Sei sulla pagina 1di 18

PRONOMI COMPLEMENTO OGGETTO

Lo, la, li, le, ne sostituiscono il complemento oggetto.


Nota: l’ davanti a vocale unicamente per il singolare

Esempio: Carla ha comprato il vino


Carla l’ha comprato (lo ha comprato)
“Carlo hai comprato la frutta....”
“Si, l’ho comprata!”
Carlo compraste la fruta...” “ Si, la compré!”
Quanta frutta hai comprato? Ne ho comprata un chilo. Ne ho comprati due chili.

La frutta: l’ha comprata


Il pane: l’ha comprato
Carlo ha comprato (non si accorda con il compl.ogg.)
i giornali: li ha comprati
Le sigarette: le ha comprate

CONCORDANZA CON VERBI RIFLESSIVI E NON RIFLESSIVI


Dalla posizione del complemento: dopo o prima del verbo?
Carla (o) si é comprata (o) la macchina. (con il soggetto)
Carla (Carlo) se l´é comprata.(con il complemento ogg.)
Nota: il “se” cambia per ragioni eufóniche
Carla si é regalata lo stereo
Carla se lo é regalato

CI avverbio di luogo (moto a luogo / stato in luogo)

Sostituisce un complemento o un´intera proposizione retta dalle preposizioni “a”, “in”, “su”
(qui, lì, qua, là,)
Mi piacerebbe andare in Indonesia perché chi ci ( = in Indonesia) é stato ha detto che é
molto bella.
Domani vado a Firenze, ci(= a Firenze) vieni anche tu?
La carne non é nel frigorifero? No, ci (=nel frigorifero) ho già guardato.
Metti il vestito nell´armadio! Già ce (=nell´armadio) l´ho messo.
In due ci (= lì, in quel luogo) stiamo stretti.
Quanti bicchieri hai messo sul tavolo? Ce (=sul tavolo) ne (=di bicchieri) ho messi 4
Vai a Venezia? Si ci vado Sabato, ci resto due giorni, ma ci ritorno durante le vacanze.

CI
CI è avverbio di luogo e indica:
STATO IN LUOGO = qui, in questo luogo.
Es. Ci sto, ci abito, ci risiedo, ci vivo, ci metto, ci verso, ci depongo, ci passo, ecc.
MOTO A LUOGO = lì, in quel luogo.
Es. Ci vado, ci corro, ci giungo, ecc.
Ci vuole coraggio, ci siamo finalmente (siamo arriviati)
Ci corre (è ben diverso da quello che pensavo)
C’era una volta……(esisteva una volta)
Ci è pronome personale e corrisponde alla 1° persona del plurale (NOI)
a) Complemento DIRETTO.
Es. Ci ama, ci vede, ci sente, ci chiama, ci presentano., ecc.

b) Complemento INDIRETTO e con i


VERBI RIFLESSIVI.

Es. Ci sembra utile, ci telefoniamo, ci parliamo questa sera, ecc.

Ci come AVVERBIO DI LUOGO e come PRONOME si può unire ad


a) altre PARTICELLE.
Es. Ci se ne lava le mani.
b) coi PRONOMI DIMOSTRATIVI.
Es. Ce lo metto, Ce li metto, Ce la metto, Ce le metto
Ce ne mettiamo.

c) Con i verbi RIFLESSIVI.


Mi ci trovo.
Ti ci trovi = Vi ti trovi.
Ci si trova. Vi si trova.
Vi ci troviamo,
Vi ci trovate.
Ci si trovano = Vi si trovano

