Sei sulla pagina 1di 36

10

MENSILE DI INFORMAZIONE DI ENEL

DICEMBRE 2013 - GENNAIO 2014 // NUMERO 10

OCCHI SUL DOMANI


Salutiamo il 2014 ripercorrendo i fatti dellanno che si conclude
ZOOM Customer day, il cliente al centro 06 REAL ESTATE Tutto sugli immobili del Gruppo 12 MOBILIT ELETTRICA Le colonnine Enel arrivano allIkea 16 ENEL LAB tempo di cogliere i primi frutti 28

IN QUESTO NUMERO
03 EDITORIALE 04 BREVI Enel360o p4 06 ZOOM 08 ORIZZONTI Smart, informato e libero di scegliere p06 In equilibrio p08 // Incontri al vertice p09 // Per niente immobili p10 // Pi smart(phone) p12 // Montate in macchina p13 // Chiudiamo in bellezza p14 // Responsabili in capo al mondo p15 // Lavoro modello p16 // Ai nuovi inizi! p17 // Le persone contano p18 Il nostro 2013 p19 Buona idea p28 Dal progetto al processo p29 Un bilancio positivo p30 Verso lisola felice p31 Memorie preziose p32 // Un capodanno che si nota p33 La parte migliore di me // Fotografa a tutto tondo Mi casa es tu casa

19 SPECIALE 28 ECCELLENZA 29 SICUREZZA 30 SOSTENIBILIT 31 ENEL CUORE 32 PRISMA 29 GENTE ENEL SPECIALE 30 CANALE APERTO

Enel Insieme A cura della Direttore responsabile Editore Realizzazione editoriale Art direction & Design Tipografia Per contattare la redazione Oppure inviare una mail

Mensile del Gruppo Enel // Anno 11, numero 10 Direzione Relazioni Esterne Enel Registrazione presso il Tribunale di Roma n.76/2004 del 05/03/2004 Gianluca Comin Enel spa, Viale Regina Margherita 137, 00198 Roma Brand Portal // www.brandportal.it Newton21 Roma // www.newton21.it System Graphic Srl // Via di Torre SantAnastasia 61, 00134 Roma Redazione Enel Insieme // Comunicazione Interna Enel Spa Viale Regina Margherita 125, 00198 Roma enelinsieme@ enel.com

Enel Insieme anche consultabile on line sul portale Intranet inEnel Stampato su carta ecologica Fedrigoni Symbol Freelife certificata FSC Numero chiuso in redazione il 20/12/2013

La CO2 equivalente associata a questo numero verr neutralizzata

Editoriale

Massimo Cioffi Direttore Funzione Personale e Organizzazione

Tante persone, una visione comune


Cari colleghi, stato un anno intenso in cui abbiamo lavorato, come Funzione Personale e Organizzazione, per accompagnare levoluzione dellazienda, sviluppando politiche di gestione delle persone differenziate in base alle specificit dei Paesi, ma secondo lunica visione della One Company. Lavoriamo in 40 Paesi con oltre 72mila persone; questa ricchezza straordinaria in termini di culture, esperienze e creativit, per, per potersi esprimere al massimo, ha bisogno di essere canalizzata in una visione strategica globale che quella di voler diventare la miglior multinazionale al mondo. Vorrei ripercorrere con voi alcune tappe che caratterizzano lanno 2013. La prima parte dellanno stata dedicata al completamento del progetto One Company, con il ridisegno di oltre 300 processi a livello divisionale e di country e il disegno di circa 40 processi a supporto del roll-out delle Funzioni Globali di Servizio, per assicurare un approccio omogeneo a livello di Gruppo e risposte adeguate alle necessit del business. Abbiamo inoltre implementato il nuovo modello di lavoro della Funzione HR a livello globale, caratterizzato dallo svolgimento della nostra attivit allinterno dellorganizzazione secondo una visione comune: creare valore per le persone, supportandole e favorendo la comprensione delle sfide che ci aspettano, e per il business, assicurando lo sviluppo e lapplicazione dei processi di gestione delle persone necessari a raggiungere gli obiettivi. A mio avviso, un buon esempio di questo modo di intendere il ruolo della Funzione HR la definizione del rightsizing sviluppata per tutte le unit organizzative: individuare il corretto dimensionamento per incrementare lefficienza dei processi, allinearci alle best practice interne ed esterne, assicurando al contempo che ognuno di noi possa contribuire agli obiettivi dellazienda portando valore aggiunto, percependo limportanza della propria attivit per il Gruppo e sentendosi motivato. Rimanendo su questo tema, lindagine di clima 2012 ci ha restituito lassoluta necessit di migliorare il livello di motivazione dei nostri giovani colleghi (under 31). Per questo li abbiamo coinvolti in un progetto denominato whY Generation, con cui abbiamo analizzato le loro percezioni e opinioni attraverso un ulteriore sondaggio online e dei workshop nei principali Paesi del Gruppo, sugli aspetti della dimensione lavorativa, dallambiente di lavoro al work-life balance, dallo sviluppo alla crescita professionale e al rapporto con il supervisore. Stiamo ora lavorando alle iniziative da lanciare a partire dal 2014, per rendere Enel un luogo ancor pi stimolante e di crescita personale e professionale. Per valorizzare contributo e qualit del lavoro svolto da ciascuno di noi stiamo proseguendo sul fronte della valutazione dei comportamenti con la Performance review. Questanno il processo applicato per la prima volta a livello globale, attraverso un unico modello concettuale e un unico sistema di supporto (il Portale Globale HR), per tutti i Paesi in cui opera il Gruppo, per un totale di oltre 50mila persone coinvolte. Il processo stato avviato a novembre per alcune aree mentre sar lanciato a febbraio 2014 nelle altre realt, con lobiettivo per il prossimo anno di avere un unico calendario. Vorrei anche sottolineare alcune iniziative che riguardano le relazioni industriali. In Italia ci sono stati importanti segnali di rinnovamento, dagli elementi innovativi del Contratto collettivo nazionale del 2013 sulla produttivit al complesso processo di gestione concordata del turn over che ci ha condotto a maggio scorso allAccordo Quadro per lattuazione dellart. 4 della legge Fornero e ai recenti accordi attuativi in tutte le societ del Gruppo. Sul tema della contrattazione, in Spagna abbiamo recentemente chiuso un negoziato con i sindacati che regoler per i prossimi anni le relazioni industriali allinterno di Endesa e delle sue controllate con sede nel Paese iberico: il contratto si basa su flessibilit, produttivit e competitivit, elementi fondamentali per affrontare le sfide dellazienda, tutelando il lavoro in un momento cos delicato delleconomia. A giugno stato siglato il Global Framework Agreement tra Enel e le Federazioni Italiane e le Federazioni globali IndustriAll e Public Services International, che prevede lattuazione delle indicazioni del Global Works Council, che permette lestensione del dialogo con il management di Gruppo sulle questioni transnazionali ai rappresentanti dei nostri colleghi latinoamericani e russi, e le Multilateral Committees, che ci consentono, per la prima volta, di lavorare congiuntamente con le organizzazioni sindacali, in unottica di responsabilit condivisa su temi fondamentali per la qualit della vita lavorativa in tutti i Paesi del Gruppo: come Salute e Sicurezza, Formazione e Pari Opportunit/Diversity. Infine, mi preme ricordare limpegno continuo di Enel nella diffusione della cultura della sicurezza e nella tutela della salute e nel perseguire lobiettivo zero infortuni, per il personale interno e per le imprese appaltatrici. Il nostro percorso verso leccellenza inizia con la sicurezza mediante ladozione di un unico approccio basato su valori che si declinano in attenzione e consapevolezza dei rischi, adozione di comportamenti sicuri, miglioramento continuo degli standard e tutela del benessere psico-fisico di tutti i colleghi. Il 2013 stato ricco di novit e di risultati; molto stato fatto, ma il nostro cammino non si ancora compiuto. Il nostro successo dipender dalla capacit di continuare a lavorare insieme, con entusiasmo e impegno, orgogliosi di essere parte della nostra azienda.
Dicembre 2013 - Gennaio 2014 3 Enel Insieme

Brevi

Enel360
Il MIT di Boston ha riconosciuto Jos Toms Arenas di Chilectra come una delle cinque persone pi creative del Cile. Arenas ha creato una piattaforma che consente la diagnosi precoce della retinopatia diabetica 03
01 COmuNI SLOvACChI SEmpRE pI vERdI
Tramite la Fondazione Pontis Slovensk elektrrne, la controllata Enel in Slovacchia, ha stanziato 71mila euro nellambito del programma EcoCity (o EkoObec in slovacco) che ogni anno mira a sostenere le citt e i paesi selezionati nellimplementazione di soluzioni ambientali per lefficienza energetica. I contributi sono stati dati a 11 progetti di rimboschimento, rivitalizzazione dei parchi, installazione di stazione di ricarica pubblica per i veicoli elettrici e compostaggio dei rifiuti. La priorit stata data ai progetti innovativi a valore aggiunto e a quelli che coinvolgono le comunit locali e il volontariato. La strategia adottata dalla Fondazione Pontis strettamente connessa al concetto di responsabilit sociale di Enel. concorso in occasione del decennale di Enel Cuore, i colleghi di ben 13 Paesi hanno potuto pubblicare sul sito dedicato progetti di solidariet nellambito dellassistenza sociale, della salute, delleducazione o dello sport e tutti i colleghi di Enel hanno potuto sostenere le iniziative di solidariet proposte, votandole online. Sul web sono state raccolte ben 201 proposte mentre i voti di tutti i colleghi sono stati complessivamente 23.743. giunta quando il nostro collega era aRoma per partecipare al programma internazionale di formazione per i giovani JET (Junior Enel Training International).

04 ENEL CEdE LE SuE QuOTE dI ENEL RETE GAS


Lo scorso 6 dicembre Enel ed Enel Distribuzione hanno firmato un accordo con F2i, Ardian e F2i Reti Italia per la cessione della partecipazione residua (pari al 14,8% del capitale sociale) posseduta da Enel Distribuzione in Enel Rete Gas. Laccordo prevede un corrispettivo per la cessione pari a 122,4 milioni di euro. La cessione soggetta al diritto di prelazione degli azionisti di Enel Rete Gas, tra cui F2i Reti Italia e Ardian che detiene l85,1% del capitale sociale di Enel Rete Gas, e si perfezioner in favore di una societ di nuova costituzione anchessa controllata da F2i e Ardian. Loperazione rientra nel programma di dismissioni annunciato al mercato da Enel lo scorso 13 marzo e consente al Gruppo di realizzare un incasso pari a circa 300 milioni di euro, con un effetto di riduzione dellindebitamento finanziario netto consolidato di 122,4 milioni di euro (pari al corrispettivo per la cessione della partecipazione).

03 DA ChILECTRA uNA TECNOLOgIA pER LO SCREENINg dELLA RETINOpATIA


Il Massachusetts Institute of Technology di Boston ha riconosciuto Jos Toms Arenas della Direzione Commerciale di Chilectra, come una delle cinque persone pi innovative del Cile. Arenas, 27 anni, un ingegnere che lavora anche presso lUniversit del Cile ed il creatore di Dart, una piattaforma che consente lelaborazione automatica delle immagini digitali per la diagnosi precoce della retinopatia diabetica, una malattia che pu portare alla cecit. Lo strumento stato ispirato da quanto viene fatto in Chilectra in termini di modelli di pattern recognition, che vengono utilizzati per il rilevamento delle frodi. La notizia del premio

02 LE NOSTRE IdEE vOLANO mOLTO IN ALTO


S conclusa lo scorso 30 novembre la prima fase delliniziativa internazionale di solidariet La tua idea vola in alto promossa da Enel Cuore e dalle societ del Gruppo di 13 Paesi in cui Enel presente. Dall8 ottobre, giorno del lancio del

4 Enel Insieme Dicembre 2013 - Gennaio 2014

Brevi

Enel360
Secondo lAutorit di regolamentazione rumena ANRE le societ che hanno ridotto maggiormente le interruzioni non programmate di energia sono Enel Muntenia ed Enel Dobrogea. Il merito principale del sistema di telecontrollo 07
05 LENERgIA dELLO SpORT NELLEdIzIONE 2014 dI WE ARE ENERgY
Torna We are Energy, il concorso che da dieci anni chiama a raccolta tutti i giovani del mondo Enel che hanno unet compresa tra gli 8 e i 17 anni. Sar lo sport il leitmotiv del 2014, una tematica che Enel ha molto a cuore. Sono numerosissime, infatti, le iniziative legate allo sport che la nostra azienda sostiene in tutto i Paesi in cui presente. E i giovani non potranno che mettersi in gioco per liberare tutta la creativit e limpegno che hanno in corpo. Unopportunit indimenticabile attende allorizzonte i vincitori: il campus internazionale dove potranno sperimentare, studiare e divertirsi in compagnia di amici che provengono da tantissimi Paesi diversi. Un mix di culture e di linguaggi che come sempre li render pi ricchi alla fine di questo percorso. sto da 50 turbine da 2 MW ciascuna, per una capacit installata totale di 100 MW. Dominica I, che sar completato ed entrer in esercizio nel corso del secondo semestre 2014, sar cos in grado di generare fino a 260 GWh allanno. La realizzazione del parco eolico, in linea con gli obiettivi di crescita stabiliti nel piano industriale 2013-2017 di Enel Green Power, richiede un investimento complessivo di circa 196 milioni di dollari. In Messico, Egp conta attualmente su circa 197 MW di capacit installata, dei quali 144 MW eolici e 53 MW idroelettrici. prie le interruzioni sono Enel Muntenia ed Enel Dobrogea, che ha migliorato il suo record di circa unora rispetto al 2011. La diminuzione della durata dei disservizi nelle reti Enel (Banat, Dobrogea, Muntenia) dovuta principalmente al nuovo sistema di telecontrollo, basato su tecnologia italiana.

