Sei sulla pagina 1di 11

Roberto Bertoni

www.liutart.com
ATTENZIONE: Questi appunti personali sono presi dal manuale di Mach3 in funzione di un
utilizzo di elettroniche fornite da CNC Italia in quanto mancanti della parte di configurazione
gi effettuata da lui stesso e fornita con il file a corredo.
La traduzione potrebbe contenere errori e fraintendimenti, quindi declino ogni responsabilit
su danni causati, a cose o persone, nell'utilizzo di macchine per le quali si fatto riferimento a
questi appunti.
DRO = Digital Read Out (Display). Si possono selezionare col relativo tasto o cliccando col mouse,
per inserire un nuovo valore. Si conferma il valore con Enter o si ritorna al precedente con Esc.
MDI = Manual Data Input
--------WIZARD
E' possibile effettuare delle lavorazioni senza un software Cam dedicato.
Premere LOAD WIZARDS e scegliere dalla lista. Scegliere in seguito i parametri necessari e se si
vuole rendere disponibile in seguito i settaggi, premere Save. Premere POST G CODE e uscire.
Per editare o creare un G Code si pu usare il Notepad e salvare in formato .txt.
P.S. Far girare sempre i file solamente da hard disk, perch Mach3 ha bisogno di leggere e scrivere
velocemente. I file non devono essere di sola lettura.
<<<>>
Settare la giusta velocit e accelerazione dei motori per non perdere passi e avere la lavorazione
coerente con il disegno.
------------------ CONFIGURAZIONI -----------------CONFIGURARE MOTOR TUNING
Scegliere l'asse desiderato premendo la relativa casella, poi con i cursori spostare i valori di velocit
e accelerazione/decelerazione. Con le frecce su e gi della tastiera muovere l'asse per vedere
l'effetto. Premere AXIS SETTING prima di passare ad un' altro asse.
Calcolo del valore di STEP PER, necessario per far si che la quantit di step sia corretta.
Questo valore indica il numero di impulsi che Mach3 invia per far muovere i motori di un unit (1
mm o 1 pollice, dipende da cosa settato in Select Native Units (men Config)
Calcolo:
1 : "passo della vite" (in mm)= X (Screws revs per unit)
X * ("numero denti albero": "numero denti puleggia")= Y (Motor revs per unit)
"Step motore"(normalmente 200) * Y = Mach3 steps per umit (valore da immettere nella
configurazione)

Esempio:
- Passo vite 2mm
- Puleggia motore 10 denti
- Puleggia albero 30 denti
1 : 2 = 0.5
0.5 * (30:10) = 1,5
200 * 1,5 = 300 (valore da immettere)
Fare questo calcolo per ciascun asse.
Se si usa il mezzo passo come configurazione del motore, il valore da immettere raddoppia perch
Mach3 deve inviare il doppio degli impulsi per muovere l'asse di un unit.
CONFIGURARE HOMMING E SOFTLIMITS
I settaggi immessi nella pagina di configurazione Home/Softlimits hanno effetto quando il tasto
relativo (REF ALL HOME) stato premuto (oppure con il codice G28.1) (si illuminano i led verdi
relativi agli assi).
D'ora in poi si sono "riferiti" tutti gli assi ai valori indicati dai display. Cio quello indicato il
nostro 0, che diverso dallo 0 reale degli assi (quando si in questa modalit Mach3 non ha alcuna
idea di dove siano posizionati gli assi).
Se la casella Auto Zero selezionata i display segneranno i valori indicati nella colonna Home Off
quando si preme REF ALL HOME. Questo utile con macchine di grosse dimensioni e/o lente. E'
quindi indispensabile separare gli switch di finecorsa da quelli di home, se lo switch di home non
all'estremit dell'asse.
Se si preme REF ALL HOME e sono installati dei finecorsa di home, gli assi cominciano ad
avanzare fino ad arrestarsi sugli switch. La direzione in cui si muovono dipende dalla spunta su
Home Neg. Se c' la spunta l'asse si muove nella direzione negativa finch l' Home input si attiva.
Se gi attivo si muove in positivo. Allo stesso modo, se non c' la spunta l'asse si muove in
positivo finch l'input attivo e nella direzione negativa se gi attiva.
E' possibile riferire un singolo asse alla volta nella pagina Setting.
Speed % serve per evitare di mandare a fine corsa gli assi quando si lavora ad alte velocit e indica
la velocit in cui si muovono gli assi quando ci si trova nella Slow Zone (zona al limite degli assi,
nella quale rallentano i motori).
Il software si rifiuta di andare oltre ai valori di X, Y e Z indicati da Soft Max e Soft Min (possono
essere anche valori negativi). Quando ci si avvicina a questi valori il movimento di avanzamento
rallenta nella zona indicata da Slow zone.
Tutti i limiti hanno azione solo quando il tasto Software Limits attivo (ovviamente premuto dopo
che si gi premuto REF ALL HOME).
G28 coordinates definisce le coordinate assolute dalle quali muoversi, quando eseguito. Esse sono
interpretate nell'unit di misura (G20 o G21) e non si aggiustano automaticamente se viene
cambiata l'unit di misura del sistema. (G20 per pollici, G21 per millimetri).
Configurare system hotkey
In questa pagina si possono assegnare dei tasti alle funzioni di jogging o per l'inserimento di dati
nella linea MDI (input manuale).
Premere la casella della funzione scelta e poi cliccare sul tasto da assegnare. In automatico verr

