Sei sulla pagina 1di 28

STUDIARE MENO, STUDIARE MEGLIO. COME RICORDARE DI PI IN MENO TEMPO.

Ho scoperto grazie Lifehacker un video che spiega come studiare meno, studiare meglio.
Studiare per ore e ore consecutive spesso non fornisce i risultati sperati anzi controproducente.
Il professore Marty Lobdell ha insegnato Psicologia presso il Pierce College nel Washington State per 40 anni e
ha sviluppato una metodologia di studio che condivide nel seguente video.
Il video lungo quindi ecco i punti salienti.
Studiate in spezzoni da 25-30 minuti.
Dopo questo lasso di tempo perdete la capacit di ricordarvi quello che leggete. Studiate intensamente per 25
minuti, poi prendetevi un intervallo di alcuni minuti dove fate qualcosa di divertente che vi distragga per poi
ricominciare freschi.
Create una zona studio dove non fate nientaltro.
Evitate assolutamente di studiare dove fate qualsiasi altra cosa. Non studiate a letto, dove giocate, al computer o
davanti alla televisione.
Concentratevi attivamente nel ricordarvi cosa leggete.
Semplicemente capire quello che leggete non vi aiuta a lungo termine.
Prendete ottimi appunti.
Trovate un metodo di prendere appunti che funzioni per voi e dopo la lezione ampliateli per aumentare la
memorizzazione e la comprensione.
Siate in grado di insegnare quello che imparate.
Se siete in grado di insegnare a qualcun altro quello che state studiando vuole dire che avete capito il suo
significato e lo ricordate.
Leggete i libri di testo in modo efficace.
Usate il metodo SQ3R per ricordare quello che leggete.
Lacronimo inglese identifica cinque fasi di lettura e studio: osservazione preliminare, formulazione di domande,
lettura, rielaborazione, revisione.
Con l'acronimo SQ3R (o SQRRR) si indica un metodo di studio o, meglio, un sistema combinato di lettura-studio
che pu migliorare la concentrazione, la comprensione e la memoria.
Il metodo SQ3R diffuso nel mondo anglosassone da diversi decenni e deve il suo nome alle cinque fasi di cui
costituito:

survey

recite

question

review.

read

Fu introdotto da Francis Pleasant Robinson nel 1946, nel suo libro Effective Study.

Il metodo di apprendimento SQ3R


Si tratta di un metodo di studio o, meglio, di un sistema combinato di lettura studio che pu migliorare la
concentrazione, la comprensione e la memoria.
Quasi inutilizzato in Italia, il metodo SQ3R diffuso nel mondo anglosassone da diversi decenni e parte
dallassunto che un apprendimento che ha origine dalla necessit di soddisfare curiosit personali maggiormente
efficace e maggiormente significativo (ovvero meno mnemonico e meno superficiale).
Per comprendere in cosa consista il metodo sufficiente sciogliere lacronimo:

Survey,

Recite,

Questions,

Review.

Read,

1. Survey. Osservazione preliminare.


Si tratta di una pre-lettura veloce alla ricerca di indizi sul significato globale del testo che si dovr studiare.
Una sorta di skimming finalizzato a stabilire obiettivi, categorie e ambiti.
2. La prelettura fornisce appunto quellorganizzazione preventiva che facilita linterazione con il testo e
lattivazione di strategie metacognitive (attenzione selettiva, focalizzazione e programmazione funzionale).
Importante anche limpatto sullatteggiamento psicologico del lettore che passa ad essere quello di una
gestione intenzionale del testo.
3. Questions. Stabilire lo scopo della lettura fondamentale per abituarsi a gestire la lettura come processo
attivo di ricerca.
Si ribalta cos il rapporto di dipendenza dal testo con un decisivo incremento del livello di comprensione.
Grosso modo quello che si fa quando, prima di iniziare la lettura di un saggio, se ne legge lindice.
4. Read. La lettura.
Ci che occorre sottolineare che la lettura vera e propria passa ad essere la terza fase (normalmente la
prima).
Il soggetto in fase di apprendimento, in questo modo, sa gi di cosa parla il testo che sta studiando e si
gi fatto unidea delle risposte che potr trovarvi.
5. Recite/Recall. Si tratta della riorganizzazione logica di quanto appreso (letto/studiato).
quindi una rielaborazione mentale rapida da effettuare con il sistema che si ritiene pi congeniale (ma
importante che il soggetto in fase di apprendimento sia messo in grado di gestire pi di un sistema di
rielaborazione ed importante non affidarsi unicamente al modello verbale).
Fondamentale quindi fornire ladeguata assistenza per la compilazione di mappe mentali, mappe
concettuali o grafici temporali.
6. Review. il ri-controllo globale.
Ormai lo studente possiede un contenuto cognitivo rielaborato di ci che il testo trasmette: si tratta quindi di
rivedere il testo per capire se qualcosa andato indebitamente perso o se qualcosa appare impreciso.
Floyd (Floyd J., Study Skills for Higher Education, London, Collins, 1984) nota che a parit di tempo impiegato
un alunno che utilizzi il metodo SQ3R e il sistema delle revisioni ottiene una assimilazione del 90% del materiale
studiato (contro il 10% del metodo tradizionale).
Dal metodo SQ3R deriva il metodo PQRST: Preview, Question, Read, Summary, Test.
Del tutto analogo al precedente ha la caratteristica di correlare in modo pi esplicito le fasi 2 e 5, question e test.
Prevede infatti che lultima fase consista proprio nel rispondere alle domande sorte nella fase 2.
Il metodo SQ3R ottimamente descritto in Stefania Frasca, Insegnare a imparare, Faenza, 1989.
Metodi di studio analoghi, peraltro derivati dal SQ3R, sono il PQRST e il KWLH.

