat Generation”in mostra la sperimentazione ligure,
Il Gazzettino, Venezia, 18 gennaio 1999. Adriana Dentone, Michele Bracco, “Dialogo, silenzio, empatia” Atti del Convegno La Repubblica, Roma, 13 maggio 2001. S. G. Arte, Il Corriere della Sera, 15 luglio 2002.
nazionale di Chiavari, relazione di F. V. “L’avventura della creatività:il dialogo con
Maurizio Agnellini e AA. VV. Arte contemporanea italiana 1998-1999, l’immagine “Bastogi Editrice Italiana, febbraio 2000. Giovanna Riu, Giorgio Agnoletto, Gabriella Peroni, “La Beat Generation e la sperimenta- Adriana Beverini, “Vaccarone, artista regale”, La Nazione, Firenze, 19 luglio 2002.
De Agostini, Novara, 1999. zione Anni Sessanta tra La Spezia e Genova”, Catalogo dell’esposizione al Museo Palazzo
Andrea Luparia, “Torna la Beat generation con i giovani di allora e quelli di oggi”, Balbi, Campomorone di Genova, maggio 2001. Isabella Conte, “Al Premio Portovenere il pittore Vaccarone premia Rita Levi Montalcini”,
Enzo Di Martino e AA. VV. catalogo della mostra al Museo Civico d’Arte contemporanea, La Nazione, Firenze, 26 maggio 2000. Il Secolo XIX, Genova, 12 agosto 2002.
Palazzo Farnese, Ortona, Edizioni Menabò, aprile 1999. Sergio Fregoso, Giovanna Riu e AA. VV. Catalogo “Di luce in luce”, La Spezia, giugno 2001.
Gabriella Molli, “Beat e dintorni alla Spezia”, Il Secolo XIX, genova, 8 giugno 2000. Renzo Raffaelli, “L’artista solitario:l’ultima violenza dell’uomo nelle ombre di Vaccarone”,
Roberto Campaner, Enzo di Martino, “Da Casorati a Zigaina”, Opere della Collezione d’arte Paola Visconti, “Cinque sculture per cambiare la città”, Il Secolo XIX, Genova, 17 agosto 2002.
del XX secolo della Cassa di Risparmio di Venezia, Catalogo della mostra, Antico Ospedale Paolo De Nevi e AA. VV. Storia del Premio Nazionale di Pittura “Golfo della Spezia”, La Repubblica, Roma, 29 giugno 2001.
dei Battuti, S. Vito al Tagliamento, 27 maggio-27 giugno 1999, Ed. Grafiche Veneziane Luna Editore, La Spezia, luglio 2000. Carlo Fabrizio Carli, Lucio Del Gobbo, Enzo Di Martino, Domenico Guzzi e AA. VV.
maggio 1999. Laura Santini, “Riflettori su Di luce in luce“, Mentelocale, Genova, 29 giugno 2001. Catalogo del XXIX Premio Internazionale Sulmona, Ex Convento di Santa Chiara,
Valerio P. Cremolini, “Premio del Golfo-Io giurato vi racconto che…”, 7 settembre-5 ottobre 2002.
Nicola Micieli, “Un segno per Dino”, 34 artisti per 68 poesie di Dino Carlesi, Il Secolo XIX, Genova, 19 luglio 2000. Giovanni Chiaradia, “La sfida degli artisti: rappresentare il mistero della luce”,
Bandecchi&Vivaldi Editori, Pontedera, Maggio 1999. Avvenire, Roma, 17 luglio 2001. Alfonso Bernardinelli, “Enzensberger, Il teatro dell’intelligenza” con un’incisione di
Enzo Millepiedi, “L’arte? Frammenti di un naufragio”, La Nazione, Firenze, 25 agosto 2000. Francesco Vaccarone, Interlinea editore, Novara, 2002.
