Sei sulla pagina 1di 11

6

Martedi 5 maggio 1998



POLmCA

iaPADANIA

D ' Alema gel a ancora Berlusconi. e si riavvicina a Fini. rucuendo unccra un podcroso cuneo trn i due allcati,

1I cnvaliere spcra va in un rupidu sblocco della questione giustizia nc-J scnso a lui pitl Invorevo!e. ossia con l'inscriruento della Costit-rzionc di tre principii' cardille: ossia separazione delle carriere Ira magistrati inquireuti c giudicanti, terzicta dd giudice rispet to ad acelisa c ditesa, e nonuna dci mcmbri togari del Csrn da parte di altri magistrati, e non dei politici.

D'Alema invece blocca tuna, c rinvia la questione giusrizia aile calende: «II DOdo giustizia verra affrontato quando verra in discussione. Ma non credo sia quello piu imporrante - ha della parlando con i giornalisti in margine a un convegno sull'Eurc a Fircnzc- Vi sono alcuni aggiustamcnu, SlI alcuni punti c'e dissenso. Ma lc grandi riforrne SUllO al-

tre.,».

II euore della riforma costituzionale dice Baffino e l'clcziunc popolare del Presidcnte della Repubblica ( - ossia il semipresidenzialism«) can il chc lancia lin solido ponte n Fini che del scmiprcsidenzialismo ha fnlto la sua ragionc di vita poitica, e con un col po di scenu divide anconl J due leader del Polo.

Allr~ qucstioni importan-

Nuovo colpo gobbo di Baffino sulla Bicamerale per dividere Fini e Berlusconi

D' Alema gela iI Cavaliere

«Giustizia? E I'ultimo problema, prima il presidenzialismo»

II leader di An Gianfranco Fini con iI segreterio del Ds Massimo D'Alema

ti per D'Alema sono it federalismo e la differenziazionc delle Camere, rna soprauutto la legl;\c clcttorale. "vero nodo irrisolto, punta chiave" delle riforme costiluzionali, la questione che sta a cuorc a lui. L'impassc della bicarnerale e tulia qui: che i tre protagonisti hanno Ire obbiettivi diversi in Bicarnerale.

A Bertusconi interesse la giuslizia per metlersi al ripara dai guai giudiziari presenti e [uturi, a Fini il semi presidenzialismo pel' aspirare al Quirinale f;! per metlere finalmenle per la prima volta la firma della destra sotto

una Costituzione: al leader del Pds preme soprauuuo rafforzarc it maggioritario in modo da irrobustire il bipolarismo e quindi l'cgemonia del SlIO partite nella coalizione di centro sinistra.

Scnza quell! chc lui ha sernpre chiamato sprezzanternente «i cespugli». ossia i partiti minori che rendono annacquata e instabile la mnggioranza e che verrebbero eliminali dall'abolizione della quota proporzionale oppure da una soglia di sbarramenlo abbastanza alta, almeno il 5 % , il Pds sarebbe il vero padrone delJ'alleanza 81 govcrno e si

aprirebbe can facilits la strada alia Presidenza del Consiglio.

In cui per ora ha rnesso Prodi in attesa che i tempi maturino. Ossia che l'opinione puhblica accet ti un cornunista non solo ncl governe. corn'e gin ora, rna a capo del governo, che e cosa ben diversa. «In ogni caso - avverte - senza una larga intesa difficilmente si cumbiera la legge eletlorale che c·e. Nessuno pub iIIudersi di imporre una legge eletlorale con un col po di rna no e senza un'intesu condivisCl)',

Constatato che «it lema scalda malta gli animi»,

II ddl rimasto fuori dal calendario estivo della Commissione Giustizia

D'Alema ritiene "naturale" trallarlo alia fine del processo di riscriuura della Costituaione. Anche perche «non e materia della Bicamerale», Intanto si deve cornpletare il lavoro di riforma e mantencre il dialogo. E sperate anche cbe I'evoluzione del sistema politico sdrammatizzi it conIronto, anche con una rninore frammentazione. senza tanti partitini-. Che e il suo chiodo fisso.

Prorua e seccata la replica del referenda rio Mario segni, chc sta raccoglicndo Ie firme per labolizione della quota proporzionale nel1e Jcggc eleuoraie. «Care D'Alerna quesre sono favole da raccontare a Cappuccetto rosso- Che sensu he- si chiede- affermare che prima vengcno rifonne e pui la legge clcuorale? E che sensa ha avuto allora il famigeraro patto della erostata? Fare Ie due case separatamente non ha sensu, noi vogliamo chiarezza e percio raccogliamo le firme per una lcgge elettorale veraruente maggioritaria», intendo con quel «veramente» che il maggioritario che vuole D'Alerna non coincide con quello che vogliono lui e Occhetto. «Sc il Parlamento vuol fare una cosa scria cancelli la quota proporzionale e faccia can legge eill che chiediamo con il referendum: se si fa queslo Ie riforme saranno piu facili, altrimenti e meglio dare la parol a ai cinadini».

Fontan: «Comunisti e Forza Italia vogliono solo spartirsi il potere»

ROMA

MARCOCIVRA

La nave rischia di atIondare e Massimo D'Alerna tenta di alleggerire il carico. Nuovi segnali di crisi si addensano sulla Bicamerale, nella settirnana di pausa dei lavori parlamentari e iI segretario del Pds tenta un'ardita operazione di salvataggio: togliere dal piatto delle riforme le portate pill indigeste, per cercare di sa Iv are raecordo traballante tra Polo e Ulivo e, soprattutto, tenere insieme la coalizione di sinistra, dove riernerge il conIlitto con i popolari. «La Costituzione regge - dichiara D'Alerna - se alia base c'e una huona Jegge elettorale, che consenta ai cittadini di scegliere una maggioranza per governare».

Posizione legittima, da parte di chi suI successo delle riforme ad o~ni cos to ha giocato la propna crcdibilita politica, ma dalla quale D'Alema trae a sorpresa una conclusione sorprendente: .. Ritengo sia saggio lasciare iI tema della lcggc elettorale per ullimo, anche perche la legge elettorale

non e materia della Bicarnerale. Non credo -agglunge - che il terna de lin giusuzia sia il pili importantc, II euore della riforrna e rapprcsentato dall'elczione direna del Presidentc della Repubblica, e dal federalismo». Fra i primi a reagire proprio j popolari, che considerano "inaccettabile" la proposta del segrerario pidiessino, All'attacco anche Rocco Buttiglione, che parla di «dichiarazioni sconcertanti», Amhiguo invece l'atteggiarnento di Furza Italia. II eapogruppo Pisanu, fa saperc che «la legge elettorale e preliminare ad ogni altra intesa e che l'ordine del giorno che la delinea costituisce un documento vincolante» ma race sulla questione giustizia. Ed e proprio questo silenzio degli azzurri a sollevare i dubbi di Rolando Fontan. reterente leghista nel comitate dei 19, «Le dichiarazioni di D'Alema - spiega Fontan - confermano quanta diciamo oa tempo, che Ie riforme istituzionali non sono altro che una copertum per arrivare ad una legge elellocale su rnisura del Pds e di Forza Italia. Quale risultalo venga fuori dalla Commissione, ri-

Rivelazioni, di un teste al processo Dell'Utri

L' ergastolo va in ferie Fu Craxi Ber1lusconi

An ri mprovera i I Polo per Ie assenze al Senato

S i annullciano tempi lung.hi perl'inizio della discussione dd ddl sull'"holi,ione dcll'erl;\uslolo inL!ommissione GlUstizia della Camera. ,d.1 noslro programma di lavoro ~ ~piegu il prcsidcnte Giuliano PiHapin - c gin fissalo ptlr tutto i1lrimeslre, quindi fino IIl1a pilusa estivf1. E andlC I'aula <Ii Monlecilorio hit giii 'Iahililo iI culendario fino a IUIl,lin. In ngni C~ISO, devo uncura uisclilern~ con l'ufl'ieil> dipresidcn;al della CaIlll..'ra·), Pisapia si schiem con chi c favorcvole all'aholizion~ del curccrc a vita. Ma, avvcrte, uccorre sludiare un inh:rvcnlll (he «(lon squilihri iI sistema pen ale- Come s,"'mpre -ammonisce- hisognu tI'OVl\f(~ un !Junto di I..'ljuilihrio Ira iI "alore costituzionnlc del rcinscriI111..'n10 e i1 problema di una lIuoguata cd enell iva pUltizionc per i rcali pili. gravh>,

(dl conCt;!tlo cosliluzianaIe d,dla pen a - spiega Pisapia - C, UII un lalo, quello di punirc rispetto al reata COOlnwssu t quindi almalcfatto: 111i1, dall'altro, e anche la possibililii eli coshtuire un dctcfI'cntc per la com misslone lIi allT! faui.

Tullavia in concreto - spicg<1 iI presidente della comll1issionl~ Giustizi,1-1'ergastolo non ha mui avuto cfficacia come dctcrrente ne per il rcinscrimento. Per qucsto, sono favorevole alia sua ahulizione)',

Mn iI presidenlc della CommisNiollc tr.:Il\(; '(chc a Monll!citorio ci saranno resi!ilclll.C moHo piu forti ri~ spetto a queUe che si sono incontrate a Palazzo Madama, Si inocschcnmno senUL duhhin 11110Ve polcmichl!, Cnnsidcrilmlo i numeri e il mndo in cui c rassato al Scnlltn '" ha continuato - sl'mhrcrchhe linn CDS" SCIllM pliec, E illvCCC 'ColO che snn] un pnssaggin moHo ucIkalo, Spero COlllU1HluC chc non ci si hnsi solo !ill discorsi dCl1lllgogici».

1\ prevede!'" lempi lunghi pnl1l11 dcll'inizio della dis~Llssifll1l~ nlln Camera sui ,1111 C lInehe ['esponcnic di 1\11 i\lrf~uo Mnntovuno, ~ll1HII01_Wlltc delill cOnlmisSHIne Ciillslilin, ((NUll C fHginrw\'olc ~ s(lslkul' - pre\'1.'dt!l'I~ che inizi primo del!\.'stut~, ('j sono (l'l'l)dcll/O lI11llOrlnnli. nHllC III nfol'll1ll ~1L' ~illdicc IInico. clw ci JIllpC~lwr'lInnll p~r un I~cl po' di 1<'011'", Non d, qUlI1d, SI'"/.10 pl:f I\ffl'(lnlur(~ una di~

scussione aJtrcUanto impegnativa come I'ilbolizione dcll'ergasto- 10»,

Tanto pill,

prevede Mantovano. che al- 1a Camero .<saranno (Ancor pill consislenli I dissensi uia registrali in Senalo all'inler- 00 del fnmte di sinistra>', L'esponentc di An cogJie poi )'occasione per richiamafc gli alleati del Polo ad una I'mag_ giore presenza e compallez- Giuliano Pisallia za" quando la discussione e il voto suI ddl appraderanno a Monlecitorio, ~,r...1i auguro - afferma Mantovano - che il Polo sia piu prescilte aUa Camera di quanta non sia slato al Senato dove, su 5] voti conlrari, 36 crano di An,

Ci attendiamo anche dagli a1tri gruppi maggiore pre-

senza e compattezza, Fatti salvi, certamente, i casi di coscienza, L'aholizione delI'ergaslolo - conclude - non e un nrgomenl0 su cui si possano tollerare assenze).

Can mille gravi questioni di giustizia pendenli I'abolizione dell'ergastolo era I'ultima cosa cia mettere sui

lappeto, e la Lega e fortemente contraria,

Anche per la convinzione che sia un espediente voluto dalla maggioranz. per poter procedere a cuor leggero alIa messa in stato d'accusa e alia eventuale ma piu ehe probabile condanna. vista I'alleggiamenlo polilico di cerIe Procure come quella veronese di esponenti Jeghisti in base al famoso art, 241 del CP per «attentato alI'unita dello Stalo».

Un articolo che prevcde In pen a dell'ergastolo, una pena che ness un gilld.ice, anche tnl i piu asservitl al potae e alIa politica, si san:hhe sentito di comminare per «reali)) ideologid, mentre nessun problema creerebbe lora una condanna a qualche dedna d'anni.

Ma oltre a cio, sembra che il garantisrno imperante punti unicamente sul1a riabililazione del reo, dimenticando gli allri aspetti costituenti della pena: Ia punizione del reo e la protezione della sociela dal ripetersi di altri aUi criminasi.



a splngere

in politica

Pu Cnlxi a spingere Berlusconi a

« muoversi in politica, per creare un

rnovimento al Nord, pensando che al Sud avrebhero avuta successo Ie liste (fai-da-te») con gli ex Dc e Psi»: a tracciare questa ricostruzione di eventi e stato Ezio Cartouo, ex Jirigente Dc a Milano, ma anche ex con:mlente Fininvest. Lo ha delto deponendo a\ processo al deputalo di Forza Italia Marcello Dell'Ul.ri, accusato di C0I1CorSO in miSUw ciazione mafios::), e al pre~ sunta mafioso Gaetano Cina. La sua testimonianza ha animalo l'udienza cd ha spinto ·Dell'Ulri, per la·prima. volta in sei mesi, a parlare in processo.

CarlollO h21 raccontato che

quando si occupava di Enli 10'.

locali per la Dc, aiut/, Ber- SO mo le cose ... » lusconi a perfezionare licenze ~~ ed adempimellti per la co-

struzione di "Milano due". Negli anni '80 lenne lezioni di storia della politica per i dirigenti di Publitalia, Net '92 un «(Berlusconi preoccupatissimo di perdere Ie concessioni televislve» gli commissionb uno studio sulla crisi po1iticH ita1iana, Oral chiusi i rapporti can Fininvesl, ha in pubblicaziane Ull libro in cu.i ricostruisce i rapporti con i1 Cavaliere e con it suo gruppo, che conterrebbe anche "rivdazioni pepate" sui relraseena della nascita di Forza Italia, di cui ha dalo un assaggio in aula riferendo del pres unto incontro, nell'aprile del '93, Cra-

f.D.F.

Avolte ritomano. Si sc()pron Ie 10m he, ,lSi JewlJ10 j morti.., una delcgazione di zombies, segretari di partiti non rinati, rna riesumati, tratti dai sepolc.ri fingendo che sia slala solo una morle apparenle hanna scrillo a Berlusconi offrcndo un'allcanzt:l per ,(sconfigg~rc il past icciaccio di D'Alema in hicl.mlcl1l11~».

Tra 101'0 Gianni Dc Michelis, scgrclario del defun- 10 Pm'lilo sociallsta. iI socialdc111ocralico Luigi Prcti chc em giu lIll snpravvissuto quando il parlilo dava 1I1leura sl.!gni Ji vita; Stefanu ue Lucfl, che st<l fHccndo In rl.'spiruzionc hoc(,'u a hocen ill Parliw Liht.:rah..' unpo esst,:r~ si pro('":umto un l'i..'l'lIfh:ilto di '<csislcllZ.1 in vita»: Armando Corona di LJ nita Repuhhlicann. lrovutn tm Ie ccncri ,"'I I'd: I\x minislro «ci 11 I) nll'orn, ElHico Ferri, 1'1'0- scnlc ovunquc ci sin un nccupure lll1U poltl'oml fossc

II ritorno degli zOlnt,i

Salme di partiti offrono appoggio a Silvio

pure quella del «ruha- lasedia», ora segrctario dj un misterioSD muvimcnto <dJ Sole», forse perche deslinato a Jurare una giorn3ta e poi a tramontnre.

D'accordo chc la Bicamcrale va hutlata a mare, d'accordo che bloecare D'Alema «c it prcsupposto di o~ni svillippo futuro), 111£:1 lor S1- goon non hanno capito clll.' a Berlusconi I'appoggio di D'Alema - anehe so proprio ieri Baf~'ino hel pre so I~ distunze (come nfcrimno in yucsttl lwgina) scrve cd inIcrCSSH mollo pHI dd loro, Lui hi.! Ull polen:. loro non hanno nl'I11I11L'110 L1no spazio. 'i'ornerunno ud cssere \:auoveri. I1W l(llC'sll! vnlta avvnlti nella piaslicu, 4ud1a del ~(pllnitll di pil-lstica .. , Forza !talia.

E Intllntn .. Sc"lf8rll I'hn' pitcione)~ il pn.~siJcnl~! ",he ha collcziunatu iI record in 11111<> di in~ercllzc nolill polilica. va In Svczia H dire

Gianni De Michelis

come c bello [,Eurll, Va a dirlo proprio nel Paese che hOI invcce dcciso sagginmente di rimancre alln fincstm pCI' quanto rigunrLln In moneta unica, II PrlCsc scanL1inavo, infatti, pur avcndo i dati cl'onomici pcrfellamentc in linen con LJuanto I'ichicslo dal Imttnlo <..Ii Manslrichl, 11101\0 pitl che 1'1· tHlin, hit prcfcriltl, come 1'111- ghillcrm, nOll adcrire per il

momenta aB'Unione monelaria, Entrcra nell'ElIw - se i cittadini 10 vorranno e non con una decisione imposta dall'alto come dAnoi - in un secondo tempo, risparmiandosi i di:mgi e Ie difficoita del rodaggio,

E non ci rimetlerii nulla, anzi sara piir. rispettato. come i Vip ehe "i fanno aspethIT\!, Noi siamo cntrati con it cappello in mano, loro entrcranno sui tappeto rosso. Scalfaro ccrchcra oi fare it sermoncino anchc a rc Gustavo, dimcnticando che In Svezia c I" patrin del Nobel, c che due prc'l11i Nobel per I'ccollomia, Milton Friedman c Franco Modigliani hnnno csprCHSO dubhi c risCl've sull'ElII'o, Ma al prcsidcntc cosa importa, lui si husa sulla dottrillu di Romano Prodi, ehc ha dalo proVil delle SlI1J cHpacitn ceonnmichc aU'lri, puzzo sl.!nza fondo del «cnmo pubblico,

!)Ifer

xi-Berluseoni che indusse I'imprendilore ad impegnarsi in polilica, Ed ha aggiunlo: «Berlusconi mi aveva promesso un mandata parIamentare, Poi, visto iI Olio contributo alia formazione del governo, chiesi almeno il posta di sottosegretario per un mio amico milanese. Non ho mai saputo perche Ie mie richieste non ebbero risposta»,

E Dell'Vtri? «Lui non c' entra- ha risposto il teste- non gli porto rancore), ed ha confermalo che durante un congresso Dc, tra il '72 e il '73, Dell'Ulri gli chiese informazioni Sll Ciancimino «che voleva fondare una sua corrente», e ha aggiunto di aver "interpretato" queHa curiosita come «un interesse favorevole», II lesle ha riferito che quando Dell'Utri apprese dana Tv del suicidio di Domenico Signorina, avvenuto iI 4 dicembre del '92, «scaglia iI telecom.ndo spiegandogli di essere amico del giudice)), Riferendosi «ad una violenta campagna di stampa contro Dell'Utri accusato di collusioni mafiose)~, Cartotto ha detto che Berlusconi era molto Pl'coccu_pato e ehe Dell'Vtri un giorno commenlo: "Stlvio non deve dimenticare che io so tante cose.,.)~. II teste (indagalo a Torino per false fatturazioni), ha sostenuto infine che «Bertuseoni voleva favorire lin conglomerato di centro che prendesse i vOli dei partiti in crisi)~ e che {,I primi ad essere contattati f'urono Amato. Martinazzoli e Segni).

-

DeIl'Utri

g1i avrebbe delto: «8erlusconi non dimentichi che

I vescovi ribadiscono: «Domenica senza lavoro se no addio democrazia»

La ConferelWl eplscopale italiana ha ribadito che la d~meDh:a va rlspettata come «giomo dell'uomo, deUa famigUa. della societil», a1trimenti si risduerebbe di mioacclare la stessa soclalltil umana c dun que la democrazia, Iotaolo, II Vatic.no "non conferma ne .mentis.e" la notizia, dill'usa da alcwli organl dl in· formazJione, dJ un prosslmo dotllmento papale sui ,sensa crlstillDO della f.slMta domenlcale; tuttavia, se d sara nn pronunfiamento sui tema, sl fa osservare, .sso non lISSome.a roml. solenni, Dlll potrebbe Iimitnrsi ad un. lettera apostolica,

J ve(M.'Ovi Itall.nll,anno ricordato che In Chl.,a ,I e piil volle pronunclata sulla question. del rislletto della lIIomats festiva e domenlcale. E certi documenti della tel, come quello del 1995, furono on.he apertaDlente approvntl da Giovanni Paolo II. "Noi 'ha .plegato mons, FemllDdo Chamer, presidente della cOIlIllIi ... lone episcopal. per i problem! del IIl\'oro • dlfendiamo la domenica non in quanto tale, ilia come giomo dell'uomo, dellafamigUa. deUa sodetil_, "Per nn cristiano pol - ha prosegnito ·1& domenica Ii lIDehe II glorno del Signore; la lDe8Sa stessa e un evento eomuniturio. Noi dlfendlamo Itunnlo e non III dom.nlea. In quanto l'UOlIIO po.~sa relazlonarsl COD I suol shnlll e Dlo», ricordaudo cOlDe 10 Chiesa tuttavia albmetta deroghe. per 1II0menti "II· mUatl" e "straordlnari" a queste regole generali. SI e parlato dellavoro domenlcale durante una conferen2a per pres.ntare un nuovo documento eel sull'lmpegno ileU. COIIIUnltlt crisdanc lIell'amblto soclale • politico,

guardo al federalismo 0 alia forma di Governo, e deltut- 10 indifferente ai comunisti come all. destra, Cia che coma e creare un sistema che. perrneua loro di sparursi, in nome di un bipolarismo irrea:e, il potere»,

In quest'ottica, la proposta di rinviare il nodo della gi,uslizia, riducendolo a quesuone non str'ategica, assume il val ore di un 'offerta proprio a FI, che sui tema della giustizia e piir. sensibile. "Per gli uornini di Berlusconi - osscrva infatti Fontan - il problema non e discutere di giustizia all'interno' di un progetto di riforma della Costituzione, che avra com un que tempi lunghi. II nodo reale e I appresemato dai processi imminenti. Meglio per IOTO ricorrere a provvedimenti ordinari, che si possono approvare in breve tempo. Ecco quindi che, all'offerta di D'Alema, Pisanu non reagisce, anzi sposta iI terreno del confranto. La separazionc delle carriere nqn risolve i problemi di Berlusconi, una modifica per via ordinaria di una legge scomoda SI. Basli pensare a quanti proccssi sono saltati con 10 madifica dell'atticolo 513)),

Buttiglione non si unl· sce III coro degli euro· entll.la.ti, «Non abbia· IUO ancora strnppato per intero iI bigUetto che cl fa salire sui treno per Maastricht, L 'Ualla resta un sorvegllato speciale., Bene, 1110 se ha capito i sllcrilld e Ie umlliazloni .he cI .spettuno in Europa. perdu; hu votato a fuYore di Prodl? II fallo e che e rimasto In menD al gllado. lin pied. nella mag"ioranza e uno an .. cora nel Polo, e nun puo rnum'ersi scoza cadere.