mostrato il valore assegnato.


La finestra external codes serve per assegnare i valori a trigger esterni oem.
Configurare backlash
Serve per aggiustare il gioco degli assi. Questo attivo solo se c' la spunta. La velocit identifica la
velocit alla quale viene spostato l'asse per togliere il gioco.
Configurare slaving
Serve per configurare i motori aggiuntivi sullo stesso asse.
Configurare toolpath
Definidce come mostrata l'immagine nella pagina Toolpath.
Origin sphere: mostra una sfera sull'origine
3D compass: mostra le frecce degli assi nella direzione positiva
Machine boudaries: mostra un rettangolo che indica i soft limits della macchina anche se non attivi
Tool position: indica l'attuale posizione dell'utensile
Jog follow mode: fissa nella finestra la posizione dell'utensile. Quando si esegue un g-code gira
l'immagine e rimane fermo l'utensile.
Colors= definisce i colori nel display
Reset Plane on regen: resetta il disegno quando si fa doppio click o si preme il pulsante Regen
Boxed Graphinc: disegna un rettangolo sui limiti del movimento dell'utensile
Configurare initial state
Configura il modo in cui attivo Mach3 alla sua apertura.
Vedi paragrafo 5.6.6
Configurare logic (GENERAL CONFIG)
G20/G21 control: pur se il programma lavora in G20 o G21, i display indicheranno sempre i valori
nell'unit di misura selezionata nel Setup Unit
Tool change: la richiesta di cambio utensile M6 pu essere ingorata o usata per richiamare la macro.
Se Auto tool changer selezionato, le macro M6Start/M6End saranno richiamate ma senza la
necessit di ripremere Cyle Start ogni volta.
Angualr properties: se selezionato l'asse relativo misurato a gradi (cio G20/G21 non alterano
l'interpretazione delle parole A,B,C)
Program end on R30 or Rewind: definisce le azioni da effetture alla fine o al rewind della parte del
proramma
Debounge Interval/ Index debounce: vedi 5.6.7
Program safety: quando selezionato attiva INPUT #1 come sicurezza
Editor: specifica l'editor da usare quando si preme il pulsante Edit G Code
Serial output: definisce la porta seriale da usare per funzioni speciali esterne quali, dispaly, cambio
utensile, fermi meccanici ecc.
Persistent DRO's: se selezionato all'avvio di Mach3 i display indicheranno ci che indicavano al
precedente spegnimento della macchina. Nota che, specialmente con motori micro-stepper, la
posizione reale potrebbe essere variata.
Disable gouge concavity check: se disattivo, durante la compensazione del taglio (G41 e G42),

