Sei sulla pagina 1di 4

Indicazioni generali per la tesina

Che cosa è la tesina


La tesina tratta un argomento a scelta del candidato all'esame di Stato. E' un lavoro di
approfondimento a carattere interdisciplinare che lo studente compie su un argomento
da lui scelto.
La tesi (dal greco antico ϑεσις thesis, ovvero posizione) è un enunciato, o una
proposizione, di cui si vuole accertare la validità tramite una dimostrazione, a partire
da un'ipotesi e da assiomi (cit. Wikipedia).
La tesina non è una "ricerca". Non è cioè la risposta alla richiesta fatta allo
studente di studiare in autonomia un argomento scolastico (acquisire la conoscenza
dei contenuti su un argomento non in programma), da esporre all'orale dell'Esame di
Stato, bensì una “posizione” che lo studente assume rispetto a un certo argomento a
sua scelta e che tenta di sostenere facendo appello a tutte le fonti
interdisciplinari che ha raccolto, analizzato e rielaborato.
In tal senso risulta indispensabile trattare l'argomento con un approccio analitico e
propositivo, con l'obiettivo di arrivare a dimostrare l' “affermazione” inclusa
nell'argomento stesso ed esplicitata almeno in parte nel titolo. E' fondamentale lo
sforzo di sostanziare l'oggetto con argomentazioni adeguate, estrapolandole
dall'intero percorso scolastico quinquennale, analizzandolo cioè da tutti i punti di vista
che si ritiene opportuni, attinenti a una o più discipline del percorso di studi.

Nell'ambito della formazione tecnica di un corso tecnico come i periti meccanici o i


geometri la tesina può assumere una duplice veste, quella di trattazione di un
argomento di natura più o meno tecnica e quella di sviluppo di un progetto
professionalizzante.
Nel seguito si riportano alcuni esempi di strutturazione di tesina.

Alcuni esempi

La bicicletta, nascita, sviluppo e nuova vita nella Crisi


in tale tesina ci si propone di dimostrare come la bicicletta, nata secoli fa come
risposta alla necessità di uno spostamento veloce e a basso costo in ambito urbano e
semi-urbano, stia tornando in auge alla luce delle difficoltà legate alla Crisi,
nonché alla necessità di spostamenti rapidi che nelle metropoli odierne è diventato di
nuovo difficoltoso.

→ la tesi: la bicicletta torna in auge per via della Crisi e per necessità di praticità

E' possibile analizzare la questione sotto vari aspetti


 la bicicletta nasce in ambito meccanico quando la tecnologia rende possibile la
realizzazione a basso prezzo delle parti che la costituiscono
 la meccanica della bicicletta
 la Crisi, vista dal punto di vista delle difficoltà economiche indotte nelle famiglie:
analisi del costo dell'utilizzo di un'automobile in città per trasporto urbano lungo
un anno (volendo, cenni al Car – Sharing)
 il traffico nelle grandi città: alcuni numeri e tabelle e analisi delle stesse
 nuove soluzioni in ambito ciclistico: nuovi materiali, nuovi design
 nuove soluzioni in ambito ciclistico: le biciclette a pedalata assistita, analisi
meccanica, energetica e costo annuo
 conclusioni

→ materie coinvolte, presumibilmente: storia, meccanica, tecnologia, sistemi e


automazione
1/4
A 20 anni dal crollo del muro di Berlino l'Europa non è più centro dello
scacchiere internazionale
in tale tesina ci si propone di dimostrare come il crollo del Muro di Berlino nel 1989
abbia segnato sia la fine della Guerra Fredda, sia lo spostamento progressivo
dell'interesse geopolitico e strategico delle Grandi Potenze verso altre aree
del pianeta

→ la tesi: l'Europa non è più il centro degli interessi geostrategici perchè è crollato il
Muro di Berlino e si è dissolto il blocco sovietico

E' possibile analizzare la questione sotto vari aspetti


 l'Europa prima del crollo del Muro di Berlino era luogo centrale dello scontro Est
– Ovest, con una guerra mai combattuta militarmente ma solo strategicamente
attraverso la dislocazione di armi nucleari sulla gran parte del territorio
 l'Europa era laboratorio di politica e di sperimentazione delle due ideologie
prevalenti
 in ambito economico l'Europa rappresentava la maggior parte dell'economia
mondiale di trasformazione dei semi-lavorati
 la fine della Guerra Fredda con il simbolico atto del crollo del Muro di Berlino
determina la perdita del “nemico da combattere”: lo smarrimento del blocco
vincitore induce alla ricerca di altre zone di intervento e di investimento
economico
 le Tigri Asiatiche degli anni '90, lo sviluppo dell'India e della Cina, il Brasile di
Lula
 dal G8 al G20, nel pieno della Crisi, il declino degli USA: i punti di interesse
strategico a livello mondiale divengono molteplici come molteplici le potenze
economiche
 conclusioni

→ materie coinvolte, presumibilmente:storia, italiano, tecnologia

Il KERS: la meccanica a braccetto con l'ecologia


in tale tesina ci si propone di dimostrare come l'introduzione di sistemi meccanici ed
elettronici più o meno sofisticati possa aumentare notevolmente il rendimento
delle automobili e, per estensione, possa andare in direzione di un più corretto
utilizzo delle risorse energetiche, attraverso l'analisi di un caso specifico (il KERS)

