Sei sulla pagina 1di 308

BACK serie D700-754

serie D700-754 AGGIORNAMENTI / INDICE A/I

PREMESSE 0

IDENTIFICAZIONE 1

CARATTERISTICHE TECNICHE 2

MANUTENZIONE 3

SCHEMI CIRCUITI 4

SMONTAGGIO 5

CONTROLLI E RIPARAZIONI 6

MONTAGGIO 7

TABELLE 8

COLLAUDO/REGISTRAZIONI IN MOTO 9

APPLICAZIONI 10

ATTREZZI SPECIALI 11

TEMPARIO RIPARAZIONI 12
serie D700-754

PAGINA INTENZIONALMENTE BIANCA

INTENTIONALLY LEFT BLANK

PAGE INTENTIONNELLEMENT BLANCHE

WEIß SEITE

PÁGINA INTENCIONALMENTE BLANCA


serie D700-754
Aggiornamenti / Indice I-1

AGGIORNAMENTI / INDICE Pag. 1- 20 A/I

revisione: 3 del 21/11/03


serie D700-754
Aggiornamenti / Indice I-2

PAGINA INTENZIONALMENTE BIANCA

INTENTIONALLY LEFT BLANK

PAGE INTENTIONNELLEMENT BLANCHE

WEIß SEITE

PÁGINA INTENCIONALMENTE BLANCA

revisione: 3 del 21/11/03


serie D700-754
Aggiornamenti / Indice I-3

AGGIORNAMENTO GENERALE
Capi- Data Revis.
tolo revis. n° DESCRIZIONE
A/I 21/11/03 3 AGGIORNAMENTI / INDICE

0 10/12/01 0 PREMESSE

1 20/11/03 2 IDENTIFICAZIONE

2 20/11/03 3 CARATTERISTICHE TECNICHE

3 10/12/01 0 MANUTENZIONE

4 10/12/01 0 SCHEMI CIRCUITI

5 22/11/03 3 SMONTAGGIO

6 20/11/03 2 CONTROLLI E RIPARAZIONI

7 21/11/03 5 MONTAGGIO

8 10/03/03 1 TABELLE

9 20/11/03 2 COLLAUDO/REGISTRAZIONI IN MOTO

10 01/07/03 2 APPLICAZIONI

11 21/11/03 4 ATTREZZI SPECIALI

12 10/03/03 1 TEMPARIO RIPARAZIONI

revisione: 3 del 21/11/03


serie D700-754
Aggiornamenti / Indice I-4

AGGIORNAMENTI CAPITOLO n° - A/I REVISIONE n° - 3


CAPITOLO DATA ULTIMA REVISIONE - 21/11/03
Data Revis. Preparata Verificata Approvata
revis. n° da: da: da: DESCRIZIONE

20/10/02 1 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Variato pagine di registrazione aggiornamenti per adeguarle alle
normative attualmente vigenti.

01/07/03 2 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Variato intestazione capitolo 10 da INSTALLAZIONI ad APPLICAZIO


NI.

21/11/03 3 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Aggiornato indice, inserito nuove voci: "Curve di potenza" e
"Smontaggio distribuzione REFORM"

revisione: 3 del 21/11/03


serie D700-754
Aggiornamenti / Indice I-5

AGGIORNAMENTI CAPITOLO n° - 0 REVISIONE n° - 0


CAPITOLO DATA ULTIMA REVISIONE - 10/12/01
Data Revis. Preparata Verificata Approvata
revis. n° da: da: da: DESCRIZIONE

10/12/01 0 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F.

revisione: 3 del 21/11/03


serie D700-754
Aggiornamenti / Indice I-6

AGGIORNAMENTI CAPITOLO n° - 1 REVISIONE n° - 2


CAPITOLO DATA ULTIMA REVISIONE - 20/11/03
Data Revis. Preparata Verificata Approvata
revis. n° da: da: da: DESCRIZIONE

10/12/01 0 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F.

01/07/03 1 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Aggiunto identificazione per 754E2 e 706IE2.

20/11/03 2 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Aggiunto identificazione per 704TE2.

revisione: 3 del 21/11/03


serie D700-754
Aggiornamenti / Indice I-7

AGGIORNAMENTI CAPITOLO n° - 2 REVISIONE n° - 3


CAPITOLO DATA ULTIMA REVISIONE - 20/11/03
Data Revis. Preparata Verificata Approvata
revis. n° da: da: da: DESCRIZIONE

10/03/03 1 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Sostituite le vecchie schede di taratura pompe iniezione 704 e
706 con nuove.

01/07/03 2 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Aggiornato schede di taratura per pompa iniezione 1 502 2150F
1 502 2152F - 1 502 2153F - 1 502 2182F.

20/11/03 3 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Iserito curva di potenza e schede di taratura per pompa iniezio
ne D704TE2 - D706IE2.
Aggiornato schede di taratura per pompa iniezione 1 502 2156F -
2180F.

revisione: 3 del 21/11/03


serie D700-754
Aggiornamenti / Indice I-8

AGGIORNAMENTI CAPITOLO n° - 3 REVISIONE n° - 0


CAPITOLO DATA ULTIMA REVISIONE - 10/12/01
Data Revis. Preparata Verificata Approvata
revis. n° da: da: da: DESCRIZIONE

10/12/01 0 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F.

revisione: 3 del 21/11/03


serie D700-754
Aggiornamenti / Indice I-9

AGGIORNAMENTI CAPITOLO n° - 4 REVISIONE n° - 0


CAPITOLO DATA ULTIMA REVISIONE - 10/12/01
Data Revis. Preparata Verificata Approvata
revis. n° da: da: da: DESCRIZIONE

10/12/01 0 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F.

revisione: 3 del 21/11/03


serie D700-754
Aggiornamenti / Indice I-10

AGGIORNAMENTI CAPITOLO n° - 5 REVISIONE n° - 3


CAPITOLO DATA ULTIMA REVISIONE - 22/11/03
Data Revis. Preparata Verificata Approvata
revis. n° da: da: da: DESCRIZIONE

20/10/02 1 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Inserito metodologia di smontaggio pompe iniezione BOSCH ad
alta pressione per D703.

01/07/03 2 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Ridefinito metodo di smontaggio della pompa iniezione, inserito
nuovo attrezzo per smontaggio dell'ingranaggio P.I. nella
versione "REFORM" e varito numerazione immagini.

22/11/03 3 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Inserito metodologia di smontaggio distribuzione ingranaggi per
versione "REFORM".

revisione: 3 del 21/11/03


serie D700-754
Aggiornamenti / Indice I-11

AGGIORNAMENTI CAPITOLO n° - 6 REVISIONE n° - 2


CAPITOLO DATA ULTIMA REVISIONE - 20/11/03
Data Revis. Preparata Verificata Approvata
revis. n° da: da: da: DESCRIZIONE

10/03/03 1 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Corretto errori di battitura e riportato sulle figure i valori di
serraggio.

20/11/03 2 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Variato valori di anticipo iniezione per 704TE2 e aggiunto valori
per versione "Goldoni".

revisione: 3 del 21/11/03


serie D700-754
Aggiornamenti / Indice I-12

AGGIORNAMENTI CAPITOLO n° - 7 REVISIONE n° - 5


CAPITOLO DATA ULTIMA REVISIONE - 21/11/03
Data Revis. Preparata Verificata Approvata
revis. n° da: da: da: DESCRIZIONE

20/10/02 1 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Inserito metodo di montaggio per pompe iniezione BOSCH ad alta
pressione per D703.

10/03/03 2 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Inserito valori di serraggio nelle figure.

01/07/03 3 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Inserito metodo di montaggio distribuzione anteriore per motori
"REFORM".

16/10/03 4 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Inserito metodo di rilevamento del PMS dalla sede iniettore
prima testa con specifico attrezzo.

21/11/03 5 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Inserito valore di serraggio dado fissaggio puleggia anteriore,
frequenza di tensionamento cinghia D754E2, aggiornato descri
zione corretta spessorazione pompa iniezione e inserito nuovo
spessore con serigrafato il silicone di tenuta.

revisione: 3 del 21/11/03


serie D700-754
Aggiornamenti / Indice I-13

AGGIORNAMENTI CAPITOLO n° - 8 REVISIONE n° - 1


CAPITOLO DATA ULTIMA REVISIONE - 10/03/03
Data Revis. Preparata Verificata Approvata
revis. n° da: da: da: DESCRIZIONE

10/03/03 1 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Aggiornato capitolo adeguandolo alla nuova riorganizzazione del
manuale.

revisione: 3 del 21/11/03


serie D700-754
Aggiornamenti / Indice I-14

AGGIORNAMENTI CAPITOLO n° - 9 REVISIONE n° - 2


CAPITOLO DATA ULTIMA REVISIONE - 20/11/03
Data Revis. Preparata Verificata Approvata
revis. n° da: da: da: DESCRIZIONE

10/12/01 0 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F.

01/07/03 1 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Inserito valore di fumosità per D754 E2.

20/11/03 2 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Inserito valore di fumosità per D704 TE2, modificato paragrafo e
immagine della vite di stabilizzazione giri per G. E.

revisione: 3 del 21/11/03


serie D700-754
Aggiornamenti / Indice I-15

AGGIORNAMENTI CAPITOLO n° - 10 REVISIONE n° - 2


CAPITOLO DATA ULTIMA REVISIONE - 01/07/03
Data Revis. Preparata Verificata Approvata
revis. n° da: da: da: DESCRIZIONE

20/10/02 1 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Inserito schema di applicazione elettrostop.

01/07/03 2 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Cambiato denominazione al capitolo ed eliminato diagrammi per
definizione della potenza applicabile alle prese di forza.

revisione: 3 del 21/11/03


serie D700-754
Aggiornamenti / Indice I-16

AGGIORNAMENTI CAPITOLO n° - 11 REVISIONE n° - 4


CAPITOLO DATA ULTIMA REVISIONE - 21/11/03
Data Revis. Preparata Verificata Approvata
revis. n° da: da: da: DESCRIZIONE

20/10/02 1 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Inserito fermo per pompe iniezione BOSCH ad alta pressione per
D703 cod. 68480015F.

01/07/03 2 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Inserito attrezzo per estrazione ingranaggio pompa iniezione su
motori versione "REFORM".

15/10/03 3 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Inserito attrezzo per fase PMS dalla sede iniettore sulla testa.

21/11/03 4 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Inserito attrezzo per bloccaggio puleggia albero motore ed
estrattore ingranaggio albero motore "REFORM".

revisione: 3 del 21/11/03


serie D700-754
Aggiornamenti / Indice I-17

AGGIORNAMENTI CAPITOLO n° - 12 REVISIONE n° - 1


CAPITOLO DATA ULTIMA REVISIONE - 10/03/03
Data Revis. Preparata Verificata Approvata
revis. n° da: da: da: DESCRIZIONE

10/03/03 1 Girotto P. Bianchetti R. Baroncini F. Modificato codice operazione, secondo nuova codifica.

revisione: 3 del 21/11/03


serie D700-754
Aggiornamenti / Indice I-18
INDICE
4 SCHEMI E CIRCUITI

4.1 CIRCUITO DI RAFFREDDAMENTO


0 PREMESSE
4.2 CIRCUITO DI LUBRIFICAZIONE
0.0 NORME D'OFFICINA
4.3 CIRCUITO COMBUSTIBILE
0.1 COME LEGGERE ED UTILIZZARE IL
MANUALE DI REVISIONE 4.4 CIRCUITI ELETTRICI

0.2 NORME PER L'ORDINAZIONE DEI 4.5 LEGENDA COLORI DEI FILI
RICAMBI ORIGINALI
5 SMONTAGGIO
0.3 CERTIFICAZIONE DEI SISTEMI QUALITA'
5.0 INTRODUZIONE
0.4 NORMATIVE DI RIFERIMENTO PER LA 5.1 INIETTORI
STESURA 5.2 COPERCHIO TESTE
5.3 TUBO LUBRIFICAZIONE BILANCIERI
1 IDENTIFICAZIONE
5.4 BILANCIERI
1.1 DATI DI IDENTIFICAZIONE
5.5 TUBO RACC. ACQUA TESTE
1.2 IDENTIFICAZIONE DEL TIPO DI MOTORE 5.6 COLLETTORE DI SCARICO
5.7 COLLETTORE ASPIRAZIONE
1.3 IDENTIFICAZIONE DEL COSTRUTTORE
5.8 MOTORINO AVVIAMENTO
5.9 VENTOLA

2 CARATTERISTICHE TECNICHE 5.10 CINGHIE


5.11 ALTERNATORE
2.1 CARATTERISTICHE DIMENSIONALI
5.12 PULEGGIA POMPA ACQUA
2.2 DATI TECNICI 5.13 POMPA ACQUA STANDARD
2.3 SCHEDE TARATURA POMPE INIZIONE 5.14 POMPA ACQUA VERSIONE D754
5.15 PULEGGIA ALBERO MOTORE
2.4 CURVE DI POTENZA
5.16 COPERCHIO ANTERIORE
3 MANUTENZIONE 5.17 POMPA INIEZIONE
5.18 POMPA INIEZIONE (senza togliere il coperchio
3.1 CONSERVAZIONE anteriore)

3.2 PROTEZIONE TEMPORANEA 5.19 POMPA OLIO


5.20 INGRANAGGIO INTERMEDIO
3.3 PROTEZIONE PERMANENTE
5.20.1 DISTRIBUZIONE INGRANAGGI "REFORM"
3.4 COLLANTI E/O SIGILLANTI 5.21 VOLANO

3.5 LUBRIFICANTI 5.22 CAMPANA COPRIVOLANO


5.23 SUPPORTO POSTERIORE
3.6 REFRIGERANTI
5.24 TESTA
3.7 SOLVENTI 5.25 PUNTERIE IDRAULICHE
3.8 COMBUSTIBILE 5.26 FIRLTRO OLIO
5.27 SCAMBIATORE OLIO
3.9 RIDUZIONE DI POTENZA
CONSIDERANDO LE PROPRIETÀ DEL 5.28 POMPA ALIMENTAZIONE
GASOLIO 5.29 COPPA OLIO

3.10 RIDUZIONE DI POTENZA 5.30 TUBO ASPIRAZIONE OLIO


CONSIDERANDO LE CARATTERISTICHE 5.31 MASSE CONTROROTANTI
DELL'ARIA COMBURENTE
5.32 BIELLA - PISTONE - CANNA
3.11 MANUTENZIONE PROGRAMMATA 5.33 SUPPORTO DI BANCO CENTRALE
5.34 ALBERO MOTORE
5.35 ALBERO A CAMME
revisione: 3 del 21/11/03
serie D700-754
Aggiornamenti / Indice I-19
5.36 GRUPPO REGOLATORE 3 CIL. 6.31 PLANARITA' COLLETTORI
5.37 TUBI INIEZIONE 3 CIL. 6.32 RADIATORE ACQUA
5.38 POMPE INIEZIONE IMMERSE STD. 6.32.1 SCAMBIATORE ACQUA/OLIO
5.39 P. I. IMMERSE VERSIONE E1-E2
6.33 POMPA ALIMENTAZIONE
5.40 ASTA CONGIUNZIONE POMPE STD.
6.34 POMPA INIEZIONE
5.41 ASTA CONG. POMPE VERS. E1-E2
6.35 INIETTORE
5.42 COPERCHIO ANT. 3 CIL.
6.36 AVVIAMENTO
5.43 DISTRIBUZIONE 3 CIL.
6.37 EQUIPAGGIAMENTO ELETTRICO
5.44 ALBERO A CAMME 3 CIL.
6.38 BATTERIA
6 CONTROLLI E RIPARAZIONI
6.39 ALTERNATORE
6.1 TESTE
6.40 REGOLATORE
6.2 VALVOLE - SEGGI - GUIDE
6.41 MOTORINO D'AVVIAMENTO
6.3 MOLLE VALVOLE
6.42 TURBOCOMPRESSORE
6.4 COLONNETTE LATERALI

6.5 TUBO RACCOLTA ACQUA TESTE

6.6 BILANCIERI

6.7 ASTE BILANCIERI 7 MONTAGGIO

6.8 PUNTERIEMECCANICHE 7.0 AVVERTENZE GENERALI

6.9 PUNTERIEIDRAULICHE 7.0.1 TAVOLE ESPLICATIVE

6.10 CANNE 7.1 CUSCINETTI DI BANCO

6.11 PISTONI E SEGMENTI 7.2 CANNA

6.12 ALBERO MOTORE 7.3 PUNTERIEMECCANICHE

6.13 ALBERO A CAMME 7.4 ALBERO A CAMME

6.14 POMPA ACQUA 7.5 ALBERO MOTORE

6.15 SPINOTTI E BIELLE 7.6 SUPPORTO CENTRALE DI BANCO

6.16 BRONZINA DI TESTA BIELLA 7.7 SUPPORTO POSTERIORE

6.17 CAMPANA COPRIVOLANO 7.8 CAMPANA COPRIVOLANO

6.18 SUPPORTO POSTERIORE 7.9 VOLANO

6.19 ANELLI DI RASAMENTO 7.10 GIOCO ASSIALE ALBERO MOTORE

6.20 COPERCHIO ANTERIORE 7.11 BIELLA - PISTONE

6.21 BASAMENTO 7.12 VALVOLA DI REGOLAZIONE PRESSIONE OLIO

6.22 CIRCUITO LUBRIFICAZIONE 7.12.1 MASSE CONTROROTANTI

6.23 POMPA OLIO 7.13 TUBO ASPIRAZIONE OLIO

6.24 COPPA E TUBO ASPIRAZIONE OLIO 7.14 COPPA DELL'OLIO

6.25 FILTRO OLIO 7.15 POMPA OLIO

6.26 NON UTILIZZATO 7.16 INGRANAGGIO INTERMEDIO

6.27 FILTRO ARIA A SECCO 7.16.1 INGRANAGGIO DI RINVIO "REFORM"

6.28 FILTRO ARIA A BAGNO D'OLIO 7.16.2 INGRANAGGIO DI RINVIO COMPLETO "REFORM"

6.29 FILTRO CARBURANTE 7.16.3 INGRANAGGIO COMANDO POMPE 2P "REFORM"

6.30 INGRANAGGIO INTERMEDIO 7.16.4 SUPPORTO INGRANAGGI "REFORM"

7.16.5 STAFFA SUPPORTO POMPA 2P "REFORM"


revisione: 3 del 21/11/03
serie D700-754
Aggiornamenti / Indice I-20
7.17 RICERCA PUNTO MORTO SUPERIORE PMS 9 COLLAUDO E REGISTRAZIONI IN MOTO
7.18 SPAZIO NOCIVO
9.0 REGISTRAZIONI IN MOTO-COLLAUDO
7.19 PUNTERIEIDRAULICHE
9.1 CONTROLLI PREAVVIAMENTO
7.20 MONTAGGIO TESTE
9.2 RIFORNIMENTO CIRCUITO DI
7.21 COLLETTORE ASPIRAZIONE
REFRIGERAZIONE
7.22 COLLETTORE SCARICO
9.3 DISAERAZIONE DELL'IMPIANTO DI
7.23 SUPPORTO BILANCIERI ALIMENTAZIONE
7.24 CANDELETTE 9.4 PROVA FUNZIONAMENTO A VUOTO
7.25 TUBO RACCOLTA ACQUA TESTE
9.5 REGISTRAZIONE REGIME
7.26 COPERCHIO BILANCIERI
9.6 RODAGGIO
7.27 INIETTORI
9.7 CONTROPRESSIONE GAS DI SCARICO
7.28 POMPA INIEZIONE
9.8 REGISTRAZIONE PORTATA NAFTA
7.29 TUBO RIFIUTO GASOLIO
POMPA ROTATIVA BOSCH
7.30 COPERCHIO ANTERIORE
9.9 FUMOSITA' MASSIMA
7.31 POMPA ACQUA
9.10 POMPA ROTATIVA STANADYNE
7.32 PARAOLIO ANTERIORE

7.33 PULEGGIA ANTERIORE


9.11 PRESSIONE POMPA ALIMENTAZIONE

7.34 SCAMBIATORE OLIO 9.12 DEPRESSIONE ASPIRAZIONE MOTORE

7.35 FILTRO OLIO 9.13 CONTROLLO PRESSIONE OLIO


7.36 PULEGGIA POMPA ACQUA 9.14 PRESSIONE DI COMPRESSIONE
7.37 ALTERNATORE
9.15 DIAGNOSTICA
7.38 TENSIONAMENTO CINGHIE

7.39 VENTOLA

7.40 MOTORINO AVVIAMENTO


10 APPLICAZIONI

7.41 POMPA ALIMENTAZIONE 10.1 APPLICAZIONE ELETTROVALVOLA


SUPPLEMENTARE
7.42 FASATURA INIEZIONE
10.2 APPLICAZIONE CANDELETTE
7.42.1 SPURGO CIRCUITO ALIMENTAZIONE
PRERISCALDO
7.43 ASSEMBLAGGIO REGOLATORE

7.44 BILANCIAMENTO POMPE 3 CIL.

7.45 VALVOLA LIMITATRICE - LDA


11 ATTREZZI SPECIALI

7.46 SOSTITUZIONE VALVOLA - LDA 11.1 ATTREZZI SPECIALI

8 TABELLE 12 TEMPARIO RIPARAZIONI

8.1 COPPIE DI SERRAGGIO

8.2 QUOTE DI CONTROLLO

revisione: 3 del 21/11/03


serie D700-754
PREMESSE 0-1

PREMESSE Pag. 1 ÷ 6 0

revisione: 0 del 10.12.01


serie D700-754
PREMESSE 0-2

PAGINA INTENZIONALMENTE BIANCA

INTENTIONALLY LEFT BLANK

PAGE INTENTIONNELLEMENT BLANCHE

WEIß SEITE

PÁGINA INTENCIONALMENTE BLANCA

revisione: 0 del 10.12.01


serie D700-754
PREMESSE 0-3
0.0 NORME D'OFFICINA 0.1 COME LEGGERE ED UTILIZZARE IL MANUALE DI
REVISIONE
I modelli illustrati sono riconoscibili dalla sigla
indicante alesaggio, numero dei cilindri e tipo di 0.1.1 Importanza del manuale
alimentazione (vedi Cap. 1 Identificazione).
In caso di avaria, prima di procedere allo smontaggio La presente pubblicazione, destinata alla rete
di organi interni al motore, verificare che le cause del assistenziale "VM", contiene le istruzioni per la
guasto non siano imputabili a particolari esterni. messa a punto, la riparazione e la revisione dei
motori D700.
Nella necessità di smontaggio di parti interne,
contrassegnare tutti i particolari che dovranno poi Vi consigliamo di seguire scrupolosamente tutti i
assumere determinate posizioni in fase di montaggio, consigli in esso contenuti, in quanto l' efficacia della
al fine di evitare inutili perdite di tempo. revisione dipende anche dall'applicazione metodica
delle Norme di Intervento a seguito riportate.
DURANTE LO SMONTAGGIO ED IL É bene ricordarsi che nel caso insorgessero difficoltà
RIMONTAGGIO POSIZIONARE IL od inconvenienti, il SERVIZIO ASSISTENZA
MOTORE SU DI UN SUPPORTO TECNICA VM MOTORI S.p.A. è a completa
SPECIFICO REPERIBILE IN COMMER-
CIO COME INDICATO AI CAP. 5 E 7. disposizione per ogni chiarimento od eventuale
intervento.
Bloccare il motore impiegando le viti in dotazione Pertanto la VM MOTORI S.p.A. declina qualsiasi
con lo stesso (o quanto meno della medesima responsabilità da Intervento errato o inadeguato.
classe di appartenenza).
La VM MOTORI S.p.A. si riserva il Diritto di effettuare
modifiche allo scopo di migliorare i propri motori
ATTENZIONE: PER SOSTENERE,
MOVIMENTARE, ECC. IMPIEGARE senza alcun preavviso.
SEMPRE UN SUPPORTO SPECIFICO Assicurarsi che qualsiasi emendamento, o
REPERIBILE IN COMMERCIO COME aggiornamento del presente Manuale pervenuto,
INDICATO AI CAP. 5 E 7.
venga incorporato nel testo.
ATTENZIONE: RISCHIO DI
INTRAPPOLAMENTO E/O CESOIAMEN-
TO DEGLI ARTI DURANTE LA ROTA- 0.1.2 Conservazione del manuale
ZIONE DEL MOTORE SUL SUPPORTO.
Impiegare il manuale in modo tale da non danneggiarne
ATTENZIONE: USARE CHIAVI, tutto od in parte il contenuto.
ESTRATTORI ED ATTREZZI IDONEI E
NON DI FORTUNA, PER EVITARE DI Non asportare, o strappare o riscrivere per alcun
INFORTUNARSI E/O DETERIORARE I motivo parti del manuale.
PEZZI.
Conservare il manuale in zone protette da umidità e
Per "sbloccare" parti solidamente aderenti, agire calore.
con corpi elastici (di resina sintetica o di legno) con
leggeri colpi.
0.1.3 Consultazione del manuale
Separare distintamente i particolari dei vari gruppi e
contrassegnare i particolari sprovvisti di riferimenti Questo manuale è composto da:
per facilitarne il successivo montaggio.
• COPERTINA CON IDENTIFICAZIONE DEL-
Dopo aver effettuato smerigliature o ripassature con LA FAMIGLIA DI APPARTENENZA DEL
blocchetti abrasivi lavare accuratamente i pezzi, con MOTORE
apposito solvente per asportare completamente la
• INDICE ANALITICO
polvere abrasiva (vedi parag. 3.7).
• ISTRUZIONI E/O NOTE SUL PRODOTTO
Nel montaggio lubrificare le parti soggette a movimento
con apposito lubrificante (vedi parag. 3.5). Consultando la COPERTINA si risale al modello di
motore trattato all'interno del manuale
Ad ogni rimontaggio sostituire guarnizioni, anelli di
tenuta, rondelle elastiche, piastrine di ferro e tutti i Consultando l'INDICE è possibile risalire al
particolari deteriorati o di dubbia efficienza. CAPITOLO e al PARAGRAFO sui quali sono riportate
tutte le note relative ad un determinato argomento.
É ASSOLUTAMENTE VIETATO Tutte le ISTRUZIONI E/O NOTE SUL PRODOTTO
INGERIRE O PORTARE A CONTATTO sono rivolte ad individuare gli avvertimenti sulla
CON GLI OCCHI: LUBRIFICANTI, sicurezza, le procedure corrette e le qualifiche
COLLANTI, REFRIGERANTI,
COMBUSTIBILI E SOLVENTI. operative necessarie per una corretta revisione del
motore.

revisione: 0 del 10.12.01


serie D700-754
PREMESSE 0-4
Vogliamo inoltre sottolineare che alcune raffigurazioni Segnali di Divieto (forma circolare) (situazione di
presenti nel manuale, inserite per facilitare pericolo per l' incolumità della persona:
l'individuazione delle parti descritte, potranno non
essere totalmente uguali al motore da Voi acquistato
per evidenti ragioni di generalizzazione. É ASSOLUTAMENTE VIETATO ESE-
GUIRE L' OPERAZIONE INDICATA
NELLA DIDASCALIA
0.1.4 Simbologia utilizzata
É ASSOLUTAMENTE VIETATO ESE-
I simboli per la Sicurezza e le segnalazioni sotto GUIRE OPERAZIONI DI MANUTEN-
riportati, sono utilizzati lungo il corso di tutta la ZIONE CON ORGANI IN MOVIMENTO
presente pubblicazione per attirare l'attenzione del
tecnico sui pericoli inerenti l'incolumità del motore e
É ASSOLUTAMENTE VIETATO RIMUO-
della Persona, per identificare le condizioni operative VERE O MANOMETTERE I DISPOSITIVI
di rischio che possono provocare danni materiali al DI SICUREZZA.
motore, oppure per segnalare comportamenti atti ad
ottenere una buona revisione del motore.

NOTA OPERATIVA GENERALE PRESTARE ATTENZIONE AI SIMBOLI


ED ATTENERSI A QUANTO INDICATO
NELLA DIDASCALIA A FIANCO.
Segnali di Prescrizione-Indicazione (forma
rettangolare) (obbligo di utilizzo della protezione
indicata sul cartello per eseguire l' operazione indicata PRESCRIVE L' OBBLIGO
per l' incolumità della persona: Nm DI IMPIEGO DI CHIAVE
kgm DINAMOMETRICA

É OBBLIGATORIO PROTEGGERE LE
MANI (GUANTI)
PRESCRIVE L' OBBLIGO
° DI IMPIEGO DI ATTREZZO
PER SERRAGGIO CON VA-
LORE ANGOLARE
É OBBLIGATORIO PROTEGGERE GLI
OCCHI (OCCHIALI)

0.2 NORME PER L'ORDINAZIONE DEI RICAMBI


É OBBLIGATORIO PROTEGGERE LE VIE ORIGINALI
RESPIRATORIE (MASCHERA)
Per ottenere un rapido e preciso servizio, le
ordinazioni devono pervenire corredate dalle seguenti
indicazioni:
Segnali di Avvertimento-Avviso di Pericolo (forma
triangolare) (situazione di Attenzione Generale per
l'incolumità della persona/motore):
- Motore tipo indicato nella targhetta;

ATTENZIONE (SITUAZIONE DI PERI- - Matricola Nr. indicato nella targhetta e stampigliato


COLO GENERALE PER L' INCOLUMITÀ sul basamento;
DELLA PERSONA/MOTORE)
- Riferimento e Tavola del particolare richiesto;

ATTENZIONE (SITUAZIONE DI PERI- - Quantità dei pezzi occorrenti.


COLO ELETTRICA PER L' INCOLUMITÀ
DELLA PERSONA/MOTORE)
Oppure attraverso INTERNET all'indirizzo:
http://www.vm-motori.it
ATTENZIONE (SITUAZIONE DI PERI-
COLO DA FONTI DI CALORE PER
L'INCOLUMITÀ DELLA PERSONA/
MOTORE)

revisione: 0 del 10.12.01


serie D700-754
PREMESSE 0-5
0.3 CERTIFICAZIONE DEL SISTEMA DI QUALITA' " VM MOTORI " ISO 9001 ; QS-9000 ; ISO 14001

La VM MOTORI ha ottenuto e mantiene la certificazione di azienda che opera in regime di garanzia della
qualità conformemente alle norme UNI EN ISO 9001 ed alle ancora più severe prescrizioni date
dall’associazione dei costruttori automobilistici Ford, Chrysler e General Motors nel QS-9000 (Quality
System Standard), per la costruzione di motori Diesel.
Ha inoltre conseguito anche la certificazione del proprio sistema di gestione ambientale, secondo la
normativa ISO 14001.
E’ il risultato di un piano di lavoro che coinvolge tutti i livelli aziendali.
La politica della qualità ed ambiente, con particolare riferimento al principio del miglioramento continuo, è compo
nente essenziale della strategia del management VM, ed è implementata in tutte le funzioni aziendali in accordo
con sistemi di gestione della qualità ed ambiente, riconosciuti a livello internazionale e nel rispetto dell’ambiente e
della popolazione.
La soddisfazione del cliente, l’efficienza e la motivazione del personale, intesi come insieme dei servizi resi all’in
terno ed all’esterno dell’azienda, sono i più importanti elementi del concetto di qualità.
Tutti i dipendenti VM partecipano alla realizzazione degli obiettivi della politica della qualità ed ambiente.
Un’addestramento regolarmente pianificato assicura una preparazione adeguata e sempre aggiornata dei dipen-
denti VM. VM guarda alla qualità come ad un processo dinamico di continuo miglioramento in tutte le attività per
raggiungere gli obiettivi.

