Sei sulla pagina 1di 156

Guida dell'utente

Enfocus PitStop Pro

Sommario
1. Copyright.........................................................................10
2. Guida introduttiva..............................................................11
2.1 Documentazione di PitStop Pro.............................................................11
Guida dell'utente di PitStop Pro.......................................................11
Guida di Riferimento di PitStop Pro...................................................11
Per accedere alla Documentazione di PitStop Pro.................................11
2.2 Requisiti di sistema...........................................................................11
Per verificare i requisiti di sistema sul sito Web di Enfocus.....................11
2.3 Installare PitStop Pro.........................................................................12
PitStop Pro e Adobe Acrobat............................................................12
2.4 Avvio di PitStop Pro...........................................................................12
Per avviare PitStop Pro...................................................................12
Primo utilizzo di PitStop Pro 09.......................................................12
Risoluzione dei problemi: PitStop Pro non accessibile in Adobe Acrobat....13
2.5 Licenza..........................................................................................13
Creare un account di attivazione......................................................14
Avviare una versione di prova.........................................................14
Attivare le licenze.........................................................................15
Spostare licenze tra computer.........................................................16
2.6 Assistenza.......................................................................................17
Supporto tecnico gratuito...............................................................17
Per segnalare un problema.............................................................17
3. Analisi dell'area di lavoro di PitStop Pro...................................18
3.1 Analisi dell'area di lavoro di PitStop Pro in Adobe Acrobat..........................18
Ricerca dei menu di PitStop Pro.......................................................18
Ricerca delle barre degli strumenti di PitStop Pro................................18
3.2 Impostazione della lingua dell'interfaccia di PitStop Pro...........................19
Per specificare la lingua dell'interfaccia utente di PitStop Pro.................19
3.3 Impostazioni visualizzazione in PitStop Pro............................................20
Visualizzazione di un documento PDF in una vista contorni...................20
Come mostrare o nascondere le note................................................21
Accelerazione della visualizzazione delle immagini tramite l'uso di immagini alternative.21
3.4 I Workspace....................................................................................23
Il Pannello Workspace Enfocus........................................................23
Usare i workspace........................................................................24
3.5 Gestione Impostazioni Enfocus...........................................................26
Database predefiniti.....................................................................26
Gestire le Impostazioni.................................................................28

2
Indice generale

4. Lavorare con i documenti PDF................................................31


4.1 Come copiare e incollare gli attributi degli oggetti....................................31
Informazioni sulla copia degli attributi degli oggetti............................31
Per copiare e incollare gli attributi di un oggetto.................................31
4.2 Annullamento o ripetizione delle azioni................................................31
Informazioni sull'annullamento o sulla ripetizione delle azioni:.............31
Per annullare o ripetere un'azione..................................................32
4.3 Misurazione della distanza tra due punti...............................................32
Per sostituire un oggetto...............................................................33
4.4 Visualizzazione degli attributi degli oggetti............................................33
Visualizzazione degli attributi degli oggetti tramite lo strumento Contagocce.33
Usare l'Ispettore Enfocus...............................................................34
4.5 I Layout Disegno..............................................................................35
La barra degli strumenti Layout Disegno............................................35
Il Pannello Layout Disegno Enfocus..................................................37
Usare i Layout Disegno..................................................................37
Selezionare un Layout Disegno.......................................................39
Box di Pagina.............................................................................40
Uso delle guide...........................................................................43
Zone.........................................................................................43
4.6 Lavorare con i livelli.........................................................................46
Informazioni sui livelli..................................................................46
Modificare le impostazioni relative ai livelli nell'Ispettore Enfocus..........46
5. Utilizzo dei documenti Certified PDF.......................................47
5.1 Flusso di lavoro PDF..........................................................................47
5.2 Descrizione del flusso di lavaro Certified PDF..........................................47
Flusso di lavoro PDF tradizionale.....................................................47
Il flusso di lavoro Certified PDF: salvataggio incrementale.....................47
Strumento di ripristino.................................................................48
5.3 Cos'è un documento Enfocus Certified PDF?...........................................49
Metadati Acrobat.........................................................................49
Metadati Enfocus.........................................................................49
5.4 Verifica dello stato Certified PDF di un documento PDF.............................49
Per verificare lo stato Certified PDF di un documento PDF.....................49
Aspetti dello Stato PDF certificato....................................................50
5.5 Impostazione dell'identificazione utente per Certified PDF........................51
Due tipi di identificazione utente....................................................51
Per impostare l'identificazione personale..........................................51
Per visualizzare le informazioni di sistema.........................................51
5.6 Avvio di un flusso di lavoro Certified PDF per un documento PDF................52
Timbratura di un documento PDF....................................................52
Per iniziare un flusso di lavoro Certified PDF......................................52
5.7 Preflight e Verifica............................................................................52

3
Enfocus PitStop Pro

5.8 Preflight Certified PDF.......................................................................53


5.9 Verifica del documento originale.........................................................53
Per verificare il documento originale................................................54
5.10 Confronto Profilo preflight Certified....................................................54
Il Pannello Confronta Preflight Enfocus.............................................55
Impostare una Configurazione di Confronto Profili Preflight...................55
5.11 Inserimento delle informazioni sul lavoro in un documento Certified PDF....56
Nozioni relative alle informazioni sui processi....................................56
Per inserire le informazioni su un lavoro in un documento Certified PDF...56
5.12 Aggiunta di un commento relativo alle sessioni.....................................57
Per aggiungere un commento relativo alle sessioni.............................57
5.13 Visualizzazione del registro delle modifiche..........................................57
Informazioni sul registro delle modifiche..........................................57
Per visualizzare il registro delle modifiche.........................................57
5.14 Visualizzazione della cronologia del documento....................................58
Per visualizzare la cronologia del documento....................................58
Salvataggio delle anteprime..........................................................58
Confronto delle sessioni................................................................59
5.15 Salvataggio di un documento Certified PDF ottimizzato...........................62
Cos'è un documento Certified PDF "ottimizzato"?................................62
Per salvare un documento Certified PDF ottimizzato............................63
5.16 Verifica delle specifiche aggiornate in CertifiedPDF.net............................63
CertifiedPDF.net: una risorsa online per le specifiche PDF......................63
La comunità CertifiedPDF.net..........................................................64
Verifica delle specifiche aggiornate..................................................64
Per impostare le opzioni relative alle preferenze di aggiornamento........65
Per verificare lo stato del proprio account CertifiedPDF.net....................65
6. Preflight e controllo dei documenti PDF..................................66
6.1 Esecuzione di un controllo di preflight.................................................66
Gestire i profili di preflight............................................................66
Per eseguire un controllo di preflight...............................................66
Differenza tra un controllo preflight Certified e un controllo normale.......67
6.2 Proprietà dei documenti PDF..............................................................68
Categorie delle proprietà...............................................................68
6.3 Segnalazione di problemi.................................................................68
Definizione dei livelli di gravità dei problemi....................................68
Livelli di gravità dei problemi: esempio............................................69
6.4 Per modificare o creare un Profilo preflight...........................................69
6.5 Aggiunta di Elenchi Azioni a Profili Preflight..........................................70
Informazioni sull'aggiunta di Elenchi Azioni a Profili Preflight................70
Per aggiungere Elenchi Azioni a un Profilo Preflight.............................70
6.6 Ricerca di un Profilo preflight..............................................................71
Informazioni relative al blocco........................................................71

4
Indice generale

Per bloccare un Profilo Preflight con una password..............................71


6.7 Uso di Navigatore Enfocus..................................................................72
Navigazione tra errori, avvertenze e correzioni....................................72
Per utilizzare il Navigatore Enfocus...................................................72
6.8 Visualizzazione e interpretazione dei rapporti........................................74
Contenuto di un rapporto..............................................................74
Per visualizzare e interpretare un rapporto........................................75
6.9 Rapporti annotati............................................................................76
Informazioni sui rapporti annotati...................................................76
Creazione di rapporti annotati........................................................76
Per visualizzare e interpretare un rapporto annotato...........................76
Rimuovere le informazioni del rapporto............................................76
6.10 Automatizzazione del preflight..........................................................77
EnfocusPitStop Server....................................................................77
Enfocus Switch............................................................................77
7. Modifica degli oggetti.........................................................78
7.1 Selezione degli oggetti.......................................................................78
Strumenti di selezione degli oggetti.................................................78
Selezione di un oggetto specifico....................................................78
Per selezionare un oggetto.............................................................79
Per selezionare oggetti simili.........................................................80
7.2 Come nascondere o mostrare gli oggetti selezionati..................................81
Motivi per nascondere gli oggetti.....................................................81
Per nascondere gli oggetti selezionati...............................................81
Per rendere visibili tutti gli oggetti nascosti.......................................81
7.3 Modifica dell'ordine di sovrapposizione degli oggetti................................81
Oggetti sovrapposti.......................................................................81
Per modificare l'ordine di sovrapposizione degli oggetti.......................82
7.4 Sostituzione di un oggetto.................................................................82
Informazioni sulla sostituzione degli oggetti......................................82
Per sostituire un oggetto...............................................................83
7.5 Modifica o rimozione dei commenti OPI degli oggetti...............................83
Informazioni sull'OPI....................................................................83
Per modificare o rimuovere le informazioni OPI degli oggetti.................83
7.6 Modifica della trasparenza degli oggetti................................................83
Per modificare la trasparenza degli oggetti........................................83
Per rimuovere la trasparenza.........................................................84
7.7 Modifica del colore degli oggetti di testo o di grafica vettoriale...................84
Cambiare il colore e specificare gli attributi di riempimento e linea........84
Attributi di riempimento...............................................................84
Attributi di linea.........................................................................85
Per cambiare il colore degli oggetti di testo o di grafica vettoriale..........86
Conversione del colore tramite il pannello Converti colore di Enfocus......87

5
Enfocus PitStop Pro

7.8 Utilizzo dei campioni utente..............................................................88


Utilizzo dei campioni utente..........................................................88
Per creare campioni utente............................................................89
Per applicare un colore dei campioni utente a oggetti o testo...............89
Per rimuovere colori dai campioni utente.........................................89
7.9 Rotazione di un oggetto....................................................................90
Punto di origine della rotazione.....................................................90
Per ruotare un oggetto tramite trascinamento....................................90
Per ruotare un oggetto specificando un angolo di rotazione..................91
7.10 Ridimensionamento di un oggetto......................................................91
Per ridimensionare un oggetto tramite trascinamento..........................92
7.11 Spostamento di un oggetto................................................................93
Per spostare o copiare un oggetto tramite trascinamento......................93
7.12 Inclinare un oggetto........................................................................96
Informazioni sull'inclinazione........................................................96
Per inclinare un oggetto...............................................................96
7.13 Trasformazione di un oggetto tramite la specifica di valori esatti................98
Per trasformare un oggetto tramite la specifica di valori esatti...............98
7.14 Creazione di nuove forme................................................................100
Disegno di ellissi e rettangoli........................................................100
Per creare una nuova forma..........................................................100
7.15 Creazione di un nuovo tracciato.........................................................101
Per creare un nuovo tracciato........................................................101
7.16 Modifica di un tracciato...................................................................102
Per modificare un tracciato...........................................................102
7.17 Aggiunta o rimozione di un punto di ancoraggio...................................103
Motivi dell'aggiunta o della rimozione dei punti di ancoraggio.............103
Per aggiungere un punto di ancoraggio...........................................103
Per rimuovere un punto di ancoraggio............................................104
7.18 Mascheramento degli oggetti............................................................105
Per mascherare un oggetto...........................................................105
7.19 Visualizzazione delle proprietà di un'immagine raster............................106
Proprietà delle immagini raster.....................................................106
Per visualizzare le proprietà di un'immagine raster............................106
7.20 Ricampionamento delle immagini raster............................................106
Informazioni sul ricampionamento................................................106
Motivi del downsampling di un'immagine.......................................106
Metodi di interpolazione..............................................................107
Ricampionamento medio.............................................................107
Subsampling..............................................................................107
Ricampionamento bicubico...........................................................107
Ricampionamento bilineare..........................................................107
Ricampionamento bicubico BSpline................................................107

6
Indice generale

Per ricampionare una singola immagine..........................................107


Per ricampionare più immagini.....................................................108
7.21 Compressione delle immagini raster...................................................108
Informazioni sulla compressione...................................................108
Metodi di compressione...............................................................108
filtri ASCII.................................................................................108
Per comprimere una singola immagine...........................................109
7.22 Visualizzazione delle statistiche degli oggetti selezionati........................109
Informazioni sulle statistiche........................................................109
Per visualizzare le statistiche degli oggetti selezionati........................109
7.23 Visualizzazione delle informazioni sulle mezzetinte di un oggetto.............110
Informazioni sulle mezzetinte........................................................110
Per visualizzare le informazioni sulle mezzetinte di un oggetto.............110
7.24 Selezione del testo.........................................................................110
Testo o segmenti di testo..............................................................110
Per selezionare un singolo segmento di testo.....................................111
Per selezionare più segmenti di testo adiacenti..................................111
Per selezionare più segmenti di testo non adiacenti............................112
Per selezionare segmenti di testo con le stesse proprietà......................112
Per selezionare il testo in una singola riga di testo.............................113
Per selezionare il testo su più righe in un paragrafo............................113
7.25 Modifica di una singola riga di testo...................................................114
Per creare o modificare una singola riga di testo................................114
7.26 Modifica di un paragrafo di testo.......................................................114
Paragrafi come entità di testo logiche..............................................114
Per modificare un paragrafo di testo................................................115
7.27 Modifica del testo verticale...............................................................116
Informazioni sul testo verticale......................................................116
Per modificare una riga di testo verticale.........................................116
7.28 Modifica delle proprietà dei font........................................................117
Informazioni sulle proprietà dei font...............................................117
Per cambiare le proprietà dei font del testo.......................................117
7.29 Conversione del testo in contorni.......................................................118
Informazioni sulla conversione del testo in contorni...........................118
Motivi della conversione del testo in contorni...................................118
Implicazioni relative alla conversione del testo in contorni...................118
Per convertire il testo in contorni....................................................119
7.30 Suddivisione dei segmenti di testo....................................................120
Suddivisione di un segmento di testo in parole o caratteri...................120
Per dividere un segmento di testo..................................................120
7.31 inserimento dei documenti PDF nei documenti PDF................................120
Informazioni sull'inserimento dei documenti PDF nei documenti PDF.....120
Per inserire un documento PDF in un documento PDF:.........................121

7
Enfocus PitStop Pro

7.32 Modifica dei moduli........................................................................121


Informazioni sui moduli...............................................................121
Per modificare i moduli................................................................122
Modificare singoli oggetti all'interno di un modulo............................122
Per modificare il modulo stesso e/o l'intero contenuto di un modulo......122
7.33 Modifica dei documenti PDF2Go.........................................................123
Livelli LW (Line-Work) e CT (Continuous-Tone)....................................123
Per modificare i documenti PDF2Go.................................................124
8. modifiche globali..............................................................127
8.1 Applicazione di modifiche globali.......................................................127
Gestire modifiche globali..............................................................127
Per applicare una modifica globale.................................................127
8.2 Uso delle modifiche globali nella realtà...............................................128
Esempi di modifiche globali..........................................................128
8.3Modificadelladimensione,dellaposizioneedell'orientamentodelcontenutodellapagina.129
Manipolazione del contenuto della pagina.......................................129
Spostamento del contenuto della pagina.........................................129
Ridimensionamento del contenuto della pagina................................129
Ridimensionamento del contenuto della pagina in modo proporzionale..130
Ridimensionamento dell'intera pagina............................................130
Come riflettere il contenuto della pagina..........................................131
Rotazione del contenuto della pagina..............................................131
8.4 Rimozione di testo o oggetti all'interno o all'esterno di un'area selezionata.132
Informazione sulla rimozione di oggetti: esempi di utilizzo..................132
Per rimuovere oggetti all'interno o all'esterno di un'area selezionata.....133
8.5 Aggiunta del testo..........................................................................134
Informazioni sull'aggiunta del testo................................................134
Variabili....................................................................................134
Struttura di una variabile.............................................................135
9. Esecuzione automatica di attività tramite gli elenchi azioni........136
9.1 Informazioni sugli Elenchi Azioni........................................................136
Automazione delle operazioni ripetitive...........................................136
Esempio: modifica delle proprietà degli oggetti vettoriali....................136
9.2 Tipi di azione................................................................................138
Informazioni sui tipi di azione.......................................................138
Selezioni..................................................................................138
Modifiche.................................................................................138
Controlli...................................................................................138
Informazioni.............................................................................138
9.3 Eseguire un Elenco Azioni.................................................................139
Gestire gli elenchi azioni..............................................................139
Per eseguire un Elenco Azioni........................................................139
9.4 Creare o modificare un Elenco Azioni..................................................139

8
Indice generale

Modi per creare o modificare un Elenco Azioni...................................141


Linee guida per la creazione degli elenchi azioni...............................141
Per creare o modificare un Elenco Azioni..........................................142
Per creare un Elenco Azioni tramite la registrazione............................143
9.5 Blocco di un Elenco Azioni................................................................144
Informazioni relative al blocco......................................................144
Blocco di un Elenco Azioni con password.........................................144
9.6 Elenchi Azioni in pratica..................................................................145
Esempio di un Elenco Azioni.........................................................145
Esempio: Creazione di un elenco azioni che modifica il layout di pagina..145
9.7 Usare le QuickRun...........................................................................147
Informazioni sulle QuickRun..........................................................147
Quando utilizzare le QuickRun?......................................................148
Per creare una QuickRun:.............................................................148
Per utilizzare una Esecuzione Rapida (QuickRun)...............................149
Per gestire le QuickRun................................................................149
9.8 Ulteriore automazione.....................................................................150
EnfocusPitStop Server..................................................................150
Enfocus Switch...........................................................................150

9
Enfocus PitStop Pro

1. Copyright
© 2009 Enfocus NV tutti i diritti riservati.Enfocus è un'azienda EskoArtwork.
Certified PDF è un marchio registrato di Enfocus NV; brevetto in corso di registrazione.
Enfocus PitStop Pro, Enfocus PitStop Server, Enfocus Instant PDF, Enfocus StatusCheck, Enfocus
CertifiedPDF.net, Enfocus Instant Barcode, Enfocus PitStop Extreme, Enfocus PDF Workflow Suite,
Enfocus LightSwitch, Enfocus FullSwitch, Enfocus PowerSwitch, Enfocus SwitchClient e Enfocus
SwitchScripter sono nomi di prodotti Enfocus NV.
Acrobat, Distiller, InDesign, Illustrator, Photoshop, FrameMaker, PDFWriter, PageMaker, logo
Adobe, logo Acrobat e PostScript sono marchi Adobe Systems Incorporated.
Macintosh, Mac, Mac OS e ColorSync sono marchi di Apple Computer Inc., registrati negli Stati
Uniti e in altri Paesi.
Windows, Windows 2000, Windows XP e Windows Vista sono marchi registrati di Microsoft
Corporation.
I colori PANTONE® visualizzati qui potrebbero non corrispondere agli standard identificati con
PANTONE. Consultare le pubblicazioni PANTONE Color correnti per ottenere un colore accurato.
PANTONE® e altri marchi Pantone, Inc. sono di proprietà di Pantone, Inc. © Pantone, Inc., 2006.
OPI è un marchio di Aldus Corporation.
Quark, QuarkXPress, QuarkXTensions, XTensions ed il logo XTensions tra gli altri, sono marchi di
Quark, Inc. e di tutte le aziende affiliate competenti, Registrato presso Uff. Marchi e Brevetti degli
Stati Uniti ed in molti altri paesi.
Questo prodotto e l'utilizzo di questo prodotto sono in licenza da Markzware e protetti dal brevetto
U.S. N. 5.963.641.
Tutti gli altri nomi di marche e prodotti sono marchi o marchi registrati dei rispettivi proprietari.
Tutte le specifiche, condizioni e descrizioni di prodotti e servizi sono soggette a modifica senza
preavviso o regresso.

10
2. Guida introduttiva

2. Guida introduttiva

2.1 Documentazione di PitStop Pro

Guida dell'utente di PitStop Pro

La Guida dell'utente di PitStop Pro descrive i concetti principali di PitStop Pro e fornisce istruzioni
passo-passo sul funzionamento di PitStop Pro. Inoltre, vengono fornite informazioni su altre
tecnologie chiave di Enfocus integrate in PitStop Pro, quali Profili Preflight, Elenchi Azioni e
Certified PDF.
Tutte le informazioni nella Guida dell'utente di PitStop Pro sono disponibili anche nella guida
in linea.

Guida di Riferimento di PitStop Pro

La Guida di Riferimento PitStop Pro fornisce informazioni dettagliata sulle specifiche impostazioni
ed opzioni.
È strutturata come un manuale di riferimento, che consente di trovare il significato di particolari
impostazioni.

Per accedere alla Documentazione di PitStop Pro

Scegliere ? > Guida moduli aggiuntivi > Guida Enfocus PitStop Pro e selezionare una delle
opzioni seguenti:

2.2 Requisiti di sistema

I requisiti di sistema vengono visualizzati nel programma di installazione ed elencati nelle schede
informative del prodotto nel sito Web di Enfocus.

Per verificare i requisiti di sistema sul sito Web di Enfocus

1. Accedere al sito Web all'indirizzo www.enfocus.com e scegliere Products > PitStop Pro >
Learn more .

2. Fare clic su System requirements nella sezione Support.

11
Enfocus PitStop Pro

2.3 Installare PitStop Pro

PitStop Pro e Adobe Acrobat

PitStop Pro è un plug-in per Adobe Acrobat Professional, e quindi Adobe Acrobat va chiuso prima
di installare PitStop Pro.
Per installare PitStop Pro:

1. Effettuare una delle seguenti operazioni:


• Inserire il CD-ROM o il DVD Enfocus Software nell'apposita unità.
• Scaricare PitStop Pro dal sito Web di Enfocus Software (www.enfocus.com)

Nota: Se si installa PitStop Pro da un DVD o CD-ROM, verificare di disporre della versione più
aggiornata sul sito Web di Enfocus. È possibile che siano disponibili degli aggiornamenti.

2. Selezionare il prodotto Enfocus da installare.

3. Se necessario, fare doppio clic sul programma di installazione.

4. Attenersi alle istruzioni di installazione visualizzate sullo schermo.

2.4 Avvio di PitStop Pro

Per avviare PitStop Pro

PitStop Pro è un plug-in per Adobe Acrobat, pertanto è necessario avviare il programma
dall'interno di Adobe Acrobat.

1. Avviare Adobe Acrobat.

2. Aprire un documento PDF.

3. Fare clic su un pulsante su una delle barre degli strumenti di PitStop Pro.

Primo utilizzo di PitStop Pro 09

Quando si usa PitStop Pro 09 per la prima volta dopo l'installazione, la finestra Informazioni su
Enfocus PitStop Pro si apre automaticamente. Questa finestra mostra informazioni sul software,
e consente di iniziare un periodo di prova del software, o attivare la propria copia di PitStop Pro
09.

Informazioni su
La scheda Informazioni su mostra la versione del software, le informazioni per contattare Enfocus,
e consente di visualizzare il copyright (facendo click sul pulsante Visualizza Copyright).

12
2. Guida introduttiva

Prova
La scheda Prova consente di avviare un periodo di prova o attivare il proprio software, e mostra
le informazioni relative alla licenza dopo l'attivazione.
• Fare click sul pulsante Attiva per aprire la Procedura Guidata Attivazione Licenza, che aiuterà
nella procedura di attivazione del proprio software.
Consultare Attivare le licenze alla pagina 15.

Nota: È anche possibile attivare la propria licenza in qualsiasi momento utilizzando Guida
> Guida Plug-In > Guida Enfocus PitStop Pro > Licenza > Attiva .

• Fare click sul pulsante Avvia Prova per aprire la Procedura Attivazione Licenza che guiderà
nell'avvio di una versione di prova del proprio software.

Informazioni sul supporto tecnico


La scheda Informazioni sul supporto tecnico mostra informazioni sul proprio sistema, che si
possono comunicare all'assistenza Enfocus quando si verificano dei problemi con il proprio
software.
Per copiare ed incollare queste informazioni, usare prima il pulsante Copia negli Appunti, poi
incollare le informazioni in un file di testo o nel corpo di una email.

Risoluzione dei problemi: PitStop Pro non accessibile in Adobe Acrobat

Se si avvia Adobe Acrobat ma le barre degli strumenti o i menu di PitStop Pro non sono visibili (
Plug-in > Enfocus ), verificare quanto segue:
• Non premere il tasto MAIUSC subito dopo l'avvio di. Adobe Acrobat. In tal caso, Adobe Acrobat
verrà avviato senza caricare alcun plug-in.
• Scegliere Modifica > Preferenze > Generali > Avvio e verificare che l'opzione Usa solo plug-in
certificati nell'area Avvio applicazione non sia selezionata.

2.5 Licenza

Dalla finestra Informazioni su Enfocus PitStop Pro, è possibile:


• avviare un periodo di prova di 30 giorni (vedi Avviare una versione di prova alla pagina 14),
• attivare la propria licenza (vedi Attivare le licenze alla pagina 15),
• disattivare la propria licenza (vedi Guida di Riferimento PitStop Pro per maggiori informazioni),
• riparare la propria licenza (vedi Guida di Riferimento PitStop Pro per maggiori informazioni).

Per semplificare il processo di configurazione, il computer su cui gira PitStop Pro dovrebbe essere
online e dotato di accesso completo ad Internet durante l'esecuzione delle operazioni di licenza.
Tuttavia, se il computer che si sta utilizzando non dispone di un accesso completo ad Internet,
è possibile effettuare le operazioni di licenza off-line se:
• è possibile utilizzare e-mail Internet ed usare un browser Web su un altro computer,
• è possibile copiare un file ricevuto da un messaggio di e-mail via Internet sul computer su
cui si usa PitStop Pro (usando una chiavetta USB, un dischetto, attraverso la rete interna...).

13
Enfocus PitStop Pro

Per maggiori informazioni sulle procedure off-line, consultare la Guida di Riferimento PitStop
Pro.

Prima di poter attivare o disattivare le licenze, è necessario creare un account di attivazione


attraverso il sito web Enfocus (http://www.enfocus.com/CreateAccount).

Creare un account di attivazione

1. Andare su http://www.enfocus.com/CreateAccount.

2. Inserire le informazioni richieste nei campi.

3. Se si vogliono ricevere notizie da Enfocus o essere contattati da un Enfocus Certified Partner,


lasciare le due caselle in fondo selezionate; altrimenti, cancellarle.

4. Cliccare su Crea il mio Account.

5. Dopo alcuni minuti, controllare la propria casella di e-mail, dove sarà arrivato un nuovo
messaggio di Enfocus sull'attivazione del proprio nuovo account.

Nota:
Se non si riceve il messaggio, controllare la cartella del filtro antispam.

6. Una volta ricevuto il messaggio, aprirlo e cliccare sul link in esso contenuto per confermare
il proprio indirizzo e-mail.
Si arriverà ad una pagina web che conferma l'attivazione dell'account.

Avviare una versione di prova

Una volta creato e confermato l'account di attivazione (vedere Creare un account di attivazione
alla pagina 14), è possibile iniziare un periodo di prova di 30 giorni per la propria copia di PitStop
Pro.
• Se il computer su cui gira la propria copia di PitStop Pro è connesso a Internet, è possibile
iniziare il periodo di prova di 30 giorni direttamente da questo computer.
Consultare Avviare una versione di prova on-line alla pagina 14.
• Altrimenti, è necessario creare un file di richiesta di periodo di prova ed utilizzare un computer
che è connesso ad Internet, per inviarlo al server di attivazione.
Consultare la Guida di Riferimento PitStop Pro per ulteriori informazioni.

Avviare una versione di prova on-line


È possibile avviare un periodo di prova di 30 giorni on-line se il computer su cui la copia di
PitStop Pro è installato è connesso ad Internet.
Per avviare un periodo di prova di 30 giorni on-line, procedere come segue:

1. Andare nella scheda Prova della finestra Informazioni su Enfocus PitStop Pro e cliccare su
Attiva.

Si apre la Procedura Guidata Attivazione Licenza (su PC) oppure l'Assistente Attivazione
Licenza (su Mac) .

14
2. Guida introduttiva

2. Fare clic su Avanti (su PC) o Continua (su Mac) nella prima schermata della finestra Procedura
Guidata/Assistente Attivazione Licenza.

3. Selezionare Attivazione on-line e cliccare Avanti o Continua.

4. Inserire il nome e la password dell'account di attivazione e fare click su Avanti / Continua.

Nota:
L'account di attivazione deve essere stato creato in Creare un account di attivazione alla
pagina 14.

Se non si è ancora creato l'account di attivazione, fare click sul link Crea un nuovo Account
Enfocus nell'Assistente/Procedura e seguire Creare un account di attivazione alla pagina 14
per istruzioni.

Dopo che si è cliccato su Avanti / Continua, compare una barra di stato mentre il sistema
entra in comunicazione con il server di attivazione. Non chiudere o interrompere la procedura.
Compare un messaggio che comunica il completamento in modo corretto dell'attivazione
della prova, specificando che è ora possibile utilizzare i prodotti richiesti sul computer.

5. Fare clic su Fine / Fatto.

Il numero dei giorni di prova rimanenti sono indicati nella scheda Prova della finestra
Informazioni su Enfocus PitStop Pro.

Attivare le licenze

Una volta creato e confermato il proprio account di attivazione (vedere Creare un account di
attivazione alla pagina 14), si può cominciare ad attivare le licenze utilizzando i codici prodotto
forniti con il software.
I codici di prodotto possono essere ottenuti dai negozi on-line, dai file di codice prodotto ricevuti
da Enfocus, oppure si possono trovare all'interno delle confezioni del software.

Nota: I file di codice prodotto sono file HTML. È possibile farvi sopra doppio click per verificare
quali codici prodotto contengono.

• Se il computer su cui gira PitStop Pro è connesso a Internet, si possono scaricare le licenze
per i codici prodotto e attivarle direttamente da questo.
Consultare Attivazione on-line alla pagina 15.
• Altrimenti, è necessario creare un file di richiesta attivazione ed utilizzare un computer che
è connesso ad Internet, per inviarlo al server di attivazione.
Consultare la Guida di Riferimento PitStop Pro per ulteriori informazioni.

Attivazione on-line
È possibile attivare uno o più codici prodotto on-line, se il computer su cui si usa il software è
connesso ad Internet.
Per attivare un codice prodotto on-line, procedere come segue:

15
Enfocus PitStop Pro

1. Aprire la Procedura Guidata Attivazione Licenza (su PC) oppure l'Assistente Attivazione Licenza
(su Mac) in uno di questi modi:

• andando nella scheda Prova della finestra Informazioni su Enfocus PitStop Pro e cliccando
su Attiva,

• andando su Guida > Guida Plug-In > Guida Enfocus PitStop Pro > Licenza > Attiva .

2. Fare clic su Avanti (su PC) o Continua (su Mac) nella prima schermata della finestra Procedura
Guidata/Assistente Attivazione Licenza.

3. Selezionare Attivazione on-line e cliccare Avanti o Continua.

4. Nella schermata I tuoi codici prodotto, scegliere il numero di codici prodotto che si vuole
attivare e fare click su Avanti oppure Continua.

5. In rapporto a quanto si è scelto nel passo precedente:

a) Se si sceglie Ho un codice prodotto, inserire il codice prodotto nei campi appositi. Il cursore
si sposta automaticamente al campo successivo mentre si inserisce il codice.
b) Se si sceglie Ho più di un codice prodotto, inserire ciascun codice prodotto su una linea,
seguito da una virgola.
c) Fare clic sul pulsante Avanti / Continua.

6. Inserire il nome e la password dell'account di attivazione e fare click su Avanti / Continua.

Nota:
L'account di attivazione deve essere stato creato in Creare un account di attivazione alla
pagina 14.

Se non si è ancora creato l'account di attivazione, fare click sul link Crea un nuovo Account
Enfocus nell'Assistente/Procedura e seguire Creare un account di attivazione alla pagina 14
per istruzioni.

Dopo che si è cliccato su Avanti / Continua, compare una barra di stato mentre il sistema
entra in comunicazione con il server di attivazione. Non chiudere o interrompere la procedura.
Compare un messaggio che comunica il completamento in modo corretto dell'attivazione,
specificando che è ora possibile utilizzare i prodotti richiesti sul computer.

7. Fare clic su Fine / Fatto.

Il prodotto e la sua licenza compaiono nella scheda Licenza della finestra Informazioni su
Enfocus PitStop Pro (la scheda precedentemente si chiamava Prova).

Spostare licenze tra computer

Per spostare le licenze tra computer, procedere come segue:

1. Disattivare le licenze sul computer che non le utilizzerà più.


Consultare la Guida di Riferimento PitStop Pro per ulteriori informazioni.

16
2. Guida introduttiva

2. Copiare il file con i codici prodotti sul computer che utilizzerà le licenze.

3. Sul computer che acquisisce le licenze, attivare le licenze usando il file con i codici prodotto.
Consultare Attivare le licenze alla pagina 15.

2.6 Assistenza

Supporto tecnico gratuito

Quando si lavora con prodotti registrati Enfocus, si ha il diritto all'assistenza tecnica gratuita,
che garantisce che i prodotti funzionino come dovrebbero. Quando si contatta il servizio di
supporto di Enfocus, è necessario fornire le informazioni sulla configurazione del sistema operativo
del computer e dei prodotti Enfocus utilizzati. A tal fine, le informazioni di supporto vengono
visualizzate nella finestra di dialogo Informazioni su PitStop Pro, accessibile dal menu? È possibile
copiare e incollare queste informazioni in un file di testo o in un messaggio e-mail da inviare
al supporto di Enfocus.
Inoltre, è possibile consultare la Knowledge Base di Enfocus oppure, per segnalare un problema,
è possibile utilizzare la sezione Support presente nel sito Web di Enfocus.
È anche possibile contattare un rivenditore o un esperto locale. Una lista completa di tutti i
rivenditori o esperti Enfocus si trova sul sito web Enfocus all'indirizzo http://www.enfocus.com

Per segnalare un problema

1. Scegliere ? > Informazioni sui plug-in di terzi > Informazioni su Enfocus PitStop Professional
.

Viene visualizzata la finestra di dialogo Informazioni su Enfocus PitStop Pro.