Le cinque fasi SQ3R


Survey, [ Osservazione preliminare ]
Si tratta di una pre-lettura veloce alla ricerca di indizi sul significato globale del testo che si dovr studiare.
Una sorta di skimming finalizzato a stabilire obiettivi, categorie e ambiti.
La prelettura fornisce appunto quell'organizzazione preventiva che facilita l'interazione con il testo e lattivazione di
strategie metacognitive (attenzione selettiva, focalizzazione e programmazione funzionale).
Importante anche l'impatto sull'atteggiamento psicologico del lettore che passa ad essere quello di una gestione
intenzionale del testo.
Questions, [ Formulazione di domande ]
Stabilire lo scopo della lettura fondamentale per abituarsi a gestire la lettura come processo attivo di ricerca: in tal
modo si ribalta il rapporto di dipendenza dal testo e si incrementa la possibilit di una comprensione del testo.
Read, [ Lettura ]
La lettura approfondita passa ad essere la III fase.
In tal modo lo studente si gi fatto un'idea delle risposte che potr trovare nel testo e ha gi attivato gli
anticipatori cognitivi adeguati.
Recite/Recall, [ Rielaborazione ]
Si tratta della riorganizzazione logica di quanto appreso (letto/studiato).
quindi una rielaborazione mentale rapida da effettuare con il sistema che si ritiene pi congeniale (se pure
importante che il soggetto in fase di apprendimento sia messo in grado di gestire pi di un sistema di
rielaborazione e non ci si affidi unicamente al modello verbale).
Review, [ Revisione ]
Ormai lo studente possiede un contenuto cognitivo rielaborato di ci che il testo trasmette: si tratta quindi di
rivedere il testo per capire se qualcosa andato indebitamente perso o se qualcosa appare impreciso.
Gli Olandesi sono famosi nel mondo anglosassone per sapere parlare lInglese molto bene, spesso meglio degli
Inglesi stessi.
Vi consiglierei di imparare lInglese come fanno gli Olandesi!
Gli Olandesi raggiungono risultati che noi Italiani possiamo solo sognare.
Potete essere benissimo ingannati dalla vostra conoscenza, pensando che sia meglio di quanto in realt sia!
Il segreto semplicissimo e consiste nel guardare i film o i cartoni animati in lingua originale inglese alla
televisione.
In Olanda e nella maggior parte delle nazioni scandinave i film vengono mostrati in lingua originale con i sottotitoli,
a differenza dellItalia dove i film vengono regolarmente doppiati.
Il doppiaggio rimuove la possibilit di capire la pronuncia delle parole, una delle maggiori lacune dellItaliano medio
allestero quando parla Inglese.
Fate tesoro dellesperienza olandese ed iniziate a guardare DVD in lingua originale.

Il metodo di apprendimento PQRST


Il PQRST l'acronimo di Preview, Question, Read, Summary, Test ed uno dei metodi di studio usati per
cercare di evitare un apprendimento esclusivamente mnemonico, per permettere di focalizzare sulle informazioni
pi importanti e sui concetti chiave e per attivare le strategie metacognitive necessarie ad una gestione
intenzionale del testo.
Le cinque fasi che costituiscono il metodo sono:
1. Preview.
Lo studente, attraverso una lettura orientativa, osservando i titoli di capitoli e paragrafi e le eventuali
immagini, esamina preliminarmente l'argomento da apprendere.
2. Question.
Lo studente, sulla base di quanto osservato nella fase 1, formula le domande cui ritiene di dover saper
rispondere alla conclusione del processo di studio.
3. Read.
Lo studente legge i testi relativi all'argomento di studio privilegiando le parti che meglio si prestano a
rispondere alle domande elaborate nella fase 2.
4. Summary.
Lo studente rielabora l'argomento studiato utilizzando il sistema a lui pi congeniale (parafrasi verbale
orale o scritta, realizzazione di mappe concettuali o diagrammi).
5. Test.
Lo studente risponde, nel modo pi completo possibile, alle domande formulate nella fase question
verificando se l'argomento stato appreso in modo soddisfacente.
Del tutto analogo al metodo SQ3R - da cui deriva - il metodo PQRST ha la caratteristica di correlare in modo pi
esplicito le fasi 2 e 5, question e test.
Come detto, prevede infatti che l'ultima fase consista proprio nel rispondere alle domande elaborate nella fase 2.
La cultura nordamericana ha sempre dedicato particolare attenzione allo sviluppo di metodologie che potessero
migliorare l'apprendimento.
Uno dei primi metodi stato quello ideato dal professor Robinson ed denominato PQRST dalle iniziali delle
parole inglesi che titolano i vari passaggi.
Se si vuole applicare questo metodo dobbiamo eseguire in sequenza :
1) P ( Preview ): consiste nell'effettuare una veloce scorsa del testo per ottenere una prima visione d'insieme.
2) Q ( Question ): prima di effettuare la vera e propria lettura, bisogna porsi delle domande sui titoli dei capitoli e
dei paragrafi e su cosa si vuole recepire dal testo.
Con queste domande si cerca di stimolare un atteggiamento attivo da parte del lettore.
3) R ( Read ): lettura vera e propria che facilitata dall'avere eseguito i primi due passaggi.
4) S ( State ): ripetere le informazioni apprese con parole proprie per per facilitare il ricordo.
5) T ( Test ): verifica finale per vedere se sono presenti lacune di apprendimento e porvi quindi rimedio

Il metodo KWLH
Si tratta essenzialmente di un metodo per promuovere lesercizio di strategie metacognitive.
Il sistema molto semplice e si concretizza nella compilazione di una tabella (KWL chart o KWLH chart).
KWL lacronimo di what we Know, what we Want to know, e what we Learned.
Al KWL di base viene talvolta aggiunta una H che sta per How. Un come che, a seconda del livello del
soggetto in fase di apprendimento, potr tradursi proficuamente nelle seguenti possibilit:
a) Come potremmo approfondire (How we can learn more?);
b) Come possiamo imparare ci che desideriamo imparare (How can we find out what we want to learn?) .
Ne segue che potremo parlare di KWHL (come abbiamo fatto) o di KWLH.
La trasposizione operativa per integrare il metodo nella quotidiana pratica didattica consiste nel mostrare agli allievi
come utilizzare la tabella KWHL (e nel chieder loro di redigerla).
Una semplice tabella dedicata allargomento di studio, divisa nelle quattro colonne K, W, H ed L, che la classe e gli
alunni dovranno compilare (in un primo momento attraverso un brainstorming guidato).
Si tratta quindi di annotare largomento di studio a mo di titolo e, a seguire, esplicitare le preconoscenze, definire i
bisogni formativi, annotare la metodologia e gli strumenti utilizzati, elencare le conoscenze apprese.
Argomento: .
Know

Want

How

Learned

Che cosa conosco di


questo argomento?

