Sei sulla pagina 1di 2

Struttura analisi stilistico formale

Sonorità: timbro, ambito, tessitura, distanza delle parti, effetti particolari, particolarità e generalità
dell’assetto sonoro, dinamiche

Armonia: Funzioni primarie, concezione e organizzazione tonale, rapporto fra i movimenti, ritmo
armonico, linee melodiche (contrappunto, scambio di parti, canone, fuga…..)

Melodia: Ambito (escursione, tessitura, vocale/strumentale), movimento, profili melodici, funzioni


primarie e secondarie (tematiche, cantus firmus, ostinato), andamento generale
Ritmo: Ritmo esterno, gerarchia metrica (metro, frasi, periodi, impulsi…..), interazioni, modifiche
dell’attività ritmiche e loro articolazione, assetto ritmico complessivo

Sviluppo formale: Nelle grandi dimensioni (bilanciamento e correlazione di più movimenti relativi a
estensione, tonalità, metro, dinamica, assetto sonoro, intensità espressiva), livelli di controllo formale, fattori
generatori di forma (articolazioni, opzioni per il proseguimento), fattori generatori di movimento (condizioni,
tipi), modulo, incidenza di eventuali testi.