08 PI COLLABORAZIONE TRA UE E Sud AmERICA


Un rafforzamento della cooperazione tra lUnione Europea e la Comunit degli Stati Latino-americani e dei Caraibi (EU-CELAC) per promuovere la crescita economica, tutelare lambiente, ridurre la povert e accrescere linclusione sociale. Questo lauspicio di Gianluca Comin, direttore Relazioni Esterne Enel, intervenuto lo scorso 13 dicembre alla VI Conferenza Italia America Latina e Caraibi organizzata dal Ministero degli Affari Esteri e dallIstituto Italo-Latino Americano. LEuropa resta uno dei maggiori partner economici dellAmerica Latina con un flusso a doppio senso ha detto Comin. Da un lato, capitali, know-how ed expertise che dal Vecchio Continente viaggiano verso larea latinoamericana; dallaltro, opportunit di business in un contesto favorevole per gli investimenti esteri offerte dal Sud America alle imprese europee.

07 MENO INTERRUZIONI SULLA RETE ENEL IN ROmANIA


Secondo i dati recentemente pubblicati dallAutorit di regolamentazione rumena ANRE le interruzioni non pianificate nel 2012 nel Paese hanno raggiunto una media di dieci ore e mezzo per cliente, quasi unora e mezza in pi rispetto al 2011. Le regioni pi colpite sono state quelle servite dallazienda controllata dallo stato Electrica Muntenia Nord, con tagli imprevisti che superano le 24 ore per cliente. Ma, con leccezione di E.ON Moldova ed Electrica Muntenia Nord, tutte le altre societ di distribuzione rumene hanno migliorato la qualit del servizio. Per esempio le interruzioni medie registrate da Enel Banat sono state di sole 5 ore annue. Le societ che hanno ridotto maggiormente le pro-

06 MESSICO: AL vIA I LAvORI NuOvO ImpIANTO EOLICO pER ENEL GREEN POwER
Sono cominiciati ilavori per la costruzione di Dominica I,in Messico, il primo parco eolico nello stato di San Luis Potos. Limpianto sar compo-

Dicembre 2013 - Gennaio 2014 5 Enel Insieme

Zoom

Il cliente al centro dellattivit di Enel. Soddisfarne i bisogni genera nuove opportunit

Smart, informato e libero di scegliere


6 Enel Insieme Dicembre 2013 - Gennaio 2014

La nostra epoca ha reso obsoleto il concetto di confine: dalla comunicazione ai mercati, passando per il mondo dellenergia, tutto ormai si rapporta a una dimensione globale. Con queste parole lamministratore delegato e direttore generale Fulvio Conti, ha dato il via al Global Customer Day lo scorso 10 dicembre presso lAuditorium Enel, di fronte a una platea di colleghi, ospiti internazionali, istituzioni e aziende che lavorano per il Gruppo. Conti ha sottolineato come oggi il cliente, che dobbiamo conquistare e saper fidelizzare, sia uno smart customer: informato, consapevole dei propri bisogni, attento alla qualit dei servizi offerti e libero di scegliere. Alle sue parole ha fatto eco anche il presidente dellAutorit per lEnergia elettrica e il Gas, Guido Pier Paolo Bortoni, che ha ribadito limportanza e il ruolo assunto dalle imprese, vere interfacce con il consumatore finale.

PAROLA DORDINE: SOCIAL


Il cliente al centro, ma non solo. Le nuove tecnologie riducono le distanze e attribuiscono a tutti un ruolo centrale. Merci di ogni tipo fanno il giro del mondo, sempre pi spesso grazie a transazioni sul web, e ciascuno di noi, attraverso blog e social media, esprime opinioni, preferenze e condivide informazioni, raggiungendo i propri interlocutori siano essi persone, aziende, associazioni o istituzioni in pochi e rapidi passaggi. La cosa pi impressionante il quantita-

Zoom

tivo sempre crescente di dispositivi intelligenti connessi in rete: gi da cinque anni hanno superato in numero gli abitanti del Pianeta e si stima che nel 2020 diventeranno circa 50 miliardi. In un contesto del genere, il mondo dellenergia, e in particolare il settore elettrico, vive questa rivoluzione in maniera amplificata, in quanto fattore abilitante per lintera filiera produttiva di ogni Paese e il benessere dei cittadini. Il Global Customer Day stata loccasione giusta per parlare di tutto questo, confrontarsi con ospiti internazionali ma anche colleghi Enel collegati in streaming nel mondo, puntando lattenzione sui nuovi trend tecnologici e sul cambiamento dei comportamenti dei consumatori: si tratta della prima giornata dedicata al valore del cliente e allevoluzione dei suoi comportamenti, un tema che Enel ha posto come prioritario nel proprio sviluppo strategico, una sfida grande, su cui investire e misurarsi ogni giorno. Molto interessanti e incentrati proprio su Internet e le nuove tecnologie sono stati gli interventi di Jrg Wallner, director of Innovation management and Consulting al 2b AHEAD ThinkTank, Fabio Vaccarono, country managing director di Google Italia e Annah Dominis, global head di Mobile Brand Google. Il ruolo dei nuovi media nella vita del consumatore moderno un altro elemento che contribuisce a definire la strategia delle aziende ed uno strumento essenziale di coinvolgimento ha detto Vaccarono. Del resto, le nuove tecnologie, insieme alla liberalizzazione del mercato, hanno orientato domanda e offerta verso servizi pi complessi, sia sotto laspetto tecnico che commerciale, capaci di incrociare le esigenze di risparmio con quelle della sostenibilit ambientale. La stessa offerta di Enel viene rivoluzionata: da semplice commodity a servizio a valore aggiunto, come ha ricordato Gianfilippo Mancini, direttore della Divisione GEM e Mercato Italia. Innovare e innovarsi in Enel sono ormai degli imperativi. Dai nuovi dispositivi, che oggi non riusciamo nemmeno a immaginare ma che in un prossimo futuro entreranno nella nostra vita quotidiana, al modo di comunicare con i clienti e sui social media. fondamentale mantenere uno sguardo attento sullevoluzione delle tecnologie, cos come sui nuovi modelli di business e sui servizi innovativi sempre pi orientati al cliente. Tutto sta cambiando, quindi, compreso il linguaggio del marketing di cui ha parlato Kevin Roberts, amministratore delegato Saatchi & Saatchi, secondo cui non si deve pi solo attrarre lattenzione dei clienti ma coinvolgerli, ispirarli e fare leva sul valore percepito del brand. Roberts a questo proposito ha ricordato la campagna #Guerrieri di Enel.

LA RELAZIONE CON IL CLIENTE


Quello con il cliente dunque un rapporto molto articolato, fatto di esigenze, continue domande, offerte, soluzioni. Nel Gruppo abbiamo molti esempi di servizi innovativi che mirano a garantire un buon dialogo e uninterazione positiva. Alcuni di questi sono stati analizzati proprio nel corso del Global Customer Day in una tavola rotonda moderata dal

giornalista Giuseppe De Filippi che ha coinvolto ospiti interni da Italia, Spagna e America Latina. Luigi Borrelli, responsabile Business Relationship Management Global ICT, ha raccontato di come in Enel da circa tre anni si stia innovando la relazione con il cliente utilizzando strumenti capaci di gestire grandi quantit di dati siano essi provenienti dai sistemi aziendali che raccolti sui web o dai canali telefonici: Cerchiamo di ascoltare i clienti anche nelle discussioni sul web, registriamo e integriamo questi nuovi dati con quelli che gi abbiamo per essere in grado di aumentare la capacit di rispondere e soddisfare il cliente offrendogli anche nuovi servizi. Luca Solfaroli Camillocci, responsabile Customer Service Divisione Generazione, Energy Management e Mercato Italia, ha ribadito anzitutto la leadership in qualit delle societ di vendita del Gruppo. Ora per abbiamo unaltra grandissima opportunit: partendo da una qualit eccellente dobbiamo valorizzare i progetti innovativi in corso, per offrire proposte personalizzate per i clienti e monitorare in tempo reale la qualit di relazione con i clienti su tutti i canali di contatto. In questa direzione va ad esempio il lancio in questi giorni di una nuova app creata grazie anche al contributo degli utenti coinvolti sui social network. Javier Uriarte, direttore generale dellArea Mercato di Endesa, ha ricordato come anche in Spagna cambiato il modo di comunicare con il cliente. Utilizziamo il canale social per interagire con loro cercando di tradurre anche un reclamo in opportunit, per proporre una soluzione e incidere sulla vendita. Infine, Cristian Fierro, direttore Distribuzione Endesa Latam, ha citato esempi concreti di servizi innovativi che mirano al coinvolgimento dei clienti e alla loro sensibilizzazione verso alcuni specifici temi. Uno dei progetti pi interessanti certamente Ecoelce, Ecoampla o Ecochilectra, premiato nel 2008 dalle Nazioni Unite con il World Business and Development Awards. Il progetto favorisce il riciclo dei rifiuti offrendo sconti nella fattura elettrica a coloro che restituiscono materiale da mandare al riciclo presso gli appositi punti di raccolta. Un modo per sensibilizzarli, coinvolgerli e migliorare la percezione rispetto al nostro brand, sempre pi attento alle tematiche ambientali. Storie interessanti e spunti molto ricchi sono emersi dal dibattito, come ha sottolineato in chiusura di giornata anche Mancini, il quale ha voluto subito condividere e celebrare quella che ha definito la nostra migliore performance commerciale storica, ovvero lingresso, nel corso del solo 2013, di 2 milioni e mezzo di nuovi volti nel portafoglio di Enel Energia. Il cliente sempre pi al centro e la percezione del nostro brand un valore straordinario che abbiamo e su cui vogliamo continuare a far leva. Vogliamo giocare in attacco e abbiamo in mente di realizzare insieme la terza rivoluzione di Enel, guidando il cambiamento: creare un nuovo mercato dellenergia di enorme potenzialit, abilitato dalle nuove tecnologie dove le offerte non sono pi solo commodity ma diventano soluzioni fatte su misura per il cliente.
Dicembre 2013 - Gennaio 2014 7 Enel Insieme

Orizzonti

N In equilibrio
Nei primi nove mesi del 2013 la crescita di Endesa in America Latina compensa la decrescita di Spagna e Portogallo

ei primi nove mesi del 2013 Endesa ha fatto registrare un utile netto di 1.551 milioni di euro, con una flessione del 6,7 per cento rispetto ai risultati ottenuti nello stesso periodo dellesercizio precedente. La riduzione dovuta principalmente alle misure fiscali e alle misure urgenti per la garanzia della stabilit finanziaria del sistema elettrico spagnolo adottate entrate in vigore nel 2013, nonch ai provvedimenti normativi del 2012. Ma i risultati registrati in Spagna e Portogallo sono parzialmente compensati dallincremento di 122 milioni di euro di quelli conseguiti in America Latina: qui le cose vanno bene soprattutto in seguito al riconoscimento da parte del Governo argentino della compensazione delle variazioni dei costi non in tariffa dal 2007 al febbraio 2013, per un importo di 333 milioni di Euro (interessi inclusi), che ha prodotto un impatto sul risultato netto di 94 milioni di Euro. La generazione di elettricit di Endesa nel periodo gennaio-settembre 2013 ha raggiunto 98.558 GWh, pari al 9,2 per cento in meno rispetto allo stesso periodo dellesercizio 2012. Le vendite di elettricit si sono attestate a 118.105 GWh, facendo registrare un decremento del 3,5 per cento. In Spagna e Portogallo le riduzioni sono dovute essenzialmente alla contrazione della domanda di elettricit a cui si aggiunge, nel caso della generazione, il maggiore apporto di energie rinnovabili al sistema. Le entrate sono pertanto 23.485 milioni di Euro, con un calo del 7,8 per cento.

Situazione finanziaria
Il cash flow delle attivit operative ammonta a 2.347 milioni di euro, a fronte dei 3.101 milioni di euro generati nello stesso periodo dellesercizio 2012. Gli investimenti sono pari a 1.467 milioni di euro, con un calo del 11,6 per cento, di cui 1.334 milioni di euro riguardano investimenti materiali, immateriali e immobiliari, mentre i restanti 133 milioni di euro sono da attribuirsi a investimenti finanziari. Lindebitamento finanziario netto di Endesa si attesta a 7.051 milioni di euro al 30 settembre 2013, con un decremento di 1.727 milioni di euro rispetto al 31 dicembre 2012.

Contratto collettivo Endesa: fatta


Endesa e sindacati spagnoli hanno sottoscritto due importanti accordi che regoleranno per i prossimi anni le relazioni industriali allinterno dellazienda e delle sue controllate nel Paese iberico. Si tratta del IV contratto collettivo quadro e della proroga dellaccordo quadro per le garanzie. Il contratto, che durer cinque anni, frutto di una negoziazione iniziata il 23 ottobre 2012. Per la prima volta in assoluto laccordo stato sottoposto a referendum tra i lavoratori di Endesa, che si sono espressi a favore della firma. Laccordo quadro si basa su tre punti fondamentali per affrontare le importanti sfide dellazienda pur tutelando i posti di lavoro: flessibilit, produttivit e competitivit. prevista una nuova disciplina della mobilit funzionale, che conferisce maggiore flessibilit al rapporto di lavoro, permettendo cos di migliorare produttivit, efficienza organizzativa e occupazione. Inoltre, viene regolamentata in modo omogeneo la mobilit a livello geografico, semplificando gli attuali processi. Gli incrementi economici verranno implementati con criteri di efficienza, adeguati al contesto e parzialmente vincolati alla produttivit. Gli aumenti salariali saranno svincolati dallinflazione: sono stati definiti nuovi importi nelle tabelle salariali per le nuove assunzioni, in base al contesto reale. Si stabiliscono, inoltre, tre sistemi per le promozioni, basati sulla meritocrazia, mentre sono stati eliminati gli scatti automatici. Infine, per quanto riguarda la competitivit, laccordo vincola inoltre le politiche salariali descritte ai risultati dellazienda, con lobiettivo di adeguare i compensi alle aspettative e alle esigenze dei colleghi in base a criteri di maggiore efficienza e razionalit.

