Sei sulla pagina 1di 5

CESARE, De bello gallico, 1 39

1 Traduci nell’interlinea facendo corrispondere i termini latini con quelli italiani. Poi

risistema il testo in modo che l’italiano funzioni meglio.

Tantus subito timor omnem exercitum occupavit ut non mediocriter omnium mentes animosque
perturbaret.

All’improvviso una così grande preoccupazione occupò tutto l’esercito che turbò non moderatamente le
menti e gli animi di tutti.

Hic primum ortus est a tribunis militum, praefectis, reliquisque qui ex urbe amicitiae causa Caesarem secuti
non magnum in re militari usum habebant.

Questo inizio sorse dai tribuni dei soldati, dai preposi e dai rimanenti che, dalle città (avevano) seguito
Cesare per amicizia, non avevano una grande familiarità nelle cose militari.

Quorum alius alia causa inlata, quam sibi ad proficiscendum necessariam esse diceret, petebat ut eius
voluntate discedere liceret; nonnulli pudore adducti, ut timoris suspicionem vitarent, remanebant.

Dei quali introdotto uno o l’altro motivo, che disse essere necessaria affinchè se ne andasse, si dirigeva
affinché si offrisse di aderire la volontà di lui; alcuni indotti dalla vergogna, restavano affinchè evitassero il
sospetto di avere paura.

Hi neque vultum fingere neque interdum lacrimas tenere poterant: abditi in tabernaculis aut suum fatum
querebantur aut cum familiaribus suis commune periculum miserabantur.

Questi non potevano né fingere l’impassibilità né trattenere le lacrime qualche volta: nascosti nelle tende o
si lamentavano del proprio destino o commiseravano con i loro famigliari il pericolo comune.

Vulgo totis castris testamenta obsignabantur. Horum vocibus ac timore paulatim etiam ii qui magnum in
castris usum habebant, milites centurionesque quique equitatui praeerant, perturbabantur.

I testamenti erano sottoscritti da tutti gli accampamenti al popolo. Per le voci e il timore di questi a poco a
poco erano turbati anche quelli che avevano grande esperienza nell’accampamento, i soldati i centurioni e
coloro che erano a capo della cavalleria.

Qui se ex his minus timidos existimari volebant, non se hostem vereri, sed angustias itineris et
magnitudinem silvarum quae intercederent inter ipsos atque Ariovistum, aut rem frumentariam, ut satis
commode supportari posset, timere dicebant.

Coloro che tra questi volevano essere giudicati meno timorosi, non si preoccupavano del nemico ma
dicevano di temere le angustie del viaggio e la grandezza delle foreste, che si frapponessero fra loro stessi e
Ariovisto, o che il frumento potesse essere trasportato abbastanza comodamente.

Nonnulli etiam Caesari nuntiabant, cum castra moveri ac signa ferri iussisset, non fore dicto audientes
milites neque propter timorem signa laturos.

Alcuni annunciavano anche a Cesare che se avesse ordinato di spostare l’accampamento e mettersi in
marcia i soldati in ascolto non avrebbero obbedito all’ordine e non sarebbero partiti a causa della paura.

1) Traduci nell’interlinea facendo corrispondere i termini latini con quelli italiani. Poi risistema

il testo in modo che l’italiano funzioni meglio.

Testo sistemato:
Il timore occupò tutto l’esercito così velocemente che non poco sconvolse le menti e gli gli animi di tutti.
Questo prima iniziò tra i tribuni dei soldati, i prefetti e i rimanenti ,i quali, seguito Cesare dalla città a causa
dell’amicizia, non avevano grande esperienza militare. Dei quali per un'altra via la causa che disse essere
necessaria affinchè se ne andasse, si dirigeva affinché si offrisse di aderire alla volontà di lui; alcuni uomini,
condotti dalla vergogna rimanevano, così da evitare il sospetto di timore. Questi non avevano potuto
tenere lo sguardo nè talvolta le lacrime: nascosti nelle tende si lamentavano del loro destino con i loro
familiari o compiangevano il comune pericolo. I testamenti erano firmati al popolo in tutti gli
accampamenti. Con le voci e il timore di questi a poco a poco erano rimasti sconvolti anche quelli che
avevano un grande ruolo negli accampamenti, ossia i soldati e i centurioni e quelli che avevano comandato
la cavalleria. I quali, che volevano essere visti da questi meno codardi, dicevano che da loro non era temuto
il nemico, ma i pericoli del viaggio e la grandezza delle foreste, i quali si frapponevano tra gli stessi e
Ariovisto, oppure i viveri, affinché possano essere supportati abbastanza adeguatamente. Alcuni uomini
anche annunciavano a Cesare, poiché aveva comandato di far muovere gli accampamenti e di far portare i
comandi, che i soldati all’ingresso della città non sarebbero stati obbedienti all’ordine e a causa del timore
non avrebbero seguito i comandi.