Vitaliano Rocchiero, “Omaggio a Marotta”, catalogo della mostra, Germano Beringheli, Sergio Buonadonna, AA. VV. “Gli Noticias, “A finales de noviembre
Ideografica ed. Genova, giugno 1999. Remo A. Borzini, “Francesco Vaccarone”, Liguria, Rassegna mensile dell’attività ligure, Semana de la Cultura Italiana en Cuba”, Cubarte, la Habana, 20 novembre 2001. Sondra Coggio, “Il Lerici Pea entra in Europa nel segno di Enzensberger”,
Editore Sabatelli, Genova, agosto 2000. Il Secolo XIX, Genova, 8 settembre 2002.
Antonietta Langiu, Renzo Offidani, Vittoria Mandozzi, Enzo Di Martino, Catalogo della IV Lorne Carl Liesenfeld “Walking Side by Side”, The Warsaw Voice, Varsavia, 22 luglio 2001.
Biennale di Grafica, Città di Sant’Elpidio a Mare, Ed. Il Centro Internazionale della Grafica R. Sottanis, “Un busto per la contessa”, Il Secolo XIX, Genova, 29 settembre 2000. Spartaco Gamberini, “Giornate Beat”, Le Voci, La Spezia, ottobre 2002.
di Venezia. Germano Beringheli, Dizionario degli artisti liguri, De Ferrari Editore, Genova, 2001.
Comitato Unitario della Resistenza, “Walter”, Ed. Giacchè, La Spezia, ottobre 2000. Istituto Italiano di Cultura di Varsavia, Ministero degli Affari Esteri, Accademia della
Fabio Scotto, “La dolce ferita-Danze a Francesco Vaccarone”, Renzo Raffaelli, “Vaccarone a Cuba”, Il Secolo XIX, Genova, 16 novembre 2001. Crusca, programma delle conferenze nelle università polacche, 14-19 ottobre 2002
Caramanica Editore, Marina di Minturno, settembre 1999. Silvana Goldmann e AA. VV. “Album per Pizzinato”, 43 artisti per Armando Pizzinato,
Ed. Centro Internazionale della Grafica di Venezia, ottobre 2000. Noticias, “A finales de novembre Semana de la Cultura Italiana en Cuba”, Ambasciatore Luca Daniele Biolato, Teresa Triscari Ilardo e AA. VV. catalogo della mostra
Aldo Forbice, “Morire nel gelo”, con un’opera di Francesco Vaccarone, Edizioni Cubarte, la Habana, 20 novembre 2001. personale al Wloski Institut Kultury, Varsavia, novembre 2002.
Pulcinoelefante, Osnago, settembre 1999. Renzo Raffaelli, “A Cracovia Vaccarone pittore di incanti montaliani”,
Il SecoloXIX, Genova, 25 ottobre 2000. ANSA, “Italia-Cuba:inaugurata settimana della cultura italiana”, notizia, 25 novembre 2001. Roberto Centi, Il Gruppo 63 alla Spezia, La Spezia letteraria a cura di G. Bilotti, Cosentino
Aldo Forbice, “Pensavo che i tuoi occhi fossero verdi” con un’opera di Francesco Editore, La Spezia ottobre 2002.
Vaccarone, Edizioni dell’Ariete, Crema, dicembre 1999. T. Triscari Ilardo, “Od Zgrzebnej rzeczywistosci”, catalogo per la mostra personale alla 3a Ambasciatore Elio Menzione, “Francesco Vaccarone”, presentazione a catalogo per la
Triennale Internazionale di Cracovia, ottobre 2000 ed alla Galeria Wloskiego Instytutu personale alla Basilica di San Francisco de Asìs, La Habana, Cuba, 24 novembre 2001. R. R. “Vaccarone in Polonia alla settimana della cultura”,
Francesco Vaccarone, “Come in un navigare a vista”, Kultury, novembre 2000. Il Secolo XIX, Genova, 19 0ttobre 2002.
