Sei sulla pagina 1di 207

PROGETTARE PRODOTTI MIGLIORI

Novit

SolidWorks 2008

1995-2007, Dassault Systmes


SolidWorks Corporation un'azienda del gruppo
Dassault Systmes S.A. (Nasdaq:DASTY).
300 Baker Avenue
Concord, MA 01742 USA
Tutti i diritti riservati
Brevetti USA 5.815.154, 6.219.049, 6.219.055,
6.603.486, 6.611.725, 6.844.877, 6.898.560, 6.906.712,
7.184.044 e alcuni brevetti stranieri, compresi
EP 1.116.190 e JP 3.517.643. Altri brevetti USA
e stranieri in corso di concessione.
Le informazioni e il software discussi in questo
documento sono soggetti a modifica senza preavviso
e non costituiscono impegno da parte di SolidWorks.
Nessun materiale pu essere riprodotto o trasmesso
sotto qualsiasi forma o attraverso qualsiasi mezzo,
elettronico o meccanico, e per qualsiasi scopo senza il
previo consenso scritto di SolidWorks Corporation.
Il software descritto in questo manuale fornito in base
alla licenza e pu essere usato o copiato solo in
ottemperanza delle condizioni della stessa. Ogni
garanzia fornita da SolidWorks relativamente al software
e alla documentazione stabilita nellAccordo di licenza
e del servizio di abbonamento di SolidWorks
Corporation. Nessunaltra dichiarazione, esplicita o
implicita, in questo documento o nel suo contenuto
dovr essere considerata o ritenuta una correzione
o revisione di tali garanzie.
SolidWorks, PDMWorks, 3D PartStream.NET, 3D
ContentCentral, DWGeditor, eDrawings e il logo
eDrawings sono marchi depositati. FeatureManager
un marchio depositato in compropriet di SolidWorks.
SolidWorks 2008 il nome di un prodotto della
SolidWorks Corporation.
COSMOSXpress, DWGgateway, Feature Palette,
PhotoWorks, TolAnalyst e XchangeWorks sono marchi
commerciali di SolidWorks.
COSMOS e COSMOSWorks sono marchi depositati,
COSMOSMotion, COSMOSDesignStar e
COSMOSFloWorks sono marchi commerciali di
Structural Research & Analysis Corp.
FeatureWorks un marchio depositato di Geometric
Software Solutions Co. Ltd.
Altri nomi di marca o di prodotto sono marchi
commerciali o marchi depositati dei rispettivi titolari.

SOFTWARE PER COMPUTER


COMMERCIALE - PROPRIET
Limitazione dei diritti per il governo statunitense.
Lutilizzazione, la duplicazione o la divulgazione da parte
del Governo sono soggette alle restrizioni contemplate in
FAR 52.227-19 (Commercial Computer Software Restricted Rights), DFARS 227.7202 (Commercial
Computer Software and Commercial Computer Software
Documentation) e in questo Accordo di licenza, a
seconda del caso.
Appaltatore/Produttore:
SolidWorks Corporation, 300 Baker Avenue, Concord,
MA 01742 USA
Porzioni di questo software 1990-2007 D-Cubed Ltd.
1998-2007 Geometric Software Solutions Co. Ltd.
1986-2007 mental images GmbH & Co. KG, 19962007 Microsoft Corporation, 1997-2007, Structural
Research & Analysis Corp. 2000-2007 Tech Soft 3D, e
1998-2007 3Dconnexion, IntelliCAD Technology
Consortium, Independent JPEG Group.Tutti i diritti
riservati
Porzioni di questo software sono della PhysX da
AGEIA 2006-2007.
Porzioni di questo software sono tutelate dai diritti
dautore e sono propriet di UGS Corp. 2007
Copyright 1984-2007 Adobe Systems Inc. e suoi
concessori di licenza. Tutti i diritti riservati
Protetto dai brevetti USA 5.929.866, 5.943.063,
6.289.364, 6.563.502, 6.639.593, 6.754.382. Altri
brevetti in corso di concessione.
Adobe, il logo Adobe, Acrobat, il logo Adobe PDF,
Distiller e Reader sono marchi depositati o marchi
commerciali di Adobe Systems Inc. negli Stati Uniti e in
altri paesi. Per ulteriori informazioni sul diritto dautore,
nel menu ? selezionare Informazioni su SolidWorks.
Altre porzioni di SolidWorks 2008 sono state ottenute in
licenza da concessori di SolidWorks.
Tutti i diritti riservati.
Software PDMWorks Enterprise 1998-2007
SolidWorks Nordic AB. Tutti i diritti riservati
Outside In Viewer Technology 1992-2007 Stellent
Chicago, Inc.

Sommario

Introduzione
Informazioni su questo manuale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . xii
Uso del manuale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . xiii
Conversione dei file SolidWorks in SolidWorks 2008. . . . . . . . . . . . . . . . . . xiv

Capitolo 1

Interfaccia utente

Barra dei menu. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-2


Barra degli strumenti della barra dei menu . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-2
Menu della barra dei menu . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-2
Ricerca e Guida di SolidWorks . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-2
CommandManager . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-3
Personalizzazione del CommandManager . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-3
Attivazione delle aggiunte SolidWorks Office . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-3
Albero di disegno FeatureManager . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-3
Visibilit degli elementi nellalbero di disegno FeatureManager . . . . . . . 1-4
Filtro per lalbero di disegno FeatureManager. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-4
Etichette . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-6
Barra degli strumenti Vista con preavviso . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-6
Barre degli strumenti contestuali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-6
Barre di collegamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-7
Apertura e visualizzazione dei documenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-8
Sfoglia documenti recenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-8
Browser Apri documenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-9
Descrizione comandi Anteprima del documento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-9
Task Pane . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-9
Pulsanti dei menu mobili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-9
Controllo dei messaggi visualizzati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-10

Novit in SolidWorks 2008

iii

Modifica delle propriet di un documento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-11


Design Clipart. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 1-11

Capitolo 2

RealView

Flusso di lavoro RealView . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-2


Modelli legacy . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-2
Aspetti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-3
PropertyManager di Aspetti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-3
Scenografie . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-8
Scenografie base . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-8
Scenografie di presentazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-9
Scenografie di studio. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-10
PropertyManager di Modifica scenografia . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-11
Evidenziatura dinamica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 2-15

Capitolo 3

Schizzi

Simmetria di schizzo 3D. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-2


Blocchi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-3
Creazione di blocchi 2D in schizzi 3D . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-3
Tratteggio/riempimento area . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-3
PropertyManager consolidati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-4
Strumenti di tracciamento automatico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-5
Mostra/Nascondi schizzo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-6
Schizzi in Instant3D . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-6
SketchXpert . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-7
Miglioramenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-7
Spline . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-8
Continuit in corrispondenza dei quadratini di ridimensionamento . . . . . 3-8
Vincoli di curvatura . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-9
Manipolatori di spline disponibili non durante la modifica dello schizzo 3-10
Spline su superficie . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 3-10

Capitolo 4

Funzioni

Superfici di delimitazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-2


Opzione Lineare . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-2
Influenza tangente . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-2
Raccordi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-3
Spigoli con raccordi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-3
Selezione raccordo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-3
Novit in SolidWorks 2008

iv

Serie fori. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-4


Miglioramenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-4
Creazione guidata fori . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-5
Miglioramenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-5
Instant3D . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-6
Ripetizioni. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-8
Ripetizioni circolari . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-8
Ripetizioni cosmetiche. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-8
Linee di divisione e parti. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-9
Linee di divisione. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-9
Dividi parti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-10
Sweep . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 4-10

Capitolo 5

Parti

Sistemi di accoppiamento a coordinata . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-2


Inserimento e specchiatura delle parti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-2
Inserimento di schizzi con linserimento di parti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-2
Interruzione del collegamento ad una parte . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-2
Propriet personalizzate delle parti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-2
Posizionamento automatico di parti con le regole di accoppiamento . . . 5-3
Isolamento di corpi nella modalit di parte . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 5-4

Capitolo 6

Assiemi

Generalit. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-2
Dati statistici assieme . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-2
Riferimenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-2
Analisi di assemblaggio. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-2
Stati di visualizzazione in eDrawings . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-2
AssemblyXpert . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-2
Componenti derivati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-3
Propriet personalizzate dei componenti specchiati . . . . . . . . . . . . . . . . 6-3
Ripetizioni derivate dal componente . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-3
Allineamento del foro . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-6
Progettazione di assiemi basati su schizzo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-7
Componenti virtuali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-7
Schizzi di layout. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-8
Accoppiamenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-9
Icone di accoppiamento nellalbero di disegno FeatureManager . . . . . . 6-9
Accoppiamento sullorigine e sistemi di coordinate . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-9
Novit in SolidWorks 2008

PropertyManager di Accoppiamento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-10


Copia con accoppiamenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-12
Selezione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-14
Selezione di sottoassiemi nellarea grafica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-14
Strumenti di selezione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-14
Selezione avanzata del componente. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-14
Filtro dellalbero di disegno FeatureManager . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-14
Mostra/nascondi componenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-16
Rappresentazioni semplificate per gli assiemi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-17
Panoramica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-17
Stati di visualizzazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-18
Caricamento selettivo dei componenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-18
Comportamento legacy . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-20
Smart Fasteners. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 6-21

Capitolo 7

Configurazioni

Generale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-2
Funzione Tabella dati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-2
Fori di creazione guidata . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-2
Finestra di dialogo Modifica. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-2
Creazione di un PropertyManager per configurare i componenti. . . . . . . . . 7-2
Creazione e modifica delle configurazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-4
Parti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-4
Assiemi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 7-6

Capitolo 8

Studi del movimento

Interfaccia di Studi movimento . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-2


Livelli di funzionalit . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-2
Miglioramenti a MotionManager . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-3
Riquadro comprimibile. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-3
Filtri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-3
Punti chiave. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-3
Velocit di riesecuzione. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-3
Salva animazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-3
Movimento di assieme . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-4
Aggiunta di motori alle animazioni. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-4
Simulazione fisica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-4
Contatti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-4
Molle . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-4
COSMOSMotion . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-4
Novit in SolidWorks 2008

vi

Propriet analitiche degli accoppiamenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-4


Smorzatori . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-4
Parti fisse e mobili . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-5
Studi legacy . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-5
Grafici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-5
Gestione di vincoli ridondanti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 8-5

Capitolo 9

Disegni e dettagli

Generale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-2
Bollature nelle note . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-2
Testo bollatura . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-2
Rimozione della finestra di dialogo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-2
Allineamento delle quote . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-2
Propriet della quota . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-2
Linee di associazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-2
Fogli di disegno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-3
Nuovi disegni da Apri documenti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-3
Copia di fogli . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-3
Inserimento immagini . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-3
Viste di disegno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-3
Viste scomposte . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-3
Viste in sezione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-4
Viste di annotazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-4
Allineamento delle entit di schizzo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-4
Distinte materiali. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-5
Contenuto delle colonne . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-5
Modifica delle propriet . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-5
Componenti virtuali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-5
Uso di materiali nelle saldature . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-5
Tabelle . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-7
Modifica delle celle . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-7
Modifica esterna delle celle . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-7
Modifica delle tabelle . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-7
Equazioni nelle celle . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-8
Inserimento di testo nelle celle o note . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-8
Intestazione e stato della bollatura . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-8
Posizione dellintestazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-8
Visibilit di righe e colonne nelle tabelle . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-9
Modifica dei caratteri . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-9
Modifica di colonne . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 9-9

Novit in SolidWorks 2008

vii

Capitolo 10 Quote e tolleranze


Generale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10-2
DimXpert per parti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10-3
Funzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10-3
Uso di DimXpert . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10-4
TolAnalyst. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 10-11

Capitolo 11 COSMOSWorks
Generale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-2
Mentore di analisi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-2
Materiale iperelastico Mooney-Rivlin e Ogden (A) . . . . . . . . . . . . . . . . 11-3
Shell visualizzati per spessore o materiale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-3
Nuovi tipi di studio . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-3
Studio dei recipienti a pressione (P) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-3
Studio di dinamica lineare (A) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-3
Studio di dinamica non lineare (A). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-8
Esempio di studio dinamico lineare (A) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-8
Studi di analisi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-12
Travi. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-13
Scenari di progetto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-13
Supporto dei grandi spostamenti. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-14
Tracker di tendenza (P) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-14
Carichi e vincoli . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-15
Connettori bullone . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-15
Connettori perno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-16
Mesh . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-16
Contatto e unione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-17
Elementi rigidi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-18
Visualizzazione dei risultati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-19
Grafici di dettaglio del progetto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-20
(P)Linearizzazione della sollecitazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 11-21

Capitolo 12 Altra funzionalit


Installazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-2
Interfaccia di programmazione dellapplicazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-2
DFMXpress . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-7
Controlli di regola . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-7
Configurazione regole . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-8

Novit in SolidWorks 2008

viii

DriveWorksXpress . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-8
Panoramica . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-9
Parametri di cattura . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-9
Creazione delle propriet personalizzate . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-9
Progettazione di moduli di immissione dati . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-9
Creazione di regole . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-9
Esecuzione dei modelli . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-10
eDrawings . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-11
Disegni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-11
Mozilla Firefox . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-11
Anteprime . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-11
File Pro/ENGINEER . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-11
Feed RSS . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-11
Stati di visualizzazione SolidWorks . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-12
File STL (stereolithography) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-12
File XPS (Specificazione carta XML). . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-12
Importazione ed esportazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-12
Adobe Illustrator . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-12
Adobe Photoshop . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-12
Autodesk Inventor . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-13
Mappatura DXF/DWG . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-13
Ripetizioni piatte di lamiera . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-13
Pro/ENGINEER . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-13
Rhino . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-14
SolidWorks Explorer. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-14
Anteprime riquadro di destra . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-14
Etichette . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-14
Progettazione di stampi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-15
MoldflowXpress . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-15
Lamiera . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-15
Aggiunta di cordoni di saldatura a parti di lamiera. . . . . . . . . . . . . . . . 12-15
Esportazione di ripetizioni piatte . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-15
SolidWorks Rx . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-16
Saldature . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-17
Trasferimento informazioni di elenco di taglio con corpo di saldatura . 12-17
Distinta dei materiali . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-17
Corpi di saldatura con giochi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 12-17
Orientamento del profilo di un membro strutturale . . . . . . . . . . . . . . . 12-18

Novit in SolidWorks 2008

ix

Capitolo 13 Componenti di SolidWorks Office Professional


FeatureWorks. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-2
Riconoscimento di funzioni automatico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-2
Strumento Ridimensiona . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-3
Sweep di base con loop interni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-4
PhotoWorks . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-5
Elaborazione dei documenti in batch . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-5
Mappatura ambiente cubico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-6
Illuminazione indiretta . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-7
Aspetti e scenografie. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-9
PropertyManager di Aspetti . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-9
Aspetti emissivi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-10
Editor della scenografia di PhotoWorks. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-11
Opzioni del sistema . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-13
Regolazione immagine . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-14
Usa abbassamento realistico . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-15
SolidWorks Design Checker. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-16
Controlli dei documenti da file DWG . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-16
Controlli del livello di criticit . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-16
Duplicazione dei controlli di carattere . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-17
File standard molteplici sul documento attivo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-17
Controlli del documento. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-18
Verifiche di quota . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-18
Controlli del documento di disegno . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-19
Controlli del documento di parte . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-19
Controlli del documento di assieme . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-20
Controlli di funzione. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-20
SolidWorks Task Scheduler . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-20
Esporta i file PDMWorks . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-20
Rendering e animazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-21
Dissezione dei file . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-21
SolidWorks Utilities. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-22
Confronto di documenti - Assiemi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-22
Incolla funzioni. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-22
Trova/Sostituisci annotazioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-22
Miglioramenti alla semplificazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-22
Verifica di simmetria . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-23
Analisi dello spessore . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-23

Novit in SolidWorks 2008

PDMWorks Workgroup. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-24


Supporto PDF (Portable Document Format) . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-24
Visualizzazione propriet del documento modificate in eDrawings. . . 13-25
Importazione ed esportazione del vault di PDMWorks Workgroup . . . 13-25
Toolbox. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-26
Dimensione automatica dei componenti di Toolbox . . . . . . . . . . . . . . 13-26
Contenuto . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 13-27

Capitolo 14 Componenti di SolidWorks Office Premium


ScanTo3D. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14-2
Generale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14-2
Analisi di deviazione . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14-5
Strumenti di modifica della mesh. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14-6
Creazione guidata curva . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14-6
Preparazione guidata mesh. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14-8
Creazione guidata delle superfici . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14-10
SolidWorks Routing . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14-14
Generale . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14-14
Connettori elettrici con molteplici punti di connessione . . . . . . . . . . . . 14-14
Lunghezza fissa . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14-14
Punti di connessione e punti di percorso a peso leggero . . . . . . . . . . 14-15
Lunghezze standard dei tubi . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14-15
Opzioni . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14-15
Instradamento automatico. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14-16
Percorso appiattito . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14-16
TolAnalyst. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . 14-17

Novit in SolidWorks 2008

xi

Introduzione

Informazioni su questo manuale


Questo manuale offre una panoramica delle nuove funzionalit del software
SolidWorks 2008 e spiega i concetti con esempi di molte nuove funzioni.
Questo manuale non tratta nei dettagli tutte le nuove funzioni introdotte con questa
versione del software. Lelenco completo fornito nella Guida in linea di
SolidWorks.

Pubblico dei lettori


Il manuale inteso per un pubblico di utenti esperti e presuppone una buona
conoscenza di una versione precedente di SolidWorks. Si consiglia ai nuovi utenti
di consultare il manuale Avvio rapido, di completare le lezioni dei Tutorial
SolidWorks, quindi di informarsi presso il rivenditore locale in merito ai corsi di
addestramento alluso di SolidWorks.

Altre risorse
Novit interattive unaltra risorsa di informazioni utili sulle nuove funzionalit del
software SolidWorks. Fare clic su
accanto agli elementi del nuovo menu e sul
titolo dei PropertyManager nuovi e modificati per scoprire le novit sul comando.
Apparir un argomento contenente le informazioni provenienti da questo manuale.

Modifiche dellultimo minuto


Questo manuale potrebbe non includere le informazioni su tutti i miglioramenti
inclusi in SolidWorks 2008. Le ultime modifiche saranno documentate nelle Note di
distribuzione di SolidWorks.

Novit in SolidWorks 2008

xii

Uso del manuale


File di esempio
Utilizzare il presente manuale insieme ai file di parte, assieme e disegno di esempio
forniti. I file di esempio risiedono nella cartella
<directory_installazione>\samples\whatsnew. Dato che alcuni file di esempio sono
usati per pi esercitazioni, sono forniti in formato di sola lettura per evitare che
vengano sovrascritti.
Novit in SolidWorks 2008: alcune nuove procedure sono
fornite in file separati, simili ai tutorial e denominati Esempi
pratici. Se una sezione del manuale contiene un Esempio
pratico, laccesso sar fornito mediante collegamento
ipertestuale.

Convenzioni tipografiche del manuale


Convenzione

Significato

Grassetto

Qualsiasi strumento, elemento di menu o file di


esempio di SolidWorks

Corsivo

Rimanda ad altri manuali o documenti o serve


per enfasi
Suggerimento
Fa riferimento alla Guida in linea di SolidWorks

Sottolineatura blu

Novit in SolidWorks 2008

Collegamenti ipertestuali alla Guida in linea di


SolidWorks oppure ad un Esempio pratico

xiii

Conversione dei file SolidWorks in SolidWorks 2008


Lapertura di un documento SolidWorks creato con una versione precedente potrebbe
richiedere tempi pi lunghi rispetto al solito. Dopo avere aperto e salvato il file, le
aperture successive avvengono normalmente.
La Conversione guidata di SolidWorks converte automaticamente tutti i file di una
versione precedente nel formato SolidWorks 2008. Per accedere alla Conversione
guidata, fare clic sul pulsante Start di Windows, quindi su Tutti i programmi,
SolidWorks 2008, Strumenti SolidWorks, Conversione guidata.
Nella cartella della conversione sono generati due file:
Conversion Wizard Done.txt che contiene lelenco dei file convertiti.
Conversion Wizard Failed.txt che contiene lelenco dei file non convertiti.
Al termine della conversione al formato SolidWorks 2008,
non sar pi possibile aprire i file con versioni precedenti di
SolidWorks.

Novit in SolidWorks 2008

xiv

1
Interfaccia utente

Questo capitolo descrive i miglioramenti apportati allinterfaccia utente, in particolare:


Barra dei menu
CommandManager
Albero di disegno FeatureManager
Etichette
Barra degli strumenti Vista con preavviso
Barre degli strumenti contestuali
Barre di collegamento
Sfoglia documenti recenti
Browser Apri documenti
Task Pane
Pulsanti dei menu mobili
Controllo dei messaggi visualizzati

Novit in SolidWorks 2008

1-1

Capitolo 1 Interfaccia utente

Barra dei menu


Linterfaccia utente di SolidWorks 2008 stata ridisegnata per ottimizzare lo spazio
disponibile. Oltre al titolo del documento corrente, la nuova barra dei menu contiene
un sottogruppo di strumenti della barra standard, i menu di SolidWorks, lovale di
ricerca SolidWorks e un menu mobile con le opzioni relative alla Guida in linea.

Barra degli strumenti della barra dei menu


Nella vista predefinita della barra dei menu sono visibili solo i pulsanti della barra
degli strumenti.

possibile personalizzare questa barra degli strumenti come qualsiasi altra barra
delle versioni precedenti di SolidWorks.
Vedere largomento Personalizzazione dei comandi nella Guida in linea.

Menu della barra dei menu


I menu sono nascosti di default. Per visualizzarli, portare il mouse sul logo
SolidWorks e fare clic.

Per mantenere visibili i menu, usare la puntina

Tutti i comandi di menu appaiono automaticamente, ma possibile personalizzare i


menu per nascondere le opzioni che non si usano.
Vedere largomento Personalizzazione dei menu nella Guida in linea.

Ricerca e Guida di SolidWorks


Lovale di ricerca SolidWorks si trova ora sul lato destro della barra dei menu,
insieme ad un menu mobile con le opzioni relative alla Guida in linea.

Lo strumento Ricerca SolidWorks visualizza anche le immagini degli elementi


trovati (se disponibili). I risultati di una ricerca appaiono nella vista Ricerca
del
Task Pane. Cos come per gli elementi di Toolbox, anche i risultati di una ricerca
possono essere trascinati nellarea grafica per essere aggiunti al modello aperto. I
risultati possono includere elementi presenti nei cataloghi 3D ContentCentral.
Novit in SolidWorks 2008

1-2

Capitolo 1 Interfaccia utente

CommandManager
Il CommandManager, se visualizzato, sempre agganciato sopra larea grafica.
Le schede sotto il lato sinistro del CommandManager consentono di alterare la
visualizzazione dei comandi e sostituiscono i pulsanti dellarea di controllo delle
versioni precedenti di SolidWorks. Le schede visualizzate di default dipendono
dal tipo di documento aperto e dal flusso di lavoro scelto.

Personalizzazione del CommandManager


possibile personalizzare le schede del CommandManager nei modi seguenti:
Aggiungendo schede e pulsanti
Modificando i nomi dei pulsanti
Visualizzando o nascondendo le schede
Vedere largomento CommandManager nella Guida in linea.

Attivazione delle aggiunte SolidWorks Office


Con SolidWorks Office, SolidWorks Office Professional o SolidWorks Office
Premium, la scheda Prodotti Office apparir nel CommandManager.
Usare il tasto mobile di SolidWorks Office per attivare le aggiunte di SolidWorks
Office installate sul proprio computer e visualizzare i relativi comandi pi comuni.

Albero di disegno FeatureManager


Esistono nuovi comandi che consentono di regolare gli elementi visualizzati
nellalbero di disegno FeatureManager.
possibile:
Mostrare o nascondere elementi del FeatureManager
Applicare un filtro allalbero di disegno FeatureManager
Inoltre, le nuove icone dellalbero di disegno FeatureManager distinguono le
varianti delle funzioni. Ad esempio, ora gli accoppiamenti hanno icone distinte che
ne denotano il tipo. Vedere Icone di accoppiamento nellalbero di disegno
FeatureManager a pagina 6-9.

Novit in SolidWorks 2008

1-3

Capitolo 1 Interfaccia utente

Visibilit degli elementi nellalbero di disegno FeatureManager


possibile controllare la visibilit degli elementi, come le cartelle Allegati
Equazioni
.

ed

Per determinare la visibilit degli elementi nellalbero di disegno FeatureManager:


1 Fare clic su Opzioni

(nella barra dei menu) oppure selezionare Strumenti,

Opzioni.
2 Nella scheda Opzioni del sistema, fare clic su FeatureManager.
3 In Nascondi/Mostra elementi albero, per ciascun elemento selezionare una

delle seguenti opzioni:


Automatico. Visualizza lelemento, se presente. Diversamente, lo mantiene
nascosto.
Nascondi/Mostra. Nasconde o mostra sempre lelemento.
4 Fare clic su OK.

Gli elementi nascosti dellalbero di disegno FeatureManager sono accessibili


facendo clic con il pulsante destro del mouse sullicona di primo livello dellalbero e
selezionando Elementi albero nascosti.
Lopzione di visibilit accessibile anche espandendo il menu di scelta
rapida e selezionando Nascondi/Mostra elementi albero.
Vedere largomento Opzioni FeatureManager nella Guida in linea.

Filtro per lalbero di disegno FeatureManager


Il filtro dellalbero di disegno FeatureManager consente di ricercare funzioni
specifiche di parti e componenti di assiemi.
Si pu filtrare secondo:
tipi di funzione
nomi di funzioni
schizzi
cartelle
accoppiamenti
etichette definite dallutente
propriet personalizzate

Novit in SolidWorks 2008

1-4

Capitolo 1 Interfaccia utente

Per filtrare lalbero di disegno FeatureManager:


1 Nel FeatureManager, digitare una parola chiave nel campo del filtro

.
In un assieme, fare clic sulla freccia Gi per selezionare altri parametri (es. la
visualizzazione nellarea grafica dei soli elementi corrispondenti ai criteri del filtro).
Vedere Filtro dellalbero di disegno FeatureManager a pagina 6-14.
2 Per visualizzare nuovamente tutte le funzioni, fare clic su

nel campo del filtro.

Vedere largomento Filtraggio dellalbero di disegno FeatureManager


nella Guida in linea.

Novit in SolidWorks 2008

1-5

Capitolo 1 Interfaccia utente

Etichette
Le etichette sono parole chiavi che lutente aggiunge ai documenti e funzioni
SolidWorks per renderli pi semplici da filtrare e ricercare.
Per aiutare nel filtraggio dellalbero di disegno FeatureManager, aggiungere le
etichette alle funzioni selezionate nellarea grafica.
Per facilitare la ricerca, aggiungere le etichette ai documenti selezionati:
nella scheda File Explorer nel Task Pane
nel pannello File Explorer in SolidWorks Explorer
Vedere largomento Etichette nella Guida in linea.

Barra degli strumenti Vista con preavviso


Una barra degli strumenti trasparente in ogni vista fornisce tutti gli strumenti pi
comuni necessari per la manipolazione della vista.

La barra degli strumenti Vista con preavviso non pu essere nascosta o


personalizzata.
Le viste personalizzate e con videocamera definite dallutente appaiono nel menu
mobile Orientamenti di vista
.
Il menu mobile Filtri della vista
consente di controllare simultaneamente la
visibilit di molti elementi dellarea grafica, come annotazioni e relazioni di schizzo.
Vedere largomento Barra degli strumenti Vista con preavviso nella Guida in
linea.

Barre degli strumenti contestuali


Quando si selezionano gli elementi nellarea grafica o nellalbero di disegno
FeatureManager, appaiono le barre degli strumenti contestuali che forniscono
laccesso ad operazioni effettuate frequentemente in quel contesto (es. per
modificare lo schizzo di una faccia selezionata). Gli strumenti nella barra degli
strumenti contestuale sono un sottogruppo di elementi che precedentemente erano
disponibili nei menu di scelta rapida. Lutente pu sempre fare clic con il pulsante
destro del mouse mentre visualizzata la barra degli strumenti contestuali e vedere
gli altri elementi di menu correlati allelemento selezionato al momento.

Novit in SolidWorks 2008

1-6

Capitolo 1 Interfaccia utente

Le barre degli strumenti contestuali sono disponibili per le selezioni di uso pi


frequente. Per luso di una barra degli strumenti contestuale nelle tabelle dei
disegni, vedere Modifica delle tabelle a pagina 9-7.
Vedere largomento Barre degli strumenti contestuali nella Guida in linea.

Barre di collegamento
Le barre di collegamento sono personalizzabili e consentono di creare un gruppo di
comandi acontestuali per ciascuna delle modalit seguenti:

Parte
Assieme
Disegno
Schizzo

Lutente visualizza queste barre premendo una scelta rapida su tastiera definibile
dallutente. La scelta rapida di default il tasto "S".
Vedere largomento Barre di collegamento nella Guida in linea.
Per personalizzare la barra di collegamento:
1 Mentre non selezionato alcun elemento nellarea grafica, premere S.

2 Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla barra di collegamento di default

che compare e selezionare Personalizza.


3 Per aggiungere i comandi, nella scheda Comandi selezionare le categorie e

trascinare gli strumenti sulla barra di collegamento.


4 Mentre aperta la finestra di dialogo Personalizza anche possibile:

Rimuovere uno strumento trascinandolo lontano dalla barra di collegamento.


Ridimensionare la barra di collegamento trascinandone il bordo con il mouse.
Cambiare il tasto di scelta rapida, facendo clic sulla scheda Tastiera,
ordinando per Comando, quindi scorrere alla voce Barra di collegamento e
modificare il valore di Collegamenti.
5 Fare clic su OK per chiudere la finestra di dialogo Personalizza.

Novit in SolidWorks 2008

1-7

Capitolo 1 Interfaccia utente

Apertura e visualizzazione dei documenti


Le nuove funzionalit agevolano la selezione del documento da aprire o visualizzare.
Vedere largomento Apertura e visualizzazione di documenti nella Guida in
linea.

Sfoglia documenti recenti


possibile selezionare un documento da attivare o caricare sia per nome sia
mediante lanteprima visiva che compare in Sfoglia documenti recenti.
Per selezionare visivamente un documento dai documenti recentemente visualizzati:
1 Fare clic su File, Sfoglia documenti recenti o premere il tasto R sulla tastiera.

2 Nel browser, spostare il cursore sopra lanteprima per visualizzare il percorso

completo nel documento.


3 Per aprire il documento, fare clic sullanteprima.
4 Per chiudere un browser senza selezionare un documento, fare clic

esternamente o premere il tasto Esc.

Novit in SolidWorks 2008

1-8

Capitolo 1 Interfaccia utente

Browser Apri documenti


possibile selezionare un documento attualmente aperto che si desidera
visualizzare sia per nome sia mediante lanteprima visiva che compare nel browser
Apri documenti.
Per selezionare visivamente un documento dai documenti aperti:
1 Fare clic su Finestra, Naviga al documento aperto o premere Ctrl+Tab.
2 Nel browser, spostare il cursore sopra lanteprima per visualizzare il percorso

completo nel documento.


3 Per aprire il documento nellarea grafica, fare clic sullanteprima.
4 Per chiudere il browser Apri documenti, fare clic esternamente o premere il tasto

Esc.

Descrizione comandi Anteprima del documento


Quando si porta il mouse sul nome di un documento nellelenco dei documenti
recenti o in quello dei documenti aperti nel menu Finestra, apparir la descrizione
del comando di anteprima.
Per aprire o visualizzare il documento, fare clic sul suo nome.

Task Pane
Il Task Pane stato modificato ed occupa ora pi spazio nellarea grafica.
Vedere largomento Task Pane nella Guida in linea.
Sebbene il Task Pane possa essere spostato ovunque sullo schermo, pu essere
agganciato solo sul lato destro della finestra di SolidWorks. Le sue schede si aprono
a sinistra quando agganciato, mentre quando non agganciato si aprono in alto.

Pulsanti dei menu mobili


I comandi simili sono raggruppati in pulsanti mobili sulle barre degli strumenti e nel
CommandManager. Ad esempio, i diversi tipi di rettangolo sono raggruppati in un
pulsante mobile.

Novit in SolidWorks 2008

1-9

Capitolo 1 Interfaccia utente

Quando si fa clic su un pulsante mobile senza espanderlo:


Per alcuni comandi, come Schizzo, viene eseguita lazione corrispondente
pi comune. Questo comando il primo in elenco e visualizzato come nome
del pulsante.
Per i comandi usati per tracciare le sagome come rettangoli, cerchi ed ellissi,
ora pi semplice creare diverse varianti della stessa forma. Quando si crea
una forma, licona del bottone assume laspetto della data forma. Facendo
nuovamente clic senza espandere la struttura tasti mobile, avr luogo
loperazione adottata per ultima.
Per esempio, licona di default del rettangolo e il comando un rettangolo
dello spigolo. Tracciando un parallelogrammo, licona del bottone diventer un
parallelogrammo. Al successivo tracciamento di un rettangolo, la sagoma di
default sar un parallelogrammo.
Vedere largomento Pulsanti di menu mobili nella Guida in linea.