0.4 NORMATIVE DI RIFERIMENTO PER LA STESURA

Il presente manuale é stato redatto in riferimento alle norme "UNI 10653 e 10893"

revisione: 0 del 10.12.01


serie D700-754
PREMESSE 0-6

PAGINA INTENZIONALMENTE BIANCA

INTENTIONALLY LEFT BLANK

PAGE INTENTIONNELLEMENT BLANCHE

WEIß SEITE

PÁGINA INTENCIONALMENTE BLANCA

revisione: 0 del 10.12.01


serie D700-754
IDENTIFICAZIONE 1-1

IDENTIFICAZIONE Pag. 1 ÷ 4 1

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
IDENTIFICAZIONE 1-2

PAGINA INTENZIONALMENTE BIANCA

INTENTIONALLY LEFT BLANK

PAGE INTENTIONNELLEMENT BLANCHE

WEIß SEITE

PÁGINA INTENCIONALMENTE BLANCA

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
IDENTIFICAZIONE 1-3
1.1 DATI DI IDENTIFICAZIONE

Per identificare facilmente i dati


inerenti il motore, consultare la
targhetta posta sul motore, * . . B * 00000 *
recante i dati di identificazione
(fig. 1.1)

Fig. 1.1

Punzonatura posta sul motore

* . . B * 00000 *
indicante gli estremi
dell'omologazione (fig. 1.2)

Fig. 1.2

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
IDENTIFICAZIONE 1-4

1 . 2 IDENTIFICAZIONE DEL TIPO DI MOTORE

DENOMINAZIONE CODICE

D703L 28 B
D703LE 90 B

D703LT 29 B

D703LTE 75 B
D703LTS 66 B

D703TSE 92 B

D703E2 15 C

D703TE1 16 C

D704L 21 B

D704LE 76B

D704LT 22 B

D704LTE - D704TE2 77 B

D754E1 - E2 13 C

D706LT 27 B

D706LTE 78 B

D706LI 91 B

D706IE2 24C

1.3 IDENTIFICAZIONE DEL COSTRUTTORE

VM MOTORI S.p.A.
Via Ferrarese, 29
44042 CENTO (FERRARA) ITALIA
centralino: TEL. 051 / 6837511
assistenza: FAX. 051 / 6837702
http://www.vmmotori.it

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
Caratteristiche Tecniche 2-1

CARATTERISTICHE TECNICHE Pag. 1 ÷ 46 2

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Caratteristiche Tecniche 2-2

PAGINA INTENZIONALMENTE BIANCA

INTENTIONALLY LEFT BLANK

PAGE INTENTIONNELLEMENT BLANCHE

WEIß SEITE

PÁGINA INTENCIONALMENTE BLANCA

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
Caratteristiche tecniche 2-3
2.1 CARATTERISTICHE DIMENSIONALI (FIG. 2.1)

B
C A
Fig. 2.1

MOTORE DIMENS. A B C

D703L mm. 559 662 622

D703LT mm. 559 729 622

D703LTS mm. 559 729 622

D704L mm. 518 674 735

D704LT mm. 586 674 735

D706LT mm. 536 685 976

D703LE mm. 537 662 578

D703LTE mm. 547 733 580

D703TSE mm. 547 733 580

D703E2 mm. 560 660 630

D703TE1 mm. 560 730 630

D704LE mm. 505 668 680

D704LTE mm. 586 668 690

D704TE2 mm. 557 736 702

D754E1/ E2 mm. 520/518 680/684 735/694

D706LTE mm. 545 685 918

D706IE2 mm. 556 685 918

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Caratteristiche Tecniche 2-4

2.1.1 MASSIMA INCLINAZIONE (FIG. 2.1.1)

Fig. 2.1.1

MOTORE A = Trasversale B = Longitudinale B = Longitudinale

destra-sinistra volano in alto volano in basso

D700 e D754 30° 35° 35°

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
Caratteristiche tecniche 2-5

2.2 DATI TECNICI

UNITA' DI
TIPO MOTORE MISURA D 703 L D 703 LT D 703 LTS D 704 L D704 LT D 706 LT

NUMERO CILINDRI N° 3 3 3 4 4 6

ALESAGGIO mm 94 94 94 94 94 94

CORSA mm 100 100 100 100 100 100

CILINDRATA TOTALE cm³ 2100 2100 2100 2800 2800 4200

VELOCITA' MAX D'ESERCIZIO rpm 3000 3000 2600 3000 3000 3000

POTENZA CONTINUA "B" DIN 6271 KW (CV) 37 (50) 53 (72) 45 (61) 51 (69) 62(84) 97 (132)

MIN. PRESSIONE OLIO (A KPa 100 ÷ 150 100 ÷ 150 100 ÷ 150 100 ÷ 150 100 ÷ 150 100 ÷ 150
CALDO) REGIME DI MINIMO bar 1.0 ÷ 1.5 1.0 ÷ 1.5 1.0 ÷ 1.5 1.0 ÷ 1.5 1.0 ÷ 1.5 1.0 ÷ 1.5

PRESSIONE DI APERTURA KPa 25000 25000 25000 25000 25000 25000


INIETTORI bar 250 250 250 250 250 250

PRESSIONE DI INIEZIONE KPa / / / / / /


bar / / / / / /

ORDINE DI SCOPPIO / INIEZIONE 1-3-2 1-3-2 1-3-2 1-3-4-2 1-3-4-2 1-5-3-6-2-4

GIRI AL MINIMO STD. rpm 1000 1000 1000 900 900 850

RAPPORTO DI COMPRESSIONE 17 : 1 17 : 1 17 : 1 17 : 1 17 : 1 17 : 1

TIPO DI INIEZIONE diretta diretta diretta diretta diretta diretta

OLIO IN COPPA Kg. 5.4 5.4 5.4 5.8 5.8 7.5

TIPO DI ASPIRAZIONE naturale turbocompres. turbocompres. naturale turbocompres. turbocompr.

RAFFREDDAMENTO MOTORE ad acqua ad acqua ad acqua ad acqua ad acqua ad acqua

SENSO DI ROTAZIONE antiorario antiorario antiorario antiorario antiorario antiorario


VISTO DAL LATO VOLANO

PESO MOTORE A SECCO Kg. 184 190 190 254 262 373

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Caratteristiche Tecniche 2-6

UNITA' DI
TIPO MOTORE MISURA D 703 LE D 703 LTE D 703 TSE D 703 E2 D703 TE1

NUMERO CILINDRI N° 3 3 3 3 3

ALESAGGIO mm 94 94 94 94 94

CORSA mm 100 100 100 100 100

CILINDRATA TOTALE cm³ 2100 2100 2100 2100 2100

VELOCITA' MAX D'ESERCIZIO rpm 3000 3000 2600 2600 2600

POTENZA CONTINUA SAE J 1995 SAE J 1995 SAE J 1995 EC 97/68 EC 97/68
KW (CV) 34 (46) 48 (65) 41 (56) 36 (49) 50(68)

MIN. PRESSIONE OLIO (A KPa 120 ÷ 160 120 ÷ 160 120 ÷ 160 120 ÷ 160 120 ÷ 160
CALDO) REGIME DI MINIMO bar 1.2 ÷ 1.6 1.2 ÷ 1.6 1.2 ÷ 1.6 1.2 ÷ 1.6 1.2 ÷ 1.6

PRESSIONE DI APERTURA KPa 25000 25000 25000 27000 27000


INIETTORI bar 250 250 250 270 270

PRESSIONE DI INIEZIONE KPa / / / / /


bar / / / / /

ORDINE DI SCOPPIO / INIEZIONE 1-3-2 1-3-2 1-3-2 1-3-2 1-3-2

GIRI AL MINIMO STD. rpm 1000-1100 1000-1100 1000-1100 950-1000 950-1000

RAPPORTO DI COMPRESSIONE 17 : 1 17 : 1 17 : 1 17,5 : 1 17 : 1

TIPO DI INIEZIONE diretta diretta diretta diretta diretta

OLIO IN COPPA Kg. 5.4 5.4 5.4 5.4 5.4

TIPO DI ASPIRAZIONE naturale turbocompres. turbocompres. naturale turbocompres.

RAFFREDDAMENTO MOTORE ad acqua ad acqua ad acqua ad acqua ad acqua

SENSO DI ROTAZIONE antiorario antiorario antiorario antiorario antiorario


VISTO DAL LATO VOLANO

PESO MOTORE A SECCO Kg. 184 196 196 185 190

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
Caratteristiche tecniche 2-7

UNITA' DI
TIPO MOTORE MISURA D 704 LE D 704 LTE D704 TE2 D 754 E1-2 D 706 LTE D706 IE2

NUMERO CILINDRI N° 4 4 4 4 6 6

ALESAGGIO mm 94 94 94 94 94 94

CORSA mm 100 100 100 107 100 100

CILINDRATA TOTALE cm³ 2800 2800 2800 2970 4200 4200

VELOCITA' MAX D'ESERCIZIO rpm 3000 3000 3000 2600 3000 3000

POTENZA CONTINUA SAE J 1995 SAE J 1995 EC97/68 EC 97/68 SAE J 1995 EC 97/68
KW (CV) 46 (63) 65 (88) 60.5 (82.3) 50 (68) 93 (126) 95(129)

MIN. PRESSIONE OLIO (A KPa 120 ÷ 160 120 ÷ 160 120 ÷ 160 120 ÷ 160 120 ÷ 160 120 ÷ 160
CALDO) REGIME DI MINIMO bar 1.2 ÷ 1.6 1.2 ÷ 1.6 1.2 ÷ 1.6 1.2 ÷ 1.6 1.2 ÷ 1.6 1.2 ÷ 1.6

PRESSIONE DI APERTURA KPa 25000 25000 23000 27000-23000 25000 23000


INIETTORI bar 250 250 230 270-230 250 230

PRESSIONE DI INIEZIONE KPa / / / / / /


bar / / / / / /

ORDINE DI SCOPPIO / INIEZIONE 1-3-4-2 1-3-4-2 1-3-4-2 1-3-4-2 1-5-3-6-2-4 1-5-3-6-2-4

GIRI AL MINIMO STD. rpm 860-900 900-950 900-950 900-950 800-850 850-900

RAPPORTO DI COMPRESSIONE 17 : 1 17 : 1 18 : 1 17,6:1-18:1 17 : 1 18 : 1

TIPO DI INIEZIONE diretta diretta diretta diretta diretta diretta

OLIO IN COPPA Kg. 5.8 5.8 5.8 5.8 7.5 7.5

TIPO DI ASPIRAZIONE naturale turbocompres. turbocompres. naturale turbocompres. turbocompres.


con intercooler

RAFFREDDAMENTO MOTORE ad acqua ad acqua ad acqua ad acqua ad acqua ad acqua

SENSO DI ROTAZIONE antiorario antiorario antiorario antiorario antiorario antiorario


VISTO DAL LATO VOLANO

PESO MOTORE A SECCO Kg. 254 262 255 260 325 325

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Caratteristiche Tecniche 2-8

POTENZA

1500 rpm 1800 rpm 2000 rpm 2300 rpm 2600 rpm 3000 rpm

D703L "A" DIN 6271 Kw (Cv) 19.8 (27) 24.2 (33) 26.4 (36) 28.6 (39) 31.2 (42.5) ---
"B" DIN 6271 22 (30) 26.4 (36) 28.6 (39) 32.3 (44) 35.3 (48) 36.7 (50)
"A" DIN 6271 29.4 (40) 35.2 (48) 38.9 (53) 41.9 (57) 45.5 (62) ---
D703LT Kw (Cv)
"B" DIN 6271 31.6 (43) 38.2 (52) 41.9 (57) 47 (64) 50 (68) 52.9 (72)

"A" DIN 6271 30 (41) 35.2 (48) 37.1 (50.5) 39 (53) 40.5 (55) 41 (55.7)
D703LTS Kw (Cv)
"B" DIN 6271 33.8 (46) 38.9 (53) 41.5 (56.5) 42.6 (58) 44.5 (60.5) 45 (61)
"A" DIN 6271 26.4 (36) 31.6 (43) 34.5 (47) 38.2 (52) 41.9 (57) ---
D704L Kw (Cv)
"B" DIN 6271 29.4 (40) 35.3 (48) 39 (53) 43.3 (59) 47 (64) 50.7 (69)
"A" DIN 6271 40.4 (55) 47.8 (65) 50.7 (69) 53 (72) 53.6 (73) ---
D704LT Kw (Cv)
"B" DIN 6271 47.8 (65) 53 (72) 55 (75) 58 (79) 60.2 (82) 61.7 (84)
"A" DIN 6271 64.7 (88) 74.4 (101) 79.8 (108.5) 82.3 (172) 86 (117) ---
D706LT Kw (Cv)
"B" DIN 6271 67.8 (92) 79.2 (108) 85.4 (116) 91.1 (124) 94.8 (129) 97 (132)

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
Caratteristiche tecniche 2-9

TABELLA POTENZE ELETTRICHE TABELLA POTENZE ELETTRICHE


A 1500 GIRI/MIN A 1800 GIRI/MIN

Potenze elettriche Potenze elettriche


Emergenza Continuo
* Emergenza Continuo
*
KVA KW KVA KW % KVA KW KVA KW %
D703 L 25 20 22.5 18 85 D703 L 28 23 26 21 86
D703 LT 40 32 36 29 86.5 D703 LT 48 38 44 35 87.5
D703 LTS D703 LTS
D704 LT 55 44 50 40 88.5 D704 LT 61 49 56 45 89
D706 LT 89 71 81 65 88.5 D706 LT 93 74 85 68 89.5

a) Le potenze sono espresse secondo le norme DIN6271 e si


riferiscono a motori con rodaggio di circa 50 ore.
b) Tolleranza di produzione sulle potenze indicate: +/- 5%.
c) I motori nuovi erogano una potenza inferiore del 4%.
d) Le potenze in servizio continuo sono sovraccaricabili del
10%.
e) Le potenze in servizio di emergenza non sono
sovraccaricabili.
f ) I rendimenti degli alternatori si riferiscono ai valori medi
rilevati dai cataloghi.

TABELLA POTENZE ELETTRICHE TABELLA POTENZE ELETTRICHE


A 1500 GIRI/MIN A 1800 GIRI/MIN

Potenze elettriche Potenze elettriche


SAE J 1995 Continuo
* SAE J 1995 Continuo
*
KVA KW KVA KW % KVA KW KVA KW %
D703 LE 25 20 85 D703 LE 28 23 86
D703 LTE 36 29 86.5 D703 LTE 44 35 87.5
D703 TSE D703 TSE
D704 LTE 55 44 88.5 D704 LTE 61 49 89
D706 LTE 89 71 88.5 D706 LTE 93 74 89.5

a) Le potenze sono espresse secondo le norme DIN6271 e si


riferiscono a motori con rodaggio di circa 50 ore.
b) Tolleranza di produzione sulle potenze indicate: +/- 5%.
c) I motori nuovi erogano una potenza inferiore del 4%.
d) Le potenze in servizio continuo sono sovraccaricabili del
10%.
e) Le potenze in servizio di emergenza non sono
sovraccaricabili.
f ) I rendimenti degli alternatori si riferiscono ai valori medi
rilevati dai cataloghi.

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Caratteristiche Tecniche 2-10

D703 E2 TARATO a 2600 giri

Codice Fornitore

Pompa Iniezione: BOSCH PFM 1A 90/2500

Iniettore: STANADYNE N°31242

Pressione di apertura iniettore: 270 ± 8 bar (27.000 ± 800 kPa)

Fase iniezione: Vedi tabella a pag. 6-27

Portata pompa iniezione: Giri pompa Portata "mm3" x 1000 mandate


1300 48 ± 3

D703 LE TARATO a 3000 giri

Codice Fornitore

Pompa Iniezione: BOSCH PFR 1K90 A 542

Iniettore: STANADYNE N°31242

Pressione di apertura iniettore: 250 ± 8 bar (25.000 ± 800 kPa)

Fase iniezione: Vedi tabella a pag. 6-27

Portata pompa iniezione: Giri pompa Portata "mm3" x 1000 mandate


1500 52.8 ± 3

D703 LTE TARATO a 3000 giri

Codice Fornitore

Pompa Iniezione: BOSCH 1K90

Iniettore: STANADYNE N°31242

Pressione di apertura iniettore: 250 ± 8 bar (25.000 ± 800 kPa)

Fase iniezione: Vedi tabella a pag. 6-27

Portata pompa iniezione: Giri pompa Portata "mm3" x 1000 mandate


1500 52.8 ± 3

D703 TE1 TARATO a 2600 giri

Codice Fornitore

Pompa Iniezione: BOSCH PFM 1A 90/2500

Iniettore: STANADYNE N°31242

Pressione di apertura iniettore: 270 ± 8 bar (27.000 ± 800 kPa)

Fase iniezione: Vedi tabella a pag. 6-27

Portata pompa iniezione: Giri pompa Portata "mm3" x 1000 mandate


1300 67 ± 3

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
Caratteristiche tecniche 2-11

D703 TSE TARATO a 2600 giri

Codice Fornitore

Pompa Iniezione: BOSCH 1K 90

Iniettore: STANADYNE N°31242

Pressione di apertura iniettore: 250 ± 8 bar (25.000 ± 800 kPa)

Fase iniezione: Vedi tabella a pag. 6-27

Portata pompa iniezione: Giri pompa Portata "mm3" x 1000 mandate


1300 49.5 ± 2

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Caratteristiche Tecniche 2-12

2.3 SCHEDE TARATURA POMPE INIEZIONE

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
Caratteristiche tecniche 2-13

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Caratteristiche Tecniche 2-14

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
Caratteristiche tecniche 2-15

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Caratteristiche Tecniche 2-16

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
Caratteristiche tecniche 2-17

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Caratteristiche Tecniche 2-18

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
Caratteristiche tecniche 2-19

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Caratteristiche Tecniche 2-20

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
Caratteristiche tecniche 2-21

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Caratteristiche Tecniche 2-22

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
Caratteristiche tecniche 2-23

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Caratteristiche Tecniche 2-24

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
Caratteristiche tecniche 2-25

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Caratteristiche Tecniche 2-26

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
Caratteristiche tecniche 2-27

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Caratteristiche Tecniche 2-28

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
Caratteristiche tecniche 2-29

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Caratteristiche Tecniche 2-30

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
Caratteristiche tecniche 2-31

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Caratteristiche Tecniche 2-32

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
Caratteristiche tecniche 2-33

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Caratteristiche Tecniche 2-34

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
Caratteristiche tecniche 2-35

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Caratteristiche Tecniche 2-36

2.4 CURVE DI POTENZA

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
Caratteristiche tecniche 2-37

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Caratteristiche Tecniche 2-38

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
Caratteristiche tecniche 2-39

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Caratteristiche Tecniche 2-40

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
Caratteristiche tecniche 2-41

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Caratteristiche Tecniche 2-42

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
Caratteristiche tecniche 2-43

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Caratteristiche Tecniche 2-44

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
Caratteristiche tecniche 2-45

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Caratteristiche Tecniche 2-46

revisione: 3 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Manutenzione 3-1

MANUTENZIONE Pag. 1 ÷ 12 3

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
Manutenzione 3-2

PAGINA INTENZIONALMENTE BIANCA

INTENTIONALLY LEFT BLANK

PAGE INTENTIONNELLEMENT BLANCHE

WEIß SEITE

PÁGINA INTENCIONALMENTE BLANCA

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
Manutenzione 3-3

3.1 CONSERVAZIONE 3.3 PROTEZIONE PERMANENTE (sei mesi o più)

ATTENZIONE:
OGNI MOTORE FUORI SERVIZIO È
SOGGETTO A RUGGINE ED A CORROSIONE
NELLE SUE PARTI LAVORATE E NON
PROTETTE DA VERNICE. IL GRADO DI
CORROSIONE È INFLUENZATO DAI
MUTAMENTI METEOROLOGICI E DALLE
CONDIZIONI CLIMATICHE. LE INDICAZIONI
SOTTO ELENCATE SONO QUINDI 1) Scaricare l'olio dalla coppa e riempire con olio nuovo.
GENERICHE MA SERVIRANNO 2) Preparare in un recipiente una miscela al 10%
UGUALMENTE A PREVENIRE O A RIDURRE di olio protettivo MOBILARMA 523 (MIL-L-
I DANNI PRODOTTI DALL’OSSIDAZIONE. 21260) e combustibile, scollegare dal serbatoio
di servizio le tubazioni di alimentazione e rifiuto
combustibile e collegarle a questo recipiente.
3.2 PROTEZIONE TEMPORANEA 3) Far girare il motore al minimo, per alcuni minuti.
4) Far girare il motore per circa 10 minuti ad una
velocità compresa tra 1/2 e 3/4 dei giri nominali
in modo che tubazioni, polverizzatori, pompe e
filtri vengano riempiti con miscela protettiva.
5) Arrestare il motore e attendere che si raffreddi.
6) Ricollegare le tubazioni del serbatoio.
7) Riempire completamente il serbatoio del
combustibile di servizio.
1) Preparare in un recipiente una miscela al 10% 8) Allentare la cinghia trapezoidale dell'alternatore.
di olio protettivo MOBILARMA 523 (MIL-L-
9) Spruzzare del protettivo specifico per contatti
21260) e combustibile, scollegare dal serbatoio
elettrici, nei punti di contatto non protetti.
di servizio le tubazioni di alimentazione e rifiuto
combustibile e collegarle a questo recipiente.
2) Far girare il motore al minimo, per alcuni minuti.
3) Far girare il motore per circa 10 minuti ad una
velocità compresa tra 1/2 e 3/4 dei giri nominali
in modo che tubazioni, polverizzatori, pompe e
filtri vengano riempiti con miscela protettiva.
3.4 COLLANTI E/O SIGILLANTI
4) Arrestare il motore e attendere che si raffreddi.
VM Motori prescrive l'impiego dei prodotti sotto
5) Ricollegare le tubazioni del serbatoio.
indicati.
6) Riempire completamente il serbatoio del
combustibile di servizio.
DENOMINAZIONE TIPO
7) Spruzzare del protettivo specifico per contatti
elettrici, nei punti di contatto non protetti. Loctite 222
Loctite 510
Per lo smaltimento rivolgersi ad un apposito centro per Loctite 573
lo smaltimento.
Loctite 601
Loctite 986
Dow Corning 791

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
Manutenzione 3-4

3.5 LUBRIFICANTI
VM Motori prescrive prodotti conformi a quelli indicati

SAE 15 W - 40
Specifiche
API CH-4,CH,SH
ACEA-98 E2,B4,B3,A2
(CCMC D5-PD2)
MB 228.1
MAN 271
VOLVO VDS
MACK EO-L
RVI E2R La VM preferisce MOBIL DELVAC MX
MIL-L-2104 G
ALLISON C-4
VW 501/505

N.B. Per lo smaltimento dell'intero motore o delle singole parti che lo compongono attenersi alle DISPOSIZIONI
VIGENTI NEL PAESE D'INSTALLAZIONE.

IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO E DELLA SOCIETA'

Nome del prodotto: Mobil Delvac MX


Fornitore: Mobil Oil Italiana S.p.A.

IDENTIFICAZIONE DEI PERICOLI

EFFETTI DELLA SOVRAESPOSIZIONE: Non si prevedono conseguenze rilevanti.

MISURE DI PRONTO SOCCORSO

CONTATTO CON GLI OCCHI: Sciacquarsi accuratamente con acqua. Se si verifica irritazione, chiamare un dottore.
CONTATTO CON LA PELLE: Lavare le aree di contatto con acqua e sapone.
INALAZIONE: Non ci si aspetta costituisca un problema.
INGESTIONE: Non si ritiene costituisca un problema. Tuttavia, se si ingerisce più di 1/2 litro o interviene un senso
di malessere, somministrare 1 o 2 bicchieri d'acqua e chiamare un medico o un'ambulanza. Non indurre il vomito o
somministrare qualcosa per bocca a persone in stato di incoscienza.

SMALTIMENTO

Il prodotto è adatto ad essere incenerito in accordo con le normative vigenti.


Raccoglierlo indossando guanti impermeabili.
Operare in accordo con le normative vigenti nel Paese di destinazione ed in relazione alle caratteristiche del prodotto
al momento dello smaltimento.

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
Manutenzione 3-5
COMPONENTI CONSIDERATI PERICOLOSI PER
LA SALUTE
3.6 REFRIGERANTI

o equivalenti: Nome della sostanza Peso Simboli CEE


MOBIL - ANTICONGELANTE Glicole etilenico
(107-21-1) 96% Xn - R:22
% TEMPERATURE Massa Volumica
Sodio borato pentaidrato
VOL CONG. EBOLL. kg/dm³ a 15 °C (1330-43-4) 2% Xn - R:22
10 -4 101 1.014
(Xn - R:22 Nocivo per ingestione)
20 - 10 102 1.028
IDENTIFICAZIONE DEI PERICOLI
30 - 17 104 1.042 EFFETTI DELLA SOVRAESPOSIZIONE
40 - 27 106 1.056 L'ingestione di glicole etilenico può portare a nausea,
vomito, crampi addominali, convulsioni, edema
50 - 40 109 1.070 polmonare, effetti cardiopolmonari (acidosi
60 - 47 114 1.084 metabolica), polmoniti e problemi renali che
potrebbero condurre alla morte.
Riempire il circuito con miscela di liquido composto al La singola dose letale per gli esseri umani è di circa
50 % di acqua fredda demineralizzata ed al 50 % di 100 ml.
fluido antiossidante anticongelante (glicol etilene inibito) L'inalazione, per periodi prolungati di tempo, di
elevate concentrazioni di vapori o nebbie può anche
conforme a ASTM D 3306 (reperibile normalmente
avere effetti tossici.
nella rete commerciale specializzata).
Effetti nocivi o indisposizione possono verificarsi
ingoiando questo prodotto.
Il Mobil Anticongelante è un fluido a base di glicole
etilenico, destinato alla preparazione di miscele MISURE DI PRONTO SOCCORSO
anticongelanti di tipo permanente da utilizzare nei
circuiti di raffreddamento dei motori a combustione CONTATTO OCCHI: Sciacquarsi accuratamente
interna e per qualsiasi altro circuito di scambio termico con acqua. Se si verifica irritazione, chiamare un
operante a bassa temperatura. dottore.
CONTATTO PELLE: Lavare le aree di contatto con
acqua e sapone. Rimuovere i vestiti contaminati.
Svolge, inoltre, una efficace protezione contro la
Lavare i vestiti contaminati prima di riutilizzarli.
ruggine e la corrosione dei metalli presenti nel circuito
INALAZIONE: Rimuovere da ulteriore esposizione.
di raffreddamento. Il Mobil Anticongelante non
Se si verificano irritazione delle vie respiratorie,
contribuisce al degrado, favorito dalla temperatura del
vertigini, nausea o stato incoscienza cercare
fluido, di tubi e manicotti in gomma che collegano i vari immediatamente assistenza medica. Se si verifica
componenti del circuito. un arresto respiratorio, praticare la respirazione
artificiale.
INGESTIONE: Indurre il vomito immediatamente
con sciroppo di ipecacuana seguito da 1 o 2 bicchieri
di acqua e cercare immediatamente assistenza
medica o chiamare un centro antiveleni.
CARATTERISTICHE CHIMICO-FISICHE Se lo sciroppo di ipecacuana non è disponibile
indurre il vomito sotto la direzione di personale
medico. Non indurre il vomito o somministrare
MASSA VOL. kg/dm³ a 15 °C 1.14 qualcosa per bocca a persone in stato di incoscienza.

PUNTO DI CONGELAMENTO °C - 13 CONSIDERAZIONI SULLO SMALTIMENTO

PUNTO DI EBOLLIZIONE °C 180 SMALTIMENTO RIFIUTI:


Raccoglierlo indossando guanti impermeabili.
IDENTIFICAZIONE DEL PRODOTTO E DELLA Operare in accordo con la normativa vigente ed in
SOCIETA' relazione alle caratteristiche del prodotto al
momento dello smaltimento.
Nome del prodotto: MOBIL - ANTICONGELANTE Per maggiori informazioni su caratteristiche di
Fornitore: Mobil Oil Italiana S.p.A. modalità operative, modalità di gestione e
smaltimento del prodotto, vi rimandiamo alla scheda
di igiene e sicurezza del lavoro disponibile presso la
sede della Mobil Oil Italiana.
revisione: 0 del 10/12/01
serie D700-754
Manutenzione 3-6

3.7 SOLVENTI Pelle irritante


Occhi irritante
Ingestione nocivo
VM Motori prescrive prodotti conformi a quelli indicati
Inalazione nocivo
o equivalenti.

MISURE DI PRONTO SOCCORSO


3.7.1 Diluente decapaggio
CONTATTO CON LA PELLE
Togliere gli abiti contaminati, lavare subito le parti
SOSTANZA colpite con acqua fredda o tiepida, se disponibile
usare sapone neutro.
Nome chimico
Miscela di idrocarburi aromatici,
CONTATTO CON GLI OCCHI
chetoni, dicloropropano, isobutanolo
Lavare subito abbondantemente con acqua corrente
Nome commerciale per almeno 15 minuti.
Diluente Decapaggio 15 Chiedere l'intervento del medico.
Formula
---- INALAZIONE
Allontanare l'infortunato e tenerlo all'aria aperta.
Numero Kemler
Se l'infortunato non respira, praticare la respirazione
33
artificiale.
Numero ONU Chiedere l'intervento di un medico.
1203
INGESTIONE
CARATTERISTICHE - INFORMAZIONI SUGLI Sciacquare la bocca senza deglutire, non provocare il
INGREDIENTI vomito, chiedere l'intervento di un medico.

Miscela di Acetone 15% ÷ 25 % CONTROLLO DELL'ESPOSIZIONE,


" Isopropanolo 10% ÷ 20 % Xn R 20 PROTEZIONE INDIVIDUALE
" Dicloropropano 15% ÷ 25 % Xn R 20
" Totuolo 35% ÷ 45 % Xn R 20 Valore limite di esposizione LV mg/mc. 491
Secondo il DPR n° 303 del 19/03/56 necessitano
visite mediche trimestrali.
Numeri di identificazione dei componenti:

PROTEZIONE RESPIRATORIA
n° CEE n° CAS
Maschera con facciale intero con filtro per vapori
Acetone 606-001-00-8 67-64-1 organici, ad alte concentrazioni, autorespiratore.
Isopropanolo 603-003-00-0 67-63-0
Dicloropropano 602-020-00-0 78-87-5 PROTEZIONE DELLE MANI
Totuolo 601-021-00-3 108-88-3 Guanti antisolvente.

PROTEZIONE DEGLI OCCHI


IDENTIFICAZIONE DEI PERICOLI Occhiali protettivi antispruzzo.

Prodotto facilmente infiammabile. PROTEZIONE DELLA PELLE


Nocivo per inalazione e contatto con la pelle, se Tuta e grembiule.
ingerito, inalato può essere dannoso alla salute. Non mangiare, bere o fumare nelle aree ove si usa
solvente.
R 11 - Facilmente infiammabile
R 20 - Nocivo per inalazione

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
Manutenzione 3-7

3 . 7 . 2 Tricloroetano Contatto con gli occhi


Sciacquare accuratamente ed abbondantemente
con acqua per almeno 15 minuti e rivolgersi ad un
Nome chimico della sostanza medico.
1,1,1 - Trichloroetano Sciacquare tenendo l'occhio ben spalancato.
Sinonimi Tri-Ethane 377 - Tri-Ethane 348
Ingestione
EEC-No 602-013-00-2 Bere molta acqua. Non provocare il vomito.
Einecs No. 200-766 Chiamare subito un medico.
Cas-No 71-55-6 Non somministrare alcunchè a persone svenute.

Contiene Protezione dei soccorritori


< 5% Stabilizzante polimerico (il prodotto non Indossare indumenti protettivi. I solventi possono
contiene sostanze classificate come pericolose per sgrassare la pelle.
la salute in concentrazioni che si dovrebbero
prendere in considerazione).
CONTROLLO DELL'ESPOSIZIONE/PROTEZIONE
INDIVIDUALE
INDICAZIONE DEI PERICOLI
Dati di progetto
Maggiori pericoli Assicurare un'adeguata areazione, specialmente
Nocivo per inalazione. in zone chiuse.

Pericoli specifici Parametri di controllo


Una concentrazione sostanzialmente al di sopra OSHA PEL 8 hr - TWA = 350 ppm
dei valori ammessi nell'ambiente di lavoro può OSHA STEL 15 min = 450 ppm
danneggiare il sistema nervoso centrale e può
causare collasso. Protezione individuale

Protezione respiratoria
MISURE DI PRONTO SOCCORSO In caso di ventilazione insufficiente, indossare una
attrezzatura respiratoria adatta.
Informazione generale Per il salvataggio, e per lavori di manutenzione in
Mostrare questa scheda di sicurezza al medico serbatoi, usare un apparato respiratorio autonomo.
curante. E' buona pratica di igiene industriale evitare
il contatto con i solventi usando le appropriate Protezione delle mani
misure protettive qualora sia possibile. Guanti resistenti ai solventi.

Inalazione Protezione degli occhi


Portare all'aria aperta. Ricorrere all'ossigeno e Occhiali di sicurezza/visiera protettiva.
sapone togliendo tutti gli indumenti e scarpe
contaminati. Protezione della pelle e del corpo
Consultare un medico. Vestito di protezione, grembiule resistente ai
solventi.
Contatto con la pelle Rimuovere e lavare gli abiti e i guanti contaminati,
Lavare immediatamente con acqua abbondante e e tutti gli indumenti, prima del loro utilizzo.
sapone togliendo tutti gli indumenti e scarpe
contaminati. Misure di igiene
Consultare un medico. Evitare il contatto con la pelle, con gli occhi e con gli
indumenti.
Durante l'utilizzo, non mangiare, bere o fumare.

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
Manutenzione 3-8

3.8 COMBUSTIBILE 3.9 RIDUZIONE DI POTENZA CONSIDERANDO LE


PROPRIETÀ DEL GASOLIO

Utilizzare gasolio conforme alle specifiche PROPRIETÀ DEL COMBUSTIBILE - Rettifica della
sottoriportate. potenza in relazione alle proprietà del carburante
Nel riempimento del serbatoio combustibile, usare un Le potenze specificate presuppongono le seguenti
imbuto provvisto di filtro a rete metallica per non proprietà del carburante:
incorrere in inconvenienti agli apparati di iniezione
dovuti ad impurità solide eventualmente presenti nel Valore energetico
combustibile. 42 700 kJ/kg
Evitare l'utilizzo di gasolio mescolato ad acqua e/o
altre sostanze estranee.
Temperatura, a monte della pompa di alimentazione
35 °C

É IMPORTANTE L’IMPIEGO DI UN BUON


GASOLIO DI ACCERTATA PROVENIENZA E Densità 0.84 kg/dm3 a 15 °C
RISPONDENTE ALLE NORME CUNA (NC
630.01).
Se il carburante si scosta da questi valori, verificare i
ATTENZIONE: fattori di rettifica (in %) riportati nella tabella seguente.
L'UTILIZZO DI GASOLIO NON RISPONDENTE Ricorrere a tali fattori nel "Calcolo della potenza del
ALLE SPECIFICHE TECNICHE SOPRA motore".
RIPORTATE PROVOCA DANNI AGLI
APPARATI DI INIEZIONE E,
CONSEGUENTEMENTE AL MOTORE,
DETERMINANDO IL DECADIMENTO DELLA
GARANZIA.

