Sei sulla pagina 1di 52

Il manuale della gravidanza

Dott. Sandro Zucca


Ostetrico Ginecologo Brescia

WWW.ZUCCA.BS.IT

Il presente manuale propriet intellettuale del dott. Sandro Zucca, Ostetrico Ginecologo in Brescia. Il manuale edito sul WEB, su supporto magnetico e cartaceo. Sono formalmente vietati la riproduzione, la memorizzazione digitale, l'utilizzo anche parziale che non siano esclusivamente finalizzati alla consultazione personale.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

Sommario

Il manuale della gravidanza suddiviso in capitoli, riconoscibili dalle bande colorate:

come cambia il tuo corpo gli esami della gravidanza consigli per la gestante i disturbi della gravidanza il parto si avvicina il puerperio la contraccezione la prevenzione della SIDS i links per saperne di pi

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

Indice

Clickare per raggiungere largomento. ARGOMENTO e PAG


Alimentazione 20 Amniocentesi 12 Baby View 16 Bruciori di stomaco 29 Contraccezione 48

ARGOMENTO e PAG
Allattamento 47 Analgesia in travaglio 41 Batticuore 29 Come cambia il tuo corpo 7 Corsi di preparazione 40

Cosa portare per il bambino 38 Cosa portare per te 39 Crampi 31 Doppler 15 Ecografia 14 Esami in gravidanza 11 Gruppo del sangue 23 Insonnia 33 Mal di schiena 35 Massaggi 27 Panciera 22 Pelle 30 Rapporti sessuali 27 Secrezioni vaginali 31 SIDS 51 Stark 44 Taglio cesareo 44 Toxoplasmosi 22 Trombosi del viaggiatore 28 Vescica 32 Villocentesi 13 Denti 25 Eco 3D/4D 16 Emorroidi 32 Esercizio fisico 21 Influenza 33 Kegel 34 Mare e montagna 26 Nausea e vomito 36 Parrucchiere 27 Puerperio 45 Sciatica 35 Seno 24 Soft marker 14 Stipsi 37 Tampone vaginale 19 Tri test 18 UVA lampade 27 Viaggi 23

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

Prenatal care.
Con questa dizione anglosassone ormai diffusa anche in Italia si indica l'insieme delle cure, degli accertamenti, dei consigli che vengono rivolti alla donna durante la gestazione. Il complesso della prenatal care ha enormemente migliorato lesito della gravidanza nel corso degli ultimi 20 anni. In una logica moderna, che pone l'accento sugli aspetti preventivi, assumono particolare valore gli elementi della prenatal care rivolti a migliorare gli atteggiamenti comportamentali e psicologici, le abitudini alimentari, le necessit lavorative in casa e fuori. Non vanno inoltre dimenticati gli enormi progressi tecnologici legati essenzialmente all'ecografia nelle sue varie espressioni, tali che da ritenere ormai del tutto inadeguata un'assistenza alla gestazione che non sia supportata da tutta una serie di rilievi ecografici che consentano di monitorare con efficacia le condizioni di salute del feto. Ci accontenteremmo oggi di un ortopedico che, senza Rx, TAC, RMN, intenda operarci un ginocchio, o di un cardiologo che ci riempia di farmaci semplicemente ascoltando il nostro cuore, senza ECG, ECO, Holter, ecc.? Progressi significativi sono stati compiuti anche per quanto riguarda il parto, che ha attraversato processi di umanizzazione rilevanti dal punto di vista relazionale, ma ancor pi marcati sotto il profilo assistenziale (abolizione di manovre ostetriche ad alto impatto corporeo, abolizione del forcipe, introduzione dell'analgesia epidurale, grande evoluzione nella tecnica del taglio cesareo, ridimensionamento nell'utilizzo dell'episiotomia e netto miglioramento delle modalit di sutura). Questo manualetto si inserisce proprio in questo tipo di contesto, fornendo tutte quelle notizie che spesso disagevole produrre durante i periodici incontri di controllo della gestazione, e che pi agevolmente possono essere pian piano assimilate nel proprio ambiente familiare. Chiunque ritenesse, con suggerimenti e consigli, di contribuire a migliorarlo, calorosamente invitato a farlo, inviando una e-mail a: studio@zucca.bs.it .

Lassistenza evoluta alla gravidanza.


I continui progressi della medicina e della tecnologia hanno relegato la semplice visita medica ad un ruolo secondario, e cos anche in campo ostetrico, dove i maggiori avanzamenti sono connessi alla metodica ecografica nelle sue svariate espressioni (immagini del corpo della donna e del feto, Doppler, eco transvaginale, guida al prelievo di tessuti fetali). Lassistenza moderna, avanzata, qualificata al periodo della gestazione (prenatal care) prevede allora che, accanto allinsostituibile buon senso clinico del medico e dellostetrica/o, venga messa in campo tutta una serie di nuove tecniche diagnostiche rivolte a massimizzare la probabilit di avere una gravidanza naturale ed un bambino sano. In particolare ricordiamo: lecografia in luogo della visita iniziale, in modo da verificare subito la vitalit della gravidanza ed il suo normale posizionamento; lecografia morfologica fetale anticipata alla fine del primo trimestre; la ricerca precoce dei markers di problemi cromosomici (plica nucale, ecc.); lo studio Doppler dei vasi uterini a 24 settimane, per la definizione del rischio di ipertensione e di ritardo di crescita del feto; il completamento della visit della 30^ settimana con lo studio del collo uterino mediante sonda eco transvaginale (identificazione precoce dei casi a rischio di parto pretermine); lo studio Doppler delle arterie ombelicali e cerebrale media nel contesto dellecografia dellottavo mese; la presentazione (ed eventualmente organizzazione) delle tecniche di analgesia in travaglio; la ridefinizione del normale accrescimento fetale anche alla 36^ settimana; lattribuzione del punteggio di rischio fetale, in modo da selezionare opportunamente i casi in cui consigliabile non attendere il travaglio spontaneo dopo il termine della gravidanza. Volutamente in questo elenco non sono inclusi: il prelievo del villo coriale per lo studio dei cromosomi fetali (esame con qualche piccolo rischio e con forti valenze etiche e personali, da eseguire solo su richiesta della donna); lecografia 3D/4D (Babyview), esame di tipo NON medico che consente di visualizzare in un filmato tridimensionale il viso e gli arti del bambino.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

COME CAMBIA IL TUO CORPO

Sesta e settima settimana di gravidanza.

Se potessimo guardare nel corpo di una donna al di fuori della gravidanza, vedremmo che la maggior parte delladdome occupato dallintestino. La cavit toracica, contenente cuore e polmoni, separata da quella addominale da un largo muscolo, il diaframma. Lutero si trova al di sopra e dietro la vescica, con il collo che protrude in vagina, ed ora comincia a crescere, assumendo forma ovoidale. La pressione dellutero sulla vescica causa il frequente bisogno di urinare. La placenta inizia a svilupparsi, radicandosi nellutero. Lembrione lungo quasi un centimetro, ed il suo cuore gi pulsante.

Due mesi di gravidanza (9-10 settimane).

Lutero si accresciuto di volume ed ora simile ad una arancia. Lembrione mostra bene evidenti la testa, il tronco, gli arti superiori e inferiori. Ha anche iniziato a muoversi, seppure solo dondolandosi e spostando gambe e braccia. E lungo circa 2 centimetri. E questo il periodo in cui la maggior parte degli organi si forma, e nel quale deve essere massima lattenzione alluso dei farmaci, allalimentazione e alle infezioni.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

COME CAMBIA IL TUO CORPO

Due mesi e mezzo (11-12 settimane).

Lutero si accresciuto di volume ed adesso simile ad una grossa arancia. Lembrione mostra bene i particolari anatomici esterni e molti degli organi allinterno. I suoi movimenti sono molto pi vivaci, e compie veri e propri salti allinterno del sacco amniotico. E lungo circa 5 centimetri. Anche in questo periodo notevole lattivit di formazione degli organi, e quindi devono continuare le massime alluso dei farmaci, allalimentazione e alle infezioni.

Tre mesi di gravidanza (13 settimane).

La placenta si notevolmente sviluppata e produce tutti gli ormoni necessari a sostenere la gravidanza. Lutero ha le dimensioni di un pompelmo, riempie quasi completamente il bacino ed inizia a risalire nella cavit addominale. Il fondo uterino si trova appena al di sopra della sinfisi pubica. Il bambino, che ha iniziato a muoversi attorno alla nona settimana, ora si muove vigorosamente nel sacco amniotico, anche se la madre non pu ancora, a questepoca, percepire alcun movimento. Tutti gli organi si sono ormai completamente formati. Dalla testa alle natiche lungo 8 cm.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

COME CAMBIA IL TUO CORPO

Met del quinto mese di gravidanza (20-21 settimane).

Lutero risalito fino al livello dellombelico. La crescita dellutero maggiore laddove inserita la placenta, cosicch la sua forma risulta asimmetrica. Lo spessore dellutero diminuisce man mano cresce, ed a questepoca tra 5 e 10 mm. Anche in seguito a questo, oltre che per la crescita del bimbo e la relativa diminuzione dello spessore della falda di liquido amniotico, la mamma inizia a percepire chiaramente i movimenti fetali. Lutero cos risalito si appoggia alla parete addominale, causando ormai una visibile sporgenza in avanti. Il bambino lungo 20-24 cm e pesa circa 350 grammi.

Fine del settimo mese di gravidanza.

