Sei sulla pagina 1di 12

Organizzazione

corticale del
movimento e aree
annesse

Schema generale

L esecuzione dei movimenti un


sistema che coinvolge diverse aree
cerebrali , spesso in connessione tra
di loro
Il movimento da eseguire pu essere
di derivazione sensitiva oppure
intenzionale

Vedo allora agisco..

Si

visto che se un soggetto


decide di afferrare un bicchiere
, questo afferrato grazie al
sistema di calcolo di coordinate
spaziotemporali da parte della
retina che tramite il sistema
parietofrontale e l area
motrice 1 garantisce una presa
dell oggetto

Capisco allora agisco..

Se invece non tanto la posizione dell


oggetto ma il suo significato , come il
semaforo che diventa rosso , allora la
trasformazione visuomotoria in tal caso
si dice non standard , cio non come la
precedente che quella standard. In
questo caso ad essere coinvolte sono le
aree premotorie dorsali , ippocampali e
i gangli della base.

decido allora agisco

Per movimenti intenzionali non nati


da stimolazioni visive , sono
coinvolte aree supplementari
motorie che sono state viste essere
importanti non tanto nella singola
azione ma in una sequenza di azioni

Sistema parieto frontale

E un sistema coinvolto nella


trasformazione visuomotoria
E costituito da diverse aree che sono
in ordine anteroposteriore
Area 6 o premotoria che si divide in
ventrale e dorsale , area 4 o M1 subito
davanti al solco centrale di rolando ,
aree parietali superiore e inferiore SPL
, IPL che corrispondono alle aree do
Brodmann 5 7 e 39 40.

Area M1 o 4

Quest area coinvolta essenzialmente


nellesecuzione del movimento
Le sue cellule cambiano la scarica essenzialmente
in base alla modalit forza del movimento
Inoltre si visto anche che le cellule scaricano pi
velocemente a seconda della direzione del
movimento , e della traiettoria ( linee curve
diminuiscono la scarica )
Infine anche l ampiezza un parametro dell area
4 anche se principalmente sono la PMd e la SPL a
dirigerla
In ordine nell attivit neurale sono codificati prima
la forza e direzione e poi la posizione e l ampiezza

Area PMd

Quest area importante in ci che abbiamo poco


fa definito come centro del controllo dei movimenti
derivati da stimolazioni sensitive di origine visiva
ma che si basano sul significato e non posizione
dell oggetto, tipico l esempio del semaforo
Inoltre alcuni neuroni sono stati visti essere
sensibili anche all apprendimento di determinate
azioni, questi neuroni sono stati visti essere
essenzialmente nel SEF ovvero nella parte mediale
della PMd
Infine presente l area cingolata anteriore RCA
che assieme a SEF impelagata anche nel
controllo della correttezza del movimento come
appunto un sistema di correzione

Aree supplementari
motorie SMA

Queste comprendono una regione SMA vera e


propria e una Pre SMA
Come stato visto queste aree sono coinvolte
nella preparazione del movimento o meglio
nella sua ideazione. Ovvero come se l idea di
un movimento che per attenzione non
stimolata da oggetti visivi , nasce proprio qui
SMA deputata alla pianificazione di
movimento poco complessi , mentre pre SMA
per le sequenze di azioni complesse
Dunque si visto che un movimento semplice
attiva M1 mentre sequenze di movimenti
semplici e complesse attivano SMA e pre SMA ,
inoltre la sola idea del movimento attiva solo
SMA

PMv

Questa l area preposta alla prensione degli oggetti a


seguito di stimoli visivi , movimenti di reaching del capo e
del braccio sempre a seguito di stimoli visivi , e
decodificazione di sequenze motorie fatte da altri
Il 1 circuito riguarda l area F5 o parte anteriore di PMv dove
avviene il controllo di movimenti di prensione della mano e
della bocca. Sono stati qui visti neuroni di afferramento in
maggiore percentuale , e neuroni sensibili che cambiano la
scarica in base alla manipolazione , afferramento o tenere l
oggetto
Il 2 circuito preposto dall area F4 ed deputato a
movimenti di raggiungimento del braccio e del collo
Il 3 circuito invece sempre nell area F5 ma nella parte
posteriore deputata grazie ai famosi neuroni mirror alla
decodificazione di azioni che vengono svolte da altri soggetti.
Quest ultimo circuito sembra essere alla base dell
apprendimento per imitazione

Aree associative della


corteccia parietale

Sono rappresentate dalla IPL e SPL ovvero le aree


parietali posteriori superiore e inferiore
Sono essenziali in quanto prendono le afferenze
somatovisive e le trasmettono alle aree premotorie o
ventrale o dorsale.
Dunque sono deputate alla trasformazione
sensorimotoria
Sono ad esmpio presenti neuroni sensibili alla direzione
del movimento ( area 5, 7) , neuroni sensibili alla
fissazione di un oggetto , neuroni sensibili ai movimenti
saccadici , e neuroni che a differenza dei precedenti
localizzati nel SPL sono nel IPL( area 39 ,40) e sono
sensibili a spostamenti degli occhi non casuali ma rivolti
ad oggetti particolarmente salienti
Inoltre SPL e IPL sono coinvolti nelle correlazioni
esistenti tra occhi e movimenti della mano

Aree associativa
prefrontale

Impelagata nel comportamento


Nel eseguire strategie per
raggiungere un obbiettivo