2) Individua e analizza le voci verbali. Evidenziate in .......

Occupavit: indicativo, perfetto, 3 singolare, paradigma: occupo, occupas, occupavi, occupatum, occupare, il
soggetto è timor

Perturbaret: Congiuntivo, imperfetto, 3 singolare, paradigma: perturbo, perturbas, perturbavi,


perturbatum, perturbare, il soggetto è questo (sottinteso)

Ortus est: indicativo, perfetto passivo, 3 singolare, paradigma: orior, oriris, ortus sum, oriri, il soggetto è hic

Secuti: Participio perfetto, caso nominativo, paradigma: secor, seceris, secutus sum, seci, il soggetto è qui

Habebant: Indicativo, imperfetto, 3 plurale, paradigma: habeo, habes, habui, habitum, habere, il soggetto è
loro (sottinteso)

Proficiscendum: gerundio, accusativo, singolare, paradigma: proficisco, proficiscis, proficiscere, il soggetto è


egli (sottinteso)

Esse: infinito, presente, paradigma: sum, es, fui, esse.

Diceret: congiuntivo, imperfetto, 3 singolare, paradigma: dico, dicis, dixi, dictum, dicere, il soggetto è egli
(sottinteso)

Petebat: indicativo, imperfetto, 3 singolare, paradigma: peto, pĕtis, petii, petitum, petere, il soggetto è egli
(sottinteso)

Discedere: infinito, presente, paradigma: discedo, discedis, discessi, discessum, discedere.

Liceret: congiuntivo, imperfetto, 3 singolare, paradigma: liceo, lices, licui, licere, il soggetto è egli
(sottinteso)

Adducti: participio, perfetto, caso nominativo, plurale, paradigma: adduco, adducis, adduxi, adductum,
adducere, il soggetto è i quali (sottinteso)

Vitarent: Congiuntivo, imperfetto, 3 plurale, paradigma: vito, vitas, vitavi, vitatum, vitare, il soggetto è loro
(sottinteso)

Remanebant: Indicativo, imperfetto, 3 plurale, paradigma: remaneo, remanes, remansi, remansum,


remanere, il soggetto è nonnulli
Tenere: infinito presente, paradigma: teneo, tenes, tenui, tentum, tenere.

Poterant: indicativo, piuccheperfetto, 3 plurale, paradigma: possum, potes, potui, posse, il soggetto è hi

Querebantur: indicativo, imperfetto passivo, 3 plurale, paradigma: queror, quereris, questus sum, queri, il
soggetto è loro (sottinteso)

Miserabantur: indicativo, imperfetto passivo, 3 plurale, paradigma: miseror, miseraris, miseratus sum,
miserari, il soggetto è loro (sottinteso)

Obsignabantur: indicativo, imperfetto passivo, 3 plurale, paradigma: obsigno, obsignas, obsignavi,


obsignatum, obsignare, il soggetto è testamenta

Habebant: indicativo, imperfetto, 3 plurale, paradigma: habeo, habes, habui, habitum, habere, il soggetto è
qui

Praeerant: indicativo, piuccheperfetto, 3 plurale, paradigma: praesum, praees, praefui, praeesse, il soggetto
è qui

Perturbantur: indicativo, imperfetto passivo, 3 plurale, paradigma: perturbo, perturbas, perturbavi,


perturbatum, perturbare, il soggetto è ii

Extimari: infinito, presente passivo, paradigma: extimo, extimas, extimavi, extimare, il soggetto è qui

Volebant: indicativo, imperfetto, 3 plurale, paradigma: volo, vis, volui, velle, il soggetto è qui

Vereri: infinito, presente passivo, paradigma: vereor, vereris, veritus sum, vereri, il soggetto è hostem

Intercederent: congiuntivo, imperfetto, 3 plurale, paradigma: intercedo, intercedis, intercessi, intercessum,


intercedere, il soggetto è quae

Supportari: infinito, presente passivo, paradigma: supporto, supportas, supportavi, supportatum,


supportare.