I movimenti del bambino sono spesso visibili allesterno, e talora la mamma li percepisce come fastidiosi. La pressione dellutero contro lo stomaco pu produrre bruciore o dolore. Il fondo dellutero si trova ora a un terzo della distanza tra lombelico e lo sterno. La stipsi pu accentuarsi come conseguenza della pressione dellutero sulla porzione inferiore del colon. La compressione sulla vena cava, che decorre tra lutero e la colonna vertebrale, pu produrre improvvisi abbassamenti della pressione arteriosa, ed quindi sconsigliabile stendersi supina sul dorso, preferendo invece coricarsi su un fianco. Il seno spesso inizia a produrre il colostro, precursore del latte vero e proprio. Il bambino pesa mediamente 1600 grammi ed lungo 35 centimetri.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

COME CAMBIA IL TUO CORPO

Fine dellottavo mese di gravidanza (35-36 settimane).


Lutero occupa quasi tutta la cavit addominale, nonostante questa si sia notevolmente espansa distendendo la parete anteriore e quelle laterali. Il fondo uterino raggiunge le costole e lo sterno, la cui punta, o apofisi xifoidea, viene sospinta in avanti. Il fegato, il colon trasverso, lo stomaco sono compressi contro il soffitto della cavit addominale, il diaframma. Questultimo a sua volta sospinto in alto di 4 o pi centimetri, e la cavit toracica recupera questo volume espandendosi lateralmente, allargando le costole: ecco perch talvolta la respirazione si fa pi difficile e superficiale. Anche il cuore cambia leggermente la sua posizione, divenendo pi orizzontale ed originando spesso sensazioni di cardiopalmo (batticuore). Lappiattimento dello stomaco spiega anche la necessit di alimentarsi con tanti piccoli pasti, visto che quelli consueti stentano ad esservi contenuti. I polmoni del bambino sono maturi per la respirazione ed il peso di circa 2500 grammi. La testa del bambino durante il nono mese discesa allinterno della pelvi. Il canale cervicale, allinterno del collo uterino assai espanso, ancora chiuso e pieno di muco. Nelle donne che non hanno mai partorito prima lorifizio uterino esterno ancora chiuso, mentre nelle donne che hanno gi partorito spesso dilatato di 1-2 cm. La vagina diventata molto pi soffice e distensibile. La vescica compressa tra la testa del bambino e losso pubico, e pu espandersi solo risalendo in alto nella cavit addominale. La stessa situazione di compressione si verifica anche, posteriormente, per il retto. La pressione della testa sui vasi ematici pelvici produce una ulteriore dilatazione delle vene della vulva, della regione anale (emorroidi) e delle gambe. Tutto ci pu provocare un fastidioso indolenzimento delle regioni interessate ed un certo ristagno di liquidi (edema) a livello degli arti inferiori. Le fibre muscolari dellutero diventano ancor pi contrattili e coordinate, producendo contrazioni frequenti ed intense, talvolta percepite come leggermente dolorose dalla donna.
ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

10

GLI ESAMI DELLA GRAVIDANZA

Gli esami standard in gravidanza


Se la tua gravidanza fisiologica, cio decorre normalmente, sufficiente che esami di sangue ed urine vengano eseguiti tre volte nei 9 mesi della gestazione. Ripeterli ogni mese ossessivamente non serve proprio a nulla, e certamente non a rassicurare te. Lo schema qui sotto riporta lottimizzazione ed il timing degli esami, cos come anche previsti da decreti ministeriali.

Esami da eseguire al primo controllo: Es. Urine Urinocoltura Gruppo sanguigno, Rubeo Test Toxo test VDRL Test di Coombs indiretto Glicemia Transamina si HIV.

Esami da eseguire tra la 19^ e la 23^ settimana: Es.Urine Urinocoltura Test di Coombs indiretto Toxo test Emocromo

Esami da eseguire tra la 33^ e la 37^ settimana: Urine Urinocoltura Emocromo HbsAg HCV HIV Test di Coombs indiretto Toxo test Dopo la 35^ settimana: Tampone vaginale.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

11

GLI ESAMI DELLA GRAVIDANZA

Amniocentesi
Pu essere eseguita a partire dalla 15^ settimana. La struttura pubblica in Lombardia eroga gratuitamente lindagine a donne che hanno compiuto 35 anni al momento del concepimento, oppure che hanno eseguito il tri test ed hanno mostrato un rischio superiore al normale (1/250). Mediante un ago sottile che attraversa la parete addominale e lutero, viene aspirata una piccola quantit di liquido amniotico. La procedura pressoch indolore ed di tipo ambulatoriale. Entro 18-20 giorni le cellule fetali presenti nel liquido amniotico, opportunamente coltivate in laboratorio, potranno essere esaminate confermando la normalit cromosomica del feto ed escludendo quindi la sindrome di Down o mongolismo. Diversamente dal tri test, che esprime solo una probabilit, la risposta dellamniocentesi di sostanziale certezza. Come tutte le procedure mediche, anche lamniocentesi comporta un rischio, che dello 0,5%, ovvero di un aborto ogni 200 amniocentesi eseguite.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

12

GLI ESAMI DELLA GRAVIDANZA

Villocentesi

Viene eseguita dalla 11^ settimana. La struttura pubblica in Lombardia eroga gratuitamente lindagine a donne che hanno compiuto 35 anni al momento del concepimento, come per lamniocentesi. Mediante un ago sottile che attraversa la parete addominale e lutero, viene aspirata una piccola quantit di materiale placentare (villi). La procedura scarsamente dolorosa ed di tipo ambulatoriale. Le finalit dellesame sono le medesime dellamniocentesi ma: la risposta disponibile entro 8-10 giorni il rischio dellesame circa di 1 aborto ogni 100 villocentesi.

Eseguendo il prelievo solo in presenza di condizioni favorevoli, il rischio nettamente minore, probabilmente inferiore a quello dellamniocentesi.
Tu e il tuo medico avrete forse gettato unora di tempo rimandando lesame, ma il bambino ne avr grandemente guadagnato in sicurezza.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

13

GLI ESAMI DELLA GRAVIDANZA

Ecografia
Ecografia inizio gravidanza Vengono ispezionati utero e ovaie, determinandone la normalit. Si rilevano: il normale posizionamento in utero del sacco gestazionale numero degli embrioni vitalit embrionale corionicit in caso di gravidanza gemellare dimensioni dellembrione correttezza dellepoca gestazionale riferita Ecografia 12-13 settimane Con apparecchi ad alta definizione, a 12-14 settimane gi possibile esaminare lanatomia fetale, potendo quindi gi escludere buona parte delle malformazioni maggiori. La vitalit del feto viene confermata. Durante lesame ecografico vengono talvolta rilevate condizioni che non sono vere malformazioni, ma sono indice di aumentato rischio di problemi cromosomici o di altri problemi importanti. Questi rilievi vengono solitamente indicati con la denominazione di soft markers. SOFT MARKER Cisti bilaterali del plesso coriorideo Iperecogenicit intestinale Brevit del femore Singola arteria ombelicale Spot iperecogeno endoventricolare Dilatazione delle pelvi renali Ritardo di crescita Ispessimento della plica nucale Problemi associati e rischi Trisomia 18 (tris. 13 e 21 se in associazione con altri markers) Trisomia 21, 13 e 18. Fibrosi cistica. Trisomia 21 Ritardo di crescita. Trisomia 13, 18 e 21. Trisomia 21, 13 e 18. Trisomia 21, 13 e 18. Trisomia 13 e 18. Trisomia 21

Ecografia Morfologica Si esegue a 20-22 settimane di gravidanza, ed ha come scopo di verificare, per quanto possibile, la normalit anatomica del feto, il suo regolare accrescimento, la giusta posizione della placenta. Oltre alle strutture che vengono misurate usualmente (testa, addome, femore) si visualizzano gli arti, la colonna vertebrale, la parete addominale, la vescica, i reni, lo stomaco, le strutture endocraniche ed il cuore.
ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

14

GLI ESAMI DELLA GRAVIDANZA

Esami dettagliati di certi distretti (cuore, cervello, mani, piedi, faccia) non fanno parte dellecografia morfologica standard, ma vengono eseguiti solo quando vi sia unindicazione specifica. La possibilit di rilevare unanomalia fetale dipende dalla sua dimensione, dalla posizione del feto in utero, dalla quantit di liquido amniotico e dallo spessore della parete addominale materna: perci possibile che talune anomalie fetali sfuggano allesame ecografico. Inoltre, alcune anomalie fetali si manifestano solo tardivamente (7-8 mese) e non sono perci visualizzabili in esami precoci come lecografia morfologica del 5 mese. Si sottolinea che, per limiti intrinseci della metodica ecografia, possibile che alcune lesioni fetali, anche importanti, non siano rilevate. Doppler delle arterie uterine Questo esame si esegue attorno alla 24^ settimana, ed ha come scopo di verificare la regolare fornitura di sangue alla placenta. Quando la circolazione nelle arterie uterine risulta alterata, si ha un maggior rischio di: insorgenza di ipertensione arteriosa materna ridotta crescita fetale (IUGR) insufficiente presenza di liquido amniotico (oligoidramnios) Ecografia del collo uterino Il controllo ecografico del collo uterino si esegue con la sonda transvaginale. Il collo viene misurato in lunghezza, verificando anche che la sua porzione pi interna (orifizio uterino interno = OUI) sia regolarmente chiuso. Le gravidanze con: lunghezza del collo uterino <25 mm OUI dilatato ad imbuto (funneling) Sono da considerare a maggior rischio di parto prematuro. Ecografia del 3trimestre Vengono rilevati: posizione del feto in utero normale accrescimento peso fetale regolare rappresentazione delle strutture gi osservate al 5 mese normale quantit di liquido amniotico giusta posizione della placenta La stima del peso fetale (secondo gli algoritmi di Hadlock) viene fornita con una tolleranza del 10%.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

