Sei sulla pagina 1di 17

FORME DI MALTRATTAMENTO

DISCURIA

INCURIA

IPERCURA
Alcune forme di “doctor shopping” 
di eccessiva medicalizzazione del bambino 
(tante medicine, tante consulenze, cambi di medico ecc.) 
possono rientrare in questo capitolo.

L’Idea che il malessere del bambino 
sia procurato dalla madre risulta difficile da pensare 
anche perché, in questa situazione 
le mamme appaiono gentili, sollecite, premurose, 
che hanno molto a cuore la salute dei figli.  
Karl Friedrich Hieronymus von Münchhausen, 
conosciuto come il Barone di Münchhausen
è stato un militare tedesco
famoso per i suoi inverosimili racconti:
tra questi, un viaggio sulla Luna, un viaggio a 
cavallo di una palla di cannone ed il suo uscire 
incolume dalle sabbie mobili tirandosi fuori per i 
propri capelli.
Proprio come faceva il barone descrivendo le sue avventure
le persone affette da questa sindrome
inventano con toni accesi e drammatici malesseri descritti con particolari fantasiosi 
che si rivelano come disturbi fittizi provocati volontariamente
o la cui esistenza viene fantasticata 
al fine di assumere il ruolo di malato
in assenza di incentivi esterni (es. vantaggi economici, evitare responsabilità legali e lavorative)

Originariamente questo termine è stato usato per indicare tutti i disturbi fittizi, ma attualmente la 
diagnosi di "sindrome di Münchausen" è riservata per la forma più grave di disturbo
dove la simulazione della malattia  è l'attività centrale di tutta la vita del soggetto affetto.
Sindrome di Munchausen per procura
(“Munchausen by proxy” o Sindrome di Polle‐il figlio del Barone)

Un “caregiver” per ottenere attenzione
‐ inventa segni e sintomi o manipola esami (urine)
‐ infligge danni al minore*

(Monteleone 1998)

I sintomi/segni persistenti/ricorrenti sono svariati

‐ non trovano una possibile spiegazione


‐ si realizzano solo in presenza del “caregiver” 
e cessano quando il minore è lontano dal caregiver
EPIDEMIOLOGIA

oNon ci sono dati di prevalenza basati sulla popolazione 
oNon ci sono differenze tra le diverse realtà geografiche
oNel Regno Unito:
‐Incidenza in bambini < 1 anno è circa di 2,8 su 100 000/anno
‐Incidenza <16 anni 0,5 su 100.000 (UK)
‐Tasso di Mortalità tra il 9 e il 22% dei casi (Rosemberg, 1987; Sheppard, 2001)
oIn uno studio Italiano la prevalenza di MPS è 0.53%( Ferrara P. 2013) 
Due precedenti ricoveri per stesso motivo a 22 e 40 giorni
PATOLOGIE RENALI E DELLE VIE URINARIE

PIELONEFRITE

INTOSSICAZIONE GLICOL ETILENICO

AGGIUNTA NELLE URINE DI

ALBUMINA/UOVO (PROTEINURIA)

IODIO (EMATURIA)

PIETRE (CALCOLOSI)
To demonstrate our suspicion, 
we obtained the authorization 
to use covert video surveillance from the Juvenile Court. 
Covert video surveillance captured images
showing the mother
while administering a number of substances to her son via 
different routes
(insulin, glyburide, progesterone, and furosemide).
CARATTERISTICHE “RESPONSABILI” E  VITTIME 

Tipicamente la vittima è un bambino ancora piccolo e il
responsabile è, nella maggior parte dei casi rinvenuti, 
la madre (90% dei casi) (Lasher, R.J., 2004)
oMaschi = Femmine
oEtà Media: 48 mesi
oEtà alla diagnosi: 22 mesi
oDISABILITÀ A LUNGO TERMINE 7‐8%
oMORTALITÀ 10% (causa più comune l’apnea)
oMortalità per «cause sospette» del 25% dei fratelli

Storia pregressa di malattia organica importante


a loro carico o di parenti stretti
Anamnesi positiva per abuso nella loro infanzia
CARATTERISTICHE DELLA MADRE
oDonna abbastanza colta con frequente preparazione medica.
oRicorrente il fatto che siano state a loro volta vittime di maltrattamento, anche se in
forma diversa, durante l’infanzia da parte dei genitori (Meadow ha reperito il ricorrere di
abuso psicologico e incuria nel 70% almeno, e di violenza fisica e sessuale in circa un
quarto delle madri che hanno soffocato uno o più figli) o con precedenti di sindrome di
Münchausen (Randal Alexander et al. hanno studiato 5 famiglie affette da ‘MSP seriale’,
ed è emerso che l’80% delle madri aveva inventato, almeno una volta, la propria
sintomatologia. Tutti gli esperti sembrano essere d’accordo sull’esistenza di un rapporto
tra la MSP e la sindrome di Münchausen negli adulti).
oQuando il figlio viene ricoverato si dimostra un’ottima interlocutrice per il personale
sanitario, ascolta con attenzione e si dimostra collaborativa. È per questo che una diagnosi
di MSP viene solitamente accolta con sorpresa dagli operatori
oMadre affettuosa e amorevole davanti agli operatori, ma fredda e distaccata quando non
vista e soprattutto non mostra partecipazione emotiva alle sofferenze del figlio durante le
procedure
oSono frequentemente affette da un disturbo di personalità più o meno marcato
(istrionico, borderline, passivo‐aggressivo, paranoide, narcisistico), adottano uno stile
affascinante e subdolo per sfruttare gli altri violando le norme sociali e morali, senza senso
di colpa o rimorso alcuno
IL RUOLO DEL PADRE
oIl ruolo del padre è misterioso e incerto, figura passiva
e negligente
oIl più delle volte è assente dalla vita familiare o resta
lontano da casa per la maggioranza del tempo il che
aiuta la madre nel fabbricare i sintomi senza che
nessuno se ne accorga
oTuttavia, quando la donna viene scoperta e messa di
fronte agli abusi perpetrati non di rado il marito la
sostiene e può persino rendersi complice dei suoi
inganni, facilitando tacitamente il suo comportamento
oTalora abusante lui stesso
Sindrome di Munchausen per procura
quando sospettarla
Segni clinici persistenti che non possono essere altrimenti spiegati

Segni clinici che si manifestano solo in presenza del caregiver 

Caregiver che ha una pregressa educazione medica (infermiere)

Altri fratelli/sorelle con episodi simili o morte inspiegata

Il caregiver ha disturbi della personalità

TUTTO DOPO CHE UN ESAME CLINICO GENERALE 
HA ESCLUSO OGNI CAUSA ORGANICA 
Sindrome di Munchausen per procura
come confermarla
Approfondita valutazione clinica e riscontri laboratoristici

Discussione tra pari e con specialisti

Consulenza psicologica

Intervento assistenti sociali

Tribunale dei Minori/Procura

Videoregistrazione occulta
autorizzata