Sei sulla pagina 1di 19

ANNO ACCADEMICO 2006/2007

SCUOLA DI SPECIAUZZAZIONE IN

MEDICINA DEL LAVORO

~
l. In caso di avvelenamento da anilina quale è l'intervento terapeutico
B 11fabbisogno stimato di cromo negli uomini è di circa l mg/die, ma solo
d'emergenza? l' 1-3% del cromo trivalente viene assorbito
A" Lavanda gastrica ripetuta e dosi ripetute di carbone attivo
C A differenza del ferro, dello zinco, del rame, del molibdeno e del selenio, il
B Clistere evacuativo cromo non è stato trovato in nessuna metalloproteina biologicamente attiva.
C Far bere latte D" Tutte le precedenti
D Osservazione per 48 ore E Ness una delle precedenti
E Terapia corticosteroidea endovena
9. In quali fasi lavorative si ha esposizione a formaldeide?
2. Quali sono i livelli plasmatici di Selenio perché provochi un effetto tossico? A Produzione e utilizzo
A"> lOOmgldl. B Produzione di composti derivati
B > 20mgldl. C Utilizzo come intermedio di lavorazione
C < IOmg/dl. D" Tutte le precedenti
D li selenio non è un tossico E Nessuna delle precedenti, la formaldeide è un tossico per "contatto";
E La tossicità del selenio è solo cutanea
IO. La parafenilendiamina è una allergene molto potente. Ne sono
3. Le affezioni muscolo-scheletriche sono di assai frequente riscontro nei professionalmente esposti:
lavoratori ospedalieri; infatti l'organizzazione del lavoro ospedaliero impone A" l parrucchieri
sia l'assunzione di posture fisse prolungate, sia il sollevamento e il trasporto
B l medici
di carichi. Quali sono le patologie più frequentemente osservate in queste
categorie professionali? C l meccanici
A * Artrosi ed ernia del disco D Gli infermieri
B Sindrome del tunnel carpale E Nessuna delle precedenti categorie professionali
C Malattia di Dupuytren
D Cifoscoliosi ~ Il. Quali sono le neoplasie che con maggiore probabilità conseguono ad
esposizione cronica a radiazioni ionizzanti?
E Lussazione dell'articolazione coxo-femorale
A Tumori melanocitari della cute
B Tumori non melanocitari della cute
4. La sigla "R 46-27/28" indica una sostanza con quali delle seguenti
carateristiche? C Tumori neuroendocrini
A" Può causare danni 'genetici ereditari. Anche altamente tossico a contatto con. D Leucemie
la pelle e per ingestione E" B+D
B Può provocare il cancro se ingerito in dosi minime
C Può essere inalato senza aJcuneffetto 12. Qual'è la principale via di assorbimento per il cadmio nella popolazione
D È altamente tossico solo per contatto diretto su cute lesa professionalmente esposta?
E Può essere somministrato per via endovena A * Apparato respiratorio
B Apparato gastroenterico
5. l lavoratori professionalmente esposti a radiazioni: C Cute
A" Devono rispettare determinati valori limite di dose D Tutti i precedenti
B Non corrono alcun rischio E Nessuno dei precedenti, l'assorbimento è tipicamente epatico
C Devono lavorare un giorno sì ed un giorno no
D Devono indossare particolari indumenti; 13.11 cadmio
E Hanno diritto ad un ora di pausa durante l'orario di lavoro A" È prevalentemente un nefrotossico
B È prevalentemente un cardiotossico
6. L'esposizione professionale a farmaci antiblastici: C È esclusivamente una sostanza allergizzante
A Non ha alcun effetto sul personale preposto alla produzione D Non mostra effetti tossici
B Può avere effetti mutagenilcancerogeni e sulla capacità riproduttiva E Nessuna delle precedenti
C Vanno manipolati come agenti cancerogeni;
D A+B 14. L'ipoacusia da trauma acustico:
E-B+C A È solo un fenomeno che accade in acuto
B" Può essere acuta elo cronica
7. ln base alla legge 626/94 rientra fra i compiti, del datore di lavoro C Si verifica solo monolateralmente
A Disporre le cose da fare nel caso di qualsiasi emergenza (incendio, scoppio, D Colpisce maggiormente il sesso femminile
incidenti ecc.) E È una ipoacusia di tipo centrale
B Dare precise istruzioni e preparare un piano nel caso vi sia pericolo grave
con la necessità di far uscire rapidamente i lavoratori (misure di evacuazione 15.A chi viene applicata la legge 626/94?
dei lavoratori)
A" La legge si applica a tutti i settori di attività, privati o pubblici, èui siano
C Dare disposizioni nel caso si debba prestare primo soccorso a adibiti lavoratori subordinati, con la sola esclusione degli addetti ai servizi
feriti/infortunati domestici e familiari (es. colf);
D Designare dei lavoratori per ciascuna di queste evenienze e addestrarli allo B Solo ai lavoratori dipendenti da enti pubblici;
scopo
C Mai aI personale dirigente;
E* Tutte le precedenti
D Solo ai lavoratori dipendenti da enti privati;
E Nessuna delle precedenti
8. Quale delle seguenti affermazioni sul cromo è esatta
A il cromo trivaIente può causare un'irritazione cutanea se somministrato a
dosi elevate per via parenterale, ma non è tossico a dosi inferiori 16.LE PLACCHE PLEURICHE:
somministrate per bocca; A rappresentano un segno precoce di esposizione ad asbesto

MEDICINA DEL LAVORO PAG. 1/19


B* rappresentano un segno tardivo di esposizione ad asbesto ESTRL"lSECA IN FORtViA ACUTA È RAPPRESENTATA DA:
C compaiono dai 3 ai 6 anni dopo la prima esposizione ad asbesto A inizio ritardato rispetto all'esposizione
D sono provocate più frequentemente dal crisotilo B segni sistemici (febbre, mialgie, artralgie, astenia ecc.)
E nessuna delle precedenti C segni respiratori (dispnea, rantoli crepitanti alle basi, segni radiologici
polmonari ecc.)
17. TRA I PESTIClDI,I CARBAMMATI, A QUALE CATEGORIA D* dall'insieme dei segni Su riportati
APPARTENGONO: E vomito, ipotermia, fotofobia
A molluschicidi
B rodenti ci di 27.IL CAT ABOLITA URlNARlO DEL BENZENE E':
C acaricidi A acido levulinico
D* insetticidi B* fenolo
E non sono pesticidi C acido piruvico
D acido ascorbico
18. UNA SOSTANZA È DEFINITA TERATOGENA QUANDO: E nessuna delle precedenti risposte
A induce mutazioni trasmissibili nel corredo genetico di un individuo
B aumenta la frequenza di malattie neoplastiche in specie animali o nell'uomo 28. QUALE TRA l SEGUENTI TIPI DI RADIAZIONE IONIZZANTE E'
C* aumenta la frequenza di anomalie genetiche nella discendenza, o di aborto ASSOCIATO AL TUMORE POLMONARE PROFESSIONALE?
D induce ipofertilità A elettromagnetiche X
E diminuisce la probabilità di mutazioni letali B corpuscolare Beta
e- corpuscolare Alfa
19. L'ORLETTO GENGIV ALE DI BURTON E' UN SEGNO D elettromagnetiche Gamma
CARATTERISTICO DELL'INTOSSICAZIONE DA: E nessuna delle precedenti risposte
A n-e sano
B tricloroetilene 29.GLIlDROCARBURI AROMATICI:
C mercurio A vengono utilizzati per la cura della leucemia mieloide acuta
D cadmio B vengono utilizzati per la cura della leucemia mieloide cronica
E* Qiombo C sono vietati dalla legge
D* sono utilizzati come diluenti per vernici e pitture
20. L'ESPOSIZIONE A SILlCE CRISTALLINA È TUTTORA POSSIBILE: E nessuna delle precedenti risposte
A· nella distaffatura in foàderia
B nell'industria galvanica 30. L'ASMA PROFESSIONALE E' UNA ASMA:
C nell'industria tessile A * estrinseca
D nella produzione di pesticidi B intrinseca
E nell'industria farmaceutica C dapprima estrinseca e in seguito intrinseca
D estrinseca e/o intrinseca
2I.IL BENZOPlRENE È UN COMPOSTO CHE INDUCE TUMORI DELLA E nessuna delle precedenti
CUTE, DELLE MUCOSE E DEL POLMONE, APPARTENENTE AL
GRUPPO CHIMICO:
31. NEL MANTELLO CHE RICOPRE LE FIBRE DI AMlANTO C'È
A idrocarburi alifatici clorurati FERRlTINA PERCHÉ :
B nitroderivati degli idrocarburi aromatici A Viene prodotta dai macrofagi irritati
C* idrocarburi policiclici aromatici B Si accumula per effetto della chemiotassi
D idrocarburi alogenati C Le fibre attraggono magneticamente il ferro
E cloroderivati degli idrocarburi alifatici D* Le fibre di arnianto provocano microemorragie negli alveoli
E Le fibre hanno tropismo per i cumuli di ferritina
22.LE CURVE FLUSSO VOLUME COSA Cl PERMETTONO DI
RILEVARE:
32.IL MEDICO COMPETENTE PUO' SVOLGERE LA PROPRIA OPERA IN
A 11rapporto ventilazione / perfusione QUALITA' DI:·
B I volumi polmonari stati ci A dipendente da una struttura esterna pubblica o privata convenzionata con
C 'Il rapporto tra capacità polmonare totale e volume corrente l'imprenditore
D J flussi inspiratori nel corso di una normale inspirazione B libero professionista
E* J flussi espiratori nel corso di una espirazione forzata C dipendente del datore di lavoro
D* tutti i precedenti
23. LA MALATTIA DI MlNAMATA, DESCRITTA IN GIAPPONE, È UNA E nessuno dei citati
PATOLOGIA CONSEGUENTE A:
A consumo di riso inquinato da cadmio 33.IN QUALE DELLE SEGUENTI INDUSTRIE NON SI TROVA RISCHIO
B consumo di farine inquinate da mercurio inorganico SILICOTIGENO:
C* consumo di pesce inquinato da metilmercurio A Mineraria
D esposizione di lunga durata ad arsenico B Del vetro
E carenza di metalli essenziali O' Del legno
D Siderurgica
24. LA BIOSINTESI DELL'EME E' ALTERATA NEL: E Della porcellana
A * saturnismo
B idrargirismo 34.PER VALUTARE L'ESISTENZA DI UNA LESIONE ruBULARE
C intossicazione da cromo RENALE QUALE DOSAGGIO È PIÙ APPROPRIATO:
D intossicazione da cobalto A albuminuria
•.E intossicazione da trielina B* beta-2-microglobulina urinaria
C transferrina urinaria
25.IL TEST EPICUT ANEO (PATCH TEST) CHE HA SOLO UN VALORE D creatininemia
INDICATIVO E NON DI FORMALE RIPROVA DI TECNOPATIA E creatinina urinaria
(CUTANEA) E' UN TEST A LETTURA RITARDATA, OVVERO J
CEROTTI VENGONO RIMOSSI E
35. LA SILICOSI POLMONARE SI PUO' COMPLICARE CON:
LETTIA·
A la cirrosi epatica
A 12 ore
B* la tubercolosi polmonare
B 24 ore
C il carcinoma prostatico
C 36 ore
D l'infarto del miocardio
D 120 ore
E il carcinoma della tiroide
E* 48-72 ore

26. LA SINTOMATOLOGlA DELL'AL VEOLlTE ALLERGICA 36.PER FIBRA SI INTENDE UNA PARTICELLA ALLUNGATA CON

MEDICINA DEL LAVORO PAG.2/19


RAPPORTO LUNGHEZZA/DIAMETRO: 46. L'INTOSSICAZIONE CRONICA DA MANGANESE SI MANIFESTA


A minore/uguale 1:3 CON:
A coliche addominali, ipertensione, nefropatia vascolare
B =1
C* maggiore/uguale 3:1 B tumori cutanei
D maggiore/uguale 5:1 C neurite ottica
E maggiore/uguale 6: I D angiosarcoma
E* sindrome extrapiramidale
37. LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI E QUELLA DEI LORO
RAPPRESENTANTI DEVE A VVENlRE: 47. Per l'uomo, la dose letale 50 (DL50) di radiazioni ionizzanti è:
A durante la pausa per il pranzo A 2 Gray
B durante le ferie B* 4,5 Gray
C* durante l'orario di lavoro C IGray
D durante un giorno non lavorativo scelto dal datore di lavoro D 0,8 Gray
E nessuno dei citati E Nessuna delle precedenti

38.LA LATENZA TIPICA PER IL MESOTELIOMA E': 48. COSA SI INTENDE PER "WHOLE BODY VIBRATION"
A 5 anni A la chinetosi
BlOanni B* le patologie da vibrazioni diffuse a tutto il corpo
C 13 anni C le patologie da vibrazioni all'arto inferiore
D 2 anni D tutte le precedenti risposte
E" oltre 25 anni E nessuna delle precedenti risposte