Che cosa desidero


imparare?

Come posso imparare ci


che voglio imparare?

Che cosa ho imparato?

Per gli allievi pi giovani potrebbe essere opportuno aggiungere allacronimo una A (actions) e una Q (questions):
Quali atti concreti possono rappresentare il seguito naturale di ci che ho imparato?
Quali domande nascono dalle nuove conoscenze?

7 SEGRETI PER IMPARARE UNA LINGUA STRANIERA


Ho trovato per voi un articolo pubblicato dal blog di Ted dove i loro traduttori condividono i segreti per
imparare una nuova lingua.
Per chi non la conoscesse, TED una conferenza il cui motto idee che val la pena siano diffuse e le cui
presentazioni vengono video-registrate e pubblicate sul web.
I video dispongono di sottotitoli in varie lingue tradotte da volontari.
Traduco (grossolanamente) per voi larticolo.
Si dice che i bambini sono i migliori a imparare nuove lingue ma ci non vuol dire che gli adulti debbano rinunciare.
Abbiamo chiesto ai poliglotti dellOpen Translation Project di TED di condividere i loro segreti per imparare bene
una lingua straniera.
Le loro migliori strategie possono essere riassunte in sette principi di base:
1. Siate realistici
Ponetevi un primo obiettivo semplice e raggiungibile in modo da non sentirvi sopraffatti.
La traduttrice tedesca Judith Matz suggerisce: scegliete 50 parole di una lingua e iniziate a usarle con altre
persone e poi, lentamente, iniziate a imparare e utilizzare la grammatica.
2. Fate dellapprendimento di una nuova lingua una scelta di vita
Elisabeth Buffard nei suoi 27 anni di insegnamento dellinglese ha sempre notato come la coerenza ci che
distingue gli studenti migliori dagli altri.
Scoprite unabitudine che potete mantenere anche quando siete stanchi, malati o innamorati.
3. Invitate la lingua straniera nella vostra vita quotidiana
Pi lo fate e pi il vostro cervello la considerer un qualcosa di utile e importante.
Olga Dmitrochenkova, traduttrice russa, dice usate ogni opportunit per esporvi alla nuova lingua.
Mettete etichette su ogni oggetto nella vostra casa, leggete libri per bambini scritti in quella lingua, guardate
presentazioni fatte a TED con i sottotitoli oppure raccontate porzioni della vostra giornata ad un amico straniero
immaginario.
4. Fatevi aiutare dalla tecnologia
Dmitrochenkova ha unottima idea: una semplice idea come selezionare la lingua straniera come standard sul
telefonino pu aiutarvi a imparare nuove parole immediatamente.
Lo stesso vale per il vostro browser: cambiate anche su di esso la lingua di utilizzo.
Oppure potete cercare opportunit di apprendimento online pi strutturate.
Els De Keyser, traduttore olandese, consiglia Duolingo per il suo approccio ludico alla grammatica e Anki per
memorizzare parole con le sue flashcards intelligenti.
5. Considerate lapprendimento di una lingua straniera come porta di ingresso verso nuove esperienze
Sebastin Betti, traduttore spagnolo, ha sempre imparato una lingua straniera concentrandosi sulle nuove
esperienze che lapprendimento gli avrebbe consentito di fare come visitare parchi giochi, frequentare spettacoli e
festival oppure imparare nuove tecniche di fotografia.
Sebastin prende in considerazione cose che avrebbe voluto fare comunque e le trasforma in opportunit di
apprendimento della lingua.
Molti traduttori e molte traduttrici sono daccordo.
Anna Minoli, traduttrice di Italiano e Francese, ha imparato linglese guardando i suoi film preferiti non doppiati
mentre Ivan Stamenkovi, traduttore croato, si rese conto di parlare inglese in quinta elementare in seguito a anni
di visione del Cartoon Network senza sottotitoli.

Quindi, la prossima volta che vi serve una ricetta per una torta di carote vegana, cercatene una nella lingua che
state imparando.
6. Fate nuove amicizie
Interagire nella nuova lingua importantissimo vi insegner a esprimere i vostri pensieri in modo immediato
invece di tradurre mentalmente ogni frase prima di pronunciarla.
Trovate madrelingua che vivono vicino a voi oppure cercate amici con i quali comunicare online e imparare le
rispettive lingue.
7. Non preoccupatevi di fare errori
Una delle barriere pi comuni alla conversazione in una nuova lingua la paura di commettere errori.
Ma i madrelingua sono come genitori amorevoli: ogni vostro tentativo di comunicare nella loro lingua una prova
inconfutabile che siete un genio.
Apprezzeranno il vostro sforzo e vi aiuteranno.
Siete nervosi nel sostenere una conversazione?
Fate una prova con qualcuno pi giovane.
Judith Matz rivela ero contentissima quando stavo parlando con un bambino italiano e mi rendevo conto che
avevamo lo stesso livello di conoscenza della lingua.
Siate pazienti.
Pi parlate, pi vicini sarete allideale sfuggente di una scioltezza linguistica come quella dei madrelingua.
E pi vicini sarete allobiettivo di parlare ai vostri coetanei.