3) Ci è pronome DIMOSTRATIVO riferito a cosa, equivale a “ CIO “ preceduto da


preposizione:
a) “ A CIO “ Non ci credo, non crederci, non ci penso, bisognerà pensarci, non ci
bado, badarci all’ eleganza, non ci faccio attenzione, non ci tengo affatto, ci rinuncio, mi ci
abituo, non ce la faccio più, ecc.
b) “ DI CIO “ Ci ho gusto.
c) “ SU CIO “ Ci medito, Ci rifletto.
d) “ IN CIO “ Non ci capisci nulla, non capirci un’acca, non ci riesco, non riuscirci per
nulla. Non ci metto attenzione, non mettercela tutta, Per riuscire ci metto un’ora, ci impiego
un’ora. Non ci metto di più. Non ci vedo chiaro. Non ci sento molto bene, non ci trovo
nulla d’interessante, non trovarci nulla di buono.
e) “ PER CIO ” Non ci vuole nulla. Ci vuole pazienza. Volercela metter tutta.
f) Altre espressioni:
Avercela con qualcuno = avere qualcosa contro qualcuno.
Farcela = Riuscire in qualche cosa, spuntarla.

Allora……………

USIAMO “ CI “ quando parliamo di un posto, città, paese, ecc. CI = ad una cosa, ad una
persona.
- Quando potrà tornare nel suo paese?
Ci potrà tornare soltanto fra 2 mesi.

- Due mesi fa Fred ha lasciato sua madre e ci pensa sempre più spesso.
- Va al cinema questa sera, signorina? Si, ci vado.
- Vai ha ballare stasera Giulia? Si, ci vado.
- Luigi, vai dal medico? No, non ci vado.
Chi pensa a comprare i biglietti per il concerto?
Ci penso io.
La sai l’ultima? Stefano si è sposato.
No, non è possibile, non ci credo! Non ci posso credere
Quanto tempo ci vuole da qui a casa tua?
Ci vuole mezz’ora.
Per costruire una casa ci vogliono molti soldi.
Quanto tempo ci metti per andare a piedi a casa?
Ci metto un quarto d’ora.
Perché non finisci questo esercizio?
È troppo difficile: non ci riesco.
Vorrei cambiare posto: da qui non ci vedo bene.
Questo libro è troppo difficile per me:
non ci capisco niente.
Ecco il dico che vuoi.
Ti prego di non rovinarlo: ci tengo molto.
Mi presti il dizionario? Mi dispiace, ma non ce l’ho.
Per andare a Firenze ci abbiamo messo soltanto due ore.
A pensarci bene, sarebbe meglio rimandare la gita alla prossima settimana.
Presto! Non c’è tempo da perdere!
Mio padre ha detto che mi regalerà una macchina, ma non ci credo.. credi in Dio? – si,
ci credo.
Ho cercato di fare tutto da solo, ma non ci sono riuscito.
Da quanto tempo vive in Italia, signore?
Ci vivo da 3 mesi.

NE

1. Può essere avverbio di MOTO DA LUOGO sia reale che figurato:


(Da teatro), ne vengo ora. (Dal cinema) ne esco ora.
(Dalla malattia) ne traggo le conseguenze.
(Da quella situazione) ne derivano i guai.
Andarsene. Me ne vado. Se ne vada! Andatevene!
Vattene!
2. Può essere pronome che segnala un rapporto PARTITIVO:
(Di mele) ne voglio molte.
Ne ho volute molte. Ne ho volute tre.
Ne ho desiderato un sacco. Ne ho voluto tre sacchi.
Ne ho preso due chili.

ATTENZIONE!
Si usa NE quando nella domanda il nome
a) è proceduto da articolo inderminativo:
Vuoi delle mele? Si, ne voglio
b) quando c’è un numerale:
Quanti fiori desideri? Ne desidero cinque.
c) quando il nome è senza nulla:
Leggi libri? No, non ne leggo mai!
d) Quando c’è un aggettivo indefinito:
Quanti libri vuoi?
Ne voglio molti. Pochi, vari, parecchi, alcuni, tanti
e) Quando c’è un nome indicante una quantità:
Quante uova desidera? Ne compro una dozzina. Un cesto.
Un sacco.
f) Con gli indefiniti negativi:
di carne? Ne prendo un chilo.