Il Grandevetro, Bimestrale di politica e cultura, Santa Croce sull’Arno, settembre 1999. Programa VI Semana de la Cultura Italiana, Ministerio de Cultura de la Repùblica de
Raffaella Fontanarossa, “Cracovia, due mostre omaggio a Vaccarone”, Cuba-Embajada de Italia en Cuba, “Las artes plàsticas italianas en las ùltimas dècadas Jaroslaw Mikolajewski, “Zilustrowal Francesco Vaccarone”, inserto di Duzyformat
Red. “Filosofi, psichiatri e psicoanalisti per due giorni in un convegno nazionale a La Repubblica, Roma, 7 novembre 2000. del siglo XX”, conferencia por el artista italiano Francesco Vaccarone, Coro Alto de la dedicato ai dipinti di Francesco Vaccarone. per la poesia italiana e polacca del 900,
Chiavari”, La Nazione, Firenze, 29 settembre 1999. Basilica Menor de San Francisco de Asìs, La Habana 24 novembre 2001. Varsavia, 24 ottobre 2002.
ARTEiN, Francesco Vaccarone a Cracovia, Milano, Ottobre 2000.
Red. “Vaccarone a Chiavari”, Il Secolo XIX, Genova, 30 settembre 1999. Catalogo dell’Arte moderna e contemporanea n°37, Giorgio Mondadori Editore, Valerio P. Cremolini, “Francesco Vaccarone a Marina di Massa”, Arte e Fede, n. 14-15,
S. G. Arte, Corriere della Sera, 13 novembre 2000. Milano, dicembre 2001. Ed. Ucai, Roma, maggio-dicembre 2002.
Ezio e Paola Gribaudo, Ruggero Aprile di Cimia, Matilde Battistini, “Ovazione”,
Catalogo della mostra itinerante, Electa editore, Milano 1999. Alessandro Ferrucci, Aldo Forbice e AA. VV. Quaderni di Tecnostruttura, Illustrazioni di ARTEiN, “Vaccarone all’Havana”, Milano, Dicembre 2001. Catalogo dell’Arte moderna e contemporanea dal dopoguerra ad oggi n. 38,
Francesco Vaccarone, Franco Angeli editore, Milano, novembre 2000. Giorgio Mondadori Editore, Milano, dicembre 2002
Luigi Dania, Stefano Crespi, Elena Pontiggia, Claudio Zambianchi, Catalogo della mostra Giuseppe Gatt, Domenico Guzzi, Albo de Pittori e degli Scultori 2001,
“1979-1999, I venti anni della Galleria Centofiorini”, Galleria Centofiorini e Chiesa di AA. VV. “Francesco Vaccarone a Cracovia”, Archivio, mensile di arte e cultura, Editori LATERZA, Bari, dicembre 2001. Sondra Coggio, “A Vaccarone il Premio Silone”, Il Secolo XIX, Genova, 23 febbraio 2003.
Sant’Agostino, Civitanova Marche, Grafiche Fioroni, Casette d’Ete (AP), ottobre 1999. Piacenza, Dicembre 2000.
Red. “Vaccarone ambasciatore d’arte a Cuba”, La Nazione, Firenze, 18 gennaio 2002. Antonio Mancini, “Sulmona abbraccia Amina”, Il Messaggero, Roma, 5 marzo 2003.

360 361
Gabiella Molli, “Vivere d’arte, il Fai sceglie Vaccarone”, il Secolo XIX, Genova, 3 marzo 2003. Red. “In ricordo di Nassiriya”, Gazzetta di Parma, Parma, 18 febbraio 2004. Red. “Vaccarone in Egitto”, il Secolo XIX in Cultura e Spettacoli, Genova, 13 0ttobre 2004. Red. “Elogio dell’ombra”, www.eventi.parma.it, 23 marzo 2006.

R. Raffaelli, “Il Premio Silone all’estro di Vaccarone”, il Secolo XIX, Genova, 8 marzo 2003. Red. “Una finestra spalancata sull’ansia”, Il Secolo XIX, Genova, 21 febbraio 2004. Arte In, “Vaccarone al Cairo”, dicembre 2004. Red. “Antologica di Francesco Vaccarone”, http://fidest.blog.tiscali.it, 27 marzo 2006.

Raffaella Fontanarossa, “Il Premio Silone a Francesco Vaccarone”, Red. “Le Voci di psichiatria e psicologia”, La Nazione, Firenze, 1 febbraio 2004. Enzo Di Martino, “Museo d’arte dello Splendore” Edizioni MAS, dicembre 2004. Red. “Elogio dell’ombra- opere di Francesco Vaccarone”, www.idee-on-line.it,
La Repubblica, Roma, 8 marzo 2003. 28 marzo 2006.