Posset: congiuntivo, imperfetto, 3 singolare, paradigma: possum, potes, potui, posse, il soggetto è loro
(sottinteso)

Timere: infinito, presente, paradigma: timeo, times, timui, timere, il soggetto è loro (sottinteso)

Dicebant: indicativo, imperfetto, 3 plurale, paradigma: dico, dicis, dixi, dictum, dicere, il soggetto è loro
(sottinteso)

Nuntiabant: indicativo, imperfetto, 3 plurale, paradigma: nuntio, nuntĭas, nuntiavi, nuntiatum, nuntiare, il
soggetto è nonnulli

Moveri: infinito, presente passivo, paradigma: moveo, moves, movi, motum, movere, il soggetto è castra

Ferri: infinito, presente passivo, paradigma: fero, fers, tuli, latum, ferre, il soggetto è signa

Iussisset: congiuntivo, piuccheperfetto, 3 singolare, paradigma: iubeo, iubes, iussi, iussum, iubere, il
soggetto è egli (sottinteso)

Laturos: participio, futuro, accusativo, maschile, plurale, paradigma: fero, fers, tuli, latum, ferre, il soggetto
è loro (sottinteso)

Audientes: participio, presente, accusativo, maschile, plurale, paradigma: audio, audis, audii, auditum,
audire, il soggetto è milites

3) Individua e analizza pronomi e aggettivi pronominali. Evidenziati in ---------


Hic: pronome dimostrativo, nominativo, maschile, singolare, hic-haec-hoc

Qui: pronome relativo, nominativo, maschile, plurale, qui-quae-quod

Quorum: pronome relativo, genitivo, maschile, plurale, qui-quae-quod

Alius: aggettivo pronominale, nominativo, maschile, singolare, alius-alia-aliud

Alia: aggettivo pronominale, nominativo, femminile, singolare, alius-alia-aliud

Quam: pronome relativo, accusativo, femminile, singolare, qui-quae-quod

Sibi: pronome personale, dativo, maschile, singolare, is-ea-id

Eius: pronome personale, genitivo, maschile, singolare, is-ea-id

Hi: pronome dimostrativo, nominativo, maschile, plurale, hic-haec-hoc

Horum: pronome dimostrativo, genitivo, maschile, plurale, hic-haec-hoc

Ii: pronome personale, nominativo, maschile, plurale, is-ea-id

Qui: pronome relativo, nominativo, maschile, plurale, qui-quae-quod

Qui: pronome relativo, nominativo, maschile, plurale, qui-quae-quod

His: pronome dimostrativo, ablativo, maschile, plurale, hic-haec-hoc

Se: pronome personale, ablativo, maschile, plurale, is-ea-id

Quae: pronome relativo, nominativo, neutro, plurale, qui-quae-quod

Ipsos: pronome dimostrativo, accusativo, maschile, plurale, ipse-ipsa-ipsum

4) Sottolinea nel testo i nessi del relativo. Evidenziati in viola

5) Individua le subordinate introdotte da ut e specificane il valore.

ut non mediocriter omnium mentes animosque perturbaret: consecutiva

ut eius voluntate discedere liceret: volitiva

ut timoris suspicionem vitarent: finale

ut satis commode supportari posset: finale

6) Le espressioni sottolineate nel testo ospitano tre diverse figure retoriche. Quali?

Tantus subito timor: anastrofe

non mediocriter: litote

magnum....usum: anastrofe

7) La parola amicitia in latino assume una valenza più complessa che in italiano. A

partire da questo testo descrivine il significato sociale e politico per la cultura romana.

Nell’antica Roma, dal punto di vista sociale, l’amicitia era un rapporto di parità tra un gruppo

di persone legate da interessi comuni, mentre dal punto di vista politico rappresentava
un’alleanza tra un princeps ed un gruppo di consiglieri, i quali dovevano versare a Roma dei contributi in
denaro e in milizie.

Potrebbero piacerti anche