Controllo dei messaggi visualizzati


ora possibile nascondere molti messaggi selezionando Non ripetere la
domanda quando compare un messaggio.
Se successivamente si decide di visualizzare nuovamente i messaggi, sar
possibile riattivarne la comparsa.
Vedere largomento Opzioni di sistema avanzate nella Guida in linea.
Per riattivare un messaggio nascosto:
1 Fare clic su Opzioni

(nella barra degli strumenti Menu) oppure selezionare

Strumenti, Opzioni.
2 Nella scheda Opzioni del sistema, fare clic su Avanzate.
3 In Messaggi scartati (i messaggi selezionati saranno visualizzati

nuovamente), selezionare i messaggi che si desidera visualizzare.

Novit in SolidWorks 2008

1-10

Capitolo 1 Interfaccia utente

Modifica delle propriet di un documento


possibile modificare le propriet di un documento SolidWorks senza aprirlo,
addirittura senza aprire SolidWorks. Esplora risorse, SolidWorks File Explorer e
SolidWorks Explorer possono essere utilizzati per modificare le propriet
personalizzate e il sommario di un documento.
Con SolidWorks File Explorer o Esplora risorse:
1 Mentre il documento chiuso, fare clic con il pulsante destro del mouse sul

nome del file e selezionare Propriet.


2 possibile modificare le propriet delle schede Personalizzata e Sommario.

Le modifiche appaiono la volta successiva che si apre il documento. Vedere


Modifica delle propriet a pagina 9-5.
Con laggiunta PDMWorks Workgroup SolidWorks Explorer:
1 Selezionare un documento nel pannello del vault di SolidWorks Explorer.
2 Nel riquadro di destra, nella scheda Propriet, fare doppio clic sul valore di una

propriet esistente e sovrascriverla.

Design Clipart
Design Clipart consente di riutilizzare schizzi,
funzioni, viste e tabelle dai modelli SolidWorks e
disegni e dati dai file DWG e DXF. Design Clipart
disseziona i file SolidWorks, DWG e DXF ed estrae
i dati in modo da poterli riutilizzare in SolidWorks.
Vedere Instant3D a pagina 4-6 e Dissezione dei
file a pagina 13-21.

Novit in SolidWorks 2008

1-11

2
RealView

Questo capitolo descrive i miglioramenti apportati alla grafica, in particolare:


Flusso di lavoro RealView
Immagini
Scenografie
Evidenziatura dinamica

Novit in SolidWorks 2008

2-1

Capitolo 2 RealView

Flusso di lavoro RealView


Su sistemi compatibili RealView, possibile aggiungere Aspetti e Scenografie per
visualizzare modelli e ambienti fotorealistici.
Aspetti. I materiali sono chiamati Aspetti. Laspetto di un modello diverso dalle
sue propriet fisiche. possibile, ad esempio, assegnare a un modello la propriet
fisica dellacciaio inossidabile, ma applicare laspetto della vernice metallizzata.
Scenografie. Le scenografie condizionano il modo in cui le immagini appaiono
visualizzando diversi ambienti che comprendono pavimenti con riflessi,
fotografie che riprendono il modello e riflessi degli sfondi.
Verificare che siano installati i driver pi recenti. Alcune schede
grafiche compatibili RealView potrebbero non essere in grado di
visualizzare tutti gli effetti (auto ombre e riflessi).
Visitare: www.solidworks.com/pages/services/videocardtesting.html.
Con RealView, possibile applicare comunque trame e colori mediante Materiali e
Colori. In ogni caso, il flusso di lavoro preferito con RealView attivo, lutilizzo di
Aspetti
e Scenografie
dal Task Pane.

Modelli legacy
SolidWorks 2007

RealView attivato

RealView disattivato

Colori e trame SolidWorks Gli Aspetti usano i


Colori e trame
materiali plastici di default SolidWorks
Colori e trame SolidWorks
e aspetti PhotoWorks

Gli aspetti PhotoWorks


prevalgono sui colori e
sulle trame SolidWorks

Colori e trame
SolidWorks

Per usare RealView:


Dalla barra degli strumenti Visualizza con preavviso
Espandere le Impostazioni della vista
. per attivare e disattivare RealView.

e fare clic su Grafica RealView

Fare clic su Applica scenografia


per passare in rassegna le
scenografie (vedere Scenografie a pagina 2-8) e applicare quella
successiva. Le scenografie sono organizzate nello stesso ordine della cartella
Scenografie del Task Pane.
Espandere Applica scenografia
applicare.

e selezionare una scenografia da

Dal Task Pane, selezionare la scheda RealView


Aspetti

Novit in SolidWorks 2008

per visualizzare:

2-2

Capitolo 2 RealView

Scenografie

Inoltre possibile aggiungere gli sfondi attraverso Opzioni


, Colori.

Aspetti
Per applicare gli aspetti:
1 Espandere la scheda Aspetti

in RealView nel Task Pane.

2 Esplorare le cartelle degli aspetti nel riquadro superiore.


3 Selezionare unanteprima dal pannello inferiore e:

Trascinare un aspetto su:

per applicarlo a:

area grafica.

intera parte.

funzioni o entit corpo preselezionate


nellalbero di disegno FeatureManager.

funzioni o corpi.

facce di modello preselezionate.

facce di modello selezionate.

4 Per modificare gli aspetti di default, premere ALT per visualizzare il

PropertyManager di Aspetti con le schede Colore/Immagine


Mappatura
.

Per applicare gli aspetti senza visualizzare il PropertyManager


di Aspetti, attenersi ai passaggi 1 ~ 3.

PropertyManager di Aspetti
Scheda Colore/Immagine
La scheda Colore/Immagine

controlla le propriet di selezione e colore.

Geometria selezionata. Seleziona la geometria con i filtri e rimuove gli aspetti.


Colore. Cambia il colore.
Scheda Mappatura
La scheda Mappatura
controlla lorientamento dellimmagine (ad esempio, la
direzione delle venature del legno). Gli aspetti senza trama o ripetizione, come il
vetro opaco, non hanno alcuna mappatura.

Novit in SolidWorks 2008

2-3

Capitolo 2 RealView

Stile mappatura
Mappatura a selezione

Modelli a pi lati

Mappatura superficie

Facce

Mappatura planare

Facce planari

Mappatura sferica

Modelli sferici

Mappatura cilindrica

Modelli cilindrici

Direzione asse. Regola la direzione di proiezione degli aspetti e ne esegue la


mappatura in base alle coordinate (xy, zx o yz), la Vista corrente (Isometrica,
Frontale e cos via) o il Riferimento selezionato di un modello (facce, bordi,
ecc.).
Rotazione. Regola langolo di mappatura.

Novit in SolidWorks 2008

2-4

Capitolo 2 RealView

Lo stile di mappatura predefinito basato sulla geometria del modello. Laspetto a scacchiera stato
applicato a tutti i modelli illustrati di seguito. stato modificato soltanto lo stile di mappatura. In genere,
sufficiente regolare lo stile e la dimensione della mappatura (vedere Dimensione mappatura a
pagina 2-6) per ottimizzare laspetto del modello.

Mappatura a selezione

Mappatura superficie

Mappatura planare

Mappatura sferica

Mappatura cilindrica

Novit in SolidWorks 2008

2-5

Capitolo 2 RealView

Dimensione mappatura
Dimensione mappatura piccola
Dimensione mappatura regolare
Dimensione mappatura grande

Per modificare gli aspetti:


1 Fare clic con il tasto destro su un modello nellarea grafica per visualizzare il

menu del contesto.

2 Nella barra degli strumenti Contesto, espandere la Didascalia daspetto


3 Nella didascalia Aspetti, selezionare uno dei blocchi

adiacente allentit da

modificare.
4 Nel PropertyManager Aspetti, selezionare la scheda Colore/Immagine

Mappatura
5 Fare clic su

ed applicare le modifiche.
.

Per visualizzare riflessi realistici su aspetti riflettenti, come


vernici cromate o lucide, necessario aggiungere una
scenografia che comprenda un ambiente.

Novit in SolidWorks 2008

2-6

Capitolo 2 RealView

Sfondo RealView di default con


applicato pavimento riflettente e nessuna
scenografia. I riflessi sono generici.

Scenografia Cucina - luce calda


applicata (pavimento non riflettente). I
riflessi rappresentano una scenografia

Vedere largomento Aspetti nella Guida in linea.

Novit in SolidWorks 2008

2-7

Capitolo 2 RealView

Scenografie
Scenografie base
Il tipo di scenografia caratterizzato da sfondo e illuminazione. Esempi comprendono
Cucina - luce calda e Ufficio vuoto.

Per modificare la posizione delle ombre, espandere Luci,


videocamere e scenografia
prima luce direzionale

Novit in SolidWorks 2008

e cambiare la posizione della

nella cartella.

2-8

Capitolo 2 RealView

Scenografie di presentazione
Questo tipo di scenografia caratterizzato da uno sfondo che diventa parte
dellambiente. Gli esempi sono Stanza con pavimento in legno e Piazza (con
sfondo).

Novit in SolidWorks 2008

2-9

Capitolo 2 RealView

Scenografie di studio
Le Scenografie studio abbinano gli elementi dei due tipi precedenti. Gli esempi
sono Pavimento a scacchi riflettente e Luci a griglia.

Per applicare le scenografie:


Espandere Scenografie
nel Task Pane RealView, quindi
trascinare unanteprima nellarea grafica.
Fare clic su Applica scenografia
nella barra degli strumenti
Visualizza per applicare la scenografia successiva. Ad esempio:
se la scenografia corrente Cucina - luce calda
su

e si fa clic

si applica Cucina - luce calda

Espandere
per visualizzare tutte le scenografie. Selezionare
una scenografia, quindi fare clic per applicarla.

Esempio pratico
Novit in SolidWorks 2008

2-10

Capitolo 2 RealView

PropertyManager di Modifica scenografia


Per modificare le scenografie:
1 Nellalbero di disegno FeatureManager, espandere Luci, videocamere e

scenografia

2 Fare doppio clic su Scenografia

per aprire il PropertyManager di Modifica

scenografia.
Ubicazione pavimento
Posizione per selezione. Inverte il pavimento rispetto alla geometria del
modello selezionato sulla faccia planare selezionata.

Novit in SolidWorks 2008

2-11

Capitolo 2 RealView

Inverti direzione pavimento

. Rende il soffitto il pavimento.

Offset
. Sfalsa la geometria del modello dal pavimento della scenografia.
Impostare i valori o trascinare i puntatori.

Quando i modelli sono sfalsati, vengono alterate sia i riflessi sia le ombre.

Novit in SolidWorks 2008

2-12

Capitolo 2 RealView

Rotazione. Ruota il pavimento. Impostare i valori o trascinare i puntatori.

La direzione dei pannelli per pavimento e lorientamento della parete posteriore sono
cambiati, ma la venatura del legno sul tavolo rimane costante.

Novit in SolidWorks 2008

2-13

Capitolo 2 RealView

Scala
Controlla la dimensione dellambiente. Le modifiche in scala sono visibili con le
scenografie tipo la scacchiera. Per modificare la scala, deselezionare
Ridimensionamento automatico e impostare i valori di Larghezza, Profondit e
Altezza o trascinare i puntatori.

Rotazione ambiente
Impostare un valore per ruotare limmagine di sfondo attorno a un asse che sia
normale al pavimento.

Vedere largomento Scenografie nella Guida in linea.


Novit in SolidWorks 2008

2-14

Capitolo 2 RealView

Evidenziatura dinamica
Con RealView, levidenziatura di bordi, facce o funzioni selezionati stata cambiata.
I bordi brillano e gli aspetti si fondono.

RealView deselezionato

Novit in SolidWorks 2008

RealView selezionato

2-15

3
Schizzi

Questo capitolo descrive i miglioramenti apportati agli schizzi, in particolare:


Simmetria di schizzo 3D
Blocchi
PropertyManager consolidati
Strumenti di tracciamento automatico
Mostra/Nascondi schizzo
Schizzi in Instant3D
SketchXpert
Spline

Novit in SolidWorks 2008

3-1

Capitolo 3 Schizzi

Simmetria di schizzo 3D
La simmetria rispetto ad una linea disponibile per gli schizzi 3D su un piano
quando tutte le entit sono presenti su tale piano. In questa modalit sono anche
disponibili le funzioni Specchia e Specchiatura dinamica. Gli schizzi 3D supportano
inoltre il vincolo di simmetria tra due entit ed un piano.
Quando si creano schizzi 2D su piani di schizzo 3D, possibile:
Aggiungere relazioni di tipo Simmetrico

Per aggiungere la simmetria tra due archi, anche necessario


selezionare una terza entit (la linea di mezzeria).
Utilizzare gli strumenti Specchia

Specchia: i due cerchi inferiori sono


stati specchiati rispetto alla linea.

Novit in SolidWorks 2008

e Specchiatura dinamica

Specchiatura dinamica: il cerchio


stato specchiato rispetto alla linea di
costruzione.

3-2

Capitolo 3 Schizzi

Blocchi
Creazione di blocchi 2D in schizzi 3D
possibile creare i blocchi in schizzi 2D presenti su piani di schizzo 3D.
La funzionalit comprende:
Tutti i comandi di blocco 2D (Salva, Esplodi, ecc.).
Importazione in uno schizzo 3D di blocchi salvati in 2D.
Abbinamento di blocchi 2D importati con schizzi 2D creati su un piano
di schizzo 3D.
Aggiunta di relazioni e quote.
Vedere Progettazione di assiemi basati su schizzo a pagina 6-7.
Vedere largomento Progettazione di assiemi in base al layout nella Guida
in linea.

Tratteggio/riempimento area
possibile aggiungere motivi di Tratteggio/Riempimento area
schizzi 2D su piani di schizzo 3D ed a schizzi convertiti in blocchi.

a schizzi 2D,

In modalit Modifica schizzo, fare clic su Strumenti, Strumenti dello schizzo,


Tratteggio/Riempimento area
per aggiungere un tratteggio o riempimento
area agli schizzi, prima o dopo averne convertito le entit in blocchi.
Le propriet di Tratteggio/Riempimento area dei blocchi comprendono:
Un PropertyManager simile a quello dei disegni, con lopzione Colore
per visualizzare la tavolozza dei Colori per il riempimento Continuo.
Funzioni come Tratteggio/Riempimento area nei disegni.
Si applica a tutti i comandi per i blocchi. possibile manipolare il blocco e salvare
il tratteggio/riempimento area con il documento del blocco per utilizzarlo in altri
modelli.
Il colore del blocco ha la precedenza su quello della campitura.

Tratteggio/Riempimento area applicato


a due blocchi intersecanti.

Vedere PropertyManager di Tratteggio/Riempimento area nella Guida


in linea.
Novit in SolidWorks 2008

3-3

Capitolo 3 Schizzi

PropertyManager consolidati
Gli strumenti di forma rettangolare fanno ora uso di un PropertyManager
consolidato di nome Rettangolo. I PropertyManager consolidati Arco e
Cerchio sono stati riorganizzati per una maggiore coerenza con linterfaccia
del PropertyManager Rettangolo.
I nuovi strumenti rettangolari della barra degli strumenti Schizzo comprendono:
Rettangolo centrale
Rettangolo dello spigolo a 3 punti
Rettangolo centrale a 3 punti
Gli strumenti rettangolari del PropertyManager Rettangolo comprendono:
Tipo di rettangolo
Rettangolo dello spigolo

Traccia normali rettangoli.

Rettangolo centrale

Traccia un rettangolo
in un punto centrale.

Rettangolo dello spigolo


a 3 punti

Traccia un rettangolo con


un angolo selezionato.

Rettangolo centrale a
3 punti

Traccia un rettangolo con


un punto centrale nellangolo
selezionato.

Parallelogrammo

Traccia normali
parallelogrammi.

possibile selezionare uno strumento qualsiasi dalla barra degli


strumenti mobile Arco
, Rettangolo
o Cerchio
e modificare gli strumenti del relativo PropertyManager.
Vedere largomento Rettangoli nella Guida in linea.

Novit in SolidWorks 2008

3-4

Capitolo 3 Schizzi

Strumenti di tracciamento automatico


Questo strumento permette di convertire dati raster in dati vettoriali. In Strumenti,
Strumenti dello schizzo, Immagine dello schizzo
, aprire un documento e
fare clic su
per selezionare le opzioni di conversione. Le opzioni comprendono:
Impostazioni del tracciamento
Opzioni di visualizzazione
Regolazione
La conversione del documento in dati vettoriali crea uno schizzo disponibile per
la modifica, il salvataggio e luso come base di un modello 3D.

1. Aprire i dati raster.

3. Convertire i dati raster in


dati vettoriali.

4. Modificare lo schizzo.

2. Tracciare il contorno della


forma.

5. Creare il modello 3D.

Vedere largomento Immagine dello schizzo nella Guida in linea.

Novit in SolidWorks 2008

3-5

Capitolo 3 Schizzi

Mostra/Nascondi schizzo
Nel menu di scelta rapida, disponibile un comando per modificare uno schizzo
2D assorbito e per mostrare o nascondere un altro schizzo 2D o 3D assorbito
nella stessa funzione a scopo di riferimento. Questa funzionalit consente di
visualizzare/nascondere uno schizzo assorbito mentre si modifica un altro schizzo
assorbito facente parte della stessa funzione.
possibile applicare la funzionalit alle seguenti funzioni:
Loft con tre o pi profili e due curve guida.
Sweep con due o pi curve guida.
Parti di lamiera in cui sono selezionati pi bordi in una funzione di flangia del bordo.
Modelli comprendenti tre o pi fori di Creazione guidata.

Schizzi in Instant3D
possibile semplificare il flusso di lavoro dagli schizzi alle funzioni.
Per gli schizzi:
Utilizzare qualsiasi strumento di schizzo per evidenziare ed attivare una faccia
planare o un piano.
Iniziare lo schizzo sullentit selezionata oppure attivare unaltra faccia planare o
piano.

Vedere Instant3D a pagina 4-6.

Novit in SolidWorks 2008

3-6

Capitolo 3 Schizzi

SketchXpert
Miglioramenti
Vengono ora visualizzate le immagini della geometria precedente quando la
soluzione provoca uno spostamento della geometria.
Le quote e le relazioni da eliminare sono visualizzate con una barra attraverso
il nome.
Compatibile con schizzi 3D.
Genera le soluzioni intermedie in modo pi veloce.

Soluzione 1: la quota (40) eliminata e


SketchXpert mostra la posizione della
geometria precedente.

Soluzione 2: la quota (60) eliminata e


SketchXpert mostra la posizione della
geometria precedente.

Soluzione 3: le relazioni di uguaglianza sono


eliminate.

Vedere largomento Risoluzione di schizzi sovradefiniti nella


Guida in linea.

Novit in SolidWorks 2008

3-7

Capitolo 3 Schizzi

Spline
Continuit in corrispondenza dei quadratini di ridimensionamento
possibile manipolare i quadratini di ridimensionamento di una spline e mantenere
la curvatura interna della spline selezionando lopzione Mantieni continuit
interna nel PropertyManager di Spline.
Mantieni continuit interna
attivato:
la curvatura si riduce
gradualmente.

Mantieni continuit interna


disattivato:
la curvatura si riduce
bruscamente.

La continuit in corrispondenza dei quadratini di


ridimensionamento attivata per default per le nuove
spline tracciate.

Novit in SolidWorks 2008

3-8

Capitolo 3 Schizzi

Vincoli di curvatura
Il raggio di curvatura e il vettore (direzione) coincidono quando si aggiunge una
relazione Curvatura equa
tra due spline adiacenti. In questo modo si creano
spline a curvatura continua presso il contorno. Gli schizzi di curvatura continua
generano superfici pi levigate con strumenti del tipo Superficie di delimitazione.
Vedere Superfici di delimitazione a pagina 4-2.
Prerequisiti:
La seconda spline non deve essere vincolata.
Le due spline devono condividere unestremit.

Il valore della seconda derivata zero per entrambe le curve.

Novit in SolidWorks 2008

3-9

Capitolo 3 Schizzi

Manipolatori di spline disponibili non durante la modifica dello schizzo


Dopo aver tracciato una spline e aver chiuso lo schizzo, possibile selezionare
la spline o un suo punto per visualizzare:
Quadratini di ridimensionamento della spline attiva
Poligono della spline
Quadratino di ridimensionamento del punto selezionato della spline

In precedenza, si doveva attivare la modalit Modifica schizzo per visualizzare


questi manipolatori.

Spline su superficie
Quando si traccia una spline tra diverse superfici (strumento Spline su
superficie
), le superfici devono essere tangenti. Le superfici possono
essere una combinazione di superfici anche facenti parte di un solido.

Superfici tangenti

Novit in SolidWorks 2008

3-10

4
Funzioni

Questo capitolo descrive i miglioramenti apportati alle funzioni, in particolare:


Superfici di delimitazione
Raccordi
Serie fori
Creazione guidata fori
Instant3D
Ripetizioni
Linee di divisione e parti
Sweep

Novit in SolidWorks 2008

4-1

Capitolo 4 Funzioni

Superfici di delimitazione
Opzione Lineare
La nuova opzione Lineare (in Influenza curve dir1 o dir2) estende linfluenza della
curva in modo lineare sopra lintera superficie di delimitazione, simile ad una
superficie rigata. Questa opzione consente di evitare effetti di curvatura eccessivi
che si possono verificare con curve guida fortemente rientranti su superfici in cui le
curve in ununica direzione sono tra loro coincidenti.

Opzione Globale

Opzione Lineare

Influenza tangente
Lopzione Influenza tangente stata rinominata Influenza tangente %. Non pi
disponibile nellelenco Influenza curve dir1 o dir2. Influenza tangente % ora
unopzione distinta in Direzione 1 o 2 e offre un dispositivo di scorrimento per
impostare la quantit di influenza.
Vedere Spline a pagina 3-8.

Novit in SolidWorks 2008

4-2

Capitolo 4 Funzioni

Raccordi
Spigoli con raccordi
Utilizzare il nuovo CornerXpert (PropertyManager di FilletXpert) per creare e
gestire le funzioni di spigolo con raccordo nel punto esatto in cui tre bordi con
raccordo sincontrano sul vertice.

Origine di spigolo con raccordo

Spigolo con raccordo alternativo

possibile:
Selezionare spigoli con raccordo alternativi
Copiare uno spigolo con raccordo in altri compatibili
Vedere largomento FilletXpert nella Guida in linea.

Selezione raccordo
Durante laggiunta o la modifica dei raccordi con FilletXpert, la selezione di un
bordo o raccordo individuale visualizzer una barra degli strumenti contestuale che
aiuter a selezionare bordi o raccordi multipli.

Passare sopra unicona della barra degli strumenti per evidenziare le entit nellarea
grafica. Fare clic sullicona della barra degli strumenti per selezionare le entit
appropriate e popolare il PropertyManager.
Nella descrizione dei comandi della barra degli strumenti:
Destro e Sinistro = la faccia destra o sinistra dellentit.
Inizio e Fine = il vertice iniziale o finale dellentit.
Virtuale = le entit tangenti adiacenti che il software tratta come una entit.

Novit in SolidWorks 2008

4-3

Capitolo 4 Funzioni

Serie fori
Miglioramenti
Schede
Il PropertyManager di Serie fori funziona ora in modo diverso: fare clic sulle
schede in qualsiasi ordine per accedere alle informazioni. Tutte le schede sono
sempre visibili. La nuova scheda Smart Fasteners si visualizza se installato
SolidWorks Toolbox.

Scheda Smart

Dimensione automatica
Quando si dimensiona una serie fori, il software dimensiona automaticamente gli
Smart Fasteners correlati. Se si modifica la dimensione di una serie fori, il software
regola gli Smart Fasteners di conseguenza.
Installare e attivare SolidWorks Toolbox.
Per attivare questa funzionalit, selezionare Dimensionamento automatico
basato sul foro iniziale nella scheda Smart Fasteners.
Vedere Smart Fasteners a pagina 6-21.
Anteprime
Serie fori utilizza nuove anteprime che specificano i singoli
componenti della serie. Sono evidenziati anche i singoli
componenti di Smart Fasteners.
Ad esempio, quando evidenziata la scheda Foro finale, il foro
finale si evidenza nellarea grafica.
Vedere largomento Serie fori nella Guida in linea.

Novit in SolidWorks 2008

4-4

Capitolo 4 Funzioni

Creazione guidata fori


Miglioramenti
Il gruppo Dimensione personalizzata stato eliminato. La nuova opzione
Mostra dimensionamento personalizzato in Specifiche del foro consente di
impostare i valori per il dimensionamento personalizzato.
Quando un modello contiene configurazioni per le quali sono necessari fori di
dimensione diversa, possibile specificare le configurazioni da modificare
attraverso il PropertyManager o una tabella dati.
Vedere largomento PropertyManager di Creazione guidata fori - scheda
Tipo nella Guida in linea.

Novit in SolidWorks 2008

4-5

Capitolo 4 Funzioni

Instant3D
Instant3D consente di:

Trascinare i manipolatori della geometria e


delle quote per ridimensionare le funzioni.

Utilizzare i righelli sullo schermo per


misurare con precisione le modifiche.

Creare estrusioni e tagli da contorni o


schizzi selezionati.

Novit in SolidWorks 2008

4-6

Capitolo 4 Funzioni

Agganciare con lo snap su geometria


mediante i quadratini di
ridimensionamento.

Scomporre dinamicamente la geometria


del modello e manipolare le funzioni.

Utilizzare clipart 3D di vari elementi del


modello (funzioni, schizzi, tabelle,
blocchi, viste, ecc.), per eseguire la
ricerca nei modelli.

Vedere Ricerca e Guida di SolidWorks a pagina 1-2, Schizzi in Instant3D a


pagina 3-6 e Dissezione dei file a pagina 13-21.

Vedere largomento Instant3D nella Guida in linea.

Novit in SolidWorks 2008

4-7

Capitolo 4 Funzioni

Ripetizioni
Ripetizioni circolari
possibile selezionare le seguenti entit nel
PropertyManager di Asse di ripetizione:
Faccia cilindrica o superficie
Faccia in rivoluzione o superficie
Bordo circolare o linea di schizzo

Bordo circolare usato come Asse di


ripetizione per creare una ripetizione
circolare

Ripetizioni cosmetiche
La nuova funzione Ripetizione cosmetica consente di definire a livello cosmetico e
di visualizzare le ripetizioni di fori anzich visualizzare il modello solido interamente
tassellato. Questa funzione riduce il tempo necessario per ricostruire il modello
perch non crea la geometria della ripetizione.
possibile applicare una ripetizione cosmetica solo a facce planari e parallele.
I disegni delle ripetizioni cosmetiche mostrano una rappresentazione
semplificata della ripetizione.
necessario attivare la grafica RealView per creare le ripetizioni
cosmetiche. Selezionare Visualizza, Mostra, Grafica RealView.
Per creare una ripetizione cosmetica:
1 Dal Task Pane selezionare la scheda RealView

, fare clic su Varie,


Ripetizione quindi, fare doppio clic su Ripetizione cosmetica fori o trascinarla
sul modello.

2 Selezionare una faccia come Delimitazione

di riempimento

3 In Layout di ripetizione:
a)
b)
c)

Selezionare un layout.
Impostare le opzioni di spaziatura.
Selezionare un bordo per stabilire la
direzione di ripetizione.

Novit in SolidWorks 2008

4-8

Capitolo 4 Funzioni

4 In Tipi di serie:
a)
b)

Selezionare il tipo desiderato.


Impostare le opzioni di dimensione.

5 Fare clic su

Vedere largomento PropertyManager di Ripetizione cosmetica nella Guida


in linea.

Linee di divisione e parti


Linee di divisione
Quando si creano linee di divisione, i bordi rimasti invariati possono essere
riutilizzati in funzioni successive. Inoltre, i bordi modificati si aggiornano.
Funzioni supportate:
Smussi
Sformi
Raccordi
Shell
Ad esempio, in questo modello viene inserita una linea di divisione sulla faccia
frontale, come ultimo elemento dellalbero di disegno FeatureManager. Se si
riordina la funzione Linea di divisione1 subito dopo Estrusione1, il modello
mantiene lo smusso ed i raccordi successivi. In precedenza, il riordinamento non
dava buon esito.

Novit in SolidWorks 2008

4-9

Capitolo 4 Funzioni

Dividi parti
Miglioramenti:
possibile ricollegare una parte derivata ad unentit specificata (stock, funzione
di divisione o corpo).
Quando si cambia la geometria della funzione di divisione non vengono create
nuove parti derivate. Le parti derivate esistenti si aggiornano e mantengono le
relazioni padre-figlio presenti.
Quando si divide una parte, possibile selezionare Copia propriet
personalizzate nelle nuove parti nel PropertyManager di Dividi.
Vedere largomento PropertyManager di Dividi e Salva corpi nella Guida in
linea.

Sweep
possibile utilizzare la nuova opzione Sweep del solido per creare una sweep di
un corpo solido lungo un percorso con cui tagliare un materiale 3D. Questa
funzione usata spesso per creare i tagli attorno a corpi cilindrici, ma pu anche
essere utile per la simulazione di una passata finale di fresatura.
Prerequisiti:
1 Il corpo solido deve:

essere una rivoluzione;


contenere solo geometria analitica;
non essere unito con il modello.
2 Il percorso deve essere tangente a se stesso (senza spigoli netti) e deve iniziare

da un punto o allinterno del profilo del corpo solido.

Novit in SolidWorks 2008

4-10

Capitolo 4 Funzioni

Per creare un taglio di sweep sul corpo solido:


1 Aprire la parte Sweep.sldprt.
2 Fare clic su Taglio di sweep

nella barra
degli strumenti Funzioni oppure selezionare
Inserisci, Taglio, Sweep.

Percorso

3 In Profilo e percorso:
a)
b)
c)

Selezionare Sweep del solido.


Selezionare la rivoluzione come Corpo
dello strumento
.
Selezionare Elica/Spirale come
Percorso
.

4 Fare clic su

Corpo dello
strumento

5 Nascondere il corpo solido in rivoluzione.

Novit in SolidWorks 2008

4-11

5
Parti

Questo capitolo descrive i miglioramenti apportati alle parti, in particolare:


Sistemi di accoppiamento a coordinata
Inserimento di schizzi con linserimento di parti
Interruzione del collegamento ad una parte
Propriet personalizzate delle parti
Posizionamento automatico delle parti mediante le regole di accoppiamento
Isolamento di corpi nella modalit di parte

Novit in SolidWorks 2008

5-1

Capitolo 5 Parti

Sistemi di accoppiamento a coordinata


Quando si inserisce un corpo in una parte, possibile applicare un accoppiamento
coincidente tra il sistema di coordinate del corpo inserito ed un sistema di
coordinate della parte di destinazione. Se si decide di allineare gli assi, quello con
laccoppiamento coincidente vincola interamente il corpo.
Questa tecnica utile per le parti modulari, le cui posizioni ed i cui orientamenti
sono interamente definiti.

Inserimento e specchiatura delle parti


Quando si inseriscono le parti e quando si clonano con la specchiatura, ora
possibile:

Inserire corpi solidi, schizzi e schizzi assorbiti


Interrompere il collegamento alla parte originale
Mantenere le propriet personalizzate della parte inserita
Posizionare le parti automaticamente mediante le regole di accoppiamento
Vedere largomento Inserimento di parti e Specchiatura di parti
nella Guida in linea.

Inserimento di schizzi con linserimento di parti


Quando si inserisce una parte in unaltra, possibile includere i corpi solidi cos come
gli schizzi assorbiti e non. Gli schizzi inseriti sono collegati allo schizzo mediante il file
di parte inserito e rimangono tali fino a quando non si interrompe il collegamento.
Tutti gli elementi trasformati contenuti nella parte inserita sono collocati nelle
cartelle sotto licona della funzione di parte inserita.

Interruzione del collegamento ad una parte


possibile interrompere il collegamento ad una parte specchiata o derivata e
mantenere intatte le funzioni originali per poterle modificare nella nuova parte.
Questa tecnica semplifica la progettazione dei lati sinistro e destro di parti con
leggere variazioni nella definizione.
possibile interrompere il collegamento alla parte:
quando si inserisce la parte;
facendo clic su Interrompi tutti nella finestra di dialogo Riferimenti esterni.

Propriet personalizzate delle parti


possibile conservare le propriet personalizzate di una parte nelle seguenti
circostanze:
si inserisce la parte in unaltra;
se il file della parte di destinazione presenta gi propriet personalizzate dallo
stesso nome, quelle della parte originale hanno la precedenza.
Novit in SolidWorks 2008

5-2

Capitolo 5 Parti

si crea una parte specchiata con il comando Inserisci, Specchia parte;


quando si crea una parte specchiata, la tabella delle propriet personalizzate
di questa parte viene collegata a quella della parte originale. possibile
scollegare qualsiasi propriet personalizzata della parte specchiata,
modificandone il valore in tabella.

