Sei sulla pagina 1di 204

Nanna

Sulla vita dell'anima delle piante


di
Gustav Theodor Fechner

Lipsia • 1921 • Editore di Leopold Voß

Contenuto.
prefazione
I. Posizione del compito
II Attacco generale del compito
III. The Nervous Question
IV. Teleological Reasons
V. Character of Plants
VI. Pianta la morte e la distruzione
VII La questione della libertà
VIII. Crescita, avvolgimento , piegatura, virata delle piante
IX. Stimolo delle piante
X. Controparti teleologici
XI. Esempi dalla teleologia del mondo vegetale
XII. Posizione della pianta all'animale
XIII. Unità e centralizzazione
dell'organismo vegetale XIV. Maggiori informazioni sulla costituzione
dell'anima della pianta XV. Confronti, Schemi
XVI. Colori e profumi
XVII. Resumé
XVIII. Ancora qualche pensiero occasionale
Prefazione.
Confesso di aver preso alcune preoccupazioni per mantenere molto sognante che
appare, che giace in zone nave pacifico argomento che tratteremo folgends in un
momento di discussione in cui il grande urgenza e passare del tempo ogni, anche
l'altrimenti più tranquillo, L'attenzione e l'interesse così prevalenti e in relazione a
oggetti di così grande importanza rivendicata. Chiedo, quindi, che si comincia a
sentire la data in stillster ora mai uno sussurro di fiori ora al suono del vento, in grado
di rovesciare le tribù ältestbewurzelte credono apprendimento attenzione in un
momento in cui il più forte voce umana stenta essere valido o asserire tale. Inoltre,
questo font è stato finito per molto tempo e inattivo.
Nel frattempo leggo, come in molte sordità, si sentono voci tranquille, meglio è,
più forte si alza un tamburo allo stesso tempo. Lo shock che stordisce un orecchio
attento risveglia quello addormentato. Ora so bene che il tamburo del tempo non si
muove a favore delle voci soffuse dei fiori; ma non potrebbe aiutare l'udito di queste
voci? Da quanto tempo il nostro orecchio è sordo, o meglio, da quanto tempo è
diventato sordo? e non sarà più facile essere risvegliati da queste voci perdute di una
prima giovinezza, più stranieri e nuovi dovranno scivolare nel frastuono o morire via
da esso? Sì, sono troppo audace se penso possibile che il gioco non familiare e
tranquillo che si svolgerà qui,
Con questo approccio, con la quale ho cercato di incoraggiare me stesso, è venuto il
pensiero che dopo la prima unità della ormai con rabbia zeitgeist, se non placato, ma
diminuì un po 'in suo potere, e la durata più lunga del movimento stesso qua e là La
necessità di cambiamento e di momenti di riposo causati, un ritorno a interessi più
tranquilli potrebbe apparire qui e là accettabile. Non molti, anche di coloro che si
annidano alla deriva nel mondo umano affrontato difficile, una volta come un breve
periodo di tempo alla ricerca di un punto di riposo in un mondo diverso, tra gli esseri
che si sono incontrati in silenzio ai suoi piedi, che spinge nessuno me è, nessuno degli
altri e parlano solo così tanto quando lui stesso vuole lasciarla parlare? Voglio
condurre il lettore in un mondo del genere, e io stesso voglio far avanzare la piccola
creatura e farne il suo interprete, così che, dopo che tutte le persone hanno trovato i
loro rappresentanti, questo volubile non ci mancherà. Solo quelli che sono i benvenuti
devono accettare l'invito.
Forse trovi la parola chiave di questo carattere cercato; ma in realtà è
semplicemente trovato. Ho voluto dare loro un nome appropriato per il più breve
termine possibile, ho scelto Flora e Hamadryas per un po '. Quel nome mi sembrava
troppo botanico, un po 'troppo antiquato, andando solo alla vita degli
alberi. Finalmente Flora era sul titolo quando il mio mito Uhland di Thor (p • 147 °
152) si è riunito il passo seguente, che sembra contenere tanta grazia per me che non
lo nego me stesso, essi herzusetzen del tutto, soprattutto perché sono così tanti
contiene un riferimento più vicino al contenuto del nostro font.
Dalla casa di Hels (il mondo sotterraneo), dove Nanna è con Baldur, invia doni alle
dee Frigg e Fulla, l'ex una stoffa da donna, quest'ultima un anello d'oro. Frigg è la dea
che governa sull'amore coniugale, così ottiene il velo, che altrimenti appare come un
distintivo della massaia. Fulla, serva di Friggs e confidente, con i capelli svolazzanti e
vergini, è la vergine nuziale cresciuta, quindi le si addice l'anello di fidanzamento. Il
velo e l'anello d'oro, che Nanna invia a memoria dal mondo sotterraneo oscuro, non
sono altro che fiori di fine estate. Come mettere gli occhi di Thiassis e l'alluce di
Orvandil sotto le stelle e intitolato alla fanciulla di Frigg che dondola una
costellazione dello svedese Friggerock, così come sono state prese nomi floreali o
vegetali degli dei: la fronte di Baldur, casco Tys, il cappello di Thor, i capelli di Sif,
erba Friggs, ora come abbaiare Friggs velo e oro dito Fulla. Il colorato gioco di fiori
di prato norvegese è famoso; una breve ma calda estate può fiorire in più rara
abbondanza e la varietà ... - proprio come Thor le altre dee della bella e fertile
stagione, Freya, Idun, Sif, è amici e la loro attiva assume, così deve anche la morte
Nanna, la più bella ornamento del lui protetta terra, avvicinarsi, ed esprime il suo
risentimento di sfida da parte, il suo nachwirft il nano Lit, in esecuzione i piedi nel
fuoco. Acceso (Litr), il colore, la ricca e fresca morbidezza dell'inizio dell'estate
devono scendere quando Baldur e Nanna diventano cenere. " Il cappello di Thor, i
capelli di Sif, l'erba di Frigg, dove il velo di Frigg e l'oro delle dita di Fulla possono
ora allinearsi. Il colorato gioco di fiori di prato norvegese è famoso; una breve ma
calda estate li fa sbocciare in rare varietà e varietà ... - Proprio come Thor è amico
delle altre dee della bella e fertile stagione, Freyja, Idun, Sif, e li accetta attivamente,
così fa la morte Nanna, il più adorabile ornamento della terra che protegge, ed
esprime il suo disprezzo provocatorio lanciando il nano Lit, che è ai suoi piedi, nel
fuoco. Acceso (Litr), il colore, la ricca e fresca morbidezza dell'inizio dell'estate
devono scendere quando Baldur e Nanna diventano cenere. " Il cappello di Thor, i
capelli di Sif, l'erba di Frigg, dove il velo di Frigg e l'oro delle dita di Fulla possono
ora allinearsi. Il colorato gioco di fiori di prato norvegese è famoso; una breve ma
calda estate li fa sbocciare in rare varietà e varietà ... - Proprio come Thor è amico
delle altre dee della bella e fertile stagione, Freyja, Idun, Sif, e li accetta attivamente,
così fa la morte Nanna, il più adorabile ornamento della terra che protegge, ed
esprime il suo disprezzo provocatorio lanciando il nano Lit, che è ai suoi piedi, nel
fuoco. Acceso (Litr), il colore, la ricca e fresca morbidezza dell'inizio dell'estate
devono scendere quando Baldur e Nanna diventano cenere. " Il colorato gioco di fiori
di prato norvegese è famoso; una breve ma calda estate può fiorire in più rara
abbondanza e la varietà ... - proprio come Thor le altre dee della bella e fertile
stagione, Freya, Idun, Sif, è amici e la loro attiva assume, così deve anche la morte
Nanna, la più bella ornamento del lui protetta terra, avvicinarsi, ed esprime il suo
risentimento di sfida da parte, il suo nachwirft il nano Lit, in esecuzione i piedi nel
fuoco. Acceso (Litr), il colore, la ricca e fresca morbidezza dell'inizio dell'estate
devono scendere quando Baldur e Nanna diventano cenere. " Il colorato gioco di fiori
di prato norvegese è famoso; una breve ma calda estate può fiorire in più rara
abbondanza e la varietà ... - proprio come Thor le altre dee della bella e fertile
stagione, Freya, Idun, Sif, è amici e la loro attiva assume, così deve anche la morte
Nanna, la più bella ornamento del lui protetta terra, avvicinarsi, ed esprime il suo
risentimento di sfida da parte, il suo nachwirft il nano Lit, in esecuzione i piedi nel
fuoco. Acceso (Litr), il colore, la ricca e fresca morbidezza dell'inizio dell'estate
devono scendere quando Baldur e Nanna diventano cenere. " Sif, è un amico e prende
il suo atto, così bisogna che anche la morte di Nanna, il più bello ornamento della
terra lui protetto, andare vicino, ed esprime il suo risentimento sfida dandole il nano
Lit esecuzione ai suoi piedi nel fuoco. Lit (Litr), il colore, il ricco, fresco fusion di
inizio estate ha a scendere quando Baldur e Nanna in cenere. " Sif, amico e cura di
esso, deve anche essere vicino alla morte di Nanna, l'ornamento più bello della terra
che protegge, ed esprime la sua insoddisfazione provocatoria dicendole il nano Lit,
che è ai suoi piedi nel fuoco. Acceso (Litr), il colore, la ricca e fresca morbidezza
dell'inizio dell'estate devono scendere quando Baldur e Nanna diventano cenere. "
Ora che è lo scopo di questo documento, a lasciare la pianta in genere dio animato
la natura appare come una particolare azione questa ispirazione di nuovo partecipe e
soprattutto il loro traffico con la luce di Dio Baldur a segni o più breve e più facile da
risolvere loro la propria anima e il loro traffico interpretare psichicamente con la
luce; - perché altrimenti l'essenza tedesca ormai cono, sono di nuovo selbstwüchsig e,
oh solo bella, vuole mettere a nudo treccia d'epoca, mi sembrava vecchi pagani flora
Walsche della giovane dea tedesco Nanna probabilmente dovuto cedere il passo. In
ogni caso, il primo ha avuto il suo piede nella tomba degli erbari da qualche tempo, e
presto tutta l'antichità straniera presto si sistemerà nelle bare della storia. Un mondo
di spiriti nativi,
Data la possibilità di una soluzione valida per il nostro compito, potrebbe sembrare
a qualcuno che non sarebbe stato necessario fare grandi sforzi per farlo qui. In effetti,
devo ancora postulare se l'interesse degli altri mi consentirà di seguire fino a quando
il mio amore per la causa mi ha portato. Nel frattempo, poiché qui era il
ragionamento serio di una visione che ora è completamente opposta sia al volgare che
all'opinione scientifica, e il soggetto offre molti lati e punti di attacco diversi, un
trattamento troppo breve non era servito allo scopo. Inoltre, presto si scopre che la
questione in questione non è così isolata come potrebbe sembrare a prima vista. Se le
piante sono animate o meno, cambia l'intera visione della natura e decide con questa
domanda molte altre cose. L'intero orizzonte della contemplazione della natura si
espande con l'affermazione di esso, e anche il sentiero che conduce ad esso porta a
punti di vista che non entrano nella visione ordinaria.
Schleiden dice nell'introduzione al suo lavoro sulla pianta (pagina 2):
"Ho cercato di mostrare come la botanica sia quasi intimamente legata a tutte le
discipline più profonde della filosofia e delle scienze naturali, e come quasi ogni fatto
o gruppo di fatti sia adatto a esso, così come in ogni altro ramo dell'attività umana per
stimolare le domande più importanti e condurre le persone dal senso sensuale al
divino soprannaturale ".
Probabilmente si crederà che, se la contemplazione del lato materiale della vita
vegetale può vantare un tale significato, la contemplazione del lato idealistico lo
richiederà ancora di più. Mi permetto quindi di applicare queste parole solo
all'alterazione della mia calligrafia, che, invece di perseguire i superflui punti di
riferimento del nostro soggetto alla filosofia, cerco piuttosto di soddisfarlo con il
massimo riserbo, anche se solo in larga misura volontà; poiché credo, infatti, che la
moderazione a questo riguardo meriterà di più grazie. Ancora qualche parola su
questo nel seguente input della Scrittura!
Ciò che ha contribuito ad ampliare lo scopo di questo lavoro è stato il desiderio,
con la spiegazione dei motivi della nostra opinione, di combinare una dichiarazione
delle circostanze reali che sembrano avere una qualche importanza per la decisione
della nostra domanda. Non è contestato che il punto di vista dal quale questa
compilazione è stata tentata qui, se debba essere considerato altrimenti valido, non
farà altro che aumentare l'interesse che i fatti implicati qui possiedono già; ma anche
a prescindere da ciò, la piccola collezione di essi, come materiale per ogni
ragionevole considerazione della vita vegetale, potrebbe non essere sgradita a molti; e
ho, in questo interesse, senza passare il riferimento alla nostra materia, ho dato un
materiale un po 'più ricco,
Quanto durerà il successo di questo scritto?
Permettetemi di passare a tutte le illusioni poetiche, penso, le seguenti:
Una ragazza di mia conoscenza non ha le idee più valide su tutto. Ora è difficile
insegnare loro la migliore spiegazione possibile dei motivi per cui sono più
sostanziali. Lei o lei non ascolta le ragioni, e alla fine dice semplicemente "se è
così!" e rimani con la loro opinione.
Le mie ragioni possono essere buone o cattive; Probabilmente dirà anche: "Se è
così!"
Ma, anche se! Se non avessi qualche speranza che il sentimento della ragazza
potesse almeno essere corrotto, che, come le ragazze sono, la precede sempre con
l'intelletto, vorrei, naturalmente, salvare tutti i miei problemi. Ma se questo succede,
allora tutte le ragioni sembrerebbero eccellenti. Ma sotto la ragazza intendo la
giovane età.
d. 24 agosto 1848.

I. Posizione del compito.


Pur ammettendo uno allo stesso tempo onnipresente, onnisciente e tutto governa
Dio che sostiene la sua onnipresenza non solo accanto o sopra la natura come lui
l'amore per afferrare la visione comune in contraddizione chiaro con se stesso,
naturalmente, così la presente un'animazione di tutta la natura è proprio attraverso
Dio, in un certo senso, già concesso, e nulla al mondo cadrà da questa ispirazione, né
pietra, né onda, né pianta. O lo spirito di Dio dovrebbe essere più sciolto in natura dei
nostri spiriti nei nostri corpi, non solo come governare direttamente i loro poteri come
il nostro spirito le forze del nostro corpo? Quindi sarebbe meno padrone della
stessa. Nel frattempo, se, naturalmente, non tutti voi fate, permettete ad una simile
animazione universale divina della natura, si vedono le anime degli uomini e gli
animali non pagare indiscriminatamente in essa, ma di fronte all'altro all'interno della
stessa con individualità indipendente altre anime, vede legato come sono dal
generale, più alta unità divina, ma anche la sua unità subordinata per se stessi, gli altri
uguali avere unità dell'anima subordinate opposte; Gli impulsi e sentimenti,
probabilmente più di quello, pensieri e volizioni, hanno per se stessi, in modo tale
che, mentre lo spirito onnisciente che vive in tutte e si muove ed ha, e dove tutti
vivono e ci muoviamo ed abbiamo subito lo sa ma non si conoscono immediatamente
e quindi tradiscono il loro divorzio individuale. E ora si può chiedere se le piante
hanno la stessa cosa; se anche loro, come individui ispirati per se stessi, Gli istinti e le
sensazioni, o ancor più l'unità, sono direttamente accessibili alla conoscenza del Dio
onnisciente, ma inaccessibili alla conoscenza di ogni altro essere, se non attraverso la
mediazione delle conclusioni. Se fosse così, le piante formerebbero con uomini e
animali un'opposizione comune a pietre, onde di acqua e aria, e altre cosiddette cose
morte che non sanno nulla di se stesse, non provano sensazioni e impulsi (percepiti) a
uno Unire l'unità per se stessi, ma soggetto solo nel contesto di tutte le determinazioni
dell'anima divina, in modo da fungere da co-portatore. se non attraverso la
mediazione delle conclusioni. Se così fosse, le piante con le persone e gli animali di
una comune opposizione alle pietre, acqua e pozzi di ventilazione e altre cose
cosiddette morti sarebbero costituiscono il know nulla di se stessi, non si sentono le
sensazioni e le unità (percepita) a un Unire l'unità per se stessi, ma soggetto solo nel
contesto di tutte le determinazioni dell'anima divina, in modo da fungere da co-
portatore. se non attraverso la mediazione delle conclusioni. Se fosse così, le piante
formerebbero con uomini e animali un'opposizione comune a pietre, onde di acqua e
aria, e altre cosiddette cose morte che non sanno nulla di se stesse, non provano
sensazioni e impulsi (percepiti) a uno Unire l'unità per se stessi, ma soggetto solo nel
contesto di tutte le determinazioni dell'anima divina, in modo da fungere da co-
portatore.
Ma può essere anche diverso. Forse l'anima divina lavora nelle piante come parti, i
membri della natura generale solo come la nostra anima in alcuni membri individuali
del nostro corpo. Nessuno dei miei membri sente necessariamente qualcosa per se
stesso; solo io, lo spirito del tutto, sento tutto ciò che accade in esso. E così
concettualmente non si potrebbe parlare di un'anima separata di piante, se solo Dio
sapesse cosa stava succedendo in loro, non se stesso.
Dopotutto, la natura vorrebbe essere considerata come generalmente ispirata e
divinamente, e la domanda rimane ancora indecisa se rispettare le piante per se stessi
come animate. Ma noi intendiamo sempre solo tale ispirazione quando chiediamo
dell'anima vegetale.
Ovviamente, la questione se le piante siano animate deve essere enfatizzata in
modo più acuto, se una si astrae, o addirittura la nega, come è più conveniente nel
modo di pensare ordinario. Poi, nel mezzo del resto della natura, le creature animate
appaiono solo come isole nell'oceano generale dei morti senz'anima; e uno si chiede
ancora più risolutamente di prima: vogliamo sollevare le piante con gli animali e gli
umani sopra questo oceano notturno alla luce dell'anima o affondare in essa con la
pietra e la gamba?
Si vedono già da queste riflessioni fugaci, che toccano così profondamente il nostro
argomento che le discussioni preliminari a riguardo minacciano di portarci molto
lontano. Le discussioni sui rapporti più generali di Dio e della natura, del corpo e
dell'anima, sembrano dover precedere, al fine di gettare le basi per comprendere più
esattamente cosa si intende per individualità, unità psichica, coscienza e le sue varie
fasi per rendere necessario. Solo allora il compito di attacco sembra completamente
preparato. Ma chi non è già stanco di queste discussioni e chi alla fine vincerebbe
qualcosa con loro? In effetti, gran parte di ciò che è stato detto finora in tali
discussioni è servito molto di più per approfondire i suoi oggetti
nell'oscurità, ascensore.
Con questo in mente, preferirei rinunciare a tale profondità fin dall'inizio e cercare
di discenderlo, per quanto possibile, piuttosto che costruirlo da esso. Si può
effettivamente scegliere un fiore senza scavarlo con la radice, e se il fiore piace, la
vanga, che in seguito lo solleva dal profondo, si trova anche trapiantata
permanentemente nel letto giusto del giardino.
E così, con riferimento al perseguimento di quelle prime riflessioni malate e di tutte
le discussioni di vasta portata in generale, il seguente sarà solo un tentativo di
rispondere alla domanda facendo riferimento direttamente a considerazioni tecniche,
che sono di per sé poco controverse e facilmente accessibili alla visione generale
Possiamo vedere fino a che punto è possibile pensare a una simile costituzione
psichica delle piante come gli animali e gli stessi sfortunati, senza voler essere in
grado di determinare in modo preciso e in che misura gli animali stessi devono
pensare in questo senso. Un campo di chiara riflessione non può esistere affatto dove
ci impegniamo a parlare della psichica di esseri diversi da noi stessi, eccetto nella
misura in cui possiamo presupporli in modo analogo. poiché nessun altro ha altro che
la propria anima da offrire, e quindi immaginare come potrebbe essere in un
estraneo. E se, nel caso degli animali, venisse a noi la circostanza che noi, come in
uno stadio superiore, possiamo ben credere che essi includano ciò che appartiene loro
in basso, è ancora un altro, sia un grado inferiore, quanto l'animosamente sensuale. ,
si conclude per se stesso al tutto, o serve come base di un più alto e trova solo la sua
conclusione in questo.
Quindi siamo umili fin dall'inizio per essere in grado di ottenere qualcosa di più di
un'adeguata idea riguardo alle aree estranee dell'anima. Nel frattempo, un tentativo
può essere interessante per avvicinarlo il più possibile a tale riavvicinamento.

II. Attacco generale del compito.


Di solito si nega una simile costituzione psichica delle piante come gli umani e gli
animali in generale, perché si trova l'organizzazione fisica e le espressioni della vita
del primo non abbastanza analoghe a quelle del secondo. E infatti, l'analogia del
fisico è l'unica cosa che alla fine abbiamo per comandare altro che il proprio psichico,
dal momento che è una peculiarità di ogni anima essere riconoscibile a qualsiasi altro
da sé solo attraverso segni esterni o fisici. per la cui interpretazione in ultima istanza
nient'altro che l'analogia con ciò su cui troviamo la nostra anima è comandato. Anche
le considerazioni filosofiche generali con cui si vorrebbe provare a realizzare questo
oggetto dovranno sempre essere basate su questa analogia; ci
Concludo che tu hai un'anima come me, solo dal fatto che tu sembri uguale a me,
che ti comporti in modo analogo, parli, ecc., Di forma, costruzione, colore,
movimento, tono, tutti i segni fisici; cosa posso vedere immediatamente dalla tua
anima? L'ho solo messo in tutto questo; piuttosto involontariamente,
naturalmente; ma rimane sempre un po 'radicato. Gli animali sembrano diversi dagli
umani, ma si muovono, si nutrono e si propagano, continuando a urlare più o meno
come facciamo in occasioni simili, anche se non tutti ne fanno più. Di conseguenza,
riconosciamo anche un'anima simile a loro; Ritira solo la ragione dalle differenze che
stanno avvenendo. Ma nel caso delle piante perdiamo improvvisamente l'anima
intera; e, se abbiamo ragione di farlo,
Naturalmente, se si deve chiedere e richiedere l'analogia per trovare un'anima, non
si può pretendere da essa in ogni senso e senza restrizioni. Altrimenti, avrei ogni
persona che guarda e si comporta in modo diverso da me, già giustificato, per
considerare inanimato. Ma lui è così diverso da me. Quanto diversamente nella
maggior parte dei pezzi è il worm, quanto è diverso? ma penso che anche questo sia
ispirato, solo per l'anima diversa da me. Sarà quindi importante, se le piante non
mancano i segni essenziali di ispirazione, sono analoghi a noi e agli animali riguardo
a questo? Ma quali sono questi segni essenziali? Qual è la circostanza cruciale
Penso che ti sei messo comodo e non ne hai mai parlato abbastanza. Perché ciò che
è stato proposto in questa connessione mi sembra molto più avere il significato di
giustificare la visione, che è una volta precostituita, che giustificare il suo diritto. In
generale, ci si abbandona all'impressione apparentemente decisiva della vista
dell'occhio, che naturalmente non lascia alcuna anima nelle piante, poiché non ne
trova affatto. In tal modo, tuttavia, il sole ha camminato a lungo intorno alla terra, le
prove dirette l'hanno insegnato, chi poteva dubitare di ciò che tutti vedevano; ma ora
la terra gira intorno al sole, dopo che hai deciso di cambiare il punto di vista nella tua
mente. Beh, potrebbe essere solo cambiando le nostre menti spiritualmente, osservare
l'anima delle piante dal loro punto di vista interno; che ci sfugge dalla nostra parte
esterna. Ma niente di più difficile che essere in grado di fare l'uomo, di mettersi
completamente fuori da sé in un altro luogo, e non solo per cercarlo, ma anche, ciò
che è dovuto a questo posto. Dove non si ritrova più, crede di non poter trovare nulla.
In ogni caso, poiché nessuno indaga sulle prove dell'assenza di senz'anima delle
piante, non possiamo ancora dimostrare che siano state accuratamente provate. Nel
tentativo, tuttavia, di rendere valide le nostre concezioni, dovremo fare i conti con
due cose, che, ovviamente, dimenticherò completamente la visione ordinaria, ma che
quindi si abbandona completamente anche ai pregiudizi: in primo luogo, come se da
quella di noi L'anima delle piante non può immediatamente percepire le cose più
peculiari, ma non meno di tutte le conseguenze contro un'anima, perché poi
altrettanto obbedirebbe all'anima di mio fratello e di ogni altro che non fosse me
stesso: e in secondo luogo, se le piante lo fanno guarda e si comporta in modo molto
diverso dagli umani e dagli animali,
E infatti, per esprimere in anticipo il punto di vista sul fondamento del compito del
seguente, mi sembra che a un esame più ravvicinato tutto ciò che potrebbe
ragionevolmente richiedere come essenziale all'espressione dell'ispirazione si trovi
nelle piante come negli animali ; ma tutte le differenze tra i due nella costruzione e
nei fenomeni della vita non fanno altro che metterli in un campo di ispirazione
completamente diverso, integrando il regno animale, ma non oltre la sfera generale
dell'ispirazione. E se alcuni negano le anime delle piante, perché non sanno cosa fare
con loro, le chiederei, perché altrimenti una grande lacuna sembrerebbe rimanere
nella natura.
La pianta è ancora così ben organizzata, dapprima superficialmente, a guardare
alcuni piani così ben organizzati, organizzati come l'animale, organizzati secondo un
piano completamente diverso ; non ha nemmeno il coraggio di negare la vita delle
piante, perché non parlare subito anima, dal momento che sarebbe stato così molto
più vicino, anche un piano diverso dell'organizzazione dell'anima di pensare
appartiene su questa base comune della vita l'altro aereo dell'organizzazione
corporea. Qual è il significato del concetto di una vita senza anima? Se la pianta
moderna sembra morta, cosa rende la vita diversa da essa? È solo un altro tipo di
processo morto, la sua crescita e fioritura, come la sua decadente? Il contrasto tra
piante viventi e piante morte è molto simile a quello tra animali vivi e animali
morti? Tuttavia, l'importanza di questo antagonismo è di essere cielo come
ampiamente differente: il processo della pianta vivente è un'anima complicazione
vuoto rispetto allo stesso all'anima disintegrarsi vuoto la decomposizione; il processo
dell'animale vivente diventa improvvisamente un entanglement soul con
disintegrazione vuota. Eppure l'intreccio nella costruzione e nei processi di animali e
piante è così completamente analogico. Anche le basi di celle è abbastanza analogo
rispettati in entrambe le cellule diverso insieme solo in due, raggruppati allungato in
ciascun fuso come sono, ma già in altri animali, qualsiasi altro impianto per
diversamente; la modalità di origine dell'intera costruzione cellulare da una semplice
cellula primordiale da un simile strano processo di aumento cellulare è abbastanza
analoga in entrambi; sì, quale naturalista non sa che un seme e un uovo sono solo due
forme diverse della stessa cosa; anche il modo di propagare è così analogo in
entrambi1) che Linneo potrebbe anche basare l'intero sistema di piante sull'analogia
della loro relazione sessuale; Anche un gioco di forze, che finora ha deriso ogni
calcolo secondo i teoremi della nostra fisica e chimica, si trova in modo abbastanza
analogo in entrambi.
1) Ilsignor Schleiden si spera che non mi inizi troppo a causa di questa
affermazione.
"La sostanza nutritiva aumenta vigorosamente nelle piante viventi e la sua crescita
non può essere paragonata al lento e graduale risucchio dei fluidi nel tessuto vegetale
morto le foglie viventi hanno un'influenza significativa sull'acqua evaporata e, d'altra
parte, non sembrano interessare gli stessi organi dopo la loro morte: vivono le foglie
decompongono il gas carbonico con l'aiuto della luce, non cambiano morto, le
trasformazioni chimiche che avvengono durante la vita nel tessuto vegetale sono
molto diversi da quelli prodotti da escrescenze estinte, che sono spesso l'opposto del
primo.Lo sviluppo in lunghezza e larghezza, l'orgasmo che precede la fecondazione e
il risveglio della vita attiva nell'embrione, come se stesse dormendo nel seme, sono
altrettanti fenomeni che non possono essere derivati da una sola causa puramente
fisica, e che noi, in parte per analogia con il regno animale, in parte insegnato
direttamente dalla considerazione delle piante, può contare solo sull'eccitabilità
vitale. "(DecandolIe, Pflanzen-Physiologie IS 19.)in parte istruito direttamente dalla
considerazione delle piante, solo per contare sull'eccitabilità vitale. "(DecandolIe,
Pflanzen-Physiologie IS 19.)in parte insegnato direttamente dalla considerazione
degli impianti, può contare solo eccitabilità vitale ". (DecandolIe, Fisiologia Vegetale
19, IS)
Ma ciò che è perfettamente analoghi ai fenomeni generali di struttura, la vita e
tessitura dovrebbe essere così molto unanalog nel più generale, quello che possiamo
vedere solo da questo più generale di costruzione, vita e tessitura personaggi
piatta; poiché noi ricordiamo soltanto che non c'è nient'altro che quel comandamento
esterno a dedurre questa interiorità. Invece di basarsi su tale accordo generale sui
punti essenziali, ma ci atteniamo alle differenze, in particolare, e parlare delle piante
da l'anima, perché sono ora presenta non anche tutti i dettagli della vita animale; che
potrebbe giustificare la conclusione che la loro anima non offre tutti i dettagli
dell'anima animale. Il generale deve rappresentare il generale e l'individuo per
l'individuo; ma mentre guardiamo la pianta ora,
Che le anime possono essere organizzati in base alle varie telo o sotto varie forme,
le persone, gli animali dimostrano di diverse piante e personaggi con così tanti istinti
diversi. Così ricca è l'abbondanza di formazioni corporee, così ricca è la ricchezza
delle forme d'anima associate: una cosa dipende dall'altra. Non Ora, la natura ha con
gli animali la possibilità di diversi piani di costruzione e la vita nella corporea
esaurito, ma solo nei piante hanno un intero nuovo regno aggiunto, ciò che la ragione
può essere assunto comandiamo che le transizioni ad essi in una sola volta con il suo
la possibilità che tale essere sia meno grande che nel corpo,
Forse i fenomeni della vita vegetale si oppongono forse alla loro natura di
interpretazione psichica? Ma perché dovrebbe piangere e mangiare alle anime che
corrono lì? Non ci sono anche anime che sbocciano, odorano, placano la loro sete nel
risucchio della rugiada, la loro spinta nei germogli e soddisfano anche un desiderio
più grande quando si rivolgono contro la luce? Non so cosa di per sé la corsa e l'urlo
della fioritura e del profumo per una prerogativa avrebbero preceduto di essere
portatori di un'attività e di una sensazione animiche; non come la figura
elegantemente decorata e decorata della pianta più pura debba essere meno degna di
amare un'anima, come la forma informe di un verme sporco? Un lombrico ha un
aspetto più profondo di un nontiscordardime? Sembra a tradire il suo scuro scavare
sotto la terra più libero impulso e sensazione come loro ascesa perseguimento della
terra nel regno sereno della luce, la sua inquieta ambientale, e vista sfregamento? Ma
invano le piante sono state aggiunte, strutturate, decorate e curate. dove vediamo fatto
l'istituzione, per vincere qualcosa di assolutamente nuovo nel regno delle anime, e un
istituto più attenta solo perché, lasciamo questa istituzione a non più valida tempo,
buttare via un intero metà perché non assomiglia all'altro. Ecco le piante come
innumerevoli case vuote. La natura probabilmente aveva abbastanza materiale per
costruire queste case, ma non abbastanza spirito per popolarle. Dopo aver murato
tutte le anime degli animali le loro case, sapeva che con la sua abbondanza di mattoni
cellulari non per iniziare qualcosa, e legato il resto in passatempi nachäffendem alle
case vuote di piante. Ma voglio dire, se aveva idee sufficienti per fare le forme
vegetali, aveva anche idee, anime sufficienti per metterle in queste figure; perché una
cosa durerà per l'altra.
Forse tu dici: uovo, quando l'anima tocco di Dio è diffusa in tutta la natura, che
vista era ancora messo in primo piano sopra di sé, in modo che le piante sono quindi
perché non vuoto dell'anima che non hanno un'anima propria. Lo spirito generale poi
soffia attraverso di loro.
Ma come è vertrüge con tale assorbimento nel Allgemeinbeseelung che ogni pianta
è preparato per loro stessi minimi dettagli e portato in modo sonderliche forma, come
è stato anche molto speciale in lei, fatto da loro, per loro; che la loro forma e modo
sono così determinati e individualmente staccati dal mondo esterno; e tale peso è
posto su di esso per sempre di rinnovarsi e di ripetere, però, di solito intorno alle
forme e modi di scorre materia in questo mondo esterno e modificarlo. non si verifica
solo in questo modo l'impianto di deliquescenti nell'onda mare, la schiena e
hergestoßenen, qualsiasi forma e qualsiasi rapporto da unire pietra verso molto simile
all'animale, dove non possiamo percepire altri segni del suo distacco dal terreno
dell'universale. Naturalmente, lo spirito onnipresente pervaderà anche le piante; ma
proprio come tutte le altre creature, che quindi non sono ancora la loro barra
dell'indipendenza individuale. Questa è la vita più bella di Dio, che si intreccia nelle
singole creature. Lasciare che le piante penetrino semplicemente dallo Spirito di Dio
in generale non li rende più vivi della pietra e dell'onda e ruba a Dio stesso parte di
una delle sue opere più vivaci. Il nostro spirito non vive più vigorosamente e
meravigliosamente nelle sue creazioni più individuali? Ma ciò non rende possibile ciò
che crea lo spirito divino, i suoi spiriti autocoscienti e auto-sentimenti. Dio è Dio in
questo. che quindi non sono ancora indifferenti alla loro indipendenza
individuale. Questa è la vita più bella di Dio, che si intreccia nelle singole
creature. Lasciare che le piante penetrino semplicemente dallo Spirito di Dio in
generale non li rende più vivi della pietra e dell'onda e ruba a Dio stesso parte di una
delle sue opere più vivaci. Il nostro spirito non vive più vigorosamente e
meravigliosamente nelle sue creazioni più individuali? Ma ciò non rende possibile ciò
che crea lo spirito divino, i suoi spiriti autocoscienti e auto-sentimenti. Dio è Dio in
questo. che quindi non sono ancora indifferenti alla loro indipendenza
individuale. Questa è la vita più bella di Dio, che si intreccia nelle singole
creature. Lasciare che le piante penetrino semplicemente dallo Spirito di Dio in
generale non li rende più vivi della pietra e dell'onda e ruba a Dio stesso parte di una
delle sue opere più vivaci. Il nostro spirito non vive più vigorosamente e
meravigliosamente nelle sue creazioni più individuali? Ma ciò non rende possibile ciò
che crea lo spirito divino, i suoi spiriti autocoscienti e auto-sentimenti. Dio è Dio in
questo. e Dio stesso deruba parte del suo lavoro più vivo. Il nostro spirito non vive
più vigorosamente e meravigliosamente nelle sue creazioni più individuali? Ma ciò
non rende possibile ciò che crea lo spirito divino, i suoi spiriti autocoscienti e auto-
sentimenti. Dio è Dio in questo. e Dio stesso deruba parte del suo lavoro più vivo. Il
nostro spirito non vive più vigorosamente e meravigliosamente nelle sue creazioni
più individuali? Ma ciò non rende possibile ciò che crea lo spirito divino, i suoi spiriti
autocoscienti e auto-sentimenti. Dio è Dio in questo.
Dopotutto, chiedo: se si vede sia l'espressione di una connessione ideale come una
varietà individuale di fenomeni concisi di vita nelle piante come negli animali, che
cosa è necessario per vedere in esso il segno e l'espressione di un'anima vivente
dell'individuo? dal momento che non puoi vedere l'anima te stesso? È pronunciato,
ma chiaramente! In effetti, la pianta potrebbe non essere in grado di dare più
segni; ma è persino possibile dare di più? Non ci sono tutti i tipi di possibilità qui, per
quanto sono essenziali? Molte cose del genere non sono prevedibili fin dall'inizio per
la semplice base dell'ispirazione, poiché ogni cosa speciale deve servire
all'espressione di speciali modalità di ispirazione.
Credo che la quercia possa facilmente ribaltare tutti gli argomenti che possiamo
applicare alla sua anima da un particolare punto di vista. Come libera lei spinge i
rami da tutte le parti, dando alla luce foglie e decorandosi con nuovi,
autosufficienti. Abbiamo appena messo gioielli esterni e dobbiamo lasciare il nostro
corpo come una volta. Pensa anche che nulla potrebbe collegarsi a
questo. Camminiamo liberamente nella natura, non lei; siamo più interessati a cose
diverse da noi stessi; ma la deriva irregolare di una piuma lanuginosa nell'aria parla
più della sua animosità che dell'azione costante di un essere da un punto di vista fisso,
il lavoro degli altri più che il lavoro in sé? Ma se sappiamo che non stiamo andando
alla deriva come le piume di peluria, Come lo sappiamo? Ma solo perché noi stessi
siamo questi esseri. E se non sappiamo dalla pianta che sente il suo bisogno di
guidare se stessa, perché non lo sappiamo? La risposta è così vicina: perché noi stessi
non siamo questa pianta. Per la stessa ragione, la pianta potrebbe diventare così priva
di significato nel mondo e mantieni la tua anima come quella della penna. È vero, se
avesse ragione e poteri di osservazione, se potesse notare le nostre azioni per
determinati scopi, il nostro comportamento secondo certe regole, potrebbe scoprire
che non dipende tanto dagli incidenti di impulsi esterni quanto dall'attività della
penna. Ma se lo porti a termine, abbiamo vinto; Perché la pianta non guida anche
secondo determinati scopi, secondo certe regole che sono indipendenti da influssi
esterni accidentali? Ma uno sarà molto più incline a trasformare il loro
comportamento contro la propria anima secondo determinate regole. Lasciamolo
ora; Verrò a quello più tardi (VII).
Non è già il discorso più comune al mondo che è l'anima che costruisce il corpo per
sé come sua dimora? Ma a questo discorso non si dà un esempio migliore della pianta
autocostruita, nella quale, naturalmente, possiamo riconoscere la creatura che cresce
interiormente solo dal piano di costruzione esteriore visibile; in quanto non è diverso
nella costruzione di esseri umani e animali. Ma lei dà un esempio migliore anche
come uomo e bestia, la cui anima costruisce il suo corpo solo nell'oscurità segreta e
viene alla luce solo con la struttura quasi finita; ed è per questo che pensiamo anche
che esegua solo la costruzione nell'oscura incoscienza. La pianta è completamente
diversa. Non finisce nulla e inizia a costruire dopo essere entrato nella luce, e
continua in mezzo a esso, in effetti, come risultato di tutti i mutevoli stimoli della
vita. anche il più alto, quello che vuole, il fiore. Ma questo è il motivo per cui non
dobbiamo confrontare la vita della pianta con una vita embrionale, come alcuni
fanno. Piuttosto, evidentemente, questo era lo scopo della natura, dovevano esserci
anime che conducevano le loro vite più a creare e modellare i propri organi, e altri
che conducevano le loro vite più esteriormente a lavorare con loro; un punto di vista
di integrazione delle loro vite, che più tardi (VIII) ci darà ulteriori riflessioni, quindi
mi sto interrompendo. che hanno portato le loro vite più a creare e modellare i propri
organi, e altri che hanno condotto le loro vite più esteriormente a lavorare con
loro; un punto di vista di integrazione delle loro vite, che più tardi (VIII) ci darà
ulteriori riflessioni, quindi mi sto interrompendo. che hanno portato le loro vite più a
creare e modellare i propri organi, e altri che hanno condotto le loro vite più
esteriormente a lavorare con loro; un punto di vista di integrazione delle loro vite, che
più tardi (VIII) ci darà ulteriori riflessioni, quindi mi sto interrompendo.
Mi sembra che nel nostro giudizio sulla posizione delle piante in natura, non siamo
più saggi dei selvaggi nordamericani, che, invece di distinguere il sesso maschile,
femminile e neutro nel linguaggio, distinguono gli oggetti viventi e inanimati, ma
anche adesso le creature animate animali e alberi, contano le erbe e le pietre
inanimate. Com'è ridicolo, per esempio, che ci riteniamo molto più intelligenti dei
selvaggi, per stabilire la linea di demarcazione tra alberi ed erbe, solo perché gli
alberi conducono una vita più lunga e più lunga delle erbe. Quanto ridicolo uno
spirito dirà che è un po 'più alto dei Magi della tribù linguistica indoeuropea, per
stabilire la linea di demarcazione tra l'essere e gli animali,
I bambini, quando sono piccoli, di solito non vogliono che l'oca sia un
uccello. L'oca canta e non vola. Cosa siamo diversi da questi piccoli bambini, se non
vogliamo lasciare che le piante siano considerate come esseri viventi, perché non
parlano e camminano.
I contadini vedono i fantasmi di notte, nonostante il fatto che non ci siano, perché
hanno sentito fin dall'infanzia degli spiriti che si occupano della notte; Cosa siamo
diversi da questi contadini quando non vogliamo vedere gli spiriti di giorno che ci
sono di persona, perché abbiamo sentito sin dall'infanzia che non ce ne sono? In
realtà, è la stessa superstizione, solo nella direzione opposta, che vuole vedere i
fantasmi di notte che non sono lì, e non vogliono vedere i fantasmi di giorno che si
mostrano fisicamente.
Per un filosofo che vuole dimostrare contro di noi che le piante non hanno anima,
ovviamente non sarà mai difficile. Dal momento che la maggior parte dei sistemi
filosofici sono cresciuti sulla premessa che le piante non hanno un'anima, sarà,
ovviamente, dedotta dalla maggior parte di esse. È noto che, per quanto possano
apparire i filosofi, tutto è a prioriper dimostrare che avrebbero potuto raggiungere
questo punto di vista della prova dall'alto solo salendo dal basso. Ma nel processo dal
basso sono molto più determinati dalle opinioni comuni prevalenti lì, che loro,
avendo raggiunto il vertice, possono ancora confessarsi; e la corrispondenza delle
opinioni filosofiche sul punto in questione non prova altro che l'accordo delle
opinioni comuni su ciò che parlerò tra un momento. Ovviamente, qualsiasi sistema
che, per essere autosufficiente, deve esigere l'assenza dell'anima della pianta, deve
trovare delle ragioni per questo nella sua connessione; ma ciò che è provato da tutte
queste ragioni alla fine, quando un altro contesto può essere stabilito, chi, da parte
sua, richiede l'ispirazione delle piante, e di conseguenza sa come trovarne le
ragioni. Infine, si chiederà quale sistema sia più valido per altri motivi. Ora che il
nostro, che è in grado di esistere vivo, portando alla vita un mondo di anime,
diventerà più bello dei sistemi contrari, che seppelliscono questo intero regno di
anime nella notte, può essere visto fin dall'inizio; e se la bellezza non è certamente
l'arma con cui prevalgono le verità comuni, ma dopo la congiunzione tra il vero e il
bello nel distretto più alto, appartiene a coloro con cui il trionfo più generale. che è in
grado di sopravvivere, portando in vita un mondo di anime e rendendosi più bello dei
sistemi contrari, che seppelliscono questo intero regno di anime nella notte, può
essere visto dal primo; e se la bellezza non è certamente l'arma con cui prevalgono le
verità comuni, ma dopo la congiunzione tra il vero e il bello nel distretto più alto,
appartiene a coloro con cui il trionfo più generale. che è in grado di sopravvivere,
portando in vita un mondo di anime e rendendosi più bello dei sistemi contrari, che
seppelliscono questo intero regno di anime nella notte, può essere visto dal primo; e
se la bellezza non è certamente l'arma con cui prevalgono le verità comuni, ma dopo
la congiunzione tra il vero e il bello nel distretto più alto, appartiene a coloro con cui
il trionfo più generale.
Dopo questo, i disegni filosofici sollevati da sistemi stranieri avranno per noi un
peso minimo. Un esempio può essere sufficiente per fornire un campione di tali
obiezioni e per eseguirle nella misura in cui possono essere riassunte in poche
parole; perché non vogliamo essere infedeli al nostro scopo di evitare discussioni
filosofiche piuttosto che perderci in esse.
Il filosofo z. Ad esempio, sulla base di alcune considerazioni preliminari, egli
redige una sorta di schema su come la forza vitale, l'anima e lo spirito si relazionano
l'una con l'altra, che gli ultimi due tratta più severamente di quanto non avvenga nella
vita. A lui sembra questa relazione sotto l'aspetto di un certo innalzamento del passo,
e richiedendo una rappresentazione dei diversi livelli nella natura reale, il mondo
vegetale viene a lui su un livello intellettuale e privo di anima. L'uomo come vertice
rappresenta la totalità di tutti i livelli inferiori, racchiudendoli e rinunciandoli in uno
più alto. Di conseguenza, ha lo spirito o la ragione sulla forza vitale e
l'anima. L'animale, un livello inferiore, deve accontentarsi di forza vitale e anima; la
pianta, un gradino più in basso, con la semplice forza vitale; il cristallo manca anche
della forza vitale; è completamente morto, appena caduto vittima del processo
meccanico. Lo schema è chiaro e simpatico e sembra molto buono, anche se non dico
che sia per questo che sono tutti i filosofi; ognuno può avere il proprio; ma tutti
uguali; tutto si riduce a uno, la natura non obbedisce a nessuno di loro, e un esempio
è buono come l'altro. Se ci atteniamo al dato, penso che lo schema di una forza vitale
inanimata sia nato per la prima volta dal presupposto di un mondo vegetale inanimato
e altrimenti non ha radice nel reale; Quindi non si può provare dalla sua ipotesi
qualcosa di arretrato per un mondo vegetale inanimato. Se si rinuncia a questa
assunzione, non si perde nulla; si guadagna solo l'anima dove prima non ce n'era. Le
piante non si subordineranno più agli esseri puramente come esseri senz'anima; ma
subordinarli come un altro tipo di esseri animati, o subordinarli solo nella maniera di
insorgere, in cui ci sono in effetti ancora possibilità che non sono esaurite nel regno
animale, come ulteriormente mostrato; lo schema sarà diverso da quello sopra; e, se
lo installiamo, può sembrare buono come sopra. Tuttavia, la possibilità di un altro
schema non ci indurrà a credere che sia giusto, senza verificare se il vero
comportamento delle piante corrisponda a questo; poiché ritengo, in particolare, che
non si possa parlare qui di uno schema rigido, di una disposizione e di una
superordinazione puramente graduali. Il comfort, la nitidezza e la gentilezza dello
schema di cui sopra si dimostra contro la sua correttezza; per ogni giorno e ogni ora
la natura rende chiaro al suo ricercatore che il suo conforto, la sua acutezza e la sua
gentilezza sono diversi da quelli di lei.
Forse sono solo alcuni filosofi che permettono più facilmente alle piante
un'anima; ma poi, naturalmente, solo togliendo all'anima tutto ciò che lo rende
un'anima. Perché niente di più comune del ferro di legno in filosofia. Quando parlo
sulla parte dell'anima mia, anima individuale della pianta, ho capito in modo
esplicito, non un'idea o un'unità ideale tra i quali riconosco nella diversità della loro
struttura e della vita, anche se me questo può indicare l'auto-sensing e aspirante unità
del loro essere l'anima, e deve; ma lo chiedo da solo. Una persona non mi deve
portare in sé semplicemente un riflesso, gettato in un altro, sia che si tratti di carne e
la ricchezza di sensazioni vivide e istinti. Non quello che ho di lei, ma quello che non
ho da lei, fa la sua anima. L'idea di ciò che qualcun altro sta cercando o vuole trovare
in me non vuole soddisfarmi come la mia anima. Così, ciò che aiuta la pianta quando
qualcuno trovare il più idea dell'unità nella loro costruzione e fenomeni della vita e
poi dire vuole, in quanto ha un'anima, quando non ha un sapore buone in se stesse, o
sentire, non sentiva l'odore. Quindi non lo intendo con l'anima della pianta, come per
qualcuno significa per lei, non mi sembra che significhi bene con lei. Ma non come se
ciò che ci aspettiamo di essere la vita dell'anima sia effettivamente presente nelle
piante, ma solo potentia, come diciamo noi, latente, sempre dormiente. Sensazione e
desiderio che il sonno non sono sensazione e desiderio; e se si può ancora chiamare la
nostra anima nell'anima del sonno, poiché porta ancora in sé le condizioni della
sensazione e del desiderio che si risvegliano, questo non sarebbe mai chiamato
anima, dove tale risveglio non si verificherebbe mai. Quindi se attribuisco l'anima
alle piante, posso ammettere che quest'anima può dormire come la nostra, ma non che
dorme sempre; poi mi sembra ancora più offensivo voler parlare dell'anima delle
piante che se volessi parlare dell'anima di un cadavere, in cui la sensazione almeno
una volta svegli.
Nel frattempo, non solo le vedute filosofiche, ma anche quelle volgari si girano
all'unisono l'una contro l'altra, e questo accordo ci sembra avere per noi un peso
molto più grande di quello del filosofico, la cui radice ci troviamo in parte a trovare
nella comune sebbene l'influenza sia certamente reciproca. Per quelli di noi che
pensano all'anima delle piante, e se a qualcuno viene ascritto qui, la maggior parte lo
considereranno un tentativo inutile. Ora, certamente non sono le ragioni
intellettualmente sviluppate su cui si basa questo accordo; è piuttosto un sentimento
che si impone a tutti, e nessuno sa da dove viene. Ma questo sembra indicarlo che è
venuto dalla natura stessa che le ragioni profonde nella natura della natura stessa
hanno imposto così involontariamente e universalmente all'uomo le sue opinioni. Ci
sono molte cose che si possono dire, e da parti diverse può indicare ciò che
inconsciamente riassumiamo, senza affrontarlo chiaramente nei dettagli. Ma tanto più
sicuramente possiamo costruire su un punto di vista nella cui giustificazione non ha
giocato nulla di così preconcetto. Deve fluire da una fonte più elevata dell'errore
umano e, se ce ne sono, qui sarà il detto che la voce della gente è la voce di Dio. La
credenza nella continuazione di una volta della nostra anima non ci sembra tanto più
certa perché non ha bisogno della mediazione ingannevole con il ragionamento per
essere generalmente accettata da tutti, anche l'umanità più dura da
diffondere? Sicuramente come crediamo che la nostra anima un giorno vivrà, quindi
sicuramente dobbiamo anche credere che un'anima di piante non viva ora. Per
entrambe le fedi sono di natura naturale
Questa visione ha una grande quantità di illusione e, nei suoi limiti giusti,
ovviamente, la sua giustificazione; ma si deve fare attenzione con lei, altrimenti
molte credenze false potrebbero essere giustificate da essa. Basta leggere in Mosè e
nei profeti, Giobbe e i Salmi, così si trova che gli antichi ebrei, che sono considerati
gli strumenti preferiti della rivelazione di Dio, per molti secoli hanno creduto poco
alla vita futura delle loro anime, come ora pensiamo alla vita dell'anima delle
piante; erano tutti stanchi della morte; e chiunque volesse parlare loro di una vita
dopo la morte, di una risurrezione, sarebbe probabilmente stato considerato ancora
più sciocco di chi ora parli della vita psichica delle piante. Era questa la voce di Dio
per così tanto tempo, quando era la voce del popolo? Ma con loro l'anima in seguito
si alzò dalla tomba di Sheol; una fede più confortante si è sviluppata ed è diventata la
voce della gente, e ora crediamo che sia la voce di Dio. Così l'anima delle piante, che
secondo la nostra fede è ora ancora nello Sceol, potrebbe un giorno essere resuscitata
in una fede futura, e questa fede diventerà in futuro la voce del popolo, e la fede più
generale in cui è radicata sarà considerata come la voce di Dio. Naturalmente, molto
di più dovrebbe cambiare in relazione ad esso, cosa che spero anche con fiducia; per
nulla più desolato del nostro presente, cieco e sordo a tutta l'anima in natura, e quindi
concezione naturale e senz'anima. una fede più confortante si è sviluppata ed è
diventata la voce della gente, e ora crediamo che sia la voce di Dio. Così l'anima delle
piante, che secondo la nostra fede è ora ancora nello Sceol, potrebbe un giorno essere
resuscitata in una fede futura, e questa fede diventerà in futuro la voce del popolo, e
la fede più generale in cui è radicata sarà considerata come la voce di
Dio. Naturalmente, molto di più dovrebbe cambiare in relazione ad esso, cosa che
spero anche con fiducia; per nulla più desolato del nostro presente, cieco e sordo a
tutta l'anima in natura, e quindi concezione naturale e senz'anima. una fede più
confortante si è sviluppata ed è diventata la voce della gente, e ora crediamo che sia
la voce di Dio. Così l'anima delle piante, che secondo la nostra fede è ora ancora
nello Sceol, potrebbe un giorno essere resuscitata in una fede futura, e questa fede
diventerà in futuro la voce del popolo, e la fede più generale in cui è radicata sarà
considerata come la voce di Dio. Naturalmente, molto di più dovrebbe cambiare in
relazione ad esso, cosa che spero anche con fiducia; per nulla più desolato del nostro
presente, cieco e sordo a tutta l'anima in natura, e quindi concezione naturale e
senz'anima. e quella fede in futuro diventerà la voce del popolo, e la fede più generale
in cui è radicata sarà considerata come la voce di Dio. Naturalmente, molto di più
dovrebbe cambiare in relazione ad esso, cosa che spero anche con fiducia; per nulla
più desolato del nostro presente, cieco e sordo a tutta l'anima in natura, e quindi
concezione naturale e senz'anima. e quella fede in futuro diventerà la voce del
popolo, e la fede più generale in cui è radicata sarà considerata come la voce di
Dio. Naturalmente, molto di più dovrebbe cambiare in relazione ad esso, cosa che
spero anche con fiducia; per nulla più desolato del nostro presente, cieco e sordo a
tutta l'anima in natura, e quindi concezione naturale e senz'anima.
L'avvertimento di non mettere troppa enfasi sull'accordo che abbiamo sull'assenza
di senz'anima delle piante sarà tanto più valido se noteremo che ciò che è comune a
questo riguardo in questo senso non è affatto universale. Molti milioni di indù e altri
popoli rudi considerano veramente le piante da animare; perché emanano da una
visione completamente diversa della natura. Ora, mentre possiamo essere molto più
saggi riguardo a tutte le cose che sono al di là del naturale, degli indù e di quegli altri
popoli rudi, ma se non è invertito su ciò che rientra nel regno della vita naturale, la
domanda rimane essere.
Sakontala dice nel noto dramma: "Sento l'amore di una sorella per questa
pianta"; si sta dicendo addio a una pianta.
Nell'antica legge di Menu 2) , che gode ancora di un'autorità su tutti gli esseri umani
in India, le posizioni sono le seguenti:
Cap. I., 49. (p.11) "Gli animali e le piante, circondati da oscurità multiforme, hanno
coscienza interiore a causa delle azioni precedenti e provano piacere e dolore".
Cap. IV., 32. (p 124) "Ogni padrone di casa deve mantenere qualcosa nella legge e
nell'equità, senza danneggiare la sua famiglia, per tutti gli esseri senzienti, animali e
vegetali".
2)Legge indù o Regolamento del menu dopo la Spiegazione di Culluca, in
inglese. da Jones, da qui in tedesco von Hüttner. Weimar 1797.
Cap. V., P. 168. "Piante erbacee, bovini, grandi alberi, anfibi e uccelli che sono stati
distrutti a causa del sacrificio, raggiungono nascite sublimi nel prossimo mondo."
Cap. XI, 143. (p.44). "Se qualcuno avesse mai involontariamente abbattuto alberi
da frutto, molti cespugli, piante rampicanti o quelli che crescono di nuovo dopo il
taglio, supponendo che fossero in fiore quando li hanno danneggiati, quindi deve
recitare un centinaio di parole di Beda ".
145. "Se qualcuno, per ragioni sfrenate e inutili, dovrebbe abbattere l'erba coltivata,
o che cresce da solo nella foresta, deve servire una mucca per un giorno e consumare
solo latte".
146. "Attraverso queste penitenze la razza umana può riconciliare il peccato delle
creature senzienti con danni pregiudizievoli o non etici". 3)

3) Il in XI. No. 143 e n. 145 penitenze sono tra un numero di altre designate per
l'uccisione di animali. In particolare, 144 si riferisce all'uccisione di insetti che
vivono in colture, frutti e fiori.

In Meiners, Geschichte der Religionen (IS 215), ho letto il seguente passaggio:


"I Talapoin nel Siam estendono il comando: non uccidere e non ferire né le piante
né i semi né i germi delle piante, come sopra uomini e animali, perché credono che
tutto ciò che vive sia anche animato un albero e rompere il ramo di un albero così
come non si mutilano una persona. non mangiano frutta acerba, in modo da non
distruggere i semi delle stesse, tanto meno nuclei stessi. In questo rigorosa astinenza
non sembra a loro senza permesso, quello di goditi ciò che è morto senza la loro
colpa, persino la carne degli animali ". (Da Loubère, Descript., Du Royaume de
Siam. Amsterdam, 1700. L P. 81.)
Qui solo occasionalmente voglio ricordare gli Hamadryad degli antichi che,
sebbene in epoche successive non intendessero più credere nel reale ravvivamento
degli alberi, sicuramente potrebbero solo procedere dal presupposto di tale. L'uomo
grezzo è infatti tutto animato nella natura. Gli egiziani adoravano anche le piante:
"Quibus haec nascuntur in hortis numina", dice Juvenal (Sat. XV.).
Caro ha quindi torto a dire (Psiche, pag 113): "Nelle nostre lingue e in altre lingue
non si è mai parlato di un'anima di piante".
Per inciso, anche tra noi innovatori non mancano completamente esempi di coloro
che credono nell'anima delle piante.
Percival considera la capacità delle piante di estendere le loro radici nel luogo in
cui trovano il cibo più appropriato per prolungare le foglie e i tronchi contro la luce,
un atto della volontà che non può essere pensato senza sensazione. (Transact. Soc. Of
Manchest.)
Anche FE Smith crede che un certo grado di felicità non possa essere negato alla
sensazione delle piante e, come risultato di ciò, in quanto stimola i movimenti, come
la stimolazione. B. nelle loro foglie e stami, esercizio. (Smith, Introd alla botanica, 2
ed.
Bonnet, Vrolik, F . Edvige e Ludwig tendono anche ad attribuire la sensazione alle
piante.
Martius non solo dà alle piante un'anima, ma anche un'immortalità di
esse. (Marzio: L'immortalità delle piante, un tipo, discorsi, Stoccarda, 1838.) - Non
conosco questo scritto in ogni dettaglio.
Dopo tante e così fragorose voci dei popoli, come possiamo ancora considerare
infallibile la nostra voce negativa? ma ora anche aggiungere che si verifica puniamo
questi voce negativa anche da un'altra voce positiva dentro di noi giace, da una voce
che molto di più di voce naturale possono essere considerati come quelli, voglio dire
la voce della poesia e una mente pensosa , Mentre noi neghiamo l'anima della pianta,
dobbiamo comunque continuamente nella poesia come nelle immagini di vita delle
piante come se fossero animati, sentirsi a proprio agio avvicinato dalla sua vita. Non
crediamo però con la comprensione, ma nonostante questo infedeltà è molto espresso
in noi involontariamente ai sensi di questa convinzione, e sarebbe probabilmente fare
di più se non sempre pensato che fosse ancora un errore. E ora dico: questa è la
natura che rompe costantemente con le nostre idee colte. Perché in effetti queste idee
sono qualcosa di ben formato, e cioè, per un modo di guardare alla natura, che è
lontano dal modo originale e immediato di concepirlo; ma non sono cresciuti da
queste stesse cose; come l'obiezione desidera mostrare, poiché altrimenti dovrebbero
emergere più chiaramente che tra noi popoli, che sono ancora più vicini allo stato
naturale; ma ora è il contrario. Si deve ammettere che è stato molto più facile perdere
di vista l'anima delle piante rispetto agli animali nella rimozione di questo stato
naturale, poiché l'analogia di quest'ultimo con noi rimane molto più diretta e
vicina; ma questo è solo vantaggioso non è cruciale per il modo in cui il nostro
sentimento è ora in questa materia. L'impressione di senz'anima che le piante
sembrano così improvvise per noi, piuttosto, deriva almeno tanto dal modo in cui
abbiamo imparato a guardarle come realmente sembrano; ed è con questa modalità di
contemplazione spirituale che prendiamo ciò che dovremmo dargli; perché sarebbe
della mente trovare la mente dove l'occhio non la vede. ed è con questa modalità di
contemplazione spirituale che prendiamo ciò che dovremmo dargli; perché sarebbe
della mente trovare la mente dove l'occhio non la vede. ed è con questa modalità di
contemplazione spirituale che prendiamo ciò che dovremmo dargli; perché sarebbe
della mente trovare la mente dove l'occhio non la vede.
In realtà, come possiamo essere sorpresi se non ricordiamo di pensare di un'anima
di piante, come abbiamo dei giovani delle piante sono così sentire parlare come
potrebbe essere di un'anima stesso fuori questione. Noi non condanniamo le piante
alla morte se non i cristiani di Muhammad al diavolo. Ciò che è considerato una
conclusione scontata tra genitori, insegnanti, nella moschea, in ogni strada, come
dovrebbe dubitarne il giovane musulmano? Vede i Giauri scritto dannazione sul
viso. Quindi diamo alle piante l'assenza di anima. In Storia Naturale di Raff (pagina
12) ho letto la stessa come la definizione della pianta: "una pianta è una pianta che
cresce dalla terra e la vita, ma non ha senso e non può spostarsi da un luogo all'altro."
Potrai invece anche dire la madre alla figlia: Guarda, il mio bambino, il fiore è
felice e la sua vita, che Dio gli ha dato, come te, solo in un modo diverso; tutti i fiori
hanno un'anima, sebbene non così intelligibile come gli uomini, ma piuttosto
adorabile; e non devi strappare un fiore per pura malizia. Anche se per la corona o per
portare qualcuno un bouquet, puoi farlo; perché gli animali hanno anime; ma Dio ha
ordinato che siano mangiati dagli uomini; così ha destinato i fiori a dare la vita per
decorare la vita dell'uomo con loro; ognuno deve adempiere al suo scopo. -
Lasceremo l'insegnante dice ai ragazzi a scuola: Gli esseri animati condividono
principalmente in due classi, quelli che sono radicati nel terreno, queste sono le
piante, e quelli che riescono a superarlo sono le persone e gli animali. Le piante sono
per noi, anche se dissimili rispetto agli animali, ma ancora viva man mano che
crescono, nascono, passano e in natura come è fatto tanto ai fini della loro
conservazione e la riproduzione, come per gli animali, e anche da questi e altri quelli
Per ragioni dobbiamo tenerla così come gli animali. Ma le persone non hanno creduto
in ogni momento; Guarda, figlioli, a questo proposito, siamo molto più lontani nel
passato. - Potrai anche tra quelle in cui il bambino cresce fino a essere poco messo in
discussione l'anima della pianta come l'anima degli animali, e non accadrà mai alla
domanda del bambino, se le piante possono anche essere inanimato; dal momento che
non vengono in mente per quanto riguarda gli animali che sono più diversi da
noi. Anche il nome animale è sufficiente per provare l'anima. E quello che non
sarebbe mai accaduto alle persone da bambino non sarebbe venuto in mente
nemmeno da adulti, quando le piante crescono, fioriscono, odorano, come
nell'infanzia. Questo è il modo in cui l'uomo è.
Quindi ti sbagli, se. deriviamo la nostra incredulità presente e locale dall'ispirazione
delle piante da mediazioni naturali fondamentali, perché non si può adeguatamente
dedurla per una ragione ragionevole, ed è arrivata a noi, non sappiamo come; si è
sbagliato se lo si trova giustificato da questo. Probabilmente molti ladri vengono di
notte e ci derubano di ciò che dovremmo avere a buon mercato, e quindi non è ancora
nel giusto. E diamo un'occhiata più da vicino e troviamo l'apertura attraverso cui è
entrato.
Primo, come abbiamo detto, sono le influenze dell'educazione a cui dobbiamo
l'incredulità; ma la domanda rimane, che cosa lo ha introdotto in questo? La mia
opinione è da ricercarsi nella terra bassa della schiena disteso del nostro attuale modo
di guardare le piante che l'uomo ad andare oltre lo stato iniziale della natura, dove ha
ancora tutta la natura che agisce come divino ispirato e tenuto in vita uguale a se
stessa per un'analogia illimitata sulla l'obiettivo giusto è uscito e ora traccia barriere
di analogia troppo strette. Dove tutta la natura è ancora considerato come ispirazione
divina in quanto è molto più facile riconoscere le singole anime come finzioni
speciali l'ispirazione generale rispetto al caso, è aumentato il nostro, l'animatrice
spirito divino dalla natura su di loro, e lei l'ha lasciata senz'anima. Ha anche portato
con sé le anime delle piante; e se non abbiamo fatto sentire la nostra anima, e non da
noi delle somiglianze verso il basso per le scimmie e le scimmie dal thread worm per
fortspönne significativamente ha fatto, avremmo i nostri animali e negare l'anima,
così come le piante. Perché il nostro attuale principio è riconoscere ovunque la
minima anima possibile nella natura. La scienza, l'arte, la religione, l'insegnamento
fin dalla prima giovinezza hanno permeato questa visione della natura, e tutte le sfere
della fede e della conoscenza hanno sperimentato l'intervento più
profondo. Cambiarlo significa cambiare un mondo. Ricordiamo, tuttavia, che la
cognizione più sviluppata, solo con la coscienza, spesso ritorna allo stato con cui è
iniziato lo sviluppo della cognizione. In questo modo non aggiungeremo molto peso
alla nostra attuale visione della natura, nonostante il fatto che ci sembra così
avanzato. Forse è per questo che è molto più vicino al punto di distrazione.
Se l'uomo potrà finalmente arrivare a vedere che Dio a prescindere dalla sua altezza
e la dignità può, per tornare alla natura, da cui non era venuto fuori per le persone
scortesi, senza tuttavia, nelle nostre apparizioni unione visibile e ne comunicano gli
estremi lavorare e senza, quindi, estinguere le individualità dei suoi esseri in
essa; Allo stesso modo, con la sostanza dell'anima che si è diffusa in tutto il mondo,
sarà più facile riconoscere i singoli disegni dall'interno del loro. Ma non possiamo
riposare su tali prospettive ora; piuttosto, deve prima applicare per aprire porte e
finestre, e tale finestra dovrebbe essere anche questa scritta, aprendo la vista in un
giardino fiorito di rose.
Le considerazioni precedenti soprattutto sono loro che mi permetta di mettere quasi
più peso sui fattori che sono probabilmente il senso distorto delle persone per quanto
riguarda la posizione delle piante in natura risintonizzazione che su motivi
intellettualmente sviluppati; poiché il punto di vista diretto contro l'anima delle
piante, contro cui dobbiamo combattere, è sostenuto da ragioni emotive piuttosto che
chiaramente sviluppate. Nel frattempo non ci sarà permesso di rifiutare il secondo; e
soprattutto non cedere, non può lasciare loro il peso apparente, quello che fanno solo
da vincere, che suggerisce la convinzione preconcetta già al loro peso considerando le
contro-argomentazioni.
Di tutte queste ragioni, ora voglio scegliere quella più grossolana, che potrebbe
essere la ragione per cui la maggior parte delle persone potrebbe pesare di
più. Altrimenti, sarebbe sempre stato un ostacolo per noi a una passeggiata che
avremmo voluto mantenere il più leggero possibile. Alcuni filosofi ci sorvoleranno
facilmente; più difficile è che alcuni naturalisti che vanno in natura non sono abituati
a sorvolare su di esso.
Ecco un riepilogo delle comunicazioni da fare nelle seguenti sezioni:
1) Le piante non hanno nervi (III).
2) Non hai libero movimento volontario (VII).
3) Mancano un organo centrale e in generale tutto ciò che sarebbe richiesto come
espressione di un'unità di unità unitaria (XIII).
4) Puoi vederli senza pietà depresso, falciati, tagliati ed esposti a qualsiasi tipo di
intervento distruttivo. Ma è contrario alla nostra sensazione che questo possa essere il
destino degli esseri senzienti (VI).
5) Sembrano essere pienamente calcolati allo scopo di soddisfare scopi umani e
animali, messi al servizio di uno strano mondo dell'anima, in modo che non si possa
cercare la propria anima e finire in essa (X.XI).
6) Anche se gli animali simili a piante danno solo segni ambigui di anima, le piante
attuali non possono più parlare dell'anima (XII).
7) È impossibile concepire concezioni immaginabili che siano diverse da quelle
degli animali, anche se sono ancora a un livello basso (XIV).
I punti di vista principali, da cui emerge il completamento di queste obiezioni, sono
riassunti brevemente nel curriculum conclusivo.

III. La domanda nervosa.


È innegabile che, se uno scoprisse solo quei fili proteici chiamati nervi nelle piante,
la difficoltà di dar loro l'anima sembrerebbe molto ridotta a molti. Ora, naturalmente,
si conclude che i nervi sono necessari per l'anima, e in parte solo dal fatto che le
piante assunte in modo senz'anima non ne hanno; ma non è solo questa conclusione
circolare che entra in gioco qui; principalmente la seguente considerazione:
Se si distrugge il cervello di un essere umano o di un animale, che è noto per essere
composto dalle fibre nervose più fini, distrugge allo stesso tempo tutte le condizioni
esterne e i fenomeni della sua vita psichica; Allo stesso modo, tagliando o
distruggendo parti speciali dei nervi, si può abolire la facoltà di particolari
sensazioni. Ma se gli animali non danno più segni di anima e sensazione dopo che i
loro nervi sono stati distrutti, le piante non avranno sin dall'inizio alcuna anima e
sensazione, poiché non hanno nervi fin dall'inizio. I nervi dimostrano che, almeno
nella nostra vita terrena su questa terra, sono condizioni essenziali per l'animosità o
strumenti che l'anima ha bisogno di esprimere se stessa nelle condizioni di questo
mondo.
Nulla sembra più decisivo di questa conclusione e nulla può essere meno utile.
Suppongo a lui quanto segue: Se abbatto tutte le corde o le distruggo da un
pianoforte, un violino, un liuto, allora è finita con i suoni di questi strumenti; Mi
piace martellarlo, battere come mi piace: vengono creati rumori incontrollati; un tono
reale, anche una sequenza melodica o armonica o una combinazione di toni, non può
più essere prodotto in modo assoluto; Allo stesso modo, strappando le corde speciali,
la facoltà di prendere appunti speciali può essere abolita; sembra, quindi, che le
stringhe siano condizioni essenziali per la produzione delle note; sono, per così dire, i
nervi di quegli strumenti. E da questo segue come prima, che il flauto, il fischio e
l'organo dall'inizio dei suoni, specialmente la combinazione melodica e armonica dei
suoni, sono incapaci
A dire il vero, il paragone è del tutto appropriato in quanto qui paragoniamo un
mezzo per produrre sensazioni oggettivamente con mezzi per produrre sensazioni
soggettive, per cui un certo accordo può presupporre fin dall'inizio. Il violino dà agli
altri, il corpo stesso sensazioni attraverso il suo gioco. Il corpo è, per così dire, un
violino che sente il gioco interiore delle corde stesse.
Ma adesso, quando vedo che il flauto, ma in realtà, sono il suono nonostante il mio
bellissimo circuito, produce oggettivamente sensazioni senza fili, quindi non so
perché non la pianta sensazioni soggettive dovrebbero essere in grado di produrre,
senza dover nervoso , Gli animali potrebbero essere solo gli strumenti a corda, le
piante potrebbero essere strumenti flauti di sensazioni. Quindi, naturalmente,
entrambi i sentimenti dovrebbero differire in modo tanto soggettivo quanto le
sensazioni che producono stringhe e strumenti a fiato differiscono
oggettivamente; ma in entrambi potrebbero esserci sensazioni altrettanto forti
associate all'unità psichica o melodiche o armoniose.
In effetti, non è prevedibile il motivo per cui la natura dovrebbe avere meno mezzi
a sua disposizione per produrre sentimenti di auto-sentimento che essere al comando
della nostra arte, produrre dagli altri sentimenti provati; poiché altrimenti la natura è
più ricca e varia nei suoi mezzi rispetto a noi; vediamo anche altrimenti come la
natura ama raggiungere lo stesso scopo generale attraverso la più grande varietà di
mezzi secondo i più svariati principi. Negli animali, nei quadrupedi e negli uccelli, gli
strumenti di respirazione formano uno verso l'interno, nelle branchie-animali un
albero rivolto verso l'esterno; procediamo continuando le nostre gambe; le altre
creature procedono per contrazioni del corpo, come le sanguisughe; altri continuano a
tossire, come gli animali da infusione, ecc. cosa succede dopo principi
completamente diversi. Lo scopo ideale di raggiungere attraverso i cambiamenti di
luogo ciò che è necessario per la vita è lo stesso ovunque. La natura deve davvero
essere rimasta così rigida da collegare l'organizzazione mentale all'organizzazione
corporea semplicemente per mezzo di bande neurali? Al contrario, perché mi sembra
in questo caso, più povero e più indifeso del solito, mi aspetto che oltre agli animali,
dove ha portato a termine il piano dell'organizzazione psichica con l'aiuto dei nervi, ci
sarà un'altra area dove lei lo troverà ha fatto diversamente La natura deve davvero
essere rimasta così rigida da collegare l'organizzazione mentale all'organizzazione
corporea semplicemente per mezzo di bande neurali? Al contrario, perché in questo
caso mi sembrano più poveri e più perplesso del solito, mi aspetto che ci saranno,
oltre agli animali, dove svolgono il piano di organizzazione mentale con l'aiuto di
nervi, un altro settore dove lui in ha fatto diversamente La natura deve davvero essere
rimasta così rigida da collegare l'organizzazione mentale all'organizzazione corporea
semplicemente per mezzo di bande neurali? Al contrario, perché in questo caso mi
sembrano più poveri e più perplesso del solito, mi aspetto che ci saranno, oltre agli
animali, dove svolgono il piano di organizzazione mentale con l'aiuto di nervi, un
altro settore dove lui in ha fatto diversamente
Cosa c'è di così meraviglioso nella materia proteica dei nervi che li ha resi adatti
solo a portatori o mediatori dell'attività mentale? Mi sembra che le fibre delle piante,
se le fibre sono richieste, siano altrettanto adatte a loro; sarà solo più adatto per la
disposizione delle piante e le proteine per quelle degli animali. Tutto vuole essere
considerato nella sua connessione. Sul sole non ci saranno nervini di proteine o fibre,
brucerebbe tutto; forse ci sono alcuni di platino. Forse non c'è affatto; Perché i nervi
sono certamente solo un mezzo, in un dato contesto, per organizzare sensazioni in un
modo speciale, che può essere rappresentato altrove con altri mezzi. Un suono grezzo
dà anche la scatola del pianoforte senza archi; sì, ogni corpo lo dà al
momento; Quindi, ogni movimento nel mondo può portare qualcosa di psichico; Ora
queste sono solo le condizioni per aggiungere questo in modo che questo contributo
non si presenti semplicemente nella vita divina universale, ma avvantaggia anche una
creatura a sé stante. Avremo domande speciali sulle condizioni di questo; ma è
altamente improbabile fin dall'inizio che solo i nervi dovrebbero essere adatti a
questo; sì, anche la forma del filo è essenziale. Se è proprio vero che il mondo intero
è un portatore, un'espressione dello Spirito divino, allora bisognerà chiedersi dove
stanno andando i nervi di Dio; e vediamo che i corpi cosmici distanti, senza lunghe
linee tra loro, sono comunque collegati a un sistema autonomo di luce e gravità,
È possibile mettere da parte gli altri che sono della stessa mente per la precedente
analogia, e potrebbe essere utile farlo in alcuni casi. Siamo, dopo tutto essenziale
sottolineato qui analogie, e possono anche essere così solo dimostrare niente, almeno
un rifiuto può essere superata con, e per illustrare il modo in cui questo argomento
sarebbe quella di mettere in varie forme.
Le fiamme delle nostre lampade e luci bruciano con stoppini, intrecciati con
fili. Anche la nostra anima brucia. Il sole, una fiamma di gas, brucia senza
stoppino. Quindi sarà probabilmente in grado di dare alle fiamme animiche il fuoco
senza fili da fili. Certo, le luci e le lampade con gli stoppini hanno il loro comfort:
possono essere facilmente portate da un lato, le fiamme del gas no; ma bruciano
quindi meno intensamente e non hanno anche vantaggi a loro volta? Quindi, gli
animali sono portatili, le piante fissano le anime. Perché il mondo dovrebbe essere
semplicemente illuminato con le lampade portatili? Ogni grande sala è illuminata
ancora di più con lampade fisse che portatili; ma il mondo è la stanza più grande. E in
verità possiamo effettivamente confrontare le anime con le fiamme; perché senza di
loro il mondo sarebbe completamente buio. Ancora una volta è il confronto tra il
soggettivo e l'obiettivo, come negli strumenti dei toni. Quanti mezzi ci sono per
applicare e mantenere la luce oggettiva, e ora limitiamo la natura agli stretti mezzi del
nervo che si libra nella libertà di attaccare e mantenere la luce soggettiva dell'anima?
La trappola spider inizia la sua rapina per mezzo di una rete di fili sottili e
lunghi; senza la rete non sa nulla da catturare. Simile alla nostra anima. Solo con una
rete di sottili fibre nervose riesce a catturare sensazioni ascoltando ciò che tocca
questi fili dal mondo esterno. Ma quindi tutti i ragni hanno bisogno di una simile rete
per catturare la loro rapina? Con no; c'è chi lo coglie direttamente da
un'imboscata. Così anche le piante potevano conoscere le loro sensazioni
direttamente senza rete nervosa. Se non vediamo il ragno nella sua tana e non
vediamo la rete, probabilmente pensiamo anche che sia solo un buco e nessun
ragno. Ma la rete non fa il ragno; ma il ragno fa la rete o non fa una rete e quindi può
ancora essere un ragno.
Se qualcuno si siede in macchina e guida, uno ha solo bisogno di tagliare i fili, per
cui i cavalli sono collegati alla macchina; così la macchina si ferma, ma i cavalli
corrono, chissà dove. Ma è quindi una padronanza intelligente dei cavalli, che io qui
paragono al dominio del corpo da parte di un'anima, è possibile solo per mezzo di
lunghi fili? Solo a questo riguardo sarà necessario che l'autista sieda in una scatola
separata, proprio come la nostra mente, se non altro, nel caso cerebrale. Ma si lascia il
manubrio per sedersi sul cavallo se stesso, ha bisogno solo le brevi, piccole redini
accattivanti, anche se è impostato sul cavallo giusto con le ginocchia, la frusta e la
lingua, non ha alcun bisogno di redini. Quindi le piante potrebbero ora essere
creature,
Simili analogie potrebbero ancora essere portate come tante! E perché dovrebbero,
esausti come sono dalla condizione generale della natura, cedere al punto di vista
dell'analogia più limitata in base alla quale si perde l'anima nelle piante, perché in
loro mancano i nervi, un mezzo speciale dell'anima? - Ma si può aiutare queste
analogie con una considerazione molto più diretta.
Vediamo che respirare, essere prigionieri, metabolizzare, nutrire gli animali è fatto
solo per mezzo di nervi, i cosiddetti nervi dei gangli; nelle piante non ci sono tali
nervi; ma la respirazione, la corsa di una prigione, il metabolismo e la nutrizione sono
buoni come quelli degli animali; sì, si ritiene che l'intera vita della pianta esista solo
in essa. Ma la pianta può respirare senza nervi e nutrirsi, perché non sentirla? Qui si
vede nel modo più chiaro, persino inconfutabile, che nelle piante molto è collocato in
altri mezzi, che è posto negli animali in efficacia nervosa. Le piante vanno,
ovviamente, in aggiunta ai nervi gangliari, anche i nervi cervello e midollo spinale
(Cerebrospinalnerven) da, e solo alle attività di questi mantiene per mantenere
l'attività mentale legato;
L'avvicinamento continuiamo il sistema nervoso solito non uso, il contenitore e la
testa di qualsiasi fine imponderable substrato forza fisica o agente di essere, che
forma così dire il collegamento tra l'anima e il corpo grossolano, il che significa che
gli impulsi dell'anima forterstrecken al corpo e la Per ritirare sensazioni dal
corpo. Non voglio difendere o respingere questa idea qui; ma se permettiamo che
venga accettato, non è imbarazzante trovare il gioco di un simile agente senza nervi
nelle piante. In primo luogo non si sa come la pianta fa, con la sua relativamente
semplice amido di mais blocco di celle, zucchero, tannino, una varietà di acidi,
alcaloidi, profumi, coloranti, le tossine, i grassi, resine, gomme, ecc, ecc per produrre
da materia inorganica; ogni pianta produce qualcosa di diverso con un altro, senza
alcuna comprensione di come l'altra disposizione di cellule, fibre e tubi potrebbe
farlo; una prova certa che qualcosa di più delle sole fibre, cellule e tubi sono efficaci
qui. Che questo sia di più almeno in uno dei suoi imprevedibili agenti è confermato
dalla circostanza che anche nel caso dei fenomeni chimici ordinari che avvengono al
di fuori dell'organismo, tale è il caso; L'elettricità è quindi parzialmente generata, in
parte quella prodotta ha un effetto sul processo chimico; e quindi non ci saranno
difficoltà, ma piuttosto la più grande richiesta, anche nel caso degli insoliti fenomeni
chimici nelle piante, di presupporre tale nel gioco, quale (o il suo gioco) può differire
tanto dall'agente (o gioco) che governa i fenomeni chimici ordinari, poiché entrambe
le apparenze stesse differiscono. C'è motivo di credere che la produzione dell'agente
nervino, qualunque sia la sua natura, è collegata negli animali con i processi chimici
che la precedono e reagisce ad essa; cosicché la struttura e la disposizione del sistema
nervoso sembrano essere importanti solo per la sua distribuzione e
distribuzione. negli animali è legato ai processi chimici che lo precedono e reagisce
ad esso; cosicché la struttura e la disposizione del sistema nervoso sembrano essere
importanti solo per la sua distribuzione e distribuzione. negli animali è legato ai
processi chimici che lo precedono e reagisce ad esso; cosicché la struttura e la
disposizione del sistema nervoso sembrano essere importanti solo per la sua
distribuzione e distribuzione.
Quindi le condizioni di produzione e del gioco di una ammenda agente in modo
tale che possa servire l'anima come a medio termine, ci richiederanno tale, uno manca
nel corpo dell'impianto così come nel corpo degli animali; solo le condizioni di una
distribuzione o distribuzione regolare della stessa, come richiesto dall'azione ordinata
di un'anima, potrebbero sembrare assenti dal sistema nervoso. Ma dal momento che
non sappiamo a tutti, che si fa nervosa adatto a guidare il possibile agente nervino
isolato, sì, questo anche difficile da spiegare ci sembra così lontano, così a spirale e
altre fibre della pianta possono essere altrettanto adatto per un simile Per condurre un
agente isolato, se questo, ciò che ancora dubitiamo, dovrebbe richiedere tale guida in
un senso simile a quello dell'animale.
Fondamentalmente, l'intera assunzione di un agente imponderabile nei nervi è solo
un'ipotesi, alla quale, naturalmente, possiamo concludere con una certa probabilità
dai fenomeni; ma non ha alcun interesse qui è di essere basato su, ma solo per
dimostrare che, se si vuole essere basata sulle piante come pure hanno le condizioni
per un ordinato gioco di questo agente come si potrebbe ritenere necessario, l'anima
come gli animali; ma se vogliamo sostituire quello di qualsiasi altra forza per il gioco
di un tale agente, una considerazione analoga sarà sempre trasferita ad esso.
Invece di basare ipotesi su qualcosa di cui non sappiamo nulla, sarebbe meglio
trarre conclusioni dai risultati chiaramente visibili. Vediamo successi piuttosto
ordinati nelle piante. I succhi corrono in una certa direzione, il fiore sale sopra la
pianta secondo certe regole, le foglie iniziano secondo qualche regola nella
circonferenza; certe file di celle sono correttamente riempite con queste, altre con
quelle sostanze; Prendere in considerazione il numero di foglie colori vivaci dei fiori,
i disegni molto regolari, che mostrano che i succhi colorati prendono modo molto
specifico, oi processi colori di specializzarsi in un modo molto specifico. Tutto ciò
parla in ogni caso di un ordinato gioco di forze, possano queste forze e i loro portatori
essere chiamati come desiderano; la pianta non dà nulla all'animale in essa; anche
ogni pianta ha seguito un ordine diverso rispetto agli altri, come ogni animale con le
altre cose, sistemi nervosi, indipendentemente dalla pianta ha del tutto assenti. Così,
invece di chiusura dell'assenza dei nervi alla mancanza di ordine prevalente nelle
forze vegetali, in quanto possono dire, l'inverso deve essere vicino dall'esistenza
dell'ordine sulle condizioni di queste forze dell'ordine, e non sarà contestata, che non
li conosci ancora di avvicinarsi. Solo una prova della nostra ignoranza, non la loro
assenza, può essere vista in essa. Così, invece di chiusura dell'assenza dei nervi alla
mancanza di ordine prevalente nelle forze vegetali, in quanto possono dire, l'inverso
deve essere vicino dall'esistenza dell'ordine sulle condizioni di queste forze
dell'ordine, e non sarà contestata, che non li conosci ancora di avvicinarsi. Solo una
prova della nostra ignoranza, non la loro assenza, può essere vista in essa. Così,
invece di chiusura dell'assenza dei nervi alla mancanza di ordine prevalente nelle
forze vegetali, in quanto possono dire, l'inverso deve essere vicino dall'esistenza
dell'ordine sulle condizioni di queste forze dell'ordine, e non sarà contestata, che non
li conosci ancora di avvicinarsi. Solo una prova della nostra ignoranza, non la loro
assenza, può essere vista in essa.
Non voglio sostenere che in alcuni degli animali inferiori, in particolare i polipi, a
cui non sono stati attaccati la sensibilità e il movimento volontario, nessuno è stato
ancora decretato, e finora non sono stati scoperti i nervi. Sarebbe senza dubbio
risposto: saranno scoperti di nuovo; sono fin troppo sottili, trasparenti, isolati, come
se fossero riusciti finora. Potrebbe davvero essere così. Non ho alcun motivo o
interesse a dubitarne. La stessa scusa sarebbe stata trovata nelle piante; ma sono
lontano dal usarli; non ha bisogno di lei; L'idea che la sensazione sia possibile solo
per mezzo dei nervi si basa in genere solo su un'ipotesi arbitraria o sull'errore: poiché
i nervi sono necessari negli animali per la sensazione, sono necessari ovunque. Che
cosa si può avere contro di esso, se mi oppongo all'altra conclusione, perché le piante
non hanno nervi per la sensazione, avranno qualcos'altro. Una conclusione vale tanto
quanto l'altra, cioè, nessuno è buono per qualcosa; dipende da come si può sostenerlo
ulteriormente.
Ci si potrebbe pensare, e in effetti, soprattutto in passato, ha pensato molto a
trasformare le fibre a spirale (vasi a spirale) delle piante in rappresentanti dei
nervi. Oken dice nella sua filosofia della natura II: 112, "Le fibre spirali sono per le
piante che i nervi sono per l'animale, possono essere chiamati nervi vegetali con pieni
diritti e sono felice di poterli usare in questo diritto. determinano il movimento e
l'eccitazione dei processi biologici ", ecc . -Da parte mia, non credo che in un modo
completamente diverso, anzi, come in seguito risulta, sotto certi aspetti solo piani
opposti dell'organizzazione delle piante contro gli animali della vera rappresentazione
dei nervi da parte di qualsiasi organo possa essere il discorso; ogni analogia rimarrà
molto incompleta. Come è ora ma anche dare un lato della corrispondenza tra due
organigrammi nonostante tutte le differenze, allora amore può sempre dire che le
fibre a spirale sono nelle piante, che corrisponde alle fibre nervose animali o più; Può
anche essere vero che questo corrisponde ad una misura minore che tra le canne di un
organo e, dall'altro lato, ma ancora non rispettare le corde di un pianoforte, che
sembrano in qualche modo rispetto corpo tongebende ma non incontrano in due
strumenti, perché il corpo solido del tubo non è auto-colorazione nell'organo, mentre
le corde fisse sono nel piano; perché suonano semplicemente qualcosa nell'aria,
quando l'aria viene spinta dalle corde. Tenendo conto di questa impossibilità di pura
analogia, può sempre essere interessante seguirlo per quanto è praticabile, cioè,
poiché i dati si trovano nell'esperienza stessa. E così si trovano in particolare i
seguenti punti di confronto tra fibre a spirale e nervi.
Le fibre a spirale, vasi spirali, la pianta è uguale per formare le fibre nervose da una
fusione di cellule allineate e filtri come questa, in realtà, tubi sottili rappresentano,
eccetto che si limitano a portare l'aria in condizioni sviluppati, mentre le fibre nervose
o tubi nervosi sembrano contenere un'essenza liquida , Le fibre a spirale si estendono
in una relazione continua attraverso la pianta, mai diramano, ma i fasci più grandi
rilasciano solo fasci più piccoli piegando le fibre. La loro posizione è centralmente
contro le altre specie di fibre e cellule della pianta, dal fatto che ciascun fascio di
fibre spirale è racchiuso da tale, preferibilmente allungata cellule (fibre), come negli
animali, ci sono preferibilmente navi, che corrono in prossimità del nervo. Il numero
e la disposizione dei fasci di vescicole a spirale è caratteristico e significativo per
ogni pianta, in quanto la costruzione del tutto è connessa con esso; appaiono più
potenti nel complesso, e più si riuniscono, più alto è il gradino su cui si trova la
pianta, mentre nelle piante più basse, nessuna di esse è stata scoperta. Una funzione
importante deve essere risolta per loro in base alla loro peculiare struttura e alla loro
posizione nella pianta; ma, come per i nervi degli animali, non si esprime
direttamente in alcuna prestazione materiale. I fisiologi vegetali di commercio sono
opinioni molto diverse su di esso, e le specifiche più dolci ammettere che non
sappiamo nulla su di esso. appaiono più potenti nel complesso, e più si riuniscono,
più alto è il gradino su cui si trova la pianta, mentre nelle piante più basse, nessuna di
esse è stata scoperta. Una funzione importante deve essere risolta per loro in base alla
loro peculiare struttura e alla loro posizione nella pianta; ma, come per i nervi degli
animali, non si esprime direttamente in alcuna prestazione materiale. I fisiologi delle
piante di Fach non sono d'accordo e il più astuto ammette che non ne sappiamo
nulla. appaiono più potenti nel complesso, e più si riuniscono, più alto è il gradino su
cui si trova la pianta, mentre nelle piante più basse, nessuna di esse è stata
scoperta. Una funzione importante deve essere risolta per loro in base alla loro
peculiare struttura e alla loro posizione nella pianta; ma, come per i nervi degli
animali, non si esprime direttamente in alcuna prestazione materiale. I fisiologi delle
piante di Fach non sono d'accordo e il più astuto ammette che non ne sappiamo
nulla. Una funzione importante deve essere risolta per loro in base alla loro peculiare
struttura e alla loro posizione nella pianta; ma, come per i nervi degli animali, non si
esprime direttamente in alcuna prestazione materiale. I fisiologi delle piante di Fach
non sono d'accordo e il più astuto ammette che non ne sappiamo nulla. Una funzione
importante deve essere risolta per loro in base alla loro peculiare struttura e alla loro
posizione nella pianta; ma, come per i nervi degli animali, non si esprime
direttamente in alcuna prestazione materiale. I fisiologi delle piante di Fach non sono
d'accordo e il più astuto ammette che non ne sappiamo nulla.
Goethe dice dei vasi spirali nella sua esposizione di Recherches sur la struttura
intima ecc par Dutrochet (Ges Opere, vol 55. pp II ..): "I vasi spirali che
consideriamo essere le parti più piccole, che l'intero a cui appartengono,
completamente sono uguali e homoeomeries considerati di informarlo delle loro
peculiarità e tornare di proprietà e la determinazione dello stesso. si è attribuito a loro
un'auto-vita, di muoversi singolarmente in sé e per sé e ad accettare una certa
direzione della forza. le chiamate Dutrochet eccellenti una incurvazione vitale Non
riteniamo necessario avvicinarsi a questi segreti ".
Inoltre ci troviamo ad avvicinarci a questi segreti qui non più richiesti. Ad ogni
modo, si può vedere che i segreti naturali presenti qui, come tutti i segreti naturali,
non mancano nemmeno nelle interpretazioni stravaganti.
Ora, nelle due sezioni che seguono, confrontiamo con il punto di vista anatomico
alcuni punti di vista teleologico ed estetico che, sebbene già toccati nelle discussioni
preliminari generali (sotto II), non sono stati in grado di trovare il loro pieno sviluppo
lì. Anche se si trovano poche prove in considerazione della specie, più mi sembra
convincente. In ogni caso, è stato così che la convinzione si è sviluppata e decisa per
me.