Può essere pronome che segnala un rapporto di modo e si usa con i seguenti verbi:
- Avere con sostantivo.
Ne ho vergogna, voglia, piacere, desiderio, nostalgia, pietà.
Essere con aggettivo.
Ne sono felice, contento, soddisfatto, lieto, deluso, capace, grato, degno, indegno, stufo,
insoddisfatto.ecc
Stare.
Me ne sto zitto. Bouno, silenzioso, in piedi, seduto, coricato.
Fare con avverbio o nome.
Ne fa cattivo uso. Ne fa spreco. Farsene vanto.
Me ne faccio un’idea. Ne faccio a meno.
Ne fa di tutti i colori. Ne fa una delle sue.
Dire.
Che ne dici se usciamo? Dirne delle belle.
Ne dico sempre una.
Raccontare.
Ne racconta sempre una delle sue, una nuova, ecc.
Pensare.
Che ne pensi? (Su o intorno a questa cosa = “de”
Parlare.
Ne parla sempre bene.
Dubitare. Non ne dubito affatto.
Sapere.
Che ne sai tu? Non ne so proprio niente.
Conoscere.
Conoscerne una più che Bertoldo.
Sentire.
Sentirne di tutti i colori. Ne sente di tutti i colori
Rincrescere.
Me ne rincresce molto.
Rallegrarsi. Me ne rallegro.
Piangere. Ne piango la morte.
Rimpiangere. Ne rimpiango la compagnia.
Potere. Non ne posso più.
Valere. Ne vale la pena.
Occuparsi. Me ne occupo io.
Preoccuparsi. Non te ne preoccupare.
Curarsi. Non se ne cura affatto.
Apprezzare. Stimare ecc.
Ne apprezzo il carattere. Ne stimo il valore.
Accorgersi. Me ne sono accorto, grazie.
Andare. Ne va l’onore.
Sopportare. Sopportarne sempre una nuova.
Combinare.Quel bambino ne combina sempre una delle sue.
Lodare. Lodarne l’ordine o la precisione.
Dimenticarsene, innamorarsene, ricordarsene, vantarsene. Che te ne pare?
Sono passati due mesi da quando sono partito da casa mia e ne sento la nostalgia.
Due mesi fa Fred ha lasciato sua madre e ne sente la nostalgia.
A marco piace Monica e ne parla sempre.
A Paolo piace il calcio (pallacanestro) e ne parla sempre.
Alberto dice sempre che Lucia a ragione, perché ne è innamorato.
Anche stasera faremmo tardi. Ne sono sicuro.
Sai come è finita quella storia? No, non ne so nulla.
Dovresti leggere questo libro, ne vale la pena.
Dovevo telefonare a Gianni, me ne sono dimenticato.avevo un appuntamento con Lucia,
ma non me ne sono ricordata.
Perché te ne vai così presto ? me ne vado perché m’annoio.
Io me ne vado, voi restate qui? No, anche noi ce ne andiamo.
Te ne vai anche tu Luigi? No, io resto qui.
Ho visto delle belle camicette, e ne ho comprata una.
Maria è ritornata fra noi, e ne siamo felici.
Il nostro professore ha già parlato dei possessivi?
Si, ne ha parlato il mese passato.
Quella ragazza che è passata in macchina era Carla, ne sono sicuro.
Ai sentito che cosa ha detto Paolo? Tu che ne dici?
Sono tanto stanco, non ne posso più.
Hai appetito? Si, ne ho un po’.
Volevo comprare il giornale e poi me ne sono dimenticato.
Carla e Paolo se ne sono andati presto perché non si divertivano.
Domani andrai a Milano? Forse, ma non ne sono ancora sicuro.
Perché vai con quella ragazza? Perché ne sono innamorato.
Vuole ancora una sigaretta? No, grazie ne ho già fumate troppe.
Perché non siete rimasti di più alla festa?
Perché non ne valeva la pena, non ci divertivamo.
Hai finito le sigarette? No, ne ho ancora due.

Ci e Vi

Sono pronomi di prima e seconda persona plurale con funzione di complemento oggetto e
complemento di termine. Sostituiscono un complemento o un´intera proposizione retta
dalle preposizioni “a”, “in”, “su”, “con”.