Mach3 analizzer se il diametro dell'utensile troppo grande per tagliare all' interno degli angoli,
senza gouging (smussare?) il lavoro. Spuntare per disabilitare l'avvertimento.
Plasma mode: (per taglio al plasma)
No angular discrimination: questo rilevante per la costanza di velocit di lavorazione. Quando
deselezionato Mach3 tratta il cambio di direzione, il quale angolo maggiore del valore selezionato
in CV Angular Limit DRO come uno stop (anche se il modo CV selezionato) per evitare
l'eccessivo arrotondamento degli angoli acuti. Maggiori dettagli sul CV Constant Velocity mode si
trovano nel capitolo 10.
Feed override persist: se attivo, il feed override selezionato sar mantenuto alla fine dell'esecuzione
di una parte di programma
Allow wave files: se selezionato, permette a Nach3 di usare i suoni .wav di Windows per gli avvisi
di errore ecc.
Allow speech: serve per usare la voce dei messaggi di informazione di Windows Speec Agent. Fare
riferimento ai settaggi ti esso sul pannello di controllo di Wiundows
G04 Dwell params in Milliseconds: se selezionato, il comando G4 5000 dar un Dwell di 5 secondi.
Se deselezionato d un Dwell di 1 ora, 23 minuti e 5 secondi.
Set charge pump to 5Khz for laser standby level: (per il laser)
Use Safe_Z: se selezionato, Mach3 user la posizione definita di sicurezza dell'asse Z. Nota: se si
usa la macchina senza essere "riferita" allo zero (REF ALL HOME), pi sicuro lasciare questa
opzione non selezionata, poich senza riferimento le coordinate della macchina sono arbitrarie.
Tool selection persistent: se spuntato Mach3 ricorda i Tool selezionati al suo spegnimento.
--Tutti i profili della macchina sono salvati in un file, all'interno della directory principale di MAch3,
con estensione .xml. Si possono salvare pi file in modo da poter usare lo stesso PC con pi CNC, o
da avere settaggi diversi della stessa.
---------------- controlli e funzioni -------------Quando si preme REF ALL HOME, i display si azzerano e le caselle degli assi si contornano di
verde. Premere in seguito Soft Limits per attivare i limiti software impostati.
Quando si preme Goto Z gli assi si spostano sullo 0.
Il tasto MACHINE COORDS serve per visualizzare sul display le coordinate assolute della
macchina. Si accende il led relativo quando premuto.
Il fattore di scala (rapporto di grandezza) di ogni valore dell'asse pu essere settato mediante G51 e
cancellato da G50. Se questo settato (diverso da 1) viene applicato alle coordinate quando appare
nel G-code (led relativo si illumina). Il valore definito da G51 pu essere settato nel suo display,
relativo ad ogni asse.
Il tasto Verify serve per verificare se si sono persi dei passi in relazione allo zero (funziona solo se
si hanno installati degli switch di home). Muover gli assi fino agli switch.
Diameter Radius Correction (serve solo per il quarto asse, se rotativo)
GOTO Z muove gli assi sullo 0.
SET VARIABLE POSITION memorizza una posizione alla quale andare con GOTO VARIABLE
POSITION
Allo stesso modo funzionano anche SET RFERENCE POINT e GOTO REF POINT