Posizionamento automatico delle parti mediante le regole di accoppiamento


Quando si inserisce una parte in un file di parte esistente, qualsiasi regola di
accoppiamento esistente nella parte inserita utilizzata automaticamente per
collocare il corpo della parte inserita; inoltre il vincolo di spostamento del corpo
viene inserito nellalbero di disegno FeatureManager.
Questa funzionalit si applica a:
Tutte le entit di riferimento selezionabili
Tutti i tipi di regola di accoppiamento (default, tangente, coincidente,
concentrica e parallela)
Tutti gli allineamenti della regola di accoppiamento (qualsiasi, allineato, anti
allineato, massima vicinanza)
Lanteprima mostra lapplicazione della regola di accoppiamento esistente quando
viene inserita la parte, in modo da modificarla, se necessario, prima di confermarla
selezionando OK.
Se si seleziona il vincolo di spostamento del corpo nellalbero di disegno
FeatureManager, questo si evidenza nellarea grafica.

Esempio pratico
Vedere largomento Accoppiamenti nelle parti multicorpo nella Guida
in linea.
Novit in SolidWorks 2008

5-3

Capitolo 5 Parti

Isolamento di corpi nella modalit di parte


possibile isolare uno o pi corpi selezionati in una parte multicorpo, in maniera
tale che solo i corpi isolati vengano visualizzati interamente. La finestra di dialogo
Isola consente di decidere se nascondere o visualizzare in trasparenza i corpi che
non sono isolati. La modalit di visualizzazione selezionata vale per una o pi viste.
Chiudere Isola per riportare la visualizzazione di tutti i componenti allimpostazione
precedente al comando.
Questa funzionalit utile per i progettisti di prodotti che usano spesso la modalit
multiparte per creare stampi o saldature.
Vedere largomento Isola nella Guida in linea.

Novit in SolidWorks 2008

5-4

6
Assiemi

Questo capitolo descrive i miglioramenti apportati agli assiemi, in particolare:


Generale
AssemblyXpert
Componenti derivati
Allineamento del foro
Progettazione di assiemi basati su schizzo
Accoppiamenti
Selezione
Rappresentazioni semplificate
Elementi di fissaggio automatici

Novit in SolidWorks 2008

6-1

Capitolo 6 Assiemi

Generalit
Dati statistici assieme
Le informazioni che in precedenza si trovavano in Dati statistici assieme sono
state trasferite ad AssemblyXpert. Vedere AssemblyXpert a pagina 6-2.

Riferimenti
Le finestre di dialogo correlate ai riferimenti sono state aggiornate.
Vedere i seguenti argomenti nella Guida in linea:
Modifica ubicazioni del file referenziato
Salva con nome con riferimenti
Trova riferimenti

Analisi di assemblaggio
possibile analizzare le tolleranze degli assiemi. Vedere TolAnalyst a pagina 14-17.

Stati di visualizzazione in eDrawings


Quando si salva un assieme come file eDrawings, nello stesso file vengono salvati
gli stati di visualizzazione dellassieme. Vedere Stati di visualizzazione
SolidWorks a pagina 12-12.

AssemblyXpert
AssemblyXpert analizza le prestazioni degli assiemi e suggerisce le possibili
azioni da intraprendere per migliorarle. Ci utile se si lavora con assiemi
complessi e di grandi dimensioni. In alcuni casi, consentito scegliere di
implementare le modifiche in modo automatico.
Sebbene le condizioni identificate da AssemblyXpert possano
degradare le prestazioni dellassieme, non si tratta di errori.
importante valutare le raccomandazioni di AssemblyXpert
soprattutto se contrastano con la finalit progettuale. In alcuni
casi, limplementazione delle raccomandazioni tende a
migliorare le prestazioni dellassieme, ma potrebbe
compromettere la finalit progettuale.
Per analizzare le prestazioni di un assieme:
In un assieme, selezionare Strumenti, AssemblyXpert

Vedere largomento Panoramica di AssemblyXpert nella Guida in linea.

Novit in SolidWorks 2008

6-2

Capitolo 6 Assiemi

Componenti derivati
Propriet personalizzate dei componenti specchiati
Durante la specchiatura dei componenti, possibile selezionare Copia propriet
personalizzate nei nuovi componenti nel PropertyManager di Specchia
componenti.

Ripetizioni derivate dal componente


possibile derivare ripetizioni di componente dai seguenti tipi di ripetizione:
Guidata dalla curva
Riempimento
Varianti da saltare ora supportato nei seguenti tipi di ripetizione supplementari:
Guidata dallo schizzo
Guidata dalla tabella
Guidata dalla curva
Riempimento
Fori di Creazione guidata
Fori di Serie fori
Per tutti i tipi di ripetizione derivata da componente, possibile eseguire le seguenti
azioni supplementari:
Propagare le propriet visive a livello di componente.
Selezionare la posizione di partenza per ripetere il componente derivato.
Per inserire componenti basati su una ripetizione di funzione guidata dalla curva:
1 Aprire lassieme Assemblies\patterns\frame_assembly.sldasm.

Novit in SolidWorks 2008

6-3

Capitolo 6 Assiemi

2 Nella scheda Assieme del CommandManager, espandere il pulsante mobile

Ripetizione del componente lineare


componente guidata dalla funzione

e selezionare Ripetizione del


.

3 Nel PropertyManager:
a)
b)

Per Componenti da ripetere, selezionare la vite pi grande nellarea grafica.


Per Funzione pilotante, selezionare qualsiasi foro nella ripetizione guidata
dalla curva.

4 Fare clic su

5 Le varianti del componente vite vengono aggiunte insieme alla ripetizione foro

guidata dalla curva.

Per cambiare la posizione di serie:


1 Nella scheda Assieme del CommandManager, espandere il pulsante mobile

Ripetizione del componente lineare


componente guidata dalla funzione

e selezionare Ripetizione del


.

2 Nel PropertyManager:
a)

Per Componenti da ripetere, selezionare la vite pi piccola nellarea grafica.

Novit in SolidWorks 2008

6-4

Capitolo 6 Assiemi

b)

Per Funzione pilotante, selezionare il foro come illustrato.

Il foro selezionato diventa la funzione testa di serie.

3 Nel PropertyManager, sotto Funzione pilotante, fare clic su Seleziona

posizione di serie.
Le possibili posizioni di serie sono evidenziate nellarea grafica.
4 Selezionare la posizione di serie corrispondente alla vite selezionata da ripetere.

Le viti si allineano con la ripetizione foro.

Novit in SolidWorks 2008

6-5

Capitolo 6 Assiemi

5 Fare clic su

Allineamento del foro


possibile verificare gli eventuali fori disallineati di un assieme.
Per individuare i fori disallineati:
1 Aprire lassieme Assemblies\alignment\shaft_assembly.sldasm.

2 Fare clic su Allineamento del foro

nella barra degli strumenti Assieme


oppure selezionare Strumenti, Allineamento del foro.

3 Nel PropertyManager, impostare Deviazione del centro del foro su 1,00 mm.
4 Fare clic su Calcola.

Le coppie di fori i cui centri distano non oltre 1,00 mm luno dallaltro, ma non
allineati, sono elencati in Risultati. indicata la deviazione massima tra i centri.
5 Selezionare un elemento in Risultati.

Novit in SolidWorks 2008

6-6

Capitolo 6 Assiemi

La coppia di fori si evidenzia nellarea grafica.

6 Espandere un elemento in Risultati.

Sono elencati i due fori nella coppia disallineata.


Vedere largomento Allineamento del foro nella Guida in linea.

Progettazione di assiemi basati su schizzo


Sono state apportate migliorie che forniscono un ambiente di progettazione basato
su assieme in cui possibile passare dal metodo di progettazione top-down a quello
bottom-up e viceversa. possibile creare, modificare ed eliminare parti e blocchi in
qualsiasi punto del ciclo di progettazione, senza alcuna limitazione cronologica. Ci
particolarmente utile durante la fase di progettazione concettuale, quando si
eseguono esperimenti frequenti sullassieme e si apportano modifiche alla sua
struttura e ai suoi componenti.

Componenti virtuali
Quando si creano componenti nel contesto di un assieme, il software ora li salva
nel file dellassieme ed possibile iniziare immediatamente la modellazione.
Successivamente, si potranno salvare i componenti in file esterni oppure eliminarli.
Inoltre, per semplificare il flusso di lavoro:
possibile rinominare i componenti virtuali nellalbero di disegno
FeatureManager, evitando di dover aprire, salvare in copia e utilizzare il
comando Sostituisci componenti.
possibile creare una variante di un componente virtuale indipendentemente
dalle altre istanze in ununica operazione.
La cartella in cui si memorizza lassieme non viene ingombrata di file di parti e
assiemi inutilizzati risultanti da iterazioni progettuali dei componenti.

Novit in SolidWorks 2008

6-7

Capitolo 6 Assiemi

Per creare un componente virtuale:


1 In un assieme, fare clic su Nuova parte

nella barra degli strumenti Assieme


oppure selezionare Inserisci, Componente, Nuova parte.

Una nuova parte appare nellalbero di disegno FeatureManager con il nome


[Parten]. Le parentesi quadre indicano che si tratta di un componente virtuale.
2 Selezionare un piano o una faccia planare sulla quale posizionare la nuova

parte.
Il fulcro della modifica cambia dallassieme alla nuova parte. Viene aggiunto un
accoppiamento SulPosto tra il piano selezionato e il piano frontale della parte
nuova portando allapertura uno schizzo.
3 Definire le funzioni della parte adottando le medesime tecniche utilizzate per la

costruzione di una parte. Creare i riferimenti alla geometria di altri componenti


dellassieme dove opportuno.
4 Per tornare alla modifica dellassieme, deselezionare Modifica componente

nella barra degli strumenti Assieme.


inoltre possibile creare componenti virtuali dai blocchi negli schizzi
di layout dellassieme. Vedere Schizzi di layout a pagina 6-8.
Per salvare un componente virtuale in un file esterno:
1 Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla parte e selezionare Salva parte

(nel file esterno).


2 Nella finestra di dialogo Salva con nome, selezionare la parte nellelenco Nome

file.
3 Fare clic su Uguale allassieme o su Specifica percorso.
4 Fare clic su OK.

Schizzi di layout
Le migliorie apportate ai blocchi consentono di mescolare la progettazione basata
su schizzo con quella basata su assieme. Mediante questa nuova tecnica di layout
di assieme, possibile:
Creare un nuovo tipo di schizzo, chiamato Layout, in un assieme.
Inserire un layout in un assieme esistente.
Vincolare i blocchi nel layout ai componenti nellassieme e viceversa.
Creare parti dai blocchi del layout, le quali:
sono vincolate ai blocchi, cos da non violare il layout, ma comunque
libere per essere vincolate dallutente;

Novit in SolidWorks 2008

6-8

Capitolo 6 Assiemi

contengono varianti dei blocchi. possibile modificare i blocchi nel layout


o nelle parti;
sono create come parti virtuali, per semplificare il flusso di lavoro. Vedere
Componenti virtuali a pagina 6-7.
Esempio pratico
Vedere largomento Progettazione assiemi basati su schizzo nella Guida
in linea.

Accoppiamenti
Icone di accoppiamento nellalbero di disegno FeatureManager
Nellalbero di disegno FeatureManager:
Le nuove icone indicano il tipo di accoppiamento. In precedenza, per tutti gli
accoppiamenti si utilizzava licona .
Esempio:

Quando un accoppiamento risolto ma manca un riferimento, la nuova icona


rimane la stessa e laccoppiamento appare con lindicatore . (In precedenza,
licona cambiava in
e appariva con lindicatore .)
Vedere largomento Icone di accoppiamento nellalbero di disegno
FeatureManager nella Guida in linea.

Accoppiamento sullorigine e sistemi di coordinate


possibile applicare un accoppiamento coincidente tra lorigine o un sistema di
coordinate di un componente e lorigine o un sistema di coordinate di:
Assieme
Un altro componente
Se si seleziona anche lallineamento degli assi, laccoppiamento coincidente
vincola completamente il componente.
Ci utile nei progetti con componenti modulari, aventi posizioni e orientamenti

Novit in SolidWorks 2008

6-9

Capitolo 6 Assiemi

completamente definiti.
Vedere largomento Accoppiamento a origini e sistemi di coordinate
nella Guida in linea.

PropertyManager di Accoppiamento
Quanto segue stato aggiunto al PropertyManager di Accoppia:
Diversi nuovi tipi di accoppiamento
Casella di riepilogo a discesa Accoppiamenti meccanici
Scheda Analisi (solo per COSMOSMotion)
Accoppiamenti standard
stato aggiunto il tipo di accoppiamento seguente:
Blocco
. Mantiene la posizione e lorientamento tra due componenti. I componenti
sono completamente vincolati in relazione luno allaltro. Un accoppiamento Blocco
crea un sottoassieme tra i due componenti e rende il sottoassieme rigido. In
precedenza, gli accoppiamenti Blocco erano chiamati giunti fissi in COSMOSMotion.
Vedere largomento Accoppiamento di blocco nella Guida in linea.
Accoppiamenti avanzati
Sono stati aggiunti i tipi di accoppiamento seguenti:
Accoppiamento lineare/lineare
. Stabilisce una relazione tra la traslazione di
un componente e quella di un altro componente. In precedenza, gli accoppiamenti
lineare/lineare venivano creati mediante un accoppiamento tra due giunti
traslazionali in COSMOSMotion.
Vedere largomento Accoppiamento lineare/lineare nella Guida in linea.
Accoppiamento percorso
. Vincola un punto selezionato su un componente
ad un percorso. Si definisce il percorso selezionando una o pi entit nellassieme.
possibile definire passo, imbardata e rollio del componente durante lo
spostamento sul percorso.
Vedere largomento Accoppiamento percorso nella Guida in linea.
I tipi di accoppiamento seguenti sono stati spostati nella nuova casella di riepilogo a
comparsa Accoppiamenti meccanici:
Camma
Ingranaggio
Sistema a cremagliera

Novit in SolidWorks 2008

6-10

Capitolo 6 Assiemi

Accoppiamenti meccanici
Sono stati aggiunti i tipi di accoppiamento seguenti:
Vite
. Vincola gli stessi gradi di libert di un accoppiamento concentrico, con
laggiunta di una relazione di passo tra il grado di libert rotazionale e quello
traslazionale lungo lasse. La traslazione lungo lasse determina la rotazione
secondo la relazione di passo e viceversa. In precedenza, gli accoppiamenti
Vite erano chiamati giunti di vite in COSMOSMotion.
Vedere largomento Accoppiamento vite nella Guida in linea.
Giunto cardanico
. La rotazione di un componente (albero di uscita) attorno
al proprio asse guidata dalla rotazione di un altro componente (albero di
ingresso) attorno al proprio asse. In precedenza, gli accoppiamenti Giunto
cardanico erano chiamati giunti universali in COSMOSMotion.
Vedere largomento Accoppiamento del giunto universale nella Guida
in linea.
Scheda Analisi
possibile aggiungere le propriet seguenti agli accoppiamenti da utilizzare
nellanalisi COSMOSMotion. (Si possono aggiungere le propriet senza caricare
COSMOSMotion.)
Carica facce del cuscinetto. Associa facce aggiuntive ad un accoppiamento
per definire le facce che condividono il carico. (In precedenza, Carica facce del
cuscinetto era chiamato Riferimento di carico e veniva aggiunto mediante il
PropertyManager di Riferimento di carico.)
Attrito. Associa le propriet di attrito ad un accoppiamento. possibile
specificare il coefficiente di attrito o i materiali coinvolti nellaccoppiamento.
Bronzina. Associa le propriet di bronza ad un accoppiamento. possibile
specificare la rigidit traslazionale e torsionale, smorzamento, forza e torsione.
Vedere largomento Analisi accoppiamento nella Guida in linea.

Novit in SolidWorks 2008

6-11

Capitolo 6 Assiemi

Copia con accoppiamenti


Quando si copia un componente, possibile copiarne anche i relativi accoppiamenti.
Per copiare gli accoppiamenti quando si copia un componente:
1 Aprire lassieme Assemblies\fixture\clamping_fixture.sldasm.
2 Fare clic su Copia con accoppiamenti

nella barra degli strumenti Assieme


oppure selezionare Inserisci, Componente, Copia con accoppiamenti.

3 Nel PropertyManager, per Componenti selezionati, selezionare pin106

nellarea grafica.

Due accoppiamenti, uno concentrico e uno coincidente, sono elencati in


Accoppiamenti.
4 Fare clic sulla casella di selezione sotto laccoppiamento concentrico.

Il riferimento dellaccoppiamento si evidenzia nellarea grafica.


5 Selezionare il foro di link105 come illustrato:

Novit in SolidWorks 2008

6-12

Capitolo 6 Assiemi

Nellarea grafica, appare unanteprima del perno nel foro e viene evidenziato il
riferimento dellaccoppiamento successivo. Nel PropertyManager, si evidenzia la
casella di selezione dellaccoppiamento coincidente.

6 Nel PropertyManager, per laccoppiamento coincidente, selezionare Ripeti per

utilizzare lo stesso riferimento di accoppiamento utilizzato dal perno originale.


7 Fare clic su

La copia del perno viene aggiunta allassieme. La casella di selezione si cancella


in modo da poter aggiungere unaltra copia.
8 Selezionare il foro nella manovella.

9 Nel PropertyManager, per laccoppiamento coincidente, deselezionare Ripeti.


10 Selezionare la faccia piatta della manovella come riferimento dellaccoppiamento

coincidente per questa copia del perno.

11 Fare clic due volte su


Novit in SolidWorks 2008

.
6-13

Capitolo 6 Assiemi

Le copie di pin106 appaiono nellalbero di disegno FeatureManager. I loro


accoppiamenti appaiono nella cartella Accoppiamenti
.
Vedere largomento Copia con accoppiamenti nella Guida in linea.

Selezione
Selezione di sottoassiemi nellarea grafica
possibile selezionare un sottoassieme nellarea grafica facendo clic con il
pulsante destro del mouse su uno dei relativi componenti e scegliendo Seleziona
sottoassieme. Se il componente si trova in un sottoassieme annidato, un elenco
visualizzer la gerarchia. Spostare il puntatore sullelenco per evidenziare i vari
sottoassiemi, quindi fare clic su quello desiderato.

Strumenti di selezione
Nuovi strumenti aiutano a selezionare i componenti negli assiemi. Fare clic sulla
freccia Gi di Seleziona
nella barra degli strumenti standard e selezionare:
Selezione volume
Seleziona sospeso
Selezione nascosto
Selezione accoppiato con
Selezione componenti interni
Vedere largomento Selezione componenti nella Guida in linea.

Selezione avanzata del componente


La finestra di dialogo Selezione avanzata utilizza ora uninterfaccia a griglia che
agevola limpostazione e la ripetizione delle ricerche. Inoltre, stato aumentato il
numero di criteri di ricerca.

Filtro dellalbero di disegno FeatureManager


possibile utilizzare lopzione Filtro in alto nellalbero
di disegno FeatureManager per filtrare gli elementi
visualizzati nellalbero.
Si pu filtrare secondo:
Nome e funzione del componente
Stato Mostra/Nascondi del componente
Indicatori che vengono aggiunti (vedere Etichette a pagina 1-6)
inoltre possibile far s che la visualizzazione nellarea grafica coincida ai risultati
del filtro.
Novit in SolidWorks 2008

6-14

Capitolo 6 Assiemi

Per filtrare per stato Mostra/Nascondi:


1 Aprire lassieme Assemblies\filter\tableassembly.sldasm.

Nellalbero di disegno FeatureManager, si osservi che i componenti bracket e


head sono nascosti.
2 In Filtro, fare clic sulla freccia Gi e selezionare Filtra componenti nascosti/

sospesi.
I componenti bracket e head scompaiono dallalbero di disegno
FeatureManager.
3 Fare nuovamente clic sulla freccia Gi e deselezionare Filtra componenti

nascosti/sospesi per tornare a visualizzare i componenti.


Quando si nascondono i componenti mediante lopzione Isola,
possibile far coincidere lalbero di disegno FeatureManager
con larea grafica selezionando Filtra componenti nascosti/
sospesi in Filtro.
Per filtrare larea grafica:
1 In Filtro:
a)
b)

Fare clic sulla freccia Gi e deselezionare Filtra vista grafica.


Digitare CLA.

Tutti i componenti, tranne i morsetti, scompaiono dallalbero di disegno


FeatureManager, ma rimangono visibili nellarea grafica.
2 Fare nuovamente clic sulla freccia Gi e selezionare Filtra vista grafica.

Nellarea grafica, scompaiono tutti i componenti, tranne i morsetti.


3 Fare clic su

Novit in SolidWorks 2008

in Filtro per deselezionare il filtro.

6-15

Capitolo 6 Assiemi

Mostra/nascondi componenti
possibile commutare la visualizzazione dei componenti. Quindi, nellarea grafica,
possibile selezionare i componenti nascosti che si desidera visualizzare.
Per selezionare i componenti nascosti da mostrare:
1 Aprire lassieme Assemblies\vise\ToolVise.sldasm.

2 Fare clic su Mostra componenti nascosti

nella barra degli strumenti

Assieme.
Appare la finestra di dialogo Mostra nascosto. Nellarea grafica, i componenti
nascosti vengono visualizzati e quelli mostrati scompaiono.
3 Nellarea grafica, selezionare compound center member, upper plate<1> e

upper plate<2> come illustrato.

Novit in SolidWorks 2008

6-16

Capitolo 6 Assiemi

I componenti selezionati scompaiono.

4 Nella finestra di dialogo, fare clic su Esci da Mostra-Nascosto.

I tre componenti selezionati appaiono ora con gli altri componenti originariamente
mostrati.

Rappresentazioni semplificate per gli assiemi


Panoramica
Quando si desidera lavorare su un sottogruppo di componenti di un grande assieme,
possibile migliorare le prestazioni aprendo una rappresentazione semplificata
dellassieme. Occorre specificare i componenti da caricare; altri componenti non
sono caricati e non sono visibili, ma vengono conservati i relativi accoppiamenti.
necessario specificare i componenti da caricare aprendo lassieme attraverso la
finestra di dialogo Apri. Durante lapertura, possibile selezionare:
Componenti singoli (non necessario aprire prima completamente lassieme).
Uno stato di visualizzazione in cui si definiva in precedenza lo stato Mostra/
Nascondi dei componenti.

Novit in SolidWorks 2008

6-17

Capitolo 6 Assiemi

Stati di visualizzazione
Per supportare rappresentazioni semplificate, ora possibile rendere gli stati
di visualizzazione indipendenti dalle configurazioni, perci tutti gli stati di
visualizzazione sono disponibili in tutte le configurazioni. Lo stato di visualizzazione
attivo non viene pi memorizzato per configurazione, a meno che non si crei
specificamente un collegamento ad esso.
Nella scheda ConfigurationManager
, le configurazioni appaiono nella parte
superiore del riquadro e gli stati di visualizzazione in quella inferiore.
possibile:
Fare clic con il pulsante destro del mouse sul nome dello stato di
visualizzazione per aprire il PropertyManager di Propriet stato di
visualizzazione, in cui rinominare lo stato di visualizzazione e selezionare
altre opzioni.
Selezionare uno stato di visualizzazione nella finestra di dialogo Apri.
Cambiare gli stati di visualizzazione mediante la nuova barra degli strumenti
Stati di visualizzazione:

Associare uno stato di visualizzazione alla configurazione attiva selezionando


Lega stati di visualizzazione alle configurazioni nella parte inferiore del
ConfigurationManager
.
Vedere Comportamento legacy a pagina 6-20 per ulteriori informazioni sul
comportamento degli stati di visualizzazione quando si aprono modelli creati in
SolidWorks 2007 o una versione precedente.

Caricamento selettivo dei componenti


Per caricare solo componenti selezionati quando si apre un assieme:
1 Fare clic su Apri

nella barra degli strumenti Standard oppure selezionare

File, Apri.
2 Nella finestra di dialogo Apri:

Selezionare lassieme Assemblies\computer\computer.sldasm.


b) Selezionare Vista rapida / Apertura selettiva.
c) Fare clic su Apri.
Appare quanto segue:
a)

La finestra di dialogo Apertura selettiva.


Un albero di disegno FeatureManager semplificato che mostra solo i
componenti.
Unanteprima dellassieme.
Novit in SolidWorks 2008

6-18

Capitolo 6 Assiemi

3 Nellalbero di disegno FeatureManager:


a)
b)

Espandere Power Supply Assembly-1.


Tenere premuto CTRL e selezionare questi tre componenti:
Computer Chassis-1
Chassis-1
AC Connector-1

inoltre possibile selezionare i componenti nellarea grafica.


4 Nella finestra di dialogo Apertura selettiva:
a)
b)

Scegliere Componenti selezionati.


Fare clic su Apri selezionato.

Novit in SolidWorks 2008

6-19

Capitolo 6 Assiemi

Lassieme si apre con tutti i componenti nascosti, tranne i tre selezionati. I


componenti nascosti non vengono caricati in memoria. Appare un nuovo stato di
visualizzazione sulla scheda ConfigurationManager
in Stato di
visualizzazione globale.

Comportamento legacy
Negli assiemi creati in SolidWorks 2007 o una versione precedente, ciascuna
configurazione ha stati di visualizzazione univoci, sebbene gli stati di visualizzazione
possano avere lo stesso nome (ad esempio Stato di visualizzazione-1). Se si
converte un assieme a SolidWorks 2008, il software:
Assegna un nome univoco a ciascuno stato di visualizzazione, nel formato
<nome_configurazione>_<nome_stato_visualizzazione>.
Lega lo stato di visualizzazione alla configurazione.
Ad esempio, uno stato di visualizzazione denominato Stato di visualizzazione-1 in
una configurazione denominata Default viene rinominato in Stato di
visualizzazione-1_default e lopzione Lega lo stato di visualizzazione alla
configurazione attivata per default.

Novit in SolidWorks 2008

6-20

Capitolo 6 Assiemi

Smart Fasteners
Il PropertyManager di Smart Fasteners stato aggiornato per includere controlli
diretti per laggiunta di componenti impilabili dallalto o dal basso, nonch come
accesso a tutte le propriet dei fissaggi. Nel PropertyManager:
Risultati. Elenca i gruppi di fissaggi che si aggiungono o modificano.
Selezionare un gruppo per visualizzare e apportare modifiche al relativo tipo
di fissaggio e alle sue propriet.
Fare clic su Modifica raggruppamento per visualizzare un albero di fissaggi
in cui possibile trascinare gli elementi da un gruppo a un altro.
Componenti di serie. Visualizza il tipo di fissaggio dellelemento selezionato
nellelenco Risultati. possibile modificare il tipo di fissaggio e aggiungere
componenti impilabili. inoltre possibile impostare unopzione per aggiornare
automaticamente la dimensione del componente ogni volta che cambia il
diametro del foro.
Propriet. Mostra le propriet del componente di minuteria selezionato in
Componenti di serie. possibile modificare le propriet per cambiare il
componente.
Le seguenti icone FeatureManager sono correlate agli Smart Fasteners:
Funzione Smart Fasteners. Espandere la funzione per visualizzare
elementi quali componenti e ripetizioni di Smart Fastener. Fare clic
con il pulsante destro del mouse e selezionare Modifica Smart
Fastener per apportare le modifiche.
Componente Toolbox
Il componente Toolbox impostato su Dimensione automatica
quando la geometria di accoppiamento cambia.
Laccoppiamento concentrico associato a Smart Fastener
impostato su Dimensione automatica quando la geometria di
accoppiamento cambia.
ora possibile accedere agli Smart Fasteners e ai relativi componenti impilabili
dalla scheda Fissaggi nel PropertyManager di Serie fori. (La scheda Fissaggi
disponibile solo quando caricato Toolbox.)
Vedere largomento PropertyManager di Smart Fasteners nella Guida
in linea.

Novit in SolidWorks 2008

6-21

7
Configurazioni

Questo capitolo descrive i miglioramenti apportati alle configurazioni, in particolare:


Generale
Creazione di un PropertyManager per configurare i componenti
Creazione e modifica delle configurazioni

Novit in SolidWorks 2008

7-1

Capitolo 7 Configurazioni

Generale
Funzione Tabella dati
La funzione Tabella dati
appare ora nel ConfigurationManager
nellalbero di disegno FeatureManager
.

e non pi

Fori di creazione guidata


possibile configurare la dimensione dei fori creati con la Creazione guidata:
Manualmente, facendo clic su Configurazioni nel PropertyManager di
Specifica fori e selezionando Questa configurazione, Tutte le configurazioni
o Specifica configurazioni.
Nelle tabelle dati, utilizzando la sintassi di parametro
$HW-SIZE@<nome_funzione>.

Finestra di dialogo Modifica


Quando si modifica una quota nella finestra di dialogo Modifica, specificare
le configurazioni cui applicare le modifiche selezionando:
Questa configurazione
Tutte le configurazioni
Specifica configurazioni
Se si seleziona Specifica configurazioni, si apre la nuova finestra di dialogo
Modifica configurazioni, in cui inserire valori diversi per ogni configurazione.
Vedere Creazione e modifica delle configurazioni a pagina 7-4.

Creazione di un PropertyManager per configurare i componenti


possibile creare un PropertyManager per le parti aventi pi configurazioni, in
modo da selezionare una parte specifica e inserirla in un assieme (analogamente
alla selezione delle parti Toolbox per trascinarle negli assiemi).
Per creare un PropertyManager di una configurazione:
1 Aprire la parte Configurations/two_bolt_flange.sldprt.
2 Salvare la parte con il nome MyFlange.sldprt.

Novit in SolidWorks 2008

7-2

Capitolo 7 Configurazioni

Questa parte contiene sette configurazioni ciascuna con quote diverse. In


questo esempio, impostare un PropertyManager con i seguenti parametri:

3 In alto nellalbero di disegno FeatureManager, fare clic con il pulsante destro del

mouse sullicona della parte e selezionare Crea PropertyManager.


Apparir la finestra di dialogo Crea PropertyManager. I parametri configurati
della parte sono elencati nel riquadro di sinistra. Lanteprima del PropertyManager
visualizzata nel riquadro di destra.
4 A sinistra, per Bore@Sketch4:

Come Stato di visualizzazione, selezionare Attivo.


Per Etichetta, immettere Bore e premere Invio.
La casella di selezione di nome Bore compare nellanteprima del
PropertyManager. Le selezioni nella casella di riepilogo a discesa corrispondono
ai valori di Bore@Sketch4 in ciascuna configurazione della parte.

a)
b)

5 Sempre a sinistra, per L@Sketch1:


a)
b)

Come Stato di visualizzazione, selezionare Attivo.


Per Etichetta, immettere Boss Diameter e premere Invio.

6 A sinistra, per J@Sketch1:


a)
b)

Come Stato di visualizzazione, selezionare Riferimento.


Per Etichetta, immettere Bolt Distance e premere Invio.

Dato che si selezionato Riferimento, il campo Bolt Distance aggiunto al


PropertyManager non pu essere modificato.
7 Fare clic su Consolida.

I campi attivati si portano allinizio dellelenco.


Novit in SolidWorks 2008

7-3

Capitolo 7 Configurazioni

8 Sotto Ordine, modificare il valore di L@Sketch1 a 1 e premere Invio.

L@Sketch1 si sposta in cima allelenco nel riquadro di sinistra e Boss Diameter


passa in prima posizione nellanteprima del PropertyManager.
9 Fare clic su OK.
10 Salvare la parte.

Vedere largomento Creazione di un PropertyManager nella Guida


in linea.
Per utilizzare il PropertyManager creato:
1 Aprire un nuovo assieme.
2 Nel PropertyManager:
a)
b)

Selezionare MyFlange.
Fare clic su
.

Si visualizza il PropertyManager di Configura componente, con i campi creati.


3 Sotto Parametri, effettuare le selezioni desiderate in Boss Diameter e Bore.
4 Fare clic su

Vedere largomento Configurazione di componenti nella Guida in linea.

Creazione e modifica delle configurazioni


La finestra di dialogo Modifica configurazioni semplifica la creazione e la modifica
delle configurazioni delle propriet comuni di parti e assiemi. In questa finestra di
dialogo possibile aggiungere, eliminare e rinominare le configurazioni, nonch
modificare la configurazione attiva.

Parti
Per le funzioni e gli schizzi delle parti, possibile configurare i seguenti elementi:
Quote
Stati di sospensione
Per configurare le quote:
1 Aprire la parte Configurations\block02.sldprt.

Novit in SolidWorks 2008

7-4

Capitolo 7 Configurazioni

2 Nellalbero di disegno FeatureManager, fare clic con il pulsante destro del

mouse su Annotazioni

e attivare Mostra quote di funzione.

3 Nellarea grafica, fare clic con il pulsante destro del mouse su 30 e selezionare

Configura quota.
Apparir la finestra di dialogo Modifica configurazioni, con un elenco delle
configurazioni della parte in una colonna ed i valori della quota selezionata in
unaltra.
4 Nellarea grafica, fare doppio clic su 40 e quindi su 50.

Le colonne delle quote compaiono nella finestra di dialogo.