IV) Ragioni teleologiche.


Una volta stavo in uno stagno in una calda giornata estiva e guardavo un giglio
acquatico che aveva disteso le foglie senza problemi sull'acqua e si stava crogiolando
alla luce con i fiori aperti. Sarebbe straordinario avere questo fiore, pensai, tuffandosi
nel sole, giù nell'acqua, quando sentì qualcosa del sole e del bagno. E perché, mi
chiedevo, non dovrebbe lei? Mi sembrava che la natura non avrebbe costruito una
creatura così bella e attenta per circostanze tali da presentarla semplicemente come
oggetto di una contemplazione oziosa, specialmente perché mille ninfee sarebbero
appassite senza che nessuno la guardasse; Mi è sembrato molto di più il pensiero di
aver costruito la ninfea in modo da poter evocare il massimo piacere che si può
ottenere dal bagno sul bagnato e dalla luce allo stesso tempo.
Quanto è bella la vita di questo fiore in queste condizioni? 1), Se ha alzato la sua
giornata sopra il fiore aperto (a volte fino a diversi centimetri di altezza), la chiude di
notte, quando non ha più da cercare nella luce, si appoggia e, come è giusto, quello
che leggo va Rimettilo sott'acqua e riemergiti dal letto umido al mattino. Il fiore di
loto dovrebbe fare lo stesso, o anche andare così in basso di notte, che non può essere
raggiunto con il braccio immerso nell'acqua; Al mattino sorge di nuovo, e mentre il
sole sorge, sale più in alto con il gambo fuori dall'acqua. Non crediamo più alle sirene
d'acqua che dormono sul fondo dell'acqua e si alzano al mattino per crogiolarsi nella
luce; ma la stessa poesia ha riconosciuto che una tale vita vuole i suoi incantesimi; la
natura lo sapeva, e ha reso la poesia una realtà. Certo, non tutti i fiori si alzano e si
inclinano in alternanza, anche se molti altri lo fanno; ma tutti devono farlo? Non sono
già soddisfatti nel fiore e nel germoglio, nel godimento della rugiada, dell'aria e del
sole, ciascuno nel proprio modo speciale?
1)Linné (Disquis de Sexu Plantar, 1760) dice quanto segue al riguardo:
N. alba qnotidie criniera ex aqua tollitur, dilatat floremque, adeo ut Meridiano
tempore tres omnino dei pollici pedunculo Teal superemineat. Sub vesperam
penitus clausa et contecta demergitur. Circa Horam enim quartam post
meridiem contrahit FLOREM, sub agitque aqua omnem noctem, quod Nescio a
cuiquam per mille annos a notatum sedersi, id est inde un theophrasti
dell'AEVO, qui hoc obseryavit in Nymphaea Loto .... scripsit autem Teofrasto,
Hist. I piani , IV 10, de Loto ea, quae sequentur "In Euphrate caput floresque
Passa referunt, atque descendere usque in medias Noctes:. Abire tantumque nel
vecchio, ut ne quidem demissa manu capere sedere: diluculo tua redire, et ad
diem magis salamoia. Oriente marmellata Undas Extra Emergere floremque,
patefacere: quo brevettato facto amplius insurgere, aereo ut da Aqua absit
vecchia - Idem prorsus mos est noatrae Nymphaeae albae (Decand ... Phys. II.
86.)

Così ho pensato ora in poi, la natura ha costruito probabilmente solo circa la pianta
di montagna in modo diverso e posto su un altro luogo come la freschezza e la
purezza dell'aria di montagna e che cosa può avere in caso contrario la montagna è
ancora diverso dallo stagno, essendo a ragione pura, per godere pienamente. È, mi
dissi, che la ninfea è davvero così peculiare solo per l'acqua, la pianta di montagna
per la montagna; o volevamo rovesciarlo, non potevamo anche noi, e dire che l'acqua
era tutta per il giglio d'acqua, la montagna per la pianta di montagna? È vero, nelle
farfalle, nei pesci, si hanno già degli esseri che amano la vita nell'aria e
nell'acqua; puoi chiedere, perché gli altri? Ma quanto diversamente costruito,
arredato! Diverse farfalle volano sulla stessa montagna, già nuoti diversi pesci nella
stessa acqua! Rende gli altri superflui? Ognuno acquisisce sensazioni e impulsi
diversi dallo stesso elemento, in base alla sua particolare disposizione e al suo
comportamento. Ora la pianta acquatica si comporta in modo molto diverso rispetto a
tutti gli altri pesci contro l'acqua, la pianta di montagna è molto diversa da tutte le
farfalle contro l'aria e la luce; quindi ci saranno altri tipi di sensazioni e impulsi per
loro! Il fatto che la pianta abbia una farfalla e che la farfalla abbia una pianta opposta
le rende diverse in natura e rende possibili varie sensazioni per loro; Perché se la
farfalla beve fiori di nettare, non può sopportare la stessa sensazione di loro. O
vorresti dire, la sensazione della pianta diventa superflua e improbabile perché la
farfalla ha già delle sensazioni? Sarebbe buono come a dire che la rendono il
trasporto del amante e l'amato la sensazione di uno degli altri inutili e improbabile
come vediamo, ma che con una quota pari dei rapporti di cambio vivaci e ogni pagina
la stessa sensazione vivida di Sopporta , Se quest'ultimo contrasto è più stretto di
quello della farfalla e del fiore, questo non può avere nient'altro da fare che indurlo
per un altro contrasto di sensazioni. che nel rapporto dell'amante e dell'amante, la
sensazione dell'uno rende l'altro superfluo e improbabile, dal momento che vediamo
che con la stessa proporzione di intercambiabilità vivente, ogni parte porta una
sensazione altrettanto vivente. Se quest'ultimo contrasto è più stretto di quello della
farfalla e del fiore, questo non può avere nient'altro da fare che indurlo per un altro
contrasto di sensazioni. che rendono inutile e improbabile nel trasporto di l'amante e
l'amato la sensazione di una mano all'altra, ma come si vede che per le stesse azioni
nel cambiamento delle condizioni di vita e ogni pagina la stessa sensazione viva di
esso porta. Se quest'ultimo contrasto è più stretto di quello della farfalla e del fiore,
questo non può avere nient'altro da fare che indurlo per un altro contrasto di
sensazioni.
È la più grande arte della natura per rendere possibile a tutti di disegnare qualcosa
di diverso dallo stesso Borne cambiando la pozione con la coppa. Ogni essere
rappresenta, per così dire, un setaccio di forma diversa, che di conseguenza filtra le
altre sensazioni dalla natura; e ciò che rimane è per innumerevoli altri. Tuttavia,
lascia che il regno animale abbia preso tutto dalla natura per ciò a cui è suscettibile,
quindi una metà altrettanto grande rimane per il regno vegetale.
Non mi sembra difficile indovinare dal punto di vista del supplemento che domina.
Uomo, l'animale corre qui, lì, si dissolve tra tutti i tipi di piaceri, esperienze, tocca
tutto, che è lontano. Questo ha i suoi vantaggi. Ma se guardiamo solo all'elemento
umano stesso, riconosciamo anche l'unilateralità di questi vantaggi. Oltre
all'escursionismo e al viaggio, l'insediamento domestico ha i suoi vantaggi, che non
vanno persi; Ci sono molte sfere silenziose e costanti di attività che vogliono anche
essere vissute e sentite attraverso; ma i vantaggi che ne dipendono non possono
essere raggiunti allo stesso tempo con quei vantaggi, e chiunque voglia accontentarsi
di uno, non può allo stesso tempo farlo dall'altro. Ecco perché uno sta viaggiando e
l'altro si attacca al rombo. Come nel regno umano, così nel regno della natura. Le
persone e gli animali sono i viaggiatori, le piante gli individui del mondo attaccati al
suolo; quelli destinati a prendere possesso ea lottare per i lontani rapporti della
natura; questo, sentendosi e sforzandosi di esaurire il cerchio di certe relazioni in un
dato circolo; ma poi non possono attraversarlo, perché ogni camminata porta oltre il
punto di vista fisso, ma cresce solo attraverso. Lascia andare questo secondo lato
della vita e hai lasciato fuori metà di ciò che è necessario, in modo che tutto in natura
sia necessario. perché ogni corsa conduce oltre il punto di vista fisso, ma cresce solo
attraverso. Lascia andare questo secondo lato della vita e hai lasciato fuori metà di ciò
che è necessario, in modo che tutto in natura sia necessario. perché ogni corsa
conduce oltre il punto di vista fisso, ma cresce solo attraverso. Lascia andare questo
secondo lato della vita e hai lasciato fuori metà di ciò che è necessario, in modo che
tutto in natura sia necessario.
Vediamo come la natura non fa perdere un grumo di feci; Ci sono tre bestie che
litigano, usando ogni spazzatura e spreco di spazzatura, in breve, cercando di
sfruttarlo al massimo; - Non dovremmo anche fidarci di lei che dovrà affrontare le
attuali condizioni d'uso, perché l'uso permanente con la corsa insieme ti darà tutto
l'uso? Un animale infila il naso solo una volta, dove una pianta rimane sempre ferma,
scorre superficialmente sulla terra, in cui la pianta è profondamente radicata, si rompe
qua e là una volta nella direzione dei singoli raggi nel cerchio, quella Riempie la
pianta completamente e costantemente; ma nella stessa proporzione meno sarà in
grado di esaurire il cerchio di queste relazioni con la sua sensazione,
Ho visto l'altro giorno mia moglie una pianta con la zolla fuori dai vasi sollevare e
ammirato come la pianta in modo completamente radicato alla palla terra per la più
bella di assaporare ogni angolo del mondo era alla ricerca di; e come sotto terra, era
sopra la terra. Non è stato fino a quando l'impianto è stato spostato a parte nelle
filiali, e poi hanno avuto gli spazi con ramoscello alci e foglie piene che potrebbero
ottenere attraverso non poca aria unenjoyed; e alla punta dei rami ha anche mostrato i
fiori blu alla luce. Quindi lo lodo, la natura, se solo la pianta ne tragga davvero
beneficio; ma che vanitoso sforzo e ozioso dandy, quando i fiori e gli alberi crescono
come muti fiorisce. Sarebbe un bel lavoro per niente; e quello in così tanti boschi e
campi più e più volte ancora e ancora.
Ora per noi è solo il significato giusto che le piante affollino così strettamente nello
spazio, mentre gli animali si muovono solo avanti e indietro tra loro. Dopotutto, lo
spazio non sarebbe sfruttato se le sfere in piedi di azione e sensibilità volessero
lasciare spazi vuoti tra loro; al loro posto si incastrano l'un l'altro in
giustapposizione; ma sarebbe altrettanto poco usato, se il mobile volesse sprecare il
posto per il movimento; anche metà degli animali mangia l'altro, solo per ripulire
ancora e ancora; e questa compensazione è essa stessa legata all'istinto e alla
sensazione. In questo modo la natura sviluppa e usa, per quanto possibile, tutta la sua
ricchezza, la sua pienezza.
Come scarso, dopo che le piante sono scomparse dal regno delle anime, come non
sarebbe dispersa la sensazione nella natura, come in casi isolati vagano attraverso i
boschi solo come cervi, come coleotteri volano intorno ai fiori; e dovremmo davvero
fidarci della natura per essere un tale deserto, quello attraverso il quale soffia l'alito
vivente di Dio? Quanto è diverso, se le piante hanno e sentono l'anima; non più come
occhi ciechi, orecchie sorde in natura, in lei che vede se stessa e si sente tante volte,
come le anime sono in lei, che la sentono; quanto è diverso per Dio stesso, che sente
certamente le sensazioni di tutte le sue creature in una reciproca interazione e
armonia, quando gli strumenti non sono più a intervalli l'uno dell'altro? Dove succede
questo in un concerto di poveri? Ora vuoi trovarlo con il Dio ricco così? Non è più
bello, più grande e più glorioso, pensare che gli alberi viventi della foresta stessa
brillino come torce dell'anima contro il cielo, che non diano luce alla nostra fornace
nella morte? Ed è per questo che dovrebbero prima crescere in modo così prominente
in altezza? Il sole stesso non può rendere il mondo luminoso, senza anime che ne
sentano il bagliore. Com'era terribile nella foresta illuminata dal sole, se il sole non
riusciva a liberare le anime degli alberi. Ma se è capace di farlo, allora una foresta è
come un fuoco vivente davanti a Dio, che lo aiuta a illuminare la sua natura. E una
volta che l'albero è veramente bruciato, sfugge solo, per così dire, in una fiamma
visibile esternamente, che tanto a lungo risplende interiormente per Dio e per se
stesso. più grande e più glorioso, pensare che gli alberi viventi della foresta stessa
brillino come torce dell'anima contro il cielo, che non diano luce alla nostra fornace
nella morte? Ed è per questo che dovrebbero prima crescere in modo così prominente
in altezza? Il sole stesso non può rendere il mondo luminoso, senza anime che ne
sentano il bagliore. Com'era terribile nella foresta illuminata dal sole, se il sole non
riusciva a liberare le anime degli alberi. Ma se è capace di farlo, allora una foresta è
come un fuoco vivente davanti a Dio, che lo aiuta a illuminare la sua natura. E una
volta che l'albero è veramente bruciato, sfugge solo, per così dire, in una fiamma
visibile esternamente, che tanto a lungo risplende interiormente per Dio e per se
stesso. più grande e più glorioso, pensare che gli alberi viventi della foresta stessa
brillino come torce dell'anima contro il cielo, che non diano luce alla nostra fornace
nella morte? Ed è per questo che dovrebbero prima crescere in modo così prominente
in altezza? Il sole stesso non può rendere il mondo luminoso, senza anime che ne
sentano il bagliore. Com'era terribile nella foresta illuminata dal sole, se il sole non
riusciva a liberare le anime degli alberi. Ma se è capace di farlo, allora una foresta è
come un fuoco vivente davanti a Dio, che lo aiuta a illuminare la sua natura. E una
volta che l'albero è veramente bruciato, sfugge solo, per così dire, in una fiamma
visibile esternamente, che tanto a lungo risplende interiormente per Dio e per se
stesso. di quello che fanno solo luce sulla nostra stufa nella morte? Ed è per questo
che dovrebbero prima crescere in modo così prominente in altezza? Il sole stesso non
può rendere il mondo luminoso, senza anime che ne sentano il bagliore. Com'era
terribile nella foresta illuminata dal sole, se il sole non riusciva a liberare le anime
degli alberi. Ma se è capace di farlo, allora una foresta è come un fuoco vivente
davanti a Dio, che lo aiuta a illuminare la sua natura. E una volta che l'albero è
veramente bruciato, sfugge solo, per così dire, in una fiamma visibile esternamente,
che tanto a lungo risplende interiormente per Dio e per se stesso. di quello che fanno
solo luce sulla nostra stufa nella morte? Ed è per questo che dovrebbero prima
crescere in modo così prominente in altezza? Il sole stesso non può rendere il mondo
luminoso, senza anime che ne sentano il bagliore. Com'era terribile nella foresta
illuminata dal sole, se il sole non riusciva a liberare le anime degli alberi. Ma se è
capace di farlo, allora una foresta è come un fuoco vivente davanti a Dio, che lo aiuta
a illuminare la sua natura. E una volta che l'albero è veramente bruciato, sfugge solo,
per così dire, in una fiamma visibile esternamente, che tanto a lungo risplende
interiormente per Dio e per se stesso. Com'era terribile nella foresta illuminata dal
sole, se il sole non riusciva a liberare le anime degli alberi. Ma se è capace di farlo,
allora una foresta è come un fuoco vivente davanti a Dio, che lo aiuta a illuminare la
sua natura. E una volta che l'albero è veramente bruciato, sfugge solo, per così dire,
in una fiamma visibile esternamente, che tanto a lungo risplende interiormente per
Dio e per se stesso. Com'era terribile nella foresta illuminata dal sole, se il sole non
riusciva a liberare le anime degli alberi. Ma se è capace di farlo, allora una foresta è
come un fuoco vivente davanti a Dio, che lo aiuta a illuminare la sua natura. E una
volta che l'albero è veramente bruciato, sfugge solo, per così dire, in una fiamma
visibile esternamente, che tanto a lungo risplende interiormente per Dio e per se
stesso.
Certo, possiamo solo pensare in questo modo; Non vediamo immediatamente nulla
di quelle fiamme dell'anima della natura; ma dal momento che possiamo pensarlo,
perché non lo vogliamo? Nessuno ci obbliga ad aprire il nostro occhio esterno alle
luci esterne, per riscaldarci con le fiamme esterne. Perché lo stiamo facendo? Perché
ci piace molto meglio che stare seduti al buio e al freddo. Bene, in una natura oscura
e fredda sediamo anche noi, se non vogliamo aprire l'occhio interiore dello spirito
davanti alle fiamme interiori della natura. Qualcuno preferisce non farlo, chi può
difenderlo? Eppure, quanto è ciò che dovrebbe fermarci!
Diamo uno sguardo da vicino all'intero ciclo di vita della pianta: come i succhi si
gonfiano così vigorosamente; come li spinge a guidare occhi e rami ea modellare
irrequieti se stessi; mentre lotta con la corona in cielo e con la radice nelle profondità,
padrona di se stessa, senza che nessuno la trascini là o si costringa a farsi strada
là; come saluta la primavera con le foglie giovani, l'autunno con i frutti maturi; dorme
un lungo inverno, e poi inizia a creare qualcosa di fresco; in asciugare le foglie pende
e in freschezza solleva; rinfrescato alla corda; strisciando come un rampicante alla
ricerca del sostegno; - come il fiore riposa tranquillamente nascosto nel nascere e poi
arriva un giorno in cui si apre alla luce; mentre inizia a emettere fragranze e a traffico
alternato con farfalle, Si verificano api e coleotteri; come il sesso diventa attivo in
lei; lei si apre al mattino; chiusura la sera o prima della pioggia; alla luce; - e mi viene
in mente che dovrebbe essere difficile per noi pensare invano, desolato, vuoto alla
sensazione di questo cerchio gonfiore e gonfio di vita così ricco di cambiamenti
interiori ed esteriori.
Certo, non è un segno della sensazione di un uomo, un gatto, un passero, un pesce,
una rana, un verme, ciò che vediamo qui; sono segni della sensazione di un abete, un
salice, un giglio, un garofano, un muschio. Ma la vita psichica delle piante non
dovrebbe ripetere quella degli animali, ma completarli. E non c'è abbastanza analogia
in quei segni di vita, anche con i nostri, per considerare le piante come le nostre
anime gemelle? Se solo non fossimo così orgogliosi delle nostre gambe che li
investimmo e li calpestammo, come se bastasse avere gambe per dare priorità anche a
un'anima. Sì, le piante potevano correre e gridare come noi, nessuno parlerebbe con
loro dell'anima; tutti quei segni vari e teneri e silenziosi dell'anima, che danno non ci
pesano tanto quanto quelle grossolane che ci mancano; eppure le piante sono
probabilmente semplicemente stupide per noi perché siamo sordi a loro. Ma diciamo
per noi stessi di una pianta che è nella siccità, sembra triste, ha sete, languisce. Ma
dovremmo sentire più il lutto, il languore, il languire di quella pianta che lei stessa,
che forse potremmo guardare felicemente mentre appende le foglie e sta per
morire? Sembra essere più vicino a lei dopo tutti i segni che a noi. E perché non
parliamo mai nemmeno di un fiore artificiale, che ci ride come se fosse vivo, non
importa quanto sia vivo? Perché no perché sospettiamo solo in questo, non in
quell'anima davvero ridente? Cristo rimproverò gli ebrei, che richiedeva segni e
prodigi per credere; Non siamo peggiori degli ebrei, che vedono veramente i segni e
le meraviglie di un'anima vivente, eppure non vogliono crederci? Cos'altro vogliamo
vedere per credere?
Diamo uno sguardo più da vicino a tutti i momenti di quel ciclo di vita, in cui il
bocciolo del fiore si sta appena aprendo.
Come in precedenza, tutti affollato nella vita della pianta di nuovo a quel momento,
e sembra a parte su un potente, improvvisa, meraviglioso loro se ora spezzando
quello che hanno appena semplicemente cercavano nel buio sorpresa, ha lavorato
senza sapere ciò che è stato importante in un momento in coppe aperte come un dono
ricevuto dall'alto in fusioni pieno, un modello di quello che sarà una volta ricevuto
per il nostro lavoro al maggiore tra il più alto, quando l'anima sarà anche rompere
attraverso il nostro corpo. Oppure confrontiamolo ora solo con eventi terrestri! Il
fiore si comporta diversamente contro la luce di quanto appare nel corpo umano come
un fiore colorato, quando l'occhio si apre per la prima volta contro la luce? La
piegherà chiusa, Le foglie sono ammassate in modo diverso sul nascere di quanto la
farfalla sia stata chiusa per la prima volta, confezionata nelle ali delle bambole? Se
uno pensa che la natura ci ha dato una vera sensazione nell'occhio che si apre e nella
farfalla strabiliante, e nel fiore che si spezza e fuori, ci vengono dati solo i segni
esteriori di sensazione; Siamo noi i primi a mettere la sensazione in esso? Come se la
natura non fosse più potente, più ricca e più profondamente equilibrata di noi,
potremmo darle qualcosa che non aveva già portato con molto più cuore, non tutta la
nostra stessa poesia sarebbe un debole riflesso del suo sentimento, naturalmente il
nostro, ma non solo ricevuto. Sicuramente ha almeno, sì, sicuramente di più, i
sentimenti che possiamo provare nel fiore in fiore; tutti
Tuttavia, non penso che sia stato solo nel periodo di massimo splendore che la
sensazione della pianta si sia risvegliata, cosa che alcuni di quelli che pensavano
fossero abbastanza generosi con essa, hanno ammesso. E, inoltre, era una cosa
piuttosto oscura, quel poco di sensazione che prendeva vita, probabilmente più scuro
dei nostri sogni più oscuri. Ma la forza e la chiarezza, per ora mettere da parte, perché
non dovrebbero credere che quando la pianta è in fiore si sente si sente bene prima
della fioritura, quando non ho alcun dubbio che la farfalla che si sente come una
farfalla, anche io si sente come un bruco? La pianta prima della fioritura è, per così
dire, in proporzioni simili al suo stato di fioritura futuro. Si risveglia solo con il fiore
nuovi sensi e istinti di vita in esso, che invadono tutti i precedenti,
Per fare una breve digressione, sono fiori e insetti, specialmente farfalle, mai
abbastanza strano parallelo allo stesso tempo e complementarietà, tranne che il fiore
la precedente fase della vita superando lo stesso, conserva ancora una base tra loro,
mentre la farfalla sua precedente fase della vita completamente spogliato, o più
correttamente, con se stesso e dentro di sé. L'anima della pianta costruisce il suo
corpo come una scala, la cui sommità è il fiore, che rimangono sotto; La farfalla
apparentemente vola sopra il suo livello precedente, ma alla fine la porta in aria con
essa, rendendola più alta, e quindi scompare come una più profonda. Il bruco vive
sull'erba che è la sua immagine, la farfalla sul fiore che è la sua immagine. Così vicini
entrambi, Farfalla e pianta, solo insieme dal loro cerchio di vita. Un promemoria
dell'aldilà potrebbe collegarsi di nuovo. Il bruco trova ciò che ha impiegato nello
stato inferiore, elevato a un grado superiore in un regno superiore di luce; Così
l'uomo può un giorno ritrovare il cerchio della vita in cui viveva qui, elevato a uno
stato superiore; ma poiché la farfalla può vagare per altri mille fiori, potrebbe un
giorno essere con noi. La pianta può odiarlo quando il bruco rode le sue foglie. Lei
certamente pensa: il bruco malvagio! Ma quando la farfalla arriva a fiorire, può farlo
dolcemente come lo fa. Ma se la pianta non aveva precedentemente nutrito il bruco
con dolore, la farfalla potrebbe un giorno non portarla piacere. Quindi possiamo
pensare che, Ciò che sacrifichiamo nella vita presente con il dolore per gli altri, una
volta nel futuro la vita in amore degli angeli viene riportata indietro. Ma se
pensassimo che i fiori nel giardino non si sentissero più come fiori di carta,
ovviamente non ci sarebbe nulla in queste e altre belle immagini; queste foto
sarebbero anche fiori di carta.
Quanto in natura vorrebbe rimanere inalterato, se non la piantina sarebbe la coppa
per disegnarla, noi, che non beviamo nemmeno da questi calici, non possiamo certo
sospettare; ma molte cose sono anche abbastanza aperte per noi da trascurare dal
nostro punto di vista. Prendiamo alcuni punti più vicini dal suo abbozzo di vita.
Quale animale rende qualcosa di una goccia di rugiada qualcosa; lo scuote e si
nasconde dalla pioggia. Anche noi sgridiamo, dobbiamo guadare nella corda, piantare
ombrelli per proteggerci dalla pioggia; le piante, d'altra parte, sono piantate come
ombrelli per prenderlo; ogni foglia si allarga, si rende vuota; solo il fiore, più
destinato a una vita nella luce, è incline a chiudersi contro la pioggia, a riaprire dopo
la più bella; l'intera pianta dà i segni di ristoro dopo la rugiada e la pioggia. Ma non ci
importa di tutto ciò. Ciò che chiamiamo il ristoro delle piante è semplicemente
un'espressione abbellente per il rigonfiamento di un tessuto cellulare spugnoso; La
pioggia e la rugiada sono lì solo per bagnare brutto.
Certo, il contadino è contento della pioggia, perché altrimenti viene per la sua
messe, e noi perché la pioggia spegne la polvere e dà alla natura un aspetto fresco; ma
questo è solo piacere indiretto; Non risparmiarci la domanda di esseri che non vedono
l'ora di rugiada e pioggia. Ma ora entrambi si incastrano bene. Il contadino è felice
perché la pioggia favorisce la prosperità delle sue coltivazioni e diventa così un
mezzo lontano del suo piacere; beh, i raccolti saranno soddisfatti della loro stessa
prosperità. Siamo felici quando la polvere viene spazzata via da sentieri e campi; è
ancora un modo distante di promuovere il nostro desiderio; Ciò che cresce su questi
sentieri e su questi campi sarà immediatamente lieto che la polvere venga lavata via
da lui stesso.
Nulla impedisce di pensare a quando le cose non ha bisogno di nervi sensazione,
che, se le gocce di rugiada è la mattina sulla pianta, come sentire un raffreddamento
spot del fascio, e poi sale al sole, il Sonnenbildchen come uno spot del fascio sentire
il calore, e poi sentirlo gradualmente leccando via la rugiada. Un simpatico gioco di
sensazioni che proprio non può accadere su una pelliccia animale; Questo è il motivo
per cui questa pelliccia scuote la goccia di rugiada; è per questo che la pianta le fa
incavolare le mani. Lo splendore e la magnificenza che la beperlte Wiese
esternamente per noi è, credo, solo un riflesso verso l'esterno della gioia dell'anima
che ha dentro. È molto più bello pensare che sia così, ma ora non trovo il minimo
ostacolo nel pensare che sia così vero.
Come con la rugiada e la pioggia, potrebbe essere con il vento. Ci sarebbe molto di
più invano se le piante non sentono più le sue contrazioni come facciamo
noi. Pertanto, si proteggono da nessuna casa, senza cappotto, senza perseguitarsi, ma
si mantengono liberi all'esterno, si piegano e si piegano, oscillano e tremano nel
vento. Il fatto che siano cresciuti nella terra dà loro un attacco molto diverso su di
loro che su di noi; la vibrazione raggiunge le radici e ogni foglia trema e
fruscia. Penso che la pianta possa sentirsi più forte di quando il vento soffia tra i
nostri capelli. I nostri capelli sono parti morte di noi stessi; le foglie delle piante ma
viventi; le nostre parti morbide e articolate non sono così adatte assorbire lo shock e
propagarsi attraverso di esso, come il suo tronco rigido o gambo. Abbiamo solo un
piccolo timpano nel nostro corpo, che è fermamente teso e trema dalle onde aeree. La
pianta è attraverso e attraverso questo timpano, su cui il vento tamburi; e se
ascoltiamo i suoni esternamente nel suono del vento attraverso le foglie degli alberi,
quanto può essere diversa la pianta interiormente. Ricorda che nessun altro ci sente
masticare una dura crosta di pane, mentre interiormente lo sentiamo molto
forte. Anche in un'aria apparentemente calma, quando nevica, vediamo i fiocchi di
neve camminare su e giù, volando avanti e indietro. Cosa proviamo per questo
movimento aereo? Non abbiamo organi. La pianta è probabilmente abbastanza
organica; il minimo movimento dell'aria produce una leggera vibrazione e flessione
in esso, che funziona attraverso il tutto; perché non solo la vibrazione, anche la
flessione lo fa. Se una foglia è piegata qui, allo stesso tempo un sentiero è ristretto, e i
succhi devono andare diversamente attraverso l'intera pianta, per quanto piccola. Se il
vento scorre più intensamente attraverso la foresta, anche se involontariamente ci
coglie la sensazione che lo spirito della natura stia attraversando. E in verità, gli
alberi e i fiori sono diventati le corde di una grande arpa soul suonata dal vento. Ogni
corda suona diversa perché ognuna è costruita in modo diverso, e Dio sentirà il gioco
generale in essa. Allo stesso tempo, un sentiero è ristretto, e i succhi devono
attraversare l'intera pianta, anche se piccola, in modo diverso. Se il vento scorre più
intensamente attraverso la foresta, anche se involontariamente ci coglie la sensazione
che lo spirito della natura stia attraversando. E in verità, gli alberi e i fiori sono
diventati le corde di una grande arpa soul suonata dal vento. Ogni corda suona
diversa perché ognuna è costruita in modo diverso, e Dio sentirà il gioco generale in
essa. Allo stesso tempo, un sentiero è ristretto, e i succhi devono attraversare l'intera
pianta, anche se piccola, in modo diverso. Se il vento scorre più intensamente
attraverso la foresta, anche se involontariamente ci coglie la sensazione che lo spirito
della natura stia attraversando. E in verità, gli alberi e i fiori sono diventati le corde di
una grande arpa soul suonata dal vento. Ogni corda suona diversa perché ognuna è
costruita in modo diverso, e Dio sentirà il gioco generale in essa.
Pensiamo alla fragranza. Quanto ci sembra dolce; ma si dovrebbe perdere ogni
fragranza che non venga accidentalmente in uno dei nostri nasi; questa piccola parte
di noi, mentre il fiore è tutto incenso? Tutti si sentono bene, è qualcosa di
indescrivibile Bello, adorabile nel profumo dei fiori; ma rimane una questione
secondaria indescrivibile per tutti; stiamo assaggiando più della sua bellezza di
quanto sappiamo goderne, e non per un minuto potremmo tenere il naso sopra un
fiore, quindi siamo malati e andiamo avanti; ma il fiore odora ancora, come se avesse
un lavoro costante da soddisfare. È un sacrificio di fumo, portato a Dio? Ma che cosa
può servire a Dio un sacrificio che non gli viene portato da un'anima? Inspiegabile,
più della metà invano, quando la fragranza dei fiori è solo intorno agli altri, non
anche per il loro bene, non molto più per il loro bene; quando ciò che noi, che siamo
così rivolti verso la vita dei fiori, godiamo della sua dolcezza, è più che un'eco
lontana di ciò che è goduto nella stessa vita dei fiori. Chi ha mai sentito cantare una
canzone dolce di cui colui che l'ha cantata non si sentiva più di chi l'ha sentita,
specialmente se non è un'anima gemella? Quindi non penseremo che il fiore
percepisca con intima intimità e effusione il dolce profumo del suo interno con
maggiore intimità del nostro afflusso esterno? Inoltre, un calice versa questa
fragranza in altri mille calici, e un calice lo riceve di nuovo da altri mille calici. Come
una nebbia invisibile il profumo si sposta da un fiore all'altro, e il vento lo soffia
lontano oltre le siepi e le macchie di campo. È troppo futile? Questo non spiega
perché i fiori stiano ancora annusando, mentre nessuno sta camminando in
giardino? Loro stessi vanno insieme, mentre sembrano fermi. Ogni anima-fiore, da
ciò che si muove dagli altri fiori alla sua finestra, può ricevere una sensazione di ciò
che accade in ogni altra anima-fiore; come le parole che ascoltiamo producano in noi
sensazioni corrispondenti, così come quelle con cui pronunciano gli altri. Persino le
parole sono solo messaggeri sensuali dall'interno, perché i profumi dovrebbero essere
meno? Parole per noi, fragranze per le piante; coloro che sono dichiaratamente non
così preparati sapranno come trasferire parole come le parole; ma c'è un solo pensiero
con e in altre anime, non un sentimento? Anche se ci sono anche fiori inodori, ma
nemmeno animali stupidi? Ovviamente non vediamo un naso speciale sul fiore per
l'odore; ma siccome è abbastanza costruito come una tazza per emettere un profumo,
sembra anche abbastanza costruito per riceverlo di nuovo, così libero, ampio e aperto
e semplicemente si diffonde ad esso. Se ricordiamo soltanto che non sappiamo
minimamente cosa permette all'odore della nostra superficie nasale interna, perché la
superficie interna del fiore non dovrebbe essere così ben adattata ad essa?
L'organo odore è nascosto in noi e negli animali; per questo abbiamo dispositivi
speciali nella spirale nasale conchae per ingrandire la superficie che riceve
l'odore; Nelle piante tale arte non era necessaria, solo perché l'intero fiore è aperto per
l'assorbimento degli odori. Ciò che più in modo indipendente soddisfa uno scopo
primario, può sempre farlo in una forma più semplice e chiara di ciò che deve
subordinare se stesso come parte secondaria agli altri.
L'odore ci porta oltre al gusto, e perché non dovremmo fidarci di questo per le
piante a modo loro, perché così tanto sarebbe insapore in natura, se non avesse solo
assaggiato le piante? Uomo, l'animale stesso gode solo di piante e altri animali; la
pianta gode di tutto ciò che agli umani e agli animali non piace; sì, più di tutto ciò che
disdegnano di più. Quindi, di nuovo, abbiamo qualcosa di complementare, quando,
oltre all'animale, la pianta è ancora in grado di gustare, e solo la metà, se non è in
grado di farlo. Ora vediamo, inoltre, che ogni pianta, a seconda della sua natura, fa
una scelta tra i nutrienti. Dallo stesso terreno diverse piante raccolgono cose
diverse; la dottrina del cambiamento delle colture lo dimostra nel grande; Gli
esperimenti dei naturalisti lo hanno dimostrato su piccola scala. Non tutte le piante
hanno lo stesso sapore, poiché non tutti gli animali hanno lo stesso
sapore. Naturalmente la pianta ha di nuovo i denti, non ha la lingua; ma non tutte le
fibre della radice, ogni foglia, con cui costa cibo e perdite, una lingua? Perché uno sa
che si nutre anche attraverso le foglie come fa attraverso le radici. E perché masticare
il cibo quando sa come gestire quelli senza denti?
Se si dice, ad esempio, che la pianta si nutre di materia inorganica morta, non parla
così bene da poter trasmettere una sensazione vivente, come l'animale che già gode
della materia organica? Le piante si limitano a preparare i morti per la transizione
nella vita; ma questo stesso processo è ancora allo stadio intermedio tra la vita e la
morte. D'altra parte, chiedo: non rivela più vitalità, che rende vivi i morti, che
trasforma i vivi? La pianta rende belle forme e colori da terra cruda, acqua, aria e
materia sporca; l'animale ha solo un po 'meno da fare per trasformare la materia già
caduta in vita. Ovunque vediamo che lo straniero qualcosa arriva all'organismo, più
sforzo di vita è necessario per far fronte, più è incline a Per aumentare la
sensazione Quindi, penso, guardando le leggi del nostro stesso organismo, non
abbiamo meno, ma piuttosto più sensazione nelle piante da cercare nella relazione dei
nutrienti che in noi.
Finiamo per catturare ciò che la pianta può essere la più alta, la luce, di nuovo negli
occhi. Anche i nostri occhi sono ricettivi alla luce; questo non rimane incompiuto,
anche se la pianta non gode di esso. Ma quanto è diverso essere goduto dalla pianta,
la cui vita intera culmina nella luce? Chi di noi ama guardare dritto al sole? Non il
sole, solo quello che guarda, osiamo guardare. Sì, se lei brilla sulla sua testa,
indossiamo cappello o berretto. È simile agli animali nel loro complesso. Persino
l'aquila, volando verso il sole, tira la pelle del suo naso sopra l'occhio. Ma il fiore è
completamente contro la luce, sì, è aperto dalla luce; più la luce splende su di lei, più
lei apre, mentre chiudiamo gli occhi contro di essa ancora di più; e lei cresce
splendidamente e con gioia in essa, quando solo in seguito tornerà a essere il ristoro
della pioggia e del disgelo. Ma non lo lasciamo ancora per goderci. È semplicemente
dare agli esseri che sono autorizzati a distogliere lo sguardo dal sole, a prendere il
sole nello spreco del sole. Al contrario, coloro che guardano solo lontano dal sole
dimostrano che il loro splendore è più una questione minore di colui che vuole
vederlo direttamente.
È vero che la pianta non ha più occhio, costruita come la nostra; non i dispositivi,
che una foto degli oggetti sorgono dentro e su di lei come nei nostri occhi. Ma perché
ne ha bisogno? Semplicemente non deve correre dietro agli oggetti, non troppo a
lungo come noi. Per fare questo dobbiamo, naturalmente, essere guidati da
un'immagine degli oggetti. Tutto le viene per conto suo, di cosa ha bisogno. Ma al
posto degli oggetti su cui splende il sole, si rallegra nel sole splendente stesso e nello
stesso tempo come l'oggetto illuminato dal sole. Invece di avere un'immagine
colorata degli oggetti dipinti su se stessa, come accade sulla nostra retina, si dipinge
nei raggi del sole in modo colorato, per così dire, in se stessa. La luce diventa una
pianta; lei forza il colore da lui; cuoce nel suo nettare e nel suo profumo; sta
fermentando tutto si gonfia in lei; in esso incita a un aumentato sentimento della
propria esistenza illuminata, e al tempo stesso tiene in sé l'effetto di un supremo su se
stesso. Guarda, guardando il sole, per così dire, il suo viso per affrontare Dio in piena
gloria, e il sole è davvero un occhio splendente di Dio, nel quale lei guarda e con cui
la guarda di nuovo.
Schelling ha già detto: Se la pianta avesse la consapevolezza che adorerebbe la luce
come suo dio. Bene, non ha una coscienza altrettanto sviluppata, come la nostra,
anche se nel raggio del sole può ottenere un sentimento che la eleva altrettanto bene
rispetto alla sua sfera precedentemente familiare come l'assorbimento del divino nella
mente. Ho letto la seguente osservazione in Naturphilosophie di Hegel (pagina 425):
"La sera, quando fate un passo sul lato est su un prato fiorito, è possibile vedere
alcuni, forse non fiori, perché tutti del Sole si trovano ad affrontare, quindi blasonate
sul lato sera tutto pieno di fiori anche al mattino sul prato quando è presto. Se vedi
dalla mattina in poi, non vedi fiori, e solo quando il sole getta loro si girano verso
domani. " - Non è come se i fiori del prato condividessero il servizio serale comune e
poi, con il viso rivolto a Dio, si addormentassero? Ma Dio non vuole lasciarla
dormire; continuano a cadere alla ricerca di lui e nell'andare con lui trovano la loro
gioia. Ecco perché di nascosto la cammina dietro di notte e la sveglia la mattina con
una nota generale e chiede: dove sono? E tutti girano la testa finché non lo trovano,
È vero, non tutte le piante con i fiori guardano direttamente verso il sole; quanti
sono quelli che inclinano; sì ce ne sono alcuni che si aprono la sera e chiudono al
mattino o prima della mattina. Pensa alla Regina della notte. 2) Ma non è nemmeno
detto che ogni individuo e ogni specie nel regno dei fiori la porta alla cima più alta
della vita di luce; i più alti nel loro genere raggiungono anche poche persone. Quanti
sono coloro che trasformano le loro anime in Dio, quante poche meritano di vederlo
un giorno. È sufficiente che nel regno dei fiori venga offerta l'opportunità di
raggiungere il massimo e il più alto godimento della luce, ma da nessun'altra
parte. Alcuni fiori possono essere troppo sensibili alla luce, come alcuni animali
notturni; ma il fatto che ogni fiore si comporta in modo diverso e peculiare, proprio
come ogni essere umano e ogni animale si comporta in modo particolare verso i suoi
stimoli sensoriali, indica che la luce è davvero un tale stimolo per le piante.
2) La Regina della Notte, Cereus grandiflorus, apre alle 7 di sera e chiude verso
la mezzanotte; è fatto via con questa fioritura unica. Al contrario, il fiore del
Mesembryanthemum noctiflorum si apre alle 7 di sera per diversi giorni di fila
e si chiude alle 6 o alle 7 del mattino. Ci sono altri fiori simili (Decandete
Physiol of Plants II, p.

Quanta più importanza ha la luce per le piante di quanto non sia per noi, a parte la
direzione che prendono contro di essa, è che interviene in modo molto più potente nel
loro intero processo di vita rispetto al nostro. Non cresciamo in modo diverso, non
respiriamo diversamente nella luce che fuori dalla luce. Il raggio di sole scivola sulla
nostra pelle senza lasciare traccia e senza effetto; solo l'occhio è suscettibile allo
stimolo fine. Ma la pianta sente il fascino della luce su tutta la sua superficie, come la
mancanza di quello stimolo. È lui che la rende verde, è lei che la fa sbocciare; perché
senza luce tutte le erbe sono pallide, nessun fiore vuole svilupparsi. Senza luce
cessano i loro fumi, l'erba smette di dare aria alla vita, i germogli diventano stretti e
lunghi e pallidi, invece di forti sostanze amare e amare produce solo dolcezza e
dolcezza. Ogni altro raggio di colore ha un'influenza diversa sul processo vitale delle
piante. Nel processo, il fiore conduce una vita molto diversa nella luce rispetto
all'erba verde; lei respira in modo diverso3) , è diverso in esso, si dispiega in modo
diverso in esso. Ora, ci troviamo che il più importante e necessario è un irritante per
la conservazione e la prosperità della vita, dipende tanto più anche dalla sua
mediocrità, la mancanza o l'abbondanza dalla via normale della vita o la comparsa di
particolari esigenze sentimenti che con la mancanza o l'abbondanza lo stimolo vitale
è correlato; il più definito è qualsiasi cambiamento nello stimolo provato a
tutti. Quindi, possiamo anche supporre che la luce avrà l'importanza più importante
per la sensazione delle piante, una diversa per la fioritura rispetto alle foglie.
3) Il fiore consuma ossigeno alla luce, mentre l'erba sviluppa tale.

Si potrebbe pensare che il fatto che il fiore si presenti così apertamente e in


sicurezza ai raggi del sole parli maggiormente contro una notevole sensibilità di
quest'ultimo alla luce; Per il fatto che dobbiamo bendare le palpebre alla cieca con la
luce del sole è solo il segno più chiaro di una grande sensibilità ad esso. Ma se
guardiamo più da vicino, invece di una maggiore insensibilità, è solo una maggiore
protezione della sensibilità che dobbiamo riconoscere nelle piante. In effetti, la
resistenza più leggera della luce solare da parte della pianta dipende solo da quello
che fate nemmeno per un singolo sito, un tale apparecchio luce concentrando viene
aggiunto alla sua irritabilità allverbreiteten per la luce come noi nell'apparato
cristallino dell'occhio. Concentrando l'immagine del sole con il potere sulla nostra
retina, l'unico luogo irritabile alla luce, sentiamo un tremendo bagliore; La pianta si
presenta alla luce dappertutto irritabile senza un vetro così bruciante, ma non è quindi
così facilmente soggetta alla eccitazione di un singolo luogo. In un certo senso, siamo
in svantaggio contro di loro. Perché abbiamo la facoltà di sentire la luce, per la
maggior parte di noi persi, solo per un po 'di un occhio; Ora il pezzo doveva venire
artificialmente per aiutare, così abbiamo ricevuto le lenti dei nostri occhi; Questo
aiuto tornerà facilmente troppo, e d'altra parte aveva bisogno di nuovi rimedi
artificiali. Per il libero, semplice, libero movimento della pianta con la luce, d'altra
parte, non c'era bisogno di raccolta artificiale, ancora protezione ansiosa e misure
correttive. A dire il vero, quell'improvvisazione è quella di raccoglierci da valori
diversi dalla semplice luce, e di organizzarlo nella foto; ma solo per noi è di questo
valore che non sarebbe nessuno per le piante.
Dopotutto, si dirà: ma come, la cosa più alta da rivendicare, sarebbe solo la pianta,
che in ogni caso starà più in profondità di noi, per sedare un appello della nostra
sensazione; ora dovrebbe sentirsi molto più forte e più ricca degli umani e degli
animali! Quindi lei preferirebbe essere più alta di noi; piuttosto, dovremmo essere
quelli che sentono solo questi e quegli echi di ciò che sentono pienamente, da tutti i
lati.
E in effetti credo che la pianta sia più in alto di noi, solo in un regno
inferiore. Proprio perché le manca una vita psichica superiore, la vita inferiore e
sensoriale potrebbe aver prosperato in un grado di sviluppo che ci manca. Con noi la
vita sensoriale deve servire solo la vita più alta, con l'impianto che guida in modo
indipendente il suo business. È sbagliato pensare che la natura in quanto tale sia una
creatura a tutti gli effetti inferiore a un'altra. Se lo fa in tutto, è solo per alzare il
livello più basso verso un vertice. Così la tartaruga vola sopra l'aquila per alcuni
aspetti; lei odora l'acqua senza vederla; e il tarlo sa e si sente molto meglio
dell'uomo; lui è proprio lì, che il legno è assaporato, mentre la lingua dell'uomo è
noiosa. Voglio dire, la pianta vive così costantemente e in modo incompleto con terra,
acqua, aria e luce, che potrebbe essere abbastanza aperta alla sensazione di tutti i
cambiamenti in essa; Tutti sono veramente coinvolti nel loro processo di vita. Ma
proprio come lei non raggiunge molto nello spazio con tutte le sue azioni, così anche
con i suoi sentimenti non coglie il passare del tempo, non pensa in anticipo, non
pensa a se stessa, non pensa affatto, ma vive lì nel presente , ricevendo e opponendo
sensuale. Inoltre, le immagini in determinate foto potrebbero andare via. Indico solo
questa posizione delle piante qui; più tardi (XIV) ci saranno altre cose da dire a
riguardo. Certamente, se vogliamo solo salvare qualche traccia di sensazioni per le
piante, delle ragioni più forti e più belle rimaste per la sua anima solo tracce; sì, non
varrebbe la pena di parlarne. Perché dimostra così bene che questo motivi più potenti
e belle si trovano nella bellezza e la forza di un abbastanza coesa vincolante di per sé
vista viva della natura che si verifica quando abbiamo una vita spirituale sviluppato
per tutti i rapporti in cui la vita umana e animale è una lacuna Lasciare vuoto e
incompiuto sappia aggiungerlo supplementare. E quanto sarebbe grande questa
differenza se non riempisse il regno vegetale? Solo allora la natura diventa un fiore
pieno; ma vogliamo strapparle tutta l'abbondanza di foglie e lasciare solo pochi
stami. E anche se stessimo cercando qualcosa di troppo nelle piante,

V. Carattere delle piante.


Ogni pianta ci appare l'un l'altro alla luce di un individuo, una varietà vivente di
carattere, che naturalmente si disegna meglio nell'immediata impressione che nelle
parole. Considera Auricle e Primrose; sono di un sesso, e ognuno sembra molto
diverso. Edera e vino sembrano correlati, eppure che carattere diverso! Lontano: una
rosa, un giglio, un tulipano, una violetta; - una quercia, un salice, una betulla, un
abete; - come fa tutto così determinato. Eppure ognuno è così completamente nel
personaggio con se stesso, così completamente da un cast. Tutto delicato e fine in una
pianta; in un altro tutto generosamente pieno; in uno tutto rigoroso e rigido; in un
altro tutto morbido e flessibile; l'uno che si divide e si divide di nuovo, dividendosi e
dividendosi sempre di nuovo; l'altro è grad 'e semplicemente stretching; In alcuni,
anche se esistono degli opposti, ma questi sono ben legati a un'impressione
generale. Ma tutte le parole non durano alla fine; e quante piante ci sono, per il
carattere di cui nessuna parola sembra adattarsi giustamente, eppure si esprime
nell'intuizione del nostro sentimento.
C'è qualcosa di molto simile in questo nell'espressione del carattere di persone
diverse, così che l'inclinazione per il confronto reciproco si manifesta in modo del
tutto naturale. Quindi la rosa è paragonata alla ragazza in fiore e alla ragazza in fiore
con la rosa; Il giglio si erge come un angelo bianco tra i fiori e ci piace paragonare la
pura ragazza simile ad un angelo con il giglio; così la vanitosa signora e il tulipano,
un bambino modesto e un violetto, un uomo forte e una quercia, si aggrappano
facilmente e felicemente insieme. (Si potrebbe pensare al poema di Freiligrath: The
Revenge of Flowers.) Sarebbe invano, ovviamente, trovare tutti i personaggi delle
piante in personaggi umani o viceversa; I fiori, gli alberi non sono umani; solo qui e
là abbiamo una relazione preminente, che non esprime pienamente o copre il
peculiare nell'altro; ma non importa, ma i disegni di carattere di piante e uomini
devono essere comparati in egual misura nel complesso e con punti di riferimento
così vivaci.
Ora l'espressione del carattere nell'uomo non è altro che l'espressione esteriore del
suo essere interiore. L'unità e la peculiarità individuale dell'anima umana è riassunta
in questa espressione, viene in superficie, si riflette in un'altra anima. Come arriviamo
ad assumere nelle piante un'analoga espressione senza qualcosa di analogo a ciò che
viene espresso; per trovare l'unità e la peculiarità individuale di Nulla espresso
qui; un'immagine speculare, dove nulla dietro di esso da vedere qui?
Si dice che sia l'espressione, il riflesso di un'idea divina, ciò che appare qui. Bene,
ma solo un'idea divina, dove nulla è dietro. È precisamente il fatto che non è solo
qualcosa che sorge in senso generale, che c'è un sé, che deve essere espresso
attraverso il carattere auto-vividamente dispiegato, creativo, rappresentativo della
pianta.
In effetti, è molto diverso da questo punto di vista per le piante rispetto alle nostre
opere e ai nostri strumenti. Anche in questi, se essi stessi non rappresentano altro che
senza vita, si può naturalmente trovare qualcosa di singolarmente caratteristico e ciò
che li fa apparire da un cast; qualcosa di bello, delicato, pesante, audace, nobile,
volgare, reminiscente di uno spirituale o mentale dello stesso carattere. Ma sappiamo
che è trapiantato dalle mani dell'uomo; porta il carattere dell'uomo perché è basato sul
suo carattere. Ma la pianta si è fatta o è stata fatta da Dio, come uomo; Quindi la sua
espressione di carattere non può riferirsi ad un estraneo, ma solo alla propria anima,
perché Dio è il creatore delle proprie anime.
Questo è legato al fatto che l'interesse che prendiamo nei fiori nella vita e nella
poesia è molto più vivace, più confortevole di quello che prendiamo in una statua, un
dipinto, che, dopo tutto, può rivendicare un più alto interesse spirituale. Con quale
cura e amore molte ragazze disegnano il loro fiore nel vasino vicino alla finestra, e lo
innaffiano, e lavano via la polvere, e la girano alla luce, e chiedono al giardiniere
come gestirlo; Un auricolide o un pelargoni dà una gioia simile a quella di un altro
allevamento di piccioni. Statue, quadri possono decorare bene la nostra stanza,
formare la nostra mente; ma non vivere in quel modo con noi. Si dice che la
somiglianza con ciò che effettivamente vive ci seduce; Le piante crescono e
prosperano; sembra la vita; Immagini e statue non lo fanno. E in effetti questo spiega,
ma allo stesso tempo fa la differenza; non sedurci, ma guidaci. Proprio perché la
pianta cresce e si espande vivi, la pittura, non la statua, che cresce solo da una mano
straniera, si può presupporla anche nei confronti dell'anima; l'anima che giace nella
statua è semplicemente straniera; che sta nel fiore, il suo. La natura ha il vantaggio
sull'uomo che le sue opere d'arte, animali e piante sono autosviluppati. è solo un
estraneo; che sta nel fiore, il suo. La natura ha il vantaggio sull'uomo che le sue opere
d'arte, animali e piante sono autosviluppati. è solo un estraneo; che sta nel fiore, il
suo. La natura ha il vantaggio sull'uomo che le sue opere d'arte, animali e piante sono
autosviluppati.
Tutti ammettono prontamente che se il bambino non fosse vivo ed emotivo come la
madre, la madre non poteva avere un amore e una gioia viventi. E così mi sembra di
essere nella stessa connessione che non potremmo essere interessati ai fiori come
siamo, se non avessero avuto così tanta anima; ma indubbiamente hanno molto più
del nostro interesse per loro rivela; perché i fiori sono solo troppo lontani per noi per
comprendere l'espressione della loro anima con la stessa facilità con cui la madre fa
quella del bambino. Ma c'è ancora così tanto da essere in grado di legare la
conclusione per i Diversi.
La mente non vuole entrare in tutto questo? Bene, è così che proviamo a lui che lo
fa involontariamente. Persino i filosofi, senza cedere all'idea di una vera anima di
piante, hanno spiegato, a modo loro, le attività auto-indulgenti della mente umana
attraverso l'analogia delle piante, e hanno così trovato l'espressione dell'una
nell'altra. "Come la pianta", dice Lotze nel suo trattato sulle condizioni della bellezza
artistica (pagina 55), "sviluppa dal suo germe tutte le parti della sua forma con la
propria forza motrice intrinseca, e nuvole e venti non fanno altro che il loro destino
era, così anche ogni singola mente riposa completamente su se stessa, un tutto che è
stato scacciato dal tutto, il quale, sebbene possa strappare influenze esterne nel suo
vortice,
E ibid (p 38) afferma: "Con la stessa inclinazione del loro impulso formativo, che
nasce dalle semplici forme di foglie, solo per una sempre maggiore motivo del loro
lavoro, la pianta sviluppa le figure più spirituali di fioritura e anche i contorni unite di
frutta ;. così sarà alcun sviluppo deve essere mai considerato un arricchimento
graduale e approfondimento di un'idea originale in sé "
Sarebbe facile trovare in altri scritti filosofici brani paralleli ai precedenti, che si
offrivano solo a me, non cercati, con la lettura attuale. Che essi provengono da uno
scrittore che viene utilizzato per collegare qualsiasi considerazione intelligente e
premuroso per risultati nitidi, piacerebbe parlare in modo che anche mente e spirito si
incontrano in modo casuale più che noi la via.
Nel caso dell'uomo e della bestia, la fisionomia caratteristica che appartiene a loro
dipende anche da una struttura interna tipicamente diversa, un ordine caratteristico e
un modo di processi vitali. Un diverso anima economia affatto richiede una diversa
economia corpo espresso o corriere, e il treno generale della forma indicata solo
all'esterno dell'unità coesa e finale peculiare dell'economia interna dell'occhio. E
proprio come con gli umani e gli animali è lo stesso con la pianta. Un disegnatore
umano, infatti, esegue tutte le sue figure, come tipicamente diverse, con la schiusa
allo stesso modo; ogni diversa forma vegetale, tuttavia, come ogni forma animale, è
internamente schiusa in modo diverso con cellule, fibre e tubi; altrimenti i succhi
funzionano; le forze funzionano diversamente. E non solo tra specie diverse, come la
quercia, il salice, il tulipano, il garofano, avvengono tali differenze, ma anche tra
individui diversi della stessa specie; meno distintamente che tra le specie, come i
negri dei topi, mouse topo, differisce meno distintamente dei negri dal bianco, il topo
dai ratti o dai leoni.
Il corpo vegetale ha tutto ciò di cui l'anima ha bisogno per rappresentarsi in modo
uniforme e in momenti diversi allo stesso tempo? perché dovrebbe mancare l'anima
stessa?
Per quanto riguarda la differenza di carattere degli individui vegetali della stessa
specie, le seguenti considerazioni mi interessano, tra l'altro, le seguenti osservazioni
di Decandolle (Physiol II, p.
"Indipendentemente dalle cause del cambiamento del tempo di fioritura dovuto alla
natura delle specie, ce ne sono altre che sembrano dipendere dagli individui stessi,
allo stesso modo in cui il regno animale percepisce differenze significative tra gli
individui della stessa specie, che apparentemente nel tavolo Adansons 1) vediamo che
alcuni cespugli di lillà (Syr. vulg.) fiorivano quando la somma dei gradi di calore era
620, e che altri avevano bisogno di 830 gradi; che, inoltre specifica Esparsettestauden
(.. Hedy onob L.) fiorito dopo 1100 gradi di calore e altre pacifico solo dopo 1400.
Mescolare spesso dette differenze e differenze nelle posizioni delle piante
via; come B. da un vento protetto dal nord o da una posizione favorevole, da un
fiume che scorre oltre le vie d'acqua delle radici, ecc .; in alcuni casi, tuttavia, queste
spiegazioni sembrano del tutto inammissibili. Quindi è z. B. raro che uno in uno
squat con Roßkastanienbäumen passeggiate in cui tutti gli alberi sembrano avere la
stessa posizione, non dovrebbero notare alcuni individui che fioriscono prima o poi
ogni anno rispetto al resto belauben e prima o poi. Ai miei tempi due castagni erano
vicini l'uno all'altro nel giardino botanico di Montpellier, e quindi in proporzioni il
più possibile uguali, eppure uno di questi alberi fioriva prima di tutti gli altri del
passaggio e dell'altro ultimo. Conosco un Roßkastanienbaum vicino a Ginevra (a
Plainpalais) che si estende a foglia un mese prima ogni anno e come molto prima
fioritura di ogni altro, ma senza una peculiarità della sua posizione potuto alcuni
spiegare questo sviluppo in precedenza. Trovo un'osservazione simile esposta in un
libro che di solito non viene citato tra i lavori scientifici. Un estraneo spiritoso dice
nei suoi souvenir (stampato su Mémoires de Constant, Volume VI, 222): "Incolperei
me stesso per tutta la vita, se non colgo l'occasione per condividere un'osservazione
che ripeto ogni anno quando sono a Parigi all'inizio della primavera. Tra i castagni
delle Tuileries, che sono a forma di cupola sopra le statue di Ippomene e Atalanta, c'è
quella il cui fogliame si sviluppa prima di quello di tutti gli altri alberi di Parigi. Ho
prestato attenzione a questo albero per almeno 25 anni, e non lo prendo mai per
noncuranza. Sì, cosa c'è di più da dire, poiché un giorno ho parlato di questo albero a
poche persone, una di queste mi ha mostrato la stessa osservazione nei manoscritti di
suo nonno; Il nome del sito ha mostrato che era lo stesso albero che avevo osservato.
" riferire un'osservazione che ripeto ogni anno quando sono a Parigi all'inizio della
primavera. Tra i castagni delle Tuileries, che sono a forma di cupola sopra le statue di
Ippomene e Atalanta, c'è quella il cui fogliame si sviluppa prima di quello di tutti gli
altri alberi di Parigi. Ho prestato attenzione a questo albero per almeno 25 anni, e non
lo prendo mai per noncuranza. Sì, cosa c'è di più da dire, poiché un giorno ho parlato
di questo albero a poche persone, una di queste mi ha mostrato la stessa osservazione
nei manoscritti di suo nonno; Il nome del sito ha mostrato che era lo stesso albero che
avevo osservato. " riferire un'osservazione che ripeto ogni anno quando sono a Parigi
all'inizio della primavera. Tra i castagni delle Tuileries, che sono a forma di cupola
sopra le statue di Ippomene e Atalanta, c'è quella il cui fogliame si sviluppa prima di
quello di tutti gli altri alberi di Parigi. Ho prestato attenzione a questo albero per
almeno 25 anni, e non lo prendo mai per noncuranza. Sì, cosa c'è di più da dire,
poiché un giorno ho parlato di questo albero a poche persone, una di queste mi ha
mostrato la stessa osservazione nei manoscritti di suo nonno; Il nome del sito ha
mostrato che era lo stesso albero che avevo osservato. " quando sono a Parigi
all'inizio della primavera. Tra i castagni delle Tuileries, che sono a forma di cupola
sopra le statue di Ippomene e Atalanta, c'è quella il cui fogliame si sviluppa prima di
quello di tutti gli altri alberi di Parigi. Ho prestato attenzione a questo albero per
almeno 25 anni, e non lo prendo mai per noncuranza. Sì, cosa c'è di più da dire,
poiché un giorno ho parlato di questo albero a poche persone, una di queste mi ha
mostrato la stessa osservazione nei manoscritti di suo nonno; Il nome del sito ha
mostrato che era lo stesso albero che avevo osservato. " quando sono a Parigi
all'inizio della primavera. Tra i castagni delle Tuileries, che sono a forma di cupola
sopra le statue di Ippomene e Atalanta, c'è quella il cui fogliame si sviluppa prima di
quello di tutti gli altri alberi di Parigi. Ho prestato attenzione a questo albero per
almeno 25 anni, e non lo prendo mai per noncuranza. Sì, cosa c'è di più da dire,
poiché un giorno ho parlato di questo albero a poche persone, una di queste mi ha
mostrato la stessa osservazione nei manoscritti di suo nonno; Il nome del sito ha
mostrato che era lo stesso albero che avevo osservato. " è uno il cui fogliame si
sviluppa prima di quello di tutti gli alberi rimasti a Parigi. Ho prestato attenzione a
questo albero per almeno 25 anni, e non lo prendo mai per noncuranza. Sì, cosa c'è di
più da dire, poiché un giorno ho parlato di questo albero a poche persone, una di
queste mi ha mostrato la stessa osservazione nei manoscritti di suo nonno; Il nome
del sito ha mostrato che era lo stesso albero che avevo osservato. " è uno il cui
fogliame si sviluppa prima di quello di tutti gli alberi rimasti a Parigi. Ho prestato
attenzione a questo albero per almeno 25 anni, e non lo prendo mai per
noncuranza. Sì, cosa c'è di più da dire, poiché un giorno ho parlato di questo albero a
poche persone, una di queste mi ha mostrato la stessa osservazione nei manoscritti di
suo nonno; Il nome del sito ha mostrato che era lo stesso albero che avevo osservato.
" così uno di loro mi ha mostrato la stessa osservazione nei manoscritti di suo
nonno; Il nome del sito ha mostrato che era lo stesso albero che avevo osservato.
" così uno di loro mi ha mostrato la stessa osservazione nei manoscritti di suo
nonno; Il nome del sito ha mostrato che era lo stesso albero che avevo osservato. "
1)Il calcolo dei gradi di calore è fatto in un modo particolare (Decand., II. 16),
che non è necessario discutere qui, in cui si tratta semplicemente di un
confronto in generale. fare
qui è anche uno dei seguenti osservazioni Fritsch nel suo trattato sui fenomeni
periodiche nel p.62 regno vegetale: "Spesso si vedono due semi della stessa specie
vegetali, che l'apparenza è la stessa, due organismi si evolvono, uno dei quali debole
e fragile, scioglie impotente dopo breve tempo, mentre l'altra forte e ben sviluppato e
resiste alle influenze esterne, nonostante sia germi alle stesse condizioni locali e
climatiche sviluppati ed altrettanti cura dalla mano di natura o umani erano partecipi
Profondamente nascoste sono le cause di questi fenomeni, e la loro esplorazione è
così intimamente connessa con la domanda su che cos'è la vita nelle piante,che per
lungo tempo la loro influenza sullo sviluppo delle piante dovrebbe passare
inosservata ".
Ciò che ho detto finora è solo uno sguardo fugace della mia anima mentre guardavo
l'acqua, dando la prima ragione per tutte queste considerazioni. E mi sembrò di
vedere l'anima del fiore emergere dal fiore in una nebbia silenziosa, e la nebbia
divenne gradualmente più chiara, come la contemplazione di certe cose, e infine la
forma sottile dell'anima era chiara, anzi trasfigurata il fiore Voleva salire sul tetto
della sua casa in fiore per godersi il sole meglio che in casa; Allora il credente
incredulo fu sorpreso da un bambino umano.
In verità, tuttavia, tutto ciò che ho esposto qui mi è sembrato; tanta istituzione,
tanta richiesta, e infine tanto segno e simbolo di anima e sensazioni per la pianta, che
cominciai seriamente a chiedermi dove fossero le ragioni, secondo le quali le si
poteva negare; e fui sorpreso di trovarla così debole nel complesso. Era vero che
apparve una obiezione dopo l'altra; l'idea familiare voleva sempre venire a
destra; tutto così diverso nel fiore come nell'uomo e nell'animale! Era come se i
coleotteri malvagi si affollassero attorno al fiore e attaccassero la figura aliena che
minacciava di rinunciare al loro solito posto, e talvolta esitava. Beh, certo, anima,
dentro è davvero il tuo posto! Lascia che tutto al di fuori della tua casa vada in giro,
ignaro del residente; nessuno può farti del male dentro. Ma finché resto qui, voglio
tenerti lontano dai nemici.

VI. Pianta la morte e l'offesa.


All'inizio l'idea di come tutte le erbe e i fiori del prato, di tutte le spighe del campo,
di tutti gli alberi della foresta siano appena morti per una morte naturale, come tutto
ciò che cade sotto la falce, la falce, la specie, fosse difficile per me. e mi chiedevo: la
natura avrebbe donato così tante creature con la sensazione di lasciar morire tutti
crudeli? Non sono semplicemente per ornare e usare per altre cose che decorarsi e
crescere per i propri scopi? La stessa obiezione mi è venuta per prima quando ho
parlato con un amico della mia fede nell'anima vegetale. No, disse, sarebbe troppo
brutto, se le piante come esseri viventi dovessero sopportare tutto e non riuscire
nemmeno a scappare!
Nel frattempo, tuttavia, ho guardato come, negli stessi paesi in cui nessuna erba e
albero muore più di una morte naturale, nessuna lepre, nessun cervo, nessuna pecora,
nessun bovino, nessun cavallo, quasi nessun morire umano per cause naturali. Per chi
lo chiamerà uno quando l'uomo è crudelmente tormentato a morte dalle malattie? Si
può provare ad affrontare questa circostanza, che sorge con la preponderanza della
cultura umana, come si desidera, ma non si può fare obiezione al sentimento delle
creature che sono soggette a questo destino. La natura ha creato innumerevoli
creature con il potere di un piacere indicibilmente vario, ma ogni capacità di vivere
con piacere è accompagnata dal pericolo di morire di dispiacere.
Che la pianta non possa nemmeno tentare di evitare imminenti guai ci sembra
terribile, ma solo dal nostro punto di vista. Se il soldato, incantato nei ranghi e nei
file, si avvicina sempre più alle palle di cannone e si vede cadere uomo dopo uomo
mentre progredisce, allora deve sembrargli male. Sente la palla di più, forse anche di
più, di quando lo colpisce davvero. Ma quando il mietitore percorre il campo,
l'orecchio non sa nulla della sua vicinanza e sente il taglio solo quando lo colpisce
davvero; non diversamente dall'uomo, che viene improvvisamente colpito da tanti
destini imposti da un essere superiore, senza che la sua gioia di vivere sia stata
diminuita anche per un momento dalla sua lungimiranza. Questo Unbesorgtsein la
pianta può anche sé solo quale lato bello di lei, presente, abbandonato, vita apparire
come un sostituto per il fatto che esso deve piacere anche più elevati che dipendono
maggiore previsione e Umblick perdere, ovviamente. si crede perché era il topo più
semplice per disattivare quando il gatto uccide la riproduzione in modo che un
centinaio di volte si sente già la morte prima che lei lo soffre come se lei viene ucciso
da un colpo di zampa? E qual è la nostra Immer wieder fuggire dal pericolo di morte
molto diverso da quello sempre Weghuschen sotto gli artigli di un grosso gatto nero,
che abbiamo conosciuto che cadiamo in preda a lei, finalmente. si crede perché era il
topo più semplice per disattivare quando il gatto uccide la riproduzione in modo che
un centinaio di volte si sente già la morte prima che lei lo soffre come se lei viene
ucciso da un colpo di zampa? E qual è la nostra Immer wieder fuggire dal pericolo di
morte molto diverso da quello sempre Weghuschen sotto gli artigli di un grosso gatto
nero, che abbiamo conosciuto che cadiamo in preda a lei, finalmente. si crede perché
era il topo più semplice per disattivare quando il gatto uccide la riproduzione in modo
che un centinaio di volte si sente già la morte prima che lei lo soffre come se lei viene
ucciso da un colpo di zampa? E qual è la nostra Immer wieder fuggire dal pericolo di
morte molto diverso da quello sempre Weghuschen sotto gli artigli di un grosso gatto
nero, che abbiamo conosciuto che cadiamo in preda a lei, finalmente.
Anche se diversamente si immagina la situazione per le piante un po 'troppo
male. Come innumerevoli alberi ed erbe muoiono ancora la morte naturale nel
deserto; con quanta cura alberi da frutto e fiori sono curati da soli in giardino. E
quando tutti gli alberi delle nostre foreste sono finalmente schiacciati, è dopo una vita
molto più lunga di quanto in media l'uomo abbia. Tutti i campi sono finalmente
falciati, ma cos'altro ha la paglia che è diventata paglia da perdere? Ha vinto da noi
prima della fertilizzazione e delle buone cure. Le erbe del prato vengono tagliate
nella falciatura piuttosto che nelle pecore, che macellate, perché il bastone delle erbe
non entra, è irritato solo per i nuovi germogli più forti. Infatti, quando strappiamo
parti della pianta, non ha lo stesso significato come se stessimo strappando parti da
noi, perché a differenza di noi, le piante sono impostate per spingere gli altri più duri
quando tagliano o strappano pezzi singoli. Se uno prende dei fiori di una pianta, gli
altri, così come i frutti risultanti, sono solo i più sviluppati. Quanto è utile la potatura
per la portabilità dei frutti. Quindi non dovrai prendere la raccolta di un fiore o
rompere un ramo così tanto a cuore. Se inizialmente la pianta ne soffre una parte, sarà
come con la sofferenza dell'uomo, che serve a spingerlo a una maggiore attività in
modo salutare, che spesso lo paga più piamente attraverso le conseguenze di quanto
la sofferenza danneggi direttamente. - Per questo si deve ancora considerare molto
discutibile se la pianta, se anche lei si sente Il taglio e il distacco si sentono dolorosi
come l'animale, poiché qui prevalgono condizioni molto diverse
dell'organizzazione. Le condizioni di sensibilità al dolore non sono ancora
chiarite. Anche l'animale non sente il taglio in alcune parti, che sono solo i principali
portatori delle sue attività animiche. Uno può tagliare grandi pezzi del cervello senza
causare dolore, mentre le attività sensoriali e altre attività dell'anima soffrono. E
anche questi non soffrono, se non si tagliano troppo, in quanto le parti rimanenti
rappresentano la funzione di quelle portate via. Così si può distruggere un occhio, e
l'uomo vede ancora ammirevolmente con l'altro. E così sarai in grado di strappare un
singolo fiore da una pianta, senza di esso probabilmente sentirà la pianta molto
significativamente né direttamente dal dolore né da altre sofferenze, se restano solo
altri fiori altrettanto belli; la spinta verso questi aumenterà ancora di più. Certo, se
uno volesse prendere tutti i fiori per lei, sarebbe triste. Ma l'uomo spesso si sente
triste, e non si pretenderà che la pianta sia più buona dell'uomo.
La preoccupazione che non camminiamo attraverso il verde più View falciatura
prato qualsiasi più, non pick più fiore potrebbe senza trovare tocchi noi inquietanti
dal pensiero che questo senzienti creature una sofferenza stato fatto, apparirà in
questo modo molto ridotto , Ma non siamo così sentimentali in una relazione come a
volte immaginiamo; e sarebbe solo per salvare noi stessi sentimenti spiacevoli che
abbiamo voluto attribuire la pianta ogni sentimento - in sostanza il punto di tutta
l'obiezione - ci saremmo aspettati che a qualcosa che non è davvero lì.
Ricordiamoci, poiché non ci infastidisce affatto, che su ogni cammino noi
battezziamo piccole bestie su ogni cammino; come mangiamo il nostro arrosto senza
il minimo accenno di sentimenti dolorosi; cuocere grandi pentole di gamberi; Caccia
al cervo, coniglio, cervo; Spara agli uccelli o blocca il contadino; Gli insetti sputano
per il bene della collezione; Rane da sperimentare; soffiare nell'aria con il bastone per
le zanzare; Versare le formiche con acqua bollente; Cockchafer scuotere e
schiacciare; Vola su bastoni con colla per volare a lottare fino alla morte. Al
massimo, tutti parlano solo di ciò a cui lui stesso non è abituato a fare in questo
senso. Dopo questo ora potremo aspettarci che il pensiero del dolore che desideriamo
infliggere alle nostre piante nel perseguimento dei nostri scopi, non farà molto
disagio. L'uomo sa come prepararsi allo stesso modo. Egli risparmia la sua
compassione sugli animali nei casi in cui non ha alcuna utilità per ucciderli o
tormentarli, o per il beneficio di altri che non siano lui stesso. A volte la compassione
può diventare abbastanza viva. E proprio come sarebbe con le piante. Non è
necessario indagare qui se si tratta di un lato lodevole dell'uomo; Basta, è così, e
dopotutto è così necessario mentire nella catena naturale delle cose. Ma l'uomo
dovrebbe davvero imparare a trattare le piante più delicatamente, dove non c'è motivo
di ferirle, sarebbe uno svantaggio? Voglio dire, piuttosto il contrario! Egli risparmia
la sua compassione sugli animali nei casi in cui non ha alcuna utilità per ucciderli o
tormentarli, o per il beneficio di altri che non siano lui stesso. A volte la compassione
può diventare abbastanza viva. E proprio come sarebbe con le piante. Non è
necessario indagare qui se si tratta di un lato lodevole dell'uomo; Basta, è così, e
dopotutto è così necessario mentire nella catena naturale delle cose. Ma l'uomo
dovrebbe davvero imparare a trattare le piante più delicatamente, dove non c'è motivo
di ferirle, sarebbe uno svantaggio? Voglio dire, piuttosto il contrario! Egli risparmia
la sua compassione sugli animali nei casi in cui non ha alcuna utilità per ucciderli o
tormentarli, o per il beneficio di altri che non siano lui stesso. A volte la compassione
può diventare abbastanza viva. E proprio come sarebbe con le piante. Non è
necessario indagare qui se si tratta di un lato lodevole dell'uomo; Basta, è così, e
dopotutto è così necessario mentire nella catena naturale delle cose. Ma l'uomo
dovrebbe davvero imparare a trattare le piante più delicatamente, dove non c'è motivo
di ferirle, sarebbe uno svantaggio? Voglio dire, piuttosto il contrario! E proprio come
sarebbe con le piante. Non è necessario indagare qui se si tratta di un lato lodevole
dell'uomo; Basta, è così, e dopotutto è così necessario mentire nella catena naturale
delle cose. Ma l'uomo dovrebbe davvero imparare a trattare le piante più
delicatamente, dove non c'è motivo di ferirle, sarebbe uno svantaggio? Voglio dire,
piuttosto il contrario! E proprio come sarebbe con le piante. Non è necessario
indagare qui se si tratta di un lato lodevole dell'uomo; Basta, è così, e dopotutto è così
necessario mentire nella catena naturale delle cose. Ma l'uomo dovrebbe davvero
imparare a trattare le piante più delicatamente, dove non c'è motivo di ferirle, sarebbe
uno svantaggio? Voglio dire, piuttosto il contrario!

VII. La questione della libertà.


La pianta ha alcuna libertà arbitraria di movimento, sembra che molti già
abbastanza che non ha anima, e quindi sensazione di prova 1) . Perché, si dice,
entrambe le sensazioni, riguardanti un'anima, e il movimento volontario, a partire da
quello, sono essenzialmente correlati, dove uno non è, l'altro non può essere. La
pianta, in tutto ciò che accade ad essa, segue le leggi pure di necessità
naturale. Potrebbe essere più complicato che nella sfera inorganica; ma così
necessaria la pianta cresce nella direzione determinata dalla terra, dall'acqua, dall'aria,
dalla luce e dagli arrangiamenti interni del seme, mentre i pianeti seguono la loro
strada. Ma un'anima vuole la libertà, l'autodeterminazione.
1) Così Autenrieth dice nel suo punto di vista sulla naturale e spirituale, p.332
vita: "Ci vive un grande regno organico, che le piante, senza traccia di libertà o
di scelta nelle dichiarazioni della sua vita, senza segni di esistenza di
un'anima"; e 223: "Guardiamo le piante, alle quali non si può attribuire alcuna
anima nella loro completa mancanza di alcuna traccia di libero arbitrio".