Effetto della temperatura del combustibile sul Effetto della densità combustibile sul rendimento del
rendimento del motore. motore.
La Temperatura di riferimento è +35 °C (0%). Il valore normale è 0.84 kg/dm3 a +15 °C (0%).
Correzione del Correzione del
rendimento (%) rendimento (%)

Temperatura del Densità (in kg/dm3)


combustibile in °C

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
Manutenzione 3-9

- Nota: Qualora un impianto venga utilizzato ad


3.10 RIDUZIONE DI POTENZA CONSIDERANDO LE
altitudini e/o temperature eccedenti i valori standard
CARATTERISTICHE DELL’ARIA COMBURENTE
sopra riportati, è necessario effettuare una riduzione
della potenza per la qualità "più leggera" dell'aria di
PROPRIETÀ DELL’ARIA - Rettifica della potenza aspirazione.
in relazione alle proprietà dell'aria La diminuzione di densità dell'aria influisce sul motore
Le potenze specificate presuppongono le seguenti determinandone una riduzione delle prestazioni.
proprietà dell'aria (conformemente alle norme ISO Poichè la combustione risulta incompleta, si produce
3046): fumo nero ed aumenta il consumo specifico di
Pressione dell'aria (100 kPa) (1000 mbar) carburante. Inoltre è presente il rischio di fuori giri e di
surriscaldamento del turbocompressore.
Temperatura aria 25 °C
Per evitare ciò, la potenza deve essere ridotta
Umidità 30%, solo motori aspirati (l'umidità si conformemente a "Riduzione della potenza del motore".
dissolve nel calore del turbocompressore)
Se l'aria si scosta da questi valori, verificare i fattori di
rettifica (in %) riportati nella tabella seguente.
Ricorrere a tali fattori nel "Calcolo della potenza del
motore".

Effetto della temperatura dell'aria aspirata sul rendimento Effetto della pressione dell'aria aspirata sul rendimento
del motore del motore
Valore normale: +25 °C (0%). Valore normale: (100 kPa) (1000 mbar) (0%)

Correzione del
Correzione del
rendimento (%)
rendimento (%)

Sovralimentati e
interrefrigerati
Sovralimentati e
interrefrigerati

Aspirati

Aspirati millibar

Temperatura °C
m = metri sul livello del mare

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
Manutenzione 3-10
3.11 MANUTENZIONE PROGRAMMATA LA SCADENZA MANUTENTIVA DI
SOSTITUZIONE OLIO MOTORE È VALIDA
SOLO PER IL PRIMO CAMBIO.
INTENSIFICARE LA FREQUENZA DELLA LA MANCATA EFFETTUAZIONE DETER-
MINA IL DECADIMENTO DELLA GARANZIA.
MANUTENZIONE IN CONDIZIONI GRAVOSE
DI FUNZIONAMENTO. (FREQUENTI ARRESTI LA SCADENZA MANUTENTIVA PER IL
E AVVIAMENTI, AMBIENTE POLVEROSO, CONTROLLO CINGHIA TRAPEZOIDALE È
STAGIONE INVERNALE PROLUNGATA, VALIDA PER LA PRIMA VOLTA.
FUNZIONAMENTO A VUOTO).

E' ASSOLUTAMENTE VIETATO L'IMPIEGO


DI ARIA COMPRESSA PER LA PULIZIA DEL
MOTORE. Ogni 150 ore

ATTENERSI SUCCESSIVAMENTE ALLE Pulizia Filtro pompa A.C. (dove previsto)


SCADENZE MANUTENTIVE IN SEGUITO
DESCRITTE. Controllo Cinghia trapezoidale

Ogni 10 ore o tutti i giorni Dopo 150 ÷ 200 ore

Controllo Livello olio motore Controllo Serraggio teste (solo motori con
Controllo Livello liquido di raffreddamento guarnizioni separate)
(Prevedere il controllo quotidiano del
liquido refrigerante, ed Ogni 300 ore
eventualmente rabboccare se
necessario con uguale miscela.)
Serraggio Viti e raccordi combustibile
(Evitare il rabbocco con miscela
refrigerante diversa da quella già Sostituzione Olio motore (L'operazione in ogni caso
contenuta nel circuito.) deve essere effettuata ogni 12 mesi)
(La miscela del liquido refrigerante IN CONDIZIONI DI UTILIZZAZIONI GRAVOSE
deve essere totalmente sostituita DEL MOTORE, QUALI, AMBIENTI POLVEROSI
almeno ogni 24 mesi di permanenza O CARICHI ESTREMI, PREVEDERE LA
SOSTITUZIONE DELL'OLIO MOTORE OGNI
nel circuito. Per la capacità circuito, 150 ORE.
vedi punto 2.2)
Sostituzione Cartuccia filtro olio
Pulizia Filtro aria a secco
Sostituzione Cartuccia filtro combustibile
(Effettuare l'operazione di
(la cartuccia filtro combustibile deve
manutenzione in funzione delle
essere sostituita 12 mesi, in
condizioni d'uso.)
relazione alle ore di funzionamento.)
Pulizia Radiatore acqua
(Il radiatore deve essere pulito
Ogni 500 ore
frequentemente, usando spazzole
morbide, se necessario anche più
volte al giorno.) Controllo Iniettori
Controllo Gioco valvole
(solo per motori con punterie
meccaniche.)
Dopo 50 ore Controllo Candelette
(quando richieste)
Sostituzione Olio motore Sostituzione Cartuccia filtro aria
Sostituzione Cartuccia filtro olio Sostituzione Liquido refrigerante
Controllo Cinghia trapezoidale (operazione da effettuarsi, in ogni
caso, ogni 24 mesi)
Controllo Circuito di refrigerazione

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
Manutenzione 3-11

Ogni 1000 ore

Pulizia Serbatoio combustibile


Sostituzione Cinghia alternatore carica
batteria

Ogni 2000 ore

Controllo Spazzole motorino avviamento


Controllo Turbocompressore
(nei motori provvisti)

Dopo 4000 ore

Revisione Parziale del motore

Dopo 8000 ore

Revisione Totale del motore

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
Manutenzione 3-12

PAGINA INTENZIONALMENTE BIANCA

INTENTIONALLY LEFT BLANK

PAGE INTENTIONNELLEMENT BLANCHE

WEIß SEITE

PÁGINA INTENCIONALMENTE BLANCA

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
Schemi circuiti 4-1

SCHEMI CIRCUITI Pag. 1 ÷ 24 4

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
Schemi circuiti 4-2

PAGINA INTENZIONALMENTE BIANCA

INTENTIONALLY LEFT BLANK

PAGE INTENTIONNELLEMENT BLANCHE

WEIß SEITE

PÁGINA INTENCIONALMENTE BLANCA

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
serie D700-E
Schemi circuiti 4-3

4.1 CIRCUITO DI RAFFREDDAMENTO

3
5

4
6
1

Fig. 4.1

6 4

Fig. 4.1A

LEGENDA: CAPACITA' CIRCUITO (senza radiatore)


1) Pompa acqua D703: 3.7 Litri
2) Indicatore max temperatura acqua D704 - 754: 5.0 Litri
3) Valvola termostatica
D706: 7.5 Litri
4) Radiatore
5) Vaso di espansione
VALORI DI REGIMAZIONE VALVOLA TERMOSTATICA STANDARD:
6) Scambiatore di calore olio-acqua
Inizio apertura +80°C (+176°F)
DURANTE I RIFORNIMENTI NON INGERIRE Fine apertura +90°C (+194°F)
OLII, COMBUSTIBILI REFRIGERANTI ECC.
POICHE' NOCIVI PER LA SALUTE E
L'INCOLUMITA' DELLA PERSONA.
revisione: 0 del 10/12/01
serie D700-754
Schemi circuiti 4-4

4.2 CIRCUITO LUBRIFICAZIONE

5
9

7 6 1 3
2 Fig. 4.2

LEGENDA:
1) Tubo aspirazione olio, 2) Valvola sovrapressione, 3) Pompa olio, 4) Scambiatore calore olio/acqua,
5) Cartuccia, 6) Supporto di banco, 7) Valvola getto, 8) Cuscinetto/i albero a camme, 9) Bilancieri.

La lubrificazione è forzata con pompa a rotori a


filtraggio totale dell’olio inviato ai punti di lubrificazione.
L’olio dalla pompa viene spinto attraverso una valvola
di regolazione, al filtro, ai supporti di banco e, tramite
tubi esterni, ai bilancieri e al turbocompressore.

DURANTE I RIFORNIMENTI NON


INGERIRE OLII, COMBUSTIBILI
REFRIGERANTI ECC. POICHE' NOCIVI
PER LA SALUTE E L'INCOLUMITA'
DELLA PERSONA.

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
serie D700-E
Schemi circuiti 4-5

4.3 CIRCUITO COMBUSTIBILE

4.3.1 Pompe iniezione interne una per cilindro


(D703 SERIE)

AL SERBATOIO

1
2

DAL SERBATOIO

Fig. 4.3

LEGENDA:
1) Pompa alimentazione - pressione circuito 30 ÷ 40 kPa (0.3 ÷ 0.4 bar)
2) Filtro gasolio
3) Pompa iniezione
4) Iniettore

DURANTE I RIFORNIMENTI NON INGERIRE OLII, COMBUSTIBILI


REFRIGERANTI ECC. POICHE' NOCIVI PER LA SALUTE E
L'INCOLUMITA' DELLA PERSONA.

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
Schemi circuiti 4-6
4.3.2 Pompa rotativa (STANADYNE)
(D704 L - LT / D706 LT)

ALSERBATOIO

DAL SERBATOIO

Fig. 4.4

LEGENDA:
1) Pompa alimentazione - Pressione circuito 30 ÷ 40 kPa (0.3 ÷ 0.4 bar)
2) Filtro gasolio
3) Pompa iniezione
4) Iniettore

DURANTE I RIFORNIMENTI NON INGERIRE OLII, COMBUSTIBILI


REFRIGERANTI ECC. POICHE' NOCIVI PER LA SALUTE E
L'INCOLUMITA' DELLA PERSONA.

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
serie D700-E
Schemi circuiti 4-7

4.3.3 Pompa rotativa (BOSCH)


(D704 L - LT / D706 LT)

ALSERBATOIO

DAL SERBATOIO
3

Fig. 4.5

LEGENDA:
1) Pompa alimentazione - Pressione circuito 30 ÷ 40 kPa (0.3 ÷ 0.4 bar)
2) Filtro gasolio
3) Pompa iniezione
4) Iniettore

DURANTE I RIFORNIMENTI NON INGERIRE OLII, COMBUSTIBILI


REFRIGERANTI ECC. POICHE' NOCIVI PER LA SALUTE E L'INCOLUMITA'
DELLA PERSONA.

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
Schemi circuiti 4-8

4.3.4 Pompa rotativa (BOSCH)


(D704 LE - LTE / D754 E1 / D706 LTE)

AL SERBATOIO

DAL SERBATOIO

Fig. 4.6

LEGENDA:
1) Pompa alimentazione - Pressione circuito 30 ÷ 40 kPa (0.3 ÷ 0.4 bar)
2) Filtro gasolio
3) Pompa iniezione
4) Iniettore

DURANTE I RIFORNIMENTI NON INGERIRE OLII, COMBUSTIBILI


REFRIGERANTI ECC. POICHE' NOCIVI PER LA SALUTE E
L'INCOLUMITA' DELLA PERSONA.

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
serie D700-E
Schemi circuiti 4-9

4.4 IMPIANTO ELETTRICO

4.4.1 Cruscotto 12V / 24V


D703 L/LT - D704 L/LT - D706 LT

Fig. 4.7

LEGENDA:

S Chiave d'avviamento
F Fusibile
H1 Spia carica alternatore
H2 Spia bassa pressione olio
H3 Spia alta temperatura acqua
K1 Relè
P Pulsante inibizione bassa pressione all'avviamento
V Diodi

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
Schemi circuiti 4-10

4.4.2 Cruscotto 12V / 24V

D703 E/LE/LTE - D704 LE/LTE - D706 LTE

Fig. 4.8

LEGENDA:

S chiave d'avviamento
F fusibile
H1 spia carica alternatore
H2 spia bassa pressione olio
H3 spia alta temperatura acqua
H4 spia candellette
K1 relè per alimentazione lampada da 3W da centralina
T temporizzatore inibizione BPO all'avviamento

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
serie D700-E
Schemi circuiti 4-11

4.4.3a Impianto elettrico 12V / 24V (Alternatore DENSO )

D703 E/LE/LTE

Fig. 4.9

LEGENDA: Vista della spina alternatore


P(W) terminale uscita per contagiri
A Centralina preriscaldo IG(15/50) positivo batteria sotto chiave (15/54)
G1 Battaria L(lamp) terminale per spia allarme (H1) carica batteria
G2 Alternatore
M Motorino d'avviamento
K elettromagnete
PO pressostato olio
TA termostato temperatura acqua
R Candellete preriscaldo

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
Schemi circuiti 4-12

4.4.3b Impianto elettrico 24V (Alternatore DENSO )

D703 E/LE/LTE

Fig. 4.9b

LEGENDA: Vista della spina alternatore


P(W) terminale uscita per contagiri
A Centralina preriscaldo IG(15/50) positivo batteria sotto chiave (15/54)
G1 Battaria L(lamp) terminale per spia allarme (H1) carica batteria
G2 Alternatore
M Motorino d'avviamento
K elettromagnete
PO pressostato olio
TA termostato temperatura acqua
R Candellete preriscaldo

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
serie D700-E
Schemi circuiti 4-13

4.4.3c Impianto elettrico 12V (Alternatore MICO)

D703 E/LE/LTE

Fig. 4.9c

LEGENDA: Vista della spina alternatore


IG(15/50) positivo batteria sotto chiave (15/54)
A Centralina preriscaldo L(lamp) terminale per spia allarme (H1) carica batteria
G1 Battaria
G2 Alternatore
M Motorino d'avviamento
K elettromagnete
PO pressostato olio
TA termostato temperatura acqua
R Candellete preriscaldo

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
Schemi circuiti 4-14

4.4.4 Impianto elettrico 12V / 24V (Alternatore BOSCH / ISKRA)

D703 E/LE/LTE

Fig. 4.9a

LEGENDA:

A Centralina preriscaldo
G1 Battaria
G2 Alternatore
M Motorino d'avviamento
K elettromagnete
PO pressostato olio
TA termostato temperatura acqua
R Candellete preriscaldo

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
serie D700-E
Schemi circuiti 4-15

4.4.5 Impianto elettrico 12V / 24V (Alternatore BOSCH)

D703 L/LT

Fig. 4.10

LEGENDA:

G1 batteria
G2 alternatore
M motorini d'avviamento
K elettromagnete
PO pressostato olio
TA termostato temperatura acqua
V Diodo

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
Schemi circuiti 4-16

4.4.6 Impianto elettrico 12V / 24V (Alternatore DENSO)

D703 L/LT

Fig. 4.11

LEGENDA:
G1 batteria Vista della spina alternatore
G2 alternatore
P(W) terminale uscita per contagiri
M motorino d'avviamento
IG(15/54) positivo batteria sotto chiave (15/54)
K elettromagnete
L(lamp) terminale per spia allarme (H1) carica batteria
PO pressostato olio
TA termostato temperatura acqua

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
serie D700-E
Schemi circuiti 4-17

4.4.7 Impianto elettrico 12V / 24V (Alternatore BOSCH)


D704 L/LT - D706 LT

Fig. 4.12

LEGENDA:
G1 batteria
G2 alternatore
M motorino d'avviamento
EV elettrovalvola pompa rotativa
EV1 elettrovalvola supplementare stop per versione .01G
PO pressostato olio
TA termostato temperatura acqua
V diodo

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
Schemi circuiti 4-18

4.4.8 Impianto elettrico 12V / 24V (Alternatore DENSO)


D704 L/LT - D706 LT

Fig. 4.13

LEGENDA:
G1 batteria Vista della spina alternatore
G2 alternatore P(W) terminale uscita per contagiri
M motorino d'avviamento IG(15/54) positivo batteria sotto chiave (15/54)
EV elettrovalvola pompa rotativa L(lamp) terminale per spia allarme (H1) carica batteria
EV1 elettrovalvola supplementare stop per versione .01G
PO pressostato olio
TA termostato temperatura acqua

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
serie D700-E
Schemi circuiti 4-19

4.4.9a Impianto elettrico 12V / 24V (Alternatore DENSO)


D704 LE/LTE - D754 E1 - D706 LTE

Fig. 4.14

LEGENDA:
A centralina preriscaldo Vista della spina alternatore
G1 batteria P(W) terminale uscita per contagiri
G2 alternatore IG(15/54) positivo batteria sotto chiave (15/54)
M motorino d'avviamento L(lamp) terminale per spia allarme (H1) carica batteria
EV elettrovalvola pompa rotativa
EV1 elettrovalvola supplementare stop versione
.G15 - .G18 - .P26
K relè
PO pressostato olio
TA termostato temperatura acqua
TA1 termostato temperatura acqua per KSB
KSB acceleratore meccanico per partenze a freddo
R candelette revisione: 0 del 10/12/01
serie D700-754
Schemi circuiti 4-20
4.4.9b Impianto elettrico 24V (Alternatore DENSO)
D704 LE/LTE - D754 E1 - D706 LTE

Fig. 4.15

LEGENDA:
A centralina preriscaldo Vista della spina alternatore
G1 batteria P(W) terminale uscita per contagiri
G2 alternatore IG(15/54) positivo batteria sotto chiave (15/54)
M motorino d'avviamento L(lamp) terminale per spia allarme (H1) carica batteria
EV elettrovalvola pompa rotativa
EV1 elettrovalvola supplementare stop versione
.G15 - .G18 - .P26
K relè
PO pressostato olio
TA termostato temperatura acqua
TA1 termostato temperatura acqua per KSB
KSB acceleratore meccanico per partenze a freddo
R candelette
revisione: 0 del 10/12/01
serie D700-754
serie D700-E
Schemi circuiti 4-21
4.4.9c Impianto elettrico 12V (Alternatore MICO)
D704 LE/LTE - D754 E1 - D706 LTE

Fig. 4.16

LEGENDA:
A centralina preriscaldo Vista della spina alternatore
G1 batteria IG(15/54) positivo batteria sotto chiave (15/54)
G2 alternatore L(lamp) terminale per spia allarme (H1) carica batteria
M motorino d'avviamento
EV elettrovalvola pompa rotativa
EV1 elettrovalvola supplementare stop versione
.G15 - .G18 - .P26
K relè
PO pressostato olio
TA termostato temperatura acqua
TA1 termostato temperatura acqua per KSB
KSB acceleratore meccanico per partenze a freddo
R candelette
revisione: 0 del 10/12/01
serie D700-754
Schemi circuiti 4-22
4.4.10 Impianto elettrico 12V / 24V (Alternatore BOSCH/ISKRA)
D704 LE/LTE - D754 E1 - D706 LTE

Fig. 4.17

LEGENDA:
A centralina preriscaldo
G1 batteria
G2 alternatore
M motorino d'avviamento
EV elettrovalvola pompa rotativa
EV1 elettrovalvola supplementare stop
K relè
PO pressostato olio
TA termostato temperatura acqua
TA1 termostato temperatura acqua per KSB
KSB acceleratore meccanico per partenze a freddo
R candelette

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
serie D700-E
Schemi circuiti 4-23

4.5 LEGENDA COLORI DEI FILI

A = AZZURRO
B = BIANCO
C = ARANCIO
G = GIALLO
H = GRIGIO
L = BLU
M = MARRONE
N = NERO
P = NOCCIOLA
R = ROSSO
S = ROSA
V = VERDE
Z = VIOLA
GN = GIALLO/NERO
CN = ARANCIO/NERO
VN = VERDE/NERO

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
Schemi circuiti 4-24

PAGINA INTENZIONALMENTE BIANCA

INTENTIONALLY LEFT BLANK

PAGE INTENTIONNELLEMENT BLANCHE

WEIß SEITE

PÁGINA INTENCIONALMENTE BLANCA

revisione: 0 del 10/12/01


serie D700-754
Smontaggio 5-1

SMONTAGGIO Pag. 1 ÷ 28 5

revisione: 3 del 22/11/03


serie D700-754
Smontaggio 5-2

PAGINA INTENZIONALMENTE BIANCA

INTENTIONALLY LEFT BLANK

PAGE INTENTIONNELLEMENT BLANCHE

WEIß SEITE

PÁGINA INTENCIONALMENTE BLANCA

revisione: 3 del 22/11/03


serie D700-754
Smontaggio 5-3

5.0 INTRODUZIONE

Le norme di seguito riportate si riferiscono ai motori


aggiornati alla data di pubblicazione del presente
manuale.
Prima di procedere allo smontaggio completo del
motore o di alcune sue parti, verificare eventuali
cause di avaria.

PER TUTTE LE PROCEDURE DI


SMONTAGGIO, DOVE NON INDICATO
IN QUANTO NON CODIFICATO DA VM
MOTORI S.P.A. , LE CHIAVI E/O LE
ATTREZZATURE DA IMPIEGARE
SONO DA RITENERSI DI TIPO COM-
MERCIALE, QUANTO PIÙ POSSIBILE
IN LINEA CON LA RAFFIGURAZIONE.

5.0.1 SISTEMAZIONE MOTORE (Fig. 5.0) A

Posizionare il motore su di un supporto commerciale,


come indicato in figura.
Bloccare il motore mediante le staffe, impiegando le
viti in dotazione con lo stesso (o quanto meno della
medesima classe di appartenenza).

ATTENZIONE IL SUPPORTO DEVE


DISPORRE DI UN RIDUTTORE COME
INDICATO IN FIGURA PER RALLEN-
TARE LA ROTAZIONE DEL MOTORE
ED EVITARE EVENTUALI
SBILANCIAMENTI. Fig. 5.0

ATTENZIONE INSERIRE SEMPRE LO


SPINOTTO (A) NELL' APPOSITA SEDE,
ASSICURANDOSI CHE LA SICUREZ-
ZA, CHE LO BLOCCA SIA ATTIVATA
CORRETTAMENTE.

ATTENZIONE RISCHIO DI INTRAPPO-


LAMENTO E/O CESOIAMENTO DEGLI
ARTI DURANTE LA ROTAZIONE DEL
MOTORE SUL SUPPORTO.

É ASSOLUTAMENTE VIETATO INTRO-


DURRE ARTI O CORPI ESTRANEI
ALL'INTERNO DELL'AREA EVIDEN-
ZIATA CON RETINO GRIGIO IN FIGURA.

revisione: 3 del 22/11/03


serie D700-754
Smontaggio 5-4

5.1 INIETTORI (FIG. 5.1)


D A E
Svitare il dado di fissaggio A. Inserire l'attrezzo
speciale B (TAB. 11.1 rif. B), sull'iniettore C come
indicato. Procedere allo smontaggio agendo
alternativamente sul percussore D nel senso indicato
in figura.
PER FAVORIRE IL DISTACCO
DELL'INIETTORE RUOTARE, SE NECESSARIO,
IL CORPO INIETTORE IN SENSO ORARIO/
ANTIORARIO, FAVORENDO COSÌ IL B
DISTACCO DI EVENTUALI ECCESSI DI
VERNICE ESSICCATA.
RIPETERE L' OPERAZIONE PER OGNI
INIETTORE PRESENTE SUL MOTORE.
Estrarre contemporaneamente e parallelamente sia
l'iniettore che la staffa di fissaggio.
Svitare il raccordo E sulla pompa iniezione. C
Asportare tutto il gruppo iniettori con i relativi tubi
rifiuto combustibile. Fig. 5.1

5.2 COPERCHIO TESTE (FIG. 5.2)


C
Svitare le viti di fissaggio A del coperchio teste B. D
Procedere allo smontaggio dello stesso.

SE NECESSARIO INSERIRE UN B A
CACCIAVITE (C) NELLE FERITOIE E
CON L'AUSILIO ULTERIORE DI UN
MARTELLO DI GOMMA (D) SCALZARE
LIEVEMENTE IL CARTER FINO A
PORTARE LA GUARNIZIONE DI
TENUTA AL DISTACCAMENTO.

Fig. 5.2

5 . 3 TUBO LUBRIFICAZIONE BILANCIERI (FIG. 5.3)

Svitare i raccordi A.

A Fig. 5.3

revisione: 3 del 22/11/03


serie D700-754
Smontaggio 5-5

5 . 4 BILANCIERI (FIG. 5.4)


A
Svitare i dadi A in modo tale da liberare i bilancieri da
ogni vincolo.
Procedere allo smontaggio dei bilancieri sfilandoli
verso l'alto manualmente.

Fig. 5.4

5.5 TUBO RACC. ACQUA TESTE (FIG. 5.5)


A
Svitare le viti A allentare quindi la fascetta B e
procedere allo smontaggio del collettore.
B

Fig. 5.5

5 . 6 COLLETTORE DI SCARICO (FIG. 5.6)


A
Svitare i dadi di fissaggio A.
Sfilare il collettore verso l'esterno. Prevedere la
sostituzione delle relative guarnizioni.

Fig. 5.6

revisione: 3 del 22/11/03


serie D700-754
Smontaggio 5-6

5 . 7 COLLETTORE D'ASPIRAZIONE (FIG. 5.7)


B
É buona norma togliere il collettore di aspirazione B A
dopo avere rimosso il collettore di scarico. Per lo
smontaggio disimpegnare il collettore di aspirazione
dalle viti A. Prevedere la sostituzione delle relative
guarnizioni.

Fig. 5.7

5 . 8 MOTORINO D'AVVIAMENTO (FIG. 5.8)

Per facilitare l'operazione di smontaggio del suddetto B


suggeriamo di rimuovere preven-tivamente il sensore
pressione olio A, ad esclusione dei motori a 6 cilindri
dove non è necessario. Svitare quindi i dadi di
fissaggio B.

Fig. 5.8

5.9 VENTOLA (FIG. 5.9)

Svitare le viti B per togliere la ventola.

Fig. 5.9

revisione: 3 del 22/11/03


serie D700-754
Smontaggio 5-7

5 . 1 0 CINGHIE (FIG. 5.10)

Allentare il dado fermaperno A dell'alternatore, facendo


scorrere quest'ultimo nella slitta posta frontalmente,
allentando così le cinghie. Smontare quindi le
cinghie avendo cura di non rovinarle durante
l'asportazione.

Fig. 5.10

5.11 ALTERNATORE (FIG. 5.11)

Svitare completamente il dado A, allentato A


precedentemente, smontare anche il perno inferiore
B al fine di asportare l'alternatore.

B
Fig. 5.11

5.12 PULEGGIA POMPA ACQUA (FIG. 5.12)

Svitare le viti A e sfilare la puleggia.

A
Fig. 5.12

revisione: 3 del 22/11/03


serie D700-754
Smontaggio 5-8

5.13 POMPA ACQUA standard (FIG. 5.13)

Allentare le fascette A, (Fig. 5.13 e 5.14) dei tubi di


collegamento.

Fig. 5.13

5.14 POMPA ACQUA versione D754 (FIG. 5.14)

Fig. 5.14

(FIG. 5.14.1)
Svitare le viti B di fissaggio della pompa al basamento
e sfilarla dallo stesso.

Fig. 5.14.1

revisione: 3 del 22/11/03


serie D700-754
Smontaggio 5-9

5.15 PULEGGIA ALBERO MOTORE (FIG. 5.15)


A
Svitare il dado di bloccaggio A.
Assemblare l'attrezzo speciale (TAB. 11.1 rif. A)
fissando il corpo B alla puleggia tramite viti
commerciali C. Avvitare la vite D fino al distacco della
puleggia.

PER FACILITARE LE OPERAZIONI


SOPRA DESCRITTE OCCORRE BLOC-
CARE LA LIBERA ROTAZIONE DELLA
PULEGGIA TRAMITE L'ATTREZZO
SPECIALE. (TAB. 11.1 RIF. T)

Qualora non fosse possibile bloccare la rotazione


dell'albero motore tramite il volano, si può effettuare
l'operazione utilizzando l'attrezzo speciale (TAB. 11.1 D C B
rif. AH), come visibile in (fig. 5.15.1). Fig. 5.15
L'operazione si esegue avvitando l'attrezzo sulla
puleggia anteriore tramite viti di M10.
Successivamente con l'ausilio di una chiave a bussola,
allentare il dado di bloccaggio puleggia.

(TAB. 11.1 RIF. T)

(TAB. 11.1 RIF. AH)

Fig. 5.15.1

revisione: 3 del 22/11/03


serie D700-754
Smontaggio 5-10

5.16 COPERCHIO ANTERIORE (FIG. 5.16 - 5.16.1 -


5.16.2) A

Svitare le viti A poste lungo il perimetro del coperchio.


Distaccare il coperchio senza azioni brusche.
Pulire i residui di sigillante o guarnizione, rimasti
sulle superfici di contatto coperchio/basamento.
Per coperchi in lamiera vedi (fig. 5.16 - 5.16.2) viene
utilizzato del sigillante.
Per i coperchi in fusione vedi (fig. 5.16.1) è presente
una guarnizione di tenuta.

Fig. 5.16

Fig. 5.16.1

Fig. 5.16.2

revisione: 3 del 22/11/03


serie D700-754
Smontaggio 5-11

5.17 POMPA INIEZIONE (FIG. 5.17 - 5.17.1)

Svitare il dado A ed estrarre la rondella B. B


A
Utilizzare l'atterezzo specifico (TAB. 11.1 rif. F) (fig.
5.17.1) per disimpegnare l' ingranaggio della P.I.
operando nel seguente modo:
togliere dall'attrezzo la ghiera C che in questo
caso non serve
avvitare il corpo D all'ingranaggio comando pompa
iniezione.
avvitare la vite E fino al distacco dell'ingranaggio.
Svitare i dadi di fissaggio F e sfilare la pompa.

F
Fig. 5.17

Fig. 5.17.1

5.18 POMPA INIEZIONE SENZA TOGLIERE IL


A
COPERCHIO ANTERIORE (FIG. 5.18 - 5.18.1)

Svitare il tappo filettato A.


Svitare il dado che blocca l'ingranaggio e con l'ausilio
di pinze a becco lungo estrarre la rondella posta
sull'albero. Utilizzare un cacciavite per evitare la
caduta della rondella all'interno del motore.

Fig. 5.18

revisione: 3 del 22/11/03


serie D700-754
Smontaggio 5-12

VERSIONE STANDARD (FIG. 5.18.1)


Assemblare l'attrezzo speciale (TAB. 11.1 rif. F)
agendo come segue:
avvitare la ghiera C al coperchio anteriore
D
avvitare il corpo D all'ingranaggio comando pompa
iniezione.
avvitare la vite E fino al distacco dell'ingranaggio
C
comando pompa iniezione dall'albero a codolo
conico della stessa.

VERSIONE REFORM (FIG. 5.18.1)

Per questa versione di motori si deve utilizzare l'attrezzo


specifico (TAB. 11.1 RIF. AF) in quanto il coperchio
anteriore è più alto.
Per lo smontaggio della pompa resta valido quanto E Fig. 5.18.1
descritto precedentemente.

5.19 POMPA OLIO (FIG. 5.19)

Svitare le viti di fissaggio A e sfilare la pompa B.

B Fig. 5.19

5.20 INGRANAGGIO INTERMEDIO (FIG. 5.20)

Svitare le viti di fissaggio A e sfilare l'ingranaggio B.

B
A

Fig. 5.20

revisione: 3 del 22/11/03


serie D700-754
Smontaggio 5-13
5.20.1 VERSIONE "REFORM"

SUPPORTO INGRANAGGI (FIG. 5.20.1) A


Svitare le viti di fissaggio (A) e rimuovere il supporto
sfilandolo dagli ingranaggi.

Fig. 5.20.1

INGRANAGGIO DI RINVIO (FIG. 5.20.2)


Rimuovere le viti di fissaggio (A) e sfilare l'ingranaggio.

A
Fig. 5.20.2

INGRANAGGIO INTERMEDIO (FIG. 5.20.3)


Sfilare l'ingranaggio dalla propria sede sul basamento.

Fig. 5.20.3

revisione: 3 del 22/11/03


serie D700-754
Smontaggio 5-14

INGRANAGGIO COMANDO POMPE IDRAULICHE


(FIG. 5.20.4)
Rimuovere l'ingranaggio sfilandolo come indicato in
figura, non necessitano eccessivi sforzi in quanto non
è piantato con interferenza.

Fig. 5.20.4

INGRANAGGIO ALBERO MOTORE (FIG. 5.20.5) A


Per rimovuovere l'ingranaggio dall'albero motore è
necessario utilizzare l'attrezzo specifico (TAB. 11.1
rif. AI), bisogna inserirlo sull'ingranaggio, stringere le
viti B che lo bloccano sullo stesso e ruotare la vite di
reazione C fino al suo totale sfilamento.

B Fig. 5.20.5

(TAB. 11.1 RIF. AI)

revisione: 3 del 22/11/03


serie D700-754
Smontaggio 5-15

5.21 VOLANO (FIG. 5.21)


A
Mantenendo assemblato l'attrezzo speciale (TAB.
11.1 rif. T) svitare le viti A di fissaggio.
Per favorire lo sfilamento del volano utilizzare
eventualmente due viti commerciali B.