«11 una frescaccia iI so· spetto che l'Udr voglia enfrare nella maggioranza di govemo - ba delto II PiCCoDatore ... Noi non abbiamo votalo per pro· di rna per Kohl, un voto di solidarietll e rillgr" .. ziamento». Andilllllo, Herr Cussiga, a chi vuo) darla a bere che «non ha offerto i suoi voti a Pro· di, De lui Ii ba thiesti .. '] I risultati del palleggla. mento si vedr"!nno tra qu.lche seltimane, quando si sapril quale incarico di sottogovcrno sara arodato all'Udr,

F,ollini: «Mastella? E la maggioranza che entra in lui»

E infatti e ironico Marco Follini sulle gl. ravolte MastelUane: .Mastella .ntrera nella maggioranza e Bnltl~lio. De spiegheril che e la maggioranza che e en· trata in lui.,

Buttlglione: «L'Euro·biglietto pagato a meta»

. . __ ....J

RAID:IO

PA.DANI:A.

Lli8,ERA

TIH G~/"t~IM!SM' '_~l'DtU _I

IIA

\ ... II ~. I. I I'" II~~I'I: I .;. III' 1~ ~, ... ~ .: "IJ .... ~"r~ Ii' JIII, ... ,!; -:,,_ .' ' "I·~a..I)l1 !a' '~'ll' L ....... , I~ •. '" .... ~ .t-rf ',I ~.'~ ~ i', _'II, ·, ••. Ib ~'I I;

--------------------- - ------_.

lO'TORUNA

- -----

'GWOVANNI BRUSCA

P'ASQUALIE (UN~iRIERA

GIULIO ANDRiE:OnJ

--

M.ARClElILO' OIEU.'IUITRI

-- - - ----- - -- - - - - - _.-

- - -- -

,GA'5.PARE G.IUD'IIC,E

.5U.VIO BERLU:SC,DNI

- - -----

-- -- ---------

I !PIeTRO AGILIERI

••• ,L1N'fUVtENfO _

-- - -- - --- ----

MICHEILIE GI!UCO'

'RAmo PADAN~ LIBRA

~IAM:h~toNIZA 1!03J F.M 'tum 100.7 FM ~. COMo,S9lD FM "OIINO E PROVINCIA 106..0 fM CUNEO IE NOV,INCJ!\ • 05.8,5 FM, Am IE IPlOYINCIA, 105,,85 F,M, VEmlA:-PMJOVAll81SO 9,3"5, FM VIWfIA 93.8 fM IEiGAMO··· LOll·' PtmlA.· PAm - CUMA9t1 FM IlEstlA '7~D fM • UIJIINfB,9'i6 :fM "ERONA.ttl fM

LA SPA.LlATA D'Et PAD'AN,i

NQ~5U ~, utm. ·Iia {~~ddaio II "ada.~Jiil d~'IIII, a:.i:Il.tili!ll'i_ ,,~u~~ poi' It

;rir~I!'m.Il~t I - - q~

'oro~ • IPlitU1~ dl .. N .. l ,b.

Ri_ :p!litw Iii, WI! . ~"'11111

~ do:J~ 'UQ5La,~. ~ml~:lII~~U:O I!i riOO""" '[0 "",,!.Ii .. _: ~ "_""""'~ Ofi«'iii.I!Doco'lt iSo;f.I~rwi, ., 1),"*",_ !'MlIibl'i.O 1':I~~'R~'~"'~I1~ rJ1iLJ~~' ,!_~U~I_~~' 1~1~'Ie_m,lli po1~I~.~ .. 11: beD!: 00ian:re.:~ II ~~ll!m: fJI: <p< .... MIl, :~<I"~ <Iii tl>1lti i~i ,<:l",?",,~i; Il<'~ f_iN""~dlcu.. UIfil~ 1~<mi~tI~, .dj!!t;f" sistemi 1~1j3~f[IGiI~j_