5 Nella finestra di dialogo, fare clic su <Crea una nuova configurazione>.
6 Digitare small e premere Invio.
7 Ripetere il passaggio 6 per creare una configurazione di nome large.
8 Nella finestra di dialogo, modificare le quote nel modo seguente:

Default
small
large

Sketch3
D1
30
15
35

Extrude2
D1
40
20
80

Sketch2
D1
50
25
60

9 Fare clic con il pulsante destro del mouse su small e selezionare Passa alla

configurazione.
La configurazione small diventa la configurazione attiva.
10 Nellangolo inferiore sinistro della finestra di dialogo, fare clic su Ricostruisci

configurazione attiva

La parte si aggiorna in base alla nuova configurazione.

Novit in SolidWorks 2008

7-5

Capitolo 7 Configurazioni

11 Fare clic su OK.

Assiemi
Per gli assiemi, si pu specificare:
le configurazioni dei componenti da utilizzare;
gli stati di sospensione dei componenti, delle funzioni di assieme e degli
accoppiamenti;
le quote delle funzioni di assieme e degli accoppiamenti.
Per configurare i componenti in un assieme:
1 Aprire lassieme Configurations\castor.sldasm.
2 Nellarea grafica, fare clic con il pulsante destro del mouse sulla ruota e

selezionare Configura componente.

3 Nella finestra di dialogo, fare clic su <Crea una nuova configurazione>.


4 Digitare Medium e premere Invio.
5 Nella colonna Configurazione per Medium, fare clic su

Novit in SolidWorks 2008

e selezionare A2.

7-6

Capitolo 7 Configurazioni

6 Nellarea grafica, fare doppio clic su ciascun sostegno dasse.

Le colonne sono aggiunte alla finestra di dialogo dei sostegni dasse.


7 Per Medium, selezionare D4 nella colonna Configurazione di ciascun sostegno

dasse.
8 Fare clic con il pulsante destro del mouse su Medium e selezionare Passa alla

configurazione per rendere attiva la configurazione Medium.


9 Fare clic su Ricostruisci configurazione attiva

nella finestra di dialogo.

Lassieme si ricostruisce con le configurazioni selezionate dei componenti.


10 Fare clic su OK.

Default

Medium

Vedere largomento Modifica delle configurazioni nella Guida


in linea.

Novit in SolidWorks 2008

7-7

8
Studi del movimento

Questo capitolo descrive i miglioramenti apportati agli studi del movimento, in


particolare:
Interfaccia di Studi movimento
Miglioramenti a MotionManager
Movimento di assieme
Simulazione fisica
COSMOSMotion

Novit in SolidWorks 2008

8-1

Capitolo 8 Studi del movimento

Interfaccia di Studi movimento


Gli Studi movimento utilizzano il MotionManager, uninterfaccia basata su
fotogrammi chiave e sequenza temporale (adattata da SolidWorks Animation),
comprendente i seguenti elementi:
Movimento di assieme. Crea animazioni dei modelli SolidWorks.
Precedentemente era noto con il nome di SolidWorks Animation e disponibile
sotto forma di aggiunta in SolidWorks Office Premium. Questo strumento ora
disponibile nella versione base di SolidWorks.
Simulazione fisica. Simula gli effetti della fisica sugli assiemi.
COSMOSMotion. Simula e analizza effetti di fisica pi complessi che incidono
sul moto degli assiemi.
Vedere largomento Introduzione agli studi del movimento nella Guida in
linea.
Per accedere agli studi del movimento:
1 Fare clic sulla scheda Studio movimento in fondo a sinistra nellarea grafica.

Se la scheda non visibile, fare clic su Visualizza, MotionManager.


2 In Tipo di studio, nellangolo superiore sinistro del MotionManager, selezionare

una delle opzioni seguenti:


Movimento di assieme
Simulazione fisica
COSMOSMotion

Livelli di funzionalit
La funzionalit dipende dal tipo di studio selezionato. Movimento di assieme offre
la funzionalit di base, Simulazione fisica comprende funzionalit aggiuntive e
COSMOSMotion fornisce tutta la funzionalit disponibile per gli Studi del
movimento.
Per motivi legati alle prestazioni, selezionare il livello minore in grado di offrire tutta la
funzionalit necessaria per lo studio in corso. I livelli maggiori offrono s un maggiore
realismo e simulazioni pi precise, ma applicano calcoli complessi che possono
richiedere molto tempo.

Novit in SolidWorks 2008

8-2

Capitolo 8 Studi del movimento

Miglioramenti a MotionManager
Riquadro comprimibile
Fare clic sullicona Comprimi MotionManager
barra degli strumenti.

per visualizzare soltanto la

Filtri
Nel MotionManager, fare clic su uno dei tipi di filtro predefiniti per applicarlo come
criterio allalbero di disegno FeatureManager di Studi del movimento.
Nessun filtro
. Mostra tutti gli elementi presenti nellalbero di disegno
FeatureManager.
Animato dal filtro
. Mostra tutti gli elementi che si muovono o che cambiano
durante lo studio del movimento.
Filtro pilota
. Mostra tutti gli elementi che causano moto o altri cambiamenti
nel corso dello studio del movimento.
Filtro selezionato
. Mostra solo gli elementi selezionati nellalbero di disegno
FeatureManager (selezionare prima gli elementi).

Punti chiave
In corrispondenza dei punti chiave delle simulazioni possibile:
Modificare i parametri del movimento.
Modificare la grandezza di una forza (solo in COSMOSMotion).
Sospendere e riattivare gli accoppiamenti.
Selezionare Chiave automatica
perch SolidWorks inserisca una chiave nel
punto corrente della sequenza temporale per ogni componente spostato, come
avveniva con la versione 2007. Deselezionare Chiave automatica
per inserire
manualmente le chiavi nella simulazione.
Fare clic su Aggiungi/Aggiorna chiave
per inserire o aggiornare una chiave
del componente selezionato nel punto temporale corrente.

Velocit di riesecuzione
Impostare la Velocit di riesecuzione desiderata selezionandola dallelenco.
Questa impostazione cambia solo la velocit di riproduzione dei fotogrammi
acquisiti, non il numero di fotogrammi acquisito al secondo.

Salva animazione
possibile pianificare processi batch per salvare le animazioni. Fare clic su
Programmazione nella finestra di dialogo Salva animazione. Questa opzione
utile per salvare file di animazione grandi, che possono richiedere numerose risorse
elaborative. Vedere SolidWorks Task Scheduler a pagina 13-20.

Novit in SolidWorks 2008

8-3

Capitolo 8 Studi del movimento

Movimento di assieme
Aggiunta di motori alle animazioni
possibile aggiungere motori lineari o rotazionali alle animazioni e controllarli
mediante il PropertyManager Motore.
Esempio pratico

Simulazione fisica
Contatti
Fare clic su Contatti
per definire i gruppi di componenti tra i quali verificare il
contatto. Durante uno studio del movimento, se i componenti in un gruppo sono tra
loro in contatto, tale condizione viene rilevata ed i componenti reagiscono al contatto
con un moto appropriato. Se i componenti a contatto reciproco non sono raggruppati,
il contatto ignorato ed i componenti si muovono liberamente e indipendentemente
luno dallaltro.

Molle
Con il PropertyManager Molla possibile aggiungere molle lineari e con torsione.
Lutente pu inoltre aggiungere le propriet di smorzamento selezionando
Smorzamento nel PropertyManager e digitando i valori. Le molle con torsione e tutti
gli smorzamenti possono essere usati solo in COSMOSMotion.

COSMOSMotion
Per attivare COSMOSMotion, selezionare il modulo nella finestra
di dialogo Aggiunte.

Propriet analitiche degli accoppiamenti


I riferimenti di carico sono stati sostituiti dal comando Carica facce del
cuscinetto. Per definire Carica facce del cuscinetto, Attrito e Bronzine utilizzare
la scheda Analisi del PropertyManager di Accoppia. Vedere Scheda Analisi a
pagina 6-11.

Smorzatori
Oltre allaggiunta degli smorzamenti alle molle, anche possibile fare clic su
Smorzamento
per creare smorzamenti autonomi nel PropertyManager di
Smorzatore.

Novit in SolidWorks 2008

8-4

Capitolo 8 Studi del movimento

Parti fisse e mobili


I termini terra e movimento riferiti alle parti sono stati sostituiti dagli aggettivi fisso
e mobile, pi descrittivi. Le parti fisse e mobili sono rilevate automaticamente in
base agli accoppiamenti presenti nellassieme.

Studi legacy
Gli assiemi contenenti una Simulazione creata con Simulazione fisica in una
versione precedente di SolidWorks allapertura presentano la scheda Simulazione
fisica nel MotionManager.
Con laggiunta COSMOSMotion caricata, gli assiemi contenenti una Simulazione
creata con COSMOSMotion in una versione precedente di SolidWorks allapertura
presentano la scheda COSMOSMotion nel MotionManager. COSMOSMotion
IntelliMotion Browser appare al posto dellalbero di disegno FeatureManager nel
MotionManager. Non possibile modificare le simulazioni, ma solo visualizzarle ed
eseguirle.

Grafici
Quando si rappresentano i risultati nei grafici, si visualizza una terna sul computer o
sullaccoppiamento per indicare la direzione locale di X, Y e Z.
possibile nascondere un grafico facendo clic su
nellangolo superiore destro.
Per visualizzare un grafico nascosto, espandere la cartella Risultati
nellalbero
di disegno FeatureManager, fare clic con il pulsante destro del mouse su Grafici
XY
e selezionare Mostra.

Gestione di vincoli ridondanti


Sono fornite due opzioni per gestire i vincoli ripetitivi.
Per specificare la modalit di gestione dei vincoli ridondanti:
1 Fare clic su Propriet

(barra degli strumenti MotionManager).

2 In COSMOSMotion, fare clic su Opzioni avanzate.


3 Nella finestra di dialogo Opzioni di simulazione avanzate, selezionare:

Eliminazione automatica dei vincoli ridondanti. Elimina tutti i vincoli


ridondanti, lasciando lassieme completamente vincolato. I vincoli restanti
riguardano i carichi del sistema.
Sostituisci vincoli ridondanti con le bronzine. Sostituisce qualsiasi
accoppiamento avente componenti ridondanti con una bronzina. I carichi del
sistema vengono distribuiti in base agli accoppiamenti sostituiti.
Vedere largomento Vincoli ridondanti nella Guida in linea.

Novit in SolidWorks 2008

8-5

9
Disegni e dettagli

Questo capitolo descrive i miglioramenti apportati ai dettagli, in particolare:


Generale
Fogli di disegno
Viste di disegno
Distinte materiali
Tabelle

Novit in SolidWorks 2008

9-1

Capitolo 9 Disegni e dettagli

Generale
Bollature nelle note
ora possibile aggiungere le bollature alle note. Quando si crea o modifica una nota,
fare clic su una bollatura per inserirla. Qualsiasi modifica alle propriet della bollatura
nel PropertyManager di Bollatura aggiorna la bollatura nella nota. La dimensione del
carattere di una bollatura pu essere regolata dopo avere inserito la bollatura, come
se si trattasse di un qualsiasi carattere.
Nota che fa riferimento al numero di
articolo bollatura 2.3, con corrispondente
bollatura pentagonale inserita nel testo
della nota.

Testo bollatura
Il testo di una bollatura collegato alla distinta materiali in modo parametrico. Se si
modifica lelemento nella distinta materiali, la modifica si riflette nella bollatura.

Rimozione della finestra di dialogo


Il PropertyManager Quota contiene ora la funzionalit precedentemente disponibile
nella finestra di dialogo Propriet della quota. La finestra di dialogo e il pulsante
Altre propriet del PropertyManager di Quota sono stati eliminati.
Il PropertyManager Nota contiene ora la funzionalit precedente della finestra di
dialogo Propriet delle note. La finestra di dialogo stata eliminata.

Allineamento delle quote


possibile allineare le quote ai bordi. Inserire la quota, fare clic con il pulsante destro
del mouse e selezionare Allinea al bordo, quindi scegliere un bordo nel disegno.

Propriet della quota


Si possono annullare le modifiche apportate alle propriet delle quote.

Linee di associazione
Le lunghezze delle linee di associazione piegate possono essere modificate
mediante i quadratini di ridimensionamento.

Novit in SolidWorks 2008

9-2

Capitolo 9 Disegni e dettagli

Fogli di disegno
Nuovi disegni da Apri documenti
Lo strumento Crea disegno dalla parte/assieme disponibile nel
menu mobile Nuovo sulla barra dei menu.

Copia di fogli
possibile copiare interi fogli di disegno in un documento di disegno o
tra due disegni. Utilizzare:
Metodi Copia e Incolla supportati

Posizioni supportate

Modifica, Copia/Incolla

Albero di disegno FeatureManager

Menu contestuali

Area grafica di un foglio

CTRL+ trascina (tra finestre


affiancate di disegni)

Schede dei fogli

Vedere largomento Copia di fogli nella Guida in linea.

Inserimento immagini
possibile inserire immagini nel disegno, proprio come si fa con gli schizzi. Fare
clic su Inserisci, Immagine e scegliere unimmagine. Aprire limmagine e utilizzare
il PropertyManager di Immagine di schizzo per regolarla.

Viste di disegno
Viste scomposte
Si possono ora bloccare le linee di interruzione dei disegni. Dopo aver interrotto una
vista, quotare le linee di interruzione in base ad una porzione nota della geometria. In
questo modo, anche se cambia la quota generale, le linee di interruzione restano al
loro posto. Le quote delle linee di interruzione sono nascoste quando queste ultime
non sono attive. Le quote sono utilizzate solo nel documento del disegno e non
vengono stampate.

Novit in SolidWorks 2008

9-3

Capitolo 9 Disegni e dettagli

Viste in sezione
possibile escludere le nervature dal sezionamento dei disegni. Nella finestra di
dialogo Vista in sezione, selezionare una nervatura da aggiungere ai Componenti
esclusi.

Viste di annotazione
Le viste contenenti annotazioni sono contrassegnate dallicona
nel
PropertyManager di Vista del modello (sezione Orientamento); selezionare
Importa annotazioni per inserire le annotazioni nel disegno.

Allineamento delle entit di schizzo


possibile vincolare le entit di schizzo alla geometria in molteplici viste di disegno.
Tracciare gli oggetti nel disegno e utilizzare i vincoli come per gli schizzi.

Questa immagine mostra:


Un punto tracciato nella vista superiore, vincolato al virtual sharp teorico della
parte mediante relazioni di intersezione (le relazioni sono state nascoste per
maggiore chiarezza visiva).
Una linea tracciata, nella vista inferiore, vincolata per la coincidenza con la
geometria della vista dal basso e con il punto di schizzo della vista dallalto.

Novit in SolidWorks 2008

9-4

Capitolo 9 Disegni e dettagli

Distinte materiali
Contenuto delle colonne
Fare doppio clic su unintestazione di colonna per visualizzare lelenco di scelte per
contenuto. Sono disponibili le propriet personalizzate definite in almeno una parte
dellassieme.

Modifica delle propriet


Le modifiche apportate alle celle con Propriet personalizzate o Numeri parte si
riflettono ora automaticamente nelle Propriet del modello.
Vedere largomento Panoramica sulla distinta materiali nella Guida in linea.
Per qualsiasi parte senza propriet personalizzate, modificando una cella si
aggiunge una definizione di tale propriet alle propriet della parte, nella scheda
Specifica di configurazione.
Per visualizzare la scheda Specifica di configurazione,
selezionare File, Propriet.
Quando si aggiorna la Distinta materiali per una parte avente gi le Propriet
personalizzate definite, il collegamento tra le propriet della parte e la distinta
materiali si aggiorner.
Se si modifica il Numero parte, il nuovo valore appare con il Nome specificato
dallutente nel PropertyManager di Propriet di configurazione della parte.
Per visualizzare il PropertyManager di Propriet di configurazione,
fare clic sulla scheda Configurazione della parte, fare clic con il pulsante
destro del mouse sulla configurazione in uso e selezionare Propriet.

Componenti virtuali
Quando si imposta laTipo di Distinta materiali su Solo parti o Assiemi rientrati, i
componenti virtuali appaiono con il simbolo
nella distinta materiali. (Vedere
Componenti virtuali a pagina 6-7).

Uso di materiali nelle saldature


In una distinta materiali, fare clic con il pulsante destro del mouse in una riga
contenente una saldatura e selezionare Dissolvere saldatura per visualizzare
luso di materiale della saldatura. Lelenco elementi della saldatura si rigenera per
visualizzare luso di materiale che in tal modo mostra ogni materiale diverso
contenuto nellelenco con la quantit totale utilizzata (ad esempio, la lunghezza
totale di tubi quadrati utilizzati per tutti i componenti delle saldature). Comprimere la
saldatura facendo clic con il pulsante destro del mouse su uno dei suoi componenti
e selezionare Ripristina saldatura.

Novit in SolidWorks 2008

9-5

Capitolo 9 Disegni e dettagli

Tale tecnica disponibile per tutte le saldature di una distinta materiali selezionate
contemporaneamente. Attivare la distinta materiali, fare clic con il pulsante destro
del mouse e selezionare Dissolvere saldatura.

Novit in SolidWorks 2008

9-6

Capitolo 9 Disegni e dettagli

Tabelle
Modifica delle celle
Fare doppio clic su una cella per aprire la barra degli strumenti contestuale con
comandi specifici per la modifica delle celle.

Modifica esterna delle celle


Gli elementi collegati a propriet di tabella (ad esempio, livelli di revisione) possono
essere modificati direttamente con Esplora risorse. Vedere Modifica delle propriet
a pagina 9-5 e Modifica delle propriet di un documento a pagina 1-11.

Modifica delle tabelle


Passare con il mouse su un divisore di colonna per cambiare il puntatore in modo
da poter trascinare o ALT+ trascinare il divisore e ridimensionare la colonna a
destra o sinistra. Fare doppio clic su un divisore di riga o colonna per
ridimensionare automaticamente lelemento corrispondente.
Passando con il mouse sopra una cella il puntatore cambia a
. Fare clic per
visualizzare la barra degli strumenti contestuale con i pulsanti che riflettono le
opzioni specifiche per questo tipo di tabella e per le selezioni disponibili (colonne,
righe e celle).

Utilizzare la barra degli strumenti contestuale per applicare formattazione e altri


caratteri senza dover ricorrere ai PropertyManager. I PropertyManager di Riga,
Colonna e Cella sono stati eliminati e la loro funzionalit stata consolidata nella
barra degli strumenti contestuale.
Per accedere al PropertyManager di una tabella, fare clic per
spostare licona della tabella nellangolo superiore sinistro oppure
fare clic con il pulsante destro del mouse nella tabella e selezionare
Propriet.

Novit in SolidWorks 2008

9-7

Capitolo 9 Disegni e dettagli

Equazioni nelle celle


Quando attiva una tabella, le celle
contenenti equazioni appaiono con il
relativo simbolo. Passare con il
mouse sul simbolo per visualizzare
lequazione. Fare clic sul simbolo per
aprire lEditor equazioni.

Inserimento di testo nelle celle o note


possibile comprimere il testo per adattarlo in una cella o nota.
Per comprimere un testo per adattare le dimensioni di una cella:
1 Selezionare la cella o nota della tabella da modificare.

2 Fare clic su Adatta il testo

nella barra degli strumenti contestuale.

La cella o nota si ridimensiona automaticamente e si apre la porzione del


carattere della barra degli strumenti contestuale.

Per disattivare la funzione di adattamento del testo nelle note o


celle, fare clic su Adatta il testo
.

Intestazione e stato della bollatura


Mentre attiva una tabella, fare clic sulle frecce di espansione (1)
per visualizzare lintestazione della tabella. Con una distinta
materiali, fare clic sulle frecce di espansione (2) per visualizzare
lo stato della bollatura e la struttura dellassieme.

Posizione dellintestazione
Per commutare lintestazione di una tabella, fare clic su Intestazione tabella
superiore
o Intestazione tabella inferiore
nella barra degli strumenti
contestuale.

Novit in SolidWorks 2008

9-8

Capitolo 9 Disegni e dettagli

Visibilit di righe e colonne nelle tabelle


possibile visualizzare righe e colonne di tabella con la barra degli strumenti
contestuale. Fare clic su Nascondi/Mostra
e selezionare le intestazioni di righe
o colonne da nascondere. Le righe e le colonne selezionate sono evidenziate per
indicare che saranno nascoste con un nuovo clic su Nascondi/Mostra
.

Modifica dei caratteri


Disattivare Usa carattere del documento
nella barra degli strumenti
contestuale per visualizzare la porzione della barra relativa al tipo di carattere.

Modifica di colonne
possibile trascinare le colonne afferrandole per lintestazione in modo da
riordinarle.
Una barra degli strumenti con le opzioni per il contenuto della colonna compare
facendo clic con il pulsante destro del mouse su unintestazione di colonna oppure
selezionando la colonna e facendo clic su Propriet della colonna
nella barra
degli strumenti contestuale.

Novit in SolidWorks 2008

9-9

10
Quote e tolleranze

Questo capitolo descrive i miglioramenti apportati alle tolleranze, in particolare:


Generale
DimXpert per parti
TolAnalyst

Novit in SolidWorks 2008

10-1

Capitolo 10 Quote e tolleranze

Generale
La cosiddetta funzionalit GD&T (quote e tolleranze di forma) offre molti vantaggi:
Il linguaggio di progettazione standardizzato.
La finalit progettuale risulta chiara e trasparente a clienti, fornitori e team di
produzione.
Si possono calcolare i limiti di accoppiamento nel caso peggiore.
Con luso dei Riferimenti, i processi di produzione e di ispezione diventano
ripetibili.
Lassieme garantito per la produzione di parti.

Sono disponibili due nuove applicazioni basate su GD&T:


DimXpert - Inserisce quote e tolleranze sulle parti.
TolAnalyst - Esegue lanalisi degli assiemi per garantire che i componenti
possano essere assemblati correttamente.

Novit in SolidWorks 2008

10-2

Capitolo 10 Quote e tolleranze

DimXpert per parti


DimXpert per parti un gruppo di strumenti che applicano quote e tolleranze alle
parti conformemente allo standard ASME Y14.41-2003.
Impostare Standard di quotatura su ANSI in Strumenti,
Opzioni, Propriet del documento, Dettagli per visualizzare
le annotazioni nel formato dello standard ASME. Non sono
supportati altri standard al momento oltre ad ANSI.

Funzioni
DimXpert considera tutte le funzioni come funzioni di produzione. Ad esempio, una
funzione shell creata nel mondo CAD, nel mondo della fabbricazione considerata
una cavit.
Funzioni di produzione supportate:
Asola

Intaglio

Cavit

Intersezione linea

Cilindro

Intersezione piano

Tipo di funzione
Discreto

Intersezione punto

Cono

Piano

Estrusione

Raccordo

Foro lamato

Smusso

Foro semplice

Superficie

Larghezza

Foro svasato
Quando si applicano quote DimXpert a funzioni di produzione, DimXpert utilizza i
metodi seguenti (nellordine indicato) per il riconoscimento delle funzioni:
1 Riconoscimento delle funzioni del modello
2 Riconoscimento della topologia

Novit in SolidWorks 2008

10-3

Capitolo 10 Quote e tolleranze

Riconoscimento delle funzioni del modello


Il riconoscimento delle funzioni del modello offre il vantaggio di poter aggiornare le
funzioni identificate se si modifica la rispettiva funzione del modello, soprattutto
dopo aver aggiunto altre funzioni o facce. DimXpert riconosce le seguenti funzioni
progettuali:
Alcune estrusioni (per
estrazione delle ripetizioni)

Raccordo

Filettatura cosmetica

Alcune ripetizioni (lineare,


circolare, speculare per
lestrazione delle ripetizioni)

Foro di Creazione guidata


Foro semplice

Smusso

Riconoscimento della topologia


Se il riconoscimento del modello non riconosce le funzioni, DimXpert passa al
riconoscimento della topologia. Il vantaggio del riconoscimento della topologia
che riconosce le funzioni di produzione che non sono state riconosciute nel modello
con il metodo precedente, ad esempio asole, intagli e cavit. Il riconoscimento della
topologia utilizzata solamente per le funzioni su corpi importati. Le funzioni
topologiche si aggiornano se si modifica la geometria, ma le nuove varianti non
sono aggiunte alla funzione di ripetizione.

Uso di DimXpert
Gli strumenti DimXpert consentono di inserire
quote e tolleranze, sia manualmente sia
automaticamente. DimXpertManager:
Elenca le funzioni di tolleranza definite da
DimXpert in ordine cronologico.
Mostra gli strumenti DimXpert.
Per impostare le opzioni DimXpert:
1 Aprire la parte DimXpert.sldprt.
2 Selezionare Strumenti, Opzioni, Propriet

del documento. In DimXpert, selezionare


Tolleranza di forma.
3 In Quote base, selezionare Crea quote

base.
4 Fare clic su OK.

possibile impostare altre opzioni in DimXpert.

Novit in SolidWorks 2008

10-4

Capitolo 10 Quote e tolleranze

Per ispezionare il modello:


1 Nellalbero di disegno FeatureManager, espandere Estrusione-Taglio1 e

modificare Schizzo2.
Notare le quote del taglio estruso. La parte di 80 x 40 mm.

2 Chiudere lo schizzo.

Per inserire manualmente le quote e le tolleranze di forma con DimXpert:


1 Fare clic su Riferimento

nella barra degli strumenti DimXpert oppure


selezionare Strumenti, DimXpert, Riferimento.
2 Fare clic sulle facce illustrate per inserire il
Riferimento A, quindi trascinarlo per posizionarlo.
3 Aggiungere i Riferimenti B e C come illustrato,
quindi fare clic su
.
DimXpertManager si aggiorna con i Riferimenti.
Se lorientamento di una tolleranza non
corretto, modificarlo. Fare clic con il pulsante
destro del mouse sullannotazione e
selezionare Cambia vista dellannotazione,
Per selezione. Selezionare la faccia corretta,
che deve essere perpendicolare al piano del
Riferimento, e fare clic su
.
4 Fare clic su Quota della dimensione

nella
barra degli strumenti DimXpert oppure selezionare
Strumenti, DimXpert, Quota della dimensione.
Le quote DimXpert sono guidate e non possono essere quote di guida.

5 Selezionare il foro inferiore sinistro.

Nella barra degli strumenti contestuale, selezionato automaticamente


Ripetizione
dal riconoscimento delle funzioni del modello, perch i quattro
fori di pari grandezza giacciono sullo stesso taglio.

Novit in SolidWorks 2008

10-5

Capitolo 10 Quote e tolleranze

6 Fare clic nellarea grafica per inserire la quota

della dimensione.
7 Fare clic su

DimXpert ha riconosciuto i quattro fori come


funzione Ripetizione fori in DimXpertManager.
Licona
sotto Ripetizione fori indica
che DimXpert ha utilizzato il
riconoscimento delle funzioni del modello.
Se avesse usato il riconoscimento della
topologia, non avrebbe mostrato unicona.
8 Fare clic su Tolleranza di forma

nella barra degli strumenti DimXpert


oppure selezionare Strumenti, DimXpert, Tolleranza di forma.

9 Nella finestra di dialogo:


a)
b)
c)

Selezionare Posizione
per Simbolo.
Digitare 0,5 per Tolleranza 1.
Fare clic su Diametro
.
Il puntatore deve essere inserito nel campo Tolleranza 1.

d)
e)
f)

g)

Fare clic su Condizione del materiale massima


.
Digitare A, B e C per Primaria, Secondaria e Terziaria.
Selezionare il foro inferiore
sinistro con la ripetizione fori,
quindi fare clic ovunque nellarea
grafica per inserire la tolleranza
di forma con la quota della
ripetizione.
Fare clic su OK.

DimXpert crea le quote base per la


posizione del foro lungo le facce
superiore e destra.
Le quote base sono
racchiuse in caselle. Ad
esempio

Se le quote base non appaiono, verificare le opzioni di DimXpert. Vedere


Per impostare le opzioni DimXpert: a pagina 10-4.

Novit in SolidWorks 2008

10-6

Capitolo 10 Quote e tolleranze

10 Fare clic su Quota ubicazione

nella barra degli strumenti DimXpert oppure


selezionare Strumenti, DimXpert, Quota ubicazione.

11 Selezionare le facce superiore e inferiore, quindi fare clic per posizionare la

quota.

12 Utilizzare Quota ubicazione

per dimensionare la faccia destra e quella


sinistra e poi per la faccia anteriore e quella posteriore. Fare clic su
.

Il modello dovrebbe avere un aspetto simile a quanto illustrato.

Novit in SolidWorks 2008

10-7

Capitolo 10 Quote e tolleranze

13 Fare clic su Mostra stato di tolleranza

nella barra degli strumenti DimXpert


oppure selezionare Strumenti, DimXpert, Mostra stato di tolleranza per
visualizzare le funzioni sovra o sottovincolate in termini di dimensione e posizione.
Le funzioni sottovincolate sono in giallo. Le funzioni sono contrassegnate dal
segno a (-) in DimXpertManager.
Le funzioni interamente vincolate sono in verde.
Le funzioni sovravincolate sono in giallo e contrassegnate con il segno (+).

Il modello interamente vincolato.


14 Fare clic su Cancella tutte le tolleranze

nella barra degli strumenti


DimXpert oppure selezionare Strumenti, DimXpert, Cancella tutte le
tolleranze per eliminare tutte le tolleranze e le quote DimXpert dal modello e da
DimXpertManager. anche possibile fare clic con il pulsante destro del mouse
ed eliminare singole entit in DimXpertManager.

15 Fare clic su Strumenti, Opzioni, Propriet del documento. In DimXpert,

selezionare Opzioni di visualizzazione.


16 In Quote ridondanti, selezionare Mostra conteggio istanze.
17 Fare clic su OK per impostare la parte per la procedura successiva.
18 Lasciare aperta la parte per la procedura illustrata di seguito.

Novit in SolidWorks 2008

10-8

Capitolo 10 Quote e tolleranze

Per inserire automaticamente quote e tolleranze mediante DimXpert:


1 Fare clic su Schema con autoquotatura

nella barra degli strumenti


DimXpert oppure selezionare Strumenti, DimXpert, Schema con
autoquotatura.

2 Nel PropertyManager:
a)

Per Impostazioni selezionare:


Prismatico come Tipo di parte.
Pi e Meno come Tipo di tolleranza. Lo schema di tolleranza pi/meno
utilizza le quote lineari per identificare tutti i tipi di funzione.
Primaria

b)

Per Funzioni di riferimento selezionare:


La faccia anteriore come Primaria.
La faccia inferiore come Secondaria.
La faccia sinistra come Terziaria.

Secondaria
Terziaria
Le facce utilizzano i colori delle Funzioni di
riferimento impostati nel PropertyManager.
c) Assicurarsi di selezionare Tutte le funzioni come Ambito e tutti gli elementi
in Filtri di funzione.
d) Fare clic su
.

DimXpert inserisce automaticamente le quote e le tolleranze in base allo


schema pi/meno, per vincolare interamente il modello.
Le quote e le tolleranze visualizzate possono differire da quelle
dellutente.

Novit in SolidWorks 2008

10-9

Capitolo 10 Quote e tolleranze

3 Eliminare tutte le quote e tolleranze DimXpert.

Rieseguire ora DimXpert con lo schema di tolleranza di forma, che utilizza la


posizione, il profilo circolare ed i profili di superficie, secondo quanto pertinente.
Schema con autoquotatura
applica le tolleranze di forma
(solo planarit), orientamento e posizione come necessario
per la relazione con le funzioni di riferimento.
4 Fare clic su Schema con autoquotatura

5 In Impostazioni, selezionare Geometrico come Tipo di tolleranza.


6 Selezionare le stesse facce utilizzate in precedenza come Funzioni di

riferimento.
7 Fare clic su

Per una maggiore chiarezza espositiva, le immagini sono state


acquisite con lopzione Testo sempre nella stessa
dimensione attivata. Lo standard ASME tuttavia scala le
annotazioni in relazione alla geometria. Disattivare quindi
questa opzione e impostare una Scala del testo appropriata
nella finestra di dialogo Propriet dellannotazione.
Novit in SolidWorks 2008

10-10

Capitolo 10 Quote e tolleranze

TolAnalyst
TolAnalyst unapplicazione per lanalisi delle tolleranze con cui stabilire gli effetti
prodotti da quote e tolleranze su parti e assiemi. Gli strumenti TolAnalyst consentono
di eseguire lanalisi delle tolleranze nella peggiore delle ipotesi, ossia allorch tutte le
condizioni peggiori possibili possano interagire contemporaneamente su parti e
assiemi.
A tale scopo, prima si applicano le quote e le tolleranze a parti o componenti di un
assieme con gli strumenti DimXpert, quindi si utilizzano gli strumenti TolAnalyst per
generare i dati necessari allanalisi.
TolAnalyst disponibile solamente in SolidWorks Office Premium.
Vedere TolAnalyst a pagina 14-17.

Novit in SolidWorks 2008

10-11

11
COSMOSWorks

Questo capitolo descrive i miglioramenti apportati a COSMOSWorks, in particolare:


Generale
Nuovi tipi di studio
Studi di analisi
Carichi e vincoli
Mesh
Unione e contatto per studi statici
Visualizzazione dei risultati
I miglioramenti descritti di seguito si riferiscono a COSMOSWorks
Designer e versioni superiori, tranne dove diversamente specificato.
La lettera (P) indica che la nuova funzionalit disponibile a partire
da COSMOSWorks Professional. La lettera (A) indica che la nuova
funzionalit disponibile soltanto in COSMOSWorks Advanced
Professional.