B
Fig. 5.21

5.22 CAMPANA COPRIVOLANO (FIG. 5.22)

Svitare le viti A.

A
Fig. 5.22

5.23 SUPPORTO POSTERIORE (FIG. 5.23)

Svitare i dadi A e procedere all'estrazione del supporto


senza forzature in senso radiale.

IL SUPPORTO POSTERIORE PUÒ ESSERE


SMONTATO UNITAMENTE ALLA CAMPA-
NA COPRIVOLANO.

A Fig. 5.23

revisione: 3 del 22/11/03


serie D700-754
Smontaggio 5-16

5.24 TESTATA (FIG. 5.24)

Sfilare le aste bilancieri A.


Svitare le viti testa B. A

E' BUONA NORMA CONTRASSEGNARE


LE TESTE CON INDICAZIONI ALFA-
NUMERICHE PROGRESSIVE.

B
Fig. 5.24

5.25 PUNTERIE IDRAULICHE (FIG. 5.25)

Rimuovere le staffe di allineamento A.


A
L
Inserire l'attrezzo (Tab. 11.8 Rif. L) e calzarlo
saldamente sulla testa della punteria premendo
sulla molla interna fino a che l'estremità in appoggio
dell'attrezzo risulti più bassa del fermo e ruotando di
90 (gradi) l'estremità dell'attrezzo.
Estrarre la punteria dalla relativa sede.
Contrassegnare ogni punteria per poterla rimontare
nella posizione di origine.

ATTENZIONE IN CASO DI USURE O


DANNEGGIAMENTI SOSTITUIRE LA
PUNTERIA COMPLETA.

Fig. 5.25

5.26 FILTRO OLIO (FIG. 5.26)


A
Utilizzare un attrezzo commerciale A.

NEL COMPIERE L'OPERAZIONE FARE


MOLTA ATTENZIONE A NON DE-
FORMARE LA BASE DI ATTACCO
DELLA CARTUCCIA OLIO.

Fig. 5.26

revisione: 3 del 22/11/03


serie D700-754
Smontaggio 5-17

5.27 SCAMBIATORE OLIO (FIG. 5.27)

Svitare il raccordo interno A.


B
Allentare le fascette B sui tubi acqua.
Smontare lo scambiatore unitamente ai tubi acqua.

Fig. 5.27

5.28 POMPA ALIMENTAZIONE CARBURANTE


(FIG. 5.28)

Svitare le viti A.
Smontare la pompa B.

A
Fig. 5.28

5.29 COPPA OLIO (FIG. 5.29)

Capovolgere il motore.
Svitare le viti A e smontare la coppa B. B

Fig. 5.29

revisione: 3 del 22/11/03


serie D700-754
Smontaggio 5-18

5.30 TUBO ASPIRAZIONE OLIO (FIG. 5.30) B A


Svitare le viti A e smontare il tubo B.

Fig. 5.30

5.31 MASSE CONTROROTANTI su D 754 (in versione)


(Fig. 5.31)
Togliere le viti che fissano il supporto masse al
basamento, con l'ausilio di una leva esercitare una
leggera pressione sotto il supporto spostandosi in vari
punti diametralmente opposti, al fine di vincere la
resistenza esercitata dalle spine di centraggio.

Sfilare il supporto completo.

Fig. 5.31

5.32 BIELLA - PISTONE COMPLETO DI FASCE


ELASTICHE - CANNA (FIG. 5.32)
Ruotare l'albero motore in posizione di punto morto
inferiore relativamente alla biella su cui si sta operando.
Svitare le viti A ed estrarre il cappello di biella B.
Con l'ausilio di un tampone idoneo (legno e/o gomma)
spingere il gruppo biella - pistone verso l'alto, fino alla
fuoriuscita dello stesso dalla canna. Ripetere le operazioni
sopra descritte per ogni gruppo biella - pistoni.

É BUONA NORMA RIASSEMBLARE E


CONTRASSEGNARE LE BIELLE CON INDICAZIONI
ALFANUMERICHE PROGRESSIVE. B
SOLAMENTE IN CASO DI NECESSITÀ PROCEDERE A
AL DISTACCO DEL PISTONE DALLA BIELLA E
QUINDI DALLA CANNA TOGLIENDO IL RELATIVO
SPINOTTO DISIMPEGNATO DALL'ANELLO
SEEGER DI FERMO.
LE FASCE ELASTICHE DEVONO ESSERE
DISASSEMBLATE CON ATTREZZO Fig. 5.32
COMMERCIALE.

revisione: 3 del 22/11/03


serie D700-754
Smontaggio 5-19

5.33 SUPPORTO CENTRALE DI BANCO (FIG. 5.33)

Rimuovere per primi i bocchettoni di fissaggio laterali


A.
Svitare le viti di bloccaggio dei semisupporti B. B

É BUONA NORMA RIASSEMBLARE E A


CONTRASSEGNARE I SEMI SUPPORTI
CON INDICAZIONI ALFANUMERICHE
PROGRESSIVE.

Fig. 5.33
Fig. 5.33

5.34 ALBERO MOTORE (FIG. 5.34)

Utilizzando l'attrezzo speciale A (TAB. 11.1 rif. H)


procedere all'estrazione dell'albero. L'uso dell'attrezzo
speciale evita inoltre rigature e/o abrasioni sul
cuscinetto anteriore. A

Fig. 5.34

5.35 ALBERO A CAMME (FIG. 5.35)

Svitare le viti A. A
Sfilare l'albero a camme con molta cautela, evitando
rigature e/o abrasioni ai cuscinetti di supporto. Sfilare
tutte le punterie.

Fig. 5.35

revisione: 3 del 22/11/03


serie D700-754
Smontaggio 5-20

MOTORI CON POMPE INTERNE

5.36 GRUPPO REGOLATORE

Rimuovere il coperchio regolatore (A fig. 5.36)

Fig.5.36

Rimuovere le leve interne (fig. 5.36.1) (stop A e


l'acceleratore B) togliere le viti (1,2,3,4,5,6).
B

1 6

5
2

4
3

Fig.5.36.1

Rimuovere la circlip di fermo del bilanciere (A fig.


5.36.2)

Fig.5.36.2

revisione: 3 del 22/11/03


serie D700-754
Smontaggio 5-21

5.37 TUBI INIEZIONE


Rimuovere i tubi di mandata agli iniettori (fig. 5.37)

Fig.5.37

Rimuovere i tubi di mandata alle pompe iniezione (fig.


5.37.1)

Fig.5.37.1

Rimuovere il tubo di rifiuto dalle pompe (fig. 5.37.2)

Fig.5.37.2
revisione: 3 del 22/11/03
serie D700-754
Smontaggio 5-22

5.38 POMPE INIEZIONE IMMERSE STD.


Rimuovere le tre viti di fissaggio della pompa (fig.5.38)

NOTA: prima di sfilare le pompe è consigliato


procedere al bloccaggio delle stesse attraverso il
fermo (A) presente sulle pompe STANADYNE, o
utilizzando l'attrezzo speciale cod. 68480012F per le
pompe BOSCH (Tab.11.1 rif. V).

A Fig.5.38

Sfilare le tre pompe (A) e le guarnizioni (B), fig. 5.38.1


B
A

Fig.5.38.1

5.39 POMPE INIEZIONE IMMERSE VERSIONE (E1-E2)

Togliere i dadi di fissaggio (A) (Fig. 5.39).

A
Fig.5.39
revisione: 3 del 22/11/03
serie D700-754
Smontaggio 5-23
Rimuovere la flangia di fissaggio (A) e sfilare la pompa
dalla propria sede.
Se vengono riutilizzate, è consigliato segnare la loro
posizione con un pennarello in modo da rimontarle
nella posizione originale.
Qualora vengano sostituite, questa operazione non è
necessaria. (Fig. 5.39.1)

Fig.5.39.1

Togliere il distanziale (B) segnando anche su questo


la sua posizione. (Fig.5.39.2)

B
Fig.5.39.2

5.40 ASTA CONGIUNZIONE POMPE STD. (Fig. 5.40)

Togliere la clip (A). A

Fig.5.40

revisione: 3 del 22/11/03


serie D700-754
Smontaggio 5-24

5.41 ASTA CONGIUNZIONE POMPE VERSIONE (E1-


E2) Fig. 5.41

Svitare e togliere la vite di fissaggio (A) che blocca


l'asta sul regolatore.

Fig.5.41

Svitare la vite (A) e rimuovere il supporto dell'asta


congiunzione pompe (B), fig. 5.41.1

B
A
NOTA: PER EFFETTUARE QUESTA
OPERAZIONE E' NECESSARIO
TOGLIERE IL VOLANO E LA CAMPANA
COPRI VOLANO.

Fig.5.41.1

Rimuovere l'asta comgiunzione pompe (fig. 5.41.2)

Fig.5.41.2
revisione: 3 del 22/11/03
serie D700-754
Smontaggio 5-25
Rimuovere la vite di registro dello stop (A) e il registro
di mandata (B).
Prima di allentare il registro (B) effettuarre un segno
di posizione con della vernice od altro, in modo tale
da avere un riferimento per quando lo si rimonterà.
fig. 5.41.3 A

Fig.5.41.3

Rimuovere l'assieme del regolatore (fig. 5.41.4)

Fig.5.41.4

Rimuovere i distanziali (A) e il cuscinetto (B). (fig.


5.41.5)

B
Fig.5.41.5
revisione: 3 del 22/11/03
serie D700-754
Smontaggio 5-26
5.42 COPERCHIO ANTERIORE (Fig. 5.42)
Rimuovere la puleggia anteriore (A) e il coperchio
distribuzione (B).

A B Fig.5.42

5.43 DISTRIBUZIONE (FIG. 5.43 - 5.43.1 - 5.43.2 - Pompa Olio Ingr. albero
5.43.3 - 5.43.4) a camme

Albero
motore Ingr. regolatore Fig.5.43

Svitare le tre viti di fissaggio dell'ingranaggio albero a


camme (fig. 5.43.1)

Fig.5.43.1
revisione: 3 del 22/11/03
serie D700-754
Smontaggio 5-27
Rimuovere l'ingranaggio albero a camme (fig. 5.43.2)

Fig.5.43.2

Rimuovere l'ingranaggio del regolatore (A). (fig. 5.43.3)

NOTE: IL DADO DI FISSAGGIO


DELL'INGRANAGGIO REGOLATORE
HA LA FILETTATURA SINISTRA.

Fig.5.43.3

Rimuovere la flangia (A) fissata al basamento con A


due viti, il distanziale (B) e le masse (C) (fig. 5.43.4)
B

Fig.5.43.4
revisione: 3 del 22/11/03
serie D700-754
Smontaggio 5-28

5.44 ALBERO A CAMME (Fig. 5.44)

Rimuovere le due viti di fissaggio della flangia albero


a camme (fig. 5.44)

Fig.5.44

Rimuovere l'albero a camme (fig. 5.44.1)

Fig.5.44.1

revisione: 3 del 22/11/03


serie D700-754
Controlli e riparazioni 6-1

CONTROLLI E RIPARAZIONI Pag. 1 ÷ 32 6

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
Controlli e riparazioni 6-2

PAGINA INTENZIONALMENTE BIANCA

INTENTIONALLY LEFT BLANK

PAGE INTENTIONNELLEMENT BLANCHE

WEIß SEITE

PÁGINA INTENCIONALMENTE BLANCA

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Controlli e riparazioni 6-3

6.1 TESTA (FIG. 6.1)

21
18 19 20
17
17 1

2
16
3
22 23 4
24
5

15 7

14
14 8

13

9
12 11
10 Fig. 6.1

LEGENDA: 1) Molla, 2) Semicono, 3) Piattello superiore, 4) Molla valvola, 5) Piattelo inferiore, 6) Paraolio, 7) Colonnetta,
8) Testa, 9) Valvola aspirazione, 10) Valvola scarico, 11) Tappo, 12) Punterie meccaniche, 13) Punterie idrauliche, 14) Asta,
15) Staffa antirotazione, 16) Vite registro, 17) Bilanciere, 18) Dado, 19) Cuscinetto, 20) Supporto bilancieri, 21) Dado, 22)
Sensore temperatura acqua, 23) Tappo, 24) Rondella

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
Controlli e riparazioni 6-4
6.2 VALVOLE - SEGGI - GUIDE (FIG. 6.2 - 6.3)

Pulire se necessario, le valvole con spazzola metallica


o sostituirle se i funghi sono deformati, usurati o
incrinati.
Verificare il diametro dello stelo della valvola quota A
(fig. 6.2), qualora risultino usurate, sostituirle.
Controllare che l'interno delle guide non presenti
rigature o tracce di grippaggio.
Se necessario procedere alla pulizia con spazzolino
metallico e benzina.
Per verificare se le guida valvole sono in posizione
corretta, controllare la quota A (fig. 6.3).
Verificare il diametro interno delle guide valvola,
quota B (fig. 6.3).
Nel caso in cui si rilevino variazioni sui valori, sostituire
la testa.
Fig. 6.2
Se si riscontra un abbassamento della quota C (fig.
6.3), molto probabilmente c'è stato uno sfondamento
della sede del seggio, a questo punto è necessaria
la sostituzuine della testa.

(fig. 6.3)
Dimens.
Aspirazione mm Scarico mm
A 2.00 ÷ 1.50 2.00 ÷ 1.50

B 8.000 ÷ 8.015 8.000 ÷ 8.015

C 0 ÷ 0.3 0 ÷ 0.3

Fig. 6.3

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Controlli e riparazioni 6-5

6 . 3 MOLLE VALVOLE (FIG. 6.4 A - 6.4 B)

Controllare che le molle non siano lesionate o


abbiano perso la loro elasticità.
Controllare l'altezza delle molle a diversi carichi.
Verificare che l'errore di squadratura "A" non
superi mm. 2.

L 0 = 44 mm (Lunghezza libera)
L 1 = 37 mm P 1 = 24 Kg
L 2 = 26,61 mm P 2 = 59,6 Kg

Fig. 6.4 A Fig. 6.4 B

6.4 COLONNETTE LATERALI (FIG. 6.5)

Controllare che l'altezza della colonnetta A sia


A
89.92 ÷ 90.00 e che non presenti deformazioni
causate da un non corretto serraggio dei morsetti di
fissaggio delle teste.

Fig. 6.5

6.5 TUBO RACCOLTA ACQUA TESTE (FIG. 6.6)

Controllare che il collettore non presenti incrinature


o fenditure.
Verificare che le flange di attacco alle testate siano
complanari; piccole differenze possono essere tolte
con un accurato lavoro di spianatura.

Fig. 6.6

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
Controlli e riparazioni 6-6

6.6 BILANCIERI (FIG. 6.7)

Pulire i perni ed i bilancieri con solvente (vedi par.


3.7).

LIBERARE I CONDOTTI DELL'OLIO


DALLA MORCHIA.

B
A
Controllare i valori dei diametri:
A = 24.979 ÷ 25.000
B = 25.020 ÷ 25.041
Nel caso si riscontrassero valori diversi sostituire i
bilancieri.

Fig. 6.7

6.7 ASTE BILANCIERI


Accertarsi che le aste siano diritte e che le
superfici sferiche alle estremità siano in buone
condizioni.

Fig. 6.7a

6.8 PUNTERIE MECCANICHE (FIG. 6.8)

Controllare la superficie piana A dei piattelli punterie.


Lievi impronte o rigature possono essere eliminate
usando un blocchetto di carborundum.
Controllare il valore del diametro B = 14.965 ÷ 14.985
B

Fig. 6.8

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Controlli e riparazioni 6-7

6.9 PUNTERIE IDRAULICHE (FIG. 6.8 A) A

Controllare che le superfici A non presentino


ammaccature, rigature e/o danni.
Controllare i valori dei diametri B = 22.195 ÷ 22.212
B A

B A

A Fig. 6.8A

6.10 CANNE (FIG. 6.9)

Diametri interni canna D 93.995 ÷ 94.015 mm


Max ovalizzazione A - B: 0.100 mm
Max conocità E - C: 0.100 mm C

Nel caso si riscontrino sulla superficie interna della D A


canna rigature od usure che non superino di mm.
B
0.10 le dimensioni nominali D, è possibile procedere
ad un ripristino della rugosità iniziale servendosi di E
una tela smeriglio fine, imbevuta di nafta, passata
con movimento elicoidale alternativo.
La rugosità della superficie deve essere compresa
tra 0,8 ÷ 1,2 µm. Riscontrando rigature o valori di
usura superiori a mm. 0,10 sostituire i componenti.

Fig. 6.9

6.11 PISTONI (FIG. 6.10)

Controllare che le superfici di lavoro siano prive di


usure anomale, ammaccature o segni di grippaggio,
nel caso in cui si riscontrassero i problemi sopra
descritti, sostituire il componente.
Per controllare il gioco tra segmenti e le loro sedi,
utilizzare uno spessimetro di precisione e i valori
rilevati non devono superare i limiti si seguito indicati:
segmento di compressione A, non misurabile
" a scalino B max 0.10 mm
" raschiaolio C max 0.08 mm

Fig. 6.10

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
Controlli e riparazioni 6-8

6.11a SEGMENTI (FIG. 6.10a)

Verificare che i segmenti scorrano nelle proprie sedi


senza incontrare resistenze o bloccaggi e che non
presentino danneggiamenti, nel caso si riscontrassero
anomalie, sostituire i segmenti.
Per rilevare la distanza tra le estremità, come
raffigurato in figura, si deve inserire il segmento nella
canna cilindro, posizionarlo perfettamente ortogonale
alla superficie di lavoro e utilizzare uno spessimetro
di precisione.
I valori rilevati non devono superare quelli massimi di
seguito indicati:
segmento di compressione A max 0.5 mm
" a scalino B max 0.5 mm
" raschiaolio C max 0.6 mm
Fig. 6.10a

6.12 ALBERO MOTORE (FIG. 6.11 - 6.12 - 6.13 -


6.14 )

Immergere l'albero in un bagno di solvente ed asportare


la morchia dai condotti di lubrificazione. Assicurarsi
che l'albero non presenti incrinature. Controllare che
i centraggi, i piani di accoppiamento e le filettature
siano prive di rigature, deformazioni o usura. Verificare
che l'ingranaggio comando distribuzione non abbia
denti usurati o danneggiati. Lievi intaccature possono
essere eliminate usando una lima al carborundum a
grana finissima. Se si rende necessaria la sostituzione
dell'ingranaggio, agire con l'attrezzo A (TAB. 11.1 rif.
G), per lo smontaggio. Per il montaggio scaldare il
nuovo ingranaggio in forno a 180° C ÷ 200° C ed
assemblarlo centrando la chiavetta.
A
Fig. 6.11

(FIG. 6.12)
Ripassare le rigature prodotte dagli anelli di tenuta
olio servendosi di tela smeriglio a grana finissima
cercando di produrre spirali in senso contrario alla
rotazione. Ad ogni rimontaggio sostituire gli anelli di
tenuta. Controllare l'usura e l'ovalizzazione dei perni
di banco e dei bottoni di manovella usando un
micrometro secondo due direzioni perpendicolari.
Se si riscontra una usura superiore a mm. 0,10
rettificare perni e bottoni e montare cuscinetti minorati
come da (TAB. 8.2.1).

Fig. 6.12

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Controlli e riparazioni 6-9
(FIG. 6.13)

Dopo grippaggio, surriscaldamento o rettifica A A A B


controllare al Magnaflux che l'albero non presenti
incrinature. La superficie dei perni e dei bottoni deve
avere una rugosità di 0,12 µ. Nel caso l'albero
necessiti di rettifica fare molta attenzione a non
asportare materiale dagli angoli di raccordo A-B che
devono essere raccordati, terminata la rettifica
sottoporre nuovamente l'albero al trattamento di
indurimento superficiale "SURSULF" (durezza HRC
53 ÷ 57)

NELLA RETTIFICA NON ASPORTARE A A A A A


MATERIALE DAI RASAMENTI
LATERALI

I RAGGI A - B SULL'ALBERO DEVONO


ESSERE CONFORMI AI VALORI Fig. 6.13
INDICATI IN (TAB. 8.2.1).

(FIG. 6.14)

Tutte le bronzine di banco e di biella, comprese le


minorazioni, sono fornite a misura. Qualora occorra
sostituire la bronzina anteriore usare, per lo
smontaggio ed il montaggio l'attrezzo A (TAB. 11.1
rif. E).

Fig. 6.14

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
Controlli e riparazioni 6-10
(FIG. 6.15)

Perni di banco anteriori vedi (TAB. 8.2.1)

A
Fig. 6.15
(FIG. 6.16)

Perni di banco centrali vedi (TAB. 8.2.1)

Fig. 6.16

(FIG. 6.17)

Perni di banco posteriori vedi (TAB. 8.2.1)


G

Fig. 6.17

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Controlli e riparazioni 6-11
(FIG. 6.18)

Perni di biella vedi (TAB. 8.2.1).

L
Fig. 6.18

6.13 ALBERO A CAMME (FIG. 6.19)

Assicurarsi che le camme ed i perni non siano


usurati. Controllare che le dimensioni delle camme
non siano inferiori a mm. 0,05 rispetto ai valori di
(TAB. 8.2.2).

ASPIRAZIONE SCARICO
B

A A
Fig. 6.19

ALBERO A CAMME PER D754 (FIG. 6.19a)

Per identificare l'albero a camme di questa serie di


motori, è stato introdotto uno scarico di lavorazione tra
il bocciolo di aspirazione e quello di scarico del primo
cilindro, come visibile in figura.

Fig. 6.19a

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
Controlli e riparazioni 6-12

6.14 POMPA ACQUA

Accertarsi che non ci siano trafilamenti fra corpo


pompa e basamento, in caso di accertata perdita
sostituire la guarnizione. Qualora si riscontrassero
soffiature o rotture alla girante od al corpo pompa,
sostituire la pompa consultando il catalogo generale
ricambi.

Fig. 6.14a

(Fig.6.14b)
Pompa acqua versione maggiorata (D754-E1-E2)

Fig. 6.14b

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Controlli e riparazioni 6-13

6.15 SPINOTTI E BIELLE (FIG. 6.20 - 6.21)

Assicurarsi che la biella non presenti tracce di usura


o incrinature, eventualmente controllarle al Magnaflux.
Assicurarsi che lo spinotto sia esente da rigature o
tracce di grippaggio.
Controllare il parallelismo degli assi biella. 100 mm 100 mm
Lo scarto non deve superare mm. ± 0,05 in tutti i
sensi all'esterno dello spinotto ed a una distanza di
mm. 100 dal fusto.
Qualora si rendesse necessaria la sostituzione della
bronzina piede biella, al montaggio della nuova

x.xxx.xxx
bronzina, fare attenzione alla coincidenza dei fori di
lubrificazione ricavati sulla bronzina e sulla biella.

Fig. 6.20

ATTENZIONE:
L'ADOZIONE DEL SISTEMA DI
SERRAGGIO AUTOMATICO DELLE
BIELLE, HA COMPORTATO L'APPLI-
CAZIONE DI UN PUNTO DI COLORE
VERDE SUL CAPPELLOTTO.
TALE COLORAZIONE NON INDICA IL
PESO DELLA BIELLA. A RICAMBI VIENE
FORNITO UNICAMENTE IL KIT BIELLE
PER MOTORI 3-4-6 CILINDRI.
ACCERTARSI CHE LE BIELLE PORTINO
PUNZONATO LO STESSO NUMERO DI
x.xxx.xxx

SELEZIONE BIELLA.

Fig. 6.21

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
Controlli e riparazioni 6-14

6 . 1 7 CAMPANA COPRIVOLANO (FIG. 6.22)


1

Verificare l'integrità del piano di accoppiamento


delle forature e dei centraggi. Rifare se necessario,
con Helicoil, le filettature danneggiate. Ad ogni
smontaggio sostituire l'anello di tenuta 1 dell'albero
a camme.

Fig. 6.22

6.18 SUPPORTO POSTERIORE (FIG. 6.23)

Assicurarsi che le superfici a contatto con gli anelli

C
B

A
di rasamento non presentino tracce di usura irregolari
e che l'errore di ortogonalità dell'alloggiamento del
cuscinetto albero motore non superi mm. 0,03.
Controllare i seguenti diametri:
A Diametro centraggio mm. 131,930 ÷ 131,970 2
B Diametro sede bronzina mm. 75,005 ÷ 75,030
C Diametro sede paraolio mm. 120,000 ÷ 120,030

Dopo i seguenti numeri di matricola:


28B/03997 (D703L), 29B/03884 (D703LT)
1
21B/06049 (D704L), 22B/06144 (D704LT)
27B/02422 (D706LT), 75B/01048 (D703LTE)
Fig. 6.23
76B/01015 (D704LE), 77B/01160 (D704LTE)
78B/01016 (D706LTE)
A Diametro centraggio mm. 131,930 ÷ 131,970
B Diametro sede bronzina mm 85.985 ÷ 85.005
C Diametro sede paraolio mm. 120,000 ÷ 120,030
Ad ogni smontaggio sostituire l'anello di tenuta 1.
Controllare il regolare funzionamento della valvola 2;
per valori di apertura diversi da kPa 150 ÷ 200 (bar
1.5 ÷ 2.0) sostituire l'ugello. Il bloccaggio dello
stesso nella sede si effettua cianfrinando a 120°.
N.B. Le valvole getto sono composte da 2 pezzi. In
caso di revisione riserrare i particolari a 1.5 ÷ 2 Kgm.

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Controlli e riparazioni 6-15

6.19 ANELLI DI RASAMENTO (FIG. 6.24)

Per ottenere la registrazione del gioco assiale sono


disponibili spessori come da (TAB. 8.2.3).
Il valore di spessore è punzonato nella parte fresata
A.

Fig. 6.24

6.20 COPERCHIO ANTERIORE (FIG. 6.25 - 6.25a)


B
Il coperchio viene fornito completo di anello di tenuta
A e di tappo chiusura foro di accesso ingranaggio
pompa iniezione B.
Verificare che il coperchio in lamiera non presenti
deformazioni tali da pregiudicarne la tenuta. A
Verificare che il coperchio in fusione sia privo di
porosità che pregiudicano la tenuta o danneggiamenti
tali da causarne la rottura.

É IMPORTANTE NON TOCCARE IL LABBRO


DI TENUTA DEL PARAOLIO CHE SI STA
SOSTITUENDO/MONTANDO, CON LE MANI
NUDE O CON GUANTI SPORCHI, IN QUANTO
IL GRASSO DELLE MANI O LO SPORCO DEI
C
Fig. 6.25
GUANTI NE PREGIUDICANO LA TENUTA.

Nell'eventualità occorra sostituire l'anello di tenuta A


in fase di montaggio è indispensabile utilizzare
l'attrezzo (TAB. 11.1 rif. AB), che evita deformazioni
irrimediabili al coperchio.

Fig. 6.25a

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
Controlli e riparazioni 6-16

6.21 BASAMENTO (FIG. 6.26)


- Lavare accuratamente il basamento con solvente
(par. 3.7)
- Controllare l'integrità del piano di accoppiamento
teste.
- Controllare l'integrità del piano di accoppiamento B
canne.
- Controllare che i fori filettati siano puliti e senza
ammaccature.
- Controllare che i condotti olio non siano ostruiti.
- Controllare che i condotti olio non presentino
porosità od incrinature.
- Controllare il diametro della sede bronzina anteriore
A che deve risultare: ( Ø 67.025 ÷ 67.050 )
A
- Controllare il diametro delle sedi bronzina albero a
camme B che devono risultare:
( Ø 57.000 ÷ 57.030 ). Fig. 6.26

6.21.2 SUPPORTO CENTRALE (FIG. 6.26a)

Serrare il supporto stringendo le viti (A) al valore B C


indicato.
Misurare la sede della bronzina (B) su due diametri
perpendicolari fra loro.
Diametro sede ( Ø 66.670 ÷ 66.697 ).
Qualora occorra sostituire la valvola (C), togliere il
semi-cuscinetto per consentire lo sfilamento del
corpo valvola.
Inserire la nuova valvola nella sede con il foro getto
olio rivolto verso il pistone.
Inserire i nuovi semicuscinetti.

A 44.1
4.5 Fig. 6.26a

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Controlli e riparazioni 6-17
6.22 Circuito di lubrificazione (Fig. 6.27 - 6.28)

Verificare l'integrità del corpo scambiatore ed in


particolare la base di appoggio della cartuccia filtro
olio. Verificare l'integrità dei tubi di scarico entrata/
uscita dell'acqua nello scambiatore.

Fig. 6.27

(FIG. 6.28 )

- Lavare con apposito solvente (par. 3.7) la valvola di


regolazione pressione olio.

Fig. 6.28

6.23 POMPA OLIO (FIG. 6.29 - 6.30 - 6.31)

Dopo ogni smontaggio lavare i singoli pezzi e


controllarne l'usura ed il grado di deterioramento.

Fig. 6.29

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
Controlli e riparazioni 6-18
(FIG. 6.30 - 6.31)

Dimensione e giochi
Altezza rotori mm. 32,487 ÷ 32,500.
Gioco massimo tra rotori mm. 0,152 A.
Differenza tra altezza rotori e loro alloggiamento mm.
0,081 ÷ 0,097.
Gioco assiale tra ingranaggio e corpo pompa mm.
0,050 ÷ 0,070.
Diametro alloggiamento rotori mm. (B) 58,105 ÷
58,130.
Profondità alloggiamento rotori mm. (C ) 32,403 ÷
32,406.
Gioco tra alloggiamento e rotore esterno mm. 0,105
÷ 0,160 limite mm. 0,500. A

Al rimontaggio tenere lo smusso del rotore esterno Fig. 6.30


rivolto verso l'ingranaggio e controllare che il
bloccaggio tra rotore ed ingranaggio resista ad una
coppia di Kgm. 9. C

Fig. 6.31

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Controlli e riparazioni 6-19

6 . 2 4 COPPA E TUBO ASPIRAZIONE OLIO

Controllare che la coppa non presenti incrinature


o fessurazioni.
Controllare rigorosamente la tenuta stagna di
tutte le saldature e l'integrità degli anelli di tenuta
del tubo aspirazione olio.

Fig. 6.24a

6 . 2 5 FILTRO OLIO (FIG. 6.32)

Sostituire la cartuccia alle scadenze previste al


paragrafo 3.11.
Al montaggio oliare accuratamente la guarnizione
di tenuta.

Fig. 6.32

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
Controlli e riparazioni 6-20

6.27 FILTRO ARIA A SECCO (FIG. 6.33)


I C
A
Sul filtro è montato un indicatore di intasamento A.
Pulire o sostituire la cartuccia solo quando il segnale B
rimane permanentemente rosso.
C
Manutenzione:
Svitare la fascetta C e togliere la polvere contenuta
nel prefiltro B.
Rimuovere il coperchio D e svuotare il vano.
Sui filtri sprovvisti di valvola di eiezione E questa
operazione va eseguita anche giornalmente.
Togliere cartuccia F svitando il dado a farfalla G ed
effettuare la manutenzione.
La cartuccia di sicurezza I può essere rimossa in
quanto di necessità.
F H G D E
Sostituirla alle scadenze previste al paragrafo 3.11. Fig. 6.33
Non battere mai la cartuccia su una superficie
dura.
Controllare le luci di entrata aria e rimuovere eventuali
corpi estranei.
Sciacquare in acqua pura, solo in caso di necessità
e prima del montaggio lasciare asciugare
perfettamente.
Rimontare la cartuccia solo quando è
completamente asciutta.
Verificare con una sorgente luminosa che la cartuccia
non presenti strappi.

Se la guarnizione superiore è lesionata e/o se le


alette in plastica sono danneggiate sostituire la
cartuccia.
Dopo 3 manutenzioni sostituire la cartuccia
principale e la cartuccia di sicurezza.
Rimontare la cartuccia nel filtro interponendo la
guarnizione H sotto il dado a farfalla.
Dopo la manutenzione premere il pulsante A per
azzerare l'indicatore.
In caso di sostituzione specificare il tipo di filtro su cui
l'indicatore è montato.

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Controlli e riparazioni 6-21

6 . 2 8 FILTRI ARIA A BAGNO D'OLIO

- Controllare che le guarnizioni tra filtro e collettore A


siano integre. Sostituirle se danneggiate.
- Smontare e sostituire gli anelli di tenuta se
avariati
- Lavare l'elemento filtrante con petrolio o solvente
e sostituirlo se le maglie sono lesionate.
Controllare le luci di entrata aria.
- Asciugare con aria compressa e rimontare solo
quando è perfettamente asciutto. B
- Pulire la vaschetta e riempirla fino alla tacca di
livello con olio motore nuovo. C
- Effettuare la manutenzione alle scadenze previste
al paragrafo 3.11.

Fig. 6.33A

6.29 FILTRO COMBUSTIBILE (FIG. 6.34)

Sostituire la cartuccia alle scadenze previste al


paragrafo 3.11.
Le operazioni da eseguire per una corretta sostituzione
della cartuccia sono le seguenti:
Togliere, sulla pompa d'iniezione, il raccordo del tubo
che la collega al filtro.
Sostituire la cartuccia.
Prima di riallacciare la cartuccia al filtro, far defluire
attraverso il filtro ed alla tubazione circa 2 ÷ 3 litri di
nafta.
Procedere alla disaerazione dell'impianto come
descritto a (pag. 9.4).