Avverbio di luogo (COMPLEMENTI DI S. IN LUOGO , MOTO A LUOGO, MOTO PER


LUOGO)

In due ci stiamo stretti (ci= lí, in quel luogo)


Ci passo tutti i giorni (ci = per questo, per quel luogo)
Ci vado domani (ci = lá, in/a quel luogo)
Pronome Dimostrativo

Non ci fare caso (ci= a ció) ci penso io!


Ci prova gusto (ci= in ció)
Ci puoi contare (ci= su ció)
Non ci capisco nulla (ci= su ció)
Il grado di sviluppo della pace é notevole e vi hanno contribuito tutte le forze democratiche
( vi= a questo sviluppo)
Quando si riferiscono a terze persone (compl. di compagnía, compl. di termine)
Non ci esco da molto tempo (ci= con lui/lei/loro)
Non ci puoi fare affidamento (ci= su di lui/lei/loro)
Non giocarci! ( ci= con quel cane)
Pensi talvolta ai tuoi parenti? Si ci penso! (ci = a loro)
Per rafforzare (pleonastico,”pleonasmo”)sia come avverbio di luogo , sia come pronome
dimostrativo, sia come complemento di mezzo: (ci pleonastico)

In questa casa non ci si puó vivere! A scuola quando ci vai?


Con certa gente non ci parlo neppure non ci pensi alle conseguenze
Accendi la luce! Non ci si vede bene.
Lui ci sente poco ( ci pleonastico) Qui ci si vede bene (ci pleonastico)
Ci sto attenta io al cane A Roma ci vado sempre volentieri
Ai problemi tuoi ci devi pensare da solo A piedi ora non ci va piú nessuno

CI IDIOMATICO

Ci + essere = esistere , trovarsi


C´era una volta..... C´é ancora qualche posto libero... Ci sono tanti tipi strani nel mondo
VOLERCI: Ci vuole/vogliono Qui ci vuole un pó d´ordine !
METTERCI ci ho messo dieci ore, lei ci mette poco a farlo quanto ci metti per arrivare a
casa tua? METTERCELA : voglio essere promosso e ce la metteró tutta!
CADERCI,CASCARCI ci e´caduto (cascato) fin dalle prime parole
VEDERCI non ci vede! Da qui non ci vedo. Non ci si vede bene. Qui ci si vede bene.
SENTIRCI Non ci sente! Non ci sento bene! Lui ci sente poco.
CAPIRCI: non ci capisco piú niente! Ci voglio capire qualcosa
(RI)PENSARCI: gia l´ho comprato, non ci ripenso piú! A Gianna ci penso sempre.
CONTARCI: Su di me non ci contare!
CREDERCI: chi ci crede piu´! Non ci credo nemmeno se lo vedo.
FARCELA: non ce la faccio piú a sopportarla...voglio il divorzio!
AVERCELA: non ce l´ho con te ma con lui.

 NE PARTITIVO INDICA UNA PARTE DI UN TUTTO O NIENTE.


sostituisce il complemento oggetto nella forma transitiva in alternativa ai pronomi diretti
lo,la,li,le i quali reggono unicamente il tutto o la totalita´. Esige la concordanza del
complemento oggetto o del complemento di quantita´con il participio passato, ovviamente
nei tempi composti.
Quante caramelle vuoi? Ne ( =caramelle) voglio un pacchetto (compl.di quantitá).
Ho avuto una casa a Milano, in pieno centro. Che coincidenza ne ho avuta una anch´io!
Quanti pomodori hai comprato, Lino? Ne (=pomodori) ho comprati (o) un chilo!