8 Enel Insieme Dicembre 2013 - Gennaio 2014

Fulvio Conti protagonista di due importanti meeting internazionali con Brasile e Russia

Orizzonti

A BRASILIA
Da un continente allaltro lattivit diplomatica del nostro amministratore delegato non conosce soste: a novembre, nel giro di due settimane, Fulvio Conti ha incontrato il presidente brasiliano Dilma Rousseff e partecipato al meeting internazionale Italia-Russia che si tenuto Trieste. Il 13 novembre Conti ha incontrato a Brasilia Dilma Rousseff per discutere della presenza del Gruppo nel Paese e del suo ruolo strategico nei piani di crescita futuri. Della delegazione facevano parte anche Borja Prado, presidente di Endesa, Mario Santos, presidente del board di Endesa in Brasile, Ignacio Antoanzas, ad di Enersis e Marcelo Llevenes, country manager Endesa Brasile. Il Brasile ha sottolineato lad un mercato fondamentale per il gruppo Enel. Siamo ben posizionati per continuare a incrementare la nostra presenza su questo mercato e faremo leva sulle molte opportunit che si possono al nostro business. Siamo molto contenti degli ottimi rapporti che abbiamo instaurato con le autorit brasiliane nel corso degli anni. In Brasile il Gruppo opera con Endesa nella generazione tradizionale e idroelettrica, nella trasmissione e nella distribuzione, e nelle rinnovabili con Enel Green Power. Negli ultimi cinque anni il Gruppo ha investito 1,4 miliardi di euro nel Paese, dove ha una capacit installata totale di circa 1,1 GW e serve 6,2 milioni di clienti.

Incontri al vertice
A TRIESTE
In alto Fulvio Conti e Borja Prado con Dilma Rousseff In basso lad Enel saluta Igor Sechin Al vertice triestino, a cui hanno partecipato il presidente del Consiglio italiano, Enrico Letta, e il presidente russo Vladimir Putin, sono stati firmati ben sette accordi intergovernativi, un protocollo culturale e 21 accordi commerciali. Tra questi figura il memorandum dintesa siglato da Fulvio Conti e il presidente del Consiglio di gestione di Rosneft, Igor Sechin, per la cooperazione internazionale nel settore dellupstream di idrocarburi. Enel e Rosneft collaboreranno per individuare opportunit commerciali e di sviluppo comune nellesplorazione, produzione e trasporto di idrocarburi fuori dal territorio russo con particolare riferimento a Paesi dellAmerica Latina, del Sud Europa, e del bacino del Mediterraneo e Nord Africa. Enel ha dichiarato Conti ha sviluppato importanti competenze nel settore dellupstream, dove partecipa a due dei maggiori progetti in sviluppo in Algeria e dispone di uno dei pi rilevanti portafogli esplorativi in Italia. Con questo accordo consolidiamo lottima relazione con Rosneft, una delle maggiori societ energetiche al mondo, per sviluppare la collaborazione su progetti nelle regioni di comune interesse strategico e dove il nostro Gruppo ha una presenza di rilievo come il Sud Europa e lAmerica Latina.
Dicembre 2013 - Gennaio 2014 9 Enel Insieme

Orizzonti

Il responsabile dellunit Real Estate globale ci racconta come viene gestito il patrimonio immobiliare del Gruppo

Un edicio Enel a Gromo, in provincia di Bergamo

Per niente immobili


In questo particolare momento della storia del Gruppo e di crisi economica globale, diventa fondamentale ottimizzare luso degli immobili e valorizzare il patrimonio non strumentale alle attivit dellazienda. Ne abbiamo parlato con Fernando De Roda, responsabile dellUnit Real Estate Globale. Qual lordine di grandezza del patrimonio immobiliare del Gruppo Enel? Parliamo di circa 20mila asset, che comprendono 1.750 unit civili a uso ufficio, di cui circa il 60 per cento sono in affitto. Purtroppo non facile essere pi precisi perch lanalisi di dettaglio delle informazioni sul patrimonio immobiliare di molte societ ancora in corso. Posso comunque dire che i soli uffici in locazione rappresentano gi unattivit rilevante in termini di quantit, di volumi di spesa (pari a circa 170 milioni di euro), di gestione della propriet (affitti, gestione oneri fiscali e servizi accessori, ecc.) e di lavori di manutenzione e ristrutturazione per le nostre unit di Real Estate. Gli sforzi di continua rinegoziazione dei contratti di locazione e di progressiva razionalizzazione dello spazio a uso ufficio ci permettono ancora di avere buoni risultati in questa voce di budget. Come sono classificabili gli asset immobiliari presenti? Gli asset immobiliari sono genericamente suddivisi in terreni, edifici e impianti industriali. Noi preferiamo considerarli in funzione del loro utilizzo e del loro valore, definendo tre categorie ben distinte. La prima categoria include gli asset civili in uso, ossia gli edifici che ospitano le persone e sono tipicamente localizzati nelle aree urbane. Questi tradizionalmente sono stati gestiti dalle unit di servizi immobiliari del Gruppo. La seconda categoria raggruppa gli asset industriali in uso, che ospitano gli impianti industriali o i fabbricati strumentali legati agli impianti. Questi edifici, per logica, sono sempre stati gestiti dalle Divisioni in quanto il loro valore chiaramente legato al business principale. La terza categoria comprende invece ci che chiamiamo asset not needed, ossia quegli edifici civili o industriali che non sono pi in uso e non lo saranno pi in futuro, gi quindi privi di un valore operativo. Questi asset per potenzialmente mantengono un valore immobiliare per il Gruppo. Un asset non necessario pu essere dismesso. Ma ci sono alternative alla vendita? Certamente. Oltre a non essere redditizi, gli immobili non necessari hanno dei costi, come il pagamento delle tasse, la manutenzione e la gestione dei rischi connessi alla difesa legale della propriet. La presenza degli asset not needed va quindi minimizzata e la prima scelta sicuramente la loro vendita. Spesso per la dismissione non unalternativa percorribile nel breve termine: per esempio a causa della crisi del mercato immobiliare oppure in presenza di vincoli che ne limitano la vendita. In queste situazioni unazienda punta comunque a gestire la valorizzazione dellimmobile. Per esempio prova a cambiarne la destinazione duso prima della vendita oppure a darlo in affitto per unattivit alternativa (es. uso agricolo, impianti a biomassa, allevamento, magazzino, ecc...). In

10 Enel Insieme Dicembre 2013 - Gennaio 2014

Orizzonti

questi casi la convenienza per lazienda pu essere misurata non solo in termini economici ma anche dal punto di vista del ritorno di immagine. Anche lasset immobiliare ha un ciclo di vita? La vita di un asset comincia con il suo acquisto e continua con la sua destinazione durante lattivit industriale (di solito per periodi di tempo di 30-40 anni). Quando limpianto perde la sua capacit di generare redditi operativi pu comunque avere un valore legato alla sua locazione fisica. Per questa ragione, pianificare attentamente il termine della vita utile di un impianto industriale fondamentale. Questo ci ha portato a considerare i nuovi processi di revisione del portfolio immobiliare delle Divisioni e lindividuazione degli asset not needed come attivit destinate a ricoprire un ruolo sempre pi significativo nel medio termine. Quali sono le caratteristiche specifiche del Real Estate nei diversi Paesi del Gruppo? E le principali difficolt che state incontrando? LAmerica Latina, unarea in forte crescita, molto interessante anche sul fronte immobiliare. Questa regione quella che pi sta contribuendo ai risultati immobiliari del Gruppo. Nellanno in corso, oltre alle dismissioni, che ammontano a circa 40 milioni di euro, Enel ha effettuato anche numerose acquisizioni per un importo complessivo di circa 10 milioni di euro. In Italia e Spagna, invece, i mercati immobiliari sono caratterizzati da una maggiore maturit: qui negli anni passati sono stati fatti importanti investimenti immobiliari e oggi si parla pi spesso di dismissioni. Per quanto con la conclusione delle grandi operazioni di dismissione immobiliare degli anni Duemila gli asset in portafoglio presentino singolarmente un interesse modesto, nellinsieme possono ancora avere una potenziale domanda a livello locale. Per la dismissione di questi asset abbiamo avviato consistenti piani di vendita che stanno gi portando dei risultati: in questo caso le difficolt sono nella regolarizzazione degli asset pi vecchi che al tempo stesso sono riferiti a edifici e terreni con minore potenziale di mercato. Per quanto riguarda lEuropa e il resto del mondo Enel, stiamo portando avanti dismissioni di asset not needed in Slovacchia, Romania e Russia, ed estendendo lanalisi dei portafogli immobiliari anche di Enel Green Power, per individuare ulteriori opportunit di creazione di valore per il Gruppo. Esiste un sistema informatico unico per gestire queste attivit? Questa sicuramente una nostra grande priorit. Oggi ogni Societ gestisce il proprio patrimonio con sistemi e modalit non omogenee. La sfida che ci siamo dati quella di standardizzare le modalit potendo contare su sistemi integrati e unificati in ununica piattaforma per la gestione del patrimonio immobiliare a livello globale. passato un anno dalla nascita della Funzione Global Real Estate. Che ruolo gioca nella visione One Company? La creazione dei Global Business Services ha introdotto un cambiamento nel modello operativo, non solo accentrando la gestione immobiliare come funzione di servizio per tutto il Gruppo, ma soprattutto introducendo un nuovo approccio lavorativo. Con lobiettivo primario di ottimizzare il patrimonio immobiliare, cresce infatti limportanza di adottare un ruolo pi proattivo nella ricerca di tutte le potenzialit del portafoglio immobiliare globale. Con questa spinta lunit Real Estate rafforza la sua capacit di contribuire concretamente ai risultati economici del Gruppo.

Centrale di Sant Adri (Barcellona), in demolizione

Viaggiare global e sicuri


Viaggiare sempre sicuri e informati in tutto il mondo sia per motivi di lavoro che privatamente. Da oggi possibile per tutti i colleghi grazie alla nuova sezione intranet per i servizi di mobilit della Funzione Global Business Services (Gbs), che dopo il recente restyling ha assunto una veste internazionale ed disponibile in lingua inglese, italiana e spagnola. Si tratta di una piattaforma innovativa attraverso cui ogni collega potr via internet o via dispositivo mobile conoscere qual il catalogo dei servizi per il viaggio. Ognuno potr organizzare un viaggio nel miglior modo possibile, con una particolare attenzione ai costi, spiega il direttore Gbs Antonio Cardani. Con questo strumento, infatti, i colleghi possono facilmente sapere tutto sulla destinazione prescelta: dal servizio di prenotazione a quello di accoglienza, con i nominativi dei colleghi a cui rivolgersi appena giunti nel Paese e lelenco degli hotel convenzionati. Ma lo sconto previsto per i cittadini Enel valido anche quando si viaggia privatamente. Particolare attenzione stata riservata agli aspetti di health, safety e security legati al viaggio. Oltre alle indicazioni su come viaggiare in sicurezza, sono comprese informazioni sullalimentazione e sulle vaccinazioni consigliate e obbligatorie, c una parte che riguarda i Paesi cosiddetti pericolosi e che indica le cautele che si devono adottare.

Dicembre 2013 - Gennaio 2014 11 Enel Insieme

Orizzonti

Enel Distribuzione lancia nuovi servizi dedicati ai clienti che vogliono conoscere in tempo reale lo stato di alimentazione della propria fornitura

Pi smart(phone)
chi non mai capitato di rimanere improvvisamente al buio dentro casa? Senza riuscire a vedere a un palmo da noi, muovendoci utilizzando uno smartphone come unica fonte di luce. Cosa pu essere successo? I clienti di Enel Distribuzione possono trovare risposta a questa domanda in pochi secondi e senza neanche compiere un passo. arrivata, infatti, lapplicazione Guasti Enel per dispositivi Apple e Android che consente in modo intuitivo, semplice e immediato di ricevere gratuitamente informazioni sullo stato della rete elettrica che alimenta la propria fornitura in tempo reale. E se non si possiede un telefono di ultima generazione? Nessun problema, i meno tecnologici possono sempre inviare un sms al 3202041500 e usufruire dello stesso servizio, pagando il costo del messaggio in base allaccordo con il proprio gestore telefonico.

UN SERVIZIO IN PI
LApp Guasti Enel e il servizio sms in verit si aggiungono al numero verde 803.500, senza sostituirlo. Fino a questo momento, infatti, tutti i clienti di Enel Distribuzione hanno utilizzato esclusivamente il canale telefonico per ottenere le informazioni sulla propria fornitura o segnalare un eventuale guasto. In effetti, da unindagine sulla customer satisfation eseguita dallIstituto Piepoli su un campione di 3.300 clienti che, a febbraio 2013, avevano telefonato al numero verde, emerso come gli utenti abbiano una considerazione molto positiva sul servizio Segnalazione Guasti (voto medio: 7,7). Gran parte degli interessati considera fondamentale poter parlare direttamente con loperatore, segnalando per un aspetto migliorabile: il tempo necessario per avere informazioni sia parlando con loperatore, sia circa le risposte automatiche date dallalbero fonico, ovvero la voce registrata. Enel Distribuzione ha colto subito il suggerimento lavorando per mettere in campo sistemi di risposta in tempo reale attraverso canali alternativi e differenziati. Inoltre il 70 per cento dei clienti si dichiarato interessato a essere riconosciuto automaticamente attraverso il codice POD abbinato a un nome utente, una mail e/o un numero telefonico. Ed proprio quello che serve per utilizzare la app Guasti Enel. Una volta scaricata, basta identificarsi per poter aggiungere fino a un massimo di cinque abitazioni (la casa al mare e quella in montagna, ad esempio). In caso di necessit un unico tasto richiedi informazioni ci permette di conoscere nellimmediato perch, ad esempio, si verificato un problema. Sia la app che il servizio sms sono puramente informativi, ovvero non possibile inviare segnalazioni. Per quelle resta valido il numero verde 803.500 che viene per molto alleggerito grazie a questo naturale smistamento delle richieste. Con i nuovi canali di comunicazione via sms e app, il servizio di Segnalazione Guasti di Enel Distribuzione compie un salto tecnologico importante che punta a differenziare i canali di accesso alle informazioni, riducendo il flusso delle chiamate entranti e migliorando la fruibilit dei dati dice Christian DAdamo, responsabile dellUnit Esercizio Rete Elettrica della Funzione Ingegneria. Questi nuovi canali di comunicazione aprono a nuove possibilit di interazione con i clienti, rendendo il Distributore proattivo nella gestione di un evento complesso e delicato come la risoluzione di un guasto sulla rete o lesecuzione di un lavoro programmato cercando di ridurre, nel complesso, il disagio per i clienti coinvolti. Torniamo quindi al nostro esempio: siamo al buio dentro casa, accediamo facilmente allapp Guasti Enel, inoltriamo la nostra richiesta cliccando sullabitazione in cui ci troviamo e, nel giro di qualche secondo, sul nostro smartphone compare un messaggio che ci informa del guasto a cui Enel Distribuzione sta gi lavorando per ripristinare il servizio. La risposta ci soddisfa, per il momento non occorre parlare con loperatore.