Forse non tutti fanno questa obiezione così acuta. La necessità con cui cresce la
pianta, e con i movimenti del sistema planetario è, molti ancora non appaiono
altrettanto validi, se gli piace tenere ben all'impianto libero, quindi, tenerli per
un'anima. Ma più l'obiezione alla nitidezza perde, perde anche il suo peso. Cosa
chiede l'ultimo per uno strano tipo di libertà al fine di trovare
un'anima? Indipendentemente dal modo in cui si coglie l'obiezione, cerchiamo di
basti in quanto segue in ogni modo lo stesso.
Nel processo, dovremo guardarci soprattutto dal non lasciare che tutto il nostro
oggetto si smarrisca, la confusione, la lotta, in cui l'intera dottrina della libertà, la
nozione di libertà al vertice, è ancora preoccupata. La povera, semplice, semplice
anima-pianta vuole essere gravemente offesa, e probabilmente si perderà se stessa,
quando così tanti filosofi eruditi la incontrano all'improvviso e, ognuno a suo modo,
comincia a esaminare se e cosa sa della libertà e possedere, che lui stesso ha
dichiarato di essere l'unica anima. Cosa dovrebbe rispondere? Lei non capisce
nessuna domanda. Ma la prendo e la porto fuori dal circolo dotto, fuori tra gli animali
della foresta e del campo, con cui lei va meglio, e le faccio qualche semplice
domanda.
In realtà, dovrebbe essere possibile per tenere tutto chiaro e semplice, e di
distruggerlo né determinista né indeterminists se abbiamo solo troviamo bruscamente
nel punto in cui si può arrivare solo dopo che l'intera area delle nostre considerazioni,
per dimostrare che la pianta è inferiore agli animali rispetto a una qualsiasi delle
circostanze reali che possono essere decisive nel giudicare la libertà, anche se è
presentata in una forma diversa. Chi quindi dichiara che gli animali liberi dovranno
dichiarare le piante libere; Chiunque non li dichiari liberi, e quanti ne saranno allora,
chi potrebbe concedere la vera libertà agli animali, naturalmente non sarà in grado di
attribuirli alle piante, ma non potranno richiederli dall'anima, dal momento che non
chiede loro degli animali. Quindi le piante sono in ogni caso un'anima buona come
gli animali; Si può definire, negare o concedere la libertà nel suo peculiare interesse
filosofico, come e per quanto si desidera; solo che i segni solitamente associati alle
parole libertà, arbitrarietà negli animali, si trovano nelle piante, se non nella stessa,
ma in quelle equivalenti. Ma facciamo attenzione a non prendere l'esperienza come
interpretata; Piuttosto, è solo questione di trarre ispirazione
dall'esperienza. L'arbitrarietà negli animali rispetto ai segni dell'insieme può essere
trovata nelle piante, se non in esse, ma in quelle equivalenti. Ma facciamo attenzione
a non prendere l'esperienza come interpretata; Piuttosto, è solo questione di trarre
ispirazione dall'esperienza. L'arbitrarietà negli animali rispetto ai segni dell'insieme
può essere trovata nelle piante, se non in esse, ma in quelle equivalenti. Ma facciamo
attenzione a non prendere l'esperienza come interpretata; Piuttosto, è solo questione
di trarre ispirazione dall'esperienza.
Da cosa concludiamo che la libertà negli animali, che tendiamo a rivendicare come
essenziale per la loro animosità? Dal fatto che vediamo l'animale correre avanti e
indietro, volare, urlare, cercare cibo, senza sufficienti motivi esterni; funziona un po
'dall'interno, che non possiamo calcolare. Ma ora vediamo una pianta che presto
prende i suoi germogli, rami e boccioli, seguendo questa o quella direzione, senza che
siamo in grado di trovare cause esterne sufficienti o di calcolare quelle interne. Chi
vuole dimostrare ad una pianta perché guida foglie e rami in modo così diverso? La
libertà, naturalmente, si esprime qui in una sfera di attività completamente diversa
rispetto agli animali, ma all'interno del regno animale c'è un considerevole margine di
manovra qui. Non sarà possibile affermare che c'è più violenza nelle piante che negli
animali, perché vediamo le diverse piante che si comportano come pure diversi
animali nelle stesse circostanze esterne. Mai una pianta, allo stesso modo, ha guidato
i suoi rami, foglie e fiori come l'altra, anche se era abbastanza simile. Naturalmente,
ognuno di essi rimane all'interno di alcune regole generali, più o meno definite,
connesse con la loro natura; ma anche ogni animale; può solo correre, come le sue
gambe, solo mangiare, come è cresciuto il suo becco. Naturalmente, nei movimenti di
crescita, piegatura, piegatura delle sue parti, che produce, la pianta è determinata da
stimoli esterni, luce, aria, umidità, terra; ma anche ogni animale Quanto sono
determinati i suoi movimenti dalla natura seduttiva e ripugnante degli stimoli
esterni; solo non da solo, così come non con la pianta. Naturalmente, si potrebbe
pensare alla pianta il più possibile, che l'azione degli stimoli esterni, insieme alle
condizioni che si trovano all'interno della struttura, della costituzione della pianta,
determina il suo comportamento in tutte le circostanze; ma di nuovo proprio come
con l'animale. Ha condizioni interne meno complicate della pianta, il cui accesso al
mondo esterno può forse spiegare tutto ciò che non può essere reso dipendente
dall'esterno? Al contrario, ha ancora di più; che spiega indiscutibilmente la possibilità
di attività ancora più varie e complicate con lui. Se, quindi, si vuole negare la libertà
della pianta in questo modo, si può certamente farlo, e io stesso sono pienamente
d'accordo sul fatto che non ci sia alcun ostacolo a farlo; ma è proprio lo stesso modo
che porta a negarlo all'animale; e poiché l'animale prova comunque la sensazione e
l'istinto, la stessa cosa può essere concessa anche alla pianta.
Nessuno nel più alto, nel senso morale, vorrà senza dubbio né chiudere gli animali
né le piante; Ma se tutto il resto del mondo è necessariamente condizionato, a
prescindere da questa libertà, può essere chiesto ancora di più, poiché alcuni
conoscono la libertà morale stessa come una necessità interiore. Certamente ogni
caso è la libertà, l'arbitrarietà dei normali sensi inferiori non così ansioso di prendere
cosa che si potrebbe immaginare raccogliendo le loro apparizioni non sono senza
pericolo di un conflitto con gli interessi più alti in una necessità di back-mentire. Lo
attribuiamo anche a un pazzo che corre veloce in impulsi ciechi, a condizione che non
sia vincolato, ma ammette comunque che in pratica qualcosa che è necessario
dall'interno è ciò che lo spinge e non gli nega di provare sensazioni.
Penso che quello che hai da chiedere una creatura molto in termini di libertà di
conferirgli l'anima, è sempre solo questo, che si sente a guidare in determinate attività
come la sua. Questo è abbastanza Se questo sentimento dell'unità è stato creato per
necessità o meno, si può ancora indagando, ma, come la risposta e la rotonda sarà
tirando alcuna prova contro l'esistenza dell'anima di esso. Solo una doppia visione
della natura dell'anima liberatrice può emergere da essa. La volpe affamata afferra la
gallina; che lo fa è forse dovuto interamente alla sua istituzione e all'esistenza della
gallina; forse no; perché non decido nulla qui; anche se sono del primo parere, ma
non importa qui. Che aveva la voglia di afferrare la gallina, si sente come il suo, nello
stesso senso come un uomo che subisce un appetiti sensuali, sentire questo desiderio
come sua fa le sue azioni sempre arbitraria, libera in basso, senso volgare, in quanto
sarà chiedere un essere magnanimo, ma anche sufficiente. Così anche come la pianta
con la necessità, senza alcuna maggiore libertà esagerano le loro foglie e rami a cui li
spinge solo; wofern si sente anche solo l'unità come la sua, si sente necessario, fine a
se stessa, come l'animale quando si allunga i suoi artigli in Fange, mette i piedi
durante l'esecuzione, si spinge anche le loro foglie e rami nello stesso senso libero,
arbitraria; e dove sarebbe un segno che questo era meno il caso con la
pianta; piuttosto, la forma di attività è spiegata, tutto analogo a quello degli
animali. Sì non ha nemmeno la comunanza del drive termine per noi, gli animali e le
piante su una comunità là fuori? Nell'urgenza qualcosa vuole fuori di noi; oppure noi
stessi vogliamo andare oltre il nostro stato attuale; L'anima ha la sensazione di
questo; ma se il motore completamente spazzato lungo una creatura che non è
attaccato ad arrivare allo scopo, come siamo, o può essere completamente portato via,
come nella pianta che è non li grown guida per allungare oltre se stessa per tutti
luoghi dove c'è da guadagnare qualcosa per loro, che non cambia la natura delle
riprese, e la sensazione di esso può essere altrettanto forte e vivo in entrambi i casi. la
stessa che ha il contrasto di quando si pensa che la pianta, piuttosto che prorogato di
un gioco di forze amiche lì, dove uno stimolo li guida o la forza vitale interiore li
spinge, verrebbero trascinati o piegati lì da una forza esterna. Quindi, indubbiamente,
non ci sarebbe stata nessuna sensazione di guida in lei. È la stessa differenza se il
nostro braccio è teso da un gioco dei nostri poteri, o un altro lo distende; il primo
caso è collegato al sentimento della propria pulsione, il secondo no. Perché dovrebbe
essere diverso con la pianta? Inoltre, entrambi i casi possono essere soggetti allo
stesso bisogno; incidentalmente, solo il momento della coercizione funziona
dall'interno e in altri dall'esterno. se il nostro braccio è teso da un gioco dei nostri
poteri, o un altro lo distende; il primo caso è collegato al sentimento della propria
pulsione, il secondo no. Perché dovrebbe essere diverso con la pianta? Inoltre,
entrambi i casi possono essere soggetti allo stesso bisogno; incidentalmente, solo il
momento della coercizione funziona dall'interno e in altri dall'esterno. se il nostro
braccio è teso da un gioco dei nostri poteri, o un altro lo distende; il primo caso è
collegato al sentimento della propria pulsione, il secondo no. Perché dovrebbe essere
diverso con la pianta? Inoltre, entrambi i casi possono essere soggetti allo stesso
bisogno; incidentalmente, solo il momento della coercizione funziona dall'interno e in
altri dall'esterno.
Queste osservazioni non alla luce artificiale, ma portare in realtà unica relazione
tangibile chiaramente in primo piano, che è offuscato in via ordinaria di guardare
attraverso il cerchio, che teniamo gli impianti già in senz'anima verso gli
animali; vale a dire, fin dall'inizio, prendono anche le loro attività dal punto di vista
di una necessità più senz'anima di quella degli animali. D'altra parte, quando tutte le
idee preconcette sono accettate, la necessità non è affatto provata nelle piante, come
negli animali; per quanto probabile possano essere con loro, questa probabilità
riguarda l'animale e la pianta allo stesso modo; e anche se dimostrano di essere che
nulla è dimostrato contro una pulsione di anima nella misura in cui non dipende dalle
categorie di sviluppo necessario o non necessario. Infine, ogni essere crede di essere
libero di agire quando agisce secondo il suo piacere, perché questo è connesso con il
sentimento della pulsione verso una cosa. Ma che ci vuole piacere in questo o quello
dipende dalla sua organizzazione fisiologica e psicologica.
Il carattere più diretto e decisivo dell'atto di libero impulso o piacere dell'animale è
che essa raggiunge, con uno sforzo di forza interiore, le condizioni favorevoli della
vita, e cerca di sfuggire allo sfavorevole. Quando si tratta di cibo, si sente quello che
sta facendo lì. Perché meno credere che la pianta, quando cresce per il cibo, sente
cosa lo fa crescere lì? Esternamente attratto da esso, è piccolo quanto
l'animale. L'animale guida la fame, il piacere del buon gusto; perché la pianta
dovrebbe morire di fame meno se manca di cibo; ha un sapore meno, se trova cibo
adatto o non accattivante? In ogni caso, gli sforzi per trovare il cibo giusto non sono
meno nella pianta che nell'animale, e molto analoghi; solo che l'animale si allontana
completamente dopo il cibo, la pianta sposta le parti di sé lontano dal cibo; che la
pianta è guidata non da occhi e orecchie nella sua ricerca, ma da fili di sentimenti,
che invia in tutte le direzioni.
Infatti, quanto spesso la pianta stende le sue radici; come fa a gattonare per trovare
terreno fertile? Ovunque trovi queste cose, lei apre il suo appartamento, per così dire,
e i luoghi aridi la lasciano; Spesso sembra odorare il buon terreno su grandi distanze,
e trovare la sua strada attraverso strette fessure in pareti o rocce, mentre sul lato del
terreno sterile il sradicamento si sviluppa poco. Ci sono esempi notevoli di questo. Ci
sono anche casi in cui l'intera pianta si è spostata dal luogo e per così dire è arrivata ai
salti dell'animale. Non provano più di dove si fermano; ma lo dimostrano abbastanza
chiaramente.
l'originale cespuglio morì e la pianta si spostò sul terreno migliore. - sul Lago di
Como, a Villa Pliniana, radici anche appeso percepiscono che strisciato la superficie
della roccia verso il basso e le tribù sono diventati "(Murray Fror Non XXXVIII p
278 .....).
È innegabile che la pianta non percepisca a malapena il buon terreno così lontano
dalla distanza, dal momento che un animale può sentire l'odore di una certa distanza,
senza che nulla provenga da lontano, sia esso solo per il viso o l'odore; altrimenti
l'animale dovrà correre a tentoni finché non troverà ciò che gli piace, quindi rimarrà
così. Così sarà con la pianta; forse è un fumo di moda che attira la pianta in un
terreno fertile, forse, e più probabilmente, invia le sue fibre radice così a lungo dopo i
vecchi lati fino a quando non colpiscono un buon terreno; poi aumentano di forza, si
espandono; gli altri vanno dentro per questo, e quindi può sembrare che la pianta
abbia sentito l'odore del buon terreno da lontano. La cosa non è ancora
completamente risolta. Ma qualunque sia il modo in cui la pianta trova il suo
cibo, quindi lei sa come trovarlo; Ci sono anche modi molto diversi tra gli animali.
Si può dire, tuttavia, che se si vede che una pianta manda le sue radici lunghe e
sottili attraverso il terreno sterile per nutrirsi, il fascino fisico del terreno sterile sulla
pianta particolarmente controproducente sarà sufficiente per spiegare questo successo
in modo puramente fisico; non è necessario cercare una ragione e un impulso
nell'anima. Ma questa è solo un'altra svolta dell'obiezione alla mancanza di libertà, e
la stessa risposta appartiene ad essa. Certo, si può dire così, solo che si può ripeterlo
altrettanto bene negli uomini e negli animali, se si vuole interpretare i fenomeni in
base ad esso, e può dimostrarlo altrettanto poco con le piante, se riguarda anche la
prova; in breve, lo stato delle cose rimane lo stesso per entrambi. Secondo me, in una
visione che altrimenti non sembra così riprovevole, che ogni spirituale qui ha
immediatamente una propria espressione fisica, la possibilità di spiegare qualcosa
solo attraverso la mediazione fisica o corporea non deve affatto permettere la
possibilità di una spiegazione per motivi spirituali conflitti; La ragione spirituale
esige quindi la sua espressione nel fisico. Chiunque ora adotti il punto di vista di
voler perseguire l'espressione nel fisico dappertutto, come lo è il punto di vista del
naturalista, può quindi naturalmente; ma non deve negare l'anima, che diventa anche
consapevole di sé nell'espressione corporea per gli altri. Anche la mia volontà di
raggiungere un pezzo di pane deve essere accompagnata da un processo corporeo
nella testa, che stimoli il braccio a muoversi; sappiamo, è stimolato nell'atto della
volontà dal cervello. Ora un fisiologo potrebbe anche desiderare di negare l'atto
volitivo dell'anima, perché nel suo punto di vista potrebbe rendere il movimento del
braccio dipendente da quel processo fisico in cui la volontà si esprime direttamente
nella testa, e si sposta più indietro da quello fisico Apparenza del pane e stato fisico di
fame del corpo e dello stato particolare del cervello, che ha avuto luogo prima della
volontà, Come fisiologo, potrebbe avere ragione a prenderlo in quel modo; ma l'uomo
ha un lato diverso dal fisiologo, che probabilmente deve lasciare invisibile; perché
non anche la pianta? Naturalmente possiamo spingere tutto fisiologicamente sui loro
movimenti interni, ma non dovrebbe, quindi, se questi movimenti si mostrassero
come intenzionalmente come nell'uomo. Le ragioni materiali, che potremmo almeno
supporre di supporre la connessione fisiologica all'amore in tali casi, non possono che
essere considerate come espressioni o portatori di ragioni psichiche per una
connessione psichica che a sua volta è supportata da quella connessione
fisiologica. Ma, naturalmente, un errore fondamentale della nostra attuale visione
della natura sta nel fatto che noi crediamo che lo spirituale possa sempre passare
davanti o dietro al fisico, ma non direttamente nei suoi panni; e mettendone sempre
uno nel contesto dell'altro, perdiamo la connessione che ciascuno ha in sé e in totale
con l'altro. Ma io so, che non cambierò questo qui, né lo migliorerò. A prescindere da
ciò che si pensa, è sufficiente indicare qui solo il punto reale e decisivo per noi che
tutta la possibilità presupposta di spiegare tutto puramente fisiologicamente alla
pianta non può provare nulla contro il funzionamento di un'anima in essa. poiché il
presupposto della stessa possibilità esiste negli animali per le stesse ragioni; Al
contrario, la validità di questa condizione nelle piante è altrettanto ipotetica come
negli animali. poiché il presupposto della stessa possibilità esiste negli animali per le
stesse ragioni; Al contrario, la validità di questa condizione nelle piante è altrettanto
ipotetica come negli animali. poiché il presupposto della stessa possibilità esiste negli
animali per le stesse ragioni; Al contrario, la validità di questa condizione nelle piante
è altrettanto ipotetica come negli animali.
La comunicazione di alcuni esempi particolari di come le piante cercano di mettersi
nelle condizioni appropriate della vita attraverso un gioco di forze motrici interiori
servirà a spiegare ancora di più quanto sopra.
Il professor Schwägrichen mi raccontò che una volta ha ricevuto un messaggio dal
Mansfeld che un enorme eccesso nuova Kryptogam con gambo squamosa stato
trovato nelle miniere locali, che probabilmente sono cresciuti ad una lunghezza di 30
yarde sotto zero, senza però, fino al La luce del giorno può penetrare. Che cosa era su
un esame più attento? Il gambo sotterraneo di una pianta alta pochi centimetri in
circostanze normali, uno squamaria di Lathraeada cui, per caso, per caso, un pezzo
aveva raggiunto la grande profondità. Ora la radice cercava la luce e cresceva e
cresceva, perché non era in grado di ottenerla. Non è così che una persona la cui
intera impresa è diretta verso un obiettivo particolare, se non può raggiungerla,
progredisce indefinitamente, fino a quando non la raggiunge, o diventa
esausta? Ovviamente, la pianta non avrà chiaramente progettato ciò che vuole; cosa
sapeva della luce? Ma lei avrà sentito ciò che non vuole, non stare sottoterra, dove
non potrebbe portare foglie o fiori. Uscire da questo stato l'avrà guidata. Perché,
allora, perché crescere? Come faceva a sapere che avrebbe potuto beneficiarla dalla
terra? dove è stata inizialmente? Ma come fa il bruco a sapere che deve tessere se
stessa per uscire dalla sua attuale condizione di bruco, che non le piace più? Solo noi
non sappiamo come lei sa. Ma se bruchi e ragni possono sentire l'impulso di estrarre
le corde da sé per raggiungere gli scopi prefissati dalla natura, come non
dovrebberoLathraea, se si tira su, ci si può fidare di provare lo stesso, per una causa
che cade dallo stesso punto di vista.
Mustel mise un gelsomino ( Jasminuin azoricum ) in un vaso da fiori dietro un
tabellone che aveva diversi fori (ognuno di 2 pollici quadrati, ogni 6 pollici di
distanza). Il gambo prima è cresciuto attraverso il prossimo buco alla luce. Mustel
rovesciò la scacchiera e la pentola in modo tale che il ramo adulto si fosse allontanato
dalla luce; Mentre il gambo crebbe nuovamente attraverso il secondo buco verso la
luce. Mustel ripeteva la procedura, e così il gambo cresceva gradualmente, si
muoveva da un lato all'altro della tavola, attraverso tutti i buchi (Mustel, Trailé de la
vég., II. 101).
Trappola un animale, un umano; e sicuramente scappa attraverso la prima o più
comoda buca che lasci aperta; rinchiuderlo di nuovo e fugge di nuovo attraverso il
buco più conveniente; sicuro come fa la pianta qui, a meno che le catene non lo
leghino. La pianta non lo fa meno sicuramente, forse anche più sicuramente, se
questo lo mette in discussione, o lo fa sentire sicuro come il bisogno di luce e aria
come facciamo noi della libertà? Se lei rimane dietro la lavagna, preferirei molto che
non si preoccupasse della luce; ma ora, perché le tue emozioni ti costringono,
dovrebbe essere meno sentimento?
Glocker ha visto. come densamente piedi sul bordo di una foresta in
cespugli Stachys recta dopo difficilmente spinti suo stelo alcuni pollici verticalmente
in altezza, viene deviata tutto in una volta in un angolo quasi diritto e girata nella
direzione orizzontale della posizione in cui la luce piccola da una L'apertura dei
cespugli era più forte; e in direzione orizzontale, è cresciuta su, finché ebbero
raggiunto il limite delle boccole dove sua parte più esterna, che ora aveva il pieno
godimento luce, la direzione verticale verso l'alto di nuovo assunto. (Glocker, autore
sull'effetto della luce sulle piante, pagina 25).
Warren vide un gambo di patate in uno scantinato, che riuscì a far luce solo
attraverso un piccolo foro, trascinando 20 piedi sul pavimento verso
quell'apertura. (Memo dell'American Academy of Arts e Sc. Vol. II. LI)
Che l'impianto in questi esperimenti INNESTATO la luce, non l'aria, in particolare
dimostra l'Tessier osservazione che durante l'installazione in una cantina due
aperture, una delle quali è aperta e l'aria, ma non accesso consente la luce, l'altra con
è prevista una finestra di vetro che permette alla luce, le piante tenute nel tratto
cantina resistente alla seconda apertura, non contro il primo, (Lamarck et Decand.
Flore franco. TI 198.)
Lo chiamiamo istinto, che insegna ad ogni animale a stabilire i suoi movimenti in
modo tale che le sue giuste condizioni di vita ne beneficino, noi non sappiamo come
insegnare. Cos'altro abbiamo ma tutte le manifestazioni esterne di un istinto in quelle
aspirazioni di piante? Ogni animale agisce in modo diverso a causa dei suoi istinti,
perché serve gli altri; ogni pianta lo fa anche Porto altri esempi.
Tutte le piante che crescono nella terra guidano le loro radici verso il basso; il
vischio non risponde a questa necessità. 2)Che cosa ha servito? È radicato su altri
alberi; e non solo sulla parte superiore, ma altrettanto sulle superfici laterali o sul lato
inferiore dei rami; in tal caso potrebbe anche essere necessario guidare la radice verso
l'alto. E anche lei; Qualunque sia la superficie del ramo, guida la sua radice
perpendicolarmente ad esso. Sì, appendi un vischio su una corda a una certa distanza
dal lato di un ramo; anche da una certa distanza, la piccola radice può percepire dove
si trova il ramo, e può essere diretto contro di esso, a destra oa sinistra, a seconda del
ramo. Naturalmente, ora sta crescendo in verticale contro un muro di pietra o di ferro,
in cui ancora non c'è cibo, e si deve seminare vischio sulla superficie di una palla di
ferro, tutti si sforzano con le radichette del centro, come se si trovassero in questa
direzione, che serve loro. Il tuo istinto è ingannevole qui. Ma è questo diverso se
vuole covare le uova di gallina in marmo, e segue l'uccello fischio di quaglia al posto
del grido della femmina? L'istinto è vincolato ovunque perché essere guidato da
effetti fisici, e le circostanze, incluso quindi essere ingannato. sa indiscutibilmente la
strada del Mistelwürzelchen, mai l'unico modo per vedere la parete da lontano, che
l'aria e l'umidità, e luce e calore da questo lato ora agire diversamente dalle
altre; pertanto non sono più luogo presso una distanza troppo grande. In generale, e in
media nelle circostanze pulsione è ancora correttamente diretto da queste azioni,
perché il suo dispositivo è calcolata a; ma, come nel caso di istituzioni generalmente
utili, in alcuni casi in cui si verificano le circostanze normali, a volte può insorgere
un'ingiustizia. Se ora troviamo questo nell'istinto degli animali, non possiamo
certamente fare diversamente con quelli delle piante.
2) Dutrochet in s. Recherches
Moose, piuttosto un diverso tipo di sesso pianta come il vischio, guidare loro
radichette in qualsiasi direzione, sempre perpendicolare alla superficie su cui sono
radicati, perché crescono anche sugli steli e rami: ma le piante rimanenti sono così
ostinati con nella direzione delle loro radici verso il basso, che, invertendo
ripetutamente la nave in cui sono stati seminati, deviano la direzione dei germogli
della radice altrettanto spesso. Fondamentalmente, le piante generalmente si
comportano solo contro il grande globo come i grani di vischio negli esperimenti
sopra menzionati contro la piccola sfera da cui vengono seminati; facendo galleggiare
le loro radici intorno alla terra contro il loro centro. Ora si vede che è uguale alla
natura se la sfera è grande o piccola, non dipende dalla dimensione della sfera,
Da quanto precede, si sarà in grado di trascurare quanto sia irrilevante, che
Autenrieth afferma nel modo seguente contro l'anima delle piante. (3) "In una certa
misura", dice, "la pianta stessa mostra movimenti visibili in alcuni dei suoi organi a
stimoli esterni, ma solo a quegli stimoli che li hanno già influenzati: non può, come
l'animale animato, anche Scegliendo quelli che non sono ancora lì per loro, una
pianta rampicante estende i loro viticci germogliati contro una spugna bagnata, ma
solo dopo che i vapori li hanno già colpiti, e una bestia assetata cerca l'acqua dove
non ce n'è. "
3) Views of Nature and Soul Life, p 332.

Ma ora anche Lathraea ha cercato la luce prima che la colpisse, e il vischio cerca la
superficie in cui si radicherà prima di raggiungerla. Ma che sono determinati dalla
loro natura e organizzazione interna, e sono determinati da influenze esterne, è solo
abbastanza analogo agli animali.
Forse si fa l'osservazione: molte cose sono anche utili in noi, come la circolazione
del sangue e il movimento degli strumenti digestivi, il metabolismo e la nutrizione,
senza che sentiamo nulla lì; Così, nel caso delle piante, anche la deriva delle radici e
altre cose secondo scopi senza sensazione dell'istinto potrebbe aver luogo. Lo era. Ma
i movimenti digestivi, la circolazione sanguigna. ecc., se non provati da noi stessi,
allora abbiamo solo lo scopo di farci inviare ad altre sensazioni e ricevere; In effetti,
non potrebbe in realtà essere lo scopo della stessa per noi se semplicemente servisse a
preservarci come in istituzioni insensibili generali. Quindi, anche se non ci fossero
particolari sensazioni dell'impulso connesso con l'attività delle radici, dovremmo
assumerlo che ciò servirebbe allo scopo di preservare esseri altrimenti senzienti nelle
piante. È possibile che tutte le attività delle piante sottostanti la terra in un modo
simile solo, per così dire, forniscono una base anima-oscura per le sensazioni
luminose che sono connesse con l'attività delle piante sopra la terra, come facciamo
anche noi accettare un territorio così oscuro in noi di fronte a una regione
luminosa; ma non dobbiamo negare noi stessi queste sensazioni brillanti, per non
accusare la natura di aver creato esseri adatti senza scopo per loro. che si attengono
all'attività delle piante sopra la terra, proprio come accettiamo una regione così
oscura in noi stessi in un'area luminosa; ma non dobbiamo negare noi stessi queste
sensazioni brillanti, per non accusare la natura di aver creato esseri adatti senza scopo
per loro. che si attengono all'attività delle piante sopra la terra, proprio come
accettiamo una regione così oscura in noi stessi in un'area luminosa; ma non
dobbiamo negare noi stessi queste sensazioni brillanti, per non accusare la natura di
aver creato esseri adatti senza scopo per loro.
Ma ora non è nemmeno bello dire che non abbiamo nulla dei nostri movimenti
circolatori, digestivi e simili. sentirsi come; solo in sensazioni distintamente separate
di solito si rendono invisibili; d'altra parte, la normale sensazione generale di potere e
vita è essenzialmente legata al normale processo della stessa. A questi eventi viene
improvvisamente permesso di stare fermi, ed è altrettanto improvviso con tutto il
sentimento della vita, non solo in generale, ma anche di ogni sensazione in
particolare; poiché la base di questo sentimento della vita stessa deve entrare in ogni
particolare sensazione. Se, tuttavia, nessuna particolare sensazione è associata al
corso ordinario di questi processi, si verificano immediatamente quando qualcosa
emerge dalla traccia familiare. Poi sentiamo il calore, il gelo, l'ansia, la paura, Dolore,
spasmo, fame, sete (quest'ultima anche in normale ricorrenza), a seconda di come va
nelle nostre viscere e nel sistema della nostra circolazione. Dunque, anche la pianta
non ha sentito nulla di speciale, se le sue radici trovano sempre solo il cibo per il
quale viene mediata la pianta, questo non escluderebbe che, se manca qualche
adempimento di queste condizioni, ha immediatamente bisogno sentire.
Infine, le attività delle radici non riesco a mettere insieme con i movimenti dei
nostri organi digestivi e sangue, se si svolgono al suo interno delle operazioni rispetto
al già registrato nel nostro materiale, che trambusto ma dentro è portato fortuna
ottenere condizioni esterne di vita nel mondo esterno. Ma tutte queste attività sono
sotto il controllo di determinati istinti.
Tutto, quindi, mi sembra il più cauto, se il radicale delle piante in circostanze
ordinarie è più generalmente o più specificamente coinvolto nella sensazione della
pianta, e non deciderò per certo; ma tutto indica che è coinvolto, e certamente più, più
la pianta deve cercare le sue normali condizioni di vita; quindi li vediamo fare sforzi
speciali per trovare queste condizioni di vita.
Per quanto riguarda la deriva delle piante sopra la terra, la sezione seguente tratterà
ulteriori discussioni che intervengono nei precedenti.

VIII. Crescita, curvatura, piegatura, rotazione delle piante.


Le considerazioni del paragrafo precedente portato ora di guidare la crescita e
l'attività di piante in radice, fusto, rami, foglie, ecc, per quanto si presenta come un
mezzo per soddisfare i propri bisogni, riguardare un'attività di loro anime.
Contro questo c'è un'obiezione che sembra importante.
Noi stessi non abbiamo né una sensazione definita della nostra crescita, né
sentiamo il bisogno di crescere in entrambi i modi, ma piuttosto il nostro processo di
crescita è completamente diverso dalla nostra coscienza; Come, quindi, lo stesso
processo dovrebbe improvvisamente prendere coscienza tra le piante?
Rispondo: la nostra crescita e le piante sono in realtà due cose non del tutto simili,
anche se la parola, ma, non appena evidente ancora più vicina, proprio tutti hanno
non significa che i punti critici per la questione del legame dei fenomeni dell'anima
deve essere. E anche con noi, e gli animali del processo di crescita non può essere
considerata come del tutto non coinvolto nella vita dell'anima, dal momento che i
processi di nutrizione e la circolazione, da cui dipende, non sono coinvolto qui
(comp. La sezione precedente). Piuttosto, un'improvvisa interruzione nella normale
crescita sarebbe certamente avvertita da noi in uno stato d'animo di vita cambiato e
probabilmente depresso. Tuttavia, ciò che il processo di crescita contribuisce alla
normale sensazione di vita non differisce in nessuna sensazione speciale. Ma
se, come abbiamo visto, ma rifiutare la Food and processo di circolazione per
particolari modifiche a certe sensazioni, fame, sete, freddo, calore, ecc, non v'è alcuna
ragione per mantenere il processo di crescita correlato questo meno capace di per
sé. È solo con gli animali che è meno preparato a tali modifiche; ma per le piante
ancora di più; come verrà presto mostrato. Quindi, qui qualcosa di nuovo e strano non
è collegato al processo di crescita delle piante; ma solo allo sviluppo genere
particolarmente saliente e peculiare, che ha effettivamente vince le piante, una specie
particolarmente saliente e peculiare del contributo allo sviluppo mentale che fornisce
già a socializzare. Se, tuttavia, i processi nutrizionali e circolatori si trasformano in
certe sensazioni, fame, sete, gelo, calore, ecc., Con modifiche speciali, non c'è motivo
di mantenere il processo di crescita ad esso collegato meno capace di farlo. È solo
con gli animali che è meno preparato a tali modifiche; ma per le piante ancora di
più; come verrà presto mostrato. Quindi, qui qualcosa di nuovo e strano non è
collegato al processo di crescita delle piante; ma solo allo sviluppo particolarmente
saliente e peculiare che egli realmente guadagna nelle piante, e anche a uno sviluppo
particolarmente saliente e peculiare del contributo dell'anima, che già fornisce. Se,
tuttavia, i processi nutrizionali e circolatori si trasformano in certe sensazioni, fame,
sete, gelo, calore, ecc., Con modifiche speciali, non c'è motivo di mantenere il
processo di crescita ad esso collegato meno capace di farlo. È solo con gli animali
che è meno preparato a tali modifiche; ma per le piante ancora di più; come verrà
presto mostrato. Quindi, qui qualcosa di nuovo e strano non è collegato al processo di
crescita delle piante; ma solo allo sviluppo particolarmente saliente e peculiare che
egli realmente guadagna nelle piante, e anche a uno sviluppo particolarmente saliente
e peculiare del contributo dell'anima, che già fornisce. per mantenere il relativo
processo di crescita meno capace di farlo. È solo con gli animali che è meno
preparato a tali modifiche; ma per le piante ancora di più; come verrà presto
mostrato. Quindi, qui qualcosa di nuovo e strano non è collegato al processo di
crescita delle piante; ma solo allo sviluppo particolarmente saliente e peculiare che
egli realmente guadagna nelle piante, e anche a uno sviluppo particolarmente saliente
e peculiare del contributo dell'anima, che già fornisce. per mantenere il relativo
processo di crescita meno capace di farlo. È solo con gli animali che è meno
preparato a tali modifiche; ma per le piante ancora di più; come verrà presto
mostrato. Quindi, qui qualcosa di nuovo e strano non è collegato al processo di
crescita delle piante; ma solo allo sviluppo particolarmente saliente e peculiare che
egli realmente guadagna nelle piante, e anche a uno sviluppo particolarmente saliente
e peculiare del contributo dell'anima, che già fornisce. Quindi, qui qualcosa di nuovo
e strano non è collegato al processo di crescita delle piante; ma solo allo sviluppo
particolarmente saliente e peculiare che egli realmente guadagna nelle piante, e anche
a uno sviluppo particolarmente saliente e peculiare del contributo dell'anima, che già
fornisce. Quindi, qui qualcosa di nuovo e strano non è collegato al processo di
crescita delle piante; ma solo allo sviluppo genere particolarmente saliente e
peculiare, che ha effettivamente vince le piante, una specie particolarmente saliente e
peculiare del contributo allo sviluppo mentale che fornisce già a socializzare.
Ricordiamoci che le piante non dovrebbero ripetere gli animali, ma integrarli. Solo
le condizioni generali della vita psichica saranno sempre le stesse per entrambi, ma in
particolare non è necessario chiedere l'accordo. Piante vogliono raggiungere
attraverso la crescita libera, che vuole raggiungere animali da locomozione libera, e
quindi umori senso analoghi ed anima spara affermarsi in quelli naturalmente a
movimenti di crescita come questi movimenti locali. Il fine determina i mezzi in
natura, e i diversi tipi di mezzi hanno sentimenti diversi riguardo al raggiungimento
dello scopo.
Andiamo ora anche attraverso le principali differenze tra la crescita di animali e
piante, e troveremo che abbiamo qui, infatti, si tratta di un sacco le cose più diverse di
quanto si potrebbe pensare quando si utilizza lo stesso nome per entrambi; e allo
stesso tempo scopriamo che le differenze stanno nella direzione che chiediamo.
l) Nella crescita degli animali nulla è lasciato libero per la figura principale. Un
cane ha una coda, quattro zampe, due occhi, una lingua, tutti nello stesso posto, nello
stesso numero; cambia solo le condizioni migliori. Quindi se l'animale non sente
alcun bisogno di crescere in entrambi i modi, è perché non ne ha. Un melo, d'altra
parte, presto si biforca con due, ora con più rami principali, che possono iniziare da
diverse angolazioni, a varie altezze; ogni ramo aziona di nuovo, per così dire, rami,
ramoscelli, foglie, in un modo o nell'altro; senza numero, ordine, direzione da
stabilire con una regola fissa. Questo è stato appena rilasciato per un impulso che
deve essere attirato dentro e fuori da cause esterne e stimoli sensoriali; mentre negli
animali invece della possibilità di cambiare posizione diversa viene
rilasciato. L'animale caricato attraverso la sua crescita, per così dire solo una forma
prescritta, che deve servire a dare forma essa ulteriormente la sua vita, allora; nella
pianta la formazione della vita stessa coincide con quella della crescita; ed è per
questo che non può mantenersi in una forma così prescritta. Adotta ancora le
prescrizioni relative alle condizioni di accadimento rispetto alle quali la pianta deve
comportarsi. Eppure non solo di questi. Per un principio internamente riceve walt-
misura ma come già sottolineato in precedenza, per ogni impianto, nonostante tutta la
libertà crescono un carattere di base ancora visibili esternamente irrinunciabile
saldamente. Questo è il carattere dell'anima,
2) In base a quanto precede, la crescita della bestia dipende poco dalla stagione e
dall'ora del giorno, dal tempo e da altre condizioni esterne, cresce sempre nella
maniera prescritta; ma è diverso a seconda dell'anno e dell'ora del giorno, del tempo e
delle condizioni esterne. La pianta cresce in modo diverso a seconda dell'anno,
dell'ora del giorno, del tempo e di altre circostanze esterne. Quindi la pianta si
comporta come la recitazione dell'animale. L'inverno è il suo tempo di sonno, lei non
cresce affatto lì; cresce più velocemente durante il giorno che di notte; più veloce con
un buon cambio di calore e umidità rispetto a quando è sempre troppo caldo o troppo
umido. E non solo più veloce o più lento, ma anche in ogni altro tempo; diverso in
ogni altro raggio di sole, diverso in ogni altro luogo.
Il Prof. E. Meyer di Königsberg si è convinto che un gambo in rapida crescita
cresce quasi altrettanto velocemente durante il giorno come durante la
notte. Un Amaryllis Josephinaeallungò il suo dritto stelo senza foglie entro 12 giorni
da 21 pollici Rheinl. L'aumento della lunghezza era di 6 del mattino, ore 12 e la sera
06:00 sempre accuratamente misurato, ed è stato nei 12 mattina insieme 6 '9'', nei 12
pomeriggio 7 ' vale a dire il giorno in tutti i 13" 9' ' ottenuto nelle 12 notti, ma solo il
7 "3 '". risultati molto simili Dr. Palm sull'osservazione del luppolo e il fagiolo (Fror.
Non. XLI p. 218). Comp., gli esperimenti di E. Meyer su orzo e le piante di grano in
Linnaea IV, p. 98;Cactus grandiflorus in Physiol di Treviranus. II. 145; di erbe su
steli di Littaea geminiflora in Flora, I. 1843, p.
"Appare tra le rocce a secco su magro, calcare
soleggiata Carlina completamente acaulis: si diventa un po 'terreno sciolto, come si
alza, nel buon paese giardino non la può riconoscere, ha vinto un alto fusto ed è
quindi Carlina acaulis . caulescens "(Goethe, la metamorfosi della pianta crescere
funziona Ges .. XXXVI S. 126.) - il Georgine è un molto poco appariscente in un
impianto di stato selvaggio in cui si desidera difficilmente riconoscere la pianta
ornamentale maestoso nostri giardini. - L'influenza della cultura del giardino sulla
crescita delle piante è abbastanza nota.
Eckermann in s. Conversazione. (terzo volume, pagina 101) dice a Goethen dei
tentativi fatti per trovare il legno più adatto per la realizzazione di un arco, i seguenti
commenti che sono anche interessanti per noi. "In questa occasione ho appreso (da un
Wagner) che tra cenere e cenere c'è una grande differenza, e che in tutti i tipi di legno
dipende molto dal luogo e dal terreno in cui è cresciuto." Ho appreso che il legno
dell'Ettersberg era Il legname ha meno valore, e quel legno del quartiere di Nohra ha
una fermezza speciale, motivo per cui i carri cingolati Weimar hanno una fiducia
molto speciale nelle riparazioni auto fatte a Nohra. che tutto il legno cresciuto sul lato
invernale di un pendio si trova più solido e di fibra più dritta rispetto a quella
coltivata sul lato estivo. È anche comprensibile. Per un giovane tronco che cresce sul
lato nord ombreggiato di un pendio ha solo la luce e il sole a guardare verso l'alto,
motivo per cui, curioso per il sole, si sforza continuamente verso l'alto e tira la fibra
in una linea retta. Inoltre, uno stato d'ombra è favorevole alla formazione di una fibra
più fine, che è molto precipitata su alberi così liberi che il loro lato meridionale è
stato esposto al sole per tutta la vita, mentre il loro lato settentrionale è rimasto
costantemente all'ombra. Se un tale tronco giace tagliato di fronte a noi, notiamo che
il punto del nucleo non è affatto nel mezzo, ma considerevolmente verso un lato. E
questo spostamento del punto medio è dovuto al fatto che gli anelli annuali del lato
sud si sono sviluppati considerevolmente più fortemente dall'azione continua del sole
e sono quindi più larghi degli anelli annuali del lato nord ombreggiato. Carpenter e
Wagner, se sono preoccupati per un solido legno pregiato, preferiscono quindi
scegliere il lato nord finemente sviluppato di una tribù, che chiamano il lato
invernale, e hanno una fiducia speciale in esso. "- Ricorda che non è cresciuto ma la
crescita, mentre avviene, è considerata come l'espressione di vita della pianta L'albero
lascia dietro di sé il sentiero della vita boscoso dietro di esso, solo il legno, ma
l'attività, che lascia il bosco così, è da prevedere Albero è cresciuto in modo diverso,
avrà sentito un altro istinto.
Nelle stesse discussioni Tl. III. S. 146 dice lo stesso Goethe in un'altra occasione:
"Crescere la quercia nel folto della foresta approccio, circondato da grandi tribù
vicine, la loro tendenza sarà sempre salire, sempre alla ricerca di aria libera e la luce
dopo che le parti si tratta solo di deboli. Questi alberi appassiranno e ricadranno nel
corso del secolo, ma una volta raggiunta la cima della loro cima, si calmeranno e
cominceranno a distendersi ai lati e una corona per formare. Ma è in questa fase
hanno già la loro età media oltre i suoi molti anni di guida su ha accettato le loro
FRIS chesten forze e il loro desiderio ora di dimostrare ancora la larghezza in
direzione potente, non avrà più il diritto di successo. alta, rimarrà forte e snella dopo
una crescita perfetta, ma senza una tale relazione tra tronco e corona, per essere
davvero bella. - Cresce hinwieder la quercia in umido, luoghi paludosi, e il fondo è
quello di mangiare, sarà in sala gehörigem primi guidare molti rami e rametti su tutti i
lati; Tuttavia, ci sono i riluttanti, effetti ritardanti mancano, la nodosa, Testardo,
Jigsaw non si svilupperà, e se visti da una certa distanza, l'albero diventerà un debole,
aspetto linden-like, e lui non sarà abbastanza, almeno non come la quercia. -
finalmente cresce sui pendii montani, il magro, il suolo steinigtem, sarà infatti appare
frastagliata e nodoso in eccesso, ma è la loro mancanza di libero sviluppo, lei si
prenderà cura e arriverà presto nella sua crescita, e lei non sarà mai persuasa a dire di
lei che c'è qualcosa in lei che può stupirci. Il terreno sabbioso o sabbioso misto a
potenti radici in tutte le direzioni sembra essere il più economico. E poi vuole un
supporto che permetta alla sua stanza di assorbire tutti gli effetti di luce e sole,
pioggia e vento da tutti i lati. Essendo cresciuto in un comodo riparo dal vento e dalle
intemperie, nulla risulta essere lei; ma una lotta centenaria con gli elementi li rende
forti e potenti, così che dopo che la loro crescita è cresciuta, la loro presenza ci ispira
con stupore e ammirazione ". per stupirci. Il terreno sabbioso o sabbioso misto a
potenti radici in tutte le direzioni sembra essere il più economico. E poi vuole un
supporto che permetta alla sua stanza di assorbire tutti gli effetti di luce e sole,
pioggia e vento da tutti i lati. Essendo cresciuto in un comodo riparo dal vento e dalle
intemperie, nulla risulta essere lei; ma una lotta centenaria con gli elementi li rende
forti e potenti, così che dopo che la loro crescita è cresciuta, la loro presenza ci ispira
con stupore e ammirazione ". per stupirci. Il terreno sabbioso o sabbioso misto a
potenti radici in tutte le direzioni sembra essere il più economico. E poi vuole un
supporto che permetta alla sua stanza di assorbire tutti gli effetti di luce e sole,
pioggia e vento da tutti i lati. Essendo cresciuto in un comodo riparo dal vento e dalle
intemperie, nulla risulta essere lei; ma una lotta centenaria con gli elementi li rende
forti e potenti, così che dopo che la loro crescita è cresciuta, la loro presenza ci ispira
con stupore e ammirazione ". per assorbire tutti gli effetti di luce e sole, pioggia e
vento da tutti i lati. Essendo cresciuto in un comodo riparo dal vento e dalle
intemperie, nulla risulta essere lei; ma una lotta centenaria con gli elementi li rende
forti e potenti, così che dopo che la loro crescita è cresciuta, la loro presenza ci ispira
con stupore e ammirazione ". per assorbire tutti gli effetti di luce e sole, pioggia e
vento da tutti i lati. Essendo cresciuto in un comodo riparo dal vento e dalle
intemperie, nulla risulta essere lei; ma una lotta centenaria con gli elementi li rende
forti e potenti, così che dopo che la loro crescita è cresciuta, la loro presenza ci ispira
con stupore e ammirazione ".
Hartingh dice dopo gli esperimenti sulla pianta del luppolo; "La crescita di speciale
steli della stessa pianta, anche se completamente stesse influenze esterne esposte, non
è da sola non è lo stesso, ma ci vuole anche nessun comportamento regolare la loro
estensione quotidiana vera -. E 'l'inizio della crescita, un aumento di accelerazione
quotidiana di Crescita, che è indipendente da influenze esterne. " (Wiegmann's Arch.
1844. II. P. 41.)
3) Un animale si sviluppa presto, allungando la sua forma più che
cambiando; invece di crescere sempre, finalmente va avanti. Una pianta continua a
crescere per tutta la sua vita, smette di crescere e rimodella per crescere, significa
smettere di vivere; invece di allungare mani e piedi ancora e ancora per creare
qualcosa di nuovo o per ottenere qualcosa di nuovo, con lo stesso scopo estendendo
costantemente nuovi rami e foglie; invece di trasformare gli altri, si sta costantemente
trasformando. Consideriamo una spiga di grano, che cresce incessantemente verso
l'alto nella prima primavera, e quando diminuisce in essa, i suoi grani cominciano a
crescere; se nulla vuole crescere, appassisce; lei diventa paglia. Consideriamo un
arum stick (Calla), come una foglia dopo l'altra cresce fuori dal centro; è un imbuto
inesauribile dal quale spuntano le foglie; continua fino all'ultimo momento, -
guardiamo un albero, come ogni anno mette su un nuovo anello annuale, e da questi
nuovi rami, vengono spinti nuovi germogli; mentre le vecchie foglie cadono; non
averla, guidarla sembra a lui lo scopo della vita. - Sì, consideriamo qualsiasi pianta
che germoglia con la primavera; cresce attraverso l'estate, su, di lato, sulla terra, sotto
la terra; fa sempre qualcosa di nuovo. - Sì, consideriamo qualsiasi pianta che
germoglia con la primavera; cresce attraverso l'estate, su, di lato, sulla terra, sotto la
terra; fa sempre qualcosa di nuovo. - Sì, consideriamo qualsiasi pianta che germoglia
con la primavera; cresce attraverso l'estate, su, di lato, sulla terra, sotto la terra; fa
sempre qualcosa di nuovo.
Molte piante hanno una tremenda quantità di longevità in esse, come molti uomini
possono produrre nella sua lunga vita grandi e molte opere. Solo la pianta stessa
appare molto più del lavoro o della connessione delle opere a cui è progettata, come
uomo; sebbene anche lui, in fondo, in tutte le sue attività esterne, si sia cambiato più
o meno con lui; e anche la pianta, modellandosi, anche cambiando molte influenze
nel mondo esterno, che è incaricato per i loro scopi. Come ovunque in natura, non ci
sono differenze assolute qui.
Chi non conosce gli esempi di alberi immensi che sono cresciuti da millenni, che si
vantano di essere della creazione del mondo, e non si sono stancati di riferirsi a un
anello annuale tutto l'anno?
"La famosa Castagna dei Cento Cavalli ( Castanea vesca ) sull'Etna deve essere
invecchiato di mille anni. Il Baobab ( Adansonia digitata ) sulle verdi colline è
apprezzato per il suo spessore e il numero di anelli di crescita in alcuni rami per 4.000
anni in su. il Riesenzypresse ( Cupressus disticha ) a Santa Maria del Tule due ore ad
est di Oaxaca in Messico, ha una circonferenza di 124 piedi spagnolo, quindi 40 piedi
di diametro, si aspetta che ogni anello anno a due linee in modo da l'albero è quasi
1500 anni; storicamente sicuro, è più antico della conquista spagnola del Messico
L'età del grande albero del drago ( Dragaena Draco) Di Orotava a Tenerife è ancora
determinato a più di 5000 anni, e quindi sarebbe mediante calcolo ordinaria del mito
ebraico quasi testimoniare la storia della creazione. "(Schleiden, Grundz. II p. 629.)
Alcune piante crescono lentamente, altre velocemente, poiché sono lente e veloci
tra gli animali.
"Un alghe, il filo della vescica eterna è stato trovato dai marinai lungo 1.500 piedi,
e Hr. Fanning, il proprietario e curatore dei giardini botanici per Carracas che qualche
anno fa una sorta di indica Convolvulus entro 6 mesi non meno di 5.000 piedi, dando
una media di 24 piedi al giorno e notte. " (Murray in Fror. Emergenza XXXVIII, p.
Un tentativo noto che strisce di un orecchio fioritura di segala, il sacchetto e
presenta la parte superiore della paglia in acqua, dove in pochi minuti emerge altro
sacchetto di polvere e filamenti fino a 1 / 2 estendere pollici.
"Secondo un calcolo approssimativo, un fungo a crescita molto rapida, il
gigantesco bovaro ( Bovista gigantea ), produce 20.000 nuove cellule ogni
minuto." (Schleiden, la pianta, p.
4) Negli esseri umani e gli animali coperti il culmine della vita fino al momento
dopo il completamento Wachstume o lo sviluppo di tutti gli organi completato negli
stabilimenti di vertice della vita coincide con lo sviluppo di un nuovo organismo, il
fiore insieme se stessi, e l'intera crescita sperimentato qui cambiamenti notevoli. Che
cosa può dimostrare meglio di che dovrebbe essere anche con la pianta, a differenza
degli animali, l'attività della crescita e lo sviluppo delle istituzioni non solo
forniscono un mezzo per raggiungere lo scopo della vita, ma un mezzo per
raggiungere l'obiettivo?
Alcune piante (anche se non tutte) mostrano un istinto di crescita stranamente
aumentato intorno al periodo di massimo splendore. Il cosiddetto aloe centenario
( Agave americana) z. B. fa circa tre o quattro anni nell'Europa meridionale e spesso
50 o 60 anni nelle serre delle regioni temperate, prima che inizi a sparare e fiorire; ma
poi, tra qualche mese, lei improvvisamente guida un gambo di fiore, lungo 15 e 18
piedi. Dopo la fioritura, la pianta principale rimane e rimangono solo gli
alberelli. Quindi, tutta la forza vitale nel trambusto e nella fioritura è esaurita. Se uno
versa la terra, in cui le radici della pianta, mentre guida il gambo, attira l'acqua così
fortemente in se stessa, che si vuole vederla scomparire con un sibilo
udibile. Tuttavia, se la pianta non guida un fusto di fiore, allora l'acqua infusa, che è
superfluo per inumidire il terreno nel vaso, rimane in superficie. - Sai che le piante
hanno bisogno di più acqua del solito durante la stagione della fioritura; sì molti che
altrimenti devono essere tenuti molto asciutti, come il cactus, vogliono essere fradici
al momento della fioritura. - Ilfoetida Agave o Fourcroya gigantea era coltivato nel
giardino di Parigi per quasi un secolo e avevano mostrato un lento e persino sviluppo
durante solo quando ha iniziato in una sola volta nell'estate del 1793, che era
abbastanza caldo sparare rapidamente, in 77 giorni 22 1 / 2 piedi, sul medio
giornaliero per 3 1 / 2 pollici; ma in alcuni giorni solo quasi un piede. (Decandete
Physiol II, p.
5) Gli animali rimangono gli organi quando sono completamente sviluppati, nel
metabolismo vivaci da, sono assemblati pur restando la stessa forma, sempre da
nuovi materiali, che è vero anche delle ossa. Le funzioni sono più efficaci negli
organi completamente sviluppati. Nel caso delle piante, d'altra parte, gli organi, come
sono formati, escono più dal metabolismo e dall'attività vivente; le nuove sostanze
vengono utilizzate solo per formare nuovi organi; i vecchi organi rimangono più
come residui della precedente attività di vita, nuovi lasciati a stabilirsi da soli o da
soli; o cadono. Così, mentre si forma, il corpo di legno degli alberi emerge sempre
più dallo scambio vivente con il mondo esterno; l'albero può anche diventare vuoto
internamente e continuare a vivere all'esterno; Le foglie mostrano tutti i segni della
vita più deboli sono le persone anziane, e alla fine cadono per far spazio a quelle
nuove. Gli organi dell'animale stanno invecchiando e, naturalmente,
appassiscono; ma solo per l'intero invecchiamento degli animali, avvizzimento,
appassimento per sempre. Non così con la pianta. Questa differenza, come tutto
considerato qui, è solo relativa; poiché nessun organo della pianta vivente cade
certamente dall'attività vivente; ma è caratteristico nel complesso. Non così con la
pianta. Questa differenza, come tutto considerato qui, è solo relativa; poiché nessun
organo della pianta vivente cade certamente dall'attività vivente; ma è caratteristico
nel complesso. Non così con la pianta. Questa differenza, come tutto considerato qui,
è solo relativa; poiché nessun organo della pianta vivente cade certamente dall'attività
vivente; ma è caratteristico nel complesso.
Duhamel detto steli di una pianta seme della Buckeye di 1 1 / 2 In pollici di altezza
un certo spazio attaccato fili d'argento sottili in 10 parti uguali. In autunno, tutti si
erano allontanati l'uno dall'altro e più vicini erano stati attaccati all'estremità
superiore. Nel secondo anno, quando le nuove riprese avevano da 4 a 5 linee, veniva
designato allo stesso modo, e il successo era lo stesso, mentre nelle riprese del primo
anno i segni non indicavano ulteriore estensione. Quindi questa parte era finita, per
così dire. Osservazioni simili sono state fatte da Hales su Weinstocke. Duhamel ha
anche scavato un palo accanto a un albero giovane, con un puntatore, il cui punto
corrispondeva a un segno attaccato alla corteccia dell'albero. Il puntatore andava
sempre esattamente al personaggio da abbinare, sebbene l'albero fosse cresciuto
notevolmente in altezza. - Una volta che le parti completamente legnose non si
allungano affatto, non hanno più spessore o lunghezza. La crescita influenza sempre
le parti fresche più giovani. Duhamel disegnava fili d'argento attraverso le radici che
vegetavano in acqua pura, o li designava dall'esterno per mezzo di vernici colorate, in
modo che egli potesse facilmente riconoscere i lineamenti. In generale, il risultato era
che tutti i segni avevano mantenuto la loro distanza dal collo della radice, per quanto
potessero allungarsi; una prova che la radice cresce solo in alto; sebbene, come altri
esperimenti hanno dimostrato, ciò non avviene solo attraverso l'attaccamento della
cellula esterna all'apice, ma piuttosto l'allungamento avviene entro una piccola
distanza nella parte superiore. Ancora alcuni interessanti sulla crescita di diverse parti
di piante s. in Treviranus, Phys. 11. 152 sgg. In Wiegm è disponibile un estratto di
nuove indagini su diversi rapporti di crescita di Bravais, Hartingh, Münter, Grisebach
e Gräfe. Arch. 1844. II. 38.
6) Se si taglia la coda di una lucertola, una gamba, la sostituisce di nuovo; una
lumaca sostituisce la sua testa, il suo corno di sensazioni. Dove un animale non può
sostituire qualcosa, la figura rimane mutilata. La crescita dell'animale è calcolata solo
per mantenere una forma prescritta e, se necessario, per completarla nuovamente. Ma
una pianta non produce mai un ramo tagliato, una foglia tagliata al suo posto. Ma sta
facendo qualcos'altro, e probabilmente diverso, altrove; la loro crescita non serve a
far funzionare certi organi, ma a essere se stessi. Ciò che è cresciuto è un passato; se
deve sopravvivere da solo, deve crescere da sé.
7) La pianta mostra generalmente una tendenza a sviluppare e impostare le sue
parti a forma di spirale; la spirale, tuttavia, è una forma incompleta nella sua natura,
mentre il disegno animale si basa su forme più autonome. Anche questo dimostra che
la crescita della pianta nella sua pianta ha meno probabilità di essere completata da
un risultato finale definito rispetto a quello dell'animale. La differenza, però, è solo di
nuovo relativa, poiché ci sono anche forme a spirale (in gusci di chiocciola a spirale,
corna, ecc.) Nel regno animale, che nel frattempo non dipendono da alcuna crescita
illimitata; e anche nelle piante la tendenza a spirale non penetra dappertutto e
attraverso tutto; tuttavia è relativamente raro nel regno animale, ma molto più
abbondante nel regno vegetale di quanto sembrerebbe a prima vista.
Nelle piante sinuose, l'intero tronco si avvolge a spirale attorno a un supporto, in
alcuni alberi l'intero tronco si sviluppa a spirale (vedi sotto); La posizione delle foglie
di solito corre a spirale attorno al gambo, che ha recentemente portato a indagini
approfondite (vedi XV.); le verruche dei mammillari hanno una posizione a
spirale; alcuni fiori sono avvolti a spiraleprima della fioritura ( aeativatio
contorta ); alcuni frutti, come i fagioli di spada o parti di frutti, come le squame delle
pigne, mostrano una tendenza alla rotazione o alla posizione a spirale; le felci
rotolano in una doppia direzione, una volta da una spirale della costola, poi dalla
direzione laterale elastica incurvata; l'intera esistenza degli oscillatori è spirale; rami
di filo più vecchi di Lycium Europaeum è incline a avvolgimento a spirale; i pezioli
del pioppo italiano girano, punteggiati da un insetto, a spirale; Su una patata lunga
tutti gli occhi erano visti in ordine a spirale da sinistra a destra; alcuni peli vegetali
sono occupati da verruche, che sono chiaramente occupate da linee a spirale. -
All'interno delle piante abbiamo il sistema di vasi a spirale (vedi pagina 35); nei
muschi, nelle epatiche, nelle carogne e nelle felci, negli spermatozoi a spirale; nelle
cellule del chara anche i globuli di amido assumono una posizione a spirale; Inoltre, i
flussi di fluido trovati nelle cellule di Charanotato una direzione a spirale, ecc -
Numerosi casi di tendenza a spirale in impianti può essere trovato nel trattato di
Goethe: "Sulla tendenza spirale della vegetazione" (Ges Opere, Volume 55. p.99 ..)
raccolti. A proposito della legge a spirale di alcuni fiori prima di dispiegarsi
( aestivatio coutorta ), così come di alcuni frutti, in particolare: Brown nella flora o
generale. Botan. Tempo. dal 1839, p 311.
8) Nel suo processo di crescita, la pianta è in grado di attingere sostanze
inorganiche e di affrontarle, mentre l'animale è in grado di nutrirsi e crescere solo da
sostanze organiche; ricostruisce una figura vivente, che solo la ricostruisce. È anche
dimostrato altrimenti che l'assimilazione delle sostanze gioca un ruolo molto diverso
nel processo di crescita della pianta che negli animali. Nel complesso, le varie piante
offrono un nutrimento abbastanza simile, ma sono in grado di produrre in esse le
sostanze più diverse, il che presuppone tutti gli atti speciali dell'attività della vita, che
possono essere ben collegati a determinazioni peculiari del sentimento
comune. Viceversa, mentre i vari animali godono di un'ampia varietà di cibo, ma tutti
producono lo stesso e, nel complesso senza confronto, un numero minore di sostanze
in se stesse rispetto alle piante. Le sostanze che contengono la stessa pianta, così
come i fenomeni esterni di crescita, sono molto variabili a seconda della stagione,
della posizione, dell'età e di altre circostanze; la migliore pianta medicinale funziona,
nel momento sbagliato, raccolta dal punto di vista sbagliato, nulla; mentre gli animali
non fanno molta differenza. Ci sono persino piante che cambiano molto i loro
componenti durante il giorno durante il giorno, aspre al mattino e amareggiate la
sera. nel momento sbagliato, raccolti dalla posizione sbagliata, niente; mentre gli
animali non fanno molta differenza. Ci sono persino piante che cambiano molto i loro
componenti durante il giorno durante il giorno, aspre al mattino e amareggiate la
sera. nel momento sbagliato, raccolti dalla posizione sbagliata, niente; mentre gli
animali non fanno molta differenza. Ci sono persino piante che cambiano molto i loro
componenti durante il giorno durante il giorno, aspre al mattino e amareggiate la sera.
"Le foglie di cotiledone calycina Red ( Bryophyllum calycinum Salisb .) In India
sono di Hayne mattina come acide come acetosa, mezzogiorno insapore, serata
amara. Link per confermare questa situazione e ho notato la stessa cosa con Cacalia
ficoides L ., Portulacaria Afra Jacq . E Sempervivum arboreum L. " (Gmelins
Theoret, Chemistry 1829. B. II., P.
Sono noti casi in cui il semplice spostamento di un mandorlo portava mandorle
dolci che in precedenza fornivano mandorle amare. (Liebig, Chem. Letters, p.
La maggior somiglianza con la crescita delle piante è probabilmente la crescita del
feto nell'utero; se lo stesso come la pianta costruisce i suoi organi stessi fin
dall'inizio. Questa somiglianza, intesa in superficie, ha, naturalmente, portato
immediatamente ad un'obiezione altrettanto superficiale alla sensazione delle
piante. Fetusleben uguale vita vegetale, quindi la vita vegetale pari alla vita del
feto. Il feto non si sente; Quindi non la pianta. Quindi hai finito velocemente. Come
se non ci fosse un aspetto della diversità da considerare in ogni analogia oltre al lato
della somiglianza.
Il feto si forma sotto l'influenza di una vitalità straniera, trae le sue sostanze dalla
vita straniera, cresce come un prodotto e parte di un altro corpo sotto le influenze più
uniformi secondo un piano strettamente osservato; la pianta cresce fuori dal proprio
potere, si prepara alla sua sostanza vivente, cresce in libertà sotto le più svariate
influenze del mondo esterno, sebbene non senza un piano, ma nel più libero sviluppo
della stessa. Invece di negare la pianta, per analogia con la sua crescita, con quella del
feto, si dovrebbe piuttosto non accettare una tale analogia fin dall'inizio.
Il confronto della vita vegetale in generale con la vita del feto può essere tanto
meno valido, in quanto una parte speciale della vita vegetale rivendica diritti molto
più elevati di questa comparabilità; Intendo la vita della piantina nel seme, mentre è
ancora trasportata dalla pianta madre. Perché qui l'intera pianta-pianta si sviluppa in
piccole foglie, steli e volantini, il che è il più possibile analogo allo sviluppo del feto
nell'uovo mentre è ancora contenuto nel corpo materno. Naturalmente, questa
pianticella nel seme può anche mancare della sua stessa sensazione di feto; ma se,
dopo aver lasciato il corpo della madre e aver rotto l'uovo, il feto guadagna così in
libero scambio di aria e luce, perché meno semenzali in simili circostanze analoghe?
Forse non è improprio contrastare la conclusione prematura in questo campo con la
seguente osservazione. Supponiamo che l'analogia della vita della pianta adulta con la
vita del feto fosse così radicale che qualcosa potrebbe davvero essere costruito su di
esso; Avrebbe il diritto di dedurre da ciò l'assenza di sensazione indipendente nella
pianta? - Non ancora del tutto; ma altrettanto bene potrebbe dedurre da esso la
sensazione autosufficiente del feto. L'ipotesi che il feto non ha avuto la sensazione
indipendente, è di per sé semplicemente niente come una condizione che, quindi
probabilmente possano sembrare a noi, ma, ancora non dimostrata, non può essere
usato per provare o confutare un'altra. Si dice che l'esperienza ci fornisca prove; non
ricordiamo più alcuna sensazione dal feto. Ma quale persona ricorda solo ciò che ha
provato durante le prime settimane dopo la nascita? Quindi non ha sentito
nulla? Meno possiamo aspettarci che l'uomo ricordi ciò che provava prima della
nascita; ma anche meno una prova dalla mancanza di memoria di questa sensazione
contro l'atto dello stesso. Il ricordo stesso si sviluppa solo alla nascita; e a meno che
non diamo alla pianta il giusto ricordo, come discusso in seguito (XIV), sarebbe in
realtà sullo stesso piano del feto; la pianta guidava la vita psichica del feto e il feto
della pianta. Cosa sentiva nelle prime settimane dopo la nascita? Quindi non ha
sentito nulla? Meno possiamo aspettarci che l'uomo ricordi ciò che provava prima
della nascita; ma anche meno una prova dalla mancanza di memoria di questa
sensazione contro l'atto dello stesso. Il ricordo stesso si sviluppa solo alla nascita; e a
meno che non diamo alla pianta il giusto ricordo, come discusso in seguito (XIV),
sarebbe in realtà sullo stesso piano del feto; la pianta guidava la vita psichica del feto
e il feto della pianta. Cosa sentiva nelle prime settimane dopo la nascita? Quindi non
ha sentito nulla? Meno possiamo aspettarci che l'uomo ricordi ciò che provava prima
della nascita; ma anche meno una prova dalla mancanza di memoria di questa
sensazione contro l'atto dello stesso. Il ricordo stesso si sviluppa solo alla nascita; e a
meno che non diamo alla pianta il giusto ricordo, come discusso in seguito (XIV),
sarebbe in realtà sullo stesso piano del feto; la pianta guidava la vita psichica del feto
e il feto della pianta. cosa sentiva prima della nascita; ma anche meno una prova dalla
mancanza di memoria di questa sensazione contro l'atto dello stesso. Il ricordo stesso
si sviluppa solo alla nascita; e a meno che non diamo alla pianta il giusto ricordo,
come discusso in seguito (XIV), sarebbe in realtà sullo stesso piano del feto; la pianta
guidava la vita psichica del feto e il feto della pianta. cosa sentiva prima della
nascita; ma anche meno una prova dalla mancanza di memoria di questa sensazione
contro l'atto dello stesso. Il ricordo stesso si sviluppa solo alla nascita; e a meno che
non diamo alla pianta il giusto ricordo, come discusso in seguito (XIV), sarebbe in
realtà sullo stesso piano del feto; la pianta guidava la vita psichica del feto e il feto
della pianta. infatti, sarebbe abbastanza sullo stesso piano del feto; la pianta guidava
la vita psichica del feto e il feto della pianta. infatti, sarebbe abbastanza sullo stesso
piano del feto; la pianta guidava la vita psichica del feto e il feto della pianta.
Tuttavia, sono ben lontano dal voler costruire qualcosa sull'affermazione di una
vera sensazione indipendente nel feto; Mi limito ad affermare che non si può tanto
costruire nulla sull'ipotesi contraria, poiché ogni assunzione deve prima essere
giustificata da altre considerazioni.
In aggiunta ai movimenti di crescita precedentemente considerati della pianta sono
nemmeno molti altri movimenti di chiusura e l'apertura, il sollevamento e
l'abbassamento, flessione e torsione delle sue parti alle offerte, che non devono essere
confusi con i movimenti di crescita, anche se, naturalmente, come tutto è collegato
nei processi biologici, anche collegato ad esso. Possiamo anche distinguere un doppio
negli animali, per cui la doppia forma di movimento della pianta corrisponde, per così
dire. L'animale può cambiare completamente la sua posizione, ma anche portare
singole parti del suo corpo in posizioni diverse, girando, piegando, mantenendo il
tutto in posizione. Il primo appare analogamente quando la pianta cresce attorno a sé,
sotto di sé, nella stanza, senza, ovviamente, come l'animale è in grado di eliminare
del tutto il punto di partenza; infine, se, senza estendersi con nuovi approcci, porta il
già vinto in nuove situazioni. Tutte le parti della pianta sopra la terra sono capaci di
tali movimenti; l'intero tronco, l'intera corona si accende su molti secondo la luce; in
altri il gambo si snoda attorno a pilastri; le foglie sono fresche e meno affaticate; i
petali si schiudono al mattino e collassano di sera: gli stami di alcuni fiori, quando è
giunto il momento della fecondazione, tendono al pestello; ci sono foglie che
catturano le mosche sparandole insieme. Alcuni di questi movimenti avvengono solo
sotto l'influenza di stimoli speciali; altri senza tali, quando il periodo di sviluppo della
pianta preme per esso; ogni pianta si comporta diversamente in essa; alcuni sono così
sensibili che piegano le foglie ad ogni tocco; ecco qui, quelle parti più articolate,
irritabili e mobili. C'è una diversità inesauribile in tutto questo. Cerchiamo ora di
evidenziare il più interessante di dove la relazione è più vicina all'istinto e alla
sensazione, o la somiglianza con i movimenti degli animali è maggiore, sempre con
cautela che non abbiamo similitudini sconfinate da aspettarsi.
La pianta è una creatura assetata di luce, e quindi non è sufficiente che si diriga da
sola alla crescita, di cui abbiamo visto esempi sopra; usa tutti i mezzi a sua
disposizione per portarsi nella giusta posizione e posizione. Anche gli esploratori più
sobri hanno trovato somiglianza con l'istinto degli animali, anche se nella maggior
parte dei casi non sono nient'altro che somiglianze.
Così dice Decandolle nel suo Pflanzenphysiol. II 874. "Tutti hanno notato che i
rami del disegnato in serre o in locali piante rivolgono alle finestre, che i rami degli
alberi della foresta lottare per i punti luminosi che crescono sulle pareti piante
mostrano la tendenza, dalla stessa prevenire, e che le piante in generale, come se a
cercare come risultato di un istinto speciale, verso la luce risplenda ".
Delle foglie, è soprattutto la cima che cerca la luce. È di una pianta o rametti una
situazione così artificiale che le foglie anziché superiormente ora ai suoi inferiore alla
luce, rende immediatamente il picciolo o, in sua assenza, la base della rotazione della
lama, per cui la posizione naturale si afferma ( Bonnet). Questa tendenza è così
potente che Knight vide una foglia di vite, la cui parte inferiore illuminava la luce del
sole, e che aveva bloccato in ogni modo per entrare nella situazione naturale, facendo
quasi ogni tentativo possibile di accendere la luce sul lato destro. Diverse volte dopo
aver provato ad avvicinarlo per alcuni giorni in una certa direzione e coprendolo
coprendo i suoi stracci con quasi tutta la parte inferiore,
Dutrochet dice in s. Rech. P. 131: "Ho visto che se si copre la superficie superiore
della foglia di una pianta in piedi all'aria aperta con una piccola tavola, la foglia cerca
di sfuggire a questo schermo con mezzi che non sono sempre gli stessi, ma sempre
del genere, in quanto hanno per esibirsi al leichtesten e veloce per lo scopo ;. così è
stato presto fatto da una deviazione laterale del picciolo, a volte da una curva dello
stesso picciolo allo stelo era il consiglio troppo grande che il foglio avrebbe meno
può farla franca, piegata in modo il picciolo aderisce al terreno, in modo che la luce
che raggiunge sotto il pannello laterale possa colpire la foglia ".
Lo stesso naturalista copriva le foglioline terminali di una foglia di fagiolo
(da Phaseolus vulgaris), che è noto per avere 3 volantini, con una piccola
tavola. Perché ora in grado di prelevare non dalla diffrazione della stessa copertura
delle tavole a causa della brevità del suo speciale gambo i volantini, quindi questo è
stato fatto dalla diffrazione del picciolo Comunità. "Se", dice Dutrochet, vede "quanti
fondi saranno utilizzati qui per giungere alla stessa conclusione, è quasi tentati di
credere che regna qui in segreto una mente, che seleziona i mezzi più appropriati per
raggiungere l'obiettivo. " - In questo modo, è davvero una dipendenza alla luce, non è
un volo di consiglio, che entra in gioco in questi esperimenti, dimostrato dal fatto che,
con la ripetizione dello stesso c'è desiderio espresso al buio per sfuggire alla
copertura delle schede.
Nelle foglie giovani, la rotazione è più veloce che in quelle più vecchie - anche i
rami di un albero intero possono essere portati fuori dalla loro posizione dalla
tendenza delle foglie a girarsi. (Dassen) in Wiegm. Arch. 1838. II. P. 159.)
Dopo cofani e di altri esperimenti, quando così allegato, un foglio che può
trasformare la sua superficie superiore della luce in qualsiasi modo ma è costretto a
ruotare il basso lo stesso, quindi rovina la lastra; sì, la corruzione si diffonde da lì sul
ramo. Quindi è davvero una condizione di vita che piace a lui, che cerca di ottenere la
foglia dalla sua giusta posizione nella luce.
Dassen (. N. Fror bisogno. VI. 51) ha recentemente fatto tentativi di dimostrare
attraverso la quale si ritiene che i movimenti delle lame, che sono stati attribuiti
all'influenza della luce nel primo caso, non dipendono infatti, ma che le foglie in
generale hanno la tendenza a girare una delle loro superfici verso l'alto, e ad
impegnarsi per occupare questa posizione ancora e ancora, in qualsiasi circostanza
prevalga riguardo a luce, calore, umidità. Infatti, dai suoi esperimenti risulta che una
tale tendenza, a parte l'influenza della luce, ha luogo; tuttavia, gli esperimenti sopra
descritti di Dutrochet e di altri non sono interamente spiegabili. Per noi la discussione
su questo argomento è meno importante; poiché questi tentativi hanno solo lo scopo
di mostrarci
Tra i fiori, il girasole merita sicuramente il suo nome, non ultimo per la sua
inclinazione a seguire il corso del sole, ma per il suo aspetto simile al sole. Dopotutto,
Athannsius Kircher suggerì addirittura di creare una meridiana per questo scopo.
Il dispositivo è destinato ad essere il seguente: il centro del fondo di una grande
parte di riempimento d'acqua, idromassaggio sarebbe montato la punta di ferro e
fissata a questo un notevole pezzo di sughero che la stessa resto sull'acqua e può
ruotare liberamente attorno alla punta. Attacca un girasole con la radice in direzione
verticale a questo disco (puoi anche lasciare che lo stelo passi attraverso il tappo). Dal
gambo stesso, alcuni nastri di lana vengono abbassati nell'acqua per rinfrescare la
pianta. Il minimo che circondano il fiore con anelli di metallo che il numero di ore
dopo la latitudine del luogo sono elencati in modo corretto sul lato interno in modo
che l'incollaggio al centro del puntatore orologio in grado di identificare quali
correttamente. Metti questo dispositivo all'aria aperta al mattino, che il lato nord di
esso era spazzato verso il sole. Il fiore dovrebbe girare ora dopo il corso dello stesso e
quindi indicare le ore.
Certo, questo è solo un espediente; perché la luce del sole non è sola, il che
determina la posizione del girasole; si vedono anche abbastanza girasoli che non
guardano il sole; come un animale è determinato nelle sue posizioni e movimenti non
solo da uno stimolo. Tuttavia, la luce del sole rimane uno stimolo importante, che ha
un'influenza sulla posizione di questo fiore come su molti altri fiori. (Per
l'osservazione comunicata da Hegel, p.
Moltissime piante erbacee muovono il loro tronco e i loro rami ragionevolmente
dopo il corso del sole, tale. B. Lupinus luteus , Reseda luteola, Sonchus arvensis , ecc
(Van Hall. Elem. Bot. P. 28).
così chiaramente la tendenza delle parti di piante è fuori nei casi data a luce, ci
sono anche casi in cui la luce è piuttosto fuggì, proprio come nel regno animale da
alcuni animali e, in determinate circostanze lo stesso stimolo fuggirono, dall'altro la
guardando nella maggior parte delle circostanze.
Così ha scritto Mohl (circa la costruzione e l'avvolgimento dei viticci p 26): "Un
particolare stranezza mostrano i viticci, e dopo Cavaliere anche di (Philos Transact
1812. p 314a ..) Cissus hederaceanon girando verso la luce in arrivo come altre parti
verdi delle piante, ma allontanandoti dal lato in cui entra la luce. Questo aspetto è
tanto più sorprendente, poiché i grappoli di fiori della vite da cui emergono i viticci
non mostrano questo volo dalla luce. Questo ripiegando prima che la luce incidente
viene riflessa non solo quando la Rebenschößlinge sono in una camera che riceve
luce da un solo lato, ma anche in modo molto sorprendente livelli di viti, tratti
all'aperto dove le viti più o meno mostra una direzione verso nord, o se sono tirati
contro i muri, vengono eseguiti contro di loro. , , È facile vedere che questa
circostanza rende più facile includere i supporti, ma che questa direzione è solo il
risultato dell'influenza della luce. Si può vedere che i viticci si allontanano dalla luce
incidente sui tralci autoportanti delle viti, che quando si posiziona un germoglio di
una vite sotto una finestra aperta, i viticci girano all'indietro verso lo spazio vuoto
della stanza, non lateralmente il muro della finestra, l'unico corpo in piedi vicino. -
Questo in fuga dalla luce sembra essere solo i viticci diCissus e Vitis zuzukommen,
almeno ho potuto (Mohl) alle ciocche di Passifloras da Cobaea notato che sono state
sollevate in serre, in cui la luce è incidente da un solo lato, mai che o zuwendeten la
luce o la stessa fuga. Ho notato anche la stessa cosa in Passiflora
coerulea , Pisum sativum, Lathyrus odoratus , su zucche, che ho disegnato nella mia
stanza; sebbene i gambi di questa pianta si piegassero fortemente contro la luce, i
viticci si stagliavano uniformemente su tutti i lati. "
Dopo che Dutrochet nel frattempo fuggì anche le punte dei gambi del luppolo
( Humulus lupulus ) e Zaunwinde ( Convolvulus sepium ), allo stesso modo il
Würzelchen della Mistelkorns germinante della luce. Secondo Payer, la stessa cosa si
fa con le radici di cavolo e senape bianca, come si nota quando si semina il seme di
questa pianta su cotone che galleggia in un bicchiere pieno d'acqua. Come steli curva
a luce, le radici abbassare la luce in modo che la pianta un S rappresenta. Le radici
di Sedum telephiumnon allontanarsi dalla luce solare comune ma diretta. Sulle radici
di crescione ma colpisce né l'uno né luce diretta diffusa, ma dove la luce agisce sulle
radici, ma l'angolo di inclinazione delle radici è sempre inferiore a quella delle
tribù. (Comptes Rendus., 1843. II. 1043.)
Tra i interessantesten espressioni simili istinto della vita delle piante sono quelli
che gli impianti eolici in prospettiva di loro puntelli mostrano cosa particolarmente
Mohl buoni affioramenti ha dato (in s. Trattato dei venti delle viti).
Una pianta che ha ricevuto la determinazione della natura, al vento attorno ad un
puntello, si estende, dalla hervorkeimend terra, solo un pezzo di verso l'alto, ma poi
piega la parte superiore del Forte crescere in modo che il wagrechten La direzione si
avvicina di più, mentre la parte inferiore rimane in posizione verticale. Ora questa
parte verticale inizia a ruotare attorno al suo asse, in modo che le fibre assumano una
posizione a spirale. È come uno spago tenuto in alto e girato con l'altra mano; solo
che nella pianta l'attaccamento è piuttosto basso attraverso il radicamento nella terra,
e la rotazione è fatta dalla propria vitalità della pianta. Certo, la curvatura contro
l'orizzonte parte in cerchi, e con questo movimento a tentoni la pianta cerca il
sostegno. Se non è stato possibile trovarne uno con un solo cerchio, può ripeterlo più
volte, mentre continua ad avanzare l'organo del tatto continuando a crescere. Potrebbe
stare in un cerchio di raggio più ampio un supporto che mancava nel cerchio più
piccolo. Ma se la pianta non trova una tale via, rinuncia al tentativo; diventa troppo
difficile per lei tenere l'organo a lungo sentito da terra, si sdraia da terra e striscia su
di essa fino a quando non trova un sostegno. Una volta che ne ha trovata una, se ne
rende immediatamente conto, perché ora improvvisamente cessa di strisciare, e ora
corre intorno al supporto in aria. Non l'aveva notato, e non le piaceva correre sul
supporto,
Nell'avvolgimento attorno al supporto allora la rotazione dello stelo avvolgimento
intorno a sé (che permette alle fibre descrivono una linea elicoidale) fermare, come
può essere convincente se si considera tratti di inchiostro lungo lo stelo di
avvolgimento; questi rimangono paralleli all'asse (Mohl P. 111).
Naturalmente, si può presentare di nuovo il successo in questo modo, ed è usato per
presentarlo in modo tale che l'attrazione fisica del puntello sulla pianta lo spinga a
correre verso l'alto; La sensazione non è dietro. Ma è di nuovo la vecchia storia. Con
uguale diritto si potrebbe anche considerare la corsa verso l'alto del scoiattolo su tribù
calibrazione come un gioco solo leggermente più complicato dello stimolo dei raggi
di luce che cadono dalla taratura occhio tribale dello scoiattolo, e la stessa tribù
calibrazione per le istituzioni più complicati e movimenti scoiattolo; Dopotutto,
sembra meno comprensibile il modo in cui un bastone asciutto può far scorrere la
pianta a spirale verso l'alto rispetto alla luce che proviene da un albero, e l'albero
vivente stesso può eccitare lo scoiattolo. E se si può ipotizzare un successo
successivamente in un caso o in un altro, non è necessario considerarlo come uno
nell'altro caso. Ma mi riferisco qui alle discussioni precedenti.
La pianta ora si snoda fino alla cima. Ha raggiunto la cima, cosa farà? Il supporto è
finito; il bisogno per esso si rinnova e l'impianto ricomincia, come era all'inizio, a
cercarlo. Cresce ancora un po ', poi si china e ricomincia a tastare nel cerchio per
trovare un altro supporto.
Alcune delle piante contorte hanno la particolarità di essere proprio a destra, e altre
ancora, semplicemente di essere lasciate nel cerchio, e poi si avvolgono sempre in
una tale direzione. Metti un bastoncino a sinistra accanto al pulsante di una pianta
vermifugo che cerca il suo supporto e non lo troverà, piuttosto si allontanerà da
esso. Questo è stato discusso contro l'esistenza di un istinto. Perché, si dice, l'istinto
farebbe sì che la pianta notasse il bastone vicino; invece, si allontana da essa. Ma il
caso dimostra semplicemente ciò che già sappiamo, che l'istinto è legato nelle sue
espressioni a dispositivi naturali. Ovviamente il bottone non ha occhi, e anche il più
affamato non vede un pezzo di pane, che si tiene dietro la schiena, il cieco no, se lo
tieni di fronte a lui. Ma se un istinto gli diceva che poteva esserci qualcosa da
mangiare intorno a lui, avrebbe anche toccato terra per trovarlo, e quindi facilmente
perdere il pane man mano che la pianta perdeva il suo sostegno, purché fosse ben
fondato non dai movimenti del naso, ma dalle braccia, per cercare ciò di cui ha
bisogno.
Molte piante sono morte, come colonne viventi; la seta poco profonda ( Cuscuta ),
appena emergente giovane, distingue tra i due; lei copre solo gli esseri
viventi. 1) Perché ha un tale istinto come le altre piante? Le loro condizioni di vita
sono diverse. Le altre piante a spirale, quando sono rivolte verso l'alto, rimangono
ancora radicate nel terreno e succhiano cibo da esso, anche senza il supporto. ma la
cuscuta fa dopo che germogliarono nel terreno, dalla stessa completamente sbagliato
dalla loro aderenti nelle radici morire e ora proprio non riesco dalle piante viventi di
piccole radici, che lei guida in esso per tirare il cibo; cosa penseresti di un bastone
morto? Il gambo vivo, d'altra parte, è avvolto da lei in turni stretti, lei lo succhia,
spesso muore di esso. Come aiuta la pianta ora? Non riesce a trovare altro cibo per i
morti. Sta ora iniziando a espandere le sue bobine, sia che sia in grado di catturare un
altro raccolto facendo così.
1) Mohl (Sulla costruzione e l'avvolgimento del Ranken S. 127. 131) dice che
il Cuscatasu corpi senza vita, ad es. B. rami secchi di legno di pino, canne di
vetro, tubi d'argento, nonché filo che a vivere (staminali, ma colpisce esemplari
questa dichiarazione più anziani che si sono radicate già in altre piante viventi
e quindi può trarre da questi continuato cibo camminare, tuttavia, ha trovato
Palm, (a proposito di venti di piante pagina 48) che la cuscuta mai snoda
intorno corpi morti; lui le ha offerto un sacco di cadavere o inorganico di vario
genere, come sostiene è, e non ha mai voluto ordinare lo stesso loop, che
contrastano con vibrante gambi è stata fatta apparente contraddizione tra due
istruzioni pertanto opportuno risolvere se si assume che Palm sperimentato
molto giovani piante ;. perché in questo senso sono Mohl (anche se non molti)
prove con quelle di palma in accordo.La Cascuta Europaea fa un'eccezione
(dal vento attorno a tutti i tipi di fusti morti e viventi), non lo so per
certo; alcuni tentativi che ho fatto con lei sembrano parlare per questo; ma non
ho avuto l'opportunità di assumerli in numeri adeguati, come tutti i semi
di Cascuta,che ho ripetutamente visto, non è salito, e perché i giovani
esemplari che ho cresciuto all'aperto sono tutti periti, tranne quello con cui ho
fatto gli esperimenti. Accanto a questo esemplare, che era ancora nel cappotto
del seme, e che era lungo circa due pollici, misi un filo di ottone in modo che
toccasse la pianta; dopo tre giorni non si era contorto, né avvolgeva un sottile
pezzo di legno di abete. Ma non appena l'ho messa accanto a un'ortica vivente,
così che ha toccato il suo gambo, si è avvolta attorno ad essa entro nove ore. "
Quest'ultima osservazione, che non trovo nel lavoro di Mohl, mi è stata comunicata
dal Prof. Kunze.
Sui venti di destra e di sinistra delle piante a spirale né il sole, né la luna, né la
posizione della luce esprimono un'influenza. Quella specie stava girando a destra, ora
a sinistra, Mohl non si era mai verificato. Per quanto riguarda le sue osservazioni, le
specie di un genere, ma non sempre quelle di una famiglia, si muovono nella stessa
direzione. La maggior parte dei rampicanti si snoda a sinistra.
Secondo la luce, i rampicanti sono generalmente meno sensibili di altre piante (vedi
S, 142). Perfino di notte e quando la luce è completamente esclusa, fanno i loro
movimenti circolari, o si avvolgono attorno ai loro supporti (Mohl, 122).
L'influenza già notata della gioventù si afferma anche durante il vento delle
piante. I movimenti circolari che il gambo di un rampicante fa sono semplicemente
nella sua giovane condizione; in seguito diventa più solido, lignificato e non può più
avvolgersi attorno ai supporti, anche se vengono portati a diretto contatto con esso.
Il tronco di alcuni alberi può avvolgersi su se stesso anche senza supporto nella
crescita verticale, sebbene queste curve siano sempre disegnate solo a lungo e di
solito non fanno nemmeno un'orbita completa. A meno che non ci sia qualcosa di
speciale da cercare qui, non vedremo in esso né le espressioni di un istinto
determinato come negli sforzi delle piante che si contorcono per trovare un
supporto. Ma ci sono anche dei punti di interesse qui, nella misura in cui ricordano il
modo semi-legale e semi-libero in cui l'uomo e l'animale si sviluppano e si
esprimono. Il legno, si può dire, non si comporta come questo legno, ma ruota e si
stringe, le pulsioni verso l'interno e verso l'esterno, come si può ben considerare la
base organica per lo sviluppo di un'anima.
Si prende una passeggiata intorno Lipsia dal viale, che consiste principalmente di
tigli e ippocastani, e guarda qualcosa con attenzione il Roßkastanienbäume esso; così,
su quasi tutte le scorze profonde della corteccia e le creste della cresta sollevate di
una certa lunghezza, si vedranno chiaramente i segni della rotazione a
spirale. (Particolarmente rilevante tra gli altri in molti dei piedi tra Barfußpförtchen e
tribù teatrali. In assenza di rotture o rigonfiamenti presenti, ci sono tracce di
spettacolo rotazione spirale ancora spesso ancora nella inclinata rispetto all'asse dello
stelo verso le piccole crepe.) La rotazione spirale sorge ovunque unanime Da sinistra
a destra (per l'osservatore opposto) nell'aria. La direzione di rotazione è così
stabilmente stabilita nell'ippocastano come nel caso di una pianta erbacea che si
avvolge attorno a un gambo. Ma il grado di rotazione è molto diverso per lo stesso,
anche se adiacente, tronchi. Sull'albero di tiglio della stessa strada, d'altra parte, da
nessuna parte si notano i segni di rotazione decisi. Se vai oltre nel Rosental e
consideri i tronchi di carpino (Carpinus Betulus), che sono numerosi in esso, la
maggior parte non tradirà un segno definito di rotazione; ma in alcuni appare molto
chiaramente, ma in modo tale che ci sono anche tronchi, dove il turno è da sinistra a
destra, mentre sale da destra a sinistra. Ho contato ingrandito passeggiate 20 tribù
prima contro 14 ceppi del secondo tipo, la preponderanza della prima con
quest'ultimo ma toccato solo perché sembrava sinistra contorto steli in un determinato
distretto, quindi dove doveva prevalere lo sviluppo di questa direzione circostanze
particolarmente favorevoli. considerando che altrimenti ho incontrato tortuosi e
tortuosi a sinistra ea destra, e due volte ho avuto il caso di due tronchi avvolti in
modo opposto che stavano fianco a fianco, apparentemente cresciuto in condizioni
simili. Le querce del Rosental non mostrano nulla di rotazione. Se uno combina
questi diversi casi, si troverà in essi il seguente risultato valido per lo sviluppo di
sistemi animali e umani. Se un investimento in una particolare direzione è molto
difficile, non c'è più alcun potere di scambiarlo; ma dove l'accordo non è deciso,
propone questa o quella direzione di sviluppo, secondo le differenze nelle circostanze
esterne, senza che queste possano essere calcolate sulla base di sole circostanze
esterne. quindi non c'è potere di girarli; ma dove l'accordo non è deciso, propone
questa o quella direzione di sviluppo, secondo le differenze nelle circostanze esterne,
senza che queste possano essere calcolate sulla base di sole circostanze
esterne. quindi non c'è potere di girarli; ma dove l'accordo non è deciso, propone
questa o quella direzione di sviluppo, secondo le differenze nelle circostanze esterne,
senza che queste possano essere calcolate sulla base di sole circostanze esterne.
Secondo la dichiarazione di Goethe, la betulla si sposta invariabilmente da sinistra
a destra fino alla cima; quale non riconosce sia a memoria che spezzando il tronco. I
tronchi di betulla liberi mostrano la svolta a spirale molto più marcata di quella che si
trova nel boschetto. Egli menziona che, secondo le informazioni forestali, ci sono
anche casi sotto i pini, dove il tronco assume una direzione tortuosa, dal basso verso
l'alto; si credeva che tali alberi fossero stati trovati sulla brana, un effetto esterno
causato da violente tempeste era la causa; ma troviamo simili anche nelle foreste più
fitte, e ripetendo il caso dopo una certa proporzione, in modo che l per circa 1 1 / 2pC,
nel suo complesso, l'evento potrebbe contare. Anche su vecchi castagni e tronchi
di Crataegus torminalis , secondo Goethe, si verifica la spirale (Goethe's ges, Works
Volume 55, p 123). Io stesso ho trovato un Maßholderstamm ( Acer campestre )
piuttosto forte. Molte specie e individui di alberi, tuttavia, almeno non mostrano nulla
di rotazione.
Tra i movimenti di piegatura e di piegatura, che rendono le piante nel corso dello
sviluppo della loro vita di per sé, è lo svolgersi della corolla quando la fioritura e la
loro chiusura o altro cambiamento di posizione delle sue parti nelle cosiddette sonno
di piante vorzugsweisem interesse. Ma non dimenticare di prestare attenzione anche
ai picciuoli e alle foglie. Ci sono abbastanza proporzioni aggraziate prima di esso, che
naturalmente ci lasciano un senso per la vita interiore delle piante solo immaginare
più che avremmo potuto realmente perseguire. Ricordiamo l'Associated con il sole
che movimento alternativo del giglio di acqua e di loto dalla notte al giorno. Come
fare per Linneo, il giglio di acqua in acqua, rende il Huftattig ( Tussilago farfara)
eccetto l'acqua; cioè chiude i fiori di notte e li abbassa, simile all'uomo addormentato,
che chiude gli occhi e abbassa la testa. In generale, l'abbassamento dei fiori durante la
notte non è raro, sebbene non dappertutto con la chiusura dei fiori; come, d'altra
parte, molti fiori si chiudono senza affondare. Ognuno fa a modo loro.
Per molti, il tipo di posizione del gambo del fiore è legato al periodo di fioritura. Il
papavero porta il germoglio profondamente abbassato, purché non sia ancora
sbocciato, ma eretto rigidamente quando è sbocciato; nonostante che il fiore sia più
pesante del bocciolo, come una vergine inclina modestamente la testa, per prenderla
orgogliosamente come una donna, e per vantarsi del suo ornamento. - Nel giacinto,
che vuole fiorire, tutti i boccioli fioriscono stretti attorno al tronco della madre come
in un pugno chiuso e sembrano verdi come le foglie; come se anche la minima idea di
ciò che verrà deve essere scoraggiata. Ma quando sbocciano, uno si piega il più
possibile dall'altro, per poter godere dell'aria e della luce da soli, e qualsiasi altra cosa
ci sia, e il verde diventa un bel colore. - IlEuphorbia oleaefolia Gouan lascia la testa
penda tutto l'inverno e annunciando attraverso la loro Sichaufrichten (dopo
Draparnaud) il ritorno della primavera (Decand. 11, 628). - Nel genere Phaca e
alcune altre leguminose , il Blumenstielchen ruota in modo che la cucitura frutta
superiore che si apre, viene utilizzato per abbassare e il seme rende quindi possibile
precipitare durante la maturazione del manicotto. (Decennio II, 623.)
Di particolare interesse è la protezione che alcune piante durante il sonno per la
posizione delle foglie forniscono le parti delicate, formando sia erigendo le foglie
intorno allo stelo o punta dei rami una sorta di imbuto, di cui i giovani fiori o foglie
protette ( Malva Peruviana ), o con le foglie più in alto a scendere ei giovani
germogli formare un deposito ( Impatiens noli me tangere ), o con i volantini di un
foglio composito essere ripiegato verso l'alto in modo che si trova tra i fiori essere
inclusivo. ( Trifolium
resupinatum e incarnatum , Lotus tetragonolobus eornithopodioides, ecc.)
Maggiori informazioni sul cosiddetto sonno vegetale, s. nelle aggiunte a questa
sezione.
Uno ha voluto spiegare tali curve come fanno le parti della pianta da inumidimento
irregolare, o il riscaldamento irregolare delle fibre su diversi lati dello stelo. Come
ben poco nel frattempo, non dimostra solo il comportamento in modo diseguale di
piante diverse nelle stesse circostanze, ciò che è molto più simile a quella altrettanto
diverso comportamento di diversi animali, nelle stesse circostanze, ma anche
abbastanza sorprendente è il caso di Vallisneria spiralis , che deriva anche sotto Le
spirali dell'acqua su e giù.
Tutti i movimenti di crescita, piegatura, rotazione e avvolgimento delle piante
menzionate finora avvengono solo lentamente in relazione ai movimenti che l'uomo e
l'animale possono compiere. Uomo, l'animale allunga rapidamente il braccio,
l'artiglio, afferra ciò che gli sembra buono e lo tira indietro così velocemente. Quali
movimenti rapidi nel maneggiare, correre, saltare! Niente di tutto ciò nella
pianta. Allunga lentamente le sue radici, alza lentamente il suo gambo, si insinua
gradualmente su un supporto, segue apparentemente lentamente gli stimoli che la
colpiscono e persiste costantemente nelle posture che ha assunto una volta. Tuttavia,
qui non c'è motivo di inferire sensazioni e impulsi più deboli da lei, sentimenti e forti
impulsi forniti hanno il diritto in proprio sia forti cambiamenti interni e movimenti
che in gran parte o movimento verso l'esterno grande velocità, in cui quest'ultimo
rifiuti a sfera fissa e stretta di azione della pianta era poco motivo. Considera un
uomo che pensa profondamente, come lavora nella sua testa; Certamente, anche se
non possiamo vederlo, scorre avanti e indietro negli innumerevoli canali di nervi e
vasi che compongono il suo cervello, cos'altro sarebbero lì per; ma esteriormente non
puoi vedere nulla. Quanto spesso la donna si sente spesso interiormente, e quanto
poco spesso lei mostra esternamente; non che non ci fosse nulla in esso
fisicamente; piuttosto, le lacrime potrebbero voler raggiungere l'occhio con la forza,
potresti attraversare un crampo in tutte le tue membra, potresti voler spezzare il tuo
cuore, sì, ci sono casi in cui è davvero saltato nelle emozioni interiori, attraverso la
tremenda spinta del sangue; ma tutto ciò può essere fatto senza movimento visibile
esternamente. Tali cambiamenti interiori sono di fatto un'espressione molto più
essenziale della sensazione e dell'urgenza percepita di quanto possano essere tutti i
cambiamenti esterni, nella misura in cui le espressioni stesse sono solo estensioni di
esse. Se qualcuno con rabbia scagliarsi contro l'altro, non è il movimento del suo
braccio a quello in cui l'emozione si esprime direttamente nel corpo, ma qualcosa che
è suscitato dalla rabbia nel cervello, e imposta attraverso la mediazione della
scadenza dei nervi cranici il braccio fino a quando il movimento , Si può tenere il
braccio e la rabbia aumenta; si potrebbe mantenere i movimenti nel cervello, Quindi,
dopo la condizione alternata della mente e del corpo che si svolge qui, si terrebbe la
stessa rabbia; Si dimostra subito quando, per esempio, l'eccesso di rabbia provoca il
fluire del pestaggio, con tutti i movimenti nel cervello e tutte le passioni allo stesso
tempo stagnanti.
Quindi non importa vedere movimenti esterni abbastanza forti, al fine di inferire
forti impulsi e sensazioni, ma piuttosto considerare i movimenti interni, che, tuttavia,
possono trasformarsi in movimenti esterni secondo le occasioni e gli scopi più
impegnativi, ma non sempre lo faccio.
A proposito, è meno la grandezza dei movimenti interni di per sé che la dimensione
dei cambiamenti in cui sono autocoscienti, o nella cui produzione sono concepiti, e
quindi la forza delle sensazioni e delle sensazioni sensato spara insieme. Se tutto
procede nella traccia ordinaria, dove sangue e spirito-nervo possono correre
abbastanza velocemente, non portiamo altro che un sentimento generale per la vita,
ma ogni particolare cambiamento o sforzo per ciò che, attraverso uno stimolo
sensoriale esterno o attraverso di esso Eventi interiori, ci sentiamo immediatamente
più vivaci, la forza maggiore si dimostra nell'evocare il cambiamento. Considera
questo, che è certamente valido in generale, anche se c'è una grande mancanza di
chiarificazione approfondita, in modo da non perdere i personaggi vividi e vivaci
sensazioni percepite si spara nella parte esterna, come piccoli movimenti che
appaiono del giglio, perché esteriormente piccoli movimenti sono legati a questi
cambiamenti con una vasta gamma di giocare a cambiamenti interni e un grande
impulso. È noto che qualsiasi piegatura e torsione volontaria delle parti delle piante è
correlata a cambiamenti nel numero di prigionieri e probabilmente a cambiamenti
chimici ancora più sottili. E che voglia interno può appartenere a modificare la forma
della pianta dall'interno verso l'esterno in modo in tutte le direzioni e in modo
permanente, come è il caso nella crescita di crescita dello stelo sul nascere e germogli
fioriti. Sì, l'esperienza dimostra direttamente il potere di questa spinta. Il succo che
sale ad esso, può con la forza, con cui solleva grandi colonne d'acqua e mercurio; e la
radice, che scende in grado di penetrare mercurio pesante, e penetrare attraverso
solida terra, u Per germinazione pisello, gramigna. Come il suolo solido è spesso
abrogato in grumi. Ora, però, si vede il modo in aumento con la forza o bassa
crescita, succo di frutta, non rompere la luce copre le papille o ventose, in cui egli
penetra greggi; quindi questo potere è usato per guidare ulteriormente i germogli di
germogli o radici, sviluppando foglie e fiori stessi. così violentemente ascendente o
discendente, il succo non irrompe violentemente attraverso i leggeri involucri del
germoglio o degli impulsi radicali in cui penetra; quindi questo potere è usato per
guidare ulteriormente i germogli di germogli o radici, sviluppando foglie e fiori
stessi. così violentemente ascendente o discendente, il succo non irrompe
violentemente attraverso i leggeri involucri del germoglio o degli impulsi radicali in
cui penetra; quindi questo potere è usato per guidare ulteriormente i germogli di
germogli o radici, sviluppando foglie e fiori stessi.
in un secondo, il mercurio versato dall'alto fu sollevato a 38 pollici dall'acqua che
penetrò nella vite. In questo caso, la forza che guida il succo di cibo crudo deve
essere sufficiente, la pressione di 21 / 2 atmosfere resistere. Secondo il calcolo di
Hales, lei è 5 volte più forte della forza che spinge il sangue nell'arteria della coscia
di un cavallo.
"Senebier insorge contro Hales' tentativi dubbi sono basati sul fatto che se il succo
cibo veramente salire con la forza in aria, che viene attribuito secondo le prove stesse,
era straordinario che poteva dalla shell debole di una gemma essere fermato. ma ora
(Decandolle dice) non è ovviamente i germogli guscio solo, lo ferma, ma il fatto è
anche il fatto che è applicato il succo allo sviluppo di nuove parti, e che da lui non
scorre fuori alla pianta, un una quantità così grande penetra attraverso la radice
(Decand Physiol I. 76.)
Se un seme del pisello odoroso ( Lathyrus odoratus L può germinare.) Per un pieno
di esecuzione coperture mercurio, e tiene in posizione da un dispositivo leggermente
erdenkbare modo Pinot quel seme essendo diretta, secondo gli esperimenti, la
radichetta perpendicolare al suolo e penetra nel mercurio uno, anche se quest'ultimo è
molto più pesante di quella "(Journ de Pharm 1829. T. XV p 490; ..... annali della
serra banda cliente IV H. 4. S. 408i 409i . Comp Ann .. delle scienze naturali 1829;
Revue bibliographique 129. 130.).
"Will giacinti coltivate in piccoli vasi, in modo da vedere la cipolla spesso sollevato
notevolmente al di sopra della terra, portato dai radichette che sembrano estese contro
di loro. Anche con le palme si osserva questa peculiarità della crescita. In Martynezia
caryotaefolia HBK il tronco è a volte 2 piede sollevato dal suolo e poggia sulle
piccole radici adiacenti come su supporti. stesso può essere visto Iriartea exorhiza e
I. ventricosa Mart. "(Treviranus, Phys. II. 157.) Questi fenomeni dipendono dalle
radici quando sono estese nella loro ricerca, verso il basso, ha colpito un ostacolo,
sollevando l'aiuto delle colture. Si può vedere da questi esempi, che la potenza
combinata del tifo è sufficiente per sollevare intere piante.
"Quando applicato come un supporto di una stringa allungata verticalmente, in
modo da avere le piante rampicanti cui peduncolo non è troppo sottile, la forza, la
direzione rettilinea della stringa dalla pressione che esercitano su di lui da annidano
suo carico per così che anche lui prende la direzione di una linea a spirale come il
gambo intorno a lui. " (Mohl, sull'avvolgimento delle viti a pagina 113.)
Dassen ha posato rami appena tagliati di Faba vulgaris , Oxalis stricta,
Lupinus albus e Robinia viscosaalle 6 di sera sull'acqua, così che almeno alcune delle
sue foglie (che cercavano di crollare a causa del sonno della pianta) andavano alla
deriva completamente con la superficie posteriore. "Le foglie sembrarono presto
esercitare le loro forze per prendere la direzione notturna, così che le foglie del primo
tipo si piegarono per staccarsi dalla superficie dell'acqua, ma non riuscirono a
staccarsi." La seconda specie fece lo stesso movimento, attraverso il quale il I
volantini del terzo tipo non potevano staccarsi dall'acqua, ma premevano il punto in
cui erano attaccati così in basso che ricevevano quasi la stessa direzione che fuori
dall'acqua a causa della resistenza dell'acqua, non spostare i volantini verso il
basso, Faba vulgaris può raccogliere 3 grani più del necessario per il movimento per
chiudere la foglia. (Wiegm. Arch. 1838. I. 218.)
Anche esternamente, i cambiamenti che una pianta subisce nel corso del tempo
attraverso la crescita non sono affatto insignificanti come potrebbe sembrare a
qualcuno. Un albero che spinge in primavera lavora allo stesso tempo sulle foglie
battesimali, ognuna cresce in ogni momento; Certo, il grande cambiamento dovuto
alla sua altrettanto grande distribuzione non si fa sentire negli occhi, perché è molto
poco per ogni punto. Ma la grande somma di piccoli cambiamenti è qualcosa di molto
significativo nel complesso. Immagina che l'albero usi sempre tutto il materiale che
assorbe e tutta la potenza che si diffonde per crescere, per produrre una foglia alla
volta; Se questo foglio fosse finito, anche un altro altrove inizierebbe a
crescere. Sarebbe molto più simile all'espulsione arbitraria, Formare apparire; eppure
c'è solo la differenza formale che la pianta, anziché ad un certo punto, allo stesso
tempo esercita la stessa libertà in tutti i punti, distribuisce forza e sostanza a tutti i lati
invece di concentrarla preferenzialmente in un posto ogni volta.
L'anima delle persone e degli animali, anche senza essere sempre incoraggiato
ancora una volta da nuovi stimoli esterni, impegnati in un continuo gioco di
cambiamento, che ai nostri occhi, ovviamente confiscati, ma probabilmente ottenibili
con conclusioni Giochi inquieti processi biologici, in particolare in Il cervello
esprime. Ricordo solo brevemente che un gioco con gli altri vacilla, proprio come
d'altra parte cresce di vivacità con esso. Ma questo gioco in movimento irrequieto
lascia anche continui cambiamenti. La mente si sta espandendo sempre di più
attraverso la sua attività, organizzandosi sempre più bella e più ricca, ma non può fare
altrimenti che fare il suo fondamento fisico. Certo, dobbiamo perseguirlo di più con
occhi spirituali che corporei, come, per così dire, foglie sempre più belle, Formare i
fiori nell'organizzazione del cervello, come indicato dall'organizzazione
mentale; vanno così bene che non possono seguire il microscopio; ma quando una
malattia la distrugge, distrugge le foglie e i fiori spirituali con quelli fisici per questo
mondo.
Quello che vediamo ora andiamo qui nelle nostre aree spirituali più chiaramente in
virtù della nostra autocoscienza, nelle aree corrispondenti fisiche, ma la virtù in più
nascosto della serranda davanti ai nostri propri sensi destra vediamo invertito presso
gli impianti nel campo dell'intelletto per noi il più nascosto, in virtù della
Conclusione della nostra coscienza contro la loro, nel fisico ma il più aperto
andare. La pianta si sviluppa il processo di progettazione fisica, a cui è legato il suo
flusso continuo e volontario della loro vita mentale, liberamente davanti a noi alla
luce, si diffonde chiaro a noi dalle foglie, fiori unità aperta verso l'esterno, il tutto
anedrer il nostro cervello in forma corso nascosto all'interno delle unità. È indiscusso
che uno spirituale superiore è legato a quest'ultima attività, a quel processo più
sensuale dell'anima; ma in termini di progresso continuo sono uguali. E questa è una
questione di importanza. Un'anima vuole sempre avere qualcosa da fare. Quindi
l'anima vegetale non manca di passatempi costanti.
In un certo senso, la natura ha solo distribuito l'oculare nell'espressione dei
movimenti dell'anima tra il regno animale e il regno vegetale in modi diversi. Le
persone e gli animali si nascondono in tutto l'espressione fisica immediata dei loro
movimenti dell'anima, ma mostrano forti, vivaci, i singoli movimenti (degli arti e le
espressioni facciali) ai piedi verso l'esterno da essa, che sono ora di applicare a noi
indirettamente come un modo-più chiari segni della loro attività mentale. Negli
impianti di tali isolati, colline vivaci movimenti interiori si allontanano, ma lo stesso
si svolgono in un continuo gioco di calma sulla superficie molto più della espressione
diretta della loro anima-vita e -Webens. Certo, la differenza, come tutti in natura, è
solo relativa. Non devi mai dimenticarlo.
Infatti, anche il regno vegetale movimenti relativamente rapidi e sorprendenti tra
cui a seguito di stimoli verificano (che nella sezione seguente, il discorso), non del
tutto privi. Ma anche senza irritazione, in alcune piante e in alcune circostanze, i
movimenti si verificano con la comparsa della volontarietà. Questa voce comprende
alcuni movimenti degli organi sessuali delle piante, di cui parleremo nelle 11 sezioni,
vari movimenti in settori di piante inferiori che devono essere menzionati nel 12
comma, ed i movimenti di gyrans hedysarum , di cui l'estremità dei prossimi aggiunte
(P. 127) sarà il discorso.
Circa il sonno della pianta.
Qui è il più interessante e importante su questo oggetto. Per i dettagli, vedi s. nei
libri di testo di fisiologia vegetale, come Treviranus II 750; Decandolle II, 25. -
Particolarmente dettagliata è un'opera olandese a cura di Dassen, in Ausz in
Wiegm. Arch. 1838. I. 214. 358. II. 159. - Dai documenti recenti confronta Dutrochet
in Comptes rendus 1843. 11. 989. e Fror. N. Non. 13 e 14 del primo volume. - nemico
in Comptes Rendus 1846. T. XXIII, n. 12. (Fror., Emergency No. 13, XL) .- Fritsch
nell'Abhandl. il boehm. Gesellsch. delle scienze 1847. 5 ° episodio. 4 ° volume.
I fenomeni del cosiddetto sonno vegetale consistono generalmente in un
cambiamento nella posizione delle foglie o delle parti dei fiori o entrambi dal giorno
alla notte.
Il fenomeno di tali alterazioni non si manifesta in alcun ordine o specie particolare,
o legato a una particolare struttura di piante, ma piuttosto si verifica nelle piante più
diverse, ma più in certe famiglie che in altre; ma nella natura delle piante e parti di
piante si verificano qui in diverse posizioni. In generale, si può forse affermare che le
parti delle piante, in assenza di luce, ritornano il più lontano possibile alla posizione
che avevano allo stato di gemma, e che questa posizione è assunta tanto più
accuratamente è la foglia più giovane e più delicata; nel più vecchio e più grezzo, le
deviazioni tra il giorno e la notte sono meno, con le piante perenni e coriacee cadono
del tutto.
Il sonno delle foglie
Di gran lunga i più comuni e più evidenti sono i fenomeni associati qui alle piante
con foglie composte, in particolare dal legume e dal genere orale prima. Il tempo in
cui il passaggio dalla direzione quotidiana a quella notturna e viceversa dipende
dall'aumento e dall'impostazione del sole ed è generalmente molto più regolamentato
rispetto all'apertura e alla chiusura dei fiori. Tuttavia, non bisogna trascurare il fatto
che le piante che sono state portate nelle nostre terre da climi stranieri in generale
continuano ad aprire e chiudere le loro foglie in quel momento, a cui erano abituati a
farlo nel loro paese d'origine. Pertanto, nelle nostre serre, alle 6 in piena estate, alcune
piante chiudono le foglie, anche se poi né la luce né il calore vengono cambiati,
mentre in inverno si aprono la stessa mattina al solito orario, anche se è ancora
completamente buio. Le nostre piante patriottiche, tuttavia, sono dirette verso il
sole. Esattamente i cambiamenti nella direzione delle foglie sono legati alla salute
delle piante, e specialmente alle foglie stesse; più forte è una pianta, più è regolata e
meno dipendente dalle influenze esterne che i movimenti quotidiani hanno
luogo. Quando le foglie diventano vecchie in autunno, i movimenti cambiano, si
fermano del tutto o perdono il contatto con quelli precedenti. In particolare, questo
vale anche per le piante che vengono conservate nelle case durante l'inverno, dove
poi le loro foglie di solito mostrano no o una differenza appena percettibile tra il
giorno e la notte. Le giovani foglie, prima del loro perfetto sviluppo, hanno
coerentemente la direzione che poi assumono solo di notte. Nella prima volta dopo il
loro sviluppo mostrano la differenza del movimento nel grado più alto,
La posizione delle foglie durante il sonno Toccando foglie così semplici sia sonno
in modo che essi che invertono avvicinare gli steli dalla posizione orizzontale, come
la più naturale, sedersi, o (più raramente), che tra l'altro sia di vari stabilimenti in
molto diversa Il grado accade Il primo si trova in misura maggiore a Sida
Abutilon , Oenothera mollissima, Atriplex horteusis, supporti Alsine e
diversi asclepiadeans , in misura minore, a Mandragora officinalis, Datura
stramonium, Solanum melongena, Amaranthus tricolor, Celosia cristata u, a. -
Quest'ultimo si trova in sabdariffa, Achyranthes aspera, Impatiens noli tangere ,
unTriumfetta e pochi altri. - alcuni sonno delle piante con fogli compositi in modo
che le foglioline da lati opposti del picciolo principale piega verso l'alto ( Lathyrus
odoratus, arborescens Colutea, Hedysarum coronarium, Vicia faba sia) o inferiore, e
ripiegare, in modo che il Lati superiori commoventi ( Phaseolus semierectus, Robinia
pseudacacia, Abrus precatorius ) o le superfici inferiori (tutte le cassia). Infine, le
scaglie possono aggiungere una tegole uno sopra l'altro a seconda della lunghezza del
picciuolo principale, e questo a sua volta è avanzato, in modo che la parte superiore
della lamina posteriore del frontale inferiore parzialmente coperto ( Tamarindus
lndica, Gleditschia triacanthos vari mimosa) o indietro in modo che i volantini contro
la base del picciolo schiena curva e ciascuna è approssimata con la parte superiore
anteriore a quella posteriore ( Tephrosia caribaea ).
A seconda della composizione delle foglie, possono verificarsi anche movimenti
composti. Così, alle foglie senza foglie, le foglioline e il picciolo comune, a foglie a
doppia piuma anche i picciuoli speciali possono muoversi particolarmente. Tuttavia,
sono noti solo alcuni esempi di foglie che hanno più di una parte mobile.
I movimenti delle foglie e volantini (anche se non tutti) di molte piante, comprese
quelle effettuate con foglie composte, con particolare partecipazione di un piccolo
rigonfiamento (cuscini foglia, pulvino che è) alla base dei gambi o steli. Gli
esperimenti e i risultati molto interessanti di Dutrochet e Dassen sul meccanismo di
questo effetto, tuttavia, non hanno trovato conferma valida dagli esperimenti di
Meyen e Miquel. (Wiegm. Arch. 1839. II. 88. Meyen, Physiol. III. 538). Dassen
pensa di aver determinato (Wiegm, Arch. 1838, 1, 223, 325) che il movimento è
collegato a cambiamenti nel numero di prigionieri e alla formazione di acido
carbonico.
L'umidità generalmente porta la direzione notturna (Dassen). L'influenza della luce
e del calore è stata variata in base alla natura, alla forza e alla durata della loro azione
o privazione e alla natura delle piante. Nella maggior parte dei casi, le foglie mobili
non sembrano assumere lo stato del sonno con la semplice privazione della luce; ma è
successo in alcuni casi. (Esperimenti su s. Wiegm in. Arch., 1888. I. 225.) E 'stato
osservato anche casi che, in forte luce solare chiusura delle foglie è entrato
(in Robinia e Mimosa pudica da Sigwart, Arco di Reil. XII. 33., a Oxalis - e specie di
loto dopo Dassen, Wiegm, Arch. 1838. II. 216.), che hanno definito un pisolino
pomeridiano.
Le foglie di alcune piante sono ancora particolarmente sensibili a determinate
influenze meteorologiche, tanto che hanno anche proposto di indicare gli indicatori
meteorologici (vedi sotto il barometro delle piante). La sensibilità di alcune pale a
stimoli meccanici e altri è discussa nella sezione seguente.
Dormi i fiori.
Nessun segno di sonno è stato osservato in fiori irregolari, specialmente
le scitamineae , orchidee, labiata, persone, papilionacei .
In alcuni fiori il sonno espresso solo nel senso che mentre sono eretti nel corso
della giornata, tornare di notte per l'orizzonte o anche per la terra con la sua
apertura. ( Platyphyllos Euphorbia, geranio striato, Ageratum conyzoides,
polyanthemos Ranunculus, Draba verna, blattaria Verbascum, Achyranthes
lappacea, Thlaspi bursa pastoris, Alyssum montanum, Monarda punctata,
Heracleum absinthifolium , particolarmente abusivo Tussilago farfara.) Questo
affondamento ora non è basato sul rilassamento; perché i tentativi di aumentare il
cadente gambi, ben presto di nuovo, come se fossero in uno stato di stress. - Molto
spesso l'aiuola è il fatto che il giorno fiori aperti vicino durante la notte o unire; alcuni
fiori verificano cui inclinazione dello stelo fiore con chiusura dei fiori in connessione
avviene (come Nymphaea alba e Tussilago farfara ). Raggi fiori sonno in modo che il
fascio sia all'indietro avvicina il fiore gambi germogli (camomilla comune,
camomilla, tra gli altri tipi di Anthemis e Matricaria ), o che i bordi del fascio verso
l'interno a rotazione sul lato superiore ( Gorteria pavonia). Alcune piante, viene, in
cui la chiusura o l'arricciatura dei petali luogo di notte, prende piuttosto viceversa
luogo il sole, e di nuovo nella propagazione sera verifica (i tipi di Mirabilis ,
di Silene e Cucubalus , specialmente il fiore grande di questi ultimi due). È gli
avvenimenti più rare che l'intero bordo della corolla sono ricci, come se fosse
appassito, in modo che quando si vede un tale fiore nello stato di veglia, si dovrebbe
più tenere lo stesso ( Commelina coelestis, Mirabilis Jalappa e longiflora ,
Oenothera tetraptera e altri).
Alcuni fiori dipendono significativamente dalla loro apertura e chiusura di
influenze esterne, specialmente atmosferiche e non osservano un tempo molto preciso
in questi movimenti. Linneo, che ha studiato la pianta, dorme con particolare
attenzione, lo chiama meteorico (vedi sotto il barometro delle piante). Altri si aprono
al mattino e chiudono la sera; ma il tempo del loro sorgere e chiudersi cambia con
giorni crescenti e decrescenti. Tale ha chiamato tropicale. Altri ancora finalmente si
aprono e si chiudono in certi momenti immutabili. Chiamò questi fiori equinoziali e li
portò, per quanto ebbe l'opportunità di osservarli, in un tavolo, al quale collocò il suo
orologio floreale ( Horologium florae) fondato (vedi sotto). Se si confrontano le
osservazioni fatte con Upsala con quelle che Decandolle impiegava in un certo
numero di piante vicino a Parigi, si può vedere che le piante aquinottiche, ad
es. B. Papaver nudicaule, Nymphaea alba, Mesembryanthemum barbatum, Anagallis
arvensis a Parigi per stessa ora apre i petali come in Upsala. Allo stesso modo, R.
Pulteney ha trovato la stessa eccezione per alcune deviazioni durante la revisione
delle osservazioni di Linneo in Inghilterra. Anche in una serra, dove viene mantenuto
lo stesso grado di calore, e anche quando le persiane sono chiuse, i fiori
dell'equinozio si aprono e si chiudono intorno al tempo ordinario.
Orologio di fiori.
Per comodità di elaborare un orologio di fiori ha fatto la proposta, predisposto a tal
fine servire escrescenze su una Kreisbeet, dopo il tempo di apertura e riprese di fiori
di piante (con l'ingresso sul lato nord). Qui le informazioni necessarie (dopo
Reichenbach); Ovviamente, non si dovrebbero mantenere correttamente le ore al
punto.
I. Piante i cui fiori si aprono al mattino: Da 3-5 in punto Tragopogon pratense L.
- Da 4-5 in poi Thrincia tuberosa DC (Leontod, tub L.); Helminthia echioides
giardinaggio. (Picris echioides L.); Cichorium intybus L .; Hemerocallis fulva
L .; Crepis tectorum L. - Da 4-6 in punto Picridium tingitanum Pers. (Scorz., Tingit
L.) - 5-6 pm Sonchus oleraceus L .; Leontodon taraxacum L .; Monaco alpestre di
Barkhausia. (Crepis alpina L.); Tragopogon crocifolium L .; Rhagodiolus edulis
Gärtn. (Lapsana rhagod, Scop.); Convolvulus sepium L. - After 6 in punto Hieracium
sabaudum L .; Hierac. Umbellatum L. - Dalle 6-7 in puntoHierac. murorum
L; Barkhausia rubra (Crepis vedi Hostia rubra Mnch.); Sonchus arvensis
L .; Sonchus palustris L. - dalle 6-8 in punto Alyssum sinuatum L .; Leontodon
autumnaiis L. - After 7 in punto Lactuca sativa L .; Nymphaea alba L .; Anthericum
ramosum L. - Da 7-8 in punto Geracium praemorsum Schrbr. (Hierac praem
L.); Sonchus alpinus L.; Hypochaeris maculata L .; Hedypnois rhagodioloides W.
(Hyoseris hedypn L.); Mesembryanthemum barbatum L. - Dopo le 8 di
sera Hieracium piloaella L .; Anagallis arvensis L .; Dianthus prolifer
L .; Hypochaeris glabra L. - Da 9 a 10 Calendula arvensis L .; Portulaca oleracea L.
(Alle undici in punto.) Da 9-12 in punto Drosera rotundifolia L. - Dopo 10 in
punto Alsine rubra Whlnb. (Arenaria rubra L.); Mesembr. Crystall. L. - Dal 10-11
orologio Mesembr. Linguiform L; Papaver nudicaule L. (alle altre 4-5); Hemerocallis
flava L .; Hemerocallis fulva L. - Dopo l'11 Ornithogalum umbellatum L .; Calendula
chrysanthemifolia Vnt. - da 11-12 in punto Tigridia pavonia Pers. (Ferraria tigr.).
II. Piante i cui fiori si aprono la sera: alle 5 Mirabilis jalapa L .; Pelargonium
triste Ait, - Da 6-7 Cereus grandiflorus Mill. - Da 7-8 in punto Mesembr. noctiflorum
L. (Dopo un altro 10-11 in punto.)
III. Piante i cui fiori si chiudono al mattino: alle 8 in punto Leontodon taraxacum
L. - Alle 10 in punto Picridium tingitanum L .; Lactuca sativa L. - da 10-12 in
punto Cichorium intybus L .; Sonchus arvensis L. - Dopo l'11 pm Tragopogon L.
crocifolium - Da 11-12 pm Sonchus oleraceus L. - Dopo 12 pm Sonchus L. alpmus
IV. Piante i cui fiori chiudono nel pomeriggio e alla sera: 1-2 in punto
di Hierac. umbellat. L.; Barkhausia rubra dic. - Dopo le 2 Helminthia echioides
L .; Hierac. murorum L; Hypochaeris maculata L .; Geracium praemorsum
Schrbr. - Da 2-3 ore Alsine rubra Whlnb. - Dopo le 3 di Thrincia tuberosa
DC; Anagallis arvens. L.; Calendula arvens. L.; Calend. Chrysanthemifolia
Vent. - Da 3-4 in punto Anthericum ramosum L. - Dopo 4 ore Alyssum sinuatum
L .; Nymphaea alba L. - Dopo 5 ore Hieracium sabaudum L, - Dopo 7 in
punto Leontodon autumnalis L. - Da 7-8 in punto Papaver nudicaule L. -Alle 12 in
punto (mezzanotte) Cereus grandiflorus Mill. (Reichenbach, l'orologio vegetale,
Lipsia, Voigt e Fernau 1846.)
Piante barometro.
La pioggia è previsto quando Hibiscus trionum L . non si apre; quando calici
di Carlina acaulis L . chiudere; se Porliera hygrometrica L ., Oxalis acetosella L . e
la maggior parte delle altre specie di questo genere, piegando le foglie (composte); il
trifoglio erige i gambi; Lapsana communis communis L . i fiori di notte non si
chiude, Draba verna L ., Ranunculus polyanthemos L . abbassare le
foglie; Anastatica hierochuntica L . i rami si diffondono; Ranunculus
repens L. ,Caltha palustris L . contrarre le foglie; le betulle hanno un odore molto
forte; le conferenze riguardano la pelle verde; i fiori di Asperula odorata
sono asciugati all'ombra, cuciti in lino . emanano un forte odore; Galium verum L.
si gonfia e ha anche un forte odore; i gambi delle capsule di Funaria
igrometrica Schreb , che, quando secche, vengono arrotolate e piegate avanti e
indietro (soprattutto quando le capsule vengono sgonfiate). - Stellaria
media dill.verso le 9 del mattino, alza i suoi fiori nel bel tempo, dispiega le foglie e
resta sveglio fino a mezzogiorno; nel prossimo tempo piovoso, ma questo non
accade; La pianta poi si blocca e i fiori rimangono chiusi. - La calendula pluvialis
si apre tra le 6 e le 7 del mattino e tende ad essere sveglia fino alle 4 del
pomeriggio. Se questo accade, ci si può aspettare che il tempo sia stabile, ma se lei
dorme ancora dopo le 7 del mattino, si prevede pioggia prima che cali la
notte. Alcune specie del genere Sonchus indicano il bel tempo per il giorno seguente,
quando la chioma si chiude di notte, piove quando rimane aperta. - Pimpinella
saxifraga L. si comporta a questo propositoStellaria media dill. - Anemone
ranunculoides L . apre i suoi fiori in caso di pioggia; Anemone nemorosa L. sopporta
i suoi fiori annuendo in tempo noioso, eretto in tempo sereno, - Se il colore degli
anziani appare più leggero del solito, allora bisogna temere freddo e gelo; d'altra
parte, se sembrano più scure, c'è un vento disgelo. (Reichenbach, l'orologio vegetale,
p. 12.) Robinia pseudacacia , alcune specie di Lupinus, Mimosa
dealbata e Caesalpina pulcherrima sono stati conosciuti per chiudere i fiori in caso di
maltempo. (Dassen.)
Movimenti di Hedysarum gyran .
L' Hedysarum gyrans ( Desmodium gyrans), i cui movimenti sono principalmente
qui dopo Treviranus Physiol. II. 765. è un piccolo arbusto dalle foglie larghe; il lembo
dell'estremità è picciolato e ovale, le lamine laterali opposte ma lineari o lanceolate,
quasi senza stelo e molte volte più piccole del lembo finale. Solo queste foglioline
laterali mostrano un movimento sorprendente, mentre il volantino finale mostra solo i
soliti movimenti del cosiddetto sonno e veglia. questo movimento del lato lascia si
manifesta più vividamente vonstatten, maggiore è il calore dell'aria e maggiore è
l'impianto è in un'alternato quasi continua salita e discesa della stessa, e va; è quindi
interrotto in un tempo considerevolmente freddo; ma per il resto dura all'ombra, come
nella luce, giorno e notte, anche Winters nella serra. Se l'acqua fredda viene versata
sopra i rami della pianta, il movimento cessa immediatamente, ma può essere
facilmente ripristinato dal vapore acqueo caldo. Anche la pianta è paralizzata, se
esposta alla temperatura ordinaria della casa calda. Se metti una pianta al buio per
due o tre ore, poi, secondo Humboldt, si verifica un'accelerazione del movimento,
quando successivamente la esponi alla luce. Se la foglia terminale viene mossa dal
vento, i movimenti delle foglie laterali si fermano. stimoli meccanici, scintille
elettriche, il magnete, spiriti volatili, tale rivestimento dei fiocchi con olio, legatura
ed il taglio dell'albero non influenzano il movimento. È più forte dopo Broussonnet al
momento della fecondazione. La salita dei volantini è più lenta della discesa; ma il
movimento non è affatto uniforme, ma a volte si ferma, e quindi, come accelerato da
uno shock, progredisce per alcuni momenti in misura maggiore. Comunemente se che
ascende un volantino, diminuisce il contrario, ma questo non è sempre il caso e molto
spesso esiste connessione fra i due movimenti, in modo che questo può essere un
foglio di riposo, mentre gli altri viaggi. Il movimento non dipende dall'integrità della
pianta; perché anche se il principale abgelöset picciolo dal bastone, anche se la parte
superiore è tagliato via dalle volantini, continua per un tempo e si ha la certezza che
un volantino ancora sposta quando viene fissato dal suo gambo alla punta di un
ago. (Mirbel.
I gyrans Hedysarum sembra il modo per non stare da solo rispetto a questi
movimenti. Mirbel notato che quando foglie di Hedysarum vespertilionis invece di
essere semplice, come al solito, costituiti da tre foglioline, che non è affatto rara, la
due foglioline laterali movimento simile, ma infinitamente più debole di quella
di Hed. gyrans , hanno; Tuttavia hedysarum cuspidatum W . e H. laevigatum
Nutt . e H . i gyroides sembrano essere qualcosa del genere.
Tranne che per quei movimenti volontari, indipendenti dalla luce, arrivano le
barriere. gyrans ma anche i movimenti dipendono dall'influenza della luce, che,
tuttavia, non riguarda le foglie laterali ma i gambi principali e le foglie principali, e
non sono direttamente correlate alle precedenti. Questo movimento consiste
nell'innalzarsi nella luce e nell'affondare nell'oscurità. Succede nelle articolazioni, per
cui la foglia è collegata allo stelo e questa al ramo. La sensibilità della pianta alla luce
è così grande che, secondo le osservazioni di Hufeland, anche il riflesso del sole da
un muro a circa venti passi si risolve, come tenere la luce del sole da un corpo opaco
e una nuvola che passa dal sole le foglie fatte Hufeland notò un movimento
tremolante delle foglie principali e dell'intera pianta nel pieno sole di mezzogiorno e
la luce del sole concentrata attraverso un vetro infuocato. (Dassen dice anche che
nessuna pianta è nota a lui le cui foglie si girano alla luce così in
frettaHed. gyrans e gyroides ). La luce lunare, la luce artificiale, gli stimoli chimici e
meccanici non avevano alcun effetto su quel movimento; ma le scintille elettriche
causavano un abbassamento delle foglie.