2. Fare clic sulla scheda Informazioni sul supporto tecnico.


È ora possibile vedere tutte le informazioni relative alla versione di PitStop Pro installata sul
sistema e alla configurazione del sistema.

3. Fare clic su Copia negli Appunti.

4. Incollare le informazioni in un file di testo o in un messaggio di posta elettronica e inviarlo


a support@enfocus.com.

17
Enfocus PitStop Pro

3. Analisi dell'area di lavoro di PitStop Pro

3.1 Analisi dell'area di lavoro di PitStop Pro in Adobe Acrobat

Ricerca dei menu di PitStop Pro

Menu integrati
Come nelle versioni precedenti, i menu di PitStop Pro sono integrati nei menu di Adobe Acrobat,
ad esempio nei menu Modifica, Strumenti o Finestra. È particolarmente facile trovare i menu
di PitStop Pro perché contengono tutti la parola "Enfocus"; ad esempio, Modifica > Preferenze
> Enfocus Preferenze PitStop Pro .

Menu dedicati
PitStop Pro ha anche dei menu dedicati. Essi si trovano nella barra dei menu di Adobe Acrobat:
• PDF Certificato
• Plug-In > Enfocus PitStop Pro

Menu contestuali

Se lo strumento Seleziona oggetti è attivo, nel menu contestuale visualizzato quando si fa


clic su un oggetto con il pulsante destro del mouse o mentre si tiene premuto il tasto CTRL saranno
disponibili le opzioni e le azioni di PitStop Pro rilevanti per la selezione corrente. Se ad esempio
è selezionato un oggetto di testo, sarà possibile selezionare "Testo > Converti in contorni" dal
menu contestuale.

Ricerca delle barre degli strumenti di PitStop Pro

Le barre degli strumenti PitStop Pro si trovano accanto oppure sotto le barre degli strumenti di
Adobe Acrobat. Per mostrare o nascondere una barra degli strumenti di Enfocus, scegliere
Visualizza > Barre degli strumenti , quindi selezionare una barra degli strumenti contenente la
parola "Enfocus"; ad esempio, Enfocus - Pannelli di controllo.

18
3. Analisi dell'area di lavoro di PitStop Pro

A. Barra degli strumenti File di Adobe Acrobat


B. Barra degli strumenti Enfocus - Modifica
C. Impostazioni Workspace e Visualizzazione Enfocus
D. Barra degli strumenti Enfocus Layout Disegno
E. Barra degli strumenti Enfocus - QuickRun
F. Barra degli strumenti Enfocus - Pannelli di controllo
G. Barra degli strumenti Enfocus Annulla & Ripeti

È possibile selezionare uno strumento facendo clic sul relativo pulsante. Alla destra di alcuni di
questi pulsanti è visualizzato un triangolo nero invertito, che sta a indicare che "dietro" al
pulsante sono disponibili altri strumenti.
Per selezionare uno degli strumenti di modifica "sottostanti", fare clic sul triangolo e selezionare
lo strumento desiderato.
Se alcuni di questi strumenti "sottostanti" vengono utilizzati di frequente, è anche possibile fare
clic sul triangolo e selezionare l'opzione Espandi questo pulsante.

3.2 Impostazione della lingua dell'interfaccia di PitStop Pro

Come nelle versioni con più lingue di Adobe Acrobat, è possibile specificare la lingua
dell'interfaccia utente di PitStop Pro. È possibile visualizzare nella propria lingua tutti i menu e
le finestre di dialogo di PitStop Pro.

Per specificare la lingua dell'interfaccia utente di PitStop Pro

È possibile impostare la lingua in Preferenze > Preferenze Enfocus PitStop Pro > Lingua
È necessario riavviare Adobe Acrobat per applicare la nuova lingua selezionata.

19
Enfocus PitStop Pro

3.3 Impostazioni visualizzazione in PitStop Pro

Visualizzazione di un documento PDF in una vista contorni

Vista contorni
È possibile visualizzare un documento PDF in una delle modalità seguenti:
• Anteprima. Questa è la normale modalità di visualizzazione dei documenti PDF in Adobe
Acrobat. Le pagine, gli oggetti e il testo vengono visualizzati nel documento PDF così come
verranno stampati.
• Vista contorni

Se si esamina un documento PDF in una vista contorni, il documento verrà visualizzato come
segue:
• Gli oggetti appariranno in formato bordato.
• Il testo può essere visualizzato in un contorno, con un riempimento nero o come testo
"simulato", ovvero può apparire sullo schermo sotto forma di barra grigia, anziché mostrare
i singoli caratteri. È possibile selezionare questa opzione in Preferenze di Enfocus PitStop.

Figura 1: Vista contorni di un documento PDF: gli oggetti sono rappresentati in formato bordato (A) e il testo può essere simulato (B).

Quando utilizzare la vista contorni


La vista contorni di un documento PDF può risultare utile per:
• Visualizzare e selezionare gli oggetti che sono (parzialmente) coperti da altri oggetti. Vedere
anche Modifica dell'ordine di sovrapposizione degli oggetti alla pagina 81
• Visualizzare e modificare maschere. Vedere anche Mascheramento degli oggetti alla pagina
105
• Velocizzare la visualizzazione delle pagine, nel caso contengano numerose immagini raster
o immagini raster di grandi dimensioni.

20
3. Analisi dell'area di lavoro di PitStop Pro

Per visualizzare un documento PDF in anteprima o in una vista contorni

1. Aprire un documento PDF.

2. Fare clic sul pulsante Visualizza contorno per passare dall'anteprima alla vista contorni e
viceversa.

Come mostrare o nascondere le note

Documenti PDF annotati


Un documento PDF può contenere note, le quali possono essere create con Adobe Acrobat o con
plug-in di terze parti. Quando si visualizza un documento PDF, le note possono essere visibili o

nascoste. Utilizzare il pulsante Nascondi note per mostrare o nascondere tutte le note in
un solo passaggio.

Figura 2: Documento PDF con note visualizzate (A) o nascoste (B).

Per mostrare o nascondere tutte le note in un documento

1. Utilizzare lo strumento Mano di Adobe Acrobat per verificare che non sia selezionata alcuna
nota.

2. Fare clic sul pulsante Nascondi note per mostrare o nascondere le note.

Accelerazione della visualizzazione delle immagini tramite l'uso di immagini alternative

Visualizzazione di immagini alternative a bassa risoluzione


Se si lavora con un documento PDF che contiene immagini ad alta risoluzione, è possibile
impostare Adobe Acrobat in modo che visualizzi le immagini più rapidamente. A tale scopo, è

possibile fare clic sul pulsante Accelera visualizzazione immagini , a condizione che nel

21
Enfocus PitStop Pro

documento PDF siano contenute immagini alternative a una risoluzione inferiore. In caso contrario,
è possibile aggiungere immagini alternative tramite un Elenco azioni.

Figura 3: Accelera visualizzazione immagini disattivato: viene Figura 4: Accelera visualizzazione immagini attivato: viene
visualizzata l'immagine ad alta risoluzione visualizzata un'anteprima a bassa risoluzione dell'immagine.

Per creare immagini alternative nel documento PDF

1. Aprire il documento PDF contenente le immagini ad alta risoluzione.

2. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Panello di Controllo Elenco Azioni .

3. Nel Pannello di Controllo Elenco Azioni e Profilo Preflight, fare clic su Gestisci > Nuovo .

4. Immettere le informazioni generali relative all'Elenco Azioni.

5. Fare clic sul pulsante per aggiungere una nuova azione.

6. Nella finestra di dialogo Nuovo Tipo Azioni, selezionare Aggiungi Immagini Alternative.

7. Fare clic su Aggiungi.

8. Nell' Editor Elenco Azioni di Enfocus, specificare gli attributi dell'azione:


• La risoluzione delle immagini alternative
• Se le immagini alternative devono essere a colori RGB

9. Fare clic su OK.

10. Nel Pannello di Controllo Elenco Azioni e Profilo Preflight, selezionare l'opzione Documento,
quindi fare clic su Esegui.

Per accelerare la visualizzazione delle immagini


Fare clic sul pulsante Accelera visualizzazione immagini nella barra degli strumenti Pulsanti
di visualizzazione di Enfocus PitStop per passare dalla visualizzazione di immagini ad alta
risoluzione alla visualizzazione di immagini a bassa risoluzione e viceversa.

22
3. Analisi dell'area di lavoro di PitStop Pro

3.4 I Workspace

Un workspace consente di personalizzare l'interfaccia utente di PitStop Pro (per esempio mostrando
o nascondendo i pannelli Enfocus), in modo da visualizzare più o meno informazioni, secondo
necessità.
I workspace comprendono anche altre impostazioni di Adobe Acrobat ed Enfocus PitStop Pro,
come la posizione delle finestre, le impostazioni di visualizzazione e di colore, i layout disegno,
ecc.
È possibile utilizzare i workspace di default, oppure creare dei workspace adatti alle diverse
operazioni che si svolgono con PitStop Pro. È anche possibile passare velocemente da un workspace
all'altro quando serve.

Il Pannello Workspace Enfocus

Il Pannello Workspace Enfocus consente di gestire i workspace.


Per aprirlo:

• Andare in Finestra > Mostra Pannello Workspace Enfocus...


• Usare la scorciatoia Alt + Ctrl + W (in Windows), oppure la scorciatoia Option + Command
+ W (su Mac).
• Fare click sul Pulsante Workspace Enfocus nella barra degli strumenti.

Gestire i Workspace
Nel pannello Workspace, è possibile gestire i propri workspace utilizzando la Gestione
Impostazioni: vedere Gestione Impostazioni Enfocus alla pagina 26
La Gestione Impostazioni consente di organizzare, cercare, duplicare e gestire i workspace.

Workspace predefiniti
PitStop Pro contiene tre workspace predefiniti, con i quali è possibile cominciare subito a lavorare.

23
Enfocus PitStop Pro

Nascondi PitStop Pro


Questo workspace nasconde quanto più possibile dell'interfaccia utente PitStop Pro. In questo
modo si può lavorare con Adobe Acrobat senza essere disturbati da PitStop Pro.

Modifica manuale
Questo workspace apre i pannelli di controllo usati tipicamente per modificare file PDF (come
l'Ispettore PitStop).

Elaborazione
Questo workspace apre il pannello Elaborazione Enfocus, e contiene impostazioni tipicamente
usate quando si effettuano operazioni semi-automatiche (come l'esecuzione del preflight di un
documento).

Usare i workspace

Creare un Workspace
Per creare un workspace da zero, fare come segue:

1. Fare click sul tasto destro nel Pannello Workspace Enfocus e scegliere Nuovo > Nuovo...

Si apre l'Editor Workspace Enfocus.

2. Inserire un Nome Workspace.

3. Per ciascuna delle Categorie, scegliere le Impostazioni che si vogliono usare e i rispettivi
valori.

Nota:
È anche possibile prendere le impostazioni dall'interfaccia Acrobat/PitStop Pro ed utilizzarli
nel workspace:

24
3. Analisi dell'area di lavoro di PitStop Pro

• cliccare il pulsante e selezionare Prendi Tutte le Categorie per prendere tutte le


impostazioni corrente dal workspace.
• selezionare una categoria, cliccare e selezionare Prendi Categoria Corrente per prendere
le impostazioni correnti relative a questa categoria (per esempio, tutte le impostazioni di
Visualizzazione Acrobat).

4. Una volta terminato, fare click su OK.

Il nuovo workspace viene salvate come workspace Locale.

Modificare un Workspace

1. Se il workspace che si vuole modificare è un workspace Standard, bisogna prima trascinarlo


nel database Locale per farne una copia.

2. Nel database Locale, fare doppio click sul workspace da modificare.

Si apre l'Editor Workspace Enfocus.

3. Modificare il workspace come necessario.

4. Una volta finito, fare click su OK per salvare le modifiche nel database Locale

Applicare un Workspace
Per utilizzare un workspace per il lavoro corrente:

• Selezionarlo nel Pannello Workspace Enfocus e fare click sul pulsante Applica.
• Nella barra degli strumenti, fare click accanto al pulsante Enfocus Workspace e selezionare
il workspace da usare.
• Selezionarlo nel menu Finestra > Enfocus Workspace .

25
Enfocus PitStop Pro

Selezionare un Workspace di avvio


Per utilizzare un workspace predefinito per la volta successiva in cui si avvia Acrobat Professional:

1. Selezionare il workspace nel Pannello Workspace Enfocus.

2. Fare click sul pulsante azione e scegliere Applica workspace selezionato all'avvio.
Il workspace di avvio selezionato è indicato in fondo al pannello.

3.5 Gestione Impostazioni Enfocus

Per salvare, creare, gestire o selezionare le impostazioni di PitStop Pro, si utilizza la Gestione
Impostazioni.
Una impostazione predefinita può essere un workspace, un layout disegno, un elenco azioni,
una modifica globale o un profilo di preflight. In tutti i pannelli corrispondenti, viene usata la
Gestione Impostazioni. Tutti questi aspetti vengono in generale chiamati "Predefiniti".

Database predefiniti

Si possono vedere tre database, Preferiti, Standard e Locale.


È possibile aggiungere categorie e database nelle Preferenze di Enfocus PitStop Pro, oppure
direttamente in Gestione Impostazioni. Consultare Creare un database alla pagina 27 o la Guida
di Riferimento PitStop Pro per ulteriori informazioni.

Preferiti
Questo database contiene scorciatoie alle impostazioni predefinite nel database Standard e/o
Locale, che sono state aggiunte ai preferiti.
Per aggiungere un predefinito ai preferiti, vedere Aggiungere una Impostazione ai Preferiti alla
pagina 28.

26
3. Analisi dell'area di lavoro di PitStop Pro

Standard
Questo database contiene le impostazioni predefinite di default installate con PitStop Pro.

Nota:
È possibile modificare questi predefiniti, ma non è possibile salvare un predefinito modificato
nel database Standard.
Se si vuole salvare un predefinito modificato, farne prima una copia dal database Standard a
quello Locale, e poi modificare la copia.

Locale
Questo database contiene i predefiniti modificati o creati dall'utente, ed accessibili solo al
particolare utente.
È possibile modificare e rinominare questi predefiniti come si desidera. È anche possibile
organizzarli in gruppi (vedere Ordinare e raggruppare le impostazioni alla pagina 28).

Creare un database
È possibile importare una cartella esistente nel proprio disco fisso o in una cartella condivisa
come database nella Gestione Impostazioni, nelle preferenze Enfocus PitStop Pro, oppure
direttamente dalla Gestione Impostazioni.

1. Fare click con il tasto destro nella Gestione Impostazioni e selezionare Nuovo > Nuovo
Database...

2. Si apre una finestra che consente di selezionare la cartella che si vuole importare come
database, e cliccare OK.

Si può vedere questa cartella come database nella Gestione Impostazioni.


Se la cartella contiene delle sottocartelle e/o dei workspace, è possibile vederli come gruppi nella
Gestione Impostazioni.

Mostrare le Proprietà di un Database Importato

1. Dopo aver importato un database, fare click con il tasto destro in Gestione Impostazioni e
scegliere Mostra Proprietà...

Si apre la finestra Proprietà.

2. Se necessario, usare le finestra Proprietà per:

• cambiare il Nome Visualizzazione del database (il suo nome nel pannello),
• selezionare una cartella diversa da usare come database,

27
Enfocus PitStop Pro

• rendere il database in Sola Lettura o nuovamente modificabile.

3. Fare click su OK per salvare le modifiche.

Aggiornare il pannello
Il pannello Gestione Impostazioni si aggiorna automaticamente, ma può essere necessario
aggiornarlo manualmente in alcuni casi particolari (ad esempio, se viene chiesto dall'assistenza
Enfocus).

• Fare click sul pulsante azione e scegliere Aggiorna.

Gestire le Impostazioni

Creare una nuova Impostazione


Per creare una nuova Impostazione, è possibile

• fare click sul pulsante di azione e scegliere Nuovo per creare una nuova Impostazione da
zero
• fare click sul pulsante di azione e scegliere Nuovo da ... per creare una nuova Impostazione
basandosi su una esistente.
Si apre una lista di Impostazioni esistenti, che consente di scegliere l'impostazione desiderata
da usare come punto di partenza per la definizione di quella nuova.
• fare click sul pulsante di azione e scegliere Nuovo da selezionato per creare una nuova
Impostazione basandosi quella selezionata
• fare click sul pulsante di azione e scegliere Nuovo da file per creare una nuova impostazioni
basandosi su un file di Impostazione presente sul disco.

Aggiungere una Impostazione ai Preferiti


Per aggiungere una Impostazione ai preferiti, è possibile:

• Trascinarla nel database Preferiti.


• Fare click con il tasto destro e selezionare Aggiungi a Preferiti.
• Selezionarla, fare click sul pulsante azione e scegliere Aggiungi a Preferiti.

Ordinare e raggruppare le impostazioni


È possibile riordinare solo le impostazioni nei Preferiti e in Locale. Le impostazioni Standard
hanno un ordine fisso.

• Per spostare in alto o in basso una Impostazione nella struttura ad albero, è possibile:

• trascinarla in alto o in basso,


• selezionarla, premere il pulsante azione e scegliere Sposta in alto o Sposta in basso.

• Per mantenere le impostazioni ordinate alfabeticamente, fare click sulla freccia del filtro e
selezionare Mantieni Ordinato.

28
3. Analisi dell'area di lavoro di PitStop Pro

• Per creare un gruppo:


a) Selezionare il database (o gruppo) in cui si vuole creare il proprio gruppo.
b) Fare click sul pulsante azione e scegliere Nuovo Gruppo...
c) Assegnare un nome al gruppo.

Trovare una Impostazione


Per cercare una Impostazione, è possibile sfogliare nel database, oppure utilizzare il filtro che
si trova nella parte superiore del Pannello.

1. Cliccare la freccia nel filtro per cercare usando il nome dell'Impostazione o la sua descrizione.

2. Inserire il testo della ricerca nel filtro.

Utilizzare la croce blu per cancellare il testo dopo aver effettuato la ricerca.

Nota: Il filtro memorizza anche le ricerche effettuate in precedenza.

Cancellare una Impostazione


È possibile cancellare le Impostazioni solamente dal database Locale e da quello dei Preferiti.

• Fare click con il tasto destro sulla Impostazione e selezionare Rimuovi.


• Selezionarla, fare click sul pulsante azione e scegliere Rimuovi.

Nota: È anche possibile rimuovere i gruppi. Questo rimuove tutte le Impostazioni presenti nel
gruppo.

29
Enfocus PitStop Pro

Importare una Impostazione

1. Fare click con il tasto destro su Gestione Impostazioni e selezionare Importa/Esporta >
Importa...

2. Si apre una finestra in cui è possibile selezionare il file da importare.

Nota:
Il tipo file dipende dal pannello in cui si usa la Gestione Impostazioni: .ppws per i workspace,
.eal per Elenchi Azioni, ecc.

L'Impostazione viene aggiunta alle impostazioni Locali.

Impostare un gruppo predefinito

1. Fare click con il tasto destro su Gestione Impostazioni e selezionare Importa/Esporta >
Importa Gerarchia...

2. Si apre una finestra in cui è possibile selezionare la cartella contenente i file di Impostazione
da importare.

In questo modo si aggiungono le Impostazioni importate in un gruppo (che assumono il nome


della cartella selezionata) nelle Impostazioni Locali.

Esportare una Impostazione

1. Fare click con il tasto destro sulla Impostazione che si vuole esportare e selezionare
Importa/Esporta > Esporta...

2. Salvarla nella posizione desiderata come file.

Nota:
Il tipo file dipende dal pannello in cui si usa la Gestione Impostazioni: .ppws per i workspace,
.eal per Elenchi Azioni, ecc.

Ora è possibile distribuire l'Impostazione passando il file ad altri.

Esportare un Gruppo di Impostazioni

1. Fare click con il tasto destro sul Gruppo di Impostazioni che si vuole esportare e selezionare
Importa/Esporta > Esporta Gerarchia...

2. Salvarla nella posizione desiderata.

Viene creata una cartella contenente un file per ogni Impostazione nel gruppo.

30
4. Lavorare con i documenti PDF

4. Lavorare con i documenti PDF

4.1 Come copiare e incollare gli attributi degli oggetti

Informazioni sulla copia degli attributi degli oggetti

Gli attributi degli oggetti possono essere facilmente copiati e applicati, in tutto o in parte, a un
altro oggetto del documento PDF. Gli attributi possono riferirsi a linea e riempimento, ma anche
a testo, trasparenza e prestampa.

Figura 5: Come copiare e incollare gli attributi di riempimento di parte di un oggetto

Per copiare e incollare gli attributi di un oggetto

1. Fare clic sullo strumento Copia e incolla attributi .

Il cursore cambia in .

2. Tenere premuto il tasto CONTROL (CTRL) (Windows) o Comando ( ) (Macintosh) e fare clic su
un oggetto per copiarne gli attributi.

Il cursore cambia in .
Nella finestra delle utilità di Enfocus gli attributi copiati appaiono selezionati.

3. Se necessario, fare clic per deselezionare gli attributi che non si desidera incollare.

4. Fare clic sull'oggetto su cui si desidera incollare gli attributi selezionati.

4.2 Annullamento o ripetizione delle azioni

Informazioni sull'annullamento o sulla ripetizione delle azioni:

È possibile annullare le azioni effettuate ma non salvate con uno degli strumenti di PitStop Pro.
Per "azione" si intende la modifica di qualcosa ma anche la selezione di uno o più oggetti.
Per annullare le azioni sono disponibili due pulsanti:

31
Enfocus PitStop Pro

Pulsante Annulla Uso

Solo le modifiche. In situazioni in cui sono state apportate più modifiche


e sono state effettuate alcune selezioni tra una modifica
e l'altra.
Ad esempio: selezione di testo, spostamento del testo
sulla pagina, modifica del font e del colore. Selezione
di un'immagine, ridimensionamento dell'immagine e
inserimento dell'immagine sotto il testo.

Modifiche e In situazioni in cui sono state effettuate numerose


selezioni. selezioni, alcune delle quali molto complesse, ad

esempio utilizzando la vista contorni di Enfocus ( ).


Oppure quando sono stati selezionati numerosi oggetti
e la selezione effettuata è andata perduta a causa di un
"movimento involontario" con il mouse.

Dopo aver annullato una o più azioni, è possibile ripeterle.

Nota: Se si lavora con documenti Certified PDF, è possibile annullare le azioni anche dopo aver
salvato il file.

Per annullare o ripetere un'azione

Per annullare o ripetere le ultime azioni, attenersi alla procedura seguente:

1. Scegliere Modifica > Annulla [azione] o fare clic su uno dei pulsanti Annulla o .
Il nome dell'ultima azione effettuata viene visualizzato nel comando di menu. Se, ad esempio,
è stato spostato un oggetto, il menu riporterà il comando Annulla Sposta.

2. Per ripetere l'azione appena annullata, scegliere Modifica > Ripeti [azione] o fare clic su

uno dei pulsanti Ripeti o .

4.3 Misurazione della distanza tra due punti

È possibile misurare la distanza tra due punti nell'area di lavoro del documento PDF. È possibile
effettuare questa operazione, ad esempio, per allineare gli oggetti o per controllare la posizione
o la dimensione degli oggetti. Per misurare una determinata distanza, si utilizza lo strumento

Misura in combinazione con l'Ispettore Enfocus.

32
4. Lavorare con i documenti PDF

Per sostituire un oggetto

1. Utilizzando lo strumento Seleziona oggetti , selezionare il "nuovo" oggetto, ovvero l'oggetto


con cui si desidera sostituire l'altro.

2. Scegliere Modifica > Copia .

3. Selezionare il "vecchio" oggetto, ovvero l'oggetto che deve essere sostituito.

4. Scegliere Modifica > Sostituisci .


L'oggetto copiato sostituirà il vecchio oggetto e ne assumerà esattamente la dimensione, le
proporzioni e la posizione.

4.4 Visualizzazione degli attributi degli oggetti

Visualizzazione degli attributi degli oggetti tramite lo strumento Contagocce

Utilizzando lo strumento Contagocce , è possibile visualizzare i seguenti attributi di ogni


oggetto:
• Tipo di oggetto
• Spazio colore
• Impostazioni di colore
• Impostazioni di sovrastampa

Per visualizzare gli attributi di un oggetto

1. Fare clic sullo strumento Contagocce .

2. Fare clic su un testo o un oggetto del documento PDF.

33
Enfocus PitStop Pro

Nella finestra di dialogo delle utilità vengono visualizzati gli attributi del testo o dell'oggetto
selezionato.

Usare l'Ispettore Enfocus

Con l'Ispettore Enfocus è possibile visualizzare e modificare gli attributi seguenti per qualsiasi
oggetto:
• Riempimento e linea: colore, sovrastampa, spessore della linea e così via
• Impostazioni del testo: font, dimensione e così via
• Proprietà delle immagini: risoluzione, compressione e così via
• Prestampa: livelli, intento di output, OPI e così via
• Separazioni: separazioni utilizzate, rimappatura, verniciatura e così via
• Posizione: posizione, scala e così via
• Riassunto

A. Categorie Ispettore Enfocus


B. Sottocategorie Ispettore Enfocus
C. Attributi dell'oggetto o del testo selezionato
D. Pulsante di compressione
E. Pulsante del menu a comparsa

Per visualizzare o modificare un attributo nell'Ispettore di Enfocus


Per visualizzare o modificare un attributo nell'Ispettore di Enfocus:

1. Fare clic sullo strumento Seleziona oggetti

2. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Ispettore per visualizzare l'Ispettore Enfocus.

3. Selezionare un testo o un oggetto nel documento PDF.

4. Selezionare la categoria e la sottocategoria appropriate.

5. Se necessario, modificare l'attributo o l'impostazione.

34
4. Lavorare con i documenti PDF

Modificare oggetti con il menu a comparsa dell'Ispettore di Enfocus


Nel menu a comparsa sono disponibili numerose azioni generiche correlate alla categoria
selezionata nell'Ispettore. Il menu a comparsa per la categoria Riempimento, ad esempio, include
varie azioni di "conversione".

1. Fare clic sullo strumento Seleziona oggetti

2. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Ispettore per visualizzare l'Ispettore Enfocus.

3. Selezionare un testo o un oggetto nel documento PDF.

4. Selezionare la categoria e la sottocategoria appropriate.

5. Fare clic sul pulsante del menu a comparsa

6. Selezionare l'azione desiderata dal menu a comparsa.

Comprimere l'Ispettore Enfocus


È possibile utilizzare il pulsante di compressione per comprimere l'Ispettore Enfocus in modo da
visualizzare solo le categorie. In questo caso il pulsante di compressione viene sostituito dal
pulsante di espansione.
Se si seleziona una categoria o si fa clic sul pulsante di espansione, l'Ispettore Enfocus viene
espanso.

4.5 I Layout Disegno

Un Layout Disegno consiste di box di pagina, guide, e zone speciali sulla pagina (come l'area
sicura della pagina vicino alla box di rifilo (trim box) o la posizione dei fori di punzonatura sul
bordo centrale), che sono disegnate sopra il documento per guidare l'utente durante la
progettazione.
Essi possono anche essere applicati al disegno (per esempio per cambiare le box di pagina) se
necessario.

La barra degli strumenti Layout Disegno

La barra degli strumenti Layout Disegno è composta dai pulsanti Layout Disegno, Visualizza
Componenti e Visualizza box di pagina.

Pulsante Layout Disegno


Il pulsante Layout Disegno può:
• essere grigio quando nessun documento è aperto (sia che un Layout Disegno sia selezionato
oppure no),

35
Enfocus PitStop Pro

• avere una croce rossa quando un documento è aperto non nessun Layout Disegno è selezionato,

• avere una croce verde quando un documento è aperto è un Layout Disegno è selezionato.

Cliccare la freccia accanto al pulsante per:


• selezionare un Layout Disegno,
• modificarlo (vedere Modificare un Layout Disegno alla pagina 38),
• applicarlo alla pagina corrente (vedere Applicare un Layout Disegno a una Pagina alla pagina
39),
• applicarlo all'intero documento (vedere Applicare un Layout Disegno all'intero documento
alla pagina 39),
• centrarlo (vedere ),
• mostrare o nascondere il pannello Layout Disegno Enfocus (vedere Il Pannello Layout Disegno
Enfocus alla pagina 37).

Pulsante Visualizza Componenti

Il pulsante Visualizza Componenti consente di evidenziare tutti i componenti (box di pagina,


guide e zone speciali) tracciate sul documento dal Layout Disegno scelto.

Per definizione, i componenti sono evidenziati usando i colori scelti nelle Preferenze (per le guide
e le zone), ma si possono cambiare questi colori per ciascun Layout Disegno.

36
4. Lavorare con i documenti PDF

Pulsante Visualizza box di pagina

Il pulsante Visualizza box di pagina consente di visualizzare tutte le box di pagina disegnate
sul documento dal Layout Disegno scelto.

Le box di pagina sono mostrate utilizzando i colori scelti nelle Preferenze.

Il Pannello Layout Disegno Enfocus

Il Pannello Layout Disegno Enfocus consente di gestire i layout disegno.


Per aprirlo:

• Andare in Finestra > Mostra Pannello Layout Disegno Enfocus...


• Usare la scorciatoia Alt + Ctrl + E (in Windows), oppure la scorciatoia Option + Command
+ E (su Mac).

Fare click sul Pulsante Layout Disegno Enfocus nella barra degli strumenti.

Per gestire i Layout Disegno, si usa la Gestione Impostazioni. Per ulteriori informazioni, vedere
Gestione Impostazioni Enfocus alla pagina 26

Layout Disegno Predefiniti


PitStop Pro contiene vari layout disegno predefiniti, con cui è possibili iniziare subito a lavorare.
• Modello pubblicità A4
• Modello brochure retro
• Modello brochure fronte
• Modello etichetta DVD
• Modello lettera US

Usare i Layout Disegno

Creare un Layout Disegno


Per creare da zero un Layout Disegno, procedere come segue:

1. Fare click con il tasto destro nel Pannello Layout Disegno Enfocus, e scegliere Nuovo >
Nuovo...

37
Enfocus PitStop Pro

Si apre l'Editor Layout Disegno Enfocus.

2. Inserire il nome del nuovo Layout Disegno in Nome Modello.

3. Per ciascuno dei Tipi Componenti sulla destra ( Box di Pagina, Guide e Zone), scegliere le
Impostazioni che si vuole utilizzare ed i rispettivi valori. Consultare Selezionare un Layout
Disegno alla pagina 39

4. Cliccare Azioni sulla destra per aggiungere Elenchi Azioni e/o Modifiche Globali al Layout
Disegno.
Quando si applica un Layout Disegno, gli Elenchi Azioni e le Modifiche Globali specificati sono
eseguiti sulla pagina corrente dopo che i box di pagina sono stati sistemati.

5. Una volta terminato, fare click su OK.

Il nuovo Layout Disegno è salvato come un Layout Disegno Locale.

Modificare un Layout Disegno

1. Se il Layout Disegno che si vuole modificare è un Layout Disegno Standard, bisogna prima
trascinarlo nel database Locale per farne una copia.

2. Nel database Locale, fare doppio click sul Layout Disegno da modificare.

Si apre l'Editor Layout Disegno Enfocus.

3. Modificare il Layout Disegno come necessario. Consultare Selezionare un Layout Disegno alla
pagina 39

4. Una volta finito, fare click su OK per salvare le modifiche nel database Locale

Attivare un Layout Disegno


Per vedere un Layout Disegno sopra il proprio documento, è necessario attivarlo.

Nota:
Questo non modifica il documento.
Per cambiare il documento secondo quando specificato in un Layout Disegno, è necessario
applicare il Layout Disegno stesso. Vedere Applicare un Layout Disegno a una Pagina alla pagina
39 o Applicare un Layout Disegno all'intero documento alla pagina 39.

Per attivare un Layout Disegno:

• Selezionarlo nel Pannello Layout Disegno Enfocus e fare click sul pulsante Attiva.
• Nella barra degli strumenti:
a)
cliccare sulla freccia accanto al pulsante Layout Disegno Enfocus e selezionare il Layout
Disegno da applicare,
b) fare click sul pulsante Visualizza Componenti .

38
4. Lavorare con i documenti PDF

Centrare un Layout Disegno


Se si vuole centrare il Layout Disegno sul documento:

1. Verificare di essere in modo Modifica.

2. Poi, effettuare una delle due operazioni:

• selezionarlo nel Pannello Layout Disegno Enfocus e cliccare sul pulsante Centra.

• cliccare la freccia accanto al pulsante Layout Disegno Enfocus nella barra degli strumenti,
e selezionare Centra "nome Layout Disegno".

Applicare un Layout Disegno a una Pagina


Applicare un Layout Disegno significa a tutti gli effetti modificare il documento secondo quanto
è specificato nel Layout Disegno.

Nota: Per vedere semplicemente un Layout Disegno sopra il proprio documento senza modificarlo,
attivare quel Layout Disegno (vedere Attivare un Layout Disegno alla pagina 38).

Per applicare un Layout Disegno alla pagina corrente:

• Selezionarlo nel Pannello Layout Disegno Enfocus e cliccare sul pulsante Applica a Pagina.
• Nella barra degli strumenti, cliccare sulla freccia accanto al pulsante Layout Disegno Enfocus
e selezionare Applica "Nome Layout Disegno" alla Pagina.