39.IL MORBO DI DUPUYTREN E': 49. L'OSSIDO DI CARBONIO PENETRA ATTRAVERSO L'APPARATO
A:* una retrazione dell'aponeurosi palmare RESPIRATORIO PER UN PROCESSO DI:
B associazione di silicosi e tubercolosi A filtrazione
C paralisi dell'ulnare B* diffusione semplice
D paralisi del radiale C diffusione facilitata
E crisi ischemico-cianotiche dovute alla mancanza o insufficienza dell'afflusso D endocitosi
di sangue arterioso E pinocitosi

40. L'INTOSSICAZIONE CRONICA DA TETRACLORURO DI CARBONIO 50. QUALI TRA LE SOITOELENCATE SOSTANZE HA MAGGIORE
PUO' DARE INGRA VESCENTI TURBE GASTRICHE. QUESTE A CAPACITA' ONCOGENA:
QUALE ALTRA AFFEZIONE PIU' FREQUENTEMENTE SI A solfuro di carboni o
ASSOCIANO?
B toluolo
A ad infisema polmonare C anilina
B* a cirrosi epatica
D* cloruro di vinile monomero
C ad ileo paralitico
E mercurio
D a nevralgia del plesso celiaco
E a polineurite
'"
••.•5l.lL PRINCIPALE INTERVENTO DA ATTUARE PER RIDURRE
L'ESPOSIZIONE A RUMORE DEI LAVORATORI E:
41. L'INTOSSICAZIONE CRONICA DA PIOMBO PROVOCA: A fornire cuffie o inserti auricolari agli esposti
A*anemia B* ridurre la rumorosità di macchine e attrezzature
B sindrome parkinsoniana C diminuire il tempo di esposizione di ciascun addetto
C asma D insonorizzare le pareti dei locali di lavoro
D proteinuria E fornire selectoni ai lavoratori esposti
E policitemia
52. IL NOAEL DEFINISCE:
42. LESPOSIZIONE PROFESSIONALE DA PIOMBO E' A gli effetti di una sostanza sugli organismi riproduttivi
PARTICOLARMENTE NOCIVA NELLA SEGUENTE CONDIZIONE
FISIOLOGICA O PATOLOGICA: B gli effetti di una sostanza sull'ambiente
A diabete C la possibilità di effetti irreversibili legati alla cancerogenesi
B menopausa D la possibilità di effetti irreversibili legati alla sensibilizzazione
C* gravidanza E* la dose massima di esposizione che non comporta l'osservazione di effetti
avversi
D gotta
E atti vità sporti va
53. LA CONOSCENZA DELLE CARATTERISTICHE CHlMlCHE, FISICHE
E TOSSICOLOGICHE DELLE MATERIE PRIME:
43.IL FENOMENO DEL RICIRCOLO ENTERO-EPATICO RIGUARDA: A non è mai possibile in prima battuta per la tutela della riservatezza
A costituenti fisiologici dell'organismo B consente di poter programmare la mappatura fonometrica degli ambienti di
B i farmaci lavoro
C i tossici C è uno degli elementi fondamentali per la completa eliminazione del pericolo
D sostanze metabolizzate dal fegato biologico negli ambienti di lavoro
E* tutti i precedenti D* è uno degli elementi fondamentali per lo studio dei rischi e la
programmazione dei monitoraggi
44. L'AZIONE MUTAGENA DEL BENZENE È DOVUTA AL: E è uno degli elementi fondamentali per la completa eliminazione del rischio
infortunistico negli ambienti di lavoro
A benzene come tale
B* benzene epossido
54. LA LEGGE 257/1992 "NORME RELATIVE ALLA CESSAZIONE
C fenolo coniugato DELL'IMPIEGO DELL'AMlANTO" CONSENTE, CON OPPORTUNI
D difenolo PROVVEpiMENTI, L'ESPOSIZIONE AD AMlANTO IN QUALE
E idrossichinolo ATTIVITA:
A estrazione del minerale
45. LA PROTEINURlA A BASSO Pf:SO MOLECOLARE (ES. B produzione di cemento - amianto
BETA-2-MICROGLOBULlNA) E CARATTERISTICA C coibentazione con amianto
DELL'INTOSSICAZIONE DA: D* smaltimento e/o bònifica di aree e/o manufatti contenenti amianto
A nichel E nessuna di queste
B* càdrnìo
C zinco 55. LA BARRIERA EMATp-ENCEFALICA È ATTRAVERSATA CON
D manganese MAGGIORE FACILITA:
E berillio A * da molecole liposolul5ili
B dai farmaci

MEDICINA DEL LAVORO PAG.3/19


C da molecole ad alto peso molecolare B saturnismo
D dai tossici C* malattia da strumenti vibranti
E da molecole prive di effetti biologici D iperbaropatie
E lupus eritematoso sistemico
56. Per "gotta saturnina" si intende:
A La nefrotossicità cronica da Arsenico 66. IL PRICK TEST E' UN:
B L'accumulo di piombo a livello articolare A * test cutaneo per asma professionale IgE-mediata
C* L'iperuricemia da danno renale cronico in corso di avvelenamento da B per allergia ritardata
piombo C test per la tubercolosi
D Una complicanza della prolungata esposizione al Cadmio D una prova emogenica
E Una malattia del tratto gastroenterico E una prova per la funzionalità tiroidea

57. COSA E' UN BEI: 67. CHE TIPO DI TUMORE DÀ IL CLORURO DI VINILE?
A un valore limite ambientale A * angiosarcoma,linfomi,tumori del polmone e del cervello
B l'indicazione di effetto sensibilizzante B dà solo neoformazioni di natura benigna .
C l'indicazione di un effetto biologico C esclusivamente epatico
D* il valore limite biologico D ogni distretto può essere sede di tumore
E un equivalente di dose E sindrome di Ciuffìni- Pancoast

58.IL PERIODO DI LATENZA DI UN TUMORE DI ORIGINE CHIMICA È: 68. PER LA DIAGNOSI DI DERMATlTE ALLERGICA DA CONTATTO
A* il tempo che intercorre tra l'inizio dell'esposizione al cancerogeno e la DOVUTA ALL'UTILIZZO DEI GUANTI IN LATTICE, L'INDAGINE DI
manifestazione clinica del tumore PRIMARIA IMPORTANZA È:
B il tempo che intercorre tra la prima alterazione biologica attribuibile al A test d'uso
tumore (es, esame di laboratorio) e la diagnosi clinica B valutazione delle Ig E sieriche
C la durata dell'esposizione alla sostanza cui è attribuito il tumore C* patch test
D il tempo che intercorre tra la [me dell'esposizione al cancerogeno e la D test di provocazione broncbiale specifico
manifestazione clinica del tumore
E prick test
E il tempo che intercorre tra la comparsa del tumore ed il riconoscimento
INAlL di malattia professionale
'::{ 69. LA SINDROME DA VIBRAZIONI MANO-BRACCIO E' DOVUTA A
VIBRAZIONI NEL RANGE DI FREQUENZA:
59. NELL'INTOSSICAZIONE DA CROMO LA VIA PlU' COMUNE DI J\ * 25-250 Hz
PENETRAZIONE NELLO
ORGANISMO E' LA: B 250-500 Hz
A digestiva C 2-20 Hz
B* respiratoria D 50-1000 Hz
C cutanea E 0-2 Hz
D urogenitale
E vie ematiche 70. L'n-ESANO E' RESPONSABILE DI:
A polinevrite motoria
60. LA PROTOPORFIRlNA ERITROCITARlA NEGLI ESPOSTI AL B encefalomielite
PIOMBO È: C radicolonevrite distrettuale
A indicatore di effetto subcritico D* polinevrite sensitivo-motoria
B indicatore di dose vera E sindrome di Landry
C indicatore di dose biologicamente efficace
D'tindicatore di effetto critico 7 L LA RELAZIONE DOSE-RISPOSTA IN CANCEROGENESI
E indicatore più specifico rispetto alla piombemia PROFESSIONALE È:
A la relazione tra dose media di esposizione al cancerogeno in una giornata di
6LLA FRASE R45INDICA UNA SOSTANZA ETICHETTATA COME: lavoro e gravità del tumore
A irritante B la relazione tra dose massima di esposizione in un soggetto e periodo di
latenza del tumore
B* cancerogena
C il rapporto tra' dose assorbita e dose necessaria allo sviluppo del tumore
C sensibilizzante
D* la relazione tra dòse cumulata di eSQosizione alcancerogeno in un periodo
D maleodorante considerato e frequenza (incidenza) dei casi di tumore attribuibìli al
E deteriorata cancerogeno in quel gruppo di popolazione
E la dose minima di esposizione necessaria allo sviluppo del tumore
62. NELLA CLASSIFICAZIONE DELLE PNEUMOCONIOSI
ROTONDEGGlANTI Q HANNO DIMENSIONE:
LE OPACITA' :J
72. LA STANNOSI:
A puntiformi con diametro fino a 1,5 mm 'A~e' in genere asintomatica
B* micronodulari con diametro tra 1,5 e 3 mm B si manifesta con dispnea ingravescente
C micronodulari con diametro tra 4 e 4,5 mm C provoca una grave compromissione della funzionalità respiratoria
D puntiformi con diametro fino a 0,5 mm D si associa frequentemente a broncopatia cronica ostruttiva
E nessuna delle precedenti risposte E nessuna delle precedenti

63. QUALl DI QUESTE SOSTANZE HANNO AZIONE ONCOGENA: 73. LE PARTICELLE DI AMlANTO RESPONSABILI DELL'ASBESTOSI SI
A mercurio CHIAMANO:
B*cromo, A Fili
C ferro B Corde
D berillio C Bastoncelli
E piombo D Aghi
E* Fibre
64. QUALE DELLE SEGUENTI PATOLOGIE NON È UNA
COMPLICANZA DELL'ASBESTOSI: 74. FRA LE BRONCOPNEUMOPATlE DI TIPO ALLERGICO
A Carcinooia broncbiogeno DELL'AGRICOLTURA LA PIU' CONOSCIUTA E':
B Cuore polmonare cronico A" il polmone del contadino o farmer's lung
C Insufficienza cardiorespiratoria B la bagassosi
D* S. di Caplan: C il polmone dei coltivatori di funghi
E Mesotelioma pleurico D la tubercolosi
E il polmone degliallevatori di uccelli
65.IL MORBO DI DUPUYTREN PUÒ MANIFEST ARSI IN
A frattura della clavicola 75. QUALE DELLE SEGUENTI SINDROMI È UNA

MEDICINA DEL LAVORO PAG.4/19

_: •
BRONCOPNEUMOPATIA DA POLVERI INORGANICHE 85.IN UN OPERAIO CON INIZIALI DISTURBI POLINEVRITICI QUALE
ESAME FARESTE PRATICARE:
A Bissinosi
A elettroencefalogramma
B Polmone dei fienatori
B potenziali evocati
C Bagassosi
C* misura della velocità di conduzione motoria e sensitiva
D*Siderosi
D retinogramma
E Coniosporosi
E biopsia muscolare
76. L'INTOSSICAZIONE CRONICA DA MERCURIO SI MANIFESTA CON:
~ * eretismo, tremore, gengivite 86. NELL'ANCHILOSTOMlASI DUODENALE E' PRESENTE:
B coliche addominali, ipertensione, nefropatia vascolare A * eosinoftlia
C tumori cutanei B basofùia
D neurite ottica C neutrofilia
E leucemia mieloide cronica D nsssuna alterazione
E associazione delle citate
77. LA TERAPIA CHELANTE DEI METALLI SI PROPONE DI FAVORIRE:
A l'immagazzinamento del tossico nei tessuti di deposito (grasso, osso) 87. COSA SI INTENDE PER INSUFFICIENZA VENTILATORlA
RESTRITTIVA?
B la biotrasformazione epatica del tossico
A * si intende quella diminuzione anatomo-funzionale del complesso
C il riutilizzo dei metalli per alcune funzioni biologiche utili toraco-polmonare
• D* l'eliminazione del tossico, per lo più per via ren e
B si intende l'alterazione della ventilazione provocata a livello delle vie aeree
E la ridistribuzione del tossico in più tessuti per la successiva eliminazione faringobronchiolari .
spontanea C quando la capacità vitale ed il volume residuo sono aumentati
D quando il paziente ha avuto numerose bronchiti croniche
~ 78. LA TERAPIA FARMACOLOGIA D'ELEZIONE DELLE FORME ACUTE
E quando manca l'aria nell'ambiente
E SUBACUTE DI AL VEOLITE ALLERGlCA ESTRINSECA E'
RAPPRESENTATA DA:
A Calcio antagonisti 88. L'ESPRESSIONE "MALATTIE AD ORIGINE MULTIF ATTORlALE"
INDICA:
B corticosteroidi per via inalatoria
A malattie che si manifestano con molteplici espressioni cliniche
C* corticosteroidi per via sistemica
B gruppi di malattie diverse che traggono origine dai medesimi fattori di
D beta 2-agonisti
rischio
E FANS C malattie congenite molto diffuse
D malattie trasmissibili attraverso molteplici vie di contagio
79. LE AMlNE AROMATICHE DETERMINANO INSORGENZA DI
E* malattie che traggono origine da molteplici fattori di rischio
TUMORI:
lA * vescicali
89. QUALE DI QUESTI ESAMI È UTILE PER LA DIAGNOSI DI
B polmonari MALATTIA DA STRUMENTI VIBRANTI:
C ossei
A * Radiografia di spalle, gomiti, polsi e mani
D cerebrali
B dosaggi degli indici di flogosi
E epatici
C flussimetria DOPPLER
D scintigrafia ossea
80.IL TETRACLORURO DI CARBONIO E' TOSSICO PER:
E Calcemia
A il surrene
B il testicolo
90. IN QUALE DELLE SEGUENTI INDUSTRIE SI TROVA RISCHIO
C il sistema nervoso periferico SILICOTIGENO:
nOi il fegato
A Dellegno
E il pancreas B Delle materie plastiche
C Del caffè
81.l RISULTATI DEL TEST DI BRONCOREATTIVITA' ASPEClFlCA B* Estrattiva
ALLA METACOLlNA SONO ESPRESSI IN TERMINI DI DOSE IN
GRADO DI PROVOCARE: E Conci aria
A una diminuzione dei FVC pari al 20% rispetto ai valori di base
B una diminuzione del FVC pari a 15% rispetto ai valori di base 9I.NELL'ASBESTOSI POLMONARE LA DIFFUSIONE
ALVEOLO-CAPILLARE DEL CO E':
C* una diminuzione dei FEV I pari al 20% rispetto ai valori di base
A aumentata
D una diminuzione dei FEVI pari al 15% rispetto ai valori di base
B*diminuita
E un aumento di Peak Flow pari al 10% rispetto ai valori di base
C senza particolari variazioni
D aumentata con lo sforzo
82. DI NORMA l SOLVENTI VENGONO METABOLIZZATI A LIVELLO
DELLA: \) E molto aumentata
A frazione mitocondriale epatica
B* frazione microsomiale epatica 92. LE LESIONI SILCOTICHE COLPISCONO DI PREFERENZA:
C porzione tubulare renale A * ilobi polmonari superiori
D porzione glomerulare renale B i lobi polmonari inferiori
E membrana cellulare del globulo rosso C il polmone destro
D il polmone sinistro
83.QUALE DEI SEGUENTI COMPOSTI DETERMINA UNA E la pleura diaframmatica
INSUFFICIENZA RENALE DOVUTA AD ESTESA OSTRUZIONE ~
TUBULARE AD OPERA DI CRISTALLI DI OSSALATO DI CALCIO 93. L'UTILIZZO DI GUANTI IN LATTICE PUÒ DETERMINARE
RIUNITI IN MASSE: REAZIONIIMMUNOLOGICHE:
A piombo A tipo l e III
B tricloroetilene B tipo 11
C oro C tipoIV
D* glicole etilenico D*tipo I e IV
E tetraclorurò {li carbonio È nessuna delle precedenti

