Sei sulla pagina 1di 17

IDEOGRAMMI CINESI

http://www.sia-mtc.it/Pag_culturali/Pag_culturali/Ideogrammi.htm

IDEOGRAMMI CINESI
A cura di: Carlo Di Stanislao & Luigi De Franco Sono buoni scrittori coloro che mantengono il linguaggio efficiente. Vale a dire, che lo mantengono esatto, chiaro Ezra Loomis Pound. Quella cinese una delle lingue pi complesse del mondo. La traduzione ideogrammatica uno scogli pi aspri anche per i sinologi pi esperti, necessario da superare per la corretta comprensione di un modello culturale sincretico e certamente diverso da quello occidentale. In questo nostro contributo esamineremo e tradurremo alcuni ideogrammi, persuasi che solo interpretando correttamente la cultura cinese si pu comprendere correttamente il mondo medico tradizionale, elaborato da questa civilt attraverso una storia ininterrotta di 30 secoli. Ambizione "zhi"

Le persone ambiziose vengono spesso descritte come individui con il cuore e la mente prefissati sui loro obiettivi. Dato che per i cinesi non esistono distinzioni fra i concetti di "mente" e "cuore", ecco quindi che alla base dell' ideogramma della parola ambizione troviamo il simbolo che in cinese rappresenta il cuore, "xin". Il pittogramma xin in basso, mentre la parte alta mostra come un sigillo, un blocco che impedisce al cuore di espandersi.

1 di 17

22/11/2011 08:00

IDEOGRAMMI CINESI

http://www.sia-mtc.it/Pag_culturali/Pag_culturali/Ideogrammi.htm

Amore "ai"

Senza dubbio molto romantica e' la versione cinese per la parola "amore". Al centro del carattere troviamo infatti il simbolo per il cuore "xin" racchiusa dall'ideogramma "respiro" (nella parte superiore) e dal concetto di "movimento aggraziato" nella parte inferiore. L'amore quindi nella cultura cinese e' una fonte inesauribile d'ispirazione che soffia la vita nel cuore e dona grazia e armonia all'intero corpo umano

Bellezza "mei"

Il carattere "mei" che significa bellezza e' rappresentato da due pittogrammi che secondo i cinesi rappresentano l'essenza del concetto della bellezza. La parte superiore rappresenta la pecora, l'animale che secondo il popolo cinese rappresenta il modello di gentilezza e passivita'. Le pecore non hanno desideri che le rendono combattive ed agressive, e per questo vivono in armonia con l'universo ed in pace con gli altri esseri viventi. Sotto il simbolo della pecora ritroviamo il pittogramma della persona adulta, un individuo con "le braccia aperte".Ecco quindi la bellezza: la gentilezza dell'animo della pecora rispecchiata nel carattere di una persona adulta.

2 di 17

22/11/2011 08:00

IDEOGRAMMI CINESI

http://www.sia-mtc.it/Pag_culturali/Pag_culturali/Ideogrammi.htm

Chiarezza "qing"

"Qing" in cinese significa "chiaro", "lucido" e "puro". Questo carattere e' un ideogramma relativamente semplice composto da due elementi: l'acqua rappresentata dalle tre goccie laterali ed "il colore della natura", la parte destra del simbolo. Compassione "ci"

Sotto l'ideogramma di cuore, sopra legacci che si sciolgono. La compassione la virt che permette al cuore la massima espansione.

3 di 17

22/11/2011 08:00

IDEOGRAMMI CINESI

http://www.sia-mtc.it/Pag_culturali/Pag_culturali/Ideogrammi.htm

Coraggio "ying"

Il carattere cinese che indica il coraggio e' rappresentato rispettivamente dagli ideogrammi di un "uomo" "con le braccia aperte" che sta in piedi "da solo" in un grande spazio aperto ricoperto dall "erba". Tutto questo significa che il vero eroe e' colui che non ha paura di affrontare da solo luoghi sterminati e magari abitati da animali feroci e pericolosi. Destino "ming"

Nella lingua cinese il concetto di destino, "ming" non viene associato all'idea di un determinato percorso da seguire durante la propria esistenza. "Ming" si riferisce piuttosto alla legge della natura che accomuna il destino di tutti gli esseri viventi: la morte. Ecco dunque il motivo per cui il carattere cinese che indica il destino inizia con un simbolo che originariamente significava "accettare" con alla base il verbo che in cinese antico indicava l'azione del "chiudere" o "terminare".