12 Enel Insieme Dicembre 2013 - Gennaio 2014

Da sinistra: Lars Petersson e Livio Gallo

Montate in macchina
are shopping da Ikea lasciando il nostro veicolo elettrico in ricarica nel parcheggio del negozio. Da oggi molto pi che una bella idea: infatti, grazie al protocollo dintesa firmato da Enel con lazienda svedese, , in 18 store italiani si potranno utilizzare le colonnine di ricarica Enel . Il progetto pilota gi partito e a Bari e Carugate (Milano) gi una realt. Inoltre, nei tre Store milanesi, questainiziativa dialogher con i progetti in corso per EXPO 2015, , di cui Enel Smart Energy partner.

Arrivano le colonnine di ricarica Enel nei negozi Ikea italiani

UNA STRADA LUNGA


Partiamo da Milano per installare le colonnine di ricarica in tutti i punti vendita Ikea dove la rete elettrica gestita da Enel Distribuzione Italia dice ai microfoni di Enel.tv Livio Gallo, direttore Divisione Infrastrutture e Reti. Liniziativa si inserisce in un percorso gi avviato di implementazione dellauto elettrica in Italia. Lintesa Enel-Ikea infatti un nuovo, importante tassello che si aggiunge alle oltre 1.200 infrastrutture di ricarica intelligenti in tutto il territorio nazionale, di cui pi di 400 dedicate alla ricarica pubblica, e circa 800 in Spagna. A partire dai prossimi giorni, diciotto store Ikea saranno dotati di infrastrutture di ricarica a 3/22kW, che consentiranno ai clienti di ricaricare il proprio veicolo nel tempo dedicato allo shopping. Da Pisa a Bari, da Villesse a Catania e poi Firenze, Chieti, Genova, Brescia, Milano, Napoli, Ancona, Padova, Rimini, Salerno, Torino e Bologna. In ogni parcheggio saranno disponibili due colonnine intelligenti e interoperabili. Le infrastrutture Enel, infatti, consentono una ricarica innovativa e interamente telegestita da remoto, in cui lidentificazione dellutente avviene tramite una tessera dedicata, per un uso semplice,

comodo e sicuro della stazione. Le colonnine saranno accessibili a tutti i guidatori gi in possesso di una tessera rilasciata dal loro fornitore di elettricit e a tutti coloro che possiedono una Ikea Family. A questi ultimi la ricarica sar offerta gratuitamente dallo store e lenergia erogata 100 per cento prodotta da fonti rinnovabili sar fornita da Enel Energia. Per noi molto importante afferma Lars Petersson, ad Ikea Italia perch oltre ad avere il compito di vendere mobili a basso costo e dallottimo design, vogliamo contribuire a creare una vita pi sostenibile per le persone.

A MISURA DUOMO
La firma di questo nuovo, importante accordo con unazienda conosciuta in tutto il mondo non solo per i suoi prodotti, ma anche per il suo impegno nella sostenibilit ambientale, rafforza ancor di pilimpegno di Enel per limplementazione massiccia dei sistemi tecnologici pi innovativi per la ricarica dei veicoli elettrici ribadisce Gallo. Linstallazione dei punti di ricarica presso Ikea rappresenta un ulteriore passo in avanti sulla strada della diffusione della mobilit elettrica tra i cittadini, fornendo un contributo decisivo allo sviluppo di un ambiente urbano a misura duomo e in linea con gli obiettivi di sostenibilit ambientale della UE al 2020 e oltre. Il Gruppo stato pioniere in Italia e Spagna nella promozione del vettore elettrico per la mobilit di persone e merci, stringendo accordi con le istituzioni locali e regionali e con tutte le case automobilistiche attive nel settore. Crediamo che questo sia un passo importante per noi, per i clienti e anche per il sistema Paese.

Dicembre 2013 - Gennaio 2014 13 Enel Insieme

Orizzonti

Nelle ultime settimane del 2013 ci sono tante novit in arrivo per Enel Green Power

Chiudiamo in bellezza
er Enel Green Power il 2013 si chiude con una serie di buone notizie che provengono dal Vecchio e dal Nuovo Continente. Nel sud-ovest della Romania, a Podari, Enel Green Power ha collegato alla rete il suo quarto impianto fotovoltaico. La centrale da 10 MW produrr a regime fino a circa 12 milioni di kilowattora allanno, che corrispondono al fabbisogno annuo di circa 10mila famiglie rumene, evitando cos lemissione in atmosfera di circa 6mila tonnellate di CO2 allanno. Podari porta a circa 36 MW la capacit solare installata in Romania da Egp che nel Paese ha allattivo anche 498 MW circa di capacit eolica. Ma dai Balcani arriva anche unaltra notizia. La Banca Europea per gli Investimenti (BEI) ha concesso a Enel Green Power un finanziamento di 200 milioni di euro a parziale copertura degli investimenti per una serie di parchi eolici da realizzare nelle regioni di Banat e Dobrogea. Il finanziamento, con una durata di 15 anni e un preammortamento fino a due anni e mezzo, ha condizioni economiche competitive rispetto a quelle di mercato. Loperazione, unitamente agli accordi di finanziamento degli ultimi tre anni per complessivi 600 milioni di euro, testimonia la fiducia della BEI per gli investimenti effettuati da Egp nel settore, ritenuto molto strategico dalla banca dinvestimenti.

Linvestimento totale per la costruzione del nuovo impianto di circa 60 milioni di dollari statunitensi. Al progetto associato un contratto dacquisto dellenergia prodotta dallimpianto che per quindici anni sar consegnata alla rete di trasmissione della regione centrale cilena (il cosiddetto Sistema Interconnesso Centrale). Inoltre, Enel Green Power si aggiudicata nel Paese andino il diritto di concludere contratti pluriennali di fornitura di energia per un massimo di 4.159 GWh per lintera durata dei contratti, con un pool di societ di distribuzione operanti sul mercato regolato. Infine in Cile, Enel Green Power ha recentemente connesso alla rete limpianto eolico di Talinay (90 MW), ha completato i lavori relativi alla centrale di Valle de los Vientos (90 MW) e lo scorso agosto ha avviato i lavori per limpianto di Tal Tal (99 MW). Nel settore geotermico, previsto il prossimo avvio dei lavori per quella che sar la prima centrale geotermica di tutto il Cono Sud, nel deserto di Atacama, a 4.400 metri di altezza, mentre si stanno esplorando varie concessioni che hanno potenzialit per oltre 100 MW.

Si completa la mappa digitale di Egp


Si conclude lattivit di restyling dei contenuti e dellarchitettura del sito enelgreenpower.com. Vanno infatti online i tre siti dellAmerica Latina che sostituiscono la piattaforma unica Latam: oggi al suo posto ci sono i siti di Brasile, Messico-America Centrale e Cile-Paesi Andini che vanno ad aggiungersi a quelli di Iberia, Grecia, Francia e Nord America. Ci permette di sistematizzare al meglio le informazioni specifiche dei 16 Paesi in cui opera lazienda. Nella riorganizzazione si privilegiata la prospettiva glocal che punta a unire la cultura comune e internazionale del Gruppo in linea con la vocazione One company con le peculiarit dei singoli Paesi e delle diverse aree di business.

Cile: a tutta velocit


Nellemisfero sud, in Cile, Enel Green Power ha avviato i lavori per la costruzione del suo primo impianto fotovoltaico nel Paese sudamericano. Limpianto di Diego de Almagro situato nellomonimo distretto nella regione di Atacama a 950 km a nord di Santiago del Cile. Avr una capacit installata totale di 36 MW e sar composto da circa 225 mila moduli per lo pi a film sottile, provenienti dalla fabbrica di Catania della 3Sun, la joint venture paritetica tra Egp, Sharp e STMicroelectronics. Una volta in esercizio, limpianto sar in grado di generare fino a 80 GWh allanno, il fabbisogno di consumo di circa 45 mila famiglie, evitando cos lemissione in atmosfera di oltre 50mila tonnellate di CO2.

14 Enel Insieme Dicembre 2013 - Gennaio 2014

Chilectra ed Edenor, due imprese sudamericane del Gruppo Enel, sono state premiate per lattivit di promozione delleducazione tra i giovani indigenti

Orizzonti

Responsabili in capo al mondo


oppio riconoscimento per Enel in America Latina: Chilectra ed Edenor, due societ del Gruppo che operano rispettivamente in Cile e in Per, sono state premiate per il loro impegno nelleducazione dei giovani in difficolt. Chilectra ha ricevuto un premio per il Programma Cattedra, uniniziativa sviluppata nellambito del progetto Endesa Educa, che ha lobiettivo di permettere a giovani studenti di trovare un impiego fornendo loro una specializzazione nel settore elettrico in istituti tecnico-professionali. Il programma parte da una concezione dellistruzione a 360 gradi, con interventi su tutta la comunit scolastica (professori, studenti e famiglie) mirati a favorire lo sviluppo personale, professionale e familiare dei partecipanti. Cattedra Chilectra, che fornisce 787 ore di insegnamento annuale, prevede anche la formazione dei genitori sui temi legati allelettricit. Il programma dedicato agli studenti del terzo e quarto anno di sei istituti tecnico-professionali della capitale cilena. Il premio Buon cittadino imprenditoriale conferito a Chilectra stato assegnato dalla Camera di Commercio Cileno-Nordamericana (AmCham), che riconosce programmi di responsabilit sociale dimpresa che producono benefici per le comunit locali.

Studenti dellIstituto Nuovo Pachactec

IN PERU
In Per Endesa, attraverso la controllata Edelnor, stata premiata con il IV Premio Corresponsables, conferito dalla Fondazione omonima, unorganizzazione no-profit fondata dalla casa editrice Media Responsable. Il destinatario del riconoscimento lIstituto Superiore Tecnologico Nuovo Pachactec, che stato selezionato tra 405 candidati provenienti da 18 Paesi, soprattutto da Spagna, Messico, Colombia, Cile, Per e Venezuela. LIstituto Nuovo Pachactec si trova a Ventanilla, in uno dei distretti pi svantaggiati di Lima, dove lindice di analfabetismo particolarmente elevato. Ed proprio pensando ai giovani analfabeti di Ventanilla che Edelnor, insieme allUniversit Cattolica e al Vescovato di El Callao, ha creato nel 2004 lindirizzo tecnico-professionale di Elettricit. Inoltre

Edelnor ha costruito ledificio dove ha sede listituto e ha assicurato il suo adeguato funzionamento e losservanza degli standard formativi. Al termine del corso di studi i ragazzi hanno una specializzazione nel settore elettrico e sono pronti a entrare nel mercato del lavoro. Per rendere pi concreta questa prospettiva i colleghi di Edelnor e di altre societ elettriche contribuiscono alla programmazione dei corsi e alla didattica. Sono gi oltre 400 i giovani che si sono diplomati allIstituto Nuovo Pachactec. Liniziativa che aveva ottenuto altri cinque riconoscimenti in passato, dal 2011 stata inclusa nel programma Enabling Electricity del Gruppo Enel, che raggruppa vari progetti mirati a favorire laccesso allelettricit nelle zone pi svantaggiate del Pianeta.
Dicembre 2013 - Gennaio 2014 15 Enel Insieme

Orizzonti

La famiglia professionale Personale e Organizzazione punta a diventare sempre pi vicina al business

Lavoro modello
di istanze organizzative e individuali con lobiettivo di garantire un approccio omogeneo in tutti Paesi in cui siamo presenti, che si declina nel soddisfare le esigenze aziendali e nel dimostrare disponibilit allascolto e sostenere il percorso di sviluppo nellorganizzazione delle persone. Per comprendere quanto siamo in linea con il Modello, quali sono le nostre aree di miglioramento e avere una prima fotografia della famiglia professionale PO, stata lanciata uniniziativa di assessment che riguarda circa 300 colleghi in tutto il mondo: unoccasione preziosa di confronto e di progettazione di azioni di sviluppo, sia dellorganizzazione della funzione sia delle persone che in essa operano. Lobiettivo quello di migliorare lazione della Funzione sia dal punto di vista dellefficacia che dellefficienza, facendo leva su due dimensioni apparentemente antitetiche: integrazione e differenziazione, ossia su valori, linee guida e policy comuni nella gestione delle persone, ma basando lorganizzazione della funzione sul modello del business e dando risposte mirate ai bisogni locali.

ono passati alcuni mesi dallinizio dellimplementazione del Modello di lavoro della Funzione Personale e Organizzazione a livello globale, disegnato nellambito del progetto One Company. Sono coinvolti ben 1.600 colleghi in venti Paesi che hanno il compito di rendere questa famiglia professionale sempre pi vicina al business ma anche pi vicina alle persone. La visione infatti quella di creare valore per le persone, supportandole e favorendo la loro comprensione dei cambiamenti e delle sfide che ci aspettano, e per il business, assicurando lo sviluppo e lapplicazione di tutti i processi di gestione delle persone necessari per garantire il raggiungimento degli obiettivi che ciascuna area di business deve realizzare. Ma non solo: il Modello mira a garantire un approccio comune nella gestione delle persone che lavorano nelle Risorse umane in modo da garantire omogeneit, trasparenza e pari opportunit indipendentemente della ubicazione geografica o della struttura organizzativa.