3 CONSIGLI PER IMPARARE A PARLARE LINGLESE FLUENTEMENTE


A seconda delle capacit linguistiche personali possibile che ci voglia molto tempo ma c un solo modo di
scoprirlo
Fare pratica e avere molta pazienza.
Per quello che riguarda il fare pratica, ovviamente diventa molto pi difficile quando si vive in Italia e non si hanno
opportunit di parlare inglese quotidianamente.
Esistono per alcuni strumenti che possono aiutare moltissimo.
Alcuni di questi suggerimenti possono sembrare banali ma, soprattutto per chi parte da zero o quasi, secondo me
vale la pena vedere se funzionano per voi.
1. Ripetete ad alta voce (a voi stessi) frasi in inglese
Quando ascoltate una radio in inglese avendola trovata su TuneIn provate a ripetere ad alta voce le frasi che siete
in grado di capire.
Questo il primo passo nellabituare la propria lingua a dire frasi in inglese.
In questo modo vi allenate per conto vostro prima di parlare con un madrelingua inglese e minimizzate un ostacolo
che altrimenti pu creare problemi quando state cercando di fare conversazione con qualcun altro.
Anche se si tratta solo di frasi fatte e modi di dire, avere questo bagaglio a propria disposizione durante una
conversazione aiuta moltissimo.
2. Offrite un caff a un madrelingua
Se conoscete un madrelingua inglese in Italia offrite loro di andare a prendere un caff per poter fare pratica di
inglese.
Se non conoscete nessuno potete sempre provare a trovare qualcuno attraverso Conversation Exchange, un sito
grazie al quale possibile mettersi in contatto con stranieri che vivono nella vostra citt e vogliono fare pratica di
italiano mentre voi fate pratica della loro lingua.
Polyglot unaltra piattaforma che offre la possibilit di conoscere e incontrarsi con stranieri che vogliono imparare
litaliano e sono disposti a insegnarvi la loro lingua attraverso la conversazione.
3. Cercate madrelingua on-line per poter parlare loro usando Skype
Se non trovate nessun madrelingua inglese che vive nella vostra citt, provate a cercarne online.
Attraverso i vari siti di apprendimento della lingua potrete mettervi in contatto con tantissime di queste persone,
alcune delle quali saranno interessate a imparare litaliano.
Una volta che maturate fiducia in queste persone invitatele ad un incontro tramite Skype.
Avrete cos occasione di passare ore a fare pratica con un madrelingua che magari vive nella nazione dove state
pensando di andare a vivere.
Questo vi offre anche il vantaggio di poter cercare persone che abbiano un particolare accento e quindi abituarvi a
quellaccento prima di arrivare a destinazione.
Ad esempio, passare dieci ore a parlare con qualcuno di Liverpool sar molto diverso rispetto a parlare con
qualcuno che vive a Glasgow piuttosto che in Nuova Zelanda.
Questi consigli valgono ovviamente per tutte le lingue!
Lultimo consiglio che darei ma secondo me il pi importante, in base alla mia esperienza, quello di non
preoccuparsi di fare errori anzi, sbagliando simpara, ma di parlare il pi possibile.
La maggior parte dei vostri interlocutori sar molto comprensiva e cercher di aiutarvi!
Inoltre non abbattetevi alle prime difficolt. Sar un percorso lungo e senza fine ma con determinazione riuscirete a
migliorare!

COME RICORDARE MEGLIO LE LINGUE STRANIERE


Lapprendimento di una lingua straniera solo una delle applicazioni disponibili attraverso questa piattaforma.
Anki utilizza flashcards per aiutarvi a capire se conoscete espressioni in una lingua straniera e aiutarvi a
memorizzarle.
Per esempio, dal punto di vista pratico, Anki visualizza una frase o una parola nella vostra lingua e voi dovete
provare a tradurla (nella vostra mente) nella lingua che state cercando di imparare.
Dopodich la rivelate e constatate se effettivamente la sapevate oppure no.
In caso positivo potete scegliere che la stessa frase vi venga riproposta durante unaltra sessione di studio e
memorizzazione non prima di 4 giorni.
Altrimenti, se la conoscevate ma non ve la ricordavate, potete scegliere che vi venga ri-proposta entro i prossimi 10
minuti.
Se invece proprio non la sapevate, scegliete che vi venga ri-proposta entro un minuto.
I formati della flashcards possono essere diversi: testo, audio, video, immagini.
Insomma, un altro strumento allinterno del vostro arsenale di risorse per imparare meglio le lingue straniere.
COMUNIT SU INTERNET PER IMPARARE LE LINGUE STRANIERE
Imparare le lingue straniere prima di emigrare il modo migliore per assicurarsi che lemigrazione sia una
di successo.
Il problema pi grande per chi sta in Italia quello di riuscire ad
entrare in contatto con chi possa insegnare loro le lingue.
Ovviamente le scuole di lingue costano e quindi esiste un limite a
quello che si pu imparare quando bisogna rimanere allinterno di un
certo budget.
Per fortuna esistono iniziative su Internet che permettono di imparare
e migliorare la conoscenza di una lingua straniera senza spendere
troppi soldi.
Comunit su internet per imparare le lingue
Polyglot una iniziativa non-profit che nasce in Francia ma che si estesa praticamente ad ogni angolo del globo.
Essa vi consente di trovare amici su Internet che vogliono imparare litaliano ed allo stesso tempo insegnare a voi
la loro lingua madre.
Ad esempio, se siete intenzionati ad andare in Francia potete cercare chi insegna il francese e vuole imparare
litaliano.
Vi si presenteranno dozzine di potenziali amici che potete poi contattare ed iniziare a dialogare con loro usando
una miriade di tecnologie quali ad esempio Skype.
Il tutto gratis e quindi consente a voi di fare pratica della lingua straniera che vi interessa spendendo molto poco
(collegamento ad Internet e computer).
Ovviamente magari non imparerete la grammatica perfetta che vi si insegna ad una scuola di lingue ma imparerete
la lingua parlata di tutti giorni che forse molto pi importante ed ha un valore molto pi pratico.
Piattaforme tipo Polyglot offrono inoltre la possibilit utilissima di crearsi una rete di conoscenze nella nazione di
destinazione prima di partire.
Una cerchia di amici virtuali si trasformer poi in una cerchia di amici reali una volta arrivati a destinazione e ci vi
consentir di ambientarvi molto pi in fretta utilizzando un sostegno pratico e morale utilissimo.
Vi consiglio quindi di andare a visitare Polyglot, iscrivervi ed iniziare a cercare chi pu aiutarvi a conoscere meglio
la lingua straniera in cambio della vostra conoscenza della lingua italiana.
Visitate inoltre la loro pagina Facebook ed il loro profilo Twitter.