Applicare un Layout Disegno all'intero documento


Applicare un Layout Disegno significa a tutti gli effetti modificare il documento secondo quanto
è specificato nel Layout Disegno.

Nota: Per vedere semplicemente un Layout Disegno sopra il proprio documento senza modificarlo,
attivare quel Layout Disegno (vedere Attivare un Layout Disegno alla pagina 38).

Per applicare un Layout Disegno all'intero documento:

• Selezionarlo nel Pannello Layout Disegno Enfocus e cliccare il pulsante Applica a Documento.

Nella barra degli strumenti, cliccare la freccia accanto al pulsante Layout Disegno Enfocus
e selezionare Applica "nome Layout Disegno" al Documento.

Selezionare un Layout Disegno

39
Enfocus PitStop Pro

Un Layout Disegno consiste di:


• Un nome
• Una descrizione
• Box di pagina. Consultare Box di Pagina alla pagina 40
• Guide. Consultare Uso delle guide alla pagina 43
• Zone. Consultare Zone alla pagina 43
• Azioni. Consultare Esecuzione automatica di attività tramite gli elenchi azioni alla pagina 136

Box di Pagina

Box di pagina definiti


Quando si prepara un documento e se ne crea la versione PDF, quest'ultima contiene diversi
riquadri, o box, di definizione della pagina. I box di pagina sono rettangoli immaginari, che
racchiudono i vari oggetti della pagina e la pagina stessa. Rappresentano una specie di descrizione
"dietro le quinte" del layout del documento PDF.
Solitamente, quando si esamina un documento PDF in Adobe Acrobat, i box di pagina non sono
visualizzati, a meno che:
• Non si seleziona l'apposita opzione nelle Preferenze di Adobe Acrobat (categoria Visualizzazione
pagina)
• Non si utilizza PitStop Pro o un altro strumento di modifica PDF.

40
4. Lavorare con i documenti PDF

Visualizzazione delle informazioni all'esterno della box di ritaglio (crop box)


Una nuova funzione di PDF 1.3 era la capacità di definire un documento con informazioni che
superano la sua dimensione di rifilo finale. Nel settore della grafica, solitamente queste
informazioni includono area al vivo, crocini di registro e altre barre di colori e di stampa. Con lo

strumento Visualizza box di pagina , è possibile visualizzare facilmente in anteprima le


informazioni che oltrepassano la dimensione di rifilo finale del documento.
Queste informazioni sono quelle definite nell'applicazione utilizzata per creare il file PDF originale,
come ad esempio Adobe InDesign o Quark XPress. Una volta resi visibili con PitStop Pro, questi
elementi possono essere modificati, aggiunti o rimossi, proprio come qualsiasi altro oggetto
grafico.
Alcuni documenti PDF vengono generati senza l'uso di aree al vivo, crocini di registro o altre

barre di colori e di stampa. Quando si fa clic sul pulsante Visualizza box di pagina per
questi documenti, la pagina manterrà lo stesso aspetto (ad eccezione di una sottile linea di rifilo
lungo i bordi dell'immagine).

Per visualizzare il rifilo e la smarginatura di un documento PDF

1. Aprire un documento PDF.


Acrobat visualizza il documento PDF nella dimensione massima.

2. Fare clic sul pulsante Visualizza box di pagina .


Acrobat visualizza la pagina con la dimensione finale e mostra:
• la dimensioni del rifilo
• Gli indicatori di taglio della pagina, se presenti
• I crocini di registro e di stampa della pagina, se presenti
• L'area al vivo della pagina, se presente
• le barre dei colori, se presenti

41
Enfocus PitStop Pro

A. Indicatori di taglio
B. Dimensioni del rifilo
C. Crocini di registro
D. Area al vivo (bleed box)
E. Dimensione pagina (media box)

Impostazione delle box di pagina

1. Selezionare Layout Prestampa.

Usando questa opzione, è possibile definire tutte le box di pagina. Selezionando Layout di
visualizzazione su schermo si ha un insieme limitato di opzioni per definire la dimensione
pagina (media box), la box di ritaglio (crop box) e l'area immagine (art box).

2. Definire la box di rifilo (trim box)

• Usare Allinea a segni di rifilo rilevati per rilevare la presenza dei segni di rifilo ed utilizzarli
per definire la box di rifilo (trim box). Facendo click sul pulsante Modifica, è possibile
definire il colore (100% in CMYK, colore di registro, o un colore specifico) dei segni di rifilo.

• Usare Uguale a box di rifilo esistente per tenere la box di rifilo (trim box) del documento
PDF originale

• Impostare la Dimensione box di rifilo ad un formato carta predefinito, o selezionare


Personalizzato per definire una altezza ed una larghezza.

3. Definire l'area al vivo (bleed box)

• Impostare l'area al vivo (bleed box) su Assente per non avere definita una area al vivo
(bleed box). Altrimenti, impostarla su Presente

• Usare Allinea a segni al vivo rilevati per rilevare la presenza dei segni al vivo ed utilizzarli
per definire l'area al vivo (bleed box). Facendo click sul pulsante Modifica, è possibile
definire il colore (100% in CMYK, colore di registro, o un colore specifico) dei segni di area
al vivo (bleed box).
• Definire il margine da usare sulla box di rifilo (trim box), usando un margine a sinistra,
destra, in alto o in basso, oppure con la stessa distanza da tutti i lati, usando i pulsanti
Margine a Rifilo
• Quando si usa un margine a sinistra, a destra, in alto o in basso, è possibile utilizzare
Rifletti per pagine pari per scambiare i margini sinistro e destro sulle pagine pari.

4. Definire la dimensione pagina (media box)

• Definire il margine da usare sulla box di rifilo (trim box), usando un margine a sinistra,
destra, in alto o in basso, oppure con la stessa distanza da tutti i lati, usando i pulsanti
Margine a Rifilo
• Quando si usa un margine a sinistra, a destra, in alto o in basso, è possibile utilizzare
Rifletti per pagine pari per scambiare i margini sinistro e destro sulle pagine pari.

42
4. Lavorare con i documenti PDF

5. Definire la box di ritaglio (crop box) e l'area immagine (art box)

• Assente: nessuna box di ritaglio (crop box)/ area immagine (art box)

• Uguale a Box di Rifilo (Trim Box)

• Uguale a Dimensione Pagina (Media Box)

• Allinea a visibile (solo per area immagine (art box)): imposta l'area immagine (art box)
sull'ingombro del contenuto pagina che giace all'interno della box di ritaglio (crop box),
o se non è definita una box di ritaglio (crop box), all'interno della dimensione pagina
(media box).

Uso delle guide

Gestire le guide
• Fare clic sul pulsante + per aggiungere una nuova guida
• Fare clic sul pulsante - per eliminare le guide selezionate
• Cliccare sul campo Colore per definire il colore della guida selezionata
• Cambiare il nome di una guida usando il campo Nome

Per definire una guida


Quando si seleziona una guida nella lista, è possibile cambiarne le impostazioni sottostanti

• Orientamento: Verticale o Orizzontale


• Relativo a: la box di pagina utilizzata come riferimento
• Punto di ancoraggio: Il punto di riferimento sulla box di pagina. Alto/Centro/Basso per guide
orizzontali, Sinistra/Centro/Destra per guide verticali.
• Distanza: Distanza dal punto di riferimento. Un valore positivo è in alto a destra, un valore
negativo è in basso a sinistra.
• Rifletti su pagine pari (solo per guide verticali): riflette le zone orizzontalmente rispetto alla
linea centrale della box di ritaglio (crop box) sulle pagine pari
• Colore: il colore di rappresentazione per la guida

Zone

Le zone possono essere usate per definire una box di sicurezza e area sicura della pagina, e per
altri tipi particolari di zone (fori di punzonatura, ecc.)

Box di sicurezza e area sicura della pagina


La box di sicurezza non è un box di pagina vero e proprio: non è un tipo di box di pagina che
viene memorizzato nel documento PDF. È un'area visuale leggermente più piccola del box di
rifilo (trim box). Contiene tutto il testo o gli oggetti che devono essere sempre visibili sul
documento stampato o finito. L'area tra la box di sicurezza e la box di rifilo (trim box) viene
chiamata area sicura della pagina. Si tratta dell'area in cui non si devono inserire altro testo o
altri oggetti, a meno che tali oggetti non siano al vivo.

43
Enfocus PitStop Pro

A. Dimensione pagina (media box)


B. Box di rifilo (trim box)
C. Area sicura della pagina
D. Box di sicurezza (safety box)

La funzione del box di sicurezza è compensare gli errori di finitura:


• Il contenuto delle pagine può superare leggermente gli indicatori di margine ed estendersi
di poco all'interno dei margini del box di pagina. In questo caso, è possibile che il testo o gli
oggetti vengano tagliati per errore.
• Può succedere che, con le pagine che devono essere perforate, i fori si trovino in corrispondenza
del testo o degli oggetti troppo vicini al margine della pagina.

Gestire le zone
• Fare clic sul pulsante + per aggiungere una nuova zona
• Fare clic sul pulsante - per eliminare la zona selezionati
• Cliccare sul campo Colore per definire il colore della zona selezionata
• Cambiare il nome di una zona usando il campo Nome

Per definire una zona


Quando si seleziona una zona nella lista, è possibile cambiarne le impostazioni sottostanti.

• Forma: Bordo, Rettangolo o Cerchio


• Posizione layout disegno: la posizione e la dimensione della zona, basandosi sulla forma
• Rifletti su pagine pari: riflette le zone orizzontalmente rispetto alla linea centrale della box
di ritaglio (crop box) sulle pagine pari
• Modo disegno: Mostra le zone come una sovrapposizione trasparente, rendendola invisibile
oppure mostrandola come un'area opaca.
• Colore il colore di rappresentazione per la zona
• Evidenziato: È possibile evidenziare testo e oggetti non testuali se si trovano completamente
dentro la zona, anche se sono all'interno, se si sovrappongono o coprono la zona selezionata.

Definire una zona di Bordo


Una zona di Bordo utilizza le box di pagina esistenti.

44
4. Lavorare con i documenti PDF

Si possono usare ad esempio per definire una zona di sicurezza basata sulla box di rifilo (trim
box).

• Selezionare Relativo a e selezionare una box di pagina su cui basare la zona. Selezionare Tra
box di pagina e selezionare due box di pagina per impostare la zona nell'area tra di esse.
• Quando si usa Relativo a, è possibile definire l'intera area all'esterno o all'interno della box
di pagina come zona, usando Intera area dentro box o Intera area fuori box
• Per definire una specifica area, selezionare Area

• Impostare a Dentro box ed impostare la dimensione per definire una zona sull'esterno
della box di pagina selezionata, oppure
• Impostare a Dentro box ed impostare la dimensione per definire una zona sull'esterno
della box di pagina selezionata, oppure
• Impostare a Fuori box ed impostare la dimensione per definire una zona all'interno della
box di pagina selezionata, oppure
• Impostare a Centrato su box ed impostare la dimensione per definire un bordo centrato
sul contorno della box di pagina selezionata.

Definire una zona rettangolare

1. In Relativo a, selezionare una box di pagina su cui basare la posizione del rettangolo.

2. Definire l'Angolo della box di pagina da usare come punto di riferimento.

3. Inserire la Distanza e la Dimensione del rettangolo.

4. Inserire una Distanza di Margine di Sicurezza


Il margine di sicurezza è indicato con una linea tratteggiata all'esterno della zona rettangolare.

Definire una zona circolare


Le zone circolari possono essere usate, per esempio, per indicare fori di punzonatura.

1. In Relativo a, selezionare una box di pagina su cui basare la posizione del cerchio.

2. Definire l'Angolo della box di pagina da usare come punto di riferimento.

3. Inserire la distanza del Punto Centrale ed il Raggio per il cerchio.

4. Inserire una Distanza di Margine di Sicurezza


Il margine di sicurezza è indicato con una linea tratteggiata all'esterno della zona circolare.

45
Enfocus PitStop Pro

4.6 Lavorare con i livelli

Informazioni sui livelli

In PDF 1.5 gli oggetti possono essere assegnati a uno o più livelli. Un livello può essere impostato
come visibile o invisibile e come stampabile o non stampabile.
Le impostazioni relative ai livelli possono essere modificate utilizzando un elenco azioni o
nell'Ispettore Enfocus.

Modificare le impostazioni relative ai livelli nell'Ispettore Enfocus

L'Ispettore di Enfocus consente di visualizzare e modificare le impostazioni relative ai livelli per


un oggetto.

Per visualizzare le impostazioni relative ai livelli

1. Fare clic sullo strumento Seleziona oggetti

2. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Ispettore per visualizzare l'Ispettore Enfocus.

3. Selezionare un testo o un oggetto nel documento PDF.

4. Selezionare la categoria Prestampa e la sottocategoria Livelli.


L'espressione di visibilità mostrerà i livelli a cui appartengono gli oggetti selezionati.

Per rimuovere le impostazioni relative ai livelli per l'oggetto selezionato

1. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Ispettore per visualizzare l'Ispettore Enfocus.

2. Selezionare la categoria Prestampa e la sottocategoria Livelli, quindi fare clic sul pulsante del
menu a comparsa per aprire il menu.

3. Selezionare Sempre visibile per rimuovere l'oggetto da tutti i livelli.

Per modificare le impostazioni relative ai livelli per l'oggetto selezionato

1. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Ispettore per visualizzare l'Ispettore Enfocus.

2. Selezionare la categoria Prestampa e la sottocategoria Livelli, quindi fare clic sul pulsante del
menu a comparsa per aprire il menu.

3. Selezionare Assegna a livello per assegnare l'oggetto al livello selezionato e rimuoverlo da


tutti gli altri.

4. Selezionare un livello dall'elenco oppure selezionare Nuovo livello per creare un nuovo livello.

46
5. Utilizzo dei documenti Certified PDF

5. Utilizzo dei documenti Certified PDF

5.1 Flusso di lavoro PDF

Certified PDF è un flusso di lavoro PDF sviluppato da Enfocus Software e basato sulle richieste dei
clienti e sul feedback di vari esperti di settore. Certified PDF è stato ideato per rispondere a tre
importanti problemi che la maggior parte degli utenti che decide di adottare un flusso di lavoro
PDF si trova ad affrontare:
• Come garantire che un documento PDF superi il preflight con un Profilo Preflight specifico.
• Come mantenere coerenza tra i documenti di origine e il documento PDF, nonostante eventuali
modifiche applicate al documento PDF durante il flusso di lavoro.
• Come ridurre al minimo i fattori rischio e responsabilità quando si modifica il documento PDF
di un cliente prima dell'output finale.
Informazioni più complete sul concetto e sul workflow Certified PDF si trovano nella Guida di
Riferimento PitStop Pro.

5.2 Descrizione del flusso di lavaro Certified PDF

Flusso di lavoro PDF tradizionale

In un flusso di lavoro PDF tradizionale, il documento PDF passa nelle mani di diverse persone
che, all'occorrenza, possono avere l'esigenza di modificarlo. Il documento PDF originale è sostituito
con quello modificato.

Il flusso di lavoro Certified PDF: salvataggio incrementale

47
Enfocus PitStop Pro

Nel flusso di lavoro Certified PDF, tutte le modifiche apportate a un documento PDF vengono
registrate per sessione e salvate in un file di registro modifiche. Inoltre, ogni documento PDF
modificato può essere salvato in modo incrementale. Ciò significa che le modifiche effettuate
nella versione 3, ad esempio, sono salvate "sopra" alle modifiche effettuate nella versione 2,
ma viene mantenuto un singolo file PDF.
Il salvataggio incrementale non aumenta eccessivamente la dimensione del file del documento
PDF poiché Adobe Acrobat salva solo le modifiche apportate durante le differenti sessioni. La
differenza nella dimensione del file può diventare evidente se si cancellano numerosi oggetti,
dal momento che tali oggetti sono conservati in una o più versioni. Tuttavia, in una fase qualsiasi
del flusso di lavoro, è possibile "ottimizzare" il documento Certified PDF, ad esempio riducendo
la dimensione file, tramite la funzione Salva con nome di Adobe Acrobat facendo clic sul pulsante
Salvataggio Certified completo. Si disporrà comunque di un documento Certified PDF con
cronologia delle modifiche, ma non sarà più possibile salvare anteprime delle sessioni precedenti
o utilizzare lo strumento di ripristino per ritornare a una versione precedente del documento
Certified PDF.

Strumento di ripristino

Il flusso di lavoro Certified PDF può ora fornire uno strumento di ripristino sicuro. Ogni volta che
si salva il documento Certified PDF scegliendo File > Salva (oppure premendo CTRL + s), nel file
viene inclusa un'"anteprima". Si può considerare un'anteprima come "un'immagine" dello stato
del documento PDF al momento del salvataggio. Tale operazione consente di ripristinare tutte
le fasi precedenti nel flusso di lavoro Certified PDF e di confrontare le differenti versioni del
documento PDF, sebbene sia mantenuto un solo file PDF fisico.

Nota: Nei documenti Certified PDF "ottimizzati" non è possibile salvare anteprime o utilizzare
lo strumento di ripristino. Vedere anche Salvataggio di un documento Certified PDF ottimizzato
alla pagina 62 e Salvataggio delle anteprime alla pagina 58.

48
5. Utilizzo dei documenti Certified PDF

5.3 Cos'è un documento Enfocus Certified PDF?

Metadati Acrobat

Ogni documento PDF contiene metadati, ad esempio informazioni sul documento stesso. Ad
esempio, la finestra di dialogo Proprietà documento di Adobe Acrobat, contiene i seguenti
metadati:
• la data di creazione e modifica del documento PDF
• l'applicazione con cui è stato creato il documento PDF
• la versione PDF
• la dimensione file
• il nome e il percorso del file PDF
• il numero di pagine
• la dimensione pagina

Metadati Enfocus

Un documento Enfocus Certified PDF può essere arricchito con i seguenti metadati:
• Riferimento a uno o più documenti di origine su cui è basato il documento PDF
• Un Profilo di Preflight
• rapporto di preflight
• identificazione utente e sistema
• Registro modifiche, in cui sono elencate tutte le modifiche effettuate nel documento PDF per
sessione di modifica (quando il documento PDF è stato aperto, modificato e salvato)
• Commenti relativi alle sessioni

5.4 Verifica dello stato Certified PDF di un documento PDF

Per verificare lo stato Certified PDF di un documento PDF

1. Aprire un documento PDF.

2. Selezionare il pulsante Stato Certified PDF sulla barra degli strumenti File di Adobe Acrobat.
Questo pulsante indica lo stato Certified PDF del documento PDF nel seguente modo:

Pulsante Significato Azione

Il documento PDF corrente non è Fare clic su questo pulsante per


(ancora) di tipo Certified PDF. avviare il flusso di lavoro Certified
PDF.

Il documento PDF corrente è in un Cliccare questo pulsante per aprire


flusso di lavoro Certified PDF, ma il Pannello Enfocus Certified PDF.
ha effettuato il preflight e la

49
Enfocus PitStop Pro

Pulsante Significato Azione


verifica con successo. Le possibili
cause sono:
• Il preflight del documento PDF
è stato eseguito con errori.
• Il Profilo Preflight non
corrisponde al confronto Profilo
Preflight.
• Il documento PDF o il Profilo
Preflight selezionato è stato
cambiato dall'ultima esecuzione
di preflight.
• Il documento originale è stato
modificato

Il documento PDF corrente è di tipo Cliccare questo pulsante per aprire


Certified PDF per il quale il preflight il Pannello Enfocus Certified PDF.
e la verifica hanno dato esito
positivo:
• Il Profilo Preflight Certified
corrisponde al Confronto Profilo
Preflight.
• Il preflight del documento PDF
è stato eseguito senza errori.

Aspetti dello Stato PDF certificato

Lo stato del PDF certificato è determinato da vari aspetti. Non appena un aspetto ha uno stato
"non OK", lo stato complessivo del PDF Certificato risulterà anch'esso non OK (rosso). Se tutti gli
aspetti hanno uno stato "OK" o uno stato "non determinato" (per esempio se non sono definiti
Documenti originali), lo stato Certified PDF sarà "OK".
• Preflight: Controllo del documento utilizzando un Profilo di Preflight. Consultare Preflight
Certified PDF alla pagina 53
• Documenti originali: un riferimento ai documenti originali, per monitorare eventuali
cambiamenti apportati agli originali. Consultare Verifica del documento originale alla pagina
53
• Confronto Profilo Preflight Certified: la configurazione di confronto profili consente di
impostare quali profili di preflight sono ammessi. Il confronto profilo preflight Certified
consente di verificare se il profilo di preflight usato per il documento Certified PDF corrisponde
ad uno dei profili di preflight ammessi. Consultare Confronto Profilo preflight Certified alla
pagina 54

50
5. Utilizzo dei documenti Certified PDF

5.5 Impostazione dell'identificazione utente per Certified PDF

Nota: Le Informazioni personali non possono essere modificate se un documento PDF si trova
in un workflow Certified PDF. Pertanto è necessario impostare le Informazioni personali prima
di iniziare un flusso di lavoro Certified PDF.

Due tipi di identificazione utente

Un documento Enfocus Certified PDF può contenere due tipi di identificazione utente: informazioni
personali e di sistema. Ognuna di esse ha una funzione precisa:
• Le informazioni personali comprendono il nome e i dati di contatto dell'utente e un eventuale
messaggio. Grazie a queste informazioni è possibile contattare l'utente per eventuali domande
sulle azioni di modifica o di preflight eseguite nel documento PDF.
• Le informazioni di sistema contengono i dati della persona che ha registrato PitStop Pro e
informazioni sul sistema operativo, sulla rete e sul computer. Queste informazioni non possono
essere modificate e quindi rappresentano, ad esempio, una fonte affidabile per identificare
eventuali responsabilità. In caso di dubbio sulle responsabilità per determinate modifiche
apportate nel documento PDF, le informazioni di sistema forniscono una prova inconfutabile.
Tali informazioni vengono usate nel registro delle modifiche per mostrare chi ha effettuato
determinate modifiche in una data sessione.

Per impostare l'identificazione personale

1. Scegliere Certified PDF > Mostra Pannello Enfocus Certified PDF .

2. Aprire la categoria Info Certified PDF cliccando sul pulsante +

3. Fare click sul pulsante Modifica.

4. Inserire le informazioni personali.


Immettere più informazioni possibili. Un messaggio è facoltativo.

5. Fare clic su OK.

Per visualizzare le informazioni di sistema

1. Scegliere Certified PDF > Mostra Pannello Enfocus Certified PDF .

2. Aprire la categoria Info Certified PDF cliccando sul pulsante +

3. Fare click sul pulsante Modifica.

4. Fare clic sulla scheda Sistema.

5. Se sono installati più prodotti Enfocus, selezionare Enfocus PitStop Pro nell'elenco Programma.

6. Fare clic su OK.

51
Enfocus PitStop Pro

5.6 Avvio di un flusso di lavoro Certified PDF per un documento PDF

Timbratura di un documento PDF

L'avvio di un flusso di lavoro Certified PDF per un documento PDF significa che il documento
viene " timbrato": gli vengono cioè applicate le informazioni necessarie per sfruttare i vantaggi
del flusso di lavoro Certified PDF per quel particolare documento PDF. Appena si avvia un flusso
di lavoro Certified PDF per un documento, tutte le modifiche effettuate nel documento vengono
"registrate" per sessione di modifica e ne viene tenuta traccia nel file Registro modifiche.

Figura 6: Avvio di un flusso di lavoro Certified PDF per un documento PDF

Per iniziare un flusso di lavoro Certified PDF

1. Aprire il documento PDF per il quale si desidera avviare un flusso di lavoro Certified PDF.

2. Scegliere Certified PDF > Avvia Registro modifiche , fare click sul pulsante Avvia Registro

modifiche nel pannello Enfocus Certified PDF, o cliccare sul pulsante .

Nota: Se al documento PDF sono state apportate delle modifiche, è necessario salvarlo prima
di avviare il flusso di lavoro Certified PDF. Se il documento non viene salvato, viene visualizzato
un messaggio di avvertenza che richiede il salvataggio.

Il flusso di lavoro Certified PDF viene avviato per il documento PDF.

3. Fare clic su OK.

5.7 Preflight e Verifica

Il pulsante Preflight e Verifica nel Pannello Certified PDF controlla tutti gli aspetti del workflow
Certified PDF:
• Sul documento PDF verrà effettuato il preflight utilizzando il profilo di preflight selezionato.
• Verranno controllati i Documenti originali definiti
• Il profilo di preflight selezionato viene controllato nel Confronto Profilo Preflight Certified
• Vengono controllati i Certificati per verificarne la conformità a Certified PDF 2

52
5. Utilizzo dei documenti Certified PDF

5.8 Preflight Certified PDF

Nella categoria Preflight nel pannello Certified PDF, è possibile definire il profilo di Preflight da
usare, visualizzare il risultato del preflight, effettuare il preflight del documento, ecc.

Nell'angolo superiore destro della categoria Preflight, viene mostrato lo stato del solo Preflight
(senza gli altri aspetti legati a Certified PDF come Documenti Originali e Confronto Profilo Preflight).
Per ulteriori informazioni sul Preflight, vedere Preflight e controllo dei documenti PDF alla pagina
66

Preflight
Se non è stato ancora effettuato il preflight sul documento, oppure se il documento o il Profilo
di Preflight sono stati modificati, è possibile utilizzare il pulsante Preflight per avviare un Preflight,
senza controllare tutti gli altri aspetti del flusso di lavoro Certified PDF.

Mostra Risultato
Se sul documento PDF viene effettuato il preflight, è possibile visualizzare il Rapporto di preflight
facendo click sul pulsante Mostra Risultato.

Profilo preflight
Il campo Profilo preflight mostra il Profilo di preflight selezionato. È possibile rimuoverlo cliccando
sul pulsante Cancella. È possibile selezionare un Profilo preflight facendo click sul pulsante
Seleziona.
• È possibile selezionare un Profilo preflight Da database, visualizzando gli stessi database
contenuti nel Pannello Profilo preflight
• Se il pannello Profilo preflight è presente sul computer come file (ad esempio se è stato inviato
via e-mail), è possibile selezionare Da file e scegliere Sfoglia per selezionare il file.

5.9 Verifica del documento originale

È possibile aggiungere al documento Certified PDF i riferimenti a uno o più file sorgente in base
ai quali si basa il file PDF. Questo consente all'utente e al destinatario del documento PDF non
solo di individuare facilmente i relativi file sorgente, ma consente anche di controllare eventuali
modifiche apportate a tali file dall'ultimo avvio del flusso di lavoro Certified PDF per il documento
PDF. In effetti, se si desidera "sincronizzare" il file sorgente con il documento PDF modificato,

53
Enfocus PitStop Pro

verrà utilizzato il rapporto del registro delle modifiche del documento PDF nel documento di
origine. È quindi necessario essere certi di lavorare con la versione corretta del file sorgente.
Nell'angolo superiore destro della categoria Preflight, viene mostrato lo stato del solo Preflight
(senza gli altri aspetti legati a Certified PDF come Documenti Originali e Confronto Profilo Preflight).

Per verificare il documento originale

Nella categoria Documenti Originali nel Pannello Certified PDF, è possibile definire i documenti
originali e visualizzare il loro stato.

• Fare click sul pulsante + e selezionare un riferimento ad un documento originale.


• Selezionare un riferimento e fare click sul pulsante - per rimuoverlo.
• Selezionare un documento originale nella lista per vedere i dettagli sulla data di creazione,
data di modifica e tipo.
• Verificare lo stato di un documento originale nella colonna Stato.
• Se lo stato del documento di origine è "Identico", significa che il documento non è stato
modificato dall'avvio del flusso di lavoro Certified PDF. È possibile applicare le modifiche
elencate nel registro delle modifiche al documento di origine.
• Se lo stato del documento di origine è "Diverso", significa che il documento non è stato
modificato dall'avvio di un flusso di lavoro Certified PDF relativo al documento PDF. Se
possibile, controllare innanzitutto le varie versioni del documento di origine prima di
sincronizzare eventuali documenti di origine con il documento PDF.
• Se lo stato del documento di origine è "Mancante", significa che il documento di origine
è stato spostato, rinominato o eliminato. Selezionare il documento di origine mancante
e fare clic su Sfoglia. Individuare il documento di origine corrispondente in base alla nuova
posizione o al nuovo nome e fare clic su Apri. Il documento di origine verrà nuovamente
riportato nell'elenco con lo stato "Identico" o "Diverso".

5.10 Confronto Profilo preflight Certified

Nella categoria Confronto Profilo Preflight Certified nel pannello Certified PDF, è possibile definire
la configurazione del confronto profilo da usare, e vedere il risultato di questo confronto.

54
5. Utilizzo dei documenti Certified PDF

Nell'angolo superiore destro della categoria Preflight, viene mostrato lo stato del solo Preflight
(senza gli altri aspetti legati a Certified PDF come Documenti Originali e Confronto Profilo Preflight).
Cliccando sul pulsante Modifica si apre il pannello Confronto Profili Preflight Enfocus

Il Pannello Confronta Preflight Enfocus

Il Pannello Confronta Preflight Enfocus consente di gestire le configurazioni di Confronto Profili


Preflight, usando la Gestione Impostazioni Enfocus. Consultare Gestione Impostazioni Enfocus
alla pagina 26

• Selezionare una configurazione di Confronto Profili Preflight e fare click su Seleziona per
confrontare il Profilo Preflight Certified PDF con questa configurazione
• Fare click su Cancella per rimuovere la selezione
• Fare doppio click su una configurazione per aprire il panello Configurazione Confronto Profili
Preflight per modificarla. Consultare Impostare una Configurazione di Confronto Profili Preflight
alla pagina 55
• fare click sul pulsante azione e scegliere Nuovo per creare una nuova configurazione nel
pannello Configurazione Confronto Profili Preflight. Consultare Impostare una Configurazione
di Confronto Profili Preflight alla pagina 55

Impostare una Configurazione di Confronto Profili Preflight

• Cambiare il nome della Configurazione usando il campo Nome.


• Fare click sul pulsante + per selezionare un Profilo di Preflight dalla Gestione Impostazioni
ed aggiungerlo alla configurazione corrente

Nota:

55
Enfocus PitStop Pro

Perché un Profilo di Preflight corrisponda alla Configurazione di Confronto Profili di Preflight,


i nomi dei Profili di Preflight devono essere identici. Il nome del Profilo Preflight è il nome
memorizzato nel Profilo Preflight e non il nome del file (*.ppp) del Profilo Preflight.

• Fare click sul pulsante - per rimuovere il profilo di preflight selezionato dalla configurazione
• Se è impostata l'opzione Profili di preflight più rigorosi sono consentiti, il profilo di preflight
corrisponde anche se è più rigoroso di uno dei profili di preflight nella configurazione.

Nota:

Più Rigoroso significa che sono impostati più criteri, oppure che i criteri hanno un livello di
segnalazione più alto (ad esempio Errore invece di Avviso).

5.11 Inserimento delle informazioni sul lavoro in un documento Certified PDF

Nozioni relative alle informazioni sui processi

I documenti Certified PDF possono essere forniti con informazioni sui processi. Le informazioni
sui processi possono essere rappresentate da qualsiasi informazione relativa al documento PDF
che è possibile condividere con altri utenti che riceveranno il tale documento. Queste informazioni
possono includere:
• Il nome, l'indirizzo della società e le informazioni di contatto a cui è destinato il documento
PDF.
• Qualsiasi nota aggiuntiva di cui il destinatario del documento PDF deve essere a conoscenza.
Ad esempio, i dettagli relativi alla modalità di stampa del documento PDF o le operazioni da
eseguire successivamente con tale documento.

Per inserire le informazioni su un lavoro in un documento Certified PDF

1. Nel Pannello Enfocus Certified PDF, aprire la categoria Info Certified PDF.

2. Fare click sul pulsante Modifica per aprire le Info Certified PDF Enfocus

3. Selezionare la scheda Informazioni processo.

Nota:

Le Info Personali nel pannello Info Certified PDF Enfocus possono essere cambiate solo prima
di avviare il flusso di lavoro Certified PDF. Consultare Impostazione dell'identificazione utente
per Certified PDF alla pagina 51

4. Inserire il nome, l'indirizzo della società e le informazioni di contatto del destinatario del
documento PDF.

5. Nella casella di testo Messaggio, digitare commenti o note aggiuntivi per il destinatario del
documento PDF.

56
5. Utilizzo dei documenti Certified PDF

6. Fare clic su OK.

5.12 Aggiunta di un commento relativo alle sessioni

Il meccanismo in Certified PDF consente di migliorare la qualità del flusso di lavoro PDF
aggiungendo commenti al registro delle modifiche. Ad esempio, prima di inviare il documento
PDF alla casa editrice, è possibile spiegare le motivazioni di determinate modifiche apportate al
documento.
È possibile aggiungere i commenti per ciascuna sessione di modifica. Una sessione rappresenta
il momento in cui si modifica e si salva un documento PDF.

Per aggiungere un commento relativo alle sessioni

1. Selezionare File > Enfocus Firma e Salva .

2. Aggiungere un nuovo commento di sessione

3. Fare clic su OK.

5.13 Visualizzazione del registro delle modifiche

Informazioni sul registro delle modifiche

Il meccanismo Certified PDF in PitStop Pro registra tutte le sessioni di modifica di un documento
Certified PDF. Quindi, tutte le modifiche apportate al documento PDF vengono registrate
cronologicamente nel documento stesso. Le modifiche possono essere registrate in due modi
differenti, in base allo strumento con cui sono state apportate:
• Se il documento PDF viene modificato con uno degli strumenti plug-in compatibili con Enfocus
Certified PDF, ad esempio Enfocus PitStop Pro o Enfocus Instant PDF, le modifiche vengono
immediatamente salvate nel registro delle modifiche. Il registro delle modifiche conterrà voci
dettagliate relative a ciascuna modifica.
• Se il documento PDF viene modificato con strumenti di modifica PDF di terzi non compatibili,
PitStop Pro li intercetta e li registra. Tuttavia, il registro delle modifiche non conterrà dettagli
sulle modifiche né sul prodotto con cui le modifiche sono state apportate.