ill . qu:t\~.o ~Ilc ;;iii· .....,_";(11",,;

~~~ori. Ol: rio ~, '(:"'I"'~)'" ~,QaM~lin ".roiP'!.milrm~ I; "t!li (m""l~t~ [. .03"'i!ll'O>:lru>o p:uO ......... ,,_;'" ;~ : .. 11.0 ''';f~1iI~ tll]j'U(l~ _iiiru&~i~ ,mar i'iul~~I! lijj~ :0 pih ~!'!Iffli,mo=iE. ~, ~1!~ ... orl\j. ~,,~ ~.., .. ",.;iJ~}, ~, e ..- pall cen'n~i:r~ i [f.~l "'i 'f:il~ @imi~;t! Iftil!l ·1:tl~1l!:lin i.l1'!~1:~~~iI~ ~"ri~~g&ij~ ...

.pmp,po· ,CAlC - I

llANO BA.DALAM.I~NT •

,rL> PRIE5TI!TI1!!!! t7erS'Ona I

~~IIIi~, ~.i!i\Cz..i~ ~ A~u'-i

~'~I~i'iJIniI,g'L"'=~~~w.;.s

,Da' marted; ,B'05s;'

risp,(J'ode a'i ,Ieti'O,.i'

~""_""'rr~~' ,"dIoI!, IIIfIoo I~ .a~, "pun

Publ~in' Stm ~lloe~ IlIitinl))

laPADANI~

CRONAC~A

Giovedl21uglio 1998

15

La procura antimafia di Palermo: tramite Dell'Utri capitali illeciti per Ie holding del Cavaliere

«Soldi sporchi nei forzieri del Berlusca»

Ilegali del presidente di FI si oppongono allla perquisizione: e un parlamentare

AAllRMO __

La procura antimafia di Palermo sospetta che capitali di provenienza illecita siano finiti, tramite Marcello Dell'Utri, neUe holding di Silvio Berlusconi e ne vuole aprire i forzieri. Ma i legal:i del presidente di Fl, Giuseppe De Luca ed Ennio Amodio, si oppongono al de creto di perquisizione, per le «prerogative riconosciute all'onorevole Berlusconi quale appartenente aUa Camera dei Deputati», Dunque UII invito R chiedere autorizzazione a MonteciIorio. La Pro-

~~a «ri~hf~~~:

di esibizione e .,.I11IIII11IIII11III _

eonsegna di copia degli alii», motivata da improrogabili «esigcnze processuali» nell'ambito dell'indagine per rneicla~gio centro Dell'Utri. II primo atto di questa scbermaglia processuale e un decreto di

rerquisizione del 16 giugno, rpm Antonio Ingrcia e Nico Gozzo, titolari anche dell'indagine sull'ipctesi di concorso ill riciclaggio conIro Dell'Utri (parallela .1 processo p'lr concorso esterno In fase dibattimentale) chiedono eli acquisire copia del document; contabili di alcune societa, Ie cosiddette "Holding", che controllano l'intero capitale della Fininvest. In particolare, si chiedc I'esibizfone degli 8,IIi costitutlvi, del libri-soci e dei llbri-glornale delle societa: dalla "Holding Italiana prima" alia "Holding, Italiana ventitrcesima'" S~~i giorni

dopo, il 24 giu~no, giunge a Palermo notifica di oppOsizione degli avvocati De Luca e Amodio.

«Nelle holding - scrivono i Jegali - si trova concentrato u palrimonio personale delI'onorevole Berlusconi che costituisce punto di riferimento e strumento della sua attivita imprenditoriale, come tale quindi protetto dalla tutela costituzionale accordata a tutti i rapporti riconducibjli aUa attivita personale del cittadino investito di funzioni parlamentari». Gli avvocati invitano percio In

procura di

Palermo a

chiedere l'autorizzazione alia Camera

feef i~fo~~~:

zioni richieste su ventidue delle Holding citate nel provvedimento, quelle detenute «direttarnente 0 indirettamcntc dalI'onorevole Berlusconi», Via libera, invece, per la "Holding Italiana Ventitreesirna" che fa capo, spiegnno i Icgali, «ad altre persone della stessa famiglia- non coperte dalla tutela accordata ai parlamentari, La Procure replica allora rinnovando la richiesta di esibizione degli atti che Ie interessano, motivandola con «esigenze procesw suali determinate dalla sussistenza di gravi indizi in ordine ai reati ascritti a Marcello Dell'Utr!». La Procura sostiene infatti che nell'ac- 9uisizione di "pacchettl film" da parte della societa 'IReteitaha spa'" negli anni '70 e '80, sarebbero con.fluiti capitali iIleciti.

.' 1IIiU!l!

«I.'autorizzazione aprocedere deve venire direttamente

del MontecitoriO»

Telecinco: giudice spagnolo chiede deposizione di Silvio

Nella foto d'al'4!hil'io Marcello Dell'Utri(al centro) e Sihio Berlusconi (in basso a siniistra) mentre assiistono a una partita del campionato di ealeio, La procura 81.timafia d:i Palermo sospetta che capitali di provenlensa iIIedta siano finitinelle holdingdi Berlusconi tramite Dell'Utri, Perquesto IIJIQtivo vogliono controUare Ie soeietil che fanno capo alleader di Forza Italiel, Ma i suoi legali !ii oppongono alia declsione della proeura; il Montedlorlo, ducono, che deve a1ltorizzare 1'llIperazione

(Ansa)

ROMA

Nomo SERVIZIO

I I giudicc spagnolo Baltasar Garcon, che indoga sui caso di presunta frode in cui sono coinvolti ex dirigenti della catena televisiva "Telecinco", ha convocato a deporre in Spagna u 23 luglio prossimo Silvio Berlusconi, Lo hanno reso nolo fonti giudiziarie spagnole citate dall'agenzia di stampa spagnola "Efe". Secondo Ie fonti, can Berlusconi so no stati convocati a deporre anche Marcello Dell'Utri il 23 luglio e il 24 Alfredo Messina e Giorgio Vanoni. Berlusconi e gli altri dirigenti della Fininvest si rifiutarono nel Iebbraio scorso di rispondere aile domande di Garcon, recatosi appositamente in Italia, sostenendo, ricorda lv'Efe", che I'inchiesta contro di lora «non era maturate da esigenze sorte in Spagna».

II giudice spagnolo Baltazar Garcon aveva gia eonvocato Silvio Berlusconi per un colloquio a Milano nella scorsa primavera, rna l'ex presidente della Fininvest non si era presentato. II giudice era quindi rientrato in Spagna senza poter ascoltarlo, Un portavoce della Fininvest ieri sera ha ribadito la totale corretlezza del gruppo nella vicenda di Telecmco. La Pininvest ha sempre sol-

Don·····.Ciutfi·.·· "laureat(l'apelegrul

C 'el'BliOl an~he Glanead~, CII!le1li e U

.. .... sottll!le. gre. tarlo "'. !'III.I'I~ ... P.rlsi .1 conferlmento della lallren ad houC)rem II dOli Lnlgl Ciotti in SeiellZe delJ'educQione a· Bologna, rieullo.dm.nto aJl'interventoeducalivo"coml~lesso" nel

.... 000. p.:e. 88 .•• 0 -. 8 ....• lla ... ~.· .. d .. ~ta.nellalo. It. aaUa ml\ft!l.

SC)no slatl gI! slessl professorl deU. facC)Iti\, AlIdrea CaneVRI'O e Ia r~efilde Jrw(esca lIoechl,.8 riCC)rila~e . .JaJlltlfronti deU'lntei'vento sociale di·· don Ciotti e' di

"Abele", nlit!!~~mf: ~pp~d'llil~lodl base neIJ96(i,.prinladtl $11~i'do:dC).raggluntodjl Cij)ltinel1972,llno a "Libera Asslleiazionl c'lntr.o Je mllllle" nel . ][995, poco dopol. stragi di Caplldevia ])'A' ineUo.clie .!lasc:e an.hepet accompagnare iIlavorodi Gla.cado CaseIU*.

II mallistrllto,.aBoIOgna"ln (onn.pdvatl~~' .ba rieonlatodi a ve do eonosl:!nto «lI'tnt'l\IIWfa,cllme -. tftll,tI·aJh'ilffiliid .8 Tori"o~e coni gl0l1llllls«uon ha volnto purlared'a1tro,

to1incato che In vicenda Telecinco parte da una verifiea fiscale che ha escluso ogni ipotesi di illecito penale.

Quando Ie cose vanno bene per Forza Italia con successi elettorali e crescita di eonsenso, «ecco intervenire tempestiva la visibilissirna mano delle procure, con il loro collaudato accanimento giudiziario e furore ideologico». Lo afferma Giovanni Dell'Elce,

Forzaltalia: . «I: iI solito

accanimento giudiziario che parte da Milano»

II I J el.

componente del comitato di presidenza di Forza Italin, per iI quale «c'e una Irama sempre pill trasparente ehe parte da Milano e va oltre»,

«Ieri Ie gravissime dichiarazioni di Davigo conIro Berlusconi, oggi - ha aggiunto -Ie notizie sui presun to ordine di comparizione inviato a] leader di Forza Italia e del Polo dai giudiei spagnoli che da anni indagano su Telecinco). «Anche al pili candido e

ingenuo praticante della politica - osserva Dell'Elce - non pub sfuggire I. curiosa successione degli accadimenti»,

E a proposito del presunto accanimento "ideologico" sottolineato pill volte da Berlusconi, c'e da sottolineare una notizia riguardante la richiesta, falta dal leader di Forza Italia, di spostare da Milano Ie procedure giudiziarie che 10 riguardano.

"II presidente Silvio BerJusconi sa che, ovviamente, if pubblico minislero non pUG essere ricusato nel no .. stro ordinamento. Giuridicamente il pm non e mai ricusabile, quindi mi sembra faccia una sr,ecie di ri .. cusazione gtoba e di tutti i magistrati e dei giudici». Lo ha affermato il procuratore nazionale antimafia, Pierluigi Vigna, a margine del convegno su «Sicurezza inlerna e lotta alia crirninalita organizzata», che si e svolto ieri a Loveno di Menaggio.

«Daile notizie apparse sulla stampa - ha dello VIgna - Ie richieste di Berlusconi sembra siano tondate su motivi abbastanza generici»,

E ha aggiunto: «In Italia c'e l'obbligatorieta dell'azione penale ed e pacifico che una inchiesta pub avere una ricaduta politica oggettiva, Allra cosa, pero, e I'iotenzione politics che io, sinceramente. non ravviso».

Case"ii: non vinceremo la malavita solo con illavoro investigativo, ci vuole la collaborazione dei taglieggiati In un convegno a Como

«Denundate i mafiosi e i boss cadranoo» Una struttura Ue

Ma cOlTlmercianti e imprenditori del Sud temono Ie ritorsioni e pagano il "pizzo" contro i picciotti

PALERMO

. palermo non puo ricor-

././ dare I'imprendilore Li-

" b,:ro Grassi solo in oc-

casione dell'anniversario del suo sacl'ificio». E I'atto di aceusa di Gian Carlo Caselli mentre la Dda e gli investigalori progressivamente dioboscano un racket delle eolorsioni che tiene in pugno e soffoca I'economia cittadina. II terrore e I'asso in mllno ane cosche mafiose che dieono a commercianti, arligialli ed imprenditori: "Devi pa- 8"re". Replicano Illi investigatori: rna se tuttI denunclassero ad avere paura sarebbero i boss. Invece ancora oggi e la gente ad avere paura. L'imprenditore teime ritorsioni persollali 0 nei eonfronti della famigli., Ierne che il negozio 0 10 falibrica ~Ilr cui si e sacrificato tulia la v.la vengono distrutti da una bomba 0 da un incendio. Sono pochi quelli che denunciano. II capo della squadra mobile, Guido Marino, diC',e che «<Ii vpgliono due mani rer contarli, ma rimane qualche dlto Iibero».

«E un fenomeno sornmerso - spiega - Non abbiamo cifre at-

lendibili. Le estorsioni scoperte sono in aumento: non perche riceviamo Ie denunce dai laglieggiati, ma grazie ad una nostra allivitil invesligativa. E Ie viltime non ammeUono neanche di fronte aU'evidenza: a volte Ie den unciarna per favore~giamento»). I com-mercianti, i piccoli imprenditori edilisono convinti che 10 Stato non sia in grado di garantirli dopo Ie denunce.

II presidente della Confcommercio, Roberto HeJg, osserva: dJ commerciante non ~ un eroe e se non gli si danno garanzie e sicurezza continuera a pagare». Helg ammette che ness uno degli iscritti all'associazione di categoria si ~ mai fatto avanti, anche anonimamente. per denunciare iI racket. Massimo Lodetti, presidente deU'associazione industriali, e sulla stessa lunghezza d·onda. «Le imprese pagano - dice - perche sana fragili. hanno problemi di sopravvivenza economica. E poi non mi sembra che lo Stato abbia aneora la capacitil di garanlire la Iibera attivita degli imprelldilori anche se sana stati faUi passi avaIlti». Lodetti ~ convinto ehe Ie «me-

--------~-----,

A~c4:erchiati dCll114~ fiamme

SASSARL..._

Un l:entinailJ di persone si sono trovati ieri alI'inlerno dello slabile che ospiln Ie terme di Bellelutt.i, Ipralicamente accerchiato dalle fiamme che dali'HI,tro ieri divorano nella zona cenlinaia di ettari di boschi e macchia mediterranea, Gli ospili dello stabilime~lto termllle, che per disposizione del pref.lto di Sassari, non hanno cercato di evaeuare, in quanto Ie fiamme spinte d~1 u~ vento incostante e c}te ca~nhl3 continuamente dtrezlOne, avrebbero polUlo IIIveslue Ie vie dll'u811, non hanno ~,?rs? comunque. rise!,i .(~Imeno fino aUa larda serala dl len): sono slatl asslsltll da un medico e lIullo slabile volavano costantemente, a turno. un elicoltero dei cllrabinieri e un altro dei vigili del fuoco. per sognal .... e emergenze e poter poi cventualmenle

attunr. intel'venti di emergenza. . . .

La q.u."lione de. 1I'.mergenza IDeend. ID Sllrdeg~lI e stala affrontata ied sera a Villa Devoto, nel corso dl un in.ontro convocol" d'urgen. za d.1 presidente della Giunta Federico Palomba, Vi hanno preso parle, oltre allo 8Ie •• o Capo dell'Esecutivo, I'nsscssore della DiCesa dell'Amblente Pasquale Onida, i prefelti delle quallro province, il rappres.ntnnte del Governo. Forti Ie accuse ill "dlsllttcnzione" contra II governo.

_______ • __J

glie~giato da alcuni dei 40 presunli mafIosi arrestati I'altro ieri non vuo)e par)are di 'Ipizzo" con i eranisti. Carlo Hassan, direUore del ristorante di lusso "Charleston", II cui nome rieorre anche in un 'in~ tercettalione ambientale, dice di non aver mai pagato una lira alia mafia «Sopravviviamo a stenta - afferma - se dovessimo pagare anche it pizzo chiuderemmo». Un nota commerciante del centro, che vuol rimanere ananimo, dice: «Van no aumentate Ie pene. Se denuncio un'estorsione da1?o un anno mi ritrovo nel negozlo Ia persona che ho fatto arrestare e che magari mi chiede il doppio. Perch< dovrei rischiare?» E poi conclude: «j giornalisti sbaglianQ a fare il nome dei taglieggiatj»: «Le banche - afferrna - bJoccano subito scoperture e prestiti. Cos} si rovinano Ie persone».

II capo della squadra mobile, Marino, non e d'accordo con chi sostiene che 10 Stato non garantisce protezione e ritiene che Ie pene per gli estarsori coUegati alia mafia «siano congrue anche se non e detto che non siano modificabill».

II procuratore di Palermo Caselli (a deslra) e il sostituto SabeUa (Ansa)

die e grandi imprese non paghino il racket: Ie soeieta per azioni 0 di capitali non possono aceantonare fondi neri per Casa nostea)).

«Le ditte che operano in condizioni diffieili - aggiunge - sono quelle che hanno per capitale Ie

attezzature di la\'oro chc~ devono lasciare nei vari cantieri, sui territoria. Sono molto piu soggette aUa pressione mafiosa». 1 negozianti tacdono anche dopo che i loro nomi finiscono sui giornali. n titolare del ristorante "AI 59", ta-

LAVENO DI MINAGGIO (COMO)

D opo I'Euro in un prossimo futuro l'Europa rotrebbe avcre anche sisterni giudiziari comum a fine di meglio combaltere I. criminalila organizzala. E quanto emerso dal convegllo ehe si e svolto ieri al Centro italo-tedesco di Villa Vigoni a Laveno di Menaggio, sulla!lo di Como. L'esigenza di avere uno scambio di informaziom e sopra'ttutto di sirutture sovrannazionali ~ stata auspicata da tutti i relatori, tra i quali i presidenti della Camera dei Deputati, Luciano Violante, e del Parlamento tedesco, Rita Sussmuth, it proeuratore nazionale antimafia Pierluigi Vi~ gna, e il parlamentare tedesco Otto Schily. «La criminalita _ ha delto Luciano Violante, che ha ilIuslrato anche con grafiei i risultati otten uti neUa lotta aUa mafia in Italia - ~ molto organizzata, si traUa di organizzare la Jegalita. Sarebbe importante, pur tenendo ferma la sovranita nazionale di ogni Paese, indivlduare uno spazio antimafia a Hvello europeon .. Secondo Violante, per esempio, sarebbe gia un passo avanti consentire aIle magistrature dei vari Paesi di utilizzare ie prove a carico di personaggi coinvolti in processi a carico deUe varie mafie o?eranti nei Paesi curopei: «I reati circolano perch~ la cnminalila Ii fa circolare, Dobbiamo far eircolare Ie fonti di prova per consentire ail. magistratura dei vari Paesi di combattere meglio la criminalitll». Secondo iJ presidente della Camera Ia creazione di sistf;;mi giudiziari unici comport era in futuro un impegno culturale di tutti: «Basti pensare al vivace dibattito che e'e stato in Germania, per esempio. suUa possibilila di. eseguire intercellazioni telefoniche». It presidente del Parlamento tedesco, Sus· smuth, ha auspicato che in questo campo vengano create strutture cornuni.

pertura finanziaria residua (slim at. in 26 miliardi) sia reperila Ira i fondi speciali del ministero del Tesoro per iI '98, utilizzando 8 mi- 1iardi dell'accantonamento della Presidenza del Consiglio, 10 del ministero delIa Pubblica islruzione e .1- Iri 8 del ministero della Sanila. Sia il relalore sia Marida Bolognesi (Ds), presidente delia Commissione, hanna comunque sottolineato che nulia viela di present are un nuovo emendamento in Aula qual oro si nccertasse I'indisponibilitil deU'accantanamento del ministero delIa Sanitil. Scantamburlo, inoltre, ha detto di ritenere "ingestibile" un ipoletico mecc;mismo per restituire Ie quote "supplementari"

sulle ricelte a chi Ie avra pagate prima che iI decreto sia converlilo. Concluse Ie votazioni 8ugH emenda .. men Ii, La Commissione ha licenziato il teslo, dando mandalo al relatore di riferire .all'Assemblea,

Intanlo non si fermano Ie polemiche sulla cura. -La lenlezza con cui si Slanno muovendo i res,Ponsabili dei centri prepostl ana sperimenlazione del melodo Di Bella per I'erogazione dei formaci agli ammalatl colpiti da lumore sia creando situazion' al limite del codice penale e ehe rischiano di realizzare situazioni a serio rischio per I'ordine pubblico •. L'aUsnne v'cne daU'avvocalo Enrico Aimi, IC!lale del professor Luigi D. BeUa.

Tribunale di Trento: iI Fisco restituisca 1,3 miliardi

Stato (:ondann,lt()

Cura Di Bella: aumento ticket cessera con conversione decreto

--------

............. 1 , -- ------------------------

TRENTO(TRINTI

Trento. Ora iI tribunale eli Trento ha emesso la sentenza: a tulle Ie aziel1de che hanno fatto domanda di rimbarso entm iI termine di l?rescrizione di tre anni dev'essere reshlUita la tassa di concessione governativa suI registro denl~ imprese pagala in eccedenza.

Le aziende che non hanno presentato la domanda nel termine di presl:rizione triennale devono attendere una decisione della corte Europea di Giustizia, presso la quale e in corso un procedimento I.'er la definizione dei lermini di prese.rizlone.

So Bruxelles dovesse decidere {'er I'applicllbilitil del termine di pn$crizlOne decennale anche queste aZlende in un secondo momenlo avranno iI dirilto aUa restituzione deBe tasse di concessione governativa pag.le in eccedenz.a, conclude la nota.

Pel' una volta, dunque, giustizia ~ fatta.

Come volevasi dlmostrare 10 Stato non percle un 'occasione per spromore i contrihuonti e 10 ra anche andando cllntro In legge.

ROMA

D opo due anni di contenzioso il Tribun ale di Trento ha deciso che il Ministero deUa Finanz. deve restituirc complessivamente 1.,3 miliardi di Lire a 60 aziende aderenti aU' AsslIciazione illduSiriali di Bolzano. Si tratla della restituzione della tassa di concessione governativa suJle societtt di capilali. dice una nota deli'Associazione. Pel' molti anni - dice la nola - i1 Ministero delle Fin.nze a Roma ha riscosso I. tassa di concessione governativa da imprese organizzate nella forma di soeietil capilali in contl'asto conla direlliva europea 3351691Cee (art. 10).

Nel dicembre 1996 I'Associazionc induslri.1i h. offerto aile dille associate la possibililil <Ii partecipare ad una causa civile unificala per ollenerc il. rimhorso della tassa di concessione governativa pagatu in eccedenza.

Tramite 10 studio di (lvv(lcati l'ohitzcr di Bo)zano complessivamente 60 R'llcndc hanna fallo causa davanti al Tribunale di

L' aumento dei tickel sulln ricctta medica pt::r finanziare I'estensione deU'erogazione gratuita dei farmaci del metodo Di Beli. cessera con la conversione in legge del decrelo 186198 ehe t'ha introdotto. La 'Commissione Affari Socia Ii della Camera ha approvato ieri I'emendamento in tal senso presentato l'aitro ieri dal relatore. Dino Scantnmhurlo (Ppi). anche se il Governo avrcbbe preferito rinviare la deeisione all'Assemblea per avere it tempo di verificare i'effettiva disponibilita dei fondi sostitulivi indicati nello stcsso cmendamento. Questo, infalli, plevede che la co-

I

iaPADANIlA

CRONACA

Martedl 7 luglio 1998

13

------------_.

Pentito inguaia Berlusconi al processo Dell'Utri. Oggi a Milano, sentenza per Ie mazzette Gdf

«Silvio riciclava i soldi della mata»

~E~~,,-O _

I soldi della banda della Ma-

« ~i~fl\~n~ i~~~i s~~:\a d~~fi:

Silvio Berlusconi per linanziare la speculnzione ediliziu in Sardegna». Lo ha deuo ieri in aula i1 collaboratore di giustizia Antonio Mancini. 50 anni. ex componente della banda della Magliana, deponcndo a Palermo nel processo a Marcello Dell'Utri. accusato di concorso in associazione mafiosa, "A parlarmi per la prima volta di Berlusconi - ha detto Mancini - e state Francis Turatello verso la fine degli anni Seuarna. quando eravamo rinchiusi nel carcere di Trani. Turatello mi disse che attraverso I'imprenditore, i milanesi riciclavano i scldi provenienti dai sequestri di persona e dal traffico della droga. Berlusconi faceva muovere it denaro della criminalita

organizzata». Mancini ha parlato dei rapporti che esistevano fra la banda della Magliana e boss come Pippa Calo e Stefano Bontade. «II riciclaggia dei soldi della mafia e della crirninalita - ha della - avveniva attravcrao Silvio Berlusconi e Flavia Carboni; la banca usata per ripulire if denaro che arrivava a Berlusconi era il Monte dei Paschi di Siena». Rispondendo aile domanda del pm Nico Gozzo sulla differenza di mali, Mancini ha detto: «Entrambi erano uguali perche ei servivamo di loro per ripulire il denaro, solo che uno metteva i tacchi alti e il parrucchino, I'altro era terra-terra ... », Mancini ha parlato poi di presunti contatti fra la banda della Magliana e uamini delle istituziani. «Ricardo - ha detto - ehe avevamo rapporti can Vitalone e I'onorevale Evangelisti. Non li ho mai visti di persona rna fra di noi sapevama che pate varna cantare su

di 10TO». Ha poi deposto un altro pentito, iI cosentino Francesco Pino: «Marcello Calvano mi avvicino nella prirnavera del '94 - ha detto il teste - per invitarrni a votare Forza !talia perche era una forza politica garanlista e avrebbe fatto quelcosa per modificare it41 bis e la legge sui collaboratori di giustizia».

«Assisto nauseato all'interminabile tiro al bersaglio eontro la mia persona». ha risposto Silvio Berlusconi, «Mancano 8010 le stragi della Banca dell'Agricoltura, delI'ltalicus e della stazione di Bologna, rna forse - ha proseguito - basta aspettare», Oggi in tanto a Milano e prevista I" sentenza al processo per Ie mazzette aHe Fiarnme Gialle. La pracura aveva ehiesto 3 anni per Berluscani. E sempre a Milano ieri, al processo .. All Iberian" la difesa del Cavaliere ha chiesto l'assoluzione. Sentenza Jil13 luglio,

Roma, si dimette Mele

" pg e accusato nell'inchiesta 'Toghesporche"

ROMA

iniziato Ie indagini sui presunti episadi di corruzione verificatisi nel "Porto delle nebbie" capitoline. Standa a quanta affermata a Cavallari, it procuratore generale avrebbe ricevuta denaro, viaggi pagatiall'estera e un aiuta per I'acquisto di un appartamento come contropartita di presunti favori in alcune inchieste.

Tre, in particolare, sono gli episodi in .. criminati che sono stati cantestati all'alto magistrata romano: i favaritismi ipotizzati dagJi inquirenti in un pracedimenta per truffa che vedeva coinvolto proprio l'ex presidente Ccr, nel processo Ligresti e nella vicenda Vianini. Mele s'era dichiarata estraneo ai fatti, rna aveva, invece, ammesso i viaggi, rna solo come «scambio di ospitalita che nulla aveva a che fare can la sua attivita professionale».

A Perugia, intanto, Ie indagini sono ancora in corso, rna, sembrerebbe che non siano state travate prove particalari sui presunti iIleciti di Mele. II quale, tuttavia, ha preferito dimettersi. Un gesto per asserire la sua innocenza. (Asr)

Vittorio Mele, il procuratare generale della corte d'appello di Roma, indagato dalla procura perugina per corruzione in atti giudiziari, si e dirnesso dalla magistratura, Una decisione, cantenuta in una lettera inviata al Csm, che giunge alia vigilia della pronunciazione della stesso Csm sulla richiesta di trasferimenta per incompatibilita funzianale che e stata avanzata nei confronti del Pg.

Un trasferimento, comunque non men. zianato nella missiva del dimissionario, finito nel registro degli indagati dei Pm di Perugia che conducono I'inchiesta sulle presunte "Toghe sporche" del palazzo di giustizia romano.

II nome di Vittorio Mele cera comparso sui verbali di alcune dichiarazioni rese da Francesco Cavallari, ex presidente delle Case di cura riunite di Bari (Ccr), ai sastituti procuratori milanesi che avevano

ti annullati per errori simili. Conviene pensarci subito»,

E it tribunale decider" gia all'udienza di oggi, dopa aver ascoltato il parere del pubblico ministero Francesco Prete. Ancara oggi, sempre che il processa non debba ripartire da capo, quattro degli imputati presenteranno Ie loro richieste di patteggiamento, Se il pm dara il suo parere favorevole, i quattro paueggeranno la pena di fronte ad un nuovo collegio giudicante. In caso contrario, il processo proseguira come da programma.

