Sei sulla pagina 1di 1

TIROCINIO FORMATIVO ATTIVO II CICLO - A.A.

2014/2015

TIROCINANTE: DESARIO FRANCESCO PAOLO


C.D.C.: AC06 (accorpamento A245-A246)

ABSTRACT
Il tirocinio formativo attivo istituito questanno accademico presso lUniversit degli Studi di Bari
Aldo Moro ha visto laccorpamento delle classi di concorso di lingue straniere 45/A e 46/A; ci
ha permesso ai tirocinanti di avere una visione pi completa dellinsegnamento della lingua
straniera in quanto losservazione delle pratiche insegnative avvenuta in tutti e due gli ordini di
scuola secondaria. Le scuole assegnatemi per il tirocinio diretto sono state lIstituto di IISS FermiNervi-Cassandro e la scuola secondaria di primo grado A. Manzoni, entrambe site in Barletta.
Dopo la prima fase fromativa di insegnamenti di scienze delleducazione, seguita quella degli
insegnamenti disciplinari inerenti la lingua francese, alternati da tirocinio diretto e indiretto;
questultimo era volto alla progettazione dellintervento didattico da effettuare a scuola.
Il mio intervento stato svolto presso lITE M. Cassandro. Il tutor daula, prof. Domenico De
Lucia, mi ha invitato a trattare lultimo argomento previsto nel programma della classe IV A
(indirizzo Amministrazione, finanza e marketing), ovvero La publicit. Mi sono posto come
obiettivo quello di trovare un taglio particolare a questa unit didattica, dovendo essere svolta in un
periodo dellanno scolastico non esente da difficolt, viste le numerose assenze e linnesto di un
intervento esterno nelle ultime due settimane di frequenza; ho cercato pertanto di rendere le attivit
pratiche e dinamiche, ponendo i discenti al centro dellintervento formativo e dando loro un ampio
margine di autonomia e responsabilit sin dalla scelta dei testi su cui lavorare.
Con laiuto del prof. De Lucia e lutilizzo del laboratorio linguistico ho svolto le attivit nel
migliore dei modi, ricevendo risposte molto positive da parte dei discenti. Dalla fase di motivazione
a quella di sintesi e controllo, gli studenti sono riusciti a comprendere lapparato teorico della
pubblicit e a produrre lingua in un ambiente sereno e privo da quelle eccessive situazioni dansia
che a volte scaturiscono dalla mera valutazione sommativa, senza tenere in conto quella formativa.
A conclusione del percorso di TFA, volto al secondo ciclo anche nel caso dello scrivente, posso
ritenere che la maggior parte delle aspettative siano state soddisfatte, soprattutto per la centralit
data alle competenze come costrutto utile a perseguire un vero cambiamento del mondo scolastico.