IMPARARE LINGLESE CON I SOTTOTITOLI


Ho appena scoperto italiansubs.net, un sito che vi permette di scaricare i sottotitoli dei vostri telefilm preferiti e
sincronizzare la visione in lingua originale.
E un metodo ottimo per imparare lInglese, guardando e ascoltando la lingua parlata con accento originale e
avendo lopportunit di capire cosa viene detto leggendo i sottotitoli in Italiano.
Se state pensando di emigrare ma il vostro Inglese di livello scolastico, miglioratelo studiando e divertendovi allo
stesso tempo.
La selezione di sottotitoli veramente impressionante con Heroes, Prison Break, House, Fringe, Gossip Girl,
Californication tra i titoli pi popolari.
IL MODO MIGLIORE DI IMPARARE LINGLESE IN ITALIA
Se state pensando di emigrare allestero, ad esempio in Australia, Stati Uniti o Inghilterra, importantissimo sapere
lInglese ad un livello migliore di quanto la scuola italiana possa fornirvi.
Non importa quanto siate preparati nella vostra disciplina lavorativa, se non sapete comunicare nella lingua della
nazione dove vi trovate le vostre probabilit di successo diminuiscono drammaticamente.
Nella vita di tutti giorni farete pi fatica ad ambientarvi ed a capire i vostri nuovi amici e la loro mentalit.
Il problema che molti Italiani incontrano lincapacit, spesso di natura finanziaria, di andare ad imparare la lingua
nel paese dadozione, il modo migliore.
Quali sono le alternative che vi rimangono per impararare lInglese in Italia?
Innanzitutto andare a lezioni. In ogni citt ci sono scuole di lingue che offrono corsi dInglese per ogni livello di
conoscenza e abilit.
Io vi consiglierei innanzitutto di assicurarvi che linsegnante sia di madre lingua.
Per quanto uninsegnante nata in Italia possa essere preparata, una persona di madre lingua vi consentir di
familiarizzarvi con laccento.
Se avete gi deciso la vostra meta, cercate di avere uninsegnante che originaria del luogo perch gli accenti
inglesi, scozzesi, irlandesi, australiani o statunitensi sono molto diversi tra di loro.
Per motivi economici la soluzione pi facile la lezione di gruppo.
Lunico problema che imparerete lInglese alla velocit dello studente pi lento quindi se ve lo potete permettere
cercate di imparare linglese one-on-one, con un corso intensivo individuale.
Esiste la possibilit grazie ad internet di avere lezioni individuali con insegnanti Indiani residenti in India, il cui
Inglese ottimo, a poco costo e utilizzando servizi quali skype.
Dopo avere frequentato lezioni, guardatevi un sacco di televisione in Inglese.
Su internet o satellite. DVD, film o sit-com, limportante che non sia doppiata.
Sottotitoli si ma doppiata no, ovviamente.
Leggete su internet notizie della vostra destinazione. Imparerete sia la lingua scritta che gli eventi che
condizionano la vita dei vostri futuri amici!
Infine cercate di fare amicizia con persone di madre lingua Inglese residenti in Italia ed invitateli per un caff o una
pizza in cambio di un po di conversazione in Inglese!
Avete imparato lInglese cos o in altri modi?
Fatemi sapere che metodo vi ha aiutato di pi.

COME PRONUNCIARE LE PAROLE IN INGLESE


Howjsay.com un servizio semplice ma utilissimo per capire come si pronunciano le parole in inglese.
Si tratta di uno strumento gratuito disponibile on-line grazie al quale potete inserire la parola inglese che vi
interessa dopo di che questo avverr pronunciata da un madrelingua e vi aiuter a capire bene come pronunciarla
Ad esempio, avete mai avuto problemi a pronunciare la parola sheet in inglese?
Per litaliano medio questa una delle parole pi ostiche da pronunciare perch esce spesso come shit.. con
ilarit a seguire e, a volte, imbarazzo.
Per evitare questi disguidi utilizzate quindi Howjsay per attrezzarvi con una pronuncia pari (quasi) a quella dei
madrelingua!!!
Attualmente ci sono pi di 160.000 parole inserite nel dizionario di questo sito ed esistono anche le app sia per
Iphone che per Android.
Lutilizzo semplicissimo: inserite una o pi parole (fino a un massimo di quindici) poi cliccate Cerca per ascoltare
la pronuncia.
Quando la vostra parola appare in color rosa, potete passarci sopra con il mouse per sentirla pronunciare.
Altrimenti potete consultare la lista alfabetica delle parole e delle frasi contenute nel dizionario.
Sappiamo tutti che la pronuncia inglese un qualcosa che pu essere ostico per tanti di noi. Il poter ascoltare e
riascoltare un madrelingua aiuta moltissimo a migliorare la propria capacit di comunicazione e di interazione con i
nostri nuovi amici allestero.
COME FARE PRATICA DI INGLESE IN ITALIA
Conversation Exchange pu fornire la soluzione a chi vuole imparare una lingua straniera ma non ha lopportunit
di fare pratica.
Ipotizziamo che vogliate fare pratica di inglese ma vi trovate in Italia.
Dove trovate un madrelingua che voglia parlare inglese con voi?
Su Conversation Exchange!
Ci sono moltissimi stranieri in Italia che vogliono fare pratica di italiano offrendo in scambio la possibilit
allinterlocutrice italiana la possibilit di fare pratica della loro lingua madre.
Come trovarli?
Andate su Conversation Exchange, create il vostro profilo specificando che lingua parlate e quale lingua volete
allenare; in che citt vivete; a che tipo di conversazione siete interessati (faccia a faccia; corrispondenza o chat) e
altre informazioni anagrafiche.
Vi renderete cosi rintracciabili grazie alla funzione di ricerca di Conversation Exchange.
Potrete poi cercare stranieri che facciano il caso vostro.
Ad esempio, oggi, ci sono 343 persone in Italia che parlano inglese e vogliono fare pratica di Italiano.
343 opportunit di migliorare la vostra conoscenza della lingua e di fare nuove amicizie.
Ovviamente avvantaggiato chi vive nelle citt pi grandi e in quelle turistiche per. non si sa mai!
Nei risultati della vostra ricerca sarete in grado di leggere una mini presentazione da parte del potenziale
interlocutore grazie alla quale potete capire se avete interessi ed hobbies in comune, ad esempio.
Il tutto gratuitamente.
Una volta contattata unaltra persona, vi potete mettere daccordo per incontrarvi in un bar, prendere un cappuccino
e parlare per mezzora in italiano e per mezzora in inglese.
Parlerete cosi di cose di tutti i giorni piuttosto che di argomenti trattati allinterno di lezioni di lingua pi strutturate.
Ovviamente, come per tutte le iniziative di questo tipo, prendete le giuste precauzioni quando andate ad incontrare
persone conosciute su internet.
Magari fatevi accompagnare da un amico o da unamica e dite ai vostri cari dove e con chi vi incontrate.