IX. Stimolo delle piante


Tocca uno stame del fiore Berberis (biancospino, Berberis vulg. L. ) sul lato rivolto
verso il pestello verso il basso con una punta dell'ago o qualcosa
di simile; Immediatamente, uno lo vede avvicinarsi alla punta, facendo un rapido
movimento contro il pestello, e dopo un po 'di tempo, tornando da solo alla prima
posizione.
Uno stimoli separati l'uno dall'altro lobo spalancata della cicatrice (della parte
terminale del pestello) un Martynia annua o Bignonia radicans o alcuni tipi
di Gratiola o Mimulus (z. B. glutinosus , aurantiacus, guttata ) sul lato interno con
un ago, una molla, o far cadere una goccia d'acqua su di esso; La cicatrice si chiude
immediatamente e dopo un po 'di tempo si riapre.
Tocca la colonna genitale di Stylidium
graminifolium , adnatum o corimbrosum , formata dalla crescita di pestilli e stami,
che è naturalmente curva verso il basso . Al minimo tocco, raddrizza la parte inferiore
della curvatura, quindi salta quasi fino al lato opposto, dopo di che ritorna lentamente
alla posizione precedente.
Tocca la foglia piumata di una pianta sensibile ( Mimosa pudica ) all'estremità del
fusto ispessito, o scuoti la foglia (o l'intera pianta); Quindi mette subito insieme i suoi
volantini e si inclina all'indietro contro il gambo, (Una sensibile pianta sensoriale ha
disegnato le foglie come spaventato da un cavaliere che passa.) A poco a poco, anche
la situazione naturale ritorna qui da sola.
Ci sono altri esempi di questo tipo (di cui più avanti); questi sono abbastanza per
ora.
Per coloro che sono in grado di cogliere l'anima delle piante solo per somiglianze
con il regno animale, queste appariranno sempre di grande importanza per i
movimenti stimolatori degli animali. Anche l'analogia più superficiale suggerisce che
sia la sensazione. D'altra parte, lascia che il peso di questa analogia vada molto
indietro rispetto a ciò che le considerazioni più generali debbano avere per noi, e
ammetti agli avversari che solo loro potrebbero dimostrarsi poco o nulla. Eppure può
essere, se si vuole ancora una volta non hanno anime nelle piante, si applicano tutti i
tipi di modalità di meccaniche di spiegazione a questi movimenti certamente come
buona analogia che si verificano agli animali, o fare uso di una per così dire, la
vitalità morta dipende dal corso stesso è solo una il termine è morto. Ancora più
importante, che tali movimenti di stimoli sono nel complesso solo eccezioni nel regno
vegetale; e l'anima non dovrebbe essere solo un'eccezione in questo regno. Ma le
ragioni per l'anima-pianta non devono essere considerate singolarmente, ma in
connessione l'una con l'altra; e se considerazioni più generali fanno sembrare
probabile una tale ipotesi, allora pochi particolari dimostrativi possono servire per un
supporto suggestivo. Quindi, voglio dire, è con quei movimenti di stimolo delle
piante. in questo modo, possono essere usati piccoli dettagli dimostrativi per
suggerire un supporto efficace. Quindi, voglio dire, è con quei movimenti di stimolo
delle piante. in questo modo, possono essere usati piccoli dettagli dimostrativi per
suggerire un supporto efficace. Quindi, voglio dire, è con quei movimenti di stimolo
delle piante.
41.), quando i Galli videro i vecchi senatori seduti in silenzio sulle loro sedie nel
mercato, non sembravano affatto esseri viventi; si sedettero così fermi; fino a quando
uno tirò Papirius vicino al ramo, lo colpì con il bastone. Ora nessuna Gallia dubitava
più. Quindi, si licet Magnis componere parva , è con le piante. Fondamentalmente
non manca nulla nei segni essenziali dell'ispirazione, solo stare seduti ci fa
dubitare. Ma se lo strappiamo o lo accoltiamo, e improvvisamente fallisce, allora ciò
dovrebbe convincerci in modo convincente.
Non battere tutti, ora dobbiamo ricordare che, anche dove accade, è
fondamentalmente più di quanto possiamo desiderare. In generale, le piante non sono
pronte ad annunciare le loro sensazioni in movimenti d'impatto; reagiscono più
tranquillamente ai loro stimoli di vita e sensazioni dal modo in cui organizzano la
loro crescita, il loro colore, la loro formazione di sostanza, di cui abbiamo imparato a
conoscere abbastanza esempi e ne sapremo di più. Ma la natura ha un piano di quello
che vogliono zuerteilen i regni animali e vegetali, anche attraversato di nuovo dopo
tanti aspetti, con tutta tenere a parte per lo più, insolito e poco disposto a tracciare
confini rigidi, di cui in seguito (XII) darà molti altri esempi; e quindi troviamo
fondamentalmente solo un'altra prova di ciò nel modo in cui la pianta si comporta a
volte contro gli stimoli sensoriali. Inoltre, questi movimenti danno un'ottima
conferma della prima osservazione che la pianta non ha bisogno di nervi per molti,
per ciò che l'animale ha bisogno di loro. In effetti, in tutti i movimenti di stimolo
degli animali, i nervi sono essenziali e necessari nel gioco. Ma se la pianta dei nervi
non richiede stimoli, non richiederà la sensazione di stimolazione. - Quindi questi
movimenti sono importanti per noi in molti modi. Ciò di cui l'animale ha bisogno. In
effetti, in tutti i movimenti di stimolo degli animali, i nervi sono essenziali e necessari
nel gioco. Ma se la pianta dei nervi non richiede stimoli, non richiederà la sensazione
di stimolazione. - Quindi questi movimenti sono importanti per noi in molti
modi. Ciò di cui l'animale ha bisogno. In effetti, in tutti i movimenti di stimolo degli
animali, i nervi sono essenziali e necessari nel gioco. Ma se la pianta dei nervi non
richiede stimoli, non richiederà la sensazione di stimolazione. - Quindi questi
movimenti sono importanti per noi in molti modi.
Naturalmente, chiunque può dire, il fatto che questi movimenti senza nervi come
andare, senza muscoli, il diritto di provare solo meglio che, pertanto, se non sono da
interpretare anche quelli sulla percezione dei movimenti di stimolo di animali della
natura molto diversa, , E certamente entrambi sono molto diversi nei mezzi con cui
vengono realizzati. Ma vorrei ripetere ancora una volta quello che ho detto nel
discutere la questione di nervi che la natura ama raggiungere scopi simili una varietà
di mezzi? Dopotutto, anche il movimento di stimolo dei polipi senza muscoli e nervi
rilevabili ovunque; Ma se c'è qualcosa di simile in loro, lo è di ciò che accade negli
animali superiori nel movimento di stimolo, molto diverso (vedi Siebold, Verat. Anat.
I.31). Infine, i nervi e i muscoli sono originariamente costituiti da cellule, così come
le strutture coinvolte nell'irritabilità delle piante. Quindi nemmeno i mezzi sono
molto diversi.
Quale dovrebbe essere più importante che la comparabilità dei fondi che la pianta
stimolato movimenti in ogni caso mostra tutte le caratteristiche vitali essenziali
dell'animale. Se, quindi, l'analogia si applica a tutti, e cos'altro dovrebbe applicarsi
qui, allora la sensazione che si attacca agli stimoli della stimolazione animale deve
essere dimostrata anche nel caso delle piante analoghe ad esso. Diamo un'occhiata
più da vicino a questa partita.
1) Una particolarità dell'irritabilità animale sta nel fatto che è indirizzata allo stesso
modo da stimoli di vario tipo. È vero che una macchina si muove quando viene
toccata, ma non quando viene bruciata, tamponata con acido solforico, viene data una
scossa elettrica; d'altra parte, un arto di un animale si agita all'incirca nello stesso
modo, che lo stimolo influenza su di esso; e il nervo ottico si sente leggero, la luce
reale può risplendere su di esso o un colpo negli occhi. È lo stesso con l'irritabilità
della pianta. Una pianta sensoriale è formata da vibrazioni meccaniche, bruciature per
mezzo del fuoco, stimoli chimici di vario genere, scintille elettriche, accesso
improvviso alla luce solare completa dopo il precedente soggiorno nella semioscurità,
rapida transizione sia al caldo che al freddo. rilascio improvviso di aria libera dopo
occlusione prolungata provoca gli stessi movimenti, tranne che sono più forti o più
deboli, a seconda della forza dello stimolo e la sensibilità delle piante, e più o meno
estendere. Simile ad altre piante irritabili (vedi sotto).
2) Non ci si può aspettare un accordo coerente nel modo di agire e la forza degli
stessi stimoli tra piante e animali, poiché anche nel regno animale si verificano anche
differenze in questa relazione. Ma non mancano esempi di accordo parziale
significativo. A questo proposito appare particolarmente importante che il
galvanismo, questa attrazione vita così particolare per gli animali, un ruolo simile è in
grado di riprodurre (anche in relazione all'impatto differenziata di entrambi i poli)
anche con le piante irritabile, e così grave scossa elettrica qua e là irritabilità
distruggere.
L'irritazione delle piante da parte del galvanismo è, naturalmente, resa più difficile
dalla scarsa conduttività delle piante; quindi, niente a che fare con semplici catene; e
anche per quanto riguarda gli effetti dei pilastri, gli osservatori si contraddicono a
vicenda; ma Wet ha dimostrato (Ann XLI 392i di Gilbert.), come cercare di Berberis
avere successo in modo sicuro e con totale esclusione di ogni stimolo meccanico, in
questo modo: Porta una Berberisblume da un collegato loro l'ago staminali al polo
positivo di una colonna di circa 40 paia in congiunzione o fornire, con i loro steli in
un bicchiere d'acqua, in cui il filo dai poli positivi della pila pende, e quindi spinge il
petalo di irritazione essere esposti a polveri infilare un pezzo di carta bagnato su, in
cui, se uno solo ogni shock ed evita la pressione, tutto rimane ancora calmo. Quindi
metti tranquillamente il filo del polo negativo su questo pezzo di
carta. Immediatamente, il filamento associato salta al pestello, spesso gli stami
adiacenti allo stesso tempo o nei prossimi istanti. Il contatto diretto diretto della parte
superiore del petalo, anche con la polidirite negativa (alla fine della catena), senza
l'intermediario della carta, ha lo stesso effetto sugli stami irritabili; Il successo è meno
costante se l'area del petalo viene toccata direttamente. Anche l'introduzione del fiore
con cicatrice e gambo nella catena è di solito infruttuosa. Un'applicazione inversa dei
poli, dove il negativo colpisce lo stelo, il positivo colpisce il petalo, è meno
efficace; se poi i fiori, che sono già attaccati da esperimenti o da lungo tempo di steli
in acqua, a volte dopo aver chiuso la catena, il movimento una o poche volte fallisce,
o probabilmente solo pochi istanti dopo la chiusura si verifica. Questo è analogo
all'irritabilità muscolare degli animali e, nel caso della solita irritabilità delle zampe
di rana, le contrazioni sono più vivaci e persistenti, quando il metallo negativo tocca
la parte in movimento, quella positiva il nervo. Un movimento con separazione della
catena non può essere osservato in modo simile a quello delle zampe di rana. Se il
fiore berbero fosse stato appena colto, almeno non attaccato da ripetute irritazioni,
allora gli stami galvanici necessitavano solo di 2 a 2 a volte dopo aver chiuso la
catena, il movimento fallisce una volta o un paio di volte, o probabilmente solo pochi
istanti dopo la chiusura. Questo è analogo all'irritabilità muscolare degli animali e,
nel caso della solita irritabilità delle zampe di rana, le contrazioni sono più vivaci e
persistenti, quando il metallo negativo tocca la parte in movimento, quella positiva il
nervo. Un movimento con separazione della catena non può essere osservato in modo
simile a quello delle zampe di rana. Se il fiore berbero fosse stato appena colto,
almeno non attaccato da ripetute irritazioni, allora gli stami galvanici necessitavano
solo di 2 a 2 a volte dopo aver chiuso la catena, il movimento fallisce una volta o un
paio di volte, o probabilmente solo pochi istanti dopo la chiusura. Questo è analogo
all'irritabilità muscolare degli animali e, nel caso della solita irritabilità delle zampe
di rana, le contrazioni sono più vivaci e persistenti, quando il metallo negativo tocca
la parte in movimento, quella positiva il nervo. Un movimento con separazione della
catena non può essere osservato in modo simile a quello delle zampe di rana. Se il
fiore berbero fosse stato appena colto, almeno non attaccato da ripetute irritazioni,
allora gli stami galvanici necessitavano solo di 2 a 2 così come nell'ordinaria
irritabilità delle zampe delle rane, le contrazioni sono più vivaci e durature, quando il
metallo negativo tocca la parte in movimento, quella positiva il nervo. Un movimento
con separazione della catena non può essere osservato in modo simile a quello delle
zampe di rana. Se il fiore berbero fosse stato appena colto, almeno non attaccato da
ripetute irritazioni, allora gli stami galvanici necessitavano solo di 2 a 2 così come
nell'ordinaria irritabilità delle zampe delle rane, le contrazioni sono più vivaci e
durature, quando il metallo negativo tocca la parte in movimento, quella positiva il
nervo. Un movimento con separazione della catena non può essere osservato in modo
simile a quello delle zampe di rana. Se il fiore berbero fosse stato appena colto,
almeno non attaccato da ripetute irritazioni, allora gli stami galvanici necessitavano
solo di 2 a 21 / 2 min., Per rimuovere dal pestello ancora e ancora essere irritabile.
La distruzione di irritabilità pianta da gravi scosse elettriche Humboldt osservato
stami di Berberis (Ed. Ug M. u. N. II. 195.) e Wet una simile influenza di acqua e
alcol sul irritabilità percepito la stessa su cui la cosce di rana. Gli effetti debilitanti di
veleni narcotici dovrebbe da parte di alcuni esperimenti (ad esempio da Miquel e
Dassen a Mimosa in Fror Non 1839. maggio 207; ... Wiegm Arch 1838. II 358; ... di
giardiniere Mimulus , ecc ..) scelti Ma i tentativi di Göppert (in Pogg. Ann. XIV.)
Sembrano ancora più decisamente contrari a questo; anche se ha poca influenza
su Mimosaammette. Certamente, secondo gli esperimenti di marcet Hunter, Göppert,
Dassen che le piante da cianuro, arsenico, mercurio, canfora, tra gli altri (in forma
risoluzione o vapore applicati a verschiedentliche moda) vengono uccisa. (Confronta
Treviranus, Physiol II 724; ... gli esperimenti di Bouchardat in particolare, dove tra
gli altri il grande nocività di tutti i composti di mercurio in Comptes è mostrato anche
nella più piccola quantità s rendus 1843. 11 p 112 ....)
3) Una parte animale irritata ritorna gradualmente da sola al suo stato precedente
quando lo stimolo cessa, ma più lentamente dello stato di irritazione. Così, un'ostrica
chiude in modo irritabile i suoi gusci rapidamente, ma li apre solo lentamente; il
polipo verde si contrae rapidamente, ma si estende solo gradualmente. Lo stesso è
vero, e abbastanza coerente, in tutti i movimenti di stimolo delle piante. Le parti in
rapido movimento ritornano da sole, ma molto più lentamente, alla loro posizione
precedente quando è avvenuto il movimento in avanti.
4) Negli animali, l'irritabilità è offuscata o esaurita dall'irritazione ripetuta o
prolungata, ripristinata dal riposo, a meno che l'irritazione non sia stata
esagerata. Allo stesso modo con tutte le piante irritabili. Persino i fenomeni di
assuefazione agli stimoli sono stati osservati in Mimosa et al.
Uno stame berbera non è irritabile fino a circa 5-8 minuti, la colonna
del sesso dello Stylidium 12-15 minuti dopo l'irritazione; ma l'irritazione ripetuta
distrugge completamente l'irritabilità. Anche nel caso di una pianta sensibile, più
spesso uno dopo l'altro, più movimenti sono fatti, più lenti e più incompleti.
Ciò che può essere interpretato come assuefazione sono fenomeni come il
seguente: Desfontaines osservato da una pianta di significato che portava con sé nella
carrozza, che inizialmente si chiuse per lo shock, ma alla fine, nonostante il costante
movimento di guida, rimase aperta; come se si fosse abituata. Dopo che l'auto fu
trattenuta per un po ', e poi continuò di nuovo, le foglie si chiusero di nuovo e poi si
riaprirono durante la guida. Dassen ripetuto questo esperimento da una pianta
sensibile 3 / 4 proposto di un'ora in un movimento oscillante, in cui le lame chiuse, ma
dopo 1 / 2 Ora si è aperta di nuovo. Dopo il completamento di questo esperimento, le
foglie erano immobili per oltre un'ora. Tutte le foglie cominciarono ad affondare
improvvisamente, e quando si raddrizzarono, l'irritabilità fu ripristinata. In Dionaea
muscipula , questa assuefazione non sembra verificarsi, in quanto i lobi non si aprono
fintanto che l'insetto intrappolato rimane in mezzo. Morren osservata alla penna di
irritabile anisophylla Goldfussia che (25 ° R.) ha portato in una stanza fresca (+ 2 ° a
10 ° F) quando la pianta fuori dalla serra calda, più tenda irritabilità sembrava
completamente scomparso, dopo 12 a 48 ore, tuttavia, la pianta si era abituata
all'abitudine di avere la stessa irritabilità del calore.
5) Il grado di irritabilità degli animali dipende in parte lo stato di salute della stessa
in modo che (a parte alcune malattie nervose) con gli stessi aumenti
Lebenskräftigkeit, in parte l'età, le relazioni di genere, stagione, tempo e altri hanno
circostanze esterne notevolmente influenza. E ancora con le piante irritabili.
Hegel (filosofia naturale pagina 480) dice a proposito dei movimenti stimolati delle
piante non devono puntare a sentire "l'esternalità delle cause di irritabilità, ma che
diversi impianti nel più freddo climi pomeriggio e tempo caldo e secco non si è
dimostrato in particolare le osservazioni di Medicus, , tuttavia, sono la mattina dopo
la rugiada pesante e per tutta la giornata sulla pioggia gentile molto irritabile, che le
piante i climi più caldi esprimono la loro irritabilità solo il blu, e che tutte le piante
del più irritabile, se la polvere di semi appena matura e pestello con un coperto di oli
lucenti. " Nel frattempo, non capisco bene come si possano trovare qui le ragioni
dell'argomento contro il significato dei movimenti di stimolo per il sentimento o la
sensazione; perché in tutto questo l'irritabilità della pianta è solo il certamente con
l'emotività correlata ai sensi, l'irritabilità degli animali (in particolare quelli inferiori)
è analoga. Ricorda z. Per quanto riguarda il diverso comportamento delle
preparazioni di rana a seconda della stagione e di altre circostanze negli esperimenti
galvanici.
Si potrebbe tenere causato riferirsi addebiti l'importanza psicologica di vegetali
movimenti stimolati, dunque, che contribuiscono ad aprire il carattere di bisogno
fisico, e che si ancora (per tagliare parti vegetali quali. Come rami tagliati della pianta
sensibile, tagliare cicatrici da Mimulus) stanno succedendo; in caso contrario, a
prescindere da quanto è stato detto prima nel trattare la precedente obiezione, allora
anche qui ci sono solo somiglianze con i moti degli stimoli animali che sono
certamente collegati alla sensazione. Un raggio di luce imprevisto o una puntura di
spillo, per esempio, costringe a uno spasmo e una sensazione alle nostre estremità
così come la punta dell'ago sullo stame berbera. La volontà, quando entra in azione,
può naturalmente sopprimere quel movimento, ma non lo fa né la sua sensazione.
Nei bambini piccoli, dove la volontà effettiva non è ancora entrata in vigore, i
movimenti di stimolo assumono il carattere di movimenti involontari. E anche le
piante si comportano in modo molto simile ai bambini (confronta XV). "Quando
leggermente strofinando il dorso della mano una volta che le dita, quando strofinando
la parte posteriore dell'avambraccio, le braccia e la stessa procedura sul tratto tibia
nelle gambe dei bambini piccoli, mentre il solletico della mano interna provoca una
curvatura istantanea delle dita." (V. d.C. Kolk in Fror. E Schleidens Distress, ottobre
1847. No. 75. p.
I movimenti di stimolo sulle parti tagliate delle piante d'altra parte sono solo
analoghi ai movimenti di stimolo, che possono anche essere osservati su zampe di
rana tagliate, code di salamandra e così via. A meno che uno, naturalmente,
presuppone che il cut-off di stessi nessuna sensazione parti di animali regna, si
potrebbe trasformare su di noi quando hanno detto che di stimolo si muove, se ma
può verificarsi senza la sensazione in generale, anche non può puntare a sentire
questo finora. E, invero, i movimenti di stimolo sui frammenti delle piante saranno
indistinti sulla sensazione di questi pezzi come se fossero su esemplari di animali; ma
poi sicuramente la maggior parte delle piante intere sulla sensazione di queste piante,
come nel caso degli animali interi. Semplicemente non devi confrontare
sbagliato. Noi non rivendichiamo che il movimento di stimolo in sé fa sensazione, ma
solo che serve nella connessione dell'organismo della sensazione o di un relativo
impulso. Naturalmente, il meccanismo può ancora essere lasciato nelle parti separate.
Ecco alcune note aggiuntive sugli esempi finora noti di stimolo a base di erbe:
Movimenti dello stimolo sugli stami.
Tranne che al comune fumo berbera Mangiare ha percepito un irritabilità dei
filamenti: al North American Berberisarten con foglie pennate, humilis
Berberis e canadensis (Mahonia Nutt ;.) ma non con altre idee berbere,
come Epimedium, Leontice, Nandina; - in alcuni impianti del nome della famiglia di
cactus e ciste: vulgaris Opuntia, ficus indica, tonno , in corrente continua, (Cactus
Opuntia, ficus indica, tonno ), da Medicus anche a Cereus
grandifl. esagono . e peruviano., che, tuttavia, Trevirano trovò non
confermato; ulteriore Helianthemum Cistus, apenninum e vulg ledifolium
(Helianthemum .,apenn . e ledifol .); nei fiori ermafroditi di alcuni Centaureen, vale a
dire Centaurea spinosa, ragusina, cineraria, glastifolia, eriophora,
Salmantica. Isnardi, pulchella Led . (nel secondo caso Trevirano trovava il risultato
particolarmente suggestivo); - infine a Sparmannia afrioana (un Titiacee). Circa
alcuni fenomeni molto interessanti di stami di piante differenti, ma invece di
irritabilità, dopo di che sono stati probabilmente spinti dipendere cause meccaniche o
altri (di Parietaria, Chenopodium, Atriplex, Spinacia, Urtica, Humulus, Morus,
Forskalea, Genista, Spartium, Indigofera, Medicago, Kalmia, ecc.)
Comp. Treviranus, Physiol. II. 739. (Contro gli esperimenti di
Nasse Parietaria e Urtica in particolare, vedi Wiegm. Arch. 1836. II. 100.)
Gli stami della Berberisstrauch comune possono ancora essere messi in
movimento, anche se hanno tagliato la parte superiore o tolto dal fiore il pestello, i
sepali e i petali. Se, nel momento in cui sono irritati, gli viene impedito di esprimere
il loro movimento, rimangono invariati nella loro prima posizione.
Negli impianti di Cactus e Cistenfamilie l'irritabilità progettati in modo che quando
tracciato con una cannuccia o la barba di una molla di tutti i filamenti o soffiando su
di loro, li rendono una bassa velocità e movimento curvatura, che di fronte sempre
dopo Direzione rispetto a quella che lo shock ha dato loro. Questo movimento è tanto
più vivace quanto più caldo è l'atmosfera, ma non ha la stessa rapidità di Berberis e
non è prodotto da un semplice shock. - L'irritabilità di Centaureen mostra in modo
molto vivido i fioretti del disco, che sono appena sbocciati. I filamenti si contraggono
qui al tocco delle antere; non sempre uguale, ma solo uno o più secondi dopo il
tocco, e dopo un po 'di tempo, ma abbastanza gradualmente, ritornano alla loro
posizione precedente, dopo di che l'irritazione può essere ripetuta con
successo. Anche qui, il calore dell'aria favorisce l'irritabilità. (Treviranus, Physiol.)
che succede uno dopo l'altro, e così è il quinto. In tutti questi casi, quindi, sono gli
stami che producono i movimenti per la loro irritabilità. "(Wiegm. Arch. 1844. II., P.
128.)
Movimenti dello stimolo del pestello.
movimenti stimolati sono stati osservati soprattutto in diversi generi di
Personatenfamilie con cicatrice doppio labbro sulla mera stimma del pistillo, che
sopra ( Martynia annua, radicans Bignonia , e il
genere Gratiola e Mimulus (menzionato nella loro maggior parte delle specie) con
una breve descrizione dei fenomeni. Medicus questo irritabilità vuole anche la
cicatrice doppio labbro da crinoidi Syphilitica Lobelia e CRinUS hanno notato, a cui
l'osservazione, però, come lui stesso ammette, include un più che normale attenzione.
inoltre, ha stimolato i movimenti sono ancora sulla cicatrice da Goldfussia
anisophylla e Goodenia,sulla colonna genitale di S tylidium sono state
osservate appendici a forma di cappuccio sull'ovaio di Pinus larix (larice). Ovunque
questa irritabilità sembra essere correlata all'atto della fecondazione. Questo non è il
caso delle cicatrici a due lobi degli individui, quando il polline, raggiungendo la
cicatrice, fa sì che sia chiuso e tenuto in posizione, il che, secondo Don, è quello di
aggiungere pressione al contenuto liquido del polline che cresce dal tubo Per
abbattere le querce (?).
A proposito dell'irritabilità della cicatrice di MimulusGärtner ha recentemente fatto
esperimenti particolarmente accurati. (Giardiniere, esperimenti e osservazioni sugli
organi riproduttivi nei mondi completi, Stoccarda, 1844). Tagliata e conservata in
sabbie umide, si comportò come se fosse stata tagliata. L'agitazione non lo influenza,
ma stimoli chimici come l'acido solforico. Olio di morfina o olio di stricnina (miscela
di morfina o stricnina con olio) indebolisce l'irritabilità e infine la distrugge. La
castrazione non ha avuto ulteriore influenza sull'irritabilità, tranne che ha prolungato
la durata del fiore, e così ha fatto la cicatrice. L'influenza del proprio polline
sull'irritabilità avviene solo al momento dell'abilità del concepimento; Ma gli stimoli
chimici funzionano anche al di fuori di questo periodo.
A Goldfussia anisophylla (altrimenti Ruellia anisophylla) Può essere visto, quando
si apre il fiore, curvo, l'estremità dello stilo, che ha la forma di un alto piegato per
agganciare filo appuntito sopra l'aggiunta stami, in modo che la cicatrice, che è su un
solo lato dello stilo in una certa lunghezza dall'alto, allungato in avanti, diretto verso
il cielo in modo convesso, e la concavità dell'amo ruotava contro gli stami. ma
semmai tocca lo stilo, oppure soffiare su di esso o scuotendo la pianta, o li porta
rapidamente da caldo (25 ° R.) nell'aria fredda (-2 ° R.) quindi l'estremità ricurva
dello stilo è diretto completamente dritto su, ora dritto come una freccia, ora un po
'curvo come un Flamberg; a volte (ma raramente) lo stilo mostra anche un movimento
laterale, a destra oa sinistra, in avanti o indietro. Si sotto alto calore, lo stilo irritato
curve anche in un arco verso il lato opposto, in modo che poi lo stilo è superficie
grana fine quasi immediatamente sulla corolla. Fino a quando il ritorno alla
situazione originale volontaria è probabilmente finita1 / 4 ora. L'esperimento può
spesso essere rinnovato. La sensibilità dello stilo non inizia prima di quando si
aprono le antere e dura fino a quando il fiore non è appassito. Si mostra su fiori recisi,
anche su matite isolate, così come se sono ancora sulla pianta, la luminosità o
l'oscurità non fa differenza nel successo dell'esperimento. Lo scopo del movimento di
stimolo è apparentemente l'esecuzione dell'impollinazione, come discusso più avanti
(XI). Un movimento volontario non può essere percepito. (Nouv. Mém. De l'Acadé di
Bruxelles, 1839.)
In genere Stylidium, i cui movimenti sono dato stimolo così brevemente sopra, è la
colonna che termina con due antere e lo stigma da considerare come intergrowth di
due filamenti, che comprendono uno stilo. Ha una doppia curvatura a forma di S ed è
piegato verso il basso allo stato naturale sul lato inferiore del bordo del fiore. La
ricerca di Morren sullo stile. graminifoliumIl movimento del pilastro avviene
semplicemente in virtù della mobilità della curvatura alla base del pilastro. Sul
nascere l'irritabilità non mostra ancora; non inizia prima dell'apertura delle antere e
non diventa pienamente efficace finché non iniziano a combattere ai lati, cosa che
fanno durante il periodo di fecondazione. Quando l'apparecchio anterio si secca,
l'irritabilità cessa. Di regola, il movimento è solo dopo l'irritazione; ma nelle giornate
molto calde, soprattutto a pranzo, Morren ha visto anche più volte che i pilastri del
libero arbitrio raddrizzati (lentamente, in circa 1 / 2 Min., Mentre molto rapidamente
quando irritato) e anche tornato alla sua precedente posizione da solo. Una volta che
il pilastro è stato installato, si cerca invano di riportarlo nella sua posizione
bassa; salta di elasticità da solo di nuovo nell'aria. L'irritabilità persiste anche
immutata sulle colonne tagliate e persino sulla parte curva della base tagliata fuori
dalla colonna. (Nouv. Mém. De l'Acadé de Brux., 1838.)
Circa l'irritabilità delle appendici a forma di cappuccio attaccate alla base delle
ovaie del larice ( Pinus larixDon riporta: "Ho raccolto un ramoscello con fiori non
fecondati, ho scosso la polvere di polline del gattino maschio di un altro ramoscello, e
poi ho trovato le stimmate completamente polline riempito, e ora poteva facilmente
notare come le pareti dello stigma si contraessero progressivamente in perfetta
unione, che apparentemente aveva lo scopo di premere sul contenuto liquido delle
bolle di polline e guidarle attraverso lo stretto passaggio verso la quercia le pareti
dello stigma si allargano di nuovo, subito dopo appassiscono e appaiono piene delle
vuote bolle di polline Se si taglia un ramo con fiori femminili prima della
fecondazione, si rimane stupiti nel vedereper quanto tempo la stigma rimane aperta e
in perfette condizioni. "(Ann. des sc. nat. 1828. XIII. 83.)
Movimenti dello stimolo di altre parti del fiore.
Quando, con Stylidium ad una famiglia naturale appartengono anche genere
neuholländischen Leeuwenhoekia è che giunto, per cui il quinto angolo della corona
articola con il tubo, irritabile, in modo che i contatti, o altrimenti irritata, lasciando la
sua naturale posizione abbassata, in rapido raddrizzare e coprire con il suo piatto
scavato la colonna genitale immobile. Anche nel genere Caleya il labbro sembra
possedere qualche irritabilità, così come in alcune specie
di Pterostylis e Megaclinium falcatum Lindl . - In diverse specie
di Mesembryanthemum , i petali si allineano quando si porta una goccia d'acqua sugli
stami. - AtBellis perennis può anche determinare un improvviso allineamento dei
foglietti di radiazione; ma solo dopo l'impressione più forte dell'etere. Il fiore a forma
di campana di Ypomoea sensitiva si chiude immediatamente dopo Turpin piegandosi
al minimo tocco dei suoi nervi. - Un tetraptera Oenothera Edvige osservato un
appassimento improvviso prossimo sua corolla rottura quando è stato tagliato con un
coltello la parte coppa che ancora avvolgeva con attenzione.
Stimolo sulle foglie.
Dalle piante con foglie irritabili semplici, solo Dionaea muscipula
è conosciuta finora . Le piante con foglie irritabili composte, per quanto ne sappiamo,
si trovano solo sotto gli ossalidi e i legumi . Da 33 a 36 appartenenti a questa pianta,
che sono noti, si ha non solo il movimento dei fenomeni più stretti Oxalis
sensitiva , Averrhoa, e più accuratamente da Mimosa pudica esaminato o la pianta
sensibile. Per alcuni, l'irritabilità è solo letargica. Ecco una lista dei così noti:
I. Oxalideen: Averrhoa Bilimbi L., A. L. carambole, Oxalis sensitiva L., 0. stricta,
0. acetosella, 0. Corniculata, 0. purpurea, 0.carnosa, 0. deppei (quest'ultimo dopo sei
Morren) . - Legumi II: Aspalathus persica Burm. - Nauclea pudica Desc. -
Aeschynomene sensitiva Swartz, A. indica L., A. pumila L. - Smithia sensitiva Ait. -
Mimosa casta L., M. L. peruambucana (. Desmauthus diffusus Willd), M. asperata L.,
M. Pigra L., M. L quadrivalvis, (. Schrankia aculeata Willd), M. pudica L., M.
sensitiva L., M. viva L. Willd. -. Desmanthus lacustris dicembre, D. natans Willd, D.
stolonifer dicembre, D. triquetris dicembre, D. plenus Willd, D. polyphyllus Willd .. -
Acacia acanthocarpa Willd. Per questo, secondo Schreber, due tipi non specificati
di Aeschynomenee dopo una Decandolle Acacia del Senegal. (Wiegm Arch 1838. I.
347. 1840. 162. II ...) - Dopo Mohl unirsi anche con Robinia pseudacacia,
viscosa e hispida le foglie agitando i rami in una certa misura. Crede che questa
irritabilità del tessuto vegetale sia più generale di quanto si credesse in
precedenza. (Periodo botanico 1832. II. 497.)
In generale, tutte le piante conosciute con foglie irritabili amano i luoghi più
umidi; alcuni, come le specie Desmanthus , sono piante quasi acquatiche. Tutti, ad
eccezione della Dionea che si verifica nelle zone più calde della zona
temperata, appartengono alla zona calda. La maggior parte sono erbe, pochi cespugli
e alberi. Tutti gli stimoli producono solo una chiusura, mai un'apertura alle foglie
irritabili. Nelle foglie irritabili composte, si verificano le stesse direzioni che possono
essere causate dagli stimoli, anche nello stato di sonno dei pezzi liberi.
Dionea muscipula Sparsamente usato nelle paludi del Nord America. Le foglie
sono a forma di rosa diffusione in tutto il fiore gambo sua sul terreno e hanno
l'estremità anteriore di una divisa da un taglio alla sua estremità in due lobi semi-
ovale arrotondato, annesso rossastro collegato quasi esclusivamente dalla nervatura
centrale per il foglio rimanente. È densamente coperto da piccole ghiandole un po
'carnose; inoltre, i lobi non sono solo ispidi di ciglia ai margini, ma ognuno di essi ha
tre spine verticali molto piccole al centro della sua superficie. La superficie dei lobi
espelle dalle ghiandole una linfa che attira gli insetti, alcuni dei quali sembrano molto
desiderosi di farlo. Non appena un insetto è atterrato sulle appendici fogliare
comunemente diffuse o sui lobi delDionaea insieme, lavorano insieme (in pochi
secondi) verso l'alto; Le ciglia dei loro bordi si intersecano e le spine aiutano a
trattenere la creatura. Più l'insetto respinge, più i lembi si chiudono insieme; solo
quando si comporta immobile, riaprono, e diventa di nuovo libero, anche se non è
morto. Tuttavia, lo stesso effetto prodotto dall'attrazione di un insetto viene prodotto
anche dal contatto con il dito, una cannuccia o le foglie delle piante vicine. Curtis ha
trovato a volte che la mosca intrappolata era avvolta in una sostanza viscida che
sembrava agire come agente di dissoluzione della stessa, dopo di che ha suggerito che
gli insetti intrappolati servono per alimentare l'impianto. L'irritabilità della pianta è
correlata alla temperatura dell'aria. Anche aSi dice che la Drosera rotundifolia e
la longifolia abbiano osservato eventi simili a quelli della Dionea; solo movimenti
molto più lenti; ma altri non hanno potuto trovare conferma di questo fenomeno qui.
Oxalis sensitiva è comune ad Amboina, tra le altre parti dell'India. La brusca da
penna, circa 12 poche foglioline ovoidali conteggio foglie di questa pianta si trovano
a contatto o gettando alcuni granelli di sabbia insieme in modo che le superfici
inferiori di entrambe le parti attestano ciò si alzano cessando irritazione dopo un po
'. Chiudono quando ti avvicini alla pianta e scuoti il terreno. Sono anche chiusi di
notte e nei giorni di pioggia. Al mattino sono nello stato dell'erezione più forte, e non
così sensibili agli stimoli meccanici, come a mezzogiorno, dove si stanno già
fondendo sul semplice respiro.
Averrhoa carambola è un albero piantato nel Bengala, nelle Molucche e nelle
Filippine. L'irritabilità delle foglie piumate è qui di natura lenta, quindi solitamente
avviene solo pochi minuti dopo lo stimolo. I volantini scendono toccando il picciolo,
così che da lati opposti si toccano quasi a vicenda con la loro superficie inferiore.
Mimosa pudica, Pianta sensoriale, con doppie foglie pennate. Le foglioline, le
costole delle foglie, il picciolo principale, persino il ramoscello, hanno ciascuno un
suo particolare movimento, che si verifica come quello del sonno vegetale ordinario,
come conseguenza degli stimoli. Il dei volantini è che giacciono alle tegole anteriori
una sopra l'altra, quella delle venature che si avvicinano l'una all'altra, che tendono
del picciolo che applica inverso allo stelo, ed i rami, con il picco. In questo stato di
contrazione la pianta è a mezzanotte da sola; nello stato di massima espansione,
d'altra parte, dove tutte le parti sono separate, nelle calde giornate estive del mattino
in pieno sole. Ciascuno di questi movimenti può verificarsi come risultato di stimoli
senza gli altri, tuttavia, ciò è preferibilmente dovuto al movimento delle foglioline e
delle nervature delle foglie, in quanto i picciuoli si muovono raramente senza metterli
in azione. La contrazione procede dalla parte immediatamente irritata
meccanicamente, e si propaga più o meno gravemente maggiore è l'irritazione. Il
tempo impiegato da una foglia per stabilire lo stato di propagazione varia da meno di
10 minuti a1 / 2 ora; Questa apertura non comporta una sequenza di parti così regolare
come la chiusura. L'irritabilità è preferibilmente nell'articolazione, per cui ogni
foglietto della nervatura fogliare, ciascuna delle nervature fogliari è collegata ai
gambi delle foglie principali e questo ai rami; un soffice tocco di esso, in particolare
un punto bianco sull'articolazione di ogni foglietto con la nervatura fogliare, è
sufficiente per produrre l'effetto; d'altra parte, il contatto con le foglie provoca la
contrazione solo quando è collegato a uno shock che si propaga alle articolazioni.
Tagliare i rami, soprattutto con la superficie tagliata in acqua, mantenere la loro
irritabilità. Anche nel sonno notturno la pianta è ancora irritabile; anche sott'acqua, si
apre e si chiude, anche se più lentamente. Nell'aria e nel giorno, tuttavia, si muove
più vigorosamente, e tanto più, tanto più è forte e più alta è la temperatura dell'aria.
Questo (come afferma Decandolle) i semi-lobi del germinativo M. pud. Dassen non
è stato confermato; anche le foglie giovani, prima di adottare il colore verde scuro dei
più anziani, possiedono poca agilità. Le foglie ingiallite non sono molto irritabili, ma
questo è meno evidente quando si usano stimoli meccanici che chimici
(Dassen). Nello sviluppo di nuove foglie e in fioritura, la mobilità nelle foglie
successive diminuisce sensibilmente; quando il frutto matura, i movimenti si
fermano.
Gli stimoli applicati spesso estendono il loro effetto ben oltre il luogo della loro
applicazione, che è particolarmente evidente quando una foglia viene leggermente
bruciata; perché molto più che il calore è sufficiente, le foglie collassano. Questa
propagazione dell'effetto richiede tempo, poiché le foglie rimosse dallo stimolo in
seguito crollano rispetto a quelle vicine. Secondo Dutrochet, la velocità di
propagazione nei picciuoli è da 8 a 15 mm in 1 sec., Nella radice al massimo da 2 a 3
mm; dopo Dassen tuttavia non è possibile una determinazione così esatta.
Sugli stimoli molteplici a cui reagisce la pianta sensibile, s. sopra. Ma l'influenza di
uno stesso stimolo si differenzia in larga misura in base al diverso stato della pianta
sensoriale, quindi le dichiarazioni spesso divergenti degli osservatori. Gli stimoli
meccanici delle ferite non provocano alcun movimento (dopo Dassen), a meno che
non siano associati a perdita di succo o vibrazione, come spesso si percepisce un
movimento quando si taglia in una foglia, ma non con un paio di forbici affilate
Cloro, ammoniaca liquida, acido nitroso, acido solforoso, etere di zolfo, oli eterici,
come vapore o liquido con le foglie della Mimosa pudica , sono stati riconosciuti
come stimoli chimici efficaciportato in contatto. Possono estendere la loro influenza
molto lontano. Pertanto, posizionando con cura un acido forte su una fogliolina senza
provocare uno shock, è possibile che tutte le foglie vicine si chiudano. La canfora
distrugge la sensibilità e uccide la pianta senza che le foglie si chiudano. - Bruciare
dal fuoco è uno degli stimoli più forti. Dassen era abituato, come particolarmente
opportuno, più magro, intriso di fili di cotone di cera. Con la fiamma molto piccola
della stessa, poteva far muovere le giovani foglie, che non potevano essere mosse in
nessun altro modo. Dopo l'improvvisa ammissione di un raffreddore, che era sotto lo
zero, a un ramo di una pianta sensibile hai visto Fay e Duhamel con i suoi foglietti
solo più di prima, quindi chiudi molto velocemente e apri di nuovo. - Il galvanismo
sembra, a causa della cattiva gestione della pianta, difficile da influenzare, quindi gli
osservatori si contraddicono a vicenda in questo senso.
Ustioni alle radici con acido solforico concentrato o una fiamma, non si pone il
minimo movimento nelle foglie (Dassen), ma piuttosto, nell'applicare acido solforico
diluito (Dutrochet) dove anche l'assorbimento è possibile.
Tutto ciò che è dannoso per la vita della pianta, ad es. B. sommergendo questi con
acqua, rivestire i fogli con olio o alcool, l'aria diluita di una pompa dell'aria, un
troppo freddo per riscaldare l'atmosfera, più ritiro delle tossine dell'aria di vario
genere, il carbonato, nitrato e gas di azoto, indebolire o distruggere anche
l'irritabilità. Da veleni la Mimosa viene ucciso prima che le foglie vengono raggiunti
dal veleno, e "si può (dire Dassen) spiegare l'effetto unico del suo effetto su tutta la
pianta, che è diverso da veleni, in quanto membra narcotici zoppicare "Essere rigido
con veleni corrosivi". Ovunque si nota che i movimenti naturali (dormendo e
svegliandosi) scompaiono più tardi dei movimenti di stimolo. (Vedi esperimenti
recenti suMim. pudica : Meyen in S. fisiologia III. 473; Dassen in Wiegm. Arch.
1838.1. 349; Miquel in Fror, N. Not. numero 9 del X volume. Göppert in
Pogg. Ann. 1828. XIV, 252.)