Monica Fiorini, “Vaccarone, disegni su Verlaine e l’epopea dei poeti maledetti”, Bruno Corà, Franco Sborgi e AA VV, “La collezione Battolini”,
Nora Basucci, “Francesco Vaccarone- L’uomo, le stelle”, Tesi di laurea, Università degli Il Secolo XIX, Genova, 5 marzo 2004. Camec, La Spezia, dicembre 2004. Red. “Elogio dell’ombra-Opere di Francesco Vaccarone, www.inparma.it, 30 marzo 2006.
Studi di Firenze, Scienze della Formazione, maggio 2003.
Red. “A fine aprile sarà pronto il monumento a Nassiriya”, Catalogo dell’arte Moderna e Contemporanea dal secondo dopoguerra ad oggi n. 40, V. C. “Il divino nell’umano”, La Nazione, Firenze, 31 marzo 2006.
Santino Cavaciuti, Anna Dentone, Atti del Convegno Nazionale di psicoanalisi “Il corpo e Gazzetta di Parma, Parma, 16 marzo 2004. Giorgio Mondadori Editore, Milano, dicembre 2004.
le emozioni”, Chiavari 2002, relazione di Francesco Vaccarone, “Sentire e pensare, Valerio P. Cremolini, “L’omaggio di Vaccarone a Wojtyla”, Avvenire, Roma, 2 aprile 2006.
diario breve per immagini”, Bastogi Editrice Italiana, Foggia, giugno 2003. Gildo Mellini, “Una colomba per Nassiriya”, Gazzetta di Parma, Parma, 23 maggio 2004. Adiana Beverini, “Francesco Vaccarone vola negli Usa”,
La Nazione, Firenze, 22 maggio 2005. R. S. “L’umano e il divino in Wojtyla secondo Vaccarone”,
Massimo Guerra, “All’artista Vaccarone assegnato il premio della Fondazione Silone”, P. B. “Il primo monumento ai caduti di Nassiriya”, La Nazione, Firenze, 28 maggio 2004. Il Secolo XIX, Genova, 2 aprile 2006.
La Nazione, Firenze. Jonathan J. Harrington, “Francesco Vaccarone, love for his homeland and for his sea”,
Monica Fiorini, “Una colomba di marmo per i caduti di Nassiriya”, catalogo per la mostra personale alla Eleventh & Orange Gallery, giugno 2005. Red. “Ecco il monumento a Giovanni Paolo II”, L’Informazione, Parma, 3 aprile 2006.
F. V. “Sentire e pensare, diario breve per immagini”, Bastogi Editrice Italiana, giugno 2003. Il Secolo XIX, Genova, 30 maggio 2004.
Valerio P. Cremolini, “La città dell’arte”, in “Le Voci”, n. 4, Ed. AIDEA, Fondazione Monteparma, “Elogio dell’ombra”, Opere di Francesco Vaccarone,
Francesco Vaccarone, “Il linguaggio dell’arte contemporanea ed il suo procedere tra Fabio Fecci, Stefano Spagnoli, Francesco Barocelli ( a cura di ) e AA VV, “Francesco La Spezia, giugno 2005. www.fondazionemonteparma.it, 4 aprile 2006.
arcaicità e tecnologia in una civiltà in rapida trasformazione”, L’Arsenale delle idee, Vaccarone – Mostra antologica 1970-2004”, monografia edita da Comune di Noceto e
Rivista di economia, politica e cultura, Agorà Edizioni, La Spezia, Giugno 2003. Comune di Parma, maggio 2004. Pia Spagiari, “Viaggio dell’anima nel Golfo dei Poeti”, in “Le Voci”, n. 4, Red. “Elogio dell’ombra: a Parma Vaccarone incontra Borges”,
Ed. AIDEA, La Spezia, giugno 2005. il Secolo XIX, Genova, 20 aprile 2006.