84. L'ESPOSIZIONE A MANGANESE È TUTTORA POSSIBILE: 94. LA BISSINOSI COLPISCE I LAVORATORI:


A * nella saldatura ad arco con alcuni tipi di elettrodo A addetti alla macellazione
B nell'industria tessile B* addetti alle prime fusi di lavorazione di fibre vegetali
C nei cementifici C dell'industria saccarifera
D nell'industria grafica D esposti agli isocianati
E nell'industria calzaturiera E nessuna delle precedenti

MEDICINA DEL LAVORO PAG.5/19


~
95. LA MISURAZIONE DELL'ESPOSIZIONE
.
A RUMORE SI PUO
. D dipendenti dalla temperatura
EFFETTUARE TRAMITE: E nessuna delle precedenti
A dosimetri individuali
B campionatori fissi ~ l 05.1N CASO DI ESPOSIZIONE A TRlCLOROETlLENE, IL
C analizzatotri di banda di frequenza MONlTORAGGIO BIOLOGICO CONSISTE NEL:
D fonometri integratori A misurare i livelli urinari di tricloroetilene, a fine turno
E* tutti i precedenti B misurare i livelli urinari di tricloroetilene, alla fine della settimana
lavorativa
96. GLI ESTERl FOSFORlCI E TIOFOSFORlCI SONO ALTAMENTE C misurare i livelli di acido tricloroacetico, in qualsiasi momento
DANNOSI . D misurare i livelli di acido tricloroacetico, a fine turno
SULL'UOMO PERCHE: E* misurare i livelli di acido tricloroacetico; alla fine della settimana lavorativa
A producono leucopenia grave
B* sono inibitori delle colinesterasi 106. NEL SANGUE, GLI XENOBIOTICI POSSONO CIRCOLARE:
C sono emolizzanti A disciolti nel plasma
D sono ipertensivi B legati all'albumina
E inducono grave piastrinopenia C legati alle membrane eritrocitarie
D* con le tre modalità sopra citate
97. LA DIAGNOSI DI SILICOSI POLMONARE SI FA ABITUALMENTE E con nessuna delle modalità citate
MEDIANTE:
A * la radiografia del torace 107. NELL'ESPOSIZIONE A PIOMBO, VALORl AUMENTATI DI
B l'esame clinico del torace ZINCO-PROTOPORFIRlNA ERlTROCITARlA (ZPP) SONO
C le prove di funzionalità respiratoria CONSEGUENZA DI:
D l'esame citologico dell'espettorato A aumentata sintesi di porfirine a livello midollare
E la biopsia trans - bronchiale B ridotta produzione di porfobilinogeno
C ridotta sintesi di porfirìne a livello midollare
98. L'ASMA PROFESSIONALE SI MANIFESTA SOLO IN SOGGETTI * inibizione dell'enzima che lega la protoporfirina al ferro (eme sintetasi)
"SENSlBILlZZA TI": E aumentata produzione di porfobilinogeno
A * all'agente specifico
B all'irritante -y 108.LO STiRENE HA COME CATABOLITA URlNARlO:
C al caustico * l'acido mandelico
D all'oncogeno B l'acido fenico
E alle glicoproteine C lo stirene immodificato
D l'acido ascorbico
99. IL PRODOTTO TERMINALE DEL METABOLISMO DEL n - ESANO E': E nessuna delle precedenti risposte
A * 2,5 esandione
B 3 - etanolo 109. NELL'INTOSSICAZIONE CRONICA DA CADMIO, L"'ORGANO
C 2,5 - esandiolo BERSAGLIO" È:
D acido esanoico A il polmone
E 1- etanolo B la prestata
t: il tubuIo renale
I00. IL DANNO OCULARE CAUSATO DALLE RADIAZIONI D la sintesi dell'eme
IONlZZANTl E': E la placca neuromotrice
A glaucoma
B uveite 110.NELL'INTOSSICAZlONE CONCLAMATA DA PIOMBO QUAL'E' IL
C congiuntivite NERVO PERIFERICO CLASSICAMENTE PIU FREQUENTEMENTE
* . cataratta COLPITO:
E distacco di retina A mediano
B* radiale
101. QUALE TRA I SEGUENTI E' UN ELEMENTO PROGNOSTICO C sciatico
FAVOREVOLE NELL'ASMA PROFESSIONALE: D tibia le anteriore
A pattem di tipo bifasico al test specifico di scatenamento E popliteo
B iperreattività bronchiale aspecifica di grado medio
C scarsa funzionalità respiratoria di base 111. QUALE E' LA CORRETTA DEFINIZIONE DI CFR (CAPACITA'
D* insorgenza recente della sintomatologia FUNZIONALE RESIDUA):
E periodo di esposizione a rischio di lunga durata A * Gas rimasto nei polmoni alla fine di normale espirazione
B Gas rimasto nei polmoni alla fine di una massima espirazione
~102.L'ASBESTOSI PARENCHlMALE INIZIALE SI LOCALIZZA C Gas residuo escluso dagli scambi respiratori
PREVALENTEMENTE: D Gas presente nei polmoni alla [me di una massima inspirazione
A ai lobi superiori E Gas presente nei polmoni alla [me di normale inspirazione
B* !!Llobi inferiori
C al polmone sinistro 112.IL RlSCHIO DA AMlANTO VIENE ATTUALMENTE ELIMINATO
D alla pleura parietale MEDIANTE:
E alla pleura viscerale A incapsulamento
B sostituzione con lana di vetro
103.1 COSIDDETTI "COLORANTI DI ANlLINA", CAUSA DI TUMORl C sostituzione con lana di roccia
DELLE VIE URlNARlE, SONO: D* tutti i metodi precedenti
A sostanze coloranti che contengono anilina pura in elevata concentrazione E nessuno dei metodi citati
B sostanze vegetali colorate addizionate con anilina per migliorarne le
proprietà tecnologiche (potere plastico e coprente) 113. NEL CORSO DI COLICA SATURNINA:
C* sostanze varie, chimicamente derivate dall'anilina, utilizzate come A * l'alvo è chiuso a feci e a gas
intermedi nella sintesi di coloranti artificiali (coloranti azoici) B il paziente è ipoteso
D coloranti che derivano dagli idrocarburi alogenati C la febbre è di tipo intermittente
E sostanze prodotte dall'unione dell'etilenglicole con alcool etilico
D la manovra di Murphy è positiva
E il dolore è localizzato in fossa iliaca dx e si irradia verso l'inguine
104.1 FUMI DI SALDATURA SONO COSTITUITI DA PARTICELLE DI
DIMENSIONI DEFlNlBIL1:
~ 114. IN QUALE PATOLOGIA POLMONARE SI RlSCONTRA VANO
A non respirabili ALL'ESAME RADIOGRAFICO DEL TORACE LE CALCIFlCAZlONI
B* respirabili A GUSCIO D'UOVO DEI LINFONODl:
C respirabili al 50% A nella farmer's lung

MEDICINA DEL LAVORO PAG.6/19


B siderosi E fibrosi polmonare in genere
C bissinosi
* silicosi ::0124.PER UNA SOSTANZA, LA MENZIONE R 49 CONTENUTA
E nessuna di queste patologie NELL'ALLEGATO I DELLA DIRETTIVA 67/548/CEE INDICA:
A è irritante per le mucose
115. UNA SOSTANZA È DEFiNITA CANCEROGENA QUANDO: B provoca epigastralgia
A induce mutazioni trasmissibili nel corredo genetico di un individuo C può provocare dermatite atopica
B* aumenta la frequenza di malattie neoplastiche in specie animali e/o D è esente da rischi
nell'uomo E* può provocare il cancro per inalazione
C aumenta la frequenza di anomalie genetiche nella discendenza, o di aborto,
nell'animale o nell'uomo 125. NELLA DIAGNOSI DIFFERENZIALE DELLA INTOSSICAZIONE
D induce certamente malattia neoplastica nell'animale, ma non nell'uomo CRONICA DA MANGANESE BISOGNA CONSIDERARE:
E causa tumori in tutti i lavoratori esposti A l'intossicazione cronica da tricloroetilene
B l'intossicazione cronica da cobalto
l 16. QUALE DELLE SEGUENTI CARATTERISTICHE NON APPARTIENE C* il Momo di Parkinson
AL MESOTELIOMA: D la polineuropatia diabetica
A È quasi sempre unilaterale E le patologie a carico delle ghiandole surrenali
B* Dà metastasi epatiche
C Ha una latenza anche molto lunga 126. NEL CASO DELLE SOSTANZE MACROMOLECOLARl, L'ASMA
D Cresce nel torace sino a produrre il "polmone a corazza" PROFESSIONALE lMMUNOLOGlCAMENTE MEDIATA E' DOVUTA
A: '
E Provoca versamenti pleurici recidi vanti
A * reazione del l tipo secondo Geli e Coombs (indotta da anticorpi di tipo
reaginico)
~ 117.1 BEls dell'ACGlH sono indici biologici che:
'A* rappresentano valori riscontrabili in soggetti esposti a concentrazioni B reazione del Il tipo secondo Gell e Coombs
dell'ordine del TLY -TW A C reazione dellll tipo
B· rappresentano valori riscontrabili in soggetti esposti a concentrazioni D reazione de111 e III tipo
dell'ordine del TLV-Ceiling E reazione del IV tipo
C rappresentano valori riscontrabili in soggetti esposti a concentrazioni
dell'ordine del TLV-STEL 127. QUALE DI QUESTE LAVORAZIONI ESPONE A MERCURlO
D rappresentano valori che,se superati, determinano l'insorgenza in breve INORGANICO:
tempo di patologie professionali in tutti gli esposti A * impianti cloro-soda
E rappresentano valori riscontrabili nella popolazione generale non B fabbricazione di materie plastiche
professionalmente esposta
C processi galvanici
D saldatura di acciai speciali
118. IL DECIBEL:
E produzione di fertilizzanti
A è una espressione lineare della pressione sonora
B* è una espressione logaritmica della pressione sonora
128. LA PIOMBEMIA È LA MISURAZIONE DEL PIOMBO PRESENTE:
C è una unità di misura di frequenza
A-* nel sangue totale
D è in relazione con l'altezza dei suoni
B nei globuli rossi
E è direttamente proporzionale al periodo della vibrazione acustica
C nel plasma totale
D nelle frazioni globuliniche del plasma
119.DAL PUNTO DI VISTA BIOCHIMICO LE AMlNE AROMATICHE
E nelle urine
RlENTRANO NELLA CLASSE DEGLI ONCOGENI CHE
RlCHIEDONO:
A* attivazione metabolica 129. QUAL'È LLPRlMO SINTOMO DELL'INTOSSICAZIONE ACUTA DA
TRlEUNA?
B inattivazione metabolica
A diarrea, vomito incoercibile
C associazione metabolica
B rinite vasomotoria
D alterazione metabolica
C riso spastico
E nessuna delle precedenti risposte
D crisi epilettica
'0 120. L'ANNOTAZIONE SKlN IN UNA SCHEDA TOSSICOLOGlCA
E* euforia
DEFINISCE PER UNA SOSTANZA:
A * la possibilità di assorbimento percutaneo 130. NORMALMENTE SI RlTIENE CHE l VALORl U\1lTE AMBlENT ALI
B la tossicità cutanea (TL VS) SIANO PROTETTIVI:
C tutte le risposte precedenti A per la totalità dei soggetti esposti
D l'azione sensibilizzante sulla cute B* per la stragrande maggioranza dei soggetti esposti
C per la metà dei soggetti esposti
E nessuna delle risposte precedenti
D per una piccola percentuale dei soggetti esposti
E per nessuno dei soggetti esposti
121. QUALE È IL TRATTAMENTO DI ELEZIONE DELL'INTOSSICATO
DACO:
A infusione di plasma expander 13 L IN CORSO DI ESPOSIZIONE A CANCEROGENI VIENE DEFINITO
B* somministrazione di ossigeno puro in maschera PERlODO DI LATENZA:
A il tempo intercorso tra l'inizio e la fine dell'esposizione
C analettici respiratori
B il tempo intercorso tra la fine dell'esposizione e la prima manifestazione
D ventilazione assistita con aria
clinica del tumore
E infusione di adrenalina
ç* il tempo intercorso tra l'inizio dell'esposizione e la prima manifestazione
clinica del tumore
122.IL PRINCIPALE ORGANO DI DEPOSITO STABILE DEL PIOMBO È: D il tempo in cui sono stati superati i valori limite ambientali
A il fegato E un tempo stabilito di IO anni
B il rene
C il sistema nervoso centrale ':) 132. LA DERMATOSI DA CEMENTO RlCONOSCE UNA PATOGENESI
D il midollo osseo DA:
E* il tessuto osseo A irritazione primaria
B reazione immune - allergica di tipo I (anafilattica)
~ 123. QUAL'E' IL RlSCHIO PER LAVORATORl ESPOSTI A FIBRE DI C reazione immune - allergica di tipo 11(citolitica)
VETRO D reazione immune - allergica di tipo III (complessi immuni)
A * irritazione delle vie respiratorie superiori E* reazione immuno - allergica di tipo IV (cellulare)
B silicosi
C asbestosi 133. L'ELEMENTO CHE PIÙ CARATTERIZZA LA CAPACITÀ DI
D azione cancerogena PENETRAZIONE DELLE PARTlCELLE DI POLVERE NELL'ALBERO
RESPlRATORlO È:

MEDICINA DEL LAVORO PAG.7/19

a
143.LA PATOGENESI DELL'INTOSSICAZIONE DA OSSIDO DI
A* Diametro CARBONIO E' LEGATA ALLA FOR.t\1AZIONE DI:
B Peso A fenoli
C Lunghezza B metaemoglobina
D Ruvidità C* carbossiemoglobina
E Peso specifico D acido ippurico
E solfoemoglobina
134. QUALE DEI SEGUENTI E' UN ANFIBOLO:
A amosite 144.LE ALTERAZIONI VASCOLARl DOVUTE AD ESPOSIZIONE A
B crocidolite o asbesto azzurro VIBRAZIONI DEL SEGMENTO MANO-BRACCIO SONO
C tremolite CARA TTERlZZATE DA:
D antofillite A solo spasmo arteriolare
E* tutte le precedenti B solo obliterazione arteriolare
C tromboflebiti
135. CONVENZIONALMENTE, LA POLVERE SILICOTIGENA È: D* sia spasmo, sia obliterazione arteriolare
A quella che contiene silicio E nessuna delle precedenti risposte
B quella che può penetrare negli alveoli polmonari
C* quella cosiddetta respirabile e che contiene silice libera cristallina 145.LE POLVERI DI DIAMETRO INFERIORIAO,2 MlCRON UNA
D quella che contiene silicati VOLTA GIUNTE NELL'ALBERO RESPIRATORIO:
E quella che non riesce ad arrivare alle piccole vie aeree A inducono risposta chemiotattica
B si fermano nel laringe
136. NELL'AMBITO DEGLI ESAMl STRUMENTALI NEI CONFRONTI C penetrano nel circolo ematico
DEI LAVORATORI ESPOSTI A RUMORE, L'AUDlOMETRlA DI D si aggregano
REGOLA VIENE EFFETTUATA: E* si comportano come i gas
A * a distanza di almeno 1.6ore dalla cessazione dell'esposizione a rumore in
condizione di "riposo acustico"
146. QUAL'E' IL MECCANISMO D'AZIONE DEGLI ESTERI
B a distanza di 24 ore dalla cessazione dell'esposizione a rumore in
ORGANOFOSFORICI (PESTICIDI?)
condizione di "riposo acustico"
A attraverso la fosforilazione ossidativa
C dopo due giorni dalla cessazione dell'esposizione a rumore
B attraverso l' atpasi mitocondriale
D a distanza di 8 ore dalla cessazione dell'esposizione a rumore in condizione
di "riposo acustico" C* inibizione dell'enzima acetil- colinesterasi con conseguente accumulo di
acetilcolina .
E nessuno dei citati
D esaltazione dell'enzima acetiI- colinesterasi
E attraverso la coniugazione con l'acido glicuronico
137. LE ATTIVITÀ LAVORATIVE CHE ESPONGONO AL RISCHIO DI
SILICOSI SONO NUMEROSE. QUALI TRA QUESTE NON E' A '::J .
RISCHIO?: 147. L'ORECCHIO UMANO E' MAGGIORMENTE SENSIBILE Al SUONI:
A lavori in galleria A * di alta frequenza
B lavori in fonderia B di bassa frequenza
C lavori nell'industria della ceramica C di media frequenza
D* lavori nell'industria tessile D di tutte le frequenze
E tutte le precedenti risposte E di alte e basse frequenze

138. TRA LE VARIE FORME MINERALOGICHE DI SILICE LIBERA 148.NEL MONlTORAGGIO BIOLOGICO DELL'ESPOSIZIONE A PIOMBO
QUELLA MAGGIORMENTE DOTATA DI POTERE SCLEROGENO VIENE DETERMINATO SULLE URINE UNO DI QUESTI
PER IL POLMONE E' LA: INDICATORI:
A silice amorfa idrata A zincoprotoporfuina
B 'silice amorfa anidra B ALA deidrasi
C silice ossidata C* ALA
D silice ferrosa D ferrochelatasi
E* silice cristallina E nessuna delle precedenti risposte

139.LA LAVORAZIONE DEL LEGNO PUÒ ESSERE CAUSA DI 149. QUALE TRA LE SEGUENTI SOSTANZE POSSONO DETERMINARE
A tumori polmonari NEUROPATIE:
...A* mercurio
B* tumori seni paranasali
C tumori vescicali B lattice
D tumori renali C cadmio
E tumori prostatici D talco
E silicio
140.IL RUMORE È : ':::J
A un suono con frequenza inferiore a 50 Hz 150. GLI ISOClANATI SONO:
B la percezione sensoriale di un'onda elettromagnetica A agenti asmogeni professionali ad alto peso molecolare
C un suono che disturba la conversazione B* agenti asmogeni professionali a basso peso molecolare
D' un suono con frequenza superiore a 20.000 Hz C agenti cancerogeni
E* un suono sgradevole D agenti mutageni
E agenti asmogeni di origine animale
<7 141.L'AClDO ClANlDRICO FORMA CON L' HB:
A carbossiemoglobina 151.1L RUMORE È:
B* cianometaemoglobina A un'onda elettromagnetica
C tutte le citate B un insieme ordinato di onde radio
D nessuna delle citate C un insieme casuale di onde gamma
E ossiemoglobina D un fenomeno biologico
E* l'effetto di una vibrazione meccanica
142. L'ACCUMULO PRlNClP ALE DEI PESTICIDI CLOROORGANICI NEI
TESSUTI SI RISCONTRA: 152. L'ESPOSIZIONE A CROMO È TUTTORA POSSIBILE:
A * nei tessuti adiposi A * nella concia delle pelli
B nelle ossa B nell'industria dell'alluminio
C nella cute C nell'industria del legno
D nei capelli D nella produzione di acciai comuni
E nei reni E nell'industria tessile

MEDICINA DEL LAVORO PAG.8/19


153.NON E' UNA SOSTANZA EMOTOSSICA: 163.LA FORMULA C6H6 E' DEL:
A benzene A metano
B piombo B* benzene
C anilina C xilene
D toluene D stirene
E* tungsteno E etilene

154. PER QUANTO RlGUARDA L'OSSIDO DI CARBONIO 164. LE PARTICELLE DI SlLICE DOTATE DI MAGGIOR POTERE
A" CO sposta a sinistra la curva di dissociazione dell'ossiemoglobina FIBROGENO HANNO UN DlAMETROAERODINAMICO MEDIO DI:
B in condizioni normali gli eritrociti non contengono carbossiemoglobina A < 0,5 micron
C la tossicità dipende dal fatto che l'affinità per Hb è uguale a quella B* 0,5-0,7 micron
dell'ossigeno C 5-15 micron
D il CO inibisce gli enzimi sulfldrilici D 15-18 micron
E nei fumatori si riscontrano livelli di COHB pari al 40% E > 18 micron

155.LA VELOCITÀDl DlFFUSIONJ;:DI UNA SOSTANZA ATTRAVERSO ~ 165. LA SINDROME CHINETOSICA (O "MOTION SICKNESS") E'
LA MEMBRANA BIOLOGICA E IN FUNZIONE: DOVUTA AD UNA ESPOSIZIONE A VIBRAZIONI A FREQUENZA:
A della temperatura A* bassa -
B della pressione atmosferica B media
C della turbolenza del flusso ematico C elevata
D delle comunicazioni intercellulari D tutte le precedenti risposte
E* dalla liposolubilità E nessuna delle precedenti risposte

156.lL PATCH TEST E': 166. L'ENTITÀ DEL RISCHIO DI DANNO ALLA SALUTE IN AMBIENTE
A * test da contatto per evidenziare la patogenesi allergica di un eczema DI LAVORO DIPENDE:
B un test per la funzionalità vasale A solo dalla tossìcità delle materie prime
C un test tiroideo B* dalla probabilità di accadimento e dalla gravità del danno ipotizzabile
D un test per la tubercolosi C solo dal tipo di pericolo
E un test di tipo psichiatrico D solo dal tempo di permanenza nel luogo di lavoro
E solo dalla abilità del lavoratore
157.IL PIOMBO PRESENTE NEL SANGUE LEGATO Al GLOBULI ROSSI
RAPPRESENTA lL: 167.LA PRlNCIPALE VIA DI PENETRAZIONE DEL MERCURIO
A 10-50% del totale METALLICO E':
B 100% deltotale A via digerente
C 10-30% del totale B via cutanea
D 70-75% del totale C per contatto
* 90-95% del totale D per ingestione
E* via respiratoria
158. DOPO LA ADULT RESPlRATORY DISTRESS SYNDROME (ARDS)
DOVUTA AD UNA INALAZIONE DI BRONCOlRRlTANTI, LA 168. PER LIVELLO EQUIVALENTE DI RUMORE SI INTENDE
CONSEGUENZA PIU' FREQUENTE CHE SI VERIFICA ENTRO 3-6 A il suo valore istantaneo
MESI E' COSTITUITA DA: B il valore di picco
A * riduzione della diffusione del CO C" la media ponderata nel tempo
B Sindrome disventilatoria ostruttiva
D lo spettro di frequenza
C Sindrome disventilatoria restrittiva E il valore di rumore equivalente a quello prodotto da un aereo nella fase di
D Sindrome disventilatoria mista decollo
E Placche pleuriche
169.1 TOSSICIlNDUSTRlALI ENTRANO NELL'ORGANISMO
159.LE PROTEINE PLASMATlCHE PIÙ COINVOLTE NEI LEGAMI COlI PREFERENZIALMENTE:
METALLI SONO: A per via digestiva
:A* .Le albumine B* per via respiratoria
B Le alfalglobuline C per via transcutanea
C Le alfalglobuline D per via parenterale
D Le betaglobuline E per via rettale
E Le gammaglobuline
170. LE AMINE AROMATICHE, CHE POSSONO CAUSARE TUMORI
160.IL SINTOMO PRINCIPALE IN CORSO DI ASBESTOSI E' DELLE VIE URlNARlE (UROTELlOMl), SONO STATE UTILIZZATE
RAPPRESENTATO DA: SOPRATTUTTO COME:
A tosse secca A solventi
B tosse produttiva B lubrificanti
C dolore toracico C detergenti
D febbricola * coloranti
EoO dispnea prima da sforzo poi anche a riposo E disinfettanti