People and Business Partner


Per raggiungere tutti i cittadini Enel, il Modello prevede un ruolo fondamentale, quello del People and Business Partner, che accompagner i processi di integrazione e trasformazione in atto nella nostra azienda. Questa figura avr il ruolo di facilitatore del cambiamento e mediatore

16 Enel Insieme Dicembre 2013 - Gennaio 2014

Le start-up vincitrici di Enel Lab lavorano ai primi prototipi

Orizzonti

Ai nuovi inizi!
a continua crescita della domanda di energia nel prossimo futuro rappresenta gi oggi una sfida per tutti. Al centro della strategia della nostra azienda per farvi fronte, ci sono gli investimenti in tecnologia e innovazione. Tra questi rientra il progetto Enel Lab che ha aperto le porte allimprenditoria giovanile: il Gruppo ha stanziato 15 milioni di euro in tre anni indirizzati a start-up innovative che aspirino a cambiare le regole del gioco nel mondo dellenergia.

PER UN MONDO PI EFFICIENTE


Sono state 215, tra Italia e Spagna, le proposte arrivate allattenzione della giuria. Tra queste, il 9 maggio 2013 sono stati scelti i progetti vincitori, decisamente promettenti per quanto riguarda linnovativit e per il loro potenziale legato a sostenibilit ed efficienza energetica. Athonet ha proposto la creazione di una rete dati privata e indipendente. Il sistema stato gi testato a Mirandola durante il terremoto in Emilia Romagna. Nella fase attuale, la start-up sta sviluppando un progetto pilota presso la centrale Enel di Brindisi. i-EM fornisce un sistema avanzato di simulazione e supporto alle decisioni per lenergy management con sistemi di monitoraggio di impianti di energia rinnovabile, sistemi per la gestione dellefficienza energetica e di smart grid. Sta preparando una fase di test su impianti Enel Green Power ed stata appena inserita dal Cleantech Group tra le dieci start-up italiane pi promettenti nel settore delle tecnologie pulite. Smart-I propone una rete dei sensori ottici che permettono di regolare lintensit luminosa dei lampioni in funzione delle concrete esigenze di traffico e offrono servizi legati a mobilit e sicurezza. Il primo prototipo stato installato a novembre sui punti luce di Enel Sole a Bracciano. GreenLab Engineering propone una soluzione per la gestione proattiva della rete a bassa tensione e ne incrementa laffidabilit e lefficienza. Anche questa start-up sta per testare il proprio prodotto, sulla rete di distribuzione di Bari. CalBatt offre una soluzione originale per lanalisi e lottimizzazione delle prestazioni del sistema di carica delle batterie, permettendo un interessante risparmio energetico. La start-up si sta preparando ad avviare i primi rapporti commerciali. Lo stesso vale per Mirubee che propone una soluzione capace di interpretare limpronta energetica degli elettrodomestici e, tramite un sistema cloud, di ricostruirne i consumi. Sta per lanciare un progetto pilota su circa 60 abitazioni spagnole e italiane. Ogni start-up ha gi ricevuto un finanziamento iniziale di 250mila euro, ha presentato un business plan completo e ha sostenuto gi due moduli di formazione con Enel University. A giugno Enel decider se portare avanti i singoli progetti, e quindi emettere la seconda tranche di finanziamento con conseguente ingresso nellequity delle singole aziende, o se lasciarli camminare sulle proprie gambe. Per il momento Enel segue le diverse fasi di sviluppo con un supporto a 360 gradi, mettendo a loro disposizione il know how, i suoi centri di ricerca, i laboratori e creando occasioni di visibilit e di networking.

Siamo molto soddisfatti dei progressi compiuti dalle start-up afferma Alberto De Paoli, capo della Pianificazione strategica del Gruppo Enel e direttore operativo di Enel Lab. un esempio concreto di come una multinazionale possa giocare un ruolo importante nel rilancio dellimprenditoria e nello sviluppo di soluzioni vicine alle reali esigenze dei clienti. A conferma di ci il presidente della Repubblica ha premiato Enel Lab con il Premio dei Premi per linnovazione; il valore delliniziativa stato riconosciuto anche da Confindustria e da diversi rettori universitari. Recentemente Enel Lab ha anche ricevuto lo European Excellence Award della European Association of Communication Directors per la migliore campagna di comunicazione a livello europeo nel settore dellenergia.

Sul web lab.enel.com

Dicembre 2013 - Gennaio 2014 17 Enel Insieme

Orizzonti

In Enel il benessere dei colleghi una priorit e le iniziative di People Care lo dimostrano

Le persone contano I
l successo di unazienda passa dal benessere delle persone che ci lavorano. In Enel People Care contribuisce a occuparsi dello star bene di tutti noi. In un periodo di crisi economica, avere persone motivate e serene sul luogo di lavoro, costituisce un circolo virtuoso che permette di avere migliori performance e quindi un maggiore vantaggio competitivo dice Iliana Totaro, responsabile dellunit People Care della Funzione Risorse umane. People Care si occupa di misure organizzative, servizi di conciliazione, diversity management, cittadinanza solidale e mobilit sostenibile. Ci sosteniamo grazie a finanziamenti spiega Totaro. Ad esempio, per quanto riguarda le misure organizzative, attraverso un bando della Regione Lazio abbiamo sviluppato il parental management. Questo comprende una serie di iniziative dedicate al tema della maternit, come il progetto pilota che coinvolge lEnergy Management della Divisione GEM e Mercato e che consiste in una serie di colloqui tra responsabili, collaboratrice e i gestori del Personale. Gli incontri servono per superare il trauma del distacco da entrambe le parti, evitando sensi di colpa e paure. Rientra in questo ambito anche un ciclo di incontri sulla genitorialit, realizzati presso lAuditorium Enel e la cui registrazione disponibile nella intranet, e liniziativa Mamme in equilibrio, con il sostegno di Enel University, per le colleghe che rientrano dalla gravidanza e che hanno la possibilit di confrontarsi con le altre neo-mamme in azienda. Per quanto riguarda i servizi di conciliazione, stanno avendo molto successo family care, time saving e money saving. I servizi di family care per esempio danno la possibilit di acquistare online i testi scolastici per le scuole medie inferiori e superiori, con pagamento rateizzato in busta paga e sconto del 10 per cento. I servizi di time saving, attivi al momento solo nelle sedi romane, riguardano iniziative molto utili, come la possibilit di trovare una colf qualificata, oppure il servizio lavanderia e

lavaggio dellauto direttamente in sede. Quelli di money saving, validi a livello nazionale, permettono di risparmiare grazie a sconti e convenzioni con aziende come Sky, Wind, Lavazza e altre. Nellarea del diversity management rientrano tante iniziative sulla cultura del rispetto delle persone che provengono da altri Paesi, come HOME@ HOME (vedi pag. 35) dedicato allo scambio di casa tra colleghi, ma anche per il rispetto della disabilit e della diversit di genere. E proprio sul concetto di diversity punteremo per tutto il 2014 dice Totaro. Cittadinanza solidale tutto ci che mira a promuovere una cultura della solidariet, in cui il benessere e la salute delle persone siano anche il risultato di azioni svolte a vantaggio degli altri. Una delle iniziative che ha pi successo Enel per la vita, 29 giornate allanno destinate alla donazione del sangue allinterno delle sedi di Roma, Torino e Milano. Dal 2009 a oggi sono state raccolte 1.600 sacche di plasma. Il progetto 30 giorni, invece, supporta i colleghi con figli (tra i 3 e i 12 anni) in periodi lavorativi, ma che prevedono la chiusura delle scuole. Attivo in via sperimentale presso la sede di Viale Egeo a Roma, il progetto stato appena esteso anche alla sede di viale Regina Margherita e viene erogato per un totale di 30 giorni lanno. Dal 24 dicembre 2012 a oggi sono state organizzate 26 giornate, che hanno visto la partecipazione di 422 bambini. Infine sono tante le iniziative di People Care che si pongono lobiettivo di migliorare laccessibilit al luogo di lavoro disincentivando luso dellauto privata. Tra questi, numerosi servizi che vanno dagli abbonamenti al trasporto pubblico al sistema di car pooling Enel, dal car sharing al bike sharing, parcheggi sulle strisce blu e servizi navetta. Per saperne di pi basta andare sul sito intranet dedicato seguendo il percorso Cittadino Enel > People Care.

18 Enel Insieme Dicembre 2013 - Gennaio 2014

Il nostro 2013

Dicembre 2013 - Gennaio 2014 19 Enel Insieme

Il nostro 2013
18 gennaio Bari Smart City
Viene inaugurata a Bari la prima colonnina di ricarica pubblica per i veicoli elettrici dellintero Mezzogiorno. Lo strumento stato installato nei pressi dello storico teatro Petruzzelli ed il primo passo verso la rete smart della citt pugliese.

5 febbraio Business e diritti umani


Il cda Enel approva una policy che recepisce le linee guida dellOnu su business e diritti umani. Si definiscono impegni e responsabilit sulla lotta al lavoro forzato e minorile, sul rispetto per le diversit e la non-discriminazione, la libert di associazione e di contrattazione collettiva, la salute e la sicurezza e le condizioni di lavoro giuste e favorevoli.

18 febbraio Al mercato delle idee 30 gennaio A Firenze la Convention dei Punti Enel
Ci Punto il titolo della seconda Convention dei Punti Enel, che ha riunito a Firenze team leader e responsabili front end, responsabili di Macro Area e tutto il management di Customer Service e Divisione Mercato, a partire dal direttore Gianfilippo Mancini. Due giorni di lavori per condividere risultati, spunti di riflessione, nuove sfide e tante iniziative da mettere in campo a livello locale e nazionale nel 2013. Parte anche in Italia Eidos Market, il mercato delle idee, una best practice gi attiva in Endesa che permette di avanzare proposte per rispondere a sfide strategiche del business. Nella fase pilota italiana sono coinvolti circa 1.500 colleghi delle Divisioni Mercato e Global ICT.

20 Enel Insieme Dicembre 2013 - Gennaio 2014

9 marzo La terra promessa di Eros


Comincia con il tutto esaurito del Pala Olimpico di Torino il Noi World Tour 2013 di Eros Ramazzotti. Enel rende la tourne pi amica dellambiente: vengono compensate le 1.500 tonnellate di CO2 prodotte con un progetto di sostenibilit ambientale in Per, attraverso una piccola centrale idroelettrica ad acqua fluente e allo sviluppo di attivit economico-sociali per la popolazione di La Ramada Alta.

13 marzo Approvati i risultati 2012


Il Consiglio di Amministrazione di Enel approva i risultati economici del 2012. Ricavi a 84.889 milioni di euro (+6,8% rispetto al 2011); Ebitda a 16.738 milioni di euro (- 4,9% rispetto al 2011); Indebitamento finanziario netto a 42.948 milioni di euro (-3,8% rispetto al 2011).

28 marzo A segno loperazione Enersis


Con la conclusione positiva dellaumento di capitale, Enersis diventa lunico veicolo dinvestimento del Gruppo per la generazione, la distribuzione e la vendita di energia elettrica in Cile, Argentina, Brasile, Colombia e Per (mentre le fonti rinnovabili continuano a rimanere di pertinenza di Enel Green Power). Laumento di capitale mette a disposizione della societ circa un miliardo e 800 milioni di euro per supportare la crescita in quei Paesi.

18 febbraio Se la ricarica rapida


Accordo tra Enel e Renault per lanciare la ricarica rapida dellauto elettrica Zoe della casa francese. Enel Fast Recharge la colonnina in corrente alternata da 43 kW che consente di ricaricare oltre l80% della batteria di unauto elettrica in appena mezzora e promette ben 210 km dautonomia. Prosegue intanto in tutto il mondo lestensione della rete di ricarica. Per esempio negli ultimi due anni Endesa ha installato ben 600 nuove stazioni in tutta la Spagna.

Dicembre 2013 - Gennaio 2014 21 Enel Insieme

Il nostro 2013
10 aprile Dighe unite dEuropa
Enel ospita a Venezia il summit dellIcold European Club per discutere del futuro delle dighe e dei serbatoi artificiali. Durante il convegno giunge la notizia che la diga di Ancipa, in Sicilia, dopo 39 anni tornata alla quota massima di regolazione: 459,50 metri sul livello del mare.

16 aprile Emergenti e rinnovabili


Enel Green Power presenta alla comunit finanziaria il piano industriale 2013-2017. Ben il 69% del totale dei nuovi investimenti sar realizzato nei Paesi emergenti spiega Francesco Starace, amministratore delegato Egp. Parliamo di 6,1 miliardi di euro, un volume che rimasto immutato, nonostante la congiuntura economica, rispetto allo scorso piano industriale. Ci ci permetter di crescere di altri 4.400 MW in cinque anni.

10 aprile 100 anni di idroelettrico sui Pirenei


Endesa festeggia cento anni di energia idroelettrica in Catalogna con la visita del Principe Filippo di Spagna agli impianti sui Pirenei. Sua altezza reale stato accompagnato dal ministro per lIndustria, lEnergia e il Turismo, Jos Manuel Soria, e dal presidente di Endesa, Borja Prado. Nella giornata si celebrata la costruzione di 12 centrali idroelettriche tra il 1912 e il 1940 nellarco della catena dei Pirenei.

7 maggio Play Energy Lenergia vista dai ragazzi


Vengono premiati i vincitori della nona edizione di PlayEnergy, il concorso dedicato alle scuole di tutto il mondo: Lenergia vita, noi stessi siamo energia e la applichiamo in ogni cosa che facciamo ha detto ai ragazzi lad e dg Fulvio Conti.

22 Enel Insieme Dicembre 2013 - Gennaio 2014

28 giugno Siamo gli attori del cambiamento 13 maggio Il Diamante a Roma


Il Diamante, linnovativo sistema di generazione che coniuga il design con lattenzione allambiente, trova casa davanti alla Facolt di Architettura di Valle Giulia, a Roma. Limpianto, progettato dal centro ricerche Enel, consente di convertire lenergia solare in energia elettrica, accumulandola in celle a combustibile per renderla disponibile anche durante la notte o quando nuvoloso. I top manager del Gruppo si riuniscono allAuditorium Enel a Roma per discutere delle strategie globali, in un nuovo format di comunicazione che poi toccher le tappe di Vienna, Madrid e Santiago del Cile. In unepoca difficile come quella che stiamo affrontando la capacit di accettare il cambiamento la strada maestra da seguire stato il messaggio ribadito dal presidente Paolo Andrea Colombo e dallad e dg Fulvio Conti.

