Sei sulla pagina 1di 6

ESECUZIONE E INTERPRETAZIONE Strumento I (CHITARRA)

ARTICOLAZION
E DELLA
DISCIPLINA

Ambito
tecnico
esecutivo

OBIETTIVI SPECIFICI DI
APPRENDIMENTO
Acquisire una adeguata
consapevolezza corporea
nellapproccio allo
strumento.
Acquisire una
significativa
consapevolezza del
rapporto tra gestualit e
produzione del suono.
Acquisire familiarit con
le principali formule
idiomatiche dello
strumento
Acquisire le competenze
tecnico - esecutive
funzionali alla risoluzione
di problemi presentati
dalle diverse strutture
morfologiche della
musica (dinamiche,
timbriche, ritmiche,
metriche, agogiche,
melodiche, polifoniche,
armoniche,
fraseologiche)

Acquisire un adeguato
metodo di studio per lo
sviluppo delle tecniche
esecutive strumentali

ABILITA

Adotta una corretta impostazione (equilibrio


posturale, rilassamento, controllo dei
movimenti, rapporto gesto/suono) per
produrre eventi musicali.

Conosce tutte le posizioni sulla tastiera,


esegue scale e arpeggi e sa individuare le
diteggiature adeguate dimostrando di
ottenere anche timbri e dinamiche
differenti.

Realizza in modo appropriato gli aspetti


tecnico-esecutivi (tocco libero\volante e
tocco appoggiato della mano destra,
legature strumentali, articolazioni,
indipendenza e coordinazione, agilit..).

Organizza lo studio in modo efficace,


regolare e autonomo.

CONOSCENZE (REPERTORIO

DI RIFERIMENTO)

Tecnica fondamentale: scale semplici


nelle tonalit pi agevoli e nell
estensione di due e tre ottave.
Tecnica fondamentale dellarpeggio:
M. Giuliani, 120 arpeggi, op.1.
Armonia applicata allo strumento:
concatenazione degli accordi pi
agevoli.
Tecnica fondamentale: legature
ascendenti e discendenti.
F. Carulli, Studi e preludi scelti.
M. Giuliani, Studi scelti.
F. Sor, Studi scelti.
F. Tarrega, Preludi e opere scelte.
M. Carcassi, 25 studi, melodici
progressivi, op. 60.
R. Smith-Brindle, Guitarcosmos.
L. Brouwer, Estudios Sencillos, I
serie.

Ambito
esecutivo interpreta
tivo

Conoscenz
a dello
strumento
musicale

Lettura,
memorizza
zione,
esecuzion
e
estempora
neasvilupp

Avviare lacquisizione di
un adeguato repertorio
strumentale specifico di
autori, epoche e forme
compositive diversi.
Sapere realizzare sul
piano espressivo gli
aspetti dinamici, agogici,
fraseologici, ritmico
metrici, melodici,
polifonici, armonici di un
brano
Sapere utilizzare in
funzione interpretativa
semplici procedimenti
analitici di carattere
morfologico, sintattico,
formale e, a livello
iniziale, storico e
stilistico.

Conoscere le
caratteristiche tecniche
e costruttive del proprio
strumento e la loro
evoluzione storica

Acquisire una buona


dimestichezza nelluso
dei sistemi di notazione.
Avviare il processo di
comprensione globale di
un pezzo attraverso la

Esegue in modo consapevole


interpretando le indicazioni agogiche,
dinamiche e fraseologiche in modo
coerente ed efficace.

Riconosce gli elementi fondamentali del


discorso musicale (frase, semifrase,
periodo..) e le principali strutture formali e
armoniche del repertorio in relazione alla
collocazione storico-stilistica.

Conosce la storia e l'evoluzione della


chitarra ed ha nozione della corretta
manutenzione dello strumento.

Decodifica correttamente le principali


componenti dello spartito e ne individua gli
elementi fondamentali per una lettura
estemporanea e autonoma.
Sa improvvisare su semplici schemi
armonici.

Brevi brani di musica antica (periodo


rinascimentale e barocco) tratti dal
repertorio intavolato per liuto,
chitarra e vihuela.
N. Paganini, Ghiribizzi.
H. Villa Lobos, Preludi.
Semplici composizioni di autori
moderni e contemporanei.

Bruno Tonazzi, Liuto, Chitarra e


Vihuela, Ed. Berben.
Angelo Gilardino, La Chitarra, Ed.
Curci.
Mario dellAra, Manuale di storia
della chitarra vol. I, Ed. Berben.
Gianni Nuti, Manuale di storia della
chitarra vol II, Ed. Berben.

o
dellorecch
io

lettura e lesecuzione
estemporanea.