15

GLI ESAMI DELLA GRAVIDANZA

La stima del peso alla nascita invece una semplice predizione statistica, basata sullassunto teorico di un accrescimento fetale di circa 30 grammi al giorno. Pur sempre con una tolleranza del 10%, questa predizione si realizza nell85% dei casi. Insieme alleco del terzo trimestre anche possibile lesame Doppler flussimetrico. Viene verificato il normale flusso di sangue allinterno del cordone ombelicale e quindi della placenta, ed allinterno dellarteria cerebrale media. Questi dati forniscono importanti rassicurazioni su: la regolare fornitura di ossigeno e di prodotti della nutrizione al feto la normale depurazione del sangue fetale lossigenazione del bambino lassenza di importante anemizzazione Verifica ecografica della circonferenza addominale fetale. E lultima verifica ecografica che viene eseguita, ad eccezione dei controlli della quantit di liquido amniotico e della conferma della posizione del bambino che eventualmente saranno eseguiti presso il termine. Si esegue attorno all 36^ settimana, ovvero ad un mese dallepoca prevista per il parto. Il razionale del controllo della circonferenza addominale fetale si basa sullosservazione che i difetti di accrescimento, spesso dovuti ad una insufficienza della funzione placentare, iniziano a mostrarsi proprio a livello del volume delladdome. Di conseguenza, la circonferenza addominale da considerare un marker sensibile e precoce del ritardo di crescita fetale (IUGR). Babyview una applicazione della tecnologia ecografica in 3D (tridimensionale) utilizzata senza alcuno scopo di tipo sanitario/diagnostico. Costituisce una interessante ed unica opportunit di entrare in contatto visivo con il vostro bambino, in modo particolarmente realistico, prima che sia nato. Babyview viene realizzato esclusivamente allo scopo di favorire un precoce e benefico legame affettivo tra la coppia dei genitori ed il bambino in gestazione. In ogni caso, questo tipo di immagini comporta per i genitori unesperienza fortemente gratificante. Loperativit gestita da personale qualificato garantisce inoltre gli aspetti etici della procedura.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

16

GLI ESAMI DELLA GRAVIDANZA

Babyview utilizza una tecnologia di ultima generazione in cui immagini tridimensionali 3D vengono prodotte in tempo reale, realizzando quindi un filmato in movimento (4D). Il risultato di questa tecnologia un prodotto che lascia stupefatti per la sua somiglianza con la realt, consentendo di osservare i movimenti del bambino, le sue espressioni facciali e movimenti come la suzione, laccarezzamento, il sorriso. Quando le riprese vengono eseguite da personale qualificato (sonographer o medico) lintera procedura risulta molto coinvolgente e produttiva di intensi legami psicoemotivi verso il bambino.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

17

GLI ESAMI DELLA GRAVIDANZA

Il tri-test
La possibilit della nascita di un bambino Down aumenta con let materna.
et materna

1 Down ogni
et materna

1 Down ogni
et materna

1 Down ogni

20 21 22 23 24 25 26 27 28 1754 1667 1562 1493 1429 1351 1299 1259 1190 29 30 31 32 33 34 35 36 37 1149 1111 1075 870 645 505 395 311 243 38 39 40 41 42 43 44 45 46 191 150 117 92 72 57 44 35 27

Il tri test consiste in un semplice prelievo di sangue alla madre per il dosaggio di tre ormoni di origine feto-placentare che sono spesso presenti in rapporto diverso dallusuale qualora il feto sia affetto da sindrome di Down. Questo prelievo viene eseguito alla 15-16^ settimana, e non disponibile per le gravidanze gemellari. Il tri test consente quindi di definire meglio il rischio della nascita di un bambino Down, basandosi non solamente sullet materna, ma anche sulla combinazione di sostanze presenti nel sangue materno. Qualora il risultato del test mostrasse un rischio eccessivo (superiore 1/250), alla gestante viene offerto di eseguire unamniocentesi con la quale identificare con certezza la normalit cromosomica del bambino. Va comunque segnalato che circa 35 bambini Down su 100 hanno un Tritest normale, e quindi non possibile che vengano identificati attraverso questa metodica.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

18

GLI ESAMI DELLA GRAVIDANZA

Il tampone vaginale,

ovvero la ricerca dello Streptococco di Gruppo B

Cosa ne devi sapere?


Linfezione da Streptococco di Gruppo B (GBS) uninfezione batterica comune, di solito non importante nelladulto, ma potenzialmente molto nociva per il neonato. Una seria infezione da GBS interessa 1 neonato su 2000. Qualunque donna pu essere portatrice di GBS, e lo il 10-30% delle gestanti. Se una donna, al momento del travaglio, portatrice di GBS in vagina o nel retto, c una probabilit dell1% che lo passi al neonato. I neonati infettati possono sviluppare una polmonite, una sepsi (infezione diffusa nel sangue), o una meningite. I bambini infettati, o che semplicemente hanno esami del sangue che indicano il rischio che si siano infettati, vengono trattati precauzionalmente per qualche giorno con antibiotici.

Cosa ci posso fare?


Puoi eseguire un tampone vaginale ed anale durante le ultime 5 settimane di gravidanza. Se risulti portatrice di GBS, o il tuo medico ritiene che tu sia ad alto rischio di trasmettere il GBS, durante il travaglio e il parto ti saranno somministrati antibiotici per ridurre di molto la probabilit di trasmissione al bambino. Lo stesso accadr se hai gi avuto un bambino con infezione neonatale da GBS, oppure se durante la gravidanza hai avuto uninfezione delle vie urinarie da GBS.

In conclusione: se vengono seguite le precauzioni e i comportamenti clinici sopra descritti, la possibilit che il bambino sviluppi una seria infezione da GBS risulta ridottissima, molto vicina allo zero.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

19

CONSIGLI PER LA GESTANTE

Una corretta alimentazione.


Il tuo bambino completamente dipendente da te per qualunque cosa, e quindi la tua dieta deve comprendere alimenti che gli forniscano tutto il necessario per la crescita di un corpo sano. Ricorda anche, proprio perch il bambino si alimenta attraverso di te, che: se fumi, lo fa anche il tuo bambino se bevi alcoolici, lo fa anche il tuo bambino se assumi farmaci, lo fa anche il tuo bambino. Tutte queste cose possono danneggiarlo, e possono causargli anche in seguito problemi di salute e di sviluppo. Una dieta variata, meglio se di tipo mediterraneo, in grado di fornire in modo equilibrato tutte le sostanze di cui tu e il tuo bambino avete bisogno, talvolta con leccezione del ferro e dellacido folico (vitamina antianemica) che sono molto scarsi nell'alimentazione moderna. Sar compito dei tuoi curanti prescriverti nel terzo trimestre qualche integratore alimentare, se ne avrai bisogno. E in genere preferibile evitare luso eccessivo di grassi di origine animale, preferendo lolio di oliva e di semi di girasole. Preferisci i cibi freschi rispetto a quelli conservati. Evita gli alimenti troppo piccanti, troppo conditi, troppo grassi. Se ti accorgi che qualche cibo viene digerito con difficolt, eliminalo dalla tua dieta. Latte e latticini apportano nutrimento e calcio, del quale il tuo bambino ha particolarmente bisogno: se non utilizzi questi cibi (almeno tre porzioni al giorno di latte o latticini), a partire dal 5 mese assumi qualche integratore di calcio (Calcium Sandoz fortissimo, 1 compressa disciolta in acqua, cinque giorni alla settimana). Riduci o elimina cibi e bevande ricchi di caffeina e/o teina (caff, the, cola, cioccolato). Mezzo bicchiere di vino ai pasti, se lo gradisci, non pu che farti bene. Elimina invece labitudine ad aperitivi e digestivi alcolici. Mangia poco, tante volte al giorno. Evita il pesce spada e lo sgombro: possono contenere elevate concentrazioni di mercurio. Tonno in scatola: massimo 350 grammi alla settimana (consiglio dellFDA USA). Non mangiare pesce crudo: ostriche, cozze, molluschi. Non mangiare il pesce pescato durante gare nei bacini artificiali. Insaccati crudi nostrani sono ad alto rischio di contaminazione batterica, cos come i dolci a base di uova crude: evitali. Non bere latte non pastorizzato, ed evita anche i suoi derivati (formaggelle fresche di malga).

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

20

CONSIGLI PER LA GESTANTE

Esercizio fisico
Non esistono regole standard per consigliare un particolare regime di esercizio fisico in gravidanza, il quale andr personalizzato in relazione alla tua corporatura, alle tue condizioni di salute e al livello di esercizio gi presente prima della gravidanza. Ricorda che il tuo baricentro pi basso durante la gravidanza, e le articolazioni sono pi deboli. Ecco qui sotto alcune semplici istruzioni: 1. Se gi facevi regolare esercizio fisico prima della gravidanza dovresti poterlo mantenere, solo con qualche piccolo aggiustamento. 2. Se inizi adesso con gli esercizi allo scopo di migliorare la tua salute durante la gestazione, inizia con molta gradualit e stai attenta a non esagerare. 3. Un esercizio regolare (3 volte o pi alla settimana) meglio che non eccessi di attivit seguiti da lunghi periodi di pausa. 4. Ascolta sempre il tuo corpo: se qualche esercizio produce dolore, se le pulsazioni del cuore sono pi di 140 al minuto, se non riesci a conversare mentre ti alleni, rallenta o fermati. 5. Non arrivare mai al punto di essere esausta o senza fiato. 6. Indossa calzature sportive adatte, che sostengano la caviglia e la pianta del piede. 7. Porta un reggiseno confortevole e che sostenga bene le mammelle. 8. Fai frequenti pause, bevi molta acqua, assumi frutta e carboidrati. 9. Evita la ginnastica in acqua se questa troppo calda: scegli eventualmente le ore del mattino o della sera quando la temperatura minore. 10. Dopo il quarto mese, evita gli esercizi che richiedono di stare sdraiata a lungo sulla schiena. 11. Almeno 5 minuti prima e dopo gli esercizi devono essere dedicati allo stretching e el riscaldamento/rilassamento. Attivit da evitare certamente: sci da discesa sci dacqua tuffi in acqua cavalcare aerobica ad alto impatto sport che implicano scatti e frenate improvvisi Attivit da consigliare: passeggiata bicicletta (meglio ancora la cyclette) aerobica a basso impatto aerobica in acqua nuoto esercizi di stretching esercizi di Kegel yoga
ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

21

CONSIGLI PER LA GESTANTE

Prevenzione della Toxoplasmosi


Viene trasmessa per via alimentare attraverso le feci del gatto infetto o attraverso carni crude: contratta per la prima volta in gravidanza pu danneggiare seriamente il feto. Se il tuo test per la ricerca di anticorpi per la toxoplasmosi (toxo test) risulta negativo (verr ripetuto ogni 3 mesi), questo significa che non hai anticorpi che ti proteggano, e quindi adotterai alcune precauzioni idonee ad evitarla: non mangiare carni crude o poco cotte

no agli insaccati crudi (prosciutto crudo e speck sono comunque ok perch stagionati) lava bene le mani prima di portarle alla bocca lava bene le mani dopo avere toccato carni crude lava perfettamente con semplice acqua la frutta e la verdura (potrebbero essere contaminate da feci di gatto infetto)

Non per nulla necessario allontanare il micio di casa. Utilizzerai comunque i guanti nel ripulire la sua cassetta per la sabbia. Il fatto che il toxo test sia negativo dimostra anche che non sei mai stata in contatto con questo germe, e quindi che le tue abitudini igieniche e alimentari sono adatte ad evitare questa malattia.