leri infine, il tribunale ha stabilita ha stabilito quali parti civili resteranno al processo: la Regione Lombardia, il ministero della Sanita c l'associazione del "Tribunale del malate". Oltre naturalmente ana famiglie di tre delle vittime del rogo, Ie uniche ehe hanna rifiutato iI risarcimento miliardaria offerto dal "Galeazzi" e hanno scelta di restare in aula. Respinte senza appello invece, Ie richieste di eastituziane di parte civile avanzate dai sindacati C~i1 e Cisl, dal Codacons (il Camitato delle associazioni dei consumatori) e iI movimento per la giustizia "Robin hood".

Esaurite le questioni prelirninari, si passers finalmente alia relazione intraduttiva del pm Francesco Prete, sernpre accampagnato in aula dal consulente tecnico dell'accusa Massimo Bardazza. Alia sbarra, accusati di incendio, omicidio colposo plurimo e omessa cautela, ci sono l'ex presidente del "Galeazzi" Antonino Ligresti; iI consigliere delegato alia sicurezza Silvana Ubbiali; Raffaele Bracchi, incaricata dalla saeieta "Clinica Service" del servizio di prevenzione e protezione; il professor Giorgio Oriani, primario del rep"rto di Ossigenoterapia; iI direttare sanitario Ezio Zambrelli; it capo dell'ufficio tecnico Roberto Beretta; il tecniea addetta al quadro camandi deHe camere iperbariche, Andrea Bini.

ucraina di 19 anni, Antanina Semanko, e stata trovato in un canneto lungo la statale Aurelia, nei pressi di Madonna deH'Aequa, una frazione del comune di San Giuliano Terme, in provincia di Pisa. Secondo i primi accertamenli dopa esser stata parzialmente spogliata sarebbe stata strangolata can una cinturn 0 un laccia, Le indagini Rono coordinate da DigGS squadra mobile di Pisa. che leri mattina hanno anche fermato un uamo, un paracadutista di carriera della caserma Pannucci di Livorno. Fino a sera l'uomo c stata tmltenuto in queslum e sottoposto ad interrogatorio. Nulla di pili, per iI momento e trnpelato.

AS'

MILAN() /Oggi la decisione dei giudici, che valuteranno anche Ie istanze di pateggiamemo di 4 imputati

Rischia di saltare il processo per il rogo

II Galeazzi non e stato citato contra il Galeazzi: un difensore chiede I' annullamento

MILANO (MILAN)

1- __

Alccolte come parti eMIi la Regione Lombardia, iI ministero deilia Saniitl, iI T ribunale del Malato e Ie famig~ie di 3 delle 11 vittime che non hanno accettato iI risardmento miiliardaJrio

La camera Iperbarka In cui morirono arse vive 11 persone

EMILIO PARODI

I I processo per il rogo mortale nella camera iperbarica del "Galeazzi" come "All Iberian", Solo che I'avvocato Massimo Dinoia, difensare del primario Giorgio Oriani, uno dei sette imputati per I'omieidio colposo plurimo, non ha atteso la fine del processo per chiederne I'annullamento, contrariamente a quel che avevano fatto it mese SCOTSO i legali della Fininvest. L'azzeramento del dibattimento, per ricaminciare poi da capo, 10 ha chiesto ieri, alia seconda udienza, dopa che i giudici della quarta seziane penale avevano deciso qnali parti civili ammettere. In sastanza, I'avvocato Dinoia sostiene la stessa tesi dei difensori del Bisciane, parzialmente accolta dai giu-

1_'IIiIIJIi!Ii1Il!'iIIIlIiIIIi!m1!IIiIIJIi!IlIiIIIi!IlIiIIIi!IlIiIIIi!IlIiIIIi!IlIiIIIi!I_1!W!IImI lifiea di persona offesa al "Galeazzi spa". La stesso non e stato pero citato fra Ie parti civili. Non e stato quindi rnesso in condizioni di esercitare iI proprio diritto di costituirsi IOOme parte del processo. So che la norma del codice vieta al difensore di un imputato di praporre un 'eccezione come questa, rna una esperienza non Iontana nel tempo ci porta a cautelarci, proprio perche recenti esempi dimosLrano che lunghi processi sana sta-

dici: chiede che i1 tribunale dispan~a la nullita del decreta di rinvio a giudizio per la mancata notifica all'ospedale privato "Galeazzi", che non e state individuato come parte offesa e non ha quindi p'0tuta costituirsi parte civile contra i vertici della stessa "Galcazzi" imputati per il raga mortale che il 31 ottobre scorso uccise dieci pazienti e un infermi ere. «E evidente - ha dichiarata in aula Dinaia - che e difficile negare la qua-

MIlANO / Invasa un' aula:udienze rinvia~ad~~.9a~estina~i

Pretura chiusape,.!rlfttlrJ,'

MI~NO!MIWt___.~ ~ __

D· I pllnlsslll. veri 0 presOOti. clie siano. ne IUIIO PMsoli e ne trallSltauo ! glomo

dlversl Jler leaule del PWIUIZO !zia

dl MUooo .. Dal tamlgenlomanl al dal

trufl'uturl ,dl profe'lSlone agli eva.. ali, peril

sempre iDles! iD senso soclille, Ma questa volta, a fare 10 loro comlparsa,· sono 81ali nienlepo. podlmeDo clie I Imrl1S8lt1 veri e propri, selenIIDclllllellle parlaudo: lepulcL clie hanllo addlrlllura provo.allo 10 chlusurft a tempo in· delerminalo dl un"alila deUa pretura c.i\'lle,

Eh 51, forse era destillo .he aecadesse, n luogo esaltllio per essere stato U "£astigamolti" ~er IItcellema in pienul era Maul Pulite, dove polltici • ludustrilili sono ~IQII accusali di aver SlIc.hlolo sftDllue dall. nosu,e taS1'he. doveva subire, quasi COllle un contrappasso, l'iDvasione' degliani. II1II10111 U culaomtl era slato affibbiato a illnstri portionanil ' "parDlnt''', E, leri mattiua, I pa· .11118111 hllnllO eolplt:o. ADZI, per la verit~. a"evano colplto 5110 da sllbllto scorso. Quando dagH scal1'aU della £ancell.rla della sesla .ezione della preturo cllvll., son~ saltate addosso oj ma}. capltatllmplegati (; cancellieri. Si tralla ia praliea

di "pnlc.i da £arta", fll!itidiosl eaSsaipocopaciiid inselll che hllDllollvvatO UJm-()bai!itat .fnt Ie mllliiaia dlfasclcoli efllldiJnial;Cal~.stalluep scaft'uli,· Gli . i1npiegati, .giii '. da}i8l!atOllvevIIDO avvisatu dell" spiaeovole inc.identela dotto_a' Maria Grazia Federici, U pretore chI! leri a''l'eblbe dovuto presl.dere ·.I'udienza perle· elie~uzioni civili uell'aula afiancoden8£81lCI!Ueria, eehe avtebbe dovulo ap_rire . proprio>quel ·fa:!lcicoli infestati dagli s~ti 05piti.GUilDpiegadwD, tavano. chep.otessejnt!lrvenite J,,!litta Ill!." Je dislnfestou:ioni . gift durallte a fino !iettlJn8l!111i Im'ece ierl non 5i eram&0ancoranesslJD,oper "b0ni6£are"auJa efasci~!IIi, Cosl aI pu>tOl:e non erimasto. cliearrendersialla ClImB.di 'ona maggiore eaftiggereUDo sconsolato CIIrteJlo fIIorl dall'aula sbarratal«A eausadeUescarse condizioni igleni.be· deU'aula, Ie. udieDZe~B dottoressa Federici sOno ·rinviate. ada1a. da destinarsl", Quando potranno riprendeJ.1i! Ie ClID· s. civili?Dipende solo daitempideilla. di· sinfeslazlone. Come. non bastassero' glilll'rllllginiti mec£anismi bnrocratici a rendeJ.1i!e~erm i tempi deUa ~ustizia civile,ora c.i .1 melloJlo ancliele pulcL

MARIO BELMONTE

SAN SEVERO (FG)

Scopre dal Tg d'esser stato ucclso

Un avvocata penalista, Renato Ravallese, ha appresa ascoltando I'edizione notturna dell'altroieri del Tgr Puglia di essere stato ucciso con numerosi colpi di pistola e che il suo carpo era state abbandonato in una cunetta stradale, ana penferia di San Severe. E pill increduli d. lui sano rimasti polizia e carabinieri del comune foggiano, i quali secondo la notizia avevana avviata indagini sull'omicidio, La notizia sull'assasainio del profcssionista, a quanta si e appreso, sarebbe stata raccolta da un collabaratare del Tgr, che si e poi dimesso, in un circolo di San Severo e successivamente girata alia sede di Bari, che l'ha trasmessa.

CHIUSI (51)

Eliminato a coltellatee sprangate

Un uomo di 37 anni, Gastone Gamboni, originario di Napoli, e stato ucciso ieri a Chiusi: 'la vittima sarebbe stato accaltellata e colpita alia testa can una spranga di ferro per mativi ancora sconosciuti. Gli uomini del commissariato di Chiusi, impegnati nelle indagini, avrebbero gia fermato i presunti responsabili. Gamboni, il 9 settembre scorso si era reso protagonista di una protesta clamorosa, L'uomo era salito sulla torretta di illuminazione della stazione ferroviaria di Chiusi perche stanco della canvivenza con i 40 gatti e iI cane dei vicini di casa ed esasperata per la mancanza di risposte agli esposti da lui presentati a varie autorita,

NAPOLI

Persi gil atti inchiesta Banca Irplna

Tutti gli atti di un'inehiesta riguardante presunte irregolarita cammesse dalla Banca Popolare dell'Irpinia nei confronti di un'impresa edilizia titalare di mutui, si sona persi in se~uita alla trasmissione dell'intero fascicolo dal tribunale d. Salerno alia Corte di Cassazione. L'inchiesta, nella quale erano cainvolti iI presidente della banca, Ernesto Valentino, l'ex presidente del tribunale di Avellino Giovanni Iannuzzi e l'ex procuratore di Avellino Alfonso Monetti, si era chiusa con un'archiviaziane del gip di Salerno. Contra tale decisione ha presentata ricorso in Cassaziane l'avvocato Alberto Liguoro, difensare dell'imprenditore Giuseppe Testa, che ha den uncia to sia i magistrati, sia il presidente dell'istituto.

GENOVA

Accusa II padre di violenze sessuall

Una ragazza, aggi quindicenne, ha raccontata di aver avuta aleuni anni fa dei rapparti sessuali can il padre, La con. fidenza e stata fatta prima ad un'amica, in seguito ad una assistente saeiale. Poi vi sana state lungbe indagini e successivamente la decisiane di indagare il padre per il reata di vialenza sessuale. leri la giovane e stata sattapost., in una caserma della PoUzia a domande da parte di uno psicaiogo, it cui contenuto ha costituito un incidente probatorio.

GFINA;~: (SIV)II La ddonnalrlijscata in mare era utana :nmerci:nte .ddi T~rino Uc~i;·~~; ~It;a I~c~ii,i;, e "ii"quarta

lei ~O e annega: . SUlCI 10 PISA I Scatta I'ipotesi serial killer, Fermato un para della "Panucci"

I dentifical.a il cHelllvere della donna scoperta dOlnenic~ mattina a poche centinaia di metri dalla costa finalese, E una commerciante quarantasettenne, Mariarosa Lombardi, abitanle a Torino in viII Pia V, 14. La donna d. qualche anna era separata dal marito e nel capoluogo piemontcse viveva con it figlio di 20 anni. Finiscc iI ginllo suI ritrovamenlo del corpo della donna, Madarosa Lombardi SI c tolta 1u viln in proda ad una forte erisi dCpfcssivlI, Pcr uccidersi ave va scclto la spia~gi. di Fimllc, cittadina che rrc(luentllva di tanto in tanto durllnte i fine scttimana, In poco pill di 24 me i cnrnhillicri del m"rc~\ciallo Fnmco Pi~ slIno hann" risolto it eI\SO, Nonoslantc In donnll sia statll ricllnosciuta dill maritu per 'luesta matt inn c gia stnta

fissata rautopsia da! magistrato savonese Franco Greco, La s.lma si trova nellll camera mortuada dell'ospedale "SHntu Corona" di Pietra Ligure. Ieri sera, intorno aile 19, rex rna rita ehe vive ad Alassio, blue jeans, camicia e borsello stretta nella mano destra ha varcato la sllletta dell'obitorio dell'ospcdalc pictrese. II riconoscimento e dura to meno di cinque minuti. II marc,ciallo Pisano Ita fatta vedere alI'uoma i tatuaggi. i vestiti della donna. Le foto crano gia state mastrate nel pomeriggio nell'ufficio della c.serma dell'Arma finalese, Poche parole: «SI,e k·b. Dunque nessun mistero suUa donna it cui corpo ern stato visto galleggiarc domenica mattina aile 7,30 a 400 metri dalla scogliera della Caprazopl''' tl'U In passcggiata a mare di BOl'giu Vcrezzi ~ 10 stahilimenlo tinalesc della Rinaldo Pinggio, Giil d. domcnica i camhinicri si crano messi al lavIJI'O nogli ulberghi. nelle pensioni e

negli stabitimenti balneari mostranda Ie foto scallate sub ito dopa il ritrovamento del carpo senza vita della donna da parte di due pescatori di Laano che in quel momenta stavano issando a bordo del lora gozzo Ie reti. Ieri mattina eraho stali ispezionati per la secanda volta il tratta di arenile e il promontorio deJla Caprazoppa aHa ricerca anche del piil piccolo particalare per scoprire la ventil di una vicenda che aveva gia sallevata molto preaccupazione anche tra i turisli che sabato scorso erano arrivali a Finale Ligure per iniziare itlungo pcrioda di vacanze estive. PochisS'imi gH elementi a disp'asizione dei carabinieri per ident.ficare la donlla: una magna can I. scritla «Si ama solo quello che non si possiede~), Ull paio di rnocassini e pantaloni neri. due tatuaggi. un eaten ina d'oro allEicciata ad una caviglia ed un hraccialetto, Poi nel romeriggio e arrivata I. soluzione de giallo.

Un'allra prostitula e stata ammazzala in Toscana. E la quarta ragazza di strada assassin ata, nell'arco di un anno, tra Ie provincie di Pisa e Livorno. Tutti delitti efferati. contrassegnati da inaudita vialenza e tutti delitti uncora senza calpevali. Omicidi che, almena in alcuni casi, sembra possano present are analagie inquietanti, tali comunque da ilildurre gli inquiren1i a non scartarc j'ipotesi che dietro H questi delitti ci possa esscrc un unico killer,

L 'ultimo omicidio e stato scoperto nella no tic tm domenica e lunedi. Quando iI corpo di UII. prastitutu

PISA

anche Voi credete che una chiave e sicura solo perche ha·j buchi?

Chiedete quanti pemi (spine) contiene rea/mente i/ cilindro/

LA TECNOLOGIA KABA RENDE UNA SERRATURA SICURA!

II cillndro IC6II6: contlene Sino a 25 pemi (spine) QUESTAE SICUREZZAI

a

)U, una copla l. 1.500 (Fr.fr. 12 • Fr.sv. 2,80) • Spl·d. in ab . o~t. - 45 % - A I. 2 Com la 20 lell

QUOTIDIANO DEL NOI~D

Sicilia: decine di arresti per intrecci affaristici. Campania: truffa all' Aima con I'aiuto delle Fiamme Gialle

Mafia, camorra, politica, Finanza

.Signori il piatto e servito: ecco I'ltalia, come prima,peggio di prima

Questo Paese non cambia. Anzi non puo cambiare: e malato fino al midollo, alla faccia di chi si ostina, per. salvare se stesso, a volerlo mantenere in pied; c'lsl corn'e ridotto, Vojete un assaggio di cio che la cronaca ha proposto ieri? Tanto per gradire in Sicilia, Ira Palermo e Trapani, sana state effettuate decine di arresti. In galera sono andati mafiosi, politicl di un certo rihevo, imprenditori (compreso qualche manager di grandi imprese come la Impregilo, gruppo Fiat). La magislratura avrebbe cost sco-

perchiato un intreccio dire Ito fra i boss di Cosa Nostra e un nugolo di esponenti politici tutti ruotanti intomo aUa ex De e all'ex Psi. Ma non basta. A Napoli sono stati emessi oltre cento mandati di cattura per una truffa arcimiliardaria all'Aima: coinvolti la Camorra e nurnerosi esponenti della Guardia di Finanza. Un data per tutti: stando ai numeri della truffa la provincia di Caserta avrebbe prodotto piu frutta di campania, Sicilia e Lombardia messe insieme. Avanti cost, signori.

ALLE PAGINE 4, 15

__ M_ASSIMO GNOCCHI

G uardate che iI signor Romano, non uno qualsiasi, iI Romano presidente del Consiglio, ha ragione: "In Italia va tuuo bene,". Anzi surebbe iI caso di dire benissimo. Quindi non si caplsce perche la nutrita pletara di scribacchiui e gli opinion man(ager) dell'altra sponda s'indigni, giaceM quella che Prodi ha della non ~ altro che I. sacrosanta verita. Una verilil che gli scrlbacchini citali contestano perche, secondo la loro visione di parte "polista", se al governo del Paese Italia ci fosse qualcun altro (rnagari iI cavaliere ndr). allora sl che Ie case sarebbero a posto per davvero, Salvo, naturalmente, che per 1'01l11111e sp'onda di scribacchlni a libro paga Ulivo, per i qua Ii in quei momenta Ie cose tornerebbero ad aodar male. Insornma, e III storia del cane che si morde la coda.

In ogni caso, al di la delle provocazioni, la veritil vera la conosciamo tutti, e ci dice che la situazione attuale e un disastro, Per i cittadini, ovviamente, mentre cost non e per chi pensa, come l'attuale classe politica al servizio del sistema centrale, esclusivamente agli affari "romanofili", Ora cerchero di essere piu chiaro. I problemi del Paese, come nota, sana Ie continue fughe di miliardi pubblici, nonche di delmquenti pill a rneno patentau, di mafiosi che dettano legge, di imrmgrati che arrivano a barcate, di lavoro che non c'e, di imposte che sana oltre i Iimiti della decenZ8 ... e ci fermiamo qui per

ragionl di spazio, A fronte di tulto questo schifo, i politicanti di stazza in quel di Roma.litigano per la poltrona e non per risolvere alia radice i problemi. Adesso infatti, la colpa di tutto e di Prodi, dell'Ulivo e dei rifondaroli. 0 almena e cio che l'altra meta della Luna si ostina a far credere, barando, SI, perche se al governo attualmente ci fosse il Polo, le case lion sarebbero granche diverse. Ouesto perche i mali della stivale, nel suo complesso, stanno tutti nel suo Dna, ovvero nelia struttura della State,

Ebbene quindi "le cose in ltalia vanno bene", perche gli italiani residenti al Nord, che sarebbe meglio chiamare can iI termine di sudditi, coniinuano per grande !?al'te a non voter capire e m forza di cio, una volta credono a Prodi, l'altra ancora a Berlusconi, a casto di non voler ammettere Ie ragioni dj "Bossi e della Lega". Si ostinano cioe a credere che in fonda una qualche soluzione "italico-democristiana" ci possa anche essere. Non c'e, nei fatti, menlre esisie se si vuole fingere che ci sia. Ad un prezzo pero, finirla dl lamentarsi. Ed invece, non solo iI coro di maleontento e forte e erescente, rna addirittura, nel frattempo, la situazione peggiora sempre piu al punta che oggi potrebbe anche essere tardi per salvarci daUa fine. II tutto perche j padani sana an-' cora in numero non suff\cjentemen~e g~and~ per nuscire a picchiare I pugni.;

SEGUE A PAGINA 11

Individuazione c1ienti Cessioni e Finanziamenti aziendali Rappresentanze Informazioni commerciali Ricupero Crediti

TA[\IGENTI ALLA GDF

Silvio condannato a 2 anni e 9 mesi

Assolto il fratello Paolo

SERVIZIO A PAGINA 4

NeRa>e .2OCO Ff:lC£.J~t-fO PA~Re '~NNI {:II ~~N' I

(1):: ?YOLGIAMO L~I¢erche

.! DI \MEHCA-TO

IN Tll(rrAi! LAI~RANCIA l)cr:

RIV S RVleE ~ll\'ial'('

, lax alln

003 ... -79052928

Una comn1issione per Tangentopoli?

SERVIZIO A PAGINA_S _J

COME 51 pub RI5PARMIARE 521 MILIARDI ED AVERE UNA FERROVIA NORD NLJOVA

C aro Pagliarini. ti ringraziamo per iI bellissimo articulo Sit la Padania Ilc/ qilO/(' indichi quale dovrebbe essere la viII do seguire per realiz zare ulla Ferrovia Nord IHlOva, la Milano-Asso, veramente elJlciente: una metropolitana che collegh! velocemcnte la Brianza COIl Milano. che consellta eli re(,lfpemrt1 Rli spazi sovrastanti per recuperare del verde, realizzare parcheggi, strade, ,wgoz;, e tuno dd tii ell; ; 1I0,\·tr; paes; cm,~es(io"ati IUlIlIIO bisoguo, tutto sen za a/elm cosIO per la coll1l1niul.

CmufividhUJIf) pit'IHU1J('ItIe qllel/o elle tlici iii. 1IU1 ;lIIa",o, .. l11lfllll0 i ,with Ii Jumno loro, Ill' 11(111110 tam; tla .'pendere: 111111110 hen 521 mili"r"i .\·I,,1/Zillli d{ll/II Regimw Lombardia, e, ('(.'n'(",~ (10 <Ii "0" ,l(lf/O ~'apa(' (Ii

cittadini. che 50110 anche i contribuenti, stanno gia cominciando lid utllizzare pian pianino i prim; 60 miliordi.

Come intendono ; nostri amministratori spendere (anti soldi? Cit) che pensano ; cittadini IlOfl coma, e uemmeno cio di cui i ciltadini hanna bisogno: III strategia e quetla vecchiu di ... Natali, di Craxi, {Ii /Agresli, di Rezzonico, ... ed ora del berlusconiano assessore Pozzi. E in perfetto tlceordo con sindad tli 1Illf'aitro colore po~ litico! I soldi non hamw co~ lore politico!

Tutti questi soldi a disposizione nOll verranno spes! per una 11110 va efftciente ferravia interrata, degna J"lla reglone Lombardia ila regione pill ricca d'Europu) e della Brianzu, chiamuta COil enfas! "U/10 dei motori <tell'Europa", rna si stanno uti~ ltzzando per demolire Ie stazioni e ricostruirle' a pochi melri pill a nord 0 plu a Slid:

Affori e spostata pill a nord, Bruzzano a 700 melri a nord, Cormano soppressa, . Cusano Milanil10 sposlala a 300 metrl pltl a sud, Palazzolo Milllnese a JOO lIIelri

a slid, VaredoalOOmetripiu a sud, Bovisio a 170 metri a sud, Cesano Maderno sempre a sud,

Poi chiudono tutti (iuttll) i passoggi a livello col cemen- 10 e dividono lulli I paesi In due come una "torta" e in ogni paese realizzano un sottopasso 0 un sovrappasso ill periferia a liard 0 a sud.

Nessuno ci crede ... e impossibile che i nostri amministratori facciano una cosa simile!

Eppure e stoIa approvalo e risultll dai documenti della Regione Lombardia - Servizio Programmazione e Svillippo lnfraSlrUllI<re - e dal documenro delle Ferrovie Nord Spa - Divislone lngegneria - e per qUeslo SOlIO frontl i primi 60 miliardl.

I

I i ~PUL E I

Tangcntopoli ha dlstrutto I vecchl pIRrtlti. rna nessuu consiglio di amministraz:ione del grande capitale

. ':,:roni Negr.:_i _

SEGUE A PAGINA 11

IN PIEMONTE .11 merci deragliato /potes;: sabotaggio

Diventa un giallo anche iI carico

SERVIZIO A PAGINA 16

rL)PRESTITI1• t7erSOna I

IN TU'ITO 11.. NORD lTAUA

a Dipendenti, Autonoml, Pensionati, Casallnghe e Agricoltori

unchc per Dipendcn! i die halln" aviuo JiSllll1.!1

da3 a 15. milioni

anche con firma singola

entro 24 ore in mana vostra

can una semplice tel.e{onata



IWI ~9.~~.~ ~~:~

" <, ,.)"",

2

Mercoledl 8luglio 1998

lNCHIESTA

laPADANIA

Berlusconi mafioso? 11 dom

Dai miliardi per comprare il terreno della futura Milano2, aile societa sicili

MAX PARISI

Basta. Basta con questa indicibile mallfrina messa in l'iedi dai mezzi di comw1icaztone di massa sulle vicende giudiziarie - speciabnente quelle palermitane-

di Silvio Berlusconi. E arrivata l'ora delle certezze definitive.

Di seguito presento al signor Berlusconi una serie di domande invitandolo pubblicamente a rispondere nel merito con cristallina chiarezza afIincM una volta per tutte sia

lui in prima persona a dimostrare - se ne ~ cal~ace - che con Cosa Nostra non ha e non

ha mai avuto nulla a. che fare.

A scanso cIIi equivoei e strumentalizza2ioni, !!ia da ora - signor Berluscom - ne annuncio che nessuna delle notizie sul SUD conto cbe leggera in auesto articolo e frutto di ,tpentimenti", e nessuna delle dOmande che le sto per porre

si basa 0 prende spunto anche fosse in modo marginale dalle oarole dei cosiddetti I'pentiti". Thtto aI eontrario, esse si basano su personali irldagini'. su documenti amministrativi che in ogni memento - se 10 rilllrrit - p.ltrO invlarle perehe si smceri della loro autenticita, Dettc 'l.uesto, prego, legga, e mi sappia poi dire.

Partiarna da lontano, perch6 lontano inizia la sua storia inlprenditorial.e, signor Berlusconi.

PrImo queslto: lei certamente rieoida the il 26 settembre 1968 la sua societa - l'Ediinord Sas - aequisto dal conte Bonzi I'intera area dove di n a breve lei costruira il ~uattiere di Milan02. Lei pago I area circa 4.250 lire al metro quadrato, per un totale di 01- tre 3 millardi. Ouesta somma, nel 1968 quando lel aveva al?pena 32 al1lni e n • ssun patnmonio flll1lliliare aile spaUe, ~ di enorme portata, Oggi, tROOUe Istat aIla mBI10, equivarrebbe a 38 miliardi, 739 miliooi e spiccioli. Dopo l'acquisto - inteodo dire nei mesi successivi - lei apri un gigantesco cantiere edi1izio, il cui costa 81riverA a sliorare 500 mllioni aI giomo, cbe in circa 4-5 ann! porterlt aII'edilicazlone dl MilanO:~ cosl come ~ oggi. Ecco la prima domand8: signor Berlusconi, a

.. lei, quando aveva 32 anni, gli oltre 30 mllialfdi per compr.re l'area, chi Ii diede? Inoltre: che garanzie omi e a chi per ricevere tale mgentisslimo credito? In ultimo: it denaro per avviare e portare a concluslone II sliper-cantiere, cbi glIelo foml7

Vede, se lei non chiarisce qUCfti pund, si e aut"rizzati a credere che Ie due mdsteriose Iinanziarie svi2zere amministrate daII'awocato di Lugano Renzo Rezzonico "sue manziatrlci", cosl come altre finanziarie elveticbe che entreranno in scena aI suo fianco e che tra poco inconlrel'emo. sona paraveflti dietro i quali si sono nascosti soggeUi tutt'altro cbe raocomandllbili. Sl, perch6 - mi ereda signor Berlusconi - ne11998, oggi, se lei chlarisse una volta per tutte, con nomi e cognomi, chi Ie presto tale gigantesca f"rtuna facendo con questo croUare ogni gellere di sospelto e insinuazlnlle sill suo conto, nessuno e dico nessuno si alzerebbe per criticarla sostenendo che lei opera con capitali sfuggiti" per esempio, al I'isco italiano e ril;lllfalii in Svizzera, pol rienllrall in Italia gra:de aIla sua attivitlt inlprendltoriale. Sarei il primo ad applaudir1a, Ilignor Berluscom, Mia realtll fosse questa. Se invece di'dellaro fruUo di attivitA ilIecile, si trattb di ri&parmi onesiarnente guadagnati e quindi sottratti dai rispeltivi proprietari al fisco asaassino ltaliota che grazle a lei rldiventarono inve!ltinlenti, lei sarebOO ds osannare. Parli, slf!11or Berlusooni, fao=ia i norm e II caslello di al:cuse di riciclag,gio cadrA di schianto.