4 di 17

22/11/2011 08:00

IDEOGRAMMI CINESI

http://www.sia-mtc.it/Pag_culturali/Pag_culturali/Ideogrammi.htm

Devozione "xiao"

Il carattere che in cinese indica il concetto di devozione rappresenta cio' che secondo il popolo cinese costituisce il perfetto rapporto tra genitori e figli. Nella parte superiore vediamo infatti il carattere che indica la persona adulta che protegge e supporta il bambino rappresentato nella parte inferiore del carattere. Il figlio e' devoto nei confronti del genitore, gli si rivolge per chiedere supporto offrendo in cambio affetto e devozione. Divino "sheng"

Sheng" in cinese puo' assumere diversi significati come "saggio", "divino" e "santo". La parte superiore del pittogramma rappresenta il simbolo dell'orecchio mentre la parte di destra raffigura una bocca. Tutto questo serve dunque a dimostrare come le persone saggie siano dotate del dono del saper ascoltare e parlare. L'orecchio anteposto alla bocca pero' ha un significato preciso: prima di parlare il vero saggio ascolta perche' sa che solo ascoltando l'uomo puo' raggiungere la conoscenza dell'universo. Secondo i cinesi le persone saggie sono alcuni dei pochi individui che riescono a fondersi in armonia con l'Universo, diventando come esso eterni e quindi "divini".

5 di 17

22/11/2011 08:00

IDEOGRAMMI CINESI

http://www.sia-mtc.it/Pag_culturali/Pag_culturali/Ideogrammi.htm

Energia "qi"

In italiano non esiste un vero e proprio equivalente per il termine cinese "qi", l'energia spirituale tradotta letteralmente come un "vapore" che costituisce tutte le materie, compresa la vita umana. Il carattere superiore di "qi" significa respiro mentre l'ideogramma inferiore e' quello utilizzato per indicare il riso. "Qi" rappresenta dunque per i cinesi il soffio universale della vita che ci permette di esistere e di sopravvivere, un elemento essenziale quanto il riso nella dieta dei cinesi. Eternita' "yong"

Il simbolo che rappresenta il concetto di eternita' si basa sull'immagine dell'acqua e del suo ciclo che dalle montagne la porta al mare, a dall'oceano attraverso il cielo la trasforma in pioggia che, in un moto perpetuo, viene ritornata alle montagne da dove continuera' il suo cammino fino all'eternita'.

6 di 17

22/11/2011 08:00

IDEOGRAMMI CINESI

http://www.sia-mtc.it/Pag_culturali/Pag_culturali/Ideogrammi.htm

Fedelta' "zhong"

Il carattere "zhong" in cinese puo' significare sia il concetto di fedelta' che di patriottismo. E' costituito dal simbolo del cuore sovrastato dall'immagine di una freccia che trapassa il bersaglio passandone per il "centro". Questo significa che per essere fedeli ad una persona o ad una nazione e' essenziale l'avere il proprio cuore "centrato" su chi o su quello che stimiamo e rispettiamo. Felicita' "fu"

Confucio disse: mi basta una ciotola di riso, un bicchiere d'acqua ed il mio braccio come cuscino e saro' un uomo felice. L'essenza della felicita' assoluta non proviene dalle cose materiali ma dal benessere interiore e spirituale. Nonostante questo Confucio comprese comunque che il concetto di felicita' poteva rappresentare cose diverse per diverti tipi di persona, soprattutto per i contadini cinesi che associavano la felicita' al non dovere soffrire la fame. Ecco quindi la composizione del carattere "fu" che e' basato sull'idea dell'avere lo stomaco sazio con una bocca racchiusa dal simbolo del campo coltivato e con a sinistra un'immagine del grano che raggiunge con le sue foglie la volta celeste.