MDI Manual Data Input


Nella pagina MDI si immettono i G code nella riga "Input" e si conferma con Enter, quindi il
comando verr eseguito. Il tasto Esc riporta fuori senza eseguire il comando.
Ricorda che quando si usano i tasti, o controlli esterni, ai quali sono stati assegnati delle funzioni,
queste non verranno eseguite, ma scritte nella linea di immissione dati.
Una linea MDI pu contenere una serie di dati. Questi vengono letti non in ordine di immissione ma
in un ordine "sensibile" specificato pi avanti. Se non si sicuri immettere comandi semplici uno
alla volta.
Usando le frecce su e gi ci si pu spostare all'interno delle sequenze gi immesse per richiamarle
ed evitare di riscriverle.
Si pu salvare una sequenza di comandi immessi: premere il tasto START TEACH, immettere tutta
la sequenza di codici, usando l'Enter per le conferme, e al termine premere STOP TEACH. Premere
LOAD EDIT e caricare la sequenza da usare o editare. Premere CYCLE START per eseguire la
sequenza. Premere EDIT G-CODE per editare il file e poterlo salvare con un altro nome (di default
C:/Mach3/GCode/MDITeach.tap).
JOGGING
TAB = esce il Jog. Per default le frecce scorrono gli assi X e Y, PgUp e PgDn per l'asse Z.
Le modalit di uso del Jog sono:
- Continous = gli assi si muovono finch si tiene premuto il tasto. La velocit di avanzamento
espressa in percentuale sul display Slow Jog Rate. Si possono immettere valori da 0.1% a 100%. Le
frecce incrementano del 5%. Premendo il tasto Shift e "s" si ha il 100% della velocit qualunque sia
il settaggio precedente; il led vicino a cont si illumina.
- Step = ad ogni pressione dei tasti gli assi avanzano dello step indicato. Con il tasto Cycle Jog Step
seleziona in automatico degli step predefiniti.
Premendo il tasto CTRL si attiva temporaneamente lo step; rilasciandolo si disattiva.
- MPG = manual pulse generator, usato per il controllo con joystic o rotary encoders.
Si possono collegare fino a 3 controlli esterni, via parallelo, seriale o usb riconosciuti da Windows.
SI attivano con il tasto JOG MODE selezionando MPG .
Gli assi che verranno utilizzati saranno indicati dai relativi led e selezionati attraversoi i loro tasti o
Alt-A per MPG1, Alt-B per MPG2 e Alt-C per MPG3.
Sopra questi controlli ci sono dei tasti per le funzioni dell' MPG. Nll'MPG Velocity Mode la velocit
di movimento degli assi in relazione alla velocit di rotazione dell'MPG con Mach3, in modo che
siano rispettate l' accelerzione e la massima velocit. Questo d una sensazione di movimento
naturale degli assi. (MPG Step/Velocity Mode attualmente funziona come il Velocity Mode.
Nel modo MPG Single Step ad ogni segnale esterno gli assi si spostano dello step indicato. Un solo
movimento di step alla volta pu essere richiesto. Se si manda un comando di step quando l'asse
gi in movimento, questo verr ignorato. Nel modo Multi-Step ogni click verr memorizzato e
messo in coda. I movimenti di step saranno alla velocit indicata dal display MPG Feedrate.
-----------Il riquadro Spendle Speed controlla la velocit del motore. Vedi par. 6.2.5.3
Riquadro FEED RATE
Il valore di Feedrate indica la velocit di avanzamento degli assi, espressa nell'unit usata (es:
millimetri al minuto). E' settato nel programma dalla lettera F. Se viene immesso un valore
superiore a quello massimo consentito dai settaggi della macchina, il valore usato e quest'ultimo.

