Sei sulla pagina 1di 10

Nazismo e Shoah

Storia

Il pensiero di Hitler
Il libro Mein Kampf (La mia battaglia) scritto da Hitler divenne il testo ufficiale del nazismo. I principi fondamentali indicati nel libro erano: Nazionalismo: espansione della Germania verso est (conquista dello spazio vitale) Razzismo: supremazia della razza ariana Anticomunismo: lotta contro il pensiero sociale e alleanza con i capitalisti Guerra al sistema parlamentare: eliminazione delle forze democratiche del paese per incentrare il potere nella persona del Fuhrer

1 settembre 1939 Inizia la II Guerra Mondiale


Hitler alla ricerca dello spazio vitale invade e conquista la Polonia

Limpero nazista
Verso la met del 1942 gran parte dellEuropa e quasi tutto il NordAfrica erano caduti sotto il dominio tedesco.
Loccupazione tedesca dellEuropa continentale port a un durissimo sfruttamento dei popoli sottomessi, alimentato dallideologia razzista del nazismo.

Milioni di uomini vennero deportati in Germania e costretti con la forza a lavorare nelle industrie o nei campi. Gli oppositori politici, gli zingari, i prigionieri russi o slavi, tutti coloro che venivano considerati di "razza inferiore" furono internati a milioni nei campi di concentramento (i lager). Qui essi venivano impiegati in lavori pesantissimi (prosciugare paludi, dissodare terreni, costruire strade, asportare pietre dalle cave, ecc.), malnutriti e maltrattati tanto che quasi la met degli internati mor per la fame o per la fatica. Molti altri furono invece vittime di torture o usati come cavie umane di esperimenti medici e chirurgici, tanto folli quanto crudeli.

Le deportazioni ed i lavori forzati

Le leggi razziali
1933. Campagna di boicottaggio contro le attivit commerciali e industriali esercitate dagli ebrei. Vennero allontanati dalla Amministrazione Pubblica, Magistratura, insegnamento e libere professioni. 1935. Leggi di Norimberga. Gli ebrei furono privati della cittadinanza, vennero proibiti i matrimoni misti e annullati quelli gi celebrati 1938. La notte dei cristalli. I tedeschi devastarono negozi, incendiarono sinagoghe e saccheggiarono le abitazioni. Il pretesto fu luccisione a Parigi di un diplomatico tedesco 1939. Esproprio dei beni immobili e delle imprese degli ebrei e blocco dei conti bancari, confinamento a forza nei ghetti con lobbligo di portare una stella gialla cucita sugli abiti. con lo scoppio della guerra, gli ebrei furono imprigionati e internati nei campi di concentramento (lager) 1941/42 La Soluzione finale

La soluzione finale
A partire dal 1941-42 Hitler decise di annientare il popolo ebraico. In tutta lEuropa centrale e persino in Germania, ma soprattutto nella Polonia occupata, furono allestiti dei campi di sterminio (Dachau, Aushwitz, Bergen-Belsen, Chelmno, Belzec, Sobibor, Treblinka, Maidanek ecc.), destinati esclusivamente al massacro sistematico degli ebrei, con mezzi tecnici di unefficienza e di una rapidit agghiaccianti: dalle camere a gas ai forni crematori per sbarazzarsi rapidamente dei cadaveri. Vennero uccise circa 6 milioni di persone. Lintera organizzazione fu affidata a Adolf Eichmann coadiuvato dalle SS (Squadre di Protezione) e dalla Gestapo.

Lo sterminio - La Shoah
Come ci racconta Primo Levi in Se questo un uomo, allinterno dei campi di sterminio avveniva una prima selezione:
Uomini e donne in buona salute venivano avviati ai lavori forzati Donne in cinte, bambini, anziani e ammalati venivano uccisi immediatamente

I prigionieri venivano privati di tutti i propri oggetti personali, venivano spersonalizzati, rasati e privati anche del proprio nome, sostituito da un numero tatuato sul braccio. Nellappello il numero era pronunciato in tedesco. Venivano utilizzati come cavie per esperimenti

Ebrei italiani
Altro caso tristemente noto quello che riguarda gli ebrei di Roma. Il 20 settembre del 1943 le autorit fasciste romane chiesero alla comunit ebraica di versare 50 chili d'oro ai tedeschi entro otto giorni. Con grande fatica l'oro fu raccolto e proprio l'enormit della richiesta convinse gli ebrei romani che i fascisti e tedeschi preferivano sfruttarli piuttosto che sterminarli. Ma il 16 ottobre 1943 il ghetto di Roma, il quartiere dove vivevano gli ebrei, fu recintato con transenne e le case furono perquisite e svuotate. In poche ore, 1022 ebrei romani furono caricati sui carri-bestiame, chiusi con catene e lucchetti e portati al campo di sterminio di Auschwitz. Dei 1022 ebrei catturati solo 16 sopravvissero. Non tutti gli ebrei del nostro paese, per fortuna subirono la stessa sorte. Molti fuggirono e si nascosero tenendo celata la loro identit, aiutati da moltissimi italiani che condannavano il razzismo, lantisemitismo e le persecuzioni come una follia criminale. Il 27 Gennaio del 1945 i cancelli di Auschwitz furono abbattuti dai Russi. 4 mesi dopo, l8 maggio la Germania si arrese la Guerra era finita

La cenere grigia che usciva dai forni crematori era ci che rimaneva di queste anime innocenti. La Bambina di Bansky, con i suoi palloncini vola leggiadra verso la scritta Frei simboleggiando la liberazione di tutte le anime finalmente alleggerite dal peso di quella brutalit dello sterminio a cui sono state sottoposte. Finalmente libere tornano nella casa del padre Andrea