Sei sulla pagina 1di 11

Allepoca degli antichi Greci, le Olimpiadi avevano il potere di fermare una guerra tra Sparta e Atene.

Oggi molte grandi citt europee rischiano di vivere un pomeriggio di guerriglia urbana in occasione di una partita di calcio. Lo sport quasi coetaneo della societ in cui viviamo, e inevitabilmente ne rispecchia vizi e virt.

Grazie allo Sport siamo tutti Uguali!


Lo sport ha regole ma non ha barriere: non ci sono distinzioni di colore della pelle, di religione, di nazionalit, di ceto sociale. Di fronte ad un'asta, nelle pedane dei lanci e dei salti come nelle corsie delle piste si tutti pari, nel senso che ognuno ha i diritti di tutti gli altri.

Pistorius

Lo Sport Migliora Luomo e La Societ


Da Olimpia al Barone De Coubertin, fino alle paraolimpiadi per diversamente abili, molte persone hanno guardato allo sport per migliorare almeno un po il nostro mondo e diffondere principi come tolleranza e integrazione. Tantissime sono le storie individuali di uomini e donne, famosi e non, che grazie allimpegno agonistico hanno vinto vere e proprie battaglie personali. Ma da sempre c anche qualcuno che non la pensa cos. Purtroppo qualcuno razzista.

1936 Olimpiadi di Berlino:


Adolf Hitler non ha lasciato nulla di intentato: era convinto che levento potesse diventare unenorme cassa di risonanza per propagandare la potenza della grande Germania e la superiorit della razza ariana. Lorganizzazione stata cupa e grandiosa, impregnata di un fascino sinistro ben descritto dal film Olympia di Leni Riefenstahl.

Jesse Owens
Un uomo nero per rovina tutto! Si chiama Jesse Owens, luomo pi veloce del mondo e vince quattro medaglie doro. Owens diventa un simbolo dellantirazzismo, la dimostrazione vivente della dellantirazzismo demenzialit di certe teorie. Ma purtroppo in quegli anni, anche nel profondo sud degli Stati Uniti, non tutto era cos facile per un atleta di colore Questa una storia vecchia, del resto anche il razzismo lo . Purtroppo ancora oggi continuano a succedere certi episodi. Non c probabilmente da stupirsi: la piaga del razzismo non ancora stata debellata dalla nostra vita quotidiana, e lo sport non fa eccezione.
Il trionfo olimpico di Jesse Owens nei 100 m piani alle olimpiadi di Berlino del 1936

Micheal Jordan
Eppure c qualcosa in pi: in qualche modo sembra che lo sport catalizzi su di s il meglio e il peggio di questo scontro culturale. Le competizioni agonistiche hanno avuto, per la piena integrazione degli afroamericani, unimportanza paragonabile a quella delle predicazioni di Martin Luther King e Malcolm X: oggi un personaggio come Micheal Jordan un autentico totem dellunit nazionale, e il suo ritorno sui campi di gioco stato vissuto dagli americani come uno dei primi momenti di rinascita dopo la tragedia delle Twin Towers.

TIGER WOODS IL CAMPIONE DI GOLF AMERICANO


Un altro nero come Tiger Woods diventato il pi amato campione di golf, la disciplina forse pi elitaria e per certi versi snobistica della scena statunitense. Anche in altri Paesi ci sono esempi luminosi. In Sudafrica il tramonto dellapartheid passato anche dallo sport: se un tempo il calcio era riservato ai neri e il rugby ai bianchi, ora le rispettive nazionali sono decisamente miste. Nei pacchetti di mischia dei gloriosi Springboks sono entrati i primi colossi debano, la Coppa dAfrica di rugby, vinta davanti al tifoso speciale Nelson Mandela, stata una festa popolare indimenticabile di riconciliazione nazionale.

Unaltra bella pagina stata scritta alle Olimpiadi di Sydney del 2000 da Cathy Freeman, latleta australiana di origine aborigena. Dopo un'infanzia non facile e qualche annata storta seguita dai primi successi, lOro Olimpico sui 400 m. ha finalmente premiato lorgoglio suo e di unintera popolazione.

Laltra faccia di questo pianeta tuttavia mette paura: proprio in Europa, lo sport, il calcio in particolare, sembra essere uno dei palcoscenici preferiti da violenti e razzisti. Il fenomeno degli ultr stato ormai studiato e descritto sotto ogni angolazione.

Sport e razzismo, purtroppo non hanno ancora smesso di incrociarsi. E sono incrociarsi. quasi sempre incroci pericolosi. pericolosi.

Dobbiamo Aprire La Mente Perch Finch Al Mondo Esister Un Briciolo Di Razzismo La Pace Rester Solo Un Utopia. Utopia.

Voglio ringraziare il mio fantastico professore di Educazione Fisica: Guido Mammarella che mi ha sempre integrato trovandomi una mansio ne a me consona e dandomi fiducia gratificandomi! Grazie Prof!!! Venire in palestra per me non una passeggiata in allegria, infatti tra i miei sogni di vita irrealizzata c giocare a pallavolo ed a calcio (invece mi devo accontentare della play station) ma grazie al suo modo di agire diventato quasi sopportabile! Andrea Sold III D