Novit in SolidWorks 2008

11-1

Capitolo 11 COSMOSWorks

Generale
ora disponibile la versione a 64 bit di COSMOSWorks.
Quando si seleziona una faccia nellarea grafica, la cartella Travi, Shell o
Solidi nellalbero AnalysisManager di COSMOS si espande per evidenziare
il corpo o il componente associato.
Le unit di misura N/mm2 (MPa) sono ora disponibili in pi punti dellinterfaccia,
compresi: PropertyManager Pressione e Grafico di sollecitazione, finestra di
dialogo Opzioni e le tre schede della finestra di dialogo Materiale.
Il nuovo CommandManager facilita laccesso allinterfaccia di COSMOSWorks.
Il CommandManager sensibile al contesto, nel senso che si adatta al tipo e
allo stato dello studio attivo.
(A) possibile utilizzare il modello di materiale nitinol per gli shell negli studi
non lineari.
Sono state aggiunte nuove barre degli strumenti per COSMOSWorks
Dynamics e COSMOSWorks Tracker di tendenza.
I comandi ombreggiati non appaiono nei menu di scelta rapida.
Lutente ora pu cercare le parole chiave di analisi allinterno dei file di analisi,
compresi i file *.sldalasm, *.sldalprt, *.sldasm e *.sldprt.
Vedere largomento Ricerca dei documenti di analisi nella Guida in linea.
Alla lista di verifica vengono aggiunti nuovi benchmark statici lineari NAFEMS.
Lo strumento Rapporto stato ridisegnato per COSMOSWorks 2008.

Vedere largomento Rapporti di studio nella Guida in linea.

Mentore di analisi
Il Mentore di analisi
nel Task Pane stato
migliorato e ora contiene:
Informazioni utili per carichi, vincoli e
condizioni di contatto.
Un database con esempi di carichi, vincoli e
condizioni di contatto. Di seguito sono forniti
alcuni esempi. possibile personalizzare il
database aggiungendo, modificando ed
eliminando gli esempi.

Novit in SolidWorks 2008

11-2

Capitolo 11 COSMOSWorks

Materiale iperelastico Mooney-Rivlin e Ogden

(A)

possibile visualizzare le costanti calcolate dal programma con luso di una curva
di sollecitazione/deformazione di modelli di materiale Mooney-Rivlin oppure Ogden
in studi non lineari. Le costanti sono salvate in un file di testo con estensione.log
nella cartella del risultato attivo dello studio.

Shell visualizzati per spessore o materiale


possibile visualizzare gli shell per colore,
in modo da identificarne lo spessore o il
materiale. Fare clic con il pulsante destro del
mouse sulla cartella Shell nellalbero
AnalysisManager di COSMOS e selezionare
lopzione appropriata. Nellimmagine, una
parete ha uno spessore di 1, la base di 2 e
le pareti restanti sono trasparenti perch
non stato loro assegnato un valore di
spessore.
anche possibile creare un grafico della
qualit di mesh per rappresentare lo spessore o il materiale degli shell. Per creare il
grafico, fare clic con il pulsante destro del mouse su Mesh e selezionare Crea
grafico mesh.

Nuovi tipi di studio


Studio dei recipienti a pressione

(P)

Nel nuovo studio dei recipienti a pressione possibile abbinare i risultati di due o
pi studi statici per stabilire il caso peggiore. Ciascuno studio statico ha condizioni
di carico diverse che producono i risultati corrispondenti. Lo studio di recipienti a
pressione coniuga i risultati degli studi statici in maniera algebrica.
Vedere largomento Studi dei recipienti a pressione nella Guida in linea.

Studio di dinamica lineare

(A)

Gli studi statici partono dal presupposto che i carichi siano costanti o applicati molto
lentamente sino ai valori totali. Dato lassunto, la velocit e laccelerazione di
ciascuna particella del modello presunta a zero e di conseguenza i risultati statici
trascurano le forse inerziali e di smorzamento.
Ma nelle applicazioni pratiche, i carichi non sono applicati lentamente oppure
cambiano nel tempo o di frequenza. Per questo esistono gli studi dinamici.

Novit in SolidWorks 2008

11-3

Capitolo 11 COSMOSWorks

Gli studi della dinamica lineare si basano sugli studi della frequenza. Il software
calcola la risposta del modello accumulando il contributo apportato da ciascun
modo allambiente di carico. Nella maggioranza dei casi, solo i modi di ordine pi
basso contribuiscono significativamente alla risposta. Il contributo dipende da vari
fattori: frequenza, modulo, direzione, durata e posizione del carico.
Potrebbe essere necessario impostare una frequenza del modo di ordine pi alto
incluso nellanalisi ad un livello superiore alle frequenze dei carichi. I fattori di
partecipazione della massa calcolati negli studi di frequenza possono aiutare
lutente a decidere il numero di modi da includere nellanalisi. Come regola
generale, alcuni codici consigliano una partecipazione minima della massa pari a
80 % nella direzione del movimento.
Alla luce di queste regole, potrebbe essere utile eseguire
diverse iterazioni aumentando il numero dei modi per valutare
la convergenza dei risultati.
Carichi dinamici
I carichi dinamici sono normalmente classificati come deterministici o non
deterministici. I primi, ben definiti e discreti, sono funzioni del tempo e sono altamente
prevedibili. Possono essere di tipo armonico, periodico o aperiodico. Se i carichi sono
deterministici, anche i risultati lo saranno. I carichi non deterministici non sono ben
definiti come funzioni esplicite del tempo e sono descritti mediante parametri di
ordine statistico. Se i carichi sono non deterministici, anche i risultati lo saranno.
Negli studi dinamici, lenergia dei sistemi vibrazionali viene dissipata da vari
meccanismi di smorzamento. Sono disponibili i seguenti tipi di smorzamento:
Modale
Rayleigh
Modale composito
Concentrato (solo per studi della cronologia modale)
Vedere largomento Effetti di smorzamento nella Guida in linea.
Per gestire i diversi ambienti di carico, COSMOSWorks offre tre tipi di studi della
dinamica lineare:
Cronologia modale
Armonico
Vibrazione casuale

Novit in SolidWorks 2008

11-4

Capitolo 11 COSMOSWorks

Analisi cronologica modale


Utilizzare lAnalisi cronologica modale quando la variazione di ciascun carico nel
tempo nota e la risposta dinteresse il carico come funzione del tempo. I carichi
pi tipici sono:
urto (o impulso)
generale, variabile nel tempo (periodico o aperiodico)
moto di base uniforme (spostamento, velocit o accelerazione applicata a tutti i
vincoli)
moti di vincolo (spostamento, velocit o accelerazione applicata ai vincoli
selezionati)
Ampiezza

Ampiezza

Ampiezza

Tempo

Carico durto

Tempo

Carico periodico

Tempo
Carico aperiodico

Una volta eseguito lo studio, possibile visualizzare spostamenti, sollecitazioni,


deformazioni, forze di reazione vincolare, ecc., in diversi punti temporali e
rappresentare in un grafico i risultati di specifici punti.

Novit in SolidWorks 2008

11-5

Capitolo 11 COSMOSWorks

Analisi armonica
Utilizzare lanalisi armonica quando il modello soggetto soltanto a carichi
armonici. Un carico armonico P si esprime come P = A sin ( t+) dove: A
lampiezza, la frequenza, t il tempo e langolo di fase. Di seguito sono
forniti alcuni esempi di carichi armonici nel tempo aventi lo stesso modulo A, ma
frequenze e angolo fase diversi:
Ampiezza

Ampiezza

Tempo

Frequenza = 2 Hz

Tempo

Frequenza = 5 Hz

Bench sia possibile creare uno studio cronologico modale e definire i carichi come
funzione del tempo, non sempre interessa la variazione transitoria della risposta nel
tempo. Se questo il caso, si risparmier tempo e risorse eseguendo unanalisi
armonica per identificare nella soluzione la risposta di picco stazionaria nel campo
di frequenza operativo desiderato.
La figura illustra un esempio per lanalisi
armonica. Le ampiezze di picco dei
carichi armonici sono rappresentati nel
grafico in relazione alle frequenze
operative.

Ampiezza

Una volta eseguito lo studio, possibile


visualizzare le sollecitazioni di picco,
spostamenti, accelerazioni e velocit nel
campo delle frequenze operative.

Campo di frequenza

Novit in SolidWorks 2008

11-6

Capitolo 11 COSMOSWorks

Ad esempio, un motore montato su un tavolo di prova con bulloni di fissaggio


trasferisce carichi armonici al sistema di supporto. possibile modellare il sistema di
supporto e definire uno studio armonico per valutare gli spostamenti di picco
stazionario, le sollecitazioni, ecc. del motore nel campo delle sue frequenze operative.

Vibrazione casuale
Utilizzare uno studio della vibrazione casuale per calcolare la risposta dovuta a
carichi non deterministici. Gli esempi di carichi non deterministici comprendono:
Carichi generati sulla ruota di unauto che viaggia
su una strada dissestata

Ampiezza

Accelerazioni di base generate dai terremoti


Pressione generata dalla turbolenza daria
Pressione generata dalle onde marine o da venti forti

Tempo

La figura illustra un esempio di un carico casuale nel


tempo.
In uno studio della vibrazione casuale, i carichi sono descritti statisticamente dalle
funzioni di densit spettrale (PSD). Le unit di misura della densit spettrale sono il
carico elevato alla potenza di 2 diviso la frequenza come funzione della frequenza.
Ad esempio, le unit di misura di una curva di densit spettrale per la pressione
sono (psi)2/Hz su Hz.

Novit in SolidWorks 2008

11-7

Capitolo 11 COSMOSWorks

Lesempio seguente illustra una curva di densit spettrale. Lasse X in scala


logaritmica per illustrare chiaramente lampio campo di frequenza.
Ampiezza2/ Hz

Frequenza (Hz)

Una volta eseguito lo studio, possibile rappresentare in un grafico i risultati


quadratici medi (RMS) o di densit spettrale di sollecitazioni, spostamenti, velocit,
ecc. ad una specifica frequenza oppure in specifici punti in relazione ai valori di
frequenza.
Vedere largomento Uso dellanalisi dinamica nella Guida in linea.

Studio di dinamica non lineare

(A)

Non possibile utilizzare studi di dinamica lineare se il modello contiene materiali non
lineari oppure soggetto a deformazioni. Gli studi di dinamica non lineare vengono
risolti nel dominio temporale. A differenza degli studi di dinamica lineare, quelli non
lineari non richiedono lestrazione delle frequenze o delle forme modali. I carichi sono
definiti in relazione al tempo, come avviene per gli studi cronologici modali.
Si osservi che mentre il tempo una pseudovariabile utilizzata per applicare
gradualmente il carico negli studi statici non lineari, esso sempre una variabile
reale negli studi dinamici.
Ad esempio, se il modello contiene parti a parete sottile che tendono a deformarsi
fortemente, ha un modello di materiale iperelastico ed soggetto ad un carico
impulsivo, si consiglia luso di uno studio dinamico non lineare.

Esempio di studio dinamico lineare

(A)

Uno studio cronologico modale di tipo dinamico lineare consente di esaminare la


risposta dellorlo di un canestro da basket soggetto a carico impulsivo provocato da
una schiacciata.

Novit in SolidWorks 2008

11-8

Capitolo 11 COSMOSWorks

Per simulare la risposta dellorlo sotto carico impulsivo:


1 Aprire la parte

COSMOSWorks\Basketball_rim.
sldprt.
2 Per creare uno studio dinamico

lineare, fare clic con il pulsante


destro del mouse su Frequenza
nellalbero AnalysisManager di
COSMOS e selezionare Copia
nello studio dinamico nuovo.
3 Nella finestra di dialogo:
a)
b)
c)

Digitare Dynamic_First come


Nome studio.
Selezionare Analisi cronologica modale per Tipo di studio dinamico
lineare.
Fare clic su OK.
Quando si crea uno studio dinamico da uno studio della frequenza
esistente, le propriet dei materiali, i vincoli ed i risultati dello studio
della frequenza vengono copiati nel nuovo studio dinamico.

4 Per impostare le propriet dello studio dinamico, fare clic con il pulsante destro

del mouse su Dynamic_First e selezionare Propriet.


a)
b)

In Opzioni di frequenza, impostare Numero di frequenze su 5.


In Opzioni dinamiche, impostare Fine su 0,8 e Incremento su 0,0005.
Come passo temporale della soluzione, impostare un valore che sia
una frazione del periodo di massima frequenza di carico. Si consiglia di
eseguire lanalisi a passi decrescenti e notare la convergenza dei
risultati.

5 Fare clic con il pulsante destro del mouse su Carico/Vincolo e selezionare

Forza.
a)
b)
c)

Selezionare la parte media anteriore dellorlo in Facce, Bordi, Vertici per


forza.
Selezionare Piano frontale in Faccia, Bordo, Piano, Asse per direzione.
Selezionare Lungo il piano dir 2 e digitare 260 (lb).

Novit in SolidWorks 2008

11-9

Capitolo 11 COSMOSWorks

d)
e)

f)
g)

Attivare Direzione contraria.


In Variazione nel tempo,
selezionare Curva e fare clic su
Modifica. Immettere i seguenti
valori per i dati della curva di forza.
Punti

1,0

0,4995

1,0

0,5

10

Fare clic su OK.


Fare clic su
.

Y (Magnitudine)

6 Fare clic con il pulsante destro del

mouse su Smorzamento
e
selezionare Modifica/Definisci.
a)

Sotto Opzioni, selezionare


Smorzamento modale.

b)

Per Fattori di smorzamento, digitare 0,05 nella colonna Fattore di


smorzamento.
Fare clic su
.

c)

0,5

7 Fare clic con il pulsante destro del mouse su Opzioni risultati

X (Tempo)

e selezionare

Modifica/Definisci
a)
b)
c)

Nel PropertyManager in Salva risultati, selezionare Per passi di soluzione


specificati.
In Passi di soluzione-Gruppo 1, impostare Inizio su 1, Fine su 1600 e
Incremento su 10.
Nella casella Grafici di responso, selezionare Punto 1.

Novit in SolidWorks 2008

11-10

Capitolo 11 COSMOSWorks

d)

Fare clic su

Se non si specifica un vertice o un punto nella casella Grafici di


responso, possibile rappresentare nel grafico la risposta a
qualsiasi nodo dei passi temporali richiesti nel PropertyManager di
Opzioni risultati.
8 Creare la mesh del modello con Dimensione globale di 0,8 pollici ed eseguire

lanalisi.
9 Per rappresentare la cronologia di spostamento al Punto 1, fare clic con il

pulsante destro del mouse su Risultati


responso .

e selezionare Definisci il grafico di

Si visualizza il PropertyManager di Grafici dei tempi con il Punto 1 evidenziato


nella casella Ubicazioni predefinite.
a)
b)

Nel PropertyManager per Asse Yselezionare Spostamento, UY:


spostamento Y in Componente
e in come Unit
.
Fare clic su
.

Si visualizza il grafico seguente con lasse X che rappresenta i sec e lasse Y le


unit di misura in.
in

Spostamento
statico

sec

Il grafico della risposta indica chiaramente le oscillazioni dellorlo del canestro


durante la schiacciata. Lo spostamento UY massimo circa 1,35 in. Questo
valore supera di 0,78 lo spostamento UY statico massimo dellorlo (vedere il
grafico di spostamento UY dello studio Statico). Il canestro cessa di oscillare a
circa 0,32 sec. Una volta rilasciato il carico, lorlo soggetto a vibrazione libera e
torna alla posizione iniziale a circa 0,8 sec.
Per verificare la precisione dei risultati, eseguire un secondo studio dinamico
con 10 modi. I risultati mostrano lievi divergenze nella risposta, si conclude
pertanto che luso di cinque modi fornisce risultati precisi. In molti casi
necessario ricorrere a un numero maggiore di modi.

Novit in SolidWorks 2008

11-11

Capitolo 11 COSMOSWorks

Studi di analisi
(P) I calcoli dei fattori di visualizzazione degli studi termici sono stati migliorati
nel caso degli shell.
(P) Nelle versioni precedenti, una faccia di uno studio termico poteva irradiare
calore solo nellambiente o su altre facce del modello. In questa versione, la
faccia pu irradiare calore simultaneamente sia allambiente che ad altre
facce del modello.
(A) La formulazione di una forte deformazione per gli studi non lineari stata
migliorata per tutti i modelli di materiale al fine di migliorare la precisione e la
convergenza.
(P) Anche lesportazione degli studi a NASTRAN stata migliorata. Il
convertitore esporta ora anche le seguenti funzioni:
Studi a mesh mista
Vincoli locali
Unione nodo/superficie e superficie/superficie
Contatto nodo/nodo, nodo/superficie e superficie/superficie
Forze remote, masse e spostamenti
Vincoli elastici e connettori

(A)

possibile esportare ad ABAQUS studi statici, di frequenza, del carico di


punta, non lineari e termici. In aggiunta allesportazione della mesh, propriet
del materiale, carichi e vincoli, il convertitore esporta anche le seguenti
funzioni:
Unione nodo/superficie
Unione superficie/superficie (introdotta con COSMOSWorks 2008)
Contatto nodo/superficie e superficie/superficie
Forze remote, masse e spostamenti
Connettori rigidi, a vincolo elastici e spine

Per esportare uno studio in ABAQUS:


1 Fare clic con il pulsante destro del mouse sul nome dello studio e selezionare

Esporta.
2 In Tipo file, selezionare File ABAQUS (*.inp).
3 In Nome file, immettere un nome.
4 Fare clic su Salva.

Novit in SolidWorks 2008

11-12

Capitolo 11 COSMOSWorks

Travi
In uno studio di mesh mista possibile avere travi, shell e solidi.
Il software riconosce molti elementi geometrici al di l dei membri strutturali,
che sono riconosciuti come travi. Questi elementi comprendono: membri
strutturali curvi, corpi estrusi e di sweep, membri strutturali e corpi specchiati
e in ripetizione, geometria importata. Il software non in grado di riconoscere
come travi tutti gli elementi geometrici uniti e combinati.
possibile visualizzare gli assi neutri delle travi: selezionare Mostra travi
come linee nei Risultati del PropertyManager di Modifica giunti.
Ora possibile visualizzare le direzioni usate per vedere i risultati delle travi per
ogni trave. Selezionare Mostra orientamento trave in Opzioni grafiche
deformate nel PropertyManager Impostazioni.
ora possibile applicare le forze sullintera lunghezza di una trave oppure nei
punti di riferimento. Un punto di riferimento deve giacere entro i limiti del
modello. Nelle versioni precedenti era possibile applicare le forze solo ai giunti.
Se le forze sono applicate sullintera lunghezza della trave, si pu specificare
il valore di forza oppure una forza per unit di lunghezza. Selezionare Per
unit di lunghezza nelle Unit del PropertyManager di Forza per specificare
la forza per unit di lunghezza della trave.
possibile visualizzare un elenco delle forze e delle sollecitazioni di una
trave. Fare clic con il pulsante destro del mouse sulla cartella Risultati e
selezionare Elenco forze del trave. Gli elementi in elenco comprendono:
forze assiali, sollecitazioni flessionali in due direzioni, sollecitazioni del caso
peggiore, ecc.
possibile creare i grafici di taglio e di momento. Fare clic con il pulsante
destro del mouse sulla cartella Risultati e selezionare Definisci diagrammi
del trave. I tipi di grafico comprendono: forza assiale, forza di taglio in due
direzioni, momenti in due direzioni e coppia. Lo strumento Sonda consente di
elencare i risultati dei singoli membri strutturali.

Scenari di progetto
Gli scenari progettuali sono stati migliorati. possibile:
Ridimensionare la finestra di dialogo per visualizzare pi gruppi o parametri.
Completare automaticamente i valori di un parametro con uno dei tre metodi
seguenti: Lineare, Crescita o Distribuire. Questi metodi sono simili ai metodi
corrispondenti in Microsoft Excel. Fare clic con il pulsante destro del mouse
sul nome del parametro e selezionare Riempimento serie.
Reimpostare i valori di ogni parametro o definire il valore del modello corrente.
Fare clic con il pulsante destro del mouse sul nome del parametro o del
gruppo e selezionare Azzera.

Novit in SolidWorks 2008

11-13

Capitolo 11 COSMOSWorks

Copiare i dati in tabella a/da un altro prodotto Microsoft, ad esempio Excel o


Word. Selezionare le celle della tabella da copiare o completare, quindi fare
clic con il pulsante destro del mouse e selezionare Copia o Incolla.
Selezionare un sistema di coordinate per visualizzare i risultati. Selezionare
Scegli sistema di coordinate nella scheda Ubicazioni dei risultati della
finestra di dialogo Scenario di progetto.
Per visualizzare altri risultati degli scenari progettuali negli studi statici,
utilizzare le finestre di dialogo Sintesi dei risultati di scenario di progetto e
Grafico. I nuovi tipi di risultato comprendono: spostamento nelle direzioni X,
Y e Z (UX, UY e UZ) e sollecitazioni normali nelle direzioni X, Y e direzione
(SX, SY e SZ). Questi nuovi tipi sono disponibili per i vertici selezionati.

Supporto dei grandi spostamenti


Lopzione Grande spostamento degli studi statici ora compatibile con:
vincoli di simmetria ciclica;
tutti i connettori molla (le molle di sola compressione o estensione non erano
supportate nelle versioni precedenti);
tutti i connettori bullone.

Tracker di tendenza

(P)

Il Tracker di tendenza agevola la rilevazione delle tendenze nei risultati prodotte da


diverse iterazioni di uno studio statico. Al termine di uno studio statico, definire una
linea di base, quindi apportare le modifiche alla geometria, a carichi, vincoli o altre
funzioni e rieseguire lo studio. Il software aggiunge i nuovi risultati come nuova
iterazione.
Fare clic con il pulsante destro del mouse sullicona dello studio e selezionare
Tracker di tendenza.
Le caratteristiche salienti comprendono:
Un Journal tendenze con lelenco dei dettagli relativi alla linea base e ad ogni
iterazione.
Grafici indicanti la tendenza dei risultati importanti. Lutente pu visualizzare
uno dei grafici di default o aggiungere un grafico dei dati rintracciati.
Una galleria pu visualizzare grafici di spostamento e sollecitazione per ogni
iterazione.
Integrazione con gli scenari di progetto per salvare i gruppi come iterazioni.
La funzione Inserimento qui per ripristinare una specifica iterazione del modello.
Vedere largomento Tracker di tendenza nella Guida in linea.

Novit in SolidWorks 2008

11-14

Capitolo 11 COSMOSWorks

Carichi e vincoli
La casella del valore nel PropertyManager di Gravit contiene ora un valore
di default espresso nelle unit di misura impostate.
possibile applicare un controllo mesh ai punti di riferimento. Il mesher crea
un nodo in ogni punto di riferimento ed i carichi applicati in specifici punti di
riferimento vengono applicati nelle posizioni esatte.
Anche se non si applica un controllo mesh ai punti di riferimento, si potranno
comunque applicare i carichi ai punti di riferimento di studi statici, della
frequenza e del carico di punta. Dato che non sono necessariamente presenti
dei nodi in queste posizioni, il software applica il carico ai nodi adiacenti. Nelle
versioni precedenti era possibile applicare i carichi puntuali solo ai vertici. Un
punto di riferimento deve giacere entro i limiti del modello.

Connettori bullone
I connettori bullone sono stati migliorati:
(A) possibile utilizzare connettori bullone nelle analisi non lineari.
possibile simulare viti e bulloni svasati.
possibile forzare alluguaglianza i diametri di testa e dado.
possibile imbullonare pi di due componenti di assieme tra loro. Selezionare
Serie di bulloni nelle Opzioni avanzate quindi scegliere le facce cilindriche
dei componenti intermedi. Questa opzione disponibile solo per gli studi statici.
possibile includere la massa del bullone nellanalisi.
Se un piano di simmetria taglia un bullone, possibile definire il bullone come
simmetrico. I bulloni simmetrici accettano solo impostazioni di simmetria 1/2 o
1/4. Selezionare Bullone simmetrico nelle Opzioni avanzate. Per la
simmetria 1/2, anche possibile selezionare il piano o la faccia planare di
simmetria. I bulloni simmetrici sono disponibili solo per gli studi statici.
Un bullone A terra ora definito Bullone fondamenta.
Quando si aggiunge un bullone in un foro di Serie fori, il software consente di
propagare i bulloni a tutti i fori della serie.
Nelle versioni precedenti era possibile definire i bulloni con Linee di divisione
attorno al foro per selezionare le facce di contatto testa/dado. Ora si possono
selezionare i bordi del foro in corrispondenza di testa e dado per definire il bullone.
Se si modifica un bullone definito in versioni precedenti con facce
di contatto testa/dado, il software seleziona automaticamente i
bordi adatti e completa i valori diametrali correttamente.

Novit in SolidWorks 2008

11-15

Capitolo 11 COSMOSWorks

Nelle versioni precedenti era possibile definire i bulloni con Linee di divisione
attorno al foro per selezionare le facce di contatto testa/dado. Ora si possono
selezionare i bordi del foro in corrispondenza di testa e dado per definire il bullone.
Se si modifica un bullone definito in versioni precedenti con facce
di contatto testa/dado, il software seleziona automaticamente i
bordi adatti e completa i valori diametrali correttamente.

Connettori perno
Due opzioni dei connettori perno hanno ora un nome diverso: Nessuna
traslazione si chiama Con anello di tenuta (Nessuna conversione), mentre
Nessuna rotazione si chiama Con chiave (Nessuna rotazione).
possibile includere informazioni sulla massa per i connettori perno.
Selezionare Includi massa nelle Opzioni avanzate e immettere il valore di
massa, che viene utilizzato nellanalisi della frequenza e del carico di punta e
nellanalisi statica e non lineare quando sono applicati carichi gravitazionali e
centrifughi.

Mesh
possibile avere travi, shell e solidi in uno studio misto di mesh.
possibile applicare un controllo mesh ai punti di riferimento. Il mesher crea
un nodo in ogni punto di riferimento.
Nelle versioni precedenti, si doveva ricreare la mesh del modello dopo aver
modificato una condizione di contatto Da nodo a superficie oppure Da
superficie a superficie. In questa versione, la mesh rimane valida anche
dopo la modifica.
Il Mesher alternato utilizzato nelle versioni precedenti stato sostituito da un
mesher basato sulla curvatura. Questo mesher adatto per parti solide e
assiemi contenenti unioni incompatibili e genera una mesh pi fine sulle aree
ad alta curvatura, oltre che a creare transizioni automaticamente nella mesh.
Limmagine seguente si riferisce ad un modello la cui mesh stata creata con
il nuovo tipo di mesher:

Novit in SolidWorks 2008

11-16

Capitolo 11 COSMOSWorks

Per utilizzare il nuovo mesher, fare clic su Opzioni nel PropertyManager di


Mesh, selezionare Alternata e fare clic su
.

Contatto e unione
Nelle versioni precedenti, lunione tra facce o tra un bordo e una faccia con
mesh incompatibili utilizzava lalgoritmo di unione nodo/superficie. A volte,
questo metodo genera sollecitazioni imprecise nelle regioni unite e nelle zone
circostanti.
In questa versione il software utilizza un nuovo algoritmo basato sul metodo
Mortar per lunione faccia/faccia e bordo/faccia. Il nuovo algoritmo genera
sollecitazioni e forze di unione continue e pi precise e accelera la convergenza
se si utilizza il metodo h-adattivo.
Per utilizzare il nuovo metodo, selezionare Migliora precisione per unire mesh
incongruenti (lento) nella finestra di dialogo Statico prima di eseguire lo studio.

Novit in SolidWorks 2008

11-17

Capitolo 11 COSMOSWorks

Lalgoritmo dellopzione Da superficie


a superficie dei contatti Senza
compenetrazione e Forzamento
stato migliorato per la soluzione con
minimo spostamento di studi statici.
Lalgoritmo fornisce risultati pi precisi
per le sollecitazioni e le forze di
contatto e accelera la convergenza se
si utilizza il metodo h-adattivo.
La figura mostra le sollecitazioni von
Mises per linterpolazione forzata di
due anelli.

Elementi rigidi
Le travi possono essere definite come elementi rigidi sulle facce di shell e solidi.

Per definire un elemento rigido:


1 Creare uno studio misto di mesh.
2 Definire travi, shell e solidi.
3 Fare clic con il tasto destro sulla cartella Contatto/Giochi e selezionare Definisci

gruppo di contatto.
4 Nel PropertyManager, selezionare Unione per Tipo.
5 Fare clic su Travi e selezionare le travi per lelemento rigido.

Novit in SolidWorks 2008

11-18

Capitolo 11 COSMOSWorks

6 In Facce di destinazione, scegliere la faccia di contatto, illustrata di seguito, da

rendere rigida dalle travi.

7 Fare clic su

Visualizzazione dei risultati


(P) I grafici dei tempi sono stati migliorati per gli studi non lineari e del test di
caduta. Nelle versioni precedenti, si poteva utilizzare solo il Tempo sullasse
X. In questa versione lasse X accetta Tempo, Sollecitazione, Spostamento,
Velocit di traslazione e Accelerazione. Ad esempio, possibile
rappresentare in un grafico gli spostamenti risultanti rispetto alla sollecitazione
von Mises dopo uno studio non lineare o del test di caduta.
(A) Nelle versioni precedenti si potevano elencare solo le deformazioni totali
risultanti da uno studio non lineare. In questa versione si possono specificare
i tipi di deformazione desiderati. I tipi disponibili sono:
Totale (deformazioni combinate)
Elastica (deformazioni recuperabili)
Plastica (deformazioni irrecuperabili)
Termica (deformazioni dovute a carico termico)
Scorrimento (deformazioni dovute a effetti di scorrimento)
(P) possibile visualizzare la variazione dei risultati tra le diverse iterazioni di
uno studio statico. Vedere Tracker di tendenza (P) a pagina 11-14.

Novit in SolidWorks 2008

11-19

Capitolo 11 COSMOSWorks

(P) possibile visualizzare la variazione dei risultati tra le diverse iterazioni di


uno studio statico. Vedere Tracker di tendenza (P) a pagina 11-14.

Grafici di dettaglio del progetto


I nuovi grafici Dettagli del progetto visualizzano le regioni del modello in grado di
sopportare i carichi nel modo pi efficiente. Questi grafici rappresentano dunque il
percorso di carico. possibile utilizzare le informazioni del grafico per ridurre la
quantit di materiale utilizzata nel modello.
Vedere largomento Dettagli del progetto nella Guida in linea.
Per utilizzare un grafico Dettagli del progetto:
1 Aprire la parte COSMOSWorks\DesignInsight.sldprt.
2 Nellalbero AnalysisManager di COSMOS, fare clic con il pulsante destro del

mouse su Studio 1 e selezionare Esegui.


3 Al termine dellanalisi, fare clic con il

pulsante destro del mouse sulla cartella


Risultati e selezionare Definisci grafico
interno del progetto.
4 Nel PropertyManager, spostare il dispositivo

di scorrimento a destra per conferire al


grafico laspetto illustrato. Fare clic su

Le aree in blu indicano le regioni che sopportano il carico pi efficientemente. Le


aree traslucide del grafico rappresentano il contorno del modello originale.
possibile utilizzare il grafico Dettagli del progetto per aggiornare il modello nel
modo illustrato. Cambiare le configurazioni nella parte di esempio per prendere
visione delle differenze. Osservare che il materiale stato rimosso
manualmente dalle regioni che non erano soggette ad un carico significativo.

Prima

Novit in SolidWorks 2008

Dopo

11-20

Capitolo 11 COSMOSWorks
(P)

Linearizzazione della sollecitazione


In un campo di sollecitazione, utile poter separare le sollecitazioni costanti della
membrana dalle sollecitazioni flessionali. Questa linearizzazione consigliata dal
codice per recipienti a pressione della American Society of Mechanical Engineers
(ASME).
Dopo aver definito un grafico di sezione per qualsiasi componente di sollecitazione
in uno studio di recipiente a pressione, fare clic con il pulsante destro del mouse sul
grafico di sollecitazione e selezionare Linearizzare. A questo punto, possibile
definire una linea selezionando due punti della sezione; fare clic su Calcola per
visualizzare le sollecitazioni della membrana, di flessione e totale nei due punti.
La linea che collega i due punti deve giacere interamente sul materiale e non pu
passare per i fori o le aree in cui non esistono risultati. Ad esempio, la linea lunga
nella figura seguente non valida, mentre sono valide le altre due linee. Non si
consiglia di utilizzare una linea normale ai contorni, come indicato a sinistra. Sono
anche sconsigliate le linee non normali al contorno, come la linea verticale seguente.

