Sei sulla pagina 1di 2

EQUIVALENZA DELLE NORME SU Rn

Dato lo spazio vettoriale Rn , lo spazio delle n-ple ordinate, x = (x1 , x2 , . . . , xn ),


abbiamo introdotto, per ogni p [1, +[, la funzione ||||p : Rn 7 R
" n #1/p
. X p
(1) ||x||p = |xi | ,
i=1

che abbiamo mostrato essere una norma su Rn . Inoltre, per p = , abbiamo


definito
.
(2) ||x|| = max {|xi |},
i=1,...,n
n
anchessa norma su R . In particolare, nel caso p = 2, recuperiamo la normale
norma euclidea, che corrisponde alla distanza (euclidea) del punto x dallorigine in
Rn , pensato come spazio metrico, (Rn , d(x, y)).
Definizione 0.1. Dato uno spazio vettoriale normato, (V, ||||), due norme, ||||a e
||||b , sono dette equivalenti se
m, M > 0 : m ||x||a ||x||b M ||x||a x V.

La relazione essere equivalenti, come suggerisce il nome stesso, `e una relazione di


equivalenza 1.
Infatti, la prima propriet`a `e evidente, basta considerare m = M = 1. La seconda discende
dallosservazione che, se m ||x||a ||x||b e ||x||b M ||x||a , allora
1 1
x V, m, M > 0 : ||x||b ||x||a ||x||b .
M m
a si ottiene perche dallequivalenza di ||||a e ||||b e da quella di ||||b e ||||c ,
Ed infine la transitivit`
i.e.
m ||x||a ||x||b M ||x||a e m0 ||x||c ||x||b M 0 ||x||c ,
si ha che
mm0 ||x||a ||x||c M M 0 ||x||a ,
ovvero che ||||a ||||c . 

Come risultato preliminare, mostriamo che nello spazio Rn , la norma |||| si merita
il nome che le abbiamo dato, ovvero che sussiste la seguente
Proposizione 0.2. Vale il seguente limite
lim ||||p = |||| , x Rn .
p

1Ricordo che una relazione di equivalenza, che indichiamo con , `e una relazione binaria tra gli
elementi di un insieme X che sia riflessiva, simmetrica e transitiva, ovvero che, x, y, z X,
1. x x,
2. x y y x,
3. x y e y z x z.

1
2 italianEQUIVALENZA DELLE NORME SU RN

Dimostrazione. Presa una qualunque n-pla in Rn , la sua norma-infinito risulta essere


||x|| = max{|xi | ; i = 1, 2, . . . , n} = |xi0 | ,
per un particolare valore 0 {1, 2, . . . , n}. In altre parole, il massimo tra gli |xi |
esiste (ovviamente) ed assumiamo che sia assunto per i = i0 . Da questo discende
che, per ogni p 1,
n
X Xn
||x||p = |xi0 |p |xi |p |xi0 |p = n |xi0 |p = n ||x||p .
i=1 i=1

Quindi, prendendo le radici p-esime dovunque e ricordando la definizione di ||||p ,


abbiamo che
" n #1/p
X p
(3) ||x|| |xi | = ||x||p n1/p ||x|| .
i=1
A questo punto, non resta altro che considerare il limite p per ottenere la tesi,
dato che n1/p 1. 

Dalla proposizione appena dimostrata `e quasi immediato dimostrare lequivalenza


delle varie norme-p. Vale infatti la seguente
Proposizione 0.3. Le norme ||||p su Rn , per 1 p +, sono fra loro
equivalenti.
Dimostrazione. Infatti, la (3) ci dice che
||x|| ||x||p n1/p ||x|| , x Rn .
Quindi, per qualunque p 1, la norma ||||p `e equivalente alla norma |||| . Discende
infine dalla propriet`a transitiva che per p 6= q le norme ||||p e ||||q siano equivalenti.


Pi`
u in generale, vale il seguente
Corollario 0.4. Su Rn tutte le norme sono fra loro equivalenti.
Non riportiamo la dimostrazione, ma sottolineiamo il fatto che questo risultato
non sia valido nellestensione infinito dimensionale di (Rn , ||||p ), vale a dire lo spazio
" #1/p
. X p
`p = {x R : |xi | < +}.
i=1
. P
dotato della norma ||x||p = [ p 1/p
i=1 |xi | ] .
Il risultato del Corollario 0.4 ci garantisce quindi che per studiare, ad esempio,
la convergenza di una successione in (Rn , ||||) possiamo scegliere tra le norme che
abbiamo introdotto su Rn , quella che ci pare pi` u opportuna.