Acquisire le prime
fondamentali tecniche di
memorizzazione.

Esegue a memoria brevi brani polifonici


dimostrando di saper controllare il proprio
stato emotivo.

ESECUZIONE E INTERPRETAZIONE Strumento II


(CHITARRA)
ARTICOLAZION
E DELLA
DISCIPLINA

Ambito
tecnico
esecutivo

OBIETTIVI SPECIFICI DI
APPRENDIMENTO
Acquisire una adeguata
consapevolezza corporea
nellapproccio allo
strumento.
Acquisire una
significativa
consapevolezza del
rapporto tra gestualit e
produzione del suono.
Acquisire familiarit con
le principali formule
idiomatiche dello
strumento
Acquisire le competenze
tecnico - esecutive
funzionali alla risoluzione
di problemi presentati
dalle diverse strutture
morfologiche della
musica (dinamiche,
timbriche, ritmiche,
metriche, agogiche,
melodiche, polifoniche,
armoniche,
fraseologiche)

Acquisire un adeguato
metodo di studio per lo

ABILITA

Adotta una corretta impostazione (equilibrio


posturale, rilassamento, controllo dei
movimenti, rapporto gesto/suono) per
produrre eventi musicali.

Conosce le prime posizioni sulla tastiera,


esegue scale e arpeggi semplici e rispetta
le diteggiature indicate.
Realizza in modo appropriato gli aspetti
tecnico-esecutivi (tocco libero\volante e
tocco appoggiato della mano destra,
legature strumentali, articolazioni,
indipendenza e coordinazione, agilit..).

Organizza lo studio in modo efficace,


regolare e autonomo.

CONOSCENZE (REPERTORIO

DI RIFERIMENTO)

Tecnica fondamentale: scale semplici


nelle tonalit pi agevoli e nell
estensione di due ottave.
Tecnica fondamentale dellarpeggio,
alcune formule tratte da: M. Giuliani,
120 arpeggi, op.1.
Armonia applicata allo strumento:
concatenazione degli accordi pi
agevoli.
Tecnica fondamentale: legature
ascendenti e discendenti.
F. Carulli, Studi e preludi scelti.
M. Giuliani, Studi scelti.
F. Sor, Studi scelti.
F. Tarrega, Preludi e opere scelte.
M. Carcassi, 25 studi, melodici
progressivi, op. 60.
R. Smith-Brindle, Guitarcosmos.
L. Brouwer, Estudios Sencillos, I
serie.

sviluppo delle tecniche


esecutive strumentali

Ambito
esecutivo interpreta
tivo

Avviare lacquisizione di
un adeguato repertorio
strumentale specifico di
autori, epoche e forme
compositive diversi.
Sapere realizzare sul
piano espressivo gli
aspetti dinamici, agogici,
fraseologici, ritmico
metrici, melodici,
polifonici, armonici di un
brano
Sapere utilizzare in
funzione interpretativa
semplici procedimenti
analitici di carattere
morfologico, sintattico,
formale e, a livello
iniziale, storico e
stilistico.

Conoscenz
a dello
strumento
musicale

Conoscere le
caratteristiche tecniche
e costruttive del proprio
strumento e la loro
evoluzione storica

Lettura,
memorizza
zione,
esecuzion
e
estempora
neasvilupp
o

Acquisire una buona


dimestichezza nelluso
dei sistemi di notazione.
Avviare il processo di
comprensione globale di
un pezzo attraverso la
lettura e lesecuzione
estemporanea.

Esegue in modo consapevole


interpretando le indicazioni agogiche,
dinamiche e fraseologiche in modo
coerente ed efficace.

Riconosce gli elementi fondamentali del


discorso musicale (frase, semifrase,
periodo..) e le principali strutture formali e
armoniche del repertorio in relazione alla
collocazione storico-stilistica.

Ha nozione della corretta manutenzione


dello strumento.
Decodifica correttamente le principali
componenti dello spartito e ne individua gli
elementi fondamentali per una lettura
estemporanea e autonoma.

Brevi brani di musica antica (periodo


rinascimentale e barocco) tratti dal
repertorio intavolato per liuto,
chitarra e vihuela.
N. Paganini, Ghiribizzi.
Semplici composizioni di autori
moderni e contemporanei.

Bruno Tonazzi, Liuto, chitarra e


vihuela, Ed. Berben.
Angelo Gilardino, La Chitarra, Ed.
Curci.

dellorecch
io

Acquisire le prime
fondamentali tecniche di
memorizzazione.

Esegue a memoria brevi e facili brani


dimostrando di saper controllare il proprio
stato emotivo.