Valerio P. Cremolini, “Le corsie della vita”, testo per la serigrafia realizzata in occasione Red. “Antologica di Francesco Vaccarone”, Gazzetta di Parma, 2 giugno 2004.
del XXV° dell’Associazione Sportiva Olimpia, La Spezia, 1993. Red. “Francesco Vaccarone – Orange Gallery”, Art on the Town, Wilmington, June 2005. Vilma Torselli, “Francesco Vaccarone - L’umano nel divino, il divino nell’umano”,
Valerio P. Cremolini, “Ego sum panis vivus”, testo per la mostra omonima, www.artonweb.it, 30 aprile 2006.
Adriana Beverini, “Mostra di Vaccarone dedicata ad Ezra Pound”, La Spezia, Auditorium Cattedrale di Cristo Re, 5-20 giugno 2004. Pierangelo Caiti, “Le Cinqueterre di Vaccarone in mostra negli Stati Uniti”.
La Nazione, Firenze, 12 agosto 2003. Il Secolo XIX, Genova, 4 giugno 2005. Giumart, “Arie di mare”, Il Caffè del Teatro, Parma, maggio 2006.
Giovanni Cozzani, “Festeggia anche il mondo dell’arte”, Avvenire, Roma, 6 giugno 2004.
Raffaella Fontanarossa, “I Cantos di Pound in una mostra europea”, Red. “Vaccarone nel Delaware”, La Nazione, Firenze, 4 giugno 2005. Red. “Galleria S. Ludovico, opere di Francesco Vaccarone”,
La Repubblica, roma, 22 agosto 2003. Red. “Artisti cattolici in mostra nell’auditorium di Cristo Re”, Il Mese magazine, Parma, maggio 2006.
Il Secolo XIX, Genova, 9 giugno 2004. Paolo Cozzani, “Francesco Vaccarone, l’amore per il suo mare e per la sua terra”,
Red. “A Framura l’antico amore di Vaccarone per Ezra Pound”, Bimestrale Collegio Geometri, La Spezia, settembre 2005. Red. “Elogio dell’ombra, Antologica di Francesco Vaccarone”, www.inpurissimoazzurro.org,
La Nazione, Firenze, 23 agosto 2003. Red. “La veste classica del contemporaneo”, Gazzetta di Parma, 9 giugno 2004. 8 maggio 2006
Valerio P. Cremolini, “Caselli e Vaccarone tengono a battesimo la Galleria 900”,
Giuseppe del Conte, Spartaco Gamberini, “Francesco Vaccarone, Segni per Pound”, Valerio P. Cremolini, “La colomba della pace di Vaccarone”, Il Secolo XIX, Genova, 11 settembre 2005. Red. “Francesco Vaccarone, Elogio dell’ombra”, www.undo.net/pressrelease,
depliant della mostra, Framura, Palazzo Comunale, 23 agosto-15 settembre 2003. Avvenire, Roma, 13 giugno 2004. 10 maggio 2006.
Valerio P. Cremolini, “L’arte spezzina in mostra alla Galleria 900”,
Valerio P. Cremolini, “Così Vaccarone interpreta Pound”, Stefania Provinciali, “L’astrazione della forma”, Gazzetta di Parma, 20 giugno 2004. Il Secolo XIX, 23 novembre 2005. Red. “L’Elogio dell’ombra di Vaccarone, mostra su Borges nella città ducale”,
Avvenire, Roma, 31 agosto 2003. La Nazione, Firenze, 13 maggio 2006.
Valerio P. Cremolini, Marzia Ratti, Matteo Sara, “Manlio Argenti-Opere 1937-2005”, Catalogo dell’Arte Moderna e Contemporanea dal secondo dopoguerra ad oggi n. 41,
Adriana Dentone, “Schizzo fenomenologico: vissuti, emozione, corpo”, a cura dell’Università Catalogo Mostra Palazzina delle Arti “Lucio R. Rosaia”, La Spezia, luglio-ottobre 2005, Giorgio Mondadori Editore, Milano, dicembre 2005. Gianni Cavazzini, “Geometrie di mistero - Suggestioni borgesiane nei dipinti di Vaccarone”,
degli Studi di Lecce e del Centro Italiano di ricerche fenomenologiche in ‘Segni e com- Silvana Editoriale spa, Cinisello Balsamo. Gazzetta di Parma, 13 maggio 2006.