 Ne LOCATIVO ( verbi dedurre,derivare,ricavare,trarre, uscire,venire)


avverbio di luogo; equivale a: di/da qui, di/da qua, di/da lá, di/da lí, ( compl. di moto da
luogo - PROVENIENZA) de aquí, de acá, de allí, de allá,

“Sei stato in ufficio? Si, ne torno ora (ne= dall´ufficio, di lá)


sono giunto a Roma il mattino e ne sono ripartito la sera (ne= da Roma, di lí)
non era un ambiente sano e per questo me ne sono distaccato (ne= da quell´ambiente)
da quella inattesa circostanza ne ho tratto un gran beneficio.
Da quegli affari non ne ho ricavato niente.
Dalle mie avventure ne é venuto fuori un bel romanzo.
Sono stato al funerale di mio zio e ne vengo distrutto.
 NE Come pronome átono svolge la stessa funzione sintattica dei sintagmi formati
con le preposizioni di, da = di lui, di lei, di loro; da lui, da lei, da loro. Ha funzione di
complemento di agente, indica da parte di chi é fatta l´azione del verbo. Por, por parte de
terceras personas.
Indica complemento di specificazione(o
appartenenza), e complemento di argomento.
Sobre, acerca de,di che, di che cosa.

Ho un amico in quella cittá ma da tempo non ne ho piú notizie (ne=di lui)


Personalmente non ho mai visto quella ragazza peró ne ho sentito parlare (ne=di lei)
Li conosco bene e ne (=di loro) apprezzo i meriti. (specificazione)
Appena l´ha conosciuta ne (=da lei) é rimasto affascinato. Forma passiva
Di quell´attore non ne avevo mai sentito parlare. argomento
Di tutto quello che ho vissuto ne faró un libro. argomento
Sono stato chiamato dal direttore e ne ho ricevuto molti elogi. Forma passiva

 NE pronome dimostrativo
di questo/questa/questi /queste;
da questo/questa/queste/questi)

Mi ha fatto un dispetto ma poi se n´e´subito pentito (ne=di questo)


É una faccenda poco chiara e io non ne (=di questa) voglio sapere niente.
Ho letto il libro e ne (=da questo) sono rimasto impressionato.
Non ha visto l´automobile e ne (=da questa) é stato investito.

Ne neutro si riferisce a una frase, a un concetto precedente


Credi che abbia detto la veritá? Ne dubito (ne=di ció)

VERBI IDIOMATICI CON LA PARTICELLA NE


DISTACCARSENE = distaccarsi da qualcosa e/o qualcuno
ANDARSENE = andare via da.......
DIRNE= ne dice di bugie!
AVERSENE A MALE (SI rifl.+ne)
VOLERMENE
SERBARMENE
POTERNE
ANDARNE= ne va del mio patrimonio....
VALERNE= non ne vale la pena!

PRONOMI COMPLEMENTO OGGETTO


Lo, la, li, le, ne sostituiscono il complemento oggetto.
Nota: l’ davanti a vocale unicamente per il singolare

Esempio: Carla ha comprato il vino


Carla l’ha comprato (lo ha comprato)
“Carlo hai comprato la frutta....”
“Si, l’ho comprata!”
Carlo comprasti la frutta..” “ Si, la comprai!”
Quanta frutta hai comprato? Ne ho comprata un chilo. Ne ho comprati due chili.

La frutta: l’ha comprata


Il pane: l’ha comprato
Carlo ha comprato (non si accorda con il compl.ogg.)
i giornali: li ha comprati
Le sigarette: le ha comprate

CONCORDANZA CON VERBI RIFLESSIVI E NON RIFLESSIVI


Dalla posizione del complemento: dopo o prima del verbo?
Carla (o) si é comprata (o) la macchina. (con il soggetto)
Carla (Carlo) se l´é comprata.(con il complemento ogg.)
Nota: il “se” cambia per ragioni eufóniche
Carla si é regalata lo stereo
Carla se lo é regalato

CI avverbio di luogo (moto a luogo / stato in luogo)


Sostituisce un complemento o un´intera proposizione retta dalle preposizioni “a”, “in”, “su”
(qui, lì, qua, là,)
Mi piacerebbe andare in Indonesia perché chi ci ( = in Indonesia) é stato ha detto che é
molto bella.
Domani vado a Firenze, ci(= a Firenze) vieni anche tu?
La carne non é nel frigorifero? No, ci (=nel frigorifero) ho già guardato.
Metti il vestito nell´armadio! Già ce (=nell´armadio) l´ho messo.
In due ci (= lì, in quel luogo) stiamo stretti.
Quanti bicchieri hai messo sul tavolo? Ce (=sul tavolo) ne (=di bicchieri) ho messi 4
Vai a Venezia? Si ci vado Sabato, ci resto due giorni, ma ci ritorno durante le vacanze.