COME IMPARARE LINGLESE O QUALSIASI LINGUA IN TRE MESI SECONDO TIM FERRISS
Tim Ferriss ci spiega come imparare qualsiasi lingua in tre mesi.
Per chi preferisce metodologie diverse consiglio LIVEMOCHA.
Vi traduco il suo post per comodit.
Imparare una lingua straniera non deve essere per forza complicato.
Principi di neuroscienze cognitive e di gestione del tempo possono essere usati per raggiungere scioltezza nella
conversazione (definita come comprensione di almeno 95 percento e 100 percento capacit di espressione) in uno
tre mesi.
Una spiegazione sulla mia ossessione con i linguaggi, tratta da un post precedente riguardante come imparare al
di fuori della classe:
dalluniversit di Princeton (Cinese, Giapponese, Coreano, Italiano) e le scuole lingue Middlebury (Giapponese),
fino ai deludenti risultati osservati lavorando alla Berlitz International (Giapponese, Inglese), ho cercato per pi di
dieci anni di rispondere ad una semplice domanda: perch la maggior parte dei corsi di lingue non funzionano?
Il sistema ideale e lavanzamento sono basati su tre punti, nellordine
1. Efficacia
2. Adesione
3. Efficienza
Efficacia, adesione ed efficienza si riferiscono a cosa, perch e come imparare un linguaggio. Semplicemente,
prima decidi cosa imparare, a seconda delluso del linguaggio (priorit); poi filtri materiali di studio a seconda della
probabilit di continuare lo studio o adesione (interesse); infine, determini come imparare il soggetto nel modo pi
efficiente (processo).
Efficacia: se selezionate il materiale sbagliato, non importa come studiate o se studiate, la scioltezza nel linguaggio
parlato impossibile senza gli strumenti adatti.
Gli insegnanti sono di secondaria importanza agli strumenti, cos come i cuochi sono meno importanti delle ricette.
Adesione: il rivedere lo stesso materiale in continuazione causer una monotonia che deve essere bilanciata
dallinteresse nel materiale di studio.
Anche se scegliete il materiale pi efficace ed efficiente, se non vi aderite con ripetuto studio, lefficacia e
lefficienza sono inutili.
Potete perseverare con il materiale ed il metodo che avete scelto?
Altrimenti, materiali o metodi meno efficaci saranno comunque una soluzione migliore.
Lapproccio migliore non significa nulla se non lo usate.
Ad esempio, se correre in salita con in mano palle da bowling fosse il modo pi efficace di dimagrire, per quanto
tempo la persona media aderirebbe ad un tale programma?
Se non vi interessate di politica, aderirete ad un corso di lingua che si concentra su questo soggetto?
Chiedetevi: riuscir a studiare questo materiale ogni giorno fino a quando raggiunger i miei obiettivi di scioltezza?
Se avete il minimo dubbio, cambiate le vostre selezioni.
Spesso meglio scegliere contenuti che coincidono con i vostri interessi nella vostra lingua madre.
Se la vostra lingua madre lInglese, non leggete qualcosa nella lingua che state imparando se non lo leggereste
in Inglese.
Usate il linguaggio che state imparando come veicolo per imparare di pi su argomenti di interesse.
Non usate materiale incongruente con i vostri interessi come veicolo per imparare un linguaggio non funzioner.
Efficienza: non importa granch se avete il migliore materiale e lo studiate se ci vogliono 20 anni per arrivare alla
scioltezza nel parlare.
Il ritorno dellinvestimento non sar attraente.

Chiedetevi: questo metodo, mi far raggiungere la competenza che voglio con il minimo numero di sessioni di
studio, nel periodo di tempo minore?
Se la risposta no, il vostro metodo va raffinato o sostituito.
Un esempio pratico di Efficacia (80/20)
La Legge di Pareto vuole l80 percento dei risultati sono originati dal 20 percento degli sforzi, materiali o input.
Possiamo adattare questa teoria e classificare il materiale di studio a seconda della probabilit di uso.
Per capire il 95 percento di una lingua e diventare abile alla conversazione pu richiedere 3 mesi di studio intenso;
per raggiungere il 98 percento pu richiedere 10 anni.
Si raggiunge quindi un livello dove conviene imparare altri linguaggi invece di imparare un extra 1 percento in 5
anni.
Ora occupiamoci delle cose pi importanti della comunicazione: le parole.
Se studiate Inglese, la lista seguente riporta le parole che forniranno il migliore ritorno sullinvestimento per ora per
le prime 3 settimane di studio:

LE 100 PAROLE PI COMUNI DELLINGLESE SCRITTO


1. the
2. of
3. and
4. a
5. to
6. in
7. is
8. you
9. that
10. it
11. he
12. was
13. for
14. on
15. are
16. as
17. with
18. his
19. they
20. I
21. at
22. be
23. this
24. have
25. from
26. or
27. one
28. had
29. by
30. word
31. but
32. not
33. what
34. all

35. were
36. we
37. when
38. your
39. can
40. said
41. there
42. use
43. an
44. each
45. which
46. she
47. do
48. how
49. their
50. if
51. will
52. up
53. other
54. about
55. out
56. many
57. then
58. them
59. these
60. so
61. some
62. her
63. would
64. make
65. like
66. him
67. into
68. time

69. has
70. look
71. two
72. more
73. write
74. go
75. see
76. number
77. no
78. way
79. could
80. people
81. my
82. than
83. first
84. water
85. been
86. call
87. who
88. oil
89. its
90. now
91. find
92. long
93. down
94. day
95. did
96. get
97. come
98. made
99. may
100. part

Le prime 25 delle parole precedenti formano circa un terzo di tutto il materiale scritto in Inglese.
Le prime 100 formano la met e le prime 300 formano circa il 65 percento di tutto il materiale scritto in Inglese.
Spesso le liste di frequenza delle parole in Inglese non fanno distinzione tra la lingua scritta e quella parlata.
Le 100 parole pi comuni nel linguaggio parlato sono molto diverse da quelle del linguaggio scritto e questa
distinzione valida per tutti i linguaggi.