Per visualizzare i risultati in un


grafico, fare clic su Grafico nel
PropertyManager di
Linearizzare la sollecitazione.
Il software genera sei grafici,
ciascuno dei quali rappresenta
la variazione di sollecitazione
della membrana, della flessione
e totale di un componente lungo
una linea. I sei componenti sono
SX, SY, SZ, TXZ, TXY e TYZ.
Le direzioni X, Y e Z sono
definite dalla linea specificata
nel PropertyManager di
Linearizzare la sollecitazione.

Novit in SolidWorks 2008

11-21

12
Altra funzionalit

Questo capitolo descrive i miglioramenti apportati alla funzionalit del software, in


particolare:
Installazione
Interfaccia di programmazione dellapplicazione
DFMXpress
DriveWorksXpress
eDrawings
Importazione/Esportazione
SolidWorks Explorer
Progettazione stampi
Lamiera
SolidWorks Rx
Saldature

Novit in SolidWorks 2008

12-1

Capitolo 12 Altra funzionalit

Installazione
Il Gestore installazioni di SolidWorks combina installazione, service pack, modifica e
rimozione di tutti i prodotti. Il Gestore installazioni consente di eseguire linstallazione
da:
Supporti SolidWorks
Una directory di origine contenente i file di SolidWorks 2008
Centro download SolidWorks
I numeri di serie snelliscono linstallazione adattandola in modo predefinito ai
prodotti acquistati.
possibile eseguire linstallazione immediatamente oppure programmare il
Gestore installazioni per:
Scaricare e/o installare il software in un secondo momento
Verificare su base regolare gli aggiornamenti e segnalare allutente quando
questi sono disponibili

Interfaccia di programmazione dellapplicazione


Fare clic su ?, Guida in linea API per accedere ai sistemi di Guida in linea API
(Application Programming Interface) di SolidWorks.
I principali miglioramenti apportati allAPI SolidWorks in SolidWorks 2008 sono:
Parole chiave. possibile aggiungere parole chiave personalizzate
dellapplicazione ai file di SolidWorks mediante il metodo
ModelDocExtension::AddOrUpdateSearchData.
Annullamento comandi. Per annullare i comandi dellapplicazione possibile
utilizzare il metodo ModelDocExtension::SetAPIUndoObject e linterfaccia
SwUndoAPIHandler.
File STEP. Aprire i file STEP mediante il metodo SldWorks::GetImportFileData,
la propriet ImportStepData::MapConfigurationData e il metodo
SldWorks::LoadFile4.
Viste di annotazione. Spostarsi tra le viste di annotazione mediante:
Propriet Annotation::AnnotationView
Propriet ModelDocExtension::AnnotationViews
Metodo ModelDocExtension::IGetAnnotationViews
Propriet ModelDocExtension::AnnotationViewCount
Metodo ModelDocExtension::InsertAnnotationView
Metodo AnnotationView::Activate
Metodo AnnotationView::ActivateAndReorient
Propriet AnnotationView::AngleMadeWithViewHorizontal
Novit in SolidWorks 2008

12-2

Capitolo 12 Altra funzionalit

Propriet AnnotationView::AnnotationCount
Propriet AnnotationView::Annotations
Metodo AnnotationView::GetHorizontalDirection
Metodo AnnotationView::Hide
Metodo AnnotationView::IGetAnnotations
Propriet AnnotationView::InvertHorizontalDirection
Metodo AnnotationView::MoveAnnotations
Strumento Misura. Mediante linterfaccia Misura possibile misurare distanza,
angolo, raggio e quota delle linee e tra le linee, punti, superficie e piani negli
schizzi, modelli 3D, assiemi o disegni.
Manipolatori a terna. Assegnare il colore e specificare quanti cerchi sono
visualizzati in un manipolatore a triade mediante il metodo
TriadManipulator::SetColorRefAtIndex.
Eventi di pressione tasti. Intercettare e trasferire eventi di pressione dei tasti
allapplicazione mediante il metodo
PropertyManagerPage2Handler5::OnKeystroke.
Menu a comparsa e caselle di selezione. Visualizzare un menu a comparsa
quando lutente fa clic con il pulsante destro del mouse su una casella di
selezione nelle pagine del PropertyManager dellapplicazione mediante il
metodo PropertyManagerPageSelectionbox::AddMenuPopupItem.
Manipolatori. Poich i manipolatori possono essere selezionati, possibile fare
ci insieme alle frecce di trascinamento e ai manipolatori a triade, mediante le
pagine del PropertyManager.
Controlli di scorrimento con la rotellina del mouse. Creare controlli di
scorrimento con la rotellina del mouse nelle pagine del PropertyManager
mediante i metodi PropertyManagerPageNumberbox::SetRange2 e
PropertyManagerPageNumberbox::SetSliderParameters.
Etichette di pagina di PropertyManager. Creare etichette di pagina di
PropertyManager in formato Rich Text mediante:
Propriet PropertyManagerPageLabel::Bold
Propriet PropertyManagerPageLabel::CharacterBackgroundColor
Propriet PropertyManagerPageLabel::CharacterColor
Propriet PropertyManagerPageLabel::Font
Propriet PropertyManagerPageLabel::Italic
Propriet PropertyManagerPageLabel::LineOffset
Propriet PropertyManagerPageLabel::SizeRatio
Prorpiet PropertyManagerPageLabel::Underline

Novit in SolidWorks 2008

12-3

Capitolo 12 Altra funzionalit

Finestre messaggio di PropertyManager. Consente il posizionamento


arbitrario della finestra del messaggio (ossia, non solo sulla parte superiore)
nella pagina di PropertyManager creando una casella di riepilogo a discesa
contenente solo unetichetta utilizzando la propriet
PropertyManagerPageGroup::BackgroundColor e le propriet
PropertyManagerPageLabel elencate in precedenza.
Immagini sugli schizzi. Aggiungere e modificare le immagini sugli schizzi
mediante linterfaccia SketchPicture e i metodi Sketch::GetSketchPictureCount,
Sketch::GetPictures e SketchManager::InsertSketchPicture.
Bordi della silhouette. Accedere ai bordi della silhouette nei disegni mediante
linterfaccia SilhouetteEdge e il metodo SelectionMgr::GetSelectedObjectsFace.
Viste di disegno. Spostarsi tra le viste del disegno in modo pi semplice, senza
attivare quelle di lamiera, mediante i metodi Feature::GetSpecificFeature2 e
Sheet::GetViews.
Tacche di centratura. Ottenere e impostare la lunghezza dei bracci delle tacche
di centratura basate su annotazione mediante:
Propriet CenterMark::IsGrouped
Propriet CenterMark::GroupCount
Propriet CenterMark::GetExtendedLength
Metodo CenterMark::SetExtendedLength
Loft. Creare corpi loft temporanei mediante il metodo Modeler::CreateLoftBody
e creare lamiere ispessite per corpi ispessiti temporanei mediante il metodo
Modeler::ThickenSheet.
Funzioni di parti derivate. Creare funzioni di parti derivate mediante
linterfaccia DerivedPartFeatureData.
Serie fori. Accedere alla serie fori mediante linterfaccia
HoleSeriesFeatureData.
Funzioni Apertura spigolo. Aggiungere tagli di spigolo centrati relativamente
alle linee di piegatura sulle aperture di spigolo di lamiera mediante la propriet
BreakCornerFeatureData::CenteredOnBendLines. Aggiungere materiale agli
angoli interni delle aperture di spigolo di lamiera mediante la propriet
BreakCornerFeatureData::InternalCornersOnly.
Funzioni Spigolo chiuso. Specificare le distanze, i rapporti di sormonto e se
utilizzare Apri aree di piegatura per gli spigoli chiusi delle lamiere mediante le
propriet ClosedCornerFeatureData::GapDistance,
ClosedCornerFeatureData::OverlapUnderlapRatio e
ClosedCornerFeatureData::OpenBendRegion.

Novit in SolidWorks 2008

12-4

Capitolo 12 Altra funzionalit

Tabelle spessore e flange di base. Specificare le tabelle spessore per le flange


di base delle lamiere mediante:
Propriet BaseFlangeFeatureData::GaugeTablePath
Metodo BaseFlangeFeatureData::GetTableRadii
Metodo BaseFlangeFeatureData::GetTableRadiiCount
Metodo BaseFlangeFeatureData::GetTableThicknesses
Metodo BaseFlangeFeatureData::GetTableThicknessesCount
Propriet BaseFlangeFeatureData::KFactor
Propriet BaseFlangeFeatureData::OverrideKFactor
Propriet BaseFlangeFeatureData::OverrideRadius
Propriet BaseFlangeFeatureData::OverrideThickness
Propriet BaseFlangeFeatureData::TableKFactor
Propriet BaseFlangeFeatureData::TableRadius
Propriet BaseFlangeFeatureData::TableThickness
Propriet BaseFlangeFeatureData::ThicknessTableName
Propriet BaseFlangeFeatureData::UseGaugeTable
Multicorpi. Specificare quale corpo tenere dopo il taglio di un corpo in due corpi
in parti e assiemi mediante il metodo Feature::SetBodiesToKeep e gli eventi
PromptBodiesToKeepNotify.
Funzioni Specchia ripetizione. Specificare lambito delle funzioni di
specchiatura ripetizione mediante:
Propriet MirrorPatternFeatureData::FeatureScope
Propriet MirrorPatternFeatureData::FeatureScopeBodies
Metodo MirrorPatternFeatureData::GetFeatureScopeBodiesCount
Metodo MirrorPatternFeatureData::IGetFeatureScopeBodies
Metodo MirrorPatternFeatureData::ISetFeatureScopeBodies
Raccordi. Accorciare e allegare raccordi, compresi i raccordi di superficie,
mediante la propriet SimpleFilletFeatureData2::TrimAndAttachSurfaces.
Scenografie PhotoWorks. Accedere alle scenografie PhotoWorks (materiali,
decalcomanie e trame) mediante le interfacce Decal, FaceDecalProperties e
RenderMaterial e i metodi seguenti:
Metodo Component2::GetDecals
Metodo Component2::GetDecalsCount
Metodo Component2::GetRenderMaterials
Metodo Component2::GetRenderMaterialsCount
Metodo Face2::GetAllDecalProperties
Metodo Face2::GetDecalsCount
Metodo Face2::IGetDecalProperties
Novit in SolidWorks 2008

12-5

Capitolo 12 Altra funzionalit

Metodo ModelDocExtension::AddDecal
Metodo ModelDocExtension::AddDefaultRenderMaterial
Metodo ModelDocExtension::AddRenderMaterial
Metodo ModelDocExtension::CreateDecal
Metodo ModelDocExtension::CreateRenderMaterial
Metodo ModelDocExtension::DeleteAllDecals
Metodo ModelDocExtension::DeleteDecal
Metodo ModelDocExtension::DeleteRenderMaterial
Metodo ModelDocExtension::GetDecal
Metodo ModelDocExtension::GetDecals
Metodo ModelDocExtension::GetDecalsCount
Metodo ModelDocExtension::GetKeepLightInRenderScene
Metodo ModelDocExtension::GetLightEnabledInRender
Metodo ModelDocExtension::GetMaterial
Metodo ModelDocExtension::GetRenderMaterials
Metodo ModelDocExtension::GetRenderMaterialsCount
Metodo ModelDocExentsion::HideDecal
Metodo ModelDocExtension::InsertScene
Metodo ModelDocExtension::MoveDecal
Metodo ModelDocExtension::ReverseDecalsOrder
Metodo ModelDocExtension::SetKeepLightInRenderScene
Metodo ModelDocExtension::SetLightEnabledInRender
Metodo ModelDocExtension::UpdateRenderMaterialsInSceneGraph
Studi del movimento. Creare animazioni e presentazioni e simulare gli effetti
della fisica di base e complessa sugli assiemi mediante le interfacce
MotionStudyManager e MotionStudy.
Propriet visuali. Migliorate per lavorare con la nuova grafica di SolidWorks
RealView.
Vedere le Note di distribuzione di SolidWorks API, disponibili nella Guida in linea,
per un elenco di tutte le modifiche apportate a SolidWorks API 2008.

Novit in SolidWorks 2008

12-6

Capitolo 12 Altra funzionalit

DFMXpress
Usare DFMXpress per verificare i progetti prima della produzione, identificando le
aree difficili, costose o impossibili da lavorare nel processo di progettazione.

Controlli di regola
DFMXpress consente di validare le parti a fronte di queste regole di progettazione:
Rapporto profondit/diametro del foro. Verifica i fori troppo profondi o che
hanno un diametro troppo piccolo per la rimozione efficiente delle bave.
Operazioni inaccessibili. Verifica le funzioni non accessibili che possono
richiedere strumenti di taglio o procedure speciali.
Regola di tolleranza lineare e angolare. Verifica le tolleranze rigide che
potrebbero non accettare parametri di processo e strumenti standard.
Fresare gli spigoli interni netti. Verifica che gli spigoli non siano troppo vivi per
le operazioni di fresatura.
Fori parziali. Verifica che i fori praticati ai limiti della parte siano una percentuale
specificata allinterno del materiale.
Distanza del foro scaricato - Per parti tornite. Verifica che esista la distanza
nelle estremit dei fori.
Tasca/Intaglio profondo. Verifica che gli intagli non siano troppo profondi e
stretti per gli utensili standard.
Superficie entrata/uscita del foro. Verifica che le superfici di ingresso e uscita
dei fori praticati siano perpendicolari ai relativi assi, in modo tale che le punte del
trapano non si spostino n producano bave di uscita.
Fori con estremit inferiore piatta. Verifica che la base dei fori ciechi sia a
forma di cono invece che piatta per agevolare la foratura e lalesatura.
Raggio minimo dello spigolo - Per parti tornite. Verifica che gli spigoli
possano accomodare utensili ad ampio raggio.
Imposta la punta a valori standard. Verifica che le dimensioni dei fori
corrispondano alle dimensioni di trapanatura standard.
Raccordi su bordi esterni. Verifica che siano specificati gli smussi invece dei
raggi per i bordi di contorno della faccia superiore.
Il foro interseca cavit. Verifica i fori praticati che si intersecano con le cavit.
Per verificare le parti:
1 Aprire una parte.
2 Fare clic su Strumenti, DFMXpress

3 Fare clic su Esegui.

I risultati elencano Regole non riuscite e Regole riuscite.


Novit in SolidWorks 2008

12-7

Capitolo 12 Altra funzionalit

4 Espandere lalbero Regole non riuscite per visualizzare le regole che hanno

generato esiti negativi.


5 Espandere le regole per visualizzare le istanze degli esiti negativi.
6 Selezionare unistanza.

Una descrizione comandi spiega lerrore e la funzione problematica viene


evidenziata nellarea grafica.

Esempio pratico

Configurazione regole
possibile impostare questi parametri per determinare il modo in cui vengono
valutate le regole:
Rapporto profondit/diametro del foro
% minima dellarea del foro interna alla parte
Rapporto profondit/diametro della fresatura
Raggio minimo dello spigolo (parte di tornitura)
% minima della distanza del foro scaricato (parte di tornitura)
Area di tolleranza lineare minima
Area di tolleranza angolare minima
Per configurare i parametri:
1 Nel riquadro DFMXpress, fare clic su Impostazioni.
2 Selezionare Prismatica o Di tornitura per Tipo parte.
3 Selezionare i valori dei parametri specifici.
4 Fare clic su Chiudi per salvare le modifiche.

DriveWorksXpress
DriveWorksXpress uno strumento di automazione utile per generare
automaticamente parti, assiemi e disegni basati su informazioni di progettazione
predefinite.
Esempio pratico
Per aprire DriveWorksXpress:
Fare clic su Strumenti, DriveWorksXpress
Novit in SolidWorks 2008

.
12-8

Capitolo 12 Altra funzionalit

Panoramica
Lutilizzo di DriveWorksXpress comprende i passi generali seguenti:
Cattura (identificazione) delle quote e funzioni del modello che si desidera
modificare.
Impostazione delle propriet personalizzate.
Collegamento di un disegno al modello per generare disegni insieme alle
variazioni del modello.
Creazione di un modulo per limmissione di dati.
Definizione delle regole da applicare ai dati immessi.
Esecuzione del modello per generare le varianti.

Parametri di cattura
possibile catturare funzioni, quote e cartelle che si desidera variare nel modello
per generare nuove varianti. I parametri catturati vengono memorizzati nel
database DriveWorksXpress.

Creazione delle propriet personalizzate


Le propriet personalizzate aggiungono informazioni al modello che possono
essere utili, ad esempio, per disegnare contorni o annotazioni. Le propriet che si
aggiungono attraverso DriveWorksXpress sono esattamente le stesse che si
aggiungono al modello manualmente.

Progettazione di moduli di immissione dati


possibile disegnare moduli per raccogliere i dati necessari a generare nuove
versioni del modello. DriveWorksXpress fornisce i tipi di controllo seguenti per la
creazione dei moduli:
Casella testo
Casella di testo numerico
Bottone rivoluzione
A comparsa
Casella di controllo
Una funzione di prova consente di provare ciascun controllo.

Creazione di regole
Vengono applicate regole allimmissione del modulo per guidare i parametri
catturati e generare nuovi modelli.

Novit in SolidWorks 2008

12-9

Capitolo 12 Altra funzionalit

possibile creare i Tipi di regole seguenti:


Nomi file. Aggiungere il testo al nome file. Ad esempio, la voce di testo per
Cliente sul modulo dimmissione potrebbe essere aggiunta al nome file,
trasformando Block.sldasm in Block Acme.sldasm.
Configurazioni. Passare a qualsiasi configurazione esistente allinterno di un
file.
Propriet personalizzate. Impostare il valore della propriet personalizzata. Ad
esempio, selezionando il nome di Mario Rossi da una casella di riepilogo Autore
nel modulo dimmissione imposta la propriet personalizzata su Mario Rossi.
Quote. Creare una formula per impostare il valore della quota.
Funzioni. Cambiare lo stato della funzione in sospesa, riattivata o eliminata.
Creare regole nella finestra di creazione sulla scheda Regole mediante la sintassi
di Microsoft Excel. possibile immettere il testo direttamente o utilizzare i
collegamenti in queste sezioni con scheda:
Immissioni. Selezionare i controlli dal modulo dimmissione, ad esempio, il testo
immesso per Autore.
Recente. Selezionare le voci create come Modifica testo rapido.
Matematica. Selezionare gli operatori matematici, ad esempio, +, -, &.
Logica. Selezionare operatori logici, ad esempio, =>, NOT( ), IF ( , , ).

Esecuzione dei modelli


I modelli sono pronti per lesecuzione quando il modulo e le regole sono progettate
e comprovate. La pagina di benvenuto indica quanti modelli sono Pronti per
lesecuzione.
Eseguire un modello per creare un nuovo modello in base ai dati immessi sul
modulo dimmissione.

Novit in SolidWorks 2008

12-10

Capitolo 12 Altra funzionalit

eDrawings
Disegni
possibile modificare le propriet personalizzate ed i dati delle tabelle di revisione
dei disegni SolidWorks senza aprire il relativo disegno in SolidWorks.
In Esplora risorse, fare clic con il pulsante destro del mouse e selezionare
Propriet.
In SolidWorks Explorer, selezionare un file di disegno nella vista locale e
modificarne le propriet nella scheda Propriet .
necessario disporre di accesso di scrittura. Le propriet possono essere
modificate senza cambiare il numero di revisione. Le anteprime visualizzate in
eDrawings, SolidWorks e SolidWorks Explorer riflettono i nuovi dati.

Mozilla Firefox
In Mozilla Firefox possibile aprire i file HTML referenziati ai file eDrawings esterni.
(Non possibile aprire i file HTML salvati da eDrawings).

Anteprime
La finestra di dialogo Apri di eDrawings Viewer visualizza unanteprima dei file
eDrawings e SolidWorks e di tutti i tipi di file pubblicati con eDrawings, purch
salvati con la versione 2008 dellapplicazione.

File Pro/ENGINEER
possibile importare modelli Pro/ENGINEER, ma con le limitazioni seguenti:
Si possono importare solo parti e assiemi, non i disegni.
Per ottenere risultati corretti, se un modello utilizza le istanze di tabella famiglia
Pro/ENGINEER, dovranno essere compresi anche i file distanza acceleratore
XPR e XAS.
I colori sono riconosciuti nei file di parte, ma non negli assiemi.
Alcune funzioni di Pro/ENGINEER, come annotazioni, schizzi e livelli, non sono
importate.

Feed RSS
eDrawings Viewer comprende un feed RSS (Really Simple Syndication) nella barra
di stato. Questo feed contiene informazioni specifiche su eDrawings, ad esempio la
disponibilit di service pack o notizie relative ai prodotti correlati.
Per nascondere il feed RSS, nascondere la barra di stato.
Per visualizzare il contenuto di una notizia, fare clic sul feed RSS nella barra di
stato.
Per visualizzare tutti i feed RSS, fare clic su
Novit in SolidWorks 2008

.
12-11

Capitolo 12 Altra funzionalit

Stati di visualizzazione SolidWorks


eDrawings Viewer mostra gli stati di visualizzazione creati da SolidWorks nella
scheda Configurazioni, in una sezione di nome Stati di visualizzazione.
Selezionare uno stato dallelenco per visualizzarlo nellarea grafica.
Selezionando Stato di visualizzazione collegato a Configurazione in
SolidWorks, ciascuna configurazione memorizzer lultimo stato e le anteprime
utilizzeranno questo stato per visualizzare la configurazione.
eDrawings 2008 supporta gli stati di visualizzazione per gli assiemi pubblicati a
partire da SolidWorks 2006 e 2007, con le limitazioni seguenti:
Gli attributi della trama non sono visualizzati.
Il nome della configurazione aggiunto davanti al nome dello stato di
visualizzazione.
Lelenco degli stati di visualizzazione cambia in base alla configurazione
selezionata, perch gli stati sono collegati alla configurazione.
Non possibile determinare la configurazione corrente al momento della
pubblicazione del file.

File STL (stereolithography)


I file STL (*.stl) possono essere importati in eDrawings.

File XPS (Specificazione carta XML)


I file XPS (*.edrwx, *.eprtx, *.easmx) possono essere generati con Salva con
nome in SolidWorks e aperti in eDrawings o nel Viewer XPS.
Il Viewer XPS compreso nel sistema operativo Vista e distribuito con .NET
Framework 3.0, installato con SolidWorks sui sistemi operativi XP e Server 2003.

Importazione ed esportazione
Adobe Illustrator
Il tipo di file Adobe Illustrator *.ai disponibile per la creazione con Salva con
nome. I modelli di parte e assieme vengono salvati come immagini.
Gli schizzi e i disegni possono essere copiati ed incollati da Adobe Illustrator a
SolidWorks e viceversa.

Adobe Photoshop
I dati SolidWorks (schizzi, parti, assiemi e disegni) possono essere salvati come file
Adobe Photoshop *.psd con lopzione Salva con nome. I dati SolidWorks salvati
come file Adobe *.pdf sono accettati anche in Photoshop.

Novit in SolidWorks 2008

12-12

Capitolo 12 Altra funzionalit

Il tipo di file Photoshop *.psd disponibile per limportazione dal menu File, Apri.
Le immagini a uno e pi livelli sono inserite come immagini SolidWorks. Per i file a
multilivello Photoshop, selezionare quali livelli importare e i livelli verranno uniti in
unimmagine sola.
I file Photoshop possono essere utilizzati come sfondi in SolidWorks. I tipi di file
Photoshop sono disponibili nel menu Decalcomanie per immagini e maschere e
nel menu Materiali.

Autodesk Inventor
possibile importare file di assieme Autodesk Inventor (*.iam) in SolidWorks
con File, Apri. necessario che Inventor sia installato sul computer, ma non deve
essere in esecuzione per utilizzare il relativo convertitore. ora possibile importare
i file da Inventor 11 e successivo.

Mappatura DXF/DWG
La finestra di dialogo per lesportazione di propriet di mappa personalizzate
SolidWorks su file DXF/DWG si trova in una pagina per laccesso a livelli, entit di
mappa e colori di mappa.

Ripetizioni piatte di lamiera


possibile creare file *.dxf di ripetizioni piatte di lamiera
direttamente dai documenti di parte di lamiera senza appiattire il
modello.
Fare clic su File, Salva con nome e selezionare DXF (*.dxf)
come Tipo file.
Fare clic con il pulsante destro del mouse su Ripetizione piatta
nellalbero di disegno FeatureManager e selezionare Esporta
ripetizione piatta in DXF/DWG.
Le diciture Ripetizione piatta dipendono dal nome del file.

Pro/ENGINEER
Per importare vincoli di assieme Pro/ENGINEER, selezionare Importa vincoli
componenti nella finestra di dialogo Conversione da Pro/ENGINEER a
SolidWorks. I vincoli Pro/ENGINEER vengono convertiti in accoppiamenti di
assieme SolidWorks.

Novit in SolidWorks 2008

12-13

Capitolo 12 Altra funzionalit

Rhino
Limportazione di file multicorpo Rhino
(*.3dm) risulta in un file di parte
SolidWorks.
Le opzioni di importazioni consentono di
specificare in che modo vengono gestiti superfici e solidi su livelli Rhino nascosti.
Rhino integrato nei menu di SolidWorks per azioni quali Modifica funzione e
Inserisci, Funzioni, Importata.

SolidWorks Explorer
Anteprime riquadro di destra
Quando si apre una cartella, possibile esplorare i file nel riquadro di destra
mediante un nuovo meccanismo di visualizzazione.
Per visualizzare le anteprime:

1 Fare clic su un documento nellelenco dei file.


2 Utilizzare la barra di scorrimento sotto lanteprima per scorrere i documenti.

Etichette
Le etichette consentono di associare parole chiave ai documenti per rendere pi
semplice la ricerca al loro interno.
Per aggiungere unetichetta a un documento in SolidWorks Explorer:
1 Aprire SolidWorks Explorer.
2 Selezionare un documento nella scheda File Explorer nel riquadro di sinistra o

nellelenco dei file nel riquadro a destra.

Novit in SolidWorks 2008

12-14

Capitolo 12 Altra funzionalit

3 Nel campo Etichette sulla parte inferiore del riquadro di sinistra, fare clic per

visualizzare un elenco delle etichette che sono gi in uso.


4 Selezionare unetichetta dallelenco o digitare una nuova etichetta.

Per utilizzare unetichetta in una ricerca SolidWorks Explorer:


Nella casella Cerca
sulla parte superiore del riquadro di sinistra, digitare
letichetta e premere Invio.
La scheda Risultati visualizza i documenti con le etichette, dove questi sono
identificati come DocKeyword.

Progettazione di stampi
MoldflowXpress
MoldflowXpress non pi disponibile.

Lamiera
Aggiunta di cordoni di saldatura a parti di lamiera
possibile aggiungere cordoni di saldatura agli spigoli di una lamiera piegata per
una migliore rappresentazione grafica nello stato saldato. Quando si appiattisce la
parte, i cordoni di saldatura sono sospesi.

Esempio pratico

Esportazione di ripetizioni piatte


La ripetizione piatta di una parte lamiera pu essere esportata come file DXF senza
dover creare prima un disegno. Vedere Ripetizioni piatte di lamiera a pagina 12-13.
Novit in SolidWorks 2008

12-15

Capitolo 12 Altra funzionalit

SolidWorks Rx
In Windows, fare clic su Start, SolidWorks 2008, Strumenti
SolidWorks, SolidWorks Rx
.
In SolidWorks Rx, le nuove funzioni sono disponibili nella scheda Home:
File e log, da cui aprire i file log Rx.
Aggiunte, da cui gestire ed eseguire le utility esterne.
Modalit di sicurezza SolidWorks:
Avviare SolidWorks in modalit Software OpenGL per identificare i
problemi relativi alla scheda grafica.
Ignorare le impostazioni Strumenti/Opzioni per la sessione
successiva con SolidWorks.
La nuova opzione di ripristino dopo un errore, di nome Segnala il problema (avvia
SolidWorks Rx), ora disponibile nella pagina di riavvio di SolidWorks.
Il video registrato si basa ora su eventi SolidWorks. Lutente pu impostare gli
strumenti Scala registrazione video e Qualit video e Eventi cattura limite.

Novit in SolidWorks 2008

12-16

Capitolo 12 Altra funzionalit

Saldature
Trasferimento delle informazioni di elenco di taglio con corpo di saldatura
Quando si inserisce un corpo saldatura da una parte saldatura in una nuova parte,
quindi si converte questultima in una parte di saldatura:
Le informazioni di elenco di taglio del corpo inserito appaiono nella cartella
dellelenco di taglio della nuova parte.
Le modifiche alle informazioni dellelenco di taglio nella parte genitore
aggiornano la parte derivata.
Se il collegamento interrotto tra la parte genitore e quella derivata, le
informazioni dellelenco di taglio vengono conservate nella parte derivata.

Distinta dei materiali


possibile espandere le parti di saldatura nella distinta materiali di un assieme
per elencare i profili dei membri strutturali univoci necessari per la produzione
della parte. La lunghezza totale necessaria per ciascun profilo appare nella
colonna della quantit.
possibile dissolvere le parti di saldatura in modo tale che i requisiti di materiale
totale appaiano nella distinta materiali dellassieme. Quando si dissolvono
saldature multiple, gli elementi simili vengono combinati.
Vedere Uso di materiali nelle saldature a pagina 9-5.

Corpi di saldatura con giochi


Se si inserisce un cordone di raccordo su un gioco tra le facce da saldare,
possibile specificare:
La compenetrazione totale del gioco
Una distanza per la compenetrazione parziale del gioco

Compenetrazione completa

Novit in SolidWorks 2008

Compenetrazione parziale

12-17

Capitolo 12 Altra funzionalit

inoltre possibile applicare i cordoni di saldatura:


Lungo i cilindri

Lungo le facce toroidali

Orientamento del profilo di un membro strutturale


Quando si inserisce un membro strutturale, possibile:
Specchiare il profilo di saldatura attorno al relativo asse orizzontale o verticale.
Allineare lasse orizzontale o verticale del profilo con qualsiasi vettore selezionato.

Novit in SolidWorks 2008

12-18

13
Componenti di SolidWorks
Office Professional
Questo capitolo descrive i miglioramenti apportati ai componenti di SolidWorks
Office Professional, in particolare:
FeatureWorks
PhotoWorks
SolidWorks Design Checker
SolidWorks Utilities
PDMWorks Workgroup
SolidWorks Task Scheduler
Toolbox

Novit in SolidWorks 2008

13-1

Capitolo 13 Componenti di SolidWorks Office Professional

FeatureWorks
Riconoscimento di funzioni automatico
Le flange del bordo e gli orli sono stati aggiunti alle Funzioni automatiche del
PropertyManager di FeatureWorks. Valgono per entrambe le funzioni le stesse
limitazioni esistenti per le lamiere.
Vedere largomento PropertyManager di FeatureWorks nella Guida in linea.
Flange del bordo
FeatureWorks riconosce:
Flange del bordo semplici
Flange del bordo multiple
Flange del bordo create sullestremit di flange esistenti

Le limitazioni al riconoscimento delle flange del bordo comprendono:


Flange create su facce divise
Flange aventi un bordo di spessore inferiore alla lunghezza del modello
Flange la cui geometria laterale stata modificata
Flange con tagli

Novit in SolidWorks 2008

13-2

Capitolo 13 Componenti di SolidWorks Office Professional

Orli
FeatureWorks riconosce quattro tipi di orli supportati in SolidWorks:

Chiuso

Aperto

Goccia

Avvolto

Le limitazioni al riconoscimento degli orli comprendono:


Orli con facce intersecanti
Orli creati su spigoli divisi
Orli con contorni sovrapposti (dopo lappiattimento delle piegature)
Orli aventi facce non cilindriche per la piegatura
Orli che si uniscono nel corpo di base
Orli con tagli sulle flange
Orli di lunghezza inferiore allo spessore

Strumento Ridimensiona
possibile selezionare una faccia comprendente un foro, un raccordo o uno
smusso per visualizzare la barra degli strumenti contestuale. Fare clic su Modifica
funzione
per visualizzare e modificare i parametri della funzione nellarea
grafica o nel PropertyManager.

Se la funzione contiene pi varianti create simultaneamente,


viene modificata solo la variante sulla faccia selezionata.

Novit in SolidWorks 2008

13-3

Capitolo 13 Componenti di SolidWorks Office Professional

Dopo aver modificato la funzione (se non si utilizzata lopzione Riconoscimento


funzione), questa viene aggiunta allalbero di disegno FeatureManager sotto
Importata
.
Vedere largomento Strumento Ridimensiona nella Guida in linea.
Sweep di base con loop interni
FeatureWorks ha una sofisticata capacit di riconoscimento interattivo per le
sweep di base con loop interni.

Sweep di base con 3 loop interni

Le limitazioni al riconoscimento delle sweep comprendono:


Sweep con qualsiasi Tipo di orientamento tranne Segui percorso
Sweep con curve guida
Sweep con percorso chiuso
Sweep con sformi

Novit in SolidWorks 2008

13-4

Capitolo 13 Componenti di SolidWorks Office Professional

PhotoWorks
Elaborazione dei documenti in batch
possibile pianificare processi batch per il rendering di documenti PhotoWorks.
Per pianificare lelaborazione batch:
1 Aprire il primo documento.
2 Fare clic su Rendering al file

nella barra degli strumenti PhotoWorks.

