Sei sulla pagina 1di 1

Nella frase i pronomi personali diretti sostituiscono il nome (un oggetto, un animale o una persona) e svolgono la

funzione di complemento oggetto, cioè rispondono alla domanda chi? che cosa?.
Vediamo un esempio:
Oggi compro il giornale (nome-complemento oggetto), compro il giornale in edicola e poi leggo il giornale al bar.
Per non ripetere in ogni frase il nome-complemento oggetto (giornale), sostituisco il nome con un pronome diretto in
questo modo:
Oggi compro il giornale, lo compro in edicola e poi lo leggo al bar.
Dunque i pronomi diretti si possono usare solo con i verbi transitivi, ovvero i verbi che hanno un complemento
oggetto.
Osserva la tabella che riporta la terza persona del pronome personale diretto:
Terza persona singolare
Terza persona plurale
Maschile lo / l’ li
Femminile la / l’ le
Qualche esempio:
Cerchi l’ombrello? Sì lo cerco. (che cosa? L’ombrello = lo)
Dov’è la sciarpa? Non la trovo. (che cosa? La sciarpa = la)
A chi regali questi fiori? Li regalo a mia sorella. (che cosa? I fiori = li)
Ho perso le chiavi, non le trovo più. (che cosa? Le chiavi = le)
In un registro formale si usa la terza persona femminile singolare, per esempio: Dottore, c’è un cliente che La aspetta
da molto tempo.
I pronomi personali diretti si collocano sempre prima del verbo. Esempio: Bella questa maglia! La compro.
Alla forma negativa la sequenza è sempre non + pronome diretto + verbo. Esempio: Mangi il pesce? No, non lo
mangio mai.
Lo si usa anche per sostituire un’intera frase. Per esempio: Sai che ore sono? No, non lo so. (lo = che ore sono)
Lo e la diventano l’ quando sono seuguiti dal verbo avere nel passato prossimo: hai comprato il pane? Sì, l’ho
comprato. Affronteremo meglio questo argomento dopo aver studiato il passato prossimo.
Li e le non si apostrofano mai. Per esempio: Aspettate i vostri amici? Sì, li aspettiamo.
Osserva ora la tabella completa dei pronomi personali diretti.
Persona Singolare Plurale
Prima mi ci
Seconda ti vi
Terza maschile lo / l’ li
Terza femminile la / l’ le
Terza riflessivo si si
Qualche esempio:
Luca mi aspetta a casa.
Sonia, ti vedo un po’ stanca.
Io e Marco non riusciamo a fare questo esercizio, ci aiuti per favore?
Se non siete impegnati, vi aspetto domani sera per cena.
ATTENZIONE!
Il pronome si mette dopo o si unisce al verbo:
1- se il verbo è all’infinito, il pronome si può attaccare al verbo all’infinito. Abbiamo in questo caso due possibilità:
Posso guardare la TV?
a- Sì, la puoi guardare.
b- Sì, puoi guardarla.
2- se il verbo è all’imperativo:
Mangia il panino! = Mangialo!
3- se il verbo è al gerundio:
Mangiando il panino, non avrai più fame. = Mangiandolo non avrai più fame.