SeeOitdo quetdto: II .Z2 mallgio 1974 - Cl,rtamenle 10 ncorda, signor Berlusconi - la sua societA "Edilnord Centri Resldenziali Sas" compl un aumenlo di capitale .:he cosl arrivo ft 600 niilioni 1[4,8 miIlardi dl oagi, fonle Istllt). n 22 lugUo 1m In medeslma socielh _l1\li U\\l aI\tO .umento dl capitaTe passando dui suddetll 600 m1Uon! a 2 miliardi (14 mllIardi dl oggl, fonle 181111). Ancbe In lIues10 caso. VOITel 8IIJlCfe I~a dove e da chi sono arrivali ~lueste fOrll som· me dl denaro In conlnnti.

'I\l1'lO quest.o: U 2 fehbralo 1973101 fondb un'ultra sociclu.

la Italcantieri SrI. n 18 lu~io 1975 questa sua piccola impresa divento una Spa con un aumento di capitale a 500 milioni. In seguito, quei 500 rnilioni diventeranno 2 miliardi e lei fara in modo di emettere anche un prestito obbligazionario per altri 2 miliardi. Signor Berlusconi, anche in questa caso Ie chiedo: il denaro in contanti per queste forti operazioni finanziarie, chi glielo diede? Fuori i nomi.

Quarto quesito: lei non puo essersi scordalo ehe illS settembre 1977 la sua societa Edilnord cedette alia neo-costituita "Milanoz Spa" unto il costruito del nuovo quartiere residenziale nel Comune di Segrate battezzato "Milanoz" pill alcune aree ancora da edificare di quell'immenso terreno che lei compere nel '68 per l'equivalente di pill di 32 miliardi in contanli. Tuttavia quel IS settembre di tanti anni fa, accadde un altro

Previti, padre del nato Cesare di quesn tempi grami (per lui). II 30 giugno 1978 il capitale sociale di questa sua creatura venne portato a 50 milioni, il 7 dicembre 1978 a 18 miliardi, che al valorc d'oggi sarebbero 81 miliardi, 167 milioni e 400 mila lire. In 6 mesi, quindi, lei passe dall'avere 3VUtO in tusca 20 mllioni per fondare la Fininvest Sri a Roma, a 18 miliardi. Fra l'altro, come lei certarnente ricorda, la societa in questa periodo non possedeva alcun dipendente, Nel luglio del19791a Fininvest Sri, con tutti quei soldi in cassa, venne trasferita a Milano. Poco prima, il 26 gennaio 1979 era stata "fusa" con un'a1tra sua societa dall'identico nome. signor Berlusconi: la Fininvest Spa di Milano. Questa societa fu la prima delle due tappe fondamentali di cui dicevo poc'anzi alla base delI'edificazione del suo Impero, e in realta di milanese aveva ben poco, come lei ben sa.

Intani la Fininvest Spa

A I i ~ venne anch'essa Ion-

Signor Berlusconi, chi Ie ~~i~:l ~~~a ~emt.\;

diede neI '68 I' . aI +, I'U novembre dello

eqUIV enLe stesso anno trasforma-

di 32 ml·I.·ard.· d' nom per ta in Spa con 2 millardi

~OO" di capitale, e quindi

acquistare i terreni1 Dica ~:f~~b~~:P~~~

_._.iIIlIiIIIlIlIII1_lIlIIIm. UWillMlllltllll operazioni, queste, cite

penso, decise e attuo

fatto: lei. signor Berlusconi, proprio lei, signor Berlusconi.

decise it contemporaneo cam- Dopo Ia fusione, ricorda?, il

biamento di nome della so- capitale soeiale verra ulterior-

cieta acquirente. lnfatti l'irn- mente aumentato a 52 mi-

presa l\1ilan02 Spa inizio a liardi (al valore dell'epoca,

chiamarsi cost proprio da equivalenti a piu di 166 mi-

quella data. II giomo della sua liardi di ojlgi, lonte Istat). Be-

fondazione a Roma, il16 set- ne, femuamoci qui, Signor

ternbre 1974. la future Mi- Berlusconi, i 17 mlliardi e 980

lan02 Spa - come lei senza milioni di differenza della Fi-

dubbio rammenla - viceversa ninvest Sri di Roma (anna

rispondeva al nome di 1m- 1978) chi gUeU fornl7 Vorrei

mobiliare San Martino Spa, conoscere nomi e cognomi di

"forte" di un capitale di lire I questi suoi rnunifici amici e

(un) milione, il cui ammini- anche il contenuto delle ga-

stratore era Marcello Dell'U- ranzie che lei, signor Berlu-

trio Lo stesso Dell'Utri che lei, sconi, offrlloro. Lo stesso di-

signor Berlusconi, sostiene casi per l'aumento, di poco

fosse a quell'epoca un «mio successive, a 52 miliardi, Na-

semplice segretario persona- turalmente Ie chiedo anche

le». Sempre il 15 settembre notizie sull'origine dei fondi,

1977, quel rnilione venne por- altri 2 miliardi, della "gemel-

tato a 500 e la sede trasferila la" Fininvest Spa di Milano

da Roma aSegrale. II 191ugli" che lei fondo nel 1975. anna

1978, i 500 mllioni divente- pessimo per eib che attiene al

ranno 2 miliardi di capitale credito bancario e 81lcor peg-

sociale. gio per i fondaroentali del-

Ecco, anche in questa casO. I'economia del Paese.

vorrei sapere dove ha preso e Sesto '1uesito: lei. signor

chi Ie ha fornito tanto denaro Berluscom, almeno una volta

contante e in base a quali in passato tento di chiarire it

garanzie. motivo dell'esistenza delle 22

QuinlO quesito: signor Ber- (rna c'e chi scrive, come Gio-

luscon.i. il cuore del suo im- vanniRuggeri.autoredi "Ber-

pero. la notissiraa Fininvest. III-,coni, gli affari del Pres;·

certamenle Iicorda che nae- dellle" siano molte di piiz. ad-

que in due tappe. Partiamo dirittura 38) "Holding !talia·

dalle second.: 1'8 giugno 1978 ne" che delengono tuttora it

lei fondo aRoma la "Finan- capitale della Fininvest, esat-

ziaria d'lnvestimento SrI" - in tamente l'elenco che inizia

sigla Fininvest - dOlandola di can Holding Italian. Prima e

un capitale di 20 milioni e di temnna can Holding ltaliana

un arnminisiratore che rispon- Ventiduesima. Lei sostenne

deva aI nome di Umberto che la ragione di tale castello

D a Palenno arrivano notlzie gravissime: Silvio Berlusconi e SOliD inchiesta per riciclagj~O di capi11ali di Cosa Nostra. No; olfriamo aI Cavaliere Ja pOS'11bilitii eonereta di smentire e dis\rutl.l:ere ogni oospetto al suo riguanlo. E sulliciente cite rispoiiila • punto per punto, nome per nom. - aDe oostre richieste di chiarimenli suIIe sue alttivitii inlprenditoriali. Spieghi, ci1i chi, rome, dove e perche gli fOml neB'arco di 10 anni, aU'inizio della sua earriera, i fortit.simi capitali che pennisero a un giovane di soli :J2 auni e IleJIZ8 patrinloni familiari di mellere in 1D0to una macchina edilizia capoce di costruire interi quartieri. Sve6 questo mistero e prosegua facendo <adere gIi oItri schenni cite Impediscono di capile Ie fonti di oosl tanto deDal'O e Ie SDa:esJDve, stIlIbDOanti, seelle gestionali. Parli, Cavaliere. Par1i 0 tac,;a per sennpre.

societario sta nell'aver inventato un meccanismo per pagare meno tasse allo Stato. Cosl pure, signor Berlusconi, lei ha dichiarato che i'inventore &1 marchingegno finanziario, che ripeto detiene - sono sue parole - I'intero capitale del Gruppo, fu Umberto Previti e l'unico scopo

Giovanni Agnelli, che viceversa ha optato da molti aoni per una trasparentissima societa in accomandita per detenere e definire i propri beni e quote del Grul'Po Hat.

In sostanza lei, signor Berlusconi, pill volte h. rihadito che "dietro"le 22 Holding c'e soltan~o la sua persona e la sua

e nei sequestri di persona.

Quindi, signor Berlusconi, a chi finivano gli utili della Fininvest relativi alIe quote deUe Holding in mann alla Par.Ma.Fid.? Per conto di chi la Par.Ma.Fid, incassava i dividendi e gestiva Ie quote in suo posse",o? Q1i erano - mi passi il termine - i suoi "sod", signor Berlusconi, nascosti dietro 10 scnermo anonimo della fidueiaria di via Sant'Orsola civico 3?

Capisce che in assenza di una sua precisa quanta chiariticatrice risposta che faccia

~fo~~ec~evoltor - ~o~~~

seranno fior Jiquattrini grazie alla Par.Ma.Fid., ovvero alle quote della Fininvest detenute dalla Par.Ma.Fid. non si sa per conto di chi, sona autorizzato

famiglia. Non avro mai piiz a pensare che costoro non

motivo di dubitare di questa fossero estranei aII'allro "gi-

sua affennazione quando lei TO" di clienti contemporanea-

spieghera con assai uta chia- mente gestiti da queSIa fi-

rezza Ie ragioni eli una sua duciaria. clienti i ew nomi ri-

scella a dir poco stupefal:ente. mandano direttamente ai ver-

Questa: c'e un indirizzo - a tici di Cosa Nastra.

Milano - che lei, signor Ber- Settimo quesito: e univer-

lusconi conosee molto bene. Si sabnente nota cbe lei, signor

tralla di via Sant'Orsola 3, Berlusconi, come irnprendi-

pieno centro cittadino. A que- tore e "nato col mattone" per

slo indirizzo nel 1978 naeque poi ap'prodare alia televisione.

Wla sociela fidluciaria - Ulvero Propno suU'edificazione del

dedita aIla gestione dipatri- network tivlI e incentrato que-

moni altrui - denominala slo PWltO. Lei, signor Ber-

Par.Ma.Fid. lusconi, certamente ricorda

A fondarla furono due che sui finite del 1979 diede

commereiaiistiJ, Roberto Mas- incarico ad Adriano Galliani

sirao Filippa e Michel" Pa- di girare I'Itaiia ad aequistare

trizia Nalalini. frequenze tivlI. Lo scopo - del

Detto questa, ceria ram- tutto evidente - fu quello di

menta, signor Berlusconi. che costituire una rete di ernittenti

iraportanti quote di diverse sotto il suo controllo, signor

delle suddetle 22 Holding ver- Berlusconi, in modo da poter

ranno da lei intestate proprio trasmettere programmi, rna

alia Par. Ma.F:id. soprattutto pubblieila, che co-

Esattamen- sl sarebbe stata

te II 10 % della 1!!IIIIl!IIIIillllllilillllllll!IIIIIIIIIIIIII!IIIlI!IImlIIIIlII! "nazionale" e Holding ltalia· lira I'rl '68 e 1·1 '79 non pill locale.

n. Second., La differenza

Terza, Quarta. ll'erlUSCOnl' dal punta di vi-

Quinta, Venm, III sto dei fatturati

nesinla eVen.. esegu'l aumenti pubblicitari,

tiduesima, pill ovviamente,

il 49% deUa dl· capitate era enorme.

Holding Italia- Fu un piano

na Prima. la ti· perfetto.

quale - in un pe,r cen nala Se non che,

perfetto giOCCI d' ·Iiard' Adriano Gal-

di scatole cine.. I ml I. liani invece !Ii

si - a sua volta C~II...aI· dl· chi·? buttarsi a ca-

detiene ill ~ \.II pofitto nell'ac-

100% del ca· ~'I!I.II!II!IM!IiIJIIIl!!_IIIl!! •• "ii!!IiIl!l quislo di emit·

pilale della tenti a1 Nord.

Holding Italiana Sesla e Set- inizib dal Sud e preeisamente

liraa e il 51 % deUa Holding dalla Sicilia, dove entro in

!luliana Ventiduesinla. soeietil con i frateili inzaranlo

Vede, signor Berlusconi. di Misiinleri (frazione di Pa-

dovrebbe chiatirmi per canto lermo) nella lora Retesicilia

di chi la Par.Ma.Fid. gestira Sri, che dal 13 novembre 1980

questa gratlde felta del Grup- vedra nel proprio consiglio di

po Fininvest e percM lei de- amministrazione Galliani in

cise di affidare proprio a ,\ue- persona a fiallco di Antonio

51. soeielil lale iramellsa or- lnzaranto. Ora lei, signor Ber-

tuna. lusconi. da irnprenditore av-

Infatli lei - che e un allenlo veduto qual e, non puo non

lei tore digiomali e ha a sua avere preso informazioln al-

disposizione un ferratissimo l'epoca sui suoi nuovi sod

nonch<! informillissimo slnff di palennitani. personaggi malta

legali eivilisli e penalisti . non noli d. queUe parti per ben

puo 11011 sapere che la allre questioni. ollre la livlt.

Par.Ma.Fid. ~ III medesira. so- Infatti Giuseppe lnzaranto,

clela liduciaria ehe h. ge,lito - frateUo di Anlonio nonchc

esatlamenle nella slesso pc- suo partner, e marito della

Iiodo - lutli i beni di Anlonio nipole prcdiletta di Tommaso

Virgilio, finan'lti.ere ill Cosa Buscet\a. No. sia chiaro, non

Noslra e grande riciclatore di mi riferisco al "penlito Bu-

capilali per conlo dei clan <Ii scetta" del 1984. ma al super

GIUseppe e Alfredo Bonn, boss ehe nel '79 e ancora

Salvalore Enea. Gaetano Fi- broccio destro!li Pippo Calo e

danzati. Gaelano Carollo. amico intimo di Siefano Bon'

CanneloGaeta e altri bos~ - di tale. il capo dei capi della

area corleoncs!! e non - ope- mafia siciliana,

rallti a Milano lIel Irall1co di Quindi. signor Berlusconi.

siupetilcenii a livello mondinle perche ellt,,) in affari -Iramile

~ h _

Per quale motivo, Cavalie!re, fec::e ammin6trare importanti quote della Fininvest alia sociem Par.Ma.Fid. di Milanol Sapeva che gestiva anche i patrimoni di boss mafliosi?

~a~~~mI~~~mM~~mlmmll~~mmt~~ per il quale I'inventb consisteva - e consiste tutl'oggi - nell'aver abbattuto di una considerevole 12ercentuale Ie tasse, ovvero il bottino del rapinoso lisco italiota ai suoi danni, con Wl meccanismo assolulamente legale. Queste, mi corregga se sbaglio, furono Ie ragioni che addusse a suo tempo, si(\Dor Berlusconi, ~er spiegare il motivo per CUi il capilale della Fininvest e suddiviso cool.

E una molivazione, perb, che a molli .ppare quanto meno curiosa, se raffrontat. - ad esempio - con l'assetto patrimoniale di em altro big delI'imprenditoria nazionale,

Unn "'~'ClIlc hnnlllg!nc dI Vittorio Man!l'IDo, ex "stalU • .,," dlllcrlll'iConi. Sa molt. rose, rna tllcc

Adriano Galliani - con gente di questa risma? C'O da notare, oltre tutto, che i fratelli Inzaranto sono di Misilmeri. Le dice niente, signor Berlusconi, questa nome? Guardi che glielo sto chiedendo can grande serieia. lnf.ttl proprio di Misilmeri sono originari i soci siciliani della nobile famiglia Rasini che assieme alia famigJia Azzaretto - nativa di Misilmeri, appunto - fondo nel 1955 la banca di Piazza Mercanti, la Banca Rasini.

Giuseppe Azzaretto e suo figlio, Daria Azzaretto, sono persone deUe quail lei, signor Berlusconi, con ogni probabilita sentiva parlare addirittura in casa da suo padre. Gli Azzarello erano - con i Rasini - i diretti superiori dl suo I?adre Luigi, signor Berluscoru. Gli Azzaretto di Misilmeri davano ordini a suo padre, signor Berlusconi, che per molti anni fu lora procuratore, il primo

mana Paltano non pub risultare sconosciuto.

E impossibile non ricordi che nel 1974 I. suddetta, 12 milloni di capitale, finl sotto il suo controlk amministrata da Marcello Dell'Utri, perche proprio sui terreni di questa societa lei dara corso all'iniziativa edilizia denominata Milan03.

Cosl pure ricordera che nel 1976 I'esiguo capitale di 12 milioni aumentera a 500; e che il 12 maggio del 1977 salira ulteriormente a 1 (un) miliardo, e che cambiera anche la sua denominazione in Cantieri Riuniti Milanesi Spa.

Come al solito, vengo subito al dunque: anche in questa ennesimo caso, chi Ie fornl, signor Berlusconi, questi forti capitali per aumentare la portala Iinanziaria di quella che era una modestissima irnl,Uesa del valor. di soli 12 milioni quando la aequisto?

10 alto e a sinlstra Silvio Berluscool. Al centro la sede di piazza del Mercaoti a Milano deUa Banca Raslol, Ira gil istituti di credito fmaoziatori del futuro Cavaliere

procuralore della Banca Ra- 8ini. Ceria non Ie vengo a chiedere can quali capilali - e di chi - Giuseppe Azzarello Iiuscl ad affiancarsi nel1955 ai potenti Rasini di Milano. teo nUlo conto che Misilmeri e tUtl'oggi una tragica periferia dell. pe!lll!0re Palermo. pero che a leI Misilmeri possa risullare del IUlto sconosciula. mi appare inverosimile. Ora Ie ripelo I. domand.: si inlorml> sulla "seriela" e I. "momlita" dei nuovi sod - il clan Inzaranto - quando tra il1979 e r80 diverranno parte fondamentale della sua rete tivil n87ionale?

Ottavo queslto: certo a lei, signor Berlusconi, it nome delIa socicla llIllllllbUiare Ro-

Nono I)uesito: lei, signor Berluscoru, cerlamente ranlmenta che il 4 maggio 1977 a Roma fondo l'lrmnobiliare Idra col capilale di 1 (un) milione. Questa Sociela, che oggi possiede beni immobili

r.regiatissimi in Sardegna, anno success\vo· era ill978- aumento it proprio capita Ie n 900 milioni. Sisnor Berlusco. 01, d. dove amvarono gli 899 milioni (4 miliardi e 45 milloni d'oggi, fonte ISlal) clI. fecero la dillerenza?

Declmo qu..tto: sign"r Berlusconi, in pill occasionl lei ha usalo per mettere in porto affari di vario genere • I'ae. quisto deU'attaccanle Lentini dal'Ibrino Calcio, ad esempio - la finnn1Jarin di Qlil\ssO de.

-------- '~-

laPADANIA

INCHIESTA

Mercoledl 8 luglio 1998

3

l nde 'al Cavaliere per negarlo

~ "con p,arenti di Buscetta: al Signore di Arcore la parola. Spieghi, e sia chiaro

nominata Firno. Anche in questa caso, come nel precedente riferito alia ParMa. Fid., lei ha sceltc una societa fiduciaria • questa volta do-

I miciliata in Svizzera ~ al cui riguardo le eronache giudizlarie si erano largamente espresso. 'Ienuto conto della potenza della staff informativo che la circonda, signor Berlusconi, mi appare del tutto inverosimile che lei non abbia saputo. ein .. 'u In Firno di

Chinsso, che c 'stahl

per lunge tempo 11 canale privilegiato di nciclaggio usato da Giuseppe LOUIlSi, arrestato illS novembre del 1991 mentre "esportava" forti capitali della temibile cosca palermitana dei Madonia. Cosl pure non Ie sara sfuggito che Lottusi venne condannato a 20 nnni di reclusione per quei

reali. Tuttora e in carcere a sconmre la pena. Ebbene, signor Berlusconi, se que! gan· gster finl in galera il 15 novernbre del '91. nella primavera del 1992 . cioe pochi mesi dopo que! faUo ehe campeggio can dovizia di particolari,

Ecco, ~ueste sono le domande, Risponde, signor Berluseoni. Presto. Come ha visto, di "pentiti" veri 0 presunti non c'e traccia negli II quesiti. Semmai c'e il profumo di centinaia di miliardi che tra il1968 e il 1979 finirono nelle sue mani, signor Berlusconi. E tuttora non si sa da dove arrivarono, Poiche c'e chi I'aceusa ehe quell'oceano di quattrini provenne daUe casse di Cosa Nostra e sta indagando proprio

. su questa, prego,

schianti ogni possibile infamia dicendo semplicemente la verita. Punto per punta, nome pernome.

I: un'occasione d'oro per farla finita una volta per tutte. Sappia che d'ora in poi il silenzio non Ie e piu consentito ne corne imprenditore, ne come politico, ne come uomo.

\lItl1(jllli!~;IIIIi!II~ Perche, signor Berlusconi, lei si ostina a tacere? Dica l'identHa dei suoi finanziatori

anche circa I. Fimo. sulle pri. me pagine di tutti i giomali . il suo Milan "pago" una forte somma "in nero" - estero su estero . per la cessione di Gianlulgi Lentini. e usa per la transazione proprio In sereditatissima Funo, fiduciaria di narcotrafficanti internazionaIi. Perche, signor Berlusconi?

Dove sono finitii mille miliardi di Stefano 8ontate?

L" .coto n 80. moo rItme Stefano Bontate, alP" supre'lDO til Cosa NllIitm lIno III 19lIl, lJW!IIillo del sk:mi aell ordlni til RIIna 10 Ucdael'lilllllll II gIomo Gel suo com· pIoanno, U;U tIP.~lIe. Questo F.lUIgmer mull"." .he IUnav" Iluil ,~ • pririeipe til Villa Omz1a" pur non Q~elllio II_DO ,m. s1lII. cU oanaue hlp lIello ven., dolla line deglilUlnl SeMorita oolnlnelo a meltere wslcme UDII fortuna onllnne anufe all'erolna. n patrI. momo dll!tefano fIontato sI oolllUW In moho ccnlillllllll:ll mlllalicU In contantl. 1Irtto denaro ftrrivlllo dllJlll Stlld Vnltl, dove nitro """"he VlInde\'lUl'~ aJ mlliluto I qulntaU til droga eh. e_ NIMiIm sldlkma prodUceVR e !IJlIldWa oltre 0ce1l1l1~ D" qulllla JIIguut- IIllIS8I1 nlllnelalin non 51 ~ mnllmvalo IlnUa pIli cbe

qualche tmcdn, l'(lme ad escmplo IBIft valgla zeppa dl 5110.000 dollllri !iOOpel1a aD'nemporto til Punta RaJsl daD'aDora capo della MOOUe, Bom Gluliuuo. n prezioso bagagllo arrivava da New York cd era destJlUllo ud amid dl Bontate. Giuliano pow dopo venne u<:dolo do un slcarlo oU. olto delllllltdno ootto easa sua mentre bevevo un eaflllin un bar. Dove sono finIti i soldl del "principe" dopo fa sua molte? Nessullo III sa. A dd e in die modo Stefano Bontale, dw venlva s(K'S!o a MIlano 8!1s1eme R MlllUUo 'lbresi, aJtro boss ell maIJa, alDdo parte delle sue IUIl1S1l11lldrkdJezze per_ lnvosllte1 Nessuno 10 sa, o\'Velll • a parle I oosIddetd ''Pentltl'' die 0._0 M"an:ello DeU'Vtd e 5llvlo Bcrlll!<'Oni • JIllf ora non SIlJIO emom risrontri documenlaD. Per om.

Oltre gli "anOnirrli" flussi finanziari c'e un altro mistero da svelare

Un impero di prestanome

Caro Silvio, perche Ii ha usati dal'68 all'84?

·L' altra faccia della medaglia. Signor Berlusconi, certo che abbia letto I'articolo della pagin a a fiance, ora vengo ad affrontare con lei un'a1tra questione- per nuUa rnarginale . che sta aUa base dei sospetti di riciclaggio su cui i magistrati palerrnitani stanno indagando.

Nella sua scalata all'empi. reo dell'imprenditoria nazionale c'e una costante che sconcerta, anzi, allarrna: e l'inconcepibile, continuo, inarrestabile usa di prestanome che lei ha fatto dal primo giomo della .sua carriera imprenditoriale, Vuolc ehe le rinfreschi la memoria?

Mi spieghi il senso, tanto per cominciare, della nascita deUa sua prima societa, costituita il 29 sellembre 1968 a Milano.

• Col nome di "Edilnord centri residenziali Sas di Lidia Borsani & C.!', laddove la signorina Borsani - se non dico male una sua cugina, signor Berlusconi . era il socio d'opera, mentre il socio di capitale era I. "Aktiengesellschatt fur Immobilienanlagen in Residenzzenrren Ag" di Lugano che infatti fomi i 50.000 franchi svizzeri del capitale, prese vita l'impresa ehe di n a poco sborsera piu di 3 miliardi per comprare l'area dove verra costruita la citta satellite di Milanoz nel Comune di Segrate.

Era una bellissima iniziativa imprenditoriale, signor Berlusconi. Un'iniziativa di cui an· dare fieri, ehe qualsiasi altro imprenditore avrebbe firrnato col proprio nome a caratteri cubitali. Lei no. Lei rimase nell'ombra, tanto quanta restarono nell'ombra i veri fornitori di '1"ei primi 3 miliardi in contanu del 1968. Una bella somma, sa? 0&lli varrebbero piiJ di 32, propno il numero che segna gIi anni che lei aveva quando questa gigantesca fortuna fin} nellc sue manl,

Ecco, se questo fu it primo caso di prestanomi al suo servizio, i successivi che 1a riguardano denunceranno uno stile che rimarra costante per almeno 10 anni, i suoi primi If) anru d'attivita, signor Berlu~ sconi. Ricorda?

La Italcantieri SrI, uno dei suoi bracci operativi neU'edilizia, na· see il 2 febbraio 1973 a Milano avendo come soo Renata Pironi, un giovane praticante notaio, ed Eld. Brovelli, una casa· linga senza alcuna occupazione 0 tito- 10 di studio ioeren· te I'atlivitil deUa so· cicta che va a foo-

:r~r: roi~ l:OO~OIk!~" per-

lfippure lei usa quesli due perfetti sconosciuti • nonche mcompetenti • per far muo· vere un'impresa che dovra at· frootare un progetto colossale:

I'edificaziooe e I'ultimazione di Milan02. Percne?

[noltre, mi perrnetta signor Berlusconi, i due suddetti • la ca",linga e il praticante notaio • nell'aUo di costituzione della Italcantieri risultano essere rappresentanti di due potenti

quanta discutibili societa svizzere: rispettivamente la "Eti Ag Holding" di Chiasso per Ja signorina Brovelli, e In Cofigen Sa per il giovane Pironi.

I suoi due presta nome, si· gnor Berlusconi, a loro volta rappresentavano i finanziatori? Lei non puo non sapere chi si eelasse dietro la Eti Holding e la Cofigcn, due societa Iinanziarie svizzere.

Dica, faccia i nom], perche altrimenti rimane solo quello di Ercole Doninelli, finanziere elvetico primo fondatore della famigerata Fimo Sa eli Chias-

Guardi ehe stiamo parlando di una somma che oggi equivarrebbe a oltre 22 miliardi, mica noccioline. Fu un prestanome al fulmicotone, quesro signor Donati. Gli ballavano in tasca i miliardi come a me Ie mane line.

Tra I'altro, signor Berlusconi, eviti di dire- casornai • ehe dell. Sogeat sa poco e nulla, perche se Waller Donati fu il socio d'opera, l'altro socio, il finanziatore, documenti alla mana fu l'avvoeato Renzo Rezzonico di Lugano, 10 stessa che amministrava Ie due fi-

euno avrebbe potuto domandarle chi realmente si celasse dietro i fonnidabili 1lussi Ii· nanziari arrivari dalla Svizzera alla Bdilnord e alia Sogcat?

Se non e cosi, spieghi, dica come stanno Ie cose,

Anche perche, vede, l'allora capitano Berruti (e attuale deputato Berruti di Forza !talia) nel porneriggio di quel 12 novembre 1979 torno a cercaria nei suoi uffici, signor Bcrlusconi, e Ie pose una domanda spiazzante. Berruti le chiese di spiegare come mai lei, che si era appena diehiarato "con-

Cavaliere- che in realta dietro Ie Iinanziarie elvetiche c'era ancora lei, Berlusconi.

Sosperto piu che Jeginimo direi, visto che ancora oggi non si sa, e appunto vengo a domandarle,chi c'era dietro le varie Eti Holding. Cofigen. Aktiengesellschaft & company. Capisce che se le Hamme Gialle erano in qualche modo convinte che alle spalle di quelle sigle spuntava ancora lei. signor Berlusconi, la questione si complica, e di molto. Sl, perche a questo punta l'intera rete fmanziaria da cui lei

nanziarie svizzere di cui sopra. Insomrna, un personaggio che lei conosce e conosceva benissimo. Ora intendiamoci bene. Seppure possa sembrare irrazionale, la sua scelta di tenere costantemente per piu di 10 anni un profilo impren· ditoriale cosi basso d. risultare inesistente potrehhe essere