→ la tesi: la meccanica non è una disciplina “compiuta” ma presenta vaste aree di


possibile indagine e ricerca che possono dare risposte alle questioni ambientali attuali

oppure

→ la tesi: è possibile migliorare il rendimento delle macchine semplicemente


recuperando energia altrimenti persa

oppure

→ la tesi: il recupero dell'energia della frenata consente un risparmio di carburante di


circa x%

E' possibile analizzare la questione sotto vari aspetti


 cambiamenti climatici e necessità ambientali di ridurre l'emissione di CO2
 picco del petrolio e crescita del costo degli idrocarburi
2/4
 il rendimento di una macchina, in generale
 il rendimento del motore termico a combustione interna
 il rendimento complessivo dell'automobile
 come è fatto il KERS
 quanto si recupera con il KERS
 modelli in commercio
 conclusioni

→ materie coinvolte, presumibilmente: meccanica, storia, tecnologia

Sistema fotovoltaico a inseguitore: progetto per una villetta bi-


famigliare
in tale tesina ci si propone di progettare un sistema a inseguitore e dimostrare come
l'installazione e l'utilizzo di un tale sistema possa consentire un ricavo significativo
in termini economici anche in un ambito privato e non industriale. Largo spazio è
lasciato alla fase di calcolo e di progetto

→ la tesi: sotto opportune condizioni tecniche e ambientali un sistema fotovoltaico a


inseguitore è conveniente rispetto a un sistema fisso

E' possibile analizzare la questione sotto vari aspetti


 le rinnovabili e il sistema di incentivazione
 impianto fotovoltaico: come è fatto
 impianto a inseguitore: come è fatto, svantaggi architettonici e vantaggi
economici
 integrazione architettonica dell'inseguitore, una proposta
 costo dell'impianto, ricavo annuo e tempo di ritorno dell'investimento
 conclusioni

→ materie coinvolte, presumibilmente: progettazione, tecnologia, impianti, estimo

oppure, dal punto di vista della meccanica

→ materie coinvolte, presumibilmente: meccanica, tecnologia, sistemi organizzativi

3/4
Dove trovare indicazioni ulteriori
Altre e ulteriori utili indicazioni sono reperibili, ad esempio, ai seguenti indirizzi web:

http://www.desambrois.it/desaweb/info/documenti/tesine1.htm

http://malpighi.altervista.org/ascalini/?download=Come_si_fa_una_tesina.ppt

http://digilander.libero.it/LicGaribaldi/L%27esame%20di%20stato.htm

Suggerimenti
Si riportano nel seguito una serie di osservazioni e suggerimenti utili ai fini sia della
scelta che della stesura della tesina.
 la tesina non necessariamente deve essere un lavoro strutturato e scritto in
forma di trattazione: può essere sviluppato come mappa concettuale, come
analisi di disegni e progetti con l'ausilio di materiale multimediale, ecc.
 la tesina è un argomento scelto personalmente, qualcosa che appassiona e
che quindi mette a proprio agio: ogni “calcolo” in vista dell'orale teso ad
accattivare l'attenzione dei commissari si può risolvere in un lavoro faticoso,
noioso e senza passione
 la tesina tocca può toccare più di una materia, e questo può essere un buon
modo per spostare il discorso sui binari che interessano, garantendo un certo
percorso all'orale. Tuttavia questo non è automatico, e nemmeno sicuro,
specialmente se i collegamenti appaiono artefatti e pre-impostati
 è pertanto preferibile concentrarsi sulla “tesi”, sull'affermazione e la
dimostrazione, cercando quante più “prove” a sostegno della stessa, facendo
appello a tutto il proprio percorso scolastico. Il lavoro risulterà naturalmente
fluido, e del candidato potrà emergere la maturità interdisciplinare
 è utile diluire nel tempo il lavoro, evitando in tutti i modi di concentrarlo
intorno alle scadenze assegnate
 è utile definire una mappa concettuale del lavoro, specificando i passaggi e
le aree concettuali da analizzare, dai quali far discendere gli eventuali capitoli
 nel caso di un progetto è utile raccogliere un minimo di bibliografia attorno allo
stesso, per lo meno in merito allo stato dell'arte del progetto stesso.
 nel caso di un progetto larga parte della stesura sarà dedicata alla fase di
calcolo, che va riportata nei soli passaggi essenziali specificando con
attenzione le ipotesi di partenza e i risultati dimensionali ottenuti
 la bibliografia e la sitografia sono essenziali per dare corpo e peso a una
tesina: è utile e pratico collezionare i nomi dei libri e i siti che mano a mano si
analizzano
 alla tesina può seguire, ed è auspicabile che accada, una esposizione con
l'ausilio di strumenti multimediali e/o plastici o modelli in scala dove
possibile: ciò rende molto più agevole la esposizione da parte dello studente, e
accresce l'attenzione e l'interesse dei commissari circa il lavoro svolto.

4/4