COMPLETARE CON CI O NE SECONDO IL CASO.

Vai spesso a Roma? No, …..….vado di rado.


Vieni in Inghilterra l’estate prossima? Sí, ....…. vengo.
É a casa la signora? No, non ...……è.
Quando siete stati a teatro? ..…… siamo stati l’altro sabato.
Quanto tempo rimane in Italia, signorina? …...…rimango tre mesi.
Chi di noi pensa ai biglietti per il concerto? …....….penso io.
Credi davvero a ció che ha detto Mario? Sí, ….....…credo.
Hai provato a telefonare a Giulio? No, …....….proverò più tardi.
Riesci a fare da solo? No, non ..……riesco.
Carla tiene molto al vestire. Io invece non …....…tengo affatto.
Hai letto quell’articolo? Sí, ma non ..…….ho capito niente.
Abbiamo detto per scherzo a Paolo che avevamo vinto al totocalcio. E lui …....é cascato.
Sei sicuro che vincerá l’Inter? Sí, ..…….scommetto la testa.
Mi aiuterete davvero a sistemare quella faccenda? Senz’altro , ......puoi contare.
Perché cambi posto? Perché da qui non ...……vedo bene.
Carlo ascolta la radio a tutto volume perché non ....……sente molto.
Senza occhiali non ….......vedo niente. ……vedi bene da qui?
Perchè gridi tanto? …...….sento bene! . …….senti bene da lì?
Quante ore …...….vogliono in treno da Roma a Milano?
Quante ore …...….mette in machina da Roma a Latina?
Non ….....è certamente nessuno a quest’ora.
…….....sono molti tipi d’arte.
Bevi tutto quel vino? No, …...…..bevo solo un bicchiere.
Conosci tutte quelle persone? No, non …...….conosco nessuna.
Prima di decidere vorrei sentire che ....…….dice Carlo.
Secondo me, é meglio viaggiare in machina. Tu che ....…….pensi?
A Gianni piace il calcio. E lui …....….parla di continuo.
Anna é partita solo da una settimana e …...….sento giá la mancanza.
Franco arriverá in ritardo anche oggi: …...……siamo sicuri.
Sai come é finita quella storia? No, non ...…….so nulla.
Dovreste leggere quel libro perché …....……vale la pena. Ve lo assicuro.
Non posso parlare di politica perché non me ...…….intendo.
Ti dispiace se Carlo non vieni? No.non me …...….importa niente.
Dovevamo telefonare a Gianni, ma ….. ……siamo dimenticat...
Ieri era il compleanno di María! Voi ve …….siete ricordat….?
Vai giá via? Si, me …….vado.
A che ora esci dall’ufficio? ………esco alle 8 p.m.
Per andare a Firenze …….abbiamo mess… solo due ore.
Parla spesso di calcio perché ……é appassionato.
Sei di nuovo fra di noi e ……siamo felici.
Vive ben in mezo alla natura solo chi …….sa apprezzare le bellezze.
Quante ore hai impiegato da Perugia a Milano? ……..ho messo sei ore.
É un legno pregiato: se …….possono ricavare ottimi mobili.
C’era dell’ottimo vino ed anche noi ……abbiamo bevuto parecchio.
Hai apetito? Sí …….ho un po’.
Mi servo in quel negozio perché mi …..trovo bene.
Domani vado a Cali, …….verresti anche tu?
È stata un’esperienza terribile: a ripensar…..mi vengono i brividi.
Il professore vi ha già parlato della forma passiva? Sì, ….. ….. parlato proprio ieri.
Conosci questo libro? Non l’ho ancora letto, ma ….conosco l’autore.
Sono sicuro di non averlo visto, ……sono propio certo.
A pensar….bene, sarebbe un buon affare.
Ha detto parole un po’ grosse, ma non far…. caso.
……teneva tanto a venire e poi non si é fatto vivo.