X. Contro-motivi teleologici.
Abbiamo discusso per molte considerazioni di scopo a favore dell'anima della
pianta. Ma è la mia cotta tutte queste considerazioni da parte della semplice
osservazione contatore di recente che la pianta, ma servono troppo e chiaramente per
altri scopi rispetto a quello di fine a se stesso giustamente stesso potrebbe essere
discusso.
Per prima cosa sviluppiamo l'obiezione secondo il suo pieno peso.
La costruzione, l'arredamento, la vita e il morire delle piante sono tutti nelle
relazioni intenzionali per i regni umano e animale, e questo dipende interamente da
loro. Tutto sarebbe morto di fame senza piante, avrebbe messo tutto in stato di
impotenza; Se l'uomo non avesse il pane, non le patate, non il lino, non il legno; e con
ciò non casa, non nave, non botte, non fuoco; e con ciò non riscaldi in inverno, non
riscaldi per la pentola, non braci per i metalli; e non ascia, non aratro, non coltello,
non denaro. Senza la pianta non avrebbe nemmeno carne, non latte, non lana, non
seta, non piuma, non pelle, non sego, non lardo; perché da dove è nato questo
animale? E senza tutto questo, non avrebbe commercio, non arte, non arte, non
scrittura, non libri, non scienza; breve
L'uomo ha quindi bisogno delle piante e per questo uso sono create, e ciò di cui
l'essere umano non ha bisogno, ha bisogno dell'animale, che a sua volta è in parte
usato dagli umani, ma ha anche i suoi scopi per se stesso. Qualsiasi pianta che non
serve direttamente gli esseri umani fornirà sicuramente cibo e riparo a uno o più
animali contemporaneamente; e persino nella disintegrazione nutre ogni milione di
infusori. La pianta realizza abbastanza dello scopo facendo tutto questo; e questo
spiega perché lei è lì. L'intera infinita molteplicità del mondo vegetale e dei suoi
prodotti significa semplicemente lavorare in parte sull'eguale varietà di bisogni
speciali nei regni umano e animale, e in parte per fornire soddisfazione diretta.
Ben presto vediamo che una pianta impone molti benefici, spesso intersecanti, per
gli animali e gli esseri umani, e presto calcoliamo una pianta interamente per un
risultato principale per gli esseri umani o gli animali. Entrambi, tuttavia, dimostra
altresì che la determinazione della pianta è appena a lavorare solo per i servizi
impieghi per altri spesso sulla stessa pianta alla radice del verme, il foglio per il
bruco, il fiore della farfalla, profumo e colore per gli esseri umani, la frutta per il suo
palato e lo stomaco, l'erba ancora per il suo bestiame. Si dice che non meno di 70
diverse specie di insetti vivano da sole dentro e fuori dalla quercia. L'uccello canta
ancora tra i suoi rami e si arrampica sullo scoiattolo; il maiale legge il frutto che cade,
il ghiro cerca un riparo sotto la sua radice, l'uomo contaminato dalla sua
corteccia, dalla loro tribù costruisce la chiglia delle sue navi come i raggi della sua
casa, e si riscalda nella casa ai loro rami. Così completamente questo albero si
dissolve, per così dire, in uno scopo per gli altri. D'altra parte, si guarda al lino, al
vino, al luppolo, a quante piante medicinali si calcolano in modo specifico per un
preciso scopo principale, a vantaggio dell'uomo. Persino il vano piacere dell'uomo è
ancora abbastanza alto da subordinare la costruzione e la vita di particolari piante alla
loro soddisfazione. Poiché la natura ha creato donne invano, ha anche creato una
pianta per il servizio speciale di questa vanità. Così com'è, la pianta di gelso doveva
essere mescolata in modo che la seta potesse essere filata fuori da esso; e che è
precisamente per fare questo scopo con lei, dimostra che il baco da seta ha solo
aggiunto alla loro distruzione e ricompensato con un sapore di sensazione. Il tè e il
caffè non avrebbero certamente sostanze così miste, se non fossero state usate
persone così umoristiche dopo la gente. E ovunque, quando la pianta preparato per
questo, fatto quello che dovrebbero fare all'uomo o agli animali, è il lino
spietatamente distrutto immediatamente falciato il grano, tirato le patate, l'albero ha
colpito arrosto. Da nessuna parte sembra un peccato per la natura soddisfare uno
scopo per gli esseri umani e gli animali attraverso di essa. quando la pianta preparato
per questo, fatto quello che dovrebbero fare per gli esseri umani o animali, sarà
inesorabilmente distrutto immediatamente falciato il grano, tirato le patate, l'albero ha
colpito l'arrosto di lino. Da nessuna parte sembra un peccato per la natura soddisfare
uno scopo per gli esseri umani e gli animali attraverso di essa. quando la pianta la
prepara e riesce a fare quello che può per gli uomini o gli animali, viene
spietatamente distrutta, il grano viene falciato subito, le patate vengono strappate,
l'albero viene colpito, il lino viene arrostito. Da nessuna parte sembra un peccato per
la natura soddisfare uno scopo per gli esseri umani e gli animali attraverso di essa.
Dopotutto, solo questo può essere il significato del rapporto tra animale e
pianta. L'uomo e la bestia erano destinati a portare anima, idea, scopo nella
natura; questo, naturalmente, richiedeva la materia per il vettore e per la
realizzazione. ma che l'ideale non rimanere troppo stesso coinvolto nel materiale,
sarebbe richiesto di esso, è stato di gran lunga la più grande parte del principio
materiale e del lavoro, che trasferito necessario ai fini del ideale, in un mondo
particolare in cui il carico di materiale e lo sforzo con facilità è indossato perché non
è sentito in esso. Se l'uomo e l'animale tutti i puramente terreno nemmeno bisogno di
sistemare con adeguati organi di propria attività e per la parte anteriore del materiale,
ciò che è passato già preparato per loro da parte delle piante, sarebbe mai liberi di
sviluppare nell'uomo uno sguardo dopo qualcosa di più alto lattina e anche il
vagabondare libero dell'animale sulla terra deve essere rachitico. Ma gli esseri umani
e gli animali godono di parte identici con piacere, che altro avrebbe creato
faticosamente, in parte rimane solo l'ultima modifica alla dalle mani della pianta già
pronto obsolete a girare, e in questo trovano poi anche le migliori condizioni per il
funzionamento del loro fattore ideale.
L'intera esistenza dei regni umano e animale si basa quindi su quelli del regno
vegetale come se fossero basati su una sottostruttura; ma non si può pretendere dal
portatore che egli stesso contenga ancora in sé ciò che è più alto, ciò che è destinato a
elevarsi al di sopra di lui a un essere libero, senza sforzo, cioè qui l'anima. I
candelabri brillano ancora portando la luce? Sì, non significa, dopo che la pianta si
mostra subordinata agli scopi degli esseri animati, chiedendo allo stesso tempo
un'abbondanza e un'impossibilità che ora ha anche fini per se stessa? Non deve essere
il più favorevole per loro, così come per il mondo animale e umano, che non
conoscono nemmeno il valore di una vita, che non sentono nemmeno la brama di una
vita che sarebbe determinata solo? dissolvere in sacrifici per gli altri? Così com'è, si
arrende senza resistenza agli scopi che è destinato ad adempiere, e quindi serve
meglio questo adempimento, e ha bisogno della natura e non siamo dispiaciuti di
usarlo per questo.
Ho dato tanto gioco dello sviluppo di questa obiezione, perché un
meravigliosamente bella nella realtà e gran parte della natura si svolge,
eccezionalmente accurata, attenta, minimi dettagli si estende comodo mezzo di un
impero organico pio dell'altro, ma naturalmente anche solo un lato, e qui sta la non-
spinta dell'obiezione, e con ciò ci fa dimenticare e perdere una meraviglia su quel
miracolo. Perché il più grande miracolo della natura è ancora nel fatto che ciascuno
dei loro esseri, apparendo in tutti i quartieri realizzati interamente per gli altri esseri,
ma rimane completamente a fini propri, uno sempre interessi degli altri, secondo un
altro collegamento solo quando andres lui di nuovo è utilizzato; e tutto pesa insieme
in modo tale che tutto è durevole e vivo. Quindi facciamo in modo che la pianta sia
costruita con cura, installata, per soddisfare scopi umani e animali, e anche calcolata
per tale scopo, che cosa fa! L'intera premessa è fondamentalmente falsa, come se
questo non supportasse un calcolo altrettanto accurato e completamente accurato
della struttura, dello stabilimento della pianta, per i propri scopi. Qualsiasi sguardo
alla catena di esseri naturali, che non finisce di proposito in una considerazione
unilaterale, è sufficiente per mostrare questa catena di propositi.
Cane e gatto devono servire al piacere o ai vantaggi dell'uomo; ma hanno quindi
meno desiderio e desiderio per questo? Il gatto mangia il passero; ma il passero non è
solo lì per il gatto; il passero mangia il bruco, ma il bruco non è quindi solo lì per il
passero; il bruco mangia la pianta; Perché la pianta dovrebbe essere improvvisamente
lì per il bruco e cosa c'è dietro? Non trovo nulla nella natura, che proibisca il piacere
che scende da queste scale, anzi scenda nella pianta fiorita; Questo sembra un passo
fuori di pietra e ferro? La pianta serve ad altri scopi, è vero; la giustizia richiede che
gli altri servano di nuovo il loro scopo; e la natura esercita questa rettitudine, come si
vedrà. Ma poi la pianta deve avere uno scopo; e questo può essere solo un essere con
l'anima; Non intendo propositi diretti nel senso di categorie di scopi hegeliani, ma se
non altro per scopi, così come ora hanno un essere che sente qualcosa per qualcosa, e
che ha un buon risultato, se lo ottiene.
Può un impianto così tanti permettersi un'altra tante cose in una volta, come
abbiamo visto l'esempio di quercia, così è non tanto un eccesso di realizzazione dello
scopo per trovare l'indicazione più sicura che si ha non pensato per lo scopo
principale. Perché se può fare tante cose contemporaneamente a tanti altri, allora la
prossima cosa da credere è che, soprattutto, potrà permettersi qualcosa. Ma poiché lei
stessa è la prossima, potrà permetterselo al meglio e nel miglior modo
possibile. Quindi questo è dove si trova lo scopo principale. Tutti quegli scopi che
soddisfa per gli altri sono solo schegge; alle esternalità individuali, ai piedi delle loro
vite. Tuttavia, la quercia è una celebrazione autonoma, intera, qualcosa, ha se stessa
insieme. E questa sfera d'azione organica autonoma non dovrebbe corrispondere a
uno scopo coerente? Mancava quando la quercia stessa non aveva alcuno scopo. Chi
non crede che quando una stella emette raggi su tutti i lati, qualcosa in sé fa luce e si
raccoglie? Ma lasciamo che la quercia emetta raggi da un nucleo oscuro.
Se alcuni impianti, appare semplicemente fatto per soddisfare piccoli, inclinazioni
probabilmente anche erronee della gente, in modo che dovrebbe, in ogni caso meglio
dimostrare che quello che hanno fatto figurare solo non può che essere il meno e
meno importante di quello per cui sono effettivamente realizzati è; o la nostra
contemplazione della natura diventa molto indegna.
Ma pensiamo che la natura aveva voluto spostare il lavoro materiale per la maggior
metà del anima esseri vuoti, per facilitare il fatto soul si dovrebbe però considerare
che secondo la disposizione generale della natura affatto sostanziali dell'azione è solo
ciò che è quaggiù fare può esprimere le anime. Quindi non funziona l'anima sarebbe
salvato, ma l'anima del lavoro sarebbe salvato se l'opposizione aveva ragione quando,
cos'altro potrebbe andare con l'anima vonstatten, ma dovrebbe andare senza tale
vonstatten. Ogni lavoro e ogni sforzo saranno ricompensati con una ricompensa del
lavoro, una retribuzione dello sforzo. Il re e gli studiosi devono ancora lavorare con il
cervello e la penna; Nel frattempo, il contadino e l'artigiano lavora di più con braccio
e aereo. Ma si sente buono e forte come lo sforzo del suo lavoro e gode così della
ricompensa del suo lavoro. Il sentimento e il godimento sono lì solo più fini e
sviluppati, qui più grossolani e semplici, poiché è il lavoro e la sostanza del lavoro e
del lavoratore stesso. Ma se il contadino può nutrire il re e sentire ancora ciò che sta
facendo per nutrirlo, allora la pianta sarà in grado di nutrire l'animale ed essere
ancora in grado di sentire ciò che sta facendo per nutrirlo. Tutte le ragioni per le quali
è stato concordato l'impianto in grado dell'anima a favore dello stato di uomo e gli
animali, sarebbe anche necessario, infatti, negano i contadini a favore dello stato di
studiosi e gentiluomini. come è il lavoro e le cose del lavoro e il lavoratore stesso. Ma
può l'agricoltore alimentare il re e ancora sentire quello che sta facendo per nutrirlo,
l'impianto sarà in grado di nutrire gli animali e sento ancora che cosa fa per
nutrirla. Tutte le ragioni per le quali è stato concordato l'impianto in grado dell'anima
a favore dello stato di uomo e gli animali, sarebbe anche necessario, infatti, negano i
contadini a favore dello stato di studiosi e gentiluomini. come è il lavoro e le cose del
lavoro e il lavoratore stesso. Ma può l'agricoltore alimentare il re e ancora sentire
quello che sta facendo per nutrirlo, l'impianto sarà in grado di nutrire gli animali e
sento ancora che cosa fa per nutrirla. Tutte le ragioni per le quali è stato concordato
l'impianto in grado dell'anima a favore dello stato di uomo e gli animali, sarebbe
anche necessario, infatti, negano i contadini a favore dello stato di studiosi e
gentiluomini.
D'altro canto, si dice che i nostri strumenti sono anche cose che servono solo a
scopi senza scopo, perché non anche le piante? Ma è proprio questa combinazione
con i nostri strumenti che, come con le precedenti considerazioni, può meglio servire
per mostrare che le piante cadono da un altro punto di vista.
I nostri strumenti non vivono, si tessono e crescono da sé stessi come piante, hanno
tutto, la loro esistenza, la loro forma e il loro scopo, così da non poter pretendere
nulla di scopo per se stessi; il lavoro fatto con loro non è fatto da loro, siamo noi che
li facciamo; Quindi solo noi possiamo esigere il salario del lavoro; tuttavia, le piante,
se sono strumenti, sono strumenti di vita, lavorando dentro e con e da soli, come
facciamo noi, possiamo fare richieste simili come facciamo noi; sono strumenti di
Dio come noi; ma nell'officina di Dio nessuno strumento ha unilaterale per servire
l'altro, ma ognuno di loro serve l'altro a vicenda.
Questo ora veniamo alla seconda pagina del nostro soggetto, l'obiezione del tutto
trascurato o guardato dal primo lato di ingoiato come viene inghiottito piuttosto un
modo privilegiato con esso. E con ciò l'argomento contro l'anima delle piante si
rivolterà completamente a loro favore.
Le piante servono uomini e animali; al contrario, uomini e animali devono servire
le piante; e se ciò rendesse le piante senz'anima, renderebbe anche persone e animali
senz'anima. Solo perché abbiamo usato per misurare tutto per noi e le nostre
esigenze, non nello stesso tipo di piante per servizi sono come noi, non abbiamo fatto
come un servizio.
Con lo stesso diritto di dire che uomini e animali mangiano e mangiano i frutti del
campo, si può dire in verità che i frutti del campo mangiano di nuovo le persone e gli
animali; perché tutto ciò che va via dagli uomini e dagli animali, ritorna nelle piante e
deve passare in esse, in modo che crescano e prosperino. Semplicemente non
strappano l'uomo così vivo, come facciamo con loro. Aspettano ciò che viene da noi
fino a quando arriva a loro, aspettando la nostra morte prima che prendano il
sopravvento. Questa pazienza è ora interpretata come insensibilità fiacca e passività
passiva; ma erroneamente, poiché non sono affatto insensibili a tutto ciò, dimostrano
semplicemente che abbracciano avidamente tutto ciò quando si tratta di loro e
crescono con gioia attraverso di esso. È solo questa pazienza con il loro amore per la
platessa e il loro, per così dire, carattere femminile per gli animali insieme. Ma
aspetta una regina che le porti ciò di cui ha bisogno; è sicura che non ha bisogno di
aspettare; un sacco di mani sono impegnate per loro da sole. Così ora l'intera pianta
aspetta, che il corpo dell'animale si dissolva per costruire il suo corpo; il fiore aspetta
fino a quando l'insetto le viene incontro per aiutarla con la fecondazione; il seme
attende che il seminatore lo catturi e lo semini nella terra; l'insetto e l'uomo lo fanno
di sicuro, prima di tutto per questo; ma la natura ha disposto gli insetti e gli uomini in
modo tale che per loro divenga al tempo stesso uno dei tuoi. personaggio femminile
di fronte agli animali. Ma aspetta una regina che le porti ciò di cui ha bisogno; è
sicura che non ha bisogno di aspettare; un sacco di mani sono impegnate per loro da
sole. Così ora l'intera pianta aspetta, che il corpo dell'animale si dissolva per costruire
il suo corpo; il fiore aspetta fino a quando l'insetto le viene incontro per aiutarla con
la fecondazione; il seme attende che il seminatore lo catturi e lo semini nella
terra; l'insetto e l'uomo lo fanno di sicuro, prima di tutto per questo; ma la natura ha
disposto gli insetti e gli uomini in modo tale che per loro divenga al tempo stesso uno
dei tuoi. personaggio femminile di fronte agli animali. Ma aspetta una regina che le
porti ciò di cui ha bisogno; è sicura che non ha bisogno di aspettare; un sacco di mani
sono impegnate per loro da sole. Così ora l'intera pianta aspetta, che il corpo
dell'animale si dissolva per costruire il suo corpo; il fiore aspetta fino a quando
l'insetto le viene incontro per aiutarla con la fecondazione; il seme attende che il
seminatore lo catturi e lo semini nella terra; l'insetto e l'uomo lo fanno di sicuro,
prima di tutto per questo; ma la natura ha disposto gli insetti e gli uomini in modo tale
che per loro divenga al tempo stesso uno dei tuoi. Così ora l'intera pianta aspetta, che
il corpo dell'animale si dissolva per costruire il suo corpo; il fiore aspetta fino a
quando l'insetto le viene incontro per aiutarla con la fecondazione; il seme attende
che il seminatore lo catturi e lo semini nella terra; l'insetto e l'uomo lo fanno di
sicuro, prima di tutto per questo; ma la natura ha disposto gli insetti e gli uomini in
modo tale che per loro divenga al tempo stesso uno dei tuoi. Così ora l'intera pianta
aspetta, che il corpo dell'animale si dissolva per costruire il suo corpo; il fiore aspetta
fino a quando l'insetto le viene incontro per aiutarla con la fecondazione; il seme
attende che il seminatore lo catturi e lo semini nella terra; l'insetto e l'uomo lo fanno
di sicuro, prima di tutto per questo; ma la natura ha disposto gli insetti e gli uomini in
modo tale che per loro divenga al tempo stesso uno dei tuoi.
La natura dovrebbe anche lasciare che le piante e gli animali discutano di ciò che
uno ha bisogno dell'altro, dato che fanno già così tanto tra loro? Ha preferito lasciare
e prendere pace e armonia, in modo che non tutto si dissolva in discordia. Così ci ha
permesso di usare le piante arbitrariamente per i nostri scopi, senza che la pianta
potesse difendersi da sola; ma anche contro la nostra volontà dobbiamo servire di
nuovo le piante; e possiamo combattere qualcosa di più contro di esso?
Il fertilizzante e il cadavere in decomposizione non sono i soli, il che giova alle
piante come cibo per uomini e animali. In un traffico segreto sconosciuto alla
maggior parte delle persone, devono fare le cose più importanti alle piante con le cose
più importanti che hanno loro stesse. In effetti, come pensi che una pianta che cresce
nel vaso o fuori cresca così grande? Il terreno non sembra diminuire. Inoltre, una
pianta lascia poca cenere sul fuoco. Certo, l'acqua che viene assorbita fa molto, ma
poca terra e molta acqua non fanno una pianta di gran lunga. Per quanto strano possa
sembrare, è certo che è principalmente il respiro degli uomini e degli animali da cui è
costruita la pianta, che crea la sua solida struttura. Notevole tutto il materiale
solido, che rimane quando brucia le piante come il carbone, la pianta attinge dal
biossido di carbonio dell'aria (e dell'acqua impregnata), la stessa essenza, che sfugge
anche come una schiuma di champagne. Questo anidride carbonica viene esalato
dagli uomini e dagli animali, raccolto dalle piante, il carbonio viene separato da esso
e trasformato nella sua sostanza, ma l'ossigeno (la cui combinazione con l'anidride
carbonica forma l'acido carbonico) dell'atmosfera.
"Certo", dice Dumas, "contenuto il pezzo di terreno su cui la ghianda germogliato
secoli fa, da cui è emerso in piedi davanti a noi enorme albero, non è un milionesimo
di carbonio che la quercia ha ora. Il resto, questo è tutto "Carbonio, è uscita senza
aria." (Dumas, Statics of the Organ. Ch.)
Boussingault scoprì che il letame, che era stato consumato in una proprietà per un
ettaro di terreno, era di soli 2793 chilogrammi. Carbonio contenuto, ma il raccolto è
stato di 8383 chilogrammi. In un'altra tenuta, il raccolto conteneva persino 7600
chilogrammi. Carbonio più del fertilizzante. Quindi il surplus doveva venire dall'aria.
Lo stesso assunto un tentativo che occupa pura ghiaia e imbastito con piselli acqua
distillata, che dovevano quindi prendere il loro cibo solo dall'alto, ancora sviluppate,
portavano foglie e semi. (Ebendas.)
Quanto siano ansiose le piante che assorbono il carbonio dall'aria, dimostra il
seguente tentativo di Boussingaults. Egli ha rilevato che "foglie di vite, che viene
introdotto in un palloncino, che assorbito tutto il contenevano dallo stesso guidato
anidride carbonica atmosferica, quando consentito dal sottolineare il flusso d'aria mai
così rapidamente. Allo stesso modo ha visto Boucherie dai rizomi di abbattuto nel
alberi pieni linfa, L'acido carbonico sfugge in enormi quantità. " (Ebendas.)
In inverno, il nostro respiro gelava ai fiori alla finestra, in estate i fiori vibranti del
prato sparavano da esso. Dio, si dice, ha respirato l'anima nell'umanità, al contrario, si
può dire, gli uomini respirano il corpo in piante.
Gli uomini e gli animali devono respirare e vivere in modo che le piante crescano e
vivano; anzi, i polmoni degli uomini e degli animali possono essere considerati
organi, che devono preparare le piante per questo essenziale bisogno di vita. Teniamo
le mucche per preparare il latte nelle loro mammelle, le piante sono tenute da Dio,
dagli uomini e dagli animali, per preparare l'acido carbonico per loro nei polmoni. La
mucca stessa, mangiando l'erba, aiuta a costruire nuova erba attraverso il suo
respiro; mangia solo le foglie vecchie, cioè i prodotti della precedente attività vitale
delle piante, e, come precedentemente ricordato, la materia finita non significa molto
di più per le piante; A tal fine espira il materiale a nuova attività vitale, poiché nella
trasformazione di quella sostanza semi-spirituale nella vita fisica, consiste il compito
principale della vita delle piante; Questo è ciò che li fa crescere, verdi, vivi. Possiamo
ora qui nemmeno dire che la natura ha scaricato dalla pianta la maggior parte del
lavoro di preparazione sostanziale, tutto Zermalmungs- e processo digestivo dei
materiali grossolani per l'animale, per così dire, della pianta appena stato bello, facile
compito allegro dalla creatura come un fantasma che emerge come il prodotto finale
di quel processo di massima per costruire il più delicato, più dolce corpo sempre
nuovo e decorare, Bildnerin e pittore in uno, e non ha nemmeno bisogno di sforzarsi
Budge. Non è l'ideale nel regno vegetale che si libra qui, e non è la rozza base
interamente nel regno animale? tutto bello, facile compito allegro Zermalmungs- e
processo digestivo dei materiali grossolani per l'animale come fosse scaricata,
l'impianto è appena stato quello di costruire il più delicato, il corpo più dolce dalla
creatura come un fantasma che emerge come il prodotto finale di quel processo di
massima sempre nuova e decorare, artista e pittore in uno, e lei non ha nemmeno
bisogno di ricorrere ad esso. Non è l'ideale nel regno vegetale che si libra qui, e non è
la rozza base interamente nel regno animale? tutto bello, facile compito allegro
Zermalmungs- e processo digestivo dei materiali grossolani per l'animale come fosse
scaricata, l'impianto è appena stato quello di costruire il più delicato, il corpo più
dolce dalla creatura come un fantasma che emerge come il prodotto finale di quel
processo di massima sempre nuova e decorare, artista e pittore in uno, e lei non ha
nemmeno bisogno di ricorrere ad esso. Non è l'ideale nel regno vegetale che si libra
qui, e non è la rozza base interamente nel regno animale? e lei non ha nemmeno
bisogno di ricorrere ad essa. Non è l'ideale nel regno vegetale che si libra qui, e non è
la rozza base interamente nel regno animale? e lei non ha nemmeno bisogno di
ricorrere ad essa. Non è l'ideale nel regno vegetale che si libra qui, e non è la rozza
base interamente nel regno animale?
Sebbene il respiro non lo faccia da solo; molto all'acido carbonico dell'aria
contribuisce anche alla combustione del legno; poiché ciò che la pianta ha attinto
dagli spiriti della natura nella vita risale alla morte della pianta come un soffio di
fuoco; ma solo alla crescita di nuove piante, per ringiovanire il mondo
vegetale. L'intera pianta deve morire una volta. A tale riguardo, possiamo aiutare le
persone a comprendere il significato degli angeli della morte per le
piante. Dipingiamo la morte con la falce; per loro si muove fisicamente con senso e
arte, un essere superiore, distruggendo per l'individuo, pur servendo il rinnovamento
del tutto.
Naturalmente, poiché la pianta trae il suo nutrimento dal respiro e dai prodotti del
fuoco, deve farne un ritorno. Per prendere la sua anidride carbonica dall'aria non in
sé, questo sarebbe rovinare sempre di più, perché l'anidride carbonica come prodotto
di respirazione o si brucia non può più servire a ventaglio il respiro o il fuoco e
intrattenere, ma entrambi, dove l'aria è soffocato con troppo acido carbonico
caricato. Ora, però, la pianta, ritirando la sua carbonica che i gas da esso di nuovo
l'aria vitale (ossigeno) fa, che è stato originariamente utilizzato per la respirazione e
bruciore, e ottiene per restituirli al atmosfera questo intrattenimento sempre fresco e
vivace della vita e il fuoco. Quindi, la vita vegetale e animale si completano a vicenda
nel loro scopo. La pianta inala l'acido carbonico, che espira l'animale e l'animale inala
l'ossigeno esalato dalla pianta; la pianta decompone l'acido carbonico e prende la
materia solida, il carbonio da esso, per costruire il suo corpo; l'animale combina
l'ossigeno con il carbonio del proprio corpo e rilascia questo composto sotto forma di
gas per liberarsi di una sostanza usata. Entrambi, tuttavia, sono necessari per il
mantenimento delle loro vite.
Dopo tutto, sarà ovviamente sempre possibile dire: sì, che l'uomo potrebbe avere il
legno, l'albero ha avuto prima di crescere e riprodursi, e quindi l'uomo può avere del
pane, ha avuto il fiore mais e dare i suoi frutti, e che l'uomo del L'aria sarebbe sempre
pura da respirare, aveva l'erba verde. Ma sarà sempre e solo il più possibile per
invertire tale tendenza e dire che l'albero, grano, crescere l'erba, verde, fiore, potrebbe
dare i suoi frutti, l'uomo e l'animale ha avuto prima per produrre il fertilizzante e
l'anidride carbonica dell'aria, aveva l'uomo brucia sempre il vecchio legno; L'uomo e
la bestia hanno dovuto crescere e nutrirsi in modo tale da poterlo fare tutto nella vita,
ed essere ancora in grado di fornire prodotti di decomposizione adatti alle piante alla
morte. Ora, ovviamente, tutti lo troverebbero molto stupidi credere sinceramente che
la disposizione bella e artistica dell'uomo e della bestia sia solo per il bene dei loro
rifiuti, prodotti ausiliari e distruttivi; ma non si vede che è altrettanto sciocco credere
che le piante siano così meravigliosamente e artisticamente arredate e costruite solo
allo scopo di assicurare che i rifiuti, i sottoprodotti ei prodotti di distruzione di questa
splendida struttura siano di beneficio per gli animali, specialmente per quelli lontani
la maggior parte dello stesso è in prodotti di distruzione. In effetti, questo è il modo
di guardare che di solito è soddisfatto. La vite è lì per noi per schiacciare le sue
uve; l'albero è lì per tagliarlo a pezzi e metterlo nel forno, il cavolo per dar da
mangiare al bruco e lo cuciniamo. O vogliamo dare molto peso all'impressione
estetica che le piante ci fanno vivere? Dopo tutto, le piante si dilettano nell'occhio
umano attraverso il loro verde e la fioritura. Ma quante piante passano senza fare
impressione su un occhio umano; e per molti millenni, prima che l'umanità nasca
sulla terra, le piante erano cresciute sulla terra, il cui verde non destava certamente
alcun sentimento estetico nei mammut e negli orsi delle caverne. E cos'altro è la
spiegazione per le piante che per i cadaveri lucidati o le tombe imbiancate,
aggiungendo al loro aspetto esteriore vivente lo scopo di piacerci attraverso l'intonaco
esterno, mentre tutto il loro contenuto è dedicato alla distruzione? Questo approccio
mi sembra così inutile, solo per lei, considererei la pianta non senz'anima; Inoltre, la
nostra sensazione naturale è lontana dall'accordarsi, come discusso più volte prima.
Se l'uomo, coltivando se stesso, pensa che il mondo intero non ha nulla a che fare
se non partecipare, ha certamente ragione sotto certi aspetti. Ma la rosa, dalia,
composto da un unico greggio serra in un bellissimo fiore splendente in mille varietà
è cresciuto nel corso di questa evoluzione culturale ha probabilmente ragione quando
dice nulla e l'uomo stesso ha fatto questo è solo il loro Lo sviluppo della cultura è
cambiato; Senza l'essere umano non sarebbe mai stato possibile per lei avere
un'abbondanza così bella, una varietà così ricca; l'uomo ha dovuto coltivare per
coltivarlo. Il grano del campo può anche avere ragione, se significa che tutto era
destinato solo a portarlo nella sua società ben ordinata; uomo solo uno strumento
preparato dalla natura, guidare l'aratro e coltivare il campo a suo favore, in modo che
nel più piccolo spazio il maggior numero di orecchie potesse essere preservato
imperterrito dagli invasori stranieri. Sì, forse l'uomo stesso non sarà seminato e
disegnato da spiriti superiori come la Georgina e il campo di grano; non è la morte la
rottura di un fiore, una battaglia la falciatura di un campo?
Penso che non ci sia nulla di diverso nell'uomo, nell'animale e nella pianta che nel
sole, nella terra e nella luna. La Luna appare come la più subordinata nel sistema
planetario, poiché la pianta si trova nel sistema del nostro mondo organico
terrestre. Ma chi vede sulla luna vede la terra e il sole ruota attorno alla luna, si vede
al centro del tutto. Chi si alza sul sole dice: ti sbagli; tu, insieme con la terra, gira
intorno a me. Ma hanno entrambi torto o entrambi hanno ragione, come uno
vuole. Fondamentalmente, ognuno si accende sull'altro come si prende il punto di
vista su uno o l'altro; ma in termini assoluti si ha poco dell'altro quanto dell'altro, ma
del focus comune che rappresenta la totalità dell'intero sistema. Quindi tutta la vita
ruota intorno a Dio; ma Dio stesso rappresenta nella sua unità la vita e l'intreccio di
tutte le sue creature. Un focus è semplicemente niente senza la forza che tira tutte le
parti del pesante l'una contro l'altra.
Molti basano la loro convinzione sulla precedente continuazione dell'anima umana
sul fatto che Dio non avrebbe costruito il corpo umano con un'arte così straordinaria e
l'avrebbe fornito con tale più pura intenzione, se non in favore di un'anima
eterna; strano, se si può pensare di aver fornito il corpo della pianta con tanta cura e
convenienza a favore anche di nessuna anima.

XI. Esempi dalla teleologia del mondo vegetale.


Il più simpatico e allo stesso tempo Rigetta più rilevanti che l'uno contro l'obiettivo
unilaterale di considerazione hanno obgewaltet nella posizione del mondo animale e
vegetale, concessi senza dubbio la reciprocità teleologico rapporto tra insetti e piante
nella fertilizzazione attività di queste ultime. 1) Chi non si risente di seguirci
attraverso qualche dettaglio troverà in seguito alcune circostanze interessanti in
relazione ad esso. La discussione di questo materiale può, secondo quanto già detto
nella sezione precedente, essere breve, ma offre comunque molti punti di vista
peculiari.
1)Comp. specialmente su questo argomento: Conrad Sprengel, il segreto della
natura scoperto nella costruzione e nella fecondazione dei fiori. Berlino 1793.

E 'noto che la condizione più essenziale della fecondazione pianta è che il polline
(polline) dalle antere (antere), le porzioni di estremità dei filamenti (filamenti), sulla
cicatrice (stigma), della porzione terminale del pestello, gelange. I sacchetti di
polvere sono sempre attaccati ad una certa distanza dalla cicatrice, 2)Anche in alcune
piante si verificano circostanze particolari che complicano il trasferimento della
polvere di fiori sulla cicatrice. Per raggiungere tale scopo, la natura ha reso molteplici
e strani eventi, tra i quali l'istituzione degli istinti e del modo di vivere di molti insetti
svolge un ruolo importante. Laddove l'attività inseminazione dall'impianto stesso in
virtù della costruzione e la posizione delle sue parti non è stata eseguita
correttamente, insetti sono pronti a fornire aiuto temporaneo comunicando attraverso
i loro movimenti nel fiore trasferimento di polvere dalle stami allo stigma , Non solo
le api e farfalle, molti coleotteri (dal generi Cetonia, Elater, Chrysomela, Curculio ,
ecc), semi-coleotteri e lacewings partecipano qui.
2) La maggior parte di ciò si applica ai cosiddetti monoecisti (piante monoiche)
e diocesi (piante dioiche), nella misura in cui gli stami e i pistilli sono contenuti
in vari fiori (maschili e femminili). La differenza tra i due è che nelle
monocotiledoni i fiori maschili e femminili sono sulla stessa pianta, nelle
diocesi anche su piante diverse. Tra i monoecisti ci sono mais, melone, zucca,
ricino, larice, nocciola, ecc. Agli spinaci diocesani, alla canapa, alla ginestra, al
ginepro, ecc.

In molti fiori, diverse specie aiutano gli insetti a fecondare, z. B. nei fiori
dell'ombrello, l'euforbia; in molti, tuttavia, solo una specie di insetto fa questo
business, "perché", come Conr. Sprengel esprime "le altre sono troppo stupido per
sapere dove il succo è nascosto, e come possono arrivare allo stesso, o se lo sanno, o
sono troppo grandi per strisciare in fiore, o troppo piccoli perché possano toccare le
antere e lo stigma mentre strisciano dentro. " Quindi, secondo Sprengel, la Nigella
arvensis è concimata solo dalle api, Iris xiphiumTuttavia, solo bombi, sia su un tipo
molto specifico -. denominati in Pennsylvania effettuati anche da un piccolissimo tipo
di colibrì Hummel Uccello, per la fertilizzazione di alcune colture lo stesso servizio,
come ad esempio gli insetti, dal feed sul nettare dei fiori, in cui i tubi Affonda il
becco lungo e appuntito profondamente, volando da un fiore all'altro ogni
tanto. (Kalm, scadenza nel Nord America II, 354.)
Le seguenti circostanze si mescolano stranamente riguardo a questo scopo.
Al fine di indurre gli insetti a visitare, i vasi di miele (contenitori per i succhi,
nettari) vengono aggiunti a questi; Inoltre, alcuni insetti, come le api, hanno l'istinto
di raccogliere da soli la polvere dei fiori. I fiori sudorazione proprio in quel momento
più succo di miele, quando i suoi stami e cicatrici per la corretezza affari
l'impollinazione come Schkuhr (Handb. II. 84) a Tropaeolum, Delphinium,
Helleborus e L. Ch. Treviranus (Physiol. II. 390)
a Anemone , Chrysosplenium e Saxifragaho osservato in particolare. Il succo di miele
si trova comunemente più profondi, i luoghi più nascosti del fiore, in modo che gli
insetti non possano arrivare a lui senza toccare parti di fecondazione in montaggio e
la loro schiusa e portare il polline allo stigma. Con piccoli peli di posizione adatta, i
nettari sono solitamente protetti dalla pioggia, e quindi dalla diluizione del loro
succo, senza che i capelli blocchino gli insetti. Una trama appiccicosa o una trama
lisa della polvere dei fiori favorisce molto i suoi attaccamenti sul corpo degli
insetti. D'altra parte si trova in soggiorno sui fiori insetti ovunque sia un cappotto di
pelliccia su tutto il corpo o la spazzola-like Freßspitzen, a spazzola o pennello-come
ciuffo di peli sui piedi, o un'organizzazione particolare di certe parti, allo scopo di
spargere il polline più facilmente. Considera z. Ad esempio, il corpo peloso e spesso
delle api e dei bombi e altri insetti simili a un'ape, e allo stesso tempo la violenza con
cui si muovono nei fiori. Le ninfe sotto la Tagschmetterlingen che visitano i fiori
oftenest, ma non molto tempo Linger su di loro, che si saranno tenute anteriori zampe
di pulizia a forma di pennello addestrati, esercitano la loro attività, mentre la farfalla
si siede sul fiore, la luce ha il successo che peloso sul petto Per abradere la polvere di
fiori pendenti, in modo che ricada nuovamente sul fiore. Non involontariamente è la
circostanza già annotata da Aristotele e confermata dai nuovi osservatori (Mitteil, kk
schles, Gesellsch., 1823, 174), che le api di solito visitano solo un tipo di fiore
durante le loro escursioni; la polvere dei fiori viene facilmente trasmessa anche tra le
diverse, ma come è necessario ai fini della fecondazione, piante simili.
Come supporto si può affermare che il colore particolare, in parte anche l'odore dei
fiori e l'organo facciale sviluppato degli insetti rende più facile il ritrovamento del
primo. Spesso i percorsi per i nettari sono indicati anche da macchie più specifiche
(segni di succo) sui petali, come indicato dai cartelli. Anche se non credo che questa
circostanza e molte altre cose abbiano un peso così grande come Conr. Sprengel si
lega al suo scoperto mistero della natura, ma il suo ritratto di questo oggetto ha il suo
interesse per l'amore con cui lo comprende.
quindi il marchio del succo, che inizia davanti all'apertura, lo attraversa fino al
porta-succo, fungendo così da segnale sicuro per gli insetti. Se un fiore ha diverse
entrate per il porta succo, ha anche tante macchie di succo. Quando un fiore ha
diversi titolari succo che sono anello intorno dell'ovaio, o addirittura una sola, ma che
circonda l'ovaio a forma di anello, e il succo non può consumare altrimenti l'insetto
che quando va in cerchio attorno allo stesso suo La proboscide viene spesso
inserita; quindi il succo ha una forma a forma di anello e guida l'insetto in cerchio
". Quindi ha anche tanti monumenti per i succhi. Se un fiore ha diversi porta-succo,
che circondano l'ovaia, o solo uno, che nella forma di un anello circonda l'ovaia, e il
cui succo non può consumare l'insetto se non quando circola attorno ad esso e La
proboscide viene spesso inserita; quindi il succo ha una forma a forma di anello e
guida l'insetto in cerchio ". Quindi ha anche tanti monumenti per i succhi. Se un fiore
ha diversi porta-succo, che circondano l'ovaia, o solo uno, che nella forma di un
anello circonda l'ovaia, e il cui succo non può consumare l'insetto se non quando
circola attorno ad esso e La proboscide viene spesso inserita; quindi il succo ha una
forma a forma di anello e guida l'insetto in cerchio ".
"In occasione della linfa, devo parlare della varietà dei fiori del succo, che si
basano sull'ora del giorno in cui fioriscono, così come ci sono insetti che sciamano in
giro di giorno, e quelli che mangiano solo di notte, così come ci sono anche fiori del
giorno e fiori notturni. "
Molti di loro chiudono la sera, o si abbassano mentre si alzano durante il giorno, o
c'è un altro cambiamento con loro, dal quale si può concludere che sono solo per
insetti di giorno. Alcuni chiudono la prima notte e non riaprono la mattina seguente,
quindi fioriscono solo un giorno, la maggior parte dei quali sboccia per diversi giorni.
"
"I fiori del giorno sono adornati con un marchio di succo, anche se non tutti."
"La pausa di notte fiori della serata Durante il giorno, la maggior parte sono chiusi
dalla stessa, o appassito e sgradevole, che è evidente che non sono destinati per il
giorno insetti Alcuni fiore per diverse notti; .. La primula comune sera ( Oenothera
biennis .) Fiorisce due notti"
"La notte fiori hanno per farli cadere una grande corona, dai colori vivaci nel buio
di insetti notturni negli occhi. E 'la sua corona sgradevole, questa carenza sarà
sostituito da un forte odore. Una guida nettare, tuttavia, è con loro non avere luogo.
Per avuto z. B. corona bianco un fiore notte una guida nettare da un altro, ma anche
colore brillante, quindi sarebbe lo stesso non colpire nel buio della notte contro il
colore della corona, quindi il suo inutile. ma se avessero un colore scuro guida
nettare, non sarebbe così ovvio, e quindi inutile come quello. "
Quasi assurdamente ingenuo è l'esame, che l'autore delle strutture di utilità
di Nigella arvensis con se stesso (S, 285 s., scrittura), in cui cerca di interpretare i più
piccoli dettagli in modo teleologico. Chiede, "Perché il fiore è grande come è, non
più grande, non più piccolo?" Risposta: "Perché la natura voleva che fosse fecondata
solo dalle api, e di conseguenza doveva prendere la misura di essa dal corpo dell'ape."
Se il fiore avesse un diametro maggiore, anche le antere e le stimmate sarebbero lì
Ancora una volta, le api correvano in giro senza toccarle, ma se fossero metà grosse,
le antere e le stimmate sarebbero alte la metà e le api non le avrebbero toccate
correttamente In entrambi i casi, quindi, la fecondazione sarebbe impossibile o molto
angosciante. che le api possano camminare quasi, ma non senza impedimenti, tra le
antere e le stimmate. È molto probabile che la natura abbia inteso questi fiori solo per
le api e ha solo permesso loro di essere fecondati da loro. Sono spesso andato nel
campo in cui la pianta cresce con il bel tempo, ma non ho mai visto altri insetti sui
fiori che le api ".
" Stapelia hirsuta " dice S. 148, "puzza così come troie in modo che la carne e
Luder vola, dove l'odore è molto dolce, frequentano la stessa e fertilizzare. Api e
bombi non visitare lo stesso certamente, perché tale Detestare l'odore. "
Ecco alcuni dettagli speciali sulla propensione degli scritti di Reichenbach sulla
conservazione del mondo, presi dalla posizione dei nettari (pagina 27):
e poi sedersi direttamente sui sacchetti di polvere e cicatrici, abbastanza spesso per
riempire l'intero fiore. Le ombrellifere sono la natura ghiandolare Nektarien, non
molto nascosto menzogna, e mettere i loro fiori in un piano in modo che molti può
essere toccato da un moderatamente grande corpo, allo stesso tempo, di conseguenza,
può essere trovato qui già insetti più grandi, langfüßige Lepturen, le api con il corpo
peloso e scarafaggi formati come api, che, pelosi su tutto il corpo, agiscono
contemporaneamente su gran parte dei fiori di un'ombrella; quindi, i petali sono
piccoli e piatti, ma le cicatrici e le antere sono lunghe e sporgono sull'area. Ma dove i
nettari sono più nascosti, la costruzione dei fiori è appropriata per gli insetti il cui
corpo deve entrare in contatto con loro. I fiori labbro nonché provetta fiori hanno i
vasi miele anche trovarsi in profondità sostanzialmente alla base del suo tubetto,
stami sedersi contro la parete interna di esso, e il sacchetto arrivare dove il tubo
esteso, e quindi diventa possibile che il soprattutto nella parte anteriore del loro corpo
insetto peloso con la lingua tocco Nektarien mentre le strisce di polvere di semi petto
pellicce coperte delle antere, e insegna strisciante fuori questione superiore domande
stimma. Questo rende anche possibile che anche il Bombylien che visitano questi tipi
di fiori, primule, Pulmonarien, Lamia e simili, mentre prima il fiore che galleggia
senza mettere su di loro, succhiare il miele portando copulazione. " alla base del suo
tubetto, stami seduto alla parete interna di esso, e il sacchetto venire a trovarsi a dove
il tubo esteso, e quindi diventa possibile che il loro corpo peloso particolare al
frontale degli insetti con la lingua Nektarien tocca mentre il suo pezzo di petto
coperto di pelliccia spoglia il polline dai sacchi di polvere, e tira fuori lo stigma
elevato al gattonare. Questo rende anche possibile che anche il Bombylien che
visitano questi tipi di fiori, primule, Pulmonarien, Lamia e simili, mentre prima il
fiore che galleggia senza mettere su di loro, succhiare il miele portando copulazione.
" alla base del suo tubo, gli stami si appoggiano contro la parete interna del tubo, e le
antere si fermano dove il tubo si dilata, e questo rende possibile che gli insetti pelosi
sulla parte anteriore dei loro corpi nettari con le loro lingue tocca mentre il suo pezzo
di petto coperto di pelliccia spoglia il polline dai sacchi di polvere, e tira fuori lo
stigma elevato al gattonare. Questo rende anche possibile che anche il Bombylien che
visitano questi tipi di fiori, primule, Pulmonarien, Lamia e simili, mentre prima il
fiore che galleggia senza mettere su di loro, succhiare il miele portando copulazione.
" e pertanto diventa possibile che il molto peloso nella parte anteriore del loro corpo
insetti toccando la Nektarien con la loro lingua, mentre la loro pelliccia coperto petto
lo strippaggio semi polvere delle antere, e insegna strisciante fuori questione
superiore stimma richiesto. Questo rende anche possibile che anche il Bombylien che
visitano questi tipi di fiori, primule, Pulmonarien, Lamia e simili, mentre prima il
fiore che galleggia senza mettere su di loro, succhiare il miele portando copulazione.
" e pertanto diventa possibile che il molto peloso nella parte anteriore del loro corpo
insetti toccando la Nektarien con la loro lingua, mentre la loro pelliccia coperto petto
lo strippaggio semi polvere delle antere, e insegna strisciante fuori questione
superiore stimma richiesto. Questo rende anche possibile che anche il Bombylien che
visitano questi tipi di fiori, primule, Pulmonarien, Lamia e simili, mentre prima il
fiore che galleggia senza mettere su di loro, succhiare il miele portando copulazione.
"
Anche se, come è altrove l'abitudine di natura, di non fare affidamento su mezzi da
solo, e solo a breve per far predominare che tra diversi fondi per lo stesso scopo così
presto, la fecondazione in maggior parte degli impianti senza l'aiuto degli insetti è
quello di la restante facilità possibile; ma questa assistenza rimane utile ovunque, e
per alcuni che sono focalizzati sui mezzi, è essenziale. Di conseguenza, alcuni fiori
stranieri rimangono non fecondato con noi perché sono venuti dal sud del mondo a
noi, e ora il loro momento della fioritura, che è il nostro periodo invernale, ancora
aderire ai nostri serre, dove non ci saranno insetti che aiutano la sua impollinazione
poteva. Alcuni possono essere fecondati da un insetto nella loro terra natale, che non
è nelle nostre zone. (E. Sprengel, Entd. Geh., P. 44.) Anche con piante autoctone, le
osservazioni possono essere fatte qui. Come notevoli giardinieri attenti che,
probabilmente non iniziano nel melone e cetriolo letti, che sono considerati frutto
chiusi perché gli insetti sono detenuti e il polline pesante non si può arrivare a
stigma. Anche con l'Irisarten, Malvazeen, l'Hollunder (Sambucus ), viole ( Viola
odori .), (Vischio Abroma Augustum ), la specie Osterluzei ( Aristol. Clem . E Sipho )
dovrebbe avere successo la fecondazione solo con l'aiuto di insetti. (Kölreuter,
Vorläuf, Nachr 21. 32. Second Fort. 70.) In particolare, tuttavia, ci si possono
aspettare qui le Asklepiadeen e le orchidee.
e così il polline è portato al suo posto. Spesso è possibile vedere strisciare su che
hanno un gran numero di tali masse di polline clubbed appesi per le zampe sul
Milkweed vola, e in alcune zone le api padri sanno una malattia peculiare della loro
creature operose che la malattia gamba che consiste in nient'altro che che tanti Le
masse polliniche delle orchidee sono state attaccate alla fronte delle api, che non sono
in grado di volare e periscono. (Schleiden, The Plant, p.70.) che consiste in nient'altro
che così tante masse polliniche delle orchidee si sono attaccate alla fronte delle api,
che non sono in grado di volare e che periscono. (Schleiden, The Plant, p.70.) che
consiste in nient'altro che così tante masse polliniche delle orchidee si sono attaccate
alla fronte delle api, che non sono in grado di volare e che periscono. (Schleiden, The
Plant, p.70.)
In alcuni fiori, il processo è ancora in un modo particolarmente strano; come
l'Osterluzei ( aristolochia clematite ). Ecco il fiore di un fondo bulbo, top Windwärts
inizialmente più vicino, poi contro il bordo smussato a linguetta della bocca ancora
più tubo che viene rivestito internamente di peli prima della fecondazione, i quali
sono diretti verso il basso. Le antere si siedono sotto il nodo della frutta senza stami e
nessuna polvere di semi potrebbe venire da loro sulla cicatrice. Dopo Conr. Sprenggel
creep, tuttavia, non appena il fiore si è aperto, piccolo Schnaken con corna pennute
piumate ( Tipula pennicorais) nel tubo del fiore; i capelli in basso bloccano la loro
strada. Così si dileguano nelle parti sporgenti del tubo fino a quando non hanno con
le loro corna tastatrici piumate la polvere di semi dai sacchetti di polvere spogliati e
portati alla cicatrice. Spesso sembrano abbastanza polverosi, se si tagliano i fiori in
tempo. Non appena la fecondazione è stata fatta, le gocce del succo si fermano contro
la corolla, i capelli si disidratano e cadono, e le piccole mosche vengono rilasciate di
nuovo dalle loro prigioni.
Considera seriamente questo caso; è davvero possibile credere che creature
senzienti siano catturate qui in favore di chi è insensibile, per rimanere rinchiuso fino
a quando non realizzeranno il loro scopo per quest'ultimo?
In genere Eupomatia tutti collegamento fra le antere e lo stigma attraverso i
filamenti interni fiore-come infertili viene rilasciato, ma è prodotta da insetti che
mangiano quelli, ma lascia stami perfetti indenni. (R. Brown, Verm, bot., Schr. I.
140.)
L'instaurazione degli stami irritabili di Berberis è indubbiamente calcolata dal
contatto di insetti o simili che causano il passaggio degli stami al pestello. Altrimenti
che serve anche facilmente da insetti inducono movimento stimolo Genitaliensäule
della Stylidium o stilo delle finalità Goldfussia (vedi sopra). In Stylidium seduta sulle
antere Genitaliensäule rimossi in uno stato di maturazione della cicatrice invece di
avvicinarla, e versare il loro polline in qualche capelli, che crescono
abbondantemente sulla parte superiore della colonna, ma nello stato curvato inferiore
della colonna sotto la cicatrice si trova Se la colonna ora accelera toccando un insetto
o qualcosa di simile, non solo la polvere può essere facilmente gettato dai capelli alla
cicatrice, ma i capelli sono anche più tardi in una posizione favorevole per far cadere
la polvere dei fiori dall'alto sulla cicatrice. (Morren in Mem. De l'Acad. De Brux.
1838) In Goldfussia è il movimento dello stilo per portare la cicatrice con alcuni
capelli della corolla in contatto a cui il polline dalle antere allo stigma sfavorevole
imposto su se stessa in parte cade da solo, in parte causato dagli insetti. Morren
vedeva spesso piccole formiche penetrare in questi fiori, mettere polline sui loro
capelli e causare il movimento dello stilo (ibid., 1839, p.17). La relazione tra la
funzione stimolo-sessuale in entrambe le piante è particolarmente evidente,
specialmente nel fatto che l'irritabilità esiste solo durante il loro tempo. Lascia cadere
la polvere dei fiori dall'alto sulla cicatrice. (Morren in Mem. De l'Acad. De Brux.
1838) In Goldfussia è il movimento dello stilo per portare la cicatrice con alcuni
capelli della corolla in contatto a cui il polline dalle antere allo stigma sfavorevole
imposto su se stessa in parte cade da solo, in parte causato dagli insetti. Morren
vedeva spesso piccole formiche penetrare in questi fiori, mettere polline sui loro
capelli e causare il movimento dello stilo (ibid., 1839, p.17). La relazione tra la
funzione stimolo-sessuale in entrambe le piante è particolarmente evidente,
specialmente nel fatto che l'irritabilità esiste solo durante il loro tempo. Lascia cadere
la polvere dei fiori dall'alto sulla cicatrice. (Morren in Mem. De l'Acad. De Brux.
1838) In Goldfussia è il movimento dello stilo per portare la cicatrice con alcuni
capelli della corolla in contatto a cui il polline dalle antere allo stigma sfavorevole
imposto su se stessa in parte cade da solo, in parte causato dagli insetti. Morren
vedeva spesso piccole formiche penetrare in questi fiori, mettere polline sui loro
capelli e causare il movimento dello stilo (ibid., 1839, p.17). La relazione tra la
funzione stimolo-sessuale in entrambe le piante è particolarmente evidente,
specialmente nel fatto che l'irritabilità esiste solo durante il loro tempo. portare la
cicatrice con alcuni capelli della corolla in contatto a cui il polline dalle antere allo
stigma sfavorevole imposto su se stessi rientrante in parte da sola, è portato in parte
da insetti. Morren vedeva spesso piccole formiche penetrare in questi fiori, mettere
polline sui loro capelli e causare il movimento dello stilo (ibid., 1839, p.17). La
relazione tra la funzione stimolo-sessuale in entrambe le piante è particolarmente
evidente, specialmente nel fatto che l'irritabilità esiste solo durante il loro
tempo. portare la cicatrice con alcuni capelli della corolla in contatto a cui il polline
dalle antere allo stigma sfavorevole imposto su se stessi rientrante in parte da sola, è
portato in parte da insetti. Morren vedeva spesso piccole formiche penetrare in questi
fiori, mettere polline sui loro capelli e causare il movimento dello stilo (ibid., 1839,
p.17). La relazione tra la funzione stimolo-sessuale in entrambe le piante è
particolarmente evidente, specialmente nel fatto che l'irritabilità esiste solo durante il
loro tempo.
La stessa eguaglianza delle piante con gli animali come nei loro rapporti teleologici
reciproci, troviamo nella peculiare disposizione opportuna delle piante per se stessi di
nuovo. A tale riguardo, la conservazione e la propagazione delle piante sono curate
così come quelle degli animali. Il fatto che gli animali, da un lato, come un aiuto,
d'altro canto, ma solo come un aiuto, che anche in determinate circostanze si ritira
molto nel processo di propagazione delle piante in gioco, indica un'importanza
indipendente di questo processo per le piante. Sotto diversi mezzi per soddisfare lo
scopo dichiarato, gli animali sono solo uno. E gli altri mezzi per lo stesso scopo sono
in parte non meno ingegnosi disposti rispetto all'aiuto degli insetti.
Mentre qualcuno potrebbe dire, non è ancora il gioco d'azzardo ancora in ogni
caso? Non è tutto ciò che chiamiamo appropriato qui, ma solo metà del
miglioramento di un'intera inesplicabilità, che doveva essere tanto maggiore, quanto
più artificioso sarebbe stato necessario per eliminarli? Se non fosse stato il modo più
semplice e pertanto opportuno se l'impollinazione dello stigma del pistillo per
fertilizzare nemmeno necessario lasciare che il polline proprio di fronte alla cicatrice
o direttamente crescere nella loro area, piuttosto che per portarlo in antere separati e
spesso le difficoltà di trasmissione per accumulare, solo allora per essere necessari
strumenti speciali, ancora per portarli in giro?
Colui che parla dimostra così di aver mal giudicato lo spirito della teleologia della
natura. Allo stesso modo si potrebbe dire che non sarebbe stato il più semplice e
appropriato per la natura lasciare che le mele crescessero nelle nostre bocche, invece
di darci mani per raggiungerle da lontano; o abbattere le case, invece di fornirci i
sensi e le menti per costruirci? Perché ci ha lasciato qualcosa da fare da soli? La
risposta è questa, perché nell'aspirazione e aspirazione di tutto ciò che non ci viene
immediatamente gettato, la nostra anima dovrebbe esprimere ed esprimere se stessa
sentimento e impegno; e così tante cose ci sono che dobbiamo avere senza averle
ancora, così tanti modi di sentire e lottare per l'anima diventano possibili. Da questa
considerazione, e da solo, il molteplice mezzo che la natura ha impiegato per mettere
lo scopo della fecondazione nelle piante in lontananza, e tuttavia per ottenerlo con
effetti intermedi, riceve un'interpretazione razionale; Allo stesso tempo, tuttavia,
dimostrano di essere veri anche per il controllo di un'anima nelle piante; perché se
nessuna anima è attiva nelle piante, allora in effetti il cambiamento e quindi,
nondimeno, la realizzazione artificiale del compimento dello scopo è del tutto privo
di senso e serietà; ma se hanno un'anima, ogni altro tipo di posticipo e il
conseguimento successivo della fine indicheranno anche un bisogno diverso e un
diverso tipo di soddisfazione per l'anima. Mettere lo scopo della fecondazione
lontano nelle piante e ancora raggiungerlo per mezzo di effetti intermedi,
un'interpretazione sensata; Allo stesso tempo, tuttavia, dimostrano di essere veri
anche per il controllo di un'anima nelle piante; perché se nessuna anima è attiva nelle
piante, allora in effetti il cambiamento e quindi, nondimeno, la realizzazione
artificiale del compimento dello scopo è del tutto privo di senso e serietà; ma se
hanno un'anima, ogni altro tipo di posticipo e il conseguimento successivo della fine
indicheranno anche un bisogno diverso e un diverso tipo di soddisfazione per
l'anima. Mettere lo scopo della fecondazione lontano nelle piante e ancora
raggiungerlo per mezzo di effetti intermedi, un'interpretazione sensata; Allo stesso
tempo, tuttavia, dimostrano di essere veri anche per il controllo di un'anima nelle
piante; perché se nessuna anima è attiva nelle piante, allora in effetti il cambiamento
e quindi, nondimeno, la realizzazione artificiale del compimento dello scopo è del
tutto privo di senso e serietà; ma se hanno un'anima, ogni altro tipo di posticipo e il
conseguimento successivo della fine indicheranno anche un bisogno diverso e un
diverso tipo di soddisfazione per l'anima. in effetti, questo mutamento, e quindi il
raggiungimento artificiale del compimento dello scopo, è senza senso e serietà; ma se
hanno un'anima, ogni altro tipo di posticipo e il conseguimento successivo della fine
indicheranno anche un bisogno diverso e un diverso tipo di soddisfazione per
l'anima. in effetti, questo mutamento, e quindi il raggiungimento artificiale del
compimento dello scopo, è senza senso e serietà; ma se hanno un'anima, ogni altro
tipo di posticipo e il conseguimento successivo della fine indicheranno anche un
bisogno diverso e un diverso tipo di soddisfazione per l'anima.
Da questo punto di vista generale, i seguenti esempi diventeranno più significativi
per noi; Naturalmente, non si può pretendere che dovremmo essere in grado di
specificare in dettaglio il significato di queste cose per lo psichico.
In generale, vediamo che, in determinate circostanze, la pianta si comporta in modo
più passivo nell'adempimento del suo scopo e partecipa più attivamente tra gli
altri; simile a soddisfare i bisogni delle persone condividono la felicità e l'abilità in
diverse proporzioni. La felicità include il caso; ma succede a piovere ogni raccolto.
Il vento e la gravità sono presi in considerazione in modo tale che essi devono
gettare la polvere dei fiori sulla cicatrice. Il successo può essere in parte mancato; ma
se non tutto il polline del fiore raggiunge la cicatrice, è così abbondante che non
sarebbe necessario o addirittura contrario allo scopo.
In Hibiscus Trionum Kölreuter contò 4863 grani di polline in un fiore, di cui 50 a
60 nella stagione migliore sono sufficienti per la fecondazione. In Mirabilis Jalappa ,
di tutte le 5 antere del polline, 293 erano grani, in M. longiflora 321; in entrambi i
casi, tuttavia, per la fecondazione completa erano sufficienti da 2 a 3 granuli di
polline.
L'effetto della gravità può essere trovato nel modo seguente. Quando fiori eretti,
tuttavia, il pestello di solito è così breve con appesi fiori così a lungo rispetto agli
stami che il sacchetto polvere in un must come versisi cicatrice nell'altro caso dalla
parte superiore della (eventualmente leggermente rialzato) il polline. Anche se non è
ovunque così; ma la natura ama seguire questa relazione. Le aloe, che appartengono
alle piante dove il pestello torreggia sugli stami, mostrano abbastanza bene l'uso di
questo rimedio. Con loro, il fiore sale prima che fiorisca come dopo che è appassito,
ma è sospeso nel momento della fecondazione. Cose simili possono essere trovate
in Asperifolia , come Cerinthe, Borago, Symphytum, Onosma, Pulmonaria , in
molti Liliazeen , z. B. Galanthus, Erythronium, Lilium, Hemerocallis, Fritillaria,
Convallaria e altri
Lo stesso è vero quando, come spesso accade con le piante monocultura, i fiori
maschili si trovano all'estremità superiore dell'orecchio, come, per esempio, B. nel
genere Arum , o le orecchie maschili (gattino) si trovano sopra la femmina, come
nella sedazione ( Carex ), tifa ( Typha ), tra l'altro
Non si dubiterà che il vento sia coinvolto nel business della fertilizzazione, se si
ricorda come spesso continua in quantità immense di polline, che poi, in caso di
pioggia improvvisa, si riflette nella cosiddetta pioggia di zolfo. In molte piante, la
trasmissione dal vento o dagli insetti è resa ancora più facile dal fatto che i fiori sono
disposti su una testa di fiore, una spiga di grano o un vicino di ombrella. Quindi non
viene perso troppo polline.
cornfields fiorente può essere visto all'alba, quando un dolce vento che soffia,
avvolto in una nebbia sottile, di polline di fiori aperti, che, spinto dal battito up delle
spighe dai suoi contenitori, causando il fenomeno. Gli agricoltori attenti hanno anche
notato che il raccolto non produce frutti abbondanti, non forma grani più pieni di
quando soffia un forte vento al momento della fioritura. Pines, Taxbäume, ginepro e
nocciolo, pioppo, salice, quando sono carichi di impollinazione gattino, scosso o
spostato dal vento, riempiono l'aria con una nube di polvere che mantiene la minima
brezza. L'aiuto del vento è particolarmente importante per i monocesi e (anche di più)
per le diocesi, nella prima, come detto, le parti maschili sono separate da quelle
femminili sulla stessa pianta, nella seconda anche su piante diverse. In uno
diTreviranus con perennis Mercurialis dipendenti esperimenti formato alcun frutto se
le femmine 220 passo del maschio e sono stati anche separati da edifici e cespugli di
loro; tuttavia, si è verificato quando la distanza era di soli 30 piedi. (Come guardare
Jussieu due alberi di pistacchio.) Negli esperimenti di Spallanzani tutte le ovaie
erano Mercurialis annua fecondato quando la pianta femminile accanto al maschile
era denso, meno se avessero tolto qualcosa da lei, e non a tutti (a notevole distanza
Treviranus, Phys., II, 391, 393).
Poiché il vento ha dimostrato di essere un elemento utile nella fertilizzazione, si
potrebbe ricordare se nemmeno l'acqua fosse stata usata dalla natura. E infatti, anche
se l'applicazione dell'acqua trasporta particolari difficoltà, di cui parleremo più avanti,
è ancora natura sono stati in grado di superare in alcuni casi; e così vediamo
in Ambrosinia servire la fecondazione pioggia da, solleva il riempimento spata,
generato sotto il polline cicatrice alla giusta altezza; in Vallisneria, tuttavia, l'acqua in
cui cresce la pianta fornisce gli organi maschili alla femmina. Si può vedere che
l'effetto dell'acqua è stato preso dall'alto e dal basso, nelle direzioni verticale e
orizzontale. Il processo alVallisnerie offre anche condizioni altrimenti interessanti,
che vale la pena di conoscere.
"La spatha di Ambrosinia . È a forma di barca e galleggianti quindi sull'acqua dal
pistone, gli allegati ad ala sono aderenti al spatha eccezione di un piccolo foro, lo
spatha è diviso in uno spazio superiore ed inferiore, in untern esclusivamente antere,
in alto, un singolo ovaio. polline sta tuttavia andare al cicatrice di quella pioggia,
riempimenti semicamera inferiore e superiore, per cui il polline fluttuante viene
portato al livello della cicatrice e può guidare tubi qui. " (Schleiden, Grundz. II. 450.)
La Vallis è una crescente nelle baie e canali del sud della pianta acquatica in Europa
con il sesso separato (Diözist), che vive sul fondo delle acque, e per mezzo di
numerose radici a terra montato. Nelle femmine il bocciolo di fiore si siede su una
lunga e giovanili arrotolato steli, ma che si estende poi in modo che il fiore si
dispiegano sulla superficie dell'acqua, e poi la concimazione sull'acqua può
procedere. Dopo che la fecondazione è avvenuta, il suo gambo si accorcia di nuovo,
rimettendo insieme i fili. Ciò riporta i giovani frutti sul fondo dell'acqua e porta lì il
seme alla maturità.
Il comportamento della pianta maschile nella concimazione della Vallisneria era
una volta decorato una fiaba, e si trovano tali rappresentazioni anche in nuovi scritti
ripetuti. "I fiori della pianta maschio, si dice, sono fintanto che crescono, tenute a
breve steli nel fondo dell'acqua, al momento della maturità ma sono ma anche sui
loro steli, che galleggia sulla superficie dell'acqua in su, galleggiare sulla si apre
intorno e impollinare i fiori femminili, essi non fanno "(Autenrieth Ans. 254.) è anche
affermato che questa separazione di fiori maschili dalla deriva da un violento
movimento successi (Goethe Ges. Werke Vol. 55, pag 129). Secondo una recente
ricerca del curatore dell'Orto Botanico di Mantova, Paolo Barbieri, ma il
comportamento effettivo della seguente: l'individuo maschio ha un albero
ausstrebenden retta che, una volta raggiunta la superficie dell'acqua, un vierblätterige
(forse dreiblätterige) fiori forme fodero alla sua punta, in cui gli organi riproduttivi
maschili (anthers) collegate a una beuta sedersi. Mentre la fiasca e gli organi
inseminanti crescono, la vagina diventa inadeguata per avvolgerli; Pertanto, si divide
in quattro parti, e gli organi riproduttivi, stacca a migliaia di pistone, la diffusione che
galleggia sulle acque per guardare "che sforzo per parlare con l'individuo femminile e
Endeavour" come fiocchi bianco-argento. Ma questo sale dal fondo dell'acqua,
mentre la forza della molla del suo gambo a spirale si attenua, e poi apre sulla
superficie una corona tripartita, nella quale si notano tre cicatrici. I fiocchi che
galleggiano sull'acqua spargono la loro polvere staminale contro quelle stigmate e le
fertilizzano; Se questo è fatto, il gambo a spirale della femmina si ritira sotto l'acqua,
dove i semi, contenuti in una capsula cilindrica, raggiungono la maturità
finita. (Goethe's Ges. Werke, Vol. 55, p.127). L'evidente "sforzo e sforzo" delle parti
maschili verso il fiore femminile, incidentalmente, potrebbe essere stato solo
nell'immaginazione dell'osservatore. Non penso che sia necessario aggiungere
qualcosa alle naturali espressioni della vita della pianta per riconoscere le espressioni
dell'anima in essa contenute. I fiocchi che galleggiano sull'acqua spargono la loro
polvere staminale contro quelle stigmate e le fertilizzano; Se questo è fatto, il gambo
a spirale della femmina si ritira sotto l'acqua, dove i semi, contenuti in una capsula
cilindrica, raggiungono la maturità finita. (Goethe Ges. Werke. Vol. 55, S, 127.) L '
"impegno e sforzo" Clear delle parti maschili sul retro fiore femminile avrebbe
probabilmente inciso trova anche solo nella fantasia di chi osserva. Non penso che sia
necessario aggiungere qualcosa alle naturali espressioni della vita della pianta per
riconoscere le espressioni dell'anima in essa contenute. I fiocchi che galleggiano
sull'acqua spargono la loro polvere staminale contro quelle stigmate e le
fertilizzano; Se questo è fatto, il gambo a spirale della femmina si ritira sotto l'acqua,
dove i semi, contenuti in una capsula cilindrica, raggiungono la maturità
finita. (Goethe's Ges. Werke, Vol. 55, p.127). L'evidente "sforzo e sforzo" delle parti
maschili verso il fiore femminile, incidentalmente, potrebbe essere stato solo
nell'immaginazione dell'osservatore. Non penso che sia necessario aggiungere
qualcosa alle naturali espressioni della vita della pianta per riconoscere le espressioni
dell'anima in essa contenute. raggiungere la maturità finale. (Goethe's Ges. Werke,
Vol. 55, p.127). L'evidente "sforzo e sforzo" delle parti maschili verso il fiore
femminile, incidentalmente, potrebbe essere stato solo nell'immaginazione
dell'osservatore. Non penso che sia necessario aggiungere qualcosa alle naturali
espressioni della vita della pianta per riconoscere le espressioni dell'anima in essa
contenute. raggiungere la maturità finale. (Goethe's Ges. Werke, Vol. 55, p.127).
L'evidente "sforzo e sforzo" delle parti maschili verso il fiore femminile,
incidentalmente, potrebbe essere stato solo nell'immaginazione dell'osservatore. Non
penso che sia necessario aggiungere qualcosa alle naturali espressioni della vita della
pianta per riconoscere le espressioni dell'anima in essa contenute.
Anche in Serpicula verticillata L., uno che si verificano nelle acque delle piantine
Indie a sessi separati, risolvere i fiori maschili, se sono vicino al break-up, dai fiori
aperti sono depositati e nuotare al femminile, mentre le punte della-back ripiegata
Calici e petali riposano. (Roxb. Corom. II. 34. t, 164.)
Un coinvolgimento automatico dell'impianto per affari fecondazione è realizzata
parzialmente mediante modo speciale come il processo procede crescita, parte per
mezzo di movimenti volontari degli organi riproduttivi.
Alcuni fiori eretti dove la cicatrice sul lungo stilo è così alto sopra la (spesso
bretelle) antere che la fecondazione sembra impossibile, le antere aperto anche
quando il germoglio di fiore ancora, ma è vicino alla rottura. Quindi le antere aperte
si trovano direttamente sulla cicatrice completamente sviluppata. Solo dopo aver
aperto rompendo lo stilo si allunga. Così, quando Proteazeen, Kampanulazeen ,
molti Papilionazeen , i fiori ermafroditi di Syngenesisten in Nymphaea, Hypericum,
Argemone, Papaver, Paeonia, Oenothera, Impatiens, Ocymum, Canna , ecc
(Treviranus, Phys. II. 378.)
In altre piante, gli organi di fecondazione inizialmente separati si muovono
gradualmente insieme attraverso la crescita delle parti del fiore in modo tale che la
fertilizzazione diventi possibile.
Il movimento volontario degli organi riproduttivi commovente, così sono il più
delle volte gli stami che si muovono al momento della fecondazione gradualmente a
pestello, versare sullo stigma del pistillo loro polline e poi tornare alla loro
posizione. In altri casi, il pestello migra verso gli stami; negli altri ancora entrambi si
cercano reciprocamente. (Comp .In Treviranus, Biol. IlI. 349. 204. V. Treviranus,
Physiol. D. Famiglia II. 379.)
La prima classe, dove gli stami muovono verso dopo pestello includono: Cactus
Opuntia, Fritillaria Peraica, Hyoscyamus aureus, Polygonum orientale, Tamarix
gallica, Ruta graveolens e chalepensis, Zygophyllum Fabago, Sedum
telephium e reflexum , Tropaeolum, superbum Lilium, Amaryllis formosissima ,
Pancratium maritimum, Parnassia palustris, Geum urbanum, agrimonia eupatoria ,
vari tipi di Ranunculus e Scrofularia, Rhus Coriaria , tridactylites Saxifraga, Sax.
muscoides, Sax. Aizoon, Sax. granulata, Sax. cotiledone , ecc seconda classe, dove le
mosse del pestello verso gli stami includono:Nigella sativa, Sida americana,
Passiflora, Candollea, Hypericum , Oenothera, Hibiscus, Turnera ulmifolia ecc Il
terzo, dove reciproca esplorazione avvenga: Boerhavia diandra , tutti i tipi di Malva,
Lavatera , Althaea e Alcea (Treviranus).
Gli stami di alcune piante osservate nel loro movimento verso il pestello una
sequenza regolare: In Lilium superbum, Amaryllis formosissima e Pancratium
maritimum le antere si avvicinano uno dopo la cicatrice. In Fritillaria persica si
girano alternativamente allo stilo. In Rhus coriaria , due o tre stami emergono allo
stesso tempo, descrivendo un quarto di cerchio e avvicinando le loro antere alla
cicatrice. Per Saxifraga tridattiliti, muscoides, Aizoon, granulata e cotiledonedue
strisce di filamenti si appoggiano l'una contro l'altra da lati opposti sopra la cicatrice
e, dopo aver sparso la loro polvere, si sono distese nuovamente per dare il posto agli
altri. In Parnassia palustris , le parti maschio muovono alla femmina nello stesso
ordine in cui la polvere semi matura, vale a dire, quando si avvicinano la cicatrice
rapidamente e tutto in una volta, quando si allontanano dopo la fecondazione della
stessa nuovamente in tre paragrafi. In Tropaeolum è diretto dai filamenti inizialmente
leggermente curvate in fioritura completa uno dopo l'altro in aria e si appoggia dopo
l'antera della cicatrice ha la polvere può ricadere per fare un altro tribunale.
Infine, la natura è più intelligente di noi. Qualunque siano le difficoltà della
fecondazione (dice Trevirano), la natura, se è illimitata solo nell'applicazione dei suoi
mezzi, che, ad esempio, non si applica alle piante coltivate, sa come superarle, o da
una di esse e collegando diversi, e così spesso vediamo il polline, che si rivela per la
sua forma e il suo colore, sulla cicatrice, senza essere in grado di indicare il mezzo
con cui la natura lo ha portato ad esso "
"Link guardò Valeriana dioica tutte le cicatrici coperti di polline, che potrebbe
essere portato solo dal vento o da insetti. In Lilium martagon stami di guadagno e la
penna solo dopo l'apertura del fiore loro educazione e la maturità. La cicatrice curva
laterale è poi dalla antere ancora rimossi "dice Treviranus," l'ho vista a 12 fiori che si
sono sviluppate a poco a poco sotto i miei occhi, ampio coperti con polline rossastra,
senza la mia dover specificare, come non ho mai utilizzare il metodo della natura qui
Gli insetti sembravano occupati e la pianta era protetta dal vento grazie alla loro
posizione, simili osservazioni si possono trovare a Kölreuter e Sprengel ".
Oltre allo scopo principale di comunicare il contatto del polline con la cicatrice, ci
sono anche considerazioni secondarie che possono essere considerate nella
fecondazione, spesso in un modo molto particolare, soddisfatte da disposizioni
speciali nella struttura e nel processo vitale delle piante.
Il polline o polline realtà consiste di piccole vescicole piene di liquido, che
gelangend sullo stimma del pistillo, crescere per un lungo filiformi tubi, che cresce
attraverso la lunghezza del pistillo fino nella cavità (cavità ovaio) e dal suo contenuto
liquido fertilizzare il germe di semi, che è interiormente in quella
grotta. Naturalmente, questo non può essere fatto se le bolle di polline sono già
esplose e si sono liberate del loro contenuto liquido. Il pericolo è dato dal contatto
con l'umidità in quanto i grani di polline sono inclini a succhiare, gonfiarsi e
scoppiare; e sia la rugiada che la pioggia, e specialmente la posizione naturale di
molte piante acquatiche, portano con sé un tale pericolo. Contro questo, forse il
polline di alcune piante può essere protetto da un rivestimento ceroso
idrorepellente; poiché, in alcuni casi, riteniamo utile l'acqua stessa coinvolta nel
business della fertilizzazione; ma questo è tutt'al più uno dei mezzi per eliminare il
pericolo. In altri casi, il pericolo non può nemmeno raggiungere il punto di polline,
poiché il fiore si comporta in modo adeguato contro l'acqua o l'umidità, o stabilisce la
sua crescita di conseguenza.
Così tante piante chiudono la loro corolla quando vuole piovere; Molti lo fanno
anche di notte per evitare la rugiada notturna, altri piegano i gambi dei fiori al calare
della notte in modo che la bocca della corona sia rivolta verso il basso. Il balsamo
comune ( Impatiens noli me tangere ) nasconde i suoi fiori sotto le foglie durante la
notte. In molti fiori la fecondazione avviene sotto la protezione di coperte speciali,
come la vite e il Rapunzelarten, i fiori di farfalle, i fiori delle labbra, le specie di
Katyptranthes 3) ecc.; In alcuni generi di piante la fecondazione avviene già nel
bocciolo non ancora eruttato, z. B. le campanule e i fiori di farfalle, o accade al
momento della rottura stessa, e questo avviene solo con tempo asciutto. Non di rado
il cambiamento nella posizione dei fiori da parte del vento, che generalmente
accompagna la pioggia, ne rende impossibile la penetrazione, di cui CC Sprengel
fornisce una rappresentazione grafica nel libro a pag. Tuttavia, se molta umidità
penetra nelle parti interne del fiore, la fecondazione di solito fallisce; Pertanto, il
tempo piovoso è visto dai contadini nella fioritura di frutta e cereali così riluttanti.
3)Nella vite e nel Rapunzelarten ( Phyteuma ), i petali collegati con le loro
punte formano questo soffitto; nei fiori di farfalla ( Leguminosae ) forma la
bandiera ( vexillum ); nella Labiata ( Labiatae ) il labbro superiore della
corolla, nelle specie di Kalyptranthes il calice a forma di cappuccio, ecc.
(Decandolle, Phys. 11, p 82).
Particolarmente interessanti, tuttavia, sono i rimedi che vengono utilizzati in alcune
piante acquatiche per effettuare la fecondazione in assenza di acqua.
La noce d'acqua, Trapa natans L. , germina sul fondo dell'acqua e si sviluppa nella
giovinezza sotto questo; ma non appena il tempo di fioritura si avvicina, il peziolo si
gonfia in una vescica cellulare piena d'aria. Questi piccioli a forma di vescica stanno
uno accanto all'altro in una sorta di rosa foglia e sollevano la pianta sulla superficie
dell'acqua; la fioritura avviene nell'aria, e quando il tempo di fioritura è finito, le bolle
(con l'assorbimento dell'aria) si riempiono di acqua e la pianta torna sul fondo
dell'acqua, dove porta il suo seme alla maturità. (Decand, 11. 87.)
Le specie Utrikularia offrono insieme costituiscono un dispositivo ancora più
tranquillo. Le radici, o meglio le foglie sommerse di queste piante sono estremamente
forti e ramificati (con un sacco di tubi tondi dell'utricolo), che sono dotati di un tipo
di coperchio mobile. Nei giovani arnesi, questi tubi sono riempiti con un muco più
pesante dell'acqua, e la pianta, trattenuta da questa zavorra, rimane sul fondo
dell'acqua. Quando il tempo di fioritura si avvicina, la pianta separa l'aria, che penetra
nei tubi e spinge fuori il muco sollevando il coperchio; quando la pianta è così dotata
di una quantità di bolle riempite d'aria, sale lentamente e finalmente galleggia sulla
superficie dell'acqua, in modo che la fioritura all'aria aperta possa essere
compiuta. Quando il tempo di fioritura è scaduto, la radice ricomincia a separare il
muco, e questo occupa il posto dell'aria nei tubi: questo rende la pianta più
pesante, affonda sul fondo dell'acqua e porta i suoi semi alla maturità nello stesso
posto in cui devono essere nuovamente dispersi. (Decand II, 87.)
In altre piante acquatiche, lo scopo è più semplicemente raggiunto non fiorendo
finché i loro steli non hanno raggiunto la superficie dell'acqua; quindi z. Poiché la
maggior parte Potamogeton - specie zecche ( Menthae ), erpici acqua ( Carices
aquaticae ), ricci teste ( Sparganium ), etc.
Anche la fertilizzazione sotto l'acqua in alcune piante può essere protetta
dall'acqua.
Le alghe marine ( Zostera marina ) z. B. è attaccato dalle sue radici sul fondo del
mare e non può estendersi sufficientemente per raggiungere la superficie
dell'acqua; ma fiorisce anche in una piegatura lamiera ( forame de feuille ) che,
sebbene aperto al lato, ma una certa quantità della pianta conserva anche l'aria
scartato in modo che il intrappolato in grotta con i fiori femminili fiori maschili
direttamente solo per via aerea, non circondato dall'acqua.
Su crowfoot acqua ( Ranunculus aquaticus ), che, anche se in realtà fiorisce in aria,
ma la fioritura è leggermente alto acqua esposta al pericolo di essere sommerso, è
previsto per questo caso. Ramond e Batard hanno trovato i fiori di questa pianta
sommersi in laghi improvvisamente crescenti dal sollevamento dell'acqua, senza
detrimento della fecondazione. Ciò è dovuto al fatto che la polvere dei fiori esce
presto nei sacchetti di polvere, mentre il fiore appare ancora come una gemma chiusa
e sferica, contenente aria. Agosto de St. Hilaire e Choulant hanno sulla piantaggine
acqua (floating natans Alisma ) e l'erba cartilagine ( Illecebrum verticillatum )
percepito fenomeni simili. (Decennio II, 84.)
Non meno interesse teleologico del processo di fecondazione delle piante offre
anche la semina della stessa, poiché la preoccupazione della natura di assicurare la
continuità delle anime vegetali su base continua è altrettanto distinta; anche se le
misure adottate in questo senso sono per la maggior parte non direttamente correlate
alle sensazioni della pianta stessa come quelle relative al processo di fertilizzazione.
"Non calcolato", dice Autenrieth (vista naturale e spirituale, p.257 vita), "può la
preoccupazione di molti mammiferi e uccelli, i ragazzi, una volta non hanno più
bisogno del loro aiuto per espellere da se stessa, appaiono, per timore che, quando
tutti in un posto, lo scarso nutrimento ultimo, che la razza umana coltivata soffre così
tanto dalla sua colpa, manca per tutti, come la capsula nascente delle balsamine gialle
europee, l' Impatiens noli me tangere L. , sembra essere calcolata, per mezzo del
quale viene gettato fuori i semi, o per appendere rispetto alla forma meccanica dei
denti, per cui alcuni semi sono forniti animali temporanei e da trasportare da loro
nella distanza, o il collettore formano le corone molla di molti semi, per essere
portato via e disperso dal vento, evidentemente hanno questo scopo. "
Questa osservazione è interessante quando vediamo come, in circostanze in cui
l'eventuale crescita del seme è confinata in una posizione ben definita, ci possono
essere anche dispositivi che ostacolano la contrazione del seme e agiscono allo stesso
effetto nello stesso Essere fissato vicino al ceppo genitore. Un esempio qui allegato
garantisce il Manglebaum.
Il Manglebaum, Rhizophora L ., Sta crescendo alle foci dei fiumi di Erdstrichs
calde e poco profonde rive del mare, ma lo stesso è coperto con l'acqua salata marea
solo nel fango, e per quanto riguarda alternativamente. I semi non potrebbero
prosperare più in profondità nel mare o nell'entroterra; Così, con la loro crescita, sono
già predisposti a prendere una posizione stabile in una sola volta, dove si allontanano
dall'albero materno, e quindi possono aspettarsi lo stesso terreno favorevole per
averlo. Infatti, una pianta carnosa e vuota cresce gradualmente sulla base del fiore di
questo albero, un pezzo di terra che, per così dire, si estende oltre il seme verso
l'esterno, sul quale emerge gradualmente con l'aiuto di un gambo. Il quasi cilindrico,
dura circa 11 / 2 Il lungo gambo di pollice rimuove i semi sempre più di questa
terra. Il seme stesso è rotondo oblungo, e infine lungo 10 pollici, diventando sempre
più spesso e più pesante verso la sua estremità libera, ma termina con un pom-
pinnacle. Si blocca verticalmente dall'albero; Allo stesso tempo, tuttavia, la sua
connessione con il gambo diventa sempre più rilassata, e alla fine si allontana da
esso. A causa della sua pesantezza, ora penetra con l'aiuto della sua punta a forma di
pomello a un pollice di profondità da solo nel terreno paludoso e rimane in posizione
verticale nello stesso bloccato. Ma aveva trascorso quasi un anno intero ad allenarsi
per il suo albero, spuntando nel suo guscio, e aveva già sviluppato una radice
significativa. Può quasi immediatamente resistere. Jacquin vide che questi semi
cadevano sul fondo del terreno di 3-4 metri di profondità attraverso l'acqua, e poi
stavano ritti in piedi nel terreno, e trovò in tali profondità coloro che avevano sparato
di nuovo agli alberi nelle loro radici. (Dict. Of the sc. Nat. T. XIV. Art. Rizophora,
387.)
Dopo Schüblers osservazione i semi delle piante acquatiche sono generalmente più
pesante dell'acqua, in modo da venire cadendo dalla scatola, direttamente sul
pavimento dove possono germinare, mentre i semi di alberi più alti sono più leggeri,
così quando sulla superficie dell'acqua cadere, nuotare e essere nutriti dal vento e
dalla corrente verso la riva vicina. (Kastner's Arch. X. 426.)
Il raccolto cresce più saldamente coperto di terra che appena sparsi sulla
superficie. In considerazione di questa natura ha dato il seme del selvaggio o uccello
di volo ( Avena fatua L.) seguente dispositivo. Le squame della stessa sono piegate in
mezzo ad angolo, mezzo voltate come una corda, per metà diritte. Quando il seme è
diventato completamente maturo e asciutto, la parte inferiore di questa parte è molto
igroscopica. Indebolito si alza, e di volta in volta il seme si trova sulla punta della sua
estremità inferiore e quella del dawn, per posarsi di nuovo su di essa, perché
quest'ultimo con la sua rotazione si allunga di nuovo dritto. Quindi, il grano continua
necessariamente a muovere di un passo alla volta, perché la direzione dei peli sulla
grana e le sottili spine sul dawn gli permettono di muoversi solo in una direzione,
verso la fine non fornita dalla soglia, ma non all'indietro , In alternanza di piogge e
riemergere di aridità, l'uccello di volo striscia sui campi fino a quando non arriva
sotto una stoppia o una zolla, dove non può andare oltre, ma ora è coperto anche da
questo ostacolo a germinare. (Sistema di piante di Linneo XII. 43.)
Non dobbiamo dimenticare che ciò che viene comunicato ecco alcuni esempi
provenienti da varie regioni di vita vegetale, in cui la regola del principio scopo
sembra particolarmente sorprendente solo per la nostra maniera
comprensione. Voluto e abbiamo potuto guardare la vita vegetale su tutti i lati e in
tutti i suoi dettagli, avremmo senza dubbio scoprire la stessa influenza funzionale
ovunque e trovare l'armonia di tutte le considerazioni scopo molto più meraviglioso
di grado uno dei dettagli per se stessi ci appaiono.

XII. Posizione della pianta agli animali.


Si potrebbe obiettare che l'anima non può raggiungere giù dal regno animale nel
regno vegetale, perché possono già vedere la discesa dal regno animale al regno
vegetale a poco a poco uscire ed essere molto ambiguo in prossimità di
quest'ultima. Il regno vegetale è nel complesso più profondo del regno animale; ma
anche gli animali più bassi non hanno più nulla dell'anima, quindi per le piante
ancora più basse non rimane altro che nulla.
Polipi z. B. sono già a metà della natura vegetale. Si siedono, almeno per la
maggior parte, saldamente a terra con un gambo, guidano rami, germogli, alcuni fiori
apparentemente, ecc. Ma quanto sono scuri e imperfetti i segni dell'ispirazione in
loro! Se si può attaccare al più un oscuro, oscuro resto dell'anima a questi animali
così morbidi e mobili, come dovrebbe essere dato qualsiasi altro a piante molto rigide
e rigide, che sono, per così dire, solo polipi legnosi. Tra le creature inferiori, ce ne
sono alcune che ancora oggi discutono se contarle tra gli animali o le piante 1); e
questa disputa coincide con il fatto di trovare o meno segni dell'anima in loro; Questi
segni diventano così ambigui qui. Se c'è qualche dubbio sul fatto che l'anima, dove la
decisione tra animale e pianta varia ancora, non c'è dubbio che nessuna anima, dove
la piena decisione è stata presa per la pianta.
1) Tra queste creature vi sono, tra le altre, le Bolvocine, i chiostri, i bacillari,
che Ehrenberg elenca e descrive tra gli infusori, mentre erano v. Siebold (vedi
Anat. I. 7.) si riferisce al regno vegetale, ma Eckhard (Wiegm. Arch. 1846, H.
3) assegna nuovamente l'infusoria. In particolare, la bacillaria (o diatomee,
desmidiaceen) è molto controversa e vacillante. Siebold, Kutzing, Link, Mohl,
Unger, Morren, Dujardin, Meyen li considerano vegetali, Ehrenberg, Eckhard,
Focke, Corda animal. (Wiegm. Arch. 1837. II. 24. 1843. II. 372.) i monasteri
sono anche dichiarati vegetali da Meyen, Morren, Dujardin e
altri. Analogamente, la vista naturalisti sulla natura animale o vegetale della
materia colorante delle diverse volte neve rosso (di Unger e Ehrenberg z. B.
contraddicono verdura, (dopo Boigt e Meyen animale). L'Oszillatorien essere
Ehrenberg, Meyen, tra l'altro, alle alghe , calcolato Unger agli animali. per
quest'ultimo tende anche Schleiden. Vari creature conteggiate tra i polipi a
causa del suo contenuto di calcare, cioè Corallina e la relativa Galaxaura,
Halimedea, Udotea, acetabolo, Melobesia, Jania, ecc ha Kiitzing (Anat. d.
Tange S. 8) elencato come alghe, mentre lasciato incerto se le spugne di natura
animale o vegetale. Per quanto riguarda le spugne e le spugne, ci sono molti
altri cambiamenti. Lo Spongillen particolare, sono di Dujardin e Laurent
(Wiegm Arch 1839. II 197. 411. 1841. II ....) Per gli animali (Johnston e Hogg
ebendas 1839. II .. 197. 1841. II 409e 1843. II. 363.) per le piante. Il Millipore
essere visto da Link e Blainville per i paragrafi inorganici di carbonato di calce,
quindi relegato al regno minerale, dichiarati dal Ehrenberg e Lamarck per
zoofiti, Rapp e Filippi per le piante. (Wiegm. Arch. 1837. I. 387.) Il Millipore
essere visto da Link e Blainville per i paragrafi inorganici di carbonato di calce,
quindi relegato al regno minerale, dichiarati dal Ehrenberg e Lamarck per
zoofiti, Rapp e Filippi per le piante. (Wiegm. Arch. 1837. I. 387.) I Millipore
sono considerati da Link e Blainville per tacchi inorganici di carbonato di
calce, quindi riferiti al regno minerale, da Ehrenberg e Lamarck per i zoofiti,
spiegati da Rapp e Philippi per le piante. (Wiegm. Arch. 1837. I. 387.)