161.QUAL E' LA FORMA DI DERMATITE ALLERGICA DA CONTATTO 171. NEL CORSO DI INTOSSICAZIONE DA MERCURIO CONSEGUENTE
PROFESSIONALE PIÙ FREQUENTE: A PROTRATTA ESPOSIZIONE SONO DOCUMENTABILl:
A * dermatite da cemento A* tremori
B DAC da cromo, cobalto, nickel B dolori addominali
C dermatite fotoallergica da contatto C alterazioni della funzionalità epatica
D DAC da additivi della gomma D alterazioni del visus
E nessuna delle precedenti risposte E insufficienza ventilatori a di tipo ostruttivo

162.IL TALCO E': 172. NELLA CLASSIFICAZIONE INTERNAZIONALE RADIOLOGlCA


A * silicato idrato di magnesio DELLE PNEUMOCONIOSI DELL'lLO LE LETTERE MAIUSCOLE A,
B silicato idrato di potassio B, C SONO
RlSERVATEA:
C silicato idrato di alluminio
* le grandi opacità
D silicato idrato di rame
B le ombre rotondeggianti
E silicato idrato di piombo
C le ombre irregolari

MEDICINA DEL LAVORO PAG.9/19


D le ombre lineari B aumenta la frequenza di malattie neoplastiche in specie animali o nell'uomo
E le anomalie pleuriche C aumenta la frequenza di aborto, nell'animale o nell'uomo
D induce certamente malattia neoplastica nell'animale, ma non nell'uomo
173.lL CROMO È UN CANCEROqENO PER IL POLMONE. LA SUA E causa tumori in tutti i lavoratori esposti
ATIIVIT À CANCEROGENA E RITENUTA IN RELAZIONE CON LO
STATO CHIMICO: ~ 183. L'ORECCHIO ESTERNO AMPLIFICA I SUONI A:
A bivalente (es. monossido ero) A * bassa frequenza
B trivalente (es. triossido Cr203, solfato Cr2(S04)3) B elevata ampiezza
C* esavalente (es. cromati cr04--, bicromati Cr207-) C media frequenza
D ness una delle precedenti D bassa ampiezza
E tutte le precedenti E alta frequenza

174. IL RADON È: 184.IL PIOMBO TIPICAMENTE E' UN INIBITORE DELLA


A * Wl gas radioattivo presente nel sottosu~lo. . A G6PDH
B un elemento stabile derivante dalla disintegrazione del plutonio B aldolasi
C un rifiuto radioattivo derivante da alcuni traccianti radioattivi usati in C* ferrochelatasi
medicina nucleare
D fitasi
D un composto radioattivo di uso bellico
E ATP-asi
E un radiofarmaco
185.1 DISPOSlTIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALI OLTRE CHE ESSERE
175. QUALE DELLE SEGUENTI PATOLOGlE È CORRELATA CONFORMI ALLE NORME DI CUI AL D.LGS. 4 DICEMBRE 1992, N.
ALL'ESPOSIZIONE AD AMIANTl: 475 DEVONO:
A asbestosi A essere adeguati ai rischi da prevenire senza comportare di per se un rischio
B mesotelioma maligno della pleura e del peritoneo maggiore
C carcinoma polmonare B essere adeguati alle condizioni esistenti nel luogo di lavoro
D fibrosi interstiziale diffusa C tenere conto delle esigenze ergonomiche o di salute del lavoratore
E* tutte le precedenti D poter essere adattati all'utilizzatore secondo le sue necessita'
E* tutti i citati
176. DI QUALE DI QUESTI TUMORI E' RESPONSABILE IL CLORURO DI
VINlLE MONOMERO? 186. CHE COSA SI INTENDE PER TLV CElLING?
A* emangiosarcoma epatico . A Valori medi ponderati nel tempo
B eritroleucemia B* Valore limite che non può essere mai superato
C cordoma C Valore limite di corto periodo
D mieloma D Valore limite che può essere superato per non più di 5 volte durante l'orario
E m. di Hodgkin di lavoro
E Nessuna delle precedenti risposte
177. LE LEUCEMIE DI ORIGINE CHIMICA PROFESSIONALE SONO
(STATE) CAUSATE SOPRATIUTIO DA: 187.LE FIBRE CERAMICHE REFRATIARlE SONO:
A amine aromatiche
A tipi di amianto
B 'arsenico B forme di silice libera cristallina
C cloruro di vinile monomero
C fibre poliesteri
D triclorometano D* fibre minerali artificiali
E* .benzene E fibre tessili

--7 178. L'INSUFFICIENZA RENALE CRONICA PUO' ESSERE DOVUTA A:


188. LA PRESENZA DI FIBRE DI ASBESTO NELL'ESPETIORA TO E'
A manganese SINTOMATICA PER:
B mercurio A malattia conclamata
C* piombo B malattia in fase terminale
D vanadio C malattia in fase iniziale
E nichel D*. semplice esposizione
E nessuna delle precedenti risposte
~ 179. IL VALORE LIMITE PEJ!..LA PI0MBEMlA, SECONDO LE NQRME
-:;Y DI LEGGE IN VIGqRE, E DI 60 /lGIDL PER LA GENERALITA DEI 189. L'ECZEMA DEI MURATORI E' USUALMENTE DOVUTO A:
LAVORATORI. VI E INOLTRE UN VALORE LIMITE DI 40 /lG/DL
PER: A sensibilizzazione a sali di ammonio
A gli adolescenti (età compresa tra 15 e 18 anni) B sensibilizzazione a sali di cobalto
B le donne in stato di gravidanza C* sensibilizzazione a sali di cromo
C* le donne in età fertile D sensibilizzazione a manganese
D i bambini (età inferiore a 15 anni) E sensibilizzazione a sali di calcio
E le donne che allattano
\\ 190. QUALI DELLE SEGUENTI RADIAZIONI NON SONO RADIAZIONI
IONIZZANTI:
180. LA SILlCOSl NODULARE PURA PUO' MANIFESTARSI CON:
A radiazioni alfa
A proteinosi alveolare silicotica
B raggi X
B decorso acuto
C raggi gamma
C decorso cronico semplice
D* radiazioni ultraviolette
D decorso cronico complicato con fibrosi massiva progressiva
E nessuna delle precedenti
E* tutte le precedenti

191. QUALE DI QUESTI TEST NON SI ALTERA A SEGUITO DI


181. QUALE TRA LE SEGUENTI NON E' UNA COMPLICANZA DELLA
ABNORME ESPOSIZIONE A PIOMBO:
SlLICOSI:
A ALA deidratasi eritrocitaria
A sindrome di Caplan
B coproporfirina urinaria
B TBC polmonare
C protoporfirina eritocitaria
C sindrome di Erasmus
D ALA urinario
D insufficienza ventilatoria
E* metaemoglobina reduttasi
* mesotelioma

192. QUALE DEI SEGUENTI ESAMI PRATICHERESTE A SOGGETII


182. UNA SOSTANZA È DEFINITA MUTAGENA QUANDO: ESPOSTI A RISCHIO DA RADlAZlONIIONIZZANTl:
A * induce modificazioni( mutazioni) in macromolecole
A esame ECG
informazionali(soprattutto DNA e RNA)

MEDICINA DEL LAVORO PAG.10/19


B esame spirometrico ACUTA O SUBACUTA VI E' UNO SPICCATO AUMENTO DI:
C* esame emocromocitometrico A neutrofili
D esame audiometrico B basofili
E elettroretinogramma C eosinofili
* liIifociti T
193 UN TRACClATO AUDIOMETRlCO CON LA, SOLA VlA AEREA E macrofagi
'ALTERATA, E LA VlA OSSEA NORMALE, E INDICATlVO DI:
A ipoacusia da trauma acustico acuto 203.IL TLV-TWA VIENE NORMALMENTE DEFINITO COME:
B ipoacusìa da trauma acustico cronico . A un valore limite non superabile in alcun momento
C ipoacusia da neurinoma del nervo acustico B un valore limite per più inquinanti considerati contemporaneamente
D ipoacusia da lesione encefalica C un valore limite per brevi periodi di esposizione
E* ipoacusia trasmissiva non da rumore D* un valore limite per otto ore giornaliere e 40 ore settimanali
E un valore limite che, se superato, determina in breve periodo di tempo
194 IN LlNEA GENERALE IL MET ABOLlSMO patologie professionali
. (BlOTRASFORMAZIONE) DEI TOSSICI OCCUPAZIONALI
RAGGIUNGE L'EFFETTO DI:
204. IL FENOMENO DI RAYNAUD COMPARE IN:
A renderli meno tossici A* malattie da vibrazioni
B* renderli più idrosolubili B malattie da bassa pressione
C renderli più tossici C malattie da aumentata pressione
D rendere la loro molecola più piccola D intossicazione da piombo
E rendere la loro molecola più grande
E intossicazione da piombo tetraetile

195.GLl ANESTETICI VOLATILl PiÙ COMUNEMENTE USATI


APPARTENGONO AL GRUPPO DEGLi: ~ 20S.GLI XILENI VENGONO ESCRETI PER VlA URlNARlA COME:
A acido benzoico
A idrocarburi alifatìci
B idrocarburi aromatici B acido ippurico
C* acido metilippurico
Calcoli
D acido metilbenzoico
D eteri
É* idrocarburi alifatici alogenati E xilene-epossido

196. QUALE DEI SEGUENTI AGENTl NON INDUCE BRONCOSPASMO 206. IL SOLVENTE COMUNEMENTE CHIAMATO TRlELINA È IL:
SE INALATO SUL LUOGO DJ LAVORO A i, l, i tricloroetano
A Polvere di cotone B percloroetilene
'B* Silice C cloruro di metilene
C Toluenediisocianato D* tricloroetilene
D Polvere di grano E triclorometano
E Parafenilendiamina
<, \ 207. TRA GLIINDICATORl BiOLOGICI OGGI PIÙ SIGNIFICATlVI
197. TRA l SOLVENTIINDUSTRlALI VIENE CONSIDERATO
,v; NELL'ESPOSIZIONE A PIOMBO INORGANICO VI SONO:
CANCEROGENO PER L'UOMO: A la piomburia (PbU) e le coproporfirine (CPU)
A n-e sano B l'etilendiaminotetraacetato monocalcico disodico (CaNa2EDT A)
B I,l,ltricloroetano C l'acido aminolevulino nelle urine (ALAU) e le corpoporfirine (CPU)
C cloruro di metilene D* la piombemia (PbB) e le zinco-protoporflrine (ZPP)
D toluene E le emazie granulose basofile
E* benzene
208. GLI OSSIDI DI AZOTO, SE INALATlIN ELEVATE
198. LA PRESENZA DI CORPUSCOLl DELL'ASBESTO, OLTRE CHE NEL CONCENTRAZIONI, POSSONO CAUSARE EFFETTI
POLMONE POST-MORTEM, PUÒ ESSERE RlLEVATA ANCHE: BRONCOlRRlT ANTl. GLl OSSIDI DI AZOTO VENGONO
COMUNEMENTE INDICATI COME:
A nell'escreato
A Ossidi carboniosi
B nelle feci
B Ossidi nitrici
C nelle urine
C* Gas nitrosi
D nel fluido del lavaggio broncoalveolare
D Perossidi
E* nell'escreato e nel fluido di lavaggio broncoalveoIare
E Gas nitrici

199. QUALE TRA I SEGUENTI ORGANI E' PIÙ RADiOSENSIBILE:


209. IL MESOTELlOMA PLEURlCO E' PIU' FREQUENTE IN
~* cute LAVORATORI ESPOSTI A POLVERI DI:
B SNC A zinco
C rene B ferro
D tessuto muscolare C* arnianto
E osso D rame
E nichel
200. OLTRE ALL'ANEMlA l DISTURBI PIU' FREQUENTI
NELL'ANCHILOSTOMlASI SONO A CARJCO:
210.QUALE TRA i SEGUENTl FATTORI DJ RISCHIO NON È TIPICO DEL
A * apparato digerente LAVORO DI UFFICIO?
B apparato respiratorio A Postura incongrua
C apparato cardiovascolare B llluminazione non idonea
D apparato urinario C Rumore eccessivo
E apparato genitale D Microclima sfavorevole
E* vapori di piombo
~ 20 I. ESPOSIZIONI ACUTE AD OSSIDO DI AZOTO AD AL TE DOSI
POSSONO PROVOCARE:
211.IN AMBITO LAVORA TlVO IL PIOMBO VIENE
1>.* ARDS (Adult Respiratory Distress Syndrome) PREVALENTEMENTE ASSORBITO:
B cuore polmonare cronico A attraverso la mucosa gastrica
C edema polmonare B attraverso la mucosa dell'intestino tenue
D tracheite di grado lieve C attra verso la cute
E euforia V* attraverso l'apparato respiratorio
E nessuna delle precedenti
:,\ 202. NEL LIQUIDO DI LAVAGGIO BRONCO-AL VEOLARE DI
SOGGETTI CON AL VEOLlTE ALLERGICA ESTRlNSECA IN FASE