In FRO (Feed per revolution) si immette il valore di avanzamento di unit in relazione ai giri del
motore. Ad ogni giro del motore gli assi avanzano di un unit espressa in FRO. Questo utile
quando i costruttori degli utensili indicano la velocit di avanzamento in questo modo.
Vedi par. 6.2.6.2 per specifiche su quest'ultimo.
La velocit di avanzamento reale indicata nei display "Units/Mi e Units/Re"
E' possibile non rispettare la velocit di avanzamento impostata, a meno che non sia in uso M49
(Diasble feedrate override) nel range che va da 20% a 299% immettendo il valore nel display
relativo alla percentuale. Le frecce muovono questo ad incrementi del 5%. Il led si accende e il
display FRO indica il valore calcolato. E' possibile ritornare come all'origine con Reset.
Controlli per l'esecuzione dei programmi
- CYCLE START esegue il programma
- FEED HOLD mette in pausa momentaneamente il programma per poi riavviarlo con - - - - CYCLE START. Mantiene acceso il motore a il Coolant (liquido raffreddante, se usato). Si possono
comunque spegnere manualmente, ad esempio per sostituire un utensile rotto. Mach3 mantiene in
memoria le coordinate al momento della pausa, quindi prima continuare il programma sopster gli
assi in quella posizione.
- STOP ferma immediatamente il programma, e poich ci possono essere perdite di passi, non pi
possibile riprenderlo da quel punto.
- REWIND riporta all'inizio della parte di programma correntemente caricato.
- SINGLE BLK pu essere attivato per eseguire solamente la successiva riga di comandi, premento
successivamente CYCLE START.
- REVERSE RUN pu essere attivato dopo FEED HOLD o SINGLE BLOCK. Successivamente,
premendo CYCLE START il programma verr rieseguito al contrario. Pu essere utile per un errore
dovuto a rottura di utensile ecc.
Il display LINE indica la linea di comandi sulla quale si posizionati. E' possibile immettre un
numero per spostarsi sula linea desiderata.
- RUN FROM HERE ? ?
- SET NEXT LINE ??
- BLOCK DELETE se premuto, la linea di G-code che inizia con una / non viene eseguita.
- M1 OPTIONAL STOP se premuto il comando M1 trattato come M00
Riquadro TOOL INFORMATION
Vengono indicati la lunghezza e il diametro dell'utensile. Permette, nei sistemi con input digitali, di
mettersi in automatico sullo 0 del piano Z.
Quando viene eseguito un M6, a meno che nella cong/logic sia disattivato, Mach 3 si muove nella
Safe Z e si ferma e il led di cambio utensile si accende. Per riprendere premere CYCLE START. Il
tempo trascorso indicato dal disply Elapsed.
JOG NO/OFF attiva o disattiva il Jog.
REMEMBER memorizza la posizione degli assi
RETURN riporta alla posizione memorizzata.
Pagina TOOLPATH (percorso utensile)
Il percorso dell'utensile disegnato con il colore settato in precedenza. Questo pu non
corrispondere realmente al percorso della macchina poich Mach 3 usa la memoria principalmente
per la lavorazione, la rimanente per disegnare a video. A volte quindi si possono avere dei cerchi

che sembrano dei poligoni ma questo non deve preoccupare, solo il disegno a display.
In questa pagina si pu vedere la figura tridimensionale della lavorazione e cliccando dentro si pu
spostarla in tutte le direzioni.
Premere Shift , cliccare il sinistro e tenendolo cliccato spostare in su e gi per fare lo zoom nella
schermata, oppure usare la rotella. Per spostare lo schermo premere il destro del mouse e spostarsi
tenendolo premuto.
Il doppio click riporta la figura come in origine.
Per stimare il tempo necessario per eseguire la lavorazione premere SIMULATE PROGRAM RUN
I dati del PROGRAM LIMIT possono essere utili per verificare le massime escursioni, in modo da
evitare di fresare il banco ecc.
REGEN PATH rigenera l'immagine dal G-code (con l'offset G92)
Nota: molto importante rigenerare l'immagine dopo che si sono cambiati i valori di offset sia per
avere una corretta visione, sia perch e usato per eseguire i giusti calcoli quando si usa G42 e G43
per la compensazione del taglio.
Pagina OFFSETS
Ai parametri di Offset ci si pu accedere mediante il men Operator e dal programma, ma pi
conveniente usare questa pagina. Fare riferimento al cap. 7
A causa delle definizioni G-Code sottolineate, Work Offset e Tool tables lavorano in modo
leggermente diverso.
ATTENZIONE: cambiare gli offset di Works e Tools in uso non muoveranno mai la macchina, ma
cambieranno solamente ci che vediamo sui display. Tuttavia un movimento (G0, G1 ecc.) dopo
aver settato i nuovi offset sposter la macchina in riferimento alle nuove coordinate.
Work Offset
Mach3 per default usa work offset 1. Immettendo nel display un valore da 1 a 255 si sceglier il
work offset da usare. Questo equivalente ad immettere da G55 a G59 o da G58.1 a G59.253. Si
possono usare anche i tasti FIXTURE per settare l'offset corrente. A volte Work Offset anche
chiamato Fixture Offset o Part Offset.
Si pu variare il valore dell'offset corrente immettendo nuovi dati nei disply della casella Work
Offset.
Gli assi X e Y sono settati in modo leggermente diverso da Z.
L'asse Z normalmente settata con un utensile "master" montato sulla fresa. Lo Z per gli altri
utensili sar poi corretto per mezzo della tavola Tool. Si mette un qualsiasi pezzo di materiale
(gauge block), o un foglio di carta fra l'utensile e il pezzo da lavorare (se questo deve essere Z=0.0)
oppure fra l'utensile e il tavolo (se questo deve essere Z=0.0); muovere Z lentamente fino a toccarlo.
Immettere lo spessore nel display Gauge Block Height e premere SET Z. Questo setta il valore di Z
nell'offset corrente. In modo che l'utensile sia alla giusta altezza.
Per X e Y il procedimento uguale, ma l'appoggiarsi con l'utensile potrebbe essere fatto su ogniuno
dei 4 lati del pezzo, tenendo presente il diametro dell'utensile e lo spessore del gauge block usato.
Nel display Edge Finder Diameter immetere un valore equivalente al diametro dell'utensile pi il
doppio dello spessore del gauge block e poi premere il tasto SELECT relativo. Premere al centro
per impostare un cerchio.
Questi valori possono essere tenuti in memoria al prossimo riavvio di Mach3 sttando correttamente
Persistent Offset e Offset Save in Config>General Config.
Tools