19 giugno Onda su onda 23 maggio Si chiude Address


Si chiude il progetto Address, co-finanziato dalla Comunit Europea: per cinque anni 25 partner di undici Paesi europei hanno lavorato, sotto il coordinamento di Enel Distribuzione, per ideare soluzioni tecniche e commerciali per la domanda attiva, fondamentale per la diffusione delle fonti rinnovabili. Enel Green Power inaugura la prima macchina del Gruppo in grado di catturare energia dalle onde marine. Sommersa a 50 metri di profondit la macchina verr testata per alcuni mesi prima di essere installata allisola dElba, dove verr allacciata alla rete elettrica.

27 giugno Arriva il Portalone


Da Shanghai a San Diego per i fornitori del Gruppo Enel oggi c un unico biglietto da visita: si tratta del nuovo portale globale degli Acquisti che diventato il canale principale per il procurement della nostra azienda. Il Portal One destinato a diventare lunico canale dingresso per tutti i 24mila fornitori del Gruppo e per tutte le migliaia che si uniranno nei prossimi anni ha dichiarato il direttore Global Procurement Francesco Buresti.

Dicembre 2013 - Gennaio 2014 23 Enel Insieme

Il nostro 2013
6 luglio La rete in una mano
Grazie a 8mila nuovi smartphone in dotazione alle squadre di Enel Distribuzione il Work Force Management di seconda generazione una realt. Gli operai possono cos accedere al proprio battente di lavoro giornaliero, alla cartografia di rete elettrica, possono contattare il cliente, raggiungerlo con il navigatore, comunicare via mail con lunit operativa, inviare immagini con annotazioni utilizzando app dedicate.

9 agosto 2013 Un bilancio sempre pi sostenibile


Il Bilancio di Sostenibilit 2012 di Enel ha ottenuto il massimo livello di A+ del Global Reporting Initiative (GRI). Il riconoscimento premia per il settimo anno consecutivo limpegno di Enel per una rendicontazione trasparente e accurata della responsabilit dimpresa conforme alle linee guida del GRI. Inoltre questanno per la prima volta il Bilancio di Sostenibilit 2012 di Enel si basato, anticipando i trend pi evoluti della rendicontazione di Sostenibilit, sulla analisi di materialit.

1 agosto Nuova unit da 180 MW in Per


Nella centrale termica di Malacas, in Per, entrata in esercizio commerciale una nuova unit dalla potenza effettiva di 180 MW. Lunit sar utilizzata come riserva fredda del Sistema Elettrico Interconnesso Nazionale peruviano.

26 luglio 8 milioni di clienti per Enel Energia 18 luglio Noi siamo i giovani
Vengono premiati i vincitori di We are Energy, il concorso dedicato ai figli dei colleghi dagli 8 ai 17 anni nei venti Paesi in cui Enel presente. Ledizione 2013 dedicata al tema della salute e del benessere quotidiano, dentro e fuori dallufficio. Enel Energia supera il traguardo degli otto milioni di clienti che hanno scelto una delle sue offerte per la fornitura di elettricit e gas per il mercato libero. A sette anni dalla liberalizzazione, Enel Energia si conferma leader del mercato elettrico e seconda nel settore del gas dopo dieci anni dallapertura alla concorrenza. Oltre la met di coloro che hanno scelto di passare al mercato libero dellelettricit ha aderito a una delle sue offerte, a cui si aggiunge il 15% dei clienti del mercato libero SONO I CLIENTI CHE HANNO SCELTO I NOSTRI VANTAGGI. A LORO VA TUTTA del gas.
LA NOSTRA ENERGIA.

24 Enel Insieme Dicembre 2013 - Gennaio 2014

22 settembre A tutto vapore


Partono in Toscana i campionati mondiali di ciclismo targati Enel Green Power che a Larderello, gestisce il pi antico complesso geotermico del mondo e detiene un know how che esporta in tutto il Pianeta. Si festeggia cos il centenario dellentrata in esercizio della prima centrale geotermica del mondo, avvenuta nel 1913. Tra gli altri eventi promossi da Enel Green Power, linaugurazione del nuovo Museo della Geotermia di Larderello (30 settembre) e il congresso europeo della geotermia organizzato a Pisa dallEuropean Geothermal Energy Council di Bruxelles (4-7 giugno).

24 settembre Enel cede la sua quota di Severenergia


Per 1,8 miliardi di dollari Enel ha venduto a Rosneft la sua quota di capitale di Severenergia (pari al 40% della societ). Laccordo stato siglato a Sochi dallad Fulvio Conti e da Igor Sechin, presidente del Consiglio di Gestione di Rosneft.

19 settembre Architetti di un mondo migliore


Per continuare a essere leader nel mercato globale dobbiamo integrare la sostenibilit nel nostro modello di business. Ce lo chiedono gli stakeholder e gli investitori. Lo ha detto il presidente dellEnel Paolo Andrea Colombo durante il Leaders Summit 2013 promosso dal Global Compact delle Nazioni Unite. La terza edizione di questo importante appuntamento, intitolata Architetti di un mondo migliore, ha riunito pi di tremila rappresentanti di aziende, istituzioni e societ civile da tutto il mondo per definire la nuova architettura globale della sostenibilit di impresa.
Dicembre 2013 - Gennaio 2014 25 Enel Insieme

Il nostro 2013
30 ottobre Lefficienza energetica secondo Enel Foundation
La Fondazione Centro Studi Enel presenta uno studio sullefficienza energetica in Italia sviluppato dal Politecnico di Milano: al 2020 nel nostro Paese il volume daffari potrebbe raggiungere un valore di 350 miliardi di euro, con unincidenza di 2 punti percentuali allanno sul Pil e ricadute occupazionali superiori ai 100mila nuovi occupati.

18 novembre Sicuri prima di tutto


Al via la sesta edizione dellInternational Health and Safety Week per riflettere insieme su cosa significhi essere responsabili nel Gruppo Enel. Circa 1.300 eventi che hanno coinvolto quasi 73 mila colleghi che operano nei 40 Paesi in cui siamo presenti, e naturalmente le imprese appaltatrici. LIHSW un appuntamento ormai consolidato in cui ogni anno tutto il Gruppo si mobilita per dare vita a iniziative di formazione, comunicazione e sensibilizzazione dedicate alle tematiche health & safety che promuovono in tutta lazienda una visione omogenea e un unico approccio.

8 ottobre Buon compleanno Enel cuore!


Pi di 570 progetti, quasi 52 milioni di euro di contributi a favore di 400mila beneficiari tra bambini, adolescenti, malati, persone con disabilit e anziani che vivono in condizioni di disagio. un bilancio di tutto rispetto quello che Enel Cuore, la onlus del Gruppo, ha presentato durante la celebrazione dei suoi dieci anni di attivit. Levento iniziato con un minuto di raccoglimento per le centinaia di vittime della tragedia dei migranti di Lampedusa a cui Enel ha devoluto un contributo di 500mila euro.

5 novembre Nuovo record per Egp


Gli impianti di Enel Green Power attivi nei 16 Paesi in cui la societ opera hanno fatto segnare un nuovo record di produzione giornaliera arrivando a quota 108,4 GWh e guadagnando pi di 5 GWh, rispetto al record precedente, nelle 24 ore di migliore performance.

10 ottobre Due anni di offerte per noi


A due anni dal lancio, oltre 20mila colleghi hanno scelto le offerte Per Noi di Enel Energia: tanti i vantaggi tra cui risparmi in bolletta, gli sconti sugli acquisti quotidiani grazie alla carta EnelMia e i premi del catalogo EnelPremia2.

26 Enel Insieme Dicembre 2013 - Gennaio 2014

8 dicembre Enel Contemporanea


Dopo il grande successo di Big Bamb nel 2012, Enel Contemporanea torna a stupire con unaltra opera tutta da scoprire e sperimentare. Viene presentata al Macro, il Museo dArte Contemporanea di Roma, la grande installazione Harmonic Motion dellartista giapponese Toshiko Horiuchi MacAdam. In occasione dellinaugurazione Enel Contemporanea propone una giornata straordinaria dedicata alle famiglie e ai pi piccoli: giochi, laboratori ludico-didattici e percorsi guidati per scoprire e vivere lopera da vicino.

25 novembre I mille volti della violenza


Si celebra in tutto il mondo la Giornata internazionale contro la violenza sulle donne promossa dalle Nazioni Unite. Enel d il suo contributo veicolando la campagna antiviolenza del Ministero del Lavoro e illuminando con una luce rossa il Campidoglio di Roma.

Anno nuovo, giornale nuovo


Enel Insieme arriva al capolinea. Quello che leggete il suo ultimo numero nella veste in cui lavete conosciuto finora. Per scoprire come sar il nostro nuovo giornale lappuntamento per febbraio 2014.

8 dicembre Siamo tutti guerrieri


Enel combatte al fianco degli italiani e si impegna per il Paese, al di l del proprio business. A ricordarlo c la campagna pubblicitaria che ribadisce il ruolo della nostra azienda a supporto dei guerrieri del quotidiano, alle prese DEI POSTI IN PIEDI con piccole e grandi sfide: dalla mensa di SantEgidio allinstallazione artistica Big Bamboo del Macro Testaccio di Roma. Ma anche i colleghi della Control Room di viale Regina Margherita, un addetto della rete di Toscana e Umbria, e i giovani imprenditori di Athonet, una delle sette aziende vincitrici del premio Enel Lab.

Buon Anno a tutti i lettori!

Siamo i guerrieri del sottosuolo. Siamo i guerrieri delle attese sotto la pioggia e delle corse alle fermate. Siamo i guerrieri dei risvegli al capolinea. Siamo i guerrieri dei tragitti sempre uguali e degli orizzonti sempre nuovi. Siamo

#GUERRIERI
10 dicembre Global Customer Day
Il cliente al centro di tutta lattivit di Enel e soddisfare le sue necessit genera nuove opportunit. Se ne parlato durante il primo Global Customer Day, di fronte a una platea di colleghi, ospiti internazionali, istituzioni e aziende che lavorano per il Gruppo.

Sono questi i guerrieri in cui crediamo, milioni di italiani che sosteniamo con tutta la nostra energia. Nelle imprese, nella ricerca, nel sociale e nelle battaglie di ogni giorno. Se la loro storia anche la tua, raccontala su guerrieri.enel.com Diventer protagonista della nuova campagna di comunicazione.

QUALUNQUE SIA LA TUA BATTAGLIA, HAI TUTTA LENERGIA PER VINCERLA. ANCHE LA NOSTRA.

facebook.com/enelsharing

@enelsharing

guerrieri.enel.com

Dicembre 2013 - Gennaio 2014 27 Enel Insieme

Eccellenza

Condividere i principali progetti in corso lobiettivo principale anche del Best Practice commerciale

Buona idea

nche nel mercato la condivisione delle migliori pratiche lo strumento pi efficace per affrontare i repentini cambiamenti del panorama energetico. Lo ha spiegato Fabrizio Allegra, responsabile Organization and Change Management Holding, in apertura dellincontro del Commercial Best Practice Sharing, organizzato l11 dicembre al Museo Macro di Roma, a valle del primo Global Customer Day che, il giorno precedente, ha aperto la discussione sul tema del cliente (vedi articolo alle pag. 6-7). Il Commercial BPS meeting ha quindi dedicato unaltra giornata intensa al modo migliore di affrontare i cambiamenti nel panorama energetico, in particolare per quanto riguarda le abitudini e i comportamenti dei clienti. Allincontro era presente il comitato esecutivo del BPS Commerciale appresentato da: Luca Solfaroli Camillocci, responsabile Customer Service Area Mercato Italia, Javier Uriarte, direttore Generale area Mercato Endesa, Cristian Fierro, direttore Distribuzione Endesa Latam, e Luciano Galasso, responsabile Comercial Latinoamrica.

goli Paesi in cui il Gruppo opera al fine di creare una metodologia comune a tutti. Marilisa Partipilo la team leader di Churn/Loyalty/Retention e ha raccontato come condividere tutti gli strumenti che ogni mercato come Spagna, Romania, Italia o America Latina mette in campo per abbassare il tasso di abbandono del servizio. Il progetto Sales, invece, esposto dal team leader David Ricardo Rodrguez Maldonado, si concentra nel contatto via web e studia limpatto che questo tipo di comunicazione ha sui clienti. Per quanto in America Latina laccesso a internet stia crescendo in misura minore rispetto allEuropa questa rimane certamente la strada del futuro.

NEL MONDO ENEL


Ancora pi nel segno delloperativit stata la seconda parte dellincontro, in cui sono stati illustrati i principali nuovi progetti in corso nelle varie aree territoriali come Full Electric avviato in Cile che mira a realizzare edifici alimentati da fonti energetiche rinnovabili. E ancora spazio ai nuovi prodotti assicurativi e assistenziali; a Enel Kiosk, Enel Mobile App e Bill Insert Advertising in Romania; ai prodotti smart offerti da Enel in Francia; al Performance Contracting in Slovacchia e alle trasformazioni della vendita porta a porta grazie alluso del tablet e il New Retail Model in Iberia. Infine, per lItalia, Andrea Sartoretti ha presentato il One Sales Tool per lunificazione tecnologica dellarea Vendite, Carmen Pisani il progetto Passion for Redemption per definire i profili dei clienti, Valeria Bracciale uniniziativa per arricchire ulteriormente i servizi offerti attraverso la carta Enelmia e Paola Lischio il progetto Partner Academy per massimizzare lefficacia delle iniziative di formazione. Lesperienza del Best Practice Sharing deve proseguire ha affermato Uriarte abbiamo conoscenze ed esperienze di alto livello, continueremo a condividerle e a fare rete. Daccordo Solfaroli: I nostri mercati sono completamente diversi fra loro ma possiamo condividere tante buone idee.