Fig. 6.34

6 . 3 0 INGRANAGGIO INTERMEDIO (FIG. 6.35)

Verificare che l'ingranaggio sia esente da rotture


od usure anormali. Qualora si riscontrino anomalie
è consigliabile sostituire l'intero gruppo. Al
montaggio assicurarsi che esista un gioco di mm.
0,10 ÷ 0,20 tra gli ingranaggi.

Fig. 6.35

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
Controlli e riparazioni 6-22

6 . 3 1 COLLETTORI (FIG. 6.36)

Controllare che i collettori non presentino


incrinature o fenditure, in caso contrario sostituirli.
Assicurarsi che le flange di attacco alle teste siano
sullo stesso piano; spianarle se deformate.

Fig. 6.36

6.32 RADIATORE (Fig. 6.36a)

Il radiatore, posto nella parte anteriore del motore,


viene fornito a richiesta.
Controllare che il radiatore non presenti perdite,
eliminare le incrostazioni interne con solventi (vedi
parag. 3.7). Eliminare residui di polvere tra le alette
servendosi di una spazzola a denti morbidi. Si
ricorda che la temperatura dell'acqua eccessivamente
alta può essere dovuta ad occlusioni delle tubazioni
del circuito, dal basso livello dell'acqua,
dall'insufficiente tensione della cinghia comando
ventola o dal cattivo funzionamento della valvola
termostatica.

Fig. 6.36a

6.33 POMPA ALIMENTAZIONE

La pompa di alimentazione è del tipo a membrana, è


fissata sul basamento e viene azionata da un
eccentrico dell'albero a camme; è a innesco manuale.

Fig. 6.37 Fig. 6.37A


revisione: 2 del 20.11.03
serie D700-754
serie D700-E
Controlli e riparazioni 6-23
6.34 POMPA INIEZIONE (BOSCH)

CONTROLLI POMPA ROTATIVA BOSCH C

Collegare ad una batteria il dispositivo di arresto D.


Inserire un manometro A sul raccordo di entrata B
nafta: la pressione di alimentazione deve essere Kg/
cm² 0,35. A D
Un secondo manometro B va inserito all'uscita del
combustibile dalla pompa per controllarne la pressione
interna.
Per la verifica della corsa del variatore automatico
d'anticipo, montare il dispositivo E (Bosch cod.
1688130139) sul lato opposto a quello della molla del
variatore stesso. E

Fig. 6.38

(FIG. 6.39) 1

Per la regolazione della portata combustibile, al 2


banco prova pompe, collegare il tagliatore ad una
tubazione ad aria compressa a kPa 70.
La pressione dell'aria agendo sulla membrana 1,
spinge il pistoncino 2 verso il basso permettendo alla 3
leva 3 di liberare così il cursore 4.
I valori per i controlli sopra descritti, di tutte le pompe 4
montate sui motori serie D700, sono reperibili presso
i servizi autorizzati BOSCH.

Fig. 6.39

(Fig. 6.40)

Il raccordo n. 1 è sempre quello in alto a destra


guardando la pompa dalla parte posteriore (lato
A B
opposto alla flangia di attacco al motore).
Registrazione al minimo
Agire sulla vite A e portare il regime del motore al
valore di 750 ÷ 850 giri/min.
Registrazione al massimo
Agire sulla vite B fino a portare il regime del motore
a vuoto 400 ÷ 450 giri/min. superiore di quello del
motore a carico.

Taratura

TUTTI I RILIEVI E LE EVENTUALI


REGISTRAZIONI DI PORTATA DELLA
POMPA DEVONO ESSERE ESEGUITI SU Fig. 6.40
BANCO PROVA POMPE OPPURE CON
MOTORE AL FRENO DINAMOMETRICO.

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
Controlli e riparazioni 6-24
(FIG. 6.41)
B
Le registrazioni si eseguono agendo fino a 2.000 giri
del motore sul registro B e servendosi della vite A
per le registrazioni di portata massima. A
Agendo sul registro B in senso orario si aumenta la
portata, in senso antiorario si diminuisce.
Avvitando la vite A si aumenta la portata, svitando si
diminuisce.

Qualora risultasse necessario sostituire la pompa


iniezione Bosch senza togliere il coperchio
anteriore, e volendo mantenere invariata la
posizione dell'ingranaggio pompa iniezione,
operare come segue: servendosi dei riferimenti
sulla puleggia e sul coperchio anteriore, portare
il 1° pistone al PMS in fase di scoppio e ruotando
in senso antiorario posizionare il pistone a 25° Fig. 6.41
÷ 30°prima del PMS.
Posizionare l'attrezzo speciale (TAB. 11.1 rif. F)
come descritto nel capitolo SMONTAGGIO
paragrafo 5.17 e procedere allo smontaggio
della pompa.

(FIG. 6.42)

Pompa iniezione BOSCH immersa.


Verificare che non vi siano indurimenti nello
scorrimento della cremagliera.
Per verifiche di mandata, riferirsi ad un pompista
specializzato.

Fig. 6.42

(FIG. 6.42a)
Pompa iniezione BOSCH versione (E1-E2).

Fig. 6.42a

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Controlli e riparazioni 6-25
6.34 POMPA INIEZIONE
STANADYNE

Sulla pompa rotativa Stanadyne è possibile registrare


il regime Massimo e Minimo:
B
A) il regime Massimo;
B) il regime Minimo.
A
Orientare la leva C verso il volano ed agendo sulle viti
A-B registrare il Min e/o Max. C

Fig. 6.43

LA QUANTITÀ DI COMBUSTIBILE È
PREDEFINITA. PER VERSIONI CON
TURBOCOMPRESSORE É POSSIBILE
REGOLARE LO SPUNTO IN
ACCELERAZIONE O LA FUMOSITÁ, E
AGENDO SULLE VITI (D-E) FIG. 6.44.

Fig. 6.44

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
Controlli e riparazioni 6-26
Controlli pompa rotativa Stanadyne

- Controllo dinamico della fasatura (con lampada A


stroboscopica e motore in moto)
Collegare il Time Trac o strumento diagnostico
equivalente a 1500 giri/minuto a vuoto con
B
lampada stroboscopica per il controllo fase.
Avviare il motore e portarlo a 1500 giri a vuoto.
Il motore è in fase quando l'indice sul coperchio
distribuzione e la tacca del P.M.S. sulla puleggia
anteriore sono allineati (con lampada
stroboscopica) e sul display si leggono i valori in
gradi.

- Spurgo del circuito di alimentazione combustibile. C


Dopo aver riempito il circuito combustibile tramite
la pompa AC e aver spurgato il filtro nafta, agire
sulla pompa alimentazione fino ad eliminazione Fig. 6.45
totale dell'aria.

- Spurgo tubi mandata agli iniettori A = Ritorno


Allentare le ghiere dei tubi sugli iniettori. Fare B = Alimentazione
girare il motore con il motorino di avviamento fino
C = Gasolio assolutamente incontaminato.
all'uscita di gasolio dai tubi. Riserrare.

N.B. Prima di effettuare l'operazione accertarsi del


collegamento elettrico dell'elettrovalvola sulla pompa
iniezione.

POMPA INIEZIONE STANADYNE

ANTICIPO
TIPO MOTORE GIRI MAX REF. STANADYNE
INIEZIONE
703L 2300/2600/3000 PFR 1K90/32492/1 18 - 19
703LT 2300/2600/3000 PFR 1K90/32492 18 - 19
704L 2300/2600/3000 DB4427-5161 13.5
704LT 2300/2600/3000 DB4427-5160 12.5
704LT G.E. 1500/1800 DB4427-5162 12
706LT G.E. 1500/1800 DB4627-5178 14

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Controlli e riparazioni 6-27

POMPA INIEZIONE BOSCH

ANTICIPO Precorsa pompante


TIPO MOTORE al PMS GIRI MAX
INIEZIONE mm
703L 18° - 19° 2300/2600/3000

703LE 18° - 19° 2300/2600/3000 - (G.E. 1500/1800)


703LT 18° - 19° 2300/2600/3000
703LTE 15° - 16° 2300/2600/3000 - (G.E. 1500/1800)

703TSE 15° - 16° 2600


703E2 7° +/- 30' 2300/2400/2600
703TE1-TE2 5° +/- 30' 2300/2600

704L 1.29 - 1.31 2300/2600/3000/3600


704LE 1.25 - 1.28 2300/2600/3000
704LE 1.09 - 1.11 2000

704LT 1.13 - 1.15 1650/1800/2300/2600/3000/3600


704LTE 1.03 - 1.05 2300/2600/3000 - (G.E. 1500/1800)
704LTE 1.20 2600 versione 77B/8 e (.11A Goldoni)

704TE2 1.03 - 1.05 2300/2600


754E1 1.09 - 1.11 2300/2600
754E2 0.99 - 1.01 2300/2600

706LT 1.70 - 1.72 2300/2600/3000/3600


706LTE 1.23 - 1.25 2300/2600/3000 - (G.E. 1500/1800)
706IE 1.24 - 1.26 2300/2600/3000

706LI 1.70 - 1.72 3000

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
Controlli e riparazioni 6-28

6.35 INIETTORE (FIG. 6.45)

Particolari: 1
1) Corpo - 2) Anello di spessore - 3) Molla - 4)
Polverizzatore - 5) OR 5
Per osservare lo spruzzo del combustibile dell'iniettore,
occorre smontarlo dalla testa.
Inserire l'iniettore nella tubazione di mandata 2
all'esterno e far ruotare a mano lentamente il motore
con la pompa in posizione di mandata max. 3
Sostituire il polverizzatore se in fase di controllo si
manifestano gocciolamenti.
Montare l'iniettore sul banco prova, agire sulla pompa
4
a mano e controllare che la pressione di iniezione sia
come il valore riportato al paragrafo 2.2.
Fig. 6.46

6.36 AVVIAMENTO (FIG. 6.47)


D700

Al primo scatto della chiave (posizione 1) si


inseriscono i circuiti di controllo pressione olio e
carica batteria, al secondo scatto (posizione 2) si
aziona il motorino di avviamento. L'avviamento non
deve essere tentato per più di 15 secondi per evitare
il surriscaldamento del magnete d'inserimento. 0 1
Dopo ogni tentativo d'avviamento attendere qualche 2
istante per dare la possibilità alla batteria di riprendersi.
A motore spento lasciare la chiave in posizione 0 per
evitare che si scarichi la batteria e si brucino le
lampade spia.

D700 EPA D700 EPA


Al primo scatto della chiave (posizione 1) si
inseriscono i circuiti di controllo pressione olio, il
carica batteria e si aziona il dispositivo di preriscaldo
(candelette), al secondo scatto (posizione 2) si
aziona il motorino di avviamento. L'avviamento non
deve essere tentato per più di 15 secondi per evitare
il surriscaldamento del magnete d'inserimento. 0 1
Dopo ogni tentativo d'avviamento attendere qualche 2
istante per dare la possibilità alla batteria di riprendersi.
A motore spento lasciare la chiave in posizione 0 per
evitare che si scarichi la batteria e si brucino le
lampade spia.
Fig. 6.47

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Controlli e riparazioni 6-29

6.37 EQUIPAGGIAMENTO ELETTRICO

Avvertenze
Con motore in moto non staccare i cavi della batteria
per evitare picchi di tensione dannosi ai diodi
dell'alternatore ed ad eventuali apparecchiature
elettroniche.
Se necessario eseguire operazioni di saldatura
elettrica, staccare il collegamento di massa della
batteria.

6.38 BATTERIA

La batteria non è di fornitura VM.


Per il dimensionamento attenersi ai valori minimi
sotto indicati.

Tipo motore Volts Ah


D703 12 V 92
D704 - 754 12 V 92
D706 12 V 100

Fig. 6.48

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
Controlli e riparazioni 6-30

6.39 ALTERNATORE

L'alternatore è del tipo trifase autoeccitato con


raddrizzatore a diodi incorporato.
Verifica:
- controllare i collegamenti
Per revisioni o riparazioni rivolgersi alle officine
autorizzate VM service.

TIPO MOTORE ALTERNATORE


SPEC.

D703 BOSCH 14V - 85A


BOSCH 28V - 55A
D704 - 754
*DENSO 12V - 50A
D706 Fig. 6.49
DENSO 24V - 25A

*: VM COD.: 38522287G : iniziato a montarlo su tutti i


motori dal 23/03/2000.

6.40 REGOLATORE ALTERNATORE

Il regolatore non necessita di alcuna manutenzione


e registrazione.
Per la sostituzione consultare il Catalogo Ricambi.

Fig. 6.50

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
serie D700-E
Controlli e riparazioni 6-31

6.41 MOTORINO D'AVVIAMENTO

Sostituire le spazzole alle scadenze previste.


Durante l'operazione controllare che il collettore non
presenti graffiature o tracce di usura.
Per revisioni o riparazioni rivolgersi alle officine
autorizzate VM service.

MOTORINO DIMENSIONE mm D703 D704 D706

AVV. SPEC. A B C D754

12V - 2.2KW 210 95.5 216.5


BOSCH

24V - 2,8KW 215 114 216.5 • • •


ISKRA
24V - 2,5KW 210 95.5 216.5
BOSCH

ALLESTIMENTO STANDARD ALLESTIMENTO A RICHIESTA

• Non applicabile per D703L -LT- LTE - LTS - TSE motori assemblati con collettore aspirazione std cod.
21042042F

Fig. 6.51

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
Controlli e riparazioni 6-32

6.42 TURBOCOMPRESSORE

LA VM MOTORI PRESCRIVE IL DIVIETO


DI INTERVENTO O MANOMISSIONE
SUL TURBOCOMPRESSORE.
PENA IL DECADIMENTO DELLA
GARANZIA.

Fig. 6.52

revisione: 2 del 20.11.03


serie D700-754
Montaggio 7-1

MONTAGGIO Pag. 1 ÷ 78 7

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-2

PAGINA INTENZIONALMENTE BIANCA

INTENTIONALLY LEFT BLANK

PAGE INTENTIONNELLEMENT BLANCHE

WEIß SEITE

PÁGINA INTENCIONALMENTE BLANCA

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-3

7.0 AVVERTENZE GENERALI Sistemazione motore

Le norme di seguito descritte si riferiscono ai motori Bloccare il motore su di un supporto, commerciale


aggiornati alla data di pubblicazione del presente come indicato in figura.
manuale. Fissare il motore mediante le staffe, impiegando le
Eseguire il montaggio seguendo la sequenza descritta viti in dotazione con lo stesso (o quanto meno della
al fine di evitare contrattempi o danneggiamenti e medesima classe di appartenenza).
soprattutto dopo aver consultato scrupolosamente il
Capitolo 6 "CONTROLLI E RIPARAZIONI".
ATTENZIONE INSERIRE SEMPRE LO
PRESCRIVE L' OBBLIGO SPINOTTO (A) NELL' APPOSITA SEDE,
Nm DI IMPIEGO DI CHIAVE ASSICURANDOSI CHE LA SICUREZZA
kgm DINAMOMETRICA CHE LO BLOCCA SIA ATTIVATA COR-
RETTAMENTE.

ATTENZIONE IMPIEGARE SEMPRE IL


RIDUTTORE (B) PER ESEGUIRE LA
PRESCRIVE L' OBBLIGO ROTAZIONE DEL MOTORE.
° DI IMPIEGO DI ATTREZZO
PER SERRAGGIO CON VA- ATTENZIONE RISCHIO DI INTRAPPO-
LORE ANGOLARE LAMENTO E/O CESOIAMENTO DEGLI
ARTI DURANTE LA ROTAZIONE DEL
MOTORE SUL SUPPORTO.
ATTENZIONE: QUANDO LE SIMBO-
LOGIE SOPRAINDICATE VENGONO É ASSOLUTAMENTE VIETATO INTRO-
INDICATE IN SEQUENZA, SONO DA DURRE ARTI O CORPI ESTRANEI ALL'
IMPIEGARSI CON LA LOGICA INDI-CATA INTERNO DELL' AREA EVIDENZIATA
IN FIGURA. CON RETINO GRIGIO IN FIGURA.

ATTENZIONE PRIMA DI PROCEDERE


AL MONTAGGIO PULIRE SEMPRE I
PARTICOLARI CON APPOSITO SOL-
VENTE (VEDI PARAG. 3.7).
B
É ASSOLUTAMENTE VIETATO USARE
ARIA COMPRESSA.
A

ATTENZIONE IMPIEGARE SEMPRE ED


ESCLUSIVAMENTE CHIAVI DINAMO-
METRICHE FACENDO RIFERIMENTO
ALLA "TABELLA COPPIE DI SER-
RAGGIO" PARAG. 8.1

PER TUTTE LE PROCEDURE DI MON-


TAGGIO, DOVE NON INDICATO IN
QUANTO NON CODIFICATO DA VM
MOTORI S.P.A. LE CHIAVI E/O LE
ATTREZZATURE DA IMPIEGARE SONO
DA RITENERSI DI TIPO COMMERCIA-
LE, QUANTO PIÙ POSSIBILE IN LINEA Fig. 7.0
CON LA RAFFIGURAZIONE.

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-4
7.0.1 TAVOLE ESPLICATIVE

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-5

TAB. 2343

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-6

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-7

44.1
4.5
68.6
7

TAB. 2330

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-8

44.1
4.5

TAB. 0928

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-9

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-10

TAB. 2333

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-11

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-12

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-13

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-14

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-15

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-16

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-17

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-18

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-19

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-20

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-21

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-22

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-23

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-24

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-25

7.1 CUSCINETTI DI BANCO (FIG. 7.1)

Inserire il cuscinetto A sull'attrezzo speciale B (TAB. C A D E B


11.1 rif. E) come indicato in figura.
Agire sulla vite C fino ad estrarre completa-mente il
vecchio cuscinetto D dal basamento E (e
contemporaneamente inserire il nuovo nella sede).

7.2 CANNA (FIG. 7.2 - 7.3)

Infilare la canna A nella propria sede nel basamento


B.
Montare un comparatore a gradazione centesimale
sull'attrezzo speciale C (TAB. 11.1 rif. W).
Azzerare la lancetta del comparatore facendo
riferimento al piano del basamento.
Posizionare quindi il tastatore del comparatore sul
piano canna (A fig. 7.3). La quota rilevata definisce il Fig. 7.1
valore di riferimento per la scelta dello spessore da
interporre sotto al piano di appoggio canna, per
ottenere il giusto valore di sporgenza canna rispetto
al piano basamento. COLLANTE

Valori di sporgenza canna (0.01 ÷ 0.06). A


Valori di selezione spessore canna vedi (TAB. 8.2.5).
D
Sfilare la canna.
Montare gli anelli di tenuta D (O-ring): n° 2 di colore
B
nero da posizionare nelle apposite cave in alto vicino
al colletto della canna; n° 1 di colore marrone da
posizionare in basso.
Stendere un velo uniforme di sigillante (Loctite 986)
sul colletto di tenuta superiore della canna. Pulire
accuratamente da ogni eccesso di sigillante.
Lubrificare con grasso grafitato (Molyguard tipo LMP-
180), il centraggio inferiore della canna nel
basamento.
Infilare lo spessore canna preselezionato.
Rimontare la canna, preparata come sopra, nel Fig. 7.2
basamento.
Per facilitare l'inserimento battere dolcemente la
A

D
B

canna con un tampone (in gomma o legno).


Bloccare la canna in due punti opposti tramite vite
commerciale M14 e morsetto testa E.
Stringere la vite a 5 kgm.
Verificare il valore di sporgenza canna azzerando la
lancetta del comparatore sul piano basamento e
posizionandola poi sul piano canna (B fig. 7.3).
Accertarsi su due punti opposti in senso trasversale
al piano basamento che il valore ottenuto rientri nei C
valori di tabella sopra citata.
Ripetere le operazioni sopra descritte per ogni canna.

SE LE TESTE NON VENGONO MONTATE


ENTRO UN 'ORA, LE CANNE DEVONO ESSERE
PRESSATE CON GLI APPOSITI MORSETTI
PER CIRCA 8 ORE, PER PERMETTERE ALLA
LOCTITE DI POLIMERIZZARE, A QUESTO E
PUNTO POSSONO ESSERE RIMOSSI I Fig. 7.3
MORSETTI E ASSEMBLATE LE TESTE .

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-26

7.3 PUNTERIE MECCANICHE (FIG. 7.4)

Posizionare il basamento con il piano teste rivolto


verso il basso.
Lubrificare la superficie della punteria con olio motore.
Lubrificare l'alloggiamento della punteria nel
basamento.
Ripetere le operazioni sopra descritte per ogni singola
punteria.

PER PUNTERIE IDRAULICHE,


L'OPERAZIONE E' DA ESEGUIRSI
SUCCESSIVAMENTE, VEDI
PARAGRAFO (7.19), DOPO LO SPAZIO
NOCIVO.
Fig. 7.4

7.4 ALBERO A CAMME (FIG. 7.5)

Lubrificare con olio motore le superfici di


accoppiamento ai cuscinetti di supporto sul
basamento. 27.5
Introdurre completamente l'albero senza danneggiare 2.8
i cuscinetti di supporto.
Fissare la flangia e relativo ingranaggio serrando le
viti A come indicato. A

Fig. 7.5

7.5 ALBERO MOTORE (FIG. 7.6)

Lubrificare con olio motore le superfici di


accoppiamento ai cuscinetti di banco e di biella.
Introdurre l'albero motore completo di ingranaggio
utilizzando l'attrezzo speciale (TAB. 11.1 rif. H) al
fine di facilitare l'operazione e di evitare rigature e/o
abrasioni al cuscinetto anteriore.

Fig. 7.6

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-27

7.6 SUPPORTO CENTRALE DI BANCO (FIG. 7.7)


Accertarsi che ogni semisupporto di banco corrisponda 44.1
al rispettivo semisupporto verificando tramite la 4.5
marcatura alfanumerica descritta nella sezione
smontaggio.
Montare il relativo cuscinetto di banco.
Montare il supporto centrale sul rispettivo perno di
banco dell'albero motore, facendo attenzione che la
valvola getto olio di raffreddamento pistone risulti rivolta
verso la parte anteriore del motore (lato ingranaggi
distribuzione).
Bloccare i supporti di banco tramite le viti di fissaggio B
A come indicato.
Serrare i bocchettoni di fissaggio B dei semisupporti di
banco come indico.
Ripetere le operazioni sopraindicate per ogni supporto
di banco. 54
In seguito infilare l'albero completo dei supporti 5.5 A Fig. 7.7
nell'alloggiamento basamento.

7.7 SUPPORTO POSTERIORE (FIG. 7.8)

Montare il cuscinetto A. 24.5


Montare l'anello di tenuta posteriore B. 2.5
Montare gli anelli di rasamento.
Montare la guarnizione O-ring C. D
Alloggiare il supporto posteriore nella sede basamento A
facendo coincidere i condotti di passaggio olio.
Serrare il supporto tramite i dadi D al valore indicato.

É importante non toccare il labbro di tenuta


del paraolio che si sta sostituendo/montando,
con le mani nude o con guanti sporchi, in
quanto il grasso delle mani o lo sporco dei B
C
guanti ne pregiudicano la tenuta.

Fig. 7.8

7.8 CAMPANA COPRIVOLANO (FIG. 7.9)

Posizionare la campana coprivolano in


corrispondenza della spina di centraggio posta sul
supporto posteriore.
Serrare al valore indicato.

47
4.8

Fig. 7.9

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-28

7.9 VOLANO (FIG. 7.10)

Posizionare il volano con i fori di alloggiamento viti di


fissaggio in corrispondenza dei relativi fori filettati sul
codolo albero motore.
Per agevolare l'operazione, si consiglia di utilizzare
le spine di supporto (TAB. 11.1 rif. AE).
Lubrificare le viti con olio motore, sulla parte testa,
dal lato volano e la filettatura.
Avvitare le viti A avvicinandole al grado di chiusura.
Montare l'attrezzo speciale B (TAB. 11.1 rif. T) per B
bloccare il movimento del volano.
Serrare le viti di fissaggio volano A come segue:
- Serrare le sei viti ad una coppia di 5.1 kgm (50 Nm)
± 5% di tolleranza; serrare le viti a coppie incrociando
in senso orario. A
Verificare il gioco assiale dell'albero motore e Fig. 7.10
comtarare il valore con quello indicato al punto 7.10.
- Con la chiave dinamomettrica provvista di goniometro
(TAB. 11.1 rif. Q), allentare una vite per volta A e
serrarla con una coppia di 2.05 kgm (20 Nm) + 75°
con ± 5% di tolleranza, serrare le viti a coppie
incrociando in senso orario.

AL MONTAGGIO DI VITI NUOVE


LA LUBRIFICAZIONE NON SI
APPLICA, IN QUANTO SONO GIA'
TRATTATE CON UN PRODOTTO
ANTIFRIZIONE.

7.10 GIOCO ASSIALE ALBERO MOTORE (FIG. 7.11)

Utilizzare un comparatore C montato su base


supporto.
Muovere assialmente l'albero motore facendo leva
con un cacciavite fino ad ottenere lo spostamento
max. del volano.
Valore di spostamento ammesso come indicato:
codolo Ø 70 = 0.153 ÷ 0.304 STD.
codolo Ø 80 = 0.080 ÷ 0.230 STD.
codolo Ø 80 = 0.155 ÷ 0.356 versione CLARKE

Fig. 7.11

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-29

7.11 BIELLA - PISTONE (FIG. 7.12 - 7.13 - 7.14)

Assemblare il pistone sul fusto biella B allineando la A


camera di scppio con lato della biella in cui sono
stampigliati i numeri di accoppiamento.
Inserire lo spinotto C e bloccarlo con gli anelli seeger C
D. D
Montare i segmenti sul pistone posizionandoli come
visualizzato in (Fig. 7.13a):
1° Segmento di compressione, di forma
trapezoidale.
2° Segmento di compressione, con profilo a scalino
nella parte bassa. B
3° Segmento raschia olio.
Orientare la camera di scoppio, ricavata sul pistone,
verso l'albero a camme, di conseguenza il numero
stampigliato sul fusto biella sarà orientato nello stesso Fig. 7.12
senso.
Comprimere i segmenti con attrezzo commerciale A.
Introdurre il pistone completo di fusto biella nella
canna con la camera di scoppio rivolta verso l'albero A
a camme.
Per l'operazione è sconsigliato l'uso di tamponi di
materiale più duro del pistone.

Fig. 7.13

Fig. 7.13a

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-30

BIELLA (FIG. 7.14)


Assemblare il cuscinetto della biella ed il cappellotto
facendo coincidere i numeri stampigliati sul fusto e
sul cappellotto.
Serrare le viti come di seguito indicato:
- Lubrificare le viti di nella parte testa lato biella e la
filettatura.
- Introdurre le viti e serrarle con la chiave
dinamomettrica provvista di goniometro (TAB.
11.1 rif. Q), serrare con una coppia di 3 kgm
(30 Nm) + 60°.

AL MONTAGGIO DI VITI NUOVE LA


LUBRIFICAZIONE NON SI APPLICA,
IN QUANTO SONO GIA TRATTATE
CON UN PRODOTTO ANTIFRIZIONE.

Fig. 7.14

7.12 VALVOLA DI REGOLAZIONE PRESSIONE OLIO


(FIG. 7.15)

Pulire accuratamente l'alloggiamento della valvola


nel basamento.
Assemblare i particolari come indicato in figura.

Fig. 7.15

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-31

7.12.1 MASSE CONTROROTANTE per D754 (in versione)


(FIG. 7.16a)
Mettere in fase le masse controrotanti utilizzando
A
l'attrezzo specifico A (TAB. 11.1 rif. Z), facendo
penetrare le due spine di centraggio nei rispettivi fori di
riferimento fino ad infilarsi nei corrispettivi fori sulle
masse controrotanti.

Fig. 7.16a

MASSE CONTROROTANTE per D754 (in versione)


(FIG. 7.16b)

Posizionare il supporto masse sul basamento facendo


riferimento alle tre spine di centraggio presenti sullo
stesso (A).

Ricordarsi di introdurre gli specifici OR nelle spine di


riferimento prima di sovrapporre la scatola masse e
che il primo cilindro sia nel punto morto superiore.

A
Fig. 7.16b

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-32

MASSE CONTROROTANTE per D754 (in versione)


(FIG. 7.16c - 7-16d)
A
Togliere l'attrezzo utilizzato per il posizionamento
delle masse, inserire le viti di fissaggio (A) tranne
quella che stringe il tubo aspirazione olio, inserire il
tubo aspirazione olio, la rispettiva vite e strigerle al
valore di coppia indicato (fig. 7.16d).

Fig. 7.16c

Fig. 7.16d

7.13 TUBO ASPIRAZIONE OLIO (FIG. 7.16)


A
Posizionare la guarnizione O-ring nella sede sul tubo
aspirazione olio.
Pulire la sede di alloggiamento nel basamento.
Montare il tubo aspirazione olio A.
Avvicinare le viti B e serrare al valore indicato.

B
B
12.7
1.3
Fig. 7.16

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-33

7.14 COPPA DELL' OLIO (FIG. 7.17 - 7.17a - 7.17b) A


12.7
Pulire la superficie di tenuta della coppa.
1.3
Posizionare la guarnizione A sul piano basamento.
Montare la coppa B.
Avvicinare le viti e serrare al valore indicato.
Nel caso di una riparazione d'emergenza, si deve
B
applicare un cordone uniforme di silicone resistente
all'olio, l'operazione deve essere effettuata entro 10
minuti dalla distribuzione (vedi fig. 7.17a - 7.17b).

Fig. 7.17

COPPA 3 CIL.

Fig. 7.17a

COPPA 4-6 CIL.

Fig. 7.17b

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-34
7.15 POMPA OLIO
A
D703 (FIG. 7.18)
Accertarsi che i componenti della pompa olio siano
assemblati come indicato in figura, facendo attenzione
che il rotore interno sia assemblato con la parte
smussata rivolta verso l'interno dell'alloggiamento
presente nel corpo pompa A.
Montare la pompa olio impegnando l'ingranaggio
relativo con quello dell'albero motore.
Serrare le viti B al valore indicato, assicurarsi che
esista gioco tra i denti degli ingranaggi.

27.5
2.8 B
Fig. 7.18

D704 - D706 (FIG. 7.18A)


Accertarsi che i componenti della pompa olio siano
assemblati come indicato in figura, facendo attenzione
che il rotore interno sia assemblato con la parte
smussata rivolta verso l'interno dell'alloggiamento
presente nel corpo pompa A. A
Montare la pompa olio impegnando l'ingranaggio
relativo con quello dell'albero motore.
Serrare le viti B al valore indicato, assicurarsi che
esista gioco tra i denti degli ingranaggi.

27.5
B
2.8
Fig. 7.18A

7.16 INGRANAGGIO INTERMEDIO (FIG. 7.19)

Inserire l'ingranaggio posizionandolo con la tacca di


riferimento in corrispondenza delle tacche incise
sull'ingranaggio dell'albero motore.
Avvicinare le viti di fissaggio impegnando la vite a
testa ribassata nel foro inferiore per non avere
interferenza nella rotazione dell'ingranaggio.
Serrare le viti al valore indicato.

27.5
2.8

Fig. 7.19

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-35
7.16.1 INGRANAGGIO DI RINVIO VERSIONE "REFORM"
(FIG. 7.19.1 - 7.19.2 - 7.19.3)

Inserire l'ingranaggio di rinvio A nel rispettivo supporto


B facendo attenzione al senso di inserimento.

Le due scanalature presenti nell'ingranaggio A visibili


in (fig. 7.19.2), vanno rivolte verso il basamento.

Inserire il supporto con l'ingranaggio nella rispettiva


sede sul basamento, facendo coincidere le bulinature
di riferimento per la messa in fase del motore (fig.
7.19.3), inserire le rispettive viti di fissaggio e stringerle
al valore di coppia indicato.

B Fig. 7.19.1

Fig. 7.19.2

27.5
2.8 Fig. 7.19.3

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-36
7.16.2 INGRANAGGIO DI RINVIO COMPLETO
VERSIONE "REFORM" (FIG. 7.19.4 - 7.19.5)

Inserire l'ingranaggio di rinvio completo A, nella propria


sede nel basamento (fig. 7.19.5) prestando attenzione
al senso di montaggio.

Le due scanalature presenti nell'ingranaggio A visibili


in (fig. 7.19.4), vanno rivolte verso il basamento.

A
Fig. 7.19.4

A Fig. 7.19.5

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-37
7.16.3 INGRANAGGIO COMANDO POMPE 2P
VERSIONE "REFORM" (FIG. 7.19.6 - 7.19.7 - 7.19.8)

Inserire l'ingranaggio comando pompe idrauliche con


rispettivo cuscinetto, nella flangia di supporto presente
nel basamento, dalla parte posteriore come visibile in
(fig. 7.19.7), fino a che i due ingranaggi non sono alla
stessa altezza vedi (fig. 7.19.8).

Fig. 7.19.6

Fig. 7.19.7

Fig. 7.19.8

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-38
7.16.4 SUPPORTO INGRANAGGI
VERSIONE "REFORM" (FIG. 7.19.9 - 7.19.10)

Inserire il supporto centrando la spina di riferimento A


nella propria sede nel basamento.

Prima di inserire il supporto nei perni degli ingranaggi


B, è opportuno ingrassare quest'ultimi.

