P. 1
Tradizioni di Natale

Tradizioni di Natale

|Views: 8|Likes:
Published by ivanchy333

More info:

Published by: ivanchy333 on Dec 19, 2011
Copyright:Attribution Non-commercial

Availability:

Read on Scribd mobile: iPhone, iPad and Android.
download as DOC, PDF, TXT or read online from Scribd
See more
See less

11/23/2013

pdf

text

original

Tradizioni di Natale Natale è un periodo ricco di feste, buon cibo, regali e tante tradizioni antiche.

Le tradizioni di Natale, così come le consosciamo oggi, presero forma nel 1500. Già a quel tempo infatti si iniziò a mangiare cibo particolare per le festività natalizie. Oggi le usanze che seguiamo sono il risultato di molte centinaia di tradizioni diverse provenienti da tutta Europa. Le tradizioni di Natale coprono un pò tutti gli aspetti di questo periodo: quello che mangiamo, beviamo, le feste che organizziamo, quello che cantiamo e i regali che compriamo, tutto è impregnato e influenzato da tradizioni storiche. Il Presepe Uno degli aspetti più caratteristici del Natale in Italia è, senza dubbio, il presepe, la cui nascita risalirebbe addirittura a San Francesco. Il più antico presepe è quello realizzato nel 1250, dallo scultore Arnolfo di Cambio, oggi conservato nella Basilica di Santa Maria Maggiore. In Italia, la tradizione del presepe si sviluppa nei secoli XVII e XVIII, soprattutto a Roma, Napoli, Genova e in Sicilia. Zampognari Romana è anche la tradizione degli "zampognari", musicisti popolari che prendono il nome dallo strumento. Questi che all'epoca venivano dall'Abruzzo, indossano ancora oggi costumi molto pittoreschi, tipici dei pastori della regione d'Abruzzo. Nei secoli XVII e XVIII, essi erano gli unici ad avere il diritto di suonare nei giorni di festa. Le bancarelle Un'altra tradizione tipicamente romana sono le famose "bancarelle" di Piazza Navona : qui, nella piazza più bella di Roma e, forse, del mondo, si possono comprare giochi per bambini, dolci ma, soprattutto, le statuine per il presepe, che sono molto ricercate e rinomate. E naturalmente, decorazioni natalizie di tutti i tipi. A Natale gli Italiani risparmiano, ma no per la tavola.. Per quanto concerne le abitudini culinarie, secondo la tradizione piu antica, la vigilia di natale, si dovrebbe mangiare "di magro''. Ma, se si esclude Napoli, dove si mangia ancora e ovunque il "capitone", in quanto la tradizione è ancora molto viva, nel resto dell'Italia questa è andata perduta. Infatti ogni regione ha ormai i suoi propri menù. Comunque possiamo dire che sono comuni a tutte le regioni italiane, piatti come l'agnello e il tacchino, preparati nei modi piu svariati. Per dolci hanno il Panettone o il Pandoro. Ma ci sono anche tanti altri dolci: torrone, biscotti, marzapane, ciocccolata... Secondo la tradizione durante il cenone si deve bere del buon vino e brindare con lo spumante. L’altra bevanda tipica di questo periodo è il vin brulè a base di vino caldo e frutta. La Befana La figura della Befana è invece legata ad una leggenda: dopo la nascita di Gesù, scelse di non seguire i Re Magi, ma subito dopo se ne pentì. Da allora, si dice che la notte dell'Epifania porti doni ai bambini, sperando che uno di questi sia proprio Gesù. Se una persona durante l'anno si è comportata bene facilmente la mattina, svegliandosi, troverà accanto al letto qualche regalo bello e desiderato. Ma se uno si è comportato male la Befana mette nella calza solo qualche pezzo di carbone! E se uno è un po' buono e un po' cattivo, in questo caso troverà nella calza prima di tutto un bel pezzo di carbone e poi, scavando a fondo, fra qualche noce, due mandarini, caramelle e cioccolatini, troverà anche un pacchetto con un regalo vero. Natale a Gubbio Ogni anno il 7 Dicembre alla vigilia dell'Immacolata nella città di Gubbio si assiste ad un evento unico al mondo in occasione di questa festività.Sulle pendici del Monte Ingino si accende l'Albero più Grande del Mondo, nel Guinnes dei Primati già da tempo per unicità, bellezza e suggestione.

Il Natale è la principale festa dell'anno. Festa che nella tradizione popolare era legata alla chiusura di un ciclo stagionale e alla apertura del nuovo ciclo. .

You're Reading a Free Preview

Download
scribd
/*********** DO NOT ALTER ANYTHING BELOW THIS LINE ! ************/ var s_code=s.t();if(s_code)document.write(s_code)//-->