Per visualizzare il registro delle modifiche

Scegliere Certified PDF > Mostra registro modifiche .


Viene visualizzato il rapporto del registro delle modifiche. Il registro delle modifiche è un file
PDF che mostra tutte le modifiche per sessione.

57
Enfocus PitStop Pro

5.14 Visualizzazione della cronologia del documento

Il meccanismo Certified PDF in PitStop Pro consente di consultare la cronologia del documento
PDF. Ciò significa che è possibile visualizzare un elenco cronologico di tutte le sessioni di modifica
relative al documento Certified PDF.
L'elenco cronologico delle sessioni contiene le seguenti informazioni:
• Il prodotto Certified PDF che ha "timbrato" la sessione
• La persona o la società responsabile per la sessione
• La data e l'ora di fine della sessione

Per visualizzare la cronologia del documento

1. Scegliere Certified PDF > Mostra cronologia .

2. Fare doppio clic su una delle sessioni per visualizzare tutti i dettagli disponibili relativi a tale
sessione.

3. Fare clic sulla scheda Utente o Sistema per visualizzare le informazioni corrispondenti relative
a tale sessione.

4. Fare clic su Chiudi.

Salvataggio delle anteprime

Informazioni sulle anteprime e sul meccanismo di ripristino


In un flusso di lavoro Certified PDF, un documento PDF può essere sottoposto a varie sessioni di
modifica da parte di vari utenti. Un documento Certified PDF è in grado di "ricordare" tutte le
modifiche eseguite durante una determinata sessione e può memorizzare le informazioni relative
a tali modifiche per ogni sessione (in modo "incrementale") quando si salva il documento PDF.
Questo metodo per la gestione e il salvataggio delle modifiche ha un grande vantaggio: l'utente
è in grado di individuare con precisione le modifiche apportate, le sessioni interessate da tali
modifiche e l'utente che le ha apportate. Inoltre, queste modifiche possono essere mostrate
sotto forma di "anteprima": una vista dello stato del documento PDF nel momento in cui è stato
salvato alla fine di una sessione.
Non è solamente possibile vedere lo stato del documento PDF in una specifica sessione di modifica
precedente ma è possibile salvare questa anteprima come un documento PDF separato. Questa
funzionalità è chiamata meccanismo di ripristino. Quando si modificano i documenti PDF, è
possibile che si verifichino situazioni in cui viene apportata una modifica "di troppo", si ottiene
un risultato indesiderato e il documento PDF viene salvato comunque. Questo non rappresenta
un problema in un flusso di lavoro Certified PDF: è possibile ripristinare qualsiasi stato
precedentemente salvato di un documento Certified PDF, a condizione che il documento venga
salvato tramite File > Enfocus Firma e Salva (o CTRL + Shift + s).

Nota: Nei documenti Certified PDF "ottimizzati" non è possibile salvare anteprime o utilizzare
lo strumento di ripristino. Consultare Salvataggio di un documento Certified PDF ottimizzato alla
pagina 62.

58
5. Utilizzo dei documenti Certified PDF

Visualizzazione di un'anteprima
I metodi possibili per visualizzare le anteprime di un documento Certified PDF sono:
• Salvataggio di un'anteprima alla pagina 59 con un nome differente e aprendola come un
normale documento PDF.
• Confronto delle sessioni alla pagina 59.

Salvataggio di un'anteprima
un'anteprima è una rappresentazione visiva dello stato di un documento PDF nel momento del
suo salvataggio dopo una sessione di modifica. È possibile salvare un'anteprima per ripristinare
la versione precedente del documento PDF. Tuttavia, non è necessario salvare l'anteprima al
termine di ogni sessione. È sufficiente selezionare una sessione da un elenco e salvarne
l'anteprima in qualunque fase del flusso di lavoro.
Prendere in considerazione l'esempio seguente. È stato creato un documento Certified PDF in cui
si utilizza solo il testo nero e una tinta piatta. Il documento è stato realizzato per essere stampato
tramite una macchina da stampa offset. Tuttavia, ad un certo punto del flusso di lavoro, si
desidera stampare il documento PDF utilizzando una macchina da stampa digitale a quattro
colori e quindi, si cambia la tinta piatta nella relativa controparte CMYK nell'intero documento
PDF. A tale scopo, è possibile utilizzare Enfocus PitStop Pro. Questo significa che la versione più
recente del documento PDF contiene solo i colori CMYK. Tuttavia, si desidera anche ristampare il
documento PDF tramite una macchina da stampa offset utilizzando la tinta piatta. A tale scopo,
è sufficiente selezionare una versione che contiene ancora le tinte piatte, salvarne l'anteprima
come un documento PDF separato e inviare il file PDF alla stampante offset.

Per salvare un'anteprima

1. Aprire un documento Certified PDF.

2. Scegliere Certified PDF > Mostra cronologia .

3. Selezionare dall'elenco una sessione di cui salvare un'anteprima.

4. Fare clic su Salva anteprima per fine sessione per salvare un'anteprima del documento PDF
nello stato in cui si trovava alla fine della sessione selezionata.

5. Immettere un nome descrittivo per l'anteprima e fare clic su Salva.

6. Se necessario, ripetere i passaggi da2 a 4 per salvare eventuali altre anteprime.

7. Fare clic su Chiudi.

Confronto delle sessioni

Informazioni sul confronto delle sessioni


Durante il flusso di lavoro PDF, è possibile eseguire il confronto di due versioni del documento
Certified PDF. Questa operazione potrebbe essere necessaria per rilevare ad esempio le piccole
modifiche apportate al documento. I metodi possibili sono:
• Confrontando le anteprime di queste versioni su schermo (l'una accanto all'altra), vedere Per
confrontare visivamente le sessioni l'una accanto all'altra alla pagina 60

59
Enfocus PitStop Pro

• Confrontando i rispettivi rapporti dei registri delle modifiche. Vedere Per confrontare le sessioni
utilizzando il registro delle modifiche alla pagina 61

Nota: Non è possibile eseguire il confronto delle sessioni nei documenti Certified PDF "ottimizzati".
Consultare Salvataggio di un documento Certified PDF ottimizzato alla pagina 62.

Per confrontare visivamente le sessioni l'una accanto all'altra


Il confronto visivo di due versioni del documento PDF è utile per vedere immediatamente le
modifiche più "evidenti". Il principio è quello di selezionare due sessioni e fare clic sul pulsante
Confronta su schermo. PitStop Pro genera quindi due anteprime che mostrano lo stato del
documento PDF in cui era al termine delle rispettive sessioni e dispone sullo schermo le anteprime
l'una accanto all'altra.

60
5. Utilizzo dei documenti Certified PDF

1. Scegliere Certified PDF > Mostra cronologia.

2. Selezionare due sessioni dal relativo elenco.

Il pulsante Su schermo (l'una accanto all'altra) viene attivato.

3. Fare clic su Su schermo (l'una accanto all'altra).


PitStop Pro confronta le due versioni e le visualizza sullo schermo l'una accanto all'altra,
indicandone le differenze.

Per confrontare le sessioni utilizzando il registro delle modifiche


È anche possibile utilizzare il registro delle modifiche per confrontare due versioni del documento
Certified PDF. Si consiglia di utilizzare questo metodo se le modifiche apportate sono difficilmente
visibili sullo schermo, ad esempio in caso di impostazioni di trapping o sovrastampa negli oggetti
con livelli (nascosti).

1. Scegliere Certified PDF > Mostra cronologia .

2. Selezionare due sessione dal relativo elenco.

Il pulsante Con il registro delle modifiche viene attivato.

3. Fare clic sul pulsante Con il registro delle modifiche.

Viene aperta la prima anteprima e viene visualizzato il Navigatore del registro modifiche
Enfocus Certified PDF.

4. Selezionare dall'elenco una delle modifiche.


Il documento mostra quindi la posizione delle modifiche aggiungendo all'oggetto un livello
trasparente.

61
Enfocus PitStop Pro

Nota: In Preferenze è possibile cambiare il colore del livello trasparente. Scegliere Modifica
> Preferenze > Enfocus StatusCheck e fare clic sul rettangolo colorato relativo al colore di
evidenziazione primario.

5. Fare clic sul pulsante Attiva/Disatt. per passare tra la prima e la seconda anteprima e viceversa.

Il Navigatore del registro modifiche visualizza solo le modifiche della pagina corrente nel
documento. Se si passa a un'altra pagina del documento PDF, il Navigatore del registro
modifiche adatta l'elenco delle modifiche in base alla nuova pagina.

5.15 Salvataggio di un documento Certified PDF ottimizzato

Cos'è un documento Certified PDF "ottimizzato"?

Un documento Certified PDF "ottimizzato" è un Certified PDF la cui dimensione del file è ridotta.
Se si modifica e si salva un documento Certified PDF, è possibile notare un aumento della
dimensione del relativo file. Il motivo è ovvio, tutte le modifiche apportate in una sessione di
modifica vengono memorizzate nel documento Certified PDF. Quindi, anche se si eseguono azioni
che solitamente potrebbero ridurre la dimensione del file PDF, ad esempio la rimozione di oggetti
o il downsampling di immagini, il salvataggio del documento PDF causa l'aumento della
dimensione del relativo file. Questo aumento può diventare significativo, in base al tipo di azione
e al numero di sessioni di modifica.
Se la dimensione del file rappresenta un problema, è possibile "ottimizzare" il Certified PDF
utilizzando la funzione Salva con nome di Adobe Acrobat per ridurre la dimensione del file. In
questo modo sarà ancora disponibile un documento Certified PDF con informazioni cronologiche
sulle sessioni di modifica precedenti ma non sarà più possibile:
• Salvare le anteprime di una o più sessioni precedenti.
• Utilizzare il meccanismo di ripristino per ripristinare uno stato precedente del documento
Certified PDF.
• Confrontare le sessioni.

62
5. Utilizzo dei documenti Certified PDF

Vedere anche:
• Strumento di ripristino alla pagina 48
• Salvataggio delle anteprime alla pagina 58
• Confronto delle sessioni alla pagina 59

Per salvare un documento Certified PDF ottimizzato

1. Aprire il documento Certified PDF in Adobe Acrobat.

2. Scegliere File > Salva con nome .

3. Fare clic su uno dei pulsanti seguenti:


• Copia e salva. Creare una copia del documento Certified PDF. È possibile selezionare questa
opzione per salvare il documento Certified PDF in una posizione diversa. La dimensione
del file PDF aumenterà leggermente ma sarà comunque possibile salvare le anteprime e
utilizzare il meccanismo di ripristino in questa copia.
• Salvataggio completo certificato. Crea un documento Certified PDF ottimizzato; la
dimensione del file verrà ridotta in maniera significativa ma non sarà più possibile salvare
le anteprime o ripristinare gli stati precedenti del documento PDF. Tuttavia, verranno
mantenute le informazioni relative alle sessioni di modifica precedenti.
• Salva copia non certificata. Crea un documento normale, "non certificato". La dimensione
del file verrà ridotta in maniera significativa ma si perderanno tutti i vantaggi dell'utilizzo
dei documenti PDF.

5.16 Verifica delle specifiche aggiornate in CertifiedPDF.net

CertifiedPDF.net: una risorsa online per le specifiche PDF

CertifiedPDF.net è una risorsa online per le specifiche PDF. Vedere Risorsa online alla pagina 63
e Specifiche PDF alla pagina 63.

Risorsa online
CertifiedPDF.net è un sito Web per professionisti che utilizzano i PDF. Lo scopo principale di
CertifiedPDF.net è quello di fornire agli esperti di arti grafiche un hub centralizzato per lo scambio
di specifiche PDF. Grazie all'integrazione con i prodotti desktop Enfocus è possibile rimanere
sempre aggiornati sulle modifiche apportate a tali specifiche.
CertifiedPDF.net fornisce inoltre importanti risorse di supporto quali white paper, suggerimenti
e consigli, nonché un database contenente spiegazioni e soluzioni relative alle informazioni
fornite dal rapporto di preflight.

Specifiche PDF
Una Specifica PDF è un insieme di file che può essere utilizzato da chi crea documenti,
consentendogli di distribuire documenti PDF che soddisfino le aspettative dei destinatari. Una
specifica può comprendere:
• Una Coda PDF
• Un Profilo di Preflight

63
Enfocus PitStop Pro

• Elenchi Azioni
• File PPD (PostScript Printer Description)
• Stili di stampa di QuarkXPress
• Impostazioni predefinite di stampa InDesign CS di Adobe o impostazioni predefinite di PDF
(chiamate rispettivamente stili di stampa e stili PDF in Adobe InDesign 2.x).
• Impostazioni Adobe PDF (*.joboptions)
• Profili ICC
• Documentazione
Il destinatario del documento PDF crea e pubblica specifiche in CertifiedPDF.net. Il creatore del
documento PDF utilizza Specifiche di CertifiedPDF.net.

La comunità CertifiedPDF.net

CertifiedPDF.net è un sito Web pubblico accessibile a tutti. È possibile visitare liberamente il sito
Web e sfogliare l'elenco delle specifiche. È possibile inoltre sapere chi sono i collaboratori di
CertifiedPDF.net o visualizzare le risorse disponibili.
Tuttavia, se si desidera utilizzare il servizio CertifiedPDF.net, è necessario registrarsi come membri
della comunità CertifiedPDF.net. Per registrarsi:
• Come Membro sottoscrittore alla pagina 64
• Come Membro collaboratore alla pagina 64

Membro sottoscrittore
I membri sottoscrittori o semplicemente "sottoscrittori" sono di solito persone che hanno l'esigenza
di creare e distribuire documenti PDF. Una volta registrati come membri sottoscrittori, è possibile
scaricare e sottoscrivere a specifiche PDF. È possibile gestire le specifiche su CertifiedPDF.net e
ricevere automaticamente un avviso non appena una specifica viene aggiornata.
I sottoscrittori possono utilizzare i servizi CertifiedPDF.net gratuitamente.

Membro collaboratore
I membri collaboratori o semplicemente "collaboratori" sono utenti che creano Specifiche e le
pubblicano su CertifiedPDF.net. Questi sono tipicamente:
• Persone che ricevono documenti PDF, quali stampatori ed editori
• Associazioni di categoria
I collaboratori pagano una tassa annuale per i diritti di pubblicazione delle proprie Specifiche
su CertifiedPDF.net.

Verifica delle specifiche aggiornate

Se sono state sottoscritte una o più specifiche su CertifiedPDF.net, è possibile richiedere a PitStop
Pro di verificare automaticamente gli aggiornamenti. In questo modo si riceverà una notifica
relativa a eventuali modifiche apportate a una o più specifiche, per poter sempre disporre della
versione più recente. Inoltre è possibile definire l'intervallo in cui tale verifica deve essere
eseguita.
Lo stato della specifica sottoscritta viene visualizzato in PitStop Pro tramite il pulsante

CertifiedPDF.net nella barra degli strumenti di Adobe Acrobat. Il pulsante cambia colore
in base allo stato:

64
5. Utilizzo dei documenti Certified PDF

Colore pulsante Stato Significato


CertifiedPDF.net

Aggiornato Tutte le Specifiche di cui è stata eseguita la sottoscrizione


in CertifiedPDF.net sono confermate e non risultano essere
state modificate dall'ultima installazione dei file di tali
Specifiche.

Non registrato Non è ancora stata eseguita la registrazione a


CertifiedPDF.net. Verificare la disponibilità di un account
CertifiedPDF.net e scegliere Modifica > Preferenze > Enfocus
Preferenze Certified PDF, > CertifiedPDF.net quindi
specificare il nome utente e la password di CertifiedPDF.net.

Non Sono presenti in CertifiedPDF.net a cui è stata eseguita la


confermato sottoscrizione ma che nel frattempo sono state modificate.
Accedere a CertifiedPDF.net e leggere la nota di modifica.
Se necessario, installare i file e la documentazione aggiornati
della Specifica e fare clic su Conferma nella colonna Azioni.

Per impostare le opzioni relative alle preferenze di aggiornamento

1. Scegliere Modifica > Preferenze > Enfocus StatusCheck e fare clic sulla categoria
CertifiedPDF.net.

2. Immettere il nome utente e la password.


Il nome utente è l'indirizzo e-mail utilizzato al momento della registrazione a CertifiedPDF.net.

3. Selezionare l'intervallo in cui eseguire la verifica di specifiche aggiornate.

4. Fare clic su OK.

Per verificare lo stato del proprio account CertifiedPDF.net


• Fare click sul pulsante CertifiedPDF.net .
PitStop Pro verifica se l'account CertifiedPDF.net è aggiornato.

65
Enfocus PitStop Pro

6. Preflight e controllo dei documenti PDF

6.1 Esecuzione di un controllo di preflight

L'esecuzione di un controllo di preflight può essere effettuata dal pannello Elaborazione Enfocus
- Preflight, oppure, in un flusso di lavoro Certified PDF, dal pannello Certified PDF

Il pannello Elaborazione Enfocus - Preflight si apre


• Facendo click sul pulsante Elaborazione Enfocus - Preflight
• scegliendo la voce Plug-Ins > Enfocus PitStop Pro > Mostra pannello Elaborazione Enfocus
e cliccando il pulsante Preflight
• usando la scorciatoia per il Pannello Elaborazione Enfocus, Alt+Ctrl+P e cliccando il pulsante
Preflight

Gestire i profili di preflight

Nel pannello Elaborazione Enfocus - Preflight è possibile gestire i propri Profili preflight usando
la Gestione Impostazioni Enfocus. Consultare Gestione Impostazioni Enfocus alla pagina 26

La modifica o la creazione di un Profilo preflight avviene nell'Editor Profilo preflight. Consultare


Per modificare o creare un Profilo preflight alla pagina 69

Per eseguire un controllo di preflight

1. Aprire il pannello Elaborazione Enfocus - Preflight facendo click sul pulsante Elaborazione
Enfocus - Preflight

2. Selezionare un Profilo Preflight nella Gestione Impostazioni

3. Selezionare l'intervallo di pagine su cui eseguire il controllo preflight

4. Se si vuole che il preflight sia parte del flusso di lavoro Certified PDF, selezionare Preflight
Certified PDF. Vedere anche Differenza tra un controllo preflight Certified e un controllo
normale alla pagina 67
Se il documento non fa ancora parte di un flusso di lavoro Certified PDF, scegliendo questa
opzione ed avviando il preflight, si comincia un workflow Certified PDF. Consultare Utilizzo
dei documenti Certified PDF alla pagina 47

Nota:
Un Preflight Certified PDF viene sempre eseguito sull'intero documento. Quando si sceglie
Preflight Certified PDF, le opzioni per la scelta delle pagine non sono disponibili.

5. Fare click sul pulsante Esegui

66
6. Preflight e controllo dei documenti PDF

Enfocus PitStop Pro esegue il preflight sulle pagine selezionate, utilizzando il Profilo preflight
indicato.
Dopo aver finito, il Navigatore Enfocus mostra tutti gli errori, e consente di riavviare il Preflight,
suggerire soluzioni, ecc. Vedere Uso di Navigatore Enfocus alla pagina 72

Differenza tra un controllo preflight Certified e un controllo normale

Se il documento PDF deve essere sottoposto a controllo preflight, è possibile scegliere il controllo
preflight Certified PDF alla pagina 67 oppure il controllo Preflight normale alla pagina 67.

Preflight normale
Un controllo preflight normale non cambia lo stato Certified PDF del documento PDF:

Se, al momento del preflight, Allora

Il documento PDF non è un Certified PDF Lo stato del documento PDF rimane "non certificato".

Il documento PDF è un Certified PDF Il Profilo Preflight incorporato nel documento Certified
PDF non verrà rimosso, anche se il controllo preflight
del documento PDF viene eseguito con un diverso
Profilo Preflight nel Pannello Elaborazione Enfocus.

preflight Certified PDF


Un preflight Certified PDF controlla e cambia lo stato Certified PDF del documento PDF nel modo
indicato di seguito:

Se, al momento del preflight, Allora

Il documento PDF non è un Certified PDF Viene richiesto se avviare un flusso di lavoro Certified
PDF per questo documento PDF.

Il documento PDF è un Certified PDF Il documento PDF avrà già un Profilo Preflight inserito.
PitStop Pro controlla se il Profilo Preflight scelto
selezionato nel Pannello Elaborazione Enfocus è lo
stesso del Profilo Preflight inserito:
Se i Profili Preflight corrispondono, il documento PDF
verrà sottoposto a preflight.
Se i Profili Preflight non corrispondono, verrà richiesto
se utilizzare il Profilo Preflight selezionato nel Pannello
Elaborazione Enfocus invece del profilo di preflight
Certified inserito.

67
Enfocus PitStop Pro

6.2 Proprietà dei documenti PDF

Categorie delle proprietà

L'editor di Profili Preflight Enfocus fornisce accesso e controllo delle numerose proprietà dei
documenti PDF. Queste proprietà sono state suddivise in diverse categorie e sono rappresentate
come tali nell'editor di Profili Preflight Enfocus.
Un controllo preflight verifica e corregge tali proprietà di un documento PDF. Categorie di proprietà
sono, ad esempio:
• Formato digitale del documento
• Protezione
• Pagine
• Font
• Colore
• Immagini
• OPI
• Testo
• Oggetti vettoriali
• Trasparenza
• Note
• Metadati
• PDF/X

6.3 Segnalazione di problemi

Definizione dei livelli di gravità dei problemi

Se alcune delle proprietà di un documento PDF non rispettano le impostazioni specificate nel
Profilo Preflight, verranno registrate nel rapporto di preflight e nel Navigatore Enfocus. È possibile
selezionare il modo in cui devono essere riportate queste differenze:
• Come "Avvertenza"
• Come "Errore accettabile"
• Come "Errore"
Queste etichette indicano i livelli di gravità del "problema" rilevato. Se una proprietà non rispetta
le impostazioni specificate, è possibile definire il livello di gravità del problema rilevato:
• Se non si tratta di un vero problema, ma solo di un evento di cui essere informati, è possibile
classificare le proprietà in questione come "Avvertenze".
• Le proprietà che non soddisfano i criteri possono essere etichettate come "Errore accettabile"
se possono costituire un problema reale (gestito come Errore), ma l'utente può decidere di
ignorarlo perché non si tratta di un problema effettivo per il documento in questione. In tale
caso l'errore verrà gestito come Avvertenza.

68
6. Preflight e controllo dei documenti PDF

• È possibile classificare le proprietà in questione come "Errore" se si desidera specificarle nel


Profilo Preflight prima di mandarle in output.

Livelli di gravità dei problemi: esempio

Si supponga che alcuni dei documenti PDF con cui si lavora contengano colori RGB. Innanzitutto,
si desidera stamparle su un dispositivo di output composito, come una stampante laser, per
eseguire una prova di stampa. In tal caso, i colori RGB non costituiscono un vero e proprio
problema. Tuttavia, è necessario sapere quale documento PDF contiene oggetti in colori RGB,
poiché è probabile che lo stesso documento venga stampato in futuro con una macchina da
stampa offset. È quindi possibile utilizzare due Profili Preflight differenti per eseguire il preflight
di questi documenti PDF:
• Un Profilo Preflight per stampante laser, che segnali la presenza di colori RGB come
"Avvertenza"
• Un Profilo preflight per la stampa offset, che segnali la presenza di colori RGB come "Errore"

6.4 Per modificare o creare un Profilo preflight

1. Aprire l'Editor Profilo Preflight Enfocus, creando un nuovo Profilo Preflight oppure
modificandone uno esistente.

2. Nella categoria Generale, verificare e, se necessario, modificare le Proprietà Profilo Preflight:


Nome, Autore, Azienda e Descrizione del Profilo Preflight.

3. Fare clic sulla categoria Elaborazione.

Le Proprietà di elaborazione si riferiscono a correzioni che possono essere apportate e a


informazioni che si desidera includere nel rapporto di preflight. Ad esempio, è possibile
scegliere di registrare le correzioni e includere le seguenti pagine di informazioni nel rapporto
di preflight:
• Font
• Immagini
• Colore
• OPI
• Box di Pagina
• Intento di output
Inoltre, è possibile abilitare o disabilitare tutte le correzioni nel ProfiloPreflightt Un Profilo
Preflight Enfocus, oltre a eseguire un controllo preflight di documenti PDF, può anche correggere
i problemi rilevati. È tuttavia possibile creare anche un Profilo Preflight in cui si specifica un
numero di correzioni e disabilitare queste correzioni. Se si desidera solamente verificare i
documenti PDF e modificarli in un secondo momento, questa opzione può rivelarsi utile.

4. Nella categoria Elaborazione, selezionare o specificare:


• Se necessario, Disabilita e/o Registra correzioni.
• Se necessario, Disabilitare Approvazione
• Le pagine da mostrare nel rapporto di preflight

69
Enfocus PitStop Pro

• I profili ICC di origine e di destinazione per i rispettivi spazi colore

5. Fare clic su una categoria di problemi nell'elenco.

6. Selezionare la casella di controllo Abilita per questa categoria.

7. Selezionare una o più proprietà o i problemi da verificare.

Nota: La Guida integrata nella parte inferiore dell'editor di ProfiliPreflightt Enfocus fornisce
informazioni relative a ciascuna verifica o correzione.

8. Specificare il modo in cui correggere il problema, se necessario.

9. Selezionare il modo in cui il problema rilevato deve essere segnalato nel rapporto di preflight:
Avvertenza, Errore accettabile o Errore.

10. Ripetere i passaggi 7-11 per ciascun potenziale problema che si desidera verificare e correggere.

11. Fare clic su OK.

6.5 Aggiunta di Elenchi Azioni a Profili Preflight

Informazioni sull'aggiunta di Elenchi Azioni a Profili Preflight

Prima di eseguire un controllo preflight sul documento PDF, per prima cosa è possibile modificare
il documento PDF e utilizzare gli Elenchi Azioni per effettuare una serie di modifiche globali. Ad
esempio, sono disponibili numerosi Elenchi Azioni per correggere o modificare i colori nel
documento PDF. Invece di eseguire gli Elenchi Azioni in modo separato e quindi effettuare il
controllo preflight, è preferibile includere tali Elenchi Azioni nel Profilo Preflight. Si ottengono
quindi due effetti positivi contemporaneamente:
• Gli Elenchi Azioni nel Profilo Preflight sono eseguiti per primi.
• Il Profilo Preflight verifica le proprietà selezionate del documento PDF e corregge gli eventuali
problemi.

Per aggiungere Elenchi Azioni a un Profilo Preflight

1. Aprire il pannello Elaborazione Enfocus - Preflight.

2. Fare doppio click sul Profilo di Preflight che si vuole modificare.

Si apre l'Editor di Profilo Preflight Enfocus

3. Fare clic sulla categoria Elenco Azioni.

4. Selezionare Attiva Elenco Azioni.

5. Fare clic sul pulsante e selezionare un Elenco Azioni per verificare le proprietà o correggere
problemi.

70
6. Preflight e controllo dei documenti PDF

6. Se si aggiungono più Elenchi Azioni, utilizzare i pulsanti e per specificare l'ordine di


esecuzione degli Elenchi Azioni.

Nota: Eseguire due o più Elenchi Azioni in un ordine differente può generare un risultato
diverso. È possibile effettuare prima una prova.

7. Fare clic su OK.

6.6 Ricerca di un Profilo preflight

Informazioni relative al blocco

È possibile proteggere un Profilo Preflight, o parte di esso, tramite una password per evitare che
altri utenti modifichino le impostazioni. Tale operazione è utile quando più utenti condividono
il Profilo Preflight. È possibile bloccare un Profilo Preflight con una password quando si crea il
Profilo Preflight o aggiungerla in un secondo momento.
La password può includere:
• lettere maiuscole e minuscole
• qualsiasi carattere della tastiera
• spazi

Per bloccare un Profilo Preflight con una password

1. Aprire il pannello Elaborazione Enfocus - Preflight.

2. Fare doppio click sul Profilo di Preflight che si vuole modificare.

Si apre l'Editor di Profilo Preflight Enfocus

3. Fare click sulla categoria Blocco in Editor di ProfiliPreflightt Enfocus.


4. Selezionare un livello di restrizione:

Restrizione Livello Significato

Sbloccato Nessuna impostazione del Profilo Preflight sarà bloccata. Tutti possono
modificare le impostazioni.

Bloccato parzialmente Viene bloccato tutto, tranne per le azioni consentite usando le opzioni
sottostanti
• Disabilita tutte le correzioni
• Disabilita Approvazione
• Altre impostazioni di elaborazione.

Bloccato Non è possibile apportare alcuna modifica. È possibile selezionare


solamente il Profilo Preflight ed eseguirlo nel documento PDF.

71
Enfocus PitStop Pro

5. Inserire una password e confermarla.

6. Fare clic su Applica.

6.7 Uso di Navigatore Enfocus

Navigazione tra errori, avvertenze e correzioni

Quando si esegue un Elenco Azioni o un Profilo Preflight nel documento PDF, numerose proprietà
del documento PDF vengono controllate e, se necessario, corrette. Ovviamente, si vuole conoscere
il risultato di questo controllo e cosa di preciso è stato corretto o cambiato. Il Navigatore Enfocus
può essere d'aiuto in questo caso. In rapporto alle preferenze Enfocus, può apparire subito dopo
aver eseguito un Elenco Azioni o Profilo Preflight. Il Navigatore Enfocus:
• Elenca gli Errori e le Avvertenze di un controllo di preflight
• Elenca le Correzioni che sono state effettuate automaticamente durante l'esecuzione di un
Elenco Azioni o di un Profilo Preflight
• Elenca i problemi che non è stato possibile correggere (Errori)
• Consente di sfogliare ed evidenziare gli oggetti modificati o che potrebbero presentare problemi
• Offre soluzioni a problemi specifici e i modi per correggere interattivamente questi problemi
• Consente di esaminare il rapporto di preflight o delle azioni

Per utilizzare il Navigatore Enfocus

1. Eseguire un controllo di preflight o un elenco azioni nel documento.


Si apre il Navigatore Enfocus.

2. Per espandere la sezione desiderata, fare clic sul segno più (+):
• Risultati alla pagina 73
• Browser oggetti alla pagina 73
• Soluzioni alla pagina 74
• Approvazione alla pagina 74
• Rapporto alla pagina 74

72
6. Preflight e controllo dei documenti PDF

Risultati
Fare clic sul segno più (+) per espandere le categorie Errori, Avvertenze, Correzioni o Errori. Fare
clic su un errore, un'avvertenza o una correzione per visualizzare ulteriori informazioni e, se
possibile, vedere evidenziato l'oggetto in cui è stato rilevato il problema.

Figura 7: Oggetto evidenziato: immagine da cui è stata rimossa l'immagine alternativa.

Browser oggetti
Il Browser oggetti consente di visualizzare ed evidenziare uno per uno i problemi o gli oggetti
che potrebbero presentare problemi. Fare clic sul pulsante o per visualizzare,
rispettivamente, il successivo oggetto o problema oppure l'ultimo. All'occorrenza, anche le
impostazioni dell'evidenziazione possono essere modificate.
È possibile utilizzare il Browser oggetti insieme all'Ispettore Enfocus per visualizzare altri dettagli
su un problema particolare oppure per correggere subito il problema.
Ad esempio, si supponga di ricevere un errore che indica che la risoluzione di tre immagini nel
documento PDF è troppo alta. In tal caso, attenersi alla seguente procedura:

1. Utilizzare il Browser oggetti per visualizzare ed evidenziare le immagini in questione.

2. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Ispettore o fare clic sul pulsante Mostra Ispettore
per visualizzare l'Ispettore Enfocus.

3. Nell'Ispettore Enfocus, fare clic sulla categoria Immagine > Proprietà per verificare la
risoluzione effettiva dell'immagine selezionata.

4. Fare clic sulla scheda Ricampiona e diminuire la risoluzione delle immagini impostandola sul
valore desiderato.

5. Fare clic su Riavvia preflight nel Navigatore Enfocus per aggiornare l'elenco degli errori, della
avvertenze e delle correzioni.

73
Enfocus PitStop Pro

Soluzioni
Il documento PDF potrebbe presentare problemi che non sono stati risolti automaticamente dal
Profilo Preflight. Le correzioni appropriate per la maggior parte di questi problemi di trovano
nella sezione Soluzioni, dove è possibile scegliere se correggere tutti gli oggetti
contemporaneamente o un singolo oggetto per volta.
Ad esempio, il documento PDF potrebbe contenere note che vengono riportate come avvertenze.
Non è stato utilizzato un Profilo Preflight per la rimozione di tutte le note, perché si desidera
mantenere alcune di esse. In questo caso, si utilizza il Browser oggetti per visualizzare ed
evidenziare le note nel documento PDF e rimuovere solo quelle desiderate.

Approvazione
Se una proprietà è impostata su Accettazione errore nel profilo PDF, le proprietà che non
soddisfano i criteri determineranno un errore nel rapporto ma è possibile decidere che tale errore
non costituisce un problema reale per il processo o flusso di lavoro corrente. Tale proprietà verrà
quindi gestita come avvertenza.

1. Nel Navigatore di Enfocus fare clic sul pulsante + per aprire la sezione Accettazione errore.

2. È possibile immettere una nota per spiegare perché si desidera accettare l'errore.

3. Effettuare una delle seguenti operazioni:


• Impostare l'opzione Applica a su tutti gli oggetti con problemi per accettare tutti gli errori
contemporaneamente.
• Impostare l'opzione Applica a su oggetto corrente e utilizzare il Browser oggetti per
selezionare l'oggetto specifico e l'errore che si desidera accettare.