Devo proprio portare la panciera?


La maggior parte delle donne in gravidanza, man mano che addome e seno aumentano di volume, avvertono comodo indossare indumenti di sostegno, che vanno acquistati solo dopo avere accertato che siano gradevoli da portare. Certamente la colonna vertebrale sar meno affaticata se il pancione viene ben sostenuto. In ogni caso, se non ne avverti la necessit, se ti senti pi libera senza costrizioni, non sei proprio tenuta a portare alcun reggipancia o reggiseno.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

22

CONSIGLI PER LA GESTANTE

Auto, treno, aereo


Diciamo subito che non esiste alcuna controindicazione ai viaggi aerei di qualunque tipo. Quasi tutte le compagnie aeree, sulle linee internazionali, non imbarcano gestanti una volta compiuto il 7 mese, per non correre il rischio di un parto a bordo: ricordati quindi di munirti di un certificato attestante la tua data prevista per il parto. Anche il treno non presenta alcun problema: ricordati solo, cos come in aereo, di alzarti per una breve passeggiata ogni volta possibile e, se la situazione lo permette, di sederti con le gambe alzate. Farmaci contro la nausea e il mal d'aria, anche sotto forma di cerotti, sono controindicati. Alcune donne beneficiano invece dei braccialetti elastici per agopressione in vendita in farmacia contro la nausea. Per quanto riguarda i lunghi viaggi in automobile, bene che vengano il pi possibile limitati, poich molte gestanti ne ricavano nausea, vomito, dolori lombari, gonfiori, cistiti, infiammazione emorroidaria ed altri sintomi spiacevoli. Se proprio non puoi farne a meno, cerca di spezzare il viaggio in pi tappe, fermandoti spesso per una passeggiata e per andare in bagno. Tieni a bordo qualche cibo secco e bevande non gassate. Indossa costantemente le cinture di sicurezza. Non permettere che si fumi e non esagerare con l'aria condizionata.

Il mio sangue di gruppo diverso da quello del mio compagno.


Non ha alcuna importanza che tu sia di gruppo A, B, AB o Zero. Se tu hai un fattore Rh positivo, il problema dellincompatibilit ematica usualmente non si pone. Se tu hai un fattore Rh negativo durante la gravidanza verranno eseguiti esami periodici (test di Coombs) per verificare che non avvengano passaggi di sangue dal feto alla madre, evenienza comunque piuttosto rara. Alla nascita verr eseguita la determinazione del gruppo ematico e del fattore Rh del bimbo: se questo risulter diverso dal tuo, ovvero positivo, ti verr praticata una semplice iniezione che blocca eventuali tracce di sangue fetale passate entro di te durante il parto. Adottando queste precauzioni, straordinariamente raro che da questioni di diversit di gruppo e Rh insorgano problemi di rilievo per il tuo bambino.
ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

23

CONSIGLI PER LA GESTANTE

Cura del seno


Le mammelle iniziano a gonfiarsi gi dai primi giorni di ritardo mestruale, e per tutto il primo trimestre il loro volume aumenta, rendendole gonfie e talvolta dolenti, specie se la prima gravidanza. La sensazione di dolenzia diminuir di molto superato il primo trimestre. Se ti piace indossarlo, porta un reggiseno che sostenga bene senza costringere. Lareola mammaria (larea pigmentata attorno al capezzolo) si ingrandisce e si pigmenta maggiormente, scurendosi; sul bordo, possono comparire tante piccole rilevatezze dette tubercoli di Montgomery, costituite da accumuli di grasso, la cui funzione di lubrificare la zona della mammella interessata dalla suzione del bambino. Dopo il 5 mese potrebbe comparire una lieve secrezione dal capezzolo, di colore bianco giallognolo: il colostro, un precursore del latte vero e proprio che arriver invece due-tre giorni dopo il parto. Durante gli ultimi tre mesi potrai iniziare a preparare il seno allallattamento, soprattutto se il capezzolo non molto sporgente, con qualche esercizio da effettuare ogni giorno: sfrega gentilmente il capezzolo con un asciugamano rolla delicatamente il capezzolo tra pollice e indice 4-5 volte tira dolcemente il capezzolo prendendolo sui lati

massaggia la mammella due volte al giorno applicando una piccola quantit di GALATTOIL (prodotto erboristico in farmacia) applicane qualche goccia in pi, se lo vedi secco e screpolato se possibile esponi il seno allaria e al sole, ovviamente senza scottarlo lascia che il seno si strofini contro i tuoi indumenti se qualche goccia di colostro presente, utilizzala per idratare lareola con un lieve massaggio.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

24

CONSIGLI PER LA GESTANTE

Le cure dei denti e della bocca.


Mi sanguinano le gengive: utile una cura con fluoro?
Non mai stata dimostrata alcuna utilit delle terapie a base di fluoro per i denti o le gengive della madre, e nemmeno per i denti del bambino. Il sanguinamento gengivale piuttosto frequente in gravidanza: richiede comunque un controllo da parte del dentista, meglio se accompagnato da una accurata pulizia eseguita dall'igienista dentale. I denti e le gengive vanno spazzolati energicamente, con movimento dalla gengiva verso il dente, utilizzando uno spazzolino di media morbidezza, senza temere se inizialmente ci causasse un maggior sanguinamento. Impara anche ad utilizzare frequentemente il filo interdentale. Dopo la pulizia, da eseguire almeno tre volte al giorno, ma meglio ancora ogni volta che si mangia qualcosa, portano un certo beneficio risciacqui con soluzioni iodate astringenti (tipo Iodosan collutorio).

Ho bisogno di cure dentali: posso fare un'anestesia locale e una radiografia?


Possono essere fatte tutte le anestesie locali che necessitano, purch si utilizzi un anestetico senza vasocostrittore, certamente disponibile in ogni studio odontoiatrico (carbocaina). Baster quindi avvertire il dentista del tuo stato di gravidanza. Dopo il terzo mese possono anche essere eseguite radiografie dei denti senza alcun rischio, ovviamente proteggendo l'addome con l'apposito grembiule di piombo.

Trattare, prima della gravidanza, la malattia periodontale attiva, mediante procedure routinarie (detartrage e pulizia della porzione di radice esposta) e senza antibiotici, riduce il rischio di parto prematuro, certamente una delle complicanze pi temibili per il feto.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

25

CONSIGLI PER LA GESTANTE

Mare e montagna
Posso espormi al sole?
Certamente, solo ricordando che a maggior ragione valgono in gravidanza le solite regolette:

evitare il sole tra le 11 e le 16; affrontare l'abbronzatura, anche sul pancione se vuoi, con gradualit giorno per giorno; portare un cappellino; cospargersi di creme ad alto fattore di protezione (12 o pi) per tutta la vacanza; alzarsi spesso e passeggiare nell'acqua tra un bagno e l'altro; evitare le bevande ghiacciate; non immergersi se non ci si sente in forma.

Se ci pensi, sono le stesse precauzioni che adotterai l'anno prossimo per il tuo bambino.

Vacanze in montagna.
L'altitudine ideale per la gestante tra i 700 e i 1.200 metri. A causa della labilit attuale del tuo apparato cardiorespiratorio, ad altezze superiori possono facilmente presentarsi sintomi da mal di montagna (cefalea, nausea, vertigini, sangue dal naso ). Questo vale soprattutto se la salita avviene rapidamente, in auto o in funivia. E' ovvio che arrampicate e sci non sono indicati durante la gravidanza.

Ricorda anche, durante le passeggiate in montagna, che il tuo equilibrio, a causa del tuo nuovo baricentro, piuttosto precario e quindi pi facile del solito inciamparsi e cadere. Affronta comunque le salite con molta calma e gradualit.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

26

CONSIGLI PER LA GESTANTE

Massaggi, cura dei capelli, UVA


Posso continuare a farmi praticare massaggi?
Devi solo escludere la zona delladdome. Massaggi linfodrenanti agli arti inferiori sono anche utili per attivare il riassorbimento dei liquidi che spesso vengono trattenuti in eccesso durante la gravidanza.

Le lampade UVA non sono di per s controindicate: se ti piacciono, usale con moderazione, ed applicando filtri protettivi ed idratanti.

Posso tingermi i capelli?


I preparati per tinture e permanenti contengono derivati ammoniacali che, se assorbiti attraverso la cute in grande quantit (come pu accadere alle parrucchiere con mani non protette, o alle modelle), possono rappresentare un pericolo per il bambino. La quantit di queste sostanze che pu essere assorbita con un normale singolo trattamento di tintura e/o permanente da ritenere invece del tutto trascurabile e quindi potrai continuare le tue normali abitudini di acconciatura dei capelli anche in gravidanza.