prensione’, Rivista quadrimestrale, Piero Manni Editore, Tiemme 2003. Galleria Pananti, “Dipinti e grafica di autori contemporanei”,
Vittorio Fagone, “Pier Carlo Santini, Bibliografia generale degli scritti”, Ed. Pananti, Firenze, dicembre 2005. Chiara Serri, “Labirintiche allucinazioni, Vaccarone ritrae L’elogio dell’ombra di Borges”,
Red. In Galleria, “Francesco Vaccarone segni per Pound”, Fondazione Ragghianti, Lucca, 2004. L’informazione di Parma, 13 maggio 2006.
Il Giornale, Milano, 1° settembre 2003. Enzo Di Martino, “Arte contemporanea, conservazione e restauro”,
P. Levi, A. Raphael Mafai, E. Carli, C. L. Ragghianti e AA VV, “Francesco Vaccarone Umberto Allemandi Editore, Torino 2005. Aise, “Elogio dell’ombra: a Parma l’omaggio di Francesco Vaccarone a Luis Borges”,
Domenico Susi, “Il Premio Internazionale Ignazio Silone 2002”, Libertà e Cultura, mostra antologica”, Centro Internazionale delle Arti Akhenaton, Il Cairo, Egitto, ottobre 2004. www.agenziaaise.it, 16 maggio 2006.
Gruppo Tipografico Editoriale, L’Aquila, dicembre 2003 R. S. “Noceto, dopo la colomba della pace Vaccarone rende omaggio a Wojtyla”.
Istituto Italiano di Cultura, Il Cairo, Italia-Egitto incontro di culture, Il Secolo XIX, Genova, 13 marzo 2006. Nicola Bassano, “Francesco Vaccarone”, Parma, Galleria San Ludovico, www.findonline.it,
Francesco Vaccarone, “Da Shanghai al Suprema, Accademia di Belle Arti”, mostra di Francesco Vaccarone, 2004. 22 maggio 2006.
Storie di quartiere, La città si racconta, Comune della Spezia-Progetto Quartieri e Aidea Red. “Scultura di Francesco Vaccarone dedicata a Papa Giovanni Paolo II”,
La Spezia, La Poligrafica, dicembre 2003. Red. “Oeuvres de Francesco Vaccarone”, Arab Art, 15 ottobre 2004. La Nazione, Firenze, 15 marzo 2006. Dino Carlesi, “Museo Peccioli, collezione incisioni e litografie”, Fondazione Comune di
Peccioli, giugno 2006.
Catalogo dell’arte contemporanea dal secondo dopoguerra ad oggi n. 39, Red. “Centre of Arts – Paintings by Italian artist Francesco Vccarone”, Red. “Francesco Vaccarone, Elogio dell’ombra”, Parma, www.exibart.com, 23 marzo 2006.
Giorgio Mondadori Editore, Milano dicembre 2003. Al- Ahram, 7 september 2004. Del Conte, Bugliani, Terrone, Gamberini, Vaccarone, “L’Ordine e il Caos”, Nostos,
Red. “Elogio dell’ombra opere di Francesco Vaccarone”, www.marketpress.net, Ed. I quaderni della Massocca, Framura, 2006.
Rossella Danieli, Giovanna Riu e AA. VV. “Le Voci”, Progetto Psiche, n. 3, con 25 disegni Pia Spagiari, Stefano Verdino e AA VV, “Viaggio nell’anima del Golfo dei Poeti”, 23 marzo 2006.
di Francesco Vaccarone, Quaderni di Aidea La Spezia, gennaio 2004. Palazzo Ducale, Genova, settembre 2004. Giulio Bargellini, Giorgio di Genova, Catalogo delle collezioni permanenti del museo
Red. “Galleria San Ludovico di Parma- Opere di Francesco Vaccarone”, d’arte generazioni italiane del ‘900 G. Bargellini, Edizioni Bora, Bologna, 2006.
