Sei sulla pagina 1di 2

GRAMMATICA IL PERIODO E LA CONCORDANZA DEI TEMPI AL MODO INDICATIVO

Osserva:
Oggi Matteo resta in casa perché non sta bene.
Luciana sa che Matteo non è andato a lezione.
Oggi metto un maglione di lana perché fa freddo, anche se c’è un bellissimo sole.

Riflessione:
Di quante frasi è composto ogni esempio?
Le frasi contenute in ogni esempio esprimono sempre azioni contemporanee?
Quale delle frasi di ogni esempio è introdotta da una congiunzione?
Quale delle frasi di ogni esempio può essere usata da sola e conservare un senso compiuto e chiaro?

PREMESSA: CONCETTO DI PERIODO


Il periodo è un insieme di due o più frasi, dette proposizioni.
Nel periodo possiamo individuare una frase più importante, la proposizione principale.
La proposizione principale:
- ha un senso chiaro e compiuto anche separata dal contesto del periodo
- non è mai introdotta da congiunzioni subordinanti (come che, perché, siccome)
- in genere, ha un predicato verbale al modo indicativo
- regge una o più frasi subordinate che in genere sono introdotte da una congiunzione
Oggi fa freddo perchè la notte scorsa è piovuto molto.
Le proposizioni subordinate:
- sono introdotte da congiunzioni subordinanti (come che, perché, anche se, siccome) o da
preposizioni
- nel predicato verbale possono usare modi finiti (indicativo, condizionale, congiuntivo) o modi
infiniti (infinito, participio, gerundio)
- senza la proposizione principale non hanno un senso chiaro e compiuto:
Ieri sono andato al supermercato siccome avevo finito la spesa che avevo fatto la settimana scorsa.
Sono sicuro che Matteo può superare l’esame.
Sono sicuro di non sbagliarmi.
TEMPI DELLA PROPOSIZIONE PRINCIPALE E DELLE PROPOSIZIONI SUBORDINATE
Il tempo della proposizione principale può essere presente, futuro o passato.
Il tempo delle proposizioni subordinate può essere posteriore, contemporaneo o anteriore a quello della
proposizione principale:

AZIONE POSTERIORE
Futuro rispetto al presente
Futuro rispetto al passato
AZIONE CONTEMPORANEA
Futuro Presente
Presente Futuro
Passato Passato
AZIONE ANTERIORE
Passato rispetto al presente
Passato rispetto al passato
LA CONCORDANZA DEI TEMPI AL MODO INDICATIVO
A) Tempo della proposizione principale al presente
1) Esempio schematico con proposizione principale al presente e proposizione subordinata
anteriore, contemporanea o posteriore rispetto al tempo principale:
che domani Matteo partirà per Milano
che domani Luciana ha un esame
che Marcella sta per arrivare
Io sono sicuro che oggi Matteo è all’università
che in questo momento Luciana sta tornando a casa
che ieri Matteo è rimasto in casa
che ieri Luciana non si sentiva bene
2) Uso dei tempi:
Futuro semplice
Presente (lingua parlata e scritto informale)
Presente della forma perifrastica “stare per + infinito”
Presente Presente
Presente della forma perifrastica “stare + gerundio”
Passato prossimo
Imperfetto
B) Tempo della proposizione principale al passato
1) Esempio schematico con proposizione principale al passato e proposizione subordinata
anteriore, contemporanea o posteriore rispetto al tempo principale:
che il giorno dopo Matteo sarebbe partito per Milano
che il giorno dopo Luciana aveva un esame
che Marcella stava per arrivare
Io ero sicuro che il giorno prima Matteo era all’università
che in quel momento Luciana stava tornando a casa
che il giorno prima Matteo era rimasto in casa
che il giorno prima Luciana non si sentiva bene
2) Uso dei tempi:
Condizionale composto
Imperfetto (lingua parlata e scritto informale)
Imperfetto della forma perifrastica “stare per + infinito”
Imperfetto Imperfetto
passato prossimo Imperfetto della forma perifrastica “stare + gerundio”
passato remoto
trapassato prossimo
Trapassato prossimo
Imperfetto
Attenzione!: Gli avverbi, le espressioni di tempo e gli aggettivi o pronomi dimostrativi usati in un
contesto presente cambiano se vengono usati in un contesto passato:
contesto presente ► contesto passato contesto presente ► contesto passato
domani il giorno dopo due / tre giorni fa due / tre giorni prima
dopodomani due giorni dopo fa prima
oggi quel giorno ora allora
ieri il giorno prima in questo momento in quel momento
l’altro ieri due giorni prima questo / a - questi / e quello / a – quelli / e