Nel frattempo, dipende solo dalla giustificazione di questo argomento, si trasforma


completamente nella parte opposta.
Quello che ci dà il primo posto, ma per trovare i polipi, infusori, tra gli altri, i
cosiddetti imperfetta, fondamentalmente solo gli animali più semplici semplicemente
dubbie tracce di anima giusto? Invece dei segni di un residuo oscuro e oscuro
dell'anima, posso solo trovare i segni di un gioco semplice e sensuale. La grande
sensibilità di questi animali inferiori per i vari stimoli che chiaro discernimento che
devono avere la vitalità e la determinazione dei loro movimenti, la direzione specifica
che essi stessi a scopi specifici conferiscono al caso essere percepito carattere di
arbitrarietà, la riluttanza deciso con quando incontrano violazioni nelle loro
condizioni naturali di vita, nella lotta in cui si intromettono, tutto questo parla contro
un indeciso, noioso,
Diamo solo uno sguardo più da vicino ai fenomeni della vita dei polipi, e sembrerà
che l'apparente indistinzione della loro anima dipenda in realtà solo dall'indifferenza
reale della loro contemplazione.
Se un polipo del braccio disteso (Hydra) viene toccato, o scuote l'acqua in cui si
trova, si contrae improvvisamente in una piccola massa; certamente un segno di
vivace sensibilità. Cerca la luce, e se si mette giù un bicchiere con diversi polipi, si
trova dopo un po 'tutto appeso al lato chiaro. Il polipo ha così tanti sensi. È
immensamente goloso, desideroso di catturare la preda con i suoi tentacoli, e due
polipi spesso litigano per questo. Questi sono segni di desideri vivaci. Sceglie e
distingue molto bene tra la sua dieta semplicemente godendo il cibo animale,
rifiutando la dieta vegetariana; anche tra la dieta animale fa distinzioni, soprattutto
non prendendo polipi della sua stessa specie, anche se lo affama e lo lasci cadere
sulle sue braccia tese mentre afferra gli animali che gli piace mangiare al primo
tocco. Ecco una chiara distinzione (Trembley).
Dopo tutto, cosa si ha nel polipo in modo diverso da un essere di sensualità
abbastanza ben sviluppata, anche se forse non altro? L'intero gioco delle anime ruota
attorno a soddisfare questa sensualità nel modo più breve possibile. Ma sentimenti e
desideri sensuali possono essere i più violenti e più determinato, e la semplicità del
gioco, in cui sono concepite, piuttosto favorisce la loro forza e
determinazione. Guarda le persone più semplici e più difficili. Hanno desideri meno
feroci e determinati rispetto ai più istruiti ed educati? Certamente, si può chiamare
questa oscurità fino a quando manca la luce superiore della ragione. Ma la luce della
sensualità può ardere a suo modo brillante come la luce superiore della ragione,
mentre il grasso brucia come l'etere;
Ciò che è vero dei polipi si applica anche agli infusori, nella misura in cui possiamo
rintracciare il loro modo di vivere, nella loro piccolezza. Mostrano in parte i
movimenti più vivaci con tutti i caratteri di arbitrarietà animale; e se non tutti sono
così vivace, così ci sono anche i bradipi tra le classi superiori di animali, e può essere,
come discusso in precedenza, non guardare per il singolo standard per la vivacità
delle sensazioni interiori nella vivacità dei movimenti esterni.
Indiscutibilmente, e in una certa misura facilmente rintracciabile, la vita dell'anima
più semplice e più sensuale di questi esseri inferiori è connessa con la loro più
semplice organizzazione fisica. La natura ha attraversato una grande scala in questo
senso dall'uomo agli animali più bassi; ma non è una scala di forza e chiarezza, ma
dell'entanglement, altezza e significato della vita psichica che è passata
attraverso. Entrambi non dovrebbero essere confusi, come accade nell'argomento
sopra.
In un certo modo (solo correttamente inteso) gli organismi possono essere concepiti
come macchine, che, a differenza delle nostre macchine artificiali, che generano
energia per la loro attività in se stesse, e accompagnano la generazione e l'uso con la
coscienza, permeano con sentimento, invece di mediare i servizi di un'anima che li
esprime, destinati al servizio immediato di uno interiore. Inoltre, mostrano condizioni
simili di maggiore o minore complessità rispetto alle nostre macchine e, a seconda
dei casi, sono ugualmente più complicate o più semplici nello scopo. Ora il
macinacaffè più semplice dipinge ancora il suo caffè così come la stampa veloce fa la
sua complicata attività di stampa. E penso, se ognuna delle nostre macchine ha fatto
ciò per cui è, attraverso il proprio potere e con la propria coscienza, Il macinino del
caffè avrebbe dominato anche la sua attività, penetrando nel sentimento della stampa
rapida. Non la decisione o l'intensione, solo quella che viene chiamata l'altezza della
coscienza, sarebbe inferiore; se lo scopo più semplice richiede anche una vista più
piccola. Come possiamo ora immaginare meglio, sarà indubbiamente davvero con gli
organismi. La crescente complicazione dell'organizzazione dipenderà anche da una
quantità crescente ma non dalla forza e dalla risolutezza della
coscienza. Nell'organizzazione più complicata, vengono aggiunte relazioni con le
relazioni e relazioni più alte con quelle inferiori, che mancano in un'organizzazione
più semplice, e poiché mancano, anche la coscienza è carente. Ma la consapevolezza
delle relazioni più semplici e più basse può essere così sveglia, vigorosa, viva, essere
deciso come quello del supremo, sì, leggermente più determinato e vivo; perché ogni
complicazione consuma il potere, e dove scompare per l'organico, allo stesso tempo
sfuma per il sensitivo.
Quindi impostare le piante sono state veramente organizzati ancora più facile di
polipi e infusori, non avrebbe motivo di legame sia per mantenere la sua anima per
meno sveglio e vivo che gli animali stessi, che si manifesta sveglio e abbastanza
viva. Dimostra solo un tipo di vita dell'anima ancora più semplice e più basso.
Ma ora non può nemmeno essere ammesso che le piante più sviluppate sono
facilmente organizzati rispetto agli animali più semplici, quindi il regno vegetale in
questo senso stand interamente sotto il regno animale, anche se, visto nel complesso,
questo rapporto tra i due imperi rimane fedele A meno che da nessuna parte nel regno
vegetale l'organizzazione sia avanzata a un tale entanglement come nelle classi
superiori del regno animale. In ogni caso, il regno vegetale sale come il regno
animale dei regni intermedi ambigue in cui non si sa bene se uccello o di un impianto,
di nuovo a complicazioni più grandi, e quindi questo non può giustificare diverso
dalla conclusione che la crescente con lo sviluppo groviglio organico l'attività
dell'anima,
La seguente considerazione viene in aiuto: dopo i risultati indubbi della geologia
sui vermi mondo fossili e molluschi in tutto il mondo sono stati più fuori di anfibi,
questo piuttosto che uccelli e mammiferi, questo più come un uomo, insomma, è
stato, nel complesso, Considera la creazione di ogni livello inferiore di animali,
ciascuno più alto, probabilmente per molte migliaia di anni. All'interno del regno
vegetale, nel complesso, c'è una simile progressione della creazione dalle
organizzazioni inferiori a quelle superiori. Se, quindi, il regno vegetale dovesse
essere subordinato al regno animale, si dovrebbe necessariamente supporre che il
regno vegetale, considerato nel complesso e nel grande, sia stato prodotto anche
prima del regno animale. Ma nulla è più certo di questo non è il caso; Piuttosto, tutti i
risultati della geologia si uniscono in ogni caso che il regno vegetale non era
certamente lì prima del regno animale; piuttosto, si potrebbe dubitare che non sarebbe
potuto arrivare più tardi. Il più probabile, tuttavia, rimane il loro emergere
simultaneamente. Le piante più basse, con gli animali più bassi, formavano il punto
comune di partenza della creazione organica, e da lì sorse in entrambi i regni nello
stesso tempo. Nel regno animale, se misuriamo sempre l'altezza secondo la
complicazione interna, potrebbe portarla ad un livello più alto; ma l'altezza più alta a
cui ha portato nel regno vegetale è di gran lunga superiore al più basso nel regno
animale. E se, nel complesso, il regno vegetale è rimasto in arretrato nella quantità di
sviluppo, ha, d'altra parte, avuto la precedenza sulla ricchezza dello sviluppo esterno
nel suo insieme.
Se si mettono le piante come corpi rigidi e rigidi in direzione dei polipi in
movimento, questo suona molto a loro danno; ma puoi farlo e averlo con maggiori
diritti. I polipi (specialmente Hydras) sono morbidi, quasi uniforme apparendo masse,
in cui solo una attenta analisi riconosce faticosamente certa separazione di elementi
organici che piante superiori divisi nella migliore e più chiara nelle cellule e tubi di
forma verschiedenster e funzione, imbevuta di succhi scorre, e quindi spingi
vigorosamente foglie e radici per il cibo mentre il polipo allunga le braccia in seguito,
solo molto più largo e largo. Non deve essere considerato un'assurdità per tutti fin
dall'inizio comunque, quando l'albero del pane delle scimmie, con la sua età di
diverse migliaia di anni, come preparazione interna accurata delle sue parti dovrebbe
essere inferiore nella scala delle creature sua enorme crescita nel tronco e rami, e
l'altrettanto ricchezza ricco esterno rispetto alle pietosamente piccoli, grezzo formato
dal polipo grezzo o ancora più piccolo, così appena infusorii organizzati che dopo un
breve periodo, il muco è scomparso, da dove sembravano essere stati costruiti? -
Anche il più piccolo animale da infusione può ancora avere un intestino e l'albero più
grande nessuno; ma non ogni tubo nell'albero, che porta il succo dal basso verso
l'alto, ha il significato di un tale intestino? L'albero di baobab è un'enorme opera
d'organo, mentre l'animale da infusione è un piccolo fischietto. E così indicibilmente
più sforzo in termini di massa, Potere e organizzazione dovrebbero aver fatto la
natura per un senz'anima che per un essere animato? Come va d'accordo con una
teleologia ragionevole? O dirai anche qui: l'albero di baobab è comunque utile per le
scimmie? Sarebbe come se si volesse dire che San Pietro è buono per i piccioni seduti
su di esso. Penso che sia abbastanza su ciò nelle sezioni precedenti.
Dopotutto, da molto tempo è tornato dal voler organizzare le creature organiche
secondo il puro schema di una scala; non è nel regno animale per se stesso, non è nel
regno vegetale per se stesso; ma è altrettanto poco nella posizione del regno animale
e vegetale l'un l'altro. Il concetto del valore di un essere organico rispetto a un altro, è
in realtà un piuttosto vago e ambiguo, ed è probabile trovare tanto che si potrebbe
misurare l'altezza di una creatura dall'altro dalla maggior parte delle relazioni,
secondo la quale, gli animali In media, staranno al di sopra delle piante, ma né lo
faranno, né tutte le relazioni, né lo saranno tra tutti gli animali e le piante. L'intera
considerazione che le piante hanno quindi ancora meno diritto all'anima di persino gli
animali bassi, perché sono anche più profondi di questi, finiscono per perdere le
fondamenta sin dall'inizio. Sicuramente, per certi aspetti, saranno ancora più
profondi, ma senza dubbio molto più alti sotto altri aspetti: in effetti, si può sostenere
che ogni essere organico in un certo senso è più alto di qualsiasi altro. Il punto di
vista della sua educazione era precisamente quello di raggiungere un certo tipo di fine
nel modo più perfetto e diretto con questo tipo di istituzione; ma ora gli impulsi e le
sensazioni di questo essere devono essere forniti più completamente e direttamente al
riferimento a questo scopo, al bisogno del suo adempimento, alla sofferenza del suo
fallimento, al piacere nel suo raggiungimento, altrimenti l'intero sforzo sarebbe cieco
e sordi. - Da questo punto di vista, il momento più importante per il nostro soggetto è,
in realtà può essere alcuna gradazione generale di costituzione, o può essere a capo di
una serie speciale di fasi in cui il suo scopo specifico portato al punto di osservazione
principale ogni essere. Naturalmente si può distinguere tra l'altezza o il valore delle
estremità stesse; ma ancora una volta da diversi punti di vista. Ultimo, si può provare
a, ma di avere qualcosa da Cross di istituire una serie di stadi dopo la subordinazione
del generale sul particolare degli scopi, e questo coincide con quanto sopra applicata
e aspetto la solita disposizione di fondo di maggiore o minore coinvolgimento
dell'organizzazione probabilmente circa insieme , Potrebbero esserci creature che,
attraverso la considerazione combinata di molti scopi, Allo stesso tempo,
l'adempimento indipendente e immediato di ogni singolo scopo dalla considerazione
degli altri deve subire un limite. Nel complesso, tali creature possono ora essere
chiamate più perfette, ma rispetto all'individuo, sono tanto più imperfettamente
nominate come gli esseri che meramente o preferibilmente devono soddisfare i fini
individuali. Il miglior esempio è l'essere umano, in cui lo scopo è certamente la
realizzazione combinata di quanti più scopi possibili contemporaneamente, e questi
sono meglio raggiunti nel complesso. D'altra parte, non ha gambe così veloci, non gli
occhi così acuti, non gli artigli tanto aderenti come molti animali, solo la
combinazione di tutto questo è così a buon mercato, che con i dettagli più deboli
ottiene più nel complesso e indirettamente rispetto agli animali che è individualmente
e immediatamente inferiore. Naturalmente, anche, principalmente per mezzo del suo
intelletto; ma l'organizzazione psichica è legata ovunque al fisico. Non c'è altro
principio.
Nel frattempo, non lasciare che anche in futuro tutti gli esseri superato da un ordine
e l'altro fare come molte aree di scopo coordinano le loro attività, gli altri si
impegnano l'un l'altro e il dettaglio in adempimento di uno scopo per tutti i suoi
momenti possono ottenere un significato più generale facilmente di quelli che parlano
solo realizzazione abbastanza abbozzata di diversi scopi. Quindi, dopo tutto, il
semplice concetto di gradazione dell'altezza rimane inadeguato a rappresentare la
complessa relazione in cui gli organismi sono collegati l'uno all'altro. E non importa
come si cerchi di usare questo concetto per la disposizione dello stesso, le piante non
potranno sistemarsi molto bene sotto gli animali; e anche se lo facesse, solo un
minore sensuale, ma non un'anima, si lascerebbe accreditare con loro.
Naturalmente, si deve se la differenza dell'animazione tra animali e piante è stato
rimosso, e le molte creature guidate della controversia ad interim regno ciò che li
animali davvero ad essere calcolato e piante hanno, acquisire una nuova torsione o
girare che aveva preso in precedenza più spesso perdere. Finora, l'anima (sensazione
di arbitrarietà) spesso è stato anche considerato come un elemento di differenziazione
tra gli animali e le piante in considerazione, senza essere in grado di prendere di certo
una decisione diversa circa l'esistenza o la non esistenza dell'anima, come dai segni
esterni, anche appeso la loro cogenza solo a condizione che solo gli animali sono
animati. Ma se le piante sono così ben animate come gli animali, allora una tale
distinzione è completamente omessa.
Ma non ci sarà più un così grande interesse nel mantenere una rigida linea di
demarcazione tra il regno animale e quello vegetale e il desiderio di mettere creature
dubbie su questo o quel lato di questo muro divisorio, come è avvenuto finora. La
passione soggettiva, che la controversia, animale o pianta, ha spesso acquisito, era
indiscutibilmente dipendente dal presupposto che fosse allo stesso tempo l'esistenza o
la non esistenza di una fonte oggettiva di passione. Se questo presupposto scompare,
rimane solo l'interesse esterno per ottenere punti di vista definiti per la differenza di
classificazione tra animale e pianta in base alle loro condizioni fisiche; in quale
relazione si dovrebbe andare sin dall'inizio affermazioni esagerate, se si ricorda
l'incertezza di tutti i principi di classificazione già in ciascuna delle due aree
organiche e non si vede perché questa incertezza non si diffonda da un'area
all'altra. In realtà, tutte le ragioni sono state abbandonate, così come permettere alle
anime di piante e animali. Fino a quando non è stato così, si potrebbe, naturalmente,
credere che la differenza tra ispirazione e non-ensoulment debba anche essere
espressa in una corrispondente notevole differenza nel campo corporeo, che non
consente un ponte. oltre a permettere alle anime di piante e animali. Fino a quando
non è stato così, si potrebbe, naturalmente, credere che la differenza tra ispirazione e
non-ensoulment debba anche essere espressa in una corrispondente notevole
differenza nel campo corporeo, che non consente un ponte. oltre a permettere alle
anime di piante e animali. Fino a quando non è stato così, si potrebbe, naturalmente,
credere che la differenza tra ispirazione e non-ensoulment debba anche essere
espressa in una corrispondente notevole differenza nel campo corporeo, che non
consente un ponte.
A mio parere, rimarrà sempre arbitrario, fino a certi limiti, cosa e quanto si vuole
collocare da una parte o dall'altra delle creature del regno intermedio. Il meno
arbitrario avverrà quindi quando i naturalisti dei termini animali e piante inizia come
si sono formati in uso vivido della lingua e cerca di risolvere solo la sua
vaghezza; altrimenti tutto sarebbe arbitrario; ma è evidente che alla fine non sfugge
all'arbitrarietà. Poiché nella vita queste nozioni sono state modellate secondo un
complesso di caratteristiche che si verificano comunemente senza una rigorosa
delimitazione di questo complesso e la decisione su una caratteristica principale,
principalmente gli animali e le piante superiori sono previsti. Ma se, come è
effettivamente il caso, a disintegrarsi parzialmente le caratteristiche di tali complessi
nella ricca intermedio e già nell'approccio, in parte per mescolare e traboccare uno
nell'altro cominciare, v'è la decisione che caratteristica o che avvicina complesso di
caratteristiche né l'ultimo alla scelta del nome e la posizione di questo lato o dovrebbe
essere al di là della barriera necessaria tra animali e piante, non solo nella natura delle
cose o del Gebrauche la lingua, ma semplicemente nel giudizio soggettivo dello
scienziato, o la direzione che ha voluto dare il suo principio di classificazione
arbitraria e che per gli altri non sarà vincolante. E qualunque cosa voglia scegliere
come principale differenziatore, o qualunque complesso di tratti che vuole scegliere,
Due principali caratteristiche distintive sembrano essere principalmente
raccomandate e probabilmente sono state utilizzate più frequentemente, una delle
quali si riferisce alla costruzione, l'altra alle espressioni di vita. Secondo la precedente
spiega una creatura animale o vegetale secondo come cibo più da superfici interne o
invaginata (intestino, stomaco, a tal fine una parte di bocca) o esterna rigonfiata
superfici (foglie, fibre profonde e. Simili.) In sostanza del corpo riceve; dopo l'altro,
secondo la sua vita esteriore si esprime più con la locomozione fluttuante di tutto o
parti, o con la semplice crescita. Infatti, nei suoi stadi più alti, i regni vegetale e
animale sono decisamente distinti dalla combinazione delle due caratteristiche; ma
entrambe le caratteristiche hanno i loro termini e la natura dell'organismo per niente
distintivo come sufficiente è evidente anche nei regni intermedi perché rientro con
protuberanza locomozione con la crescita, a volte combinati nello stesso organismo
può cambiare in modo parzialmente nel tempo che non si fa essere sempre in grado di
dire ciò che dovrebbe essere considerato come prevalentemente caratteristico; Inoltre,
il tratto preso dalla costruzione non dipende tanto da quello tratto dalle espressioni di
vita che erano sempre in connessione. cosa dovrebbe essere considerato come
prevalentemente caratteristico; Inoltre, il tratto preso dalla costruzione non dipende
tanto da quello tratto dalle espressioni di vita che erano sempre in connessione. cosa
dovrebbe essere considerato come prevalentemente caratteristico; Inoltre, il tratto
preso dalla costruzione non dipende tanto da quello tratto dalle espressioni di vita che
erano sempre in connessione.
L'impossibilità di fare distinzioni nette se limitata a queste due caratteristiche ha
portato gli altri a cercare aiuto: se nei movimenti "i contorni del corpo esterno
cambiano a causa della contrazione volontaria e dell'espansione del parenchima
corporeo" (Siebold); se ciglia, se i piedi appaiono come organi motori; come avviene
la moltiplicazione; se questa o quella circostanza chimica è presente. - Ma che dire
delle caratteristiche precedenti, di queste non meno. Nessuna di queste caratteristiche
ha ancora completamente soddisfatto lo scopo di una netta distinzione tra animale e
pianta. E questa circostanza, che è impossibile distinguere bruscamente i regni delle
piante e degli animali in base alle caratteristiche fisiche, può ora essere considerata
come una discussione anche a ritroso, che non c'è nemmeno una separazione tra i due
riguardo allo psichico.
La mancanza di uno stomaco e un animale simile organizzazione interna a tutti,
nella locomozione senza che appare del tutto o in parte, è spesso abbastanza prima,
così, alla Oszillatorien, le spore di alghe e anche il 184. Nota. Creature accennato,
sulla Polemica, se esiste un animale o una pianta. Coloro che vedono qui solo le
piante dicono, ovviamente, che i loro movimenti non sono movimenti arbitrari. Ma
ciò che è arbitrario qui e qui per chiamarlo, è stato finora sempre più una questione di
uno, determinato dalle visioni individuali degli osservatori, Apercu come
caratteristiche fisse. Non solo le caratteristiche esterne, anche il concetto filosofico di
arbitrarietà è un po 'talmente sconcertante che è difficile basare su di esso una precisa
distinzione scientifica, come ha tentato Ehrenberg a che fare con il seguente: "I
movimenti degli animali (dice lui) hanno lo scopo di movimento locale arbitraria, i
movimenti dei semi di alghe, ecc non hanno lo scopo di cambiamento arbitrario di
luogo, ma solo la rotazione sviluppo individuale e in forma tesa . Questi hanno,
sembra chiaro che più da comparsa (stimolo) impianti indotta, che gli affari più
lunghi (volontà) relativi carattere degli animali. esistenza e la mancanza di orale e
intestinale differiscono nettamente entrambe le formazioni. " (Abhandl. Il. Berl.
Akad. D W. da d. J. 1833. Gedr. 1834. p 157.) conduce Altrove Ehrenberg come
caratteristica di natura animale né la moltiplicazione per divisione, che appartiene ma
anche creature essere contato dagli altri alle alghe. I movimenti degli animali (dice
lui) hanno lo scopo di movimento locale arbitraria, i movimenti dei semi alghe, ecc
non hanno lo scopo di cambiamento arbitrario di luogo, ma solo la rotazione sviluppo
individuale e in forma tesa. Questi hanno, come sembra chiaro, il carattere vegetale
condizionato più dall'esterno (stimolo), che il carattere animale condizionato più
dall'interno (volontà). Esistenza e la mancanza di orale e intestinale differiscono
notevolmente entrambe le formazioni. "(Abhandl. Berl. Akad. D. W. da d. J. 1833.
Gedr. 1834. p 157.) conduce Altrove Ehrenberg come una caratteristica del carattere
animale ancora la moltiplicazione per divisione, ma appartiene anche alle creature
che vengono contate dagli altri alle alghe. I movimenti degli animali (dice lui) hanno
lo scopo di movimento locale arbitraria, i movimenti dei semi alghe, ecc non hanno
lo scopo di cambiamento arbitrario di luogo, ma solo la rotazione sviluppo
individuale e in forma tesa. Questi hanno, come sembra chiaro, il carattere vegetale
condizionato più dall'esterno (stimolo), che il carattere animale condizionato più
dall'interno (volontà). Esistenza e la mancanza di orale e intestinale differiscono
notevolmente entrambe le formazioni. "(Abhandl. Berl. Akad. D. W. da d. J. 1833.
Gedr. 1834. p 157.) conduce Altrove Ehrenberg come una caratteristica del carattere
animale ancora la moltiplicazione per divisione, ma appartiene anche alle creature
che vengono contate dagli altri alle alghe. non hanno lo scopo del cambiamento
arbitrario del luogo, ma solo della rotazione individuale e dello sviluppo verso la
forma tesa. Questi hanno, come sembra chiaro, il carattere vegetale condizionato più
dall'esterno (stimolo), che il carattere animale condizionato più dall'interno
(volontà). Esistenza e la mancanza di orale e intestinale differiscono notevolmente
entrambe le formazioni. "(Abhandl. Berl. Akad. D. W. da d. J. 1833. Gedr. 1834. p
157.) conduce Altrove Ehrenberg come una caratteristica del carattere animale ancora
la moltiplicazione per divisione, ma appartiene anche alle creature che vengono
contate dagli altri alle alghe. non hanno lo scopo del cambiamento arbitrario del
luogo, ma solo della rotazione individuale e dello sviluppo verso la forma tesa. Questi
hanno, come sembra chiaro, il carattere vegetale condizionato più dall'esterno
(stimolo), che il carattere animale condizionato più dall'interno (volontà). Esistenza e
la mancanza di orale e intestinale differiscono notevolmente entrambe le formazioni.
"(Abhandl. Berl. Akad. D. W. da d. J. 1833. Gedr. 1834. p 157.) conduce Altrove
Ehrenberg come una caratteristica del carattere animale ancora la moltiplicazione per
divisione, ma appartiene anche alle creature che vengono contate dagli altri alle
alghe. quelli più carattere animale condizionati dall'interno (volontà). Esistenza e la
mancanza di orale e intestinale differiscono notevolmente entrambe le formazioni.
"(Abhandl. Berl. Akad. D. W. da d. J. 1833. Gedr. 1834. p 157.) conduce Altrove
Ehrenberg come una caratteristica del carattere animale ancora la moltiplicazione per
divisione, ma appartiene anche alle creature che vengono contate dagli altri alle
alghe. quelli più carattere animale condizionati dall'interno (volontà). Esistenza e la
mancanza di orale e intestinale differiscono notevolmente entrambe le formazioni.
"(Abhandl. Berl. Akad. D. W. da d. J. 1833. Gedr. 1834. p 157.) conduce Altrove
Ehrenberg come una caratteristica del carattere animale ancora la moltiplicazione per
divisione, ma appartiene anche alle creature che vengono contate dagli altri alle
alghe.
Come in linea di principio si sussurri ancora durante i tentativi di separare l'animale
e la pianta, si può vedere da quanto segue: Meyen ha spiegato i monasteri, ecc., Alle
piante perché ha trovato amido in loro; ma ora si diceva che gli animali potevano
contenere amido di mais; Unger ha spiegato che le spore di alghe mobili erano di
natura animale perché sembravano muoversi liberamente, per mezzo di organi
ciglia; Ma ora hanno detto (Siebold) che le piante potevano muoversi in quel modo e
avere organi per ciglia. Quindi dici ciò che vuoi salvare solo il suo sistema. Siebold
(confronta Anat. I. 8.) pone grande enfasi sulla contrazione volontaria e l'espansione
del corpo come caratteristica dell'animale, ma lo trova responsabile (cf. 14) per
spiegare la presenza della bocca e dello stomaco come insignificanti e parlare di
animali che aspirano i nutrienti con la loro intera superficie corporea (cioè le superfici
esterne) (quindi le opaline). Per lui, quindi, né la bocca né lo stomaco, né la
locomozione libera apparente (se non associata alla contrazione e all'espansione) è
più caratteristica dell'animale.
Per inciso, le difficoltà sopra menzionate di una netta distinzione tra pianta e
animale, che si fondano sulla natura della materia, sono ancora complicate, in
particolare nel caso di piccoli organismi, con difficoltà in parte nell'osservazione e in
parte nell'interpretazione delle osservazioni. Se lo stomaco, se il canale intestinale
esiste, è spesso solo molto incerto, spesso non deciso: anche il famoso metodo
Ehrenberg (prima praticato dallo stesso) di nutrire gli infusori con i coloranti non è
riconosciuto in tutto il mondo come una via cruciale per questo. (Siebolds Comp.
Anat. I. 15 ss.) Meyen descrive spesso qualcosa come una normale cellula vegetale
(nel genere delle alghe Pediastrum, Scenedesmus, Staurastrum), che Ehrenberg (in
vedi Polygastricis) chiama stomaco; sì, la nozione di una cellula vegetale con
un'apertura e uno stomaco con una bocca potrebbe incontrarsi di qua e di là. Siebold
spiega lo stomaco di Ehrenberg in parte per le gocce sotto la copertura della pelle. Se
i movimenti locali causate da un gioco di forze vitali, o da cause esterne meccaniche
(come il moto browniano), o del tipo di movimenti di canfora in acqua, possono
anche non sempre facile guardare; e i vari presupposti degli osservatori determinano
anche qui l'interpretazione. Ma supponiamo che una causa di quest'ultimo tipo
sarebbe in gioco, così ora anche incontrato ci durare la questione miserabile delle
differenze del processo di vita da processi inorganici a tutti. Buono come le corde
vocali oscillano come archi,
attenzione indiscutibilmente legittima e determinazione ogni scienza e coinvolge
principalmente lo stesso carattere esatto, ma non mi sembrano proprio a cercare tale
anche quando non sta nella natura stessa; o cercare in un modo che non è dentro di
lei. Perché, naturalmente, la natura è certamente ovunque, ma quindi non secondo tali
concetti e tipi generali chiusi come se fosse confortevole con la nostra filosofia. Tutti
i concetti generali e i tipi di natura si sovrappongono, ma siamo troppo felici di
tagliare con il coltello del sistema attraverso l'articolazione intrecciata. Vorrei, come
io stesso non l'uomo non è permesso dai tempi, ho una voce su questo, quando mi
sembrava di essere preso dai tempi proprio questo argomento troppo come uomini
delle volte non così tanti uomini.
Resta il fatto, in ogni caso che le somiglianze e le aggressioni tra regno vegetale e
animale mai si accumulano più quello più profondo scende in due regni, e così può il
verificarsi di un confine intermedia in cui la differenza è davvero sconcertante, ha in
sé nulla di strano ,
In una certa misura, si può trovare questa crescente somiglianza tra i due nel
concetto della crescente semplicità di entrambi, mentre scendono nei regni animale e
vegetale; Tuttavia, avvicinandosi al regno di confine indefinito, le invenzioni in
peculiarità caratteristiche di livelli superiori dall'altra parte si verificano da un
lato. Quante Stengliches, Branched, Sprossendes, Raising, Leaves, Blossomlike,
Spirales sono intorno al limite inferiore del regno animale; uno vorrebbe dire che il
regno animale sta giocando mascherata sotto mentite spoglie come regno
vegetale. Viceversa, negli stadi inferiori del regno vegetale, le piante perdono in parte
il loro tipo ramificato, picciolato, qui compaiono forme tondeggianti, come nei
funghi, forme articolate, come con i cibi in scatola (che sono almeno approssimazioni
indistinte per l'animale superiore). Pensa ancora alle somiglianze che gli animali
inferiori guadagnano dalle piante in quanto condividono la vita senza divisione e
moltiplicano per divisione, e al contrario le piante inferiori (molte alghe) danno vita a
giovani che si muovono liberamente (più sotto) ). Recentemente è stata rinvenuta la
polpa di legno nelle carcasse di diversi animali piuttosto bassi (nel mantello degli
ascidi e in altri tunicati simili a saline); viceversa, i funghi sono noti per la loro
abbondanza di sostanze simili agli animali, ecc. che condividono in modo simile
senza detrimento per la vita e moltiplicano per divisione, e al contrario che le piante
più basse (molte alghe) danno vita a giovani che si muovono liberamente (più in
basso). Recentemente è stata rinvenuta la polpa di legno nelle carcasse di diversi
animali piuttosto bassi (nel mantello degli ascidi e in altri tunicati simili a
saline); viceversa, i funghi sono noti per la loro abbondanza di sostanze simili agli
animali, ecc. che condividono in modo simile senza detrimento per la vita e
moltiplicano per divisione, e al contrario che le piante più basse (molte alghe) danno
vita a giovani che si muovono liberamente (più in basso). Recentemente è stata
rinvenuta la polpa di legno nelle carcasse di diversi animali piuttosto bassi (nel
mantello degli ascidi e in altri tunicati simili a saline); viceversa, i funghi sono noti
per la loro abbondanza di sostanze simili agli animali, ecc.
Per quanto riguarda la somiglianza nella forma degli animali inferiori con piante
superiori consideriamo z. Per esempio, sulle lastre di rame della grande Infusoria di
Ehrenberg, la somiglianza dei vorticelli con le piante ramificate fiorite; da dove loro
stessi danno il nome di vasi da fiori. La classe degli animali simili ai coralli è
particolarmente ricca di somiglianze con le piante. Come adatto per mettere questo in
luce, condivido qui di seguito (letterale) estratto da una descrizione che dà un
naturalista (Dana) di questi animali. Ovunque espressioni (evidenziate qui in stampa)
che ricordano le piante.
"La struttura composita degli animali corallini è una conseguenza della loro
formazione di gemme, da cui emergono tutte le loro varie forme, alcune di esse, come
le madrepore,
Gorgonie, astrali, ecc., Sono state ben conosciute e generalmente considerate le
forme più abbondanti, se non le uniche; ma c'è un'enorme varietà tra le loro
figure; alcuni crescono come foglie a spirale, simili a un cavolo, altri sono costituiti
da foglietti delicati, arricciati e disposti in modo irregolare. La superficie di ogni
foglia è coperta da fiori di polipi, attraverso i quali è sorta la crescita e la
secrezione. Non meno somiglianze si possono trovare con un ramo di quercia e
acanto, con funghi, muschi e licheni. I granuli vascolari poggiano su una base
cilindrica, che, nello stato di vita, è interamente ricoperta di fiori di polipina; sono
costituiti da una rete di rami e rami, che si estende con grazia dal suo centro e viene
ricoperta più volte con la covata di polipo colorata. Le cupole diAstraea sono
abbastanza simmetrici e spesso raggiungono un diametro di 10 a 12 piedi; i tumuli di
porite sono alti più di 20 piedi; ci sono anche colonnari e a forma di bastone, così
come coralli di varie forme. "
"Ogni zoofito composito deriva da un singolo polipi, e cresce attraverso
formazione di gemme continuato ad un albero o una cupola Un punteggio di 12 piedi
di diametro Asträastamm uniti circa 100.000 polipi, ciascuno dei quali. 1 / 2 Qu pollici
;. occupa Al Porites, gli animali lin difficilmente l. ampia, sarebbe il cui numero
5 1 / 2 Milioni superano. In lei un numero uguale di bocche e di stomaco sono
collegati a un singolo animale vegetale e contribuiscono alla nutrizione comune, alla
formazione di gemme e all'ampliamento del tutto, inoltre sono interconnessi
lateralmente. Di nuovo, ce ne sono altri che non producono mai gemme e vivono in
singoli casi presto come tazze piccole, ora come ciotole poco profonde, ecc. "
"I polipi di un gruppo composito differiscono nel modo in cui sono fissati, o
attaccati alla sola base, dove ognuno presenta un singolo braccio, e l'intero sembra un
albero o un arbusto, o sono lateralmente verso l'alto Nel primo caso le tazzine
saliranno per ogni polipo separato, nell'altro solo le cellule piatte, come nelle
gorgonie, dove i polipi sono prominenti, ma i cui calici sono assenti. " (Dana in
Schleidens e Fror. No. 1847. Giugno. No. 48.)
Si può ricordare che la grande somiglianza degli animali corallini con piante più
alte influisce solo su tutti i poli polipi, non sui singoli polipanti (fiori animali). È
vero; ma perché dovremmo anche confrontare i singoli fiori animali con piante intere,
perché mostrano solo relazioni analoghe con i singoli fiori delle piante. La questione
del grado di visualizzare i singoli polipi fiori e vari fiori piante come individui
indipendenti, in termini sia ricco nello stesso modo nuovo, e gli stessi motivi devono
causare che, nonostante ciò che può essere distinto come individuo in tutto l'impianto,
l'intero impianto Considerarsi di nuovo come un individuo onnicomprensivo, più o
meno conforme, rispetta l'intero bastone polipo. Cresce anche da un singolo uovo
come la pianta da un singolo seme; la sua forma si sviluppa secondo un'idea fissa, ma
con una certa libertà; ogni polipo è correlato all'altro per materia animale
(specialmente considerando lo studio di Edward sull'organizzazione animale
attraverso il quadro calcareo).
Non sembra nemmeno che manchi segni diretti di interazione psichica dei
bastoncini di polipo. Di particolare interesse per me in questo senso è la seguente
dichiarazione di Ehrenberg (nelle grandi opere di Infusoria, pagina 69) sul globus
noto, volvox globatoruno stato che richiede un'attività mentale troppo bassa per
colpire, non si può giustificare, solo essere sedotti. Mai si deve anche ricordare che
tutti i singoli animali percepiscono organi possiedono paragonabile agli occhi, e che
quindi non lo fanno alla cieca nel turno acqua, ma come cittadini di nostri giudizi così
orgoglioso che si comportano grande mondo lontano di beneficiare di una vita ricca
di sensazioni Us piace condividere con noi stessi. "
L'intera questione sulla relazione delle individualità superiori e subordinate dal lato
fisico e da quello psichico è ancora molto oscura. E non bisogna dimenticare che,
nonostante tutte le somiglianze tra piante e polipi, ci sono ancora maggiori differenze
tra loro, e non si possono trarre conclusioni per analogia dall'una all'altra senza
grande cautela. È possibile che la pianta sia molto più legata all'unità di una pianta di
corallo. Almeno non so che i coralli sono osservati per mostrare segni così definiti
dell'interazione di tutte le parti come apprenderemo nella sezione 13 delle piante.
Usando le due caratteristiche di cui sopra si dovrebbe dire delle piante di corallo
che la pianta nel suo insieme è una pianta, i polipi in dettaglio sono animali. Sebbene
le superfici con cui viene prelevato il cibo (stomaco dei singoli polipi), ovunque
rientranze, ma ci sono rientranze che si trovano sulle proiezioni della crescita, e
viceversa in organismi superiori, che considerati come animali sommato,
rigonfiamenti (Villi), che fuoriescono dall'invasione (tratto intestinale), per cui il cibo
viene assorbito.
Considerando eccezionalmente grandi cambiamenti che spesso si verificano sia
all'interno del regno animale regno vegetale in diversi periodi vita alle stesse creature,
e in alcuni animali molto basse come meduse, ancora più evidente, come lo sono
anche in insetti, in modo che possa durare dopo tutto né ha nulla di incredibile che
una creatura possa cambiare il carattere animale e vegetale in un tale cambiamento
dei periodi della vita. Secondo gli esempi forniti immediatamente, non vi è dubbio
che ci siano davvero cambiamenti in questa direzione tra le creature inferiori, ma si
discute solo se questo arriva al punto di trasformare un vero animale in una vera e
propria pianta, o viceversa ;2)
2)Confrontate le trasgressioni tra animale e pianta in particolare i seguenti
scritti e trattati: Unger, La pianta al momento del divenire
animale. Vienna. 1843. - Kützing, Sulla trasformazione degli infusori in forme
inferiori di alghe. Nordhausen. 1844, stesso a Linnaea. 1833. - Siebold,
Dissertatio de finibus interregnum animale et vegetabile
constituendis. Erlangae. 1844. - Meyen in Rob. Caratteri marroni e misti. A
cura di Nees v. Esenbeck. IV. P. 327 ss. E in s. Fisiologia vegetale. - Thuret,
Recherches sur les organes locomoteurs des spores des algues in Ann. di sc.
nat. Botanique. 1843. T.XIX. - (Una compilation delle precedenti osservazioni
può essere trovata nella scrittura di Kutzing, e ancor più nel dettaglio da Meyen
nella scrittura di Brown.

(. Grundz I. 265) Schleiden dice, naturalmente, nel suo solito burbero, ma la


scienza maniera troppo zelante: "Solo alla fantastica misticismo in difficoltà la
scienza, ma non un chiaro, auto-comprendere la filosofia naturale può venire a tali
fantasticherie che le creature a volte presto animale presto per piantare di nuovo. ciò
sarebbe possibile, un tale essere sarebbe comunque molto più facile presto una volta
che il pesce, a volte anche gli uccelli, o presto coleotteri può essere Rose presto, e
quindi tutta la nostra scienza sarebbe una follia e che farebbe meglio a coltivare
patate e ma non sarebbero sicuri che non sarebbero diventati topi e sarebbero fuggiti.
"
Voglio però ricordare una parola di quello che Grabbe, via con coraggio, ma con
precisione da certi ambienti, dice in una delle sue opere: "Il diavolo è più vicino a
Dio che l'acaro", che è circa lo stesso appello: un angelo può più facilmente in un
circolo vizioso trasformarsi in una talpa. Ciò che si può dire degli estremi di massimo
sviluppo in due regni opposti con una certa verità, dovrà essere considerato ancor più
nel caso di una maggiore semplicità degli estremi dello sviluppo più basso; saranno
più vicini e più facilmente interconvertibili degli estremi del più profondo e più alto
sviluppo in ogni regno per se stessi.
I fatti stessi sono i seguenti:
Che alcune alghe (le più semplici piante acquatiche) possano passare agli infusori,
e viceversa, sono state spesso asserite e messe in dubbio prima; Nel frattempo ci sono
state osservazioni così accurate e attendibili, in particolare da Flotow e Kiitzing, che
il vantaggio non è certamente più dalla parte del nemico. Naturalmente, tuttavia, la
via d'uscita (che Flotow ha preso) di tenere i piccoli animali in pianta o fuori dalle
piante, li spiega sempre come piante.
Le piccole bolle che costituiscono la materia colorante rossa della neve
( Protococcus nivalis), sono stati considerati dai primi osservatori dello stesso
(Agardh, Decandolle, Hooker, Unger, Martius, Harvey, Ehrenberg) per microscopici
plantule (alghe); Ehrenberg riuscì persino a osservare la riproduzione di queste
piantagioni originate dalle Alpi a Berlino seminando i campioni inviati nell'inverno
del 1838 sulla neve. Le piantine sono aumentati vedere in numero infinito, è apparso
alla materia Mutterkörperchen ma non erano rossi da giovane, ma verde (un
fenomeno che si riflette in molti alghe di colore rosso), e portato nessuna traccia di
carattere animale, ma piuttosto una grana fine, lobed keymod e rootlets in sé, che
Ehrenberg ha trovato, sotto il nome di Sphaerella nivalisaggiungere le alghe. Nel
frattempo, altri osservatori, come Voigt e Meyen, scoprirono che questa sostanza
colorante rossa rappresentava le forme e i movimenti dell'infusoria; e poi li ha
dichiarati animali. Shuttleworth finalmente distingueva tra infusori e alghe. Queste
contraddizioni, che sembravano indicare l'effetto che gli osservatori avevano vari
argomenti prima di lui, ma sciogliere dai molto attente osservazioni, che Flotow in
una sola, la materia rossa-tintura di neve molto legati, ma piuttosto sulla neve, trovati
in piante acquatiche pioggia o animali, Haematococcus pluvialis,fatta. Questo,
costituito da microscopici, estremamente delicato, globulare, lucido, bolle rosse,
inizialmente rivelato una puramente vegetale in natura, ma trasformato in lavandini
nelle condizioni adeguate, attraverso varie forme intermedie chiaramente
rintracciabili in un'infusori ( Astasia pluvialis ) (con rüsselförmigem talvolta
spaccatura di gabel) e tutti i segni del movimento volontario; dopo di che si ha
motivo di essere visto in vegetali e animali stato della materia rossi tintura di neve a
diverse fasi della stessa creatura (soprattutto come Flotow Astasia pluvialis di
Shuttleworth Astasia nivalis viene utilizzato nella neve rosso). Dal momento che
Flotow ritiene che "potrebbe essere il Haematococcus ancora essere solo o
interamente animale o pianta intera "dice ora, naturalmente, la H. commovente"
hanno solo essere un immaginario Astasia "creduto nonostante egli stesso ammette il
carattere tutto-animale del movimento. (Nov. atto. Acad. Leop. Car. 1843. T. XX.p.
413.)
Da Kützings osservazioni mostrano che l'infusorio Chlamidomonas
pulvisculus anche i cambiamenti più è in grado di dare una specie di alghe decisivi da
lui Stygeoclonium stellare , stava sviluppando, ma che anche altri sviluppi che ne
derivano, che portano anche un carattere alghe deciso in sé, anche se Possono anche
essere rivendicati come forme di riposo di infusori in una parte della forma
esterna. (Ci sono cioè tetraspora lubrificazione o gelatinosa, Palmella botryoides,
Protococcus - e Gige . TIPI come differenti forme di sviluppo alla luce) Nella stessa
della infusorio trasformato Enchelys pulvisculusin un protococco e infine in un
oscillatorie. (Kützing, Sulla trasformazione degli infusori in forme inferiori di alghe,
Nordhausen, 1844.)
Con un intero set di alghe ( Zoospermae), Entrambi articolati come indifferenziata,
e ancora altre piante inferiori (funghi, Nostok), è stato osservato che i loro granelli di
semi (spore sporidia, chiamati da alcuni semi fanno) dalla pianta madre rottura
indietro per un lungo periodo di tempo di un movimento che appare
infusorienähnliche volontaria in acqua (come si può perché a volte riconoscere forme
tra loro che sono stati effettivamente descritti da Ehrenberg come infusori), poi, come
dopo un paio d'ore, iniziare a fissare e di germinare, così che ora una serra come la
pianta madre è prodotto da esso. Anche se questo nucleo cereali mostrano all'interno,
nessuna organizzazione degli animali, ma probabilmente al di fuori se si nota ciglia
simili o organi a forma di frusta su di loro rispetto a quello che altrimenti giocare nei
movimenti degli animali inferiori, in particolare quanti hanno dichiarato infusori, un
ruolo così importante.
Quanto sono strani questi fenomeni, possono essere presi dal seguente passaggio
nella scrittura di Unger: "La pianta al momento di diventare un animale". Dopo aver
inviato lettere ad un amico le apparizioni alla Vaucheria clavatafino alla partenza di
Sporidie, dice (p.2l): "Se mi hai seguito fino ad ora, non puoi aver allungato così
tanto le tue aspettative che non quello che sto per dirti, nemmeno il Sì, è davvero un
miracolo, un fenomeno così divergente dalle leggi generali, che si potrebbe supporre
che la natura si concedesse qui piuttosto una libertà poetica che una volta ritirato il
velo da un processo che lei forse tutti i giorni e orari milioni di volte esercitato solo
con la modalità di luce ed esercita tuttora - una profonda e seria l'importanza della
procreazione è nelle sue singole fasi, ma veramente meravigliosa deve quindi
chiamare quando l'generata diversa dal produttore, solo quando la natura entrambi
sono diversi,come si può vedere nel caso presente.
Più interessanti sono questi fenomeni, se li si tiene insieme a quelli abbastanza
analoghi che cadono nel regno animale dichiarato. Le uova (per citarne Secondo
recenti vedute piuttosto embrioni) molti (probabilmente tutti) di questi animali
inferiori, che sono chiamati zoofiti in un senso più ampio a causa della loro seduta
dura e la crescita delle piante simili, vale a dire hanno un semplice un'organizzazione
molto simile a che i grani nucleo di alghe, si muove bene Solo per un po 'di tempo
libero con gli organi ciglia nell'acqua e stabilirsi in seguito per crescere come una
pianta. A questo proposito trova l'analogia più perfetta tra alghe e zoofiti. Sì, anche
con animali leggermente più alti, condizioni simili si verificano fino a certi limiti.
Tra le numerose osservazioni e affermazioni su questo argomento, ho alcune delle
più affidabili da seguire:
La piccola alga Vaucheria clavata Agdh . ( Ectosperma clavata Vauch .) Copertine,
combinati in numerose persone, in forma di erba piccolo pad-like, la superficie dei
blocchi rapidamente scorre acque poco profonde del Europa centrale. Nello stato
sviluppato, fornisce un tubo non programmato ramificato di 37 / 10.000 Vienna. Pollici
diam. che deve il suo colore verde alla clorofilla interna. In condizioni normali, ora
una parete trasversale appare in cima Endtriebe nelle originariamente semplici tubi, e
nella parte superiore così formata assume una sostanza non tinti muco-granulare, la
formazione del tubo osculatore pelle originale (Sporidium) su, che è formato da un
epitelio di sfarfallio. C'è poca traccia di organizzazione al suo
interno. contemporaneamente da gonfiore del sporidium maturazione con la
diluizione della punta del tubo madre attraverso assorbimento (espansione) li rotture,
e la sporidium spinge attraverso l'apertura stretta "non autorizzato" e, infine, anche
con movimento rotatorio. Questo processo richiede alcuni minuti. La Sporidie dopo
aver lasciato una forma a pera o a forma di uovo, che cambia gradualmente in un
ovale regolare o ellissoidale. Liberata dal tubo della madre, "si alza per la prima volta
in un gioioso movimento rapido nell'acqua e fa cerchi in varie direzioni come un
infusorium". Il movimento è una direzione costante da sinistra a destra che ruota e
allo stesso tempo progredisce. Un epitelio uniformemente occupato da ciglia vibranti
produce lo stesso. Se metti un po 'di tintura divisa nell'acqua, puoi vedere il vortice
che fanno le ciglia. I momenti di riposo si alternano "a caso" con movimenti che
durano in totale di 2 ore. Il più sorprendente è il modo in cui gli sporidia evitano
accuratamente tutti gli ostacoli in questi movimentiVaucheriatiratevi e evitate l'un
l'altro, quindi non avviene mai una collisione o una collisione. Più o meno rotondo di
muco, rivestito con clorofilla, piuttosto irregolarmente distribuito, molto più
compatto rispetto alle parti anteriori che si trovano nei glutei, sono l'unica
riconoscibile con gli organi di sicurezza, che hanno una quota significativa delle
condizioni interne del sporidium. Con la cessazione dei movimenti, l'ellissoide si
trasforma nella forma sferica, tutte le ciglia scompaiono improvvisamente, senza
sapere dove stanno andando; il colore verde è distribuito in modo più uniforme e la
traslucenza vitrea dell'epitelio si trasforma in una delicata membrana omogenea di
piante. In meno di 12 ore, la vescica si allunga di immediato Ausackung in uno o due
luoghi contemporaneamente, e così si verificano i fenomeni di germinazione. Lo
sviluppo dei tubi continua rapidamente. Forma da una parte una struttura di radici,
per cui arriva la pianta, mentre l'altra estensione si estende, si ramifica e raggiunge la
stessa formazione di spore entro 14 giorni. - acqua calda, anche a 20 ° R, è fatale al
sporidia movimento, tuttavia, produce una temperatura che è il punto di
congelamento dell'acqua a prima, anche se un'interruzione dei movimenti e anche i
fenomeni della vita vegetativa prodotti, ma senza uccidere. La privazione della luce
accelera il movimento e cessa di germogliare. La corrente galvanica ha un'influenza
simile a quella degli infusori; un debole provoca intorpidimento e irregolarità nei
movimenti; un uomo più forte provoca immediatamente la morte. Gli acidi minerali,
gli alcali e la maggior parte dei sali sono letali anche nella più piccola
quantità. Eravamo in un concentramento Soluzione di solfato di morfina, presentato
allegramente germi galleggiante, così sentito lo stesso, anche se a prima di andare
avanti, ma dopo un momento cominciarono loro mosse di nuovo, ma originariamente
ballato circa in modo strani cerchi, come se fossero in uno stato di torpore, e dopo Per
alcuni minuti arrivò la calma. Ancora più forte era il tratto di oppio; anche la più
piccola dose, sciolta in acqua, ha prodotto la paralisi nei movimenti e nella morte. In
concentrazione Acido cianidrico, con parti uguali di dist. L'acqua si diluiva, gli
sporidi sporidi, usati e vivaci erano improvvisamente immobili. L'ingestione di
colorante, come negli infusori, non può essere effettuata in alcun modo. (Secondo il
carattere di Ungers: la pianta al momento dell'animale diventa). Gli alcali e la
maggior parte dei sali sono letali anche nella più piccola quantità. Eravamo in un
concentramento Soluzione di solfato di morfina, presentato allegramente germi
galleggiante, così sentito lo stesso, anche se a prima di andare avanti, ma dopo un
momento cominciarono loro mosse di nuovo, ma originariamente ballato circa in
modo strani cerchi, come se fossero in uno stato di torpore, e dopo Per alcuni minuti
arrivò la calma. Ancora più forte era il tratto di oppio; anche la più piccola dose,
sciolta in acqua, ha prodotto la paralisi nei movimenti e nella morte. In
concentrazione Acido cianidrico, con parti uguali di dist. L'acqua si diluiva, gli
sporidi sporidi, usati e vivaci erano improvvisamente immobili. L'ingestione di
colorante, come negli infusori, non può essere effettuata in alcun modo. (Secondo il
carattere di Ungers: la pianta al momento dell'animale diventa). Gli alcali e la
maggior parte dei sali sono letali anche nella più piccola quantità. Eravamo in un
concentramento Soluzione di solfato di morfina, presentato allegramente germi
galleggiante, così sentito lo stesso, anche se a prima di andare avanti, ma dopo un
momento cominciarono loro mosse di nuovo, ma originariamente ballato circa in
modo strani cerchi, come se fossero in uno stato di torpore, e dopo Per alcuni minuti
arrivò la calma. Ancora più forte era il tratto di oppio; anche la più piccola dose,
sciolta in acqua, ha prodotto la paralisi nei movimenti e nella morte. In
concentrazione Acido cianidrico, con parti uguali di dist. L'acqua si diluiva, gli
sporidi sporidi, usati e vivaci erano improvvisamente immobili. L'ingestione di
colorante, come negli infusori, non può essere effettuata in alcun modo. (Secondo il
carattere di Ungers: la pianta al momento dell'animale diventa). Eravamo in un
concentramento Soluzione di solfato di morfina, presentato allegramente germi
galleggiante, così sentito lo stesso, anche se a prima di andare avanti, ma dopo un
momento cominciarono loro mosse di nuovo, ma originariamente ballato circa in
modo strani cerchi, come se fossero in uno stato di torpore, e dopo Per alcuni minuti
arrivò la calma. Ancora più forte era il tratto di oppio; anche la più piccola dose,
sciolta in acqua, ha prodotto la paralisi nei movimenti e nella morte. In
concentrazione Acido cianidrico, con parti uguali di dist. L'acqua si diluiva, gli
sporidi sporidi, usati e vivaci erano improvvisamente immobili. L'ingestione di
colorante, come negli infusori, non può essere effettuata in alcun modo. (Secondo il
carattere di Ungers: la pianta al momento dell'animale diventa). Eravamo in un
concentramento Soluzione di solfato di morfina, presentato allegramente germi
galleggiante, così sentito lo stesso, anche se a prima di andare avanti, ma dopo un
momento cominciarono loro mosse di nuovo, ma originariamente ballato circa in
modo strani cerchi, come se fossero in uno stato di torpore, e dopo Per alcuni minuti
arrivò la calma. Ancora più forte era il tratto di oppio; anche la più piccola dose,
sciolta in acqua, ha prodotto la paralisi nei movimenti e nella morte. In
concentrazione Acido cianidrico, con parti uguali di dist. L'acqua si diluiva, gli
sporidi sporidi, usati e vivaci erano improvvisamente immobili. L'ingestione di
colorante, come negli infusori, non può essere effettuata in alcun modo. (Secondo il
carattere di Ungers: la pianta al momento dell'animale diventa). Soluzione di solfato
di morfina, presentato allegramente germi galleggiante, così sentito lo stesso, anche
se a prima di andare avanti, ma dopo un momento cominciarono loro mosse di nuovo,
ma originariamente ballato circa in modo strani cerchi, come se fossero in uno stato
di torpore, e dopo Per alcuni minuti arrivò la calma. Ancora più forte era il tratto di
oppio; anche la più piccola dose, sciolta in acqua, ha prodotto la paralisi nei
movimenti e nella morte. In concentrazione Acido cianidrico, con parti uguali di
dist. L'acqua si diluiva, gli sporidi sporidi, usati e vivaci erano improvvisamente
immobili. L'ingestione di colorante, come negli infusori, non può essere effettuata in
alcun modo. (Secondo il carattere di Ungers: la pianta al momento dell'animale
diventa). Soluzione di solfato di morfina, presentato allegramente germi galleggiante,
così sentito lo stesso, anche se a prima di andare avanti, ma dopo un momento
cominciarono loro mosse di nuovo, ma originariamente ballato circa in modo strani
cerchi, come se fossero in uno stato di torpore, e dopo Per alcuni minuti arrivò la
calma. Ancora più forte era il tratto di oppio; anche la più piccola dose, sciolta in
acqua, ha prodotto la paralisi nei movimenti e nella morte. In concentrazione Acido
cianidrico, con parti uguali di dist. L'acqua si diluiva, gli sporidi sporidi, usati e
vivaci erano improvvisamente immobili. L'ingestione di colorante, come negli
infusori, non può essere effettuata in alcun modo. (Secondo il carattere di Ungers: la
pianta al momento dell'animale diventa). Ma danzavano in strani cerchi, come in uno
stato di torpore, e dopo pochi minuti arrivò la pace. Ancora più forte era il tratto di
oppio; anche la più piccola dose, sciolta in acqua, ha prodotto la paralisi nei
movimenti e nella morte. In concentrazione Acido cianidrico, con parti uguali di
dist. L'acqua si diluiva, gli sporidi sporidi, usati e vivaci erano improvvisamente
immobili. L'ingestione di colorante, come negli infusori, non può essere effettuata in
alcun modo. (Secondo il carattere di Ungers: la pianta al momento dell'animale
diventa). Ma danzavano in strani cerchi, come in uno stato di torpore, e dopo pochi
minuti arrivò la pace. Ancora più forte era il tratto di oppio; anche la più piccola
dose, sciolta in acqua, ha prodotto la paralisi nei movimenti e nella morte. In
concentrazione Acido cianidrico, con parti uguali di dist. L'acqua si diluiva, gli
sporidi sporidi, usati e vivaci erano improvvisamente immobili. L'ingestione di
colorante, come negli infusori, non può essere effettuata in alcun modo. (Secondo il
carattere di Ungers: la pianta al momento dell'animale diventa). meno parti
uguali. L'acqua si diluiva, gli sporidi sporidi, usati e vivaci erano improvvisamente
immobili. L'ingestione di colorante, come negli infusori, non può essere effettuata in
alcun modo. (Secondo il carattere di Ungers: la pianta al momento dell'animale
diventa). meno parti uguali. L'acqua si diluiva, gli sporidi sporidi, usati e vivaci erano
improvvisamente immobili. L'ingestione di colorante, come negli infusori, non può
essere effettuata in alcun modo. (Secondo il carattere di Ungers: la pianta al momento
dell'animale diventa).
Thyret ha anche con le spore di conferva glomerata e pisiformis, Prolifera rivularis
rivularis, Chaetophora elegans var. E candollii Leclerc dipendenza fenomeni simili
delle ciglia o organi frusta specificamente identificati. (Ann. Des. Nat. 2. Ser. T.
XIX.)
" Achlya prolifera(A Gallertalge) ha due tipi di spore, più grande, che si formano in
numero minore in sporangia sferica, e più piccolo che si sviluppano in gran numero
negli elementi terminali filiforme invariati. Dagli elementi terminali separa il tempo
di Sporenreife una piccola copertura, poco prima che le spore entrare in un
movimento ribollente, un wirtliche spesso cambiamento significativo si verifica
posizione. Questo movimento dura un po 'dopo essere uscito e alla fine si ferma,
dopo di che le spore spesso germinano dopo solo poche ore. Quando un tale membro
terminale viene svuotato, di solito un nuovo membro del genere, partendo dal
successivo setto, cresce in esso, spesso non riempiendo completamente quello
rimanente. Anche le spore si stanno formando in questo nuovo membro che poi
devono passare attraverso due aperture alla loro uscita e talvolta oscillare tra le due
pareti cellulari fino a quando non escono alla seconda apertura. Ma accade anche che
non raggiungano questa seconda via d'uscita e almeno effettuino la germinazione
all'interno del tubo più vecchio. "(Schleiden, Grundz I. I. 264.)
"Gli embrioni di Campanularia geniculata ( Sertularia geniculata immondizia.)
sono di forma allungata, cilindrica o perlacea, completamente chiusa da un delicato
corpo tubolare simile alla pelle, senza apertura della bocca e senza la minima traccia
di un'organizzazione all'interno. La sua superficie è coperta da un numero immenso
di peli fini, che gli permettono di compiere movimenti rapidi, di nuotare nell'acqua
come infusori e di cercare il luogo più adatto per il suo ulteriore sviluppo. Dopo
questa breve stato infusoriellen ottengono una forma discoidale, attaccarsi ad un
oggetto e guida di un prolungamento tubolare che non è nemmeno diverso da quelli
all'inizio della germinazione Algensporidien in forma. Quindi, l'animale entra nella
seconda fase della sua vita, lo stadio polipo, dove gli organi di riproduzione si
formano solo dopo la mano. Lo stesso vale per gli embrioni delle meduse di
Ehrenberg, Siebold (Contributo a Naturgesch, gli invertebrati, Danzica, 1839), e
preferibilmente secondo le osservazioni di M. SarMedusa aurita e Cyanea
capillata (Arch. F. Naturgesch., 1841, p. Non appena lasciano le braccia della madre,
sono poco più che corpi di dimensioni ridotte, ovali o a forma di pera, leggermente
compressi, senza apertura della bocca e nessuna traccia di organizzazione interna. Il
suo corpo è morbido, consiste solo di un tessuto a grana molto fine e sembra
all'interno di una grande caverna. Per avere la stessa forma del contorno del
corpo. Stretti peli ciliari coprono l'intera superficie del corpo in modo uniforme,
permettendogli di eseguire movimenti su tutti i lati e nella maniera di infusori. -
Durante il nuoto, spesso ruotano attorno all'asse della loro lunghezza e la punta
smussata si accende. Solo dopo che il periodo della loro vita infusoriale è scaduto, si
sistemano con il front-end, ottenendo un'appendice simile a un bastone verso il
basso, mentre sulla superficie opposta appare una depressione circondata da tentacoli,
che si allarga alla bocca e allo stomaco, e così diventano polipi, che guidano i rami e
si propagano sia attraverso di essi che attraverso la divisione trasversale. Solo i
ragazzi che sorgono per divisione ottengono la forma e organizzazione
dell'Akalephen. (Scrittura di Unger a pagina 88).
"Il Vortizelle sviluppato uno stelo divide (e cambia pelle?), Sviluppato di nuovo le
ciglia, si stacca dai gambi, vaga disegna (dopo la seconda muta?) La parte posteriore
si scaglia ancora una volta, o lo perdi, e si deposita a tornare strozzare un gambo,
formare un albero genealogico e ripeterlo incessantemente ". (Ehrenberg in s. Werke
su Infusorien S. 290.)
Dopo Burmeister il Cirripoden, cioè Anatisen, sulla cova dall'uovo proposti due
muscolari tastatori allentati con ventose, lateralmente tre coppie endigende con
setole, piedi spaccati parzialmente biforcati, consistenti della cornea, cristallino e
pigmento nero occhi hanno, e nuotare liberamente; ma si sono stabiliti con le ventose
ad un certo punto, si sviluppano da un peduncolo carnoso e gettano con la pelle, i
tentacoli e gli occhi, mentre le coppie di piedi raddoppiare ed essere trasformati in
tanti, viti storte piumati. (Burmeister, Beiträge zur Geschichte der Rankenfüßer,
Berlino, 1834).
Secondo Nordmann, la femmina Lernaeocera ha cyprinaceaCome si esce l'uovo, la
forma abituale di altri animali parassiti cancerose, vale a dire un paio di antenne, due
paia di gambe e un occhio; si è comunque cercato di loro residenza futuro un pesce
con l'aiuto di questi organi e affondata con il suo corpo davanti in carne e ossa a
fondo, poi il suo corpo converte la scomparsa di quegli organi in un cilindro
semplice, e può essere sulla stessa persino né muscoli né I nervi sono rilevati mentre
gli organi digestivi continuano a svilupparsi e gli organi riproduttivi si
sviluppano. Ora lei rimane fino alla sua morte nel dug suo bene ad assorbire impianto
simile a quello della carne del cibo per pesci e il maschio, che sembra nutrirsi di loro
Kote, per inciso, ma riserve di organi sensoriali e motori per la produzione di
giovani. (Nordmann, Mikrographische Beitr. z. Naturgesch. gli animali
invertebrati. Berlino. 1830 ° numero II, pag 123).
Oltre a tali movimenti, che indicano solo uno stato temporaneo di sviluppo di
alcuni organismi piante inferiori, tra cui molti strani fenomeni di moto di diverso e
non importanza sufficientemente riconosciuto in piante inferiori sviluppati stessi
organismi sono presenti che può ricordare fenomeni animali e può variare anche in
parte dal fatto che non piuttosto qui di animali come parlare di piante.
"La maggior parte sono colpendo i fenomeni che l'Oszillatorien un piccolo genere
algale (di altri piuttosto considerati natura animale) spettacolo. Essi appaiono
allineati, riempito con tessuto verde e verschiedenartigem, parzialmente liquidi di
corti filamenti di più ampio di celle cilindriche lunghe e il contenuto in parte
granulare. punta di ogni filo è leggermente rastremata ed arrotondata, spesso acqua
limpida e incolore. finché vegetano vivace, questi fili mostrano un movimento
triplice, alternate minore curvatura dell'estremità anteriore, un semi pendolare, semi-
elastico flessione avanti e indietro Questi movimenti sono spesso osservati tutti allo
stesso tempo, spesso uno alla volta, e hanno qualcosa di strano (ad esempio
Schleiden), voglio dire, cose strane in se stesse ". (Schleiden, Grundz. II. 549.) Se
uno include oscillatori in una stanza buia e lascia entrare la luce attraverso
un'apertura, allora tutte le oscillazioni si contraggono verso l'apertura e scompaiono
dallo spazio buio rimanente della nave. (Vaucher, Hist., Conf. D'eau douce, 171.) Per
i dettagli sui movimenti degli oscillatori, vedi p. nel fisiolo di Meyen. III. 443i
"Voi Tears of a Spongie (da alcuni animali contati) frammenti della sostanza
viscido da, allora questo spettacolo di Dujardin inizialmente immobile al
microscopio, ma con adeguata illuminazione può essere visto ai bordi arrotondati
proiezioni trasparenti che la sua figura in ogni cambiamento istante per espansione e
contrazione. Talvolta sono anche piccoli frammenti di 1 / 100 bis 1 / 200 mm striscianti
mossa lentamente al vetro da tali processi. D. vuole questo fenomeno in Spongia
panicea, Cliona celata e Spongilla dal 1835 hanno osservato. Sembrava anche ai
bordi strappati lobo dei filamenti Spongilla emergere dalla straordinaria tenerezza, e
swing con movimento ondulatorio agile, in modo che, diverso, portato a piccole
masse isolate una locomozione del tipo sopra descritto. "Contro la natura così
eccitato animale Spongillen parlare ora, a parte la mancanza di uno stomaco, le
osservazioni Hogg che la Spongille ottenere il loro colore verde unicamente dalla
influenza della luce e questo ritirati perdere, alla luce è stato lo sviluppo del gas per
impianti simili agli acidi si comportano in modo Wiegm. Arch. 1839 . II p. 197. 1841.
II. S . 410.)
Nel fogliame e nel Lebermos, Charen e felci si sviluppano nelle cellule del loro
cosiddetto anteroide o antere(Il cui significato è come tale, tuttavia, nega) filetti
elicoidali (in ogni cella uno dopo Thuret in charen anche probabilmente due) fare,
che, quando le cellule sono sotto acqua, un movimento vigoroso attorno al suo asse,
anche dopo strappo dei Zellchens questo Movimento per un po 'per continuare
nell'acqua e progredire. Ha questo thread a spirale con la cosiddetta spermatozoi
(spermatozoi) degli animali rispetto (per vedere se stesso setole o senso punte
creduto), senza tuttavia avere il giusto motivo loro attribuita una funzione simile. Per
dettagli vedi a Meyen, Physieol. III 208ff. - Schleiden, Grundz. II. 48, 66. 77. -
Wiegm. Arch. 1837. I. 430, 1838. I. 212. II. 85. 1839. II. 45. 1841. II. 423.
I movimenti molecolari che rendono i grani del polline contenuto dopo aver
lasciato, non sembrano per guadagnare l'interesse, secondo recenti studi ciò che si era
incline a risolvere prima. (Vedi Schleiden, Grundz 11, 303.)
Nella maggior parte delle piante dalle famiglie
di Charazeen, Najaden e Hydrocharideen e gambo frutto di giovane
Haussmannien in ciascuna cella è un semplice ascendente su un lato, scendendo
sull'altro lato di un flusso attraverso il colore, la consistenza (sliminess) e insolubilità
in fluidi acquosi per osservare il resto del brillante cellule succo vario liquido acqua
che è visibile in qualche particolare in quanto con la prosecuzione delle perline
contenute nel succo (amido di mais, clorofilla, muco, ecc), ma di solito anche per
essere riconosciuto con sufficiente chiarezza. (Vedi Schleiden, Grundz II, p.

XIII. Unità e centralizzazione dell'organismo


vegetale.
Tutto sarebbe abbastanza buona, si dirà, se solo l'organismo delle piante ha
mostrato veramente tale unità, la centralizzazione, come uno scambio di link
spazzamento e il follow-rapporto di tutte le parti e le parti della sua struttura e della
vita, un tale fusione e le funzioni circolatorie, come delle persone e gli animali si
trovano nel corrispondente espressione dell'unità e della sovranità di un'anima. Ma
non è così. Qual è la pianta essenzialmente diversa da un cumulo di cellule legate
esternamente; che è qualcosa in quello che ha rappresentato un centro unificatore di
importanza prevalente su tutto hinwiese dei quali riceveva trazione come il cervello
degli animali; dov'è qualcosa di un potere potente e onnisciente e della vita
stessa? Perché il riferimento formale esterno, che la figura che racchiude non è
sufficiente per legare la pianta al tutto, anche nelle forze e nelle attività. Nessuna
parte della pianta importa molto di ciò che accade nell'altra. Strappatene un pezzetto e
piantatelo; cresce da sola e la pianta da cui la strappate continua a crescere, come se
nulla fosse accaduto. Ciò non sembra unione attraverso l'unità vincolante di
un'anima. Così tante foglie, così tanti individui sull'albero; in realtà così tante cellule,
così tante persone; non ha limiti. Sentiamo un botanico dall'argomento: cresce da sola
e la pianta da cui la strappate continua a crescere, come se nulla fosse accaduto. Ciò
non sembra unione attraverso l'unità vincolante di un'anima. Così tante foglie, così
tanti individui sull'albero; in realtà così tante cellule, così tante persone; non ha
limiti. Sentiamo un botanico dall'argomento: cresce da sola e la pianta da cui la
strappate continua a crescere, come se nulla fosse accaduto. Ciò non sembra unione
attraverso l'unità vincolante di un'anima. Così tante foglie, così tanti individui
sull'albero; in realtà così tante cellule, così tante persone; non ha limiti. Sentiamo un
botanico dall'argomento:
"Ogni cellula", dice Schleiden, "si nutre in modo diverso, secondo la sua natura
peculiare". (Schleiden, Grundz. II., P. 464.)
"Nell'autonomia della vita delle singole cellule, i processi possono aver luogo
dentro e su certe cellule, che non hanno alcun significato per la vita delle cellule
vicine e quindi dell'intera pianta" (Ebendas, II., P.
"La nutrizione dell'intera pianta consiste solo nella nutrizione delle sue singole
cellule." (P. 466.)
"Come tale, la pianta consiste essenzialmente nella connessione morfologica dei
suoi organi elementari fisiologicamente indipendenti". (P 470.)
"La cella possiamo come un piccolo indipendente, vivere per sé vista organismo.
Dal suo ambiente stesso materiale alimentare liquido assorbe, la stessa forma con
processi chimici che sono costantemente attivo all'interno della cellula, nuovi
materiali ... pioggia in partita l'assorbimento e l'escrezione di sostanze, la formazione
chimica, trasformazione e decomposizione di sostanze è tutta la vita della cellula e -
poiché l'impianto non viene effettivamente considerato la somma di tante celle
collegate a una particolare forma - anche la vita di tutti piante ". (Schleiden, The
Plant, pagina 41.)
"Ogni cellula conduce una vita separata, per così dire." (Ibid., P.
Si può dire in modo chiaro, come si sente dire qui da un esperto: la pianta è nulla
per se stesso nel suo complesso, la cella di tutti? Mentre noi la pianta è organico,
vivo, e lo è, ma è così solo come tutto l'organismo naturale, nazionale, in aumento in
parte sua. È cresciuta da terra, continuando a crescere per terra come un pelo sulla
nostra testa; Sebbene i processi regsamer che i capelli, ma non diverso da una
ghiandola del nostro corpo, in cui tutti i tipi di materiali per la fine di tutta possono
essere elaborati. Così, l'aria dell'impianto, sostanze solide luce del mondo esterno
vengono elaborati in modo particolare ai fini del tutto. Chi vuole trovare un'anima in
una flebo di fegato; c'è più motivo per trovarne uno nella pianta? Dopo tutto, lascia la
pianta organica, per essere vivi, lascia che anche l'idea della loro creazione e del loro
design sia soggetta; ma se non log finale per se stesso organico, un orbita di per sé, è
zurückbeziehendes su se stessi in vita, l'idea che è soggetto a loro essere e la vita non
può essere ricercata in una sua propria linea di principio l'anima immanente. La
mente divina può prendere nella pienezza del suo mondo di idee e l'idea della forma
della vita vegetale in se stessa, ma è solo la sua vita, la sua idea, nemmeno la propria
vita, la propria anima che viene dato alla pianta. che è soggetto al suo essere e alla
sua vita, non dovrebbe essere cercato in un principio dell'anima immanente a se
stesso. Nella pienezza del suo mondo di idee, lo spirito divino può portare in sé l'idea
della forma vegetale, ma è solo la sua vita, la sua idea, non la vita vivente, la sua
stessa anima, che è data alla pianta. che è soggetto al suo essere e alla sua vita, non
dovrebbe essere cercato in un principio dell'anima immanente a se stesso. Nella
pienezza del suo mondo di idee, lo spirito divino può portare in sé l'idea della forma
vegetale, ma è solo la sua vita, la sua idea, non la vita vivente, la sua stessa anima,
che è data alla pianta.
Quanto è diverso tutto questo con gli animali! L'organismo animale chiude intorno
al proprio off è sul suo, girando in sé si riferisce a allwegs indietro. Ci si può
strappare qualsiasi cosa e si pianta, e dove e come losreiße qualcosa, si sente tutta. Un
intero ed esistono solo con e attraverso l'altro come sono. Come uno qualsiasi degli
altri atti ciascuno attraverso il mezzo dell'altro nel circuito e su se stesso. Dove la
menzogna centro sentenza, anche se è che spetta a tutti i singoli punti, ma è
sicuramente uno degli effetti disponibili, che lega il tutto e tutte le forze a
sottomettersi a lui.
Ho cercato di esaurire tutto ciò che si può dire in questo senso; Se solo sapessi cosa
si potrebbe dire in modo ancor più sorprendente in questo senso, mi sarebbe piaciuto
dirlo, perché non voglio evitare le obiezioni, ma piuttosto incontrarle. Ma forse ho già
detto più di quanto molti vorranno dire; devi solo dedurlo. Se non tutto è stato
chiaramente e chiaramente dichiarato in questa obiezione e tenuto a parte, non è
colpa nostra; perché se si cerca di ridurlo al solido e chiaro, si dissolve da
solo. Perché allora chiederglielo? Perché gli è mai stato chiesto.
A dire le stesse parole di un avversario, cito i seguenti argomenti presso l'editore
Carus (Psiche S. 112) su cui fornito principalmente ai fini della all'ultima eccezione,
anche se impegnati in parte anche sidered altrove.
"Il regno vegetale si basa tutto e per tutto, come ogni singola pianta, anche nella
varietà delle sue forme, essenzialmente sulla ripetizione infinita di un modulo di base,
è attraverso e attraverso la costruzione delle cellule, all'infinito continuato ripetitivo,
e quindi di ogni singola cella nuovamente eventualmente tutta deposizione delle
uova, e per questo motivo il concetto di totalità mai completamente
concluso. 1) anche il profano, senza essere consapevoli della terra superiore, quindi
parti separa la pianta dal altre idee e sentimenti rispetto agli animali: è che fosse
sempre una parte, e sempre prendere questo per un intero. un foglio di rompere un
fiore capita di desiderare di sostituire un arto di un animale vivente sarà sempre
doloroso per lui. 2) La pianta non ha fegato e non su quella ragione, nel senso che
quando gli animali dei diversi organi - lasciata può pertanto, a differenza di quanto
organi nascenti eterogenei, tale come il sistema nervoso Urgebilde; - in breve, essa
rimane essenzialmente solo una molteplicità di unità, manca un centro così interna, in
quanto ha l'animale, e pur non potendo essere senza un certo totalità, il concetto è lo
stesso mai completato come nel regno animale da cui per una volta consegue che il
concetto di organizzazione superiore e inferiore che così chiaramente visibile nel
regno animale sono, nel regno vegetale sempre molto imperfettamente si esprime
(rimarrà sempre controverso, quale dovrebbe essere considerata come la pianta più
alta); un'altra volta lo segue in quanto alla pianta manca un sistema veramente
centrale, e quindi un perfetto legame di unità e interezza, qui non può esserci alcun
tipo di coscienza. ha in cui ogni coscienza si sviluppa in realtà quando noi
manteniamo quindi chiamata l'anima solo quell'idea di chiamare, è chiaro da quanto
sopra che chiaramente non possono ancora dire della pianta, il suo è stato dato
l'anima. "
1) Io non vedo come questa possibilità dovrebbe opporsi ad ulteriori
Abschlusse quando vediamo come questa possibilità preferibilmente ad alcune
cellule del corpo genitore negli animali, tanto più che ancora nessuno ha la
possibilità di davvero fuori di ogni cellula di un albero di pero o un garofano di
nuovo un Ha mostrato un pero o un prodotto di garofano. Mi sembra che la
conclusione della maggioranza di una cellula rispetto alla totalità e la capacità
di questo o quello o di ogni singola cellula di riprodurre l'intero quando
separato dal tutto, non siano affatto in relazione netta tra loro.
2) Comp. a questo proposito, p. 20. 22. 68 ss.

Uno sguardo più attento rivela che nelle precedenti obiezioni si richiedono le cose
dalla pianta all'anima, che non sono generalmente o solo apparentemente trovate
negli animali, e che in sé non hanno motivo di essere essenziali per l'esistenza di
un'anima, e in parte di perdere le cose. Fondamentalmente si trovano nelle piante
come negli animali, anche se in una forma diversa.
L'animale è prima di tutto buono come la pianta è un gruppo di cellule collegate
esternamente. È noto che anche le fibre nervose e muscolari sono costituite da cellule
contigue e parzialmente fuse, e in questo senso ha trovato solo la più grande analogia
tra piante e animali. Dov'è il punto centrale dell'animale all'interno di questo
ammasso cellulare che è richiesto nella pianta? Nel cervello? Ma il cervello è solo
una rete di fibre che corre a fianco e tra loro, da nessuna parte in cui convergono. O è
l'intero cervello stesso questo punto centrale? Di solito uno significa così, anche se è
un po 'grande per un punto; ma non puoi essere sfidato. Ma ora ci sono abbastanza
animali che invece di un cervello hanno semplicemente sparsi nodi di gangli, anche
se legati da nervi, eppure, in istinti molto ben sviluppati e controllanti, tradisce la
sentenza di un'anima che è in se stessa un po '. Per gli insetti, naturalmente, viene
misurato un cervello; è un nodo nervoso che giace nella testa e da cui emanano i
principali nervi sensoriali; ma è spesso più piccolo di altri nodi nervosi dello stesso
insetto, e se viene tagliato via con la sua testa, i segni dell'attività dell'anima non
cesseranno.
Ascoltate questo:
che per pungere la loro ricerca difficilmente può non riconoscere, perché la puntura
di un animale non è del tutto meccanica avanzata e ritratta, ma l'animale sequestrato
con il resto di un oggetto, che lo teneva e coltellate in esso. Treviranus vide qualcosa
di simile. Tali movimenti non lo sono3) movimenti riflessi, perché avvengono senza
stimoli esterni, hanno poca somiglianza con le convulsioni, come Grainger li
comprende. Da un lato non hanno la Spasmi muscolari, che è peculiare a convulsioni,
d'altra parte sembrano perseguire scopi che sono dati dallo spettacolo. "(Parole di
vivere Volkmann a Wagner fisiologo .. Art. Cervello. S. 576.)
3) La parola non manca nell'originale a causa di errori di stampa.