I rapporti sessuali possono continuare come prima?


Non cambia proprio niente, persino nell'imminenza della nascita, anche se una maggior delicatezza ed il rispetto della nuova forma del tuo corpo sono certamente da raccomandare. Ascolta comunque i segnali che il tuo corpo ti invia: se hai dolori o perdite ematiche dopo il rapporto, diminuiscine la frequenza ed in occasione dei controlli periodici consigliati con il medico.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

27

CONSIGLI PER LA GESTANTE

La trombosi del viaggiatore


Tra le persone che viaggiano vi una crescente preoccupazione per la possibile correlazione tra trombosi venosa e voli in aereo. Tale patologia, nota anche come sindrome da classe economica, pu colpire i passeggeri che restano seduti per molte ore in posizione scomoda. In realt, la trombosi venosa pu manifestarsi anche in altre forme di viaggio, per cui pi corretta la definizione "trombosi del viaggiatore ". La stasi venosa indotta dalla mancata attivazione dei muscoli delle gambe per lunghi periodi, e quindi il venir meno dell'effetto pompa provocato dalle contrazioni muscolari sui vasi sanguigni - come pu avvenire in viaggi aerei, in auto, ma anche in seguito a partecipazione a spettacoli, a lunghe sedute di lavoro, ecc. in grado di provocare, imprevedibilmente, una trombosi nelle vene profonde delle gambe, soprattutto nei soggetti a rischio, tra cui le gestanti.

Raccomandazioni per la gestante, qualora il volo superi le 6 ore:


indossare abiti e scarpe comodi compiere frequenti esercizi fisici degli arti inferiori non accavallare a lungo le gambe camminare con regolarit se possibile bere molta acqua o altri liquidi ridurre al minimo l'assunzione di alcool evitare l'uso di sedativi acido acetilsalicilico a basse dosi, ovvero 100 mg al giorno iniziando 7 giorni prima e finendo 10 giorni dopo (se non controindicato) calze a compressione graduata da 80 denari o pi

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

28

I DISTURBI DELLA GRAVIDANZA

Batticuore
La presenza della placenta impone al tuo cuore di battere pi velocemente, pompando anche pi sangue ad ogni battito, mentre la pressione arteriosa tende a diminuire. Questi cambiamenti circolatori spesso vengono percepiti come batticuore, o anche come cuore in gola, talvolta con sensazioni di mancafiato. Sono fastidi innocui, cui ti abituerai, ma se si facessero troppo insistenti parlane al tuo medico di famiglia per un controllo cardiologico, quantomeno per rassicurarti.

Ricorda comunque che se hai questi problemi conviene:


non stenderti subito dopo mangiato non riempire molto lo stomaco preferire la seggiola alla poltrona passeggiare

Bruciori di stomaco
Si manifestano frequentemente dal 5 mese in avanti e sono dovuti alla compressione che lutero ingrandito esercita sugli organi addominali, nonch alla fisiologica lentezza del processo digestivo in gravidanza. Molte volte i bruciori risalgono lungo lesofago fino alla gola. Conviene : ricercare i cibi che ti pare peggiorino la situazione ed eliminarli (soprattutto spezie e grassi) ingerire cibi secchi (biscotti, crackers, crosta di pane) effettuare tanti piccoli pasti, frazionando i pasti principali evitare di bere molto durante i pasti abolire fumo, caffeina (anche il caff decaffeinato ne contiene), cioccolato, alcool non stendersi sul divano o a letto subito dopo i pasti rialzare la testa del letto di 10 cm

utilizzare antiacidi al bisogno ( Maalox, 2 compresse masticate dopo i pasti principali, oppure Magnesia Bisurata Aromatic, 1 compressa masticata al bisogno, max 4 al giorno ).

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

29

I DISTURBI DELLA GRAVIDANZA

I cambiamenti della pelle


Tra il pube e lombelico (questultimo tende ad appiattirsi) compare spesso una linea pi pigmentata (linea nigra) che pu anche risalire fino allo sterno: scomparir lentamente dopo il parto, allo stesso modo di una intensa abbronzatura. Anche sul viso possono comparire chiazze pi scure tipiche della gravidanza (cloasma), che si accentuano molto esponendosi al sole. Destate quindi porta un cappello largo ed utilizza filtri solari ad elevata protezione (12 o pi). Sulladdome potrebbe presentarsi una sottilissima peluria: anche questo fenomeno scomparir dopo la nascita del bambino. Alcune gestanti lamentano prurito diffuso soprattutto alladdome, al seno, alle gambe: questo solitamente dovuto alla distensione della cute. Se capitasse anche a te: indossa solo magliette di cotone, evitando capi di lana o sintetici sulla pelle lavati spesso aspergiti con un po di talco mentolato tagliati a zero le unghie per evitare di graffiarti involontariamente di notte. Se il disturbo aumenta e si estende, avverti comunque i tuoi curanti. Alcune donne osservano una notevole caduta dei capelli: non spaventarti, nuovi capelli ricrescono immediatamente. Cura molto ligiene del cuoio capelluto, con frequenti lavaggi con shampoo di buona qualit ed energiche spazzolature, anche se ti pu sembrare che ci aumenti la caduta dei capelli.

Smagliature
Sono lacerazioni pi o meno estese del derma, che cede quando sottoposto ad una distensione eccessiva. Appaiono inizialmente come striature rossastre, specie su addome, glutei e seno, e guariscono successivamente lasciando cicatrici permanenti, talvolta sottili e incolori, altre volte assai inestetiche. La migliore prevenzione si basa su un ridotto aumento di peso, evitando cos che la pelle delle zone interessate venga eccessivamente stirata. Utile anche la tonificazione dei tessuti con la ginnastica, e qualche beneficio possono forse apportare massaggi e creme elasticizzanti.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

30

I DISTURBI DELLA GRAVIDANZA

Crampi e formicolii

Sono legati alla difficoltosa circolazione ematica e linfatica, e, raramente, a carenza di potassio e magnesio. Compaiono pi frequentemente di notte, quando limmobilit rallenta ulteriormente la circolazione. E utile alzarsi, passeggiare e massaggiare la parte interessata. Un esercizio di stretching che spesso funziona per i crampi alla gambe quello di appoggiare la mani alla parete da una distanza di quasi un metro, e spingere in terra a piedi nudi con la gamba dolente come se si volesse spostare la parete. Prima di andare a letto la sera, una passeggiata, un massaggio alle gambe diretto dal basso allalto, un bagno caldo possono aiutarti, cos come indossare di giorno calze elastiche a compressione graduata ad almeno 70 denari. Aumenta anche nella tua dieta i cibi ricchi di minerali (limoni, arance, banane, insalata fresca e meloni).

Secrezioni vaginali
Aumentano, talora di molto, durante la gravidanza, in seguito ai segnali ormonali che la vagina riceve ed allaumentata vascolarizzazione di tutto il territorio pelvico. Se non ci sono prurito, bruciore o cattivo odore, laumento delle perdite del tutto fisiologico: cura particolarmente ligiene intima con frequenti lavaggi con acqua e una piccola quantit di sapone liquido acido (lo trovi anche al supermercato), cambia frequentemente la biancheria (di cotone) e gli eventuali pannolini protettivi. In ogni caso utile verificare allinizio (talvolta) e al termine della gestazione (sempre) la normalit dellambiente vaginale eseguendo un tampone vaginale che escluda la presenza di germi che possono portare a parto prematuro o rottura della membrane, oppure anche contaminare il bambino durante il parto.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

31

I DISTURBI DELLA GRAVIDANZA

Gonfiori e dolori emorroidari


Le emorroidi sono le vene dellano, che talvolta tendono a gonfiarsi e trombizzarsi in seguito alla difficile circolazione del sangue causata dalla pressione dellutero gravido. Consigli: curare perfettamente ligiene locale, lavandosi con acqua e sapone acido dopo ogni evacuazione fare frequenti risciacqui con acqua fredda evitare in ogni modo la stitichezza non spingere forte durante levacuazione (eventualmente usare supposte di glicerina) mantenere in ogni caso le feci soffici (dieta ricca di fibre, 2 litri di acqua al giorno, blandi lassativi, supposte di glicerina) applicare una crema apposita (ottime Ruscoroid ed Emorril) Se il dolore forte, per qualche giorno, dopo il terzo mese, possono essere assunte 2 bustine al giorno di Aulin o antinfiammatori simili.

Frequente bisogno di urinare


E uno dei primi segni di gravidanza, collegato a stimoli ormonali, alla compressione dellutero prima, e della testa del bimbo poi. Questo fenomeno durer quindi per tutta la gravidanza, e non c nulla che tu possa fare per prevenirlo, se non recarti molto frequentemente in bagno. Non cercare di trattenere lurina: ci ti porterebbe solo fastidi e maggiori rischi di infezioni delle vie urinarie. Continua a bere molti liquidi (acqua, latte, spremute) per tutta la gestazione. Avverti invece i tuoi curanti se lurinare ti provoca costantemente dolore o bruciore, o peggio ancora

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

32

I DISTURBI DELLA GRAVIDANZA

Sindrome influenzale
In caso di influenza le istruzioni da seguire sono: riposo a letto sino a completo ristabilimento Tachipirina da 1 a 4 compresse al giorno, quanto basta a mantenere la temperatura sotto 37.5C umidificare la stanza con vaporizzatori o panni bagnati sui caloriferi bere abbondanti liquidi e spremute di frutta fresca ridurre lalimentazione per la tosse, Bronchenolo o simili se il naso molto chiuso, irrigazioni con acqua di mare spray, limitando al massimo luso di spray vasocostrittori (es. Vicks Sinex, Rinazina), riservandone eventualmente luso a 2-3 spruzzi al giorno, durante le ore notturne o ai pasti principali.