4. Fare clic sul pulsante Accetta errore.

Rapporto
È possibile visualizzare un rapporto dettagliato di tutti gli errori, le avvertenze e le correzioni.
Selezionare un layout del rapporto e fare clic su Mostra rapporto.
Vedere anche Visualizzazione e interpretazione dei rapporti alla pagina 74

6.8 Visualizzazione e interpretazione dei rapporti

Contenuto di un rapporto

È possibile eseguire un Elenco Azioni o Profilo Preflight per verificare e cambiare il documento
PDF. l'esecuzione genera un rapporto delle operazioni eseguite. Il rapporto generato da PitStop
Pro è anch'esso un documento PDF. può contenere le seguenti sezioni:

Sezione Contenuto

Errori, avvertenze e Potenziali problemi in base al Profilo Preflight selezionato e modifiche


correzioni applicate nel documento PDF

74
6. Preflight e controllo dei documenti PDF

Sezione Contenuto

Informazioni generali Proprietà del documento PDF, ad esempio la versione, il titolo,


l'autore e così via del documento PDF, e informazioni sulla protezione

Informazioni font Tutti i font e i relativi attributi (tipo di font, incorporazione completa
o come sottoinsieme, e così via) utilizzati nel documento PDF

Informazioni immagine Tutte le immagini nel documento PDF insieme a informazioni


aggiuntive (ad esempio, risoluzione fisica ed effettiva, pagine,
angolo, funzioni colore personalizzate e così via)

Commenti OPI Uso OPI nel documento PDF

Informazioni colore Tutti gli spazi colore (RGB, CMYK e così via) utilizzati nel documento
PDF, con eventuali informazioni aggiuntive

Commenti PDF2Go Informazioni sui livelli nei documenti PDF2Go

Vedere anche Modifica dei documenti PDF2Go alla pagina 123

Per visualizzare e interpretare un rapporto

1. Eseguire un controllo di preflight o un elenco azioni nel documento.


Si apre il Navigatore Enfocus.

2. Fare clic sul segno più (+) per espandere la sezione Rapporto.

3. Selezionare un layout del rapporto e fare clic su Mostra rapporto.


Viene visualizzato il rapporto con gli errori, le avvertenze e le correzioni nella prima pagina.

4. Utilizzando lo strumento Mano di Adobe Acrobat, effettuare una delle operazioni


seguenti:

• Fare clic sulla lente di ingrandimento accanto a un errore, un'avvertenza o una


correzione per selezionare ed evidenziare l'oggetto corrispondente nel documento PDF. È
possibile utilizzare il Browser oggetti insieme all'Ispettore Enfocus per visualizzare altri
dettagli su un problema particolare oppure per correggere subito il problema.

• Fare clic sull'icona delle informazioni accanto a un errore, un'avvertenza o una


correzione per visualizzare l'argomento della Guida. Se viene visualizzata una finestra di
dialogo che richiede dove si desidera visualizzare l'argomento della Guida (Open Weblink).
In tal caso, selezionare nel Browser Web.

75
Enfocus PitStop Pro

6.9 Rapporti annotati

Informazioni sui rapporti annotati

Un rapporto annotato è una combinazione del rapporto e del documento originale. Offre la
possibilità di consultare il Rapporto di preflight usando Acrobat Reader oppure un browser, senza
utilizzare un software Enfocus.
Un Rapporto Annotato è una combinazione del documento originale e delle Informazioni del
Rapporto. Le Informazioni del Rapporto vengono integrate nel documento originale sotto forma
di note e segnalibri, che consentono di navigare facilmente ai vari errori ed avvisi.

Creazione di rapporti annotati

I rapporti annotati sono normali rapporti creati con il tipo di layout Rapporto annotato.
Tale layout può essere impostato nelle preferenze di Enfocus PitStop Pro o nel Navigatore di
Enfocus. Consultare Uso di Navigatore Enfocus alla pagina 72

Per visualizzare e interpretare un rapporto annotato

1. Eseguire un controllo di preflight o un elenco azioni nel documento.


Si apre il Navigatore Enfocus.

2. Cliccare sul segno più (+), in Windows, o sul triangolo, in Mac OS, per espandere la sezione
Rapporto.

3. Selezionare il layout Rapporto annotato e fare clic su Mostra rapporto.


Verrà visualizzato il rapporto annotato. Il profilo preflight utilizzato, il numero di avvertenze
ed errori, il nome del file originale e la data e l'ora del preflight sono visualizzati in una nota
nella parte superiore della prima pagina.

4. Utilizzare i pulsanti con il segno più e il segno meno nella sezione Segnalibri per espandere
o comprimere i segnalibri.

5. Fare clic su un'avvertenza o un errore per evidenziarlo nel documento.

6. Fare clic sul segnalibro Interrompi evidenziazione per disattivare tutte le evidenziazioni.

Rimuovere le informazioni del rapporto

In un rapporto annotato è possibile rimuovere le informazioni del rapporto in modo da ripristinare


il documento originale.

1. Aprire il rapporto annotato.

2. Scegliere File > Enfocus - Rimuovi informazioni rapporto

76
6. Preflight e controllo dei documenti PDF

6.10 Automatizzazione del preflight

EnfocusPitStop Server

In presenza di un numero elevato di documenti PDF da controllare in base a un Profilo Preflight


specifico, potrebbe risultare necessario automatizzare il processo.

PitStop Server offre il preflight automatico dei documenti PDF. È possibile creare hot folder in
cui includere un determinato Profilo Preflight, e se necessario, Elenchi di Azioni (vedere anche
Esecuzione automatica di attività tramite gli elenchi azioni alla pagina 136). PitStop Server a
questo punto eseguirà a intervalli regolari il monitoraggio di una cartella di input definibile
dall'utente e controllerà automaticamente ogni documento PDF inserito in questa cartella. I
documenti PDF validi e non validi verranno automaticamente spostati nelle apposite cartelle
insieme, se necessario, a un rapporto di preflight.
Per ulteriori informazioni su PitStop Server, consultare il sito Web: www.enfocus.com.

Enfocus Switch

Enfocus Switch consente di integrare con facilità in un flusso di lavoro automatizzato più ampio
operazioni automatiche di preflight, correzione e certificazione dei file PDF. Con Enfocus Switch
è possibile ricevere automaticamente i processi, tramite posta elettronica o FTP, e ordinare e
instradare processi in base al tipo di file o alle convenzioni di denominazione, nonché
automatizzare una serie completa di applicazioni editoriali professionali di base. Ciò consente
di integrare in modo completamente trasparente la tecnologia di preflight Enfocus con gli
strumenti per la creazione di file PDF, conversione dei colori, ottimizzazione delle immagini,
imposizione e prova di stampa.
Per ulteriori informazioni su Enfocus Switch, visitare il sito Web all'indirizzo: www.enfocus.com
.

77
Enfocus PitStop Pro

7. Modifica degli oggetti

7.1 Selezione degli oggetti

Strumenti di selezione degli oggetti

Per selezionare un oggetto nel documento PDF, è possibile utilizzare uno dei due strumenti di
selezione:

Lo strumento Seleziona oggetti
• Lo strumento Seleziona oggetti simili

Selezione di un oggetto specifico

Il funzionamento dello strumento Seleziona oggetti è quasi identico in modalità anteprima


e nelle viste contorni. l'unica differenza consiste nel fatto che, in una vista contorni, è possibile
selezionare grafica vettoriale o immagini raster solo sui relativi contorni.

A. La selezione di un oggetto in modalità Anteprima può essere effettuata facendo clic su qualsiasi
punto dell'oggetto.

78
7. Modifica degli oggetti

B. La selezione di un oggetto in una vista contorni è possibile solo facendo clic sui contorni dell'oggetto.

Per selezionare un oggetto

Utilizzando lo strumento Seleziona oggetti , fare clic sull'oggetto o trascinare il rettangolo


dal bordo tratteggiato, chiamato anche strumento di selezione o riquadro di delimitazione,
intorno all'oggetto.

Figura 8: Trascinamento dello strumento di selezione intorno all'oggetto per selezionare l'intero elemento grafico.

• Se si seleziona un oggetto di grafica vettoriale o un'immagine, si può notare che il controllo


dell'oggetto viene disegnato sull'oggetto stesso, insieme ai punti di ancoraggio (per la
grafica vettoriale). Se è stato attivato il quadratino di selezione centrale nelle preferenze
di PitStop Pro, verrà visualizzato anche un punto di origine al centro del riquadro di
delimitazione dell'oggetto, come nell'elemento grafico sopra riportato.
• Se si seleziona un testo, sarà possibile osservare che viene disegnato un contorno lungo
la base, con un ulteriore punto di ancoraggio a sinistra della riga di testo. Questi punti di
ancoraggio non sono attivi e non possono essere utilizzati per ridimensionare l'oggetto.
Se si fa doppio clic su un segmento di testo, viene selezionata l'intera riga logica di testo.
• Facendo clic su un tracciato composto si seleziona solo il segmento del tracciato su cui è
stato fatto clic. Facendo doppio clic sul tracciato composto si seleziona l'oggetto completo.

A. Clic su un tracciato composto.


B. Doppio clic su un tracciato composto per selezionare l'oggetto completo.

• È possibile selezionare un oggetto mascherato facendo clic sulla parte (invisibile)


dell'oggetto all'esterno della maschera. L'ordine degli oggetti viene mantenuto. Ciò significa
che un rettangolo sovrapposto invisibile (mascherato) verrà selezionato al posto di un
oggetto sottostante visibile quando si fa clic su di esso. Facendo clic sul suo contorno
(invisibile) è possibile selezionare la maschera stessa. Se si sposta il cursore su una maschera
invisibile, il puntatore risulta invertito. Facendo doppio clic sulla maschera si seleziona

79
Enfocus PitStop Pro

l'intero gruppo della maschera. Se si fa doppio clic su un'immagine mascherata, si seleziona


la prima maschera facente parte dell'immagine.

Per selezionare oggetti simili

Lo strumento Seleziona oggetti simili consente di selezionare sulla stessa pagina diversi
oggetti avente gli stessi attributi. Questo strumento può essere utile per modificare oggetti simili
in un documento PDF.

1. Fare clic sullo strumento Seleziona oggetti simili .

2. Selezionare un oggetto nel documento PDF. l'oggetto può essere costituito da un elemento
grafico (una parte di un elemento grafico) o da un segmento di testo.

3. Verrà aperto l'Ispettore Enfocus, in cui sono visualizzati gli attributi rilevanti dell'oggetto
selezionato.

4. Se necessario, deselezionare una o più proprietà per espandere la selezione.

5. Per selezionare oggetti simili, effettuare una delle seguenti operazioni:


• Fare clic sul pulsante Seleziona oggetti simili.
• Fare doppio clic sull'oggetto selezionato.
Tutti gli oggetti simili, ovvero gli oggetti con gli stessi attributi selezionati, saranno selezionati.

80
7. Modifica degli oggetti

7.2 Come nascondere o mostrare gli oggetti selezionati

Motivi per nascondere gli oggetti

Una volta selezionati gli oggetti, siano essi testo o grafica vettoriale o immagini raster, è possibile
nascondere la selezione. Questa opzione è utile se, ad esempio, si desidera modificare oggetti
difficili da selezionare poiché sono nascosti in parte o completamente da altri oggetti. Gli oggetti
nascosti non sono visibili nella vista contorni.
È possibile nascondere un oggetto alla volta e rendere nuovamente visibili tutti gli oggetti nascosti
contemporaneamente.
Vedere anche Visualizzazione di un documento PDF in una vista contorni alla pagina 20.

Per nascondere gli oggetti selezionati

1. Utilizzando lo strumento Seleziona oggetti , selezionare uno o più oggetti.

2. Scegliere Modifica > PitStop - Nascondi selezione .

Per rendere visibili tutti gli oggetti nascosti

Scegliere Modifica > PitStop - Mostra tutto , oppure scegliere Mostra tutto dal menu contestuale.

7.3 Modifica dell'ordine di sovrapposizione degli oggetti

Oggetti sovrapposti

Un documento PDF può contenere oggetti ordinati l'uno sull'altro. Per modificare uno degli
oggetti sottostanti, è necessario prima di tutto portare l'oggetto desiderato in primo piano. In

81
Enfocus PitStop Pro

situazioni di questo tipo, PitStop Pro consente di modificare l'ordine di sovrapposizione degli
oggetti.

Figura 9: Modifica dell'ordine di sovrapposizione degli oggetti: lo sfondo rosso della metà superiore della pagina è stato portato in
primo piano.

Per modificare l'ordine di sovrapposizione degli oggetti

1. Selezionare l'oggetto che si desidera portare in primo piano o indietro.

2. Scegliere Modifica > Enfocus - Ordine oggetti e selezionare una delle opzioni seguenti:
• Porta avanti e Porta indietro spostano l'oggetto selezionato, rispettivamente, di una
posizione verso l'alto o di una posizione verso il basso.
• Porta in primo piano e Porta in secondo piano spostano l'oggetto selezionato,
rispettivamente, in cima o alla fine dello stack.

7.4 Sostituzione di un oggetto

Informazioni sulla sostituzione degli oggetti

PitStop Pro consente di sostituire un oggetto con un altro tramite un'unica azione di copia e
incolla. Il nuovo oggetto adotterà automaticamente la stessa dimensione e posizione dell'oggetto
sostituito. Inoltre, adatterà le sue proporzioni all'oggetto precedente. Il risultato sarà un oggetto
rettangolare "distorto".

A. Copiare un oggetto
B. Selezionare l'oggetto da sostituire

82
7. Modifica degli oggetti

C. Incollare il "nuovo" oggetto sul "vecchio" e ridimensionarlo in un solo passaggio

Per sostituire un oggetto

1. Utilizzando lo strumento Seleziona oggetti , selezionare il "nuovo" oggetto, ovvero l'oggetto


con cui si desidera sostituire l'altro.

2. Scegliere Modifica > Copia .

3. Selezionare il "vecchio" oggetto, ovvero l'oggetto che deve essere sostituito.

4. Scegliere Modifica > Sostituisci .


L'oggetto copiato sostituirà il vecchio oggetto e ne assumerà esattamente la dimensione, le
proporzioni e la posizione.

7.5 Modifica o rimozione dei commenti OPI degli oggetti

Informazioni sull'OPI

Se un documento PDF contiene oggetti con informazioni OPI (Open Prepress Interface), è possibile
modificare o rimuovere tali informazioni utilizzando l'Ispettore Enfocus.

Per modificare o rimuovere le informazioni OPI degli oggetti

1. Utilizzando lo strumento Seleziona oggetti , scegliere Finestra >Enfocus - Mostra Ispettore.

2. Selezionare nel documento PDF l'oggetto per il quale modificare le informazioni OPI.

3. Fare clic su Prestampa > OPI per visualizzare le informazioni OPI dell'oggetto selezionato.

4. Effettuare una delle seguenti operazioni:


• Per modificare le informazioni OPI, selezionare la casella Nome file, apportare le modifiche
desiderate e fare clic su Cambia. Ad esempio, è possibile modificare il nome file o il percorso
dell'immagine.
• Scegliere Rimuovi commenti OPI dal menu a comparsa.

7.6 Modifica della trasparenza degli oggetti

È possibile rendere trasparenti gli oggetti o modificare le loro impostazioni di trasparenza. Inoltre,
è possibile rimuovere la trasparenza dall'oggetto selezionato o da un intera pagina.

Per modificare la trasparenza degli oggetti

1. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Ispettore per visualizzare l'Ispettore Enfocus.

83
Enfocus PitStop Pro

2. Selezionare la categoria Riempimento e linea > Trasparenza .

3. Selezionare l'oggetto di cui si desidera modificare la trasparenza.

4. Effettuare una delle seguenti operazioni:


• Per modificare la trasparenza, spostare il cursore Linea alpha o Riempimento alpha.
• Se il testo viene reso trasparente, è possibile selezionare l'opzione Testo in foratura.
l'inchiostro degli oggetti sottostanti, se presenti, verrà eliminato sulle altre separazioni.
• Per modificare il modo in cui i colori dell'oggetto trasparente situato sopra si fondono con
i colori degli oggetti sottostanti, aggiungere i metodi di fusione necessari. Selezionare uno
o più metodi di fusione nell'elenco Disponibile e fare clic sul pulsante Aggiungi o Sostituisci
per inserirli nell'elenco Selezionato. Il RIP applicherà i metodi di fusione nell'ordine in
cui appaiono nell'elenco Selezionato: se non può applicare il metodo all'inizio dell'elenco,
procede con il secondo, e così via.

Nota: Per ulteriori informazioni sui metodi di fusione, visitare il sito Web di Adobe
(www.adobe.com) o consultare la Guida o la documentazione dell'applicazione di grafica
impiegata (Adobe InDesign, QuarkXPress...).

Per rimuovere la trasparenza

1. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Ispettore per visualizzare l'Ispettore Enfocus.

2. Selezionare la categoria Riempimento e linea > Trasparenza .

3. Andare alla pagina che contiene gli oggetti trasparenti e, se necessario, selezionarli.

4. Selezionare dal menu a comparsa l'opzione che consente di rimuovere la trasparenza dagli
oggetti selezionati sulla pagina.

Nota: È anche possibile usare un Elenco Azioni o Profilo Preflight per rimuovere la trasparenza.

7.7 Modifica del colore degli oggetti di testo o di grafica vettoriale

Cambiare il colore e specificare gli attributi di riempimento e linea

È possibile cambiare il colore di filetto o riempimento del testo o degli oggetti al tratto nei
documenti PDF. È possibile selezionare un colore dallo stesso spazio colore, da uno diverso o dai
campioni colore dell'utente. Dopo aver selezionato un colore, è anche possibile specificare gli
attributi di riempimento o linea dell'oggetto. Vedere Attributi di riempimento alla pagina 84 e
Attributi di linea alla pagina 85.

Attributi di riempimento

Se si sta specificando il colore di riempimento di poligoni o di anelli, sarà possibile selezionare


l'attributo di riempimento (normale) Riempimento o EOfill. I poligoni e gli anelli si distinguono
dalle alle forme di grafica vettoriale poiché si tratta di tracciati composti con linee intersecanti.

84
7. Modifica degli oggetti

Per determinare se un punto fa parte o meno della forma, è possibile applicare regole differenti:
la regola standard o la regola dispari-pari (EO). Queste regole determinano il metodo di
riempimento della forma.

A. Poligono con EOFill B. Poligono con riempimento standard

C. Anello con EOFill D. Anello con riempimento standard

La regola dispari-pari presume che venga tracciata una linea tra un punto all'interno del contorno
della forma (x) e un punto all'esterno del contorno (y). Se questa linea attraversa la linea della
forma un numero dispari di volte, l'area della forma a cui appartiene il punto (x) viene riempita.
Se la linea attraversa la linea della forma un numero pari di volte, l'area non viene riempita.

Attributi di linea

Gli oggetti di grafica vettoriale e il testo, sono sostanzialmente composti da tracciati. Il contorno
di un tracciato è chiamato linea, la quale può avere i seguenti attributi:
• Spessore. Lo spessore della linea solitamente viene espresso in punti.
• Colore.
• Pattern tratteggiato. È possibile utilizzare il pattern tratteggiato per creare linee tratteggiate.
A tale scopo, è possibile specificare la lunghezza dei segmenti di linea e lo spazio tra essi.
• Stile estremità. Lo stile dell'estremità determina l'aspetto della linea alla fine di un tracciato.
• Stile vertice. Lo stile del vertice determina l'aspetto della linea nei punti angolati di un
tracciato.
• Limite angolo. Il limite dell'angolo è il limite in cui un vertice passa da angolato (appuntito)
a smussato (squadrato). È possibile calcolare il limite dell'angolo dividendo la lunghezza
dell'angolo per lo spessore della linea. Se la lunghezza dell'angolo è uguale a un determinato
numero di spessori di linea, il vertice viene smussato. Si supponga che lo spessore della linea
sia 2 punti e il limite dell'angolo sia 4. Quando la lunghezza dell'angolo raggiunge 8 punti,
il vertice dell'angolo viene smussato (squadrato). Logicamente, un limite di angolo pari a 1
sarà sempre un angolo smussato poiché la lunghezza dell'angolo è sempre inferiore allo
spessore della linea. Per ottenere angoli "appuntiti", aumentare il limite dell'angolo.

85
Enfocus PitStop Pro

Ovviamente, il limite dell'angolo non è valido per i vertici di cui è già stato impostato lo stile
su tondo o smussato.

Per cambiare il colore degli oggetti di testo o di grafica vettoriale

1. Utilizzando lo strumento Seleziona oggetti o Seleziona oggetti simili , fare clic sugli
oggetti di testo o di grafica vettoriale di cui si desidera cambiare il colore.

È possibile utilizzare lo strumento Seleziona oggetti simili per selezionare tutti gli oggetti
di testo o di grafica vettoriale con lo stesso colore presenti nella pagina.

2. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Ispettore per visualizzare l'Ispettore Enfocus.

3. Fare clic sulla categoria Riempimento e linea e verificare che le opzioni Riempimento e/o
Linea siano selezionate.
L'Ispettore Enfocus visualizza le impostazioni di colore correnti degli oggetti selezionati.

4. Per cambiare il colore degli oggetti di testo o di grafica vettoriale selezionati, fare clic sulla
categoria Colore riempimento o Colore linea ed effettuare una delle operazioni seguenti:

• Per cambiare il colore nello stesso spazio colore (ad esempio CMYK), spostare verso sinistra
o verso destra il cursore relativo al colore oppure digitare una percentuale nella casella di
testo.

5. Per scegliere il colore in un altro spazio colore, (scala di grigio, RGB, CMYK, tinta piatta),
selezionare l'opzione corrispondente nel menu a comparsa e, se necessario, spostare i cursori
verso sinistra o verso destra oppure digitare la percentuale nella casella di testo.

Nota: Nell'Ispettore di Enfocus la conversione del colore viene eseguita utilizzando i profili
definiti nelle Preferenze. Per convertire un colore in base a profili di colore specifici, è possibile
utilizzare la finestra Converti colore. Consultare la Guida di Riferimento PitStop Pro per ulteriori
informazioni

• Per convertire il colore in una tinta piatta, scegliere Converti in tinta piatta dal menu a
comparsa. Nel selettore colore selezionare una libreria di colori e una tinta piatta, quindi
fare clic su OK.
• Per utilizzare un colore dei campioni utente, scegliere Selettore colore dal menu a comparsa.
Selezionare un colore dai campioni utente e fare clic su OK.
Se necessario, è possibile specificare gli attributi di riempimento e/o di linea degli oggetti
selezionati.

6. Fare clic sulla categoria Riempimento/Linea.

7. Nella sottocategoria Linea, specificare gli attributi di linea:


• Specificare lo spessore della linea.
• Selezionare uno stile per estremità e per vertice.

86
7. Modifica degli oggetti

Stile estremità Stile vertice

Icona Significato Icona Significato

Estremità lineare Vertice angolato

Estremità tonda Vertice arrotondato

Estremità allungata Vertice smussato

• Se si seleziona uno stile di tipo vertice angolato , imposta il limite dell'angolo.


• Per rendere la linea tratteggiata, fare clic sul pulsante Linea tratteggiata e specificare
la lunghezza dei trattini nelle caselle Attivato e lo spazio tra i trattini nelle caselle
Disattivato. Se necessario, spostare i trattini specificando un intervallo.

A B

8. Se è stato scelto di riempire un poligono o un anello, selezionare Riempimento o EOfill.

Conversione del colore tramite il pannello Converti colore di Enfocus

La conversione e la modifica di un colore può essere eseguita nell'Ispettore di Enfocus, utilizzando


i profili definiti nelle Preferenze. Per convertire correttamente il colore in base a profili di colore
specifici, è tuttavia possibile utilizzare il pannello Converti colore di Enfocus.

Per convertire un colore tramite il pannello Converti colore di Enfocus

1. Utilizzando lo strumento Seleziona oggetti o Seleziona oggetti simili , fare clic sugli
oggetti di testo o di grafica vettoriale di cui si desidera cambiare il colore.

È possibile utilizzare lo strumento Seleziona oggetti simili per selezionare tutti gli oggetti
di testo o di grafica vettoriale con lo stesso colore presenti nella pagina.

87
Enfocus PitStop Pro

2. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra pannello Converti colore per visualizzare il pannello
Converti colore di Enfocus.

3. Specificare se si desidera convertire il colore del riempimento, della linea o di entrambi

4. Selezionare lo spazio colore in cui si desidera convertire il colore.

5. Se necessario, modificare il profilo ICC di origine. Saranno disponibili solo i profili per lo
spazio colore di origine.

Nota: Per gli oggetti grigi è possibile selezionare anche profili CMYK, per gestire il grigio
come nero nello spazio CMYK.

6. Impostare il profilo ICC di destinazione. Saranno disponibili solo i profili per lo spazio colore
di destinazione.

7. Specificare l'intento di rendering da utilizzare.

8. Fare clic su Converti

Utilizzo di profili DeviceLink


Nel pannello Converti colore di Enfocus è possibile utilizzare profili DeviceLink anziché profili ICC.
I profili DeviceLink sono profili specifici della periferica, che consentono di convertire i colori da
uno spazio colore all'altro senza eseguire una conversione intermedia in colori LAB o in qualsiasi
altro spazio colore indipendente dalla periferica.
Poiché nei profili DeviceLink sono definiti gli spazi colore di origine e destinazione, nel campo
"Origine" è possibile selezionare solo profili DeviceLink corrispondenti agli spazi colore di origine
e destinazione. Se è selezionato un profilo DeviceLink, il campo per il profilo di destinazione
sarà disabilitato.

7.8 Utilizzo dei campioni utente

Utilizzo dei campioni utente

In PitStop Pro è possibile utilizzare campioni utente. I campioni utente sono un elenco o un
database di colori utilizzati di frequente. È possibile:
• Creare campioni utente per colori nuovi o esistenti
• Applicare i colori dei campioni utente a testo o a oggetti nei documenti PDF
• Rimuovere colori dai campioni utente
È possibile creare campioni utente da riutilizzare di frequente nel proprio ambiente. Inoltre, è
possibile creare nuovi colori e aggiungerli ai campioni utente. I campioni utente possono contenere

88
7. Modifica degli oggetti

qualsiasi spazio colore definito in PDF 1.3, incluse tinte piatte e spazi colore quali DeviceN e
Pattern.

Per creare campioni utente

1. Utilizzando lo strumento Seleziona oggetti , fare clic su qualsiasi oggetto o testo nel
documento PDF contenente il colore da aggiungere ai campioni utente.

2. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Ispettore per visualizzare l'Ispettore Enfocus.
Viene visualizzato l'Ispettore Enfocus, che mostra le impostazioni di colore correnti del testo
o dell'oggetto selezionati.

3. Se necessario, cambiare il colore utilizzando i cursori oppure selezionare un altro metodo


colore (scala di grigio, RGB o CMYK) o tinta piatta.

4. Scegliere Aggiungi colore a campioni utente dal menu a comparsa.

5. Nella finestra di dialogo, digitare un nome descrittivo per il colore e fare clic su OK.
Il colore specificato viene salvato nei campioni utente e successivamente potrà essere
riutilizzato.

Per applicare un colore dei campioni utente a oggetti o testo

Dopo aver memorizzato un colore nei campioni utente, è possibile applicarlo agli oggetti oppure
al testo del documento PDF. Attenersi alla seguente procedura:

1. Utilizzando lo strumento Seleziona oggetti , fare clic su qualsiasi oggetto di testo o di


grafica vettoriale nel documento PDF a cui si desidera applicare un colore dei campioni utente.

2. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Ispettore per visualizzare l'Ispettore Enfocus.

3. Fare clic sulla categoria Riempimento e linea e scegliere Selettore colore dal menu a comparsa.

4. Come libreria di colori selezionare Campioni utente

5. Selezionare un colore dai campioni utente e fare clic su OK.

6. Se necessario, regolare il colore selezionato utilizzando i cursori nell'Ispettore Enfocus.

Per rimuovere colori dai campioni utente

È possibile rimuovere facilmente uno o più colori dai campioni utente, ad esempio perché non
verranno più utilizzati. Attenersi alla seguente procedura:

1. Utilizzando lo strumento Seleziona oggetti , selezionare qualsiasi oggetto o testo nel


documento PDF.

2. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Ispettore per visualizzare l'Ispettore Enfocus.

3. Fare clic sulla categoria Riempimento e linea e scegliere Selettore colore dal menu a comparsa.

4. Come libreria di colori selezionare Campioni utente

89
Enfocus PitStop Pro

5. Selezionare dall'elenco il colore da rimuovere.

6. Fare clic su Rimuovi.

7. Fare clic su Annulla.

7.9 Rotazione di un oggetto

Punto di origine della rotazione

Se si ruota un oggetto, è importante conoscere la posizione dell'asse intorno al quale l'oggetto


dovrà essere ruotato. Questo asse è indicato dal punto di origine .
È possibile ruotare un oggetto in due modi:
• Tramite trascinamento, vedere Per ruotare un oggetto tramite trascinamento alla pagina 90
• Tramite la specifica di un angolo di rotazione in gradi, utilizzando l'Ispettore Enfocus. Vedere
Per ruotare un oggetto specificando un angolo di rotazione alla pagina 91

Per ruotare un oggetto tramite trascinamento

1. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Ispettore per visualizzare l'Ispettore Enfocus.

2. Utilizzando lo strumento Seleziona oggetti , selezionare l'oggetto da ruotare.

3. Fare clic sullo strumento Ruota selezione .


L'Ispettore Enfocus si modifica di conseguenza.

4. Se necessario, modificare l'angolo di vincolo (per MAIUSC-rotazione) o il colore cursore


nell'Ispettore Enfocus. È possibile modificare il colore cursore facendo clic sull'area del colore
e selezionando un colore diverso.

Nota: Nell'area Risposta numerica è possibile trovare le esatte informazioni sull'azione di


rotazione che si sta per eseguire.

5. Fare clic sull'oggetto selezionato.


Viene indicato il punto di origine intorno al quale sarà ruotato l'oggetto.

Figura 10: Il punto di origine è al centro dell'oggetto selezionato.

90
7. Modifica degli oggetti

6. Effettuare una delle seguenti operazioni:


• Per ruotare un oggetto intorno al suo centro, trascinare l'oggetto selezionato con un
movimento circolare.

Figura 11: Rotazione di un oggetto intorno al suo centro.

• Fare doppio clic su un'altra posizione per spostare il punto di origine. Spostare il puntatore
lontano dal centro e trascinare con un movimento circolare per ruotare l'oggetto interno
al suo nuovo punto di origine.

Figura 12: Rotazione di un oggetto intorno al suo punto di origine posizionato all'esterno dell'oggetto.

• Tenere premuto il tasto MAIUSCmentre si effettua il trascinamento per ruotare l'oggetto


ad angoli fissi. È possibile impostare tale angolo nella categoria Risposta numerica della
finestra di dialogo Ispettore Enfocus.
• Tenere premuto il tasto ALT(Windows) o Opzione(Macintosh) mentre si effettua il
trascinamento per creare una copia ruotata dell'oggetto selezionato.

Per ruotare un oggetto specificando un angolo di rotazione

Consultare Trasformazione di un oggetto tramite la specifica di valori esatti alla pagina 98.

7.10 Ridimensionamento di un oggetto

È possibile ridimensionare un oggetto per ingrandirlo o ridurlo orizzontalmente o verticalmente


o in entrambe le direzioni simultaneamente. È anche possibile utilizzare lo strumento Scala
selezione per modificare la forma di un oggetto o per creare una copia ridimensionata dell'oggetto
selezionato.
È possibile ridimensionare un oggetto in due modi:
• Tramite trascinamento

91
Enfocus PitStop Pro

• Tramite la specifica di un fattore di ridimensionamento con l'Ispettore Enfocus


Vedere anche Trasformazione di un oggetto tramite la specifica di valori esatti alla pagina 98.

Per ridimensionare un oggetto tramite trascinamento

1. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Ispettore per visualizzare l'Ispettore Enfocus.

2. Utilizzando lo strumento Seleziona oggetti , selezionare l'oggetto da ridimensionare. Fare


clic sull'oggetto o trascinare il rettangolo dal bordo tratteggiato, chiamato anche strumento
di selezione, intorno all'oggetto.

Figura 13: Trascinamento dello strumento di selezione intorno all'oggetto per selezionare l'intero elemento grafico.

3. Fare clic sullo strumento Scala selezione .


L'Ispettore Enfocus si modifica di conseguenza.

4. Se necessario, modificare il colore del cursore nell'Ispettore Enfocus.

Nota: Nell'area Risposta numerica è possibile trovare le esatte informazioni sull'azione di


ridimensionamento che si sta per eseguire.

5. Fare clic sull'oggetto selezionato.


Viene indicato il punto di origine verso il quale sarà ridimensionato l'oggetto.

Figura 14: Il punto di origine è al centro dell'oggetto selezionato.

6. Effettuare una delle seguenti operazioni:

92
7. Modifica degli oggetti

• Per ridimensionare l'oggetto un oggetto in modo non proporzionale, trascinare l'oggetto


selezionato in una direzione casuale.

Figura 15: Il ridimensionamento in modo non proporzionale di un oggetto modifica la proporzione altezza-larghezza dell'oggetto.

• Fare doppio clic su un'altra posizione dell'oggetto per spostare il punto di origine. A questo
punto, effettuare il trascinamento per ridimensionare l'oggetto utilizzando il nuovo punto
di origine. Ad esempio, è possibile posizionare il punto di origine su uno degli angoli di
un oggetto rettangolare per mantenere in una posizione fissa i due lati dell'oggetto durante
il ridimensionamento.

Figura 16: Ridimensionamento di un oggetto verso un punto di origine diverso dal centro dell'oggetto.