LE 100 PAROLE PI COMUNI DELLINGLESE PARLATO


1. a, an
2. after
3. again
4. all
5. almost
6. also
7. always
8. and
9. because
10. before
11. big
12. but
13. (I) can
14. (I) come
15. either/or
16. (I) find
17. first
18. for
19. friend
20. from
21. (I) go
22. good
23. goodbye
24. happy
25. (I) have
26. he
27. hello
28. here
29. how
30. I
31. (I) am
32. if
33. in
34. (I) know

35. last
36. (I) like
37. little
38. (I) love
39. (I) make
40. many
41. one
42. more
43. most
44. much
45. my
46. new
47. no
48. not
49. now
50. of
51. often
52. on
53. one
54. only
55. or
56. other
57. our
58. out
59. over
60. people
61. place
62. please
63. same
64. (I) see
65. she
66. so
67. some
68. sometimes

69. still
70. such
71. (I) tell
72. thank you
73. that
74. the
75. their
76. them
77. then
78. there is
79. they
80. thing
81. (I) think
82. this
83. time
84. to
85. under
86. up
87. us
88. (I) use
89. very
90. we
91. what
92. when
93. where
94. which
95. who
96. why
97. with
98. yes
99. you
100. your

La frequenza delle singole parole varier da lingua a lingua ma le due liste sono valide per i linguaggi pi comuni.
Contenuti e selezione delle parole da imparare oltre le pi comuni 300-500 parole deve essere guidata a seconda
dellinteresse nella materia di studio.
La domanda pi pertinente sar Come userai questo linguaggio?
Ad esempio, io usai manuali di istruzione di arti marziali quando studiai judo in Giappone.
Il mio obiettivo principale era quello di imparare mosse per usarle nei tornei.
Per evitare dolore ed imbarazzo, avevo una grande motivazione ad imparare le parole che descrivevano le varie
mosse.
Lo sviluppo della lingua era una priorit secondaria.
Uno si aspetterebbe che lutilit di studiare materiali completamente diversi sia minima ma la grammatica
identica.
Il vocabolario pu essere specializzato e tecnico ma io avevo una grammatica migliore di studenti di Giapponese di
4 e 5 anni in 2 mesi di studio di manuali di arti marziali.

La specializzazione del mio vocabolario non mi cre problemi di comunicazione perch passavo l80 percento del
mio tempo libero allenandomi con persone che usavano il vocabolario del judo.
Spero questo post possa aiutarvi ad imparare meglio lInglese o qualsiasi altra lingua siate imparando se state
pensando di emigrare allestero, per migliorare le possibilit di carriera o semplicemente per piacere personale.
In bocca al lupo!

SE NON VI VIENE VOGLIA DI IMPARARE LINGLESE LEGGENDO QUESTO


Volete emigrare e avete dubbi su quanto riuscirete a guadagnare?
Uno dei fattori pi importanti se non il pi importante, non mi stancher mai di dirlo, la conoscenza della lingua
straniera.
Se parlate un inglese scolastico (e ammettiamolo, sappiamo benissimo cosa vuol dire) (o lingua della nazione di
destinazione) rischierete molto di pi di non trovare lavoro e, se lo trovate, di guadagnare di meno rispetto agli
autoctoni.
Come facciamo a saperlo?
Grazie a statistiche fornite dallOffice of National Statistics britannico, lequivalente dellIstat italiano.
Usando dati rilevati durante il censimento 2011 stata definita la competenza da parte di residenti di Inghilterra e
Galles allinterno del mercato del lavoro.
Innanzitutto su 45,5 milioni di residenti, 41,8 milioni avevano linglese come lingua madre.
2,9 milioni hanno invece risposto di essere competenti cio di parlare inglese bene o molto bene.
785.000 persone hanno invece detto di non parlare linglese bene o per niente.
Di tutti questi 36,3 milioni facevano parte della fascia di et tra i 16 ed i 64 anni quindi potenziali appartenenti alla
forza lavoro.
32,9 milioni con inglese lingua madre; 2,7 milioni che lo parlavano bene o molto bene e 654.000 che invece non lo
parlavano bene o affatto.
25,7 milioni di residenti lavoravano.
La percentuale di occupati sale a seconda della conoscenza dellinglese.
Pu sembrare un dato ovvio (e lo ) ma abbiamo cifre alla mano per dimostrare quanto la mancata conoscenza
della lingua del posto impatti le probabilit di trovare lavoro.
Il 71,9% dei madrelingua lavorava (il 75,5% degli uomini ed il 68,3% delle donne).
Il 65,4% di chi parlava molto bene o bene linglese lavorava (il 72,3% degli uomini e il 58,3% delle donne)
Il 48,3% di chi non parlava bene inglese lavorava (il 68% degli uomini e il 34,3% delle donne).
Per quelli che lavoravano, le professioni pi comuni per chi non aveva linglese come lingua madre erano quelle
definite come elementari cio quelle per le quali sono richiesti minimi livelli di addestramento e non richiedono
ulteriori periodi di studio rispetto alla scuola dellobbligo.
Il 19,2% di chi parlava molto bene o bene linglese lavorava in una tipologia di professione elementare mentre
questa percentuale saliva al 38,2% per chi non parlava bene linglese.
Dal censimento risulta anche che il tasso di disoccupazione sale con una minore conoscenza della lingua.
I madre lingua avevano un tasso di disoccupazione pari al 7,2%; chi parlava bene linglese pari al 9,5% mentre chi
non lo parlava bene pari al 12,3%.
e adesso tutti a leggere la pagina Risorse per imparare le lingue straniere!!!
IMPARARE LINGLESE SU YOUTUBE
Ho trovato per voi un corso di Inglese su YouTube, gratis ovviamente.
MisterDuncan uninsegnante inglese di madrelingua che ha insegnato Inglese in Cina per quattro anni ed ha
pubblicato su Youtube una serie di 40 video, fino ad ora, di lezioni di inglese.
Le lezioni forniscono un misto di seriet (grammatica) e svagatezza (moda, slang, eccetera).
Insomma, se state pensando di emigrare allestero ma il vostro Inglese di livello scolastico, utilizzate questa
risorsa per migliorare le vostre prospettive!