La vaccinazione antiinfluenzale in gravidanza fortemente raccomandata.

Insonnia
Poche donne dormono bene durante gli ultimi tre mesi, a causa delle modificazioni ormonali tipiche dello stato, di una certa ansia circa il bambino e il parto, dellingombro del pancione, dei movimenti del bambino, della difficolt a trovare una posizione confortevole, ecc.

Consigli:
non coricarti troppo presto non mangiare troppo a cena fai una passeggiata serale bevi un bicchiere di latte caldo prima di andare a letto, oppure una tisana (camomilla, valeriana) fai un bagno caldo (attenta a non scivolare quando entri ed esci dalla vasca) stai sul fianco, con un cuscino sotto laddome o tra le gambe prova ad addormentarti con uno o due cuscini che ti tengano semiseduta non cercare di dormire a tutti i costi: alla peggio, alzati e leggi o guarda la TV ricorda che sedativi, tranquillanti e ipnotici sono dannosi pi esercizio fisico fai durante il giorno, meglio dormirai la notte

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

33

I DISTURBI DELLA GRAVIDANZA

L esercizio di Kegel
I muscoli del pavimento pelvico sono inseriti allinterno della struttura ossea del bacino e sopportano come unamaca il peso degli organi addominali e pelvici. Durante la gravidanza questi muscoli possono sfiancarsi, in seguito allaumentato peso dellutero e allazione degli ormoni placentari. Per prendere coscienza di come questi muscoli lavorano, la donna dovrebbe imparare a mettere in tensione e rilassare i muscoli che circondano luretra, la vagina e lano, ricordando che si tratta di un unico gruppo muscolare. Un semplice metodo per identificare ed esercitare i muscoli del pavimento pelvico pu essere effettuato ogni volta che si urina, interrompendo e riprendendo pi volte il getto (pip-stop). Una volta ben compreso di quali muscoli si tratta, per aumentare e mantenere il loro tono spesso compromesso dalla gravidanza, potr essere correttamente eseguito lesercizio di Kegel: contrai fortemente i muscoli del pavimento pelvico mantenendoli in tensione mentre conti lentamente fino a 5 rilassali completamente gonfia i muscoli gentilmente verso il basso, bloccando il respiro e spingendo come per scaricarti rilassati ripeti lesercizio moltissime volte al giorno: lo puoi fare in ogni posizione, anche mentre leggi o guardi la TV Gli esercizi di Kegel ti aiuteranno ad evitare involontarie perdite di urina durante le ultime settimane di gravidanza, a tollerare meglio e senza dolori laumento di peso dellutero, a spingere meglio il bimbo durante il parto. Impegnati ad eseguirli: non sono certo faticosi, ed anche la tua vita sessuale potrebbe avvantaggiarsene.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

34

I DISTURBI DELLA GRAVIDANZA

Mal di schiena e dolori sciatici


Man mano la gravidanza progredisce, la tua postura cambia, spingendoti allindietro in relazione al progressivo aumento di volume dellutero. Anche le articolazioni a livello pelvico e della colonna vertebrale sono pi lasse, ed il tuo peso aumenta. Tutto ci pu produrre lombalgie e dolori lungo il decorso del nervo sciatico (dalla colonna vertebrale al polpaccio, attraversando glutei e cosce).

Previeni il mal di schiena:


non aumentare troppo di peso riposati quando ti senti stanca quando sei in piedi, spingi i fianchi in avanti e mantieni il busto ben dritto se devi stare molto in piedi ferma, alza una gamba appoggiandola su un apposito gradino che avrai cura di piazzare al posto giusto siediti sulla sedia piuttosto che sul divano, e mantieni la schiena diritta magari aiutandoti con un cuscino se sollevi qualcosa da terra, fallo piegando le gambe e non la schiena non sollevare oggetti pesanti porta scarpe comode con tacchi bassi prova ad indossare una pancierina che sostenga bene lutero dormi su un materasso duro nuota e fai ginnastica in palestra, avvertendo listruttore del tuo stato e dei tuoi problemi

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

35

I DISTURBI DELLA GRAVIDANZA

Nausea e vomito
Non tutte le gestanti ne soffrono, e di solito scompaiono alla fine del terzo mese. Sono pi frequenti al mattino e spesso vengono peggiorati dalla vista e dallodore dei cibi in cucina. Ricorda che nel primo trimestre non tanto importante mangiare, quanto idratarsi e fornire al proprio corpo sali minerali e vitamine. Adotta quindi una dieta ricca di frutta e verdura e, se riesci, anche spremute darancia ben zuccherate e bevande tipo Gatorade. Conviene fare tanti piccoli pasti, evitando che lo stomaco resti vuoto a lungo, e molte donne si giovano di bevande gassate come anche di biscotti secchi, crakers, grissini. Evita il latte, il caff, la limonata calda. Prova con mandorle e nocciole. Mangia esclusivamente ci che ti piace ed evita anche solo di annusare i cibi che ti danno la nausea. Molte donne trovano qualche beneficio nel the alla menta, da bere molte volte ma in piccole quantit. Prova anche con i braccialetti antinausea per il mal di mare. Stai il pi possibile fuori casa tua e fuori dalla casa di mamma. Qualora il vomito ti impedisse di alimentarti e di idratarti per pi di 2 giorni, contatta i tuoi curanti, gi sapendo che forse ti proporranno (poich utile) un ricovero in ospedale per qualche giorno.

Un ottimo consiglio erboristico (in farmacia):


Bioem soluzione 20 gocce al mattino 20 gocce al pomeriggio diluite in poco liquido, per 1 mese o pi

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

36

I DISTURBI DELLA GRAVIDANZA

Stipsi
Deve essere combattuta con ogni mezzo, poich tende ad aggravarsi in gravidanza. Pu portare a: dolori addominali nausea cefalea brufoli

infiammazione emorroidaria

Consigli:
dieta ricca di scorie (frutta e verdura cotte, cereali, corn flakes) bere molta acqua e succhi di frutta, specie di prugna kiwi, prugne secche fibre (Dicoplus 100 cps, 2+2+2 capsule al giorno) alghe (Planten Serono 1 busta al d) blandi lassativi (Agiolax, Tamarine) supposta di glicerina piccoli clismi (clisteri preconfezionati) esercizio fisico regolare (nuoto, passeggiate)

Varici alle gambe


Le vene delle gambe sono particolarmente impegnate durante la gestazione ma, se ben strutturate costituzionalmente, non danno di solito problemi, a parte una certa pesantezza. Se sono destinate invece a diventare varicose, e questa di solito una condizione famigliare, diventano gonfie, visibili, dolenti, e tendono a produrre stravasi ematici nel sottocute. I cosiddetti farmaci vasoprotettori hanno poca o nulla efficacia.

Cerca invece di limitare i danni seguendo alcune regole:


indossa tutto il giorno (se non fa troppo caldo) calze elastiche da almeno 70 denari quando sei stesa appoggia le gambe su un tavolino con cuscino non portare calzini corti a gambaletto non indossare calzoni stretti che producano costrizione alle cosce quando sei seduta, non accavallare le gambe se stai in piedi a lungo, muoviti il pi possibile, o almeno contrai spesso i muscoli dei polpacci non portare scarpe con tacchi pi alti di 5 centimetri non depilarti con cerette a caldo rimani il meno possibile nel bagno caldo non fare massaggi energici alle gambe. fai esercizio fisico regolare, soprattutto nuoto e passeggiate.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

37

IL PARTO SI AVVICINA

Cosa portare per il bambino


Non preoccuparti troppo per il corredino del neonato: la permanenza in ospedale sar breve e i tuoi familiari porteranno da casa quel che dovesse rivelarsi utile. A titolo indicativo potresti preparare: Inverno maglietta di lana con interno di cotone, a manica lunga a piacere, camicino di fibra naturale maglioncino di lana o felpa. oppure tutina di ciniglia mutandine di spugna ghettine di lana o felpa calzine di lana o babbucce bavaglia copertina di lana per il soggiorno del neonato nella stanza della mamma Estate maglietta di cotone a mezza manica a piacere, camicino di fibra naturale maglioncino di cotone o felpa leggera, oppure tutina di cotone mutandine di spugna ghettine di cotone o felpa leggera calzine di cotone bavaglia copertina di cotone per il soggiorno del neonato nella stanza della mamma

Stagioni intermedie Il corredino del neonato va valutato in base alla temperatura esterna.

Per tutto quanto sopra, ricorda che i vestitini del neonato dovranno essere cambiati circa 4 volte durante tutto il periodo di una degenza ordinaria.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

38

IL PARTO SI AVVICINA

Cosa portare per te


Preparati pi o meno come per una vacanza in campeggio: solo a titolo indicativo potresti organizzarti cos: accappatoio e asciugamani mutandine di cotone o monouso (2 al giorno) ciabatte o pantofole comode reggiseni comodi da allattamento con relative coppette di protezione camicia da notte di cotone, meglio se a manica corta vestaglia calzine salvapiede set per la toilette con sapone neutro, meglio se liquido phon

Si raccomanda di curare particolarmente la pulizia personale, con docce frequenti e utilizzo di sapone neutro, anche al fine di prevenire le infezioni del puerperio. Prima di ogni visita, vuota la vescica e provvedi all'igiene intima. Evita la biancheria sintetica, perch favorisce l'eccessiva sudorazione, i cattivi odori e le irritazioni cutanee. Cambiati continuamente. Non portare in ospedale oggetti preziosi (lascia a casa anche la fede). Non ricoprire le unghie di smalto.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

39

IL PARTO SI AVVICINA

I corsi di preparazione al parto

Qualcuno preferisce chiamarli incontri di accompagnamento alla nascita ma, comunque li si voglia identificare, consistono in una serie di incontri, in gruppi di circa 10 gestanti eventualmente con i loro compagni, riguardanti i fenomeni della gravidanza e del parto. Vengono anche insegnati esercizi utili in previsione della nascita e tecniche elementari di rilassamento. Per chi interessata, previsto anche un incontro sullanalgesia epidurale in travaglio (parto indolore). Questi incontri si svolgono generalmente dal settimo mese (anche se sarebbe invece utile che iniziassero dal secondo mese) ed il loro effetto, per un migliore controllo e gestione del dolore del travaglio, spesso soddisfacente, specie per le donne che partoriscono per la prima volta. E raccomandabile che gli operatori che conducono gli incontri siano anche implicati nella gestione della sala parto dellospedale dove intendi partorire (si tratta quasi sempre di un ostetrico/a). Se i corsi di preparazione ti interessano, i tuoi curanti potranno darti le opportune indicazioni.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

40

IL PARTO SI AVVICINA

Il parto in analgesia

Molte donne riescono, soprattutto se ben preparate, a controllare lansia e la paura legate al parto e in questo modo la percezione delle sensazioni dolorose ridotta. Altre donne non sono in grado di mantenere un sufficiente autocontrollo, oppure hanno una soglia del dolore particolarmente bassa: sono queste le migliori candidate al parto in analgesia epidurale.