giustificata da un ~Wl~_ riserbocaratteriale,

Casalinghe e pratic:anti nolai, ~a ~ngd~J~m~e~

"""'. fu' I .' pero dal 1980 per

qUcne 10no t pnme tutto i1tempo ave·

rtu d· B I . h nire fino a oggi nOli

COpe re I er uscom c e si trovera piu trae·

• I oI1tre 1 0 • cia. D'accordo.

grazle a oro, per annl, proviamo a pren·

rimarra nell' ombra. Perche? ~~~~ta f;~tes~uona

1I1!J! i ;1; i i j _mwi Se e cosl sill"or

Berlusconi, nu US!

Ja cortesia di spiegare all'o~ pinione pubblica la "faccenda Berruti". Quale?

Le rammento i fatti. 11 12 novem!>re 1979, a Milano, il capitano della Guardia di Pinanza Massimo Malia Berruti si presento negli uffici di Foro Bonaparte della sua Edilnord, signor BeTlu~oni. e interrogo propdo lei sui complicali ~ socletari e finanziali • farcit' di prest.nome, come abbiamo vista ~ che Ie aveVllno permcsso di edificare Milano2. Cctto ricorda, signor nedusconi, che lei rispose a1 ca· pitano Berruti a questa modo:

"Non sana il propnetado della Edilnord e tanto meno della Sogeat. 10 sono un semplice consulente estemo~~.

Nella rclazione su questa ispczionc, seritta c finnata da Berruti. risulta cost. Fonnalmente, la sua, fu una risposta ineccepibile, rna nella sostUll'B una menzogna tonante. Per· che, signor Berlusconi, nego I'cvidenza? Di chi e ehe cosa ehbe paura'! Non certu lli Bermti, visto chc pochi mcsi dopo si dimettcra dallc Fiamme Gialle e presto diventeril coosulente della Fininvest.

Le lipeto In domanda: per· che sostenne di e~'ere un "scmplice consulente" delle societa che avevano appenn finito di edifieare Miluuo2'!

A quale retroscena temette di cssere associato? _Forse si spavento pensando che qual·

so, societa di riciclaggio di capitali di mafia, che proprio nella Italcantieri - in seguno . entrera in rapporti e affari,

Anche In Sogeat Sas, che lei certamente conosce perche vantava un credito nei suoi confronti - che immagino lei pago . di 22,5 miliardi ncl1978 (101,5 miliardi di oggi), e un

a1tro soggetto finanzi:mo inquietante. mi pennetta.,

Come fu possibile ehe ad amministrare la Sogeat Sas di Walter Donati & G, fondata il 41ugUo 1972 con un capitale di 400.000 lire, fu me·sso appunto il signor Donati, ovvero un suo impiegato, sn~or Berlusconi?

E poi: du forn'l al signor Donati 1 miliardo, 999 milioni e 600.000 lire per finaoziare I'awnento di capitale della So· geal deliberalo cd aUuato non moHo dopo la fondazione?

sulente estemo della Edilnord e della Sogeat", ovvero dell'intero affare Milano2, viceversa aveva garantito perso· nalrnente . trarnite fideiussioni a diverse banche per importi monumentali • la solidita di entrambe quelle societit

Ma come, Ie fere notare la Gdf, i soci di capitale della Edilnord e della Sogeat erano ufficialmente svizzeri, cioe i loro capitali erano smed, e per lora garantiva un italiano, Berlusconi? D'altTa parte i fat· Ii erano questi e cos! la Gdf sospettb - ma per poco, fin· tanto che Benuti non si dimisc per mettersi a lavorare pel' lei,

ricevette qualcosa come' 200 miliardi in contanti quusl 30 anni fa. anziche in Svizzcra va collccata in Italia, 'E com Di· ea. e COSt 0 si trana di una mera fantasia? Non penso di poter tollerare il suo siJenzio Sll que· sto punta centrale, perche al· trimenti entrerebbero in scena ben altri personaggi e situazioni D'improvviso si matcrializlerebhero i fantasrni che circondano Marcello Dell'U· td, sotto processo a Palermo per mafia. Luguhri scenari ehe lei ha un solo modo per can· cellare; raccontarc rullO, nomt~ per nome.

MaxParlsi

\.

E facile: convochi

una conferenza stampa

Mil r1Iolieremo. lnsisrerenw con ogl1i met.zn a diposizirme eli chi fa if nosrlY) mesriere per nvem, IIna volta per hme, risposle cene (' definitive. S'i/vio /J('rtusconi aCCllSa i (ipemiti" di ~~'iere de; mentiton' {n'f!z?olati, aCCllSa i magistrati • at m;/limo • di strumentali;,zare di· ciliarazioni di delillqllenti rhe ill cambia dei 10m "mcconn" ottengmlO bellefici di ogni genere, primo de; quoli il "ir, prezioso di tum: 10 tiberIa, nonosfante cos/om .fiul/o n'spofl.'labili di nwti gravissimiJ l{"a\'j semplY:' mnicitfj. Ehhrne, c'e (III modo sieum il1 rual/o tl Bertuscr)fli per far lafl.'rt' qllCSfa genIe e COl1temporat1eamellte Fir si che Ie (om aCClt,'l{' .\'1' rrasj'cmnil1o in 1111 boomeran,r;: welarc tZlui i m;su'ri elll' citt'ol1llano ~ do sentpre • in malli!'m impellerrahil(' 11'1 '.WIlI carriera imprellditoriate. 1 capirali j'svi;. 'leri" elle alim{·ntanm(l dill '68 in poi Ie illi~iative ,,/ilizie del l,mon CIIPIlIie>'<' S(lII" limpid; come I'tlCqlUl difome? Prego, (liea tli chi ('milO, si.~'I(J" Be,./uscolli. Chi gUe'i affit/() era integerrimo? Prego, .Inccia i "0111;, cosi sapremo qua'" olf(w(i, ltlhoriosi e lung/minrmr italiall; sijidamllo eli lei fro la jilli' d('gli mill; 8es:umta e {'initio (legli m1ll; Ottmua pernwttem!o. gml.ie aJl'ellomU'.fl{lu<'in cI'l' lei riusci a i~pirar fom -Ia en't/zimlt' (i('f/a rtllinve.w e tii cil) rh(, tW e segllito. Se lei insist£' (I IHcere .\'11 lJuI's,i ,ftmdmm'Hfllli riscontri clle accreditel'e"bt'm immediatameute In SUfi sillcerit<i Jucemia S]Jr%ll(/ml' it! W1 {ltn:\'.WI eli mmzogrUl fIItt; c%m {'accIlSaI/O, lei difrmo dmlll if fl'ismn della veliula clli ",.icortla" i SilO; ;/I('Olllri mi/anewi COil SlefnuolJ(Nltllft.', «( chi "mmmt'llfa" i suoi Co/ltaft; fjllllll(_iari COil f}'(lnd\' Turate/ln, a clli ",\pi('Ra" fa lU'£!W'lfza di M(mgmlO tI vma Sa" A1anino ('on b(>11 {/iverSt' m~iolli tlnlla Cllrtl delle MaJlt·, a chi "p(lr/a" di l'orticosi gil'i fii capitali (/i eroillfl /I('/la [Janca RlIsitli e allm per:fillo tU llt'ggio, !-Ia capito, sigllor Berlusc:ol1i? I~fcl(.:ilt'. [}; ('azione"ilI S('ml)/i(\' cite si pOSSCl imllulginan'. Vila ht'lllI {·on.!f'r't"tlul ,\'tampa (~IJiUllCUt{J (iu 'IIWfCWIO del sllOi antic"i /lunllZiiltori sorrilhnlt' come f/011 ma; che strilwe in maim wO'hi doclIm('nfi ''Ullcuri. e iI gioco e /atto, Sappitl chl! ~'t! tJove,\~w' acmael't" SOrt) ill pn'uw fila (J pJmulin> un galamllfJIllO, M.P.

4

Mercoledt 8 luglio 1998

FATIO DEL GIOJRNO

laPADANIA

Dopo oltre sei ore di camera di consiglio il Tribunale ha ernesso il verdetto per il boss di Forza Italia

Mauette GdF, Berlusconi condannato

Due anni e nove mesi in primo grado. La difesa: «Una sentenza politica»

MILANO (MILAN)

~-I-----------

Nient<: piu giudici a Berlino per it Cavaliere. La settima sezione penale del Tribunale di Milano, dopo piu di sei are di camera di consiglio, ha condannato ieri sera Silvio Berlusconi a due anni 1~ nove mesi di reelusione per Ie mazzette aile Fiamme Gialle. Appena un mese meno di quel che aveva chiesto iI pm Gherardo Colombo al termine della sua requisitoria it 30 gennaio scorso, I suoi difensori contano di trovarne qualcuno, di giudice, nella cars vccchia Rorna. Uno dei suoi avvocati infatti, il professor Giuseppe De Luca, qualche animo dopo la lettura della condanna, preso dallo sconforto, dopo aver parlato di «sentenza ingiusta», evna a pie pari di citare it ricorso in Appello e si "rifugia" dircttamente in Cassazlone, a Rorna, «che non potra che confermare la sua giurisprudenza, derubricando la corruzione in concussione». L'avvocato fa riferimento ad una sentenza della Suprema Corte che alcuni mesi fa annullo tutte Ie condanne per corruzione degli stilisti alla Gdf, riformando iI reato in concussione e mandando quindi assolti tutu ~Ii imprenditori della moda. Quast conteml'0raneamente, qualche metro pill in la, l'altro difensore di Silvio Berlusconi, il professor Ennio Amodio, sta appoggiato col telefonino aU'orecchio a un fineslrone del "palazzaccio' fra la pioggia scrosciante, Comunic a a 1 Cavaliere la ferale notizia, e poi attacca i giudici milanesi con una veemenza che in Ire anni aveva sempre lasciato al suo asslstito .• Questa e una sentenza politica. E una decisione in cui non c'e alcun interesse per III giustizia e la legalita: ~ una sentenza che ratifica la costruzione dell'accusa, cioe il nUlla», E poi, dopo aver preso fiato: «Si tratta di un atto autoritario che trasterisce non gli atti del prm:esso, non il pensiero dei giudici, Tutto cio diventa una sopraffazione delle ragioni della difesa, che ha provato e documentato come non ci fosse nulla nei confront! di Silvio Berlusconi e, nonostante questa, i magistrati 10 hanno condannato, E una sentenza di regime: P<" Silvio Berlusconi non (:'e giustizia a Milano, Non aveva tutti i tarti quando chiedeva che i suoi processi fossero trasferiti»,

Punto, Quando aUe 18,20, in un'aula cbe scoppiu di avvocati, cronistl di mezzo mondo, giudici e curiosi, il presidente Francesea Manca inizia a leggere la sentenza

1998: II Pm Colombo, dopo un

la propria requlsltoria e formula Ie rlehlaste Berlusconl, 2 anni e 4 mesl pr suo fretello

2 annl e 8 mesi per I flnanzlerl Giovanni Arees e

- «In nome del popolo italiano, visti gli articoli ... » - 51 capisce che it processo piu incerto per il Pool, queUo che gli esperti definivano - in casa di assoluzione -Ia possibile "pietra tombale" di Mani pulite, queUo del famoso avviso di ~aranzia at vertice di Napoli. 51 C concJuso con un semaforo verde per it lavora della procura, almeno in primO!ll:ado, Ea stabilirlo, pib ehe la condanna di Silvio, e un'assoluzione, quella di Paolo, Quel fratello minore che aveva

cercato di _H_ •••• _

prcndere su di s6 tutta la colpa. Che aveva confessato di aver preso lui la decisione di pagare Ie tangenti aUe pattuglie di finanzieri per Ie verifiche fiscali, Quel Paolo Berlusconi che gli stessi coimputati avevano indicate come colui che aveva accettato di aprire la borsa, sottostando ad una concussione. ]

Bcllolampo.I'impianto di riutilizzazione e di smaltimento

M ilitari della Guardia di rifiuti solidi urbani, la rea-

di Finanza, carabi- lizzazione della sopraelevata

nieri del nudeo ope- di Palermo: sono questi i prin-

rativo di Paletmoe agenti cipali appalti finiti nel rnirino

della squadra mobil" eli Tra- dei rnagistrati che hanno con-

pani hanno eseguito ieri de- dotto l'operezione "Trash", i

cine di ordinanze di custodia sostituti procuratori di Paler-

cautelare emesse, in due di- mo Biagio Insacco e Gaspare

stinte oeerlllioni. dai gip Re- Sturzo. Oltre aUe dichiara-

nato GnUo e Gioacchino Sea- zioni di numerosi pentiti i due

duto su richiesta della Di- magistrati hanno utilizzato in-

rezione Distreltuale Antima- tercettazioni ambientali e te-

lia di Palermo nei confronti di lefoniehe, ('edin.menti ed ap-

politici, manager di grandi im- postamenh degli investigatori,

prese, e Iuazioneri accusati di a~ende telefoniche e libri soassociazione mafiosa e con- ciali sequestrate nell'opera-

dizionamento eli appalti pub- zione Impero (che ha eon-

bUci, douo in carce-

La prima _11IIIl1III._lIIIIlilllllllMlllIIIIM! re nell'ottobre

operazione, Flnalmente scorso Filippo

denominata Salamone e 01-

"Trash" (31 I tri nove i01-

ordini di cu- si aIza iI ve 0 prendilori), Ie

slo.::Iia) costi- anche SUgll' affarl' anali.i con'a-

tllisce un se- bili della docu-

guito dell'in- dell'~omafia mentazione n-

dagine ehe hll guardant. nu-

condotto in 1II IIII!IIIIIIII!l.II!IIlI!lW!!ll1 merasi appalli

carcere I'im- di opere pub·

p,.ndilore agrigentiuo Filip- bliche,

po Salamone, La seconda A Trapani, nell'operazionc

operazione, c:oneentrata es- coordinala d.i pm IgnHZio Dc

senzialmente nel trapanese Francisci e Biagio Ilisacco, so-

(15 ordini di c'ustodia), oltre a no stati arreslati imprenditori

colplre pre,unti responsabili ed esponcnti poHtici ritenuli

di condizionamenti dll appalti vicini.i boss lalitanti Vin·

pubblici, in particolan: nel set- cenzo Virga c Matteo Messina

lore odUe • della smaltim.uto Denaro.

dei rifiuti, ~ diretta contra T'ra coloro che !\ono riusciti

presunt! referenti del movi- a sfuggire alia cattum c'e I'ex

menlo politico "Sicilia Libe- sindaco socialista di Paletmo

m", creato, secondo I'aecusa, ManOo Orabello che per i

su online del boss corleonese magistrati "era fra i pill attivi

l..eoluca Bagarella. nel prete,ndele la palte a lui

La ristrutlurnzionl: della dovuta». E pur di raggiungere

tonnam .Ii Capo Granitola, u iI sospimlo risultato econo-

Trapani, In relilizzazione del- mico . una tangent. pari al 2

I'area artigi.nule di 1'",c.ol.- per cento sui lavori della pm-

gni. H Cfltfmiu, 11arnpllumento vincia.. non esitava a hsa ..

ilella dlNcarica palermitllna di bolare", con comporlamcnti

giudici, assolvendolo, sembrano sancire di non aver creduto al suo ruolo, e di considerarlo una sorta di "vittima sacrificale". Tanto da far dire all'avvocatoAmodio: «Mi rallegro per la sua assoluzione, rna esse suona come un segnale: non e state ritcnuto attendibile queJ che ha detto», Non sembra soddisfatto neppure il difcnsore di Paolo Berlusconi, Vittorio Virga, che dopo essersi rallegrato an .. che lui, dice di «ritenere im .. possibile motivare la condanna di Silvio Berlusconi, G1i elementi di accusa sono tanto labili che la Corte d' Appella la cancellera», Oltre al Cavaliere, i giudici hanno condannato l'ex direttore amministrativo della Fininvest Alfredo ZuccoUi, a un anno e 4 mesi; it responsabile dei servizi fiscali, Salvatore Sciascia a due anni e mezzo, il consulente

Giovanni Maria Bcrruti, deputaro forzista, a 10 rnesi, i ire

dair2sc~ill3 d:~~i. F~:;oI~o a l';'~~:

lonnello Vincenzo Tripodi. Silvio Berlusconi e i tre marescialli dovranno anche rifondere i danni ,:11 ministero delle Finanze. con una provvisionale di 200 milioni. I giudici hanno trasmesso le deposizioni dei segretari di Berlusconi, Nicoll> Querci e Marinella Brarnbilla e dell'ex ministro psi delle Finanze Rino Formica, per aprire un'inchiesta per falsa testimonianza. Si conclude COSt j} prime capitola del processo per le rnazzette • 100 rnilioni per Vi· deotime, tOO per Mediolanum, 130 per, Mondadori, 50 per Telepiu - versate alia Gdf. Ne sono p'revisti almena altri due. Questo, iI direttore del Tg4 Emilio Fede 10 ha sentito in dirctta, attravcrso it telefonino acceso in aula da un sun cronista al momento della sentenza. Chela Fininvest definisce «Una cauedrale di congetture: a Milano si st. scrivendo la pagina piu nera della subordinazione della magistrature giudicante a quella inquirente»,

Silvio:·«Ora .• ~p~i~ione .• ·al.· ••.• ·.·.regi ..... e» Dagli····ami¢i··.·."soli~arieta···.umana"

Colpevoli anche

i dirigenti Fininvest e gli uornini della Finanza, assolto il fratello Paolo

aij~5iDl,~' ~

Colpo alia mafia della spazzatura

Latitante I'e?< sindaco del garofano del capoluogo siculo, Manlio Orobello

~~-----

Coinvolti ex socialisti e ex de Tra Ie imprese Ie "solite note"

PALERMO

Un montento della conferenzn §>tam,)8 del procuratore aggiuoto Luigi Croce sui due blitz

00lima60 della Oda di Palermo IAn sal

Agli arresti domicilirui sono finiti 10 zio omonimo Pasquale e I'ingegner Giovarnbattista

Sono quattro Ie persone sfuggite ieri alla Rubino (per un mese). Incarcere I'ordinanza e

cattura dei carabinieri del nueleo pro- stata notificata aU'ingegner Giovanni Bini.

vinciale di Palermo e dei militari del Gieo Tronci, Urn, Di Benedetto, Catalano, Crini,

della Guardia di Finanza. 11 piu noto e l'ex i due Patti (entrambi cognati del presunto

sindaco di Palermo Manlio OrobeUo, Psi, ac- capomafia eli Passo di Rigano Salvatore Bu-

cusato eli concorso in associazione mafiosa. E seemi), Reale, Calabrese, Burriesci, i due Co-

ricercato anche il docente universitario Giu- stanzo sono accusati di concorso in associazione

seppe Di Giovanni, ex (,residente del consorzio mafiosa, Giuseppe Mendola deve rispondere di

dell'area di sviluppo mdustriale eli Palermo, associazione per delinquere semplice. Calda-

aceusato di avere percepito una tangente "ac- ronello, Leone, Gorgone, Biondolillo, Mu-

conto" di 100 milioni per favorite I'aggiu- scaglione, Musso, Martello, Cappuzzo, Lipari.

dicazione all'impresa Cogelar Impresit del pri- Rubino, Bini, sana accusati di corruzione. L'ex

mo, secondo e terzo lotto dei lavon deUa sindaco di Palermo latitante e aceusato di

sopraelevata di raecordo tra Ie autostrade Pa- concorso in associazione mafiosa. In carcere

lenno-Mazara e Palermo-Catania. Tra i la- sono finiti inoltre I'imprenditore Gaetano Tra-

tit anti c'e anche Sergio Di Paolo, rappre- ficante, aecusato di concorso in associazione

sentante in Sicilia di Cogefar Impresit, accusato mafiosa e l'ingegnerSalvatore Mercadante, che

di corruzione pet avere pagato "l'!I!miilll!l •• _IIIil_.!IIII deve rispondere di minacce. So-

quelle tangenu, E sfuggito alla ~ no tutti accusati, a vario titolo, di

cattura anche I'ingegnere Giu- Da Cna~M avere condizionato, negli ultimi

se('pe Zito, gia finito neU'in- ~O~laI venti anni, l'aggiudicazione di

ch~~~~s~:~afi':u~rkl~~rcere a Impregilo (Fiat) :Pta~~~~r"&~~t~:~:~che

neU'operazione ;!Trash" Roma~ passand L'operazione condotta dalla

no Trond e Filippo Urzi, di- 0 S9u~dra Mobit~ di Trapani co-

rigenti della socteta De Bar- • Cosfanz sutwsee mveee il terzo lroncone

tolomeis, gli ex presidenti deUa per I 0 dell'indagine denominata in co-

l'rovincia di Palermo Girolamo "1Il1i!l!l!_1I\\II!.!l!~IIIlI!!!IlI!l'lJ dice "Progetto Rino". Uno dei

Di Benedetto e Francesco Cal- ~ 15 ordini di custodia cautelare

daronello, ex dc vicini a Salvo LinlO (peri quali richie~ti d~Ua D~a di PaleIn10 e. slato respinto

il gip ha dispOS10 in 60 gioIni la custodia dal GIl' GIO.celllno Scaduto. Gh arrestati sana

cautelare). gli ex deputati regionali gia arrestati it deputato regionale Francesco Canino, di 61

Vincenzo Leone. ex Psi (45 giomi di arresti anni, ex Dc eleHo in lIna lista 'Ifai da te" poi

cautel.ri) e Franz Gorgone, ex dc, I'ingegner cntrato a far parte del gruppa del Ccd al-

Giuseppe Mendola, capo dell'ufficio del Genio I' Assemble. Sicilian.; I'ex parlamentare Dc alia

Ovile di Palermo, I'unprenditore Agostino Camera Francesco Spina, di 68; gli imprenditori

Catalano, consuocero di ViIO Ciancimino, il Anlo~ino Aleo,di ~5, Giuseppe Amodeo, di

manager Giuseppe Crini, della societ. Im- 43: Michele Bufla, dl 61, Valerio Campo, di 39

pregilo, l'ex sindaco di Cerda Giusepp: Bion- (gl8 8rrestato con J'accusa di es."iere it pre-

dolillo, Liborio Mu,caglione, ex conslgliere di stanome del boss latitante Vincenzo Virga)

amministrazione dell'Amia e I'ex consigliere Leonardo Coppola, di 38, Vito Di Benedetto <Ii

provinciale de Giuseppe Musso (per entrambi 60, Giovanni Gentile, di 58, Andrea Romsi' di

45 giomi di arresti cautelari), gli imprenditori 31, Antonino Spezia, di 45, Vito Carantolo' di

Francesco Maria Martello, dell'impresa Real- 52, e Vincenzo Udine, di 44; it sindacalista

valle, Pietro Ignazio e EpifanIo Patti, Antonino Vincenzo Gullo, di 66, ex segretario provinciale

Reale, gli ingell"eri Emesto Culabrese, Ni- dell~ Osl. S~mo poi stali interdetti d"i pubblici

colino Burriescl, Giuseppe Cappuzzo, e SaI- uffici Rosano Bellofiore, 47 anni, fllnzionatio

vator. Mer""dante, il geametra Giuseppe Li- del com un. di Trapani, e Diego Cacciatore di

rari, ritenuto vicino a Bematdo Provenzano, .12, vicepresidente dell" sodel~ Lex (Tal~1I0

imprcnditol'e calanese Giuseppe Costanzo. dell'ex vicesindaco di C"stellamare d~1 Golfo,

oslrllzionistici, Ie procedure di approvazione degli appalli. A(;cusato di concorso in asw sociazione mafiosa. Orabello. rnai sfiorato prima d'ora dalle inchieste sulle lan~enti. sarebbc secondo gli mquirenti uno dei protagonisti dell'inIreccio polilico·affansticosvelalo da Angelo Siino c collocato nella seconda meta degli anni Dttanta.

L'incdito ritratto che di Orobello tmcciano i magistrati della procura di Palermo e quello dl un rersonaggio "dominante" all interno del Psi, e come tnle voglioso di contendere " Salvo Lima il ruolo <Ii gmnde "controllorc" degli appalli pubhlici. Era declinato I'uslro di Vito Ciandmino. pe~ santemente coinvollo nelle in· dugini giudizinrie, e la Dc Ilve-

va affJdato il conI rolla sugli Emi locali e sulla Provincia di Palermo all'andreottiuno Salvo Lima. Che doveva, perc. fare i conti con un Psi il1- tenzionato ad accaparrarsi la propria fetta di torta. «Persino Bernardo Provenzano - scri~ vono i magistrati - era slato sollecitato ad interessnrsi del problema. facendo pcrvenirc 21 Siino I'invito a scenderc a patti con i sodalisti venendo tncontro aile loro pretese eeonomi(:he}).

Secondo iI presidente della commissione parlamentare' d'inchiesla sui cicio dei rifiuli, Massimo Scalia, «le imlagini della Dda di Palermo e gli arresti di ieri consen1.ono di lraccillre. per In prima volla.)a mappl dell'ecomafia nelle provlllce interessate. Se con-

fetmato it quadro e di enomle preaccupaziont:: i nomi delle soeielil coinvolle (dalla 1m· pregilo alia De IBartolomcis) e I ruoli dei rappresciltantj di queste dlftl..' arrestati l'anno ipotizzare contHtti ad altissiIna livello. Se da un Into crner" gerebbe la conletma del (atto che in Sictlii"1. oggi come ieri, e possihile operalfc. solo venendo a pa1ti con Cosa No:;!ra, dall'allro - ha douo Scalia - si aVl'ehbe per 11'1 primH voIla la conreona giududa<ia del faUo che anche Iii mafia sicilian" i! allumente interessata alia qucstione rifiutL Finora si ern infatti assistitu lid una stranu "unol'nalia siciHana ": sembrava chc ovunqu~, trnnnc che nell'isola, la criminalita or· ganu.zatll si dedicassc 11 que· sto liramo d'impreslI")).

laPADANIA

POLmCA

5

Mercoledl 22 luglio 1998

Bossi su Berlusconi: «II suo fine era quello di distruggere la Lega. Voleva comprarci tutti quanti»

«Parla rneneghino rna e di Palermo»

«Silvio venga da me, cosl gli spiego perche nel '94 I'ho silurato»

II presidente dei senatori di Forza ltalia insultato durante iI suo intelVento

La Loggia: «Prodi mi ha detto: Ma vaff ... »

La caduta del suo

,,/ gove,rno? Berlu-

"'"' seem venga da

me, che gliela spiego io ... ! Sono state io a metter giu iI partito del mafioso. Lui ccmprava i nostri parlamentari e io l'ho abbattuto»,

Umberto Bossi comment a can iI piglio di sempre Ie polemiche di questi sulla ricostruzione della c:risi del '94. «10 - spiega Bossi parlando con un crcnista dell'Ansa - per quella che fu allora la mia visione della situazione politica considerai che il presidente Scalfaro aveva capiro una COS,6 e doe che la Lega era gagliarda e in caso di elezioni sarebbe tornata in forze. Certamente, tutti volevano la morte della Lega. Berlusconi aveva create Forza !talia per questa, Ma Berluscom e Sealfaro facevano due ragionamenti diversi», «Per sernplificare diciamo che in Italia c'erano tre poli - prosegue il segretario federale leghista - iI polo di Roma, rappresentato dalla sinistra e dalla ex De, queUo eli Palermo rap-' p'resentatn II. Berlusconi, e tl polo del Nord. Nel '94 ci fu, uno scontro tra il Polo del Palermitano e il Polo romano e iI Polo romano fu {'ill cauto e capl che non serviva a niente andare ad elezioni. Che 10 Lega avrebbe preso ancor piil Iorza di fronte al consoltdamento del debito pubblico. II presidente della Repubbliea feee un rag\onamento Iogico, almena io 10 interpretni cosl allora, e penso che occorrcva aspettare ancora per snervarei». «Berlusconi mvece e: un irrazidnale - continua Bossi - q uesto ~ il suo ,,£Oblema, Aveva ricevuto I ordine di distruggere 18 Lega. 10 era state costretto all'alleanza e

durante i comizi di quel periodo continuai a ripeterlo. Dicevo infatti, e tutti possono ricordarlo, che lui era comunque un nernico. Dicevo che era stato inventato ~l maggioritario per fregare

II Senatur: «ScaIfaro capl la situazione ed evito il voto»

,11111 wmm ~

, la Lega. E dicevo anche che se un nemico non puoi abbatterlo subito devi prima abbracciarlo. Pill chiaro di coss...». «U dramma di Ber-