Gli utensili sono numerati da 0 a 255 e sono indicati dalla lettera T nel programma o immessi nel
display Tool. Il suo offset attivo solo se selezionato dal relativo tasto TOOL OFFSET ON/OFF
(G43 e G49).
Solo lo Z offset e il diametro sono usati da Mach3. Il diametro pu essere immesso direttamente nel
display. Lo Z-offset (ad esempio la compensazione per la lunghezza dell'utensile) pu essere
immessa direttamente o toccando con l'utensile. Il settaggio di offset dell'utensile identico al
settaggio di offset dell'asse Z in Work Offset. Anch'esso lo si pu mantenere memorizzato come per
Z.
Le tabelle possono essere editate e salvate usando i tasti SAVE WORK OFFSET e SAVE TOOL
OFFSET, oppure dal menu Config.
Pagina SETTING
Controlli dei limiti
Il controllo di input Activation 4 pu essere configurato per avere la funzione di Single Step,
equivalente al tasto SINGLE della casella Special Funcion in Setting, fatta da un controllo esterno.
Mach3 pu oltrepassare i limiti degli switch via software. Questo pu essere automatico, premendo
AUTO LIMIT OVERRIDE; in questo modo una volta oltrepassato il limite la macchina si ferma,
premere RESET e la macchina riprende le sue funzioni (anche nelle direzioni non volute dai limiti).
Si pu usare anche OVERRIDE LIMITS. Nota che questo non funziona se gli switch sono connessi
alla scheda driver o all' e-stop. In questo caso c' bisogno di switch esterni che bypassano gli switch
dei limiti.
I settaggi di System si trovano nelle pagine Program Run Setting e Diagnostic.
UNITS, in Setting, seleziona G20 o G21, ossia l'unit di misura. Questo andrebbe modificato sono
in occasionali piccoli frammenti di parte di programma, poich le tabelle di Work Offset e Tool
Offset sono solo in un unica unit di misura fissa.
Safe-Z serve per settare lo spostamento di sicurezza di Z prima che gli assi si muovano per andare in
home o per il cambio utensile.
CV Mode/Angular Limit (in Setting )
Il led attivo quando il sistema sta funzionando nella modalit "Constant Velocity ". Questa
conferisce un movimento pi fluido e veloce che non la modalit "Exact Stop", ma potrebbe causare
l'arrotondamento di alcuni angoli, e quasto dipende dalla velocit dei motori degli assi. Anche se il
sistema in CV mode, un angolo con il cambio di direzione pi acuto del valore dato nel display
Angular Limit sar trattato come se si fosse in modalit Exact Stop.
Maggiori dettagli sono nel cap. 10 sotto la voce "Constant Velocity".
OFFLINE disconnette tutti i segnali di output di Mach3. Questo serve per dei setup e per fare dei
test sulla macchina. Se usato durante una parte di un programma causer problemi di
posizionamento.
Encoder Control questi controlli sono usati per gli encoder. Rif. Par. 6.2.16
Automatic Z Control Family
In Mach3 si pu salvare il valore minimo di movimento pi in basso dell'asse Z. Vedi il men
Config >Logic (Config>General) per il settaggio statico di Inhibits-Z value .
C' anche una famiglia di controlli che permette di settare i valori di Inhibi-Z mentre si prepara, e
dopo aver fatto girare, un programma G-code.
Codifica il programma, che spesso pu essere l' impotrazione di un HPGL o di DXF, in modo che
un singolo taglio o un set di tagli sia effettuato con una profondit desiderata di Z (probabilmente