Sappi da subito che ci implica che il livello di medicalizzazione del parto venga aumentato a spese della sua naturalit. Il sollievo che lanalgesia epidurale pu portare veramente enorme.
La tecnica dellanalgesia epidurale per il parto trova senzaltro la sua migliore indicazione nella donna che partorisce per la prima volta, per il semplice fatto che il travaglio dura molto di pi che non nella donna gi mamma. SE LA COSA TI INTERESSA PARLIAMONE. E anche disponibile un opuscoletto edito dallAzienda Spedali Civili per meglio informarti sui particolari di questa forma di analgesia, che non presenta importanti pericoli, ma alcune controindicazioni.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

41

IL PARTO SI AVVICINA

Capir quando verr il momento del parto?


Non c' dubbio che anche tu, come i milioni di donne che ti hanno preceduto in questa esperienza, non avrai alcun problema a raggiungere in tempo l'ospedale. Non badare a contrazioni intense ma non dolorose, e non pensare al tanto descritto "tappo mucoso": sono segnali che possono precedere il parto anche di settimane. Quando le contrazioni diventeranno francamente dolorose, come durante un'indigestione, guarda l'orologio: se si presentano per pi di 1 ora almeno ogni 3-5 minuti, senza alcuna fretta preparati per il ricovero, portando la valigia che avrai gi preparato da tempo, e la scheda della tua gravidanza con gli esami. Se invece, dopo un po, si attenuano o si diradano, non muoverti da casa. Potrebbero invece, con o senza dolori, rompersi le membrane amniotiche (perdere le acque): se il liquido limpido, come acqua o urina chiara, puoi aspettare alcune ore prima di ricoverarti (il parto avverr entro 1236 ore). Se invece il liquido ti apparisse marrone o verdastro, avviati subito in ospedale: questo colore scuro potrebbe segnalare problemi di ossigenazione per il bimbo, e quindi bene che vengano subito eseguiti ulteriori controlli.

Dove mi devo recare in ospedale?


Sali direttamente al reparto di ostetricia (5 piano a Gardone V.T., 6 piano al Civile di Brescia). Alle pratiche burocratiche penseranno in un seguito i tuoi accompagnatori. Il pronto soccorso per eventuali tuoi problemi viene infatti svolto in reparto, NON al pronto soccorso generale che serve per incidenti, malattie, ecc. Puoi comunque entrare in macchina al Pronto Soccorso, oppure a piedi dallingresso pedonale, in tutti gli Ospedali.

LOspedale di Gardone V.T.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

42

IL PARTO SI AVVICINA

Chi mi assister al parto?


Per ogni tua necessit verrai assistita dai medici e dalle ostetriche in quel momento di guardia presso la sala parto. Questo team, diversamente dai tuoi curanti, attivo 24 ore al giorno, 365 giorni allanno. Chiedi comunque dei tuoi curanti che, se presenti, saranno ben lieti di aiutarti e di esserti vicini, in accordo comunque con il medico di guardia in quel momento.

Come posso controllare i movimenti del mio bambino?


I movimenti del bambino sono considerati segno del suo benessere e quindi utile che tu li verifichi giornalmente dopo il settimo mese: solitamente il bimbo viene avvertito pi volte al giorno, e questo pi che sufficiente. Se hai limpressione che il bimbo non si muova da molte ore, prova a stenderti sul letto, coricata sul fianco: il bambino dovrebbe sentirsi muovere almeno tre volte in mezzora. Se questo non accade, nemmeno massaggiando la pancia, utile che ti rechi in ospedale dove, in qualsiasi momento, potr essere eseguito un controllo elettronico della buona ossigenazione del bambino. Anche se per te pu essere disagevole, non rimandare a domani questi controlli se sei in dubbio: il bimbo ne guadagner in sicurezza, e tu in serenit.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

43

IL PARTO SI AVVICINA

Il taglio cesareo Stark


Cos?
E una variante del taglio cesareo classico, definita talvolta nelle riviste divulgative come piccolo taglio cesareo o anche taglio cesareo dolce. Presenta numerosi vantaggi: minor dolore della madre rapido recupero post-operatorio rapida ripresa dellattivit intestinale e dellalimentazione tempi operatori dimezzati La tecnica di Stark consiste nel limitare il taglio dei tessuti con bisturi e forbici, affidando buona parte dellapertura delladdome e dellutero allazione smussa delle dita del chirurgo, che divide le fibre allo stesso modo che il sarto utilizza per ampliare un piccolo taglio eseguito sulla stoffa, affidando alla trazione laprirsi del tessuto lungo linee di cedimento naturali. I tessuti cos aperti risultano meno danneggiati e sanguinanti, e la loro chiusura richiede pochissimi punti di sutura. Inizialmente ideato da Stark per essere eseguito in ambiti con risorse sanitarie scarse, stato in seguito grandemente perfezionato e si evoluto con modifiche personalizzate dai chirurghi che vi si sono dedicati. Il successo di questa tecnica quindi fortemente condizionato dallesperienza delloperatore, in quanto deve essere eseguito perfettamente e con numerose varianti perch se ne ottengano tutti i vantaggi sopra elencati.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

44

IL PUERPERIO

I fenomeni del puerperio,

ovvero i primi 40 giorni dopo il parto.

Le lochiazioni (perdite siero-ematiche) dopo il parto proseguono usualmente per circa 3 settimane, diventando man mano pi scarse fino a scomparire. Dopo circa 10 giorni dal parto pu presentarsi una piccola emorragia della durata di qualche ora, causata dal distacco della crosticina dentro allutero, dove era inserita la placenta. Vere e proprie emorragie, o il persistere di perdite ematiche per pi di 20 giorni, non sono fenomeni normali, e vanno segnalati ai tuoi curanti. I crampi che accompagnano il rimpicciolirsi dellutero si attenueranno cos come le lochiazioni.

Gambe e piedi gonfi, spesso accompagnati da formicolii e crampi, si


sistemeranno in 10-20 giorni: sono causati dai liquidi accumulati durante la gravidanza che stanno per essere smaltiti. I punti dellepisiotomia (se ti stata praticata) cadono da soli entro circa una settimana: mantienili ben lavati pi volte al giorno con acqua fresca, e con sapone ogni volta che ti scarichi. Asciugati senza paura: i punti non si strappano, ed una volta che si sono consumati bene che cadano. Se hai partorito con il taglio cesareo, attendi a fare la doccia sin quando il bambino avr 5-6 giorni. A quel punto, stacca il cerotto e, nella doccia o seduta sul bidet, lava la sutura con acqua abbondante ogni giorno, rimuovendo senza timori le eventuali piccole secrezioni sieroematiche. Poi asciugati con i normali teli da bagno, ed effettua la medicazione giornaliera con un blando disinfettante non alcoolico (lascia perdere quelli che macchiano) e ricopri la pelle con una garza sterile, fissata da un cerotto di carta. Se si sporca o si stacca, cambia la garza anche pi volte al giorno se necessario. In circa 20 giorni la guarigione sar completa ed interromperai ogni trattamento, come se si trattasse di una ferita superficiale. Mantenere la cicatrice coperta molto a lungo, anche con un semplice cerottino, contribuir alla buona riuscita estetica della cicatrizzazione.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

45

IL PUERPERIO

Ricordati che momentanei episodi di pianto e/o depressione fanno parte dellesperienza di ogni mamma, anche non alle prime armi. Non preoccupartene, e combattili distraendoti, uscendo di casa in compagnia, invitando qualcuno a trovarti. Se non allatti, il primo flusso mestruale (capoparto), magari un po pi lungo o breve del solito, dovrebbe presentarsi entro 6-8 settimane dal parto, o da quando hai interrotto lallattamento. Se invece allatti, potresti non mestruarti per 5-6 mesi o pi; comunque, se anche il flusso si presentasse durante lallattamento, non preoccuparti e continua tranquillamente le poppate. Se non hai disturbi i rapporti sessuali possono essere ripresi circa 1 mese dopo il parto, inizialmente con un certo riguardo. Molte mamme non ne hanno invece alcun desiderio: ci fisiologico e ti accorderai con il tuo partner per posporre queste attivit a quando ti sentirai pronta. La tua fertilit in questo periodo certamente ridotta, ma non azzerata anche se allatti: sii quindi prudente, utilizza il profilattico e inizia a pensare, magari in accordo con il tuo compagno, a quale metodo contraccettivo ti converr utilizzare. Nelle pagine che seguono troverai una sintetica descrizioni dei metodi contraccettivi.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

46

IL PUERPERIO

Lallattamento materno.
Se allatti al seno, il tuo latte lunico alimento di cui il bimbo necessita durante almeno i primi 4-6 mesi di vita. Se il latte non si presentasse o se improvvisamente dovesse sparire, non farne una tragedia; al tempo stesso impegnati per allattare attivamente il tuo bimbo, ricordandone i molti vantaggi: il tuo latte contiene esattamente la giusta quantit di elementi nutritivi e non mai troppo povero o troppo grasso il tuo latte facile da digerire per lapparato digestivo ancora immaturo del bambino il tuo latte contiene anticorpi che lo aiutano a proteggersi da infezioni batteriche e virali il tuo latte riduce la possibilit che il bambino sviluppi reazioni allergiche il tuo latte sempre pulito ed alla giusta temperatura il tuo latte sempre pronto per essere offerto al bambino affamato Allattare al seno aiuta anche te: lallattamento al seno costa molto meno del latte in polvere lallattamento al seno consuma le scorte di grasso e ti aiuta a perdere peso lallattamento al seno aiuta lutero ad involversi, ritornando al suo volume originale lallattamento al seno ti avvicina al tuo bambino sia fisicamente che emotivamente Il consiglio di una sorella o di una amica che abbiano allattato recentemente potr aiutarti in questa attivit che, pur essendo naturale, pu essere meglio appresa.