Inserire le viti di fissaggio e stringerle al valore indicato


in (fig. 7.19.10).
B

Fig. 7.19.9

27.5
2.8
Fig. 7.19.10

7.16.5 STAFFA SUPPORTO POMPA 2P


VERSIONE "REFORM" (FIG. 7.19.11 - 7.19.12) A
Verificare che l'OR di tenuta A (fig. 7.19.11) sia integro
e posizionato correttamente nella propria sede.

Distribuire un leggero strato di LOCTITE 510 sul


perimetro di contatto con il basamento (fig. 7.19.11).

Posizionare la staffa come in (fig.7.19.12) centrando


la parte sporgente del cuscinetto precedentemente
inserito.

Fig. 7.19.11

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-39
(7.19.12)
Inserire le viti di fissaggio e stringerle al valore indicato.

27.5
2.8
Fig. 7.19.12

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-40

SCHEMA DISTRIBUZIONE 3 CIL.

Ingranaggio albero a camme

Bulinatura di
riferimento

Ingranaggio
pompa olio

Ingranaggio regolatore

Segno di riferimento albero


a camme/ingranaggio
Ingranaggio
albero motore

Fig. 7.19a

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-41

SCHEMA DISTRIBUZIONE 4-6 CIL.


Ingranaggio pompa iniezione

Bulinatura di
riferimento

Ingranaggio
di rinvio

Ingranaggio albero a camme

Ingranaggio
albero motore

Fig. 7.19b

Ingranaggio
pompa olio

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-42

SCHEMA DISTRIBUZIONE "REFORM"

Ingranaggio pompa iniezione

Ingranaggio albero a camme


Ingranaggio
di rinvio

Ingranaggio
albero motore

Ingranaggio
pompa olio

Fig. 7.19c

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-43

7.17 RICERCA PUNTO MORTO SUPERIORE PMS


(FIG. 7.20 - 7.21)

1) Montare provvisoriamente la puleggia anteriore


sull'albero motore (vedi parag. 7.33).
2) Fissare l'attrezzo speciale (TAB. 11.1 rif. R). e
porre un indice in prossimità della gradazione
angolare numerata.
3) Pontare un comparatore a gradazione centesimale
sull'attrezzo speciale C (TAB. 11.1 rif. W).
posizionare sulla canna.
4) Portare il pistone A del primo cilindro lato
distribuzione in prossimità del PMS.
5) Posizionare il tastatore del comparatore B a contatto
con la superficie superiore del pistone.
6) Ruotare l'albero motore nel senso di marcia (orario
lato distribuzione). Fermarsi quando la lancetta del
Fig. 7.20
comparatore B inverte il senso di marcia.
7) Posizionare l'indice in corrispondenza dello zero
graduato PMS sull'attrezzo speciale (TAB. 11.1
rif. R), senza toccare la superficie dell'attrezzo.
Riferirsi all'indice così posizionato ogni volta occorra, B
in azioni di lavoro successive, riposizionarsi al
PMS.
C
Nel caso in cui non sia possibile rilevare il PMS
tramite puleggia anteriore perchè priva di riferimenti,
diventa necessario l'utilizzo dell'attrezzo specifico A
(TAB. 11.1 rif. AG) (fig. 7.21a), che permette di
effettuare l'operazione sfruttando il foro fissaggio
iniettore sulla testa e rilevando il movimento dal
pistone.

Per l'utilizzo dell'attrezzo è necessario approvvigionarsi


di un comparatore, togliere la testina sferica A dal
Fig. 7.21
comparatore e avvitarla nella prolunga C,
successivamente avvitare la prolunga nel comparatore B e inserire il tutto nel corpo D.
Inserire l'attrezzo nel foro dell'iniettore sulla prima testa (fig. 7.21a) e applicare il metodo descritto dal punto 4 in poi.
La vite E presente nel corpo, serve per fermare il comparatore una volta trovata la giusta posizione.

C
D

A
Fig. 7.21a

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-44

7.18 SPAZIO NOCIVO (FIG. 7.22)

- Utilizzare l'attrezzo speciale (TAB. 11.1 rif. W) in A


abbinamento ad un comparatore A.
- Portare il primo pistone C lato distribuzione al
PMS.
- Azzerare la lancetta del comparatore A facendo
riferimento al piano del basamento B.
- Posizionare quindi il tastatore del comparatore A
sul pistone C ed annotarsi la misura rilevata.
- Scegliere l'idonea guarnizione testa seguendo le
indicazioni di (TAB. 8.2.6).
B
SU UNO STESSO MOTORE, DOVRÀ
C
ESSERE IMPIEGATO UN SOLO TIPO DI
GUARNIZIONE (SPESSORE) PER AVE-
Fig. 7.22
RE LE TESTE LIVELLATE.

- Nella serie guarnizioni motore, reperibile presso i


centri RICAMBI VM, viene prevista la fornitura della
guarnizione di spessore intermedio distinguibile da
due tacche nel bordo.

7.19 PUNTERIE IDRAULICHE (FIG. 7.23)

A partire da:
D703L - S/N: 28B*02700* X
D703LT - S/N: 29B*02642*
D703LTS - S/N: 66B*01030*
D704L - S/N: 21B*03060*
D704LT - S/N: 22B*03029*
B
D706LT - S/N: 27B*01534* C

Scaricare preventivamente tutto l'olio interno residuo,


contenuto nella punteria idraulica, comprimendo la
A
molla interna con l'attrezzo X (TAB. 11.1 rif. L), al
fine di evitare in fase di primo avviamento inconvenienti
alle aste comando bilancieri.
Montare le punterie A e le staffe di allineamento B
(Fig. 7-23). Fig. 7.23
Montare le teste e i collettori di aspirazione e scarico.
Montare i bilancieri.
Per evitare danneggiamenti ai componenti del sistema
idraulico, durante l'assemblaggio, è indispensabile Avviare il motore e lasciarlo in moto al minimo fino a
posizionare i pistoni a circa 90° dal PMS. In alternativa che tutte le punterie non siano riempite di olio e il loro
è sufficiente portare il primo pistone, lato distribuzione, funzionamento non sia divenuto silenzioso.
a 40° - 45° prima del PMS.
Inizio produzione motori EPA:
Montare il coperchio bilancieri.
D703LE matr. 90B010001
Attendere circa 30 minuti, dal montaggio bilancieri,
per permettere alle punterie di scaricarsi D703LTE matr. 75B010001
completamente dall'olio interno. D704LE matr. 76B010001
Effettuare una rotazione a mano di due giri dell'albero D704LTE matr. 77B010001
motore, per verificare che non vi siano durezze D706LTE mstr. 78B010001
anomale.
revisione: 5 del 21/11/03
serie D700-754
Montaggio 7-45

7.20 MONTAGGIO TESTE (FIG. 7.24)


A
Inserire le guarnizioni B sul piano basamento e
posizionare le teste A. C
Per eseguire il corretto montaggio delle teste A e
della guarnizione B utilizzare l'attrezzo specifico C
(Tab. 11.1 ref. S).
Una volta inserite le teste montare il collettore di
aspirazione senza guarnizione e stringere
leggermente i dadi di fissaggio, operazione necessaria
per allineare correttamente le teste.
Togliere le spine C una alla volta e sostituirle con le
B
relative viti di fissaggio.
Se vengono riutilizzate le stesse viti testa:
lubrificare tutte le viti (filetto e sottotesta), con molycote
tipo GRAPID PLUS.
Montare le colonnette laterali, quindi i morsetti e
Fig. 7.24
allinearle in modo corretto.
A questo punto eseguire l'operazione di serraggio
delle teste seguendo le specifiche di seguito descritte.
Togliere il collettore di aspirazione e rimontarlo
assieme al collettore di scarico con le relative
guarnizioni.

PER STRINGERE LE VITI USARE GLI


ATT. SPECIFICI (TAB. 11.1 RIF. N-O-P-Q)

(FIG. 7.25)

1 Sequenza di serraggio delle viti centrali con


chiave dinamometrica tarata a 30 Nm (3 Kgm)

mot. 3 cil. 3-2-1-4-6-7-8-5

mot. 4 cil. 3-2-1-4-5-8-9-10-7-6

mot. 6 cil. 11-12-13-14-10-9-8-4-3-2-1-5-6-7

2 Eseguire rotazione di 65° iniziando dalla


numero uno seguendo l'ordine crescente, 10
con chiave dinamometrica alla quale è stato
aggiunto il goniometro (TAB. 11.1 rif. Q)

mot. 3 cil. da 1 a 8

mot. 4 cil. da 1 a 10

mot. 6 cil. da 1 a 14

3 Ripetere la fase (2) con le stesse modalità

Fig. 7.25

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-46
(FIG. 7.26)

4 Serraggio delle viti laterali M1 con chiave


dinamometrica tarata a 30 Nm (3 Kgm)

5 Eseguire rotazione delle stesse con chiave


dinamometrica più goniometro a 85°

6 Serraggio delle viti laterali M2 con chiave


dinamometrica tarata a 30 Nm (3 Kgm)

7 Eseguire rotazione delle stesse con chiave


dinamometrica più goniometro a 85°

AD OPERAZIONE AVVENUTA FAR FUN-


ZIONARE IL MOTORE A REGIME PER 20
MINUTI, POI SPEGNERE IL MOTORE.

8 Riserraggio delle viti dopo funzionamento


10
ATTENZIONE:
OPERAZIONE DA EFFETTUARSI A
MOTORE FREDDO

9 Viti centrali, allentare una vite per volta scaricandola


completamente, quindi serrarla con coppia di 30
Nm (3 Kgm) più rotazione di 120°

10 Viti laterali (M1 e M2) non necessitano di


riserraggio, per una eventuale verifica utilizzare
una chiave dinamometrica tarata a 90 Nm
(9 Kgm)

11 Riserraggio durante la vita del motore, è da


effettuarsi dopo 150 ÷ 200 ore o 20.000 Km.
Fig. 7.26

ATTENZIONE:
OPERAZIONE DA EFFETTUARSI SOLO
SUI MOTORI CON GUARNIZIONI TESTA
SINGOLE

12 Viti centrali in sequenza da 1 a ......., eseguire una


rotazione di 15°

13 Viti laterali (M1 e M2) eseguire rotazione di 15°


prima sulle viti M1 a seguire le M2.

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-47

MONTAGGIO TESTE 3 CILINDRI CON


GUARNIZIONE METALLICA INTERA (FIG. 7.26A)
B
Nel montare le teste in questa famiglia di motori,
bisogna ricordarsi di inserire sotto la colonnetta (B)
l'inserto (A) nel punto (C), visto dal lato volano.
Questo inserto è necessario per recuperare lo spessore
della guarnizione testa metallica intera, la quale non
sporge dalla testa come dal lato opposto.

La guarnizione intera è stata utilizzata a partire dalle


seguenti matricole:

D703L - 28B10753
D703LTS - 66B01888
D703LE - 90B01598
D703LTE - 75B01752
D703TSE - 92B01112 C
D703LT - 29B10738 A Fig. 7.26a

LA SUA MANCATA APPLICAZIONE


COMPORTA LA PERDITA DI CARICO
DELLE VITI DI SERRAGGIO DELLA TESTA,
CON CONSEGUENTE DANNEGGIAMENTO
DELLA STESSA.

(FIG. 7.27)
Assemblare le aste bilancieri stando attenti ad
inserirle correttamente nella sede delle punterie.
A

A B

Fig. 7.27

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-48

7.21 COLLETTORE ASPIRAZIONE (FIG. 7.28)


A
Fissare il collettore A, serrando le viti B mediante
chiave dinamometrica al valore indicato.
27.5
2.8

Fig. 7.28

7.22 COLLETTORE SCARICO (FIG. 7.29)


A
Inserire il collettore A sui prigionieri e serrare le viti B
mediante chiave dinamometrica al valore indicato.

32.4
3.3

Fig. 7.29

7.23 SUPPORTO BILANCIERI (FIG. 7.30)

Inserire i bilancieri A sui prigionieri.


Serrare i dadi di fissaggio B al valore indicato.
28-30
2.8-3
LUBRIFICARE CON OLIO ED ADDITIVO
APPOSITI.
A B

Fig. 7.30

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-49

7.24 CANDELETTE (FIG. 7.31)

Inserire le candelette A nelle apposite sedi e serrare


al valore indicato.

14.2
1.45 A

Fig. 7.31

7.25 TUBO RACCOLTA ACQUA TESTE (FIG. 7.32) Fig. 7.32


Posizionare il collettore A sulle teste e serrare le viti
di fissaggio B al valore indicato.
11.8
Collegare il collettore alla valvola termostatica
C A 1.2
stringendo la fascetta C.

7.26 COPERCHIO BILANCIERI (FIG. 7.33)

Posizionare la guarnizione A sulla testata facendola


aderire lungo tutto il profilo.
Montare il coperchio B e serrare le viti al valore 11-12
indicato. 1.1-1.2
B A
ATTENZIONE ALLE NERVATURE IN-
TERNE A CONTATTO CON I BILAN-
CIERI IN QUANTO POTREBBERO
DANNEGGIARE LA GUARNIZIONE.

Fig. 7.33b

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-50

7.27 INIETTORI (FIG. 7.34)


D

PRIMA DI INSERIRE GLI INIETTORI (C)


POSIZIONARE L'ANELLO O-RING (E), 7.8
E LA RONDELLA (A) UTILIZZANDO UN 0.8
PO' DI GRASSO AL FINE DI TRAT- C
TENERLA IN POSIZIONE.
E
Inserire il morsetto B sull'iniettore C. B
Procedere all' inserimento dei due come indicato in
figura.
A
Serrare il dado D mediante chiave dinamometrica al
valore indicato.

Fig. 7.34

7.28 POMPA INIEZIONE (FIG. 7.35)

ALL'INTERNO DELLA POMPA È PRE-


SENTE UN FILTRO IN PROSSIMITÀ
DELLA VALVOLA DI ASPIRAZIONE 27.5
VERIFICARNE LO STATO DI CON- 2.8
SERVAZIONE, E SE NECESSARIO
SOSTITUIRE.

Inserire la pompa A avvicinare i dadi di fissaggio B


senza stringerli. B
Per la messa in fase vedi paragrafo 7.42.
Una volta eseguito la fasatura della pompa, stringere
i dadi al valore indicato. A

Fig. 7.35

7.29 TUBI RIFIUTO GASOLIO (FIG. 7.36)

A
- Fissare il raccordo A alla pompa. B C
- Fissare i tubi B su tutti gli iniettori C presenti sul
motore.

Fig. 7.36

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-51

7.30 COPERCHIO ANTERIORE (FIG. 7.37a - 7.37b -


7.37c)

7.37a) - COPERCHIO IN LAMIERA ANTIFON


Pulire e sgrassare la superficie di contatto al A
basamento.
Applicare un cordone di sigillante lungo tutto il M8
perimetro (A), senza creare interruzioni nella continuità
e avendo cura di girare attorno ai fori di fissaggio,
dalla parte interna del coperchio.
Posizionare il coperchio sul basamento,
precedentemente pulito e sgrassato, centrando le
spine di riferimento.
Inserire le viti di fissaggio e stringerle in sequenza al M6
valore di coppia indicato.
12.7
1.3 Fig. 7.37a

7.37b) - COPERCHIO RICAVATO DA FUSIONE


Pulire accuratamente le superfici di contatto. M8
Posizionare la guarnizione di tenuta sul basamento,
centrando le spine di riferimento.
Adagiare il coperchio alla guarnizione, facendo 27.5
riferimento alle spine. 2.8
Inserire le viti di fissaggio (B), accertandosi di avere
centrato tutti i fori della guarnizione, quindi serrarle
alla coppia indicata.

M 12
assemblare con LOCTITE 573
Fig. 7.37b

7.37c) - COPERCHIO VERSIONE "REFORM"

Fig. 7.37c

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-52
7.31 POMPA DELL' ACQUA (FIG. 7.38)
C
Inserire la pompa A come indicato in figura. A
Serrare le viti di fissaggio B al valore indicato.
Collegare la pompa A e la valvola termostatica C
e serrare le fascette.

27.5
2.8
B

Fig. 7.38

7.32 PARAOLIO ANTERIORE COPERCHIO IN LAMIERA


(FIG. 7.39)

Accoppiare correttamente i due semi anelli interni A


dell'attrezzo speciale (TAB. 11.1 rif. I) sul carter B.
Inserire l'anello esterno C dell'attrezzo come indicato.
Agire sulle viti D avvitandole contemporaneamente
fino a portare l'anello a spallamento.

É IMPORTANTE NON TOCCARE IL LABBRO


DI TENUTA DEL PARAOLIO CHE SI STA
SOSTITUENDO/MONTANDO, CON LE MANI
NUDE O CON GUANTI SPORCHI, IN QUANTO
IL GRASSO DELLE MANI O LO SPORCO DEI
GUANTI NE PREGIUDICANO LA TENUTA.
A C B D Fig. 7.39

PARAOLIO ANTERIORE COPERCHIO IN FUSIONE


(FIG. 7.39a)
Per la sostituire l'anello di tenuta (A) è indispensabile
utilizzare l'attrezzo (TAB. 11.1 rif. AB) (fig. 7.39b),che
evita deformazioni irrimediabili al coperchio.
Pulire accuratamente la sede (B) sul coperchio, inserire
l'inserto (C) (fig. 7.39b) avvitandolo sull'albero motore
fino ad andare in battuta sullo stesso.
Inserire il paraolio nuovo sul supporto D. A
Inserire il supporto con il paraolio sull'inserto fino al
contatto del paraolio con il coperchio.
Sucessivamente infilare una vite M10x40 (E) nel foro
posteriore del supporto e avvitarla nell'inserto fino alla
battuta dei due pezzi.
A questo punto il paraolio è correttamente inserito. B

É IMPORTANTE NON TOCCARE IL LABBRO DI Fig. 7.39a


TENUTA DEL PARAOLIO CHE SI STA
SOSTITUENDO/MONTANDO, CON LE MANI NUDE
O CON GUANTI SPORCHI, IN QUANTO IL GRASSO
DELLE MANI O LO SPORCO DEI GUANTI NE
PREGIUDICANO LA TENUTA.
revisione: 5 del 21/11/03
serie D700-754
Montaggio 7-53

C
D

(TAB. 11.1 rif. AB)


Fig. 7.39b

7.33 PULEGGIA ANTERIORE (FIG. 7.40)

Introdurre la puleggia A sull'albero.

(TRANNE PER D754) A


PRIMA DI PROCEDERE AL FISSAGGIO
DELLA PULEGGIA (A) INSERIRE PRE-
VENTIVAMENTE SUL DADO (B) L'AP-
POSITO COLLANTE LOCTITE 222.

Serrare il dado B al valore indicato.


B
D700 std. 196.2 Nm (20 Kgm) senso destro

D706 LI 235.4 Nm (24 Kgm) senso destro

D754 393 Nm (40 Kgm) senso sinistro Fig. 7.40

7.34 SCAMBIATORE OLIO MOTORE (FIG. 7.41)

Posizionare lo scambiatore A come indicato in


figura.
Serrare il raccordo interno B mediante chiave
dinamometrica al valore indicato. B A
Collegare i due tubi di raccolta e serrare le fascette
C.

60
6.1

Fig. 7.41
C
revisione: 5 del 21/11/03
serie D700-754
Montaggio 7-54

7.35 FILTRO OLIO (FIG. 7.42)

Lubrificare la guarnizione di tenuta del filtro prima di


avvitarlo sullo scambiatore e stringerlo con l'apposito
attrezzo commerciale senza esercitare un elevato
sforzo.

Fig. 7.42

7.36 PULEGGIA POMPA ACQUA (FIG. 7.43)

Inserire la puleggia nella pompa acqua e serrare le viti


di fissaggio al valore indicato.

27.5
2.8

Fig. 7.43

7.37 ALTERNATORE (FIG. 7.44)

Fissare la slitta di registrazione A al blocco motore


mediante il dado B al valore indicato.
Montare l'alternatore C serrando il dado D al valore
indicato.

B= 54
5.5

D= 27.5
2.8

A C D B Fig. 7.44

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-55

7.38 MONTAGGIO CINGHIE (FIG. 7.45)

Inserire le cinghie A nelle apposite sedi presenti


come indicato in figura.
Agendo sull'alternatore B tensionare le cinghie A.
10
Serrare il dado C per bloccare il sistema. m
m
Per un corretto tensionamento delle cinghie, vedi
paragrafo 7.38.1.

C A Fig. 7.45

7.38.1 TENSIONAMENTO CINGHIE (FIG. 7.45.1)

La verifica del corretto tensionamento delle cinghie si


può effettuare in due modi come di seguito descritti:
A) esercitando una pressione sulla stessa dal
lato più lungo (vedi Fig. 7.45) di circa 7 ÷ 8 Kg,
la flessione risultante deve essere di circa 10
mm.
B) utilizzando un tester elettronico (analizzatore
di frequenza), lo si deve posizionare dal lato L
(Fig. 7.45.1 - 7.45.2) e dare un colpo alla
cinghia per leggerne la frequenza di
oscillazione.
Il valore corretto di frequenza deve ritrovarsi nei
valori di seguito descritti.
F1 = PRIMO TENSIONAMENTO Fig. 7.45.1
F2 = VALORE IN ESERCIZIO

MOTORI F1 F2
D754E1 165 ± 4 139 ± 4
D703TE1
D703E2
D706LTE 188 ± 4 158 ± 4
D704LTE
D704LE 184 ± 4 155 ± 4
D703LTE
D703LE
D704TE2 168 ± 4 141 ± 4
D754E2

VERSIONI STANDARD Fig. 7.45.2

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-56

7.39 VENTOLA (FIG. 7.46)

Inserire la ventola A sulla puleggia accostando le viti


B e serrarle al valore di coppia indicato. 27.5
2.8

A B Fig. 7.46

7.40 MOTORINO AVVIAMENTO (FIG. 7.47)


A
Inserire il motorino A sulla campana, inserire le viti di
fissaggio e stringerle.

ATTENZIONE: IN SEGUITO AL MON-


TAGGIO DEL MOTORINO (A) RIMON-
TARE IL SENSORE PRESSIONE OLIO (C),
QUALORA SIA STATO SMONTATO
PRECEDENTEMENTE.

Fig. 7.47

7.41 POMPA ALIMENTAZIONE CARBURANTE (FIG.


7.48)

Inserire la pompa A sul basamento, come indicato in


figura prestando attenzione a non danneggiare l'anello A
di tenuta B.
Serrare le viti C o i dadi speciali autobloccanti (a
seconda della versione), mediante chiave
dinamometrica al valore indicato. C

ATTENZIONE: PRIMA DI PROCEDERE


AL MONTAGGIO DELLA POMPA (A), B
ASSICURARSI CHE L'ANELLO DI TENU-
TA (O-RING) NON RISULTI DANNEG-
GIATO. SE NECESSARIO, SOSTITUIRE.
34.3
3.5
Fig. 7.48

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-57

7.42 FASATURA INIEZIONE

Pompa iniezione rotativa BOSCH

- Assemblare la pompa iniezione nell'allog-giamento


del basamento. Bloccare serrando i dadi al centro
delle asole.
- Accertarsi che la leva dell'autoanticipo A pompa
iniezione sia in posizione di riposo.
- Servendosi di dado e controdado ruotare l'albero
della pompa iniezione fino a portare la sede chiavetta
in corrispondenza del raccordo di mandata del 1°
cilindro (lato distribuzione). Tale raccordo è sempre
A
quello in alto lato basamento.
- Montare provvisoriamente la puleggia anteriore
sull'albero motore (vedi parag. 7-40)
B
- Fissare l'attrezzo speciale B (TAB. 11.1 rif. R) e
procedere al posizionamento del motore in fase di Fig. 7.49
scoppio - 1° cilindro.
Sulla scala graduata dell'attrezzo speciale B porre
un indice di riferimento indicante il PMS in
corrispondenza dello zero.
- Anticipare il motore 35° ÷ 40° prima del PMS.
- Ruotare quindi il motore nel senso di marcia (orario
lato distribuzione) fino al valore di 25° di anticipo
rispetto al PMS.
Togliere la vite C nel lato posteriore pompa iniezione
e montare l'attrezzo speciale (TAB. 11.1 rif. X)
provvisto di comparatore D.
- Introdurre l'ingranaggio di comando pompa iniezione
avendo cura di fare coincidere il dente con bulino e/
o numero cilindri motore stampigliata
dell'ingranaggio pompa iniezione con il vano denti,
contrassegnato da 2 bulini, dell'ingranaggio albero
a camme.
- Bloccare il dado ingranaggio pompa iniezione al C
valore di: Nm 86.3 (Kgm 8.8). Fig. 7.50
- Ruotare il motore in senso antiorario lato
distribuzione fino a che non si ferma la lancetta del
comparatore sull'attrezzo speciale, azzerare la
lancetta.
- Ruotare il motore in senso orario (verso il PMS) fino
al raggiungimento della lancetta del comparatore
al valore di tabella di pag. 6-27.
Questo valore deve corrispondere al PMS.
Eventuali piccole correzioni possono essere
apportate come segue:
- Portare il motore al PMS.
- Allentare i dadi di fissaggio pompa iniezione.
- Ruotare il corpo pompa fino alla corrispondenza
della lancetta del comparatore con il valore di
tabella di pag. 6-27.
- Serrare i dadi di fissaggio pompa e verificare il
valore ottenuto. D
Fig. 7.51

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-58

Registrazione del KSB per il controllo della


fase statica (Fig.7.52) (Fig. A)

- Allentare la vite A (Fig. A) e fare scorrere la leva B


nel perno C fino alla posizione di riposo.
- Assicurarsi che la leva B sia completamente a
riposo e procedere al controllo della fase.

Riposizionamento del KSB in posizione di


lavoro (Fig.7.52) (Fig. B).

- Allentare la vite A (Fig. A), ruotare la leva B in senso


orario fino a portare a contatto il collare D con il
riferimento metallico nero E sull'asta C.
- Per ruotare la leva B utilizzare un cacciavite o
similari, questi attrezzi sono necessari per vincere
la spinta della molla interna la pompa. A
D C
- Stringere la vite A.
- Il sistema KSB in questa posizione è in condizione
di lavoro. B
Fig. A
- Partendo da questa condizione di taratura il KSB
regima la fumosità all'avviamento, lavorando in un
campo di temperatura compreso tra 0 °C (contatto E
elettrico aperto) e una temperatura prossima ai 30
°C (contatto elettrico chiuso).
- Il sistema KSB è gestito da un sensore di
temperatura acqua, posizionato sulle teste.
- Va ricordato che il movimento dell'asta KSB è D
graduale e non istantaneo. C

B
Fig. B

Fig. 7.52

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-59
Pompa iniezione rotativa STANADYNE

Fase statica
Posizionare il primo pistone al punto morto superiore.
Segnare sulla puleggia anteriore (se non presente),
il punto morto, in riferito ad un indice creato.
Montare il disco graduato (Tab.11.1 rif. R) e
posizionarlo con lo (zero) allineato con l'indice.
Ruotare l'albero motore in senso antiorario fino a
raggiungere i gradi di anticipo specifici per il motore A
in esame, vedi tabella (pag. 6.26).
Aprire la finestrella A presente sulla pompa e ruotarla
in un senso o nell'altro fintanto che i due segni
presenti all'interno B non siano perfettamente allineati.
Bloccare la pompa tramite i dadi di fissaggio ed B
eventualmente le viti che stringono l'ingranaggio, se
allentate precedentemente. B Fig. 7.53
Eseguire una verifica della corretta fasatura muovendo
l'albero motore, ritornare nella posizione di anticipo
desiderata e verificare che le due tacche siano
perfettamente allineate.
Richiudere la finestrella.
Qualora ci fossero differenze, ripetere l'operazione
dall'inizio.

Controllo dinamico della fasatura (con lampada


stroboscopica e motore in moto)
Collegare il Time Trac o strumento diagnostico
equivalente a 1500 giri/minuto a vuoto con lampada
stroboscopica per il controllo fase.
Avviare il motore e portarlo a 1500 giri a vuoto.
Il motore è in fase quando l'indice sul coperchio
distribuzione e la tacca del P.M.S. sulla puleggia
anteriore sono allineati (con lampada stroboscopica)
e sul display si leggono i valori in gradi.

7.42.1 SPURGO DEL CIRCUITO DI


ALIMENTAZIONE COMBUSTIBILE

Dopo aver riempito il circuito combustibile tramite la


pompa AC e aver spurgato il filtro nafta, agire sulla
pompa alimentazione fino ad eliminazione totale
dell'aria.
Spurgo tubi mandata agli iniettori
Allentare le ghiere dei tubi sugli iniettori. Fare girare
il motore con il motorino di avviamento fino all'uscita
di gasolio dai tubi e successivamente riserrare.
N.B. Prima di effettuare l'operazione accertarsi del
collegamento elettrico dell'elettrovalvola sulla pompa
iniezione.

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-60

7.43 ASSEMBLAGGIO REGOLATORE


D703L-LT-LE-LTE

(Fig. 7.55)
A
Installare : Masse (A)
Distanziale (B)
Flangia (C)

C B

Fig. 7.55

(Fig. 7.56)
Nota: Montare la flangia con la ragnatura rivolta verso
il basamento.

Fig. 7.56

(Fig. 7.57)
Stringere le due viti di fissaggio.

Fig. 7.57
revisione: 5 del 21/11/03
serie D700-754
Montaggio 7-61

(Fig. 7.58)
Stringere il dado di fissaggio ingranaggio regolatore
al valore indicato.
Nota: Il filetto del dado di fiss. ingranaggio regolatore
è di senso antiorario.

55
5.5 Fig. 7.58

(Fig. 7.59)
Montare l'albero a camme

Fig. 7.59

(Fig. 7.60)
Stringere le viti di fiss. della flangia albero a camme
al valore indicato.

27.5
2.8
Fig. 7.60
revisione: 5 del 21/11/03
serie D700-754
Montaggio 7-62

(Fig. 7.61)
Portare il primo pistone al P.M.S.e azzerare il disco
graduato con l'indice.
(Rif. procedura descritta alla Pag. 7-37.

P.M.S.
Fig. 7.61

(Fig. 7.62)
Introdurre n.2 punterie.
Introdurre n.2 aste bilancieri.
Ruotare l'albero a camme fino al punto di
bilanciamento delle aste, (la valvola di scarico termina
la sua corsa quando quella di aspirazione inizia,
sempre con riferimento al primo pistone).

Fig. 7.62

(Fig. 7.63)
Posizionare l'ingranaggio sull'albero a camme.
I fori della flangia dell'albero a camme devono essere
posizionati al centro delle asole.

P.M.S.

Fig. 7.63
revisione: 5 del 21/11/03
serie D700-754
Montaggio 7-63

(Fig. 7.64)
Inserire le tre viti di fiss. dell'ingranaggio, ma stringerne
una sola.
A questo punto far fare uno giro completo (360°)
all'albero motore e riportare il primo pistone al P.M.S.

0
P.M.S.

Fig. 7.64

(Fig. 7.65)
Montare i distanziali (A) e il cuscinetto reggispinta
(B)

B
Fig. 7.65

(Fig. 7.66)
Montare il gruppo regolatore.

Fig. 7.66
revisione: 5 del 21/11/03
serie D700-754
Montaggio 7-64

(Fig. 7.67)
Montare l'asta congiunzione pompe versione
standard.

Fig. 7.67

(Fig. 7.68)
Posizionare l'asta congiunzione pompe nel gruppo
regolatore.

Fig. 7.68

(Fig. 7.69)
Montare la coppiglia di fermo.

Fig. 7.69
revisione: 5 del 21/11/03
serie D700-754
Montaggio 7-65

POMPE AD ALTA PRESSIONE (Fig. 7.67a / 7.68a


7.69a)
Montare l'asta congiunzione pompe come da figura.

Fig. 7.67a

(Fig. 7.68a)
Posizionare l'asta congiunzione pompe nel gruppo
regolatore e stringere la vite di fissagio (A).

Fig. 7.68a

(Fig. 7.69a)
Montare l'attrezzo speciale (A) (Tab. 11-8 rif. U) e
bloccare l'asta congiunzione pompe.

A Fig. 7.69a

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-66

(Fig. 7.70)
Inserire il supporto asta congiunzione pompe (B) e
stringere la vite (A).

A B Fig. 7.70

(Fig. 7.71)
Montare l'attrezzo speciale (Tab. 11-8 rif. U) e
bloccare l'asta congiunzione pompe.

Fig. 7.71

(Fig. 7.72)
Posizionare l'albero a camme in modo tale che A
il calibro di profondità si appoggi sul cerchio di
base del bocciolo (vedi punto B)

Con l'ausilio del calibro di profondità (A), rilevare la


distanza tra il piano appoggio pompa e l'albero a
camme.
Alla quota rilevata, aggiungere degli spessori fino ad
ottenere la corretta altezza, che deve essere di 82.8
mm.
Esempio:
82.1= Quota rilevata su calibro
0.3+0.3+0.1= Spessori da aggiungere
82.1 + (0.3 + 0.3 + 0.1) = 82.8 mm.
B
Fig. 7.72
revisione: 5 del 21/11/03
serie D700-754
Montaggio 7-67

(Fig. 7.72a) pompe alta pressione


Inserire le punterie (A) nella loro sede come da figura
fino ad appoggiarsi sull'albero a camme.
A

Fig. 7.72a

(Fig. 7.72b) pompe alta pressione


Con l'ausilio di un buon calibro di profondità rilevare
la quota tra il piano di appoggio della pompa e
l'interno della punteria.
Con il valore rilevato, calcolare lo spessore necessario
da porre sotto la pompa iniezione (Fig. 7.72c) per
raggiungere la quota di 56 ± 0.05.