Z= -0.6 pollici, sulla base che la parte superiore del pezzo Z=0). L'ultimo comando potrebbe esser
un M30 (Rewind).
Usando l' Automatic Z Control si controllano i valori di Z-Inhibit per la profondit di Z al primo
passaggio di sgrossatura (probabilmente Z=-0,05), e di Lower Z-Inhibit per la successiva profondit
di taglio (probabilmente Z=-0.01).
L'intero lavoro ha bisogni di sei passate per arrivare a Z=-0,6, cos immettiamo il numero 7 in L
(Loop). Alla pressione di CYLCE START la macchina si mette in funzione ed effettua una serie di
passate ad incremento del valore dato a Z. I display tracciano il progressivo decremento di L, poich
stanno seguendo ed aggiornando il valore di Z-Inhibit. Se il numero dato ad L non raggiunge la
profondit di Z richiesta dal programma, allora puoi aggiornare nuovamente i display e ripetere i
programma.
Laser Trigger Control Family
Per il settaggio di output di trigger digitali al laser Vedi 6.2.18
Coordinate systems, Tooltable and Fixture
Il G-Code lavora sempre sulle coordinate correnti (al momento impostate). Se usiamo come 0 un
punto diverso dallo 0 macchina, questo sar il nostro Work Offset.
Per settare il Work Offset, o punto di origine in un precisa posizione, si procede normalmente in
questo modo:
1) Andare nella schermata Offset spostare gli assi sul punto desiderato, mediante il Jog oppure
immettendo le coordinate G0 in MDI.
2) Premere il tasto che indica ciascun asse. In questo modo si vedranno trasferiti i dati del display
sui display nella maschera Current Work Offset e il display dell'asse segna 0.
Premendo ABSOLUTE COORDINATE il display mostrer le coordinate assolute e il led si
illumina per avvertire di questo.
Se si conosce il punto dove impostare le coordinate di offset possibile immetterle semplicemente
nei display della maschera Current Work Offset
Abbiamo visto ora come settare l'offset 1, ma questo settaggio pu essere fatto allo stesso modo per
tutti gli altri offset disponibili, scegliendo prima il tasto relativo.
Quando andremo a
quell'impostazione.

richiamare

l'offset

desiderato,

le

coordinate

saranno

relative

Un altro modo per cambiare le coordinate immettere i valori direttamente nei display degli assi. In
questo modo verranno aggiornati automaticamente quelli nella maschera Current Work Offset. Nota
che la macchina non si muove ma sono cambiate semplicemente le coordinate dell'origine. Non
usare questo metodo finch non si ha famigliarizzato bene con gli altri.
Selezionare la spunta nell'apposito riquadro in Config>Logic (General) per far si che al prossimo
avvio di Mach3 si carichino i settaggi di work offset e tool offset lasciati in precedenza, e per far si
che non venga richiesto di salvare quando si chiude il programma (verr quindi salvato in
automatico).
Altri due metodi di offset sono, l'uso di G92 e G52.
Con i valori immessi da G52 ( es: G52 X=0 Y=0 Z=0) si setta l'offset sul valore attuale maggiorato
del valore immesso. Se non viene menzionato l'asse nel codice, il suo valore rimane inalterato.
Con G92 si setta l'offset sul valore immesso nelle coordinate.
G52 utile se si vogliono fare pi fresature uguali ma spostate su coordinate diverse. (vedi esempio
pag. 94)