I PROGETTI IN CAMPO
La prima parte della giornata stata dedicata alla condivisione dei risultati raggiunti finora con focus sulle iniziative della terza fase del progetto lanciata a gennaio 2012. I coordinatori dei vari team hanno esposto lo stato dellarte dei lavori, i risultati ottenuti e le tappe future. Tra i progetti dellarea Commercial Operations, ad esempio, Point of Sales pone al centro i punti vendita come fattore chiave per migliorare lapproccio del service to sale, mentre Outsourcers Management Model, la cui team leader Simona Trofin, ci aiuta a identificare le migliori pratiche sulla gestione dei partner per ottenere ottimi risultati e diventare la migliore azienda nel mercato dellenergia. Tra quelli dellarea Marketing, il progetto Quality Model guidato da Ignacio Gonzlez Domenech, mira a individuare le best practice nei sin-

28 Enel Insieme Dicembre 2013 - Gennaio 2014

Salute & Sicurezza

Quattro workshop internazionali con approccio bottom up per raccogliere i contributi su One Safety da tutti i Paesi in cui stato implementato

Dal progetto al processo


l 2013 stato un anno importante per la sicurezza in casa Enel. Oltre alle tante iniziative volte a promuovere comportamenti sicuri e responsabili, lanno che sta per chiudersi ha visto limplementazione del progetto One Safety, fortemente sponsorizzato dallad Fulvio Conti. Per analizzare gli aspetti chiave del progetto e definire le attivit da sviluppare nel 2014, il Central Project Office ha organizzato quattro workshop a Mochovce, La Coruna, Bogot, Roma che hanno visto protagonisti i Project Office divisionali e di country oltre ad alcuni navigatori e key people (o osservatori) delle varie aree di business e dei Paesi dove il One Safety stato implementato. Il coinvolgimento delle figure chiave, come i navigatori e i key people che rappresentano il seme per la diffusione del progetto, ha permesso di individuare le aree di miglioramento per condurre il One safety verso un processo sistematico globale.

del processo per dare supporto alle realt locali nellimplementazione dei piani di miglioramento. Spazio anche a una riflessione sul sistema informatico dove vengono archiviati tutti i dati relativi alle osservazioni effettuate e che consente di strutturare agevolmente lanalisi e la condivisione dei dati. La piattaforma, integrata nella intranet aziendale di Gruppo, ha fornito un aiuto nella finalizzazione del progetto e garantir un supporto efficace nel futuro. Facendo tesoro delle opinioni raccolte il Central Project Office diffonder entro la fine dellanno una linea strategica condivisa che avr lobiettivo di far diventare il One Safety un processo trasversale e sistematico di osservazioni per tutto il Gruppo.

Newsletter al via
Nel mese di dicembre stata diffusa la prima newsletter One Safety, uno strumento volto a informare e sensibilizzare i colleghi sullo stato di avanzamento del progetto. Il primo numero dedicato a fornire una rassegna sulla metodologia, i risultati ottenuti e gli strumenti utilizzati. La newsletter ripercorre le tappe fondamentali che hanno caratterizzato il progetto, come limplementazione nelle aree uffici e il coinvolgimento delle imprese appaltatrici, valorizzandone lestensione a livello globale. Inoltre stato dedicato un focus particolare ai risultati dellarea leadership. Per saperne di pi visita la sezione Health and Safety sulla intranet Global InEnel.

TANTE IDEE SUL TAVOLO


Dai workshop sono emerse molte idee, come la volont di calibrare i materiali del progetto sulle necessit delle realt locali e aumentare il coinvolgimento delle figure chiave, soprattutto nella fase di definizione delle azioni di miglioramento. Per esempio si parlato dei key people, persone a cui riconosciuto un ruolo leader per la conoscenza di aspetti di business e salute e sicurezza, il cui coinvolgimento rappresenta la leva fondamentale nellevoluzione di One Safety che vedr il coinvolgimento di un numero sempre maggiore di colleghi in qualit di osservatori. In questa fase inoltre sar necessario lavorare sui flussi di comunicazione

Dicembre 2013 - Gennaio 2014 29 Enel Insieme

Sostenibilit

Un bilancio positivo

integrazione della CSR nella strategia dimpresa largomento al centro delle celebrazioni dei dieci anni del Bilancio di Sostenibilit dellEnel. Loccasione per ripercorrere la strada della Corporate Social Responsability del Gruppo stato il convegno di apertura del Salone della CSR e dellinnovazione sociale organizzato presso lUniversit Bocconi lo scorso 1 ottobre. Allevento hanno partecipato il presidente Enel, Paolo Andrea Colombo, il rettore dellUniversit Bocconi, Andrea Sironi, il presidente della Commissione Cultura di Confindustria, Alessandro Laterza, e la Chief Advisor for Innovation in reporting del Global Reporting Initiative, Nelmara Arbex. Lintegrazione sociale dimpresa rappresenta una nuova visione del rapporto tra attivit economica e societ ha affermato Colombo e la Corporate Social Responsibility sta assumendo un ruolo cardine nel governo delle aziende. In Enel ci ha un significato ben preciso: perseguire una strategia di pianificazione, monitoraggio e reporting di tutte le politiche di medio-lungo periodo relative alla trasparenza, allanti-corruzione, alla tutela dellambiente, alle relazioni con le comunit e con le persone che lavorano in azienda e con lazienda. Per fare questo poniamo al centro di questo modello un concetto chiave, quello della responsabilit, che vuol dire anche instaurare un dialogo costante con tutti i nostri stakeholder. I risultati del bilancio di sostenibilit ha dichiarato Fulvio Conti, ad e dg di Enel hanno dimostrato nel corso degli ultimi dieci anni il profondo processo di integrazione della Csr nella strategia del Gruppo. Questo ci ha consentito di creare valore per la nostra azienda, per tutti i nostri stakeholder e per i nostri azionisti. Ce lo conferma la crescente partecipazione dei cosiddetti investitori socialmente responsabili nel flottante istituzionale di Enel, che ha raggiunto oggi il 14,6 per cento, e la riconferma nel nostro Gruppo nel Dow Jones Sustainability Index per il decimo anno consecutivo. Da dieci anni Enel affianca ai documenti di rendicontazione economico finanziari il bilancio di sostenibilit, una relazione che nel corso degli

anni ha raccontato le tappe della Corporate Social Responsibility verso il modello Creating Shared Value (CSV), facendo della responsabilit sociale ed economica un fattore di competitivit. Il percorso stato segnato sia dal recepimento dei cambiamenti nello sviluppo della reportistica avvenuti nellultimo decennio, sia dalla crescita internazionale del Gruppo, diventato uno dei principali player globali dellenergia e leader proprio in tema di sostenibilit. In un ottica di graduale allineamento alle nuove linee guida del GRI, il Bilancio di Sostenibilit 2013, sar un ponte che permetter al Gruppo di partecipare al programma pioneer del GRI G4, in cui Enel unir il proprio sforzo a quello di altre aziende leader mondiali nel campo della reportistica.

Il Data Collection System


Per monitorare gli andamenti delle performance di sostenibilit e garantire una tracciabilit solida dei possessori di dati e informazioni, stato avviato il progetto di Data Collection System. A partire dal 2014, attraverso la definizione di un sistema informativo dedicato integrato con lattuale sistema di raccolta dei dati economico-finanziari, sar possibile effettuare la raccolta e il monitoraggio dei dati, finanziari e non, e la relativa comunicazione in maniera omogenea e coerente in tutto il Gruppo, anche in linea con quanto richiesto dagli standard internazionali. Il sistema coerente con i principi guida della One Company e garantisce una raccolta dei dati a livello di singola societ. I data owner identificati forniranno e saranno responsabili dei dati di propria competenza, che saranno verificati da parte della funzione Amministrazione, Finanza e Controllo e successivamente comunicati e integrati con gli indicatori qualitativi dalla Funzione Relazioni esterne.

30 Enel Insieme Dicembre 2013 - Gennaio 2014

Con il sostegno di Enel Cuore viene inaugurata a Palermo una nuova sede del Progetto Itaca per persone con disturbi psichici

Enel Cuore

Verso lisola felice

Da soli siamo come granelli sottili e scivoliamo gli uni negli altri, ma qui, insieme, formiamo una spiaggia bellissima dice Rosaria, una delle prime iscritte al Club Itaca Villa Adriana che dallo scorso giugno ha la sua sede in via San Lorenzo 280 a Palermo. La clubhouse un luogo dincontro, rispetto e opportunit per le persone che soffrono di disturbi psichici, creato anche grazie al contributo di 150mila euro offerto da Enel Cuore onlus. Rosaria racconta la difficolt nellabbattere il pregiudizio, lei che in alcuni luoghi di lavoro stata emarginata o addirittura licenziata, pur riuscendo a mantenere il ritmo di lavoro pari a quelli dei suoi colleghi. Ma qui imparo a farmi coraggio, a non sentirmi pi inadeguata conclude. Ancora oggi, lidea di ricevere una diagnosi di malattia mentale fa paura, forse pi di quella di una grave malattia fisica. La paura spesso quella di essere considerati malati o diversi, o peggio ancora deboli e incapaci. Ma avere un disturbo psichico non una colpa e abbattere il pregiudizio un piccolo passo importante, come quelli che da sempre compie lAssociazione Progetto Itaca. Oltre che a Palermo, lassociazione ha aperto delle clubhouse anche a Roma, Milano e Firenze, sempre con il contributo di Enel Cuore.

COME GRANELLI
Itaca la nostra meta ci racconta Roberta Vitale, direttrice del Club Itaca Villa Adriana noi vogliamo essere un ponte con la societ, insegniamo alle persone a essere parte della vita come tutti gli altri. Il segreto di questo modello di riabilitazione che rende cos speciale latmosfera di una clubhouse, rispetto a qualsiasi centro e servizio psichiatrico, che la persona con disagio psichico non viene considerata paziente o utente di un servizio ma socio del club. Gli iscritti vengono per lavorare continua Vitale ci aiutano ad esempio nella preparazione di eventi partecipando alla parte creativa, grafica, di contabilit o anche organizzativa del club stesso. Il progetto, infatti, cerca di creare una rete di rapporti per aiutare i soci a ricostruire un buon ritmo di vita, sviluppare sicurezza, autostima e relazioni positive con la famiglia e gli amici. Ed proprio questo uno degli obiettivi principali del Club Itaca Villa Adriana: consentire a queste persone di raggiungere anche unautonomia economica. Ecco perch abbiamo bisogno di sostegno aggiunge Vitale non solo economico, ma anche di supporto per favorire linserimento delle persone nel mondo del lavoro, solo cos potranno avere una vita migliore. LAssociazione Progetto Itaca Palermo stata fondata da un gruppo di volontari il 30 giugno 2011, attualmente aperta tre giorni a settimana ma da gennaio lo sar tutti i giorni. Ci siamo resi conto che il nostro viaggio verso Itaca pi difficile del previsto, le persone hanno paura di staccarsi dalle famiglie spesso iperprotettive nei loro confronti, ma siamo fiduciosi perch notiamo che grazie al passaparola e al sostegno di tutti, iniziano ad arrivare conclude Vitale. Bisogna essere in tanti per portare avanti il centro, lavorare fianco a fianco, farsi coraggio e navigare un mare spesso pieno di ostacoli per raggiungere la nostra isola felice. Solo cos le persone come Rosaria potranno vincere le paure e agganciarsi alla vita con qualche certezza in pi per il futuro.

Sul web www.progettoitaca.org


Dicembre 2013 - Gennaio 2014 31 Enel Insieme

Prisma

Mostre, convegni, visite: lArchivio Storico Enel di Napoli da sempre al centro di tante iniziative culturali

Memorie preziose
ninteressante passeggiata in mezzo alla storia di Enel si pu vivere visitando lArchivio Storico di Enel di Napoli, in via Ponte dei Granili, ai margini del quartiere San Giovanni. Ci stato ancora pi vero dal 17 al 24 novembre quando negli ambienti dellArchivio stata allestita Luci sulla Citt, una mostra che attraverso documenti, oggetti, filmati e fotografie depoca ripercorre la storia delle prime centrali, larrivo dellenergia elettrica nella vita quotidiana delle famiglie, limpatto dellelettrificazione sullo sviluppo economico e sociale del Paese. Ci sono documenti e oggetti molto significativi, dal primo contratto di illuminazione di Napoli del 1894, alle lampadine a incandescenza degli anni Quaranta, alle bollette del 1930, a un manifesto che pubblicizza il primo mezzo elettrico a Milano nel 1926, con le tariffe esposte di 1.30 Lire, quale costo di una corsa semplice, e di Lire 2, per il trasporto di cani, bauli, biciclette. E ancora documenti del 1852 in carta bollata da 1 lira e un volume che tratta delle societ per lelettricit e il gas di Roma nel 1930. Istituito a Napoli nel 2008, lArchivio Storico di Enel conserva gran parte della storia dellindustria elettrica italiana dalle origini ai giorni nostri, prima e dopo la nazionalizzazione del 1962: ben 13mila metri lineari, con duecentomila fotografie, migliaia di disegni tecnici, centinaia di reperti e filmati e oltre centomila esemplari tra libri e riviste specializzate. Per la comunit scientifica questa documentazione storica molto preziosa. Per questo motivo nel 1992, la Soprintendenza Archivistica per il Lazio ha dichiarato tutta la documentazione di Enel di notevole interesse storico come fonte di valore unico per la storia dellenergia elettrica e per la storia economica nazionale e internazionale. quindi da considerare un bene culturale da conservare e valorizzare.
32 Enel Insieme Dicembre 2013 - Gennaio 2014

UNA SETTIMANA SPECIALE


La mostra Luci sulla Citt era una delle tante iniziative previste nel programma della XII Settimana della Cultura dImpresa promossa da Confindustria. Tra le altre figura il convegno Le origini dellintervento nel Mezzogiorno, le sue prospettive e il contesto internazionale, che Enel ha organizzato proprio nellArchivio Storico, in collaborazione con lUniversit di Napoli. Durante lincontro sono stati trattati temi come la piena integrazione del Mezzogiorno nel sistema elettrico italiano, lo sviluppo delle fonti rinnovabili e di progetti innovativi, come il solare termodinamico e le prime applicazioni di Smart Grid. Il cuore dellevento stato una tavola rotonda cui hanno partecipato Ennio De Simone, docente di Storia Economica allUniversit del Sannio, Domenico Arcuri, amministratore delegato di Invitalia, Enzo Boccia, vicepresidente di Confindustria, Paola Carucci, sovrintendente dellArchivio Storico della Presidenza della Repubblica, Giuseppe di Taranto, docente di Storia Economica della Luiss e Mario Mustilli, prorettore della seconda Universit di Napoli. Lesposizione e le visite guidate allArchivio sono state anche loccasione per presentare ufficialmente al pubblico lultima monografia edita da Enel, La Citt Elettrica. Il mondo della scuola partenopeo ha dimostrato una certa attenzione per lallestimento organizzato per la Settimana della Cultura dImpresa, partecipando alliniziativa con molte scolaresche. Le visite guidate si sono concluse nella biblioteca annessa alla sala conferenze, dove sono esposti i lavori dei ragazzi che hanno partecipato al concorso Play Energy. Anche lAnse (Associazione Nazionale Seniores Enel) ha aderito alliniziativa.