MEDICINA DEL LAVORO PAG. 11/19

_2211I22
212. NELL'lPOACUSlA DA RUMORE IL TRACClATO AUDIOMETRlCO 222. L'ATTI VITA' DI VIGILANZA SULL'APPLICAZIONE DELLA
EFFETTUATO TRA.lV1lTEVlA OSSEA: LEGISLAZIONE IN MATERlA DI SICUREZZA E SALUTE SUI
LUOGHI DI LAVORO E' SVOLTA:
A * è sovrapponibile a quello della via aerea
A dall' Istituto Superiore di Sanità
B è peggiore di quello della via aerea
B dall' ISPESL
C è migliore di quello della via aerea
C dal Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale
D è migliore di quello della via aerea solo per le basse frequenze
D* dall'ASL
E non si effettua mai perché non ha alcuna utilità
E da nessuno dei citati
213. L'ORGANO BERSAGLIO DEL CLORURO DI VINILE MONOMERO
(CVM)È: 223.1 TUMORl CUTANEI DI ORlGINE CHIMICA SONO CAUSATl
PRINCIPALMENTE DA:
A ilpoImone
A * arsenico, idrocarburi policiclici aromatici
B il rene
B solventi organici clorurati
C il cuore
C idrocarburi aromatici monociclici (benzene, stirene)
D* il fegato
D alcoli
E lo stomaco
E eteri
214. L'ESPOSIZIONE A PIOMBO È TUTTORA POSSIBILE:
224. LA FORMALDEIDE (FORMALINA) A LIVELLO CUTANEO PUÒ
A nei cementifici ~ PROVOCARE:
B nella lavorazione del legno
A solo irritazione primaria
C negli impianti cloro - soda
B solo sensibilizzazione
D* in alcune lavorazioni dell'industria ceramica
C* irritazione e/o sensibilizzazione
E nell'industria del cuoio
D carcinomi
E nessuna delle precedenti
~215. LE REAZIONI METABOLICHE DI FASE I SONO:
A ossidazione
225. QUALE DEI SEGUENTI FATTORl ESOGENI NON È UN FATTORE
B . riduzione FAVORENTE L'INSORGENZA Di BRONCOPNEUMOPATlA
C idrolisi CRONICA OSTRUTTIVA (BPCO)
D* . tutte le precedenti A Furno di tabacco
E nessuna delle precedenti B* lpquinamento da gas anestetici
C .Gas nitros i.
216.QUAL E' L'UNICA "TERAPlA" VERAMENTE CORRETrA PER D Solfuri organici
L'ASMA PROFESSIONALE?: E Polvere di silicati
A cortisone
B teofillina 226. LE BRUCELLE SI LOCALIZZANO PRlMlTIV AMENTE:
C adrenalina A nel fegato
D intensificazione dell'esposizione lavorativa B* nei linfonodi
E* allontanamento del soggetto dall'esposizione lavorativa C nella milza
D nel sangue
217. GLllNDICATORl BIOLOGICI DI IPERSUSCETTlBILITÀ SONO: E nei vasi
A indicatori indiretti dell'esposizione nell'ambiente di lavoro merliante la
misura della dose assorbita di un tossico
227. QUALE DELLE SEGUENTI ALTERAZIONI RADIOGRAFICHE NON
B * indicatori di condizioni biologiche per la quale un individuo mostra effetti
APPARTIENE AL QUADRO DELL'ASBESTOSI :
avversi più precocemente o a dosi più basse rispetto alla restante
popolazione esposta in modo analogo A Reticolazione nei campi polmonari inferiori
C indicatori della dose non efficacemente eliminata di un tossico B* Opacità apicali
D indicatori di avvenuta sensibilizzazione nei confronti di vari agenti C Ispessimenti pleurici
biologici D Fibrosi pericardica (cuore a riccio)
E indicatori di patologie conseguenti all'esposizione ad agenti chimici E Polmone "a vetro smerigliato"

218. QUAL'È LA VlA DI ELIMINAZIONE DEL MERCURlO ASSORBITO 228. LA FlBROSI INTERSTlZlALE DIFFUSA, TIPICA DELL'ASBESTOSI
A epatica E':
B* renale A * irreversibile
C polmonare B reversibile
D tutte le citate associate ad altre C occasionale
E nessuna delle vie enunciate D tutte le precedenti risposte
E nessuna delle precedenti risposte
219.LA INTOSSICAZIONE ACUTA DA CLORURO MERCURlCO
PROVOCA INSUFFICIENZA RENALE PER 229. QUALE DEI SEGUENTI AGENTI FISICI PUO' ESSERE
A necrosi dei tubuli contorti distaIi RESPONSABILE DI SINDROME DI RA YNAUD:
B* necrosi dei tubuli contorti prossimali A caldo
C necrosi delle papille renali B rumore
D nefrite interstiziale C baropatie
E nefrosi osmotica D elettricità
E* strumenti vibranti
220.LE MANIFESTAZIONI ATTIVE DEL "POLMONE
DELL'AGRlCOLTORE" SI PRESENTANO PREVALENTEMENTE ~ no. IL DECRETO 2512002 RlGUARDA
NELLE SEGUENTI STAGIONI: A* il rischio chimico
A primavera B il rischio biologico
B estate C le sostanze cancerogene
C* autunno-inverno D il rischio della movimentazione manuale dei carichi
D nessuna delle precedenti risposte E nessuna delle precedenti risposte
E tutte le stagioni
23l.IL CHELANTE PIÙ USATO NELL'INTOSSICAZIONE DI PIOMBO
221. DA CHE COSA E' CARA TTERlZZATA LA SINDROME DI GUYON? PER LA VALUTAZIONE DELLA COSlDDETT A IMPREGNAZIONE
A gomito del tennista RESIDUA E':
B mialgia diffusa A penicillamina
C cisti tendine a localizzata sulla superficie volare del polso B* EDTA
D* intrappolamento del nervo ulnare C Ditiocarbammati
E nessuna delle precedenti condizioni D ASA

MEDICINA DEL LAVORO PAG.12/19

le,
E nessuna delle precedenti risposte 242.GLIlDROCARBURI CANCEROGENI A LIVELLO CUTANEO
POSSONO PROVOCARE:
232 LA SOGLIA DI ESPOSIZIONE A RUMORE AL DISOTTO DELLA A * epiteliomi squamosi o spinocellulari
. QUALE NON È PREVISTA ALCUNA SORVEGLIANZA SANITARlA B epiteliomi basocellulari
E PARI A: C melanomi
A 90dB D angiomi a stella
B 85 dB E fibromi
C* 80dB
D 75 dB 243.NEL BAL DI SOGGETII CON BRONCHITE CRONICA SI
E non esiste soglia di riferimento RITROVANO:
A numerose cellule epiteliali
233. UN METALLO NEFROTOSSICO B molte cellule caliciformi
A* Cd C grandi quantità di albumina e proteine
B Na D lattoferrina e lisozima
C Se <E* tutte le precedenti
D Co
E Cu 244.1 COMPOSTI ORGANICI DEI METALLI (IN PARTJCOLARE,
PIOMBO E MERCURIO) SI DISTRIBUISCONO PIU FACILMENTE:
234. LE PARTICELLE DI SILICE HANNO UNO SPICCATO EFFETTO A nell'osso (aumentato deposito)
TOSSICO SU: B nel polmone (sintomi respiratori)
A Piastrine C nella vescica
* Macrofagi D* nel tessuto nervoso e nel grasso (sintomi neurologici)
C Cellule mesoteliali E nel tessuto muscolare
D Eosinofili
E Reticolociti
~ .
245. IL BlOMARKER PIU SENSIBILE DELL'ESPOSIZIONE A BENZENE
E':
235.IL TIPICO COLORE RQSSO CILIEGIA DELLE MUCOSE DEGLI A * acido trans trans-muconico (TI-MA)
. INTOSSICATI DA CO E DETERMINATO: B fenolo
A dall'ipossia C il benzene stesso
B dalla vasodilatazione reattiva D acido ippurico
C dalla cianosi in fase iniziale E catecolo
D* dalla presenza nel sangue di COHb
E dalla reazione anafilattica 246. L'lDRARGlSMO E' UNA INTOSSICAZIONE PROVOCATA DA:
A* mercurio
236.IL TOLUENE VIENE ESCRETO PER VIA URINARlA COME: B ferro
A acido benzoico C polveri di carbone
B acido mandelico D cromo
C acido esanoico E cobalto
D* acido ippurico
E acetato di etile 247. PRIMA DI EFFETTUARE UNA TERAPIA CHELANTE CON
VERSENATO DI CALCIO È NECESSARIO:
237. QUALE DI QUESTI TEST PUÒ ESSJ;:RE UTILIZZATO COME A* valutare la funzionalità renale
INDICATORE DI NEFROTOSSICITA: B determinare la fosfatasi alcalina e la GT
A * N-Acetil-D-Glucosaminidasi (NAG) urinaria C misurare i livelli degli elettroliti serici Na+, K+, CI-
B porfobilinogeno urinario D valutare una eventuale leucopenia
C corpi di Heinz negli eritrociti E determinare la colinesterasi eritrocitaria
D cadmiemia
E determinazione di Na+ e K+ urinari ~48. SECONDO IL D. LGS. 626/94 IL MEDICO COMPETENTE DEVE
ESEGUIRE SOPRALLUOGHI NELL'AMBIENTE DI LAVORO
ALMENO 2 VOLTE ALL'ANNO INSIEME A QUALE ALTRA
~238:PER TLV-MlSCELE SI INTENDE:
FIGURA:
A una concentrazione che non deve mai essere superata
A Datore di lavoro
B una concentrazione accettabile per un intero turno di lavoro
B Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza
C una concentrazione accettabile per una settimana lavorativa
C un Medico del Servizio di. Medicina del Lavoro della ASL competente per
D* il mpporto tra concentrazioni rinvenute e rispettivi valori limite territorio
E nessuna di queste definizioni D un tecnico del Servizio di Medicina del Lavoro della ASL competente per
territorio
239. CHE TIPO DI ANEMIA DA' IL BENZENE? &* il Responsabile del Servizio di prevenzione e protezione
A anemia ipocromica sideropenica
B* anemia aplastica 249. IL DATORE DI LAVORO INDIVIDUA LE CONDIZIONI IN CUI UN
C neutropenia con linfocitosi DISPOSlTlVO DI PROTEZIONE INDIVIDUALE (OPI) DEVE ESSERE
D stato pre-leucemico USATO IN FUNZIONE DI (ART.43 D.LGS. 626/94):
A entità del rischio
E anemia perniciosa di biermer
B frequenza dell'esposizione al rischio
C caratteristiche del posto di lavoro di ciascun lavoratore
240. CONVENZIONALMENTE, LA POLVERE SlLICOTIGENA È:
D prestazioni del DPI
A quella che contiene almeno il 10010di silicio
B quella che può essere inalata
* tutti i precedenti
C quella che contiene sino al 5% di silicati
250. AGGIUNGENDO IN UN AMBIENTE A UNA MACCHINA CHE
D* quella cosiddetta respirabile e che contiene silice libera cristallina
PRODUCE 80 DB UNA SECONDA EGUALE, LA RUMOROSIT À
E è la frazione non respirabile del silicio COMPLESSIVA vARRÀ DB:
A* 83
24 l. GLI APTENI MAGGIORMENTE RESPONSABILI DI DAC B 160
PROFESSIONALI SONO
C 90
A * nichel, cromo
D 77
B resine
E 47
C p-fenilendiamina
D additivi della gomma
251. QUALE, TRA l SEGUENTI AGENTI CHIMICI E FISICI, PUÒ
E isocianati CAUSARE PROTEINURlA:
A tetrationato di sodio

MEDICINA DEL LAVORO PAG. 13/19

.,.
B solfuro di carbonia " mglm3
C . benzene B mglcm3
D etilen-diammina C particelle/cm3
E* sali di cadmio D parti per milione (ppm)
E nessuno di questi parametri
252. LA TOSSIClT A' DEI COMPOSTI ORGANO FOSFORICI E'
DETEIUillNATA DA: 262. QUAL' È LO STATO FISICO DEL MERCURIO A TEMPERATURA
A blocco del ciclo di Krebs AMBIENTE:
B* inibizione della colinesterasi A solido
C blocco della sintesi dell'eme B amorfo
D azione antivitamina K C*- liquido
E mielotossicità D gassoso
E vapore
253. UN VALORE LiMITE DI ESPOSIZIONE È UN VALORE DI
CONCENTRAZIONE IN ARlADl UNA SOSTANZA CHE 263. L'ORGANO BERSAGLIO DEL BENZENE È IL:
RAPPRESENTA: A il rene
A la soglia oltre la quale la sostanza è sicuramente tossica B il fegato
* la soglia oltre la quale vi è Wl rischio per la salute C* il midollo osseo
C la concentrazione oltre la quale la sostanza può incendiarsi spontaneamente D l'apparato respiratorio
D la soglia oltre la quale la sostanza passa dallo stato liquido a quello gassoso
E la vescica
E la dose letale della sostanza
264. L'INALAZlONE Dl BIOSSIDO DI SILICIO ALLO STATO LIBERO
254. IL N-ESANO VIENE USATO PRINCIPALMENTE: PROVOCA:
A * solvente di colle A.* la silicosi
B nell'industria estrattiva B una pneumoconiosi mortale
C nelle fabbriche di accumulatori C una bronchite cronica
D nella concia delle pelli D una rinite acuta
E nell'industria dell'alluminio E una otopatia