Se ….dicono tante sul suo conto che non so più a chi credere.
All’inizio avevo delle difficoltà ma poi mi …..sono abituato.
Sai che fine ha fatto Giuseppe? No, non …..so nulla.
Non è che tu non sia capace di farlo: te …..manca solo la volontà.
Non approvo la tua decisione, ma, mi …… rassegno
Voglio conoscere quella persona: descriveme….. le abitudini.
L’anno scorso ho visitato Parigi e ……conservo un bel ricordo.
Avrà detto il vero? …….dubito molto.
Non potevo più stare in quella città; sono dovuto fuggire il giorno dopo e non penso certo
di ritornar….. più in futuro.
Non sono persone oneste: é meglio star…. alla larga.
Credi in Dio? Sì ….. credo e …… temo la giusta ira.
Metto la machina in garage? Grazie, …….la metto io.
Ancora oggi preferisco il treno ……si viaggia comodamente.
In tutta questa storia non ……capisco un’acca.
Entriamo un attimo al bar? No, ……sono appena uscito.
Con un po’ di buona volontà vedrai che ……riuscirai.
É un posto ben retribuito, perciò ……aspiriamo molti.
Vuoi che te lo spieghi? No, voglio arrivar…..da solo.
Hai visto la partita? che te ….. pare?
A lavorare di notte mi stanco perchè non …..sono abituato.
Sono state al concerto: ……valeva la pena.
Posso prendere una sigaretta? …….prenda pure quanto vuole.
Non mi ha più restituito il dizionario e sono stato costretto a comprar……un altro.
Aiutiamolo, ma senza offender…… l’orgoglio.
Gli hanno affidato il compito di formare il nuovo governo, …….sarà capace?
Hai visto l’ultimo film di Fellini? Che cosa…….pensi?
L’energia nucleare è una grande conquista, se …… ……serviamo per scopi pacifici.
L’emigrato sogna sempre di tornare a casa sua, …sente la nostalgia e non …..vuole stare
lontano.
Leggete questo libro e fatte…..un riassunto.
Quel giorno ….era tanta nebbia e non ……si vedeva.
Abbiamo comprato una torta, ma ……abbiamo mangiata solo la metà.
Per favore, non …..parliamo piú.
Non lo conosco, ma ……ho sentito parlare.
Ho perduto il mio ombrello e …..devo comprare un altro.
Mi piacciono molto i pittori moderni ed i loro quadri, ma non ……ho molti.
Grazie per il caffè, ……ho proprio bisogno perché, sono un po’ stanca.
Ho fatto un golf a Stefano e ora……voglio fare uno a Luca.
Non essere cosí triste per quanto è accaduto, non ….vale la pena.
Claudia ama il suo paese e …..ha la nostalgia.
Mi piace Moravia e mi piacciono i suoi romanzi, per questo …..parlo spesso.
Mi dispiace per quanto é successo, ma non ……ho colpa.
É tanto che non vedo Guido, non ……so nulla da circa un mese.
Volevo andare al cinema, ma ora non …..ho più voglia.
Sono così stanca che non …….posso più.
Se ti dico di sì, vuol dire che ……sono sicura.
Lucia sente la mancanza di Stefano e ……parla spesso.
Ho comprato un po’ di mandarini, ……vuoi un po’?
Hai una sigaretta? No mi dispiace, non ……ho più nemmeno una.
Quest’uva è ottima, …….vuoi un grappolo?
Gianni, per favore quando vai a comprare il giornale, ……puoi comprare una copia anche
per me?
So che sono partiti, ma non ……sappiamo niente.
Queste situazioni non mi piacciono e ……..rifuggo sempre.
Carlo dice di aver ragione e anche io……..sono convinta.