Cerca di assumere sempre una posizione comoda e non contratta, evitando anche di sostenere tutto il peso del bambino con un braccio.

Ricordati anche, soprattutto i primi giorni, mentre il bimbo impara a succhiare, che nella sua bocca deve entrare gran parte dellareola, e non solo il capezzolo.
ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

47

LA CONTRACCEZIONE

La contraccezione.
Se larrivo di altri bambini a breve termine desiderato o non costituisce per voi un problema, questo capitolo da saltare. Diversamente ecco alcuni appunti sui metodi contraccettivi pi diffusi: leggili ed inizia a discutere con il tuo compagno quale potrebbe meglio adattarsi a voi. Ne riparleremo insieme durante la visita di controllo due mesi dopo il parto.

Pillola
Indice di Pearl (n di gravidanze in 100 anni di uso corretto) = 0,18 Il progressivo ridursi dei dosaggi ormonali utilizzati ha reso la pillola idonea ad essere utilizzata per pi di 15 anni senza alcun problema, purch non esistano controindicazioni: tromboflebiti tumori mammari epatopatie in atto lupus eritematoso malattie coronariche e cerebrovascolari diabete con vasculopatia grave ipercolesterolemia valvulopatie cardiache

Esistono anche controindicazioni non assolute, ma che generalmente sconsigliano di utilizzare a lungo la pillola: emicrania depressione psichica terapia antiepilettica fumo (+ di 5 sigarette) dopo i 35 anni

Se non rientri in nessuna di queste categorie potrai rivolgerti tranquillamente alla pillola, senza rischi. Oltre ad una contraccezione sicura ne ricaverai anche flussi regolari, leggeri e pressoch senza dolore. Alcune donne non tollerano comunque questo farmaco: potrebbero comparire aumento di peso, ritenzione idrica, cefalea, nausea, diminuzione del desiderio sessuale. Sospendendo la pillola, questi effetti collaterali comunque scompaiono prontamente. La pillola classica non pu essere utilizzata durante lallattamento. Ne esiste comunque una variante utilizzabile anche mentre allatti, anche se con una certa frequenza pu produrre qualche sanguinamento irregolare dai genitali.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

48

LA CONTRACCEZIONE

Spirale
Viene anche definita IUD (dispositivo intrauterino). Indice di Pearl (n di gravidanze in 100 anni di uso corretto) = 1.5 E un minuscolo oggetto di nylon rivestito da un filo di rame avvolto a spirale. Viene inserita nella cavit uterina, con scarso o nullo dolore, possibilmente durante il flusso mestruale. Non la puoi utilizzare in caso di: utero malformato flussi molto abbondanti allergia al rame fibromi uterini flussi molto dolorosi storia di infezioni pelviche

Se il tuo corpo si adatter alla spirale (85% dei casi), potrai tenerla per 5 anni prima di sostituirla; diversamente (dolori, continue perdite ematiche) pu essere rimossa in qualunque momento. Tu e il tuo compagno non ne avvertirete la presenza durante i rapporti. Pu essere applicata anche durante lallattamento, se il flusso compare.

Profilattico (Condom o preservativo)


Indice di Pearl (n di gravidanze in 100 anni di uso corretto) = 3 Non necessita del dottore e non presenta controindicazioni. Il suo utilizzo in costante aumento.

Sterilizzazione
Indice di Pearl (n di gravidanze in 100 anni di uso corretto) = 0,18 Non un metodo reversibile, ovvero produce una sterilit permanente, e di conseguenza adatta a coppie mature, stabili e convinte a non avere pi bambini indipendentemente a quanto il futuro potrebbe riservare alla loro unione o ai loro figli. Sia nella versione femminile che in quella maschile non produce alcun inconveniente sulla produzione di ormoni o sulla vita sessuale. Per la donna richiesta lanestesia generale (1 giorno di ricovero in ospedale e un piccolo intervento laparoscopico attraverso lombelico). Per luomo viene praticata in anestesia locale, ambulatorialmente (comunque da prevedere 3 giorni di riposo a casa).

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

49

LA CONTRACCEZIONE

Coito interrotto
Indice di Pearl (n di gravidanze in 100 anni di uso corretto) = 15 E probabilmente il metodo pi utilizzato ma poco efficace. Alcune coppie lo utilizzano nei giorni appena prima o appena dopo le mestruazioni, passando al preservativo nei giorni centrali del ciclo, pi rischiosi. Pu essere utilizzato da coppie che desiderino attendere prima di una nuova gravidanza, ma per le quali non sia un problema un eventuale fallimento del metodo.

Persona
Si tratta di un apparecchietto computerizzato che si basa sulla data delle mestruazioni e sul dosaggio di alcuni tuoi ormoni, che la macchina stessa ti richiede in determinati giorni, da effettuarsi con apposite striscioline di carta immerse nellurina. Nei 6-8 giorni al mese il cui il semaforo del computer rosso non si possono avere rapporti, e si tratta quindi di un perfezionamento dei metodi naturali. Richiede alla coppia una serena accettazione dellastinenza periodica o delluso del profilattico. Indice di Pearl (n di gravidanze in 100 anni di uso corretto) = 8-10, anche se bisogna segnalare che non esistono ancora ampi studi in proposito.

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

50

LA PREVENZIONE DELLA SIDS

La SIDS
Cosa la SIDS?. Significa Sudden Infant Death Syndrome: dispiace parlare di argomenti come questo, ma meglio che ci informiamo anche sulla morte in culla o morte bianca. Si tratta della morte improvvisa e inaspettata di un lattante sotto lanno di vita che rimane inspiegata anche dopo un attento esame del bambino, della sua storia clinica e dellambiente in cui si verificata. Molte statistiche dei paesi evoluti indicano che la SIDS la principale causa di morte dei bambini entro il primo anno di vita: in Italia si ritiene che riguardi 1 bambino su 1000.

Le cause della SIDS sono ancora incompletamente conosciute, ma stato dimostrato che adeguandosi ai semplici suggerimenti che seguono il rischio di morte in culla si riduce del 50%.

Mettetelo a dormire a pancia in su, almeno nei primi 6 mesi di vita. Non fumate in gravidanza e durante lallattamento. Nessuno deve fumare nella stanza del bambino e in sua presenza. Non vestitelo eccessivamente e non coprite il capo del bambino durante il sonno. Non avvolgetelo in troppe coperte. Non superate nella stanza i 20C. Aerate frequentemente lambiente.

Fatelo dormire in un lettino: con un materasso rigido e senza cuscino in cui non ci siano spazi vuoti tra il materasso e le sponde in cui non vi siano ingombri (giocattoli, peluche, ecc.) con una distanza massima di 6 cm tra le sbarre E consigliabile che: non dorma nello stesso letto dei genitori dorma, durante i primi mesi, nella stanza dei genitori venga allattato al seno, purch la mamma non fumi

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

51

I LINKS PER SAPERNE DI PIU

ASM - ASSOCIAZIONE & FILO ROSSO

PER LO

STUDIO

DELLE

MALFORMAZIONI

http://www.asmonlus.it/

GLI SCREENING IN GRAVIDANZA

Columbia University Medical Center http://cpmcnet.columbia.edu/texts/gcps/gcps0046.html CATALOGO DELLE ANOMALIE FETALI DIAGNOSTICABILI CON LECOGRAFIA Joseph Woo http://www.ob-ultrasound.net/anomaly.html - top LE COMPLICAZIONI DELLA GRAVIDANZA Baby Center http://www.babycenter.com/pregnancy/pregcomplications /index AMNIOCENTESI E CVS CDC Centers for Disease Control and Prevention Atlanta http://www.phppo.cdc.gov/cdcRecommends/showarticle.a sp?a_artid=M0038393&#top LA
GRAVIDANZA AD ALTO RISCHIO.

http://www.chkd.org/high_risk_pregnancy/sitemap.asp IL SITO WEB DEL MINISTERO DELLA SALUTE USA. http://www.ask.hrsa.gov/MCH.cfm

IL SITO DELLASSOCIAZIONE SCIENTIFICA DEI GINECOLOGI USA. ACOG The American College of Obstetricians and Gynecologists http://www.acog.org/ LA
NOSTRA MISSIONE MIGLIORARE LA SALUTE DEI BAMBINI PREVENENDO I DIFETTI CONGENITI, IL PARTO PREMATURO E LA

MORTALIT INFANTILE.

http://www.marchofdimes.com/

IL SITO DELLA PI PRESTIGIOSA CLINICA ROCHESTER, MINNESOTA. http://www.mayoclinic.com/

MEDICA

DEL

MONDO,

ANNOTAZIONI E CONSIGLI DEL DOTT. SANDRO ZUCCA OSTETRICO GINECOLOGO - BRESCIA

52