7 di 17

22/11/2011 08:00

IDEOGRAMMI CINESI

http://www.sia-mtc.it/Pag_culturali/Pag_culturali/Ideogrammi.htm

Gentilezza "shun"

Il carattere "shun" che indica il concetto di gentilezza e' costituito dal simbolo di una foglia che scorre dolcemente nel flusso delle acque di un fiume. La foglia si lascia abbracciare dall'acqua seguendo il corso naturale del torrente senza opporre nessuna resistenza: questa e' nella filosofia cinese l'idea di gentilezza intesa come mancanza di ostacoli nel percorso del destino di un essere umano. Grazia "eng"

Il simbolo della grazie e' costituito da un cuore, "xin" sovrastato dal carattere "yin" che significa "affidarsi a". Sempre seguire il proprio cuore, questa e' secondo i cinesi l'unico metodo per raggiungere la Grazia intesa come stato di benessere interiore.

8 di 17

22/11/2011 08:00

IDEOGRAMMI CINESI

http://www.sia-mtc.it/Pag_culturali/Pag_culturali/Ideogrammi.htm

Illuminazione "ming"

Il carattere che rappresenta l'Illuminazione e' alquanto semplice da comprendere: a sinistra troviamo il carattere del sole mentre a destra sorge una versione semplificata dell'ideogramma della luna. Sono questi i corpi celesti che illuminano il mondo. Melanconia "chou"

Molto interessante e' il carattere cinese che rappresenta il concetto di malinconia. Formato dal simbolo del "cuore", sovrastato dall'ideogramma dell'autunno, la malinconia e' senza dubbio quel tipo di sentimento che assale il cuore alla fine dell'estate, quando le foglie degli alberi cominciano a cadere e le giornate si accorciano preannunciando l'avvento dell'inverno.

9 di 17

22/11/2011 08:00

IDEOGRAMMI CINESI

http://www.sia-mtc.it/Pag_culturali/Pag_culturali/Ideogrammi.htm

Onore "gui"

Le persone "onorano" cio' che ritengono d'alto valore. Ecco la base dietro cui e' stato formato il carattere "gui" che letteralmente rappresenta un cesto pieno di conchiglie che in tempi antichi venivano utilizzate come una sorta di moneta per gli scambi commerciali. Non a caso "gui" in cinese significa anche "costoso", "prezioso".
Pace "ping"

10 di 17

22/11/2011 08:00

IDEOGRAMMI CINESI

http://www.sia-mtc.it/Pag_culturali/Pag_culturali/Ideogrammi.htm

Il carattere utilizzato per il concetto di pace descrive una parte fondamentale della filosofia cinese: il principio dell'equilibrio fra forze opposte. Quando regna l'equilibrio fra gli esseri umani la natura ed il Cielo possono finalmente bilanciarsi lasciando prevalere in tutto l'universo la Pace Celeste.

11 di 17

22/11/2011 08:00

IDEOGRAMMI CINESI

http://www.sia-mtc.it/Pag_culturali/Pag_culturali/Ideogrammi.htm

Perdono "shu"

Un antico detto cinese recita: "il perdono proviene dal tuo cuore". Il lato inferiore di questo carattere e' composto dal "cuore", xin, complementato dall'ideogramma che significa "come", "uguale a".
Saggezza "zhi"

Il carattere che in cinese indica la saggezza trattasi di un ideogramma complesso con un messaggio alquanto semplice da comprendere. La parte superiore e' costituita dalla parola "conoscenza" che sovrasta l'ideogramma utilizzato per il "sole. Trattasi dunque di questo la saggezza: la conoscenza che si sparge e che illumina il mondo come i raggi del sole portando vita e calore a tutti gli esseri umani.