I I provvedimento sulla protezione degli animali durate In macellazione o,l'abballimento,licenziato ieri dalla commisslone agricoltura della Camera e stalo commentato dai deputati Alberto Lembo e Lulgino VOSCOD. «A questa punto - dice Lembo - siano Ie organizzazioni animaliste e tutti gli elettori a valutare il comportamento del Verde Pecor.ro Ilc.nio che ha ratto pass.re, can il suo voto, iI provvedim~'nlo relativo aUa macellazione che regala spazl di aUlohomia aUa religione islamica che puo continuare indisturbata a compiere i suoi rili sugli animaU che verranno maceUali senza essere prima 810rdili». «II provvedimenlo - ,ollolin.a Vascon - e passalo solo grazie ad un voto: quello di Pecoraro Scanio, Grazie 01 Verdi Ie ,aulotitA fl~liglose islamiche ed ebraiche hanna un ruolo di autorit~ preciso nello Slalo italiano. A questa punto solo i cittadini italiani e i cattolici non sana pill riconosciuti». (dnoJtlre - conclude Lembo - £tvcvo chiesto al sottosegretario Roberto Borroni chiarimenti circa I'inlerprela:done, es.atla della norma comunilari. sui ruolo delle comunita religiose. Nonoslanle II sollosegretario non sia slata in grado di rispondermi, iI presidel\te PecoraTl> Scanio ha comunque me .. o in votazione II provveclimento forzando la procedura che vuole iI rinvio fleUe votazioni in caso di incertezze inlerpretati've», '

L' onorevole Luea Bagllanl e inlervenuto, invece, sui provyedimenlo che riguard. disposizioni in materia finanziaria e conlahile, approvato, ieri mattina, d,U'auja eli Monlecilorio. «Noi non siamo contrari - dice Bagliani - ad una riforma sostanziale del bilancio della Stato, rna quella approvala oggi non (a allro che ere are confusione al Cittadino. Anche per questo abbiamo votato conlro». «La noslra proposta - continua D~~gliani - si ispira al modelkl neo zelandese dove non Sl patla piil di unita di canto rna di centri separati di costi e ricavi.ln soslanza iI bilancio dello Slalo dovrebbe ""en\ trattato come quello di una grande aziendo e basalo suUa Irasparenza» .• 11 governo invece - dice Bagliani - nel bilancio della Stalo anticipa Ie entrate e postecipa i pagamenti e in queslo modo "trucc~" i propri conti. LaLega Nord queste cose Ie ha denunc18te aa ,empre, Anche questa volta la maggioranza ha approvato spogliandoO il Parlamento deUa sua funzione legislaliva», "Prbvvedimenli come quello di oggi - conclude Dagliani ! sana cslremamente lecnid e la maggloranza non ~I in glrado di seguirli quindi Ii affida ai burocrati con iI risullato di creaTe molta confusione».

:r~?~\:n~;;

PRpSSIMI APPUNTAM~NTI

L 0001

LUlardl l~re.I(lente Atsoclazlone Cort. I dl ,'(Iluallll!la • C.mere Arbltrall

I VENEROlz4

Fontan :Mlnlftro Ordlne Pubbllco e Sicurerza

i SABATO 25

Leoni iLeader sruppo pari, Cllrto/lel Padllnl

i LUNEOl27

Borahezlo 'Mlnllttro Affilrllnternl

lwsconi - aggamge il leader lcghista - e che e un palermitano chc parla in meneghino, mandata apposta per fregare il Nord. 10 questo 10 compresi subito, comprcsi che bisognava evitare I'annientamento della Lega e mi comportai di conseguenza», Intanto Bossi da un appunlamento per seltembre: il suo ritorno "nel gioco politico", «Orrnai il sistema padano e pronto - spiega -Ia Lega ha data una mana importante alla sua creazione. Adesso sc ne occupa iI govemo della Padania, e roba loro, 10 tornero dopa I'estale - conclude - a lavorare sulla protesta contra Roma. Torno ad occuparrni di poIitica partitica e del consenso»,

questioni procedurali, riuscira a concludere i lavori in tempo utile. In votazione ci saranno i tre emendarnenti paletto

presentati dall'Vlivo e falti propri dal-

Muro contro rnuro per la com- l'opposlzione. ruuo insomma congiura missione d'inchiesta su tangen- per uno slittamento a martedl prossimo, e topoli, Da una parte la Lega dietro I 'angola ci sana Ie ferie.

Nord e if Polo che, pur d. posizioni Per prendere tempo i'Ulivo ha messo

diverse, prernono per un orgarusmo can in giro Ie ipotesi piil fantasiose. «La

pieni poteri. Dall'altra i'Ulivo che le sta propostadi una commissione di saggi puo tentando tune pur di arrivare a. un rinvio. essere propedeutica a dare alia comE a dargli man forte ci si ~ messo anche missione speciale anticorruzione, gia coGi.anni. Agnem. «Qua\unque argornento stiruita aUa Camera, nuovi poteri c a Iarla che aumenti le tensioni e Ie agitazioni -ha diventare bicamerale» hanna suggerito il dichiarato I'Avvocato- ~ negative met- verde Cento e il diessino Siniscalchi. «Mi

terlo all'ordine del gior- auguro che prevalga 1:1

no in questo momen- iIiIIIiIII!I!I~ saggezza» ha fatto lora

to). Su" T. 4opo1· eco, can uno scontato

Teoricamente la com- ,- langenl I gioco di parole iI rela-

rnissionc dovrebbe an- II'~ ancora muro lore di rnaggioranza

dare in aula domani. II I.. Anlonio Soda.

condizionale iJ d'obbli- contro muro «I saggi servono solo

go perche tutto e su- a se stessi, Non dimen-

bordinato all'esito della 4-'II'a n1~ouiOranza tichiarno che Berlusconi

votazione per elcggere ill •• ""00" sui conflitto di mteressi

dieci membri laici del (A"li"oca4-0 l'Iompreso) aveva proposto i tre sag-

Csm. ". w' ,I ,,"' gi» ironizza Domenico

Se al mattino ci sara • • Comino. «Quando le

una nuova fumata nerae oppostZlone istituzioni non sono pill

Violante, di concerto _"i in grad a di fare iI lora

con Mancino, ha indetto dovere ricorrono ai sag-

una seconda votazione per il prime 1'0- gi perche in questo modo tutti salvano ta meriggio. Esaurita questa si passerebbe faccia senza assurnersi Ie proprie responagli altri argomenti all'ordine del gior- sabilita».

no. II presidente dei deputati teghisti ha

Ma c'e un altro intoppo. Sembra che ribadito la richiesta di una commissione Forza Italia abbia presentato una pre- che faccia un'indagine a 360 gradi senza giudiziale sull'obbligo scolastico e a ter- Iimitazioni di poteri, E h. duramente mini di calendario questo disegno di critical a l'atteggiamento di Prodi che, in

~r~~hl:~~~.e prima della commissione ~'~~titu~io~e:i~~~l!a s~o~;i~!i~~~o s~O~!~~

Bisogna poi vedere se 10 commissione gentopoli, «Ouesto e UIl atto eminenAffari costituzionali, convocata per sta- temente pariamentare. C'i. un'mdebita mattina aile 8 in sed uta plena ria dopa che ingerenza dell'esecutivo nei confronti del iI comitato dei nove si era ai enato su purlamento».

Bossi e Berlusconi a Montecitorio

(Ansa)

ROMA

«Non credevo di suscitate qut:sta reazione», ha osservato il capogruppo di Forza ltalia al Senato. Gli avevo semplicemente ricorda to un suo intervento, fatto proprio qui in Senato nel '96, con Ira Ie 35 ore. Le sue parole testuali erano che «si doveva essere conlrari aile 35 ore perche queste avrebbero spaccato l'econornia del Paese», Dopa aver letto queste parole, gil avevo solo fatto notare che non erano state pronunciate ne da Berlusconi ne da Fini, rna da lui stesso in lin suo discorso, proprio qui a Palazzo Madama, net '96».

«Evidentemente - ha conclu:so La Loggia - ho messo iI dito nella piaga, almeno a giudicare dalla reazione che ha avuto».

I I presidentc dei senatori di Forza Italia, Enrico La Loggia, sosuene che il presidente del Consiglio. nel corso del suo inlervento per il voto di fiducia a Palazzo Madame, 10 avrcbbc insultato diceadogli «rna vatt.;». «Che 10 ha delta - ha spiegato ai giornalisti La Loggia - e evidente. Basta vedere Ie immagini televisive. E una cosa che ritengo piuttosto grave. Per questa abbiamo gia presentato una interrogazione parlamentare, Vogliarna infatti sapere se e con questo tipo di insulti che intende costruire quel rapporto civile con l'opposizione, CUll, ha fatto cenno nel suo discorso»,

Marco FORMENTIN11 23 luglio (domanl): ore 21.00 Festa LN a FENEGRO (CO) 24 lugtio (venerdi): ore n,ao

Festa LN a MANDELLO DEL LARJO (LC) 2S lugtio (sabalo): ore 21,00

Fest. LN a RIVANAZZANO (PV)

Roberto MARONI

23 luglio (domanl): ore 21,00

Fesla LN a GOLASECCA (VA)

24 luglio (venerdll; ore Zl,OO

Fesla LN a FAGNANO OLONA (VA)

Giancarlo PAGLIARINI

23 lugllo (domani): ore 21.00

Fesla LN a GUSSOLA (CR)

24 IUllio (venerdl): ore 21,00

Festa LN a CESANO MADERNO (Monzo)

Vito GNUTTI

24 lugllo (venerm): ore 21.00

Incontro Pubblico a PREMANA (LC) cia ristorante "La Peppa" via Volta

2S IUlllio (sabato): ore 21,00 FeBta LN a LESMO (Monza) S.P. Vimercate·Lecco

Mario BORGHEZIO 231uglio (domaDI): ore 21,00 Festa LN a GOLASECCA (VA) 24lulllio (venerm): ore n.oo Festa LN a LESMO (Monza)

Enrico CAVALIERE

25 (ugllo (sabalo): ore IS.00 Fesla LN a 1'0- SCOLANO MADERNO (Monzl\)

ore 11,1ltl Festa LN a MONTECCHIA DJ CROSARA IVR)

Umberto BOSSI

23 ·llIgllo (domani): ore 2UIO Festa LN a FAGNANO OLONA (VA) Campo Sportivo 24lugllo (v.nerm): ore 21.00

Festa LN a SERRA RICCO (GE) Lac. Pedemonte c/o Giardini Tavola Bronzea

2S lugllo(sabato): ore 21.1ltl

Festa LN a CESENATICO (FO) cia Parco di Ponente via Mazzini

Stefano STEFANI

26 loglio (domenico): ore 21.00 Fesla LN a OPPEANO (VR)

Roberto CALDEROLI

23 IlIglio (domani): ore 21,1ltl Fesla LN a RIVANAZZANO (PV) Parco Brugnalelli

24 lugllo (venerm): ore 21.00 Festa LN a VEDUGGIO (Monza) Campo Sportivo

2S lugtio (sabato): ore 21.0111 Festa LN a FAGNANO OLONA (VA) Campo Sportivo 261uglio (domeuieB); ore 21,00 Festa LN a CORNO GlOVINE (LO) Localita Monti Porchera

Domenico COMINO

23 lugOo (domaRi): ore 21,00

Festa LN a CAMBIAGO (Monza) 24lugJio (venem): ore 21.00

Festa della Sport Padano a CIRI£. (TO) 2.S luglio (sabalo): ore 20,00

Fesla LN a ULZIO (TO)

Francesco BR.UZZONE

24 luglio (venerm): ore 21,00

Festa LN a SERRA RICCO (GE) Lac. Pedemonle c/o Giardini Tavola Bronzea

?

II

O II 26 settembre 1968, la sua E,~lilnonll Sas acquisto dal conte Bonzi I'intera area dove lei, signor Berlusconi, edifiehera Milan02. Lei pago ill terrene 4.250 lire al metro, per un totale di oltre tre miliardi di lire. Questa somma, nel '68, quando lei aveva 32 anni e nessun patrimonio familiare a disposizione, era di enorme portata. Oggi, tabelle Istat alia mano, equivarrebbe a oltre 38.739.000.000 di lire. Dopo I'acquisto, lei apR un gigantesco cantiere edile, iI cui costo arrivera a sfiorare i 500 milioni al giorno, che in 4-5 anoi editichera I'area abitativa di Milan02. Thtto questa denaro chi gliel'ha dato, signor IBerlusconi? Chi si nascondeva dietro Ie finanziarie di Lugano? Risponda.

• Ii: universalmente nota che lei, ~ignor Berlusconi, come imprenditore e nato col "mattone" per poi approdare aUa tivU. Ebbene, suB finire dlel 1979, lei diede incarico ad Adriano Galliani di girare l'Italia ad acquistare frequenze televisive, ed infatti Galliml1i si diede molto da fare. lnizio dalla Sicilia, dove entro in societa con i fratelli Inzaranto di Misilmeri, frazione di Palermo, nella lora Retesicilia Sri. Soltanto che Giuseppe Inzaranto, nec-seclo di Galliani, era anehe marlto della nipote prediletta di Tommaso Buscetta, ehe nel1979 non e un "pentito", e un boss iii prima grandezza. Questo lei 10 sapeva, signor Berlusconi? Sapeva di aver sfiorato i vertici deUa mafia?

11112 febbraio 1973, lei, signor BClrluSCOni, fondo IIn'altra societa: la Italcantieri Sri. 1118, luglio 1975 questa Sila piccola impresa divento una Spa con un aumento di capitale a 500 milioni. In seguito, quei 500 milioni diventeranno 2 miliardi, e lei fara in modo di poter emettere anche un prestito obbligazionario per a1tri 2 miliardi. Nell'arco iii nemmeno tre anni, noa sua societa forte di un capitale di 20 milioni, appunto la Italcantieri Sri, si trasfonnera in un colosso, moltiplicanlio per 100 iI suo patrimonio. Come fu possibile? Da dove prese, chi Ie diede, in ehe modo entro in possesso, signor Berluseond, iii queste fortissime somme in contanti? Risponda. Lo spieghi.

II Signor Berlusconi, iI cuore deE suo impclro, la notissisma Fininvest, lei sa bene che nacque in due tappe. II 21 marzo 1975 aRoma I,ei diede vita allal Fininvest Sri, venti milioni di capitale, ehe I'll novembre diventeranno 2 miliardi con iI contestuale trasferimelllto della sede a Milano. L'8 giugno 1978, ancora a Roma, lei fondo la Finanziaria di Investimento Sri, soliti 20 miliollli, amministrata da Umberto Previti, padre del nota Cesare. 1130 giugno 1978, quei venti milioni diventeranno 5:0, e il 7 llicembre 18 miliareli (81 miliardi eli oggi). II 26 gennaio 1979 Ie due "Fininvest" si fonderanoo. Ebbene, questa gigantesca massa di capitali da dove arrivo, signor Berlusconi?

.,., Lei, signor Berlusconi, certamente rammenta che il4 maggio 1977 aRoma fondo I'lnunobiliare Idra col capitale ~ di 1 (un) milione. Questa societil, ehe oggi possiede beni immobili pregiatissimi in Sardegna, I'anno successivo

- era il1978 • aumento ll proprio capltale a 900 milioni di lire in contanti. Signor Berlusconi, da dove arrivarono gli 899 milioni ehe fecero la dift'erenza:r E poi: da dove, da chi, perche lei entro in possesso delle stratosferiche somme che Ie permisero eli far intestare all'ImMobilillre Idra proprieta in Costa Smeralda • ville e terreni • il cui vaIore e da contarsi in decine di miliardi? Dica la verita, !lignor Berlusconi. Sveli anche questo mistero impenetrabile.

"

2

Domenica 30 e Lunedt 31 agosto 1998

laPADANIA

MA!PARISI

I n realta, i cosiddetti "guai giudiziari" di Silvio Bcrlusconi non aPl?artengono tutti al medesimo ceppo (da intendersi come hlocco ... ).

Bcrlusconi infatti, ha molreplici e ditferenti fronti aperti can 18 giustizia - pill qualcuno appena chiuso con pcsanti condanne - che in qualche modo rappresentano. dal punto di vista del codice penale, la sua Intera carriera di imprenditore.

Andiamo a ritroso. RICICLAGGIO SOLDI D«;LLAMAFIA

Mlualmente Silvio Berlusconi e solto inchiesta d. partedella Procura della Repuhblica di Palermo - magistrato delegate alle indagini il sostituto procuratore Domenico Gozzo - per I'ipotesi di reato di riciclaggio oi capitali provenienti dalla mafia siciliana, 1. meglio nota Cosa Nostra, Questa indagine nasce, per COSI dire, come "costola' del processo in corso sempre a Palermo contro Marcello Dell'Utri, a sua volta accusato di connivenza con !.J.uesta organizzazione crimtnale (vedi articolo in pagina).

Stando aile scarne informazloni raccolte in ambienti lliudiliari palerrnitanl, a dare Impulse a quest'azione della rnagistratura contro iI Cavaliere e stato un iesumone, Filippo Alberto Rapisarda, potente Iinanziere siciliano opernnte a Milano d.i primi anni Settanta. Rapisarda - hanno riCerito alcuni giornali Ira luglio e a~osto - avrebbe reso II pill nprese testimonianze il cui conrenuto sarebbe di estrerna gravita. Avrebbe riferito di miliardi ottenuti d. Berlusconi dalla ufami~liau (in senso mafio~o) d~1 Sul'lo, hoss di Salemi.

, Nino e Ignazio Salvo. qggi entrambi deceduti, entrarono tiel mirino di Giovanni Falcone gill" metil degli anni Ottanhl. tanto che vennero ritwiali a giudi4'io nel primo

PRIMo PIANo-

n curriculum giudiziario del Cavaliere farebhe invidia a un boss della mala

Le geSta di Lucky Berlusca

Per salvarlo un plotone di parlamentari, tuooaui e giomalisti

"Abracadabra": iI Cavaliere sembra ricorrere aneora una volta alia fonnula magica

utilizzota, fin dai suoi oSCllri inizi, per far comparire deeine di miliardi (Ansa)

maxi processo alla mafia istruito proprio da Falcone. Nino non tece a tempo a' vedere 18 fine del dibattimento, mori di cancro in un oSl'edale di Bellinzona, in Svizzera, I. nolle del

18 gennaio 1986. Jgna-

zio verra ucciso in un agguato teso d. Leo-

Iuca Bagarella e altri sicari, tra i quali - pen-

sate ~ anchc Gaetano Sangiorgi, manto di

sua nipote, Angela Salvo, I", sera del 17 settembre 1992.

. Ebbene, stando alle dichiarazioni di Rapisarda. semite • ripeto - in qualitil di testimone dall. Procura palermitana, i1 Cava.h.er Bcrlusconi flvrchhc ottcnllto doi cugini Salvo tramite i "buoni,uffici"

di Marcella DeU'Ulti un ingentissimo c8fitalc.

II "prestito' . scmpre che si possa chiamare cosi, sal'ehbe

stato erogato a cavallo tra il 1977 e il1978, In somma era di 5 miliardi (25 miliardi e 353 rnilioni di oggi - fonte lstat).

Vera, false? I magistrati,

Sempre quest'estate, la Procura di Palermo ha sequestrata i libri soeietari delle 22 Holding (Dalla Holding Italiana Prima alia Ventiduesima) che detengono il ca-

pitale della Fininvesl. Anche in questa caso, sono in corso accertamenti, Soprattutto, si cerca di capire la ragione per la quale Silvio Berlusconi per una larga parte degli anni Settanta e Ottanta fece amministrare in maniera fiduciaria forti quote di queste societa-cassaforte alia finanziaria Par.Ma.Fid di Milano, sociera che contemp~raneamente ammlOlstrava parte dei beni di peri colosi ll"ngster e finan~ieri dl mafia operanti all'ombra delhi

Madonnina.

Come vedete, al di Iii delle parole di molti "pentiti", non ultimo Francesco Di

I giudici di Palerin() lolncalzano per riciclaggio

di soldi dellalfla~il: a finEr Anill Settahta avrebbe.···rlceVl.ltQ······. clhquel1liliardi dalclan· dei5alv()·

coadiuvati 'dalla Direzione Investigativa Antimafia e da csperti della Guardia di Finanza, stanno verificando.

Sospettato di essere dagli Anni 60 iI collante fra economia milanese e mafia

... e del fido Dell'Utri

La lista di accuse parte dalla giovinezza dell'imputato

TlZI~N~lINZO

E' il quarto processo palermitano a un uomo di peso nel mondo deUe istituzioni 0 deU'imprenditoria acc\\salo di aver flirt.to con Cos. Nostr •. Dopo Bruoo Contrad., Giulia Andreotti e Calogero Mannino, e iJ momento di DeU'lItri. Jl primo titolo sUll'iochiesta compare nel giugno '96 quando i quotidiani aerono can "Palermo indaga su De11'lItn". rna rex numero di PubUtalia re!pinge Ie insinuazioni HE tuUo ridicolo". A lirare in ballo il managersono Ie dichiarazioni del penlito ThUio Cannella, che in un interrogntario del novembre '95 riforisce un cplsodio che 10 pOrlerebbe a dedurre contatti tra Dell'Utri e i frateUi Giuseppe e Filippo Graviano. II 30 otlobre, nove meS! dopo, la Procura di Pal.nno ne chiode il rinvio a giudizio mcntrc nella stcsso procedimento vicne archiviata In r0zione di Berluseoni. n 20 ma~gio '97 i giudice per I'udienza prelinunarc del tribanale di Palermo. Gioacchino Scaduto, dispone il rinvio a giudizio. In 57 punli la montagna eli accu,e ehe si riassumono in ruolo di «collegamento tm Cos. Nostra, iI mondo economico milanese, e il sistema istituzionale, ruolo clle avrebbe svolto ininterrotillmente dagli Sessanta al '95". Dell'\Jtri parla di "un disegno peNerso contro di lui ordito dagli untori della giustizia, i cosiddetti collaboratori, ruffiani per calcolo». Insieme con lui dovril presentarsi anche i presunli boss Gaelano Cinil, rinvial.o n giudizio dell'ambilo della st.ssa inchle.ta da cui invece ~ stalo proscialto Silvio Berlusconi. II 5 nov.mbm '97 In prima udien1J1 davanti alia seconda sezione del Tribunale, presieduta da Leonuruo Guarnotta. Alia vigilia del proccsso con 36 p.ntiti 51 innestano nuovi sccnmi: in procura si sentono anche iI prc .• idente di Medi .. el, Fedele Conf.lonieri. Indaglni senza line. E vige il top st.!Cf(~t sulla nuova inchicsla col1egala a Dell'Utri, 'luella di. ricieluggio che veur.bb. indagato unche Berlusconi, "nche "" I magistrnti smentiscono. II faldone di 1I,'CUNe pane dallll giovine1.za dcll'imrUlnt" Dcll'Utri Mllrcello, IIcllungo eloll~() dd lesti che suUrnnno .ul pretorio cilati ,11l1 pm, IInmi dl richlumo come In sless() Bt.lrlulolc(lni, c ltillrnn1isti come Mentana. Giuliano Fen'n, Michele Santoro, Emilio Fede. TrentflNci I collabomtori di giustizia, tnl loro FnlOcesc() DI Curio e Angelo SUIl\I. Gli \lCel\ari ricolllrult! dai magislrall rlchillmann un "ollto"l" nol '1l1alc I'omhrn <II IMI'\Jtri ~rnvcr"hhc come iI "COI'-

Dell'Vttl durante iI processo (Ansa) vello" al servizio dei boss. Gli affrui immobiliari net centro di Paienno, il liciclagglo del denara sporco delle "famiglie", gti inconlri con maliosi del' calibro di Stefano Bontade 0 Antonino Calderone. la protezione del presunto hoss Vittorio Mangano. sono i passaggi cruciflli dclJ'inchh'!sta sui deputato az~ zurro chc 1m unni I~l scnza iI mandata parlamcntare Hvrchbe rischiato J'arresto.

La prima ... nminne !Ii Den'Uttl: I mpporti coo la Bonca Ruslnl,

AU'inizio degli anni Sessanta. nel mezzo <Ii un 'attivit~ e<lilizia fiorente, comincia rallivit~ deU'imprcndilOre Silvio Berlusconi. con Ie Jlrime rcalu.:wzioni ediHzie a Brugh"rio. I-ondmncntak in questo primo periodo e I'oiuto ricevuto all. Banca R.,mi. dove lavorava iI padre dell·altu.le kllder di FOWl Italia. e dal _uo proprictario Carlo Rasiai. Berlusconi costituiscc In Edilnol'u sas. ui cui " wcio acc(Jmandatario. Risal~()no a 'Iuesto periodo i primi mpporti Ul (ipo economico e profc,"",nulc tm Bcrlusconi c DeU'Utti. Quest'ultimo vicnc nssunlo unn prima volta dn B~rlusconi. ".11 '64 al '65. press" In Edilnord sas. in qunlill) di suo scgrclnrio. Indagilli svoite dnlla Procllm ilellu repllbbliC<1 di Milullll negli ullni '70 \\a11l\\\ "vvaIOral\) l'ipotcsi .he In Bont<! Rnsini in quel pt:t;nuu foss!"! croc,":viu lii in(~l'c~si "il'lIn maluvitn miluncsc 111 gc~

nere. Subito dopa questa prima esperienza lavorativa. Marcello Dell'Utri, va via da Milano, per stare aRoma negli anni '65-66 e '67, dove lavora come direttore sportivo del centro Sportivo Ells, e successivamente a Palenno dove lavora, con Ie stesse mansioni, presso la ,ociet. 'portiva "Athletic Club Bagica!upo".

Rapisarda, iI grande amlco.

Da amica di Marcello Dell'Utri, ne diventa il suo piu grande aceusatore. 11 lin.oziere FilipJlo Alberto Rapisarda racconla Hi magIstrati di Palelmo di un presunto finanziamenta di venti miliardi nell'80 ehe ,.rebbe stato "erogalo" dal boss perdente Stefano Bontade e ehe avrebbe lascialo qualche traccia nella contabilit. di ReteHalla spa, rna 80che in quella delle ventitre holding tutte di Berlusconi.

Rapisarda, dopa Ull primo illierrogatono deWestate deJ '96 in cui aveva sostenuto che Bont.de !¥i avrebbe parlato. nel '79. di diOO millardi richiestl da Berlusconi e Dell'Utri alla mafia palemUlan. per entrare in societa nel nascente Canale 5, parla ai giudici palermitani di una prt:sunta campagna denigratoria nci suoi confronti che sarebbe stata effettu.ta dal quolidiano II Giol'l1ale oel'97. Poi ricorda ai pm di essere stato vil1ima di minacce ricevule da parle <Ii lin "uomo II di statura piccola, tarchiato e con una· forle inflessione dialeltale sicilian.». Rapisarda ricoslluisce anche un presunta summit che sarebbe avvenuto intorno all'80 a Parigi. lin incontro riservato COn il Boss Stefano Bontade e Marcello Dell'Utri. E sare.bbe slItto proprio durante questo summit mafioso. che Dell'Utri .vrebbe chiesto al capomafia una cifra ,tratosferica: 20 millardi da girnre al Cavaliere. Un "preslito" che sarebbe dovuto servire ad aiutare il gruppo 1'lninvesl, .1101'8 in difficall~. Rapisarda raccanta ai magistrati di un altro viaggio con I'ex manager di Publilalia. lin volo aereo che risale .1 '93. con de,tinazione Catania. a bordo di un aereo deUa Far.

"AU'arrivo a Catania", raecoma Rapisarda, «Dell'Utri venne preso da una macchina che I'uspeltava cd ~ stato per i fatti suoi tuuo it giOTllo. Alla fine. quando ,iama ripm1iti, Dell'Uln mi disse che era andato ad l-lssicurnrsi n Illoro" apporto di voti c anche un appol1o finanziario. Mi disse .nche ehe i soldl da dove vengono. vcngono. non hanno matrice ...... SoUecilalo it spie~are che CIlS. significasse quel "Ioro", RaplsHrda chiarisce che «il tenor~ delle sue parnl(: fu per me unn chiara

Carlo, che ha "narrato" di incontri diretti avvenuti a Milano fra Silvio Berlusconi, Stefano Bontate e Mimmo Teresi, - questi u!timi due all'epocadei fatti (meta-fine anni Settanta) ai vertici dell'organizzazione mafiosa - c'e ben altro su cui i magistrati vogliono fare' chiarezza, E per la verita, anehe noi.

CORRVZIONE DI MAGISTRATI ROMAN!

Naturalmente non sono solo questi - come S1 diceva - i "guai giudiziari" del Cavaliere di Arcore, Ricordate il clamoroso caso Previti, Squillante, Pacifico, Acampora? Ebbene, a Milano i magistrati sospettano fortemente - ·anzi, hanno carte bancarie in tal senso - che Ie ingentissime somme "girate" da Cesare Previti ad "amici" magistrati romani (Ieggermente corrotti ... ) in realta provenissero non dai "risparmi" dell'avvocato della Fininvest, benst dalle tasche di Berlusconi tramite In 'vasta ragnatela societaria estera nelle sue mani,

Anche in questa caso specifico, la posta e altissima. Se venisse dimostrato processualmente it ruoJo di "mandante" di Berlusconi nei confronti di Previti.I'impero finanziario del Cavaliere crollerebbe di schianto. In ballo c'e - niente di meno che

- la Moudadori, rimasta per un lungo periodo al centro di una ferocissima battaglia legale fra De Benedetti e it Signore della Fininvest.

Se Previti agl per corrompere - riuscendoei - i magistrati capitolini che alia fine in effetti diedero "ragione" al Cavaliere, e per farlo uso proprio i soldi del Cavaliere, sareb-

be un disastro

k'1l~~~e perllfJil~()la(

Dal punto la;'corruziooe

di vista econo-

mico, si inne- dialcune.

scherebbe