255. LA NORMALE CONVERSAZIONE HA CIRCA IL LIVELLO SONORO 265. L'IGIENE INDUSTRIALE SI OCCUPA IN GENERALE:
DIDB A* di studiare i fattori di rischio per la salute negli ambienti di lavoro ed
"* 40 in~ividl!l\[e le misure di tutela
B 120 B di individuare, studiare e combattere la presenza di microorganismi negli.
C lO ambienti di lavoro
D 85 C di individuare le origini degli infortuni negli ambienti di lavoro e
E 12 controllare che non aumentino
D di dettare regole di pulizia per la manutenzione degli ambienti di lavoro
256. L'INDICE DI TIFFENAU IN .CORSO DI ASMA PROFESSIONALE E di verificare il corretto funzionamento dei sistemi idrici e di smaltimento
RISULTA: dei rifiuti negli ambienti di lavoro
A invariato
B aumentato 266. IN CASO DI ESPOSIZIONE PROFESSIONALE A DIVERSI LIVELLI
DI RUMORE, PER LA STIMA DEL RISCHIO SI TIENE CONTO:
C* ridotto
A dellivellopiù alto
D aumentato solo nelle fasi iniziali
E ridotto solo in fase tardiva B del livello a cui il lavoratore è esposto per più tempo
C dei picchi di esposizione a valori superiori ai 95 dB
257.1 TOSSICI OCCUPAZIONALI POSSONO ESSERE METABOLIZZATI D* della media ponderata peri vari tempi di esposizione
DA: E solo del rumore ad impulsi che impedisce l'attuazione del riflesso
A enzimi plasmatici stapediale
B enzimi epatici
C enzimi renali 267. COSA ESPRIME IL TL V -STEL:
D enzimi cerebrali A valore di soglia media ponderata nel tempo
'E* tutte le precedenti B* valore limite di soglia, limite per breve tempo di esposizione
C concentrazione massima accettabile
D concentrazione che non dovrebbe essere superata nemmeno per un istante
~ 258. TRA LE SEGUENTI AMINE AROMATICHE, QUALE NON E'
RICONOSCIUTA COME SiCURAMENTE CANCEROGENA PER E sigla degli igienisti americani
L'UOMO?
A benzidina 268. IL TRICLOROETILENE VIENE USATO PRlNCIP ALMENTE:
'13* difenilamina A nell'industria del vetro
C 4 aminodifenile B in ambito ospedaliero
D 2 naftilamina C nella produzione di oggetti in ceramica
E nessuna delle precedenti in risposte D in fonderia
E* nello sgrassaggio di metalli
259. QUALI SONO I POSSIBILI EFFETTI EXTRA-UDITIVI DI
UN'ESPOSIZIONE PROLUNGATA A RUMORE 269.SECONDO LA PIÙ RECENTE IMPOSTAZIONE NOSOGRAFICA SI
A Cefalea POSSONO DISTINGUERE DUE TIPI DI ASMA PROFESSIONALE:
B ipersecrezione gastrica A * con e senza periodo di latenza
C disturbi cardiocircolatori B estrinseca ed intrinseca
D disturbi neuro-endocrini C con Fev l aumentato e con Fevi diminuito
* tutti i precedenti D tutte le precedenti risposte
E nessuna delle risposte precedenti
260. IN SEGUITO AL FENOMENO DELL'INDUZIONE ENZIMATlCA:
A composti tossici sono metabolizzati più rapidamente dei farmaci 270. QUALE TRA I SEGUENTI ESAMI DI LABORATORIO SI ALTERA
B si verificano fenomeni di competizione neurorecettoriale PRECOCEMENTE NELLA EPOSIZIONE A SOLVENTI:
C* il metabolismo di alcuni xenobiotici può essere accelerato -A* gammaG'I'
D il metabolismo dei tossici industriali può essere saturato B bilirubinemia
E nessuna delle precedenti C fosfatasi alcalina
D attività protrombinica
261.1 VALORI LIMITEAMBIENTALI PER POLVERI SILICOTIGENE E transaminasi
SONO NORMALMENTE ESPRESSI IN:

MEDICINA DEL LAVORO PAG.14/19


271. LE OMBRE RADIOLOGICHE POLMONARlINIJICATE COLLE proteine)
LETTERE P, Q, R SONO: D provocando la morte cellulare
A irregolari E provocando una lesione degli epiteli
B lineari
C massive 281.1 LIVELLI DI PROTOPORFlRlNA ERiTROCITARlA A SEGUITO DI
D puntiformi UNA ESPOSIZIONE A PIOMBO SI ELEVANO A CAUSA DELLA
E* nodulari INIBIZIONE DELL'ENZlMA:
A copropofuinogeno decarbossilasi
272. IL PRODOTTO TERl\lllNALE DEL METABOLISMO DELL'N-ESANO B* Eme-sintetasi
• È: C acido d ammino Ievulinico deidratasi
A 2,5-esanediolo D porfobilinogeno-decarbossilasi
B 2-esanolo E Na/K-ATPasi
C* 2,5-esanedione
D metil-n-butilchetone 282. NELLA SILICOSI CONCLAMATA,I LINFONODI PARAlLARl
E : 3-esanolo POSSONO PRESENTARSI ALL'ESAME XGRAFICO:
A * con ca!cificazione a guscio d'uovo
<> 273. INORGANICI
LA PRINCIPALE VIA DI PENETRAZIONE
DEL MERCURIO E':
DEI DERIVATI B ridotti di volume
C aumentati di volume
A via respiratoria D con segni di congestione
B* via digerente E con segni di fibrosi
C . via cutanea
D per contatto 283. L'ASPETTO RADIO LOGICO A VETRO SMERIGLIATO E' TIPICO
E per inalazione e per contatto DELLA FASE CONCLAMATA DI QUALE PNEUMOCONIOSI:
A siderosi
274.1 TOSSICI (E l LORO METABOLITI) POSSONO ESSERE ELIMINATI B* asbestosi
DALL'ORGANISMO PER VIA: C berilliosi
A salivare D stannosi
B respiratoria E tutte le citate
C urinaria
D* con tutte le precedenti 284.1 VALORI LIMITE (TLV, MA.\(, ECC.) SONO UTILIZZATI PER
E con nessuna delle precedenti PROTEGGERE:
A * la popolazionè lavorativa
275. GLI ELEMENTI DI BASE PER SVOLGERE UNA INDAGINE DI B la popolazione non professionalmente esposta
IGIENE INDUSTRIALE SONO: C sia la popolazione lavorativa che quella non professionalmente esposta
A la conoscenza dei codici 1STA T delle lavorazioni D la popolazione ipersensibile agli agenti professionali
B le simulazioni, in idonei impianti pilota, di tutte le lavorazioni E nessuna delle precedenti risposte
C la laurea in tecnica della prevenzione
D la conoscenza della biologia 285. NELLA DIAGNOSI DIFFERENZIALE DELLA "POLMONITE
E* la conoscenza delle materie prime, del ciclo produttivo e CHIMICA" DA MERCURIO BISOGNA CONSIDERARE:
dell'organizzazione del lavoro A * l'edema polmonare acuto conseguente a scompenso cardiaco
B l'alveolite allergica estrinseca
276. L'ORGANO CRITICO DEL CADMIO È: C il polmone da metalli duri
A* il rene D l'asma allergica
B il fegato E la cirrosi epatica
C il tessuto osseo
D la mucosa olfattiva 286. QUALE E' LO STRUMENTO PER LA MISURAZIONE DEI FLUSSI
E il sistema nervoso centrale ESPIRATORI MASSIMI:
A * Pneumotacografo e/o flussimetro
277. QUAL'E' L'ORGANO O TESSUTO DOVE MAGGIORMENTE B Carbossimetro
,AVVIENE IL METABOLISMO (BIOTRASFORMAZIONE) DEI C Ossimetro ,
TOSSICI: D Pletismografo
A* fegato E Pneumotachimetro
B rene
C polmone 287. LA PERFORAZIONE DEL SETTO NASALE È UN EFFETTO
D cute CARATTERISTICO DELL'ESPOSIZIONE A:
E sangue A arsenico
J3* cromo
278.IN UN ALLEVATORE DI BESTIAME CHE PRESENTI C fosforo
SUDORAZIONE, DIMAGRIMENTO E FEBBRE ONDULANTE D manganese
BISOGNA SOSPETTARE LA PRESENZA DI:
E piombo
A polmonite
B* brucellosi
288. L'INFORTUNIO SUL LAVORO OBBLIGATORIAMENTE
C meningite ASSICURATO:
D polinevrite A e' ogni accidente di natura traumatica riportato sul lavoro
E echinococcosi B* avviene per causa violenta in occasione di lavoro, dando luogo alla morte o
ad una inabilita' permanente al lavoro, assoluta o parziale, ovvero ad
279. QUAL È IL PESO ACCETTABILE DEI CARICHI DA MOVlMENT ARE un'inabilità' temporanea assoluta che importi l'astensione dal lavoro per
MANUALMENTE PER LA POPOLAZIONE FEM1\1lNILE ADULTA piu' di tre giorni
SECONDO LA LEGGE 653/34: C avviene per causa violenta in occasione di lavoro
A 30KG D avviene a seguito del protratto esercizio di una professione, di un'arte o di
B 35 Kg un mestiere
C 25 Kg E e' la perdita della capacita' di guadagno a seguito di infermita' o difetto
D* 20 Kg fisico o mentale
E 15Kg
_::;.;"0289. QUALE FRA LE SEGUENTI NON È UNA FlBRA DI AMlANTO:
A crisotilo
280. LE RADIAzIONI IONlZZANTI POSSONO CAUSARE NEOPLASlE:
Aindebolendole barriere difensive (cute, mucose) B amosite
B alterando le capacità metaboliche epatiche C tremolite
D crocidolite
C* inducendo mutazioni in macromolecole informazionali (DNA, RNA,
E* bachelite

MEDICINA DEL LAVORO PAG. 15/19


C* effetto
290. QUALE DI QUESTE LAVORAZIONI ESPONE A PIOMBO D tutti i precedenti
INORGANICO: E nessuno dei precedenti
A * costruzione e demolizione di accumulatori ~
B processi di e!ettrogalvanica 300.1 CORPUSCOLI DELL'ASBESTO:
C produzione di termometri per uso industriale A sono un test diagnostico valido per l'asbestosi
D estrazione del cinabro B sono presenti soltanto nei lavoratori esposti ad asbesto
E produzione di esteri fosforici C sono presenti anche negli esposti a silice
D sono costituiti da fibre, concrezioni di ferro e linfociti
29 L 1,l"l AMBITO SANITARIO LA VACCINAZIONE ANTlTUBERCOLARE E* sono costituiti da fibre, macrofagi e concrezioni di ferro
E OBBLIGATORIA PER:
A personale sanitario sieropositivo per H.LV. ~30L GLI OLI DA TAGLIO USUALMENTE POSSONO PROVOCARE:
B personale sanitario con problemi di immunodepressione A* lesioni acneiformi
C personale sanitario extracomunitario B orticaria gigante
D personale sanitario con affezionipneumologiche croniche C onicopatie
E* personale sanitario che lavora in ambic;nte ad alto rischio o che presenta D dermatite desquamativa
controindicazioni alla chemioprofilassi E epilazione

292. QUALE DELLE SEGUENTI PATOLOGIE NON PONE UN


302. NORMALMENTE VENGONO DEFINITE MMMF (MAN MADE
PROBLEMA DI DIAGNOSI DIFFERENZIALE CON LA SILICOS!:
MlNERAL FIBERS):
A Sarcoidosi A i vari tipi di amianto
B Fibrosi idiopatiche B i vari tipi di silice libera cristallina
C* Mesotelioma pleurico C* le fibre minerali artificiali
D Emosiderosi endogena D fibre di sintesi organica
E Tubercolosi E fibre tessili

293. IL MONITO RAGGIO AMBIENTALE E':


303. LA FIBROSI PERl-ARTERIOLARE E' TIPICA:
A * un indice di dose esterna
A dell'asma allergico
B un indice di effetto
B dellaberilliosi
C un indice di dose interna
C* dell'asbestosi
D un indice di danno D dell'alveolite allergica estrinseca
E tutte le precedenti risposte
E della sierosi

294. QUAL'E' LA LEGGE CHE, NEL NOSTRO PAESE, HA NORMATO IL


304. QUALE DEI SEGUENTI DATI NON APPARTIENE AL QUADRO
PROBLEMA RUMORE SUL POSTO DI LAVORO:
ANATOMOPATOLOGICO DELL'ASBESTOSI:
A 257/92
A Fibrosi polrnonare
B* 277/91 B Alterazioni pleuriche
C 626/94 C Aderenze tra pleura viscerale e parietale
D 547/55 D Ridotto calibro delle arteriole poImonari
E 303/56 E* Grosse linfadenopatie ilari

295. IL MESOTELIOMA PLEURICO E' UNA ASSOCIAZIONE MORBOSA


305. NELL'ASMA DA COMPOSTI A BASSO PESO MOLECOLARE
PIU'
FREQUENTE NELLA: L'ESAME DIRlMENTE È:
A prick test
A tubercolosi
B patch test
B silicosi
C test arresto-ripresa
C antracosi
D* asbestosi D dimostrazione Ig E specifiche
E alluminosi E* broncostimolazione specifica