• Tenere premuto il tasto MAIUSC mentre si effettua il trascinamento per ridimensionare


l'oggetto in modo proporzionale, ovvero mantenendo la proporzione altezza-larghezza
dell'oggetto originale.
• Tenere premuto il tasto ALT(Windows) o Opzione(Macintosh) mentre si effettua il
trascinamento per creare una copia ridimensionata dell'oggetto selezionato.

7.11 Spostamento di un oggetto

È possibile selezionare un oggetto nel documento PDF e spostare tale oggetto in una nuova
posizione.
È possibile spostare un oggetto in due modi:
• Tramite trascinamento
• Tramite la specifica di una distanza e di una direzione con l'Ispettore Enfocus.
Per facilitare l'allineamento degli oggetti spostati, è possibile utilizzare le guide magnetiche.

Per spostare o copiare un oggetto tramite trascinamento

1. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Ispettore per visualizzare l'Ispettore Enfocus.

93
Enfocus PitStop Pro

2. Utilizzando lo strumento Seleziona oggetti , selezionare l'oggetto da spostare.

È possibile tenere premuto il tasto MAIUSCe fare clic con il pulsante sinistro del mouse per
selezionare più oggetti.

3. Fare clic sullo strumento Sposta selezione o tenere premuto il tasto CONTROL (CTRL)
(Windows) o Comando ( ) (Macintosh).

Il puntatore cambia da a .
L'Ispettore Enfocus si modifica di conseguenza.

4. Se necessario, modificare le unità di misura nelle preferenze di Enfocus PitStop Professional.

Nota: Nell'area Risposta numerica è possibile trovare le esatte informazioni sull'azione di


spostamento che si sta per eseguire.

5. Effettuare una delle seguenti operazioni:


• Trascinare l'oggetto selezionato nella nuova posizione.

Figura 17: Spostamento dell'oggetto selezionato in una nuova posizione tramite trascinamento.

94
7. Modifica degli oggetti

• Tenere premuto il tasto MAIUSCe trascinare l'oggetto selezionato in direzione orizzontale


o verticale.

Figura 18: Tenendo premuto il tasto MAIUSCdurante il trascinamento si sposta l'oggetto lungo un asse verticale o orizzontale
fisso.

• Tenere premuto il tasto ALT(Windows) o Opzione(Macintosh) mentre si effettua il


trascinamento per creare una copia dell'oggetto nella nuova posizione.

Figura 19: Tenendo premuto il tasto ALT(Windows) o Opzione(Macintosh) durante il trascinamento si crea una copia dell'oggetto
nella nuova posizione.

95
Enfocus PitStop Pro

7.12 Inclinare un oggetto

Informazioni sull'inclinazione

l'inclinazione di un oggetto rende l'oggetto obliquo, come nel caso in cui spingendo uno qualsiasi
degli angoli di un rettangolo si trasforma quest'ultimo in un parallelogramma.

Figura 20: l'inclinazione di un oggetto rettangolare trasforma l'oggetto in un parallelogramma

Per inclinare un oggetto

1. Utilizzando lo strumento Seleziona oggetti , selezionare l 'oggetto da inclinare. Fare clic


sull'oggetto o trascinare il rettangolo dal bordo tratteggiato, chiamato anche strumento di
selezione, intorno all'oggetto.

Figura 21: Trascinamento dello strumento di selezione intorno all'oggetto per selezionare l'intero elemento grafico.

2. Fare clic sullo strumento Inclina selezione .

96
7. Modifica degli oggetti

Viene indicato il punto di origine dal quale sarà inclinato l'oggetto.

Figura 22: Il punto di origine è al centro dell'oggetto selezionato.

L'Ispettore Enfocus si modifica di conseguenza.

3. Se necessario, modificare l'angolo di vincolo (per MAIUSC-inclinazione) o il colore del cursore


nell'area Risposta numerica dell'Ispettore Enfocus.

Nota: Nell'area Risposta numerica è possibile trovare le esatte informazioni sull'azione di


inclinazione che si sta per eseguire.

4. Effettuare una delle seguenti operazioni:


• Per inclinare l'oggetto mantenendo il centro dell'oggetto come punto di origine, trascinare
l'oggetto in una direzione casuale.
• Per spostare il punto di origine, fare doppio clic su un'altra posizione all'interno o
all'esterno dell'oggetto. A questo punto, effettuare il trascinamento per inclinare l'oggetto
utilizzando il nuovo punto di origine. Ad esempio, per creare un parallelogramma da un
oggetto rettangolare, posizionare il punto di origine su uno qualsiasi degli angoli
dell'oggetto.

Figura 23: Posizionamento del punto di origine sugli angoli di un oggetto per creare un parallelogramma da un rettangolo.

97
Enfocus PitStop Pro

• Tenere premuto il tasto MAIUSCmentre si effettua il trascinamento per vincolare il movimento


di inclinazione a un angolo fisso, ad esempio 15°. È possibile impostare l'angolo nella
categoria Risposta numerica dell'Ispettore Enfocus.

Figura 24: Inclinazione di un oggetto ad angoli fissi, come definito nelle Preferenze.

• Tenere premuto il tasto ALT(Windows) o Opzione(Macintosh) mentre si effettua il


trascinamento per inclinare una copia dell'oggetto selezionato.

7.13 Trasformazione di un oggetto tramite la specifica di valori esatti

Per trasformare un oggetto in modo più accurato rispetto al trascinamento e all'uso degli strumenti

di trasformazione Sposta , Ruota , Inclina o Scala , è necessario utilizzare


l'Ispettore Enfocus. L'Ispettore Enfocus consente di trasformare qualsiasi oggetto del documento
PDF specificando valori esatti.
La trasformazione di un oggetto include una o più delle seguenti azioni:
• Spostamento
• Ridimensionamento
• Stiramento
• Riflessione
• Rotazione

Per trasformare un oggetto tramite la specifica di valori esatti

1. Utilizzando lo strumento Seleziona oggetti , selezionare l 'oggetto da trasformare.

2. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Ispettore per visualizzare l'Ispettore Enfocus.

3. Fare clic sulla categoria Posizione.

4. Effettuare una delle seguenti operazioni:


• Spostare o ridimensionare l'oggetto selezionato modificando i valori nell'area Posizione
e dimensione:

98
7. Modifica degli oggetti

Casella Significato

Angolo in la distanza tra il punto inferiore sinistro dell'oggetto e l'angolo inferiore


basso a sinistro della pagina.
sinistra

Dimensione altezza e/o larghezza

Angolo in alto la distanza tra il punto superiore destro dell'oggetto e l'angolo inferiore
a destra sinistro della pagina.

• Stirare o ruotare l'oggetto selezionato modificando i valori nell'area Proporzioni e rotazione:

Casella Valore Risultato

Proporzioni >1 stiramento verticale (alt > largh)

<1 stiramento orizzontale (alt < largh)

Angolo positivo rotazione in senso orario

negativo rotazione in senso antiorario

• Ridimensionare, ruotare o riflettere l'oggetto selezionato modificando i valori e facendo


clic sui pulsanti nell'area Trasf. numeriche:

Per... Attenersi alla seguente procedura:

Scalare un oggetto Effettuare una delle seguenti operazioni:

Immettere un valore nella casella della percentuale e fare clic su .

Scegliere Scala 50% o Scala 200% dal menu a comparsa.

Ruotare un oggetto Effettuare una delle seguenti operazioni:

Immettere un valore nella casella dei gradi e fare clic su .

Scegliere Ruota di 90° in senso antiorario o Ruota di 90° in senso


orario dal menu a comparsa.

Riflettere un oggetto Effettuare una delle seguenti operazioni:

Fare clic su per riflettere l'oggetto verso destra o verso sinistra.

Fare clic su per riflettere l'oggetto verso l'alto o verso il basso.

99
Enfocus PitStop Pro

7.14 Creazione di nuove forme

Disegno di ellissi e rettangoli

È possibile utilizzare PitStop Pro per modificare gli oggetti esistenti, ma è anche possibile disegnare
nuove forme di base, quali ellissi o rettangoli. Ad esempio, è possibile disegnare un rettangolo
o una ellisse intorno a un frammento di testo per mettere il testo in evidenza.

Nota: Se bisogna creare molte forme nuove con le stesse proprietà di riempimento e linea, è
possibile cominciare impostando queste proprietà come predefinite.

Per creare una nuova forma

1. Fare clic sullo strumento Crea nuovo rettangolo o Crea nuova ellisse .

2. Posizionare il puntatore su una pagina del documento PDF ed effettuare una delle seguenti
operazioni:
• Per disegnare un nuovo rettangolo o una nuova ellisse, effettuare il trascinamento in
diagonale.
• Per disegnare un quadrato o un cerchio, tenere premuto il tasto MAIUSCmentre si effettua
il trascinamento.
• Per disegnare un rettangolo o un'ellisse partendo dal centro e non da un lato, tenere
premuto il tasto ALT(Windows) o Opzione(Macintosh) mentre si effettua il trascinamento.

A. Il disegno a partire da un lato mantiene i lati della forma in posizione fissa lungo gli assi x e
y
B. Il disegno a partire dal centro mantiene il centro in posizione fissa

• Per disegnare un quadrato o un cerchio partendo dal centro, tenere premuti i tasti MAIUSCe
ALT(Windows) o Opzione(Macintosh) mentre si effettua il trascinamento.

100
7. Modifica degli oggetti

7.15 Creazione di un nuovo tracciato

È possibile creare nuovi tracciati nel documento PDF semplicemente selezionando lo strumento

Crea nuovo tracciato e facendo clic nel documento. A ogni clic verranno aggiunti nuovi
punti di ancoraggio e nuovi segmenti. È possibile creare un tracciato aperto o chiuso.

Per creare un nuovo tracciato

1. Fare clic sullo strumento Crea nuovo tracciato .

2. Se necessario, scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Ispettore per visualizzare l'Ispettore
Enfocus.

3. Nel documento PDF, posizionare il puntatore nel punto in cui si desidera creare il primo punto
di ancoraggio e fare clic.

4. Posizionare il puntatore nel punto in cui deve terminare il primo segmento e fare nuovamente
clic.
A questo punto, è stato disegnato un segmento tra due punti di ancoraggio.

A. A. Primo punto di ancoraggio


B. B. Segmento
C. C. Centro
D. D. Secondo punto di ancoraggio e puntatore

5. Fare clic su altre posizioni per aggiungere nuovi punti di ancoraggio e creare così nuovi
segmenti.

Nota: Per creare un segmento curvo, fare clic su una posizione ed effettuare il trascinamento
tenendo premuto il pulsante del mouse.

6. Per completare il tracciato, effettuare una delle seguenti operazioni:

101
Enfocus PitStop Pro

• Fare clic su qualsiasi strumento ad eccezione di Crea nuovo tracciato


• Premere ESC.
• Fare clic su Chiudi tracciato nell'Ispettore Enfocus.

7.16 Modifica di un tracciato

PitStop Pro consente di modificare la forma di un tracciato di un oggetto di grafica vettoriale. A


questo scopo, selezionare uno o più punti di ancoraggio del tracciato e spostare questi punti o
i loro punti di direzione.

Per modificare un tracciato

1. Fare clic sullo strumento Modifica tracciato .

2. Fare clic sull'oggetto di grafica vettoriale di cui si desidera modificare un tracciato.


I punti di ancoraggio del tracciato diventano visibili, ma non sono ancora selezionati.

Figura 25: I punti di ancoraggio sono visibili, ma non ancora selezionati.

3. Effettuare una delle seguenti operazioni:


• Fare clic una seconda volta su uno specifico punto di ancoraggio.
• Tenere premuto il tasto MAIUSCe fare clic una seconda volta su più punti di ancoraggio.
• Trascinare il rettangolo dal bordo tratteggiato (strumento di selezione) intorno a uno o
più punti di ancoraggio.
I punti di ancoraggio vengono selezionati solo se si fa clic una seconda volta su di essi o se
si trascina uno strumento di selezione intorno ad essi. Il punto di ancoraggio selezionato
viene ingrandito e i suoi punti di direzione diventano visibili.

102
7. Modifica degli oggetti

A. Punti di ancoraggio visibili che non sono selezionati


B. Punti di ancoraggio selezionati con i relativi punti di direzione e linee di direzione visibili

4. Trascinare il punto di ancoraggio o il relativo punto di direzione nella posizione richiesta per
modificare la forma del segmento.

Figura 26: Trascinamento di un punto di direzione per modificare la forma di un segmento.

7.17 Aggiunta o rimozione di un punto di ancoraggio

Motivi dell'aggiunta o della rimozione dei punti di ancoraggio

È possibile aggiungere o rimuovere punti di ancoraggio da qualsiasi tracciato di un oggetto di


grafica vettoriale:
• Se si aggiungono punti di ancoraggio (vedere Per aggiungere un punto di ancoraggio alla
pagina 103), sarà possibile avere un maggiore controllo sulla forma del tracciato.
• Se si rimuovono punti di ancoraggio (vedere Per rimuovere un punto di ancoraggio alla pagina
104), sarà possibile semplificare il tracciato e modificarne automaticamente la forma.

Per aggiungere un punto di ancoraggio

1. Fare clic sullo strumento Aggiungi punto di ancoraggio .

2. Fare clic sull'oggetto di grafica vettoriale a cui si desidera aggiungere il punto di ancoraggio.

3. Fare clic sulla posizione del tracciato in cui si desidera aggiungere il punto di ancoraggio.

103
Enfocus PitStop Pro

A ogni clic verranno aggiunti al tracciato i nuovi punti di ancoraggio.

Figura 27: Aggiunta di un nuovo punto di ancoraggio (A) a un segmento del tracciato.

Per rimuovere un punto di ancoraggio

1. Fare clic sullo strumento Rimuovi punto di ancoraggio .

2. Fare clic sull'oggetto di grafica vettoriale da cui si desidera rimuovere il punto di ancoraggio.

3. Fare clic sul punto di ancoraggio da rimuovere.


Il punto di ancoraggio appare selezionato (con visualizzati gli eventuali punti di direzione) e
poi scompare. A questo punto, la forma del tracciato viene modificata.

Figura 28: l'eliminazione di un punto di ancoraggio da un segmento del tracciato modifica la forma del tracciato.

104
7. Modifica degli oggetti

7.18 Mascheramento degli oggetti

È possibile creare una maschera da applicare su uno o più oggetti del documento PDF e anche
rilasciare una maschera esistente.

Per mascherare un oggetto

1. Selezionare almeno un oggetto nel documento PDF e un oggetto di grafica vettoriale o un


segmento con cui creare la maschera.

Figura 29: Selezione di due oggetti per il mascheramento.

2. Scegliere Modifica > Maschera Enfocus > Crea .


Il contorno dell'oggetto superiore viene utilizzato per mascherare gli oggetti sottostanti.

Figura 30: Creazione della maschera con l'oggetto superiore.

105
Enfocus PitStop Pro

7.19 Visualizzazione delle proprietà di un'immagine raster

Proprietà delle immagini raster

Se nel documento PDF sono presenti delle immagini raster, è possibile selezionare queste ultime
e visualizzarne le proprietà, quali la dimensione, la risoluzione, la compressione e le informazioni
sul loro uso del colore.

Per visualizzare le proprietà di un'immagine raster

1. Utilizzando lo strumento Seleziona oggetti , selezionare un'immagine raster.

2. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Ispettore per visualizzare l'Ispettore Enfocus.

3. Fare clic su Immagine > Proprietà per visualizzare le proprietà dell'immagine raster
selezionata.

7.20 Ricampionamento delle immagini raster

Informazioni sul ricampionamento

Per ricampionamento si intende la modifica del numero di pixel e della dimensione dei pixel di
un'immagine. In questo modo si modifica sia la dimensione (file) che la qualità dell'immagine,
in senso positivo o negativo:
• È possibile effettuare il downsampling di un'immagine, che riduce sia la dimensione che la
qualità dell'immagine.
• È possibile effettuare l'upsampling di un'immagine, per ricampionare l'immagine verso l'alto
e aumentare il numero dei pixel. Vengono aggiunti nuovi pixel in base ai valori dei colori dei
pixel esistenti.
È possibile scegliere:
• Per ricampionare una singola immagine alla pagina 107
• Per ricampionare più immagini alla pagina 108

Motivi del downsampling di un'immagine

I motivi per effettuare il downsampling di un'immagine possono essere diversi:


• Per aumentare la velocità di elaborazione in fase di modifica o stampa dei documenti PDF
contenenti immagini raster.
• Per adattare la risoluzione delle immagini (dpi) al numero di linee su schermo dell'output
finale (lpi).
• Per pubblicare i documenti PDF su Internet.
Una buona regola per specificare la risoluzione ottimale è la seguente:

106
7. Modifica degli oggetti

lineatura retino (ad esempio 150lpi) x 2 = risoluzione immagine (300dpi)

Metodi di interpolazione

Il ricampionamento, ovvero l'aggiunta o l'eliminazione di pixel, può essere effettuato in vari


modi, chiamati tecnicamente metodi di interpolazione. Per ricampionare un'immagine, selezionare
uno dei seguenti metodi di interpolazione:
• Ricampionamento medio alla pagina 107
• Subsampling alla pagina 107
• Ricampionamento bicubico alla pagina 107
• Ricampionamento bilineare alla pagina 107
• Ricampionamento bicubico BSpline alla pagina 107

Ricampionamento medio

Il downsampling medio calcola la media dei pixel dell'area campione. Questa media sostituisce
successivamente l'intera area con il colore di pixel medio alla risoluzione specificata.

Subsampling

Il subsampling rende un pixel al centro dell'area campione il punto di riferimento degli altri. I
pixel circostanti assumono il valore del pixel centrale. Di fatto, il pixel al centro sostituisce l'intera
area alla risoluzione specificata. Il subsampling è più veloce del downsampling ma può produrre
immagini meno omogenee.

Ricampionamento bicubico

Il ricampionamento bicubico è un metodo lento ma preciso, che produce immagini con sfumature
di colore molto morbide. Il valore dei nuovi pixel è calcolato sulla base di una media ponderata
dei valori del gruppo di pixel corrispondente dell'immagine originale. L'interpolazione viene
effettuata tra 16 pixel dell'immagine originale, con un leggero effetto di nitidezza.

Ricampionamento bilineare

Il ricampionamento bilineare è un metodo di interpolazione di qualità media che si basa


sull'interpolazione ponderata tra 4 pixel dell'immagine originale.

Ricampionamento bicubico BSpline

Il metodo BSpline è un metodo di interpolazione bicubica modificato, con effetti di nitidezza


più accentuati, consigliato per l'upsampling. Il downsampling bicubico offre generalmente
risultati migliori rispetto al metodo di media semplice del downsampling.

Per ricampionare una singola immagine

1. Utilizzando lo strumento Seleziona oggetti , selezionare un'immagine raster.

2. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Ispettore e fare clic sulla categoria Immagine >
Ricampiona .

3. Effettuare una delle seguenti operazioni:

107
Enfocus PitStop Pro

• Per effettuare il downsampling di un'immagine, selezionare Ricampiona a e specificare


la soglia di risoluzione in dpi. Il downsampling sarà effettuato solo per le immagini con
una risoluzione superiore o uguale a questa soglia.
• Per effettuare l'upsampling di un'immagine, fare clic sulla casella Ricampiona a per
deselezionarla.

4. Selezionare un metodo di ricampionamento (interpolazione) e specificare la risoluzione (dpi)


da utilizzare per il ricampionamento dell'immagine.

5. Fare clic su Applica.

Per ricampionare più immagini

Consultare modifiche globali alla pagina 127

7.21 Compressione delle immagini raster

Informazioni sulla compressione

È possibile comprimere le immagini raster di un documento PDF per ridurre la dimensione del
file PDF. A questo scopo, è necessario selezionare un metodo di compressione (vedere Metodi di
compressione alla pagina 108) e, se necessario, un filtro ASCII (vedere filtri ASCII alla pagina 108).

Metodi di compressione

È possibile selezionare uno dei seguenti metodi di compressione:


• compressione JPEG alla pagina 108
• compressione ZIP alla pagina 108

compressione JPEG
Il metodo di compressione JPEG è adatto alle immagini in scala di grigio o a colori. Un tipico
esempio di immagine da comprimere con il metodo JPEG è una fotografia a tono continuo. Questo
tipo di immagine contiene più informazioni (dettagli) di quante ne possano essere riprodotte
sullo schermo o sulla stampa. Di conseguenza, è utile eliminare le informazioni che non possono
essere comunque visualizzate. Questo può comportare una perdita di qualità dell'immagine,
perché il metodo di compressione rimuove alcune informazioni; per questo viene definito metodo
con perdita. Tuttavia, la compressione JPEG riduce notevolmente le dimensioni dei file.

compressione ZIP
Questo metodo riduce le dimensioni dell'immagine senza alcuna perdita di informazioni
(compressione senza perdita).

filtri ASCII

Quando si comprimono le immagini, è possibile selezionare un filtro ASCII con cui codificare i
dati immagine nel documento PDF come testo normale (ASCII). La codifica ASCII è consigliabile
se si intende trasmettere i documenti PDF tramite canali in cui è consentito solo l'uso di caratteri
ASCII. È questo il caso ad esempio di alcuni sistemi e-mail, anche se la maggior parte dei software

108
7. Modifica degli oggetti

e-mail attualmente in uso supporta anche i documenti non ASCII. Se è necessario applicare la
codifica ASCII alle immagini dei documenti PDF, selezionare uno dei seguenti filtri ASCII:
• ASCII Hex, che potrebbe raddoppiare la dimensione dei dati immagine
• ASCII 85, che comporta un aumento della dimensione dei dati immagine di circa il 25%

Per comprimere una singola immagine

1. Utilizzando lo strumento Seleziona oggetti , selezionare un'immagine raster.

2. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Ispettore e fare clic sulla categoria Immagine >
Comprimi .

3. Selezionare un metodo di compressione: JPEG o ZIP.

4. Se si seleziona la compressione JPEG, selezionare un livello di qualità.


Maggiore è il livello di qualità, maggiore sarà il dettaglio dell'immagine, ma anche la
dimensione del file PDF.

5. Se necessario, selezionare un filtro ASCII.

6. Fare clic su Applica.

7.22 Visualizzazione delle statistiche degli oggetti selezionati

Informazioni sulle statistiche

È possibile selezionare uno o più oggetti nel documento PDF e visualizzare le informazioni
statistiche su tali oggetti, ad esempio:
• Il numero di punti di ancoraggio di un tracciato
• Il numero di caratteri di una riga di testo
• Il numero di byte in un'immagine
• Il numero di sfumature in un oggetto

Per visualizzare le statistiche degli oggetti selezionati

1. Utilizzando lo strumento Seleziona oggetti , selezionare uno o più oggetti.

2. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Ispettore .

3. Fare clic sulla categoria Statistiche nell'Ispettore Enfocus per visualizzare le statistiche dei
tracciati, dei segmenti di testo e/o delle immagini raster selezionati.

4. Se necessario, modificare la selezione nell'area Selezione:


• Fare clic su Seleziona tutto per selezionare tutti gli oggetti della pagina.
• Per selezionare tutto il testo di una riga di testo, fare doppio clic sulla riga di testo o fare
clic su Espandi selezione. Scegliere questa opzione, ad esempio, se il testo è stato suddiviso
in parole o caratteri.

109
Enfocus PitStop Pro

• Per selezionare un oggetto di grafica vettoriale completo, costituito da tracciati composti,


fare doppio clic su uno dei tracciati o fare clic su Espandi selezione.

7.23 Visualizzazione delle informazioni sulle mezzetinte di un oggetto

Informazioni sulle mezzetinte

È possibile selezionare un oggetto nel documento PDF e visualizzare le informazioni sulle


mezzetinte di tale oggetto, ad esempio:
• Il tipo e il nome della mezzatinta
• La funzione di trasferimento
• La frequenza e l'angolo della mezzatinta
• l'eventuale uso di retini accurati
• La funzione punto

Per visualizzare le informazioni sulle mezzetinte di un oggetto

1. Utilizzando lo strumento Seleziona oggetti , selezionare un oggetto.

2. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Ispettore per visualizzare l'Ispettore Enfocus.

3. Fare clic sulla categoria Prestampa > Mezzatinta .

7.24 Selezione del testo

Testo o segmenti di testo

PitStop Pro dispone di vari strumenti che consentono di selezionare il testo o un segmento di
testo nel documento PDF. Un segmento di testo può essere:
• Una linea di testo
• Una parola
• Un singolo carattere

Figura 31: I segmenti di testo: una riga (A), una parola (B) e singoli caratteri (C).

La modalità di selezione del testo o di un segmento di testo spesso dipende dalle operazioni che
si desidera eseguire con il testo selezionato. Solitamente si eseguono le operazioni seguenti:
• Selezionare il testo per modificarlo

110
7. Modifica degli oggetti

• Selezionare un segmento di testo per spostarlo nella pagina oppure se si desidera modificare
le proprietà dei font (dimensione font, famiglia di font, stile font, spaziatura di parole o
caratteri)
Di seguito è riportato l'elenco delle operazioni possibili:
• Per selezionare un singolo segmento di testo alla pagina 111
• Per selezionare più segmenti di testo adiacenti alla pagina 111
• Per selezionare più segmenti di testo non adiacenti alla pagina 112
• Per selezionare segmenti di testo con le stesse proprietà alla pagina 112
• Per selezionare il testo in una singola riga di testo alla pagina 113
• Per selezionare il testo su più righe in un paragrafo alla pagina 113

Per selezionare un singolo segmento di testo

Utilizzando lo strumento Seleziona oggetti , fare clic sul testo da modificare.


Una riga di testo può essere già divisa in parole o caratteri. Per selezionare l'intera riga di testo,
effettuare una delle seguenti operazioni:
• Fare doppio clic sul testo.
• Eseguire il trascinamento e selezionare l'intera riga di testo.

Figura 32: Eseguire il trascinamento per selezionare una riga di testo che è stata divisa in caratteri

Per selezionare più segmenti di testo adiacenti

Utilizzando lo strumento Seleziona oggetti , eseguire il trascinamento per selezionare più


segmenti di testo adiacenti.

Figura 33: Eseguire il trascinamento per selezionare più segmenti di testo adiacenti

111
Enfocus PitStop Pro

Per selezionare più segmenti di testo non adiacenti

1. Utilizzando lo strumento Seleziona oggetti , selezionare un singolo segmento di testo.

2. Tenere premuto il tasto MAIUSC e selezionare altri segmenti di testo.

Figura 34: Selezione di segmenti di testo non adiacenti

Per selezionare segmenti di testo con le stesse proprietà

È possibile che nel documento PDF vi siano segmenti di testo con proprietà simili. Ad esempio,
i titoli possono avere tutti lo stesso tipo di font e la stessa dimensione. È possibile selezionare
questi titoli e modificarne una o più proprietà, ad esempio il colore del testo.

Figura 35: Selezione dei segmenti di testo con proprietà simili

Attenersi alla seguente procedura:

1. Utilizzando lo strumento Seleziona oggetti simili , selezionare un segmento di testo.

2. Se necessario, fare clic sul pulsante Mostra Ispettore per aprire l'Ispettore Enfocus.
3. Nell'Ispettore Enfocus, selezionare le proprietà che devono essere identiche nell'altro testo,
ad esempio il font e la dimensione ma non la spaziatura.

112
7. Modifica degli oggetti

4. Fare clic su Seleziona oggetti simili.


Viene selezionato tutto il testo con le stesse proprietà.

Per selezionare il testo in una singola riga di testo

Utilizzando lo strumento Modifica riga di testo , effettuare una delle seguenti operazioni:
• Eseguire il trascinamento per selezionare una riga di testo.
• Per selezionare una parola, fare doppio clic su di essa.
• Per selezionare un'intera riga di testo, fare clic tre volte su una parola.
• Per selezionare più parole adiacenti, fare doppio clic sulla prima parola, tenere premuto il
tasto MAIUSC, quindi fare clic sull'ultimo carattere dell'ultima parola.

Figura 36: Selezione del testo su una singola riga

Per selezionare il testo su più righe in un paragrafo

Utilizzando lo strumento Modifica paragrafo , eseguire il trascinamento per selezionare il


testo su più righe.

Figura 37: Selezione di più frasi in un paragrafo

113
Enfocus PitStop Pro

7.25 Modifica di una singola riga di testo

È possibile creare nuove righe di testo singole o modificare quelle esistenti. Questa operazione
è particolarmente utile per effettuare piccole modifiche, ad esempio per correggere eventuali
errori di battitura.

Figura 38: Modifica di una singola riga di testo

Per creare o modificare una singola riga di testo

1. Fare clic sullo strumento Modifica riga di testo .

Il cursore cambia in .

2. Effettuare una delle seguenti operazioni:


• Fare clic o selezionare la riga di testo da modificare ed apportare le modifiche necessarie.
• Fare clic su un punto qualsiasi della pagina e digitare la nuova riga di testo.

7.26 Modifica di un paragrafo di testo

Paragrafi come entità di testo logiche

Per apportare modifiche complete al testo che si trova su più righe, è possibile utilizzare lo
strumento Modifica paragrafo . È possibile utilizzare questo strumento per selezionare
un'"entità di testo logica". un'entità di testo logica è solitamente una parte di testo inclusa tra

114
7. Modifica degli oggetti

due segni di interpunzione o spazi, oppure con differenti proprietà di font. È inoltre possibile
utilizzarlo per aggiungere un nuovo paragrafo di testo al documento PDF.

Figura 39: Modifica di un paragrafo

Per modificare un paragrafo di testo

1. Fare clic sullo strumento Modifica paragrafo .

Il cursore cambia in .

2. Effettuare una delle seguenti operazioni:


• Fare clic o selezionare il paragrafo da modificare, quindi apportare le modifiche necessarie.
• Fare clic su un punto qualsiasi della pagina e digitare il nuovo paragrafo.
Il paragrafo appena modificato o creato viene visualizzato all'interno di un riquadro rosso e

con un punto di ancoraggio ) nell'angolo inferiore sinistro.

115
Enfocus PitStop Pro

3. Se necessario, trascinare o ridimensionare il riquadro rosso per cambiare la posizione del


paragrafo selezionato.

Figura 40: Uso del punto di ancoraggio per trascinare il riquadro Figura 41: Ridimensionamento del riquadro del paragrafo
del paragrafo in una posizione differente

7.27 Modifica del testo verticale

Informazioni sul testo verticale

È possibile utilizzare lo strumento Modifica testo verticale per modificare una riga di testo
verticale.

Figura 42: Una riga di testo verticale.

Per modificare una riga di testo verticale

1. Selezionare lo strumento Modifica testo verticale .

Il cursore cambia in .

2. Effettuare una delle seguenti operazioni:


• Selezionare o fare clic sulla riga di testo verticale da modificare, quindi apportare le
modifiche necessarie.
• Fare clic su un punto qualsiasi della pagina e digitare la nuova riga di testo verticale.

116
7. Modifica degli oggetti

7.28 Modifica delle proprietà dei font

Informazioni sulle proprietà dei font

Le proprietà dei font sono:


• Il nome della famiglia di font, ad esempio Times-Roman
• La dimensione del font, ad esempio 10 punti (pt)
• Lo stile del font, ad esempio Times-Bold
• Il tipo di font, ad esempio Adobe Type1, TrueType e OpenType
• Spaziatura di parole o caratteri
• Allineamento del paragrafo

Per cambiare le proprietà dei font del testo

1. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Ispettore per visualizzare l'Ispettore Enfocus, quindi
fare clic sulla categoria Testo.

2. Selezionare il testo utilizzando uno dei seguenti strumenti:

• Lo strumento Seleziona oggetti o Seleziona oggetti simili


• Lo strumento Modifica riga di testo o Modifica paragrafo
Tenere presente che l'Ispettore Enfocus cambia di conseguenza, in base allo strumento utilizzato
per selezionare il testo.

3. Effettuare una delle seguenti operazioni:


• Per cambiare il font del testo selezionato, fare clic su Selettore font, selezionare un font
dalla pagina, dal documento o dal sistema in uso dal computer e fare clic su OK.
• Se necessario, regolare la dimensione dei font, la spaziatura delle parole o dei caratteri.

117
Enfocus PitStop Pro

• Per cambiare l'allineamento del testo, utilizzare lo strumento Modifica paragrafo e


fare clic sul testo. Selezionare l'allineamento del paragrafo nell'Ispettore Enfocus.

Figura 43: Allineamento del paragrafo: sinistra Figura 44: Allineamento del paragrafo: giustificato

7.29 Conversione del testo in contorni

Informazioni sulla conversione del testo in contorni

La conversione del testo in contorni significa convertire i caratteri del testo in un set di tracciati
composti. In altre parole, il testo non sarà più di tipo True Type, ma verrà sostituito da una
rappresentazione grafica dei caratteri.

Figura 45: Testo Figura 46: Testo convertito in contorni

Motivi della conversione del testo in contorni

Potrebbe essere necessario convertire il testo in contorni:


• Per verificare che il testo venga stampato "così come visualizzato"
• Se non è possibile incorporare il font, ad esempio a causa di limitazioni nella licenza dei font.

Implicazioni relative alla conversione del testo in contorni

Prima di convertire il testo in contorni, prendere in considerazione quanto segue:


• Il testo diventerà un tracciato, pertanto non sarà più possibile modificare il testo o cambiare
le proprietà dei font. Ad esempio, non sarà più possibile correggere i refusi, applicare una
famiglia di font differente o modificare la dimensione dei font.
• Non è necessario convertire il testo in contorni se si desidera semplicemente cambiare il colore
di riempimento o della linea del testo. Selezionare il testo, fare clic sulla categoria

118
7. Modifica degli oggetti

Riempimento e linea nell'Ispettore Enfocus, selezionare Riempimento o Linea e specificare


il colore corrispondente.

Figura 47: Testo con un colore di riempimento e della linea

• Solitamente si converte in contorno il testo con font di grandi dimensioni e non quello con
font di piccole dimensioni, ad esempio il corpo del testo. Il testo convertito in contorno non
viene visualizzato o stampato bene quando viene rappresentato con dimensioni ridotte:
potrebbe infatti risultare più marcato sulla stampa o apparire dentellato sullo schermo.