Se gli aspetti applicati non sono disponibili, per selezionare un


sostituto fare clic su S nella finestra di dialogo Rendering
PhotoWorks. Fare clic su No per ignorare tutti gli aspetti
mancanti.
3 Fare clic su Pianificazione nella finestra di dialogo Rendering al file.
4 Specificare le informazioni richieste nella finestra di dialogo Render/

Animazione.
5 Fare clic su Fine, quindi:

ripetere i passaggi da 1 a 5 per ciascun documento da pianificare oppure per


il rendering ripetuto dello stesso documento con aspetti diversi.
Se un documento incluso nella pianificazione troppo complesso
per la memoria disponibile sul sistema, lelaborazione batch
salter tale documento e passer a quello successivo.
Vedere largomento Elaborazione dei documenti in batch nella Guida in
linea.
Come per altre operazioni batch, possibile riordinare le operazioni e generare i
rapporti utilizzando lapplicazione Task Scheduler. Vedere SolidWorks Task
Scheduler a pagina 13-20.

Novit in SolidWorks 2008

13-5

Capitolo 13 Componenti di SolidWorks Office Professional

Mappatura ambiente cubico


La mappatura dellambiente cubico registra i riflessi attraverso sei facce proiettate
che circondano un oggetto. Per definire lambiente riflettente, le immagini 2D sono
mappate sulle sei pareti virtuali dellambiente.

Sei facce della scena di una cucina

Per ripetere unimmagine su ogni parete, in Editor della scenografia, selezionare


la scheda Ambiente e quindi Ripeti immagine su ogni parete.

Novit in SolidWorks 2008

13-6

Capitolo 13 Componenti di SolidWorks Office Professional

Illuminazione indiretta
I controlli di Illuminazione indiretta della scheda Illuminazione (Opzioni
nella
barra degli strumenti PhotoWorks) contengono diverse impostazioni predefinite e
altre personalizzabili.
Impostazioni predefinite
Le scelte comprendono: Bozza (default), Bassa, Media, Alta, Fotografica,
Qualit fotografica ottima e Definito dallutente.
Via via che si sceglie unimpostazione, la velocit di rendering media appare in
riferimento alla velocit Bozza (default).
Le luci, gli aspetti e le opzioni selezionate incidono sulla
velocit di rendering. I confronti con limpostazione Bozza
(default) sono dunque puramente indicativi.
Definito dallutente
Selezionare Definito dallutente in Illuminazione indiretta per regolare i seguenti
valori:
Dettagli. Controlla la densit dei punti di luce e stabilisce lintensit visiva dei
rapidi cambiamenti tra chiaro e scuro. Le impostazioni elevate aumentano il
contrasto ma anche i tempi necessari per il rendering. Aumentando il valore di
Dettagli si deve anche aumentare il valore di Precisione.

Dettagli (e precisione): un valore


basso genera un numero minimo
di punti di luce.

Dettagli (e precisione): un valore


elevato aumenta il numero di punti
di luce.

Media. Controlla la dimensione dellarea comune tra le diverse sezioni di un


rendering. I valori bassi mostrano transizioni pi nette tra i punti chiari e quelli pi
scuri. Il tempo di rendering non cambia significativamente.

Novit in SolidWorks 2008

13-7

Capitolo 13 Componenti di SolidWorks Office Professional

Precisione. Modifica la distanza tra calcoli successivi nei punti di luce.


Avvicinando i punti si aumentano i calcoli. Questa impostazione incide
sulleffetto fotorealistico, ma anche sui tempi di rendering.

Impostazione alta di precisione e


dettagli. I dettagli sono netti, a
prescindere dalla luce bassa.

Ritorni. Determina il numero di volte che la luce rimbalza da una superficie


allaltra. Aumentando il valore si distribuisce una quantit maggiore di luce; valori
troppo elevati tuttavia disperdono i colori.

Ritorno impostato a 2. Un
valore basso distribuisce
poco la luce.

Novit in SolidWorks 2008

13-8

Capitolo 13 Componenti di SolidWorks Office Professional

Aspetti e scenografie
Sono stati aggiunti nuovi aspetti e nuove scenografie. Molti degli aspetti esistenti sono
stati inoltre ricalibrati. I documenti creati con RealView (applicazione SolidWorks) e
quelli generati in rendering con PhotoWorks hanno ora un aspetto pi uniforme.
Sebbene entrambe le applicazioni utilizzino gli stessi aspetti e
le stesse scenografie, PhotoWorks d maggiore flessibilit
attraverso opzioni non disponibili in SolidWorks.
Vedere Flusso di lavoro RealView a pagina 2-2.
Gli aspetti nuovi e ricalibrati comprendono:
Aspetti emissivi (vedere Aspetti emissivi a pagina 13-10).
Finiture satinate.
Le nuove scenografie (ad esempio Luci a griglia) e gli aspetti abbinano la
trasparenza alla capacit di visualizzare le ombre.

PropertyManager di Aspetti
Il PropertyManager di Aspetti comprende le schede Base e Avanzata. Dopo aver
caricato PhotoWorks, possibile:
Fare clic sulla scheda Base per visualizzare le schede Colore/Immagine
e
Mappatura
. Utilizzare la scheda Base per aggiungere altri aspetti mediante
uninterfaccia semplificata. Vedere Flusso di lavoro RealView a pagina 2-2.
Fare clic su Avanzata per visualizzare altre quattro schede: Colore/Immagine
, Mappatura
, Illuminazione
e Finitura di superficie
. Utilizzare la
scheda Avanzata per un maggiore controllo degli aspetti.
Novit in SolidWorks 2008

13-9

Capitolo 13 Componenti di SolidWorks Office Professional

Aspetti emissivi
Nella cartella Aspetti, sotto Luci, sono disponibili emittenti di luce a bassa intensit,
comprendenti:
LED (diodi a emissione luminosa)
Tubo al neon
LCD in contro luce
Area Luci (luce emessa da una regione, ad esempio le scatole luminose degli
studi)
Per applicare aspetti emissivi, attenersi ai seguenti suggerimenti:
Regolare la Luminosit di una luce Direzionale, Fascio concentrato o
Puntiforme.
Aggiungere le entit emissive alle aree neutre e non riflettenti (vernici opache,
metalli non lucidi, ecc.). Gli aspetti riflettenti possono diminuire leffetto di
emissivit.
Circoscrivere la geometria per dare alla sorgente luminosa la possibilit di
riflettere la luce.
Applicare le luci a piccole entit.
Visualizzare le entit emissive da brevi distanze.

LED

Neon

Novit in SolidWorks 2008

13-10

Capitolo 13 Componenti di SolidWorks Office Professional

Editor della scenografia di PhotoWorks


Sono stati aggiunti nuovi controlli alle schede seguenti dellEditor della
scenografia
:
Stanza
Offset del pavimento. Crea un offset della geometria del modello dal pavimento
della scena.

Rotazione del pavimento. Ruota il pavimento.

Novit in SolidWorks 2008

13-11

Capitolo 13 Componenti di SolidWorks Office Professional

Faccia planare selezionata (sotto Allinea con). Rovescia il pavimento rispetto


alla geometria selezionata nel modello, sulla base della faccia planare selezionata.

Ruotare e posizionare la seconda immagine per collocarla sul


pavimento di ciottoli.
Sfondo/Primo piano
Impostare un valore per Rotazione sfondo con la selezione di Immagine sferica o
Immagine cubica (vedere Rotazione ambiente di seguito).
Ambiente
Rotazione ambiente. Dopo aver selezionato Immagine sferica o Immagine
cubica, impostare un valore per ruotare limmagine di sfondo attorno a un asse
normale al pavimento.

Vedere largomento Editor della scenografia nella Guida in linea.


Novit in SolidWorks 2008

13-12

Capitolo 13 Componenti di SolidWorks Office Professional

Opzioni del sistema


Attiva impostazioni di memoria
La gestione della memoria stata migliorata e presenta ora uninterfaccia pi
semplice per il rendering dei modelli complessi.
I controlli di Attiva impostazioni di memoria della scheda Opzioni del sistema
(Opzioni
nella barra degli strumenti PhotoWorks) hanno sostituito i controlli
della scheda Propriet del documento.
Vantaggi della gestione della memoria:
Tempi di rendering pi brevi per i modelli complessi.
Limiti maggiori per le dimensioni dei documenti.
Avvisi utente quando i modelli sono troppo complessi per le risorse del sistema.
Correzione gamma
stata aggiunta unimmagine che facilita il monitoraggio delle impostazioni. Questa
immagine si aggiorna ogni volta che si cambiano i valori di Correzione gamma.

Novit in SolidWorks 2008

13-13

Capitolo 13 Componenti di SolidWorks Office Professional

Regolazione immagine
Nella scheda Propriet del documento, i controlli Regolazione immagine
determinano la mappatura. La mappatura vale per immagini ad alta dinamicit ed
simile alle regolazioni offerte dalla maggior parte delle applicazioni di editoria grafica.
Le impostazioni di Regolazione immagine comprendono:
Luminosit. Controlla la luminosit di unimmagine.
Contrasto. Controlla la differenza tra aree chiare e scure di unimmagine.
Saturazione del colore. Controlla lintensit del colore. In molte scenografie,
possibile impostare una Saturazione del colore pari a 100 %. In alcune
scenografie, i colori sembrano brillare. Se limpostazione troppo bassa, i colori
appaiono flebili.

Regolazione immagine bilanciata

Alta luminosit

Basso contrasto

Bassa saturazione del colore

Novit in SolidWorks 2008

13-14

Capitolo 13 Componenti di SolidWorks Office Professional

Usa abbassamento realistico


Linterruttore Usa abbassamento realistico stato aggiunto al PropertyManager
di una luce Fascio concentrato
, Puntiforme
e Area. Questa impostazione
migliora il realismo fotografico controllando la diminuzione dellintensit luminosa in
funzione della distanza.

Usa abbassamento realistico deselezionato

Usa abbassamento realistico selezionato

Novit in SolidWorks 2008

13-15

Capitolo 13 Componenti di SolidWorks Office Professional

SolidWorks Design Checker


Controlli dei documenti da file DWG
possibile generare i documenti di controllo in base ai parametri esistenti nei file
DWG. I controlli validi di file DWG comprendono:
Gruppi di controlli

Nomi dei controlli

Controlli del
documento

standard di quotatura, stile della freccia,


carattere delle note, carattere delle quote,
carattere dei dettagli, carattere delle sezioni,
carattere delle frecce della vista, carattere
delle tabelle,carattere delle bollature

Controlli del
documento di disegno

formato foglio, livello, blocco del titolo

In SolidWorks Design Checker, selezionare File e quindi Crea controlli da DWG.


Vedere largomento Documenti di controllo da file DWG nella Guida in linea.

Controlli del livello di criticit


possibile impostare il livello dimportanza dei controlli in base alla Criticit. Le
impostazioni comprendono: Critica, Alta, Media e Bassa.
Per visualizzare i livelli di criticit:
1 Apri un file .swstd e sotto Criticit, impostare i livelli desiderati per ogni controllo.
2 Controllare il documento e in Design Checker espandere Verifiche non riuscite.

Tutte le Verifiche non riuscite sono organizzate per livello di Criticit.

Novit in SolidWorks 2008

13-16

Capitolo 13 Componenti di SolidWorks Office Professional

Duplicazione dei controlli di carattere


possibile duplicare i valori di un controllo di carattere per altri controlli tra tutte le
schede che li comprendono e senza dover reimmettere i valori.
Per duplicare i controlli di carattere in un nuovo file di standard:
1 Fare clic su Controlli di costruzione

e selezionare Crea un nuovo file

standard.
2 Nella scheda Controlli documento

ad esempio Carattere delle note

, selezionare un controllo di carattere,


.

3 Nella finestra di dialogo Crea controllo del carattere:


a)
b)

Per Parametri del carattere, selezionare i valori appropriati.


Per Copia in, selezionare i tipi di carattere appropriati.

4 Fare clic su Applica per visualizzare un pannello per ogni tipo di carattere

selezionato.
5 Fare clic su OK nella finestra di dialogo Crea controllo del carattere e

continuare a creare il nuovo file standard.


Per duplicare i controlli del carattere di file .swstd esistenti,
selezionare Aprire un file standard esistente e scegliere
qualsiasi controllo di carattere non incluso precedentemente
nel file, per visualizzare la finestra di dialogo Crea controllo
del carattere.

File standard molteplici sul documento attivo


possibile selezionare simultaneamente pi file .swstd per il controllo dei
documenti attivi. In precedenza, il controllo dei documenti sulla base di pi
file .swstd richiedeva sequenze distinte per ciascun file .swstd.
Per utilizzare pi file standard:
1 Con un documento attivo, fare clic su Controlla documento attivo

per

visualizzare la finestra di dialogo Seleziona standard.


2 Fare clic su Aggiungi, navigare ai file .swstd e selezionare i file standard che si

desidera includere.
3 Fare clic su Apri per aggiungere i file.
4 Se necessario, selezionare i file e fare clic su Rimuovi o su Sposta in su e

Sposta in gi.
5 Fare clic su Autenticazione per controllare il documento attivo e visualizzare i

risultati.
Compare un avviso qualora lo stesso controllo sia presente in
pi file standard.

Novit in SolidWorks 2008

13-17

Capitolo 13 Componenti di SolidWorks Office Professional

Controlli del documento


Propriet personalizzata
Loperatore != (non uguale a) stato aggiunto allelenco Operatori.
Se
e
allora

si specifica non uguale a come Operatore


il Nome e il Valore della propriet sono identici a quelli
specificati nella scheda Personalizza della finestra Sintesi
il controllo non dar esito.

Verifiche di quota
Testo originale sostituito
Passa in rassegna tutte le quote di un documento SolidWorks per verificare che il
testo della quota originale non sia stato modificato.
Posizione del testo
Aggiunge i controlli di posizione del testo.
Per assegnare i controlli per la posizione del testo:
1 Selezionare Posizione del testo

2 Fare clic su un valore in ciascuno dei quattro gruppi di testo per le quote:

Testo quota lineare

Testo della quota radiale

Testo della quota angolare

Testo di quotatura dello smusso

Novit in SolidWorks 2008

13-18

Capitolo 13 Componenti di SolidWorks Office Professional

Precisione di quotatura
Verifica il numero di cifre dopo la virgola decimale dei valori di quotatura e
tolleranza. I controlli vengono eseguiti per la Quota primaria e la Quota angolare.
Per assegnare i controlli alla precisione di quotatura:
1 Selezionare Precisione di quotatura

2 Selezionare i valori di precisione per ogni gruppo:

Quota primaria

Quota angolare

Selezionare il numero di cifre dopo la virgola


decimale per i valori di quotatura.
Selezionare il numero di cifre dopo la virgola
decimale per i valori di tolleranza.

Controlli del documento di disegno


Modalit di visualizzazione
Passa in rassegna tutti i documenti di disegno per verificare che le Viste di
disegno utilizzino la Modalit di visualizzazione prevista.
Per assegnare i controlli alla modalit di visualizzazione:
1 Selezionare Modalit di visualizzazione

2 Scegliere la modalit di visualizzazione da aggiungere.

Controlli del documento di parte


Tabelle di piegatura
Selezionare Tabella di piegatura
per verificare che i documenti di lamiera
utilizzino le tabelle di piegatura corrette. Quando si controlla il documento, viene
esaminato un elenco contenente le tabelle di piegatura specificate.
Per assegnare i controlli alle tabelle di piegatura:
1 Fare clic su

per navigare e selezionare i file Tabella di piegatura (*.xls) da

includere.
2 Fare clic su Apri per aggiungere i file.

Novit in SolidWorks 2008

13-19

Capitolo 13 Componenti di SolidWorks Office Professional

Controlli del documento di assieme


Componenti sospesi
Passa in rassegna tutte le parti e le configurazioni dei documenti di assieme (solo
assieme di primo livello) per identificare eventuali parti sospese.

Controlli di funzione
Funzioni sospese
Passa in rassegna tutte le funzioni e le configurazioni del modello per identificare le
parti sospese.
Per Componenti sospesi

e Funzioni sospese

Il controllo non riesce solo se la condizione esiste in tutte le


configurazioni.
Limpostazione del livello di Criticit lunica disponibile
nellinterfaccia utente.

SolidWorks Task Scheduler


Task Scheduler supporta nuovi tipi di operazione.

Esporta i file PDMWorks


possibile utilizzare Task Scheduler per esportare in batch i file di PDMWorks
Workgroup.
Le opzioni consentono di:
Includere i sottoprogetti
Specificare i tipi di file di destinazione (*.dxf, *.dwg, *.igs, *.pdf, *.step, *.jpg)
Filtrare i file di un progetto in base al tipo
Esportare in una cartella specificata e/o nel vault PDMWorks
Esportare nel formato PDF
Per esportare i file PDMWorks Workgroup:
1 Fare clic su Esporta file PDMWorks Workgroup

2 Accedere con il proprio nome utente e password PDMWorks Workgroup e

specificare il nome del computer su cui risiede il vault di PDMWorks Workgroup.


3 Nella finestra di dialogo Esporta i file PDMWorks, impostare le opzioni, quindi

fare clic su Fine.

Novit in SolidWorks 2008

13-20

Capitolo 13 Componenti di SolidWorks Office Professional

Rendering e animazione
Task Scheduler consente di gestire operazioni di rendering e animazione definite in
PhotoWorks o negli Studi movimento.
Per monitorare le operazioni pianificate:
Selezionare Rendering e animazioni.

Dissezione dei file


possibile utilizzare Task Scheduler per impostare la frequenza ed i tempi di
dissezione dei file per Design Clipart.
I file SolidWorks ottenuti con una ricerca sono ora sottoposti a dissezione per
rendere pi agevole lidentificazione e la riutilizzazione dei componenti.
La dissezione di un file:
Scompone le parti in funzioni (estrusioni e tagli).
Scompone le funzioni in schizzi.
Scompone i disegni in tabelle e blocchi.
Scompone i file DWG/DXF in tabelle, blocchi e viste.
Le immagini in miniatura create dalla dissezione appaiono sotto forma di anteprima
quando si esegue una ricerca in SolidWorks.
Vedere Design Clipart a pagina 1-11

Novit in SolidWorks 2008

13-21

Capitolo 13 Componenti di SolidWorks Office Professional

SolidWorks Utilities
Confronto di documenti - Assiemi
Sono ora supportate nuove propriet per il confronto dei documenti di assieme:
Parti uniche
Sottoassiemi unici
Componenti totali risolti
Componenti totalmente risolti
Funzioni totali sospese
Componenti totalmente a peso leggero
Corpi totali

Incolla funzioni
Incolla funzioni supporta funzioni di lamiera eccetto piegatura, accorcia-spigolo,
piega, distendi e spigolo saldato.

Trova/Sostituisci annotazioni
possibile trovare le annotazioni presenti nelle tabelle seguenti:
Distinta materiali
Tabella generale
Tabella di foratura
Tabella di revisione
Elenco saldature

Miglioramenti alla semplificazione


Le rivoluzioni sono supportate solo per i volumi.
possibile semplificare molti tipi di funzione contemporaneamente (ad esempio,
raccordi ed estrusioni), mentre in precedenza si poteva semplificare un solo tipo
di funzione alla volta.
Quando lopzione Crea configurazioni derivate deselezionata, sar possibile
aggiungere le funzioni semplificate di una configurazione diversa in
Configurazioni. Qui anche possibile rinominare una configurazione che verr
aggiornata nellalbero di disegno FeatureManager. Configurazioni elenca solo
la configurazione attiva e le relative configurazioni derivate.

Novit in SolidWorks 2008

13-22

Capitolo 13 Componenti di SolidWorks Office Professional

Verifica di simmetria
Verifica di simmetria
verifica la simmetria geometrica nelle parti intorno ad un
piano per identificare le facce simmetriche, asimmetriche e uniche. possibile
generare e salvare un rapporto con i risultati di questa verifica.
Nelle parti con configurazioni multiple, Verifica di simmetria funziona solo con la
configurazione corrente. Una volta identificate le entit simmetriche, sar possibile
lavorare solo su una porzione del modello, con conseguenti risparmi di tempo e
prestazioni migliori.
Per verificare la simmetria nelle parti:
1 Fare clic su Verifica di simmetria

nella barra degli strumenti Utilities oppure


selezionare Utilities, Verifica di simmetria.

2 Definire il piano di simmetria e selezionare le entit appropriate nellarea grafica

per creare il piano.


3 Fare clic su Verifica per visualizzare i risultati.

Esempio - faccia asimmetrica

4 Fare clic su

per chiudere il PropertyManager o su Ricontrollo per eseguire


unaltra verifica di simmetria.
Vedere largomento Verifica di simmetria nella Guida in linea.

Analisi dello spessore


Esistono due opzioni per specificare la Scala di spessore delle Impostazioni a
colori:

Continuo
Utilizza colori a gradiente (sfumati)
Novit in SolidWorks 2008

Discreto
Utilizza bande di colore discrete
13-23

Capitolo 13 Componenti di SolidWorks Office Professional

PDMWorks Workgroup
Supporto PDF (Portable Document Format)
Per agevolare lo scambio dei documenti, possibile:
Creare automaticamente un PDF nel vault durante il check-in
Generare un PDF con Task Scheduler
Visualizzare lanteprima di un PDF nel vault
Visualizzare le modifiche alle propriet del documento in eDrawings
Creazione di un file PDF durante il check-in
Lopzione PDF stata aggiunta a PDMWorks VaultAdmin per consentire la
creazione automatica di un file PDF durante il check-in di un documento. Se
lopzione attiva, ogni volta che si esegue il check-in di un disegno SolidWorks
viene generato un file PDF avente lo stesso nome del disegno.
Questi PDF non sono allegati e non sono visibili nellinterfaccia utente, in modo da
impedire eventuali modifiche al nome del file nel vault.
Quando si genera il PDF, un nuovo comando nel menu di scelta rapida consente di
aprire il file direttamente in Acrobat Reader. Questo comando disponibile anche in
Web Portal e in SolidWorks Explorer.
Quando si modifica un disegno e lo si sottopone a check-in, il PDF si aggiorna
automaticamente.
Creazione di file PDF con Task Scheduler
SolidWorks Task Scheduler consente di pianificare unoperazione per esportare file
PDMWorks Workgroup in formato Adobe Portable Document Format (.pdf), nonch
in altri formati supportati da SolidWorks. Viene creato un PDF per ogni disegno dei
progetti esportati.
anche possibile utilizzare Task Scheduler per aggiornare tutti i file PDF in
modalit batch.
Quando si creano i PDF con Task Scheduler, si pu decidere se archiviarli in una
posizione esterna o interna al vault.
Vedere Esporta i file PDMWorks a pagina 13-20.

Novit in SolidWorks 2008

13-24

Capitolo 13 Componenti di SolidWorks Office Professional

Anteprima di documenti PDF nel vault


possibile visualizzare lanteprima di un file PDF dalle seguenti posizioni:
SolidWorks, con laggiunta PDMWorks
SolidWorks Explorer
PDMWorks Web Portal
I file PDF associati a disegni possono essere aperti automaticamente con Acrobat
Reader (se installato). Se non si dispone di Acrobat Reader, un messaggio invita a
installarlo.
Lanteprima locale e del vault dei file JPG, BMP, GIF, PNG, TXT,
XML, HTM e HTML sono supportate in SolidWorks Explorer.

Visualizzazione delle propriet del documento modificate in eDrawings


Le modifiche apportate alle propriet del documento con PDMWorks Workgroup,
SolidWorks Explorer ed Esplora risorse possono essere visualizzate con
eDrawings senza aprire i rispettivi file in SolidWorks. Sono comprese:
Salto di revisione di un documento
Se il documento un disegno, possibile visualizzare le modifiche apportate
ai campi nel blocco del titolo.
Propriet personalizzate
Per le procedure di modifica delle propriet dei disegni con
SolidWorks Explorer ed Esplora risorse, vedere Modifica
delle propriet di un documento a pagina 1-11.

Importazione ed esportazione del vault di PDMWorks Workgroup


Sono disponibili due utility per esportare i progetti di PDMWorks Workgroup da un
vault ed importali in un altro. Ci permette di avere le stesse informazioni nei vault
in due siti diversi o unire due vault in uno.
Gli utenti con privilegi amministrativi possono esportare i documenti del progetto e i
relativi dati media in un file XML che pu quindi essere importato in un altro vault di
PDMWorks Workgroup. Oltre ai documenti, possono essere esportati
amministratori, utenti e gruppi definiti nel progetto. Gli amministratori possono
esportare tutti i progetti da un vault o selezionare progetti specifici da esportare.

Novit in SolidWorks 2008

13-25

Capitolo 13 Componenti di SolidWorks Office Professional

Toolbox
Dimensione automatica dei componenti di Toolbox
Alcuni componenti di Toolbox possono essere dimensionati automaticamente. In
questo modo, i componenti si adattano alla geometria in cui vengono trascinati.
Dimensione automatica dei componenti di Toolbox
Bulloni e viti

Rosette

Dadi

Cuscinetti

Anelli di tenuta

Anelli O

Spine

Ingranaggi

Per utilizzare la dimensione automatica dei componenti di Toolbox:


1 Nella cartella Toolbox, selezionare un componente e trascinarlo nellarea grafica.
2 Selezionare il foro in cui inserire il componente.

Il componente si ridimensiona e viene visualizzato sotto forma di anteprima.

Novit in SolidWorks 2008

13-26

Capitolo 13 Componenti di SolidWorks Office Professional

3 Nel PropertyManager:
a) Sotto Propriet, regolare questi valori:
b) Per Opzioni, selezionare Dimensionamento automatico alla geometria

di accoppiamento.
Selezionando Dimensionamento automatico alla geometria di
accoppiamento, il componente si aggiorna quando si cambia
la geometria di accoppiamento.
4 Trascinare il componente successivo, che comprende le regolazioni, e collocarlo

nella posizione desiderata.

5 Al termine, fare clic su

Contenuto
Il contenuto di Toolbox stato ampliato relativamente ai tipi di standard seguenti:
Standard

Descrizione

ANSI in
pollici

Viti piatte svasate, viti piatte svasate con sottosquadro,


viti filettate per rosette esagonali, ecc.

ANSI in
metri

Viti a testa bombata, viti filettate a testa esagonale, ecc.

ISO

Viti a testa a bottone cilindrico Hexalobular, viti a testa


bombata, ecc.

BSI

Anelli di tenuta interni ed esterni, chiavette (quadre e


rettangolari a una o due estremit), ecc.

Mil

Viti 100 e 82, a testa piatta, con impronta a croce;


estremit a testa esagonale, testa esagonale cilindrica,
testa esagonale semplice, ecc.

Vedere largomento Panoramica su SolidWorks Toolbox nella Guida in linea.


Per altre funzionalit relative a Toolbox, vedere:
Smart Fasteners a pagina 6-21.
Serie fori a pagina 4-4.
Novit in SolidWorks 2008

13-27

14
Componenti di SolidWorks
Office Premium
Questo capitolo descrive i miglioramenti apportati ai componenti di SolidWorks
Office Premium, in particolare:
ScanTo3D
SolidWorks Routing
TolAnalyst

Novit in SolidWorks 2008

14-1

Capitolo 14 Componenti di SolidWorks Office Premium

ScanTo3D
Generale
Unione delle mesh e rimozione dei sormonti
ScanTo3D pu unire le mesh e ritagliare i sormonti per formare una mesh valida.
Per unire automaticamente le mesh:
1 Nella finestra di dialogo Apri, selezionare un file di mesh contenente pi mesh.
2 Fare clic su Opzioni.
3 Selezionare Unisci le mesh per rimuovere le sovrapposizioni e fare clic su

OK.
4 Fare clic su Apri.

Per unire le mesh o le sottomesh in modo manuale:


1 Aprire un file contenente pi mesh.
2 Selezionare le mesh o sottomesh, fare clic con il pulsante destro del mouse

e selezionare Unisci mesh.


Le mesh selezionate appaiono nellelenco del PropertyManager.
3 Fare clic su

Schizzi su una mesh intersecante un piano di sezione


Per i file di mesh, possibile creare schizzi lungo lintersezione del piano di sezione
e la mesh, con riferimento al punto di perforazione in cui il piano interseca un bordo
di sfaccettatura. Lo schizzo si conserva quando si chiude la vista in sezione. Questa
funzionalit consente di creare schizzi di riferimento in punti in cui prima non era
possibile.

Novit in SolidWorks 2008

14-2

Capitolo 14 Componenti di SolidWorks Office Premium

Per disegnare uno schizzo su una mesh mediante un piano di sezione:


1 Creare e posizionare il piano per la vista in sezione, quindi selezionarlo.

2 Fare clic su Vista in sezione

nella barra degli strumenti Visualizza oppure


selezionare Visualizza, Mostra, Vista in sezione.

3 Fare clic su

4 Selezionare il piano e aprire uno schizzo 2D.

5 Utilizzare lo strumento Spline

(barra degli strumenti Schizzo) per disegnare


i punti sul piano di sezione in riferimento alla mesh.

Durante loperazione, notare che lo


schizzo fa ora riferimento al punto di

Novit in SolidWorks 2008

14-3

Capitolo 14 Componenti di SolidWorks Office Premium

perforazione in cui il piano interseca un bordo di sfaccettatura. Questa


funzionalit consente di creare uno schizzo pi preciso che in passato.
6 Chiudere lo schizzo e fare clic per cancellare Vista in sezione

Trame
ScanTo3D importa automaticamente le trame da file 3D Studio .3ds, .obj e .wrl,
se queste sono chiaramente collegate al file di mesh. In caso contrario, la mesh
importata non conterr le trame. possibile specificare la posizione dei file di
trama.
Per specificare la posizione dei file di trama.
1 Fare clic su Apri

nella barra degli strumenti Standard oppure selezionare

File, Apri.
2 Nella finestra Apri, selezionare File di mesh come Tipo file.
3 Navigare ad un file di mesh e selezionare in Nome file.
4 Fare clic su Opzioni.
5 Nella finestra di dialogo Opzioni di importazione, per Directory dei file di

trama, fare clic su Sfoglia.


6 Individuare una cartella e fare clic due volte su OK.
7 Fare clic su Apri.

Novit in SolidWorks 2008

14-4

Capitolo 14 Componenti di SolidWorks Office Premium

Analisi di deviazione
Lo strumento Analisi di deviazione visualizza le deviazioni dei seguenti tipi di
analisi:
Curva a mesh. Le spine a colori lungo la curva indicano la deviazione tra la
curva e la mesh..
Superficie a mesh. I colori diversi sulla mesh indicano la deviazione tra la
superficie estratta e la mesh.
Mesh a mesh. La mesh originale viene utilizzata come riferimento per creare
unaltra mesh. Rimisurare la mesh originale per assicurarsi che rimanga entro
la tolleranza prestabilita.
Passare con il mouse sulla deviazione per visualizzare gli specifici valori di
deviazione. possibile salvare un rapporto dettagliato della deviazione.

Deviazione da curva a
mesh

Deviazione da superficie a
mesh

Deviazione da mesh a
mesh

Novit in SolidWorks 2008

14-5

Capitolo 14 Componenti di SolidWorks Office Premium

Per misurare la deviazione della mesh:


1 Aprire un file con le curve o le superfici in riferimento alla mesh.
2 Fare clic su Analisi di deviazione

nella barra degli strumenti ScanTo3D


oppure selezionare Strumenti, ScanTo3D, Analisi di deviazione.

3 Selezionare un Tipo di analisi.


4 Per Parametri di analisi, selezionare la mesh e le curve o le superfici.
5 Regolare il dispositivo di scorrimento Sensibilit ed i limiti superiore e inferiore,

quindi fare clic su Calcola.


Le spine a colori (o le patch) rappresentano la deviazione. Una didascalia indica
le deviazioni massima, minima, media e standard.
6 Passare con il mouse sui colori della deviazione per visualizzare le esatte

misurazioni locali.
7 Fare clic su

Vedere largomento PropertyManager di Analisi della deviazione nella


Guida in linea.

Strumenti di modifica della mesh


possibile spostare, copiare, ridimensionare e sfalsare le mesh. Fare clic su
Modifica mesh
nella barra degli strumenti ScanTo3D oppure selezionare
Strumenti, ScanTo3D, Modifica mesh. Impostare le opzioni nel PropertyManager
di Modifica mesh.
Vedere largomento PropertyManager di Modifica mesh nella Guida in linea.

Creazione guidata curva


La nuova Creazione guidata curva crea curve di delimitazione (contorno) e di
sezione in file mesh e nuvola di punti. Il contorno si forma lungo i bordi limite.
ScanTo3D pu creare le curve di delimitazione solamente lungo questi bordi limite.
Per usare la Creazione guidata curva:
1 Aprire un file mesh o nuvola di punti.
2 Fare clic su Creazione guidata curva

nella barra degli strumenti ScanTo3D


oppure selezionare Strumenti, ScanTo3D, Creazione guidata curva.