~~~ia'::'h/i~t()gherOtnane

r::;~~elogrit .~~e

~~Ial~~~~in~i i 1>U()1'U'4ftiti ~~~in~e~~~~: ... ·.~~I~!JIlll~

~~~ ~of~laii •.. <::eSare~

profilo stret-

tamente ~iu-

diziario pot, nel caso venisse condannato, il reate di corruzione di magistrati ha una rilevanza assai pesante, quanto ad anni di carcere.

VlOLAZIONE . LEGGI ANTITRUST IN SPAGNA

Se questi due eventi giudiziari gill bastano per capire quale "futuro" polrebbe aspettare Berlusconi in lta-

Iia, c'e da aggiungere che perfino in Spagna i giudici vogliono vederci molto chiaro sulla gestione patrimoniale della televisione impiantata in quella nazi one dal signor Fininvest, L'ipotesi al vaglio dei giudici spagnoli circa Ie "azioni" di Berluseoni e di aver bellamente violate Ie leggi sia sull'an-

titrust, sia per cio che attiene pili semphcemente alla tassazione.

Tra raltro, Berlusconi deve prestare Ia rnassima attenzione a quello che fa, rispetto 1a magistralura iberica. U,l'immunita parlamentare ita-

liana non vale, sia ben chiaro.

In ogni caso, questi sono solo i primi nodi che stanno venendo al pettine.

CAPITOLO BANCA

RASIN!

Quando qualcuno si prendera la briga di "aprire" it capitolo Banca Rasini, magari sequestrandone I'archiVlO tun'oggi esisreme, rnagari interrogando alcuni dei

suoi ex funzionari tutt'og$i in pensione (non al cimitero). e magari anche ponendo qualche domanda a qualcuno dewi ex correntisti tuU'oggi facilmente rintracciabili, si scriverebbero pagine davvero inedite della storia di Silvio Berlusconi e famiglia.

Certi comportamcnti, certa . spregiudicatezza, certe armcizie non 81 mventano dalla sera alia mattina, Bisogna avere dei maestri, e il giovane Silvio di allora ne ebbe pill d'uno, nella banca dove Iavoro suo padre per vcnt'anni,

E LUI?

A tutto cio, comunque, Berlusconi risponde in maniera scomposta, A chi gli domanda pubblicameme spiegazioni - ad esempio il sottoscritto -, oppone l'ira dei suoi fedelissimi e l'azione dei suoi legali, A chi testimonia presso i magistrati, vedi Rapisarda, querele amplificate da potenti campagne televisive e della carta stampata (tutti mezzi da lui controllati) e infine dirertamente ai giudici impressionanti pressioni concentriche a cui portano man forte "Iegioni" di deputati e senatori di Forza Italia in Parlamento.

Di Ironte a questo esercito formidabile, che dire? Golia sembrava invincibile.

allusione al falto che egli aveva avuto quelle assicurazioni da uomini di mafia». Dice ancora di avere "ppreso in quell'occas(one di un altro "fimmziamento" siciliano. Questa volin di sette miliardi. Rapisarda cit. anche I'ex ministro Carlo VIzzini. «DeU'Utti e andalo a lrovare il padre del ministra VIzzini, perche vi erana dei problemi per Ie difficolla del gruppo. Sempre in quel caso mi disse che per risolvere Ie diffic{llta gti crano slati richiesti venli miUardl)~. E aggiunge: «Non so se i1 denllro sin stalo effet~ livamente cons.gIl.to. cerlo e che Ie concessioni vennero rilllsc1nle». Rapisar. da sarA senlito in aula il 22 seuembre. dllta di ripres. del proces.<o.

1\ seqllcstro delle oontabillta deUe II Iioldlng.

II 20 Illglio SCOI"SO If\ Din cscguc iI

sequestro disposto con decreta dalla procura palermitana. Un provvedimenlo che suscita sconcerto e stupore Cra i parlamentari del Polo. Secondo i sost,tuti procuratori Nico Oozzo, Antonio Ingroia. Mauro Terranova e Umberto Dc GiWin. nelle venlidue holding del Cavahere sarebbe finito. tramite Marcello Dell'Utri, i1 denaro sporeD dei bos.< di C\\<a Nostra, Stefano Bontade e Girolamo "Mimmo" Teresi. L'inchiesta e quell. sui riciclaggio dei soldi della mafia. 11 fascieolo della Procura della Rcpuhbfica di Pal.mlo non 1111 int.stllzionc, solo Ull numero, 1'5677" che nasconde un'indagine su vent'tInni tli vita fillallzillria deUe sod.til milunesi di Berlusconi. II . .equeslro riguarda lutte Ie scntture contabili delle ventidlle holding che controllano l'intero cupitale della FininvcsI.

Diciolto anni in cui Berlusconl ha accresciulo il suo capitale in manler. vertiginosa. Ma lui, il Cavanere, dll tutta questa storia. continua a rest arne fuori. 1 pm pulermitani dicono che il leader eh Forza Italia non Iisulta iscrit-

10 ne\ regislro deg\i indagati. i\ protagonisla c sempre Dell'Utri. II provvedimento di sequeslro, disposto con decreto della Proeura di Palermo. e stato infalti disposto nell'ambito del- ' l'illdagioe condotta dalta Procura di p,t1enml contro ('ex manager di Publilaliu. Mn lInche contro l'imprendttol'e Carlo Bel'llasconi, dirigente del-

In sociclu II R.ea ", Ia Rete emittenti a~~ociat~. e!'trambi sot.to inc~iesta per r~clclaggl() ~n concorSQ con 1 boss di Cosa Nostrn Stdl\no Bontado e Girolamo "MiIllOlO" Teresi.