306. LA CROCIDoLITE È UNA FORMA DI:


296. LA REAZIONE IG E MEDIATA CHE PUÒ COMPARIRE IN
SOGGETII CHE UTILIZZANO GUANTI IN LATIICE AVVIENE A silice libera cristaIlina
NEI CONFRONTI DI: B fibre minerali artificiali
A additivi chimici contenuti nei guanti C fibre tessili
B amido di mais D ossido di alluminio
C polimeri sintetici E* amianto
,0* allergeni del lattice
E tutte le precedenti 307. QUALE DEI SEGUENTI INQUINANTI NON È FREQUENTE CAUSA
DI TOSSE:
297. LA ITAlITAl DISEASE, DESCRITIA IN GIAPPONE, È UNA A Diossido di azoto
PATOLOGIA CONSEGUENTE A: B Ozono
A * osteoporosi - osteomalacia causata da grave intossicazione da cadmio C Ossic1oruro di carbonio
B abnorme assorbimento di metilmercurio con il pesce D Anidride solforosa
C carenza di selenio E* Monossido di carbonio
D consumo di distillati inquinati da metalli
E esposizione a pesticidi inorganici 308.1 VALORI LUvllTE PER FIBRE DI AMlANTO SONO
NORMALMENTE ESPRESSI IN:
298. IN QUALE DEI SEGUENTI MINERALI SI TROVA LA SILICE A mg1m3
LIBERA CRIST ALLINA : B mglcm3
A Pirite C* fibre! cm3
B Marmo D parti per milione (ppm)
C* Roccia quarzifera E nessuno di questi parametri
D Serpentino
E Talco 309.1 LIVELLI DI PIOMBEMIA, INDIPENDENTEMENTE DALLA
ESPOSIZIONE A PIOMBO, POSSONO VARlARE:
299. L'ACIDO 5-AMINOLEVULINICO NELLE URINE (ALAU) È UN * in funzione del numero dei globuli rossi
INDICATORE DI: B in funzione dei1ivelli di creatinemia
A esposizione / dose C a seguito di esposizione a esteri fosforici
B ipersuscettibilità D quando si eleva il peso specifico urinario

MEDICINA DEL LAVORO PAG.16/19


••

E a seguito di ingestione di pesci di grossa taglia ~A endoteliotossica


B epatotossica
310.LA BARlTOSl: C* eritrotossica
A * e' in genere asintomatica D tutti i citati
B si manifesta con tosse secca persistente E nessuno dei citati
C provoca una grave compromissione della funzionalità respiratoria
D si associa a deposizione di collagene nell'interstizio 321. LE REAZIONI NIETABOLICHE DI FASE li SONO:
E nessuna delle precedenti A ossidazione
B riduzione
311. L'ACETILAZI0NE DEI TOSSICI È UNA REAZIONE: C idrolisi
A di detossificazione D* coniugazione
B* di coniugazione E nessuna delle precedenti
C ossidoriduttiva
D di attivazione metabolica 322.LE PNEUMOCONIOSI SONO:
E di fase I A * malattie professionali polmonari
B broncopneumopatie maligne ostruttive
312. PER FARE DIAGNOSI Dl PRIMO LIVELLO DllPOACUSIA QUALE C broncopneumopatie acute
DEI SEGUENTI ESAMI FARESTE PRATICARE: D infezioni
A EEG E intossicazioni
B* audiometria
C· retinogramma 323. L'INTOSSICAZIONE CRONiCA DA BENZENE PUO'
D tìmpanogramma DETERMINARE:
E Potenziali evocati A sordità
B* aplasia midollare
3l3.L'INTOSSICAZIONE DA CROMO SI MANIFESTA CON: C paralisi del nervo radiale
A eretismo, tremore, gengivite D cirrosi epatica
B coliche addominali, ipertensione, nefropatia vascolare E nessuna di queste malattie
C* dermatite ulcerativa, faringotracheite, nefropatia tubulare
D ipotensione, glomerulonefrite, dermatite desquamativa 324.L' UNITÀ SANITARIA LOCALE NELL'AMBITO DELLE PROPRIE
E alterazioni dell'equilibrio, ipoacusia monolaterale, paralisi del n. facciale COMPETENZE PROVVEDE:
A ad eseguire solo visite fiscali di controllo sullo stato di salute dei lavoratori
assenti per malattia;
314. LO STIRENE VIENE USATO PRINCIPALMENTE:
A * nella produzione di polimeri, resine, materie plastiche B si interessa della sola profilassi e della polizia veterinaria;
C* provvede a tutto ciò che concerne la sanità pubblica in tutte le sue
B nella concia delle pelli
espressioni ed attuazioni (profilassi, cura, riabilitazione ed educazione
C in acciaieria negli ambienti di vita e di lavoro);
D nell'industria farmaceutica D si interessa solo della profilassi delle comuni malattie esantematiche.
E nella ceramica sanitaria E si interessa solo della profilassi e terapia delle malattie veneree
parassitologiche
315. NEL CORPO UMANO l TESSUTI, OVE E' PREVALENTE LA
LOCALIZZAZIONE DEI SOLVENTI, SONO PIÙ RICCHI IN: 325. QUALE TRA I SEGUENTI TEST E' CONSIDERATO OGGETTIVO
A vitamine NELLA DIAGNOSI DI TRAUMA ACUSTICO CRONICO?
B glicidi A audiometria tonale liminare
C protidi B audiometria automatica
D aminoacidi C* potenziali acustici evocati cerebrali
E* lipidi D audiometria vocale
E audiometria tonale sopraliminare
316. QUALE TRA LE SEGUENTI SOSTANZE HA AZIONE IRRITANTE
SULL'APPARATO BRONCO-POLMONARE: 326. UNA POLVERE RESPlRABiLE ARRIVA:
A * acido solforico A alla trachea ,
B ; piombo B inesofago
C mercurio C alle coane nasali
D rame D* agli alveoli
E lattice E ai grossi bronchi

317. L'AMlANTO IN ITALIA: 327. QUALI TRA QUESTE VARlABILI ASSOCIATE ALL'INSOR,GENZA
A non e' mai stato utilizzato DEL MESOTELlOMA NEGLI ESPOSTI AD ASBESTO E' PIU
B* non viene più utilizzato IMPORTANTE?
C provoca broncopolmoniti nell'uomo A la durata dell'esposizione
D viene ancora utilizzato soltanto in edilizia in base alla Legge 257/92 B l'età anagrafica
E nessuna delle precedenti risposte C la concentrazione ambientale delle fibre
D* la latenza dall'inizio dell'esposizione
318. LA ZNPP INDlCA ESPOSIZIONE A: E la dose totale ritenuta
A asbesto
B silice 328. IL FATTORE CAUSALE PROFESSIONALE PIU' IMPORTANTE DEL
C* piombo FENOMENO DI RAYNAUD E' RAPPRESENTATO DA:
D zinco A elevata ripetitività del lavoro
E stagno B* esposizione dell'arto superiore a vibrazioni
C tutte le precedenti risposte
D postura la vorati va incongrua dell'arto superiore
319.1L SISTEMA ENZlMATICO DEL CITOCROMO P450 CATALIZZA
REAZIONI DI: E nessuna delle precedenti risposte
A solfatazione
B* ossidoriduzione 329. LE MAGGIORI COMPLICANZE DELL'ASBESTOSI POLMONARE
C glucuronazione SONO
RAPPRESENTATE DA:
D acetilazione
A * neoplasie pleuropolmonari
E nessuna delle precedenti
B tubercolosi
C polmonite lobare
320.L'ARSINA (ASH3) HA, NELL'ORGANISMO, UN'AZIONE
ESSENZIALMENTE: D micosi polmonare

MEDICINA DEL LAVORO PAG.17/19


E ascesso polmonare 340. CHE ORGANO COLPISCE PRlNCIP ALMENTE IL COSI' DETTO
"TUMORE DA ANILlNA":
330. CHE SIGNIFICATO HA LO SPOSTAMENTO TEMPORANEO DELLA A* vescica
SOGLIA UDITIVA (STS- TTS): B rene
A È il segno iniziale di una patologia uditi va C fegato
B è una patologia uditiva conclamata D milza
C* è uno stato di affaticamento uditivo reversibile E tutti i citati
D è una malattia professionale
E nessuna 341. UNA FORMA TAL VOLTA GRAVE DELL'ACNE PROFESSIONALE E'
LA CLORACNE, DOVUTA ALL'ESPOSIZIONE A VARI:
331.1 TUMORI VESCICALI DI ORIGINE CHIMICA SONO CAUSATI A * composti cloruratì
PRINCIPALMENTE DA: B oli minerali
A . sostanze introdotte per via cutanea C idrocarburi
B sostanze metabolizzate a livello epatico D solventi
C* sostanze escrete per via urinaria E nessuna delle precedenti risposte
D sostanze assorbite per contatto con le mucose visibili
E sostanze escrete per via biliare 342. QUALE TRA I SEGUENTI ORGANVAPPARATI HA UNA BASSA
RADIOSENSlBILITÀ:
332. NELLE MALATTIE PARASSIT ARIE SI TROVA DI SOLITO: A cute
A * eosinofilia B apparato gastroenterico
B linfopenia C cristallino
C linfocitosi D gonadi
D eosinopenia E* apparato respiratorio
E basofilia
~ 343. LA PRINCIPALE VIA DI PENETRAZIONE DEL TETRACLORURO DI
CARBONIO E':
333. LA SINDROME DEL "DITO BIANCO" E' CARATTERISTICA DELLA
PATOLOGIA DA: A * via inalatoria
A* vibrazioni B via digerente
B saturnismo C via cutanea
C idrargirismo D per contatto
D 'sclfocarbonistno E via digerente più via cutanea
E solventi organici
344. LA CATARATTA DEI VETRAI E' CAUSATA DA:
334. CHI E' OBBLIGATO A PROVVEDERE PER L'INFORMAZIONE E LA A finissima polvere di vetro in sospensione nell'aria
FORMAZIONE DI LAVORATORI SULLE ATTREZZATURE DA B vapori di ossidi metallici volatili che si sviluppano durante la lavorazione
LAVORO: C* radiazioni infrarosse emesse dal vetro incandescente
A l'esperto qualificato D radiazioni x dovute agli isotopi radioattivi dei metalli nel vetro
B il medico competente E nessuno dei citati
C* il datore di lavoro
D il responsabile per la sicurezza 345. NELLA PATOGENESI DELL'ASMA PROFESSIONALE SONO STATI
E tutti i citati INVOCATI MECCANISMI:
A immunologici
335.L'ECZEMA DA CEMENTO: B irritativi
A . e' un quadro clinico non noto C farmacologici
B non e' una patologia professionale D* immunologici, irritatixi, farmacologici
C* e' una dermatite dovuta al cromo E nessuna delle precedenti risposte
D fa parte delle manifestazioni cliniche del satumismo florido
E tutte le precedenti risposte 346.1L PIOMBO E' UN FORTE INlBlTORE DEGLI ENZIMI:
A * tiolo dipendenti
336.IL QUARZO È UNA FORMA DI: B idrogeno dipendenti
lA. * silice libera cristallina C Ca dipendenti
B amianto D ATP dipendenti
C silicati E K dipendenti
D fibre minerali artificiali
E ossido di ferro ~347. QUALE E' L'ANTIGENERESPONSABILE DELL'AL VEOLITE
ALLERGICA
ESTRINSECA NOTA COME "FARMER'S LUNG":
337.LE DIMENSIONI DI UN' IMMAGINE ALL'R.X TORACE
CLASSIFICATA COME B E' DI: A thermoactinomyces sacchari
A 5-10mm B actinomyces clavatus
B 10-20 mm C* micropolyspora faeni
C fmoa5 mm D penicìllum frequentas
D più di 20 mm E tutti i citati
E* nessuna delle precedenti risposte
348. BENZENE - TOLUENE - XlLENI SONO:
338. QUALE DI QUESTE LAVORAZIONE ESPONE A CADMIO: A * idrocarburi aromatici
A * produzione di accumulatori alcalini B idrocarburi alifatici
B produzione di termometri per uso sanitario C idrocarburi alifatici alogenati
C estrazione del cinabro D alcoli
D estrazione della bauxite E chetoni
E uso del metallo come parassiticida nelle piantagioni di tabacco
349. L'INALAZlONE DI AMlANTO PROVOCA:
339. GL! OSSIDI DI ZOLFO POSSONO PROVOCARE: A* l'asbestosi
A pleurite B una pneumoconiosi mortale
B* edema polmonare (in seguito ad esposizioni acute) C una bronchite cronica
C mesotelioma pleurico D una otopatia
D mesoteliomaperitoneale E una epatopatia
E nessuna delle precedenti
350. PER QUALE MOTIVO I LIVELLI DI ALA URINARIO DETERMINATI

MEDICINA DEL LAVORO PAG. 18/19


'SUI CAMPIONI ESTEMPORAt'lEI VENGONO ESPRESSILN mgig
CREATlNLNA:
À. ~;percorreggere l'effetto della diluizione o delle concentrazioni del campione
. urinario sui livelli del metabohta
J! ,)kr valutare contemporaneamente la clearance della creatinina
C \~r valutare la funzionalità del tubulo renale
D ~r esplorare la funzionalità epatica
E ~~~ verificare se esiste una porfiria acuta intermittente

MEDICINA DEL LAVORO PAG. 19/19

t'·