3 Selezionare la mesh o la nuvola di punti.


4 Nel PropertyManager, in corrispondenza di Metodo di creazione, selezionare

un tipo di curva:
Curva di sezione
Curva di delimitazione

Novit in SolidWorks 2008

14-6

Capitolo 14 Componenti di SolidWorks Office Premium

5 Impostare le opzioni rimanenti nel PropertyManager.

Per le curve di sezione, in Parametri del piano di sezione, possibile


specificare le seguenti entit per il Piano di sezione:
Una coppia di punti
Un piano
Una curva esistente, per creare le curve di sezione ad essa perpendicolari
6 Fare clic su

Le curve vengono create in uno schizzo 3D.

Curve di sezione su una mesh

Curve di sezione con mesh nascosta

Vedere largomento PropertyManager di Creazione guidata curva nella


Guida in linea.

Novit in SolidWorks 2008

14-7

Capitolo 14 Componenti di SolidWorks Office Premium

Preparazione guidata mesh


Uniformit dei contorni
Esistono diverse opzioni con le quali levigare i contorni della mesh con la
Preparazione guidata mesh.
Nel PropertyManager di Rimozione dati estranei: Accorcia contorno mesh
in selezione. Accorcia il contorno della mesh esattamente nel contorno della
selezione, levigando tutti i contorni seghettati.

Opzione disattivata =
Contorno seghettato

Opzione attivata =
Contorno levigato
Area selezionata per la rimozione

Nel PropertyManager Uniformit, spostare il dispositivo di scorrimento


Uniformit del contorno verso la posizione di levigatezza.

Senza Uniformit del contorno

Novit in SolidWorks 2008

Con Uniformit del contorno

14-8

Capitolo 14 Componenti di SolidWorks Office Premium

PropertyManager di Semplificazione
Semplificazione locale
Utilizzare gli strumenti Semplificazione locale per semplificare aree selezionate
della mesh. Utilizzando questa funzione insieme a Inverti selezione si preservano
specifiche aree della finalit progettuale, ma si semplifica il resto del modello.
La Semplificazione globale rimane disponibile.

Parti sottili
Lopzione Ottimizzazione mesh con spessore sottile migliora il riconoscimento
come mesh sottile dei dati di una nuvola di punti.

Nuvola di punti

Mesh sottile ottimizzata

Vedere largomento PropertyManager di Semplificazione nella Guida


in linea.

Novit in SolidWorks 2008

14-9

Capitolo 14 Componenti di SolidWorks Office Premium

Creazione guidata delle superfici


Miglioramenti generali
La Creazione guidata delle superfici crea un numero minore di patch,
migliorando dunque le prestazioni e lutilizzo della mesh risultante.
Questa procedura crea superfici sovradefinite e riduce le operazioni necessarie
per estendere la superficie prima di accorciarla. La superficie esibisce inoltre
prestazioni migliori quando deve essere estesa.
Linee di funzione
Le superfici create con ScanTo3D sono composte
da patch (possibilmente a quattro lati). Gruppi di
patch formano regioni sulle superfici. Le linee di
funzione formano i confini tra le regioni.
In linea teorica, le linee di funzione si trovano nei
punti di transizione della curvatura di mesh, tra una
relazione di contatto tangente. Tipico lesempio di
un bordo raccordato che separa i due lati di un cubo.
possibile modificare le linee di funzione nel
PropertyManager di Creazione automatica
superficie, in modo da estrarre superfici corrette. possibile creare ed eliminare
le linee, nonch spostarle insieme ai vertici.
Vedere largomento PropertyManager di Creazione automatica della
superficie nella Guida in linea.
Esempio pratico

Novit in SolidWorks 2008

14-10

Capitolo 14 Componenti di SolidWorks Office Premium

Superfici b-spline
Quando si estraggono le superfici b-spline, la mesh consente di visualizzare la
superficie. possibile aggiungere curve dalla mesh nelle direzioni U e V della
superficie estratta, imponendo quindi alla superficie uninterpolazione pi vicina
alla mesh.
Lanalisi di deviazione mostra la deviazione tra la mesh e la superficie.
Per utilizzare la mesh per lestrazione delle superfici b-spline:
1 Aprire un file mesh, eseguire la Creazione guidata delle superfici e

avanzare fino al PropertyManager di Estrazione superficie.


2 Selezionare una superficie, quindi sotto Impostazioni della faccia, fare clic su

Bspline

Si visualizza una superficie con mesh.

3 Ruotare il modello per osservare la superficie dirimpetto.


4 In Impostazioni della faccia, selezionare Visualizza analisi di deviazione.

La deviazione tra la superficie e la mesh viene visualizzata a schermo. La


legenda dei colori compare nellarea grafica. La deviazione della superficie
si trova nellarea rossa, gialla e verde.

Novit in SolidWorks 2008

14-11

Capitolo 14 Componenti di SolidWorks Office Premium

5 Per migliorare la precisione della superficie:

Nel PropertyManager di Numero di segmenti nel parametro direzione U e


direzione V, aggiungere le curve U e V.

Aggiungere le curve U e V prima di modificare


la loro posizione. Cambiando il numero di curve,
esse si riposizionano automaticamente.
possibile fare clic in due punti diversi della mesh per creare le curve U e V.

Fare clic su Modifica curve U e V, selezionare una curva in elenco


e trascinarla per cambiarla di posizione. Ripetere secondo necessit.

Novit in SolidWorks 2008

14-12

Capitolo 14 Componenti di SolidWorks Office Premium

Aumentare il numero di linee U e V nellarea di massima deviazione per


tentare di ridurre la deviazione.

6 Fare clic su Ricostruisci la superficie per incorporare le modifiche nella

superficie, quindi esaminare la nuova analisi della deviazione.


Vedere Analisi di deviazione a pagina 14-5.
Tipi di estrazione della superficie
Nel PropertyManager di Estrazione superficie, possibile estrarre i seguenti tipi
di superficie elencati in Impostazioni della faccia:
Tipo di
superficie

Icona Parametri da specificare

Estrusione

Specificare una parete di facce mesh adiacenti che


formano una superficie, simile ad unestrusione.

Rivoluzione

Specificare una parete di regioni mesh adiacenti che


formano una superficie, simile ad una rivoluzione.

Rigata

Specificare una regione mesh che forma una superficie,


simile ad un loft a due profili senza curve guida.

Toro

Specificare una regione mesh che forma una


superficie, simile ad una faccia creata con un raccordo.

Per Estrusione e Rivoluzione: tutte le facce mesh devono far


parte di una mesh e devono essere estratte insieme come
estrusione o rivoluzione. Utilizzare gli strumenti della
Creazione guidata superfici nel PropertyManager di
Identificazione faccia per identificare le facce mesh dallo
stesso colore.

Vedere largomento PropertyManager di Estrazione della superficie nella


Guida in linea.
Novit in SolidWorks 2008

14-13

Capitolo 14 Componenti di SolidWorks Office Premium

SolidWorks Routing
Generale
Miglioramenti del flusso di lavoro e dellinterfaccia di SolidWorks Routing:
Sono state eliminate le varie finestre di dialogo per immettere il nome di nuovi
sottoassiemi e parti di instradamento, ora questa operazione si pu svolgere nel
PropertyManager di Propriet del percorso.
Un sottoassieme di instradamento viene creato solo dopo aver fatto clic su
nel
PropertyManager di Propriet del percorso. Se si esce dal PropertyManager, il
sottoassieme non sar creato. In precedenza, il sottoassieme veniva creato prima
di aprire il PropertyManager, anche se si decideva in seguito di annullare il
comando.
Il PropertyManager di Propriet del percorso visualizza solamente i campi
pertinenti al tipo di percorso in via di creazione e al metodo utilizzato.
Quando si avvia un percorso con il clic destro su un connettore terminale e
si seleziona Avvia percorso, possibile fare clic ovunque sul connettore.
In precedenza si doveva fare clic sul punto di connessione.
possibile accedere al PropertyManager di Lunghezza fissa facendo clic con
il pulsante destro del mouse su un segmento del percorso (tubo o cavo elettrico)
e selezionando Lunghezza fissa.
Quando si fa clic con il pulsante destro del mouse su un segmento del percorso,
le Propriet del segmento di percorso hanno sostituito le Propriet del
percorso.
Quando si crea un percorso al volo, possibile terminare il percorso senza
un componente di instradamento.
Quando si usano i clip nel percorso, possibile rovesciare il lato dal quale
inserire il cavo.
Dopo aver inserito un componente in un percorso, possibile annullarne il
posizionamento senza chiudere lo schizzo del percorso.

Connettori elettrici con molteplici punti di connessione


Il software avvia ora automaticamente un percorso quando si rilascia nellassieme
un connettore avente molteplici punti di connessione.

Lunghezza fissa
Se si applica Ripara percorso mentre attiva lopzione Lunghezza fissa, il
software risolve la violazione riguardante il raggio di piegatura minimo. Compare
unavvertenza se per la correzione necessario modificare la lunghezza. Il valore
di lunghezza risultante sar la nuova lunghezza fissa.
Eccezione: se il cavo di tipo standard, la lunghezza fissa rimane sempre identica.
Novit in SolidWorks 2008

14-14

Capitolo 14 Componenti di SolidWorks Office Premium

Punti di connessione e punti di percorso a peso leggero


Non pi necessario al software risolvere i componenti a peso leggero per
accedere ai dati contenuti nei punti di connessione e in quelli di percorso.

Lunghezze standard dei tubi


Quando si crea un nuovo assieme per percorso di tubazione, possibile specificare
la lunghezza standard del tubo da utilizzare. Le sezioni rettilinee del percorso sono
suddivise in lunghezze standard e lultima sezione creata sar una frazione della
lunghezza standard. possibile:
Cambiare la lunghezza standard o eliminarla.
Utilizzare lunghezze standard diverse nello stesso assieme, applicando
segmenti rettilinei diversi.
Inserire automaticamente i manicotti tra i segmenti.

Opzioni
Le opzioni di instradamento sono state riorganizzate e raggruppate per:
Impostazioni generali di instradamento
Tubi e condotti
Cavi elettrici
possibile impostare la posizione dei file di instradamento di:
Libreria di instradamento
Modello di instradamento
Tubi standard
Libreria cavi/fili
Libreria dei componenti
Cavi standard

Novit in SolidWorks 2008

14-15

Capitolo 14 Componenti di SolidWorks Office Premium

Le impostazioni si ripercuotono automaticamente ai campi appropriati delle procedure


guidate della libreria elettrica, nellInstradamento guidato del componente e nel
PropertyManager di Propriet del percorso. Inoltre, per facilitare la condivisione
delle impostazioni sopra riportate con altri utenti, possibile salvare le impostazioni
su un file o caricare le impostazioni precedentemente salvate.
Se si cambia la posizione della cartella Libreria di
instradamento, il software utilizza la nuova posizione
allapertura di assiemi di instradamento esistenti e dei
relativi componenti.
Vedere gli argomenti Opzioni di instradamento e Posizioni dei file di
instradamento nella Guida in linea.

Instradamento automatico
Il PropertyManager di Instradamento automatico e la relativa funzionalit sono
stati migliorati:
Riparazione automatica del percorso. Alla creazione di un percorso, se esiste
una violazione del raggio di piegatura minimo, il software ripara automaticamente
il percorso anzich chiedere allutente di intervenire.
Pulsante Annulla. Il pulsante Annulla stato spostato nella posizione
standard, in alto nel PropertyManager.
Unione di linee guida. Quando si uniscono le linee guida, possibile:
Selezionare contemporaneamente tutti i clip del percorso.
Far pendere il segmento di percorso risultante verso uno dei connettori
terminali.
Scegliere di unire solo unestremit anzich entrambe.
Inoltre:
Quando si uniscono le linee guida a percorsi esistenti, viene creato
automaticamente un punto di divisione, se non ne esiste uno nel punto
di unione.
Per agevolare la selezione, possibile applicare un filtro alle linee guida,
per nome di cavo o segnale, in base ai nomi importati dallelenco Da-A.

Percorso appiattito
possibile appiattire un sottoassieme di percorso elettrico allinterno di un modello
3D. Il percorso appiattito contiene cavi e fili, coperchi e connettori terminali.
possibile specificare se visualizzare i connettori in formato 3D o come blocchi di
disegno. Il percorso appiattito una rappresentazione semplificata del percorso
stesso. Le linee non sono rappresentate a lunghezza reale, ma le quote sui
segmenti del percorso indicano la lunghezza reale del filo instradato.
Novit in SolidWorks 2008

14-16

Capitolo 14 Componenti di SolidWorks Office Premium

Il percorso appiattito viene creato come nuova configurazione del sottoassieme di


percorso elettrico 3D. Nellalbero di disegno FeatureManager, viene aggiunta una
funzione di nome PercorsoAppiattito
. Per commutare la visualizzazione tra il
percorso 3D e quello appiattito, fare clic con il pulsante destro del mouse su
Percorso
o PercorsoAppiattito
e selezionare Mostra configurazione.
Nel percorso appiattito:
possibile alterarne la presentazione trascinando e vincolando le entit.
Queste modifiche non si riflettono nella configurazione 3D.
Non possibile apportare modifiche geometriche (ad esempio, aggiungendo
ed eliminando rami) nel percorso appiattito. Apportare queste modifiche nella
configurazione 3D per aggiornare la configurazione appiattita.
Per appiattire un percorso, nel sottoassieme del percorso fare clic su Appiattisci
percorso
nella barra degli strumenti Elettrica oppure selezionare Routing,
Elettrica, Appiattisci percorso.
Vedere largomento Appiattimento del percorso nella Guida in linea.

TolAnalyst
TolAnalyst unapplicazione per lanalisi delle tolleranze con cui stabilire gli effetti
prodotti da quote e tolleranze su parti e assiemi. Gli strumenti TolAnalyst
consentono di eseguire lanalisi delle tolleranze nella peggiore delle ipotesi, ossia
allorch tutte le condizioni peggiori possibili potrebbero interagire
contemporaneamente sugli assiemi.
A tale scopo, prima si applicano le quote e le tolleranze a parti o componenti di un
assieme con gli strumenti DimXpert, quindi si utilizzano gli strumenti TolAnalyst per
generare i dati necessari allanalisi.
TolAnalyst disponibile solamente in SolidWorks Office Premium.
Vedere DimXpert per parti a pagina 10-3.
Per avere dati di tolleranza validi, TolAnalyst adotta uninterfaccia guidata che
assiste lutente nellesecuzione di una procedura a quattro fasi:
1 Creare una misurazione tra due funzioni.
2 Creare una sequenza di assemblaggio tra le funzioni misurate.
3 Applicare i vincoli a ciascuna parte.
4 Valutare i risultati.

Esempio pratico

Novit in SolidWorks 2008

14-17

Indice analitico

allineamento
3D
blocchi 3-3
instant3D 3-6
simmetria e specchiatura 3-2
trame, ScanTo3D 14-4
64 bit, COSMOSWorks 11-2
A

accoppiamenti 6-96-14
accoppiamento lineare/lineare 6-10
attrito 6-11
blocca 6-10
bronzine 6-11
copia 6-12
COSMOSMotion 8-4
facce portanti del carico 6-11
giunto cardanico 6-11
icone 6-9
origine 6-9
percorso 6-10
riferimenti 6-12
riferimenti nelle parti 5-3
sistema di coordinate 6-9
vite 6-11
accoppiamenti di blocco 6-10

accoppiamenti di giunto cardanico 6-11


accoppiamenti percorso 6-10
accoppiamenti vite 6-11
accoppiamento lineare 6-10
accorcia contorno mesh, ScanTo3D 14-8
acquisizione video, SolidWorks Rx 12-16
adatta testo. 9-8
Adobe
Illustrator 12-12
Photoshop 12-12

aggiornamenti, installazione 12-2


aggiunte, attivazione 1-3
albero di disegno FeatureManager
filtro 1-4, 6-14
visibilit degli elementi 1-4

Novit in SolidWorks 2008

entit di schizzo 9-4


fori 6-6
quote 9-2

allineamento del foro 6-6


allineamento entit di schizzo 9-4
analisi armonica, COSMOSWorks 11-6
analisi della deviazione, ScanTo3D 14-5
analisi delle tolleranze 14-17
annotazioni
SolidWorks Utilities 13-22
viste nei disegni 9-4
annulla propriet quote 9-2

anteprima
eDrawings 12-11
file PDF di PDMWorks Workgroup 13-25
file SolidWorks 13-21
anteprime dei file SolidWorks 13-21
API 12-212-6
aspetti 2-32-6
applicazione 2-3
aspetti emissivi 13-10
aspetti emissivi 13-10
AssemblyXpert 6-2
assiemi 6-16-21
allineamento del foro 6-6
componenti virtuali 6-7
dati statistici 6-2
filtro 6-14
grande 6-2, 6-17
layout 6-7
motori 8-4
prestazione 6-2, 6-17
Pro/ENGINEER 12-13
rappresentazioni semplificate 6-17
riferimenti 6-2
selezione 6-14
Smart Fasteners 6-21
stati di visualizzazione 6-2, 6-18
Autodesk Inventor 12-13

Indice analitico-1

barra degli strumenti vista con


preavviso 1-6
barra dei menu 1-2
barre degli strumenti
collegamento 1-7
sensibile al contesto 1-6
vista con preavviso 1-6

barre degli strumenti contestuali 1-6


bollature 9-2
browser Apri documenti 1-9
browser del documento recente 1-8
bulloni, COSMOSWorks 11-15
C

cattura dei parametri,


DriveWorksXpress 12-9
collegamenti,interruzione 5-2
collegamento, barre 1-7
colonne nelle tabelle 9-9
CommandManager 1-3
componenti
caricamento selettivo 6-18
configurazioni 7-2
copia accoppiamenti 6-12
derivati 6-3
mostra/nascondi 6-16
ripetizione 6-3
selezione 6-14
virtuali 6-7
componenti contestuali 6-7
componenti derivati 6-3
componenti incorporati 6-7

componenti sospesi, SolidWorks Design


Checker 13-20
componenti virtuali 6-7
configurazioni 7-17-7
assiemi 7-6
creazione 7-4
modifica 7-4
parti 7-4
PropertyManager 7-2
tabelle dati 7-2

confronto documenti, SolidWorks


Utilities 13-22
contatto, COSMOSWorks 11-17
copia
accoppiamenti 6-12
foglio di disegno 9-3

cordoni di saldatura 12-15


CornerXpert 4-3
corpi solidi 5-2
corpi, isolamento nelle parti 5-4
correzione gamma, PhotoWorks 13-13
COSMOSMotion 8-48-5
accoppiamenti 8-4
Novit in SolidWorks 2008

grafici 8-5
parti fisse e mobili 8-5
smorzamenti 8-4
studi legacy 8-5
vincoli ridondanti 8-5
COSMOSWorks 11-111-21
64 bit 11-2
analisi armonica 11-6
analisi cronologica modale 11-5
connettori bullone 11-15
connettori perno 11-16
contatto 11-17
deformazione in studi non lineari 11-19
dinamica 11-3
fattori di visualizzazione
dellirraggiamento 11-12
grafici dei tempi 11-19
grafici del percorso di carico 11-20
grafici di dettaglio del progetto 11-20
grande spostamento 11-14
linearizzazione della sollecitazione 11-21
membri strutturali 11-13
Mentore di analisi 11-2
mesher 11-16
modelli di materiale Mooney-Rivlin 11-3
modelli di materiale Ogden 11-3
nitinol 11-2
scenari progettuali 11-13
shell 11-3
smorzamento 11-4
studi dei recipienti a pressione 11-3
studi di dinamica lineare 11-3
studi di dinamica non lineare 11-8
tracker di tendenza 11-14
travi 11-13
unit 11-2
vibrazione casuale 11-7
creazione guidata curva, ScanTo3D 14-6
Creazione guidata fori 7-2
creazione guidata fori 4-5
cronologia modale, COSMOSWorks 11-5
cronologia, COSMOSWorks 11-19
curve di delimitazione, ScanTo3D 14-6
curve di sezione, ScanTo3D 14-6
curve UV, ScanTo3D 14-11
D

Design Clipart 1-11


dettagli 9-19-9
DFMXpress
configurazione parametri 12-8
regole di progettazione 12-7

dimensione automatica, SolidWorks


Toolbox 13-26
DimXpert per parti 10-310-10
DimXpertManager 10-4
eliminazione di tolleranze 10-8
funzioni 10-3
opzioni 10-4
Indice analitico-2

panoramica 10-3
quota di ubicazione 10-7
quote 10-5, 10-9
quote della dimensione 10-5
riconoscimento della topologia 10-4
riconoscimento delle funzioni del
modello 10-4
riferimenti 10-5
ripetizioni 10-5
TolAnalyst 14-17
tolleranza di forma 10-6
tolleranze 10-9
tolleranze di forma 10-5
vincoli 10-8
dinamica 11-311-11
analisi armonica 11-6
analisi cronologica modale 11-5
esempio di studio dinamico lineare 11-8
smorzamento 11-4
studi di dinamica lineare 11-3
studi di dinamica non lineare 11-8
vibrazione casuale 11-7
dinamica lineare, COSMOSWorks 11-3

dinamica non lineare,


COSMOSWorks 11-8
disegni 9-39-4
copia di fogli 9-3
da documenti di parte/assieme 9-3
eDrawings 12-11
inserimento immagini 9-3
distinte materiali 9-5
dividi parte 4-10
DriveWorksXpress 12-8
DXF/DWG 12-13
E

eDrawings 12-1113-1
eliminazione di tolleranze, DimXpert 10-8
equazioni 9-8
esempi pratici
aggiunta di un motore 8-4
DFMXpress 12-8
DriveWorksXpress 12-8
progettazione basata su schizzo 6-9
spigolo saldato 12-15
uso delle linee di funzione 14-10
uso delle regole di accoppiamento per
posizionare le parti inserite 5-3
uso di RealView 2-10
uso di TolAnalyst 14-17
esportazione 12-1212-14
esportazione file, PDMWorks 13-20
esportazione ripetizioni piatte 12-13, 12-15

facce portanti del carico 6-11


FeatureWorks 13-213-4
flange del bordo 13-2
orli 13-3
strumento Ridimensiona 13-3
sweep di base 13-4
feed RSS, eDrawings 12-11
File Rhino 12-14

file standard, SolidWorks Design


Checker 13-17
filtro 6-14
Firefox 12-11
flange del bordo, FeatureWorks 13-2
fori disallineati 6-6
funzioni 4-14-11
CornerXpert 4-3
creazione guidata fori 4-5
dividi parte 4-10
Instant3D 4-6
linee di divisione 4-9
raccordi 4-3
riconoscimento, DimXpert 10-4
ripetizioni circolari 4-8
ripetizioni cosmetiche 4-8
serie fori 4-4
superfici di delimitazione 4-2
sweep 4-10
funzioni di produzione 10-3

funzioni non accessibili, DFMXpress 12-7


G

GD&T 10-2, 14-17


gestione memoria, PhotoWorks 13-13
giunti
accoppiamento 6-10
cardanici 6-11
vite 6-11

giunti accoppiamento 6-10


I

illuminazione indiretta 13-7


Illustrator 12-12
immagini nei disegni 9-3
importazione 12-1212-14
incolla funzioni, SolidWorks Utilities 13-22
influenza tangente, superficie di
delimitazione 4-2
installazione 12-2
Instant3D 4-6
Inventor 12-13

etichette
documenti e funzioni 1-6
SolidWorks Explorer 12-14

Novit in SolidWorks 2008

Indice analitico-3

lamiera
cordoni di saldatura 12-15
esportazione ripetizione piatta 12-15
esportazione ripetizioni piatte 12-13
layout 6-7
linee di associazione 9-2
linee di divisione 4-9
linee di funzione, ScanTo3D 14-10
M

mappatura 2-32-6
ambiente cubico, PhotoWorks 13-6
dimensioni 2-6
DXF/DWG 12-13
stile 2-3
materiali. Vedere aspetti

Mentore di analisi, COSMOSWorks 11-2


menu mobili 1-9
mesh, ScanTo3D 14-2, 14-5, 14-6
mesher, COSMOSWorks 11-16
moduli di immissione dati,
DriveWorksXpress 12-9
MoldflowXpress 12-15
Mooney-Rivlin, COSMOSWorks 11-3
mostra componenti nascosti 6-16
mostra/nascondi schizzo 3-6
MotionManager 8-3
motori 8-4
Mozilla Firefox 12-11
N

nitinol, COSMOSWorks 11-2


nuvole di punti, Preparazione guidata
mesh 14-9

parti di tornitura, DFMXpress 12-8


parti prismatiche, DFMXpress 12-8
parti sottili, ScanTo3D 14-9
parti specchiate, interruzione
collegamento 5-2
PDMWorks Workgroup 13-2413-25
esportazione dei progetti del vault 13-25
esportazione file 13-20
importazione dei progetti del vault 13-25
propriet del documento 13-25
salta revisione 13-25
percorsi appiattiti 14-16
perni, COSMOSWorks 11-16
personalizza 1-11
personalizzare il CommandManager 1-3
Photoshop 12-12
PhotoWorks 13-513-15
abbassamento realistico 13-15
aspetti emissivi 13-10
correzione gamma 13-13
editor della scenografia 13-11
elaborazione dei documenti in batch 13-5
illuminazione indiretta 13-7, 13-13
mappatura ambiente cubico 13-6
materiali e scenografie 13-9
materiali, PropertyManager 13-913-12
opzioni del sistema 13-13
regolazione immagine 13-14

Portable Document Format (PDF)


anteprima in PDMworks Workgroup 13-25
creazione durante il check-in 13-24
creazione durante luso del Task
Scheduler 13-24
supporto in PDMWorks Workgroup 13-24
possibilit di produzione, DFMXpress 12-7
prestazione 6-2
Pro/ENGINEER 12-11, 12-13

progettazione

Ogden, COSMOSWorks 11-3


opzione lineare, superficie di
delimitazione 4-2
opzioni
instradamento 14-15
PhotoWorks 13-7
orli, FeatureWorks 13-3

grafici di dettaglio COSMOSWorks 11-20


scenari COSMOSWorks 11-13
top-down 6-7
PropertyManager, schizzo 3-4
propriet attrito 6-11
propriet bronzina 6-11
propriet colori, RealView 2-3
propriet del documento, modifica 1-11

propriet personalizzate

parti 5-1
corpi solidi 5-2
interruzione del collegamento 5-2
isolamento di corpi 5-4
posizionamento allinserimento 5-3
propriet personalizzate 5-2
schizzi 5-2

DriveWorksXpress 12-9
parti 5-2
SolidWorks Design Checker 13-18
SolidWorks Explorer con PDMWorks
Workgroup 1-11
SolidWorks File Explorer 1-11
Windows Explorer 1-11

parti derivate, interruzione


collegamenti 5-2
Novit in SolidWorks 2008

Indice analitico-4

quota della dimensione, DimXpert 10-5


quota di ubicazione, DimXpert 10-7
quote
allineamento 9-2
DimXpert 10-5, 10-7
modifica 7-2
propriet 9-2
SolidWorks Design Checker 13-19
TolAnalyst 14-17
quote e tolleranze 10-110-11
R

raccordi 4-3
rapporto profondit/diametro del foro,
DFMXpress 12-7
RealView 2-12-15
aspetti 2-3
flusso di lavoro 2-2
modelli legacy 2-2
scenografie 2-8
uso 2-2

recipienti a pressione,
COSMOSWorks 11-3
regole in DriveWorksXpress 12-9
rettangoli 3-4
revisioni, salto 13-25
ricerca 1-2
ricerca SolidWorks 1-2
riconoscimento della topologia,
DimXpert 10-4
riferimenti 6-2
riferimenti, DimXpert 10-5
riferimento di carico 6-11
rimozione dei sormonti, ScanTo3D 14-2
ripetizione
componente 6-3

ripetizioni
circolari 4-8
cosmetiche 4-8
DimXpert 10-5

ripetizioni circolari 4-8


ripetizioni cosmetiche 4-8
Routing. Vedere SolidWorks Routing
S

saldature 9-5, 12-17


salva animazione, MotionManager 8-3
scale, SolidWorks Utilities 13-23
ScanTo3D 14-214-13
accorcia contorno mesh 14-8
analisi della deviazione 14-5
contorni di funzione e patch 14-10
creazione guidata curva 14-6
creazione guidata delle superfici 14-10
curve di delimitazione 14-6
Novit in SolidWorks 2008

curve di sezione 14-6


linee di funzione 14-10
parti sottili 14-9
rimozione dei sormonti 14-2
schizzi sulla mesh 14-2
semplificazione locale 14-9
strumenti di modifica mesh 14-6
superfici b-spline 14-11
tipi di estrazione della superficie 14-13
trame 14-4
uniformit dei contorni 14-8
unione mesh 14-2
scenografie 2-82-14
applicazione 2-10
base 2-8
editor PhotoWorks 13-11
modifica 2-112-14
presentazione 2-9
studio 2-10
scheda colore/immagine 2-3

schede grafiche, diagnosi in SolidWorks


Rx 12-16
schizzi 3-13-10
blocchi 3-3
instant3D 3-6
mesh ScanTo3D 14-2
mostra/nascondi 3-6
parti 5-2
simmetria e specchiatura 3D 3-2
spline 3-83-10
tracciamento automatico 3-5
tratteggio/riempimento area 3-3

selezione del documento


browser 1-8

selezione di componenti 6-14


selezione documenti
descrizione comandi anteprima 1-9

semplificazione locale, ScanTo3D 14-9


semplificazione, SolidWorks Utilities 13-22
serie fori 4-4, 6-21
shell, COSMOSWorks 11-3
simmetria, SolidWorks Utilities 13-23
simulazione fisica 8-4
SketchXpert 3-7
Smart Fasteners 6-21
smorzamento, COSMOSWorks 11-4
smorzatori 8-4
SolidWorks Design Checker 13-1613-20
documenti di disegno 13-19
documenti di parte 13-19
duplicazione caratteri 13-17
file DWG 13-16
file standard molteplici 13-17
livelli di criticit 13-16
propriet personalizzate 13-18
verifiche di quota 13-1813-19

Indice analitico-5

SolidWorks Explorer
anteprima documenti 12-14
etichette 12-14

SolidWorks Office Premium 14-1


SolidWorks Office Professional 13-1
SolidWorks Routing 14-1414-17
instradamento automatico 14-16
lunghezza fissa 14-14
lunghezza standard dei tubi 14-15
opzioni 14-15
percorsi appiattiti 14-16
posizioni dei file 14-15
propriet del percorso 14-14
punti di connessione 14-15
punto di connessione 14-14
SolidWorks Rx 12-16
SolidWorks Task Scheduler 13-2013-22

SolidWorks Toolbox
contenuto 13-27
dimensione automatica dei
componenti 13-26
Smart Fasteners 6-21
SolidWorks Utilities 13-2213-23
analisi dello spessore. 13-23
annotazioni 13-22
confronto documenti, assiemi 13-22
incolla funzioni 13-22
semplificazione 13-22
verifica di simmetria 13-23
sollecitazione, COSMOSWorks 11-21
sottoassiemi, selezione 6-14
spessore, SolidWorks Utilities 13-23
spline 3-83-10
continuit ai quadratini di
ridimensionamento 3-8
spline su superfici 3-10
vincoli di curvatura 3-9
spostamento, COSMOSWorks 11-14
stampi 12-15
stati di visualizzazione 6-2, 6-18, 12-12
studi del movimento 8-18-5
studi legacy, COSMOSMotion 8-5

superfici
ScanTo3D 14-13
spline su superfici 3-10

superfici b-spline, ScanTo3D 14-11


superfici di delimitazione
influenza tangente 4-2
opzione lineare 4-2

superfici rigate, ScanTo3D 14-13


superfici toroidali, ScanTo3D 14-13
sweep 4-10, 13-4
sweep continue 4-10

tabelle di piegatura, SolidWorks Design


Checker 13-19
task pane 1-9
Task Scheduler
dissezione file
dissezione file

SolidWorks Task Scheduler 13-21


esportazione file PDMWorks 13-20
rendering e animazioni 13-21

tecnica di progettazione top-down 6-7


tendenza, COSMOSWorks 11-14
testo
note 9-8
SolidWorks Design Checker 13-18
tabelle 9-8

tipi di carattere
SolidWorks Design Checker 13-17
tabelle 9-9
TolAnalyst 10-11, 14-17
tolleranza di forma 14-17

tolleranze
DFMXpress 12-7
DimXpert 10-9

tolleranze di forma, DimXpert 10-5, 10-6


tracciamento automatico, schizzi 3-5
trame, ScanTo3D 14-4
travi, COSMOSWorks 11-13
tubi, lunghezza standard 14-15
U

uniformit dei contorni, ScanTo3D 14-8


unione, COSMOSWorks 11-17
unit, COSMOSWorks 11-2
V

vibrazione casuale, COSMOSWorks 11-7


vincoli
DimXpert 10-8
Pro/ENGINEER 12-13
vincoli di curvatura 3-9
visibilit nelle tabelle 9-9
viste di disegno 9-39-4
viste in sezione 9-4
viste scomposte 9-3
viste. Vedere viste di disegno

visualizzazione messaggi, controllo 1-10


X

XPS (Specificazione carta XML) 12-12

tabelle 9-79-9
tabelle dati 7-2
Novit in SolidWorks 2008

Indice analitico-6