Giovanna Riu, “Progetto psiche”, Cartella con tre litografie di Francesco Vaccarone, Monica Fiorni, “Vaccarone espone al Cairo”, il Secolo XIX, Genova, 12 ottobre 2004. www.arteinrete.net, 23 marzo 2006.
Ed. Aidea, La Spezia gennaio 2004. Mario Marini, Fabio Fecci, Francesco Barocelli (a cura di), “Francesco Vaccarone, Elogio
B. Piastri, “Vaccarone nel palazzo di Akhenaton”, La Nazione, Firenze, 12 ottobre 2004. Red. “Elogio dell’ombra, Opere di Francesco Vaccarone”, www.artesalento.it, dell’ombra”, catalogo della mostra alla Galleria Comunale San Ludovico,
Adriana Dentone, “La Parola il Silenzio”, Bastogi Editrice Italiana, gennaio 2004. 23 marzo 2006 Parma, maggio 2006.

362 363
Goya, “Vaccarone Francesco Elogio dell’ombra”, www.arsvalue.com, 5 giugno 2006. Valerio P. Cremolini, “Grande mostra di Francesco Vaccarone nell’abbazia di San Zeno a Giovanni Bilotti, “Storia della letteratura spezzina e lunigianese”, Vol. II, R. Gal. “Vaccarone omaggio in arte a Ezra Pound”, Il Secolo XIX, Genova, 17 luglio 2009.
Pisa”, La Gazzetta della Spezia, n. 104, La Spezia, 21 marzo 2008. Edizioni Cinque Terre, La Spezia, ottobre 2008.
Vilma Torselli, Relazione di Francesco Vaccarone “Occultare e disvelare con l’immagine” Red. “La mostra di Vaccarone con l’omaggio a Pound”, Corriere Mercantile, 18 luglio 2009.
in occasione del convegno Trascrivere l’inconscio - Psicoanalisi e arte in Pisa, Red. “In mostra il naufragio del mondo” La Nazione, Firenze, 30 marzo 2008. Red. “Il ministro La Russa inaugura domani a Noceto scultura di Vaccarone”,
3 giugno 2006, www.artonweb.it, 14 giugno 2006. La Nazione, Firenze, 12 ottobre 2008. Red. “Arte ligure nel castello”, Il Giornale, Milano, 18 luglio 2009.
Red. “Ritorno a Pisa: grande festa per la mostra del maestro Francesco Vaccarone”,
R. S. “Vaccarone alla Biennale slovena ed alla galleria Cà Pesaro di Venezia”, La Nazione, Firenze, 1 aprile 2008. M. G. Saponara, “Onori ai caduti per la pace. Il ministro La Russa a Noceto”, Flaminio Gualdoni, “Vaccarone. Poteva mancare Pound?”,
Il Secolo XIX, Genova, 21 ottobre 2006. Informazione, Parma, 14 ottobre 2008. Corriere della Sera, 19 luglio 2009.
Red. “In mostra le opere di Francesco Vaccarone”, Il Tirreno, Livorno, 2 aprile 2008.
Eligio e Diego Paties, Enzo Di Martino, “Premio Do Forni 1986-2006”, Red. “Monumento di Vaccarone”, il Secolo XIX, Genova, 15 ottobre 2008. Pierangelo Caiti, “Opere di Vaccarone esposte nell’antico castello sul mare”,
Centro Internazionale della Grafica, Venezia, novembre 2006. Red. “Incontri, mostre”, La Repubblica, Firenze, 3 aprile 2008. il Secolo XIX, Genova, 21 luglio 2009.
Red. “La Russa ha inaugurato la scultura di Vaccarone”,
Roberto Ballarin, “Do Forni, il compleanno a Cà Pesaro”, Red. “Di natura sconvolgente - tornano a Pisa le opere di Francesco Vaccarone”, La Nazione, Firenze, 17 ottobre 2008. Red. “Via alla mostra di Vaccarone”, Il Nuovo Levante, 24 luglio 2009.
Il Gazzettino, Venezia, 12 novembre 2006. Il fogliaccio, Pisa, 4 aprile 2008.
Asociaciòn Mariano Moreno, “Francesco Vaccarone”, Temporada, Paranà, 18 ottobre 2008.
Red. Panorama itali