Il sistema nervoso delle Asterie consiste in un anello nervoso in cui 5 centri nervosi
sono distribuiti simmetricamente, uno dei quali è tanto quanto l'altro valore; tuttavia
questo animale si muove così bene con tutti i segni dell'unità dell'anima come uno
che ha un solo organo centrale principale. Ora, dico: se l'Unità Anima consiste di una
distribuzione di 5 nodi nervosi, può ugualmente bene consistere in una distribuzione
di 100 o 1000 nodi nervosi e, dove i nervi non sono affatto necessari, con una
distribuzione di milioni di cellule; vediamo, non dipende dalla centralizzazione
richiesta. È indiscusso che l'ammassarsi insieme della massa nervosa nel cervello ha
il suo grande significato nell'uomo, ma dovrà essere diverso da quello che è per
condizionare l'unità dell'anima.
Dal momento che non vuole essere vero con il cervello, va avanti e cerca (come
Carus) l'espressione dell'unità di collegamento e centralizzazione dell'intero sistema
nervoso. Ma è ovvio però che se si nega tale unità le piante, perché sono un semplice
agglomerato di cellule che non può essere trovato in un sistema di espressione di tale
unità, che è anche un semplice agglomerato di fibre. Solo nella misura in cui il
sistema nervoso stesso presenta un punto centrale, l'animale avrebbe in sé una
centralizzazione; ma non è questo il caso. A proposito, se si tratta solo del contrasto
tra un sistema più interno e più sistemi esterni nell'organizzazione, puoi anche trovare
qualcosa nelle fibre a spirale delle piante, che ha una posizione centrale rispetto alle
altre parti forma delle piante e se non si è precedentemente spirale fibre negli
impianti più semplici, che corrisponde soltanto alla quella ancora trovato un nervo
anche negli animali più semplici. Abbiamo già indicato quanta analogia hanno le
fibre spirali con le fibre nervose, ma anche qui non siamo inclini a porre più enfasi su
questa analogia di quanto non avvenga; perché consideriamo l'intera richiesta di un
sistema centrale o di un organo centrale per l'animazione di una persona
ingiustificata. Tuttavia, quanta analogia le fibre spirali hanno con le fibre nervose non
è inclinata qui a porre più enfasi su questa analogia di quanto accaduto lì; perché
consideriamo l'intera richiesta di un sistema centrale o di un organo centrale per
l'animazione di una persona ingiustificata. Tuttavia, quanta analogia le fibre spirali
hanno con le fibre nervose non è inclinata qui a porre più enfasi su questa analogia di
quanto accaduto lì; perché consideriamo l'intera richiesta di un sistema centrale o di
un organo centrale per l'animazione di una persona ingiustificata.
L'esempio più sorprendente è forse che nessun organo centrale che non ritorno in sé
circolazione di succhi come un vettore, espressione o condizione dell'unità, del
dominio, del completamento dell'anima è essenziale in quanto tale può nuovamente
diaci il polipo. Ricordiamo fatti precedenti. Ha un Armpolyp piuttosto estesa ed i suoi
tentacoli tutte sparse, ed è toccato con un ago, o accarezza l'acqua, quindi si ritira a in
una volta tutte le sue parti in un piccolo grumo insieme. Questo richiede molto simili,
come l'effetto di tutto il corpo del polipo dominante, tutte le parti di esso in un legame
che collega l'anima con cui uno né l'altro caratteri elencati sopra peculiare, può essere
correlato ad attività dell'anima del polipo appropriatamente correlate. Bene, non dico
affatto che i polipi siano filosofi; ma asserisco che lui stesso è un cattivo filosofo,
che, dopo tali segni, vuole negare i polipi, le sensazioni indipendenti e gli istinti di
vario genere, uniti all'unità. Ma qual è il polipo della sua organizzazione? Un
semplice tubo, in cui fino ad oggi non sono stati trovati vasi o nervi, ad una estremità
con tentacoli cavi. Dopotutto, può essere possibile scoprire i nervi o quello che alcuni
polipi considerano il nome, ma certamente non si scoprirà un organo centrale e un
ciclo.
Non è strano che, in quanto è ancora considerato l'anima di solito se stessi come
l'intera gamma di fisica principio di collegamento, uno è incline d'altra parte, né la
chiara emergere di un punto designato o di un organo in questa diversità come una
speciale espressione della loro violenza unificante chiedere di più? Se guardiamo la
figura in un caleidoscopio, ogni raggio della stella colorata significa tanto quanto
l'altro; anche nella foglia d'acanto della capitale corinzia, ogni foglietto laterale
significa tanto quanto l'altro; non è una parte lì, dove l'idea unificante, che deve
essere presente, ma dopo l'impressione armonica del complesso, in particolare
rappresentato, è in tutto simmetria vincolante giustificato. Proprio come qui, nell'idea
di un oggetto, si potrà esigere dall'anima di un soggetto una prova tangibile del suo
potere unificante in una parte particolarmente distinta. Naturalmente, nella stella dai
colori vivaci del caleidoscopio, si può puntare al centro, nella foglia d'acanto sull'asse
della foglia come unificante; ma tale centro ideologico è anche la pianta non è
presente, può essere quella del nodo a valle dove la radice, gli aumenti stelo verso
l'alto, è che si vuole fare riferimento all'asse dell'intero impianto, da cui una
normativa era Ciò significa, comunque, che in botanica viene creata così tanta
essenza. Naturalmente, nella stella dai colori vivaci del caleidoscopio, si può puntare
al centro, nella foglia d'acanto sull'asse della foglia come unificante; ma tale centro
ideologico è anche la pianta non è presente, può essere quella del nodo a valle dove la
radice, gli aumenti stelo verso l'alto, è che si vuole fare riferimento all'asse dell'intero
impianto, da cui una normativa era Ciò significa, comunque, che in botanica viene
creata così tanta essenza. Naturalmente, nella stella dai colori vivaci del
caleidoscopio, si può puntare al centro, nella foglia d'acanto sull'asse della foglia
come unificante; ma tale centro ideologico è anche la pianta non è presente, può
essere quella del nodo a valle dove la radice, gli aumenti stelo verso l'alto, è che si
vuole fare riferimento all'asse dell'intero impianto, da cui una normativa era Ciò
significa, comunque, che in botanica viene creata così tanta essenza.
Penso che sia con il corpo come con il mondo. Dio regna come onnipresente in
tutto il mondo, lega, lega tutto, senza bisogno di un sole centrale che appare nel
mezzo; solo in un centro di forza concettuale (centroide) dell'intera può essere
immaginato, ma lo stesso potrebbe cadere equamente tra il sole in spazio che in uno,
e sarebbe ugualmente trovato tutti i soli sarebbero anche lo stesso. Ma a meno che
non siano abbastanza uguali, il sole più grande e più pesante significa sempre più
importante del più piccolo e leggero. Quindi, anche nel nostro corpo più piccolo, non
è un singolo organo alla cui esistenza sono legati la signoria e il potere unificante
dell'anima; è onnipresente nel corpo come Dio nel mondo. E se guadagno più
importanza rispetto ad altri, una supremazia contro l'altro in un solo corpo singole
parti, questo può anche significare solo un più alto sviluppo dell'anima contro lo
Stato, in cui tutto è lo stesso, ma non solo significa l'esistenza dell'anima; e anche
nella pianta, non mancano di tali parti, sia che noi vogliamo riflettere esternamente ai
vasi spirali internamente, o la fioritura, quando non è fin dal principio in là, ma fin
dall'inizio della Volontà, e In questo processo l'intero processo di vita della pianta dà
la sua direzione. In effetti, questa direzione, che prende tutte le parti e i lati del
processo vitale della pianta dall'inizio alla produzione del fiore, dimostra fin
dall'inizio la non-spinta di tutte queste affermazioni, che la pianta non è altro che un
mucchio di cellule senza riferimento l'una all'altra. Sarebbe come se una bella cupola
di un cumulo di sabbia e pietre potesse sbocciare da sola.
È fin troppo comune, naturalmente, immaginare l'anima come un piccolo essere
corporeo nella struttura corporea più ampia, dove, ovviamente, richiederà uno
sgabello speciale su cui sedersi, per controllare tutto il corpo e da lì in poi per
eseguire l'azione richiesta. Si pensa all'anima come alla saggezza di un alveare seduto
in un punto particolarmente distinto di questo alveare, e attorno al quale ruota tutta la
casa dell'alveare. Ma se catturiamo l'immagine, allora l'anima dell'alveare non è in
realtà solo nel Weisel, quale sarebbe un alveare in cui non c'era nient'altro che un
Weisel; lui è solo una cosa principale in esso. In ogni cellula in cui siede un'ape, c'è
anche qualcosa nell'anima dell'alveare. Se, tuttavia, la Regina si distingue in alveari
da altre api come il nostro cervello o di una parte di esso prima di altri organi, questo
non è più il caso in formicaio, dove ma ugualmente uniti e allineati secondo le cose si
fanno come orticaria. Bene, dico, se gli animali sono alveari monarchici, le piante
sono formicai repubblicani. Ma una repubblica ha la sua unità così come una
monarchia.
Per essere sicuri, in una monarchia il principio unificante sembra più sicuro e più
rigorosamente rappresentato che in una repubblica. Ma perché è questo? Certamente
solo perché ogni essere umano forma un sistema monarchico con il cervello in
cima; di conseguenza, una società umana è ora più preparata a completare se stessa in
una monarchia, come una repubblica, in completa unità. Ma le formiche dimostrano
che questo non è affatto collegato alla natura della repubblica. E non si vede perché la
natura dovrebbe trovare più difficile collocare un'unità ideale in un mucchio di cellule
troppo cresciute che in un mucchio di formiche divergenti.
Dopo tutto, si deve prendere alcuna considerazione la questione dell'espressione
esteriore o le condizioni biologiche per l'unità anima nella pianta se ammassarsi
nell'impianto in qualche modo simile al cervello in animali, o simile, in una posizione
centrale rispetto il resto del corpo assume il suo sistema nervoso; a causa di quei
grumi e questo sistema sono più vicini sguardo così bene anche un estremamente
composita come la costruzione delle cellule della pianta, e come abbiamo visto,
nemmeno ciuffi in ogni cosa animale così insieme, e il nodo è il collegamento ideale
a tutti in qualsiasi nodo di massa o per trovare il filo centrale. Una rete con molti nodi
può essere un buon portatore dell'unità psichica come un flagello con un singolo
nodo, in cui convergono molti fili.
Al contrario, un radicale interdipendenza di tutte le parti e le attività del l'armonia
del corpo e si dovrà chiedere loro di servizi appropriati per l'individuo come
espressione del collegamento e di nuovo legati a se stessa regola l'anima però. Per
questo percepiamo anche gli umani e gli animali come espressione del controllo
unificante dell'anima. Vediamo se manca nelle piante. Per quanto riguarda il lato della
convenienza, è già stato detto abbastanza su questo in passato. Ma l'esistenza di una
interrelazione radicale richiede ancora prove contro le affermazioni precedenti.
prima di tutto è molto sbagliato se si pensa che la forma esterna della pianta, che
racchiude l'intero blocco di celle per un piano unitario è stato, solo semplicemente
qualcosa di esterno ad essa, che è fuori del tappo quando si tratta della questione se
un vivo interna relazione di scambio tra le forze e le attività di tutte le singole celle è
perché questi forma esterna è solo l'effetto affioramento esterna dell'interazione
internamente coerente della totalità delle cellule stesse, e ohnedem non che aveva
potuto sorgere, in quanto è appena creato. Se solo un bulbo di tulipano sotto terra non
ha mai indossato altro che un tulipano sopra la terra, chi può negare che le forze che
si formano sulla pianta sotto terra, che operano nell'ambito genauestem con loro che
la sua sopra la terra forma;
Spiegando la pianta essenzialmente semplicemente "per un collegamento
morfologico dei suoi organi elementari fisiologicamente indipendenti", in realtà non
si fa altro che commettere una contraddizione in adjecto . E chi davvero crederà, ciò
che si dovrebbe credere dopo, è una cellula che, in connessione con l'intera pianta,
per Per esempio, l'amido di mais prepara lo zucchero, moltiplica nel suo modo
particolare, e così fa lo stesso ad eccezione di questa connessione. Ci sono piante che
consistono di una sola cellula ( Protococcus) Ed ancora vegeta, a cui sembrano
mettere peso così sarebbe empiricamente né logica né dal fatto che una cellula
vegetale può esistere indipendentemente per sé, poiché è sufficiente impostare in un
caso particolare di poter trarre la conclusione che le cellule vegetali, anche dove non
sono più sole, possono esistere ed esistere indipendentemente, mentre l'esperienza
diretta dimostra che non possono.
Se fosse vero che parti di una pianta potrebbero essere strappate senza alcun
cambiamento nel resto della pianta, ciò sarebbe una prova diretta contro la
dipendenza delle varie parti della pianta e le loro funzioni l'una sull'altra; ma se
guardi più da vicino, l'esperienza insegna semplicemente il contrario. Chi non
conosce il taglio del vino, la potatura? Se taglio qui un ramo, ne spinge uno nuovo
fuori da un bocciolo, che altrimenti non avrebbe guidato nessuno. Se prendo tutte le
foglie di un albero, è possibile che anche il tronco e le radici possano entrare; Ho
tagliato le radici, inserito tronco, rami e foglie, a volte no; ci sono nuove radici che
altrimenti non avrebbero guidato; è come la lucertola che tagli una gamba, ne ha una,
quindi non la guida, non ne ha uno, È così che guida uno. Ovviamente, naturalmente,
non si nota l'influenza di piccole ferite sulla pianta; ma è per questo che non gli
manca. Perché, come un albero subisce un considerevole cambiamento nel prendere
tutte le sue foglie, è certo che dovrà sentirlo in un cambiamento proporzionalmente
più piccolo, se lo si prende.
Segue una serie di fatti che servono a chiarire l'interrelazione travolgente che
governa le parti della pianta dal basso verso l'alto, come dall'alto verso il basso, come
dall'asse verso le parti laterali e viceversa, sotto varie forme.
Schleiden dice (Grundz IS 218 ..): "Notiamo facilmente che nelle singole celle
del Chara la direzione obliqua del cordone verde è completata dalle seguenti cellule
che passano ad una spirale perfetta, come spesso trova un rapporto particolare tra i
depositi a spirale due celle adiacenti, in modo che l'osservatore non molto attento, la
spirale sembra continuare ininterrottamente. " Questo fatto non si adatta
perfettamente alle affermazioni di Schleidens sopra riportate.
Linneo osservò che un albero, nutrito in un'altra nave, produceva rametti di
ramoscelli per diversi anni consecutivi, in quanto racchiudeva fiori e frutti veloci,
racchiusi in una nave più stretta. - Qui puoi vedere l'influenza che il tipo di
radicamento ha sulla corona dell'albero.
Knight osservò che tutti i peri e i meli che erano stati liberati dalle parti più esterne
della loro corteccia produrrebbe più legno in due anni di quanti ne avessero avuti
negli ultimi vent'anni (Decand, II, p. - Ecco l'influenza di un cambiamento delle parti
esterne sul lato interno da riconoscere.
dissoluzione della circonferenza di un ramo o un albero uno strisce anulari di
corteccia da (cd. anello magico), quindi indossa sopra abbondanti fiori e frutti
maturano quest'ultimo veloce, solleva precedenti sue foglie e si addensa più nel legno
che sotto quella sezione (Schleiden, Grundz. II. P. 503). - Questo mostra l'influenza di
un cambiamento prodotto solo su un piccolo punto sull'intera vegetazione dell'albero.
Se un innesto, z. B. albicocca, prugna è impostato su uno stelo, la prugna stelo
indossando gradualmente con anelli annuali di albicocche legno (ebendas p.
803). Qui puoi vedere chiaramente come non solo le modifiche verso il basso
applicate verso l'alto, ma anche le modifiche montate in alto agiscono verso il basso.
ma dalla terra o dall'acqua che circonda le radici; Mi sono convinto che l'acqua nei
vasi in cui sono immerse le radici, diminuisce. Knight arrivò alla stessa conclusione
dicendo che l'albero si blocca più facilmente del solito nelle circostanze descritte. Il
congelamento più facile dimostra che c'è più acqua nel ceppo sotto la parte introdotta
nella serra del solito. "
Se un tronco d'albero, prendere le sue foglie a maggio o giugno, tutte le gemme che
si trovano nelle loro ascelle si sviluppano sul posto, come si può notare nella
abgelaubten per bachi da seta gelsi, così come per una grandine che nei frutteti tutte
le foglie abbattuto, il tempo caldo e umido si verifica. (Decennio II, pp. 482.) Se
troppi rami stanno fianco a fianco, i più deboli sono affamati dei più forti; quando
troppi frutti sorgono vicini, solo quelli la cui crescita è più forte prosperano e il resto
perisce (pagina 484). - Durante lo sviluppo di nuove foglie, i movimenti del sonno
vegetale sono molto non regolati nelle foglie successive e lentamente, come con
alcune piante (es. Lupinus) al momento dello sviluppo dei fiori e dei frutti è il
caso. (Dassenger in Wiegm, Arch. 1838. IS 216.) - In questi casi si trova una
relazione tra parti laterali vicine della stessa pianta.
Un'osservazione che è stata fatta molte volte è nel Compt. rend. 1835. II. 360
Ripetuto da Jaubert, che sul lato dove i rami degli alberi sono più forti, ci sono anche
radici forti. Dice che l'ha trovato spesso nella Sologne che scavava gli alberi. Qui c'è
una relazione speciale tra certe parti dell'albero e certe altre parti dello stesso albero,
come negli animali tali relazioni speciali si verificano frequentemente.
Mustel assicura, dalla sua stessa esperienza, che tutte le altre parti del fiore
muoiono non appena i petali vengono recisi, quando un fiore inizia a
svolgersi; D'altra parte, se uno li porta via più tardi, l'embrione sembra guadagnare
ancora di più. - C'è simpatia e antagonismo nello stesso esempio (Mustel, Traité de la
végét, I. 178.).
Dopo giardiniere (Vers. E Observatory. Sulla gli organi riproduttivi di vollk.
Crescite. 1844) quando la concimazione delle ovaie non viene colpito, si affievolisce
la coppa e prende una reputazione morbosa, ma ha la fecondazione si è verificato
l'ovaio, riceve diversi giorni, a seconda del tipo di pianta. - Ecco una simpatia simile
nella direzione opposta.
È stato osservato, senza eccezioni, che le viti con uva blu hanno foglie viola in
autunno e gialle con uve bianche o gialle. (Decennio II, pagina 707.) - Qui si vede
come la colorazione delle parti della pianta avviene secondo un piano coerente che si
estende attraverso il tutto.
Non è contestato che, in base a tali fatti, non si possa negare che la pianta sia un
individuo saldamente legato a se stesso dall'interrelazione di tutte le parti, nonché
dell'animale.
Quando parliamo di un'interdipendenza radicale di tutte le parti della pianta,
certamente non capiamo questo come se ora vermöchten per esprimere un'azione
diretta a distanza sulle cellule del fiore alle cellule di punta della radice. No, è solo
con l'aiuto delle altre cellule della pianta che la loro relazione ha luogo; come è lo
stesso caso con esseri umani e animali. Le parti del mio piede e della mia testa
lavorano insieme solo mediando le altre parti; e ci sono relazioni più vicine e più
distanti. Sappiamo così poco delle forze che mediano queste relazioni, tanto poco
nell'animale quanto nella pianta; ma la loro presenza effettiva è chiara nella pianta
come nell'animale.
Tuttavia, alcuni intermediari sono realmente presenti nelle nostre conoscenze; solo
uno non vuole vedere il tutto in esso, ma solo i momenti del tutto. Ricorda che, man
mano che l'umidità viene persa dalla pianta sopra, dovrà scendere dal basso mentre
l'olio scende nello stoppino dal basso, poiché viene consumato sopra. Se una cellula o
fibra si gonfia da qualche parte, dovrà lavorare a pressione sul resto del sistema; se un
percorso è bloccato da qualche parte, il succo cercherà di farsi strada attraverso il
resto del sistema; se una parte viene strappata, il succo verrà utilizzato in quantità
maggiori per le altre parti. Le leggi dell'exosmosi e dell'endosmosi possono andare
oltre ciò che sappiamo. - Puoi chiedere, Cosa possono effettivamente avere questi
processi idrostatici-idrodinamici per il sensitivo? Ma se vediamo che è in esecuzione
in conformità con il sangue più velocemente o più lentamente o comunque nella
nostra mente e nel corpo, si è solo in virtù disturbi interamente meccanici nel sistema
vascolare, anche i pensieri corrono e stati d'animo possono imparare l'influenza più
importante, e se il suo corso è aumentato, a riposo ; Allo stesso modo, possiamo
attribuire ai momenti meccanici della corsa del succo nelle piante un'importanza per
il sensitivo; per cui è sempre libero di mettere in relazione la schiavitù della
meccanica con il lato non libero dell'anima; poiché, in effetti, ciò che dipende dal
pensiero e dal sentimento sul lato meccanico della circolazione del sangue in noi è
qualcosa di totalmente non libero in noi. Ma se vediamo che è in esecuzione in
conformità con il sangue più velocemente o più lentamente o comunque nella nostra
mente e nel corpo, si è solo in virtù disturbi interamente meccanici nel sistema
vascolare, anche i pensieri corrono e stati d'animo possono imparare l'influenza più
importante, e se il suo corso è aumentato, a riposo ; Allo stesso modo, possiamo
attribuire ai momenti meccanici della corsa del succo nelle piante un'importanza per
il sensitivo; per cui è sempre libero di mettere in relazione la schiavitù della
meccanica con il lato non libero dell'anima; poiché, in effetti, ciò che dipende dal
pensiero e dal sentimento sul lato meccanico della circolazione del sangue in noi è
qualcosa di totalmente non libero in noi. Ma se vediamo che è in esecuzione in
conformità con il sangue più velocemente o più lentamente o comunque nella nostra
mente e nel corpo, si è solo in virtù disturbi interamente meccanici nel sistema
vascolare, anche i pensieri corrono e stati d'animo possono imparare l'influenza più
importante, e se il suo corso è aumentato, a riposo ; Allo stesso modo, possiamo
attribuire ai momenti meccanici della corsa del succo nelle piante un'importanza per
il sensitivo; per cui è sempre libero di mettere in relazione la schiavitù della
meccanica con il lato non libero dell'anima; poiché, in effetti, ciò che dipende dal
pensiero e dal sentimento sul lato meccanico della circolazione del sangue in noi è
qualcosa di totalmente non libero in noi. anche se fosse solo attraverso disturbi
meccanici nel sistema vascolare, il flusso del pensiero e gli stati d'animo potrebbero
sperimentare l'influenza più importante, e quando il suo corso cessa di stare
fermo; Allo stesso modo, possiamo attribuire ai momenti meccanici della corsa del
succo nelle piante un'importanza per il sensitivo; per cui è sempre libero di mettere in
relazione la schiavitù della meccanica con il lato non libero dell'anima; poiché, in
effetti, ciò che dipende dal pensiero e dal sentimento sul lato meccanico della
circolazione del sangue in noi è qualcosa di totalmente non libero in noi. sia pure
soltanto in virtù disturbi interamente meccanici nel sistema vascolare, possono
imparare l'influenza più importante anche pensieri correre e umori, e se il suo corso
aumentato, di riposo; Allo stesso modo, possiamo attribuire ai momenti meccanici
della corsa del succo nelle piante un'importanza per il sensitivo; per cui è sempre
libero di mettere in relazione la schiavitù della meccanica con il lato non libero
dell'anima; poiché, in effetti, ciò che dipende dal pensiero e dal sentimento sul lato
meccanico della circolazione del sangue in noi è qualcosa di totalmente non libero in
noi. per cui è sempre libero di mettere in relazione la schiavitù della meccanica con il
lato non libero dell'anima; poiché, in effetti, ciò che dipende dal pensiero e dal
sentimento sul lato meccanico della circolazione del sangue in noi è qualcosa di
totalmente non libero in noi. per cui è sempre libero di mettere in relazione la
schiavitù della meccanica con il lato non libero dell'anima; poiché, in effetti, ciò che
dipende dal pensiero e dal sentimento sul lato meccanico della circolazione del
sangue in noi è qualcosa di totalmente non libero in noi.
Quanto sopra non impedisce che ogni cellula della pianta porti in un certo modo la
loro vita individuale. È solo una vita subordinata a una più alta individualità. Goethe
ha espresso su questo nella sua metamorfosi delle piante abbastanza giustamente
sottolineato: "Ogni essere vivente non è individuale, ma la maggioranza, anche per
quanto ci appare come un individuo, resta da un raduno di esseri indipendenti vivente
che l'idea della pianta, sono uguali, ma in apparenza possono essere uguali o simili,
ineguali o dissimili. " Non è necessario prestare attenzione al fenomeno della vita
individuale delle cellule unilateralmente, come se in qualche modo fosse escluso un
riferimento generale approfondito alle loro attività.
Per il cambiamento di vita radicale copre tutte le parti della pianta, dovremo
richiedere una percezione continuata continuo di successivi fenomeni vitali della
pianta ad un altro come espressione dell'unità sue anime dominanti e che collegano
spaziale e temporale. Questo non manca. Infatti, così come il fiore di ogni pianta si
erge con la sua radice nel temperato rapporti ding-confine di forma e funzione, in
qualsiasi fase precedente di sviluppo della pianta ha un condizionamento uno per
ogni successiva. Lo stato attuale della pianta, per usare una parola popolare, è, per
così dire, sempre sostituito da quanto segue; cioè, quello attuale non rimane, ma
viene mantenuto dai suoi effetti nel seguito. È anche come la nostra attività
dell'anima presente si sostenga negli effetti del seguito, anche quando non riappaiono
nei ricordi coscienti. E se le attività dell'anima sono svolte da attività corporee, una
cosa dipende dall'altra.
Esempi di questa relazione successiva del primo con i successivi processi nella
pianta sono in parte già in precedenza, poiché le interrelazioni e le successive
relazioni nell'organismo esistono effettivamente solo tra loro e tra loro. Aggiungo
solo alcune cose in cui l'ultima pagina delle relazioni è più ovvia.
I fenomeni periodici della vita vegetale appartengono qui in particolare nella
misura in cui sono indipendenti dalla periodicità delle influenze esterne; uno stato
precedente appare qui come la ragione della sua recente ricorrenza.
"Da nessuna parte", dice Decandolle (II p. L8), "questa conseguenza della
periodicità o l'abitudine parla decisamente come se si einbürgert piante un emisfero
nella direzione opposta. Si mette i nostri alberi da frutto nelle regioni temperate del
sud del mondo, quindi continuano per alcuni anni a fiorire il tempo che corrisponde
alla nostra primavera, e il rovescio avviene quando alcuni alberi dell'emisfero australe
vengono portati in Europa ". "E 'spesso il caso che un albero che portava in un anno
un sacco di frutta, o è rimasto sulla seduta i frutti di un lungo periodo di tempo, poco
o nessun fiore degli anni. In Europa meridionale è stato osservato che il raccolto di
petrolio non riesce, se guardi le olive ( Olea Europaea) si siede troppo tardi sugli
alberi; Quest'ultima circostanza è da biasimare per il fatto che l'ulivo trasporta solo
l'altro frutto per un anno. D'altra parte, se raccogli le olive in anticipo, puoi
raccogliere ogni anno. "
Anche qui devono essere disegnati i fenomeni di assuefazione, che si sono osservati
nella pianta sensibile e in altre piante (vedere pagina 181). Una conseguenza di
questa abitudine è che la pianta sensibile, benché contenuta nelle stanze, ripiega le
foglie con ogni vibrazione, ma non lo fa al suo stato naturale all'aria aperta. Link dice
a questo proposito: "Nel vento, le foglie di questa pianta collassano, ma si
riallacciano a prescindere dal vento, e alla fine ci si abitua in modo che non le
colpisca più".
Se si perde la circolazione dei succhi nelle piante, allora, come è già stato detto, i
polipi e gli altri animali sono altrettanto poco interessati, ed è indiscutibile che lo
stesso vale per loro per la prevalenza di un organo centrale; significa solo un modo
speciale in cui il tutto può essere legato all'unità senza essere l'unica via di
senso. L'essenziale sarà sempre, invece di far circolare i succhi in circolo, un tale
circolo di relazioni, che, come i fenomeni nella radice, hanno influenza su quelli in
foglia e fiore, e al contrario, questo è il caso. Che sia così, gli esempi sopra riportati
sono sufficienti per insegnare.
Ma come, dicono, non è possibile tagliare la pianta in cento pezzi, e ognuno di
questi pezzi, trasformati in una talee, continua a crescere? È possibile dividere
l'anima in cento pezzi? Come dovresti pensarlo?
È vero che è molto più facile pensare, la pianta non ha anima; così si evita la
difficoltà di pensare a come si comporta durante la scissione. Ma penso che la natura
non si preoccupi della nostra facilità o difficoltà nel pensare quel genere di cose.
Non si può anche tagliare il polipo in cento pezzi, e ogni pezzo dà un nuovo
polipo? Si dirà ancora: che cosa provi con il polipo, a cui non permettiamo a
malapena un'anima? E ho intenzione di nuovo al suo contrazione in contatto con la
punta dell'ago, la sua gola, il suo battibecco sopra il bottino, la sua scelta del cibo, la
sua sensibilità ricordare fino alla luce. Ma, naturalmente, è anche scomodo per noi
pensare che il polipo sia animato; Quindi ci piace trascurare questo genere di
cose. Fortunatamente, non ci riferiamo al solo polipo. Anche un lombrico può essere
tagliato in due pezzi; ognuno dà un nuovo lombrico. Come dovresti pensarci qui? Il
lombrico è un animale che ha già sistemi vascolari e nervosi, strumenti e muscoli
digestivi addestrati.
Anche in questi giorni ho letto negli appunti di Frorieps e Schleiden i seguenti
recenti esperimenti, con i quali Nais Serpentina ha assunto.
Schnetzler più volte affettò singoli animali di questo tipo in tre o quattro pezzi
diversi, e da questi quasi sempre ricevette un numero uguale di individui viventi. Su
un pezzo preso dal centro, composto da tre anelli, ha percepito tutti i segni della vita
per diversi giorni; la circolazione sanguigna e durata con la respirazione, movimento
"sentimento", ecc Al momento del taglio muscoli chiuso sia il tratto intestinale come
principale tronco vascolare, impedendo così la fuoriuscita di succo
cibo; Gradualmente le connessioni tra le vene dorsale e ventrale sono state ripristinate
e gradualmente il cut-off è diventato il nuovo individuo. (Frorieps e Schleidens Not.,
1848. Jan. pag 35.) "Dopo quello", dice Schnetzler, "
Quindi, uno scienziato trae da questi esperimenti la conclusione: "che un intero
animale così dire immaginando un gruppo di individui in uno stato latente," in altre
parole, che la pianta è molto simile a questo riguardo. Eppure la Naide si muove,
mangia e vive con tali segni distinti di sensazione indipendente come un insetto o una
sanguisuga.
Anche fino agli insetti si può seguire lo stesso; sebbene indistinto.
Una vespa, tagliata tra il petto e l'addome, e così divisa in due metà, continua
ancora con la parte anteriore, morde e pronuncia tutte le azioni dalle quali si può
dedurre l'arbitrarietà; ma anche l'addome tagliato si piega in molteplici modi e,
quando viene toccato, cerca di ferirlo con la puntura mossa alternativamente in tutte
le direzioni; entrambe le metà possono vivere per giorni. (Autenrieth, Views, p.
Ora è vero che un animale di classi superiori non può più essere tagliato
arbitrariamente in due o più pezzi, in modo che sopravviva; ma la nascita è la prova
che può dividersi in molti pezzi simili.
Ma tra gli animali inferiori ci sono alcuni che, pur essendo ancora al primo stadio
dell'evoluzione, si sono persino spaccati in modo da scomparire del tutto,
disintegrandosi in diversi nuovi individui sopravvissuti da un altro stadio di sviluppo,
o raggruppandosi insieme rimanere, formare una colonia (ascidie aggregate), o
separarsi completamente, per vivere isolati (Campanula, Medusa, ecc.).
Si può trovare tutto questo così difficile da spiegare come si vuole; ma possiamo
quindi dire che il polipo, il lombrico, il Naide, l'insetto, la donna che dà alla luce un
bambino, ecc., non sono esseri con una sola anima? Affermo che questa difficoltà non
può davvero disturbarci qui. Ci limitiamo a chiedere: si può attribuire alle piante tanta
unità dell'anima come animali in cui non si sono mai messi in dubbio?
Come per i fenomeni di separazione, così è per i fenomeni di crescita che
potrebbero essere affermati in un senso simile contro l'anima delle piante. Gli animali
inferiori sono stati tagliati a metà strada e le metà cucite insieme da individui diversi,
e in circostanze adeguate sono cresciute insieme e si sono comportate come un
individuo. Per ora sarebbe impossibile indicare come l'anima si comporta in questo
modo. Ma poiché negli animali non proviamo nulla con tali fenomeni contro l'anima,
come dovremmo farlo con le piante?
È vero, questo si trova nel regno vegetale in misura maggiore rispetto al regno
animale; ma questo non può che provare che la natura vuole creare le condizioni in
questione nello stabilimento delle piante, mentre le istituzioni del regno animale sono
meno e solo adatte per questo, come lo sono nel campo del benessere degli animali
altri si avvicinano di più a quelli del regno vegetale. Ad ogni modo, ciò che troviamo
negli animali deve bastare a garantirci un'inferenza prematura, come se ciò non fosse
compatibile con l'ispirazione. Si vorrebbe dire che la natura ha appena presentato gli
animali simili a piante come un puntatore a questo riguardo.
Se si dice che la pianta-organismo deve essere considerata soltanto come sopra-
grade per tutta la durata di tutto l'organismo, paragonabile ad una ghiandola che i
soggetti del maggiore organismo in cui entra, elaborato e riproduce, quindi non si
vede su ciò in A tale riguardo, si potrebbe dire della pianta che non sarebbe la stessa
per l'animale. Certo, non è solido nella terra, ma è altrettanto necessario nel mondo
esterno terrestre come pianta; Per sollevarlo nello spazio vuoto sopra la terra e il
cerchio d'aria, e muore ancora più di una pianta che hai strappato con la
radice; inoltre è così ben compreso in uno scambio costante di sostanze e attività con
il mondo esterno come pianta. Ma in generale non contraddice l'individualità di un
essere

XIV Altre informazioni sulla costituzione dell'anima della


pianta.
Può sembrare audace e temerario parlare del modo in cui sono animati le piante,
più vicino, fino a quando l'affermazione generale che essi sono animati, appena
ancora è considerato un'ipotesi audace. Ma il tentativo di giustificare questa ipotesi
deve se stesso con si basano sulla possibilità di rappresentare la vita spirituale di
piante che di uomini e animali per modo che appaia né come una ripetizione accanto
ad essa, né come impossibilità o l'inutilità di un altro fuori di essa; sarà sempre
riconosciuto che ogni tentativo di entrare nei dettagli è soggetto a difficoltà che non
dovrebbero essere consentite a molto più peso da loro che presentare le opportune
possibilità.
Questi accenni erano diretti ad attribuire alle piante una vita sensoriale riccamente
sviluppata, più sviluppata che agli animali; con rifiuto ma maggiore capacità
spirituale.
Tale concezione della vita vegetale-anima lascia fin dall'inizio alcune obiezioni, nel
perseguimento di molte spiegazioni.
Come, si può dire, non è quello che spieghiamo per il livello della pianta sotto
quello dell'animale, ma piuttosto il livello dell'animale al di sotto di quello
umano? L'animale è abbreviato all'uomo per ragione e comprensione; Cosa gli è
rimasto come la sensualità? la stessa cosa vogliamo solo lasciare la pianta. Secondo
noi, tuttavia, la pianta dovrebbe piuttosto integrare l'animale piuttosto che ripeterlo.
Ma l'animale non è in realtà un essere puramente sensuale, come spesso viene
spiegato. Ciò che gli animali mancano di noi, naturalmente, è la ragione,
l'autocoscienza, la capacità di riassumere spiritualmente le relazioni generali, la
capacità di pensare a se stessi, di trarre conclusioni consapevoli; ma non hanno
ancora ricordi del passato, lungimiranza del futuro, che, anche per quanto riguarda il
sensibile, non sono essi stessi qualcosa di sensato; perché il sensuale è semplicemente
con il presente. Chi non crede che un gatto, insinuandosi nella colombaia,
immaginasse già cosa vuole fare, e ricorda le colombe che ha visto volare lì
dentro? Ma può ragionare, l'autoriflessione essere stentata e l'anima essere ancora
potente e vivente, perché non anche quelle lungimiranza e retrospettiva? Solo allora
potremo raggiungere il livello più basso di coscienza immaginabile per noi. E se la
natura negli animali rappresentava il più basso con il più alto senza il più alto numero
nelle direzioni più varie, allora è naturale supporre che avrebbe riservato per sé un
regno separato per la presentazione indipendente del più basso. La sistematica della
natura sembra richiedere questa educazione indipendente; la relativa semplicità delle
piante è abbastanza per lei. che avrebbero riservato per sé un regno separato per la
rappresentazione indipendente del più basso. La sistematica della natura sembra
richiedere questa educazione indipendente; la relativa semplicità delle piante è
abbastanza per lei. che avrebbero riservato per sé un regno separato per la
rappresentazione indipendente del più basso. La sistematica della natura sembra
richiedere questa educazione indipendente; la relativa semplicità delle piante è
abbastanza per lei.
Ma, si dice, l'essenza stessa della vita psichica è di portare e stabilire relazioni
temporali con gli avanti e indietro; lasciarli andare via significa che la vita dell'anima
stessa è stata omessa. Un livello d'anima come quello su cui vogliamo piantare non
può esistere secondo la natura stessa dell'anima.
Ma hai confuso due. A dire il vero, ogni previsione cosciente e retrospettiva del
tempo comprende anche le relazioni temporali dell'anima, ma non è il contrario che
l'anima ha bisogno di una tale previsione e retrospettiva per essere viva nelle
relazioni temporali.
Supponiamo che qualcuno stia cullando, non pensi coscientemente né al passato né
al movimento che sta arrivando, eppure sente il movimento di oscillare in una
relazione inconscia tra prima e dopo.
Un'altra anima è scossa, trasportata dal fiume di una melodia. Considera
coscientemente né il passato né le note in arrivo; tuttavia il filo continuo di un
riferimento sentito continua dai toni del passato attraverso il presente già nella
direzione del seguente.
La vita vegetale-vegetale non potrebbe così pesare così tanto nel flusso delle
sensazioni sensuali senza trasportare immagini speculari di avanti o indietro nel
tempo?
Per noi, naturalmente, la riflessione diretta o retrospettiva può in ogni momento
essere aggiunta a un gioco dell'anima così sensuale; ma lei non deve. Perché non
dovrebbero esserci esseri in cui non può, dopo che ci sono già degli esseri, in cui la
visione generale ancora più alta, con cui molti ricordi sono collegati
contemporaneamente, si ritira?
In breve, quando chiediamo che cosa rimane per la pianta da togliere, dopo che
l'animale ha già spogliato la ragione, c'è qualcosa qui la cui spogliatura è anche
necessaria per permettere all'anima di essere rappresentata nella sua maniera più
semplice e senza rughe. E se, come nel caso, ci mancano davvero i segni della
lungimiranza e del ricordo della pianta, non ci manca, come di solito succede, l'anima
in essa; ma se non avessimo perso quei segni, avremmo preferito perdere un possibile
livello di anima.
Il fatto che in precedenza abbiamo attribuito l'istinto alle piante non contraddice il
fatto che ora neghiamo loro la lungimiranza per il futuro. Perché perfino gli istinti di
uomini e animali hanno, in quanto istinti puri, un riferimento al futuro; ma nulla di
una coscienza sviluppata del futuro a cui sono diretti. O chi credeva che un bruco si
sarebbe seppellito con la consapevolezza del perché lo fa secondo lo scopo della
natura? che un bambino appena nato, prima che assaggiasse il latte per la prima volta,
immaginava già il latte necessario e i movimenti che deve compiere per
raggiungerlo. Piuttosto, un bisogno sentito è ciò che lo guida; la natura ha impostato
il bambino e le sue relazioni, interiormente ed esteriormente, psicologicamente e
fisicamente, così che il bambino, senza sapere per sé come, attraverso il quale, è
guidato verso le azioni che portano al soddisfacimento di questa necessità. Solo una
volta che il latte è stato consumato, una volta che è stato realizzato, con quale mezzo
sarà ricordato, e sarà in grado di utilizzare questa memoria per le sue azioni
future; perché ha la fortuna di farlo.
Così si forma a tutti, secondo la persona cresce, i vantaggi e revisione e, di
conseguenza, i vantaggi reali e riflessione che Ansichselbstdenken e giudizioso
desiderano sempre più su, si allontana sempre più dallo stato fin dall'inizio di puro
lievitazione in fiume sentimenti sensuali e istinti istinto simile da parte di ciascuna
lascia i beni di ricorrenza cosciente e consapevole di applicazione in una situazione
simile a se stessi e gli altri fatti di esperienza. Tuttavia, vediamo che l'uomo, a volte si
avvicina molto indietro quello stato di pura lievitazione nei sentimenti e gli istinti
sensuali del fiume, per un breve periodo, probabilmente può sprofondare in esso tutto
il nuovo; vedi anche che persone diverse, a seconda del loro diverso stato di
istruzione, si elevano sopra di lui ad un'altezza molto diversa, un botokude
relativamente piccolo, un filosofo molto. Questo occhio relatività effettiva
collettivamente possiamo facilmente evitare di attirare limiti assoluti della posizione
dei vari esseri gli uni agli altri, che riconosce la natura ovunque, dicendo gli animali
sono tali esseri, dove la fiducia al minimo, quelle piante dove, inoltre, la lungimiranza
cosciente e retrospettiva nel tempo, e tutto ciò che ne consegue, è scesa al minimo, o
piuttosto non si è ancora risvegliata, in quanto mancano le condizioni per lo
sviluppo; Per dimostrarlo, se l'una e le altre creature non hanno suggerimenti dal
regno superiore; che credo in effetti, senza prima dover fare qualcosa per affermarlo e
portarlo a termine. Certamente rimane solo questo, può essere quando una persona
deprimere temporaneamente la capacità più elevata al minimo, a dormire senza la sua
anima cessa quindi di esprimere in lavori umili, sì se ha anche inizia come un
bambino appena nato con essa, anche gli esseri deve essere possibile in cui un tale
stato è permanente, lo sviluppo non cresce o sproporzionatamente di livello
inferiore. In questo modo non si esclude uno sviluppo crescente all'interno della fase
della vita sensoriale e dell'impulso stesso.
La presunta mancanza di lungimiranza e retrospettiva sul tempo nelle piante è
indubbiamente in una relazione teleologica con la loro posizione fissa nello spazio e
le loro condizioni di vita di conseguenza limitate, a cui ho già fatto
riferimento. L'animale deve essere in grado di guardare avanti per il tempo, perché ha
scopi di vasta portata per perseguire nello spazio, il movimento non dovrebbe
mancare l'obiettivo. L'istinto può essere calcolato solo sulla base di condizioni di vita
una volta per tutte; Quale sarebbe l'istinto del bambino a cercare il seno se un seno
non venisse offerto ogni volta? Ma non sono più sufficienti laddove le condizioni
cambiano come negli animali adulti. La pianta rimane, per così dire, sempre attaccata
al seno della madre; gli sarebbe stata data la lungimiranza e la vista solo come un bis
di distrazione.
La causa organica della mancanza di lungimiranza e retrospettiva, d'altra parte, nel
caso della pianta potrebbe essere collegata alla mancanza di effettivi fenomeni
circolatori, che a loro volta dipendono dalla carenza del sistema nervoso e del sistema
vascolare. Non restituisce nulla al suo interno. Tutto ciò che riceve dall'esterno è solo
una ragione per cui si sforza di ricevere di più dall'esterno e che si sforza di
riprenderla come prima; e questa relazione causale tra il primo e il dopo raggiunge
una continuazione psichica del mentale, che è legata all'intrattenere; ma delle
funzioni riflesse nel fisico, nulla è visibile che si è rappresentato come espressione o
portatore di un corrispettivo psichico.
Con i ricordi e la lungimiranza nel futuro, alla pianta ovviamente mancano ancora
molte altre cose; manca tutto per nome, che si costruisce solo sulla base di tale. Qui
appartiene l'intera vita reale dell'immaginazione, non solo il pensiero e le cose che
sono al di là di esso, ma, in una certa misura, le nozioni di sé.
Può essere facilmente causato da mettere il peso su un punto falso, vale a dire che
la pianta non è in grado di ricevere immagini di oggetti del mondo esterno a causa
della mancanza di occhi. Ma anche per mezzo dell'orecchio, che non fornisce alcuna
immagine, si possono ottenere rappresentazioni oggettive di cose. L'uomo cieco sa
così bene di un mondo esterno di cose come il veggente, e ha, appena operato, in un
primo momento nessun profitto dall'immagine di questo mondo che cade nei suoi
occhi. Invece di essere arricchito con idee oggettive, solo quelli esistenti lo
confondono; deve chiudere gli occhi per trovare la sua strada come prima. All'inizio,
il mondo assomiglia solo a una tabella di colori marmorizzati, in cui il colore
significa solo colore, linea solo linea, la macchia verde ancora senza foresta, il rosso
non presenta ancora una rosa. Si può dire che le immagini che cadono nei suoi occhi
inizialmente non lo raffigurano. Di cosa si tratta? Perché non ha ancora imparato a
ricordare qualcosa. Non il verde che vedo nella foresta lo rende una foresta o è più di
un piccolo contributo ad esso; ma che cresce, dà ombra, raffreddamento, fuochi,
l'uccello canta in esso, il cacciatore vi entra; tutto ciò non è nella sola vista della
macchia verde. Solo quando c'è un'impressione generale di ricordi di questo e di
come la visione della patch verde ha aggiunto l'immagine sensuale è ancora una volta
dipinte con questo colore spirituale, è dalle impressioni sensuali della macchia idea
oggettiva verde della foresta mi rappresentativa. Ma se un essere non ha
ricordi, quindi non può fare nessuna delle impressioni che riceve. E così non è tanto
la mancanza di fondo che la pianta non ha rappresentazioni oggettive, ma piuttosto il
contrario dell'impossibilità giustificato di avere tale, può contare tra i motivi che vi
vengono dati senza occhi, perché le immagini degli oggetti, ma solo Attraverso la
loro interpretazione, i ricordi possono acquisire significato e beneficiare dei
ricordi. Vuoi il mondo, dopo tutto, su un parti della pianta, così come riflettere sulla
retina dell'occhio, e percepire la pianta proprio come noi i colori e le marcature
dell'immagine; rimarrebbe come frainteso per loro come il recente operato cieca, e lei
non sarebbe arrivare a capire, così naturalmente era più breve, l'immagine e il E così
non è tanto la mancanza di fondo che la pianta non ha rappresentazioni oggettive, ma
piuttosto il contrario dell'impossibilità giustificato di avere tale, può contare tra i
motivi che vi vengono dati senza occhi, perché le immagini degli oggetti, ma solo
Attraverso la loro interpretazione, i ricordi possono acquisire significato e beneficiare
dei ricordi. Vuoi il mondo, dopo tutto, su un parti della pianta, così come riflettere
sulla retina dell'occhio, e percepire la pianta proprio come noi i colori e le marcature
dell'immagine; rimarrebbe come frainteso per loro come il recente operato cieca, e lei
non sarebbe arrivare a capire, così naturalmente era più breve, l'immagine e il E così
non è tanto la mancanza di fondo che la pianta non ha rappresentazioni oggettive, ma
piuttosto il contrario dell'impossibilità giustificato di avere tale, può contare tra i
motivi che vi vengono dati senza occhi, perché le immagini degli oggetti, ma solo
Attraverso la loro interpretazione, i ricordi possono acquisire significato e beneficiare
dei ricordi. Vuoi il mondo, dopo tutto, su un parti della pianta, così come riflettere
sulla retina dell'occhio, e percepire la pianta proprio come noi i colori e le marcature
dell'immagine; rimarrebbe come frainteso per loro come il recente operato cieca, e lei
non sarebbe arrivare a capire, così naturalmente era più breve, l'immagine e il Tra le
ragioni potrebbe essere che non gli viene dato alcun occhio, poiché le immagini degli
oggetti possono solo acquisire significato e utilità attraverso la loro interpretazione
attraverso i ricordi. Dopo tutto, se il mondo desidera riprodursi su una parte della
pianta e sulla retina del nostro occhio, e se vediamo la pianta così come noi dei colori
e dei disegni di questa immagine; sarebbe stato per lei incomprensibile come il cieco
operato di recente, e dato che non avrebbe imparato a capirlo, era, ovviamente, più
breve, l'immagine e il Tra le ragioni potrebbe essere che non gli viene dato alcun
occhio, poiché le immagini degli oggetti possono solo acquisire significato e utilità
attraverso la loro interpretazione attraverso i ricordi. Dopo tutto, se il mondo desidera
riprodursi su una parte della pianta e sulla retina del nostro occhio, e se vediamo la
pianta così come noi dei colori e dei disegni di questa immagine; sarebbe stato per lei
incomprensibile come il cieco operato di recente, e dato che non avrebbe imparato a
capirlo, era, ovviamente, più breve, l'immagine e il e la pianta così come vediamo i
colori e i disegni di questa immagine; sarebbe stato per lei incomprensibile come il
cieco operato di recente, e dato che non avrebbe imparato a capirlo, era, ovviamente,
più breve, l'immagine e il e la pianta così come vediamo i colori e i disegni di questa
immagine; sarebbe stato per lei incomprensibile come il cieco operato di recente, e
dato che non avrebbe imparato a capirlo, era, ovviamente, più breve, l'immagine e
ilLasciare la camera oscura per lasciare che la luce del sole brilli fresca sulla pianta
nuda, e quindi ottenere altri benefici che legano alla maggiore semplicità. Qualsiasi
complicazione fa male dove non lo usa.
Ora facilmente l'obiezione, quindi ogni idea di rappresentazione mette a nudo,
quindi, date le mutate influenze esterne vita mentale non poteva mai essere pensata
come un individuo indipendente, ma riconduce all'idea di una lievitazione nel fiume
di Allgemeinbeseelung sorge. Ma limitiamoci a ciò che possiamo sperimentare su noi
stessi piuttosto che su premesse arbitrarie. Penso che lo faremo più sicuri se non
costruendoci a priori lasciato in testa. Per essere sicuri, le esperienze pure non
possono essere fatte su noi stessi, perché noi stessi non siamo esseri puramente
sensuali, come presumibilmente le piante. Ma, come vediamo in noi stessi, che cresce
e diminuisce o rimane invariata, a seconda del lato di aumenti di sensualità o
diminuisce, probabilmente possiamo fare una conclusione che in cui, se non
raggiungibili da noi, deve avvenire Extreme.
Un esempio concreto può guidarci. Pensiamo a diverse persone, ad esempio i
filosofi hegeliani, nel filosofare, e di fronte a loro molti altri, per esempio gli
Ottentotti, in una festa. Questi dovrebbero approfondire considerazioni sull'inizio e la
fine del mondo intero, in modo così mentale, il più avanti, il più avanti e il più
possibile; Questi sono assorbiti dai piaceri sensuali del mangiare e del bere. Sarà,
tuttavia, possibile affermare che gli ottentotti si concedono molto di più nel mondo
esterno rispetto ai filosofi; mangiare e bere è certamente qualcosa di molto esterno al
pensiero; ma non nel minimo più che risolto in questo modo. Al contrario, ogni
Hottentott ha il suo godimento sensuale tanto quanto se stesso come ogni hegeliano
ha i suoi pensieri filosofici, si sente tanto come un essere in sé. L'Ottentotto non sa
nulla di direttamente di ciò che gli altri sanno, e un hegeliano non sa nulla
direttamente di ciò che sa l'altro. È lo stesso E anche senza che gli Hottentot mi
dicessero mai, ho un assaggio, ci sarebbe qualcosa che ha un sapore e qualcosa che
nessun altro ha il sapore. Chi dubita che sia lo stesso con gli animali? Il divorzio delle
individualità non dipende dall'altezza della loro spiritualità. e qualcosa che nessun
altro ha il sapore. Chi dubita che sia lo stesso con gli animali? Il divorzio delle
individualità non dipende dall'altezza della loro spiritualità. e qualcosa che nessun
altro ha il sapore. Chi dubita che sia lo stesso con gli animali? Il divorzio delle
individualità non dipende dall'altezza della loro spiritualità.
Ora vai al confine con le piante; Lasciate che siano costantemente assorbiti nella
vita dei sensi, come forse anche l'uomo più sensuale stesso potrebbe non essere in
grado di farlo a volte; Pertanto, poiché nessuna perdita di individualità dipende dalla
sensualità, essi stessi non possono subire alcuna perdita.
Contro questo si dice, ad esempio, che ciò che gli ottentotti ricevono
nell'individualità nel loro pasto non è ancora dato nella loro mera sensualità, ma è
qualcosa di più che sufficiente, sebbene non attuato durante il piacere dell'animale,
cioè in una vera affermazione, ma potente. cioè, la possibilità di esprimere qualcosa
che esiste, se potesse e si esprimerebbe in altre circostanze. Gli ottentotti e persino gli
animali sono una volta di più degli esseri puramente sensuali, ed è solo attraverso
queste cose superiori che si staccano dal terreno dell'ispirazione generale. Bene, sì,
ma in questo senso dico anche che le piante sono più che esseri puramente
sensuali; potentiasi può cercare le cose più alte in loro come si vuole; richiederebbe
solo l'aggiunta delle circostanze interne ed esterne, che devono ancora verificarsi
nell'ottantotto, in modo che le cose superiori possano manifestarsi chiaramente in
esso. Il sensibile può essere inteso ovunque come la base di un essere superiore, che,
se non è attivo , è tuttavia potente . Intendo solo l' attuche è già debole e raro negli
ottentotti e ora è il più debole e raro possibile nelle piante. Tracce, il risveglio
momentaneo possono anche essere lì; la natura non taglia nulla; E non dico, quindi,
che la pianta sia tagliata via piano dal piano più alto, proprio come si può tagliare il
fiore di una pianta, ma solo che questo fiore è rimasto con esso in un germoglio
ancora non sviluppato, appena aperto o appena aperto, mentre la crescita delle foglie
la sensualità prolifera vigorosamente. Ma poiché non mi interessa molto dell'agguato
della potentia , quando si tratta di descrivere ciò che è, non ciò che potrebbe essere il
caso con il possibile accesso alle condizioni, quindi spiego le piante per degli esseri
quasi puramente sensuali. potentia Alla fine, nulla lo avrebbe ostacolato, persino per
sistemare una pietra con ragione.
L'individualità è caratterizzata nel precedente da alcune caratteristiche. È possibile
che il concetto di molti filosofi dell'individualità non sia giusto. Ma qui non è affatto
importante stabilire o confutare una definizione definita di individualità, ma solo
cercare di salvare la cosa descritta qui per la pianta, che probabilmente sarà quella
attorno alla quale si rivolge davvero l'interesse per questa domanda. Colui che, dal
principio, richiede una spiritualità autocosciente superiore per l'individualità,
ovviamente non sarà in grado di trovarlo nella pianta; ma essere ancora in grado di
trovare un essere autosufficiente in esso.
Se uno si chiede: quale potrebbe essere lo scopo e il significato di mettere gli esseri
nel mondo che non possono né pensare a se stessi, né al loro futuro o passato, e
arrendersi volontariamente al flusso di sentimenti e istinti sensuali, allora una
domanda analoga sarebbe aperta per gli animali. Perché sebbene le concezioni degli
animali avanzino sempre più indietro nel tempo rispetto a quelle delle piante, così
poco sembra così razionale e intelligibile che, giudicando il valore dello spirituale
semplicemente secondo il razionale e l'intelligibile Gli animali per supplementi
altrettanto sciocchi dovrebbero essere tenuti come le piante. La questione acquista un
significato diverso se non si considerano le anime di animali e piante come individui,
che naturalmente sono, e il mondo, come una collezione di tali individui, affronta un
dio al di là di essi, ma le anime intere di piante e animali si ergono come momenti
subordinati dell'anima stessa di Dio, collegati nella sua unità generale; perché allora
tutte le ricchezze e le moltezze di queste anime vanno a beneficio di Dio, ma non la
loro follia le incontra, che hanno solo come individui isolati l'uno di fronte all'altro, e
al di fuori della loro connessione in Dio. E cosa potrebbe provare o forzarci a
supporre che, quando ci sentiamo così frammentati l'uno contro l'altro, c'è una stessa
frammentazione per Dio, in cui tutti i frammenti sono connessi come le fibre di un
albero vivente? collegato nella sua unità generale; perché allora tutte le ricchezze e le
moltezze di queste anime vanno a beneficio di Dio, ma non la loro follia le incontra,
che hanno solo come individui isolati l'uno di fronte all'altro, e al di fuori della loro
connessione in Dio. E cosa potrebbe provare o forzarci a supporre che, quando ci
sentiamo così frammentati l'uno contro l'altro, c'è una stessa frammentazione per Dio,
in cui tutti i frammenti sono connessi come le fibre di un albero vivente? collegato
nella sua unità generale; perché allora tutte le ricchezze e le moltezze di queste anime
vanno a beneficio di Dio, ma non la loro follia le incontra, che hanno solo come
individui isolati l'uno di fronte all'altro, e al di fuori della loro connessione in Dio. E
cosa potrebbe provare o forzarci a supporre che, quando ci sentiamo così frammentati
l'uno contro l'altro, c'è una stessa frammentazione per Dio, in cui tutti i frammenti
sono connessi come le fibre di un albero vivente?
Quanto sopra dovrebbe mostrare contro molte beffe dell'obiezione che l'esistenza
indipendente di un livello di anima, come noi riteniamo che sia quella della pianta, è
del tutto possibile e si inserisce nel piano di un regno dell'anima universale. Ma che
questo livello di anima è davvero quello della pianta diventa probabile attraverso la
totalità delle discussioni precedenti. Abbiamo trovato segni ugualmente molteplici e,
come pensiamo, pienamente validi di una vita psichica sensuale nelle piante, quando,
d'altra parte, non abbiamo riscontrato alcun segno più in alto.
Guardiamo in dettaglio le condizioni più generali, che sono radicate nella natura
dell'anima stessa, ma allo stesso tempo le differenze più radicali tra la vita psichica
delle piante e quella degli animali; Differenze, che sono dovute principalmente al
fatto che la pianta si basa interamente sulla sensualità e che l'animale è solo
parzialmente o più subordinato. Se, nel complesso, questo rende la pianta più bassa
dell'animale, mette comunque la sensualità della pianta sopra quella
dell'animale; perché qui assume il significato di tutta la sfera della vita, nel caso degli
animali solo quello di un lato subordinato. La sensualità dell'animale è la cameriera,
spesso solo troppo sporca, di una regola superiore, la sensualità della pianta, una
ragazza di campagna libera,
Secondo tutti i segni, la vita sensoriale della pianta ha in comune con quella
dell'animale il doppio lato delle sensazioni e degli istinti, e gli istinti sono similmente
stimolati o suscitati dalle sensazioni qua e là. Vediamo la pianta sullo stimolo di
sostanze nutritive, aria, luce, supporti, ecc. Boccioli, foglie, fiori, ramoscelli vanno
alla deriva, girano, piegano, spago, i loro fiori si aprono, si chiudono, ecc. L'intera
interazione di sensazioni e impulsi sorge ma tanto più facile nelle piante che negli
animali, con cui è collegato il legalismo molto più semplice della stessa. La ragione
teleologica di ciò sta nelle limitate condizioni di vita della pianta, la ragione organica
nella maggiore semplicità della costruzione. Lo stimolo sensazione deve passare
attraverso mai così numerose e varie collegamenti intermedi negli impianti nei suoi
effetti che negli esseri umani e negli animali, in cui il cervello immensamente
complicato è inserita tra l'azione dello stimolo e la mossa decisiva. Piuttosto, le piante
hanno solo una breve interazione tra ciò che soffrono e ciò che fanno; Sebbene non
sia così semplice, la contromisura non sarebbe condizionata e modificata
dall'istituzione interna; ma nel complesso molto più semplice che negli umani e in
tutti gli animali più perfetti. Mentre la luce la agita, anche lei sboccia, mentre l'aria la
agita, così si sposta alla deriva. dove il cervello enormemente coinvolto è inserito tra
l'azione dello stimolo e l'eruzione in atto. Piuttosto, le piante hanno solo una breve
interazione tra ciò che soffrono e ciò che fanno; Sebbene non sia così semplice, la
contromisura non sarebbe condizionata e modificata dall'istituzione interna; ma nel
complesso molto più semplice che negli umani e in tutti gli animali più
perfetti. Mentre la luce la agita, anche lei sboccia, mentre l'aria la agita, così si sposta
alla deriva. dove il cervello enormemente coinvolto è inserito tra l'azione dello
stimolo e l'eruzione in atto. Piuttosto, le piante hanno solo una breve interazione tra
ciò che soffrono e ciò che fanno; Sebbene non sia così semplice, la contromisura non
sarebbe condizionata e modificata dall'istituzione interna; ma nel complesso molto
più semplice che negli umani e in tutti gli animali più perfetti. Mentre la luce la agita,
anche lei sboccia, mentre l'aria la agita, così si sposta alla deriva. ma nel complesso
molto più semplice che negli umani e in tutti gli animali più perfetti. Mentre la luce la
agita, anche lei sboccia, mentre l'aria la agita, così si sposta alla deriva. ma nel
complesso molto più semplice che negli umani e in tutti gli animali più
perfetti. Mentre la luce la agita, anche lei sboccia, mentre l'aria la agita, così si sposta
alla deriva.
Tra le unità stimoli indotti, ma guardiamo anche come in animali si verificano
istinti, soggette a specifici stati d'animo del buon senso che amano costruire su
Zuständlichkeiten organico interno e le operazioni.
Proprio come l'anima degli uomini e degli animali, come è risvegliata, è
intrappolata in un flusso continuo di espressioni di vita, così abbiamo trovato ragione
per accettarlo anche nelle piante, tranne che questa attività continua si manifesta qui
in un regno più sensuale piuttosto, è sostenuto da un processo corporeo diretto verso
il mondo esterno come un mondo interiore. L'esplorazione costante delle piante, le
figure di apparenza, indagine, colorazione, offre indizi a questa idea. Perché se il
corpo della pianta è una volta portatore dell'anima, allora anche i cambiamenti e gli
sforzi automatici di questo corpo possono essere considerati come un segno o
espressione di attività corrispondenti della sua anima.
L'anima dell'uomo e della bestia, tuttavia, è soggetta al sonno, che si manifesta
esternamente con la cessazione di tutte le espressioni spontanee della vita. Dopo una
cessazione analoga, l'anima della pianta deve subire un sonno simile in inverno. È
solo per il cambiamento tra il sonno e la veglia nella pianta che il più grande, in cui
gli animali il più piccolo ciclo della natura è diventato autorevole, o più
correttamente, di fondamentale importanza. Il cambiamento tra l'inverno e l'estate
non è privo di significato per l'intero modo di esistenza degli uomini e degli
animali. In inverno, l'uomo si avvicina sempre al ghiro e allo stesso modo per la
pianta il cambiamento tra il giorno e la notte non sarà privo di significato, solo molto
meno di quello tra l'inverno e l'estate. Così, flora e fauna si completano in modo
straordinario. Si può fare la seguente analisi. Il grande periodo della natura dipende
dalla rotazione della terra intorno al sole, il piccolo di rotazione della terra intorno a
sé.La vita delle piante ruota più su un aspetto, e specialmente sul sole; La vita
animale è più su se stessa, e la luce solare è di secondaria importanza per il suo
processo vitale.
Ma ancora, nessun divorzio assoluto. Il ghiro e tanti altri animali in letargo
dimostrano che per l'animale il grande periodo può avere un significato simile a
quello della pianta, confermando allo stesso tempo la possibilità di un simile
significato; e così possono esserci alcune piante in cui il declino della vita durante la
notte può assumere il significato del sonno; mentre quello che di solito si chiama
sonno vegetale durante la notte può essere paragonabile solo a un riposo, poiché il
lavoro dell'uomo nella natura si riposa in inverno.
In connessione con l'anima semplice e sensuale gioca nelle piante, naturalmente,
può esistere solo un'anima più semplice e più sensuale che possa interagire tra
loro. Sì, si può dubitare che esista del tutto. Nel frattempo, secondo precedenti
discussioni probabile che un mezzo è dato ai profumi dei fiori, che ovviamente non
sembra causare la nostra lingua, trasferimento di idee, ma piuttosto di sensazioni e
istintiva Mitgefühlen, come con gli animali per ora analogica del processo
riproduttivo di L'olfatto diventa significativo in questo senso; anche se
innegabilmente, come l'intera scala sensoriale, qui un significato molto diverso
rispetto alla pianta vince. Penso molto di più a riguardo nella sedicesima sezione.
Si può ancora pensare ad un altro mezzo di comunicazione, che si collega con
quello precedente.
Ogni foglia, mentre si muove, scuote l'aria in qualche altro modo, a seconda della
sua forma e del suo approccio, e questa vibrazione, propagata ad altre piante,
conferirà nuovamente a loro uno shock diverso. Può anche essere spiegato
visivamente da un fenomeno analogo. Se andiamo in giro nell'acqua con un bastone o
una pala, vedremo le onde diffondersi, diverse a seconda del tipo di movimento e del
corpo in movimento, invece di acqua metteremo l'aria, invece di bastone e pala, le
foglie mobili lo faranno siamo essenzialmente gli stessi. È certo che onde simili si
presentano nell'aria come nell'acqua, e ogni altra onda colpisce diversamente i corpi
che la incontrano.
Nel nostro caso il suono nella voce viene generato dall'interno, nel caso delle piante
l'odore, al fine di comunicare gli stati interiori agli altri; con noi il raggio di luce
viene dall'esterno e vola da uno all'altro senza la nostra assistenza, per permettere a
uno di vedere come appare l'altro; quindi con loro il vento e l'onda d'aria.
Nel frattempo, tali analogie possono permettersi solo suggerimenti molto distanti.
La semplicità interiore della vita dell'anima della pianta secondo le relazioni
discusse finora concorda con una varietà esterna della stessa secondo altre
relazioni. Sono davvero la Vielartigkeit di stimoli esterni, che sottopongono la pianta,
la diversità delle sue diverse parti e modo multiforme reagiscono con questi contro
questi motivi ragionevole dedurre una varietà di sensazioni sensuali e istinto con
lei. Luce, calore, umidità, shock aereo, contatto con gli insetti, influenza del cibo e
sostanze respiratorie; tutto ha un effetto particolare sulla pianta. Radici, foglie, fiori e
nei fiori i petali, gli organi riproduttivi maschili e femminili sono costruiti ciascuno in
modi diversi, e ciascuno si comporta diversamente contro tali agenti, in modo che
nessuno possa sostituire la funzione dell'altro. I fiori non possono nutrire la
pianta; piuttosto, vogliono essere nutriti, e al contrario possono fare il loro processo
di fecondazione attraverso le radici, non possono produrre semi. Le foglie espirano
ossigeno nella luce e producono colore verde, i fiori consumano ossigeno nella luce e
producono colori brillanti, le parti inseminanti più dei petali, le parti maschili più
della femmina; la superficie inferiore delle foglie si comporta diversamente dalla
superficie durante la respirazione e contro la luce. Ci sono piante le cui foglie
puzzano (durante la macinatura), mentre i fiori odorano piacevolmente, così. B. la
specie Datura e Volkameria e il giglio bianco (Decand II, p. anche nel gusto, le
diverse parti della stessa pianta differiscono molto frequentemente, il che presuppone
diversi tipi di attività chimiche. E così continua attraverso molti dettagli.
Dopo queste differenze nella struttura e nell'attività delle parti di una stessa pianta,
non si può pensare solo a una successione, ma anche a una simultaneità di diverse
sensazioni nella pianta; poiché con l'aiuto di parti costruite in modo diverso e, di
conseguenza, di parti diverse che contrastano gli stimoli, sentiamo anche varie cose
non solo una dopo l'altra, ma anche noi stessi allo stesso tempo.
È indiscutibile che non si possa pretendere che le piante degli stessi stimolanti della
sensazione abbiano la stessa sensazione di noi; che loro z. Ad esempio, dal profumo
che viene loro, lo stesso senso dell'olfatto, dalla vibrazione che li colpisce, la stessa
sensazione di suono che abbiamo. Solo una certa analogia può aver luogo, non
sappiamo quanto lontano. Troviamo già che, a seconda della loro struttura, gli
animali vengono mossi in modo diverso dagli stessi stimolanti e, in generale, diversi
da noi stessi. Ciò che odora e ha un buon sapore per una persona, è contrario
all'altro. Perché la modalità della sensazione dipende non solo dalla natura dello
stimolo, ma anche dalla natura dell'essere stimolato; e perché la natura dovrebbe
avere un tipo di sensazione che è già in un essere, ripeti l'altro di nuovo. Quindi, le
sensazioni della pianta possono essere molto diverse dalle nostre, e potrebbe non
essere possibile per noi immaginarle nella loro vera natura, come è possibile per
qualcuno che non ha mai sentito una rosa odorare l'odore particolare per introdurre la
rosa dopo quella di un garofano o di una violetta. D'altra parte, non ha ancora
nonostante la diversità nella costruzione dell'essenza, la comunanza dello stesso
stimolante anche ottenere qualcosa di comune a tutti i sentimenti dipendenti, in modo
che possa sempre ci rimane consentito dalla azione della luce preferenzialmente alla
nostra percezione della luce, etc. pensare. immaginare questo nella sua vera natura,
come è possibile per qualcuno che non ha mai sentito una rosa per immaginare
l'odore particolare della rosa dopo quello di un garofano o di una violetta. D'altra
parte, non ha ancora nonostante la diversità nella costruzione dell'essenza, la
comunanza dello stesso stimolante anche ottenere qualcosa di comune a tutti i
sentimenti dipendenti, in modo che possa sempre ci rimane consentito dalla azione
della luce preferenzialmente alla nostra percezione della luce, etc.
pensare. immaginare questo nella sua vera natura, come è possibile per qualcuno che
non ha mai sentito una rosa per immaginare l'odore particolare della rosa dopo quello
di un garofano o di una violetta. D'altra parte, non ha ancora nonostante la diversità
nella costruzione dell'essenza, la comunanza dello stesso stimolante anche ottenere
qualcosa di comune a tutti i sentimenti dipendenti, in modo che possa sempre ci
rimane consentito dalla azione della luce preferenzialmente alla nostra percezione
della luce, etc. pensare.
Che l'impianto deve ancora nervoso simile costruito organi sensoriali artificiali, in
quanto dobbiamo risvegliarci ad avere commenti precedenti obiezioni alla presunta
Anziché avere delle sensazioni nello stesso. Le seguenti considerazioni ausiliarie
possono aiutare quelle precedenti. Già all'interno del regno animale la forma e la
disposizione degli organi sensoriali varia eccezionalmente, sempre in relazione al
modo di vita dell'animale. Da allora l'impianto è, invece di dover muoversi per la
stanza e trovare la strada attraverso di essa di crescere solo attraverso lui e per fare
più di se stessi rispetto al mondo esterno, così si potrebbe, come già notato, eliminato
la creazione artificiale dei nostri sensi più alti, perché, in realtà, è calcolato solo per
orientarci per immagini o suoni del mondo esterno in esso. Ma anche gli organi di
senso inferiore dell'olfatto, del gusto e del gusto sono qui forniti semplicemente in
modo semplice (allo stesso tempo ci danno un esempio della distribuzione su tutta la
superficie del corpo), e anche quelli più alti hanno maggiori probabilità di farlo
rispetto alla discesa nel regno animale la vita semplifica sempre Si deve quindi
concludere che una costruzione artificiale degli organi di senso non è affatto
essenziale ovunque per produrre sensazioni, ma semplicemente per renderle idonee al
servizio delle funzioni dell'anima superiori; se la più alta delle funzioni animiche di
un essere è sempre connessa con le sue ulteriori relazioni con il mondo esterno. Già
con alcuni insetti compaiono occhi molto semplici; l'organo dell'udito, nel nostro caso
un vero labirinto, è in alcuni animali un sacco molto semplice; sì, il polipo va dietro
la luce senza nemmeno avere gli occhi; e notare che è uno degli animali più simili
alle piante.
Essendo il più essenziale degli organi sensoriali, alla fine sembrano rimanere solo i
nervi. ma le nostre discussioni precedenti hanno dimostrato che possono essere solo
con la creazione di un animale ritenuto necessario per fornire, come la pianta altrove
il resto, inclusi i bisogni degli animali nervose, come la respirazione, succhi di
esecuzione, movimenti irritabile, ecc, senza nervi può fare.
Fondamentalmente, anche negli animali, solo l'inizio e il punto finale dei nervi
sono essenziali per la sensazione sensoriale. Il percorso dei nervi tra la loro
terminazione periferica negli organi di senso e la loro conclusione centrale nel
cervello o ganglio agisce solo come conduttore e potrebbe essere pensato ridotto
arbitrariamente senza intaccare la sensazione sensoriale. Dove non c'è bisogno di un
cervello, nessun nodo nervoso per il servizio di funzioni animate superiori, tale guida
non sarà richiesta. Ciò che separa in uomini e animali nel centro e peripherisches e
fornire con la presente una sensuale eccesso più alto sviluppo di tutto permette, anzi
di lato organico condizionale, in quanto, in cui la vita dovrebbe rimanere appena
deciso nel sensuale, non richiedono questo divorzio e con la presente eliminare il
sistema nervoso da solo,
Non sto dicendo che la conduzione attraverso le fibre del sistema nervoso sia
qualcosa di completamente indifferente. Al contrario, un'interazione può verificarsi
nel cervello di ciò che viene condotto nelle singole fibre nervose e queste interazioni
sono correlate alle funzioni superiori dell'anima. Ma dove non ha a che fare con
queste funzioni dell'anima superiore, questo leader interagente non sarà richiesto. Nel
frattempo, non sarebbe il posto giusto per giustificare ulteriormente e portare avanti
questa idea qui.
Se vuoi un salis corto, ma solo molto cum granoSi può dire che il corpo di un
animale è come un sacco, la cui superficie sensibile è interiore: ora sono necessari
accessi speciali per ciò che la sensazione dovrebbe toccare dall'esterno per
raggiungere l'interno. perché tutto non può essere accesso; Questi approcci sono
rappresentati dai singoli organi sensoriali con i loro nervi; ma se il sacco viene
rovesciato, non è necessario un accesso speciale; l'intera superficie è aperta alla
sensazione; Tali sacchi trasformati sono in un certo senso le piante. E ci sono dei
motivi per spiegarlo. Poiché la pianta in generale si comporta come un animale
invertito in termini di ammissione esterna, e spesso è stata paragonata ad essa; in
particolare, l'animale assorbe attraverso le superfici interne, il tratto intestinale e i
polmoni, l'aria e i nutrienti, e i movimenti delle membra servono a mettere il cibo
proprio lì. La pianta assorbe tutto questo attraverso le superfici esterne; le fibre delle
radici della pianta rivolte verso l'esterno sono paragonabili ai villi intestinali interni
dell'animale, le foglie rivolte verso l'esterno con i polmoni invaginati; i movimenti
degli arti della pianta servono ad evacuare all'esterno. Ma se questa relazione ha
luogo per quanto riguarda il materiale grossolano, è più che probabile che avverrà
anche per quanto riguarda le più sottili impressioni sensoriali, dal momento che gli
organi della sensazione sensoriale sono in parte anche direttamente connessi con gli
organi della nutrizione. le fibre delle radici della pianta rivolte verso l'esterno sono
paragonabili ai villi intestinali interni dell'animale, le foglie rivolte verso l'esterno con
i polmoni invaginati; i movimenti degli arti della pianta servono ad evacuare
all'esterno. Ma se questa relazione ha luogo per quanto riguarda il materiale
grossolano, è più che probabile che avverrà anche per quanto riguarda le più sottili
impressioni sensoriali, dal momento che gli organi della sensazione sensoriale sono
in parte anche direttamente connessi con gli organi della nutrizione. le fibre delle
radici della pianta rivolte verso l'esterno sono paragonabili ai villi intestinali interni
dell'animale, le foglie rivolte verso l'esterno con i polmoni invaginati; i movimenti
degli arti della pianta servono ad evacuare all'esterno. Ma se questa relazione ha
luogo per quanto riguarda il materiale grossolano, è più che probabile che avverrà
anche per quanto riguarda le più sottili impressioni sensoriali, dal momento che gli
organi della sensazione sensoriale sono in parte anche direttamente connessi con gli
organi della nutrizione.
Indipendentemente dal fatto che sia solo uno schema, che noi proponiamo, è forse
possibile attribuirvi un significato, poiché nel regno animale è attribuita grande
importanza ad un'opposizione posizionale dell'organo sensoriale; se nelle classi
superiori degli animali il sistema nervoso è più concentrato sul lato superiore o
dorsale, più concentrato sul lato inferiore o ventrale nelle classi animali inferiori. Il
maggior contrasto tra regno animale e regno vegetale sembra basarsi sull'unico
contrasto più deciso tra interno ed esterno.
Se le piante, per la loro apparenza in mera sensualità, si mettono davanti all'uomo e
alla bestia, è probabile che siano al di sopra sia della formazione del livello di
sensibilità, come già indicato.
Le seguenti circostanze sono a sostegno di questa vista:
Prima di tutto, nell'umanità troviamo la sensazione e l'impulso sensuale, in
circostanze altrimenti simili, tutte più forti e più sviluppate, più l'uomo si dona
completamente a loro, più il pregiudizio, la riflessione e l'auto-riflessione sono
silenziosi. Sotto questo aspetto c'è quasi un certo antagonismo: nei popoli che non
sono sviluppati secondo i più alti rapporti spirituali, i sensi e gli istinti sono
nettamente sviluppati. Non capiscono la musica di un personaggio superiore, non
sanno come giudicare un dipinto; ma quasi sentono crescere l'erba, litigando con
l'aquila per la nitidezza dell'occhio, con il cane per la nitidezza dell'odore. Tra di noi,
le persone con la pianta più sensuale hanno meno possibilità di riflessioni più alte e
viceversa. Sì, anche con ogni individuo, questo antagonismo è confermato. Una
persona che pensa profondamente non vede o sente ciò che sta accadendo intorno a
lui, e una persona che si concede completamente in un piacere o in un impulso
sensuale non può pensare a ciò; o se qualcosa è così sovvertito, allo stesso tempo
qualcosa sfugge al potere del sensuale.
Quindi, se la natura delle piante non è riuscita delle funzioni psichiche superiori,
quindi questo può essere giustamente molto bene in modo credere che essi danno in
loro ha il senso della vita per un dispiegarsi e la fioritura vogliono portare quella di
raggiungere con Mitrücksichtsnahme sulle funzioni più elevate non stato possibile
è in attesa della selvaggia di gioielli colori vivaci o di danza a un bar che corrono,
quanto più la pianta può godere a pennello con le vernici in sole luminoso e
ricambiare in fretta cicli del vento e herzuwiegen. Per il selvaggio, ogni gioiello e
musica significa qualcosa di diverso dal colore e dal suono; la pianta non ha senso nel
farla, è assorbita dal piacere sensuale; perde sempre abbastanza di quello che ha già,
vuole sempre di più, e così crea sempre nuove aree verdi e foglie danzanti; Alla fine
ne diventa anche piena e irrompe in fiori, con colori nuovi di zecca; Ora, invece del
vento, l'insetto, l'ape e la farfalla arrivano e suscitano sentimenti più profondi.
Naturalmente, l'assenza delle sole funzioni superiori non poteva parlare per lo
sviluppo maggiore e superiore del più basso; se la pietra è mancante allo stesso
tempo; In parte, il fatto che le piante condividano con gli animali la sfera della vita
organica, rende non improbabile che la legge dell'antagonismo, che ha preso piede in
una parte di questo campo, influenzi in parte la relazione delle due parti Tutte le
precedenti considerazioni teleologiche indicano lo stesso punto, in parte i fenomeni
diretti della vita vegetale sono essi stessi in questo senso.
La pianta è molto più nuda ed esposta all'influenza di tutti gli stimoli sensoriali, e
reagisce con vigorose attività della vita contro di essa come facciamo
noi. Ricordiamo forte è la luce altera quanto più il loro processo di vita che nel
nostro, quanto più è soggetta a vibrazioni in tutte le parti, è quanto più sensibili agli
effetti di aria e di umidità, quanto più importante la fragranza per lei che per Ci
sembra che sia capace di assimilare anche l'inorganico, ciò che non siamo in grado di
fare e che sta cambiando costantemente la sua forma. Si potrebbe obiettare che la
mancanza di organi sensoriali artificiali, come l'animale, mette la pianta, anche se non
manca la sensazione sensoriale, sempre più profonda dell'animale rispetto ad
essa. Non è così solo; se, secondo la sua intera struttura, appare molto più come un
organo sensoriale rispetto all'animale, e quegli atti artistici sono necessari non per il
servizio della vita sensuale ma di una vita superiore negli animali. È bello trovare
libri di testo nei bambini, ma solo se vogliono essere o diventare più dei bambini. La
pura natura del bambino fa piuttosto quella demolizione. Questi libri di testo sono
occhi e orecchie per umani e animali; lei non ha bisogno della pianta perché non ha
niente da imparare. La natura di tuo figlio rimane quindi tanto più bella e pura. Invece
di diventare un uomo fuori dal bambino, nel processo di fioritura diventa dal bambino
all'angelo, che solo in una luce superiore attiva la sua natura infantile. ma è necessaria
una vita più alta negli animali. È bello trovare libri di testo nei bambini, ma solo se
vogliono essere o diventare più dei bambini. La pura natura del bambino fa piuttosto
quella demolizione. Questi libri di testo sono occhi e orecchie per umani e
animali; lei non ha bisogno della pianta perché non ha niente da imparare. La natura
di tuo figlio rimane quindi tanto più bella e pura. Invece di diventare un uomo fuori
dal bambino, nel processo di fioritura diventa dal bambino all'angelo, che solo in una
luce superiore attiva la sua natura infantile. ma è necessaria una vita più alta negli
animali. È bello trovare libri di testo nei bambini, ma solo se vogliono essere o
diventare più dei bambini. La pura natura del bambino fa piuttosto quella
demolizione. Questi libri di testo sono occhi e orecchie per umani e animali; lei non
ha bisogno della pianta perché non ha niente da imparare. La natura di tuo figlio
rimane quindi tanto più bella e pura. Invece di diventare un uomo fuori dal bambino,
nel processo di fioritura diventa dal bambino all'angelo, che solo in una luce
superiore attiva la sua natura infantile. Questi libri di testo sono occhi e orecchie per
umani e animali; lei non ha bisogno della pianta perché non ha niente da imparare. La
natura di tuo figlio rimane quindi tanto più bella e pura. Invece di diventare un uomo
fuori dal bambino, nel processo di fioritura diventa dal bambino all'angelo, che solo
in una luce superiore attiva la sua natura infantile. Questi libri di testo sono occhi e
orecchie per umani e animali; lei non ha bisogno della pianta perché non ha niente da
imparare. La natura di tuo figlio rimane quindi tanto più bella e pura. Invece di
diventare un uomo fuori dal bambino, nel processo di fioritura diventa dal bambino
all'angelo, che solo in una luce superiore attiva la sua natura infantile.
Cosa è più bello, una mappa o un foglio di carta puro e semplicemente
dipinto? Sicuramente quest'ultimo, e il bambino ne è più contento, ma imparando a
capire la mappa, è al di là della gioia del lavoro di ufficio. Bene, il nostro occhio
dipinge il mondo come una mappa e le nostre menti ci insegnano a capirci; Ma è tutto
con la pura gioia del colore. La pianta non ha bisogno di una mappa perché non deve
viaggiare, quindi invece di ricevere semplicemente i fogli colorati di carta; ma ora ne
riceve anche la piena gioia, che dura fino a quando il colore resiste; perché se il
desiderio per i colori non regge più, la pianta getta via anche gli archi colorati. In
effetti la pianta sente qualcosa del suo stesso colore,
Inoltre, indica l'accresciuta importanza che ha il senso della vita nel regno vegetale
che nel regno animale che l'animale suoi sensi, per così dire, fatto poco, come base
per le sue evoluzioni più elevate, si nota mentre vive la pianta si mostra destinato sua
Costruire una base sensoriale in termini di quantità e qualità sempre più alta. La
sensualità è data all'animale come una cosa concordata, data alla pianta come la
prima ad essere abolita. Ogni nuova foglia può essere considerata più come un
organo, con il quale si presenta agli stimoli sensoriali, e nella fioritura, un regno
completamente nuovo e più alto di sensualità si chiude alla fine. Con la presente, la
sensualità acquisisce uno scopo immanente, che non ha negli animali, guadagna una
vita interiore che va oltre l'animale.
Di nuovo, nessuna differenza assoluta. Completamente finito, l'animale non ottiene
la sua sensualità; la sensazione sessuale si sviluppa più tardi; piuttosto come d'altra
parte, come è stato più volte riconosciuto la pianta non sono limitate ai sensi, e l'idea
di una più alta supera la sensualità soprattutto in fiore. Quindi i tempi di fioritura in
entrambi i regni toccano.
Certamente, in questo tocco significativo ma tranquillo non si ha intenzione di
trovare altro che la rassomiglianza più grossolana. Suscita una sensazione sessuale
nella pianta al momento della fioritura; e quello fu tutto ciò che si risvegliò in lei. Ma
fondamentalmente quello sarebbe il mondo sbagliato. Perché se nell'animale l'entrata
della sensazione del sesso forma il vertice nello sviluppo della sensibilità, non può
formare nella pianta un inizio, a cui nulla precede. L'animale ha visto, sentito,
annusato, assaggiato, ma già sentito prima della maturità sessuale. La fioritura della
sensazione è stata preceduta da un sottobosco di sensazioni, basato sui processi di
nutrizione, respirazione e l'azione di molti stimoli sensoriali. Come si può ora trovare
nella pianta quel fiore di sensazioni, e tuttavia voler negare quel sottobosco dello
stesso, mentre la dieta, la respirazione, gli stimoli sensoriali, il suo gioco nella pianta
prima ancora molto più potente che nella deriva animale. Si confonde la traccia di
luce superiore dell'anima, che si risveglia indiscutibilmente con il fiore della pianta,
con una traccia di luce dell'anima. Il nostro stupido occhio non può quasi chiudersi
allo splendore che cade sulla cima della vita vegetale; ma ora non vedi nient'altro che
questo splendore supremo, attenuato nel punto poco appariscente; ma l'intero bel
design della vita della pianta-anima rimane sommerso nella notte. Il nostro stupido
occhio non può quasi chiudersi allo splendore che cade sulla cima della vita
vegetale; ma ora non vedi nient'altro che questo splendore supremo, attenuato nel
punto poco appariscente; ma l'intero bel design della vita della pianta-anima rimane
sommerso nella notte. Il nostro stupido occhio non può quasi chiudersi allo splendore
che cade sulla cima della vita vegetale; ma ora non vedi nient'altro che questo
splendore supremo, attenuato nel punto poco appariscente; ma l'intero bel design
della vita della pianta-anima rimane sommerso nella notte.
Ritengo che il processo sessuale è più applicabile e più spostato in una particolare
fase di sviluppo rispetto degli animali nella pianta. In questo l'Sinnesentwickelung si
ferma durante la pubertà, scoppia attività dei sensi una nuova corona di più
bello; l'intera vita sensoriale sale a un livello superiore e più auto-evolutivo. Si
potrebbe dire, la pianta lo porta già hiernieden alla terza vita celeste più alto, ci
aspettiamo solo in un aldilà, e di cui pensiamo la beatitudine dell'amore come un
assaggio. E proprio per questa ragione la fioritura sono alcuni suggerimenti per la
nostra vita futura, bella come il simbolo di farfalla, come ho ricordato in
precedenza; solo che ne dà semplicemente un'immagine sensuale. Quindi, la pianta
nella sua umiltà è, per così dire, molto più elevata di noi stessi: qui sta già vivendo
una salvezza che ci aspettiamo solo. Già qui questi bambini vengono nel loro regno
dei cieli.
Fondamentalmente, è ugualmente sconsiderato riconoscere una vita psichica delle
piante, ma trovarla ridotta a uno stato assonnato o onirico. Se osserviamo
attentamente le piante, troveremo tutto ciò che si oppone a tale ipotesi. In che modo
lo stato della pianta che agisce e crea continuamente, che è nel conflitto più attivo con
tutti gli stimoli sensoriali, così diverso dal nostro sonno, dove le interazioni con il
mondo esterno sono piuttosto a riposo o ridotte al minimo, non sorge nulla di nuovo,
ma solo il vecchio viene suonato. Solo le condizioni della pianta in inverno possono
essere ragionevolmente confrontate, come abbiamo detto prima, con il nostro stato di
sonno; ma dal momento che può farlo, non può essere lo stesso in estate. Per non
parlare di che, in sostanza, tutta la natura stessa appare come un sognatore come con
gli occhi semipreziosi; dovresti immaginare che lei lascerebbe che la mezza distanza
delle sue creature dormisse durante la lunga, luminosa giornata di luce, aprisse gli
occhi presto e dormisse ancora, metta tanta vitalità su una quercia solo per farla
dormire per mezzo millennio? E intanto questa quercia crea opere così enormi su se
stessa, di per sé. Anche l'uomo dorme così? solo per farla dormire per mezzo
millennio? E intanto questa quercia crea opere così enormi su se stessa, di per sé.
Anche l'uomo dorme così? solo per farla dormire per mezzo millennio? E intanto
questa quercia crea opere così enormi su se stessa, di per sé. Anche l'uomo dorme
così?
Certo, sarà sempre possibile in qualche modo difendere l'espressione di un sonno o
di una vita onirica, purché le facoltà superiori stiano nel sonno o nel sogno. Ma
questa non è veramente un'espressione. Perché nel nostro sonno e nei sogni non solo
le facoltà superiori, ma anche quelle sensibili sono spezzate, e forse anche peggiori di
quelle superiori. Perché i ricordi che costituiscono il risultato delle facoltà superiori
dell'anima continuano ancora nel sogno, mentre i sensi sono completamente
chiusi. Ma nella pianta i sensi sono completamente aperti e i ricordi non
funzionano. Come può un ultimo parlare di un sogno in cui non c'è alcun risveglio,
dal quale il sogno prende la roba dei ricordi? Le guardie sono probabilmente senza
sogni, non sognano senza guardie concepibili. Quindi dici le piante conducono una
vita da sogno e nient'altro, si dice lo stesso di, c'è un'ombra e niente che lo getta. È
una sciocchezza; e con ciò le piante dovrebbero essere perse al loro scopo.
Fino ad ora abbiamo seguito la vita della pianta solo al portamento dei fiori, anzi,
ne abbiamo parlato come se non ci fosse nulla oltre il chiosco dei fiori; e, in effetti,
potrebbe essere il culmine di questa vita, la cui conclusione è sul lato ascendente, e
meno interessato a perseguire lo stesso dal lato discendente. Ma c'è un tale lato, e
senza senso non possiamo tenerlo per la pianta, se pensiamo alla grande abbondanza
di forza materiale e vitale, che d'ora in poi sarà usata per lo sviluppo dei frutti, sia
essa facilità di espediente di grande sforzo, che qui proprio come i processi di
fertilizzazione hanno luogo. Colui che, naturalmente, tiene il fiore cieco alla luce,
vedrà in tutti i frutti solo noci mute; ma per noi,
L'uomo, quando è al di là del periodo di massimo splendore della vita, non è ancora
morto con esso; La sua vita guadagnerà solo una direzione e un significato diverso da
ora in poi. chiesto da allora più sulla cura per se stessi e il presente immediato, ma
mai molto contemplando recettivo a ciascuna unità dall'esterno e d'altra parte vivo
reagire, inizia da ora a prendere in considerazione il più einzukehren futuro e il
passato più a se stesso prendersi cura di una progenie, lavorare per un posteri. Lo
splendore della vita si estingue, il che significa che aumenta, la recettività al semplice
godimento dei sensi si allontana, gli organi gradualmente avvizziscono; per questo
matura tanto più internamente.
Dovremo assumere una svolta analoga anche nella pianta secondo analoghi
fenomeni esterni, tranne per il fatto che tutto ciò che cade in una lucida autocoscienza
nell'uomo qui cadrà più nel sentimento e nell'istinto, ma che tuttavia può essere
determinato e abbastanza vivace. Può iniziare una sorta di ritiro del sentimento della
pianta in sé, mentre diminuisce la sua suscettibilità agli stimoli esterni, mentre
vediamo gli organi appassire gradualmente e sviluppare una sorta di istinto che li
spinge a vivere la propria vita nella formazione dell'organismo per riprodurre o
riprodurre giovani piantine in semi. (Ricorda che la pianta è effettivamente
preformata nel suo seme in radichette e piume di foglia). Si potrebbe dire la
formazione della giovane pianticella nel seme rappresenta il primo e unico pensiero
reale nella sua testa, in cui il ricordo della sua intera vita passata è oscuramente
riassunto e allo stesso tempo esprime preoccupazione per il futuro di un altro essere
simile. Anche i nostri pensieri sono attaccati ai processi corporei che lasciano
qualcosa cambiato. Tuttavia, indistintamente, la piantina appare nel seme contro
l'intera pianta, così vagamente il ricordo della vita precedente, che ora diventa l'anima
della creazione della nuova piantina, sia contro tutta la vita precedente della pianta
stessa. Ma lo sono esprimere la loro stessa natura. Anche i nostri pensieri sono
attaccati ai processi corporei che lasciano qualcosa cambiato. Tuttavia,
indistintamente, la piantina appare nel seme contro l'intera pianta, così vagamente il
ricordo della vita precedente, che ora diventa l'anima della creazione della nuova
piantina, sia contro tutta la vita precedente della pianta stessa. Ma lo sono esprimere
la loro stessa natura. Anche i nostri pensieri sono attaccati ai processi corporei che
lasciano qualcosa cambiato. Tuttavia, indistintamente, la piantina appare nel seme
contro l'intera pianta, così vagamente il ricordo della vita precedente, che ora diventa
l'anima della creazione della nuova piantina, sia contro tutta la vita precedente della
pianta stessa. Ma lo sono anche i nostri ricordi sono solo immagini pallide della
realtà.
Non si obietta che il processo analogo della formazione di nuovi esseri nell'uomo
non è accompagnato dalla coscienza. È proprio come la crescita. Per la pianta, questo
processo ha un significato completamente diverso rispetto agli umani; ciò che giace
in fondo a questo è supremo lì, è passato nella testa della pianta. Come fioritura è
solo la punta del processo di crescita in direzione verso l'esterno, la formazione di
frutta e seme è solo il ritorno in una direzione verso l'interno continuo, una
contemplazione della pianta che cresce in sé. Ora, se la crescita portante generale di
emozione della pianta, sarà anche verso l'interno come verso l'esterno.
Per inciso, anche l'iniziazione del processo di fruttificazione stesso mostra la
differenza più essenziale tra pianta e animale, che è un processo di autoriflessione
compiuto nello stesso essere, qui un processo condiviso tra due. Questo può essere
molto importante per il sensitivo. I regni vegetale e animale non dovrebbero essere
ripetuti qui, ma dovrebbero completarsi a vicenda; Ciò che accade nella più oscura
incoscienza dell'animale e solo lontanamente ci ricorda nei fenomeni dell'errore di ciò
che avviene sempre nel regno vegetale, è il punto principale della vita cosciente della
pianta. Tocco estremo altrimenti abbastanza spesso. Qui, inoltre, questo tocco è
indicato abbastanza stranamente nell'aspetto esteriore.
In effetti, uno del seme può contenere solo per una partita di somiglianza esterna,
ma ancora essa la propria, come il frutto, così come il capo del popolo, è il generale
superiore, spesso duro nel suo genere cranio è ivi incluso Della forma spesso
ingannevolmente simile al cervello, 1 e nelle classi superiori delle piante due lobi di
sperma, proprio come il cervello nelle classi superiori di animali ha due metà del
cervello; sì, come anche la sostanza è proteica in entrambi.
1)Ricordo il dado finto; ma la somiglianza continua quando si ricorda che
anche gli animali inferiori hanno un cervello liscio.