Per questo utile usare anche M98 e M99 per evitare di copiare parti intere di programma, ma
richiamarle solo da una. (vedi esempio pag. 94)
Per cancellare l'offset settato da G92 immettere semplicemente G92.1
Per evitare disastri non usare mai G52 e G92 contemporaneamente, perch Mach3 usa lo stesso
metodo per fare i calcoli e andrebbe in confusione.
Non dimenticarsi mai di cancellare l'offset quando si usato.
Usare questi comandi sempre con cautela per evitare confusioni e danneggiare la macchina.
Preferire a questi i normali controlli di offset.
Cutter Compensation
La funzione di cutter compensation non dovrebbe mai essere usata. E' meglio controllare tutto
attraverso il CAM. Serve comunque nei casi in cui si voglia usare un utensile diverso da quello per
il quale stato scritto il programma o per usare un parte di programma nel quale indicato il profilo
del percorso ma non il diametro dell'utensile.
(vedi cap. 9 pag. 105)
------------------Per poter usare controlli esterni come Joystic, con i relativi tasti, ecc. avviare KeyGrabber.exe nella
cartella dove installato Mach3, fare le dovute configurazioni e da qu caricare Mach3 con
l'apposito tasto. In questo modo Mach3 user tutte le funzioni che avremo impostato in KeyGrabber
(come ad esempio assegnazione di tasti della tastiera o di tasti del joystic a determinate funzioni)
DAL FORUM:
Per fissare lo zero macchina ti sposti fino al punto desiderato, assicurandoti di essere in MACHINE
COORD'S (vedrai il riquadro in rosso) premi il tasto REF ALL HOME. Le coordinate di tutti gli
assi si azzereranno all'istante (a meno che tu non abbia messo gli interruttori di HOME ed allora la
macchina si muover fino a sentire la pressione degli stessi...)
Per lo zero pezzo esci dalla modalit MACHINE COORDS e premi i tasti ZERO X, ZERO Y e
ZERO Z. Hai fissato lo zero pezzo. Per tornare a questo punto basta che premi il tasto GOTO Z
perche' quando premo goto z prima si spostano x e y e poi infine z e non prima z e poi x e y ?
Perch non hai impostato SAFE Z....
Inoltre chiedo se normale che non mi venga memorizzata la velocita (F), ovvero, ognivolta mi
tocca impostarla poich quando avvio mach sistematicamente mi trovo la velocit impostata su 6.0
In general Config flagga il persistent DROs
(Esegui screen4 apri l'interfaccia che utilizzi tipo 1024.set clicca su TAB in alto, tasto destro su
tastoni triangolari slow jog rate + - clicca su use hotkey, attesa di pressione di un qualsiasi tasto
tastiera, tastierino numerico, tastierino usb, ecc.. salva la nuova configurazione, con altro nome (se
vuoi), load screen su mach3, funziona anche senza aprire MGP Mode.)
-----Quando si arriva al finecorsa il software si ferma. Premere reset e ritornare indietro con il carrello.
Una volta ripreso il contetto si ferma nuovamente, quindi ripremere reset e ripartire normalmente.
Sull'ultima pagina (o sulla penultima a memoria non ricordo) dovrebbe esserci un comando
"override limit switch" (o qualcosa di simile). Quando sei in finecorsa spunti quello e ti permesso
di resettare e uscire lentamente dal finecorsa. Dovrebbe anche esistere il comando "auto override
limit switch" . Se spunti quello dovrebbe bastare il reset alla macchina e puoi uscire dal finecorsa.
Nella Pagina SETTINGS dovrebbe esserci un comando "override limit switch" (o qualcosa di

simile). Quando sei in finecorsa spunti quello e ti permesso di resettare e uscire lentamente dal
finecorsa. Dovrebbe anche esistere il comando "auto override limit switch" . Se spunti quello
dovrebbe bastare il reset alla macchina e puoi uscire dal finecorsa. Probabilmente avevi questa
impostazione e per sbaglio l'hai disabilitata.)
CONFIG--HOMING/LIMITS per settare le dimensioni del piano di lavoro
Soft min. 0 il punto di partenza di un asse e Soft Max la misura di massima di ciascun asse.
Premere LIMITI SOFTWARE e la macchina non si sposter al di fuori del quadrato rosso.
Per cambiare il senso di rotazione dei motori su config .. ports e pins .. motor output ... su dir low
active cambiare stato, da rosso a verde o da verde a rosso (controllare l'avanzamento delle
coordinate positive o negative)

Potrebbero piacerti anche