12 di 17

22/11/2011 08:00

IDEOGRAMMI CINESI

http://www.sia-mtc.it/Pag_culturali/Pag_culturali/Ideogrammi.htm

Sincerita' "cheng"

Parole" emanate dalla "bocca" in sintonia "perfetta", e' questa la composizione della parola cinese che indica la sincerita', un attributo essenziale che sta alla base per il cammino verso l'illuminamento. Sincerita': la perfezione attraverso la trasformazione dei pensieri in parole.
Spirito "shen"

Secondo la mitologia cinese al momento della nostra nascita e al nostro ingresso nel mondo della

13 di 17

22/11/2011 08:00

IDEOGRAMMI CINESI

http://www.sia-mtc.it/Pag_culturali/Pag_culturali/Ideogrammi.htm

"luce" noi tutti riceviamo il frammento della nostra anima che dopo la morte ascende al paradiso divenendo uno "shen" o spirito attivo. Nella Cina antica alcuni speciali segni attribuiti a degli spiriti benevoli venivano interpretati per trarne fonte d'ispirazione per le grosse decisionidi Stato. Ecco quindi l'origine del carattere "spirito" che racchiude il concetto di "divinazione" con l'ideogramma che indica il "dare ordini".

14 di 17

22/11/2011 08:00

IDEOGRAMMI CINESI

http://www.sia-mtc.it/Pag_culturali/Pag_culturali/Ideogrammi.htm

Tranquillita' "an"

Il simbolo cinese che indica il concetto di "tranquillit" ha le sue radici nell'antica predominanza maschile nella societa' cinese. La parte inferiore che rappresenta la "donna" si trova al sicuro sotto al "tetto" della casa del suo uomo. Essere tranquilli e' trovarsi al sicuro protettida coloro che ci vogliono bene. Verita' "fu"

Numerosi caratteri cinesi sono basati su delle immagini provenienti dal regno della natura descritte con sapienti pennellate che vanno a creare un paragone figurato fra i fenomeni naturali e certe qualita' inerenti alla vita umana. E' questo il caso del simbolo usato per rappresentare la verita': la "zampa" di un uccello si trova al di sopra dei propri "giovani". Proprio come un uccello si prende cura dei suoi piccoli covandone le uova in cui e' contenuto il germe della vita cosi' la verita' , molto spesso nascosta, puo' essere scovata contemplando l'universo naturale della vita.

15 di 17

22/11/2011 08:00

IDEOGRAMMI CINESI

http://www.sia-mtc.it/Pag_culturali/Pag_culturali/Ideogrammi.htm

Via "dao"

Originariamente "tao" rappresenteva un semplice corso di azioni, molto probabilmente di natura militare. Il carattere combina infatti i simboli dei "piedi", del "seguire", del "leader" che indossa in testa "due piume" (che venivano usate nel passato per stabilire i gradi dei generali. Grazie a Confucio "dao" divenne la "via" per la condotta morale, il modo in cui agiamo e pensiamo. Virtu' "de"

Nel Taoismo "de" e' l'essenza della virtu', la qualita' innata ed essenziale di tutto il genere umano. Il carattere che rappresenta l'ideogramma della virtu' e' costituito dalla fusione del simbolo semplificato del "piede" con a destra il simbolo della "verit" con alla base il "cuore", xin. E' questa l'essenza della virtu': seguire il cammino alla ricerca del vero cuore, alla ricerca del proprio io.

16 di 17

22/11/2011 08:00

IDEOGRAMMI CINESI

http://www.sia-mtc.it/Pag_culturali/Pag_culturali/Ideogrammi.htm

Referenze
AAVV: Sulle tracce del mistero nella cultura cinese, Ed. ItacaLibri, Roma, 1999. Abbiati M.: La lingua cinese, Libreria Editrice Cafoscarina, Venezia, 1992. Albanese A.: La lingua cinese e le sue principali caratteristiche, Ed. CLUEB, Milano, 1989. Long Y., Zheng G., Geary D.N.: The Dong Language in Guizhow Province, China, Ed. Arlinton Publications, Dallas, 1998. Robinet I.: La langue chinoise, in Enciclopedie de Mdicine Naturelle, tome I, Ed. Techniques, Paris, 1989. Scarpari M.: Breve introduzione alla lingua cinese classica, Libreria Editrice Cafoscarina, Venezia, 2002. Yung-Yi H.: Analisi degli ideogrammi. Introduzione alla lingua cinese, ed. Cisalpino, Milano, 1989.

17 di 17

22/11/2011 08:00