XV. Confronti, schemi.


Alcuni hanno probabilmente cercato di descrivere la relazione tra animale e pianta
in modo netto e appropriato da un singolo tormentone, da uno schema semplice o
dall'identificazione con una relazione tra altri oggetti. Penso che sia impossibile per
me. Espressioni generali, schemi semplici, confronti pittorici possono in ogni caso
essere utili solo per rappresentare una relazione complessa con certe pagine o
sopra. Così le piante e gli animali possono opporsi l'un l'altro in modo polare secondo
una qualche relazione; ma in quanti modi sono d'accordo? secondo una qualche
relazione, sistemati come le scale; ma dopo altre relazioni l'ordine sarà
cambiato; secondo certe relazioni la pianta può essere afferrata come un animale
usato; ma non puoi farlo in tutti i dettagli. Si può chiamare la pianta una linea,
l'animale una palla, come si può chiamare una faccia più ovale, un'altra più
rotonda; ma hanno correttamente tratto la vera fisionomia di entrambi, o possono
essere dedotti da questo schema generale? Si può paragonare pianta e animale con
l'uno o l'altro in quanto una testa può essere più simile a una mela, un'altra più simile
a una pera; ma in quanti modi tali confronti sono sempre dietro la destra, in quanti
raggiungono oltre? Infine, la relazione tra animale e pianta non sarà più accurata, più
acuta o più completa di quella del rapporto tra animale e pianta. In nessun luogo
questa relazione con la totalità dei suoi momenti può essere ritrovata come tra
animale e pianta. La natura non si ripete da nessuna parte.
D'altra parte, c'è sempre un certo bisogno di restringere condizioni complesse, di
confrontare i campi correlati e applicando un metodo valido sia nell'impostazione che
nell'uso degli schemi e dei confronti, si potrebbe guardare al quadro generale,
all'enfasi e al contesto dell'essenza, la concezione delle relazioni di parentela tra le
diverse aree naturali, si aspettano grandi benefici.
Purtroppo, non troviamo un tale metodo che realmente soddisfare la prospettiva di
questi benefici, prima, non possono fare qui, e sarebbe hanno creato, ci sarebbe in
grado di applicare in maniera approfondita difficile perché tale applicazione sulle
discussioni dettagli precisi, come per trovare un posto qui, e per avere una
conoscenza botanica e zoologica più approfondita di quanto dovremmo sopportare.
Quindi non aggiungiamo troppo peso, per non parlare di intenzioni serie, alle
seguenti visioni comparative e schematiche della relazione tra animale e pianta. Solo
qui e là Ernst può guardare attraverso il gioco. Un lato del gioco ha anche questo
oggetto, che, dopo tutto, è in grado di occupare la mente, anche se non è nell'interesse
di una rigorosa cultura.
Conosciuto abbastanza, sebbene serva quasi esclusivamente l'interesse poetico, è il
paragone delle piante, specialmente dei fiori, presto con i bambini, ora con le
donne. Entrambi sembrano essere paragoni molto diversi: nel frattempo, trovano un
punto di collegamento nel fatto che le donne stesse sono sempre solo bambini contro
gli uomini. Per inciso, entrambi afferrano lo stesso soggetto da lati diversi.
I punti di confronto dei fiori con i bambini sono che considerano la terra come la
loro madre comune, sono ancora attaccati ad essa, succhiano il cibo da esso; che si
lasciano rifornire di tutti i bisogni; non correre lontano; che sembrano adorabili,
gentili, innocenti, nessuno da fare nulla; indossare abiti luminosi e, come pensiamo,
sono ancora sensuali nella loro anima come l'anima del bambino. La cosa più
importante, che portano con il loro senso infantile, è di pesare e imbucare piccole
bambole - cuccioli folti, che contengono le piantine già avvolte in giovani piante; non
sapendo ma ben sospettando cosa significhi per gli adulti. Tutti incontreranno la
canzone di Schiller in questi confronti:
Figli del sole ringiovanito,
fiori del corridoio decorato, ecc.,
che, naturalmente, sfida il commento dalla nostra parte, tanto più il poeta che i fiori
sono rimasti intrappolati nella notte, dal momento che li ha spiegati nella notte; e non
ci sono volute dita umane per toccarle per riversare vita, lingua, anima e cuore in
esse, dopo che un dito molto più potente l'aveva già fatto.
Inoltre, l'inizio di una bellissima canzone di Heine, che suona quasi come nessuna
Heine, può essere ricordata, come dice a un bambino:
"Sei come un fiore
Così bello, bello e puro "ecc.
Qualcosa di meno poetico infatti prende da quando Hegel (Natural Philosophy S.
471a) dice: "L'impianto, tuttavia, come il primo soggetto sussistente che proviene
ancora dalla immediatezza, i deboli, la vita infantile in lui la stessa non è ancora
arrivata alla differenza. " - Tutti a modo suo!
Probabilmente ancora più numerosi punti di confronto, ma offre il carattere della
femminilità delle piante.
La pianta, come la donna, è sempre bandita dalla sua stretta cerchia di vita, che
lascia solo quando viene strappata via, mentre l'animale, come l'uomo, vaga senza
limiti in lontananza; ma lei sa nel suo stretto raggio d'azione per approfittare di tutti i
migliori, a seguito di sicuro lo svolgimento di istinti senza portare mai alla maggiore
intelligenza dell'animale, e questo, come la moglie dell'uomo che altra lungimiranza e
Umblick e l'intervento di trasformazione in lasciando il mondo esterno. La pianta,
come la donna l'uomo, è sempre soggetta alla volontà dell'animale, ma non si oppone
nemmeno alla relazione più bella, come la farfalla indica il fiore. Le piace
chiacchierare con i suoi vicini. Fornisce il cibo dell'animale, cuoce il pane (nelle
orecchie), prepara le verdure per lo stesso. La sua attività preferita, tuttavia, rimane
fino all'apogeo della sua vita, per decorare se stessa splendidamente e per presentare
la sua figura sempre nuova e bella. Ci sono persino dei fiori che si alzano come le
donne in abiti bianchi e poi si vestono con colori vivaci, probabilmente cambiano più
volte.1) Ma dopo il tempo del giovane amore passano, la pianta è consacrata a una
nuova professione. Ora getta da parte il bunting dai colori vivaci, e il suo primo e
unico pensiero è la cura del suo bambino, che la ospita e la indossa, e che, dopo
essersi finalmente liberata da lei, la circonda a lungo.
1) "Per esempio, così come (per citare solo gli esempi più eclatanti)
di Cheiranthus Camaleonte , inizialmente un fiore biancastra che è giallo
limone e, infine, colore rosso più tardi con un po 'di viola. I petali di Stylidium
fruticosum R. Br. Sono giallo chiaro quando si presentano, ma in seguito sono
bianchi con la luce di rosa di colore della vernice. il fiore di Oenothera
tetraptera L. sono inizialmente bianca, poi si alzò e quasi rosso. Tamarindus
indica L. ha, secondo la sig.ra G. Hayne, sui petali bianchi primo giorno La
corolla gialla di Cobaea scandens Cav . È bianca-verdastra il primo giorno,
viola il giorno seguenteHibiscus mutabilis L. a questo proposito presenta un
fenomeno curioso e istruttivo. Il suo fiore è infatti la mattina sa quando la
rottura (Naître), intorno a mezzogiorno è rosso o cremisi, e, infine, quando il
(sole è andato giù, è rosso. In Il clima delle Antille è quel cambiamento di
colore regolarmente. (Decand., Physiol. II., P. 724.)

Si ricorda qui ciò che dice Schiller:


"L'uomo deve andare
nella vita del nemico,
deve lavorare e sforzarsi
e piantare e creare,
Erlanger, Erraffen,
deve scommettere e azzardare la
caccia alla fortuna ....
E dentro governa
La casalinga modesta,
la madre dei figli,
e hanno il dominio, come
nel cerchio interno,
e insegnare le ragazze,
e proibire il ragazzo,
e suscita senza fine
Le mani occupate,
e multi-premiato
con ordnendem senso.
E riempire con la stima del carico
fragrante
e ruota intorno al perno fusa il filo,
e raccoglie nel Santuario pulito levigata
La lana scintillante, lino schneeigten,
e aggiunge alla buona brillantezza e
lucentezza,
non poggia.
Non ho alcun dubbio, come i poeti sempre qualcos'altro pensano che lei davvero
dire ciò che resta per determinare la sagacia del boom che il poeta ha presente in
realtà solo il rapporto tra animali e piante vuole rappresentare come meglio si adatta
tutto. L'insegnamento e la difesa, la pioggia delle mani e alcuni altri possono
sembrare meno adatti ad alcuni; tuttavia, come in tutti questi casi, dipende solo dalla
corretta interpretazione. Ogni piccola pianta, poiché era ancora nel seme della pianta
madre, deve imparare da essa come dovrebbe crescere e non crescere; ma la pioggia
infinita di mani laboriose esprime molto bene l'infinita diffusione delle foglie, il
lavoro e la creazione della pianta con essa, per preparare i materiali al servizio
dell'animale. I tesori nel profumato negozio sono le tante deliziose sostanze che le
piante raccolgono nelle cellule, come nei compartimenti di una credenza; Girando il
filo attorno al fuso si intende girare i vasi a spirale e creare altrimenti formazioni a
spirale, che mantengono la pianta occupata. Con il luccichio della lana e il lino della
neve si rivolge a cotone e lino, e con la lucentezza e il luccichio sui colori cangianti
della pianta.
Dopo questa interpretazione artificiale, il seguente poema semplicemente
aggraziato di Ruckert potrebbe essere apprezzato e meglio, in cui caratterizza così
splendidamente la maniera femminile del fiore:
Il fiore della rassegnazione.
"Io sono il fiore nel giardino
E devo aspettare in silenzio
Quando e in che modo
entri nei miei circoli.

Vieni nei raggi del sole?


Così
aprirò il tuo seno alla tua gioia ,
e manterrò lo sguardo.

Vieni come rugiada e pioggia,


Quindi prenderò la tua benedizione
in bocce d'amore,
non lasciarlo asciugare.
E se guidi gentilmente
su di me nel vento, allora
mi inchinerò a te,
parlando: sono il tuo.
Io sono il fiore nel giardino
E devo aspettare in Sille
Quando e in che modo
entri nei miei circoli. "
(Rückerts Ges. Gedichte IS 98.)

Come bambini e ragazze di campagna allo stesso tempo, i fiori sono caratterizzati
nelle seguenti righe da Amaryllis di Rückert (Ges. Gedichte, vol. II, pag. 97):
La primavera cucina d'inverno Viaggi
La rugiada che i suoi figli dovrebbero bere;
È d'accordo con la canzone del mattino i denti allegri.
E decorare la sua casa verde con fiocchi di fiori.
Bene, cuore mio, lascia vagare i tuoi occhi per i
fiori che sventolano in ogni sala!
Ragazze del paese sono essi a destra ea sinistra
Steh'n hanno ripulito, dopo il quale si vuole
disegnare? "
Con gli insetti piante hanno in parte alle singole parti e in parte sulle circostanze
della loro metamorfosi in tutto, un sorprendente somiglianza 2) dato a noi in
precedenza su alcune osservazioni occasione.
2) Comp. Linné in s. Metamorfosi plantarum sub lodi. FARE la
macchina. Linnaei proposita a Nic. un Dalberg. Upsaliac, 1755, in
Amoenitat. Acad. IV. P. 368i
Già nella forma e nel colore mostra una grande somiglianza tra fiori e
farfalle; cosicché non è raro confrontare le farfalle con i fiori liberi e vivaci. Alcuni
fiori di orchidea si comportano come farfalle. e il nome di fiori di farfalla, che una
grande classe di piante (dove gli stoppini, i fagioli, ecc. appartengono), dimostra
anche qui una somiglianza prevalente. L'interesse di questa somiglianza esterna,
tuttavia, aumenta molto considerando la relazione vivente già ripetutamente toccata
tra i due; il carattere femminile dei fiori è particolarmente sorprendente. Il fiore è
come una farfalla ancora in attesa in attesa della visita del brulicante; un rapporto
simile, come anche noi nel regno degli insetti, z. B. tra la femmina e il maschio dello
scarafaggio di San Giovanni, nota. Ciò che manca del potere volante deve rimanere a
terra; Si siede tranquillamente nel verde e attrae l'ometto solo per il suo splendore
luminoso. Questo ha una brillantezza simile, ma probabilmente occhi più luminosi
della femmina e cerca lo stesso in campagna. Così il colore del fiore risplende dal
verde, e con i suoi occhi dai colori vivaci ma luminosi, la farfalla lo cerca, lei che può
solo essere cercata, che è attaccata alla terra.
Come farfalla e fiore sono direttamente simili, sia svolgersi in modo del tutto simile
da una struttura simile, in cui dormivano chiuso sulla prima fase di sviluppo fino
lungo e piegato. Chi potrebbe non proprio tra il germoglio, da cui ha anche trovato il
fiore, e la bambola da cui le interruzioni di farfalla, sia a spostarsi verso il regno della
Comunità di luce, una somiglianza esterna? Anche il gambo da, lentamente verso
l'alto in crescita, un foglio realizzato spinte verso l'altro, il bruco non può essere del
tutto incomparabile strisciante verso l'alto, una gamba spinge all'altra avanti. Solo la
pianta, come notato prima, mantiene sempre visibile il suo stadio di sviluppo
precedente, mentre l'insetto lo raccoglie.
I vasi spirali aria guida che attraversano l'intera costruzione dell'impianto, e,
naturalmente, ramificati, condotti d'aria che passano attraverso il corpo dell'insetto,
stabilire una certa relazione l'organizzazione interna tra i due.
Chi prende in simpatia paragoni simili, il rapporto tra animali e piante possono
nell'animale per se stesso nel rapporto tra sistema nervoso più aggregata al sistema
vascolare più ramificato, o nella pianta stessa in ragione di fioritura più centrale
finale al trova gambo ramificato libero e completo. Ma con quello che non è stato
possibile trovare gli ultimi punti di confronto! Sarebbe noioso e inutile allo stesso
tempo seguirli ovunque. Per essere sicuri, ci fu un tempo in cui, nel perseguimento di
tali somiglianze, veniva cercato quasi l'intero compito della filosofia naturale. Sarò
l'ultimo a chiamarla di nuovo.
Per molte considerazioni interessanti, la peculiarità delle piante, come notato in
precedenza, può dar luogo a una tendenza a formazioni a spirale e posizioni delle loro
parti. si vuole prima di tutto una trovata simbolica ancora dare qualche momento di
attenzione, in modo da pensare della spirale che circonda le foglie steli e attraverso
l'intera lunghezza della pianta al fiore (pistillo, stami e petali) è vasi spirali
forterstreckenden; e il nettare contenuto nel fiore, la farfalla che cerca il nettare e i
poteri curativi che di solito sono presenti in sostanze velenose e amare. Quindi il fiore
può essere paragonato alla pelle dell'igiene portata dal gambo avvolto dal serpente, in
cui il serpente, ponendo le sue sostanze velenose al servizio della dea della
guarigione, trafigge con la sua testa; ma la farfalla seduta sul fiore, per l'anima che
cerca il nettare della salute in essa, ma per raggiungerla, si deve andare oltre solo
sulle linguette della testa della vipera; cioè, solo intervenendo di per sé pericolosi
rimedi, l'arte della guarigione porta alla salute.
Successivo: Si consideri la tendenza a spirale così generale della pianta rispetto alla
tendenza più diffusa nell'animale verso il ritorno della forma e il movimento
circolatorio. Allora si può dire la pianta è diretta ai processi di progettazione e di
circolazione interna sui forma di movimento annuale (apparente) del sole nel cielo,
che è noto per essere una spirale, l'animale più dello stesso, che è notevolmente una
circolare dal movimento giornaliero o, in senso stretto, rappresenta solo un giro
dell'orbita annuale a spirale del Sole; e si può ricordare che anche nel sonno e nella
veglia la pianta segue più l'annuale, l'animale più il periodo quotidiano. In altre
parole, si potrebbe dire che la pianta dipende più dal movimento, che è un punto sulla
superficie della terra, dall'animale dopo, che il centro della terra mentre ruota intorno
al sole fa, purché lo spostamento di punti sulla superficie della terra come composta
della rotazione della terra sul suo asse e il suo percorso intorno al sole, anche una
spirale è. Nel frattempo, queste sono sempre solo relazioni che potrebbero acquisire
significato per la scienza solo attraverso il riconoscimento di una connessione
causale, per la quale non vi è alcuna prospettiva per ora.
Anche da un punto di vista molto scientifico, la tendenza a spirale delle piante può
essere colta e la rappresentazione di un tipo di pianta basata su una certa relazione
con esso. Dividiamo brevemente i principali risultati degli studi di Schimper con:
Lo schema di tutte le piante perfette è qui di seguito rappresentato dalla forma di un
asse perpendicolare al terreno, dal quale, secondo certe leggi matematiche, i raggi
(foglie) emergono lateralmente. La legge della loro posizione sull'asse indica le
differenze sostanziali forma della pianta, ma sempre appare sotto forma di una linea a
spirale che si snoda intorno all'asse e invia i raggi periferico in alcuni
punti. chiamiamo ciclo della spirale ad una sua porzione, che da un raggio (foglio)
per previsto estende finora finché è ancora ad un raggio in esso, la linea parallela
all'asse, in cui si trova la prima, passa, sorge la domanda: l) Quanti raggi (foglie) ha la
spirale da percorrere nella circonferenza dell'asse per passare dal raggio limite
inferiore del ciclo a quello superiore,3) 2) il numero di giri che la spirale deve
compiere all'interno di un ciclo per passare attraverso i raggi intermedi dal raggio
limite inferiore a quello superiore. Sia il numero di sezioni che i giri della spirale
all'interno di un ciclo sono ora costanti per ogni specie di pianta, ma diversi per le
diverse specie vegetali, quindi appartengono alla caratteristica essenziale della
specie. Non tutti i numeri e le sezioni sono possibili; ma i numeri possono essere
presi solo dalle seguenti serie:
1, 2, 3, 5, 8, 13, 21, 34, 55, 89, 144, 233,
la cui legge è facile da trovare. I primi due numeri di questi sono i primi numeri
naturali, il terzo numero è la somma dei primi due, quindi ogni numero successivo è
la somma dei due numeri precedenti. Quindi può essere il numero di sezioni di un
ciclo z. 2 o 3 o 5 o 8, ma non 4 o 6 o 7, e lo stesso vale per il numero di cicli. Il
numero di sezioni è collegato al numero di giri della spirale all'interno dello stesso
ciclo da una legge specifica. È z. Poiché il numero di sezioni 2, come è quello dei giri
sempre l (Questo è espresso 1 / 2 ), il numero delle porzioni 3, in modo che il giro e l
(è quindi 1 / 3); è il numero di sezioni 5, in modo che il giro è 2 (cioè 2 / 5 ), e in tutti i
rapporti possibili sono i seguenti:
1 / 1/ 2/ 3/ 5/ 8/ , 13/ 21/ 34/ 55/ 89/ , ...
2 3 5 8 13 21 34 55 89 144 233
di cui è facile ritrovare la legge. Il numeratore di ogni frazione è uguale al
denominatore della seconda frazione precedente.
3) Se un raggio si trova nell'intervallo tra i due raggi limite del ciclo, questo
corso sarà diviso in due sezioni; se ce ne sono due, è diviso in tre parti, e così
via, e nell'altra parte c'è più del numero di raggi intermedi. Poiché molte
sezioni hanno i cicli di una pianta, ci sono tante linee parallele sull'asse, in cui
ci sono foglie nella circonferenza della pianta.

Certo, la correttezza della visione di Schimper presentata qui non è generalmente


ammessa; In particolare, i valori numerici costanti delle frazioni precedenti come
standard generale sono contestati da diversi ricercatori. Inoltre, i fratelli Bravais
hanno adottato un approccio molto diverso per rappresentare legalmente la natura a
spirale della posizione dei petali. Naumann considera il quinconce come la legge
fondamentale della posizione delle foglie. Le relazioni posizionali matematicamente
esatte non esistono affatto sulla pianta e solo correggendo le osservazioni, mettendo
da parte i casi eccezionali, assumendo i fallimenti e così via. Allo stesso modo
emerge l'apparenza di una regolarità così completa, in quanto, secondo alcune
rappresentazioni, la pianta dovrebbe mostrare. In ogni caso, l'approssimazione della
posizione delle foglie porta effettivamente a una legalità,
Una chiara presentazione dei risultati delle indagini Schimperschen che è l'ultima
base trovato nel racconto di Burmeister della creazione (2 ° ed., P 340). Maggiori
informazioni su questo articolo s. nei seguenti scritti: Schimper, descrizione del
Symphytum Zeyheri ecc. In Geiger's Mag. S. Pharmacie. Bd. XXIX. P. L ff. A.
Braun, Studio comparativo sull'ordine delle scale sulle pigne, ecc. Nov.
Act. Acad. CLNCT XIV. Vol. I. p. 195-402. - Dr. Schimper, conferenze sulla
possibilità di una comprensione scientifica della posizione delle foglie, ecc.,
Comunicate dal Dr. med. A. Brown. Flora dell'anno XVIII. No. 10. 11. 12. (1835). -
L. et A. Bravais, Mémoires sur la disposizione dei géométrique feuilles et des
infiorescenze, precede d'un curriculum des travaux di MM. Schimper et brown sur le
même sujet, di Ch. Martius et A. Bravais. Parigi 1838. Tedesco di
Walpers. Wroclaw. 1839. - Bravais in Ann. di sc. nat. 1837. Parte. Bot. I. 42. 1839.
Parte. Bot. II. L. - Naumann in Pogg. Ann. 1842. (seconda fila). Vol. 26. p.
L. (Estratto in Wiegm, Arch. 1844. II. P. 49.)
Accanto alla posizione delle parti laterali sull'asse, la trasformazione, che spesso
sperimentano l'una nell'altra, ha attirato l'attenzione dei più recenti naturalisti. Per le
caratteristiche della recente morfologia vegetale, diamo il seguente breve resoconto di
un botanico di Fach (Link in Wiegm. Arch. 1842.II pag 164).
diventa più tenero e ruvido, ecc., come si trova in natura dopo le osservazioni. In
particolare, è stato riscontrato che le parti laterali si trasformano l'una nell'altra e che
è possibile visualizzare le foglie come forma di base, da cui tutte le altre parti laterali
arrivano fino alla guaina dell'embrione. Questa è la metamorfosi delle piante che ora
vengono chiamate in Francia, secondo una nuova moda, i Goethesche, come a volte
sono stati chiamati in Germania. Doveva essere chiamata Linneo, poiché aveva già
tenuto a piena lezione Linneo. " Questa è la metamorfosi delle piante che ora
vengono chiamate in Francia, secondo una nuova moda, i Goethesche, come a volte
sono stati chiamati in Germania. Doveva essere chiamata Linneo, poiché aveva già
tenuto a piena lezione Linneo. " Questa è la metamorfosi delle piante che sono ora in
Francia, una nuova moda, secondo il quale chiama Goethe, così come sono stati a
volte chiamato in Germania. Doveva essere chiamata Linneo, poiché aveva già tenuto
a piena lezione Linneo. "
È facile considerare che il metodo di produzione di derivati, consentendo loro
natura fare tutto per tutto sopra. E in questo soggetto e l'arbitrio è stata praticata a
sufficienza. La trasformazione dei pannelli laterali in un l'altro, ma resta un fenomeno
molto strano e significativo, quello che si potrebbe leggere la firma di Goethe sulla
pianta metamorfosi ulteriori dettagli.
Il significato più generale e importante per il rapporto tra animale e pianta mi
sembra sia stato la differenza di direzione di sviluppo verso l'interno e l'esterno, che è
già stato toccato più volte.
Breve sarà detto: l'animale è sempre più in se stesso, l'impianto di più da se
stesso; che si divide, più pieghe verso l'interno, il più esterno. Anche se questa
differenza non è assoluta, ma in modo che si può vedere nel corso dello sviluppo di
ambiguo tra imperi è ancora in sovrappeso nel regno animale in piu 'al primo, come
nel regno vegetale alla seconda pagina.
In effetti, mettiamo gli animali e le piante sui loro livelli perfetti l'uno di fronte
all'altro:
L'animale esteriormente più completa compatta in forma specifica piuttosto rigidi,
con qualche volta per tutte alcuni approcci esterni ed anche alcune impressioni
contundenti di pezzi uniformi del corpo, tuttavia, interiormente glie orrore in uno
degli animali superiori, passando sempre dalla diversità inferiore di organi che a loro
volta sono suddivisi in suddivisioni sempre più fini e le loro ultime modifiche più
intimi, infine, seguono la libertà dei movimenti dell'anima stessi se non per
migliorare le loro competenze per la più bella in connessione con la formazione di
sistemi spirituali ed emotivi nel corso della vita mentale cosciente e le più intime
relazioni organizzative. Nel cervello, sparando insieme le ultime fibre come catena e
impatto di un tessuto, perché nel processo di crescita verso l'interno e in decadenza,
alla fine, non rimane altro che crescere attraverso se stessi o disintegrare il già
decaduto in una direzione ancora nuova. La vita psichica superiore è legata all'attività
e all'addestramento di queste intersezioni interiori.
L'impianto, comunque fino al picco della loro vita all'interno ripetutamente solo il
suo monotono Gemeng di fibre, cellule, tubi darbietend senza significative
ripartizione agli organi interni, tuttavia, in un infinito e dal basso verso le piante
superiori, della tribù dei rami da questi dopo i rami, da questi alle foglie, da questi,
che continuano a crescere dopo le costole delle foglie, la pienezza delle parti di forma
esteriormente divergenti, gli ultimi germogli di cui dipendono esternamente dalla
libertà delle loro pulsioni animiche. Anche questo, finché l'entanglement finito,
sebbene in un senso diverso rispetto a prima, prospera; attraverso i rami, poi le foglie
crescono l'una attraverso l'altra e formano così la corona della foglia; le foglie stesse
sorsero perché le costole delle foglie si dipartono sempre più finemente,
Questa idea acquisisce un crescente interesse quando la colleghiamo a quello
schema in cui il corpo dell'animale si comporta come una sacca la cui superficie
sensoriale è interna, quella della pianta in quanto tale, dove è memorizzata, quindi
l'intero Rapporto sul contrasto di invaginazione e protuberanza di questa borsa è
rintracciabile. Infatti, i rami interno ed esterno dell'organizzazione animale e vegetale
possono essere ben concepiti come protuberanze e protuberanze, che diventano
continuamente sempre più invase ed eviscerate. E si può osservare che le forme
invase dalla natura, in particolare, amano opporsi a forme di significati parzialmente
paralleli, in parte complementari; come Polmoni e branchie; genitali mascolinosi e
femminini. Qui abbiamo questo contrasto nel complesso e grande tra due regni. La
mano rovesciata ha comunque preso il suo attacco sulla superficie non sensoriale del
sacco, e quindi la superficie sensoriale dell'animale è sepolta nelle invaginazioni
interne, che l'assenza della pianta sulle protuberanze esterne. (Naturalmente, il
contrasto tra le parti sensoriali e non sensoriali dell'organismo stesso è
soloprendere cum grano salis .)
Il sacco chiuso dell'animale prima di tutto si invade, in modo che si formi un
raddoppiamento, come in un dormiglione seduto sulla testa; sul sacco della pianta,
d'altra parte, il doppio interno è tirato fuori a lungo. L'invaginazione su animali fa un
intestino, la protuberanza a una pianta fa una radice. Il movimento invertito negli
animali avviene con tale forza che il cappuccio scoppia in cima e la bocca si forma
mentre il cappuccio si contrae in basso all'ano. Il tratto intestinale dell'animale viene
quindi ulteriormente inserito nelle ghiandole salivari, nel fegato, nel pancreas; Oltre a
- invaginazioni della borsa sono polmoni e femminilità genitale. Ma il sacco
dell'animale in realtà consiste in una doppia foglia, e la foglia interna non segue
l'esterno. Ma si è staccato dall'esterno, è lacerato e collassato nel più piccolo spazio
possibile, al cervello ripiegato e al midollo spinale; d'altra parte, la foglia esterna
come pelle attorno alla sua invaginazione ha gonfiato il canale intestinale il più
lontano possibile. Il risultato è una grande cavità tra la pelle e il canale intestinale, in
cui la foglia nervosa è piegata, quindi lontano dal riempire il vuoto. Per evitare
un'eccessiva vuoto, ora la pelle è abile rivestito con un cuscino di carne e tessuti, e
per dare l'intera manutenzione, tenuta tesa con apparecchi fissi, di osso, anche il
cotone con reti di filo da cucire buona, e Allo stesso tempo, la foglia del nervo viene
cucita sulla pelle e sulle foglie intestinali.
Nella pianta non è visibile alcuna separazione del sacco in due foglie distinguibili,
e la ghiandola della pianta eviscerata viene semplicemente imbottita con fibre e
tessuto cellulare. Le foglie vegetative e senzienti coincidono qui. E questa è una
differenza che aggiunge ancora significativamente alla differenza nella direzione
della protuberanza e della protuberanza, ma è indiscutibilmente correlata in termini
causali e teleologici.
Fondamentalmente, ovviamente, non è una mano vera dappertutto, ma la nozione
schematizzante che rende tutti i ribaltamenti che appaiono. A rigor di termini, non
piega o piega affatto la pelle, ma le cellule si formano gradualmente in tali strati,
crescono e diventano così assorbite che la vista delle rughe si trasforma gradualmente
nella vista di qualcosa piegato verso l'interno o verso l'esterno , Alla fine, il successo
è lo stesso, ma il processo è diverso, in conseguenza del quale, in realtà, realizziamo
idee e sviluppi, introduzioni ed evaginazioni.
A dire il vero, ammetto che la concezione del modo in cui si comporta la nervatura
è in qualche modo fittizia, in quanto è attirata più da una audace reinterpretazione dei
rapporti di memoria finiti che da un attento esame delle effettive condizioni di
sviluppo. Che cosa deve quindi impedire loro di attribuire un grande interesse
scientifico? D'altra parte, la contraddizione generale tra escrementi e invaginazione
tra pianta e animale mi sembra molto decisa.
La protuberanza continua progredisce nella pianta solo fino al culmine della sua
vita. Poiché si verifica un momento, il momento in cui il filamento o polline tocca la
cicatrice del pistillo, dove l'impianto, per così dire, ribatte contro se stessi, e ora inizia
dalla crescita del tubetto pollinico nella cavità delle ovaie, una precedenza solo
suggerito processo di invaginazione, che attraversa tutto il Fruchtbildung.
La seconda oscillazione della vita avviene nella pianta nella direzione opposta
rispetto alla prima. Questo non è il caso degli animali, poiché all'inizio il processo
vitale prende la direzione verso l'interno; tuttavia, nel caso degli animali, un
equivalente è relativamente evidente nel fatto che l'animale cresce ancora verso
l'esterno fino all'età adulta, ma in seguito si evolve solo internamente
In generale, non si vuole estendere la validità dello schema oltre limiti
ragionevoli. Nella zona degli organismi più bassi, che si avvicinano al regno
intermedio, le protuberanze si verificano spesso negli animali; ma il contrasto diventa
tanto più chiaro quanto più in alto andiamo verso l'alto in entrambi i reami. Anche
negli animali superiori ci sono gli arti, il naso, il mascell genitale, le mamme, le
protuberanze dei capelli, contrariamente all'altro carattere del regno animale.
Diamo un'occhiata al significato che la precedente opposizione deve avere per il
sensitivo.
A meno che l'anima è qualcosa di specifico e dopo la loro determinazione trova
anche un'espressione specifica in supporto fisico e le chiamate, in modo da non dovrà
assumere che la speciale determinazione dell'anima che si esprime nel corpo animale,
nulla, ma piuttosto ora un'anima certezza opposta Tipo di faccia. L'anima-pianta sarà
qualcosa solo dopo l'altro, in una certa direzione opposta; qualcosa si svolse contro il
mondo esterno, mentre quelle cose si svolgevano in se stesse. Che la svolta verso
l'interno, per così dire, più porta l'anima a se stessa, può tornare a se stesso, viene
pronunciata che la superficie senziente in virtù della sua piegatura posteriore colpisce
contro se stesso, che tocca interne, nello schema sì, si intersecano tra loro, in modo
che l'eccitato sensualmente possa entrare in nuove connessioni. Nel caso delle piante,
dove la superficie sensoriale gira verso l'esterno, non è questo il caso; perché se
anche i rametti e foglie, infine impigliare anche nella loro divergenza a tutto tondo,
che in tal modo restano, ma in gran parte fuori di contatto, e quando finalmente si
toccano in alcune foglie e allerwegs nelle vene, poi mette tutto solo un altro, o
anastomosi, senza attraversare di nuovo dal contatto; come lo vediamo nel cervello
degli animali. Quindi, la vita animale anticipa una dimensione di interiorità di fronte
alla pianta; e proprio per questo motivo la pianta rimane più in semplice
sensualità; con la direzione discendente della vita prende anche la direzione di
piegare in luogo determinato impianto, che sta guadagnando anche indiscutibilmente
maggiore importanza per la pianta. Ma lei non ha imparato così fin dall'inizio tutta la
vita della pianta come l'animale è, per così dire, solo per punta umbiegende dove che
scade e un po 'si trasforma in animale. Gli orsi vegetali, per così dire, un piccolo
animale solo come una corona, gioielli e top vertice della piramide della struttura e la
vita, e, inoltre, una sfinge, che è l'essenza dell'animale soltanto nel mistero, mentre
l'animale dal basso è quello è come il pilastro di Memnon accanto alla piramide. Ma
non domina l'intera vita della pianta fin dall'inizio, come fa quella dell'animale: è, per
così dire, solo la punta che gira, in cui si esaurisce e alquanto cambia nell'animale. La
pianta porta, per così dire, un piccolo animale solo come corona, gioielli e cima più
alta sulla piramide della sua struttura e vita, e una sfinge che enigmi solo l'essenza
dell'animale mentre l'animale è dal basso, che è come il pilastro di Memnon accanto
alla piramide. Ma non domina l'intera vita della pianta fin dall'inizio, come fa quella
dell'animale: è, per così dire, solo la punta che gira, in cui si esaurisce e alquanto
cambia nell'animale. La pianta porta, per così dire, un piccolo animale solo come
corona, gioielli e cima più alta sulla piramide della sua struttura e vita, e una sfinge
che enigmi solo l'essenza dell'animale mentre l'animale è dal basso, che è come il
pilastro di Memnon accanto alla piramide.
Una simile contraddizione fondamentale, come all'interno dell'organico tra animale
e disegno vegetale, può essere trovata anche nell'ampio dominio della natura tra la
formazione organica e inorganica, solo che raggiunge qui la struttura elementale,
mentre egli vi si reca sul piano dell'intero ,
Le creature organiche, che siano animali o piante, sorgono da parti elementari che
crescono verso l'interno e si piegano verso l'interno e si disintegrano; l'inorganico, i
cristalli, fuori da quelli che crescono verso l'esterno, si dispiegano e si consolidano
verso l'esterno. Cioè, come parti elementali dell'organico, le cellule sono bolle vuote
piene di liquido, le cui pareti si gonfiano dall'esterno verso l'interno, cosicché il lume
di molti si dissolve completamente nel tempo. Piegando verso l'interno, sembra che le
proiezioni, infine le partizioni, risultino, per cui le cellule si dividono in diverse. Il
cristallo, d'altra parte, emerge da un solido cristallo primordiale all'interno di un
liquore, ispessendosi con l'accostamento dall'esterno, dispiegandosi, per così dire,
verso l'esterno in angoli, punti, spigoli, senza rinunciare alla sua solidità;
Strano come una tale contrasti semplici nel piano di formazione, come notiamo tra
l'animale e l'organismo vegetale e cristallo, ma può rifiutare nei risultati, in modo da
raggiungere in tutto il carattere di semplici contrasti, portare molto diversi gradi di
scarico e entanglement. Confronta gli organismi enormemente complicati con i
cristalli sempre così semplici, e di nuovo nell'organico gli animali relativamente così
aggrovigliati con le piante relativamente semplici. La direzione dello sviluppo
interiore ha evidentemente un carattere molto diverso, più conciso e allo stesso tempo
più significativo per la vita dell'anima che per l'esterno.
Uno schema molto superficiale, tuttavia, per quanto riguarda il più generale e più
esterno delle condizioni morfologiche, ma di interesse non del tutto bar e capace di
approfondire in molte direzioni, si presenta come segue.
Il self-contained, forma generalmente oblunga grassoccia del corpo animale
assomiglia, visto contro la pianta, durante più dell'ellisse dove il cuore e il cervello
possono immaginare i punti focali attorno al quale tutto ruota vita dell'animale, la
forma della pianta, tuttavia, in virtù della sua doppio e opposto divergenza rialzo
rami, foglie e fiori, fino alle trasmissioni radice, più dell'iperbole; e mettiamo il caso
più semplice di uno stelo superiore diritta, solo fiore-cuscinetto in modo che il fiore è
al punto più alto della vita stessa rappresentano la tomaia Hyperbelhälfte ed i punti
finali dell'asse dell'impianto, la cicatrice della punta e la punta del fittone sostituirà la
Presenti punti focali tra cui oscilla tutta la vita della pianta; i due nodi, da cui il fiore
si estende verso l'alto e la radice verso il basso, gli apici di entrambe le metà
dell'iperbole; le foglie infine, ridotte alla loro direzione orizzontale centrale, la
direzione dell'asse minore inefficace.
La regione intermedia tra animali e piante, tra le forme sfere e forme lineari
fluttuanti, quindi rappresenta i casi in cui ellisse e iperbole dal più grande possibile
semplificazione delle loro equazioni (senza qualcosa infinitamente sarebbe) passare
nella sfera e lineari forme, che può essere fatto in diversi modi, con i quali la Gli
esseri proteici del regno intermedio sono collegati.
È noto che l'iperbole sorge dall'ellisse in quanto si pensa a una quantità maggiore
presa nella direzione sbagliata; che coincide con il fatto che la pianta è in qualche
modo un animale usato. Inoltre, si può mettere in relazione il lato discendente della
vita vegetale, dove si vede il fiore trasformarsi nel frutto più ellissoidale, con una tale
precauzione.
Questo schema è interessante se lo si lascia cadere nel simbolico. La serie di
possibili ellissi ha, al limite, la parabola, che, sebbene da un lato cade ancora
completamente in finitudine, si apre dall'altra all'infinito. Come è noto, vale a dire
l'ellisse diventa una parabola, quando l'aggiunta mette un fuoco dell'ellisse
all'infinito, o che è lo stesso dice che l'asse maggiore della stessa prende
infinito. Nella misura attraverso il regno dei vari ellissi regno ancora prevenuti
animali molto limitate rappresentato, la parabola, come limite superiore delle ellissi,
il limite superiore del regno animale, esseri umani, che, pur con un lato piuttosto
come la L'animale è radicato nella terra, ma si apre dall'altra parte contro il
celeste. Certo, il suo cervello, che è un punto focale, non è veramente all'infinito, ma
può pensarlo, includendolo soggettivamente. Di conseguenza, lo schema diventa
simbolico.
La parabola, invece di essere il confine delle ellissi, potrebbe anche essere
considerata il confine delle iperboli; ma in un altro senso. Quando l'ellisse passa nella
parabola, un essere molto finito diventa infinito su un lato, l'animale si trasforma in
metà animale, metà angelo; Nella transizione dell'iperbole in parabola, d'altra parte,
con la perdita di una metà infinita, un essere infinitamente bilaterale diventa un unico
essere unilaterale infinito. Secondo questo, l'uomo può anche essere visto come un
animale che sale dalla terra al cielo, come una pianta piantata dal cielo nella terra, ma
con la perdita della metà celeste.
Il confronto tra l'animale e l'impianto con ellisse e l'iperbole, un interesse più
scientifico di quanto gli è dovuto dopo la rappresentazione precedente, vincendo per
delle seguenti riduzioni termini ai principi di una morfologia matematica generale,
che mi accontento qui con alcuni suggerimenti.
La differenza di forma generale tra esseri organici (piante e animali) e natura
inorganica (cristalli) si riferiscono, in breve, che i primi sono limitate dalla curva, il
secondo di superfici piane. Le forme curve degli organismi attraverso tutti i livelli di
forma sferica (circa orientata in alcuni semi, frutta, uova e animali inferiori) alle
figure kompliziertesten che non sono più in grado di precisione matematica di
rappresentazione nelle formule, che certamente sostanzialmente da tutti Le forme
naturali in generale si applicano, perché anche le superfici cristalline sono, a rigor di
termini, solo superfici piane. A meno che non si estragga da piccole irregolarità; tali
inezie sono trascurate. Ma anche per la considerazione delle forme naturali più
complicate si può ottenere un punto di vista matematico esatto, chiedendo quale delle
forme più semplici fornite siano più simili a loro, il che consente sempre una
determinazione precisa in base a misurazioni e calcoli; B. chiede sfera è un dato testa
umana più simile, o se si vuole andare oltre, che ellissoide, o se si vuole andare in
difficoltà ancora più elevate, quali superfici del corpo con terzo o quarto
ordine. Inoltre si può subordinare arbitrariamente singole parti e superfici di essa in
particolare tale considerazione. Ora, secondo le superfici piane o superfici del primo
ordine, superfici del secondo ordine, ossia quelle sezioni coniche alle intersezioni o
proiezioni effettuate semplice. E quindi se hai chiesto con che tipo di conica la forma
delle piante, e la natura della forma conica degli animali (per una media dell'asse
maggiore o proiezione su un piano parallelo suo) più simile a trovare tutte
esattamente per la ex l'iperbole, per quest'ultimo dell'ellisse; Si sarebbe,
matematicamente parlando, per ogni pianta particolare e ogni singolo animale,
lasciare che l'iperbole speciale e l'ellisse speciale specificano a cui essi sono relative
più simili.
È vero che una tale determinazione, così lontana dalla vera forma, al di là della sua
ardua volontà, difficilmente potrebbe pretendere di produrre un risultato praticamente
utile per la scienza. D'altra parte, l'aspetto della morfologia matematica presentato qui
per la classificazione e probabilmente altre relazioni generali sembra promettere
risultati utili e almeno interessanti, se si riferisce alle forme più semplici di animali e
piante, o alle parti in cui l'approssimazione non è più molto diversa da quella Realtà
rimossa, applicata; Questo è anche almeno per quanto riguarda il guscio di lumaca (di
nome Naumann) fatto con successo. Ma indiscutibilmente l'oggetto merita
un'elaborazione avanzata. Vale a dire le forme di semi, frutta e uova, in parte a causa
della loro semplicità,

XVI. Colori e profumi.


I colori e i profumi delle piante sono qualcosa di così bello e affascinante per noi,
così importante per la pianta stessa, che, dopo tutto quello che abbiamo detto
occasionalmente, merita alcune parole di particolare considerazione.
Le piante sono state pensando di distanza dalla terra, che sarebbe ancora essere
visto sul deserto giallo sabbia, rocce roccia grigia, deserto di neve e campi di
ghiaccio. Così nudo come un albero guarda in inverno, l'intera terra sembra così
spoglia. Le piante sono ciò che tessono il suo bel vestito verde, sul cui buon umore il
nostro occhio gode, rinfrescato, che cosa può ancora sano. Produciamo anche i nostri
vestiti principalmente da sostanze vegetali, li tingiamo con colori vegetali, come fa la
terra; ma il nostro vestito è morto; la terra ha un vestito fatto se stessi materiali vestite
con colori vivaci che vivono, un abito il cui maglia di se stesso, il colore in sé,
rinnovarsi, una, abito eternamente fresca mai invecchiamento; le cui partenze prima
danno il nostro vestito. Strano, ovviamente, che i morti indosseranno un abito da
giorno, mentre noi viventi indossiamo un vestito morto. Ma non è questa una
peculiarità che esiste solo nei nostri punti di vista, non in natura? La terra è morta
come la riteniamo?
Certamente possiamo credere che ovunque si trovino piacere e intenzione, questo
ornamento della terra non sarà realizzato senza piacere e intenzione. Solo allora non
dobbiamo solo conoscere l'intenzione e il desiderio non solo di annodare il controllo
di Dio sulla natura, ma anche nella natura.
In ogni caso, la produzione del colore non dipende solo dalla pianta; probabilmente
le aggiunge le sue condizioni di vita speciali, ma inoltre, ce ne sono di più grandi, più
generali, distribuite su tutto il mondo vegetale. E così, indicando queste ragioni
generali, si può dire: il sole è quello che va oltre il cielo, risplendendo su tutte le erbe,
il cui raggio di sole colora la terra verde e luminosa; anzi, il sole stesso appare solo
come il pugno di Dio, che guida questo raggio di sole, che trascina avanti e indietro
ogni giorno sulla superficie che deve essere dipinta; solo al mattino a colpi morbidi,
poi con caratteristiche sempre più forti e succose. Infatti, si sa che tutto
l'inverdimento delle piante e tutta la colorazione dei fiori avviene solo attraverso il
fascino e sotto l'influenza della luce solare, senza che questo stesso dia qualcosa di
sostanza, tanto quanto il colore del pennello. Ma da dove viene preso questo
colore? Dal guscio di colore del cielo; poiché sappiamo che l'aria, il cui aspetto è la
volta del cielo, fornisce le sostanze dalle quali si sviluppano i colori vegetali, non la
terra. Questo fornisce solo la base ruvida, come se fosse la tela, a.
Principalmente è l'acido carbonico e l'ossigeno dell'aria, che sono coinvolti nella
produzione di colori vegetali; dalla terra ma preferibilmente componenti minerali
entrano nella pianta.
L'effetto della luce del sole nella colorazione delle piante diventa molto più simile
all'effetto di un pennello, in modo che avvenga abbastanza localmente. Per una parte
preservata prima che la luce rimanga bianca, mentre il resto della pianta diventa
verde.
Ci si può chiedere perché il colore principale della terra sia ora verde, perché non
blu, non rosso, non giallo, non bianco? Bene, il blu è già blu, e l'oro è già il sole, e il
rosso è già il sangue, e il bianco è già la neve, quindi, giocando con un'altra
immagine, si potrebbe anche dire: il sole dorato e il cielo blu basta stare insieme per
testimoniare il colore verde delle piante come il loro bambino, il rosso del sangue e
verde nel succo, ma sono destinati a completarsi a vicenda, si sono mai integrare
come il regno animale e regno vegetale anche in caso contrario, dopo tante
relazioni; anzi, sappiamo che il rosso e il verde stanno davvero nella relazione tra
complemento ottico, cioè che possono essere mescolati in bianco. Mentre la vita
organica sulla terra si è spezzata, anche il dono del paradiso si è diviso, attraverso il
quale cresce e prospera; e le parti più delicate, il colore più delicato, più attivo è il più
attivo.
Questo, naturalmente, non risponde alla domanda precedente, ma piuttosto lo
espande: perché, quindi, precisamente questa distribuzione nell'intero sistema di
colori naturali?
E rispondo ulteriormente: per nessun altro motivo la terra sarà solo verde, perché il
martin pescatore è solo blu, il canarino appena giallo, il fenicottero appena rosso. Tra
gli altri organismi del mondo ora dovrebbe esserci per la maggior parte un verde; che
ha colpito la terra; Certo, quindi non è possibile specificare il perché. Altri corpi del
mondo avranno un colore diverso per questo. Sospettavi davvero che il colore
rossastro di Marte provenga da una vegetazione rossa?
Il cerchio della domanda è di nuovo espanso, la spiegazione posticipata, ma ogni
retrazione della spiegazione è di per sé una spiegazione. Ma non possiamo andare
all'infinito.
Il colore verde della terra dovrebbe essere casuale? Ma perché, allora, proprio dove
finisce il verde della vegetazione, il verde del mare? All'inizio tutto era coperto con lo
smalto verde uniforme del mare. Ma mentre la terra si alzava e voleva avere di nuovo
il colore, il Creatore lo coprì con il sovra-colore del mondo vegetale e aggiunse di
nuovo verde, e anche dalle alture della terra le acque del ghiacciaio ricadono di nuovo
verdi. Verde come il verde del paese, inizia come la fine del verde dell'acqua. Ciò
sembra indicare che si trattava davvero di una pelle molto verde della terra, così come
della stessa maglietta blu. Nel complesso, la natura una volta vuole colori costanti, il
cambiamento li mette nel piccolo. Le nuvole del cielo non sono blu, né gli animali
della terra sono verdi;
Se passiamo a considerare le relazioni individuali di colore con il mondo vegetale e
le singole piante, rimane sempre strano che il verde sia prevalente all'erba come il
fiore, anche se non senza eccezione su entrambi i lati. La fioritura con i tipi di vernice
verde di solito non hanno un verde puro, ma solo uno sporco piante da fiore,
apparentemente verde giallo-verde o grigio-verde, e molti, come ad esempio le
famiglie delle erbe hanno spesso non colore verde sia come fiori incolori pellicce. Il
verde puro è molto raro nei fiori (Schübler).
Di foglie ce ne sono anche alcune rosse e pezzate; molti sono giovani giallastri e la
maggior parte sta appassendo rosso o giallo.
Ci sono persino piante intere che non diventano verdi in nessuna delle loro parti, e
queste, stranamente, appartengono tutte alle piante parassite, le piante che si radicano
su altre piante; come le specie Orobanchen, Lathräa, Cytineen, Cassytha e Cascuta, i
monotropi e le orchidee senza foglie (Decandolle).
Questo contrasto tra l'erba verde e i fiori diversamente colorati è collegato a un
contrasto nelle reciproche espressioni della vita. I fiori non verdi ingeriscono
ossigeno ed espirano anidride carbonica nelle stesse condizioni in cui le foglie verdi
schizzano in anidride carbonica ed espirano ossigeno.
Allo stesso modo, la natura ha ostinatamente dimostrato che il nero puro non
appare sui fiori, a condizione che anche le macchie più scure dei fiori, che a prima
vista possono sembrare nere, mostrano a un esame più ravvicinato un particolare tipo
di colore.
Decandolle dice di questo in f. Physiol. II, p 726. "Il nero non sembra avere un
colore che sarebbe naturale per i fiori, ma i fiori in cui si trova il nero sono in genere
originariamente fiori gialli, che si trasformano in un marrone molto scuro parti
nerastri dei fiori di Pelargonium tricolore Curtis e Vicia faba L . (fave) si svolgono.
lo stesso vale per quei fiori marroni o neri il cui colore è un rosso molto scuro, come
abbiamo z. B. a Orchis nigra spazio. vedi ".
Il traduttore Röper nota:
Le macchie apparentemente nere nella corolla della Vicia Faba L. sono in realtà
solo molto marrone scuro, come si può vedere chiaramente con l'aiuto di un
microscopio. .. I capelli apparentemente neri sull'ombrella di Protea Lepidocarpon R.
Brown. appaiono, ad alto ingrandimento e alla luce caduta, viola scuro, giocando in
blu indaco. Sono in parte mescolati con i capelli gialli e sono circondati da capelli
gialli. "
Si dice che proprio come il bianco puro non appare nei fiori come nero
puro; poiché anche i fiori più bianchi, se visti su carta colorata, tradiscono una
colorazione d'altra parte (confrontare Decandolle, Physiol., II., p.723); ma sospetto
che il verificarsi della colorazione complementare soggettiva (che è più vivida per
alcuni occhi che per gli altri) dà origine all'inganno. Dai pochi fiori bianchi che ho
adesso nella stagione in corso, non ho potuto ottenere alcuna conferma di tale
asserzione.
Se la luce bianca tra il regno animale e vegetale si è già divisa così tanto che il
rosso è stato dato al corpo animale, e il verde al corpo vegetale, è notevole vedere
come il verde nel regno vegetale si spacca di nuovo da quello nell'erba contrasto
ancora unificato di giallo e blu nel fiore di separarsi. Allo stesso modo, come tra gli
uomini c'è un contrasto tra capelli biondi e castani, pelle e colore degli occhi, secondo
il quale, per così dire, divisi in due classi, un analogo contrasto tra i fiori gialli e blu
ritorna tra i fiori. Il fatto è il seguente:
Schübler e Frank hanno dimostrato in un trattato separato che può essere diviso i
fiori in due grandi righe in quelle giallo come base di colore (ossidato o xanthische
fila), e in quelli in cui blu è la base (deossigenato o serie ciano). I fiori appartenenti
alla prima fila possono variare solo in giallo, rosso e bianco, ma non in blu, a seconda
della varietà o della specie; Fiori, appartenenti alla seconda fila, ma solo in blu, rosso
e bianco, ma non in giallo, in modo che entrambe le file si incontrino in rosso e
bianco, ma divorziate in blu e giallo.
Quindi non ci sono cactus blu, aloe, rose, ranuncoli, tulipani, Mesembryanthemen,
georgine, ecc., Ma solo giallo, rosso e bianco; appartengono alla prima serie
xantica; d'altra parte, nessuna campanula gialla, geranio, flox, anagallis, astri, ecc.,
ma solo blu, rosso e bianco; questi appartengono alla serie ciano. Ci sono alcune
eccezioni a questa regola; come è z. Ad esempio, tra i giacinti appartenenti alla serie
ciano, ci sono alcune varietà gialle; ma queste eccezioni sono rare.
I generi di piante appartenenti alla fila Xanthian sono molto più spesso incline a
formare sostanze acide rispetto alle specie appartenenti alla serie zyanischen, tuttavia,
spesso caratterizzata da peculiari, spesso fortemente agiscono sul corpo, sostanze
taglienti, amaro e narcotici sono. Anche se non si dovrebbe vedere questo senza
eccezioni.
Al risveglio dell'anno, la maggior parte dei fiori sono bianchi, gialli alla fine
dell'anno. È come se la neve dell'inverno, qui il sole dell'estate, avesse un effetto
secondario.
Ampia ricerca sulla distribuzione relativa dei colori dei fiori (la flora tedesca) tra i
diversi mesi dell'anno, Fritsch in s. Abhandl. nel periodo. Apparizioni del regno
vegetale nell'Abhandl. il boehm. Gesellsch. la conoscenza 1847, pagina 74, reso
pubblico.
Per ora nei pressi di germogliamento per le piante da colorare Toccando i fenomeni
dell'anima, in modo che il possibile impianto per mancanza di occhi, ovviamente, né
la bellezza del proprio colore o quelle dei loro vicini nello stesso modo come noi,
percepire. Perché se lei è ricettivo stato per la luce di stimolo, ma il herkommende
provenienti da diverse parti della luce di colore della stanza si mescola indifferente a
ogni punto della superficie e si confondono come bollette generale. Ma dovremmo
quindi perdere la loro bellezza per il fiore? Certamente no; lo vince solo da una
prospettiva diversa, e di certo ne guadagna di più di quanto ne possiamo
ricavare; tanto quanto ciascuna delle sue creazioni, al momento della creazione,
sembra più bella e significativa di un'altra, a cui è poi comandato; A proposito,
potrebbe sembrare lo stesso per entrambi. In effetti, la produzione di colore è
strettamente correlata al processo di vita attivo della pianta, che è infatti stimolato
dalla luce esterna, ma che dà il suo colore solo dalla sua stessa reazione a questa
stimolazione. Certo, non possiamo giurare che la pianta diventi consapevole del suo
verde, del rosso e del blu nel processo di produzione nello stesso senso del colore che
facciamo nell'intuizione esterna; avere più ragione di dubitarne; ma, d'altra parte,
nulla impedisce di pensare a qualcosa di simile. L'essere umano, che dovrebbe
riflettere tutto ciò che accade sulla terra dopo i momenti principali, non riflette anche
questo lato principale della vita dell'anima della pianta in sé? Certamente, la pianta ha
anche diverse sensazioni quando si producono i diversi colori. come li
vediamo; poiché la generazione di ciascun colore è correlata a vari cambiamenti
interni al suo interno.
In un certo senso, la produzione di colori vegetali può essere paragonata alla
produzione della nostra immaginazione. La pianta, si può dire, trasforma la luce in
modo fantastico in colori. La luce cade bianca o in qualche modo macchiata sulla
pianta; sente in qualche modo la sua influenza; ma non ritornano come lo
ricevono; piuttosto, è servito solo a stimolare un'attività auto-creativa in esso, per cui
il colore è prodotto, e questa attività è ora indubbiamente accompagnata dalla
sensazione di auto-creazione. Quindi la nostra immaginazione ha bisogno dei
suggerimenti sensoriali provenienti dal mondo esterno; ma solo per essere stimolati
alle creazioni interiori di sé, che espongono l'accolto in un'altra forma e con il
sentimento di autoattività dall'interno.
Anche il fiore bianco, sebbene sembri ri-irradiare la luce, non si comporta
passivamente contro la luce; come invece il candore dei fiori si basa anche su
processi attivi il cui fiore virtù della luce solo in una maggiore pienezza e purezza
riflette quanto bene l'immaginazione umana le condizioni alle quali è stato ispirato,
pura e bella tornati a sopportare l'opera d'arte e a maggior ragione per portare alla
pienezza della vividezza. Il fiore si adatta solo a questa opera d'arte. Dove potremmo
osservare il candore della luce più pieno e bello del candore dei gigli e degli altri fiori
bianchi?
Naturalmente, anche gli animali e gli esseri umani colorano se stessi in superficie,
senza che sia possibile per noi attribuire un significato simile a questo processo di
colorazione come nelle piante. Ma ci sono delle distinzioni simili tra il modo in cui
avviene la colorazione delle piante e quelle degli animali, come tra la crescita dei due
(v. VIII), e quindi un significato molto diverso è attribuito a loro, come a me non
andare in versioni speciali qui di nuovo.
Maggiori informazioni sui colori delle piante in termini fisiologici e chimici. tranne
nei libri di Fisiologia vegetale in Fechner Repertor. l'org. Chimica. II. P. 832; Estratti
dal nuovo Abhandl. von Mohl, Pieper, Marquart, Hope, Berzelius, Decaisne, Elsner,
Turpin, Morren, Hünefeld in Wiegm. Arch. 1835. II. 186. 1836. II. 85. 1837. II. 35.
1838. II. 32. 1839. II. 80. 1840. II. 91.
Ora alcuni dei profumi:
I profumi dei fiori sembrano giocare solo un ruolo minore nei confronti dei loro
colori, poiché non tutti i fiori sono dotati di questi. E se è vero, come abbiamo detto
prima, che la profumazione dei fiori ha principalmente lo scopo di provocare una
comunicazione di sensazioni o di simpatie istintive tra le diverse piante; questo lo
spiega bene. La produzione di colore nelle piante è connessa allo sviluppo dei propri
processi dell'anima; ma questo è ovviamente più importante e necessario
dell'interazione con altre anime.
Anche tra gli animali ci sono quelli che vivono socialmente e vivono da soli. Le
piante profumate rappresentano le prime, quelle non odoranti queste ultime. E,
secondo la natura del suo circolo ristretto di vita e la circostanza che il sesso è già
unificato in ogni individuo, la pianta può nel complesso richiedere meno dei rapporti
psichici con i suoi uguali rispetto all'animale.
L'animale stesso ci insegna che l'odore è veramente capace di servire il rapporto
sessuale sensuale, specialmente per il tempo analogo del processo
riproduttivo. Questo è sempre importante per l'interpretazione. Ma tuttavia questo
traffico di animali si svolge senza paragoni dalla voce. E sotto questo aspetto, come
in molti altri aspetti, si può dire che il profumo assume un significato simile nelle
piante come la voce degli animali. I punti di equazione sono diversi.
Da dentro la voce viene da dentro arriva l'odore, ed entrambi sono allo stesso
tempo il tratto migliore e più sicuro di carattere per quello da cui provengono. Come
si può vedere anche al buio ogni uomo né per il tono di voce, nel buio, ogni fiore, in
modo che ogni varietà di fiore, alla fragranza. Entrambe le caratteristiche,
apparentemente semplici in sé, ma variano in varie tonalità e designare come molte
sfumature di complicazioni organizzative, il cui più alto, entwickeltstes prodotto
sono. Ognuno porta, per così dire, l'anima dell'essere da cui proviene, sulle sue ali da
lì.
Sarebbe indiscutibile che l'odore dell'organo si formi piuttosto finemente non solo
per differenziare ogni varietà, ma anche ogni individuo dal giacinto o garofano a
vicenda dopo aver annusato. Il nostro organo olfattivo non è in parte praticato a
questo riguardo, e in parte indiscutibilmente non così naturalmente fornito come il
fiore può essere, perché questa distinzione non è così vicina a noi. Il negro distingue
anche fisiognomicamente i volti dei suoi compatrioti, che sembrano tutti uguali.
Gli animali inferiori, che hanno poco da dire, vermi, insetti, sono nel complesso
muti, e lo sono anche le piante inferiori, i funghi, i licheni, inodori. Certo, alcuni
insetti emettono rumori in modo eccezionale, ma solo attraverso lo scrubbing, il
ronzio, la perforazione esterna; le note non provengono dall'interno e così, per una
volta, alcuni funghi odorano di licheni, ma la fragranza non proviene da nessun fiore.
Come la voce delle creature, che hanno tali, ma non suonano costantemente, ma
piuttosto nel modo della creatura e altre circostanze presto più quotidiane, a volte più
di sera, altre di notte, ora più forte, ora più silenzioso, per lo più nel tutto il tempo del
processo riproduttivo, tutto si rivela di conseguenza al profumo delle piante; e questo
dimostra meglio che i profumi dei fiori non sono semplicemente meccanicamente
distillati dai succhi di fiori dal calore del sole, come se i fiori fossero piccoli palloni
distillanti per oli essenziali; ma che i fiori si sviluppano davvero secondo le richieste
esterne ed interne delle loro vite.
Se il calore della base della fuga di profumi, tutti i fiori avrebbe maggior parte della
giornata odore ed essere esaurito in serata. Ora, è vero che i fiori labbro e la
Cistrosen, i cespugli di mirto e arancione riempiono l'aria del sud Europa più forte
con i loro profumi, il più caldo che è; ma ci sono altri fiori che difficilmente sentire
l'odore del giorno e iniziano a sentire l'odore fino al tramonto, come l'usignolo canta
solo in canti notturni, e quasi nessun singolo fiore lì, l'odore solo di giorno. Sì, in
generale, il calore di grandi dimensioni di sole sembra ridurre la tendenza profumi un
po 'come gli animali in calore sonnolente (Decand. II pag. 764), che tra l'altro non si
ferma a pensare che spesso funzionano utile in preparazione per lo sviluppo profumo
alla sera poteva.
In particolare, tutti i fiori sono colori di lutto, tali. B. Pelargonium triste W . Aiton,
Hesperis tristis L. , Gladiolus tristis L. ecc. Quasi tutto il giorno senza odore e odore
al tramonto un odore ambrosissimo. In altre piante l'odore è debole durante il giorno
e diventa più forte di sera, come in Datura suaveolens Willd . ( Datura arborea
Miller ), Oenothera suaveolens Desf ., Genista juncea L . ecc. I fiori di Cereus
grandiflorus Miller ( Cactus grandiflorus L.) inizia ad aprire alle 7 di sera e allo
stesso tempo inizia a diffondere la sua fragranza. Senebier vuole aver sollevato i fiori
di narciso nell'oscurità più profonda, che puzzava forte come gli altri (?); D'altra
parte, nella Cacalia septentrionalis si osserva che i raggi solari del fiore suscitano un
odore aromatico, che scompare quando vengono fermati e riappare quando il corpo
oscuro viene rimosso. Nei fiori d'arancio, l'odore continua ininterrottamente con
leggeri cambiamenti durante la fioritura. Coronilla glauca ha un odore solo durante il
giorno e anche al Curnum diurnuml'odore è molto più debole di notte. Molti fiori
cambiano l'odore dopo la fecondazione. (Decand., Physiol. 11. p. 763. 768 e Wiegm.
Arch. 1840. n. 90.)
Il fatto che nelle piante, il trasporto principale è relativo a un punto basso negli
animali, può anche appendere perché l'intero impianto è a un livello sensoriale
inferiore dell'animale, in modo tale che l'intera sensibilità dello stesso, ma in un
livello più alto che negli animali; entrambi concordano che l'odore dovrebbe essere
diretto verso questo passaggio modificato. Si noti che anche all'interno del regno
animale, anche le dislocazioni delle funzioni sono comuni. La mano uccello è con nel
becco, con diversi animali utensile respirazione viene utilizzato con una gamba, ecc
Inoltre, fa come notato l'odore ma alcuni puntamento stata la stessa funzione negli
animali e piante, solo in un grado più subordinato.
È possibile aggiungere alla fragranza, così come i colori, l'altra funzione di attirare
le farfalle e altri insetti ai fiori (vedere pagina 219); ma non ha nulla qui per trovare il
precedente contraddittorio. La natura cerca di incontrare più di un colpo alla volta.
XVII. Resumé.
1) La primitiva visione della natura dei popoli, così come l'impressione
caratteristica ed estetica che le piante ci danno direttamente, parla molto più all'anima
delle piante che all'opinione popolare prevalente tra noi, basata su idee colte (v. .).
2) Le piante ci sono, anche se dissimili in tutto il rispetto degli animali voto finora
ma consistente, soprattutto nelle principali fondamenti della vita ancora con noi e gli
animali in modo che noi, anche se a un grande differenza nel tipo di animazione tra
loro e noi , tuttavia non hanno il diritto di concludere la fondamentale differenza di
ispirazione e non-anima stessa (II.). In generale, una tale relazione di
complementazione si verifica da entrambe le parti che la vita psichica delle piante
riempie lacune che lascerebbero quella degli uomini e degli animali (vedi il capitolo
precedente).
3) che le piante non hanno né i nervi né i sensi, simili a sentirsi come gli animali,
ma non prova nulla contro i suoi sentimenti perché gli altri, compresi i nervi degli
animali e degli organi soprattutto gearteter necessità, senza nervi e organi simili solo
in una forma diversa fare soldi; ma in generale la conclusione che la particolare
forma dei nervi animali e degli organi di senso è necessaria per la sensazione si basa
su ragioni insostenibili (III, XIV.).
4) L'intera vista teleologico della natura risulta molto più soddisfacente se si attacca
all'anima pianta, come se si nega loro da una grande quantità condizioni e le strutture
in natura in tal modo acquisire una vibrante e pieno di contenuti che significa che
altrimenti morto e inattivo mentire o apparire come una trovata vuota (IV XI.).
5) Che il regno vegetale serve ai fini del regno umano e animale, ma non può
parlare contro di non tener conto finisce in se stessi, come in natura, al servizio degli
altri e per i propri scopi non incompatibili, mostra anche il regno animale, nonché ai
fini del regno vegetale ha servito come il contrario (X. XL).
6) Se le piante sembrano mettere male come esseri animati dal dover mettere in su
con un sacco di errori di uomini e animali senza essere in grado di resistere, sembra
ma altrettanto male, se ci poniamo sul nostro punto di vista umano, molto d'altra
parte, se comprendiamo la vita vegetale in base alla sua connessione interiore. Inoltre
attribuiamo più peso a questa obiezione di quanto non meriti (VI.).
7) Per dire che le piante non hanno anima, perché non hanno la libertà e movimento
volontario, così facendo attenzione sia scorretto sui fatti, che ancora lasciano tale
libertà nello stabilimento visto come negli animali nello stesso senso, o esigenze della
pianta qualcosa che non si trova negli animali, poiché la libertà reale non può essere
ben raccontata negli animali (VII.).
8) Se fiori e degli animali bordo da un Reich intermedio insieme dove le differenze
tra i due sono ambigue, ma contiene tale regno intermedio sia le piante imperfette
come animali, si può regno vegetale il regno animale non assolutamente subordinato
rispetto ad un inferiore; mentre comincia a risorgere dal regno intermedio attraverso
le piante superiori. Questo e il fatto che il regno vegetale e il regno animale nella
storia della creazione hanno la stessa data di creazione, la prova che quello sarà l'altro
assolutamente non dipendenti anche per quanto riguarda l'ispirazione (XII).
9) mancano i segni di accentramento, unità o bilancio separato che collega
nell'organismo pianta come una condizione o espressione di unità e individualità
dell'anima, non si guarda indietro sui punti giusti, o richiede le cose dalle piante che
si trovano in inoltre non trova gli animali (XIII.).
10) E 'probabile che la vita interiore delle piante è molto più una questione
puramente sensuale di quella degli animali, che, pur non essendo la ragione e la
coscienza di sé, ma un lontano ricordo del passato e la lungimiranza del futuro hanno,
durante la vita della pianta, probabilmente nella sopravvivenza con senza essere
assorbito nell'anima generale. Ma invece della vita sensoriale delle piante che sono
meno sviluppate di quelle degli animali, potrebbe essere ancora più sviluppata (XIV).

XVIII. Ancora qualche pensiero occasionale.


Dopo aver finito il lavoro, voglio sedermi e chiacchierare un po 'da uno all'altro.
Anche ben mi ricordo quello che impressione ha fatto su di me quando sono
arrivato, dopo diversi anni di malattia degli occhi per la prima volta fuori dalla stanza
buia, senza occhi bendati nel giardino fiorito Questo sembrava uno spettacolo
bellissimo sull'aggiunta umana, ogni fiore mi fissò con particolare chiarezza, come se
stesse proiettando alla luce esterna qualcosa della sua stessa luce. L'intero giardino mi
sembrava trasfigurato, come se non fosse stato per me, ma la natura era risorta da
capo; e ho pensato, quindi è solo necessario aprire gli occhi freschi, per far tornare la
vecchia natura di nuovo giovane. Sì, uno non ci crede, come la natura nuova e vivace
incontra quello che lo incontra con un nuovo occhio.
L'immagine del giardino mi accompagnò nella stanza buia; ma era nella penombra
solo luminoso e bello, e ho pensato che in una sola volta per vedere una luce interiore
come fonte di chiarezza esterna ai fiori, e di vedere in colori influenzano
mentalmente che è apparso solo nella parte esterna. A quel tempo non avevo dubbi
che avrei visto le proprie luci dell'anima di fiori, e ho pensato a strano stato d'animo
estatico: come appare nel giardino che si trova dietro le tavole del mondo, e tutta la
terra e tutto il corpo della terra è solo la recinzione finale intorno a questo giardino
per quelli ancora in piedi fuori.
Point visto una volta, hai avuto un semestre lunga notte al Polo Nord ha speso, e
nel lungo periodo quasi dimenticato quello che un albero si presenta come un fiore,
ma sempre sterili neve e ghiaccio campi, e improvvisamente sarebbe in un sole dalla
luce lieve giardino fiorito aggiunto e standest di come io prima di una linea di alte
dalie, avrei, non si guarda per la luce meravigliosa e sospetto è alla base di questo
gioiello, questo gloss, questa gioia un po 'più di comune Bast e acqua?
Quell'immagine luminoso sbiadito, come tante cose in mescolando quella prima
volta il mio occhio esterno ed interno, con una sorta di docce che non rientrano nel
abgeftumpften il godimento quotidiano di senso luce; Le piante sono state, mentre i
miei occhi si abituarono, ancora una volta specifico per le ordinarie, terrestri, senza
senso, creature inutili che sono per tutti fino a quando i fiori dell'anima di nuovo alla
vita presentato nelle viste sognanti del giglio di acqua di fronte a me e io del business
Ho avvertito che ora mi sono adempiuto. Certamente ci fu un riverbero da quella
prima volta; e così, credo, questo libro sarebbe stato scritto a malapena se il mio
occhio non fosse stato deposto una notte e poi improvvisamente fosse tornato alla
luce.
Ora ho passato molte ore con ciò che piace alla mia mente in alcune sfumature
brillanti, e lo rende chiaro all'intelletto e alle menti altrui, e molti sensi non mi sono
costati senza difficoltà se voglio raggiungerlo. Quanto era lì a parte e poi messo di
nuovo insieme. E quando per prima cosa ho afferrato gli spiriti dei fiori, ora hanno
iniziato a catturarmi, e non mi hanno lasciato andare di nuovo, e mi hanno costretto a
rimanere al loro servizio, spesso volendo fare altrimenti; e quando ho gettato fuori la
droga che pendeva dalle mie gonne oggi, ho trovato qualcosa di nuovo domani. Ecco
come il filo è diventato così lungo.
Ma ora sono felice di aver avvolto la fine attorno al mandrino, e solo le cartelle,
infine, alcune band su a svolazzare allo scoperto, con colori chiari e scuri, in quanto
appena offerto il giorno della serietà e serenità l'intero segno del lavoro.
Sono venuto oggi a un funerale ha aggiunto: Un predicatore era in piedi alla tomba
sulla collina di terra scavata di fresco e parlato del premio (Kor I. 15, 36-37). "Quello
che semini non è vivificato, se morire E. che semini non è il corpo che deve essere,
ma semplice chicco, di grano o l'altro ". Due lunghi rami di palma, presi dalla bara,
appoggiato all'interno del parapetto che circondava la tomba, e soffiò fuori alto sopra
le barre nere con le bandiere verdi; molto corone, che anche in precedenza ornavano
la bara, appeso attorno alle barre. L'oratore ha elogiato a voce alta le virtù del
defunto; tuttavia, è volato un ape sul ghirlande intorno, ILO, ma come con rabbia
ronzio, cercando in tutti i fiori, non è più trovare quello che cercava; perché le fonti
del profumo e della dolcezza si erano prosciugate; ma una farfalla, non toccata dalle
molle appassite delle sue precedenti gioie, attraversò in lontananza il muro del
sagrato. Su una ghirlanda vidi gocce gocciolanti per tenerlo fresco, e in alcuni occhi
lacrime che potrebbero benissimo essersi asciugate lì e qui presto; poi fiori e ricordi
appassiti. Un salice piangente ombreggiava la tomba vicina, ma le sue radici
raggiunsero la tomba nuova; lei dovrebbe sembrare nuova e non invano per il
lutto. Una lavagna bianca, avvolta in edera verde, chiamava la famiglia di coloro che
si riunivano qui ai loro padri. Quindi il mondo delle piante ha commesso il funerale
di un essere umano. e in pochi occhi lacrime che potrebbero benissimo essersi
asciugate lì e qui presto; poi fiori e ricordi appassiti. Un salice piangente
ombreggiava la tomba vicina, ma le sue radici raggiunsero la tomba nuova; lei
dovrebbe sembrare nuova e non invano per il lutto. Una lavagna bianca, avvolta in
edera verde, chiamava la famiglia di coloro che si riunivano qui ai loro padri. Quindi
il mondo delle piante ha commesso il funerale di un essere umano. e in pochi occhi
lacrime che potrebbero benissimo essersi asciugate lì e qui presto; poi fiori e ricordi
appassiti. Un salice piangente ombreggiava la tomba vicina, ma le sue radici
raggiunsero la tomba nuova; lei dovrebbe sembrare nuova e non invano per il
lutto. Una lavagna bianca, avvolta in edera verde, chiamava la famiglia di coloro che
si riunivano qui ai loro padri. Quindi il mondo delle piante ha commesso il funerale
di un essere umano.
Mi venne in mente come ho guardato la quantità di simbolismo inconscio ma
dentro svolge nella coscienza del popolo; e poi, come è comune che, mentre l'uomo
stesso come piccola pianta morente lo prende a cuore, diventano così coinvolti che
alla sua morte. ma anche il frutto del limone e l'erba è rosmarino con alla tomba; ma
segue un po 'corona verde per la ragazza nella tomba se stesso con; deve sicuramente
morire ogni volta che un albero per includere il corpo dell'uomo con il suo corpo e a
decomporsi essa. Ora, però, la pianta non ne sa nulla, che essa si applica la morte di
un anima umana in quello che mittut qui e soffre con l'uomo non conosce o non vuole
sapere che anche le piante le anime entrano in gioco con le piante qui. Sì pregiudizio
a tutti la vita e la morte della vita allwärts pasticcio vegetale e umana, e conosce
ancora e le anime dei due regni non vi saluto come persone che vivono in una stessa
grande città, folla confusa e guidare senza correre un'altra e ciao. Non è che un triste
natura frammentata dei regni psichici? Sì triste se è così, come pensiamo, nella
maggior parte dei casi. Ma penso che una conoscenza superiore sono benedetti essere
che pensa di tutto anime destino correlate tra loro umana e vegetale e, anche se stesso
mette in relazione. Per questa conoscenza sarà non tanto come i rami di palme,
corone, fiori, alberi, api, farfalle in aspetto tranne che per la bara e la tomba, ma come
le anime del palmo della mano, che ha preso i rami e fiori, che camminano verso la
tomba, e gli alberi che circondano la tomba, e i fiori che crescono di nuovo sopra la
tomba, e le api e le farfalle che volano intorno e sopra i fiori, si riversano sull'anima
umana sulla via di casa. E poiché lo spettacolo sembra più gradito a questo essere
sapiente, sarà organizzato da lui nella contemplazione faccia a faccia. Ma vediamo
tutto solo frammentario, come attraverso uno specchio in una parola oscura, e quando
un bagliore simbolico di esso cade nelle nostre anime, intendiamo persino che è
caduto dalla nostra anima. E poiché lo spettacolo sembra più gradito a questo essere
sapiente, sarà organizzato da lui nella contemplazione faccia a faccia. Ma vediamo
tutto solo frammentario, come attraverso uno specchio in una parola oscura, e quando
un bagliore simbolico di esso cade nelle nostre anime, intendiamo persino che è
caduto dalla nostra anima. E poiché lo spettacolo sembra più gradito a questo essere
sapiente, sarà organizzato da lui nella contemplazione faccia a faccia. Ma vediamo
tutto solo frammentario, come attraverso uno specchio in una parola oscura, e quando
un bagliore simbolico di esso cade nelle nostre anime, intendiamo persino che è
caduto dalla nostra anima.
I fiori non sono dappertutto, ma le piante hanno lo stesso ruolo nella morte umana
come nella nostra. Popolo selvaggio macella invece di fiori, piante, cavalli, pecore,
cani sulla tomba o li sacrifica nella tomba. Ma è proprio così. Non si addice a una
grande amante per viaggiare in terre straniere senza un seguito subordinato. Quindi,
anche la padrona della terra, l'anima umana, non dovrebbe viaggiare nel regno dei
cieli senza un seguito di altre anime inferiori. Ora lei prende qui l'animale, là pianta le
anime. Ma perché con noi piantiamo anime? Riguarda il fatto che nel cristianesimo si
parla di un giardino del paradiso oltre, ma non di animali in esso? Ora, ogni anima
umana dovrebbe anche portare il suo contributo delle anime dei fiori. Non si tratta di
animali. Solo la farfalla deve volare simbolicamente, altrimenti sarebbe troppo solo
per le anime dei fiori nel giardino di sopra; e il paradiso dovrebbe essere anche un
paradiso per loro.
Anche con i greci era un po 'diverso dal nostro. Dal momento che il corpo e
corporea vita stessa aveva ancora un importanza fiorente per loro, come anche posto
il corpo di un uomo se stesso come un fiore in cima al legno, e l'albero e il corpo è
andato insieme in fiamme di fuoco verso il cielo alla dimora degli dei. Con noi, dove
la vista della vita e dell'arto stesso è legnoso, comprende anche il corpo come un
verme morto nel legno morto per alimentare altri vermi, e imposta solo esternamente
fiori sulla bara e grave. Quindi è passato dalla vita alla morte molto più bello con i
greci che con noi. Ma solo molto più bello e sensuale, mentre probabilmente alcune
cose per noi sono sensibilmente belle
Questo mi ricorda la bella festa funebre, che si celebra ogni anno a Lipsia a
Johannis. Chiunque abbia dormito nel cimitero, di cui pensa ancora innamorato, si
accaparrerà la tomba; e chi non ha nessuno per la ghirlanda va a vedere le ghirlande e
le ghirlande. Tutto sul campo altrimenti solitario diventa colorato e vivace e si
mescola e va e viene, una società vivace sopra la quiete. Solo di sera diventa calmo e
vuoto sopra; solo le ghirlande rimangono appassite al loro scopo.
Quante belle ghirlande e ghirlande puoi vedere lì. Come su una palla i vivi
vogliono superarsi nella gioielleria, quindi ora prova le tombe. Ma presto dimentica i
fiori e le ghirlande più belli; chi può ricordare l'individuo? Non posso dimenticare
solo un semplice quadrifoglio, che, dopo tante tombe riccamente decorate, abbiamo
trovato solitario disteso su una tomba verde. L'anima era certamente diversa dalle
altre, che davano l'umile fiore tra tutti i ricchi gioielli.
Non mi piace concludere con pensieri gravi, e quindi mi piace ricordare come le
piante prendano così tanta parte non solo nella sofferenza, ma anche negli incontri
gioiosi del mondo umano, e in che modo l'uomo stesso deve molto del suo desiderio a
loro. Non dovremmo forse dire che l'intero regno vegetale gira intorno e tra il regno
umano come un bellissimo arabesco? L'uomo stesso, con tutto lo splendore delle sue
vesti e tutti i dispositivi artistici come metà corpo, cresce dal mondo vegetale dal
basso; e dall'alto i fiori e l'uva della mano a lunga portata ricrescono, contrariamente
alla bocca esigente. E soprattutto aleggia il profumo più bello delle relazioni
poetiche.
Dove c'è una festa che non abbellisce i fiori, dove una poesia alla quale non
prestavano foto, dove un dono di cui non potevano aumentare il valore con la
decorazione? Il mirto porta la corona per decorare la sposa; i fiori provengono da tutti
i giardini per posare ai suoi piedi; le porte sono avvolte in variopinti drappeggi
floreali che li lasciano passare; gli amari del matrimonio vantano il profumo nelle sue
mani; i fiori sono di nuovo in attesa sulla lavagna; e la sera, al ballo, sembra ancora
un fiore sul petto e nei capelli. - L'alloro è nel migliore dell'onore, il non ricordo di
me ricorda il ricordo; Bucaneve attira i bambini per la prima volta nella foresta
verde; dice il primo Aster: ora arriva l'autunno; il tiglio copre un tetto verde sul tavolo
di fronte alla casa; la quercia chiama ancora il tedesco in terra straniera come suo
connazionale. L'abete getta via le sue pigne e arriva con mele e luci dorate e quanti
bei regali nella hall. Possa lei portare il più bello al più bello, il meglio al meglio, il
più ai più poveri.
Tutti gli impianti, ma nella sua miseria di quel rimanere memoriale che è una serra
di Dio e davanti a Dio, la sua libertà ha solo la banda e dovrebbe hanno solo bisogno
delle associazioni.