Enel sponsorizza Umbria Jazz che si terr a Orvieto dal 28 dicembre al primo gennaio

Prisma

I Funk Off

Un capodanno che si nota


I concerti serali si svolgeranno in luoghi altrettanto importanti per la citt, come il Teatro Mancinelli, il Palazzo del Popolo, il Palazzo dei Sette e il Palazzo Soliano.

uando si dice Umbria Jazz si pensa subito al pi importante festival jazzistico italiano che dal 1973 si svolge ogni anno a Perugia nel mese di luglio. Ma Umbria Jazz anche un appuntamento invernale: questanno dal 28 dicembre al primo gennaio, pi di cento eventi animeranno la cittadina di Orvieto, grazie anche al contributo di Enel. Il Festival si svolge secondo una formula ormai consolidata e di successo, affinata nel corso degli anni e centrata sul connubio tra turismo, buona cucina e spettacolo di qualit. A legare questi tratti distintivi della manifestazione c un cartellone musicale di altissimo livello che parte dalla mattina e, senza soluzione di continuit, va avanti fino a tarda notte.

GLI ALTRI APPUNTAMENTI


Oltre ai concerti, tutti i giorni il Festival propone numerosi eventi collaterali. Tra i principali le due esibizioni quotidiane della marching band per le vie del centro storico: i popolari Funk Off interpretano a modo loro la formula della street band con grande senso dello spettacolo e una originale evoluzione artistica che rivitalizza un genere vecchio di un secolo. Da non perdere il loro show on stage la notte di Capodanno. Inolte, come per le passate edizioni, i migliori studenti dei seminari estivi della Berklee Summer School at Umbria Jazz Clinics si esibiranno gratuitamente il primo giorno del Festival. Prima di loro i Pericopes, vincitori del concorso per giovani talenti tenutosi durante ledizione del quarantennale di Umbria Jazz lo scorso luglio. La serata conclusiva si svolger in collaborazione con Musica Jazz, la pi nota rivista italiana di settore. Il 1 gennaio 2013, alle ore 21.30, avr infatti luogo presso il Teatro Mancinelli la premiazione della trentunesima edizione del Top Jazz, lannuale referendum indetto dal mensile che premia fin dal 1982 i migliori jazzisti dellanno a livello internazionale.

GLI ARTISTI
Il jazz mainstream rivisitato e reinterpretato in maniera moderna e attuale: questo il canovaccio della ventunesima edizione della kermesse. E come di consuetudine, sono molti i nomi di spicco del panorama internazionale. Christian McBride senza dubbio il bassista pi cool della sua generazione, ne d prova anche nel suo secondo lavoro con il quintetto acustico Inside Straight che presenter al pubblico di Umbria Jazz. Warren Wolf, vibrafonista, sar impegnato in un duo con un altro grande dello strumento, Joe Locke e con il quartetto di Aaron Diehl nellomaggio alla musica del Modern Jazz Quartet. Il sassofonista Steve Wilson si esibir invece in un particolarissimo duo con il batterista Lewis Nash. Lo stesso Nash sar nella ritmica che accompagna i 3 Clarinets, ensemble che vede uniti i virtuosi del clarinetto Ken Peplowski, Evan Christopher e Anat Cohen. Due giovani musiciste faranno invece il loro esordio come band leader: Melissa Aldana e Cecile McLorin Salvant. Il jazz italiano sar qualitativamente e quantitativamente presente con Enrico Rava, Paolo Fresu, Uri Caine, Rosario Giuliani e Fabrizio Bosso. Anche questanno la location principale sar il Duomo realizzato tra il Trecento e il Cinquecento, che nel pomeriggio di Capodanno accoglier la messa della pace impreziosita dalla presenza della musica gospel della Singletons Family.

MOBILIT ELETTRICA
Il comune di Orvieto uno dei tredici comuni firmatari del Protocollo dIntesa tra la Regione Umbria ed Enel per dotare tutto il territorio umbro di infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici. Uninfrastruttura di ricarica Enel, che ricaricher la CZero messa a disposizione da Citroen, sar esposta nel centro di Orvieto per tutta la durata del Festival. La prima infrastruttura definitiva in citt, invece, sar installata a breve nelle adiacenze di Piazza Duomo.

Sul web www.umbriajazz.com


Dicembre 2013 - Gennaio 2014 33 Enel Insieme

Gente Enel

GenteEnel
Javier Bolanos
Michela Cesari

La parte migliore di me
Dopo molti anni di indecisione e stanco di sentire quanto bello possa essere fare qualcosa per i pi deboli, Javier Bolanos, un collega che lavora nella Direzione Generale di Sostenibilit e Ambiente di Endesa, ha deciso finalmente di rompere gli indugi. Volendo sfruttare al massimo questa esperienza, Javier ha cercato con attenzione un progetto molto concreto che permettesse di entrare in contatto direttamente con le persone e, in particolare, con quelle pi vulnerabili. Loccasione arrivata quando una ong gli ha proposto di collaborare a un progetto educativo in una comunit rurale in Ghana, dedicato ai bambini che non hanno accesso allistruzione. In questa realt lalto livello di povert e la mancanza di opportunit sono tra le principali cause degli alti tassi di malnutrizione, delle malattie, dellanalfabetismo, della discriminazione e degli abusi sui bambini. Javier e la sua compagna hanno lavorato per fornire una formazione di base a pi di 100 bambini di diverse et e per formare insegnanti madrelingua che avrebbero continuato questo compito in autonomia alla conclusione del progetto. Durante il soggiorno ho avuto lopportunit di conoscere meglio lo stile di vita di questa popolazione africana dice il collega di Endesa. Allinizio stato un vero e proprio shock: il progetto veniva sviluppato nel caos pi totale e nulla sembrava funzionare. Eppure tutti mi dicevano con il sorriso sul volto: Rilassati, amico. Questa lAfrica. Non avevo scelta: dovevo darmi una calmata e fidarmi di coloro che mi dicevano che tutto si sarebbe risolto, come avveniva nella maggior parte dei casi. Alla fine una soluzione si trovava sempre. Javier desidera incoraggiare tutti coloro che hanno sempre avuto il desiderio di fare qualcosa di simile ma non hanno mai trovato il coraggio, per un motivo o per laltro. Lavorare con i pi deboli certamente una delle esperienze pi gratificanti che una persona possa vivere dice commosso. Il sorriso e laffetto di questi bambini sar sempre parte di me.

Fotografa a tutto tondo


La fotografia vista da un nuovo punto di vista. quello di Michela Cesari, collega che lavora a Roma presso lunit Tax Planning, autrice della mostra Due a Due, in esposizione presso Susina Bistr fino al prossimo 13 gennaio. C un concetto che sento particolarmente mio ci racconta Michela ed una citazione di Ansel Adams secondo cui dietro ogni foto ci sono sempre due persone, il fotografo e losservatore. In pi, aggiungerei che per me ci sono anche due momenti, quello in cui si scatta la foto e quello in cui la si osserva. Perch a volte momenti e persone diverse permettono di cogliere nuovi dettagli e sfumature. Per Michela la fotografia una passione di lunga data. Si pu dire che mi appartenga da sempre. Perch, credo, permetta di tenere presente ci che altro da noi. Ogni foto che scatto ha per me un significato, ma quando altri occhi la guardano nascono nuove letture e sensazioni. Si crea cos una sorta di dialogo, di confronto, che poi lessenza della nostra vita e del nostro lavoro. Ogni giorno, infatti, ci confrontiamo con i vari punti di vista di chi ci circonda, per poi trovare soluzioni condivise. Parlando con Michela, ci si rende conto che, lungi dallessere una statica rappresentazione della realt, la fotografia un elemento capace di sprigionare un processo dialettico vivace e proficuo. Ma come sceglie i soggetti da fotografare? E quali sensazioni prova in quel momento? Direi che la scelta dovuta allistinto. Mi guardo attorno e, tra mille particolari che mi circondano, ne noto uno che va oltre ci che vedo, che mi comunica di pi. A quel punto scatta ladrenalina, perch il momento va colto subito prima che le forme cambino e il significato svanisca dando vita ad una nuova lettura della realt. Due a Due la sua esposizione pi importante. Mi sono divertita molto a organizzarla; mi sono occupata di tutto, dalla scelta della location alla gestione del budget. Per me, poi, anche un omaggio ai colleghi con cui quotidianamente condivido la filosofia di lavoro basata sul confronto, sullaltro e che stata ispirazione della mostra.

Sul web http:/ /www.flickr.com/photos/michelacesari/

34 Enel Insieme Dicembre 2013 - Gennaio 2014

Canaleaperto

CanaleAperto
Enel Insieme pubblica, in questa rubrica, le domande e i contributi dei lettori. Lindirizzo a cui spedirle : Redazione Enel Insieme - Comunicazione Interna Enel Spa Viale Regina Margherita, 125 00198 Roma Oppure via posta elettronica a: enelinsieme@enel.com labitazione responsabile dellofferta. La cosa pi importante mantenere vivo lo spirito di HOME@HOME attraverso la condivisione e la voglia di viaggiare in modo nuovo. Come funziona esattamente lo scambio? C un affitto da pagare? Chi viene a casa deve trovare la dispensa piena e viceversa? Lo scambio semplice. Una volta registrati sul sito apparir la schermata crea la mia offerta: uno scambio di casa o ospitalit. Cosa offrite? Una stanza o lintera la casa? Decidete voi, inserite i dati richiesti e allegate qualche foto in attesa di essere contattati da un collega. O viceversa, cercate lannuncio che fa pi al caso vostro e contattate il collega che ha messo a disposizione lalloggio. Liniziativa non prevede il pagamento di un affitto, n obblighi di alcun genere come far trovare la dispensa piena. Ognuno di noi sceglie il modo di dimostrare la propria ospitalit. Sul sito, a questo proposito, pu essere utile consultare il galateo dellospitalit dal menu della testata. Dopo la registrazione, appariranno inoltre alcune sezioni aggiuntive dove poter completare il proprio profilo inserendo alcune preferenze. Se mi rivolgo ai colleghi spagnoli, devo scrivere lannuncio in spagnolo? Attualmente il sito disponibile in tre lingue: inglese, italiano e spagnolo. Ciascun collega pubblica gli annunci nella sua lingua madre, il contenuto della scheda principale viene tradotto automaticamente nelle altre lingue e diventa, pertanto, comprensibile a tutti. Eventuali note dei colleghi restano nella lingua originale. Come posso vedere tutte le localit disponibili? In Homepage, una mappa mette in evidenza i luoghi in cui possibile andare con tutte le offerte disponibili. Oppure basta cliccare sulla voce cerca offerte. possibile inserire due annunci e offrire quindi due case? Eventualmente, come posso fare? S possibile, basta creare una nuova offerta. Sto per andare in pensione, posso continuare a partecipare alliniziativa?Eventualmente come posso accedere al sito da casa? La piattaforma HOME@HOME sviluppata allinterno della intranet del gruppo Enel. Pertanto, al momento, possono accedere al sistema soltanto coloro che dispongono di un collegamento alla rete aziendale interna. I colleghi non in forza, non avendo pi la disponibilit delle dotazioni informatiche aziendali, non possono al momento accedere. La sua domanda pu essere un utile spunto per futuri sviluppi di HOME@HOME.

MI CASA ES TU CASA
HOME@HOME, il progetto per lo scambio casa, continua a far registrare numeri importanti: al 20 dicembre 2013 erano 82.673 le pagine visitate da 16.577 visitatori per un totale di 191 offerte di case pubblicate e 27 richieste di contatto. Intanto molti colleghi ci scrivono per saperne di pi. Abbiamo rivolto le domande a Sabrina Ceccantini, responsabile Comunicazione Interna Headquarter e Italia di Enel. Vorrei sapere se casa mia ha ricevuto delle richieste da parte dei colleghi, come posso fare? Quando un collega sceglie la sua meta, clicca su prendi contatto. A quel punto il sistema inoltra una mail automatica sia a chi ha inserito lofferta che al diretto interessato. Ecco perch la ricezione di suddetta mail lunico modo per sapere di aver ricevuto una richiesta. Come posso eliminare una della mie due offerte? Nella pagina dellofferta che si vuole eliminare, in basso a destra, basta cliccare su cancella la mia offerta. Liniziativa vale anche per le case di propriet dei propri genitori, oppure riservata esclusivamente agli alloggi di propriet di noi dipendenti? Indipendentemente da chi lintestatario della casa, il collega che propone

Dicembre 2013 - Gennaio 2014 35 Enel Insieme

Continuiamo a credere nel nostro Paese, nei guerrieri che combattono per farne un posto migliore, nelle loro piccole e grandi battaglie quotidiane. Battaglie che si possono vincere, se le affrontiamo

#INSIEME
Investire nella ricerca, nanziare nuove imprese, sostenere la cultura e il volontariato: questo il nostro modo di combattere. Al anco di milioni di italiani che diventano ogni giorno milioni di guerrieri.

QUALUNQUE SIA LA TUA BATTAGLIA, HAI TUTTA LENERGIA PER VINCERLA. ANCHE LA NOSTRA.

insieme con

facebook.com/enelsharing

@enelsharing

enel.com