Fig. 7.72b

Fig. 7.72c
revisione: 5 del 21/11/03
serie D700-754
Montaggio 7-68

(Fig. 7.73) Solo per pompa BOSCH

Seguire la procedura indicata nella fig. 7-72.


Qualora sulla flangia della pompa fosse indicato un
A
valore diverso da "zero" (vedi A nella fig. 7.73), si deve
aggiungere agli spessori precedentemente inseriti,
un' ulteriore spessore pari al valore indicato, questa
operazione è necessaria per recuperare lo
scostamento della pompa stessa.
Il valore marcato corrisponde a:
+ 1 = 0.1 mm
+ 2 = 0.2 mm
+ 3 = 0.3 mm
Porre il perno (C) della cremagliera al centro della
pompa e bloccarlo con l'apposito fermo (A).
Vedi attrezzo speciale (Tab. 11-1 rif. V).
Fig. 7.73

Fig. 7.75

(Fig. 7.74) Pompa STANADYNE


Porre il perno (C) della cremagliera al centro della B
pompa e bloccarlo con l'apposito fermo (B) tramite
una rotazione di 180°.

Lo spinotto di fermo è specifico delle pompe


STANADYNE

Fig. 7.74

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-69

(Fig. 7.73a / 7.73b) Solo per pompa alta pressione.


A
Munirsi di una pompa e di un fermo (Tab. 11-1 rif.
AC).
Comprimere la molla della pompa fino ad ottenere la
rotazione libera dell'asta cremagliera (A), inserire
nell'apposito foro sulla parte superiore della pompa il
fermo (B) e farlo penetrare fino ad entrare nel
corrispettivo foro sull'asta cremagliera (A) vedi Fig.
7.73b.
Rilasciare la molla e verificare che l'asta cremagliera
sia ben bloccata.
Se così non fosse, ripetere l'operazione.
B

Fig. 7.73a

Fig. 7.73b

SPESSORAZIONE (Fig. 7.73.1c - 7.73.2c)

Inserire le pompe nelle proprie sedi, ricordardosi di


interporre gli eventuali spessori e inserendo il perno
dell'asta cremagliera nell'apposita nicchia dell'asta
congiunzione pompe precedentemente bloccata.
N.B. applicare Loctite 573 sugli spessori in entrambi
le facce, prima di metterli in sede.

L'USO DELLA LOCTITE È VINCOLATO AL


SOLO UTILIZZO DEGLI SPESSORI
METALLICI SENZA NESSUN RIPORTO DI
SIGILLANTI.
NELLA NUOVA VERSIONE DI SPESSORI,
L'UTILIZZO DELLA LOCTITE NON È PIÚ
NECESSARIO IN QUANTO SONO GIÁ
PROVVISTI DI UN CORDONE DI SIGILLANTE Fig. 7.73.1c
(vedi fig. 7.73.2c).
revisione: 5 del 21/11/03
serie D700-754
Montaggio 7-70

(Fig. 7.73.2c)

Oltre ai vari spessori esistenti, è stata introdotta una


nuova guarnizione di 0.10 mm che non deve mai
essere utilizzata da sola ma sempre abbinata ad
un'altra.
Quando viene utilizzata, causa il sommarsi degli
spessori di sigillante, alla quota raggiunta si deve
aggiungere un ulteriore 0.05 mm es:
spessore di 0.3 + spessore di 0.10 + 0.05 = 0.45 mm.
Dalle seguenti matricole sono state inserite le nuove
guarnizioni serigrafate.
D703 E2 matr. 15C-02583
D703TE1 " 16C-02782
D703TE2 " 16C-30001 SIGILLANTE

Fig. 7.73.2c

(Fig. 7.73d)

Inserire la flangia di bloccaggio (A) e succesivamente A


i rispettivi dadi.
Prima di procedere al bloccaggio dei dadi, è necessario
assicurarsi che tutte le pompe siano ruotate (per
quanto possibile) verso destra.
La procedura di serragio dei dadi di bloccaggio è la
seguente:
- stringere ambe due i dadi a una coppia di 1
Kgm (Nm 9.8), su tutte le pompe
- riserrare i dadi con una coppia di 1.5 Kgm (Nm
14.7), su tutte le pompe
- completare l'operazione applicando una coppia
pari a 1.8 Kgm (Nm 17.6)

Fig. 7.73d

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-71

montaggio pompe BOSCH/STANADYNE


(Fig. 7.76)
Applicare Loctite 573 sulla guarnizione (entrambi le
faccie), per guarnizioni metalliche.
Posizionare la guarnizione sul basamento.
Assemblare la pompa.
Per guarnizioni in acciaio serigrafate non
necessita la Loctite.

Fig. 7.76

(Fig. 7.77)
Stringere le tre viti di fiss.

Fig. 7.77

(Fig. 7.78) Pompa STANADYNE


Rilasciare l'asta cremagliera della pompa sollevando
il fermo (A) ruotandolo di 180°.

Fig. 7.78
revisione: 5 del 21/11/03
serie D700-754
Montaggio 7-72

(Fig. 7.79) Pompa BOSCH


Sbloccare la pompa rimuovendo il fermo (A).
Chiudere il foro con il cappuccio di plastica (B) VM
codice di ricambio 41772088F
Ruotare l'albero motore in senso orario e antiorario di B
circa 45° ÷ 50°, si noterà un movimento del carburante
nel raccordo della pompa, fermarsi nel punto di
massimo colmo e soffiare sul raccordo per eliminare
l'eccesso di carburante.
Assicurarsi che l'asta congiunzione pompe non sia
bloccata.

Fig. 7.79

Procedura per la taratura (Fig. 7.79a)


Per fissare l'asta congiunzione pompe nella posizione
corretta, ci sono due possibilità.
Usare l'attrezzo speciale (A) (TAB. 11.1 rif. V) fig.
7.79, oppure l'attrezzo speciale (A) (TAB. 11.1 rif. U)
fig. 7.81.
Quando si introduce l'attrezzo speciale sulla pompa
o nell'asta congiunzione pompe, la leva dello stop
deve trovarsi in una posizione intermedia, vedi fig.
7.79a, effettuare piccoli spostamenti della leva stop
fino a trovare il perfetto allineamento dei sistemi di
bloccaggio.

Fig. 7.79a

(Fig. 7.79b)
Collegare la pompa di alimentazione alla tanica del Fig. 7.79b
carburante (C) con il tubo (A).
Mettere il tubo di rifiuto gasolio dagli iniettore (B) nella
tanica.
Adesso abbiamo chiuso il circuito, iniziare a pompare
il gasolio con la pompa di alimentazione fino a che
non si vede uscire il gasolio dal tubo di rifiuto (B).
A questo punto il circuito è pieno.

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-73
(messa in fase pompe)

Montare l'attrezzo speciale (A) (TAB. 11.1 rif. Y) sul


raccordo di mandata gasolio agli iniettori. A
Pompare del gasolio tramite movimento alternativo
dell'albero motore fino a farlo apparire nella parte
trasparente dell'attrezzo.
Verificare che il pistone n. 1 sia al P.M.S. in
compressione.
Anticipare l'albero motore a 50° ÷ 60° prima del
P.M.S. facendolo girare in senso antiorario.
Ruotare lentamente l'albero motore in senso orario
(per eseguire questa operazione utilizzare una chiave
commerciale di 41 mm): fintantochè il livello del
gasolio nell'attrezzo, tende a crescere, a questo
punto arrestarsi, si è all'inizio della mandata.
Sul disco graduato è rilevabile il valore di anticipo Fig. 7.80
iniezione che deve corrispondere con quanto indicato
a pag. 6-27.
Nota: in caso contrario correggierlo, intervenendo
sull'ingranaggio di comando albero a camme nel
seguente modo:
allentare la vite stretta e ruotare l'albero motore fino
a che l'indice non coincida con il valore di anticipo
predefinito, a questo punto stringere tutte tre le viti.

(Fig. 7.81)
Togliere il fermo (A) attrezzo (TAB.11.1 rif. U)

A Fig. 7.81

(Fig. 7.81a)
Nota: nel caso in cui non sia disponibile un disco
graduato per determinare i gradi di anticipo, si può
procedere nel seguente modo:
Con un calibro a corsoio misurare la distanza tra
tacca del PMS e il punto di inizio iniezione e il
diametro della puleggia.
Applicando la seguente formula, si può determinare
quanti mm corrispondono a un grado.
Diametro puleggia x π
360°
es: diametro puleggia = 151.5 mm
151.5 x 3.14 = 1.32 mm
360°

1° = 1.32 mm
Fig. 7.81a

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-74

(Fig. 7.82)
Inserire la vite di stop (A). A
Portare l'asta di congiunzione pompe in posizione di
stop a fine corsa.
Avvitare la vite fino a toccare il leveraggio, a questo
punto effettuare un ulteriore quarto di giro e stringere
il controdado per bloccarla.

Fig. 7.82

(Fig. 7.83)
Inserire la vite di regolazione mandata carburante (B)
e avvitarla fino a far coincidere il segno di marcatura,
bloccandola.
Per riferimento vedi (Pag. 5-21 Fig. 5-48)

Fig. 7.83

(Fig. 7.84)
Posizionare la guarnizione (A)

A
Fig. 7.84

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-75

(Fig. 7.85)
Montare il seeger di fermo del bilanciere (A) A

Fig. 7.85

(Fig. 7.86)
A
Inserire il gruppo leveraggio e fissarlo attraverso le 6
viti di fiss.(B leva stop - A acceleratore).
NOTA: accertarsi che sia presente un distanziale
nella posizione (C) prima di coprire il gruppo, questo
è necessario per evitare che stringendo il dado fiss.
del coperchio lo stesso ne indurisca il movimento del
leveraggio.

Fig. 7.86

(Fig. 7.87)
Inserire il coperchio di protezione.

Fig. 7.87
revisione: 5 del 21/11/03
serie D700-754
Montaggio 7-76

7.44 D703 Procedura di bilanciamento pompa

(Fig. 7.88 - 7.89) Termocoppie

1. Rimuovere i tre tappi di chiusura sul collettore di


scarico (uno per cilindro).
2. Introdurre le tre termocoppie. Assicurarsi che
entrino correttamente nel collettore come
(Fig. 7-88).
3. Avviare il motore.
4. Farlo girare fino a portarlo in temperatura di
esercizio.
5. Misurare le temperature dei gas di scarico una per Tappi
cilindro a 1800 rpm. Fig. 7.88
6. Se avete eseguito un corretto montaggio delle
pompe secondo le procedure, dovreste trovare una
disparità nelle temperature non superiore ai 5°C tra
un cilindro e l'altro.
7. Nel caso in cui la differenza di temperatura dovesse
superare il limite di 5°C dovete procedere nel
seguente modo:
a) Prendere in considerazione una pompa alla
volta.
b) Allentare le tre viti di fissaggio.
c) L'aggiustamento delle temperature avviene
tramite piccoli spostamenti delle pompe:
- Per incrementare la temperatura, ruotare la
pompa in senso orario.
- Per decrescere la temperatura, rotare la
pompa in senso antiorario (Fig. 7-89).

Nota: questa operazione va eseguita fino al


raggiungimento di una disparità nelle temperature che
non superi i 5°C
Fig. 7.89
8. Bloccare le tre viti di fiss. delle pompe.
9. Rimuovere le tre termocoppie.
10.Inserire tre nuovi tappi di chiusura dei fori.

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-77
7.45 VALVOLA LIMITATRICE - LDA

Posizione con pressione Posizione con pressione


0 bar 0.9 bar

MONTAGGIO VALVOLA LIMITATRICE - LDA

1. Montare la valvola LDA (1n) completa di staffa sul coperchio regolatore (10n)
2. Montare la levetta (7) sul perno del registro gasolio in posizione 3.5 mm sotto l'asse e bloccare la vite M6
di fissaggio (3) stringere a 1.1 kgm (11 Nm).
3. Avvitare la vite (6) al raccordo di collegamento (4), fino a sollevare la levetta (7) a 7 ± 0.2 mm, pari a 7 giri
completi della vite (6). A questo punto bloccare il controdado (5).

Fig. 7.90

7.46 SOSTITUZIONE VALVOLA - LDA


(Fig. 7.91)
Avvitare il distanziale (2) allo stelo filettato della 1
valvola LDA (1) fino contro la valvola.
A questo punto per precaricare la molla interna alla
valvola, avvitare il distanziale (2) di 3 giri e mezzo.
Bloccare il dado (3).
Avvitare il raccordo (4) allo stelo della valvola LDA. 2
3
4
5

6
Fig. 7.91

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Montaggio 7-78

PAGINA INTENZIONALMENTE BIANCA

INTENTIONALLY LEFT BLANK

PAGE INTENTIONNELLEMENT BLANCHE

WEIß SEITE

PÁGINA INTENCIONALMENTE BLANCA

revisione: 5 del 21/11/03


serie D700-754
Tabelle 8-1

TABELLE Pag. 1 ÷ 10 8

revisione: 1 del 10.03.03


serie D700-754
Tabelle 8-2

PAGINA INTENZIONALMENTE BIANCA

INTENTIONALLY LEFT BLANK

PAGE INTENTIONNELLEMENT BLANCHE

WEIß SEITE

PÁGINA INTENCIONALMENTE BLANCA

revisione: 1 del 10.03.03


serie D700-754
Tabelle 8-3

8.1 COPPIE DI SERRAGGIO STANDARD GENERICI CLASSE "B" tolleranza (+ 5% - 15%)

RIF. DENOMINAZIONE FILETTATURA COPPIE LUBRIFICAZIONE

Nm Kgm
01 BOCCHETTONI M6 x 1 7.8 0.8 No
02 " M8 x 1 14.7 1.5 No
03 " M10 x 1 25.5 2.6 No
04 " M12 x 1.5 27.5 2.8 No
05 " M14 x 1.5 39.2 4 No
06 DADO M5 x 0,8 5.4 0.6 No
07 " M6 x 1 10.8 1.1 No
08 " M8 x 1.25 24.5 2.5 No
09 " M10 x 1,5 47.1 4.8 No
10 " M12 x 1,75 83.4 8.5 No
11 DADO FISSAGGIO SUPPORTO COMPRESSORE M12 x 1,75 68.6 7 No
12 " M16 x 1,5 53.9 5.5 No
13 PRESSOSTATO M10 x 1 conico 17.7 1.8 No
14 " M12 x 1,5 24.5 2.5 No
15 " M14 x 1,5 39.2 4 No
16 RACCORDO M14 x 1.5 39.2 4 No
17 " M16 x 1.5 58.8 6 No
18 " - TAPPO M18 x 1,5 49 5 No
19 " M20 x 1,5 68.6 7 No
20 TAPPO M12 x 1,5 32.4 3.3 No

21 " M14 x 1,5 37.3 3.8 No


22 " M16 x 1,5 49 5 No
23 " M20 x 1.5 88.2 9 No
24 " M22 x 1,5 78.5 8 No
25 TRASMETTITORE M10 x 1 32.4 3.3 No
26 " M18 x 1,5 49 5 No
27 VALVOLA M30 x 1,5 88.3 9 No
28 VITE M4 2.9 0.3 No
29 " M5 x 0,8 5.4 0.6 No
30 " M6 x 1 10.8 1.1 No
31 " M8 x 1,25 24.5 2.5 No
32 " M10 x 1,5 47.1 4.8 No
33 " M12 x 1,75 83.4 8.5 No
34 FASCETTA A COLLARE CON VITE SM9 M4 1.5 0.15 No
35 FASCETTA DIN 3017 da 16-27 a 32-50 senza fine 4.6 0.47 No
36 FASCETTA DIN 3017 da 40-60 a 140-160 senza fine 5.6 0.57 No
revisione: 1 del 10.03.03
serie D700-754
Tabelle 8-4
8.2 QUOTE DI CONTROLLO
8.2.1 Albero motore

RIF. DESCRIZIONE DIMENSIONE

A Diametro perno di
banco anteriore 62.985 ÷ 63.005 mm C
B Diametro perno di
banco centrale 63.005 ÷ 63.020 mm

C Diametro perno di Antemodifica


banco posteriore in 69.985 ÷ 70.000 mm
prossimità del rasamento Post modifica
posteriore dopo il raggio 79.985 ÷ 80.000 mm
Da matricole:
28B/03997
29B/03884
21B/06049
22B/06144
27B/02422
Conicità perno posteriore
dal rasamento ad uscire -0.015 ÷ -0.030 mm B
D Diametro perno di
biella 53.955 ÷ 53.940 mm D
Minorazione ammessa
sui perni A-B-C-D 0.250 mm A
A-B-C Rugosità 0.22 µm

D Rugosità 0.18 µm

Fig. 8.2.1a

RIF. DESCRIZIONE DIMENSIONE

A Raggio R=3 0 /- 0.3 mm

B Raggio R = 2.5 +/- 0.15 mm

Fig. 8.2.1b

revisione: 1 del 10.03.03


serie D700-754
Tabelle 8-5
8.2.2 Albero a camme

RIF. DESCRIZIONE DIMENSIONE


E
A Diametro di base bocciolo
aspirazione - D703 38.550 ÷ 38.650 mm

A Diametro di base bocciolo D


aspirazione - D704/706 39.450 ÷ 39.550 mm

A1 Diametro di base C
bocciolo scarico 38.550 ÷ 38.650 mm

B Corsa bocciolo
aspirazione - D703 7.30 mm
B Corsa bocciolo
aspirazione - D704/D706 6.85 mm
B1 Corsa bocciolo
scarico 7.30 mm

C Diametro perno di banco


anteriore 53.495 ÷ 53.510 mm
Fig. 8.2.2a
D Diametro perno di banco
centrale/i 53.450 ÷ 53.470 mm

E Diametro perno di banco


posteriore 53.480 ÷ 53.500 mm

Minorazione ammessa
sui perni C-D-E 0.250 mm

C-D-E Rugosità 0.8 µm

Fig. 8.2.2b

8.2.3 Rasamento

RIF. DESCRIZIONE DIMENSIONE

Spessore standard 2.310 ÷ 2.360 mm

Spessore prima
maggiorazione + 0.10 2.410 ÷ 2.460 mm

Spessore seconda
maggiorazione + 0.20 2.510 ÷ 2.560 mm

Fig. 8.2.3
revisione: 1 del 10.03.03
serie D700-754
Tabelle 8-6
8.2.4 Guarnizione testa

Sporgenza pistone dal basamento 0.60 ÷ 0.72


Guarnizione testa Spess. 1.42
Spazio nocivo 0.70 ÷ 0.82
Sporgenza pistone dal basamento 0.73 ÷ 0.82
Guarnizione testa Spess. 1.52
Spazio nocivo 0.70 ÷ 0.79
Sporgenza pistone dal basamento 0.83 ÷ 0.95
Guarnizione testa Spess. 1.62
Spazio nocivo 0.67 ÷ 0.79
MAX DISLIVELLO TRA I PISTONI 3-4 cil. = 0.11
6 cil. = 0.12
Fig. 8.2.5a

8.2.5 Identificazione guarnizione testa

SPESSORE IDENTIFICAZIONE

1.42 senza tacche (senza fori)


1.52 N. 2 tacche (N. 2 fori)
1.62 N. 1 tacca (N. 1 foro)

Fig. 8.2.5b

revisione: 1 del 10.03.03


serie D700-754
Tabelle 8-7

8.2.6 Valvola getto Pistone inserita nel supporto

La valvola getto sul supporto si apre ad una pressione


di:
150 ÷ 200 kPa (1.5 ÷ 2.0 bar)

Fig. 8.2.6

8.2.7 Spessori per canne

Sono disponibili i seguenti spessori A:


0.15 - 0.17 - 0.20 - 0.23 - 0.25 mm.

Fig. 8.2.7

revisione: 1 del 10.03.03


serie D700-754
Tabelle 8-8

8.2.8PRINCIPALI DATI TECNICI DISTRIBUZIONE


DISTRIBUZIONE:
MOTORE CON PUNTERIE MECCANICHE (fig. 8.2.8a)
α = 12° (Apertura prima PMS valvola aspirazione)
β = 12° (Chiusura dopo PMS valvola scarico)
MOTORE CON PUNTERIE IDRAULICHE (fig. 8.2.8b)
il controllo si esegue direttamente sull'albero a camme
Controllare con un comparatore che l'alzata della camma sia
come indicato a 1 mm con i seguenti valori

Motore (D703-L / 703-LT / 703-LTS)


α = 4° (Dopo PMS valvola aspirazione)
β = 24° (Prima PMS valvola scarico)

Motore (D703-LE)
α = 6° (Dopo PMS valvola aspirazione) Fig. 8.2.8a
β = 22° (Prima PMS valvola scarico)

Motore (D703-LTE / TSE) Motore (D703-E2 albero a camme 20182068F)


α = 9° (Dopo PMS valvola aspirazione) α = 11° (Dopo PMS valvola aspirazione)
β = 19° (Prima PMS valvola scarico) β = 9° (Prima PMS valvola scarico)

Motore (D703-E2 albero a camme 20182070F) Motore (D703-TE1)


α = 11° (Dopo PMS valvola aspirazione) α = 13° (Dopo PMS valvola aspirazione)
β = 11° (Prima PMS valvola scarico) β = 7° (Prima PMS valvola scarico)

Motore (D704 / D706) Motore (D703-TE2)


α = 8° (Dopo PMS valvola aspirazione) α = 13° (Dopo PMS valvola aspirazione)
β = 16° (Prima PMS valvola scarico) β = 9° (Prima PMS valvola scarico)

Motore (D754)
α = 10° (Dopo PMS valvola aspirazione)
β = 10° (Prima PMS valvola scarico)

Fig. 8.2.8b

revisione: 1 del 10.03.03


serie D700-754
Tabelle 8-9

8.2.9 GIOCO VALVOLE MECCANICHE:

Aspirazione e scarico mm 0.30


Controllate con spessimetro.
(Questa procedura è da applicarsi per i motori con punterie
meccaniche)

Fig. 8.2.8c

8.2.10 ORDINE DI SCOPPIO:


D703: 1-3-2
D704 - 754: 1 - 3 - 4 - 2
VOLANO

D706: 1-5-3-6-2-4

Fig. 8.2.8d

revisione: 1 del 10.03.03


serie D700-754
Tabelle 8-10

PAGINA INTENZIONALMENTE BIANCA

INTENTIONALLY LEFT BLANK

PAGE INTENTIONNELLEMENT BLANCHE

WEIß SEITE

PÁGINA INTENCIONALMENTE BLANCA

revisione: 1 del 10.03.03


serie D700-754
COLLAUDI E REGISTRAZIONI IN MOTO 9-1

COLLAUDO E REGISTRAZIONI IN MOTO Pag. 1 ÷12 9

revisione: 2 del 21.11.03


serie D700-754
COLLAUDO E REGISTRAZIONI IN MOTO 9-2

PAGINA INTENZIONALMENTE BIANCA

INTENTIONALLY LEFT BLANK

PAGE INTENTIONNELLEMENT BLANCHE

WEIß SEITE

PÁGINA INTENCIONALMENTE BLANCA

revisione: 2 del 21.11.03


serie D700-754
COLLAUDO E REGISTRAZIONI IN MOTO 9-3

9.0 REGISTRAZIONE IN MOTO - COLLAUDO

Il seguente capitolo "Registrazione in moto e collaudo"


è comune a tutti i motori serie D 700.

9.1 CONTROLLI PREAVVIAMENTO

Ultimato il montaggio procedere come segue:


- Fissare il motore su una base, alla macchina
operatrice o al freno dinamometrico.
- Stabilire il livello dell'olio nella coppa.
- Se il motore è munito di filtro aria a bagno d'olio
controllare anche il livello dell'olio del filtro.
- Collegare il motorino d'avviamento e l'elettrovalvola
della pompa d'iniezione (Bosch o Stanadyne) alla
batteria.

9.2 RIFORNIMENTO CIRCUITO DI REFRIGERAZIONE

Riempire il circuito con miscela di liquido composto al


50 % di acqua fradda demineralizzata ed al 50 % di
fluido antiossidante anticongelante (glicol etilene inibito)
conforme a ASTM D 3306 (reperibile normalmente
nella rete commerciale specializzata).

ATTENZIONE: EVITARE CONTATTI DEL LI-


QUIDO ANTIOSSIDANTE ANTICONGE-
LANTE CON GLI OCCHI E CON LA PELLE.
Fig. 9.1

ATTENZIONE: ATTENZIONE:
É ASSOLUTAMENTE VIETATO INGERIRE PREVEDERE IL CONTROLLO QUOTIDIANO
LE SOLUZIONI LIQUIDE DA IMPIEGARE DU- DEL LIVELLO DEL LIQUIDO REFRIGERAN-
RANTE I RIFORNIMENTI TE, ED EVENTUALMENTE RABBOCCARE
SE NECESSARIO.
LA MISCELA DEL LIQUIDO REFRIGERANTE
Far funzionare il motore per qualche minuto finchè il DEVE ESSERE TOTALMENTE SOSTITUITA
circuito di raffreddamento sia completamente pieno e ALMENO OGNI 24 MESI DI PERMANENZA
senza bolle d'aria. NEL CIRCUITO.
CAPACITÀ CIRCUITO, VEDI CAP. 2.
Controllare il livello raggiunto ed eventualmente
ripristinarlo.
ATTENZIONE:
L'UTILIZZO DI LIQUIDO REFRIGERANTE NON
CONFORME A QUANTO SOPRA INDICATO
PROVOCA DANNI AI COMPONENTI DEL
MOTORE, DETERMINANDO IL DECADIMEN-
TO DELLA GARANZIA.

revisione: 2 del 21.11.03


serie D700-754
COLLAUDO E REGISTRAZIONI IN MOTO 9-4
9.3 DISAERAZIONE DELL'IMPIANTO DI
ALIMENTAZIONE (FIG. 9.2 - 9.3)
C
- Spurgare il filtro combustibile azionando a mano
la leva A fino ad ottenere un flusso continuo di
combustibile dalla vite di spurgo B
precedentemente allentata. La pompa iniezione
è autospurgante.
- Allentare completamente i tubi di raccordo agli
iniettori C.
- Far girare di nuovo il motore servendosi del motorino
di avviamento fino a far uscire nafta dai tubi di B
raccordo agli iniettori, senza alcuna traccia di aria
residua.
- Serrare i tubi agli iniettori e procedere all'avviamento.
A

Fig. 9.2

É OBBLIGATORIO PROTEGGERE GLI


OCCHI (OCCHIALI) IN QUANTO VI É IL
RISCHIO DI SPURGHI SOGGETTI A
PRESSIONE

É OBBLIGATORIO PROTEGGERE LE MANI


POICHÉ IL COMBUSTIBILE POTREBBE
PROVOCARE DANNI ALLA PELLE

Fig. 9.3

9.4 PROVA FUNZIONAMENTO A VUOTO

Tutte le registrazioni vanno eseguite a motore caldo


servendosi di un contagiri.
- Far girare il motore a basso regime per qualche
minuto affinchè si scaldi.
- Collegare un manometro da kPa 10 all'ultimo
raccordo di lubrificazione supporti di banco sul
basamento e controllare, con motore in moto, la
pressione dell'olio.
- Confrontare eventuali fughe d'olio, di acqua,
vibrazioni rumorosità anormale.
- Controllare l'impianto elettrico.

revisione: 2 del 21.11.03


serie D700-754
COLLAUDO E REGISTRAZIONI IN MOTO 9-5

9.5 REGISTRAZIONE REGIME (Fig. 9.4 - 9.5)

La registrazione dei regimi minimo e massimo va eseguita su banco prova.


- Verificare che il regime minimo del motore sia come da tabella di pag. 2.5, eventualmente registrarlo agendo sulla
vite A (pompa Bosch) oppure sulla vite B (pompa Stanadyne).

Fig. 9.4 Fig. 9.5

9.6 RODAGGIO

Dopo una sostituzione di componenti soggetti a


rodaggio oppure dopo una revisione completa applicare
il carico non superando il 70% della potenza massima
prima di aver raggiunto le prime 50 ore di funzionamento.

9.7 CONTROPRESSIONE GAS DI SCARICO (Fig. 9.6)

Applicare un manometro a colonna liquida allo scarico,


nei motori sovralimentati dopo il turbo compressore. Il
valore ottimale di compressione a max di giri/minuto
è:
motori aspirati 8 ÷ 9 kPa (0.08 ÷ 0.09 bar)
motori sovralimentati 7 ÷ 8 kPa (0.07 ÷ 0.08 bar)

Per i valori superiori a 10 kPa (0.1 bar) controllare la


marmitta o l'apparato silenziatore di scarico.

Fig. 9.6

revisione: 2 del 21.11.03


serie D700-754
COLLAUDO E REGISTRAZIONI IN MOTO 9-6

9.8 REGISTRAZIONE PORTATA NAFTA POMPA


B
ROTATIVA BOSCH

Le registrazioni di portata nafta si eseguono


A
normalmente su banco prova.
Si consiglia pertanto, considerando le difficoltà che
si possono incontrare eseguendo una registrazione
direttamente sull'applicazione, di essere ben certi
che l'inconveniente derivi dalla mancanza o
abbondanza di combustibile.

Agendo sulla vite A si registra la quantità di


combustibile al massimo regime (avvitando si
aumenta la portata, svitando si diminuisce).
Per registrare la quantità di combustibile fino a 2000
giri/min. ruotare la ghiera B (ruotandola in senso
antiora-rio diminuisce la quantità di nafta, ruotando in
senso orario si aumenta), solo per i motori
Fig. 9.7
sovralimentati.

9.9 FUMOSITA' MASSIMA AMMESSA


Indice di fumosità massima ammessa con carico
applicato (riferito alla scala Bosch).

Tipo motore Indice fumosità Regime giri

704 L - LE 4.5 1500 rpm


704 LT - LTE 3.5 "
706 LT - LTE 3.0 "
703L - LE - LTE 4.5 "
703 E2 4.0 "
703 TE1 4.5 "
754 E1 4.0 "
754 E2 3.5 "
704 TE2 3.5 "

revisione: 2 del 21.11.03


serie D700-754
COLLAUDO E REGISTRAZIONI IN MOTO 9-7

9.10 POMPA ROTATIVA STANADYNE (FIG. 9.8)

Sulla pompa rotativa Stanadyne è possibile registrare


il regime Massimo e Minimo: B A
A) il regime Massimo;
B) il regime Minimo.

Orientare la leva C verso il volano ed agendo sul-le viti C


A-B registrare il Min e/o Max.

LA QUANTITÀ DI COMBUSTIBILE È
PREDEFINATA. PER VERSIONI CON
TURBOCOMPRESSORE É POSSIBILE
REGOLARE LO SPUNTO IN ACCELERAZIONE
O LA FUMOSITÁ, AGEN-DO SULLE VITI
POSTE NELLA ZONA POSTERIORE.

Fig. 9.8

Stabilizzante del regime incostante per


gruppi elettrogeni (Fig. 9.8 A)
Agendo con un cacciavite sulla vite A registrare in
senso orario/antiorario fino a stabilizzare il regime
del motore.

LA REGISTRAZIONE PUÓ ESSERE


ESEGUITA FINO AD UN MASSIMO DI 360 ° IN
SENSO ORARIO E/O ANTIORARIO

A Fig. 9.8 A

9.11 PRESSIONE POMPA ALIMENTAZIONE


(FIG. 9.9) 1,5
1 2

Applicare un manometro prima dell'entrata 0,5 2,5

0 3
combustibile nella pompa iniezione BOSCH e kg/cm 2

controllare la pressione di alimentazione che non


deve essere inferiore a 20 kPa (0.2 bar).

Fig. 9.9

revisione: 2 del 21.11.03


serie D700-754
COLLAUDO E REGISTRAZIONI IN MOTO 9-8

9.12 CONTROLLO DEPRESSIONE IN ASPIRAZIONE

Controllo della depressione di aspirazione a valle del


filtro, prima dei condotti di introduzione nelle teste, per
motori aspirati:
a filtro nuovo kPa 1,5 ÷ 2 (0.015 ÷ 0.02 bar)
a filtro intasato massimo kPa 5 (0.05 bar).

Attacco
Fig. 9.14

9.13 CONTROLLO PRESSIONE OLIO (FIG. 9.10)

Dall'apposito raccordo sul basamento rilevare il valore


della pressione olio alla temperatura di 80° ÷ 90° C.