COME ASCOLTARE GRATUITAMENTE RADIO DI TUTTO IL MONDO


TuneIn un sito che mette a disposizione lo streaming dal vivo di pi di 70.000 radio di tutto il mondo.
Per chi vuole migliorare la propria conoscenza di una lingua straniera in modo gratuito, TuneIn fornisce una ottima
soluzione.
Fondato nel 2002, TuneIn pu essere utilizzato su diverse piattaforme, smartphones inclusi.
A seconda dei vostri gusti potete selezionare programmi radio di musica, sport, notizie o talk show.
Molto importante la funzionalit che vi consente di selezionare una radio in base alla sua locazione geografica.
In primo luogo selezionate il continente e poi la nazione che ospita la radio che vi interessa.
Una volta selezionata la nazione avrete anche la possibilit di scegliere la citt della radio.
Ad oggi, ad esempio, sono presenti 95 radio svedesi. Se vi interessa migliorare la vostra comprensione dello
svedese spero che ne troviate una che faccia il caso vostro!
TuneIn mette anche a disposizione una app a pagamento che consente di registrare il programma per ascoltarlo di
nuovo successivamente.
In questo modo potete concentrarvi su ci che non avete capito durante il primo ascolto.
Oltre ai programmi radio avete accesso anche ad un paio di milioni di podcasts.
Grazie a TuneIn potete non solo migliorare la vostra comprensione di una lingua straniera ma anche tenervi
aggiornati sulle notizie e sugli avvenimenti pertinenti una particolare nazione o citt.
Una volta arrivati a destinazione riuscirete quindi a dialogare con i vostri nuovi vicini di casa parlando delle cose di
tutti giorni piuttosto che sostenere il dialogo tipico che avviene tra un indigeno ed uno straniero.
Preferireste parlare sempre di pizza e sole oppure delle ultime notizie a Stoccolma, Zurigo e Lisbona?
Affrontando conversazioni pi naturali i vostri nuovi connazionali vi considereranno uno di loro pi velocemente
(non necessariamente velocemente per, attenzione).
Inoltre, particolare non indifferente, potete familiarizzarvi con particolari accenti. Ad esempio il francese parlato in
Quebec, pare abbastanza impegnativo anche per francesi (merci Martine per la segnalazione).
Attualmente TuneIn ospita 40 milioni ascoltatori al mese.

RISORSE PER IMPARARE LE LINGUE STRANIERE


Ecco un elenco di risorse utili ad imparare le lingue straniere.
Condividetelo con i vostri amici!
Modi di dire in Inglese
Video attraverso i quali spiego modi di dire in inglese.
Livemocha
Risorsa online dedita allapprendimento delle lingue grazie al supporto di una comunit di milioni di persone di tutto
il mondo
Babbel
Corsi online in tutte le principali lingue del mondo
Duolingo
Lezioni per imparare la principali lingue straniere soprattutto utilizzando smartphone e tablet
TuneIn Come ascoltare gratuitamente radio di tutto il mondo
TuneIn un sito che mette a disposizione lo streaming dal vivo di pi di 70.000 radio di tutto il mondo.
Google Translate
Traduttore online gratuito fornito da Google. Decine e decine di lingue disponibili.
Come capire se sapete una lingua straniera
Test online fornito da Education First (EF) che fornisce un primo indizio su quanto bene sappiate linglese, il
francese, il tedesco e lo spagnolo.
Wordreference per migliorare le lingue straniere
WordReference un sito dedicato allapprendimento delle lingue fondato nel 1999.
Forvo per migliorare la pronuncia della lingua straniera
Forvo una risorsa on-line che vi aiuta a capire come pronunciare parole e nomi in una lingua straniera utilizzando
registrazioni audio.
Conversation Exchange Come fare pratica di inglese in Italia
Conversation Exchange pu fornire la soluzione a chi vuole imparare una lingua straniera ma non ha lopportunit
di fare pratica.
Howjsay Come pronunciare le parole in inglese
Howjsay.com un servizio semplice ma utilissimo per capire come si pronunciano le parole in inglese.
IELTS.org
Sito dedicato allesame di inglese IELTS
Mr Duncan per imparare lInglese
Mr Duncan offre unottima risorsa per chi deve imparare linglese avendo una conoscenza molto bassa della lingua.
Imparare il Cinese con i video della CCTV
Il sito dellemittente cinese CCTV mette a disposizione tantissimi video che aiutano ad imparare il mandarino.
Integrationskurse per imparare il Tedesco
Gli Integrationskurse sono corsi di integrazione per nuovi immigrati in Germania.
Come far pratica di tedesco in Germania
ErsteNachhilfe un sito tedesco dedicato ai tedeschi che vogliono imparare una nuova lingua. Il vantaggio offerto
agli italiani (e agli stranieri) in Germania che voi potete offrire la vostra competenza di madrelingua italiana per
imparare il tedesco con un nativo.
Die Wiener Volkshochschulen per imparare il tedesco (e altro) a Vienna
Die Wiener Volkshochschulen fornisce corsi per adulti a basso costo a Vienna.

Non sai il norvegese? Leggi questo articolo


Luniversit NTNU di Trondheim ha creato una risorsa on-line per aiutare chi sta iniziando ad imparare il
norvegese.
Corsi di finlandese per adulti in Finlandia
Alcune risorse per chi vuole emigrare in Finlandia
Corsi di svedese gratuiti per immigrati
Svenskundervisning fr invandrare (SFI) sono i corsi di svedese gratuiti per gli immigrati.
Polyglot Club
Polyglot una iniziativa non-profit che nasce in Francia ma che si estesa praticamente ad ogni angolo del globo.
Essa vi consente di trovare amici su Internet che vogliono imparare litaliano ed allo stesso tempo insegnare a voi
la loro lingua madre.
Le mille parole pi usate in Spagnolo
Slow German
Podcast in tedesco al rallentatore.
Chineasy
Come imparare i caratteri cinesi facilmente.
Come ricordare meglio le lingue straniere
Anki un programma di software che aiuta a imparare (tra le altre cose) le lingue straniere.