Dopo quello che ha detto Mario, …….consegue che avete torto.
Quell’uomo é molto gentile ed io …….apprezzo le qualità morali.
Ho prestato tutti i miei libri di storia e ora non ……ho più neanche uno.
Ho comprato un pacchetto di sigarette, ma in tre giorni ……ho fumat…solo tre.
Ho cercato delle poltrone di ferro per il giardino, ma non …..ho trovat…. nessuna.
Non conosco la Sicilia, ma ……ho sentito parlare tanto.
Ho visto due bellissimi libri d’arte moderna ma …..ho comprat…. solo uno.
Hai ritrovato la tua penna? No, e …..ho comprat…. un’altra.
Paolo e Lucia sono partiti da molto tempo e non ….. abbiamo più avuto notizie.
Abbiamo avuto un grave incidente stradale, ma …. siamo usciti illesi.
Sono arrivata a Zurigo martedì alle 10 e …..sono ripartita alle 13,40.
Sono arrivati alcuni dei miei amici e……ho ospitati due.
Ho comprato dei biglietti d’auguri e ……ho spediti molti.
Ho visto dei bellissimi pantaloni e ….. ho comprato due paia.
So che ……sono dei ristoranti a buon mercato, ma non …..ho trovato nemmeno uno.
Stasera cadono le stelle ed io ……ho già contate dieci.
Nell’esercizio ho fatto molti sbagli, ma il professore non ……ha tenuto conto.
Dopo quello che é successo non …….ha più parlato.
Ho sentito arrivare la macchina d’Antonio; ……ho riconosciuto il rumore.
L’arbitro ha ammonito alcuni giocatori e …….ha espulso due.
Quella segretaria è andata in pensione e Marla ……ha preso il suo posto.
Mi piace molto quella cantante e ho ascoltato tutti i suoi dischi. Gli ho sentiti tutti.
Ha raccontato una barzelletta, ma non …..ho capito la fine.
Sai niente di Antonio? No, non …. so niente.
Hai comprato del pane? ……ho comprat…. uno
Ieri sera hai bevuto del vino? Te …….sei bevuto parecchio
Hai conosciuto ragazzi italiani? Si, ……..conosciut…. due.
Quante fotografie hai scattato? ………. ho scattat….. tre.
Hai molti libri? No, non …….. ho molti.
Quanti biglietti hai preso? ………ho pres… due.
Sarete contenti di rivedere i vostri amici? ……. siamo contenti.
Vivo a Parma e …… sto bene.
Sono andato in piazza, ma non ……erano i miei amici.
Mi piacerebbe andare in Indonesia, perché chi …..é stato mi ha detto che é molto bella.
Io non ho visto niente e non ……. so nulla.
Se non hai comprato lo zucchero, ……..penso io.
Per andare a Napoli da Roma ……. vogliono tre ore.
Sono stanco di questo lavoro; non …….. posso piú.
Ci vediamo alle 8? Sí, ….. puoi contare.
Chi ti ha detto che mi sposo? Me …… ha parlato Beppe.
Se te ……. parlo, é perché ti voglio bene.
Non do mai opinioni, se non …… sono sicuro.
Sei stato a Madrid? Sí, …… sono stato.
Hai parlato del tuo compleanno a mia madre? Sí, gli……. ho parlato.
Stai pensando di andare in pensione l’anno prossimo? Sí, ….. sto pensando.
Posso contare sul tuo aiuto? Sí ……. puoi contare.
Ti sei ricordata di andare al supermercado? No, non me …… sono ricordata.
Sei andato al cinema ieri sera? No,non ……. sono andato.
Come eri quando sei tornato da Napoli? ……….ero pieno d’entusiasmo.
Sei sicura di quello che dici? Sí, ……. sono sicura.
Quanto …….vuole per andare a Verona da Mantova? ……..vuole mezz’ora.
Hai sentito parlare dell’ultimo libro di Tabucchi? No, non ……. ho sentito parlare.