Sei sulla pagina 1di 4

xGi 2, 50 1,134 1, 366 m

La distanza dGG tra G e il centro Cb del bulbo inferiore della sezione risulta
b

dGGb
Inoltre, i punti di nocciolo inferiore Ni e superiore Ns distano dal centro Cb del bulbo inferiore
d NiGb
d Ns Gb = 1,166 + 0,53 = 1,696 m

8.5.3) Sistema equivalente alla precompressione

la trave di calcestruzzo sono in grado di


produrre le stesse sollecitazioni
tazioni prodotte dal cavo di precompressione. Tali forze
costituiscono il sistema equivalente alla precompressione.

illustra i corrispondenti sistemi di forze equivalenti


Nel caso di cavo curvo occorre tenere conto, ooltre che delle azioni esercitate dal cavo alle
testate, anche delle azioni esercitate dal
distribuita lungo il
proprio sviluppo, dovuta alla forma curva del cavo.
Se, con riferimento alla Fig.14, immaginiamo di estrarre un piccolo elemento ds di cavo
e applichiamo sulle sezioni di tale tratto ds c le forze di precompressione N esplicate

grado di chiudere il poligono di equilibrio,


N ds
di cavo non sono allineate, proprio per effetto della curvatura del cavo.

e e

.
Il sistema equivalente alla precompressione
Fig.13

ds
d (7)
R

ds considerato.
N dF = pnds
N dF
d
dF
N N
d

ds di cavo
Fig.14

dF esercitato dal calcestruzzo sul tratto ds di cavo.

dF
tgd (8)
N

ovvero, tenendo in conto della piccolezza di d ,

ds dF
d
R N

La forza dF ha la direzione della


normale al tratto curvo ds pn dirette lungo la
normale esterna alla curva ed esplicate dal calcestruzzo al cavo distribuite lungo il tratto
ds. Si ha quindi

dF pn ds (9)

Sostituendo la (9) nella (8) ricaviamo allora

N
pn (10)
R

N pnds

ds
N

Le azioni esercitate dal tratto di cavo curvo sul calcestruzzo


Fig.15

Il carico pn citata dal calcestruzzo sul tratto di cavo.


sul calcestruzzo pn
verso il centro di curvatura del tratto ds e quindi ha il verso della normale interna a ds
cavo, se curvo, sulla trave di calcestruzzo
ribuito lungo il percorso del cavo
N
pn (11)
R

Importanti semplificazioni possono ottenersi se si considera che, a causa del piccolo


rapporto altezza/lunghezza delle travi il cavo assume una configurazione molto tesa e
quindi presenta angoli piccoli
te espressioni semplificate della curvatura. In tal caso la
configurazione di equilibrio e = e(z)
ad una parabola, come espresso dalla (1).
La curvatura della curva e = e(z),, , se con ed si indicano rispettivamente le
derivate prima e seconda della e = e(z) in generale espressa come

1 e"
(12)
R [1 e '2 ]3/ 2

e '2 1 (13)
si ha ancora
1
e"
R
e quindi con la (1)
1 8eo
(14)
R L2

Le normali alla configurazione curva del cavo, rappresentata per quanto detto da una curva

carico distribuito pn esercitato lungo il suo sviluppo dal cavo si riduce quindi ad un carico
verticale diretto verso il centro di curvatura del cavo e quindi dal basso
pari a
8e
p yc N 2o (15)
L

solo le azioni esercitate dal


cavo. La risultante del carico distribuito vale
8eo
p yc L N (16)
L

parte, come mostra la Fig.16, la componente verticale delle forze


esercitate dal cavo vale

N sin Ne '( L / 2) (17)

8e
e quindi, essendo e '( z ) z , riesce,
L2
4eo
Ne '( L / 2) N
L
Ne '( L / 2)
N

Le azioni trasmesse dal cavo in testata


Fig.16

mentre la componente orizzontale, essendo, cos 1,, risulta ancora pari ad N.


La somma di tutte le forze verticali esercitate dal cavo sulla trave deve risultare nulla:
infatti riesce
8e 8e
N o N o 0
L L

8eo
N
L

o parabolico per la trave appoggiata agli estremi


Fig.17

ito delle travi in c.a.p. ad armatura post-


tesa. Sulla base di quanto ora evidenziato, si riduce quindi alla
presenza, alle testate, di due forze assiali di compressione pari ad N N,, di due forze
verticali dirette verso il basso carico distribuito uniforme,
ito dalla (16).(Fig.17)
oluzione dello stato di sollecitazione nella
trave durante la fase di ti

ato di sollecitazione nella trave durante il tiro

izionata sul piano di banchinaggio, come


indicato in Fig.35.
peso proprio, rappresentato dal carico
uniformemente distribuito g . Ipotizziamo che la reazione del piano di banchina sia
, uguale ed opposto al peso g. Ogni
stiche della sollecitazione tutte nulle.
Si immagini ora di cominciare a precomprimere la trave. Il cavo risultante di

ancora quello finale N.