Figura 48: Testo

Figura 49: Testo convertito in contorni

Per convertire il testo in contorni

1. Utilizzando lo strumento Seleziona oggetti o Seleziona oggetti simili , selezionare il


testo nel documento PDF.

2. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Ispettore per visualizzare l'Ispettore Enfocus.

3. Fare clic sulla categoria Testo.

4. Scegliere Converti testo in contorni dal menu a comparsa.

Nota: È anche possibile utilizzare la funzione Modifica Globale o l'Elenco Azioni per convertire
tutto il testo presente nel documento PDF in contorni.

119
Enfocus PitStop Pro

7.30 Suddivisione dei segmenti di testo

Suddivisione di un segmento di testo in parole o caratteri

È possibile dividere un segmento di testo in parole o caratteri.

Figura 50: Segmento di testo (A) diviso in parole (B) e diviso in caratteri (C).

È possibile dividere un segmento di testo per spostare una singola parola o un singolo carattere
o per trasformarlo (operazioni di inclinazione, rotazione, scala).

Figura 51: Il segmento di testo diviso in parole per inclinare la prima parola.

Per dividere un segmento di testo

1. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Ispettore per visualizzare l'Ispettore Enfocus, quindi
fare clic sulla categoria Testo.

2. Utilizzando lo strumento Seleziona oggetti , selezionare uno o più segmenti di testo da


dividere.

3. Scegliere Dividi in parole o Dividi in caratteri dal menu a comparsa.

7.31 inserimento dei documenti PDF nei documenti PDF

Informazioni sull'inserimento dei documenti PDF nei documenti PDF

È possibile inserire le pagine dei documenti PDF in un altro documento PDF. Questa opzione è
utile, ad esempio, per eseguire l'imposizione automatica o per inserire più pagine di uno o più
documenti PDF su una o più pagine di un altro.

120
7. Modifica degli oggetti

I documenti PDF inseriti diventano "moduli" che possono essere manipolati utilizzando lo
strumento Modifica modulo.

Per inserire un documento PDF in un documento PDF:

1. Aprire un documento PDF o scegliere File > Nuovo per creare un nuovo documento PDF vuoto.

2. Scegliere Modifica > Enfocus Inserisci PDF .

3. Fare clic su Sfoglia e selezionare il documento PDF di "origine".


Il documento PDF di "origine" è quello che verrà inserito nel documento PDF corrente.

4. Se il documento PDF è costituito da più pagine, specificare la pagina nella casella Usa pagina.
Viene mostrata un'anteprima della pagina selezionata.

5. Selezionare la box di pagina del documento PDF di origine che si desidera utilizzare.

6. Per specificare il punto in cui dovrà essere inserito il PDF, effettuare una delle seguenti
operazioni:

• Utilizzando lo strumento Crea nuovo rettangolo o Seleziona area rettangolare ,


disegnare un rettangolo sulla pagina in cui si desidera inserire il PDF e fare clic su Cattura
area dalla selezione dalle opzioni del pulsante Cattura .

• Utilizzando lo strumento Seleziona oggetti , selezionare un oggetto nel documento PDF


e fare clic su Cattura area dalla selezione dalle opzioni del pulsante Cattura .

• Dalle opzioni del pulsante Cattura , scegliere Cattura area da box di pagina e selezionare
una box di pagina.

• Specificare o correggere le coordinate nella finestra di dialogo Inserisci PDF.

7. Selezionare la posizione del Punto di ancoraggio del PDF inserito.

8. Selezionare un'opzione di ridimensionamento e, se necessario, selezionare Blocca proporzioni


per ridimensionare la pagina del PDF inserito in modo proporzionale.

9. Se necessario, selezionare l'opzione Rimuovi oggetti selezionati. Scegliere questa opzione,


ad esempio, se il documento PDF contiene dei segnaposto.

10. Fare clic su OK.

7.32 Modifica dei moduli

Informazioni sui moduli

I moduli sono riquadri rettangolari all'interno di un documento PDF che contengono oggetti
quali un'immagine o un PDF inserito. Il modo in cui si editano questi moduli e gli oggetti in essi
contenuti è diverso da quello utilizzato per gli oggetti normali del documento PDF. Ad esempio,

121
Enfocus PitStop Pro

un oggetto normale può essere selezionato e spostato in una posizione casuale su una pagina
del documento PDF. Gli oggetti nei moduli possono essere spostati solo all'interno dei moduli
e, quindi, è possibile utilizzare il modulo per ritagliare gli oggetti.

A. Oggetto spostato all'esterno di un rettangolo normale.


B. Oggetto spostato all'interno di un modulo: l'oggetto viene ritagliato.

Per modificare i moduli

Modificare i moduli significa:


• Modificare singoli oggetti all'interno di un modulo alla pagina 122
• Per modificare il modulo stesso e/o l'intero contenuto di un modulo alla pagina 122

Modificare singoli oggetti all'interno di un modulo

È possibile modificare singoli oggetti all'interno di un modulo. Ad esempio, è possibile inserire


un documento PDF all'interno di un altro documento PDF e poi spostare gli oggetti o modificare
il testo del PDF inserito. Questa operazione può essere effettuata nello stesso modo in cui si
modificano i normali documenti PDF, ad esempio:

Utilizzare lo strumento Seleziona oggetti per selezionare i singoli oggetti o i segmenti di

testo del modulo e utilizzare lo strumento Sposta selezione per spostarli all'interno del
modulo, indicato da un bordo giallo.

Utilizzare lo strumento Modifica riga di testo o Modifica paragrafo per modificare
il testo all'interno di un modulo.

Per modificare il modulo stesso e/o l'intero contenuto di un modulo

Utilizzando lo strumento Modifica modulo , effettuare una delle operazioni seguenti:


• Selezionare il modulo o il contenuto del modulo nel modo indicato di seguito:

Clic Per

Clic singolo Selezionare solo il modulo

122
7. Modifica degli oggetti

Clic Per

CTRL-click (Windows) o -click (Macintosh) Selezionare il modulo e il suo contenuto

ALT-clic Selezionare il contenuto completo, ma non il modulo


stesso

MAIUSC+una delle combinazione di tasti Selezionare più moduli e/o contenuti


sopra riportate

• Per spostare il contenuto all'interno del modulo, fare clic su di esso, tenere premuto il tasto
CONTROL (CTRL) (Windows) o Comando ( ) (Macintosh) e trascinarlo nella posizione desiderata.
• Per ritagliare il contenuto, fare clic su di esso, tenere premuto il tasto CONTROL (CTRL) (Windows)
o Comando ( ) (Macintosh) e trascinare il contenuto oltre i bordi del modulo. In alternativa,
è possibile lasciare il contenuto "così com'è" e ridimensionare il modulo.

A. Ritaglio del contenuto del modulo tramite trascinamento oltre i bordi del modulo
B. Ritaglio del contenuto del modulo tramite ridimensionamento del modulo

• Per portare il contenuto all'esterno del modulo e inserirlo in un'altra posizione della pagina,
tagliare e incollare il contenuto.

7.33 Modifica dei documenti PDF2Go

Livelli LW (Line-Work) e CT (Continuous-Tone)

I documenti PDF2Go sono costituiti da livelli LW e livelli CT.


PitStop Pro consente di modificare i colori nel livello LW di questi documenti PDF. Ad esempio,
è possibile fare in modo che il colore di un'area selezionata di un livello LW corrisponda a un
colore specifico nel livello CT.

123
Enfocus PitStop Pro

È possibile utilizzare indifferentemente uno dei due strumenti dedicati.

Figura 52: Strumenti dedicati PitStop Pro, utilizzati per modificare i documenti PDF2Go.

Nota: È possibile modificare il livello CT tramite la normale opzione Modifica immagine di Adobe
Acrobat.

Per modificare i documenti PDF2Go

1. Aprire un documento PDF2Go.

2. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Ispettore per visualizzare l'Ispettore Enfocus.

3. Fare clic sullo strumento Seleziona oggetti .

Il cursore cambia in un contagocce .

4. Fare clic su una posizione casuale del documento PDF:

124
7. Modifica degli oggetti

• Se è stato fatto clic sul livello LW, la finestra dell'Ispettore Enfocus visualizzerà sia il colore
di origine che quello di destinazione.

Figura 53: L'Ispettore Enfocus dopo il clic sul livello LW: sono visualizzati il colore di origine (A) e il colore di destinazione (B)

• Se è stato fatto clic sul livello CT, la finestra di dialogo dell'Ispettore Enfocus visualizzerà
solo il colore della selezione corrente, a indicare che è possibile apportare modifiche al
colore solo nel livello LW dei documenti PDF2Go.

5. Fare clic sul colore da modificare nel livello LW.

Il colore selezionato (colore di origine) viene visualizzato nell'area Selezione dell'Ispettore


Enfocus.

6. Tenere premuto il tasto ALT(Windows) o Opzione(Macintosh) e fare clic su un colore di


destinazione, ovvero il colore in cui si desidera cambiare il colore selezionato.
È possibile fare clic su un colore di un livello CT o LW. Il colore di destinazione selezionato
viene visualizzato nell'area Sostituisci con dell'Ispettore Enfocus.

7. Se necessario, modificare il colore di destinazione spostando i cursori.

8. Selezionare un'impostazione di Sovrastampa.

9. Effettuare una delle seguenti operazioni:


• Per sostituire il colore di origine con il colore di destinazione nell'intero documento, fare
clic su Sostituisci nel documento.
• Per sostituire il colore di origine con il colore di destinazione solo nella pagina corrente,
fare clic su Sostituisci nella pagina.
• Per sostituire il colore di origine con il colore di destinazione in un'area specifica, eseguire
lo zoom in avanti dell'area e disegnare l'area utilizzando lo strumento Seleziona area

125
Enfocus PitStop Pro

rettangolare o Seleziona area irregolare . A questo punto, fare clic su Sostituisci


nell'area.

126
8. modifiche globali

8. modifiche globali
Con una Modifica Globale è possibile cambiare uno specifico aspetto del documento PDF (un
colore, una font, ...) nell'intero documento, su particolari pagine o in una selezione.
Per fare questo, PitStop Pro contiene una selezione di Modifiche Globali predefinite per le
operazioni più comuni, che possono ancora essere impostate o cambiare per adattarle alle proprie
esigenze.

8.1 Applicazione di modifiche globali

L'esecuzione di una modifica globale può essere effettuata dal pannello Elaborazione Enfocus
- Modifica Globale

Il pannello Elaborazione Enfocus - Modifica Globale si apre


• facendo click sul pulsante Elaborazione Enfocus - Modifica Globale
• scegliendo la voce Plug-Ins > Enfocus PitStop Pro > Mostra pannello Elaborazione Enfocus
e cliccando il pulsante Modifica Globale
• usando la scorciatoia per il Pannello Elaborazione Enfocus, Alt+Ctrl+P e cliccando il pulsante
Modifica Globale

Gestire modifiche globali

Nel pannello Elaborazione Enfocus - Modifiche Globali è possibile gestire le proprie Modifiche
Globali usando il Gestione Impostazioni Enfocus. Consultare Gestione Impostazioni Enfocus alla
pagina 26

Nota:
A differenza di altri pannelli, il pannello Modifica Globale NON consente di creare una nuova
Modifica Globale da zero. È possibile tuttavia duplicare una Modifica Globale Standard già
esistente

La modifica o la creazione di un Profilo preflight avviene nell'Editor Modifica Globale. L'editor


Modifica Globale cambia in rapporto al tipo di Modifica Globale su cui si sta lavorando.

Per applicare una modifica globale

1. Fare click sul pulsante Elaborazione Enfocus - Modifica Globale .

Viene visualizzato il pannello Enfocus - Modifica Globale che riporta l'elenco delle modifiche
globali.

2. Effettuare una delle seguenti operazioni:


• Fare clic sulla categoria Tutte per visualizzare tutte le modifiche globali.

127
Enfocus PitStop Pro

• Fare clic su una categoria specifica, ad esempio Pagina, Immagine o Testo, per visualizzare
le modifiche globali per categoria.
• Digitare una parola chiave, o una parte di essa, nella casella Filtro per ottenere solo le
modifiche globali specifiche. Ad esempio, digitare ridim per visualizzare tutte le modifiche
globali relative al ridimensionamento.

3. Selezionare una modifica globale nell'elenco.

4. Nella fase Esegui, selezionare l'intervallo di pagine in cui si desidera applicare la modifica
globale.

5. Specificare quando si desidera che venga visualizzato il rapporto.

6. Fare click sul pulsante Esegui se si vuole eseguire la Modifica Globale senza fare o modificare
alcuna impostazione. Altrimenti, fare doppio click sulla Modifica Globale per aprire l'Editor
Modifica Globale e configurare la Modifica Globale.

7. Selezionare le opzioni richieste e specificare le impostazioni della modifica globale.

8. Controllare la descrizione della modifica globale nella casella Stato per assicurarsi che tutti i
parametri siano corretti.

9. Fare clic su Esegui o Salva e Esegui per eseguire la modifica globale nel documento PDF aperto.

10. Lasciare aperto il pannello Enfocus - Modifica Globale e controllare i risultati della modifica
globale nel documento PDF.

11. Effettuare una delle seguenti operazioni:


• Se il risultato non è soddisfacente, scegliere Modifica > Enfocus Annulla modifica globale

in esecuzione oppure fare clic sul pulsante Annulla . Correggere le impostazioni della
modifica globale.
• Se il risultato è corretto e si vuole utilizzare questa modifica globale anche in futuro,
salvare la modifica globale, selezionarla nel pannello Modifica Globale, fare click sul
pulsante azione e scegliere Salva come Elenco Azioni. Inserire il nome e la descrizione
dell'Elenco Azioni e cliccare su OK.

8.2 Uso delle modifiche globali nella realtà

Esempi di modifiche globali

Di seguito sono riportati due esempi che spiegano il funzionamento delle modifiche globali.
• Modifica della dimensione, della posizione e dell'orientamento del contenuto della pagina
alla pagina 129
• Rimozione di testo o oggetti all'interno o all'esterno di un'area selezionata alla pagina 132
Lo scopo di questi esempi è mostrare i documenti PDF prima dell'applicazione di una modifica
globale e dopo. Per lo svolgimento di questi esempi, è necessario sapere come si crea una modifica
globale. Consultare Applicazione di modifiche globali alla pagina 127.

128
8. modifiche globali

8.3 Modifica della dimensione, della posizione e dell'orientamento del contenuto della
pagina

Manipolazione del contenuto della pagina

PitStop Pro consente di manipolare il contenuto della pagina in diversi modi:


• Spostamento del contenuto della pagina alla pagina 129
• Ridimensionamento del contenuto della pagina alla pagina 129
• Ridimensionamento del contenuto della pagina in modo proporzionale alla pagina 130
• Ridimensionamento dell'intera pagina alla pagina 130
• Come riflettere il contenuto della pagina alla pagina 131
• Rotazione del contenuto della pagina alla pagina 131

Spostamento del contenuto della pagina

Si desidera adattare un documento PDF, il cui formato carta originale è US Letter, al formato A4
normale senza alterare l'impostazione Formato di stampa corrente. PitStop Pro consente di
cambiare la posizione fisica del contenuto delle pagine pari e dispari nell'ambito di tutto il
documento PDF immettendo nuovi valori per gli assi X orizzontale e Y verticale.

Figura 54: Spostamento del contenuto della pagina lungo gli assi X orizzontale e Y verticale.

Ridimensionamento del contenuto della pagina

Si supponga di disporre di un documento PDF in formato A4 (210 x 297mm). Si desidera mantenere


così com'è la dimensione della pagina, ma restringere il contenuto della pagina. Inoltre, si

129
Enfocus PitStop Pro

desidera spostare il contenuto della pagina nell'angolo in alto a destra del box di ritaglio (crop
box).

Figura 55: Ridimensionare il contenuto della pagina e spostarlo nell'angolo in alto a sinistra del box di ritaglio (crop box)

Ridimensionamento del contenuto della pagina in modo proporzionale

Si desidera scalare il contenuto della pagina in modo proporzionale a un determinato box di


pagina, ad esempio al box di rifilo (trim box). È possibile ridimensionare il contenuto della pagina
a tale box di pagina e, se necessario, aggiungere i margini.

Figura 56: Scalare il contenuto della pagina in modo proporzionale alla dimensione del box di rifilo (trim box) (A).

Ridimensionamento dell'intera pagina

Si dispone di un documento PDF in formato A4 (210x297mm) e si desidera ridimensionare i box


di pagina e il contenuto della pagina in modo proporzionale al formato US Letter(8,5 x 11").
Durante l'operazione di ridimensionamento, sarà necessario:
• Scalare in modo proporzionale il contenuto della pagina per evitare che il testo e gli altri
oggetti risultino distorti.

130
8. modifiche globali

• Scalare in modo non proporzionale i box di pagina, poiché le proporzioni (larghezza-altezza)


di una pagina in formato A4 sono diverse da quelle del formato US Letter.

Figura 57: Ridimensionare l'intera pagina e il contenuto della pagina dal formato A4 (A) al formato US Letter (B).

Come riflettere il contenuto della pagina

È possibile riflettere il contenuto della pagina di un documento PDF rispetto a un asse


immaginario.

A. Riflettere il contenuto della pagina in orizzontale (sinistra/destra) rispetto a un asse verticale


B. Riflettere il contenuto della pagina in verticale (su/giù) rispetto a un asse orizzontale

Rotazione del contenuto della pagina

Per ruotare una o più pagine del documento PDF è possibile utilizzare la funzione di Adobe
Acrobat. In questo caso, tuttavia, verranno ruotati sia la pagina che il contenuto. Se si desidera

131
Enfocus PitStop Pro

ruotare solo il contenuto della pagina, è possibile utilizzare la modifica globale Ruota contenuto
pagina. Ad esempio, potrebbero essere stati modificati prima la box di ritaglio (crop box) e la
dimensione pagina (media box) e, quindi, potrebbe essere necessario ruotare il contenuto per
adattarlo nuovamente alla "pagina".

Figura 58: Ruotare il contenuto ma mantenere l'orientamento della pagina

8.4 Rimozione di testo o oggetti all'interno o all'esterno di un'area selezionata

Informazione sulla rimozione di oggetti: esempi di utilizzo

È possibile selezionare una determinata area nel documento PDF e rimuovere testo oppure oggetti,
quali la grafica vettoriale, le immagini o le sfumature, sia all'interno che all'esterno dell'area.
Ad esempio, si supponga di disporre di un documento PDF in cui l'intestazione di ogni pagina

132
8. modifiche globali

riporta il numero di pagina su uno sfondo sfumato costituito da grafica vettoriale. Si desidera
rimuovere la grafica vettoriale che crea la sfumatura e mantenere i numeri di pagina.

Figura 59: Rimozione della grafica vettoriale che crea la sfumatura all'interno dell'area selezionata e mantenimento del testo

Per rimuovere oggetti all'interno o all'esterno di un'area selezionata

1. Nel documento PDF, trascinare un'area rettangolare sulla pagina usando lo strumento Seleziona

area rettangolare .

2. Fare click sul pulsante Elaborazione Enfocus - Modifica Globale .

3. Selezionare la Modifica Globale Rimuovi Grafica dalla categoria Rimuovi, e fare doppio click
su di essa.

4. Fare click sul pulsante Cattura e selezionare Cattura area dalla selezione

5. Selezionare l'opzione per rimuovere gli oggetti all'interno o all'esterno dell'area stampabile.

6. Per includere i segmenti di testo sovrapposto oppure gli oggetti, selezionare Sovrapposti
all'area.

7. Selezionare gli oggetti (Testo, Immagine, Grafica vettoriale, Sfumatura) da rimuovere.

8. Fare click su Salva per tornare al pannello Elaborazione Enfocus - Modifica Globale

9. Specificare l'intervallo di pagine in cui deve essere applicata la modifica globale.

10. Specificare quando si desidera che venga visualizzato il rapporto.

133
Enfocus PitStop Pro

11. Fare click sul pulsante Esegui per eseguire la modifica globale nel documento PDF
attualmente aperto.

8.5 Aggiunta del testo

Informazioni sull'aggiunta del testo

È possibile aggiungere automaticamente testo a una selezione di pagine dei documenti PDF. Il
tipo di testo può essere:
• Fisso, ad esempio un'intestazione o un piè di pagina.
• Variabile, ad esempio il numero di pagina oppure la data e l'ora correnti. Consultare Variabili
alla pagina 134

Variabili

È possibile utilizzare le variabili per aggiungere al documento PDF i tipi di testo seguenti:
• Testo variabile, ad esempio i numeri di pagina oppure la data e l'ora correnti.
• Testo già disponibile e noto in PitStop Pro (ad esempio, il nome utente o della società).
Invece di inserire queste informazioni in una casella di testo, è possibile utilizzare le variabili
per fornire le informazioni necessarie. Il testo effettivo della variabile verrà inserito
automaticamente quando si esegue la modifica globale.
È possibile utilizzare queste variabili nelle seguenti situazioni:

Variabile Significato Esempio

%Current Document Name% Nome del documento PDF. dita.pdf

%Full Document Path% Nome file del documento PDF, C:\Documents and
completo di percorso. Settings\mrossi\Impostazioni
locali\Temp

%Time% Ora corrente locale. 09.50.29 (indica le ore


9.50 e 29 secondi)

%UTC time% Ora corrente nel formato UTC 08.50.29 (indica le ore
(Coordinated Universal Time). Il 8.50 e 29 secondi)
formato UTC è un'alternativa al
formato GMT (Greenwich Mean
Time, ora di Greenwich).

%Date% Data corrente nel formato 25 gennaio 2008


corretto per la lingua in uso

%UTC date% Data corrente nel formato UTC 25 gennaio 2008


(Coordinated Universal Time). Il
formato UTC è un'alternativa al

134
8. modifiche globali

Variabile Significato Esempio


formato GMT (Greenwich Mean
Time, ora di Greenwich).

%User Company% Il nome azienda con cui è stato EskoArtwork


registrato PitStop Pro. Se PitStop
Pro non è registrato viene
visualizzato "<Trial>" (demo); se
il nome della società non è stata
incluso tra le informazioni di
registrazione viene visualizzato
"<Empty>" (vuoto).

%User Name% Il nome utente con cui è stato Mario Rossi


registrato PitStop Pro. Se PitStop
Pro non è registrato viene
visualizzato " <Trial>" (demo).

%Page Number% Il numero di pagina corrente. 4

%Padded Page Number% Il numero di pagina corrente, 000004


preceduto da zeri.

%Page Count% Il numero totale di pagine in un Pagina x di 12


documento PDF

%Padded Page Count% Il numero totale di pagine in un Pagina 00000x di 000012


documento PDF, preceduto da
zeri

%Document Title% Il titolo del documento PDF. dita

Struttura di una variabile

Una variabile è composta da un nome e da un valore:


• Il nome della variabile è visibile nell'elenco visualizzato durante la sua selezione.
• Il valore della variabile corrisponde alle informazioni inserite per essa. Per sapere cosa esprime
una variabile, il valore viene riportato sotto il nome della variabile.

135
Enfocus PitStop Pro

9. Esecuzione automatica di attività tramite gli elenchi azioni

9.1 Informazioni sugli Elenchi Azioni

Automazione delle operazioni ripetitive

Uno degli scopi principali dell'utilizzo di PitStop Pro è la modifica dei documenti PDF. Ad esempio,
è possibile eseguire operazioni quali la modifica del testo (o della relativa formattazione) o degli
oggetti. Potrebbero esserci sequenze di operazioni da ripetere diverse volte in uno o più documenti
PDF. Per semplificare le operazioni ripetitive, è possibile raggruppare una serie di operazioni in
un Elenco Azioni. Una volta creato un Elenco Azioni, è possibile riutilizzarlo. PitStop Pro esegue
automaticamente le rispettive attività nella sequenza definita. Inoltre, è possibile utilizzare gli
Elenchi Azioni anche in altri prodotti di Enfocus:
• In una Coda PDF in Enfocus Instant PDF
• In una hot folder in Enfocus PitStop Server
• In una Specifica su CertifiedPDF.net

Esempio: modifica delle proprietà degli oggetti vettoriali

Ad esempio, supponendo di avere un oggetto di grafica vettoriale in numerosi documenti PDF,


si desidera modificare le seguenti proprietà dell'oggetto in tutti i documenti PDF:
• I colori di riempimento di una serie di aree nell'oggetto.
• linee nell'oggetto che sono più sottili di uno spessore linea definito.

Figura 60: Modifica di più proprietà di un oggetto in più documenti PDF.

Questo processo potrebbe essere rappresentato da una serie di operazioni in sequenza. Queste
singole operazioni possono essere raggruppate in un Elenco Azioni, il quale può quindi essere
applicato a un intervallo di pagine in uno o più documenti PDF oppure per completare i documenti
PDF.

Illustrazione Azione

1. Selezionare il colore di riempimento di un oggetto.

136
9. Esecuzione automatica di attività tramite gli elenchi azioni

Illustrazione Azione

2. Cambiare il colore di riempimento selezionato di un oggetto.

3. Selezionare un altro colore di riempimento dell'oggetto.

4. Rimuovere il colore di riempimento dell'oggetto.

5. Selezionare le linee di un oggetto con uno specifico spessore.

6. Cambiare lo spessore della linea selezionato.

137
Enfocus PitStop Pro

9.2 Tipi di azione

Informazioni sui tipi di azione

Fondamentalmente, quando si crea un Elenco Azioni, si seleziona una caratteristica del documento
PDF e vi si apportano delle modifiche. Ad esempio, si può selezionare la tinta piatta " Verde
logo" e modificarla in "Grigio logo" .
Tuttavia, un Elenco Azioni consente di fare molto di più. Può comprendere infatti i seguenti tipi
di azione:
• Selezioni alla pagina 138
• Modifiche alla pagina 138
• Controlli alla pagina 138
• Informazioni alla pagina 138

Selezioni

Prima di poter modificare una caratteristica in un documento PDF, è necessario effettuarne la


selezione. Tutto ciò che può essere selezionato in un documento PDF è elencato nella categoria
Selezioni, insieme agli operatori logici "AND", "NOT", "OR".

Modifiche

L'elenco delle modifiche comprende quasi tutto ciò che può essere eseguito con strumenti di
modifica PDF professionali, quali PitStop Pro, tra cui:
• Aggiunta di oggetti o numeri di pagina
• Modifica di un'ampia gamma di proprietà, tra cui i box di pagina
• Conversione dei colori
• Eliminazione di oggetti
• Rotazione e ridimensionamento del contenuto della pagina
• Modifiche relative a font e colore

Controlli

Lo scopo degli Elenchi Azioni non è necessariamente quello di modificare i documenti PDF. Può
infatti essere creato per verificare le diverse proprietà dei documenti PDF o per individuare oggetti
o elementi specifici. Ad esempio, un Elenco Azioni può verificare le proprietà relative ai font o
individuare eventuali pagine vuote in un documento PDF.
Ogni azione di "controllo" o "rilevamento" può essere registrata come "avvertenza", "errore
accettabile" o "errore" nel rapporto.

Informazioni

Tramite gli Elenchi Azioni è inoltre possibile raccogliere informazioni presenti nei documenti PDF.
Queste possono essere informazioni su font, colori, OPI e così via. I capitoli corrispondenti verranno
inclusi nel rapporto.

138
9. Esecuzione automatica di attività tramite gli elenchi azioni

9.3 Eseguire un Elenco Azioni

L'esecuzione di un Elenco Azioni può essere effettuata dal pannello Elaborazione Enfocus -
Elenchi Azioni.

Il pannello Elaborazione Enfocus - Elenchi Azioni si apre


• cliccando il pulsante Elaborazione Enfocus - Elenchi Azioni
• scegliendo la voce Plug-Ins > Enfocus PitStop Pro > Mostra pannello Elaborazione Enfocus
e cliccando il pulsante Elenchi Azioni
• usando la scorciatoia per il Pannello Elaborazione Enfocus, Alt+Ctrl+P e cliccando il pulsante
Elenchi Azioni

Gestire gli elenchi azioni

Nel pannello Elaborazione Enfocus - Elenchi Azioni è possibile gestire i propri Elenchi Azioni
usando la Gestione Impostazioni Enfocus. Consultare Gestione Impostazioni Enfocus alla pagina
26

La modifica e la creazione di un Elenco Azioni viene eseguita con l'Editor Elenco Azioni. Consultare
Creare o modificare un Elenco Azioni alla pagina 139

Per eseguire un Elenco Azioni

1. Aprire il pannello Elaborazione Enfocus - Elenchi Azioni cliccando sul pulsanti Elaborazione
Enfocus - Elenchi Azioni

2. Selezionare un Elenco Azioni nella Gestione Impostazioni

3. Selezionare l'intervallo di pagine su cui eseguire l'Elenco Azioni

4. Definire se si vogliono vedere i risultati dell'Elenco Azioni nel Navigatore Enfocus

5. Fare click sul pulsante Esegui

Enfocus PitStop Pro esegue l'Elenco Azioni sulle pagine selezionate.


Dopo aver finito, il Navigatore Enfocus mostra tutte le modifiche e gli errori, e consente di riavviare
l'Elenco Azioni, suggerire soluzioni, ecc. Vedere Uso di Navigatore Enfocus alla pagina 72

9.4 Creare o modificare un Elenco Azioni

Quando si crea un nuovo Elenco Azioni o se ne modifica uno già esistente, si apre l'Editor Elenco
Azioni Enfocus.

139
Enfocus PitStop Pro

L'Editor Elenco Azioni contiene


• Informazioni generali e Informazioni di Blocco
• Un elenco di azioni sul lato sinistro
• Gli Attributi dell'azione selezionata, oppure le Informazioni Generali o le Informazioni di
Blocco se selezionate
• I pulsanti in basso a sinistra:

Aggiungi una azione all'Elenco Azioni

Rimuovi l'azione selezionata dall'Elenco Azioni

Sposta l'azione selezionata in alto nell'Elenco Azioni

Sposta l'azione selezionata in basso nell'Elenco Azioni

Avvia registrazione. Consultare Per creare un Elenco Azioni tramite la


registrazione alla pagina 143

140
9. Esecuzione automatica di attività tramite gli elenchi azioni

Ferma registrazione. Consultare Per creare un Elenco Azioni tramite la


registrazione alla pagina 143

Modi per creare o modificare un Elenco Azioni

È possibile creare o modificare un Elenco Azioni in diversi modi:


• "Manualmente", usando l'Editor Elenco Azioni Enfocus. In questo modo si possono aggiungere
o modificare azioni (selezioni, modifiche e operatori) all'Elenco Azioni, una alla volta.
Consultare Per creare o modificare un Elenco Azioni alla pagina 142
• Tramite registrazione , utilizzando il pulsante Avvia registrazione nell'Editor Elenco Azioni
Enfocus. Questo è un metodo molto intuitivo per creare un Elenco Azioni: aprire un documento
PDF, effettuare una serie di operazioni ed eseguirne la registrazione. Quando si interrompe
la registrazione, le azioni vengono aggiunte all'Elenco Azioni. Consultare Per creare un Elenco
Azioni tramite la registrazione alla pagina 143
• È anche possibile fare Modifiche Globali e salvarle come Elenchi Azioni usando il pulsante
Salva con nome. Consultare modifiche globali alla pagina 127
• È possibile scaricare degli esempi dalla Libreria di Elenchi Azioni Enfocus nel sito Web di
Enfocus e adattarli in base alle specifiche esigenze. Accedere al sito Web all'indirizzo
www.enfocus.com e ricercare Action Lists.
Il nuovo Elenco Azioni è pronto e può essere aggiunto a un Profilo preflight.

Linee guida per la creazione degli elenchi azioni

Fondamentalmente, è possibile creare un Elenco Azioni utilizzando i passaggi seguenti:

1. Effettuare una o più selezioni.

2. Specificare gli operatori (AND, NOT, OR) per le selezioni.

3. Specificare le modifiche necessarie per le selezioni.


Quando si crea un Elenco Azioni rispettare le seguenti linee guida:
• Le modifiche vengono applicate solo alle selezioni. Quindi, innanzitutto controllare di aver
effettuato le selezioni appropriate nell'Elenco Azioni. Se non sono state effettuate selezioni,
alcune modifiche verranno applicate a tutto il contenuto del PDF (ad esempio i font) oppure
non verranno applicate affatto.
• Gli operatori (AND, NOT, OR) non devono essere inseriti tra due o più selezioni ma dopo di
esse (notazione suffissa). Questi operatori sono validi per le selezioni precedenti.
• Gli operatori (AND, NOT, OR) sono operatori logici che devono essere utilizzati in modo
strettamente logico. Ad esempio, per selezionare i font Times-Roman (Adobe Type 1) e
Times New Roman (TrueType), non utilizzare l'operatore AND ma l'operatore OR (un font
non può essere contemporaneamente di tipo Times-Roman e Times New Roman). l'operatore

141
Enfocus PitStop Pro

AND può essere utilizzato ad esempio per selezionare tutto il testo in Times-Roman e il
cui colore è blu. L'aspetto dell'Elenco Azioni dovrebbe essere il seguente:

Seleziona font Times-Roman Seleziona Colore Riempimento (RGB: 100 % Blue) AND Cambia
font in Times-Bold

• Gli operatori OR e AND sono validi solo per le due selezioni precedenti. Quindi, per effettuare
più di due selezioni, è necessario inserire più operatori nelle posizioni appropriate nella
"pila" di selezioni. Ad esempio, per selezionare i font Times-Roman (Adobe Type1), Times
New Roman (TrueType) e le relative varianti in grassetto, l'aspetto dell'Elenco Azioni
dovrebbe essere il seguente:

Seleziona font Times-Roman Seleziona font Times-Bold OR Seleziona font Times New Roman
OR Seleziona font Times New Roman, Grassetto OR

• L'operatore NOT è valido solo per la selezione precedente e può essere utilizzato per
escludere qualcosa da una selezione. Contrariamente agli operatori OR e AND, l'operatore
NOT richiede una sola selezione. Ad esempio, in un documento PDF per cambiare tutti i
font ad eccezione di Times-Roman in Times-Bold, l'aspetto dell'Elenco Azioni dovrebbe
essere il seguente:

Seleziona font Times-Roman NOT Cambia font in Times-Bold

Nell'esempio precedente, l'Elenco Azioni cambia tutti i font nel documento PDF in Times-Bold
ma lascia invariati i font in Times-Roman (normale).

