Sei sulla pagina 1di 2

Buongiorno.

Siamo Maria Laura Romero e Laura Barbati. | Sono Maria Laura Romero e questa è la mia amica Laura Barbati.
Oggi parleremo di gastronomia italiana.
-
Gastronomia italiana
La gastronomia italiana è molto varia. Riflette la varietà culturale delle sue regioni e la diversità della sua
storia. La cucina italiana è inclusa nella cosiddetta cucina mediterranea e, come dieta mediterranea, è stata
riconosciuta come patrimonio immateriale dell'umanità dall'UNESCO nel 2010 (duemila dieci), ed è ritenuta la
più famosa gastronomia al mondo, con grande influenza a livello internazionale. È imitata e praticata in tutto il
mondo. È molto comune conoscere la cucina italiana per i suoi piatti più famosi, come pizza, pasta, risotti e gelati.
Nella cucina italiana i pasti principali sono:
La prima colazione
La colazione è solitamente dolce con del latte caldo o freddo o del succo di frutta accompagnati da prodotti
da forno come biscotti, pane con marmellata o crema di nocciole o il classico cornetto. Il caffè predomina con le
varianti del cappuccino, del caffellatte, o del famoso caffè espresso. In alcune occasioni speciali, come la
domenica o le festività, possono essere presenti anche prodotti di pasticceria o altre specialità regionali. Sono
comunque numerosi gli italiani che al mattino si limitano a bere un caffè, senza assumere cibi.
Il pranzo
Tradizionalmente il pranzo è il pasto più importante della giornata ed è, se completo, composto da tre o
quattro portate:
 Un antipasto, freddo o caldo, in genere composto da crostini, salumi, formaggi e verdure.
 Un primo piatto, in genere un piatto di pasta o riso o una minestra o una zuppa.
 Un secondo piatto, generalmente a base di carne o pesce o formaggi o salumi, accompagnato da un
contorno, spesso composto da verdure.
 Del dolce e/o della frutta per terminare.
 Il caffè: è molto frequente e tradizionale in Italia che un pasto, e soprattutto un pranzo, venga chiuso
completamente da una tazzina di caffè espresso, seguita dal cosiddetto ammazzacaffè, composto da un
bicchierino di liquore locale, amaro o dolce.
In tempi moderni, l'introduzione nelle aziende dell'intervallo breve per il pranzo ha spesso modificato le
abitudini alimentari di una fetta di italiani, costituita specialmente da una parte dei cittadini delle grandi aree
urbane del Nord Italia, facendo diventare la cena, tra questi ultimi, il pasto principale della giornata. Ciò fa sì che
questa parte della popolazione italiana consumi il classico pranzo completo prevalentemente nei giorni festivi o
nei fine settimana, mentre negli altri giorni ricorra in genere a una sola portata o a un piatto unico, se non solo a
un panino imbottito con una bevanda, vicino al posto di lavoro. Nonostante ciò, il tipico pranzo completo e di più
portate continua comunque a persistere tra la maggior parte della popolazione italiana.
La cena
Lo schema della cena ricalca quello del pranzo italiano classico, con più o meno le stesse portate ma con
piatti e alimenti più leggeri. Al giorno d'oggi, a differenza del pranzo, la cena rimane ancora, assieme alla
colazione e soprattutto tra gli adulti, un pasto consumato spesso in compagnia extra familiare, perciò può
presentare più portate del pranzo. Tutto ciò può variare a seconda delle tradizioni locali da regione a regione.
La pausa
Detta anche merenda, non è un pasto principale, ma uno spuntino importante per placare l'appetito di metà
giornata (in alcuni casi anche di metà mattino), lontano dal pranzo e dalla cena intorno alle 16 (sedici) del
pomeriggio. Si tratta solitamente di un pasto leggero, composto da sola frutta o da pane e marmellata se non da
qualche dolce tipico e, d'estate, eventualmente da gelato. È particolarmente effettuata nella prima e nella seconda
infanzia.
Alcune specialità della cucina italiana
Pizza
La pizza è un prodotto gastronomico salato che consiste in un impasto a base di farina, acqua e lievito che
viene spianato e condito tipicamente con pomodoro, mozzarella e altri ingredienti e cotto in un forno a legna.
Originario della cucina napoletana, è oggi, insieme alla pasta, l'alimento italiano più conosciuto all'estero.
Nel 2017 (Duamila diciassette) l'UNESCO ha dichiarato l'arte del pizzaiuolo napoletano come patrimonio
immateriale dell'umanità.
Pizza è la parola italiana più famosa al mondo.
Pasta
La pasta, intesa come pasta alimentare, è un prodotto a base di farina di diversa estrazione, tipico delle
varie cucine regionali d'Italia, divisa in piccole forme regolari destinate alla cottura in acqua bollente e sale o con
calore umido e salato.
Il termine pasta, inteso come abbreviazione dell'italiano pastasciutta, può anche indicare un piatto dove la
pasta alimentare sia l'ingrediente principale accompagnato da una salsa, da un sugo o da altro condimento di vario
genere.
La pasta alimentare conforme alla legge e alle tradizioni locali è un alimento tipico italiano, nelle sue
varianti locali, regionali e artigianali, salvaguardato e protetto dalle contraffazioni dallo Stato italiano e dalla UE.
Paste riconosciute tra i Prodotti agroalimentari tradizionali italiani:
 Abbozzo cucina
 Pasta col ferretto
 Pasta di Gragnano
 Malloreddus
 Scialatielli
 Pici (o lunghetti)
 Pizzicotto
 Trofie
 Bigoli
 Orecchiette pugliesi o baresi
 Strascinati baresi
 Spaghetti alla chitarra
Risotti
Il risotto è un primo piatto tipico della cucina italiana, originario della Lombardia poi diffusosi in tutto il
nord Italia e oggi diffuso in numerose versioni in tutto il paese. La sua caratteristica principale è il mantenimento
dell'amido, che, gelatinizzatosi a causa della cottura, lega i chicchi tra loro in un composto di tipo cremoso. Tra
le varie qualità di riso, ne esistono alcune particolarmente adatte alla preparazione del risotto (Arborio, Baldo,
Carnaroli, Maratelli, Rosa Marchetti, Sant'Andrea, Vialone nano). Gli altri ingredienti variano in relazione alla
ricetta da preparare.
Nella definizione corrente di risotto sono invece comprese le versioni in cui gli ingredienti di condimento
che cuociono assieme al riso siano stati assoggettati ad un precedente autonomo ciclo di cottura. Ne restano
pertanto esclusi i piatti di riso in cui il condimento viene aggiunto, come sulla pasta, a cottura ultimata.
Gelati
Il gelato è un dolce freddo italiano. Pertanto, se produci ingredienti con gli stessi ingredienti della maggior
parte degli altri dessert a base di latte surgelati: latte, panna, vari zuccheri e aromi, tra cui frutta e noci. le
preparazione portata allo stato solido e pastoso mediante congelamento e contemporanea agitazione.

Hai domande?