Minimo regime giri 800 = 120 ÷ 160 kPa


(1.2 ÷ 1.6 bar)
Max regime giri 2600 = 350 ÷ 400 kPa
(3.5 ÷ 4.0 bar)

Fig. 9.10

9.14 PRESSIONE DI COMPRESSIONE (FIG. 9.11)


Controllare che la pressione di compressione dei
cilindri sia uniforme. Differenze di pressione che
superino il valore di seguito indicato, provocano
perdite di potenza, consumi maggiori, fumi allo
scarico, difficoltà di avviamento e rischi di grippaggio. A
Controllo
- Togliere gli iniettori.
- Pulire le sedi degli iniettori, applicare lo speciale
adattatore (A) (Tab. 11.1 ref. AA) collegato allo
strumento ad un cilindro.
- Azzerare l'indice ed eseguire la verifica con il
motore mosso dal motorino d'avviamento.
- Ripetere l'operazione con gli altri cilindri.
- Accertarsi che le condizioni della batteria nelle
varie prove sia sempre alla carica ottimale,
diversamente i valori possono risultare alterati.
- Se la differenza tra i cilindri supera 500 kPa (5 Fig. 9.11
bar), controllare segmenti, valvole, cilindri e pistoni.
revisione: 2 del 21.11.03
serie D700-754
COLLAUDO E REGISTRAZIONI IN MOTO 9-9

9.15 DIAGNOSTICA

INCONVENIENTI CAUSE PROBABILI

NON PARTE A1 - A2 - A3 - A4 - A5 - A6 - A7 - A8
C1 - C2 - C3 - C4 - D4 - E1 - E3
PARTE E SI FERMA A1 - A2 - A3 - A5 - D5 - E4 - E6 -E7
NON ACCELERA A1 - A2 - A3 - A4 - A5 - A7 - D1 - D2 - D4
GIRI INCOSTANTI O SCARTO ECCESSIVO A4- A7 - B2 - E4
FUMO NERO A6 - A9 - D1 - D2 - D4 - E1 - E2
FUMO BIANCO B2 - D5 - E1 - E2 - E7
IL MOTORE SCALDA B1 - B4 - B5 - B9 - D2
D4 - D6 - E5
PRESSIONE OLIO BASSA B1 - B3 - B4 - B5 - B6 - B7 - B9 - E6
MOTORE RUMOROSO A6 - E3 - E5 - E6 - E8 - D4
PRESSIONE OLIO BASSA B3 - B6
SCARSA POTENZA A6 - A8 - D1 - E2 - E7
CONSUMO D'OLIO E1 - E2 - E7

revisione: 2 del 21.11.03


serie D700-754
COLLAUDO E REGISTRAZIONI IN MOTO 9-10

DIAGNOSI INCONVENIENTI CAUSE PROBABILI


POMPA ALIMENTAZIONE INTASATA O DIFETTOSA A1
TUBAZIONI OSTRUITE A2
CIRCUITO COMBUSTIBILE

FILTRO COMBUSTIBILE INTASATO A3


POMPA INIEZIONE DIFETTOSA A4
ARIA NEL CIRCUITO COMBUSTIBILE A5
INIETTORI BLOCCATI, DIFETTOSI O SPORCHI A6
ASTA CREMAGLIERA INDURITA A7
POMPA INIEZIONE MAL REGOLATA A8
ELETTROSTOP BLOCCATO A9
SUPPLEMENTO COMBUSTIBILE BLOCCATO A10
VALVOLA SU POMPA INIEZIONE BLOCCATA A11
POMPA OLIO DIFETTOSA B1
OLIO IN ECCESSO B2
VALVOLA REGOLAZIONE PRESSIONE OLIO DIFETTOSA B3
OLIO TROPPO VISCOSO B4
LUBRIFICAZIONE

LIVELLO OLIO INSUFFICIENTE B5


B6
MANOMETRO O MANOCONTATTO DIFETTOSO B7
TUBO ASPIRAZIONE OLIO OSTRUITO O ALLENTATO B8
RADIATORE OLIO INTASATO B9
CONSUMO OLIO ECCESSIVO B10
BATTERIA SCARICA C1
COLLEGAMENTO CAVI ERRATO O INCERTO C2
INTERRUTTORE AVVIAMENTO DIFETTOSO C3
IMP. ELETTRICO

MOTORINO AVVIAMENTO DIFETTOSO C4


PICK-UP GUASTO O NON COLLEGATO C5
FUSIBILE ROTTO C6
POTENZIOMETRO NON ARRIVA A FINE CORSA C7
FILTRO ARIA INTASATO D1
CARICO ECCESSIVO D2
D3
MANUTENZIONE

ANTICIPO ERRATO D4
MINIMO ERRATO D5
RADIATORE/SCAMBIATORE OSTRUITO D6
ALETTE DI REFFREDDAMENTO OSTRUITE D7
POMPA ACQUA MARE DIFETTOSA D8
FILTRO ACQUA MARE INTASATO D9
CINGHIE LENTE D10
revisione: 2 del 21.11.03
serie D700-754
COLLAUDO E REGISTRAZIONI IN MOTO 9-11

DIAGNOSI INCONVENIENTI CAUSE PROBABILI

SEGMENTI INCOLLATI E1
VALVOLE A TENUTA INSUFFICIENTE E2
RIPARAZIONI

VALVOLE BLOCCATE E3
MOLLE REGOLATORE NON ADEGUATE E4
AVARIA VENTILATORE E5
CUSCINETTO BANCO O BIELLA FUSI E6

CANNE/CILINDRI USURATI E7

GIOCO VALVOLE ERRATO E8

revisione: 2 del 21.11.03


serie D700-754
COLLAUDO E REGISTRAZIONI IN MOTO 9-12

PAGINA INTENZIONALMENTE BIANCA

INTENTIONALLY LEFT BLANK

PAGE INTENTIONNELLEMENT BLANCHE

WEIß SEITE

PÁGINA INTENCIONALMENTE BLANCA

revisione: 2 del 21.11.03


serie D700-754
Applicazioni 10-1

APPLICAZIONI Pag. 1 ÷ 6 10

revisione: 2 del 01/07/03


serie D700-754
Applicazioni 10-2

PAGINA INTENZIONALMENTE BIANCA

INTENTIONALLY LEFT BLANK

PAGE INTENTIONNELLEMENT BLANCHE

WEIß SEITE

PÁGINA INTENCIONALMENTE BLANCA

revisione: 2 del 01/07/03


serie D700-754
Applicazioni 10-3
10.1 APPLICAZIONE ELETTROVALVOLA SUPPLEMENTARE DI ARRESTO (FIG. 10.1 - 10.2)

In alcune applicazioni, può rendersi necessario l'utilizzo di un sistema di stop del motore supplementare a quello
standard.
Come è visibile dalle figure 10.1 - 10.2, esistono due tipi di applicazione: una sul filtro del gasolio (fig. 10.1) e una
direttamente sulla pompa iniezione (fig. 10.8) .
Per consentire un repentino arresto del motore nelle applicazioni industriali generiche (trattori etc.), l'elettrovalvola
(A) è fissata al corpo filtro gasolio vedi (fig. 10.1), ed è del tipo N.C.(normalmente chiusa).
Nei motori di applicazione industriale utilizzati su mezzi antincendio per consentire un repentino arresto del motore,
è stato definito un sistema di spegnimento che prevede l'utilizzo di una elettrovalvola supplementare (A) (fig. 10.2),
che agisce in maniera complementare all'elettrovalvola di spegnimento assemblata sul corpo pompa iniezione.
L'elettrovalvola è del tipo N.C. , ed è fissata alla pompa iniezione, come visibile in figura.

Fig. 10.1

revisione: 2 del 01/07/03


serie D700-754
Applicazioni 10-4

Fig. 10.2

revisione: 2 del 01/07/03


serie D700-754
Applicazioni 10-5

10.2 APPLICAZIONE CANDELETTE PRERISCALDO

D700 (FIG. 10.3 - 10.4) D700 EPA (FIG. 10.3 - 10.4)


Per temperature ambiente dai - 10 °C a scendere è Questo tipo di motore è dotato di sistema di pre-
raccomandato l'uso delle candelette pre-post riscaldo post riscaldo di serie che si esclude a 25 °C +/-7°C.
con relativa unità di controllo. Per temperature ambiente inferiori ai -20 °C è
Per temperature ambiente inferiori ai -20 °C è consigliabile l'utilizzo di un motorino di avviamento a
consigliabile l'utilizzo di un motorino di avviamento a
24 V. e di una centralina per candelette con pre-post
24 V. e di una centralina per candelette con pre-post
riscaldo a 24 V. riscaldo a 24 V.
Oltre alle candelette è disponibile il filtro gasolio con Oltre alle candelette è disponibile il filtro gasolio con
riscaldatore. riscaldatore.
Per esigenze diverse consultare VM Motori spa. Per esigenze diverse consultare VM Motori spa.

Fig. 10.3 Fig. 10.4


1 Centralina 1 riscaldatore gasolio
2 Candelette G1 batteria
3 Rosetta S chiave d' avviamento
4 Dado F1 fusibile
5 Cavo conduttore F2 fusibile
G1 batteria CT termostato
S chiave d' avviamento R resistenza
H lampada candelette
F fusibile
R candelette

5
3 4
2

Fig. 10.3

Fig. 10.4

revisione: 2 del 01/07/03


serie D700-754
Applicazioni 10-6

PAGINA INTENZIONALMENTE BIANCA

INTENTIONALLY LEFT BLANK

PAGE INTENTIONNELLEMENT BLANCHE

WEIß SEITE

PÁGINA INTENCIONALMENTE BLANCA

revisione: 2 del 01/07/03


serie D700-754
Attrezzi speciali 11-1

ATTREZZI SPECIALI Pag. 1 ÷ 12 11

revisione: 4 del 21/11/03


serie D700-754
Attrezzi speciali 11-2

PAGINA INTENZIONALMENTE BIANCA

INTENTIONALLY LEFT BLANK

PAGE INTENTIONNELLEMENT BLANCHE

WEIß SEITE

PÁGINA INTENCIONALMENTE BLANCA

revisione: 4 del 21/11/03


serie D700-754
Attrezzi speciali 11-3

11.1 ATTREZZI SPECIALI

CODICE DENOMINAZIONE ATTREZZO

68400001B Estrattore puleggia

A
68400004A Estrattore iniettori

B
68400012A Estrattore canne

C
68400013B Estrattore ingranaggio
albero motore

revisione: 4 del 21/11/03


serie D700-754
Attrezzi speciali 11-4

CODICE DENOMONAZIONE ATTREZZO

68400015A Estrattore/Inseritore bronzine


albero motore e camme

E
68400025A Estrattore ingranaggio pompa
iniezione standard

F
68400028A Estrattore ingranaggio albero
motore e completo di
estrattore puleggia
(Questo attrezzo è composto
dagli attrezzi A+D)

G
68410006A Attrezzo per montaggio
albero motore copertura
ingranaggio

revisione: 4 del 21/11/03


serie D700-754
Attrezzi speciali 11-5

CODICE DENOMINAZIONE ATTREZZO

68410009F Attrezzo montaggio paraolio


anteriore - coperchio in
lamiera

I
68410011F Attrezzo per montaggio
paraolio posteriore (con il
supporto post. montato),
per alberi motore con perno
di banco posteriore
diametro 70 mm

J
68410010F Attrezzo per montaggio
paraolio posteriore (con il
supporto post. smontato),
per alberi motore con perno
di banco posteriore
diametro 70 mm

K
68410012F Attrezzo per smontaggio e
montaggio punterie
idrauliche

revisione: 4 del 21/11/03


serie D700-754
Attrezzi speciali 11-6

CODICE DENOMINAZIONE ATTREZZO

68420012A Disassatore per serraggio


teste

M
68420016F Chiave dentata maschio prof.
XZN serraggio teste 12 mm.

N
68420017F Chiave dentata maschio prof.
XZN serraggio teste

O
68420015F Chiave dentata maschio prof.
XZN serraggio teste 14 mm.

revisione: 4 del 21/11/03


serie D700-754
Attrezzi speciali 11-7

CODICE DENOMINAZIONE ATTREZZO

68420019F Attrezzo per serraggi ad


angolo

Q
68450003A Disco graduato (controllo
fase)

R
68460003A Perni guida per montaggio
teste

S
68480003A Posizionatore per serraggi
volano

revisione: 4 del 21/11/03


serie D700-754
Attrezzi speciali 11-8

CODICE DENOMINAZIONE ATTREZZO


68480006A Posizionatore bloccaggio
asta comando pompe iniez.

U
68480012F Fermo per pompe iniezione
BOSCH per D703

V
68490007A Supporto comparatore per
controllo sporgenza canne
e spazio nocivo

W
68490014F Supporto comparatore per
fase pompa iniezione
BOSCH
(filetti M8x1 mm e M10x1 mnm)

revisione: 4 del 21/11/03


serie D700-754
Attrezzi speciali 11-9

CODICE DENOMINAZIONE ATTREZZO


68490016F Rilevatore di inizio mandata
pompe iniezione annegate

Y
68480013F Forcella per posizionamento
masse controrotanti

Z
68490015F Falso iniettore

AA
68410013F Attrezzo per montaggio
paraolio anteriore coperchio
di fusione.
Questo attrezzo viene
fornito con un inserto avente
filetto destro e uno sinistro.

AB

revisione: 4 del 21/11/03


serie D700-754
Attrezzi speciali 11-10

CODICE DENOMINAZIONE ATTREZZO


68480015F Fermo per pompe iniezione
BOSCH ad alta pressione
per D703E

AC
68400035F Forcella per estrattore
iniettori (68400004A)

AD
68460005F Coppia spine per montaggio
volano

AE
68400037F Estrattore ingranaggio
pompa iniezione versione
"REFORM"

AF

revisione: 4 del 21/11/03


serie D700-754
Attrezzi speciali 11-11

CODICE DENOMINAZIONE ATTREZZO


68490020F Attrezzo per fase PMS dalla
sede iniettore sulla testa

AG
68410014F Attrezzo per bloccaggio
puleggia albero motore
"REFORM"

AH
68400038F Estrattore ingranaggio albero
motore "REFORM"

AI

revisione: 4 del 21/11/03


serie D700-754
Attrezzi speciali 11-12

PAGINA INTENZIONALMENTE BIANCA

INTENTIONALLY LEFT BLANK

PAGE INTENTIONNELLEMENT BLANCHE

WEIß SEITE

PÁGINA INTENCIONALMENTE BLANCA

revisione: 4 del 21/11/03


serie D700-754
Tempario riparazioni 12-1

TEMPARIO RIPARAZIONI Pag. 1 ÷ 16 12


revisione: 1 del 10.03.03
serie D700-754
Tempario riparazioni 12-2

ORE
LEGENDA
COD. DEFINIZIONI N.
U.d.P. IND. MAR.
OPERAZ. CIL.
R/R = rimozione e reinstallazione
U.d.P. = unità di potenza

INTERPRETAZIONE DEL CODICE OPERAZIONE

Cod. 3Z - EAA / 4
Il primo gruppo del codice identifica l'operazione eseguita (es: 3Z = sostituzione)
Il secondo gruppo separato da un trattino, identifica il componente (es: EAA = albero a camme)
Il numero separato da una barra, identifica la quantità di componenti interessati nell'operazione, questo numero può
essere omesso qualora sul motore non vi siano altri componenti analoghi.

1°) esempio: 3Z - EAA

sostituzione albero a camme

questo tipo di codifica è utilizzata quando sullo stesso motore non ci sono altri componenti analoghi o multipli dello
stesso.

test funzionalità su 6 iniettore

2°) esempio: 10Z - OAA / 1 oppure 10Z - OAA / 6

test funzionalità su 1 iniettore

questo tipo di codifica è utilizzata quando sullo stesso motore ci sono altri componenti analoghi o multipli dello stesso.

revisione: 1 del 10.03.03


serie D700-754
Tempario riparazioni 12-3

ORE
COD. N.
OPERAZ. RIMOZIONE E REINSTALLAZIONE MOTORE CIL.
U.d.P. IND. MAR.

14Z-AAA Rimozione e Reinstallazione motore: 4.0


dall'applicazione.

3Z-AAA Sostituzione Short Block: 3 10.5


Composto da parti nuove o revisionate; non include rifacimenti di pezzi. 4 11.0
Include riserraggio teste e registrazione valvole. 6 11.5

revisione: 1 del 10.03.03


serie D700-754
Tempario riparazioni 12-4

ORE
COD. N.
REVISIONE MOTORE U.d.P. IND. MAR.
OPERAZ. CIL.

7Z-AAA Revisione totale del motore: 3 21.0


– Pulizia esterna del motore, smontaggio e pulizia di tutti i componenti 4 25.0
motore, pulizia e lavaggio condotti olio e acqua sostituzione tappi; controllo 6 32.5
delle dimensioni e usura albero motore e ispezione di tutte le parti.
– Verifica usura dei cilindri ed eventuale sostituzione.
– Sostituzione o rimozione, dove necessario, albero a camme, relativi
cuscinetti e piastra di rasamento.
– Controllo e, se necessario, sostituzione degli ingranaggi di distribuzione.
– Sostituzione pompa acqua, pompa olio.
– Revisione turbocompressore.
– Pulizia e smontaggio completo delle teste e ispezione totale, controllo
integrità con magnaflux (metalloscopio o rilevatore magnetico di incrinatu-
re) e prova idraulica (mettere in pressione le teste con aria a 2 bar,
˜
immergerla in acqua riscaldata a 50÷60 °C e verificare che non fuoriescano
bolle d'aria nell'intervallo di due minuti). Controllo della deformazione
longitudinale e trasversale di ogni piano testa. Rettifica valvole e seggi se
necessario, alesatura guida valvole e sostituzione se necessario.

– Sostituzione valvole e seggi se necessario.Controllo molle valvole, piattelli,


semiconi e sostituzione se necessario. Spuntigliatura valvole.
Riassemblaggio.
– Prova a banco.
– Serraggio teste.

8Z-AAA Revisione parziale motore: 3 9.0


– Pulizia a vapore e smontaggio parziale del motore (teste e pistoni). Pulizia 4 10.0
di tutti i pezzi smontati, sostituzione dei tappi (solo se erosi), controllo 6 12.0
dimensionale del cilindro e verifica usura.
– Smerigliatura (rugatura) cilindri e sostituzione segmenti.
– Sostituzione o rimozione, dove necessario, valvole, guida valvole e rettifica
seggi.
– Rimontaggio seguendo le specifiche indicate al capitolo 7 (montaggio), del
manuale.
– Prova a banco.
– Serraggio teste.

2I-AAA Intervento per consumo di olio: 3 8.0


– Rimozione teste, coppa olio. 4 10.2
– Rimozione pistone e biella. 6 15.5
– Smerigliatura interno cilindro (se lucido).
– Pulizia e controllo canna cilindro, sostituzione se necessario.
– Pulizia e controllo pistoni per eventuali usure, con sostituizione dei
medesimi se necessario sostituzione di tutti i segmenti.
– Controllo delle condizioni della pompa dell'olio.
– Riassemblaggio con utilizzo di guarnizioni nuove.

revisione: 1 del 10.03.03


serie D700-754
Tempario riparazioni 12-5

ORE
COD. N.
OPERAZ.
REVISIONE MOTORE CIL.
U.d.P. IND. MAR.

8Z-DAA Revisione parte superiore: (testa e guanizioni)


3 7.5
– Rimozione delle teste e relative guarnizioni.
4 8.5
– Rimozione di tutte le tracce di scorie e residui di guarnizioni.
6 10.5
– Controllo iniettori.
– Controllo teste e registrazione valvole.
– Montaggio nuove guarnizioni con sostituzione delle teste.se necessa
rio.
– Prova motore.
– Riserraggio teste e registrazione valvole.

8Z-KDA 1 (una), ora in aggiunta su tutte le serie dotate di turbocompressore. 3 1.0 - -


4 1.0 - -
6 1.0 - -

3Z-ABA Sostituzione monoblocco: (basamento) 3 8.5


– Pulizia del motore completa a vapore (idropulitrice). Smontaggio ed 4 11.0
ispezione tutti i componenti. 6 16.5
– Rimontaggio del motore con basamento nuovo ,usando gli stessi pistoni
o nuovi pistoni, nuovi segmenti, nuova serie di cuscinetti e anelli rasamento,
guarnizioni e anelli di tenuta. Serraggi a specifiche.
– Prova motore e controllo perdite.
– Serraggio teste.

3Z-DAA Sostituzione testa e/o guarnizione testa:


3 3.7
– R/R sostituzione o revisione dei bilancieri.
4 4.5
– R/R collettore di aspirazione.
6 6.0
– R/R collettore di scarico.
– R/R tubo raccolta acqua teste.
– R/R tubo lubrificazione bilancieri.
– Montaggio nuove guarnizioni.

9Z-DAA Riserraggio teste (Punterie meccaniche). 3 1.0


4 1.0
6 1.2

9Z-DAA Riserraggio teste (Punterie idrauliche). 3 0.7


4 0.6
6 0.8

10Z-DGA Controllo valvole 3 0.9


– Pulizia e smontaggio gruppi bilancieri. 4 1.1
– Ispezione dei particolari, revisione o sostituzione degli stessi.se neces- 6 1.5
sario.
– Rimontaggio.

revisione: 1 del 10.03.03


serie D700-754
Tempario riparazioni 12-6

ORE
COD. N.
OPERAZ.
MOTORE DI BASE CIL.
U.d.P. IND. MAR.

3Z-DGG Sostituzione delle guida valvola inclusa la rimozione forzata: 3 6.5


3Z-DGF - R/R della testa. 4 7.5
6 9.0

3Z-BAA Rimozione e sostituzione albero motore: 3 12.0


– Sostituzione anelli di tenuta posteriore. 4 13.0
– R/R campana volano. 6 15.0
– R/R coppa olio.
– R/R teste.
– R/R gruppi biella-pistone.
– R/R supporti di banco.
– R/R coperchio distribuzione.
– R/R puleggia smorzatore.
– R/R rasamenti.

3Z-MCE Sostituzione anello di tenuta anteriore: 3 0.5


4 0.5
6 0.7

3Z-BIG R&R paraolio posteriore: 3 0.7


4 0.7
6 0.7

3Z-BOA Sostituzione supporti di banco: (sostituzione di tutti inclusi anteriore 3 11.5


3Z-BHA e posteriore) 4 12.5
3Z-BIA – R/R Coppa olio e tubo olio in coppa (tubo aspirazione olio). 6 14.5

3Z-BIA Sostituzione supporto posteriore di banco: 3 1.0


– R/R Campana coprivolano. 4 1.0
6 1.0

3Z-BOA Sostituzione supporto anteriore di banco: 3 1.7


– R/R coperchio distribuzione e guarnizione. 4 1.7
6 1.7

3Z-QBB Sostituzione bronzine di biella: 3 6.6


– R/R biella. 4 7.7
6 10.2

3Z-GEA Sostituzione scambiatore di calore (tipo Modine): 3 0.5


4 0.5
6 0.5

revisione: 1 del 10.03.03


serie D700-754
Tempario riparazioni 12-7

ORE
COD. N.
OPERAZ. MOTORE DI BASE CIL.
U.d.P. IND. MAR.

3Z-QAA Sostituzione cuscinetto supporto anteriore albero motore: 3 12.3


– R/R Coppa e tubo olio in coppa ( tubo aspirazione olio). 4 13.3
6 15.3
3Z-QAD Sostituzione cuscinetto supporto posteriore albero motore: 3 0.9
– R/R Campana coprivolano. 4 0.9
6 0.9

3Z-BLA Sostituzione puleggia e smorzatore: 3 0.3


4 0.3
6 0.3

3Z-JAF Sostituzione cinghia ventilatore: 3 0.3


4 0.3
6 0.3

3Z-BFA Sostituzione volano completo di corona: 3 0.2


4 0.2
6 0.2

3Z-BFE Sostituzione corona volano: 3 0.5


4 0.5
6 0.5

3Z-MAA Sostituzione campana coprivolano: 3 0.5


– R/R volano. 4 0.5
6 0.5

3Z-BAF Sostituzione ingranaggi distribuzione: 3 1.7


3Z-BAG – Rimozione coperchio anteriore. 4 1.7
3Z-EAC (escluso albero a camme 4-6 cilindri). 6 1.7
3Z-BGL
3Z-PAC

3Z-MCA Sostituzione coperchio anteriore e guarnizione: 3 0.7


– Rimozione puleggia smorzatore anteriore. 4 0.7
6 0.7

3Z-MCE Sostituzione paraolio coperchio anteriore: 3 0.5


4 0.5
6 0.5

3Z-HAA Sostituzione pompa acqua: 3 0.5


4 0.5
6 0.5

3Z-HAL Sostituzione puleggia pompa acqua: 3 0.2


4 0.2
6 0.2

revisione: 1 del 10.03.03


serie D700-754
Tempario riparazioni 12-8

ORE
COD. N.
OPERAZ.
MOTORE DI BASE CIL.
U.d.P. IND. MAR.

3Z-PAC Sostituzione ingranaggio pompa iniezione: 3 1.2


– R/R coperchio anteriore. 4 1.2
6 1.2

3Z-BAF Sostituzione ingranaggio albero motore: 3 1.8


– R/R coperchio anteriore. 4 1.8
6 1.9

3Z-CAA/1 Sostituzione di pistone e relativa biella: 3 5.4


– R/R teste e guarnizione. 4 6.5
– R/R coppa olio. 6 9.0

3Z-CAA/3 Sostituzione di tutti i pistoni e relative bielle: 3 6.4


3Z-CAA/4 – R/R teste. 4 7.5
3Z-CAA/6 – R/R coppa olio. 6 10.0

3Z-CAD Sostituzione dei segmenti su tutti i pistoni: 3 6.5


– R/R pistoni e bielle. 4 7.6
6 10.1

3Z-AIA/3 Sostituzione di tutte le canne: 3 6.7


3Z-AIA/4 – R/R tutte le bielle. 4 7.8
3Z-AIA/6 6 10.3

3Z-AIA/1 Sostituzione di (una) canna: 3 5.7


– R/R biella. 4 6.8
6 9.3

3Z-EAA Sostituzione dell'albero a camme: 3 5.5


– R/R aste valvole. 4 6.5
– R/R ingranaggio distribuzione. 6 8.5
– R/R coperchio anteriore e guarnizione.
– R/R gruppo bilancieri.
– R/R teste.

3Z-EAC Sostituzione ingranaggio albero a camme: 3 0.6


– R&R coperchio anteriore e guarnizione.

3Z-EAF Sostituzione anello OR posteriore albero a camme: 3 0.7


– R/R campana coprivolano. 4 0.7
6 0.7

3Z-DFA/3 Sostituzione dei gruppi bilancieri: (tutti) 3 1.3


3Z-DFA/4 - Registrazione valvole (motori con punterie meccaniche) 4 1.5
3Z-DFA/6 6 1.8

revisione: 1 del 10.03.03


serie D700-754
Tempario riparazioni 12-9

ORE
COD. N.
OPERAZ.
MOTORE DI BASE CIL.
U.d.P. IND. MAR.

3Z-DFA/1 Sostituzione del gruppo bilancieri: (uno) 3 0.5


- Registrazione valvole (motori con punterie meccaniche) 4 0.5
6 0.5

3Z-ECA Sostituzione di tutte le aste punterie: 3 1.4


– R/R gruppo bilancieri. 4 1.6
6 1.9

3Z-EBB Sostituzione di tutte le punterie (Punterie meccaniche): 3 5.6


– R&R albero a camme. 4 6.6
6 8.7

3Z-EBB Sostituzione di tutte le punterie (Punterie idrauliche): 3 3.5


– R&R teste. 4 5.0
6 6.5

3Z-DGH/1 Sostituzione, gruppo molla valvola: (uno) 3 0.8


3Z-DGI/1 – R/R coperchio valvole (bilancieri) e guarnizioni. 4 0.8
6 0.8

3Z-DGH/3/4/6 Sostituzione gruppo molla valvola: (tutti) 3 1.7


3Z-DGI/3/4/6 – R/R coperchio valvole (bilancieri) e guarnizioni. 4 2.0
6 2.5

3Z-MHA Sostituzione coperchio bilancieri e guarnizione: 3 0.2


4 0.3
6 0.4

3Z-KAA Sostituzione collettore di aspirazione: 3 0.3


4 0.4
6 0.6

3Z-KDA Sostituzione turbocompressore: 3 0.6


4 0.6
6 0.6

3Z-MBA Sostituzione coppa olio e guarnizione: 3 0.4


4 0.4
6 0.5

3Z-KBA Sostituzione collettore di scarico: 3 0.2


4 0.3
6 0.5

3Z-NAB Sostituzione molla regolatore: 3 1.0

revisione: 1 del 10.03.03


serie D700-754
Tempario riparazioni 12-10

ORE
COD. N.
CIRCUITO COMBUSTIBILE CIL.
U.d.P. IND. MAR.
OPERAZ.

3Z-OAA/1 Sostituzione iniettore: (uno) 3 0.2


4 0.2
6 0.2

3Z-OAA/3 Sostituzione totale iniettori: (tutti) 3 0.7


3Z-OAA/4 4 0.8
3Z-OAA/6 6 1.0

3Z-OAB/1 Sostituzione polverizzatore: (uno) 3 0.3


4 0.3
6 0.3

3Z-OAB/3 Sostituzione polverizzatori: (tutti) 3 0.3


3Z-OAB/4 – Prova. 4 0.4
3Z-OAB/6 6 0.6

3Z-NAA Sostituzione del gruppo regolatore: 3 1.0

10Z-OAA/1 Test di funzionalità iniettore: (uno) 3 1.0


– R&R tubi gasolio. 4 1.5
6 2.0

10Z-OAA/3 Test di funzionalità iniettori: (tutti) 3 2.0


10Z-OAA/4 – R&R tubi gasolio. 4 2.5
10Z-OAA/6 6 3.0

3Z-PAA Sostituzione pompa iniezione: 3 2.5


– Controllo fasatura pompa. 4 2.0
– R/R tubi mandata gasolio. 6 2.0

3Z-OFA Sostituzione pompa A/C: 3 0.2


4 0.2
6 0.2

10Z-PAA Controllo e registrazione fase pompa iniezione: 3 0.5


4 0.5
6 0.5

12Z-OEL Spurgo circuito combustibile: 3 0.1


4 0.1
6 0.1

3Z-SGD Sostituzione solenoide di stop (elettrovalvola): 3 0.5


4 0.5
6 0.5

revisione: 1 del 10.03.03


serie D700-754
Tempario riparazioni 12-11

ORE
COD. N.
CIRCUITO COMBUSTIBILE U.d.P. IND. MAR.
OPERAZ. CIL.

3Z-OEC Sostituzione filtro combustibile: 3 0.2


4 0.2
6 0.2

3Z-OCA Sotituzione tubi alimentazione combustibile: (cadauno) 3 0.2


4 0.2
6 0.2

3Z-OCA Sostituzione totale tubi alimentazione combustibile: (tutti) 3 0.5


4 0.5
6 0.5

revisione: 1 del 10.03.03


serie D700-754
Tempario riparazioni 12-12

ORE
COD. CIRCUITO DI LUBRIFICAZIONE N.
U.d.P. IND. MAR.
OPERAZ. CIL.

3Z-GAA Sostituzione pompa olio: 3 1.2


4 1.2
6 1.2

3Z-GGA Sostituzione valvola di sovrapressione: 3 0.6


– R/R coppa olio. 4 0.6
6 0.7

3Z-GAQ Sostituzione tubo lubrificazione bilancieri: 3 0.4


4 0.5
6 0.6

3Z-GID Sostituzione tubo sfiato: 3 0.2


4 0.2
6 0.2

3Z-GBA Sostituzione filtro olio: 3 0.2


4 0.2
6 0.2

3Z-GAO Sostituzione tubo in coppa olio (tubo aspirazione olio): 3 0.6


4 0.6
6 0.7

revisione: 1 del 10.03.03


serie D700-754
Tempario riparazioni 12-13

ORE
COD. N.
OPERAZ. CIRCUITO DI RAFFREDDAMENTO CIL.
U.d.P. IND. MAR.

3Z-IAA Sostituzione ventola radiatore: 3 0.5


4 0.5
6 0.5

3Z-HDA Sostituzione termostato acqua: 3 0.1


4 0.1
6 0.1

3Z-HHA Sostituzione radiatore: 3 1.0


4 1.0
6 1.0

revisione: 1 del 10.03.03


serie D700-754
Tempario riparazioni 12-14

ORE
COD. N.
OPERAZ. STRUMENTI ELETTRICI CIL.
U.d.P. IND. MAR.

3Z-SEA Sostituzione alternatore: 3 0.3


4 0.3
6 0.3

3Z-SEF Sostituzione regolatore di tensione: 3 0.4


4 0.4
6 0.4

3Z-SGA Sostituzione motorino di avviamento: 3 0.3


4 0.3
6 0.3

3Z-SGD Sostituzione elettromegnete motorino di avviamento: 3 0.2


4 0.2
6 0.2

3Z-SAA Sostituzione cablaggio: 3 1.0


4 1.0
6 1.0

revisione: 1 del 10.03.03


serie D700-754
Tempario riparazioni 12-15

ORE
COD. N.
OPERAZ.
REGISTARZIONI CIL.
U.d.P. IND. MAR.

11Z-DGA/1 Regolazione gioco valvole: (una testa) (motore con punterie mecca 3 0.2
niche) 4 0.2
– R&R coperchio bilancieri e guarnizione. 6 0.2

11Z-DGA/3 Regolazione gioco valvole: (tutte) (motore con punterie meccaniche) 3 0.8
11Z-DGA/4 – R&R coperchio bilancieri e guarnizione. 4 0.9
11Z-DGA/6 6 1.1

10Z-DGA Controllo gioco valvole: (motore con punterie meccaniche) 3 0.5


– R&R coperchio bilancieri e guarnizione. 4 0.5
(come da manuale di revisione). 6 0.5

revisione: 1 del 10.03.03


serie D700-754
Tempario riparazioni 12-16

ORE
COD. N.
U.d.P. IND. MAR.
OPERAZ. CIL.

PAGINA INTENZIONALMENTE BIANCA

INTENTIONALLY LEFT BLANK

PAGE INTENTIONNELLEMENT BLANCHE

WEIß SEITE

PÁGINA INTENCIONALMENTE BLANCA

revisione: 1 del 10.03.03