Per creare o modificare un Elenco Azioni

1. Aprire il pannello Elaborazione Enfocus - Elenchi Azioni cliccando sul pulsanti Elaborazione
Enfocus - Elenchi Azioni

2. Fare doppio click su un Elenco Azioni esistente per modificarlo, oppure cliccare sul pulsante
azione e scegliere Nuovo per creare un nuovo Elenco Azioni.

Si apre l'Editor Elenco Azioni Enfocus.

3. Selezionare Informazioni generali ed impostare il nome dell'Elenco Azioni, il proprio nome


e azienda, ed una descrizione dell'Elenco Azioni.

4. Fare clic sul pulsante per aggiungere le azioni all'Elenco Azioni.


Per trovare velocemente l'azione desiderata:
• Fare clic sui pulsanti relativi a un tipo di azione: selezioni, modifiche, verifiche o
informazioni.

Nota: È possibile tenere premuto il tasto CONTROL (CTRL) (Windows) o Comando ( )


(Macintosh) e fare clic su più tipi di azione, ad esempio per vedere le azioni relative alle
selezioni e alle modifiche.

• Fare clic su una categoria specifica, ad esempio Pagina, Immagine o Testo, per vedere le
azioni organizzate per categoria.

142
9. Esecuzione automatica di attività tramite gli elenchi azioni

• Fare clic sulla categoria Tutte per vedere tutte le modifiche globali e digitare una parola
chiave oppure una parte di essa nella casella Filtro per vedere solo le azioni corrispondenti.
Ad esempio, digitare ridim per vedere tutte le azioni relative al ridimensionamento.

5. Selezionare un'azione e fare clic su Aggiungi. In Enfocus Editor Elenco Azioni, impostare o
specificare gli attributi dell'azione.

6. Selezionare un'Azione dall'elenco, e

• fare click sul pulsante per rimuoverlo dall'Elenco Azioni

• fare click sul pulsante Su oppure Giù per spostare l'Azione selezionata su o giù
nell'Elenco Azioni.

Nota: Eseguire due o più Elenchi Azioni in un ordine differente può generare un risultato
diverso. È possibile effettuare prima una prova.

• cambiare gli attributi per l'azione selezionata nel pannello a destra.

Nota: Per modificare gli attributi di più azioni, non fare clic su OK dopo aver apportato
una modifica a un'azione. Dopo aver modificato gli attributi di un'azione, selezionare
un'altra azione da modificare. Le modifiche apportate vengono applicate non appena
viene selezionata un'altra azione. Se si fa click su OK, l'Editor Elenco Azioni Enfocus si
chiude e si torna al pannello Elaborazione Enfocus - Elenchi Azioni.

7. Fare clic su OK.

Per creare un Elenco Azioni tramite la registrazione

1. Aprire un documento PDF (di esempio) in cui eseguire le azioni da registrare.

2. Scegliere Finestra > Enfocus - Mostra Panello di Controllo Elenco Azioni .

3. Fare clic su Gestisci > Nuovo .


Si apre l'Editor Elenco Azioni Enfocus.

4. Inserire le informazioni generali dell'Elenco Azioni: il nome dell'Elenco Azioni, il proprio


nome e quello della società e una descrizione dell'Elenco Azioni.

5. Fare clic sul pulsante Avvia registrazione .

Il pulsante Avvia registrazione che viene visualizzato non è attivo e il pulsante Arresta

registrazione diventa disponibile. D'ora in poi, tutte le azioni eseguite utilizzando gli
strumenti di PitStop Pro verranno registrate.

Nota: Per eseguire le azioni, utilizzare solo gli strumenti e i comandi di PitStop Pro. Tutte le
operazioni che vengono eseguite utilizzando gli strumenti di Adobe Acrobat oppure altri
plug-in non vengono registrate.

143
Enfocus PitStop Pro

6. Scegliere i comandi ed eseguire le azioni che si desidera registrare.

7. Per arrestare la registrazione, fare clic sul pulsante Arresta registrazione .

8. Fare clic su OK.

9.5 Blocco di un Elenco Azioni

Informazioni relative al blocco

È possibile proteggere l'Elenco Azioni tramite password per impedirne la modifica da parte di
altri utenti. Tale operazione è utile quando più utenti condividono l'Elenco Azioni. È possibile
bloccare un Elenco Azioni tramite password quando si crea l'Elenco Azioni oppure è possibile
aggiungere una password successivamente.
La password può includere:
• lettere maiuscole e minuscole
• qualsiasi carattere della tastiera
• spazi

Blocco di un Elenco Azioni con password

1. Aprire il pannello Elaborazione Enfocus - Elenchi Azioni cliccando sul pulsanti Elaborazione
Enfocus - Elenchi Azioni

2. Selezionare un Elenco Azioni e fare doppio click su di esso.

3. Selezionare Informazioni di Blocco.

4. Selezionare il blocco desiderato:

• Selezionare Non bloccato se tutti possono modificare questo Elenco Azioni

• Selezionare Parzialmente bloccato per consentire a tutti di eseguire l'Elenco Azioni e


visualizzare le azioni nell'Elenco Azioni. Tutti gli utenti possono vedere ma non modificare
le singole azioni e i relativi attributi nell'Elenco Azioni. In questo modo gli utenti possono
vedere le azioni in un Elenco Azioni e ottenere un'idea precisa delle operazioni che verranno
svolte dall'Elenco Azioni.

• Selezionare Bloccato per consentire agli utenti solamente di eseguire l'Elenco Azioni. Non
sarà possibile vedere o modificare le azioni nell'Elenco Azioni senza prima specificare la
password.

5. Inserire una password e confermarla.

6. Fare clic su OK.

144
9. Esecuzione automatica di attività tramite gli elenchi azioni

9.6 Elenchi Azioni in pratica

Esempio di un Elenco Azioni

Consideriamo un esempio di come un Elenco Azioni funziona in pratica. Lo scopo di questo


esempio è illustrare quali selezioni effettuare, quali operatori utilizzare e quali modifiche
applicare.
Lo scopo di questi esempi è quello di mostrare i documenti PDF prima e dopo l'applicazione degli
Elenchi Azioni e le selezioni e le modifiche necessarie a ottenere il risultato desiderato. Per creare
gli Elenchi Azioni campione, è opportuno sapere in che modo aggiungere le selezioni, le modifiche
e gli operatori necessari. Per una descrizione passo-passo su come creare un Elenco Azioni, vedere
Creare o modificare un Elenco Azioni alla pagina 139.

Esempio: Creazione di un elenco azioni che modifica il layout di pagina

Dati: documenti PDF di opuscoli con slittamento


Si supponga di disporre di documenti PDF relativi a opuscoli quasi pronti per la stampa. Le pagine
devono essere stampate fronte-retro, piegate e tagliate. Occorre accertarsi che i numeri di pagina,
situati vicino al bordo esterno del foglio, non vengano tagliati a seguito dell'operazione di rifilo.
In effetti, quando le pagine vengono piegate per la rilegatura a punto metallico, si ha un leggero
slittamento verso l'esterno dell'area stampata. Tale fenomeno viene detto slittamento. Più sono
le pagine in un opuscolo, maggiore sarà lo slittamento dell'area delle pagine interne.

Figura 61: A causa dello slittamento e quindi dello spostamento verso l'esterno dell'area stampata delle pagine interne, i numeri di
pagina situati molto vicino ai bordi esterni potrebbero essere tagliati al momento della rifilatura.

Per compensare lo slittamento è possibile creare un Elenco Azioni per eseguire quanto riportato
di seguito:
• Spostare l'area stampata delle pagine di sinistra (numeri pari) di 5mm verso destra.
• Spostare l'area stampata delle pagine di destra (pagine dispari) di 5 mm verso sinistra (più
vicino alla rilegatura)

145
Enfocus PitStop Pro

• Lasciare invariata la prima pagina (ad esempio poiché la pagina non è numerata).

Figura 62: Modificare il layout di pagina: spostare l'area stampata delle pagine interne (B e C) verso la rilegatura per compensare lo
slittamento e lasciare invariata la prima pagina (A).

Per creare un Elenco Azioni che cambia il layout di pagina di un documento PDF

1. Utilizzando l'Editor Elenco Azioni Enfocus, creare un Elenco Azioni il cui aspetto sia simile al
seguente:

Seleziona pagine dispari Seleziona oggetti area interna (Attributi: Usa box di rifilo.
Seleziona oggetti area interna) AND Seleziona prima pagina NOT AND Sposta contenuto
pagina (Orizzontale: 5,0 mm, Verticale: 0,0 mm) Seleziona pagine pari Seleziona oggetti
area interna (Attributi: Usa Box di Rifilo (Trim Box). Seleziona oggetti area interna)
AND Sposta contenuto pagina (Orizzontale: – 5,0 mm, Verticale: 0,0 mm)

2. Fare clic sul pulsante Adatta alla pagina per vedere le pagine con la dimensione finale
e per vedere quanto segue:
• la dimensioni del rifilo
• Gli indicatori di taglio della pagina, se presenti
• I crocini di registro della pagina, se presenti
• L'area al vivo della pagina, se presente
• le barre dei colori, se presenti

3. In Enfocus - Pannello Elaborazione, selezionare il rispettivo Elenco Azioni e fare clic su Esegui.
PitStop Pro applica l'Elenco Azioni nei seguenti passi:

Passaggio Azione

1 Seleziona pagine dispari

2 Seleziona oggetti area interna

Nel riquadro Attributi, specificare quanto segue: Usa box di rifilo. Seleziona
oggetti area interna.
Per ulteriori informazioni sui box di pagina, vedere Box di Pagina alla
pagina 40.

3 AND

146
9. Esecuzione automatica di attività tramite gli elenchi azioni

Passaggio Azione

4 Seleziona prima pagina

5 NOT

Utilizzare l'operatore NOT per escludere la prima pagina dalla selezione,


poiché questa deve rimanere invariata.

6 AND

In questa fase, utilizzare l'operatore AND per combinare le selezioni dei


passaggi 1 e 2 ad eccezione del passaggio 4.

7 Sposta contenuto pagina 5,0 mm orizzontalmente

Questa modifica sposta il contenuto della pagina di 5 mm verso sinistra.

8 Seleziona pagine pari

8 Seleziona oggetti area interna

Nel riquadro Attributi, specificare quanto segue: Usa box di rifilo. Seleziona
oggetti area interna.

9 AND

10 Sposta contenuto pagina – 5,0 mm orizzontalmente

Questa modifica sposta il contenuto della pagina di 5 mm verso destra.

9.7 Usare le QuickRun

Informazioni sulle QuickRun

Una QuickRun è composta da una serie di Elenchi Azioni e da un Profilo Preflight raggruppati per
formare un comando unico. Può essere paragonata alla "sequenza di macro" di altre applicazioni.
Una QuickRun può includere:
• Elenchi Azioni Multipli
• Un Profilo Preflight

147
Enfocus PitStop Pro

Nota: È possibile combinare Elenchi Azioni e Profilo preflight negli hot folder in EnfocusPitStop
Server.

Quando utilizzare le QuickRun?

In alcune situazioni può rendersi necessario eseguire più Elenchi Azioni in un documento PDF e
poi eseguire un Profilo Preflight per il preflight del documento PDF. Questa situazione può
presentarsi più volte: non in un unico documento PDF, ma più volte in in più documenti PDF.
Invece di eseguire i singoli Elenchi Azioni ed il Profilo Preflight sequenzialmente, è più efficiente
raccoglierli in una QuickRun.

Per creare una QuickRun:

1. Fare clic sul pulsante Configura QuickRun.

2. Nella finestra di dialogo Configura QuickRun, fare clic sul pulsante posto sotto la casella
QuickRun.

Una nuova QuickRun denominata <senza titolo> appare nella lista di QuickRun ed un pulsante
dedicato appare nella barra degli strumenti QuickRun.

3. Digitare il nome per la QuickRun.

4. Per aggiungere uno o più Elenchi Azioni, fare clic sul pulsante posto sotto alla casella
Esegui Elenco Azioni.

5. Effettuare una delle seguenti operazioni:


• Per aggiungere un Elenco Azioni dal database degli Elenchi Azioni, selezionare Da database,
quindi selezionare uno o più Elenchi Azioni. È possibile tenere premuto il tasto CONTROL

(CTRL) (Windows) o Comando ( ) (Macintosh) e fare clic su più Elenchi Azioni.


• Per aggiungere un Elenco Azioni da un disco rigido o un'unità di rete, selezionare Da file,
quindi fare clic su Sfoglia. Selezionare il file di Elenco Azioni (*.eal) e fare click su Apri.

6. Fare clic su OK.

Gli Elenchi Azioni vengono riportati nel riquadro Esegui Elenchi Azioni.

7. Se sono stati aggiunti più Elenchi Azioni, fare clic sul pulsante Sposta verso l'alto o Sposta

verso il basso per impostare la sequenza in cui saranno eseguiti gli Elenchi Azioni.

Nota: Controllare attentamente la sequenza degli Elenchi Azioni, in quanto eseguire gli stessi
Elenchi Azioni in un ordine diverso può produrre un risultato diverso. Per effettuare una prova
preventiva, eseguire singolarmente gli Elenchi Azioni così da poter verificare quale sia la
sequenza corretta.

8. Se necessario, fare clic sul pulsante per aggiungere un Profilo Preflight alla QuickRun.

148
9. Esecuzione automatica di attività tramite gli elenchi azioni

9. Effettuare una delle seguenti operazioni:


• Per aggiungere un Profilo Preflight dal database dei Profili Preflight, selezionare Da
database, quindi selezionare un Profilo Preflight.
• Per aggiungere un Profilo Preflight da un disco rigido o un'unità di rete, selezionare Da
file, quindi fare clic su Sfoglia. Selezionare il file (*.ppp) del Profilo Preflight e fare clic su
Apri.

10. Fare clic su OK.

11. Se necessario, selezionare Preflight Certified PDF per avviare un flusso di lavoro Certified PDF
per i documenti PDF

12. Se necessario, selezionare un Elenco Azioni o un Profilo Preflight e cliccare il pulsante per
rimuoverlo dalla QuickRun

13. Se necessario, selezionare un Elenco Azioni o Profilo Preflight e cliccare il pulsante per
modificare l'Elenco Azioni o Profilo Preflight nell'Editor Elenco Azioni o nell'Editor Profilo
Preflight.

14. Selezionare l'intervallo di pagine su cui si desidera eseguire la QuickRun o fare clic su Selezione.

15. Se necessario, selezionare Mostra risultati.


I risultati saranno visualizzati nel Navigatore Enfocus

16. Fare clic su OK.

Per utilizzare una Esecuzione Rapida (QuickRun)

1. Aprire un documento PDF.

2. Fare clic sul pulsante desiderato nella barra degli strumenti QuickRun.
Al termine dell'esecuzione della QuickRun, è possibile la visualizzazione di un rapporto o di
Enfocus Navigator, a seconda delle impostazioni definite in Preferenze di Enfocus PitStop.
Vedere anche Uso di Navigatore Enfocus alla pagina 72 e Visualizzazione e interpretazione
dei rapporti alla pagina 74.

Per gestire le QuickRun

È possibile modificare l'ordine delle QuickRun e rimuovere le QuickRun che si prevede di non
utilizzare più. Attenersi alla seguente procedura:

1. Fare clic sul pulsante Configura QuickRun.


2. Selezionare una QuickRun ed effettuare una delle seguenti operazioni:

• Per rimuovere una QuickRun, fare clic sul pulsante .


• Per spostarla verso l'alto o verso il basso all'interno dell'elenco delle QuickRun, fare clic

sul pulsante o , rispettivamente. Tenere presente che nella barra degli strumenti

149
Enfocus PitStop Pro

QuickRun verrà modificato anche il pulsante dedicato della QuickRun spostato in


precedenza. Arrestare il puntatore del mouse sul rispettivo pulsante per vederne il nome
nella descrizione comando.

9.8 Ulteriore automazione

EnfocusPitStop Server

Come spiegato nell'introduzione di questo capitolo, è possibile utilizzare gli Elenchi Azioni per
automatizzare le operazioni ripetitive. È possibile raggruppare queste attività in un Elenco Azioni
e applicare tale Elenco Azioni a uno o più documenti PDF.
Tuttavia, per applicare uno o più Elenchi Azioni a un numero elevato di documenti PDF, potrebbe
essere necessario un maggior livello di automazione. In effetti, potrebbe essere richiesto di
effettuare più volte le seguenti operazioni:
• Aprire ciascun documento PDF
• Eseguire uno o più Elenchi Azioni
• Chiudere e salvare il documento PDF
Questa attività potrebbe essere ripetitiva e beneficiare della possibilità di automazione.
PitStop Server offre ulteriore automazione per l'elaborazione dei PDF. Si tratta di un'applicazione
a sé stante che può essere utilizzata per creare le cosiddette cartelle esaminate. A ogni hot folder
è possibile associare uno o più Elenchi Azioni e, se necessario, un Profilo Preflight. Gli Elenchi
Azioni e i profili preflight verranno eseguiti automaticamente all'arrivo dei documenti PDF in
una cartella di input definibile dall'utente.

Enfocus Switch

Enfocus Switch consente di integrare con facilità in un flusso di lavoro automatizzato più ampio
operazioni automatiche di preflight, correzione e certificazione dei file PDF. Con Enfocus Switch
è possibile ricevere automaticamente i processi, tramite posta elettronica o FTP, e ordinare e
instradare processi in base al tipo di file o alle convenzioni di denominazione, nonché
automatizzare una serie completa di applicazioni editoriali professionali di base. Ciò consente
di integrare in modo completamente trasparente la tecnologia di preflight Enfocus con gli
strumenti per la creazione di file PDF, conversione dei colori, ottimizzazione delle immagini,
imposizione e prova di stampa.

150
Indice

Indice
automazione (continuato)
A tinta
accelerazione visualizzazione immagini 21, 22 esecuzione automatica degli elenchi azioni 150
accesso uso degli hot folder 150
Guida da PitStop Professional 11 utilizzo Elenchi Azioni 136
accettazione degli errori 74 avvertenze
aggiornamenti in CertifiedPDF.net livelli di gravità dei problemi 68
verifica 64 avvio
aggiunta flusso di lavoro Certified PDF per un documento PDF
commento sessione 57 52
Elenchi Azioni a un Profilo PDF 70 PitStop Professional 12
punti di ancoraggio 103
motivi 103
testo B
tramite una modifica globale 134 blocco
annotazioni Elenchi Azioni 144
come nascondere 21 Profili PDF 71
visualizzazione 21 Box di Pagina
annullamento definizione 40
azioni 31, 32 visualizzazione 40
anteprima di un documento PDF 21 box di rifilo(trim box)
anteprime visualizzazione 40
confronto 59 box di sicurezza (safety box)
descrizione 58 definizione 43
fusione in un documento 61 browser oggetti in Enfocus Navigator
salvataggio 58 utilizzo 73
visualizzazione 59
applicare
modifica globale 127 C
oggetti nascosti visibili 81
area al vivo campioni utente
visualizzazione 40 creazione 88
area di lavoro di PitStop Professional in Adobe Acrobat utilizzo 88
18 cancellazione
area selezionata punto di ancoraggio 103
Eliminazione di oggetti 132 categorie
area sicura della pagina ~ di problemi in Editor profili PDF Enfocus 68
definizione 43 categorie di problemi 68
assistenza Certified e normale, controllo preflight 67
come ottenere ~ 17 CertifiedPDF.net
attributi degli oggetti definizione 63
copia e incolla 31 iscrizione alla comunità ~ 64
attributi di linea membro collaboratore 64
specifica 84 Specifica
attributi di riempimento definizione 63
riempimento e EOfill 84 verifica delle specifiche aggiornate 63
specifica 84 colore
attributi di un oggetto creazione di campioni utente 88
copia e incolla 31 degli oggetti di testo o di grafica vettoriale
specifica degli ~ di riempimento e linea 84 modifica 84
visualizzazione 33 come nascondere
automazione annotazioni 21
preflight 77 oggetti
motivi 81
oggetti selezionati 81
Enfocus PitStop Pro

come nascondere (continuato) creazione (continuato)


tutte le annotazioni in un documento PDF 21 nuove forme 100
come portare avanti gli oggetti 81 nuovi tracciati 101
come portare indietro gli oggetti 81 Profili PDF 69
commenti OPI singola riga di testo 114
eliminazione 83 un QuickRun 148
modifica 83 crocini di registro
commento sessione visualizzazione 40
aggiunta 57 cronologia del documento
modifica 57 visualizzazione 58
compressione delle immagini raster 108 CT
compressione JPEG 108 Vedere livello a tono continuo 123
compressione ZIP
definizione 108
confronto D
anteprime 59 dimensione del contenuto della pagina
anteprime fuse in un documento 61 modifica 129
modifica delle sessioni di un documento Certified dimensione di output
PDF 59 visualizzazione 40
registro delle modifiche 61 disegno
sessioni visualizzate l'una accanto all'altra 60 ellissi 100
consultazione rettangoli 100
documento, cronologia 58 documentazione di PitStop Professional
modifica del registro delle modifiche di un panoramica 11
documento Certified PDF 57 documenti PDF2GoTM
stato del flusso di lavoro certificato 49 modifica 123
Contagocce documento Certified PDF
visualizzazione delle proprietà degli oggetti 33 definizione 49
contenuto della pagina inserimento delle informazioni sui processi in un
manipolazione 129 ~ 56
modifica dell'orientamento 129 ottimizzato 62
modifica della posizione 32, 129 salvataggio di un ~ 62
riflessione 131 salvataggio di una copia 63
contenuto della pagina, dimensione documento Certified PDF ottimizzato
modifica 129 definizione 62
contenuto di un rapporto di preflight 74 documento originale
Contenuto Opzionale verifica 53
Vedi livelli 46 documento, cronologia
contorni consultazione 58
conversione del testo in ~ 118 visualizzazione 58
controlli downsampling delle immagini
tipo di azione nell'elenco azioni 138 motivi 106
controllo di preflight normale 67
copia e incolla
attributi di un oggetto 31 E
copia e salvataggio
salvataggio di una copia di un documento Certified Editor Elenco Azioni
PDF 63 utilizzo 139
copia non certificata di un documento PDF visualizzazione 139
salvataggio 63 Elenchi Azioni
creazione blocco 144
elenchi azione tramite registrazione 143 blocco tramite password 144
Elenchi Azioni 139, 141 creazione 139, 142
principi 141 esempi 145
elenchi azioni per la modifica del layout di pagina linee guida per la creazione 141
di un documento PDF 146 modifica del layout di pagina 145
elenco azioni da zero 142 nozioni di base 136
forme 100 per la modifica del layout di pagina 145
immagini alternative nel documento PDF 22 eliminazione
modelli di ritaglio della pagina 42 oggetti
dentro o fuori all'area selezionata 132
Indice

eliminazione (continuato) immagine raster (continuato)


punti di ancoraggio 103 visualizzazione del profilo ICC 106
motivi 103 visualizzazione della risoluzione 106
trasparenza 84 immagini
ellissi visualizzazione ~ alternative 21
disegno 100 immagini ad alta risoluzione
EOfill accelerazione visualizzazione 21
attributi di riempimento 84 immagini alternative
esecuzione accelerazione visualizzazione immagini 21
controllo preflight 66 visualizzazione 21
esempi immagini, accelerazione della visualizzazione 21
Elenchi Azioni impostazioni
modifica delle proprietà degli oggetti vettoriali identificazione personale 51
136 identificazione utente Certified PDF 51
Elenco Azioni opzioni per le preferenze di aggiornamento 65
creazione per la modifica del layout di pagina inclinazione
di un documento PDF 145 oggetti 96
informazioni
tipo di azione nell'elenco azioni 138
F Informazioni di sistema
filtri ASCII visualizzazione 51
uso dei ~ per comprimere le immagini 108 informazioni sui processi
flusso di lavoro Certified PDF inserimento delle ~ in un documento Certified PDF
descrizione 47 56
salvataggio incrementale 47 informazioni sulle mezzetinte di un oggetto
Flusso di lavoro PDF visualizzazione 110
nozioni di base 47 inserimento
tradizionale 47 guide 43
font inserimento dei documenti PDF nei documenti PDF 120
limitazioni della licenza 118 installare PitStop Pro 12
modifica delle proprietà 117 installazione
forme requisiti di sistema 11
creazione 100 interpretazione di un rapporto di preflight 74
Ispettore
livelli 46
G
gestione L
Scelta veloce 149
Guida layout di pagina
accesso da PitStop Professional 11 modifica con un elenco azioni 145
Guida dell'utente (PDF) layout di un documento
accesso 11 modifica 146
guide limitazioni della licenza
inserimento 43 font 118
regolazione 43 linee guida per la creazione degli elenchi azioni 141
utilizzo 43 lingua
Guide 43 modifica della ~ dell'interfaccia utente di PitStop
Professional 19
livelli 46
H livelli con tono continuo (CT) nei documenti PDF2Go 123
livelli di gravità dei problemi
hot folder definizione 68
utilizzo 150 esempio 69
livelli gravità errore
definizione 68
I esempio 69
immagine raster livello LW nei documenti PDF2Go 123
compressione 108 LW
ricampionamento, descrizione 106 Vedere livello a tratto 123
visualizzazione degli attributi 106
Enfocus PitStop Pro

M N
manipolazione navigazione
contenuto della pagina 129 tra errori
oggetti nei moduli 122 avvertenze
Manuale correzioni e errori 72
vedere Guida dell'utente 11 numerazione delle pagine
mascheramento aggiunta 134
oggetti 105 modifica 134
meccanismo di ripristino di un documento Certified PDF nuovi tracciati
48 creazione 101
membro collaboratore di CertifiedPDF.net 64
membro di CertifiedPDF.net
collaboratore 64 O
sottoscrizione 64 oggetti
menu di PitStop Professional come copiare e incollare gli attributi 31
~ dedicati 18 come nascondere 81
~ integrati 18 come portare avanti 81
contesto ~ 18 come portare indietro 81
metadati 49 eliminazione 132
Metadati Acrobat 49 inclinazione 96
Metadati Enfocus 49 mascheramento 105
metodi di compressione 108 modifica dell'ordine di sovrapposizione 81
metodi di fusione (trasparenza) proprietà di visualizzazione
selezione 83 uso dello strumento Contagocce 33
metodi di interpolazione 107 ridimensionamento (mediante trascinamento) 91
modelli di ritaglio della pagina ridimensionamento (specificando i valori esatti) 98
creazione 42 riflessione 98
modifica rotazione (mediante trascinamento) 90
colore degli oggetti di testo o di grafica vettoriale rotazione (specificando i valori esatti) 98
84 selezione 78
commenti OPI di oggetti 83 sostituzione 82
commento sessione 57 spostamento (mediante trascinamento) 93
dimensione del contenuto della pagina 129 spostamento (specificando i valori esatti) 98
documenti PDF2Go 124 stiramento 98
layout di pagina di un documento 145, 146 visualizzazione 81
modificare le impostazioni dei livelli 46 visualizzazione delle statistiche 109, 110
ordine di sovrapposizione degli oggetti 81, 82 oggetti sovrapposti
orientamento del contenuto della pagina 129 modifica dell'ordine di sovrapposizione 81
paragrafi 115 operatore NOT
paragrafo 114 uso negli elenchi azioni 141, 142
posizione del contenuto della pagina 129 orientamento del contenuto della pagina
Profili PDF 69 modifica 129
proprietà dei font del testo 117
righe di testo verticali 116
singola riga di testo 114 P
testo verticale 116
tracciati 102 password
trasparenza degli oggetti 83 bloccare un Profilo PDF 71
modifica delle sessioni di un documento Certified PDF blocco di un elenco azioni 144
confronto 59 PitStop Pro
Modifica registro installazione 12
visualizzazione 57 PitStop Professional, barre degli strumenti
modifiche individuazione 18
tipo di azione nell'elenco azioni 138 PitStop Professional, menu
modifiche globali ~ dedicati 18
creazione 127 ~ integrati 18
moduli contesto ~ 18
manipolazione degli oggetti nei ~ 121 individuazione 18
PitStop Server 77, 150
Indice

posizione del contenuto della pagina ridimensionamento (continuato)


modifica 129 contenuto della pagina da adattare 130
posta elettronica oggetti 91
gruppi 68 oggetti mediante trascinamento 92
preferenze pagina intera di un documento PDF 130
lingua 19 rifilo
preflight visualizzazione del ~ di un documento PDF 41
normale e Certified 67 riflessione
preflight Certified PDF contenuto della pagina 131
definizione 67 ripetizione
Profili ICC azioni 32
verifica 106 risoluzione dei problemi
Profili PDF PitStop Professional non accessibile in Adobe
blocco tramite password 71 Acrobat 13
opzioni livello errore 68 Ritaglio, strumento
proprietà utilizzo 42
visualizzazione rotazione
uso dello strumento Contagocce 33 contenuto della pagina 131
proprietà degli oggetti oggetti 90
visualizzazione 33 oggetti mediante trascinamento 90
proprietà dei documenti PDF 68 oggetti specificando un angolo di rotazione 91
proprietà dei font
definizione 117
protezione S
blocco di un elenco azioni con password 144 salvataggio
blocco di un Profilo PDF con una password 71 anteprime 58, 59
punto di ancoraggio copie non certificate di un documento PDF 63
aggiunta/eliminazione 103 documento Certified PDF ottimizzato 62, 63
salvataggio completo certificato
ottimizzazione del documento Certified PDF 63
R Scelta veloce
rapporti creazione 148
interpretazione 74 quando utilizzare 148
preflight utilizzo 147, 149
generazione 66 segnalazione dei problemi 17
visualizzazione e interpretazione 75, 76 segnalazione di problemi 68
rapporto di errore 68 selezione
rapporto di preflight oggetti 78, 79
contenuto 74 oggetti simili 80
generazione 66 oggetto specifico 78
interpretazione 74 più segmenti di testo adiacenti 111
regolazione più segmenti di testo non adiacenti 112
guide 43 segmenti di testo con proprietà simili 112
requisiti di sistema 11 singolo segmento di testo 111
rettangoli testo 110
disegno 100 testo su più righe in un paragrafo 113
ricampionamento testo su una singola riga 113
più immagini 108 selezioni
singola immagine 107 tipo di azione nell'elenco azioni 138
ricampionamento bicubico slittamento 145
definizione 107 sostituzione
ricampionamento bicubico BSpline oggetti 82
definizione 107 sottoscrizione
ricampionamento bilineare iscrizione nella comunità CertifiedPDF.net 64
definizione 107 membro di CertifiedPDF.net 64
ricampionamento delle immagini raster 106 specifiche in CertifiedPDF.net
ricampionamento medio definizione 63
definizione 107 verifica delle ~ aggiornate 64
ridimensionamento specifiche PDF in CertifiedPDF.net 63
contenuto della pagina 129
Enfocus PitStop Pro

spostamento trasparenza degli oggetti


contenuto della pagina 129 modifica 83
oggetti 93
oggetti (mediante trascinamento) 93
stati profilo Certified PDF 54 V
statistiche variabili
visualizzazione 109 definizione 134
statistiche degli oggetti 109, 110 struttura 135
visualizzazione 109, 110 verifica
stato Certified PDF di un documento PDF documento di origine 53
verifica 49 documento originale 53
stato del flusso di lavoro certificato 49 requisiti di sistema sul sito Web di Enfocus 11
consultazione 49 specifiche aggiornate in CertifiedPDF.net 63
strumenti di selezione degli oggetti 78 stato Certified PDF di un documento PDF 49
struttura di una variabile 135 stato dell'account CertifiedPDF.net 65
subsampling vista wireframe
definizione 107 definizione 20
suddivisione quando utilizzare 20
segmenti di testo in parole o caratteri 120 visualizzazione 20, 21, 33, 40, 41, 57, 58, 59, 74, 81, 106,
supporto tecnico 109, 110
come ottenere ~ 17 alternativa
immagini a bassa risoluzione 21
annotazioni 21
T area al vivo 40
testo attributi degli oggetti 33
conversione in contorni 118 attributi immagini raster 106
modifica di un paragrafo 114 Box di Pagina 40
modifica di una singola riga 114 box di rifilo (trim box) 40
segmenti 110 crocini di registro 40
simulato 20 dimensione immagine 106
verticale (modifica) 116 documento PDF in una vista wireframe 20
testo simulato documento, cronologia 58
vista wireframe 20 informazioni esterne al box di ritaglio (crop box) 41
testo verticale informazioni sulle mezzetinte di un oggetto 110
modifica 116 modalità di anteprima 21
timbratura di un documento PDF 52 modalità wireframe 21
tinta Modifica registro 57
automazione con le cartelle esaminate 150 oggetti 81
tipi di azione (negli elenchi azioni) oggetti selezionati 81
definizione 138 più rapida 21
tracciati proprietà di un'immagine raster 106
creazione 101 rapporti 74
modifica 102 statistiche degli oggetti 109, 110
tradizionale Flusso di lavoro PDF statistiche degli oggetti selezionati 109
illustrazione e descrizione 47 tutte le annotazioni in un documento PDF 21
trasformazione oggetti visualizzazione 59
specifica dei valori esatti 98 visualizzazione immagini
accelerazione 21